Le opzioni. (1 parte) A cura di Stefano Zanchetta

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Le opzioni. (1 parte) A cura di Stefano Zanchetta"

Transcript

1 Le opzioni (1 parte) A cura di Stefano Zanchetta 1

2 Disclaimer La pubblicazione del presente documento non costituisce attività di sollecitazione del pubblico risparmio da parte di Borsa Italiana S.p.A. e non costituisce alcun giudizio, da parte della stessa, sull opportunità dell eventuale investimento descritto. Il presente documento non è da considerarsi esaustivo ma ha solo scopi informativi. I dati in esso contenuti possono essere utilizzati per soli fini personali. Borsa Italiana non deve essere ritenuta responsabile per eventuali danni, derivanti anche da imprecisioni e/o errori, che possano derivare all utente e/o a terzi dall uso dei dati contenuti nel presente documento. I marchi Borsa Italiana, Expandi, IDEM, MOT, MTA, MTF, STAR, SeDeX, All STARS, MIB, MIB 30, MIBTEL, MIDEX, IDEX, ITEX, BIt Club, Academy, MiniFIB, DDM, EuroMOT, Market Connect, NIS, nonché il marchio figurativo costituito da tre losanghe in obliquo sono di proprietà di Borsa Italiana S.p.A. Il marchio S&P è di proprietà di Mc Graw-Hill Companies Inc. Il marchio FTSE è di proprietà di London Stock Exhange plc e di Financial Times Limited ed è utilizzato da FTSE International Limited sotto licenza. Il marchio London Stock Exchange ed il relativo logo, nonché il marchio AIM sono di proprietà di London Stock Exchange plc. I suddetti marchi, nonchè gli ulteriori marchi di proprietà del Gruppo London Stock Exchange, non possono essere utilizzati senza il preventivo consenso scritto della società del Gruppo proprietaria del marchio. La società Borsa Italiana è sottoposta all'attività di direzione e coordinamento di London Stock Exchange Group plc. Le società controllate da Borsa Italiana sono sottoposte all attività di direzione e coordinamento di Borsa Italiana S.p.A. e di London Stock Exchange Group plc. Il Gruppo promuove e offre i servizi Post Negoziazione prestati da Cassa di Compensazione e Garanzia S.p.A. e da Monte Titoli S.p.A., secondo modalità eque, trasparenti e non discriminatorie e sulla base di criteri e procedure che assicurano l'interoperabilità, la sicurezza e la parità di trattamento tra infrastrutture di mercato, a tutti i soggetti che ne facciano domanda e siano a ciò qualificati in base alle norme nazionali e comunitarie e alle regole vigenti nonché alle determinazioni delle competenti Autorità. 2

3 Indice del corso - La liquidazione a termine e per contanti - I futures e le opzioni: differenze - Le opzioni - Moneyness, valore intrinseco e valore temporale - I fattori che influenzano il prezzo di un opzione 3

4 La liquidazione a termine e per contanti (1) La nascita del mercato Idem 1994 è un anno di svolta: liquidazione a termine liquidazione per contanti. Prima del 1994 liquidazione a termine: versamento della sola cauzione all intermediario (normalmente intorno al 50%) all atto di compravendita, alla liquidazione (15-45 giorni dopo) versamento del residuo rispetto all intero importo (effetto leva). In caso di operazione opposta prima della scadenza: nessun versamento del residuo e ritorno della cauzione. Dopo il 1994 in Italia per il mercato azionario versamento dell intero importo entro 5 gg. non più effetto leva. Contemporanea nascita del mercato Idem. Il primo future sull indice MIB30, il FIB30 è avvenuto il 28/11/94. 4

5 Indice del corso - La liquidazione a termine e per contanti - I futures e le opzioni: differenze - Le opzioni - Moneyness, valore intrinseco e valore temporale - I fattori che influenzano il prezzo di un opzione 5

6 I futures e le opzioni (1) I derivati si distinguono in future e opzioni; entrambi si riferiscono ad una attività sottostante, ma con modalità leggermente differenti: con l acquisto o la vendita di un future si acquista o si vende a termine l attività sottostante al contratto (nascita del rapporto obbligatorio alla stipula). Ex.1: Acquistando oggi un future a 1000 euro su una certa attività con scadenza a tre mesi compro oggi l attività a 1000 euro mentre riceverò l attività e liquiderò 1000 euro fra tre mesi. Ex.2: Vendendo oggi un future a 1000 euro su una certa attività con scadenza a tre mesi vendo oggi l attività a 1000 euro mentre consegnerò l attività e riceverò 1000 euro fra tre mesi. Le attività oggetto di contratto future in Italia sono l indice azionario FTSE MIB e l indice FTSE MIB Dividend. 6

7 I futures e le opzioni (2) Con l acquisto o la vendita di un opzione si acquista o si vende il diritto all acquisto o alla vendita a termine ad un certo prezzo di uno strumento finanziario (entro un periodo di tempo per l opzione di stile americano oppure ad una certa scadenza per l opzione di stile europeo). Ex: acquistando oggi un opzione d acquisto (call) a 10 euro su una certa attività con scadenza a tre mesi mi riservo il diritto (pagandolo 10 euro ) di acquistare o meno fra tre mesi ad un prezzo prefissato l attività sottostante al contratto. Ex: acquistando oggi un opzione di vendita (put) a 10 euro su una certa attività con scadenza a tre mesi mi riservo il diritto (pagandolo 10 euro ) di vendere o meno fra tre mesi ad un prezzo prefissato l attività sottostante al contratto. In Italia le attività oggetto di contratti di opzione call e put sono l indice di Borsa FTSE Mib e i principali titoli azionari quotati. 7

8 I futures e le opzioni (3) Se da una parte esiste il compratore della call (opzione d acquisto) o della put (opzione di vendita) dall altra esistono per forza le controparti che vendono i rispettivi diritti incassando il prezzo dell opzione. Il detentore di una posizione corta è soggetto, fino alla scadenza dell opzione, alla facoltà del compratore di acquistare o vendere l attività. Ex: In caso di vendita di un opzione d acquisto (call) a 10 euro si incassa il premio ma si dovrà vendere l attività sottostante al compratore del premio al prezzo concordato (lo strike) in caso di esercizio. Ex: In caso di vendita di un opzione di vendita (put) a 10 euro si incassa il premio ma si dovrà acquistare l attività sottostante al compratore del premio al prezzo concordato (lo strike) in caso di esercizio. 8

9 Indice del corso - La liquidazione a termine e per contanti - I futures e le opzioni: differenze - Le opzioni - Moneyness, valore intrinseco e valore temporale - I fattori che influenzano il prezzo di un opzione 9

10 Le opzioni (1) Elementi standard delle opzioni TIPO: un opzione è di tipo CALL se conferisce il diritto ad acquistare un attività finanziaria a condizioni prestabilite; un opzione è di tipo PUT se attribuisce il diritto a venderla. SOTTOSTANTE: è l attività finanziaria oggetto del diritto. NOMINALE: è il valore dell attività sottostante su cui il detentore dell opzione può esercitare il diritto. STRIKE: prezzo base o prezzo di esercizio, è il prezzo del sottostante a cui il detentore dell opzione può esercitare il diritto. SCADENZA: è l ultimo giorno in cui il diritto può essere esercitato. Dopo la scadenza l opzione cessa di esistere. STILE: un opzione è di stile europeo se è esercitabile solo alla scadenza, è di stile americano se è esercitabile in ogni momento prima della scadenza. 10

