larivista 67delcinema

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "larivista 67delcinema"

Transcript

1 anno VII - numero 67 - febbraio poste italiane. spedizione in a.p. 70% d.c. / d.c.i. torino - tassa pagata / taxe perçue / ordinario MUSEO NAZIONALE DEL CINEMA Rodolfo Valentino La seduzione del mito 67 FEBBRAIO2009 Il mondo capovolto Retrospettiva Terry Gilliam Questi fantasmi Cinema italiano ritrovato ( ) Cult! Il restauro di Milestones Crossroads Africa Unite di Stephanie Black Sguardi in macchina Film in dialogo con gli spettacoli dello Stabile Corti d autore A proposito di Renoir e Vigo Mercoledì da leoni di John Milius (1970) La voce segreta delle parole Il grande cinema in lingua originale Aquila Nera di Clarence Brown (1925) Rodolfo Valentino, la seduzione del mito di Silvio Alovisio e Giulia Carluccio Primo grande divo cinematografico, Rodolfo Valentino, all anagrafe Guglielmi ( ), origina con la morte precoce un culto e una mitizzazione senza precedenti, che avranno pochi eguali nel corso successivo della storia del cinema (tra tutti, il caso che più si può avvicinare a Valentino è quello di Marilyn Monroe). Come per Marilyn, generazioni di molto successive all esistenza terrena del divo, continuano a creare fan club, siti internet, blog sempre più organizzati ed estesi internazionalmente tramite il web. Colpisce come un divo scomparso prima del cinema sonoro continui a essere oggetto di adorazione e culto da parte di fan in molti casi nati più di cinquant anni dopo, a dispetto di una limitata circolazione dei suoi film. Valentino continua, inoltre, a essere oggetto di memorie ed evocazioni letterarie (da Dos Passos, con il suo Tango lento in Un mucchio di quattrini, con pagine notevoli sui funerali del divo, a Daniel Pennac che ne evoca l immagine in Ecco la storia, a giovani scrittori italiani come il pugliese Nicola Lagioia che ritorna sul mito del conterraneo Rudy in Occidente per principianti); così come di drammi radiofonici (come il radiodramma di Emilia Costantini per RadioDue, con Raoul Bova nel ruolo di Valentino), oltreché di spettacoli musicali e teatrali (dal famosissimo Ciao Rudy, di Garinei e Giovannini, con le musiche di Armando Trovajoli, con l indimenticabile interpretazione di Marcello Mastroianni, al recente Valentino interpretato a teatro da Mita Medici in una pièce di Rina La Gioa, per fermarci al caso italiano). Il cinema, poi, ha dedicato al mito di Valentino numerosi film (tra cui il Valentino di Ken Russell, interpretato da Rudolf Nureyev), parodie, documentari (di cui diversi recenti, tra cui Rudy, prodotto dall Istituto Luce, per la regia di Andrea Bettinetti). Interprete di grandi film come I quattro cavalieri dell Apocalisse e Lo sceicco (1921), (segue a pag. 2)

2 Rodolfo Valentino, la seduzione del mito (da pag. 1) Aquila Nera di Clarence Brown (1925) Sangue e arena (1922), Monsieur Beaucaire (1924), L aquila nera (1925) e Il figlio dello sceicco (1926), Valentino segna profondamente la storia del divismo cinematografico, a dispetto del breve arco cronologico che ne delimita la carriera. Tuttavia, al di là di ragioni più specificamente legate alla storia del cinema (le sorprendenti qualità dell attore e non solo del divo, a tutt oggi poco studiate, i film da lui interpretati, tra generi narrativi e stili di regia che andrebbero approfonditamente analizzati), le caratteristiche del culto nato con la sua morte aprono a questioni di storia sociale e culturale più ampie, toccando specifici problemi di rappresentazione di identità sessuale, di razza, di emigrazione ecc., che coinvolgono fortemente i modelli ideologici e l immaginario collettivo degli anni Venti. Il caso Valentino, da questo punto di vista, si fonda e si nutre di tutta una serie di nodi storici, oltreché storico-cinematografici in senso stretto (non ultimo, il controverso rapporto, ancora non del tutto chiarito, con il fascismo italiano). Una serie di problemi cui oggi si rivolgono metodologie e approcci particolarmente interessati alla ricostruzione pluridimensionale dei fenomeni culturali, come i gender e i cultural studies, che hanno spesso frequentato il caso Valentino. In ragione quindi del fascino perdurante da un lato e, dall altro, della profondità e della densità culturale che caratterizzano il mito di Valentino, un ampia e articolata manifestazione torinese (Rodolfo Valentino. La seduzione del mito) ne affronterà in vario modo la ricchezza, a partire da una ricca mostra di materiali d epoca alla Mole Antonelliana (dal 26 febbraio al 31 maggio, a cura di Antonio Miredi e Nicoletta Pacini) e un ampia retrospettiva dei suoi film (dal 23 febbraio al 1 marzo), entrambe curate dal Museo Nazionale del Cinema, e proseguendo con un Convegno internazionale di studi organizzato dal Centro Regionale Mario Soldati e dal DAMS-Scienze della Formazione, in collaborazione con la Facoltà di Lettere di Torino e importanti Università italiane e straniere. Il convegno ospiterà, tra il 24 e il 27 febbraio, una trentina di relatori provenienti da diversi paesi europei e dagli Stati Uniti. Ulteriori omaggi e approfondimenti si articoleranno inoltre in una serie di seminari di alta formazione organizzati dall Università e dalla Bibliomediateca Mario Gromo e con una serie di incontri e conferenze al Circolo dei Lettori, insieme a un recital organizzato con il Teatro Stabile, alla Mole, con testi su e di Valentino, nel periodo di apertura della Mostra alla Mole, tra marzo e maggio ø i protagonisti 23 febbraio - 1 marzo RODOLFO VALENTINO, LA SEDUZIONE DEL MITO Fred Niblo Sangue e arena Blood and Sand Usa 1922, 120, b/n, did.or. sott.it. Copia restaurata da Cineteca del Comune di Bologna e Cinémathèque Suisse Accompagnamento musicale dal vivo dei jazzisti Andy Sheppard (sax), Valentino Corvino (violino), Furio Di Castri (contrabbasso), Stefano Maccagno (pianoforte) e Fabrizio Sferra (batteria). Rex Ingram I quattro cavalieri dell Apocalisse The Four Horsemen of the Apocalypse Usa 1921, 133, b/n, did.or. sott.it. Copia restaurata da Photoplay e sonorizzata in sincrono con la musica scritta e diretta da Carl Davis. Clarence Brown Aquila nera The Eagle Usa 1925, 76, b/n, did.or. sott.it. Copia restaurata da Photoplay e sonorizzata in sincrono con la musica scritta e diretta da Carl Davis. Juan Gallardo, dopo una tormentata gioventù, riesce a diventare uno dei più affermati toreri della Spagna. Ricco e famoso, sposa la dolce Carmen. Un giorno però Juan incontra Doña Sol, vedova bella e conturbante, della quale si invaghisce. Il nuovo legame, però, dura poco: la difficile situazione rende Juan inquieto, al punto che rimane ferito durante una corrida. Carmen insiste perché l uomo abbandoni le corride, ma Juan decide di scendere un ultima volta nell arena per dimostrare tutto il suo valore. Quando però Gallardo vede Dona Sol con un altro uomo, si lascia uccidere dal toro in combattimento. I baci castissimi (siamo negli anni 20) ma appassionati del sensuale Rodolfo Valentino, attorno a cui il film venne costruito su misura, divennero leggendari. Il dramma sentimentale del regista Fred Niblo (anche lui di origini italiane) venne ripreso con altrettanto successo nel 1941 da Rouben Mamoulian, con Tyrone Power al posto di Valentino e con la partecipazione di Rita Hayworth. Sc.: June Mathis; Fot.: Alvin Wyckoff; Int.: R. Valentino, George Field, Lila Lee. LUN 23, h , Sala Uno Ingresso euro 5 Prima del film sarà proiettato il cortometraggio Good Night Valentino di Edoardo Ballerini (Usa 2003, 15, v.o. sott.it.) alla presenza del regista. Madariaga, un ricco latifondista argentino, ha due figlie. Una si sposa con il francese Marcelo Desnoyers, amante dell arte e della democrazia; la seconda con Karl von Hartrott, un tedesco autoritario e militarista. Entrambe le figlie danno alla luce un erede maschio, ma Madariaga ha una forte predilezione per Julio, figlio di Marcelo, un sognatore vivace e bellissimo. Alla morte del vecchio patriarca, dopo aver diviso equamente l eredità, la famiglia si divide e i Desnoyers vanno a vivere a Parigi mentre i von Hartrott si stabiliscono a Berlino. Julio, diventato pittore, si innamora perdutamente di Margherite, una donna sposata, facendo scoppiare un grosso scandalo. Allo scoppio della prima guerra mondiale, si rifiuta di indossare la divisa e di partire per il fronte. Ma gli eventi incalzano e la guerra saprà sconvolgere i destini di tutti. Sc.: June Mathis; Fot.: John F. Seitz; Int.: R. Valentino, Alice Terry, Pomeroy Cannon. MAR 24, h Il film sarà presentato da Kevin Brownlow La zarina Caterina II si innamora del tenente dei cosacchi Vladimir Dubrovsky. Lo chiama a corte e vuole nominarlo generale ma lui cerca di prendere tempo e, infastidito dall insistenza della donna, si nasconde e diventa un popolare vendicatore mascherato. Primo film realizzato da Valentino per la United Artist (dopo la rottura con la casa di produzione Famous Players-Lasky) e allo stesso tempo il terz ultimo prima della sua prematura scomparsa. Commedia avventurosa in costume, con un Valentino in gran forma e un contorno che non gli è da meno. Il film ha uno stile elegante, come piaceva al tempo, molto curato nella recitazione e con una messinscena perfettamente calibrata. Nel film, in un ruolo minore, compare anche un giovanissimo Gary Cooper. Sc.: George Marion Jr., Hanns Kräly, da un romanzo di Alexander Puskin; Fot.: George Barnes; Int.: R. Valentino, Vilma Bánky, Louise Dresser. MER 25, h Prima del film sarà proiettato il cortometraggio Rudy s Songs, film di montaggio (a cura di Mela Marquez Saleg), realizzato a partire da una trascrizione su pellicola magnetica, conservata negli archivi della Cineteca Nazionale e restaurato grazie alla tecnologia digitale. Si tratta dell unica registrazione originale della voce di Valentino realizzata il 14 maggio 1923 a New York e destinata, probabilmente, ad essere commercializzata su disco. Su questa inedita colonna sonora è stato realizzato e montato uno short, omaggio della alla memoria di Rudy, utilizzando una serie di immagini fotografiche dell attore, in parte provenienti dall archivio fotografico del Centro Sperimentale di Cinematografia e per il resto messe a disposizione, tramite la Cineteca del Comune di Bologna, da collezionisti e archivi italiani e stranieri. Il film sarà presentato da Kevin Brownlow 2

3 Joseph Henabery Cobra Usa 1925, 90, b/n, did.or. sott.it. Copia conservata da Library of Congress (solo mercoledì 25) George Melford Lo sceicco The Sheik Usa 1921, 85, b/n, did.or. sott.it. Copia conservata da Svenska Filminstitutet Cinemateket (solo venerdì 27) Sam Wood L età di amare Beyond the Rocks Usa 1922, 81, b/n, did.or. sott.it. Copia restaurata da Nederlands Filmmuseum Rodrigo Torriani è un nobile italiano, libertino affascinante la cui debolezza sono le donne. Su invito dell amico Jack Dorning accetta, di recarsi a New York come esperto d antiquariato. Qui ritrova Elise, sua vecchia fiamma, che ora è la moglie di Jack. La donna rivela al conte italiano di essere ancora innamorata di lui, ma Rodrigo, non volendo tradire l amico, rifiuta l appuntamento che lei gli propone. Succede che l albergo dove era stato fissato l incontro brucia nella notte per un incendio e Elise muore nel rogo. Dopo una serie di disavventure Rodrigo decide di ritornarsene in Europa. Sc.: Antony Coldeways; Fot.: J. D. Jennings, Harry Fischbeck; Int.: R. Valentino, Nita Naldi, Casson Ferguson. MER 25, h , SAB 28, h Ray C. Smallwood La signora delle camelie Camille Usa 1921, 63, b/n, did.or. sott.it. Restauro digitale a cura di Warner Bros. Camille è una cortigiana nella Parigi del Settecento che affascina i nobiluomini per assicurarsi la loro protezione. L incontro con il giovane Armand Duval che si innamora follemente di lei e da cui si sente attratta, la mette a dura prova. Alla fine si convince di essere quel genere di donna che la vita ha reso troppo cinica, e lo allontana da sé. Anni dopo, morente e in povertà, ha un unica certezza: l amore del suo Armand non è svanito. Terza trasposizione hollywoodiana muta del romanzo di Dumas figlio, riscritto dall influente e intelligente June Mathis che aveva lanciato il divo Valentino con I quattro cavalieri dell Apocalisse. Sc.: June Mathis, dal romanzo e dalla commedia di Alexandre Dumas; Fot.: Rudolph Bergquist; Int.: Alla Nazimova, R. Valentino, Arthur Hoyt. VEN 27, h George Melford Il mozzo dell Albatros Moran of the Lady Letty Usa 1922, 80, b/n, did.or. sott.it. Copia conservata da Cinémathèque Royale de Belgique Ramon Laredo, giovanotto molto corteggiato e malinconicamente insoddisfatto della ricca borghesia californiana, si ritrova per caso tra le grinfie di un gruppo di marinai avventurieri, che lo stordiscono e lo rapiscono per aggiungere un uomo alla ciurma della loro nave in partenza. Prima iniziazione alla nuova vita che lo attende è, inevitabilmente, la rinuncia agli abiti da yachtman: strappati a forza doppiopetto blu, pantaloni bianchi, cappello con visiera, Ramon appare in abiti da lavoro a fare il mozzo dell Albatros su cui è stato imbarcato. Sc.: Monte M. Katterjohn, dal racconto di Frank Norris; Fot.: William Marshall; Int.: R. Valentino, Dorothy Dalton, Emil Jorgenson. VEN 27, h Nel Sahara, l ereditiera inglese Diana Mayo rifiuta il corteggiamento dello sceicco Ahmed Ben Hassan che, però, la salva due volte da Omair, rapace predone del deserto, rimanendo ferito. Diana lo cura amorevolmente, ma poi, una volta guarito, l orgoglioso Ahmed la respinge per ritornare dai suoi nel deserto. Lei cerca di raggiungerlo. Sc.: Monte Katterjohn, dal romanzo di Edith Maud Hull; Fot.: William Marshall; Int.: R. Valentino, Agnes Ayers, Patsy Ruth Miller. VEN 27, h , DOM 1 marzo, h George Fitzmaurice Il figlio dello sceicco The Son of the Sheik Usa 1926, 74, b/n, did.or. sott.it. Copia conservata da National Film & Television Archive (solo venerdì 27) Ahmed, figlio dello sceicco, si innamora della ballerina Yasmin, figlia di un rinnegato francese a capo di una banda di malviventi. Rapito dalla banda, Ahmed è convinto di essere stato ingannato da Yasmin e, una volta libero, la rapisce portandola nel deserto. Ahmed scopre che a tradirlo non è stata la donna ma un suo ammiratore geloso. Valentino morì prima della prima proiezione pubblica del film. Sc.: Paul Girard Smith, George Marion jr., Fred de Gresac, Frances Marion; Fot.: George Barnes; Int.: R. Valentino, Wilma Banky, George Fawcett. VEN 27, h , DOM 1 marzo, h Philip Rosen The Young Rajah Usa 1922, 52, b/n, did.or. sott.it. Ricostruzione digitale a cura di Flicker Alley sonorizzata con la musica di Jon Mirsalis In una notte di tempesta Caleb e Sarah Judds trovano due indiani davanti alla porta della loro casa. Portano con loro un bambino e una lettera in cui il fratello di Caleb, Joshua, li informa che il bambino è un principe e chiede loro di prendersene cura. I Judd accolgono il piccolo nella loro casa e lo chiamano Amos. Questi cresce felice e diventa il tipico giovane americano, frequenta il college, fa parte della squadra di canottaggio, ama andare a cavallo e frequenta la bella Molly Cabot. A distinguerlo da un comune giovane della sua età il fatto di essere visitato da visioni in cui vede se stesso in pericolo. Un giorno i suoi genitori adottivi gli rivelano la verità sulla sua identità, spingendolo a tornare in India dove il suo popolo ha bisogno di lui. Sc.: June Mathis, tratto dal romanzo di John Ames Mitchell; Fot.: James C. Van Trees; Int.: R. Valentino, Wanda Hawley, Jack Giddins. SAB 28, h Sposata, suo malgrado, con un anziano miliardario, Theodora Fitzgerald viene salvata due volte dal giovane Lord Bracondale, ricco playboy di madre italiana, durante un escursione sulle Alpi Svizzere. Quando i due si ritrovano a Parigi, nasce l amore cui lei, fedele, rinuncia. Si rincontrano a Londra e l amore si riaccende. Lei rimane fedele al marito che, informato da una lettera anonima, decide di farsi da parte per la felicità della moglie e si offre per una pericolosa missione in Arabia. Prima di morire, congiunge le mani dei due innamorati che l hanno seguito. Si dice che fu Elinor Glyn, la scrittrice del romanzo da cui è tratto il film ad insegnare a Valentino a baciare il palmo della mano d una donna, anziché il dorso. Il film, considerato perduto per molti anni e poi ritrovato e restaurato, è l unico che vede Valentino a fianco di Gloria Swanson. Sc.: Jack Cunningham, da un romanzo di Elinor Glyn; Fot.: Alfred Gilks; R. Valentino, Gloria Swanson, Alec B. Francis. SAB 28, h Rex Ingram La commedia umana The Conquering Power Usa 1921, 75, b/n, did.or. sott.it. Copia conservata da Cinémathèque Française Libero adattamento del romanzo Eugenie Grandet di Balzac, che è stato usato come punto di partenza per un racconto ricco e avvincente. Protagonisti sono Charles Grandet, un giovane dandy parigino, e sua cugina Eugenie, ragazza di provincia estranea all ambiente cittadino. Quando il padre di Charles si suicida per aver perso tutti i suoi soldi speculando in borsa, il giovane viene mandato dagli zii in campagna. Qui conosce e si innamora della cugina e inizia tra loro una difficile storia d amore osteggiata con forza dal padre della ragazza. Sc.: June Mathis, dal romanzo di Honoré de Balzac; Fot.: John F. Seitz; Int.: Alice Terry, R. Valentino, Ralph Lewis. SAB 28, h Sydney Olcott Monsieur Beaucaire Usa 1924, 130, b/n, did.or. sott.it. Copia conservata da Library of Congress Sazio della vita parassitaria alla corte di Luigi XV, Filippo d Orleans, duca di Chartres e cugino del re, va a Londra in incognito, nelle vesti del barbiere dell ambasciatore francese e ottiene un grande successo come spadaccino, giocatore e amante. È forse il più tetro film interpretato da Valentino impegnato in una doppia parte, offrendo una significativa prova della sua duttilità recitativa. Un ruolo importante è giocato dalle scenografie e dai costumi, ad opera di Natasha Rambova, moglie molto influente di Valentino. Degna di nota la scena di un duello dove i contendenti sono tutti fuori campo. Si vedono soltanto le spade. Sc.: Forrest Halsey, dal romanzo di Booth Tarkington; Fot.: Harry Fischbeck; Int.: R. Valentino, Bebe Daniels, Lois Wilson. DOM 1 marzo, h

