UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO. Divisione Patrimonio e Contratti Servizio Approvvigionamenti e Assicurazioni Settore Servizi Assicurativi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO. Divisione Patrimonio e Contratti Servizio Approvvigionamenti e Assicurazioni Settore Servizi Assicurativi"

Transcript

1 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO. Divisione Patrimonio e Contratti Servizio Approvvigionamenti e Assicurazioni Settore Servizi Assicurativi X.04 cmcolare n. 33 dell' Al Rettore Al Dir:ettore Generale Ai Presidi, Presidenti e Direttori dei Centri di Gestione Autonoma Ai Direttori di Divisione Ai Responsabili Staff Affari Giuridici di Ateneo Ai Segretari Amministrativi dei Centri di Gestione Autonoma LORO SEDI OGGETTO: Comunicazione relativa alla sottonotata polizza assicurativa Infortuni cumulativa soggetti diversi, avente scadenza alla data del Trasmissione modello recante "Informativa ai sensi dell'art. 13 del D.lgs 30/06/2003 n Codice in materia di protezione dei dati personali. Con la presente si comunicano, in modo sintetico, i contenuti della polizza assicurativa Infortuni cumulativa soggetti diversi, stipula,ta dall'università degli Studi di Torino a seguito dell'espletamento della procedura di gara ad evidenza pubblica nonché le relative modalità di denuncia dei Sinistri: POLIZZA INFORTUNI CUMULA TIV A SOGGETTI DIVERSI: comprendente la copertura assicurativa infortuni guidatori e trasportati degli automezzi di servizio della Contraente durante l'utilizzo degli stessi e la copertura assicurativa infortuni dipendenti della Contraente durante l'uso del meizo proprio per motivi di servizio elo missione ASSICURATORE: ALLIANZ S.p.A. POLIZZA: n DECORRENZA: ore 24,00 del SCADENZA:. ore 24,00 del

2 OGGETTO L'Assicurazione si intende pre~tata per gli infortuni che gli assicurati subiscano nell'espletamento della professiònee/o attività dichiarata nello svolgimento di compiti e mansioni previsti dall'università, presso le proprie sedi e/o presso le sedi di terzi, in relazione alle attività e competenze istituzionalmente previste, consentite o delegate, anche collaterali nessuna eccettuata o esclusa ed in genere tutto quanto non in' contrasto con quanto previsto dal proprio ordinamento. SOGGETTI ASSICURATI Destinatari dell'assicurazione prestata dal presente contratto, di seguito denominati assicurati, sono i soggetti rientranti nei gruppi, tra quelli di seguito elencati, ed eventuali altr~ figure similari previste in futuro: 1. Studenti, inclusi gli studenti con collaborazioni a tempo parziale che svolgono attività amministrativa o di predisposizione di. attività didattica e studenti iscritti ai corsi di perfezionamento e master. 2. professori a contratto,. 3. borsisti, dottorandi di ricerca borsisti e non borsisti e titolari di borse di studio per attività di ricerca post-dottorato 4. iscritti alle scuole di specializzazione di tutte le facoltà universitarie, inclusi gli iscritti alle cosiddette "Scuola Aggregate" e i medici in formazione.specialistica della Facoltà di Medicina e Chirurgia' (per questi ultimi le garanzie di polizza, operano limitatamente all'esercizio dell'attività didattica e di ricerca),. 5. tirocinanti post-iauream in Psicologia, Medicina e Chirurgia, Medicina Veterinaria ed eventuali altre discipline, 6. volontari del servizio civile, 7. 'assegnisti; 8. studenti diversamente abili e relativi studenti borsisti accompagnatori, 9. guidatori e trasportati degli automezzi di servizio della Contraente, lo. dipendenti della Contraente durante l'uso del mezzo proprio per motivi di servizio o missione, 11. qualsiasi altro soggetto posto sotto la direzione, il coordinamento e il controllo dell'università, verso il quale l'università degli Studi di Torino svolga attività didattica/ricerca/formazione ecc... INDENNITA' ASSICURA TE Per le categorie di cui ai punti 1,2,3,4, 5, 7, 8, Il dell'articolo precedente le indennità assicurate sono le seguenti: LP. Euro ,00 Morte Euro ,00 Rimpatrio della salma Euro 2.500,00 2

3 Per la categoria di cui al punto 6 dell'articolo precedente le indennità assicurate sono le seguenti: - LP. Euro ,00 - Morte Euro ,00 - Rimborso spese ricovero a seguito infortunio Euro 5.000,00 - Rimpatrio della salma Euro2.500,00 Per le categorie di cui ai punti 9) e lo) dell'articolo precedente le indennità assicurate sono le seguenti: - LP. Euro ,00 - Morte Euro ,00 - Rimpatrio della salina Euro 2.500,00 Nel caso di infortunio che colpisca contemporaneamente più persone assicurate, in conseguenza di un unico evento, l'esborso massimo complessivo a carico della Società non potrà comunque superare l'importo di ,00. Qualora le indennità liquidabili ai sensi di polizza eccedessero nel loro complesso tale importo, le stesse verranno proporzionalmente ridotte. ESTENSIONI DI GARANZIA L'assicurazione vale anche per gli infortuni derivanti da: 1. Assideramento o congelamento 2. Folgorazioni 3. Colpi di sole, di calore e di freddo 4. Ubriachezza 5. Eventi naturali 6. Eventi sociopolitici, inclusi atti di terrorismo ed aggressioni compiute nei confronti dell' assicurato 7. Terremoti, maremoti ed eruzioni vulcaniche 8. Guida di veicoli e natanti in genere, a condizione che l'assicurato sia abilitato a norma delle disposizioni di legge 9. Scariche elettriche e contatti con corrosivi 10.Imprudenza, negligenza, colpa grave Il.Vertigini, malori ed incoscienza 12. Sforzi muscolari ed ernie traumatiche 13.Rottura tendine di Achille. 14.Arenamento, naufragio, scomparsa del mezzo di trasporto 15.Infezioni e malattie conseguenti a morsi di animali e punture di insetti Sono considerati infortuni anche: Asfissia, purché non dipendente da malattia Gli avvelenamenti da ingestione o da assorbimento di sostanze e le lesioni da contatto con sostanze corrosive. L'annegamento Le ulteriori lesioni derivanti da interventi chirurgici o trattamenti medici resi necessari a 3

4 seguito di.infortunio indennizzabìle a tennini di polizza Le infezioni derivanti in fonna diretta ed esclusiva da infortuni ESCLUSIONI Sono esclusi dall'assicurazione gli infortuni causati da:. - guida di mezzi subacquei ed aerei, abuso di psicofannaci ed uso non terapeutico di stupefacenti ed allucinogeni; - operazioni chirurgiche accertamenti o cure mediche non resi necessari da infortunio; - praticaprofessionistica di qualsiasi sport; Sono altresì esclusi gli infortuni verificatisi in occasione di: - delitti dolosi, tentati o compiuti dall'assicurato; -guerra, insurrezione, occupazione militare, invasione (salvo quanto previsto dalla condizione particolare "rischio guerra"); - trasmutazioni o assestamenti energetici del nucleo dell'atomo, naturali o provocati e/o radiazioni provocate dall' accelerazione artificiale di particelle atomiche; tale esclusione non si applica agli infortuni conseguenti all'utilizzo di apparecchiature scientifiche, di diagnosi e di cura, salvo che l'assicurato provi che l'infortunio non ebbe alcun rapporto con tali eventi. Sono escluse dall'assicurazione le persone affette dalle seguenti infennità mentali: sindromi organiche cerebrali, schizofrenia, fonne maniaco-depressive, psicosi in genere. LIMITI TERRITORIALI La presente assicurazione è valida in tutto il mondo. MORTE Qualora l'infortunio abbia per conseguenza la morte dell'assicurato e questa si verifichi entro due anni dal giorno nel quale l'infortunio è avvenuto, l'assicuratore liquida ai beneficiari la somma assicurata per il caso di morte.. Per beneficiari si intendono, salvo diversa designazione da parte dell'assicurato, gli eredi legittimi e/o testamentari. In caso di premorienza o commorienza dei beneficiari designati, detta somma sarà liquidata agli eredi legittimi e/o testamentari PREMIO ANNUO: Premio anticipato con successivo conguaglio annuale sulla base dei premi annui lordi sottonotati relativi e riferibili ai dati delle diverse categorie di soggetti assicurati PREMIO ANNUO lordo unitario per le categorie sottonotate di soggetti assicurati: 4