11 Le opzioni (2) Acquisto di un opzione Chi acquista un opzione ha il diritto ma non l obbligo di - acquistare opzione call - vendere opzione put una certa quantità taglio del contratto - di una una generica società sottostante dell opzione su titoli azionari - dell indice FTSE Mib sottostante dell opzione MIBO ad un prezzo prefissato prezzo di esercizio (strike price) - entro una certa data data esercizio opzione di stile americano (opzione su azioni) - ad una data prefissata data esercizio opzione di stile europeo (opzione MIBO) dietro pagamento di un premio. 11

12 Le opzioni (3) Vendita di un opzione (allo scoperto) Chi vende un opzione ha l obbligo di - vendere opzione call - acquistare opzione put una certa quantità lotto del contratto - di una una generica società sottostante dell opzione su titoli azionari - dell indice FTSE Mib sottostante dell opzione MIBO ad un prezzo prefissato prezzo di esercizio (strike price) - entro una certa data data esercizio opzione di stile americano (opzione su azioni) - ad una data prefissata data esercizio opzione di stile europeo (opzione MIBO) Per il diritto ceduto al compratore, il venditore incassa dallo stesso un premio. 12

13 Le opzioni (4) Le opzioni MIBO: specifiche contrattuali (1) Indice sottostante: indice FTSE Mib Stile dell'opzione: europeo Orario di negoziazione: dalle 9:00 alle 17:40 Quotazione: Il contratto di opzione sull'indice FTSE MIB è quotato in punti indice. Valore di un punto indice (moltiplicatore del contratto): 2,5 euro. Dimensione del contratto: la dimensione del contratto è data dal prodotto fra il valore del prezzo di esercizio (espresso in punti indice) ed il valore del moltiplicatore del contratto. Liquidazione del premio: la liquidazione del premio negoziato avviene esclusivamente per contanti il primo giorno lavorativo successivo alla data di negoziazione del contratto, per il tramite della Cassa di Compensazione e Garanzia. 13

14 Le opzioni (5) Le opzioni MIBO: specifiche contrattuali (2) Scadenze negoziate: in ciascuna seduta di contrattazione sono contemporaneamente quotate 12 scadenze: - le 4 scadenze trimestrali del ciclo marzo, giugno, settembre, dicembre; - le 2 scadenze mensili più vicine; - le 4 scadenze semestrali di giugno e dicembre dei 2 anni successivi a quello in corso; - le 2 scadenze annuali di dicembre del terzo e quarto anno successivi a quello in corso. Una nuova scadenza mensile (trimestrale o semestrale) viene quotata il primo giorno di borsa aperta successivo all'ultimo giorno di negoziazione della precedente scadenza mensile (trimestrale o semestrale). Giorno di scadenza: il contratto scade il terzo venerdì del mese di scadenza alle 9:05. Per ciascuna scadenza sino a 12 mesi i prezzi di esercizio sono generati con intervalli di 500 punti indice. Sono quotati ogni giorno su ciascuna scadenza negoziata almeno 15 prezzi di esercizio: 1 at the money, 7 in the money e 7 out of the money. Per ciascuna delle scadenze semestrali oltre i 12 mesi i prezzi di esercizio sono generati con intervalli di 1000 punti indice. Sono quotati ogni giorno su ciascuna scadenza negoziata almeno 21 prezzi di esercizio: 1 at the money, 10 in the money e 10 out of the money. Prezzi di chiusura giornalieri: prezzi di chiusura giornalieri sono determinati dalla Cassa di Compensazione. 14

15 Le opzioni (6) 1 CASO: Acquisto di una call su FTSEMIB 8000 Posizione a scadenza Caratteristiche del contratto: prezzo: 1000 p.ti indice (2500 euro) scadenza: 2 mesi strike price: p.ti indice valore corrente dell indice: punti P.to di partenza Opinione sull evoluzione del mercato: rialzista Profilo di rischio: rischio limitato all esborso del premio pagato per l opzione (non potrò in nessun caso perdere più di 2500 euro) Possibilità teorica di guadagno: illimitata (in caso di rialzo) 15

16 Le opzioni (7) 2 CASO: Acquisto di una put su FTSEMIB 8000 Posizione a scadenza Caratteristiche del contratto: 6000 prezzo: 1000 p.ti indice (2500 euro) scadenza: mese prossimo strike price: valore corrente dell indice: punti p.to di partenza Opinione sull evoluzione del mercato: ribassista Profilo di rischio: rischio limitato all esborso del premio pagato per l opzione (non potrò in nessun caso perdere più di 2500 euro) Possibilità teorica di guadagno: molto elevata (in caso di ribasso) 16

17 Le opzioni (8) 3 CASO: Vendita di una call su FTSEMIB Caratteristiche del contratto : prezzo: 1000 p.ti indice (2500 euro) scadenza: mese prossimo strike price: valore corrente dell indice: punti Posizione a scadenza p.todi partenza Opinione sull evoluzione del mercato: ribassista ( FTSEMIB inferiore a 33000) Profilo di rischio: rischio potenzialmente illimitato (in caso di rialzo) Possibilità teorica di guadagno: limitato al premio incassato (2500 euro) 17

18 Le opzioni (9) 4 CASO: Vendita di una put su FTSEMIB Caratteristiche del contratto: prezzo: 1000 p.ti indice (2500 euro) scadenza: 2 mesi strike price: valore corrente dell indice: punti Posizione a scadenza p.to di partenza Opinione sull evoluzione del mercato: rialzista (FTSEMIB superiore a ) Profilo di rischio: rischio molto elevato (in caso di ribasso) Possibilità teorica di guadagno: limitato al premio incassato (2500 euro) 18

19 Le opzioni (10) Riassumiamo quanto già osservato: Acquirente Venditore Future sull indice di borsa - guadagno potenzialmente illimitato - perdita potenzialmente illimitata - guadagno potenzialmente illimitato - perdita potenzialmente illimitata Opzioni call/put su azioni e su indice di borsa - guadagno potenzialmente illimitato (per CALL) o elevatissimo (per PUT) - perdita limitata a quanto inizialmente investito (=premio) - guadagno massimo pari al premio incassato - perdita potenzialmente illimitata (per CALL) o elevatissima (per PUT) 19

20 Indice del corso - La liquidazione a termine e per contanti - I futures e le opzioni: differenze - Le opzioni - Moneyness, valore intrinseco e valore temporale - I fattori che influenzano il prezzo di un opzione 20

21 Moneyness, valore intrinseco e valore temporale (1) Moneyness Moneyness identifica lo status corrente di un opzione rispetto alla quotazione del momento dell attività sottostante. Infatti la differenza tra il prezzo del sottostante (S) e il prezzo di esercizio (E) nel caso di una call, o viceversa per una put, determina se l opzione è da considerarsi In The Money, At The Money o Out of the Money. In qualsiasi momento della vita dell opzione si può definire che Call Put Pr.sottostante> strike In the money Out of the money Pr.sottostante= strike At the money At the money Pr.sottostante< strike Out of the money In the money 21

22 Moneyness, valore intrinseco e valore temporale (2) Le componenti del valore di un opzione (= premio) sono: Valore dell opzione (Premio) = Valore Intrinseco + Valore Temporale dove: Valore Intrinseco (VI): è la parte In The Money dell opzione, ovvero il profitto (al lordo del premio) che il possessore dell opzione riceverebbe dal venditore qualora l opzione venisse esercitata in un dato momento Valore Temporale (VT): è quel valore riconosciuto all opzione prima della sua scadenza che riflette la probabilità di movimenti favorevoli del prezzo del sottostante per il detentore dell opzione. 22

