CP SIMATIC NET. S Industrial Ethernet CP Prefazione. Indicazione della documentazione. Panoramica sul prodotto 2

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CP 1543-1 SIMATIC NET. S7-1500 - Industrial Ethernet CP 1543-1. Prefazione. Indicazione della documentazione. Panoramica sul prodotto 2"

Transcript

1 Prefazione Indicazione della documentazione 1 SIMATIC NET S Industrial Ethernet Manuale del prodotto Panoramica sul prodotto 2 Caratteristiche della funzione 3 Requisiti richiesti per l'impiego 4 Collegamento / messa in servizio 5 Segnalazioni di allarme, di diagnostica, di errore e di sistema 6 Avvertenze per il funzionamento 7 Dati tecnici 8 Omologazione 9 12/2013 C79000-G8972-C289-05

2 Avvertenze di legge Concetto di segnaletica di avvertimento Questo manuale contiene delle norme di sicurezza che devono essere rispettate per salvaguardare l'incolumità personale e per evitare danni materiali. Le indicazioni da rispettare per garantire la sicurezza personale sono evidenziate da un simbolo a forma di triangolo mentre quelle per evitare danni materiali non sono precedute dal triangolo. Gli avvisi di pericolo sono rappresentati come segue e segnalano in ordine descrescente i diversi livelli di rischio. PERICOLO questo simbolo indica che la mancata osservanza delle opportune misure di sicurezza provoca la morte o gravi lesioni fisiche. AVVERTENZA il simbolo indica che la mancata osservanza delle relative misure di sicurezza può causare la morte o gravi lesioni fisiche. CAUTELA indica che la mancata osservanza delle relative misure di sicurezza può causare lesioni fisiche non gravi. ATTENZIONE indica che la mancata osservanza delle relative misure di sicurezza può causare danni materiali. Nel caso in cui ci siano più livelli di rischio l'avviso di pericolo segnala sempre quello più elevato. Se in un avviso di pericolo si richiama l'attenzione con il triangolo sul rischio di lesioni alle persone, può anche essere contemporaneamente segnalato il rischio di possibili danni materiali. Personale qualificato Il prodotto/sistema oggetto di questa documentazione può essere adoperato solo da personale qualificato per il rispettivo compito assegnato nel rispetto della documentazione relativa al compito, specialmente delle avvertenze di sicurezza e delle precauzioni in essa contenute. Il personale qualificato, in virtù della sua formazione ed esperienza, è in grado di riconoscere i rischi legati all'impiego di questi prodotti/sistemi e di evitare possibili pericoli. Uso conforme alle prescrizioni di prodotti Siemens Si prega di tener presente quanto segue: AVVERTENZA I prodotti Siemens devono essere utilizzati solo per i casi d impiego previsti nel catalogo e nella rispettiva documentazione tecnica. Qualora vengano impiegati prodotti o componenti di terzi, questi devono essere consigliati oppure approvati da Siemens. Il funzionamento corretto e sicuro dei prodotti presuppone un trasporto, un magazzinaggio, un installazione, un montaggio, una messa in servizio, un utilizzo e una manutenzione appropriati e a regola d arte. Devono essere rispettate le condizioni ambientali consentite. Devono essere osservate le avvertenze contenute nella rispettiva documentazione. Marchio di prodotto Tutti i nomi di prodotto contrassegnati con sono marchi registrati della Siemens AG. Gli altri nomi di prodotto citati in questo manuale possono essere dei marchi il cui utilizzo da parte di terzi per i propri scopi può violare i diritti dei proprietari. Esclusione di responsabilità Abbiamo controllato che il contenuto di questa documentazione corrisponda all'hardware e al software descritti. Non potendo comunque escludere eventuali differenze, non possiamo garantire una concordanza perfetta. Il contenuto di questa documentazione viene tuttavia verificato periodicamente e le eventuali correzioni o modifiche vengono inserite nelle successive edizioni. Siemens AG Industry Sector Postfach NÜRNBERG GERMANIA C79000-G8972-C P 12/2013 Con riserva di eventuali modifiche tecniche Copyright Siemens AG Tutti i diritti riservati

3 Prefazione Scopo della documentazione Il presente manuale integra il manuale di sistema S Le informazioni del presente manuale e del manuale di sistema consentono di mettere in servizio il CP. Vedere anche Indicazione della documentazione (Pagina 7) Convezioni Osservare anche le seguenti avvertenze contrassegnate. Nota Un'avvertenza contiene informazioni importati relative ai prodotti descritti nella documentazione, all'utilizzo del prodotto o alla parte della documentazione alla quale va fatta particolare attenzione. Denominazioni In questo documento viene in seguito utilizzata anche la sigla "CP" al posto della denominazione completa del prodotto. Per lo strumento di progettazione STEP 7 Professional viene utilizzata in sostituzione la denominazione STEP 7. SIMATIC NET - Glossario Descrizione dei termini specifici, presenti nella documentazione che si trovano nel glossario SIMATIC NET. Il glossario SIMATIC NET si trova: SIMATIC NET Manual Collection Il DVD è allegato ad alcuni prodotti SIMATIC NET. In Internet alla seguente ID articolo: (http://support.automation.siemens.com/ww/view/it/ ) Manuale del prodotto, 12/2013, C79000-G8972-C

4 Prefazione Condizioni di licenza Nota Open Source Software Prima di utilizzare il prodotto leggere attentamente le condizioni di licenza per l'open Source Software. La conoscenza delle esclusioni di responsabilità e delle esclusioni di garanzia rappresenta una chiara condizione preliminare per l'utilizzo dell'open Source Software. Le condizioni di licenza si trovano nei seguenti documenti, contenuti nel supporto dati fornito. DOC_OSS-Siemens_74.pdf DOC_OSS-CP1243-1DNP3_76.pdf Indicazioni di sicurezza Siemens commercializza prodotti di automazione e di azionamento per la sicurezza industriale che contribuiscono al funzionamento sicuro degli impianti o delle macchine. Questi prodotti sono componenti essenziali di una concezione globale di sicurezza industriale. I nostri prodotti sono sottoposti a uno sviluppo continuo che tiene conto di questo aspetto. Vi consigliamo pertanto di informarvi regolarmente sugli aggiornamenti (update e upgrade) dei nostri prodotti e di utilizzare solo le versioni attuali. Potete trovare ulteriori informazioni e newsletter all'indirizzo: Per il funzionamento sicuro di un impianto o di una macchina è necessario adottare ulteriori idonee misure preventive (ad es. un concetto di protezione di cella) e integrare i componenti di automazione e di azionamento per l intero impianto o macchina, in un concetto di sicurezza industriale globale all avanguardia. In quest'ottica si devono considerare anche i prodotti impiegati di altri costruttori.. Ulteriori informazioni si trovano in Internet all'indirizzo: 4 Manuale del prodotto, 12/2013, C79000-G8972-C289-05

5 Indice del contenuto Prefazione Indicazione della documentazione Panoramica sul prodotto Ulteriori funzioni Industrial Ethernet Security Caratteristiche della funzione Dati caratteristici generali Dati caratteristici per la comunicazione aperta Dati caratteristici della comunicazione S Dati caratteristici per il funzionamento FTP / FTPS Dati caratteristici comunicazione via tunnel VPN Requisiti richiesti per l'impiego Struttura d'insieme Progettazione Programmazione Collegamento / messa in servizio Avvertenze importati per l'impiego dell'apparecchio Montaggio e messa in servizio del Sostituzione dell'unità senza PG Stato di funzionamento della CPU - Effetto sul CP Segnalazioni di allarme, di diagnostica, di errore e di sistema Segnalazioni di stato e di errore del CP Possibilità di diagnostica Avvertenze per il funzionamento Impostazioni della fabbrica Fast Ethernet Configurazione IP Particolarità per la configurazione IP Riavvio dopo il riconoscimento di un indirizzamento doppio IP nella rete Security Filtraggio degli eventi di sistema Comunicazione via tunnel VPN tra e CP x43-1 per il collegamento progettato (modalità firewall estesa) Manuale del prodotto, 12/2013, C79000-G8972-C

