non sarai mai sola, avrai sempre te stessa MOMA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "non sarai mai sola, avrai sempre te stessa MOMA"

Transcript

1

2 non sarai mai sola, avrai sempre te stessa MOMA

3 MONICA MARIONI REBUS Con il patrocinio di: MONICA MARIONI Roma Como Milano Caldogno Chiostro del Bramante-Gallerie San Pietro in Atrio Palazzo delle Stelline (Vicenza) C4 A cura di Edited by Ivan Quaroni Testi di Texts by Ivan Quaroni Vittorio Sgarbi Antonina Zaru Direzione e Coordinamento Mostra Exhibition Coordinator and Director Federico Barosco Tiziana Manca Natalia De Marco Segreteria Organizzativa Organizational support Tiziana Manca - Arte Ipse Dixit Federico Barosco Ufficio stampa Press office Studio De Angelis, Milano Comune di Caldogno In collaborazione con: REBUS A cura di Ivan Quaroni Progetto grafico Graphic design Antonella Sperotto Crediti fotografici Photographic credits Monica Marioni D.I. Francesco Paoletti Maretti Editore All rights reserved. No reproduction and mechanically or electronically transmission of the present book is allowed in any parts, except with the permission of the editor s copyright. ISBN Copyright Maretti Editore 2013

4 REBUS 7 Ivan Quaroni IO SONO, IO NON SONO 11 I AM, I AM NOT Vittorio Sgarbi ESTETICAMENTE VALIDO 15 AESTHETICALLY VALUABLE Antonina Zaru opere I works 17 bio 61

5 REBUS di Ivan Quaroni Prendendo a prestito il titolo di una celebre opera di René Daumal, si potrebbe collocare la ricerca artistica di Monica Marioni come una variante del gurdjieffiano lavoro su di sé. L ego, con le sue estensioni in campo emotivo, psicologico e perfino spirituale è, in effetti, il dominio operativo entro cui si dipana l opera dell artista vicentina. Monica Marioni è consapevole che l io è la realtà ontologica più accessibile per ogni individuo e, massimamente, per quel particolare individuo che chiamiamo artista. Per questo, ne fa un territorio di dolorose, quanto rivelatrici, esplorazioni, un multiverso popolato d incubi ed estasi, di fantasmi e personificazioni che giacciono in quell oscuro limbo che, come una sottile membrana, permea il confine tra il subcosciente e il pensiero vigile. Una sua precedente serie di opere, intitolata Io sono, indagava, sotto forma di allucinate ibridazioni metamorfiche, tutto l armamentario simbolico della psiche umana, ordinando con inedito rigore un campionario di figure ossessive, degno di un immaginifico bestiario apocalittico. Angeli caduti, demoni serpentiformi e larve umane, frutto di un saputo lavorio digitale, scaturivano da quella stessa dimensione liminare e inafferrabile che aveva ridato i natali alle sue Ninfe. Poiché il sogno e l incubo, così come il divino e l umano, sono aspetti di una medesima realtà, è con chiaro intento analitico che Monica Marioni ne ha dissepolto le vestigia, restituendole alla dimensione dell immaginario collettivo. Quest atto d emersione, che conduce le immagini fuori dal recinto individuale verso lo sguardo cannibale del pubblico, somiglia a un gesto votivo, sacrificale. È, in buona sostanza, un gesto di ammissione e di accettazione dell esistenza dell altro, inteso come entità analoga e, insieme, differente. Così, il canto di bellezza e virtù delle sue diafane Ninfe, in raccordo con la sofferente, eucaristica nenia dei suoi angeli e dei suoi demoni, diventano espressioni figurate dell umanità tutta. Si potrebbe perfino dire che l Io sono di Monica Marioni nasce come affermazione univoca di un particolare individuo, per trasformarsi, attraverso la vorace cannibalizzazione delle immagini, in un altra interlocuzione: Chi siamo noi? Il vecchio adagio secondo cui il microcosmo è immagine del macrocosmo è fatto salvo. Il lavoro su di sé compiuto da un artista diventa, suo malgrado, patrimonio dell umanità. La ricerca di una risposta per sé, diventa un indagine di cui tutti possono beneficiare; quindi non solo gli angeli e i demoni di Monica Marioni sono anche i nostri angeli e demoni, ma ognuno di noi è invitato tacitamente a compiere quella medesima indagine, a scendere, insomma, negli occulti meandri della psiche per trovare, attraverso successive correzioni, la via verso il tesoro nascosto degli alchimisti (Visita Interiorae Terrae Rectificando Invenies Occultum Lapidem). REBUS, progetto che raccoglie le più recenti opere dell artista, può essere descritto come un successivo stadio della parabola emersiva di Monica Marioni e della sua progressiva ascensione dalla sfera ineffabile ed esclusiva dell ego a quella, altrettanto impenetrabile ed esoterica, dell alter. Per la prima volta, con REBUS, la Marioni prende esplicitamente le mosse dall immaginario collettivo, saccheggiando quel (segue) REBUS by Ivan Quaroni Borrowing the title of a famous work of René Daumal, we could represent Monica Marioni s artistic research as a variant of Gurdjieff s work on oneself. The ego, with its extensions in the emotional, psychological and even spiritual field is, in fact, the operational domain within which the work of this famous Vicenza artist unravels. Monica Marioni is aware that the self is the most accessible ontological reality to every individual and, especially, for that particular individual we call artist. For this reason, it is an area of painful, as revealing, explorations, a multiverse populated with nightmares and ecstasy, ghosts and personifications that lie in that dark limbo that, like a thin membrane, permeates the boundary between the subconscious and the waking thought. An earlier series of works, entitled Io sono (I am), investigated in the form of hallucinatory metamorphic hybridizations, all the symbolic paraphernalia of the human psyche, arranging with unprecedented rigor a set of samples of obsessive figures, worthy of an imaginary apocalyptic bestiary. Fallen angels, snake shaped demons and human larvae, the result of a conscious digital work, stemmed from that same liminal and elusive dimension that had restored birth to her Nymphs. Because dreams and nightmares, as well as the divine and the human, are aspects of the same reality, it is with a clear analytical intent that Monica Marioni has dug up their remains, restoring the size of the collective imagination. This act of emergence, which leads the images out of the individual fence, towards the eyes of the cannibal public, resembles a votive gesture, a sacrifice. It is, in essence, an act of admission and acceptance of the existence of the other, understood as a similar entity and at the same time, different. Thus, the song of beauty and virtue of her diaphanous Nymphs, in connection with the suffering, Eucharistic dirge of her angels and demons, become figurative expressions of humanity as a whole. One could even say that Monica Marioni s Io sono was born as a unique statement of a particular individual, to transform itself through the voracious cannibalization of the images in another question: who are we? The old adage according to which the microcosm is the image of the macrocosm keeps its value. The work made on the self by an artist becomes, reluctantly, world heritage. The search for an answer in herself, turns into an investigation that everyone can benefit; thus not only Monica Marioni s angels and demons are our angels and demons, but each of us is tacitly invited to take the same survey, to descend, essentially, into the hidden depths of the psyche in order to find, through successive corrections, the way to the hidden treasure of the alchemists (Visit Interiorae Terrae rectificando Invenies Occultum Lapidem). REBUS, a project that brings together the most recent works, can be described as a later stage of Monica Marioni s emerging parable and of her gradual ascent from the ineffable and exclusive sphere of the Ego to the equally impenetrable and esoteric one, that of the Alter. For the first time, with REBUS, Monica Marioni explicitly takes the moves from the collective imagination, sacking the huge iconographic reservoir that is internet. Inspired by the hundreds of images on the web and internalizing the signs (follow) 7

