Prevenzione primaria e alimentazione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Prevenzione primaria e alimentazione"

Transcript

1 Prevenzione primaria e alimentazione LA NECESSITÀ DI EDUCARE I CITTADINI AD UN EQUILIBRATA ALIMENTAZIONE È UNO DEGLI OBIETTIVI PRIORITARI DELLA CLASSE MEDICA Questa pratica pubblicazione a cura del Consorzio Tutela Grana Padano vuole essere d aiuto al medico per approfondire la conoscenza di latte e latticini, alimenti indispensabili alla nutrizione umana, grazie all alto valore dei loro nutrienti essenziali.

2 Proteine Le proteine rappresentano dal 14 al 18% del peso corporeo, a seconda dell età, e giocano un ruolo di tipo strutturale o funzionale. Sono costituite da aminoacidi, che vengono liberati durante la digestione e resi disponibili per la sintesi, ex novo, delle proteine necessarie all accrescimento e al rinnovamento di organi e tessuti. Tra gli aminoacidi costituenti le proteine, otto sono detti essenziali, dato che devono essere assunti esclusivamente con gli alimenti, in quanto l organismo non è in grado di sintetizzarli. Le proteine devono essere assunte quotidianamente con l alimentazione in quanto non esistono, nell organismo, riserve proteiche. Alcune proteine hanno un valore biologico maggiore di altre, per la presenza di un elevato contenuto di aminoacidi essenziali e per la migliore biodisponibilità. Su questa base si possono distinguere tre tipi di proteine: Proteine ad alto valore biologico: contengono tutti gli aminoacidi essenziali in quantità ottimale e sono contenute soprattutto negli alimenti di origine animale come latte, formaggi, uova, carne e pesce. Proteine a medio valore biologico: proteine complete, che contengono aminoacidi essenziali in minore quantità. Si trovano in alcuni alimenti di origine vegetale come legumi e cereali. Proteine a basso valore biologico: proteine incomplete che provengono soprattutto da frutta, ortaggi e patate. Calcio Il calcio è il minerale più presente nell organismo umano: nell adulto è contenuto nella misura di g circa, il 99% del quale nello scheletro e nei denti. Il rimanente 1% è ripartito tra tessuti molli e liquidi extracellulari; in questi ultimi la quota ionizzata (45% circa) rappresenta la parte funzionalmente attiva. Nell ambito extra ed intracellulare il calcio ione è richiesto per lo svolgimento di funzioni altamente specializzate (attivazioni enzimatiche, trasmissione dell impulso nervoso, contrazione muscolare, permeabilità delle membrane, moltiplicazione e differenziazione cellulare). La maturità scheletrica si raggiunge intorno ai anni; dopo questa età, fino ai anni negli uomini e fino alla menopausa nelle donne, si osserva un periodo di mantenimento o di lieve riduzione della massa ossea. L aumento del peso scheletrico è significativo nell adolescenza, durante la quale si forma circa il 45% della massa ossea definitiva; gli incrementi maggiori si verificano tra i 10 e i 14 anni nelle femmine e tra i 12 e i 16 anni nei maschi. Per proteggersi dall inevitabile e progressiva riduzione del tessuto osseo occorre ottenere in età puberale e fino alla maturazione definitiva, un picco di massa ossea il più vicino possibile a quello geneticamente programmato*, per farlo bisogna assumere le giuste quantità di vitamina D, calcio e fosforo: in età adolescenziale, la necessità giornaliera di calcio è di circa mg. *(Matkovic & Ilich, 1994). Nutrienti essenziali Il Grana Padano DOP, essendo un concentrato di latte fresco intero, contiene una elevata quantità di aminoacidi di alto valore biologico utili alle funzioni plastiche dell organismo, gli aminoacidi essenziali contribuiscono a: Agevolare la crescita dei muscoli in età pediatrica. Favorire la sintesi proteica, a scapito della mobilizzazione delle proteine muscolari, aspetto particolarmente rilevante in chi pratica sport ad alta intensità. Ridurre l avanzare della fisiologica sarcopenia dopo i 50 anni. 2 Vitamine Il fabbisogno dell organismo umano viene soddisfatto da una quantità esigua di vitamine senza però dimenticare che esse sono comunque indispensabili per il suo regolare funzionamento e per il corretto sviluppo cellulare. In particolare, le vitamine assicurano la corretta assimilazione di proteine, grassi e zuccheri, svolgono la funzione di bioregolatori e combattono i radicali liberi che danneggiano le cellule e gli organi.

3 L attività antiossidante, legata soprattutto ad alcune vitamine (A, C, E), contrasta l azione dei radicali liberi rallentando i fenomeni dell invecchiamento e riducendo il rischio di insorgenza di alcuni tumori. Le vitamine possono essere assimilate solo dagli alimenti in quanto l organismo non è in grado di produrle autonomamente. I livelli consigliati di assunzione giornaliera di vitamina D possono essere raggiunti anche grazie all esposizione al sole. LARN - livelli di assunzione giornalieri raccomandati (di alcuni nutrienti) Categoria Età Peso Proteine Calcio Fosforo Zinco Riboflavina Vit.B 2 Vit.B 6 Vit.B 12 Vit.A (R.E.) Vit.D ( * ) (anni) (kg) (g) (mg) (mg) (mg) (mg) (mg) (µg) (µg) (µg) Bambini ,0 0, ,2 1,1 1, ,4 1, ,6 1, Maschi ,6 1, ,6 1, ,6 1, ,2 1, ,3 1, Femmine ,3 1, ,3 1, ,3 1, Gestanti ,6 1,3 2, Nutrici ,7 1,4 2, LARN - Livelli di Assunzione Giornalieri Raccomandati di alcuni importanti Nutrienti per la Popolazione Italiana. Società Italiana Nutrizione Umana (SINU) revisione ( * ) Per la vitamina D, gli intervalli comprendenti lo zero indicano che il gruppo di popolazione considerato dovrebbe essere in grado di produrre un adeguata quantità di vitamina D in seguito all esposizione alla luce solare. Il valore più elevato dell intervallo è la stima dell apporto raccomandato per gli individui con sintesi endogena minima. Il valore singolo indica che è prudente, per tutti i soggetti della classe considerata, assumere (con la dieta o mediante supplementazione) la quantità indicata di vitamina D. 25 Grammi di Grana Padano (contenuto di alcuni nutrienti) Apporto percentuale per ogni nutriente, rispetto ai fabbisogni giornalieri raccomandati per singole fasce d età, derivati dall assunzione giornaliera di 25 g di Grana Padano DOP. Categoria Età Peso Proteine Calcio Fosforo Zinco Riboflavina Vit.B 6 Vit.B 12 Vit.A (R.E.) Vit.D ( * ) Vit.B 2 (anni) (kg) (8,25 g) (291,25 mg) (173 mg) (2,75 mg) (0,09 mg) (0,03 mg) (0,75 µg) (56 µg) (0,13 µg) Apporto di nutrienti contenuti nel grana padano % sui livelli di assunzione giornalieri raccomandati per la popolazione italiana Bambini % 36% 22% 46% 9% 3% 75% 14% 3% % 29% 17% 39% 8% 3% 54% 11% 3% % 24% 14% 31% 6% 2% 38% 9% 2% % 24% 14% 31% 6% 2% 38% 8% 2% Maschi % 29% 17% 28% 6% 2% 38% 8% 3% % 36% 22% 28% 6% 2% 38% 8% 3% % 29% 17% 28% 6% 2% 38% 8% 1% % 24% 15% 31% 8% 3% 38% 9% 2% % 24% 15% 39% 7% 3% 38% 9% 2% Femmine % 29% 17% 39% 7% 3% 38% 9% 3% % 36% 22% 39% 7% 3% 38% 9% 3% % 24-19% 17% 39% 7% 3% 38% 9% 1% Gestanti 14% 24% 15% 39% 6% 2% 34% 8% 1% Nutrici 12% 24% 15% 23% 5% 2% 29% 6% 1% ( * ) Per la vitamina D, nel caso degli intervalli è stato considerato il valore mediano (5 per l intervallo 0-10 e 7,5 per l intervallo 0-15) mentre per i valori singoli si fa riferimento al valore riportato nei LARN. Anche se ci sono alimenti più ricchi di vitamina D (latte, formaggio Grana, uova) siamo consapevoli che non si può pensare di coprire i fabbisogni solo con l alimentazione ma che occorre produrre un adeguata quantità di vitamina D con una corretta esposizione solare perché sono i raggi ultravioletti ad attivare questa vitamina. 3

