PROGETTO PILOTA: ADOZIONE DEL CAR POOLING COME MISURA DI MOBILITÀ AZIENDALE PER IL TRAFFICO FRONTALIERO. Regolamento Pool2job

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROGETTO PILOTA: ADOZIONE DEL CAR POOLING COME MISURA DI MOBILITÀ AZIENDALE PER IL TRAFFICO FRONTALIERO. Regolamento Pool2job"

Transcript

1 PROGETTO PILOTA: ADOZIONE DEL CAR POOLING COME MISURA DI MOBILITÀ AZIENDALE PER IL TRAFFICO FRONTALIERO Regolamento Pool2job

2 REGOLAMENTO Pool2job Progetto pilota Pool2job per il traffico frontaliero nella Valle del Vedeggio 1 - Denominazione e referenti Il progetto pilota Pool2job per i collaboratori frontalieri delle aziende con sede nei comuni di Bioggio, Cadempino e Mezzovico-Vira che aderiscono al programma cantonale e federale di Mobilità Aziendale è sostenuto dalla confederazione, dal cantone, dai comuni dove hanno sede le aziende e da quest ultime. 2 - Premesse e finalità del Progetto Il Cantone Ticino è impegnato dal 2007 nel progetto di Mobilità Aziendale (MobAz) che ha lo scopo di incentivare le aziende e i Comuni a trovare delle soluzioni di mobilità sostenibile atte ad ottimizzare gli spostamenti legati all attività lavorativa Dal 2009 questo programma è promosso in collaborazione con l analogo programma federale gestione della mobilità aziendale sostenuto dall Ufficio Federale dell Energia (UFE) e coordinato da Svizzera Energia (SE) per i comuni. Referente del programma di SE sono in primis i Comuni che si occupano del coordinamento del progetto fra le imprese con sede nel comune che hanno aderito al programma federale. In Ticino fino ad oggi hanno aderito al programma federale Svizzera Energia per le aziende 12 Comuni. Notiamo che alcuni Comuni che partecipano al programma nazionale e cantonale di MobAz sono particolarmente toccati dal traffico frontaliere. La situazione per alcuni di questi comuni è ulteriormente aggravata per la mancanza di un offerta adeguata di Trasporti Pubblici, pensiamo in particolare alla Valle del Vedeggio, in cui confluiscono importanti traffici frontalieri come quelli provenienti dai valichi del Basso Malcantone (Ponte Tresa, Ponte Cremenaga e Fornasette) e del Mendrisiotto (Chiasso, Brusata e Gaggiolo). Si ritiene che l adozione del Car-Pooling in quest area sia la soluzione più semplice ed immediata per cercare di invertire il trend. Gli incontri con i Comuni e le imprese di questa regione che partecipano al programma di MobAz confermano questa tesi. Per questo motivo i promotori del progetto hanno partecipato al bando federale 2013 per una mobilità sostenibile, coinvolgendo in questo progetto pilota le imprese dei Comuni della regione del Vedeggio che partecipano al programma cantonale e federale di MobAz. Ci riferiamo ai Comuni di Mezzovico-Vira, Cadempino e Bioggio; tre Comuni a vocazione industriale della Valle del Vedeggio. Il nostro intento è di riuscire a mettere in rete i collaboratori frontalieri delle imprese di questi Comuni per promuovere, attraverso lo sviluppo di una piattaforma web interaziendale e sovra comunale, il car-pooling fra i collaboratori di queste imprese. Lavorando con un pool di imprese e Comuni ubicati nella stessa regione e serviti dagli stessi assi stradali aumenta la possibilità di ottimizzare e condividere gli spostamenti pendolari dei collaboratori frontalieri. Il car pooling è un sistema di trasporto collettivo con mezzo privato, organizzato dagli stessi lavoratori delle aziende con il supporto di queste ultime e di Pool2job. Tale sistema di trasporto collettivo consiste nella creazione di un gruppo di persone, non inferiore a tre, che accetti di utilizzare, negli spostamenti sistematici (casa-lavoro), un solo mezzo privato. In tal modo si vuole perseguire l obiettivo di aumentare il numero di occupanti delle auto private, per combinare i percorsi comuni.

3 3 - Adesioni Possono aderire al progetto pilota i collaboratori frontalieri e i collaboratori residenti nella valle del Vedeggio e nel Basso Malcantone che lavorano nelle aziende che partecipano al progetto pilota. 4 Organizzazione e gestione del progetto Le funzioni di gestione e controllo del progetto sono affidate allo staff di Pool2job deputato a: gestire il portale web; gestire gli incontri con i collaboratori delle aziende che partecipano al progetto pilota; istituire la banca dati degli equipaggi iscritti al Progetto; rilasciare i contrassegni per il parcheggio ed individuare dei parcheggi in area intermedia per facilitare dei punti di incontro fra i membri di uno stesso equipaggio controllare la corretta fruizione del servizio. Il Team di Pool2job, inoltre, si occuperà del monitoraggio del Progetto esaminando funzionalità del sistema, gradimento del servizio, attrattività dei singoli incentivi proposti, convenienza economica a livello individuale e a livello collettivo. 5 - Iscrizione dell equipaggio e posizione dell utente rispetto al Progetto Gli equipaggi saranno formati dagli stessi utenti durante gli incontri con il team di Pool2job. Ai fini dell iscrizione dell equipaggio al Progetto ciascun utente dovrà sottoscrivere il Modulo di iscrizione al Progetto Pool2job. Tra le informazioni richieste nel Modulo, l utente fornirà i propri dati anagrafici, il domicilio, i recapiti telefonici e di posta elettronica. L iscrizione dell equipaggio sarà formalmente accertata dopo averne verificata la coerenza in termini di efficienza dei percorsi effettuati per raggiungere il posto di lavoro. L attribuzione del parcheggio riservato in azienda sarà garantito con la trasmissione del contrassegno di Pool2job. In quanto partecipante al Progetto di car-pooling, l utente iscritto può: proporsi come conducente oppure come passeggero e/o cumulativamente come Team Leader (TL); compiere l intero percorso di andata e ritorno con lo stesso equipaggio di appartenenza; usufruire temporaneamente o occasionalmente del posto in un altro equipaggio diverso da quello di appartenenza dopo averne accertata la disponibilità e senza comprometterne l efficienza dei tempi di spostamento; cambiare team. 5-a: L utente si iscrive come passeggero L utente lavora in una delle aziende che partecipa al progetto pilota e risiede in Italia o nel basso Vedeggio. 5-b: L utente si iscrive come guidatore Oltre al rispetto delle condizioni di passeggero in questo caso l utente dovrà disporre di un automobile in buono stato, preferibilmente a basso consumo energetico, con almeno 5 posti. Il conducente deve specificatamente verificare che con la sua assicurazione di responsabilità civile RC possa trasportare passeggeri, e che l'assicurazione preveda la copertura di tutte le persone trasportate e tutte le possibili conseguenze derivanti da un incidente lungo il percorso. Si ricorda che l'assicurazione responsabilità civile è

