Carne e Latticini - Carne, pesce, uova e latte uccidono. Mangiare proteine animali causa malattia -

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Carne e Latticini - Carne, pesce, uova e latte uccidono. Mangiare proteine animali causa malattia -"

Transcript

1 nutrizione & composizione corporea fisioterapia & recupero funzionale medicina d alta quota piani di allenamento articoli, studi, ricerche dal mondo della Nutrizione, delle Terapie Fisiche, delle Neuroscienze e della Biomedicina ott. 12 NUTRIZIONE - i quaderni - Carne e Latticini - Carne, pesce, uova e latte uccidono. Mangiare proteine animali causa malattia - Le proteine animali, nella loro forma più elementare e generica, vennero scoperte nel 1839 da Gerhard Mulder e a quel tempo vennero considerate un nutriente molto importante (la parola proteina proviene da proteios, cioè di primaria importanza ). A quel tempo si pensava che le proteine fossero contenute solo nei cibi animali, e che quindi carne e pesce rappresentassero l unica fonte proteica. Più tardi invece, si scoprì che le proteine erano contenute anche in tutti i cibi vegetali, in quantità variabili. Tuttavia, si pensava che le proteine animali venissero utilizzate dal nostro organismo in maniera più efficiente di quelle vegetali ed implicassero un tasso di crescita più veloce. Per questo motivo vennero considerate negli anni a seguire un nutriente di fondamentale importanza e quindi di valore biologico più elevato rispetto a quelle vegetali. Oggi questo concetto vecchio di secoli ha confuso la nostra opinione sulle proteine vegetali, le quali contengono invece tutti gli elementi base delle proteine, gli aminoacidi, in una forma decisamente più assorbibile rispetto quelle animali. Forse pochi sanno che nell ultimo secolo il consumo di prodotti animali ha ucciso più esseri umani di tutti gli incidenti d auto, di tutte le guerre e di tutti i disastri naturali messi insieme. Vediamo perché. Le proteine animali e il cancro Quando si cuoce un tessuto di animale (la classica carne cotta), si verifica la formazione delle cosiddette ammine eterocicliche (HCA), molecole che rappresentano un vero veleno per il nostro organismo. Con la cottura della carne alla piastra invece, si forma anche il benzopirene, molecola altamente cancerogena per il nostro organismo - tra l altro contenuta anche nel fumo di sigaretta -. La quantità di queste sostanze nei tessuti animali è in diretto rapporto con la temperatura di cottura: più li cuociamo e più essi sviluppano queste sostanze. E se non cuocessimo la carne? Se invece mangiassimo carne cruda dovremmo fare i conti con la presenza di salmonella, batteri infettivi ed altri microorganismi pericolosi. 1

2 E le preparazioni gastronomiche a base di carne? La carne lavorata (salsicce, mortadella, wurstel) contiene una quantità considerevole di agenti conservanti cancerogeni - senza contare l eccesso di grassi saturi contenuti per rendere il prodotto ricco di sapore -. Qualsiasi tipo di carne che noi mangiamo rappresenta un tessuto muscolare, il quale, non appena l animale viene ucciso, va immediatamente in putrefazione sviluppando nei giorni seguenti al suo interno anche altre sostanze, come la putrescina e la cadaverina, altamente tossiche per il nostro organismo. Inoltre ci sono ormai prove schiaccianti che il consumo di carne, sopratutto quella bovina (quindi carne rossa) provoca l insorgere del cancro, per la maggior parte al colon retto. Piccole variazioni di introito di proteine animali, ad esempio un aumento dal 4% al 10% favorisce l insorgere del cancro, mentre sopra il 10% l incidenza della malattia aumenta esponenzialmente. La dieta media occidentale contiene oggi dal 15% al 16% di proteine animali, che corrispondono a 70gr 100gr di proteine animali al giorno. Ad esempio: tre crocchette di pollo contengono 7gr di proteine, 45 gr di carne contengono 13gr di proteine, 30gr di pesce contengono 7gr di proteine, un uovo grande contiene 7gr di proteine, 30gr di formaggio contengono 7gr di proteine, una tazza di latte contiene 8gr di proteine. L American Cancer Society riporta che il 47% degli uomini ed il 38% delle donne di tutto il mondo si ammaleranno nel corso della vita di cancro; una su 4 di queste persone morirà prematuramente di cancro. Secondo l Istituto Nazionale dei Tumori Americano, il numero di Statunitensi a cui viene diagnosticato il cancro raddoppierà entro i prossimi 50 anni. Un giorno, tutto questo sarà insostenibile per i sistemi sanitari di tutto il mondo, anche perché chi ne è colpito è sempre più giovane. Nonostante l enormità di denaro speso in decine di anni per la ricerca contro il cancro, il rischio di morire di cancro è di fatto aumentato del 6% dal 1970 al Mixed Function Oxidase: sono enzimi presenti all interno delle nostre cellule che disattivano le eventuali sostanze chimiche presenti nei cibi vegetali, rendendole innocue. Mangiando proteine animali invece, questo meccanismo di difesa converte le sostanze chimiche in sostanze cancerogene (sostanze che danneggiano il DNA cellulare) attivando potenzialmente eventi favorevoli al cancro. Ogni donna dovrebbe consumare ogni giorno un massimo di 38gr proteine ed ogni uomo 47gr. Esse si possono comunque già ottenere con la sola frutta o verdura, cereali e legumi tutti integrali, non lavorati e possibilmente non cotti. Tutte le diete a base di prodotti (proteine) animali stimolano e accelerano la diffusione del cancro, il quale progredisce quando le cellule cancerose formatisi in una data sede si moltiplicano, diffondendosi in tutto il corpo. L organismo non può resistere a lungo in queste condizioni. Una dieta a base vegetale invece rallenta o arresta la progressione della malattia. Non esiste alcun rischio con vegetali e frutta, anche se vengono cotti (al vapore, alla piastra, bolliti). Il nutrimento di frutta e verdura cruda è inoltre naturalmente ricchissimo di tutti quei micro elementi utili al nostro benessere. Ad esempio: kcal di carne di manzo forniscono 13 gr di proteine, ma con aggiunta di: grassi, colesterolo e niente fibra e senza benefiche sostanze antiossidanti kcal di spinaci invece, forniscono ben 12gr di proteine con aggiunta di: fibra, anti-ossidanti, buon ferro assorbibile, calcio organico, maggior senso di sazietà, no grassi e no colesterolo. Ma, purtroppo per gli umani carnivori, non è ancora tutto. 2