5 i CATEGORIE DI SOGGETTI l.studenti (inclusi gli studenti con collaborazioni a tempo parziale che svolgono attività amministrativa o di predisposizione di attività didattiche e studenti iscritti ai corsi di perfezionamento e master) ~2. Professon a Contratto*. Premio annuo pro-capite lordo dovuto 2,72! Premio annuo pro-capite lordo da recuperare 2,n eventuale recupero * I r---'-~---i' 3.Borsisti 2,72 2,72: 1 I 3.bis Dottorandi di ricerca borsisti e non borsisti e Titolari di borse di studio per attività di ricerca post-dottorato** L iscritti alle scuole di specializzazione di tutte le facoltà universitarie, inclusi gli iscritti alle cosidette "Scuola Aggregate" e i medici in formazione specialistica della Facoltà di Medicina e Chirurgia (per questi ultimi le garanzie di polizza, operano limitatamente all'esercizio dell'attività, didattica e di ricerca)*** i 2,72 2,72 r ~~--~------~------~ ~+_~ ~ 2. Tirocinanti post - lauream di 2,72 2,72 Psicologia, Medicina Veterinaria, Medicma e Chirurgia ed eventqali altre discipline 3. Volontari del servizio civile 1,6sl 4. Assegnisti 2,72 i 2,72 t--- s. Studenti diversamente abili e 2,72 relativi studentj borsisti accompagnatori i 9. Guidatori e trasportati degli automezzi di servizio della Contraente durante l'utilizzo degli stessi (no automezzi) 10. Dipendenti della Contraente durante l'uso del mezzo proprio per motivi di servizio e/o missione (no missioni). 2,72 2,72 5

6 Il.qualsiasi altro soggetto posto sotto la 2,72 direzione, il coordinamento e il controllo dell'università, verso il quale l'università degli Studi di Torino svolga attività didattica/ricerca/formazione ecc. Per i soggetti di cui ai punti 2,3,5, e 7, l'onere è a carico dei singoli interessati con le seguenti quote annue pro-capite: 2,72= per i professori a contratto (Per eventuale recupero); 2,72= per i borsisti; 2,72=. per i Tirocinanti post-iauream di Psicologia, Medicina Veterinaria e Medicina e Chirurgia; 2,72 per gli assegnisti. * con riferimento alla categoria dei professori a contratto, si rinvia alla Circolare n. 63 del SerVizio Amministrazione. Carriere Settore Personale a Tempo Determinato riguardante indicazioni in merito agli incarichi di insegnamento a titolo gratuito e a titolo retribuito; ** con riferimento alla categoria dei Dottora~di di ricerca borsisti e non borsisti e Titolari di borse di studio per attività di ricerca post-dottorato, si rinvia alla delibera del Senato Accademico n /10/6 del recante indicazione che ".. omissis.. per quanto riguarda la copertura assicurativa - responsabilità civile ed infortuni - di non prevedere che il costo della copertura assicurativa si posto a carico dei singoli dottorandi (borsisti e non borsisti e dei titolari di corse di studio per attività di ricerca post-dottorato.. omissis.. ", *** con- riferimento alla categoria degli Specializzandl di Medicina e Chirurgia si rinvia a quanto disposto dal Consiglio di Amministrazione con deliberazione n. 4/2007NIJ2 del CON RIFERIMENTO ALLA TABELLA RECANTE INDICAZIONE DEI PREMI ASSICURATIVI PRO-CAPITE, LE STRUTTURE COMPETENTI SONO INVITATE A TRATTENERE DAI SOGGETTI INTERESSATI I PREMI CITATI. CONDIZIONI PARTICOLARI Rischio volo L'assicurazione vale anche per gli infortuni che l'assicurato subisca mentre effettua in qualità di passeggero (non come pilota o membro dell'equipaggio) viaggi aerei su aeromobili (compresi gli elicotteri) da chiunque eserciti, tranne che da aeroclub. Il viaggio si intende iniziato con la salita a bordo dell'aeromobile e terminato con la discesa dallo stesso. In caso di infortunio - o serie di infortuni che siano causati, riconducibili o conseguenti alla stessa causa, evento o circostanza - che colpisca più assicurati l'esborso a carico della Società non potrà superare la somma complessiva di: ,00 nel caso in cui gli assicurati viaggino a bordo di aeromobili di linea certificati per il trasporto pubblico di passeggeri che effettuino il $ervizio tra aeroporti stabiliti ad orari regolari e determinati ,00 nel caso in cui gli assicurati non viaggino a bordo di aeromobili di linea' 6

7 certificati per il trasporto pubblico di passeggeri che effettuino il servizio tra aeroporti stabiliti ad orari regolari e determinati.' La somma complessiva che precede si intende unica per tutti gli assicurati della presente polizza e per tutte le polizze stipulate dal Contraente con la Società per il rischio infortuni. Resta convenuto che ,00 rappresenta la somma complessiva massima indennizzabile dalla Società per gli infortuni aeronautici così come definiti nel presente.articolo di polizza Se gli indennizzi complessivamente dovuti eècedessero tale importa la Società procederà alla loro, riduzione proporzionale. La riduzione conseguente al limite che precede verrà effettuata proporzionalmente alla somma assicurata per ogni persona. Rischio Guerra L'assicurazione è estesa agli infortuni derivanti da stato di guerra, dichiarata o non dichiarata, da insurrezioni e/o rivoluzioni. L'assicurazione vale per un periodo massimo di 14 giorni dall'inizio delle ostilità se e in quanto l'assicurato ne risulti sorpreso mentre si trova all'estero, in un paese sino ad allora in pace. Morte presunta QUalora, a seguito di infortunio indennizzabile a termine del contratto di assicurazione, il corpo dell'assicurato non venga ritrovato, e si presume sia avvenuto il decesso, la Società liquiderà ai beneficiari indicati nel contratto di assicurazione il capitale previsto per il caso di morte. La liquidazione non avverrà prima che siano trascorsi 6 mesi dalla presentazione dell'istanza per la dichiarazione di morte presunta ai termini degli artt. 60 e 62 C.C. Nel caso che, successivamente al pagamento, risulti che la morte non si è verificata o che comunque' non è dipesa da infortunio indennizzabile, la Società avrà diritto al rimborso dell'intera somma liquidata. A restituzione avvenuta dell'intera somma liquidata, l'assicurato non deceduto potrà far valere i propri diritti per l'invalidità eventualmente subita e residuata, anche se nel frattempo fossero trascorsi oltre due anni dall'evento subito e, quindi, senza che si possano da parte della Società invocare eventuali termini di prescrizione, che, al più, decorreranno da quel momento. Mancinismo In caso di constatato mancinismo le percentuali riferite all'arto superiore destro si intendono applicate all'arto sinistro e viceversa. Malattie Professionali Limitatamente al rischio morte e invalidità permanente, l'assicurazione viene estesa anche alle malattie professionali conseguenti a infortunio, incluse a titolo esemplificativo e non limitativo HIV ed Epatite, che si manifestano nel corso della validità del presente contratto e/o entro 24 mesi dalla cessazione del rapporto di lavoro o dalla data di cessazione della presente garanzia Per malattie professionali si intendono sia quelle previste nella tabella ali. no 4 al d.p.r. 30 giugno 1965 n 1124 e s.m.i., sia qualsiasi altra malattia ivi non compresa, ma di cui sia comunque provata la derivazione dalla professione o per causa di servizio ; con rinunèia da parte della Società all'applicazione della franchigia relativa prevista dalla legge. Ai fini dell'efficacia della garanzia per le lesioni derivanti da HIV ed Epatite, l'assicurato dovrà documentare di aver rispettato le procedure e/o i protocolli vigenti in tema di accertamento delle infezioni derivanti da cause di servizio. Rimpatrio della salma 7

