Affittopoli, Di Pietro c è Due case gratis a Roma

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Affittopoli, Di Pietro c è Due case gratis a Roma"

Transcript

1 OGGI Nuovo Molise in vendita obbligatoria OGGI Nuovo Molise + il Giornale San Carlo L. Campobasso: Via Garibaldi 48 - Tel Fax Isernia: P.zza della Repubblica, 29 - Tel Fax Anno 15 - N ,00 Pubblicità: N.C.P. srl Via Garibaldi 48 Campobasso Tel Fax Termoli: C.so Nazionale, 10 - Tel Fax Giovedì 3 giugno 2010 All Interno POLITICA Passarelli pronto a lasciare l Esecutivo Iorio A pagina 3 MATRICE Cittadini in piazza contro l eolico selvaggio A pagina 10 ISERNIA Altro che abolizione Ora la Provincia guarda all Abruzzo A pagina 13 SPORT Volley, Isernia è ancora Serie A A pagina 31 2 Giugno: uniti più che mai Onorificenze al Merito della Repubblica Medaglie d onore e ricordo L elenco dei premiati IL FATTO - L ex ministro molisano tirato in ballo dall uomo di fiducia di Anemone Affittopoli, Di Pietro c è Due case gratis a Roma Sarebbe stato molto interessato anche all Auditorium di Isernia TERMOLI In fuga con l auto rubata, investe una moto e fa perdere le sue tracce SERATA da film poliziesco martedì a Termoli. Un motociclista è stato tamponato da una Fiat Panda nera il cui conducente, senza prestare soccorso al centauro, si è dato alla fuga. Dopo un rapido controllo è risultato che l auto era stata rubata. A pagina 19 A pagina 3 CRONACA Colto da malore al volante perde la vita un 84enne di Busso L incidente in via Esterna Piana A pagina 7 IL D-DAY dell Idv si è trasformato in una giornata da incubo per il suo leader Di Pietro. Ieri sbattuto su tutte le prime pagine dei quotidiani nazionali per le presunte collusioni nell affaire delle grandi opere. Secondo Zampolini, braccio destro di Balducci, Di Pietro avrebbe avuto a disposizione due appartamenti a Roma grazie all intervento di Anemone. Il suo interesse anche sui lavori per l auditorium. N VENAFRO E morto il 39enne schiacciato dal camion nel centro storico NON ce l ha fatta Emilio Rampone, il 39enne di Venafro che venerdì scorso era rimasto schiacciato dal camion che si era schiantato contro un muro nel centro storico di Venafro. Era ricoverato da qualche giorno all ospedale di Chieti. A pagina 16

2

3 NUOVO oggi MOLISE ATTUALITA 3 IL FATTO DEL GIORNO Altro che D-Day per l ex ministro molisano Case gratis nella capitale, Di Pietro c è Auditorium di Isernia, rivelazioni shock Il presidente dell Italia dei Valori sarebbe stato chiamato in causa dal braccio destro di Anemone «Due appartamenti nella Roma antica, uno era per la figlia e l altro per la sede del partito» Per i dipietristi sparsi in giro per l Italia e soprattutto per quelli molisani, corregionali del famoso ex pm di Tangentopoli, è stato davvero il D-Day. Ma non il giorno della democrazia come loro avrebbero voluto. Il demolition day dell Italia dei Valori e del leader incontrastato, Tonino Di Pietro, ha avuto origine dalla ormai famigerata inchiesta denominata affittopoli che sta ghigliottinando politici famosi. Le dichiarazioni di Angelo Zampolini, l architetto di fama e uomo di fiducia di Balducci e del suo braccio destro, il costruttore Diego Anemone, escono proprio nel D-Day dell Idv. Tre verbali, quelli redatti dalla Procura con le dichiarazioni dell architetto. E in due di questi si racconta la trama di presunti favoritismi nei confronti del leader dell Idv, Antonio Di Pietro. «Escludo in modo categorico di aver preso non uno né due appartamenti in affitto da Propaganda Fide, né a nome mio né a nome dell Italia dei Valori. Chiederò agli inquirenti di saperne di più su questa vicenda per poter tutelare il mio nome e quello del partito da eventuali millantatori» ha subito replicato il leader Idv impegnato - appunto - nel D-Day, «contro i furbetti del quartierino» come recita - quasi in tono beffardo - il comunicato stampa dell Idv. Secondo l architetto Zampolini (e come ieri riportava tutta la stampa italiana in prima pagina, ndr) si tratterebbe di due case in tutto, ristrutturate dalle ditte di Diego Anemone e assegnate a canone agevolato a Di Pietro (in via delle Quattro Fontane e in via della Vite). La prima abitazione sarebbe stata destinata alla figlia dell ex pm, Anna, fin dal Successivamente, quando la ragazza decise di trasferirsi a Milano per frequentare la Bocconi, l immobile sarebbe stato occupato da Silvana Mura, deputata ed ex braccio destro del leader Idv. Una storia, quella dell appartamento di Via delle Quattro Fontane, che già aveva dato adito a qualche sospetto al punto che il senatore Stefano Pedica era dovuto intervenire per chiarire (sic!) di aver ottenuto lui l assegnazione dell immobile in favore del presidente del suo partito grazie all intervento divino di un suo autorevole parente, alto prelato in Vaticano. L architetto Zampolini invece smentisce su tutta la linea la difesa approntata dai dipietristi. L intervento fu deciso da Balducci proprio mentre Tonino Di Pietro era ministro alle Infrastrutture. La stessa modalità di intervento si sarebbe registrata per l appartamento di via della Vite, assegnato a Di Pietro e destinato ad ospitare una delle sedi principali del partito. Una curiosità, come sottolineano alcune agenzie di stampa: entrambi gli immobili, sia quello di via delle Quattro Fontane che quello di via della Vite, sarebbero stati accatastati come A10 cioè come uffici anche se il primo sarebbe stato usato sempre e solo come residenza. Certo, nel passato i rapporti professionali che intercorrevano tra Balducci e Di Pietro non erano proprio rose e fiori. Lo stesso ex ministro ha raccontato di aver cacciato l alto funzionario dal suo ministero. L architetto Zampolini invece, il 22 maggio scorso, ha raccontato l altra verità: Di Pietro «Di Pietro osteggiava gli appalti per i 150 anni dell Unità d Italia fino a quando non spuntò l auditorium...» non avrebbe cacciato Balducci ma sarebbe successo il contrario. Ecco le dichiarazioni di Zampolini ai magistrati - così come riportate ieri da "Il Giornale": «Fu Balducci - spiega Zampolini - ad andare via perché pressato dalle richieste del ministro che voleva essere introdotto in Vaticano. Io so che proprio Balducci gli fece avere in affitto due case di proprietà della Congregazione Propaganda Fide. Anemone si occupò della ristrutturazione dell appartamento di via della Vite che poi fu utilizzato come sede dell Italia dei Valori. Non so se ha mai pagato l affitto comunque si trattava di una cifra molto bassa. Mi risulta - continua Zampolini - che Di Pietro chiese anche un altra abitazione per la figlia. Si trova in via Quattro Fontane e ricordo che Anemone, oppure uno dei suoi collaboratori, mi disse che stavano facendo dei lavori di ristrutturazione per il ministro». L architetto Zampolini avrebbe chiarito anche che fu propriio lui a firmare alcune Dia, le dichiarazioni di inizio lavori, poi depositate presso il Comune di via Roma «anche se non ero sempre io ad occuparmene davvero». Sempre secondo l architetto Zampolini, quando Di Pietro era al Governo «osteggiava gli appalti che erano stati programmati per le celebrazioni dei 150 anni dell Unità d Italia. Erano lavori fortemente voluti da Prodi e da Rutelli mentre lui era contrario. Si convinse solo quando nel programma dei lavori fu inserito l Auditorium di Isernia per il quale erano stanziati oltre 20 milioni di euro. Appena fu approvato il progetto, lui concesse il via libera anche a tutte le opere». Il 18 maggio - secondo la ricostruzione fatta da "Il Giornale" - Di Pietro ha affermato di essere un teste dell accusa e poi ha chiarito di non aver mai ritenuto affidabili né Balducci né Pietro Rinaldi» poi diventato Commissario per i Mondiali di Nuoto e tuttora indagato per corruzione proprio perché accusato di aver accettato i soldi di Anemone. terry quintigliani A «Porta a Porta» Ferruccio Fazio spiega il caso Molise Sanità, altra figuraccia... Il presidente della Regione Molise nuovamente nel mirino del Governo nazionale. E anche questa volta, la figuraccia ha varcato i confini regionali. L altro ieri, a «Porta a Porta», il programma di spicco del prime time di Rai Uno, il ministro Ferruccio Fazio ha fatto i conti in tasca ai molisani alle prese con la questione Sanità. In studio, ospiti di Bruno Vespa, anche i governatori di Lazio e Calabria. Secondo il ministro Fazio la situazione molisana è davvero gravissima: è molto alto il debito ma anche il deficit (che è altra cosa come lui stesso ha spiegato) non scherza affatto. La Sanità, settore economicamente fluido grazie al quale il presidente ha visto aumentare a dismisura il suo appeal politico, ormai è diventata la croce del governatore/commissario. E a questo punto anche alle sue orecchie potrebbero essere arrivate le prime indiscrezioni da Palazzo Grazioli, residenza romana del premier Berlusconi che insiste: i governatori responsabili del deficit non saranno ricandidati. L ex titolare del dicastero alle Infrastrutture si difende: «mai preso case dalla Propaganda Fide» E poi chiede aiuto a Pedica RUMORS DA VIA GENOVA Passarelli lascia ma era già concordato con il presidente Iorio Il governatore potrebbe non rimpiazzarlo Commissioni speciali, saranno eliminate? Rumors insistenti da via Genova che contribuiscono a riscaldare questi giorni di fredda primavera: sarebbe in scadenza il mandato assessorile di Nicola Passarelli, l ex presidente della Corte d Appello nominato assessore alla Sanità (non senza oplemiche) dal governatore Iorio. Si mormora di un accordo preventivo preso tra i due e relativo ad una sorta di scadenza fissata alla fine di luglio, con molta probabilità. Un anno solo di lavoro quindi per Passarelli, destinato ad una fulgida carriera universitaria in terra di Puglia. La notizia circola con insistenza da almeno qualche settimana. Secondo i beneinformati, la maggioranza di centrodestra avrebbe fatto pressioni sul presidente in merito alla necessità di dare un segnale vero di politiche realmente attente al contenimento dei costi. E quindi, pare, si potrebbe cominciare ad ipotizzare il taglio delle commissioni speciali... per inutilità e l assenza, dall esecutivo, dell assessore alla Sanità. Che, ad onor del vero, ha poco da fare in una regione dove il settore è stato commissariato. In aggiunta va anche ricordato che oltre al commissario straordinario, che è sempre Iorio, c è la mano operativa che è quella del sub commissario Isabella Mastrobuono. La maggioranza starebbe facendo pressing su Iorio perché sul contenimento dei costi della politica siano dati segnali veri e concreti ai molisani. Ma c è anche una parte di consiglieri che s interroga sulla latitanza politica del presidente: da 45 giorni, più o meno, la maggioranza non ha modo di incontrare il suo presidente. Prossimo appuntamento fissato a sabato: Iorio ci sarà? wanda bergamin

4 4 ATTUALITA NUOVO oggi MOLISE Riceviamo e pubblichiamo Il decreto ministeriale illustrato dall assessore al ramo Infortuni sul lavoro: fondi per studiare il triste fenomeno I chiarimenti sul sito della Regione L Assessorato al Lavoro della Regione Molise, Angiolina Fusco Perrella, comunica che sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana n.99, del 29 Aprile 2010, è stato pubblicato il Decreto del Ministro del Lavoro, del 23/12/2009, con l individuazione delle tematiche di studio e ricerca da ammettere alla contribuzione prevista dall art.197- lettera c- del DPR n.1124/65, come sostituito dall art.9 della legge 248/1976. La normativa citata prevede la concessione di contributi per la realizzazione di studi e ricerche in materia di infortuni sul lavoro sulle seguenti tematiche: Progettazione e sperimentazione di soluzioni Incontro allargato con i sindacati e le associazioni di categoria Trasporti, aiuti ai lavoratori Gino Velardi e Angela Fusco Perrella: riunione positiva perché con la concertazione s interviene in modo giusto Positiva riunione per gli ammortizzatori sociali a favore dei lavoratori del Settore Trasporti. Gli assessori Gino Velardi e Angela Fusco Perrella hanno incontrato i sinacati e le associazioni di categoria dei Trasporti. Si è svolto, nel tardo pomeriggio di ieri, l incontro convocato dall Assessore ai Trasporti, Gino Velardi, per discutere sugli ammortizzatori sociali da prevedere per i lavoratori del settore trasporti. L assessore al Lavoro, Fusco Perrella, ha illustrato ampiamente le azioni che si possono mettere in campo, e che prevedono, in prima battuta, la estensione della cassa integrazione straordinaria anche alla categoria del trasporto pubblico ed altre misure, come, ad esempio, i contratti di solidarietà, estesi anche alle imprese sotto i 15 dipendenti, e come il life long learning. «Si tratta - ha detto l assessore Fusco Perrella - di una serie molto ampia di possibilità, per ognuna delle quali abbiamo notevoli risorse finanziarie a disposizione. Si tratta di calibrarle e di adattarle alle specifiche esigenze delle aziende di trasporto, ed è questa una delle ragioni di questo tavolo di concertazione, cioè quella di studiare insieme quali misure adottare, in che modo applicarle alle specifiche esigenze di ogni singola azienda e dei lavoratori che ne dovessero essere interessati». La riunione di ieri ha dato seguito a quanto già prefigurato nel corso del precedente incontro del 22 febbraio scorso. L incontro è stato sollecitato ripetutamente dai sindacati e dalle parti datoriali, preoccupate dal gran polverone sollevato in questi giorni dalla riduzione della rete dei servizi di trasporto, operata dalla Regione per effetto della legge finanziaria. Una preoccupazione in qualche modo molto amplificata e volutamente innescata nell opinione pubblica già da molto tempo, mentre solo nella mattinata di ieri la Giunta regionale ha adottato la delibera di approvazione della nuova rete dei servizi. Su un fatto fondamentale, infatti, è emersa una sostanziale unanimità: tutte le previsioni di licenziamenti di massa sono infondate, perché il dato reale del fenomeno non ancora si conosce e può desumersi solo dalla riorganizzazione dei propri servizi che ogni azienda dovrà fare dopo aver conosciuto i dati della rete di trasporto che costi- L assessore Luigi Velardi In alto l assessore Fusco Perrella tuirà l oggetto del contratto di servizio di ciascuna impresa. «La fase di definizione e di applicazione dei nuovi contratti di servizio - ha detto l assessore Velardi - sarà il frutto della permanente concertazione delle tre parti: Regione, Sindacati, Associazioni di categoria delle ditte di trasporto. Sarà questo il momento cruciale di riorganizzazione dei servizi di trasporto e di conseguenza delle imprese, ed anche di valutazione del numero di esuberi che si dovessero verificare. Al momento qualsiasi ipotesi è puramente aleatoria». I rappresentanti nazionali Anav e Asstra, Ficara e Malena, hanno apprezzato il clima di fattiva collaborazione del tavolo di concertazione e il senso di responsabilità dei Sindacati, preannunciando la piena collaborazione della parte datoriale al processo di riorganizzazione dell attuale sistema dei trasporti nel Molise e l ausilio anche tecnico nella fase di organizzazione dei prossimi contratti di servizio. Saranno i vertici nazionali di categoria a seguire direttamente la vicenda Molise, proprio nell intento di contribuire al positivo metodo di collaborazione riscontrato nella riunione. Contributi stimolanti all approfondimento dei temi sono stati portati dai rappresentati sindacali: Giuseppe Sardo per la Cisl; Carmine Mastropaolo per la UIL e Pasquale Giglio per la CGIL. Lucia Merlo della CGIL ha riferito di proficue esperienze di applicazione degli ammortizzatori sociali già messi in campo in altri settori e del forte spirito di collaborazione che ha sempre animato il comune lavoro con l assessore Fusco Perrella. «Questo clima di pace sociale - ha detto l assessore Velardi - appartiene all attuale governo regionale, ed è il frutto di un costante lavoro di concertazione che ho portato avanti nel settore dei trasporti. Tutte le ditte sono state incontrate numerose volte e ad ognuna sono state spiegate i motivi e le finalità del processo di riforma avviato. Si tratta di dare seguito a precise normative comunitarie, statali e regionali e nello stesso tempo di prendere atto di una organizzazione dei servizi che non è più adeguata ai tempi, alle esigenze dell utenza, alle dimensioni aziendali che ormai il mercato impone. A tutto questo si aggiunga la preoccupazione di essere al passo con il federalismo e, dunque, con una finanza radicalmente nuova che potrà porre in crisi un sistema così esposto come quello dei trasporti se non si adottano per tempo tutte le misure che sono necessarie, ma devono prima di tutto essere adeguate e serie. Queste riforme prima erano solo necessarie, perché ispirate dal buon governo, oggi sono obbligatorie, perché imposte da un sistema che marcia verso una finanza che richiede comportamenti virtuosi». organizzative e gestionali in materia di prevenzione degli infortuni sul lavoro nel settore siderurgico o nel settore dei trasporti; Predisposizione e sperimentazione di modelli di organizzazione e gestione per la sicurezza nelle piccole e medie imprese; Progettazione e sperimentazione di modelli statistico-economici di valutazione dei costi della mancata organizzazione e gestione della sicurezza in azienda; Analisi delle misure di contrasto agli infortuni in itinere in Europa,ai fini della loro possibile applicazione in Italia; Elaborazione e sperimentazione di sistemi di certificazione dei modelli contrattuali e dei modelli di organizzazione e gestione, ai fini della tutela e sicurezza dei lavoratori, con particolare riferimento agli appalti e ai contratti di lavoro non standard nell ottica dei sistemi di qualificazione delle imprese; Elaborazione e sperimentazione di buone prassi per la tutela della salute e sicurezza dei lavoratori, con particolare riferimento alla gestione del rischio da differenze di genere. I contributi saranno concessi previa stipula di apposita convenzione, in misura pari all 80% del costo dello studio o ricerca proposta su una disponibilità di due milioni 266mila 700 euro. Le domande devono essere inviate al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali - Direzione Generale della tutela delle condizioni di lavoro - Divisione III - Via Fornovo Roma - entro la data del 28 giugno 2010 (60 giorni dalla data di pubblicazione del bando sulla G.U). Il modello della domanda è disponibile sul sito Internet del Minis t e r o nella sezione avvisi e bandi. Per ogni ulteriore chiarimento, si può contattare, oltre ai competenti uffici del Ministero del Lavoro ( ), anche la Segreteria del Comitato Regionale ubicato in via Toscana, 51 Campobasso ( Fax ). E possibile inviare anche una mail a:

