il Gruppo LACTALIS LEADER MONDIALE PER CAPACITÀ PRODUTTIVA E COMPETENZA TECNOLOGICA 1.500mL PRODOTTI LATTIERO-CASEARI LACTALIS LACTALIS

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "il Gruppo LACTALIS LEADER MONDIALE PER CAPACITÀ PRODUTTIVA E COMPETENZA TECNOLOGICA 1.500mL PRODOTTI LATTIERO-CASEARI LACTALIS LACTALIS"

Transcript

1 LACTALIS il Gruppo LACTALIS LEADER MONDIALE PER CAPACITÀ PRODUTTIVA E COMPETENZA TECNOLOGICA PRODUZIONE DEL GRUPPO LACTALIS (dati 2007) 1.500mL 845mT 575mT 600mT 49mT Formaggi Prodotti industriali Carne Prodotti freschi (yogurt, dessert) Latte IL GRUPPO LACTALIS (oggi presente in 134 Paesi del mondo), fondato nel 1933 da Andrè Besnier al quale è stato dedicato un museo del latte e dei suoi derivati (LACTOPÔL) Le fusioni e le integrazioni, avvenute negli ultimi anni nel settore lattiero-caseario, hanno portato alla costituzione del GRUPPO LACTALIS, LEADER MONDIALE PER CAPACITÀ PRODUTTIVA E COMPETENZA TECNOLOGICA, SECONDO GRUPPO LATTIERO- CASEARIO MONDIALE E PRIMO GRUPPO LATTIERO-CASEARIO EUROPEO in grado di fornire sieri di diversi tipi, dolci o acidi, magri o grassati, nonchè una serie di prodotti speciali quali: lattosio, sieroproteine(wpc), latticello. Tutti questi prodotti sono caratterizzati da un invidiabile costanza qualitativa che deriva dalla completa padronanza del trattamento della materia prima, della sua conservazione e della successiva lavorazione. Il siero liquido usato dal Gruppo Lactalis, derivante per oltre il 95% dal latte lavorato da latterie di sua proprietà o convenzionate, viene accuratamente controllato e selezionato all arrivo, immagazzinato e conservato a bassa temperatura, concentrato, cristallizzato ed essiccato secondo un metodo brevettato internazionalmente. I sieri essiccati del Gruppo Lactalis rappresentano una nuova generazione di prodotti perfettamente standardizzati sui più elevati livelli qualitativi, sempre costanti e completamente affidabili nel tempo, spesso appositamente studiati per le specifiche esigenze suggerite dai diversi impieghi prospettati dall industria mangimistica. 8.5 miliardi di litri di latte trasformati per anno 9,5 miliardi di euro come cifra d affari (di cui il 52% all estero) 78 stabilimenti in Francia e 44 all estero dipendenti nel mondo 4,9 miliardi di siero trasformato (dati 2007) 79 LACTALIS

2 RICCHEZZA DI LATTOSIO PROTEINE SOLUBILI AD ALTO VALORE NUTRIZIONALE E SALI MINERALI Il siero è il liquido che si separa dal latte cagliato nella produzione del formaggio e della caseina. Questa frazione è ricca in lattosio, proteine solubili di alto valore nutrizionale e di sali minerali ed inoltre rappresenta all incirca il 75% dell estratto secco non grasso del latte d origine. COMPOSIZIONE MEDIA DI UN LITRO DI LATTE (g/l) Sostanza secca 129 g 1 litro di latte = g Acqua 905 g Minerali 8 g Proteine 35 g Lattosio 50 g Grassi 36g Cloro Sodio Potassio Proteine solubili Caseina 27 g Industrie del siero Produzione caseina Industria saccarifera Produzione formaggi Burro DEFINIZIONE GENERALE Una volta terminato il processo di cagliatura, al siero vengono tolte, grazie ad una scrematrice, tutte quelle particelle, soprattutto grasse, che non sono state precedentemente trattenute dal formaggio e che impedirebbero la buona riuscita dell operazione seguente quella cioè d evaporazione/essiccazione. Il siero, una volta che è stato pre-concentrato dal caseificio, viene introdotto negli evaporatori che eliminano i 3/4 della sua acqua assicurandone inoltre la sua pastorizzazione; a questo punto il siero viene raffreddato in tanks e portato alla temperatura di circa 6 C. Se il siero non è concentrato è invece raffreddato subito dopo la scrematura per evitare l aumento dell acidità. Tutti gli impianti dove viene trattato il siero sono in acciaio inossidabile e vengono puliti e disinfettati quotidianamente. 80

3 TABELLA DI RAFFRONTO PER PRODURRE SERVONO 1 Kg di in polvere 16,5 kg di siero liquido 1 Kg di Lattosio in polvere 22,5 Kg di siero liquido 1 Kg di proteine in polvere al 30-35% 50 Kg di siero liquido 1 Kg di proteine in polvere al 60% 90 Kg di siero liquido 1 Kg di proteine in polvere all 80% 125 Kg di siero liquido 1 Kg di Lattoalbumina in polvere 230 Kg di siero liquido LA PRODUZIONE DEL FORMAGGIO Questa lavorazione consiste nell estrarre dal latte le sue proteine insolubili(caseine) e la maggior parte della sostanza grassa. Per fare ciò si utilizza la via enzimatica(presamica) o la via biochimica(acido lattico). Il tipo di caglio (presamica o lattico) è uno degli elementi fondamentali nelle produzioni dei diversi tipi di formaggio. Azione del caglio marcata (pasta dura) Emmenthal Azione del caglio (pasta semi dura) St Paulin, Cantal Azione mista presamica/lattica (pasta molle) Brie, Camembert Azione lattica (paste erborinate) Roquefort Azione lattica marcata (formaggi freschi) Petits Suisses, Boursin, Carres Frais. E DERIVATI Le diverse caratteristiche dei sieri che risultano da queste produzioni sono influenzate dai differenti tipi di caglio. Sia i formaggi ottenuti da un azione presamica marcata che quelli da un azione mista presamica/lattica danno dei sieri dolci che si caratterizzano per una debole acidità ed un ph elevato, un debole tenore in minerali ed un alta percentuale di lattosio. Le produzioni ottenute da fermentazioni lattiche conducono al contrario a dei sieri molto acidi, con ph bassi un tenore di sali minerali più elevato ed un più basso tenore in lattosio. Da notare che i valori proteici dei diversi sieri non sono influenzati dai diversi tipi di lavorazione. ACIDO NH Non igroscopico ACIDO HF Alta fluidità 20 % GRASSATI DOLCI 40 % sia con strutto che con cocco/palma 50 % GRASSATI ACIDI WPC % 40 % } } sia con strutto che con cocco/palma proteine (35% di proteine) LATTOSIO Zucchero del latte 81

