Ingresso, circolazione e soggiorno sono un diritto soggettivo attribuito dall art.18 art.18 del Trattato C.E.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Ingresso, circolazione e soggiorno sono un diritto soggettivo attribuito dall art.18 art.18 del Trattato C.E."

Transcript

1

2 Ingresso, circolazione e soggiorno sono un diritto soggettivo attribuito dall art.18 art.18 del Trattato C.E. L Attestato di Soggiorno/Residenza Anagrafica per cittadini U.E. è un documento dichiarativo del diritto di soggiornare nel territorio italiano

3 Solo cittadini Ue? (Circ. Min-Interno 18/7/2007). Le disposizioni del D. Lgs.. 30/2007 si applicano anche ai cittadini di: Spazio Economico Europeo. Norvegia, Islanda, Liechtstein Svizzera e Repubblica di San Marino 1 luglio 2013 anche la Croazia fa parte dell Ue Ue.

4 Solo cittadini Ue? I FAMILIARI EXTRACOMUNITARI DI CITTADINI DELL UNIONE Ai sensi dell art. 3, comma 1, d. lgs.. n. 30/2007, la normativa sulla libera circolazione e sulla libertà di soggiorno e stabilimento si applica, non soltanto a qualsiasi cittadino dell Unione che si rechi o soggiorni in uno Stato membro diverso da quello di cui ha la cittadinanza, ma anche ai suoi familiari ai sensi dell art. 2, comma 1, lettera b), che accompagnino o raggiungano il cittadino medesimo.

5 I FAMILIARI EXTRACOMUNITARI DI CITTADINI DELL UNIONE LA NOZIONE DI FAMILIARI CONTENUTA NELL ART. 2 D. LGS. N. 30/2007 Conformemente alla Direttiva 2004/38/CE, l art. l 2 d. lgs.. 30/2007 prevede che ai fini dell applicazione del decreto legislativo, si intende per familiare: 1) il coniuge; 2) il partner che abbia contratto con un cittadino dell'unione un'unione civile registrata in base alla legislazione di uno Stato to membro, qualora la legislazione dello Stato membro ospitante equipari l unione l registrata al matrimonio e nel rispetto delle condizioni previste dalla pertinente legislazione dello Stato membro ospitante;

6 I FAMILIARI EXTRACOMUNITARI DI CITTADINI DELL UNIONE LA NOZIONE DI FAMILIARI CONTENUTA NELL ART. 2 D. LGS. N. 30/2007 3) i discendenti del cittadino comunitario (ad es. figli e nipoti) che abbiano meno di 21 anni o che siano a carico e i discendenti del coniuge del cittadino comunitario; 4) gli ascendenti del cittadino comunitario (ad es. genitori o nonni) o del coniuge del cittadino comunitario, purché a carico.

7 UE SEE SCHENGEN NON SONO PAESI DELL'U.E. E NON SONO PAESI SPAZIO SCHENGEN SPAZIO ECONOMICO EUROPEO - S.E.E. AND ANDORRA IS ISLANDA MC MONACO - PRINCIPATO FL LIECHTEN STEIN ma non è Spazio Schengen RSM REP. SAN MARINO N NORVEGIA ma non è U.E. V CH CITTÀ DEL VATICANO SVIZZERA SPAZIO SCHENGEN Sigla Paese Territori Sigla Paese Territori A AUSTRIA I ITALIA B BEGLIO L LUSSEMBURGO DK DANIMARCA N NORVEGIA ma non è U.E. FIN FINLANDIA NL PAESI BASSI/OLANDA F FRANCIA Guaina, Reunion, Martinique, Guadalupe P PORTOGALLO Azzorre, Madeira D GERMANIA E SPAGNA Canarie GR GRECIA S SVEZIA IS ISLANDA ma non è U.E.

8 Si possono distinguere tre periodi:

9 A ciascuno di tali periodi, corrispondono condizioni diverse richieste al cittadino comunitario che intenda godere del diritto di soggiorno. In ciascuno di quei periodi al cittadino comunitario e i suoi eventuali familiari che abbiano il diritto di soggiorno spettano diritti che si ampliano con il passaggio da un periodo all altro altro.

10 1) il periodo iniziale, fino a tre mesi successivi all ingresso in Italia; I cittadini dell'unione hanno il diritto di soggiornare nel territorio di un altro Stato membro per un periodo non superiore a tre mesi senza alcuna condizione o formalità, salvo il possesso di una carta d'identità valida per l espatrio o di un passaporto in corso di validità (art. 6, par. 1 direttiva 2004/38/CE). Certificabile con: Dichiarazione di presenza Legge 68/07 Alla Frontiera o in Questura

11 2) il diritto di soggiorno nel periodo successivo ai primi tre mesi fino ai cinque anni; I cittadini comunitari hanno il diritto di soggiorno soltanto se possiedono alcuni requisiti. In particolare, ai sensi dell art. 7 d. lgs.. 30/2007,, il cittadino dell Unione ha diritto di soggiornare nel territorio nazionale per un periodo superiore a tre mesi, qualora rientri in una delle seguenti quattro categorie: Certificabile con: L attestazione di soggiorno in Comune di residenza

12 3) il diritto di soggiorno permanente dopo cinque anni. Ha diritto al soggiorno permanente il cittadino dell'unione che ha soggiornato legalmente ed in via continuativa per cinque anni nel territorio nazionale (art. 14, comma 1, d. lgs. 30/2007). Certificabile con: Attestato di soggiorno permanente in Comune di residenza.

13 1) Il periodo iniziale, fino a tre mesi successivi all ingresso in Italia; LA LIBERTÀ DI CIRCOLAZIONE E DI SOGGIORNO E LE SUE LIMITAZIONI L art. 21 del Trattato sul funzionamento dell Unione europea TFUE (in precedenza art. 18 CE) prevede: Ogni cittadino dell Unione ha il diritto di circolare e di soggiornare liberamente nel territorio degli Stati membri, fatte salve le limitazioni e le condizioni previste dal presente trattato e dalle le disposizioni adottate in applicazione dello stesso.

14 Il diritto di libera circolazione, soggiorno e stabilimento è regolato anzitutto da una direttiva comunitaria (Direttiva( 2004/38/ce) ) che prevede che soltanto per il periodo entro i tre mesi dall ingresso nello Stato i cittadini degli altri stati membri dell Unione sono ammessi a circolare e soggiornare quasi liberamente e senza dover motivare il motivo del soggiorno. Dopo i primi tre mesi il cittadino comunitario ha il diritto di soggiorno in un Paese membro diverso da quello di cui alla cittadinanza non soltanto se possiede la cittadinanza dell Unione, ma anche se dimostra il possesso di uno dei quattro presupposti per il diritto di soggiorno (lavoro, studio, unità familiare, autosufficienza) ) e il rispetto delle condizioni previste dalla legge.

15 In base all art. art. 14 Direttiva 2004/38 e all art. art. 14 d. lgs.. n. 30/2007,, i cittadini dell Unione o i loro familiari cessano di beneficiare del diritto al soggiorno anche nei primi tre mesi qualora: a) costituiscano un pericolo per l ordine l e la sicurezza pubblica; b) diventino un onere eccessivo per il sistema di assistenza sociale.

16 Al fine di entrare in Italia,, il cittadino dell Unione deve essere in possesso soltanto di un passaporto o di un documento di identità valido per l espatriol espatrio,, secondo la legislazione dello Stato membro: nessun visto di ingresso può essergli richiesto [art.[ 5 D. Lgs.. n. 30/2007, art. 5 Dir. 2004/38/CE]. Le autorità italiane non possono perciò pretendere dal cittadino l esibizione del passaporto, se questi è in possesso della carta di identità o al contrario, l esibizione l di una carta di identità valida per l espatrio, l se questi è in possesso del passaporto: tali documenti sono assolutamente equipollenti al fine della normativa comunitaria in materia di libera circolazione e il cittadino comunitario è libero di scegliere quale documento esibire.

17 Il cittadino comunitario e il familiare (extracomunitario) di questi durante i primi tre mesi hanno l onere di presentarsi ad un ufficio di polizia per dichiarare la propria presenza in Italia [art.[ 5, comma 5 bis, d. lgs.. 30/2007,, introdotto dal d. lgs.. n. 32/2008]. Qualora non sia stata effettuata tale dichiarazione di presenza, si presume, salvo prova contraria, che il soggiorno si sia protratto o da oltre tre mesi [art.[ 5, comma 5-bis, 5 d. lgs.30/ /2007].

18 Si tratta di una norma che mira a prevenire l elusione da parte dei cittadini comunitari soggiornanti da più di tre mesi di dimostrare la sussistenza di uno dei quattro presupposti (lavoro, studio, unità familiare, autosufficienza) ) in presenza dei quali il cittadino comunitario ha diritto di soggiorno, il che però richiede all interessato obblighi anche onerosi previsti dalle norme comunitarie e nazionali, come l iscrizione l anagrafica e la connessa disponibilità di una dimora abituale, in mancanza dei quali il cittadino comunitario può essere allontanato dal territorio dello Stato. La norma dunque finisce col rendere immediatamente allontanabile dal territorio dello Stato per cessazione del diritto di soggiorno il cittadino comunitario che non abbia reso la dichiarazione di presenza.

19 In mancanza di tale dichiarazione, si presume, fino a prova contraria, che il soggiorno sia durato più di 3 mesi. (D. Lgs.. 32/2008). Per l iscrizione, l oltre all ordinaria documentazione prevista dalla normativa vigente per i cittadini italiani (Legge n. 1228/54 e D.P.R. n. 223/89) è anche richiesta una documentazione specifica a seconda delle condizioni cui è collegato il diritto di soggiorno. La Commissione europea, nel Rapporto sull'applicazione della Direttiva 2004/38/CE, ha censurato la trasposizione nell'ordinamento italiano delle disposizioni sul diritto di soggiorno di breve durata (art. 6 Direttiva 2004/38/CE) per l'imposizione del requisito di un previo ingresso o legale, in contrasto con Sent.. Corte Giust.. C-459C

20 Facsimile Dichiarazione di presenza In sostituzione di tipologie di PdS soppresse con Legge 68/07 (Turismo, Affari, Studio, ecc.) spetta allo straniero (Sent( Sent.. Cass. 7668/2004) l'onere della prova della data di ingresso ai fini della dimostrazione del rispetto dei termini per la richiesta del permesso; tale data e' certificabile mediante il timbro a data sul passaporto.

21 Durante questo primo periodo, il cittadino comunitario se ha bisogno dell assistenza sanitaria non ha diritto ad ottenere l iscrizione l al SSN (salvo, come si è visto, che svolga attività lavorativa, anche stagionale), anche perché il diritto alle prestazioni sanitarie è in ogni caso riconosciuto ai cittadini comunitari in possesso della TEAM o di altro Modello (E106 per lavoratori e studenti; E121 per pensionati) rilasciato dal loro Paese d'origine: in questo caso, il diritto alle prestazioni sanitarie è a parità di condizioni col cittadino italiano, ma l Azienda ospedaliera chiede il rimborso allo Stato di origine.

22 2) il diritto di soggiorno nel periodo successivo ai primi tre mesi fino ai cinque anni; Ai sensi dell art. 7 d. lgs.. 30/2007,, il cittadino dell Unione ha diritto di soggiornare nel territorio nazionale per un periodo superiore a tre mesi, qualora rientri in una delle seguenti quattro categorie: e:

23 a) sia un lavoratore subordinato o autonomo; b) disponga per sé stesso e per i propri familiari di risorse economiche sufficienti, per non diventare un onere a carico dell assistenza sociale dello Stato durante il periodo di soggiorno e di un assicurazione sanitaria; c) sia iscritto presso un istituto pubblico o privato riconosciuto per seguirvi un corso di studi o di formazione e disponga per sé stesso e per i propri familiari di risorse economiche sufficienti, per non diventare un onere a carico dell assistenza sociale dello Stato durante il periodo di soggiorno e di un assicurazione sanitaria; d) sia familiare di un cittadino dell Unione ai sensi dell art. 2 d. lgs. 30/2007, che rientri in una delle categorie sopra individuate.

24 Le norme di recepimento e di attuazione di norme e principi della Comunita' europea e dell'unione europea assicurano la parita' di trattamento dei cittadini italiani rispetto ai cittadini comunitari residenti o stabiliti nel territorio nazionale e non possono in ogni caso comportare un trattamento sfavorevole dei cittadini italiani (art. 14 bis, co. 1 L. 11/2005);

25 DECRETO LEGISLATIVO 6 febbraio 2007, n.30 Attuazione della direttiva 2004/38/CE relativa al diritto dei cittadini dell'unione e dei loro familiari di circolare e di soggiornare liberamente nel territorio degli Stati membri. Circolare Ministero dell Interno n. 19 del 6 aprile 2007 OGGETTO: Decreto legislativo n. 30, del 6 febbraio 2007, recante Attuazione della direttiva 2004/38/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 29 aprile 2004 relativa al diritto dei cittadini dell unione e dei loro familiari di circolare e di soggiornare liberamente nel territorio degli Stati membri, che modifica il regolamento (CEE) n. 1612/68 ed abroga le direttive 64/221/CEE, 68/360/CEE, 72/194/CEE, 73/194/CEE, 75/34/CEE, 75/35 (CE), 90/364/CEE, 90/365/CEE e 93/96/CEE. I cittadini dei 25 Stati già membri dell'ue prima del 1 1 gennaio 2007, possono essere regolarmente assunti senza che sia necessario richiedere alcun nulla osta al lavoro. Per l'assunzione di tali lavoratori sono quindi richiesti solo gli g ordinari adempimenti previsti per l'assunzione di lavoratori italiani.

26 L art. 45 del Trattato sul Funzionamento dell Unione Europea (art.( 45 TFUE, già art. 39 TCE) ) nel sancire il principio della libera circolazione dei lavoratori all interno dell Unione europea prevede al suo quarto comma un eccezione relativamente agli impieghi nella pubblica amministrazione. Analogamente, l art. l 51, comma 1, TFUE (ex( art. 45, comma 1, Trattato CE) ) dispone che le norme in materia di diritto di stabilimento non trovano applicazione alle attività che in tale Stato partecipino, sia pure occasionalmente, all esercizio dei pubblici poteri.

27

28

29 I POSTI CHE POSSONO ESSERE RISERVATI AI CITTADINI ITALIANI. L art. 38 d. lgs.. 20 marzo 2001, n. 165 (Norme generali sull ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche) prevede che i cittadini degli Stati membri dell Unione europea possono accedere ai posti di lavoro presso le amministrazioni pubbliche che non implicano esercizio diretto o indiretto di pubblici poteri ovvero non attengono alla tutela dell interesse nazionale. La norma, come si vede, contiene una definizione generale.

30 I POSTI CHE POSSONO ESSERE RISERVATI AI CITTADINI ITALIANI. Gli impieghi delle amministrazioni pubbliche per l accesso l ai quali non può prescindersi dal possesso della cittadinanza italiana sono i seguenti: 1) posti di dirigenti delle amministrazioni dello Stato e posti dei corrispondenti livelli delle altre pubbliche amministrazioni (art. 1 D.P.C.M.); 2) posti con funzioni di vertice amministrativo delle strutture periferiche delle amministrazioni pubbliche dello Stato, anche ad ordinamento autonomo, degli enti pubblici non economici, delle province e dei comuni nonché delle regioni e della Banca d Italia (art. 1 DPR); 3) posti di magistrati ordinari, amministrativi, militari e contabili, avvocati e procuratori dello Stato (art. 1 DPCM);

31 I POSTI CHE POSSONO ESSERE RISERVATI AI CITTADINI ITALIANI. 4) posti dei ruoli civili e militari della Presidenza del Consiglio o dei Ministri, del Ministero degli affari esteri, del Ministero dell'interno, del Ministero M di grazia e giustizia, del Ministero della difesa, del Ministero delle finanze (oggi Ministero dell Economia e delle finanze) e del Corpo forestale dello Stato, eccettuati ettuati i posti a cui si accede mediante avviamento degli iscritti nelle liste di collocamento per i posti per i quali si richiede soltanto il requisito della scuola dell obbligo (art. 1 DPCM); 5) impieghi nella pubblica amministrazione che contemplano l esercizio l delle seguenti funzioni: a) funzioni che comportano l'elaborazione, la decisione, l'esecuzione di provvedimenti autorizzativi e coercitivi; b) funzioni di controllo di legittimità e di merito.

32 Lo status del cittadino dell Unione che viene in Italia per cercare lavoro. Durante i primi tre mesi di soggiorno, il cittadino dell'unione può senz altro intraprendere un attivit attività lavorativa, autonoma e subordinata, senza aver bisogno di ottenere un autorizzazione al lavoro,, con esclusione soltanto delle attività ancora riservate ai cittadini italiani [art.[ 19, co.. 1, d. lgs.. 30/2007].

33 Lo status del cittadino dell Unione che viene in Italia per cercare lavoro. Il cittadino dell Unione che venga in Italia per cercare lavoro non rientra nelle quattro presupposti (lavoro, studio, unità familiare, autosufficienza) ) di conservazione del diritto al soggiorno: Esse riguardano soltanto i casi di persone che abbiano già svolto in Italia un attivit attività di lavoro autonomo e subordinato (infatti, l art. l 7 prevede l ipotesi l del cittadino dell Unione già lavoratore subordinato o autonomo sul territorio nazionale).

34 Lo status del cittadino dell Unione che viene in Italia per cercare lavoro. I cittadini dell Unione che cerchino per la prima volta lavoro in Italia hanno comunque alcuni diritti particolari. Ai sensi dell art. 5 Regolamento UE n. 492/2011,, il cittadino dell Unione che ricerca un impiego sul territorio italiano ha diritto a ricevere la stessa assistenza che i centri per l impiego prestano ai cittadini italiani che cercano lavoro.

35 L ISCRIZIONE DEL LAVORATORE COMUNITARIO (LICENZIATO) NELL ELENCO ELENCO ANAGRAFICO DEL CENTRO PER L IMPIEGO. (D. Lgs. 30/07 art. 7) I cittadini dell Unione Europea possono rendere la dichiarazione, di cui all articolo articolo 2, comma 1, del decreto legislativo 21 aprile 2000, n. 181, così come sostituito dal decreto legislativo 19 dicembre 2002, n. 297, recandosi presso il Centro per l'impiego territorialmente competente (nel cui ambito territoriale si trova il domicilio del lavoratore) per sottoscrivere la dichiarazione attestante l'immediata disponibilità (DID) allo svolgimento e alla ricerca di attività lavorativa nei seguenti casi:

36 se è in stato di disoccupazione involontaria debitamente comprovata dopo avere esercitato una attività lavorativa per oltre un anno nel territorio nazionale: può essere iscritto all anagrafe anagrafe dei lavoratori del Centro per l Impiego e rilasciare la dichiarazione di immediata disponibilità al lavoro (DID); (D. Lgs. 30/07 art. 7 c 3 b) se, invece, è in stato di disoccupazione involontaria debitamente comprovata, a seguito di un contratto di lavoro a termine di durata inferiore a un anno,, ovvero se si è trovato in stato di disoccupazione durante i primi dodici mesi di soggiorno nel territorio nazionale: il Centro per l Impiego l inserisce l interessato l nell anagrafe dei lavoratori e registra la Dichiarazione di Immediata Disponibilità (temporanea valido per un anno) del lavoratore, in questo caso il cittadino dell Ue conserva la qualità di lavoratore subordinato (salvo altri avviamenti) per il periodo di un anno. (D. Lgs. 30/07 art. 7 c 3 c)

37 Se è già in possesso della Carta di Identità italiana rilasciata da un Comune italiano territorialmente competente del Centro per l Impiego l o ATTESTAZIONE DI SOGGIORNO PER I CITTADINI DELL UNIONE EUROPEA,, mentre nel caso di familiare extracomunitario del cittadino dell Unione per il rilascio della DID deve essere prodotta la Carta di soggiorno di familiare di un cittadino dell Unione Unione.

38 Il cittadino dell Unione che decida di trasferirsi in Italia e abbia diritto all indennit indennità di disoccupazione nel Paese di origine può chiedere l autorizzazione l al Paese di origine CE n. 883/2004 e artt e art. 70 Regolamento di applicazione (CE) n. 987/2009]. In tal modo il cittadino dell Unione continuerà a ricevere l importo l dell indennit indennità. In linea di principio, l autorizzazione l al mantenimento dell indennit indennità durante la permanenza all estero è relativa ad un soggiorno fino a tre mesi in un altro paese, ma il centro nazionale per l'impiego del Paese di precedente occupazione potrebbe consentire al lavoratore di continuare a percepire l indennitl indennità fino ad un periodo massimo di sei mesi di permanenza all'estero, in caso di richiesta.

39 Al fine di conservare tale diritto all indennit indennità di disoccupazione, prima di partire, il cittadino dell Unione deve: a) essere iscritto da almeno quattro settimane nelle liste di disoccupazione (sono possibili eccezioni) nel paese in cui è diventato disoccupato; b) richiedere il modulo U2 (ex E303 - autorizzazione a esportare l'indennità di disoccupazione) ai servizi nazionali per l'impiego. All arrivo in Italia, il cittadino dell Unione dovrà: i) iscriversi come disoccupato presso il Centro per l Impiego l competente; ii) presentare all'atto dell'iscrizione modulo U2 (ex E303). iii) acconsentire a eventuali verifiche effettuate sui richiedenti l'indennit indennità di disoccupazione in Italia, come se fosse un beneficiario di tale indennità in Italia.

40 Ai sensi della L. 52/96 e D.Lgs Lgs.. 197/96, i cittadini dell'unione Europea inseriti nell anagrafe della popolazione residente presso un Comune italiano possono p partecipare alle elezioni: AMMINISTRATIVE (limitata al Comunale e alle Circoscrizioni) ) con il diritto di voto ed essere eletti come Consigliere Comunale l'eventuale nomina a componente della Giunta del Comune con l'esclusione delle cariche di Sindaco e Vice Sindaco e/o Consigliere circoscrizionale. EUROPEE con il diritto di voto per i candidati al Parlamento Europeo del proprio collegio/ circoscrizione di residenza e/o essere eletti come Euro Parlamentare del proprio collegio/circoscrizione di residenza.

41 L'assicurazione sanitaria richiesta nei casi di soggiorno per motivi diversi dal lavoro deve: avere durata > 1 anno o a quella del corso di studio o formazione,, se quest'ultima e' < 1 anno; essere valida in Italia; prevedere la copertura integrale dei rischi sanitari; indicare gli eventuali familiari coperti e il grado di parentela; indicare le modalità per la richiesta di rimborso e i recapiti del referente; essere rimpiazzata da una nuova polizza in caso di variazione del nucleo familiare; essere accompagnata, all'atto dell'iscrizione anagrafica, da una traduzione in italiano. circ. Mininterno 18/7/2007 e circ. Minsalute 3/8/2007

42 Il requisito dell'assicurazione sanitaria si considera soddisfatto per i cittadini comunitari che presentino formulari:

43

Le ultime disposizioni in materia di cittadini comunitari ed extracomunitari

Le ultime disposizioni in materia di cittadini comunitari ed extracomunitari Le ultime disposizioni in materia di cittadini comunitari ed extracomunitari Le responsabilità degli ufficiali d'anagrafe in relazione alle nuove competenze del Sindaco Convegno nazionale Anusca 20 novembre

Dettagli

Residenza, ospitalità e permesso di soggiorno: questioni e casistiche sull'iscrizione anagrafica dei cittadini stranieri

Residenza, ospitalità e permesso di soggiorno: questioni e casistiche sull'iscrizione anagrafica dei cittadini stranieri LucaTavani Residenza, ospitalità e permesso di soggiorno: questioni e casistiche sull'iscrizione anagrafica dei cittadini stranieri Associazione Nazionale Ufficiali di Stato Civile e d Anagrafe SOGGETTI

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute Ministero della Salute Dipartimento della Prevenzione e della Comunicazione Direzione Generale per i rapporti con l Unione Europea e per i Rapporti Internazionali - Ufficio II - Protocollo DG RUERI/II/

Dettagli

IL CITTADINO COMUNITARIO IN ANAGRAFE

IL CITTADINO COMUNITARIO IN ANAGRAFE IL CITTADINO COMUNITARIO IN ANAGRAFE D.Lgs. 30/2007 1 PAESI MEMBRI DELL UNIONE EUROPEA 1. Austria 2. Belgio 3. Bulgaria 4. Cipro 5. Danimarca 6. Estonia 7. Finlandia 8. Francia 9. Germania 10. Grecia 11.

Dettagli

Per quanto riguarda i CITTADINI COMUNITARI, il dlgs. 6 febbraio 2007, n.30, richiede ai fini dell iscrizione anagrafica:

Per quanto riguarda i CITTADINI COMUNITARI, il dlgs. 6 febbraio 2007, n.30, richiede ai fini dell iscrizione anagrafica: Documentazione necessaria per l iscrizione anagrafica di cittadini di Stati appartenenti all Unione Europea e cittadini di Norvegia, Islanda, Liechtenstein, Svizzera, Repubblica di San Marino, Principato

Dettagli

IL SOGGIORNO DI CITTADINE E CITTADINI COMUNITARI IN ITALIA

IL SOGGIORNO DI CITTADINE E CITTADINI COMUNITARI IN ITALIA IL SOGGIORNO DI CITTADINE E CITTADINI COMUNITARI IN ITALIA La normativa di riferimento per il soggiorno dei comunitari in Italia è costituita dal D. Lgs. n. 30 del 6 febbraio 2007 (Attuazione della direttiva

Dettagli

Dalle Notizie in evidenza

Dalle Notizie in evidenza Dalle Notizie in evidenza COSA FARE PER Diritto di soggiorno: le regole per i cittadini comunitari e i loro familiari Il diritto di ingresso e soggiorno nel territorio italiano da parte dei cittadini dell'unione

Dettagli

I cittadini comunitari. A cura dell'avv. Giulia Perin - Associazione per gli Studi Giuridici sull'immigrazione

I cittadini comunitari. A cura dell'avv. Giulia Perin - Associazione per gli Studi Giuridici sull'immigrazione I cittadini comunitari A cura dell'avv. Giulia Perin - Associazione per gli Studi Giuridici sull'immigrazione (aggiornata a gennaio 2008) LE NORME CHE REGOLANO LA CONDIZIONE GIURIDICA DEI CITTADINI COMUNITARI

Dettagli

POLIZIA LOCALE CIRCOLARE n 11 Servizio Giuridico 26 luglio 2007. OGGETTO: Ingresso in Italia di cittadini Comunitari e loro familiari.

POLIZIA LOCALE CIRCOLARE n 11 Servizio Giuridico 26 luglio 2007. OGGETTO: Ingresso in Italia di cittadini Comunitari e loro familiari. POLIZIA LOCALE CIRCOLARE n 11 Servizio Giuridico 26 luglio 2007 BEZ/fl OGGETTO: Ingresso in Italia di cittadini Comunitari e loro familiari. Il decreto legislativo 6 febbraio 2007 n. 30 recante Attuazione

Dettagli

Iscrizione anagrafica cittadini comunitari

Iscrizione anagrafica cittadini comunitari Municipio Roma VIII Iscrizione anagrafica cittadini comunitari Direttore: Daniele D Andrea mail: direzione.mun08@comune.roma.it Tel. 06.69.611.302\3\4 Responsabile del servizio: Giuseppina Cocucci mail:

Dettagli

SERVIZI DEMOGRAFICI. VERSIONE SPERIMENTALE Iscrizione anagrafica cittadini comunitari

SERVIZI DEMOGRAFICI. VERSIONE SPERIMENTALE Iscrizione anagrafica cittadini comunitari Iscrizione anagrafica cittadini comunitari Dirigente: Emilia D Alisera Responsabile del servizio: P.O. Laura Scarpellini Responsabile del procedimento: L ufficiale d anagrafe che riceve la richiesta di

Dettagli

Comune di Bucciano Provincia di Benevento Tel: 0823-712742 Fax: 0823-714312

Comune di Bucciano Provincia di Benevento Tel: 0823-712742 Fax: 0823-714312 Comune di Bucciano Provincia di Benevento Tel: 0823-712742 Fax: 0823-714312 Via Paoli,1 82010 Bucciano (BN) C.F. 80005280625 C.C.P. 12653820 P.IVA 00840560627 Sito Istituzionale www.comune.bucciano.bn.it

Dettagli

1) Cittadino Ue che lavora e familiare UE che non ha autonomo diritto di soggiorno

1) Cittadino Ue che lavora e familiare UE che non ha autonomo diritto di soggiorno Diritto di ingresso e soggiorno dei cittadini dell'unione e loro familiari - richiesta di iscrizione anagrafica ed attestazione di soggiorno permanente Dall'11 aprile 2007 è entrato in vigore il decreto

Dettagli

http://www.poliziadistato.it/pds/ps/immigrazione/carta_soggiorno_cittadini_ue.htm Sito Polizia di Stato

http://www.poliziadistato.it/pds/ps/immigrazione/carta_soggiorno_cittadini_ue.htm Sito Polizia di Stato DIRITTO DI INGRESSO E SOGGIORNO DEI CITTADINI DELL'UNIONE E LORO FAMILIARI - RICHIESTA DI ISCRIZIONE ANAGRAFICA ED ATTESTAZIONE DI SOGGIORNO PERMANENTE http://www.comune.gonzaga.mn.it http://www.poliziadistato.it/pds/ps/immigrazione/carta_soggiorno_cittadini_ue.htm

Dettagli

NUOVA PROCEDURA COMUNITARI

NUOVA PROCEDURA COMUNITARI NUOVA PROCEDURA COMUNITARI Dall 11 aprile 2007, in adempimento a quanto sancito dal decreto legislativo 6 febbraio 2007, nr.30, recante Attuazione della direttiva 2004/38/CE relativa al diritto dei cittadini

Dettagli

DICHIARAZIONE DI RESIDENZA. Il Sottoscritto/la Sottoscritta

DICHIARAZIONE DI RESIDENZA. Il Sottoscritto/la Sottoscritta DICHIARAZIONE DI RESIDENZA Dichiarazione di residenza con provenienza da altro comune. Indicare il comune di provenienza Dichiarazione di residenza con provenienza dall'estero. Indicare lo Stato estero

Dettagli

LA PREFETTURA. Slides a cura della Prefettura di Alessandria. Prefettura di Alessandria

LA PREFETTURA. Slides a cura della Prefettura di Alessandria. Prefettura di Alessandria LA PREFETTURA Prefettura di Alessandria Organo periferico del Ministero dell'interno e sede di rappresentanza del governo in ogni provincia Nel 1999, con la riforma dell'organizzazione del governo è stata

Dettagli

In tale ultimo caso, il Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali invierà, con successiva ci

In tale ultimo caso, il Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali invierà, con successiva ci Con il decreto legislativo 6 febbraio 2007, n. 30, di recepimento nell ordinamento nazionale della direttiva comunitaria n. 2004/38/CE, sono state disciplinate le modalità d esercizio del diritto di libera

Dettagli

ISCRIZIONE CITTADINI COMUNITARI

ISCRIZIONE CITTADINI COMUNITARI ISCRIZIONE CITTADINI COMUNITARI Decreto legislativo n. 30, del 6 febbraio 2007 CIRCOLARE Attuazione della direttiva 2004/38/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 29 aprile 2004 relativa al diritto

Dettagli

Cittadini appartenenti all'unione Europea

Cittadini appartenenti all'unione Europea Cittadini appartenenti all'unione Europea Iscrizione Obbligatoria Motivo del soggiorno Documentazione richiesta dalla Asl e durata dell iscrizione Rapporto di lavoro subordinato a tempo indeterminato -

Dettagli

Dichiarazione di residenza con provenienza da altro comune. Indicare il comune di provenienza

Dichiarazione di residenza con provenienza da altro comune. Indicare il comune di provenienza DICHIARAZIONE DI RESIDENZA Dichiarazione di residenza con provenienza da altro comune. Indicare il comune di provenienza Dichiarazione di residenza con provenienza dall estero. Indicare lo Stato estero

Dettagli

ISCRIZIONE ANAGRAFICA CON PROVENIENZA DA ALTRO COMUNE E DALL ESTERO CAMBIO DI ABITAZIONE ALL INTERNO DEL COMUNE EMIGRAZIONE ALL ESTERO.

ISCRIZIONE ANAGRAFICA CON PROVENIENZA DA ALTRO COMUNE E DALL ESTERO CAMBIO DI ABITAZIONE ALL INTERNO DEL COMUNE EMIGRAZIONE ALL ESTERO. ISCRIZIONE ANAGRAFICA CON PROVENIENZA DA ALTRO COMUNE E DALL ESTERO CAMBIO DI ABITAZIONE ALL INTERNO DEL COMUNE EMIGRAZIONE ALL ESTERO. Informazioni generali La dichiarazione di iscrizione anagrafica con

Dettagli

Cambio di residenza in tempo reale

Cambio di residenza in tempo reale Cambio di residenza in tempo reale Dal 9 maggio entrano in vigore le novità in materia di residenza introdotte dall articolo 5 del decreto legge 9 febbraio 2012 n. 5, convertito in legge. La principale

Dettagli

PERMESSO CE soggiornanti lungo periodo (art. 9 TU)

PERMESSO CE soggiornanti lungo periodo (art. 9 TU) PERMESSO CE soggiornanti lungo periodo (art. 9 TU) Lo straniero in possesso: - da almeno cinque anni, di un permesso di soggiorno valido - che ha reddito non inferiore all'assegno sociale annuo - di alloggio

Dettagli

Dichiarazione di residenza con provenienza da altro comune. Indicare il comune di provenienza:

Dichiarazione di residenza con provenienza da altro comune. Indicare il comune di provenienza: DICHIARAZIONE DI RESIDENZA Dichiarazione di residenza con provenienza da altro comune. Indicare il comune di provenienza: Dichiarazione di residenza con provenienza dall estero. Indicare lo Stato estero

Dettagli

1. Cittadino europeo soggiornante per motivi di lavoro (artt.7, 9 e 19) :

1. Cittadino europeo soggiornante per motivi di lavoro (artt.7, 9 e 19) : Documenti necessari per la domanda di residenza dei cittadini dell Unione Europea (Decreto Legislativo del 6 febbraio 2007, n.30 pubb. sulla G.U. n. 72 del 27/3/ 07 in vigore dall 11.4. 07) L iscrizione

Dettagli

Dichiarazione di residenza con provenienza da altro comune. Indicare il comune di provenienza

Dichiarazione di residenza con provenienza da altro comune. Indicare il comune di provenienza ALLEGATO 1 DICHIARAZIONE DI RESIDENZA Dichiarazione di residenza con provenienza da altro comune. Indicare il comune di provenienza Dichiarazione di residenza con provenienza dall estero. Indicare lo Stato

Dettagli

CAMBIO DI RESIDENZA ED INDIRIZZO

CAMBIO DI RESIDENZA ED INDIRIZZO CAMBIO DI RESIDENZA ED INDIRIZZO Iscrizione Anagrafica cittadini italiani La necessità di iscrizione anagrafica deriva dall'obbligo di dichiarare la propria residenza per chi porta la dimora abituale in

Dettagli

Sportello Immigrati e Richiedenti Asilo

Sportello Immigrati e Richiedenti Asilo ARCIDIOECESI DI OTRANTO CARITAS IDRUNTINA Sportello Immigrati e Richiedenti Asilo FORMULARIO ESPLICATO del D.Lgs. 30/2007 sul diritto di soggiorno dei cittadini comunitari aggiornato al 20 agosto 2007

Dettagli

Informazioni per ottenere la Carta di soggiorno per familiari di cittadini europei (Decreto Legislativo 30/2007) per coppie miste dello stesso sesso

Informazioni per ottenere la Carta di soggiorno per familiari di cittadini europei (Decreto Legislativo 30/2007) per coppie miste dello stesso sesso Informazioni per ottenere la Carta di soggiorno per familiari di cittadini europei (Decreto Legislativo 30/2007) per coppie miste dello stesso sesso A chi sono indirizzate queste informazioni Le coppie

Dettagli

Dichiarazione di residenza con provenienza dall'estero. Indicare lo Stato estero di provenienza

Dichiarazione di residenza con provenienza dall'estero. Indicare lo Stato estero di provenienza Dichiarazione di residenza con provenienza dall'estero. Indicare lo Stato estero di provenienza IL SOTTOSCRITTO 1) Cognome* Consapevole delle responsabilità penali per le dichiarazioni mendaci ai sensi

Dettagli

Libertà di circolazione

Libertà di circolazione Libertà di circolazione e di soggiorno in Europa Una guida ai diritti dei cittadini dell UE COMMISSIONE EUROPEA Direzione generale della Giustizia 1 Questa guida, che fornisce orientamenti pratici precisi,

Dettagli

Oggetto: Diritto di soggiorno per i cittadini comunitari- direttiva 3812004 e Dlgs 3 febbraio 2007 n. 30

Oggetto: Diritto di soggiorno per i cittadini comunitari- direttiva 3812004 e Dlgs 3 febbraio 2007 n. 30 Ministero della Salute Dipartimento della Prevenzione e della Comunicazione Direzione Generale per i rapporti con l'unione Europea e per i Rapporti Internazionali Ufficio II ROMA, 3 agosto 2007 Protocollo

Dettagli

ISCRIZIONE AL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE DI CITTADINI COMUNITARI ED EXTRACOMUNITARI

ISCRIZIONE AL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE DI CITTADINI COMUNITARI ED EXTRACOMUNITARI Servizio Sanitario Nazionale - Regione Veneto AZIENDA ULSS N. 6 VICENZA Viale F. Rodolfi n. 37 36100 VICENZA COD. REGIONE 050 COD. U.L.SS. 006 COD.FISC. E P.IVA 02441500242 ISCRIZIONE AL SERVIZIO SANITARIO

Dettagli

Dichiarazione di residenza con provenienza da altro comune... Indicare il comune di provenienza

Dichiarazione di residenza con provenienza da altro comune... Indicare il comune di provenienza Dichiarazione di residenza con provenienza da altro comune.... Indicare il comune di provenienza Dichiarazione di residenza con provenienza dall estero.... Indicare lo Stato estero di provenienza Dichiarazione

Dettagli

familiari extracomunitari di cittadini comunitari) al cittadino comunitario nei seguenti casi : a) è lavoratore subordinato o autonomo nello Stato;

familiari extracomunitari di cittadini comunitari) al cittadino comunitario nei seguenti casi : a) è lavoratore subordinato o autonomo nello Stato; ROMA, 3 agosto 2007 Dipartimento della Prevenzione e della Comunicazione Direzione Generale per i rapporti con l'unione Europea e per i Rapporti Internazionali - Ufficio I1 - Protocollo DG RUERI/II/ 12712

Dettagli

4. Forme di soggiorno.

4. Forme di soggiorno. 473 cittadini comunitari presenti in uno degli Stati membri, anche in questo caso troviamo la necessità di motivazioni concrete ed attuali e, quel che più conta, il divieto di automatismi unitamente ad

Dettagli

Soggetto con poteri sostitutivi Segretario Generale Antonino Sanò e-mail: segreteria@comune.marcon.ve.it-tel. 041/5997111/205

Soggetto con poteri sostitutivi Segretario Generale Antonino Sanò e-mail: segreteria@comune.marcon.ve.it-tel. 041/5997111/205 SCHEDA DI PROCEDIMENTO Denominazione del procedimento RICHIESTA DI RESIDENZA CITTADINI UE Descrizione sommaria del procedimento Richiesta di residenza cittadini comunitari. Normativa di riferimento Regolamento

Dettagli

DICHIARAZIONE DI RESIDENZA

DICHIARAZIONE DI RESIDENZA DICHIARAZIONE DI RESIDENZA Dichiarazione di residenza con provenienza da altro comune. Indicare il comune di provenienza Dichiarazione di residenza con provenienza dall estero. Indicare lo Stato estero

Dettagli

ALLEGATOA alla Dgr n. 1084 del 26 luglio 2011 pag. 1/27

ALLEGATOA alla Dgr n. 1084 del 26 luglio 2011 pag. 1/27 giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATOA alla Dgr n. 1084 del 26 luglio 2011 pag. 1/27 LINEE GUIDA PER L EROGAZIONE DELL ASSISTENZA SANITARIA AI CITTADINI APPARTENENTI ALL UNIONE EUROPEA Si fa seguito

Dettagli

AZIENDA ULSS 20 DI VERONA

AZIENDA ULSS 20 DI VERONA AZIENDA ULSS 20 DI VERONA Sede legale: via Valverde n. 42-37122 Verona - tel. 045/8075511 Fax 045/8075640 Cod. Fiscale e P. IVA 02573090236 Accredited - Agréé U.O.C. SERVIZIO CONVENZIONI Via G. Murari

Dettagli

Dichiarazione di residenza con provenienza dall'estero. Indicare lo Stato estero di provenienza: IL SOTTOSCRITTO

Dichiarazione di residenza con provenienza dall'estero. Indicare lo Stato estero di provenienza: IL SOTTOSCRITTO Dichiarazione di residenza con provenienza dall'estero. Indicare lo Stato estero di provenienza: IL SOTTOSCRITTO 1) Cognome* Consapevole delle responsabilità penali per le dichiarazioni mendaci ai sensi

Dettagli

AZIENDA ULSS 20 DI VERONA

AZIENDA ULSS 20 DI VERONA AZIENDA ULSS 20 DI VERONA Sede legale: via Valverde n. 42-37122 Verona - tel. 045/8075511 Fax 045/8075640 Cod. Fiscale e P. IVA 02573090236 Accredited - Agréé U.O.C. SERVIZIO CONVENZIONI Via G. Murari

Dettagli

Consolato d Italia IZMIR

Consolato d Italia IZMIR Consolato d Italia IZMIR VISTO di LUNGA DURATA (D) (oltre 90 giorni) COMUNICAZIONE ALLO STRANIERO diritti e doveri dello straniero relativi agli ingressi e soggiorni di lunga durata (Per titolari di visto

Dettagli

IL VADEMECUM DEL CITTADINO

IL VADEMECUM DEL CITTADINO IL VADEMECUM DEL CITTADINO UN VALIDO AIUTO PER UN MIGLIORE APPROCCIO AGLI SPORTELLI ANAGRAFICI RESIDENZE Iscrizioni di residenza e Cambi di abitazione RESIDENZE Iscrizioni di residenza e Cambi di abitazione

Dettagli

Approfondimento su Schengen

Approfondimento su Schengen Approfondimento su Schengen INFORMAZIONI SUL DIRITTO COMUNITARIO INTRODUZIONE Le disposizioni dell accordo di Schengen prevedono l abolizione dei controlli alle frontiere interne degli Stati membri facenti

Dettagli

Il permesso di soggiorno per motivi familiari viene rilasciato, nel caso di soggiorno di durata superiore a tre mesi:

Il permesso di soggiorno per motivi familiari viene rilasciato, nel caso di soggiorno di durata superiore a tre mesi: PERMESSO DI SOGGIORNO PER MOTIVI FAMILIARI Il permesso di soggiorno per motivi familiari viene rilasciato, nel caso di soggiorno di durata superiore a tre mesi: allo straniero in possesso del visto per

Dettagli

INDICAZIONI SULLE MODALITA COMPILAZIONE RICETTA E RENDICONTAZIONE ALL ASL PRESTAZIONI PRESCRITTE A CITTADINI COMUNITARI - Aggiornamento giugno 2013 -

INDICAZIONI SULLE MODALITA COMPILAZIONE RICETTA E RENDICONTAZIONE ALL ASL PRESTAZIONI PRESCRITTE A CITTADINI COMUNITARI - Aggiornamento giugno 2013 - INDICAZIONI SULLE MODALITA COMPILAZIONE RICETTA E RENDICONTAZIONE ALL ASL PRESTAZIONI PRESCRITTE A CITTADINI COMUNITARI - Aggiornamento giugno 2013 - Premessa A far data dal 1 maggio 2010 sono entrati

Dettagli

PERMESSO DI SOGGIORNO PER MOTIVI DI FAMIGLIA

PERMESSO DI SOGGIORNO PER MOTIVI DI FAMIGLIA PERMESSO DI SOGGIORNO PER MOTIVI DI FAMIGLIA RICONGIUNGIMENTO FAMILIARE ART. 29 D.L.VO 286/1998 Lo straniero titolare di carta di soggiorno o permesso di soggiorno di durata superiore a un anno per motivi

Dettagli

Non si rinnova né in caso di variazione di dati concernenti lo stato civile né di variazione della residenza o della professione.

Non si rinnova né in caso di variazione di dati concernenti lo stato civile né di variazione della residenza o della professione. CARTA D'IDENTITÀ Che cos'è Breve descrizione È un documento di riconoscimento che viene rilasciato al compimento del 15 anno di età. Ha validità 10 anni e può essere valida per l'espatrio o non valida

Dettagli

Programma di Formazione Integrata per l innovazione dei processi organizzativi di accoglienza ed integrazione dei cittadini stranieri III Edizione

Programma di Formazione Integrata per l innovazione dei processi organizzativi di accoglienza ed integrazione dei cittadini stranieri III Edizione Associazione Nazionale Comuni Italiani Programma di Formazione Integrata per l innovazione dei processi organizzativi di accoglienza ed integrazione dei cittadini stranieri III Edizione 1 Giornata - Modulo

Dettagli

Parere n. 13/2010 - Iscrizione Anagrafe cittadino comunitario. Trasferimento residenza in altro Comune

Parere n. 13/2010 - Iscrizione Anagrafe cittadino comunitario. Trasferimento residenza in altro Comune Parere n. 13/2010 - Iscrizione Anagrafe cittadino comunitario. Trasferimento residenza in altro Comune Il Comune di (omissis) pone il caso di un cittadino comunitario, iscritto nell anagrafe nell anno

Dettagli

IL PERMESSO DI SOGGIORNO. a cura di Gianluca Cassuto

IL PERMESSO DI SOGGIORNO. a cura di Gianluca Cassuto IL PERMESSO DI SOGGIORNO CHE COSA È IL PERMESSO DI SOGGIORNO È l autorizzazione a soggiornare in Italia Viene rilasciato dalla Questura (Ministero dell Interno) Si differenziano in base alla durata tra

Dettagli

Le Convenzioni Internazionali. Sede Regionale Piemonte Team Convenzioni Internazionali

Le Convenzioni Internazionali. Sede Regionale Piemonte Team Convenzioni Internazionali Le Convenzioni Internazionali Sede Regionale Piemonte Team Convenzioni Internazionali La normativa internazionale in materia di sicurezza sociale Regolamenti comunitari Accordi e Convenzioni Bilaterali

Dettagli

COMUNE DI CAMPORGIANO Provincia di Lucca

COMUNE DI CAMPORGIANO Provincia di Lucca COMUNE DI CAMPORGIANO Provincia di Lucca Piazza Roma, 1 55031 CAMPORGIANO (Lucca) Telefono (0583) 618888/9 Fax n. (0583) 618433 Questa guida vuole essere d aiuto ai tanti cittadini comunitari che, alle

Dettagli

I cittadini comunitari. A cura dell'avv. Giulia Perin ASGI, Associazione per gli Studi Giuridici sull'immigrazione

I cittadini comunitari. A cura dell'avv. Giulia Perin ASGI, Associazione per gli Studi Giuridici sull'immigrazione I cittadini comunitari A cura dell'avv. Giulia Perin ASGI, Associazione per gli Studi Giuridici sull'immigrazione (scheda aggiornata a marzo 2008) LE NORME CHE REGOLANO LA CONDIZIONE GIURIDICA DEI CITTADINI

Dettagli

TRASFERIMENTO ALL ESTERO PER CURE PREMESSA

TRASFERIMENTO ALL ESTERO PER CURE PREMESSA SERVIZIO AMMINISTRATIVO DISTRETTUALE SEZIONE STRANIERI ANAGRAFE SANITARIA ASSISTENZA INTEGRATIVA E PROTESICA Tel. 0442.622610-2767 Fax 0442.622710 - e-mail: sezione.stranieri@aulsslegnago.it TRASFERIMENTO

Dettagli

NORMATIVA ASSISTENZA SANITARIA STRANIERI COMUNITARI

NORMATIVA ASSISTENZA SANITARIA STRANIERI COMUNITARI NORMATIVA ASSISTENZA SANITARIA STRANIERI COMUNITARI - Iscrizione Obbligatoria al SSR - Tessera Team - Formulari Comunitari - Iscrizione Volontaria al SSR - Assicurazione Sanitaria - Codice ENI (Paesi U.E.

Dettagli

DISPOSIZIONI GENERALI

DISPOSIZIONI GENERALI SOMMARIO Capitolo Primo DISPOSIZIONI GENERALI 1 1.1. L ambito di applicazione della legge 1 1.2. Il quadro generale dei diritti 8 1.3. Diritti espressamente garantiti dalla Costituzione agli stranieri

Dettagli

COMUNE DI VALLEDORIA Provincia di Sassari

COMUNE DI VALLEDORIA Provincia di Sassari COMUNE DI VALLEDORIA Provincia di Sassari Area Servizi Generali ATTIVITÀ E PROCEDIMENTI TIPOLOGIA DI PROCEDIMENTI Denominazione e descrizione del procedimento Regolarita del soggiorno per cittadini comunitari

Dettagli

REGIONE VENETO HANNO DIRITTO ALL' ASSISTENZA SANITARIA:

REGIONE VENETO HANNO DIRITTO ALL' ASSISTENZA SANITARIA: REGIONE VENETO U.O.C. SERVIZIO AMMINISTRATIVO DISTRETTUALE: DIRETTORE RAG. LUIGI FERRARINI Tel. 0442.632341 Fax 0442.632710 e-mail: conv.med.leg.@aulsslegnago.it ASSISTENZA SANITARIA A PERSONE CHE SI RECANO

Dettagli

LE PENSIONI DI ANZIANITA IN EUROPA QUADRO SCHEMATICO DELLA LEGISLAZIONE VIGENTE

LE PENSIONI DI ANZIANITA IN EUROPA QUADRO SCHEMATICO DELLA LEGISLAZIONE VIGENTE LE PENSIONI DI ANZIANITA IN EUROPA QUADRO SCHEMATICO DELLA LEGISLAZIONE VIGENTE AUSTRIA BELGIO CIPRO DANIMARCA ESTONIA FINLANDIA FRANCIA La pensione ordinaria è erogata al compimento del 60 anno di età

Dettagli

CITTADINI COMUNITARI

CITTADINI COMUNITARI CITTADINI COMUNITARI INFORMAZIONI PER RESIDENZA e RILASCIO ATTESTAZIONI 1. ISCRIZIONE DI CITTADINO COMUNITARIO (dall'estero dopo l'11/04/2007) PER LAVORATORE SUBORDINATO - documentazione attestante l'attività

Dettagli

DICHIARAZIONE DI RESIDENZA

DICHIARAZIONE DI RESIDENZA Allegato 1 All Ufficiale d Anagrafe del Comune di ZIANO PIACENTINO DICHIARAZIONE DI RESIDENZA Dichiarazione di residenza con provenienza da altro Comune. Indicare il Comune di provenienza Dichiarazione

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO RECANTE MODIFICHE ED INTEGRAZIONI AL DECRETO LEGISLATIVO 6 FEBBRAIO 2007, N.30, DI ATTUAZIONE DELLA DIRETTIVA 2004/38/CE RELATIVA AL DIRITTO DEI CITTADINI DELL UNIONE E DEI

Dettagli

Ingresso e soggiorno in Europa

Ingresso e soggiorno in Europa Ingresso e soggiorno in Europa CH-4501 Soletta Dornacherstrasse 28A Casella postale 246 Telefono 032 346 18 18 Telefax 032 346 18 02 info@ch-go.ch www.ch-go.ch Indice Introduzione... 3 1. Entrata in Europa...

Dettagli

Cittadini dell Unione europea e loro familiari extracomunitari. Familiari extracomunitari di cittadini italiani.

Cittadini dell Unione europea e loro familiari extracomunitari. Familiari extracomunitari di cittadini italiani. Cittadini dell Unione europea e loro familiari extracomunitari. Familiari extracomunitari di cittadini italiani. Il Decreto legislativo 6 febbraio 2007, n. 30 che recepisce la direttiva 2004/38/CE stabilisce

Dettagli

DICHIARAZIONE DI RESIDENZA

DICHIARAZIONE DI RESIDENZA Allegato 1 DICHIARAZIONE DI RESIDENZA ALL UFFICIALE D ANAGRAFE DEL COMUNE DI ISERA q DICHIARAZIONE DI RESIDENZA CON PROVENIENZA DA ALTRO COMUNE. Indicare il Comune di provenienza: q DICHIARAZIONE DI RESIDENZA

Dettagli

ISCRIZIONE ANAGRAFICA DEI CITTADINI COMUNITARI

ISCRIZIONE ANAGRAFICA DEI CITTADINI COMUNITARI ISCRIZIONE ANAGRAFICA DEI CITTADINI COMUNITARI INFORMAZIONI PER RICHIESTA DI RESIDENZA E RILASCIO ATTESTAZIONI (aggiornamento: marzo 2009) 1. ISCRIZIONE DI CITTADINO COMUNITARIO (dall'estero dopo l'11/04/2007)

Dettagli

da esibire in fotocopia in aggiunta agli originali il giorno della convocazione presso l Ufficio Immigrazione della Questura

da esibire in fotocopia in aggiunta agli originali il giorno della convocazione presso l Ufficio Immigrazione della Questura DOCUMENTI PER IL RILASCIO/RINNOVO DEI PERMESSI DI SOGGIORNO IN FORMATO CARTACEO O ELETTRONICO LA CUI ISTANZA VA PRESENTATA PRESSO LA QUESTURA DI TREVISO UFFICIO IMMIGRAZIONE da esibire in fotocopia in

Dettagli

PREFETTURA e QUESTURA

PREFETTURA e QUESTURA PREFETTURA e QUESTURA Presentazione a cura di Donatella Giunti e Loredana Arena Assistente Sociale della Ispettore Capo della Prefettura di Torino Polizia di Stato Area IV Diritti Civili, Cittadinanza,

Dettagli

GLI ADEMPIMENTI AMMINISTRATIVI DEI CENTRI PER L IMPIEGO NEI CONFRONTI DEGLI UTENTI STRANIERI. a cura di Sonia Spazzini

GLI ADEMPIMENTI AMMINISTRATIVI DEI CENTRI PER L IMPIEGO NEI CONFRONTI DEGLI UTENTI STRANIERI. a cura di Sonia Spazzini GLI ADEMPIMENTI AMMINISTRATIVI DEI CENTRI PER L IMPIEGO NEI CONFRONTI DEGLI UTENTI STRANIERI a cura di Sonia Spazzini Premessa E necessario definire quali siano gli utenti stranieri rispetto ai Centri

Dettagli

COME SI ENTRA COME SI ENTRA NELL AREA SCHENGEN COME SI ENTRA IN ITALIA IL VISTO CASO PER CASO LA DOMANDA DEL VISTO LA FRONTIERA

COME SI ENTRA COME SI ENTRA NELL AREA SCHENGEN COME SI ENTRA IN ITALIA IL VISTO CASO PER CASO LA DOMANDA DEL VISTO LA FRONTIERA COME SI ENTRA 1. COME SI ENTRA NELL AREA SCHENGEN 2. COME SI ENTRA IN ITALIA 3. IL VISTO 4. CASO PER CASO LA DOMANDA DEL VISTO 5. LA FRONTIERA COME SI ENTRA (1) Gli accordi puntano a realizzare uno spazio

Dettagli

Luca Valdameri Pirola Pennuto Zei & Associati

Luca Valdameri Pirola Pennuto Zei & Associati 21éme Colloque Franco Italien ANDRH - AIDP Luca Valdameri Pirola Pennuto Zei & Associati 16 Ottobre 2010 Agenda La residenza fiscale italiana le differenze con la Francia e le problematiche relative Il

Dettagli

III LEZIONE - DISPOSIZIONI SULL INGRESSO/SOGGIORNO NEL TERRITORIO DELLO STATO.

III LEZIONE - DISPOSIZIONI SULL INGRESSO/SOGGIORNO NEL TERRITORIO DELLO STATO. 2 MODULO - TESTO UNICO SULL IMMIGRAZIONE III LEZIONE - DISPOSIZIONI SULL INGRESSO/SOGGIORNO NEL TERRITORIO DELLO STATO. VISTO DI INGRESSO à Per entrare nel territorio italiano si deve richiedere un visto

Dettagli

È il sistema di calcolo valido per coloro che sono stati assunti dopo il 31 dicembre 1995 ed è legato alla totalità dei contributi versati.

È il sistema di calcolo valido per coloro che sono stati assunti dopo il 31 dicembre 1995 ed è legato alla totalità dei contributi versati. PENSIONI In virtù del principio della territorialità dell obbligo assicurativo, i lavoratori devono essere assicurati ai fini previdenziali ed assistenziali nel Paese in cui svolgono attività lavorativa.

Dettagli

I principi ispiratori della normativa e le novità per l assistenza sanitaria agli immigrati extracomunitari e comunitari

I principi ispiratori della normativa e le novità per l assistenza sanitaria agli immigrati extracomunitari e comunitari 2 Convegno regionale 26 marzo 2015 Ancona, Università di Medicina L assistenza sanitaria alla popolazione immigrata Il diritto alla salute, un diritto per tutti I principi ispiratori della normativa e

Dettagli

Certificati anagrafici

Certificati anagrafici Certificati anagrafici L'Ufficio Anagrafe provvede al rilascio dei seguenti certificati: esistenza in vita, residenza, anagrafico di nascita, stato di famiglia, stato libero (solo per i cittadini italiani),

Dettagli

DIRITTO ALL UNITÀ FAMILIARE PREMESSA: LA NORMATIVA DI RIFERIMENTO

DIRITTO ALL UNITÀ FAMILIARE PREMESSA: LA NORMATIVA DI RIFERIMENTO DIRITTO ALL UNITÀ FAMILIARE A cura di Massimo Pastore e Manuela Spadaro - Associazione per gli Studi Giuridici sull'immigrazione (ultimo aggiornamento: gennaio 2009) PREMESSA: LA NORMATIVA DI RIFERIMENTO

Dettagli

COMUNE DI SAN DANIELE DEL FRIULI Carta dei Servizi demografici

COMUNE DI SAN DANIELE DEL FRIULI Carta dei Servizi demografici COMUNE DI SAN DANIELE DEL FRIULI Carta dei Servizi demografici Introduzione - La Carta dei Servizi è uno strumento di fondamentale importanza nella costruzione di un rapporto positivo e trasparente tra

Dettagli

Stato competente per il versamento delle indennità di disoccupazione

Stato competente per il versamento delle indennità di disoccupazione Stato competente per il versamento delle indennità di disoccupazione I principi enunciati qui di seguito si applicano, salvo indicazioni contrarie, ai cittadini svizzeri, agli altri cittadini AELS e ai

Dettagli

DICHIARAZIONE DI RESIDENZA ALL UFFICIALE D ANAGRAFE DEL COMUNE DI BRINDISI

DICHIARAZIONE DI RESIDENZA ALL UFFICIALE D ANAGRAFE DEL COMUNE DI BRINDISI DICHIARAZIONE DI RESIDENZA ALL UFFICIALE D ANAGRAFE DEL COMUNE DI BRINDISI DICHIARAZIONE DI RESIDENZA CON PROVENIENZA DA ALTRO COMUNE. Indicare il Comune di provenienza : Sigla provincia: DICHIARAZIONE

Dettagli

la procedura italiana di ricongiungimento familiare e le relative criticità

la procedura italiana di ricongiungimento familiare e le relative criticità la procedura italiana di ricongiungimento familiare e le relative criticità Procedura ai sensi del Decreto Legislativo 8 gennaio 2007 n. 5 relativa al diritto al ricongiungimento familiare, come emendato

Dettagli

Libera circolazione delle persone e regimi di sicurezza sociale nell ambito dell UE con particolare riguardo ai rapporti di lavoro

Libera circolazione delle persone e regimi di sicurezza sociale nell ambito dell UE con particolare riguardo ai rapporti di lavoro Libera circolazione delle persone e regimi di sicurezza sociale nell ambito dell UE con particolare riguardo ai rapporti di lavoro di Tiziano Argazzi [*] 1. Premessa Quali sono i miei diritti pensionistici

Dettagli

Stranieri comunitari - disciplina sul diritto di soggiorno dei cittadini dell'unione europea -

Stranieri comunitari - disciplina sul diritto di soggiorno dei cittadini dell'unione europea - Stranieri comunitari - disciplina sul diritto di soggiorno dei cittadini dell'unione europea - Lavoro Circolare Ministro dell'interno dell'8 agosto 2007, n. 45 Stranieri comunitari - disciplina sul diritto

Dettagli

GUIDA AL PERMESSO DI SOGGIORNO

GUIDA AL PERMESSO DI SOGGIORNO GUIDA AL PERMESSO DI SOGGIORNO IN QUESTA GUIDA TROVERAI INFORMAZIONI SUI DIVERSI TIPI DI PERMESSO DI SOGGIORNO, SU COME PRESENTARE DOMANDA E RINNOVARE, SUGLI ALTRI DOCUMENTI NECESSARI (RESIDENZA, CARTA

Dettagli

GUIDA AI SERVIZI DEMOGRAFICI DEL COMUNE

GUIDA AI SERVIZI DEMOGRAFICI DEL COMUNE Comune di CORTEOLONA Provincia di PAVIA 27014 Corteolona (PV) Via Garibaldi, 8 www.comune.corteolona.pv.it Tel. 0382 70024 Fax. 0382 71519 E-mail demografici@comune.corteolona.pv.it GUIDA AI SERVIZI DEMOGRAFICI

Dettagli

Dall'1 gennaio 2006 ricevere cure sanitarie mentre ci si trova in un paese europeo diverso dal proprio,

Dall'1 gennaio 2006 ricevere cure sanitarie mentre ci si trova in un paese europeo diverso dal proprio, Dall'1 gennaio 2006 ricevere cure sanitarie mentre ci si trova in un paese europeo diverso dal proprio per motivi di lavoro studio o vacanza è diventato più semplice grazie alla tessera sanitaria europea

Dettagli

1) Qual è la normativa di riferimento? 2) Chi può richiedere il ricongiungimento familiare? 3) Per quali familiari si può richiedere?

1) Qual è la normativa di riferimento? 2) Chi può richiedere il ricongiungimento familiare? 3) Per quali familiari si può richiedere? LA PROCEDURA DI RICONGIUNGIMENTO FAMILIARE PER I CITTADINI STRANIERI RESIDENTI IN PROVINCIA DI VARESE - Risposte a domande frequenti - A cura del Coordinamento della Rete territoriale di sportelli per

Dettagli

GUIDA AL PERMESSO DI SOGGIORNO

GUIDA AL PERMESSO DI SOGGIORNO GUIDA AL PERMESSO DI SOGGIORNO IN QUESTA GUIDA TROVERAI INFORMAZIONI SUI DIVERSI TIPI DI PERMESSO DI SOGGIORNO, SU COME PRESENTARE DOMANDA E RINNOVARE, SUGLI ALTRI DOCUMENTI NECESSARI (RESIDENZA, CARTA

Dettagli

TRASFERIMENTO ALL ESTERO PER CURE

TRASFERIMENTO ALL ESTERO PER CURE SERVIZIO AMMINISTRATIVO DISTRETTUALE SEZIONE STRANIERI ANAGRAFE SANITARIA ASSISTENZA INTEGRATIVA E PROTESICA Tel. 0442.622610-2767 Fax 0442.622710 - e-mail: sezione.stranieri@aulsslegnago.it TRASFERIMENTO

Dettagli

CO PRAT. DEL Allegato 1

CO PRAT. DEL Allegato 1 CO PRAT. DEL Allegato 1 All Ufficiale d Anagrafe del Comune di SAN MARTINO SICCOMARIO DICHIARAZIONE DI RESIDENZA Dichiarazione di residenza con provenienza da altro Comune. Indicare il Comune di provenienza

Dettagli

1 scheda prassi/circolari del forum cittadini del mondo r.amarugi a cura di alessio e maurizio buzzani

1 scheda prassi/circolari del forum cittadini del mondo r.amarugi a cura di alessio e maurizio buzzani 1 IL QUADRO NORMATIVO DI RIFERIMENTO DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA - DIREZIONE CENTRALE DELL'IMMIGRAZIONE E DELLA POLIZIA DELLE FRONTIERE IL QUADRO NORMATIVO DI RIFERIMENTO ARTICOLO 15 - NORME

Dettagli

DOCUMENTI OCCORRENTI PER L ISCRIZIONE IN ANAGRAFE DEI CITTADINI DELL UNIONE EUROPEA:

DOCUMENTI OCCORRENTI PER L ISCRIZIONE IN ANAGRAFE DEI CITTADINI DELL UNIONE EUROPEA: CITTA di Provincia di Torino Ufficio Anagrafe IVREA DOCUMENTI OCCORRENTI PER L ISCRIZIONE IN ANAGRAFE DEI CITTADINI DELL UNIONE EUROPEA: L iscrizione in anagrafe dei cittadini U.E. è obbligatoria per periodi

Dettagli

CARTA DI SOGGIORNO Io ce l'ho già

CARTA DI SOGGIORNO Io ce l'ho già CARTA DI SOGGIORNO ISTRUZIONI PER L'USO Io ce l'ho già Progetto pilota sperimentale finanziato dalla Regione Lombardia, nell ambito dell accordo di programma con il Ministero del Lavoro e delle Politiche

Dettagli

LINEE GUIDA PER L APPLICAZIONE DELLA NORMATIVA IN MATERIA DI ASSISTENZA SANITARIA AI CITTADINI STRANIERI

LINEE GUIDA PER L APPLICAZIONE DELLA NORMATIVA IN MATERIA DI ASSISTENZA SANITARIA AI CITTADINI STRANIERI LINEE GUIDA PER L APPLICAZIONE DELLA NORMATIVA IN MATERIA DI ASSISTENZA SANITARIA AI CITTADINI STRANIERI Le presenti Linee Guida fanno riferimento alla normativa nazionale vigente in materia di assistenza

Dettagli

L ingresso in Italia di lavoratori stranieri

L ingresso in Italia di lavoratori stranieri S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO EXPO 2015 Strumenti di impiego temporaneo dei lavoratori stranieri negli eventi Expo L ingresso in Italia di lavoratori stranieri Dottor Salvatore Vitiello

Dettagli