5 LA FESTA DELLA REPUBBLICA Il messaggio di Napolitano raccolto dalle istituzioni locali «Insieme in Italia, insieme in Europa... Insieme in Molise» La Festa della Repubblica ieri mattina a Campobasso con la cerimonia in piazza della Vittoria e la consegna delle medaglie in Prefettura (FOTOSERVIZIO STELLA) «IN un mondo sempre più interdipendente non potrà esservi vera sicurezza se permarranno focolai di minaccia; non potrà esservi vero benessere se anche soltanto una parte dell umanità sarà costretta a vivere L ELENCO DEI PREMIATI ECCO l elenco delle onorificenze dell Onore al merito della Repubblica italiana. Grande Ufficiale Carlo Santoro, Campobasso, dirigente superiore del Ministero dell Interno in pensione. Commendatore Marcello Damiano, Campobasso, titolare hotel ristorante "Eden" in Campobasso Cavaliere. S.Ten. Guido Angelilli, Campobasso, Sottotenente Guardia di Finanza Cavaliere Bruno De Francesco, Campobasso, vice Questore aggiunto della Polizia di Stato. Cavaliere, Antonio Del Cioppo, Campobasso, Ufficiale di Anagrafe in pensione. Cavaliere Rossana Di Blasio, Termoli, Geometra - donatore Avis. Cavaliere Rocco Di Palma, Termoli, titolare impresa edile in pensione - donatore Avis. Cavaliere, Michele Fanelli, Termoli, dipendente Ferrovie dello Stato in pensione - donatore Avis. Cavaliere, Giovanni Leocata, Campobasso, Sottufficiale dei Carabinieri. Cavaliere Angelo Meoli Campobasso, Ispettore Superiore S.U.P.S. della P.S. in pensione. Cavaliere Antonio Pastò, Campobasso, dipendente Comando Militare Esercito Molise in pensione. Cavaliere, Giulia Pellegrino, Campobasso, dipendente Comando Militare Esercito Molise. Cavaliere Renato Tirabassi, Campobasso, Artigiano a riposo. Cavaliere Francesco Venditti, Campobasso, dipendente Regione Molise. nell indigenza. Dobbiamo lavorare insieme per la sicurezza e il benessere comune: insieme in Italia, insieme in Europa». Un richiamo all unità nel messaggio che il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha inviato al capo di Stato maggiore della Difesa, generale Vincenzo Camporini, in occasione della festa del 2 giugno. Un appello all unità tra le istituzioni e i cittadini raccolto anche dalle istituzioni locali, che ieri mattina in piazza della Vittoria a Campobasso hanno celebrato la Festa della Repubblica. Una prima occasione per il neo prefetto Stefanno Scammacca per richiamare tutte le istituzioni molisane verso un unico obiettivo comunque, quello, appunto, dell unità. «In questo particolare momento - ha detto il presidente della Regione Michele Iorio - è necessario che tutto il Paese riscopra i sentimenti nazionali di unità e di concordia per superare la crisi e guardare al futuro con positività. Bisogna lavorare per rimuovere gli elementi di divisione che a volte, nel tessuto sociale dell Italia, si rendono presenti nelle differenze economiche tra il nord e il sud del Paese». Alla cerimonia hanno partecipato anche il sindaco Gino Di Bartolomeo, il presidente della Provincia Nicola D Ascanio e le più alte cariche militari, religiose e civili. A conclusione della Cerimonia presso il Monumento ai Caduti, con lettura del messaggio di Napolitano, si è svolta la cerimonia di consegna delle Onorificenze al Merito della Repubblica, delle Medaglie ricordo alle vittime del terrorismo e delle Medaglie d onore ai deportati ed internati nei lager nazisti. A conclusione della giornata, alle presso il Teatro Savoia si è tenuto il Concerto dell Orchestra Sinfonica Regionale del Molise. ddc Insigniti delle "Medaglie d Onore" concesse dal Presidente della Repubblica ai cittadini militari e civili, deportati ed internati nei lager nazisti e destinati al lavoro coatto per l economia di guerra, ed ai familiari dei deceduti. Gennaro Lorenzo Beatrice, Campobasso, deceduto Domenico Di Cienzo, Campobasso Dionisio Di Marzio, Campobasso. Loreto Antonio Di Palma, Oratino Gennaro Silvano, Larino Felice Valente, Campobasso, deceduto Insigniti delle "Medaglie ricordo" alle vittime del terrorismo Carabiniere Elio Di Mella, Campobasso Agente P.S. Giulio Rivera, Guglionesi Finanziere Antonio Zara, San Felice del Molise In Prefettura la consegna delle onorificenze al merito, delle medaglie d onore e ricordo In serata il concerto al Savoia La cerimonia nell atrio della Prefettura

6 6 CAMPOBASSO NUOVO oggi MOLISE Iniziativa di Trenitalia Punti Verde contro l inquinamento IL trasporto ferroviario, se adeguatamente utilizzato, può contribuire in modo concreto a combattere l inquinamento, salvaguardando, in questo modo, i già delicati equilibri dell ecosistema. Nasce con questa finalità il biglietto verde, iniziativa promossa da Trenitalia. Dal prossimo 13 giugno, con l offerta legata all estate 2010, saranno evidenziate sui biglietti ferroviari le minori emissioni di anidride carbonica prodotte per ogni viaggio in treno rispetto all auto ed all aereo. Per ogni chilogrammo di anidride carbonica risparmiata all ambiente, sarà assegnato un Punto Verde. I Punti andranno ad aggiungersi a quelli accumulati con altre modalità previste dal regolamento. I clienti fidelizzati, possessori di una delle Carte Trenitalia, potranno accelerare la raccolta dei punti, raggiungendo prima le quote necessarie per agigudicarsi i premi in palio o i biglietit ferroviari omaggio. LA PROTESTA L OCCUPAZIONE dell Ufficio scolastico provinciale di Isernia oggi e quello di Campobasso domani: è l iniziativa di protesta promossa dalla Federazione lavoratori della conoscenza della Cgil. «Alle riduzioni previste dalla legge 133 del 2008, si sono aggiunti i nefasti articoli della manovra finanziaria che bloccano per tre anni le misere retribuzioni, gli scatti di anzianità, riducono le risorse al Miur e agli Enti locali, con inevitabili conseguenze sull offerta di istruzione, prosegue la mobilitazione - si legge in una nota - Durante l incontro sono stati evidenziati con forza gli effetti negativi e le gravi conseguenze recessive della Oggi manifestazione a Isernia, domani sarà la volta di Campobasso Scuola in subbuglio, occupazione degli Uffici scolastici provinciali La manifestazione organizzata dalla Flc Cgil manovra economica del Governo. Il tutto con il compiacente assenso degli altri sindacati! I più penalizzati sono i settori pubblici e della conoscenza, ridotti i salari e, soprattutto, lo stato sociale, i diritti dei più deboli, dei precari, dei pensionati, delle famiglie. Altri tagli si aggiungono a quelli già programmati per scuola, università e ricerca. Diventa difficile anche la sola gestione ordinaria di scuole e università, la ricerca pubblica sta per essere smembrata, disarticolata, liquidando le nostre migliori intelligenze. Anziché investire in conoscenza, programmare lo miglie sul tempo scuola, il Ccnl sulle prestazioni di lavoro di docenti e Ata ed assumere a tempo indeterminato i precari docenti e Ata su tutti i posti liberi. «I diritti, dunque, non vanno in ferie - chiude il sindacato - continua e si intensifica la mobilitazione dei lavoratori della conoscenza. Il prossimo 12 giugno ci sarà una grande manifestazione nazionale della Cgil insieme a Flc e Fp, insieme a tutte le lavoratrici e i lavoratori, agli studenti, ai pensionati che non vogliono che il prezzo della crisi gravi sempre tutto sulle nostre spalle». sviluppo, si penalizzano i settori che, in tutti gli altri Paesi, sono il cuore delle politiche per uscire dalla crisi», denuncia il sindacato. Tra gli obiettivi che la Flc Cgil si prefigge di ragigiungere c è sicuramente quello di far revocare il piano di tagli al personale docente e Ata, rispettare le leggi e la Costituzione in materia di diritto allo studio. Ma al tempo stesso il sindacato chiede di far rispettare le scelte delle fa- All istituto Montini la premiazione I giovani incontrano e scoprono l ambiente MANIFESTAZIONE conclusiva della seconda annualità del progetto di educazione ambientale Per fare tutto ci vuole un fiore. E prevista per questa mattina, a partire dalle 9,30, presso l auditorium dell istituto Montini. L iniziativa è organizzata da Legambiente Molise, con l obiettivo di sensibilizzare i giovani sulle tematiche ambientali. Nel corso della manifestazione saranno presentati i lavori realizzati dagli allievi impegnati nel progetto e saranno premiate le classi vincitrici del concorso Scuole amiche del Clima 2010.

7 NUOVO oggi MOLISE CAMPOBASSO 7 GIORNATA NERA SULLE STRADE L anziano si trovava in via Esterna Piana, in un suo terreno Colto da malore a bordo della sua auto, muore 84enne L incidente si è verificato a Busso GIORNATA nera, quella di ieri, sulle strade della provincia di Campobasso. Tre diversi incidenti hanno infatti funestato la Festa della Repubblica. Tragico il bilancio: una persona è deceduta, quattro sono rimaste ferite. L incidente più grave si è verificato a Busso, dove ha perso la vita un anziano di 84 anni, Vittorino Palladino. L uomo, a bordo della sua auto, stava percorrendo via Esterna Piano in un tratto di terreno di sua proprietà quando, con tutta probabilità a causa di un infarto, ha perso il controllo dell auto che è uscita fuori strada finendo la sua corsa contro un rogo di spine. Per lui, purtroppo, non c è stato nulla da fare: all arrivo dell ambulanza gli operatori del 118 non hanno potuto far altro che accertare il suo decesso. Sul luogo dell incidente anche i Carabinieri di Bojano e i Vigili del fuoco. La vittima è un 84enne residente a Busso, molto conosciuto in paese; la sua morte ha lasciato In un altro incidente nei campi è rimasto ferito un 56enne schiacciato dal suo trattore in contrada Pianella a Tufara L uomo è stato ricoverato all ospedale Cardarelli tutti increduli. E stato invece portato al pronto soccorso dell ospedale Cardarelli di Campobasso in condizioni giudicate serei, anche se non sembrerebbe in pericolo di vita, un 56enne coinvolto in un incidente agricolo. L uomo si trovava infatti in un suo terreno in contrada Pianella a Tufara quando, per cause in corso di accertamento, il mezzo si è ribaltato schiacciandolo. E ancora un incidente stradale, questa volta tra Vinchiaturo e San Giuliano Del Sannio, all altezza del quadrivio «Le Quattro Via Nove». In questo caso sono state due le auto coinvolte nello scontro. Nell impatto sono rimaste ferite tre persone: un 39enne e un 27enne se la caveranno con poco - per loro il 118 ha registrato un codice di soccorso 1 - mentre sono più serie le condizioni di un altra persona, ricoverata in ospedale per un trauma cranico e toracico. red.cr. In uno scontro lungo il quadrivio «Quattro Via Nove» sono rimaste ferite 3 persone. Sul posto 118, Carabinieri e Vigili del fuoco

8 8 CAMPOBASSO NUOVO oggi MOLISE CORPUS DOMINI - Il programma Domani spazio alla comicità di Zelig; poi Mengoni e Ranieri Entra nel vivo la festa, si inizia con la Banda della Polizia Il concerto classico stasera alle CAMPOBASSO - Entra nel vivo il programma allestito per la settimana del Corpus Domini, che si concluderà domenica con il doppio evento clou dei Misteri e del concerto di Massimo Ranieri. Primo appuntamento oggi alle 18 in piazzetta Palombo con la rappresentazione teatrale «L Alcesti di Euripide». Questa sera alle in piazza Pepe è in programma il concerto della Banda musicale della Polizia di Stato. Un esibizione di grande prestigio che arriva a Campobasso grazie all impegno dell amministrazione comunale e della Questura di Campobasso. Protagonista sul palcoscenico la musica classica, con un repertorio identico a quello eseguito ieri sera nei giardini del Quirinale, in occasione della festa della Repubblica. Domani è invece protagonista il sorriso, con la comicità affidata agli artisti di Zelig Reloaded. Sul palcoscenico di piazza Pepe si alterneranno Davide Paniate, Paolo Migone, Giovanni Vernia, Duo Idea, Maurizio Lastrico e Antonio Ornaro. Sabato serata dedicato ai giovani, con il «Re Matto tour» della rivelazione di «X Factor» e dell ultimo festival di Sanremo Marco Mengoni. Gran finale domenica con la sfilata dei Misteri e il maxi concertone di Massimo Ranieri. In piazza Municipio, intanto, è stato allestito lo stand «Ildiavolodeimisteri», punto informativo, vendita gadget e tutto il mondo che ruota intorno ai Misteri. dadice Al via anche il Raduno nazionale dei camperisti Tante iniziative, aspettando i Misteri E tutto pronto per accogliere i camperisti provenienti da tutta Italia, che saranno ospiti del Club Campeggio Molise per l annuale Raduno Nazionale in occasione della festività del Corpus Domini. I partecipanti si riuniranno da domani presso l area di sosta "D. Ferrante" di Campobasso gestita dal Club locale e saranno accompagnati per tutto il fine settimana alla scoperta della città di Campobasso fino alla sfilata dei Misteri. Il programma prevede l apertura della segreteria e registrazione equipaggi domani alle 15 presso l area di sosta "D. Ferrante" di Campobasso; pomeriggio libero con possibilità di visita delle numerose bancarelle presenti nel centro cittadino. Sabato 5 giugno: alle 9 ritrovo partecipanti presso la segreteria del raduno; alle 9.30 inizio visita guidata al centro storico cittadino. Domenica sfilata dei Misteri.