8 In caso di decesso dell'assicurato a seguito di infortunio indennizzabile a termini di polizza e avvenuto all'estero, la Compagnia rimborserà agli eredi legittimi o agli aventi diritto, le spese sostenute per il rientro della salma nel Comune di residenza dell'assicurato' deceduto entro l'esborso massimo di 2.500,00 per sinistro. Rischio in itinere Premesso che la copertura assicurativa opera, nell'ambito delliattività descritta all'articolo 1 Oggetto dell'assicurazione, per gli infortuni avvenuti nel mondo intero, relativamente al rischio in itinere, la garanzia è limitata agli infortuni che gli assicurati possano subire durante: il tragitto dall'abitazione (anche occasionale) al luogo di lavoro o di esercizio dell'attività e viceversa; 2. il tragitto dalla sede dove viene svolta la loro attività fino al raggiungimento di altre sedi; 3. le missioni dall'abitazione (anche occasionale) e/o dalla 'sede in cui viene svolta l'attività al luogo, della missione e viceversa, Per missioni si intendono tutte le trasferte per le' quali esista o registro formale o incarico scritto attestante la sede di esercizio dell'attività. Relativamente alla categoria l) Studenti, inclusi gli studenti con collaborazioni a tempo parziale che svolgono attività amministrativa o di predisposizione di attività didattica e studenti iscritti ai corsi di perfezionamento e master. la garanzia opera esclusivamente per: l. il tragitto dalla sede dove viene svolta la loro attività fmo al raggiungimento di altre sedi; 2. le missioni dall'abitazione (anche occasionale) elo dalla sede in cui viene svolta l'attività al luogo della missione e viceversa.', Per missioni si intendono tutte le trasferte per le quali esista o registro formale o incarico scritto attestante la sede di esercizio dell'attività Relativamente alla categoria Il Guidatori e trasportati degli automezzi di servizio della Contraente e. Dipendenti della Contraente durante l'uso del mezzo proprio per motivi di servizio o missione l'assicurazione vale altresì in occasione delle operazioni necessarie alla ripresa della marcia del mezzo in càso di fermata a seguito di incidente stradale o guasto verificato si durante il viaggio. Estromissione di soggetti assicurati La Società prende atto che il Contraente si riserva di richiedere l'esclusione dalla copertura di una o più categorie di soggetti assicurati. In tal caso, la richiesta di estromissione si intenderà quale cessazione di rischio ai sensi dell'art c.c. e l'assicuratore provvederà, comunque, al rimborso del premio pagato e non goduto relativo al periodo di cessazione di rischio. Danni estetici In caso di infortunio indennizzabile a termini di polizza che abbia conseguenza sfregi o deturpazioni del viso di carattere estetico, non altrimenti indennizzabili, l'assicuratore rimborserà,. fino alla concorrenza di ,00 le spese documentate, sostenute dall'assicurato per 'cure ed applicazioni effettuate allo scopo di eliminare o ridurre il danno estetico. TERMINE INOLTRO DENUNCIA Il termine d'inoltro della denuncia di sinistro all' Assicuratore è fissato in 15 giorni da quando l'assicurato ne ha avuto conoscenza, pertanto, si raccomanda alle SS.LL. di comunicare tempestivamente e comunque non oltre 3 giorni dall'accaduto, gli eventuali sinistri alla: 8

9 Divisione Patrimonio e Contratti - Servizio Approvvigionamenti e Assicurazioni - Settore Servizi Assicurativi - Piazza Castello n.1l Torino - TeI ~ anticipando la comunicazione via fax al numero /4270 ed allegando la necessaria documentazione, per consentire l'attivazione delle procedure relative nei tempi previsti dal contratto assicurativo. DOCUMENTAZIONE Alla comunicazione recante la denuncia di sinistro, nell'intento di addivenire ad uno snellimento procedurale nella defrnizione del medesimo, si invita ad allegare la sottonotata documentazione, debitamente compilata e sottoscritta: comunicazione infortunio inoltrata da parte delle strutture di afferenza del soggetto infortunato con opportuna indicazione degli elementi identificativi del sinistro, dichiarazione soggetto infortunato corredato di documento di identità in corso di validità, eventuale dichiarazione del responsabile della struttura presso la quale è avvenuto l'infortunio, copia della documentazione relativa alla denuncia all'inail, copia referto medico pronto. soccorso e/o altra certificazione medica, Modello da compilare e firmare recante "Informativa ai sensi dell'art. 13 del D.Igs 30/ n Codice in materia di protezione dei dati personali. Altra documentazione ritenuta utile... In caso di incidente automobilistico: eventuale CID o verbale polizia stradale/municipale/vigili del fuoco, eventuali fotografie che attestino i danni occorsi, preventivo di ripristino dei danni occorsi. :. Termine inoltro denuncia sinistro Nel sottolineare la necessità di rispettare i termini stabiliti per l'inoltro della denuncia di sinistro, si precisa che, il mancato rispetto dei medesimi, può comportare la perdita totale o parziale del diritto all'indennizzo ai sensi dell'art Codice Civile. Si ricorda che l'inosservanza dei suddètti termini può comportare un danno per l'università con eventuale responsabilità delle strutture inadempienti.. Il presente documento viene inviato alle SS.LL. per quanto di competenza, con preghiera di diffonderlo presso i soggetti referenti per competenza, opportunamente individuati. Ulteriori chiarimenti ed informazioni in merito alle citate polizze assicurative possono essere richiesti contattando la Divisione Patrlmonio e Contratti - Servizio Approvvigionamenti e Assicurazioni Settore Servizi Assicurativi - Piazza Castello n Torino - Tel anticipando la comunicaiione via fax al numero /4270. IL DIRETTORE DNISIONE PATRIMONIO E CONTRATTI Allegato: Modello da compilare e firmare recante "Informativa ai sensi dell' art. 13 del D.lgs 30/ n Codice in materia di protezione dei dati personali. 9

