Carne e Latticini - Carne, pesce, uova e latte uccidono. Mangiare proteine animali causa malattia -

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Carne e Latticini - Carne, pesce, uova e latte uccidono. Mangiare proteine animali causa malattia -"

Transcript

1 nutrizione & composizione corporea fisioterapia & recupero funzionale medicina d alta quota piani di allenamento articoli, studi, ricerche dal mondo della Nutrizione, delle Terapie Fisiche, delle Neuroscienze e della Biomedicina ott. 12 NUTRIZIONE - i quaderni - Carne e Latticini - Carne, pesce, uova e latte uccidono. Mangiare proteine animali causa malattia - Le proteine animali, nella loro forma più elementare e generica, vennero scoperte nel 1839 da Gerhard Mulder e a quel tempo vennero considerate un nutriente molto importante (la parola proteina proviene da proteios, cioè di primaria importanza ). A quel tempo si pensava che le proteine fossero contenute solo nei cibi animali, e che quindi carne e pesce rappresentassero l unica fonte proteica. Più tardi invece, si scoprì che le proteine erano contenute anche in tutti i cibi vegetali, in quantità variabili. Tuttavia, si pensava che le proteine animali venissero utilizzate dal nostro organismo in maniera più efficiente di quelle vegetali ed implicassero un tasso di crescita più veloce. Per questo motivo vennero considerate negli anni a seguire un nutriente di fondamentale importanza e quindi di valore biologico più elevato rispetto a quelle vegetali. Oggi questo concetto vecchio di secoli ha confuso la nostra opinione sulle proteine vegetali, le quali contengono invece tutti gli elementi base delle proteine, gli aminoacidi, in una forma decisamente più assorbibile rispetto quelle animali. Forse pochi sanno che nell ultimo secolo il consumo di prodotti animali ha ucciso più esseri umani di tutti gli incidenti d auto, di tutte le guerre e di tutti i disastri naturali messi insieme. Vediamo perché. Le proteine animali e il cancro Quando si cuoce un tessuto di animale (la classica carne cotta), si verifica la formazione delle cosiddette ammine eterocicliche (HCA), molecole che rappresentano un vero veleno per il nostro organismo. Con la cottura della carne alla piastra invece, si forma anche il benzopirene, molecola altamente cancerogena per il nostro organismo - tra l altro contenuta anche nel fumo di sigaretta -. La quantità di queste sostanze nei tessuti animali è in diretto rapporto con la temperatura di cottura: più li cuociamo e più essi sviluppano queste sostanze. E se non cuocessimo la carne? Se invece mangiassimo carne cruda dovremmo fare i conti con la presenza di salmonella, batteri infettivi ed altri microorganismi pericolosi. 1

2 E le preparazioni gastronomiche a base di carne? La carne lavorata (salsicce, mortadella, wurstel) contiene una quantità considerevole di agenti conservanti cancerogeni - senza contare l eccesso di grassi saturi contenuti per rendere il prodotto ricco di sapore -. Qualsiasi tipo di carne che noi mangiamo rappresenta un tessuto muscolare, il quale, non appena l animale viene ucciso, va immediatamente in putrefazione sviluppando nei giorni seguenti al suo interno anche altre sostanze, come la putrescina e la cadaverina, altamente tossiche per il nostro organismo. Inoltre ci sono ormai prove schiaccianti che il consumo di carne, sopratutto quella bovina (quindi carne rossa) provoca l insorgere del cancro, per la maggior parte al colon retto. Piccole variazioni di introito di proteine animali, ad esempio un aumento dal 4% al 10% favorisce l insorgere del cancro, mentre sopra il 10% l incidenza della malattia aumenta esponenzialmente. La dieta media occidentale contiene oggi dal 15% al 16% di proteine animali, che corrispondono a 70gr 100gr di proteine animali al giorno. Ad esempio: tre crocchette di pollo contengono 7gr di proteine, 45 gr di carne contengono 13gr di proteine, 30gr di pesce contengono 7gr di proteine, un uovo grande contiene 7gr di proteine, 30gr di formaggio contengono 7gr di proteine, una tazza di latte contiene 8gr di proteine. L American Cancer Society riporta che il 47% degli uomini ed il 38% delle donne di tutto il mondo si ammaleranno nel corso della vita di cancro; una su 4 di queste persone morirà prematuramente di cancro. Secondo l Istituto Nazionale dei Tumori Americano, il numero di Statunitensi a cui viene diagnosticato il cancro raddoppierà entro i prossimi 50 anni. Un giorno, tutto questo sarà insostenibile per i sistemi sanitari di tutto il mondo, anche perché chi ne è colpito è sempre più giovane. Nonostante l enormità di denaro speso in decine di anni per la ricerca contro il cancro, il rischio di morire di cancro è di fatto aumentato del 6% dal 1970 al Mixed Function Oxidase: sono enzimi presenti all interno delle nostre cellule che disattivano le eventuali sostanze chimiche presenti nei cibi vegetali, rendendole innocue. Mangiando proteine animali invece, questo meccanismo di difesa converte le sostanze chimiche in sostanze cancerogene (sostanze che danneggiano il DNA cellulare) attivando potenzialmente eventi favorevoli al cancro. Ogni donna dovrebbe consumare ogni giorno un massimo di 38gr proteine ed ogni uomo 47gr. Esse si possono comunque già ottenere con la sola frutta o verdura, cereali e legumi tutti integrali, non lavorati e possibilmente non cotti. Tutte le diete a base di prodotti (proteine) animali stimolano e accelerano la diffusione del cancro, il quale progredisce quando le cellule cancerose formatisi in una data sede si moltiplicano, diffondendosi in tutto il corpo. L organismo non può resistere a lungo in queste condizioni. Una dieta a base vegetale invece rallenta o arresta la progressione della malattia. Non esiste alcun rischio con vegetali e frutta, anche se vengono cotti (al vapore, alla piastra, bolliti). Il nutrimento di frutta e verdura cruda è inoltre naturalmente ricchissimo di tutti quei micro elementi utili al nostro benessere. Ad esempio: kcal di carne di manzo forniscono 13 gr di proteine, ma con aggiunta di: grassi, colesterolo e niente fibra e senza benefiche sostanze antiossidanti kcal di spinaci invece, forniscono ben 12gr di proteine con aggiunta di: fibra, anti-ossidanti, buon ferro assorbibile, calcio organico, maggior senso di sazietà, no grassi e no colesterolo. Ma, purtroppo per gli umani carnivori, non è ancora tutto. 2

3 Il latte...l altra faccia della proteina animale Caseina: rappresenta l 87% delle proteine nei latticini. Stimola la crescita di cellule cancerose. E maggiore nei formaggi e nel latte scremato, mucca, capra, pecora. Ci sono oggi prove evidenti che dimostrano che anche i latticini provocano il cancro alla prostata (25% di tutti i tumori). Come mai? Il maggior consumo di proteine animali induce un incremento di Igf e Igf1 (i fattori di crescita umani) i quali a loro volta, tendono ad attivare, sviluppare e diffondere il cancro. Anche i vegetariani classici (chiamati anche latto-ovo-vegetariani), consumano comunque una quantità sostanziosa di latticini e uova; in questo modo essi non hanno un grande vantaggio poiché introducono comunque molte proteine animali. I latto-ovo-vegetariani infatti, tendono ad avere valori ematici di Igf e Igf1 più elevati rispetto ai vegani, che invece non assumono affatto alcun genere di prodotto animale e che quindi si ammalano molto meno di cancro alla prostata. Ben il 50% degli uomini al di sopra dei 70 anni ha una forma silente di cancro alla prostata che non sta ancora causando problemi: la malattia c è ma non da effetti dolorosi o invalidanti. Gli uomini che consumano latticini hanno circa il doppio di probabilità di sviluppare il cancro alla prostata e fino a 4 volte la possibilità di esito metastatico o fatale. In più la proteina che si trova nel latte di mucca (appunto la caseina) assomiglia molto alle proteine contenute nelle cellule del pancreas, adibite alla produzione di insulina. Il nostro organismo, dovendo eliminare la proteina estranea del latte di mucca, distrugge anche le cellule produttrici di insulina: per il resto della vita, per chi ne è colpito - di solito un bambino -, soffrirà di diabete di tipo I, una malattia devastante per la quale sono necessariamente previste iniezioni di insulina tutti i giorni della sua vita e una dieta rigidamente controllata. In Finlandia si consuma la maggior quantità di latte al mondo: ogni anno bambini e ragazzi fino ai 14 anni consumano in media 200 litri di latte vaccino ciascuno - o assumono l equivalente in prodotti caseari -. Risultato? Il diabete di tipo I in Finlandia è 36 volte più diffuso che in Giappone, dove il consumo di latticini è il più basso al mondo. Oggi, nei soli Stati Uniti, una persona su 13 soffre di diabete. Il diabete può regredire, o quantomeno se ne può rallentare la progressione, attraverso una dieta vegetariana stretta senza latticini. Come la mettiamo con l Osteoporosi? Le proteine animali, specie latte e latticini, causano osteoporosi. L Osteoporosi provoca perdita di calcio dalle ossa, rendendole fragili e sottili. La frattura dell anca è valutata infatti come indice di gravità di questa patologia. Questa malattia colpisce più frequentemente le donne che gli uomini, specie dopo la menopausa. Se il latte facesse così bene alle ossa, allora chi consuma latte dovrebbe avere una struttura ossea più forte e più sana di chi non consuma le stesse quantità di latte e latticini. Ma non è così. Le donne Americane con più di 50 anni hanno uno dei più alti tassi al mondo di fratture all anca; nel resto del mondo si rilevano gli stessi valori nei Paesi dove il consumo di latte è il più elevato. Bassi consumi di latte NON sono associati a più alti rischi di Osteoporosi in età avanzata (fratture all anca o al polso). 3

