PRESIDENTE: 22 presenti la seduta è valida, nomino scrutatori Stroppa Olindo, Rossi Emanuele

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PRESIDENTE: 22 presenti la seduta è valida, nomino scrutatori Stroppa Olindo, Rossi Emanuele"

Transcript

1 APPELLO PRESIDENTE: 22 presenti la seduta è valida, nomino scrutatori Stroppa Olindo, Rossi Emanuele e Vergnetta Lorenzo. Sono le ore 9:38 la seduta può iniziare. Credo che sia doveroso un minuto di silenzio per ricordare i soldati deceduti nel tragico incidente in Afganistan, uniamo allora al minuto di silenzio anche la scomparsa di Tommaso Paolucci che è stato il direttore artistico per diversi anni del nostro Teatro Gentile. MINUTO DI SILENZIO PRESIDENTE: Devo giustificare l'assenza del consigliere Urbani che è impegnato nella mattinata per delle pratiche urgenti, sarà presente nel pomeriggio, consigliere Ottaviani per comunicazioni. CONSIGLIERE OTTAVIANI: Grazie presidente, io solo una cosa il 6 dicembre su presentazione della commissione servizi sociali approvammo un ordine del giorno, sottoscritto da Menghi, Biondi, Gentili, Sforza e Pariano, in cui chiedemmo al sindaco di cercare di catalizzare e di velocizzare quello che era, e di comunque sia, mettersi a disposizione per accelerare la trasformazione della casa di riposo Vittorio Emanuele II in azienda di servizi pubblici alla persona, mi è stato fatto presente che il sindaco viceversa sarebbe intervenuto in Regione andando a sottolineare invece delle impossibilità di quanto era stato asserito ed inviato da parte del consiglio di amministrazione alla casa di riposo, la comunicazione era solo questa, ovviamente non essendo un interpellanza ne un interrogazione vorrei risottolineare il valore della decisione consiliare che deve essere perseguito anche dalla componente esecutiva di questa amministrazione, quindi invitando il sindaco nuovamente a perorare il valore aggiunto derivato dalla trasformazione in azienda e servizi pubblici alla persona, non chiedo risposta perché non è possibile ma magari, ecco, un intervento di questo genere, ricordando ancora una volta che il consiglio non ha potere esecutivo ma di indirizzo

2 sicuramente, e che quindi dovrebbe essere se non altro perseguito, pur essendo stato ovviamente Sorci l'unico ad aver votato contro e quindi legittimato nel suo comportamento, questo, nulla questio su questo, nullo questio, però una maggioranza consiliare ha preso una decisione spero che questo abbia ancora qui da noi un significato, grazie presidente. PRESIDENTE: Grazie consigliere Ottaviani la parola al consigliere Stroppa Olindo per comunicazioni. CONSIGLIERE STROPPA: Grazie presidente, io volevo comunicare una lamentela che ho ricevuto dagli abitanti di Borgo Tufico, c'è anche il comandante dei vigili urbani, ha seguito dei lavori della quadrilatero, nell'arteria, nella strada, che attraversa Borgo Tufico, c'è una situazione di polvere, di pulviscolo sulla strada, dove quando passano le macchine e soprattutto i camion veramente irrespirabile, inoltre è stato messo quel divieto di sosta sul lato destro della strada, molto spesso non viene rispettato, quindi adesso li il traffico è molto intenso, soprattutto di mezzi pesanti, ed è pericoloso per i pedoni, io chiedo se possibile di intervenire soprattutto presso la quadrilatero perché è loro che provocano questi danni, di lavare e pulire ogni tanto la strada perché, fate una prova fermatevi 10 minuti li davanti al bar o lungo la via e notate la polvere, quello che succede quando passano i camion, passano i mezzi, veramente una situazione inquinante e veramente irrespirabile, grazie. PRESIDENTE: Grazie consigliere Stroppa.

3 PRESIDENTE: Punto 2 all'ordine del giorno, approvazione verbali precedenti sedute del , dal numero 1 al numero 6, la votazione è aperta. PRESENTI 22 ASTENUTI 2 CONTRARI 6 FAVOREVOLI 14 ESITO APPROVATO PRESIDENTE: Hanno partecipato al voto 22 consiglieri; Voti validi 22; Astenuti 2: Stroppa e Mezzopera; Contrari 6: Sforza, Galli, Bellucci, Tini, Ottaviani e Latini; Favorevoli 14; i verbali della seduta del , dal numero 1 al numero 6, sono stati approvati. PRESIDENTE: Sono le ore 9:45 ha inizio l'ora dell'interrogazioni ed interpellanze, punto 3 all'ordine NON ANNUNCIATO: scusi presidente soltanto una cosa non è stato segnato il voto di Alessandro Gentili PRESIDENTE: non era stato preso in forza ancora NON ANNUNCIATO: era in aula comunque, grazie. CONSIGLIERE GENTILI: il voto presidente era di astensione.

4 PRESIDENTE: allora lo ripeto in maniera che rimanga a verbale, i consigliere votanti sono 23, di cui 3 astensioni compresa quella del consigliere Gentili Alessandro. PRESENTI 23 ASTENUTI 3 CONTRARI 6 FAVOREVOLI 14 ESITO APPROVATO PRESIDENTE: Hanno partecipato al voto 23 consiglieri; Voti validi 23; Astenuti 3: Stroppa, Mezzopera e Gentili; Contrari 6: Sforza, Galli, Bellucci, Tini, Ottaviani e Latini; Favorevoli 14; i verbali della seduta del , dal numero 1 al numero 6, sono stati approvati.

5 PRESIDENTE: Punto 3 all'ordine del giorno, interpellanza presentata dal consigliere Armezzani, SeL, Rossi e Biondi, Gruppo Misto, su esito trattative per la vendita dell Antonio Merloni Spa, chi illustra il primo firmatario? Armezzani Rossi chi illustra? consigliere Armezzani ha la parola. CONSIGLIERE ARMEZZANI: Grazie signor presidente, io ho indirizzato questa interpellanza come di norma al sindaco ed alla giunta, non so chi mi risponderà, mi piacerebbe poter sentire anche l'opinione dell'assessore, chiedo, non so se ha termini di regolamento, anche dell'assessore Costantini che in quanto parte in causa di vicende vissute sulla sua pelle mi piacerebbe avere la sua relazione, se è possibile, io introduco molto velocemente questo testo, noi abbiamo, con gli altri consiglieri, abbiamo cercato di approfondire la questione, molte cose andavano dette, si sarebbero dovute dire anche in aggiunta per esempio al ruolo dei commissari governativi la cui relazione a dire la verità per mia colpa sono entrati in possesso soltanto dopo aver depositato l'interpellanza, questo chiedo naturalmente per incompletezza mia personale e me ne faccio carico, in linea di principio la questione che noi abbiamo seguito sulla stampa è stata agghiacciante, dico subito una cosa noi avevamo chiesto in questo consiglio comunale molte volte la presenza dei commissari governativi, che si sono bellamente disinteressati alla nostra richiesta, l abbiamo fatta addirittura in presenza del prefetto, quando venne il suo incontro di benvenuto a Fabriano, che noi gli demmo volentieri naturalmente, anche se in quel caso il prefetto si era così fatto carico di questa nostra richiesta, avrebbe fatto azioni puramente non conclusive, non definitive, però, di invito e di sollecitazione, sono cadute nel vuoto, spesso si diceva che a Fabriano la presenza di onorevoli insomma, una città importante nella Regione, nella Nazione, qui e la, su e giù, avrebbe avuto un minimo di riguardo penso per tutti noi consiglieri che siamo i rappresentanti di laboratori in particolar modo, i cittadini, le famiglie, i fornitori, il terziario, niente, di tutto questo non è stato, non siamo stati degnati di attenzione, la città ha una disoccupazione elevatissima, si sta, ormai siamo intorno al 16%, io credo che sia un record negativo non solo a livello regionale, è troppo poco quello che è stato fatto, io non so quello che, cioè so tante cose che si potevano fare in più e

6 meglio, ed indubbiamente quello che poi esce al di fuori della stampa, cioè dalla stampa rimane qualcosa di impressionante, se il gruppo Antonio Merloni S.p.A. aveva un valore immobiliare semplicemente di materiale non ad azione ma per consentire l'azione industriale di circa ,00, oltre i ,00, noi apprendiamo dalla stampa che con la cifra di 16 milioni, di cui tra l'altro 3 sembrerebbero non essere stati versati perché frutto di un precedente credito del nuovo acquirente nei confronti dell'azienda noi viviamo con ,00 si portano via ,00 di, questa è la prima domanda, francamente è una cosa che non ha molto, che ha destato grande sconcerto e tanta è stata l'incredulità di fronte a questo, che abbiamo impiegato quasi un mese per verificare tra le nostre fonti e i nostri punti d'informazione se questa cifra potesse essere credibile e ve lo richiediamo con un, francamente con molto stupore, anche perché negli anni diciamo recenti, negli ultimi tre anni, sembrava che questa crisi gravissima, crisi sicuramente molto importante di cui noi non intendiamo, ci piacerebbe capire i responsabili di questa crisi che fine hanno fatto, è indispensabile, cioè coloro che all'interno dell'azienda hanno svolto un ruolo di dirigenza, uno tra l'altro occupa anche, mi sento dire, mi consigliano di dire che è anche assessore regionale, il, cioè non riusciamo a capire il meccanismo che porta questo tipo di decisioni e soprattutto questo tipo di premialità, se lo capiamo siamo indignati, anche se l'indignazione conta poco di fronte alla situazione concreta di persone che stanno rischiando sulla loro pelle, ed è tutta la città che sta pagando questo prezzo, naturalmente chi ne paga in maniera diretta e più esposto, chi in maniera indiretta sarà più esposto più avanti, ma la barca è quella. L'altra questione che chiediamo, io qui poi ho molti punti all'ordine del giorno che vi chiedo, non li riassumo tutti, volevo fare una breve introduzione semplicemente per inquadrare anche il tipo di interrogazione che abbiamo fatto, interpellanza che abbiamo fatto, noi abbiamo, sembra anche qua, una questione molto dolorosa legata alla questione dei fornitori, cioè di tutti coloro che erano stati chiamati dall Antonio Merloni in questi anni a garantire quanto meno l'ultima fase che questa azienda potesse continuare ad avere materiale da lavorare, quindi diciamo queste persone, queste aziende fabrianesi sono state in qualche modo tenute fuori dall'accordo, non c'è nulla per loro, si sta parlando di decine

7 di imprese che rischiano concretamente, addirittura la restituzione, questo tra l altro anche il sindaco stesso ce ne ha parlato in consiglio comunale, vorremmo sapere se all'interno dell'accordo si prevede qualcosa per costoro, per una fascia di produzione che sostanzia in merito della piccola e media azienda fabrianese che hanno vissuto anche intorno all Antonio Merloni S.p.A. che oggi sono completamente prive di riferimenti, non soltanto di riferimenti istituzionali e politici a livello nazionale, ma riferimenti anche concreti di azione aziendale, di azione di impresa oggi sul territorio, ed è un grido di allarme gravissimo quello che si solleva perché naturalmente il rischio che stiamo vivendo è molto concreto, ci sono 700 unità che sono, sembrano, facciano parte dell'accordo come di assorbimento, verranno assunti in quattro anni con cassa integrazione a rotazione, che garanzia hanno queste persone, soprattutto l'individuazione di queste 700 persone come è stata condotta, anche qui ci sono state delle voci che parlavano di scelte preferenziali, di adesioni che non hanno tenuto conto di situazioni familiari, di situazioni di merito, o semplicemente di stato di necessità, poi soprattutto 1300 persone che sono rimaste completamente fuori da questo accordo, che cosa succederà di loro sembra che si parla di 40, ,000,00 da parte dell'accordo di programma sottoscritto dal governo che dovrebbe andare a lavorare per queste persone, siccome di piani di programma, accordi di programma, piani industriali, io ne sento parlare dal 2008, e poi tra l'altro non sono stato uno di quelli che ha seguito con maggiore solerzia questa vicenda, ma chiaramente l'hanno fatto per me molti altri consiglieri, anche meglio di me, il, quello che mi domando è a che punto siamo della definizione di questo programma industriale? ci si può affidare? noi sentivamo, dovevano essere imminenti i cinesi, gli iraniani, poi sembrava che venissero creature extraterrestri, nel senso, non fare dell'ironia su queste cose naturalmente ci vuole molto coraggio, nel senso che non c'è niente da ridere, però fa ridere l'idea, mette compassione l'idea che la politica abbia potuto dare tante informazioni che poi si sono rivelate quasi sempre sbagliate, anzi sempre sbagliate, fino ad arrivare ai termini di questo accordo che francamente è imbarazzante, imbarazzante anche per chi come me non lo sottoscrive, non lo gradisce, non lo accetta, non crede che sia utile, ripeto le cifre che sono in ballo sono aberranti, e su questo io vorrei non soltanto una informazione, se tutti

8 questi numeri e tutti questi dati corrispondono a verità, ma anche ad un'opinione da parte della politica locale. Io mi rendo conto che questa interpellanza naturalmente ci pone tante domande a cui le nostre risposte lasciano il tempo che trovano, perché ovviamente non dipende da noi, però dipende anche da noi, se noi avessimo diciamo mobilitato di più o se fossimo riusciti ad ottenere di più dal punto di vista dell'eco politica nazionale, regionale, provinciale, su questo punto, che c'è stato sulla stampa, sui giornali, in televisione, l'occupazione eccetera, però evidentemente la soluzione a cui si stava andando incontro era dipinta molto migliore di quello che è venuto fuori ed oggi ci troviamo di fronte ad una situazione francamente gravissima è molto dolorosa, per tutto questo io ho fatto, questa, tantissime questioni se il presidente ritiene necessario le riassumo, anche a maggiore chiarimento di tutti coloro che ci stanno ascoltando e che non hanno il testo sotto, quindi io chiedo di sapere, a quanto ammonta effettivamente la cifra impegnata dall imprenditore nominato acquirente dalla stampa locale signor Porcarelli, a quanto ammonta il valore del capitale immobile acquistato dall imprenditore menzionato, quanti sono i dipendenti assunti sul totale dei dipendenti in cassa integrazione attualmente, i termini dell accordo per quanto riguarda il tempo di attesa e la successiva durata dell assunzione, il trattamento economico ed il destino dei diritti acquisiti, anche questo è un punto abbastanza delicato, su comportamento della rappresentanza sindacali, quali criteri sono stati adottati per la scelta del personale da assumere, in particolare si vuole sapere se risponde a verità il fatto che siano stati penalizzati i lavoratori non originari di Fabriano e dei dintorni, degli stabilimenti umbri, se risponde a verità il fatto che a volte è stata data preferenza ai gruppi familiari a discapito dei capi famiglia mono reddito, a quanto ammonta il fondo previsto dall accordo di programma?, chi verrà chiamato a gestirlo?, chi rappresenterà i lavoratori rimasti esclusi dall accordo?, che cosa intende fare l amministrazione comunale riguardo alle revocatorie dei pagamenti fatti ai fornitori dell Antonio Merloni S.p.A., fornitori che, occorre ribadire, restano creditori di ingenti somme presso la precedente proprietà, questo problema è di fondamentale importanza per il futuro di tante imprese che di fatto lavoravano in esclusiva per l Antonio Merloni, in quanto tali verranno considerati in un rapporto non solo di fatto ma di diritto

9 ai sensi della Marzano come lavoratori subordinati e quindi dovrebbero essere inseriti nell accordo, se per i fornitori è stato previsto un fondo, ed in caso affermativo di quale entità? quale piano industriale è stato presentato dalla nuova proprietà?, quali sono i prodotti e quali eventuali reti commerciali?, se trova conferma la notizia di una vendita per diversi milioni di euro di una parte del capannone di Gaifana, così come di intere linee di produzione trasferite altrove, anche questo è un fatto gravissimo sembra che si stiano portando, de localizzando, intere linee produttive, vendute o svendute, al di fuori addirittura d Italia insomma, in un azione di smobilitazione generale della capacità produttiva dell ex Antonio Merloni, soprattutto una domanda che pende su tutto l accordo il ricorso delle banche, perché andava detto, questo in premessa ovviamente, c è questo ricorso delle banche creditrici che hanno chiesto che le somme di cui sono creditrici nei confronti dell Antonio Merloni, la Banca Nazionale e la Banca D Italia, ha chiesto che vengano iscritto a bilancio delle singole (incomprensibile) come passività, hanno fatto ricorso al tribunale per impugnare un accordo a ribasso, ecco a me interesserebbe sapere quali possibili scenari potrebbero aprirsi nel caso in cui il tribunale dovesse accogliere l opposizione dell accordo sollevata dalle banche, dagli istituti di credito. Spero di essere stato più chiaro possibile, poi in sede di replica semmai approfondirò alcuni punti, grazie dell attenzione. PRESIDENTE: Grazie consigliere Armezzani, chi relaziona Costantini o il Sindaco? va bene allora Sindaco ha la parola. SINDACO SORCI: Perché molte delle domande non sono da amministrazione comunale ma bensì da tribunale da, cioè, quindi cominciamo sulla cifra impegnata dall imprenditore rispondo una dietro l'altra così mi sembra che l hai affermata già tu quindi, se poi è vero o no, di certo sicuramente Porcarelli era uno dei creditori quindi molto probabilmente avrà fatto anche lo sconto, ha conteggiato quella cifra che avrebbe dovuto prendere, io vado a linee di interesse molto più larghe, prima di tutto visto che ci stanno i lavoratori cominciamo a dipanare questa storia della

10 cassa integrazione altrimenti non ci capiamo più niente, io ho incontrato alcuni lavoratori l'altro giorno, allora l'antonio Merloni è Marzano questo è un dato assodato, c'è un decreto del governo ha nominato, ha differenza di tante altre parti tre commissari in questo caso, che non so quanto guadagnano comunque, molto probabilmente molto di più di tutti quanti noi messi qua dentro insieme, questo è sicuro, e sicuramente con, visto che Armezzani ricordava che non si sono degnati neanche, nascondendosi dietro i dettami della legge, di venire in questo consiglio comunale, ne di incontrare successivamente, mi sembra di aver letto dalla stampa, 5 mesi fa, che il vescovo anche era intervenuto per, anche a lui quindi, anche allo spirito Santo tra virgolette ha detto di no, quindi, questo per dire come è il comportamento dei commissari. Qui oggi ci troviamo di fronte alla Marzano, la Marzano che nelle discussioni quando cade o meno, c'è chi interpreta agosto, c'è chi interpreta luglio e chi a settembre, ma questo non è il problema è un problema di spostamento di alcuni mesi, successivamente a questo scatta quello che è previsto per legge, perché la Marzano di fatto cambia la sua situazione e continua, quello che è tecnicamente, forse qua gli avvocati, io lo dico in modo volgare, la chiusura definitiva dell Antonio Merloni, il fallimento con tutti gli annessi e connessi dovuti alla, e li scattano altri 18 mesi, qui l'interpretazione che c è stata, ma io leggo per me, l unico organo di riferimento è la Regione, quindi chi è chiamato in questo momento a svolgere un certo tipo di funzione, scattano i 18 mesi e successivamente l'interpretazione che do io leggendo la Regione, c'è l'entrata, il prolungamento, grazie all'accordo di programma, perché qui tutti dicono scattano 18 mesi con l'accordo di programma, no l'accordo di programma è qualcosa in più, perché parliamoci con molta chiarezza, tanto gli imprenditori non fanno l'arte per beneficenza, ogni imprenditore giustamente cerca di guadagnare quindi se ci fossero solo gli sgravi dei 18 mesi, che sono per legge non è che, a meno che non succeda qualche cosa in questo periodo a Roma, visto il dibattito che c è sulla cassa integrazione, ve lo dico con molta franchezza, sarebbe difficile trovare qualcuno che venga a fare investimenti produttivi che possa acconsentire il ricollocamento dei lavoratori, quindi l'operazione è quella di sfruttare, oltre i 18 mesi nell'accordo, quello che è l'accordo di programma, cui la Regione Marche ha chiesto la rimodulazione, perché rispetto a

11 quando è stato importato, ed alcuni soldi che già sono stati investiti di quell'accordo di programma, perché una parte è regionale, in parte è stata investita già per sostenere i fondi rotativi per le piccole imprese, per tutta una serie di misure che sono state già messe in atto, per cui da quel momento, oltretutto con l'accordo, come è la situazione attuale ci sarebbe solo nell'accordo di programma i benefici esclusivamente della 181, il che non rende interessante, non rende interessante fare investimenti in questo territorio, perché quello che rende interessante investire in questo territorio, oltre alla bravura delle maestranze, la disponibilità delle maestranze, sono abituati ai cicli produttivi anche a ciclo continuo, è il fatto di avere incentivi che possa, possano, abbattere il costo del lavoro e quindi dare la possibilità alle imprese di avere basso costo di produzione. Quindi questo è, oggi in questo momento c'è una difficoltà, in questo momento, nell agganciare l'accordo di programma perché il governo è cambiato, questo attuale governo è messo in questo momento a discutere di tante cose per cui sta portando, però devo dire con molta onestà, se devo dire, questo leggero allungamento da un punto di vista della cassa integrazione è anche una fortuna tra virgolette, perché le regole vengono rispettate e l'accordo di programma entra successivamente, quindi dà un mese due mesi di vantaggio da questo punto di vista, quindi questo volevo fare, perché c'è questa, c è questo disallineamento tra chi pensa che immediatamente i 18 mesi facciano parte dell'accordo di programma, no i 18 mesi fanno parte della legge, quindi successivamente, perché è un vantaggio competitivo che viene dato con l'accordo di programma per incentivare le imprese ad intervenire, quindi questo è lo scenario su cui si stanno definendo tutte le cose, quindi da questo punto di vista mi sembra che la situazione è chiara adesso, il problema vero è che di tante persone che vogliono venire ad investire qua non è che ne vedo che fanno tutti la corsa, e quelli che in questo momento hanno dato una disponibilità non a chiacchiere, non a chiacchiere, ma con documenti scritti, i tre commissari li stanno trattando un attimo, tra virgolette, sulla punta delle dita, perché ci sono, come tutti sanno ormai, sono due manifestazioni di interesse che riguarderebbero, bene o male secondo i loro piani industriali, altre 100 e 100 persone, che quindi sono 200, in due iniziative per conto proprio, differenziate totalmente da quello che è in questo momento la parte industriale

12 predominante in questa città, perché ognuno si occupa di cose differenti, ma non ho capito qual é le motivazioni, ci sono stati tutta una serie di incontri anche 15 giorni fa con l'ex Sviluppo Italia, con i commissari e tutto quanto, le cose sono un po' leggermente, tra virgolette, impicciate. Quindi questa è la situazione di scenario per quanto riguarda la cassa integrazione e le disponibilità di alcuni imprenditori a farsi carico di questi, logicamente torno a ripeterlo gli imprenditori non sono samaritani, l'italia di questo ne ha una storia infinita, quindi vengono solo se trovano le condizioni oggettive visto che purtroppo siamo andati in crisi nel momento in cui tutto il paese è entrato in crisi, e quindi di concorrenza da questo punto di vista ne abbiamo a bizzeffe, quindi, però noi dobbiamo pensare a noi, non è un discorso egoistico ma è un discorso pragmatico, quindi questo è. Per quanto riguarda il piano industriale perché qui mi si domanda il piano industriale, io leggo il piano industriale da un punto di vista squisitamente di quello che è stato presentato, quindi il piano industriale della GP o Giovanni Pecorelli o qualcosa, io ho sentito sabato pomeriggio, ero al Cairo e spero che la telefonata non sia tutta a carico mio visto l'sms che mi arrivato per l'addebito, ero al Cairo per motivi logicamente di trovare lavoro quindi, riguarda tutta una serie di attività che è stata presentata e documentata durante credo la stesura definitiva dell'accordo, Giovanni Porcarelli va dalle attività dei piccoli elettrodomestici, del quale ha raccolto alcuni brevetti, alcune cose, quindi, per finire alla continuazione di alcuni elettrodomestici di alto di gamma, da incasso credo soprattutto, quindi nel settore tradizionale dell Antonio Merloni, ha futuro? io me lo auguro per tutti quanti noi, credo di si, dipende dalle situazioni di mercato, dipende dalla bravura sua, dalla bravura sua di essere competitivo, credo che possa essere competitivo su alcuni settori e quindi dare anche prospettive a tutti quanti, il fatto che abbia diversificato la tipologia di prodotti è un segno di, tra virgolette, di intelligenza soprattutto nel momento in cui chi come me e come voi, la maggior parte di quelli che sono presenti qua, vivono nel settore degli elettrodomestici sanno benissimo che oggi la capacità produttiva dell'italia su questo settore è talmente andata fuori dagli schemi che diventa difficile per tutti quanti, tra virgolette, stare sui mercati, se non con prodotti di alto di gamma e con prodotti differenziati, quindi il fatto che Giovanni Porcarelli, io dico a tutti quanti io non guardo,

13 nelle interrogazioni mi si domanda, mi si domanda se è congruo il prezzo, sono, ognuno ha la sua soggettività, io dico solo che uno che si mette in discussione, si mette in gioco, avrà fatto un buon affare? non lo so io questo, è un giudizio, se io, tutti ricordano due anni fa quello che dissi quando ho detto vado a giocare, vado a giocare all'enalotto, che era ,00, dissi certo ,00 compro l Antonio Merloni perché gli do 1,00 e li metto nelle attività, esatto ti ricordi, abbiamo fatto la raccolta, abbiamo partecipato, quindi discutere sulla congruità del prezzo e la cosa, il problema è quanti soldi devo investire dentro l'azienda, cioè, per andare avanti non l'acquisto, l'acquisto è un fatto puramente tecnico, è quelli che bisogna mettere dentro per promuovere, per sviluppare i nuovi prodotti, per sviluppare i mercati, questo è il problema, ce la fa Porcarelli la riflessione, ce la fa Porcarelli a sostenere questi investimenti che sono nettamente superiori a quelli di fare un capannone che oggi in una città come questa vale zero, perché capannoni come l'antonio Merloni cari signori, se io dovessi, mi metto a fare l'immobiliarista non li comprerei neanche, perché sono di grandissima pezzatura, di difficile divisione e tutto il resto, cioè parliamo di cose differenti, parliamo di cose, questa è un'attività industriale, cioè in questo momento stiamo parlando di un'attività che deve andare avanti non un'attività che è andata in fallimento altrimenti non c'era bisogno della Marzano, su questo vorrei essere chiaro perché è un ragionamento, altrimenti la Marzano non serviva, la Marzano serve per cercare di evitare il fallimento quindi la spogliazione, qui ci sono avvocati che sanno meglio di me, la spogliazione di un'azienda, lo spezzettamento ed il resto, sbattendosene esclusivamente di quello che è il lavoratore e il lavoro, quindi è questa la differenza di sostanza, il ragionamento che bisogna fare non è se Porcarelli ha fatto un buon affare, Porcarelli ha le risorse, le capacità, per dare futuro, ed ha bisogno di aiuto per continuare ad investire, investire su un marchio, investire su un marchio, il grande errore di Antonio Merloni è questo, nel momento in cui si è venuti nella situazione in cui tutti puntano solo al basso costo che della manodopera, l'azienda dell Antonio Merloni è andata per aria, oggi rilanciare un'azienda ci vogliono i soldi, in un'azienda in questo, dove gli ridevi fare i prodotti, gli devi trovare tra virgolette nuove soluzioni, quindi io dico meno male che c'è stato uno

14 che si è messo in gioco, su questo lo ripeto qui davanti a tutti senza, il problema è siamo in grado tutti quanti di aiutarlo e di farlo, certo l'ultima domanda che c'è, che cosa succede se le banche vincono? succede, io lo dico, succede che l'accordo viene stralciato, 700 lavoratori vanno a casa, le banche si tengono, ci faremo le corse dei go-kart dentro i capannoni, e si tengono quelli li con niente, passeremmo con le ruspe, recupereremo questa cosa, ed io mi auguro che questo non succeda, perché lo dico se le banche avevano interesse all'antonio Merloni, al bene del territorio, non alla speculazione sempre bancaria avrebbero fatto un altro discorso, o sono ignoranti e non conoscono la Marzano, cosa di cui io comincio a credere, oppure volevano solo tenersi al libro valori, avrebbero detto ai commissari trovate un imprenditore, noi invece di chiedergli i soldi partecipiamo con l'imprenditore alla nuova impresa, si mantenevano a carico il valore degli immobili, avrebbero consolidato l'imprenditore, perché avrebbero partecipato, come in Germania, dentro l'impresa, non solo ad affogarla, ecco ed avrebbero fatto, invece tutti giocano, interessava niente dei lavoratori, ne della città, ne di niente, di tutti da Monte dei Paschi di Siena fino all'ultimo, hanno pensato solo a consolidare, il loro, le loro linee di credito, dopo avergliele date in momenti, che forse se fossero stati attenti qualche anno prima, parlo del 2005, forse non saremmo arrivati neanche, 2004, a questa situazione, ma siccome era un altro mondo oggi ci troviamo di fronte a questa scenario, e questo lo dico con molta franchezza, lo ripeto pubblicamente per tutti, quindi questo è l'altra. Allora l altra cosa che, vedo qui tutti tra sindacati e lavoratori c'è il fondo dell'accordo di programma, intanto l'accordo di programma lo gestisce la Regione, questo vorrei essere chiaro, vorrei essere molto chiaro con tutti quanti, perché i fondi sono, l'accordo lo gestisce con la partecipazione di tutte le parti democratiche, quindi che vuol dire tutti gli enti, sindacati, oggi qui, così non mi nascondo con nessuno, ci sono lavoratori che non si sentono riconosciuti dal sindacato, questo lo dico senza, e questo devo dire onestamente che a me dispiace, dispiace perché questo è il momento in cui, ognuno di noi magari ha fatto i suoi errori, abbiamo sottovalutato, fatto stupidaggini, tutti quanti chi fa, io dico solo chi non fa nulla non sbaglia però quelle è peggio, ognuno di noi chi fa sicuramente non sempre ci azzecca però credo che dividersi non trovare un

15 unità di intenti anche un onorevole composizione dei dissidi, anche un onorevole composizione dei dissidi sia un elemento di perturbazione in un momento in cui noi abbiamo bisogno di massima unità, perché gli scenari non sono tranquilli e non sono semplici soprattutto, quindi dividersi su tante cose, torno a ripeterlo ci sono state sottovalutazioni, errori, poi dopo c è anche gente che però dice anche tante cose che poi dopo vorrei vedere all'atto pratico nella sostanza, perché io dico a tutti guardate io ho tanti capelli, sono, ho i capelli lunghi, sapete tutti che invece sono calvo come Ottaviani, lui però pensa di essere più bello me quindi (voci), credo che questo sia, quindi per quello della gestione vedremo come rappresentare tutti, però io faccio un'altra annotazione, siccome io sono un amico dei numeri, trovare i numeri sull Antonio Merloni è credo, non ho capito per quale motivo difficilissimo perché se uno chiama i commissari questi dice niente, mi sono guardato un attimo, devo dire che grazie a qualcuno sono riuscito finalmente a capire i miei concittadini, al di là dei numeri comune per comune, quindi di quelli che sono rimasti fuori della zona, non ho guardato l Umbria, bensì ho guardato casa nostra, cioè la Regione Marche, cercando di capire anche come eravamo messi noi, allora io mi sono fatto, sono riuscito, grazie ad una persona, non so se sta qui, non lo so, che lo ringrazio pubblicamente, non faccio il nome, ma lo ringrazio pubblicamente, ad avere uno spaccato della popolazione lavorativa dell Antonio Merloni, dei fabrianesi che è la cosa, io sono egoista in questo campo, ho detto l'altra sera quando mi hanno detto facciamo un tavolo di trattativa con tutti i comuni, gli ho detto ragazzi ma io devo pensare prima di tutto a me, cioè me come fabrianese, siccome la roccaforte dell Antonio Merloni è Fabriano e Matelica, è Fabriano e Matelica, il resto sono chi ha uno, chi ha due, chi ha cinque, in certe attività lo dico, è vero che quando si fanno gli scenari c'è bisogno di tante persone ma poi nella vita pratica uno deve pensare a chi rappresenta, e per me sono i fabrianesi, questo è il mio grande limite, o i collaterali tra virgolette nelle proprie vicinanze, ve lo faccio questo discorso per dirvi di nuovo, vista la stratificazione della popolazione lavorativa dell Antonio Merloni è una fase molto difficile, perché i lavoratori dell Antonio Merloni, tra virgolette a differenza di quello che ha detto un noto manager durante un convegno sul futuro di Fabriano che lui di fronte al ventiduenne prende anche il cinquantenne ed io

16 gli ho risposto prendi in giro la platea ma non a me, la popolazione, cioè noi siamo in una fase estremamente delicata perché siamo vecchi rispetto ai giovani e troppo giovani rispetto alla pensione, perché la fascia forte dell Antonio Merloni è tra i 38 anni ed i 50 e quindi rende, apposta torno a ripeterlo, guardate ragazzi le cose sono difficili, io vi dico, io non ho motivi elettorali, io dico a tutti quanti io finisco non posso ricandidarmi quindi ho finito i miei 10 anni di mandato, sono tra virgolette nella storia di questa città, perché la legge mi impedisce di, quindi vi parlo a cuore aperto da metalmeccanico e da persona che conosce, non per sentito dire, ma conosce quelli che sono gli sviluppi industriali del nostro settore, e quello che conosce la città forse meglio di tutti in questa città, quindi ve lo dico non ho problemi di chiedervi il voto, non ho problemi di dirvi guardate vi prendo in giro, no, il mio interesse è difendere Fabriano punto, il mio interesse è evitare che questa città che ha avuto nel passato la grande forza dell'individualismo oggi fare un ragionamento di rete e di, tra virgolette, insieme, anche riconoscendo gli errori di ognuno di noi attenzione, ma divisi non si va da nessuna parte, proprio perché io sono preoccupato da questa stratificazione perché chi viene qua, chi viene qua a fare investimenti poi alla fine cerca di fare il meglio, anche se la Regione Marche nell'accordo di programma ha scritto che il privilegio è per i lavoratori dell Antonio Merloni, sapete come funziona le cose meglio di me quindi ecco perché vi dico guardate cerchiamo di ragionare senza demagogia senza contrapposizioni, anche con franchezza, perché qui gli errori li abbiamo fatti tutti qualcuno è anche opportuno che dica ci siamo sbagliati anche per sottovalutazione di alcune cose, questo è un dato oggettivo. Su come hanno scelto i lavoratori non è una cosa che, io ho sentito di alcune affermazioni per cui sono stati scelti magari marito e moglie, non so quanti casi siano e quanto, però questo è una scelta che riguarda l'impresa, chi rischia e chi sceglie questa cosa, non è, certo la raccomandazione che c'è stata chiara per tutti se ve lo ricordate così lo dico, perché questa è una città che scorda molte volte, io quando è iniziata la storia dell Antonio Merloni mi sono permesso, mi sono permesso, di richiamare i commissari ad un rispetto delle rotazioni che consentisse l'impiego di tutti quanti e soprattutto di chi aveva maggiori carichi familiari, spero che, siccome è un documento scritto, io mi ricordo di quello

17 che faccio perché grazie a Dio ancora mi scrivo quello che faccio, sono stato anche rimproverato da questa posizione, sono stato, perché era opportuno che i commissari non fossero tra virgolette attaccati pubblicamente, io siccome non mi nascondo mai quello che dico qui lo dico fuori e lo faccio, quindi su come sono avvenute non è il mio, se non quello di dare l'indirizzo, di certo sicuramente ci sono persone che forse sarebbe stato meglio che lavorassero visto il carico familiare o le situazioni personali di ognuno, ma questo non dipende da questo civico consesso, no ma lo dico, questo fa parte purtroppo delle scelte che ognuno fa, io ve lo dico con franchezza preghiamo tutti quanti Dio che il tribunale dia ragione ai commissari, è l'unica volta che dico che gli devono dare ragione perché lo dico anche qua io sono stata l'unica persona, nel tavolo istituzionale, nel tavolo istituzionale, la prima riunione, a sollevare di fronte al ministero e a tutti quanti l'incompatibilità dei commissari, perché nello stesso tempo erano commissari dell Antonio Merloni ed alcuni di loro commissari della Siltal, azienda concorrente dell Antonio, in fallimento, quindi non è che sia stato mai tenero con i commissari, però è la prima volta che dico per il bene di questa città che speriamo che questa volta abbiano ragione sulle aule di tribunale, sia su quella di Ancona sia sul Tar del Lazio, perché altrimenti non faremmo altro che fare un danno a tutti quanti noi, a tutti quanti noi, non ai 700, a tutti quanti noi su questa, e che credo che dopo saranno veramente guai, oggi, io dico sempre un problema complesso bisogna spacchettarlo, 700? speriamo non siano più un problema, pensiamo a quelli che rimangono che questi sono il problema, come dividere, e come risolvere le loro problematiche che sono le problematiche di tutti quanti noi attenzione, perché in una città di disoccupati non c'è trippa per nessuno, vorrei dirlo a tutti i cittadini di Fabriano, vorrei dirlo a tutti, anche a quelli che stanno con le mani conserte che pensano di avere i soldi in tasca e di considerare sempre i lavoratori che sono in cassa integrazione come degli sfaticati o come altre, vicende di facebook dove alcuni idioti scrivono le stupidaggini, ma quando in una città c'è la disoccupazione sono problemi per tutti, e noi siamo ad una linea dove se oltrepassiamo andiamo verso il baratro, questo ci tengo a dirlo pubblicamente, perché sono mesi che continuo a dirlo, siccome c'è chi ha la pancia piena che guarda ad altro pensando che il mondo se lo possa mantenere