9 NUOVO oggi MOLISE CAMPOBASSO CORPUS DOMINI - I controlli 9 Intensificata l attività di prevenzione e repressione dei reati Polizia in azione sulle strade Perquisizioni, sanzioni e denunce Già 126 le persone identificate Il popolo degli ambulanti pronto a invadere il centro Ci saranno oltre quattrocento bancarelle ARRIVANO in massa già da oggi centinaia di ambulanti provenienti da ogni parte d Italia e dal Mondo. Sono poco meno di trecento gli spazi regolarmente assegnati dall amministrazione comunale, ma saranno molti di più coloro che arriveranno a Campobasso e si piazzeranno in ogni angolo della strada vendendo ogni tipo di oggetto, indumento, curiosità. Il tutto con l immancabile problema relativo ai parcheggi, ai rumori, alla sporcizia delle strade, alla sicurezza (vedi sopra). Come gli altri anni le bancarelle saranno posizionate a partire da via Trivisonno lungo viale Elena e tutte le strade limitrofe. Non è stato possibile, infatti, spostare le bancarelle verso viale Manzoni, come ipotizzato dall amministrazione comunale, perché in quelle zone mancava la fornitura elettrica. ddc IL CORPUS Domini è anche la festa dei colori, dei suoni, dei rumori... in una parola del caos. E quando c è caos sono immancabili i controlli da parte della Polizia e in gennerale delle forze dell ordine per garantire la sicurezza dei cittadini. Pattuglie già in azione, dunque, in attesa che la festa entri nel vivo, tra oggi e domani. Dalla serata di martedì e durante le ore notturne, la città di Campobasso è stata vigilata da 10 pattuglie della Polizia di Stato composte da personale della Squadra Volante e della Polizia Amministrativa e Sociale. Il personale della Polizia di Stato, impiegato nei servizi, ha simultaneamente effettuato controlli in ogni angolo della città. Nel corso dei servizi straordinari sono state identificate 126 persone, controllati 45 automezzi e sono state rilevate 20 infrazioni al Codice della Strada; sono state rimosse, inoltre, alcune autovetture parcheggiate in zone vietate. Durante l attuazione dei servizi straordinari di controllo del territorio, inoltre, sono state eseguite alcune perquisizioni che hanno consentito il sequestro di sostanze stupefacenti. I predetti controlli sono stati eseguiti anche agli esercizi pubblici del centro cittadino ed il personale della Polizia Amministrativa e Sociale della Questura ha rilevato, nei confronti dei titolari di 5 esercizi commerciali, sanzioni relative a violazioni delle specifiche licenze. Un giovane ventisettenne del Capoluogo, infine, è stato denunciato per guida in stato di ebbrezza alcolica. ddc

10 10 CAMPOBASSO-ALTRI CENTRI NUOVO oggi MOLISE AMBIENTE DA TUTELARE MATRICE - Ieri manifestazione in piazza. Presente, tra gli altri, Tonino D Alete Eolico selvaggio, la minoranza chiama a raccolta i cittadini Contro l installazione di un impianto MATRICE - LE tematiche ambientali sono state al centro della manifestazione che si è svolta ieri, in piazza. Una manifestazione organizzata dal Gruppo consiliare di minoranza del Comune Matrice democratico e popolare. Hanno partecipato, oltre ai cittadini, anche alcuni esponento politici regionali, tra cui il capogruppo del Pd a palazzo Moffa, il vice presidente del Consiglio regionale, Tonino D Alete, particolarmente sensibile nei confronti delle questioni che attengono alla salvaguardia del territorio. L iniziativa di ieri è stata organizzata per dire no, con convinzione, alla ventilata realizzazione di un campo eolico a pochi passi dalla bellissima e suggestiva chiesa di Santa Maria della Strada. Ma a rischio sono molte altre zone, ancora incontaminate del Molise, tra cui quella archeologica di Altilia. Nel suo intervento, D Alete ha posto l accento su quello che ormai viene definito il far west energetico ai danni del Molise: eolico selvaggio, turbogas, biomasse, ma anche trivellazioni off shore e fotovoltaico invasivo. «Abbiamo tanti primati, tutti negativi, purtroppo - ha denunciato l esponente del Pd - come quello, per esempio, del maggior numero di pali eolici in rapporto agli abitanti». Secondo un rapporto elaborato dall Anev, ce ne sarebbe uno ogni 1100 abitanti. Uno stato di cose che consente la produzione di energia in eccesso, rispetto alle reali esigenze dell intera regione. Sono oltre 250 i pali eolici installati sulle alture molisane, ma stando alle richieste pervenute, entro i prossimi sette anni, saranno oltre 600. Un quadro allarmante, quello che va delineandosi per il futuro. Da qui le tante iniziative che in questi mesi vengono organizzate. I cittadini chiedono che il territorio, l ambiente, vengano tutelati dall installazione selvaggia di impianti per la produzione di energia pulita. Pulita sì, ma a quale prezzo? LA PROTESTA Contro i tagli alle ore di insegnamento nelle Medie di Jelsi, Sant Elia e Castelmauro Musica, insegnanti in rivolta Nuovo sit-in questa mattina davanti all Ufficio scolastico regionale Alcuni momenti della manifestazione che si è svolta ieri a Matrice. Presente, tra gli altri, Tonino D Alete NUOVO sit-in di protesta, questa mattina,dalle 10 alle 12, davanti alla sede dell Ufficio scolastico regionale, degli insegnanti di musica aderenti al sindacato Gilda. Alla base della protesta, i tagli previsti alle ore dedicate all insegnamento musicale nelle scuole Medie di Jelsi, Sant Elia a Pianisi e Castelmauro. Una situazione che gli insegnanti ed i docenti giudicano assolutamente preoccupante. Nel mirino delle polemiche è finito l Ufficio scolastico regionale, accusato di voler penalizzare il settore, infliggendo un duro colpo, soprattutto, dicono gli insegnanti, in vista dell attivazione, nei prossimi anni, delle sezioni del liceo musicale e del suo naturale collegamento con il conservatorio Perosi di Campobasso. CASTROPIGNANO - Oggi la manifestazione finale Sperimentare la Costituzione CASTROPIGNANO - E prevista per questa mattina, all hotel Roberto, la manifestazione finale Sperimentare la Costituzione, organizzata dal locale Istituto comprensivo. L inizio dei lavori è fissato per le ore 9,45. Prevista la presenza dei sindaci di Castropignano, Fossalto e Torella del Sannio, oltre a quella del presidente della Provincia di Campobasso e del Consiglio regionale. Nel corso della manifestazione, al termine degli interventi in programma, saranno presentati i lavori realizzati dagli alunni delle scuole della rete : le secondarie di Primo grado dell istituto comprensivo di Castropignano, Petrella Tifernina e Sepino. Seguirà la premiazione del concorso Vivere la Costituzione da cittadino. I premi destinati agli alunni sono offerti dalla Presidenza del Consiglio regionale. I lavori saranno moderati dal giornalista Rai, Sergio Bucci.

11 NUOVO oggi MOLISE BOJANO-AREA MATESINA 11 IN PRIMO PIANO Incredula la popolazione: il primo giugno è stato il bicentenario della nascita dell illustre bojanese Eventi culturali, troppi limiti L amministrazione Silvestri non ha promosso alcuna iniziativa per Bonifacio Chiovitti BOJANO - "E importante sottolineare come anche in momenti difficili come questi l amministrazione abbia deciso di investire in settori strategici per la cultura,...". E una dichiarazione che il sindaco Silvestri, appena qualche settimana fa, ha rilasciato ad un giornale locale. Una dichiarazione che merita sicuramente alcune considerazioni per ristabilire quanto meno un minimo di verità sul concetto moderno di cultura, inteso come bagaglio di conoscenze ritenute fondamentali e che vengono trasmesse di generazione in generazione. Far credere ai cittadini che a Bojano l amministrazione promuova la cultura significa veramente avere la faccia tosta. Evidentemente il primo cittadino non ne conosce il significato più ampio. Del resto la prova evidente che nel centro bifernino il governo locale è disinteressato a promuoverla, fatta eccezione per qualche sporadica iniziativa, è confermata dalle ultime due mozioni presentate dai gruppi consiliari di minoranza (Insieme per Bojano e PD), quella sul Bicentenario della nascita di Bonifacio Chiovitti e quella sul coinvolgimento di Bojano nel quadro delle iniziative regionali dei festeggiamenti per il 150 Anniversario dell Unità d Italia. Due mozioni che la maggioranza ha fatto finta di approvare, ma che poi sono rimaste chiuse in un cassetto senza dare loro seguito. D altronde non è la prima volta che Silvestri e compagni fanno buon viso e cattivo gioco, facendo finta di recepire le proposte delle opposizioni per poi boicottarle. E ancora vivo il ricordo dell APQ Archeologico con il quale Bojano avrebbe potuto ottenere un finanziamento per sistemare il Decumano presso il ponte di corso Amatuzio, invece, niente, l iniziativa delle minoranze è stata bloccata evidentemente per non dare loro eventuali meriti futuri. Intanto chi è rimasto danneggiato è solo e sempre Bojano. Il Bicentenario della nascita di Chiovitti poteva essere l occasione, con convegni o altre iniziative, per approfondire la poliedrica e controversa figura di questo medico-matematico con la passione per l archeologia e la politica, vissuto nell Ottocento, molto conosciuto negli ambienti culturali molisani dell epoca, amico del grande Momsen, del Friedlander e altri valenti archeologici del tempo con i quali collaborava per decifrare iscrizioni latine su reperti archeologici al fine di dedurre gli elementi storici fondamentali. Fu in relazione epistolare anche col Borghese. Fu anche autore di numerose memorie letterarie di critica archeologica e di storia. Altri piccoli centri regionali che hanno dato i natali ad illustri personaggi del passato o sono stati teatro di avvenimenti di rilievo, su queste peculiarità hanno dato vita ad iniziative di un certo spessore, iniziative che hanno permesso ai loro centri di avere una grande visibilità e notorietà. A Bojano, invece, sono ormai chiari i limiti dell amministrazione Silvestri che non è in grado di programmare eventi culturali, limitandosi solo a supportare qualche manifestazione estemporanea con piccoli finanziamenti. Basta dire che per la pubblicazione di due volumi di notevole interesse per la storia, la cultura e la tradizione bojanese, ricerca fatta da un noto e valente storico locale, il Comune ha dato solo alcune centinaia di euro, spiccioli, mentre per altre iniziative, certamente meno importanti, limitate a poche ore, Palazzo S.Francesco ha erogato migliaia di euro. Sono scelte indubbiamente assurde se si considera che la pubblicazione di testi sulla storia locale oltre a rappresentare un grande evento culturale per la comunità, è l unico mezzo per salvaguardare e trasmettere alle future generazioni il patrimonio di identità di un territorio. E un amministrazione abituata a vendere solo fumo a seconda delle circostanze per cercare di ammaliare i cittadini e catturare i loro voti con il solo scopo di consolidare il proprio potere. Appena qualche anno fa questi stessi amministratori nel corso di una delle ultime edizioni del Premio Salmon, avevano pubblicizzato l intenzione di trasformare il premio da locale a regionale, con il risultato, noto a tutti, che la manifestazione (che premiava gli studenti che si distinguevano nelle materie classiche) da qualche anno non si svolge più. Il sindaco Silvestri fino allo scorso anno parlava di acquistare l ex Cinema Moderno per trasformarlo in Teatro Comunale, visto che le casse municipali Boajno - Un minuzioso ritratto del medico-archeologo-politico «dimenticato» dalla sua città...giornata di assoluto silenzio «Un vero e proprio torto perpetrato ai danni di un grande uomo» di Francesco Tavone Il primo di giugno è passato e a Bojano il bicentenario della nascita di Bonifacio Chiovitti è trascorso nel più assoluto silenzio, nonostante molti si aspettassero che tale evento fosse celebrato nelle forme più appropriate, al fine di rendere i meritati onori a un uomo che con la sua preziosa opera di medico, di archeologo e di politico ha saputo distinguersi nel Molise dell Ottocento, in un secolo ricco di fermenti culturali e politici. Figlio del medico-fisico Domenico, curatore insieme a Casimiro Spina dell Inchiesta murattiana nel circondario di Bojano, e di donna Vittoria Albanese, Bonifacio, nato a Bojano l 1 giugno 1810, grazie alla perspicacia del suo intelletto e alla guida di maestri capaci raggiunge una solida e varia preparazione, che gli consente di frequentare a Napoli con successo l Università, tanto da laurearsi giovanissimo in matematica e in medicina. Rientrato nella propria città intraprende la professione medica, dedicandosi nel contempo all attività didattica presso il locale seminario diocesano. Nella capitale dei Pentri, di cui apprezza intensamente la gloriosa storia, trova il terreno fertile per dare libero sfogo alla sua più grande passione: l archeologia, che gli permette lo studio di antichi popoli. In qualità di archeologo ben presto si pone all attenzione degli intellettuali dell epoca per la serietà del suo metodo di lavoro e per il disinteresse economico mostrato nelle sue ricerche, favorite dalla costituzione di una specie di rete di corrispondenti sparsi nel territorio bojanese, ma anche altrove. Studioso attento e versatile, profondo conoscitore delle materie umanistiche e scientifiche, benemerito del Museo Provinciale di Campobasso, Bonifacio Chiovitti s impone tra gli uomini di cultura molisani e stringe rapporti di amicizia e collaborazione con famosi archeologi italiani e stranieri, tra cui Bartolomeo Borghesi, Enrich Dressel, Ludwig Friedlander e Theodor Mommsen. Alquanto tormentata, in verità, la frequentazione con quest ultimo. Tra i suoi scritti editi vanno ricordati: "Dell antico e moderno incivilimento del Sannio"; "Il Matese"; "Lucio Cluenzio, uno dei generali sanniti nella guerra sociale"; "Sulle monete attribuite dal Ricci alla famiglia Romilia". Tra gli inediti spicca il "Taccuino delle epigrafi". Insieme all impegno culturale e professionale nel Chiovitti si sviluppa quello politico, il quale da posizioni clericali lo pone nella cerchia di quei liberali molisani che con onestà e vigore si adoperano per il riscatto sociale della propria gente senza nello stesso tempo ricorrere a forme di lotta radicali. Bonifacio in tempi diversi è Consigliere Comunale di Bojano, Segretario, prima, e Presidente, poi, del Consiglio Distrettuale di Isernia, nonché Segretario del Consiglio Provinciale di Campobasso. Nel settembre del 1860 partecipa alla rivolta antiborbonica di ispirazione unitaria organizzata a Bojano da Girolamo Pallotta, che porta alla formazione di una giunta prodittatoriale in nome di Vittorio Emanuele II e di Garibaldi. Bonifacio Chiovitti muore a Bojano, in contrada La Piaggia, il 25 ottobre A lui, nonostante l alto valore dell opera svolta, finora, incomprensibilmente, non è stato dedicato né una strada, né una piazza, né una istituzione pubblica, né un marmo commemorativo. Ci si augura che la sua città natale, piuttosto restia a concedere i giusti riconoscimenti ai suoi personaggi esimi (ne sanno qualcosa Silvio Pandone, Gaetano Malizia, Benedetto Tabegna, Alberto Bilotta, Salvatore della Vecchia, Enrico Colagrosso, Armando Savastano, Francesco Velardi e altri ancora), voglia riparare a quello che a parecchi appare un torto ingiustamente perpetrato a danno del Chiovitti e del patrimonio culturale bojanese. Porvi rimedio è facilmente possibile. Basta volerlo! Bonifacio Chiovitti sono in continua sofferenza, adesso parla solo dell imminente nascita della Scuola di Teatro. Iniziativa senza dubbio lodevole che di certo servirà solo per farci la campagna elettorale in vista delle elezioni comunali della primavera 2011, considerato che già la famosa Scuola Comunale di Musica voluta dall assessore Carlo Perrella dopo un breve periodo di funzionamento chiuse i battenti. Di esempi per dimostrare l assenza di volontà a fare cultura da parte dell amministrazione ce sono tanti: la biblioteca comunale da anni non funziona; stessa sorte per il museo di Palazzo Colagrosso che esiste solo sulla carta; il seminario archeologico tanto decantato ormai accantonato; la sede dell Università del Molise a Palazzo Colagrosso completamente scomparsa; non è stata in grado di inserirsi insieme a Larino, Riccia e Agnone nei progetti regionali culturali; non è stata capace di stabilire un rapporto di scambio culturale con Santo Stefano Belbo, paese natale del grande Cesare Pavese, dopo che il sindaco di quel centro è stato ospite a Bojano da parte dell Istituto Comprensivo Pallotta ; e così via. E un amministrazione che con la sua indifferenza sta causando il degrado e il danneggiamento dei numerosi reperti di archeologia disseminati sul territorio, diversi dei quali sono stati anche trafugati nel silenzio più assoluto. Cultura significa anche salvaguardare e recuperare il Centro storico, mantenere i rapporti con le comunità di emigranti all estero, completamente assenti, e diffondere nelle scuole cittadine la storia locale per far crescere nei giovani il senso di appartenenza. Dare la medaglietta e la targa ricordo, oppure patrocinare una manifestazione mettendo a disposizione una struttura o ancora dare qualche centinaia di euro per la stampa di un libro come fa l amministrazione Silvestri, certamente non dà il titolo di città votata alla Cultura. (Luz)