6 Indice del contenuto Firewall Sequenza firewall durante il controllo di telegrammi in ingresso e in uscita Diagnostica online e l'operazione di caricamento con il firewall attivato Limitazione della larghezza di banda < 1 Mbit non efficace (modalità firewall estesa) Numero massimo di regole firewall (modalità firewall estesa) Tipo di scrittura corretta nell'indirizzo IP di destinazione/nell'area degli indirizzi (modalità firewall estesa) HTTP e HTTPS non possibili tramite IPv VPN Creazione della comunicazione via tunnel VPN tra stazioni S Realizzazione corretta della comunicazione via tunnel VPN tra e SCALANCE M Comunicazione via tunnel VPN con il SOFTNET Security Client FTP Sincronizzazione dell'ora SNMP Agent Interfaccia nel programma utente Protezione di accesso IP nei collegamenti di comunicazione programmati Dati tecnici Omologazione Omologazioni - Avvertenza Indice analitico Manuale del prodotto, 12/2013, C79000-G8972-C289-05

7 Indicazione della documentazione 1 Introduzione La documentazione dei prodotti SIMATIC è strutturata in moduli e tratta gli argomenti relativi al sistema di automazione in uso. La documentazione completa per il sistema S è costituita dal manuale di sistema, dai manuali di guida alle funzioni e dai manuali del prodotto. Inoltre, il sistema di informazione di STEP 7 (Guida in linea) costituisce un supporto alla progettazione e alla programmazione del sistema di automazione. Panoramica della documentazione relativa alla comunicazione con S La tabella seguente mostra ulteriori documenti complementari alla presente descrizione del che si possono trovare in Internet. Tabella 1-1 Documentazione per il Argomento Documentazione Informazioni importanti Descrizione del sistema Diagnostica di sistema Comunicazione Manuale di sistema Sistema di automazione S (http://support.automation.siemens.com/ww/vi ew/it/ ) Manuale di guida alle funzioni Diagnostica di sistema (http://support.automation.siemens.com/ww/vi ew/it/ ) Manuale di guida alle funzioni Comunicazione (http://support.automation.siemens.com/ww/vi ew/it/ ) Manuale di guida alle funzioni Server web (http://support.automation.siemens.com/ww/vi ew/it/ ) Manuale Industrial Ethernet Security (http://support.automation.siemens.com/ww/vi ew/it/ ) Manuale SIMATIC NET: Reti Twisted Pair e Fiber Optic (http://support.automation.siemens.com/ww/vi ew/it/ ) Operazioni preliminari Montaggio Collegamento Messa in servizio Panoramica Analisi della diagnostica hardware/software Panoramica Funzione Utilizzo Panoramica e descrizione delle funzioni di sicurezza in Industrial Ethernet Reti Ethernet Progettazione di rete Componenti di rete Manuale del prodotto, 12/2013, C79000-G8972-C

8 Indicazione della documentazione Argomento Documentazione Informazioni importanti Configurazione di controllori immuni ai disturbi Tempi di ciclo e di reazione Manuale di guida alle funzioni Configurazione di controllori immuni ai disturbi (http://support.automation.siemens.com/ww/vi ew/it/ ) Manuale di guida alle funzioni Tempi di ciclo e di reazione (http://support.automation.siemens.com/ww/vi ew/it/ ) Nozioni di base Compatibilità elettromagnetica (EMC) Protezione antifulmine Scelta dell'alloggiamento Nozioni di base Calcoli Manuali SIMATIC In Internet (http://www.siemens.com/automation/service&support) sono disponibili tutti i manuali aggiornati sui prodotti SIMATIC da scaricare gratuitamente. Documentazione CP sul Manual Collection (numero articolo A5E ) Il DVD "SIMATIC NET Manual Collection" contiene i manuali e le descrizioni attuali di tutti i prodotti SIMATIC NET al momento della realizzazione. Esso è aggiornato ad intervalli regolari. Storico versione / download attuali per CP SIMATIC NET S7 Nel documento "Storico versione/download attuali per i CP S7 SIMATIC NET (Ind.Ethernet)" si trovano informazioni su tutti i CP finora disponibili per SIMATIC S7 (Ind. Ethernet). Una versione sempre attuale di questi documenti si trova in Internet (http://support.automation.siemens.com/ww/view/it/ ) 8 Manuale del prodotto, 12/2013, C79000-G8972-C289-05

9 Panoramica sul prodotto 2 Numero di articolo, validità e denominazioni del prodotto In questa descrizione si trovano informazioni sul prodotto Numero di articolo6gk AX00-0XE0 Versione hardware 2 Versione Firmware V1.1 Processore di comunicazione per SIMATIC S Vista del LED per segnalazioni di stato e di errore Indicatori LED dell'interfaccia Ethernet per LINK e ACTIVITY Targhetta identificativa Interfaccia Ethernet: 1 prese RJ45 a 8 poli L'identificazione della chiave simboleggia l'interfaccia verso sotto-reti esterne, non protette. Stampigliatura indirizzo MAC Figura 2-1 Rappresentazione del con frontalino chiuso (a sinistra) o aperto (a destra) Manuale del prodotto, 12/2013, C79000-G8972-C

10 Panoramica sul prodotto Stampigliatura indirizzo: Indirizzo MAC univoco preimpostato per il CP Il CP viene fornito con un indirizzo MAC preimpostato in modo fisso: L'indirizzo MAC è stampigliato sulla custodia. Se si progetta un indirizzo MAC (collegamenti di trasporto ISO), si raccomanda di acquisire l'indirizzo MAC stampigliato nella progettazione dell'unità! In questo modo si garantisce un'assegnazione univoca degli indirizzi MAC nella sottorete! Impiego Il CP è previsto per il funzionamento in un sistema di automazione S Il CP consente il collegamento di S a Industrial Ethernet. Grazie alla combinazione di diverse misure di sicurezza come firewall e protocolli per la codifica dei dati, il CP protegge singole stazioni S o intere celle di automazione da accessi non autorizzati: Interfaccia Ethernet con specifica Gigabit e accesso Security Il CP dispone di un'interfaccia Ethernet secondo lo standard Gigabit IEEE L'interfaccia Ethernet supporta Autocrossing, Autonegotiation e Autosensing. Nota Denominazione "Interfaccia Ethernet" L'interfaccia del CP con la specifica Gigabit descritta precedentemente viene indicata di seguito in questo manuale come "Interfaccia Ethernet". L'interfaccia Ethernet consente il collegamento protetto da firewall ad una rete esterna. Il CP offre la funzione di sicurezza nel modo seguente: Protezione della stazione S nella quale viene utilizzato il CP; Protegge le reti aziendali subordinate, collegate ad altre interfacce della stazione S Manuale del prodotto, 12/2013, C79000-G8972-C289-05