18 invece qui se non c'è per qualcuno non c è poi per tutti, è questa credo la riflessione che va fatta. Io non so se ho risposto a buona parte delle sue domande consigliere però queste (voci), sui fornitori ecco, sui fornitori visto che, 1, 2, manca altri 2 consiglieri comunali, devo dire ringrazio pubblicamente, Alianello la Malefora, Galli e il consigliere Carmenati perché sulla richiesta fatta anche da me, per conto di tutto il consiglio, loro si sono messi a disposizione per aiutare i fornitori e le associazioni sindacali dell'artigianato in questa avvertenza, certo mettendosi a disposizione il sabato a ricevere, a fare da coordinamento, spostando da una parte all'altra le proprie esperienze in maniera tale da rendere forte l'opposizione, l'opposizione a questa cosa che è stata fatta dai commissari, i quali mi dicono per legge noi la dobbiamo fare, io mi sono messo a ridere, dico, dopo averli mandati per aria li volete anche punire, ci manca solo che questa, però loro hanno ripetuto pubblicamente che loro devono verificare se durante quel periodo i soldi sono stati trasferiti ai vari fornitori, che erano, in modo corretto tra virgolette, quindi questo, che fa un po' sorridere perché la gente ha preso i soldi che doveva prendere un anno è mezzo prima, quindi, quindi questa è un'azione che però si esplica, qui c'è Galli, ci sta Alianello, che sono molto più tecnici da un punto di vista tecnico molto più preparati di me, perché io ho seguito questa cosa, ho cercato di organizzare insieme a Cna, Cgia, e tutte le altre associazioni questo gruppo di lavoro per sostenere gli artigiani che sono in fortissima difficoltà, sono in fortissima difficoltà anche perché le banche, le banche, hanno tra virgolette tagliato, dopo averli messi nei guai, dopo averli messi nei guai, avergli fatto fare cassa per Antonio Merloni, perché c è lo dobbiamo dire con molta chiarezza queste cose, perché li hanno fatti indebitare scontandogli tutte i soldi di Antonio Merloni e adesso hanno tagliato tutti quanti i fornitori, quindi ogni fornitore si trova nella, alcuni hanno fallito, alcuni hanno fallito, ma questo grazie anche ad una politica bancaria fatta con i piedi, fatta con i piedi, tanto è vero che anche il governo, questo governo, che è un governo che le banche le rappresenta molto bene, ha deciso, ha detto l'altro giorno, che forse è il caso che le banche aprano i cordoni e finanziano le imprese, perché se le imprese non funzionano non c'è lavoro, non c'è stipendio, e tutto si cortocircuita, quindi questa è l azione, sul fondo i creditori hanno tutta una legge apposita e quindi,

19 se poi Galli o Alianello che sono due tecnici vogliono dire, in modo che sia pubblico, per dimostrare poi che questo consiglio comunale non è che è un consiglio comunale di tontoloni che non pensano alla propria città, quindi è un consiglio comunale che dove litiga, fa tutto quello che deve fare tante volte ma sui problemi concreti poi trovano comunione di idee e soprattutto di azioni. PRESIDENTE: Grazie sindaco, allora l'assessore Costantini dovrà aggiungere qualcosa su questo argomento. ASSESSORE COSTANTINI: Grazie presidente, ma io due o tre questioni anche per dire, più che altro come l ho vissuta io questa vicenda da operaio, ex operaio, come tanti altri, ex sindaco io ho una mia chiave di lettura, come ho detto in assemblea la ribadisco qui davanti a tutti, ex operaio Antonio Merloni, perché per me l Antonio Merloni non c'è più, è finita, ma lo dissi a suo tempo, e lo sanno tutti come sarebbe andata ed oggi siamo, come dire, verso una conclusione drammatica di quella situazione, io in assemblea, lo sanno i lavoratori, non ho sostenuto l'accordo con Giovanni Porcarelli, ma lo dissi con estrema chiarezza, non rispetto a Giovanni Porcarelli imprenditore, che va, come dire, tutta la mia riconoscenza da imprenditore, che comunque ci mette la faccia e fa un'operazione, io non l'ho sostenuto proprio perché non condivido assolutamente che i tre commissari si siano permessi di accettare una proposta, quella dell'imprenditore Giovanni Porcarelli, che dice con ,00, che è la cifra che lui ha messo sul piatto subito, lui acquisisce i tre stabilimenti più importanti dell Antonio Merloni che hanno un valore di ,00, io su questo punto ho detto già no, perché? ma non contro una proposta di Giovanni, contro il fatto che in quei tre stabilimenti veniva occupati circa dai 3000, 3500 lavoratori, quindi occuparne 700, come dire, il conto della serva gli diamo una stabilimento punto, anche perché nei tre stabilimenti almeno due hanno delle capacità importanti, io la penso un po' diverso dal sindaco, ma non sulla questione tecnica, gli stabilimenti dell Antonio Merloni si possono dividere con tranquillità perché sono tutte campate quindi, basta mettere un muro di chiusura

20 eccetera e fare tante entità produttive, non l ho sostenuto questo fatto, e l'ho detto anche a Giovanni Porcarelli non meno di una mesata fa eccetera, la motivazione, perché incontrandoci in modo anche rispettoso, gli ho detto perché io in assemblea non ho sostenuto la tua proposta, dall'altra non l'ho sostenuta anche perché c'è un vincolo di quattro anni, come dire, dopo quattro anni il Giovanni Porcarelli, ma lui o qualsiasi altro industriale, ha mano libera, carta libera, del futuro, nel senso che fra quattro anni poi si ha la libertà di fare e disfare ciò che c'è, perché non c'è un impegno come succedeva 15, 20 anni fa, che quando si faceva questa operazione con l'imprenditore il vincolo sugli operai erano per i 15, 20 anni, c'erano degli accordi di un certo tipo, oggi dice l'accordo è legato per quattro anni per 700 persone, si entra a lavorare in questa modalità ma al termine dei quattro anni tana libera tutti, quindi potrebbe anche, come dire, mandare tutti a casa e finisce la storia, si tiene quello che ha eccetera, ed anche su questo. L'altra cosa che io chiedevo al sindacato, che glie ne faccio personalmente una responsabilità, è perché il sindacato avendo come dire il coltello questa volta dalla parte del manico, nel senso che se non firmava questa cosa la cessione non poteva avvenire, allora dissi anche a quell'assemblea dobbiamo mettere alcuni criteri, perché parliamo dei criteri? perché dopo che si prende tutti questi stabilimenti, dopo che si prende tutto questo valore, quanto meno ragionare su i monoreddito, che come dire, la parte dei lavoratori, come dire, più difficile da sostenere, e questo era un modo chiaro, si fa una lista, io non dico che li devi prendere tutti, però si fa la lista dei monoreddito e lì gli si dici qui devi pescare per 70, 80%, punto e basta, questo è un modo, poi differenza di generi si disse a quell'assemblea e quindi uomo donna, anche una parificazione, vista la composizione che c'era all'interno dell'azienda, e questo mi sembrava anche una cosa giusta, ma poi ci siamo trovati su una situazione, che io ripeto, anche perché ho sempre, come dire, con tutti i colleghi di lavoro, al di là delle mere posizioni politico sindacali diverse ci siamo comunque sempre rispettati, anche perché io ho sempre detto quello che penso in 20 e passa anni dell Antonio Merloni, di tutto quello che accadeva lì dentro, è successa una cosa che è assurda, io l'ho dichiarai nell'altra assemblea pubblica, guarda caso sotto Ascoli non ha preso nessuno, sotto Ascoli era per dire che la gente del sud nessuno è stato preso, ma perché dico questo,

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum La prima operazione da fare, una volta ricevuti i moduli per la raccolta, è quella della Vidimazione. La vidimazione. Viene effettuata dal

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore!

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! oppure La Pubblicità su Google Come funziona? Sergio Minozzi Imprenditore di informatica da più di 20 anni. Per 12 anni ha lavorato

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

[Pagina 1] [Pagina 2]

[Pagina 1] [Pagina 2] [Pagina 1] Gradisca. 2.10.44 Rina amatissima, non so se ti rivedrò prima di morire - in perfetta salute - ; lo desidererei molto; l'andarmene di là con la tua visione negli occhi sarebbe per me un grande

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

ELEZIONI RSU PUBBLICO IMPIEGO 5 7 MARZO 2012. Le domande e le risposte.

ELEZIONI RSU PUBBLICO IMPIEGO 5 7 MARZO 2012. Le domande e le risposte. ELEZIONI RSU PUBBLICO IMPIEGO 5 7 MARZO 2012 Le domande e le risposte. La Commissione elettorale 1. Componenti della Commissione Elettorale e scrutatori. Comunicazione all'amministrazione I componenti

Dettagli

Domenica, 15 novembre 2009. Dov'è il tuo zelo

Domenica, 15 novembre 2009. Dov'è il tuo zelo Domenica, 15 novembre 2009 Dov'è il tuo zelo Apocalisse 3:14-22- All'angelo della chiesa di Laodicea scrivi: queste cose dice l'amen, il testimone fedele e veritiero, il principio della creazione di Dio:

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi ONDI OMUNI: AI A CELTA IUSTA Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi CONOSCERE I FONDI D INVESTIMENTO, PER FARE SCELTE CONSAPEVOLI I fondi comuni sono

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

Discorso diretto e indiretto

Discorso diretto e indiretto PERCORSI DIDATTICI di: Mavale Discorso diretto e indiretto scuola: Cremona area tematica: Lingua italiana pensato per: 8-11 anni scheda n : 1 OBIETTIVO DIDATTICO: Saper riconoscere ed usare il discorso

Dettagli

GUIDE Il lavoro part time

GUIDE Il lavoro part time Collana Le Guide Direttore: Raffaello Marchi Coordinatore: Annalisa Guidotti Testi: Iride Di Palma, Adolfo De Maltia Reporting: Gianni Boccia Progetto grafico: Peliti Associati Illustrazioni: Paolo Cardoni

Dettagli

Dal lato della strada

Dal lato della strada Dal lato della strada Quando ero piccolo, e andavo a scuola insieme a mio fratello, mia madre mi diceva di tenerlo per mano, e questo mi sembrava giusto e anche responsabile. Quello che non capivo è perché

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

4.Che cosa... di bello da vedere nella tua città? (A) c'è (B) è (C) ci sono (D) e

4.Che cosa... di bello da vedere nella tua città? (A) c'è (B) è (C) ci sono (D) e DIAGNOSTIC TEST - ITALIAN General Courses Level 1-6 This is a purely diagnostic test. Please only answer the questions that you are sure about. Since this is not an exam, please do not guess. Please stop

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

Unità 1. I Numeri Relativi

Unità 1. I Numeri Relativi Unità 1 I Numeri Relativi Allinizio della prima abbiamo introdotto i 0numeri 1 naturali: 2 3 4 5 6... E quattro operazioni basilari per operare con essi + : - : Ci siamo però accorti che la somma e la

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 2 La mamma diceva che ero dimagrito e così mi portò dal medico. Il dottore guardò le urine, trovò dello

Dettagli

1 - Sulla preghiera apostolica

1 - Sulla preghiera apostolica 1 - Sulla preghiera apostolica Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Do una piccola istruzione di metodo sulla preghiera apostolica. Adesso faccio qualche premessa sulla preghiera apostolica,

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche

Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche Fabio Ragaini, Gruppo Solidarietà Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche Con Ordinanza 189/2010, www.grusol.it/informazioni/12-04-10.pdf, Il Tar delle

Dettagli

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA?

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? dott.ssa Anna Campiotti Marazza (appunti non rivisti dall autrice; sottotitoli aggiunti dal redattore) L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? primo incontro del ciclo Il rischio di educare organizzato

Dettagli

CONSIGLIO COMUNALE DI OLGIATE COMASCO DEL 12/05/2010

CONSIGLIO COMUNALE DI OLGIATE COMASCO DEL 12/05/2010 CONSIGLIO COMUNALE DI OLGIATE COMASCO DEL 12/05/2010 SINDACO BOVI ROBERTO: Buonasera. Innanzitutto mi fa piacere che finalmente abbiamo dei microfoni che mi auguro, senz altro, anzi sono certo che funzioneranno

Dettagli

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare 1 Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare.. 1. LA RAPPRESENTAZIONE DEI MEDIA Dal 23 aprile 2010 dai mezzi di comunicazione italiani, tramite: Agenzie stampa;

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

COMUNE DI PIANEZZA PROVINCIA DI TORINO

COMUNE DI PIANEZZA PROVINCIA DI TORINO ESTRATTO COMUNE DI PIANEZZA PROVINCIA DI TORINO VERBALE DI COMUNICAZIONI INTERROGAZIONI INTERPELLANZE. L anno duemilaquattordici addì trenta del mese di settembre alle ore 21:00 nella Sala delle adunanze

Dettagli

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94 DAL MEDICO A: Buongiorno, dottore. B: Buongiorno. A: Sono il signor El Assani. Lei è il dottor Cannavale? B: Si, piacere. Sono il dottor Cannavale. A: Dottore, da qualche giorno non mi sento bene. B: Che

Dettagli

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE un indagine demoscopica svolta da Astra Ricerche per Telefono Amico Italia con il contributo di Nokia Qui di seguito vengono presentati i principali risultati

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare 1 COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione guida introduttiva alla previdenza complementare www.covip.it 3 Questa Guida è stata realizzata dalla COVIP Indice grafica e illustrazioni Studio Marabotto

Dettagli

COME UNO SPARTITO MUSICALE Intervista a Mario Lodi

COME UNO SPARTITO MUSICALE Intervista a Mario Lodi COME UNO SPARTITO MUSICALE Intervista a Mario Lodi L'equilibrio tra libertà e regole nella formazione dei bambini Incontro Mario Lodi nella cascina ristrutturata a Drizzona, nella campagna tra Cremona

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

GRAMMATICA IL MODO CONGIUNTIVO - 1 Osserva i seguenti esempi:

GRAMMATICA IL MODO CONGIUNTIVO - 1 Osserva i seguenti esempi: GRAMMATICA IL MODO CONGIUNTIVO - 1 Osserva i seguenti esempi: Sono certo che Carlo è in ufficio perché mi ha appena telefonato. So che Maria ha superato brillantemente l esame. L ho appena incontrata nel

Dettagli

«Abbiamo un margine di manovra sufficiente»

«Abbiamo un margine di manovra sufficiente» Conferenza stampa annuale del 17 giugno 2014 Anne Héritier Lachat, presidente del Consiglio di amministrazione «Abbiamo un margine di manovra sufficiente» Gentili Signore, egregi Signori, sono ormai trascorsi

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

Pochi e semplici consigli per essere e sentirsi più sicuri

Pochi e semplici consigli per essere e sentirsi più sicuri Pochi e semplici consigli per essere e sentirsi più sicuri In caso di rapina in un pubblico esercizio Mantieni la massima calma ed esegui prontamente ciò che viene chiesto dai rapinatori. Non prendere

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO

INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO 916 INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO Comunicazioni del presidente del Consiglio dei Ministri in vista del Consiglio europeo straordinario del 23 aprile 2015 22 aprile 2015 a

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE ai sensi dell art. 5 e dell art. 12 del Regolamento Consob n. 17221 del 12 marzo 2010 e successivamente modificato

Dettagli

OSSIGENO. Perché un ennesimo osservatorio

OSSIGENO. Perché un ennesimo osservatorio OSSIGENO Osservatorio Fnsi-Ordine Giornalisti su I CRONISTI SOTTO SCORTA E LE NOTIZIE OSCURATE Perché un ennesimo osservatorio Alberto Spampinato* Il caso dei cronisti italiani minacciati, costretti a

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE ai sensi dell art. 5 del Regolamento Consob n. 17221 del 12 marzo 2010 e successivamente modificato con delibera n.

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di gioco d azzardo patologico Testo redatto sulla

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

Una storia vera. 1 Nome fittizio.

Una storia vera. 1 Nome fittizio. Una storia vera Naida 1 era nata nel 2000, un anno importante, porterà fortuna si diceva. Era una ragazzina come tante, allegra, vivace e che odiava andare a scuola. Era nata a Columna Pasco, uno dei tanti

Dettagli

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO La banca è un istituto che compie operazioni monetarie e finanziarie utilizzando il denaro proprio e quello dei clienti. In particolare la Banca effettua

Dettagli

Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su. Contenuto. (Prima della prima partita rimuovete con cura i segnalini dalle fustelle.

Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su. Contenuto. (Prima della prima partita rimuovete con cura i segnalini dalle fustelle. Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su Nello sperduto villaggio di Tabula, alcuni abitanti sono affetti da licantropia. Ogni notte diventano lupi mannari e, per placare i loro istinti,

Dettagli

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole-

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- A cura del dipartimento mercato del lavoro Formazione Ricerca della Camera del Lavoro Metropolitana di Milano

Dettagli

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010 PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010 approvate dal Consiglio di Amministrazione di Davide Campari-Milano S.p.A. l 11 novembre 2010 e in

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

La Carta dei diritti fondamentali : un testo essenziale per i diritti sociali e sindacali

La Carta dei diritti fondamentali : un testo essenziale per i diritti sociali e sindacali La Carta dei diritti fondamentali : un testo essenziale per i diritti sociali e sindacali I. Introduzione : una Carta essenziale per tutti i lavoratori europei II. Contesto storico : come è stata elaborata

Dettagli

Legge 15 luglio 1966 n. 604 Norme sui licenziamenti individuali. pubblicata nella G.U. n. 195 del 6 agosto 1966. con le modifiche della

Legge 15 luglio 1966 n. 604 Norme sui licenziamenti individuali. pubblicata nella G.U. n. 195 del 6 agosto 1966. con le modifiche della Legge 15 luglio 1966 n. 604 Norme sui licenziamenti individuali pubblicata nella G.U. n. 195 del 6 agosto 1966 con le modifiche della legge 4 novembre 2010, n. 183 (c.d. Collegato Lavoro) Legge 28 giugno

Dettagli

QUELL ATTIMO INFINITAMENTE SIMMETRICO

QUELL ATTIMO INFINITAMENTE SIMMETRICO QUELL ATTIMO INFINITAMENTE SIMMETRICO Illustrazione di Matteo Pericoli 2002 Lui. Onroignoub! Lei. Come dice, scusi? Lui. Ouroignoub. Ah, mi perdoni. Buongiorno. Credevo che si fosse tutti d accordo a parlare

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA COMMISSIONE COMUNALE DI CONTROLLO DI CUI ALL ART. 15 DELLO STATUTO

REGOLAMENTO DELLA COMMISSIONE COMUNALE DI CONTROLLO DI CUI ALL ART. 15 DELLO STATUTO COMUNE di SAN COLOMBANO AL LAMBRO BORGO INSIGNE (Titolo Araldico) Provincia di MILANO REGOLAMENTO DELLA COMMISSIONE COMUNALE DI CONTROLLO DI CUI ALL ART. 15 DELLO STATUTO (Approvato con delibera del Consiglio

Dettagli

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa TUTTO CIO CHE FA Furon sette giorni così meravigliosi, solo una parola e ogni cosa fu tutto il creato cantava le sue lodi per la gloria lassù monti mari e cieli gioite tocca a voi il Signore è grande e

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

COMUNE DI EMPOLI (PROVINCIA DI FIRENZE) CONSIGLIO COMUNALE DEL 20 GENNAIO 2014 INIZIO ORE 20,00

COMUNE DI EMPOLI (PROVINCIA DI FIRENZE) CONSIGLIO COMUNALE DEL 20 GENNAIO 2014 INIZIO ORE 20,00 COMUNE DI EMPOLI (PROVINCIA DI FIRENZE) CONSIGLIO COMUNALE DEL 20 GENNAIO 2014 INIZIO ORE 20,00 APPELLO ORE 20,30 Sindaco Luciana Cappelli assente Consiglieri: 1. Brenda Barnini assente 2. Schauer presente

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 E, P.C. EGREGIO DOTT. MATTEO CLAUDIO ZARRELLA PRESIDENTE DEL TRIBUNALE DI LAGONEGRO Via Lagonegro - 85042 LAGONEGRO (Pz) Trasmissione al telefax 0973.2333115

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Il primo maggio 2015 si inaugura a Milano l EXPO, un contenitore di tematiche grandi come l universo: "Nutrire il pianeta. Energia per la vita. Una

Dettagli

LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE)

LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE) Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione Locale LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE) ELEMENTI DI CONTABILITA RIFERITI ALLA FASE DELLA SPESA

Dettagli

Veniamo al dunque, per prima cosa recuperiamo il materiale necessario:

Veniamo al dunque, per prima cosa recuperiamo il materiale necessario: Probabilmente questo problema è stato già affrontato da altri, ma volevo portare la mia esperienza diretta, riguardo alla realizzazione di un alimentatore per il caricabatterie 12 volt, ottenuto trasformando

Dettagli

GIORGIO MOTTOLA Chiedo scusa, io avevo preso il biglietto ad Alta Velocità per il treno delle 14.20. Posso prendere questo?

GIORGIO MOTTOLA Chiedo scusa, io avevo preso il biglietto ad Alta Velocità per il treno delle 14.20. Posso prendere questo? IL BIGLIETTO INFLESSIBILE di Giorgio Mottola CLAUDIA DI PASQUALE Tutto si gioca sull Alta Velocità. Intanto i pendolari si devono arrangiare perché sembra che non interessino a nessuno. Ma i passeggeri

Dettagli

L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO

L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO Matteo Freddi L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO Youcanprint Self-Publishing Titolo L arte di vincere al fantacalcio Autore Matteo Freddi Immagine di copertina a cura dell Autore ISBN 978-88-91122-07-0 Tutti

Dettagli