non sarai mai sola, avrai sempre te stessa MOMA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "non sarai mai sola, avrai sempre te stessa MOMA"

Transcript

1

2 non sarai mai sola, avrai sempre te stessa MOMA

3 MONICA MARIONI REBUS Con il patrocinio di: MONICA MARIONI Roma Como Milano Caldogno Chiostro del Bramante-Gallerie San Pietro in Atrio Palazzo delle Stelline (Vicenza) C4 A cura di Edited by Ivan Quaroni Testi di Texts by Ivan Quaroni Vittorio Sgarbi Antonina Zaru Direzione e Coordinamento Mostra Exhibition Coordinator and Director Federico Barosco Tiziana Manca Natalia De Marco Segreteria Organizzativa Organizational support Tiziana Manca - Arte Ipse Dixit Federico Barosco Ufficio stampa Press office Studio De Angelis, Milano Comune di Caldogno In collaborazione con: REBUS A cura di Ivan Quaroni Progetto grafico Graphic design Antonella Sperotto Crediti fotografici Photographic credits Monica Marioni D.I. Francesco Paoletti Maretti Editore All rights reserved. No reproduction and mechanically or electronically transmission of the present book is allowed in any parts, except with the permission of the editor s copyright. ISBN Copyright Maretti Editore 2013

4 REBUS 7 Ivan Quaroni IO SONO, IO NON SONO 11 I AM, I AM NOT Vittorio Sgarbi ESTETICAMENTE VALIDO 15 AESTHETICALLY VALUABLE Antonina Zaru opere I works 17 bio 61

5 REBUS di Ivan Quaroni Prendendo a prestito il titolo di una celebre opera di René Daumal, si potrebbe collocare la ricerca artistica di Monica Marioni come una variante del gurdjieffiano lavoro su di sé. L ego, con le sue estensioni in campo emotivo, psicologico e perfino spirituale è, in effetti, il dominio operativo entro cui si dipana l opera dell artista vicentina. Monica Marioni è consapevole che l io è la realtà ontologica più accessibile per ogni individuo e, massimamente, per quel particolare individuo che chiamiamo artista. Per questo, ne fa un territorio di dolorose, quanto rivelatrici, esplorazioni, un multiverso popolato d incubi ed estasi, di fantasmi e personificazioni che giacciono in quell oscuro limbo che, come una sottile membrana, permea il confine tra il subcosciente e il pensiero vigile. Una sua precedente serie di opere, intitolata Io sono, indagava, sotto forma di allucinate ibridazioni metamorfiche, tutto l armamentario simbolico della psiche umana, ordinando con inedito rigore un campionario di figure ossessive, degno di un immaginifico bestiario apocalittico. Angeli caduti, demoni serpentiformi e larve umane, frutto di un saputo lavorio digitale, scaturivano da quella stessa dimensione liminare e inafferrabile che aveva ridato i natali alle sue Ninfe. Poiché il sogno e l incubo, così come il divino e l umano, sono aspetti di una medesima realtà, è con chiaro intento analitico che Monica Marioni ne ha dissepolto le vestigia, restituendole alla dimensione dell immaginario collettivo. Quest atto d emersione, che conduce le immagini fuori dal recinto individuale verso lo sguardo cannibale del pubblico, somiglia a un gesto votivo, sacrificale. È, in buona sostanza, un gesto di ammissione e di accettazione dell esistenza dell altro, inteso come entità analoga e, insieme, differente. Così, il canto di bellezza e virtù delle sue diafane Ninfe, in raccordo con la sofferente, eucaristica nenia dei suoi angeli e dei suoi demoni, diventano espressioni figurate dell umanità tutta. Si potrebbe perfino dire che l Io sono di Monica Marioni nasce come affermazione univoca di un particolare individuo, per trasformarsi, attraverso la vorace cannibalizzazione delle immagini, in un altra interlocuzione: Chi siamo noi? Il vecchio adagio secondo cui il microcosmo è immagine del macrocosmo è fatto salvo. Il lavoro su di sé compiuto da un artista diventa, suo malgrado, patrimonio dell umanità. La ricerca di una risposta per sé, diventa un indagine di cui tutti possono beneficiare; quindi non solo gli angeli e i demoni di Monica Marioni sono anche i nostri angeli e demoni, ma ognuno di noi è invitato tacitamente a compiere quella medesima indagine, a scendere, insomma, negli occulti meandri della psiche per trovare, attraverso successive correzioni, la via verso il tesoro nascosto degli alchimisti (Visita Interiorae Terrae Rectificando Invenies Occultum Lapidem). REBUS, progetto che raccoglie le più recenti opere dell artista, può essere descritto come un successivo stadio della parabola emersiva di Monica Marioni e della sua progressiva ascensione dalla sfera ineffabile ed esclusiva dell ego a quella, altrettanto impenetrabile ed esoterica, dell alter. Per la prima volta, con REBUS, la Marioni prende esplicitamente le mosse dall immaginario collettivo, saccheggiando quel (segue) REBUS by Ivan Quaroni Borrowing the title of a famous work of René Daumal, we could represent Monica Marioni s artistic research as a variant of Gurdjieff s work on oneself. The ego, with its extensions in the emotional, psychological and even spiritual field is, in fact, the operational domain within which the work of this famous Vicenza artist unravels. Monica Marioni is aware that the self is the most accessible ontological reality to every individual and, especially, for that particular individual we call artist. For this reason, it is an area of painful, as revealing, explorations, a multiverse populated with nightmares and ecstasy, ghosts and personifications that lie in that dark limbo that, like a thin membrane, permeates the boundary between the subconscious and the waking thought. An earlier series of works, entitled Io sono (I am), investigated in the form of hallucinatory metamorphic hybridizations, all the symbolic paraphernalia of the human psyche, arranging with unprecedented rigor a set of samples of obsessive figures, worthy of an imaginary apocalyptic bestiary. Fallen angels, snake shaped demons and human larvae, the result of a conscious digital work, stemmed from that same liminal and elusive dimension that had restored birth to her Nymphs. Because dreams and nightmares, as well as the divine and the human, are aspects of the same reality, it is with a clear analytical intent that Monica Marioni has dug up their remains, restoring the size of the collective imagination. This act of emergence, which leads the images out of the individual fence, towards the eyes of the cannibal public, resembles a votive gesture, a sacrifice. It is, in essence, an act of admission and acceptance of the existence of the other, understood as a similar entity and at the same time, different. Thus, the song of beauty and virtue of her diaphanous Nymphs, in connection with the suffering, Eucharistic dirge of her angels and demons, become figurative expressions of humanity as a whole. One could even say that Monica Marioni s Io sono was born as a unique statement of a particular individual, to transform itself through the voracious cannibalization of the images in another question: who are we? The old adage according to which the microcosm is the image of the macrocosm keeps its value. The work made on the self by an artist becomes, reluctantly, world heritage. The search for an answer in herself, turns into an investigation that everyone can benefit; thus not only Monica Marioni s angels and demons are our angels and demons, but each of us is tacitly invited to take the same survey, to descend, essentially, into the hidden depths of the psyche in order to find, through successive corrections, the way to the hidden treasure of the alchemists (Visit Interiorae Terrae rectificando Invenies Occultum Lapidem). REBUS, a project that brings together the most recent works, can be described as a later stage of Monica Marioni s emerging parable and of her gradual ascent from the ineffable and exclusive sphere of the Ego to the equally impenetrable and esoteric one, that of the Alter. For the first time, with REBUS, Monica Marioni explicitly takes the moves from the collective imagination, sacking the huge iconographic reservoir that is internet. Inspired by the hundreds of images on the web and internalizing the signs (follow) 7