10 Richiedentellnforlunalo....,... ~._... VialPiazza CAP:...Città:..._...Prov.;.....Data.:.....n..sinistro..."..., Gentilissimo/a ai sensit:lelrait 13 del D.Lgs,. t9sde/logiugno 400$, ed lnrelazione ai dali pemonali(compresi i dati sensiljille giudàiari) chela nguaic!ano e di ~raon S.p.A, in quarllàdi Tito18ro del TrattamentO', è entrato' o entrerà in possesso. eseguiti) deli'inc8ncodi brokelàggìo Ilssicf.lI'atiVO o riasslcura/ivo; Lail!formiamo diquanto segue: 1. FINAUiÀ DEL rrattamento DEI DATI: Il trattamento: A. il dimtto affespletementa da patte di AonS.p.A (dì seguita denominala AON).delle fiilalìtà dì gestione della Sua posizione di AssiclJ11!itoed in partic()jare della gestiona dei sinistri re18tivi 8 pratiche di rimborso spe;se medièha. infortuni, IPM e Vita li Lei riferite. comè previsto dal èontm/to assicurativo stipulato con l'assicuratore e da noi inte111llilr1ieto B. perle oomunicazioni. vemali o scriltb. a lei riferire e presse> di Lei dqmìciliate. e:ffettu.ate direltemenfa ciaaon Spa ; C pe, qualsiasi iniziativa svolta astio favore per ottenere la liquidaziqne delle indennità di rimborsospese,rriediche,illfortum, IPM e Vita; D puòancl'ie essere difetto all'espletamento ifa parte di Aon.r:Jelle fmslità diinformazionae promozione commercialb; indagini di mercato e soopìstafistici o di tice~. 2. MOQAl.ITÀ DEL TRATTAMeNTO: II tratt8manfo:.1:. erasli2zato per mezzo di operazioni o oomp1essi di operezioni indicate a/l'ah, 4, çomlmil 1/elt. a) deid./...gs.196l(}3:raccoi~: mgisttaliooe, Offjanizzaziona. cònsenazione, elabòrazione, modificazione, raffronto, intercannessione; selezione, estraliornt. OO11iultatiOne. oomufficazlone;biocoo,cancel/azione e dìslniziooe; F à effettooto COJ1.0 ~ti%a l'ausilio di mezziejettronici o comunque automatizzati; G. è svolto dall'organizzazione de/titolare e da societàdiflducia. ìi cui elenco èdisponibifa presso Unto/are, che sono liostnnfirette cof!aboratrici e Ch& operano in. fatàfe autonomia come distinti tìtolsli dèl trattamento di dati pemone/i, obbligati ad ademptere in proprio afla nannativa in matenll di tutela di' protezione dei dati personal!.si tralta in modo panicolam dr società.che: svolgono servizi di assunzione Ifschi, arr;hmazionede(la doctjmootazione feiativà ai rapporti intercorsi con la clientela. svolgimento di sopralluoghi, perizie, geslìone e liquidazionssinistri. 3, CONFERIMENTO DEl DA11: La mccal/8.dei dati plj{;awanire presso l'interossatoowero presso lanoslra sede ave è effettuato illtaliamento. 1/ conferimento di dali patsanali comuni, sensibili e, se dal caso, giudiziari. à strettamente negess8do af fini dello svolgimento delle altività di. cui al pooto1a- 18-1e, assi'a,gesliona. ed e~guzkme ctel mppotti in essem, fnc1jjst:i gestione eliquidaziolleooi sinistri. Tale consenso Oiventa facoltativo ai fini dello svotfjimento di attività di informazione e promozione ccrnmerciale dic.liì al ptlllto RIFtUTO 01 CONFERIMENTO DEI QA11: L'ew::nluafe rifiuto da parle detrintemsssto di conferire fdsti pefsonao di cui alpunlo 3, relativamentea./ia finalit!ldi cui al punto fa - 1~ - 1e 1, Comporta j'ìmposs.-billtl1diadempiere a quanto previsto d&iconttatti di assicurazione (, dì geslinit e liqùidarei smisl#. L'eVentuale rifiuto al conferimento dbi dato di cui si pu1lla3. per la finalità. 1.D, non CCJI1lfJGJ1a sfcuna conseguenza sui rspportì giuridici/n essere ovvero in oorsodi costituziooo. ma precl4fje.1appssibilitàdi svofg,:re altivi/a.di infonns2;;me e di promozione commecciaje dei prodctti assjcurafmdiaonneicanfrontidell1nleressaio. 5. COMUNiCAZIONE DEl DATI: l dali personali possono essere comunicati per le finalità dì c/iì al punto. 1 - e per essere fid/toposti B trattamenti aventi le medesime finalità. o obbllgatoriper.legge agli altri soggetij del settore assicurabvq, qusli assicuratori,coassicurarone riassicuralori; agenti,.subagenii. produltori di Bgenzia;!egaH,mlidk;i legsli, Loss Mjusters periti e Butofficfne; sòcietà di senizi ac/jì Sieno affidati la gestioné, la liqukiazioneed il pagamento deisinistri, naflch6sàcifjfi!j(jj seniliinfonnaticìo di archiviszione;. Minfstero del Lavoro e dane ponticha.sociati ed artra bsnche dati nei ccnfronu.delle quali la comunicazione dai dati é obbligatoria {ad esempio, Unità di lrrfonnazione Rmmziaris. Case/18riocentrote infd/ùj1i;, Motorizz$zione. Civill1 edeitraspottlin concessione}; altri enti IWbb!{ci è altre sediam nel mando. Inoltra i vostri dali potranno essere utilizzati in ferma anonima eaggregata.perfioi sratislid perpblteclpare a gare pubbliche. Tali soggetti operan() in mia/a autonomia C()IIl&.distinti tilc!landel trattamento di dati pei:sònali, e sono obbligati ed adempiere in. proprio alfa legge; l'elenco dei destinatari dejje comunicazioni.dei dati personali è disponibile presso rllfficìo DlteziiJne LerNilee puòessem gratuitamente messo a conoscenza deu'interessalo, mediante riohiesta scritta al Titolare diii Trattamsntoal numera.du'ax ti2a54346b7,oa/l'indirizzo e.mai!: dell'arl.7del D.L.gà 191l103. Aon raccoglie i deli contanentile. informazioni rsletiveaipropri clienti. edal/& ioraposizioni assicurative, compmsi, ma non liffll1alf ai nomi, al. settom merceofogico, al tipo di polizze ed ajle da/e disci!ìdem~delle polizze, cosi come afje informazioni relative alfe compagnie assicurative che fomisct;loo la copertura ai propri clienti o completano per j propri clienti il piàzzamenl~ assicwptivp. Tutta queste informazioni S<)no çollservatein uno o Pia database. Aon può USBnl o rivelare leinfcmnazioniconcemenu i prapri clienti, se fichiet;fo <tailalegge, dalla politica Aoo, in SeglJito adi/n procedimento legale o in ifsposta ad una richiesta da<parte di.ujl'sutorilà dipolizia o dì. altri funzionari gowrnativi. Ol/re ad essere u~1fzzatie beneficio dei clienti Aon. queste baflci'.e dati sono.accessibili anche da altri affiliati ADn per altri scopi, COIllptBsa la fomitura di consulenza e altri servizi perla Imprese di assicurazione peri qualìaono della sueaffitiste pos$ono trame un compenso. 6. DIFFUSIONE DEI DATI: I~alipersonalf liof! sono soggejtiediffllsì01le. 7. TRASFERIMENTO ge DAllA.pgmRQi ldaffpersonaii possono essere trasleri/i verso le sedi Aon presenti sia nei Paesì delf'unìcneeuropea sia nei Paesi tarzl rispettoalfunfone Europea nejl'ambilo.dejie finalità di eufal punto 1nonchè. verso $OCIetà estef9partners di Aon Colporation. 8. DIRrf71 DEU'INTEfflESSI!IQ: L'art 7deID.Lgs~ conferisce ell'interessstq l'esereizìo di specmcidiri/ff. tractji qual!o di otti;nef9 da Aon/a confanne deii'eslslen:zao meno di:propti dati personali ejtif torp messa a disposiziot18 in forma irllijj/igibile; dì avereconoscenzii dell'origine dei dati. della finaulà e della modalità c1eltrettamemo, d&f/akigicà applicatasi lrattamenlo, degli eslremiidentificatm de/titolare. dei rasponsabi",dal rappresentante deslgnato e dei soggetti o dejle categorie di soggetto cui i dstipossono essere comunicali. L'interessato ha. inoltre, diritto di ottenere l'aggiornamento, la reltirwazione El /'integrazione dei dati. iacancejjazione, la trasformazione in forma. anonima o il blocco dei dati trattati/n violazione della legge;.nonché quetlo diopporsi, permotm legittimi, al imltamenlò dbi dati. L'eSercizio dei dirilti dejrintarèssajo PUQ essere esercitato. mogn! momento, secondo quantostailiuto dalfart. 8 deld.lgs.19b103,mediania richieste scritta et 7itoiaredel Trattamento al numera o ao'indiìtzzo .diì!i'tiçy 9. TITOLARE DEI. TRATTAMENTQ: Titòlare. del ttalta/'1lètltoè Aan S.p.A, con sede a Milano, invia A. Ponti I CONSENSO AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI.COMUNI E SENSIBIU Preso alto dell'informativa dì cui sopra, ed ai sensi dell'alt t1e1 D.Lgs , Le chiediamo quindi di esprimere il consenso per i tmltamantidi datistmitamenle necessariper la oparszionie.servizida Leì richiesti e piiiprecisamente per (bbft8m le caselle per espri~re il ccrrsen.so):. D il trattamento dei dati peiscnalrper lefinatitii di cui alpunto 1A -1B- 1e. detriflfonnativa; D la comunicazione dei dati personali ~lfec8tbgorfe dl:;oggettì e nel/e modalità indicare al punto 5 della presente informativa chslipossono sottopon-e El trattamenti sventi le finslita di èuial p!jii/o1a - 1B - 1e della medesima informativa; D il trattamento dai dati seosibili( dati idonei a rilevare lo s.tato di salute) e datigiudizfari per le fìnalita di qui al punto 1 A -1B-1C dell'informativa li n8/(e modafita di cuial punto 2; D la comunicazione dei dati sensibili alre categorie di soggetti e nelle modali/a indicate al punto 5 dèlla presenté informanve. che /i possono soltoporre Il trattamenti aventi le finalità dicuiaj PUlI/c} 1A -1El-1C della mecksitr.s Informativa; O /O SVOlgimento di attività di infarmaziooo e di promolione ccmmbtr;ialà dei pllccl1eitl assicurativi di Aon nei confronti delrlflte.ressato. Ai sensi dell'ert. 7 del D.Lgs.19Sif.l3 Lai ha ildirittadi co!'loscenj, in ogni momento. quali sono i Suoi dali oggetto di trattamento e come essi vengono u!tliuati. Ha, altrasi, il diritto dì farli ~mare, integrare.rejtjficgreo c;ancetlare, chiedeme ii biacco ed opporsi al iorotrattamento ricorrendo i motivi di cuiall'art. 7 dal D.L.gs rir.:hiameti nelpuntq ti deh'informativa.... PiI; 1 di1

TECNICA ASSICURATIVA LE POLIZZE CONTRO I DANNI ALLE PERSONE. Docente: Giovanni Canali

TECNICA ASSICURATIVA LE POLIZZE CONTRO I DANNI ALLE PERSONE. Docente: Giovanni Canali LE POLIZZE CONTRO I DANNI ALLE PERSONE Docente: Giovanni Canali IL CODICE CIVILE E LE POLIZZE CONTRO I DANNI ALLE PERSONE ART. 1882 cod.civ.: L assicurazione è il contratto con il quale l assicuratore

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO POLIZZA DI ASSICURAZIONE INFORTUNI

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO POLIZZA DI ASSICURAZIONE INFORTUNI Lotto 2 - Assicurazione INFORTUNI Università degli Studi di Roma La Sapienza Piazzale Aldo Moro n 5 00185 Roma Codice Fiscale 80209930587 Partita Iva 02133771002 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO POLIZZA

Dettagli

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010 Art. 1 Ambito di applicazione L Università, in applicazione del D.M. 242/98 ed ai

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Testo approvato definitivamente dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione rispettivamente

