Approvato dal Collegio dei Docenti del 15/06/2012 e dal Consiglio d Istituto del 26/06/2012 (con implementazioni e successive modifiche )

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Approvato dal Collegio dei Docenti del 15/06/2012 e dal Consiglio d Istituto del 26/06/2012 (con implementazioni e successive modifiche )"

Transcript

1 ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO SERVIZI PER L ENOGASTRONOMIA E L OSPITALITA ALBERGHIERA I. E V. FLORIO ERICE VIA BARRESI N 26 C.A.P Cod. Fisc.: E mail: Approvato dal Collegio dei Docenti del 15/06/2012 e dal Consiglio d Istituto del 26/06/2012 (con implementazioni e successive modifiche ) ANNO SCOLASTICO 2012/2013 M Motivo della revisione: Prima emissione Sistema di Gestione Qualità Rev. 0 Del 16/10/2006 Emesso da RGQ Approvato da DS UNI EN ISO 9001:2008 Pagina 1 di 157 INDICE 1

2 Premessa 1. Identità Istituto 1.1. Mission 1.2. Denominazione 1.3. Contesto socio-economico del territorio e dell utenza 1.4. Storia 1.5. Dati statistici dell istituto 1.6. Risorse umane 1.7. Risorse materiali 1.8. Progetto qualità 2. Gestione Didattica 2.1. Attività formativa curriculare e integrativa Tabella riassuntiva degli indirizzi di studio Nuova tabella riassuntiva degli indirizzi di studio Tipologia del quinquennio di studi Specializzazioni del triennio di qualifica Profili professionali post- qualifica Nuova tipologia del quinquennio di studi Nuovi profili professionali e competenze Quadri orari Nuovi quadri orari Corso serale Orario delle lezioni Alternanza scuola-lavoro Attività integrative Cittadinanza e Costituzione 2.2. Finalità - Obiettivi 2.3. Linee metodologiche 2.4. Valutazione Griglia di valutazione generale Valutazione del comportamento Criteri guida per l attribuzione del voto di condotta Criteri per la quantificazione del credito scolastico Criteri per la quantificazione del credito formativo 2.5. Piano di recupero Integrazione alunni stranieri Corsi di potenziamento 2.6. Sportello didattico 2.7. Progetti 2.8. Handicap e integrazione scolastica 2

3 2.9. Monitoraggio dispersione scolastica 2.10 Continuità e Orientamento 2.11 Centro sportivo scolastico 3. Gestione organizzativa 3.1. Organigramma 3.2. Funzioni /organi 3.3. Piano annuale delle attività d Istituto 3.4. Piano annuale di formazione Docenti e A.T.A 4. Gestione amministrativa 4.1. Orario di funzionamento dell istituto 4.2. Composizione e organizzazione dei servizi generali e amministrativi 4.3. Organigramma funzionale per i servizi generali ed amministrativi 4.4. Gestione dei servizi ausiliari 4.5. Funzioni assistenti tecnici 5. Allegati 5.1 Regolamento di Istituto 5.2 Regolamento di Disciplina 5.3 Patto educativo di corresponsabilità 5.4 Regolamento del comitato studentesco 5.5 Carta dei Servizi 5.6 Linee guida (Regolamento Istituti Professionali) 5.7 Tabella di certificazione delle competenze (per il biennio) 5.8 Tabelle attribuzione credito scolastico 5.9 Codice Privacy 5.10 Regolamento concessione uso temporaneo e precario locali scolastici 5.11 Tabella valutazione titoli tutor 5.12 Glossario 3

4 Il POF è il documento fondamentale costitutivo dell identità culturale e progettuale delle istituzioni scolastiche che esplicita la progettazione curriculare, extracurriculare, educativa e organizzativa (D.P.R. 275/99, art.3, comma 1). Nel predisporre il piano dell offerta formativa, l Istituto Professionale di Stato - Servizi per l Enogastronomia e l Ospitalità Alberghiera I. e V. FLORIO di Erice tiene conto dei bisogni e delle richieste dell utenza, delle caratteristiche socioculturali, economiche ed ambientali del territorio, delle potenzialità e dei mezzi della scuola, ma anche dell esigenza di un ripensamento significativo dei comportamenti professionali, delle pratiche didattiche e delle modalità operative che presiedono allo svolgimento della vita scolastica. Nell ambito della propria autonomia, l Istituto propone un azione progettuale orientata al successo formativo degli alunni e alla riduzione della dispersione scolastica. In particolare, obiettivi del piano sono: attuare, attraverso un raccordo diretto con il territorio e mediante la flessibilità, un processo di maggiore incidenza dell istituzione scolastica nel contesto sociale, culturale ed economico; riorganizzare i servizi in base alle richieste del nuovo assetto istituzionale della scuola per garantire l efficacia dei servizi stessi; combattere l insuccesso scolastico attraverso la valorizzazione delle potenzialità personali; garantire la libertà di insegnamento e di pluralismo culturale, salvaguardando il diritto all apprendimento; agevolare le iniziative formative di orientamento; predisporre piani mirati di formazione del personale docente e A.T.A.; approfondire le opportunità connesse all autonomia. Inoltre, dall anno scolastico 2006/2007, ogni piano di lavoro, progetto integrativo ed extracurriculare viene redatto su appositi modelli predisposti dal Sistema gestione qualità; sono realizzabili soltanto le azioni/progetto recepite nel POF per le quali esista copertura finanziaria; sono riconosciute soltanto le azioni/progetto comprensive di monitoraggio e valutazione a consuntivo. 4

5 5

6 L obiettivo fondamentale dell Istituto Professionale di Stato - Servizi per l Enogastronomia e l Ospitalità Alberghiera - I. & V. FLORIO di Erice è formare figure professionali nell ambito della ristorazione e del turismo che sappiano inserirsi con decisione, consapevolezza e sicurezza nel mondo del lavoro o proseguire gli studi a livello universitario, avendo acquisito saperi e competenze in una dimensione operativa ed un metodo concreto e personale di osservazione, di studio e di valutazione della realtà. Laboratorio di Ricevimento Laboratorio di Front-Office Laboratorio di Cucina Laboratorio di Sala 6

7 INDIRIZZI ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO SERVIZI PER L ENOGASTRONOMIA E L OSPITALITA ALBERGHIERA I. E V. FLORIO SEDE CENTRALE: Via Barresi, 26 C.A.P Erice, Casa Santa (TP) SEDE SUCCURSALE: Via Lodi, Erice, Casa Santa (TP) SEDE STACCATA: Casa Circondariale di Trapani ( in attesa di autorizzazione) NUMERI TELEFONICI SEDE CENTRALE: tel /fax SEDE SUCCURSALE: tel./fax: 0923/ CODICE ISTITUTO: TPRH02000T CODICE SERALE: TPRH CODICE FISCALE: CODICE IBAN: IT29T PARTITA IVA : SITO WEB: 7

8 L Istituto Professionale di Stato - Servizi per l Enogastronomia e l Ospitalità Alberghiera di Erice accoglie alunni provenienti dal capoluogo e dai comuni della provincia. Dall analisi del territorio emerge che, da più di un decennio, uno dei settori portanti dell economia è quello legato all attività del comparto turistico-alberghiero e della ristorazione che trova nel nostro istituto, proprio per il suo specifico indirizzo, il referente naturale in termini di formazione professionale. Benché non ancora ai livelli della provincia di Palermo o della Sicilia orientale in quanto ad offerta ed organizzazione dei servizi, la nostra provincia, ricca di attrattive storico - culturali e paesaggistiche, mostra di avere le carte in regola per un definitivo boom turistico e negli ultimi anni si è notato un sensibile aumento del numero delle strutture ricettive e ristorative non soltanto nelle località balneari ma anche nell entroterra. L aumento esponenziale della popolazione scolastica dell Istituto, dalla sua autonomia ad oggi, è prova dell interesse crescente dei giovani verso questo settore economico. Riguardo alla realtà socio-culturale degli alunni che frequentano l Istituto, si rileva che nella maggior parte dei casi gli studenti provengono da famiglie dedite all agricoltura, all artigianato o al commercio. Negli ultimi anni, una percentuale crescente di essi proviene da famiglie di impiegati e di operatori del settore turistico. 8

9 Nell anno scolastico 1980/81, nella città medievale di Erice, incantevole luogo e meta del turismo internazionale, ha inizio l attività del nostro istituto, quale sede staccata dell Istituto Professionale di Stato di Palermo, su iniziativa di alcuni ex allievi. In quegli anni gli istituti alberghieri erano pochissimi in Sicilia e, per ospitare gli studenti fuori sede, le scuole erano dotate di un convitto. Anche ad Erice nacque la struttura ospitante e così la scuola, in poco tempo, divenne punto di riferimento dell intera provincia trapanese. L inizio, irto di mille difficoltà, vide l encomiabile impegno di un gruppo di giovani insegnanti, i proff. Ignazio Stellino, Francesco Todaro e Leo Vona, cresciuti con l Istituto e di esso ancora oggi punti di riferimento. L Istituto alberghiero ed Erice, nel tempo, hanno operato in un clima di perfetta integrazione, contribuendo entrambi al reciproco sviluppo. Le tappe fondamentali della storia dell Istituto sono riconducibili all ottenimento dell autonomia, nel 1986, e successivamente al graduale spostamento della sede, a partire dall anno scolastico 1992/93, da Erice vetta al Collegio di Arti e Mestieri ubicato a valle, nella zona residenziale di Erice Casa Santa. Tutto ciò fu ottenuto grazie alla forte iniziativa degli alunni e al successivo interessamento della Provincia Regionale di Trapani. La riforma scolastica, denominata Progetto 92, diede un impulso notevole alle iscrizioni, tanto da far diventare la scuola una delle più grandi della provincia, per numero di iscritti. A conferma di tale sviluppo, nel 1998, venne aperta una sede coordinata a Castelvetrano che, in appena tre anni, è diventata autonoma. Negli anni non sono mai mancati i riconoscimenti all Istituto, sia da parte dei suoi interlocutori privilegiati, alunni e famiglie, sia da parte delle aziende turistiche e degli enti territoriali. Tanti sono gli alunni che hanno intrapreso, con grande successo, attività e professioni turistiche in ogni parte del mondo, che ricordano sempre gli anni trascorsi a scuola come periodo fondamentale per la loro crescita personale e professionale. Gli alunni dell Istituto, guidati da insegnanti e assistenti tecnici, offrono il loro contributo professionale nell ambito di manifestazioni culturali, sportive e di carattere sociale, anche su richiesta della Provincia, dei Comuni, della Prefettura e delle Forze di Polizia, in occasione di eventi molto importanti, come la visita del Presidente della Repubblica e la Coppa America di Vela. Un ulteriore elemento di gratificazione è dato dagli eccellenti risultati che i nostri ragazzi ottengono nel confronto con gli alunni di altri istituti alberghieri partecipando regolarmente a concorsi nazionali e internazionali. Di notevole importanza l attività di stage, svolta con continuità ed in collaborazione con strutture ricettive del trapanese, della regione, del territorio nazionale e internazionale. 9