3 Il latte...l altra faccia della proteina animale Caseina: rappresenta l 87% delle proteine nei latticini. Stimola la crescita di cellule cancerose. E maggiore nei formaggi e nel latte scremato, mucca, capra, pecora. Ci sono oggi prove evidenti che dimostrano che anche i latticini provocano il cancro alla prostata (25% di tutti i tumori). Come mai? Il maggior consumo di proteine animali induce un incremento di Igf e Igf1 (i fattori di crescita umani) i quali a loro volta, tendono ad attivare, sviluppare e diffondere il cancro. Anche i vegetariani classici (chiamati anche latto-ovo-vegetariani), consumano comunque una quantità sostanziosa di latticini e uova; in questo modo essi non hanno un grande vantaggio poiché introducono comunque molte proteine animali. I latto-ovo-vegetariani infatti, tendono ad avere valori ematici di Igf e Igf1 più elevati rispetto ai vegani, che invece non assumono affatto alcun genere di prodotto animale e che quindi si ammalano molto meno di cancro alla prostata. Ben il 50% degli uomini al di sopra dei 70 anni ha una forma silente di cancro alla prostata che non sta ancora causando problemi: la malattia c è ma non da effetti dolorosi o invalidanti. Gli uomini che consumano latticini hanno circa il doppio di probabilità di sviluppare il cancro alla prostata e fino a 4 volte la possibilità di esito metastatico o fatale. In più la proteina che si trova nel latte di mucca (appunto la caseina) assomiglia molto alle proteine contenute nelle cellule del pancreas, adibite alla produzione di insulina. Il nostro organismo, dovendo eliminare la proteina estranea del latte di mucca, distrugge anche le cellule produttrici di insulina: per il resto della vita, per chi ne è colpito - di solito un bambino -, soffrirà di diabete di tipo I, una malattia devastante per la quale sono necessariamente previste iniezioni di insulina tutti i giorni della sua vita e una dieta rigidamente controllata. In Finlandia si consuma la maggior quantità di latte al mondo: ogni anno bambini e ragazzi fino ai 14 anni consumano in media 200 litri di latte vaccino ciascuno - o assumono l equivalente in prodotti caseari -. Risultato? Il diabete di tipo I in Finlandia è 36 volte più diffuso che in Giappone, dove il consumo di latticini è il più basso al mondo. Oggi, nei soli Stati Uniti, una persona su 13 soffre di diabete. Il diabete può regredire, o quantomeno se ne può rallentare la progressione, attraverso una dieta vegetariana stretta senza latticini. Come la mettiamo con l Osteoporosi? Le proteine animali, specie latte e latticini, causano osteoporosi. L Osteoporosi provoca perdita di calcio dalle ossa, rendendole fragili e sottili. La frattura dell anca è valutata infatti come indice di gravità di questa patologia. Questa malattia colpisce più frequentemente le donne che gli uomini, specie dopo la menopausa. Se il latte facesse così bene alle ossa, allora chi consuma latte dovrebbe avere una struttura ossea più forte e più sana di chi non consuma le stesse quantità di latte e latticini. Ma non è così. Le donne Americane con più di 50 anni hanno uno dei più alti tassi al mondo di fratture all anca; nel resto del mondo si rilevano gli stessi valori nei Paesi dove il consumo di latte è il più elevato. Bassi consumi di latte NON sono associati a più alti rischi di Osteoporosi in età avanzata (fratture all anca o al polso). 3

4 Non c è alcun bisogno di consumare latte e latticini per ottenere il calcio: il calcio con il miglior assorbimento è quello della verdura a foglia verde scuro e della verdura a basso contenuto di ossalati, come i cavoli. Questi alimenti sono ricchissimi di calcio, il quale viene assorbito ancora meglio di quello del latte, ma invece di apportare grassi saturi come colesterolo e ormoni della crescita e antibiotici che si trovano potenzialmente nel latticini, forniscono fibra, acido folico ed in più vitali nutrienti anti età, anti cancro, anti-infiammatori che si trovano esclusivamente nel regno vegetale. Il 70% delle fratture ossee è legato al consumo di proteine animali: esse sono acidificanti, i corpo NON le tollera. Il nostro organismo, per neutralizzare l acidità di carne e latticini che assumiamo, reagisce usando il Calcio contenuto nel sangue, ma se qui non ce n è abbastanza lo ricava dalle ossa, indebolendole, aumentando il rischio di fratture. Già dal 1980 era noto che le proteine animali creano un eccesso metabolico acido nell organismo, al contrario delle proteine vegetali. Quando si incrementa il consumo di proteine animali da 35 a 78 gr/dì la perdita di Calcio attraverso i reni aumenta del 53%. Questa enorme perdita di Calcio non solo causa Osteoporosi, ma alza anche l incidenza di calcoli renali e quindi un superlavoro per i reni, che devono smaltire questo Calcio in eccesso. Il colesterolo Il colesterolo che si deposita all interno delle arterie (lume arterioso) offre un vincolo meccanico al normale flusso ematico che va al cuore. Questa molecola grassa non ha incidenza solo per le note malattie cardiovascolari dovute a ipertensione ed obesità: è associato anch esso ad un elevato rischio di cancro. Addirittura il 50% dei bambini statunitensi dai 2 ai 15 anni ha strie lipidiche (vere e proprie strisce di grasso e colesterolo) all interno delle arterie coronarie che rappresentano lo stadio iniziale della malattia. Una riduzione del colesterolo totale dal circolo sanguigno da 127 mg/dl a 90 mg/dl conduce ad un decremento significativo dei tumori al fegato, al retto, al colon, al polmone, alla mammella, al sangue (leucemia), al cervello, allo stomaco, alla gola in adulti e bambini. Negli USA e negli altri Paesi occidentali il colesterolo totale medio è di circa 215 mg/dl; la media in Cina, dove il consumo di latte e di carne è molto basso, è invece di 127 mg/dl o addirittura in alcune zone di periferia 80 mg/dl. Alti livelli di colesterolo innalzano tra l altro la quota degli estrogeni (ormoni femminili), i quali a loro volta incrementano l incidenza di cancro alla mammella. La super Vitamina D e le proteine animali La Vitamina D viene prodotta a livello della pelle con l esposizione alla luce solare: da 15 minuti a 30 minuti più volte alla settimana sono sufficienti per il rifornimento di Vitamina D; ai reni spetta poi il compito di produrre Vitamina D attiva dalla Vitamina D che si forma a livello della pelle o proveniente dal cibo che mangiamo. La forma attiva deve essere necessariamente prodotta dal nostro organismo: mantiene in condizioni ottimali tutte le cellule dell organismo e l alterazione delle sue funzioni può causare un vasto spettro di malattie. 4

5 E importante quello che mangiamo: le proteine animali riescono a bloccare la conversione della Vitamina D in forma attiva: bassi livelli di Vitamina D possono causare Osteoporosi e diabete di tipo I, ma non solo. Dosaggi estremamente bassi di Vitamina D attiva portano nel tempo all insorgenza di malattie come il cancro alla prostata, cancro alla mammella, cancro al colon e alle malattie autoimmuni. La cardiopatia La cardiopatia, malattia del cuore, è la più diffusa malattia del benessere, colpisce un uomo su due e una donna su tre. Ogni 30 secondi uccide una su tre delle persone colpite nei soli Stati Uniti: 5200 persone muoiono di cardiopatia ogni anno. Nelle donne la mortalità in caso di cardiopatia (dovuta ad ipercoleterolemia) è 8 volte maggiore che il cancro al seno. Eppure tutti noi abbiamo più paura del cancro che di questo nemico silenzioso, numero uno. Una dieta puramente vegetariana e senza latticini e uova, aiuta a far regredire la cardiopatia in modo efficace e ne blocca la progressione. Le malattie cardio-vascolari sono molto diffuse: tutti gli uomini oltre i 65 anni e le donne oltre i 70 che hanno seguìto una dieta tradizionale occidentale sono già affetti da malattia cardiovascolare diffusa. Praticamente, come fosse una Nazione intera, tutti gli uomini e tutte le donne hanno una cardiopatia: ma qualcuno se ne preoccupa? I farmaci per abbassare la pressione o il colesterolo non risolvono il problema, come anche gli interventi di bypass o stent NON sono una soluzione efficace. Del milione di persone che si sottoporrà ad un intervento di stent quest anno, l 1% morirà durante l intervento, cioè persone! Se questo numero fosse stato attribuito ad un bollettino di guerra, sarebbe stata definita una carneficina. Tra questo milione di persone a cui verrà impiantato lo stent, un altro 4% avrà un infarto durante l intervento stesso, cioè persone che si sottoporranno ad un intervento per essere protetti da un infarto, avranno un infarto proprio durante l operazione. Pillole e operazioni chirurgiche non funzionano, non affrontano la causa della malattia, cioè la dannosa dieta occidentale. La medicina occidentale oggi ci offre solo questo. Il progresso medico sta vendendo malattie: le cure ed i farmaci prescritti sono riconosciuti come la terza causa di morte nel mondo occidentale. Fa bene assumere tanto calcio? Assumere quantità eccessive di calcio da latticini o integratori distrugge la capacità del nostro corpo di regolare l assorbimento, il deposito e l utilizzo del calcio per mantenere la giusta consistenza delle ossa. Anche troppo calcio, assunto nel tempo, riduce la produzione di Vitamina D attiva. Noi umani consumiamo quantità di calcio esagerate fin dall infanzia: con un eccesso prolungato nel tempo (30 40 anni) l organismo cerca di adattarsi, di contenere i danni. Il nostro corpo in pratica si protegge cercando di ridurre l assorbimento di calcio nel tratto intestinale, ma in età avanzata, quando la necessità di calcio è davvero maggiore, l organismo 5