4 Il mondo capovolto. Retrospettiva Terry Gilliam di Luca Castelli Nell eterna e annosa guerra tra la realtà e la fantasia, Terry Gilliam è uno dei più carismatici, testardi e straordinari generali della seconda. Nel suo cinema non solo tutto è fantasia, ma tutto è anche sberleffo, offesa e rimedio alla realtà. Film dopo film, Gilliam ne individua i vassalli (burocrazia, tecnologia, ragione, scienza) e li aggredisce con la stessa irruente follia con cui Don Chisciotte si scaglia contro i mulini a vento. A volte l assalto non finisce bene e la freddezza del Male trionfa (il finale di Brazil ne è il caso emblematico), raramente si arriva all happy end (La leggenda del re pescatore, I fratelli Grimm), spesso è necessario passare attraverso le forche caudine del sacrificio (L esercito delle dodici scimmie, Le avventure del barone di Munchausen). In tutti i casi, comunque, il capolinea è sempre meno importante del viaggio. Prima o poi i titoli di coda devono arrivare, lo esige la vita, ma ciò che conta è quanto viene mostrato prima: l avventura, la magia, la visione. Nel cinema di Gilliam, l occhio vuole e riceve la sua parte, in una sovrabbondanza barocca di segnali visivi che abitano praticamente ogni fotogramma e che non sono mai inseriti a caso, ma sottintendono vari livelli di lettura e fonti d ispirazione (dai demoni dell iconografia medievale alle allucinazioni di Goya e dei pittori fiamminghi, fino alla cultura pop, vedi gli enormi mattoni Lego che fanno da impossibile scenografia della fortezza ne I banditi del tempo). Il cinema per me è dare sfogo alle ossessioni, ha confessa Gilliam durante un intervista. Uno sfogo che non conosce censure o divieti e che rappresenta al tempo stesso la grandezza assoluta e il limite inestinguibile del più americano degli ultrabritannici Monty Python (talmente americano da essere nato a Minneapolis). Perché concedendo carta bianca alla sua fantasia, alla sua immaginazione e alle sue ossessioni, Terry Gilliam tende sempre ad esagerare. Se ne frega di ceselli o lavori di sottrazione, sogghigna di fronte alle regole di Hollywood e non gli passa manco per l anticamera del cervello di coccolare il pubblico. Da servitore fedele della fantasia, lui si limita ad ascoltarla, traendone l ispirazione per dipingere ed esporre le sue opere. Il feedback arriva dopo, non prima. il testo di Luca Castelli è la prima parte del saggio Le avventure del Barone Gilliam, pubblicato in Il Mucchio Selvaggio, n. 652, novembre Ringraziamo la redazione del mensile per averci cortesemente concesso di pubblicare questo estratto. ø i protagonisti 2-15 febbraio IL MONDO CAPOVOLTO. RETROSPETTIVA TERRY GILLIAM Terry Jones Brian di Nazareth Life of Brian Gran Bretagna 1979, 94, col. /Terry Jones Monty Python: il senso della vita The Meaning of Life Gran Bretagna 1983, 112 col., v.o. sott.it. Copia conservata da British Film Institute, Terry Jones Monty Python e il sacro Graal Monty Python and the Holy Grail Gran Bretagna 1975, 91, col. Copia conservata da Cineteca del Comune di Bologna Nell anno 1193, in Inghilterra, re Artù e i Cavalieri della Tavola Rotonda partono alla ricerca del Santo Graal, la coppa, cioè, nella quale Giuseppe d Arimatea raccolse le ultime gocce del sangue di Cristo. Percorrendo monti e valli, passando di castello in castello, in groppa a cavalli inesistenti perché sono gli scudieri a imitarne il rumore degli zoccoli, i sei ardimentosi devono vedersela con giganti a tre teste, pulzelle vogliose, streghe e maghi, bellicosi guerrieri e castellani iracondi. Quando, finalmente, Artù e i suoi Cavalieri si accingono ad assaltare il castello in cui suppongono sia custodito il Graal, finiscono invece nelle mani della polizia, accusati dell uccisione dì uno storico che commentava la loro leggenda. Sc.: T. Gilliam, Michael Palin, T. Jones, Eric Idle, John Cleese, Graham Chapman; Fot.: Terry Bedford; Int.: G. Chapman, J. Cleese, T. Gilliam, T. Jones, M. Palin. LUN 2, h , SAB 7, h , MAR 10, h Ian MacNaughton E ora qualcosa di completamente diverso And Now for Something Completely Different Gran Bretagna 1971, 88, col. Copia conservata da Cineteca Lucana Il lungometraggio nasce come spin-off della celeberrima commedia televisiva Monty Python s Flying Circus. Di fatto si presenta come il rifacimento dei migliori episodi delle prime due stagioni dello show. Concepiti per il pubblico degli Stati Uniti, dove la serie non era stata trasmessa, gli sketch sono stati filmati quasi interamente in esterni, senza pubblico, come accadeva nel Circus. Il titolo deriva dalla frase che all inizio dello spettacolo, e spesso tra uno sketch e l altro, veniva ripetuta da uno dei Python, generalmente John Cleese, nel ruolo di annunciatore, mostrandosi in situazioni paradossali, elegantemente vestito, seduto a una scrivania, che si trova alternativamente a mezz aria, in mezzo a un prato sterminato o dentro a una gabbia, oppure sdraiato in bikini su un tavolino, nel mezzo di un bosco. Il film fu finanziato da Victor Lowndes, direttore di Playboy. Sc.: G. Chapman, J. Cleese, T. Gilliam, E. Idle, T. Jones, M. Palin; Fot.: David Muir; Int.: G. Chapman, J. Cleese, T. Gilliam, E. Idle, T. Jones, M. Palin. LUN 2, h , SAB 7, h In Giudea Brian, nato contemporaneamente a Gesù in una grotta accanto alla sua, viene scambiato dai Re Magi per il Bambino che cercano. Trentatre anni dopo, Brian assiste con la madre al discorso delle beatitudini tenuto da Gesù, ma sia per la distanza che per le chiacchiere e le liti delle persone vicine, i due non afferrano le parole del Maestro e il loro significato. Successivamente i romani sorvegliano Brian, che è entrato in un organizzazione terroristica, il Fronte Popolare della Giudea, che vuole cacciarli dal paese. Per provare il suo coraggio, i terroristi incaricano Brian di scrivere di notte sul muro del palazzo una frase contro i romani, ma, sorpreso da un soldato, riceve una bella lezione di latino ed è costretto a scrivere la frase cento volte. I guai iniziano quando, scambiato per un messia dalla folla, viene arrestato e condotto davanti a Pilato. Brian viene condannato alla crocifissione. Così, suo malgrado, viene innalzato sulla croce. Sc.: G. Chapman, J. Cleese, T. Gilliam, E. Idle, T. Jones, Peter Palin; Fot.: Peter Biziou; Int.: Terence Bayler, John Case, G. Chapman, T. Gilliam. LUN 2, h , SAB 7, h , MAR 10, h Jabberwocky Gran Bretagna 1977, 105, col., v.o. sott.it. Copia conservata dal National Film and Television Archive Dopo la morte del padre, Dennis, apprendista bottaio stupido, ingenuo e fortemente innamorato della grassa Giselle, va in città cercando lavoro e fortuna. Ma la città e il regno intero sono terrorizzati dal terribile mostro, nominato Jabberwocky (Ciarlestrone nella versione italiana), che imperversa per i villaggi e le foreste. Sarà Dennis a salvare, quasi accidentalmente, il regno. Primo film diretto dal solo Terry Gilliam che, ispirandosi liberamente alla poesia Jabberwocky di Lewis Carroll, capolavoro del non-sense, ne ha ricavato una commedia medioevale con caratteristiche storico-fiabesche. Sc.: Charles Alverson, T. Gilliam; Fot.: Terry Bedford; Int.: M. Palin, Harry H. Corbett, John Le Mesurier. LUN 2, h , SAB 7, h I Monty Python affermano: Abbiamo chiesto a molta gente: qual è il senso della vita? Nessuno ci ha dato una risposta. Probabilmente abbiamo rivolto loro una domanda sbagliata. Chi cerca di rispondere alla domanda sono sei pesci che nuotano tranquillamente nell acquario di un ristorante ed hanno la faccia dei sei componenti la banda dei Monthy Python. Tutto e tutti vengono sbeffeggiati: il mondo della finanza e delle multinazionali; sbeffeggiata è l assistenza sanitaria ultramoderna con la sala-parti spaventafeti; sbeffeggiate le guerre coloniali, europee, la vita di caserma. Durante i titoli iniziali, la pietra tombale porta impressa la scritta The Meaning of Liff, presto corretta in The Meaning of Life da un fulmine divino. Premio Speciale della giuria al Festival di Cannes Sc.: G. Chapman, J. Cleese, T. Gilliam, E. Idle, T. Jones, M. Palin; Fot.: Peter Hannan; Int.: G. Chapman, J. Cleese, T. Gilliam, T. Jones, M. Palin. MAR 3, h , DOM 8, h , MAR 10, h I banditi del tempo Time Bandits Gran Bretagna 1981, 116, col. Kevin, undicenne appassionato di letture fantastiche, una notte vede uscire dall armadio sei nani che posseggono la pianta del tempo. Scopre, così, che l Essere Supremo ha fatto il mondo in sei giorni ma ha trascurato alcune rifiniture, lasciando dei buchi, che permettono ai sei nani di viaggiare nel tempo. I nani portano con loro Kevin, che li segue nelle loro avventure attraverso i secoli. Giungono così al quartier generale di Napoleone, afflitto dal complesso della sua piccola statura, oppure nella foresta di Sherwood, dove Robin Hood, un vero giuggiolone, ruba ai ricchi per dare ai poveri. Passano nella Grecia antica, mentre Agamennone vince in duello il Minotauro che in realtà è lo 007 più famoso: Sean Connery e quindi si ritrovano sulla tolda del 4

5 Titanic mentre sta per affondare, umiliando l orgoglio britannico. Infine nel castello delle tenebre eterne del male che vuole impossessarsi della pianta del tempo. Sc.: M. Palin, T. Gilliam; Fot.: Peter Biziou; Int.: J. Cleese, Sean Connery, Shelley Duvall, Ian Holm, M. Palin. MAR 3, h , DOM 8, h , MAR 10, h Brazil Gran Bretagna 1985, 142, col. realizzazione del making of del film. Grazie alla loro lungimiranza assistono, in presa diretta, agli iniziali successi e al definitivo fallimento della produzione di Terry Gilliam. Sc.: L. Pepe, K. Fulton; Fot.: L. Pepe; Int.: Terry Gilliam, Johnny Depp, Jean Rochefort. MER 4, h , VEN 6, h L esercito delle 12 scimmie Twelve Monkeys Usa 1995, 125, col. è Las Vegas, dove Duke deve realizzare un servizio su una corsa di moto, e Gonzo deve partecipare ad una convention di avvocati e procuratori. In macchina si portano una scorta illimitata di mescalina, erba, allucinogeni e droghe di varia qualità, di cui fanno abbondante uso. Attraversano il deserto del Nevada e visioni terribili li accompagnano: l attacco di uno stormo di pipistrelli, gruppi di lucertoloni che organizzano festini in albergo, il pavimento che si scioglie sotto i piedi. Fanno poi strani incontri: un poliziotto tanto severo quanto solo, che insidia Duke; una giornalista televisiva che si serve della follia amorosa di Gonzo; una ragazzina fuggita da casa, una maniaca mistica che si è sistemata nella loro stanza e potrebbe portare a qualche guaio con la giustizia. Sam Lowry è un sognatore in un mondo governato da meschinità e burocrazia. Sogna spesso di liberarsi dalla tecnologia e dai vapori industriali della città per raggiungere in volo la sua amata. Quando si imbatte in un errore che ha provocato l arresto di una persona innocente, tenta in tutti i modi di risolvere la situazione, ma non fa che rimanere intrappolato nei contorti sistemi della burocrazia da cui cerca in tutti i modi di sfuggire. Robert De Niro, che veste i panni di Archibald Harry Tuttle, voleva originariamente interpretare la parte di Jack Lint, ruolo però già promesso a Michael Palin dal regista. Sc.: T. Gilliam, Tom Stoppard, Charles McKeown; Fot.: Roger Pratt; Int.: Jonathan Pryce, Robert De Niro, M. Palin, Ian Holm. MAR 3, h , DOM 8, h Le avventure del barone di Munchausen The Adventures of Baron of Munchausen Gran Bretagna/Germania 1988, 126, col. Nel 2035 la gente vive un altra dimensione. Miliardi di esseri umani si sono estinti a causa di un virus mortale che ha infettato il mondo. La superficie della Terra è diventata inabitabile e i pochi superstiti vivono nelle viscere di quella che fu Philadelphia, con il virologo che ha scoperto il virus, la sua équipe di gelidi scienziati e un gruppo di prigionieri. Fra questi c è James Cole, che viene scelto ed equipaggiato per tornare indietro nel tempo a raccogliere informazioni. Cole sbuca nelle strade nevose di una città terrificante pressoché morta, dove passeggiano le fiere e i rarissimi relitti umani. Lo spirito e le forze di Cole non sono però esauriti: il suo compito è di cercare indizi ed informazioni sulla tragedia mondiale che ha colpito chi allora era vivo. Unico film americano diretto da Gilliam, che si è liberamente ispirato a La Jetée di Chris Marker. Sc.: T. Gilliam, David Webb Peoples, Fot.: Roger Pratt; Int.: Bruce Willis, Madeleine Stowe, Brad Pitt. LUN 9, h , DOM 15, h I fratelli Grimm e l incantevole strega The Brothers Grimm Usa/Gran Bretagna 2005, 120, col. Sc.: T. Gilliam, Tod Davies, Tony Grisoni, Alex Cox; Fot.: Nicola Pecorini; Int.: Johnny Depp, Benicio Del Toro, Cristina Ricci, Cameron Diaz. LUN 9, h , DOM 15, h Tideland Canada/Gran Bretagna 2005, 120, col. Alla morte di sua madre per overdose, l undicenne Jeliza-Rose lascia la casa di Los Angeles insieme al padre Noah, un ex-musicista rock fallito, anche lui tossicodipendente, per trasferirsi in una località sperduta in Texas, nella vecchia casa paterna. Quando anche Noah muore, la ragazzina resta sola e si rifugia in un mondo fantastico in cui gli scoiattoli parlano, teste di bambole danno consigli e feroci squali infestano una ferrovia abbandonata. Ad accompagnarla nelle sue mirabolanti avventure arriveranno anche due strambi vicini di casa: l enigmatica Dell e suo fratello Dickens. Sc.: T. Grisoni, T. Gilliam; Fot.: Nicola Pecorini; Int.: Jeff Bridges, Jodelle Ferland, Brendan Fletcher. LUN 9, h , DOM 15, h La leggenda del re pescatore The Fisher King Usa 1991, 137, col. Fine 700. Una piccola città sul mare è assediata dai Turchi; nonostante ciò, all interno di un piccolo teatro, una compagnia sta recitando con molte difficoltà le avventure di un nobile cavaliere: Karl Friedrich Hieronymus Von Munchausen. Durante lo spettacolo si alza una voce di protesta, quella del vero Von Munchausen che, tra lamentele generali, sale sul palcoscenico e dopo aver raccolto l attenzione del pubblico incomincia a descrivere il reale svolgimento delle sue gesta. Nessuno dei presenti crede alle sue parole, a parte Sally, la figlia del capocomico che, affascinata dai suoi racconti, lo segue fuori dall edificio e assiste alle mirabolanti imprese dell uomo che vuole salvare liberare la città dai Turchi. Sc.: T. Gilliam, dalla raccolta di racconti di Rudolf Erich Raspe; Fot.: Giuseppe Rotunno; Int.: John Neville, Erich Idle, Sarah Polley, Uma Thurman. MER 4, h , VEN 6, h Louis Pepe e Keith Fulton Lost in La Mancha - Ovvero la mancata realizzazione di Don Quixote Gran Bratagna/Usa 2002, 89, col. Documentario sulle sfortunate vicende del cast tecnico e artistico del film The Man Who Killed Don Quixote di Terry Gilliam, mai realizzato. Nel settembre del 2000, ad otto settimane dalle riprese del film, i due registi Keith Fulton e Louis Pepe sbarcano a Madrid con l intento di prepararsi al meglio all incarico che gli è stato affidato, vale a dire la Durante l impero Napoleonico, i fratelli Will e Jack Grimm si guadagnano da vivere facendo finta di proteggere i contadini da mostri e demoni praticando esorcismi e finte formule magiche. Quando le autorità francesi scoprono che i due ragazzi non sono altro che dei mistificatori e che raccontano solo frottole, Will e Jack, per sfuggire all arresto, si rifugiano in una foresta incantata dove incontrano una strega che mette veramente alla prova il loro coraggio. Inizia così per i Fratelli Grimm un avventura indimenticabile tra realtà e finzione con fanciulle che scompaiono e creature fantastiche. Sc.: Ehren Kruger; Fot.: Newton Thomas Sigel; Int.: Matt Damon, Heath Ledger, Jonathan Pryce. LUN 9, h , DOM 15, h Paura e delirio a Las Vegas Fear and Loathing in Las Vegas Usa 1998, 115, col. Nel 1971 dalla California partono su una decappottabile rosso scuro Raoul Duke, giornalista, e il suo avvocato, Dr. Gonzo. La direzione Parry è un barbone ex-professore di storia divenuto un clochard alla spasmodica ricerca del Santo Graal. È diventato tale a causa della violenta uccisione della fidanzata sotto i suoi occhi. Il destino lo porterà a incontrare Jack Lucas, un deejay caduto in disgrazia e la sua eccentrica compagna Anne. Parry e il disc jokey sono uniti da un intersezione di vite casuale quanto spietata e la loro storia non può che fondersi per il bene di entrambi. Parry, infatti, coinvolge Jack nella ricerca del Graal e nella sua lotta contro il Cavaliere Rosso, simbolo del male, che lo terrorizza periodicamente. Non accreditato, fa la sua apparizione Tom Waits nel ruolo di un veterano disabile. Sc.: Richard LaGravenese; Fot.: Roger Pratt; Int.: Robin Williams, Jeff Bridges, Amanda Plummer. MER 11, h , VEN 13, h