4 Alimenti fondamentali Latte e formaggio In natura non esistono alimenti che soddisfino completamente, da soli, le esigenze nutritive degli esseri umani, ma tra tutti gli alimenti naturali che abbiamo a disposizione sicuramente il latte è il più completo. Il latte e i formaggi sono certamente da considerare alimenti strategici a tutte le età. Nonostante ciò il loro consumo è spesso gravato da preconcetti di varia natura relativi, per esempio, all apporto di colesterolo, senza che venga considerato il loro elevato valore nutritivo legato al contenuto di elementi essenziali. Il formaggio è sconsigliato in alcune patologie come l ipercolesterolemia, ma occorre ricordare che questa patologia non deriva solo dal colesterolo presente negli alimenti: infatti solo il 20-25% del colesterolo totale proviene da ciò che si mangia, il restante 75-80% è di produzione endogena. L importanza del formaggio Il formaggio è un concentrato di latte, ed in esso sono presenti, in quantità percentualmente più rilevanti, per via della minor quantità di acqua che rimane nel prodotto finito, tutti gli elementi contenuti nel latte, ed in particolare: Contiene elevate percentuali di proteine ad alto valore biologico. È la maggior fonte di calcio biodisponibile tra tutti gli alimenti, oltre a contenere alte percentuali di importanti minerali. Costituisce una delle maggiori fonti di vitamine del gruppo B e contiene un elevata quantità di vitamina A. Contiene meno colesterolo di tanti altri alimenti. Per esempio, consumando 25 grammi di Grana Padano DOP, si assume un quantitativo di colesterolo pari a poco più del 12 % dell assunzione media giornaliera raccomandata (227 g) per una dieta da 2100 Kcal. I formaggi non sono tutti uguali Alcune lavorazioni escludono, oltre all acqua, una parte di grassi, apportando così una maggior quantità di nutrienti essenziali come le proteine, le vitamine, il calcio e i minerali. Il latte fresco intero con cui si fa il Grana Padano, viene parzialmente decremato per affioramento durante la lavorazione, il prodotto contiene quindi meno grassi del latte intero pur mantenendo inalterati i nutrienti. Esso risulta quindi essere uno degli elementi più funzionali alla corretta alimentazione, soprattutto se si considera la minor quota di colesterolo rispetto a tanti altri alimenti comunemente consumati e l ottimale apporto di nutrienti in proporzione alle calorie. La tabella qui sotto mostra le differenze tra i vari alimenti, a fronte dello stesso quantitativo di calcio (600 mg), corrispondente a circa il 50% circa della dose giornaliera consigliata (proporzione che può variare in riferimento ad età e sesso). Quantità Calcio Proteine Grassi Valore energetico (g) (mg) (g) (g) (Kcal) Grana Padano DOP Pecorino Mozzarella di vacca Formaggio fuso (formaggino) Stracchino Yogurt bianco parzialmente scremato Latte parzialmente scremato Elaborazione da Fonte INRAN Dalla tabella si evince che per assimilare 600 mg di calcio bastano 50 g di Grana Padano, che inoltre apporta aminoacidi di alto valore biologico, tanti micronutrienti e meno grassi del latte intero che viene utilizzato per fare il formaggio. Introdurre questa quantità è facile, basti pensare che un cucchiaio da cucina di Grana Padano grattugiato pesa circa 10 grammi. 50 g di Grana Padano corrispondono a un secondo piatto, in sostituzione di carne o di 1-2 uova. La stessa quantità di calcio può essere apportata da altri alimenti di origine animale ma in più elevate quantità, il che comporta un aumento di grassi e calorie. Per lo yogurt l apporto di grassi è inferiore, ma occorre considerare che si tratta di yogurt naturale parzialmente scremato e che comunque, per raggiungere i 600 mg di calcio, occorre consumarne ben 500 grammi (4 vasetti da 125 g).

5 Esclusione di latte e derivati Frequentemente si assiste nella pratica clinica alla raccomandazione di eliminare il latte e i suoi derivati dalla alimentazione abituale, senza tuttavia tenere conto dei rischi carenziali che ne conseguono. Un esempio ne è la cura dell obesità, dove la sola riduzione dell apporto calorico può determinare la mancata copertura dei fabbisogni minimi di proteine, vitamine e minerali, che può essere aggravata dalla esclusione di questo gruppo alimentare. Simili rischi possono derivare dalla raccomandazione di eliminare latte e latticini in corso di altre patologie, in particolare quelle dell apparato gastroenterico e cardiovascolare. Escludendo latte e derivati si possono infatti determinare: Carenze di nutrienti plastici, come le proteine (in particolare gli aminoacidi ramificati), il calcio e la vitamina B2, indispensabili per l accrescimento in età evolutiva e per il rinnovamento dei tessuti durante tutta la vita. Mancata copertura dei fabbisogni di altre vitamine (A, gruppo B, D3, ecc.), in particolare la B12 (50 g di Grana Padano coprono più del 75% del fabbisogno giornaliero, dato particolarmente interessante per le persone che seguono una dieta vegetariana, per le quali l approvvigionamento di vitamina B12 può risultare difficoltoso), essenziale per il buon funzionamento del sistema nervoso (sintesi della mielina) e coinvolta nel metabolismo dell acido folico partecipando alla maturazione dei globuli rossi. Carenza di oligoelementi, in particolare rame e zinco, quest ultimo essenziale per il sistema immunitario e coinvolto nella sintesi epatica di vitamina A, le cui carenze determinano alterazioni della percezione olfatto-gustativa. Scarso apporto di iodio e di selenio, quest ultimo particolarmente importante per le sue proprietà antiossidanti. La peculiare composizione bromatologica del Grana Padano DOP lo rende particolarmente adatto in nutrizione clinica permettendo di ovviare alle potenziali situazioni carenziali delle diete ipocaloriche o per specifica patologia pur utilizzandolo in quantità contenute. Grassi saturi e insaturi Un altra ragione per la quale si tende ad eliminare latte e derivati è certamente il fatto che occorre ridurre l apporto di grassi saturi per diminuire il rischio di patologie cardiovascolari. Occorre però considerare che, anche a livello di acidi grassi, i derivati del latte non sono tutti uguali pertanto, prima di escludere alcuni di questi alimenti con prezioso e difficilmente sostituibile apporto nutrizionale, è bene ricordare che: Per poter assimilare le proteine e il calcio del latte vaccino, limitando però i grassi saturi, si può consumare latte parzialmente scremato, yogurt parzialmente scremato e alcuni formaggi. Il Grana Padano è un formaggio parzialmente decremato, con un contenuto di lipidi (28 g/100) inferiore a quello proteico (33 g/100). Gli acidi grassi insaturi in esso contenuti rappresentano oltre il 40% (di cui il 31% monoinsaturi e il 9% polinsaturi), smentendo il luogo comune secondo il quale i formaggi conterrebbero solo grassi saturi. Questo formaggio può quindi essere incluso, in giuste quantità, nella dieta di soggetti affetti da patologie cardiovascolari, tenendo presente che questi pazienti devono assumere dosi adeguate di grassi monoinsaturi e polinsaturi in particolare W3. Intolleranza al lattosio L intolleranza al lattosio comporta l incapacità dell intestino di scindere lo zucchero complesso lattosio in due zuccheri semplici, glucosio e galattosio, che sono assorbibili dall intestino. Tale incapacità è conseguenza della mancanza, totale o parziale, di lattasi, normalmente presente sulla superficie delle cellule che rivestono l intestino. Il lattosio non digerito rimane nel lume intestinale ed è fermentato dalla flora batterica con produzione di gas e conseguente meteorismo e diarrea. Raramente si può avere un deficit congenito di lattasi, mentre più frequentemente si può assistere al progressivo declino dell attività di questo enzima che si manifesta con incidenza crescente dall età prescolare a quella adulta. L incidenza dipende anche dal gruppo etnico di appartenenza: per esempio, si ha deficit di lattasi nel 50% delle persone appartenenti ai popoli mediterranei. Il latte vaccino delattosato mantiene la quasi totalità dei principi nutritivi del latte, ma senza lattosio. Durante la produzione del Grana Padano DOP la maggior parte del lattosio contenuto nel latte si rinviene nel siero, e il poco che rimane nella cagliata viene successivamente metabolizzato dalla microflora lattica; questo formaggio si può pertanto considerare privo di lattosio. Il latte delattosato e il Grana Padano DOP possono far parte della dieta delle persone intolleranti al lattosio 5