12 12 RICCIA-CERCE-JELSI NUOVO oggi MOLISE IN EVIDENZA Jelsi - La processione quest anno sarà accompagnata dal gruppo «Trombonieri Senatore» Verso la festa di San Amanzio Definito nel dettaglio il programma dell importante ricorrenza Primo appuntamento la gara delle carrozze con i cuscinetti JELSI - Definito il programma della Festa di San Amanzio. La manifestazione, che si caratterizza ogni anno per grande allegria e divertimento, prenderà il via venerdì 25 giugno in piazza Umberto I. Alle 16 ci sarà la gara delle carrozze con i cuscinetti, una competizione che ogni anno si arricchisce di aprtecipanti piccoli e grandi; alle 21 seguirà la degustazione del vitello intero allo spiedo. Alle ci sarà il concerto del gruppo Rock-Blues gli "HOTMAN STRAAT BAND". Sabato 26 giugno il programma prosegue alle ore 17 con la processione di Sant Amanzio Martire accompagnata dal gruppo Trombonieri SENATORE. Singolare la storia di questa compagine. Il gruppo trombonieri Senatore, trae origine dalla famiglia Senatore, originaria del casale di Passiano o Pasculanum. Questa, già da molte generazioni, si era distinta nel maneggio ed uso del pistone; a difesa dei valori di libertà del popolo cavese. Nella notte di Natale del 1946, il compianto Francesco Senatore fondò l omonimo gruppo, il quale, composto dai figli, dai nipoti e da altri pochi intimi, assunse la denominazione del casato. Il fondatore del Gruppo, confidando nello spiccato senso artistico del figlio Salvatore, creatore e realizzatore di costumi, che per alcuni decenni hanno caratterizzato i Senatore; sebbene fossero rispondenti all epoca che si voleva rappresentare, ha sempre stimolato i "suoi" Trombonieri a migliorare lo scarno patrimonio vestiario. Le motivazioni della non rispondenza dei costumi adottati all epoca rappresentata, si fondavano sulla "pochezza" dei mezzi economici; visto che l Italia tutta era destinataria delle ristrettezze dell immediato dopo-guerra. Ció nonostante, Francesco Senatore, essendo di spirito patriottico, creò un uniforme "impiegando" il tricolore nazionale e, cioè: lo scollino di colore verde; la camicia di colore bianco; la fascia che cingeva la vita di colore rosso; pantaloni bleu, rimboccati da ghette bianche; paglietta di foggia ed in uso a quel tempo. Il programm della festa prosegue alle ore 22 con il concerto del gruppo "RA- DICI NEL CEMENTO"; seguiranno, alle ore 24,30, i fuochi d artificio curati da Remo Parente. La serata proseguirà, alle ore 01,30, con il concerto del gruppo di musiche Tzigane, Klemer, Gypsy e Jazz i "TA- RAF DE GADJO"; a seguire musica sfusa don il DJ di S.Amanzio. Durante la serata ci sarà lo Stand Gastronomico con panini birra e degustazione dell ormai tipica "PIZZA VONTA VENTRESCH E PAPAROGLIE", vale a dire, pane di mais unto con pancetta e peperoni, un piatto ricco e particolarmente saporito. Emmeffe L INTERVENTO Jelsi - Il vice campione italiano di scacchi nominato presidente cittadino per veicolare solidarietà, sicurezza, meritocrazia Petruccioli «Guerriero Sannita» Giovanni Muccio: «Farà conoscere i valori base del nostro Movimento» JELSI - Anche Jelsi ha il suo Guerriero Sannita: è il pluricampione regionale, vice campione italiano di scacchi Antonio Petruccioli. Il Petruccioli è stato nominato Presidente cittadino di Jelsi, il suo compito sarà quello di far conoscere i valori portanti del Movimento politico Regionale del Guerriero Sannita : "Valori come la dignità, solidarietà, meritocrazia, sicurezza, pari opportunità, rispetto delle norme, giustizia sociale. In parole povere, educare alla legalità elaborando e diffondendo la cultura dei valori civili, partendo dalla consapevolezza della reciprocità fra soggetti dotati della stessa dignità. Oltre ad essere una premessa culturale indispensabile, si pone come un sostegno operativo quotidiano, perché solo un azione di lotta radicata saldamente nelle coscienze e nella cultura dei giovani, potrà acquisire caratteristiche di durata efficienza, di programmata risposta all incalzare dei tanti fenomeni di devianze sociali. Il Guerriero Sannita è convinto che l alta opinione del quadro normativo e comportamentale del cittadino che trova riscontro non solo nelle norme penali, ma, anche nei criteri di giustizia impositiva, nella partecipazione alla realizzazione di servizi pubblici più efficienti, meritocratici e solidaristici, che riconoscono a tutti i cittadini. Il Movimento, è convinto che il nuovo Guerriero Sannita di Jelsi Petruccioli saprà ben portare avanti detti valori, come ha sempre ben fatto con serietà, abnegazione e amore nel campo degli scacchi. Giovanni Muccio

13 Riunione in via Berta tra il presidente Mazzuto e il vicesindaco di Castel di Sangro Si estende la Provincia di Isernia La richiesta dei centri dell Alto Sangro si allinea alle nuove direttive del Governo che ha chiesto ai territori di riorganizzarsi per tagliare i rami secchi delle amministrazioni pubbliche: un modo per accelerare la ripresa economica Tredici comuni abruzzesi pronti a traslocare in Molise ISERNIA - La Provincia di Isernia va verso l allargamento, almeno stanto a quanto chiede il comitato rappresentato dal vicesindaco di Castel di Sangro che ha incontrato il presidente dell ente di via Berta, Luigi Mazzuto. Il vicensindaco Angelo Caruso «vuole che il territorio del Comune di Castel di Sangro e che tutti gli altri centri abruzzesi ricadenti sul confine molisano si stacchino dalla Regione Abruzzo per entrare a far parte integrante della Regione Molise». Quindi i confini territoriali e geopolitici della Provincia di Isernia potrebbero essere modificati. Un progetto ambizioso ma non irrealizzabile, dal momento che già si parla di accorpamento tra le due Camere di Commercio molisane. Quello che potrebbe delinearsi all orizzonte è un processo di riorganizzazione dei territori. L 80 per cento della popolazione che risiede nell area di Castel di Sangro è intenzionata a far parte della Provincia di Isernia, dove lavora e usufruisce dei servizi sanitari, visto che per chi vive in uno dei 13 comuni dell Alto Sangro è più facile utilizzare le strutture presenti a Isernia e Agnone piuttosto che quelle di Avezzano e l Aquila. L idea di staccarsi dall Abruzzo per essere assorbiti dal Molise non è nuova, già sette anni fa quando il Comune di Castel di Sangro affrontò questa problematica proprio con la Provincia di Isernia che non recepì l importanza dell istanza. «La vocazione molisana dei nostri territori è naturale e con l imminente apertura della strada Isernia-Castel di Sangro il contatto con le due realtà diventerà più diretto» afferma il vicesindaco abruzzese Caruso. Ma non è solo la sanità ad interessare i tredici comuni che puntano ad ottenere una deroga speciale che consenta loro Dopo l ipotesi di soppressione delle Province occorre lavorare per il rilancio Gli invalidi vanno tutelati Mancini commenta il taglio al settore del sociale di usufruire del tribunale di Isernia, visto che quello di Sulmona è a rischio chiusura. Senza dimenticare l invito fatto ai giovani a scegliere l università del Molise. E stato creato persino un sito, se.com per dare maggior L incontro tra il presidente della Provincia di Isernia Mazzuto e il vice sindaco di Castel di Sangro Caruso Il rappresentante dell Upi: «Bisogna dimostrare maturità e consapevolezza per quello che si è fino in fondo» ISERNIA - Con la firma del Presidente della Repubblica, Napolitano, alla manovra finanziaria del Governo è stata messa la parola fine alla questione della soppressione delle province con meno di abitanti tra cui rientrava anche la Provincia di Isernia. E in merito al tema che ha fatto discutere il componente del direttivo dell Upi Giovancarmine Mancini afferma che «l ipotesi di soppressione delle piccole Province ha rappresentato una proposta davvero fuori luogo, apprendere che la Provincia poteva rappresentare per il Governo semplicemente un costo da tagliare, un ramo secco dell apparato pubblica amministrazione, non è stato davvero gratificante. Ritengo che molti rappresentanti parlamentari del Molise farebbero bene a fare il mea culpa e rendere conto del loro operato agli elettori della Provincia di Isernia». Benchè il pericolo sia al momento scongiurato la definizione della Provincia di Isernia come «costo inutile» non ci può lasciare indifferenti e non può avere conseguenze. E giusto risparmiare in questo momento di crisi - continua Mancini - è corretto mandare alla gente segnali di risanamento dei conti pubblici, ma occorre riconquistare la fiducia della gente. Purtroppo la manovra finanziaria ha colpito sul versante sociale e in particolar modo ha inasprito i requisiti di invalidità: la richiesta per la concessione dell assegno è passata dal 74 all 85%. «Con questa disposizione si colpiscono i disabili che hanno meno tutele e meno garanzie. Mentre - prosegue Mancini - noi chiediamo da anni un opera di pulizia ma anche di razionalizzazione del sistema con un azione di maggiore rigore e controllo per scovare gli invalidi fasulli. Non possiamo accettare che si verifichi il taglio delle prestazioni a persone con vera disabilità. E fin troppo facile prendersela con questa categoria già poco tutelata». La soppressione delle Province è stata una farsa, «bisogna dimostrare maturità e consapevolezza per quello che si è per far diventare la Provincia di Isernia un istituzione sempre più forte ed opporsi a qualsivoglia provvedimento contrario ai criteri di equità e ragionevolezza». mpt peso critico alla volontà dei comuni abruzzesi, a confine col Molise, di far parte della Provincia di Isernia. Il sondaggio è partito e finora l 80 per cento della popolazione si è dichiarata favorevole a «trasferirsi» in Provincia di Isernia. Il portavoce abruzzese ha rappresentato la situazione agli amministratori di via Berta, al presidente Mazzuto e all assessore Florindo Di Lucente che hanno dichiarato: la Provincia è pronta a portare avanti un discorso di sviluppo integrato del territorio che d ora in avanti includerà centri come Castel di Sangro, Alfedena, Roccaraso e Barrea potenziando i collegamenti dei trasporti pubblici per favorire i residenti ad usufruire dei servizi molisani, primo fra tutti quello sanitario. I Comuni interessati a passare il confine rappresentano territori floridi dal punto di vista economico, produttivo e turistico. Un primo passo è stato fatto. mpt Tutti gli studenti al «I Fermi Day» Una giornata dedicata allo sport e all aggregazione scolastica ISERNIA - Si festeggia oggi il I Fermi Day, l iniziativa la si deve al comitato OFT, acronimo di Oggi Fermi Tutti, formato dagli studenti Aldo Cimorelli, giuseppe Perriera1, Umberto Capece, Cristiano Petrangelo e Doriana Di Pardo insieme ai rappresentanti d istituto Gabriel Paolone, mauro Iannetta, Roy Carosone sotto l egida del dirigente scolastico Giancarlo Carmosino e del consiglio d istituto. La manifestazione rappresenta un momento di aggregazione fra le varie componenti scolastiche che partecipano con presentazioni di progetti extrascolastici attivati nel corso dell anno. Il programma di questa prima iniziativa prevede due tornei di calcetto e pallavolo interni all istituto, un concorso di idee finalizzato alla realizzazione di un nuovo logo ITEF, laboratori di pittura e ideazione di nuove bacheche da destinare all istituto. Ma sopratutto la presentazione del progetto Costituzione, con proiezione di video e dibattito presso l aula magna dell istituto. La giornata si apre alle 9 per concludersi alle 14.