Dettagli

FASCICOLO INFORMATIVO

FASCICOLO INFORMATIVO FASCICOLO INFORMATIVO (ai sensi degli Artt.30 e segg. del Reg. IVASS n 35 del 26/05/2010) Contratto di assicurazione Infortuni per la copertura dei rischi Morte e Invalidità Permanente in seguito denominato

Dettagli

Fascicolo informativo

Fascicolo informativo Polizza Infortuni e Malattia Piani di Accumulo Eurizon Capital Fascicolo informativo Il presente Fascicolo Informativo, contenente la Nota Informativa, il Glossario e le Condizioni di Assicurazione. POLIZZA

Dettagli

Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni

Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni! Statuto del Politecnico di Torino TITOLO 2 - ORGANI DI GOVERNO DEL POLITECNICO Art. 2.3 - Senato Accademico 1. Il Senato Accademico è

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE DELLE NORME SULLA TUTELA DELLE PERSONE E DI ALTRI SOGGETTI RISPETTO AL TRATTAMENTO DI DATI PERSONALI

REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE DELLE NORME SULLA TUTELA DELLE PERSONE E DI ALTRI SOGGETTI RISPETTO AL TRATTAMENTO DI DATI PERSONALI REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE DELLE NORME SULLA TUTELA DELLE PERSONE E DI ALTRI SOGGETTI RISPETTO AL TRATTAMENTO DI DATI PERSONALI Art.1 Ambito di applicazione 1. Il presente regolamento è adottato in attuazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO AVVERTENZE PER LA REDAZIONE 1. La bozza di contratto proposta è da utilizzare come linea guida, potrà essere integrata e/o ridotta in funzione alle specifiche necessità.

Dettagli

PROGRAMMA OGGI PER IL DOMANI PROGRAMMA OGGI PER IL DOMANI

PROGRAMMA OGGI PER IL DOMANI PROGRAMMA OGGI PER IL DOMANI COS E A CHI E RIVOLTA COSA OFFRE RC PROFESSIONALE È un programma assicurativo studiato per offrire una copertura completa e personalizzabile in base alle specifiche esigenze. Sono previste garanzie in

Dettagli

IL RETTORE. Prot. 4 2_ 5 7.0 M. Vit.C11.1 - Visto il D.P.R. 11 luglio 1980, n. 382; - vista la legge 19 novembre 1990, n. 341;

IL RETTORE. Prot. 4 2_ 5 7.0 M. Vit.C11.1 - Visto il D.P.R. 11 luglio 1980, n. 382; - vista la legge 19 novembre 1990, n. 341; UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DICA IL RETTORE Ii[NyMITÀ DEGLI STUDI MI I ACATANIA Protocollo Generale 0 8 APR. 2014 Prot. 4 2_ 5 7.0 M. Vit.C11.1 - Visto il D.P.R. 11 luglio 1980, n. 382; - vista la legge 19

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI Senato Accademico 27 Aprile 2010 Consiglio di Amministrazione 18 Maggio 2010 Decreto Rettorale Rep. n. 811/2010 Prot. n 13531 del 29 Giugno 2010 Ufficio Competente Ufficio Agevolazioni allo studio e disabilità

Dettagli

DENUNCIA/COMUNICAZIONE DI INFORTUNIO (art. 53, d.p.r. 30/06/1965 n. 1124 - art. 18, comma 1, lettera r, d.lgs. 09/04/2008 n. 81)

DENUNCIA/COMUNICAZIONE DI INFORTUNIO (art. 53, d.p.r. 30/06/1965 n. 1124 - art. 18, comma 1, lettera r, d.lgs. 09/04/2008 n. 81) Mod. 4 bis - Prest. DENUNCIA/COMUNICAZIONE DI INFORTUNIO (art. 53 d.p.r. 30/06/1965 n. 1124 - art. 18 comma 1 lettera r d.lgs. 09/04/2008 n. 81) Alla Sede INAIL INAIL TIMBRO DI ARRIVO Data di spedizione

Dettagli

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE.

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE. CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DEL PROGRAMMA ONEMINUTESITE 1. PREMESSA L allegato tecnico contenuto nella pagina web relativa al programma ONEMINUTESITE(d ora in avanti: PROGRAMMA, o SERVIZIO O SERVIZI)

Dettagli

Art.1 (Oggetto) Art.2 (Definizioni)

Art.1 (Oggetto) Art.2 (Definizioni) REGOLAMENTO SULLA TUTELA DELLE PERSONE E DI ALTRI SOGGETTI RISPETTO AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI emanato con decreto direttoriale n.220 dell'8 giugno 2000 pubblicato all'albo Ufficiale della Scuola

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

.Legge 20 ottobre 1990, n. 302 Norme a favore delle vittime del terrorismo e della criminalità organizzata

.Legge 20 ottobre 1990, n. 302 Norme a favore delle vittime del terrorismo e della criminalità organizzata STRALCIO DI ALTRE LEGGI IN CUI, SEMPRE INGRASSETTO, SONO EVIDENZIATI ALTRI BENEFICI VIGENTI A FAVORE DELLE VITTIME DEL TERRORISMO.Legge 20 ottobre 1990, n. 302 Norme a favore delle vittime del terrorismo

Dettagli

REGOLAMENTO SUGLI ACCERTAMENTI DELLA IDONEITÀ/INIDONEITÀ PSICO-FISICA DEL PERSONALE DELLA ASL CAGLIARI

REGOLAMENTO SUGLI ACCERTAMENTI DELLA IDONEITÀ/INIDONEITÀ PSICO-FISICA DEL PERSONALE DELLA ASL CAGLIARI Allegato alla Deliberazione n. 1576 del 19/11/2012 REGOLAMENTO SUGLI ACCERTAMENTI DELLA IDONEITÀ/INIDONEITÀ PSICO-FISICA DEL PERSONALE DELLA ASL CAGLIARI Art. 1 OGGETTO E DESTINATARI Il presente regolamento

Dettagli

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA L'Università degli Studi di Parma con sede in Parma, via Università n. 12 codice fiscale n. 00308780345 rappresentata dal

Dettagli

BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU

BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU Ai sensi delle seguenti disposizioni: Legge 02.12.1991, n. 390 Articolo 13 D.P.C.M. 09/04/2001 Articolo 4 comma 17 D.P.C.M. 05/12/2013

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DELLO SPORTELLO UNICO PER L'EDILIZIA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DELLO SPORTELLO UNICO PER L'EDILIZIA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DELLO SPORTELLO UNICO PER L'EDILIZIA INDICE Art. 1 (Oggetto) Art. 2 (Definizioni) Art. 3 (Ambito di applicazione) Art. 4 (Istituzione dello Sportello Unico

Dettagli

MODULO DI DESIGNAZIONE/REVOCA DEI BENEFICIARI

MODULO DI DESIGNAZIONE/REVOCA DEI BENEFICIARI MODULO DI DESIGNAZIONE/REVOCA DEI BENEFICIARI (Da inviare ad Arca SGR S.p.A. in originale, per posta, unitamente a copia dei documenti di identità dell Iscritto e dei beneficiari) Spett.le ARCA SGR S.p.A.

Dettagli

REGOLAMENTO CONCERNENTE INCOMPATIBILITA, CUMULO DI IMPIEGHI ED INCARICHI AL PERSONALE DIPENDENTE

REGOLAMENTO CONCERNENTE INCOMPATIBILITA, CUMULO DI IMPIEGHI ED INCARICHI AL PERSONALE DIPENDENTE REGOLAMENTO CONCERNENTE INCOMPATIBILITA, CUMULO DI IMPIEGHI ED INCARICHI AL PERSONALE DIPENDENTE Art. 1 Disciplina 1. Il presente regolamento concerne le incompatibilità derivanti dall'assunzione e dal

Dettagli

PROGRAMMA VINCI Bando 2015

PROGRAMMA VINCI Bando 2015 PROGRAMMA VINCI Bando 2015 L Università Italo Francese / Université Franco Italienne (UIF/UFI) emette il quindicesimo bando Vinci, volto a sostenere le seguenti iniziative: I. Corsi universitari binazionali

Dettagli

Regolamento sulla formazione professionale continua degli iscritti all'ordine dei giornalisti

Regolamento sulla formazione professionale continua degli iscritti all'ordine dei giornalisti Documento Regolamento sulla formazione professionale continua degli iscritti all'ordine dei giornalisti Art.1 Scopo del Regolamento 1) Scopo di questo Regolamento e disciplinare l attivita di formazione

Dettagli

INPDAP - Mod. PP (Piccolo Prestito) Protocollo distinta: anno... n... All' INPDAP Direzione Centrale Credito e Welfare

INPDAP - Mod. PP (Piccolo Prestito) Protocollo distinta: anno... n... All' INPDAP Direzione Centrale Credito e Welfare INPDAP - Mod. PP (Piccolo Prestito) Protocollo distinta: anno...... n... All' INPDAP Direzione Centrale Credito e Welfare Ufficio ex Enam Area Piccolo Credito Lista: settore.. n.... Largo Josemaria Escriva

Dettagli

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA Allegato n.3 Schema di contratto per il comodato d uso gratuito di n. 3 autoveicoli appositamente attrezzati per il trasporto di persone con disabilità e n. 2 autoveicoli per le attività istituzionali

Dettagli

Università Vita~Salute San Raffaele

Università Vita~Salute San Raffaele Università Vita~Salute San Raffaele DECRETO RETTORALE N. 4185 IL RETTORE Visto lo Statuto dell'università Vita-Salute San Raffaele approvato con Decreto del Ministero dell'università e della Ricerca Scientifica

Dettagli

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO Patrizia Clementi IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO La legge Biagi 1 ha disciplinato sotto il profilo civilistico le collaborazioni coordinate e continuative, già presenti nel nostro

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA NUOTO F.I.N.

