Facciamo crescere il nostro futuro

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Facciamo crescere il nostro futuro"

Transcript

1 6 Parla Marco Patuano: la clientela, le persone, il futuro dell azienda per il nuovo AD di Telecom Italia Smartphone e tablet: tutto il mondo a portata di mano, in uno schermo e sempre online Io c ero: foto, ricordi, racconti per ricostruire tutti insieme la memoria del nostro Gruppo Quelli che... ci mettono la faccia sono i colleghi dei Negozi Sociali, ogni giorno a contatto con i clienti Anno 2 numero 2 Giugno 2011 Facciamo crescere il nostro futuro

2 SINCRONIZZANDO 2/ L EDITORIALE Domenico Giampà Customer Care protagonista Giornata speciale al Customer Care di via Bramante a Rimini: la pubblicità nelle vesti di una bellissima e affascinante Michelle Hunziker ha incontrato, in un atmosfera amichevole e divertente, gli operatori del Modulo 2 di Rimini. Insieme ad altri colleghi che curano i clienti Privilege, si sono distinti per le performance ottenute nella Sfida Zero Churn 2010, tutti accomunati da un coinvolgente e sentito: chiama il 187! Caterina Verardi Con il rinnovo del Consiglio di Amministrazione e con le conseguenti modifiche degli assetti organizzativi di Gruppo si avvia una nuova fase nel percorso di rilancio intrapreso a partire dal Negli ultimi tre anni abbiamo stabilizzato la situazione economica e finanziaria del Gruppo. Siamo riusciti a superare una gravissima crisi finanziaria internazionale e una flessione dell economia italiana senza precedenti dal dopoguerra conseguendo gli obiettivi di riduzione del debito e di recupero di efficienza che ci eravamo dati. Oggi dobbiamo riprendere il percorso di crescita interrotto qualche anno fa facendo leva sulla più ampia base internazionale che nel frattempo siamo riusciti a costruire e sul recupero di competitività sul mercato interno. Inuovi assetti organizzativi rispondono proprio a questa esigenza. Il presidio del mercato italiano assicurato dalla riunificazione di tutte le leve operative sotto la responsabilità di un amministratore delegato, la mobilitazione di squadre manageriali motivate e coese sul mercato brasiliano e su quello argentino e una forte concentrazione a livello centrale sulle strategie di crescita attraverso il presidio della finanza e delle operazioni straordinarie creano una divisione dei ruoli ideale per un gioco di squadra vincente. Sta a tutti noi oggi non perdere l occasione per recuperare il tempo perso e riguadagnare il posto che ci spetta nel mondo delle telecomunicazioni. I problemi ereditati dal passato sono stati affrontati e quindi non possono più in alcun modo costituire un alibi. Non è più tempo di distinguere le nostre responsabilità da quelle di altri. Abbiamo di fronte una sfida che riusciremo a vincere solo se saremo uniti e solidali, se riusciremo a dimostrare che giochiamo tutti nella stessa squadra. I segnali che siamo tornati a contare nel mondo delle comunicazioni sono tanti: il ruolo di Telecom Italia negli organismi internazionali con le presidenze della GSMA e dell ETNO, il recupero di immagine sul mercato italiano. Il mondo delle telecomunicazioni sta cambiando profondamente: alla tradizionale concorrenza degli operatori alternativi si è aggiunta quella delle imprese nate con internet. Per vincere in un mondo così complesso bisogna osare, prendere dei rischi, sperimentare nuove soluzioni e accettare il fatto che non tutte saranno un successo. Siamo stati tra le prime società al mondo a esplorare il mondo della televisione over the top, abbiamo lanciato per primi in Italia i servizi di cloud computing. Il cammino dell innovazione è pieno di rischi ma anche di soddisfazioni. Dobbiamo dimostrare che siamo capaci di percorrerlo. La sfida dei prossimi anni si giocherà proprio sulla nostra capacità di abbandonare i sentieri conosciuti e le certezze consolidate per dimostrare che, ancora una volta, Telecom Italia è in grado di indicare la strada del futuro. Franco Bernabè In copertina, i figli dei nostri colleghi, ritratti da Domenico Giampà, presso il Mionido Telecom Italia in località San Cono a Catanzaro: Giorgia, Jasmine, Martina, Salvatore, Matteo, Mario, Miriam, Eros, Samuele, Mattia, Giuseppe, Laura, Giorgia, Gaia, Marco, Giacomo, Manuel, Giuseppe, Ludovica, Ginevra, Sara, Saverio, Nicole, Sara e Luna

3 4 SINCRONIZZANDO 2/ Stefano Meluni TWITTERIAMO! Biz Stone, co-fondatore di Twitter è intervenuto in web conference, utilizzando il nuovo servizio di Impresa Semplice per il primo twittertime dell AD Marco Patuano, il Q&A via Twitter ispirato al question time anglosassone. Biz ha dialogato con Marco Patuano, Gianni Riotta e Rahaf Harfoush e si è dichiarato molto soddisfatto che la Convention Top Clients dello scorso giugno a Ostuni abbia toccato i temi dei social media e dell innovazione. Biz Stone ha infine twittato Welcome to glad you re there. Paolo Artuso

4 6 INDICE SINCRONIZZANDO 2/ n PERSONE n PUNTI DI VISTA Le persone, il nostro futuro 8 Incontro con Marco Patuano, nuovo Amministratore Delegato di Telecom Italia A misura di leadership 10 L assetto organizzativo di Telecom Italia all insegna della semplificazione e della velocità n UNO DI NOI Semplicemente semplici 14 Andare verso l era digitale assicurando chiarezza, affidabilità, attenzione: sembra una missione impossibile che è diventata possibile, come dimostra la risposta della clientela e come spiegano Fabrizio Gorietti ed Enrico Trovati n SESTANTE Orgoglio e passione 18 Negli ultimi tre anni Telecom Italia ha invertito la rotta e ora affronta le sfide future con rinnovata energia in un clima costruttivo e positivo n INNOVAZIONE n TECNOLOGIA AL QUOTIDIANO È tempo di grandi lavori 20 Interventi decisivi, risolutivi e mirati per portare la vera innovazione nella rete fissa e mobile. Ecco i progetti di Telecom Italia n STRUMENTI DI LAVORO Una scelta per il futuro 22 Investire su se stessi scegliendo di imparare un nuovo mestiere: i bandi di riconversione professionale n BUSINESS n FACCIAMO IL PUNTO SU... Voglia di smartphone 26 Il futuro è nelle applicazioni, simpaticamente abbreviate in app, con le quali i consumatori sembrano passare più tempo che con le telefonate o i messaggini. Un nuovo modello di business da ridisegnare n PERCHÉ L HO SCELTO Da click... a tap 28 Il tablet è il nuovo oggetto da possedere che si sta diffondendo visibilmente sul territorio. Telecom Italia reagisce con proposte tariffarie che consentono una navigazione senza problemi di costo n LA FACCIA DI CHI CI METTE LA FACCIA Mettiamoci la faccia! 30 Ecco i nostri colleghi dei Negozi Sociali esperti nell accompagnare ogni giorno il cliente nella scelta di prodotti e servizi di fisso e mobile n IN COSA POSSO ESSERLE UTILE? Tra le nuvole Sì, è proprio lassù che risiede la nuova soluzione per archiviare una quantità sempre crescente di dati digitali. Tappa per tappa il cloud storage di Telecom Italia n A CARTE SCOPERTE Il capitale reputazione 38 Presidiare le Istituzioni locali è compito fondamentale per un Gruppo come il nostro che deve individuare soluzioni progettuali innovative per la collettività n LA PAROLA AL FILOSOFO n LO SPECCHIO DELL AZIENDA Una nuova scienza per gestire l innovazione 40 L intervento di Franco Rebuffo n COMMENTI n SCENARIO La laurea? Non è solo un ombrello 42 Andare all università o fermarsi alle superiori? Impiegato assicurato o disoccupato garantito? Le risposte a questi estremi non sono così ovvie... n REPORTAGE Illustri conosciuti 46 Primi piani dei Premi Nobel nazionali per celebrare la cultura e l inventiva del nostro Paese n C ERA UNA VOLTA Io c ero Un iniziativa su intranet per recuperare il filo della memoria e dei ricordi del nostro Gruppo n QUESTIONE DI STILE Geo & web 56 Che cosa ti interessa? E dove si trova? Oggi i sistemi di georeferenziazione aprono nuove prospettive anche a mercati che sembrano saturi n MONDO n ECOSISTEMA Il nostro social Risorgimento 58 Si celebrano i 150 anni dell Italia e si celebra l innovazione con il Tour dei Mille, un viaggio garibaldino lungo lo Stivale a caccia di buone idee dai più giovani n MESTIERI IERI OGGI DOMANI Da ispettori a partner della governance 60 L Internal Auditing ha assunto, soprattutto negli ultimi dieci anni, un ruolo fondamentale per la corporate governance. Dalle parole dei colleghi il racconto di questa evoluzione n VENITE DA NOI Un Paese... tanti gioielli 64 Le meraviglie di Valle d Aosta, Umbria e Campania, raccontate da tre colleghi che ben conoscono i segreti del loro territorio n IL RACCONTO Papà, dove vanno i polpi quando non li vediamo? 66 Michela Murgia, vincitrice del Campiello 2010, al suo secondo racconto in esclusiva per Sincronizzando sulla trasmissione del sapere tra le generazioni

