PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA"

Transcript

1 Scuola primaria : Casa Circondariale Lamezia Terme Ins. Mendicino Ettore Scuola secondaria di primo grado: Ins. Miletta Fernando C. Ins. Vescio Ninfa M. Ins. Tramontana Umberto A. Ins. De Sensi Pietro Ins. Mastroianni Pasqualino V. PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

2 L elaborazione di questo Piano è stata una conferma dell'importanza assunta dalla Scuola carceraria all interno del sistema di istruzione per gli adulti. Questa documentazione, rende pubblica l'offerta formativa di questa Scuola e fa conoscere il contesto in cui opera, per migliorare l'efficacia del processo d insegnamento, in un ambiente così particolare come il carcere, a contatto con una realtà problematica e mai abbastanza conosciuta. PREMESSA La scuola primaria in carcere è già presente da diversi anni a Lamezia Terme nella Casa Circondariale; in base all'o.m.455/97 è inserita nel Centro Territoriale Permanente per l istruzione e la formazione in età adulta e fa capo all Istituto Comprensivo Borrello Fiorentino di Lamezia Terme, con nove insegnanti. L art.1, della suddetta ordinanza, afferma il compito del C.T.P., ad assumere, d'intesa con gli istituti penali, " iniziative per lo svolgimento di attività di educazione degli adulti nelle carceri". La scuola all'interno del carcere rappresenta uno dei punti fondamentali del trattamento penitenziario volto al recupero della persona, rispondendo non solo all'esigenza del conseguimento di una licenza o di un titolo, ma anche promuovendo e stimolando nuovi percorsi educativi e formativi, per gli adulti detenuti, finalizzati: al recupero dell alfabetizzazione primaria; all insegnamento della lingua italiana a detenuti stranieri; all acquisizione di competenze di base; alla rieducazione della crescita civile. L'Istituzione Penitenziaria privilegia l'istruzione delle persone ristrette attraverso l'organizzazione di corsi di scuola dell'obbligo, d'intesa con il Centro Servizi Amministrativi e i Provveditorati regionali dell'amministrazione Penitenziaria. LA STRUTTURA E L UTENZA Nella Casa Circondariale di Lamezia Terme, nel corso degli anni, si è verificato un cambiamento radicale per quanto riguarda i corsisti detenuti; se inizialmente le classi erano composte per la maggior parte da italiani a bassissima scolarità, da alcuni anni la situazione è mutata: i corsisti italiani sono pochissimi, le classi sono composte da stranieri di provenienza magrebina, albanese, slava, paesi dell est, centro e sud-americana. Nella Casa Circondariale, quest'anno sono presenti un docente impegnato rispettivamente nel corso di Alfabetizzazione, una funzione strumentale e cinque docenti di scuola secondaria di primo grado per il conseguimento del titolo di Licenza Media. Tra gli iscritti, ripartiti in base alle competenze linguistiche, sono presenti tre gruppi. Gli inserimenti in questi gruppi vengono preceduti da colloqui individuali per verificare sia il livello di conoscenza della lingua italiana sia per avere delle informazioni del passato scolastico del corsista. 18

3 Il primo gruppo (AA 1) è formato da studenti non scolarizzati, da poco giunti in Italia e con scarsa conoscenza della lingua. il secondo gruppo (AA 2 ) è composto da studenti scolarizzati nel loro paese di origine che hanno una conoscenza funzionale dell'italiano orale, scarsa padronanza della lingua scritta; il terzo gruppo (AA 3 ) è composto da studenti che hanno un livello medio -alto e una conoscenza dell'italiano orale relativa ad aree comunicative strettamente legate all'esperienza quotidiana. L'analisi dei corsisti prevede due fasi: Stabilire che cosa sia possibile fare per migliorare una situazione. Stipulare e strutturare un patto formativo con il quale l allievo s impegna a seguire un percorso adatto alle proprie competenze, con regolarità e nel rispetto delle regole della scuola ; l insegnante, da parte sua, lo aiuterà ad affrontare le difficoltà, anche con interventi individualizzati. ISCRIZIONE AI CORSI Gli allievi che scelgono di iscriversi al corso hanno, come prima e sostanziale motivazione, quella di spezzare la monotonia della detenzione, nonché di "impegnare la mente" in contenuti non collegati alla carcerazione. Frequentando la scuola possono dimostrare a se stessi di essere in grado di realizzare "qualcosa" di positivo Grande importanza può assumere nella realtà carceraria il Patto Formativo. Esso può diventare il perno su cui muovere tutto l'intervento. È attraverso questo strumento che l'allievo e il docente elaborano insieme un piano, nel quale le offerte formative acquistano valore e senso per il futuro. È necessario rilevare che il Patto non può essere formulato "coscientemente" nell'incontro iniziale: molta è l'ignoranza (intesa come chiusura) e le difese che l'allievo mette in atto; ci vuole tempo prima che tale "diffidenza" venga meno e ceda il posto ad un'intesa reale che consenta la definizione cosciente del Patto, che si imposterà quindi, tenendo conto di una serie di elementi condizionanti: Lo stato di sofferenza degli allievi; La fragilità della persona; La difficoltà a pensare ad un futuro; La rigidità dell organizzazione; La variabile tempo; La diffidenza a stringere un patto. 19

4 Nella fase primaria o apparentemente neutrale, avrà luogo lo svolgimento di quelle attività relative all'accoglienza, alla conoscenza tra docente e discente, alla rilevazione dei livelli di partenza; tali attività proseguiranno anche in itinere per far fronte ad eventuali ridefinizioni del percorso educativo. Una tale procedura, prevede per i docenti la necessità di: Diagnosticare i bisogni; Stabilire un clima favorevole all apprendimento; Creare un meccanismo per la progettazione comune; Formulare un offerta formativa che risponda alla pluralità delle esigenze degli utenti. I corsi di scuola elementare presso la Casa Circondariale di Lamezia Terme si svolgono nella fascia oraria messa a disposizione dalla Direzione Penitenziaria per lo svolgimento dell attività scolastica: dalle 8,30 alle 11,45 e dalle 13,30 alle 16, 30 con distribuzione dal lunedì al venerdì. L'attuale tempo scuola è di 24 ore di lezione di cui 19 frontali presso la Casa Circondariale che saranno finalizzate prioritariamente al recupero dell utenza carceraria e 5 di attività didattica di supporto presso la sede del C.T. P. Il numero dei corsisti per classe deve essere limitato a un massimo di 12 e un minimo di 5 e ove il numero minimo dovesse venir meno l insegnante sarà utilizzato in altri corsi. Le attività, come previsto dalla normativa, si articolano in 200 giorni all anno, da settembre a giugno, con lo stesso calendario della scuola elementare. Le iscrizioni dei corsisti sono sempre possibili durante il corso dell'anno. I corsisti hanno l obbligo di frequentare i corsi tutti i giorni, gli insegnanti, in accordo con la Direzione Carceraria, a seguito di tre assenze consecutive ingiustificate, convocano il corsista per un colloquio che chiarisca le ragioni dell assenza; dopo sei consecutive o quindici in corso d anno, l agente di custodia cancella il corsista dagli elenchi. Questo avviene al fine di responsabilizzare i detenuti rispetto all impegno preso all atto dell iscrizione e non occupare con frequenza saltuaria i posti che potrebbero essere fruiti da altri. La frequenza ai corsi d alfabetizzazione è subordinata alle esigenze dell organizzazione penitenziaria: sicurezza, vigilanza, licenze ravvicinate, etc.. Pertanto è necessario, per migliorare la qualità dei servizi e per migliorare i rapporti tra i vari operatori carcerari e scolastici, mantenere la Commissione Didattica (art.41 dell Ordinamento Penitenziario) formata dal Direttore del carcere, dagli educatori e dagli insegnanti. Si potranno così rendere noti, nella sede giusta le attività scolastiche, le norme di accesso ai corsi, le regole comuni da rispettare, in rapporto alle rispettive funzioni e al fine di evitare inopportune interferenze. FINALITÀ GENERALI E METODOLOGIA La scuola primaria in carcere, più di ogni altro ordine di scuola, deve mettere in primo piano come oggetto della sua azione, la coscienza del soggetto, per ricostruire ma anche per contrastare per quanto è possibile gli inevitabili effetti della detenzione, quali la disperazione, la regressione e la rassegnazione. 20