4 Non c è alcun bisogno di consumare latte e latticini per ottenere il calcio: il calcio con il miglior assorbimento è quello della verdura a foglia verde scuro e della verdura a basso contenuto di ossalati, come i cavoli. Questi alimenti sono ricchissimi di calcio, il quale viene assorbito ancora meglio di quello del latte, ma invece di apportare grassi saturi come colesterolo e ormoni della crescita e antibiotici che si trovano potenzialmente nel latticini, forniscono fibra, acido folico ed in più vitali nutrienti anti età, anti cancro, anti-infiammatori che si trovano esclusivamente nel regno vegetale. Il 70% delle fratture ossee è legato al consumo di proteine animali: esse sono acidificanti, i corpo NON le tollera. Il nostro organismo, per neutralizzare l acidità di carne e latticini che assumiamo, reagisce usando il Calcio contenuto nel sangue, ma se qui non ce n è abbastanza lo ricava dalle ossa, indebolendole, aumentando il rischio di fratture. Già dal 1980 era noto che le proteine animali creano un eccesso metabolico acido nell organismo, al contrario delle proteine vegetali. Quando si incrementa il consumo di proteine animali da 35 a 78 gr/dì la perdita di Calcio attraverso i reni aumenta del 53%. Questa enorme perdita di Calcio non solo causa Osteoporosi, ma alza anche l incidenza di calcoli renali e quindi un superlavoro per i reni, che devono smaltire questo Calcio in eccesso. Il colesterolo Il colesterolo che si deposita all interno delle arterie (lume arterioso) offre un vincolo meccanico al normale flusso ematico che va al cuore. Questa molecola grassa non ha incidenza solo per le note malattie cardiovascolari dovute a ipertensione ed obesità: è associato anch esso ad un elevato rischio di cancro. Addirittura il 50% dei bambini statunitensi dai 2 ai 15 anni ha strie lipidiche (vere e proprie strisce di grasso e colesterolo) all interno delle arterie coronarie che rappresentano lo stadio iniziale della malattia. Una riduzione del colesterolo totale dal circolo sanguigno da 127 mg/dl a 90 mg/dl conduce ad un decremento significativo dei tumori al fegato, al retto, al colon, al polmone, alla mammella, al sangue (leucemia), al cervello, allo stomaco, alla gola in adulti e bambini. Negli USA e negli altri Paesi occidentali il colesterolo totale medio è di circa 215 mg/dl; la media in Cina, dove il consumo di latte e di carne è molto basso, è invece di 127 mg/dl o addirittura in alcune zone di periferia 80 mg/dl. Alti livelli di colesterolo innalzano tra l altro la quota degli estrogeni (ormoni femminili), i quali a loro volta incrementano l incidenza di cancro alla mammella. La super Vitamina D e le proteine animali La Vitamina D viene prodotta a livello della pelle con l esposizione alla luce solare: da 15 minuti a 30 minuti più volte alla settimana sono sufficienti per il rifornimento di Vitamina D; ai reni spetta poi il compito di produrre Vitamina D attiva dalla Vitamina D che si forma a livello della pelle o proveniente dal cibo che mangiamo. La forma attiva deve essere necessariamente prodotta dal nostro organismo: mantiene in condizioni ottimali tutte le cellule dell organismo e l alterazione delle sue funzioni può causare un vasto spettro di malattie. 4

5 E importante quello che mangiamo: le proteine animali riescono a bloccare la conversione della Vitamina D in forma attiva: bassi livelli di Vitamina D possono causare Osteoporosi e diabete di tipo I, ma non solo. Dosaggi estremamente bassi di Vitamina D attiva portano nel tempo all insorgenza di malattie come il cancro alla prostata, cancro alla mammella, cancro al colon e alle malattie autoimmuni. La cardiopatia La cardiopatia, malattia del cuore, è la più diffusa malattia del benessere, colpisce un uomo su due e una donna su tre. Ogni 30 secondi uccide una su tre delle persone colpite nei soli Stati Uniti: 5200 persone muoiono di cardiopatia ogni anno. Nelle donne la mortalità in caso di cardiopatia (dovuta ad ipercoleterolemia) è 8 volte maggiore che il cancro al seno. Eppure tutti noi abbiamo più paura del cancro che di questo nemico silenzioso, numero uno. Una dieta puramente vegetariana e senza latticini e uova, aiuta a far regredire la cardiopatia in modo efficace e ne blocca la progressione. Le malattie cardio-vascolari sono molto diffuse: tutti gli uomini oltre i 65 anni e le donne oltre i 70 che hanno seguìto una dieta tradizionale occidentale sono già affetti da malattia cardiovascolare diffusa. Praticamente, come fosse una Nazione intera, tutti gli uomini e tutte le donne hanno una cardiopatia: ma qualcuno se ne preoccupa? I farmaci per abbassare la pressione o il colesterolo non risolvono il problema, come anche gli interventi di bypass o stent NON sono una soluzione efficace. Del milione di persone che si sottoporrà ad un intervento di stent quest anno, l 1% morirà durante l intervento, cioè persone! Se questo numero fosse stato attribuito ad un bollettino di guerra, sarebbe stata definita una carneficina. Tra questo milione di persone a cui verrà impiantato lo stent, un altro 4% avrà un infarto durante l intervento stesso, cioè persone che si sottoporranno ad un intervento per essere protetti da un infarto, avranno un infarto proprio durante l operazione. Pillole e operazioni chirurgiche non funzionano, non affrontano la causa della malattia, cioè la dannosa dieta occidentale. La medicina occidentale oggi ci offre solo questo. Il progresso medico sta vendendo malattie: le cure ed i farmaci prescritti sono riconosciuti come la terza causa di morte nel mondo occidentale. Fa bene assumere tanto calcio? Assumere quantità eccessive di calcio da latticini o integratori distrugge la capacità del nostro corpo di regolare l assorbimento, il deposito e l utilizzo del calcio per mantenere la giusta consistenza delle ossa. Anche troppo calcio, assunto nel tempo, riduce la produzione di Vitamina D attiva. Noi umani consumiamo quantità di calcio esagerate fin dall infanzia: con un eccesso prolungato nel tempo (30 40 anni) l organismo cerca di adattarsi, di contenere i danni. Il nostro corpo in pratica si protegge cercando di ridurre l assorbimento di calcio nel tratto intestinale, ma in età avanzata, quando la necessità di calcio è davvero maggiore, l organismo 5