4 obbligatoria per tutti i veicoli a motore. Al momento dell'omologazione di un'auto, un attestato di assicurazione RC è indispensabile. Il conducente attesta altresì di essere in possesso di regolare patente di guida. 5-c: L utente si iscrive come Team Leader (TL) Oltre al rispetto delle condizioni di passeggero in questo caso l utente deve avere familiarità con gli strumenti informatici, un accesso illimitato (tempo-spazio) ad internet e la sua candidatura deve essere accettata a maggioranza dagli altri membri dell equipaggio. Il TL potrà rinunciare a questo ruolo dietro presentazione di opportuna Richiesta di modifica dell equipaggio. La richiesta dovrà essere accompagnata dal modulo di iscrizione dei nuovi componenti dell equipaggio con il nome del nuovo team leader. Il team leader è il responsabile dell equipaggio e si preoccupa di redigere e tenere sempre aggiornato il diario di bordo tramite la registrazione dei percorsi. Il team leader funge da referente per gli altri membri della squadra ed è colui che potrà essere contattato da eventuali nuovi utenti per aderire al team, rispettivamente, è colui che notifica agli altri componenti le novità concernenti il team e il percorso Diritti e doveri degli Iscritti Gli Iscritti hanno il diritto di godere dei servizi e delle agevolazioni loro riservati. Nei rapporti con il Progetto ciascun partecipante ha il dovere di comportarsi correttamente e civilmente, evitando atteggiamenti che possano creare ostacoli al corretto svolgimento del servizio e attenendosi comunque ai criteri indicati nel Codice di comportamento allegato al presente Regolamento. L uso del servizio non dovrà avere scopi commerciali. 7 Responsabilità Gli utenti del servizio di Pool2job accettano di agire sotto propria responsabilità, di sollevare Pool2job e l azienda nella quale lavorano da qualunque responsabilità riguardante la posizione assicurativa dei passeggeri ospitati nella propria autovettura e di rispettare le regole di comportamento di Pool2job. L azienda per cui lavorano e Pool2job non potranno essere ritenuti responsabili dei danni subiti a causa dell uso del servizio. 8 Contrassegno Ogni Iscritto come Team Leader di un equipaggio riceve un contrassegno di identificazione dell autovettura utilizzata per il trasporto collettivo.

5 9- Entrata in vigore Le condizioni generali riportate in questo regolamento si applicano all insieme degli utenti dal momento dell iscrizione con la trasmissione del Modulo d Iscrizione. In caso di mancato rispetto delle condizioni generali i promotori del progetto si riservano il diritto di sopprimere l accesso ai servizi. Le eventuali modifiche delle prestazioni e dei servizi per gli Iscritti, e delle modalità di fruizione che si rendessero necessarie nel corso dell anno verranno comunicate tempestivamente agli Iscritti. Il presente Regolamento costituisce schema di riferimento per l esercizio del Progetto Pool2job da parte di tutte le aziende che partecipano al progetto pilota. Eventuali variazioni, necessarie per l efficiente gestione del servizio nelle diverse realtà aziendali, dovranno essere concordate preventivamente con il team di Pool2job. 10 Il Portale Il servizio di Pool2job è gestito tramite l indirizzo web 11 Registrazione al portale web di Pool2job La registrazione ai servizi del Portale consente di: inserire e memorizzare i propri viaggi offerti sia in qualità di conducente sia di passeggero; contattare il team leader del viaggio che corrisponde alle proprie ricerche; gestire il profilo personale con inserimento e memorizzazione delle preferenze di viaggio; dare una valutazione (rating) o riceverla da parte di tutti gli utenti con cui si è condiviso un viaggio. Ai fini della registrazione si richiede di indicare le proprie generalità, i recapiti di posta elettronica e telefono. Gli utenti si impegnano all uso dell area riservata del portale web conformemente alle regole nazionali ed internazionali. Invitiamo l utente di Pool2job a consultare la pagina Condizioni e Termini d uso della Piattaforma web prima di registrarsi al portale.

Comune di Palermo. Progetto Car-pooling per la Città di Palermo

Comune di Palermo. Progetto Car-pooling per la Città di Palermo Comune di Palermo Ufficio Traffico Progetto Car-pooling per la Città di Palermo 1 - Denominazione e referenti Il Progetto Car-pooling per la città di Palermo è sostenuto dal Comune di Palermo. 2 - Premesse

Dettagli

Il carpooling aziendale

Il carpooling aziendale Forum cantonale sulla mobilità aziendale nel settore socio-sanitario 15.04.2015 Davide Marconi, Planidea SA Pool2Job: L idea Assistere le aziende nella promozione del car pooling aziendale. Accompagnare

Dettagli

Il carpooling aziendale

Il carpooling aziendale Giornata informativa di SvizzeraEnergia per i Comuni 15.10.2014 Fernando Martinez, FMC Davide Marconi, Planidea SA Temi I Studio pilota II L idea di Pool2Job III Condizioni di partecipazione IV Come funziona?

Dettagli

(Provincia di Milano) Progetto ANDIAMO A SCUOLA CON IL CAR POOLING. Per le scuole primarie del Comune di Vittuone REGOLAMENTO

(Provincia di Milano) Progetto ANDIAMO A SCUOLA CON IL CAR POOLING. Per le scuole primarie del Comune di Vittuone REGOLAMENTO Progetto ANDIAMO A SCUOLA CON IL CAR POOLING Per le scuole primarie del Comune di Vittuone REGOLAMENTO 1 Denominazione e referenti Il Progetto Andiamo a scuola con il car pooling è promosso dal Comune

Dettagli

Il progetto cantonale di mobilità aziendale: bilancio e prossimi passi

Il progetto cantonale di mobilità aziendale: bilancio e prossimi passi Il progetto cantonale di mobilità aziendale: bilancio e prossimi passi Fabienne Bonzanigo Dipartimento del territorio, Evento per le aziende Manno, 27 novembre 2013 Contesto La domanda di mobilità cresce

Dettagli

Il Servizio di Car Pooling

Il Servizio di Car Pooling Il Servizio di Car Pooling Marco Boero, Davide Fonti, Michele Masnata, Softeco Sismat SpA Il Mobility Management nelle strutture ospedaliere Modalità innovative per gli spostamenti casa lavoro 18 Maggio

Dettagli

Mobilità aziendale: bilancio e prossimi passi

Mobilità aziendale: bilancio e prossimi passi Mobilità aziendale: bilancio e prossimi passi Dipartimento del territorio Bellinzona, 21 marzo 2013 Obiettivi del progetto Sensibilizzare le aziende con sede nel Canton Ticino sul tema della mobilità.