FEDERAZIONE ITALIANA NUOTO F.I.N. FEDERAZIONE ITALIANA NUOTO F.I.N. RIEPILOGO CONDIZIONI PER L ASSICURAZIONE CONVENZIONE MULTIRISCHI PER L ASSICURAZIONE INFORTUNI, LESIONI MORTE, MALATTIA, RESPONSABILITÀ CIVILE VERSO TERZI, VERSO PRESTATORI

Dettagli

Diritti di cui all art. 7 del D.lgs.196 del 30 giugno 2003. Informativa resa ai sensi dell art 13 del D.Lgs. 196/2003

Diritti di cui all art. 7 del D.lgs.196 del 30 giugno 2003. Informativa resa ai sensi dell art 13 del D.Lgs. 196/2003 Diritti di cui all art. 7 del D.lgs.196 del 30 giugno 2003 Informativa resa ai sensi dell art 13 del D.Lgs. 196/2003 Vi informiamo che l art. 7 del d.lgs.196/03 conferisce agli interessati l esercizio

Dettagli

Fondazione collettiva Swiss Life Invest, Zurigo. Atto di fondazione. (Fondazione) Entrata in vigore: 1 dicembre 2011

Fondazione collettiva Swiss Life Invest, Zurigo. Atto di fondazione. (Fondazione) Entrata in vigore: 1 dicembre 2011 Swiss Life SA, General-Guisan-Quai 40, Casella postale, 8022 Zurigo Fondazione collettiva Swiss Life Invest, Zurigo (Fondazione) Atto di fondazione Entrata in vigore: 1 dicembre 2011 web1486 / 04.2012

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

Decreto del Ministro degli affari esteri 30 dicembre 1978, n.4668 bis, Regolamento per il rilascio dei passaporti diplomatici e di servizio.

Decreto del Ministro degli affari esteri 30 dicembre 1978, n.4668 bis, Regolamento per il rilascio dei passaporti diplomatici e di servizio. Decreto del Ministro degli affari esteri 30 dicembre 1978, n.4668 bis, Regolamento per il rilascio dei passaporti diplomatici e di servizio. 1. I passaporti diplomatici e di servizio, di cui all'articolo

Dettagli

l inabilità temporanea, l invalidità permanente

l inabilità temporanea, l invalidità permanente Inabilità temporanea e invalidità permanente Quali sono le tutele che intervengono in questi casi? Ecco il primo articolo di approfondimento sul tema degli eventi da esorcizzare Con questo primo articolo

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

Paghe. La retribuzione delle ore di viaggio Fabio Pappalardo - Consulente del lavoro

Paghe. La retribuzione delle ore di viaggio Fabio Pappalardo - Consulente del lavoro La retribuzione delle ore di viaggio Fabio Pappalardo - Consulente del lavoro Il luogo della prestazione lavorativa è un elemento fondamentale del contratto di lavoro subordinato. Per quanto nella maggior

Dettagli

L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA

L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA L INAIL, IL DATORE DI LAVORO, IL LAVORATORE, COSA DEVONO FARE COSA DEVE SAPERE IL LAVORATORE QUANDO SUBISCE UN INFORTUNIO O

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CHIAMATA, LA MOBILITA, I COMPITI DIDATTICI, IL CONFERIMENTO

REGOLAMENTO PER LA CHIAMATA, LA MOBILITA, I COMPITI DIDATTICI, IL CONFERIMENTO REGOLAMENTO PER LA CHIAMATA, LA MOBILITA, I COMPITI DIDATTICI, IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI INSEGNAMENTO E DI DIDATTICA INTEGRATIVA, IL RILASCIO DI AUTORIZZAZIONI PER ATTIVITA ESTERNE DEI PROFESSORI

Dettagli

NOTA INFORMATIVA E CONDIZIONI DI ASSICURAZIONE delle Polizze Collettive n. 5008/01 e n. 5250/02 (ed. Ottobre 2008)

NOTA INFORMATIVA E CONDIZIONI DI ASSICURAZIONE delle Polizze Collettive n. 5008/01 e n. 5250/02 (ed. Ottobre 2008) NOTA INFORMATIVA E CONDIZIONI DI ASSICURAZIONE delle Polizze Collettive n. 5008/01 e n. 5250/02 (ed. Ottobre 2008) N O T A I N F O R M A T I V A INFORMAZIONI RELATIVE ALLE IMPRESE Cardif Assurance Vie

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

28.02.2012 08.03.2012 08.07.2014, 25.09.2014, 11.11.2014, 10.12.2014, 22.12.2014, 14.01.2015 10.02.2015) 12.11.2014, 02.12.2014 23.12.

28.02.2012 08.03.2012 08.07.2014, 25.09.2014, 11.11.2014, 10.12.2014, 22.12.2014, 14.01.2015 10.02.2015) 12.11.2014, 02.12.2014 23.12. Disposizioni regolamentari relative agli Organi Ausiliari approvate dal Senato Accademico in data 28.02.2012 e dal Consiglio di Amministrazione in data 08.03.2012 e successivamente modificate dal Senato

Dettagli

Direzione generale Direzione centrale rischi. Circolare n. 37. Roma, 1 settembre 2014

Direzione generale Direzione centrale rischi. Circolare n. 37. Roma, 1 settembre 2014 Direzione generale Direzione centrale rischi Circolare n. 37 Al Ai Roma, 1 settembre 2014 Direttore generale vicario Responsabili di tutte le Strutture centrali e territoriali e p.c. a: Organi istituzionali

Dettagli

protezione su misura salute contratto di assicurazione infortuni e malattia IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO CONTENENTE:

protezione su misura salute contratto di assicurazione infortuni e malattia IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO CONTENENTE: salute protezione su misura IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO CONTENENTE: Nota Informativa comprensiva del Glossario Condizioni Generali di Assicurazione comprensive dell Informativa sulla Privacy Deve

Dettagli

REGOLAMENTO PER ILCONFER'MENTO D' INCARICHI ESTERN' BESTA CARLO ISTITUTO ALLEGATO ALI,A DELIBERA CDA N. III/11912OL4

REGOLAMENTO PER ILCONFER'MENTO D' INCARICHI ESTERN' BESTA CARLO ISTITUTO ALLEGATO ALI,A DELIBERA CDA N. III/11912OL4 ALLEGATO ALI,A DELIBERA CDA N. III/11912OL4 ISTITUTO NSUROLÓCIC* CARLO BESTA REGOLAMENTO PER ILCONFER'MENTO D' INCARICHI ESTERN' Fond*eione I.R.C.C.S. l*tituto Heumlogica Carlo Besta Vi'r Ceior"ra i Ì,?*i;3

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

AREA INNOVAZIONE E TERRITORIO SETTORE ASSETTO TERRITORIALE, PARCHI E VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE

AREA INNOVAZIONE E TERRITORIO SETTORE ASSETTO TERRITORIALE, PARCHI E VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE AREA INNOVAZIONE E TERRITORIO SETTORE ASSETTO TERRITORIALE, PARCHI E VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA PER ATTIVITA

Dettagli

Oggetto: Tirocini formativi e di orientamento. D.M. 142 del 25 marzo 1998.

Oggetto: Tirocini formativi e di orientamento. D.M. 142 del 25 marzo 1998. Circolare 15 luglio 1998 n. 92 Ministero del lavoro Occupazione - misure straordinarie - tirocini formativi e di orientamento - stages - precisazioni del ministero. Oggetto: Tirocini formativi e di orientamento.