23 Moneyness, valore intrinseco e valore temporale (3) Il valore intrinseco Il valore intrinseco è così calcolato: opzione Call VI call = prezzo del sottostante - strike call opzione Put VI put = strike put - prezzo del sottostante Quando la differenza è minore o uguale a zero l opzione non ha alcun valore intrinseco. In altri termini se l opzione è out of the money ha solo valore temporale VI > 0 l opzione è In The Money Ex: Acquisto di una call base 110 quando il titolo sottostante vale 100 l opzione è out of the money valore intrinseco nullo Ex: Acquisto di una call base 90 quando il titolo sottostante vale 100 il valore intrinseco è pari a =10 23

24 Moneyness, valore intrinseco e valore temporale (4) Il valore temporale Il Valore Temporale (VT) dipende dalle seguenti variabili: Durata residua dell opzione Variabilità attesa del prezzo del sottostante (volatilità futura) Il Valore Temporale, per una call che per una put, può essere così determinato VT = Premio opzione - VI Alla data di esercizio tutte le opzioni devono avere un valore uguale al loro Valore intrinseco mentre il Valore temporale è uguale a zero il Valore temporale decresce all avvicinarsi della scadenza 24

25 Indice del corso - La liquidazione a termine e per contanti - I futures e le opzioni: differenze - Le opzioni - Moneyness, valore intrinseco e valore temporale - I fattori che influenzano il prezzo di un opzione 25

26 I fattori che influenzano il prezzo di un opzione (1) I fattori che influenzano il prezzo di un opzione sono: 1. prezzo corrente dell attività sottostante; 2. prezzo di esercizio; 3. volatilità del prezzo dell attività sottostante; 4. vita residua dell opzione; 5. dividendi attesi durante la vita dell opzione; 6. tasso d interesse privo di rischio (tasso free-risk). 26

27 I fattori che influenzano il prezzo di un opzione (2) Fattore di mercato Valore CALL (teorico) Valore PUT (teorico) Prezzo attività sottostante ( ) aumenta (diminuisce) diminuisce (aumenta) Strike + (-) inferiore (maggiore) maggiore (inferiore) Volatilità ( ) aumenta (diminuisce) aumenta (diminuisce) Vita residua + ( ) maggiore (diminuisce) maggiore (diminuisce) Dividendi attesi ( ) diminuisce (aumenta) Aumenta (diminuisce) Tasso free-risk ( ) aumenta (diminuisce) diminuisce (aumenta) 27

Le opzioni come strumento di copertura del portafoglio

Le opzioni come strumento di copertura del portafoglio Le opzioni come strumento di copertura del portafoglio BORSA ITALIANA S.p.A. Derivatives Markets Private Investors Business Development Relatore: Gabriele Villa Disclaimer La pubblicazione del presente

Dettagli

FIB Futures sull'indice FTSE MIB

FIB Futures sull'indice FTSE MIB IDEM I Prodotti FIB Futures sull'indice FTSE MIB Indice sottostante FTSE MIB Orario di Asta di apertura: 8.30 9.00 (9.00.00 9.00.59) Negoziazione continua: 9.00 17.40 Quotazione Valore di un punto indice

Dettagli

SeDeX. Covered Warrant e Leverage Certificate

SeDeX. Covered Warrant e Leverage Certificate SeDeX Covered Warrant e Leverage Certificate Prodotti con effetto leva per accrescere il potenziale del proprio portafoglio. SeDeX Introduzione Questi prodotti amplificano al rialzo e al ribasso le performance

Dettagli

AGREX I futures su grano duro di Borsa Italiana

AGREX I futures su grano duro di Borsa Italiana AGREX I futures su grano duro di Borsa Italiana Qualità del grano sottostante al contratto futures Grano duro di ogni origine, sano, leale, mercantile. Conformità alla normativa igienico sanitaria dell

Dettagli

DERIVATI REGOLAMENTATI OPZIONI E FUTURES ORARIO DI NEGOZIAZIONE : 9,00 17,40

DERIVATI REGOLAMENTATI OPZIONI E FUTURES ORARIO DI NEGOZIAZIONE : 9,00 17,40 DERIVATI REGOLAMENTATI OPZIONI E FUTURES ORARIO DI NEGOZIAZIONE : 9,00 17,40 LE OPZIONI - Definizione Le opzioni sono contratti finanziari che danno al compratore il diritto, ma non il dovere, di comprare,

Dettagli

ETFplus La migrazione sulla piattaforma Millenium

ETFplus La migrazione sulla piattaforma Millenium ETFplus La migrazione sulla piattaforma Millenium Evoluzione del mercato ETFplus 2002 Quotazione 1 ETF sulla piattaforma Affari gestita da SIA novembre 2007 Gestione della piattaforma Affari passa a Borsa

Dettagli

g i v e t h e r i g h t d i r e c t i o n t o y o u r i n v e s t m e n t V e h i c l e MIV Il mercato degli Investment Vehicles

g i v e t h e r i g h t d i r e c t i o n t o y o u r i n v e s t m e n t V e h i c l e MIV Il mercato degli Investment Vehicles g i v e t h e r i g h t d i r e c t i o n t o y o u r i n v e s t m e n t V e h i c l e MIV Il mercato degli Investment Vehicles Overview MIV (Mercato degli Investment Vehicles) è il mercato regolamentato

Dettagli

Aggiornamento Gennaio 2011. u n a o p p o r t u n i t à p e r i l r a f f o r z a m e n t o p a t r i m o n i a l e.

Aggiornamento Gennaio 2011. u n a o p p o r t u n i t à p e r i l r a f f o r z a m e n t o p a t r i m o n i a l e. Aggiornamento Gennaio 2011 u n a o p p o r t u n i t à p e r i l r a f f o r z a m e n t o p a t r i m o n i a l e Azioni Sviluppo Azioni Sviluppo Ringraziamenti Si ringraziano lo Studio Legale Bonelli

Dettagli

U n o r d i n e s u m i s u r a p e r o g n i t a g l i a. Le funzionalità Cross Order e Block Trade Facilities sui mercati cash

U n o r d i n e s u m i s u r a p e r o g n i t a g l i a. Le funzionalità Cross Order e Block Trade Facilities sui mercati cash U n o r d i n e s u m i s u r a p e r o g n i t a g l i a Le funzionalità Cross Order e Block Trade Facilities sui mercati cash Introduzione I Cross Order e i Block Trade Facilities (BTF) sono due nuove

Dettagli

CC&G T2S Deposito e restituzione delle garanzie in titoli

CC&G T2S Deposito e restituzione delle garanzie in titoli CC&G T2S Deposito e restituzione delle garanzie in titoli delle garanzie in titoli 1.0 Introduzione 3 2.0 Movimentazione in T2S 3 3.0 Criteri di riscontro in T2S 5 3.1 Campi Obbligatori 5 3.2 Campi Addizionali

Dettagli

La quotazione dei fondi aperti in Borsa Italiana. Borsa Italiana

La quotazione dei fondi aperti in Borsa Italiana. Borsa Italiana La quotazione dei fondi aperti in La quotazione dei fondi in Borsa Obiettivo: Creare un mercato telematico per la negoziazione di quote di fondi UCITS da parte di tutti gli aderenti al mercato ETFplus

Dettagli

ExtraMOT PRO. La risposta di Borsa Italiana alle esigenze di funding delle PMI

ExtraMOT PRO. La risposta di Borsa Italiana alle esigenze di funding delle PMI ExtraMOT PRO La risposta di Borsa Italiana alle esigenze di funding delle PMI ExtraMOT PRO 1. I mercati obbligazionari di Borsa Italiana 2. Perchè quotarsi su ExtraMOT PRO 3. ExtraMOT PRO, finalità e caratteristiche

Dettagli

Indice 1.0 PREMESSA 4 2.0 SCOPO DEL COLLAUDO 4 3.0 ORGANIZZAZIONE DEI TEST 4. 4.0 Adempimenti attesi 5. 5.0 Assistenza al collaudo 5. 6.