6 non è più in grado di regolarsi alla nuova richiesta che non riesce però più a soddisfare, nemmeno aumentando le assunzioni di calcio con gli integratori. Da cosa sono causate le malattie autoimmuni? Le malattie autoimmuni consistono in una reazione del sistema immunitario diretta contro una parte dello stesso organismo di cui fa parte; ciò porta ad una perdita progressiva delle funzioni fisiche e mentali. Ci sono circa 40 tipi di malattie autoimmuni, tra cui: il diabete di tipo I, la sclerosi multipla, l artrite reumatoide, l ipertiroidismo e ipotiroidismo, l infiammazione dei reni, l infiammazione dei muscoli e ai nervi. La sclerosi multipla (SM) è una malattia cronica che causa la perdita della capacità di camminare, di vedere, di parlare, addirittura di pensare. Alla fine i malati, sempre più invalidati nel movimento, sono costretti ad una sedia a rotelle o a letto per il resto della loro vita. Uno studio di più di 40 anni fa, ha dimostrato che in pazienti con SM, anche in stadio avanzato, i quali seguivano una dieta vegan, la SM veniva notevolmente ridotta. Il 95% di queste persone rimase solo moderatamente disabile per circa 30 anni, e solo il 5% morì di SM. Al contrario, l 80% dei pazienti ai primi stadi della malattia, che invece seguiva una dieta ricca di grassi saturi e di proteine animali, morì di SM. Tutti gli organi possono essere il bersaglio d attacco e di distruzione del sistema immunitario. Oggi, circa il 3% degli Americani soffre di una o più di queste malattie invalidanti: ben 8 milioni e mezzo di persone. Ogni anno se ne aggiungono altre 250mila a cui viene diagnosticata la malattia. Una volta iniziato l attacco agli organi, l azione non è reversibile in alcun modo che la medicina tradizionale conosca: i soliti farmaci tentano di inibire il sistema immunitario ma hanno effetti collaterali, spesso gravi. Com è possibile che mangiando tessuti di animali il nostro sistema immunitario venga stimolato ad attaccare il nostro corpo? Molte delle proteine che si trovano negli animali sono simili a quelle che si trovano nei tessuti umani. Durante la digestione, alcune di queste proteine entrano in circolo senza venire scisse completamente nei loro componenti di base (gli aminoacidi); queste proteine vengono considerate perciò degli aggressori e quindi attaccate dal nostro sistema immunitario che tenta di distruggerle. Però, dato che i tessuti animali sono molto simili ai nostri tessuti, il nostro sistema immunitario inizia a distruggere anche i propri, scambiandoli per estranei. In definitiva le proteine animali una volta introdotte nel nostro corpo causano la ribellione dell organismo attivando inopportunamente il nostro sistema di difesa da agenti esterni. La maggior parte delle malattie autoimmuni, si localizza in paesi dal clima freddo. Maggiore è la distanza a cui si vive lontani dall equatore, maggiore è l incidenza di SM e altre malattie autoimmuni. Questa localizzazione geografica è legata ad un ridotto apporto di luce solare, indispensabile per la formazione della Vitamina D sulla pelle e ad un elevato consumo di cibi animali. Alle latitudini più elevate poi, si consumano più latte e più latticini. La conversione in Vitamina D attiva, come abbiamo visto, in risposta alla luce solare, è inibita dai cibi ad alto contenuto di Calcio e dagli acidi prodotti dalle proteine animali. 6

7 La super Vitamina D non solo impedisce alle cellule di ammalarsi, ma aiuta anche a fermare lo sviluppo delle malattie autoimmuni. E l impotenza? Un alimentazione a base di carne rende tutti potenzialmente impotenti. L apparato sessuale maschile è un sistema idraulico complesso e richiede un buon flusso sanguigno per poter funzionare correttamente; se si bloccano le arterie del cuore, il cuore può morire. Ma se si bloccano le arterie che convogliano il sangue alle parti intime maschili, queste ultime perderanno la loro funzionalità. Il successo della famosa pillola blu contro l impotenza maschile si basa sopratutto sulla cattiva alimentazione occidentale. Nel foglietto illustrativo del Viagra è indicato che il farmaco funziona meglio se non si mangia un pasto grasso! Certamente, se si segue una dieta vegana per un lungo periodo, questo farmaco non servirà più. Perché non dovremmo mangiare neanche i pesci? I pesci ed i crostacei contengono significative quantità di acidi grassi (anche se polinsaturi) e colesterolo. I gamberetti contengono due volte il colesterolo contenuto nel manzo. Un etto di salmone contiene la stessa quantità di grassi di un etto di braciola o di pollo. I pesci, una volta uccisi, ospitano diversi tipi di batteri che si moltiplicano anche a temperature molto basse, come quelle dei frigoriferi; l odore che emana il pesce poco dopo morto indica che questi batteri hanno iniziato a moltiplicarsi e a decomporre l animale. La decomposizione interessa anche gli acidi grassi omega-3: quando questo processo è iniziato non solo gli omega-3 diventano inutili, ma iniziano pure a rilasciare radicali liberi, i quali innescano potenzialmente nel nostro corpo una grande varietà di malattie. L olio di semi di lino o di canapa, derivante quindi da fonti esclusivamente vegetali, contengono il doppio di acidi grassi omega- 3, non contengono colesterolo, hanno pochi grassi saturi e non si decompongono facilmente creando radicali liberi come fa il pesce. Il consumo di pesce NON migliora la salute del cuore né previene la cardiopatia. I pesci sono un pò come degli spazzini di oceani e fiumi: assumono sostanze chimiche pericolose e le mantengono nel loro corpo fino alla morte: non si contano gli inquinanti che i pesci assimilano dal mare nel corso della loro vita! Cantaxantina: questa sostanza pericolosa è il colorante artificiale che viene somministrato ai salmoni per far prendere alle loro carni il tipico colore rosa o rosso chiaro, senza il quale la loro carne sarebbe naturalmente di colore grigio. Ciò accade ai salmoni allevati in cattività. Esistono delle tabelle che riportano diverse gradazioni di colore, che partono dal grigio ed arrivano fino al rosa scuro, che gli allevatori di salmone conoscono molto bene per poter scegliere che colore dare ai loro pesci di allevamento. La cantaxantina era usata come componente di una nota pillola autoabbronzante, ora ritirata dal mercato in quanto sostanza dannosa per la retina. Il cibo-droga Zucchero, cioccolato, formaggio, carne tendono a far rilasciare sostanze oppioidi dal cervello: la nostra lingua grazie alle sue papille gustative invia al cervello messaggi che permettono la 7