5 Lo scopo della scuola elementare in carcere è quella di fornire un istruzione di base per promuovere la crescita civile del detenuto, contrastare l esclusione sociale e creare le condizioni idonee all'avvio e al proseguimento del processo di recupero di una diversa immagine del sé. E' fondamentale riuscire a far recuperare agli allievi le esperienze positive del passato e le potenzialità non "sfruttate" per poter poi costruire un nuovo progetto di vita; diventa molto significativo anche per gli insegnanti, far memoria delle proprie esperienze presenti e passate e di non considerare nessuna persona una persona perduta; perciò chi insegna in carcere, dovrebbe essere animato, oltre che dalla passione per il proprio lavoro, da saggezza, equilibrio, pazienza e dalla volontà di promuovere il cambiamento. I principi fondamentali ai quali la scuola carceraria rapporta la propria azione, ovvero la ragion d'essere, sono: uguaglianza, ogni detenuto è un aspirante allievo; gli allievi meritano uguale attenzione e considerazione; accoglienza: si informerà gli allievi sulla funzione della scuola in un istituto di reclusione, si accoglieranno le loro aspettative fornendo percorsi per soddisfare gli obiettivi; la scuola consentirà, infine, l integrazione, intesa come adattamento all istituto, alla vita carceraria e al gruppo. Si cercherà inoltre, di suscitare interesse e motivazione, utili a stimolare le capacità intuitive; si affronteranno varie questioni per rendere attivo e personale il processo di apprendimento; si sistemeranno progressivamente le conoscenze acquisite in modo da indurre l allievo ad esercitare le proprie capacità. La metodologia è orientata sulla specificità del detenuto e tesa a provocare il suo interesse anche con mezzi autonomi dalla tradizionale didattica: flessibile, individualizzata con l utilizzo di tecniche che suscitino interesse negli utenti, la produzione autonoma di materiali didattici e di valutazione, l introduzione e il potenziamento di tecnologie multimediali. CRITERI E FINALITÀ DELLA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA I docenti hanno individuato nell organizzazione dell attività una strategia formativa in cui l organizzazione prevede attivazione di percorsi didattici di breve durata. Questa scelta è motivata dalla presenza, spesso, per brevi periodi di tempo dei detenuti. Sono state predisposte azioni finalizzate all'alfabetizzazione culturale e funzionale e al consolidamento di conoscenze già acquisite. Nella fase primaria sono comprese le attività relative all'accoglienza, alla conoscenza tra docente e discente, alla rilevazione dei livelli di partenza. I colloqui, i tests, ovvero le prove di ingresso, danno la possibilità all'insegnante di creare gruppi di lavoro in parte omogenei, relativamente alla scolarizzazione, nonché al grado di partecipazione. I criteri che orientano la programmazione del gruppo docente sono i seguenti: Partire dai bisogni di apprendimento dei corsisti per recuperare un sapere perduto o acquisito in modo frammentario; Tenere conto del contesto scolastico in cui si opera, infatti l utenza carceraria è costituita da extra-comunitari clandestini o di italiani a bassa scolarità. 21

6 L insegnamento si articolerà attraverso: Interventi mirati alla discussione comune; lezioni con brevi spiegazioni dell insegnante, seguite da lavoro personale; discussioni libere o guidate; attività individuale o di gruppo. L'azione specificatamente educativa ed istruttiva si rapporta alla programmazione dei singoli docenti, che adotteranno una programmazione flessibile, adeguandola alle varie esigenze, che verranno sviluppate su percorsi di breve durata. Le programmazioni faranno riferimento alle seguenti quattro aree: 1. Area linguistico-comunicativa che comprende: L Alfabetizzazione linguistica, intesa come attività Comunicativa per l apprendimento di una lingua viva e spendibile; attività di rinforzo grammaticale/sintattico. Potenziamento del lessico. ASCOLTARE COMPRENDERE COMUNICARE ORALMENTE SCRIVERE Ascoltare e comprendere semplici messaggi verbali. Ascoltare testi letti o raccontati da altri, le richieste e le istruzioni relative al lavoro scolastico. Comprendere ed utilizzare semplici regole ortografiche e morfologiche. Comprendere argomenti e linguaggi specifici. Comprendere le spiegazioni dell insegnante. Comprendere un racconto o un breve testo. Raccontare brevi esperienze personali. Partecipare in modo ordinato alle conversazioni libere o guidate su temi di attualità ed esperienze vissute. Saper scrivere parole e semplici frasi, spontaneamente o sotto dettatura. Produrre e rielaborare semplici testi (nella f orma della cronaca,del diario,del resoconto,della lettera). Compilare moduli(istanze, richieste varie). Produrre brevi testi poetici,anche in dialetto. 2. Area scientifico-matematica che comprende: Lo sviluppo delle capacità logico-matematiche relative ad un saper operare funzionale alla comprensione di problemi, gradualmente più complessi. La conoscenza delle funzioni degli organi e degli apparati del corpo umano. I primi elementi di igiene. Padroneggiare abilità di calcolo Eseguire le quattro operazioni. Conoscere e usare i numeri fino a

7 orale e scritto Riconoscere, rappresentare e risolvere problemi Conoscere e usare linguaggi logici. Osservare, porre domande, fare ipotesi e verificare Eseguire calcoli mentali con addizioni e sottrazioni. Eseguire calcoli con i numeri decimali. Riconoscere problemi in situazioni di apprendimento. Rappresentare in modo verbale e iconico una situazione problematica. Risolvere semplici problemi sulla compravendita. Formulare ipotesi di soluzione. Usare correttamente i correttivi logici: non, e, o. Calcolare la percentuale. Osservare e descrivere la struttura del corpo umano. Individuare e conoscere le principali norme di igiene personale e quelle relative alla collettività. Conoscere le fondamentali misure igienicoprofilattiche,atte a prevenire la diffusione delle malattie infettive. 3. Area storico-giuridica e ambientale che comprende: Lo studio delle epoche storiche in l uomo si è dovuto organizzare, per tutelare i diritti e darsi dei doveri, dagli uomini primitivi alle civiltà fluviali, ai giorni nostri. La considerazione del ruolo di un recluso,in rapporto all istituzione;la conoscenza delle nuove norme contenute nell Ordinamento Penitenziario e dei primi quattro articoli della Costituzione italiana. Lo studio dell ambiente, in rapporto ai mutamenti causati dall inquinamento atmosferico; la conoscenza del proprio paese. Conoscere, comprendere, ricostruire eventi e trasformazioni storiche. Elementi di Educazione civica Comprendere il rapporto Uomo - ambiente 23 Individuare eventi storici e le relative trasformazioni. Conoscere le epoche storiche in rapporto alla costituzione della società civile. Saper comprendere che il rispetto dei diritti umani, è il presupposto fondamentale della pace e della giustizia fra gli uomini. Conoscere i primi quattro articoli della Costituzione Italiana. Saper considerare il proprio ruolo di recluso in rapporto all Istituzione. Conoscere articoli dell Ordinamento Penitenziario che indicano diritti e doveri dei soggetti,in stato di detenzione. Conoscere il proprio paese. Conoscere e localizzare le principali città italiane. Saper interpretare l ambiente in chiave ecologica. Identificare interventi negativi dell uomo sull ambiente (l inquinamento atmosferico).

8 4. Area tecnologico-informatica che comprende: La conoscenza dei primi elementi d informatica; l informatica come linguaggio e come materia scolastica Conoscere i primi elementi di informatica Apprendere l utilità del computer e della videoscrittura Conoscere i primi elementi di base Word processing,in ambiente Windows. Utilizzare i programmi Utilizzare semplici software funzionali alla didattica. VALUTAZIONE DEI CORSISTI La finalità della scuola carceraria è il reinserimento sociale del recluso; a tale reinserimento sono finalizzati tutti i tentativi della prassi educativa. La scuola è il luogo privilegiato nel quale l'istruzione si fa strumento per la definizione di una corretta autocoscienza. L'offerta formativa è delineata in base alle esigenze dell'utenza e alla effettiva possibilità di risposta. Al termine dei corsi potrà rilasciato un attestato di partecipazione, si ridurrà così il numero di coloro che lasciano le attività scolastiche senza certificazione, o perché trasferiti o perché scarcerati. Conseguiranno la licenza elementare coloro che avranno raggiunto gli obiettivi o le competenze fondamentali e frequentato costantemente per la durata dei corsi. La valutazione e la certificazione dei corsisti avviene in modo tradizionale per quanto riguarda ciò che può attestare la loro frequenza, il raggiungimento delle competenze disciplinari e il conseguimento della licenza elementare. I registri e gli attestati sono uguali a quelli usati per la scuola comune. In questo contesto, parlare di valutazione vuol dire: Verificare apprendimenti/conoscenze/competenze degli allievi, in relazione agli obiettivi concordati e ai percorsi didattici svolti. Valutare, in itinere, i risultati ottenuti dagli allievi per adottare eventuali interventi correttivi. Valutare, al termine di un percorso didattico o dell anno scolastico, il rendimento complessivo di ogni allievo. 24

9 SPAZI E MATERIALE DIDATTICO Gli spazi per lo svolgimento delle lezioni scolastiche sono limitati e ristretti: la struttura disponibile consiste in una saletta adibita ad aula scolastica. Per gli insegnanti che, per motivi vari, non riescono a completare l orario scolastico nella loro sede è prevista la possibilità di completamento il C.T.P.. Nella nostra scuola non si usa un unico libro di testo perché ogni insegnante ne sceglie diversi, in base alle esigenze o richieste degli allievi: saggi, enciclopedie (Cd -rom), vocabolari, schede grammaticali, con esercizi raccolti negli anni precedenti; libri di narrativa e di poesie, che fanno parte della piccola biblioteca scolastica. Sono stati acquistati, come supporto didattico, films e documentari in videocassette e DVD. Particolare attenzione merita il reperimento, la conservazione, la creazione di un elenco aggiornato di detto materiale. FORMAZIONE E QUALIFICAZIONE DEGLI INSEGNANTI Per accedere al ruolo, gli insegnanti della scuola carceraria dovrebbero possedere il Diploma di Specializzazione: essi infatti, appartengono al ruolo speciale in base alle Leggi n 535 del 3/4/1958 e n 72 del3/2/1963, istituite a seguito di intesa tra i Ministeri dell Istruzione e di Giustizia. La legge n 72, tra l'altro, sancisce che ogni atto dell'uno, emanato senza il consenso dell'altro, è nullo. I criteri da adottare per l assegnazione dei docenti sono specificati nell O.M. n 371/94: i posti, qualora non siano coperti da titolari di ruolo, forniti di specializzazione, devono essere coperti in via prioritaria con docenti non di ruolo, iscritti nelle apposite graduatorie speciali ed in possesso del titolo di specializzazione, conseguito al termine degli appositi corsi, svolti d intesa tra i due Ministeri. Nel caso di mancanza o esaurimento delle graduatorie speciali, potranno essere utilizzati, a domanda, insegnanti di ruolo a disposizione,con preferenza per coloro che saranno ritenuti qualificati, per i titoli professionali e culturali posseduti, anche se sprovvisti dello specifico titolo richiesto. Qualora non sia possibile utilizzare docenti di ruolo, tali insegnamenti dovranno essere assicurati, anche assumendo, con contratto a tempo determinato, docenti iscritti nella graduatoria provinciale per posti comuni. Dal 1987, non vengono più realizzati corsi finalizzati al conseguimento di questa specializzazione, per cui sono stati sempre nominati insegnanti provenienti soltanto dal ruolo comune, sprovvisti di titolo. Inoltre ogni anno, i docenti cambiano: questa situazione crea molta confusione e non qualifica di certo, chi ha già esperienza nel settore o chi ne dovrà acquisire. Attualmente, nella Casa Circondariale di Lamezia Terme, è presente, quale docente di scuola elementare carceraria un insegnante, sprovvisto di titolo. PROGETTI Progetto - Il cineforum - espletato dalla F.S. Area 3A L attività relativa all analisi di un testo filmico permette di creare un momento proficuo per l apprendimento, la riflessione ed il confronto. 25

10 La lettura e l approfondimento di alcuni argomenti favoriscono: o l ampliamento delle capacità linguistiche,espressive e critiche o un miglioramento della comunicazione e della socializzazione attraverso l espressione diretta o indiretta delle proprie idee, dei bisogni e dell affettività Progetto Lettura Ulteriori altri corsi potranno essere attivati in funzione delle esigenze e delle disponibilità logistiche della struttura carceraria. Indirizzi utili: Centro Territoriale Permanente Piazza Diaz Lamezia Terme (CZ) Tel Fax Istituto Comprensivo Borrello- Fiorentino 88046Lamezia Terme Via Matarazzo (CZ) Tel /Fax / E.mail:CZIC868000struzione.it Casa Circondariale Lamezia Terme Vico Carcere (CZ). Tel Fax

11 Allegati A B C D E 27

12 Allegato A Quadro riassuntivo delle attività svolte Dal CTP/Ida di Lamezia Terme che ha sede c/o la scuola Media statale F.Fiorentino a partire dall a.s. 2001/2002 al 2009/2010 -CA. Corso di alfabetizzazione culturale ex licenza elementare -SC Scuola Carceraria -CSI. Corso di scuola secondaria di 1 grado(licenza media) -CILS. Corsi a favore di cittadini stranieri per l integrazione linguistica e sociale -CBM. + C Corsi brevi modulari di alfabetizzazione funzionale + Corso tipologia diversa - Tipologia del corso Anni Scolastici Certificati Certificati Certificati CA SC CSI Certificati Certificati Certificati Certificati Tot. CILS CBM* Pon + 1C Pon Pon Pon +1C Pon +4C Pon +3C Pon +3C

13 Anni Scolastici Tot. Tipologia del corso Certificati o licenziati Certificati Certificati Certificati Certificati Certificati Certificati CA SC CSI CILS CBM* Pon + 8 C Pon Il Dirigente Scolastico/Coordinatore del Centro Prof. Ernesto Antonini 29

14 Allegato B CENTRO TERRITORIALE PERMANENTE PER L ISTRUZIONE IN ETÀ ADULTA sede I.C. Lamezia Borrello-Fiorentino Via Matarazzo Tel. e Fax E.mail: LAMEZIA TERME ANNO SCOLASTICO 2012/2013 SEI UN ADULTO DI QUALSIASI ETÀ, UN LAVORATORE, UNA CASALINGA,UN CITTADINO STRANIERO? RISIEDI NEL TERRITORIO LAMETINO? NON HAI POTUTO CONSEGUIRE IL DIPLOMA DI LICENZA MEDIA? LA SOLUZIONE E : C.T.P.-IDA LAMEZIA TERME SONO APERTE LE ISCRIZIONI AL CORSO GRATUITO PER IL CONSEGUIMENTO DELLA LICENZA MEDIA LA FREQUENZA AI CORSI PUO VARIARE IN BASE ALLA TUA PREPARAZIONE. SI TERRA CONTO, NEI LIMITI DEL POSSIBILE, DELLE TUE ESIGENZE E DEI TUOI PROBLEMI. I corsi inizieranno il 1 ottobre 2012 Possono iscriversi persone di età superiore ai 16 anni I corsi potranno essere distaccati presso altre sedi statali o comunali del territorio lametino. PER ISCRIVERTI VIENI DIRETTAMENTE ALLA NOSTRA SEDE, I.C. Borrello- Fiorentino VIA MATARAZZO, LAMEZIA TERME SAMBIASE PER INFO: TEL E.MAIL 30

15 Allegato C Ministero Della Pubblica Istruzione CENTRO TERRITORIALE PERMANENTE PER L EDUCAZIONE IN ETÀ ADULTA c/o I.C. BORRELLO-FIORENTINO Via Matarazzo Tel./ Fax Cod. Mecc. : czic E.mail: LAMEZIA TERME MODULO D ISCRIZIONE SCUOLA SECODARIA DI 1 GRADO - a.s. 2012/2013 Al Dirigente Scolastico Il sottoscritto/a chiede di essere ammesso/a a frequentare il CORSO PER IL CONSEGUIMENTO DEL DIPLOMA DI SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO istituito presso questa scuola per l Anno Scolastico 2012/2013. A tal fine dichiara, sotto la propria responsabilità che rispondono a verità, i seguenti dati personali: Cognome Luogo di nascita Data di nascita M F Nome Nazione Residenza: Indirizzo Città.. Prov.( ) Domicilio: (compilare solo se diverso dalla residenza) Tel. cell. Titolo di studio Quanti anni di scuola nel proprio Condizione lavorativa: (barrare con una crocetta) In cerca di prima occupazione Disoccupato/a Settore d attività: Agricoltura Casalinga Pensionato/a Industria terziario Lavoratore/trice dipendente 31

16 Lavoratore/ trice autonomo/a Studente/ssa Orario preferito per la partecipazione ai corsi: Antimeridiano Pomeridiano Serale Trattamento dei dati personali Il /La sottoscritta dichiara che il CTP/IDA di Lamezia Terme può utilizzare i dati contenuti in questo documento, a seguito della Legge del n. 675 Tutela della privacy art. 27 e art. 13 del DLgs 196/03, esclusivamente per i fini di questa Amministrazione. In fede Data e firma leggibile Allega i seguenti documenti: Carta d identità (fotocopia) Per Stranieri Passaporto (fotocopia) Permesso di soggiorno (fotocopia) Ricevuta di pagamento permesso di soggiorno Lamezia Terme lì, / / Firma 32

17 Ministero Della Pubblica Istruzione CENTRO TERRITORIALE PERMANENTE PER L EDUCAZIONE IN ETÀ ADULTA c/o I.C. BORRELLO-FIORENTINO Via Matarazzo Tel./ Fax Cod. Mecc. : czic E.mail: LAMEZIA TERME MODULO D ISCRIZIONE ALFABETIZZAZIONE LINGUA ITALIANA L2 PER CITTADINI ITALIANI E STRANIERI a.s. 2012/2013 Al Dirigente Scolastico Il/la sottoscritto/a chiede di essere ammesso/a a frequentare il CORSO DI LINGUA ITALIANA L2 istituito presso questa scuola per l Anno Scolastico 2012/2103. A tal fine dichiara, sotto la propria responsabilità, che rispondono a verità, i seguenti dati personali, nonché di essere in possesso del permesso di soggiorno richiesto: Cognome / Surname... Luogo di nascita/ Place of birth... Paese /Country.. Cittadinanza /Citizenship /.. In Italia dalla data/ In Italy from / / Titolo di studio Educational degree Nome / Name Data di nascita /Date of birth M F Indirizzo attuale / Residence Permanent Address Città / City. Tel. cell./mobile phone desidero ricevere SMS / Please send S.M.S. / SI YES . Anni di scuola nel proprio paese How long have you studied in your country? 33

18 Hai già frequentato altri corsi d italiano? Did you attend any other Italian course? SI /YES NO Se sì,dove? If you did, where? nel tuo Paese / in your country al CTP /at CTP in Italia /in Italy altro/ in another place Attualmente lavori? / Are you working now? YES/SI NO Working conditions / Condizione lavorativa: (barrare con una crocetta) In cerca di prima occupazione / In search of first job Disoccupato/a / Unemployed Casalinga / Housewife Pensionato/a / Retired Lavoratore/trice dipendente / Employed Lavoratore/ trice autonomo/a / Self Employed Studente/ssa / Student Professione / Job Sectors / Settore d attività: (barrare con una crocetta) Agricoltura / Agriculture Industria / Industry terziario / Service Industry Orario preferito per la partecipazione ai corsi: Antimeridiano Pomeridiano Serale Trattamento dei dati personali Il /La sottoscritto/a dichiara che il CTP/IDA di Lamezia Terme può utilizzare i dati contenuti in questo documento, a seguito della Legge del n. 675 Tutela della privacy art.13 e art. 27 del DLgs 196/03, esclusivamente per i fini di questa Amministrazione. In fede Data e firma leggibile Permission to use your personal data: The undersigned authorizes the C.T.P. school to make use of his own personal data, according to the item: art. 13 e art. 27 del D.Lgs.n.196/03. 34

19 Signature Lamezia Terme lì, Allega i seguenti documenti / Documents enclosed: Titolo di studio per studenti stranieri (fotocopia) / Educational Degree (photocopy) Passaporto (fotocopia) / Passport (photocopy) Permesso di soggiorno (fotocopia) / Residence Permit (photocopy) Carta d identità (fotocopia) / Identity Card (photocopy) Ricevuta di pagamento permesso di soggiorno / Payment Receipt Residence Permit (photocopy) Data /date Lamezia Terme lì, / / Firma / Signature Ministero Della Pubblica Istruzione CENTRO TERRITORIALE PERMANENTE PER L EDUCAZIONE IN ETÀ ADULTA c/o I.C. BORRELLO-FIORENTINO Via Matarazzo Tel./ Fax Cod. Mecc. : czic E.mail: LAMEZIA TERME MODULO D ISCRIZIONE PER MINORI - a.s. 2012/2013 Al Dirigente Scolastico Il/la sottoscritto/a genitore tutore dell'alunno/a M F chiede che il/la proprio/a figlio/a venga iscritto/a a: alfabetizzazione di lingua italiana L2 scuola secondaria di 1 grado ( ex licenza media) Data 35 FIRMA

20 (Il genitore o tutore se minore) A tal fine dichiara, in base alle norme sullo snellimento dell attività amministrativa e consapevole delle responsabilità cui va incontro in caso di dichiarazione non corrispondente al vero, che l alunno/a Cognome e nome Codice fiscale è nato/a a (prov. ) il è cittadino/a Italiano/a altro (indicare quale) è residente a (prov. ) C.A.P. in Via N. telefono. proviene dalla scuola ove ha frequentato la classe / lingua straniera studiata Orario preferito per la partecipazione ai corsi: Antimeridiano Pomeridiano Serale Lamezia Terme lì / / Firma di autocertificazione (Leggi 15/98 127/97 131/98) Trattamento dei dati personali Il /La sottoscritto/a dichiara che il CTP/IDA di Lamezia Terme può utilizzare i dati contenuti in questo documento, a seguito della Legge del n. 675 Tutela della privacy art. 27 e art. 13 del DLgs 196/03, esclusivamente per i fini di questa Amministrazione. In fede Data e firma leggibile Lamezia Terme lì / / Firma 36

PROGETTO ACCOGLIENZA

PROGETTO ACCOGLIENZA CENTRO TERRITORIALE PERMANENTE PER L ISTRUZIONE E LA FORMAZIONE IN ETÀ ADULTA c/o CASA CIRCONDARIALE LA DOGAIA (PRATO) ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE G. B. MAZZONI (PRATO) PROGETTO ACCOGLIENZA Il Progetto

Dettagli

MODULO D ISCRIZIONE AL CENTRO TERRITORIALE PERMANENTE F. PETRARCA - 1 I.C. di PADOVA COGNOME. Nato/a a il / / Nazionalità. Abitazione: via n.

MODULO D ISCRIZIONE AL CENTRO TERRITORIALE PERMANENTE F. PETRARCA - 1 I.C. di PADOVA COGNOME. Nato/a a il / / Nazionalità. Abitazione: via n. MODULO D ISCRIZIONE AL CENTRO TERRITORIALE PERMANENTE F. PETRARCA - 1 I.C. di PADOVA COGNOME NOME Nato/a a il / / Nazionalità Abitazione: via n. Città Tel. Cell. TITOLO DI STUDIO POSSEDUTO: () nessuno

Dettagli

Le risorse destinate all IC Ponte di Nona Vecchio consistono in Euro 5.691,03. Euro 35,00/h per i docenti fuori orario scolastico per alunni e docenti

Le risorse destinate all IC Ponte di Nona Vecchio consistono in Euro 5.691,03. Euro 35,00/h per i docenti fuori orario scolastico per alunni e docenti \Progetto Area a rischio e lotta alla dispersione scolastica A.S. 2013/14 Le risorse destinate all IC Ponte di Nona Vecchio consistono in Euro 5.691,03 I Criteri adottati nell utilizzo delle risorse sono:

Dettagli

PROGETTO INTERCULTURA ANNO SCOLASTICO 2010/2011

PROGETTO INTERCULTURA ANNO SCOLASTICO 2010/2011 Ministero della Pubblica Istruzione S.M.S. LUINI-FALCONE Viale Liguria 20089 Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 02 8255740 email uffici: segreteria@medialuinifalcone.it PROGETTO INTERCULTURA ANNO SCOLASTICO

Dettagli

32 CENTRO TERRITORIALE PERMANENTE per l'istruzione e la formazione in età adulta c/o I.C. "A. VOLTA" LATINA Telefono e Fax 0773/693372

32 CENTRO TERRITORIALE PERMANENTE per l'istruzione e la formazione in età adulta c/o I.C. A. VOLTA LATINA Telefono e Fax 0773/693372 32 CENTRO TERRITORIALE PERMANENTE per l'istruzione e la formazione in età adulta c/o I.C. "A. VOLTA" LATINA Telefono e Fax 0773/693372 32 CTP Latina via S. Botticelli SITUAZIONE SOCIO-AMBIENTALE L'I.C.

Dettagli

- 3 scuola media Supplenti annuali scuola elementare - Supplenti annuali scuola media 3 Docenti in compartecipazione

- 3 scuola media Supplenti annuali scuola elementare - Supplenti annuali scuola media 3 Docenti in compartecipazione Istituto Comprensivo «Dozza» DATI STRUTTURALI ANNO DI ISTITUZIONE 1998/1999 PERSONALE IN SERVIZIO NEL CTP 1998 1998 Docenti di ruolo scuola elementare 2 3 5 Docenti di ruolo scuola media 9 3 13 Docenti

Dettagli

C.T.P.- I.D.A. di Olgiate Comasco e Lomazzo Piano dell Offerta Formativa 2013/2014

C.T.P.- I.D.A. di Olgiate Comasco e Lomazzo Piano dell Offerta Formativa 2013/2014 C.T.P.- I.D.A. di Olgiate Comasco e Lomazzo Piano dell Offerta Formativa 2013/2014 1- Aspetti generali: Il CTP opera nel territorio dell olgiatese e del lomazzese, con un bacino d utenza superiore alle

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA DEL CTP N 1 DELL AQUILA

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA DEL CTP N 1 DELL AQUILA PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA DEL CTP N 1 DELL AQUILA I CTP, istituiti su tutto il territorio nazionale dal Ministero della Pubblica Istruzione, coordinano le attività di istruzione e formazione degli adulti

Dettagli

ATTIVITÁ MODULARI PER ADULTI

ATTIVITÁ MODULARI PER ADULTI ATTIVITÁ MODULARI PER ADULTI Il Centro Territoriale Permanente (CTP) per la formazione e l istruzione in età adulta, operativo presso il nostro istituto si pone i seguenti obiettivi: affronta il tema della

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI Classi Prime - Seconde - Terze Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO

Dettagli

CENTRO PROVINCIALE ISTRUZIONE ADULTI MATERA

CENTRO PROVINCIALE ISTRUZIONE ADULTI MATERA CENTRO PROVINCIALE ISTRUZIONE ADULTI MATERA anno scolastico 2015/2016 prof. Vinicio Salvato Nasce una nuova scuola Centro provinciale per l istruzione degli adulti Matera Nasce a Matera il centro provinciale

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA. Anno scolastico 2008/09

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA. Anno scolastico 2008/09 PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Anno scolastico 2008/09 Il Piano dell Offerta formativa 2008/09 è stato deliberato dal Consiglio di Istituto nella seduta del 26 giugno 2008, con delibera n. 27/2008. CENTRO

Dettagli

CENTRO TERRITORIALE PERMANENTE E.D.A. DI OLGIATE E LOMAZZO. Intervento di Renato Tettamanti

CENTRO TERRITORIALE PERMANENTE E.D.A. DI OLGIATE E LOMAZZO. Intervento di Renato Tettamanti CENTRO TERRITORIALE PERMANENTE E.D.A. DI OLGIATE E LOMAZZO Intervento di Renato Tettamanti C.T.P.-E.D.A. DI OLGIATE E LOMAZZO il Centro Territoriale Permanente (C.T.P.) opera: ad Olgiate e Lomazzo dal

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Centro Territoriale Permanente per l Istruzione e la Formazione in Età Adulta presso ISTITUTO COMPRENSIVO SONDRIO PAESI OROBICI PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Anno Scolastico 2012/2013 Approvato dal Collegio

Dettagli

Università per Stranieri di Siena Livello A2

Università per Stranieri di Siena Livello A2 Unità 17 Il Centro Territoriale Permanente In questa unità imparerai: a comprendere testi che danno informazioni sui Centri Territoriali Permanenti per l istruzione e la formazione in età adulta parole

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA ALUNNI STRANIERI ISTITUTO COMPRENSIVO CASTIGLIONE-CAMUGNANO PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA ALUNNI STRANIERI ( Revisione) ANNO SCOLASTICO 2014-15 Deliberato dal Collegio docenti del 12-09-2014 1 DEFINIZIONE Il protocollo di

Dettagli

CENTRO TERRITORIALE PERMANENTE PER L ISTRUZIONE E LA FORMAZIONE IN ETA ADULTA P.O.F PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2008-09

CENTRO TERRITORIALE PERMANENTE PER L ISTRUZIONE E LA FORMAZIONE IN ETA ADULTA P.O.F PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2008-09 CENTRO TERRITORIALE PERMANENTE PER L ISTRUZIONE E LA FORMAZIONE IN ETA ADULTA ISTITUTO COMPRENSIVO DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Sede: via Malpighi, 2, 40017, San Giovanni in Persiceto (BO) Tel. 051-821256

Dettagli

PROTOCOLLO ORGANIZZATIVO C.T.P. 32 DI LATINA ANNO SCOLASTICO 2013 2014

PROTOCOLLO ORGANIZZATIVO C.T.P. 32 DI LATINA ANNO SCOLASTICO 2013 2014 PROTOCOLLO ORGANIZZATIVO C.T.P. 32 DI LATINA ANNO SCOLASTICO 2013 2014 UNA RETE TERRITORRIALE DI SERVIZIO Il 32 CTP ha un ruolo di centralità nel territorio di Latina e borghi limitrofi grazie alla sua

Dettagli

Istituto Comprensivo Via Casal Bianco

Istituto Comprensivo Via Casal Bianco MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA - Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Istituto Comprensivo Via Casal Bianco PIANO DI LAVORO EDUCATIVO-DIDATTICO COORDINATO ANNO SCOLASTICO

Dettagli

Centro Territoriale Permanente per l Educazione Degli Adulti c/o Istituto Comprensivo Statale Pietro Vanni Viterbo

Centro Territoriale Permanente per l Educazione Degli Adulti c/o Istituto Comprensivo Statale Pietro Vanni Viterbo M.I.U.R. - UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO Centro Territoriale Permanente per l Educazione Degli Adulti c/o Istituto Comprensivo Statale Pietro Vanni Viterbo MODULO A DOMANDA DI ISCRIZIONE AI

Dettagli

PROGETTO DI INTEGRAZIONE SCOLASTICA DEGLI ALUNNI NON ITALOFONI

PROGETTO DI INTEGRAZIONE SCOLASTICA DEGLI ALUNNI NON ITALOFONI ISTITUTO COMPRENSIVO TITO SPERI CENTRO 2 BRESCIA Anno scolastico 2010-2011 PROGETTO DI INTEGRAZIONE SCOLASTICA DEGLI ALUNNI NON ITALOFONI Accoglienza, alfabetizzazione, sostegno scolastico e mediazione

Dettagli

Il CPIA N. 2 Centro Provinciale per l'istruzione degli Adulti COMUNICA SONO APERTE LE ISCRIZIONI AI CORSI SERALI

Il CPIA N. 2 Centro Provinciale per l'istruzione degli Adulti COMUNICA SONO APERTE LE ISCRIZIONI AI CORSI SERALI Il CPIA N. 2 Centro Provinciale per l'istruzione degli Adulti COMUNICA SONO APERTE LE ISCRIZIONI AI CORSI SERALI Alfabetizzazione primaria è dedicato a chi non ha la licenza elementare, il corso dura un

Dettagli

PROGETTO STRANIERI. Indice degli argomenti:

PROGETTO STRANIERI. Indice degli argomenti: PROGETTO STRANIERI Integrazione socio-culturale degli alunni stranieri Responsabile progetto: Prof.ssa Zaccarelli Adele Organizzazione gestionale: Prof:Vecchi Patrizia Classi destinatarie: Prime Seconde-Quinte

Dettagli

PROTOCOLLO di ACCOGLIENZA ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO di ACCOGLIENZA ALUNNI STRANIERI PROTOCOLLO di ACCOGLIENZA ALUNNI STRANIERI Premessa Questo documento definisce tutte le azioni con cui attuare l inserimento scolastico degli alunni stranieri, sia di quelli che si iscrivono prima dell

Dettagli

Progetto Integrazione alunni stranieri ed Educazione all Intercultura Anno scolastico 2011/12

Progetto Integrazione alunni stranieri ed Educazione all Intercultura Anno scolastico 2011/12 Prot. 1754/B15 Milano, 30 Settembre 2011 Progetto Integrazione alunni stranieri ed Educazione all Intercultura Anno scolastico 2011/12 Richiesta accesso fondo Aree a Forte Processo Immigratorio Premessa

Dettagli

Cosa è il CTP EdA. INTRODUZIONE: presentazione del C.T.P.

Cosa è il CTP EdA. INTRODUZIONE: presentazione del C.T.P. ISTITUTO COMPRENSIVO Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria 1 grado Via A. Volta, 1-24060 VILLONGO (BG) / 035 927200 e-mail: segreteria.icv@virgilio.it Cosa è il CTP EdA Il Centro Territoriale Permanente

Dettagli

PON 2007 IT 05 1 PO 007 F.S.E. AOODGAI / 44621. Annualità 2012 / 2013. Azione: C 1 F.S.E. 2011 2467

PON 2007 IT 05 1 PO 007 F.S.E. AOODGAI / 44621. Annualità 2012 / 2013. Azione: C 1 F.S.E. 2011 2467 PON 2007 IT 05 1 PO 007 F.S.E. AOODGAI / 44621 Annualità 2012 / 2013 Azione: C 1 F.S.E. 2011 2467 Questionari Gradimento Soddisfazione Monitoraggio corsi PON CORSI ANALIZZATI 4 S o g g e t t i I n t e

Dettagli

C.T.P. Pieve di Cadore CENTRO TERRITORIALE PERMANENTE PER L ISTRUZIONE E LA FORMAZIONE IN ETÀ ADULTA PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

C.T.P. Pieve di Cadore CENTRO TERRITORIALE PERMANENTE PER L ISTRUZIONE E LA FORMAZIONE IN ETÀ ADULTA PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA C.T.P. Pieve di Cadore CENTRO TERRITORIALE PERMANENTE PER L ISTRUZIONE E LA FORMAZIONE IN ETÀ ADULTA PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Anno Scolastico 2010/11 Istituto Comprensivo di Pieve di Cadore Premessa

Dettagli

LABORATORIO INFORMATICA : IL MIO AMICO COMPUTER (5 anni)

LABORATORIO INFORMATICA : IL MIO AMICO COMPUTER (5 anni) LABORATORIO INFORMATICA : IL MIO AMICO COMPUTER (5 anni) PREMESSA Le riflessioni sulla natura del computer, sulle risorse che possiede, sui rischi che programmi sbagliati possono comportare, ci spingono

Dettagli

anno scolastico 2009-10 Istituto Comprensivo N. Scarano di Trivento CB Classe II A PROGRAMMAZIONE DEL CONSIGLIO DI CLASSE Classe II A

anno scolastico 2009-10 Istituto Comprensivo N. Scarano di Trivento CB Classe II A PROGRAMMAZIONE DEL CONSIGLIO DI CLASSE Classe II A Classe II A PROGRAMMAZIONE DEL CONSIGLIO DI CLASSE PREMESSA Il presente documento illustra la programmazione del complesso delle attività educative e didattiche che il consiglio della classe II A della

Dettagli

Scuola Secondaria di 1 Grado a. s. 2013-2014

Scuola Secondaria di 1 Grado a. s. 2013-2014 STRUTTURA DELLA CLASSE Alunni iscritti n. Alunni frequentanti n. Alunni ripetenti n. /. Alunni disabili n.. Scuola Secondaria di 1 Grado a. s. 2013-2014 PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA E DIDATTICA Classe 1 TIPOLOGIA

Dettagli

P.E.I. PIANO EDUCATIVO INDIVIDUALIZZATO

P.E.I. PIANO EDUCATIVO INDIVIDUALIZZATO Scuola Secondaria Statale di Primo Grado Via Pascoli Via G. Pascoli, 256-47521 CESENA (FC) Tel. 0547/611134 - Fax. 0547/29163 E-mail: fomm03100p@istruzione.it - www.viapascolicesena.gov.it P.E.I. PIANO

Dettagli

SCHEDA PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE LINGUA E CIVILTA FRANCESE CLASSE SECONDA

SCHEDA PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE LINGUA E CIVILTA FRANCESE CLASSE SECONDA ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE PARITARIO ANTONIO GRAMSCI Piazza A.Gramsci, 15 00041 Albano Laz. (RM) Tel./Fax 06.9307310 Distretto Scolastico 42 - Cod.Ist.: RMTD00500C SCHEDA PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE

Dettagli

AGGIORNAMENTO PER ACCOMPAGNATORI TURISTICI : IL TURISMO ACCESSIBILE

AGGIORNAMENTO PER ACCOMPAGNATORI TURISTICI : IL TURISMO ACCESSIBILE FSE Investiamo nel vostro futuro AGGIORNAMENTO PER ACCOMPAGNATORI TURISTICI : IL TURISMO ACCESSIBILE NOTE ESPLICATIVE MODALITÀ ATTUATIVE L articolazione del percorso formativo prevede: Bilancio delle competenze

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO VIA NOVARIA VILLANTERIO Via Novaria, 3 27019 Villanterio Tel. 0382/974008 Fax 0382/967033 SCUOLA DI A.S.

ISTITUTO COMPRENSIVO VIA NOVARIA VILLANTERIO Via Novaria, 3 27019 Villanterio Tel. 0382/974008 Fax 0382/967033 SCUOLA DI A.S. ISTITUTO COMPRENSIVO VIA NOVARIA VILLANTERIO Via Novaria, 3 27019 Villanterio Tel. 0382/974008 Fax 0382/967033 SCUOLA DI A.S. CLASSE SEZ. ALUNNO/A 1. DATI ANAGRAFICI 2. TIPOLOGIA DI DISTURBO 3. DIDATTICA

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA E DIDATTICA

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA E DIDATTICA Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Statale D. Alighieri Scuola dell'infanzia/primaria/secondaria di primo grado Via per Duno, 10-21030 CUVEGLIO (VA) tel. 0332.650200/650152

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE F. MASCI FRANCAVILLA AL MARE. referente ins. MASCI LUANA

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE F. MASCI FRANCAVILLA AL MARE. referente ins. MASCI LUANA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE F. MASCI FRANCAVILLA AL MARE referente ins. MASCI LUANA 1 Con l anno scolastico 2013-14 entrano pienamente in vigore le Indicazioni Nazionali per il Curricolo della Scuola

Dettagli

IMPARIAMO A CONOSCERCI

IMPARIAMO A CONOSCERCI Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria I grado ISTITUTO COMPRENSIVO CESARE CANTÙ Via Dei Braschi 12 Milano 0288448318 026468664 Codice fiscale 80124430150 Codice meccanografico MIIC8CF006

Dettagli

Programmazione di Francese Classe I B Liceo Linguistico Anno scolastico 2015/2016

Programmazione di Francese Classe I B Liceo Linguistico Anno scolastico 2015/2016 Programmazione di Francese Classe I B Liceo Linguistico Anno scolastico 2015/2016 Presentazione della classe: La classe formata da 21 alunni presenta una preparazione non omogenea e un livello di preparazione

Dettagli

Il Dirigente Scolastico

Il Dirigente Scolastico IV ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Guglielmo Marconi Via Federico di Svevia sn 96016 Lentini (SR) - Tel. Fax 095/901019 Htpp://www.4comprensivomarconi.gov.it - E-mail: sric852006@istruzione.it C.F.: 82000110898

Dettagli

SITUAZIONE DI PARTENZA

SITUAZIONE DI PARTENZA CLASSE ISTITUTO COMPRENSIVO VIA POSEIDONE SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO PIANO DI LAVORO EDUCATIVO-DIDATTICO ANNO SCOLASTICO 2013/14 CLASSE SEZ COORDINATORE Alunni Maschi Femmine Ripetenti Altre culture

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA DI BRA 1 CIRCOLO. Progettazione annuale a.s. 2015/16 delle Classi Prime. Disciplina: ITALIANO

DIREZIONE DIDATTICA DI BRA 1 CIRCOLO. Progettazione annuale a.s. 2015/16 delle Classi Prime. Disciplina: ITALIANO DIREZIONE DIDATTICA DI BRA 1 CIRCOLO Progettazione annuale a.s. 2015/16 delle Classi Prime Disciplina: ITALIANO Profilo d uscita Leggere per il piacere di leggere, per divertirsi, per informarsi, per acquisire

Dettagli

ATTIVITA DI ACCOGLIENZA E CONOSCENZA

ATTIVITA DI ACCOGLIENZA E CONOSCENZA ATTIVITA DI ACCOGLIENZA E CONOSCENZA IN CLASSE I nomi e le presentazioni; Leggo un altra lingua: attività di lettura, da parte della classe, di parole in lingua madre dell alunno neoarrivato, dedotte dalle

Dettagli

Programma Operativo Nazionale Competenze per lo Sviluppo 2007 IT 05 1 PO 007 F.S.E

Programma Operativo Nazionale Competenze per lo Sviluppo 2007 IT 05 1 PO 007 F.S.E Ministero della Pubblica Istruzione Dipartimento per la programmazione D.G. per gli affari internazionali Ufficio IV Programmazione e gestione fondi strutturali europei e nazionali per lo sviluppo e la

Dettagli

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO SCUOLA MEDIA STATALE A. Giorgi A. N.

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO SCUOLA MEDIA STATALE A. Giorgi A. N. MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO SCUOLA MEDIA STATALE A. Giorgi A. N. Fracco CON SEZ. ASSOC. IN: FUMONE) SPERIMENTALE A NORMA DELL ART.

Dettagli

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO Per allievi con altri Bisogni Educativi Speciali (BES Dir. Min. 27/12/2012; C.M. n. 8 del 6/3/2013)

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO Per allievi con altri Bisogni Educativi Speciali (BES Dir. Min. 27/12/2012; C.M. n. 8 del 6/3/2013) ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE S.CATERINA DA SIENA-AMENDOLA Via LAZZARELLI - 84132 SALERNO - Tel. e Fax 089333084 - Cod. Meccanografico: SAIS06900N C.F. 95 1397 60656 - E-Mail: sais06900n@istruzione.it

Dettagli

I CORSI DI ISTRUZIONE DEGLI ADULTI

I CORSI DI ISTRUZIONE DEGLI ADULTI I CORSI DI ISTRUZIONE DEGLI ADULTI 1. L offerta formativa: finalità e scelte educative I punti salienti dell innovazione in corso per l istruzione degli adulti, che anticipano per alcuni aspetti le linee

Dettagli

- PROGETTO D INSERIMENTO ED INTEGRAZIONE DI ALUNNI STRANIERI IN UNA SCUOLA PLURALISTA

- PROGETTO D INSERIMENTO ED INTEGRAZIONE DI ALUNNI STRANIERI IN UNA SCUOLA PLURALISTA - PROGETTO D INSERIMENTO ED INTEGRAZIONE DI ALUNNI STRANIERI IN UNA SCUOLA PLURALISTA A cura di - 1 Soggetto proponente e attuatore I.T.C. P.A.C.L.E. e ITER M. Luther King di Muggiò (MI) Via Allende, 3

Dettagli

OGGETTO: Prospetto corsi e attività CTP Fornovo 2014-2015

OGGETTO: Prospetto corsi e attività CTP Fornovo 2014-2015 ISTITUTO COMPRENSIVO DI FORNOVO TARO CENTRO TERRITORIALE PERMANENTE Via Marconi n. 13 43045 Fornovo di Taro (PR) telefono: 0525 2442 fax: 0525 3493 e-mail: pric839006@istruzione.it segreteria.icfornovo@gmail.com

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Schema di regolamento recante norme generali per la ridefinizione dell assetto organizzativo didattico dei centri d istruzione per gli adulti,

Dettagli

Lingua Straniera: FRANCESE Prima, Seconda, Terza, Quarta, Quinta PIANO DI LAVORO. Classe Prima

Lingua Straniera: FRANCESE Prima, Seconda, Terza, Quarta, Quinta PIANO DI LAVORO. Classe Prima Istituto di Istruzione Superiore ITALO CALVINO telefono: 0257500115 via Guido Rossa 20089 ROZZANO MI fax: 0257500163 e-mail: info@istitutocalvino.gov.it Codice Fiscale: 97270410158 internet: www.istitutocalvino.gov.it

Dettagli

PROGETTO CONSOLIDAMENTO E POTENZIAMENTO

PROGETTO CONSOLIDAMENTO E POTENZIAMENTO PROGETTO CONSOLIDAMENTO E POTENZIAMENTO Per l organizzazione e le modalità attuative del progetto nelle varie realtà dell Istituto si fa riferimento alle programmazioni educative dei vari plessi della

Dettagli

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO Istituto Comprensivo Guglielmo Marconi Viale Rossini 87 05100 Terni Tel. 0744 275500 Fax 0744 274699 PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO ANNO SCOLASTICO 2011/12 SCUOLA: CLASSE: ALLIEVO: PREMESSA Il sistema

Dettagli

Via Martiri di via Fani, 1 71122 Foggia. Prot. 6172/C12 Foggia, 17/07/2014

Via Martiri di via Fani, 1 71122 Foggia. Prot. 6172/C12 Foggia, 17/07/2014 Via Martiri di via Fani, 1 71122 Foggia Prot. 6172/C12 Foggia, 17/07/2014 Programma Operativo Nazionale Competenze per lo sviluppo 2007IT051PO007 Azione C1 Interventi formativi per lo sviluppo delle competenze

Dettagli

utili alla stesura e al monitoraggio del PDP

utili alla stesura e al monitoraggio del PDP Questionario per favorire la raccolta di informazioni utili alla stesura e al monitoraggio del PDP Da compilarsi a cura dei genitori Istituzione scolastica. DATI DELL ALUNNO/A Cognome.. Nome. Classe..

Dettagli

1. Sintetica descrizione del Progetto

1. Sintetica descrizione del Progetto Protocollo di Intesa per l Accoglienza degli Alunni Stranieri e lo Sviluppo Interculturale del Territorio Pratese PROGETTO RETE : COMUNI MEDICEI -Poggio a Caiano e Carmignano A.S. Istituto_capofila -ISTITUTO

Dettagli

ALLEGATO AL DOCUMENTO DI VALUTAZIONE A.S. 2014-2015. Ai genitori dell alunno/a classe. Sez... Si comunica che

ALLEGATO AL DOCUMENTO DI VALUTAZIONE A.S. 2014-2015. Ai genitori dell alunno/a classe. Sez... Si comunica che ALLEGATO AL DOCUMENTO DI VALUTAZIONE A.S. 2014-2015 Ai genitori dell alunno/a classe. Sez... Si comunica che L alunno/a è stato/a ammesso/a alla classe successiva/all Esame di Stato al termine del 1 ciclo

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE a.s. 2014/2015 ITALIANO CLASSE PRIMA COMPETENZE

PIANO DI LAVORO ANNUALE a.s. 2014/2015 ITALIANO CLASSE PRIMA COMPETENZE Istituto Comprensivo di Calderara di Reno Scuola Secondaria di Primo Grado Due Risorgimenti PIANO DI LAVORO ANNUALE a.s. 2014/2015 ITALIANO CLASSE PRIMA COMPETENZE CONTENUTI LETTURA Conoscere le strategie

Dettagli

Progetto alunni stranieri accoglienza, integrazione, L2

Progetto alunni stranieri accoglienza, integrazione, L2 Progetto alunni stranieri accoglienza, integrazione, L2 Anno Scolastico 2012/2013 [[[Nessun bambino può essere considerato straniero, laddove ci si occupa di educazione, di trasmissione di valori, di conoscenze

Dettagli

Il progetto richiesto deve articola rsi nelle seguenti tre sezioni, per le quali verranno fornite successivamente alcune specifiche:

Il progetto richiesto deve articola rsi nelle seguenti tre sezioni, per le quali verranno fornite successivamente alcune specifiche: Allegato B CAPITOLATO SPECIALE PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DELLE ATTIVITA : CORSI DI LINGUA ITALIANA PER STRANIERI, MEDIAZIONE LINGUISTICA, SOSTEGNO AD ALUNNI STRANIERI IN AMBITO SCOLASTICO PERIODO

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI ISTITUTO TECNICO STATALE Periti Aziendali e Corrispondenti in Lingue Estere Astolfo Lunardi Via Riccobelli, 47-25123 Brescia - Tel. 0302009508 - Fax: 030390996 E-mail info@lunardi.bs.it - URL http://www.lunardi.bs.it

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO NORD 1 BRESCIA

ISTITUTO COMPRENSIVO NORD 1 BRESCIA ISTITUTO COMPRENSIVO NORD 1 BRESCIA Codice fiscale : 98156990172 SINTESI PIANO OFFERTA FORMATIVA A.S. 2013/2014 SINTESI PROGETTO / ATTIVITA Sezione 1 Descrittiva 1.1 Denominazione progetto Indicare codice

Dettagli

Istituto Comprensivo Garibaldi-Leone Trinitapoli CURRICOLO VERTICALE LINGUE STRANIERE. Dalla competenza chiave alla competenza base

Istituto Comprensivo Garibaldi-Leone Trinitapoli CURRICOLO VERTICALE LINGUE STRANIERE. Dalla competenza chiave alla competenza base Istituto Comprensivo Garibaldi-Leone Trinitapoli CURRICOLO VERTICALE LINGUE STRANIERE Dalla competenza chiave alla competenza base Competenza chiave: comunicazione nelle lingue straniere. Competenza base:

Dettagli

a. A.S. 2012-2013 I.T.I.S. DE PRETTO Schio (VI) - Protocollo d accoglienza alunni stranieri

a. A.S. 2012-2013 I.T.I.S. DE PRETTO Schio (VI) - Protocollo d accoglienza alunni stranieri PROTOCOLLO D ACCOGLIENZA ALUNNI STRANIERI L iscrizione di alunni immigrati non è più un dato eccezionale ed occasionale, ma costituisce una realtà consolidata, per quanto variabile nelle sue dimensioni

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RIASSETTO ORGANIZZATIVO E DIDATTICO DEI CENTRI PER L ISTRUZIONE DEGLI ADULTI MATERIALI

REGOLAMENTO PER IL RIASSETTO ORGANIZZATIVO E DIDATTICO DEI CENTRI PER L ISTRUZIONE DEGLI ADULTI MATERIALI REGOLAMENTO PER IL RIASSETTO ORGANIZZATIVO E DIDATTICO DEI CENTRI PER L ISTRUZIONE DEGLI ADULTI MATERIALI A fronte del grande obiettivo che nel comma 632 della L.296/06 è posto a fondamento di tutta l

Dettagli

PROGETTAZIONE ANNUALE. A. S. 200_/0_ Classe sez.

PROGETTAZIONE ANNUALE. A. S. 200_/0_ Classe sez. PROGETTAZIONE ANNUALE CORSO: A. S. 200_/0_ Classe sez. Disciplina: ANALISI DELLA CLASSE: Situazione di partenza Descrivere tipologia, (caratteristiche cognitive, comportamentali, atteggiamento verso la

Dettagli

Scuola Primaria Statale Salvo D Acquisto I Circolo di Pioltello. PROGETTO SPAZIO, LINGUA, BAMBINO Laboratorio Interculturale di Italiano L2

Scuola Primaria Statale Salvo D Acquisto I Circolo di Pioltello. PROGETTO SPAZIO, LINGUA, BAMBINO Laboratorio Interculturale di Italiano L2 Scuola Primaria Statale Salvo D Acquisto I Circolo di Pioltello PROGETTO SPAZIO, LINGUA, BAMBINO Laboratorio Interculturale di Italiano L2 Premessa Il I circolo di Pioltello è composto da due plessi di

Dettagli

PROGETTO DI RECUPERO E SOSTEGNO:

PROGETTO DI RECUPERO E SOSTEGNO: Anno scolastico 2012/2013 SCUOLA PRIMARIA Classi: terze, quarte e quinte. PROGETTO DI RECUPERO E SOSTEGNO: PREMESSA Le insegnanti delle classi terze, quarte e quinte propongono il seguente progetto di

Dettagli

Scuola Secondaria Statale di I grado Manara Valgimigli ALBIGNASEGO

Scuola Secondaria Statale di I grado Manara Valgimigli ALBIGNASEGO PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA Anno scolastico 2011/12 Docente Di Bella Carmela Disciplina Italiano Classe I Sezione F n. alunni 25 SITUAZIONE DI PARTENZA Livello della classe (indicare con X a sinistra):

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER GLI ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER GLI ALUNNI STRANIERI PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER GLI ALUNNI STRANIERI PREMESSA Il Protocollo di accoglienza per gli alunni stranieri è da intendersi quale parte integrante dell assetto regolamentare dell ENAIP Trentino.

Dettagli

Sarà cura dei Coordinatori di classe coordinare l attività di accoglienza delle loro classi sino alle 12.00.

Sarà cura dei Coordinatori di classe coordinare l attività di accoglienza delle loro classi sino alle 12.00. COMUNICATO n. 05 /DIR AI COORDINATORI AI DOCENTI DELLE CLASSI PRIME Oggetto: ACCOGLIENZA CLASSI PRIME I docenti dei Consigli delle classi prime sono convocati venerdì 11 settembre alle ore 8.00 per l attività

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE ASSE DEI LINGUAGGI

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE ASSE DEI LINGUAGGI ANNO SCOLASTICO 2012/2013 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE ASSE DEI LINGUAGGI INDIRIZZO CLASSE SEZIONE DISCIPLINA DOCENTE SERVIZI COMMERCIALI - QUINTO ANNO INGLESE QUADRO ORARIO N. ore 3 1. IDENTITA

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE CLASSE IA DISCIPLINA LINGUA FRANCESE

PIANO DI LAVORO ANNUALE CLASSE IA DISCIPLINA LINGUA FRANCESE PIANO DI LAVORO ANNUALE CLASSE IA DISCIPLINA LINGUA FRANCESE PREMESSA FONDAMENTALE Tra gli obiettivi fondamentali della Scuola Secondaria di primo grado c è stata l introduzione dello studio di una seconda

Dettagli

Anno Scolastico PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO (PDP) TRA. ISTITUTO COMPRENSIVO GRAMSCI Via Matteotti 51, Camponogara VE

Anno Scolastico PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO (PDP) TRA. ISTITUTO COMPRENSIVO GRAMSCI Via Matteotti 51, Camponogara VE Anno Scolastico PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO (PDP) TRA ISTITUTO COMPRENSIVO GRAMSCI Via Matteotti 51, Camponogara VE SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CONSIGLIO di CLASSE E GENITORI dell

Dettagli

C.P.I.A.1 Pisa Centro Provinciale Istruzione Adulti

C.P.I.A.1 Pisa Centro Provinciale Istruzione Adulti C.P.I.A.1 Pisa Centro Provinciale Istruzione Adulti via Brigate Partigiane, 4-56025 Pontedera tel 0587.299.512 e mail: pimm61000c@istruzione.it pec: pimm61000c@pec.istruzione.it sito web: www.cpia1pisa.gov.it

Dettagli

CENTRO TERRITORIALE PERMANENTE PER L ISTRUZIONE E LA FORMAZIONE IN ETÀ ADULTA

CENTRO TERRITORIALE PERMANENTE PER L ISTRUZIONE E LA FORMAZIONE IN ETÀ ADULTA CENTRO TERRITORIALE PERMANENTE PER L ISTRUZIONE E LA FORMAZIONE IN ETÀ ADULTA Il Centro Territoriale Permanente (C.T.P.) è il settore dell Istituto comprensivo E. C. Davila che si occupa di istruzione

Dettagli

Istituto Comprensivo Passoscuro-Fregene

Istituto Comprensivo Passoscuro-Fregene Istituto Comprensivo Passoscuro-Fregene SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO PER GLI ALUNNI CON CERTIFICAZIONE DI DSA Alunno:.. Classe:.. Plesso:... Referente DSA...coord. di

Dettagli

CENTRO TERRITORIALE PERMANENTE CAMPI BISENZIO c/o I.C. Campi Centro-Nord, Scuola Secondaria di 1 Grado Garibaldi Anno Scolastico 2013/2014

CENTRO TERRITORIALE PERMANENTE CAMPI BISENZIO c/o I.C. Campi Centro-Nord, Scuola Secondaria di 1 Grado Garibaldi Anno Scolastico 2013/2014 CENTRO TERRITORIALE PERMANENTE CAMPI BISENZIO c/o I.C. Campi Centro-Nord, Scuola Secondaria di 1 Grado Garibaldi Anno Scolastico 2013/2014 Docente: Dell Aiuto Francesca Funzione strumentale Coordinamento

Dettagli

PROTOCOLLO PER L ACCOGLIENZA E L INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO PER L ACCOGLIENZA E L INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI ISTITUTO COMPRENSIVO di PORTO MANTOVANO (MN) Via Monteverdi 46047 PORTO MANTOVANO (MN) tel. 0376 398 781 e-mail: mnic813002@istruzione.it e-mail certificata: mnic813002@pec.istruzione.it sito internet:

Dettagli

UNITA DI APPRENDIMENTO AREA MATEMATICA CONTO E CONFRONTO

UNITA DI APPRENDIMENTO AREA MATEMATICA CONTO E CONFRONTO UNITA DI APPRENDIMENTO AREA MATEMATICA CONTO E CONFRONTO Denominazione Conto e confronto Prodotti Tavola pitagorica ad immagini Competenze mirate Comuni/cittadinanza Competenze Chiave Europee La competenza

Dettagli

I. C. I. NIEVO CAPRI. Modello di PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO Anno Scolastico

I. C. I. NIEVO CAPRI. Modello di PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO Anno Scolastico I. C. I. NIEVO CAPRI Scuola secondaria di I grado Classe Coordinatore di classe 1. DATI RELATIVI ALL ALUNNO: Modello di PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO Anno Scolastico Cognome e nome Data e luogo di nascita