Indice 1.0 PREMESSA 4 2.0 SCOPO DEL COLLAUDO 4 3.0 ORGANIZZAZIONE DEI TEST 4. 4.0 Adempimenti attesi 5. 5.0 Assistenza al collaudo 5. 6. Harmonization Custody - Reorganisations Armonizzazione delle Corporate Actions on Stocks (Reorganizations) alla modifica del ciclo di regolamento a T + 2 Piano delle Prove Luglio 2014 Indice 1.0 PREMESSA

Dettagli

AGREX. Agricultural Derivatives Exchange: Coltiva le tue opportunità di crescita

AGREX. Agricultural Derivatives Exchange: Coltiva le tue opportunità di crescita AGREX Agricultural Derivatives Exchange: Coltiva le tue opportunità di crescita AGREX AGREX (Agricultural Derivatives Exchange) è il nuovo segmento di derivati su merci agricole di IDEM, il mercato dei

Dettagli

Monte Titoli. Procedura di gestione delle insolvenze. Descrizione della procedura

Monte Titoli. Procedura di gestione delle insolvenze. Descrizione della procedura Monte Titoli Procedura di gestione delle insolvenze Descrizione della procedura Versione 1.0 9 aprile 2013 PREMESSA L obiettivo del documento è quello di descrivere la procedura di gestione dell insolvenza

Dettagli

IN VIGORE DALL 1 GENNAIO 2009. Corrispettivi di ammissione e quotazione

IN VIGORE DALL 1 GENNAIO 2009. Corrispettivi di ammissione e quotazione IN VIGORE DALL 1 GENNAIO 2009 Corrispettivi di ammissione e quotazione Indice Pagina 1. Azioni 1.1 Prima quotazione o ammissione... 3 1.2 Corrispettivo semestrale... 5 2. Obbligazioni 2.1 Obbligazioni

Dettagli

Il mercato Italiano degli ETF: struttura, prospettive e. Demis Todeschini ETF product specialist Borsa Italiana, London Stock Exchange Group

Il mercato Italiano degli ETF: struttura, prospettive e. Demis Todeschini ETF product specialist Borsa Italiana, London Stock Exchange Group Il mercato Italiano degli ETF: struttura, prospettive e confronto nel panorama Europeo Demis Todeschini ETF product specialist Borsa Italiana, London Stock Exchange Group Indice degli argomenti 1. Overview

Dettagli

Le Opzioni. Caratteristiche delle opzioni. Sottostante

Le Opzioni. Caratteristiche delle opzioni. Sottostante Le Caratteristiche delle opzioni...1 I fattori che influenzano il prezzo di un opzione...4 Strategie di investimento con le opzioni...5 Scadenza delle opzioni...6 Future Style...7 Schede prodotto...8 Mercato

Dettagli

Strumenti derivati. Strumenti finanziari il cui valore dipende dall andamento del prezzo di un attività sottostante Attività sottostanti:

Strumenti derivati. Strumenti finanziari il cui valore dipende dall andamento del prezzo di un attività sottostante Attività sottostanti: Strumenti derivati Strumenti finanziari il cui valore dipende dall andamento del prezzo di un attività sottostante Attività sottostanti: attività finanziarie (tassi d interesse, indici azionari, valute,

Dettagli

ETFplus il mercato italiano degli ETF

ETFplus il mercato italiano degli ETF ETFplus il mercato italiano degli ETF Silvia Bosoni Borsa Italiana Rimini, 19 maggio 2011 Indice degli argomenti 1. Evoluzione e struttura del mercato italiano degli ETF 2. Overview del mercato ETFplus:

Dettagli

ExtraMOT PRO. La risposta di Borsa Italiana alle esigenze di funding delle corporate italiane. Borsa Italiana

ExtraMOT PRO. La risposta di Borsa Italiana alle esigenze di funding delle corporate italiane. Borsa Italiana ExtraMOT PRO La risposta di Borsa Italiana alle esigenze di funding delle corporate italiane Borsa Italiana I mercati obbligazionari gestiti da Borsa Italiana MOT (Mercato Regolamentato) DomesticMOT (Monte

Dettagli

AIM Italia/Mercato Alternativo del Capitale. Disposizioni di attuazione per le Società di investimento. 1 m ar zo 2 0 1 2

AIM Italia/Mercato Alternativo del Capitale. Disposizioni di attuazione per le Società di investimento. 1 m ar zo 2 0 1 2 AIM Italia/Mercato Alternativo del Capitale Disposizioni di attuazione per le Società di investimento 1 m ar zo 2 0 1 2 Disposizioni di attuazione per le società di investimento Contenuti 1. Introduzione...

Dettagli

AIM Italia. Il mercato per fare impresa

AIM Italia. Il mercato per fare impresa AIM Italia Il mercato per fare impresa AIM Italia L accesso al capitale è un elemento fondamentale per lo sviluppo di ogni impresa. Dedicato alle PMI che vogliono investire nella propria crescita Un mercato

Dettagli

AGREX- Agricultural Derivatives Exchange

AGREX- Agricultural Derivatives Exchange c o lt i va l e t u e o p p o r t u n i t à d i c r e s c i ta AGREX- Agricultural Derivatives Echange 1 AGREX porta notevoli benefici al mercato: Sistema di Garanzia con Controparte Centrale Ambiente

Dettagli

Nuove strategie di trading con le opzioni del mercato IDEM

Nuove strategie di trading con le opzioni del mercato IDEM Nuove strategie di trading con le opzioni del mercato IDEM Gabriele VILLA Responsabile Business Development Investitori Privati Stefania FAIELLA Derivatives Markets Products and Indices Borsa Italiana

Dettagli

CC&G T2S Deposito e Restituzione delle garanzie

CC&G T2S Deposito e Restituzione delle garanzie CC&G T2S Deposito e Restituzione delle garanzie 1.0 Sommario 1.0 Sommario 2 2.0 Overview 3 3.0 T2S: Deposito/Restituzione garanzie a copertura dei Margini 3 4.0 Criteri di riscontro in T2S 3 4.1 Campi

Dettagli

INTERNET CLE@RING WORK STATION (ICWS)

INTERNET CLE@RING WORK STATION (ICWS) INTERNET CLE@RING WORK STATION (ICWS) MANUALE D USO Versione 3.4 Sommario 1.0 INTRODUZIONE... 4 2.0 AMBIENTE DI LAVORO... 4 3.0 AVVIO DELL APPLICAZIONE... 4 4.0 REPORT... 5 4.1 DEFAULT FUND... 5 4.2 DATA

Dettagli

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici PREFAZIONE Il mercato italiano dei prodotti derivati 1. COSA SONO LE OPZIONI? Sottostante Strike

Dettagli

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni MTA Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni L accesso ai mercati dei capitali ha permesso a Campari di percorrere una strategia di successo per l espansione e lo sviluppo del proprio

Dettagli

STRUMENTI DERIVATI - CARATTERISTICHE DELLE OPZIONI

STRUMENTI DERIVATI - CARATTERISTICHE DELLE OPZIONI STRUMENTI DERIVATI - CARATTERISTICHE DELLE OPZIONI Le due principali categorie in cui si dividono le opzioni sono: opzioni call, assegna la facoltà di acquistare o non acquistare l'attività sottostante