4 ESSICAZIONE DEL Al fine di permettere la conservazione del prodotto ma anche per ridurre i costi di trasporto si è, già dagli anni 50, essiccato il siero liquido in speciali stabilimenti che sono via via aumentati sia per l aumento del numero delle industrie produttrici di formaggi e di caseina sia per il miglioramento delle tecniche di raccolta del siero stesso. Le industrie produttrici di formaggi e caseina effettuano generalmente, per meglio gestire questo prodotto, una prima concentrazione grazie ad evaporatori che operano a bassa temperatura e lo inviano poi alle vere e proprie "industrie d essiccazione" che sono di solito distanti da 100 a 500 km a secondo della regione. Il siero trasportato in cisterne a temperatura controllata subisce al suo arrivo una ulteriore concentrazione seguita da una fase di cristallizzazione del lattosio, processo questo molto importante che influenzerà fortemente il comportamento fisico del prodotto in polvere che si otterrà alla fine del processo. PRINCIPI DELL EVAPORAZIONE SOTTOVUOTO Arrivo del siero 1) Il siero arriva nel riscaldatore ed è riscaldato. In seguito entra in ebollizione tramite il contatto con le condutture scaldate dal vapore 2) L evaporazione avviene sotto vuoto ad almeno 100 centigradi 3) Il siero ed il vapore passano in seguito nel separatore 4) Il siero è estratto dal basso mentre il vapore dall alto 5)È necessario fornire al sistema 1 Kg di vapore per far evaporare 1 Kg di acqua 6) Per economizzare energia il vapore viene riutilizzato più volte dal sistema Riscaldatore Arrivo del vapore Separatore Estrazione dei vapori umidi Estrazione del concentrato Dobbiamo evidenziare che negli impianti moderni la cristallizzazione del lattosio avviene in due fasi. Con questa lavorazione si ottengono dei prodotti non igroscopici. Si distinguono diversi sistemi di essiccazione: essiccazione Hatmaker o Roller: contatto diretto del siero con cilindri riscaldati.polvere di siero non igroscopico ma choc termico importante essiccazione Spray multi-fase: essiccazione spray che avviene interamente su letto fluido. poco igroscopico, riscaldamento moderato e debole alterazione dei principi attivi (proteine, zuccheri ecc.). DIFFERENTI TIPI DI IN POLVERE Oltre che per i sistemi d essiccazione impiegati, i sieri si differenziano l un l altro per la loro diversa composizione analitica che a sua volta dipende dalla tipologia dei diversi prodotti fabbricati in partenza. Si distinguono in particolare: il siero (dolce o acido) derivante dalla produzione di formaggi a pasta molle (tipo Camembert, Brie). Rappresentando questi formaggi circa un terzo della produzione totale francese, molto importanti sono le quantità di siero derivanti dalla loro lavorazione. Le due tappe fondamentali nella produzione di questi sieri possono essere così riassunte: 1 - La formazione d un gel di caseina con cagliata o coagulazione del latte per mezzo di caglio dopo aggiunta di fermenti lattici selezionati. 2 - Disidratazione parziale di questo gel: lo sgocciolamento della cagliata lascia essudare il siero. Se il prodotto finale è siero acido, la sua acidità è dovuta esclusivamente allo sviluppo dei fermenti lattici che restano nel siero. 82

5 Il siero (acido) derivante dalla produzione di formaggi a pasta fresca (tipo Petits Suisses, Boursin, Carrè Frais). In questo caso al latte vengono aggiunti dei fermenti selezionati e poi il caglio. La cagliata, frantumata in blocchetti, viene sottoposta a sgocciolamento lento in modo da favorire la ritenzione del siero e mantenere così molta umidità. La dose di caglio e la temperatura del processo sono inferiori di quelle utilizzate nella produzione dei formaggi a pasta molle poichè: 1 - La coagulazione non avviene che dopo 16 ore. 2 - I fermenti lattici producono una grande quantità di acido lattico (riducendo il lattosio). Il siero derivante da questo processo è quindi molto ricco in acido lattico. Il siero (essenzialmente acido) derivante dalla produzione di caseina. Questo siero deriva dalla produzione di caseina acida alimentare mediante l aggiunta d acido al latte. L acido, che è quello cloridrico di qualità alimentare, porta il latte ad un ph di 4.5 che a sua volta determina la coagulazione della caseina. Il siero che ne deriva è particolarmente fluido (HF-alta fluidità) e assolutamente non igroscopico. ORIGINE DEI DIVERSI Latte ph 6,60 +Fermenti lattici +Caglio PRODUZIONE DI FORMAGGIO A PASTA MOLLE (tipo Camembert, Brie) CAGLIATA FRANTUMATA IN BLOCCHETTI PRODUZIONE DI FORMAGGIO A PASTA FRESCA (Formaggi bianchi tipo Petit Suisse, Carrè Frais) PRODUZIONE DI CASEINA LATTE LATTE ph 6,60 1h-2h DOLCE ph 5,80 FORMAGGIO Lattosio 70% A.L. 1% NaCl 3% FERMENTI LATTICI PER UNA FORTE ACIDIFICAZIONE + LEGGERA AGGIUNTA DI PRESAMICA COAGULAZIONE ph 4,60 Aggiunta di H 2 SO 4 O HCl COAGULAZIONE ph 4,60 acido Sgocciolamento 24h Lattosio 65% A.L. 4-5% ph<5,80 NaCl 3,5 Lattosio 60% A.L % N.B. A.L.=Acido Lattico NaCl 3,5% Sgocciolamento FORMAGGI FRESCHI Lattosio 70% A.L. <1% NaCl 6-7% CASEINA C È UNA FERMENTAZIONE LATTICA C È UNA FERMENTAZIONE LATTICA NON C È UNA FERMENTAZIONE LATTICA 83

6 VANTAGGI NELL UTILIZZO DEL IN POLVERE NELL ALIMENTAZIONE DI VITELLI, SUINETTI E GIOVANI ANIMALI Aumento considerevole dell appetibilità dei mangimi; più veloce e facile svezzamento dei giovani animali; apporto di proteine dall elevatissimo valore biologico (beta-lattoglobuline, alfa-lattoalbumine, siero albumine, immunoglobuline-a, lisozima, lattoperossidasi) e perfettamente digeribili; apporto di un elevata quantità di lattosio, disaccaride ad alto valore energetico e nutrizionale. In particolare: nei suinetti è una fonte di energia ma serve anche da substrato fermentescibile per la microflora nel tratto intestinale durante la fase molto delicata dello svezzamento; nei vitelli invece, i suoi micro costituenti bioattivi, esplicano un azione protettiva della flora intestinale, particolarmente importante nelle prime settimane di vita; migliora la qualità del pellet riducendone gli sprechi; produzione di mangimi più solubili; miglioramento dello stato sanitario dei giovani animali; apporto di elevata quantità di acido lattico che influenza positivamente il ph dello stomaco e del piccolo intestino dei suinetti deprimendo lo sviluppo di batteri patogeni; apporto di minerali altamente biodisponibili (calcio, fosforo, magnesio e potassio) spesso legati a proteine ad alto valore biologico. Il complesso minerali-proteine presenti nel siero, sono rapidamente e più facilmente assorbiti dagli animali ottimizzando il valore della dieta; la presenza nel siero di speciali proteine quali le beta-lattoglobuline e alfalatto-albumine, favorisce l assorbimento rispettivamente di vitamine e minerali; la presenza nelle proteine del siero di preziosi aminoacidi quali lisina, tronina, triptofano e importanti aminoacidi solforati, favorisce le funzioni gastroenteriche e l incremento della massa corporea degli animali; poichè il siero non contiene nessun fattore antinutrizionale è un alimento sicuro che non provoca reazioni allergiche (come invece fanno molti prodotti di origine vegetale). 84