Dettagli

ISTITUTO PROFESSIONALE INDUSTRIA, ARTIGIANATO e SERVIZI ALFREDO AMATUCCI. All. n.9 IeFP

ISTITUTO PROFESSIONALE INDUSTRIA, ARTIGIANATO e SERVIZI ALFREDO AMATUCCI. All. n.9 IeFP ISTITUTO PROFESSIONALE INDUSTRIA, ARTIGIANATO e SERVIZI ALFREDO AMATUCCI Viale Italia n.18-83100 Avellino Sede centrale: Tel.0825 1643184 Fax: 0826 1643182 Succursale: Via Ferrante - tel e fax 0825 36581

Dettagli

BANDO DI SELEZIONE CORSI DI LINGUA ITALIANA PER CITTADINI EXTRACOMUNITARI 2011/2012

BANDO DI SELEZIONE CORSI DI LINGUA ITALIANA PER CITTADINI EXTRACOMUNITARI 2011/2012 BANDO DI SELEZIONE CORSI DI LINGUA ITALIANA PER CITTADINI EXTRACOMUNITARI 2011/2012 1. Oggetto Con determinazione n. 6509/245 del 02/02/2012 è indetta una selezione di partecipanti a corsi gratuiti di

Dettagli

PON Competenze per lo sviluppo 2007 IT 05 1 PO 007 C. M. Prot. AOODGAI/10673 del 27/09/2011 ANNUALITA 2011

PON Competenze per lo sviluppo 2007 IT 05 1 PO 007 C. M. Prot. AOODGAI/10673 del 27/09/2011 ANNUALITA 2011 Prot. N 4870 PON Lamezia Terme, lì 19 / 09/ 2012 PON Competenze per lo sviluppo 2007 IT 05 1 PO 007 C. M. Prot. AOODGAI/10673 del 27/09/2011 ANNUALITA 2011 AVVISO PER IL RECLUTAMENTO DI DOCENTI ESPERTI

Dettagli

Istituto Comprensivo Tiriolo Scuola dell Infanzia Primaria Secondaria di primo grado

Istituto Comprensivo Tiriolo Scuola dell Infanzia Primaria Secondaria di primo grado Istituto Comprensivo Tiriolo Scuola dell Infanzia Primaria Secondaria di primo grado Piazza della Libertà, 14 88056 TIRIOLO (Cz) Tel. 0961.991018 Fax 0961.024807 Cod. Mecc: CZIC86500R Cod. Fisc. 80004080794

Dettagli

SCUOLA MEDIA GALLO CORDERO FRANK MONDOVI PROGRAMMAZIONE ALFABETIZZAZIONE I LIVELLO II LIVELLO TUTTE LE SEDI

SCUOLA MEDIA GALLO CORDERO FRANK MONDOVI PROGRAMMAZIONE ALFABETIZZAZIONE I LIVELLO II LIVELLO TUTTE LE SEDI SCUOLA MEDIA GALLO CORDERO FRANK MONDOVI PROGRAMMAZIONE ALFABETIZZAZIONE I LIVELLO II LIVELLO TUTTE LE SEDI TUTTI I DOCENTI DI ALFABETIZZAZIONE ITALIANO MATEMATICA REFERENTE INTERCULTURA: MARIANGELA BERTINO

Dettagli

Anno scolastico 2012-2013 INTRODUZIONE

Anno scolastico 2012-2013 INTRODUZIONE ISTITUTO COMPRENSIVO BOZZAOTRA SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA, SECONDARIA DI 1 GRADO Via Roma, 27-80061 MASSA LUBRENSE(NA) Cod. Mecc. NAIC8D8002 C. F. n 90078340636 Tel e/o fax. 081/8789205-8089695 Sito

Dettagli

ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO PER SERVIZI COMMERCIALI, TURISTICI, SOCIALI e della GRAFICA PUBBLICITARIA EUROPA POMIGLIANO D ARCO

ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO PER SERVIZI COMMERCIALI, TURISTICI, SOCIALI e della GRAFICA PUBBLICITARIA EUROPA POMIGLIANO D ARCO ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO PER SERVIZI COMMERCIALI, TURISTICI, SOCIALI e della GRAFICA PUBBLICITARIA EUROPA POMIGLIANO D ARCO PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO E DIDATTICA FRANCESE ANNO SCOLASTICO 2007-2008

Dettagli

CENTRO TERRITORIALE PERMANENTE PER L ISTRUZIONE E LA FORMAZIONE IN ETA ADULTA ADRIA E BASSO POLESINE Anno scolastico 2006 2007

CENTRO TERRITORIALE PERMANENTE PER L ISTRUZIONE E LA FORMAZIONE IN ETA ADULTA ADRIA E BASSO POLESINE Anno scolastico 2006 2007 CENTRO TERRITORIALE PERMANENTE PER L ISTRUZIONE E LA FORMAZIONE IN ETA ADULTA ADRIA E BASSO POLESINE Anno scolastico 2006 2007 DOCUMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA La nozione di Istruzione e Formazione Permanente

Dettagli

Manifestazione di interesse per la costituzione di una rete di scuole pubbliche per la realizzazione di corsi di lingua italiana per immigrati

Manifestazione di interesse per la costituzione di una rete di scuole pubbliche per la realizzazione di corsi di lingua italiana per immigrati Manifestazione di interesse per la costituzione di una rete di scuole pubbliche per la realizzazione di corsi di lingua italiana per immigrati 1. OGGETTO DELL AVVISO Con il presente avviso la Regione Calabria,

Dettagli

LA FONDAZIONE MANODORI HA FINANZIATO IL PRESENTE PROGETTO

LA FONDAZIONE MANODORI HA FINANZIATO IL PRESENTE PROGETTO Progetto stranieri Istiitutii Superiiorii delllla Proviinciia dii Reggiio Emiilliia LINEE GUIDA PER L INTEGRAZIONE DEGLI ALLIEVI STRANIERI IL PRESENTE DOCUMENTO È STATO ELABORATO DAL GRUPPO DI PROGETTO

Dettagli

Capitolo 1 I dati in sintesi

Capitolo 1 I dati in sintesi Capitolo 1 I dati in sintesi 1.1 - Le sedi Nell anno scolastico 2006/07 gli istituti scolastici coinvolti nell istruzione degli adulti sono stati 1.403. Il presente rapporto è però realizzato utilizzando

Dettagli

Ist. Sup. Verona Trento. Centro Territoriale Permanente n.2 MESSINA

Ist. Sup. Verona Trento. Centro Territoriale Permanente n.2 MESSINA Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ist. Sup. Verona Trento Centro Territoriale Permanente n.2 MESSINA PATTO FORMATIVO Primo livello primo periodo ANNO SCOLASTICO 2014-2015 Quadro

Dettagli

PIANO OFFERTA FORMATIVA 2014-15 DEL CENTRO TERRITORIALE PERMANENTE DEL I ISTITUTO COMPRENSIVO PETRARCA - PADOVA

PIANO OFFERTA FORMATIVA 2014-15 DEL CENTRO TERRITORIALE PERMANENTE DEL I ISTITUTO COMPRENSIVO PETRARCA - PADOVA PIANO OFFERTA FORMATIVA 2014-15 DEL CENTRO TERRITORIALE PERMANENTE DEL I ISTITUTO COMPRENSIVO PETRARCA - PADOVA SOMMARIO 1) Le coordinate culturali dell attività del CTP... 1 2) Analisi dei bisogni...

Dettagli

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE DI STATO

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE DI STATO ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE DI STATO "ENRICO FERMI" Via Luosi n. 23-41124 Modena Tel. 059211092 059236398 - (Fax): 059226478 E-mail: info@fermi.mo.it Pagina web: www.fermi.mo.it Prot. n. 5777/A17a Modena,

Dettagli

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO PER STUDENTI STRANIERI CON BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO PER STUDENTI STRANIERI CON BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO PER STUDENTI STRANIERI CON BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI Formattato: Rientro: Sinistro: 0 cm, Prima riga: 0 cm CM n.24/2006; Direttiva MIUR del 27.12.2012; CM n.8/2013 Intestazione

Dettagli

alunni stranieri speciali sostegni servizi al suo interno laboratori didattici Situazione della scuola 3 Finalità del progetto 4.

alunni stranieri speciali sostegni servizi al suo interno laboratori didattici Situazione della scuola 3 Finalità del progetto 4. Istituto Omnicomprensivo Statale Beato Simone Fidati Scuola d Infanzia, Primaria, Secondaria primo grado e Secondaria Superiore (IPSIA) Località La Stella - 06043 Cascia (PG) 074376203 0743751017 074376180

Dettagli

ORGANIZZAZIONE DIDATTICA DEL CORSO SERALE

ORGANIZZAZIONE DIDATTICA DEL CORSO SERALE ITI CANNIZZARO CATANIA ORGANIZZAZIONE DIDATTICA DEL CORSO SERALE APPROVATA NEL COLLEGIO DOCENTI DEL SERALE DEL 5-5-2011 1 / 8 L ITI Cannizzaro è una delle realtà più vaste dell Italia meridionale poiché

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO Dante Arfelli

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO Dante Arfelli SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO Dante Arfelli Via Sozzi, N 6-47042 Cesenatico (FC) - Cod. fisc. 90041150401 Tel 0547 80309 fax 0547 672888 - Email: fomm08900a@istruzione.it Sito web: www.smcesenatico.net

Dettagli

Anno Scolastico.. Stesura (data).. Aggiornamento (data)...

Anno Scolastico.. Stesura (data).. Aggiornamento (data)... PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO Anno Scolastico.. Stesura (data).. Aggiornamento (data)... Indirizzo di studio.. Classe.. Sezione. Referente DSA Coordinatore di classe. Pag.1 di 16 1. DATI RELATIVI ALL

Dettagli