10 Un riferimento a parte meritano il concorso eno-gastronomico nazionale, svoltosi nell anno scolastico 1996/97 che ha riscosso un notevole successo di partecipazione e consenso, il concorso internazionale Reception clerk ed il concorso internazionale Gran trofeo d oro della ristorazione italiana, nel quale i nostri allievi si distinguono pervenendo ad ottimi risultati. Nell anno scolastico 1996/97, grazie all apporto fattivo del Dirigente Scolastico, Prof. Giuseppe Liuzza, l Istituto viene intitolato a due grandi imprenditori siciliani: Ignazio e Vincenzo Florio, rappresentanti di una Sicilia industriosa, creatrice di ricchezza e centro di cultura mediterranea ed europea. Dal 1996/97 ad oggi il numero delle iscrizioni è cresciuto in modo rilevante, tanto da far sorgere la necessità di istituire una succursale dell Istituto. Negli ultimi anni la scuola è stata dotata di nuovi laboratori e sono stati effettuati lavori di ristrutturazione tali da renderla sempre più accogliente e funzionale. Il 31 maggio 2007 l Istituto ha raggiunto l ambito traguardo della certificazione di qualità ISO, che negli anni è stata riconfermata. Il conseguimento di tale obiettivo costituisce motivo di grande soddisfazione per il personale dell Istituto e corona gli sforzi del Gruppo Qualità, composto dai proff. Bizzi Patrizia, Mazzarese Rosaria e Todaro Salvatore. Con ciò si è dato inizio ad un percorso che procede sulla strada del miglioramento continuo, secondo standard qualitativi e quantitativi predefiniti, nella gestione dei servizi, nell organizzazione e nella didattica, ai fini del successo formativo degli alunni. Infine, negli ultimi anni, l Istituto è divenuto sede di esami per le certificazioni Trinity ed E.C.D.L. 10

11 Anno Scolastico 1^ 2^ 3^ Cuc. 3^ Sala Classi 3^ Ric. 4^ Tur. 4^ Rist. 5^ Tur. 5^ Rist. Tot. Alunni Tot. Classi 1996/ / / / / / / / / / / / /09 CORSO SERALE 2009/10 CORSO SERALE 2010/11 CORSO SERALE 2011/12 CORSO SERALE 2012/13 CORSO SERALE (i dati completi saranno inseriti a Settembre) N.B. I dati relativi all anno scolastico 1999/2000 comprendono anche la sede coordinata di Castelvetrano che è divenuta sede autonoma a partire dal 2000/01. 11

12 Anno scolastico 2012/13: (i dati completi saranno inseriti a Settembre) ALUNNI CLASSI N CLASSI N ALUNNI Prime Seconde Terze Quarte Quinte Prima corso serale 1 24 Seconda corso serale 1 22 Terza corso serale 1 20 Quarta corso serale 1 17 Quinta corso serale 1 14 TOTALE DOCENTI RUOLO INC. TEMPO DETERMINATO DOC. RELIGIONE Tempo Ruolo determ. Ruolo ITP SOSTEGNO TOTALE Tempo determ. Ruolo Tempo determ. A. T. A. D.S.G.A. ASSISTENTI Amministrativi Tecnici Tempo Tempo Ruolo Ruolo determ. determ. COLLABORATORI SCOLASTICI Tempo Ruolo determ. TOTALE 12

13 La sede centrale dell Istituto è sita in via Barresi n 26, ad Erice - Casa Santa (TP) e dispone di un ampio parcheggio interno, cui si accede attraverso due cancelli dalla via Argenteria. La succursale è situata in via Lodi, ad Erice Casa Santa (TP). L istituto dispone di : n 45 Aule, di cui n 35 nella sede Centrale, n 10 in Succursale. n 1 Aula magna. n 1 Magazzino. n 1 Biblioteca. n 1 Palestra. n 2 Pulmini n 1 Furgone per servizio catering n 13 Laboratori : n 1 Laboratorio di Ricevimento. n 1 Laboratorio di Pratiche d agenzia. n 1 Laboratorio di Front-office. n 2 Laboratori di Cucina. n 1 Laboratorio di Pasticceria. n 2 Laboratori di Sala-bar. n 1 Laboratorio di Scienze degli alimenti n 1 Laboratorio linguistico. n 1 Laboratorio di Informatica. n 1 Laboratorio di Matematica e Scienze. n 1 Laboratorio per le attività di sostegno. Tutti gli studenti usufruiscono delle risorse materiali dell Istituto, grazie ad un attenta organizzazione dell orario scolastico e al servizio pullman che consente lo spostamento dalla sede succursale alla sede centrale e viceversa. 13

14 La responsabile del Sistema Qualità è la Prof. Bizzi Patrizia. Auditor interni Sistemi di Gestione Qualità sono i Proff. Mazzarese Rosaria Anna e Todaro Salvatore. POLITICA DELLA QUALITÀ L Istituto Professionale di Stato Servizi per l Enogastronomia e l Ospitalità Alberghiera I. e V. Florio eroga una varietà di servizi ai clienti e alle parti interessate: allievi, famiglie, docenti, personale ATA, contesto socio-economico, territorio, in rapporto alle diverse esigenze. Il DS, consultato il CD e il CdI, ha stabilito che: una politica scolastica improntata sulla qualità è connotata da una serie di interventi mirati alla pianificazione delle attività, dei processi, dei servizi secondo un percorso sistemico che tenga conto delle caratteristiche ambientali in cui opera. Gli obiettivi prioritari appropriati agli scopi dell Istituto Professionale di Stato I. e V. Florio sono: Scelte innovative, organizzative, curriculari ed extra-curriculari per il miglioramento continuo dell offerta didattica e dell organizzazione dei servizi. Innalzamento del livello di scolarità, riduzione della dispersione scolastica e promozione del successo formativo. Attenzione ai bisogni sociali in fase di orientamento, riorientamento ed educazione permanente. Valorizzazione della progettualità nell attività collegiale e di programmazione. Sostegno all innovazione didattica e organizzativa e alla formazione in servizio dei docenti. Promozione, sviluppo e miglioramento nell uso delle nuove tecnologie con azioni mirate al lavoro in rete. Partecipazione e coinvolgimento delle famiglie e del territorio, anche in collaborazione con altre scuole. In tal senso l attività didattica si articola: in un lavoro stabile e continuo sulle competenze di base, affinché gli allievi acquisiscano abilità, conoscenze, cultura di tipo generale e competenze comunicative nelle lingue straniere; 14

15 in un approccio dinamico ai contenuti volto allo sviluppo di competenze professionali specifiche, in modo da realizzare un collegamento fra il mondo del lavoro e l istituto. Le finalità condivise con il Gruppo di Qualità interno all Istituto sono: diffusione tra tutto il personale docente e non docente di una cultura della qualità orientata verso i risultati con attitudine operativa a rilevare e misurare gli obiettivi di ogni procedura per un reale miglioramento dei servizi erogati; applicazione delle norme di qualità per il miglioramento degli interventi metodologico didattici nelle tecniche di trasmissione delle conoscenze e degli strumenti organizzativi dell intero sistema scuola. La Politica della Qualità viene comunicata all interno dell organizzazione tramite affissione della stessa ed illustrazione a tutto il personale in fase di formazione iniziale sul Manuale Qualità. La scuola, in un ottica culturale di miglioramento continuo, utilizza come modello di riferimento la normativa ISO 9001: PIANO DEGLI OBIETTIVI PER L ANNO SCOLASTICO 2012/13 ( in fase di elaborazione) Il D.S., anno per anno, dopo aver implementato il Sistema Gestione Qualità, analizza i monitoraggi di gradimento relativi all anno scolastico precedente, individua le esigenze di tutti gli utenti della scuola e i bisogni formativi del territorio ed esplicita gli obiettivi misurabili da raggiungere: Successivamente, con la collaborazione del D.S.G.A., tenendo conto delle risorse umane e materiali che ha a disposizione, ascoltato anche lo Staff direttivo, il D.S. individua i processi operativi da attivare nella sua gestione. 15

16 16

17 TABELLA RIASSUNTIVA DEGLI INDIRIZZI DI STUDIO Per gli alunni iscritti fino all a.s. 2009/2010 BIENNIO COMUNE CORSO SERALE MONOENNIO DI QUALIFICA (3 anno) Qualifica di Operatore dei servizi di CUCINA Qualifica di Operatore dei servizi di SALA - BAR Qualifica di Operatore dei servizi di RICEVIMENTO Qualifica di OPERATORE DEI SERVIZI DI CUCINA Dopo il monoennio di qualifica gli allievi possono inserirsi nel mondo del lavoro o proseguire gli studi frequentando il biennio di specializzazione. BIENNIO DI SPECIALIZZAZIONE (4 e 5 anno) Diploma di TECNICO DEI SERVIZI RISTORATIVI Diploma di TECNICO DEI SERVIZI TURISTICI Diploma di TECNICO DEI SERVIZI RISTORATIVI 17