6 Questi fantasmi: Cinema italiano ritrovato ( ) Il Museo Nazionale del Cinema propone a Torino la retrospettiva della 65a Mostra Internazionale d Arte Cinematografica di Venezia, curata da Tatti Sanguineti e Sergio Toffetti e nata dalla collaborazione tra la Biennale di Venezia e la. Il programma presenta una serie di anticlassici del periodo d oro del cinema italiano ( ), accompagnati da versioni restaurate, film reintegrati dai tagli di censura, versioni lunghe e veri e propri scoop filologici. Questi fantasmi propone l antineorealismo postbellico di cineasti come Mario Bonnard, Giorgio Bianchi e Luigi Zampa, che non esitano a utilizzare il melodramma o la commedia per portare sullo schermo sentimenti, passioni, drammi di un popolo travolto dalla guerra e dal dopoguerra in film come La città dolente (che racconta l esodo doloroso dei profughi istriani da Pola passata alla Jugoslavia); Una lettera all alba (con Fosco Giachetti barone della cocaina in una Milano fredda e ostile) e i due film di Zampa Anni difficili e Processo alla città (storia di camorra nella Napoli belle époque che anticipa Gomorra). Gli altri film della retrospettiva consentono di rivalutare cineasti come Vittorio Caprioli (noto come grande attore, e da riscoprire come grande regista) e Franco Rossi. Tra le dive della rassegna, va sottolineata la presenza di Virna Lisi, protagonista di La donna del giorno di Maselli, e di Elsa Martinelli, nei panni di una commessa nel film sui pendolari milanesi Pelle viva di Giuseppe Fina. La retrospettiva presenta alcune versioni integrali restaurate dalla come quella di I mostri di Dino Risi, di cui sono stati ritrovati - grazie a un indicazione di Giuseppe Tornatore - due episodi tagliati con Ugo Tognazzi (Il cerbero domestico e L attore). Questi fantasmi verrà ufficialmente inaugurata dalla proiezione di Anni difficili, restaurato dalla Fondazione Cineteca Italiana con il Museo Nazionale del Cinema e la Cineteca del Comune di Bologna. Paolo Heusch, Brunello Rondi Una vita violenta Italia 1962, 107, col. Copia conservata dal Centro Sperimentale di Cinematografia Tommaso è un giovane di borgata dalla vita sconclusionata. Un giorno conosce Irene e se ne innamora. Per far colpo su di lei organizza con gli amici una serenata. Ne nasce una rissa durante la quale il ragazzo ferisce un uomo con il coltello. Arrestato, sconta alcuni mesi di carcere. Uscito di prigione, si ammala di tisi e viene ricoverato in sanatorio, dove conosce un agitatore sindacale comunista, che per la prima volta lo tratta da uomo. Uscito dal sanatorio decide di sistemarsi e sposarsi. Un giorno si getta nelle fredde acque dell Aniene per salvare una donna, ma il gesto provoca una ricaduta della sua malattia che lo conduce alla morte. Sc.: P. Heusch, B. Rondi, Franco Solinas, S. Citti; Fot.: Armando Nannuzzi; Int.: Franco Citti, Enrico Maria Salerno, Serena Vergano. MAR 17, h , VEN 20, h Mario Bonnard La città dolente Italia 1949, 80, b/n Copia restaurata da Istituto Luce, e Cineteca del Friuli ø percorsi febbraio QUESTI FANTASMI: CINEMA ITALIANO RITROVATO ( ) Luigi Zampa Processo alla città Italia 1952, 98, b/n Copia ristampata dal Centro Sperimentale di Cinematografia A Napoli vengono assassinati Salvatore Ruotolo e sua moglie. I loro corpi vengono trovati in luoghi diversi. Poiché si tratta evidentemente di un delitto ascrivibile alla camorra, l omertà e la paura sono un serio ostacolo al procedere delle indagini affidate a un giovane magistrato, Antonio Spicacci, il quale, a partire da un indizio scoperto casualmente, tenta di ricostruire la storia del duplice omicidio. Gli indiziati sono molti, e tra questi ci sono persone all apparenza insospettabili. Deciso ad andare sino in fondo, Spicacci mantiene tutti i sospettati in stato di arresto, provocando il malcontento dell opinione pubblica, e prosegue senza riguardi, a costo di mettere in stato di arresto tutta la città. Sc.: Suso Cecchi D Amico, Ettore Giannini, Diego Fabbri, L. Zampa, Turi Vasile; Fot.: Enzo Serafin; Int.: Amedeo Nazzari, Silvana Pampanini, Paolo Stoppa. LUN 16, h , MER 18, h Giorgio Bianchi Una lettera all alba Italia 1948, 91, b/n Copia ristampata dal Centro Sperimentale di Cinematografia Carlo ha avuto in gioventù una relazione con una ragazza, Anna, che poi ha abbandonato. Dalla relazione è nato un figlio di cui Carlo ignora l esistenza fino al giorno in cui Anna, morente, fa appello al suo cuore di padre. Carlo promette di vegliare sul figlio adolescente. Ne segue infatti le tracce e riesce a sapere che suo figlio Mario è uno spacciatore di cocaina. Carlo, che esercita il traffico all ingrosso, si reca da un intermediaria, una vecchia contessa, e le ordina di non fornire più a Mario la droga. Mario, disperato, una sera si introduce nell appartamento della contessa per derubarla. La mattina dopo la donna viene trovata assassinata. Su Mario si appuntano i sospetti della polizia e Carlo, convinto dell innocenza del figlio, lo induce a costituirsi. Sc.: Aldo De Benedetti; Fot.: Václav Vich, Augusto Tiezzi; Int.: Fosco Giachetti, Jacques Sernas, Lea Padovani. LUN 16, h , MER 18, h Luigi Zampa Anni difficili Copia restaurata dalla Cineteca Italiana di Milano con il Museo Nazionale del Cinema e la Cineteca del Comune di Bologna Italia 1948, 113, b/n Piscitello, onesto impiegato municipale di un piccolo paese della Sicilia, per non perdere il posto è costretto a domandare la tessera del partito fascista. A malincuore mette il distintivo all occhiello, indossa l uniforme, calza gli stivaloni e partecipa alle adunate. Intanto avvenimenti importanti si susseguono con ritmo incalzante: la campagna di Etiopia, la guerra di Spagna, la vigilia della guerra mondiale. Il figlio maggiore, Giovanni, partecipa ad ogni conflitto passando dalle Alpi all Africa, dall Africa alla Russia. Dopo l armistizio, Giovanni sta per tornare a casa ma viene fucilato dai tedeschi in ritirata. Segue l occupazione alleata e Piscitello viene chiamato dal sindaco, lo stesso che gli ha imposto di prendere la tessera fascista e che ora, facendo il doppio gioco, gli comunica di doverlo epurare a causa dei suoi sentimenti fascisti. Sc.: Vitaliano Brancati, Sergio Amidei, Enrico Fulchignoni, Franco Evangelisti; Fot.: Carlo Montuori; Int.: Umberto Spadato, Massimo Girotti, Ave Ninchi, Delia Scala. LUN 16, h (ingr. euro 3), MAR 24, h Vittorio Caprioli Parigi o cara Italia 1961, 106, col. Copia ristampata dal Centro Sperimentale di Cinematografia Dopo aver sistemato in una pensione di campagna il vecchio padre e aver salutato la clientela con un annuncio, Delia, una donna di facili costumi, raggiunge a Parigi il fratello omosessuale Claudio. Invano la donna tenta di conoscere a fondo Parigi perché mille contrattempi glielo impediscono. Dopo aver concesso i suoi favori al figlio della padrona di casa, Delia è sfrattata. Disperata, la donna cerca rifugio presso Avallone, un generoso pizzaiolo. Questi è stanco di vivere lontano dall Italia e ben presto si mette d accordo con Delia per acquistare un ristorante a Roma, per il viaggio di ritorno dei suoi due figli affidati alle cure materne della donna e infine per iniziare con lei una vita in comune. Sc.: R. Mainardi, Franca Valeri, Silvana Ottieri, V. Caprioli; Fot.: Carlo Di Palma, Int.: F. Valeri, V. Caprioli, Fiorenzo Fiorentini. MAR 17, 16.30, VEN 20, h Luciano Salce La cuccagna Italia 1962, 95, b/n Copia ristampata dal Centro Sperimentale di Cinematografia Rossella sta cercando un lavoro per evadere e rendersi indipendente dalla famiglia, composta da un padre ottuso e brontolone, una madre inetta, una sorella piagnucolosa - con un marito ridicolo nella sua intransigenza - e da un fratello gay. Trova un misero impiego come dattilografa in una copisteria, ma lo lascia presto per fare da segretaria a un arruffone che, presentatosi come un industriale dai mille progetti, finisce in carcere per aver tentato di corrompere un funzionario del ministero. Continuando le sue ricerche di lavoro, accetta l offerta di un agente pubblicitario che, tra l altro, vuole approfittare di lei, ma il suo ufficio viene chiuso. Nelle sue peregrinazioni, però, ha incontrato Giuliano. Sc.: L. Salce, Luciano Vincenzoni, Carlo Romano, Goffredo Parise; Fot.: Enrico Menczer; Int.: Donatella Turi, Luigi Tenco, Ugo Tognazzi. MAR 17, h , VEN 20, h Dopo la decisione di Parigi, Pola viene attribuita alla Jugoslavia. Quasi tutta la popolazione lascia la città mentre gli emissari jugoslavi cercano, con lusinghe, di trattenere quanti più cittadini è possibile. Berto, giovane operaio, cade nella rete e malgrado le preghiere della moglie, preoccupata per l avvenire del loro figlioletto, opta per la Jugoslavia, sedotto dall idea di diventare il padrone dell officina nella quale lavora. Dovrà presto pentirsi della decisione presa. I macchinari verranno confiscati dal governo e la città, ormai semideserta, non offre possibilità di guadagno. Berto riesce, tuttavia, a far partire per Trieste la moglie col figlio che ha bisogno di cure, grazie all intercessione di una donna che vorrebbe fare di Berto un propagandista del partito e che cerca di sedurlo. L uomo, invece, inveisce contro il governo e così viene arrestato e inviato in un campo di concentramento. Sc.: Anton Giulio Majano, Aldo De Benedetti, Federico Fellini, M. Bonnard; Fot.: Tonino Delli Colli; Int.: Luigi Tosi, Barbara Costanova, Gianni Rizzo. MAR 17, h , VEN 20, h Francesco Maselli La donna del giorno Italia 1957, 83, b/n Copia ristampata dal Centro Sperimentale di Cinematografia Liliana è una bella indossatrice che cerca di affermarsi. Una notte la ragazza viene ritrovata su una strada di campagna, svenuta. Interrogata dalle autorità, afferma di essere stata trascinata da tre delinquenti in una villa disabitata e di aver dovuto subire la loro violenza. Il fatto, divulgato dai giornali, ha grande risonanza e Liliana diventa in breve la donna del giorno. La polizia ha intanto arrestato tre indiziati ma Liliana mostra uno strano imbarazzo. In seguito, seguendo il consiglio di un amico poco scrupoloso, per tener desto l interesse del pubblico fa nuove dichiarazioni ai giornali, aggravando la posizione degli arrestati. Fino a quando non ha più la forza di continuare nell inganno. Confessa pubblicamente di aver inventato tutta la storia, poi si getta sotto un filobus. Sc.: F. Maselli, Cesare Zavattini, Luigi Squarzina, Aggeo Savioli, Franco Bemporad; Fot.: Armando Nannuzzi; Int.: Virna Lisi, Antonio Cifariello, Serge Reggiani. SAB 21, h Franco Rossi Smog Italia 1962, 101, b/n Copia conservata dal Centro Sperimentale di Cinematografia Un avvocato italiano di passaggio a Los Angeles approfitta di alcune ore disponibili per visitare la città. Ha dovuto consegnare il suo passaporto e questo semplice fatto burocratico lo riduce all anonimato fisico e spirituale. A contatto con la città americana ricostruisce, per così dire, la propria personalità. In varie occasioni di incontri con italiani di laggiù, viene a conoscenza di una particolare mentalità: incontra un pittore, un caricaturista, un proprietario di locali pubblici, ma soprattutto un avventuroso meridionale e la sua amante. Introdotto in ambienti diversi, in mezzo a gente che si affatica per guadagnare il denaro per vivere, trascorre alcune esperienze sociali e individuali, fino a che parte di nuovo solo, dalla città di cemento, di vetro e di acciaio dalle forme strane che sembrano rinchiudere l inquietudine e l angoscia dell uomo moderno. Sc.: Franco Brusati, Pasquale Festa Campanile, Massimo Franciosa, Ugo Guerra; Fot.: Ted D. MacCord; Int.: Enrico Maria Salerno, Annie Girardot, Renato Salvatori. SAB 21, h , DOM 22, h

7 Dino Risi I mostri Italia 1963, 148, b/n Versione restaurata da Centro Sperimentale di Cinematografia e Sky, con l aggiunta di due episodi inediti con Ugo Tognazzi: Il cerbero domestico e L attore. Il film è articolato su una sequenza di venti episodi del tutto disgiunti tra loro, per durata e struttura assai diverse, ma tutti riferibili ad uno stesso contesto temporale e geografico: la Roma dei primi anni Sessanta. Tutti gli episodi ruotano intorno a delle figure centrali, in genere caricaturali, che compaiono sia alternativamente che insieme. Alcuni episodi sono assai brevi ed hanno la durata e la struttura di uno sketch, altri invece presentano le costruzioni più elaborate di un racconto. Sc.: Age, Furio Scarpelli, Elio Petri, D. Risi, Ettore Scola, Ruggero Maccari; Fot.: Alfio Contini; Int.: Vittorio Gassman, Ugo Tognazzi, Franco Castellani. SAB 21, h , DOM 22, h Giuseppe Fina Pelle viva Italia 1962, 115, b/n Copia conservata da Centro Sperimentale di Cinematografia La storia di un amore tra un operaio della Bassa Lombardia e una ragazza pugliese che vive a Milano. Tutto nasce da un incontro casuale tra Andrea, che ogni sera da Milano ritorna al paese, e Rosaria, che ogni sabato prende lo stesso treno per andare a visitare il figlio illegittimo in un Istituto di Carità. Entrambi scoprono un affinità di sentimenti che si trasforma, nel giro di pochi mesi, nella decisione di sposarsi. Dopo le nozze Andrea decide di sistemarsi a Milano. Trovata una portineria, si accorda con l Amministrazione dello stabile, ma tutto va presto a rotoli perché viene implicato in una protesta di operai e portato in questura. Imputato di sedizione, subisce un processo che gli costa il lavoro in fabbrica e la portineria. Prima apparizione sullo schermo di Franco Nero. Sc.: Carlo Castellaneta, G. Fina; Fot.: Antonio Macasoli; Int.: Raoul Grassilli, Elsa Martinelli, Franco Sportelli. DOM 22, h , MAR 24, h ø cult! 13 e 14 febbraio Il restauro di Milestones Quando, all inizio degli anni Settanta, Robert Kramer inizia a scrivere il progetto di Milestones, ha da poco concluso la sua esperienza nel movimento militante di Newsreel e ha già realizzato film importanti e di grande impatto politico come In the Country, Ice e People s War. Anche questa volta Kramer si mette in viaggio, ma non per raggiungere il Sud America o il Vietnam, bensì restando dentro i confini degli Stati Uniti per cercare i lati più insoliti di un paese che conserva aspetti nascosti e inaspettati. Il film fu presentato al Festival di Cannes nel 1975 e venne proiettato il giorno della presa di Saigon. Milestones si chiude con una dedica: Vogliamo dedicare questo film a tutti gli amici, amanti, fuggitivi e combattenti e, con profonda gratitudine, al popolo vietnamita la cui lotta per l indipendenza e libertà continua a indicare la strada verso la nostra comune vittoria. Robert Kramer, John Douglas Milestones Usa 1975, 195, col., v.o. sott.it. Copia restaurata da Cinemateca Portuguesa, Cinémathèque Française e Museo Nazionale del Cinema in collaborazione con Capricci Films Un viaggio dentro il cuore degli Stati Uniti, dalle montagne innevate dello Utah alle sculture naturali della Monument Valley, dalle caverne degli Indiani Hopi alla sporcizia e alla polvere di New York, la scommessa di Milestons è quella di elaborare una sorta di ritratto della generazione del Movement che chiude un epoca e annuncia una possibile rinascita. Non c è differenza, allora, tra il politico e il privato. Kramer compone un percorso articolato, dove le storie di alcuni protagonisti si intersecano in un vasto mosaico che coinvolge più di cinquanta personaggi. Si intrecciano le vite e i comportamenti dei sopravvissuti della sinistra americana radicale, che affrontano cambiamenti sia personali che politici sullo sfondo di un paesaggio immenso che la macchina da presa registra e analizza, nel suo essere teatro di una Storia che ancora non si è esaurita. Il restauro del film è stato presentato come evento speciale della Quinzaine des Realisateurs al Festival di Cannes VEN 13, h (ingr. euro 3), SAB 14, h La proiezione di venerdì 13 sarà introdotta da Erika Kramer ø crossroad 6 febbraio Africa Unite Il 6 febbraio 1945 nasceva a Rhoden Hall, in Giamaica, Bob Marley, il più importante musicista reggae di sempre, l artista che ha saputo far conoscere in tutto il mondo non soltanto la musica giamaicana ma anche la cultura e la religione rastafari. Marley, morto nel 1981, ha consegnato agli appassionati di musica un eredità straordinaria che anche il cinema ha documentato in più occasioni. L ultimo lavoro per il grande schermo è il bellissimo Africa Unite di Stephanie Black, che esce in questi giorni in dvd per RaroVideo e che il Museo Nazionale del Cinema presenta in anteprima al Cinema Massimo. Il film sarà preceduto da un incontro con il critico musicale Paolo Ferrari, esperto di reggae, e con Bunna e Madaski, storici componenti della band piemontese Africa Unite. Stephanie Black Africa Unite Usa 2008, 92, col. v.o. sott.it. Nel febbraio del 2005 ad Addis Abeba si è svolta Africa Unite, la manifestazione organizzata per celebrare il sessantesimo anniversario della nascita di Robert Nesta Marley. Il culmine di Africa Unite è stato raggiunto il 6 febbraio (il giorno del compleanno di Marley), con il grande concerto che si è tenuto a Meskel Square, la piazza più grande della capitale etiope, davanti ad oltre 300mila spettatori. Quello diretto dalla regista Stephanie Black è un racconto corale e appassionato di quei giorni. VEN 6, h (ingresso euro 3) ø palcoscenico 4, 11, 19 e 25 febbraio Sguardi in macchina. Film in dialogo con gli spettacoli dello Stabile Prosegue il programma di Sguardi in macchina, una rassegna ideata in collaborazione con il Teatro Stabile, con film che verranno proiettati al cinema Massimo il giorno successivo al debutto di molti degli spettacoli inseriti nella stagione teatrale. Il pubblico potrà incontrare gli artisti dello Stabile e questo allungherà il raggio della conversazione, che potrà attraversare le diverse esperienze degli artisti, il loro passato e le loro passioni. Ingresso a tutte le proiezioni: euro 3. Quattro gli spettacoli di febbraio: Zio Vanja (3-15 febbraio, Teatro Carignano) per la regia di Gabriele Vacis, Porcile diretto da Massimo Castri (10-15 febbraio, Fonderie Limone di Moncalieri), Trilogia della villeggitura per la regia di Toni Servillo (17 febbraio-1 marzo, Teatro Carignano) e Le cinque rose di Jennifer diretto da Arturo Cirillo (24 febbraio-1 marzo, Teatro Gobetti). Info: Louis Malle Vanya sulla 42esima strada Vanya on 42nd Street Usa 1994, 119, col. Il professor Sieriebryakov, un mediocre accademico, è ospite nella sua casa di campagna, un tempo proprietà della sua prima moglie, per scrivere un saggio sulla cultura russa. Sono ospiti con lui la sua seconda moglie Elena e il dottor Astrov, medico di casa, incaricato dagli attuali proprietari della tenuta di attendere alla salute dell illustre professore, il quale si rivela inconcludente e lagnoso, mettendo a dura prova la pazienza della consorte. Intorno a Sieriebryakov s intrecciano segrete passioni e si consumano drammi nascosti, che neppure sfiorano la sua presuntuosa sufficienza. Sonya, infatti, è innamorata del medico, e lo confida a Elena, ma Elena deve deluderla perché il dottor Astov le è invece indifferente. Infatuato di Elena è lo zio Vanya, che non è affatto ricambiato, mentre le attenzioni di cui il dottor Astrov non fa mistero, la turbano e mettono in crisi il suo matrimonio. L indifferenza di Elena esaspera lo zio Vanya al punto da fargli commettere un gesto inconsulto. Sc.: David Mamet, liberamente tratta da Zio Vania di Anton âechov; Fot.: Declan Quinn; Int.: L. Malle, Julianne Moore, Andre Gregory. MER 4, h Il film sarà presentato da Gabriele Vacis Pier Paolo Pasolini Porcile Italia 1969, 100, col. Due storie parallele, una arcaica e l altra moderna. Nella prima un giovane vive isolato alle falde di un vulcano, nutrendosi di rettili, insetti e sterpi. Qui incontra un soldato, lo uccide e lo mangia. 7 Improvvisamente altri sbandati si uniscono a lui e insieme continuano a vivere da cannibali, assaltando, violentando e squartando un gruppo di ragazze. Ma la società invia dei guerrieri a catturarli e li condanna a morte. Nella seconda storia il giovane figlio di un ricco industriale tedesco sdegna le profferte amorose della fidanzata e rifiuta sia di aderire alla contestazione sia di interessarsi dell azienda paterna. Il padre frattanto tenta di eliminare col ricatto un concorrente dopo aver scoperto che si tratta di un ex-criminale nazista; ma questo lo ricatta a sua volta minacciando di rivelare le tendenze del figlio. Sc.: P.P. Pasolini; Fot.: Armando Nannuzzi, Tonino Delli Colli, Giuseppe Ruzzolini; Int.: Pierre Clementi, Franco Citti, Ninetto Davoli, Jean-Pierre Léaud. MER 11, h Il film sarà presentato da Massimo Castri Mario Martone Rasoi Italia 1993, 55, col. Nella Napoli disperata e surreale di oggi svariati personaggi, in bilico tra realtà e sogno, figure reali e fantasmi o simboli, gridano il loro disagio. Scugnizzi in mutande e madonne che parlano, guappi e disperati cantano, raccontano, inventano, dialogano con l accompagnamento di un pianoforte da café-chantant tra un mare blu obitorio e melodie strane con contaminazioni tra antico e moderno. L autore, seduto al proscenio, davanti al sipario annuncia la propria morte e così lo spettacolo può avere inizio. Sc.: M. Martone, E. Moscato, T. Servillo; Fot.: Pasquale Mari; Int.: E. Moscato, T. Servillo, Iaia Forte, Licia Maglietta. GIO 19, h Il film sarà presentato da Mario Martone, Toni Servillo ed Enzo Moscato Memè Perlini Ferdinando uomo d amore Italia 1990, 100, col. Copia conservata da Centro Sperimentale di Cinematografia. In un solitario palazzotto di campagna vivono la baronessa Clotilde, finta malata che mangia cioccolato e beve di nascosto, e la cugina serva Gesualda bella fuori e brutta dentro. Le due donne ricevono le frequenti visite del parroco don Catello, che dopo aver onorato la tavola della padrona si gode la serva nella stalla. La situazione si complica con l arrivo del bellissimo Ferdinando che farà innamorare di sé tutti e tre i personaggi. Sc.: Nico Garrone, M. Perlini; Fot.: Romano Albani; Int.: Marco Leonardi, Ida Di Benedetto, M. Perlini. MER 25, h Il film sarà presentato da Arturo Cirillo