6 gigantesco serbatoio iconografico che è internet. Ispirandosi alle centinaia d immagini del web e interiorizzando i segni di maestri riconosciuti e autori ignoti, l artista compie un operazione concettuale, intesa a innescare nell osservatore un senso di familiarità con le opere. La sua è, dunque, una ricerca che implica un contatto più stretto con l altro, tramite l analisi dei meccanismi percettivi del pubblico. Ma non si tratta solo di questo. Monica Marioni è un artista processuale, che tiene in debito conto ogni singola fase dei suoi progetti, come parti di un insieme finalizzato a uno scopo preciso: gli altri sono uno strumento d indagine statistica e un luogo per testare alcune intuizioni dell artista sulla relazione tra la costruzione delle immagini e il modo in cui vengono recepite. Oltre ad essere un artista completa, capace di utilizzare gli strumenti tradizionali e i tools digitali, e di esprimersi attraverso i più diversi media - dal disegno alla pittura, dall installazione alla performance, dal video all allestimento scenico - Monica Marioni è anche laureata in scienze statistiche. Il suo approccio al lavoro è, infatti, metodico, rigoroso tanto nella fase di reperimento delle fonti iconografiche, quanto nella fase di creazione digitale e nella finitura materica dell opera. Ma procediamo con ordine. Perché REBUS è il titolo del nuovo progetto di Monica Marioni? REBUS è l ablativo del termine latino Res, che significa cosa. Nell enigmistica fa riferimento a una frase espressa attraverso immagini e lettere di raccordo. Il rebus è, dunque, qualcosa da decifrare, un mistero celato dietro elementi visivi riconoscibili. Monica Marioni usa un meccanismo analogo. In un primo momento, attraverso la ricerca d immagini raccoglie segni, tracce e icone riconoscibili, come disegni di Michelangelo o di Egon Schiele, ritratti di Dante Alighieri, immagini della Nike di Samotracia, personaggi dei comics come Silver Surfer e Joker, tatuaggi e molto altro ancora. A questi affianca frammenti d immagini anonime, opere di sconosciuti e altri elementi saccheggiati dall informe massa d immagini che sovraffollano la rete. In un secondo momento, compone quelle che Jean Clair definirebbe le disjecta membra della modernità, attraverso un segno nuovo e personalissimo, che conserva tracce mnestiche del passato come, ad esempio, il segno drammatico di Egon Schiele, che affiora in molte opere come una sorta di fil rouge, cui è demandato il compito di indurre nell osservatore un senso di familiarità e di deja vu ottico. Lo stesso si può dire del segno grafico e dell impaginato da fumetto, che accentua la dimensione narrativa di queste opere. Al centro di tutto, infatti, c è il disegno, la prima e più immediata forma di creazione d immagini, quella più vicina alla sorgente dei pensieri e delle emozioni e che, dunque, meglio si presta alla rappresentazione di pulsioni represse e immagini rimosse. Il disegno è espressione tanto vitale ed essenziale che, come nota Emma Dexter, nessuno ne ha mai dichiarato la morte. Ma se, come afferma la Dexter, disegnare è essere umani, allora REBUS si configura come una ricognizione nel buio profondo dell espressività umana, dove si annidano segni riconoscibili e tracce inedite, icone di massa e figure anonime, che l artista preleva e trasforma in immagini perturbanti, capaci di raccontare storie di drammi e conflitti interiori. Eppure, questa, come dicevo, è solo una fase del processo, quella che conduce alla composizione dell immagine sorgente, che poi diventa un opera, realizzata in tecnica mista su supporti come carta, tela e cartone. Il risultato del procedimento messo in atto dalla Marioni è una of acknowledged masters and unknown authors, the artist performs a conceptual operation, designed to trigger in the viewer a sense of familiarity with her works. Her work is, therefore, a search which implies a closer contact with the other, through the analysis of the perception mechanisms of the public. But not only that. Monica Marioni is a processing artist, who do consider each stage of her projects, as part of a series aimed at a specific purpose: the others are a tool for statistical analysis and a place to test some of the artist s insights on the relationship between the construction of the images and the way in which they are incorporated. Besides being a complete artist, able to use traditional and digital tools, and to express herself through most different media - from drawing to painting, from installation to performance, from video to visual arrangement of the scene - Monica Marioni is also graduate in statistic sciences. Her approach to work is, in fact, methodical, rigorous, both during retrieval of the iconographic sources, as in the process of digital creation and material finishing of the work. But let s proceed in order. Why REBUS is the title of the new project by Monica Marioni? Rebus is the ablative of the Latin Res, which means thing. In mind games, it refers to a phrase expressed through connecting pictures and letters. REBUS is, therefore, something to decipher, a mystery behind the recognizable visual elements. Monica Marioni uses a similar mechanism. At first, through researching of images she collects signs, traces and recognizable icons, such as drawings of Michelangelo or Egon Schiele, portraits of Dante Alighieri, images of the Nike of Samothrace, and also comics characters like Silver Surfer and Joker, tattoos and much more. She joins these images alongside fragments of anonymous works from other people and items looted from the formless mass of images that overcrowd the net. In a second step, she composes what Jean Clair would define the disjecta membra of modernity, through a new, very personal mark, which preserves the memory traces of the past such as, for example, the dramatic sign of Egon Schiele, which emerges in many works as a kind of leitmotif, which has the task to induce in the viewer a sense of familiarity and optical deja vu. The same can be said of the graphic sign and of the layout, similat to a comic book, which emphasizes the narrative dimension of these works. At the center of everything, in fact, there is the drawing, the first and most immediate form of creation of images, the one closest to the source of thoughts and emotions and, therefore, better suited to the representation of repressed impulses and images removed. Drawing is an expression so vital and essential that, as noted by Emma Dexter, no one has ever declared its death. But if, as Dexter says, drawing means to be human, then REBUS takes the form of a travel in the deep darkness of human expression, where recognizable signs and original traces are nested, together with mass icons and anonymous figures, which the artist picks up and transforms into disturbing images, capable of telling stories of interior drama and conflicts. Yet this, as I said, is just one step in the process that leads to the composition of the source image, which then becomes a work, made in mixed media on supports as paper, canvas and cardboard. The result of the procedure adopted by Monica Marioni is a series of enigmatic works which, like rebus, hide a secret serie di opere enigmatiche, che come i rebus nascondono un segreto crittato. Ne sono protagoniste figure maschili e femminili, apparizioni che sembrano affiorare dalla storia dell arte o dalle tavole di un fumetto d autore per approdare, con il loro carico espressivo, tra le maglie di una modernità liquida e inafferrabile, dove dominano i tic e le ossessioni della cultura urbana e dell estetica glamour. Monica Marioni usa le evidenze stilistiche come trappole ottiche per lo sguardo, e l osservatore è catturato nella rete di citazioni e rimandi, in un labirinto di segni che rimbalzano, senza soluzione di continuità, tra il Rinascimento italiano e la Secessione viennese, passando per un infinità di riferimenti popolari di marca lowbrow, dall iconografia rock a quella dei supereroi. Monica Marioni gioca la sua partita sul terreno della condivisione, ma è solo un innesco, una trappola appunto. Potremmo definirla una tecnica di marketing, che nasconde un obiettivo più ambizioso, quello cioè di deviare l attenzione del pubblico dalla visione retinica, direbbe Duchamp, a quella interiore. Le opere di REBUS appaiono come un frammentato affresco della vita contemporanea, un tableau vivant che analizza i rapporti e le interazioni fra i sessi, evidenziando le zone erronee della nostra vita sociale. Ma sono anche e soprattutto immagini metaforiche, che alludono a ben altri conflitti. Quelli che, eternamente, si consumano nella coscienza di ogni individuo. Ed è proprio li, negli intricati meandri della psicologia del profondo che, ancora una volta, Monica Marioni ci conduce per mano. D altra parte, come scriveva Sheldon Kopp, Tutte le battaglie significative vengono combattute all interno del sé. encrypted. Protagonists are male and female figures, characters that seem to emerge from art history or from the plates of a comic strip to land, with their expressive burden, between the meshes of a liquid and elusive modernity, dominated by tics and obsessions of urban culture and glamour aesthetics. Monica Marioni uses the stylistic evidences as optical traps for the eyes and the viewer is caught in the net of quotations and references, in a maze of signs bouncing, seamlessly, between the Italian Renaissance and the Vienna Secession, through countless references to popular branded lowbrow, from rock iconography to that of superheroes. Monica Marioni plays her game on the ground of sharing, but it is only a trigger, a trap in fact. We could call it a marketing technique that hides a more ambitious goal, which is to divert public attention from the retinal vision, Duchamp would say, to the interior one. The works of REBUS appear as a fragmented fresco of contemporary life, a tableau vivant, which analyzes the relationships and interactions between the sexes, highlighting the erroneous zones of our social life. But also, and especially, they are metaphoric images that allude to many other conflicts. Those that, eternally, are consumed in the conscience of every individual. And it is perfectly there, in the intricate maze of depth psychology that, once again, Monica Marioni takes us by the hand. On the other hand, as Sheldon Kopp wrote, All of the significant battles are waged within the self. 8 9