6 gigantesco serbatoio iconografico che è internet. Ispirandosi alle centinaia d immagini del web e interiorizzando i segni di maestri riconosciuti e autori ignoti, l artista compie un operazione concettuale, intesa a innescare nell osservatore un senso di familiarità con le opere. La sua è, dunque, una ricerca che implica un contatto più stretto con l altro, tramite l analisi dei meccanismi percettivi del pubblico. Ma non si tratta solo di questo. Monica Marioni è un artista processuale, che tiene in debito conto ogni singola fase dei suoi progetti, come parti di un insieme finalizzato a uno scopo preciso: gli altri sono uno strumento d indagine statistica e un luogo per testare alcune intuizioni dell artista sulla relazione tra la costruzione delle immagini e il modo in cui vengono recepite. Oltre ad essere un artista completa, capace di utilizzare gli strumenti tradizionali e i tools digitali, e di esprimersi attraverso i più diversi media - dal disegno alla pittura, dall installazione alla performance, dal video all allestimento scenico - Monica Marioni è anche laureata in scienze statistiche. Il suo approccio al lavoro è, infatti, metodico, rigoroso tanto nella fase di reperimento delle fonti iconografiche, quanto nella fase di creazione digitale e nella finitura materica dell opera. Ma procediamo con ordine. Perché REBUS è il titolo del nuovo progetto di Monica Marioni? REBUS è l ablativo del termine latino Res, che significa cosa. Nell enigmistica fa riferimento a una frase espressa attraverso immagini e lettere di raccordo. Il rebus è, dunque, qualcosa da decifrare, un mistero celato dietro elementi visivi riconoscibili. Monica Marioni usa un meccanismo analogo. In un primo momento, attraverso la ricerca d immagini raccoglie segni, tracce e icone riconoscibili, come disegni di Michelangelo o di Egon Schiele, ritratti di Dante Alighieri, immagini della Nike di Samotracia, personaggi dei comics come Silver Surfer e Joker, tatuaggi e molto altro ancora. A questi affianca frammenti d immagini anonime, opere di sconosciuti e altri elementi saccheggiati dall informe massa d immagini che sovraffollano la rete. In un secondo momento, compone quelle che Jean Clair definirebbe le disjecta membra della modernità, attraverso un segno nuovo e personalissimo, che conserva tracce mnestiche del passato come, ad esempio, il segno drammatico di Egon Schiele, che affiora in molte opere come una sorta di fil rouge, cui è demandato il compito di indurre nell osservatore un senso di familiarità e di deja vu ottico. Lo stesso si può dire del segno grafico e dell impaginato da fumetto, che accentua la dimensione narrativa di queste opere. Al centro di tutto, infatti, c è il disegno, la prima e più immediata forma di creazione d immagini, quella più vicina alla sorgente dei pensieri e delle emozioni e che, dunque, meglio si presta alla rappresentazione di pulsioni represse e immagini rimosse. Il disegno è espressione tanto vitale ed essenziale che, come nota Emma Dexter, nessuno ne ha mai dichiarato la morte. Ma se, come afferma la Dexter, disegnare è essere umani, allora REBUS si configura come una ricognizione nel buio profondo dell espressività umana, dove si annidano segni riconoscibili e tracce inedite, icone di massa e figure anonime, che l artista preleva e trasforma in immagini perturbanti, capaci di raccontare storie di drammi e conflitti interiori. Eppure, questa, come dicevo, è solo una fase del processo, quella che conduce alla composizione dell immagine sorgente, che poi diventa un opera, realizzata in tecnica mista su supporti come carta, tela e cartone. Il risultato del procedimento messo in atto dalla Marioni è una of acknowledged masters and unknown authors, the artist performs a conceptual operation, designed to trigger in the viewer a sense of familiarity with her works. Her work is, therefore, a search which implies a closer contact with the other, through the analysis of the perception mechanisms of the public. But not only that. Monica Marioni is a processing artist, who do consider each stage of her projects, as part of a series aimed at a specific purpose: the others are a tool for statistical analysis and a place to test some of the artist s insights on the relationship between the construction of the images and the way in which they are incorporated. Besides being a complete artist, able to use traditional and digital tools, and to express herself through most different media - from drawing to painting, from installation to performance, from video to visual arrangement of the scene - Monica Marioni is also graduate in statistic sciences. Her approach to work is, in fact, methodical, rigorous, both during retrieval of the iconographic sources, as in the process of digital creation and material finishing of the work. But let s proceed in order. Why REBUS is the title of the new project by Monica Marioni? Rebus is the ablative of the Latin Res, which means thing. In mind games, it refers to a phrase expressed through connecting pictures and letters. REBUS is, therefore, something to decipher, a mystery behind the recognizable visual elements. Monica Marioni uses a similar mechanism. At first, through researching of images she collects signs, traces and recognizable icons, such as drawings of Michelangelo or Egon Schiele, portraits of Dante Alighieri, images of the Nike of Samothrace, and also comics characters like Silver Surfer and Joker, tattoos and much more. She joins these images alongside fragments of anonymous works from other people and items looted from the formless mass of images that overcrowd the net. In a second step, she composes what Jean Clair would define the disjecta membra of modernity, through a new, very personal mark, which preserves the memory traces of the past such as, for example, the dramatic sign of Egon Schiele, which emerges in many works as a kind of leitmotif, which has the task to induce in the viewer a sense of familiarity and optical deja vu. The same can be said of the graphic sign and of the layout, similat to a comic book, which emphasizes the narrative dimension of these works. At the center of everything, in fact, there is the drawing, the first and most immediate form of creation of images, the one closest to the source of thoughts and emotions and, therefore, better suited to the representation of repressed impulses and images removed. Drawing is an expression so vital and essential that, as noted by Emma Dexter, no one has ever declared its death. But if, as Dexter says, drawing means to be human, then REBUS takes the form of a travel in the deep darkness of human expression, where recognizable signs and original traces are nested, together with mass icons and anonymous figures, which the artist picks up and transforms into disturbing images, capable of telling stories of interior drama and conflicts. Yet this, as I said, is just one step in the process that leads to the composition of the source image, which then becomes a work, made in mixed media on supports as paper, canvas and cardboard. The result of the procedure adopted by Monica Marioni is a series of enigmatic works which, like rebus, hide a secret serie di opere enigmatiche, che come i rebus nascondono un segreto crittato. Ne sono protagoniste figure maschili e femminili, apparizioni che sembrano affiorare dalla storia dell arte o dalle tavole di un fumetto d autore per approdare, con il loro carico espressivo, tra le maglie di una modernità liquida e inafferrabile, dove dominano i tic e le ossessioni della cultura urbana e dell estetica glamour. Monica Marioni usa le evidenze stilistiche come trappole ottiche per lo sguardo, e l osservatore è catturato nella rete di citazioni e rimandi, in un labirinto di segni che rimbalzano, senza soluzione di continuità, tra il Rinascimento italiano e la Secessione viennese, passando per un infinità di riferimenti popolari di marca lowbrow, dall iconografia rock a quella dei supereroi. Monica Marioni gioca la sua partita sul terreno della condivisione, ma è solo un innesco, una trappola appunto. Potremmo definirla una tecnica di marketing, che nasconde un obiettivo più ambizioso, quello cioè di deviare l attenzione del pubblico dalla visione retinica, direbbe Duchamp, a quella interiore. Le opere di REBUS appaiono come un frammentato affresco della vita contemporanea, un tableau vivant che analizza i rapporti e le interazioni fra i sessi, evidenziando le zone erronee della nostra vita sociale. Ma sono anche e soprattutto immagini metaforiche, che alludono a ben altri conflitti. Quelli che, eternamente, si consumano nella coscienza di ogni individuo. Ed è proprio li, negli intricati meandri della psicologia del profondo che, ancora una volta, Monica Marioni ci conduce per mano. D altra parte, come scriveva Sheldon Kopp, Tutte le battaglie significative vengono combattute all interno del sé. encrypted. Protagonists are male and female figures, characters that seem to emerge from art history or from the plates of a comic strip to land, with their expressive burden, between the meshes of a liquid and elusive modernity, dominated by tics and obsessions of urban culture and glamour aesthetics. Monica Marioni uses the stylistic evidences as optical traps for the eyes and the viewer is caught in the net of quotations and references, in a maze of signs bouncing, seamlessly, between the Italian Renaissance and the Vienna Secession, through countless references to popular branded lowbrow, from rock iconography to that of superheroes. Monica Marioni plays her game on the ground of sharing, but it is only a trigger, a trap in fact. We could call it a marketing technique that hides a more ambitious goal, which is to divert public attention from the retinal vision, Duchamp would say, to the interior one. The works of REBUS appear as a fragmented fresco of contemporary life, a tableau vivant, which analyzes the relationships and interactions between the sexes, highlighting the erroneous zones of our social life. But also, and especially, they are metaphoric images that allude to many other conflicts. Those that, eternally, are consumed in the conscience of every individual. And it is perfectly there, in the intricate maze of depth psychology that, once again, Monica Marioni takes us by the hand. On the other hand, as Sheldon Kopp wrote, All of the significant battles are waged within the self. 8 9

