Roger Waters rende omaggio al padre, soldato inglese, nel luogo esatto dove morì settanta anni fa

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Roger Waters rende omaggio al padre, soldato inglese, nel luogo esatto dove morì settanta anni fa"

Transcript

1 QUINDICINALE DI ATTUALITÀ - POLITICA - SCIENZA - ECOLOGIA - CULTURA - SPORT - SPETTACOLO Fondato nel 1984 da Ben Jorillo Redazione: Via Fermi, Aprilia (LT) - Tel COPIA sito Aut. Tribunale di Latina n. 284 del 20/01/ Direttore Bruno Jorillo Anno XXX N.4 27 FEBBRAIO - 13 MARZO 2014 OMAGGIO DALLA REGIONE Roger Waters rende omaggio al padre, soldato inglese, nel luogo esatto dove morì settanta anni fa di BRUNO JORILLO a pag.46 NETTUNO Raccolta differenziata porta a porta, eliminati definitivamente tutti i cassonetti a pag. 43 ANZIO Roger Waters: Cittadino Onorario di Anzio. Inno alla Pace di CONSUELO NOVIELLO POMEZIA Ex Lsu, una questione sempre aperta di FOSCA COLLI a pag.46 a pag.42 CISTERNA Agricoltura, ripartire dal melograno di FRANCESCO DE ANGELIS a pag. 41 ARDEA Il Consiglio approva a maggioranza la mozione sulla sicurezza a pag Servizio a pag APRILIA - AFFITTI UFFICIO TRIBUTI UN AFFAIRE DA CORTE DEI CONTI Concluse le indagini del nucleo della Polizia Tributaria della Guardia di Finanza, coordinate dal tenente colonnello Vittorio Francavilla. Dopo aver sperperato soldi pubblici per anni,ora vorrebbero acquistare i locali con ingresso in un sottoscala ad un costo stimato di oltre sei milioni di euro. a pag. 2-3

2 pagina 2 di Riccardo Toffoli e Gianfranco Compagno Prima riunione della commissione trasparenza, giovedì 20 febbraio, sui rapporti contrattuali tra Comune di Aprilia e Est Capital per i locali di palazzo di novembre gli uomini del nucleo della Polizia Tributaria delle Fiamme Gialle agli ordini del tenente colonnello Vittorio Francavilla sono tornati negli uffici comunali, in segreteria e nell ufficio avvocatura. Hanno IL GIORNALE DEL LAZIO queste colonne a denunciare la situazione degli affitti sottoscritti dal Comune e pagati dai cittadini, alcuni per locali che sono rimasti vuoti. In particolare l inchiesta a firma del collega Gianfranco Compagno, ha ripercorso anagrafici al p.t. e gli uffici tecnici e finanziari al 1 p.) verso il canone annuo di ,00 (Iva 20%). Il contratto è stato stipulato il 31 marzo Il fitto sarebbe dovuto essere liquidato il primo giorno del mese successivo alla consegna dei locali che è avvenuta il 13 luglio Nel frattempo però, il Comune cercava di trattare con la proprietà per acquistare l immobile. Si legge inoltre in 27 Febbraio - 13 Marzo 2014 Se ne sta occupando anche la Commissione trasparenza. La prima seduta si è tenuta giovedì 20 febbraio APRILIA - AFFITTI UFFICIO TRIBUTI UN AFFAIRE DA CORTE DEI CONTI Concluse le indagini del nucleo della Polizia Tributaria della Guardia di Finanza, coordinate dal tenente colonnello Vittorio Francavilla. Dopo aver sperperato soldi pubblici per anni, ora vorrebbero acquistare i locali con ingresso in un sottoscala ad un costo stimato di oltre sei milioni di euro di 120 mila euro alla firma della transazione, altre 120 al 30 giugno 2009 e ultimi 110 mila euro al 30 giugno Ma evidentemente questa non andò a buon fine se il commissario straordinario Cono Federico, arrivato proprio per la caduta di quell amministrazione, nella relazione sul contenzioso dell ente allegata al bilancio 2009 (poco prima delle votazioni che hanno portato D Alessio alla guida Vetro in piazza Bersaglieri. L interesse sui rapporti contrattuali è dovuto alla recente indagine della Guardia di Finanza che tra ottobre e novembre si è recata in merito più volte a piazza Bersaglieri. In base alle indiscrezioni in nostro possesso, l indagine è chiusa e tutto il pacchetto è stato inviato alla Corte dei Conti per l accertamento di eventuale danno erariale. La commissione trasparenza è stata presieduta da Roberto Boi (Ncd) che ha ripercorso in tappe tutto il percorso di quegli affitti, dal contratto del 2003 alla recentissima transazione. Inoltre raccolto documentazione relativa al contratto di fitto dell immobile di piazza Bersaglieri, usato solo parzialmente per l ufficio tributi. Gli uomini del nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza si erano già recati in Comune venerdì 18 ottobre a palazzo di Vetro e nell ufficio tributi. L indagine è stata aperta dalla procura regionale della Corte dei Conti. La procura della magistratura contabile, infatti, vuole approfondire il contratto di fitto dell immobile che negli anni è stato parzialmente utilizzato nonostante il Comune ha conti- tutte le tappe dell affitto dell immobile di piazza dei Bersaglieri. Locali presi in affitto con delibera di giunta 545 del 16 dicembre 2003 (giunta Meddi) al piano terra e parte al primo piano, dopo che non furono acquistati all asta dal Comune. Locali che non furono mai utilizzati, se non in piccola parte, ricordava il collega, dall ufficio tributi dal 31 maggio E però, il contratto di affitto proseguiva ad un costo di oltre 300 mila euro l anno. La giunta Santangelo aveva cercato di arrivare ad una trattativa. La delibera di giunta è la numero 399 del 16 quella delibera che: il Comune di Aprilia non ha preso mai possesso degli immobili di cui al contratto di locazione in quanto i lavori di adeguamento degli stessi non sono stati ultimati ed inoltre la proprietà non aveva provveduto al cambio di destinazione d uso. La società però, il 26 ottobre 2007 ha notificato la Comune lo sfratto per morosità e citazione al tribunale. Il Comune si costituiva in giudizio con l avvocato Giuseppe Di Nardo il quale redasse anche un parere pro veritate sull ipotesi di una transazione con la società volta ad eliminare il contenzioso in essere. Il parere era favorevole ad un accordo bonario tra le parti. Nell ipotesi di transazione si dice che: la EstCapital..è creditrice di tre annualità e che è disposta, in tale spirito conciliativo, a rinunciare a parte del credito vantato. L ipotesi di transazione era questa: il Comune avrebbe corrisposto alla società la somma di 350 mila euro in tre trance, la prima della città) così scrive: EstCapital: chiesto lo sfratto e la risoluzione in danno del contratto di locazione. Chiedono la somma di euro 650 mila oltre interessi per canoni di locazione scaduti. E del resto, la giunta Santangelo cadde sotto le dimissioni di 19 consiglieri a gennaio 2009, proprio pochi giorni dopo l approvazione della delibera di giunta. Il commissario si recò più volte negli uffici inutilizzati e comunque affittati per rendersi conto della situazione. Il contratto però, evidentemente è andato avanti. Con raccomandata del 24 dicembre 2012, il giorno prima di Natale, il Comune di Aprilia comunicava alla società l intenzione di recedere dal contratto di locazione. La lettera seguita di qualche mese, l inchiesta del collega Compagno. Ma anche qui, la volontà non è coincisa con i fatti. Con delibera di giunta numero 65 del 9 agosto 2013 la giunta Terra (era assente l assessore ai lavori pubblici Mauro Fioratti Spallac- IL GIORNALE DEL LAZIO il presidente Boi ha detto di aggiornare la seduta ad una nuova riunione per visione i nuovi atti e riprendere la discussione. Vista la complessità della materia, -ha detto- un paio d ore penso ce siano sufficienti per iniziare. Possiamo, quindi, convocare una nuova commissione a breve. UN PO DI STORIA Scrivevamo così nel numero di novembre 2013: Mercoledì 13 nuato per anni a pagare canoni anche elevati per locali inutilizzati. In effetti, il pagamento risultava solo negli impegni da assumere, ma non è stato mai onorato. Le somme si sono così accumulate e hanno formato un vero e proprio tesoretto che ora costerebbe agli apriliani la bellezza di un milione di euro. Ma andiamo con ordine. Nel numero 6 di aprile del 2012, furono per l ennesima volta dicembre Nella delibera si legge: con deliberazione di G.C. n.545 del , esecutiva ai sensi di legge, è stato stabilito di prendere in affitto dalla soc. Residenza Villa Albani s.r.l. alla quale è succeduta nel contratto la soc. EstCapital S.G.R. s.p.a., un compendio immobiliare sito in piazza Bersaglieri n.26 al piano terra ed al 1 piano da destinare ad uffici comunali (in particolare uffici LAZIO Editore D.P.R. di Bruno Iorillo Iscritto al R.O.C. (Registro degli Operatori della Comunicazione) Registrazione Tribunale di Latina 20/1/1977 n. 284 REDAZIONE : Via Fermi n Aprilia (Latina) Tel. e Fax DIRETTORE RESPONSABILE: Bruno Jorillo DIRETTORE EDITORIALE: Ben Jorillo - VICE DIRETTORE: Piergiuseppe Jorillo CAPOREDATTORE: Gianfranco Compagno Impaginazione e grafica a cura della C.S.T. La riproduzione di testi e immagini deve essere autorizzata dall editore. La collaborazione ad articoli o servizi è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. Manoscritti e fotografie anche se non pubblicati non si restituiscono. PUBBLICITA : Via E. Fermi n Aprilia (Latina) - Tel STAMPA: Pignani Printing s.r.l ASSOCIATO ALL UNIONE STAMPA PERIODICA ITALIANA