7 10 IO SONO, IO NON SONO di Vittorio Sgarbi Monica Marioni parla chiaro, come non sempre gli artisti fanno, o sono in grado di fare, specie quelli più intellettualizzati. Per lei, l arte mantiene sempre un significato primario, inderogabile: è il campo espressivo dell individualità. Non si tratta di una scoperta, naturalmente, ma di una presa di coscienza comunque importante, lucida e onesta, tanto più apprezzabile in tempi di furbe mistificazioni in cui l individualismo espressivo più gratuito, quello che spadroneggia nelle rassegne più à la page, gioca spesso a farsi credere arte di preminente vocazione sociale, quasi si vergognasse di non esserlo. Siamo, più di ogni altra cosa, animali psichici, ognuno differente dall altro, e questa differenza è alla base del modo con cui concepiamo la nostra individualità: l arte serve non solo a ricordarcelo, ma a fornici un impareggiabile strumento con cui poter esaltare al meglio la nostra componente individuale, trovando l antidoto alla regola statistica del mondo per cui dovremmo essere tutti considerati numeri della stessa specie. Con questo, non si vuole dire che un arte incentrata sull individualità debba essere per forza antitetica ai numeri, ovvero alla dimensione dell ampia condivisione collettiva. Il pensiero della Marioni è chiaro anche su questo punto. L io è immensamente più interessante dell altro, ma sono gli altri a fare la storia, diceva il giovane Pasolini. Ergo, se non si vuole ridurre l arte a esercizio onanistico, di carattere strettamente privato, con gli altri ci si deve confrontare. Anche perché gli altri non sono affatto la negazione dell io, ma altre individualità, altri universi interiori che l artista non ha l obbligo di conoscere, e forse neanche a tenere in debito conto, ma di cui non potrebbe certo contestare l esistenza. In ciò, la poetica della Marioni dimostra di riferirsi a un accezione aggiornata della modernità, al passo con gli anni Duemila, epoca in cui tutti siamo contemporaneamente oggetti e soggetti di comunicazione globale. La Marioni, cioè, non ha la presunzione di voler imporre la sua individualità - spiccata e geniale a priori, altrimenti non si sarebbe artisti - su quella di una massa teoricamente indistinta e amorfa, secondo una visione tipica del Romanticismo, alla base anche di tanta Avanguardia novecentesca, per non dire dei suoi cascami che ancora ci ritroviamo fra i piedi molesti, spesso e volentieri. Quello della Marioni è un atteggiamento più moderato, in fondo più umile: posso indagare da vicino e conoscere bene solo me stessa, per questo me ne occupo. Se Io Sono, fosse anche fortissimamente, come la Marioni ci tiene ad affermare, è perché altro non si sarebbe in grado di essere. Nel dichiararsi esploratrice di sé stessa per forza di cose più ancora che per vocazione, la Marioni finisce per ammettere anche due conseguenze di quel presupposto: da una parte, la stretta relazione del suo modo d intendere l arte con l ambito di tradizionale competenza della psicologia e della psicanalisi, secondo un rapporto che la nostra civiltà ha inteso fin dai tempi in cui Freud non era neanche in mente Dei; dall altra, l essere l investigazione interiore, pensando alla collettività quale insieme di unità psicologicamente distinte, come prima si è accennato, un metodo conoscitivo che può benissimo essere messo a disposizione, per analogia, a qualunque altra individualità che intenda adottarlo. E in effetti, vedendo le opere della Marioni, ci viene spontaneo constatare la marcata individualizzazione del panta da lei allestito, ma, ugualmente, anche il fatto che niente di ciò che viene tirato in ballo dalle sue operazioni estetiche, nelle suggestioni visuali come in quelle concettuali, risulta essere del tutto estraneo a noi stessi. Come mai, e soprattutto, di chi il merito? Indubbiamente, dell estrema duttilità espressiva della Marioni, non solo per il fatto che l artista ci ha abituati a non tralasciare alcun mezzo per visualizzare le sue fantasie creative, dalla pittura alla fotografia, dal video alla performance, dall installazione all allestimento scenico, ognuno affrontato con una chiara percezione della sua specificità, eppure riuscendo a mantenere una coerenza innegabile nel dispiegarli secondo un unico disegno diffuso, ma anche perché il più delle volte le sue elaborazioni non sono invenzioni totalmente ex abrupto, attingendo a motivi e registri estetici che fanno parte del nostro immaginario collettivo, quello storico come quello contemporaneo. (segue) I AM, I AM NOT by Vittorio Sgarbi Monica Marioni talks straight, something that artists don t always do, or aren t capable of doing, especially artists that are more intellectualized. To her, art always upholds its primary, unchangeable meaning: it is the field in which individuality is expressed. Not a discovery, of course, but consciousnessraising that is in any case important, lucid and honest, and even more appreciable in a time of cunning mystifications in which the most gratuitous expressive individualism, of the kind that throws its weight around in the trendiest reviews, often plays at being art with a pre-eminently social vocation, almost as if it felt ashamed at not being so. More than anything else, we are psychological animals, each person different from the next, and this difference underlies the way we conceive our own individuality: art does not serve to remind us of it, rather, it provides us with an unequalled tool that we can use to make the most of our individual component, finding the antidote for the statistical rule of the world that says we should all be considered numbers in the same species. I m not saying that art that hinges upon individuality must by all means be antithetical to numbers, that is, to the dimension of a broad collective sharing. Marioni s thinking is clear on this aspect as well. The Self is immensely more interesting than the Other, but others are the ones who make history, as Pasolini once said. Hence, if we don t want to reduce art to an exercise in onanism, of a strictly private sort, we are compelled to come to terms with such others. Also because others are not at all the denial of the Self; rather, they are other individualities, other interior universes that the artist is not forced to know, and perhaps not even to take into due account, but whose existence he or she certainly could not dispute. In this sense Marioni s poetics appear to refer to an updated meaning of modernity, apace with the third millennium, a time when we are all both the objects and subjects of global communication. Marioni, in other words, does not claim to impose her individuality - which must be remarkable and ingenious a priori, otherwise one wouldn t be an artist - upon that of a theoretically indistinct and amorphous mass, according to a vision typical of Romanticism, which is also at the basis of much twentieth-century avant-garde art, not to mention its annoying wastefulness, which we are still stumbling over today. Marioni s is a more moderate attitude, in the end a meeker one: I can only explore and be well-acquainted with myself, and that s why I deal with this. If I Am were as strong as Marioni wants to declare it is, this is because one is not capable of being anything else. In declaring herself to be an explorer of herself by necessity even before being so by vocation, Marioni also ends up admitting two consequences of that presupposition: on the one hand, the close relationship between her way of understanding art and the traditional sphere of competence in psychology and psychoanalysis, according to a rapport that our civilization has understood since the time when Freud wasn t even in God s mind yet; on the other, its being an interior investigation, thinking to the collectivity as a whole of psychologically distinct unity, as we mentioned before, a cognitive method that can easily be made available, by analogy, to any other individuality that intends to use it. And indeed, if we look at Marioni s works, we spontaneously take note of the marked individualization of the panta she has set up, but equally the fact that nothing of what is brought into play in her aesthetic operations, in both the visual suggestions and the conceptual ones, is totally alien to us. Why is this so, and above all, to whom is it due? No doubt to Marioni s extreme expressive ductility, not just because the artist has accustomed us to not overlook any means in visualizing her creative fantasies, from painting to photography, from video to performance, from the installation to the set design, each and every one of these treated with the clear perception of its specificity, and yet at the same time managing to retain an undeniable coherence while they are unfolding according to a single diffuse design; but also because in most cases her works are not totally ex abrupto inventions, drawing from the aesthetic motifs and registers that form a part of our collective imaginary, from both the past and the present. What stems from this is a conception of the work, and even more so when it comes in the shape of a correlated totality of works, (follow)

8 Ne deriva una concezione dell opera, tanto più quando in forma di totalità correlata di opere, come articolazione simbiotica di segni e linguaggi differenti, in una varietà infinita di soluzioni che ora possono essere organizzati come accumulazioni stratificate anche in senso fisico, per esempio negli intriganti assemblages in cui la Marioni accoppia lacerti di arte antica a libere partiture informali in cui la gestualità espressiva sembra essere determinata non dalle sole mani, ma da una persona nella sua interezza immateriale; ora, vedi il caso di Io sono, come configurazione di un ambiente, fuori da un tempo reale, che sa un po di cappella, un po di più laica Wunderkammer, con al centro un arena, lo spazio rituale più connotato, terreno ideato per accogliere una danza tribale propiziatoria, dotato di un monolite nel mezzo, rimanenza archeologica di chissà quale civiltà passata o futura, ma anche ipotetico ring di sumo dove ognuno potrebbe benissimo proiettare le lotte conflittuali, fra io e non-io, maschile e femminile, istinto e ragione, desiderio e repulsione, santità e dannazione, che le rappresentazioni laterali, novelle pale votive, mirano a sottintendere, dissacrando il clichè del glamour fotografico, dominante nella comunicazione di massa dei nostri tempi, a colpi di adulterazioni grafiche e fisiologiche, anche mostruose, che incrinano irrimediabilmente la fiducia nell idealità, facendo emergere, al suo posto, un ossessione primordiale, oscura, quella dell imperfezione, che forse è figlia di una civiltà malata di eccessivo estetismo. Seguendo, nel tempio dell Io sono, le tracce delle sue ossessioni, scoprendosi improvvisamente un angelo precipitato nel limbo delle proprie intrinseche contraddizioni, la Marioni cerca certamente sé stessa, ma non si è affatto preclusa di poter trovare anche qualcosa di noi, o meglio, qualcosa che il nostro Io Sono, un Io non Sono rispetto al suo, possa comunque avere in comune con esso. È questa, a dispetto, se si vuole, dell individualismo così tanto esibito dalla Marioni, la socialità della sua arte, più autentica ed efficace di tante altre: il farci, cioè, non i poveri sudditi dell ennesima, inutile tirannia di uno spirito maledettamente narciso, ma partecipi di una repubblica delle anime in cui tutti, malgrado i ruoli differenti, ci sentiamo cittadini con uguali diritti. Anche questa è una lezione che va riconosciuta a Monica Marioni, morale, direi, non meno che artistica. (Testo tratto dal catalogo io sono Milano, Fondazione Stelline, Febbraio Edizioni Sole24Ore Cultura) as the symbiotic articulation of different signs and languages, in an endless variety of solutions, which can now be organized as stratified accumulations also in a physical sense, for example in the intriguing assemblages in which Marioni combines fragments of ancient art with free informal scores where the expressive gesture seems to be determined not just by the hands, but by a person in her immaterial wholeness; now, I Am can be seen as the configuration of an ambient, outside of real time, somewhat of a chapel, somewhat of the more secular cabinet of curiosities, with an arena at its centre, the most connoted of ritual spaces, a place conceived to welcome a propitiatory tribal dance, featuring a monolith in the middle, the archaeological remains of who knows which past or future civilization, but also a hypothetical sumo ring where anybody could easily project his or her inner conflicts, between Self and non-self, male and female, instinct and reason, desire and repulsion, sanctity and damnation, which lateral representations, new votive altarpieces, aim to underlie, debunking the cliché of photographic glamour, which dominates in the mass communication of our times, at the sound of graphic and physiological adulterations, even monstrous ones, which irremediably weaken any faith in ideality, causing to emerge, in its place, a primordial, obscure obsession, that of the flaw, which is perhaps the offshoot of a civilization sick with excessive aestheticism. By following, in the temple of I Am, the traces of her obsessions, suddenly discovering oneself to be an angel fallen into the limbo of one s own intrinsic contradictions, Marioni no doubt seeks herself, but she has in no way prevented herself from being able to find something of us as well, or rather, something that our I Am, an I Am Not in relation to hers, can in any case have in common with it. This, if we wish, in spite of the individualism so clearly exhibited by Marioni, is the sociality of her art, which is more authentic and effective than many others: in other words, it makes us not the poor subjects of the umpteenth, useless tyranny of a terribly narcissistic spirit, but rather participants in a republic of the souls where, notwithstanding the different roles, we feel like citizens with equal rights. This too is a lesson that needs to be acknowledged of Monica Marioni, a moral, I dare say, that is no less than artistic. (Extracted from io sono catalogue Milano, Fondazione Stelline, February Edizioni Sole24Ore Cultura) 12 13