8 produzione dal cervello stesso di sostanze chimiche simili a quelle che creano i veri e propri stupefacenti. Gli altri cibi sono privi di quest effetto, e spezzare questa specie di dipendenza alimentare non è facilissimo: chi di noi esce la sera di casa per andare a comprare un arancia o una mela? Diciamo la verità: lo si fa giusto per un bel gelato - ricco di zuccheri e latte -, per del cioccolato o per un buon panino o hamburger. Ed il ferro? La carne contiene meno ferro degli alimenti vegetali; il problema è però l assorbimento: l assimilazione del ferro della carne è immediato per l intestino, mentre quello dei cereali, dei legumi e della frutta secca (come le prugne) e della verdura a foglia verde deve essere accompagnata dalla Vitamina C. Ma dato che tutti questi alimenti contengono Vitamina C, il gioco è fatto; un alternativa è accompagnare questi cibi con succo di arancia o limone. Il calcio del latte limita l assorbimento del ferro. Nel dettaglio: NON esistono soggetti anemici nei vegetariani. Allora: siamo o non siamo dei carnivori? Contrariamente a ciò che si ritiene oggi l uomo NON è carnivoro: è un animale frugivoro, cioè che è stato progettato da Madre Natura per vivere di frutta, verdura, noci, semi e radici. Vediamo perché. I veri carnivori hanno zampe con unghie affilate e denti aguzzi per strappare la carne, noi no: le nostre mani sono state create per cogliere e sgusciare semi e noci, cogliere radici, piante e frutti. La nostra dentatura non è adatta a strappare e masticare tessuti animali cotti, figuriamoci quelli crudi. L intestino dei veri carnivori e felini poi, è molto più corto del nostro, 3 volte circa il loro corpo. La ragione è per evitare che i batteri che proliferano nei tessuti crudi da loro ingeriti, non permangano troppo all interno del loro organismo. Il nostro intestino invece è lungo circa 7 volte il nostro corpo e un tessuto animale introdottovi, già inesorabilmente in putrefazione, vi permane all interno per troppo tempo. La lunghezza del nostro intestino è invece perfetta per digerire alimenti ricchi di fibra, come frutta e verdura. Ma i veri carnivori producono anche molto più acido cloridrico nel loro stomaco, perfetto per scindere completamente le proteine dei tessuti crudi di altri animali. Anche la loro saliva è molto più acida. La nostra saliva è invece alcalina e contiene uno speciale enzima necessario alla pre-digestione dei cereali, che avviene in bocca, l alfa-amilasi. Gli animali più grandi del pianeta Terra, come giraffe, ippopotami, rinoceronti, gorilla, elefanti hanno strutture ossee e muscolari enormi: forse non sappiamo che sono tutti vegetariani! Forse un esempio finale può chiarire perché la carne è davvero un alimento privo di vita, di vitalità, di nutrimento, di salute: prendiamo un pezzo di carne e lo mettiamo in una bacinella e lo lasciamo li dentro qualche giorno. 8

9 Poi prendiamo alcuni semi di farro, o di orzo, o di grano e li mettiamo in un piccolo vasetto con della bambagia, e li innaffiamo un pochino ogni paio di giorni. Dopo diversi giorni vedremo la bacinella piena di carne e vermi: un alimento ormai morto fin dal primo istante in cui l animale è stato privato della sua vita, senza più atomi vibranti di energia vitale. Nel vasetto invece cosa troveremo? Vedremo dopo qualche giorno spuntare dei germogli ed infine una piantina. Questo accade perché quel seme di cereale INTEGRALE contiene TUTTI i principi nutritivi per creare la vita con una piantina, la quale, grazie alla fotosintesi clorofilliana trasforma elementi inorganici del terreno in vitamine vive, sali minerali vivi ed enzimi da cui trarne per noi il miglior nutrimento possibile. La pasta non ha mai ucciso nessuno e di per sé sicuramente NON fa ingrassare. Ma se vogliamo vedere fino in fondo, la farina è un alimento morto: dalla farina non può sorgere più niente. Gli alimenti troppo raffinati sono privi di vitalità intrinseca ed il nostro intestino non è in grado di digerirli e scomporli completamente. I cereali, tra l altro, andrebbero ammollati in acqua per favorire l eliminazione dei fitati che invece contribuiscono ad un mal assorbimento del ferro nell organismo. Vi è insomma una sorta di dissociazione tra ciò che dovremmo mangiare e ciò che invece di solito mangiamo. Man mano che invecchiamo, il nostro corpo si acidifica sempre di più: noi dobbiamo evitare assolutamente questa acidità cercando di alcalinizzare il nostro corpo - renderlo più basico -, cosa che NON facciamo normalmente con la nostra alimentazione, basata prevalentemente su prodotti animali (acidi). TUTTI i prodotti proveniente dal regno animale acidificano il nostro corpo. La centralità NON è il cibo che mangiamo ma noi stessi: ogni alimento introdotto nell organismo svolge un ruolo diverso, il quale cambia a sua volta da persona a persona, perché ognuno di noi ha un proprio metabolismo ed ha differenti richieste nutrizionali energetiche per mente e corpo. L arma più potente contro il cancro e un vasto spettro di malattie è esattamente ciò che mangiamo. Master Studio labs. 9

10 Bibliografia: The Ostheoporosis International, ott. 2004; T. C. Campbell, Thomas M. II Campbell - The China Study. Macro Edizioni, 2011; John A. Sharffenberg - Problems with meat. Woodbridge Press, Santa Barbara, California, 1996; Herbert Shelton - Superior Nutrition. Dr. Shelton Health School, SanAntonio, Texas, 1986; Herbert Shelton - Tumori e cancro. Igiene Naturale, Campobasso, 1986; Nico Valerio. Il piatto verde. Mondadori, Milano, 1986; Nico Valerio. Tutto crudo. Mondadori, Milano, 1985; Jean Valnet. Cura delle malattie con ortaggi e frutta e cereali. Aldo Martelli, Giunti Ed., Firenze, 1975; Ann Wigmore. Be your own doctor. Avery Publishing Group, Wayne, New Jersey,

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L atleta moderno ha bisogno di un maggior numero di adattamenti metabolici all esercizio fisico.

Dettagli

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Le necessità del nostro corpo Cibo e bevande sono i mezzi con cui il nostro organismo si procura le sostanze di cui ha bisogno per le sue attività vitali.

Dettagli

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua.