Dettagli

Trasporto pubblico e terza età: viaggiare comodi e sicuri

Trasporto pubblico e terza età: viaggiare comodi e sicuri Trasporto pubblico e terza età: viaggiare comodi e sicuri Conferenza stampa, ore 13.30, Bellinzona Logo: campagna, partner marchi certificazione Claudio Zali, Direttore del Dipartimento del territorio

Dettagli

La piattaforma, di cui in Figura 1 pagina 7 sara caratterizzata dalle seguenti sezioni o aree funzionali:

La piattaforma, di cui in Figura 1 pagina 7 sara caratterizzata dalle seguenti sezioni o aree funzionali: La piattaforma di carpooling http://siena.autostradecarpooling.it Autostrade per l Italia si impegna a sviluppare per Siena e le aziende coinvolte nell iniziativa un unica piattaforma di carpooling che

Dettagli

Strategia per una mobilità sostenibile

Strategia per una mobilità sostenibile Strategia per una mobilità sostenibile Conferenza stampa Venerdì Bellinzona Claudio Zali Consigliere di Stato e Direttore del Repubblica e Cantone Ticino Situazione 80 000 veicoli in più dal 1995 ad oggi

Dettagli

PROGETTO SPERIMENTALE CAR POOLING INAUTOINSIEME

PROGETTO SPERIMENTALE CAR POOLING INAUTOINSIEME PROGETTO SPERIMENTALE CAR POOLING INAUTOINSIEME Firenze, 28 maggio 2010 Terra Futura Car pooling e Car sharing Il car pooling (o (o auto di gruppo) è una modalità di trasporto che consiste nella condivisione

Dettagli

Promuovere forme di mobilitàalternative: l esperienza del Car Pooling in Veneto

Promuovere forme di mobilitàalternative: l esperienza del Car Pooling in Veneto Promuovere forme di mobilitàalternative: l esperienza del Car Pooling in Veneto Relatore: Ing. Ubaldo DE BEI Unità Complessa Tutela Atmosfera Regione del Veneto Venezia, 15 novembre 2011 Car Pooling Il

Dettagli

Piano Spostamenti casa-lavoro 2007

Piano Spostamenti casa-lavoro 2007 Mobility Management Piano Spostamenti casa-lavoro 2007 Hera Imola-Faenza, sede di via Casalegno 1, Imola La normativa vigente: D.M. 27/03/1998, decreto Ronchi Mobilità sostenibile nelle aree urbane Le

Dettagli

Comune di Paradiso. Il progetto di mobilità aziendale del. cp 2682 6500 bellinzona. ottobre 2011-1 -

Comune di Paradiso. Il progetto di mobilità aziendale del. cp 2682 6500 bellinzona. ottobre 2011-1 - Il progetto di mobilità aziendale del Comune di Paradiso tiresia economia statistica datamining cp 2682 6500 bellinzona ottobre 2011-1 - 1. L organizzazione del progetto del Comune di Paradiso ottobre

Dettagli

LA MOBILITA SOSTENIBILE A ROMA TRE ESPERIENZE DI MOBILITY MANAGEMENT NELL UNIVERSITA

LA MOBILITA SOSTENIBILE A ROMA TRE ESPERIENZE DI MOBILITY MANAGEMENT NELL UNIVERSITA LA MOBILITA SOSTENIBILE A ROMA TRE ESPERIENZE DI MOBILITY MANAGEMENT NELL UNIVERSITA DECRETO 27 MARZO 1998 A seguito dell emanazione del Decreto 27 marzo 1998 del Ministero dell Ambiente, l Università

Dettagli

MobAlt Alternative di mobilità sul percorso casa - lavoro

MobAlt Alternative di mobilità sul percorso casa - lavoro MobAlt Alternative di mobilità sul percorso casa - lavoro Progetto pilota Gestione dei picchi di traffico Conferenza stampa Mendrisio - 8 marzo 2016 Ordine del giorno Saluto On. Carlo Croci, Sindaco della

Dettagli

Mini Guida. Le assicurazioni online

Mini Guida. Le assicurazioni online Mini Guida Le assicurazioni online Guida realizzata da Con il patrocinio ed il contributo finanziario del LE ASSICURAZIONI ONLINE In questa guida parleremo delle assicurazioni auto online, le più diffuse

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI TRASPORTO SOCIALE

REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI TRASPORTO SOCIALE REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI TRASPORTO SOCIALE Art. 1 (Istituzione del servizio) Il Comune di Fossalto promuove il benessere dei propri cittadini, con il fine di inserire ed integrare socialmente

Dettagli

CONVENZIONE CGIL - UNIPOL

CONVENZIONE CGIL - UNIPOL CONVENZIONE CGIL - UNIPOL IL SALTO DI QUALITÀ CHE MIGLIORA LA VITA! Proteggere le persone amate, tutelare le cose importanti, fare il salto di qualità e migliorare la vita? È quello che ogni Iscritto

Dettagli

ADESIONE ALL UFFICIO MOBILITY MANAGER DI AREA DELLA PROVINCIA DI VENEZIA E AL COORDINAMENTO PROVINCIALE DELLE POLITICHE DI MOBILITA SOSTENIBILE TRA

ADESIONE ALL UFFICIO MOBILITY MANAGER DI AREA DELLA PROVINCIA DI VENEZIA E AL COORDINAMENTO PROVINCIALE DELLE POLITICHE DI MOBILITA SOSTENIBILE TRA ADESIONE ALL UFFICIO MOBILITY MANAGER DI AREA DELLA PROVINCIA DI VENEZIA E AL COORDINAMENTO PROVINCIALE DELLE POLITICHE DI MOBILITA SOSTENIBILE TRA La Provincia di Venezia, CF 80008840276 con sede in Venezia,

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEGLI AUTOVEICOLI DI SERVIZIO INDICE:

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEGLI AUTOVEICOLI DI SERVIZIO INDICE: REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEGLI AUTOVEICOLI DI SERVIZIO INDICE: Art. 1 - Oggetto del regolamento Art. 2 - Definizioni Art. 3 - Destinazione degli autoveicoli Art. 4 - Uso degli autoveicoli destinati ai

Dettagli

NORME PER LA DISCIPLINA DEL SERVIZIO DI BICICLETTE PUBBLICHE AD USO DELLA CITTADINANZA NEL CENTRO URBANO DI LUGO DENOMINATO VIVERE LA CITTA PEDALANDO.

NORME PER LA DISCIPLINA DEL SERVIZIO DI BICICLETTE PUBBLICHE AD USO DELLA CITTADINANZA NEL CENTRO URBANO DI LUGO DENOMINATO VIVERE LA CITTA PEDALANDO. NORME PER LA DISCIPLINA DEL SERVIZIO DI BICICLETTE PUBBLICHE AD USO DELLA CITTADINANZA NEL CENTRO URBANO DI LUGO DENOMINATO VIVERE LA CITTA PEDALANDO. Approvato con Deliberazione di C.C. n. 66. del 07.07.2005

Dettagli

CONVENZIONE UIL - UNIPOL. Il salto di qualità con UIL!

CONVENZIONE UIL - UNIPOL. Il salto di qualità con UIL! CONVENZIONE UIL - UNIPOL Il salto di qualità con UIL! IL SALTO DI QUALITÀ CHE MIGLIORA LA VITA! Proteggere le persone amate, tutelare le cose importanti, fare il salto di qualità e migliorare la vita?