7 SOLAIPA SOLAIPA GLI SPECIALISTI DEL Solaipa (Societè Laitiere du Pays d Auge) situata nel cuore della Normandia, paese del formaggio Camembert, è una Società specializzata nella fabbricazione di siero in polvere destinato all alimentazione animale. Solaipa, nata negli anni 60 dall unione di numerosi produttori di formaggi normanni, è diventata in seguito una filiale della Lactalis, holding mondiale nel settore lattiero-caseario. In effetti il Gruppo Lactalis, la cui attività principale è la produzione di formaggi e prodotti lattiero-caseari di largo consumo (suoi sono i marchi PRESIDENT, BRIDEL, ROQUEFORT, LACTEL, B.A. ecc.), si è da sempre preoccupato dello sviluppo dei sottoprodotti lattiero-caseari ed in particolare del siero. Proprio quest ultimo presenta oggi tutte le caratteristiche nutrizionali ottimali per l alimentazione animale ed in particolare di quella dei vitelli e dei suinetti. Solaipa ha messo a punto in tutti questi anni un sistema che permette di trattare i diversi tipi di siero: dolce, acido. Queste materie prime derivanti dalla produzione di formaggi a pasta molle (Camembert) e a pasta fresca, sono essiccate direttamente o miscelate a sostanze grasse, sia vegetali (olio di cocco) che animali (strutto). L essiccazione combinata (processo d evaporazione ed essiccazione in torre d atomizzazione) permette d ottenere un prodotto in polvere che viene consegnato ai clienti Solaipa sia alla rinfusa e big bags che in sacchi. Solaipa tratta annualmente 800 milioni di litri di siero per produrre tonnellate di prodotti finiti. Solaipa impiega 90 persone distribuite nei vari settori (produzione, manutenzione, controllo qualità, laboratori e servizi amministrativi)per svolgere tutte le sue attività, 24 ore su 24 e 7 giorni su 7. Nell attuale contesto ed in seguito all insieme delle crisi alimentari che hanno colpito la filiera dell alimentazione animale (diossina, bse, afta epizootica), Solaipa ha messo a punto tutti i migliori sistemi per garantire alla propria clientela la qualità dei prodotti finiti e la tracciabilità delle materie prime impiegate. La standardizzazione di tutte queste procedure porterà presto questo stabilimento all ottenimento della Certificazione ISO COMPOSIZIONE AMINOACIDA DEL -POLVERE Aminoacidi g/100 g proteine Lisina 7,6 Metionina 1,5 Cisteina 1,9 Tronina 5,4 Triptofano 1,5 Acido glutamico 15,5 Leucina 8,9 Isoleucina 5,1 Valina 4,9 Arginina 2,4 Fenilalanina 3,3 Istidina 1,8 Tirosina 2,4 Alanina 4,3 Acido aspartico 9,1 Glicina 2,0 Prolina 5,5 Serina 4,4 SOLAIPA PRODUCE ACIDI E DOLCI SIA GRAS- SATI CHE NON ED IN PARTICOLARE: ACIDO NH Non igroscopico e ricco di acido lattico GRASSATI DOLCI (20,40,50%) sia con strutto che con cocco palma GRASSATI ACIDI (20,40 %) sia con strutto che con cocco palma 85

8 LATTE COME SONO OTTENUTI I PRODOTTI CASEARI LATTE SCREMATO PANNA LATTE STANDARDIZZATO CONCENTRAZIONE COAGULAZIONE MATURAZIONE MATURAZIONE BURRIFICAZIONE PASTORIZZAZIONE CONCENTRAZIONE COAGULAZIONE SGOCCIOLATURA ACIDA PRESAMICA STERILIZZAZIONE COAGULAZIONE LATTE CONCENTRATO MAGRO LATTICELLO LATTE GRASSO CONCENTRATO ESSICAZIONE CASEINA ACIDA ESSICAZIONE CASEINA PRESAMICA PANNA FRESCA BURRO ESSICAZIONE LATTE PASTORIZZATO LATTE STERILIZZATO ESSICAZIONE YOGURT FORMAGGIO ESSICAZIONE LATTE MAGRO IN POLVERE IN POLVERE POLVERE DI LATTICELLO LATTE GRASSO IN POLVERE IN POLVERE LATTOSIO E PROTEINE CONTENUTI IN DIFFERENTI TIPI DI % Proteine 0 Lattosio permeato in polvere delattosato proteinico concentrato1 proteinico concentrato 2 proteinico isolato Lattosio 86

9 DOLCE Acqua ( g/l) PROPRIETÀ NUTRIZIONALI DEL DI LATTE Solidi totali (57/62 g/l) CARBOIDRATI (g/l) Lattosio (47) GRASSI DEL LATTE (g/l) Trigliceridi (0,25) Digliceridi (0,05) Acidi grassi liberi (0,05) Fosfolipidi (0,15) MINERALI (g/l) Calcio (0,6) Magnesio (0,1) Fosforo (0,7) Potassio (1,5) Cloro (1,1) Sodio (0,5) PROTEINE (g/l) ß-Lactoglobulin a(3.0) - Lactoalbumina(1,2) albumina (0,4) Immunoglobulina-G (0,7) Proteosi peptone (0,6) Altre proteine (0,3) NPM (mg/l) Urea (80) Aminoacidi liberi (25) Colina (15) Acido orotico (12) VITAMINE (mg/l) Vitamina B5 (4,0) Vitamina B2 (1,5) Vitamina C (1,5) Vitamina B6 (0,5) ELEMENTI TRACCE (mg/l) Zinco (1,5) Ferro (0,6) Iodio (0,5) Rame (0,2) ALTRE PROTEINE (mg/l) Immunoglobulina-A (50) Lactoferrina (45) Lactoperoxidase (25) Lysozyem (2) PRINCIPALI PRODOTTI IN POLVERE OTTENUTI DALLA LAVORAZIONE DEL LIQUIDO Oggigiorno il siero liquido può subire molteplici e sofisticati trattamenti altamente tecnologici che possono dare origine a prodotti dalle caratteristiche e differenti proprietà funzionali ed organolettiche. Queste moderne tecnologie permettone di preservare gli importanti nutrienti contenuti nel siero durante i processi di essicazione. Questi nutrienti restano perciò disponibili per gli animali, rendendo il siero un alimento ideale se inserito nelle diete di vitelli, suinetti, agnelli, capretti e tutti i giovani animali. (EWPA: European WHey Products Association Bruxelles - Belgio ) LIQUIDO Processi FILTRAZIONE A MEMBRANA CRISTALLIZZAZIONE DEMINERALIZZAZIONE ESSICAZIONE ESSICAZIONE ESSICAZIONE ESSICAZIONE Prodotti IN POLVERE PROTEINE CONCENTRATE PERMEATO LATTOSIO DELATTOSATO MINERALI DEMINERALIZZATO 87

10 ACIDO NH NON IGROSCOPICO NATURA DEL PRODOTTO Nel settore degli alimenti per suinetti, Solaipa produce il siero acido NH (non igroscopico), il cui alto tenore in acido lattico (vedi tabella qui sotto) lo rende particolarmente interessante per il nutrizionista. La sua acidità completamente naturale, che è ottenuta unicamente per fermentazione lattica del lattosio. Il siero acido NH se impiegato normalmente alle dosi del 10-20% in base all età dei suinetti: abbassa il ph del mangime per suinetti ed esplica un importante ruolo batteriostatico; migliora notevolmente l appetibilità (gusto acidulo/dolce) molto gradito ai giovani animali; allunga la sua shelf-life; migliora visibilmente anche la qualità dei pellets abbassando la polverosità del mangime; diminuisce gli sprechi. ANALISI* DOLCI ED ACIDI acido HF acido da acido da dolce (da Caseina) formaggio formaggio ACIDO NH a pasta molle a pasta fresca SOLAIPA** (Camembert e Brie) (Petits Suisse, Carre Frais) H 2 O 4,5% 4,5% 4,5% 4,5% 4,5% PROTEINE 9-11% 11,12% 7-9% 7-10% 11-12% LATTOSIO 69-70% 65% 60% 60% 70% MINERALI 10-11% 11-12% 11-12% 11-12% 9,0% CALCIO 1,10% 1,60% 1,80% 1,70% 1,80% POTASSIO 2,25% 2,20% 2,35% 2,50% 1,20% SODIO 0,75% 0,80% 0,80% 0,80% 0,75% CLORURI (NaCl) 6% 3,5% 3,5% 3,5% 3,0% ACIDO LATTICO 1% 5% 10% 8-10% 1% ph 4, ,2 4,5 4,6-5% 5,8-6,2 * Analisi = valori medi ** acido NH = acido da formaggio a pasta molle + acido di formaggio a pasta fresca 88

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Le necessità del nostro corpo Cibo e bevande sono i mezzi con cui il nostro organismo si procura le sostanze di cui ha bisogno per le sue attività vitali.