Dettagli

SOLUZIONI ESERCIZI CAPITOLO 9

SOLUZIONI ESERCIZI CAPITOLO 9 SOLUZIONI ESERCIZI CAPITOLO 9 1. Un derivato e uno strumento finanziario il cui rendimento e legato al rendimento di un altro strumento finanziario emesso in precedenza e separatamente negoziato. Un esempio

Dettagli

L offerta di Borsa Italiana per le PMI. Alessandro Violante Primary Markets Borsa Italiana Gruppo London Stock Exchange Bologna 13 Dicembre 2010

L offerta di Borsa Italiana per le PMI. Alessandro Violante Primary Markets Borsa Italiana Gruppo London Stock Exchange Bologna 13 Dicembre 2010 L offerta di Borsa Italiana per le PMI Alessandro Violante Primary Markets Borsa Italiana Gruppo London Stock Exchange Bologna 13 Dicembre 2010 Finanziare il salto dimensionale PRIVATE EQUITY BORSA Fonti

Dettagli

Guida alla Membership L A C H I A V E D I A C C E S S O A L L E N E G O Z I A Z I O N I N E I M E R C A T I D I B O R S A I T A L I A N A

Guida alla Membership L A C H I A V E D I A C C E S S O A L L E N E G O Z I A Z I O N I N E I M E R C A T I D I B O R S A I T A L I A N A Guida alla Membership L A C H I A V E D I A C C E S S O A L L E N E G O Z I A Z I O N I N E I M E R C A T I D I B O R S A I T A L I A N A Indice INTRODUZIONE Pag. 3 PARTECIPAZIONE AI MERCATI GESTITI DA

Dettagli

GLI STRUMENTI FINANZIARI DERIVATI

GLI STRUMENTI FINANZIARI DERIVATI GLI STRUMENTI FINANZIARI DERIVATI ABSTRACT PRINCIPI SULLE OPZIONI!A cura di Mauro Liguori!Seminario del 7 giugno 2003!V. delle Botteghe Oscure, 54 -Roma DEFINIZIONE DI OPZIONE OPZIONE DIRITTO DI ACQUISTARE

Dettagli

I N V I G O R E D A L 9 M A G G I O 2 0 1 1. Corrispettivi di ammissione e quotazione

I N V I G O R E D A L 9 M A G G I O 2 0 1 1. Corrispettivi di ammissione e quotazione I N V I G O R E D A L 9 M A G G I O 2 0 1 1 Corrispettivi di ammissione e quotazione Indice 1. Azioni Pagina 1.1 Prima quotazione o ammissione... 3 1.2 Corrispettivo semestrale... 5 2. Obbligazioni 2.1

Dettagli

c o g l i l o p p o r t u n i t à. S c e g l i u n m e r c a t o a d a l t o p o t e n z i a l e. IDEM - Il mercato italiano dei derivati

c o g l i l o p p o r t u n i t à. S c e g l i u n m e r c a t o a d a l t o p o t e n z i a l e. IDEM - Il mercato italiano dei derivati c o g l i l o p p o r t u n i t à. S c e g l i u n m e r c a t o a d a l t o p o t e n z i a l e. IDEM - Il mercato italiano dei derivati Indice 1. Idem, il mercato italiano dei derivati 3 2. Contratti

Dettagli

Opzione di consegna fisica sul mercato IDEX

Opzione di consegna fisica sul mercato IDEX Opzione di consegna fisica sul mercato IDEX Incontro con gli Operatori Assolombarda Milano Confindustria - Roma Data: 24/11/2009 Fabrizio Plateroti Director of Regulation & Post Trading Ennio Arlandi Energy

Dettagli

Guida all ammissione degli operatori alle negoziazioni nei mercati di Borsa Italiana

Guida all ammissione degli operatori alle negoziazioni nei mercati di Borsa Italiana Guida all ammissione degli operatori alle negoziazioni nei mercati di Borsa Italiana Versione giugno 2009 INDICE INDICE... 1 1 INTRODUZIONE... 3 1.1 I MERCATI DI BORSA... 3 2 AMMISSIONE AI MERCATI REGOLAMENTATI

Dettagli

Harmonization Custody - Reorganisations Armonizzazione delle Corporate Actions on Stocks estere- Piano delle Prove. 26 maggio 2014. Version 5.

Harmonization Custody - Reorganisations Armonizzazione delle Corporate Actions on Stocks estere- Piano delle Prove. 26 maggio 2014. Version 5. Harmonization Custody - Reorganisations Armonizzazione delle Corporate Actions on Stocks estere- 26 maggio 2014 Version 5.0 Indice 1.0 PREM ESSA 4 2.0 SCOPO DEL COLLAUDO 5 3.0 ORGANIZZAZIONE DEI T EST

Dettagli

Derivati: principali vantaggi e utilizzi

Derivati: principali vantaggi e utilizzi Derivati: principali vantaggi e utilizzi Ugo Pomante, Università Commerciale Luigi Bocconi Trading Online Expo Milano 28, Marzo 2003 CONTENUTI In un mondo senza derivati I futures Le opzioni Strategie

Dettagli

La nuova Guida al Sistema di controllo di gestione

La nuova Guida al Sistema di controllo di gestione La nuova Guida al Sistema di controllo di gestione Il controllo di gestione in azienda: le nuove linee guida di Borsa Italiana come possibile modello di riferimento Workshop Pianificazione e Controllo

Dettagli

Conoscere gli strumenti derivati

Conoscere gli strumenti derivati Conoscere gli strumenti derivati Una breve guida alle principali caratteristiche e all utilizzo degli strumenti finanziari derivati di Borsa Italiana Alcuni articoli contenuti in questa pubblicazione -

Dettagli

Dott. Domenico Dall Olio

Dott. Domenico Dall Olio Responsabile didattico per il progetto QuantOptions Le basi delle opzioni www.quantoptions.it info@quantoptions.it 1 Opzioni: long call definizione e caratteristiche di base Le opzioni sono contratti finanziari

Dettagli

MinIFIB IDEM MERCATO ITALIANO DEI DERIVATI

MinIFIB IDEM MERCATO ITALIANO DEI DERIVATI IDEM MERCATO ITALIANO DEI DERIVATI SOMMARIO i vantaggi offerti 4 l indice mib30 6 come funziona 7 quanto vale 8 la durata del contratto 9 cosa accade alla scadenza 10 il prezzo al quale si può negoziare

Dettagli

Gli errori da evitare quando si investe in ETF. Demis Todeschini - ETFs Listing Italy Senior analyst di Borsa Italiana

Gli errori da evitare quando si investe in ETF. Demis Todeschini - ETFs Listing Italy Senior analyst di Borsa Italiana Gli errori da evitare quando si investe in ETF Demis Todeschini - ETFs Listing Italy Senior analyst di Borsa Italiana Page 1 Borsa Italiana 11 February 2014 Indice degli argomenti 1. Overview del mercato

Dettagli

IDEM. Il Mercato Italiano dei Derivati: un'opportunità ad alto potenziale

IDEM. Il Mercato Italiano dei Derivati: un'opportunità ad alto potenziale IDEM Il Mercato Italiano dei Derivati: un'opportunità ad alto potenziale IDEM, il mercato italiano dei derivati IDEM Italian Derivatives Market L IDEM è il mercato dei derivati di Borsa Italiana, società