18 NUOVA TABELLA RIASSUNTIVA DEGLI INDIRIZZI DI STUDIO Per gli alunni iscritti a partire dall a.s. 2010/2011 ( Secondo il Regolamento recante norme concernenti il riordino degli istituti professionali del 15/03/2010.) PRIMO BIENNIO COMUNE ( 1 e 2 anno) Gli studenti, al termine del biennio, scelgono fra tre articolazioni: Enogastronomia Servizi di sala e vendita Accoglienza turistica Al termine del III ANNO si consegue l ATTESTATO DI QUALIFICA PROFESSIONALE IeFP SECONDO BIENNIO (3 e 4 anno) a) Articolazione Enogastronomia Opzione Preparazione pasti Opzione Prodotti dolciari, artigianali e industriali ( in attesa di autorizzazione) b) Articolazione Servizi di sala e vendita Opzione Servizi di sala e vendita c) Articolazione Accoglienza turistica: Opzione Accoglienza turistica Dopo aver conseguito l ATTESTATO DI QUALIFICA, gli allievi possono inserirsi nel mondo del lavoro o proseguire gli studi frequentando il quarto anno. Al termine del IV ANNO si consegue il DIPLOMA PROFESSIONALE IeFP Tecnico di cucina Tecnico dei servizi di sala e vendita Tecnico dei servizi di promozione e accoglienza Dopo aver conseguito il DIPLOMA PROFESSIONALE, gli allievi possono inserirsi nel mondo del lavoro o proseguire gli studi frequentando il quinto anno. QUINTO ANNO per il conseguimento del DIPLOMA DI ISTRUZIONE PROFESSIONALE 18

19 TIPOLOGIA DEL QUINQUENNIO DI STUDI Per gli alunni iscritti fino all a.s. 2009/2010 Classi Quarte e Quinte (BIENNIO POST-QUALIFICA) Dopo la qualifica si ha accesso al proseguimento degli studi per conseguire il diploma di Tecnico dei Servizi della Ristorazione o il diploma di Tecnico dei Servizi Turistici. Tali diplomi sono equipollenti a qualsiasi altro conseguito nelle scuole secondarie di secondo grado, consentendo pertanto l iscrizione a tutte le facoltà universitarie PROFILI PROFESSIONALI POST QUALIFICA Il tecnico dei servizi di ristorazione è, in qualsiasi tipologia di struttura in cui opera, il responsabile delle attività di ristorazione in tutti i suoi elementi. Le sue competenze coprono perciò svariati campi, dall approvvigionamento delle derrate alimentari al controllo qualità quantità - costi, dall organizzazione del lavoro alla guida di un gruppo e delle sue relazioni con soggetti di altri servizi. Ha conoscenze culturali, tecniche e organizzative rispetto alle tematiche del settore. Possiede la conoscenza di due lingue straniere e capacità di recepire le istanze del personale e della clientela. Il tecnico dei servizi turistici è in possesso di un ampia cultura di base, conosce il territorio in cui opera, ha spirito di iniziativa, buone capacità di adeguarsi al cambiamento e adattarvisi, doti di concretezza che lo rendono idoneo ad operare sia nel settore turistico ricettivo che nel comparto amministrativo contabile. 19

20 NUOVA TIPOLOGIA DEL QUINQUENNIO DI STUDI Per gli alunni iscritti a partire dall a.s. 2010/2011 ( Secondo il Regolamento recante norme concernenti il riordino degli istituti professionali del 15/03/2010.) A decorrere dall anno scolastico 2007/08, l istruzione è impartita obbligatoriamente per almeno dieci anni (L. 27 Dicembre 2006 n 296 art. 1 comma 622) e, conseguentemente, l età per l accesso al lavoro è elevata da 15 a 16 anni (D.M. n 139/2007). Il nuovo corso di studi è strutturato in 2 bienni e un quinto anno, al termine del quale gli studenti sostengono l Esame di Stato per il conseguimento del Diploma di Istruzione Professionale. Il primo biennio è finalizzato al raggiungimento dei saperi e delle competenze relativi all assolvimento dell obbligo di istruzione. Nel corso del primo biennio gli allievi studiano tutti le stesse discipline. Gli insegnamenti sono equipollenti a quelli dei bienni degli altri Istituti secondari di secondo grado. In ottemperanza al D.M. n 139 del e al D.M. del 27 dicembre 2007 per l assolvimento dell obbligo di istruzione, i saperi e le competenze sono riferiti a quattro assi culturali: asse dei linguaggi (italiano, lingue, ed. fisica) asse matematico (matematica, informatica) asse scientifico-tecnologico (scienze della terra, biologia, principi di alimentazione) asse storico- sociale (storia, religione, ed. al sociale, diritto ed economia, cittadinanza e costituzione) Relativamente ad ogni asse culturale, ciascun dipartimento individua le competenze di base che gli alunni devono aver acquisito a conclusione dell obbligo d istruzione. La certificazione relativa all adempimento dell obbligo d istruzione è rilasciata in seguito a domanda. Per coloro che hanno compiuto il diciottesimo anno di età è rilasciata d ufficio (D.M. n 139 del art. 4 comma 1). Il secondo biennio è articolato in due distinte annualità, al fine di consentire un raccordo con i percorsi di istruzione e formazione professionale. Al termine del terzo anno si consegue un attestato di Qualifica Professionale e al quarto anno un Diploma Professionale, in regime di sussidiarietà con gli Enti di Formazione Professionale, sulla base di specifici accordi stipulati dal MIUR con le singole Regioni. 20

21 Il rilascio dei titoli di studio triennali e quadriennali va incontro alla richiesta delle famiglie e del mondo del lavoro di prevedere percorsi formativi più brevi rispetto a quelli quinquennali, tuttavia sempre aperti alla prosecuzione degli studi. Fin dal primo anno il quadro orario prevede una suddivisione delle attività e degli insegnamenti in Area Generale Comune e Area di Indirizzo. Sono previste 1056 ore annuali, pari a una media di 32 ore settimanali. Sono attivati laboratori, stage, tirocini e alternanza scuola-lavoro per apprendere, soprattutto nel secondo biennio e nel quinto anno, attraverso un esperienza diretta. La specializzazione tecnica superiore Dopo il completamento degli studi secondari anche i diplomati degli istituti professionali avranno ulteriori opportunità oltre all inserimento nel mondo del lavoro e all iscrizione all università: iscrizione a percorsi brevi di 800/1000 ore per conseguire una specializzazione tecnica superiore (IFTS) per rispondere ai fabbisogni formativi del territorio; iscrizione a percorsi biennali per conseguire un diploma di tecnico superiore nelle aree tecnologiche più avanzate presso gli Istituti Tecnici Superiori (ITS), in via di costituzione. 21

22 NUOVI PROFILI PROFESSIONALI E COMPETENZE Per gli alunni iscritti a partire dall a.s. 2010/2011 ( Regolamento recante norme concernenti il riordino degli istituti professionali del 15/03/2010. Allegati A e B ) PROFILO Il Diplomato di istruzione professionale nell indirizzo Servizi per l enogastronomia e l ospitalità alberghiera ha specifiche competenze tecniche, economiche e normative nelle filiere dell enogastronomia e dell ospitalità alberghiera, nei cui ambiti interviene in tutto il ciclo di organizzazione e gestione dei servizi. È in grado di: utilizzare le tecniche per la gestione dei servizi enogastronomici e l organizzazione della commercializzazione, dei servizi di accoglienza, di ristorazione e di ospitalità; organizzare attività di pertinenza, in riferimento agli impianti, alle attrezzature e alle risorse umane; applicare le norme attinenti la conduzione dell esercizio, le certificazioni di qualità, la sicurezza e la salute nei luoghi di lavoro; utilizzare le tecniche di comunicazione e relazione in ambito professionale orientate al cliente e finalizzate all ottimizzazione della qualità del servizio; comunicare in almeno due lingue straniere; reperire ed elaborare dati relativi alla vendita, produzione ed erogazione dei servizi con il ricorso a strumenti informatici e a programmi applicativi; attivare sinergie tra servizi di ospitalità-accoglienza e servizi enogastronomici; curare la progettazione e programmazione di eventi per valorizzare il patrimonio delle risorse ambientali, artistiche, culturali, artigianali del territorio e la tipicità dei suoi prodotti. COMPETENZE A conclusione del percorso quinquennale, i Diplomati nell indirizzo Servizi per l enogastronomia e l ospitalità alberghiera conseguono i risultati di apprendimento di seguito specificati in termini di competenze: 1. Agire nel sistema di qualità relativo alla filiera produttiva di interesse. 2. Utilizzare tecniche di lavorazione e strumenti gestionali nella produzione di servizi e prodotti enogastronomici, ristorativi e di accoglienza turistico-alberghiera. 3. Integrare le competenze professionali orientate al cliente con quelle linguistiche, utilizzando le tecniche di comunicazione e relazione per ottimizzare la qualità del servizio e il coordinamento con i colleghi. 4. Valorizzare e promuovere le tradizioni locali, nazionali e internazionali individuando 22