Dettagli

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele ERVIZIO ANITARIO REGIONALE A Azienda ervizi anitari N 1 triestina la vien... alute angiando M Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele Dipartimento

Dettagli

Etichettatura degli alimenti

Etichettatura degli alimenti Ministero della Salute Direzione generale per l igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione Etichettatura degli alimenti Cosa dobbiamo sapere La scelta di alimenti e bevande condiziona la nostra

Dettagli

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo 3 IN ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo sezione 1 L ALIMENTAZIONE Latte e coccole... Il latte materno costituisce l alimento più adatto ai bisogni del neonato e non solo dal punto di vista nutrizionale:

Dettagli

CONSORZIO PER LA TUTELA DEL FORMAGGIO ASIAGO VICENZA. DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DOP ASIAGO (D.M.03/08/2006 Gazzetta.Ufficiale n.

CONSORZIO PER LA TUTELA DEL FORMAGGIO ASIAGO VICENZA. DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DOP ASIAGO (D.M.03/08/2006 Gazzetta.Ufficiale n. CONSORZIO PER LA TUTELA DEL FORMAGGIO ASIAGO VICENZA DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DOP ASIAGO (D.M.03/08/2006 Gazzetta.Ufficiale n. 190 del 17/08/06) Art. 1 Denominazione La denominazione di origine protetta

Dettagli

Nel moderno allevamento intensivo di specie ittiche, nutrizione e salute del pesce allevato sono due fattori intimamente connessi, da un lato devono

Nel moderno allevamento intensivo di specie ittiche, nutrizione e salute del pesce allevato sono due fattori intimamente connessi, da un lato devono Nel moderno allevamento intensivo di specie ittiche, nutrizione e salute del pesce allevato sono due fattori intimamente connessi, da un lato devono essere soddisfatti i fabbisogni di nutrienti necessari

Dettagli

Il progetto: descrizione delle attività sperimentali e approccio metodologico

Il progetto: descrizione delle attività sperimentali e approccio metodologico Il progetto: descrizione delle attività sperimentali e approccio metodologico Elena Bortolazzo, CRPA Incontro tecnico: Vitamina B12 nei sottoprodotti della lavorazione del Parmigiano Reggiano: siero e

Dettagli

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L atleta moderno ha bisogno di un maggior numero di adattamenti metabolici all esercizio fisico.

Dettagli

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AGRICOLTURA BIOLOGICA LA FILIERA (dal campo alla tavola) AL MERCATO L ETICHETTA PRODOTTI A KM ZERO MERCATI CONTADINI, VENDITA DIRETTA, GAS ALLA TAVOLA LA PIRAMIDE ALIMENTARE

Dettagli

Introduzione. Alessandro Centi

Introduzione. Alessandro Centi Introduzione La PEDIATRICA SPECIALIST nasce nel 2012 e si avvale dell esperienza e del know-how formulativo di Pediatrica, consolidata azienda del settore parafarmaceutico da sempre orientata ai bisogni

Dettagli

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. Bevi ogni giorno acqua in abbondanza Nell organismo umano l acqua rappresenta un costituente essenziale per il mantenimento della vita, ed è anche quello presente

Dettagli

Cos'è esattamente la gelatina

Cos'è esattamente la gelatina Cos'è esattamente la gelatina LA GELATINA È PURA E NATURALE La gelatina attualmente in commercio viene prodotta in moderni stabilimenti operanti in conformità ai più rigorosi standard di igiene e sicurezza.

Dettagli

Disciplinare di produzione del Formaggio Castelmagno Denominazione di Origine Protetta (DOP)

Disciplinare di produzione del Formaggio Castelmagno Denominazione di Origine Protetta (DOP) Disciplinare di produzione del Formaggio Castelmagno Denominazione di Origine Protetta (DOP) Art. 1 La Denominazione di Origine Protetta Castelmagno è riservata esclusivamente al formaggio che risponde

Dettagli

MAN- GIAR BENE. Mantenere il corpo in buona

MAN- GIAR BENE. Mantenere il corpo in buona MAN- GIAR BENE vivere sani 3 Mantenere il corpo in buona salute ha la sua base in una corretta alimentazione. Essa si basa sull apporto equilibrato di acqua, carboidrati (zuccheri e amidi), proteine, grassi

Dettagli

La Temperatura degli Alimenti

La Temperatura degli Alimenti La Temperatura degli Alimenti L'ATP è la regolamentazione per i trasporti frigoriferi refrigerati a temperatura controllata di alimenti deperibili destinati all'alimentazione umana. A.T.P. = Accord Transport

Dettagli

Disciplinare di Produzione della DOP Pecorino Romano

Disciplinare di Produzione della DOP Pecorino Romano Disciplinare di Produzione della DOP Pecorino Romano Art. 1 La zona di provenienza del latte destinato alla trasformazione del formaggio Pecorino Romano comprende l intero territorio delle regioni della

Dettagli

Manuale informativo sull H.A.C.C.P.

Manuale informativo sull H.A.C.C.P. Manuale informativo sull H.A.C.C.P. per il controllo dell igiene degli alimenti (con particolare riferimento al controllo della temperatura) Manuale redatto dalla GIORGIO BORMAC S.r.l. Le informazioni

Dettagli

L ALIMENTAZIONE DI CAGNE E GATTE DURANTE GRAVIDANZA E LATTAZIONE

L ALIMENTAZIONE DI CAGNE E GATTE DURANTE GRAVIDANZA E LATTAZIONE 1 L ALIMENTAZIONE DI CAGNE E GATTE DURANTE GRAVIDANZA E LATTAZIONE Le femmine devono essere in peso forma al momento dell accoppiamento Se la femmina è fortemente sottopeso aumentano le possibilità di:

Dettagli

Alimentazione Così si può migliorare l efficienza alimentare

Alimentazione Così si può migliorare l efficienza alimentare Ancora dal convegno di Copenaghen. Questo parametro, nell allevamento delle bovine da latte, può crescere. E non solo perfezionando il razionamento. Ma anche intervenendo su diversi altri fattori, come

Dettagli

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?»

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?» 1 a STRATEGIA EVITARE LA CONTAMINAZIONE conoscere «DOVE SI TROVANO I BATTERI?» I batteri si trovano ovunque nell ambiente (aria, acqua, suolo ed esseri viventi): Sono presenti sulle materie prime, ad es.