6 non è più in grado di regolarsi alla nuova richiesta che non riesce però più a soddisfare, nemmeno aumentando le assunzioni di calcio con gli integratori. Da cosa sono causate le malattie autoimmuni? Le malattie autoimmuni consistono in una reazione del sistema immunitario diretta contro una parte dello stesso organismo di cui fa parte; ciò porta ad una perdita progressiva delle funzioni fisiche e mentali. Ci sono circa 40 tipi di malattie autoimmuni, tra cui: il diabete di tipo I, la sclerosi multipla, l artrite reumatoide, l ipertiroidismo e ipotiroidismo, l infiammazione dei reni, l infiammazione dei muscoli e ai nervi. La sclerosi multipla (SM) è una malattia cronica che causa la perdita della capacità di camminare, di vedere, di parlare, addirittura di pensare. Alla fine i malati, sempre più invalidati nel movimento, sono costretti ad una sedia a rotelle o a letto per il resto della loro vita. Uno studio di più di 40 anni fa, ha dimostrato che in pazienti con SM, anche in stadio avanzato, i quali seguivano una dieta vegan, la SM veniva notevolmente ridotta. Il 95% di queste persone rimase solo moderatamente disabile per circa 30 anni, e solo il 5% morì di SM. Al contrario, l 80% dei pazienti ai primi stadi della malattia, che invece seguiva una dieta ricca di grassi saturi e di proteine animali, morì di SM. Tutti gli organi possono essere il bersaglio d attacco e di distruzione del sistema immunitario. Oggi, circa il 3% degli Americani soffre di una o più di queste malattie invalidanti: ben 8 milioni e mezzo di persone. Ogni anno se ne aggiungono altre 250mila a cui viene diagnosticata la malattia. Una volta iniziato l attacco agli organi, l azione non è reversibile in alcun modo che la medicina tradizionale conosca: i soliti farmaci tentano di inibire il sistema immunitario ma hanno effetti collaterali, spesso gravi. Com è possibile che mangiando tessuti di animali il nostro sistema immunitario venga stimolato ad attaccare il nostro corpo? Molte delle proteine che si trovano negli animali sono simili a quelle che si trovano nei tessuti umani. Durante la digestione, alcune di queste proteine entrano in circolo senza venire scisse completamente nei loro componenti di base (gli aminoacidi); queste proteine vengono considerate perciò degli aggressori e quindi attaccate dal nostro sistema immunitario che tenta di distruggerle. Però, dato che i tessuti animali sono molto simili ai nostri tessuti, il nostro sistema immunitario inizia a distruggere anche i propri, scambiandoli per estranei. In definitiva le proteine animali una volta introdotte nel nostro corpo causano la ribellione dell organismo attivando inopportunamente il nostro sistema di difesa da agenti esterni. La maggior parte delle malattie autoimmuni, si localizza in paesi dal clima freddo. Maggiore è la distanza a cui si vive lontani dall equatore, maggiore è l incidenza di SM e altre malattie autoimmuni. Questa localizzazione geografica è legata ad un ridotto apporto di luce solare, indispensabile per la formazione della Vitamina D sulla pelle e ad un elevato consumo di cibi animali. Alle latitudini più elevate poi, si consumano più latte e più latticini. La conversione in Vitamina D attiva, come abbiamo visto, in risposta alla luce solare, è inibita dai cibi ad alto contenuto di Calcio e dagli acidi prodotti dalle proteine animali. 6

7 La super Vitamina D non solo impedisce alle cellule di ammalarsi, ma aiuta anche a fermare lo sviluppo delle malattie autoimmuni. E l impotenza? Un alimentazione a base di carne rende tutti potenzialmente impotenti. L apparato sessuale maschile è un sistema idraulico complesso e richiede un buon flusso sanguigno per poter funzionare correttamente; se si bloccano le arterie del cuore, il cuore può morire. Ma se si bloccano le arterie che convogliano il sangue alle parti intime maschili, queste ultime perderanno la loro funzionalità. Il successo della famosa pillola blu contro l impotenza maschile si basa sopratutto sulla cattiva alimentazione occidentale. Nel foglietto illustrativo del Viagra è indicato che il farmaco funziona meglio se non si mangia un pasto grasso! Certamente, se si segue una dieta vegana per un lungo periodo, questo farmaco non servirà più. Perché non dovremmo mangiare neanche i pesci? I pesci ed i crostacei contengono significative quantità di acidi grassi (anche se polinsaturi) e colesterolo. I gamberetti contengono due volte il colesterolo contenuto nel manzo. Un etto di salmone contiene la stessa quantità di grassi di un etto di braciola o di pollo. I pesci, una volta uccisi, ospitano diversi tipi di batteri che si moltiplicano anche a temperature molto basse, come quelle dei frigoriferi; l odore che emana il pesce poco dopo morto indica che questi batteri hanno iniziato a moltiplicarsi e a decomporre l animale. La decomposizione interessa anche gli acidi grassi omega-3: quando questo processo è iniziato non solo gli omega-3 diventano inutili, ma iniziano pure a rilasciare radicali liberi, i quali innescano potenzialmente nel nostro corpo una grande varietà di malattie. L olio di semi di lino o di canapa, derivante quindi da fonti esclusivamente vegetali, contengono il doppio di acidi grassi omega- 3, non contengono colesterolo, hanno pochi grassi saturi e non si decompongono facilmente creando radicali liberi come fa il pesce. Il consumo di pesce NON migliora la salute del cuore né previene la cardiopatia. I pesci sono un pò come degli spazzini di oceani e fiumi: assumono sostanze chimiche pericolose e le mantengono nel loro corpo fino alla morte: non si contano gli inquinanti che i pesci assimilano dal mare nel corso della loro vita! Cantaxantina: questa sostanza pericolosa è il colorante artificiale che viene somministrato ai salmoni per far prendere alle loro carni il tipico colore rosa o rosso chiaro, senza il quale la loro carne sarebbe naturalmente di colore grigio. Ciò accade ai salmoni allevati in cattività. Esistono delle tabelle che riportano diverse gradazioni di colore, che partono dal grigio ed arrivano fino al rosa scuro, che gli allevatori di salmone conoscono molto bene per poter scegliere che colore dare ai loro pesci di allevamento. La cantaxantina era usata come componente di una nota pillola autoabbronzante, ora ritirata dal mercato in quanto sostanza dannosa per la retina. Il cibo-droga Zucchero, cioccolato, formaggio, carne tendono a far rilasciare sostanze oppioidi dal cervello: la nostra lingua grazie alle sue papille gustative invia al cervello messaggi che permettono la 7

8 produzione dal cervello stesso di sostanze chimiche simili a quelle che creano i veri e propri stupefacenti. Gli altri cibi sono privi di quest effetto, e spezzare questa specie di dipendenza alimentare non è facilissimo: chi di noi esce la sera di casa per andare a comprare un arancia o una mela? Diciamo la verità: lo si fa giusto per un bel gelato - ricco di zuccheri e latte -, per del cioccolato o per un buon panino o hamburger. Ed il ferro? La carne contiene meno ferro degli alimenti vegetali; il problema è però l assorbimento: l assimilazione del ferro della carne è immediato per l intestino, mentre quello dei cereali, dei legumi e della frutta secca (come le prugne) e della verdura a foglia verde deve essere accompagnata dalla Vitamina C. Ma dato che tutti questi alimenti contengono Vitamina C, il gioco è fatto; un alternativa è accompagnare questi cibi con succo di arancia o limone. Il calcio del latte limita l assorbimento del ferro. Nel dettaglio: NON esistono soggetti anemici nei vegetariani. Allora: siamo o non siamo dei carnivori? Contrariamente a ciò che si ritiene oggi l uomo NON è carnivoro: è un animale frugivoro, cioè che è stato progettato da Madre Natura per vivere di frutta, verdura, noci, semi e radici. Vediamo perché. I veri carnivori hanno zampe con unghie affilate e denti aguzzi per strappare la carne, noi no: le nostre mani sono state create per cogliere e sgusciare semi e noci, cogliere radici, piante e frutti. La nostra dentatura non è adatta a strappare e masticare tessuti animali cotti, figuriamoci quelli crudi. L intestino dei veri carnivori e felini poi, è molto più corto del nostro, 3 volte circa il loro corpo. La ragione è per evitare che i batteri che proliferano nei tessuti crudi da loro ingeriti, non permangano troppo all interno del loro organismo. Il nostro intestino invece è lungo circa 7 volte il nostro corpo e un tessuto animale introdottovi, già inesorabilmente in putrefazione, vi permane all interno per troppo tempo. La lunghezza del nostro intestino è invece perfetta per digerire alimenti ricchi di fibra, come frutta e verdura. Ma i veri carnivori producono anche molto più acido cloridrico nel loro stomaco, perfetto per scindere completamente le proteine dei tessuti crudi di altri animali. Anche la loro saliva è molto più acida. La nostra saliva è invece alcalina e contiene uno speciale enzima necessario alla pre-digestione dei cereali, che avviene in bocca, l alfa-amilasi. Gli animali più grandi del pianeta Terra, come giraffe, ippopotami, rinoceronti, gorilla, elefanti hanno strutture ossee e muscolari enormi: forse non sappiamo che sono tutti vegetariani! Forse un esempio finale può chiarire perché la carne è davvero un alimento privo di vita, di vitalità, di nutrimento, di salute: prendiamo un pezzo di carne e lo mettiamo in una bacinella e lo lasciamo li dentro qualche giorno. 8