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua. La DIGESTIONE Perché è necessario nutrirsi? Il corpo umano consuma energia per muoversi, pensare, mantenere la temperatura costante, ma anche solo per riposarsi. Il consumo minimo di energia è detto metabolismo

Dettagli

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo 3 IN ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo sezione 1 L ALIMENTAZIONE Latte e coccole... Il latte materno costituisce l alimento più adatto ai bisogni del neonato e non solo dal punto di vista nutrizionale:

Dettagli

Etichettatura degli alimenti

Etichettatura degli alimenti Ministero della Salute Direzione generale per l igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione Etichettatura degli alimenti Cosa dobbiamo sapere La scelta di alimenti e bevande condiziona la nostra

Dettagli

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE SI PARTE DALLA VITAMINA D Relatore dr Donata Soppelsa Medico di medicina generale Associato alla Società Italiana di Nutriceutica Quali domande? E sufficiente l integrazione

Dettagli

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele ERVIZIO ANITARIO REGIONALE A Azienda ervizi anitari N 1 triestina la vien... alute angiando M Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele Dipartimento

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO

LA SALUTE VIEN MANGIANDO LA SALUTE VIEN MANGIANDO PERCHÉ MANGIAMO? Il nostro organismo per sopravvivere e stare in buona salute, per crescere, per svolgere attività fisica, per riparare le parti del corpo danneggiate e sostituire

Dettagli

TALK SHOW. Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 IL SORRISO VIEN MANGIANDO

TALK SHOW. Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 IL SORRISO VIEN MANGIANDO Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 TALK SHOW IL SORRISO VIEN MANGIANDO D.ssa Clelia Iacoviello Consulente Nutrizionale Nutraceutico Agenda Chi sono I problemi di oggi - Fame di Testa

Dettagli

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NELL A PRIM A INFANZIA

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NELL A PRIM A INFANZIA IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NELL A PRIM A INFANZIA ALIMENTAZIONE ANTICANCRO L alimentazione è un bisogno essenziale dell uomo: per funzionare, un individuo deve introdurre una certa quantità

Dettagli

Cosa sono le vitamine?

Cosa sono le vitamine? Cosa sono le vitamine? Le vitamine sono sostanze di natura organica indispensabili per la vita e per l accrescimento. Queste molecole non forniscono energia all organismo umano ma sono indispensabili in

Dettagli

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 36 1. ZUCCHERI E SAPORE DOLCE Tutti gli zuccheri sono fonti di energia e non

Dettagli

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott.

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott. C. I. D. I. M. U. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI Resp. Dott. Antonio Vercelli OSTEOPOROSI *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* *Cos è l osteoporosi?* L osteoporosi

Dettagli

L esercizio fisico come farmaco

L esercizio fisico come farmaco L esercizio fisico come farmaco L attività motoria come strumento di prevenzione e di terapia In questo breve manuale si fa riferimento a tipo, intensità, durata e frequenza dell attività fisica da soministrare

Dettagli

alimentazione come e di promozione della SALUTE

alimentazione come e di promozione della SALUTE LA SALUTE VIEN MANGIANDO: alimentazione come fattore di rischio e di promozione della SALUTE Dr. Saverio Chilese Resp. Unità Operativa di Nutrizione Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione ULSS 4 Referente

Dettagli

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro Apparato scheletrico Le funzioni dello scheletro Lo scheletro ha la funzione molto importante di sostenere l organismo e di dargli una forma; con l aiuto dei muscoli, a cui offre un attacco, permette al

Dettagli

MAN- GIAR BENE. Mantenere il corpo in buona

MAN- GIAR BENE. Mantenere il corpo in buona MAN- GIAR BENE vivere sani 3 Mantenere il corpo in buona salute ha la sua base in una corretta alimentazione. Essa si basa sull apporto equilibrato di acqua, carboidrati (zuccheri e amidi), proteine, grassi

Dettagli

LE SCALE M U S I C A PER LA TUA SALUTE CALORIE AUTOSTIMA LONGEVITÀ EFFICIENZA. Aumenti la tua salute, se sali le scale. Perdi peso, se sali le scale

LE SCALE M U S I C A PER LA TUA SALUTE CALORIE AUTOSTIMA LONGEVITÀ EFFICIENZA. Aumenti la tua salute, se sali le scale. Perdi peso, se sali le scale SALUTE Aumenti la tua salute, CALORIE Perdi peso, AUTOSTIMA Accresci la tua autostima, LONGEVITÀ Allunghi la tua vita, EFFICIENZA Potenzi i tuoi muscoli e migliori il tuo equilibrio, LE SCALE M U S I C

Dettagli

Vitamina D, PTH ed omeostasi del calcio

Vitamina D, PTH ed omeostasi del calcio Vitamina D, PTH ed omeostasi del calcio Funzioni principali della vit D Stimolazione dell'assorbimento del calcio e del fosforo a livello intestinale; Regolazione, in sinergia con l'ormone paratiroideo,

Dettagli

Gli Omega-3 e la Vitamina D contro l Alzheimer - Le nuove prospettive per il terzo millennio -

Gli Omega-3 e la Vitamina D contro l Alzheimer - Le nuove prospettive per il terzo millennio - nutrizione & composizione corporea fisioterapia & recupero funzionale medicina d alta quota piani di allenamento articoli, studi, ricerche dal mondo della Nutrizione, delle Terapie Fisiche, delle Neuroscienze

Dettagli

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore LA GOTTA ED ALTRE ARTRITI DA CRISTALLI REGGIO EMILIA,, APRILE 2007 La Gotta ed altre Artriti da Cristalli

Dettagli

RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO

RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO La mostra è allestita nelle sale del Museo di Storia Naturale di Milano dal 28 Novembre 2014 al 28 Giugno 2015. Affronta il complesso tema del cibo

Dettagli

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. Bevi ogni giorno acqua in abbondanza Nell organismo umano l acqua rappresenta un costituente essenziale per il mantenimento della vita, ed è anche quello presente

Dettagli

Cos'è esattamente la gelatina

Cos'è esattamente la gelatina Cos'è esattamente la gelatina LA GELATINA È PURA E NATURALE La gelatina attualmente in commercio viene prodotta in moderni stabilimenti operanti in conformità ai più rigorosi standard di igiene e sicurezza.

Dettagli

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo La dieta, il microbiota intestinale e la salute digestiva sono intrecciati fra loro. Questi legami e il potenziale benefico dei probiotici

Dettagli

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata Cari pazienti! Vi sentite spesso fiacchi, stanchi, esauriti o giù di morale? Soffrite facilmente il freddo?

Dettagli

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI Che cos è la depressione? Tutti noi ci possiamo sentire tristi a volte, tuttavia la depressione è una cosa seria. La malattia della depressione a volte denominata Depressione

Dettagli

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO. L ALIMENTA ZIONE NEG LI ADULTI (16-65 anni )

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO. L ALIMENTA ZIONE NEG LI ADULTI (16-65 anni ) IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NEG LI ADULTI (16-65 anni ) ALIMENTAZIONE ANTICANCRO L alimentazione è un bisogno essenziale dell uomo: per funzionare, un individuo deve introdurre una certa

Dettagli

Perché la dieta vegan crudista è il fondamentale per tornare in forma?

Perché la dieta vegan crudista è il fondamentale per tornare in forma? Perché la dieta vegan crudista è il fondamentale per tornare in forma? Diego Pagani Prima di entrare nei dettagli della dieta vegan crudista, è importante capire che i nostri corpi sono macchine biologiche

Dettagli

Menopausa, alimentazione ed osteoporosi. Debora Rasio Sapienza Università di Roma - Az. Osp. S. Andrea

Menopausa, alimentazione ed osteoporosi. Debora Rasio Sapienza Università di Roma - Az. Osp. S. Andrea Menopausa, alimentazione ed osteoporosi Debora Rasio Sapienza Università di Roma - Az. Osp. S. Andrea Cambiamenti ormonali in menopausa Con la menopausa si assiste al declino della produzione ovarica di

Dettagli

Tratto dal libro "Guarire con la nuova medicina integrata".