14 14 ISERNIA NUOVO oggi MOLISE Consegnate le medaglie d onore e i titoli di Cavaliere della Repubblica In Prefettura la festa della Repubblica Un momento della celebrazione della festa del 2 giugno ISERNIA - La festa della Repubblica - afferma Alleanza per il Molise - è un occasione per rivisitare i simboli della Patria: lo stemma della Repubblica, l Inno di Mameli e la Costituzione che è stata segno di unità del Paese, i principi e i valori della democrazia repubblicana in essa espressi, sono un patrimonio in cui gli italiani si ritrovano. E il 2 giugno è la giornata durante la quale vengono consegnate le medaglie d onore ai cittadini deportati e internati nei lager nazisti e destinati al lavoro coatto per l economia di guerra nell ultimo conflitto mondiale. IL prefetto di Isernia, Raffaele D Agostino ha consegnato le medaglie ai decorati alla memoria: Raffaele Nibbio di Belmonte, Francesco Gazerro di Venafro, Michele Maddonni di Sant Agapito e Umberto Mazzocco di Cerro a Volturno. Unico superstite il 95enne, Giovanni Silvestro di Rionero, deportato in Polonia. Inoltre sono stati consegnati i titoli onorifici di Cavaliere dell Ordine al Merito della Repubblica ad Antonio Buono di Venafro, Pasquale Marinelli di Agnone e Vincenzo Petrarca di Fornelli. Per i titolari dell attività commerciale la colpa è da addebitare al Comune Negozio allagato per 2 volte I tombini lungo la strada comunale non avrebbero permesso il deflusso dell acqua ISERNIA - Una causa civile vede coinvolti i titolari dei locali commerciali dell Agrimarket, in via Ponte San Leonardo a Isernia e il Comune. La storia risale al giugno 2004 quando i locali furono inondati dall acqua piovana, dovuto sostiene il difensore dei negozianti, Raffaele Mauro, al cattivo funzionamento dei deflussi della strada comunale le cui caditoie risultarono insufficienti per il regolare deflusso dell acqua piovana. Nel corso delle udienze i tecnici comunali hanno evidenziato la necessità di effettuare interventi per realizzare una nuova tombinatura di dimensioni idonee per il deflusso delle acque piovane. Inoltre per aumentare lo scarico delle acque lo stesso titolare del negozio liberò - è stato riferito ai giudici del tribunale di Isernia - le caditoie otturate con un palo di ferro. E dopo l intervento effettuato dal Comune per liberare le caditoie i locali commerciali non hanno subito altre inondazioni. Per l avvocato Mauro allo stato la responsabilità deve essere imputata al Comune di Isernia, per i danni subiti nel 2004 e nel 2005 senza dimenticare che la pubblica amministrazione ha il compito della manutenzione delle opere pubbliche. ris «Disagio giovanile» il progetto continua In Prefettura le analisi delle proposte Intanto oggi a Milano si conoscerà il nome del nuovo acquirente di Malo, leader nel settore del cachemire Per Ittierre pronto il bando L azienda di Pettoranello sarà affiancata nella vendita da Ferrè PETTORANELLO - Parte la cessione della It Holding, il gruppo della moda di prima proprietà di Tonino Perna, dal febbraio 2009 in amministrazione controllata. Dopo il marchio Malo è la volta per Ferrè e Ittierre, due delle società nelle quali è stato spacchettato il gruppo, c è un pool di banche internazionali che aveva sottoscritto più della metà del bond. Il bando di gara - dopo il nulla osta del premier che ha tenuto la delega del ministero dell Economia e dello Sviluppo in seguito alle dimissioni di Scajola - verrà diramato a breve e dopo 40 giorni, come accaduto per Malo le cui sorti si potrebbero a breve, si dovrebbe concludere la cessione. Intanto oggi si conoscerà il destino di Malo. Alle 16 saranno aperte le buste con le offerte degli acquirenti per il marchio che contraddistingue la maglieria di lusso. L operazione si svolgerà a Milano alla presenza dei commissari straordinari. Intanto c è da registrare un passaggio: Jp Morgan, Goldman, Sachs, Pioneer, Ing che avevano sottoscritto circa 95 dei 180 milioni di un bond non più in essere, stanno per presentare un offerta si Ittierre e Ferrè. L offerta sarà cash e non in conversione del credito in capitale. Intanto sono circa 300 i lavoratori di Ittierre in cassa integrazione presso lo stabilimento di Pettoranello dove solo pochi giorni fa è stato presentato il marchio Acht, marchio già presente in azienda che contraddistinguerà la nuova lavorazione del denim. Una scommessa sulla quale hanno puntato i commissari sin dal loro insediamento, sostenendo che a Pettoranello la lavorazione del denim abbia raggiunto buoni livelli per cui vale la pena continuare a seguire quella strada. mpt ISERNIA - Il disagio giovanile sarà il tema che sarà trattato stamane nel corso di un incontro in Prefettura alla presenza dei rappresentanti della Provincia, dei Comuni, dell istituzione scolastica, dei direttori dei distretti sanitari di base insieme ai responsabili del Sert e dell Asrem. L incontro, in programma dalle 10,30, rappresenta il proseguo di quanto già sviolto dal tavolo di lavoro istituito presso la Prefettura di Isernia ed è mirato all analisi delle proposte avanzate dai tavoli tecnici, formatisi presso le diverse scuole da sottoporre agli enti locali presenti per valutare possibili fonti di finanziamento. La vicenda è finita davanti ai giudici della sezione civile del tribunale

15 NUOVO oggi MOLISE AGNONE-ALTO MOLISE 15 LE REAZIONI AI TAGLI «Le colpe? Di chi ha gestito la Sanità negli ultimi dieci anni» «L ospedale cittadino è morto ma gli agnonesi lo ignorano» Duro affondo di Attademo dell Idv Giuseppe Attademo, coordinatore cittadino dell Idv AGNONE - «L ospedale di Agnone è morto ma la popolazione non se ne è accorta». Lo dice Giuseppe Attademo, coordinatore del circolo cittadino dell Italia dei Valori all indomani della notizia sulla riconversione dell ospedale San Francesco Caracciolo in una residenza per anziani. «E questa la risultante - prosegue l esponente dell Idv - di dieci anni di malapolitica ioriana che hanno distrutto un territorio non lasciandogli alcuna alternativa futura». A questo punto che fare? Attademo sembra avere le idee chiare e soprattutto la risposta pronta. «I "politici" locali dovrebbero tutti dimettersi incapaci come sono di governare una situazione critica (a cui hanno contribuito attuando negli anni solo azioni clientelari)». Ma il camice bianco del reparto di Medicina, nonchè sindacalista dell Anaao-Assomed analizza anche un altro aspetto fondamentale. «Nonostante la siatuazione sia al collasso - riprende - il consenso dei cittadini verso i partiti del centrodestra regionale è ancora molto ampio». Come dire: chi è causa del suo mal pianga se stesso. Infine Attademo lascia un barlume di speranza alle giovani generazioni e sporna tutti ad una reazione forte. «In questa fase occorre che tutte le forze sociali locali prendano coscienza affinchè si possa quanto meno iniziare un percorso di ricostruzione sociale ed economica recuperando quelli che sono i veri valori del territorio altomolisano: solidarietà, ambiente, cultura, produzioni artigianali di nicchia. Pur in una situazione critica come è quella attuale è venuto il momento di non delegare il proprio futuro ognuno facendosi carico per la sua parte di un processo virtuoso di vero sviluppo! Occorrerà pertanto confrontarsi - conclude Attademo - su tutti gli argomenti coinvolgendo tutti coloro che hanno a cuore il futuro della nostra zona». mdo «Adesso i politici locali devono dimettersi perché incapaci» «Il Cittadino c è» attacca la politica «Continuare a votare Iorio? No grazie» AGNONE - «I Lupi non sono spariti nè sono caduti in letargo, come qualcuno sperava fosse accaduto: hanno solo aspettato di vedere cosa succedeva al famoso piano di rientro targato Iorio- Mastrobuono che, il 19 maggio scorso è stato clamorosamente (ma ampiamente previsto) bocciato a Roma. Per cui è ora di riprendere la lotta!» Parole di Nunziatina Zarlenga (in foto), leader del gruppo «Il Cittadino c è», che reagisce così all ennesima notizia riguardante l ospedale cittadino. Zarlenga sceglie Facebook per farlo ed è proprio sul social network che annuncia le prossime mosse del gruppo. «Con i rappresentanti del comitato pro Vietri di Larino abbiamo in mente di mettere in atto una forma di protesta come quella della raccolta delle nostre schede elettorali e di quanti vorranno farlo per rispedirle a Roma - scrive Zarlenga - La situazione disastrosa dei nostri nosocomi, della Sanità molisana in generale e di tutta la Regione non è frutto di una catastrofe naturale imprevedibile: è il risultato di scellerate scelte politiche e dirigenziali di cui ora devono renderci conto e di cui, i diretti protagonisti, devono assumersi la responsabilità. Restituire la scheda elettorale - prosegue la promotrice dell idea - non significherà rinunciare al voto: sia chiaro! Il voto è e resterà un diritto irrinunciabile di tutti i cittadini liberi e frutto prezioso della democrazia. Questo gesto, forte e coraggioso, sarà un messaggio chiaro e inequivocabile a questa scellerata classe politica che ha gestito la nostra Regione fino ad ora (Iorio in testa seguito da coloro che non hanno fatto nulla per fermarlo!). Adesso questi signori devono andare a casa. Non pensino di cavarsela con una pacca sulle spalle e di poter impunemente ripresentarci le loro facce alle prossime elezioni. Noi vogliamo la buona politica e facce nuove con alle spalle programmi concreti e convicenti. Qualcuno potrà obiettare che anche sui "nuovi" non avremo certezze: probabile e possibile - conclude Zarlenga, in passato soprannominata la pasionaria - ma almeno così avremo una speranza o un "dubbio", se volete chiamarlo così, mentre sugli attuali politici e dirigenti molisani abbiamo la certezza della loro inefficienza». emmedio Agnone - Prevista per oggi alle ore 10,30. Soddisfatto De Martino Biblioteca, s inaugura la sala junior S inaugura oggi la sala junior della biblioteca comunale AGNONE - Un libro per l estate. La Biblioteca Labanca inaugura la «Sala Junior» lanciando una iniziativa dedicata ai lettori più giovani. L intera raccolta di Henry Potter accanto ai best seller di Licia Troisi, la collana dei Brividosi accanto alle migliori pubblicazioni della Disney e di Geronimo Stilton. Ma anche narrativa per adolescenti e giovani, enciclopedie multimediali, libri di scienza, video dvd storici e geografici e una collezione di favole anche multimediali da far invidia alle migliori librerie di città. E la sala Junior della Biblioteca Labanca di Agnone che alle soglie dei cent anni - che saranno celebrati nel inaugura oggi, lo spazio interamente dedicato ai più giovani nel quale intrattenersi per leggere, collegarsi ad Internet fare ricerche scolastiche o prendere in prestito libri scelti anche fra le novità degli ultimi mesi. «E una immensa soddisfazione - spiega l Assessore alla Cultura del Comune di Agnone, Giuseppe De Martino - poter offrire ai bambini ed agli studenti di ogni ordine e grado sia di Agnone che dei paesi limitrofi, uno spazio del genere; in particolare perchè questa realizzazione della Biblioteca parte in un periodo difficile per Agnone, per il Molise e per la cultura in Italia che, come noto, sta subendo tagli mai conosciuti prima. Insieme al direttore della Biblioteca intendo ringraziare pubblicamente l ideatrice della Sala Junior, la dottoressa Justyna Reclaw, pedagogista, e la signora Gianna Marsili che l ha decorata con arte e amore di mamma». Quasi 80 metri di scaffalature multiformi e multicolori realizzate da un falegname locale, pareti affrescate con disegni che vanno da Disney a Manzoni, la Sala Junior - dalla quale è possibile collegarsi ad Internet gratuitamente - è accogliente e luminosa senza andare in contrasto con il meraviglioso ambiente settecentesco di palazzo san Francesco. «L ambiente confortevole - spiega il direttore della Labanca Nicola Mastronardi - è parte del progetto. Il Comune ha rivisto, potenziandolo, l impianto di riscaldamento per accogliere bambini e ragazzi anche ella prossima stagione invernale. Stare in biblioteca dovrà diventare sempre di più piacevole e normale per il pubblico in genere e per i ragazzi in particolare. Per questo stiamo completando anche la nuova sala multimediale nell ex Scriptorium del convento e pensiamo a dei gazebo in giardino. Ma il progetto prioritario che parte proprio oggi è invogliare i giovani alla lettura estiva». Per questo, stamane alle presso la sala consiliare del palazzo che ospita la Biblioteca, in contemporanea con la inaugurazione della Sala Junior sarà presentato il progetto «Un libro per l estate» che prevede premi per i giovani lettori più assidui. Intanto, nel corso di tutta la settimana prossima, la Labanca sarà aperta alle visite di tutte le classi scolastiche che lo richiederanno. «Vogliamo far conoscere a tutti - conclude il vicesindaco De Martino - le nuove potenzialità di una biblioteca che, proprio mentre si appresta a celebrare il suo primo secolo di vita, vuole guardare accompagnare le giovani generazioni in un futuro in cui il libro e la cultura dovranno avere ancora e sempre il proprio insostituibile ruolo». La minoranza fa il punto generale Scuole sicure, oggi l incontro AGNONE - Ancora edilizia scolastica in primo piano. Il gruppo di opposizione al Comune di Agnone «Nuovo Sogno Agnonese» incontra oggi i genitori dei ragazzi che frequentano le scuole di Maiella, di via pietro Micca e di San Marco per fare il punto di quella che è l attuale situazione. L appuntamento è per questo pomeriggio alle ore 17,30 nella sala del palazzo dei Filippini. Queste le domande alle quali gli esponenti del centrosinistra cercheranno di rispondere carte alla mano: Quali risultati hanno prodotto i lavori realizzati finora? Gli edifici sono più «Nuovo Sogno Agnonese» tiene accesa la questione con documenti alla mano sicuri? E aumentata la fruibilità delle scuole? E migliorata la qualità del servizio? Cosa accadrà nell immediato? Quesiti davvero allarmanti che attendono risposte certe e soprattutto documentate. Intanto in merito alla vicenda delle scuole anche l altro gruppo di minoranza «Rinnovare», tramite i due consiglieri Lorenzo Marcovecchio e Danilo Di Nucci, annuncia azioni. Il tutto accade a distanza di un anno da quando esplose il caso. C è da registrare che a distanza di dodici mesi la promessa di realizzare un polo unico sicuro (purtroppo) resta una chimera. fds