11 Panoramica sul prodotto 2.1 Ulteriori funzioni Il CP supporta i seguenti servizi di comunicazione: Comunicazione aperta La comunicazione aperta supporta i seguenti servizi di comunicazione tramite il CP sui collegamenti di comunicazione programmati o progettati: Trasporto ISO (secondo ISO/IEC 8073) TCP (secondo RFC 793), ISO-on-TCP (secondo RFC 1006) e UDP (secondo RFC 768); Con l'interfaccia su collegamenti TCP, il CP supporta quasi ogni sistema terminale dell'interfaccia socket disponibile verso TCP/IP. Multicast tramite collegamento UDP Il funzionamento Multicast è consentito tramite un relativo indirizzamento IP durante la progettazione del collegamento. Servizi FETCH/WRITE (servizi server; conformemente al protocollo S5) tramite collegamenti di trasporto ISO, ISO-on-TCP e TCP SIMATIC S con il CP è in questo caso sempre il server (realizzazione passiva del collegamento), mentre l'accesso per lettura o per scrittura (funzione client con realizzazione attiva del collegamento) avviene sempre da un SIMATIC S5 o da un altro apparecchio / PC. Comunicazione S7 Comunicazione PG Funzioni di servizi e supervisione (comunicazione HMI) scambio dei dati tramite collegamenti S7 Funzioni IT funzioni FTP (File Transfer Protocol FTP/FTPS) per la gestione di dati e accesso ai blocchi dati nella CPU (funzione client e server). Invio di tramite SMTP o ESMTP con "SMTP-Auth" per l'autenticazione su un server Ulteriori funzioni Sincronizzazione dell'ora tramite Industrial Ethernet in base al metodo NTP (NTP: Network Time Protocol) Il CP invia ad intervalli regolari richieste dell'ora ad un server NTP e sincronizza la propria ora locale. Inoltre l'ora viene inoltrata automaticamente alle unità CPU nella stazione S7 e quindi sincronizzata nell'intera stazione S7. Funzione Security: il CP supporta il protocollo NTP (protetto) per la sincronizzazione dell'ora e la trasmissione dell'ora sicure. Manuale del prodotto, 12/2013, C79000-G8972-C

12 Panoramica sul prodotto 2.1 Ulteriori funzioni Possibilità di indirizzamento tramite indirizzo MAC preimpostato in fabbrica Un CP nuovo può essere raggiunto tramite l'indirizzo MAC preimpostato per l'assegnazione di indirizzi IP sulla rispettiva interfaccia utilizzata. L'assegnazione di indirizzo online viene eseguita in STEP 7. SNMP Agent Il CP supporta l'interrogazione dei dati tramite SNMP nella versione V1 (Simple Network Management Protocol). Esso fornisce i contenuti di determinati oggetti MIB secondo MIB standard II e il sistema di automazione MIB. Con Security attivata il CP supporta SNMPv3 per la trasmissione sicura all'ascolto di informazioni di analisi della rete. Configurazione IP - IPv4 e IPv6 Le caratteristiche principali della configurazione IP per il CP: Il CP supporta l'utilizzo di indirizzi IP secondo IPv4 e IPv6. È possibile configurare con che percorso e con quale metodo viene assegnato al CP l'indirizzo IP, la maschera della sottorete e l'indirizzo di un accoppiamento ad altra rete. Al CP è possibile assegnare la configurazione IP e la progettazione del collegamento (IPv4) anche tramite il programma utente (blocchi di programma, vedere capitolo Programmazione (Pagina 22)). Osservazione: non vale per collegamenti S7. Indirizzo IP secondo il formato IPv6 - area di utilizzo nel CP Per i seguenti servizi di comunicazione è possibile utilizzare un indirizzo IP secondo IPv6: Funzionamento server FTP Accesso FETCH/WRITE (il CP è il server) Funzionamento client FTP con indirizzamento tramite il blocco di programma Trasmissione con indirizzamento tramite il blocco di programma Accesso al Webserver della CPU Tramite l'interfaccia LAN del CP si dispone dell'accesso al Webserver della CPU. Con il Webserver della CPU è possibile leggere i dati dell'unità da una stazione. Osservare la descrizione specifica per il Webserver; vedere capitolo Indicazione della documentazione (Pagina 7) Nota Accesso al server Web tramite il protocollo HTTPS Il server Web di una stazione SIMATIC S si trova nella CPU. In caso di accesso sicuro (HTTPS) al server Web della stazione tramite l'indirizzo IP del viene quindi visualizzato il certificato SSL della CPU. 12 Manuale del prodotto, 12/2013, C79000-G8972-C289-05

13 Panoramica sul prodotto 2.2 Industrial Ethernet Security Modalità di indirizzamento S5/S7 per FETCH/WRITE La modalità di indirizzamento è progettabile per l'accesso FETCH/WRITE come modalità di indirizzamento S7 o S5. La modalità di indirizzamento definisce come viene rilevata la posizione dell'indirizzo iniziale durante l'accesso ai dati (la modalità di indirizzamento S7 vale solo per i blocchi dati / DB). Osservare ulteriori indicazioni nella guida in linea di STEP Industrial Ethernet Security Protezione estesa - Compito di Industrial Ethernet Security Con Industrial Ethernet Security è possibile proteggere singoli apparecchi, celle di automazione o segmenti di rete di una rete Ethernet. La trasmissione di dati dalla rete esterna collegata al può essere protetta con la combinazione di diverse misure di sicurezza da: spionaggio di dati (FTPS, HTTPS) manipolazione dei dati accessi non autorizzati; Tramite interfacce Ethernet/PROFINET supplementari, realizzate con la CPU o con CP supplementari, possono essere utilizzate reti sicure subordinate. Funzioni di sicurezza del CP per la stazione S Utilizzando il CP, per la stazione S diventano accessibili le seguenti funzione Security sull'interfaccia verso la rete esterna: Firewall IP Firewall con Stateful Packet Inspection (layer 3 e 4) Firewall anche per telegrammi Ethernet-"Non-IP" secondo IEEE (layer2) Limitazione della larghezza di banda Regole firewall globali Logging Per la trasmissione è possibile salvare gli eventi in file Log, che possono essere letti con lo strumento di progettazione o inviati automaticamente ad un Syslog Server. FTPS (modalità esplicita) Per la trasmissione codificata di file. NTP protetto Per la sincronizzazione e la trasmissione sicura dell'ora. Manuale del prodotto, 12/2013, C79000-G8972-C

14 Panoramica sul prodotto 2.2 Industrial Ethernet Security SNMPv3 Per la trasmissione continua sicura delle informazioni di analisi della rete. Protezione per apparecchi e segmenti di rete La funzione di protezione Firewall può estendersi dal funzionamento di singoli apparecchi, più apparecchi, fino a interi segmenti di rete. ATTENZIONE Impianti a sicurezza critica - Raccomandazione Utilizzo delle seguenti possibilità: Negli impianti con elevate esigenze di Security utilizzare i protocolli sicuri NTP (protetti), FTPS, HTTPS e SNMPv3. In caso di collegamento a reti pubbliche è necessario utilizzare firewall. Definire i servizi con i quali si vuole consentire un accesso tramite le reti pubbliche. Impiegando la limitazione di larghezza di banda del firewall si utilizza la possibilità di limitare flooding e attacchi DoS. La funzionalità FETCH/WRITE offre la possibilità di accedere a dati qualsiasi del proprio PLC. La funzionalità FETCH/WRITE non deve essere utilizzata in combinazione con reti pubbliche. 14 Manuale del prodotto, 12/2013, C79000-G8972-C289-05

15 Caratteristiche della funzione Dati caratteristici generali Caratteristica Numero di collegamenti liberamente utilizzabile tramite Industrial Ethernet Significato / valori 118 Il valore vale per la somma complessiva dei collegamenti dei seguenti tipi: Collegamenti S7 Collegamenti per servizi di comunicazione aperti FTP (client FTP) Nota Risorse di collegamento ora della CPU In base al tipo di CPU è disponibile un numero diversi di risorse di collegamento. Il numero di risorse di collegamento è indicativo per il numero di collegamenti progettabili. Di conseguenza risultano valori inferiori di quanto indicato nel presente capitolo relativo al CP. Manuale del prodotto, 12/2013, C79000-G8972-C