9 Poi prendiamo alcuni semi di farro, o di orzo, o di grano e li mettiamo in un piccolo vasetto con della bambagia, e li innaffiamo un pochino ogni paio di giorni. Dopo diversi giorni vedremo la bacinella piena di carne e vermi: un alimento ormai morto fin dal primo istante in cui l animale è stato privato della sua vita, senza più atomi vibranti di energia vitale. Nel vasetto invece cosa troveremo? Vedremo dopo qualche giorno spuntare dei germogli ed infine una piantina. Questo accade perché quel seme di cereale INTEGRALE contiene TUTTI i principi nutritivi per creare la vita con una piantina, la quale, grazie alla fotosintesi clorofilliana trasforma elementi inorganici del terreno in vitamine vive, sali minerali vivi ed enzimi da cui trarne per noi il miglior nutrimento possibile. La pasta non ha mai ucciso nessuno e di per sé sicuramente NON fa ingrassare. Ma se vogliamo vedere fino in fondo, la farina è un alimento morto: dalla farina non può sorgere più niente. Gli alimenti troppo raffinati sono privi di vitalità intrinseca ed il nostro intestino non è in grado di digerirli e scomporli completamente. I cereali, tra l altro, andrebbero ammollati in acqua per favorire l eliminazione dei fitati che invece contribuiscono ad un mal assorbimento del ferro nell organismo. Vi è insomma una sorta di dissociazione tra ciò che dovremmo mangiare e ciò che invece di solito mangiamo. Man mano che invecchiamo, il nostro corpo si acidifica sempre di più: noi dobbiamo evitare assolutamente questa acidità cercando di alcalinizzare il nostro corpo - renderlo più basico -, cosa che NON facciamo normalmente con la nostra alimentazione, basata prevalentemente su prodotti animali (acidi). TUTTI i prodotti proveniente dal regno animale acidificano il nostro corpo. La centralità NON è il cibo che mangiamo ma noi stessi: ogni alimento introdotto nell organismo svolge un ruolo diverso, il quale cambia a sua volta da persona a persona, perché ognuno di noi ha un proprio metabolismo ed ha differenti richieste nutrizionali energetiche per mente e corpo. L arma più potente contro il cancro e un vasto spettro di malattie è esattamente ciò che mangiamo. Master Studio labs. 9

10 Bibliografia: The Ostheoporosis International, ott. 2004; T. C. Campbell, Thomas M. II Campbell - The China Study. Macro Edizioni, 2011; John A. Sharffenberg - Problems with meat. Woodbridge Press, Santa Barbara, California, 1996; Herbert Shelton - Superior Nutrition. Dr. Shelton Health School, SanAntonio, Texas, 1986; Herbert Shelton - Tumori e cancro. Igiene Naturale, Campobasso, 1986; Nico Valerio. Il piatto verde. Mondadori, Milano, 1986; Nico Valerio. Tutto crudo. Mondadori, Milano, 1985; Jean Valnet. Cura delle malattie con ortaggi e frutta e cereali. Aldo Martelli, Giunti Ed., Firenze, 1975; Ann Wigmore. Be your own doctor. Avery Publishing Group, Wayne, New Jersey,

Contenuto proteico dei legumi: Tipi di legumi:

Contenuto proteico dei legumi: Tipi di legumi: Legumi I legumi sono considerati la carne dei poveri per il loro contenuto proteico. Sono utilissimi ai vegetariani e ai vegani (questi, a differenza dei vegetariani, non utilizzano neanche i latticini

Dettagli

Prevenzione & Salute

Prevenzione & Salute Prevenzione & Salute La salute comincia a tavola! Scoprilo insieme a Faschim. 1 Argomento ALIMENTAZIONE CORRETTA Ecco il primo degli appuntamenti in cui si parla dei vantaggi di una dieta diversificata

Dettagli

colesterolo sotto controllo

colesterolo sotto controllo Come tenere il colesterolo sotto controllo LAVORIAMO INSIEME PER PROTEGGERE LA TUA VITA Cos è il colesterolo alto (ipercolesterolemia)? Come succede a molti di noi, non hai mai pensato al colesterolo o

Dettagli

False credenze e nuove certezze Reggio Emilia 22.11.2014

False credenze e nuove certezze Reggio Emilia 22.11.2014 I consumi di proteine 1861-2007 Come sono fatte le proteine? Le proteine sono uno dei tre macronutrienti (gli altri sono carboidrati e grassi), su cui si basa principalmente la nostra alimentazione.

Dettagli

IL VIAGGIO DEL CIBO. Quando arrivano nel corpo, gli alimenti compiono un lungo viaggio di trasformazione per diventare nutrienti.

IL VIAGGIO DEL CIBO. Quando arrivano nel corpo, gli alimenti compiono un lungo viaggio di trasformazione per diventare nutrienti. IL VIAGGIO DEL CIBO Quando arrivano nel corpo, gli alimenti compiono un lungo viaggio di trasformazione per diventare nutrienti. Dalla bocca passano nello stomaco e da qui all intestino per poi venire

Dettagli

L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA

L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA La dieta nel diabete Come deve essere la dieta del paziente diabetico? Tutti gli alimenti vanno consumati con misura

Dettagli

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L atleta moderno ha bisogno di un maggior numero di adattamenti metabolici all esercizio fisico.

Dettagli

DIETA MEDITERRANEA IN MENOPAUSA. Dott. Lorenzo Grandini, biologo nutrizionista, farmacista e naturopata.

DIETA MEDITERRANEA IN MENOPAUSA. Dott. Lorenzo Grandini, biologo nutrizionista, farmacista e naturopata. DIETA MEDITERRANEA IN MENOPAUSA Dott. Lorenzo Grandini, biologo nutrizionista, farmacista e naturopata. Una corretta alimentazione e una costante attività fisica sono la base per una vita sana Perché si

Dettagli

E BUONO, E FA BENE! Novara, 28 Maggio 2015

E BUONO, E FA BENE! Novara, 28 Maggio 2015 SERVIZIO DI IGIENE DEGLI ALIMENTI E NUTRIZIONE (S.I.A.N. S.I.A.N.) ) ASL NO SOROPTIMIS INTERNATIONAL D ITALIA CLUB DI NOVARA ISTITUTO PARITARIO SACRO CUORE NOVARA E BUONO, E FA BENE! Novara, 28 Maggio

Dettagli

Scritto da Administrator Martedì 10 Ottobre 2006 23:15 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 30 Dicembre 2009 17:51

Scritto da Administrator Martedì 10 Ottobre 2006 23:15 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 30 Dicembre 2009 17:51 La colite ulcerosa e il morbo di Crohn sono malattie che colpiscono l apparato intestinale e vengono definite generalmente col nome di malattie infiammatorie dell apparato intestinale. La colite ulcerosa

Dettagli

LA DIETA VEGETARIANA

LA DIETA VEGETARIANA LA DIETA VEGETARIANA La dieta vegetariana è uno dei modelli dietetici a base vegetale che esclude rigorosamente dall alimentazione la carne di qualsiasi animale. È basata su cereali, legumi, verdura e

Dettagli

ALIMENTAZIONE DEL BAMBINO. una corretta informazione per un benessere psicofisico

ALIMENTAZIONE DEL BAMBINO. una corretta informazione per un benessere psicofisico ALIMENTAZIONE DEL BAMBINO una corretta informazione per un benessere psicofisico Mangiare o nutrirsi? Mangiare è un atto ricco di significati che va ben oltre il semplice soddisfacimento fisiologico Nutrirsi

Dettagli

RASSEGNA STAMPA: NUTRIZIONE E BENESSERE A cura di www.integratorinutrizionali.it - infoline: 347 3712411

RASSEGNA STAMPA: NUTRIZIONE E BENESSERE A cura di www.integratorinutrizionali.it - infoline: 347 3712411 NUTRIZIONE CELLULARE: QUELLO CHE IL TUO MEDICO DEVE SAPERE Parla il Dr. David B. Katzin, M.D., Ph.D. specialista in Scienza della Nutrizione, Fisiologia, Cardiovascolare e Medicina interna (...) Io sono

Dettagli

I corretti principi di una alimentazione equilibrata: la dieta mediterranea

I corretti principi di una alimentazione equilibrata: la dieta mediterranea Corso di Formazione Mangia Giusto Muoviti con Gusto A.S. 2008-2009 I corretti principi di una alimentazione equilibrata: la dieta mediterranea Dietista Dott.ssa Barbara Corradini Dipartimento di Sanità

Dettagli

Nel 1931 Otto Heinrich Warburg ha scoperto la causa primaria del cancro e ha vinto il Premio Nobel.

Nel 1931 Otto Heinrich Warburg ha scoperto la causa primaria del cancro e ha vinto il Premio Nobel. Nel 1931 Otto Heinrich Warburg ha scoperto la causa primaria del cancro e ha vinto il Premio Nobel. Una notizia che ha dell incredibile: la causa principale del cancro è stata ufficialmente scoperta decenni

Dettagli

LA DIETA VEGETARIANA

LA DIETA VEGETARIANA LA DIETA VEGETARIANA Le persone che seguono un alimentazione vegetariana sono, a dispetto dell opinione generale, tante. Può essere utile perciò cercare di capire qualcosa di più riguardo questo tipo di

Dettagli

NUTRIZIONE ed EQULIBRIO

NUTRIZIONE ed EQULIBRIO NUTRIZIONE ed EQULIBRIO Lo sapevi che Una corretta alimentazione è importante per il nostro benessere psico-fisico ed è uno dei modi più sicuri per prevenire diverse malattie. Sono diffuse cattive abitudini

Dettagli

Norme d igiene per proteggere il sistema nervoso

Norme d igiene per proteggere il sistema nervoso Norme d igiene per proteggere il sistema nervoso Colora il quadratino posto accanto alle indicazioni corrette. Per mantenere il nostro sistema nervoso sano ed efficiente è opportuno... ALLA SALUTE respirare

Dettagli

Perché mangiamo. L uomo deve mangiare perché il cibo assicura al nostro organismo ciò che gli serve per vivere: l energia e i principi nutritivi.