16 LA CRONACA Venafro - L incidente era avvenuto venerdì scorso nel centro storico della città Schiacciato dal camion Morto il giovane operaio La vittima, Emilio Rampone, aveva 39 anni VENAFRO - Una tragedia annunciata nelle modalità inquietanti che ne hanno disegnato i contorni. Non ce l ha fatta il giovane operaio di Venafro rimasto schiacciato, venerdì scorso, da un camion che aveva parcheggiato lungo via Cristo per poter scaricare sacchi di cemento. Il camion, improvvisamente, ha iniziato a muoversi senza conducente e l operaio è rimasto intrappolato tra il mezzo pesante e il muro di abitazioni che insistono nella piccola strada del centro storico della cittadina. Agghiacciante la scena che si è parata davanti ai soccorritori dell operaio 39enne: le ferite all addome erano profonde e le perdite di sangue evidenti. L uomo è stato trasportato nell immediatezza dell incidente al Santissimo Rosario dove è stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico all addome. Poi il trasferimento al Veneziale di Isernia e infine nel nosocomio di Chieti dove purtroppo ieri si è spento. L incidente che è costato la vita ad Emilio Rampone è adesso oggetto di una inchiesta aperta dai Carabinieri di Venafro che stanno indagando sulle modalità con le quali è avvenuto per accertare eventuali responsabilità. RV Il camion che ha schiacciato l uomo venerdì scorso a Venafro L uomo era stato sottoposto ad intervento chirurgico SANITA Venafro - E quanto avvenuto dopo il flop dell ultima adunata per parlare di tagli Ospedale, il Comitato getta la spugna La causa: il disinteresse generale Cotugno, Vaccone e Bianchi durante il summit di ieri l altro VENAFRO - «Da questo momento in poi chiudiamo il Comitato. La città ci sta lasciando soli ed è inutile andare avanti». Sono state più o meno queste le parole urlate per microfono, l altra sera sul tardi, da Gianni Vaccone (presidente del Comitato pro ospedale "SS Rosario") e dal suo collaboratore Peppino Esposito. L amarezza del momento nasceva dalla scarsa partecipazione alla manifestazione indetta da loro. Di fronte alla chiersa di don Luigi Orione, nella grande piazza contornata di ulivi secolari. Solo un centinaio di persone o poco più aveva risposto alla chiamata (davvero l ultima?) del Comitato, con molti politici autorevoli presenti ma anche con inspiegabili assenze. Qualcuno dalla scalinatella della chiesa, microfono in mano, ha fatto notare l assenza dei tre consiglieri regionali, eletti soprattutto a Venafro. E cioè di Nicandro Ottaviano, Massimiliano Scarabeo e Mario Pietracupa. Ma all amarezza mista a rabbia degli uomini del Comitato, hanno risposto gli analoghi rappresenti di Larino ed Agnone, pure loro in lotta per difendere la loro sanità. Il loro ospedale. «Non bisogna mollare, non dobbiamo cedere ora» ha ripetuto all infinito una combattiva Caterina Mancini, in rappresentaza del «pro Vietri» di Larino. Ed altrettanto hanno urlato i rappresentanti di Agnone. La signora Mancini in particolare ha inveito contro i nostri politici regionali (soprattutto di destra ma anche di sinistra) che nulla fanno per evitare certi sprechi. E certi doppioni a favore di amici, parenti e figli di chi gestisce la nostra sanità. Arrivando ad urlare: «Alle prossime elezioni regionali bruciamo i nostri certificati elettorali. Questa classe politica deve cambiare, deve andarsene a casa. Perchè non ha nulla da dire, nulla da fare». Altrettanto ha attaccato Antonio Sorbo, quale rappresentante dell opposizione sia al Comune che alla Provincia. Arrivando a mettere sul piatto le sue dimissioni, come quelle di tutti i politici locali. Ma aggiungendo anche: «Io sono tre anni che lotto e dico la stessa cosa. Sono anche stato tacciato in passato di essere catastrofista. Ma oggi il dato purtroppo mi sta dando ragione. Pochi mesi fa vi promettevano la luna, l università, urologia e chi più ne ha più ne metta, quando già avevano in mente di chiudere tutto. Eppoi si sperperano milioni per reparti e dirigenti inutili e si chiude il Pronto Soccorso e la Rianimazione del SS Rosario che costano poche centinaia di migliaia di euro ogni anno. Io non mollerò mai, dovessi rimanere pure solo, ed invito il Comitato a rimanere. A continuare a lottare». Il sindaco Nicandro Cotugno ha rassicurato la folla, continuando a parlare del Polo Ortopedico in arrivo. Un qualcosa in più di quello richiesto da tutto il Consiglio comunale. Anche se in certi momenti la contestazione è stata forte. Anche da parte di Caterina Mancini che continuava ad urlare: «Il Piano della Regione è stato respinto dal Governo. Non è approvato. Non sappiamo che succederà, anzi lo sappiamo fin troppo». Poi ha parlato Enzo Bianchi, sia come politico ma soprattutto come primario di Ortopedia. Su un punto il dottor Bianchi ha posto l accento. Sul fatto che ogni decisione venga presa subito. Già entro settembre. Ma grosso modo ha difeso le scelte del Polo Ortopedico, che dovrebbe prevedere un Pronto Soccorso funzionante ed una Terapia intensiva, con due posti letto. Adesso che cosa succederà? La città è sfinita, stanca di vivere nell incertezza. Anche se tutti si sono detti sicuri che ogni venafrano è disposto a difendere l ospedale, come Polo attrattivo specializzato e di riferimento anche extraregionale. Soprattutto in casi di grave emergenze. Com è successo anche recentemente, quando una squadra di chirurgia del SS Rosario ha salvato la vita ad un trentanovenne venfrano che aveva i minuti contati. Il fuoco cova sotto la cenere e potrebbe espoldere da un momento all altro. La partita non è finita. Forse è appena iniziata sotto altra miccia, ancora più pericolosa. MarioLepore Tra futuro e promesse Cinque domande a Iorio VENAFRO - Facciamo nostri gli stessi interrogativi. In particolare le ricorrenti domande della gente qualsiasi. Che Antonio Sorbo ha rivolto a tutti i rappresentanti di vertice della sanità regionale ( Iorio, Passarelli, Mastrobuono, Percopo) in una lettera spedita il 27 maggio. Tralasciando la parte iniziale dello scritto - che cita alcune note ufficiali, atti e provvedimenti adottati o da assumere - Sorbo chiede ai nostri "grandi" amministratori della sanità regionale: «Se presso l ospedale di Venafro sarà prevista l attività di traumatologia. Se presso l ospedale di Venafro verranno effettuati interventi di chirurgia d urgenza, anche nel settore ortopedico, in particolare nella gestione delle emergenze. Se presso l ospedale di Venafro il Pronto Soccorso funzionerà 24 ore su 24 con la gestione delle emergenze e con tutti i servizi che lo rendano "adeguato", come dichiarato dal sen. Di Giacomo e con la presenza di medici per garnatire la continuità assistenziale, come dichiarato dall assessore Passarelli, o se invece, indicandolo come "Pronto soccorso con breve osservazione" esso verrà trasformato in un cosidetto "punto di stabilizzazione" e di conseguenza di smistamento verso il Pronto Soccorso di altri ospedali. Se sarà garantito il servizio di anestesia e rianimazione 24 ore su 24 con medici sul posto da impegnare anche in interventi urgenti oppure se la preevisione di "terapia intensiva post operatoria" preveda invece la presenza degli anesgtesisti rianimatori solo in occasioni di attività chirurgiche. Quale e quanto personale si prevede di impeganre presso l ospedale di Venafro nel cosidetto "Polo ortopedico", nel Pronto Soccorso e nell attività di Anestesia e Rianimazione». Qual è la risposta a tutte queste cinque pressanti domande? La parola al governatore Michele Iorio oppure ad un suo autorevole sottoposto. Emmelle

17 NUOVO oggi MOLISE VENAFRO-AREA VOLTURNO 17 IN PRIMO PIANO In previsione l allargamento della strada in località Villa - Ponte. L importo è di 235mila euro Opere pubbliche a Scapoli Il sindaco: «Avanti tutta» SCAPOLI - Opere pubbliche in primo luogo per l amministrazione comunale guidata dal sindaco Sparacino. Quasi ultimati i lavori al cimitero comunale. Si muovono diverse cose anche sul fronte viabilità.diverse le novità riguardanti la realizzazione e il completamento di nuove opere pubbliche a Scapoli. I lavori iniziati da tempo presso il cimitero comunale sono in fase di completamento. In questo caso l amministrazione cittadina, guidata dal sindaco Renato Sparacino, ha dato il via alla riqualificazione e all ammodernamento della struttura. Si è provveduto al rifacimento della facciata principale con applicazione di mattoncini in terracotta e alla realizzazione di un aiuola lungo tutto il perimetro della facciata stessa. Inoltre, come fanno sapere dal comune di Scapoli, sono stati effettuati dei lavori di sistemazione dell area frontale al cimitero con il miglioramento della piazzetta e la creazione di muretti in pietra. Anche sul fronte viabilità il primo cittadino Sparacino ed i suoi amministratori si stanno muovendo. Infatti, sono iniziati, i lavori di allargamento e messa in sicurezza del tratto di strada comunale Fonte la Villa - Ponte. Le opere, attese da tempo, saranno necessarie soprattutto alla messa in sicurezza di un tracciato, decisamente vecchio e inadeguato alle attuali esigenze di traffico, che collega buona parte della borgate di Scapoli. Lo svolgimento di questi lavori è stato affidato alla ditta Tra.Mo.Ter Appalti Srl di Montaquila. Sono previsti interventi per l allargamento della sede stradale e la realizzazione di muri di contenimento lungo tutto il tracciato che si snoda dalla borgata Fonte la Villa fino alla borgata Ponte. L importo dei lavori stessi è di euro ,75 e, salvo imprevisti, dovrebbero terminare entro il prossimo mese di agosto. Michele Visco Le priorità: cimitero e viabilità L appuntamento fissato per lunedì prossimo L Asrem presenta il progetto «Ben-Essere» VENAFRO - Verrà presentato lunedì 7 giugno il progetto «Ben-Essere famiglia» alla presenza degli operatori dell Asrem. Iniziativa lodevole che sta riscuotendo già un ottimo successo. Il distretto sanitario venafrano dell Asrem è impegnato in quest ultimo periodo nel campo del sociale e in diversi settori riguardanti le problematiche che possono affliggere famiglie e giovani. Per questo motivo è stato istituito il progetto «Benessere famiglia», attivo già da qualche mese, che verrà presentato agli organi di stampa nella mattinata di lunedì 7 giugno alle ore 12 all interno della sala conferenze del palazzo che ospitava l ex ospedale civile ed ora è sede dei vari ambulatori ed uffici dell azienda sanitaria regionale. Alla conferenza parteciperanno gran parte delle figure professionali interne ed esterne che stanno curando l interessante progetto, a partire dal dottor Carmine Tolve. mv Monteroduni - Promossa dall associazione «il Nostro Paese» Sagra delle ciliege, un successo MONTERODUNI - Grande successo per la sangra della ciliegia. Dopo la passeggiata ecologica al Campo la Fontana, l Associazione Culturale il Nostro Paese ha organizzato la I edizione della festa della ciliegia dette "cerase", frutto tipico delle campagne locali, vera ricchezza e vanto della popolazione tutta. La manifestazione si è svolta sabato 29 maggio in piazza Monumento a Monteroduni. L associazione «il Nostro Paese», vuole riscoprire e mantenere vive le manifestazioni legate ai prodotti della terra, alla cultura e alla musica popolare, alla fede e ai lavori artigianali. Grande affluenza di visitatori i quali hanno potuto degustare Sagne e fagioli, arrosticini, ciliegie, dolce alle ciliegie, cherry, pane e vino. «E stata l occasione perfetta per degustare il dolce frutto rosso in tutte le sue varietà tradizionali, dal sapore diverso ma intenso, nell ambito di una manifestazione organizzata all insegna della tradizione e del folclore» ha affermato il presidente dell associazione Domenica Maiola. «La nostra associazione porta avanti il ricordo di una cultura contadina, che, anche grazie a manifestazioni come la Festa della ciliegia ed altri momenti di aggregazione, si propone come realtà viva ed operosa, ricca di tradizioni e di potenzialità culturale» continua il presidente. Intorno alle ciliege ed al suo albero, è nata e si è sviluppata, fin da tempi che non hanno una data, ma indubbiamente antichissimi, tutta una intensa e particolare cultura, tanto da assurgere a mito ispiratore di canti, poesie, racconti, odi e canzoni, oltre che di numerosi quadri di natura morta e di piccola gioielleria di metalli vari e di pietre preziose. Il grande successo riscosso, grazie all impegno posto in Domenica Maiola atto dai miei collaboratori ed ideatori, è stato ottenuto per la loro capillare organizzazione ed al loro impegno profuso. La serata è stata allietacon musiche folkloristiche del maestro Giovanni Bove. Gabriele Scarduzio Il primo cittadino di Scapoli, Renato Sparacino L evento voluto dall unione italiana zoo Pnalm, specie protette Studiosi in conclave Oggi l incontro. Arriveranno da tutto il mondo LA COMMISSIONE strategica del CBSG al Parco Nazionale d Abruzzo, Lazio e Molise organizza un importante incontro. Fino alla giornata odierna (3 giugno,ndr) il parco nazionale d Abruzzo, Lazio e Molise ha l onore di ospitare il meeting della commissione strategica del gruppo di specialisti sulla riproduzione e conservazione di specie minacciate (Conservation Breeding Specialist Group) dell Unione Mondiale per la conservazione della natura o IUCN. Questo gruppo di specialisti, noto nell ambiente scientifico con la sua sigla CBSG, è formato dai maggiori esperti al mondo nel campo dell allevamento e della salvaguardia delle specie a rischio di estinzione ed ha il compito di fornire all IUCN una consulenza tecnica ed una guida pratica sulla gestione della flora e della fauna allo scopo di conservare la biodiversità del pianeta terra. Nell ambito del CBSG, la commissione strategica è l organo consultivo di tutto il gruppo e del suo coordinatore, il dottor Robert Lacy della «Chicago Zoological Society». Scopo principale della commissione strategica è quello di identificare quali siano le emergenze per la conservazione della natura, analizzare il relativo programma di lavoro del CBSG della IUCN, studiare quali siano le migliori tecniche e strategie perchè gli obiettivi del gruppo di specialisti possano essere raggiunti, favorire lo scambio di esperienze e la partecipazione al gruppo di tutti gli esperti, che possono rappresentare un importante risorsa per la realizzazione pratica dei progetti di conservazione delle varie specie. Il meeting presso il Pnalm è stato organizzato dall ente congiuntamente con l unione italiana zoo ed acquari, di cui la dottoressa Cinzia Sulli, responsabile del servizio scientifico del Pnalm, è l attuale presidente. La commissione è stata salutata all apertura dei lavori dal presidente del parco Giuseppe Rossi. MV