9 ESTETICAMENTE VALIDO di Antonina Zaru Tutte le donne, in fondo, lo sanno da sempre. L arte, l universo della creazione e del bello, è una faccenda molto più muliebre di quanto, invece, secoli e secoli di egemonia culturale maschilista abbiano voluto farci credere. Per carità, qui non è questione di orgoglio di genere o della pur sacrosanta rivalsa del pensiero della differenza. Perché sappiamo perfettamente che l intelligenza non è faccenda da quote rosa. Ma, siamo sinceri, chi mai si potrà ancora meravigliare se adesso ricordiamo come uno dei più antichi ed affascinanti miti sulla nascita dell opera d arte veda appunto una donna, Corinzia, segnare per la prima volta su una parete, con mano sinuosa e morbida come movimenti dei fianchi nella danza, l amoroso ritratto di profilo dell uomo di cui era innamorata? L arte, insomma, secondo il mito, sarebbe stata generata dalla stessa mano chiusa e stretta nel dolore delle doglie, quella mano capace di produrre con altro gesto, pur così simile al momento primigenio della maternità, solo e sempre atti d amore. Perché cos altro è in fondo l arte se non un atto d amore? E allora, se il mondo fosse appena un po più giusto di quanto invece si trovi ad essere, ed avesse deciso di girare nel verso in cui dovrebbe girare, probabilmente ci ritroveremmo una storia dell arte completamente diversa. Piena di donne. Del profumo della loro intelligenza. Dell ardore della loro forza. E invece no. E sappiamo come è andata a finire. Con secoli e secoli in cui la creatività femminile (quando non la femminilità tout court) è stata vilipesa se non del tutto soffocata. Si pensi, ad esempio, al Medioevo, secoli e secoli in cui il talento artistico delle donne era tutt al più tollerato e solo quando si confinava dietro gli ombrosi muri dei conventi. Certo: la questione non è semplicemente legata alla produzione di opere d arte da parte delle donne, ma, chiaramente, proprio al posto nel mondo che le donne sono state costrette ad assumere per millenni. E nessuno, dalla metà del cielo egemone, quella dei maschi, insomma, si può dire escluso. Ricordo qui Artemisia Gentileschi, probabilmente la pittrice più famosa della Storia. Nota per il suo protofemminismo, figlia del pittore Orazio Gentileschi, che presto surclassò in talento e forza, Artemisia fu tra le prime donne a costruire la sua intera poetica sulla specificità e sulla dignità della sua sensibilità femminile. Ed è con lei, con le sue tele piene di luci ed ombre caravaggesche, eppure di una qualità di pathos e di delizia affatto originali, che nell arte occidentale il pensiero e l estetica femminile trovano una non più tacibile legittimità. Tutte le donne devono qualcosa al suo coraggio. Artiste e no. Perché tutte le donne, in fondo, hanno bisogno, più di ogni altra cosa, di coraggio. Ed il coraggio, a mio avviso, dovrebbe essere anche la qualità principale di ogni artista. Il coraggio di rompere le regole e di vedere oltre, il coraggio di cambiare, il coraggio di combattere la propria finitezza. Di affrontare le paure e di vedere negli occhi quello che amiamo. E di lambire, solo così, ogni volta l eterno. È quello che ho amato di più degli artisti con cui ho lavorato, il coraggio. Ed è la dote principale di Monica Marioni. Ma, a ben vedere, il cuore profondo del suo talento batte intorno al discorso sull Amore. Come continua e spasmodica ricerca del bello intorno a sé e come centro nevralgico dell essere nel mondo. E la ricerca dell Amore (che resta pur sempre la forma più sublime del bello) in Monica Marioni è sempre un operazione a cuore aperto, dove l artista si rivela senza fingimenti allo spettatore, ancorando il suo sguardo, invero modernissimo, all intelligenza e alla felicità d eloquio del Rinascimento (soprattutto alla capacità sinottica, dal particolare all universale, che aveva il meraviglioso secolo italiano), regalandoci però un mondo di gioie e di ombre fatto di stratificazioni e di compresenze, che conosce l inno alla gioia come l uggia del pianto. Perché, come Corinzia, il segno di Marioni è sempre il ritratto di chi ama. E tutta la sua arte è un atto d amore. Ed è in questo habitus la verità del suo talento. Monica Marioni si veste e ci investe di arte, apparendoci così nuda e illuminante. E questa, signore e signori, è pura arte. Questo è coraggio. (Per Revolution magazine - num. 02/2007) AESTHETICALLY VALUABLE by Antonina Zaru All women, after all, know it all along. art, the world of creation and beauty, is much more related to feminine, than centuries of male chauvinist s cultural hegemony wanted us to believe. It s not a matter of genus pride or of recourse of the theory of difference, even sacrosanct. It s because we know perfectly well that intelligence is not linked to female quotas. But, let s be honest, whoever may still be in wonder if now we remember as one of the most ancient and fascinating myths about the birth of a work of art the story of a woman, Corinthia, who marked for the first time on a wall, with winding and soft hand, like the hip movements of a dance, the loving profile portrait of the man she was in love? Art, in short, according to myth, was generated by the same hand closed and narrow in the labor pains, the hand which can produce with another gesture only and always acts of love, yet so similar to the primordial experience of motherhood. Because basically what else is art, if not a love act? And then, if the world had been just a little more fair than it was, and if I had decided to turn in the right direction, maybe we would end up a completely different art history. Full of women. Full of the scent of their intelligence, of the keenness of their strength. But no. And we know how that turned out. We had centuries in which female creativity (when not outright femininity) was vilified, or rather completely suppressed. Let s consider, for example, the Middle Ages, when women s artistic talent were at most tolerated, and only when confined behind the shadowy walls of the monasteries. Of course, the question is not simply related to the production of works of art by women, but, of course, to the place in the world that women have been forced to take on for millennia. And no one, among who belong to the hegemonic half of the sky, men, in short, can say I m excluded. I remember here Artemisia Gentileschi, probably the most famous paintress of history. Known for her early-feminism, daughter of the painter Orazio Gentileschi, who she soon outclasses in talent and strength, Artemisia was among the first women to build her entire poetic on the specificity and the dignity of her feminine sensibility. And with her, with her Caravaggio s way paintings, full of lights and shadows, but made with a delight and a quality of pathos all originals, the feminine thought and aesthetic find a no longer omissible legitimacy in Western art. All women owe something to her courage. Artist and not. Because all women, after all, need more than anything else courage. And courage, in my opinion, should also be the main quality of each artist. The courage to break the rules and see beyond, the courage to change, the courage to fight his own finitude. To address the fears and see in his eyes what he loves. To brush every time, in this way only, the eternal. That s what I loved most of the artists I ve worked with, courage. And courage is the main gift of Monica Marioni. But, in hindsight, the deep heart of her talent beats around the discourse on love. As continuous and frantic search for the beautiful, and as the nerve center of being in the world. And the search for love (which is still the highest form of beauty) in Monica Marioni is always an open heart surgery, where the artist is revealed to the viewer without camouflages, anchoring her vision,contemporary indeed, to the intelligence and communicativeness of the Renaissance (especially to the synoptic approach, from the particular to the universal, proper of that wonderful Italian century). Even doing this she give us a world of joys and shadows, made of stratifications and multi-presences, who knows both the song of the joy and the shadow of tears. This because, like Corinthia, the sign of Marioni is always the portrait of what she loves. And all her art is an act of love. It is in this habitus the truth of her talent. Monica Marioni dresses herself and run down us with her art, appearing so naked and enlightening. And this, ladies and gentlemen, is pure art. This is courage. (For Revolution magazine - num. 02/2007) 15

10

11 18 Untitled - mixed media on Corrente magazine offprint - 50x35,5 cm

12 20 REBUS - mixed media on Corrente magazine offprint - 50x35,5 cm

13 22 Finally I succeeded (detail) - mixed media on Corrente magazine offprint - 50x35,5 cm

14 24 Bitch! (detail her ) - mixed media on Corrente magazine offprint - 50x35,5 cm

15 26 It s me! - mixed media on Corrente magazine offprint - 50x35,5 cm

16 28 Come on! (detail him ) - mixed media on Corrente magazine offprint - 50x35,5 cm

17 30 Raw - mixed media on Corrente magazine offprint - 50x35,5 cm

18 32 Finally I succeeded - mixed media on Corrente magazine offprint - 50x35,5 cm

19 34 You are not a baby anymore - mixed media on Corrente magazine offprint - 50x35,5 cm

20 36 Bitch! (detail him ) - mixed media on Corrente magazine offprint - 50x35,5 cm

Scritto da DEApress Lunedì 14 Aprile 2014 12:03 - Ultimo aggiornamento Martedì 26 Maggio 2015 09:34