5 8 PERSONE PUNTI DI VISTA SINCRONIZZANDO 2/ Alberto Guglielmi LE PERSONE, IL NOSTRO FUTURO La redazione di Sincronizzando incontra il nuovo Amministratore Delegato Marco Patuano, 47 anni, tre figli. Una testimonianza a 360 gradi sulla relazione con la clientela, le persone, il futuro dell azienda. Il giorno successivo alla sua nomina, il suo primo pensiero è stato per i clienti: ha deciso di incontrare le associazioni dei consumatori. Per noi il cliente è ovviamente prioritario: per questo stiamo portando avanti un percorso di stretta e fattiva collaborazione anche con chi lo rappresenta. Nel corso dell incontro con le associazioni dei consumatori ho illustrato i risultati conseguiti negli ultimi due anni, le azioni intraprese per garantire livelli di servizio in linea con le aspettative della clientela e gli interventi infrastrutturali programmati per l ammodernamento delle reti. Sempre in quella occasione ho presentato la manovra di semplificazione tariffaria in vigore dal primo luglio. Telecom Italia offre oggi prezzi più trasparenti per le chiamate da telefono fisso, senza vincoli di orario e più facilmente memorizzabili. Siamo tra i primi grandi operatori in Europa a introdurre la fascia di prezzo unica. Fa parte dell evoluzione della cultura d impresa. I clienti devono essere al centro di ogni nostro progetto, ogni giorno. La loro soddisfazione è talmente importante per tutti noi da indurci a decidere che il Customer Satisfaction Index (CSI) diventi parte integrante della remunerazione del management, me incluso. Una delle sue prime uscite pubbliche da AD è stata in rete, su Eraclito, rispondendo alle curiosità e alle domande del blogger Massimo Mantellini, testimone e interprete del cambiamento dei luoghi del dialogo e delle conversazioni. Ho deciso di rilasciare l intervista su Eraclito, un social media, per l importanza strategica che riconosciamo alla rete e ai suoi attori. Siamo stati i primi a lanciare il caring sui social media con il Twitter Team, aggiungendo la piattaforma di microblogging agli altri canali di supporto come IVR, web, telefono, mail. E io stesso ho deciso di creare un mio profilo su Twitter per rispondere personalmente alle istanze dei clienti in appuntamenti prestabiliti: è nato così il Twitter Time un nuovo format ispirato ai question time anglosassoni, inaugurato il 10 giugno con un tweet di benvenuto di Biz Stone, uno dei founder di Twitter. Tutte queste azioni sono tra loro coordinate e frutto di una strategia che si muove da una base di cultura, relazione, dialogo e risposta per offrire i vantaggi di piattaforme e comportamenti innovativi a chiunque possa avere bisogno, voglia o necessità di interagire con noi. In maniera semplice, veloce, diretta e risolutiva. Nel suo intervento al recente meeting Technology ha affermato che bisogna focalizzarsi sulle persone e non più sulle risorse umane. Telecom Italia va verso un organizzazione people driven? È un percorso, non un atto amministrativo. Nei miei vent anni di lavoro ho imparato che non c è nulla che non si può comprare con il denaro, ma c è qualcosa che non si compra solo con il denaro. Sono le competenze, la motivazione, la voglia di fare delle persone. Telecom Italia deve cambiare pelle più velocemente che nel recente passato: penso a un insieme miscelato di energia, cultura innovativa e determinazione. Per farlo sono fondamentali le persone, considerate a tutto tondo, nella loro completezza e complessità di pensieri, modi di agire, interessi, passioni, debolezze, entusiasmi. Mi si perdoni il gioco di parole, ma solo le persone che credono nell impresa possono portare avanti questa impresa. Abbiamo bisogno di partecipazione, idee, scambio: tutti dobbiamo impegnarci per consentire al potenziale creativo di ciascuno di esprimersi, di diffondersi, di crescere. Ne abbiamo bisogno per il nostro futuro. Mi impegnerò personalmente per mantenere un dialogo aperto e continuo con le persone dell azienda. Toccando invece corde più emotive: cosa sente di poter dare a Telecom Italia e alle persone? Per me non esiste altro modo di gestire un azienda che regalandole un grande progetto per il futuro. Un progetto che deve essere però interiorizzato da tutti. Se il progetto è di pochi si incontrano resistenze fortissime, si fatica tanto e si rischia di girare a vuoto. Il nostro progetto deve essere di riprenderci la leadership assoluta nell innovazione e nel mercato fisso, mobile e ICT. Sottolineo la parola innovazione perché da che io ricordi Telecom Italia è stata sempre un punto di riferimento mondiale per l industry, per i fornitori, per i ricercatori. Questo significa lavorare sulle competenze dei singoli, riconoscere e valorizzare il talento, ritrovare entusiasmo e identificazione. Tutti sanno che ho lavorato molti anni nello startup di TIM. Ebbene lì ho imparato qualcosa di fondamentale: il potere dell entusiasmo. Identificarsi con un progetto, farlo proprio, viverlo da dentro, far sì che il successo del progetto sia il mio successo, il successo di ciascuno di noi. Quello che fa la differenza è identificarsi e non aspettare che qualcuno ci dica come fare le cose, proporre e non criticare, partecipare e non farsi trasportare, essere positivi e non vedere sempre il lato negativo. Non focalizziamoci solo su cosa non ha fatto il mio vicino/capo/collaboratore. Guardiamo a cosa può fare ciascuno di noi. Ci sono molte cose da migliorare, è vero. Ma posso garantire che c è l entusiasmo di voler fare accadere le cose. Peccato che da solo nessuno è in grado di muovere la montagna. Se lo facciamo insieme e con un attitudine positiva ce la possiamo fare. Ma come sarà Telecom Italia in questo viaggio verso il Previsioni? Viviamo nell era della discontinuità. In questo cambiamento Telecom Italia sarà l asse portante dello sviluppo del Paese e grazie anche alle nostre infrastrutture avremo un Italia digitale. Dobbiamo però lavorare anche per favorire la nascita di un ecosistema che soddisfi gli interessi dei nostri clienti, semplificando le modalità di accesso e di utilizzo dei nuovi servizi. Il presente è Internet e Internet sarà anche il futuro. Si affermerà in modo massivo il cloud computing, il broadband sarà ANCHE ultrabroadband in un mix tra reti fisse e mobili. Tutto sarà sempre più everywhere-anytime, la parola chiave del business sarà ubiquità nella voce, nel web, nei servizi. E soprattutto cambieremo noi, il nostro modo di vivere e le nostre abitudini, con le dovute attenzioni agli impatti delle nostre azioni sull ambiente. Un messaggio finale? Uno mi sta particolarmente a cuore, l ho già lanciato in altre occasione, oggi lo voglio ribadire: non esiste alcun risultato che vada perseguito a ogni costo, e nessuna impresa deve sostenere qualunque costo per raggiungere i propri TAR- GET. Noi siamo qui per fare business nel pieno rispetto di tutte le REGOLE. Ma attenzione, siamo qui per VINCERE, non per partecipare. q Sopra, Marco Patuano

6 10 PERSONE PUNTI DI VISTA SINCRONIZZANDO 2/ A MISURA DI LEADERSHIP Semplificazione e velocità: queste le parole chiave che guidano la nuova organizzazione di Telecom Italia. Per Telecom Italia si è inaugurata una nuova stagione cui corrisponde un nuovo assetto organizzativo. L organizzazione di un azienda non può rimanere fissa ma deve evolvere in modo da assicurare una coerenza di fondo con la sua strategia e i suoi obiettivi. Per comprendere le ragioni per cui gli assetti organizzativi di un azienda necessitano di modifiche continue, alcune strutturali, come quella che ci riguarda, e altre di semplice adeguamento, basti pensare all organizzazione come a un vestito che va confezionato su misura e cambiato in relazione alle stagioni, fermo restando uno stile che si mantiene immutato nel tempo. Prima di entrare nel vivo del tema, ripercorriamo alcuni momenti propedeutici alla formalizzazione del nuovo assetto. cui la componente internazionale è tornata a essere un pilastro fondamentale nella strategia di crescita con un contributo di oltre il 30 per cento al fatturato del Gruppo. L ORGANIZZAZIONE SNELLA Il driver di progettazione organizzativa comune a tutto l assetto di Telecom Italia è la lean organization. Per riprendere il paragone usato in apertura, se l organizzazione è come un vestito, la lean organization è un vestito essenziale che non ha nulla di più e nulla di meno di quello che serve. La nostra è un azienda multibusiness con prevalenza di Telco: e proprio le Telco si trovano ad avere organizzazioni con problemi di ridondanze, processi non chiaramente assegnati, responsabilità non univoche e unitarie sul risultato. Le Telco hanno raggiunto il livello di saturazione con conseguente discesa di prezzi e redditività. È indispensabile dunque associare alla ricerca di nuove opportunità di business per favorire la crescita, un percorso di semplificazione dei processi inefficienti che generano erosione di marginalità. Strutture organizzative eccessivamente profonde, che frammentano eccessivamente le responsabilità a parità di processo, con articolazioni ridondanti e con uno span of control basso (rapporto tra chi coordina e i suoi coordinati) contribuiscono, infatti, a rallentare i flussi informativi e a penalizzare l azienda nel contesto competitivo in cui opera in termini di tempi di reazione (time to market) e di relativi processi decisionali. Ridurre la complessità e tendere a organizzazioni Giuseppe Di Lorenzo LE TAPPE FONDAMENTALI Il processo di cambiamento è stato avviato nell Assemblea degli Azionisti di Telecom Italia dello scorso 12 aprile in cui è stato rinnovato, sia in termini di numero sia di composizione, il Consiglio di Amministrazione della Società, nominato dall assemblea del 14 aprile 2008 e in scadenza con l approvazione del bilancio relativo all esercizio Il 13 aprile 2011 il Consiglio di Amministrazione ha affidato il governo dell Azienda, con compiti e ruoli specifici a tre nuove figure, nominando il Presidente Esecutivo, Franco Bernabè, il Vice Presidente, Aldo Minucci, e l Amministratore Delegato Domestic, Marco Patuano. Il rinnovo del Consiglio di Amministrazione e il nuovo assetto organizzativo aprono una stagione aziendale che connota sempre più Telecom Italia come azienda multibusiness e multinational : il nostro è un business diversificato fatto di telecomunicazioni, fisso e mobile, media, ICT, office e system solution. Un business che spazia tra confini domestici e sud americani, in Fabrizio Ignesti

7 12 PERSONE PUNTI DI VISTA SINCRONIZZANDO 2/ snelle è la filosofia della progettazione organizzativa di un azienda di telecomunicazioni che voglia stare sul mercato in modo competitivo. In tal senso tra i fondamenti della lean organization troviamo concetti come delayering, ossia l eliminazione dei livelli organizzativi intermedi, full accountability, cioè la ricomposizione delle responsabilità di processo, l accorpamento delle strutture adiacenti cioè riconducibili a una stessa fase di processo. La filosofia della lean company emerge con forza in alcuni interventi organizzativi realizzati. Sono stati superati i livelli organizzativi rappresentati dalle cosiddette Direzioni (Direzione Technology & Operations e Direzione Domestic Market Operations), con il conseguente riporto diretto delle funzioni che le componevano all Amministratore Delegato Domestic, si è avuta una semplificazione in ambito staff (le tre funzioni Rapporti Istituzionali, Rapporti con il Territorio e Marketing Istituzionale ed Equivalence & Regulatory Affairs confluiscono nella neo Public & Regulatory Affairs), infine si sono semplificate le articolazioni organizzative in tutte le funzioni anche nei casi di sostanziale continuità dei mandati e dei perimetri organizzativi. Non è un caso che la lean company sottesa a questo nuovo assetto favorisca la sempre maggiore diffusione in azienda della metodologia Lean Six Sigma. Si tratta di una disciplina di process improvement orientata a garantire il contestuale raggiungimento di qualità e redditività dei processi aziendali partendo dalla voce del cliente, che ha come principi cardine del fare organizzazione la riduzione degli sprechi, la gestione snella, l orientamento al cliente e alla performance anche in termini di velocità di risposta. UN AZIENDA OLTRE CONFINE La nuova organizzazione fa emergere con chiarezza che i mercati strategici in cui il Gruppo Telecom Italia opera sono Italia, Brasile e Argentina. Mercati guidati da una medesima strategia basata sull attenzione al cliente, sull innovazione e sulla qualità del servizio, con obiettivi strategici rappresentati dal rafforzamento della generazione di cassa (attraverso la stabilizzazione dei ricavi e l efficienza operativa) dalla progressiva riduzione dell indebitamento di Gruppo, dal percorso di trasformazione e di lean organization. Allo stesso tempo, i mercati richiedono focus organizzativi e di responsabilità differenti in relazione alle specificità di Paese e di contesto di business. In Brasile, Paese in rapido sviluppo socio-demografico e mercato con elevate potenzialità di crescita, TIM Brasil si conferma uno dei maggiori player per numero di linee, in grado di Fabrizio Ignesti sfruttare appieno le opportunità di sviluppo del territorio puntando su una maggiore penetrazione nel mercato del broadband mobile; in Argentina, il Gruppo è presente in Telecom Argentina che rappresenta uno dei maggiori operatori di telecomunicazioni fisse e mobili in Argentina e mobili in Paraguay. FOCUS SU DOMESTIC In Italia il mercato è caratterizzato da livelli di saturazione sempre maggiori, da un conseguente inasprimento della competizione, dalla forte pressione sui prezzi, e ciò richiede, anche dal punto di vista organizzativo, una chiara e univoca assegnazione della responsabilità sul business attraverso il presidio di tutte le leve necessarie per il conseguimento degli obiettivi. L assetto di Domestic abbraccia l intera filiera delle attività e dei processi per la gestione e lo sviluppo del business domestic: per rispondere con velocità alle sollecitazioni del contesto di business al suo interno sono presenti le strutture di mercato, dedicate alla clientela retail e wholesale, che presidiano i processi di marketing, advertising, commercializzazione e caring; le strutture tecnologiche, distinte fra la componente sistemi informativi e network e le strutture di supporto diretto al business domestico. Per quanto riguarda i criteri di progettazione dell assetto di Domestic, è stata riaffermata l importanza e la validità dell approccio customer centric per l organizzazione delle funzioni Top Clients, Public Sector, Business e Consumer. Nell ambito di quest ultima è stata salvaguardata l attenzione alle specificità proprie del mercato del fisso e del mercato del mobile. È stato inoltre ribadito il ruolo dell innovazione come fattore essenziale per la salvaguardia e la crescita della leadership nel mercato domestico, l importanza della qualità del servizio e dei processi come fattori critici di successo. Contestualmente sono stati realizzati alcuni fine tuning relativi alle responsabilità su processi con impatto diretto sui risultati del business domestico e sulla soddi sfazione del cliente. Qualche esempio? L assegnazione della leva diretta del caring (e quindi delle strutture di customer operation) alle funzioni Business e Consumer; la configurazione di Top Clients come funzione responsabile dell intera filiera delle attività rivolte alla soddisfazione della clientela, ricomprendendo lo sviluppo del marketing specializzato sull ICT e il governo delle soluzion i di Information Technology per il mercato; l introduzione di un processo di marketing innovativo nell ambito della funzione National Wholesale Services, che coglie le opportunità di business derivanti dalla deregolamentazione di alcuni mercati; la rivisitazione degli assetti di Technology al fine di focalizzare la funzione Network Operations sul presidio e lo sviluppo del backbone e Open Access sui servizi di delivery e assistenza tecnica sulla rete d accesso nel rispetto degli impegni assunti con AGCOM sulla parità di trattamento. IL GRUPPO TELECOM ITALIA La figura del Presidente Esecutivo rappresenta il punto di sintesi e assicura il governo complessivo e l evoluzione strategica di Telecom Italia con il presidio dei processi trasversali per il Gruppo dedicati alle specifiche realtà domestiche ed estere, legali, istituzionali, regolamentari, di comunicazione, security ed economico-finanziarie. Questa è la nuova organizzazione di Telecom Italia, progettata per contribuire al percorso di trasformazione e leadership dell azienda. L organizzazione perfetta non esiste: ogni azienda sceglie quella più adatta al suo contesto e alla sua fase di vita. Telecom Italia è azienda di successo per il potente mix degli elementi che operano nell organizzazione rappresentati da persone, squadra, motivazione, competenze, energia e cultura innovativa. q Gabriella Raffaele