8 ø in breve 18 febbraio Corti d autore. A proposito di Renoir e Vigo Prosegue Corti d autore, l appuntamento mensile presentato dal CNC - Centro Nazionale del Cortometraggio, in cui vengono riproposti alcuni dei più bei cortometraggi della storia del cinema, firmati dai più importanti cineasti di ieri e di oggi. Mercoledì 18 febbraio, alle ore (ingresso euro 3), omaggio al cinema francese, con Jean Renoir e Jean Vigo, cui si aggiunge il primo di una serie di corti italiani vincitori di prestigiosi premi nazionali e internazionali. personale di Clair e Dziga Vertov, di montaggio delle attrazioni e Stroheim. Come sull onda di una carica eversiva che cresce, Vigo distrugge il documentario classico e alla fine ritrova altri luoghi, più suoi, altre visioni: di fabbrica, di popolo come proletariato. Da questo mese, a completamento del programma, il CNC presenta un corto italiano degli ultimi anni, riconosciuto con un grande premio. Si comincia con Racconto di guerra di Mario Amura, David di Donatello Siamo a Sarajevo, nel Vanja è uno di quei ragazzini senza più casa né famiglia che un gruppo di paramilitari utilizza per saccheggiare gli edifici appena bombardati. Ma Vanja non riesce a entrare nella logica di sopravvivenza dei suoi compagni. Non si ribella, non fugge, perché non saprebbe dove andare. Segue il gruppo... Amura ne racconta la storia e la scomparsa con intensità ellittica e con un grande senso dell immagine. Far vedere - più che rivedere - film come questo è una delle forme di intervento nel presente che il CNC ha scelto. Gianni Volpi Nel corso della serata saranno presentati i film: Una gita in campagna (Partie de campagne, Francia 1936, 40 ) di Jean Renoir. Con Silvia Bataille, Jacques Brunius, Jeanne Marken, Gabriello. A proposito di Nizza (A propos de Nice, Francia 1930, 25 ) di Jean Vigo. Racconto di guerra (Italia/Bosnia 2003, 18 ) di Mario Amura. Con Klement Tomic, Jasna Gavranovic. Partie de campagne e A propos de Nice sono due capolavori anomali, fuori formato (l uno dura 40, l altro 25 ) che ci vengono da due più grandi autori della Francia anni Trenta, una Francia luogo di tutte le avanguardie e di tutte le esperienze artistiche e politiche. Jean Renoir era figlio del grande pittore impressionista Auguste e, più ancora che da un racconto breve di Maupassant, è dai quadri del padre, citati alla lettera, che trae Partie de campagne. Incompiuto nella sua durata da m.m., eppure compiutissimo nella sua perfezione, il film è un ritratto di delicati sentimenti senza futuro che, il tempo di una scampagnata fuori porta, s intrecciano tra le donne della famiglia di un commerciante parigino e i canottieri che alloggiano in una locanda lungo il fiume. In Partie de campagne trova piena espressione il gusto di osservazione realistica e impressionistica di Renoir figlio, fatto di pennellate sapienti, di gustose notazioni con un loro fondo amaro, di suggestive ma forti naturalezze che integrano i personaggi a un ambiente, ne aprono gli orizzonti, ed esplicitano una morale di borghese saggezza. Un viaggio nella natura e nei sensi che non può che avere una nota finale di malinconia. La storia di un amore deluso, seguìta da una vita mancata, la definiva il regista (che, tra l altro, si avvalse di una squadra di assistenti incredibile: Becker, Cartier-Bresson, Visconti, Allegret). Una storia segnata da una splendida soluzione visiva di racconto: la pioggia inizia a cadere sulla gita domenicale, cresce, invade i posti più reconditi modificando la natura e il paesaggio. Quando termina scopriamo che gli anni sono passati. Il tempo-pioggia ha cancellato i sentieri per crearne di nuovi, e di quel lontano idillio non resta che il ricordo. Assieme al ricordo di una serie di scene di un intensità esistenziale e di una bellezza visiva folgoranti. Di fronte a un autore geniale e maledetto come Jean Vigo, morto a soli 29 anni di tisi e figlio di un anarchico ucciso in carcere nel 17 dopo aver sfiorato certe zone di potere, è stato a lungo difficile distinguere i risultati dalle teorie, i film dai miti. A propos de Nice è un documentario di forte modernità. Sembra procedere per visioni, per frammenti, che Vigo e l operatore Boris Kaufman - l uomo con la macchina da presa, il fratello di Vertov - sono venuti raccogliendo sul filo di geniali, successivi impulsi. In realtà è organizzato secondo un punto di vista documentato, come Vigo teorizzava. Ma è da poeta che Vigo presentava il film alla stampa: Cielo blu, case bianche, mare abbagliante, sole, fiori multicolori, cuori in letizia, così sembra a prima vista l atmosfera di Nizza. Ma questa non è che una apparenza effimera, fuggente, di una città di piaceri guatata dalla morte. Oltre questo aspetto mortale, i due giovani cineasti hanno voluto suggerire il divenire di una città. Al centro stanno il gioco e il carnevale, l oro e la carne. Nizza è la città del lusso sin nella morte e nei cimiteri. C è una vena di autobiografia in questo ritratto di una città odiata, e c è soprattutto la lezione delle avanguardie, in una sintesi ø non fiction 14 febbraio Innamorati della Cultura In occasione della giornata di mobilitazione Innamorati della Cultura, che si svolgerà a Torino sabato 14 febbraio, il Museo Nazionale del Cinema propone in anteprima al Cinema Massimo il documentario Torino, ieri e domani. Appunti di viaggio che il regista Carlo Lizzani ha appena terminato di girare. L ingresso è libero a tutte le proiezioni. Inoltre il Museo del Cinema (Mole Antonelliana), resterà aperto dalle 9.00 alle con ingresso gratuito e animazione da parte di artisti e gruppi teatrali, mentre la Bibliomediateca Mario Gromo (via Matilde Serao 8/A) sarà aperta al pubblico in orario pomeridiano offrendo la libera consultazione delle sue collezioni e dell archivio, con la proiezione di due film (uno per ragazzi e uno per adulti) nella Sala Incontri. Per assistere alle proiezioni è necessario tesserarsi gratuitamente presso la bibliomediateca (tel.: ). Carlo Lizzani Torino, ieri e domani. Appunti di viaggio Italia 2008, 50, col. Il documentario è un viaggio di Lizzani a Torino, attraverso la storia e i suoi cambiamenti. Torino è la città in cui il regista ha girato alcuni dei suoi più celebri film: Esterina nel 1959; Banditi a Milano nel 1968; Torino nera nel 1972; Maria Josè nel 2001; Le cinque giornate di Milano nel Partendo dal punto più lontano nel tempo, rappresentato dal Museo Egizio, fino alle architetture della nuova Torino, Lizzani parla in prima persona, in una sorta di diario di viaggio. Il film è prodotto dalla Città di Torino con il contributo della Fondazione CRT e della Compagnia di San Paolo, ed è stato realizzato dalla International Multimedia Productions di Roma con la collaborazione di Film Commission Torino Piemonte. SAB 14, h /17.30/18.30/19.30 La voce segreta delle parole Prosegue la rassegna La voce segreta delle parole Il grande cinema in lingua originale che si è spostata, da gennaio, nella Sala 3 del cinema Massimo. Quattro film di grande successo in versione originale con sottotitoli in italiano. Come sempre è possibile organizzare proiezioni mattutine per le scuole. Per informazioni: 011/ , I film di febbraio Le proiezioni in lingua francese sono organizzate in collaborazione con il Centre Culturel Français de Turin Ingresso Intero 7,00 Ridotto Aiace, militari, under18 e studenti universitari 5,00 Ridotto over60 3,50 Abbonamento 10 ingressi 30,00 Changeling di Clint Eastwood (Usa 2008, 141 ) v.o. inglese, sott. it. Nessuna verità Body of Lies di Ridley Scott (Usa 2008, 128, col.) v.o. inglese, sott. it. Rachel sta per sposarsi Rachel Getting Married di Jonathan Demme (Usa 2008, 113, col.) v.o. inglese, sott. it. Racconto di Natale Un conte de Noël di Arnaud Desplechin (Francia 2008, 143, col.) v.o. francese, sott. it. Giovedì 5 febbraio, h /18.30/21.00 Giovedì 12 febbraio, h /17.50/20.10/22.30 Giovedì 19 febbraio, h /20.20/22.30 Giovedì 26 febbraio, h /18.30/21.00 Le preghiere di Christine Collins sembrano essere state esaudite quando il suo bambino rapito le viene restituito. Scopre subito, però, che quello non è suo figlio e di fronte alla polizia corrotta e allo scetticismo della gente, si mette a caccia di risposte per scontrarsi con una realtà che la cambierà per sempre. Roger Ferris è il miglior agente della Cia, impegnato nella lotta al terrorismo e in operazioni che lo portano in giro per il mondo, dal Medio Oriente a Washington. La vita stessa di Ferris dipende spesso dalla voce che sta all altro capo di una linea telefonica protetta, quella del veterano Cia Ed Hoffman. Quando Kym torna a casa della famiglia per il matrimonio della sorella Rachel, porta con sé una lunga storia di crisi personali, conflitti familiari e tragedie. Nei giorni che precedono, Kym, con le sue taglienti frasi secche e un inclinazione naturale a provocare dei drammi, rappresenta un catalizzatore per le tensioni a lungo sopite nelle dinamiche familiari. Abel e Junon hanno due figli, Joseph e Elizabeth. Il primogenito è colpito da una rara malattia genetica che solo un trapianto può guarire. Né i genitori né la sorella sono compatibili, quindi decidono di concepire un terzo figlio nella speranza di salvare il primo. Ma anche il piccolo Henri risulta essere incompatibile: Joseph muore a soli sette anni e la famiglia non si riprenderà mai completamente dalla tragedia. Christine Collins prayers are met when her kidnapped son is returned. But amidst the frenzy of the photo-op reunion, she realizes this child is not here. Facing corrupt police and a skeptical public, she desperately hunts for answers, only to be conforted by a truth that will change her forever. Roger Ferris is the best man US intelligenge has on the ground, in places where human life is worth no more than the information it can get you. In operations that take him around the globe from the Middle East to Washington, Ferris s next breath often depends on the voice at the other end of a secure phone line Cia veteran Ed Hoffman. When Kym returns to the Buchman family home for the wedding of her sister Rachel, she brings a long a history of personal crisis, family conflict and tragedy along with her. Kym, with hel biting one-liners and flair for bombshell drama is a catalyst for long-simmering tensions in the family dynamic. A l origine, Abel et Junon eurent deux enfants, Joseph et Elizabeth. Atteint d une maladie génétique rare, le petit Joseph devait recevoir une greffe de moelle osseuse. Elizabeth n etait pas compatible, ses parents conçurent alors un troisième enfant dans l espoir de saveur Joseph. Mais Henri qui allait bientôt naître, lui non plus, ne pouvait rien pour frère et Joseph mourut à l âge de sept ans. 8

9 Al cinema con mamma e papà La tradizionale rassegna Al cinema con mamma e papà, organizzata da Città di Torino ITER, Centro Torino e la sua Cultura con la collaborazione di Slow Cinema e del Museo Nazionale del Cinema, si presenta quest anno con un edizione arricchita. Oltre alle consuete proiezioni presso il Cinema Fratelli Marx (corso Belgio 53, Torino), sono in programma anche dei classici nella Sala Tre del Cinema Massimo. I film di febbraio Cinema Fratelli Marx Wall-E di Andrew Stanton Animazione/avventura Usa Consigliato a qualsiasi pubblico E se il genere umano abbandonasse la terra dimenticando di spegnere l ultimo robot? Dopo aver trascorso centinaia di anni solitari ripulendo il pianeta, il robot W.A.L.L.-E trova un nuovo scopo nella vita quando incontra un affusolato robot ricognitore di nome EVE. Venerdì 6 febbraio h e Prima del film: I corti del laboratorio Immagine 2 Ecocittà e il mostro della spazzatura Scuola d infanzia via Gioberti Donkey Xote di Jose Pozo animazione Spagna, Italia consigliato a qualsiasi pubblico Liberamente tratto dal Don Chisciotte, è la storia dell eroe di Cervantes vista da Rucio, l asino di Sancho Panza. Dopo avere condiviso avventura e amicizia, lottando con ostinazione contro i mulini a vento, Don Chisciotte e Sancho Panza ferrano cavallo e asino e cavalcano di nuovo insieme nei tramonti e verso Barcellona. Venerdì 20 febbraio h e Cinema Massimo Sala Tre Gli anni in tasca L argent de poche di François Truffaut drammatico Francia Consigliato a un pubblico da 12 anni in su Le storie di alcuni ragazzini s intrecciano in una vicenda che si svolge a Thiers, cittadina dell Alvernia, mentre gli adulti stanno a guardare, spesso indifferenti, talvolta crudeli. Tra adulti e bambini, secondo Truffaut, sono poche le speranze di reciproca comprensione. Sabato 14 febbraio h Ingresso Euro 3,00 Abbonamento: al costo di Euro 16,00 è possibile acquistare il carnet, non nominativo, per 8 film della rassegna. È obbligatoria la scelta tra le proiezioni delle ore o delle 20.30; in caso di mancato utilizzo i biglietti non sono rimborsabili. Vendita degli abbonamenti presso il cinema Fratelli Marx dal 15 gennaio al 4 febbraio, tutti i giorni, dalle alle Prenotazioni: potranno essere effettuate telefonando al Centro Torino e la sua Cultura, sezione Luoghi e Linguaggi delle Arti, il giovedì dalle 9.30 alle e dalle alle e il venerdì dalle 9.00 alle della settimana nella quale è programmato lo spettacolo. I biglietti prenotati potranno essere acquistati presso la biglietteria del Cinema fino a 10 minuti prima dello spettacolo. Dopo tale termine la prenotazione non sarà più valida e gli ingressi rimanenti potranno essere acquistai ad esaurimento posti. Esibendo il biglietto acquistato per la proiezione di un film si potrà usufruire di un ingresso ridotto al Museo del Cinema al prezzo di Euro 2,00, oppure Museo + Ascensore panoramico al prezzo di Euro 4,50 Info: Centro Torino e la sua Città Sezione Luoghi e Linguaggi delle Arti Via Deledda 5 Torino tel.: , fax: Le avventure del barone di Munchausen The Adventures of Baron of Munchausen di Terry Gilliam Fantasy, Usa Consigliato a un pubblico da 12 anni in su In una piccola città sul mare, assediata dai Turchi, una compagnia sta recitando le avventure del nobile cavaliere Karl Friedrich Hieronymus Von Munchausen. Ma lo spettacolo viene interrotto dal vero Munchausen che sale sul palcoscenico e inizia a descrivere il reale svolgimento delle sue gesta. Sabato 28 febbraio h Ingresso Euro 3,00 - Tel.: ø il cinema degli altri 1 marzo Lo specchio inquieto Una giornata di cinema, riflessioni e proposte sulle malattie rare e malformazioni congenite. Sabato 28 febbraio 2009 si celebra, con manifestazioni in tutte le città italiane, la Giornata Internazionale delle Malattie Genetiche Rare. FEDRA (Federazione etica di ricerca e aiuto per le sindromi malformative congenite oro-maxillo-facciali e sindromi polimalformative ad esse correlate), con l Università del Piemonte Orientale A. Avogadro (facoltà di Medicina e Chirurgua, prof.ssa Carmen Mortellaro), in collaborazione con il Museo Nazionale del Cinema, si fa promotrice di un programma di sensibilizzazione che va dalla diagnosi al diritto alle cure, fino al dramma vissuto dalle famiglie. Per cercare di raccontare questa quotidianità sconosciuta e silenziosa il cinema si presenta come efficace mezzo di riflessione, utile a ricostruire la condizione umana e il disagio sociale e personale del difforme e le problematiche scientifiche e sanitarie che delineano un panorama molto più vasto di quanto non venga rappresentato nella società. A questo scopo è stata organizzata una giornata di proiezioni e dibattiti domenica 1 marzo, al cinema Massimo, Sala Due. Il programma h Malattie Rare e Difetti Congeniti: la parola alle istituzioni e alle società scientifiche. intervengono SIDCO, SIOCMF, SIDOP, OIRM S.ANNA, ISTITUTO MAYER, REGISTRO - REGIONALE MALATTIE RARE del Piemonte h Freaks di Tod Browning (Usa 1932, 64, b/n, v.o. sott. it.). In un circo, la bella trapezista Cleopatra e il suo amante Hercules complottano di uccidere il nano Hans per spartirsi la sua eredità. I Freaks, creature deformi usate come fenomeni da baraccone, intuiscono le intenzioni dei due e vogliono vendicarsi. h Pausa pranzo h A.I Intelligenza Artificiale di Steven Spielberg (Usa 2001, 146, col.). Il robot David, androide fanciullo e in grado di provare sentimenti, viene temporaneamente affidato ad una coppia di coniugi il cui figlio è stato ibernato fino alla scoperta di una cura. Dopo i primi tempi in casa, circondato dall affetto familiare, David comincia a farsi domande sulla sua vera origine e decide di capire chi è veramente. h Tavola rotonda con interventi di: Carmen Mortellaro, Università del Piemonte Orientale e Presidente di FEDRA, Ugo Nespolo, Stefano Della casa h The Elephant Man di David Lynch (Usa/Grahn Bretagna 1980, 124, b/n, v.o. sott. it.). A causa di una malattia molto rara, la neurofibromatosi, che gli ha dato sembianze mostruose, il giovane John Merrick viene esposto come uomo elefante nel baraccone di Bytes. Qui Merrick viene scoperto dal dottor Frederick Treves, che convince Bytes a cederglielo per qualche tempo in modo da poterlo studiare e curare. L ingresso alle proiezioni e agli incontri è libero e gratuito Notiziario Associazione Museo Nazionale del Cinema Per il mese di febbraio, l Associazione Museo Nazionale del Cinema non programma appuntamenti, ma lavora per realizzare due importanti iniziative: la collaborazione alla realizzazione del Festival Piemonte Movie Un anno di Cinema sotto la Mole (seguono alcune croccanti anticipazioni), e la retrospettiva dedicata ad Alain Robbe-Grillet, Il gioco del piacere, il piacere del gioco, curata da Caterina Taricano e da Claudio Di Minno, fissata per i primi giorni di Aprile presso la sala 3 del Cinema Massimo. Sarà il film documentario Medusa, diretto da Fredo Valla e prodotto grazie al sostegno del Doc Film Fund della Film Commission Torino Piemonte ad inaugurare mercoledì 4 marzo 2009 al cinema Massimo la IX edizione del Festival Piemonte Movie Un anno di cinema sotto la Mole, diretto da Alessandro Gaido e coordinato da Vittorio Sclaverani. Una scelta che sottolinea il forte legame consolidato in questi anni con la Film Commission Torino Piemonte e il mondo del cinema della nostra regione. E proprio dal Doc Film Fund arriva la principale novità di quest anno: Piemonte Movie proietterà in anteprima molti dei lavori sostenuti nel corso del 2008 dal Fondo per il documentario della Regione Piemonte e, di alcune opere in fase di realizzazione, presenterà i trailer e delle immagini work in progress; tutto ciò coordinato abilmente da Maurizio Fedele. Il Festival sarà come sempre la vetrina annuale del cinema realizzato nella nostra regione dalla fortissima e radicata tradizione cinematografica, a partire dal Concorso Spazio Piemonte, realizzato per il secondo anno in collaborazione con il Torino Film Festival e dedicato ai cortometraggi dei giovani filmakers piemontesi realizzati nel La manifestazione, ideata e organizzata dall Associazione Piemonte Movie, conta poi su diverse collaborazioni, tra queste, fin dalla sua nascita, quella con la nostra Associazione Museo Nazionale del Cinema, (l AMNC). E proprio con l AMNC presenterà al pubblico due omaggi al cinema di ieri: il primo, curato da Matteo Pollone, dedicato al cineasta e scrittore torinese Corrado Farina, che farà anche parte della giuria del Concorso Spazio Piemonte e il secondo al cinema di Dino Risi ispirato dai libri del grande scrittore braidese, ma torinese d adozione, Giovanni Arpino. Un altro omaggio di punta, curato da Gabriele Diverio, sarà quello dedicato ai film di genere poliziottesco realizzati a Torino nel corso degli anni 70. Titoli che vedono dietro la macchina da presa registi piemontesi, come Carlo Ausino e il suo Torino violenta (1977) e relativo seguito del 1980, e noti maestri nazionali (Carlo Lizzani, autore sotto la Mole di Torino nera, 1972, con Bud Spencer tra i protagonisti), per proseguire poi con un inedito Gipo Farassino, commissario meridionale che si muove sul set di Un uomo, una città (1974), per la regia di Romolo Guerrieri, tratto dal bellissimo libro Il commissario di Torino di Riccardo Marcato, Piero e Diego Novelli, non ancora sindaco, che analizzarono acutamente insieme le contraddizioni della nostra città nella prima metà degli anni 70 prima degli anni di piombo. Dal 4 al 14 marzo 2009 tra Torino e Moncalieri si proietteranno moltissime opere tra lungometraggi, corti, documentari e raccordi tutti, in qualche modo, legati alla nostra regione per location, case di produzione, registi, attori, storia e storie, eventi ecc... tutti distribuiti o realizzati nel corso del 2008: tutti questi lavori saranno accuratamente schedati e ordinati per confluire in due progetti che sono tra i fiori all occhiello curati dall AMNC ovvero il numero speciale di Mondo Niovo ft/s, Secondo Annuario del Cinema Piemontese ed il progetto web in continuo aggiornamento curato dal Prof. Franco Prono, l Enciclopedia del Cinema in Piemonte: Un intera giornata del festival sarà poi dedicata al cinema di animazione, vera fucina di talenti e maestranze nella nostra regione. Mentre tra i molti film di finzione e documentari, prodotti nel corso del 2008, verrà fatto un focus dal titolo significativo: Razza operaia. Sarà un viaggio per immagini nel mondo del lavoro di una Torino in trasformazione, dove le radici operaie continuano però a sopravvivere e ad ispirare molti registi. Il programma del focus che prevede anche dibattiti, incontri con gli autori e performance artistiche, si svolgerà presso alcuni circoli Arci cittadini, in collaborazione con l UCCA (Unione Circoli Cinematografici Arci). Per maggiori informazioni consultare il sito: o scrivere all indirizzo: Last but not the list Piemonte Movie è una rassegna che trae la propria forza dalla passione di tanti giovani laureati, dottorandi e studiosi di cinema che affrontano le numerose difficoltà legate alla creazione di un evento di queste proporzioni con il solo obiettivo di realizzare una manifestazione di buona qualità. L età media dei collaboratori è inferiore ai trent anni, caso rarissimo in Italia, ma assolutamente normale in giro per l Europa, ed è raro più che mai, oggi, dove la crisi sembra essere spietata soprattutto nei confronti della cultura; siamo sicuri che sosterrete con entusiasmo il nostro lavoro e accorrerete numerosi alla nuova edizione di Piemonte Movie. Attraverso l AMNC e Piemonte Movie ci attiveremo per collaborare e partecipare alla grande Notte Bianca che si realizzerà a Torino Sabato 14 Febbraio 2009, Festa per gli innamorati di Cinema e di Cultura. Per chi volesse essere inserito nella mailing list dell Associazione Museo Nazionale del Cinema: Per maggiori informazioni: 9