Dettagli

Regolamento Banca del Tempo

Regolamento Banca del Tempo Associazione Donne contro la Discriminazione Casa delle Donne Via Dora Baltea, 1-10015 Ivrea Tel. 0125/49514 www.casadonneivrea.it E-mail bancadeltempo.ivrea@gmail.com Regolamento Banca del Tempo Ass.

Dettagli

Indagine sugli spostamenti casa lavoro dei dipendenti della Cgil di Rimini effettuata nel periodo maggio giugno 2012

Indagine sugli spostamenti casa lavoro dei dipendenti della Cgil di Rimini effettuata nel periodo maggio giugno 2012 effettuata nel periodo maggio giugno 2012 Una prima valutazione su quanto emerso dalle risposte al questionario. L iniziativa,vuole mettere la CGIL di Rimini nella condizione di dare l esempio (pensata,

Dettagli

1. Regione Piemonte 2. Titolo del programma 2.9.4. Guadagnare salute in adolescenza.

1. Regione Piemonte 2. Titolo del programma 2.9.4. Guadagnare salute in adolescenza. Piano operativo Schede 1. Regione Piemonte 2. Titolo del programma 2.9.4. Guadagnare salute in adolescenza. 3. Identificativo della linea o delle linee di intervento generale/i 2.9 Prevenzione e sorveglianza

Dettagli

MANUALE OPERATIVO GESTIONE INCENTIVI AUTO A GAS MSE 2008 IN USO ESCLUSIVO DEI CONCESSIONARI UCRI

MANUALE OPERATIVO GESTIONE INCENTIVI AUTO A GAS MSE 2008 IN USO ESCLUSIVO DEI CONCESSIONARI UCRI MANUALE OPERATIVO GESTIONE INCENTIVI AUTO A GAS MSE 2008 IN USO ESCLUSIVO DEI CONCESSIONARI UCRI 1. PROCEDURA ON-LINE DI ACCESSO AGLI INCENTIVI Il sito per accedere alla procedura è raggiungibile attraverso

Dettagli

6654 19 giugno 2012 TERRITORIO / FINANZE E ECONOMIA

6654 19 giugno 2012 TERRITORIO / FINANZE E ECONOMIA 6654 19 giugno 2012 TERRITORIO / FINANZE E ECONOMIA Rapporto del Consiglio di Stato sulla mozione 21 febbraio 2011 presentata dal gruppo PS (Nicoletta Mariolini, Carlo Lepori e cofirmatari) Mobilità aziendale

Dettagli

Comune di Sala Bolognese Provincia di Bologna

Comune di Sala Bolognese Provincia di Bologna Comune di Sala Bolognese Provincia di Bologna *********** REGOLAMENTO PER LA TENUTA DEI REGISTRI COMUNALI DELLE LIBERE FORME ASSOCIATIVE E DEL VOLONTARIATO SINGOLO Approvato con deliberazione consiliare

Dettagli

Cancelleria comunale Via Municipio 13 6850 Mendrisio

Cancelleria comunale Via Municipio 13 6850 Mendrisio Cancelleria comunale Via Municipio 13 6850 Mendrisio 058 688 31 10 cancelleria@mendrisio.ch mendrisio.ch Comunicato stampa Gennaio 2014 Incentivi della per iniziative nel campo della mobilità aziendale.

Dettagli

Fondo Sociale Europeo: Asse E una linea di finanziamento per le Pari Opportunità nel mondo del lavoro

Fondo Sociale Europeo: Asse E una linea di finanziamento per le Pari Opportunità nel mondo del lavoro Fondo Sociale Europeo: Asse E una linea di finanziamento per le Pari Opportunità nel mondo del lavoro Linea 3 - possibilità alle aziende che vogliano sperimentare formule di conciliazione dei tempi La

Dettagli

CITTA DI CELANO. (Provincia di L Aquila) Codice fiscale 00094090669. http:// www.comune.celano.aq.it

CITTA DI CELANO. (Provincia di L Aquila) Codice fiscale 00094090669. http:// www.comune.celano.aq.it CITTA DI CELANO (Provincia di L Aquila) DPR 25 marzo 1998 Telefono 0863/79541 fax 0863/792335 Codice fiscale 00094090669 http:// www.comune.celano.aq.it BANDO DI SELEZIONE PUBBLICA, PER TITOLI E COLLOQUIO

Dettagli

Mobilità Sostenibile MOBILITY MANAGMENT

Mobilità Sostenibile MOBILITY MANAGMENT 1 Piano d Azione per l Energia Sostenibile Mobilità Sostenibile MOBILITY MANAGMENT Mobility Managment La Commissione mondiale sull ambiente e lo sviluppo (Rapporto Brundtland, 1987), ha definito lo sviluppo

Dettagli

MOBILITY MANAGEMENT. Piacenza, 7 luglio 2008. Servizio Trasporti e Attività Produttive

MOBILITY MANAGEMENT. Piacenza, 7 luglio 2008. Servizio Trasporti e Attività Produttive MOBILITY MANAGEMENT Piacenza, 7 luglio 2008 Decreto Ronchi Decreto Ronchi del 27 marzo 1998 sulla "Mobilità sostenibile nelle aree urbane" Tutte le Aziende e gli Enti Pubblici con più di 300 dipendenti

Dettagli

MOBILITÀ SOSTENIBILE APPLICATA AI DIPENDENTI COMUNALI

MOBILITÀ SOSTENIBILE APPLICATA AI DIPENDENTI COMUNALI Scheda tecnica MOBILITÀ SOSTENIBILE APPLICATA AI DIPENDENTI COMUNALI Redazione a cura di Contesto Oramai in molte realtà urbane è diventato difficoltoso riuscire a percorrere il tragitto che separa la

Dettagli

Periodico informativo n. 67/2012. R.c. auto nel D.L. liberalizzazione

Periodico informativo n. 67/2012. R.c. auto nel D.L. liberalizzazione Periodico informativo n. 67/2012 R.c. auto nel D.L. liberalizzazione Gentile cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo metterla a conoscenza che il decreto liberalizzazione

Dettagli

Ordinanza sul registro delle carte per l odocronografo

Ordinanza sul registro delle carte per l odocronografo Ordinanza sul registro delle carte per l odocronografo (ORECO) 822.223 del 29 marzo 2006 (Stato 9 maggio 2006) Il Consiglio federale svizzero, visti gli articoli 56 e 106 della legge federale del 19 dicembre

Dettagli

Il progetto LAYMAN S REPORT PROGETTO COFINANZIATO DALL'UNIONE EUROPEA LIFE09 ENV/IT/000063 I.MO.S.M.I.D.