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

studio dei titolari di protezione internazionale

studio dei titolari di protezione internazionale Il riconoscimento dei titoli di studio dei titolari di protezione internazionale IL RICONOSCIMENTO DEI TITOLI DI STUDIO LA NORMATIVA L art 170 del RD 1592 del 3/ 31/08/33 /33di approvazione del Testo Unico

Dettagli

Assicurazione d indennità giornaliera in complemento alla Sua assicurazione malattia

Assicurazione d indennità giornaliera in complemento alla Sua assicurazione malattia Assicurazione d indennità giornaliera in complemento alla Sua assicurazione malattia Informazione sul prodotto e condizioni contrattuali Edizione 2010 La vostra sicurezza ci sta a cuore. 2 Informazione

Dettagli

INSER S.P.A. Ordine di Milano. Giugno 2014. Riservato e Confidenziale Documento non riproducibile

INSER S.P.A. Ordine di Milano. Giugno 2014. Riservato e Confidenziale Documento non riproducibile INSER S.P.A. Proposta di Agevolazione RC Professionale Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili Ordine di Milano Riservato e Confidenziale Documento non riproducibile Giugno 2014 Indice Proposta di

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Art. 1 - Area delle posizione organizzative 1. Nel rispetto dei criteri generali contenuti nelle disposizioni

Dettagli

Coperture Infortuni e Responsabilità civile terzi CICLISTI

Coperture Infortuni e Responsabilità civile terzi CICLISTI SDM BROKER S.r.l. Via Arbia, 70 00199 ROMA Tel. 06.97270759 06.64521565 Fax 06.97270748 Coperture Infortuni e Responsabilità civile terzi CICLISTI Polizza infortuni IAH0006453: Garanzie prestate: Morte:

Dettagli

Contra non valentem agere non currit praescriptio

Contra non valentem agere non currit praescriptio PER GLI ENTI DI PATRONATO 1 TERMINI DI PRESCRIZIONE CON PARTICOLARE RIFERIMENTO ALLE MALATTIE PROFESSIONALI E TERMINE DI REVISIONE DELLE RENDITE UNIFICATE DA EVENTI POLICRONI LIMITE INTERNO ED ESTERNO

Dettagli

Codice di deontologia e di buona condotta per i trattamenti di dati personali per scopi statistici e scientifici

Codice di deontologia e di buona condotta per i trattamenti di dati personali per scopi statistici e scientifici Altri atti o documenti - 13 maggio 2004 Codice di deontologia e di buona condotta per i trattamenti di dati personali per scopi statistici e scientifici sottoscritto da: Conferenza dei Rettori delle Università

Dettagli

CONVENZIONE DELL'AJA DEL 25.10.1980 SUGLI ASPETTI CIVILI DELLA SOTTRAZIONE INTERNAZIONALE DI MINORI

CONVENZIONE DELL'AJA DEL 25.10.1980 SUGLI ASPETTI CIVILI DELLA SOTTRAZIONE INTERNAZIONALE DI MINORI CONVENZIONE DELL'AJA DEL 25.10.1980 SUGLI ASPETTI CIVILI DELLA SOTTRAZIONE INTERNAZIONALE DI MINORI Gli Stati firmatari della presente Convenzione, Profondamente convinti che l'interesse del minore sia

Dettagli

FIN+A Vita. Aviva S.p.A. Gruppo Aviva

FIN+A Vita. Aviva S.p.A. Gruppo Aviva Aviva S.p.A. Gruppo Aviva FIN+A Vita Creditor Protection a Premio Unico ed a Premio Annuo Limitato abbinata a Finanziamenti - Contratto di Assicurazione in forma Collettiva ad Adesione Facoltativa. Il

Dettagli

L'Università di Scienze Gastronomiche, nel seguito chiamata UNISG, con. sede legale in Frazione Pollenzo - Bra (CN) e rappresentata in questo atto

L'Università di Scienze Gastronomiche, nel seguito chiamata UNISG, con. sede legale in Frazione Pollenzo - Bra (CN) e rappresentata in questo atto " ACCORDO QUADRO DI COLLABORAZIONE TRA L'UNIVERSITA' DI SCIENZE GASTRONOMICHE E L'UNIVERSIT A' DEGLI STUDI DI TORINO. L'Università di Scienze Gastronomiche, nel seguito chiamata UNISG, con sede legale

Dettagli

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea straordinaria, recante: Attribuzione al Consiglio di Amministrazione

Dettagli

.. OMISSIS. Art. 2. (Armonizzazione)

.. OMISSIS. Art. 2. (Armonizzazione) Legge 8 agosto 1995, n. 335. Riforma del sistema pensionistico obbligatorio e complementare... OMISSIS Art. 2. (Armonizzazione).. OMISSIS 26. A decorrere dal 1 gennaio 1996, sono tenuti all'iscrizione

Dettagli

ACCORDO PER L'UTILIZZAZIONE DELLE RISORSE PREVISTE DAL FONDO UNICO PER L'EFFICIENZA DEI SERVIZI ISTITUZIONALI. ART. 1 (Risorse)

ACCORDO PER L'UTILIZZAZIONE DELLE RISORSE PREVISTE DAL FONDO UNICO PER L'EFFICIENZA DEI SERVIZI ISTITUZIONALI. ART. 1 (Risorse) ACCORDO PER L'UTILIZZAZIONE DELLE RISORSE PREVISTE DAL FONDO UNICO PER L'EFFICIENZA DEI SERVIZI ISTITUZIONALI ART. 1 (Risorse) 1) Al finanziamento del Fondo costituito ai sensi dell'art. 14 del DPR 16

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA Approvato il 3 agosto 2011 Indice Disposizioni generali Art. 1 Oggetto del Regolamento Art. 2 Requisiti, obbligatorietà e modalità di iscrizione Art. 3 Casi particolari di prosecuzione

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06 PROCEDURA APERTA, AI SENSI DELL ART. 124 DEL D.LGS. 163/2006 E DELL ART. 326 DEL DPR 207/2010, PER L AFFIDAMENTO QUADRIENNALE DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. CIG: 30590339E1 DICHIARAZIONE

Dettagli

(1) Livello Inquadramento

(1) Livello Inquadramento di Mutualità ed Assistenza MACERATA Via Gramsci, 38 Tel. 0733 230243 Fax. 0733 232145 E mail: info@cassaedilemacerata.it www. cassaedilemacerata.it DATI ANAGRAFICI DEL LAVORATORE ( per i nuovi assunti

Dettagli

L Operatore Locale di Progetto OLP

L Operatore Locale di Progetto OLP L Operatore Locale di Progetto OLP L Operatore Locale di Progetto CHI E? Qualcuno piu esperto del volontario, con il quale stabilisce un rapporto da apprendista a maestro, dal quale imparera, sara seguito,

Dettagli

Testo non ufficiale. La sola stampa del bollettino ufficiale ha carattere legale

Testo non ufficiale. La sola stampa del bollettino ufficiale ha carattere legale 1 1 LEGGE REGIONALE 24 giugno 2002, n. 12 #LR-ER-2002-12# INTERVENTI REGIONALI PER LA COOPERAZIONE CON I PAESI IN VIA DI SVILUPPO E I PAESI IN VIA DI TRANSIZIONE, LA SOLIDARIETÀ INTERNAZIONALE E LA PROMOZIONE

Dettagli

COMUNE DI ROVELLASCA

COMUNE DI ROVELLASCA COMUNE DI ROVELLASCA Provincia di COMO REGOLAMENTO SERVIZIO DI VOLONTARIATO CIVICO COMUNALE Approvato con deliberazione C.C. n. 5 del 13.04.2015 Ripubblicato all Albo pretorio dal 13.05.2015 al 28.05.2015

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS

EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS Legge Regionale 28 giugno 2013 n. 15 - Disposizioni transitorie in materia di riordino delle province Legge Regionale 12 marzo 2015 n. 7 - Disposizioni urgenti in materia

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015 Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

Dettagli

29, 19 30 2010, 240 24 2014, 478) INDICE

29, 19 30 2010, 240 24 2014, 478) INDICE Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19 della legge 30 dicembre 2010, n. 240 (emanato con decreto rettorale 24 ottobre 2014, n. 478) INDICE

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE Protocollo n. 195080/2008 Approvazione del formulario contenente i dati degli investimenti in attività di ricerca e sviluppo ammissibili al credito d imposta di cui all articolo 1, commi da 280 a 283,

Dettagli

Creditor Protection Insurance

Creditor Protection Insurance CARDIF ASSURANCE VIE S.A. CARDIF ASSURANCES RISQUES DIVERS S.A. POLIZZE COLLETTIVE N. 5038/01 e 5343/02 Creditor Protection Insurance (data dell ultimo aggiornamento: 31.05.2012) IL PRESENTE FASCICOLO

Dettagli

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità Hand 6 - COD.SR64 coniuge disabile in situazione di gravità (art. 42 comma 5 T.U. sulla maternità e paternità - decreto legislativo n. 151/2001, come modificato dalla legge n. 350/2003) Per ottenere i

Dettagli

COMPASS S.p.A. Personal Protection

COMPASS S.p.A. Personal Protection COMPASS S.p.A. Personal Protection CONDIZIONI GENERALI DI POLIZZA Mod. 07143 Ed. 12/2013 INFORMATIVA PRIVACY Ai sensi dell articolo 13 - Decreto Legislativo 30 Giugno 2003 n 196 in materia di protezione

Dettagli

La legge sul Volontariato della Regione Lazio

La legge sul Volontariato della Regione Lazio La legge sul Volontariato della Regione Lazio Legge 29 del 1993 Art. 2 Attività ed organizzazioni di volontariato 1. Ai sensi dell'art. 2 della legge n. 266 del 1991: a) l'attività di volontariato disciplinata

Dettagli

Studio De Marco Canu Zanon Gregoris Consulenti del Lavoro in Udine. Circolare numero: 009/2015

Studio De Marco Canu Zanon Gregoris Consulenti del Lavoro in Udine. Circolare numero: 009/2015 CONSULENTI DEL LAVORO: Rag. Gioacchino De Marco Dott. Riccardo Canu Dott. Elena Zanon P.az Roberta Gregoris Studio De Marco Canu Zanon Gregoris Consulenti del Lavoro in Udine Via Zanon 16/6 33100 Udine

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina Traduzione 1 Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina (Convenzione sui diritti dell uomo e la biomedicina)

Dettagli

COMUNICAZIONE VOLTURA DI DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA O DI SEGNALAZIONE CERTIFICA DI INIZIO DELL ATTIVITA

COMUNICAZIONE VOLTURA DI DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA O DI SEGNALAZIONE CERTIFICA DI INIZIO DELL ATTIVITA COMUNE DI MASER (TV) ESENTE da Marca da bollo COMUNICAZIONE VOLTURA DI DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA O DI SEGNALAZIONE CERTIFICA DI INIZIO DELL ATTIVITA Il/La sottoscritto/a: DA COMPILARSI IN CASO DI PERSONA

Dettagli

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La sezione relativa all esposizione sintetica e analitica dei dati relativi al Tfr, alle indennità equipollenti e alle altre indennità e somme,

Dettagli

PER AZIENDE AVENTI ALLE PROPRIE DIPENDENZE SOLO IMPIEGATI (VERSIONE AGGIORNATA AL 23 GENNAIO 2015)

PER AZIENDE AVENTI ALLE PROPRIE DIPENDENZE SOLO IMPIEGATI (VERSIONE AGGIORNATA AL 23 GENNAIO 2015) Procedura relativa alla gestione delle adesioni contrattuali e delle contribuzioni contrattuali a Prevedi ex art. 97 del CCNL edili-industria del 1 luglio 2014 e ex art. 92 del CCNL edili-artigianato del

Dettagli

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione COMUNE DI ALBIATE Provincia di Monza e della Brianza REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RIPARTIZIONE TRA IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO E GLI INCARICATI DELLA REDAZIONE DEL PROGETTO, DEL COORDINAMENTO PER LA

Dettagli

Preambolo LA CAMERA DEI DEPUTATI ED IL SENATO DELLA REPUBBLICA HANNO APPROVATO; IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE:

Preambolo LA CAMERA DEI DEPUTATI ED IL SENATO DELLA REPUBBLICA HANNO APPROVATO; IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE: LEGGE 12 MARZO 1968, n. 442 (GU n. 103 del 22/04/1968) ISTITUZIONE DI UNA UNIVERSITÀ STATALE IN CALABRIA. (PUBBLICATA NELLA GAZZETTA UFFICIALE N.103 DEL 22 APRILE 1968) URN: urn:nir:stato:legge:1968-03-12;442

Dettagli

La nuova prevenzione incendi l'evoluzione del CPI

La nuova prevenzione incendi l'evoluzione del CPI 02/02/12 1 La nuova prevenzione incendi l'evoluzione del CPI Ing. Emanuele Gissi, PhD Direttore, vice dirigente Comando Vigili del Fuoco, Genova emanuele.gissi@vigilfuoco.it 02/02/12 2 Agenda La nuova

Dettagli

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE STATUTO L Associazione denominata CORILA - Consorzio per il coordinamento delle ricerche inerenti al sistema lagunare di Venezia, è costituita ai sensi degli artt. 14

Dettagli

PICCOLI TRATTENIMENTI MUSICALI O DIFFUSIONE SONORA NEI DEHORS E NELLE AREE DI PERTINENZA PRIVATE ANNESSE AI LOCALI DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO

PICCOLI TRATTENIMENTI MUSICALI O DIFFUSIONE SONORA NEI DEHORS E NELLE AREE DI PERTINENZA PRIVATE ANNESSE AI LOCALI DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO Dipartimento Economia e Promozione della Città Settore Attività Produttive e Commercio U.O. Somministrazione, manifestazioni, artigianato e ricettive 40129 Bologna Piazza Liber Paradisus, 10, Torre A -

Dettagli

PROXILIA CREDIT STANDARD FASCICOLO INFORMATIVO

PROXILIA CREDIT STANDARD FASCICOLO INFORMATIVO PROXILIA CREDIT STANDARD FASCICOLO INFORMATIVO Convenzione assicurativa n. FI/12/791 Proxilia Credit Standard stipulata da Fiditalia S.p.A. per l assicurazione dei rischi: vita caso morte, invalidità permanente

Dettagli

SINTESI NORMATIVA EFFETTUAZIONE E LIQUIDAZIONE ORE ECCEDENTI ED ATTIVITA AGGIUNTIVE DI INSEGNAMENTO

SINTESI NORMATIVA EFFETTUAZIONE E LIQUIDAZIONE ORE ECCEDENTI ED ATTIVITA AGGIUNTIVE DI INSEGNAMENTO Ufficio VI -Area amministrazione e gestione delle risorse finanziarie Corso Ferrucci n. 3 10138 Torino SINTESI NORMATIVA EFFETTUAZIONE E LIQUIDAZIONE ORE ECCEDENTI ED ATTIVITA AGGIUNTIVE DI INSEGNAMENTO

Dettagli

Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego

Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego Il decreto spiega tutte le possibilità e i limiti dell'eventuale cumulo Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego (Dm Funzione pubblica 331 del 29.7.1997) da CittadinoLex del 12/9/2002

Dettagli

Guaranteed Asset Protection INSURANCE

Guaranteed Asset Protection INSURANCE CARDIF ASSURANCES RISQUES DIVERS S.A. POLIZZA COLLETTIVA N. 5253/02 Guaranteed Asset Protection INSURANCE (data dell ultimo aggiornamento: 31.01.2012) IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO, CONTENENTE LA NOTA

Dettagli

Sezione A1) da compilare in caso di società, ente anche pubblico, fondazione, trust:

Sezione A1) da compilare in caso di società, ente anche pubblico, fondazione, trust: DICHIARAZIONE AI SENSI E PER GLI EFFETTI DEL D. LGS. N. 231 DEL 21 NOVEMBRE 2007 IN TEMA DI ANTIRICICLAGGIO MODULO DI IDENTIFICAZIONE E DI ADEGUATA VERIFICA DELLA CLIENTELA (AI SENSI DEGLI ARTT. 18 E 19

Dettagli

PROXILIA CREDIT STANDARD FASCICOLO INFORMATIVO

PROXILIA CREDIT STANDARD FASCICOLO INFORMATIVO PROXILIA CREDIT STANDARD FASCICOLO INFORMATIVO Convenzione assicurativa n. FI/12/791 Proxilia Credit Standard stipulata da Fiditalia S.p.A. per l assicurazione dei rischi: vita caso morte, invalidità permanente

Dettagli

Alcune considerazioni sul personale non strutturato del Politecnico di Torino: il caso degli assegnisti di ricerca

Alcune considerazioni sul personale non strutturato del Politecnico di Torino: il caso degli assegnisti di ricerca Alcune considerazioni sul personale non strutturato del Politecnico di Torino: il caso degli assegnisti di ricerca TIPOLOGIE DI LAVORATORI NON STRUTTURATI 1. Assegnista di ricerca con fondi di ateneo 2.

Dettagli