16 Caratteristiche della funzione 3.2 Dati caratteristici per la comunicazione aperta 3.2 Dati caratteristici per la comunicazione aperta La comunicazione aperta offre l'accesso alla comunicazione tramite collegamenti TCP, ISOon-TCP, trasporto ISO e UDP. I seguenti dati caratteristici sono rilevanti: Caratteristica Significato / valori Selezione collegamenti Numero massimo complessivo di collegamenti (progettati e programmati): (trasporto ISO + ISO-on-TCP + TCP + UDP + FETCH/WRITE + ) <= 118 di cui rispettivamente: Collegamenti TCP: ) Collegamenti ISO-on-TCP; Collegamenti di trasporto ISO: Collegamenti UDP (specificati e liberi) progettabili complessivamente: Collegamenti per FETCH/WRITE: Collegamento per 1 Osservazioni: 1) evitare il sovraccarico di ricezione Lunghezza massima dei dati per blocchi di programma Interfaccia LAN - lunghezza massima blocco dati creata dal CP per ogni unità di protocollo(tpdu = transport protocol data unit) Il controllo del flusso dei dati nei collegamenti TCP non può regolare un carico permanente del ricevitore. È di conseguenza necessario fare attenzione che la potenza di elaborazione di un CP che riceve dal trasmettitore non deve essere superata in permanenza (ca messaggi/s). I blocchi di programmi consentono il trasferimento di dati utili con le seguenti lunghezze: 1. ISO-on-TCP, TCP, trasporto ISO: kbyte 2. UDP: byte 3. (intestazione del job + dati utili): byte impianto: fino a 64 kbyte per l'invio trasporto ISO, ISO-on-TCP, TCP: 1452 byte / TPDU per la ricezione Trasporto ISO: 512 byte / TPDU ISO-on-TCP: 1452 byte / TPDU TCP: 1452 byte / TPDU 16 Manuale del prodotto, 12/2013, C79000-G8972-C289-05

17 Caratteristiche della funzione 3.2 Dati caratteristici per la comunicazione aperta Nota Risorse di collegamento ora della CPU In base al tipo di CPU è disponibile un numero diversi di risorse di collegamento. Il numero di risorse di collegamento è indicativo per il numero di collegamenti progettabili. Di conseguenza risultano valori inferiori di quanto indicato nel presente capitolo relativo al CP. Sull'argomento risorse del collegamento si trovano informazioni dettagliate nel manuale delle funzioni "Comunicazione"; vedere capitolo Indicazione della documentazione (Pagina 7) Limitazioni per UDP La trasmissione avviene non confermata La trasmissione di telegrammi UDP avviene non confermata, vale a dire la perdita di messaggi non viene riconosciuta e visualizzata dal blocco di trasmissione. Bufferizzazione telegramma UDP Lunghezza del buffer del telegramma: min byte Osservazione: Dopo un superamento del buffer i nuovi telegrammi pervenuti vengono respinti. Manuale del prodotto, 12/2013, C79000-G8972-C

18 Caratteristiche della funzione 3.3 Dati caratteristici della comunicazione S7 3.3 Dati caratteristici della comunicazione S7 La comunicazione S7 offre la trasmissione di dati tramite protocolli di trasporto ISO o ISO-on-TCP. Caratteristica Significato / valori Numero di collegamenti S7 liberamente utilizzabile max. 118 tramite Industrial Ethernet Interfaccia LAN - lunghezza di blocco dati per l'invio: 480 byte / PDU realizzata dal CP per ogni unità di protocollo (PDU = protocol data unit) per la ricezione: 480 byte / PDU Numero di collegamenti OP riservati 4 Numero di collegamenti PG riservati 4 Numero di collegamenti riservati per Web 2 Nota Valori massimi per stazione S In base alla CPU utilizzata esistono valori limite per la stazione S Osservare le indicazioni nella documentazione corrispondente. 3.4 Dati caratteristici per il funzionamento FTP / FTPS Collegamenti TCP per FTP Le azioni FTP vengono trasmesse dal CP tramite collegamenti TCP. A seconda del modo operativo valgono i seguenti dati caratteristici: FTP in funzionamento client: Possono essere occupate al massimo 32 sessioni FTP. Per ogni sessione FTP attivata vengono occupati fino a 2 collegamenti TCP (1 collegamento Control e 1 collegamento di dati). FTP in funzionamento server: Possono essere utilizzati simultaneamente al massimo 16 sessioni FTP. Per ogni sessione FTP attivata vengono occupati fino a 2 collegamenti TCP (1 collegamento Control e 1 collegamento di dati). Blocco di programma FTP_CMD (FB40) per funzionamento client FTP Per la comunicazione utilizzare il blocco di programmi FTP FTP_CMD. Per l'ftp il tempo di esecuzione del blocco dipende dai tempi di reazione del partner e dalla lunghezza dei dati utili. Di conseguenza non è possibile un'indicazione valida generale. 18 Manuale del prodotto, 12/2013, C79000-G8972-C289-05

19 Caratteristiche della funzione 3.5 Dati caratteristici comunicazione via tunnel VPN 3.5 Dati caratteristici comunicazione via tunnel VPN La comunicazione via tunnel VPN consente la realizzazione di una comunicazione via tunnel IPSec protetta con un o diversi moduli Security. Struttura d'insieme Numero dei tunnel IPSec Valore 16 al massimo Manuale del prodotto, 12/2013, C79000-G8972-C

20 Caratteristiche della funzione 3.5 Dati caratteristici comunicazione via tunnel VPN 20 Manuale del prodotto, 12/2013, C79000-G8972-C289-05

21 Requisiti richiesti per l'impiego Struttura d'insieme Per l'impiego del tipo di CP qui descritto valgono le seguenti limitazioni: Il numero di CP utilizzabili all'interno di un rack dipende dal tipo di CPU impiegata. Utilizzando diversi CP è possibile ampliare complessivamente le strutture d'insieme indicate di seguito per la stazione. Dalla CPU CPU sono tuttavia indicati limiti di sistema per la struttura d'insieme complessiva. La struttura d'insieme messa a disposizione con un CP può essere ampliata utilizzando diversi CP nell'ambito dei limiti di sistema. Osservare le indicazioni nella documentazione relativa alla CPU; vedere capitolo Indicazione della documentazione (Pagina 7). Nota Alimentazione elettrica tramite CPU sufficiente o moduli di alimentazione elettrica supplementari necessari Può essere utilizzato un numero determinato di unità senza alimentazione elettrica supplementare nella stazione S Osservare la potenza di alimentazione nel bus back-plane indicata per il rispettivo tipo di CPU. In base alla configurazione della stazione S è necessario prevedere moduli di alimentazione elettrica supplementari. 4.2 Progettazione Progettazione e caricamento dei dati di progettazione Durante il caricamento dei dati di progettazione nella CPU al CP vengono inviati i dati di progettazione rilevanti. Il caricamento dei dati di progettazione nella CPU è possibile tramite una scheda di memoria o una qualsiasi interfaccia Ethernet/PROFINET della stazione S È necessario STEP 7 della seguente versione: Versione STEP 7 Funzione del CP STEP 7 Professional a partire da V12 SP1 La funzionalità completa del (6GK AX00-0XE0) è progettabile. Manuale del prodotto, 12/2013, C79000-G8972-C