6 Grana Padano nutre la salute Le garanzie Grana Padano: produzione, salubrità e provenienza l Per fare un chilogrammo di Grana Padano DOP occorrono circa 15 litri di buon latte fresco di giornata ogni giorno, tutti i giorni dell anno. l Dal punto di vista nutritivo questo formaggio è da considerarsi un concentrato di latte, ma con molti meno grassi. In 100 grammi di Grana Padano ci sono 28 grammi di grassi, contro i 54 presenti nei 1,5 litri di latte vaccino intero necessari per produrlo. l Il latte con cui si fa il Grana Padano proviene solo dalle stalle della Pianura Padana a nord del fiume Po, da vacche rigorosamente sane, sulle quali vengono effettuati costanti e scrupolosi controlli veterinari. Le vacche delle stalle sono alimentate con foraggi verdi e conservati di esclusiva origine vegetale. I controlli effettuati dal Consorzio e l Istituto di certificazione CSQA in collaborazione con il Ministero delle Politiche Agricole, sono effettuati su tutta la filiera con migliaia di prelievi ogni anno, dalla stalla fino al punto vendita per garantire il consumatore che il formaggio o le buste di grattugiato con il marchio Grana Padano siano veramente il formaggio gustoso e sicuro che tutti conosciamo. l Per fare il Grana Padano il latte viene prima fatto riposare e poi decremato per affioramento; la pasta cotta derivata dalla cagliata viene poi raccolta nella caratteristica forma e avviata a lenta maturazione per un minimo di 9 mesi, e mediamente per 16. Il Grana Padano Riserva è garantito con una stagionatura di 20 o più mesi. l Il Grana Padano viene prodotto artigianalmente dai casari nell area DOP seguendo una tradizione millenaria. l Il Consorzio Tutela Formaggio Grana Padano è tutelato dal D.P.R. n 1269 del Il marchio D.O.P. (Denominazione di Origine Protetta) è riconosciuto dalla Ue con il conferimento da parte della Commissione europea n 1107 del La D.O.P. garantisce il consumatore che il Grana Padano viene prodotto seguendo scrupolosamente il disciplinare che controlla: provenienza e quantità, la qualità delle materie prime e l assoluta salubrità del formaggio. Grana Padano anche tutti i giorni: 6 Un cucchiaio da cucina (10 g) come condimento della pasta, riso, polenta, passati di verdura, al posto del sale, consente di insaporire i condimenti aggiungendo preziosi nutrienti, lo si può mangiare dallo svezzamento fino all età anziana.

7 Qualche scaglia per 15 g costituisce un ottimo snack o merenda equilibrata in macronutrienti se mangiato con un frutto da 150 g e 50 g di pane. 50/60 g come pietanza 2 volte a settimana al posto di carne o 2 uova Nell anno 1000 non esistevano le prescrizioni, ma c era già una buona ricetta Se il Grana Padano DOP viene prodotto da più di 1000 anni, una ragione ci sarà. I monaci Cistercensi e Benedettini che iniziarono a fare questo formaggio, pur non avendo le conoscenze di scienza dell alimentazione di cui disponiamo oggi, ne avevano intuito le naturali proprietà nutritive. Il Grana Padano oggi è il formaggio DOP più venduto al mondo, il grana più diffuso in Italia, consumato da oltre 19 milioni di famiglie, e servito in migliaia di ristoranti e bar. Il Grana Padano DOP è un alimento dal sapore gustoso, inconfondibile, anche nelle preparazioni gastronomiche. Età della crescita In età evolutiva, per garantire un adeguato accrescimento osseo e ridurre il rischio di osteoporosi in età anziana (in particolare per le donne il rischio aumenta di circa il 50% durante la menopausa) bisogna assicurare un introito ottimale di calcio. Tutto il calcio necessario per la crescita dello scheletro deve provenire dalla dieta, soprattutto dal latte e dai suoi derivati. Un idoneo apporto di calcio in questa età permette di raggiungere il fisiologico picco di massa ossea e una maggiore densità ossea. Una importante meta-analisi* ha dimostrato che negli adolescenti, le supplementazioni di calcio con integratori non hanno effetto sulla densità minerale ossea, sia a livello femorale che vertebrale. *(Winzenberg TM, Shaw K, Fryer J and Jones G, 2006) Terza e Quarta Età Gli anziani spesso si alimentano male, con squilibri notevoli tra i nutrienti. Il Grana Padano garantisce un adeguato apporto di calcio, essenziale per ridurre il progredire dell osteoporosi e il rischio di fratture ossee, eventi sempre gravi nell anziano anche a causa delle frequenti complicazioni. Il Grana Padano fornisce inoltre proteine, lipidi e minerali come magnesio, rame, zinco, tutti preziosi per il turnover dell osso, il metabolismo dei muscoli e dei tessuti in generale, senza dimenticare il contenuto di micronutrienti con funzioni antiossidanti come la Vitamina A. Attività sportiva ad ogni età Le caratteristiche nutrizionali del Grana Padano, la sua pronta assimilabilità e la sua ottimale digeribilità consentono di recuperare nel modo più rapido le energie spese durante la competizione, in allenamento ed in ogni occasione in cui si è sottoposti a sforzi fisici. La frazione lipidica libera e gli aminoacidi ramificati sono una fonte di energia prontamente disponibile, gli oligoelementi, di cui è ricco questo formaggio, contribuiscono invece al reintegro idrosalino. 25 grammi di Grana Padano contengono (valori medi) Proteine totali g 8,25 Fosfopeptidi solubili g 0,38 Aminoacidi liberi totali g 1,5 Grassi g 7,1 Colesterolo mg 27,25 Acidi linoleici coniugati mg 40 Lisozima (proteina dell uovo) mg 4 Calcio mg 291,25 Fosforo mg 173 Rapporto calcio/fosforo 1,7 Cloruro di sodio g 0,4 Potassio mg 30 Magnesio mg 15,75 Zinco mg 2,75 Ferro µg 35 Rame µg 125 Selenio µg 3 Iodio µg 8,88 Vitamina A µg 56 Vitamina B1 µg 4,25 Vitamina B2 µg 90 Vitamina B6 µg 29,25 Vitamina B12 µg 0,75 Vitamina D3 µg 0,13 Vitamina PP µg 0,75 Vitamina E µg 51,5 Acido pantotenico µg 61,5 Colina mg 5 Biotina µg 1,5