10 MUSEO NAZIONALE FUORI SCHERMO febbraio DEL CINEMA CONVEGNO DI STUDI INTORNO A RODOLFO VALENTINO CINEMA, CULTURA, SOCIETÀ, TRA ITALIA E USA NEGLI ANNI VENTI Il convegno è organizzato da Università di Torino, Centro Regionale Mario Soldati e DAMS - Scienze della Formazione, con il patrocinio del Ministero degli Affari Esteri, con il sostegno di Regione Piemonte, Città di Torino, Museo Nazionale del Cinema, Fondazione CRT, Compagnia di San Paolo, Apulia Film Commission e in collaborazione con Università di Torino - Facoltà di Lettere, Università di Bologna, University of Chicago, University of Michigan - Screen Arts and Cultures - Romance Languages and Literatures, Stony Brook University of New York - Department of Comparative Literary and Cultural Studies - Humanities Institute. Circolo dei Lettori, Palazzo Graneri della Roccia - Via Bogino 9 Laboratorio Multimediale Guido Quazza Auditorium, Palazzo Nuovo, piano seminterrato - Via Sant Ottavio 20, Torino Martedì 24 febbraio Circolo dei Lettori Ore 9.00 Saluti delle autorità 9.30/13.00 INTORNO A RODOLFO VALENTINO Presiede Giuliana MUSCIO (Università di Padova) I. Contesti, ricerche, ricostruzioni - Kevin BROWNLOW (Photoplay Productions, London): The Search for Valentino - David ROBINSON (Direttore delle Giornate del Cinema Muto, Pordenone): Valentino - Evidence of a Life - Jeanine VILLALOBOS II. Valentino/Rambova - Michael MORRIS (Dominican School of Philosophy and Theology, Berkeley): The Woman Behind the Myth: The Artistic Influence of Natacha Rambova in the Creation of a Hollywood Legend - Jean Pierre BERTHOMÉ (Université de Rennes 2) Ore 14.30/18.30 GENDER, RAZZA, IDENTITÀ Presiede Veronica PRAVADELLI (Università di Roma Tre) - Edoardo BALLERINI (Regista e attore, Los Angeles): The Masculinity of Rudolph Valentino - Ronald GREGG (Yale University): Valentino in the Gay Male Gaze: Hollywood and the Construction of a Gay Public Sphere - Fred GARDAPHE (John D. Calandra Italian American Institute, Queens College, CUNY): Rudy, Joe, Guido and the Boys: Valentino s Impact on the Representation of Italian American Masculinity - Giuliana MUSCIO (Università di Padova): L italianità di Valentino - Giorgio BERTELLINI (University of Michigan): Divo/Duce: Italian Masculinity Crossing Over to 1920s America - Jackie REICH (Stony Brook University, New York): Rodolfo Valentino, Uomo Forte Mercoledì 25 febbraio Circolo dei Lettori Ore.9.30/13.00 FONTI, SCENEGGIATURE, FILM Presiede Paolo BERTETTO (Università di Roma La Sapienza) - Tom SLATER (Indiana University of Pennsylvania): June Mathis s Scripts for Rudolph Valentino: Redefining Masculinity After the Great War - Dario CECCHETTI (Università degli Studi di Torino) - Giaime ALONGE (Università degli Studi di Torino): Babel revisited. La sceneggiatura dei Quattro cavalieri dell Apocalisse e la messa in scena della Storia - Heide SCHLÜPMANN (Goethe Universität, Frankfurt am Main): The fallen man. Sex and gender in Camille - Gianni RONDOLINO (Università degli Studi di Torino): The Eagle: Valentino attore-personaggio Interventi: - Anton Giulio MANCINO (Università degli Studi di Macerata): Il remake di una guerra: I quattro cavalieri dell Apocalisse da Valentino a Minnelli. Ore 14.30/18.30 CORPI, VOLTI, ACTING Presiede Gigi LIVIO (Università degli Studi di Torino) - Chiara SIMONIGH (Università degli Studi di Torino): Valentino, il corpo cerimoniale cinematografico - Maria Teresa DI MARCO (Università degli Studi di Torino): L immagine del divo Valentino da un punto di vista fisionomico-fisiognomico - Cristina JANDELLI (Università degli Studi di Firenze): Lo stile di recitazione di Rodolfo Valentino - Mariapaola PIERINI (Università degli Studi di Torino): Recitazione promiscua : dal portamento elegante ai contrappunto brillante - Micaela VERONESI (Associazione Italiana per le Ricerche di Storia del Cinema): Valentino e le altre. Immagini femminili all ombra del divo - Denis LOTTI (Università degli Studi di Padova): Rodolfo Valentino/Amleto Novelli: due recitazioni a confronto Giovedì 26 febbraio Circolo dei Lettori Ore.9.30/13.00 IN ITALY: RICEZIONI, SONORIZZAZIONI, MUSICA Presiede Liborio TERMINE (Università di Torino) - Nicoletta VERNA (Polimoda, International Institute Fashion Design And Marketing, Firenze): Una folla di nuovo genere. I funerali di Valentino e la stampa italiana - Raffaele DE BERTI (Università di Milano): : La memoria popolare italiana di Valentino tra biografia e cineromanzi nelle pubblicazioni della casa editrice Gloriosa - Vitagliano - Luca MAZZEI (Università di Roma Tor Vergata): Il primo caduto: Valentino e la battaglia per la cinematografia - Paola VALENTINI (Università degli Studi di Firenze): Valentino sonorizzato : la riedizione italiana di Il figlio dello sceicco - Maurizio DEL MINISTRO (Università di Genova): Riflessioni sull opera di Valentino attraverso Ciao Rudy ed il film di Ken Russell - Simona FRASCA (Università Federico II, Napoli): L altra Italia canta: le canzoni degli emigrati dedicate a RodolfoValentino Ore 14.30/18.30 PUBBLICO/PRIVATO: SCRITTURE, MEMORIE, DOCUMENTI Presiede Michele CANOSA (Università di Bologna) - Rebecca WEST (The University of Chicago): Valentino scrittore?: Day Dreams e My Private Diary - Michael WILLIAMS (University of Southampton): Why Not Forget Him? : Fan Letters, Protest and the Writing of Valentino s Memory in Picture-Play, Paolo ORLANDELLI (Regista e attore, Roma): Rodolfo Valentino: un attore scomodo. - Evelyn ZUMAYA (Independent Film Scholar, Hollywood): Gay, Bi or Straight: A Comprehensive and Historical Analysis of Rudolph Valentino s Sexual Orientation Based On Newly Discovered Documents Ore Inaugurazione della mostra RODOLFO VALENTINO. LA SEDUZIONE DEL MITO Museo Nazionale del Cinema Mole Antonelliana, Via Montebello 20. Venerdì 27 febbraio Laboratorio Multimediale G. Quazza Ore.9.30/13.00 APPROFONDIMENTI: Presiede Gian Paolo CAPRETTINI (Università di Torino) - Anna MASECCHIA (Università di Arezzo): Intorno a La dame aux camélias di Alla Nazimova - Donatella ORECCHIA (Università di Roma Tor Vergata) Verso Camille. Marguerite e Armand nella tradizione teatrale e nel cinema muto - Franco PRONO (Università degli Studi di Torino): Nessuna impertinenza all ombra di un morto : Cesare Pavese e la bellezza di Rodolfo Valentino - Domenico SPINOSA (Accademia delle Belle Arti di Sassari): Oltre la bellezza: Rodolfo Valentino fra forma filmica ed esperienza estetica - Giovanbattista BRAMBILLA (fotogiornalista e collezionista Bergamo) - Valerio TERRAROLI (Università degli Studi di Torino): estetica déco nei film di Valentino Progetto a cura di Silvio Alovisio, Giulia Carluccio - Università di Torino COMITATO SCIENTIFICO DEL CONVEGNO Giaime Alonge - Università di Torino Silvio Alovisio Museo Nazionale del Cinema Università di Torino Alberto Barbera - Museo Nazionale del Cinema Giorgio Bertellini University of Michigan Michele Canosa Università di Bologna Gian Paolo Caprettini Università di Torino Giulia Carluccio - Università di Torino Francesco Casetti Università Cattolica di Milano Paola Cristalli - Cineteca Comunale di Bologna Monica Dall Asta Università di Bologna Stefano Della Casa Film Commission Torino Piemonte Ron Gregg University of Yale Giovanna Grignaffini Università di Bologna Miriam Hansen-Bratu - University of Chicago Oscar Iarussi Apulia Film Commission Michael Morris Dominican School of Philosophy and Theology, Berkeley Giuliana Muscio Università di Padova Peppino Ortoleva Università di Torino Guglielmo Pescatore Università di Bologna Donata Pesenti Campagnoni - Museo Nazionale del Cinema Veronica Pravadelli Università di Roma 3 Franco Prono Università di Torino Jacqueline Reich - State University of New York at Stony Brook Federica Villa Università di Torino Rebecca West University of Chicago Organizzazione Centro Regionale Universitario Mario Soldati per il Cinema e l Audiovisivo Responsabile organizzativo Elisa Bottero Segreteria organizzativa Eloise Liguoro Info MUSEO NAZIONALE DEL CINEMA FUORI SCHERMO FEBBRAIO ALLA MOLE Visite guidate week-end senza prenotazione Tutti i sabati e le domeniche, h A partire dalla storia degli spettacoli ottici e dalla nascita del cinema, la visita introduce alle diverse fasi di realizzazione del film attraverso i protagonisti e i capolavori della settima arte. Presentarsi alla biglietteria almeno 10 minuti prima della partenza della visita. Costo a persona: euro 3,00 + biglietto di ingresso ridotto Visite guidate per gruppi con prenotazione Dal martedì alla domenica, percorso di visita e orario da concordare Guida in italiano: euro 70,00/gruppo (max 25) Guida in lingua straniera: euro 80,00/gruppo (max 25) Biglietto di ingresso ridotto Prenotazione obbligatoria con almeno una settimana di anticipo al n /565 (lun. e ven / mar. mer. gio ) Visite guidate con interprete LIS Proseguono le visite al Museo con interprete della Lingua dei Segni Italiana. Il prossimo appuntamento è venerdì 6 febbraio, h Info: tel , Prenotazione obbligatoria: Costo a persona: euro 3,00 + ingresso gratuito RICORDI DI CINEMA In collaborazione con Assessorato al Tempo Libero - Comune di Torino nell ambito del progetto Ventaglio d Argento. Prosegue il percorso di visite guidate e proiezioni cinematografiche rivolto ai cittadini ultrassessantenni, per far conoscere il Museo e offrire nuove occasioni di relazione e aggregazione. Venerdì 27 febbraio 2009 ore RODOLFO VALENTINO. IL MITO DELLA SEDUZIONE Visita alla mostra dedicata a Rodolfo Valentino, il grande divo del cinema muto. Prenotazione telefonica obbligatoria con almeno 10 giorni di anticipo rispetto alla data di visita al Museo. Museo Nazionale del Cinema Ufficio Prenotazioni: /565 (da martedì a giovedì ore 14.00/16.30). La partecipazione è gratuita per i visitatori ultrasessantenni residenti a Torino. 10