8 14 PERSONE UNO DI NOI SINCRONIZZANDO 2/ SEMPLICEMENTE SEMPLICI È il nostro approccio alla clientela che si coniuga con chiarezza, trasparenza, caring, vicinanza: come emerge da un faccia a faccia tra Fabrizio Gorietti ed Enrico Trovati. Guidare la trasformazione verso l era digitale. Mission Impossible? Con 15,4 milioni di linee fisse, 9,1 milioni di accessi broadband, 31 milioni di linee mobili, secondo i dati al 31 dicembre 2010, Telecom Italia assicura ubiquità, interattività, la comunicazione alla portata di tutti. L accesso alla larga banda è garantita su oltre il 95 per cento del territorio nazionale. 3,8 milioni, tra chiavette e smartphone, sono i clienti TIM consumer che utilizzano il broadband mobile a fine Anche per il tessuto imprenditoriale del Paese, costituito da professionisti, artigiani, piccola e media impresa, grandi aziende e settore pubblico, Telecom Italia ha ideato soluzioni personalizzabili e integrate. La scelta spazia da piani tariffari convergenti fisso-mobile, comunicazione su IP, connettività ad alta velocità fino a un ampio set di applicazioni. Si affiancano soluzioni ad hoc per pubblica amministrazione, banche, sanità, assicurazioni. La mission sembra realizzabile: la clientela riprende ad apprezzarci, gli indici di customer satisfaction tendono a salire. Quali sono le motivazioni di questo andamento positivo? Ne parliamo con Fabrizio Gorietti ed Enrico Trovati che guidano le strategie di marketing dei mercati consumer e business. Enrico Trovati. Partiamo da un assunto di base: abbiamo dalla nostra la solidità del brand e la tradizione tecnica e commerciale. Soprattutto tra i clienti business veniamo scelti non soltanto per fattori di prezzo, ma perché il comparto dell ICT viene considerato un fattore critico per il loro successo e noi siamo percepiti come i partner più affidabili. Mi sento di dire che veniamo scelti responsabilmente. I clienti si accorgono che siamo cresciuti in capacità di risposta, che siamo più proattivi, che siamo consapevoli che non tutto ci è dovuto. Un eccellente supporto a questo cambio di approccio è arrivato da Impresa Semplice. Il nostro family name che calza pienamente con la nostra volontà di semplificare Nella foto, da sinistra, Enrico Trovati e Fabrizio Gorietti

9 16 PERSONE UNO DI NOI SINCRONIZZANDO 2/ network e applicazioni, sui servizi a valore aggiunto, sul cloud computing. Va inoltre considerata l alta diffusione di terminali smartphone tra la clientela business e il fatto che molte applicazioni si spostano dal fisso al mobile. Il nostro obiettivo entro il 2013 è rendere Impresa Semplice leader indiscusso anche nel campo delle soluzioni Information Technology. il business vanta il primato indiscusso come ricordo dell offerta secondo la rilevazione Eurisko del primo trimestre Fabrizio Gorietti. Anche io parto da un affermazione che può apparire scontata ma racchiude una grande verità. Più la gente ci segue più vuol dire che ci gradisce. Per il mobile nel 2010 la clientela consumer ha ricominciato a scegliere TIM grazie ad azioni correttive sul nostro posizionamento di business che si concretizzano nelle parole semplicità e competitività. Abbiamo agito sui negozi per renderli più vicini alle esigenze dei clienti migliorando il nostro layout, posizionandoli nelle aree prevalentemente pedonali e, per cogliere l opportunità di internet in mobilità stiamo dando una migliore visibilità ai prodotti, introducendo isole in logica try&buy device. Abbiamo varato formule tariffarie che danno al cliente la libertà di parlare. Con la spesa sotto controllo, ci si sente liberi di utilizzare il servizio. Abbiamo puntato su un offerta semplice, comunicata semplicemente alla clientela. La conseguenza più evidente? Siamo ritornati a crescere in termini di numero di clienti, stiamo registrando un notevole incremento dei consumi e soprattutto abbiamo avuto un incremento importante in termini di customer satisfaction. Nel broadband mobile siamo leader di mercato grazie a un elevata qualità del servizio e a soluzioni innovative e distintive di offerta come l Internet Pack. L introduzione recente delle formule di offerta Senza Limiti e l evoluzione dei servizi di rete ci permetteranno di consolidare il nostro vantaggio competitivo. Anche per la telefonia fissa il 2010 è stato un anno significativo. Si è ridotto il numero delle cessazioni: nel 2010 abbiamo toccato il minimo storico di clienti perduti. Sono cresciute le acquisizioni in fonia e gli accessi banda larga. Come abbiamo raggiunto questo risultato? Ci siamo orientati su offerte chiare e semplici, su un format di comunicazione accattivante e abbiamo potuto contare sulla forte capacità di vendita dei nostri canali commerciali, con cui è stato fatto un grande lavoro di squadra. Stiamo inoltre arricchendo l offerta della banda larga con contenuti digitali, cercando sempre più di posizionare la banda larga come un servizio abilitante per connettere più device, affiancando al classico pc casalingo, anche dispositivi innovativi come il Cubo e i tablet. Le motivazioni per cui i nostri clienti ci scelgono sono sempre più legati alla qualità del servizio che eroghiamo e finalmente anche alla attrattività della nostra offerta. Trovati. Anche nel segmento business la semplicità è un fattore guida. Abbiamo constatato quanto conta l esperienza complessiva che i decision maker delle nostre aziende-clienti vivono con il mondo delle telecomunicazioni in genere. Si sceglie per l azienda se si è avuta un esperienza positiva e si è conosciuto il prodotto-servizio in una dimensione familiare e privata. Quindi molte delle soluzioni partono dalla vita comune, sono idee semplici. Ci è chiaro che non basta proporre soluzioni tecnologiche: va curato molto il modo in cui vengono spiegate e comunicate. Un esempio? L offerta Smartphone Tutto Compreso, dove si è creato un connubio virtuoso tra esigenze del cliente ed esigenze del venditore. Semplice da acquistare, semplice da spiegare. Vogliamo essere anche evangelisti e partner, non solo fornitori. Quelli del braccio rosso che supportano le imprese italiane nell adozione delle migliori tecnologie e nel loro percorso di crescita. Gorietti. La clientela consumer ci sente più vicini. Nel primo trimestre di quest anno abbiamo raggiunto il livello più alto di customer satisfaction dal 2008 nel totale del mercato consumer, con un miglioramento molto evidente sul segmento mobile. Il recupero è effetto dei significativi investimenti sull offerta e sulla relazione con il cliente. Nel 2011 continueremo a investire sui nostri clienti in termini di qualità del servizio. Utilizzeremo per il mobile la leva dell offer- ta in maniera sempre più mirata, puntando a fidelizzare i nostri clienti di maggiore valore con le formule Tutto Compreso e continuando comunque a mantenerci attrattivi per i clienti della concorrenza. Abbiamo un altro obiettivo da raggiungere: internet in mobilità con il telefonino. Si chiamano smartphone e rappresentano l evoluzione del telefonino degli anni Novanta. Hanno schermi enormi, doppio processore, sistemi operativi aperti, multimedialità avanzata con fotocamere anche di dodici megapixel e grazie a un mercato ampissimo di applicazioni si possono trasformare da telefonino a navigatore satellitare, personal trainer, console di giochi. Faremo sentire su questo mercato la nostra presenza offrendo ai clienti i migliori apparecchi, con formule di offerta semplici e convenienti e con una qualità del servizio che è garantita dalla nostra copertura di rete. Per quanto riguarda il fisso, nel 2011 abbiamo l obiettivo di ridurre sempre più la perdita dei nostri clienti e puntiamo con decisione ad attaccare la concorrenza contando sulla nostra riconosciuta qualità del servizio e su un offerta semplice e trasparente. In termini di servizio, oltre all impegno sui contenuti digitali, stiamo lavorando per fornire una banda larga sempre più performante in termini di prestazioni, migliorando la nostra offerta a dieci e venti Mega e avviandoci verso l offerta in fibra. Trovati. Il rapporto con il cambiamento? Ogni giorno siamo artefici di piccole discontinuità, stiamo spostando l offerta su un portafoglio più ricco e complesso che ci pone un passo avanti. Le priorità per il 2011? Non ci basta essere leader nel business tradizionale: vogliamo focalizzarci sui servizi innovativi dell ICT per infrastrutture, Gorietti. La nostra propensione al cambiamento è testimoniata dal coraggio con cui nel corso del 2010 abbiamo attuato una vera e propria rifondazione e un riposizionamento dell offerta mobile. Oggi il nostro modello di business è apprezzato e a differenza del recente passato torniamo a essere temuti dai nostri concorrenti. Trovati. Che cosa non ci fa dormire la notte? Due temi. Il primo: una parte dei nostri clienti, sotto la pressione della crisi, è molto focalizzata sulla pura riduzione di costo e risulta maggiormente attratta da competitor che propongono costi molto contenuti. Qualità e solidità vengono svalutate. La nostra risposta è nel comprendere le loro esigenze e nell anticiparle assicurando presenza, vicinanza, continuità di servizio, che per un impresa sono indispensabili per garantire a sua volta qualità e professionalità. Il secondo tema: mentre difendiamo la nostra leadership sui servizi core dobbiamo conquistare rapidamente spazio nel mondo delle soluzioni Information Technology dove grazie ai nostri asset tecnologici e alla nostra presenza capillare sul territorio abbiamo enormi opportunità da cogliere. Gorietti. Siamo consapevoli che la vera partita è appena iniziata. Sul mondo del mobile non dobbiamo distrarci, dobbiamo continuare con decisione e focalizzazione la strada intrapresa. Sul fisso è forte l attacco dei competitor, sempre molto agguerriti e che soprattutto possono contare su un asimmetria regolamentare che li favorisce da un punto di vista commerciale. Ma qui la forza del nostro brand si sta facendo comunque valere. Dobbiamo parare il colpo da una parte e dall altra ma allo stesso tempo dobbiamo attaccare il mercato. Dobbiamo concentrarci su trasparenza, semplicità e competitività. Sono certo che i competitor oggi ci temono di più che nel passato ma che i clienti ci vogliono più bene di prima e ci guardano con maggior fiducia e attenzione. q Cinzia Vetrano fotografie di Luciano Capanna Francesco Costanzo