7 10 IO SONO, IO NON SONO di Vittorio Sgarbi Monica Marioni parla chiaro, come non sempre gli artisti fanno, o sono in grado di fare, specie quelli più intellettualizzati. Per lei, l arte mantiene sempre un significato primario, inderogabile: è il campo espressivo dell individualità. Non si tratta di una scoperta, naturalmente, ma di una presa di coscienza comunque importante, lucida e onesta, tanto più apprezzabile in tempi di furbe mistificazioni in cui l individualismo espressivo più gratuito, quello che spadroneggia nelle rassegne più à la page, gioca spesso a farsi credere arte di preminente vocazione sociale, quasi si vergognasse di non esserlo. Siamo, più di ogni altra cosa, animali psichici, ognuno differente dall altro, e questa differenza è alla base del modo con cui concepiamo la nostra individualità: l arte serve non solo a ricordarcelo, ma a fornici un impareggiabile strumento con cui poter esaltare al meglio la nostra componente individuale, trovando l antidoto alla regola statistica del mondo per cui dovremmo essere tutti considerati numeri della stessa specie. Con questo, non si vuole dire che un arte incentrata sull individualità debba essere per forza antitetica ai numeri, ovvero alla dimensione dell ampia condivisione collettiva. Il pensiero della Marioni è chiaro anche su questo punto. L io è immensamente più interessante dell altro, ma sono gli altri a fare la storia, diceva il giovane Pasolini. Ergo, se non si vuole ridurre l arte a esercizio onanistico, di carattere strettamente privato, con gli altri ci si deve confrontare. Anche perché gli altri non sono affatto la negazione dell io, ma altre individualità, altri universi interiori che l artista non ha l obbligo di conoscere, e forse neanche a tenere in debito conto, ma di cui non potrebbe certo contestare l esistenza. In ciò, la poetica della Marioni dimostra di riferirsi a un accezione aggiornata della modernità, al passo con gli anni Duemila, epoca in cui tutti siamo contemporaneamente oggetti e soggetti di comunicazione globale. La Marioni, cioè, non ha la presunzione di voler imporre la sua individualità - spiccata e geniale a priori, altrimenti non si sarebbe artisti - su quella di una massa teoricamente indistinta e amorfa, secondo una visione tipica del Romanticismo, alla base anche di tanta Avanguardia novecentesca, per non dire dei suoi cascami che ancora ci ritroviamo fra i piedi molesti, spesso e volentieri. Quello della Marioni è un atteggiamento più moderato, in fondo più umile: posso indagare da vicino e conoscere bene solo me stessa, per questo me ne occupo. Se Io Sono, fosse anche fortissimamente, come la Marioni ci tiene ad affermare, è perché altro non si sarebbe in grado di essere. Nel dichiararsi esploratrice di sé stessa per forza di cose più ancora che per vocazione, la Marioni finisce per ammettere anche due conseguenze di quel presupposto: da una parte, la stretta relazione del suo modo d intendere l arte con l ambito di tradizionale competenza della psicologia e della psicanalisi, secondo un rapporto che la nostra civiltà ha inteso fin dai tempi in cui Freud non era neanche in mente Dei; dall altra, l essere l investigazione interiore, pensando alla collettività quale insieme di unità psicologicamente distinte, come prima si è accennato, un metodo conoscitivo che può benissimo essere messo a disposizione, per analogia, a qualunque altra individualità che intenda adottarlo. E in effetti, vedendo le opere della Marioni, ci viene spontaneo constatare la marcata individualizzazione del panta da lei allestito, ma, ugualmente, anche il fatto che niente di ciò che viene tirato in ballo dalle sue operazioni estetiche, nelle suggestioni visuali come in quelle concettuali, risulta essere del tutto estraneo a noi stessi. Come mai, e soprattutto, di chi il merito? Indubbiamente, dell estrema duttilità espressiva della Marioni, non solo per il fatto che l artista ci ha abituati a non tralasciare alcun mezzo per visualizzare le sue fantasie creative, dalla pittura alla fotografia, dal video alla performance, dall installazione all allestimento scenico, ognuno affrontato con una chiara percezione della sua specificità, eppure riuscendo a mantenere una coerenza innegabile nel dispiegarli secondo un unico disegno diffuso, ma anche perché il più delle volte le sue elaborazioni non sono invenzioni totalmente ex abrupto, attingendo a motivi e registri estetici che fanno parte del nostro immaginario collettivo, quello storico come quello contemporaneo. (segue) I AM, I AM NOT by Vittorio Sgarbi Monica Marioni talks straight, something that artists don t always do, or aren t capable of doing, especially artists that are more intellectualized. To her, art always upholds its primary, unchangeable meaning: it is the field in which individuality is expressed. Not a discovery, of course, but consciousnessraising that is in any case important, lucid and honest, and even more appreciable in a time of cunning mystifications in which the most gratuitous expressive individualism, of the kind that throws its weight around in the trendiest reviews, often plays at being art with a pre-eminently social vocation, almost as if it felt ashamed at not being so. More than anything else, we are psychological animals, each person different from the next, and this difference underlies the way we conceive our own individuality: art does not serve to remind us of it, rather, it provides us with an unequalled tool that we can use to make the most of our individual component, finding the antidote for the statistical rule of the world that says we should all be considered numbers in the same species. I m not saying that art that hinges upon individuality must by all means be antithetical to numbers, that is, to the dimension of a broad collective sharing. Marioni s thinking is clear on this aspect as well. The Self is immensely more interesting than the Other, but others are the ones who make history, as Pasolini once said. Hence, if we don t want to reduce art to an exercise in onanism, of a strictly private sort, we are compelled to come to terms with such others. Also because others are not at all the denial of the Self; rather, they are other individualities, other interior universes that the artist is not forced to know, and perhaps not even to take into due account, but whose existence he or she certainly could not dispute. In this sense Marioni s poetics appear to refer to an updated meaning of modernity, apace with the third millennium, a time when we are all both the objects and subjects of global communication. Marioni, in other words, does not claim to impose her individuality - which must be remarkable and ingenious a priori, otherwise one wouldn t be an artist - upon that of a theoretically indistinct and amorphous mass, according to a vision typical of Romanticism, which is also at the basis of much twentieth-century avant-garde art, not to mention its annoying wastefulness, which we are still stumbling over today. Marioni s is a more moderate attitude, in the end a meeker one: I can only explore and be well-acquainted with myself, and that s why I deal with this. If I Am were as strong as Marioni wants to declare it is, this is because one is not capable of being anything else. In declaring herself to be an explorer of herself by necessity even before being so by vocation, Marioni also ends up admitting two consequences of that presupposition: on the one hand, the close relationship between her way of understanding art and the traditional sphere of competence in psychology and psychoanalysis, according to a rapport that our civilization has understood since the time when Freud wasn t even in God s mind yet; on the other, its being an interior investigation, thinking to the collectivity as a whole of psychologically distinct unity, as we mentioned before, a cognitive method that can easily be made available, by analogy, to any other individuality that intends to use it. And indeed, if we look at Marioni s works, we spontaneously take note of the marked individualization of the panta she has set up, but equally the fact that nothing of what is brought into play in her aesthetic operations, in both the visual suggestions and the conceptual ones, is totally alien to us. Why is this so, and above all, to whom is it due? No doubt to Marioni s extreme expressive ductility, not just because the artist has accustomed us to not overlook any means in visualizing her creative fantasies, from painting to photography, from video to performance, from the installation to the set design, each and every one of these treated with the clear perception of its specificity, and yet at the same time managing to retain an undeniable coherence while they are unfolding according to a single diffuse design; but also because in most cases her works are not totally ex abrupto inventions, drawing from the aesthetic motifs and registers that form a part of our collective imaginary, from both the past and the present. What stems from this is a conception of the work, and even more so when it comes in the shape of a correlated totality of works, (follow)

8 Ne deriva una concezione dell opera, tanto più quando in forma di totalità correlata di opere, come articolazione simbiotica di segni e linguaggi differenti, in una varietà infinita di soluzioni che ora possono essere organizzati come accumulazioni stratificate anche in senso fisico, per esempio negli intriganti assemblages in cui la Marioni accoppia lacerti di arte antica a libere partiture informali in cui la gestualità espressiva sembra essere determinata non dalle sole mani, ma da una persona nella sua interezza immateriale; ora, vedi il caso di Io sono, come configurazione di un ambiente, fuori da un tempo reale, che sa un po di cappella, un po di più laica Wunderkammer, con al centro un arena, lo spazio rituale più connotato, terreno ideato per accogliere una danza tribale propiziatoria, dotato di un monolite nel mezzo, rimanenza archeologica di chissà quale civiltà passata o futura, ma anche ipotetico ring di sumo dove ognuno potrebbe benissimo proiettare le lotte conflittuali, fra io e non-io, maschile e femminile, istinto e ragione, desiderio e repulsione, santità e dannazione, che le rappresentazioni laterali, novelle pale votive, mirano a sottintendere, dissacrando il clichè del glamour fotografico, dominante nella comunicazione di massa dei nostri tempi, a colpi di adulterazioni grafiche e fisiologiche, anche mostruose, che incrinano irrimediabilmente la fiducia nell idealità, facendo emergere, al suo posto, un ossessione primordiale, oscura, quella dell imperfezione, che forse è figlia di una civiltà malata di eccessivo estetismo. Seguendo, nel tempio dell Io sono, le tracce delle sue ossessioni, scoprendosi improvvisamente un angelo precipitato nel limbo delle proprie intrinseche contraddizioni, la Marioni cerca certamente sé stessa, ma non si è affatto preclusa di poter trovare anche qualcosa di noi, o meglio, qualcosa che il nostro Io Sono, un Io non Sono rispetto al suo, possa comunque avere in comune con esso. È questa, a dispetto, se si vuole, dell individualismo così tanto esibito dalla Marioni, la socialità della sua arte, più autentica ed efficace di tante altre: il farci, cioè, non i poveri sudditi dell ennesima, inutile tirannia di uno spirito maledettamente narciso, ma partecipi di una repubblica delle anime in cui tutti, malgrado i ruoli differenti, ci sentiamo cittadini con uguali diritti. Anche questa è una lezione che va riconosciuta a Monica Marioni, morale, direi, non meno che artistica. (Testo tratto dal catalogo io sono Milano, Fondazione Stelline, Febbraio Edizioni Sole24Ore Cultura) as the symbiotic articulation of different signs and languages, in an endless variety of solutions, which can now be organized as stratified accumulations also in a physical sense, for example in the intriguing assemblages in which Marioni combines fragments of ancient art with free informal scores where the expressive gesture seems to be determined not just by the hands, but by a person in her immaterial wholeness; now, I Am can be seen as the configuration of an ambient, outside of real time, somewhat of a chapel, somewhat of the more secular cabinet of curiosities, with an arena at its centre, the most connoted of ritual spaces, a place conceived to welcome a propitiatory tribal dance, featuring a monolith in the middle, the archaeological remains of who knows which past or future civilization, but also a hypothetical sumo ring where anybody could easily project his or her inner conflicts, between Self and non-self, male and female, instinct and reason, desire and repulsion, sanctity and damnation, which lateral representations, new votive altarpieces, aim to underlie, debunking the cliché of photographic glamour, which dominates in the mass communication of our times, at the sound of graphic and physiological adulterations, even monstrous ones, which irremediably weaken any faith in ideality, causing to emerge, in its place, a primordial, obscure obsession, that of the flaw, which is perhaps the offshoot of a civilization sick with excessive aestheticism. By following, in the temple of I Am, the traces of her obsessions, suddenly discovering oneself to be an angel fallen into the limbo of one s own intrinsic contradictions, Marioni no doubt seeks herself, but she has in no way prevented herself from being able to find something of us as well, or rather, something that our I Am, an I Am Not in relation to hers, can in any case have in common with it. This, if we wish, in spite of the individualism so clearly exhibited by Marioni, is the sociality of her art, which is more authentic and effective than many others: in other words, it makes us not the poor subjects of the umpteenth, useless tyranny of a terribly narcissistic spirit, but rather participants in a republic of the souls where, notwithstanding the different roles, we feel like citizens with equal rights. This too is a lesson that needs to be acknowledged of Monica Marioni, a moral, I dare say, that is no less than artistic. (Extracted from io sono catalogue Milano, Fondazione Stelline, February Edizioni Sole24Ore Cultura) 12 13

9 ESTETICAMENTE VALIDO di Antonina Zaru Tutte le donne, in fondo, lo sanno da sempre. L arte, l universo della creazione e del bello, è una faccenda molto più muliebre di quanto, invece, secoli e secoli di egemonia culturale maschilista abbiano voluto farci credere. Per carità, qui non è questione di orgoglio di genere o della pur sacrosanta rivalsa del pensiero della differenza. Perché sappiamo perfettamente che l intelligenza non è faccenda da quote rosa. Ma, siamo sinceri, chi mai si potrà ancora meravigliare se adesso ricordiamo come uno dei più antichi ed affascinanti miti sulla nascita dell opera d arte veda appunto una donna, Corinzia, segnare per la prima volta su una parete, con mano sinuosa e morbida come movimenti dei fianchi nella danza, l amoroso ritratto di profilo dell uomo di cui era innamorata? L arte, insomma, secondo il mito, sarebbe stata generata dalla stessa mano chiusa e stretta nel dolore delle doglie, quella mano capace di produrre con altro gesto, pur così simile al momento primigenio della maternità, solo e sempre atti d amore. Perché cos altro è in fondo l arte se non un atto d amore? E allora, se il mondo fosse appena un po più giusto di quanto invece si trovi ad essere, ed avesse deciso di girare nel verso in cui dovrebbe girare, probabilmente ci ritroveremmo una storia dell arte completamente diversa. Piena di donne. Del profumo della loro intelligenza. Dell ardore della loro forza. E invece no. E sappiamo come è andata a finire. Con secoli e secoli in cui la creatività femminile (quando non la femminilità tout court) è stata vilipesa se non del tutto soffocata. Si pensi, ad esempio, al Medioevo, secoli e secoli in cui il talento artistico delle donne era tutt al più tollerato e solo quando si confinava dietro gli ombrosi muri dei conventi. Certo: la questione non è semplicemente legata alla produzione di opere d arte da parte delle donne, ma, chiaramente, proprio al posto nel mondo che le donne sono state costrette ad assumere per millenni. E nessuno, dalla metà del cielo egemone, quella dei maschi, insomma, si può dire escluso. Ricordo qui Artemisia Gentileschi, probabilmente la pittrice più famosa della Storia. Nota per il suo protofemminismo, figlia del pittore Orazio Gentileschi, che presto surclassò in talento e forza, Artemisia fu tra le prime donne a costruire la sua intera poetica sulla specificità e sulla dignità della sua sensibilità femminile. Ed è con lei, con le sue tele piene di luci ed ombre caravaggesche, eppure di una qualità di pathos e di delizia affatto originali, che nell arte occidentale il pensiero e l estetica femminile trovano una non più tacibile legittimità. Tutte le donne devono qualcosa al suo coraggio. Artiste e no. Perché tutte le donne, in fondo, hanno bisogno, più di ogni altra cosa, di coraggio. Ed il coraggio, a mio avviso, dovrebbe essere anche la qualità principale di ogni artista. Il coraggio di rompere le regole e di vedere oltre, il coraggio di cambiare, il coraggio di combattere la propria finitezza. Di affrontare le paure e di vedere negli occhi quello che amiamo. E di lambire, solo così, ogni volta l eterno. È quello che ho amato di più degli artisti con cui ho lavorato, il coraggio. Ed è la dote principale di Monica Marioni. Ma, a ben vedere, il cuore profondo del suo talento batte intorno al discorso sull Amore. Come continua e spasmodica ricerca del bello intorno a sé e come centro nevralgico dell essere nel mondo. E la ricerca dell Amore (che resta pur sempre la forma più sublime del bello) in Monica Marioni è sempre un operazione a cuore aperto, dove l artista si rivela senza fingimenti allo spettatore, ancorando il suo sguardo, invero modernissimo, all intelligenza e alla felicità d eloquio del Rinascimento (soprattutto alla capacità sinottica, dal particolare all universale, che aveva il meraviglioso secolo italiano), regalandoci però un mondo di gioie e di ombre fatto di stratificazioni e di compresenze, che conosce l inno alla gioia come l uggia del pianto. Perché, come Corinzia, il segno di Marioni è sempre il ritratto di chi ama. E tutta la sua arte è un atto d amore. Ed è in questo habitus la verità del suo talento. Monica Marioni si veste e ci investe di arte, apparendoci così nuda e illuminante. E questa, signore e signori, è pura arte. Questo è coraggio. (Per Revolution magazine - num. 02/2007) AESTHETICALLY VALUABLE by Antonina Zaru All women, after all, know it all along. art, the world of creation and beauty, is much more related to feminine, than centuries of male chauvinist s cultural hegemony wanted us to believe. It s not a matter of genus pride or of recourse of the theory of difference, even sacrosanct. It s because we know perfectly well that intelligence is not linked to female quotas. But, let s be honest, whoever may still be in wonder if now we remember as one of the most ancient and fascinating myths about the birth of a work of art the story of a woman, Corinthia, who marked for the first time on a wall, with winding and soft hand, like the hip movements of a dance, the loving profile portrait of the man she was in love? Art, in short, according to myth, was generated by the same hand closed and narrow in the labor pains, the hand which can produce with another gesture only and always acts of love, yet so similar to the primordial experience of motherhood. Because basically what else is art, if not a love act? And then, if the world had been just a little more fair than it was, and if I had decided to turn in the right direction, maybe we would end up a completely different art history. Full of women. Full of the scent of their intelligence, of the keenness of their strength. But no. And we know how that turned out. We had centuries in which female creativity (when not outright femininity) was vilified, or rather completely suppressed. Let s consider, for example, the Middle Ages, when women s artistic talent were at most tolerated, and only when confined behind the shadowy walls of the monasteries. Of course, the question is not simply related to the production of works of art by women, but, of course, to the place in the world that women have been forced to take on for millennia. And no one, among who belong to the hegemonic half of the sky, men, in short, can say I m excluded. I remember here Artemisia Gentileschi, probably the most famous paintress of history. Known for her early-feminism, daughter of the painter Orazio Gentileschi, who she soon outclasses in talent and strength, Artemisia was among the first women to build her entire poetic on the specificity and the dignity of her feminine sensibility. And with her, with her Caravaggio s way paintings, full of lights and shadows, but made with a delight and a quality of pathos all originals, the feminine thought and aesthetic find a no longer omissible legitimacy in Western art. All women owe something to her courage. Artist and not. Because all women, after all, need more than anything else courage. And courage, in my opinion, should also be the main quality of each artist. The courage to break the rules and see beyond, the courage to change, the courage to fight his own finitude. To address the fears and see in his eyes what he loves. To brush every time, in this way only, the eternal. That s what I loved most of the artists I ve worked with, courage. And courage is the main gift of Monica Marioni. But, in hindsight, the deep heart of her talent beats around the discourse on love. As continuous and frantic search for the beautiful, and as the nerve center of being in the world. And the search for love (which is still the highest form of beauty) in Monica Marioni is always an open heart surgery, where the artist is revealed to the viewer without camouflages, anchoring her vision,contemporary indeed, to the intelligence and communicativeness of the Renaissance (especially to the synoptic approach, from the particular to the universal, proper of that wonderful Italian century). Even doing this she give us a world of joys and shadows, made of stratifications and multi-presences, who knows both the song of the joy and the shadow of tears. This because, like Corinthia, the sign of Marioni is always the portrait of what she loves. And all her art is an act of love. It is in this habitus the truth of her talent. Monica Marioni dresses herself and run down us with her art, appearing so naked and enlightening. And this, ladies and gentlemen, is pure art. This is courage. (For Revolution magazine - num. 02/2007) 15

10

11 18 Untitled - mixed media on Corrente magazine offprint - 50x35,5 cm

12 20 REBUS - mixed media on Corrente magazine offprint - 50x35,5 cm

13 22 Finally I succeeded (detail) - mixed media on Corrente magazine offprint - 50x35,5 cm

14 24 Bitch! (detail her ) - mixed media on Corrente magazine offprint - 50x35,5 cm

15 26 It s me! - mixed media on Corrente magazine offprint - 50x35,5 cm

16 28 Come on! (detail him ) - mixed media on Corrente magazine offprint - 50x35,5 cm

17 30 Raw - mixed media on Corrente magazine offprint - 50x35,5 cm

18 32 Finally I succeeded - mixed media on Corrente magazine offprint - 50x35,5 cm

19 34 You are not a baby anymore - mixed media on Corrente magazine offprint - 50x35,5 cm

20 36 Bitch! (detail him ) - mixed media on Corrente magazine offprint - 50x35,5 cm

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO PERCORSO DI INSEGNAMENTO/APPRENDIMENTO TIPO DI UdP: SEMPLICE (monodisciplinare) ARTICOLATO (pluridisciplinare) Progetto didattico N. 1 Titolo : Let s investigate the world with our touch! Durata: Annuale

Dettagli

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life PRESENT SIMPLE Indicativo Presente = Presente Abituale Prerequisiti: - Pronomi personali soggetto e complemento - Aggettivi possessivi - Esprimere l ora - Presente indicativo dei verbi essere ed avere

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE copertina univ. 21 11-04-2005 16:30 Pagina 1 A State and its history in the volumes 1-20 (1993-1999) of the San Marino Center for Historical Studies The San Marino Centre for Historical Studies came into

Dettagli

Official Announcement Codice Italia Academy

Official Announcement Codice Italia Academy a c a d e m y Official Announcement Codice Italia Academy INITIATIVES FOR THE BIENNALE ARTE 2015 PROMOTED BY THE MIBACT DIREZIONE GENERALE ARTE E ARCHITETTURA CONTEMPORANEE E PERIFERIE URBANE cured by

Dettagli

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004 ! VERBI CHE TERMINANO IN... COME COSTRUIRE IL SIMPLE PAST ESEMPIO e aggiungere -d live - lived date - dated consonante + y 1 vocale + 1 consonante (ma non w o y) cambiare y in i, poi aggiungere -ed raddoppiare

Dettagli

PANNELLO FRONTALE: QUERCIA STYLE CANNELLA PROFILO: PINO NERO PIANO DI SERVIZIO E ZOCCOLO: AGGLOMERATO MEROPE

PANNELLO FRONTALE: QUERCIA STYLE CANNELLA PROFILO: PINO NERO PIANO DI SERVIZIO E ZOCCOLO: AGGLOMERATO MEROPE Una proposta dall estetica esclusiva, in cui tutti gli elementi compositivi sono ispirati dalla geometria più pura e dalla massima essenzialità del disegno per un progetto caratterizzato da semplicità

Dettagli

40 motivi per cui le puttane sono le mie eroine

40 motivi per cui le puttane sono le mie eroine 40 motivi per cui le puttane sono le mie eroine Le puttane sanno condividere le parti più private e delicate del corpo con perfetti sconosciuti. Le puttane hanno accesso a luoghi inaccessibili. Le puttane

Dettagli

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Sede di Rappresentanza: Castello di San Donato in Perano 53013 Gaiole in Chianti (Si) Tel. 0577-744121 Fax 0577-745024 www.castellosandonato.it

Dettagli

il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé.

il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé. il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé. COLLECTION luna material and shapes evoke the celestial

Dettagli

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA IL PRIMO GIORNO CON LA FAMIGLIA OSPITANTE FIRST DAY WITH THE HOST FAMILY Questa serie di domande, a cui gli studenti risponderanno insieme alle loro famiglie, vuole aiutare

Dettagli

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE APPLICATION FORM Thank you for your interest in our project. We would like to understand better your motivation in taking part in this specific project. So please, read carefully the form, answer the questions

Dettagli

Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy. da noi ogni sapone è unico. Authentically Made in Italy Florence

Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy. da noi ogni sapone è unico. Authentically Made in Italy Florence Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy da noi ogni sapone è unico alveare soap gori 1919 soap factory lavorazione artigianale italiana Handmade in Italy I nostri saponi sono il frutto di un

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D Present Perfect Affirmative Forma intera I have played we have played you have played you have played he has played

Dettagli

1. SIMPLE PRESENT. Il Simple Present viene anche detto presente abituale in quanto l azione viene compiuta abitualmente.

1. SIMPLE PRESENT. Il Simple Present viene anche detto presente abituale in quanto l azione viene compiuta abitualmente. 1. SIMPLE PRESENT 1. Quando si usa? Il Simple Present viene anche detto presente abituale in quanto l azione viene compiuta abitualmente. Quanto abitualmente? Questo ci viene spesso detto dalla presenza

Dettagli

LEZIONE 4: PRESENT SIMPLE / PRESENT CONTINUOUS

LEZIONE 4: PRESENT SIMPLE / PRESENT CONTINUOUS LEZIONE 4: PRESENT SIMPLE / PRESENT CONTINUOUS TEMPO PRESENTE In italiano non vi sono differenze particolari tra le due frasi: MANGIO UNA MELA e STO MANGIANDO UNA MELA Entrambe le frasi si possono riferire

Dettagli

SOL terra Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2014

SOL terra Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2014 SOL terra Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2014 MADE IN ITALY SOL - Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2013 Sol è un sistema basato interamente sull interpretazione di innovativi principi di calcolo

Dettagli

Ragazzi vietnamiti: (VIET L ANIMA HCM USSH) CLASSE 5 C: (21 TORTELLINI) 1. Trần Yến Ngọc 2. Nguyễn Ngọc Bách Châu AUTORI PROGETTO:

Ragazzi vietnamiti: (VIET L ANIMA HCM USSH) CLASSE 5 C: (21 TORTELLINI) 1. Trần Yến Ngọc 2. Nguyễn Ngọc Bách Châu AUTORI PROGETTO: Due mondi, due culture, due storie che si incontrano per dare vita a qualcosa di unico: la scoperta di ciò che ci rende unici ma fratelli. Per andare insieme verso EXPO 2015 Tutt altra storia Il viaggio

Dettagli

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari Narrare i gruppi Etnografia dell interazione quotidiana Prospettive cliniche e sociali ISSN: 2281-8960 Narrare i gruppi. Etnografia dell'interazione quotidiana. Prospettive cliniche e sociali è una Rivista

Dettagli

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 2 BUFALO MEDITERRANEO ITALIANO Mediterranean Italian Buffalo RICONOSCIUTO

Dettagli

I was not you were not he was not she was not it was not we were not you were not they were not. Was I not? Were you not? Was she not?

I was not you were not he was not she was not it was not we were not you were not they were not. Was I not? Were you not? Was she not? Il passato Grammar File 12 Past simple Il past simple inglese corrisponde al passato prossimo, al passato remoto e, in alcuni casi, all imperfetto italiano. Con l eccezione del verbo be, la forma del past

Dettagli

LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE. PROGRAMMA ESAMI INTEGRATIVI/IDONEITA' DI INGLESE (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA

LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE. PROGRAMMA ESAMI INTEGRATIVI/IDONEITA' DI INGLESE (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA Simple del verbo to be in tutte le sue forme Il Present Simple del verbo to have (got) in tutte le sue forme I pronomi soggetto e complemento Gli aggettivi e pronomi possessivi

Dettagli

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR MANUALE DI ISTRUZIONI ACCENSIONE / SPEGNERE DEL TAG HOUND Finder GPS Il TAG HOUND

Dettagli

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA?

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? OSSERVATORIO IT GOVERNANCE L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? A cura del Professor Marcello La Rosa, Direttore Accademico (corporate programs

Dettagli

Come si prepara una presentazione

Come si prepara una presentazione Analisi Critica della Letteratura Scientifica 1 Come si prepara una presentazione Perché? 2 Esperienza: Si vedono spesso presentazioni di scarsa qualità Evidenza: Un lavoro ottimo, presentato in modo pessimo,

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS La domanda di partecipazione deve essere compilata e

Dettagli

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of "typical tuscan"

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of typical tuscan Il vostro sogno diventa realtà... Vicinanze di Volterra vendita di porzione di fabbricato "tipico Toscano" realizzate da recupero di casolare in bellissima posizione panoramica. Your dream comes true...

Dettagli

Per i primi tempi era davvero stridente la differenza tra una grande città affollata come Milano, e la

Per i primi tempi era davvero stridente la differenza tra una grande città affollata come Milano, e la Ci sono molti ricordi che rimangono impressi nella memoria, quegli eventi che rappresentano una parte importante della propria vita e di cui non ci si dimentica mai. Tra i miei c è questo viaggio, che

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07.

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07. Istruzione N 62 Data creazione 18/ 12/2009 Versione N 00 Ultima modifica TIPO ISTRUZIONE ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING MODIFICA TEST FUNZIONALE RIPARAZIONE/SOSTITUZIONE IMBALLO TITOLO DELL ISTRUZIONE

Dettagli

Catturare una nuova realtà

Catturare una nuova realtà (Interviste "di LuNa" > di Nadia Andreini Strive - 2004 Catturare una nuova realtà L opera di Ansen Seale (www.ansenseale.com) di Nadia Andreini (www.nadia-andreini.com :: nadia@nadia-andreini.com) Da

Dettagli

trovando in loro, veramente ma non pomposamente, le leggi principali della nostra natura:

trovando in loro, veramente ma non pomposamente, le leggi principali della nostra natura: From : The principal object - To : notions in simple and unelaborated expressions. The principal object, then, proposed in these Poems was to choose incidents L oggetto principale, poi, proposto in queste

Dettagli

LICEO STATALE Carlo Montanari

LICEO STATALE Carlo Montanari Classe 1 Simple del verbo to be in tutte le sue forme Il Present Simple del verbo to have (got) in tutte le sue forme Gli aggettivi e pronomi possessivi Gli articoli a/an, the Il caso possessivo dei sostantivi

Dettagli

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import definizione L operazione presuppone l emissione di una lettera di credito IMPORT in favore dell esportatore estero, con termine di pagamento differito (es. 180 gg dalla data di spedizione con documenti

Dettagli

TAL LIVELLO A2. Test scritto in 5 parti ( 50 minuti) Prova d ascolto (10 minuti) PARTE I: Comprensione del testo. PARTE II: Cloze test

TAL LIVELLO A2. Test scritto in 5 parti ( 50 minuti) Prova d ascolto (10 minuti) PARTE I: Comprensione del testo. PARTE II: Cloze test TAL LIVELLO A2 Test scritto in 5 parti ( 50 minuti) Prova d ascolto (10 minuti) PARTE I: Comprensione del testo PARTE II: Cloze test PARTE III: Grammatica PARTE IV: Scrittura guidata PARTE V: Scrittura

Dettagli

Zeroshell come client OpenVPN

Zeroshell come client OpenVPN Zeroshell come client OpenVPN (di un server OpenVpn Linux) Le funzionalità di stabilire connessioni VPN di Zeroshell vede come scenario solito Zeroshell sia come client sia come server e per scelta architetturale,

Dettagli

PRESENT PERFECT CONTINUOS

PRESENT PERFECT CONTINUOS PRESENT PERFECT CONTINUOS 1. Si usa il Present Perfect Continuous per esprimere un'azione che è appena terminata, che si è prolungata per un certo tempo e la cui conseguenza è evidente in questo momento.

Dettagli

Conjugate: prendere ammirare camminare entrare visitare sedersi divertirsi

Conjugate: prendere ammirare camminare entrare visitare sedersi divertirsi The IMPERFECT is used to express an action that took place in the past but whose duration cannot be specified. Its endings are identical in all three conjugations. io tu lui/lei noi voi loro -vo -vi -va

Dettagli

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Versione 04 1/28 INTRODUZIONE La Guida ai Parametri contiene la disciplina relativa ai limiti di variazione

Dettagli

1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo

1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo Prova di verifica classi quarte 1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo lo studente prende 20. Qual è la media dopo il quarto esame? A 26 24

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

Il Form C cartaceo ed elettronico

Il Form C cartaceo ed elettronico Il Form C cartaceo ed elettronico Giusy Lo Grasso Roma, 9 luglio 2012 Reporting DURANTE IL PROGETTO VENGONO RICHIESTI PERIODIC REPORT entro 60 giorni dalla fine del periodo indicato all Art 4 del GA DELIVERABLES

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

LA DIFFERENZA È NECTA

LA DIFFERENZA È NECTA LA DIFFERENZA È NECTA SOLUZIONI BREVETTATE PER UNA BEVANDA PERFETTA Gruppo Caffè Z4000 in versione singolo o doppio espresso Tecnologia Sigma per bevande fresh brew Dispositivo Dual Cup per scegliere il

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche

Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche Versione 12.6.05 Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche 1 Il contesto del discorso (dalla lezione introduttiva)

Dettagli

Rilascio dei Permessi Volo

Rilascio dei Permessi Volo R E P U B L I C O F S A N M A R I N O C I V I L A V I A T I O N A U T H O R I T Y SAN MARINO CIVIL AVIATION REGULATION Rilascio dei Permessi Volo SM-CAR PART 5 Approvazione: Ing. Marco Conti official of

Dettagli

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia Patrizia Toia Patrizia Toia (born on 17 March 1950 in Pogliano Milanese) is an Italian politician and Member of the European Parliament for North-West with the Margherita Party, part of the Alliance of

Dettagli

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com VIOLENZE NEI LUOGHI DI LAVORO: COSA SONO? any action, incident or behaviour, that departs from reasonable conduct in which a person

Dettagli

MANUALE GRANDE PUNTO. A number of this manual are strongly recommends you read and download manuale grande punto information in this manual.

MANUALE GRANDE PUNTO. A number of this manual are strongly recommends you read and download manuale grande punto information in this manual. MANUALE GRANDE PUNTO A number of this manual are strongly recommends you read and download information in this manual. Although not all products are identical, even those that range from same brand name

Dettagli

Manuale BDM - TRUCK -

Manuale BDM - TRUCK - Manuale BDM - TRUCK - FG Technology 1/38 EOBD2 Indice Index Premessa / Premise............................................. 3 Il modulo EOBD2 / The EOBD2 module........................... 4 Pin dell interfaccia

Dettagli

SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA

SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA Dear Mr. Secretary General, I m pleased to confirm that ALKEDO ngo supports the ten principles of the UN Global Compact, with the respect to the human

Dettagli

We are the hollow men Eliot, Thomas Stearns

We are the hollow men Eliot, Thomas Stearns We are the hollow men Eliot, Thomas Stearns Traduzione Letterale I Carmelo Mangano http://www.englishforitalians.com for private use only. = Siamo gli uomini vuoti I Siamo gli uomini vuoti Siamo gli uomini

Dettagli

3) Heidegger: dall esistenza all ontologia

3) Heidegger: dall esistenza all ontologia 3) Heidegger: dall esistenza all ontologia Vita e opere Martin Heidegger (1889-1976) frequentò la facoltà di teologia dell Università di Friburgo. Nel 1919 divenne assistente e in seguito successore di

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

Web conferencing software. Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti

Web conferencing software. Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti 1 Web conferencing software Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti Arpa Piemonte 2 Che cosa è Big Blue Button? Free, open source, web conferencing software Semplice ed immediato ( Just push

Dettagli

VIAGGIANDO CON LA NATURA

VIAGGIANDO CON LA NATURA VIAGGIANDO CON LA NATURA Il progetto intende, attraverso l esplorazione del mondo naturale (terra, acqua, aria e fuoco) sistematizzare le conoscenze per comprendere l organizzazione dell ecosistema naturale.

Dettagli

Excellence Programs executive. Renaissance management

Excellence Programs executive. Renaissance management Excellence Programs executive Renaissance management Renaissance Management: Positive leaders in action! toscana 24.25.26 maggio 2012 Renaissance Management: positive leaders in action! Il mondo delle

Dettagli

ALLA RICERCA DI UNA DIDATTICA ALTERNATIVA THE SQUARE VISUAL LEARNING PROGETTO VINCITORE LABEL EUROPEO 2009 SETTORE FORMAZIONE

ALLA RICERCA DI UNA DIDATTICA ALTERNATIVA THE SQUARE VISUAL LEARNING PROGETTO VINCITORE LABEL EUROPEO 2009 SETTORE FORMAZIONE LL RICERC DI UN DIDTTIC LTERNTIV THE SQURE VISUL LERNING PROGETTO VINCITORE LBEL EUROPEO 2009 SETTORE FORMZIONE L utilizzo di: mappe concettuali intelligenti evita la frammentazione, gli incastri illogici

Dettagli

MODULO 3 LEZIONE 23 FORMAZIONE DEL MOVIMENTO (SECONDA PARTE)

MODULO 3 LEZIONE 23 FORMAZIONE DEL MOVIMENTO (SECONDA PARTE) MODULO 3 LEZIONE 23 FORMAZIONE DEL MOVIMENTO (SECONDA PARTE) Contenuti Michelene Chi Livello ottimale di sviluppo L. S. Vygotskij Jerome Bruner Human Information Processing Teorie della Mente Contrapposizione

Dettagli

CALDO SGUARDO GRECO PDF

CALDO SGUARDO GRECO PDF CALDO SGUARDO GRECO PDF ==> Download: CALDO SGUARDO GRECO PDF CALDO SGUARDO GRECO PDF - Are you searching for Caldo Sguardo Greco Books? Now, you will be happy that at this time Caldo Sguardo Greco PDF

Dettagli

wood 8.1 Una collezione racconta il mondo. Passioni, impulsi e sogni di chi la disegna, di chi la possiede. Alcune durano una stagione, altre una vita intera. Ma una collezione di arredi inventa uno stile,

Dettagli

Allegato IV simulazione della Terza Prova, TIP. B+C. del 27/05/2015

Allegato IV simulazione della Terza Prova, TIP. B+C. del 27/05/2015 Allegato IV simulazione della Terza Prova, TIP. B+C del 27/05/2015 Istituto d Istruzione Superiore Liceo Classico Statale G. Garibaldi Via Roma, 164 87012 Castrovillari ( CS ) Tel. e fax 0981.209049 Anno

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOTECH & S 8 SeccoTech & Secco Tecnologia al servizio della deumidificazione Technology at dehumidification's service Potenti ed armoniosi Seccotech

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

LICEO GINNASIO STATALE VIRGILIO SIMULAZIONE III PROVA ESAMI DI STATO

LICEO GINNASIO STATALE VIRGILIO SIMULAZIONE III PROVA ESAMI DI STATO SIMULAZIONE III PROVA ESAMI DI STATO Classe V F Liceo Internazionale Spagnolo Discipline: Francese/Inglese, Filosofia, Matematica, Scienze, Storia dell'arte Data 12 dicembre 2013 Tipologia A Durata ore

Dettagli

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 pag. 16 di 49 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 Identificare la zona dove sono poste le piazzole dove andremo a saldare il connettore. Le piazzole sono situate in tutte le centraline Bosch

Dettagli

Lezione 12: La visione robotica

Lezione 12: La visione robotica Robotica Robot Industriali e di Servizio Lezione 12: La visione robotica L'acquisizione dell'immagine L acquisizione dell immagine Sensori a tubo elettronico (Image-Orthicon, Plumbicon, Vidicon, ecc.)

Dettagli

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto»

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Presentazione per «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Pascal Jansen pascal.jansen@inspearit.com Evento «Agile Project Management» Firenze, 6 Marzo 2013 Agenda Due parole su inspearit

Dettagli

Parte Prima: DALL MASCHERA NEUTRA AL NASO ROSSO: L attore alla scoperta del proprio Clown. di Giovanni Fusetti

Parte Prima: DALL MASCHERA NEUTRA AL NASO ROSSO: L attore alla scoperta del proprio Clown. di Giovanni Fusetti Giovanni Fusetti racconta il ruolo del Clown nella sua pedagogia teatrale Articolo apparso sulla rivista del Piccolo Teatro Sperimentale della Versilia Parte Prima: DALL MASCHERA NEUTRA AL NASO ROSSO:

Dettagli

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tipo: Type: 5 cabine (1 main deck+ 4 lower deck) 5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tessuti: Dedar Fanfara, Paola Lenti Fabrics: Dedar Fanfara,

Dettagli

MANAGEMENT MISSION, far crescere i collaboratori

MANAGEMENT MISSION, far crescere i collaboratori Trasformare le persone da esecutori a deleg-abili rappresenta uno dei compiti più complessi per un responsabile aziendale, ma è anche un opportunità unica per valorizzare il patrimonio di competenze aziendali

Dettagli

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam.

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam. Laurea in INFORMATICA INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 Dynamic Host Configuration Protocol fausto.marcantoni@unicam.it Prima di iniziare... Gli indirizzi IP privati possono essere

Dettagli

È un progetto di Project by Comune di Numana Ideazione

È un progetto di Project by Comune di Numana Ideazione LA CALETTA È proprio nell ambito del progetto NetCet che si è deciso di realizzare qui, in uno dei tratti di costa più belli della Riviera del Conero, un area di riabilitazione o pre-rilascio denominata

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia NetworkNetwor erpreneurship Enterpreneu Network L Enterpreneurship Passion Leadership Istituzione indipendente per la formazione

Dettagli

These data are only utilised to the purpose of obtaining anonymous statistics on the users of this site and to check correct functionality.

These data are only utilised to the purpose of obtaining anonymous statistics on the users of this site and to check correct functionality. Privacy INFORMATIVE ON PRIVACY (Art.13 D.lgs 30 giugno 2003, Law n.196) Dear Guest, we wish to inform, in accordance to the our Law # 196/Comma 13 June 30th 1996, Article related to the protection of all

Dettagli

ITALIAN: SECOND LANGUAGE GENERAL COURSE

ITALIAN: SECOND LANGUAGE GENERAL COURSE ITALIAN: SECOND LANGUAGE GENERAL COURSE Externally set task Sample 2016 Note: This Externally set task sample is based on the following content from Unit 3 of the General Year 12 syllabus. Learning contexts

Dettagli

T H O R A F L Y. Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems. Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C

T H O R A F L Y. Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems. Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C T H O R A F L Y Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C SOMMARIO GRUPPO C (SUMMARY C GROUP) 1/C II SISTEMI DI DRENAGGIO TORACICO COMPLETI

Dettagli

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx. Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.com Avvertenza di Rischio: Il Margin Trading su forex e/o CFD comporta

Dettagli

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) Savignano SI FEST 2014 a cura di Italo Zannier di Io sono una forza della natura.. Io sono una forza del Passato. Solo nella tradizione

Dettagli

UN BUON VIAGGIO INIZIA PRIMA DI PARTIRE 3 SERVIZI ALITALIA. SEMPRE DI PIÙ, PER TE.

UN BUON VIAGGIO INIZIA PRIMA DI PARTIRE 3 SERVIZI ALITALIA. SEMPRE DI PIÙ, PER TE. UN BUON VIAGGIO INIZIA PRIMA DI PARTIR 3 RVIZI ALITALIA. MPR DI PIÙ, PR T. FAT TRACK. DDICATO A CHI NON AMA PRDR TMPO. La pazienza è una grande virtù. Ma è anche vero che ogni minuto è prezioso. Per questo

Dettagli

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO Lo Spallanzani (2007) 21: 5-10 C. Beggi e Al. Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO IL GRADIMENTO DEI DISCENTI, INDICATORE DI SODDISFAZIONE DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE

Dettagli

La via del acqua e del sole The Way of The Sea and The Sun

La via del acqua e del sole The Way of The Sea and The Sun La via dell acqua e del sole The Way of The Sea and The Sun ABRUZZO La via dell acqua e del sole The Way of The Sea and The sun 133 chilometri di costa, lungo la quale si alternano arenili di sabbia dorata

Dettagli

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione John Dewey Le fonti di una scienza dell educazione educazione 1929 L educazione come scienza indipendente Esiste una scienza dell educazione? Può esistere una scienza dell educazione? Ṫali questioni ineriscono

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

UNIT 1 PRESENT SIMPLE PRESENT CONTINUOUS

UNIT 1 PRESENT SIMPLE PRESENT CONTINUOUS UNIT 1 PRESENT SIMPLE PRESENT CONTINUOUS Per definire le situazioni espresse attraverso l uso del present simple utilizzeremo la seguente terminologia: permanent state timetable routine law of nature or

Dettagli

VERBI MODALI: ASPETTI GRAMMATICALI E PRAGMATICI

VERBI MODALI: ASPETTI GRAMMATICALI E PRAGMATICI MODAL VERBS PROF. COLOMBA LA RAGIONE Indice 1 VERBI MODALI: ASPETTI GRAMMATICALI E PRAGMATICI ----------------------------------------------- 3 2 di 15 1 Verbi modali: aspetti grammaticali e pragmatici

Dettagli