11 PAROLE & IMMAGINI libri, riviste&dvd febbraio MUSEO NAZIONALE DEL CINEMA libri, riviste&dvd febbraio a cura di Silvio Alovisio e Micaela Veronesi PAROLE & IMMAGINI I LIBRI DEL MESE Umberto Mosca Cinema e Rock Torino, Utet, 2008, 378 p., 24 euro. Il titolo del bel volume di Umberto Mosca in realtà è un po depistante, perché non di cinema e rock vuole parlare, quanto e più precisamente - di rock movie : questo genere, profondamente legato all emersione a partire dagli anni Cinquanta della nuova categoria culturale dei giovani, viene esplorato nelle sue ormai plurime fasi di trasformazione, tra continuità e rotture, ma soprattutto nelle sue varie declinazioni narrative ed espressive (rockumentary, rock opera, biopic, film di finzione interpretati dalle rockstar ecc.). Sono invece consapevolmente esclusi dal volume quei film (da Easy Rider a Trainspotting, da Il laureato a Cuore selvaggio) che pur avendo una colonna sonora rock di grande rilievo non fanno del rock il loro tema portante. Mosca sceglie un approccio che muove dichiaratamente dalle sue solide competenze di critico cinematografico, laddove, osserva l autore, l argomento è stato spesso considerato appannaggio della critica musicale. L obiettivo che si vuole raggiungere è in definitiva la proposta di una metodologia che a partire dall approfondito studio di una cinquantina di rock movie particolarmente significativi, tra classici e contemporanei (dai film dei Beatles a L ultimo valzer, da Tommy a School of Rock, da Io non sono qui a Across the Universe), possa offrirsi ai lettori come modello di analisi per altri studi. Dall attento studio delle strutture narrative, delle invenzioni visive, della gestione del materiale sonoro, emergono così via via i risultati di una lettura critica insolitamente estesa rispetto ad oltre opere dedicate allo stesso argomento, non di rado vittime, nella loro bulimica accumulazione di film e nomi, della temibile sindrome da elenco telefonico. La scelta analitica di Mosca si rivela vincente, perché solo dall approfondimento sui testi, e dal riconoscimento della loro complessità, si possono tentare la ricostruzione e l interpretazione delle diverse ideologie e poetiche della cultura rock. Unica nota dolente: la mancanza di un indice analitico dei nomi e dei film. Christian Uva Il terrore corre sul video. Estetica della violenza dalle BR ad Al Qaeda. Catanzaro, Rubettino, 2008, 141 p., euro 10,00 Guerra affidata alle immagini, mezzi di comunicazione di massa usati come mezzi di distruzione di massa, accumulazione informe di riprese dell orrore che si insinuano nell immaginario fino ad annientarlo totalmente. Il libro di Christian Uva parla di uno strano connubio, quello tra videocamera e kalashnikov, che in un altra epoca avrebbe potuto sembrare un accostamento surrealista (come quello famoso dell ombrello e della macchina da cucire) e invece è una realtà che scandisce ormai quotidianamente le cronache di guerra. I video delle decapitazioni trasmessi da Al Qaeda, le immagini delle torri gemelle che crollano lanciate a loop su tutti i televisori del mondo, i proclami di Bin Laden e le riprese amatoriali dei prigionieri torturati ad Abu Ghraib sono tutti tristissimi esempi di come la massmedialità irrompa costantemente nel nostro immaginario mostrando l orrore con sfacciata volgarità e di come la visione di questo orrore sia ormai riuscita a saturare molte coscienze occidentali. In questo senso Uva parla di estetica della violenza, perché anche se l estetica non è una categoria immediatamente assimilabile a quel tipo di violenza (cita ad esempio alcuni siti specializzati nella diffusione di videoterrorismo dove si sono raggiunti fino a contatti al giorno per filmati di decapitazioni), la facilità con cui le masse affrontano la visione di queste immagini, o addirittura la voracità di alcuni spettatori per questo tipo di filmati è riconducibile a una sorta di piacere estetico. Nell analizzare con puntualità l evoluzione e le peculiarità di questo surplus di immagini di morte in diretta, Uva ne individua le radici nel video girato in Italia dalle Brigate Rosse nei primi anni ottanta in occasione del processo e della condanna a morte di Roberto Peci. La sua analisi si concentra soprattutto sul terrorismo islamico, quello che oggi sfrutta maggiormente le morti in diretta, ma spazia anche, con competenza, dai dipinti di Goya alla The Execution of Mary realizzata per il Kinetoscopio Edison nel 1890, offrendo nell ultimo capitolo una breve analisi di film che si rifanno a questi temi come Redacted e Nella valle di Elah. Marco Camerani Joyce e il cinema delle origini: Circe. Fiesole, Cadmo, 2008, 86 p., euro 8,00 La modernità di Joyce, il suo essere a tutti gli effetti un uomo del suo tempo e un pioniere, non potevano prescindere da un suo incontro con il cinema: entrambi si sono calati nel novecento come un ordigno esplosivo e ne hanno segnato il percorso. Tuttavia, è solo in anni piuttosto recenti che la critica joyciana ha riscoperto i legami fra lo scrittore irlandese e il cinema. In particolare, lo studio di Marco Camerani, che nasce come una tesi di dottorato, e che per fortuna è stato ora pubblicato da Cadmo, approfondisce la questione entrando nei meandri della scrittura joyciana, in quel fitto sistema di giochi linguistici, figure retoriche, contaminazioni fra stili che è il mondo dell Ulisse e il capitolo di Circe in particolare. L interesse di Joyce per il cinema è attestato in più occasioni, fra cui numerose lettere nelle quali racconta film visti e particolari che lo hanno colpito e nella sua avventura imprenditoriale di gestore tra il 1909 e il 1910 della prima sala cinematografica di Dublino. Ma quanta influenza abbia esercitato il cinema sulla sua scrittura è un dato ancora in parte inesplorato, che questo libro affronta con competenza e grande capacità di analisi, sia per quanto riguarda l universo di Joyce, sia per quanto concerne il cinema delle origini. Ed è soprattutto nelle specificità del montaggio delle attrazioni teorizzato da Ejzenstejn che Camerani individua le affinità con la costruzione dell impianto narrativo di Circe, il capitolo più lungo di tutto l Ulisse e uno dei più ricchi. Caratterizzato da una successione frenetica di apparizioni e trasformazioni, di irrazionalità e ritmo convulso, l episodio ambientato in un bordello di Dublino fa riferimento a vari testi autorevoli fra cui il Peer Gynt di Ibsen e a fonti più basse come il circo e il music-hall; ma è possibile affermare che Joyce avesse in mente anche alcuni film di Méliès in termini di tecniche, immagini, situazioni, topoi, motivi ricorrenti, trucchi e ne faccia uso per ricreare nel testo un effetto di accavallamento di significati per produrne ulteriori. IL ROMANZO DEL MESE E. M. Hull Lo sceicco Firenze, Adriano Salani, 1930 Il primo romanzo della scrittrice inglese Edith Maude Hull divenne un bestseller grazie a Rodolfo Valentino. Ma possiamo anche dire che Valentino divenne un mito (anzi, il mito romantico per eccellenza del cinema) grazie al primo romanzo di E. M. Hull. Lo sceicco fu pubblicato nel 1919, solo due anni più tardi fu adattato per il cinema e divenne il film che consacrò definitivamente il divo come l amante irresistibile, desiderato da ogni donna. Il romanzo era stato un successo fin dalla sua pubblicazione, il tema era accattivante per il pubblico femminile dell epoca, fra allusioni sessuali e romanticherie: la protagonista, Diana Mayo è tenuta prigioniera in una tenda nel deserto, in balia di un uomo forte e solo è sceicco ma non ha un harem i cui modi sono duri e a tratti violenti, ma grazie al sentimento per lei sono un po alla volta ingentiliti. Nel film, Valentino interpreta il personaggio dello sceicco Ahmed, che rapisce la giovane donna, temeraria, sportiva e così anticonformista da pretendere di andare a fare un escursione nel deserto da sola. Il carattere di donna emancipata è messo in crisi e totalmente annientato dal rapporto conflittuale con l uomo all antica, come se cedere all amore significhi necessariamente piegarsi al clichè che vuole la donna sottomessa, devota al suo uomo e desiderosa solo di compiacerlo con la sua femminilità. Il languore dozzinale che rende oggi il film a tratti ridicolo (e che già all epoca era stato criticato dalla stessa Natascia Rambova, moglie del divo) è ancora più evidente e diffuso nel libro, dove anche lo stile antiquato del linguaggio (la traduzione italiana posseduta dalla nostra biblioteca non è firmata). Anche le caratteristiche peculiari del plot sono sostanzialmente identiche, a tal punto che molte didascalie del film ricalcano fedelmente il testo del romanzo, tra cui anche la famosa battuta con cui Diana suggella il suo amore per lo sceicco e conclude la vicenda: non ho paura di nulla quando sono tra le tue braccia, o mio amante del deserto, Ahmed, mio signore!. IL DVD DEL MESE Giorgio Li Calzi + Aleksandr Nevskij CNI Music, 53, Italia L operazione condotta da Giorgio Li Calzi è un interessante esempio di quella feconda e crescente contaminazione tra cinema e sonorizzazione musicale contemporanea che ha da alcuni anni sta alimentando un nuovo tipo di performance audiovisiva, ampiamente documentata anche nella programmazione del Cinema Massimo. La proposta del compositore torinese, concepita insieme all associazione culturale Russkij Mir di Torino in occasione dei 60 anni dalla vittoria del popolo russo-sovietico sul nazifascismo, sembra quasi provocatoria: invece di dedicarsi alla sonorizzazione di un film muto, com era più prevedibile e come l autore aveva già fatto in passato, Li Calzi opta per un film che in origine era sonoro, e la cui musica era stata espressamente composta addirittura dal grande Sergej Prokof ev, per altro uno dei compositori più amati da Li Calzi. Ma Li Calzi non si ferma qui, e compie un ulteriore provocazione: contro ogni tentativo di sacralizzazione dell olimpo dei grandi classici, a cui il capolavoro di Ejzenstejn senza dubbio appartiene, il musicista decide di violare l integrità del testo, eliminando totalmente il sonoro originale, e riducendo il film con l aiuto di Sonia Pigatti. Nella riduzione, i due prediligono le sequenze di battaglia e degli eserciti in schieramento, mentre tolgono quasi tutte le scene di dialogo. Il risultato è all altezza della provocazione, e a tratti sconcerta. La sonorizzazione composta da Li Calzi è infatti una texture sonora di eccezionale varietà e complessità: campionature elettroniche seriali, contaminazioni dance, sonorità dell Asia Centrale, canti ieratici in lingue misteriose, scatti di apparecchi fotografici, trapani elettrici e bicchieri che s infrangono, pause improvvise, rapidi crescendi orchestrali, silenzi inattesi e interminabili, voci incomprensibili e distorte, raffiche di mitra... A volte il sound e la ritmica dichiarano troppo apertamente la loro contemporaneità, e stridono con la profonda storicità e compostezza delle immagini del film. Non a caso, d altronde, gli effetti sonori diventano estremamente suggestivi soprattutto nei momenti di stasi del film, come nel paesaggio dopo la battaglia. Una curiosità: inserendo il DVD nel computer, si può anche accedere alle tracce audio, sia in aiff (cioè l alta qualità del CD) che in mp3, già pronto da trasferire sull i-pod. Dopo cinque anni di attività, questa rubrica sospende la pubblicazione per esigenze di riorganizzazione editoriale. Ringraziamo per la collaborazione il Museo Nazionale del Cinema, gli autori, gli editori, ma soprattutto i lettori che ci hanno seguito con crescente attenzione in questo periodo. A tutti va il nostro saluto con la speranza di rivederci presto!... Mensile del Museo Nazionale del Cinema Anno VII - Numero 67 - febbraio 2009 Reg. Trib. Torino n del 17/12/2001 Direttore Responsabile Alberto Barbera Resp. Programmazione e Coord. Redazionale Stefano Boni Grazia Paganelli Hanno collaborato a questo numero Silvio Alovisio, Giulia Carluccio, Luca Castelli, Vittorio Sclaverani, Paola Traversi, Micaela Veronesi, Gianni Volpi Ricerche Iconografiche Grazia Paganelli Promozione e Comunicazione Maria Grazia Girotto Ufficio Stampa Veronica Geraci Progetto grafico Carlo Cantono Stampa Canale Redazione Via Montebello Torino Tel Fax Museo Nazionale del Cinema Fondazione Maria Adriana Prolo Archivi di cinema, fotografia ed immagine Via Montebello Torino Tel Fax Presidente Alessandro Casazza Direttore Alberto Barbera La pubblicazione è realizzata con il contributo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali - Direzione Generale per il Cinema (Promozione per la Cultura Cinematografica) Si ringrazia REAR per il contributo alle attività del Museo Ringraziamenti Africa Unite, Torino A.I.A.C.E., Torino Edoardo Ballerini, Los Angeles BFI Distribution, London Bruno Boschetto, Torino Kevin Brownlow, London Capricci Films, Paris Massimo Castri, Torino Centre Culturel Français de Turin Centro Sperimentale di Cinematografia, Roma Cinémathèque Française, Paris Cinémathèque Royale de Belgique, Bruxelles Cineteca del Comune di Bologna Cineteca Lucana, Potenza Arturo Cirillo, Napoli Valentino Corvino, Bologna DAMS - Università degli Studi di Torino Furio Di Castri, Torino Paolo Ferrari, Torino Erika Kramer, Paris Library of Congress, Washington Stefano Maccagno, Torino MultiServizi, Torino National Film & Television Archive, London Nederlands Filmmuseum, Amsterdam NeonVideo, Borgo d Ale (VC) N.I.P., Torino Photoplay, London RaroVideo, Roma Mauro Regis, Torino Fabrizio Sferra, Roma Andy Sheppard, Bristol Slow Cinema, Torino Sony Pictures Releasing Italia, Roma Patrick Stanbury, London Svenska Filminstitutet-Cinemateket, Stockholm Teatri Uniti, Napoli Teatro Stabile Torino Universal Pictures Int.l Italy, Milano Gabriele Vacis, Torino Walt Disney Studios Motion Pictures Italia, Roma Warner Bros. Italia, Roma Cineteca del Museo Nazionale del Cinema / Personale della Multisala Massimo Un ringraziamento particolare a La Stampa Torino Sette per il contributo alla diffusione della rivista. 11

12 IL CALENDARIO DEI FILM programma febbraio DOMENICA 1 FEBBRAIO h La stanza del figlio di N. Moretti (I 2001, 90 ) Prima del film incontro con il compositore Nicola Piovani h /22.30 Sid e Nancy di A. Cox (Usa 1986, 89 ) LUNEDÌ 2 FEBBRAIO h Monty Python e il sacro Graal di T. Gilliam/T. Jones (Gb 1975, 91 ) h E ora qualcosa di completamente diverso di I. MacNaughton (Gb 1971, 88 ) h Brian di Nazareth di T. Jones (Gb 1979, 94 ) h Jabberwocky di T. Gilliam (Gb 1977, 105, v.o. sott.it.) MARTEDÌ 3 FEBBRAIO h Monty Python: il senso della vita di T. Gilliam/T. Jones (Gb 1983, 112, v.o. sott.it.) h I banditi del tempo di T. Gilliam (Gb 1981, 116 ) h Brazil di T. Gilliam (Gb 1985, 142 ) MERCOLEDÌ 4 FEBBRAIO h Vanya sulla 42esima strada di L. Malle (Usa 1994, 119 ) Il film sarà presentato da Gabriele Vacis h Le avventure del Barone di Munchausen di T. Gilliam (Gb/G 1988, 126 ) h Lost in La Mancha di L. Pepe/K. Fulton (Gb/Usa 2002, 89 ) GIOVEDÌ 5 FEBBRAIO h /18.30/21.00 Changeling di C. Eastwood (Usa 2008, 141, v.o. sott.it.) VENERDÌ 6 FEBBRAIO h Le avventure del Barone di Munchausen di T. Gilliam (Gb/G 1988, 126 ) h Lost in La Mancha di L. Pepe/K. Fulton (Gb/Usa 2002, 89 ) h Africa Unite di S. Black (Usa 2008, 92, v.o. sott.it.) Il film sarà presentato da Bunna e Madaski (Africa Unite) e da Paolo Ferrari SABATO 7 FEBBRAIO h Brian di Nazareth di T. Jones (Gb 1979, 94 ) h Jabberwocky di T. Gilliam (Gb 1977, 105, v.o. sott.it.) h Monty Python e il sacro Graal di T. Gilliam/T. Jones (Gb 1975, 91 ) h E ora qualcosa di completamente diverso di I. MacNaughton (Gb 1971, 88 ) DOMENICA 8 FEBBRAIO h Brazil di T. Gilliam (Gb 1985, 142 ) h Monty Python: il senso della vita di T. Gilliam/T. Jones (Gb 1983, 112, v.o. sott.it.) h I banditi del tempo di T. Gilliam (Gb 1981, 116 ) LUNEDÌ 9 FEBBRAIO h L esercito delle 12 scimmie di T. Gilliam (Usa 1995, 125 ) h I fratelli Grimm e l incantevole strega di T. Gilliam (Usa/Gb 2005, 120 ) h Paura e delirio a Las Vegas di T. Gilliam (Usa 1998, 115 ) h Tideland di T. Gilliam (Can/Gb 2005, 120 ) MARTEDÌ 10 FEBBRAIO h I banditi del tempo di T. Gilliam (Gb 1981, 116 ) h Brian di Nazareth di T. Jones (Gb 1979, 94 ) h Monty Python: il senso della vita di T. Gilliam/T. Jones (Gb 1983, 112, v.o. sott.it.) h Monty Python e il sacro Graal di T. Gilliam/T. Jones (Gb 1975, 91 ) MERCOLEDÌ 11 FEBBRAIO h Porcile di P.P. Pasolini (I 1969, 100 ) Il film sarà presentato da Massimo Castri h La leggenda del re pescatore di T. Gilliam (Usa 1991, 137 ) GIOVEDÌ 12 FEBBRAIO h /17.50/20.10/22.30 Nessuna verità di R. Scott (Usa 2008, 128, v.o. sott.it.) VENERDÌ 13 FEBBRAIO h La leggenda del re pescatore di T. Gilliam (Usa 1991, 137 ) h Milestones di R. Kramer/J. Douglas (Usa 1975, 195, v.o. sott.it.) Il film sarà presentato da Erika Kramer SABATO 14 FEBBRAIO h Gli anni in tasca di F. Truffaut (F 1976, 104 ) h /17.30/18.30/19.30 Torino, ieri e domani. Appunti di viaggio di C. Lizzani (I 2008, 50 ) h Milestones di R. Kramer/J. Douglas (Usa 1975, 195, v.o. sott.it.) DOMENICA 15 FEBBRAIO h Paura e delirio a Las Vegas di T. Gilliam (Usa 1998, 115 ) h Tideland di T. Gilliam (Can/Gb 2005, 120 ) h L esercito delle 12 scimmie di T. Gilliam (Usa 1995, 125 ) h I fratelli Grimm e l incantevole strega di T. Gilliam (Usa/Gb 2005, 120 ) LUNEDÌ 16 FEBBRAIO h Processo alla città di L. Zampa (I 1952, 98 ) h Una lettera all alba di G. Bianchi (I 1948, 91 ) h Anni difficili di L. Zampa (I 1948, 113 ) MARTEDÌ 17 FEBBRAIO h Parigi o cara di V. Caprioli (I 1961, 106 ) h La cuccagna di L. Salce (I 1962, 95 ) h Una vita violenta di P. Heusch/B. Rondi (I 1962, 107 ) h La città dolente di M. Bonnard (I 1949, 80 ) MERCOLEDÌ 18 FEBBRAIO h Una lettera all alba di G. Bianchi (I 1948, 91 ) h Processo alla città di L. Zampa (I 1952, 98 ) h Corti d autore A proposito di Renoir e Vigo Presentazione a cura di Gianni Volpi h /22.30 Sala Uno Hairspray Grasso è bello di A. Shankman (Usa 2007, 117 ) GIOVEDÌ 19 FEBBRAIO h /20.20/22.30 Rachel sta per sposarsi di J. Demme (Usa 2008, 113, v.o. sott.it.) h Rasoi di M. Martone (I 1993, 55 ) Il film sarà presentato da Mario Martone, Toni Servillo ed Enzo Moscato VENERDÌ 20 FEBBRAIO h Una vita violenta di P. Heusch/B. Rondi (I 1962, 107 ) h La città dolente di M. Bonnard (I 1949, 80 ) h Parigi o cara di V. Caprioli (I 1961, 106 ) h La cuccagna di L. Salce (I 1962, 95 ) SABATO 21 FEBBRAIO h La donna del giorno di F. Maselli (I 1957, 83 ) h Smog di F. Rossi (I 1962, 101 ) h I mostri (+ 2 ep. inediti) di D. Risi (I 1963, 148 ) DOMENICA 22 FEBBRAIO h I mostri (+ 2 ep. inediti) di D. Risi (I 1963, 148 ) h Pelle viva di G. Fina (I 1962, 115 ) h Smog di F. Rossi (I 1962, 101 ) LUNEDÌ 23 FEBBRAIO h Sala Uno Good Night Valentino di E. Ballerini (Usa 2003, 15, v.o. sott.it.)# segue Sangue e arena di F. Niblo (Usa 1922, 120, did.or. sott.it.) Accompagnamento musicale dal vivo di Andy Sheppard (sax), Valentino Corvino (violino), Furio Di Castri (contrabbasso), Stefano Maccagno (pianoforte) e Fabrizio Sferra (batteria) MARTEDÌ 24 FEBBRAIO h Pelle viva di G. Fina (I 1962, 115 ) h Anni difficili di L. Zampa (I 1948, 113 ) h I quattro cavalieri dell Apocalisse di R. Ingram (Usa 1921, 133, did.or. sott.it.) Accompagnamento musicale scritto e diretto da Carl Davis (registrato e diffuso in sincrono) MERCOLEDÌ 25 FEBBRAIO h Ferdinando uomo d amore di M. Perlini (I 1990, 100 ) Il film sarà presentato da Arturo Cirillo h Aquila nera di C. Brown (Usa 1925, 76, did.or. sott.it.) Accompagnamento musicale scritto e diretto da Carl Davis (registrato e diffuso in sincrono) Prima del film, proiezione dell inedito Rudy s Songs (Usa 1923, 7 ) h Cobra di J. Henabery (Usa 1925, 90, did.or. sott.it.) GIOVEDÌ 26 FEBBRAIO h /18.30/21.00 Racconto di Natale di A. Desplechin (F 2008, 143, v.o. sott.it.) VENERDÌ 27 FEBBRAIO h La signora delle camelie di R.C. Smallwood (Usa 1921, 63, did.or. sott.it.) h Il mozzo dell Albatros di G. Melford (Usa 1922, 80, did.or. sott.it.) h Lo sceicco di G. Melford (Usa 1921, 85, did.or. sott.it.) h Il figlio dello sceicco di G. Fitzmaurice (Usa 1926, 74, did.or. sott.it.) SABATO 28 FEBBRAIO h Le avventure del Barone di Munchausen di T. Gilliam (Gb/G 1988, 126 ) h The Young Rajah di P. Rosen (Usa 1922, 52, did.or. sott.it.) h Cobra di J. Henabery (Usa 1925, 90, did.or. sott.it.) h L età di amare di S. Wood (Usa 1922, 81, did.or. sott.it.) h La commedia umana di R. Ingram (Usa 1921, 75, did.or. sott.it.) DOMENICA 1 MARZO h Lo sceicco di G. Melford (Usa 1921, 85, did.or. sott.it.) h Il figlio dello sceicco di G. Fitzmaurice (Usa 1926, 74, did.or. sott.it.) h Monsieur Beaucaire di S. Olcott (Usa 1924, 130, did.or. sott.it.) ingresso libero ingresso euro 3,00 # ingresso euro 5,50 ingresso euro 7,00/5,00/3,50 Gli Eventi del Mese NICOLA PIOVANI PRESENTA LA STANZA DEL FIGLIO Domenica 1 febbraio, h GABRIELE VACIS PRESENTA VANYA SULLA 42ESIMA STRADA Mercoledì 4 febbraio, h CROSSROADS AFRICA UNITE DI STEPHANIE BLACK Venerdì 6 febbraio, h MASSIMO CASTRI PRESENTA PORCILE Mercoledì 11 febbraio, h CULT! - IL RESTAURO DI MILESTONES Venerdì 13 febbraio, h IL RESTAURO DI ANNI DIFFICILI Lunedì 16 febbraio, h CORTI D AUTORE A PROPOSITO DI RENOIR E VIGO Mercoledì 18 febbraio, h MARIO MARTONE, TONI SERVILLO ED ENZO MOSCATO PRESENTANO RASOI Giovedì 19 febbraio, h ANDY SHEPPARD & FRIENDS VS. SANGUE E ARENA Lunedì 23 febbraio, h Sala Uno Ingresso euro 5,00 ARTURO CIRILLO PRESENTA FERDINANDO UOMO D AMORE Mercoledì 25 febbraio, h Info MUSEO NAZIONALE DEL CINEMA Mole Antonelliana Via Montebello, 20 - Torino Tel Info biglietteria Tel /561 Orari Da martedì a venerdì e domenica: sabato: lunedì chiuso BIGLIETTO Intero, 6,50 Ridotto, 5,00 studenti universitari fino a 26 anni; over 65; gruppi min. 15 persone Giovani e scuole, 2,00 da 6 a 18 anni; gruppi scolastici Gratuito fino a 5 anni; disabili e accompagnatore MUSEO + ASCENSORE PANORAMICO Intero, 8,00 Ridotto, 6,50 studenti universitari fino a 26 anni; over 65; gruppi min. 15 persone Giovani e scuole, 4,50 da 11 a 18 anni; gruppi scolastici Gratuito fino a 5 anni; disabili e accompagnatore ASCENSORE PANORAMICO Intero, 4,50 Ridotto, 3,20 da 11 a 18 anni; studenti universitari fino a 26 anni; over 65; gruppi min. 15 persone Gratuito fino a 10 anni; disabili e accompagnatore VISITE GUIDATE Per gruppi con prenotazione Max 25 persone / gruppo. Durata ca.: 1h30 Prenotazione obbligatoria: Tel.: /565 (lun. e ven. h ; mar. mer. gio. h ) Visita guidata in italiano 70,00 / gruppo + biglietto ridotto Visita guidata in lingua straniera 80,00 / gruppo + biglietto ridotto Visite guidate con interprete LIS Ogni primo venerdì del mese, h su prenotazione Tel.: CINEMA MASSIMO Via Verdi, 18 - Torino - Tel Sala 1 e 2 Intero, 7,00 Ridotto: - Aiace, militari, under18 e studenti universitari, 5,00 - Over 60, 3,50 Abbonamento sale 1 e 2 (5 ingr.), 20,00 Sala 3 Intero, 5,50 Ridotto: - Aiace, militari, under18 e studenti universitari (spett. serali), 4,00 - Over 60 e studenti universitari (spett. pomeridiani), 3,00 Abbonamento sala 3 (10 ingr.), 30,00 BIBLIOMEDIATECA Mario Gromo Via Matilde Serao, 8/A - Torino Tel Fax Biblioteca e videoteca lun. e ven mar. e gio , mer., sab. e dom. chiuso Per vedere in sede i film della videoteca è necessaria la prenotazione Archivio mar , (previo appuntamento) L archivio è consultabile su prenotazione: tel (solo mar.) MUSEO NAZIONALE DEL CINEMA Fondazione Maria Adriana Prolo Archivi di cinema, fotografia ed immagine Uffici: Via Montebello, Torino Tel Fax