10 18 PERSONE SESTANTE SINCRONIZZANDO 2/ ORGOGLIO E PASSIONE Negli ultimi tre anni l azienda ha invertito la rotta: è ora di voltare pagina, di concentrare gli sforzi per restituire al Paese una Telecom Italia più forte. I RISULTATI DEL 2010 Gli obiettivi raggiunti nel 2010 rappresentano il coronamento dello sforzo, della dedizione e della professionalità espressa dalle donne e dagli uomini del Gruppo Telecom Italia nel corso degli ultimi tre anni. Nell ultimo triennio abbiamo lavorato attraverso cinque principali linee di intervento: valorizzazione della presenza internazionale, riduzione dei costi, recupero di competitività sul mercato domestico, disciplina finanziaria e rilancio dell immagine di Telecom Italia. MIGLIORAMENTO DELL EFFICIENZA OPERATIVA Oggi Telecom Italia è uno dei migliori operatori di telecomunicazioni europei sia in termini di redditività che di produttività. Questo ci ha permesso di diminuire il livello dei prezzi e di recuperare la competitività, soprattutto nel mercato mobile. Già dal secondo trimestre del 2010 il numero di clienti TIM è, infatti, tornato a crescere. Siamo inoltre intervenuti per migliorare la qualità dei servizi e l assistenza alla clientela, lavorando per ridisegnare i nostri processi in funzione delle esigenze dei clienti e questo ha portato a un netto miglioramento delle performance di vendita dei servizi di rete fissa. Tali risultati sono stati conseguiti senza mai perdere di vista i vincoli di natura finanziaria. COSTRUZIONE DI UN CLIMA POSITIVO ATTORNO AL GRUPPO In questo triennio abbiamo raggiunto un altro risultato, meno tangibile ma non meno importante: ci siamo fatti promotori di una serie di iniziative volte a migliorare il dialogo e a promuovere un clima positivo intorno a Telecom Italia. Il risultato più importante è stato quello di avere fatto chiarezza sul tema della rete, evidenziando con determinazione il ruolo fondamentale che Telecom Italia esercita nello sviluppo della rete di telecomunicazioni italiana, anche a beneficio degli altri operatori. Abbiamo chiarito che non intendiamo rinunciare al nostro ruolo centrale di imprenditore delle infrastrutture di rete, pur rimanendo aperti a iniziative di collaborazione con altri soggetti. CRESCITA INTERNAZIONALE Irisultati raggiunti in ambito internazionale rappresentano l obiettivo più importante che abbiamo conseguito nel triennio. La componente internazionale vale oggi quasi un terzo dei ricavi complessivi e rappresenta un pilastro importante nella strategia di crescita del Gruppo. I risultati nel mercato internazionale ci permetteranno di compensare l andamento di un mercato domestico caratterizzato da livelli di saturazione sempre maggiori. In Brasile siamo intervenuti rilanciando il nostro brand, introducendo soluzioni di offerta innovative ed espandendoci su segmenti di mercato solitamente appannaggio dei servizi di rete fissa. Al rilancio delle attività brasiliane si è poi aggiunto il consolidamento, nel 2010, della partecipazione azionaria in Telecom Argentina. Oggi possiamo quindi incidere maggiormente sullo sviluppo di Telecom Argentina e abbiamo l opportunità di impostare un percorso di rafforzamento del Gruppo anche in questo Paese. IL NOSTRO ORGOGLIO E LA NOSTRA PASSIONE PER IL FUTURO DI TELECOM ITALIA E DEL PAESE In questi tre anni abbiamo invertito la rotta, rimuovendo molti ostacoli di natura industriale, economica, finanziaria e commerciale che rallentavano e ostacolavano lo sviluppo del nostro Gruppo. Adesso è giunto il momento di voltare pagina, di concentrare tutti i nostri sforzi e le nostre energie per restituire al nostro Paese una Telecom Italia più forte. Le parole d ordine che ci devono guidare sono orgoglio e passione. Orgoglio per il fatto che nel settore delle telecomunicazioni siamo e dobbiamo continuare a essere i migliori in termini di competenze professionali, di standard di qualità, di innovazione dei servizi e di efficienza operativa e gestionale. Passione che ci deve spingere a dare nuovo impulso all attività commerciale e diventare sempre più competitivi, trasformando i nostri clienti in veri e propri sostenitori di Telecom Italia. Guardando al futuro con fiducia e ottimismo potremo rimanere uno dei motori dello sviluppo tecnologico e industriale del nostro Paese. a cura di Guido Ponte Enrico Barella Fonte: discorsi di Franco Bernabè (2011)

11 20 INNOVAZIONE TECNOLOGIA AL QUOTIDIANO SINCRONIZZANDO 2/ È TEMPO DI GRANDI LAVORI Quali sono i programmi di Telecom Italia per l innovazione della rete fissa e mobile? A colloquio con alcuni colleghi di Technology e Strategy. soddisfare le diverse esigenze della clientela nelle varie aree geografiche del Paese. Il wireless diventa quindi un buon alleato, che, arricchendo l offerta a banda larga di Telecom Italia, permette di contrastare meglio l incalzare dei vari competitor. Il percorso evolutivo del mobile broadband con soluzioni HSPA a 21 e a 42 Megabit fino a LTE interviene Daniele Franceschini insieme al nostro piano per le stazioni radio base tramite fibra e ponte radio in primis e bonding, deve sempre più essere visto come abilitatore tecnologico, per soddisfare le esigenze dei nostri clienti, che, abituati a usufruire dei vantaggi della mobilità e forti di device mobili sempre più sofisticati, richiedono velocità, sicurezza e affidabilità di comunicazione, indipendentemente dal supporto fisico, fisso o mobile, utilizzato. È per questo che per il piano proponiamo evoluzioni tecnologiche per offerte commerciali non basate su throughput (effettivo utilizzo del canale di comunicazione, ndr) di picco, ma sulla qualità del servizio in modo mirato. In quest ottica c è anche l introduzione di specifiche soluzioni di intelligent pipe e di radio priority, per migliorare l uso condiviso della larga banda wireless e le esigenze delle offerte commerciali. Quando si parla di rete, si precisa ormai da anni, che rinnovare le infrastrutture è più che necessario. È come quando si decide di ristrutturare un appartamento; raramente, ci si limita al solo cambio di colore alle pareti. Prima o poi, si ingaggiano squadre di muratori, idraulici ed elettricisti; perché tutto continui a funzionare al meglio, è necessario cambiare, aggiustare. Oggi per le reti di Telecom Italia è tempo di grandi lavori: interventi decisivi, non faraonici, ma risolutivi e mirati. Questo non solo per ridurre il numero dei disservizi e dei guasti, ma anche per dispiegare soluzioni di rete, che soddisfino le sempre più specifiche e nuove esigenze di servizio di oggi e domani. Efficienza. Qualità. Velocità. Parole che fanno eco a innovazione, volano del cambiamento che investe tutta la rete fissa e mobile. INTERVENTI SUBITO Per la rete fissa d accesso, l obiettivo è la NGAN, la rete di nuova generazione in fibra ottica, che, nella soluzione FTTC, ovvero con la fibra che dalla centrale arriva fino all armadio ripartilinea, assicura ai clienti connessioni affidabili molto veloci: Megabit in downstream e tra i 5-25 Megabit in upstream, annullando lavori infrastrutturali a casa del cliente. È per questo che per il triennio , Telecom Italia ha previsto di investire quasi 80 milioni di euro per abilitare circa 1 milione di clienti all ultrabroadband garantito dal FTTC. Ma per assicurare velocità su tutto il tratto d accesso fisso, sempre nel rispetto della salvaguardia della qualità del servizio e della stabilità, sono fin da subito necessari opportuni interventi anche sulle tratte in rame. La nostra rete d accesso è ancora fatta per la maggioranza da connessioni di questo tipo spiega Patrizia Bondi su cui sono attestati quasi 14 milioni di clienti a larga banda, sia Telecom Italia sia OLO. In attesa del piano di copertura in fibra ottica della Penisola, proponiamo di adottare, come già avviene nel resto del mondo, soluzioni tecniche per assicurare un aumento continuo della velocità in accesso sul rame. In particolare pensiamo alla migrazione da ATM a IP e alla ritrasmissione, che consentono di migliorare la stabilità delle connessioni e, in generale, la qualità di servizio. A tal fine sono funzionali anche nuove soluzioni di processo, come la riconfigurazione dinamica della linea Adsl. Tutto questo può essere realizzato con soluzioni tecnologiche già oggi disponibili. IL WIRELESS? UN ALLEATO Parlare di fisso significa rimandare al mobile. In molte aree geografiche, al di fuori delle principali città italiane, il mobile broadband può contribuire a rafforzare la disponibilità dei vari servizi internet broadband. In ottica evolutiva sarà fondamentale la realizzazione di un dispiegamento unico fatto dalla rete LTE e dalla rete in fibra che, rappresentando due asset tecnologici con ruoli complementari, può in modo efficiente e a pieno TRASPORTO FOTONICO! Di pari passo con l innovazione del segmento di rete d accesso, anche il backbone, ovvero la rete di trasporto, deve evolvere. Per Alberto Maria Langellotti, le parole più utilizzate sono Kaleidon, OTN, PTN e OPB3. Trascurando le sigle, come evolverà la rete di trasporto? Dobbiamo fare evolvere oggi il trasporto, fondamentale per il nostro futuro: domani sarà troppo tardi! afferma Langellotti. È ovvio che il backbone nazionale debba essere fotonico; Kaleidon, la nostra nuova rete di trasporto magliata e tutta in fibra, è una garanzia in tal senso, perché è una rete ottica di lunga gittata affidabile e scalabile, basata su sistemi a 80 canali da 40Gbit, pronti già per il trasporto dei 100Gbit. Ma per una vera rete a prova di futuro, è necessario affiancare alle virtù del fotone anche l efficienza delle matrici elettriche; per questo auspichiamo il prossimo uso dell OTN, soluzione tecnologica che, in sintesi, permette di spillare e aggregare flussi a velocità più basse, tipo Gigabit/Ethernet o comunque inferiori a 10Gps, sull ottico. È poi anche opportuno estendere il paradigma di Kaleidon con OTN alla rete regionale, il che ci assicura la flessibilità necessaria per soddisfare le esigenze di tutti i clienti. ARCHITETTURE PIÙ LEGGERE In questo contesto anche le architetture di rete conclude Massimo Contini devono semplificarsi notevolmente, perché solo una rete più snella riuscirà a coniugare le esigenze di una maggiore efficienza e più elevata qualità di servizio e affidabilità. La realizzazione dell accesso in fibra ottica, in sostituzione delle attuali strutture in rame, consente l allungamento della rete passiva e una significativa riduzione del numero delle centrali. Stimiamo che, quando la fibra ottica sarà completamente diffusa in accesso, le circa centrali di rete fissa attuali si ridurranno a circa Anche le MAN, le reti regionali per l aggregazione del traffico dalle centrali verso i POP (Point Of Presence), si semplificheranno, grazie sia alla riduzione delle centrali sia all evoluzione tecnologica, che consentirà di introdurre un piano di controllo MPLS sulla rete per una migliore gestione e integrare le funzionalità di aggregazione negli apparati di accesso (OLT). Già dal prossimo anno, poi, si prevede di avviare il dual homing, ovvero la possibilità di duplicare su due POP differenti lo stesso servizio per un dato cliente o per un insieme di clienti, per garantire la continuità e la sicurezza della comunicazione sempre e comunque. La semplificazione interesserà anche i Data Center, per meglio supportare i nuovi servizi che si svilupperanno sulla Nuvola Italiana. Per il futuro, quindi, una rete semplice per soddisfare esigenze di servizi sempre più complessi. q Michela Billotti fotografie di Patrizia Valfrè A sinistra, nodo multistandard in tecnologia UMTS/HSPA e GSM. Sopra, cavo ottico da 144 fibre posato in minitrincea. Nella pagina accanto, fibra ottica illuminata da luce visibile

12 22 INNOVAZIONE STRUMENTI DI LAVORO SINCRONIZZANDO 2/ UNA SCELTA PER IL FUTURO I bandi: un opportunità per scegliere volontariamente di imparare un nuovo mestiere. stipulato il 4 agosto 2010 tra Telecom Italia e le Organizzazioni Sindacali ha fortemente innovato gli strumenti di L accordo gestione delle persone. Il contratto di solidarietà e la sottoscrizione degli accordi sulla formazione consentono all azienda di fare efficienza e alle persone di scegliere come costruire il proprio futuro professionale. La valorizzazione della leva formativa offre, infatti, alle persone la possibilità di riconvertirsi professionalmente. Questo consente di cambiare mestiere imparandone uno nuovo, anche molto distante da quello svolto, attraverso una scelta professionale consapevole e matura. Chi svolge un mestiere con poche prospettive di sviluppo può orientarsi verso uno in crescita e con maggiori prospettive. L accordo segna dunque un passaggio importante e conferma un trend globale, irreversibile, che richiede alle persone di vedere il cambiamento professionale come parte integrante della propria vita lavorativa. Le persone faranno sempre più leva sulla propria capacità di accettare il cambiamento, considerandolo un elemento di crescita, un opportunità per diventare artefici del proprio apprendimento continuo (lifelong learning). COME SI FA A CAMBIARE? Si può cambiare attraverso la partecipazione ai bandi di riconversione professionale. Le persone in solidarietà sono state e saranno invitate a valutare, di volta in volta, le offerte di lavoro che saranno proposte per le funzioni di Telecom Italia S.p.A. e per le aziende del Gruppo. JOB POSTING E BANDI: QUAL È LA DIFFERENZA? Entrambi favoriscono l incontro tra domanda e offerta di lavoro sul mercato interno all azienda attraverso la pubblicazione delle offerte di lavoro e la candidatura volontaria. Il job posting è aperto a tutta l azienda ed è adatto per la ricerca di candidati che possono fin da subito prendere in carico le attività del nuovo ruolo perché hanno già le competenze per farlo. I bandi sono destinati invece a gruppi definiti di persone che svolgono un mestiere con poche prospettive di sviluppo, consentendo loro di candidarsi per apprenderne uno nuovo con il supporto di una formazione specifica. Andrea Trenta e Paola Pieroni di National Wholesale Services