22 Requisiti richiesti per l'impiego 4.3 Programmazione 4.3 Programmazione Blocchi di programma Per i servizi di comunicazione sono disponibili blocchi di programma pronti per il funzionamento (istruzioni) come interfaccia nel proprio programma utente STEP 7. Tabella 4-1 Istruzioni per i servizi di comunicazione Protocollo Blocco di programma Tipo di dati si sistema (istruzione) TCP Realizzazione del collegamento TCON_IP_v4 e invio/ricezione dei dati tramite: TCON_Configured TSEND_C/TRCV_C o ISO-on-TCP TCON_IP_RFC TCON, TSEND/TRCV ISO (interruzione del TCON_ISOnative collegamento possibile tramite TDISCON) UDP TCON, TUSEND/TURCV(interruzion e del collegamento possibile tramite TDISCON) TCON_IP_v4 TMAIL_C TMail_v4* TMail_v6* TMAIL_FQDN* FTP FTP_CMD FTP_CONNECT_IPV4* FTP_CONNECT_IPV6* FTP_CONNECT_NAME* FTP_FILENAME* FTP_FILENAME_PART* *Tipo di dati definito dall'utente Tabella 4-2 Istruzioni per i compiti di comunicazione Funzione Configurazione dell'interfaccia Ethernet Blocco di programma (istruzione) Tipo di dati si sistema T_CONFIG CONF_DATA Osservare la documentazione dei blocchi di programma nella guida in linea di STEP Manuale del prodotto, 12/2013, C79000-G8972-C289-05

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 MANUALE UTENTE DN-16100 SALVAGUARDIA IMPORTANTE Tutti i prodotti senza piombo offerti dall'azienda sono a norma con i requisiti della legge Europea sulla restrizione per l'uso

Dettagli

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software.

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software. Generalità Definizione Un firewall è un sistema che protegge i computer connessi in rete da attacchi intenzionali mirati a compromettere il funzionamento del sistema, alterare i dati ivi memorizzati, accedere

Dettagli

Modello OSI e architettura TCP/IP

Modello OSI e architettura TCP/IP Modello OSI e architettura TCP/IP Differenza tra modello e architettura - Modello: è puramente teorico, definisce relazioni e caratteristiche dei livelli ma non i protocolli effettivi - Architettura: è

Dettagli

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone Paragrafo 1 Prerequisiti Definizione di applicazione server Essa è un servizio che è in esecuzione su un server 1 al fine di essere disponibile per tutti gli host che lo richiedono. Esempi sono: il servizio

Dettagli

SIMATIC S7. Primi passi ed esercitazioni con STEP 7. Benvenuti in STEP 7, Contenuto. Introduzione a STEP 7 1

SIMATIC S7. Primi passi ed esercitazioni con STEP 7. Benvenuti in STEP 7, Contenuto. Introduzione a STEP 7 1 s SIMATIC S7 Primi passi ed esercitazioni con STEP 7 Getting Started Benvenuti in STEP 7, Contenuto Introduzione a STEP 7 1 SIMATIC Manager 2 Programmazione con nomi simbolici 3 Creazione di un programma

Dettagli

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer:

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. <file> tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Cos è un protocollo? Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Ciao Ciao Hai l ora? 2:00 tempo TCP connection request TCP connection reply. Get http://www.di.unito.it/index.htm Domanda:

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE

RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE Prof. PIER LUCA MONTESSORO Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Udine 1999 Pier Luca Montessoro (si veda la nota a pagina 2) 1 Nota di Copyright

Dettagli

Access Point WiFi Powerline 500 XWNB5201 - Guida all installazione

Access Point WiFi Powerline 500 XWNB5201 - Guida all installazione Access Point WiFi Powerline 500 XWNB5201 - Guida all installazione Assistenza tecnica Grazie per aver scelto i prodotti NETGEAR. Una volta completata l'installazione del dispositivo, individuare il numero

Dettagli

CARATTERISTICHE DELLE CRYPTO BOX

CARATTERISTICHE DELLE CRYPTO BOX Secure Stream PANORAMICA Il sistema Secure Stream è costituito da due appliance (Crypto BOX) in grado di stabilire tra loro un collegamento sicuro. Le Crypto BOX sono dei veri e propri router in grado

Dettagli

Guida all'installazione del WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili

Guida all'installazione del WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili Guida all'installazione del WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili Sommario Per iniziare............................................ 3 Il WiFi Booster......................................... 4 Pannello

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Protocolli di livello intermedio:" TCP/IP" IP: Internet Protocol" E il protocollo che viene seguito per trasmettere un pacchetto da un host a un altro, in

Dettagli

Guida all'installazione di WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili

Guida all'installazione di WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili Guida all'installazione di WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili 2012 NETGEAR, Inc. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte della presente pubblicazione può essere riprodotta, trasmessa, trascritta,

Dettagli

ABB i-bus KNX Accoppiatore di linea LK/S 4.2 Manuale del prodotto

ABB i-bus KNX Accoppiatore di linea LK/S 4.2 Manuale del prodotto Accoppiatore di linea LK/S 4.2 Manuale del prodotto Indice Indice Pagina 1 Generale... 3 1.1 Uso del manuale del prodotto...3 1.1.1 Struttura del manuale del prodotto...3 1.1.2 Note...4 1.2 Panoramica

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi.

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi. I server di stampa vengono utilizzati per collegare le stampanti alle reti. In tal modo, più utenti possono accedere alle stampanti dalle proprie workstation, condividendo sofisticate e costose risorse.

Dettagli

SubnetMask: come funzionano e come si calcolano le sottoreti (SpySystem.it)

SubnetMask: come funzionano e come si calcolano le sottoreti (SpySystem.it) SubnetMask: come funzionano e come si calcolano le sottoreti (SpySystem.it) In una rete TCP/IP, se un computer (A) deve inoltrare una richiesta ad un altro computer (B) attraverso la rete locale, lo dovrà

Dettagli

GUIDA DELL UTENTE IN RETE

GUIDA DELL UTENTE IN RETE GUIDA DELL UTENTE IN RETE Memorizza registro di stampa in rete Versione 0 ITA Definizione delle note Nella presente Guida dell'utente viene utilizzata la seguente icona: Le note spiegano come intervenire

Dettagli

Manuale per l utilizzo di Orderman Sol e Sol+

Manuale per l utilizzo di Orderman Sol e Sol+ Manuale per l utilizzo di Orderman Sol e Sol+ 2010 by Orderman GmbH Bachstraße 59, 5023 Salisburgo Austria www.orderman.it Salvo errori e refusi. Non è consentita la copia - anche di estratti - senza l'autorizzazione

Dettagli

12.5 UDP (User Datagram Protocol)

12.5 UDP (User Datagram Protocol) CAPITOLO 12. SUITE DI PROTOCOLLI TCP/IP 88 12.5 UDP (User Datagram Protocol) L UDP (User Datagram Protocol) é uno dei due protocolli del livello di trasporto. Come l IP, é un protocollo inaffidabile, che

Dettagli

Guida alle impostazioni generali

Guida alle impostazioni generali Istruzioni per l uso Guida alle impostazioni generali 1 2 3 4 5 6 7 8 9 Collegamento della macchina Impostazioni di sistema Impostazioni Copiatrice/Document server Impostazioni fax Impostazioni Stampante

Dettagli

Schema Tipologia a Stella

Schema Tipologia a Stella Cos'e' esattamente una rete! Una LAN (Local Area Network) è un insieme di dispositivi informatici collegati fra loro, che utilizzano un linguaggio che consente a ciascuno di essi di scambiare informazioni.