Dettagli

Salute intestinale in avicoltura Il mondo interiore

Salute intestinale in avicoltura Il mondo interiore Agosto 2013 Salute intestinale in avicoltura Il mondo interiore Dr. Richard A. Bailey, Poultry Health Scientist Sommario Introduzione Flora Intestinale Mantenere in equilibrio la salute intestinale Conclusioni

Dettagli

QUALITÀ E TRATTAMENTO DELL ACQUA DEL CIRCUITO CHIUSO

QUALITÀ E TRATTAMENTO DELL ACQUA DEL CIRCUITO CHIUSO QUALITÀ E TRATTAMENTO DELL ACQUA DEL CIRCUITO CHIUSO (PARTE 1) FOCUS TECNICO Gli impianti di riscaldamento sono spesso soggetti a inconvenienti quali depositi e incrostazioni, perdita di efficienza nello

Dettagli

La corretta alimentazione

La corretta alimentazione La corretta alimentazione www.salute.gov.it 2 Tutta la comunità scientifica è d accordo sul fatto che esista uno stretto legame tra una corretta alimentazione e una vita in buona salute. Per mantenersi

Dettagli

ESERCIZI DI CHIMICA. 5. Calcolare le masse in grammi di: a) 0,30 moli di HNO 3 ; b) 2,50 moli di Na 2 SO 4. [19 g di HNO 3 ; 355 g di Na 2 SO 4 ]

ESERCIZI DI CHIMICA. 5. Calcolare le masse in grammi di: a) 0,30 moli di HNO 3 ; b) 2,50 moli di Na 2 SO 4. [19 g di HNO 3 ; 355 g di Na 2 SO 4 ] ESERCIZI DI CHIMICA 1. Calcolare:a) le moli di H 2 O e le moli di atomi d idrogeno ed ossigeno contenuti in 10g di H 2 O; b) il numero di molecole di H 2 O e di atomi di idrogeno e di ossigeno. [0,55 moli;

Dettagli

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 36 1. ZUCCHERI E SAPORE DOLCE Tutti gli zuccheri sono fonti di energia e non

Dettagli

Organizzazione e filiera corta per far crescere il business

Organizzazione e filiera corta per far crescere il business Latte di ottima qualità prodotto, imbottigliato e venduto sempre all interno della stessa filiera. Un esempio felice di come una adeguata nutrizione degli animali, insieme a un oculata gestione della stalla

Dettagli

I PRINCIPI NUTRITIVI SICUREZZA ALIMENTARE PROTEINE LIPIDI GLUCIDI VITAMINE SALI MINERALI DIETA CORRETTA TOSSINFEZIONI ALIMENTARI

I PRINCIPI NUTRITIVI SICUREZZA ALIMENTARE PROTEINE LIPIDI GLUCIDI VITAMINE SALI MINERALI DIETA CORRETTA TOSSINFEZIONI ALIMENTARI I PRINCIPI NUTRITIVI PROTEINE LIPIDI GLUCIDI VITAMINE SALI MINERALI SICUREZZA ALIMENTARE DIETA CORRETTA TOSSINFEZIONI ALIMENTARI ALTRI RISCHI LEGATI AL CONSUMO DI ALIMENTI I PRINCIPI NUTRITIVI I principi

Dettagli

LA CONSERVAZIONE DEGLI ALIMENTI A cura di Marina Mariani

LA CONSERVAZIONE DEGLI ALIMENTI A cura di Marina Mariani LA CONSERVAZIONE DEGLI ALIMENTI A cura di Marina Mariani Gli alimenti lasciati all aria e soprattutto a temperatura ambiente subiscono, presto o tardi, modificazioni delle loro caratteristiche organolettiche:

Dettagli

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute)

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) La ristorazione collettiva ed in particolare quella scolastica è stata individuata come un ambito prioritario di intervento relativamente al Progetto MA.RI.SA.

Dettagli

SOLUZIONI, DILUIZIONI, TITOLAZIONI

SOLUZIONI, DILUIZIONI, TITOLAZIONI SOLUZIONI, DILUIZIONI, TITOLAZIONI 1. Quanti ml di NaOH 1,25 N debbono essere aggiunti ad 1 litro di NaOH 0,63 N per ottenere una soluzione 0,85 N? [550 ml] 2. Quali volumi 0,55 N e 0,098 N debbono essere

Dettagli

Università di Foggia Dipartimento di Scienze Agrarie, degli Alimenti e dell Ambiente

Università di Foggia Dipartimento di Scienze Agrarie, degli Alimenti e dell Ambiente Università di Foggia Dipartimento di Scienze Agrarie, degli Alimenti e dell Ambiente Produzione di formaggio di bufala a pasta semidura: studio della proteolisi Barbara La Gatta, Giusy Rusco, Aldo Di Luccia

Dettagli

Sistema per Acuti. Ci-Ca La via per una sicura anticoagulazione con citrato

Sistema per Acuti. Ci-Ca La via per una sicura anticoagulazione con citrato Sistema per Acuti Ci-Ca La via per una sicura anticoagulazione con citrato La terapia Ci-Ca Citrato Dialisato Ci-Ca Calcio Modulo Ci-Ca Il sistema Ci-Ca con gestione integrata del citrato e calcio: La

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO

LA SALUTE VIEN MANGIANDO LA SALUTE VIEN MANGIANDO PERCHÉ MANGIAMO? Il nostro organismo per sopravvivere e stare in buona salute, per crescere, per svolgere attività fisica, per riparare le parti del corpo danneggiate e sostituire

Dettagli

DEFINIZIONE DELLE SPECIFICHE TECNICHE DI SVILUPPO DELL ATTREZZATURA PROTOTIPO PER LA CONCENTRAZIONE DI BIOMASSA MICROBICA DA ESTRATTO DI CASTAGNA

DEFINIZIONE DELLE SPECIFICHE TECNICHE DI SVILUPPO DELL ATTREZZATURA PROTOTIPO PER LA CONCENTRAZIONE DI BIOMASSA MICROBICA DA ESTRATTO DI CASTAGNA DEFINIZIONE DELLE SPECIFICHE TECNICHE DI SVILUPPO DELL ATTREZZATURA PROTOTIPO PER LA CONCENTRAZIONE DI BIOMASSA MICROBICA DA ESTRATTO DI CASTAGNA Premesso che nell ambito del progetto Castagna di Montella:

Dettagli

ggi sempre più persone danno molta importanza al peso e all'aspetto fisico.

ggi sempre più persone danno molta importanza al peso e all'aspetto fisico. ggi sempre più persone danno molta importanza al peso e all'aspetto fisico. O Infatti, viviamo in una società che sta attraversando una vera e propria rivoluzione nel mondo della salute. Ma nonostante

Dettagli

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NELL A PRIM A INFANZIA

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NELL A PRIM A INFANZIA IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NELL A PRIM A INFANZIA ALIMENTAZIONE ANTICANCRO L alimentazione è un bisogno essenziale dell uomo: per funzionare, un individuo deve introdurre una certa quantità

Dettagli

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua.

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua. La DIGESTIONE Perché è necessario nutrirsi? Il corpo umano consuma energia per muoversi, pensare, mantenere la temperatura costante, ma anche solo per riposarsi. Il consumo minimo di energia è detto metabolismo

Dettagli

TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI

TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI PRANZO PRIMA SETTIMANA LUNEDI': MARTEDI': MERCOLEDI': GIOVEDI': VENERDI': PASTA AL

Dettagli

COMPITO DI CHIMICA DEL 19-04-2013

COMPITO DI CHIMICA DEL 19-04-2013 COMPITO DI CHIMICA DEL 19-04-2013 1) Una certa quantità di solfato di ferro (II), sciolta in una soluzione acquosa di acido solforico, viene trattata con 1.0 10-3 mol di permanganato di potassio. Si ottengono

Dettagli

DISCIPLINARE DI PRODUZIONE SALVA CREMASCO. Art. 1 Denominazione

DISCIPLINARE DI PRODUZIONE SALVA CREMASCO. Art. 1 Denominazione DISCIPLINARE DI PRODUZIONE SALVA CREMASCO Art. 1 Denominazione La Denominazione di Origine Protetta ( DOP ) SALVA CREMASCO è riservata esclusivamente al formaggio che risponde alle condizioni ed ai requisiti

Dettagli

Samuele Di Rita - Classe 2 B sa - 16/03/2015 - Gruppo 5: Di Rita, Dal Maso

Samuele Di Rita - Classe 2 B sa - 16/03/2015 - Gruppo 5: Di Rita, Dal Maso Samuele Di Rita - Classe 2 B sa - 16/03/2015 - Gruppo 5: Di Rita, Dal Maso SAGGI ANALITICI SU ALIMENTI CONTENENTI CARBOIDRATI OBIETTIVI Fase 1: Dimostrare, mediante l uso del distillato di Fehling, se

Dettagli

L EQUILIBRIO CHIMICO

L EQUILIBRIO CHIMICO EQUIIBRIO CHIMICO Molte reazioni chimiche possono avvenire in entrambe i sensi: reagenti e prodotti possono cioè scambiarsi fra di loro; le reazioni di questo tipo vengono qualificate come reazioni reversibili.