8 L impegno sociale del consorzio: i servizi dedicati alla classe medica e ai cittadini Il Consorzio Tutela Grana Padano ha obiettivi etici, tra i quali la cultura della corretta alimentazione ll programma Educazione Nutrizionale Grana Padano comprende un insieme di attività nel campo dell educazione alimentare, che offrono ai Medici di Medicina Generale, ai Pediatri di Famiglia, ai Dietisti e alla classe medica in generale, gli strumenti di divulgazione per incentivare i pazienti ad avere corrette abitudini alimentari, secondo le più aggiornate linee guida della Scienza dell Alimentazione. È infatti ormai riconosciuto dalla comunità scientifica internazionale che l informazione/educazione del paziente è parte integrante della pratica clinica, e che i pazienti con una maggiore conoscenza sui temi dell alimentazione possono più di altri adottare stili di vita che si configurino come prevenzione primaria di patologie, anche gravi. Sul sito sono a disposizione di medici e dietisti diversi strumenti, tra i quali: Software per anamnesi alimentari Articoli di aggiornamento scientifico dalla stampa internazionale Manuali divulgativi sulla corretta alimentazione suddivisi per fasce d età Schede alimentazione e patologie Menu personalizzati sulla base del fabbisogno calorico giornaliero Newsletter mensile sull alimentazione Copyright 2004/2012 by OSC Healthcare S.r.l., Bologna Italy - All rights reserved. Il primo software per realizzare Anamnesi Alimentari nasce per contribuire alla diffusione della corretta alimentazione sia presso INDAGINE SUGLI ERRORI NUTRIZIONALI E LO STILE DI VITA la classe medica, sia presso le famiglie. Il software consente al medico di intervistare i suoi assistiti per conoscere non solo il loro stile di vita alimentare, ma anche i nutrienti dei cibi assunti. Le anamnesi realizzate possono aiutare il medico a monitorare l alimentazione dei pazienti nel tempo e a suggerire riduzioni o implementazioni di nutrienti. Il programma consente inoltre al medico di partecipare all indagine nazionale i cui risultati vengono diffusi ogni anno ai principali mezzi informativi. L attività dello Osservatorio Grana Padano è tutelata da un autorevole Comitato Scientifico che garantisce la qualità delle informazioni sempre aggiornate dalle indagini e studi tratti dalla letteratura scientifica internazionale. Il materiale del programma Educazione Nutrizionale Grana Padano è distribuito gratuitamente OSC Healthcare srl - Via del Milliario, Bologna (Bo) - Tel

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Le necessità del nostro corpo Cibo e bevande sono i mezzi con cui il nostro organismo si procura le sostanze di cui ha bisogno per le sue attività vitali.

Dettagli

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo 3 IN ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo sezione 1 L ALIMENTAZIONE Latte e coccole... Il latte materno costituisce l alimento più adatto ai bisogni del neonato e non solo dal punto di vista nutrizionale:

Dettagli

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele ERVIZIO ANITARIO REGIONALE A Azienda ervizi anitari N 1 triestina la vien... alute angiando M Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele Dipartimento

Dettagli

Etichettatura degli alimenti

Etichettatura degli alimenti Ministero della Salute Direzione generale per l igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione Etichettatura degli alimenti Cosa dobbiamo sapere La scelta di alimenti e bevande condiziona la nostra

Dettagli

Cosa sono le vitamine?

Cosa sono le vitamine? Cosa sono le vitamine? Le vitamine sono sostanze di natura organica indispensabili per la vita e per l accrescimento. Queste molecole non forniscono energia all organismo umano ma sono indispensabili in

Dettagli

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AGRICOLTURA BIOLOGICA LA FILIERA (dal campo alla tavola) AL MERCATO L ETICHETTA PRODOTTI A KM ZERO MERCATI CONTADINI, VENDITA DIRETTA, GAS ALLA TAVOLA LA PIRAMIDE ALIMENTARE

Dettagli

Nel moderno allevamento intensivo di specie ittiche, nutrizione e salute del pesce allevato sono due fattori intimamente connessi, da un lato devono

Nel moderno allevamento intensivo di specie ittiche, nutrizione e salute del pesce allevato sono due fattori intimamente connessi, da un lato devono Nel moderno allevamento intensivo di specie ittiche, nutrizione e salute del pesce allevato sono due fattori intimamente connessi, da un lato devono essere soddisfatti i fabbisogni di nutrienti necessari

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO

LA SALUTE VIEN MANGIANDO LA SALUTE VIEN MANGIANDO PERCHÉ MANGIAMO? Il nostro organismo per sopravvivere e stare in buona salute, per crescere, per svolgere attività fisica, per riparare le parti del corpo danneggiate e sostituire

Dettagli

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L atleta moderno ha bisogno di un maggior numero di adattamenti metabolici all esercizio fisico.

Dettagli

MAN- GIAR BENE. Mantenere il corpo in buona

MAN- GIAR BENE. Mantenere il corpo in buona MAN- GIAR BENE vivere sani 3 Mantenere il corpo in buona salute ha la sua base in una corretta alimentazione. Essa si basa sull apporto equilibrato di acqua, carboidrati (zuccheri e amidi), proteine, grassi

Dettagli

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott.

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott. C. I. D. I. M. U. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI Resp. Dott. Antonio Vercelli OSTEOPOROSI *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* *Cos è l osteoporosi?* L osteoporosi

Dettagli

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 36 1. ZUCCHERI E SAPORE DOLCE Tutti gli zuccheri sono fonti di energia e non

Dettagli

La corretta alimentazione

La corretta alimentazione La corretta alimentazione www.salute.gov.it 2 Tutta la comunità scientifica è d accordo sul fatto che esista uno stretto legame tra una corretta alimentazione e una vita in buona salute. Per mantenersi

Dettagli

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI Daniela Livadiotti Società Italiana di Medicina di Prevenzione e degli Stili di Vita INVECCHIAMENTO L invecchiamento può essere definito come la regressione

Dettagli

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. Bevi ogni giorno acqua in abbondanza Nell organismo umano l acqua rappresenta un costituente essenziale per il mantenimento della vita, ed è anche quello presente

Dettagli

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute)

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) La ristorazione collettiva ed in particolare quella scolastica è stata individuata come un ambito prioritario di intervento relativamente al Progetto MA.RI.SA.