Dettagli

Manuale - TeamViewer 6.0

Manuale - TeamViewer 6.0 Manuale - TeamViewer 6.0 Revision TeamViewer 6.0 9947c Indice Indice 1 Ambito di applicazione... 1 1.1 Informazioni su TeamViewer... 1 1.2 Le nuove funzionalità della Versione 6.0... 1 1.3 Funzioni delle

Dettagli

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI Architettura di un sistema informatico Realizzata dal Dott. Dino Feragalli 1 CONCETTI GENERALI 1.1 Obiettivi Il seguente progetto vuole descrivere l amministrazione dell ITC (Information Tecnology end

Dettagli

FAS-420-TM rivelatori di fumo ad aspirazione LSN improved version

FAS-420-TM rivelatori di fumo ad aspirazione LSN improved version Sistemi di Rivelazione Incendio FAS-420-TM rivelatori di fumo ad FAS-420-TM rivelatori di fumo ad Per il collegamento alle centrali di rivelazione incendio FPA 5000 ed FPA 1200 con tecnologia LSN improved

Dettagli

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto 2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto previsto in Avvisi legali. 23 giugno 2014 Indice 3 Indice...5

Dettagli

Guida rapida Vodafone Internet Key K4607-Z. Progettata da Vodafone

Guida rapida Vodafone Internet Key K4607-Z. Progettata da Vodafone Guida rapida Vodafone Internet Key K4607-Z Progettata da Vodafone Benvenuti nel mondo della comunicazione in mobilità 1 Benvenuti 2 Impostazione della Vodafone Internet Key 4 Windows 7, Windows Vista,

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

Progettare network AirPort con Utility AirPort. Mac OS X v10.5 + Windows

Progettare network AirPort con Utility AirPort. Mac OS X v10.5 + Windows Progettare network AirPort con Utility AirPort Mac OS X v10.5 + Windows 1 Indice Capitolo 1 3 Introduzione a AirPort 5 Configurare un dispositivo wireless Apple per l accesso a Internet tramite Utility

Dettagli

FS-1118MFP. Guida all'installazione dello scanner di rete

FS-1118MFP. Guida all'installazione dello scanner di rete FS-1118MFP Guida all'installazione dello scanner di rete Introduzione Informazioni sulla guida Informazioni sul marchio Restrizioni legali sulla scansione Questa guida contiene le istruzioni sull'impostazione

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

SIMATIC FM 351. Getting Started Edizione 02/2000

SIMATIC FM 351. Getting Started Edizione 02/2000 SIATIC F 351 Getting Started Edizione 02/2000 Le presenti informazioni guidano l utente, sulla base di un esempio concreto articolato in cinque fasi, nell esecuzione della messa in servizio fino ad ottenere

Dettagli

Dispositivi di comunicazione

Dispositivi di comunicazione Dispositivi di comunicazione Dati, messaggi, informazioni su vettori multipli: Telefono, GSM, Rete, Stampante. Le comunicazioni Axitel-X I dispositivi di comunicazione servono alla centrale per inviare

Dettagli

Sensore di temperatura ambiente TEMPSENSOR-AMBIENT

Sensore di temperatura ambiente TEMPSENSOR-AMBIENT Sensore di temperatura ambiente TEMPSENSOR-AMBIENT Istruzioni per l'installazione TempsensorAmb-IIT110610 98-0042610 Versione 1.0 IT SMA Solar Technology AG Indice Indice 1 Avvertenze su queste istruzioni.....................

Dettagli

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1-1/9 HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1 CARATTERISTICHE DI UN DATABASE SQL...1-2 Considerazioni generali... 1-2 Concetto di Server... 1-2 Concetto di Client... 1-2 Concetto di database SQL... 1-2 Vantaggi...

Dettagli

Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation

Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation Uno degli aspetti progettuali più importanti di un sistema Control4 è la rete. Una rete mal progettata, in molti casi, si tradurrà

Dettagli

Trasmissione Seriale e Parallela. Interfacce di Comunicazione. Esempio di Decodifica del Segnale. Ricezione e Decodifica. Prof.

Trasmissione Seriale e Parallela. Interfacce di Comunicazione. Esempio di Decodifica del Segnale. Ricezione e Decodifica. Prof. Interfacce di Comunicazione Università degli studi di Salerno Laurea in Informatica I semestre 03/04 Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/professori/auletta/ 2 Trasmissione

Dettagli

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci Manuale di Remote Desktop Connection Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci 2 Indice 1 Introduzione 5 2 Il protocollo Remote Frame Buffer 6 3 Uso di Remote Desktop

Dettagli

- Antivirus, Firewall e buone norme di comportamento

- Antivirus, Firewall e buone norme di comportamento Reti Di cosa parleremo? - Definizione di Rete e Concetti di Base - Tipologie di reti - Tecnologie Wireless - Internet e WWW - Connessioni casalinghe a Internet - Posta elettronica, FTP e Internet Browser

Dettagli

Istruzioni per l uso Guida software

Istruzioni per l uso Guida software Istruzioni per l uso Guida software Leggere subito Manuali per questa stampante...8 Preparazione per la stampa Installazione rapida...9 Conferma del metodo di connessione...11 Connessione di rete...11

Dettagli

ADC-20/ADC-24. Registratori di dati ad alta risoluzione. Manuale d'uso. adc20.it r4 Copyright 2005-2013 Pico Technology Limited. All rights reserved.

ADC-20/ADC-24. Registratori di dati ad alta risoluzione. Manuale d'uso. adc20.it r4 Copyright 2005-2013 Pico Technology Limited. All rights reserved. ADC-20/ADC-24 Registratori di dati ad alta risoluzione Manuale d'uso I Indice Indice 1 Introduzione...1...1 1 Panoramica 2 Informazioni...2...2 1 Avviso sulla sicurezza...3 2 Informazioni leg ali...3 3

Dettagli

Reti di Telecomunicazione Lezione 7

Reti di Telecomunicazione Lezione 7 Reti di Telecomunicazione Lezione 7 Marco Benini Corso di Laurea in Informatica marco.benini@uninsubria.it Il protocollo Programma della lezione file transfer protocol descrizione architetturale descrizione

Dettagli

Descrizione del prodotto

Descrizione del prodotto Dati tecnici 2CDC501067D0901 ABB i-bus KNX Descrizione del prodotto Gli alimentatori di linea KNX con bobina integrata generano e controllano la tensione del sistema KNX (SELV). Con la bobina integrata

Dettagli

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Protocolli di rete Sommario Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Configurazione statica e dinamica

Dettagli

Guida all'installazione Powerline AV+ 500 Nano XAV5601

Guida all'installazione Powerline AV+ 500 Nano XAV5601 Guida all'installazione Powerline AV+ 500 Nano XAV5601 2011 NETGEAR, Inc. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte della presente pubblicazione può essere riprodotta, trasmessa, trascritta, archiviata

Dettagli

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A Leggere attentamente questo manuale prima dell utilizzo e conservarlo per consultazioni future Via Don Arrigoni, 5 24020 Rovetta

Dettagli

iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti

iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti iphone è pronto per le aziende. Supporta Microsoft Exchange ActiveSync, così come servizi basati su standard, invio e ricezione di e-mail, calendari

Dettagli

MIB PER IL CONTROLLO DELLO STATO DI UN SERVER FTP

MIB PER IL CONTROLLO DELLO STATO DI UN SERVER FTP Università degli Studi di Pisa Facoltà di Scienze Matematiche,Fisiche e Naturali Corso di Laurea in Informatica Michela Chiucini MIB PER IL CONTROLLO DELLO STATO DI UN SERVER

Dettagli

FileMaker Server 13. Guida introduttiva

FileMaker Server 13. Guida introduttiva FileMaker Server 13 Guida introduttiva 2007-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker e Bento sono marchi

Dettagli

Manuale d'uso per Nokia Image Viewer SU-5. 9356197 Edizione 1

Manuale d'uso per Nokia Image Viewer SU-5. 9356197 Edizione 1 Manuale d'uso per Nokia Image Viewer SU-5 9356197 Edizione 1 DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ Noi, NOKIA CORPORATION, dichiariamo sotto la nostra esclusiva responsabilità che il prodotto SU-5 è conforme alle

Dettagli

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente 2015 Seagate Technology LLC. Tutti i diritti riservati. Seagate, Seagate Technology, il logo Wave e FreeAgent sono marchi depositati o marchi registrati

Dettagli

Access point wireless Cisco Small Business serie 500

Access point wireless Cisco Small Business serie 500 Scheda tecnica Access point wireless Cisco Small Business serie 500 Connettività Wireless-N, prestazioni elevate, implementazione semplice e affidabilità di livello aziendale Caratteristiche principali

Dettagli

Funzioni nuove e modificate

Funzioni nuove e modificate Gigaset S675 IP, S685 IP, C470 IP, C475 IP: Funzioni nuove e modificate Questo documento integra il manuale di istruzioni dei telefoni VoIP Gigaset: Gigaset C470 IP, Gigaset C475 IP, Gigaset S675 IP e

Dettagli

Istruzioni per l uso Sartorius

Istruzioni per l uso Sartorius Istruzioni per l uso Sartorius Descrizione dell interfaccia per le bilance Entris, ED, GK e GW Indice Impiego previsto Indice.... 2 Impiego previsto.... 2 Funzionamento.... 2 Uscita dati.... 3 Formato

Dettagli

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP.