Dettagli

Corso di Economia degli Intermediari Finanziari

Corso di Economia degli Intermediari Finanziari Corso di Economia degli Intermediari Finanziari Alcuni strumenti finanziari particolari Alcuni strumenti proposti nel panorama internazionale Gli strumenti ai quali faremo riferimento sono: i financial

Dettagli

Alcune tipologie di strumenti derivati. 1. Il future su Ftse Mib 1/6

Alcune tipologie di strumenti derivati. 1. Il future su Ftse Mib 1/6 focus modulo 3 lezione 45 Il mercato dei capitali e la Borsa valori Gli strumenti derivati: caratteristiche generali Alcune tipologie di strumenti derivati 1. Il future su Ftse Mib A seconda dello strumento

Dettagli

GUIDA ALLE OPZIONI SU AZIONI SU T3

GUIDA ALLE OPZIONI SU AZIONI SU T3 GUIDA ALLE OPZIONI SU AZIONI SU T3 SERVIZIO SULLE OPZIONI SU AZIONI (ISOALPHA) 1. INTRODUZIONE Con la piattaforma T3 di Webank possono essere negoziate le Opzioni su Azioni (Isoalpha), contratti di opzione

Dettagli

I N V I G O R E D A L 1 O T T O B R E 2 0 1 2. Corrispettivi di ammissione e quotazione

I N V I G O R E D A L 1 O T T O B R E 2 0 1 2. Corrispettivi di ammissione e quotazione I N V I G O R E D A L 1 O T T O B R E 2 0 1 2 Corrispettivi di ammissione e quotazione Indice 1. Azioni Pagina 1.1 Prima quotazione o ammissione... 3 1.2 Corrispettivo semestrale... 5 2. Obbligazioni 2.1

Dettagli

MODALITA DI DEPOSITO, VALORIZZAZIONE E RESTITUZIONE DELLE GARANZIE

MODALITA DI DEPOSITO, VALORIZZAZIONE E RESTITUZIONE DELLE GARANZIE MODALITA DI DEPOSITO, VALORIZZAZIONE E RESTITUZIONE DELLE GARANZIE 10 Novembre 2014 Versione 3.0 Indice 1. Premessa 2 2. Deposito di contante 2 3. Restituzione di contante 2 4. Deposito titoli 3 5. Valorizzazione

Dettagli

p r o d o t t i s e m p l i c i, s t r a t e g i e s o f i s t i c a t e ETF Exchange Traded Funds

p r o d o t t i s e m p l i c i, s t r a t e g i e s o f i s t i c a t e ETF Exchange Traded Funds p r o d o t t i s e m p l i c i, s t r a t e g i e s o f i s t i c a t e ETF Exchange Traded Funds Indice Introduzione 1 ETF indicizzati: 3 - Cosa sono - Principali caratteristiche - Modalità di investimento

Dettagli

TRASPARENZA E LIQUIDITÀ. ETFplus Il mercato degli ETF e degli ETC/ETN

TRASPARENZA E LIQUIDITÀ. ETFplus Il mercato degli ETF e degli ETC/ETN TRASPARENZA E LIQUIDITÀ ETFplus Il mercato degli ETF e degli ETC/ETN Indice Introduzione 1 Evoluzione storica e attuale segmentazione 2 ETFplus: Mercato regolamentato 3 L accesso al mercato degli operatori

Dettagli

Gli strumenti derivati

Gli strumenti derivati Gli strumenti derivati EMM A - Lezione 6 Prof. C. Schena Università dell Insubria 1 Gli strumenti derivati Derivati perché il loro valore deriva da quello di altre attività dette beni/attività sottostanti

Dettagli

Mercati e strumenti derivati (2): Swap e Opzioni

Mercati e strumenti derivati (2): Swap e Opzioni Mercati e strumenti derivati (2): Swap e Opzioni A.A. 2008-2009 20 maggio 2009 Agenda I contratti Swap Definizione Gli Interest Rate Swap Il mercato degli Swap Convenienza economica e finalità Le opzioni

Dettagli

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Versione 14 1 INTRODUZIONE La Guida ai Parametri contiene nella Parte 1 la disciplina relativa ai limiti

Dettagli

Il bisogno di gestione dei rischi finanziari. Futures Swaps Opzioni

Il bisogno di gestione dei rischi finanziari. Futures Swaps Opzioni Il bisogno di gestione dei rischi finanziari Futures Swaps Opzioni 1 Famiglie (retail) Imprese (corporate) BISOGNI Gestione liquidità Investimento del risparmio PRODOTTI c/c di corrispondenza (bancario

Dettagli

Il bisogno di gestione dei rischi finanziari

Il bisogno di gestione dei rischi finanziari Il bisogno di gestione dei rischi finanziari Futures Swaps Opzioni 1 Famiglie (retail) Imprese (corporate) BISOGNI PRODOTTI Gestione liquidità c/c di corrispondenza (bancario o postale) e strumenti di

Dettagli

Strategie e tecniche d investimento con le opzioni

Strategie e tecniche d investimento con le opzioni FINANZA OPERATIVA Strategie e tecniche d investimento con le opzioni Dario Daolio FRANCOANGELI Am - La prima collana di management in Italia Testi advanced, approfonditi e originali, sulle esperienze più

Dettagli

Guida al sito BIt Club: compilazione documentazione di partecipazione ai Servizi offerti da Borsa Italiana, CC&G e Monte Titoli

Guida al sito BIt Club: compilazione documentazione di partecipazione ai Servizi offerti da Borsa Italiana, CC&G e Monte Titoli Guida al sito BIt Club: compilazione documentazione di partecipazione ai Servizi offerti da Borsa Italiana, CC&G e Monte Titoli London Stock Exchange Group 19 May 2014 Introduzione BIt Club è un sito riservato

Dettagli

Guida ai Covered Warrants

Guida ai Covered Warrants Guida ai Covered Warrants Per qualunque Vostra domanda o eventuale approfondimento contattate il numero verde 800 550 350 dove, nell orario d ufficio, troverete un operatore a Vostra disposizione. EQUITY

Dettagli

I PRODOTTI DERIVATI. Lucidi a cura di Marco Di Antonio

I PRODOTTI DERIVATI. Lucidi a cura di Marco Di Antonio I PRODOTTI DERIVATI Lucidi a cura di Marco Di Antonio CARATTERISTICHE GENERALI Rappresentano obblighi contrattuali che possono o meno tradursi in prestazioni effettive, in relazione al verificarsi di determinati

Dettagli

I CONTRATTI DI OPZIONE

I CONTRATTI DI OPZIONE I CONTRATTI DI OPZIONE INDICE Capitolo 1 - Definizione e terminologia...2 Capitolo 2 - Funzionamento e payout...4 Capitolo 3 - Elementi di valutazione delle opzioni...8 Capitolo 4 A cosa servono le opzioni?...15

Dettagli

987-88-386-6495-3 Saunders, Cornett, Anolli, Alemanni, Economia degli intermediari finanziari 3e McGraw-Hill, 2011 SOLUZIONI ESERCIZI CAPITOLO 9

987-88-386-6495-3 Saunders, Cornett, Anolli, Alemanni, Economia degli intermediari finanziari 3e McGraw-Hill, 2011 SOLUZIONI ESERCIZI CAPITOLO 9 987-88-386-6495-3 Saunders, Cornett, Anolli, Alemanni, Economia degli intermediari finanziari 3e McGraw-Hill, 211 SOLUZIONI ESERCIZI CAPITOLO 9 1. Un derivato è uno strumento finanziario il cui rendimento