Scritto da DEApress Lunedì 14 Aprile 2014 12:03 - Ultimo aggiornamento Martedì 26 Maggio 2015 09:34 This week I have been walking round San Marco and surrounding areas to find things that catch my eye to take pictures of. These pictures were of various things but majority included people. The reason

Dettagli

L uomo è un piccolo mondo. Igor Zanti. Curatore e critico d arte

L uomo è un piccolo mondo. Igor Zanti. Curatore e critico d arte L uomo è un piccolo mondo. Igor Zanti Curatore e critico d arte The World is a book, and those who do not travel read only a page. Each man is a little world The journey beyond our usual places inspired

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Quindici

U Corso di italiano, Lezione Quindici 1 U Corso di italiano, Lezione Quindici U Buongiorno, anche in questa lezione iniziamo con qualche dialogo formale M Good morning, in this lesson as well, let s start with some formal dialogues U Buongiorno,

Dettagli

The Empire of Light 02 USA 2013. Il mondo che non vedo 78

The Empire of Light 02 USA 2013. Il mondo che non vedo 78 Il mondo che non vedo è il progetto a cui lavoro dal 2007 che si concentra sull estetica e sulla misteriosa bellezza di alcuni luoghi abbandonati. L obiettivo prefissato non è stato quello della denuncia

Dettagli

Storia. Soul Fashion Srl

Storia. Soul Fashion Srl Storia SF L azienda ed il primo marchio Sonia Fortuna nascono per amore e passione dell eclettica Sonia Gonnelli, che nel 1985 costituì l omonima ditta individuale Sonia Fortuna, dando sfogo al suo estro

Dettagli

le mostre che arrivarono in Europa ci furono Twelve Contemporary American Painters and Sculptors (1953), Modern Art in the USA

le mostre che arrivarono in Europa ci furono Twelve Contemporary American Painters and Sculptors (1953), Modern Art in the USA 1 MoMA E GLI AMERICANI MoMA AND AMERICANS Sin dall inizio il MoMA (Museo d Arte Moderna) di New York era considerato, da tutti gli appassionati d arte specialmente in America, un museo quasi interamente

Dettagli

Dichotomy Works nasce nel 2015 a Milano come collaborazione creativa tra l architetto Adolfo Martinez e l artista grafica Ivana Serizier Moleiro.

Dichotomy Works nasce nel 2015 a Milano come collaborazione creativa tra l architetto Adolfo Martinez e l artista grafica Ivana Serizier Moleiro. -1- SCHEDA DI PRESENTAZIONE Nome e cognome / Nome del gruppo Adolfo Martinez, Ivana Serizier Moleiro / Dichotomy Works Città Milano Provincia MI Biografia Dichotomy Works nasce nel 2015 a Milano come collaborazione

Dettagli

The Elves Save Th. Il gioco del Villaggio segreto di Babbo Natale

The Elves Save Th. Il gioco del Villaggio segreto di Babbo Natale The Elves Save Th Il gioco del Villaggio segreto di Babbo Natale Bianca Bonnie e and Nico Bud had avevano been working lavorato really hard con making molto impegno per a inventare new board game un nuovo

Dettagli

design Massimiliano Raggi

design Massimiliano Raggi design Massimiliano Raggi sinfonia Ispirazione, ricerca e creatività guidano le traiettorie di un disegno unico e irripetibile. La tradizione di ImolArte, brand della storica Sezione Artistica di Cooperativa

Dettagli

Tancredi Mangano Volti in trappola, 1994-ongoing series

Tancredi Mangano Volti in trappola, 1994-ongoing series Tancredi Mangano Volti in trappola, 1994-ongoing series La serie di Volti in trappola nasce da una lunga procedura. Dopo avere emulsionato col nerofumo una serie di lastrine di vetro e aver preso con queste

Dettagli

1 1 0 /2 0 1 4. 0 n news

1 1 0 /2 0 1 4. 0 n news news n. 04 10/2011 VICO MAGISTRETTI KITCHEN ISPIRATION VIVO MAGIsTReTTI KITCHen IsPIRATIOn news Il nostro rapporto con il "Vico" è durato per più di quarant anni. era iniziato verso la metà degli anni

Dettagli

presents the artworks of ANDREA PACANOWSKI

presents the artworks of ANDREA PACANOWSKI presents the artworks of ANDREA PACANOWSKI Biografia e mostre Andrea Pacanowski nasce a Roma in una famiglia caratterizzata da una forte sensibilità artistica: padre architetto, zia pittrice dell École

Dettagli

up date basic medium plus UPDATE

up date basic medium plus UPDATE up date basic medium plus UPDATE Se si potesse racchiudere il senso del XXI secolo in una parola, questa sarebbe AGGIORNAMENTO, continuo, costante, veloce. Con UpDate abbiamo connesso questa parola all

Dettagli

CHI SIAMO. italy. emirates. india. vietnam

CHI SIAMO. italy. emirates. india. vietnam italy emirates CHI SIAMO india vietnam ITALY S TOUCH e una società con sede in Italia che offre servizi di consulenza, progettazione e realizzazione di opere edili complete di decori e arredi, totalmente

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Ventinove

U Corso di italiano, Lezione Ventinove 1 U Corso di italiano, Lezione Ventinove U Oggi, facciamo un altro esercizio M Today we do another exercise U Oggi, facciamo un altro esercizio D Noi diciamo una frase in inglese e tu cerca di pensare

Dettagli

Clicca sulle immagini di preview qui sotto per aprire e visualizzare alcuni esempi di presentazioni dinamiche create con Focusky:

Clicca sulle immagini di preview qui sotto per aprire e visualizzare alcuni esempi di presentazioni dinamiche create con Focusky: Focusky Focusky è l innovativo e professionale software progettato per creare resentazioni interattive ad alto impatto visivo e ricco di effetti speciali (zoom, transizioni, flash, ecc..). A differenza

Dettagli

collection Giò Pagani wallpaper collection Life! collection Think Tank collection Big Brand

collection Giò Pagani wallpaper collection Life! collection Think Tank collection Big Brand collection 12 collection Life! collection Giò Pagani wallpaper collection Think Tank collection Big Brand Wall&Decò is a creative project in continuous ferment able to express styles, trends and evocative

Dettagli

ESPERIENZA ITALIA GUIDELINES

ESPERIENZA ITALIA GUIDELINES ESPERIENZA ITALIA GUIDELINES Il 150 dell unità d Italia rappresenta un evento di cruciale importanza per Torino e il Piemonte. La prima capitale d Italia, come già fece nel 1911 e nel 1961 per il Cinquantenario

Dettagli

MORE IS BETTER. SALONE INTERNAZIONALE DEL MOBILE 2013 CONTRACT DIVISION

MORE IS BETTER. SALONE INTERNAZIONALE DEL MOBILE 2013 CONTRACT DIVISION MORE IS BETTER. SALONE INTERNAZIONALE DEL MOBILE 2013 CONTRACT DIVISION _3 CHATEAU D AX TORNA AL SALONE INTERNAZIONALE DEL MOBILE DI MILANO 2013 PRESENTANDO MORE IS BETTER, UN NUOVO CONCETTO DI VIVERE

Dettagli

GCE. Edexcel GCE Italian(9330) Summer 2006. Mark Scheme (Results)

GCE. Edexcel GCE Italian(9330) Summer 2006. Mark Scheme (Results) GCE Edexcel GCE Italian(9330) Summer 006 Mark Scheme (Results) Unit Reading and Writing Question Answer Testo.. B B C - A 4 Testo. a. passione che passione b. attrae c. sicuramemte d. favorito ha favorito

Dettagli

Newborn Upfront Payment & Newborn Supplement

Newborn Upfront Payment & Newborn Supplement ITALIAN Newborn Upfront Payment & Newborn Supplement Female 1: Ormai manca poco al parto e devo pensare alla mia situazione economica. Ho sentito dire che il governo non sovvenziona più il Baby Bonus.

Dettagli

Superfici senza limiti Surfaces without limits. Tribute to Giorgio Morandi. 50th. Anniversary

Superfici senza limiti Surfaces without limits. Tribute to Giorgio Morandi. 50th. Anniversary 14oraitaliana.com materials with contents Superfici senza limiti Surfaces without limits Tribute to Giorgio Morandi 50th Anniversary Segni incisi... che raccontano il presente e lo spazio vitale, intimo

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Conversano, 10 luglio 2014. Prosegue Windows of the World, la rubrica di Master ideata per

COMUNICATO STAMPA. Conversano, 10 luglio 2014. Prosegue Windows of the World, la rubrica di Master ideata per COMUNICATO STAMPA Conversano, 10 luglio 2014 Dott. Pietro D Onghia Ufficio Stampa Master m. 328 4259547 t 080 4959823 f 080 4959030 www.masteritaly.com ufficiostampa@masteritaly.com Master s.r.l. Master

Dettagli

Dr Mila Milani. Comparatives and Superlatives

Dr Mila Milani. Comparatives and Superlatives Dr Mila Milani Comparatives and Superlatives Comparatives are particular forms of some adjectives and adverbs, used when making a comparison between two elements: Learning Spanish is easier than learning

Dettagli

Le Porcellane della Manifattura d Arte Tiche

Le Porcellane della Manifattura d Arte Tiche Le Porcellane della Manifattura d Arte Tiche 1 Marking the centenary of the performances at the Arena di Verona (1913-2013), TICHE Art Porcelain Manufacturers dedicates to all enthusiasts and customers

Dettagli

HOTEL SPADARI AL DUOMO via Spadari, 11 20123 Milano Tel: +39.02.72002371 Fax: +39.02.861184 e.mail: reservation@spadarihotel.com

HOTEL SPADARI AL DUOMO via Spadari, 11 20123 Milano Tel: +39.02.72002371 Fax: +39.02.861184 e.mail: reservation@spadarihotel.com HOTEL SPADARI AL DUOMO via Spadari, 11 20123 Milano Tel: +39.02.72002371 Fax: +39.02.861184 e.mail: reservation@spadarihotel.com It all began with a small building in the heart of Milan that was in need

Dettagli

PROFILE 1UP MATTEO. first name LANTERI. second name 08.05.1986. date of birth: HAGUENAU (France) place of birth: LANCENIGO di Villorba (Treviso)

PROFILE 1UP MATTEO. first name LANTERI. second name 08.05.1986. date of birth: HAGUENAU (France) place of birth: LANCENIGO di Villorba (Treviso) ART BOOK C D E PROFILE 1UP first name second name date of birth: place of birth: linving in: contacts: MATTEO LANTERI 08.05.1986 HAGUENAU (France) LANCENIGO di Villorba (Treviso) +39 349 0862873 matteo.lntr@gmail.com

Dettagli

Rinnova la tua Energia. Renew your Energy.