23 le nuove tendenze di filiera. 5. Applicare le normative vigenti, nazionali e internazionali, in fatto di sicurezza, trasparenza e tracciabilità dei prodotti. 6. Attuare strategie di pianificazione, compensazione, monitoraggio per ottimizzare la produzione di beni e servizi in relazione al contesto. ARTICOLAZIONI L indirizzo presenta le articolazioni: Enogastronomia, Servizi di sala e di vendita e Accoglienza turistica, nelle quali il profilo viene orientato e declinato. Nell articolazione Enogastronomia, il diplomato è in grado di intervenire nella valorizzazione, produzione, trasformazione, conservazione e presentazione dei prodotti enogastronomici; operare nel sistema produttivo promuovendo le tradizioni locali, nazionali e internazionali, e individuando le nuove tendenze enogastronomiche. Nell articolazione Servizi di sala e di vendita, il diplomato è in grado di svolgere attività operative e gestionali in relazione all amministrazione, produzione, organizzazione, erogazione e vendita di prodotti e servizi enogastronomici; interpretare lo sviluppo delle filiere enogastronomiche per adeguare la produzione e la vendita in relazione alla richiesta dei mercati e della clientela, valorizzando i prodotti tipici. Nell articolazione Accoglienza turistica, il diplomato è in grado di intervenire nei diversi ambiti delle attività di ricevimento, di gestire e organizzare i servizi in relazione alla domanda stagionale e alle esigenze della clientela; di promuovere i servizi di accoglienza turistico-alberghiera anche attraverso la progettazione di prodotti turistici che valorizzino le risorse del territorio. A conclusione del percorso quinquennale, i diplomati nelle relative articolazioni Enogastronomia e Servizi di sala e di vendita, conseguono i risultati di apprendimento di seguito specificati in termini di competenze. 1. Controllare e utilizzare gli alimenti e le bevande sotto il profilo organolettico, merceologico, chimico-fisico, nutrizionale e gastronomico. 2. Predisporre menu coerenti con il contesto e le esigenze della clientela, anche in relazione a specifiche necessità dietologiche. 3. Adeguare e organizzare la produzione e la vendita in relazione alla domanda dei mercati, valorizzando i prodotti tipici. A conclusione del percorso quinquennale, il Diplomato nell articolazione Accoglienza turistica consegue i risultati di apprendimento di seguito specificati in termini di competenze. 1. Utilizzare le tecniche di promozione, vendita, commercializzazione, assistenza, 23

I CORSI DI STUDIO I PROFILI PROFESSIONALI SERVIZI DI SALA E DI VENDITA

I CORSI DI STUDIO I PROFILI PROFESSIONALI SERVIZI DI SALA E DI VENDITA I CORSI DI STUDIO I PROFILI PROFESSIONALI L Istituto offre tre diversi profili professionali: ENOGASTRONOMIA SERVIZI DI SALA E DI VENDITA ACCOGLIENZA TURISTICA Nell articolazione dell ENOGASTRONOMIA, il

Dettagli

I CORSI DI STUDIO I PROFILI PROFESSIONALI

I CORSI DI STUDIO I PROFILI PROFESSIONALI I CORSI DI STUDIO I PROFILI PROFESSIONALI L Istituto offre quattro diversi profili professionali: ENOGASTRONOMIA CUCINA SERVIZI DI SALA E DI VENDITA ENOGASTRONOMIA PROD. DOLCIARI ARTIGIANALI E INDUSTRIALI

Dettagli

SERVIZI PER L ENOGASTRONOMIA E L OSPITALITÀ ALBERGHIERA

SERVIZI PER L ENOGASTRONOMIA E L OSPITALITÀ ALBERGHIERA Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Professionale Servizi per l Enogastronomia e l Ospitalità Alberghiera A. Vespucci Via Valvassori Peroni 8-20133 Milano - Tel. 02.7610162

Dettagli

ISTITUTO STATALE DI ISTRUZIONE SUPERIORE CHINO CHINI SETTORI, INDIRIZZI E CORSI

ISTITUTO STATALE DI ISTRUZIONE SUPERIORE CHINO CHINI SETTORI, INDIRIZZI E CORSI Anno Scolastico 2012/2013 ISTITUTO STATALE DI ISTRUZIONE SUPERIORE CHINO CHINI BORGO SAN LORENZO SETTORI, INDIRIZZI E CORSI Presidenza e Segreterie: Via Caiani, 68 50032 Borgo San Lorenzo (Fi) Tel. 0558459268

Dettagli

I. P. C. LUCIANO TANDOI

I. P. C. LUCIANO TANDOI I. P. C. LUCIANO TANDOI ISTRUZIONE PROFESSIONALE STATALE Corso quinquennale per Tecnico dei Servizi Commerciali Primo Biennio (classi Prime e Seconde) Secondo Biennio (classi Terze e Quarte) Monoennio

Dettagli

Servizi per l enogastronomia e l ospitalità alberghiera

Servizi per l enogastronomia e l ospitalità alberghiera Servizi per l enogastronomia e l ospitalità alberghiera Il Diplomato di istruzione professionale nell indirizzo Servizi per l enogastronomia e l ospitalità alberghiera ha specifiche competenze tecniche,

Dettagli

INDIRIZZI DI STUDIO I.P.S.E.O.O.A.

INDIRIZZI DI STUDIO I.P.S.E.O.O.A. LA NOSTRA OFFERTA FORMATIVA INDIRIZZI DI STUDIO I.P.S.E.O.O.A. Al fine di facilitare la scelta dell indirizzo di studi e le eventuali opzioni, il nostro Istituto ha predisposto il seguente prospetto che,

Dettagli

4.1 Novità e caratteristiche

4.1 Novità e caratteristiche 34 4.1 Novità e caratteristiche Gli istituti professionali fanno parte a pieno titolo del sistema di istruzione assieme ai licei e agli istituti tecnici e si distinguono nettamente da questi ultimi, perché

Dettagli

LA NOSTRA OFFERTA FORMATIVA I.P.S.E.O.O.A.

LA NOSTRA OFFERTA FORMATIVA I.P.S.E.O.O.A. LA NOSTRA OFFERTA FORMATIVA I.P.S.E.O.O.A. Al fine di facilitare la scelta dell indirizzo di studi, il nostro Istituto ha predisposto il seguente prospetto che, partendo dalla scelta effettuata già in

Dettagli

Nuovi profili e quadri orario - Settore Enogastronomia e Ospitalità Alberghiera Profilo

Nuovi profili e quadri orario - Settore Enogastronomia e Ospitalità Alberghiera Profilo Nuovi profili e quadri orario - Settore Enogastronomia e Ospitalità Alberghiera Profilo Il Diplomato di istruzione professionale nell indirizzo "Servizi per l enogastronomia e l ospitalità alberghiera"

Dettagli

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA ISTITUTO ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE DENORA. Anno scolastico 2010/2011

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA ISTITUTO ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE DENORA. Anno scolastico 2010/2011 MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA ISTITUTO ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE DENORA Anno scolastico 2010/2011 ISTITUTO SUPERIORE STATALE I.I.S.S. DENORA ALTAMURA(BA) ISTRUZIONE PROFESSIONALE

Dettagli

Benvenuti. Istituto Professionale per i Servizi Alberghieri e della Ristorazione

Benvenuti. Istituto Professionale per i Servizi Alberghieri e della Ristorazione Benvenuti Istituto Professionale per i Servizi Alberghieri e della Ristorazione Corsi quinquennali Le tipologie di corsi presenti sono due: 1 ANNO PRIMO BIENNIO 2 ANNO 3 ANNO 4 ANNO SECONDO BIENNIO 5 ANNO

Dettagli

Programmazione modulare per la classe quarta Articolazione: Accoglienza turistica Servizi di sala e vendita - Enogastronomia

Programmazione modulare per la classe quarta Articolazione: Accoglienza turistica Servizi di sala e vendita - Enogastronomia Grazia Batarra, Monica Mainardi Imprese ricettive & ristorative oggi per il quinto anno Edizione mista Tramontana Programmazione modulare per la classe quarta : Accoglienza turistica Servizi di sala e

Dettagli

INDIRIZZI DI STUDI NUOVO ORDINAMENTO ISTITUTO PROFESSIONALE. ISTITUTO PROFESSIONALE Settore Servizi

INDIRIZZI DI STUDI NUOVO ORDINAMENTO ISTITUTO PROFESSIONALE. ISTITUTO PROFESSIONALE Settore Servizi INDIRIZZI DI STUDI NUOVO ORDINAMENTO Settore Servizi SERVIZI PER L ENOGASTRONOMIA E L OSPITALITA ALBERGHIERA SERVIZI COMMERCIALI 1-2 Articolazioni 1-2 SERVIZI di ENOGASTRO- NOMIA SERVIZI di SALA e VEN-

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA A.S. 2014/2015. I.P.S.A.0.R. di SASSARI

PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA A.S. 2014/2015. I.P.S.A.0.R. di SASSARI PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA A.S. 2014/2015 DIRITTO E TECNICHE AMMINISTRATIVE DELLA STRUTTURA RICETTIVA I.P.S.A.0.R. di SASSARI Il docente di Diritto e Tecniche amministrative della struttura ricettiva

Dettagli

L OFFERTA FORMATIVA. AMMINISTRAZIONE FINANZA MARKETING Articolazione Relazioni Internazionali per il Marketing

L OFFERTA FORMATIVA. AMMINISTRAZIONE FINANZA MARKETING Articolazione Relazioni Internazionali per il Marketing L OFFERTA FORMATIVA La nostra offerta formativa, alla luce del Regolamento di Riordino dei Cicli approvato dal Consiglio dei Ministri il 4.2.2010, comprende: A. - Settore Economico: Amministrazione, Finanza

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE ISTITUTO ANNO SCOLASTICO INDIRIZZO CLASSE PRIMA SEZIONE DISCIPLINA DOCENTE QUADRO ORARIO (N. ore settimanali nella classe) 1. FINALITA DELLA DISCIPLINA L asse

Dettagli

Istituto d Istruzione Superiore T. Fiore

Istituto d Istruzione Superiore T. Fiore Istituto d Istruzione Superiore T. Fiore Modugno - Via P. Annibale M. di Francia, Grumo - Via Roma, L ISTITUTO ECONOMICO La formazione tecnica e scientifica di base necessaria a un inserimento altamente

Dettagli

OFFERTA FORMATIVA ISIS SARPI

OFFERTA FORMATIVA ISIS SARPI ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA DI 2 GRADO TECNICA E PROFESSIONALE Paolo Sarpi Scuola ESABAC Sede legale: via Brigata Osoppo -33078 San Vito al Tagliamento (PN) tel. 0434/80496 tel.0434/80372 fax 0434/833346

Dettagli

Istruzione professionale:

Istruzione professionale: Istruzione professionale: DUE BIENNI + QUINTO ANNO - ESAME DI STATO - ACCESSO AI CORSI UNIVERSITARI Indirizzi attivi: Servizi Commerciali dal terzo anno è possibile anche scegliere Servizi Socio-Sanitari

Dettagli

Sommario. Istituto Professionale Servizi per l'enogastronomia e l'ospitalità Alberghiera Fratelli Pieroni

Sommario. Istituto Professionale Servizi per l'enogastronomia e l'ospitalità Alberghiera Fratelli Pieroni Sommario Istituto Professionale Servizi per l'enogastronomia e l'ospitalità Alberghiera Fratelli Pieroni Istruzione Professionale e Istruzione e Formazione Professionale (I.eF.P.) Biennio comune ENOGASTRONOMIA

Dettagli

Guida alla riforma Tratto dal sito del ministero

Guida alla riforma Tratto dal sito del ministero Guida alla riforma Tratto dal sito del ministero Scuola materna Possono iscriversi alla scuola dell infanzia anche i bambini di 2 anni e mezzo. stradale Cittadinanza e Costituzione È la nuova disciplina,

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA A.S. 2013/2014. I.P.S.A.0.R. di SASSARI

PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA A.S. 2013/2014. I.P.S.A.0.R. di SASSARI PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA A.S. 2013/2014 DIRITTO E TECNICHE AMMINISTRATIVE DELLA STRUTTURA RICETTIVA I.P.S.A.0.R. di SASSARI Il docente di Diritto e Tecniche amministrative della struttura ricettiva

Dettagli

ISTITUTO FRANCESCO DATINI Via di Reggiana, 26 59100 Prato (PO) Tel. 0574/630511 Fax. 0574/630411 www.datini.prato.it

ISTITUTO FRANCESCO DATINI Via di Reggiana, 26 59100 Prato (PO) Tel. 0574/630511 Fax. 0574/630411 www.datini.prato.it ISTITUTO FRANCESCO DATINI Via di Reggiana, 26 59100 Prato (PO) Tel. 0574/630511 Fax. 0574/630411 www.datini.prato.it Il percorso didattico dell Istituto Professionale alberghiero è strutturato in: un primo

Dettagli

SCHEDA PROGRAMMAZIONE ATTIVITÀ EDUCATIVE E DIDATTICHE. INDIRIZZO AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING Biennio

SCHEDA PROGRAMMAZIONE ATTIVITÀ EDUCATIVE E DIDATTICHE. INDIRIZZO AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING Biennio SCHEDA PROGRAMMAZIONE ATTIVITÀ EDUCATIVE E DIDATTICHE INDIRIZZO AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING Biennio Anno scolastico 2012 / 2013 Consiglio Classe II sezione B Data di approvazione 24 ottobre -

Dettagli

PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015

PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015 PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015 La definizione del Programma Il Programma annuale è elaborato ai sensi del Regolamento concernente le istruzioni generali sulla gestione amministrativo -

Dettagli

La scuola dell infanzia è un ambiente educativo di esperienze concrete e di apprendimento riflessivo che integra le differenti forme del fare,

La scuola dell infanzia è un ambiente educativo di esperienze concrete e di apprendimento riflessivo che integra le differenti forme del fare, ITALIA Introduzione La riforma del sistema italiano è stata oggetto di numerose discussioni e polemiche. La legge di riforma dell ordinamento varata nel 2000 è stata successivamente abrogata dal nuovo

Dettagli

Torino, 10 novembre 2015 Prot. n.1906/a22. Al Collegio dei Docenti. E p.c. Al Consiglio di Istituto All Albo Al Personale ATA

Torino, 10 novembre 2015 Prot. n.1906/a22. Al Collegio dei Docenti. E p.c. Al Consiglio di Istituto All Albo Al Personale ATA Torino, 10 novembre 2015 Prot. n.1906/a22 Al Collegio dei Docenti E p.c. Al Consiglio di Istituto All Albo Al Personale ATA Oggetto : Pubblicazione Atto di Indirizzo del Dirigente Scolastico per la predisposizione

Dettagli

L alternanza scuola-lavoro e il riordino del secondo ciclo di istruzione. Dario Nicoli

L alternanza scuola-lavoro e il riordino del secondo ciclo di istruzione. Dario Nicoli L alternanza scuola-lavoro e il riordino del secondo ciclo di istruzione Dario Nicoli I Regolamenti sul Riordino Nei nuovi Regolamenti sul Riordino dei diversi istituti secondari di II grado (Istituti

Dettagli

ISTITUTO PROFESSIONALE SETTORE SERVIZI COMMERCIALI

ISTITUTO PROFESSIONALE SETTORE SERVIZI COMMERCIALI ISTITUTO PROFESSIONALE SETTORE SERVIZI COMMERCIALI AMBITO COMMERCIALE Attività di insegnamenti dell area generale Lingua e letteratura italiana 4 4 4 4 4 Lingua inglese 3 3 3 3 3 Storia 2 2 2 2 2 Matematica

Dettagli

ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO SERVIZI PER L ENOGASTRONOMIA E L OSPITALITA ALBERGHIERA I. E V. FLORIO

ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO SERVIZI PER L ENOGASTRONOMIA E L OSPITALITA ALBERGHIERA I. E V. FLORIO ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO SERVIZI PER L ENOGASTRONOMIA E L OSPITALITA ALBERGHIERA I. E V. FLORIO SEDE CENTRALE: Via Barresi n 26, Erice Casa Santa SEDE SUCCURSALE: Via Lodi, Erice Casa Santa MISSION

Dettagli

SCHEDA PROGRAMMAZIONE ATTIVITÀ EDUCATIVE E DIDATTICHE INDIRIZZO LICEO LINGUISTICO

SCHEDA PROGRAMMAZIONE ATTIVITÀ EDUCATIVE E DIDATTICHE INDIRIZZO LICEO LINGUISTICO SCHEDA PROGRAMMAZIONE ATTIVITÀ EDUCATIVE E DIDATTICHE INDIRIZZO LICEO LINGUISTICO Anno scolastico 2012 / 2013 Consiglio Classe 1^ sezione L Data di approvazione 15/10/2012 Doc.: Mod.PQ12-041 Rev.: 3 Data:

Dettagli

C O M E CAMBIA IL SISTEMA SCOL A S T I C O E FORMATIVO: IPOTESI DI P E R C O R S I

C O M E CAMBIA IL SISTEMA SCOL A S T I C O E FORMATIVO: IPOTESI DI P E R C O R S I C O M E CAMBIA IL SISTEMA SCOL A S T I C O E FORMATIVO: IPOTESI DI P E R C O R S I P O S S I BI L I A partire dall anno scolastico 2010/2011, la scuola secondaria di secondo grado avrà un nuovo assetto.

Dettagli

ISTRUZIONE PROFESSIONALE Pecup comune Profilo culturale, educativo e professionale (PECUP) comune a tutti i percorsi dell Istruzione professionale

ISTRUZIONE PROFESSIONALE Pecup comune Profilo culturale, educativo e professionale (PECUP) comune a tutti i percorsi dell Istruzione professionale ISTRUZIONE PROFESSIONALE Pecup comune Profilo culturale, educativo e professionale (PECUP) comune a tutti i percorsi dell Istruzione professionale A conclusione dei percorsi degli istituti professionali,

Dettagli

Orientamento per il successo scolastico e formativo. PIANO REGIONALE ORIENTAMENTO 2010-2011 USR Lombardia Ufficio X - Bergamo

Orientamento per il successo scolastico e formativo. PIANO REGIONALE ORIENTAMENTO 2010-2011 USR Lombardia Ufficio X - Bergamo Orientamento per il successo scolastico e formativo PIANO REGIONALE ORIENTAMENTO 2010-2011 USR Lombardia Ufficio X - Bergamo 2 I nuovi Licei 3 I nuovi licei LA STRUTTURA DEL PERCORSO QUINQUENNALE Il percorso

Dettagli

ALLEGATO B INDIRIZZI, PROFILI E QUADRI ORARI DEL SETTORE SERVIZI

ALLEGATO B INDIRIZZI, PROFILI E QUADRI ORARI DEL SETTORE SERVIZI ALLEGATO B INDIRIZZI, PROFILI E QUADRI ORARI DEL SETTORE SERVIZI Il profilo educativo, culturale e professionale dello studente di cui all allegato A), costituisce il riferimento per tutti gli indirizzi

Dettagli

ISTITUTO PROFESSIONALE

ISTITUTO PROFESSIONALE Via Resistenza,800 41058 Vignola (Modena) tel. 059 771195 fax. 059 764354 e-mail: mois00200c@istruzione.it www.istitutolevi.it ISTITUTO PROFESSIONALE MANUTENZIONE E ASSISTENZA TECNICA (con qualifica di

Dettagli

ALLEGATO B INDIRIZZI, PROFILI E QUADRI ORARI DEL SETTORE SERVIZI

ALLEGATO B INDIRIZZI, PROFILI E QUADRI ORARI DEL SETTORE SERVIZI ALLEGATO B INDIRIZZI, PROFILI E QUADRI ORARI DEL SETTORE SERVIZI Il profilo educativo, culturale e professionale dello studente di cui all allegato A), costituisce il riferimento per tutti gli indirizzi

Dettagli

ISTITUTO CAMILLO FINOCCHIARO APRILE PALERMO

ISTITUTO CAMILLO FINOCCHIARO APRILE PALERMO POF: contenuti essenziali per una consultazione rapida ISTITUTO CAMILLO FINOCCHIARO APRILE PALERMO ANNO SCOLASTICO 2014-2015 Il POF o Piano dell Offerta Formativa è il documento con cui l Istituto definisce

Dettagli

DIPARTIMENTO TECNICO-PROFESSIONALE INDIRIZZO SERVIZI PER L'ENOGASTRONOMIA SETTORE CUCINA. Programmazione disciplinare condivisa quinto anno

DIPARTIMENTO TECNICO-PROFESSIONALE INDIRIZZO SERVIZI PER L'ENOGASTRONOMIA SETTORE CUCINA. Programmazione disciplinare condivisa quinto anno Istituto Professionale di Stato per i Servizi per l Enogastronomia e Ospitalità Alberghiera Aurelio Saffi Firenze DIPARTIMENTO TECNICO-PROFESSIONALE INDIRIZZO SERVIZI PER L'ENOGASTRONOMIA SETTORE CUCINA

Dettagli

Allegato 4 al PTOF PROGETTO ALTERNANZA SCUOLA LAVORO A.S. 2015/16 INDIRIZZO ALBERGHIERO

Allegato 4 al PTOF PROGETTO ALTERNANZA SCUOLA LAVORO A.S. 2015/16 INDIRIZZO ALBERGHIERO Allegato 4 al PTOF PROGETTO ALTERNANZA SCUOLA LAVORO A.S. 2015/16 INDIRIZZO ALBERGHIERO Codice Meccanografico istituto principale: CLTD00701D Codice meccanografico secondario (risultante da organico) CLPS00701N

Dettagli

GLI INDIRIZZI DELL ISTRUZIONE PROFESSIONALE

GLI INDIRIZZI DELL ISTRUZIONE PROFESSIONALE GLI INDIRIZZI DELL ISTRUZIONE PROFESSIONALE Il secondo ciclo del sistema educativo di istruzione e formazione è costituito dai percorsi quinquennali dell istruzione secondaria superiore (licei, istituti

Dettagli

All'albo della scuola e sul sito web

All'albo della scuola e sul sito web Prot. n. 4684 Roma, 28 settembre 2015 AL COLLEGIO DEI DOCENTI E p.c. Al Consiglio d istituto Alle famiglie Agli alunni Al personale ATA All'albo della scuola e sul sito web OGGETTO: ATTO DI INDIRIZZO DEL

Dettagli

Il Collegio dei Docenti delibera

Il Collegio dei Docenti delibera Il Collegio dei Docenti delibera MODALITÀ E CRITERI DI VALUTAZIONE ai sensi dell art. 1, comma 5, del DPR 122 /2009: Il collegio dei docenti definisce modalità e criteri per assicurare omogeneità, equità

Dettagli

ISTITUTO PROFESSIONALE INDUSTRIA, ARTIGIANATO e SERVIZI ALFREDO AMATUCCI. All. n.9 IeFP

ISTITUTO PROFESSIONALE INDUSTRIA, ARTIGIANATO e SERVIZI ALFREDO AMATUCCI. All. n.9 IeFP ISTITUTO PROFESSIONALE INDUSTRIA, ARTIGIANATO e SERVIZI ALFREDO AMATUCCI Viale Italia n.18-83100 Avellino Sede centrale: Tel.0825 1643184 Fax: 0826 1643182 Succursale: Via Ferrante - tel e fax 0825 36581

Dettagli

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Decreto N. 5669 IL MINISTRO VISTO VISTA VISTO VISTA VISTA l articolo 34 della Costituzione; la Legge 8 ottobre 2010, n. 170, recante Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito

Dettagli

IPSIA A. Pacinotti Pistoia Piano dell'offerta formativa a.s. 2015-2016 ISTRUZIONE PROFESSIONALE: ORDINAMENTO E CURRICOLI

IPSIA A. Pacinotti Pistoia Piano dell'offerta formativa a.s. 2015-2016 ISTRUZIONE PROFESSIONALE: ORDINAMENTO E CURRICOLI ISTRUZIONE PROFESSIONALE: ORDINAMENTO E CURRICOLI 1 Finalità I percorsi degli Istituti Professionali sono parte integrante del sistema dell istruzione secondaria superiore in cui si articola il secondo

Dettagli

FINALITA solida base culturale di carattere scientifico e tecnologico limitato numero di ampi indirizzi esercizio di professioni tecniche

FINALITA solida base culturale di carattere scientifico e tecnologico limitato numero di ampi indirizzi esercizio di professioni tecniche FINALITA fornire una solida base culturale di carattere scientifico e tecnologico in linea con le indicazioni dell Unione europea offrire un limitato numero di ampi indirizzi, correlati a settori fondamentali

Dettagli

DOCUMENTO DI LINEE D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO A.S.

DOCUMENTO DI LINEE D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO A.S. MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO I.C. NUOVO PONTE DI NONA - VIA GASTINELLI N. 58-00132 ROMA TEL. 06/22180417- fax: 06/22188121 C.M.RMIC8CR006

Dettagli

Prot. n. 4273 / A 2 Andria, 12 ottobre 2015

Prot. n. 4273 / A 2 Andria, 12 ottobre 2015 8 CIRCOLO DIDATTICO "A. ROSMINI" Corso Italia, 7-76123 ANDRIA C.F. 90000300724 Tel 0883/246459 - Fax 0883/292770 email: baee05600t@istruzione.it Sito web: www.circolodidatticorosmini.gov.it pec baee05600t@pec.istruzione.it

Dettagli

ISTITUTO TECNICO ECONOMICO STATALE PAOLO SAVI VITERBO MODERNI NELLA TRADIZIONE

ISTITUTO TECNICO ECONOMICO STATALE PAOLO SAVI VITERBO MODERNI NELLA TRADIZIONE ISTITUTO TECNICO ECONOMICO STATALE PAOLO SAVI VITERBO MODERNI NELLA TRADIZIONE INDIRIZZO AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING INDIRIZZO TURISMO ARTICOLAZIONE SISTEMI INFORMATIVI AZIENDALI ORIENTAMENTO SPORTIVO

Dettagli

I nuovi Istituti Professionali

I nuovi Istituti Professionali I nuovi Istituti Professionali Regolamento recante norme concernenti il riordino degli Istituti professionali ai sensi dell articolo 64, comma 4, del decreto legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito dalla

Dettagli

Riferimenti metodologici per l area. di istruzione generale e l area

Riferimenti metodologici per l area. di istruzione generale e l area Riordino degli istituti professionali Seminario di approfondimento per la predisposizione delle Linee guida per il secondo biennio e l ultimo anno Riferimenti metodologici per l area di istruzione generale

Dettagli

ISTRUZIONE DEGLI ADULTI (D.P.R 263/2012) LINEE GUIDA PER IL PASSAGGIO AL NUOVO ORDINAMENTO

ISTRUZIONE DEGLI ADULTI (D.P.R 263/2012) LINEE GUIDA PER IL PASSAGGIO AL NUOVO ORDINAMENTO ISTRUZIONE DEGLI ADULTI (D.P.R 263/2012) **** LINEE GUIDA PER IL PASSAGGIO AL NUOVO ORDINAMENTO (Art.11, comma 10, D.P.R 263/2012) I risultati di apprendimento attesi in esito ai percorsi di alfabetizzazione

Dettagli

www.retescuole.net RIORDINO DEGLI ISTITUTI PROFESSIONALI AI TEMPI DELLA GELMINI RETE DI RESISTENZA IN DIFESA DELLA SCUOLA PUBBLICA

www.retescuole.net RIORDINO DEGLI ISTITUTI PROFESSIONALI AI TEMPI DELLA GELMINI RETE DI RESISTENZA IN DIFESA DELLA SCUOLA PUBBLICA www.retescuole.net RIORDINO DEGLI ISTITUTI PROFESSIONALI AI TEMPI DELLA GELMINI RETE DI RESISTENZA IN DIFESA DELLA SCUOLA PUBBLICA Riordino degli istituti professionali Introduzione Per il momento sono

Dettagli

Istituto d Istruzione Superiore

Istituto d Istruzione Superiore Istituto d Istruzione Superiore Alfonso M. de Liguori Sant Agata de Goti Distretto scolastico n 8 82019 SANT AGATA DEI GOTI (BN) Tel. 0823/953117 0823/953140(fax) Via S. Antonio Abate n. 32 ANNO SCOLASTICO

Dettagli

N.B. A CORREDO DEL MODELLO NELLA CARTE VIENE RIPORTATA LA DOCUMENTAZIONE UTILE PER LA PREDISPOSIZIONE DELLA PROGRAMMAZIONE

N.B. A CORREDO DEL MODELLO NELLA CARTE VIENE RIPORTATA LA DOCUMENTAZIONE UTILE PER LA PREDISPOSIZIONE DELLA PROGRAMMAZIONE N.B. A CORREDO DEL MODELLO NELLA CARTE VIENE RIPORTATA LA DOCUMENTAZIONE UTILE PER LA PREDISPOSIZIONE DELLA PROGRAMMAZIONE Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca ISTITUTO ISTRUZIONE

Dettagli

OGGETTO: ATTO D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO PER LA PREDISPOSIZIONE DEL PIANO TRIENNALE DELL OFFERTA FORMATIVA EX ART.1, COMMA 14, LEGGE N.

OGGETTO: ATTO D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO PER LA PREDISPOSIZIONE DEL PIANO TRIENNALE DELL OFFERTA FORMATIVA EX ART.1, COMMA 14, LEGGE N. Prot. n. 3258/A04a Verona, 12 ottobre 2015 AL COLLEGIO DEI DOCENTI E P.C. AL CONSIGLIO D ISTITUTO AI GENITORI AL PERSONALE ATA ATTI ALBO OGGETTO: ATTO D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO PER LA PREDISPOSIZIONE

Dettagli

LINEE DI INDIRIZZO PER LA STESURA DEL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA PER IL TRIENNIO 2016-19 PREMESSA

LINEE DI INDIRIZZO PER LA STESURA DEL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA PER IL TRIENNIO 2016-19 PREMESSA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I Grado Piazza Volta 4/a 22077 OLGIATE COMASCO (CO) tel. 031-944033 / 947207 cod.min. COIC80700A - cod.fisc. 80013700135 e.mail

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO STATALE "GUIDO CAVALCANTI

SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO STATALE GUIDO CAVALCANTI SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO STATALE "GUIDO CAVALCANTI Via G. Guerrazzi 178, 50019 Sesto Fiorentino (FI) Tel 055/4210541/2 FAX 055/4200419 E-mail: fimm495000x@istruzione.it Sito Web: www.scuolacavalcanti.gov.it

Dettagli

- I docenti consegnano le prove scritte o grafiche delle singole discipline, che devono essere rese disponibili in sede di scrutinio.

- I docenti consegnano le prove scritte o grafiche delle singole discipline, che devono essere rese disponibili in sede di scrutinio. Codice Ministeriale TEIS00700T Codice Fiscale 80003970672 E-Mail: teis00700t@istruzione.it Sede centrale: Istituto Tecnico per Geometri C. Forti Via Cona, 180/182 64100 TERAMO Tel.Pres. 0861/248261 Centr.

Dettagli

IPSAR. Web: www.ipsarlestreghebn.it e-mail: bnrh030005@istruzione.it

IPSAR. Web: www.ipsarlestreghebn.it e-mail: bnrh030005@istruzione.it IPSAR LE STREGHE Benevento Sede Centrale, Presidenza, Uffici di Segreteria: Via S. Colomba 52/A - 82100 Benevento 0824-363486 Fax 0824-363487 Sede Succursale: M. Polo, Via S. Colomba 50 0824-362579 Fax

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO CEPAGATTI a. s. 2014-2015. DIPARTIMENTI per AREE DISCIPLINARI e/o per ASSI CULTURALI

ISTITUTO COMPRENSIVO CEPAGATTI a. s. 2014-2015. DIPARTIMENTI per AREE DISCIPLINARI e/o per ASSI CULTURALI ISTITUTO COMPRENSIVO CEPAGATTI a. s. 2014-2015 DIPARTIMENTI per AREE DISCIPLINARI e/o per ASSI CULTURALI Composizione I Dipartimenti sono composti dai docenti, raggruppati per aree disciplinari e/o per

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia C.P.I.A. RAGUSA

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia C.P.I.A. RAGUSA Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia C.P.I.A. RAGUSA Centro Provinciale per l Istruzione degli Adulti Via Giordano Bruno sn 97100 RAGUSA

Dettagli

MIUR. I nuovi. Istituti Tecnici

MIUR. I nuovi. Istituti Tecnici I nuovi Istituti Tecnici NUOVO IMPIANTO ORGANIZZATIVO 2 SETTORI, 11 INDIRIZZI SETTORE ECONOMICO SETTORE TECNOLOGICO 1. Amministrazione, Finanza e Marketing; 2. Turismo 1. Meccanica, Meccatronica ed Energia

Dettagli

CORSI DI STUDIO E CURRICOLI

CORSI DI STUDIO E CURRICOLI CORSI DI STUDIO E CURRICOLI L IIS Einaudi-Baronio si articola in due Poli, uno Tecnico e uno Professionale. Per il Polo Tecnico, attualmente, risultano istituiti due indirizzi a sviluppo quinquennale:

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Ottavio Gravina De Cruyllas

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Ottavio Gravina De Cruyllas PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI L importanza di un protocollo di accoglienza L adozione di un Protocollo di Accoglienza consente di attuare in modo operativo le indicazioni stabilite

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale ADELAIDE RISTORI Via L. D Alagno, 16-80138 Napoli

Istituto Comprensivo Statale ADELAIDE RISTORI Via L. D Alagno, 16-80138 Napoli Prot.2429/O Napoli 28.09.2015 Al Collegio Docenti Alla DSGA All Albo AL SITO WEB IL DIRIGENTE SCOLASTICO VISTI il D.P.R. n.297/94 ; il D.P.R. n. 275/99; il D.P.R. 20 MARZO 2009, N.89, recante Revisione

Dettagli

Programmazione Attività del Consiglio di Classe (2 Biennio e 5 anno) Anno Scolastico 2015/2016. Docenti: Disciplina: Firma: 1. Analisi della Classe:

Programmazione Attività del Consiglio di Classe (2 Biennio e 5 anno) Anno Scolastico 2015/2016. Docenti: Disciplina: Firma: 1. Analisi della Classe: Programmazione Attività del Consiglio di Classe (2 Biennio e 5 anno) Anno Scolastico 2015/2016 Consiglio della Classe Sez. Indirizzo Scenografia Coordinatore: Data di approvazione: Docenti: Disciplina:

Dettagli

DIPLOMATO SISTEMA MODA ARTICOLAZIONE CALZATURE E MODA

DIPLOMATO SISTEMA MODA ARTICOLAZIONE CALZATURE E MODA DIPLOMATO SISTEMA MODA ARTICOLAZIONE CALZATURE E MODA PROFILO PROFESSIONALE Il Diplomato nell Indirizzo "Sistema Moda" ha competenze specifiche nell ambito delle diverse realtà ideativo-creative, progettuali,

Dettagli

PROGRAMMAZIONE D AREA DI GEOGRAFIA

PROGRAMMAZIONE D AREA DI GEOGRAFIA ALLEGATO N 2 AL VERBALE N. 1 PROGRAMMAZIONE D AREA DI GEOGRAFIA SECONDO BIENNIO E QUINTO ANNO TURISMO ANNO SCOLASTICO 2015-2016 IN STAMPATELLO BONALUMI ANTONELLA FIRMA Presezzo, 28 settembre 2015 Programmazione

Dettagli

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

IL DIRIGENTE SCOLASTICO MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE FEDERICO CAFFÈ (CON SEZIONI ASSOCIATE : I.T.C.G. FEDERICO CAFFE - I.T.I.S.

Dettagli

Linee Guida di cui all articolo 13, comma 1-quinquies del decreto legge 31 gennaio 2007, n. 7, convertito dalla legge 2 aprile 2007, n.

Linee Guida di cui all articolo 13, comma 1-quinquies del decreto legge 31 gennaio 2007, n. 7, convertito dalla legge 2 aprile 2007, n. Linee Guida di cui all articolo 13, comma 1-quinquies del decreto legge 31 gennaio 2007, n. 7, convertito dalla legge 2 aprile 2007, n. 40 Premessa Il presente documento contiene indicazioni e orientamenti

Dettagli

Liceo Scientifico. Diploma di Liceo Scientifico Opzione Scienze applicate

Liceo Scientifico. Diploma di Liceo Scientifico Opzione Scienze applicate Liceo Scientifico Sezione A. Maserati Diploma di Liceo Scientifico Opzione Scienze applicate Cos è il Liceo Scientifico delle Scienze Applicate La recente riforma della scuola secondaria ha ripreso la

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE DELLA DISCIPLINA di MATEMATICA Classi QUINTE PROFESSIONALI A.S. 2015/2016

PIANO DI LAVORO ANNUALE DELLA DISCIPLINA di MATEMATICA Classi QUINTE PROFESSIONALI A.S. 2015/2016 Note Il presente documento va inviato in formato elettronico all indirizzo piani.lavoro@majorana.org a cura del Coordinatore della Riunione Disciplinare. Il Registro Elettronico SigmaSchool è il canale

Dettagli

Anno 2014 2015. classi I - II - III IV - V. Liceo Scientifico - Scienze Applicate

Anno 2014 2015. classi I - II - III IV - V. Liceo Scientifico - Scienze Applicate 1 Liceo Scientifico - Scienze Applicate Liceo Scientifico Scienze Applicate PROGETTO SPORT (classe 1^ - 2^-3^) Istituto Tecnico Anno 2014 2015 classi I - II - III IV - V Settore Tecnologico Costruzioni

Dettagli

1. IDENTITA DELL ISTITUTO

1. IDENTITA DELL ISTITUTO Piano dell offerta formativa - 1-1. IDENTITA DELL ISTITUTO L Istituto tecnologico per le costruzioni, l ambiente ed il territorio ( ex Istituto Geometri) tende a formare una figura professionale capace

Dettagli

LICEO CLASSICO STATALE Liceo delle Scienze Umane - Liceo Economico Sociale Vittorio Emanuele II - JESI -

LICEO CLASSICO STATALE Liceo delle Scienze Umane - Liceo Economico Sociale Vittorio Emanuele II - JESI - Prot. n. 5866/C16a Jesi, 13/10/2015 AL COLLEGIO DEI DOCENTI E P.C. AL CONSIGLIO D ISTITUTO AI GENITORI AGLI ALUNNI AL PERSONALE ATA ATTI ALBO OGGETTO: ATTO D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO PER LA PREDISPOSIZIONE

Dettagli

LINEE DI INDIRIZZO PER LA STESURA DEL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA PER IL TRIENNIO 2016/2019

LINEE DI INDIRIZZO PER LA STESURA DEL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA PER IL TRIENNIO 2016/2019 I.C. 6 QUASIMODO DICEARCHIA 80078 POZZUOLI (NA)-Via Caio Vestorio,3 Tel e Fax 081/8042620 Cod. Fisc. 96029330634 Cod.Mecc. NAIC8DY002 http://www.ic6quasimododicearchia.gov.it e-mail: NAIC8DY002@istruzione.it

Dettagli

SUPERIORI. GUIDA alla RIFORMA. Devo iscrivere mio figlio/a alle

SUPERIORI. GUIDA alla RIFORMA. Devo iscrivere mio figlio/a alle Devo iscrivere mio figlio/a alle La riforma parte per le sole classi prime da settembre 2010 Le iscrizioni si chiudono il 26 marzo 2010 Richiedi al Dirigente Scolastico della scuola media di tuo figlio/a

Dettagli

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

IL DIRIGENTE SCOLASTICO Prot. n. lì Al Collegio dei Docenti e p.c. al Consiglio d Istituto ai genitori agli alunni al personale ATA Agli atti All albo OGGETTO: atto d indirizzo del Dirigente Scolastico per la predisposizione

Dettagli

Il riordino del sistema d istruzione e formazione. Vera riforma? Razionalizzazione per ridurre la spesa? Restaurazione?