Dettagli

Report Future FTSE MIB

Report Future FTSE MIB newsletter mensile IN QUESTO NUMERO Copertina Prima pagina Le strategie Mercato Eventi Corporate Derivatives Statistiche del mese Contatti PRIMO PIANO Report Future FTSE MIB News e Calendario Negoziazione

Dettagli

ExtraMOT PRO. La risposta di Borsa Italiana alle esigenze di funding delle corporate italiane

ExtraMOT PRO. La risposta di Borsa Italiana alle esigenze di funding delle corporate italiane ExtraMOT PRO La risposta di Borsa Italiana alle esigenze di funding delle corporate italiane I mercati obbligazionari gestiti da Borsa Italiana MOT (Mercato Regolamentato) DomesticMOT (Monte Titoli) EuroMOT

Dettagli

Condizioni Generali Parte II - Servizi di Borsa Italiana

Condizioni Generali Parte II - Servizi di Borsa Italiana Condizioni Generali Parte II - Servizi di Borsa Italiana 1. Definizioni 1.1 I termini con la lettera iniziale maiuscola impiegati nelle presenti Condizioni Generali Parte II si intendono usati salvo diversa

Dettagli

Guida all utilizzo degli ETF e degli ETC per la costruzione del proprio portafoglio di investimento

Guida all utilizzo degli ETF e degli ETC per la costruzione del proprio portafoglio di investimento Guida all utilizzo degli ETF e degli ETC per la costruzione del proprio portafoglio di investimento Silvia Bosoni - Responsabile ETFs Listing Italy di Borsa Italiana Demis Todeschini - Senior ETFs Listing

Dettagli

SeDeX. Il mercato dei Certificati e dei Covered Warrant: innovazione e diversificazione

SeDeX. Il mercato dei Certificati e dei Covered Warrant: innovazione e diversificazione SeDeX Il mercato dei Certificati e dei Covered Warrant: innovazione e diversificazione Questo è il mercato telematico che consente agli investitori di scambiare migliaia di strumenti quotati in tempo reale.

Dettagli

U n n u o v o m o d o d i i n v e s t i r e i n m a t e r i e p r i m e. ETC - Exchange Traded Commodities

U n n u o v o m o d o d i i n v e s t i r e i n m a t e r i e p r i m e. ETC - Exchange Traded Commodities U n n u o v o m o d o d i i n v e s t i r e i n m a t e r i e p r i m e ETC - Exchange Traded Commodities Indice Introduzione 1 Exchange Traded Commodities: 3 - Cosa sono - Principali caratteristiche -

Dettagli

ETC. Exchange Traded Commodities: un nuovo modo di investire in materie prime

ETC. Exchange Traded Commodities: un nuovo modo di investire in materie prime ETC Exchange Traded Commodities: un nuovo modo di investire in materie prime Negoziati in Borsa come un azione, gli ETC replicano passivamente le performance della materia prima o degli indici di materie

Dettagli

Volumi e Prezzi 23800 23600. Ftse-Mib 23400 23200 23000 22800 22600 22400 22200

Volumi e Prezzi 23800 23600. Ftse-Mib 23400 23200 23000 22800 22600 22400 22200 Aggiorniamo l Analisi Volumetrica alla luce dei recenti movimenti di mercato. Ricordo che questo tipo di analisi (che ho personalmente messo a punto), presuppone che i Volumi abbiano maggior rilevanza

Dettagli

studi e analisi finanziarie Put ladder

studi e analisi finanziarie Put ladder Put ladder ( guadagniamo con i forti ribassi di mercato ) In questo articolo ci accingiamo ad esporre l analisi di un Put ladder, affronteremo prima la parte teorica poi, in successivo articolo, esporremo

Dettagli

Introduzione alle opzioni

Introduzione alle opzioni Introduzione alle opzioni Tipi di Opzioni La call è un opzione di acquisto La put è un opzione di vendita Le opzioni europee possono essere esercitate solo alla scadenza Le opzioni americane possono essere

Dettagli

Parleremo di correlazione: che cos è, come calcolarla

Parleremo di correlazione: che cos è, come calcolarla IDEMDJD]LQH 1XPHUR 'LFHPEUH %52 (56 21/,1( 68//,'(0 nel 2002, il numero di brokers che offrono la negoziazione online sul minifib è raddoppiato, passando da 7 nel 2001 a 14. A novembre due nuovi brokers

Dettagli

Indice. Servizio X-COM Collateral Management

Indice. Servizio X-COM Collateral Management Indice Servizio X-COM Collateral Management Comunicazioni di Servizio ai sensi dell art. 4 del Regolamento del Servizio e dell art. 1.2 delle Istruzioni del Servizio In vigore dal 9 marzo 2015 1 1. Partecipanti

Dettagli

INDICE PREFAZIONE 3 1. COSA SONO I COVERED WARRANT? 4 2. GLI ELEMENTI STANDARD DEL CONTRATTO 4 4. VALUTAZIONE DI UN COVERED WARRANT 6

INDICE PREFAZIONE 3 1. COSA SONO I COVERED WARRANT? 4 2. GLI ELEMENTI STANDARD DEL CONTRATTO 4 4. VALUTAZIONE DI UN COVERED WARRANT 6 GUIDA ALLA NEGOZIAZIONE INDICE PREFAZIONE 3 1. COSA SONO I COVERED WARRANT? 4 2. GLI ELEMENTI STANDARD DEL CONTRATTO 4 3. EFFETTO LEVA 6 4. VALUTAZIONE DI UN COVERED WARRANT 6 5. I FATTORI CHE INFLUENZANO

Dettagli

Introduzione al Corporate Financial Risk Management. Lorenzo Faccincani

Introduzione al Corporate Financial Risk Management. Lorenzo Faccincani Introduzione al Corporate Financial Risk Management Lorenzo Faccincani 1 Il Corporate Financial Risk Management Il Corporate Financial Risk Management può essere definito come il complesso delle attività

Dettagli

ETFplus. Il mercato degli ETF e degli ETC/ETN: trasparenza e liquidità

ETFplus. Il mercato degli ETF e degli ETC/ETN: trasparenza e liquidità ETFplus Il mercato degli ETF e degli ETC/ETN: trasparenza e liquidità ETFplus è il mercato di Borsa Italiana interamente dedicato alla negoziazione in tempo reale di Exchange Traded Funds (ETF), Exchange

Dettagli

MOT ed ExtraMOT. I mercati obbligazionari MOT ed ExtraMOT: trasparenza ed efficienza

MOT ed ExtraMOT. I mercati obbligazionari MOT ed ExtraMOT: trasparenza ed efficienza MOT ed ExtraMOT I mercati obbligazionari MOT ed ExtraMOT: trasparenza ed efficienza MOT ed ExtraMOT: i mercati Fixed Income per gli investitori retail e professionali. MOT ed ExtraMOT Leader in Europa

Dettagli

UNO STRUMENTO PER OGNI IDEA DI INVESTIMENTO. Investment Certificate

UNO STRUMENTO PER OGNI IDEA DI INVESTIMENTO. Investment Certificate UNO STRUMENTO PER OGNI IDEA DI INVESTIMENTO Investment Certificate Indice Introduzione 1 Caratteristiche generali 2 La varietà di Certificate 3 I Sottostanti 6 Il mercato SeDeX 7 Informazioni utili 8 II

Dettagli

ESERCITAZIONE MATEMATICA FINANZIARIA OPZIONI. Matematica finanziaria Dott. Andrea Erdas Anno Accademico 2011/2012