Rinnova la tua Energia. Renew your Energy. Rinnova la tua Energia. Renew your Energy. Dai vita ad un nuovo Futuro. Create a New Future. Tampieri Alfredo - 1934 Dal 1928 sosteniamo l ambiente con passione. Amore e rispetto per il territorio. Una

Dettagli

ISAC. Company Profile

ISAC. Company Profile ISAC Company Profile ISAC, all that technology can do. L azienda ISAC nasce nel 1994, quando professionisti con una grande esperienza nel settore si uniscono, e creano un team di lavoro con l obiettivo

Dettagli

User Guide Guglielmo SmartClient

User Guide Guglielmo SmartClient User Guide Guglielmo SmartClient User Guide - Guglielmo SmartClient Version: 1.0 Guglielmo All rights reserved. All trademarks and logos referenced herein belong to their respective companies. -2- 1. Introduction

Dettagli

software & consulting

software & consulting software & consulting Chi siamo Nimius è un azienda con una forte specializzazione nella comunicazione on-line che opera nel settore dell IT e che intende porsi, mediante la propria offerta di servizi

Dettagli

Impresa e innovazione nel settore energetico europeo: il contributo della conoscenza alla creazione di valore Silvia Bruzzi

Impresa e innovazione nel settore energetico europeo: il contributo della conoscenza alla creazione di valore Silvia Bruzzi ÉTUDES - STUDIES Impresa e innovazione nel settore energetico europeo: il contributo della conoscenza alla creazione di valore Silvia Bruzzi Polo Interregionale di Eccellenza Jean Monnet - Pavia Jean Monnet

Dettagli

Easter 2008 Gallery Benucci Rome. October 2008 Taormina Chiesa del Carmine, group picture and Gallery Benucci. December 2008 Benucci Gallery, Rome.

Easter 2008 Gallery Benucci Rome. October 2008 Taormina Chiesa del Carmine, group picture and Gallery Benucci. December 2008 Benucci Gallery, Rome. Nino Ucchino nasce in Sicilia nel 1952. Dall età di otto anni lavora come allievo nello studio del pittore Silvio Timpanaro. Da 14 a 21 anni studia all Istituto Statale d arte di Messina e poi per alcuni

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Trenta

U Corso di italiano, Lezione Trenta 1 U Corso di italiano, Lezione Trenta M Two cousins meet in the street U Due cugini si incontrano in strada M Two cousins meet in the street U Due cugini si incontrano in strada F Hi Osman, what are you

Dettagli

New, Classic & Old, History, Concept car, Meeting Day, Lifestyle, for fans and members in the world

New, Classic & Old, History, Concept car, Meeting Day, Lifestyle, for fans and members in the world MercedesRoadster.IT New, Classic & Old, History, Concept car, Meeting Day, Lifestyle, for fans and members in the world Newspaper supplement Emmegi Magazine Independent unaffiliated / funded by Daimler

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Tre

U Corso di italiano, Lezione Tre 1 U Corso di italiano, Lezione Tre U Ciao Paola, come va? M Hi Paola, how are you? U Ciao Paola, come va? D Benissimo, grazie, e tu? F Very well, thank you, and you? D Benissimo, grazie, e tu? U Buongiorno

Dettagli

CI PRENDIAMO C URA DEI TUOI SOGNI.

CI PRENDIAMO C URA DEI TUOI SOGNI. CI PRENDIAMO C URA DEI TUOI SOGNI. We take care of your dreams. Il cuore della nostra attività è la progettazione: per dare vita ai tuoi desideri, formuliamo varie proposte di arredamento su disegni 3D

Dettagli

Painting with the palette knife

Painting with the palette knife T h e O r i g i n a l P a i n t i n g K n i v e s Dipingere con la spatola Painting with the palette knife Made in Italy I t a l i a n M a n u f a c t u r e r La ditta RGM prende il nome dal fondatore

Dettagli

VINTAGE C O L L E C T I O N A L L P I E C E S A R E U N I Q U E S

VINTAGE C O L L E C T I O N A L L P I E C E S A R E U N I Q U E S VINTAGE C O L L E C T I O N A L L P I E C E S A R E U N I Q U E S Dalla collezione Vintage nasce Sospiri. Qui il tappeto oltre ad avere perso qualunque reminiscenza classica ed assunto colori moderni ha

Dettagli

Sezione 1 / Section 1. Elementi d identità: il marchio Elements of identity: the logo

Sezione 1 / Section 1. Elementi d identità: il marchio Elements of identity: the logo Sezione 1 / Section 1 2 Elementi d identità: il marchio Elements of identity: the logo Elements of identity: the logo Indice 2.01 Elementi d identità 2.02 Versioni declinabili 2.03 Versioni A e A1, a colori

Dettagli

Nome Cognome Alessandra Spigai Titolo ANNO Type Objects O e p n e U n p U Ar t Galle t Galle y

Nome Cognome Alessandra Spigai Titolo ANNO Type Objects O e p n e U n p U Ar t Galle t Galle y Alessandra Nome Cognome Spigai Titolo Type Objects ANNO Open Up Art Gallery Alessandra Spigai Type Objects Tutti i diritti riservati. Open Up Art Gallery Peter Iancovich ouagallery.com ouag@ouagallery.com

Dettagli

During the 50 th Salone Internazionale del Mobile di Milano ONEOFF presents

During the 50 th Salone Internazionale del Mobile di Milano ONEOFF presents During the 50 th Salone Internazionale del Mobile di Milano ONEOFF presents In occasione della 50 a edizione del Salone Internazionale del Mobile di Milano ONEOFF presenta In principio è il modello Il

Dettagli

NUOVA APERTURA PER GIORGETTI STUDIO

NUOVA APERTURA PER GIORGETTI STUDIO SHOWROOM NUOVA APERTURA PER GIORGETTI STUDIO NEW OPENING FOR GIORGETTI STUDIO a cura di Valentina Dalla Costa Quando si dice un azienda che guarda al futuro. Giorgetti è un eccellenza storica del Made

Dettagli

-1- SCHEDA DI PRESENTAZIONE

-1- SCHEDA DI PRESENTAZIONE -1- SCHEDA DI PRESENTAZIONE Nome e cognome / Nome del gruppo Alessandra Meacci Città Abano Terme Provincia Padova Biografia Mi sono laureata in Architettura a Venezia nel 2005, e dal febbraio 2006 collaboro

Dettagli

Tutte le fotografie presenti in catalogo hanno valore cromatico puramente indicativo. Essenze e formati possono variare. All the pictures of this

Tutte le fotografie presenti in catalogo hanno valore cromatico puramente indicativo. Essenze e formati possono variare. All the pictures of this T E C N O L O G I A L A S E R L A S E R T E C H N O L O G Y Tutte le fotografie presenti in catalogo hanno valore cromatico puramente indicativo. Essenze e formati possono variare. All the pictures of

Dettagli

I SAPERI (conoscenze, argomenti e contenuti)

I SAPERI (conoscenze, argomenti e contenuti) I SAPERI (conoscenze, argomenti e contenuti) La seguente scansione dei saperi è da considerare come indicazione di massima. Può essere utilizzata in modo flessibile in riferimento ai diversi libri di testo

Dettagli

Prova finale di Ingegneria del software

Prova finale di Ingegneria del software Prova finale di Ingegneria del software Scaglione: Prof. San Pietro Andrea Romanoni: Francesco Visin: andrea.romanoni@polimi.it francesco.visin@polimi.it Italiano 2 Scaglioni di voto Scaglioni di voto

Dettagli

Tailored coats and precious accessories with attention to detail up to an obsessive search for perfection.

Tailored coats and precious accessories with attention to detail up to an obsessive search for perfection. After university degree in languages for Laura and architecture for Simona, and after the first part of our professional lives in separate spheres, we created ri_creazione. Ri_creAzione is the sharing

Dettagli

Le cellule staminali dell embrione: cosa possono fare Embryonic stem cells are exciting because they can make all the different types of cell in the

Le cellule staminali dell embrione: cosa possono fare Embryonic stem cells are exciting because they can make all the different types of cell in the 1 2 3 Le cellule staminali dell embrione: cosa possono fare Embryonic stem cells are exciting because they can make all the different types of cell in the body scientists say these cells are pluripotent.

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Uno

U Corso di italiano, Lezione Uno 1 U Corso di italiano, Lezione Uno F What s your name? U Mi chiamo Francesco M My name is Francesco U Mi chiamo Francesco D Ciao Francesco F Hi Francesco D Ciao Francesco D Mi chiamo Paola. F My name is

Dettagli

THINKING DIGITAL SYNCHRONIZING WITH THE FUTURE PENSIERO DIGITALE: SINCRONIZZARSI COL FUTURO

THINKING DIGITAL SYNCHRONIZING WITH THE FUTURE PENSIERO DIGITALE: SINCRONIZZARSI COL FUTURO THINKING DIGITAL SYNCHRONIZING WITH THE FUTURE PENSIERO DIGITALE: SINCRONIZZARSI COL FUTURO A STEP FORWARD IN THE EVOLUTION Projecta Engineering developed in Sassuolo, in constant contact with the most

Dettagli

ARTIGIANALITà TECNOLOGICA HIGH-TECH CRAFTSMANSHIP

ARTIGIANALITà TECNOLOGICA HIGH-TECH CRAFTSMANSHIP 64 ARTIGIANALITà TECNOLOGICA HIGH-TECH CRAFTSMANSHIP Erika Giangolini Anche se ormai siamo nell era digitale, in molti settori, il saper fare artigiano e il lavoro manuale sono ancora alla base delle produzioni

Dettagli

Euromop SpA Via dell'artigianato II, 1 35010 Villa del Conte (PD) Italy Tel. 049 9325075 Fax 049 9325113 www.euromop.com

Euromop SpA Via dell'artigianato II, 1 35010 Villa del Conte (PD) Italy Tel. 049 9325075 Fax 049 9325113 www.euromop.com cat_arial:layout 1 16-05-2007 7:36 Pagina 1 Euromop SpA Via dell'artigianato II, 1 35010 Villa del Conte (PD) Italy Tel. 049 9325075 Fax 049 9325113 www.euromop.com cat_arial:layout 1 16-05-2007 7:36 Pagina

Dettagli

GrAPHicA. GrAPHicA Alalda design

GrAPHicA. GrAPHicA Alalda design oggetti objects GrAPHicA Alalda design GrAPHicA Alalda design GrAPHicA dall accostamento di singoli elementi in metallo dalla forma semplice e stilizzata, nasce un sistema modulare di pareti divisorie

Dettagli

CATALOGO 2014. Importato e distribuito da: LM Cards Srl Via Torricelli 8-20865 Usmate Tel 039.6076506 Fax 039.6076396 www.lmcards.it - lmcards@tin.

CATALOGO 2014. Importato e distribuito da: LM Cards Srl Via Torricelli 8-20865 Usmate Tel 039.6076506 Fax 039.6076396 www.lmcards.it - lmcards@tin. CATALOGO 2014 Importato e distribuito da: LM Cards Srl Via Torricelli 8-20865 Usmate Tel 039.6076506 Fax 039.6076396 www.lmcards.it - lmcards@tin.it Natural Blocks 30 pezzi Natural Blocks 54 pezzi Scatola:

Dettagli

Jewellery in silver sterling 925 Made in Italy

Jewellery in silver sterling 925 Made in Italy Jewellery in silver sterling 925 Made in Italy I gioielli Cavaliere si distinguono per l artigianalità della produzione. Ideazione, progettazione e prototipazione di ogni singola creazione avvengono all

Dettagli

English-Medium Instruction: un indagine

English-Medium Instruction: un indagine English-Medium Instruction: un indagine Marta Guarda Dipartimento di Studi Linguistici e Letterari (DiSLL) Un indagine su EMI presso Unipd Indagine spedita a tutti i docenti dell università nella fase

Dettagli

Corsi di Laurea Magistrale/ Master Degree Programs

Corsi di Laurea Magistrale/ Master Degree Programs Corsi di Laurea Magistrale/ Master Degree Programs Studenti iscritti al I anno (immatricolati nell a.a. 2014-2015 / Students enrolled A. Y. 2014-2015) Piano di studi 17-27 Novembre 2014 (tramite web self-service)

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO. Instructions to apply for exams ONLINE Version 01 updated on 17/11/2014

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO. Instructions to apply for exams ONLINE Version 01 updated on 17/11/2014 Instructions to apply for exams ONLINE Version 01 updated on 17/11/2014 Didactic offer Incoming students 2014/2015 can take exams of courses scheduled in the a.y. 2014/2015 and offered by the Department

Dettagli

materiali plastici colorati per occhialeria colored plastics for eyewear lo veste per natura Trust who wears colours by nature

materiali plastici colorati per occhialeria colored plastics for eyewear lo veste per natura Trust who wears colours by nature materiali plastici colorati per occhialeria colored plastics for eyewear FIDATI di chi il colore lo veste per natura Trust who wears colours by nature COLORAZIONE MATERIE PLASTICHE. ANCHE...L OCCHIALE

Dettagli

We take care of your buildings

We take care of your buildings We take care of your buildings Che cos è il Building Management Il Building Management è una disciplina di derivazione anglosassone, che individua un edificio come un entità che necessita di un insieme

Dettagli

PRESENTAZIONE AZIENDALE ATTIVITA E SERVIZI TECNOLOGIE PERSONALE OBIETTIVI ESPERIENZE

PRESENTAZIONE AZIENDALE ATTIVITA E SERVIZI TECNOLOGIE PERSONALE OBIETTIVI ESPERIENZE PRESENTAZIONE AZIENDALE ABOUT US ATTIVITA E SERVIZI ACTIVITY AND SERVICES TECNOLOGIE TECHNOLOGIES PERSONALE TEAM OBIETTIVI OBJECTIVI ESPERIENZE PRESENTAZIONE AZIENDALE B&G s.r.l. è una società di progettazione

Dettagli

100% Italiana «Lo stile ha una nuova via!» «Style has got a new way!»

100% Italiana «Lo stile ha una nuova via!» «Style has got a new way!» 100% Italiana «Lo stile ha una nuova via!» «Style has got a new way!» Non esiste ciclista al mondo che non pensi di aver comprato la miglior bicicletta al mondo! There is no rider who doesn t think he

Dettagli

Quasi mezzo secolo di allestimenti ci hanno reso il partner ideale per il vostro stand. Ecco perchè:

Quasi mezzo secolo di allestimenti ci hanno reso il partner ideale per il vostro stand. Ecco perchè: Quasi mezzo secolo di allestimenti ci hanno reso il partner ideale per il vostro stand. Ecco perchè: Nearly half a century of productions have made us the ideal partner for your booth.that s way: 45 anni

Dettagli

il servitore. fotografia digitale / digital photography

il servitore. fotografia digitale / digital photography Francesca Piovesan il servitore. fotografia digitale / digital photography Una serie di autoscatti in cui la pelle si imprime per un frangente di tempo e mostra se stessa nel delineare la forma di un

Dettagli

CORSO DI CUCINA A CASA!

CORSO DI CUCINA A CASA! Tour N.12 CORSO DI CUCINA A CASA La classe a lavoro Un fantastico modo per imparare a cucinare le più tipiche pietanze Toscane, senza muoversi da casa vostra Il nostro chef arriverà direttamente nella

Dettagli

F ondazione Diritti Genetici. Biotecnologie tra scienza e società

F ondazione Diritti Genetici. Biotecnologie tra scienza e società F ondazione Diritti Genetici Biotecnologie tra scienza e società Fondazione Diritti Genetici La Fondazione Diritti Genetici è un organismo di ricerca e comunicazione sulle biotecnologie. Nata nel 2007

Dettagli

Gioielli in Argento 925

Gioielli in Argento 925 R Gioielli in Argento 925 Hopee Italia è stata fondata con lo scopo di produrre oggettistica da regalo in argento 925 interamente ideata e prodotta in Italia con utilizzo di materiali Italiani mirando

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Diciannove

U Corso di italiano, Lezione Diciannove 1 U Corso di italiano, Lezione Diciannove U Al telefono: M On the phone: U Al telefono: U Pronto Elena, come stai? M Hello Elena, how are you? U Pronto Elena, come stai? D Ciao Paolo, molto bene, grazie.

Dettagli

Il figlio di Giovanni, Simone entra giovanissimo in fornace ed è oggi tra i più affermati e richiesti maestri vetrai muranesi.

Il figlio di Giovanni, Simone entra giovanissimo in fornace ed è oggi tra i più affermati e richiesti maestri vetrai muranesi. L azienda nasce negli anni 70 nell isola di Murano a Venezia, fondata da Giovanni Cenedese che, grazie al suo ricco bagaglio di esperienza tecnica e artistica, porta presto l azienda a distinguersi per

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Dieci

U Corso di italiano, Lezione Dieci 1 U Corso di italiano, Lezione Dieci U Ricordi i numeri da uno a dieci? M Do you remember Italian numbers from one to ten? U Ricordi i numeri da uno a dieci? U Uno, due, tre, quattro, cinque, sei, sette,

Dettagli

Service Design Programme

Service Design Programme Service Design Programme SERVICE DESIGN - cosa è Il Service Design è l attività di pianificazione e organizzazione di un servizio, con lo scopo di migliorarne l esperienza in termini di qualità ed interazione

Dettagli

EMOTIONAL CATERING. nuart.it

EMOTIONAL CATERING. nuart.it EMOTIONAL CATERING Emotional Catering è un idea di spettacolarizzazione del food & show dedicato a occasioni speciali in cui la convivialità e la location richiedono particolare attenzione all accoglienza

Dettagli

Allestimenti Fiere Exhibition Stand Design & Construction

Allestimenti Fiere Exhibition Stand Design & Construction Allestimenti Fiere Exhibition Stand Design & Construction Way Out srl è un impresa d immagine e comunicazione a servizio completo dedicata alle piccole e medie industrie. Dal 1985 presenti sul mercato

Dettagli

http://www.homeaway.it/info/guida-proprietari Copyright HomeAway INC

http://www.homeaway.it/info/guida-proprietari Copyright HomeAway INC Cambiare il testo in rosso con i vostri estremi Esempi di lettere in Inglese per la restituzione o trattenuta di acconti. Restituzione Acconto, nessun danno all immobile: Vostro Indirizzo: Data

Dettagli

GstarCAD 2010 Features

GstarCAD 2010 Features GstarCAD 2010 Features Unrivaled Compatibility with AutoCAD-Without data loss&re-learning cost Support AutoCAD R2.5~2010 GstarCAD 2010 uses the latest ODA library and can open AutoCAD R2.5~2010 DWG file.

Dettagli

Strategies for young learners

Strategies for young learners EUROPEAN CLIL PROJECTS CLIl Web 2.0--Indicazioni Strategies for young learners ramponesilvana1@gmail.com S.Rampone(IT) DD Pinerolo IV Circolo ramponesilvana1@gmail.com Indicazioni Nazionali O competenza

Dettagli

Famiglie di tabelle fatti

Famiglie di tabelle fatti aprile 2012 1 Finora ci siamo concentrati soprattutto sulla costruzione di semplici schemi dimensionali costituiti da una singola tabella fatti circondata da un insieme di tabelle dimensione In realtà,

Dettagli

BLUE. collezioni GRAZIE PER LA FIDUCIA

BLUE. collezioni GRAZIE PER LA FIDUCIA CURA, ATTENZIONE, TECNICHE D'AVAN- GUARDIA, GUSTO, STILE ED ESPERIENZA, SONO GLI INGREDIENTI DELLE COLLEZIONI D'AUTORE BELLOSTA RUBINETTERIE GRAZIE PER LA FIDUCIA CARE, ATTENTION, AVANTGARDE TECHNIQUE,

Dettagli

Megaphonemini. Portable passive amplifier. design by. Made in Italy

Megaphonemini. Portable passive amplifier. design by. Made in Italy Portable passive amplifier design by Made in Italy Amplificatore passivo portatile in ceramica per iphone. La forma è studiata per amplificare ed ottimizzare al meglio l uscita del suono. Dopo il successo

Dettagli

brand implementation

brand implementation brand implementation brand implementation Underline expertise in reliable project management reflects the skills of its personnel. We know how to accomplish projects at an international level and these

Dettagli

Ino-x. design Romano Adolini

Ino-x. design Romano Adolini Ino-x design Romano Adolini Nuovo programma placche Ino-x design Romano Adolini OLI, importante azienda nel panorama nella produzione di cassette di risciacquamento, apre al mondo del Design. Dalla collaborazione

Dettagli

Babaoglu 2006 Sicurezza 2

Babaoglu 2006 Sicurezza 2 Key Escrow Key Escrow Ozalp Babaoglu! In many situations, a secret (key) is known to only a single individual " Private key in asymmetric cryptography " The key in symmetric cryptography or MAC where the

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Diciotto

U Corso di italiano, Lezione Diciotto 1 U Corso di italiano, Lezione Diciotto U Scusi, a che ora aprono i negozi a Bologna? M Excuse-me, what time do shops open in Bologna? U Scusi, a che ora aprono i negozi a Bologna? D Aprono alle nove F

Dettagli

Unbounce Optimization

Unbounce Optimization Unbounce Optimization Alberto Mucignat Milano, 01 dicembre 2015 Doralab - Experience Design Company User Intelligence User Experience Design Business value 2 3 Full stack UX design Architettura dell informazione

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Ventidue

U Corso di italiano, Lezione Ventidue 1 U Corso di italiano, Lezione Ventidue U Oggi, facciamo un altro esercizio M Today we do another exercise U Oggi, facciamo un altro esercizio D Noi diciamo una frase in inglese e tu cerca di pensare a

Dettagli

Solutions in motion.

Solutions in motion. Solutions in motion. Solutions in motion. SIPRO SIPRO presente sul mercato da quasi trent anni si colloca quale leader italiano nella progettazione e produzione di soluzioni per il motion control. Porsi

Dettagli

Il Futuro. The Future Tense

Il Futuro. The Future Tense Il Futuro The Future Tense UNIT GOALS Unit Goals By the end of this unit the learner will be able to: 1. Conjugate the Futuro Semplice Simple Future regular verbs of all three major Italian conjugations.

Dettagli

portfolio www.zero3studio.it info@zero3studio.it

portfolio www.zero3studio.it info@zero3studio.it portfolio www.zero3studio.it info@zero3studio.it comunicazione visiva, progettazione grafica e sviluppo web visual communication, graphic design and web development www.zero3studio.it info@zero3studio.it

Dettagli

Live audiovisual performance Visuals: Mud, xo00 Sound: Maikko Total time: around 40mins

Live audiovisual performance Visuals: Mud, xo00 Sound: Maikko Total time: around 40mins tolab Otolab nasce nel 2001 a Milano da un gruppo di affinita che vede musicisti, dj, vj, videoartisti, videomaker, web designer, grafici e architetti unirsi nell affrontare un percorso comune nell ambito

Dettagli

AIM OF THE LESSON: for the students to familiarise themselves with the language of cooking

AIM OF THE LESSON: for the students to familiarise themselves with the language of cooking Lesson 1 Gli Gnocchi Date N of students AIM OF THE LESSON: for the students to familiarise themselves with the language of cooking The following activities are based on "Communicative method" which encourages

Dettagli

Donati. Sansepolcro Italy

Donati. Sansepolcro Italy T U S C A N Y Sansepolcro Italy T U S C A N Y 4 5 donati: una storia italiana Tre generazioni di passione, competenza e professionalità hanno fatto della nostra azienda un punto di riferimento nel settore

Dettagli

Introduzione Kerberos. Orazio Battaglia

Introduzione Kerberos. Orazio Battaglia Orazio Battaglia Il protocollo Kerberos è stato sviluppato dal MIT (Massachusetts Institute of Tecnology) Iniziato a sviluppare negli anni 80 è stato rilasciato come Open Source nel 1987 ed è diventato

Dettagli

PROSPETTO DEI SERVIZI PUBBLICITARI OFFERTI DA JULIET ART MAGAZINE CLIENT SPECS FOR JULIET ART MAGAZINE ADVERTISING SERVICES

PROSPETTO DEI SERVIZI PUBBLICITARI OFFERTI DA JULIET ART MAGAZINE CLIENT SPECS FOR JULIET ART MAGAZINE ADVERTISING SERVICES Juliet Art Magazine è una rivista fondata nel 1980 e dedicata all arte contemporanea in tutte le sue espressioni. Dal 2012, è anche e una rivista online con contenuti indipendenti. Juliet Art Magazine

Dettagli

STONE AGE SIMPLICITY IS NOT OVER. Semplicità. L Età della Pietra non è mai finita.

STONE AGE SIMPLICITY IS NOT OVER. Semplicità. L Età della Pietra non è mai finita. STONE AGE IS NOT OVER. L Età della Pietra non è mai finita. SIMPLICITY Semplicità La storia dell'uomo è da sempre legata alla pietra: dai megaliti, affascinanti enigmi di un passato millenario, ai grattacieli

Dettagli

the creative point of view www.geomaticscube.com

the creative point of view www.geomaticscube.com the creative point of view www.geomaticscube.com side B THE CREATIVE approach 03 Another point of view 04/05 Welcome to the unbelievable world 06/07 Interact easily with complexity 08/09 Create brand-new

Dettagli

Combinazioni serie IL-MIL + MOT

Combinazioni serie IL-MIL + MOT Combinazioni tra riduttori serie IL-MIL e MOT Combined series IL-MIL + MOT reduction units Combinazioni serie IL-MIL + MOT Sono disponibili varie combinazioni tra riduttori a vite senza fine con limitatore

Dettagli

HIGH PRECISION BALLS. 80 Years

HIGH PRECISION BALLS. 80 Years HIGH PRECISION BALLS 80 Years 80 ANNI DI ATTIVITÀ 80 YEARS EXPERIENCE ARTICOLI SPECIALI SPECIAL ITEMS The choice to look ahead. TECNOLOGIE SOFISTICATE SOPHISTICATED TECHNOLOGIES HIGH PRECISION ALTISSIMA

Dettagli

M.P. - FIBRAE_Urtica dioica - azione di raccolta e trasformazione di piante selvatiche da fibra - dal 2005

M.P. - FIBRAE_Urtica dioica - azione di raccolta e trasformazione di piante selvatiche da fibra - dal 2005 M.P. - FIBRAE_Urtica dioica - azione di raccolta e trasformazione di piante selvatiche da fibra - dal 2005 M.P. (Materie Prime - Raw materials) - Fibrae_Urtica dioica action of harvesting and transforming

Dettagli

You have seen education from different point of views: what does Malala say about education and what does Educate the heart say?

You have seen education from different point of views: what does Malala say about education and what does Educate the heart say? Domande di Inglese You had the opportunity to read some works about aesthetism. What are the aspects common to D'Annunzio and Wilde? You went to the theatre to see An Ideal husband. Did you like the play?

Dettagli