I PROMESSI SPOSI (Unità didattiche per gli studenti stranieri di recente immigrazione dell ITIS J. TORRIANI di Cremona)

I PROMESSI SPOSI (Unità didattiche per gli studenti stranieri di recente immigrazione dell ITIS J. TORRIANI di Cremona) I PROMESSI SPOSI (Unità didattiche per gli studenti stranieri di recente immigrazione dell ITIS J. TORRIANI di Cremona) Unità 1 In prima e in seconda ITIS noi studiamo I PROMESSI SPOSI. Che cosa è? I Promessi

Dettagli

I FILM ITALIANI. Il Neorealismo

I FILM ITALIANI. Il Neorealismo I FILM ITALIANI Molti sono stati gli attori, i registi e i film italiani che hanno avuto un risonoscimento a livello mondiale. In questa sezione del sito web vi mostriamo alcuni esempi: Il Neorealismo

Dettagli

Il Neorealismo italiano

Il Neorealismo italiano Il Neorealismo italiano La realtà è là perché manipolarla? (Roberto Rossellini) Le formule in cui si è cercato di racchiudere l esperienza del Neorealismo riassumibili nella frase di Rossellini che titola

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

IL RISORGIMENTO LE SOCIETÀ SEGRETE

IL RISORGIMENTO LE SOCIETÀ SEGRETE IL RISORGIMENTO LE SOCIETÀ SEGRETE Gli Italiani vogliono essere indipendenti. Gli Italiani cercano di liberarsi dagli austriaci e dagli amici degli austriaci. Questo periodo si chiama RISORGIMENTO. Gli

Dettagli

stelle, perle e mistero

stelle, perle e mistero C A P I T O L O 01 In questo capitolo si parla di un piccolo paese sul mare. Elenca una serie di parole che hanno relazione con il mare. Elencate una serie di parole che hanno relazione con il mare. Poi,

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

David Robinson A Printed Utterance. Una valutazione delle fonti. Silvio Alovisio Valentino divo. La prospettiva sociale: fonti e interpretazioni

David Robinson A Printed Utterance. Una valutazione delle fonti. Silvio Alovisio Valentino divo. La prospettiva sociale: fonti e interpretazioni INDICE 15 David Robinson A Printed Utterance. Una valutazione delle fonti Studiare Valentino 25 49 Silvio Alovisio Valentino divo. La prospettiva sociale: fonti e interpretazioni Giulia Carluccio Valentino

Dettagli

1. Abbina le descrizioni dei personaggi alle immagini

1. Abbina le descrizioni dei personaggi alle immagini Pag 1 1 Abbina le descrizioni dei personaggi alle immagini Pag 2 Pag 3 La nonna: è il capostipite della famiglia Cantona, insieme al cognato Nicola ha aperto il pastificio di famiglia e lo ha gestito con

Dettagli

Documentario 70anni ANICA soggetto di Annarita Campo

Documentario 70anni ANICA soggetto di Annarita Campo Documentario 70anni ANICA soggetto di Annarita Campo Il documentario inizia con una panoramica dei luoghi più significativi di Roma: il Colosseo, Piazza San Pietro, Trinità dei Monti, Fontana di Trevi,

Dettagli

Tanti luoghi, tanta storia, tanti volti nella memoria

Tanti luoghi, tanta storia, tanti volti nella memoria Tanti luoghi, tanta storia, tanti volti nella memoria 4 ottobre 2015 Giornata delle famiglie al Museo PROGETTO: Liliana Costamagna Progetto Grafico: Roberta Margaira Questo album ti accompagna a scoprire

Dettagli

Alcune tipologie di film

Alcune tipologie di film Mattia, IIIE Alcune tipologie di film Nonostante oggi ci siano molti altri apparecchi elettronici che rubano tanto tempo alla gente, i film continuano ad essere ancora visti perché hanno una certa caratteristica:

Dettagli

IL FILM Cristiano Bortone Dardenne David di Donatello belga Stijn Coninx Luigi Lo Cascio Donatella Finocchiaro

IL FILM Cristiano Bortone Dardenne David di Donatello belga Stijn Coninx Luigi Lo Cascio Donatella Finocchiaro Ispirato alla vita del famoso musicista Rocco Granata, sullo sfondo della discriminazione degli immigranti italiani in Belgio negli anni 50, Marina racconta la lotta di un bambino alla conquista del proprio

Dettagli

Otto puntate, a partire da domenica 1 giugno, alle 20.20 su Rai3, con Pino Strabioli per raccontare alcuni grandi personaggi del Teatro

Otto puntate, a partire da domenica 1 giugno, alle 20.20 su Rai3, con Pino Strabioli per raccontare alcuni grandi personaggi del Teatro realizzazione grafica: Valerio Rosati - Ufficio Stampa Rai Otto puntate, a partire da domenica 1 giugno, alle 20.20 su Rai3, con Pino Strabioli per raccontare alcuni grandi personaggi del Teatro italiano:

Dettagli

Il Libro dei Sopravvissuti

Il Libro dei Sopravvissuti Il Libro dei Sopravvissuti Cathy Freeman: una GRANDE atleta Nel 2000 ha partecipato alle Olimpiadi di Sydney: è stata la porta bandiera e ha acceso la fiamma olimpica Ha vinto la gara dei 400 metri da

Dettagli

GIORNATA DELLA MEMORIA. Per non dimenticare CINEMA A SCUOLA. Film di R. Benigni

GIORNATA DELLA MEMORIA. Per non dimenticare CINEMA A SCUOLA. Film di R. Benigni 27 gennaio 2013 GIORNATA DELLA MEMORIA Per non dimenticare CINEMA A SCUOLA Film di R. Benigni Attività di approfondimento svolte in VB - Scuola Primaria A. Schmid PRIMA DEL FILM : conversazione con la

Dettagli

LA RIVOLUZIONE FRANCESE

LA RIVOLUZIONE FRANCESE LA RIVOLUZIONE FRANCESE LA SOCIETÀ FRANCESE NEL 1700 In Francia, nel 1700, il re Luigi XVI ha tutti i poteri. I nobili sono amici del re. I nobili hanno molti privilegi. Anche il clero (vescovi e cardinali)

Dettagli

L Iliade. Disegni, colori e testi ad opera della 4ªC. Istituto Comprensivo DANTE ALIGHIERI

L Iliade. Disegni, colori e testi ad opera della 4ªC. Istituto Comprensivo DANTE ALIGHIERI L Iliade Disegni, colori e testi ad opera della 4ªC Istituto Comprensivo DANTE ALIGHIERI Sara S Da nove anni si combatte sotto la città di Troia: Greci e Troiani si affrontano in una battaglia sanguinosa.

Dettagli

LA RAGAZZA DELLA FOTO

LA RAGAZZA DELLA FOTO dai 9 anni LA RAGAZZA DELLA FOTO LIA LEVI Illustrazioni di Desideria Guicciardini Serie Arancio n 78 Pagine: 240 Codice: 978-88-566-3995-7 Anno di pubblicazione: 2014 L AUTRICE Lia Levi, di famiglia ebrea,

Dettagli

L Inghilterra Tudor ha visto due dei sovrani più forti che mai si siano seduti sul trono inglese: Enrico VIII e sua figlia Elisabetta I.

L Inghilterra Tudor ha visto due dei sovrani più forti che mai si siano seduti sul trono inglese: Enrico VIII e sua figlia Elisabetta I. Che cosa simboleggia la rosa dei Tudor? La rosa dei Tudor simboleggia l unione tra le famiglie inglesi dei Lancaster e degli York. Il simbolo della rosa Tudor fu il risultato del matrimonio tra Enrico

Dettagli

Lo strano re che ha ispirato il culto di True Detective. Cultura MATADOR MATTATÓRE STORIE DA RAGAZZI MARCO PASSARELLO PIER DOMENICO BACCALARIO

Lo strano re che ha ispirato il culto di True Detective. Cultura MATADOR MATTATÓRE STORIE DA RAGAZZI MARCO PASSARELLO PIER DOMENICO BACCALARIO Lo strano re che ha ispirato il culto di True Detective MARCO PASSARELLO La rubrica STORIE DA RAGAZZI PIER DOMENICO BACCALARIO La parola MATADOR MATTATÓRE a cura di ZANICHELLI Lo strano re che ha ispirato

Dettagli

CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI. Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14

CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI. Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14 CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14 GLI ALTRI SIAMO NOI Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. PERCORSO

Dettagli

LA GABBIA Attività collegata alla lettura del romanzo L occhio del lupo di Daniel Pennac. A cura della classe 4^F a.s. 2013-14

LA GABBIA Attività collegata alla lettura del romanzo L occhio del lupo di Daniel Pennac. A cura della classe 4^F a.s. 2013-14 LA GABBIA Attività collegata alla lettura del romanzo L occhio del lupo di Daniel Pennac A cura della classe 4^F a.s. 2013-14 Riscaldamento motorio/ teatrale - Siamo allo zoo: immaginiamo di vedere al

Dettagli

PASOLINI nei film conservati dall'archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico

PASOLINI nei film conservati dall'archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico PASOLINI nei film conservati dall'archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico Pier Paolo Pasolini regia: Carlo Di Carlo durata: 00:19:00 abstract: Il film traccia un ritratto di Pier Paolo

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

UNA VOLTA NELLA VITA

UNA VOLTA NELLA VITA Buonasera, vi inoltro qui di seguito le proposte dei film per la Giornata della Memoria 2016. Quest anno sono molti e a questi tre nuovi aggiungerei soprattutto per le classi più piccole (prime superiori

Dettagli

apre lavora parti parla chiude prende torno vive

apre lavora parti parla chiude prende torno vive 1. Completa con la desinenza della 1 a (io) e della 2 a (tu) persona singolare dei verbi. 1. - Cosa guard...? - Guardo un film di Fellini. 2. - Dove abiti? - Abit... a Milano. 3. - Cosa ascolt...? - Ascolto

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Il caso Moro (1986) di Giuseppe Ferrara Buongiorno, notte (2003) di Marco Bellocchio

Il caso Moro (1986) di Giuseppe Ferrara Buongiorno, notte (2003) di Marco Bellocchio Il caso Moro (1986) di Giuseppe Ferrara Buongiorno, notte (2003) di Marco Bellocchio Aldo Moro Aldo Moro Fu cinque volte Presidente del Consiglio dei Ministri e presidente del Partito della Democrazia

Dettagli

Lucio Battisti - E penso a te

Lucio Battisti - E penso a te Lucio Battisti - E penso a te Contenuti: lessico, tempo presente indicativo. Livello QCER: A2/ B1 (consolidamento presente indicativo) Tempo: 1h, 10' Sicuramente il periodo degli anni Settanta è per l'italia

Dettagli

SCUOLA A. MANZONI CLASSE 3A. MAHAM JANJUA e DOUGLAS SILVA. presentano (RIELABORAZIONE DI UN LIBRO)

SCUOLA A. MANZONI CLASSE 3A. MAHAM JANJUA e DOUGLAS SILVA. presentano (RIELABORAZIONE DI UN LIBRO) SCUOLA A. MANZONI CLASSE 3A MAHAM JANJUA e DOUGLAS SILVA presentano (RIELABORAZIONE DI UN LIBRO) ATTIVITA ALTERNATIVA ALL INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA CON LA COLLABORAZIONE DELL INSEGNANTE VANIA

Dettagli

La Scuola a Cinema. I.T.I.S. Antonio Monaco (CS) Coordinatrice e referente: Professoressa Florio Francesca. Classi: 5 Eia, 5 Bet, 5 Ci, 5 Aet, 5 Am

La Scuola a Cinema. I.T.I.S. Antonio Monaco (CS) Coordinatrice e referente: Professoressa Florio Francesca. Classi: 5 Eia, 5 Bet, 5 Ci, 5 Aet, 5 Am La Scuola a Cinema 12 Edizione I.T.I.S. Antonio Monaco (CS) Classi: 5 Eia, 5 Bet, 5 Ci, 5 Aet, 5 Am Coordinatrice e referente: Professoressa Florio Francesca Il progetto La Scuola a Cinema è giunto quest

Dettagli

POESIE DAL CUORE. Concorso "Don Bosco 2012. Prendimi per mano... Don Bosco

POESIE DAL CUORE. Concorso Don Bosco 2012. Prendimi per mano... Don Bosco POESIE DAL CUORE Concorso "Don Bosco 2012 Prendimi per mano... Don Bosco di Matteo Melis, 3 a A (primo classificato) Proprio tu sei l amico più importante PeR ragazzi come me PiEno di ideali, desideri

Dettagli

Sono stato crocifisso!

Sono stato crocifisso! 12 febbraio 2012 penultima dopo l epifania ore 11.30 con i fidanzati Sono stato crocifisso! Sia lodato Gesù Cristo! Paolo, Paolo apostolo nelle sue lettere racconta la sua storia, la storia delle sue comunità

Dettagli

Associazione culturale senza scopo di lucro Via A. Vivaldi 15, 25015 Desenzano del Garda

Associazione culturale senza scopo di lucro Via A. Vivaldi 15, 25015 Desenzano del Garda Associazione culturale senza scopo di lucro Via A. Vivaldi 15, 25015 Desenzano del Garda Telefono 030 910 92 10 - Fax 030 910 91 11 - E Mail: info@ilnodo.com - Sito Web: www.ilnodo.com Notre Dame de Paris

Dettagli

www.teatrocenacolofrancescano.it

www.teatrocenacolofrancescano.it LECCO molto di più della solita pizza! interessante CONSIGLIATo imperdibile XXIV edizione 2015/16 www.teatrocenacolofrancescano.it mercoledì ore 15:00-21:00 14.10 2015 La famiglia Bélier [Commedia. 105

Dettagli

Testata: Il Mattino Data: 22 Settembre 2013 Pag.: 39-43

Testata: Il Mattino Data: 22 Settembre 2013 Pag.: 39-43 Testata: Il Mattino Data: 22 Settembre 2013 Pag.: 39-43 Testata: Il Mattino Data: 22 Settembre 2013 Pag.: 49 Testata: Corriere dell Irpinia Data: 22 Settembre 2013 Pag.: 12 Testata: Ottopagine Data: 22

Dettagli

La voce de "Gli Amici"

La voce de Gli Amici Gli Amici La voce de "Gli Amici" domenica 11 agosto 2002 La domenica con Gesù Tempo ordinario Domenica 11 agosto 2002 Gesù si ritira a pregare L'artista della settimana Carmela Parente La scuola della

Dettagli

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO La mia vita ad Auschwitz-Birkenau e altri esili a cura di Marcello Pezzetti e Umberto Gentiloni Silveri Il volume è frutto della collaborazione della Provincia di Roma

Dettagli

UN CLARINETTO NEL LAGER ALDO VALERIO CACCO

UN CLARINETTO NEL LAGER ALDO VALERIO CACCO UN INCONTRO CON LA STORIA UN CLARINETTO NEL LAGER ALDO VALERIO CACCO 5 FEBBRAIO 2015 Villafranca Padovana Classe terza A del plesso Dante Alighieri Insegnante: professoressa Barbara Bettini Il valore della

Dettagli

IL VIAGGIO DI SCIANTAH di Kamil Kileny

IL VIAGGIO DI SCIANTAH di Kamil Kileny لش حن لطح ح ل ة ر كام ل ك يالني IL VIAGGIO DI SCIANTAH di Kamil Kileny traduzione italiana riga per riga, parola per parola curata da Pier Luigi Farri plfarri@vbscuola.it 1 Due buoni fratelli. Sciantah

Dettagli

Sommario. Ringraziamenti... 4. Introduzione... 6

Sommario. Ringraziamenti... 4. Introduzione... 6 Sommario Ringraziamenti.... 4 Introduzione... 6 Prefazione di Claudio G. Fava... 7 Un pensiero della sorella Giovanna Un ricordo del fratello Emanuele.... 9 Antefatto: la famiglia Scarfiotti.... 11 1941

Dettagli

Solo un bambino. Gabriel! Gabriel! Gabriel!... Che cosa era successo a Gabriel?

Solo un bambino. Gabriel! Gabriel! Gabriel!... Che cosa era successo a Gabriel? Solo un bambino... Che cosa era successo a Gabriel? Era arrivato a St. Cloud con un breve destino già scritto, crudele, di orfano. Avrebbe abitato dalla zia, l anziana signora Mitchell, la vecchia maestra

Dettagli

PER LA PSICANALISI LAICA INTERVENTO M. PLON

PER LA PSICANALISI LAICA INTERVENTO M. PLON PER LA PSICANALISI LAICA INTERVENTO M. PLON C è un libro sui ragazzini agitati, dal titolo On agite un enfant: è un gioco di parole, perché c era una pubblicità di una bevanda gassata che se non ricordo

Dettagli

Tutta un altra storia

Tutta un altra storia Elisabetta Maùti Tutta un altra storia Come spiegare ai bambini la diversità Illustrazioni di Salvatore Crisà Indice Introduzione 9 Il principe con due piedi destri (Cos è normale?) 13 E tu da dove vieni?

Dettagli

Luigi Broggini. In fondo al Corso. poesie. Le Lettere

Luigi Broggini. In fondo al Corso. poesie. Le Lettere Luigi Broggini In fondo al Corso poesie Le Lettere Paesaggio romano con leone di pietra, 1932. Se qualcuno chiede di me digli che abito sul Corso dove i giorni sono ugualmente felici e le ragazze più belle.