Il progetto LAYMAN S REPORT PROGETTO COFINANZIATO DALL'UNIONE EUROPEA LIFE09 ENV/IT/000063 I.MO.S.M.I.D. Il progetto I.MO.S.M.I.D. LAYMAN S REPORT PROGETTO COFINANZIATO DALL'UNIONE EUROPEA LIFE09 ENV/IT/000063 I.MO.S.M.I.D. INDICE 1. Il progetto I.MO.S.M.I.D. 3 2. Un nuovo modello di governance della mobilità

Dettagli

Le politiche e le strategie nazionali sugli ITS. Olga Landolfi Segretario Generale TTS Italia Cagliari, 26 Giugno 2013

Le politiche e le strategie nazionali sugli ITS. Olga Landolfi Segretario Generale TTS Italia Cagliari, 26 Giugno 2013 Le politiche e le strategie nazionali sugli ITS Olga Landolfi Segretario Generale TTS Italia Cagliari, 26 Giugno 2013 TTS Italia, l Associazione ITS Nazionale fondata nel 1999, rappresenta circa 80 Enti,

Dettagli

TITOLO II- Svolgimento dell'attività

TITOLO II- Svolgimento dell'attività Carta dei Servizi per le imprese aderenti a EDILIZIALIGURIA TITOLO I - Principi generali ART. 1 - Finalità 1. La presente Carta dei Servizi contiene norme comportamentali finalizzate a qualificare l'attività

Dettagli

REGIONE VENETO AZIENDA ULSS N. 16 PADOVA

REGIONE VENETO AZIENDA ULSS N. 16 PADOVA REGIONE VENETO AZIENDA ULSS N. 16 PADOVA servizio di prenotazione telefonica (call center) delle prestazioni specialistiche ambulatoriali erogate dalle strutture pubbliche e private accreditate dell ULSS

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA GESTIONE DELLA MEDIAZIONE A FINI CONCILIATIVI IN MATERIA ASSICURATIVA

LINEE GUIDA PER LA GESTIONE DELLA MEDIAZIONE A FINI CONCILIATIVI IN MATERIA ASSICURATIVA LINEE GUIDA PER LA GESTIONE DELLA MEDIAZIONE A FINI CONCILIATIVI IN MATERIA ASSICURATIVA L Associazione Nazionale tra le Imprese Assicuratrici (di seguito ANIA), in considerazione della peculiarità della

Dettagli

PROGETTO SPERIMENTALE CAR POOLING INAUTOINSIEME

PROGETTO SPERIMENTALE CAR POOLING INAUTOINSIEME PROGETTO SPERIMENTALE CAR POOLING INAUTOINSIEME Firenze, 28 maggio 2010 Terra Futura Car pooling e Car sharing Il car pooling (o (o auto di gruppo) è una modalità di trasporto che consiste nella condivisione

Dettagli

STRATEGIA PER UNA MOBILITA SOSTENIBILE A MILANO 2006 2011

STRATEGIA PER UNA MOBILITA SOSTENIBILE A MILANO 2006 2011 STRATEGIA PER UNA MOBILITA SOSTENIBILE A MILANO 2006 2011 1) IL PIANO DELLA MOBILITA SOSTENIBILE: IL CONTESTO. 2) LA MOBILITA A MILANO: TRASPORTI E INQUINAMENTO. 3) LA COLLABORAZIONE CON ISTITUZIONI E

Dettagli

Oggetto: 4 Campionato Nazionale di Vela degli Ordini degli Ingegneri d Italia Venezia 2015

Oggetto: 4 Campionato Nazionale di Vela degli Ordini degli Ingegneri d Italia Venezia 2015 Allegato 1 Richiesta di adesione Oggetto: Campionato Nazionale di Vela degli Ordini degli Ingegneri d Italia Venezia 01 RICHIESTA DI ADESIONE Delegato dell Ordine degli Ingegneri della Provincia di. comunica

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SOCIO-ASSISTENZIALE E DEL SERVIZIO DI FATTORINAGGIO SOCIALE

REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SOCIO-ASSISTENZIALE E DEL SERVIZIO DI FATTORINAGGIO SOCIALE REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SOCIO-ASSISTENZIALE E DEL SERVIZIO DI FATTORINAGGIO SOCIALE (approvato con deliberazione di C.C. n. 7 del 11.04.2012) 1 INDICE Art. 1: istituzione del servizio

Dettagli

Regolamento per gli utenti del servizio di First Responder Ticino Cuore

Regolamento per gli utenti del servizio di First Responder Ticino Cuore Regolamento per gli utenti del servizio di First Responder Ticino Cuore Indice Capitolo 1: Scopo e definizioni Art. 1 Scopo e premesse Art. 2 Definizioni e terminologia Capitolo 2: Organizzazione e ammissione

Dettagli

Consulta Tempi e orari della città

Consulta Tempi e orari della città Urban Center Progetto Tempi Consulta Tempi e orari della città OSSERVATORIO TEMPI della CITTÀ OSSERVATORIO TEMPI della CITTÀ gruppo tecnico promosso e gestito dall ufficio Tempi del, che sta lavorando

Dettagli

Agenda 21 Locale Il Piano d Azioned

Agenda 21 Locale Il Piano d Azioned Agenda 21 Locale Il Piano d Azioned Comunità Montana della Valle Trompia Comuni di: Gardone V.T., Sarezzo, Marcheno, Vila Carcina, Concesio AUTOVEICOLI CIRCOLANTI OGNI 1.000 ABITANTI Numero di automobili

Dettagli

LA GIUNTA COMUNALE. Ritenuto opportuno aderire alla predetta richiesta previa adozione del necessario atto formale;

LA GIUNTA COMUNALE. Ritenuto opportuno aderire alla predetta richiesta previa adozione del necessario atto formale; LA GIUNTA COMUNALE Premesso che il Direttore del COSP (Centro per l Orientamento allo studio ed alle Professioni) dell Università Statale di Milano ha chiesto di poter fare effettuare ai propri studenti

Dettagli

Mini Guida. Le classi di merito

Mini Guida. Le classi di merito Mini Guida Le classi di merito Guida realizzata da Con il patrocinio ed il contributo finanziario del LE CLASSI DI MERITO Non sempre chi si accinge a stipulare un contratto assicurativo R.C. Auto conosce

Dettagli

CONVENZIONE TRA LA PROVINCIA DI VARESE. Il COMUNE/ENTE PUBBLICO

CONVENZIONE TRA LA PROVINCIA DI VARESE. Il COMUNE/ENTE PUBBLICO CONVENZIONE TRA LA PROVINCIA DI VARESE E Il COMUNE/ENTE PUBBLICO PER LA GESTIONE DEI SERVIZI INFORMALAVORO NELL AMBITO DEL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DI VARESE Premesso che sono in capo alla Provincia

Dettagli

Regolamento n. 13 del 6 febbraio 2008 concernente la disciplina: del certificato di assicurazione e contrassegno e del modulo di denuncia di sinistro

Regolamento n. 13 del 6 febbraio 2008 concernente la disciplina: del certificato di assicurazione e contrassegno e del modulo di denuncia di sinistro Regolamento n. 13 del 6 febbraio 2008 concernente la disciplina: del certificato di assicurazione e contrassegno e del modulo di denuncia di sinistro 1 Consolidamento della disciplina Per la maggior parte

Dettagli

Regolamento aziendale

Regolamento aziendale Regolamento aziendale Premessa Scopo di tale regolamento è la definizione dei criteri secondo i quali Cooperativa Sociale Società Dolce intende trattare il riconoscimento delle spese connesse all utilizzo

Dettagli

Premesso. Ritenuta. Visti

Premesso. Ritenuta. Visti PROTOCOLLO D INTESA tra LA SEDE I.N.P.S DI TRAPANI e L Ordine dei Consulenti del Lavoro il sindacato ANCL L Ordine dei commercialisti ed esperti contabili di Trapani e Marsala In data presso la Direzione

Dettagli

Il car pooling. Il car pooling consiste nell'utilizzare una sola autovettura, con più persone a bordo, per compiere un medesimo tragitto.

Il car pooling. Il car pooling consiste nell'utilizzare una sola autovettura, con più persone a bordo, per compiere un medesimo tragitto. Studio di fattibilità di un sistema di car-pooling per le aziende della Valsassina Federico Lia Consorzio Poliedra Politecnico di Milano Barzio 25 Maggio 2011 Il car pooling Il car pooling consiste nell'utilizzare

Dettagli

Promemoria relativo alle notifiche di licenziamenti collettivi o cessazione dell attività per motivi economici

Promemoria relativo alle notifiche di licenziamenti collettivi o cessazione dell attività per motivi economici telefono fax e-mail Ufficio giuridico Residenza governativa Piazza Governo 6501 Bellinzona 091 814 31 03 091 814 44 96 dfe-ug@ti.ch Repubblica e Cantone Ticino Dipartimento delle finanze e dell'economia

Dettagli

PROGRAMMA ICO INTERVENTI COORDINATI PER L OCCUPAZIONE. Avviso pubblico per le imprese nei settori Agroalimentare, ICT e Nautico

PROGRAMMA ICO INTERVENTI COORDINATI PER L OCCUPAZIONE. Avviso pubblico per le imprese nei settori Agroalimentare, ICT e Nautico PROGRAMMA ICO INTERVENTI COORDINATI PER L OCCUPAZIONE Avviso pubblico per le imprese nei settori Agroalimentare, ICT e Nautico PROGRAMMA ICO INTERVENTI COORDINATI PER L OCCUPAZIONE AVVISO PUBBLICO PER

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELL ALBO PRETORIO ON-LINE

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELL ALBO PRETORIO ON-LINE REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELL ALBO PRETORIO ON-LINE Foglio notizie: APPROVATO con deliberazione di Giunta Comunale n. 32 del 10.02.2011 MODIFICATO PUBBLICATO All Albo Pretorio per 15 giorni:

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI BICICLETTE PUBBLICHE NEL COMUNE DI FERRARA

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI BICICLETTE PUBBLICHE NEL COMUNE DI FERRARA REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI BICICLETTE PUBBLICHE NEL COMUNE DI FERRARA Approvato con delibera del Consiglio Comunale del 10/07/2006 n. 15/41098 1 INDICE ART. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO 3 ART.

Dettagli

REGIONE VENETO AZIENDA ULSS N. 16 PADOVA

REGIONE VENETO AZIENDA ULSS N. 16 PADOVA REGIONE VENETO AZIENDA ULSS N. 16 PADOVA Servizio di prenotazione telefonica (call center) delle prestazioni specialistiche ambulatoriali erogate dalle strutture pubbliche e private accreditate dell'ulss

Dettagli

IL RISARCIMENTO DIRETTO IN BREVE

IL RISARCIMENTO DIRETTO IN BREVE IL RISARCIMENTO DIRETTO IN BREVE CHE COSA È IL RISARCIMENTO DIRETTO Il risarcimento diretto è la nuova procedura di rimborso assicurativo che dal 1 febbraio 2007 in caso di incidente stradale consente

Dettagli

Buono d ordine online

Buono d ordine online Con l autunno cadono i costi: 20% di sconto sui servizi di recruiting! Offerta valida fino al 30 novembre 2013 BUONO D ORDINE Denominazione o Ragione Sociale: Responsabile per l acquisto: Cognome: Nome:

Dettagli

Mandati Programma nazionale di prevenzione e lotta alla povertà 2014 2018

Mandati Programma nazionale di prevenzione e lotta alla povertà 2014 2018 Sostegno alla prima infanzia P01.1 Sostegno alla prima infanzia Offerte e canali informativi Le offerte e i canali informativi in Svizzera sui temi gravidanza, parto, prima infanzia, sanità ed educazione

Dettagli

PROGETTO I.MO.S.M.I.D. LIFE+ 2009

PROGETTO I.MO.S.M.I.D. LIFE+ 2009 PROGETTO I.MO.S.M.I.D. LIFE+ 2009 GREEN CITY ENERGY on the see Genova, 29 Novembre 2012 Un progetto europeo di successo per la mobilità sostenibilenei distretti industriali Luca Buzzoni - Regione Emilia-Romagna

Dettagli

COMUNE DI ACCETTURA Provincia di Matera

COMUNE DI ACCETTURA Provincia di Matera COMUNE DI ACCETTURA Provincia di Matera REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEGLI AUTOMEZZI COMUNALI (Approvato con delibera di C.C. n.34 del 37/11/2009 ) ARTICOLO 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO 1. Il presente Regolamento

Dettagli

Attraversare la dogana svizzera con un veicolo

Attraversare la dogana svizzera con un veicolo Inverno 2014/2015 www.ezv.admin.ch Info dogana Traffico turistico Attraversare la dogana svizzera con un veicolo Info dogana Importazione di auto da parte di privati residenti in Svizzera Info dogana Importazione

Dettagli

PLE: Piattaforme di Lavoro mobili Elevabili (ai sensi de ll Acco rdo Stato -Re gioni n. 53 de l 22 fe bbraio 2012)

PLE: Piattaforme di Lavoro mobili Elevabili (ai sensi de ll Acco rdo Stato -Re gioni n. 53 de l 22 fe bbraio 2012) Ente Accreditato dalla Regione Veneto per la Formazione Continua e la Formazione Superiore Formazione PLE: Piattaforme di Lavoro mobili Elevabili (ai sensi de ll Acco rdo Stato -Re gioni n. 53 de l 22

Dettagli

COMUNE DI GENOVA DIREZIONE MOBILITÀ

COMUNE DI GENOVA DIREZIONE MOBILITÀ COMUNE DI GENOVA DIREZIONE MOBILITÀ AFFIDAMENTO DIRETTO IN HOUSE A GENOVA PARCHEGGI SPA DEI SERVIZI DI GESTIONE DELLA SOSTA SU SUOLO PUBBLICO, CAR SHARING, BIKE SHARING ED ATTIVITA CORRELATE SUL TERRITORIO

Dettagli

pagamento di 7 euro per il ritiro della chiave codificata che rimane di proprità del richiedente.

pagamento di 7 euro per il ritiro della chiave codificata che rimane di proprità del richiedente. Il servizio C entro in bici è finalizzato alla valorizzazione del centro della Città di Conegliano ed a favorire l uso della bicicletta in sostituzione dell automobile allo scopo di ridurre l inquinamento

Dettagli

# $ % & '& ( ) * ' ( + &,. ' & & /& 0 1 ' & 5 6-1 ' 6 7 5 ' & & * * %++)%#(!$%"' #, )-(+. % ' &

# $ % & '& ( ) * ' ( + &,. ' & & /& 0 1 ' & 5 6-1 ' 6 7 5 ' & & * * %++)%#(!$%' #, )-(+. % ' & COMUNE DI ORBETELLO Provincia di Grosseto!" # $ % ( ) * ( +!" #!$% (, -*,. / 0 1 2 *! ($ ) ( ( $ 2. 3 * # * 4 %# 5 6-1 6 7 5 * * %++)%#(!$%" #, )-(+. %, ( * 7 8. 4 4 9 8. / / " *6 6 4 ) : ; < 5 2= 6 +

Dettagli

4.06 Stato al 1 gennaio 2013

4.06 Stato al 1 gennaio 2013 4.06 Stato al 1 gennaio 2013 Procedura nell AI Comunicazione 1 Le persone che chiedono l intervento dell AI nell ambito del rilevamento tempestivo possono inoltrare una comunicazione all ufficio AI del

Dettagli

Comune di Nogarole Vicentino (Provincia di Vicenza) SETTORE 1 Amministrativo Economico-finanziario

Comune di Nogarole Vicentino (Provincia di Vicenza) SETTORE 1 Amministrativo Economico-finanziario Comune di Nogarole Vicentino (Provincia di Vicenza) SETTORE 1 Amministrativo Economico-finanziario Programma triennale per la trasparenza e l integrità 2015 2017 1 1 Approvato con deliberazione della Giunta

Dettagli

Concrete alternative all auto? Incoraggiare mezzi pubblici e bici!!

Concrete alternative all auto? Incoraggiare mezzi pubblici e bici!! Concrete alternative all auto? Incoraggiare mezzi pubblici e bici!! Una fermata Audimob, di approfondimento su incentivi e investimenti pubblici per politiche di sostegno finalizzate a trovare soluzioni

Dettagli

Bando Oscar della Salute 2011 Premio Nazionale Rete Città Sane OMS MODULO PRESENTAZIONE PROGETTO

Bando Oscar della Salute 2011 Premio Nazionale Rete Città Sane OMS MODULO PRESENTAZIONE PROGETTO Bando Oscar della Salute 2011 Premio Nazionale Rete Città Sane OMS MODULO PRESENTAZIONE PROGETTO Titolo del Ente proponente VADO A SCUOLA CON GLI AMICI Comune di Padova Settore Ambiente - Informambiente

Dettagli

Circolare N.124 del 21 settembre. Banca dati per l occupazione dei giovani genitori. Via agli incentivi per le imprese che assumono

Circolare N.124 del 21 settembre. Banca dati per l occupazione dei giovani genitori. Via agli incentivi per le imprese che assumono Circolare N.124 del 21 settembre Banca dati per l occupazione dei giovani genitori. Via agli incentivi per le imprese che assumono Banca dati per l occupazione dei giovani genitori: via agli incentivi

Dettagli

LINEE GUIDA SCHEDE PRELIMINARI

LINEE GUIDA SCHEDE PRELIMINARI LINEE GUIDA SCHEDE PRELIMINARI Autorità Regionale per la Garanzia e la Promozione della Partecipazione (APP) c/o Consiglio Regionale della Toscana Via Cavour n. 18-50129 Firenze Le domande devono essere

Dettagli

Mobilità urbana e sharing mobility Indagine a cura di Cittadinanzattiva

Mobilità urbana e sharing mobility Indagine a cura di Cittadinanzattiva Mobilità urbana e sharing mobility Indagine a cura di Cittadinanzattiva Premessa Entro il 2050, la percentuale di cittadini europei residenti nelle aree urbane arriverà all 82%. La migrazione dalle città

Dettagli

Comune di San Pellegrino Terme. PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA e L INTEGRITA 2014-2016

Comune di San Pellegrino Terme. PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA e L INTEGRITA 2014-2016 Comune di San Pellegrino Terme PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA e L INTEGRITA 2014-2016 Approvato con deliberazione della Giunta Comunale n. 3,03 del 31 gennaio 2014 SOMMARIO INTRODUZIONE - ORGANIZZAZIONE

Dettagli

LO STUDENTE RICERCATORE Progetto di integrazione tra ricerca e scuola Anno 2014

LO STUDENTE RICERCATORE Progetto di integrazione tra ricerca e scuola Anno 2014 Fondazione Istituto FIRC di Oncologia Molecolare LO STUDENTE RICERCATORE Progetto di integrazione tra ricerca e scuola Anno 2014 BANDO DI PARTECIPAZIONE Il progetto Lo Studente Ricercatore Anno 2014 è

Dettagli

ACCESS Questionario titolari d azienda

ACCESS Questionario titolari d azienda ACCESS Questionario titolari d azienda ACCESS è un progetto finanziato dalla Comunità Europea nell ambito del Programma Spazio Alpino e ha come obiettivo primario il miglioramento della competitività e

Dettagli

L ISVAP (Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni Private e di Interesse Collettivo)

L ISVAP (Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni Private e di Interesse Collettivo) REGOLAMENTO N. 34 DEL 19 MARZO 2010 REGOLAMENTO RECANTE DISPOSIZIONI IN MATERIA DI PROMOZIONE E COLLOCAMENTO A DISTANZA DI CONTRATTI DI ASSICURAZIONE DI CUI AGLI ARTICOLI 183 E 191, COMMA 1, LETTERE A)

Dettagli

Che cos è ottimizzazione della dispensazione dei farmaci consegna a domicilio. gestione centralizzata dei dati e dei flussi degli stessi.

Che cos è ottimizzazione della dispensazione dei farmaci consegna a domicilio. gestione centralizzata dei dati e dei flussi degli stessi. Che cos è E un servizio innovativo che introduce, per la prima volta in Italia, un sistema modulare finalizzato alla ottimizzazione della dispensazione dei farmaci prevedendone finanche la consegna a domicilio.

Dettagli

Scheda informativa: avamprogetto per la procedura di consultazione Strategia Reti elettriche

Scheda informativa: avamprogetto per la procedura di consultazione Strategia Reti elettriche Dipartimento federale dell ambiente, dei trasporti, dell energia e delle comunicazioni (DATEC) Ufficio federale dell energia 28 novembre 2014 Scheda informativa: avamprogetto per la procedura di consultazione

Dettagli

Dichiarazione congiunta concernente il miglioramento della sicurezza stradale in particolare nelle gallerie nella regione alpina (30 novembre 2001)

Dichiarazione congiunta concernente il miglioramento della sicurezza stradale in particolare nelle gallerie nella regione alpina (30 novembre 2001) Pagina 1 Ministri dei trasporti Repubblica federale di Germania Repubblica d Austria Repubblica francese Repubblica italiana Confederazione svizzera Dichiarazione congiunta concernente il miglioramento

Dettagli

Comune di Codognè P r o v i n c i a d i T r e v i s o

Comune di Codognè P r o v i n c i a d i T r e v i s o Comune di Codognè P r o v i n c i a d i T r e v i s o REGOLAMENTO PER IL TRASPORTO DI PERSONE ANZIANE, DISABILI E IN SITUAZIONE DI PARTICOLARE FRAGILITA Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale

Dettagli

Prot. 10278 Santa Lucia di Piave, 13.10.2009

Prot. 10278 Santa Lucia di Piave, 13.10.2009 Prot. 10278 Santa Lucia di Piave, 13.10.2009 BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI PER LA CONVERSIONE A GAS METANO O GPL DEI VEICOLI PRIVATI DEI RESIDENTI NEL COMUNE DI SANTA LUCIA DI PIAVE

Dettagli

Validazione degli apprendimenti acquisiti. Guida per la formazione professionale di base

Validazione degli apprendimenti acquisiti. Guida per la formazione professionale di base 1 Guida per la formazione professionale di base 2 Note editoriali Editore: Ufficio federale della formazione professionale e della tecnologia (UFFT), Berna Version: 1 Langues: d / f / i Data di pubblicazione:

Dettagli

5.1 Introduzione. 5.2 La condivisione

5.1 Introduzione. 5.2 La condivisione 5 Inserimento immobile 5.1 Introduzione L aderente perfettamente in linea con la filosofia di REplat e quindi REpletico all atto dell inserimento di un immobile all interno della piattaforma: ha reso edotto

Dettagli

Procedura di accreditamento Servizi Aggiuntivi CRS

Procedura di accreditamento Servizi Aggiuntivi CRS PROCEDURA DI ACCREDITAMENTO per l iscrizione all Elenco dei Servizi Aggiuntivi CRS 1. Generalità 1.1 Per incarico della Regione Lombardia, Lombardia Informatica S.p.A. cura la realizzazione del Progetto

Dettagli

CAR POOLING SCOLASTICO C3897.01 ANALISI DELLE RISPOSTE AL QUESTIONARIO

CAR POOLING SCOLASTICO C3897.01 ANALISI DELLE RISPOSTE AL QUESTIONARIO CAR POOLING SCOLASTICO ANALISI DELLE RISPOSTE AL QUESTIONARIO 2 3 Sommario Premessa... 4 Obiettivi... 4 Il progetto... 4 Attività di progetto... 4 I risultati... 5 Risultati complessivi... 5 Scuola primaria

Dettagli

Politiche della Qualità Servizio Qualità e Medicina Legale Azienda ULSS 4 Alto Vicentino

Politiche della Qualità Servizio Qualità e Medicina Legale Azienda ULSS 4 Alto Vicentino Politiche della Qualità Servizio Qualità e Medicina Legale Azienda ULSS 4 Alto Vicentino Anno 2014-2015 Un Sistema qualità per l eccellenza socio-sanitaria I piani ed i documenti di governo del sistema

Dettagli

Regolamento della legge sull informazione e sulla trasparenza dello Stato (RLIT)

Regolamento della legge sull informazione e sulla trasparenza dello Stato (RLIT) 1.6.3.1.1 Regolamento della legge sull informazione e sulla trasparenza dello Stato (R (del 5 settembre 2012) IL CONSIGLIO DI STATO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO Scopo e oggetto Campo di applicazione

Dettagli

COMUNE DI CALVELLO. Provincia di Potenza BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI FINALIZZATI ALLA PROMOZIONE DELL E-COMMERCE

COMUNE DI CALVELLO. Provincia di Potenza BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI FINALIZZATI ALLA PROMOZIONE DELL E-COMMERCE COMUNE DI CALVELLO Provincia di Potenza BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI FINALIZZATI ALLA PROMOZIONE DELL E-COMMERCE SCADENZA PRESENTAZIONE DOMANDE 27/02/2016 IL SEGRETARIO COMUNALE QUALE RESPONSABILE

Dettagli

Ufficio di coordinamento della mobilità sostenibile COMO

Ufficio di coordinamento della mobilità sostenibile COMO Ufficio di coordinamento della mobilità sostenibile COMO Ufficio di coordinamento della mobilità sostenibile COMO Bando di concorso Termine di chiusura: 30 aprile 2016 febbraio 2016 Bundesamt für Energie

Dettagli

Quattro sono le principali finalità del progetto:

Quattro sono le principali finalità del progetto: Il progetto Fiat Likes U coinvolgerà otto atenei italiani che, selezionati tra tutti quelli che si dichiareranno interessati all iniziativa, potranno offrire ai loro studenti un opportunità per arricchire

Dettagli

NORME E CONDIZIONI OPZIONE PREMIUM TRUCK

NORME E CONDIZIONI OPZIONE PREMIUM TRUCK NORME E CONDIZIONI OPZIONE PREMIUM TRUCK TELEPASS (di seguito TLP) offre ai propri Clienti che abbiano sottoscritto il contratto TELEPASS collegato ad un contratto VIACARD di conto corrente (di seguito

Dettagli

Comune di Figino Serenza Provincia di Como REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE TRASFERTE E RIMBORSO SPESE VIAGGIO SOSTENUTE DAI DIPENDENTI

Comune di Figino Serenza Provincia di Como REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE TRASFERTE E RIMBORSO SPESE VIAGGIO SOSTENUTE DAI DIPENDENTI Comune di Figino Serenza Provincia di Como REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE TRASFERTE E RIMBORSO SPESE VIAGGIO SOSTENUTE DAI DIPENDENTI IN VIGORE DAL 01.06.2012 INDICE Premessa Art. 1 Oggetto del regolamento

Dettagli

Prot. n. 15633 Treviso, 8 febbraio 2012. Bando di concorso La scuola va in città, a.s. 2011/2012

Prot. n. 15633 Treviso, 8 febbraio 2012. Bando di concorso La scuola va in città, a.s. 2011/2012 Prot. n. 15633 Treviso, 8 febbraio 2012 Bando di concorso La scuola va in città, a.s. 2011/2012 Premessa La Provincia di Treviso, tramite il Laboratorio Territoriale Nodo Provinciale IN.F.E.A., intende

Dettagli

Rete sanitaria piattaforma elettronica per lo scambio di informazioni

Rete sanitaria piattaforma elettronica per lo scambio di informazioni Iniziativa Rete sanitaria Ufficio del Medico cantonale via Dogana 16, CH-6501 Bellinzona Tel. +41 91 814 40 07 - Fax. +41 91 814 44 46 - www.retesan.ch Rete sanitaria piattaforma elettronica per lo scambio

Dettagli