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP. Configurazione di indirizzi IP statici multipli Per mappare gli indirizzi IP pubblici, associandoli a Server interni, è possibile sfruttare due differenti metodi: 1. uso della funzione di Address Translation

Dettagli

Manuale d'istruzioni. Alimentatore DC Programmabile 200 Watt (40 Volt / 5 Amp) Modello 382280

Manuale d'istruzioni. Alimentatore DC Programmabile 200 Watt (40 Volt / 5 Amp) Modello 382280 Manuale d'istruzioni Alimentatore DC Programmabile 200 Watt (40 Volt / 5 Amp) Modello 382280 382280 Introduzione Congratulazioni per aver acquistato l'alimentatore DC Programmabile 382280 della Extech.

Dettagli

Modulo 11. Il livello trasporto ed il protocollo TCP Indice

Modulo 11. Il livello trasporto ed il protocollo TCP Indice Pagina 1 di 14 Il livello trasporto ed il protocollo TCP Indice servizi del livello trasporto multiplexing/demultiplexing trasporto senza connesione: UDP principi del trasferimento dati affidabile trasporto

Dettagli

Nota di applicazione: impostazione della comunicazione

Nota di applicazione: impostazione della comunicazione Nota di applicazione: impostazione della comunicazione Questa nota di applicazione descrive come installare e impostare la comunicazione tra l'inverter e il server di monitoraggio SolarEdge. Questo documento

Dettagli

Documentazione didattica SCE per una soluzione di automazione omogenea Totally Integrated Automation (TIA)

Documentazione didattica SCE per una soluzione di automazione omogenea Totally Integrated Automation (TIA) Documentazione didattica SCE per una soluzione di automazione omogenea Totally Integrated Automation (TIA) Siemens Automation Cooperates with Education Modulo TIA Portal 020-011 Avvio alla programmazione

Dettagli

Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink

Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink Questa guida riporta i passi relativi all'installazione ed all'utilizzo dell'app "RxCamLink" per il collegamento remoto in mobilità a sistemi TVCC basati

Dettagli

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni sul

Dettagli

Inizializzazione degli Host. BOOTP e DHCP

Inizializzazione degli Host. BOOTP e DHCP BOOTP e DHCP a.a. 2002/03 Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/~auletta/ Università degli studi di Salerno Laurea e Diploma in Informatica 1 Inizializzazione degli Host Un

Dettagli

La configurazione degli indirizzi IP. Configurazione statica, con DHCP, e stateless

La configurazione degli indirizzi IP. Configurazione statica, con DHCP, e stateless La configurazione degli indirizzi IP Configurazione statica, con DHCP, e stateless 1 Parametri essenziali per una stazione IP Parametri obbligatori Indirizzo IP Netmask Parametri formalmente non obbligatori,

Dettagli

Manuale istruzioni. 01942 Comunicatore GSM-BUS

Manuale istruzioni. 01942 Comunicatore GSM-BUS Manuale istruzioni 01942 Comunicatore GSM-BUS Indice 1. Descrizione 2 2. Campo di applicazione 2 3. Contenuto della confezione 2 4. Vista frontale 3 5. Funzione dei tasti e led 4 6. Operazioni preliminari

Dettagli

Safety Integrated per utenti non esperti SINAMICS. Convertitore SINAMICS G Safety Integrated per utenti non esperti

Safety Integrated per utenti non esperti SINAMICS. Convertitore SINAMICS G Safety Integrated per utenti non esperti Rischi e pericoli negli impianti e nelle macchine 1 Azionamenti con "Safety Integrated" nell'applicazione 2 SINAMICS Convertitore SINAMICS G Safety Integrated per utenti non esperti Panoramica delle funzioni

Dettagli

Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER

Installazione ed attivazione della SUITE OFFIS versione SERVER Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER Premessa La versione server di OFFIS può essere installata e utilizzata indifferentemente da PC/Win o Mac/Osx e consente l'accesso contemporaneo

Dettagli

Luca Mari, Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori) appunti delle lezioni. Architetture client/server: applicazioni client

Luca Mari, Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori) appunti delle lezioni. Architetture client/server: applicazioni client Versione 25.4.05 Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori): appunti delle lezioni Architetture client/server: applicazioni client 1 Architetture client/server: un esempio World wide web è un

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Informazione tecnica SUNNY CENTRAL COMMUNICATION CONTROLLER

Informazione tecnica SUNNY CENTRAL COMMUNICATION CONTROLLER Informazione tecnica SUNNY CENTRAL COMMUNICATION CONTROLLER Contenuto Sunny Central Communication Controller è un componente integrale dell inverter centrale che stabilisce il collegamento tra l inverter

Dettagli

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1 Glossario... 3 2 Presentazione... 4 3 Quando procedere al ripristino

Dettagli

XM100GSM SCHEDA GSM PER CENTRALI SERIE XM

XM100GSM SCHEDA GSM PER CENTRALI SERIE XM 1 Stato del combinatore direttamente sul display della Consolle XM Interrogazione credito residuo tramite SMS e inoltro SMS ricevuti Messaggi di allarme pre-registrati Completa integrazione con centrali

Dettagli

Le Reti Informatiche

Le Reti Informatiche Le Reti Informatiche modulo 10 Prof. Salvatore Rosta www.byteman.it s.rosta@byteman.it 1 Nomenclatura: 1 La rappresentazione di uno schema richiede una serie di abbreviazioni per i vari componenti. Seguiremo

Dettagli

SIMATIC WinCC Runtime Professional ARCHITETTURE. Versione 1.0 03/2014

SIMATIC WinCC Runtime Professional ARCHITETTURE. Versione 1.0 03/2014 SIMATIC WinCC Runtime Professional V13 ARCHITETTURE Ronald Lange (Inventor 2011) TIA Portal: Automation Software that Fits Together As Perfectly As Lego Blocks Versione 1.0 03/2014 - Architetture Novità

Dettagli

Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi. Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione.

Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi. Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione. Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione. Indice Trovare le informazioni necessarie... 3 Ripristino e backup... 4 Cos'è il ripristino

Dettagli

Manuale di configurazione per iphone

Manuale di configurazione per iphone Manuale di configurazione per iphone Notariato.it e.net (Iphone 2G e 3G) 2 PREMESSA Il presente manuale ha lo scopo di fornire le indicazioni per la configurazione del terminale IPhone 2G e 3G per ricevere

Dettagli

Gestione posta elettronica (versione 1.1)

Gestione posta elettronica (versione 1.1) Gestione posta elettronica (versione 1.1) Premessa La presente guida illustra le fasi da seguire per una corretta gestione della posta elettronica ai fini della protocollazione in entrata delle mail (o

Dettagli

Test di comunicazione tra due LOGO! 0BA7: Master - Master

Test di comunicazione tra due LOGO! 0BA7: Master - Master Industry Test di comunicazione tra due LOGO! 0BA7: Master - Master Dispositivi utilizzati: - 2 LOGO! 0BA7 (6ED1 052-1MD00-0AB7) - Scalance X-208 LOGO! 0BA7 Client IP: 192.168.0.1 LOGO! 0BA7 Server IP:

Dettagli

Routing (instradamento) in Internet. Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi:

Routing (instradamento) in Internet. Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi: Routing (instradamento) in Internet Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi: Stub AS: istituzione piccola Multihomed AS: grande istituzione (nessun ( transito Transit AS: provider

Dettagli

ATA MEDIATRIX 2102 GUIDA ALL INSTALLAZIONE

ATA MEDIATRIX 2102 GUIDA ALL INSTALLAZIONE ATA MEDIATRIX 2102 GUIDA ALL INSTALLAZIONE Mediatrix 2102 ATA Guida all installazione EUTELIAVOIP Rev1-0 pag.2 INDICE SERVIZIO EUTELIAVOIP...3 COMPONENTI PRESENTI NELLA SCATOLA DEL MEDIATRIX 2102...3 COLLEGAMENTO

Dettagli

Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto

Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto Augusto Scatolini (webmaster@comunecampagnano.it) Ver. 1.0 (marzo 2009) ultimo aggiornamento aprile 2009 Easy Peasy è una distribuzione

Dettagli

GESTIONE DELLA E-MAIL

GESTIONE DELLA E-MAIL GESTIONE DELLA E-MAIL Esistono due metodologie, completamente diverse tra loro, in grado di consentire la gestione di più caselle di Posta Elettronica: 1. tramite un'interfaccia Web Mail; 2. tramite alcuni

Dettagli

MANUALE TECNICO 080406 E SMS

MANUALE TECNICO 080406 E SMS IT MANUALE TECNICO 080406 E SMS MANUALE DI INSTALLAZIONE ED USO INTRODUZIONE. Il combinatore E-SMS offre la possibilità di inviare sms programmabili a numeri telefonici preimpostati e di attivare uscite

Dettagli

Confronto tra switch gestiti stackable per PMI Cisco D-Link Hewlett-Packard Netgear

Confronto tra switch gestiti stackable per PMI Cisco D-Link Hewlett-Packard Netgear Report dettagliato dei test di laboratorio DR120911 Confronto tra switch gestiti stackable per PMI Cisco D-Link Hewlett-Packard Netgear 12 ottobre 2012 Miercom www.miercom.com Sommario 1.0 Executive Summary...

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

MANUALE D USO. Modem ADSL/FIBRA

MANUALE D USO. Modem ADSL/FIBRA MANUALE D USO Modem ADSL/FIBRA Copyright 2014 Telecom Italia S.p.A.. Tutti i diritti sono riservati. Questo documento contiene informazioni confidenziali e di proprietà Telecom Italia S.p.A.. Nessuna parte

Dettagli

Uninterruptible Power Supply ERA LCD 0.65 ERA LCD 0.85 ERA LCD 1.1. Manuale utente

Uninterruptible Power Supply ERA LCD 0.65 ERA LCD 0.85 ERA LCD 1.1. Manuale utente Uninterruptible Power Supply ERA LCD 0.65 ERA LCD 0.85 ERA LCD 1.1 Manuale utente Indice Avvisi di Sicurezza... 2 1 Introduzione... 3 2 Caratteristiche Generali... 3 3 Ricevimento e Collocazione... 4

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 6 1.1 Informazioni sul software... 6

Dettagli

Caratteristiche principali

Caratteristiche principali Il regolatore semaforico Hydra nasce nel 1998 per iniziativa di CTS Engineering. Ottenute le necessarie certificazioni, già dalla prima installazione Hydra mostra sicurezza ed affidabilità, dando avvio

Dettagli

Nuovo metodo per l'installazione delle stampanti su Windows

Nuovo metodo per l'installazione delle stampanti su Windows Nuovo metodo per l'installazione delle stampanti su Windows Questo documento illustra come installare una stampante in ambiente Windows con un nuovo metodo. Il vecchio metodo, principalmente consigliato

Dettagli

Boot Camp Guida di installazione e configurazione

Boot Camp Guida di installazione e configurazione Boot Camp Guida di installazione e configurazione Indice 3 Introduzione 4 Panoramica dell'installazione 4 Passo 1: Verificare la presenza di aggiornamenti 4 Passo 2: Per preparare il Mac per Windows 4

Dettagli

Il World Wide Web: nozioni introduttive

Il World Wide Web: nozioni introduttive Il World Wide Web: nozioni introduttive Dott. Nicole NOVIELLI novielli@di.uniba.it http://www.di.uniba.it/intint/people/nicole.html Cos è Internet! Acronimo di "interconnected networks" ("reti interconnesse")!

Dettagli

Parametrizzazione, progettazione e visualizzazione con SIRIUS

Parametrizzazione, progettazione e visualizzazione con SIRIUS Parametrizzazione, progettazione e visualizzazione con SIRIUS /2 Introduzione /5 Soft Starter ES /8 Biblioteca di blocchi softstarter SIRIUS RW44 per SIMATIC PCS 7 /10 Motor Starter ES /1 Biblioteca di

Dettagli

VIP X1/VIP X2 Server video di rete

VIP X1/VIP X2 Server video di rete VIP X1/VIP X2 Server video di rete IT 2 VIP X1/VIP X2 Guida all'installazione rapida Attenzione Leggere sempre attentamente le misure di sicurezza necessarie contenute nel relativo capitolo del manuale

Dettagli

SIMATIC WinCC Runtime Professional ARCHITETTURE. Versione 1.0 04/2013

SIMATIC WinCC Runtime Professional ARCHITETTURE. Versione 1.0 04/2013 SIMATIC WinCC Runtime Professional V12 ARCHITETTURE Ronald Lange (Inventor 2011) TIA Portal: Automation Software that Fits Together As Perfectly As Lego Blocks Versione 1.0 04/2013 - Architetture Novità

Dettagli

Controllare un nastro trasportatore fischertechnik con Arduino

Controllare un nastro trasportatore fischertechnik con Arduino TITOLO ESPERIENZA: Controllare un nastro trasportatore fischertechnik con Arduino PRODOTTI UTILIZZATI: OBIETTIVO: AUTORE: RINGRAZIAMENTI: Interfacciare e controllare un modello di nastro trasportatore

Dettagli

Wi-Fi Personal Bridge 150 AP Router Portatile Wireless

Wi-Fi Personal Bridge 150 AP Router Portatile Wireless AP Router Portatile Wireless HNW150APBR www.hamletcom.com Indice del contenuto 1 Introduzione 8 Caratteristiche... 8 Requisiti dell apparato... 8 Utilizzo del presente documento... 9 Convenzioni di notazione...

Dettagli

1. FileZilla: installazione

1. FileZilla: installazione 1. FileZilla: installazione Dopo aver scaricato e salvato (sezione Download >Software Open Source > Internet/Reti > FileZilla_3.0.4.1_win32- setup.exe) l installer del nostro client FTP sul proprio computer

Dettagli

AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0

AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0 AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0 Con questo aggiornamento sono state implementate una serie di funzionalità concernenti il tema della dematerializzazione e della gestione informatica dei documenti,

Dettagli

ReadyNAS per reti domestiche

ReadyNAS per reti domestiche ReadyNAS per reti domestiche Manuale del software Modelli: Serie Ultra (2, 4, 6) Serie Ultra Plus (2, 4, 6) Pro Pioneer NVX Pioneer 350 East Plumeria Drive San Jose, CA 95134 USA Dicembre 2010 202-10764-01

Dettagli