Dettagli

Guida alla perfetta copertura di cioccolato al latte

Guida alla perfetta copertura di cioccolato al latte Guida alla perfetta copertura di cioccolato al latte Egregio Collega, Qual è la migliore copertura di cioccolato al latte? Quali sono le sue potenzialità? oppure Che sapore assume quando utilizzato in

Dettagli

Caciocavallo Silano DOP Studio di mercato

Caciocavallo Silano DOP Studio di mercato Caciocavallo Silano DOP Studio di mercato Edizione 2010 con il supporto tecnico-scientifico di Caciocavallo Silano DOP Studio di mercato Il presente studio sul mercato del caciocavallo silano DOP è stato

Dettagli

DIFFERENZE TRA SPIRULINA E KLAMATH

DIFFERENZE TRA SPIRULINA E KLAMATH DIFFERENZE TRA SPIRULINA E KLAMATH La Klamath è da preferire ad altre verdi-azzurre per la sua ricchezza di nutrienti completamente naturali e perfettamente bilanciati. Inoltre svolge un'azione stimolante

Dettagli

Cosa sono le vitamine?

Cosa sono le vitamine? Cosa sono le vitamine? Le vitamine sono sostanze di natura organica indispensabili per la vita e per l accrescimento. Queste molecole non forniscono energia all organismo umano ma sono indispensabili in

Dettagli

Industria dei prodotti lattiero caseari Le soluzioni inox

Industria dei prodotti lattiero caseari Le soluzioni inox Industria dei prodotti lattiero caseari Le soluzioni inox Che acciaio scegliere per ogni applicazione? Materiale Mercato finale Pezzi in inox Temperatura ( C) Serbatoio con agitatore Tutti i prodotti caseari

Dettagli

ALPHA ORIENT DECORATIVI FINITURA DECORATIVA PER INTERNI CHE CONFERISCE L ASPETTO E IL TATTO DELLA SETA.

ALPHA ORIENT DECORATIVI FINITURA DECORATIVA PER INTERNI CHE CONFERISCE L ASPETTO E IL TATTO DELLA SETA. ALPHA ORIENT DECORATIVI FINITURA DECORATIVA PER INTERNI CHE CONFERISCE L ASPETTO E IL TATTO DELLA SETA. ALPHA ORIENT ALPHA ORIENT Il colore è ovunque, basta saperlo cercare. Finitura altamente decorativa

Dettagli

19 VOCI PER UNA CORRETTA ALIMENTAZIONE ED UN ADEGUATO ESERCIZIO FISICO. a cura di Stefania Agrigento prefazione di Eugenio Del Toma

19 VOCI PER UNA CORRETTA ALIMENTAZIONE ED UN ADEGUATO ESERCIZIO FISICO. a cura di Stefania Agrigento prefazione di Eugenio Del Toma 19 VOCI PER UNA CORRETTA ALIMENTAZIONE ED UN ADEGUATO ESERCIZIO FISICO a cura di Stefania Agrigento prefazione di Eugenio Del Toma ISBN 978-88-96646-46-5 2015 - Clio S.p.A., Lecce www.clioedu.it Proprietà

Dettagli

TECNICHE DI BASE PER LA SEPARAZIONE DEI COMPONENTI DI UNA MISCELA

TECNICHE DI BASE PER LA SEPARAZIONE DEI COMPONENTI DI UNA MISCELA TECNICHE DI BASE PER LA SEPARAZIONE DEI COMPONENTI DI UNA MISCELA CENTRIFUGAZIONE La centrifugazione è un processo che permette di separare una fase solida immiscibile da una fase liquida o due liquidi

Dettagli

SCALA DEI PESI ATOMICI RELATIVI E MEDI

SCALA DEI PESI ATOMICI RELATIVI E MEDI SCALA DEI PESI ATOMICI RELATIVI E MEDI La massa dei singoli atomi ha un ordine di grandezza compreso tra 10-22 e 10-24 g. Per evitare di utilizzare numeri così piccoli, essa è espressa relativamente a

Dettagli

I legami. 1) Rappresenta la struttura della molecola di idrogeno (numero atomico ZH = 1):

I legami. 1) Rappresenta la struttura della molecola di idrogeno (numero atomico ZH = 1): Percorso 3 I legami E S E R C I Z I A Legame covalente omeopolare 1) Rappresenta la struttura della molecola di idrogeno (numero atomico ZH = 1): 2) Rappresenta la struttura della molecola di ossigeno

Dettagli

I prodotti lattiero-caseari di origine ovina e caprina: esempio di valutazione rischio-beneficio

I prodotti lattiero-caseari di origine ovina e caprina: esempio di valutazione rischio-beneficio I prodotti lattiero-caseari di origine ovina e caprina: esempio di valutazione rischio-beneficio Cinzia La Rocca Dip. Sanità Pubblica Veterinaria e Sicurezza Alimentare Reparto di Tossicologia Alimentare

Dettagli

La natura restituisce...cio che il tempo sottrae

La natura restituisce...cio che il tempo sottrae Benessere olistico del viso 100% natura sulla pelle 100% trattamento olistico 100% benessere del viso La natura restituisce......cio che il tempo sottrae BiO-REVITAL il Benessere Olistico del Viso La Natura

Dettagli

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo La dieta, il microbiota intestinale e la salute digestiva sono intrecciati fra loro. Questi legami e il potenziale benefico dei probiotici

Dettagli

DI REGOLAZIONE A DUE COMPONENTI

DI REGOLAZIONE A DUE COMPONENTI LEZIONE 16 Sistemi di regolazione SISTEMI DI REGOLAZIONE A DUE COMPONENTI In che modo un batterio sente e risponde a specifici segnali provenienti dall ambiente? Per esempio, nel caso dell operone lac

Dettagli

Determinazione del punto di infiammabi-lità mediante apparecchiatura Abel

Determinazione del punto di infiammabi-lità mediante apparecchiatura Abel Indice Numerico NOM 6-88 Vedi UNI 0009 NOM 9-71 Prova di stabilità degli oli isolanti NOM 15-71 Prova di distillazione dei prodotti petroliferi NOM 5-71 Determinazione dello zolfo nei prodotti petroliferi

Dettagli

La L a c c o o m mb b u u st s i t o i n o ne ne 1

La L a c c o o m mb b u u st s i t o i n o ne ne 1 1 La sostanza combustibile può essere: Solida Liquida o Gassosa. I combustibili utilizzati negli impianti di riscaldamento sono quelli visti precedentemente cioè: Biomasse Oli Combustibili di vario tipo

Dettagli

CHIMICA ORGANICA. Gli alcoli

CHIMICA ORGANICA. Gli alcoli 1 E1-ALCOLI CIMICA OGANICA ALCOLI Formula generale Desinenza -olo Gli alcoli Gli alcoli sono, dopo gli idrocarburi, i composti organici più comuni, che è possibile considerare come derivati dagli alcani

Dettagli

NUTRACEUTICA Corpo come Arte

NUTRACEUTICA Corpo come Arte NUTRACEUTICA Corpo come Arte efficacia sinergia RESVERA-VITIS 60 cps Antiossidante Riossigenante Tessutale Integratore a base di Resveratrolo e OPC ad alto dosaggio (in 1 cps 585 mg di Vitis Vinifera 17.000

Dettagli

Tratto dal libro "Guarire con la nuova medicina integrata".