18 Il consigliere regionale Natalini chiede a Provincia e Regione la revoca delle autorizzazioni «Trivellazioni? No grazie!» E intanto domani il sindaco di Termoli ha convocato tutti i colleghi della costa TRIVELLAZIONI lungo la costa molisana? No grazie! Per il consigliere regionale Mauro Natalini, portavoce Sinistra ecologia libertà c è l obbligo di fare un primo passo: la Regione Molise e la Provincia di Campobasso revochino subito le autorizzazioni alla Petroceltic Italia srl. Natalini «richiama» all ordine i due enti ricordando la diversa sensibilità e tempestività avuta su questo problema dalla vicina Puglia sia attraverso le azioni della Provincia di Foggia e sia l iniziativa del 27 aprile scorso alle Isole Tremiti. «Siamo decisamente contrari - spiega il consigliere regionale di Sinistra ecologia libertà - perché deleterie a qualsiasi ipotesi di trivellazioni nel nostro mare, così come lo sono tutti i cittadini, e per questo motivo ribadiamo Mauro Natalini con forza la richiesta - sia alla Regione Molise che alla Provincia di Campobasso - di revocare immediatamente le rispettive delibere di autorizzazione alle indagini geosismiche finalizzate alla ricerca di Il sindaco di Termoli Di Brino «Se un incidente si verificasse in Adriatico significherebbe la morte irreversibile» idrocarburi nel nostro mare. Le stesse indagini, a prescindere di eventuali successive trivellazioni, infatti, sono dannose per la fauna ittica». Natalini invita i comuni costieri molisani a esprimere contrarietà con atti istituzionali alle perforazioni e ricorda quanto sta succedendo in America con la piattaforma della British Petroleum: «Se un incidente, molto meno grave di quello avvenuto nel golfo del Messico, si verificasse in un mare come l Adriatico, significherebbe la morte irreversibile del nostro mare e della nostra costa». Per l esponente regionale di minoranza «l acqua stessa del nostro mare, quella limpida e cristallina delle Tremiti, rappresentano il "nostro" petrolio, lavoro e fonte di reddito per migliaia di cittadini». Intanto domani, come già annunciato lo scorso 27 maggio nel corso di una conferenza stampa, il sindaco di Termoli incontrerà l assessore regionale all Ambiente Salvatore Muccilli e i sindaci dei comuni della costa molisani. Un momento di confronto per parlare delle problematiche ambientali che potrebbero mettere in ginocchio il turismo di questa regione. Dalle trivellazioni all impianto eolico off shore, senza dimenticare l incubo centrale nucleare. Questa mattina dalle 11 Piano Casa, il Gattone in conferenza SI terrà questa mattina, dalle 11, presso la sede dell ufficio politico di Remo Di Giandomenico, la conferenza stampa di presentazione dell iniziativa ideata dai Popolari Liberali dell incontro-dibattito sul tema del Piano Casa che si terrà domani alle ore presso la sala consiliare del Comune di Termoli. Durante la conferenza stampa saranno fornite ampie anticipazioni sul tema in oggetto. IL DIBATTITO SENZA RETE «Per ribadire il ruolo del basso Molise nelle decisioni sul futuro di quest area» L ex consigliere comunale commenta l intervento del segretario regionale del Nuovo Psi Campopiano ZUCCHERO (DE)FILATO Invito a creare una cordata per acquisire le quote di Remo Perna LO spunto lanciato dal segretario del nuovo Partito Socialista Oreste Campopiano, in merito alla proposta di vendita delle quote private dello zuccherificio di Termoli da parte della società G&B di Remo Perna, mi è parso molto interessante e degno di un ulteriore riflessione. Si perché questa è un occasione ghiotta per riportare in ambito basso-molisano la direzione e la politica industriale della società saccarifera regionale. «Mò cchiu!» di Giovanni De Fanis A cinquant anne jittele a mmare che tutte i panne. A cinquant anni buttalo in mare con tutti i vestiti. Sottolinea scherzosamente l avanzare dell età. Chiederei quindi allo stesso avv. Campopiano di porsi quale capofila dei nuovi azionisti privati ponendo anche mano al portafoglio e di aderire alla proposta di Perna, con adesione contributiva proporzionale anche del sottoscritto. Assieme a lui potrebbero contribuire tutti quei politici del Basso Molise, di qualsiasi schieramento, che grazie ai loro emolumenti mensili possono agevolmente contribuire facendo in modo che le loro continue richieste di riportare in zona le decisioni sul futuro dello stabilimento, diventino fatti concreti e non restino vacui proclami. Sarebbe gradita anche la attiva partecipazione degli imprenditori locali e di tutti coloro che hanno ribadito fino alla nausea la loro "termolesità" nelle recenti battaglie elettorali. Terminata questa fase di necessaria emergenza dovuta alla ristrettezza dei tempi, si potrà successivamente favorire l ingresso degli stessi operatori del settore bieticolo nella compagine azionaria, perché nessuno più di chi ci lavora attivamente può avere a cuore il futuro dello zuccherificio. Personalmente, come ho più volte manifestato, non sono soddisfatto di come la Regione Molise utilizzi il denaro pubblico: dalla poca trasparenza, alle scelte di politica economica marcatamente dirigiste-tribali, i cui risultati evidenti sono il completo disequilibrio dei conti pubblici ed il conseguente impoverimento dei cittadini sia in termini di servizi che di possibilità Simone Coscia di sviluppo. Però, mi trovo in netta antitesi anche nei cofronti dei "professionisti della critica" che disprezzano qualsiasi cosa dell altro solo perché ambiscono ad occuparne la posizione di predominio, senza alcuna idea alternativa, ma sopratutto senza rischiare nulla di proprio. Ritengo per questo che un intervento diretto delle forze economico-politiche locali, libero da ogni preclusione ideologica, sia necessario nella vicenda dello zuccherificio per ribadire alla dirigenza regionale il ruolo che la società bassomolisana vuole avere nelle decisioni che riguardano il futuro ed il tipo di sviluppo di questo territorio. Simone Coscia Ex consigliere comunale Candidato alle Comunali con Partecipazione democratica

19 NUOVO oggi MOLISE TERMOLI 19 LA CRONACA In città ha tamponato una moto. Il conducente si è lanciato all inseguimento dell utilitaria Un giovane avrebbe prelevato una Fiat Panda a Vasto per poi proseguire verso il basso Molise Ruba un auto e sperona una moto Attimi di panico martedì sera lungo viale Padre Pio a Termoli SEMBRA un film poliziesco, invece è quello che è successo in una normale serata in centro a Termoli. Tutto è successo verso le 23 di martedì sera. Un giovane era in sella alla sua moto e stava percorrendo viale Padre Pio quando, all improvviso, è stato tamponato da una Fiat Panda nera. L auto ha proseguito la sua corsa senza prestare i soccorsi al centauro che, a quel punto, si è messo all inseguimento dell utilitaria per prendere il numero di targa. Forse per la paura di essere scoperto, forse per togliersi di torno lo scocciatore, il conducente della Panda ha speronato nuovamente la moto che, a quel punto, è sbandata finendo fuori strada. Anche l utilitaria, però, non è riuscita a proseguire la sua corsa ribaltandosi più volte. A quel punto il conducente ha deciso di darsela a gambe. E adesso è caccia all uomo sia a Termoli che nell hinterland. La Panda su cui viaggiava il giovane, infatti, è risultata essere stata rubata a Vasto solo poche ore prima. Le chiavi, però, erano ancora inserite nel quadro, segno che il legittimo proprietario, molto probabilmente, deve avere lasciato il motore acceso e deve essersi allontanato di poco. Quel tanto che è bastato, però, al "giovane ignoto" per impossessarsi del mezzo e continuare la sua corsa verso il Molise. Intanto, per fortuna, non sono gravi le condizioni del centauro che è stato subito soccorso dai familiari e da una équipe del 118. Per lui, che è stato subito trasportato in pronto soccorso, nulla di grave. Sul fatto indagano i carabinieri della compagnia di Termoli che stanno cercando per mari e monti il giovane speronatore. Michela Bevilacqua Le immagini dell auto rubata nelle foto di primonumero.it Dopo aver preso il numero di targa è stato buttato a terra Con soli 20 centesimi si eviterà di lasciare i bisogni degli animali in giro per la città Deiezioni canine, arriva il kit Quando gli olivi secolari raccontano delle storie SONO state istallate in alcuni punti strategici della città. Quella che abbiamo fotografato è posta all ingresso del Borgo Antico lato Castello. Sono loro, le macchinette distributrici di kit per raccogliere i bisogni dei cani. Una iniziativa caldeggiata dall assessore all Ambiente Luigi Leone e approvata dall amministrazione. In pratica i possessori di cani, quando li portano a fare i loro sacrosanti bisogni, potranno compiere un gesto da vivere civile e inserendo una monetina di 20 centesimi riceveranno dalla macchinetta il kit completo per poter raccogliere quello che il loro simpatico cagnolino ha evaquato e buttarlo negli appositi contenitori, con la speranza (una volta per tutte) di non vedere più le strade cittadine e le aiuole lastricate di escrementi canini che non fanno della nostra città una realtà civile. Apprezziamo il gesto dell amministrazione per la sensibilità verso questo che è un problema serio, ma quello che ci preoccupa è vedere come i cittadini interessati recepiranno la novità visto che anche la passata amministrazione aveva pensato ad una cosa del genere. In quel caso, però, l iniziativa fallì sul nascere prorprio perché gli stessi cittadini interessati al problema non si mostrarono sensibili. Micky Guidetti Di Brino e Leone mostrano i nuovi kit per i cani Saracinesche abbassate lungo Corso Nazionale Chiude la gioielleria Marone DOPO ben 54 anni di attività ha chiuso i battenti la nota Gioielleria Oreficeria Marone in corso Nazionale 84. Un altro pezzo di storia di questa città da qualche giorno ha abbassato la saracinesca. Quasi un fulmine a ciel sereno per i cittadini, ma, probabilmente, già decisa da tempo dal titolare. Ora cosa sorgerà da qui a poco al suo posto? Non lo sappiamo ancora, fatto sta che comunque, anche se non era un attività dove ci si recava quotidianamente come fosse il fornaio o il salumiere, vederla aperto era una consuetudine. Ora, probabilmente, ci mancherà un pò. Come ci è mancato il negozio di un altro pezzo di storia della città, quello di Lucio Cacchione ed altri ancora. E il corso dei tempi che non riesce a farti rassegnare alla malinconia. micgui LA sacralità sta proprio nella possibilità che questi «grandi vecchi» hanno di raccontare il tempo e di dare un valore aggiunto al nostro territorio, il vero e solo patrimonio, da salvaguardare e spendere se si vuole assicurare un domani alle nuove generazioni. Anche una pianta verdeggiante è vita e lo è tanto più quando essa è in grado di accumulare anni, secoli e, per alcune, addirittura millenni. Pensiamo alla maestosità di una quercia secolare o al fascino di un olivo che ha nel tronco i segni del tempo. Basta andare in giro per gli oliveti di Larino o di Colletorto, di Rotello o di Venafro, per incontrare quelli che a noi piace chiamare «grandi vecchi», ma, per capire il miracolo del tempo e la forza della pianta sacra agli dei e simbolo di pace e di vita, bisogna andare, come ha fatto, anni fa, Giuseppe Battista e, di recente, Pasquale Gianquitto, a Portocannone. Proprio mentre raccoglievamo le notizie ci è giunta la notizia che nel Comune di Campomarino le ruspe stavano distruggendo decine di querce e olivi secolari. Quando siamo giunti lo scempio era già stato perpetrato senza alcun grido di dolore. Vogliamo credere che il sindaco si sia reso conto della gravità di quanto accaduto e che la mancata risposta alla lettera aperta di Larino viva è da attribuire a un naturale, quanto mai comprensibile, senso di imbarazzo. Perché sarebbe davvero strano che si sentisse offeso dal richiamo di Larino viva. Grazie alla iniziativa di questa associazione, oggi, uno dei «grandi vecchi» di Portocannone, il più anziano, l olivo che ha oltre 700 anni, ha cominciato a raccontare, diventando mèta di visite da parte di scolaresche e di gente curiosa di vedere questo gigante della natura, che onora gli olivicoltori di Portocannone, di origine albanese come quelli di Campomarino. Quando i loro progenitori, profughi, sono arrivati in questi luoghi, i patriarchi di oggi già c erano. Li hanno trovati pieni di secoli e di saggezza, pronti a riceverli ed a assicurare loro il prodotto più caro agli uomini del Mediterraneo, l olio, del quale conoscevano sicuramente la bontà e l uso. Non solo alimento, ma luce, bellezza, rito e altro ancora, con la pianta sempreverde a rendere meno pesante la nostalgia e a dare un senso alla loro identità con il territorio appena trovato. Sta qui, nella passione di questa gente e nella loro riconoscenza, la ragione di trovare a Portocannone, come a Campomarino, non lontano dagli antichi tratturi, ancora olivi secolari. Per bloccare l eliminazione dei rimanenti «grandi vecchi» servono iniziative mirate alla salvaguardia di questo patrimonio ed alla sua promozione, ben sapendo che da esso dipende il domani della nostra terra. Pasquale Di Lena

20 22 TERMOLI-LITORALE NUOVO oggi MOLISE 2 GIUGNO ANNI DI VITA REPUBBLICANA Manifestazione dell amministrazione comunale con la deposizione di due corone d alloro Termoli celebra l Italia Scelta di democrazia nel segno della concordia e dell unità nazionale LA Città di Termoli ha voluto ricordare in maniera degna, seppur con grande sobrietà, la Festa della Repubblica Italiana e ricorrenza del 64esimo anniversario della scelta della forma repubblicana. Due le manifestazioni vissute con intensità con la deposizione di corone di alloro per iniziativa dell amministrazione comunale. La prima cerimonia si è svolta in piazza Monumento ai piedi della stele dedicata a tutti i caduti di guerra, l altra nell area portuale al monumento dedicato alla Gente di Mare. In entrambi i casi è toccato l onore al sindaco Antonio Basso Di Brino, in fascia tricolore, collocare le corone d alloro con gli agenti della polizia municipale in grande uniforme e i militari della Capitaneria di porto. Al suo fianco il vicesindaco Enzo Ferrazzano, gli assessori comunali Giusy Vergallo e Michele Cocomazzi e il consigliere comunale Bruno Verini. Diversi i rappresentati della Guardia di finanza, della polizia, dei carabinieri e della Marina militare. Non ci sono stati discorsi ufficiali ma solo una sentita partecipazione per ricordare una data importante per la vita democratica del nostro Paese. Una scelta degli italiani nel segno dell unità e della concordia nazionale. IL QUARTO APPUNTAMENTO L associazione Italia Civile ha chiamato a raccolta i cittadini per parlare di diritti «La libertà, prima di tutto» Un occasione di riflessione e di confronto ad alta voce QUALCHE goccia di pioggia birichina ha rallentano il grande afflusso che ha caratterizzato le edizioni precedenti ma a tirare le somme a fine giornata quella di ieri è stata una bella occasione per ritrovarsi tutti insieme nel nome della Costituzione e della Festa della Repubblica. Un iniziativa giunta al quarto anno organizzata dall associazione Italia Civile che vede in Francesco Fiardi il suo più attivo promotore. L appuntamento per tutti sul lungomare Nord di Termoli nei pressi del distributore Api- Ip che è stato ribattezzato Piazzale Fiardi tanto da far sorridere persino gli stessi animatori dell evento. Quest anno si è parlato dell articolo 101 della Costituzione che recita: «La giustizia è amministrata in nome del popolo». Erano presenti il consigliere regionale Massimo Romano, il consigliere comunale Erminia Gatti, il consigliere provinciale Vincenzo Di Narzo. Fiardi ha precisato che «è una buona occasione per discutere tra di noi, popolo sovrano come dice la Costituzione e per ribadire che siamo cittadini italiani e nella consapevolezza di quei diritti di cui spesso non sappiamo valorizzare abbastanza. L importanza che vogliamo dare allo stare insieme per un confronto che ritengo ci arricchisca». E per concludere la serata un momento ricreativo con musica ballabile e un buon piatto di trofiette cozze e fagioli e sgombro al forno il tutto accompagnato da un buon bicchiere di vino locale. In Piazzale Fiardi si è parlato di Costituzione e diritti

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare 1 Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare.. 1. LA RAPPRESENTAZIONE DEI MEDIA Dal 23 aprile 2010 dai mezzi di comunicazione italiani, tramite: Agenzie stampa;

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche:

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche: PREMESSA Insignita della Medaglia d Argento al Valor Militare della Resistenza, Pistoia, al pari di altre città toscane, è stata teatro di avvenimenti tragici, la maggior parte dei quali intercorsi tra

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Sommario Rassegna Stampa

Sommario Rassegna Stampa Sommario Rassegna Stampa Pagina Testata Data Titolo Pag. Rubrica Edilizia 38 Il Sole 24 Ore 23/01/2015 IN BREVE - EDILIZIA 3 Rubrica Lavori pubblici 36 Il Messaggero - Cronaca di Roma 23/01/2015 DAL MUSEO

Dettagli

Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive

Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive Dipartimento della Pubblica Sicurezza Stagione sportiva 2011/2012 Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive Determinazione n. 26/2012 del 30 maggio 2012 L Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni

Dettagli

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia Nel mondo ci sono 150 milioni di Italici: sono i cittadini italiani d origine, gli immigrati di prima e seconda generazione, i nuovi e vecchi emigrati e i loro discendenti,

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 E, P.C. EGREGIO DOTT. MATTEO CLAUDIO ZARRELLA PRESIDENTE DEL TRIBUNALE DI LAGONEGRO Via Lagonegro - 85042 LAGONEGRO (Pz) Trasmissione al telefax 0973.2333115

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

ISERNIA. Il ponte ferroviario

ISERNIA. Il ponte ferroviario ISERNIA Caparbia, questo sembra Isernia: quanta determinazione dev essere costato far arrivare il treno nella parte alta della città, quanta opera di convincimento per ottenere un viadotto così grandioso

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007)

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) COMUNE DI NORMA Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) Articolo 1 SCOPI DEL REGOLAMENTO 1. L Amministrazione Comunale, in

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria Il luogo: la storia Castello Sforzesco Accademia Brera Montenapoleone Il complesso dei Chiostri dell Umanitaria nasce insieme all adiacente Chiesa di Santa Maria della Pace, voluta da Bianca di Visconti

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA Il Museo Diocesano di Catania desidera, anche quest anno, proseguire con le scuole l impegno e la ricerca educativa con particolare attenzione ai Beni Culturali, Artistici e Ambientali. L alleanza fra

Dettagli

VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE)

VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE) Normativa VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE) a cura di Libero Tassella da Scuola&Scuola, 8/9/2003 Riferimenti normativi: artt. 7,8 legge 29.12.1988, N. 554; artt. 7,8 Dpcm 17.3.1989,

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI Art. 1 Oggetto. Il Comune di Varedo, nell ottica di garantire una sempre maggiore attenzione alle politiche sportive e ricordando i principi ispiratori del

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011

CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011 Roma CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011 Castel Sant Angelo Sala Paolina Mostra su Giuseppe Garibaldi Tutt altra

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore ATTIVITA FERROVIARIE RFI:Informativa e invio documentazione ACI GLOBALE Verbale di accordo e comunicato unitario AUTONOLEGGIO Comunicato unitario di proclamazione sciopero TRASPORTO MERCI LOGISTICA AUTOSTRADE

Dettagli

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum La prima operazione da fare, una volta ricevuti i moduli per la raccolta, è quella della Vidimazione. La vidimazione. Viene effettuata dal

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

Come si fa un giornale

Come si fa un giornale Come si fa un giornale COME SI FA UN GIORNALE dall idea alla distribuzione Un giornale è una struttura complessa composta da un gruppo di persone che lavorano insieme che chiameremo LA REDAZIONE Al vertice

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

VERBALE N 2/11. In apertura di seduta, previa lettura, viene approvato il verbale n. 1 del 71/02/11.

VERBALE N 2/11. In apertura di seduta, previa lettura, viene approvato il verbale n. 1 del 71/02/11. VERBALE N 2/11 L anno 2011 il giorno 4 del mese di marzo alle ore 12,00 previa osservanza di tutte le formalità prescritte dalle vigenti norme, nella sede del Conservatorio G. Martucci di Salerno si riunisce

Dettagli

con il Patrocinio della Città di Ostuni ORGANIZZA IL A N T O N I O L E G R O T T A G L I E 14-16 maggio 2014

con il Patrocinio della Città di Ostuni ORGANIZZA IL A N T O N I O L E G R O T T A G L I E 14-16 maggio 2014 SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO N. O. Barnaba- S. G. BOSCO di OSTUNI Sede centrale: N. O. Barnaba via C. Alberto,2 tel/fax 0831301527 Plesso S. G. Bosco Via G. Filangieri, 24 TEL./FAX 0831 332088 C.F. 90044950740

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

VIAGGIANDO CON LA NATURA

VIAGGIANDO CON LA NATURA VIAGGIANDO CON LA NATURA Il progetto intende, attraverso l esplorazione del mondo naturale (terra, acqua, aria e fuoco) sistematizzare le conoscenze per comprendere l organizzazione dell ecosistema naturale.

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI

REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI COMUNE DI ALA REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI VIGILI DEL FUOCO VOLONTARI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 dd. 19.06.2003 Modificato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 dd.

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

Concluso il 10 settembre 1998 Approvato dall Assemblea federale il 20 aprile 1999 1 Entrato in vigore mediante scambio di note il 1 maggio 2000

Concluso il 10 settembre 1998 Approvato dall Assemblea federale il 20 aprile 1999 1 Entrato in vigore mediante scambio di note il 1 maggio 2000 Testo originale 0.360.454.1 Accordo tra la Confederazione Svizzera e la Repubblica italiana relativo alla cooperazione tra le autorità di polizia e doganali Concluso il 10 settembre 1998 Approvato dall

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 COMUNICATO STAMPA La Regione che vogliamo: la CIDA organizza il confronto con i candidati alla Presidenza della regione Toscana 29 Aprile

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014)

ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014) Protocollo RC n. 28105/14 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014) L anno duemilaquattordici, il giorno di martedì trenta del mese di dicembre, alle

Dettagli

Organici scuola personale ATA A.S. 2013-2014 Scheda di approfondimento

Organici scuola personale ATA A.S. 2013-2014 Scheda di approfondimento Organici scuola personale ATA A.S. 2013-2014 Scheda di approfondimento Indice (cliccabile) Premessa Terziarizzazione Regole per la definizione degli organici di ciascun profilo o DSGA o Assistenti Tecnici

Dettagli

NORME GENERALI PRINCIPI ETICI REGOLAMENTO INTERNO 2013 1

NORME GENERALI PRINCIPI ETICI REGOLAMENTO INTERNO 2013 1 REGOLAMENTO INTERNO 2013 1 NORME GENERALI Art. 1 Validità del regolamento interno Il presente regolamento, derivante dai principi espressi dallo Statuto da cui discende, rappresenta le regole e le concrete

Dettagli

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ Tra le modifiche introdotte nell agosto 2010 all art. 186, C.d.S., vi è anche l inserimento del nuovo comma 9 bis, che prevede l applicazione del lavoro

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

inform@ata news n.02.15

inform@ata news n.02.15 Per contatti o segnalazioni: e-mail: r.fiore@flcgil.it siti internet: www.flc-cgiltorino.it www.flcgil.it inform@ata news n.02.15 la newsletter di informazione sulle problematiche del settore ATA della

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006)

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) Articolo 1 - Ente gestore, denominazione, natura e sede della scuola 1. L Ente Ispettoria Salesiana Lombardo Emiliana, Ente Ecclesiastico

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 48 DEL 24.10.2013

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 48 DEL 24.10.2013 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 48 DEL 24.10.2013 OGGETTO: Recepimento verbale commissione trattante aziendale del 15.10.2013. L anno Duemilatredici, il giorno ventiquatto del mese di

Dettagli

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*)

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) 1 STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) I - Costituzione dell Accademia Articolo 1 1. L Accademia Nazionale dei Lincei, istituzione di alta cultura, con sede in Roma, ai sensi dell art. 33 della

Dettagli

EDUCARE. TRA ALLENATORI, GENITORI E DIRIGENTI

EDUCARE. TRA ALLENATORI, GENITORI E DIRIGENTI PER INIZIARE EDUCARE. TRA ALLENATORI, GENITORI E DIRIGENTI Dicesi dirigente un signore che dovrebbe non dirigere ma animare; non solo animare ma testimoniare, non solo testimoniare, ma motivare. Insomma,

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 C 1 I V I T A S E M P L I T Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 SCUOLA CIVICA DI MUSICA DI TEMPIO PAUSANIA In collaborazione con i comuni

Dettagli

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE 66 Bologna, 11 febbraio 2015 MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE Per dare feste non serve sempre un motivo. Ma quelle di Meglio Così, il ciclo di eventi che si terrà a Bologna tra febbraio

Dettagli

Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego

Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego Il decreto spiega tutte le possibilità e i limiti dell'eventuale cumulo Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego (Dm Funzione pubblica 331 del 29.7.1997) da CittadinoLex del 12/9/2002

Dettagli

Bando speciale BORSE LAVORO 2015

Bando speciale BORSE LAVORO 2015 Bando speciale BORSE LAVORO 2015 PREMESSA La Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia considera la mancanza di occasioni di lavoro per i giovani, in misura non più conosciuta da decenni, come

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA 1. A norma degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile è costituita la Fondazione dell

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

SANTA MESSA IN ONORE ED ALLA PRESENZA DI SUA EMINENZA REVERENDISSIMA IL CARDINALE LUIGI DE MAGISTRIS CAGLIARI, 22-02-2015

SANTA MESSA IN ONORE ED ALLA PRESENZA DI SUA EMINENZA REVERENDISSIMA IL CARDINALE LUIGI DE MAGISTRIS CAGLIARI, 22-02-2015 ORDINE DEI SANTI MAURIZIO E LAZZARO Delegazione Gran Magistrale della Sardegna SANTA MESSA IN ONORE ED ALLA PRESENZA DI SUA EMINENZA REVERENDISSIMA IL CARDINALE LUIGI DE MAGISTRIS CAGLIARI, 22-02-2015

Dettagli

www.noinoncilasceremomai.it

www.noinoncilasceremomai.it www.noinoncilasceremomai.it Chi siamo: la storia Il progetto trae ispirazione dalla vita di Vigor Bovolenta e sua moglie Federica Lisi che hanno, con il loro amore, sfidato il destino e la vita stessa.

Dettagli

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie)

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie) Codice del processo amministrativo - Commissione per l esame dei profili organizzativi ed informatici - PRONTUARIO DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Sergio dal Maso Viale C.Colombo, 165 Foggia Telefono 328/2775122 Fax 0881/720007 E-mail Nazionalità

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza

COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza COPIA COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza N. 64 del Reg. Delib. N. 6258 di Prot. Verbale letto approvato e sottoscritto. IL PRESIDENTE f.to Antecini IL SEGRETARIO COMUNALE f.to Scarpari N. 433 REP.

Dettagli

... DELIDERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE

... DELIDERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE CITTÀ DI CASTELVETRANO Provincia di Trapani... DELIDERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE n.ili: del 2 8 MRR. 2014 OGGETTO: Concessione di no 2 borse di studio intilolate alla memoria del dotto Mauri zio Vi

Dettagli

ANNUNCI SEGRETERIA NUOTO

ANNUNCI SEGRETERIA NUOTO ANNUNCI SEGRETERIA NUOTO Le comunicazioni che seguono sono suggerimenti che serviranno ad una buona gestione della Manifestazione e ad ottenere una uniformità interpretativa in tutte le gare. Sono suggerimenti

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO

LA SALUTE VIEN MANGIANDO Comune di Trino Assessorato Istruzione e Cultura Settore Extrascolastico-Culturale Istituto Comprensivo di Trino Scuola dell Infanzia e Scuola Primaria Asl 21 di Casale Dipartimento di Prevenzione Servizio

Dettagli

ANTIRICICLAGGIO: LE NOVITÀ DELLA IV DIRETTIVA E LA POSSIBILE EVOLUZIONE DELLA NORMATIVA NAZIONALE.

ANTIRICICLAGGIO: LE NOVITÀ DELLA IV DIRETTIVA E LA POSSIBILE EVOLUZIONE DELLA NORMATIVA NAZIONALE. ANTIRICICLAGGIO: LE NOVITÀ DELLA IV DIRETTIVA E LA POSSIBILE EVOLUZIONE DELLA NORMATIVA NAZIONALE. Casi pratici sulla corretta registrazione delle operazioni attinenti la gestione collettiva del risparmio

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 317 della Giunta Comunale

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 317 della Giunta Comunale COMUNE DI FOLGARIA Provincia di Trento - C.A.P. 38064 Via Roma, 60 Tel. 0464/729333 - Fax 0464/729366 E-mail: info@comune.folgaria.tn.it Codice Fiscale e P. IVA 00323920223 VERBALE DI DELIBERAZIONE N.

Dettagli

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F.

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. ISTITUTO ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE Giovanni Caboto GAETA CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. A.S. 2013-2014 1. Richiesta per accedere alle Funzioni strumentali al P.O.F.

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Dialoghi tra scuole d Europa: esperienze e curricola a confronto Scuola media Manzoni Lucarelli di Bari - Carbonara 21

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA 4 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 162 suppl. del 15-10-2009 PARTE PRIMA Corte Costituzionale LEGGE REGIONALE 7 ottobre 2009, n. 20 Norme per la pianificazione paesaggistica. La seguente

Dettagli

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Anno Scolastico 2015/2016 (maggio 2015) I dati presenti in

Dettagli

inform@ata news n.02.14

inform@ata news n.02.14 inform@ata news n.02.14 Per contatti o segnalazioni: e-mail: r.fiore@flcgil.it siti internet: www.flc-cgiltorino.it www.flcgil.it la newsletter di informazione sulle problematiche del settore ATA della

Dettagli

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA?

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? La scuola è obbligatoria dai 6 ai 16 anni e comprende: 5 anni di scuola primaria (chiamata anche elementare), che accoglie i bambini da 6 a 10 anni 3 anni di scuola secondaria

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA Via Albergati 30 40069 Zola Predosa (BO) Tel. 051/755355 755455 - Fax 051/753754 E-mail: BOIC86400N@istruzione.it - C.F. 80072450374 Pec : boic86400n@pec.istruzione.it

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO C O M U N E D I R O V E R B E L L A Via Solferino e San Martino, 1 46048 Roverbella Tel. 0376/6918220 Fax 0376/694515 PEC PROTOCOLLO : roverbella.mn@legalmail.it RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 031 della Giunta Comunale

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 031 della Giunta Comunale COMUNE DI FOLGARIA Provincia di Trento Via Roma, 60 - C.A.P. 38064 Tel. 0464/729333 - Fax 0464/729366 Codice Fiscale e P. IVA 00323920223 E-mail: info@comune.folgaria.tn.it PEC: comune@pec.comune.folgaria.tn.it

Dettagli

Il Consiglio di Istituto

Il Consiglio di Istituto Prot. n. 442/C10a del 03/02/2015 Regolamento per la Disciplina degli incarichi agli Esperti Esterni approvato con delibera n.7 del 9 ottobre 2013- verbale n.2 Visti gli artt.8 e 9 del DPR n275 del 8/3/99

Dettagli

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1-

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1- All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI Art. 1- Diritti e doveri degli studenti I diritti e i doveri degli studenti sono disciplinati dagli art. 2 e 3 del D.P.R. 21

Dettagli

Fin dove andrà il clonaggio?

Fin dove andrà il clonaggio? Fin dove andrà il clonaggio? Mark Post, il padrone della sezione di fisiologia dell Università di Maastricht, nei Paesi Bassi, ha dichiarato durante una conferenza tenuta a Vancouver, in Canada, che aveva

Dettagli

AVVISO PUBBLICO SELEZIONE DEI PROGETTI DI INFORMAZIONE ED EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO PROMOSSI DALLE ONG DOTAZIONE FINANZIARIA 2015

AVVISO PUBBLICO SELEZIONE DEI PROGETTI DI INFORMAZIONE ED EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO PROMOSSI DALLE ONG DOTAZIONE FINANZIARIA 2015 AVVISO PUBBLICO SELEZIONE DEI PROGETTI DI INFORMAZIONE ED EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO PROMOSSI DALLE ONG DOTAZIONE FINANZIARIA 2015 DATA DI PUBBLICAZIONE DELL ESTRATTO DEL BANDO SULLA GURI: DATA DI SCADENZA

Dettagli