Perché mangiamo. L uomo deve mangiare perché il cibo assicura al nostro organismo ciò che gli serve per vivere: l energia e i principi nutritivi. Perché mangiamo L uomo deve mangiare perché il cibo assicura al nostro organismo ciò che gli serve per vivere: l energia e i principi nutritivi. L energia è necessaria per ogni attività del nostro corpo:

Dettagli

Le Dispense di Dietaenutrizione.it LA COLAZIONE IDEALE

Le Dispense di Dietaenutrizione.it LA COLAZIONE IDEALE LA COLAZIONE IDEALE Recenti statistiche attribuiscono ad una alimentazione scorretta la causa principale di diverse patologie nel mondo Noi siamo quello che mangiamo Alcuni fatti... L 86% dei decessi,

Dettagli

ACQUA ALCALINA IONIZZATA

ACQUA ALCALINA IONIZZATA Dott.ssa M. Chiara Cuoghi ACQUA ALCALINA IONIZZATA... i benefici: IL CORPO UMANO ADULTO E COSTITUITO AL 70% D ACQUA QUANTA acqua si deve introdurre ogni giorno nel corpo per mantenere un adeguata idratazione?

Dettagli

ALIMENTAZIONE. Appunti di lezione

ALIMENTAZIONE. Appunti di lezione ALIMENTAZIONE Appunti di lezione CORRETTA ALIMENTAZIONE Un adolescente (13-15 anni) Ha bisogno per crescere di: Energia e Nutrienti Ossia di alimentarsi, ma con misura nè troppo, ne troppo poco. Il termine

Dettagli

OSTEOPOROSI e ALIMENTAZIONE: quali indicazioni possono risultare efficaci?

OSTEOPOROSI e ALIMENTAZIONE: quali indicazioni possono risultare efficaci? OSTEOPOROSI e ALIMENTAZIONE: quali indicazioni possono risultare efficaci? Una corretta alimentazione, in tutte le fasi della vita, è il miglior modo di prevenire l osteoporosi. L osteoporosi deve essere

Dettagli

ISTRUZIONI PER MANGIAR SANO PER GRANDI E PICCOLI

ISTRUZIONI PER MANGIAR SANO PER GRANDI E PICCOLI EDUCAZIONE ALIMENTARE PER TUTTA LA FAMIGLIA PRIMA PARTE ISTRUZIONI PER MANGIAR SANO PER GRANDI E PICCOLI PRIMA PARTE IL PERCORSO DEGLI ALIMENTI Gli alimenti, dopo essere stati ingeriti, arrivano al tubo

Dettagli

NUMERO 36 SETTEMBRE 2015 CONTIENE I.P. SEGUICI SU FACEBOOK RISTORAZIONE ITALIANA. Speciale FARINE

NUMERO 36 SETTEMBRE 2015 CONTIENE I.P. SEGUICI SU FACEBOOK RISTORAZIONE ITALIANA. Speciale FARINE NUMERO 36 SETTEMBRE 2015 CONTIENE I.P. SEGUICI SU FACEBOOK RISTORAZIONE ITALIANA Speciale FARINE di Maurizio De Pasquale www.orlandipasticceria.com LA RICERCA DELLE PROTEINE N utrirsi bene è fondamentale

Dettagli

I macronutrienti. Nutrizione e Vita di Gallo dr Ubaldo - info@italianutrizione.it

I macronutrienti. Nutrizione e Vita di Gallo dr Ubaldo - info@italianutrizione.it I macronutrienti 1 Ogni alimento può essere composto da: Carboidrati Proteine Grassi Questi sono conosciuti come macronutrienti 2 Il cibo va forse valutato solo in funzione del suo apporto calorico? ASSOLUTAMENTE

Dettagli

Comune di Bologna Settore Istruzione. (alcune informazioni per una corretta alimentazione)

Comune di Bologna Settore Istruzione. (alcune informazioni per una corretta alimentazione) Comune di Bologna Settore Istruzione (alcune informazioni per una corretta alimentazione) Anno 2012 a cura di: Alves Carpigiani Nutrizionista Responsabile della U.O. Igiene Nutrizione Controllo pasti nidi

Dettagli

CHE COSA FARE DOPO UN INFARTO MIOCARDICO O UNA MALATTIA CORONARICA

CHE COSA FARE DOPO UN INFARTO MIOCARDICO O UNA MALATTIA CORONARICA Lega Friulana per il Cuore CHE COSA FARE DOPO UN INFARTO MIOCARDICO O UNA MALATTIA CORONARICA Materiale predisposto dal dott. Diego Vanuzzo, Centro di Prevenzione Cardiovascolare, Udine a nome del Comitato

Dettagli

Antiossidanti: gli alimenti in grado di svolgere un azione protettiva nei confronti

Antiossidanti: gli alimenti in grado di svolgere un azione protettiva nei confronti L ALFABETO DELLA CORRETTA NUTRIZIONE Antiossidanti: gli alimenti in grado di svolgere un azione protettiva nei confronti delle membrane cellulari hanno destato negli ultimi anni maggior interesse. E ormai

Dettagli

PERCHE MANGIAMO? Gli alimenti sono necessari per. .il FUNZIONAMENTO dell organismo. e per il suo ACCRESCIMENTO

PERCHE MANGIAMO? Gli alimenti sono necessari per. .il FUNZIONAMENTO dell organismo. e per il suo ACCRESCIMENTO PROGETTO ALIMENTAZIONE E CULTURA Impariamo a nutrirci per crescere meglio CIRCOLO DIDATTICO DI ARICCIA Centro Studi Regionale per l Analisi e la Valutazione del Rischio Alimentare (CSRA) - IZS Lazio e

Dettagli

SIAMO CIO CHE MANGIAMO Come l alimentazione può aiutarci a mantenerci in salute. Chiara Segré, PhD Giornata Nazionale della Previdenza 14 Maggio 2014

SIAMO CIO CHE MANGIAMO Come l alimentazione può aiutarci a mantenerci in salute. Chiara Segré, PhD Giornata Nazionale della Previdenza 14 Maggio 2014 SIAMO CIO CHE MANGIAMO Come l alimentazione può aiutarci a mantenerci in salute Chiara Segré, PhD Giornata Nazionale della Previdenza 14 Maggio 2014 L alimentazione è il più importante fattore ambientale

Dettagli

ALIMENTAZIONE NELLE DISCIPLINE DI ENDURANCE. Prof. Massimo Pasi Coordinatore Area Medica I.U.T.A.

ALIMENTAZIONE NELLE DISCIPLINE DI ENDURANCE. Prof. Massimo Pasi Coordinatore Area Medica I.U.T.A. ALIMENTAZIONE NELLE DISCIPLINE DI ENDURANCE Prof. Massimo Pasi Coordinatore Area Medica I.U.T.A. Nutraceutica Nome dato a quella branca della ricerca scientifica, svolta in numerosi laboratori, sugli alimenti

Dettagli

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Le necessità del nostro corpo Cibo e bevande sono i mezzi con cui il nostro organismo si procura le sostanze di cui ha bisogno per le sue attività vitali.

Dettagli

I TUMORI prevenire circa un terzo dei casi di tumore

I TUMORI prevenire circa un terzo dei casi di tumore I TUMORI Il Rapporto Mondiale dell Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro, dell Organizzazione Mondiale della Sanità, evidenzia come il cancro sia divenuto uno dei maggiori problemi per la sanità

Dettagli

Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre

Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre L obesità è una patologia causata (laddove non sia attribuibile ad altri motivi) da comportamenti ed abitudini di vita scorretti: contrastarla

Dettagli

dieta nutrienti sufficienti a soddisfare le esigenze nutrizionali della persona ricerca in campo nutrizionale componenti alimentari nuovi alimenti

dieta  nutrienti sufficienti a soddisfare le esigenze nutrizionali della persona ricerca in campo nutrizionale componenti alimentari nuovi alimenti Lo scopo primario della dieta è fornire nutrienti sufficienti a soddisfare le esigenze nutrizionali della persona. Sono sempre più numerose le prove scientifiche a sostegno dell ipotesi che alcuni alimenti

Dettagli

Un problema di cuore.