Il riordino del sistema d istruzione e formazione. Vera riforma? Razionalizzazione per ridurre la spesa? Restaurazione? Il riordino del sistema d istruzione e formazione Vera riforma? Razionalizzazione per ridurre la spesa? Restaurazione? di Paolo Gallana Marzo 2010 Dove nasce il riordino La fonte normativa d origine è

Dettagli

via Regina Elena, 5-62012- Civitanova Marche (MC) Tel. 0733/812992 Fax 0733/779436 www.icviareginaelena.gov.it IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

via Regina Elena, 5-62012- Civitanova Marche (MC) Tel. 0733/812992 Fax 0733/779436 www.icviareginaelena.gov.it IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA 1 via Regina Elena, 5-62012- Civitanova Marche (MC) Tel. 0733/812992 Fax 0733/779436 www.icviareginaelena.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA CHE COS E IL

Dettagli

RIORDINO DEL SECONDO CICLO D ISTRUZIONE DALL A.S. 2010-2011. I.C. E. De Amicis - Lomazzo (CO)

RIORDINO DEL SECONDO CICLO D ISTRUZIONE DALL A.S. 2010-2011. I.C. E. De Amicis - Lomazzo (CO) RIORDINO DEL SECONDO CICLO D ISTRUZIONE DALL A.S. 2010-2011 I.C. E. De Amicis - Lomazzo (CO) ORDINAMENTO SCOLASTICO PRIMO CICLO SCUOLA PRIMARIA (5 anni) SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO (3* anni) LICEI (5*

Dettagli

ANNI SCOLASTICI 2015-2018

ANNI SCOLASTICI 2015-2018 LICEO DELLE SCIENZE UMANE Sofonisba Anguissola Anni scolastici 2015-2016/ 2016-17/ 2017-18 Prot. n 4169 / C40 del 14 settembre 2015 ANNI SCOLASTICI 2015-2018 ATTO D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO PER

Dettagli

Istituto di istruzione secondaria di secondo Grado per le scienze umane e per i servizi. Claudia de Medici Bolzano

Istituto di istruzione secondaria di secondo Grado per le scienze umane e per i servizi. Claudia de Medici Bolzano Istituto di istruzione secondaria di secondo Grado per le scienze umane e per i servizi Claudia de Medici Bolzano Il 14 dicembre 2010 con delibera della Giunta Provinciale l Istituto De Medici è diventato

Dettagli

I nuovi Istituti Tecnici

I nuovi Istituti Tecnici La riforma del Sistema di Istruzione Secondaria Superiore I nuovi Istituti Tecnici Riorganizzazione ordinamenti scolastici Principali riferimenti normativi: Legge 6 agosto 2008 n. 133 Conversione in legge,

Dettagli

Orientamento come progetto di istituto

Orientamento come progetto di istituto L OFFERTA FORMATIVA PER IL SUCCESSO FORMATIVO DI TUTTI GLI STUDENTI Orientamento come progetto di istituto L orientamento assume un posto di assoluto rilievo nella progettazione educativa dell istituto.

Dettagli

Istituti Professionali

Istituti Professionali I nuovi Istituti Professionali Regolamento recante norme concernenti il riordino degli Istituti professionali ai sensi dell articolo 64, comma 4, del decreto legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito dalla

Dettagli

NUOVO ORDINAMENTO ISTITUTI PROFESSIONALI IPSIA C2 INDIRIZZO PRODUZIONI INDUSTRIALI E ARTIGIANALI. Settore

NUOVO ORDINAMENTO ISTITUTI PROFESSIONALI IPSIA C2 INDIRIZZO PRODUZIONI INDUSTRIALI E ARTIGIANALI. Settore NUOVO ORDINAMENTO ISTITUTI PROFESSIONALI IPSIA C1 INDIRIZZO MANUTENZIONE E ASSISTENZA TECNICA C2 INDIRIZZO PRODUZIONI INDUSTRIALI E ARTIGIANALI CORSI di FORMAZIONE REGIONALE Tecnico industrie Tecnico elettroniche

Dettagli

Dirigente Anna Maria AMORUSO. LICEO "BIANCHI DOTTULA"

Dirigente Anna Maria AMORUSO. LICEO BIANCHI DOTTULA I NUOVI LICEI D.Lgs 226/ 05 Moratti D.L 112/ 08 conv L 133/ 08 razionalizzazione uso risorse DPR 89 del 15.03.2010 Gelmini Indicazioni nazionali Liceo Artistico Liceo Classico Liceo Linguistico Liceo delle

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA. Sperimentare un nuovo metodo d insegnamento per un apprendimento integrato di contenuto e lingua.

SCUOLA PRIMARIA. Sperimentare un nuovo metodo d insegnamento per un apprendimento integrato di contenuto e lingua. SCUOLA PRIMARIA Denominazione progetto Priorità cui si riferisce (L.107/2015)e Traguardi di risultato Obiettivo di processo CLIL SCIENCE Sviluppare e potenziare le competenze chiave di cittadinanza. Rispondere

Dettagli

IISTRUZIONE PER L USO

IISTRUZIONE PER L USO IISTRUZIONE PER L USO L Istituto di Istruzione Superiore Via Lentini 78 Roma nasce il Settembre 0 dall aggregazione dell ITC S.Pertini con sede in Via Lentini 78 Roma e dell IIS G.Falcone con sedi in

Dettagli

I.I.S. Astolfo Lunardi

I.I.S. Astolfo Lunardi Piano dell offerta formativa IL Dirigente Scolastico Funzione Strumentale Pagina 1 di 1 POF - vers 02 - Copertina, 11/10/2010 Delibera CD n. 09 del 29/09/2010 Data stampa: 06/12/12 Delibera Cdi n. 17 del

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIPARTIMENTALE SETTORE: SERVIZI PER L ENOGASTRONOMIA E L OSPITALITA ALBERGHIERA

PROGRAMMAZIONE DIPARTIMENTALE SETTORE: SERVIZI PER L ENOGASTRONOMIA E L OSPITALITA ALBERGHIERA PROGRAMMAZIONE DIPARTIMENTALE SETTORE: SERVIZI PER L ENOGASTRONOMIA E L OSPITALITA ALBERGHIERA Fonti di legittimazione: D.P.R. 15 marzo 2010, n.87, art. 8, comma 6 L indirizzo Servizi per l enogastronomia

Dettagli

ISTRUZIONE PROFESSIONALE PRODUZIONI INDUSTRIALI E ARTIGIANALI ARTICOLAZIONE ARTIGIANATO OPZIONE PRODUZIONI TESSILI - SARTORIALI

ISTRUZIONE PROFESSIONALE PRODUZIONI INDUSTRIALI E ARTIGIANALI ARTICOLAZIONE ARTIGIANATO OPZIONE PRODUZIONI TESSILI - SARTORIALI ISTRUZIONE PROFESSIONALE PRODUZIONI INDUSTRIALI E ARTIGIANALI ARTICOLAZIONE ARTIGIANATO OPZIONE PRODUZIONI TESSILI - SARTORIALI PROFILO PROFESSIONALE Il Diplomato di istruzione professionale nell indirizzo

Dettagli

Oberdan: la strada per il mio futuro. Liceo. Tecnico economico. Istituto Statale di Istruzione Superiore G. Oberdan Treviglio

Oberdan: la strada per il mio futuro. Liceo. Tecnico economico. Istituto Statale di Istruzione Superiore G. Oberdan Treviglio Istituto Statale di Istruzione Superiore G. Oberdan Treviglio Oberdan: la strada per il mio futuro Liceo Liceo delle Scienze Umane Liceo Economico Sociale (LES) Tecnico economico Amministrazione, finanza

Dettagli

UNITA DI APPRENDIMENTO

UNITA DI APPRENDIMENTO Denominazione DALLA SCUOLA AL LAVORO (ALTERNANZA) Compito prodotto Realizzare una relazione tecnica sulla ALTERNANZA Competenze mirate assi culturali cittadinanza professionali Asse dei linguaggi -Individuare

Dettagli

Istituto Comprensivo Aldo Moro Saronno OPEN DAY 2011

Istituto Comprensivo Aldo Moro Saronno OPEN DAY 2011 Istituto Comprensivo Aldo Moro Saronno OPEN DAY 2011 L alunno al centro RISPETTO DELLE INDIVIDUALITA ATTENZIONE ALLE SPECIFICITA PERSONALI ATTENZIONE AI DIVERSI STILI DI APPRENDIMENTO CURA DELLE RELAZIONI

Dettagli

Incontri IeFP 16-17/09/2014 polo provinciale professionale APC-Marazzi

Incontri IeFP 16-17/09/2014 polo provinciale professionale APC-Marazzi Relatore Prof. Franco Romagnoli Incontri IeFP 16-17/09/2014 polo provinciale professionale APC-Marazzi Fare clic per modificare lo stile del sottotitolo dello schema Le Nuove Indicazioni DR 12550/2013

Dettagli