13 24 INNOVAZIONE STRUMENTI DI LAVORO SINCRONIZZANDO 2/ LE FASI DI FUNZIONAMENTO DEI BANDI FASE 1 Si individuano i settori aziendali che possono accogliere persone, i ruoli da ricoprire e le relative quantità. FASE 2 Si pubblicano i bandi con l indicazione dei mestieri e delle attività che hanno bisogno di persone. FASE 3 Le persone rispondono spontaneamente ai bandi. FASE 4 Si apre la selezione dei candidati e, in caso di esito positivo, alle persone viene proposto il percorso di riconversione. FASE 5 Si avvia la formazione per la riconversione. FASE 6 La persona viene inserita nel nuovo ruolo e il processo di riconversione viene monitorato. La comunicazione dei bandi avviene tramite diretta alle persone e ai loro responsabili. Le persone sono invitate ad accedere a un area intranet dedicata dove possono leggere l offerta dei ruoli professionali disponibili, inserire il proprio curriculum vitae e, per la durata del bando stesso, aggiornare il curriculum o anche ritirare la propria candidatura. Il colloquio di selezione verifica principalmente la motivazione della persona al cambiamento professionale. La riconversione professionale è volontaria e le persone potranno decidere di aderire o meno alle proposte che l azienda renderà disponibili attraverso i bandi. È chiaro che a chi cambia lavoro si richiede un notevole sforzo in termini di motivazione (per imparare un nuovo mestiere), capacità di adattarsi (nuova sede, nuovi ritmi, abitudini, regole) e di relazione (con nuovi colleghi, capi, clienti), ma la persona che si mette in gioco non è sola. Avrà al suo fianco gli specialisti della formazione e i manager attuali e futuri che sono stati incoraggiati e responsabilizzati a fornire il proprio sostegno. Si garantisce un processo di selezione equo e uniforme su tutti i territori, si facilita la comprensione del nuovo contesto e del nuovo ruolo, è previsto un percorso formativo in aula e/o on the job per fornire le competenze base del nuovo mestiere ed è monitorato l inserimento nel nuovo contesto professionale. L auspicio è che l energia che le persone libereranno impegnandosi nel cambiamento possa contribuire a sostenere l azienda nell affrontare la crescente competizione di mercato. q a cura di Eugenia Castellucci e Ida Sirolli fotografie di Sergio Fallucca Sopra, da sinistra, Giovanna Pedranghelu, Maria Sabatino, Emanuele Quaglietta e Simona Caradonna, durante una riunione su un progetto interno di PAth.Net. Nella pagina accanto, Veronica Ramondelli e Francesco Zangara, colleghi di Open Access COSA È STATO FATTO Dalla sigla dell accordo di solidarietà del 4 agosto 2010, sono stati pubblicati, a oggi, 8 bandi, proposti a circa colleghi, per un totale di 370 riconversioni offerte. Questi bandi sono stati proposti ai colleghi delle strutture della Software Factory di SSC e delle strutture di Telecom Italia di Directory Assistance, del Sales Management, del Credit Management, della Telefonia Pubblica, del Technical Infrastructures, dell Information Technology, della Security, di Amministrazione, Finanza e Controllo, delle funzioni di headquarters della ex DMO/T&O e delle Staff. L obiettivo è di favorire in modo prioritario la riconversione del personale con la maggiore percentuale di solidarietà. I principali ruoli richiesti vanno dal tecnico impianti e servizi, ai mestieri dell area IT quali il production & data engineer, il database administrator, il software engineer e lo specialista per la gestione dei sistemi operativi, dal solution provider dell area commerciale, allo sviluppatore di portali web dell area Internet, dal product manager dei servizi Wholesale, agli operatori per la gestione dei servizi IT offerti alla Pubblica Amministrazione. Per i bandi finora pubblicati, sono pervenute più di 600 adesioni, per le quali è ancora in corso l iter di selezione/formazione. Aldo Resciniti

14 26 BUSINESS FACCIAMO IL PUNTO SU... SINCRONIZZANDO 2/ VOGLIA DI SMARTPHONE Il futuro dei servizi è nella mobilità e i nuovi cellulari, con la loro inarrestabile diffusione, stanno cambiando le abitudini dei consumatori, il rapporto con la Rete, le modalità di accesso alle informazioni e al social networking. Cambia il modello di business degli operatori di telecomunicazioni. Gli smartphone, a partire dal lancio dell iphone nell estate del 2008, stanno rappresentando una nuova frontiera per lo sviluppo di internet sul telefonino. Questi device e i servizi di navigazione correlati sono in forte crescita: il segmento smartphone ha rappresentato il 19 per cento dei circa 1,6 miliardi di cellulari venduti nel mondo nel 2010, con un tasso di crescita, secondo la società specializzata di ricerca e consulenza ICT Gartner, pari al 72 per cento. Questo mercato incide in modo molto positivo sullo sviluppo del business del mobile internet, attraverso l aumento della penetrazione sulla clientela mobile e l aumento della profondità di utilizzo dei telefoni e della navigazione, in particolare attraverso lo sviluppo del mondo delle cosiddette app, cioè delle applicazioni. GLI IMPATTI SUL MERCATO Lo scenario derivante dallo sviluppo del mercato degli smartphone e del mondo delle app ha due principali implicazioni per l ecosistema degli operatori delle telecomunicazioni. La prima di esse è che va a cambiare completamente il profilo di utilizzo dei servizi per i possessori di smartphone. Infatti, uno studio di Zokem Research/GSMA dello scorso gennaio ha evidenziato come i clienti possessori di smartphone, passino più tempo con le mobile app che telefonando o mandando messaggi. Nelle app scaricate dal cliente domina l intrattenimento (incluso il gaming) e il social networking (10 per cento del face-time sullo smartphone è dedicato a Facebook). La seconda implicazione è che cambiano il modello di business e gli interlocutori sulla catena del valore. In pratica oggi l operatore estrae valore dalla connettività e dai servizi tradizionali (loghi e suonerie, per esempio) in partnership con i content provider. L evoluzione degli smartphone aggiunge per l operatore una nuova Claudio Patrizi Sopra, da sinistra, Maria Cristina Rizzani, Piergiorgio Martines, Stefania Fiorelli, Francesco Marconi, Antonio Baldassarra (in piedi), Marco Mazzei, Sergio Maria Fasano, Alberto Ciarniello, Egisto Benelli. A sinistra, un momento dello spot TIM dedicato alle offerte smartphone TIM APPLICATION STORE Marino Bastianello possibilità di estrarre valore attraverso il presidio del mondo delle app e della loro distribuzione, sia attraverso i marketplace di mercato, sia attraverso il proprio application store (vedi box sotto). Inoltre lo sviluppo continuo di servizi e applicazioni sempre più sofisticate porta in primissimo piano il tema dell evoluzione delle infrastrutture. Questo significa che un operatore deve attrezzarsi, e Telecom Italia lo sta facendo, da una parte per gestire e assicurare la migliore esperienza di fruizione dei servizi, dall altra per Per presidiare il mercato delle app, TIM ha lanciato, dalla fine del 2010, TIM Application Store in sinergia con Telefónica. TIM Application Store oggi è disponibile per il 70 per cento dei clienti TIM ed è compatibile con circa il 50 per cento dei terminali di mercato. TIM Application Store contiene a oggi circa applicazioni, sia a pagamento sia gratuite. I punti di forza dell app store di TIM risiedono nella compatibilità della nostra multipiattaforma con tutti i principali sistemi aperti (Android, Symbian, Java, RIM, Windows mobile) e nella possibilità di pagamento su credito residuo oltre che su carta di credito. A breve l app store sarà arricchito con il developer programme per incentivare la produzione di applicazioni da parte del vasto mondo degli sviluppatori (dai piccoli indipendenti ai grandi organizzati). Con il nostro Store vogliamo superare la logica chiusa degli application store proposti finora, legati a uno specifico sistema operativo, per dare la possibilità ai nostri clienti di trovare l applicazione di interesse su qualunque terminale. Inoltre i nostri clienti potranno conservare le applicazioni scaricate anche quando cambieranno terminale, dichiara Egisto Benelli che si occupa di VAS Mobile all interno di Consumer. affrontare adeguatamente le opportunità offerte dai servizi innovativi (per esempio VoIP). LA COMPETIZIONE DEL FUTURO I produttori di smartphone si sfidano sulle funzionalità innovative supportate dai device avendo come punto di riferimento l ecosistema Apple iphone/ios. Samsung ambisce a divenire il nuovo leader di mercato sul segmento high-end, con l innovazione della linea Galaxy che utilizza il sistema operativo Android. Nokia punta molto su N8 ed E7, sistema operativo Symbian e Ovi Store come piattaforma per le applicazioni. Da ricordare HTC con il suo Facebook Phone. Ma lo sviluppo del mercato degli smartphone va osservato soprattutto dal punto di vista dei sistemi operativi. Nell ultimo anno sembra incontrastabile l invasione degli Androidiani, i device con OS Android. In soli due anni dalla sua prima comparsa, Google Android ha conquistato la leadership con il 33 per cento di quota di mercato. Si attende con interesse l evoluzione di Nokia-Soft, frutto della partnership Nokia/Microsoft da contrapporre al duopolio Google/Apple. NUOVE PROPOSTE PER IL MERCATO CONSUMER È massimo l impegno del Marketing Consumer di Telecom Italia nel presidio di questo mercato, coprendo tutte le situazioni di acquisto e di consumo che si presentano. In particolare, i momenti più importanti sono quelli legati all acquisto di un nuovo terminale smartphone. Da una parte, quindi, si sta ampliando la gamma degli smartphone a listino TIM, presentata a partire dalla Convention di maggio scorso; dall altra, sono state lanciate offerte di traffico internet mobile abbinabili, a seconda delle propensioni del cliente, agli smartphone. Se il cliente vuole abbinare al telefono una Sim prepagata la soluzione è TIMxSmartphone, l offerta di riferimento per tutti i clienti TIM. A soli 2 euro a settimana la navigazione internet è inclusa. Questa offerta è stata oggetto di un divertente episodio della saga leonardesca degli spot TIM. Se al contrario il cliente vuole acquistare il telefono in una logica di abbonamento, la formula è all inclusive a partire da 9 euro al mese e lo smartphone con la navigazione internet sono inclusi con Tutto Smartphone. A livello commerciale questo si materializza nei nostri punti vendita. Per i clienti, con l esposizione preferenziale degli smartphone e la possibilità di provarli in aree dimostrative dedicate, per gli addetti, con la realizzazione di piani di formazione dedicata. q Sergio Maria Fasano