Un problema di cuore. Le malattie cardiovascolari nella donna Le malattie cardiovascolari nella donna Opuscolo redatto da Maria Lorenza Muiesan* e Maria Vittoria Pitzalis*. Alla stessa collana, coordinata da Nicola De Luca*,

Dettagli

CALORIE CONSUMATE PER OGNI 15 MINUTI DELLE SEGUENTI ATTIVITA FISICHE

CALORIE CONSUMATE PER OGNI 15 MINUTI DELLE SEGUENTI ATTIVITA FISICHE CALORIE CONSUMATE PER OGNI 15 MINUTI DELLE SEGUENTI ATTIVITA FISICHE BALLO LATINO AMERICANO CORSA NUOTO FOOTBALL MOUNTAIN BIKE TENNIS BICICLETTA SCIARE CAMMINARE VELOCE ATTIVITA LAVORATIVA 250 CALORIE

Dettagli

DIABETE E ALIMENTAZIONE

DIABETE E ALIMENTAZIONE DIABETE E ALIMENTAZIONE La pianificazione di una dieta corretta può essere difficile se non si è certi della combinazione di cibi migliore, delle porzioni e dell effetto dei diversi alimenti sui livelli

Dettagli

www.alberodeigelati.it

www.alberodeigelati.it www.alberodeigelati.it presenta La Dieta del Gelato a cura di Dott. Claudio Tomella, Medico - Chirurgo specialista in scienza dell alimentazione, nutrizione, medicina anti-aging Presidente Olosmedica COLAZIONE

Dettagli

Anemia e nefropatia. Stadi 1 4

Anemia e nefropatia. Stadi 1 4 Anemia e nefropatia Stadi 1 4 Iniziativa NKF-KDOQI (Kidney Disease Outcomes Quality Initiative) della National Kidney Foundation L iniziativa della National Kidney Foundation (NKF-KDOQI ) sviluppa linee

Dettagli

DIFFICOLTA DI ALIMENTAZIONE

DIFFICOLTA DI ALIMENTAZIONE DIFFICOLTA DI ALIMENTAZIONE Corso di tecniche di assistenza di base per caregivers Maggio Dicembre 2012 FABBISOGNO ENERGETICO Il fabbisogno energetico è individuale e dipende da: Sesso Peso Altezza Età

Dettagli

10 alimenti per ottenere capelli sani

10 alimenti per ottenere capelli sani I consigli di Ale Per Curarsi al Naturale 10 alimenti per ottenere capelli sani a cura di Irene Ferri 1 Come diceva il filosofo Ralph Emerson... Un erbaccia è solo una pianta di cui non sono ancora state

Dettagli

ALIMENTAZIONE E SALUTE. Dott.ssa Ersilia Palombi. Medico Nutrizionista

ALIMENTAZIONE E SALUTE. Dott.ssa Ersilia Palombi. Medico Nutrizionista ALIMENTAZIONE E SALUTE Dott.ssa Ersilia Palombi Medico Nutrizionista Alimentarsi bene e nutrirsi bene: non sempre i due comportamenti corrispondono, infatti il segnale fisiologico dell appetito da solo

Dettagli

In una ricca insalata di verdure sono contenute sostanze nutritive importanti per una sana e corretta alimentazione.

In una ricca insalata di verdure sono contenute sostanze nutritive importanti per una sana e corretta alimentazione. In una ricca insalata di verdure sono contenute sostanze nutritive importanti per una sana e corretta alimentazione. L ALIMENTAZIONE E L APPARATO DIGERENTE Una dieta equilibrata è fatta di tutti gli alimenti

Dettagli

Attività fisica e. Per guadagnare salute 09/05/2013

Attività fisica e. Per guadagnare salute 09/05/2013 Attività fisica e Alimentazione Per guadagnare salute 09/05/2013 ? QUANTA ENERGIA ENERGIA SERVE AL PODISTA AMATORE? 09/05/2013 FABBISOGNO ENERGETICO Metabolismo basale (60-75%): età, sesso, massa corporea

Dettagli

CORSA E ALIMENTAZIONE. Dott.ssa Sara Campagna Specialista in Medicina dello Sport Master in Nutrizione Umana

CORSA E ALIMENTAZIONE. Dott.ssa Sara Campagna Specialista in Medicina dello Sport Master in Nutrizione Umana CORSA E ALIMENTAZIONE Dott.ssa Sara Campagna Specialista in Medicina dello Sport Master in Nutrizione Umana Un alimentazione corretta in chi pratica attività sportiva permette di: - ottimizzare il rendimento

Dettagli

EXPO Milano 2015 1 Maggio 31 Ottobre Classe 2B a.s. 2013-2014

EXPO Milano 2015 1 Maggio 31 Ottobre Classe 2B a.s. 2013-2014 ESPOSIZIONE UNIVERSALE (EXPO) EXPO Milano 2015 1 Maggio 31 Ottobre Classe 2B a.s. 2013-2014 CENNI STORICI Cos è EXPO: EXPO = Esposizione Universale EXPO = esposizione a carattere INTERNAZIONALE. Ogni EXPO

Dettagli

Il formaggio sardo nella Sana Alimentazione Bambino, adulto, anziano, sportivo

Il formaggio sardo nella Sana Alimentazione Bambino, adulto, anziano, sportivo Cagliari, mercoledì 30 novembre 2011 METTI IL FORMAGGIO SARDO NELLA TUA DIETA Il formaggio sardo nella Sana Alimentazione Bambino, adulto, anziano, sportivo Giovanna Maria Ghiani Specialista in Scienza

Dettagli

Alimentazione e sport

Alimentazione e sport Dietista Silvia Bernardi Trento, 5 Marzo 2010 Il movimento spontaneo e l attività fisica, se iniziati precocemente, rappresentano la misura più efficace di terapia e prevenzione delle patologie del benessere.

Dettagli

Dove sono i nutrienti? : I GRUPPI DI ALIMENTI

Dove sono i nutrienti? : I GRUPPI DI ALIMENTI Dove sono i nutrienti? : I GRUPPI DI ALIMENTI Al fine di comporre correttamente la propria dieta è bene conoscere le qualità dei principali alimenti che in base alle loro principali caratteristiche nutrizionali

Dettagli

SCHEMA ALIMENTARE SKY LINE

SCHEMA ALIMENTARE SKY LINE SCHEMA ALIMENTARE SKY LINE Il nuoto è una disciplina sportiva di tipo aerobico-anaerobico misto in cui sono coinvolti principalmente i CARBOIDRATI per soddisfare il fabbisogno energetico. Devono essere

Dettagli

Informazioni sugli elementi nutritivi

Informazioni sugli elementi nutritivi Informazioni sugli elementi nutritivi Nella terra e nello spazio Gli zuccheri Gli zuccheri (detti anche glucidi o carboidrati)) sono i composti organici più comuni sulla Terra. Le piante li producono con

Dettagli

Come deve essere la dieta del paziente diabetico? Tutti gli alimenti vanno consumati con misura e rispettando le giuste proporzioni

Come deve essere la dieta del paziente diabetico? Tutti gli alimenti vanno consumati con misura e rispettando le giuste proporzioni DIABETE E CIBO Come deve essere la dieta del paziente diabetico? Tutti gli alimenti vanno consumati con misura e rispettando le giuste proporzioni I nutrienti della dieta I nutrienti essenziali: PROTEINE

Dettagli

I 12 Cibi per combattere lo stress

I 12 Cibi per combattere lo stress www.iurlarostudio.it info:0809698285 dott.ssa Maria Pia Iurlaro Counselor olistico, Life Coach, Naturopata, Floriterapista, Mediatore familiare I 12 Cibi per combattere lo stress Che cosa rende un cibo

Dettagli

BREVE SINTESI E GLOSSARIO SUL DIABETE MELLITO

BREVE SINTESI E GLOSSARIO SUL DIABETE MELLITO BREVE SINTESI E GLOSSARIO SUL DIABETE MELLITO 1. Definizione 2. Classificazione 2.1. Diabete mellito di tipo 1 2.2. Diabete mellito di tipo 2 2.3. Diabete gestazionale 2.4. Altre forme di diabete 2.5.

Dettagli

Tu sei nel cuore di Fondo Est!

Tu sei nel cuore di Fondo Est! Tu sei nel cuore di Fondo Est! Prevenzione della Sindrome Metabolica 1 Fondo EST in collaborazione con Unisalute ti invita a partecipare alla campagna TU SEI NEL CUORE DI FONDO EST. Si tratta di uno screening

Dettagli

ALIMENTAZIONE. Matilde Pastina

ALIMENTAZIONE. Matilde Pastina ALIMENTAZIONE Matilde Pastina I macronutrienti COSA SONO I MACRONUTRIENTI I macronutrienti sono princìpi alimentari che devono essere introdotti in grandi quantità, poiché rappresentano la più importante

Dettagli

LO SPORT E SERVITO. CINISELLO BALSAMO 25 MAGGIO 2012 Dott.ssa Raffaella Elena Monti

LO SPORT E SERVITO. CINISELLO BALSAMO 25 MAGGIO 2012 Dott.ssa Raffaella Elena Monti LO SPORT E SERVITO CINISELLO BALSAMO 25 MAGGIO 2012 Dott.ssa Raffaella Elena Monti ALIMENTO - DEFINIZIONE Per alimento si intende qualsiasi sostanza utilizzabile dal nostro organismo ai fini dell accrescimento,

Dettagli

Editore: Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro - Sede Operativa: via San Vito 7, 20123 Milano, Tel. 02 7797.1, www.airc.

Editore: Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro - Sede Operativa: via San Vito 7, 20123 Milano, Tel. 02 7797.1, www.airc. Editore: Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro - Sede Operativa: via San Vito 7, 20123 Milano, Tel. 02 7797.1, www.airc.it Numero Verde 800.350.350 - Coordinamento redazionale: Patrizia Brovelli

Dettagli

CONSUMO ALIMENTARE DI CARNI E RISCHIO DI CANCRO A cura di Angela Maria Vittoria GRIZZANTI

CONSUMO ALIMENTARE DI CARNI E RISCHIO DI CANCRO A cura di Angela Maria Vittoria GRIZZANTI CONSUMO ALIMENTARE DI CARNI E RISCHIO DI CANCRO A cura di Angela Maria Vittoria GRIZZANTI A.A. 2012-2013 Il consumo di carne è aumentato dalla seconda guerra mondiale. Anche se questo aumento è stato a

Dettagli

Senza il dolce, il cuore è più leggero.

Senza il dolce, il cuore è più leggero. Il diabete Il diabete Opuscolo redatto da Franco Veglio*. Alla stessa collana, coordinata da Nicola De Luca*, appartengono anche i seguenti titoli: Senza il dolce, il cuore è più leggero. L attività fisica

Dettagli

Corso: «Diabete mellito tra medico di medicina generale e diabetologo. Proposta per una gestione condivisa.»

Corso: «Diabete mellito tra medico di medicina generale e diabetologo. Proposta per una gestione condivisa.» AZIENDA UNITÁ LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 13 Dipartimento di Prevenzione Servizio Igiene degli Alimenti e della Nutrizione Corso: «Diabete mellito tra medico di medicina generale e diabetologo. Proposta

Dettagli

ALIMENTAZIONE dell ATLETA. Sergio Crescenzi Gianfranco Colombo Antonio De Pascale

ALIMENTAZIONE dell ATLETA. Sergio Crescenzi Gianfranco Colombo Antonio De Pascale ALIMENTAZIONE dell ATLETA Sergio Crescenzi Gianfranco Colombo Antonio De Pascale A CHE SERVE MANGIARE? Gli alimenti ci forniscono l energia per muoverci, per respirare,per il battito cardiaco, per il funzionamento

Dettagli

Vegetariani e vegani

Vegetariani e vegani Estremisti o progressisti? Vegetariani e vegani Per alcuni eliminare la carne (ma anche altri alimenti) dalla propria dieta è alla pari di una moda, per altri un modo per lavarsi la coscienza nei confronti

Dettagli

la digestione, l assorbimento, l alimentazione

la digestione, l assorbimento, l alimentazione la digestione, l assorbimento, l alimentazione 1 LA DIGESTIONE Digestione meccanica, il cibo è macinato, rimescolato e insalivato Digestione chimica, il cibo è scomposto in sostanze più semplici dall azione

Dettagli

ZONA PLUS TEST ESITO TEST: Valutazione del rapporto acidi grassi Omega 6/Omega 3 Rapporto AA/EPA. Glicemia Insulinemia Indice HOMA

ZONA PLUS TEST ESITO TEST: Valutazione del rapporto acidi grassi Omega 6/Omega 3 Rapporto AA/EPA. Glicemia Insulinemia Indice HOMA ESITO TEST: Cod. ID: 123456 Data: 10/01/2011 Paziente: ROSSI MARIO ZONA PLUS TEST Valutazione del rapporto acidi grassi Omega 6/Omega 3 Rapporto AA/EPA Glicemia Insulinemia Indice HOMA ANALITA DESCRIZIONE

Dettagli

ALIMENTAZIONE e NUOTO

ALIMENTAZIONE e NUOTO MICROELEMENTI ALIMENTAZIONE e NUOTO ZUCCHERI: costituiscono la fonte energetica, che permette all uomo di muoversi. Sono di due tipi : a. SEMPLICI, si trovano nella zuccheriera, nella, nel miele e sono

Dettagli

La dieta deve assicurare al nostro organismo, oltre alle proteine, i grassi, i carboidrati e l energia

La dieta deve assicurare al nostro organismo, oltre alle proteine, i grassi, i carboidrati e l energia 8. Varia spesso le tue scelte a tavola 58 La dieta deve assicurare al nostro organismo, oltre alle proteine, i grassi, i carboidrati e l energia da essi apportata, anche altri nutrienti indispensabili,

Dettagli

Dott. Paolo Pigozzi Verona Tel 045 8001735 pi.paolo@tin.it Montichiari, 16 febbraio 2007

Dott. Paolo Pigozzi Verona Tel 045 8001735 pi.paolo@tin.it Montichiari, 16 febbraio 2007 ORTO E FRUTTETO UNA MINIERA DI SALUTE Dott. Paolo Pigozzi Verona Tel 045 8001735 pi.paolo@tin.it Montichiari, 16 febbraio 2007 Frutta fresca e verdure crude Devono essere consumate tutti i giorni Contribuiscono

Dettagli

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua.

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua. La DIGESTIONE Perché è necessario nutrirsi? Il corpo umano consuma energia per muoversi, pensare, mantenere la temperatura costante, ma anche solo per riposarsi. Il consumo minimo di energia è detto metabolismo

Dettagli

L indispensabile Vitamina C Previene tutte le malattie Bisogna assumerla nel modo giusto

L indispensabile Vitamina C Previene tutte le malattie Bisogna assumerla nel modo giusto L indispensabile Vitamina C Previene tutte le malattie Bisogna assumerla nel modo giusto RIZA Sommario Capitolo 1 Le vitamine, sostanze indispensabili al corpo 7 Capitolo 2 La vitamina C: formula, storia

Dettagli

La cfs ovvero : la sindrome da stanchezza cronica

La cfs ovvero : la sindrome da stanchezza cronica La cfs ovvero : la sindrome da stanchezza cronica Tutti noi abbiamo dei periodi di stanchezza, solitamente transitoria, dovuti a cause conosciute come per esempio lo stress o il superlavoro, questa stanchezza

Dettagli

Una corretta alimentazione nello sport. Dott.ssa Jessica Giardini BIOLOGA NUTRIZIONISTA

Una corretta alimentazione nello sport. Dott.ssa Jessica Giardini BIOLOGA NUTRIZIONISTA Una corretta alimentazione nello sport Dott.ssa Jessica Giardini BIOLOGA NUTRIZIONISTA CARBOIDRATI Sono alla base dell alimentazione costituiscono circa il 50% delle calorie che occorrono ogni giorno POSSIAMO

Dettagli

ALIMENTAZIONE DA 12 A 36 MESI

ALIMENTAZIONE DA 12 A 36 MESI ALIMENTAZIONE DA 12 A 36 MESI Intervento a cura di: Dr.ssa Maria Teresa Gussoni Ss Igiene Nutrizione Milano, 3 maggio 2012 1 L eccesso di peso rappresenta un fattore di rischio rilevante per le principali

Dettagli

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele ERVIZIO ANITARIO REGIONALE A Azienda ervizi anitari N 1 triestina la vien... alute angiando M Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele Dipartimento

Dettagli

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE SI PARTE DALLA VITAMINA D Relatore dr Donata Soppelsa Medico di medicina generale Associato alla Società Italiana di Nutriceutica Quali domande? E sufficiente l integrazione

Dettagli

VERO O FALSO? FALSI MITI E VERE AFFERMAZIONI DELLA NOSTRA TAVOLA

VERO O FALSO? FALSI MITI E VERE AFFERMAZIONI DELLA NOSTRA TAVOLA VERO O FALSO? FALSI MITI E VERE AFFERMAZIONI DELLA NOSTRA TAVOLA Questo opuscolo è stato creato per dare delle reali risposte ai tipici luoghi comuni riguardanti l' alimentazione e le possibili cause dell'

Dettagli

Alimentazione nel mondo. I.C. D.Galimberti Bernezzo

Alimentazione nel mondo. I.C. D.Galimberti Bernezzo Alimentazione nel mondo Nord/Sud Una divisione economica più che geografica Situazione mondiale Il 35% dell intera popolazione della terra ha un alimentazione insufficiente, inferiore cioè a 2000 Kcal

Dettagli

PERCHÉ SCEGLIERE UN ALIMENTAZIONE VEGAN?

PERCHÉ SCEGLIERE UN ALIMENTAZIONE VEGAN? PERCHÉ SCEGLIERE UN ALIMENTAZIONE VEGAN? PER GLI ANIMALI Chi sceglie di vivere vegan prende oggettivamente atto che gli animali (tutti e non solo alcuni) non sono cibo, bensì esseri senzienti in grado

Dettagli

ALIMENTAZIONE E SPORT. Dott. MAURIZIO VIGANO Spec. in Medicina dello Sport

ALIMENTAZIONE E SPORT. Dott. MAURIZIO VIGANO Spec. in Medicina dello Sport ALIMENTAZIONE E SPORT Dott. MAURIZIO VIGANO Spec. in Medicina dello Sport Argomenti: 1) Il fabbisogno energetico 2) Gli alimenti 3) L acqua 4) Vitamine, sali minerali, integratori 5) La dieta dello sportivo

Dettagli

E importante che il paziente con Insufficienza renale cronica comprenda che una corretta alimentazione è come una medicina.

E importante che il paziente con Insufficienza renale cronica comprenda che una corretta alimentazione è come una medicina. Perché è necessaria la dieta nella IRC? La principale funzione dei reni è quella di eliminare con le urine le scorie, l acqua e sali minerali nella quantità necessaria. Nella Insufficienza renale cronica

Dettagli

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo 3 IN ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo sezione 1 L ALIMENTAZIONE Latte e coccole... Il latte materno costituisce l alimento più adatto ai bisogni del neonato e non solo dal punto di vista nutrizionale:

Dettagli

Aiuta le tue ossa! A tavola, con attività fisica e sole. Osteoporosi e stili di vita

Aiuta le tue ossa! A tavola, con attività fisica e sole. Osteoporosi e stili di vita Aiuta le tue ossa! A tavola, con attività fisica e sole. Osteoporosi e stili di vita A CURA DEL MINISTERO DELLA SALUTE DIREZIONE GENERALE DELLA COMUNICAZIONE E DEI RAPPORTI EUROPEI E INTERNAZIONALI, UFFICIO

Dettagli

Padova. L oncologia, dall alimentazione all integrazione possibile attraverso la pratica in cucina 07-08 / 21-22 MARZO

Padova. L oncologia, dall alimentazione all integrazione possibile attraverso la pratica in cucina 07-08 / 21-22 MARZO L oncologia, dall alimentazione all integrazione possibile attraverso la pratica in cucina Direzione scientifica Dott. Paolo Bellingeri Dott. ssa Anna Zuppini Padova Sala Polivalente, Via Uruguay 20/22

Dettagli

Curve di crescita di alcune razze di cani. Età di raggiungimento delle dimensioni. Crescita

Curve di crescita di alcune razze di cani. Età di raggiungimento delle dimensioni. Crescita I cuccioli hanno un fabbisogno nutrizionale più elevato: non devono solo preoccuparsi del buon funzionamento del loro organismo e di mantenere la giusta temperatura corporea, ma devono anche sviluppare

Dettagli

Etichettatura degli alimenti

Etichettatura degli alimenti Ministero della Salute Direzione generale per l igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione Etichettatura degli alimenti Cosa dobbiamo sapere La scelta di alimenti e bevande condiziona la nostra

Dettagli

Domande Questionario TWISTER Campagna idea

Domande Questionario TWISTER Campagna idea Domande Questionario TWISTER Campagna idea Modulo seme (6/11 anni): Prima di mettersi a tavola bisogna lavarsi le mani Per mantenere i denti sani e forti bisogna mangiare almeno due volte al giorno la

Dettagli

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore TerapiE PER L OSTEOPOROSI Reggio Emilia, MARZO 2015 L artrite reumatoide CALCIO E VITAMINA D Nessun dato

Dettagli

27-08-2014 12+1 1 / 2

27-08-2014 12+1 1 / 2 Quotidiano Data Pagina Foglio 27-08-2014 12+1 1 / 2 Codice abbonamento: 097156 Quotidiano Data Pagina Foglio 27-08-2014 12+1 2 / 2 Codice abbonamento: 097156 Quotidiano Data Pagina Foglio 27-08-2014 22

Dettagli

SCIENZE FACILI PER LA CLASSE QUINTA

SCIENZE FACILI PER LA CLASSE QUINTA Strumenti per la didattica, l educazione, la riabilitazione, il recupero e il sostegno Collana diretta da Dario Ianes Carlo Scataglini SCIENZE FACILI PER LA CLASSE QUINTA Il corpo umano, il Sistema Solare

Dettagli

ALIMENTAZIONE NELLE PATOLOGIE CRONICHE. dott.ssa Siciliano Italia Grazia biologo nutrizionista

ALIMENTAZIONE NELLE PATOLOGIE CRONICHE. dott.ssa Siciliano Italia Grazia biologo nutrizionista ALIMENTAZIONE NELLE PATOLOGIE CRONICHE dott.ssa Siciliano Italia Grazia biologo nutrizionista DALLA PREISTORIA AD OGGI: STILI DI VITA DIVERSI 100% 90% 80% 70% 60% 50% 40% 30% 20% 10% 0% DALLA PREISTORIA

Dettagli

CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO CENTRALE. Cibo e Salute: Giornata di prevenzione dell Osteoporosi della CRI.

CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO CENTRALE. Cibo e Salute: Giornata di prevenzione dell Osteoporosi della CRI. CROCE ROSSA ITALIANA SCHEDA DI APPROFONDIMENTO Il Consigliere del Presidente Nazionale Prof. Giuliano Da Villa Cell. 3355499265 e-mail: ciboesalute@cri.it CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO CENTRALE Cibo e

Dettagli

Grassa o secca, quando la tosse ti prende, Lisomucil ti aiuta.

Grassa o secca, quando la tosse ti prende, Lisomucil ti aiuta. Guida150x210Adolescenza 20-03-2007 14:59 Pagina 1 Grassa o secca, quando la tosse ti prende, Lisomucil ti aiuta. Cod. 60514621 www.automedicazione.it Sono medicinali. Leggere attentamente il foglio illustrativo.

Dettagli

I TUMORI PER SINGOLE SEDI

I TUMORI PER SINGOLE SEDI I TUMORI PER SINGOLE SEDI MAMMELLA Età, la probabilità di ammalarsi aumenta esponenzialmente sino agli anni della menopausa (50 55) e poi rallenta, per riprendere a crescere dopo i 60 anni Familiarità

Dettagli

Linee guida nutrizionali: indispensabile bagaglio nel percorso di cura del paziente con LES:

Linee guida nutrizionali: indispensabile bagaglio nel percorso di cura del paziente con LES: Aspetti nutrizionale e comportamento alimentare nel LES Daniela Vassallo Medico chirurgo, specialista in Scienza dell Alimentazione UO di Dietetica e Nutrizione Clinica MAIL dvassallo@mauriziano.it AO

Dettagli

ALIMETAZIONE DA 6 A 12 MESI

ALIMETAZIONE DA 6 A 12 MESI ALIMETAZIONE DA 6 A 12 MESI Intervento a cura di: Dr.ssa Armanda Frassinetti Dietista - Ss Igiene Nutrizione Milano, 3 maggio 2012 La abitudini alimentari della famiglia acquisite nei primi anni di vita

Dettagli

Corso Informativo di Nutrizione e di Preparazione degli Alimenti secondo i principi della Bioterapia Nutrizionale

Corso Informativo di Nutrizione e di Preparazione degli Alimenti secondo i principi della Bioterapia Nutrizionale Corso Informativo di Nutrizione e di Preparazione degli Alimenti secondo i principi della Bioterapia Nutrizionale Direttore dott. Fausto Aufiero Chef, Naturopata Michele Pentassuglia PROGRAMMA Prima giornata

Dettagli

Èun piccolo fagiolo giallo, dall apparenza insignificante.

Èun piccolo fagiolo giallo, dall apparenza insignificante. LA SOIA INTRODUZIONE Èun piccolo fagiolo giallo, dall apparenza insignificante. Eppure è stato alla base dell alimentazione di interi Paesi orientali per secoli e oggi, secondo molti pareri autorevoli,

Dettagli

ZONA PLUS TEST Valutazione del rapporto tra acidi grassi omega6 e omega3 Rapporto AA/EPA. Glicemia Insulinemia Indice HOMA

ZONA PLUS TEST Valutazione del rapporto tra acidi grassi omega6 e omega3 Rapporto AA/EPA. Glicemia Insulinemia Indice HOMA ESITO TEST: Cod. ID: 123456 CCV: 574 Data: 01/01/2013 Paziente: Rossi Mario Referto a cura di: NatrixLab Via Cavallotti, 16 42122 Reggio Emilia Aut.n. 67 del 26.01.10 Direttore Sanitario Dott. Michele

Dettagli