Dettagli

INCONTRO DI MONDI (1876-1917)

INCONTRO DI MONDI (1876-1917) INCONTRO DI MONDI MATA HARI (1876-1917) E LA DANZA DEL VENTRE Incontro tra Oriente e Occidente. Culture che si fondono, mondi che si avvicinano. Abbiamo già parlato in questo sito dell antichissima, affascinante

Dettagli

Appunti per un album di famiglia

Appunti per un album di famiglia Da Aldo Coccolo 1937, Feletto Famiglia Coccolo Bandulins di Angelo e Ancilla con figli e nipoti Appunti per un album di famiglia Feletto, 1811: in una antica mappa conservata all Archivio di Stato di Udine,

Dettagli

LA REPUBBLICA ROMANA (un ripasso della storia prima di Augusto)

LA REPUBBLICA ROMANA (un ripasso della storia prima di Augusto) LA REPUBBLICA ROMANA (un ripasso della storia prima di Augusto) La Repubblica è una forma di governo. La Repubblica è un modo per governare uno Stato. Nella Repubblica romana c era un Senato e c erano

Dettagli

La vita di Madre Teresa Gabrieli

La vita di Madre Teresa Gabrieli La vita di Madre Teresa Gabrieli 2 Centro Studi Suore delle Poverelle Testo di Romina Guercio 2007 La vita di Madre Teresa Gabrieli Note per l animatrice Teresa Gabrieli è nata a Bergamo il 13 settembre

Dettagli

L Italia e l Europa nel XVI secolo

L Italia e l Europa nel XVI secolo L Italia e l Europa nel XVI secolo L Italia era un paese formato da stati regionali, divisi e fragili, che nel XV secolo erano rimasti in pace a vicenda visto l accordo di Lodi del 1454. Questo equilibrio

Dettagli

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri IL CREATO DONO DI DIO I bambini sono abituati a vedere gli elementi del creato come oggetti usuali in quanto facenti parte del loro universo percettivo, per questo è importante che possano scoprire il

Dettagli

Dario Fo Struttura per la veggente 15 luglio 2005

Dario Fo Struttura per la veggente 15 luglio 2005 Dario Fo Struttura per la veggente 15 luglio 2005 L indovina racconta come da psichiatra abbia scelto di diventare veggente: un modo straordinario per aver successo e quattrini. Organizza e apre uno studio

Dettagli

I GRANDI CAPOLAVORI del cinema incontrano le SCUOLE

I GRANDI CAPOLAVORI del cinema incontrano le SCUOLE I GRANDI CAPOLAVORI del cinema incontrano le SCUOLE La Rete degli Spettatori giunta quest anno al suo quinto anno di attività è un associazione culturale finalizzata alla promozione del cinema e del linguaggio

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

Museo del Risorgimento:

Museo del Risorgimento: Museo del Risorgimento: Il giorno 14 gennaio la classe 3C ha visitato il museo del Risorgimento. Il museo, prima di diventare tale,è stato la residenza di casa de Marchi, il quale una volta morto, ha donato

Dettagli

S C H E D A D I D A T T I C A

S C H E D A D I D A T T I C A Giulietta e Romeo a r 2 TA TE AT RO n a m i t t e In s o l o Andiamo a Giocare in Teatro! D FA N SCHEDA DIDATTICA Questa è una breve biografia del compositore russo Sergej Prokofiev. Nato nel 1891 e morto

Dettagli

La forza del suo messaggio

La forza del suo messaggio 6 Testimone di vita santa Anche quest anno nelle varie sedi de La Nostra Famiglia, nelle Parrocchie ambrosiane e nelle comunità delle Piccole Apostole della Carità si è celebrata la memoria liturgica del

Dettagli

Una serata A.L.C.E. al Teatro Stabile

Una serata A.L.C.E. al Teatro Stabile A.L.C.E. Associazione Ligure Commercio Estero Piazza San Matteo, 15-16123 Genova (GE) Italia Tel: +39 010 2461364 Email: segreteria@alce-liguria.it PER MAGGIORI INFORMAZIONI www.alce-liguria.it Una serata

Dettagli

IL SOLE DENTRO. Scheda per i più grandi

IL SOLE DENTRO. Scheda per i più grandi IL SOLE DENTRO Scheda per i più grandi (Scheda a cura di Elena Barsanti) CREDITI Regia: Paolo Bianchini Soggetto: Paolo Bianchini, Paola Rota. Sceneggiatura: Paolo Bianchini, Paola Rota, Marco Cavaliere.

Dettagli

Un film di Hiromasa Yonebayashi. Titolo originale: Karigurashi no Arrietty. Animazione. Durata 94 min. Giappone (2010).

Un film di Hiromasa Yonebayashi. Titolo originale: Karigurashi no Arrietty. Animazione. Durata 94 min. Giappone (2010). ARRIETTY Per i più grandi. Un film di Hiromasa Yonebayashi. Titolo originale: Karigurashi no Arrietty. Animazione. Durata 94 min. Giappone (2010). Sotto il pavimento di una grande casa nella campagna di

Dettagli

Giovanni Veronesi spiega che ne sarà di noi giovani italiani

Giovanni Veronesi spiega che ne sarà di noi giovani italiani Giovanni Veronesi spiega che ne sarà di noi giovani italiani di Agnese Maugeri - 20, dic, 2014 http://www.siciliajournal.it/giovanni-veronesi-spiega-che-ne-sara-di-noi-giovani-italiani/ 1 / 6 2 / 6 di

Dettagli

È UN FILM DEL 2010 È UN DOCUMENTARIO DEL 2011 IL TITOLO È ISPIRATO AI PINK FLOYD IL PROTAGONISTA È HARRISON FORD

È UN FILM DEL 2010 È UN DOCUMENTARIO DEL 2011 IL TITOLO È ISPIRATO AI PINK FLOYD IL PROTAGONISTA È HARRISON FORD È UN FILM DEL 2010 IL PROTAGONISTA È HARRISON FORD PARLA DI UN FARMACO STRAORDINARIO E DI UN PAPÀ CHE NON SI ARRENDE È UN DOCUMENTARIO DEL 2011 IL TITOLO È ISPIRATO AI PINK FLOYD RACCONTA DI UNA VITA AL

Dettagli

FACELESS VOICEOVER (Manu Luksch & Mukul Patel 2007) (Un Nuovo Tempo la Nuova Macchina tra cui continua un sogno singolare.)

FACELESS VOICEOVER (Manu Luksch & Mukul Patel 2007) (Un Nuovo Tempo la Nuova Macchina tra cui continua un sogno singolare.) FACELESS VOICEOVER (Manu Luksch & Mukul Patel 2007) (Un Nuovo Tempo la Nuova Macchina tra cui continua un sogno singolare.) Questa è la storia di una donna perseguitata da un eco di una memoria, un sogno

Dettagli

Home INCONTRO ESTIVO CON UN AMICO DI CEFALU'

Home INCONTRO ESTIVO CON UN AMICO DI CEFALU' Home INCONTRO ESTIVO CON UN AMICO DI CEFALU' 4 Agosto 2008, 08:24 Giuseppe Tornatore, dopo vent anni torna a Cefalù come un semplice ospite a passare una serata con amici, una sera d estate. Una serata

Dettagli

SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN

SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN 1 SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN Aprile 2013 ESAME FINALE LIVELLO 3 Nome: Cognome: E-mail & numero di telefono: Numero tessera: 1 2 1. Perché Maria ha bisogno di un lavoro? PROVA DI ASCOLTO

Dettagli

Corso di produzione e comprensione orale WS 2008/09

Corso di produzione e comprensione orale WS 2008/09 Corso di produzione e comprensione orale WS 2008/09 Dozentin: Carla Ferrara Name Gesamtnote VIDEO A http://www.youtube.com/watch?v=i-4zoifr7fq Daria Bignardi conduce Le invasioni barbariche, una trasmissione

Dettagli

Cinema, La bugia bianca : il dramma dello stupro etnico raccontato da un siciliano

Cinema, La bugia bianca : il dramma dello stupro etnico raccontato da un siciliano Cinema, La bugia bianca : il dramma dello stupro etnico raccontato da un siciliano di Redazione Sicilia Journal - 25, ott, 2015 http://www.siciliajournal.it/cinema-la-bugia-bianca-il-dramma-dello-stupro-etnico-raccontato-da-unsiciliano/

Dettagli

Gli alunni della classe 3I hanno rielaborato i contenuti del film rispondendo alle domande guida con un LAVORO DI GRUPPO. Ecco le loro produzioni:

Gli alunni della classe 3I hanno rielaborato i contenuti del film rispondendo alle domande guida con un LAVORO DI GRUPPO. Ecco le loro produzioni: Gli alunni della classe 3I hanno rielaborato i contenuti del film rispondendo alle domande guida con un LAVORO DI GRUPPO. Ecco le loro produzioni: Il film ci è piaciuto molto perché è riuscito a raccontare

Dettagli

Relazione: una giornata a Torino.

Relazione: una giornata a Torino. Relazione: una giornata a Torino. Martedì 2 febbraio 2016 noi alunni della classe 2 A del Liceo Economico Sociale Lagrangia di Vercelli siamo andati in quel che è il capoluogo della nostra regione, per

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

THE POWER OF X. Un evento che farà notizia e che lascerà il segno nel cuore di una Torino che non potrà dimenticare.

THE POWER OF X. Un evento che farà notizia e che lascerà il segno nel cuore di una Torino che non potrà dimenticare. THE POWER OF THE POWER OF X Un evento che farà notizia e che lascerà il segno nel cuore di una Torino che non potrà dimenticare. 2 THE POWER OF X TORINO! Piazza San Carlo. UNA DELLE PIAZZE PIÙ IMPORTANTI

Dettagli

ENGLISH FRANCAIS ITALIANO

ENGLISH FRANCAIS ITALIANO ENGLISH FRANCAIS ITALIANO 1 ITALIAN L idea L idea nasce in seno al segretariato del Consiglio delle Conferenze Episcopali d Europa (CCEE). All indomani dell elezione di Papa Francesco, del Papa venuto

Dettagli

Squadra antimafia, il boss Adriano Chiaramida: Il cattivo affascina sempre, soprattutto i buoni

Squadra antimafia, il boss Adriano Chiaramida: Il cattivo affascina sempre, soprattutto i buoni Squadra antimafia, il boss Adriano Chiaramida: Il cattivo affascina sempre, soprattutto i buoni di Redazione Sicilia Journal - 06, ott, 2014 http://www.siciliajournal.it/squadra-antimafia-boss-adriano-chiaramida-cattivo-affascina-sempre-i-buoni/

Dettagli

Biancarosa e Il Paese dei Colori

Biancarosa e Il Paese dei Colori Biancarosa e Il Paese dei Colori Scuole elementari Marluna Teatro propone alla Vs. attenzione il suo nuovo spettacolo teatrale per bambini e ragazzi, BIANCAROSA E IL PAESE DEI COLORI. Lo spettacolo affronta,

Dettagli

Tocco d artista per dieci grandi classici

Tocco d artista per dieci grandi classici Tocco d artista per dieci grandi classici NOVITÀ Diec tra i più celebrati e amati si presentano in una veste inedita e preziosa, firmata da Tullio Pericoli. ORIGINALITÀ Il tratto elegante, ironico e vibrante

Dettagli

PER COMINCIARE TOCCA CON GLI OCCHI, NON CON LE MANI

PER COMINCIARE TOCCA CON GLI OCCHI, NON CON LE MANI PER COMINCIARE CERCA LE OPERE NELLE SALE Su ogni carta trovi il disegno di un dettaglio tratto da un opera in mostra. SCOPRI NUOVE COSE sull arte e gli artisti con le domande, i giochi e gli approfondimenti

Dettagli

UNO, NESSUNO E CENTOMILA Luigi Pirandello

UNO, NESSUNO E CENTOMILA Luigi Pirandello UNO, NESSUNO E CENTOMILA Luigi Pirandello Proprietà letteraria riservata 2007 R.C.S. Libri S.p.A., Milano ISBN 88-17-01467-2 Prima edizione pillole BUR: gennaio 2007 Per conoscere il mondo BUR visita il

Dettagli

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza Dopo aver letto attentamente il seguente articolo giornalistico, Il delitto Custra e la fuga a Rio. Il latitante Mancini ora è libero, il candidato risponda ai seguenti quesiti tenento conto che la risposta

Dettagli

CAP I. Note. Parte prima KATE

CAP I. Note. Parte prima KATE 7 Parte prima KATE CAP I - Mi chiamo Kate Maxwell. Nell ufficio dell investigatore Antonio Esposito sono le nove e mezza di una fredda mattina d ottobre. La donna è venuta senza appuntamento. Ha circa

Dettagli

La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la

La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la mamma di Gesù, tante preghiere; ogni preghiera ricorda

Dettagli

13 GIUGNO 2015 ORE 21 TEATRO PALLADIUM LO SGUARDO DI ORFEO. 6 episodi teatrali sul Mito di Orfeo

13 GIUGNO 2015 ORE 21 TEATRO PALLADIUM LO SGUARDO DI ORFEO. 6 episodi teatrali sul Mito di Orfeo 13 GIUGNO 2015 ORE 21 TEATRO PALLADIUM LO SGUARDO DI ORFEO 6 episodi teatrali sul Mito di Orfeo Sciamano, incantatore, sconfitto dal suo stesso amore per Euridice, dalla tentazione di voltarsi indietro

Dettagli

percorsi da scoprire

percorsi da scoprire percorsi da scoprire M A R Z O L arte contemporanea è un mondo da esplorare: HB Kids è il programma pensato per accompagnare i bambini e i ragazzi dai 4 ai 14 anni alla scoperta degli spazi e delle mostre

Dettagli

Intervista telematica a Sonia Grineva

Intervista telematica a Sonia Grineva BTA Bollettino Telematico dell'arte ISSN 1127-4883 Fondato nel 1994 Plurisettimanale Reg. Trib. di Roma n. 300/2000 dell'11 Luglio 2000 1 Gennaio 2010, n. 549 http://www.bta.it/txt/a0/05/bta00549.html

Dettagli

JOHN Q TITOLO ORIGINALE

JOHN Q TITOLO ORIGINALE JOHN Q John Q Nick Cassavetes Denzel Washington Robert Duvall, Anne Heche 10 Maggio 2002 JOHN Q F r e s c o d i O S C A R p e r TRAINING DAY, con John Q. DENZEL WASHINGTON debutta direttamente al numero

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

ANNA PEIRETTI BRUNO FERRERO SINDONE BAMBINI RACCONTATA. Disegni di César

ANNA PEIRETTI BRUNO FERRERO SINDONE BAMBINI RACCONTATA. Disegni di César BRUNO FERRERO ANNA PEIRETTI La SINDONE RACCONTATA ai BAMBINI Disegni di César INSERTO REDAZIONALE DE L ORA DI RELIGIONE L OGGETTO più MISTERIOSO del MONDO G «uarda, è qui! C è scritto MUSEO!», grida Paolo.

Dettagli

ILIADE. Prof.ssa Marcella Costato IC Cornate d Adda a.s.2006/07

ILIADE. Prof.ssa Marcella Costato IC Cornate d Adda a.s.2006/07 ILIADE 1 PERSONAGGI DELL ILIADE I PERSONAGGI DELL ILIADE SONO UOMINI E DEI, ABITANTI DELLA GRECIA E DI TROIA. GLI UOMINI, SONO ECCEZIONALI E HANNO QUALITA FUORI DAL COMUNE. ESSI SONO GUERRIERI VALOROSI

Dettagli

Vincenzo Cerami* * Scrittore. Intervento non rivisto dall autore.

Vincenzo Cerami* * Scrittore. Intervento non rivisto dall autore. Vincenzo Cerami* Sono venuto a questo confronto senza preparare nulla. Sentendo gli interventi di chi mi ha preceduto sono tornato con la mente agli anni dell università. Stavo ripensando a Roma. Gli operai

Dettagli

CINEMA SETTEMBRE OTTOBRE NOVEMBRE DICEMBRE

CINEMA SETTEMBRE OTTOBRE NOVEMBRE DICEMBRE 1 2 4 CINEMA SETTEMBRE OTTOBRE NOVEMBRE DICEMBRE Proiezioni versione restaurata: Salò e le 120 gionate Proiezioni cinematografiche: Integrale Pasolini, Omaggio a Laura Betti: retrospettiva cinematografica

Dettagli

LA PARTENZA. La valigia. 1 Con chi farai la valigia? 2 Quali vestiti prenderai con te? 3 Cosa non devi assolutamente dimenticare*?

LA PARTENZA. La valigia. 1 Con chi farai la valigia? 2 Quali vestiti prenderai con te? 3 Cosa non devi assolutamente dimenticare*? LA PARTENZA La valigia Con chi farai la valigia? Quali vestiti prenderai con te? 3 Cosa non devi assolutamente dimenticare*? 4 Completa il cruciverba per scoprire il nome di un famoso stilista italiano.

Dettagli

Programma delle attività - Giugno 2009

Programma delle attività - Giugno 2009 Settore cultura Programma delle attività - Giugno 2009 Mercoledì 3 Giugno 2009 Giovedì 4 Giugno 2009 La vita degli altri Inaugurazione della mostra fotografica Un viaggio nelle immagini dei migranti Fotografie

Dettagli

1. RIVELATO IN GESU CRISTO

1. RIVELATO IN GESU CRISTO SCHEDA 4 (per operatori) 1. RIVELATO IN GESU CRISTO Nota introduttiva L incontro sulla figura di Gesù ha lo stesso stile narrativo del precedente. Se Dio è origine del bisogno d amore e della capacità

Dettagli

STORIA DI UGO ED ESTER Racconto d amore e di politica

STORIA DI UGO ED ESTER Racconto d amore e di politica 1953/2008 e presentano STORIA DI UGO ED ESTER Racconto d amore e di politica [Digitare il nome dell'autore] Liberamente tratto da Gli anni del giudizio di Giovanni Arpino 1953/2008 In un paese della campagna

Dettagli

I ragazzi della Parrocchia di San Giovanni Battista. Musical

I ragazzi della Parrocchia di San Giovanni Battista. Musical Rimini, Centro Tarkosvkij - 31 ottobre e 1 novembre 2007 I ragazzi della Parrocchia di San Giovanni Battista presentano Musical Regia di Christine Joan in collaborazione con Don Alessandro Zavattini e

Dettagli

Roberto Denti. La mia resistenza. con la postfazione di Antonio Faeti

Roberto Denti. La mia resistenza. con la postfazione di Antonio Faeti Roberto Denti La mia resistenza con la postfazione di Antonio Faeti 2010 RCS Libri S.p.A., Milano Prima edizione Rizzoli Narrativa novembre 2010 Prima edizione BestBUR marzo 2014 ISBN 978-88-17-07369-1

Dettagli

STORIA. Il Fascismo. Perchè si ha il Fascismo in Italia? L Italia nel dopoguerra. Chi è Benito Mussolini? il testo:

STORIA. Il Fascismo. Perchè si ha il Fascismo in Italia? L Italia nel dopoguerra. Chi è Benito Mussolini? il testo: 01 Perchè si ha il ascismo in Italia? L Italia nel dopoguerra Nel dopoguerra (alla fine della prima Guerra Mondiale, che si chiama anche Grande Guerra) l Italia si trova in una situazione difficile. In

Dettagli

IL RISORGIMENTO IN SINTESI

IL RISORGIMENTO IN SINTESI IL RISORGIMENTO IN SINTESI La rivoluzione francese ha rappresentato il tentativo violento, da parte del popolo, ma soprattutto della borghesia francese (e poi anche del resto dei paesi europei) di lottare

Dettagli

LA FAMIGLIA VIVE LA PROVA Riflessioni tratte dalla terza catechesi di preparazione al VII incontro mondiale delle famiglie Milano 2012.

LA FAMIGLIA VIVE LA PROVA Riflessioni tratte dalla terza catechesi di preparazione al VII incontro mondiale delle famiglie Milano 2012. LA FAMIGLIA VIVE LA PROVA Riflessioni tratte dalla terza catechesi di preparazione al VII incontro mondiale delle famiglie Milano 2012. II INCONTRO DI PASTORALE FAMILIARE 23.11.2013 [13] Un angelo del

Dettagli

CARTELLA STAMPA DI IN VIA SAVONA AL 57

CARTELLA STAMPA DI IN VIA SAVONA AL 57 CARTELLA STAMPA DI IN VIA SAVONA AL 57 Titolo IN VIA SAVONA AL 57 Durata 50' Anno 2013 Paese Scritto e diretto da Prodotto da Riprese di Montaggio di Voce narrante di Musica di Italia Gregory Fusaro e

Dettagli