15 28 BUSINESS PERCHÉ L HO SCELTO SINCRONIZZANDO 2/ DA CLICK... A TAP Il mondo dei tablet cambia suoni e musica del mercato dell ICT e della connettività. L offerta Telecom Italia per poter navigare, poter scaricare e utilizzare applicazioni senza pensieri di costo. Il tablet o pad è una nuova categoria di prodotto che sta facendo il suo ingresso sul mercato retail e degli operatori in maniera sempre più massiccia e che sta vivendo nel 2011 un interessante crescita sia in termini di differenziazione di modelli, sia di posizionamento di prezzo. Una tappa storica fondamentale è stata quella del gennaio 2010 quando Apple ha presentato l ipad introducendo il concetto di tablet puro, noto anche come tavoletta magica che ha di fatto cambiato il mercato. L impatto commerciale dell i- Pad è stato enorme: ben 3,37 milioni di pezzi sono stati venduti nel solo secondo trimestre del 2010 a livello globale. Questo fenomeno ha da un lato portato alla creazione della categoria di prodotto tablet, dall altro ha ingenerato una particolare attenzione da parte dei produttori di hardware, software e servizi. Conseguenza? Il progressivo ingresso di nuovi prodotti sul mercato. Le previsioni indicano per la fine del 2011 ci saranno circa cento modelli distinti di tablet. UNO SPIRITO CONSUMER Le funzionalità hardware, la disponibilità di connettività on the move, il supporto degli store di applicazioni e di browsing ad alto livello nonché le funzionalità multimediali, come il supporto di video anche in alta definizione rendono questi prodotti adatti a un mercato consumer oltre che business e professionale. Non a caso tutte le previsioni parlano di un fortissimo incremento di acquisto di questi prodotti da parte di clientela con esigenze di utilizzo lavorativo, ma anche e soprattutto con necessità personali, quindi con connotazione consumer. Un ulteriore dato interessante è che l espansione nel segmento business dei prodotti tablet sarà fortemente guidata dalla necessità di accedere ad applicativi e soluzioni legate alla tipologia di lavoro svolto con un approccio complementare e non del tutto sostitutivo del mercato dei pc portatili notebook e netbook, anche se comunque impattante. Nel 2011 e nei successivi anni le azioni di sviluppo porteranno a una forte riduzione del peso, dello spessore dei tablet nonché a un incremento sempre maggiore delle qualità dei display, dell ergonomia delle interfacce touch e della numerosità del mercato applicativi. Per questa tipologia di nuovi prodotti si sta assistendo, dopo il lancio dell ipad, a un importante e progressivo fenomeno di segmentazione del mercato differenziato per vari fattori ma, più in particolare, per alcuni macro aspetti sia tecnologici sia economici: Sistema Operativo, Connettività, Mercato applicativi e Developer, Display, Posizionamento di prezzo. Alla luce di queste tendenze di mercato anche Telecom Italia, nel 2011, ha realizzato e pianificato un portafoglio di prodotti differenziati volti a soddisfare diverse esigenze di clientela e di mercato. LE PROPOSTE DI TELECOM ITALIA Telecom Italia ha considerato sin da subito la tipologia dei tablet come una categoria emergente di elevate potenzialità. Il primo device lanciato negli ultimi mesi del 2010 è stato il Samsung Galaxy Tab, con display da sette pollici, sistema operativo Android 2.2, connettività broadband mobile e Wi-Fi. Per ampliare la gamma dei prodotti ed entrare anche nella categoria di prodotti a 10, alla fine del 2010 è stato lanciato sul mercato il prodotto Olipad 100, display da 10 pollici, sistema operativo Android con interfaccia dedicata per la fruizione di contenuti multimediali (newspaper, books) e integrazione di servizi Telecom Italia (ebook Store Biblet e servizi di assistenza clienti 119 e 187). Negli ultimi mesi, anche a seguito della progressiva presenza di diversi modelli nelle roadmap dei vendor, è stata introdotta una vera e propria segmentazione di prodotto al pari dello smartphone che, semplificando, posiziona i prodotti sia in termini di dimensione del display (7 o 10 pollici) sia in termini di posizionamento di prezzo al pubblico (minore e maggiore di 400 euro). Il nuovo portafoglio vede, oltre ai primi prodotti sopra indicati (Samsung e Olivetti) anche la recente introduzione di nuovi modelli, presentati all ultima Convention dealer di Vienna: TIM My Tab, Motorola Xoom, Samsung Galaxy Tab Tutti gli operatori percepiscono l importanza anche di realizzare offerte dati chiare e flessibili che facilitino l acquisto del prodotto e allo stesso tempo ne assicurino un utilizzo sereno, senza rischi di bollette elevate. LE OFFERTE FLAT Sulla base di questo approccio anche Telecom Italia ha messo in campo nuove offerte dati flat per sostenere il cliente nell utilizzo della navigazione dati e nello stesso tempo dare più appeal all acquisto di un prodotto tablet. L offerta lanciata denominata Tutto Tablet prevede diversi tagli sia in funzione del pacchetto dati flat mensile associato sia in funzione del tipo di prodotto acquistato. Abbinate all acquisto di un nuovo tablet nascono quindi queste offerte: Tutto Tablet 1GB, Tutto Tablet 5GB, Tutto Tablet Senza Limiti. I posizionamenti delle offerte vanno, a seconda del prodotto scelto, dai 19 ai 29 euro mensili per 30 mesi con l offerta base da 1GB, fino ai euro mensili con l offerta flat dati unlimited; le rate nel periodo estivo sono, in via promozionale, scontate al 50 per cento, rendendo ancora più conveniente l acquisto. La segmentazione delle offerte è in completa sintonia con il nuovo approccio volto a soddisfare l esigenza da parte dei clienti verso questa nuova tipologia di prodotti: poter navigare, poter scaricare e utilizzare applicazioni senza preoccuparsi del costo finale. q Leopoldo Tranquilli fotografie di Domenico Giampà In queste pagine, un Olipad 100, con display da dieci pollici, sistema operativo Android con interfaccia dedicata per la fruizione di contenuti multimediali (newspaper, books) e integrazione di servizi Telecom Italia. Nella pagina accanto, la collega Monica Santagati del Negozio Sociale di Catania

16 30 BUSINESS LA FACCIA DI CHI CI METTE LA FACCIA SINCRONIZZANDO 2/ METTIAMOCI LA FACCIA! Il volto e la competenza dei nostri colleghi incontrano quotidianamente migliaia di clienti ai quali propongono le offerte commerciali di fisso e mobile. I Negozi Sociali, diffusi in tutta Italia, riflettono l evoluzione tecnologica del Gruppo in una comune identità. In queste pagine, Catania e Mestre. SIETE I NOSTRI BENVENUTI! Il momento dell accoglienza del cliente è fondamentale per instaurare immediatamente una relazione cordiale ed efficace. Per chi entra c è sempre un saluto, la sensazione di essere a proprio agio, il tempo e lo spazio per vivere il negozio durante l eventuale attesa, una guida sicura all acquisto con la certezza di poter manifestare le proprie necessità, sia più immediate sia potenziali. Nella foto, in primo piano Angela Lupo, sullo sfondo Monica Santagati. a cura di Luciano Capanna e Remigio Somma fotografie di Riccardo Adelini e Domenico Giampà SGUARDO ALL INNOVAZIONE Simbiosi tra tecnologia e personalizzazione del servizio: nei negozi i colleghi propongono le ultime novità del mondo delle telecomunicazioni fisse e mobili, interpretando con professionalità i bisogni dei clienti, facilitando le loro scelte e rendendo così fruibile il prodotto / servizio attraverso una consulenza individuale; è la persona che dà vita e volto al terminale. Nella foto, Monica Santagati. NON SOLO FARE IL PUNTO Riunirsi è importante per condividere esperienze e problematiche, monitorare gli avanzamenti commmerciali del negozio e intraprendere le eventuali azioni correttive, analizzare e assimilare le novità procedurali, fare formazione sulle nuove offerte, i nuovi prodotti e i nuovi servizi con un gioco di squadra mirato a una selling proposition puntuale ed efficace. E da maggio lo scambio di idee è anche in rete con il Progetto Archimede per i Negozi Sociali. Di spalle, Agnese Scanselli, store manager, che guida la riunione con i colleghi. Da sinistra, Sara Bighetto (di profilo), Marta Fregona, Matteo Massignani, Cristiano Lafuenti.

17 32 BUSINESS LA FACCIA DI CHI CI METTE LA FACCIA SINCRONIZZANDO 2/ CHIAREZZA E COMPETENZA PER VOI Argomentazioni professionali e competenti verso il cliente sui prodotti di punta del momento che passano anche attraverso la consultazione, l illustrazione ed eventualmente la consegna del materiale informativo dedicato, sempre disponibile e continuamente aggiornato. A ogni domanda la giusta risposta. Nella foto, Pietro Randazzo. RIGORE IN TUTTA SICUREZZA La chiusura della cassa e la consegna valori è uno degli aspetti che fa parte della vita quotidiana del negozio. Cura dei dettagli amministrativi, rispetto delle norme di legge e delle disposizioni interne, sono attività non sempre delegabili dallo store manager. Nella foto, Silvia Scifo, store manager, consegna l incasso agli addetti portavalori. PROFESSIONALITÀ SENZA LIMITI Consulenza personalizzata dei colleghi dei negozi per la gestione della clientela Affari. Esigenze complesse alle quali vengono offerte soluzioni mirate che necessitano di una professionalità specifica: proposte in spazi dedicati per poter presentare, approfondire, valutare in tutta comodità. Nella foto, Marta Fregona con un cliente mentre presenta un offerta commerciale business. IL VALORE AL SUO POSTO Spirito di squadra e atteggiamento positivo anche nella gestione del magazzino. Un attività svolta dai colleghi dei negozi con scrupolosa attenzione alle procedure. Coinvolge infatti asset che hanno ricadute dirette sul bilancio aziendale. Nella foto, Angela Lupo, Mario Blanda, Pietro Randazzo.

18 34 BUSINESS LA FACCIA DI CHI CI METTE LA FACCIA SINCRONIZZANDO 2/ C È SEMPRE UNA PRIMA VOLTA La collega mostra a una cliente l utilizzo di un terminale evoluto, tra quelli a disposizione del pubblico nella isola demo, punto di forza del nuovo allestimento dei nostri negozi in cui il cliente può provare, direttamente o assistito dal nostro personale, le prestazioni degli ultimi modelli. Ogni giorno partecipiamo all entusiasmo della scoperta. Nella foto, Tania Cecchettin. IMPEGNO PER LA QUALITÀ DEL SERVIZIO Curare il cliente e la sua fidelizzazione significa anche risolvergli problemi con un assistenza modulata secondo le molteplici esigenze che manifesta. Parole d ordine: qualità del servizio, disponibilità, competenza, efficienza, pazienza sono le caratteristiche che contraddistinguono i nostri colleghi a contatto con un ampia varietà di clientela, umana e non... Nella foto, Eleonora Maria Sabatino al desk con una cliente. PASSIONE PER L IMMAGINE AZIENDALE Le nuove vetrine e bacheche espositive trasmettono al pubblico un immagine essenziale ed evoluta dei nostri prodotti e servizi e, di conseguenza, di tutta la nostra azienda. Pulizia e precisione formale, trasparenza, efficienza, tecnologia all avanguardia, questi sono i messaggi che il cliente può cogliere guardando dall esterno una nostra vetrina e, poi, viaggiando all interno del negozio. L allestimento degli spazi espositivi, indirizzato da puntuali linee guida, è curato nei minimi dettagli. Nella foto, Sara Bighetto mentre si dedica all allestimento di un isola espositiva.