Tratto dal libro Guarire con la nuova medicina integrata. 1. Mantenersi snelli. Il peso corporeo dev essere un valore da tenere nei ranghi. E a suggerirci i ranghi previsti è un parametro chiamato indice di massa corporea (BMI, da Body Mass Index). Si calcola

Dettagli

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AGRICOLTURA BIOLOGICA LA FILIERA (dal campo alla tavola) AL MERCATO L ETICHETTA PRODOTTI A KM ZERO MERCATI CONTADINI, VENDITA DIRETTA, GAS ALLA TAVOLA LA PIRAMIDE ALIMENTARE

Dettagli

peso peso Controlla il e mantieniti sempre attivo

peso peso Controlla il e mantieniti sempre attivo 1. peso peso Controlla il e mantieniti sempre attivo 1. Controlla il peso e mantieniti sempre attivo Il peso corporeo Il nostro peso corporeo rappresenta l'espressione tangibile del bilancio energetico

Dettagli

Salute intestinale in avicoltura Il mondo interiore

Salute intestinale in avicoltura Il mondo interiore Agosto 2013 Salute intestinale in avicoltura Il mondo interiore Dr. Richard A. Bailey, Poultry Health Scientist Sommario Introduzione Flora Intestinale Mantenere in equilibrio la salute intestinale Conclusioni

Dettagli

VITAMINE. Composti organici eterogenei; indispensabili all organismo; non hanno valore energetico; agiscono in dosi minime (LARN: 1-200 mg/die);

VITAMINE. Composti organici eterogenei; indispensabili all organismo; non hanno valore energetico; agiscono in dosi minime (LARN: 1-200 mg/die); VITAMINE Composti organici eterogenei; indispensabili all organismo; non hanno valore energetico; agiscono in dosi minime (LARN: 1-200 mg/die); hanno funzioni specifiche e funzioni comuni, tra cui: - agiscono

Dettagli

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica)

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Cos è il diabete? Il diabete mellito, meglio noto come diabete, è una malattia che compare quando l organismo non produce insulina a sufficienza

Dettagli

12.200 i nuovi casi di tumore al pancreas ogni anno in Italia

12.200 i nuovi casi di tumore al pancreas ogni anno in Italia Come prevenire il tumore del pancreas insieme contro il cancro Il pancreas e il tumore Il pancreas è un organo dalla forma simile a quella di una pera o di una lingua, situato in profondità nella cavità

Dettagli

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?»

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?» 1 a STRATEGIA EVITARE LA CONTAMINAZIONE conoscere «DOVE SI TROVANO I BATTERI?» I batteri si trovano ovunque nell ambiente (aria, acqua, suolo ed esseri viventi): Sono presenti sulle materie prime, ad es.

Dettagli

TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI

TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI PRANZO PRIMA SETTIMANA LUNEDI': MARTEDI': MERCOLEDI': GIOVEDI': VENERDI': PASTA AL

Dettagli

Cos è il diabete? Qual è effettivamente il problema? Parliamo di diabete N. 42

Cos è il diabete? Qual è effettivamente il problema? Parliamo di diabete N. 42 Parliamo di diabete N. 42 Revisione agosto 2010 Cos è il diabete? What is diabetes? - Italian Diabete è il nome dato a un gruppo di diverse malattie in cui vi è troppo glucosio nel sangue. Il pancreas

Dettagli

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Facoltà di Medicina Veterinaria Embriologia e Terapia Genica e Cellulare Le cellule staminali adulte:

Dettagli

CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE

CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE Lega Friulana per il Cuore CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE Materiale predisposto dal dott. Diego Vanuzzo, Centro di Prevenzione Cardiovascolare, Udine a nome del Comitato Tecnico-Scientifico

Dettagli

L'IMPORTANZA DELL'ACQUA

L'IMPORTANZA DELL'ACQUA L'IMPORTANZA DELL'ACQUA L'acqua è il principale costituente del nostro corpo. Alla nascita il 90% del nostro peso è composto di acqua: nell'adulto è circa il 75% e nelle persone anziane circa il 50%; quindi

Dettagli

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI Daniela Livadiotti Società Italiana di Medicina di Prevenzione e degli Stili di Vita INVECCHIAMENTO L invecchiamento può essere definito come la regressione

Dettagli

SMETTI DI FUMARE: COMINCIA A VOLERTI BENE!

SMETTI DI FUMARE: COMINCIA A VOLERTI BENE! SMETTI DI FUMARE: COMINCIA A VOLERTI BENE! Perché si inizia a fumare Tutti sanno che fumare fa male. Eppure, milioni di persone nel mondo accendono, in ogni istante, una sigaretta! Non se ne conoscono

Dettagli

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Comune di CORI (Lt) Assessorato all RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO pagina 1 SOMMARIO Premessa... 3 1 Principi generali: Cos è il Compostaggio... 4 2 Cosa mettere nella

Dettagli

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute)

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) La ristorazione collettiva ed in particolare quella scolastica è stata individuata come un ambito prioritario di intervento relativamente al Progetto MA.RI.SA.

Dettagli

CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO?

CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO? CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO? Il cuore è un organo che ha la funzione di pompare il sangue nell organismo. La parte destra del cuore pompa il sangue ai polmoni, dove viene depurato dall anidride carbonica

Dettagli

Slowfood. aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE. Slowine. Acqua alle corde. Slowfood. Azioni sostenibili

Slowfood. aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE. Slowine. Acqua alle corde. Slowfood. Azioni sostenibili 45 aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE Slowfood aprile 2010 www.slowfood.it Acqua alle corde Azioni sostenibili Professione happycoltore La rete delle comunità

Dettagli

Gli organismi viventi

Gli organismi viventi Gli organismi viventi Gli organismi viventi Quali caratteristiche contraddistinguono i viventi? È facile distinguere un organismo vivente da un oggetto non vivente? Gli organismi viventi Tutti gli organismi

Dettagli

La corretta alimentazione

La corretta alimentazione La corretta alimentazione www.salute.gov.it 2 Tutta la comunità scientifica è d accordo sul fatto che esista uno stretto legame tra una corretta alimentazione e una vita in buona salute. Per mantenersi

Dettagli

2. Stress ossidativo & bilancio nutrizionale

2. Stress ossidativo & bilancio nutrizionale 2.1 Vitamine & antiossidanti 2.2 Elementi in traccia ed enzimi STRESS OSSIDATIVO & BILANCIO NUTRIZIONALE R Alimentazione : vitamine e carotenoidi, Antiossidanti : lipofilici Vitamine & antiossidanti ZVIT

Dettagli

I PRINCIPI NUTRITIVI SICUREZZA ALIMENTARE PROTEINE LIPIDI GLUCIDI VITAMINE SALI MINERALI DIETA CORRETTA TOSSINFEZIONI ALIMENTARI

I PRINCIPI NUTRITIVI SICUREZZA ALIMENTARE PROTEINE LIPIDI GLUCIDI VITAMINE SALI MINERALI DIETA CORRETTA TOSSINFEZIONI ALIMENTARI I PRINCIPI NUTRITIVI PROTEINE LIPIDI GLUCIDI VITAMINE SALI MINERALI SICUREZZA ALIMENTARE DIETA CORRETTA TOSSINFEZIONI ALIMENTARI ALTRI RISCHI LEGATI AL CONSUMO DI ALIMENTI I PRINCIPI NUTRITIVI I principi

Dettagli

BORTEZOMIB (Velcade)

BORTEZOMIB (Velcade) BORTEZOMIB (Velcade) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

Il cibo dell uomo. Franco Berrino. Dipartimento di Medicina Predittiva e per la Prevenzione

Il cibo dell uomo. Franco Berrino. Dipartimento di Medicina Predittiva e per la Prevenzione Il cibo dell uomo Franco Berrino Dipartimento di Medicina Predittiva e per la Prevenzione Fondazione IRCCS Istituto Nazionale per lo Studio e la Cura dei Tumori MILANO Il cibo dell uomo2013 Pagina 2 Quale

Dettagli

I METALLI PESANTI NEL LATTE

I METALLI PESANTI NEL LATTE I METALLI PESANTI NEL LATTE di Serraino Andrea Dipartimento di Sanità Pubblica Veterinaria e Patologia Animale - Facoltà Medicina Veterinaria - Università di Bologna - Alma Mater Studiorum. I metalli sono

Dettagli

Terapia con pompa da contropulsazione Per aiutare il tuo cuore

Terapia con pompa da contropulsazione Per aiutare il tuo cuore Terapia con pompa da contropulsazione Per aiutare il tuo cuore Terapia con pompa da contropulsazione Per aiutare il tuo cuore Per pazienti con determinate condizioni cardiache, l impiego di una pompa

Dettagli

ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA

ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA IL COLESTEROLO BENVENUTI NEL PROGRAMMA DI RIDUZIONE DEL COLESTEROLO The Low Down Cholesterol DELL American Heart Association ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA www.unicz.it/cardio

Dettagli

Vitamina D: passato, presente e futuro. Dott. Giuliano Bucciardini MMG

Vitamina D: passato, presente e futuro. Dott. Giuliano Bucciardini MMG Vitamina D: passato, presente e futuro Dott. Giuliano Bucciardini MMG Un po' di storia Nel 1650 l'inglese Francis Glisson descrive accuratamente il rachitismo (peraltro noto sin dall'antichità) in De rachitade.

Dettagli

da Norda una Novità nel Mondo del Beverage

da Norda una Novità nel Mondo del Beverage da Norda una Novità nel Mondo del Beverage Benessere da Bere una Carica di Energia Prima in Italia, Norda lancia sul mercato, una Linea INNOVATIVA di Bevande Funzionali che è già un Grande Successo negli

Dettagli

Quali danni può provocare il consumo eccessivo di alcol?

Quali danni può provocare il consumo eccessivo di alcol? alcol Qual è la dimensione del problema? L alcol è una sostanza tossica per la quale non è possibile identificare livelli di consumo sicuri, anche a causa delle differenze individuali legate al metabolismo

Dettagli

19 VOCI PER UNA CORRETTA ALIMENTAZIONE ED UN ADEGUATO ESERCIZIO FISICO. a cura di Stefania Agrigento prefazione di Eugenio Del Toma

19 VOCI PER UNA CORRETTA ALIMENTAZIONE ED UN ADEGUATO ESERCIZIO FISICO. a cura di Stefania Agrigento prefazione di Eugenio Del Toma 19 VOCI PER UNA CORRETTA ALIMENTAZIONE ED UN ADEGUATO ESERCIZIO FISICO a cura di Stefania Agrigento prefazione di Eugenio Del Toma ISBN 978-88-96646-46-5 2015 - Clio S.p.A., Lecce www.clioedu.it Proprietà

Dettagli

Manuale informativo sull H.A.C.C.P.

Manuale informativo sull H.A.C.C.P. Manuale informativo sull H.A.C.C.P. per il controllo dell igiene degli alimenti (con particolare riferimento al controllo della temperatura) Manuale redatto dalla GIORGIO BORMAC S.r.l. Le informazioni

Dettagli

Nel moderno allevamento intensivo di specie ittiche, nutrizione e salute del pesce allevato sono due fattori intimamente connessi, da un lato devono

Nel moderno allevamento intensivo di specie ittiche, nutrizione e salute del pesce allevato sono due fattori intimamente connessi, da un lato devono Nel moderno allevamento intensivo di specie ittiche, nutrizione e salute del pesce allevato sono due fattori intimamente connessi, da un lato devono essere soddisfatti i fabbisogni di nutrienti necessari

Dettagli

COME VINCERE IL CALDO

COME VINCERE IL CALDO Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO Raccomandazioni per il personale che assiste gli anziani a casa ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO

Dettagli

Da dove prendono energia le cellule animali?

Da dove prendono energia le cellule animali? Da dove prendono energia le cellule animali? La cellula trae energia dai legami chimici contenuti nelle molecole nutritive Probabilmente le più importanti sono gli zuccheri, che le piante sintetizzano

Dettagli

Diabete di tipo 2 ed Obesità. Serie N.16

Diabete di tipo 2 ed Obesità. Serie N.16 Diabete di tipo 2 ed Obesità Serie N.16 Guida per il paziente Livello: facile Diabete di tipo 2 ed Obesità - Serie 16 (Revisionato Agosto 2006) Questo opuscolo è stato prodotto dal dott. Fernando Vera,

Dettagli

VITAMINA D : Nuove evidenze per una vitamina poco conosciuta

VITAMINA D : Nuove evidenze per una vitamina poco conosciuta - WELKOME FITNESS 2013 Evoluzione e ricerca nel mondo degli integratori Vitamina D3: aggiornamenti e nuove applicazioni Dott Marco Neri: Comitato Tecnico Nazionale FIPCF/CONI Comitato scientifico Federazione

Dettagli

La degenerazione maculare correlata all età (DME) è una malattia della retina, nel fondo dell occhio.

La degenerazione maculare correlata all età (DME) è una malattia della retina, nel fondo dell occhio. Che cos è la Degenerazione Maculare correlata all Età (DME)? La degenerazione maculare correlata all età (DME) è una malattia della retina, nel fondo dell occhio. Essa porta a una limitazione o alla perdita

Dettagli

Liponax Sol. Innovativa formulazione LIQUIDA. ad elevata biodisponibilità. Acido R (+) a-lipoico

Liponax Sol. Innovativa formulazione LIQUIDA. ad elevata biodisponibilità. Acido R (+) a-lipoico Innovativa formulazione LIQUIDA ad elevata biodisponibilità L acido a lipoico è una sostanza naturale che ricopre un ruolo chiave nel metabolismo energetico cellulare L acido a lipoico mostra un effetto

Dettagli

Un alimentazione equilibrata rafforza la salute

Un alimentazione equilibrata rafforza la salute Un alimentazione equilibrata rafforza la salute Come ridurre il rischio di cancro Un informazione della Lega contro il cancro Un alimentazione equilibrata rafforza la salute 1 Indice Editoriale 5 Una sana

Dettagli

4. Conoscere il proprio corpo

4. Conoscere il proprio corpo 4. Conoscere il proprio corpo Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

Linee guida per una sana alimentazione e per un corretto stile di vita

Linee guida per una sana alimentazione e per un corretto stile di vita Linee guida per una sana alimentazione e per un corretto stile di vita SOMMARIO PRINCIPI DI NUTRIZIONE Pag. 2 I NUTRIENTI Pag. 2 LE VITAMINE Pag. 3 I GRUPPI ALIMENTARI Pag. 6 LA PIRAMIDE ALIMENTARE Pag.

Dettagli

4. Quali possono essere le complicazioni dell influenza e quali sono le persone a rischio?

4. Quali possono essere le complicazioni dell influenza e quali sono le persone a rischio? Dipartimento federale dell'interno DFI Ufficio federale della sanità pubblica UFSP Malattie trasmissibili Stato al 05.10.2010 FAQ Influenza stagionale 1. Cos è l influenza? 2. Come si trasmette l influenza?

Dettagli

SIAMO QUELLO CHE MANGIAMO

SIAMO QUELLO CHE MANGIAMO SIAMO QUELLO CHE MANGIAMO RIFLESSIONI E PROSPETTIVE SU NOI STESSI E SUL MONDO BISOGNI PRIMARI DELL'UOMO Quali sono i bisogni dell'uomo? Volendo semplificare i bisogni basilari sono due: vogliamo evitare

Dettagli

VADEMECUM PER MISURA DELLA VITAMINA D (25-idrossivitamina D e 1,25-diidrossivitamina D)

VADEMECUM PER MISURA DELLA VITAMINA D (25-idrossivitamina D e 1,25-diidrossivitamina D) DAI Diagnostica di Laboratorio - Laboratorio Generale - Direttore Dr. Gianni Messeri Gentile Collega, negli ultimi anni abbiamo assistito ad un incremento delle richieste di dosaggio di vitamina D (25-

Dettagli

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD)

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Che cos è? Il deficit di mevalonato chinasi è una malattia genetica. E un errore congenito

Dettagli

I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO. Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011

I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO. Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011 I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011 FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO Proteine: 1-1,2 g/kg/die; Calorie: 20-30/kg/die Es.: anziano di 60 kg 60-72 g di proteine; 1200-1800

Dettagli

Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale)

Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale) Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale) 1. Definisco l obiettivo e la relazione epidemiologica che voglio studiare 2. Definisco la base dello studio in modo che vi sia massimo contrasto

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

Effetti dell incendio sull uomo

Effetti dell incendio sull uomo Effetti dell incendio sull uomo ANOSSIA (a causa della riduzione del tasso di ossigeno nell aria) AZIONE TOSSICA DEI FUMI RIDUZIONE DELLA VISIBILITÀ AZIONE TERMICA Essi sono determinati dai prodotti della

Dettagli

PER DIMAGRIRE, OGNI ORA HA IL SUO CIBO? Giorgio Pitzalis - Specialista in Pediatria e Scienza dell'alimentazione

PER DIMAGRIRE, OGNI ORA HA IL SUO CIBO? Giorgio Pitzalis - Specialista in Pediatria e Scienza dell'alimentazione PER DIMAGRIRE, OGNI ORA HA IL SUO CIBO? Giorgio Pitzalis - Specialista in Pediatria e Scienza dell'alimentazione Arriva l'estate ed ecco, regolarmente, "spuntare" le solite diete dimagranti. Ne esistono

Dettagli

Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Messaggero del segnale cellulare. Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico

Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Messaggero del segnale cellulare. Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Ruolo biologico: Messaggero del segnale cellulare Molecola regolatoria nel sistema cardiovascolare Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico Componente

Dettagli

Cos è un analisi genetica (test genetico)?

Cos è un analisi genetica (test genetico)? 12 Cos è un analisi genetica (test genetico)? Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra Luglio 2008 Questo lavoro è sponsorizzato dal Consorzio EU-FP6 EuroGentest,

Dettagli

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO 1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO Sono molte le definizioni di allenamento: Definizione generale: E un processo che produce nell organismo un cambiamento di stato che può essere fisico, motorio, psicologico.

Dettagli

IL BENESSERE DELLE GAMBE

IL BENESSERE DELLE GAMBE IL BENESSERE DELLE GAMBE Se la circolazione venosa non funziona come dovrebbe, il normale ritorno del sangue dalle zone periferiche del corpo al cuore risulta difficoltoso. Il flusso sanguigno infatti,

Dettagli

DIFFERENZE TRA SPIRULINA E KLAMATH

DIFFERENZE TRA SPIRULINA E KLAMATH DIFFERENZE TRA SPIRULINA E KLAMATH La Klamath è da preferire ad altre verdi-azzurre per la sua ricchezza di nutrienti completamente naturali e perfettamente bilanciati. Inoltre svolge un'azione stimolante

Dettagli

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV)

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Questo è un documento di approfondimento sull HPV. Prima di leggerlo guardate le informazioni di base contenute in Alcune informazioni sull esame per il papilloma

Dettagli

alcoliche alcoliche: Bevande se sì, solo in quantità controllata

alcoliche alcoliche: Bevande se sì, solo in quantità controllata 7. alcoliche alcoliche: Bevande se sì, solo in quantità controllata 53 7. Bevande alcoliche: se sì, solo in quantità controllata 1. DEFINIZIONE DI UNITÀ ALCOLICA (U.A.) Una Unità Alcolica (U.A.) corrisponde

Dettagli

Anni d argento, anni di valore. Piccoli consigli per vivere al meglio la terza e quarta età

Anni d argento, anni di valore. Piccoli consigli per vivere al meglio la terza e quarta età Anni d argento, anni di valore. Piccoli consigli per vivere al meglio la terza e quarta età Beata vecchiaia. Nel nostro paese è in corso una grande sfida: trasformare la vecchiaia in un periodo della vita

Dettagli

Il cervello ha bisogno di zucchero. e il cuore pure, ma quale?

Il cervello ha bisogno di zucchero. e il cuore pure, ma quale? Il cervello ha bisogno di zucchero. e il cuore pure, ma quale? Questo vecchio slogan pubblicitario riconduce ad una parziale verità scientifica, oggi più che attuale. E risaputo che parlare di zucchero

Dettagli

La natura restituisce...cio che il tempo sottrae

La natura restituisce...cio che il tempo sottrae Benessere olistico del viso 100% natura sulla pelle 100% trattamento olistico 100% benessere del viso La natura restituisce......cio che il tempo sottrae BiO-REVITAL il Benessere Olistico del Viso La Natura

Dettagli

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Questo schema di cura impiega i seguenti farmaci: vincristina, doxorubicina (adriamicina) o epidoxorubicina, cortisone. Le informazioni contenute in questo modello

Dettagli

guida ai metodi per la cottura degli alimenti

guida ai metodi per la cottura degli alimenti guida ai metodi per la cottura degli alimenti Progetto a cura di ANDID - Associazione Nazionale Dietisti Member of andid in breve Il dietista é un professionista sanitario competente per tutte le attivitá

Dettagli

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA Che cos è la degenerazione maculare? La degenerazione maculare è una malattia che interessa la regione centrale della retina (macula), deputata alla visione distinta necessaria per la lettura, la guida

Dettagli

La corretta alimentazione nell infanzia Dedicato ai genitori

La corretta alimentazione nell infanzia Dedicato ai genitori La corretta alimentazione nell infanzia Dedicato ai genitori A cura dell U.O.C. Igiene Alimenti e Nutrizione Dipartimento Prevenzione Medica, A.S.L. di Pavia, V.le Indipendenza,3 0382 432451 TROVA L EQUIILIIBRIIO

Dettagli

La Temperatura degli Alimenti

La Temperatura degli Alimenti La Temperatura degli Alimenti L'ATP è la regolamentazione per i trasporti frigoriferi refrigerati a temperatura controllata di alimenti deperibili destinati all'alimentazione umana. A.T.P. = Accord Transport

Dettagli

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 2 La mamma diceva che ero dimagrito e così mi portò dal medico. Il dottore guardò le urine, trovò dello

Dettagli