Tratto dal libro Guarire con la nuova medicina integrata. 1. Mantenersi snelli. Il peso corporeo dev essere un valore da tenere nei ranghi. E a suggerirci i ranghi previsti è un parametro chiamato indice di massa corporea (BMI, da Body Mass Index). Si calcola

Dettagli

VLT. Aminoacidi Caffeina Derivati botanici Vitamine idrosolubili.

VLT. Aminoacidi Caffeina Derivati botanici Vitamine idrosolubili. VLT VLT (leggi Volt) è un gel energizzante il cui effetto si fonda sulla combinazione e sinergia d azione propria dei componenti in esso contenuti. In VLT si ritrovano, difatti, molteplici principi attivi

Dettagli

Le profilassi del lattante: la vitamina D, la vitamina K e la carie?

Le profilassi del lattante: la vitamina D, la vitamina K e la carie? L allattamento al seno esclusivo è il nutrimento ideale per il bambino, sufficiente per garantire un adeguata crescita per i primi 6 mesi; il latte materno è unanimemente considerato il gold standard in

Dettagli

Scheda n 1. Tecnologie ambientali per le Apea SISTEMI MODULARI DI TRATTAMENTO ACQUE DI PIOGGIA. Aspetti ambientali interessati dalla tecnologia

Scheda n 1. Tecnologie ambientali per le Apea SISTEMI MODULARI DI TRATTAMENTO ACQUE DI PIOGGIA. Aspetti ambientali interessati dalla tecnologia LIFE+ PROJECT ACRONYM ETA-BETA LIFE09 ENV IT 000105 Scheda n 1 Tecnologie ambientali per le Apea SISTEMI MODULARI DI TRATTAMENTO ACQUE DI PIOGGIA Aspetti ambientali interessati dalla tecnologia emissioni

Dettagli

L ACQUA : STRUTTURA E PROPRIETA

L ACQUA : STRUTTURA E PROPRIETA L ACQUA : STRUTTURA E PROPRIETA 1. Sostanza più abbondante in tutti gli esseri viventi 2. Più del 70% del peso di tutti gli esseri viventi 3. Influenza la struttura e la proprietà di tutte le molecole

Dettagli

PERCENTUALI CON LE FRAZIONI

PERCENTUALI CON LE FRAZIONI Visto che il 20% di un numero è uguale a frazionario per calcolare le percentuali. 20 100 n allora possiamo utilizzare il calcolo DATI n= numero intero p= frazione (percentuale) r= numeratore (tasso di

Dettagli

Le graniglie sono classificabili, secondo il materiale di cui sono composte, come segue :

Le graniglie sono classificabili, secondo il materiale di cui sono composte, come segue : Cos è la graniglia? L utensile della granigliatrice : la graniglia La graniglia è praticamente l utensile della granigliatrice: si presenta come una polvere costituita da un gran numero di particelle aventi

Dettagli

RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO

RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO La mostra è allestita nelle sale del Museo di Storia Naturale di Milano dal 28 Novembre 2014 al 28 Giugno 2015. Affronta il complesso tema del cibo

Dettagli

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Come ottenere energia rinnovabile e compost dai rifiuti organici Un percorso di educazione ambientale alla scoperta dell impianto di compostaggio

Dettagli

C.R.A - Istituto Sperimentale per la Zootecnia

C.R.A - Istituto Sperimentale per la Zootecnia VINCENZO FEDELE E GIOVANNI ANNICCHIARICO C.R.A - Istituto Sperimentale per la Zootecnia Stalla Pascolo DECIDE L ALLEVATORE DECIDE L ANIMALE Scelta alimenti Scelta alimenti (Vegetazione) Quantità (limitata)

Dettagli

VERDURE SOTT'OLIO e SOTT'ACETO

VERDURE SOTT'OLIO e SOTT'ACETO Conserve: verdure sott'olio e sott'aceto VERDURE SOTT'OLIO e SOTT'ACETO Le verdure non possono essere conservate semplicemente sott'olio: infatti, non hanno sufficiente acidità per scongiurare il pericolo

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 15.1.2011 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 12/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (UE) N. 10/2011 DELLA COMMISSIONE del 14 gennaio 2011 riguardante i materiali e gli oggetti

Dettagli

Legionella pneumophila: impianti e punti a maggior rischio di colonizzazione e tecniche di prevenzione

Legionella pneumophila: impianti e punti a maggior rischio di colonizzazione e tecniche di prevenzione «Ispezione tecnica: l analisi degli impianti aeraulici» Legionella pneumophila: impianti e punti a maggior rischio di colonizzazione e tecniche di prevenzione Cillichemie Italiana Dott. Marco D Ambrosio

Dettagli

Una proteina nella rete: Caccia al tesoro bioinformatica

Una proteina nella rete: Caccia al tesoro bioinformatica Una proteina nella rete: Caccia al tesoro bioinformatica Nel corso di questa attivita utilizzeremo alcune delle piu importanti banche dati disponibili in rete per cercare informazioni su una proteina.

Dettagli

COME NASCONO I TAPPI DI SUGHERO

COME NASCONO I TAPPI DI SUGHERO IL SUGHERO CHE COS È Il sughero è un prodotto naturale che si ricava dall estrazione della corteccia della Quercus suber L, la quercia da sughero. Questa pianta è una sempreverde, longeva, che cresce nelle

Dettagli

S.A.T.A. PROGETTO TOSSMONIT

S.A.T.A. PROGETTO TOSSMONIT S.A.T.A. PROGETTO TOSSMONIT MONITORAGGIO DELLE MICOTOSSINE NEI PRINCIPALI ALIMENTI ZOOTECNICI PRESENTI SUL MERCATO LOMBARDO PER GARANTIRE PRODUZIONI ZOOTECNICHE DI QUALITA Siamo giunti alla 3 pubblicazione

Dettagli

LA MEMBRANA PLASMATICA

LA MEMBRANA PLASMATICA LA MEMBRANA PLASMATICA 1. LE FUNZIONI DELLA MEMBRANA PLASMATICA La membrana plasmatica svolge le seguenti funzioni: 1. tenere concentrate tutte le sostanze indispensabili alla vita: è proprio la membrana

Dettagli

Gli impianti Schmack Biogas a rifiuti

Gli impianti Schmack Biogas a rifiuti Gli impianti Schmack Biogas a rifiuti Gli impianti biogas a rifiuti 2/3 Gli impianti biogas a rifiuti La tecnologia Schmack Biogas per la digestione anaerobica della FORSU La raccolta differenziata delle

Dettagli

Manuale d uso. Rilevamento del parto. www.medria.fr

Manuale d uso. Rilevamento del parto. www.medria.fr Manuale d uso Rilevamento del parto www.medria.fr Grazie per la preferenza accordataci nell acquistare Vel Phone. Vi chiediamo di leggere attentamente il presente manuale di istruzioni per l uso, prima

Dettagli

Gruppo Mangiarsano Germinal. Book prodotti

Gruppo Mangiarsano Germinal. Book prodotti Gruppo Mangiarsano Germinal Book prodotti Il Gruppo MangiarsanoGerminal opera nel mercato dei prodotti biologici e salutistici con un unica missione: prendersi cura della salute dell uomo e dell ambiente.

Dettagli

I Leader nella Tecnologia dell'agitazione. Agitatori ad Entrata Laterale

I Leader nella Tecnologia dell'agitazione. Agitatori ad Entrata Laterale I Leader nella Tecnologia dell'agitazione Agitatori ad Entrata Laterale Soluzione completa per Agitatori Laterali Lightnin e' leader mondiale nel campo dell'agitazione. Plenty e' il leader di mercato per

Dettagli

Il vapor saturo e la sua pressione

Il vapor saturo e la sua pressione Il vapor saturo e la sua pressione Evaporazione = fuga di molecole veloci dalla superficie di un liquido Alla temperatura T, energia cinetica di traslazione media 3/2 K B T Le molecole più veloci sfuggono

Dettagli

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

Valdigrano: quando l ambiente è un valore!

Valdigrano: quando l ambiente è un valore! Valdigrano: quando l ambiente è un valore! Valutazione di impatto ambientale delle linee Valdigrano, Valbio e La Pasta di Franciacorta Programma per la valutazione dell impronta ambientale Progetto co-finanziato

Dettagli

VOCE DI CAPITOLATO "RISANAMENTO DI MURATURE IN DETERIORA- MENTO DA SALI -

VOCE DI CAPITOLATO RISANAMENTO DI MURATURE IN DETERIORA- MENTO DA SALI - VOCE DI CAPITOLATO "RISANAMENTO DI MURATURE IN DETERIORA MENTO DA SALI RIDUZIONE DEI SALI A LIVELLI DI SICUREZZA MEDIANTE ESTRAZIONE CON IMPACCO " DESCRIZIONE LAVORI E VERIFICA La seguente Tabella

Dettagli

La corretta alimentazione nell infanzia Dedicato ai genitori

La corretta alimentazione nell infanzia Dedicato ai genitori La corretta alimentazione nell infanzia Dedicato ai genitori A cura dell U.O.C. Igiene Alimenti e Nutrizione Dipartimento Prevenzione Medica, A.S.L. di Pavia, V.le Indipendenza,3 0382 432451 TROVA L EQUIILIIBRIIO

Dettagli

Da dove prendono energia le cellule animali?

Da dove prendono energia le cellule animali? Da dove prendono energia le cellule animali? La cellula trae energia dai legami chimici contenuti nelle molecole nutritive Probabilmente le più importanti sono gli zuccheri, che le piante sintetizzano

Dettagli

LE SOLUZIONI 1.molarità

LE SOLUZIONI 1.molarità LE SOLUZIONI 1.molarità Per mole (n) si intende una quantità espressa in grammi di sostanza che contiene N particelle, N atomi di un elemento o N molecole di un composto dove N corrisponde al numero di

Dettagli

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott.

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott. C. I. D. I. M. U. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI Resp. Dott. Antonio Vercelli OSTEOPOROSI *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* *Cos è l osteoporosi?* L osteoporosi

Dettagli

La digestione anaerobica dei rifiuti organici e di altre biomasse

La digestione anaerobica dei rifiuti organici e di altre biomasse La digestione anaerobica dei rifiuti organici e di altre biomasse Nel corso degli ultimi dieci anni la digestione anaerobica si è diffusa in molti paesi europei, tra cui anche l Italia. Questi impianti

Dettagli

TALK SHOW. Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 IL SORRISO VIEN MANGIANDO

TALK SHOW. Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 IL SORRISO VIEN MANGIANDO Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 TALK SHOW IL SORRISO VIEN MANGIANDO D.ssa Clelia Iacoviello Consulente Nutrizionale Nutraceutico Agenda Chi sono I problemi di oggi - Fame di Testa

Dettagli

ETICHETTATURA DEGLI ALIMENTI

ETICHETTATURA DEGLI ALIMENTI RACCOLTA NORMATIVA PER GLI ADDETTI AL CONTROLLO UFFICIALE E GLI OPERATORI DEL SETTORE ALIMENTARE ETICHETTATURA DEGLI ALIMENTI Parte Generale Dott. Mauro Bardelli Tecnico della prevenzione nell ambiente

Dettagli

Dossier. Quell oro bianco chiamato latte. verde. Tesoro di campagna Dalla stalla alla tavola, un viaggio nel regno del latte LOMBARDIA

Dossier. Quell oro bianco chiamato latte. verde. Tesoro di campagna Dalla stalla alla tavola, un viaggio nel regno del latte LOMBARDIA 01 cover Dossier Latte 4-12-2007 17:33 Pagina 2 LOMBARDIA verde Tiratura 500.000 copie Dossier Quell oro bianco chiamato latte Tesoro di campagna Dalla stalla alla tavola, un viaggio nel regno del latte

Dettagli

Il ruolo delle bio-energie nell'uso sostenibile delle fonti energetiche rinnovabili (FER)

Il ruolo delle bio-energie nell'uso sostenibile delle fonti energetiche rinnovabili (FER) Il ruolo delle bio-energie nell'uso sostenibile delle fonti energetiche rinnovabili (FER) Maurizio Gualtieri ENEA UTTS 0161-483370 Informazioni: eventienea_ispra@enea.it 14 maggio 2014 - ISPRA Sommario

Dettagli

COMPRESSORE ROTATIVO A VITE CSM MAXI 7,5-10 - 15-20 HP

COMPRESSORE ROTATIVO A VITE CSM MAXI 7,5-10 - 15-20 HP LABORATORI INDUSTRIA COMPRESSORE ROTATIVO A VITE CSM MAXI HP SERVIZIO CLIENTI CSM Maxi la Gamma MAXI HP Una soluzione per ogni esigenza Versione su Basamento Particolarmente indicato per installazioni

Dettagli

ESERCIZI ph SOLUZIONI

ESERCIZI ph SOLUZIONI ESERCIZI ph SOLUZIONI 1. Una soluzione contiene 3,6 g di LiOH (PM = 23,9 g/mole). Calcolare il ph di questa soluzione [13,3] 2. Calcolare il ph di una soluzione preparata con 10,85 ml di HCl (PM = 36,46

Dettagli

10. sicurezza. dei tuoi cibi dipende anche da te. sicurezza

10. sicurezza. dei tuoi cibi dipende anche da te. sicurezza 10. sicurezza La dei tuoi cibi dipende anche da te sicurezza 10. La sicurezza dei tuoi cibi dipende anche da te Oggi i consumatori sono sempre più attenti alle questioni della sicurezza degli alimenti,

Dettagli

Piramide alimentare svizzera Raccomandazioni alimentari per adulti che conciliano piacere ed equilibrio nell alimentazione. Indice

Piramide alimentare svizzera Raccomandazioni alimentari per adulti che conciliano piacere ed equilibrio nell alimentazione. Indice pag. 1 / 20 Piramide alimentare svizzera Raccomandazioni alimentari per adulti che conciliano piacere ed equilibrio nell alimentazione Indice Versione lunga / Novembre 2011 2 Piramide alimentare svizzera

Dettagli

Liponax Sol. Innovativa formulazione LIQUIDA. ad elevata biodisponibilità. Acido R (+) a-lipoico

Liponax Sol. Innovativa formulazione LIQUIDA. ad elevata biodisponibilità. Acido R (+) a-lipoico Innovativa formulazione LIQUIDA ad elevata biodisponibilità L acido a lipoico è una sostanza naturale che ricopre un ruolo chiave nel metabolismo energetico cellulare L acido a lipoico mostra un effetto

Dettagli