19 36 BUSINESS IN COSA POSSO ESSERLE UTILE? SINCRONIZZANDO 2/ TRA LE NUVOLE... FASE 1 - L ESIGENZA FASE 2 - LA GESTIONE FASE 3 - LA SOLUZIONE Telecom Italia lavora al futuro digitale delle imprese con la sua offerta di cloud computing, rafforzata dalla partnership con la società statunitense EMC, leader nelle soluzioni di archiviazione dei dati. Rosanna Merola Il continuo sviluppo dei servizi legati a internet e il veloce fenomeno della digitalizzazione creano la necessità per l utente finale di conservare, in sicurezza, le ingenti e crescenti quantità di informazioni digitalizzate. Nelle nostre case, accanto al computer, compaiono ormai dovunque memorie o hard disk esterni dove vengono archiviati i file che, oltre a occupare molto spazio sul disco, sono poco utilizzati: archivi di mail, foto, documenti office, file multimediali e backup. PROFILO DI EMC Con 17 miliardi di dollari di ricavi annui e oltre dipendenti in oltre 60 Paesi, EMC Corporation è leader nelle tecnologie, soluzioni e servizi di gestione delle informazioni. EMC offre ai suoi clienti un portafoglio integrato di soluzioni e servizi che comprendono: backup, recovery e deduplicazione; disaster recovery e business continuity; sicurezza e controllo degli accessi (con la Divisione RSA); consolidamento dell infrastruttura; soluzioni di virtualizzazione sia software, con la consociata VMware, sia soluzioni EMC di virtualizzazione server e dello storage; Enterprise Content Management e Integrated Archiving; prodotti e soluzioni storage della Divisione Iomega per il mercato consumer e le PMI. La stessa esigenza, ovviamente con dimensioni e complessità amplificate, è avvertita dalle aziende private e dalla Pubblica Amministrazione. Per esempio, le imprese devono quotidianamente archiviare i documenti oggi presenti in formato digitale, un tempo usati solo nel formato cartaceo, relativi alle funzioni amministrative (contratti, ordini, fatture). Oppure, pensiamo al contesto della sanità pubblica, dove risulta necessario archiviare secondo opportuni processi normativi le informazioni sanitarie e ospedaliere relative al singolo cittadino assistito (cartelle cliniche, radiografie, esami, referti specialistici). Dal mercato arriva quindi una richiesta di maggiore capacità di archiviazione. Ma non solo. Il cliente azienda, oltre a registrare i dati massivi in un archivio, si aspetta di poter recuperare, in autonomia e semplicità, le singole informazioni, con la garanzia che l archiviazione e la gestione vengano effettuate con un adeguato livello di affidabilità tecnologico e nel completo rispetto delle normative di sicurezza (per esempio secondo quanto previsto in termini di privacy). Per rispondere a questa necessità, le aziende si possono dotare di piattaforme di storage dedicate, installate presso le aziende stesse. Si tratta però di soluzioni mediamente costose, di complessa gestione tecnologica e che non sempre consentono un efficace e flessibile sfruttamento degli investimenti economici sostenuti. Questi difetti sono completamente superati dalla proposta innovativa dei servizi di cloud storage. Non si tratta né di una tecnologia e neppure di una piattaforma. È un servizio che segue fedelmente il paradigma del cloud computing: il cliente evita di comprare e gestire complesse piattaforme tecnologiche acquistando da un provider ICT un servizio che consente di accedere a risorse di storage remote e condivise. Come per tutti i servizi di cloud computing, anche le soluzioni di cloud storage sono oggi particolarmente valorizzate grazie allo sviluppo e alla diffusione di servizi di broadband: la disponibilità di banda di accesso è un fenomeno abilitante rispetto allo sviluppo della nuova generazione di servizi informatici cloud computing. Telecom Italia e EMC, società statunitense leader mondiale nelle soluzioni e tecnologie per la gestione delle informazioni, hanno siglato un accordo che rende disponibile, per la prima volta sul mercato italiano, un innovativo servizio di storage a consumo in modalità cloud computing, consentendo così alle aziende di ottimizzare i propri investimenti in Information Technology. In particolare, la soluzione di Cloud Storage di Telecom Italia, basata sulla piattaforma Atmos di EMC, consentirà alle aziende di acquistare lo spazio necessario per archiviare e conservare i dati in massima sicurezza senza doversi dotare di risorse IT, spazi e know-how dedicati, pagando solo quanto effettivamente utilizzato (pay as you go), con la possibilità di variarne la quantità automaticamente secondo le esigenze. L offerta Telecom Italia si chiama Nuvola It Data Space ed è orientata al mercato delle aziende, private e pubbliche, con particolare focus sulla fascia enterprise. Il servizio, erogato attraverso i Data Center di Telecom Italia, consentirà di accedere ai propri dati da qualsiasi pc dotato di connessione a banda larga e, in una seconda fase, anche in mobilità attraverso lo smartphone. L accesso al servizio sarà disponibile attraverso un portale web che ne consentirà la gestione autonoma da parte del cliente e la consuntivazione dell utilizzo. Attraverso il portale e un numero verde dedicato, inoltre, il cliente potrà segnalare eventuali richieste di assistenza alle strutture della Control Room Mercato di Telecom Italia che garantirà l adeguato monitoraggio dell erogazione del servizio. L offerta Nuvola It Data Space, grazie anche alle potenzialità offerte dalla tecnologia EMC, prevede anche opzioni di servizio aggiuntive come l accesso sicuro, la banda garantita, e funzionalità di disaster recovery, che consentono la duplicazione dei dati in un sito geograficamente lontano e il conseguente utilizzo in caso di eventi dannosi e imprevisti. Questo nuovo servizio arricchisce il portafoglio di servizi innovativi ICT della Nuvola Italiana (vedi anche il sito questa proposizione di servizi cloud computing sta già avendo riscontri positivi non solo dal settore delle grandi imprese, che già da qualche tempo si sono avvicinate a questo modello di servizio per esigenze di tipo economico, ma anche da quello delle aziende di medie dimensioni che vedono finalmente l opportunità di gestire l Information Technology in modo molto più agile e flessibile.q Enzo Bagnacani Francesca Impecora Sopra, Enzo Bagnacani

20 38 BUSINESS A CARTE SCOPERTE SINCRONIZZANDO 2/ IL CAPITALE REPUTAZIONE A livello locale Telecom Italia dialoga costantemente con le istituzioni, su tematiche di carattere generale relative al settore delle comunicazioni elettroniche e di interesse per il business aziendale. Per orientare le scelte delle amministrazioni locali e promuovere l immagine del Gruppo. Può sembrare scontato, quasi banale, sottolineare l importanza per un azienda come Telecom Italia del presidio delle Istituzioni locali, specie in un periodo in cui il tema del passaggio a un ordinamento politico e istituzionale di tipo federale è all ordine del giorno nel dibattito politico nazionale. Nondimeno, la nostra azienda per il carattere stesso del proprio business ha, da sempre, un rapporto molto stretto con le realtà sociali e istituzionali a livello locale e proprio per questo, da anni, ha previsto specifiche funzioni organizzative per gestire i rapporti con tali Istituzioni e per individuare soluzioni progettuali innovative in grado di migliorare l efficienza energetica e ambientale e di promuovere lo sviluppo del territorio, consentendo l erogazione di servizi innovativi per la collettività. I colleghi che operano nell ambito del settore preposto a tale attività girano l Italia facendo da raccordo tra i vari soggetti operanti sul territorio, cercando di far coincidere le policy definite a livello centrale con gli obiettivi operativi perseguiti dalle nostre strutture territoriali e con le istanze della società civile, poi tradotte in azioni politiche o in specifiche normative dalle Istituzioni locali. Il progresso tecnologico e l aspettativa dei cittadini di usufruire dei nuovi servizi di comunicazione elettronica basati sull integrazione digitale sostiene Paolo Di Bartolomei, responsabile Rapporti con le Istituzioni Locali richiede lo sviluppo di nuove reti fisse e mobili. Telecom Italia, che continua a essere il punto di riferimento per l innovazione tecnologica e dei servizi, ha così previsto per i prossimi anni programmi d investimento molto ambiziosi che consentiranno il definitivo superamento del digital divide (l esistenza di parti del territorio e popolazione nazionale non servite da reti a larga banda), il progressivo sviluppo di una rete ultrabroadband di nuova generazione completamente in fibra e lo sviluppo della rete radiomobile, per la fornitura dei servizi di trasmissione dati ad alta velocità attraverso la tecnologia Long Term Evolution. Un programma che, inevitabilmente, avrà un impatto rilevante sulle nostre città e che richiede, oltre alla definizione di normative che semplifichino e favoriscano l esecuzione dei lavori necessari, l individuazione, con le istituzioni preposte, di linee guida per il miglioramento dei processi decisionali attraverso modalità di scelta più partecipata a livello locale tra istituzioni, cittadini (associazioni, comitati, gruppi di interesse) e aziende. Buona parte delle nostre attività continua Di Bartolomei è dunque dedicata a raggiungere tali obiettivi. Monitorare e presidiare le iniziative legislative regionali e comunali, riguardanti la posa delle reti fisse o l installazione delle antenne di rete mobile, per orientarle coerentemente con gli interessi aziendali; supportare sul fronte normativo e relazionale le funzioni di Technology, operanti a livello territoriale, per la risoluzione delle criticità connesse al rilascio di provvedimenti autorizzatori da parte di Comuni o Province; promuovere e negoziare accordi e protocolli con le Amministrazioni locali o con le Associazioni delle Autonomie (UPI, ANCI, ecc.) in materia di sviluppo delle reti e dei servizi digitali. Del resto, in seguito alla riforma costituzionale del 2001 sulle autonomie locali, sebbene le telecomunicazioni siano rimaste una materia in cui le competenze tra Stato e Regioni sono di tipo concorrente, cioè condiviso, le strategie e i programmi operativi per l abbattimento del digital divide e lo sviluppo delle reti di nuova generazione sono oggi formulati a livello regionale. Quasi tutte le Regioni hanno elaborato o stanno studiando un loro programma di sviluppo della barda larga e ultralarga, ma nella maggior parte dei casi si è ancora in fase di startup e ci sono ritardi nella fase di realizzazione. Allo stesso tempo, un po in tutte le Regioni ed Enti Locali, esiste un ritardo molto ampio nella digitalizzazione dei servizi: meno del 4 per cento dei Comuni dispone di sistemi per l intera gestione delle pratiche online, mentre in non più di 5-6 Regioni sono stati avviati programmi organici per la digitalizzazione della scuola, della sanità o della mobilità. I colleghi di Rapporti con le Istituzioni Locali, a tale riguardo, collaborano con le altre funzioni aziendali (Technology, Public Sector, Finance, Strategy, Legal) coinvolte su tali tematiche, all individuazione di forme di partnership con Regioni ed Enti locali per l adozione di appropriati modelli di finanziamento pubblico per l abbattimento del digital divide ancora esistente e per l inserimento nei programmi delle Regioni di stanziamenti dedicati al sostegno dello sviluppo delle infrastrutture e dei servizi digitali. Promuovono, inoltre, accordi o normative per semplificare le procedure amministrative per l adozione di tecniche di scavo innovative, con la riduzione dei costi e degli impatti ambientali nella realizzazione delle reti. Attività certo complesse conclude Di Bartolomei che richiedono una stretta collaborazione con tutte le funzioni aziendali e una squadra che si muova agevolmente tra competenze giuridiche, regolatorie, economiche, relazionali e che abbia naturalmente una disponibilità a effettuare frequenti spostamenti sul ter- ritorio italiano. Il contatto costante con le strutture territoriali aziendali e con gli stakeholder istituzionali di riferimento è, infatti, fondamentale per poter creare canali di comunicazione basati sui contenuti e rafforzati dalle relazioni tra il Gruppo e le Istituzioni. Solo così si costruisce un capitale positivo di reputazione e di affidabilità nel formulare proposte e fornire risposte alle esigenze degli interlocutori, che consenta di veicolare credibilmente i legittimi interessi aziendali, raggiungendo gli obiettivi fissati. q Barbara Lucangeli fotografie di Hildegard Adelheid Kuss Sopra, piazza Unità d Italia, Trieste

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

IL PROGETTO MINDSH@RE

IL PROGETTO MINDSH@RE IL PROGETTO MINDSH@RE Gruppo Finmeccanica Attilio Di Giovanni V.P.Technology Innovation & IP Mngt L'innovazione e la Ricerca sono due dei punti di eccellenza di Finmeccanica. Lo scorso anno il Gruppo ha

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

Vodafone Case Study Pulitalia

Vodafone Case Study Pulitalia Quello con Vodafone e un vero è proprio matrimonio: un lungo rapporto di fiducia reciproca con un partner veramente attento alle nostre esigenze e con un account manager di grande professionalità. 1 Il

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update MERCATO MONDIALE DEI BENI DI LUSSO: TERZO ANNO CONSECUTIVO DI CRESCITA A DUE CIFRE. SUPERATI I 200 MILIARDI DI EURO NEL 2012 Il mercato del

Dettagli

Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento

Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento Edizione italiana a cura di G. Soda Capitolo 6 La progettazione della struttura organizzativa: specializzazione e coordinamento Jones, Organizzazione

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015

19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015 19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015 Pag. 33 (diffusione:581000) La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è

Dettagli

Che cos è il Marketing 3.0?

Che cos è il Marketing 3.0? Che cos è il Marketing 3.0? di Fabrizio Pieroni Philip Kotler, studioso di Marketing attento ai cambiamenti della società e pronto a modificare di conseguenza le sue posizioni, ha recentemente presentato

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

Elaidon Web Solutions

Elaidon Web Solutions Elaidon Web Solutions Realizzazione siti web e pubblicità sui motori di ricerca Consulente Lorenzo Stefano Piscioli Via Siena, 6 21040 Gerenzano (VA) Telefono +39 02 96 48 10 35 elaidonwebsolutions@gmail.com

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

La collaborazione come strumento per l'innovazione.

La collaborazione come strumento per l'innovazione. La collaborazione come strumento per l'innovazione. Gabriele Peroni Manager of IBM Integrated Communication Services 1 La collaborazione come strumento per l'innovazione. I Drivers del Cambiamento: Le

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi.

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet: la rete delle reti Alberto Ferrari Connessioni

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

GRUPPO TELECOM ITALIA. Domestic market. Progetto Internalizzazioni Dettaglio Profili

GRUPPO TELECOM ITALIA. Domestic market. Progetto Internalizzazioni Dettaglio Profili GRUPPO TELECOM ITALIA Domestic market Progetto Internalizzazioni Dettaglio Profili 8 maggio 2013 BUSINESS. Assurance Clienti Top 7 addetti front end/help desk - 102 tecnici 1 liv. - 62 specialisti NW La

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI.