Dettagli

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE SI PARTE DALLA VITAMINA D Relatore dr Donata Soppelsa Medico di medicina generale Associato alla Società Italiana di Nutriceutica Quali domande? E sufficiente l integrazione

Dettagli

19 VOCI PER UNA CORRETTA ALIMENTAZIONE ED UN ADEGUATO ESERCIZIO FISICO. a cura di Stefania Agrigento prefazione di Eugenio Del Toma

19 VOCI PER UNA CORRETTA ALIMENTAZIONE ED UN ADEGUATO ESERCIZIO FISICO. a cura di Stefania Agrigento prefazione di Eugenio Del Toma 19 VOCI PER UNA CORRETTA ALIMENTAZIONE ED UN ADEGUATO ESERCIZIO FISICO a cura di Stefania Agrigento prefazione di Eugenio Del Toma ISBN 978-88-96646-46-5 2015 - Clio S.p.A., Lecce www.clioedu.it Proprietà

Dettagli

TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI

TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI PRANZO PRIMA SETTIMANA LUNEDI': MARTEDI': MERCOLEDI': GIOVEDI': VENERDI': PASTA AL

Dettagli

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NELL A PRIM A INFANZIA

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NELL A PRIM A INFANZIA IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NELL A PRIM A INFANZIA ALIMENTAZIONE ANTICANCRO L alimentazione è un bisogno essenziale dell uomo: per funzionare, un individuo deve introdurre una certa quantità

Dettagli

DIFFERENZE TRA SPIRULINA E KLAMATH

DIFFERENZE TRA SPIRULINA E KLAMATH DIFFERENZE TRA SPIRULINA E KLAMATH La Klamath è da preferire ad altre verdi-azzurre per la sua ricchezza di nutrienti completamente naturali e perfettamente bilanciati. Inoltre svolge un'azione stimolante

Dettagli

TALK SHOW. Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 IL SORRISO VIEN MANGIANDO

TALK SHOW. Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 IL SORRISO VIEN MANGIANDO Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 TALK SHOW IL SORRISO VIEN MANGIANDO D.ssa Clelia Iacoviello Consulente Nutrizionale Nutraceutico Agenda Chi sono I problemi di oggi - Fame di Testa

Dettagli

Introduzione. Alessandro Centi

Introduzione. Alessandro Centi Introduzione La PEDIATRICA SPECIALIST nasce nel 2012 e si avvale dell esperienza e del know-how formulativo di Pediatrica, consolidata azienda del settore parafarmaceutico da sempre orientata ai bisogni

Dettagli

I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO. Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011

I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO. Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011 I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011 FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO Proteine: 1-1,2 g/kg/die; Calorie: 20-30/kg/die Es.: anziano di 60 kg 60-72 g di proteine; 1200-1800

Dettagli

Dall inizio alla fine, un binomio inscindibile: Calcio piu vit. A e D

Dall inizio alla fine, un binomio inscindibile: Calcio piu vit. A e D Dall inizio alla fine, un binomio inscindibile: Calcio piu vit. A e D IL CALCIO La definizione classica per questo elemento e quella di essere un Metallo Alcalino Terroso. Non si trova libero in Natura,

Dettagli

Vitamina D, PTH ed omeostasi del calcio

Vitamina D, PTH ed omeostasi del calcio Vitamina D, PTH ed omeostasi del calcio Funzioni principali della vit D Stimolazione dell'assorbimento del calcio e del fosforo a livello intestinale; Regolazione, in sinergia con l'ormone paratiroideo,

Dettagli

L ALIMENTAZIONE DI CAGNE E GATTE DURANTE GRAVIDANZA E LATTAZIONE

L ALIMENTAZIONE DI CAGNE E GATTE DURANTE GRAVIDANZA E LATTAZIONE 1 L ALIMENTAZIONE DI CAGNE E GATTE DURANTE GRAVIDANZA E LATTAZIONE Le femmine devono essere in peso forma al momento dell accoppiamento Se la femmina è fortemente sottopeso aumentano le possibilità di:

Dettagli

Cos'è esattamente la gelatina

Cos'è esattamente la gelatina Cos'è esattamente la gelatina LA GELATINA È PURA E NATURALE La gelatina attualmente in commercio viene prodotta in moderni stabilimenti operanti in conformità ai più rigorosi standard di igiene e sicurezza.

Dettagli

Le profilassi del lattante: la vitamina D, la vitamina K e la carie?

Le profilassi del lattante: la vitamina D, la vitamina K e la carie? L allattamento al seno esclusivo è il nutrimento ideale per il bambino, sufficiente per garantire un adeguata crescita per i primi 6 mesi; il latte materno è unanimemente considerato il gold standard in

Dettagli

VITAMINE. Composti organici eterogenei; indispensabili all organismo; non hanno valore energetico; agiscono in dosi minime (LARN: 1-200 mg/die);

VITAMINE. Composti organici eterogenei; indispensabili all organismo; non hanno valore energetico; agiscono in dosi minime (LARN: 1-200 mg/die); VITAMINE Composti organici eterogenei; indispensabili all organismo; non hanno valore energetico; agiscono in dosi minime (LARN: 1-200 mg/die); hanno funzioni specifiche e funzioni comuni, tra cui: - agiscono

Dettagli

da Norda una Novità nel Mondo del Beverage

da Norda una Novità nel Mondo del Beverage da Norda una Novità nel Mondo del Beverage Benessere da Bere una Carica di Energia Prima in Italia, Norda lancia sul mercato, una Linea INNOVATIVA di Bevande Funzionali che è già un Grande Successo negli

Dettagli

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua.

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua. La DIGESTIONE Perché è necessario nutrirsi? Il corpo umano consuma energia per muoversi, pensare, mantenere la temperatura costante, ma anche solo per riposarsi. Il consumo minimo di energia è detto metabolismo

Dettagli

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO. L ALIMENTA ZIONE NEG LI ADULTI (16-65 anni )

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO. L ALIMENTA ZIONE NEG LI ADULTI (16-65 anni ) IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NEG LI ADULTI (16-65 anni ) ALIMENTAZIONE ANTICANCRO L alimentazione è un bisogno essenziale dell uomo: per funzionare, un individuo deve introdurre una certa

Dettagli

alimentazione come e di promozione della SALUTE

alimentazione come e di promozione della SALUTE LA SALUTE VIEN MANGIANDO: alimentazione come fattore di rischio e di promozione della SALUTE Dr. Saverio Chilese Resp. Unità Operativa di Nutrizione Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione ULSS 4 Referente

Dettagli

Linee guida per una sana alimentazione e per un corretto stile di vita

Linee guida per una sana alimentazione e per un corretto stile di vita Linee guida per una sana alimentazione e per un corretto stile di vita SOMMARIO PRINCIPI DI NUTRIZIONE Pag. 2 I NUTRIENTI Pag. 2 LE VITAMINE Pag. 3 I GRUPPI ALIMENTARI Pag. 6 LA PIRAMIDE ALIMENTARE Pag.

Dettagli

Liponax Sol. Innovativa formulazione LIQUIDA. ad elevata biodisponibilità. Acido R (+) a-lipoico

Liponax Sol. Innovativa formulazione LIQUIDA. ad elevata biodisponibilità. Acido R (+) a-lipoico Innovativa formulazione LIQUIDA ad elevata biodisponibilità L acido a lipoico è una sostanza naturale che ricopre un ruolo chiave nel metabolismo energetico cellulare L acido a lipoico mostra un effetto

Dettagli

Alimentazione Così si può migliorare l efficienza alimentare

Alimentazione Così si può migliorare l efficienza alimentare Ancora dal convegno di Copenaghen. Questo parametro, nell allevamento delle bovine da latte, può crescere. E non solo perfezionando il razionamento. Ma anche intervenendo su diversi altri fattori, come

Dettagli

Menopausa, alimentazione ed osteoporosi. Debora Rasio Sapienza Università di Roma - Az. Osp. S. Andrea

Menopausa, alimentazione ed osteoporosi. Debora Rasio Sapienza Università di Roma - Az. Osp. S. Andrea Menopausa, alimentazione ed osteoporosi Debora Rasio Sapienza Università di Roma - Az. Osp. S. Andrea Cambiamenti ormonali in menopausa Con la menopausa si assiste al declino della produzione ovarica di

Dettagli

Salute intestinale in avicoltura Il mondo interiore

Salute intestinale in avicoltura Il mondo interiore Agosto 2013 Salute intestinale in avicoltura Il mondo interiore Dr. Richard A. Bailey, Poultry Health Scientist Sommario Introduzione Flora Intestinale Mantenere in equilibrio la salute intestinale Conclusioni

Dettagli

peso peso Controlla il e mantieniti sempre attivo

peso peso Controlla il e mantieniti sempre attivo 1. peso peso Controlla il e mantieniti sempre attivo 1. Controlla il peso e mantieniti sempre attivo Il peso corporeo Il nostro peso corporeo rappresenta l'espressione tangibile del bilancio energetico

Dettagli

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata Cari pazienti! Vi sentite spesso fiacchi, stanchi, esauriti o giù di morale? Soffrite facilmente il freddo?

Dettagli

NUTRACEUTICA Corpo come Arte

NUTRACEUTICA Corpo come Arte NUTRACEUTICA Corpo come Arte efficacia sinergia RESVERA-VITIS 60 cps Antiossidante Riossigenante Tessutale Integratore a base di Resveratrolo e OPC ad alto dosaggio (in 1 cps 585 mg di Vitis Vinifera 17.000

Dettagli

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA . LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA Gruppo di esperti costituito presso l Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN)

Dettagli

La corretta alimentazione nell infanzia Dedicato ai genitori

La corretta alimentazione nell infanzia Dedicato ai genitori La corretta alimentazione nell infanzia Dedicato ai genitori A cura dell U.O.C. Igiene Alimenti e Nutrizione Dipartimento Prevenzione Medica, A.S.L. di Pavia, V.le Indipendenza,3 0382 432451 TROVA L EQUIILIIBRIIO

Dettagli

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Comune di CORI (Lt) Assessorato all RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO pagina 1 SOMMARIO Premessa... 3 1 Principi generali: Cos è il Compostaggio... 4 2 Cosa mettere nella

Dettagli

Il cervello ha bisogno di zucchero. e il cuore pure, ma quale?

Il cervello ha bisogno di zucchero. e il cuore pure, ma quale? Il cervello ha bisogno di zucchero. e il cuore pure, ma quale? Questo vecchio slogan pubblicitario riconduce ad una parziale verità scientifica, oggi più che attuale. E risaputo che parlare di zucchero

Dettagli

I PRINCIPI NUTRITIVI SICUREZZA ALIMENTARE PROTEINE LIPIDI GLUCIDI VITAMINE SALI MINERALI DIETA CORRETTA TOSSINFEZIONI ALIMENTARI

I PRINCIPI NUTRITIVI SICUREZZA ALIMENTARE PROTEINE LIPIDI GLUCIDI VITAMINE SALI MINERALI DIETA CORRETTA TOSSINFEZIONI ALIMENTARI I PRINCIPI NUTRITIVI PROTEINE LIPIDI GLUCIDI VITAMINE SALI MINERALI SICUREZZA ALIMENTARE DIETA CORRETTA TOSSINFEZIONI ALIMENTARI ALTRI RISCHI LEGATI AL CONSUMO DI ALIMENTI I PRINCIPI NUTRITIVI I principi

Dettagli

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro Apparato scheletrico Le funzioni dello scheletro Lo scheletro ha la funzione molto importante di sostenere l organismo e di dargli una forma; con l aiuto dei muscoli, a cui offre un attacco, permette al

Dettagli

Slowfood. aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE. Slowine. Acqua alle corde. Slowfood. Azioni sostenibili

Slowfood. aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE. Slowine. Acqua alle corde. Slowfood. Azioni sostenibili 45 aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE Slowfood aprile 2010 www.slowfood.it Acqua alle corde Azioni sostenibili Professione happycoltore La rete delle comunità

Dettagli

Analisi nutrizionale: strumenti per la valutazione

Analisi nutrizionale: strumenti per la valutazione Analisi nutrizionale: strumenti per la valutazione Sara Grioni Unità di Epidemiologia e Prevenzione Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori "Strumenti di Sorveglianza Nutrizionale: luci ed ombre"

Dettagli

Da dove prendono energia le cellule animali?

Da dove prendono energia le cellule animali? Da dove prendono energia le cellule animali? La cellula trae energia dai legami chimici contenuti nelle molecole nutritive Probabilmente le più importanti sono gli zuccheri, che le piante sintetizzano

Dettagli

Quali danni può provocare il consumo eccessivo di alcol?

Quali danni può provocare il consumo eccessivo di alcol? alcol Qual è la dimensione del problema? L alcol è una sostanza tossica per la quale non è possibile identificare livelli di consumo sicuri, anche a causa delle differenze individuali legate al metabolismo

Dettagli

L esercizio fisico come farmaco

L esercizio fisico come farmaco L esercizio fisico come farmaco L attività motoria come strumento di prevenzione e di terapia In questo breve manuale si fa riferimento a tipo, intensità, durata e frequenza dell attività fisica da soministrare

Dettagli

2. Stress ossidativo & bilancio nutrizionale

2. Stress ossidativo & bilancio nutrizionale 2.1 Vitamine & antiossidanti 2.2 Elementi in traccia ed enzimi STRESS OSSIDATIVO & BILANCIO NUTRIZIONALE R Alimentazione : vitamine e carotenoidi, Antiossidanti : lipofilici Vitamine & antiossidanti ZVIT

Dettagli

Consumo medio giornaliero di sodio e potassio nella popolazione italiana adulta

Consumo medio giornaliero di sodio e potassio nella popolazione italiana adulta PROGRAMMA MINISAL Sottoprogetto ISS www.menosalepiusalute.it MINISAL-GIRCSI BUONE PRATICHE SULL'ALIMENTAZIONE: VALUTAZIONE DEL CONTENUTO DI SODIO, POTASSIO E IODIO NELLA DIETA DEGLI ITALIANI Consumo medio

Dettagli

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo La dieta, il microbiota intestinale e la salute digestiva sono intrecciati fra loro. Questi legami e il potenziale benefico dei probiotici

Dettagli

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA!

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! Buona, pulita e giusta Linee guida per una mensa scolastica di qualità 1 A cura di: Valeria Cometti, Annalisa D Onorio, Livia Ferrara, Paolo Gramigni In collaborazione con:

Dettagli

Tratto dal libro "Guarire con la nuova medicina integrata".

Tratto dal libro Guarire con la nuova medicina integrata. 1. Mantenersi snelli. Il peso corporeo dev essere un valore da tenere nei ranghi. E a suggerirci i ranghi previsti è un parametro chiamato indice di massa corporea (BMI, da Body Mass Index). Si calcola

Dettagli

Educazione alimentare e del gusto nella scuola primaria

Educazione alimentare e del gusto nella scuola primaria PIÙ ORTAGGI, LEGUMI E FRUTTA Educazione alimentare e del gusto nella scuola primaria Manuale per la formazione dell insegnante Progetto MiPAAF Qualità Alimentare (approvato con D.M. 591/7303/02 del 23/12/2002)

Dettagli

La Temperatura degli Alimenti

La Temperatura degli Alimenti La Temperatura degli Alimenti L'ATP è la regolamentazione per i trasporti frigoriferi refrigerati a temperatura controllata di alimenti deperibili destinati all'alimentazione umana. A.T.P. = Accord Transport

Dettagli

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA On. Ministro Gianni Alemanno Presidente, Prof. Ferdinando Romano Gruppo di esperti costituito presso l Istituto

Dettagli

L'IMPORTANZA DELL'ACQUA

L'IMPORTANZA DELL'ACQUA L'IMPORTANZA DELL'ACQUA L'acqua è il principale costituente del nostro corpo. Alla nascita il 90% del nostro peso è composto di acqua: nell'adulto è circa il 75% e nelle persone anziane circa il 50%; quindi

Dettagli

Relazione tra Vitamina D, Obesità infantile e Sindrome Metabolica: un puzzle in via di risoluzione

Relazione tra Vitamina D, Obesità infantile e Sindrome Metabolica: un puzzle in via di risoluzione 3 Maggio 2012 Relazione tra Vitamina D, Obesità infantile e Sindrome Metabolica: un puzzle in via di risoluzione Emanuele Miraglia del Giudice Seconda Università degli Studi di Napoli Dipartimento di Pediatria

Dettagli

VADEMECUM PER MISURA DELLA VITAMINA D (25-idrossivitamina D e 1,25-diidrossivitamina D)

VADEMECUM PER MISURA DELLA VITAMINA D (25-idrossivitamina D e 1,25-diidrossivitamina D) DAI Diagnostica di Laboratorio - Laboratorio Generale - Direttore Dr. Gianni Messeri Gentile Collega, negli ultimi anni abbiamo assistito ad un incremento delle richieste di dosaggio di vitamina D (25-

Dettagli

La salute vien mangiando!

La salute vien mangiando! La salute vien mangiando! Sede Legale: Monza 20052 viale Elvezia, 2 tel. 039 23841 www.aslmonzabrianza.it - C.F. / P. IVA Sede Legale: Monza 20052 02734330968 viale Elvezia, 2 tel. 039 23841 www.aslmonzabrianza.it

Dettagli

farro medio o farro dicocco o semplicemente farro (Triticum dicoccum);

farro medio o farro dicocco o semplicemente farro (Triticum dicoccum); Farro Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Il farro, nome comune usato per tre differenti specie del genere Triticum, rappresenta il più antico tipo di frumento coltivato, utilizzata dall'uomo come nutrimento

Dettagli

La Vitamina A La Vitamina D

La Vitamina A La Vitamina D LE VITAMINE La Vitamina A La vitamina A o retinolo è una vitamina liposolubile che serve per la differenziazione delle cellule epiteliali, la spermatogenesi, regolazione dello sviluppo osseo, il sistema

Dettagli

guida ai metodi per la cottura degli alimenti

guida ai metodi per la cottura degli alimenti guida ai metodi per la cottura degli alimenti Progetto a cura di ANDID - Associazione Nazionale Dietisti Member of andid in breve Il dietista é un professionista sanitario competente per tutte le attivitá

Dettagli

Fabbisogni vitaminici: ci sono le basi per ri-valutare le specifiche delle diete?

Fabbisogni vitaminici: ci sono le basi per ri-valutare le specifiche delle diete? Fabbisogni vitaminici: ci sono le basi per ri-valutare le specifiche delle diete? Tratto da Vitamin requirements: is there basis for re-evaluating dietary specifications? S. LEESON 1 Tradotto, adattato

Dettagli

PER DIMAGRIRE, OGNI ORA HA IL SUO CIBO? Giorgio Pitzalis - Specialista in Pediatria e Scienza dell'alimentazione

PER DIMAGRIRE, OGNI ORA HA IL SUO CIBO? Giorgio Pitzalis - Specialista in Pediatria e Scienza dell'alimentazione PER DIMAGRIRE, OGNI ORA HA IL SUO CIBO? Giorgio Pitzalis - Specialista in Pediatria e Scienza dell'alimentazione Arriva l'estate ed ecco, regolarmente, "spuntare" le solite diete dimagranti. Ne esistono

Dettagli

Gli Omega-3 e la Vitamina D contro l Alzheimer - Le nuove prospettive per il terzo millennio -

Gli Omega-3 e la Vitamina D contro l Alzheimer - Le nuove prospettive per il terzo millennio - nutrizione & composizione corporea fisioterapia & recupero funzionale medicina d alta quota piani di allenamento articoli, studi, ricerche dal mondo della Nutrizione, delle Terapie Fisiche, delle Neuroscienze

Dettagli

-Composti organici essenziali per la vita

-Composti organici essenziali per la vita -Composti organici essenziali per la vita -La maggior parte dei vertebrati (tra cui l uomo) non sono in grado di sintetizzarle (come gli amminoacidi essenziali) -Sono assunte con la dieta -Alcune malattie

Dettagli

LE SCALE M U S I C A PER LA TUA SALUTE CALORIE AUTOSTIMA LONGEVITÀ EFFICIENZA. Aumenti la tua salute, se sali le scale. Perdi peso, se sali le scale

LE SCALE M U S I C A PER LA TUA SALUTE CALORIE AUTOSTIMA LONGEVITÀ EFFICIENZA. Aumenti la tua salute, se sali le scale. Perdi peso, se sali le scale SALUTE Aumenti la tua salute, CALORIE Perdi peso, AUTOSTIMA Accresci la tua autostima, LONGEVITÀ Allunghi la tua vita, EFFICIENZA Potenzi i tuoi muscoli e migliori il tuo equilibrio, LE SCALE M U S I C

Dettagli

VALUTAZIONE DEL LIVELLO DELLA FUNZIONE RENALE

VALUTAZIONE DEL LIVELLO DELLA FUNZIONE RENALE VALUTAZIONE DEL LIVELLO DELLA FUNZIONE RENALE La stima del Filtrato Glomerulare (FG) èil miglior indicatore complessivo della funzione renale. La sola creatininemia non deve essere usata come indice di

Dettagli

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?»

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?» 1 a STRATEGIA EVITARE LA CONTAMINAZIONE conoscere «DOVE SI TROVANO I BATTERI?» I batteri si trovano ovunque nell ambiente (aria, acqua, suolo ed esseri viventi): Sono presenti sulle materie prime, ad es.

Dettagli

SIAMO QUELLO CHE MANGIAMO

SIAMO QUELLO CHE MANGIAMO SIAMO QUELLO CHE MANGIAMO RIFLESSIONI E PROSPETTIVE SU NOI STESSI E SUL MONDO BISOGNI PRIMARI DELL'UOMO Quali sono i bisogni dell'uomo? Volendo semplificare i bisogni basilari sono due: vogliamo evitare

Dettagli

Vitamina D: passato, presente e futuro. Dott. Giuliano Bucciardini MMG

Vitamina D: passato, presente e futuro. Dott. Giuliano Bucciardini MMG Vitamina D: passato, presente e futuro Dott. Giuliano Bucciardini MMG Un po' di storia Nel 1650 l'inglese Francis Glisson descrive accuratamente il rachitismo (peraltro noto sin dall'antichità) in De rachitade.

Dettagli

a state of complete physical, men al , an social well ll-bei ng an not merely the absence of disease or infirmity

a state of complete physical, men al , an social well ll-bei ng an not merely the absence of disease or infirmity SALUTE: definizione Nel 1948, la World Health Assembly ha definito la salute come a state of complete physical, mental, and social well-being and not merely the absence of disease or infirmity. Nel1986

Dettagli

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Come ottenere energia rinnovabile e compost dai rifiuti organici Un percorso di educazione ambientale alla scoperta dell impianto di compostaggio

Dettagli

Un alimentazione equilibrata rafforza la salute

Un alimentazione equilibrata rafforza la salute Un alimentazione equilibrata rafforza la salute Come ridurre il rischio di cancro Un informazione della Lega contro il cancro Un alimentazione equilibrata rafforza la salute 1 Indice Editoriale 5 Una sana

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

La salute vien mangiando

La salute vien mangiando La salute vien mangiando Progetto di Arricchimento dell Offerta Formativa Curricolo Verticale di Scienze Classi II A II B Scuola Primaria L. Illuminati a. s. 2013/2014 Insegnanti Leopardi Anna F., Moffa

Dettagli

I prodotti lattiero-caseari di origine ovina e caprina: esempio di valutazione rischio-beneficio

I prodotti lattiero-caseari di origine ovina e caprina: esempio di valutazione rischio-beneficio I prodotti lattiero-caseari di origine ovina e caprina: esempio di valutazione rischio-beneficio Cinzia La Rocca Dip. Sanità Pubblica Veterinaria e Sicurezza Alimentare Reparto di Tossicologia Alimentare

Dettagli

Latte & Co. Cucinare senza lattosio. Abitudini alimentari e tendenze. Alimentazione equilibrata. Una guida per più gusto e benessere.

Latte & Co. Cucinare senza lattosio. Abitudini alimentari e tendenze. Alimentazione equilibrata. Una guida per più gusto e benessere. free.salute Alimentazione Benessere Una guida per più gusto e benessere. Latte & Co. Quando il malessere nasce a tavola. Cucinare senza lattosio. Menu leggero di 3 portate. Abitudini alimentari e tendenze.

Dettagli

Disciplinare di Produzione della DOP Pecorino Romano

Disciplinare di Produzione della DOP Pecorino Romano Disciplinare di Produzione della DOP Pecorino Romano Art. 1 La zona di provenienza del latte destinato alla trasformazione del formaggio Pecorino Romano comprende l intero territorio delle regioni della

Dettagli

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore LA GOTTA ED ALTRE ARTRITI DA CRISTALLI REGGIO EMILIA,, APRILE 2007 La Gotta ed altre Artriti da Cristalli

Dettagli

CI TENIAMO A FARVI SAPERE CHE

CI TENIAMO A FARVI SAPERE CHE Menu MILANO CI TENIAMO A FARVI SAPERE CHE L eventuale attesa è sinonimo di preparazioni espresse e artigianali. Perdonateci! e se avete fretta, ditelo all Oste. L acqua pura microfiltrata è offerta dall

Dettagli

RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO

RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO La mostra è allestita nelle sale del Museo di Storia Naturale di Milano dal 28 Novembre 2014 al 28 Giugno 2015. Affronta il complesso tema del cibo

Dettagli

-uno o più IONI INORGANICI

-uno o più IONI INORGANICI Coenzimi e vitamine Alcuni enzimi, per svolgere la loro funzione, hanno bisogno di componenti chimici addizionali, i COFATTORI APOENZIMA + COFATTORE = OLOENZIMA = enzima cataliticamente attivo Il cofattore

Dettagli

Impiego clinico della vitamina D e dei suoi metaboliti ABSTRACT. 26 Gennaio 2013, Roma Università di Roma Sapienza

Impiego clinico della vitamina D e dei suoi metaboliti ABSTRACT. 26 Gennaio 2013, Roma Università di Roma Sapienza CORSO DI AGGIORNAMENTO E.C.M. Impiego clinico della vitamina D ABSTRACT 26 Gennaio 2013, Roma Università di Roma Sapienza CORSO DI AGGIORNAMENTO E.C.M. Roma 26/01/2013 Confronto tra 25(OH) -calcifediolo

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO: LE SORPRESE DELLA BUONA TAVOLA

LA SALUTE VIEN MANGIANDO: LE SORPRESE DELLA BUONA TAVOLA LA SALUTE VIEN MANGIANDO: LE SORPRESE DELLA BUONA TAVOLA Dipende soltanto da noi essere in un modo piuttosto che in un altro. Il nostro corpo è un giardino e il suo giardiniere è la nostra volontà. Spetta

Dettagli

I METALLI PESANTI NEL LATTE

I METALLI PESANTI NEL LATTE I METALLI PESANTI NEL LATTE di Serraino Andrea Dipartimento di Sanità Pubblica Veterinaria e Patologia Animale - Facoltà Medicina Veterinaria - Università di Bologna - Alma Mater Studiorum. I metalli sono

Dettagli

Organizzazione e filiera corta per far crescere il business

Organizzazione e filiera corta per far crescere il business Latte di ottima qualità prodotto, imbottigliato e venduto sempre all interno della stessa filiera. Un esempio felice di come una adeguata nutrizione degli animali, insieme a un oculata gestione della stalla

Dettagli

CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO?

CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO? CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO? Il cuore è un organo che ha la funzione di pompare il sangue nell organismo. La parte destra del cuore pompa il sangue ai polmoni, dove viene depurato dall anidride carbonica

Dettagli

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

OMEOSTASI DEL Ca 2+ e FOSFORO

OMEOSTASI DEL Ca 2+ e FOSFORO OMEOSTASI DEL Ca 2+ e FOSFORO Metabolismo del calcio Il calcio è il minerale più rappresentato nell organismo umano (1000-1200 gr) Il 99% del Ca corporeo si trova nello scheletro e nei denti, per lo più

Dettagli

Conta con il leone. Andrea Scaramuzza Alessandra Bosetti Gian Vincenzo Zuccotti. con le foto di Sabrina Alessio e i piatti di Gianluca Modugno

Conta con il leone. Andrea Scaramuzza Alessandra Bosetti Gian Vincenzo Zuccotti. con le foto di Sabrina Alessio e i piatti di Gianluca Modugno Conta con il leone Guida all uso del conteggio dei carboidrati, e non solo! Andrea Scaramuzza Alessandra Bosetti Gian Vincenzo Zuccotti con le foto di Sabrina Alessio e i piatti di Gianluca Modugno Conta

Dettagli

Disciplinare di produzione del Formaggio Castelmagno Denominazione di Origine Protetta (DOP)

Disciplinare di produzione del Formaggio Castelmagno Denominazione di Origine Protetta (DOP) Disciplinare di produzione del Formaggio Castelmagno Denominazione di Origine Protetta (DOP) Art. 1 La Denominazione di Origine Protetta Castelmagno è riservata esclusivamente al formaggio che risponde

Dettagli

ASPETTI NUTRIZIONALI DELLA DIETA SENZA GLUTINE

ASPETTI NUTRIZIONALI DELLA DIETA SENZA GLUTINE COELIAC FORUM EDIZIONE NR 02_2010 IN PRIMO PIANO AGGIORNAMENTO RICERCA ASPETTI NUTRIZIONALI DELLA DIETA SENZA GLUTINE La terapia nutrizionale è l unico trattamento universalmente accettato per la celiachia,

Dettagli