ESERCITAZIONE MATEMATICA FINANZIARIA OPZIONI. Matematica finanziaria Dott. Andrea Erdas Anno Accademico 2011/2012 ESERCITAZIONE MATEMATICA FINANZIARIA 1 OPZIONI 2 LE OPZIONI Le opzioni sono contratti che forniscono al detentore il diritto di acquistare o vendere una certa quantità del bene sottostante a una certa

Dettagli

1.Compro Azioni. 2.Vendo Azioni

1.Compro Azioni. 2.Vendo Azioni 1.Compro Azioni Question #1: Cos' è una Azione (un titolo azionario)? A) E' un Titolo rappresentativo della quota di una società B) E' una ricevuta per investire C) E' una assicurazione Question #2: Perchè

Dettagli

Introduzione. Capitolo 1. Opzioni, Futures e Altri Derivati, 6 a Edizione, Copyright John C. Hull 2005 1

Introduzione. Capitolo 1. Opzioni, Futures e Altri Derivati, 6 a Edizione, Copyright John C. Hull 2005 1 Introduzione Capitolo 1 1 La Natura dei Derivati I derivati sono strumenti il cui valore dipende dal valore di altre più fondamentali variabili sottostanti 2 Esempi di Derivati Forwards Futures Swaps Opzioni

Dettagli

Danilo Mascia, PhD Student Università degli Studi di Cagliari Anno Accademico 2012-2013 Economia e tecnica del mercato mobiliare

Danilo Mascia, PhD Student Università degli Studi di Cagliari Anno Accademico 2012-2013 Economia e tecnica del mercato mobiliare Danilo Mascia, PhD Student Università degli Studi di Cagliari Anno Accademico 2012-2013 Economia e tecnica del mercato mobiliare danilo.mascia@gmail.com 1 Gli strumenti finanziari derivati 2 Gli strumenti

Dettagli

TURBO Certificate Long & Short

TURBO Certificate Long & Short TURBO Certificate Long & Short Fai scattare la leva dei tuoi investimenti x NEGOZIABILI SUL MERCATO SEDEX DI BORSA ITALIANA Investi a Leva su indici e azioni! Scopri i vantaggi dei TURBO Long e Short Certificate

Dettagli

SeDeX. Investment Certificate

SeDeX. Investment Certificate SeDeX Investment Certificate Acquistando un certificato, con una sola operazione e per un importo contenuto, si accede a una strategia di investimento altrimenti difficilmente realizzabile. SeDeX Introduzione

Dettagli

Economia dei mercati mobiliari

Economia dei mercati mobiliari pag. 1 1 Cos'è un currency future? A) È un contratto che rappresenta l'impegno alla cessione o all'acquisto a termine di una quantità di valuta B) È un contratto in cui una parte acquisisce la facoltà

Dettagli

LE NEWS DEL MESE IN QUESTO NUMERO

LE NEWS DEL MESE IN QUESTO NUMERO SETTEMBRE 2007 NUMERO 57 LE NEWS DEL MESE IN QUESTO NUMERO Le news del mese 1 Il calendario 1 Prima pagina 3 L inserto MIP 6 Indicatori Opzioni 9 Indice e Volatilità 10 Statistiche del mese 10 Numero di

Dettagli

FINANZA AZIENDALE AVANZATO. Le opzioni e l option theory. Lezioni 14 e 15

FINANZA AZIENDALE AVANZATO. Le opzioni e l option theory. Lezioni 14 e 15 FINANZA AZIENDALE AVANZATO Le opzioni e l option theory Lezioni 14 e 15 I derivati asimmetrici ono contratti/prodotti che fissano le condizioni a cui POTRA aver luogo la compravendita futura dell attività

Dettagli

ETF. Exchanged Traded Funds: prodotti semplici, strategie sofisticate

ETF. Exchanged Traded Funds: prodotti semplici, strategie sofisticate ETF Exchanged Traded Funds: prodotti semplici, strategie sofisticate Sempre più diffuso tra gli investitori italiani, l ETF è apprezzato per semplicità, trasparenza, flessibilità ed economicità. ETF Exchange

Dettagli

Report Future FTSE MIB IN QUESTO NUMERO PRIMO PIANO EDITORIALE RITORNO DI POSITIVITÀ DOPO LA FASE LATERALE. News e Calendario Negoziazione

Report Future FTSE MIB IN QUESTO NUMERO PRIMO PIANO EDITORIALE RITORNO DI POSITIVITÀ DOPO LA FASE LATERALE. News e Calendario Negoziazione newsletter mensile IN QUESTO NUMERO Copertina Prima pagina Institutional Investors Corporate Derivatives Analisi Tecnica Statistiche del mese Contatti PRIMO PIANO Report Future FTSE MIB News e Calendario

Dettagli

rendimento e protezione Le Obbligazioni e i Titoli di Stato

rendimento e protezione Le Obbligazioni e i Titoli di Stato rendimento e protezione Le Obbligazioni e i Titoli di Stato Le Obbligazioni e i Titoli di Stato Indice Introduzione 1 Le tipologie: 2 elementi chiave e strategie di investimento - Titoli di Stato - Corporate

Dettagli

Gestione Finanziaria delle Imprese. La segmentazione dei Mercati Borsistici

Gestione Finanziaria delle Imprese. La segmentazione dei Mercati Borsistici GESTIONE FINANZIARIA DELLE IMPRESE La segmentazione dei Mercati Borsistici Borsa Italiana SpA Si occupa dell organizzazione, della gestione e del funzionamento dei mercati finanziari, con l obiettivo di:

Dettagli

ExtraMOT PRO. La risposta di Borsa Italiana alle esigenze di funding delle corporate italiane

ExtraMOT PRO. La risposta di Borsa Italiana alle esigenze di funding delle corporate italiane ExtraMOT PRO La risposta di Borsa Italiana alle esigenze di funding delle corporate italiane I mercati obbligazionari gestiti da Borsa Italiana MOT (Mercato Regolamentato) DomesticMOT (Monte Titoli) EuroMOT

Dettagli

ISTRUZIONI DI ADESIONE

ISTRUZIONI DI ADESIONE ISTRUZIONI DI ADESIONE 1. Scegliere il pacchetto Pacchetto BASIC Pacchetto MEDIUM Pacchetto ADVANCED EURO 3 AL MESE* EURO 6 AL MESE* EURO 16 AL MESE* *La durata del contratto è annuale con rinnovo automatico,

Dettagli

Piano generale delle prove

Piano generale delle prove T2S COMMUNITY TEST Piano generale delle prove 2217 APRILE 2015 Versione 2.10 Contenuti 1.0 INTRODUZIONE 4 2.0 DISPONIBILITA DELL AMBIENTE DI TEST 5 3.0 SUPPORTO AL TEST 7 4.0 ESITO DEI TEST 8 5.0 PREREQUISITI

Dettagli

Introduzione al Corporate Financial Risk Management gli strumenti derivati OTC

Introduzione al Corporate Financial Risk Management gli strumenti derivati OTC Introduzione al Corporate Financial Risk Management gli strumenti derivati OTC Strumenti OTC per la gestione del rischio di tasso e di cambio Copyright SDA Bocconi 2007 Prof. Michele Rutigliano 1 Strumenti

Dettagli

Parleremo delle opportunità di trading con gli IDEM stock futures.

Parleremo delle opportunità di trading con gli IDEM stock futures. IDEMDJD]LQH 1XPHUR 1(:6 /8*/,2$//,16(*1$',PLQL),%(,'(0672& )8785(6 $JRVWR 0LQL),%: il 17 luglio il minifib ha segnato il nuovo record storico giornaliero con 15.080 contratti scambiati. Il precedente record

Dettagli