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. Come gruppo industriale tecnologico leader nel settore del vetro e dei materiali

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina Cosa è il DSS L elevato sviluppo dei personal computer, delle reti di calcolatori, dei sistemi database di grandi dimensioni, e la forte espansione di modelli basati sui calcolatori rappresentano gli sviluppi

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 COMUNICATO STAMPA La Regione che vogliamo: la CIDA organizza il confronto con i candidati alla Presidenza della regione Toscana 29 Aprile

Dettagli

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE Verbale n. 10 del 5 Novembre 2014 RIUNIONE Il giorno 5 Novembre 2014, alle ore 10.40, il Nucleo di Valutazione dell Università degli Studi del Sannio, si è riunito per discutere sugli argomenti iscritti

Dettagli

MASTER MAGPA Argomenti Project Work

MASTER MAGPA Argomenti Project Work MASTER MAGPA Argomenti Project Work MODULO I LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: PROFILO STORICO E SFIDE FUTURE Nome Relatore: Dott.ssa Ricciardelli (ricciardelli@lum.it) 1. Dal modello burocratico al New Public

Dettagli

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA IL MIO PASSATO LE MIE ESPERIENZE COSA VOLEVO FARE DA GRANDE COME SONO IO? I MIEI DIFETTI LE MIE RELAZIONI LE MIE PASSIONI I SOGNI NEL CASSETTO IL MIO CANE IL MIO GATTO Comincio

Dettagli

Contribuite anche voi al nostro successo.

Contribuite anche voi al nostro successo. Entusiasmo da condividere. Contribuite anche voi al nostro successo. 1 Premi Nel 2009 e nel 2012, PostFinance è stata insignita del marchio «Friendly Work Space» per la sua sistematica gestione della salute.

Dettagli

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura INTRODUZIONE L obiettivo è fornire la migliore cura per i pazienti con il coinvolgimento di tutto il personale

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu ALL INTERNO DEL FIREWALL: ENI 2.0 Il modo di lavorare è soggetto a rapidi cambiamenti; pertanto le aziende che adottano nuovi tool che consentono uno scambio di informazioni contestuale, rapido e semplificato

Dettagli

Consulenza tecnologica globale

Consulenza tecnologica globale Orientamento al cliente Innovazione Spirito di squadra Flessibilità Un gruppo di professionisti dedicati alle imprese di ogni settore merceologico e dimensione, capaci di supportare il Cliente nella scelta

Dettagli

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo Le raccomandazioni della CIDSE per la Conferenza delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile (Rio, 20-22 giugno 2012) Introduzione Il

Dettagli

INDAGINE LAST CMR (COMMUNITY MEDIA RESEARCH) PER LA STAMPA

INDAGINE LAST CMR (COMMUNITY MEDIA RESEARCH) PER LA STAMPA INDAGINE LAST CMR (COMMUNITY MEDIA RESEARCH) PER LA STAMPA L epoca in cui viviamo, caratterizzata dalla velocità e dall informazione, vede limitate le nostre capacità previsionali. Non siamo più in grado

Dettagli

Risk management come opportunità per un nuovo welfare

Risk management come opportunità per un nuovo welfare Risk management come opportunità per un nuovo welfare Il contesto economico e sociale in cui operano i comitati Uisp condiziona la loro attività mettendoli di fronte a criticità di natura organizzativa,

Dettagli

General Motors: la storia della nascita e della crescita di una giant firm 1

General Motors: la storia della nascita e della crescita di una giant firm 1 General Motors: la storia della nascita e della crescita di una giant firm 1 Centralized control with decentralized responsibility (Johnson and Kaplan, 1987) 1. Dalla nascita fino al 1920 La General Motors,

Dettagli

Sfide strategiche nell Asset Management

Sfide strategiche nell Asset Management Financial Services Banking Sfide strategiche nell Asset Management Enrico Trevisan, Alberto Laratta 1 Introduzione L'attuale crisi finanziaria (ed economica) ha significativamente inciso sui profitti dell'industria

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com CORPORATE OVERVIEW www.akhela.com BRIDGE THE GAP CORPORATE OVERVIEW Bridge the gap Akhela è un azienda IT innovativa che offre al mercato servizi e soluzioni Cloud Based che aiutano le aziende a colmare

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB:

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB: Via Durini, 23-20122 Milano (MI) Tel.+39.02.77.88.931 Fax +39.02.76.31.33.84 Piazza Marconi,15-00144 Roma Tel.+39.06.32.80.37.33 Fax +39.06.32.80.36.00 www.valuelab.it valuelab@valuelab.it MARKETING INTELLIGENCE

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

L 8 maggio 2002 il Ministero

L 8 maggio 2002 il Ministero > > > > > Prima strategia: ascoltare le esigenze degli utenti, semplificare il linguaggio e la navigazione del sito. Seconda: sviluppare al nostro interno le competenze e le tecnologie per gestire in proprio

Dettagli

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC 5 giugno 09 IT-BOOK Configurazioni e cartatteristiche tecniche possono essere soggette a variazioni senza preavviso. Tutti i marchi citati sono registrati dai rispettivi proprietari. Non gettare per terra:

Dettagli

SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali

SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali Grandi Navi Veloci. Utilizzata con concessione dell autore. SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali Partner Nome dell azienda Ferretticasa Spa Settore Engineering & Costruction Servizi e/o

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu SOA IN AMBITO TELCO Al fine di ottimizzare i costi e di migliorare la gestione dell'it, le aziende guardano, sempre più con maggiore interesse, alle problematiche di gestionee ed ottimizzazione dei processi

Dettagli

Guida 2014 Attività & Progetti

Guida 2014 Attività & Progetti Guida 2014 Attività & Progetti Sommario pag. Premessa... 4 Obiettivo di questa GUIDA... 4 Lista Progetti... 4 Referenti Progetti... 5 I. Progetto UN FIOCCO IN AZIENDA... 6 Benefici del Programma II. Progetto

Dettagli

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLA RILEVAZIONE DELLA QUALITA PERCEPITA DAI CITTADINI A tutti i Ministeri - Uffici

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30

Iniziativa : Sessione di Studio a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30 Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza Gentili Associati, Il Consiglio Direttivo è lieto di informarvi che, proseguendo nell attuazione delle iniziative promosse dall' volte al processo di miglioramento,

Dettagli

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI CSC ritiene che la Business Intelligence sia un elemento strategico e fondamentale che, seguendo

Dettagli

GAM. I nostri servizi di società di gestione

GAM. I nostri servizi di società di gestione GAM I nostri servizi di società di gestione Una partnership con GAM assicura i seguenti vantaggi: Forniamo sostanza e servizi di società di gestione in Lussemburgo Offriamo servizi di alta qualità abbinati

Dettagli

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management Gli aspetti maggiormente apprezzabili nell utilizzo di BOARD sono la tempestività nel realizzare ambienti di analisi senza nessun tipo di programmazione

Dettagli

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & 2013 GENNAIO-MARZO 9 CORSI: MARKETING STRATEGY BRANDING & VIRAL-DNA CONTENT STRATEGY DESIGN & USABILITY WEB MARKETING CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT SOCIAL

Dettagli

Governance e performance nei servizi pubblici locali

Governance e performance nei servizi pubblici locali Governance e performance nei servizi pubblici locali Anna Menozzi Lecce, 26 aprile 2007 Università degli studi del Salento Master PIT 9.4 in Analisi dei mercati e sviluppo locale Modulo M7 Economia dei

Dettagli

2013 Skebby. Tutti i diritti riservati.

2013 Skebby. Tutti i diritti riservati. Disclaimer: "# $%&'(&)'%# *("# +,(-(&'(# *%$).(&'%#,/++,(-(&'/# 0"#.(1"0%# *(""20&3%,./40%&(# /# &%-',/# disposizione. Abbiamo fatto del nostro meglio per assicurare accuratezza e correttezza delle informazioni

Dettagli

Il mobile e lo shopping on demand. Come il performance marketing aiuta a ridisegnare i percorsi d acquisto. tradedoubler.com

Il mobile e lo shopping on demand. Come il performance marketing aiuta a ridisegnare i percorsi d acquisto. tradedoubler.com Il mobile e lo shopping on demand Come il performance marketing aiuta a ridisegnare i percorsi d acquisto tradedoubler.com I canali di performance marketing mobile stanno trasformando l esperienza di acquisto

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

L Impresa Estesa come motore dell Innovazione

L Impresa Estesa come motore dell Innovazione L Impresa Estesa come motore dell Innovazione VOIP e RFID Andrea Costa Responsabile Marketing Clienti Enterprise 0 1. Innovazione: un circolo virtuoso per l Impresa Profondità e latitudine (l azienda approfondisce

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR WORKFLOW HR Zucchetti, nell ambito delle proprie soluzioni per la gestione del personale, ha realizzato una serie di moduli di Workflow in grado di informatizzare

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

Solar Impulse Revillard Rezo.ch. Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente.

Solar Impulse Revillard Rezo.ch. Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente. Solar Impulse Revillard Rezo.ch Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente. La visione di ABB ABB è orgogliosa della sua alleanza tecnologica e innovativa con Solar Impulse, l aereo

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time White Paper Operational DashBoard per una Business Intelligence in real-time Settembre 2011 www.axiante.com A Paper Published by Axiante CAMBIARE LE TRADIZIONI C'è stato un tempo in cui la Business Intelligence

Dettagli

Capitolo 15 LE SCELTE DI ORGANIZZAZIONE. G. Airoldi, G. Brunetti, V. Coda Corso di economia aziendale Il Mulino, 2005

Capitolo 15 LE SCELTE DI ORGANIZZAZIONE. G. Airoldi, G. Brunetti, V. Coda Corso di economia aziendale Il Mulino, 2005 Capitolo 15 LE SCELTE DI ORGANIZZAZIONE G. Airoldi, G. Brunetti, V. Coda Corso di economia aziendale Il Mulino, 2005 1 L ASSETTO ORGANIZZATIVO, IL COMPORTAMENTO ORGANIZZATIVO In organizzazione il centro

Dettagli

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione 8.2.4 La gestione finanziaria La gestione finanziaria non dev essere confusa con la contabilità: quest ultima, infatti, ha come contenuto proprio le rilevazioni contabili e il reperimento dei dati finanziari,

Dettagli

E. Bisetto e D. Bordignon per

E. Bisetto e D. Bordignon per Personal Branding pensare, creare e gestire un brand a cura di E. Bisetto e D. Bordignon per Cosa significa Personal Branding Come si fa Personal Branding Come coniugare Brand Personale e Brand Aziendale

Dettagli

Quando imprenditorialità e management si sposano: il caso Moment

Quando imprenditorialità e management si sposano: il caso Moment Esperienze di successo per un vantaggio competitivo 27 ottobre 2011 Quando imprenditorialità e management si sposano: il caso Moment Raffaella Graziosi Project & Portfolio Manager ACRAF SpA Gruppo Angelini

Dettagli

La Valutazione degli Asset Intangibili

La Valutazione degli Asset Intangibili La Valutazione degli Asset Intangibili Chiara Fratini Gli asset intangibili rappresentano il patrimonio di conoscenza di un organizzazione. In un accezione ampia del concetto di conoscenza, questo patrimonio

Dettagli

Gli immobili sono nel nostro DNA.

Gli immobili sono nel nostro DNA. Gli immobili sono nel nostro DNA. FBS Real Estate. Valutare gli immobili per rivalutarli. FBS Real Estate nasce nel 2006 a Milano, dove tuttora conserva la sede legale e direzionale. Nelle prime fasi,

Dettagli

COMUNICATO STAMPA CBT E SUGARCRM INSIEME PER RISPONDERE ALLE ESIGENZE DI ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO DELLE AZIENDE.

COMUNICATO STAMPA CBT E SUGARCRM INSIEME PER RISPONDERE ALLE ESIGENZE DI ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO DELLE AZIENDE. COMUNICATO STAMPA CBT E SUGARCRM INSIEME PER RISPONDERE ALLE ESIGENZE DI ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO DELLE AZIENDE. Milano, 31 gennaio 2013. Il Gruppo CBT, sempre attento alle esigenze dei propri clienti

Dettagli

UNA FINESTRA SUL FUTURO. a cura. della

UNA FINESTRA SUL FUTURO. a cura. della GENOVA 2015-2030 UNA FINESTRA SUL FUTURO Ricerca tipo Delphi a cura della Sezione Terziario di Confindustria Genova Coordinamento della ricerca Sergio Di Paolo PERCHÉ IL FUTURO Immaginare il futuro aiuta

Dettagli

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi.

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. LIBERI DI NON PENSARCI Basta preoccupazioni per il back-up e la sicurezza dei tuoi dati. Con la tecnologia Cloud Computing l archiviazione e la protezione dei

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

IL FUTURO DELLA RETE FISSA HA UN CUORE ANTICO

IL FUTURO DELLA RETE FISSA HA UN CUORE ANTICO 4 NETWORK IL FUTURO DELLA RETE FISSA HA UN CUORE ANTICO Giancarlo Lepidi, Roberto Giuseppe Opilio 5 La rete di Telecom Italia ha un cuore antico e il suo futuro, con la sua capacità di innovarsi e di rimanere

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo

Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo SOMMARIO Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli