LA NORMATIVA IN CAMPO SANITARIO PARTECIPAZIONE ALLA SPESA SANITARIA, ESENZIONI, GESTIONE DEL TICKET 12 MARZO 2015

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LA NORMATIVA IN CAMPO SANITARIO PARTECIPAZIONE ALLA SPESA SANITARIA, ESENZIONI, GESTIONE DEL TICKET 12 MARZO 2015"

Transcript

1 CORSO LA NORMATIVA IN CAMPO SANITARIO PARTECIPAZIONE ALLA SPESA SANITARIA, ESENZIONI, GESTIONE DEL TICKET 12 MARZO 2015 Docente: Dr.ssa

2 IL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE (SSN) L art. 32 della Costituzione italiana sancisce il diritto alla salute di tutti gli individui. COME? Il Servizio sanitario nazionale è il complesso delle funzioni e delle attività assistenziali svolte dai servizi sanitari regionali, dagli enti e istituzioni di rilievo nazionale e dallo Stato, volte a garantire la tutela della salute. E un sistema pubblico di carattere universalistico che garantisce l assistenza sanitaria a tutti i cittadini.

3 ASSISTENZA SANITARIA - tutti quei servizi a cui il cittadino accede direttamente sul territorio (Medico di Medicina Generale,Pediatra di Libera Scelta, Guardia Medica) -tutti quei servizi a cui il cittadino accede tramite il Medico di Medicina Generale (visite specialistiche, ricoveri ospedalieri, esami diagnostici, farmaci, ecc). I centri che si occupano dell assistenza sono le Aziende Ospedaliere e le Aziende Sanitarie Locali, che organizzano e forniscono l assistenza sanitaria nel proprio territorio in strutture pubbliche o private accreditate.

4 IL SSN GARANTISCE I LIVELLI ESSENZIALI DI ASSISTENZA LE PRESTAZIONI ED I SERVIZI CHE IL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE SI IMPEGNA AD GARANTIRE AI CITTADINI, GRAZIE ALLE RISORSE RACCOLTE ATTRAVERSO IL SISTEMA FISCALE. TALI LIVELLI DEVONO SODDISFARE GLI OBIETTIVI DI SALUTE INDICATI NEL PIANO SANITARIO NAZIONALE SCELTE IN BASE AI PRINCIPI DI : EFFICACIA APPROPRIATEZZA

5 DPCM 29 novembre 2001 Definizione dei livelli essenziali di assistenza (LEA) Allegato 1 incluse nei LEA (assistenza collettiva, distrettuale, ospedaliera) Allegato 2a escluse dai LEA (chirurgia estetica, parte della medicina fisica e riabilitativa,vaccinazioni non obbligatorie, certificazioni, medicine non convenzionali, ) Allegato 2b parzialmente escluse dai LEA (odontoiatria, MOC, parte della medicina fisica e riabilitativa ambulatoriale, chirurgia refrattiva laser) Allegato 2c rischio inappropriatezza organizzativa (DRG ad alto rischio di inappropriatezza)

6 LE REGIONI POSSONO COMUNQUE DECIDERE DI INCLUDERE NEI LEA ULTERIORI PRESTAZIONI CHE VANNO A COSTITUIRE IL LIVELLO DI ASSISTENZA REGIONALE (SISTEMA SANITARIO REGIONALE SSR)

7 I L.E.A. SONO EROGATI A TUTTI I CITTADINI ASSISTITI, A TITOLO GRATUITO O DIETRO PAGAMENTO DI UNA QUOTA DI COMPARTECIPAZIONE ALLA SPESA SANITARIA (TICKET) LE PRESTAZIONI SONO ELENCATE NEL NOMENCLATORE NAZIONALE

8 COS E IL NOMENCLATORE REGIONALE? ELENCO E RELATIVE TARIFFE DELLE PRESTAZIONI DI ASSISTENZA SPECIALISTICA AMBULATORIALE EROGABILI NELL AMBITO DEL SERVIZIO SANITARIO REGIONALE suddivise per CODICE DESCRIZIONE BRANCA

9 NOMENCLATORE AZIENDALE È IL CATALOGO DI TUTTE LE PRESTAZIONI EROGATE DALL A.O.U. CAREGGI (PRESTAZIONI REGIONALI E PRESTAZIONI AZIENDALI) SUDDIVISE PER BRANCA SPECIALISTICA. IL NOMENCLATORE AZIENDALE E CONSULTABILE NELLA INTRANET AZIENDALE

10 MODALITA DI ACCESSO ALLE PRESTAZIONI SANITARIE COSA SERVE? RICETTA ROSSA DEL SSR TESSERA SANITARIA

11 PERCHE LA TESSERA SANITARIA L accesso ai servizi (ricovero, PS, ambulatorio) avviene sempre mediante tessera sanitaria garantisce una identificazione certa dell utente

12 Carta sanitaria elettronica

13 A COSA SERVE? Tutti i cittadini toscani hanno ricevuto la Carta sanitaria elettronica, che svolge più funzioni contemporaneamente: Tessera sanitaria nazionale (Ts) Tessera europea di assicurazione malattia (Team): sostituisce il modello E- 111 e garantisce l'assistenza sanitaria nell'unione Europea e in Norvegia, Islanda, Liechtenstein e Svizzera, secondo le normative dei singoli paesi Tesserino del codice fiscale Include il FSE (fascicolo Sanitario Elettronico) che raccoglie in formato digitale: dati sanitari : documenti clinici delle prestazioni erogate dal Servizio sanitario regionale toscano, accessi al PS, esenzioni dati reddituali :.(fascia di reddito, ISEE, esenzioni reddito) L attivazione del fascicolo sanitario elettronico è facoltativa e gratuita.

14 Applicazione WEB A casa Tramite il portale Regionale della Carta Sanitaria il Cittadino può accedere alla propria situazione, verificare e stampare l attestato TOTEM A Careggi Presso i Totem installati nelle Aziende Sanitarie con la Carta Sanitaria il Cittadino può accedere alla propria situazione, verificare e stampare l attestato sportello ASL All ASL Presso gli sportelli ASL presentando la propria Carta Sanitaria il Cittadino può conoscere la propria posizione reddituale 14

15 certificato dal FSE 15

16 PRESTAZIONI IN ACCESSO DIRETTO NON NECESSITANO DI PRESCRIZIONE SU RICETTARIO REGIONALE Pediatria Ostetricia-ginecologia (visita) Oculistica (limitatamente all esame del visus) Odontoiatria (visita) Psichiatria, neuropsichiatria infantile e psicologia (visita) Prestazioni e controlli dai servizi diabetologia Prestazioni accertamenti nei confronti donatori sangue, di organo o midollo Prestazioni accertamenti nei confronti dei riceventi di trapianti organo Trattamenti dialitici Le ulteriori prestazioni eventualmente richieste a seguito delle prestazioni fruite in accesso diretto necessitano di prescrizione su apposita ricetta

17 IL RICETTARIO MEDICO REGIONALE : UN PROCESSO DI CAMBIAMENTO

18 LA RICETTA DEL SSN, PRESCRITTA DAL MMG, DAL PEDIATRA O DAL MEDICO SPECIALISTA E IL DOCUMENTO CHE PERMETTE DI ACCEDERE ALLE STRUTTURE SANITARIE DEL SISTEMA SANITARIO NAZIONALE. CONTIENE I DATI NECESSARI PER PRENOTARE LA PRESTAZIONE, RITIRARE I FARMACI E DETERMINARE LA PARTECIPAZIONE ALLA SPESA SANITARIA DEL CITTADINO O IL DIRITTO ALL ESENZIONE. E' OBBLIGATORIO CHE LA RICETTA CONTENGA IL QUESITO DIAGNOSTICO

19 Codice ricetta Codice fiscale ASL di residenza Codice di esenzione

20

21 REGOLE PRESCRITTIVE IL MEDICO NON PUÒ PRESCRIVERE PRESTAZIONI EROGABILI IN REGIME DI ESENZIONE DALLA PARTECIPAZIONE AL COSTO CONTESTUALMENTE AD ALTRE PRESTAZIONI NON ESENTI. OGNI RICHIESTA PUO CONTENERE UN NUMERO MASSIMO DI OTTO PRESTAZIONI DELLA MEDESIMA BRANCA IL MEDICO PRESCRITTORE DEVE RIPORTARE SULLA RICETTA IL CODICE CORRISPONDENTE ALLA TIPOLOGIA DI ESENZIONE LA RICETTA CON RICHIESTA DI PRESTAZIONI SPECIALISTICHE AMBULATORIALI NON HA SCADENZA TEMPORALE

22 PRESTAZIONI RELATIVE A BRANCHE SPECIALISTICHE DIVERSE DEVONO ESSERE FORMULATE SU RICHIESTE DISTINTE SE L ASSISTITO NON HA DIRITTO A NESSUNA TIPOLOGIA DI ESENZIONE IL MEDICO DEVE SEMPRE ANNULLARE CON UN SEGNO LA CASELLA CONTRASSEGNATA DALLA LETTERA N UNA PRESTAZIONE AMBULATORIALE SE NON E PROVVISTA DI CODICE REGIONALE E FUORI DAI LEA ED E A TOTALE CARICO DEL CITTADINO.

23 DALLA RICETTA ROSSA ALLA DEMATERIALIZZAZIONE E-PRESCRIPTION SOSTITUZIONE DELLA RICETTA ROSSA CARTACEA RICETTA CARTACEA ELETTRONICA CON N.R,E, RICETTA DEMATERIALIZZATA LA DIGITALIZZAZIONE SEMPLIFICA IL PROCESSO PRESCRITTIVO E CONSENTE IL CONTROLLO DELLA SPESA IN TEMPO REALE

24 VERSO LA E-PRESCRIPTION LA RICETTA VIENE GENERATA AUTOMATICAMENTE DAL MEDICO MEDIANTE UN SW APPOSITO, CHE INTERFACCIA CON RT E CON MEF TRAMITE LA TESSERA SANITARIA DEL PAZIENTE LA RICETTA RIPORTA TUTTI I DATI, ANCHE LA FASCIA DI REDDITO, E SE IL CITTADINO LO RICHIEDE ALL ATTO DELLA PRESCRIZIONE, ANCHE L ESENZIONE PER PATOLOGIA. LA RICETTA ELETTRONICA E IN GENERE COMPLETA ED ESATTA

25 Codice di esenzione (per reddito, per condizione, per patologia, ) Fascia economica: ERA, ERB, ERC EIA, EIB, EIC, EID

26 COME FUNZIONA IL CALCOLO DEL TICKET?

27 TUTTI I CITTADINI ASSISTITI, AD ESCLUSIONE DEGLI ESENTI, SONO TENUTI AL PAGAMENTO DI UNA QUOTA DI COMPARTECIPAZIONE ALLA SPESA SANITARIA (TICKET) FINO AD UN IMPORTO MASSIMO DI 38,00 EURO PER RICETTA A QUESTO SI AGGIUNGE UNA QUOTA RICETTA AGGIUNTIVA DIFFERENZIATA SULLA BASE DELLE FASCE DI REDDITO E DEL TIPO DI PRESTAZIONE SPECIALISTICA. SI APPLICA SOLO SU RICETTE CON VALORE SUPERIORE A 10 EURO UN CONTRIBUTO DI DIGITALIZZAZIONE PER LE PRESTAZIONI DI RADIODIAGNOSTICA IL TICKET DEVE ESSERE PAGATO PRIMA DELL EROGAZIONE DELLA PRESTAZIONE

28 FASCE ECONOMICHE DI REDDITO FASCIA DI REDDITO CODICE QUOTA AGGIUNTIVA SPECIALISTIC A QUOTA PER RM/TC E PRESTAZ. A CICLO QUOTA PER PRESTAZ AD ALTO COSTO QUOTA PER PAS inferiore a 36151,98 ERA /EIA tra ,99 e ERB /EIB tra e ERC/EIC oltre ERD/EID

29 RILEVAZIONE FASCIA DI REDDITO (FE) LA FASCIA DI REDDITO DEVE ESSERE ATTESTATA SULLA RICETTA DAL MEDICO PRESCRITTORE. SE IL CITTADINO SI PRESENTA CON RICETTA NON COMPLETA DI FE : 1) L OPERATORE REGISTRA LA FE SULLA BASE DELL ATTESTATO CARTACEO VALIDO PRESENTATODALL UTENTE. 2) L OPERATORE CONTROLLA SUL PORTALE WEB DI RT ACCESSO SICURO LA FASCIA ECONOMICA E CALCOLA IL TICKET IN BASE AL DATO RILEVATO. 3) SE IL SISTEMA NON RESTITUISCE NESSUN DATO IL CITTADINO E TENUTO AL PAGAMENTO DEL TICKET DELLA PRESTAZIONE EROGATA PIU LA QUOTA DELLA FE NELLA MISURA MASSIMA.

30 COME SI PAGA IL TICKET? SPORTELLI AUTOMATICI : 30 CASSE AUTOMATICHE SITUATE NEI VARI PADIGLIONI - 12 CON PAGAMENTO IN CASH E/O BANCOMAT, 18 NO CASH POS DA BANCO : SITUATI PRESSO ALCUNI SERVIZI BOLLETTINO DI C/C POSTALE N SPORTELLI INTERNI DELLA CASSA RISPARMIO FIRENZE CON APPOSITO MODULO NOTA BENE LA RICEVUTA DELL AVVENUTO PAGAMENTO DEVE ESSERE RESTITUITA AL SERVIZIO PER LA EVENTUALE REGISTRAZIONE

31 CHI NON PAGA IL TICKET PERCHE?

32 ETA INVALIDITA PATOLOGIA REDDITO DISOCCUPAZIONE...? MALATTIA RARA

33 CHI HA DIRITTO ALL ESENZIONE DALLA PARTECIPAZIONE ALLA SPESA SANITARIA E DAL PAGAMENTO DEL TICKET AGGIUNTIVO CHI? A COSA HANNO DIRITTO? COME FARE PER ACCEDERE ALL ESENZIONE REDDITO E ETA /STATO/CONDIZIONE ATTESTATO DI ESENZIONE (COME DA SISTEMA TS) E01 E02 E03 E04 E90/E91/E02 LE PRESTAZIONI SPECIALISTICHE PREVISTE DAL NOMENCLATORE PRESCRIZIOME MEDICA CON IL CODICE DI ESENZIONE RIPORTATO DAL MEDICO SULLA RICETTA SU RICHIESTA DELL INTERESSATO, ESENZIONI REGIONE TOSCANA PER ANNO 2015

34 ESENZIONI PER REDDITO/ETA O CONDIZIONE E01 cittadini di età inferiore ai 6 anni e di età superiore ai 65 anni purché appartenenti ad un nucleo familiare con reddito complessivo non superiore a ,98 euro annui; E02 disoccupati e i familiari a carico, purché il reddito complessivo del relativo nucleo familiare sia inferiore a 8.263,31 euro incrementato fino a ,05 euro in presenza del coniuge e di ulteriori 516,46 euro per ciascun figlio a carico ; E03 titolari di pensione o assegno sociale di età superiore ai 65 anni, e familiari a carico; E04 titolari di pensione minima, di età superiore ai 60 anni, ed i familiari a carico, purché il reddito complessivo del relativo nucleo familiare, riferito all anno precedente, sia inferiore a 8.263,31 euro incrementato fino a ,05 euro in presenza del coniuge e di ulteriori 516,46 euro per ciascun figlio a carico.

35 CHI HA DIRITTO ALL ESENZIONE DALLA PARTECIPAZIONE ALLA SPESA SANITARIA E DAL PAGAMENTO DEL TICKET AGGIUNTIVO CHI? A COSA HANNO DIRITTO? COME FARE PER ACCEDERE ALL ESENZIONE L E CONDIZIONI E LE MALATTIE CRONICHE E INVALIDANTI (D.M. 329/99) GLI INVALIDI DI GUERRA, CIVILI, DI SERVIZIO, DI LAVORO I SOGGETTI AFFETTI DALLE PATOLOGIE RARE (D.M. 279/2001) LE PRESTAZIONI SPECIALISTICHE PREVISTE DALLA LORO CONDIZIONE DI ESENZIONE NOMENCLATORE ATTESTATO DI ESENZIONE RILASCIATO DALLA ASL DI APPARTENENZA PRESCRIZIOME MEDICA CON IL CODICE DI ESENZIONE RIPORTATO DAL MEDICO SULLA RICETTA

36 CHI HA DIRITTO ALL ESENZIONE DALLA PARTECIPAZIONE ALLA SPESA SANITARIA E DAL PAGAMENTO DEL TICKET AGGIUNTIVO CHI? A COSA HANNO DIRITTO? COME FARE PER ACCEDERE ALL ESENZIONE I CITTADINI CHE SVOLGONO IL LE PRESTAZIONI SPECIALISTICHE PREVISTE DAI LIVELLI ESSENZIALI DI ASSISTENZA TESSERINO DI ESENZIONE TEMPORANEA (CODICE SC) RILASCIATO DALLE STRUTTURE AMMINISTRATIVE DEI DISTRETTI SOGGETTI INFORTUNATI SUL LAVORO IN CONCOMITANZA AL PERIODO DI INFORTUNIO PRESTAZIONI CORRELATE ALL INFORTUNIO CERTIFICAZIONE INAIL

37 Decreto Ministeriale n. 329/ MALATTIE CRONICHE ED INVALIDANTI Codice CONDIZIONE DI ESENZIONE 001 ACROMEGALIA E GIGANTISMO 002 AFFEZIONI DEL SISTEMA CIRCOLATORIO (Escluso: Sindrome di Budd-Ch 003 ANEMIA EMOLITICA ACQUISITA DA AUTOIMMUNIZZAZIONE 005 ANORESSIA NERVOSA, BULIMIA 006 ARTRITE REUMATOIDE 007 ASMA 008 CIRROSI EPATICA, CIRROSI BILIARE 009 COLITE ULCEROSA E MALATTIA DI CROHN 011 DEMENZE 012 DIABETE INSIPIDO 013 DIABETE MELLITO 014 DIPENDENZA DA SOSTANZE STUPEFACENTI, PSICOTROPE E DA ALCOOL 016 EPATITE CRONICA (ATTIVA) 017 EPILESSIA (Escluso: Sindrome di Lennox-Gastaut) 018 FIBROSI CISTICA 019 GLAUCOMA 020 INFEZIONE DA HIV

38 021 INSUFFICIENZA CARDIACA (N.Y.H.A. classe III e IV) 022 INSUFFICIENZA CORTICOSURRENALE CRONICA (MORBO DI ADDISON) 023 INSUFFICIENZA RENALE CRONICA 024 INSUFFICIENZA RESPIRATORIA CRONICA 025 IPERCOLESTEROLEMIA FAMILIARE ETEROZIGOTE TIPO IIa E IIb IPERCOLESTEROLEMIA PRIMITIVA POLIGENICA - IPERCOLESTEROLEMIA FAMILIARE COMBINATA - IPERLIPOPROTEINEMIA DI TIPO III 026 IPERPARATIROIDISMO, IPOPARATIROIDISMO 027 IPOTIROIDISMO CONGENITO, IPOTIROIDISMO ACQUISITO (GRAVE) 028 LUPUS ERITEMATOSO SISTEMICO 029 MALATTIA DI ALZHEIMER 030 MALATTIA DI SJOGREN 031 IPERTENSIONE ARTERIOSA 032 MALATTIA O SINDROME DI CUSHING 034 MIASTENIA GRAVE 035 MORBO DI BASEDOW, ALTRE FORME DI IPERTIROIDISMO 036 MORBO DI BUERGER 037 MORBO DI PAGET 038 MORBO DI PARKINSON E ALTRE MALATTIE EXTRAPIRAMIDALI 039 NANISMO IPOFISARIO

39 040 NEONATI PREMATURI, IMMATURI, A TERMINE CON RICOVERO IN TERAPIA INTENSIVA NEONATALE 041 NEUROMIELITE OTTICA 042 PANCREATITE CRONICA 044 PSICOSI 045 PSORIASI (ARTROPATICA, PUSTOLOSA GRAVE, ERITRODERMICA) 046 SCLEROSI MULTIPLA 047 SCLEROSI SISTEMICA (PROGRESSIVA) 048 SOGGETTI AFFETTI DA PATOLOGIE NEOPLASTICHE MALIGNE E DA TUMORI DI COMPORTAMENTO INCERTO 049 SOGGETTI AFFETTI DA PLURIPATOLOGIE CHE ABBIANO DETERMINATO GRAVE ED IRREVERSIBILE COMPROMISSIONE DI PIU' ORGANI E/O APPARATI E RIDUZIONE DELL'AUTONOMIA PERSONALE CORRELATA ALL' ETA' RISULTANTE DALL'APPLICAZIONE DI CONVALIDATE SCALE DI VALUTAZIONE DELLE CAPACITA' FUNZIONALI 050 SOGGETTI IN ATTESA DI TRAPIANTO (RENE, CUORE, POLMONE, FEGATO, PANCREAS, CORNEA, MIDOLLO 051 SOGGETTI NATI CON CONDIZIONI DI GRAVI DEFICIT FISICI, SENSORIALI E NEUROPSICHICI 052 SOGGETTI SOTTOPOSTI A TRAPIANTO (RENE, CUORE, POLMONE, FEGATO, PANCREAS, MIDOLLO) 053 SOGGETTI SOTTOPOSTI A TRAPIANTO DI CORNEA 054 SPONDILITE ANCHILOSANTE 055 TUBERCOLOSI (ATTIVA BACILLIFERA) 056 TIROIDITE DI HASHIMOTO

40 MALATTIE CRONICHE ED INVALIDANTI ESENZIONE PER CIASCUNA CONDIZIONE E MALATTIA - IDENTIFICATA CON UN CODICE NUMERICO - SONO ELENCATE LE PRESTAZIONI EROGABILI IN AMBITO DI ESENZIONE (ELENCO RIGIDO) PER ALCUNE PARTICOLARI MALATTIE, IN CUI LA NECESSITA DEI SOGGETTI AFFETTI POSSONO ESSERE ESTESE E VARIABILI, LE SINGOLE PRESTAZIONI INVECE NON SONO IDENTIFICATE DISTINTAMENTE DEVE ESSERE IL MEDICO DI FIDUCIA CHE INDIVIDUA LA PRESTAZIONE IN ESENZIONE IN RELAZIONE ALLE SPECIFICHE CONDIZIONI CLINICHE

41 ESEMPI: CODICE 013 (DIABETE MELLITO) APPLICAZIONE RIGIDA ELENCO DELLE PRESTAZIONI IN ESENZIONE Anamnesi e valutazione definite brevi storia e valutazione abbreviata, visita successiva alla prima CODICE 046 (SCLEROSI MULTIPLA) APPLICAZIONE FLESSIBILE IN RELAZIONE ALLE CONDIZIONI CLINICHE IN ESENZIONE LE PRESTAZIONI SANITARIE APPROPRIATE PER IL MONITORAGGIO DELLA PATOLOGIA DI CUI SONO AFFETTI, DELLE LORO COMPLICANZE, PER LA PREVENZIONE DEGLI ULTERIORI AGGRAVAMENTI

42 LE MALATTIE RARE Patologie gravi, invalidanti, spesso prive di terapie specifiche, che presentano una bassa prevalenza, inferiore al limite stabilito a livello europeo di 5 casi su abitanti. SONO IDENTIFICATE CON UN CODICE ALFA-NUMERICO E REGOLAMENTATE DAL DECRETO N. 279/2001 LE PRESTAZIONI EROGABILI IN ESENZIONE NON SONO DEFINITE PUNTUALMENTE! PREVEDE CHE SIANO EROGATE IN REGIME DI ESENZIONE TUTTE LE PRESTAZIONI INCLUSE NEI LIVELLI DI ASSISTENZA APPROPRIATE ED EFFICACI PER IL TRATTAMENTO E MONITORAGGIO DELLA MALATTIA RARA E PER LA PREVENZIONE DI ULTERIORI AGGRAVAMENTI

43 TUTELA DELLA MATERNITA ESENZIONI PER GRAVIDANZA IL D.M. 10 SETTEMBRE 1998 RIPORTA L ELENCO DELLE PRESTAZIONI ESCLUSE: IN FUNZIONE PRECONCEZIONALE, NELLA GRAVIDANZA FISIOLOGICA, PER LA DIAGNOSI PRENATALE. GRAVIDANZA FISIOLOGICA GRAVIDANZA A RISCHIO SONO ESENTI LE PRESTAZIONI PREVISTE DAL LIBRETTO REGIONALE PROTOCOLLO DIAGNOSTICO REGIONALE PER LA GRAVIDANZA FISIOLOGICA CHE VIENE RILASCIATO DALLA ASL DI APPARTENENZA LE SINGOLE IMPEGNATIVE DEVONO ESSERE COMPILATE E TIMBRATE DAL MEDICO. ESAMI ESENTATI TUTTI QUELLI INDICATI SUL PROTOCOLLO DIAGNOSTICO TUTTE LE PRESTAZIONI NECESSARIE ED APPROPRIATE PER LE CONDIZIONI PATOLOGICHE CHE COMPORTINO UN RISCHIO MATERNO FETALE CON INDICAZIONE, NELLA PRESCRIZIONE, DEL TIPO DI RISCHIO O DI PATOLOGIA SOSPETTA O ACCERTATA CODICE DI ESENZIONE : M50

44 FUNZIONE PRECONCEZIONALE (FIVET ECC..) INCLUDE PRESTAZIONI SPECIALISTICHE PER LA DONNA, PER L UOMO, PER LA COPPIA E IN CASO DI POLIABORTIVITÀ. IN TUTTI I CASI IL MEDICO DEVE RIPORTARE SULLA PRESCRIZIONE L INDICAZIONE ESAME/I PRECONCEZIONALE/I (Codice esenzione M00) ESAMI ESENTATI: QUELLI PREVISTI DAL D.M E AGGIORNAMENTI DIAGNOSI PRENATALE ESAMI ESENTATI TUTTE LE PRESCRIZIONI NECESSARIE ED APPROPRIATE, IN SPECIFICHE CONDIZIONI DI RISCHIO A) PRESENZA DI UN RISCHIO PREVEDIBILE A PRIORI (ETÀ MATERNA AVANZATA) B) RISCHIO FETALE RESOSI EVIDENTE NEL CORSO DELLA GESTAZIONE

45 ATTENZIONE NON SONO SOGGETTE AL REGIME DELLE ESENZIONI LE PRESTAZIONI NON INCLUSE NEI LIVELLI ESSENZIALI DI ASSISTENZA ASSICURATI DAL S.S.N. GLI ACCERTAMENTI PER IL RILASCIO DI CERTIFICAZIONI NELL INTERESSE DI TERZI (PORTO D ARMI/ PATENTE) TALI PRESTAZIONI RISULTANO ESSERE A TOTALE CARICO DELL ASSISTITO

46 Codifica nazionale delle condizioni di esenzione dalla partecipazione alla spesa sanitaria D.M. 17 MARZO 2008

47 Chi compila il campo "esenzione" sulla ricetta SSR Codice esenzione per ricetta SSR Vecchio codice (se esistente) Descrizione Esenzione Medico E01 Soggetti di età inferiore a 6 anni e di età superiore ai 65 anni purchè appartenenti ad un nucleo familiare con reddito complessivo non superiore a ,98( ex art.8 comma 16 L.537/1993 e succ.modifiche ed integrazioni) Medico E02 Disoccupati e i familiari a carico,con reddito familiare sia inferiore a 8.263,31 euro;incrementato fino a ,05 euro in presenza del coniuge e di ulteriori 516,46 euro per ciascun figlio a carico ; (ex art.8 comma 16 L.537/1993 e succ.modifiche ed integrazioni) Medico E03 Titolari di assegno (ex pensione sociale )- e loro familiari a carico - (art. 8 comma 16 della L. 537/1993 e succ. modifiche e integrazioni) Le prestazioni previste dai livelli essenziali di assistenza Le prestazioni previste dai livelli essenziali di assistenza Le prestazioni previste dai livelli essenziali di assistenza medico E04 Titolari di pensione minima, di età superiore ai 60 anni, ed i familiari a carico, con reddito familiare inferiore a 8.263,31 euro, incrementato fino a ,05 euro in presenza del coniuge e di ulteriori 516,46 euro per ciascun figlio a carico (ex art.8 comma 16 L.537/1993 e successive modifiche ed integrazioni) Le prestazioni previste dai livelli essenziali di assistenza

48 Chi compila il campo "esenzione" sulla ricetta SSR Medico Medico Codice esenzione per ricetta SSR E90 E91 E92 da RA0020 a RQ0010 come previsto dal DM 279/2001 e succ. agg. Vecchio codice (se esistente) R da Aannn a Qannn Descrizione Esenzione Disoccupati e familiari a carico che hanno perso il lavoro dal 1 gennaio 2009; Lavoratori collocati in cassa integrazione; Lavoratori in mobilità ; Soggetti affetti da patologie rare esenti ai sensi del DM 18/05/2001 n. 279 Medico R99 Prestazioni richieste su sospetto diagnostico di malattia rara ( ex art. 5 co.2 del DM 18/5/2001 n. 279) Esenzioni regionali PER ANNO 2012 Le prestazioni previste dai livelli essenziali di assistenza Tutte le prestazioni a appropriate ed efficaci per il trattamento monitoraggio della malattia e per prevenzione di ulteriori aggravamenti Tutte le prestazioni dei livelli essenziali di assistenza

49 Medico Da 001 a 056 Soggetti affetti da patologie croniche ed invalidanti esenti ai sensi del DM 329/99 e successive modifiche ed integrazioni**( ultimo DM 21/5/2001 n. 296 Medico G01 A01 Invalidi di guerra appartenenti alle categorie da 1 a 5 e deportati in campo di sterminio ( ex art. 6 co.1 lett.a DM 1/02/1991) A seconda del tipo di esenzione totale per le prestazioni dei livelli essenziali di assistenza o solo per quelle correlate alla patologia Tutte le prestazioni dei livelli essenziali di assistenza Medico G02 B11 Invalidi di guerra appartenenti alle categorie da 6 a 8 ( ex art. 6 co.2lett. A DM 1/02/1991) Medico L01 A11 Grandi Invalidi del lavoro- dall' 80% a 100% ( ex art. 6.co.1 lett. B DM 1/02/1991) Medico L02 A02 Invalidi del lavoro con riduzione della capacità lavorativa > 2/3- dal 67% al 79% di invalidità ( ex art. 6 lett.co.1 LETT. B DM 1/02/1991) Medico L03 B12 Invalidi lavoro con riduzione della capacità lavorativa < 2/3 dall'1% al 66% d'invalidità ( ex art. 6 co2 lett.b del DM 1/02/1991) Medico L04 B13 Infortunati sul lavoro o affetti da malattie professionali (ex art. 6 co2 lett. c del DM 1/02/2001) Certificazio ne INAIL Soggetti infortunati sul lavoro in concomitanza al periodo di infortunio per le prestazioni correlate all infortunio stesso (ex art. 6 co2 lett. c del DM 1/02/2001) Prestazioni correlate alla patologia- Per i residenti toscani - tutte le prestazioni dei livelli essenziali di assistenza Tutte le prestazioni dei livelli essenziali di assistenza Tutte le prestazioni dei livelli essenziali di assistenza Tutte le prestazioni correlate alla patologia Tutte le prestazioni correlate alla patologia Tutte le prestazioni correlate alla patologia

50 Medico S01 A10 Grandi invalidi servizio appartenenti alla 1 categoria - titolari di specifica pensione - ( DM 1/6/1991) Medico S02 A03 Invalidi per servizio appartenenti alle categorie dalla 2 alla 5 ex art. 6 co.1 lett.c( DM 1/2/1991) Medico S03 B14 Invalidi per servizio appartenenti alle categorie dalla 6 alla 8 (ex art. 6 co.2 lett.d del DM 1/2/1991) Medico SC Soggetti in servizio civile - progetti finanziati con enti ed associazioni DLGS 77/2002, art. 5 Medico C01 A08 Invalidi civili 100% di invalidità senza indennità di accompagnamento ( ex art. 6 co. 1 lett.d del DM 1 febbraio 1991) Tutte le prestazioni dei livelli essenziali di assistenza Tutte le prestazioni dei livelli essenziali di assistenza Prestazioni correlate alla patologia- Per i residenti toscani - tutte le prestazioni dei livelli essenziali di assistenza Tutte le prestazioni dei livelli essenziali di assistenza Tutte le prestazioni dei livelli essenziali di assistenza Medico C02 A08 Invalidi civili 100% di invalidità con indennità di accompagnamento ( ex art. 6 co. 1 lett.d del DM 1 febbraio 1991) Medico C03 A04 invalidi civili con riduzione capacità lavorativa > 2/3 - dal 67% al 99% di invalidità ( ex art. 6 co. 1 lett.d del DM 1 febbraio 1991) Medico C04 A05 invalidi civili minori di anni 18 con indennità di frequenza ex art. 1 L.289/90 (ex art. 5 co6 lett. c del DM 1/02/2001) Tutte le prestazioni dei livelli essenziali di assistenza Tutte le prestazioni dei livelli essenziali di assistenza Tutte le prestazioni dei livelli essenziali di assistenza

51 Medico C05 A08 Ciechi assoluti o con residuo visivo non > 1/10 in entrambi gli occhi riconosciuti dall'apposita Commissione Invalidi Ciechi Civili A06 Medico C06 A07 sordomuti ( da intendersi coloro che sono colpiti da sordità dalla nascita o prima dell'apprendimento della lingua parlata) ai sensi dell'art. 6 co. 1 lett. F del DM 1/02/ ( ex art.7 L.482/68 come modificato dalla L.68/99) Tutte le prestazioni dei livelli essenziali di assistenza Tutte le prestazioni dei livelli essenziali di assistenza Medico C07 Prestazioni richieste in sede di verifica dell'invalidità civile, già riconosciuta,ex DM 293/1989 e succ. Mod. Medico F01 Soggetti detenuti e internati ( ex art. 1 co.6 DLGS 22/06/1999 n.230) o agli arresti domiciliari Medico N01 B26 Pazienti in possesso di esenzione in base alla L. 210/92 danneggiati da complicanze irreversibili a causa di vaccinazioni obbligatorie, trasfusioni e somministrazioni di emoderivati-( ex art. 1 co. 5 lett.d del DLGS 124/98) Tutte le prestazioni dei livelli essenziali di assistenza Tutte le prestazioni correlate alla patologia Medico V01 B15 Soggetti in possesso di esenzione in base alla L.302/90(ex art 5 c.6 deldlgs.124/98) vittime del terrorismo e delle stragi di tale matrice con invalidità < 80% e loro familiari.( art. 9 della L. 206/2004) Vittime del dovere e familiari superstiti( DPR n.243/2006) Tutte le prestazioni dei livelli essenziali di assistenza

52 Medico V02 B15 Vittime del terrorismo e stragi di tale matrice con invalidità > 80% ( art. 4 L.206/2004) Medico M00 esenzione per stato di gravidanza (ex D.M ) - in epoca preconcezionale Tutte le prestazioni dei livelli essenziali di assistenza Medico Da M00 a M41 esenzione per stato di gravidanza (ex D.M ) - in gravidanza ordinaria Medico M99 Qualora il MMG non fosse in grado di quantificare esattamente la settimana di gestazione Medico M50 esenzione per stato di gravidanza (ex D.M ) - in gravidanza a rischio Medico M52 Ulteriori prestazioni in gravidanza erogate al personale navigante Medico D01 prestazioni diagnostiche nell'ambito di campagne di screening autorizzate dalle Regioni (ex art. 1, comma 4, lettera a), del D.Lgs. 124/1998) Medico D02 prestazioni diagnostiche per la diagnosi precoce dei tumori (ex art. 85, comma 4, della L. 388/2000) - citologico

53 Medico D03 prestazioni diagnostiche per la diagnosi precoce dei tumori (ex art. 85, comma 4, della L. 388/2000) - mammografico Medico D04 prestazioni diagnostiche per la diagnosi precoce dei tumori (ex art. 85, comma 4, della L. 388/2000) - colon-retto Medico D05 prestazioni di approfondimento diagnostico correlate alla diagnosi precoce del tumore della mammella (ex art. 85, comma 4, della L. 388/2000) Medico D06 Prestazioni ex protocollo campagna monitoraggio condizioni sanitarie dei soggetti operanti nei territori della Bosnia Herzegovina e Kosovo(DM ) Medico T01 Prestazioni specialistiche correlate all'attività di donazione(ex art.1 co. 5 lett. c del Dlgs 124/98) Medico B01 Prestazioni diagnostiche a soggetti a rischio di infezione HIV (ex art. 1, comma 4, lettera b), del D.Lgs. 124/1998) Medico P01 prestazioni specialistiche finalizzate alla tutela della salute collettiva, disposta a livello locale in caso di situazioni epidemiche (ex art. 1, comma 4, lettera b), del D.Lgs. 124/1998)

54 Medico P02 prestazioni specialistiche finalizzate all'avviamento al lavoro derivanti da obblighi di legge non poste a carico del datore di lavoro- attualmnte eseguibili nei confronti degli apprendisti maggiorenni (ex art. 1, comma 4, lettera b), del D.Lgs. 124/1998) Medico P03 prestazioni correlate all'attività vaccinale obbligatoria o raccomandata profilassi antitubercolare ex DPR 7/11/2001 n.465 Medico I01 prestazioni richieste per il rilascio di certificati di idoneità alla pratica sportiva, all'adozione ed affidamento, allo svolgimento del servizio civile Medico PML Prestazioni medico legali ai naviganti in ambitosasn Medico X01 Prestazioni ambulatoriali urgenti o comunque essenziali per cittadini extracomunitari non in regola con le norme relative all'ingresso e al soggiorno,privi di risorse economiche sufficienti (art.35 DLgs ) - STP Medico TDL Terapia del dolore severo Medico CRT Minori anni 18 non in possesso del provvedimento di riconoscimento dell'invalidità che necessitano di prestazioni di riabilitazione al fine di prevenire una invalidità permanente Medico R01 Soggetti Stomizzati Medico W01 Prestazioni nell ambito del percorso CORD (forte sospetto di neoplasia)

55 PRONTO SOCCORSO Legge Finanziaria 2007 Delibera Giunta R.T. 534/2007 Tutti i cittadini non esenti maggiori di 14 anni che accedono al PS e dimessi con un codice di triage in uscita bianco o azzurro sono tenuti a corrispondere: una quota di 25,00 per l accesso: (valutazione clinica ed eventuali esami di laboratorio) ulteriore quota fino a un tetto di 25,00 : (prestazioni diagnostiche strumentali in regime di PS) eventuale contributo di digitalizzazione per prestazioni di radiodiagnostica (salvo categorie esenti)

56 CHI NON DEVE PAGARE? COSA NON DEVE ESSERE PAGATO? SOGGETTI CON CODICE COLORE IN USCITA VERDE, GIALLO, ROSSO SOGGETTI MINORI DI 14 ANNI CITTADINI ESENTI PER PATOLOGIA CITTADINE IN GRAVIDANZA INDIPENDENTEMENTE DAL CODICE DI PRIORITA PRESTAZIONI CORRELATE AD INFORTUNIO SUL LAVORO INDIPENDENTEMENTE DAL CODICE ASSEGNATO ACCESSI E PRESTAZIONI PER TRAUMATISMO CLASSIFICATE CON CODICE BIANCO O AZZURRO CHE ABBIANO ESITATO, COME MODALITà DI TRATTAMENTO, IN SUTURA O IMMOBILIZZAZIONE

57 ASSISTENZA SANITARIA AL CITTADINO STRANIERO

58 CHI SONO? Cittadini stranieri regolarmente presenti: (s) Incidenza sulla popolazione residente: 8,2% (s) Distribuzione territoriale: Nord 63,4%, Centro: 23,8%, Sud: 12,8% (p) Aree di origine: Europa 50,8% Africa 22,1%, Asia 18,8%, America 8,3%, Soggiornanti non comunitari: Prime collettività non comunitarie: Marocco , Albania , Cina , Ucraina Nella provincia di Firenze: Albania, Romania, Cina, Marocco, Filippine Fonte: IL Sole 24 Ore 26 marzo-1 aprile 2013

59 PREMESSA LO STATUS DI CITTADINO STRANIERO NON COMPORTA LA GRATUITA DELLA PRESTAZIONE NEANCHE NEL CASO DI ACCESSO DI URGENZA AL PRONTO SOCCORSO

60 LO STRANIERO ISCRITTO AL SSN E EQUIPARATO AL CITTADINO ITALIANO E LO STRANIERO NON ISCRITTO? 1. Stranieri appartenenti alla Comunità Europea 2. Stranieri extra-comunitari

61 TESSERA EUROPEA ASSICURAZIONE MALATTIA La Tessera Europea di Assicurazione Malattia (TEAM) è una tessera che permette di usufruire di tutte le prestazioni sanitarie urgenti e medicalmente necessarie durante un temporaneo soggiorno (per vacanza, studio o lavoro) nei Paesi dell'unione Europea (UE), nei Paesi delle Spazio Economico Europeo (SEE) e nei Paesi del Dipartimento d'oltremare. La TEAM è entrata in vigore in Italia il 1 novembre La TEAM è un documento personale dove sono riportati i seguenti dati del titolare: - Cognome e Nome - Data di nascita - Numero di identificazione personale - Codice dell'istituzione - Numero di identificazione della tessera - Scadenza della tessera - Sigla dello Stato che ha emesso la TEAM.

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione.

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione. L erogazione dell assistenza in favore dei cittadini stranieri non può prescindere dalla conoscenza, da parte degli operatori, dei diritti e dei doveri dei cittadini stranieri, in relazione alla loro condizione

Dettagli

ESENZIONI PER CONDIZIONE ECONOMICA ED ETA

ESENZIONI PER CONDIZIONE ECONOMICA ED ETA Esenzione dalla spesa farmaceutica Tabella Riepilogativa - Modalità di compilazione della a partire dal 1 luglio 2011 ESENZIONI PER CONDIZIONE ECONOMICA ED ETA a carico Esenzione Totale e quota E03 E04

Dettagli

STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA. Aggiornamento dicembre 2013

STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA. Aggiornamento dicembre 2013 STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA Aggiornamento dicembre 2013 1 ASPETTI DI SISTEMA 2 PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE

Dettagli

LE DOMANDE. (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda)

LE DOMANDE. (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda) LE DOMANDE (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda) 1. LA NUOVA MODALITÀ 1.1 Qual è in sintesi la nuova modalità per ottenere l esenzione ticket in base al reddito? 1.2 Da quando, per

Dettagli

LA NUOVA MODALITA PER OTTENERE L ESENZIONE DAL TICKET PER LE PRESTAZIONI SPECIALISTICHE IN BASE AL REDDITO

LA NUOVA MODALITA PER OTTENERE L ESENZIONE DAL TICKET PER LE PRESTAZIONI SPECIALISTICHE IN BASE AL REDDITO LA NUOVA MODALITA PER OTTENERE L ESENZIONE DAL TICKET PER LE PRESTAZIONI SPECIALISTICHE IN BASE AL REDDITO A. LA NUOVA MODALITA 3 B. RILASCIO DELL ATTESTATO DI ESENZIONE 5 C. REQUISITI PER L ESENZIONE

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

ISCRIZIONE AL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE PER I CITTADINI COMUNITARI E STRANIERI

ISCRIZIONE AL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE PER I CITTADINI COMUNITARI E STRANIERI ISCRIZIONE AL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE PER I CITTADINI COMUNITARI E STRANIERI A cura di Rossella Segurini Azienda Usl di Ravenna - U.O. Direzione Amministrativa dell Assistenza Distrettuale Procedimenti

Dettagli

.. QUANDO?.. DOVE?... COME?

.. QUANDO?.. DOVE?... COME? S.S.V.D. ASSISTENZA INTEGRATIVA E PROTESCA CHI?.. QUANDO?.. DOVE?... COME? Rag. Coll. Amm. Rita Papagna Dott.ssa Laura Signorotti PRESIDI EROGABILI DAL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE D.M. n.332 del 27 agosto

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE CASERTA. Guida ai Servizi Territoriali del Distretto Socio-Sanitario N 20 CASAL DI PRINCIPE

AZIENDA SANITARIA LOCALE CASERTA. Guida ai Servizi Territoriali del Distretto Socio-Sanitario N 20 CASAL DI PRINCIPE AZIENDA SANITARIA LOCALE CASERTA Guida ai Servizi Territoriali del Distretto Socio-Sanitario N 20 CASAL DI PRINCIPE 2013 0 La Guida ai servizi territoriali del Distretto Socio-sanitario n. 20 : come e

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

SJ. /.;j.,/!1f l.9-,ç; Prot. D.3Wledel

SJ. /.;j.,/!1f l.9-,ç; Prot. D.3Wledel SJ. '. :! I. l i,... ". ' ~i"ne 'Cumj'oniu f/$eddén&e Prot. D.3Wledel /.;j.,/!1f l.9-,ç; Ai Commissari Straordinari delle Aziende Sanitarie Locali Ai Direttori Generali delle Aziende Ospedaliere Ai Direttori

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITA DI PADOVA PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI Preparato da Gruppo di Lavoro Ambulatori Clinica Ostetrico- Ginecologica Verificato da Servizio Qualità Verifica per

Dettagli

DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE CURE MEDICO-SANITARIE Studenti / stagiaires (DI PROVENIENZA DA UN PAESE NON CE/AELS)

DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE CURE MEDICO-SANITARIE Studenti / stagiaires (DI PROVENIENZA DA UN PAESE NON CE/AELS) CANTONE TICINO DIPARTIMENTO DELLA SANITÀ E DELLA SOCIALITÀ Istituto delle assicurazioni sociali TEL: 0041 / (0)91 821 92 92 FAX: 0041 / (0)91 821 93 99 DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE

Dettagli

Capitolo 11 Gli anni di vita persi per morte prematura

Capitolo 11 Gli anni di vita persi per morte prematura Capitolo 11 Gli anni di vita persi per morte prematura Introduzione Gli indicatori calcolati sugli anni di vita persi per morte prematura (PYLLs) combinano insieme le informazioni relative alla numerosità

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF A cura di Adelmo Mattioli Direttore regionale Inca-Cgil Emilia Romagna Silverio Ghetti Segretario regionale Spi-Cgil Romagna L ASSEGNO

Dettagli

La Prescrizione di Prestazioni Specialistiche Ambulatoriali

La Prescrizione di Prestazioni Specialistiche Ambulatoriali LAZIOSANITÀ AGENZIA DI SANITÀ PUBBLICA La Prescrizione di Prestazioni Specialistiche Ambulatoriali Tessera Esenzione Seconda Edizione maggio 2010 La Prescrizione di Prestazioni Specialistiche Ambulatoriali

Dettagli

Curare (non) è permesso

Curare (non) è permesso Curare (non) è permesso Indagine sull accesso alle cure per i cittadini stranieri irregolari negli ospedali milanesi A cura di Naga Associazione Volontaria di Assistenza Socio-Sanitaria e per i Diritti

Dettagli

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA Codice Descrizione DRG 006 Decompressione tunnel carpale Allegato 6 A 008 INTERVENTI SU NERVI PERIFERICI E CRANICI E ALTRI

Dettagli

Il Presidente: GNUDI. Il Segretario: SINISCALCHI

Il Presidente: GNUDI. Il Segretario: SINISCALCHI intermedi di lavorazione del plasma, eccedenti i fabbisogni nazionali, al Þ ne di prevenirne la scadenza per mancato utilizzo, anche con recupero dei costi di produzione. 8. Per l attuazione di quanto

Dettagli

Next MMG Semplicità per il mondo della medicina

Next MMG Semplicità per il mondo della medicina 2014 Next MMG Semplicità per il mondo della medicina Documento che illustra le principali caratteristiche di Next MMG EvoluS Srl Corso Unione Sovietica 612/15B 10135 Torino tel: 011.1966 5793/4 info@evolu-s.it

Dettagli

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI PREMESSO CHE Nel 2001 è stata adottata in Italia la prima Carta dei diritti dei bambini in ospedale. Tale Carta era già ispirata alle norme

Dettagli

ASSISTENZA SANITARIA AGLI STRANIERI NELL ASL di BRESCIA Indicazioni per l applicazione della normativa

ASSISTENZA SANITARIA AGLI STRANIERI NELL ASL di BRESCIA Indicazioni per l applicazione della normativa ASSISTENZA SANITARIA AGLI STRANIERI NELL ASL di BRESCIA Indicazioni per l applicazione della normativa Luglio 2014 Azienda Sanitaria Locale di Brescia DIPARTIMENTO CURE PRIMARIE Direttore: Dr. Fulvio Lonati

Dettagli

Il certificato nelle attività fisico-sportive in ambito non agonistico, linee guida della F.I.M.P. ad uso del pediatra convenzionato

Il certificato nelle attività fisico-sportive in ambito non agonistico, linee guida della F.I.M.P. ad uso del pediatra convenzionato F.I.M.P. Federazione Italiana Medici Pediatri Regione Veneto Il certificato nelle attività fisico-sportive in ambito non agonistico, linee guida della F.I.M.P. ad uso del pediatra convenzionato Il Codice

Dettagli

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità Dott. Mag. Nicola Torina Coordinatore infermieristico Unità Terapia Intensiva di Rianimazione Metodologie operative

Dettagli

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE SI PARTE DALLA VITAMINA D Relatore dr Donata Soppelsa Medico di medicina generale Associato alla Società Italiana di Nutriceutica Quali domande? E sufficiente l integrazione

Dettagli

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC)

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) OSPEDALE FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO Azienda Ospedaliera di rilievo nazionale M I L A N O S.C. RADIOLOGIA Direttore Dott. G. Oliva ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) ESAMI DA ESEGUIRE (VALIDITA'

Dettagli

DRG e SDO. Prof. Mistretta

DRG e SDO. Prof. Mistretta DRG e SDO Prof. Mistretta Il sistema è stato creato dal Prof. Fetter dell'università Yale ed introdotto dalla Medicare nel 1983; oggi è diffuso anche in Italia. Il sistema DRG viene applicato a tutte le

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

Legge 15 marzo 2010, n. 38. Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore. (G.U. 19 marzo 2010, n.

Legge 15 marzo 2010, n. 38. Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore. (G.U. 19 marzo 2010, n. Legge 15 marzo 2010, n. 38 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore (G.U. 19 marzo 2010, n. 65) Art. 1. (Finalità) 1. La presente legge tutela il diritto del

Dettagli

Anno 2012 LE PRINCIPALI CAUSE DI MORTE IN ITALIA

Anno 2012 LE PRINCIPALI CAUSE DI MORTE IN ITALIA 3 dicembre 2014 Anno 2012 LE PRINCIPALI CAUSE DI MORTE IN ITALIA Nel 2012 vi sono stati in Italia 613.520 con un standardizzato di mortalità di 92,2 individui per diecimila residenti. La tendenza recente

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani CARTA DEI SERVIZI Questa Carta dei Servizi ha lo scopo di illustrare brevemente il nostro Poliambulatorio per aiutare i cittadini a conoscerci, a rendere comprensibili ed accessibili i nostri servizi,

Dettagli

GUIDA ALLA DETRAZIONE DELLA SPESA PER I FARMACI

GUIDA ALLA DETRAZIONE DELLA SPESA PER I FARMACI GUIDA ALLA DETRAZIONE DELLA SPESA PER I FARMACI Come si detraggono le spese per l acquisto dei farmaci? Cosa deve contenere lo scontrino fiscale emesso dalla farmacia? A cosa serve la tessera sanitaria?

Dettagli

REaD REtina and Diabetes

REaD REtina and Diabetes Progetto ECM di formazione scientifico-pratico sulla retinopatia diabetica REaD REtina and Diabetes S.p.A. Via G. Spadolini 7 Iscrizione al Registro delle 20141 Milano - Italia Imprese di Milano n. 2000629

Dettagli

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

b) dati di base: dati elementari utilizzati in forma aggregata per la costruzione degli indicatori. Comprendono dati correnti già parte dei vigenti

b) dati di base: dati elementari utilizzati in forma aggregata per la costruzione degli indicatori. Comprendono dati correnti già parte dei vigenti D.M. 12-12-2001 Sistema di garanzie per il monitoraggio dell'assistenza sanitaria. Pubblicato nella Gazz. Uff. 9 febbraio 2002, n. 34, S.O. IL MINISTRO DELLA SALUTE di concerto con IL MINISTRO DELL'ECONOMIA

Dettagli

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Fabrizio Muscas Firenze, 1 Luglio 2011 ANCoM chi rappresenta? 8 Consorzi regionali 98 Cooperative di MMG 5000 Medici di Medicina Generale (MMG)

Dettagli

LINEE GUIDA REGIONALI PER L'APPLICAZIONE DELLA NORMATIVA SULL'ASSISTENZA SANITARIA DEI CITTADINI NON ITALIANI PRESENTI IN TOSCANA

LINEE GUIDA REGIONALI PER L'APPLICAZIONE DELLA NORMATIVA SULL'ASSISTENZA SANITARIA DEI CITTADINI NON ITALIANI PRESENTI IN TOSCANA Allegato A) ASSESSORATO ALLA SALUTE DIREZIONE GENERALE DIRITTI DI CITTADINANZA E COESIONE SOCIALE LINEE GUIDA REGIONALI PER L'APPLICAZIONE DELLA NORMATIVA SULL'ASSISTENZA SANITARIA DEI CITTADINI NON ITALIANI

Dettagli

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE IN SEDE DI ACCERTAMENTI PSICO-FISICI E ATTITUDINALI (pena l esclusione dal reclutamento)

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE IN SEDE DI ACCERTAMENTI PSICO-FISICI E ATTITUDINALI (pena l esclusione dal reclutamento) DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE IN SEDE DI ACCERTAMENTI PSICO-FISICI E ATTITUDINALI (pena l esclusione dal reclutamento) 1. Tutti i convocati (uomini e donne) dovranno presentarsi con: - originale o copia

Dettagli

Scadenza 26/05/2015 Domanda n

Scadenza 26/05/2015 Domanda n Scadenza 26/05/2015 Domanda n Spazio riservato al Protocollo AL COMUNE DI PESCARA Settore Manutenzioni Servizio Politiche della Casa Il/La sottoscritto/a (Cognome) (Nome) nato/a a prov. il / / cittadinanza

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME, Nome NAGAR BERNARDO Data di nascita 12/03/1955 Posto di lavoro e indirizzo ASP PALERMO U.O.C.Coordinamento Staff Strategico U.O.S.Coordinamento Screening

Dettagli

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE CENTRO ASSISTENZA PRIMARIA PRESSO IL DISTRETTO DI CIVIDALE Dicembre 2014 1 Indice Premessa 1) La progettualità

Dettagli

Guida alle prestazioni ambulatoriali

Guida alle prestazioni ambulatoriali Az i e n d a O s p e d a l i e r a O s p e d a l i Riuniti Papardo-Piemonte M e s s i n a P r e s i d i o O s p e d a l i e r o P AP AR D O Guida alle prestazioni ambulatoriali Gentile Signore/a, l Azienda,

Dettagli

AGGIORNAMENTO MEDICO OBBLIGATORIO DEI

AGGIORNAMENTO MEDICO OBBLIGATORIO DEI REGIONE ABRUZZO AGGIORNAMENTO MEDICO OBBLIGATORIO DEI MEDICI DI MEDICINA GENERALE ANNO 2013/2014 ASSISTENZA SANITARIA AGLI STRANIERI A cura di: S. Di Marco, M. Di Paolantonio, G. Salvio 1 INDICE Obiettivi

Dettagli

INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA

INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA FOGLIO INFORMATIVO PER IL PAZIENTE L angiografia retinica serve a studiare le malattie della retina; localizzare la

Dettagli

Cosa sappiamo sui costi dell assistenza sanitaria agli immigrati?

Cosa sappiamo sui costi dell assistenza sanitaria agli immigrati? Cosa sappiamo sui costi dell assistenza sanitaria agli immigrati? Patrizia Carletti, Osservatorio sulle Diseguaglianze nella Salute / ARS Marche Giovanna Valentina De Giacomi, Ares 118 Lazio Norma Barbini,

Dettagli

Cos è un analisi genetica (test genetico)?

Cos è un analisi genetica (test genetico)? 12 Cos è un analisi genetica (test genetico)? Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra Luglio 2008 Questo lavoro è sponsorizzato dal Consorzio EU-FP6 EuroGentest,

Dettagli

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it COLF E BADANTI Lo sportello Colf e Badanti del Caf Cisl nasce per fornire alle famiglie tutta l assistenza necessaria per la gestione del rapporto di lavoro di colf, assistenti familiari, baby sitter,

Dettagli

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 19 OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 2 Prefazione IL CAMMINO DELLA QUALITÀ Inps, come le altre pubbliche Amministrazioni

Dettagli

Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie

Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Informazioni utili Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Informazioni utili U.O. AFFARI GENERALI E SEGRETERIA

Dettagli

PROGETTO Ambulatorio Ma.Re.A. (Malattia Renale Avanzata) Elaborato da: Delalio Alessia Guzza Lucia Resinelli Vilma Sandrini Massimo

PROGETTO Ambulatorio Ma.Re.A. (Malattia Renale Avanzata) Elaborato da: Delalio Alessia Guzza Lucia Resinelli Vilma Sandrini Massimo PROGETTO Ambulatorio Ma.Re.A. (Malattia Renale Avanzata) Elaborato da: Delalio Alessia Guzza Lucia Resinelli Vilma Sandrini Massimo Malattia Renale Cronica Stadiazione Stadio Descrizione VFG (ml/min/1.73

Dettagli

Informazione per persone che soggiornano temporaneamente in Svizzera e che sono assicurate in forma pubblica in uno stato UE o AELS.

Informazione per persone che soggiornano temporaneamente in Svizzera e che sono assicurate in forma pubblica in uno stato UE o AELS. Informazione per persone che soggiornano temporaneamente in Svizzera e che sono assicurate in forma pubblica in uno stato UE o AELS. Gettiamo dei ponti Istituzione comune LAMal Gibelinstrasse 25 casella

Dettagli

VÉÇá zä É exz ÉÇtÄx wxäät câzä t 1

VÉÇá zä É exz ÉÇtÄx wxäät câzä t 1 1 LEGGE REGIONALE Norme in materia sanitaria 2 LEGGE REGIONALE Norme in materia sanitaria Il Consiglio regionale ha approvato la seguente legge: Art. 1 (Integrazione del comma 40 dell articolo 3 della

Dettagli

La perequazione automatica delle pensioni dal 1 gennaio 2015

La perequazione automatica delle pensioni dal 1 gennaio 2015 La perequazione automatica delle pensioni dal 1 gennaio 2015 All'interno: Importo pensioni base; Bonus di 154,94; Quattordicesima sulle pensioni basse; Integrazione al trattamento minimo e integrazione

Dettagli

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità Hand 6 - COD.SR64 coniuge disabile in situazione di gravità (art. 42 comma 5 T.U. sulla maternità e paternità - decreto legislativo n. 151/2001, come modificato dalla legge n. 350/2003) Per ottenere i

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA

REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA PREMESSA Il ricovero in ambiente ospedaliero rappresenta per la persona e la sua

Dettagli

L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA

L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA L INAIL, IL DATORE DI LAVORO, IL LAVORATORE, COSA DEVONO FARE COSA DEVE SAPERE IL LAVORATORE QUANDO SUBISCE UN INFORTUNIO O

Dettagli

Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia. Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia

Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia. Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia Pag. 1 di 6 Rev Data Redatto e elaborato Approvato Firma 0 04/03/2011 Coord.Infermieristico M.Renovi Dirigente Medico Resp. Dr. A. Stefanelli Direttore U.O.C. Medicina Generale Dott.ssa P. Lambelet Direttore

Dettagli

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 MINIMI RETRIBUTIVI FISSATI DALLA COMMISSIONE NAZIONALE DECORRENZA 1 GENNAIO 2014 CONVIVENTI DI CUI ART. 15-2

Dettagli

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 6 febbraio 2006 e rettificato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE REGIONE LAZIO Direttore Generale Dott. Vittorio Bonavita U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE Ospedale Sandro Pertini Direttore: Prof. Vincenzo Di Cintio Gentile paziente, Le diamo il benvenuto nella nostra Struttura

Dettagli

Il Servizio sanitario regionale dell Emilia-Romagna e il nuovo welfare

Il Servizio sanitario regionale dell Emilia-Romagna e il nuovo welfare STRUTTURE, SPESA, ATTIVITÀ Il Servizio sanitario regionale dell Emilia-Romagna e il nuovo welfare PROGRAMMI LE STRUTTURE, LA SPESA, LE ATTIVITÀ AL 31.12.2008 I PROGRAMMI, I MODELLI ORGANIZZATIVI MODELLI

Dettagli

DISABILITÀ E INVALIDITÀ NEL PUBBLICO IMPIEGO. guida alla richiesta di benefici e agevolazioni

DISABILITÀ E INVALIDITÀ NEL PUBBLICO IMPIEGO. guida alla richiesta di benefici e agevolazioni DISABILITÀ E INVALIDITÀ NEL PUBBLICO IMPIEGO guida alla richiesta di benefici e agevolazioni Disabilità e invalidità guida alla richiesta di benefici e agevolazioni ultimi decenni il mondo della disabilità

Dettagli

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE La sottoscritta Dr.ssa Franca CRINÒ, nata a Casignana (RC) il 04/03/1959, residente in Via Zittoro 19/4, 89030 - Casignana (RC) Tel.: 0964.956090, cell.:

Dettagli

Voucher: il sistema dei buoni lavoro

Voucher: il sistema dei buoni lavoro Voucher: il sistema dei buoni lavoro Cosa sono I buoni lavoro (o voucher) rappresentano un sistema di pagamento che i datori di lavoro (committenti) possono utilizzare per remunerare prestazioni di lavoro

Dettagli

TARIFFAZIONE RICETTE SSN CONTENENTI FARMACI SOP ed OTC CIRCOLARE RIEPILOGATIVA

TARIFFAZIONE RICETTE SSN CONTENENTI FARMACI SOP ed OTC CIRCOLARE RIEPILOGATIVA CIRCOLARE N. 25/08 ASSIPROFAR FEDERFARMA ROMA via dei Tizii, 10 Roma 00185 Tel. 064463140 Fax 064959325 e-mail: assiprof@tin.it sito internet: www.federfarmaroma.com AI TITOLARI DI FARMACIA DI ROMA E PROVINCIA

Dettagli

Certificazione dei redditi - 1/6

Certificazione dei redditi - 1/6 PR O TOC OL L O Mod. RED - COD. AP15 Certificazione dei redditi - 1/6 ALL UFFICIO INPS DI COGNOME NOME CODICE FISCALE NATO/A IL GG/MM/AAAA A PROV. STATO RESIDENTE IN PROV. STATO INDIRIZZO CAP TELEFONO

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

I Convegno di Neuroautoimmunità. Prato, Polo Universitario. 20-21 Febbraio 2015

I Convegno di Neuroautoimmunità. Prato, Polo Universitario. 20-21 Febbraio 2015 I Convegno di Neuroautoimmunità Prato, Polo Universitario 20-21 Febbraio 2015 PATROCINI RICHIESTI Patrocini richiesti Carissimi, Lettera dei Presidenti è con grande piacere che Vi invitiamo il 21 e 22

Dettagli

La disassuefazione dal fumo

La disassuefazione dal fumo Piano regionale del Veneto per la prevenzione delle malattie legate al fumo La disassuefazione dal fumo Obiettivi Nei paesi industrializzati occidentali gli interventi che riducono i danni da fumo sono

Dettagli

Tracciato Import-Export CareStudio 2.0

Tracciato Import-Export CareStudio 2.0 Il seguente documento definisce i contenuti ed il formato delle informazioni importabili ed esportabili del sistema. Per ciascuna tipologia di informazione è previsto un file di testo codificato secondo

Dettagli

Indicazioni per la certificazione

Indicazioni per la certificazione Il nuovo modello per la certificazione delle cause di morte: peculiarità e indicazioni per una corretta certificazione Indicazioni per la certificazione Stefano Brocco Coordinamento del Sistema Epidemiologico

Dettagli

LA VALUTAZIONE NEUROPSICOLOGICA COME MISURA CHIAVE PER LA DIAGNOSI PRECOCE DEL DNC LIEVE: L ESPERIENZA DELLA REGIONE PIEMONTE

LA VALUTAZIONE NEUROPSICOLOGICA COME MISURA CHIAVE PER LA DIAGNOSI PRECOCE DEL DNC LIEVE: L ESPERIENZA DELLA REGIONE PIEMONTE VIII Convegno IL CONTRIBUTO DELLE UNITA VALUTAZIONE ALZHEIMER NELL ASSISTENZA DEI PAZIENTI CON DEMENZA LA VALUTAZIONE NEUROPSICOLOGICA COME MISURA CHIAVE PER LA DIAGNOSI PRECOCE DEL DNC LIEVE: L ESPERIENZA

Dettagli

Condizioni di salute, fattori di rischio e ricorso ai servizi sanitari

Condizioni di salute, fattori di rischio e ricorso ai servizi sanitari 2 marzo 2007 Condizioni di salute, fattori di rischio e ricorso ai servizi sanitari Anno 2005 Con l indagine multiscopo Condizioni di salute e ricorso ai servizi sanitari l Istat rileva presso i cittadini

Dettagli

REGOLAMENTO SUGLI ACCERTAMENTI DELLA IDONEITÀ/INIDONEITÀ PSICO-FISICA DEL PERSONALE DELLA ASL CAGLIARI

REGOLAMENTO SUGLI ACCERTAMENTI DELLA IDONEITÀ/INIDONEITÀ PSICO-FISICA DEL PERSONALE DELLA ASL CAGLIARI Allegato alla Deliberazione n. 1576 del 19/11/2012 REGOLAMENTO SUGLI ACCERTAMENTI DELLA IDONEITÀ/INIDONEITÀ PSICO-FISICA DEL PERSONALE DELLA ASL CAGLIARI Art. 1 OGGETTO E DESTINATARI Il presente regolamento

Dettagli

Invalido dal 33% al 73%

Invalido dal 33% al 73% Invalido dal 33% al 73% Definizione presente nel verbale: "Invalido con riduzione permanente della capacità lavorativa in misura superiore ad 1/3 (art. 2, L. 118/1971)". Nel certificato può essere precisata

Dettagli

Elenco provvidenze nuova mutualità

Elenco provvidenze nuova mutualità Elenco provvidenze nuova mutualità Tipologia sussidio Importo erogato Periodicità del sussidio Documentazione da allegare Ricovero 15,00 al giorno (per massimo 20 giorni all anno) Ogni anno Certificato

Dettagli

Guida ai diritti del malato

Guida ai diritti del malato Guida ai diritti del malato ERRORI MEDICI? DIMISSIONI FORZATE? INVALIDITÀ CIVILI NEGATE? LISTE D ATTESA INTERMINABILI? CARTE DEI SERVIZI INTROVABILI? DANNI DA TRASFUSIONI E DA VACCINAZIONI OBBLIGATORIE?

Dettagli

GUIDA ALLE PRESTAZIONI SANITARIE - REGIME DI ASSISTENZA DIRETTA E REGIME RIMBORSUALE

GUIDA ALLE PRESTAZIONI SANITARIE - REGIME DI ASSISTENZA DIRETTA E REGIME RIMBORSUALE GUIDA ALLE PRESTAZIONI SANITARIE - REGIME DI ASSISTENZA DIRETTA E REGIME RIMBORSUALE La presente guida descrive le procedure operative che gli Assistiti dovranno seguire per accedere alle prestazioni garantite

Dettagli

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata Cari pazienti! Vi sentite spesso fiacchi, stanchi, esauriti o giù di morale? Soffrite facilmente il freddo?

Dettagli

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI pag. 7 DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MA 28 Rev. 1 del 22/10/2011 Pagina 1 di 6 MISSIONE E VALORI L U.O.C. di Oncologia Medica si prende

Dettagli

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014 PRESIDIO BORRI VARESE ACCETTAZIONE RICOVERI 18,9 0 22,84 77,16 PRESIDIO BORRI VARESE AFFARI GENERALI E LEGALI 4,35 15,53 19,88 80,12 PRESIDIO BORRI VARESE AMBULANZE 15,78 1,77 20,03 79,97 PRESIDIO BORRI

Dettagli

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO.

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. ALLEGATO A PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. TITOLI ACCADEMICI VOTO DI LAUREA Medici Specialisti ambulatoriali, Odontoiatri,

Dettagli

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA Che cos è la degenerazione maculare? La degenerazione maculare è una malattia che interessa la regione centrale della retina (macula), deputata alla visione distinta necessaria per la lettura, la guida

Dettagli

INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA

INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA Particolare dell incisione chirurgica Componenti di protesi d anca 2 Immagine di atrosi dell anca Sostituzione mediante artroprotesi La protesizzazione dell anca (PTA)

Dettagli

Informazioni sull assicurazione malattia per persone titolari di una pensione svizzera che si trasferiscono in uno stato dell UE o dell AELS

Informazioni sull assicurazione malattia per persone titolari di una pensione svizzera che si trasferiscono in uno stato dell UE o dell AELS Informazioni sull assicurazione malattia per persone titolari di una pensione svizzera che si trasferiscono in uno stato dell UE o dell AELS Gettiamo dei ponti Istituzione comune LAMal Gibelinstrasse 25

Dettagli

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile INFORMAZIONI PERSONALI Nome Attilio Vercelloni Data di nascita 28/01/1960 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio dirigente medico ASL DI VERCELLI Staff - S.C. Neuropsichiatria

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute Ministero della Salute DIREZIONE GENERALE DELLA PROGRAMMAZIONE SANITARIA UFFICIO VI Adempimento mantenimento dell erogazione dei LEA attraverso gli indicatori della Griglia Lea Metodologia e Risultati

Dettagli

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO PART-TIME INDICE Art. 1 Finalità Art. 2 Campo di applicazione Art. 3 Contingente che può essere destinato al tempo

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI. Seduta del 20 dicembre 2001

CONFERENZA STATO-REGIONI. Seduta del 20 dicembre 2001 (rep.atti n. 1358 del 20 dicembre 2001) CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 20 dicembre 2001 OGGETTO: Accordo tra il Ministro della salute, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano, sugli

Dettagli

Corretto utilizzo delle soluzioni concentrate di Potassio cloruro. ed altre soluzioni contenenti Potassio

Corretto utilizzo delle soluzioni concentrate di Potassio cloruro. ed altre soluzioni contenenti Potassio cloruro cloruro Data Revisione Redazione Approvazione Autorizzazione N archiviazione 00/00/2010 e Risk management Produzione Qualità e Risk management Direttore Sanitario 1 cloruro INDICE: 1. Premessa

Dettagli

Titoli di soggiorno che consentono l esercizio di attività lavorativa

Titoli di soggiorno che consentono l esercizio di attività lavorativa Titoli di soggiorno che consentono l esercizio di attività lavorativa Per poter lavorare in Italia il cittadino straniero non comunitario deve essere in possesso del permesso di soggiorno rilasciato per

Dettagli

Disegnato il percorso di riforma dell'adi per il 2012

Disegnato il percorso di riforma dell'adi per il 2012 Disegnato il percorso di riforma dell'adi per il 2012 martedì, 17 gennaio, 2012 http://www.lombardiasociale.it/2012/01/17/disegnato-il-percorso-di-riforma-delladi-per-il-2012/ L'analisi del Contesto E

Dettagli

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD)

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Che cos è? Il deficit di mevalonato chinasi è una malattia genetica. E un errore congenito

Dettagli

Qual è la mia copertura assicurativa? Piccola guida all assicurazione obbligatoria contro gli infortuni per i lavoratori dipendenti

Qual è la mia copertura assicurativa? Piccola guida all assicurazione obbligatoria contro gli infortuni per i lavoratori dipendenti Piccola guida all assicurazione obbligatoria contro gli infortuni per i lavoratori dipendenti 2 Questo opuscolo La informa sulla Sua situazione assicurativa spiegandole se e in che misura Lei è coperto

Dettagli

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting. explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.it Procedura di gestione per Laboratori di Analisi Cliniche Pag.

Dettagli