3 27 Febbraio - 13 Marzo 2014 IL GIORNALE DEL LAZIO pagina 3 ci) ha preso atto che il Comune di Aprilia continua tutt oggi a detenere ininterrottamente quanto locato. Poi la delibera fa riferimento ai finanziamenti del Plus che comporteranno la ristrutturazione di alcuni edifici comunali e che, per questo: in un ottica di contenimento della spesa e di riorganizzazione degli spazi liberi già a disposizione di questo Ente, la migliore soluzione possibile è sembrata essere quella di trasferire parte degli uffici comunali al piano terra e al primo piano dell immobile preso in locazione da questo Comune..presso il quale è attualmente ubicato l ufficio tributi comunale. Pertanto: ai fini della prosecuzione del rapporto di locazione, di fatto in essere, è necessario procedere alla ricognizione dell importo dei canoni scaduti ed insoluti, nonché di quelli pagati e atteso l obiettivo strategico di amministrazione relativo al progressivo contenimento delle spese dell Ente, è opportuno proporre al locatore una rimodulazione del canone di locazione per gli anni a venire, sino a naturale scadenza del contratto in essere. Del resto, qualche giorno prima della delibera di giunta, esattamente il 6 agosto 2013, la EstCapital aveva depositato al protocollo del Comune una proposta di definizione bonaria per proseguire nel contratto di fitto e che alla giunta questa proposta, di cui non si dà però alcuna informazione, è apparsa ad un primo esame vantaggiosa per questo Ente, ma che tuttavia serva un maggior approfondimento. La giunta incarica l avvocatura generale di verificare la proposta di accordo e il settore finanze di avviare un monitoraggio sul debito accumulato. Il risultato è la delibera di giunta n.97 del 26 settembre La delibera approva lo schema di transazione sugli importi dovuti e sul contratto futuro. In delibera non ci sono cifre. Tutto è rimandato ad uno schema di transazione che non è stato pubblicato. La transazione è stata siglata giovedì 14 novembre, proprio il giorno dopo la visita della Guardia di Finanza. Abbiamo provato a chiedere maggiori dettagli, ma ci è stato risposto di dover fare l accesso agli atti. Cosa che puntualmente faremo per i nostri lettori e perché i cittadini sappiano come vengono spesi i loro soldi, lunedì prossimo. Da informazioni assunte dall ufficio finanze la transazione prevede la rimodulazione del canone di affitto che viene ridotto a 200 mila euro dal 2014 al In più la società concederebbe l uso gratuito del secondo piano. La transazione sul debito pregresso, ammonta a un milione di euro tondo tondo. Il milione di euro pagato dai cittadini di Aprilia servirà a coprire tutti i canoni non pagati per dei locali che non sono mai stati utilizzati dal Comune, a fronte di una richiesta iniziale della società di circa un milione e 200 mila euro. Ovviamente poi i lavori sono passati sotto la lente della commissione trasparenza che si è riunita il 20 febbraio scorso e che ha iniziato ad acquisire documentazione. I LAVORI DELLA COMMISSIONE All apertura il presidente Boi ha annunciato l idea che questa fosse la prima riunione in merito perché la situazione è complessa e va trattata approfonditamente. Quindi ha ripercorso tutte le tappe di questi 10 anni. La questione in discussione ci dice il consigliere Monica Tomassetti- è sugli affitti dei locali siti in piazza Bersaglieri: dove ora c è ufficio tributi e il primo piano. Nel dicembre 2003 la giunta Meddi decide di prendere in locazione questi locali. La consegna dei locali avviene successivamente con firma dell ingegner Giovannini quando si dichiara che i locali sono utilizzabili. Il Comune ha forti ritardi nei pagamenti e si raggiunge una transazione giudiziale nel 2009 per evitare un contenzioso e lo sfratto. La prima anomalia che noi consiglieri di opposizione abbiamo riscontrato è che rispetto ai 350 mila tutto compreso, il costo diviene 350 mila più Iva. Troviamo difformità rispetto alla questione urbanistica. Nell atto autorizzato dalla giunta si dice che la destinazione urbanistica non necessita di alcuna richiesta di variazione perché è stata già autorizzata con la stipula del contratto, mentre nella transazione questa frase non viene riportata. I patti, comunque, non vengono rispettati. Il commissario fa una relazione il 22 giugno E una direttiva prefettizia. Il 26 agosto, c è una relazione su carta intestata del Comune non sottoscritta. Successivamente l avvocato Sesselego comincia a sollecitare il dirigente finanze al pagamento delle trance dell accordo. Ma l accordo non viene eseguito. L amministrazione D Alessio non ha dato corso o cercato di ricontrattare. Anzi comincia la corrispondenza per l acquisto del bene che viene quantificato in oltre sei milioni di euro. Gli uffici si muovono, i tecnici esprimono un parere di congruità ma molti atti, non ce l abbiamo ancora e li abbiamo chiesti oggi. Si fanno una serie di incontri con la società per la vendita. Nel frattempo si vanno ad occupare i locali per l ufficio tributi. Il 4 gennaio 2011 continua il consigliere Carmen Porcelli- Sesselego invia una nota nella quale convoca una riunione, comunica il precetto per il pagamento di un milione di euro della Est Capital, constata il pagamento di due fatture e comunica l occupazione dei locali. Si tratta del primo atto ufficiale in cui emerge che i locali sono stati occupati per l ufficio tributi. Nel 2011, si poteva recedere dal contratto. Non è stato fatto, anzi i locali sono stati occupati. Lo stesso contratto del marzo 2004, prevedeva che lo stesso si riteneva automaticamente risolto già a partire dal mancato pagamento dei canoni. Si poteva benissimo chiedere la risoluzione del contratto. Vorrei sottolineare inoltre, il parallelismo che c è tra la trattativa della Wyeth e questa vicenda. C è un danno di milioni di euro tuonano entrambi i consiglieri- perché sono stati spesi, senza mai utilizzare i locali. Dal 2009, ossia da quando si sono insediati questi amministratori prima con la giunta D Alessio ora con la giunta Terra, la prima occupazione doveva essere quella di risolvere la vicenda.

4 pagina 4 IL GIORNALE DEL LAZIO LA LECTIO MAGISTRALIS DEL PROF. GIORGIO MURATORE 27 Febbraio - 13 Marzo 2014 APRILIA: CITTÀ DI FONDAZIONE COSTRUZIONE E TRASFORMAZIONE Invitati, ma assenti ingiustificati il sindaco Terra, il vice Gabriele e l assessore Fioratti Spallacci Un occasione persa per loro per acquisire qualche rudimento di urbanistica A cura di Gianfranco Compagno Fasti e scempi passati, presenti e futuri del centro storico di Aprilia e delle altre Città di Fondazione. Un argomento caldo, quello affrontato il 22 febbraio scorso, in occasione del convegno Città di Fondazione - Costruzione e trasformazione, organizzato dall Assinarch presso la Sala Manzù della Biblioteca Comunale di Aprilia. L incontro, al quale hanno preso parte anche rappresentanti delle associazioni culturali Italia Nostra, Datti Spazio, il Coordinamento delle Libere Professioni, l Associazione Geometri, Arci La Freccia, Aprilia Giovani, Italia Nostra, il Comitato per la Città degli Alberi e alcuni esponenti dei gruppi politici, vantava la prestigiosa presenza del professor Giorgio Muratore, che detiene la cattedra di Storia dell Arte e Architettura presso La Sapienza di Roma e della dottoressa Daniela De Angelis, fautrice di alcuni importanti libri volti a ricostruire la storia di Pomezia, l ultima delle città di Fondazione, appartenente all Agro romano. Un appuntamento disertato dall amministrazione comunale di Aprilia, assenti ingiustificati (citati nella locandina) il sindaco Antonio Terra, il vice e assessore all urbanistica Franco Gabriele e l assessore ai lavori pubblici Mauro Fioratti Spallacci, nonostante l attualità delle tematiche trattate nel corso del dibattito, non ultimo il progetto per la riqualificazione di Piazza Marconi, sul quale sono piovute una valanga di osservazioni respinte dall ente, a differenza delle molte associazioni cittadine, che sono intervenute nel dibattito, che non hanno lesinato critiche all Amministrazione comunale. In apertura dei lavori è intervenuto il vice presidente dell Assinarch, l architetto Michele Magliocchetti, che ha portato i saluti del presidente ing. Gianluca Brilli. Il tema è stato introdotto dall architetto Anna Civita Pieretti, che ha riportato alla luce gli scempi passati contestualizzati sul territorio apriliano, dalla ricostruzione nel dopoguerra degli edifici originari, in maniera fedele ma con materiali meno nobili, fino alle ben più gravi demolizioni degli anni 70, che seguendo la scia della modernizzazione, hanno causato la perdita di edifici storici originari, quali il Municipio e la Casa del Fascio. Il PRG del 1972, tuttora vigente, prevedeva anche la demolizione di altri edifici pubblici e privati del centro, come il Cinema Teatro Aprlia, meglio conosciuto come Pidocchietto è stato riportato allo splendore del passato. Sull argomento è intervenuto l architetto Elisabetta Casoni, che ha brevemente esposto storia e peculiarità architettoniche dell edificio realizzato, nel 1937, dal gruppo guidato dall architetto Concezio Petrucci, seguendo i capisaldi del razionalismo. L edificio, non venne raso al suolo dai bombardamenti, ma solo danneggiato, di conseguenza fu ricostruito solo in parte, e modificato soprattutto nella facciata, per riadattarlo a cinema più capiente. Nel 2007, la facciata fu ridipinta in nero, con sfere di colori fluorescenti, un colore antiestetico e certamente inadatto per una struttura storica da salvaguardare. Un restauro non idoneo- ha sottolineato l architetto Casoni, che mostra l entità dei danni causati dall assenza di un piano del colore. Tornato di colore bianco in seguito all ultimo intervento, reso più simile a come si presentava in origine, il vecchio cinema teatro può rivivere, nonostante diverso è il contesto in cui sorge. Il dibattito è poi entrato nel vivo della trattazione, con l intervento del professor Muratore, che nel constatare il degrado che caratterizza il territorio a causa di interventi sbagliati e speculazioni edilizie succedutesi negli anni, non ha risparmiato critiche a progetto che interessa Piazza Marconi, elaborato dal professor Paolo Colarossi e fortemente voluto dall amministrazione di Aprilia. Aprilia, pur non ospitando monumenti antichi, rappresenta comunque una parte importante della storia urbanistica italiana degli anni 30, oltre a conservare tracce importanti di popolazioni preromane. Ogni volta, resto sconvolto

5 27 Febbraio - 13 Marzo 2014 IL GIORNALE DEL LAZIO pagina 5 dalla trasformazione subita da un territorio divorato dai centri commerciali. Per questo motivo, l esempio del Pidocchietto mi ha commosso, perché l edificio è risorto dopo averne viste di tutti i colori. Aprilia è l esempio della catastrofe pontina, viziata da quel difetto ideologico che guida la sistematica cancellazione delle tracce del passato. Il risultato è che i monumenti attuali sono solo il fantasma di quello che Aprilia era un tempo. Nonostante tutto, il forte senso d appartenenza della comunità, nel 1999, rese possibile la ricostruzione del campanile. Il professor Muratore ha usato parole forti per bocciare il progetto previsto su Piazza Marconi. Meglio non far nulla- ha aggiunto- che dar vita a uno scempio. Se le vasche previste a contorno dei grandi alberi diverranno realtà, immagino ci attenda un futuro spaventoso. Al di là delle carenze estetiche, non è chiaro come e perché il progetto sia stato concepito. Infine, in una città come Aprilia, ritengo che la pedonalizzazione del centro rappresenti la strada migliore per decretarne la morte. Si tratta di un operazione destinata al suicidio, malcelata dietro alla definizione intervento di qualità, un aggettivo in genere usato da politici in mala fede e dai tecnici di regime. Scempi e scelte sbagliate assunte negli anni, non hanno risparmiato neanche Pomezia. L ultima delle città di Fondazione, che condivide con Aprilia i 4 progettisti, è infatti reduce della realizzazione di una fontana dai caratteri ridondanti, poco adatta al contesto originale di stampo razionalista e ai tratti rurali della città. A parlarne, dopo un rapido excursus sulla figura di Petrucci, la più affascinante tra quelle dei progettisti del regime, la dottoressa Daniela De Angelis, autrice di molti libri riguardanti le città di Fondazione, in particolare Pomezia. La figura contraddittoria di Petrucci- ha spiegato- studiata prima di noi da Gianfranco Compagno, è abbastanza controversa e non ha avuto fortuna a causa del tentativo di rimuoverne la memoria. È triste constatare che Aprilia, la città più amata dall architetto, è molto diversa dal momento dell inaugurazione. Se Pomezia ha subito scempi, Aprilia ha subito danni irrimediabili. Tuttavia, anche se la situazione è disperata, in alcuni scorci si respira ancora il respiro di Petrucci e il fascino dell architettura rurale toscana da cui ha preso spunto. Bisogna però tutelare quel che resta con scelte di buon senso e buon gusto. Arrivando in città, ho notato con orrore il cartellone sul carnevale e la maschera che troneggiava sul Comune, un inno al brutto. Le parole provocatorie usate, vogliono suscitare una reazione contro l indifferenza allo studio e alla ricerca che caratterizza la politica. Prima di agire, sarebbe opportuno che le amministrazioni ospitassero nelle commissioni studiosi di arte ed architettura. Ha partecipato un pubblico molto numeroso e qualificato. Dopo l intervento di Attilio Bello, ex sindaco di Pomezia, chiamato in causa, sono intervenuti i rappresentanti delle associazioni invitate. il geometra Giulietta Emiliani, a nome dell Associazione Italia Nostra, ha espresso dubbi e perplessità sul percorso scelto dagli amministratori in merito alla ristrutturazione di Piazza Marconi. La politica- ha affermato- è cieca, segue solo il volere dei costruttori. Inoltre, il progetto previsto per Piazza Marconi, non tiene conto delle disposizioni di legge sulla tutela del verde e la realizzazione di città sostenibili. Opinione condivisa dalla Città degli Alberi. Gianni Battistuzzi, portavoce del comitato spontaneo, ha contestato soprattutto l assenza di dialogo tra la parte pubblica e la cittadinanza, prima di giungere all approvazione del progetto definitivo. Una carenza di metodo- ha confermato il Presidente del Coordinamento, l avvocato Ermanno Iencinellache avrebbe evitato polemiche ed errori. L architetto Otello Lazzari, una voce fuori dal Coro ha sottolineato l importanza di interventi di risistemazione, che eccessive appaiono le critiche avanzate da più parti sul progetto di Colarossi e che gli sforzi dei tecnici dovrebbero concentrarsi su battaglie per ottenere un nuovo Piano regolatore, poiché il vecchio risale al Dopo di lui, ha preso la parola il giornalista Gianfranco Compagno, appassionato di storia locale, che ha riportato alcune delle battaglie condotte in passato dall Associazione Apriliani per la salvaguardia degli edifici storici. Spesso- ha affermato- sarebbe meglio che l Amministrazione comunale non facesse nulla, piuttosto che far danni, distruggendo l esistente. L esempio è quello degli ulivi rimossi dall omonima via, che godevano di buona salute e che oggi agonizzano in via La Malfa. Oggi, lo spirito degli apriliani, dovrebbe tornare quello del 89, che in passato permise di salvare la Scuola Marconi, almeno il corpo principale, un edificio rimasto in piedi dalle bombe della guerra e semi salvato dalle demolizioni indiscriminate della pace. La prima volta nel 1989, quando si parlò di ricavare un parcheggio nel seminterrato, che oggi ospita la sala polifunzionale. La seconda volta dalla deturpazione della facciata principale, nel 2001, operazione riuscita nel 2013, con la complicità dell Amministrazione comunale. così come fu salvata la Casa Ina dalla demolizione totale. In quelle occasioni la città si sollevò. La nostra associazione, si impegnò anche per la ricostruzione del campanile nel sembrava che l aria fosse cambiata. Relativamente al progetto su piazza Marconi e la chiusura della piazza, ritengo si tratti di operazioni speculative, non dissimili a quelle che portarono alla distruzione della Casa del Fascio. Non a caso i rappresentanti dell Amministrazione comunale hanno preferito disertare questo appuntamento scomodo. L architetto Giovanni Brilli ha sottolineato le carenze tecniche del progetto di Colarossi. L amministrazione non si è accorta che siamo una città di fondazione- ha concluso l esponente dell Assinarch- come dimostra il fatto che il progetto è curato non dall urbanistica ma dall ufficio lavori pubblici. Questo mi fa pensare che l amministrazione non ha a cuore la cultura. Scandalosa la commissione lavori pubblici, dove le nostre osservazioni sono state liquidate. L unica conquista è che il progettista non userà una pavimentazione di tipo lievemente diverso. Foto di Gianfranco Compagno

6 pagina 6 IL GIORNALE DEL LAZIO 27 Febbraio - 13 Marzo 2014 Difensore del Nettuno, fortissimo nel gioco aereo, sfortunato nella carriera È SCOMPARSO LA VECCHIA GLORIA NELLO STRADA Aveva indossato la maglia dell Aprilia il 29 settembre Aprilia Latina 3-0 In quella formazione c erano Quinto Ricci, scomparso nel 1950 e Pasqualino Nuti, che ha ricordato quella partita di Gianfranco Compagno Nello Strada ambidestro difensore del Nettuno, fortissimo nel gioco aereo, sfortunato nella carriera, che l avrebbe visto giocare in categorie superiori. Miglior sintesi non si poteva fare. Così lo descriveva Silvano Casaldi, nel suo libro La Storia del Nettuno Calcio, presentato il 13 dicembre nel 1997 al cinema teatro Roxy di Nettuno, con prefazione del campione del mondo Bruno Conti, di Franco Dominici e di Antonio Sbardella. Nello Strada classe 1927, ha vestito la maglia biancoceleste dell Aprilia il 29 settembre del 1950, in occasione dei festeggiamenti di San Michele, durante la partita amichevole Aprilia - Latina, con il risultato finale di 3 a 0 per i locali. La foto prepartita lo ritrae in piedi a fianco a Quinto Ricci, suo coetaneo, anch esso nettunese, che cadrà sul campo del Latina il 31 dicembre Nella formazione c erano altri tre giocatori nettunesi: Sandro Cesarini, Alberto Cancelli I e Silvano Cancelli II. Pasqualino Nuti il portierone dell Aprilia Calcio degli Anni 50 ricorda quella partita e Nello Strada Era venuto ad Aprilia insieme ad altri giocatori nettunesi, per fare delle partite precampionato. Egli disputò il campionato 1950/51 nel Nettuno, Ricci, Cesarini e Cancelli rimasero ad Aprilia. L Aprilia Calcio ha sempre pescato nelle formazioni del Nettuno. Storica la foto di quattro nettunesi con la maglia dell Aprilia del 1937 (archivio Silvano Casaldi) dove sono ritratti: Paccariè, Pietroforte, Sisti ed Ercolini, con la maglia celeste con una grande rondine sul petto. Formazione dell Aprilia ( ) -In piedi Alessandro Cesarini, Diego Di Marco, Marino Trincia (dirigente), Peppe Damizi, Vittorino Frezzato, Spartaco Tucciarelli Nello Strada Quinto Ricci. Accosciati: Remo Battaglia, Pasqualino Nuti, Silvano Cancelli II e Alberto Cancelli I. (foto archivio Nuti) Nello Strada ha militato nel Nettuno dal 1948, era in formazione con Ricci, Cancelli e Massimi, che in seguito hanno militato nell Aprilia, fino al 1954 (libro S.Casaldi). Passato alle categorie superiori, finì la carriera a causa di un brutto incidente di gioco. Rottura dei legamenti crociati e menisco. Fu operato dal celebre professor Valdoni. Ritornò a giocare a Nettuno, ma non fu quello di una volta. Si sposò nel 1958, a carriera terminata, con una super tifosa dell Anzio, che aveva conosciuto in un derby nel Rimase nel mondo del calcio, fu direttore sportivo del Nettuno. Nella vita faceva l impresario edile, faceva principalmente ristrutturazioni. È morto nella sua casa di Anzio, lunedì 20 gennaio 2014, alle ore Il funerale si è svolto martedì 21 gennaio, alle 15.30, presso la Chiesa dei Santi Pio e Antonio. È stato tumulato nella tomba di Famiglia nel cimitero di Anzio. La messa del trigesimo si è svolta mercoledì 19 febbraio nella stessa chiesa alle 18.00, dove ho incontrato le figlie Maura, Annalisa e Alessandra, che mi hanno raccontato del Padre. Foto archivio Pasqualino Nuti e Silvano Casaldi

7 Fondato da Ben Jorillo

8 pagina 8 IL GIORNALE DEL LAZIO 27 Febbraio - 13 Marzo 2014 Pubblichiamo la relazione integrale esposta da Gianni Battistuzzi APRILIA - IL COMITATO PER LA CITTÀ DEGLI ALBERI Al convegno Città di Fondazione- Costruzione e Trasformazione, a cura dell Assinarch, di venerdì 21febbraio 2014 Un intervento articolato, dettagliato, ma soprattutto molto critico, per quanto riguarda la gestione del verde e dell urbanistica di Gianni Battistuzzi* PARTECIPAZIONE E TRASPARENZA Questo intervento giunge alla fine di un percorso che, partendo dall indignazione per il continuo abbattimento di alberi sia in aree pubbliche sia private, ci ha condotti prima alla protesta e poi alla ricerca di interlocutori istituzionali capaci di pervenire ad Gianni Battistuzzi una proposta ragionata e condivisa per una diversa gestione del verde nella nostra città. Al momento non è stato recepito. Siamo subito a dire che con il Comitato per la Città degli Alberi il modo di far politica classico tipico delle diverse amministrazioni non funziona più: non cerchiamo favori, ma il rispetto delle regole; non cerchiamo padrini perché non abbiamo aspirazioni elettorali; non cerchiamo polemiche sterili, ma attuazioni possibili; non cerchiamo lo sciupio di denari pubblici, ma la parsimonia che si deve avere quando si è delegati a gestire il portafoglio altrui. E per rendere bene l idea di cosa intendiamo, non accettiamo quanto dichiarato in apertura dei lavori della Commissione di ieri (giovedì ) da parte dell assessore Spallacci quando afferma che non è possibile Iniziare da zero a rivedere i progetti, è impossibile, però diamo apertura a continuare a dibattere. Ma si rende conto che il dibattito l ha già chiuso? Sia noi, che l assinarch hanno chiesto alla presentazione delle osservazioni di continuare a condividere e discutere le stesse in sedute pubbliche, mentre l analisi delle osservazioni e il dibattito è stato ieri organizzato esclusivamente in Commissione. Cosa significa allora diamo apertura a continuare il dibattito?. La risposta c è, non siamo Il tiglio di piazza Roma, un esempio negativo, abbattuto e mai ripiantumato (Massimo D Alessandro) nati ieri, e molti di noi anche ad Aprilia, che amiamo, è quella del bussare alla porta, chiedere permesso?, per favore che ne dice assessore se facciamo così o cosà? cioè una apertura senza ombra di dubbio di clientela, di manifesta arroganza della politica nel costringere a chiedere ciò che si ha diritto: il diritto a vivere in una città più pulita, più trasparente, più verde,più sana.. in una parola più bella! Bene non lo chiederemo mai, non accettiamo questo modo di approccio con i cittadini, vogliamo essere partecipi attivi, certo non decisori, in democrazia spetta a voi amministratori, ma voi avete anche l obbligo di ascoltare alla pari i cittadini. Questo non solo perché lo chiediamo noi, ma perché lo richiede la legge dello Stato: DECRETO LEGISLATI- VO 14 marzo 2013, n. 33, Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni (GU n.80 del ) art. 39 comma 1. Le pubbliche amministrazioni pubblicano: a) gli atti di governo del territorio, quali, tra gli altri, piani territoriali, piani di coordinamento, piani paesistici, strumenti urbanistici, generali e di attuazione, nonché le loro varianti; b) per ciascuno degli atti di cui alla lettera a) sono pubblicati, tempestivamente, gli schemi di provvedimento PRIMA che siano portati all approvazione; le delibere di adozione o approvazione; i relativi allegati tecnici. art. 39 comma 3: La pubblicita degli atti di cui al comma 1, lettera a), è condizione per l acquisizione dell efficacia degli atti stessi. Riteniamo perciò non essendo stati pubblicizzati come sopraindicato siano nulli, quindi è lecito richiedere che siano, ove necessario, iniziati anche da zero. Non stiamo in questo caso a richiedere l azzeramento complessivo del progetto, ma richiediamo rispetto e ascolto, e voi amministratori dovete spogliarvi della arroganza e supponenza che vi ha distinto. OPPORTUNITÀ EUROPEA Il nostro modo di affrontare l argomento è sempre stato molto pragmatico e di confronto e, quando privi di competenze specifiche, ci siamo rivolti ad arboricoltori esperti e abilitati alla professione, che abbiano in pri-

9 27 Febbraio - 13 Marzo 2014 IL GIORNALE DEL LAZIO pagina 9 mis a cuore la salvaguardia delle alberature e solo come ultima ratio, se palesemente necessario, l abbattimento. Contemporaneamente il nostro agire è anche di natura politica nell indicare, sempre nello spirito propositivo detto inizialmente, strade che aiutino anche economicamente alla risoluzione dei problemi, come ad esempio nell indicare canali di finanziamento. Ma che centra un comitato che ha a cuore la salvaguardia del verde con la programmazione della città e in particolare lo sviluppo urbanistico del territorio? Ricordiamo che non noi, ma anche qui la Legge dello stato n. 10/2013 entrata in vigore nell aprile dello scorso anno lo prevede. Il cardine della legge nazionale è non solo la salvaguardia delle zone a verde, soprattutto nelle aree urbane, ma l indicazione come linea guida che ogni azione di riqualificazione delle aree urbane debba tendere ad un incremento delle zone a verde. E laddove fosse necessario e inevitabile abbattere alberi, questi debbono essere sostituiti con altri alberi il più vicino possibile il luogo d origine: ne consegue che la diminuzione di zone a verde è praticamente impossibile, per una serie di motivi che non stiamo qui ad elencare, ma ne richiamiamo solo due di più immediata pertinenza: 1) Abbattere le emissioni di CO2 nelle aree urbane. 2) Migliorare l ambiente urbano rigenerando le aree dismesse. Questi due obbiettivi insieme a: 3) Promuovere la mobilità sostenibile. 4) Sostenere la rigenerazione strutturale ed economica dei quartieri disagiati sono anche, non è un caso, i 4 punti che vengono finanziati dalla Comunità Europea come sfida del bilancio per i fondi strutturali (Piano città). Ricordiamo che il Comune ha già l ufficio delegato alla ricerca di finanziamenti europei. Chiediamo che venga messo in condizione di richiedere i finanziamenti. Per fare questo abbiamo chiesto, come primo punto nelle nostre osservazioni, che venga data dignità al PIANO COM- PLESSIVO DEGLI SPAZI PUBBLICI PER IL CENTRO STORICO, cioè della cosa che c è, ma non si deve dire, né tantomeno chiamarlo piano, forse perché si ha timore che possa poi essere sottoposto a VAS. Per eludere una Legge dello Stato, si procede spacchettando un piano complessivo in una miriade di piccoli interventi, con il vantaggio di non essere valutati da qualcuno più in alto, di mantenere un controllo di ricatto e condizionamento nel distribuire i lavori sia verso i progettisti che verso le imprese. È una forma di abuso di potere che va rigettato completamente, soprattutto da associazioni come la vostra di architetti e ingegneri. Vi invitiamo ad abbandonare modi servili di sottomissione, ma di pretendere quanto giusto sia, e non di richiedere con favori quanto dovuto. Ebbene, di tutto questo l arch Colarossi (figlio dell ing. Incaricato) ieri non ne ha fatto menzione o meglio ha indicato gli obbiettivi elencati come elementi utilizzati per classificare le osservazioni del comitato come accademiche e poco pratiche!!! LA PAVIMENTAZIONE L arch. Colarossi ha affermato che la pavimentazione in travertino o porfido è costo e i per questo non è percorribile e impraticabile la strada indicata dal comitato. Ha dimenticato di dire che il comitato ha proposto questa pavimentazione con il risparmio che emerge dal non intervenire sulle aiuole!!! LE FONTANELLE, LE FONTA- NE E LE PISCINE Ieri si è raggiunto il ridicolo. Il Comitato propone che siano mantenute le piscine originarie, venga realizzata una nuova fontana davanti le poste sia valorizzata storica fontanella davanti le suore. Arch. Colarossi dice bene, accolta, allora si faccia in questo modo: la fontana davanti la posta non la prendiamo neanche in considerazione, ma possiamo elevare a dignità di fontana la fontanella e eliminiamo le piscine (perché sono brutte? perché si risparmia nei costi? non capiamo il perché).pazzia pura!! Gli va ricordato che le due piscine sono presenti da sempre in dette aiuole, come ben documentato da foto d epoca e quindi la nostra è una affermazione accreditata. Gli interventi di ristrutturazione delle piscine dovranno essere volti a valorizzare l originario mosaico, che come fatto notare dal prof. Papi è costituito dalle originali tessere del colore turchese richiamante lo stemma sabaudo in onore del quale furono forgiate, della stessa provenienza di quelle presenti nella prestigiosa fontana coeva di Sabaudia. Se tolte verrebbe eliminato l ultimo baluardo della città di fondazione! LE BUGIE TECNICHE L arch. Colarossi ha affermato che il calcolo della ZPA (zona di pertinenza degli alberi = cioè la zona di terreno nudo che deve restare intorno gli alberi) è sbagliato, e addirittura a suo dire le ZPA sono ampiamente di area superiore al dovuto rispetto al regolamento comunale. Come il comitato ha dimostrato il modo di calcolo con carta, penna e righello, nella stessa maniera,se in grado, lo dimostri!!! Inoltre il comitato avrebbe sbagliato anche nel riportare il conteggio delle distanza degli scavi intorno agli alberi affermando che non saranno superiori ai 3,30 metri Qui non occorre nessuna dimostrazione, le cartine del progetto (allegato A02) parlano chiaro: le distanze dal tronco sono quasi sempre inferiori a quelle consentite dal regolamento in qualche caso addirittura inferiori al metro.. I CHIOSCHI E LA TETTOIA La presenza dei chioschi è il problema num1 a detta del comitato, e va affrontato in una ottica diversa dalle ipotesi prese in considerazione (come ad es.il non poter far nulla, o l avanzamento del chiosco delle poste,ecc ). A nostro avviso,va avviata una trattativa privata prevedendo anche la possibilità di trasferire questi esercizi in altre zone più favorevoli per il gestore, oppure rimanendo in prossimità della piazza ad es.trasferendo l attività del chiosco della biblioteca all interno della stessa. Per il chiosco delle poste riconosciamo che potrebbe essere una trattativa più complessa,ma confidiamo nella fantasia degli amministratori. Ragionando in questi termini potremmo anche soprassedere alla manifesta negligenza della settimana scorsa riguardante l approvazione di una delibera di autorizzazione di occupazione di suolo pubblico con una tettoia permanente come estenzione del chiosco davanti la biblioteca. Autorizzazione infelice anche perché impedisce ulteriormente il passaggio pedonale che è la scelta principale che ha giustificato gli interventi sulle aiuole. Foto di Gianfranco Compagno *Comitato per la città degli alberi

10 pagina 10 IL GIORNALE DEL LAZIO È stata oggetto di una tesi di laurea discussa lo scorso 24 gennaio APRILIA - LA RIQUALIFICAZIONE DELLE PALAZZINE EX CANEBI Si tratta delle cinque torri degradate abbandonate da anni di via Diocleziano A realizzarla Alessio Acciarito, neo dottore in architettura di Giulianello di Cori di Veronica Alessandrini È da oltre 30 anni che ad Aprilia si discute del problema delle palazzine dell ex Canebi. Il degrado delle strutture del quartiere Agroverde comprese tra via Tiberio, via Diocleziano e via Mascagni continua ad essere una questione incalzante che, ad oggi, ancora non è stata risolta. Le palazzine sono state costruite zioni abusive. Attualmente proprietà della società Villa Albani di Roma, la stessa che aveva affittato gli uffici di via dei Bersaglieri al comune di Aprilia, in attesa della soluzione definitiva, si parla di imminente demolizione e ricostruzione di metri cubi, metricubi in più come regalo Piano Casa, Alessio Acciarito, 29 anni, laureato in architettura di Giulianel- in legno, discussa il 24 gennaio scorso presso la Facoltà di Architettura dell Università di Roma La Sapienza e realizzata con il contributo del relatore prof. arch. Fabrizio Tucci (prof. Di Tecnologia dell Architettura e di Progettazione Ambientale presso i Corsi di Laurea TAC e AGP e il Corso quinquennale UE) e i correlatori prof. arch. Paolo Antonini per gli aspetti problematica, contenute nella sua tesi. «Il progetto- ci ha detto l architetto Acciaritoconsiste nel riunire i basamenti delle cinque torri per creare nuovi ambienti che diano più servizi al quartiere Agroverde, il tutto realizzato utilizzando strutture in legno. Ho scartato l ipotesi della demolizione con annessa ricostruzione, perché è molto costosa sia in termini 27 Febbraio - 13 Marzo 2014 durante gli Anni 70 e non appena ultimate sono rimaste vuote a causa del fallimento della società costruttrice: anni di incuria ed intemperie hanno deteriorato gli edifici, trasformandoli in prede facili per atti vandalici e occupa- lo di Cori ha pensato di trasformare la riqualificazione del sito nell oggetto della propria tesi di laurea intitolata Riqualificazione architettonica ed energetica di cinque torri abbandonate con sopraelevazioni ed ampliamenti strutturali e il prof. arch. Franco Cipriani, per quelli impiantistici. Lo abbiamo incontrato il 12 febbraio proprio nella zona delle palazzine ex Canebi per farci spiegare le proposte per la riqualificazione di quest area tanto economici che di impatto ambientale. Abbiamo optato per una riqualificazione degli involucri: la proposta progettuale consiste nel mantenere le strutture portanti in cemento armato e intervenire con una soluzione di pacchetti murari in legno. Queste pareti in legno hanno un efficienza energetica maggiore, riusciamo a portare questi edifici in classe A. Per quanto riguarda l energia la nostra proposta è quella di creare delle sonde geotermiche all interno del lotto da riqualificare, attraverso cui riuscire a prendere energia dal sottosuolo utile sia per il riscaldamento d inverno che per l aria fresca d estate. La riunione dei basamenti va a creare una sorta di zona commerciale all interno, in cui creare ad esempio degli orti urbani. Poi abbiamo pensato a dei giardini pensili nelle parti basamentali che riuniscono le torri, al terzo piano». Tra gli altri progetti in ballo per la tesi, poi scartati in un secondo momento c erano anche il grattacielo di Aprilia e l ex Enotria, per cui Acciarito aveva pensato ad una riconver-

11 27 Febbraio - 13 Marzo 2014 IL GIORNALE DEL LAZIO pagina 11 sione in sito di social hausing. Per quanto riguarda un interpretazione del progetto alla luce del Piano Casa, il giovane architetto ci ha spiegato: «Il nostro è stato un intervento sperimentale incentrato sull utilizzo del legno per andare a sopraelevare edifici esistenti, senza attingere a nuovo suolo ma riqualificando. L utilizzo del Piano Casa potrebbe essere un incentivo in questo senso». La fase progettuale vera e propria è stata preceduta da una serie di sopralluoghi durante i quali Acciarito ha ascoltato anche le opinioni dei cittadini, tutte concordi nell indicare quella delle palazzine dell ex Canebi come una vera e propria situazione di emergenza che affligge l immagine dell intero quartiere Agroverde. Per descrivere lo stato i fatto degli edifici, inoltre, l architetto ha consultato il materiale reperito presso gli archivi comunali e a questo proposito ha voluto fare un ringraziamento all ing. Corrado Costantino:«È stato di ottimo aiuto e molto disponibile nell aiutarmi a reperire il materiale tecnico depositato negli archivi comunali, grazie al quale ho potuto prendere visione di tutto l iter progettuale avvenuto per la Lottizzazione Canebi». La copertina della tesi, che sintetizza alla perfezione il concept del progetto, raffigura un albero stilizzato che racchiude delle parole chiave per realizzare un edificio ecologico. È dal 2005 che il giovane architetto fa parte dell Atelier Creativo Acciarito Contemporary Art Productions di cui è responsabile tecnico, mentre il fratello Emanuel Acciarito è direttore responsabile. Si tratta di un atelier creativo di architettura, arte e eventi: una realtà poliedrica costituita da un laboratorio tecnico, uno grafico, uno artistico e uno multimediale che lavorano con il disegno per ideare, progettare, costruire e promuovere nuove idee. Alla base dell attività c è lo sviluppo e la promozione ad ampio raggio di attività culturali, artistiche. Per maggiori informazioni sull atelier, che ha sede a Giulianello di Cori e a Roma in piazza Re di Roma, rimandiamo al sito Foto di Gianfranco Compagno

12 pagina 12 Una bionda da capogiro piomba nella vita di un uomo sposato mentre la moglie di questi è via e... nulla sarà più lo stesso. "Quando la moglie è in vacanza", testo di George Axelrod diventato celebre per il film con Marilyn Monroe, approda il prossimo 14 marzo al Teatro Europa di Aprilia con Massimo Ghini ed Elena Santarelli. "È una commedia sofisticata che mette alla berlina l'ipocrisia di certi personaggi apparentemente irreprensibili" spiega Ghini. Un testo nato per fustigare i costumi di una certa middle class americana degli anni 50 e che il regista Alessandro D'Alatri ha deciso di portare in Italia e ai giorni nostri. Il gioco in questo modo viene riattualizzato e rivitalizzato, laddove la satira di costume regge benissimo essendo un argomento universale e fuori dal tempo. Per godere al meglio lo spettacolo però non si deve affrontarlo convinti di guardare una replica del film. Niente "tagliatelle", niente gonna al vento sospinta dal soffione della metro. Quello era il film di Billy Wilder, erano gli anni 50, erano Tom Ewell e Marilyn Monroe, una coppia il cui contrasto nasceva prima di tutto sul piano fisico. "Io non sono Tom Ewell - spiega Ghini -, non sono buffo. Perché lo spettacolo reggesse ho dovuto cercare una nuova chiave nel mio personaggio. È l'ho trovata nella grande ipocrisia di questo intellettuale che perde la testa per la bionda ma poi torna dalla moglie". Anche Elena Santarelli, al debutto in teatro, spiega di non aver voluto nemmeno guardare il personaggio di Marilyn, preferendo evitare confronti impossibili e andando per la sua strada. Una prova importante che ha IL GIORNALE DEL LAZIO "QUANDO LA MOGLIE E' IN VACANZA" Lo spettacolo dei record arriva ad Aprilia il 14 marzo al Teatro Europa Con Massimo Ghini e Elena Santarelli - musiche di Renato Zero affrontato con la giusta dose di spensieratezza. "Ho studiato tanto e mi sono preparata in maniera scrupolosa - dice -. Credo che la mia miglior qualità sia il sapere ascoltare tutti, in modo da migliorare continuamente strada facendo". Paura da palcoscenico, nessuna. "Forse giusto la prima effettuata a Latina - confessa -, perché è la mia città natale e non è mai una situazione facile". Ghini scommette su di lei. "È una bellissima sorpresa - giura -, certo deve studiare ma se vorrà continuare ha i numeri per farlo. In questa situazione ci serviva abbinare bellezza e talento, credo che con lei ci siamo riusciti benissimo". Elena dal canto suo per il momento si gode complimenti e piccole rivincite ("mi piace quando vengono in camerino a dirmi 'non pensavo, mi hai fatto ricredere'") e non ipoteca il futuro ("il teatro mi piace ma stare tanto tempo lontana da mio figlio è dura"). Ma soprattutto prende le distanze dal suo personaggio. "Mi ci rivedo perché come è una ragazza che arriva dalla provincia a cercar fortuna - spiega - ma lei rispetto a me è APRILIA: Teatro Europa Via G.XXIII Tel Discopoli" Via Giosuè Carducci, 14 Tel Febbraio - 13 Marzo 2014 sicuramente più ingenua. E più incline ad accettare compromessi per far carriera". Insomma, a dire sì a qualche proposta indecente... "Io, lo dico una volta per tutte, non ne ho mai ricevute - afferma sicura -. Forse perché capivano che non ci sarebbe stata trippa per gatti. Poi se una fa la gallina, di gente pronta ad approfittarne è pieno il mondo...". PUNTI DI PREVENDITE ANZIO: Tabaccheria "Mingiacchi" Via Porto Innocenziano, 24 Tel NETTUNO: Tabaccheria "Caratelli" Via della Liberazione, 110 Tel VELLETRI: Agenzia "Il Biglietto" Via Eduardo De Filippo,99 Tel GENZANO "Drin Service"Via Don Nazario Galieti, 2 Tel LATINA "Tabaccheria Smorgon" Via Carlo Romagnoli, 13 Tel TORVAJANICA Agenzia "Zero Stress Viaggi" Via Viareggio, 10 Tel POMEZIA Agenzia viaggi Atollo Blu - Centro commerciale 16 Pini Via del mare Km Tel Cell Puoi acquistare i biglietti anche online su:ciaotickets.com

13 27 Febbraio - 13 Marzo 2014 IL GIORNALE DEL LAZIO pagina 13

14 pagina 14 IL GIORNALE DEL LAZIO 27 Febbraio - 13 Marzo 2014 Si sono tenute domenica 16 febbraio. Due i seggi aperti Piazza Roma e Campoverde. In calo i votanti FABIO MELILLI VINCE LE PRIMARIE REGIONALI PD L area Civati si rinforza e nel circolo Aprilia Centro diventa maggioranza relativa Nell assemblea regionale entrano: Filippo Treiani, Monica Tomassetti e Alfonso Longobardi di Riccardo Toffoli Fabio Melilli vince alle regionali Pd, ma l area Civati si rinforza e nel circolo Aprilia Centro diventa maggioranza relativa. Domenica 16 febbraio si sono tenute le primarie in casa Pd per la scelta del segre- 560 persone, superati di poco dalle primarie per la scelta del candidato sindaco, Alfonso Longobardi. Poi mille voti si sono persi per strada. E un dato su cui il Pd dovrebbe riflettere. Neanche le ultime primarie nazionali, nonostante l evento pubblicizzato su ogni dove, si sono recuperate prima ora, che si è attestata ad appena l 1,37%, totale sei voti. E nel circolo Aprilia Centro che Marco Guglielmo ottiene il miglior risultato: ben 36,6% dei votanti, pari a 112 voti. Su quattro correnti, sembrerebbe la maggioranza relativa. A Melilli, invece, 190 che la fa da padrone nel circolo Borghi dove tario regionale. L organizzazione è arrivata in ritardo e sicuramente l informazione è stata poco presente. Molti non sapevano neppure dell esistenza delle primarie oltre che ovviamente i candidati alla guida del Pd Lazio. Ad Aprilia si è deciso di aprire le sedi dei due circoli, e quindi, di ridurre i seggi di votazione che erano stati aperti nelle primarie per la scelta del segretario nazionale: un seggio nella sede centrale Pd di piazza Roma e l altro al ristorante La Cascina di Campoverde. Il numero dei votanti è in forte calo rispetto alle primarie dell 8 dicembre, quelle per intenderci che hanno incoronato Matteo Renzi alla guida del Pd. Ma è un calo costante. Basti pensare che alle primarie del 2005, quelle Prodi, hanno partecipato al voto 2 mila quelle mille persone e a votare sono andati in mille 558. Nelle primarie per la scelta del segretario regionale, si sono recati alle urne 437 persone. Praticamente i soli interessati. Sicuramente in crescita rispetto alle regionali del 2012, quelle Gasbarra quando andarono a votare 403 persone. Pochissime. E di poco inferiore al dato delle primarie per i candidati al parlamento. Anche qui appena 582. I risultati incoronano a segretario regionale Fabio Mellili, il candidato appoggiato ad Aprilia da tre correnti: la Renzi (area dem), la Cuperlo (ex area Ds), i giovani turchi (area Tomassetti). In tutto 316 voti. Poi Marco Guglielmo che è stato sostenuto dall area Civati. Ha conquistato 115 voti, il 26,3%. E quindi Lorenza Bonaccorsi, renziana della ottiene 126 preferenze su 131 votanti. La provincia di Latina, miglior risultato dell area Civati, conquista tre seggi nell assemblea regionale. Tra questi il giovane e dinamico Filippo Treiani, esponente apriliano dell area Civati. Nell assemblea regionale del Pd entrano ben tre apriliani: Filippo Treiani, il consigliere comunale Monica Tomassetti e l ex consigliere Alfonso Longobardi. Tre esponenti che rappresentano tre anime diverse del partito e che, con la loro esperienza e i loro valori, riusciranno a rappresentare al meglio le esigenze del territorio comunale in una regione che molto spesso si è rivelata sorda ai bisogni di una delle sue più importanti realtà demografiche ed economiche. Il Pd, seppur diviso in correnti diverse ha due sfide fondamentali. La prima è di rendere queste diversità un valore su cui fondare la sua forza. La seconda è di recuperare l elettorato perso, quello deluso e conquistare nuovi consensi specialmente tra i giovani. Le sfide sono difficili e pongono nell immediato una riflessione sul gruppo dirigente del partito attualmente in scadenza e che presto dovrà essere rinnovato. Il segretario comunale Gabriele Marziali sembra non essere interessato ad un secondo mandato e l assemblea dovrà essere in grado di trovare un nome alla guida della segreteria comunale, che possa rispondere a queste due sfide e candidarsi come alternativa alla guida della città.

15 27 Febbraio - 13 Marzo 2014 IL GIORNALE DEL LAZIO pagina 15

16 pagina 16 IL GIORNALE DEL LAZIO Presso il reparto maternità della Casa di Cura Città di Aprilia È NATA CAROLINA COMPAGNO Giovedì 13 febbraio 2014 alle Febbraio - 13 Marzo 2014 È nata Carolina Compagno, giovedì 13 febbraio 2014, alle ore 14 e 54. Alla nascita pesava 3,320 chilogrammi per una lunghezza di 51 centimetri, presso il reparto maternità della Casa si cura Città di Aprilia. La mamma Suellen Reis, ha 31 anni, è brasiliana di nascita, di Goiania, città fondata il 24 ottobre 1934, una similitudine con Aprilia, ma con oltre un milione di abitanti, nello stato di Goias, nel cuore del Brasile, a circa 200 chilometri dalla capitale Brasilia, ma apriliana di adozione, vive in città da circa dieci anni. Il papà è Marco Compagno, apriliano DOCG, 42 anni, molto conosciuto ad Aprilia componente di una famiglia storica della città. Inutile descrivere la felicità di tutti, in particolare della nonna materna Sonia, brasiliana, presente al momento del parto e che ha assistito la figlia per tutta la gestazione e dei nonni paterni Silvana e Serafino ormai ultraottantenni. Carolina è l ultima nata, diventa così la numero 25 della famiglia grande di Serafino Compagno, ha tolto il primato a Swami, nata l 8 agosto 2013, di soli sei mesi, che è la figlia della cugina Manuela.

17 27 Febbraio - 13 Marzo 2014 IL GIORNALE DEL LAZIO pagina 17 VASCO ROSSI Live Kom Giugno 2014 Stadio Olimpico di Roma biglietti TicketOne MASSIMO GHINI & ELENA SANTARELLI Quando la moglie è in vacanza Musiche di Renato Zero 14 Marzo 2014 Teatro Europa Aprilia biglietti Teatro Europa e ciaotickets.com ALESSANDRA AMOROSO Amore Puro Tour 11 Aprile 2014 Palalottomatica - Roma Ore 21:00 biglietti TicketOne CLAUDIO BAGLIONI Convoitour Marzo 2014 Palalottomatica - Roma Ore 21:00 biglietti TicketOne I MODAʼ 11 LUGLIO 2014 STADIO OLIMPICO - ROMA ORE 21:00 biglietti TicketOne GIORGIA 17 Maggio 2014 Palalottomatica - Roma ore 21,00 biglietti TicketOne ANTONELLO VENDITTI 70/80..Ritorno al futuro tour 8 Marzo 2014 Palalottomatica - Roma biglietti TicketOne ELISA L' Anima Vola Tour Sabato 15 Marzo 2014 Palalottomatica - Roma Ore 21:00 biglietti TicketOne LIGABUE 30 MAGGIO 2014 MONDOVISIONE TOUR - STADI 2014 STADIO OLIMPICO - ROMA biglietti TicketOne

18 pagina 18 IL GIORNALE DEL LAZIO 27 Febbraio - 13 Marzo 2014 Ennesimo incendio nei seminterrati del complesso ex Flavia 92 presso il quartiere Toscanini APRILIA - GRANDI NUBI DI FUMO SI LEVANO IN VIA INGHILTERRA I residenti della zona sono stanchi, paura per i bambini della scuola elementare di Noemi Reali Paura, ansia, timore. È questo che hanno provato i residenti di via Inghilterra e di via Parigi del quartiere Toscanini nel vedere le grandi nubi di fumo che ricoprivano il cielo, ormai completamente grigio. Si tratta dell ennesimo incendio. Questa volta l incendio scoppia nei garages di via Inghilterra e via Parigi. Mercoledì 12 febbrio 2014, nel pomeriggio, fortunatamente la scuola sovrastante era chiusa, ma sono stati in tanti a scendere in strada per vedere cosa sia successo, per sapere se i propri vicini stiano bene e che cosa si sia danneggiato. Tanti i commenti, tanta la gente stanca che non riesce più ad andare avanti così. Le opinioni a riguardo sono diverse; c è chi pensa che si tratti di un incendio doloso, appiccato volontariamente. Si parla di polizia locale e i carabinieri di Via Tiberio. La paura resta anche nei giorni seguenti, soprattutto nei bambini della scuola elementare di Via Inghilterra che hanno paura a fare lezioni in quelle aule che si trovano nei palazzi che proprio nei giorni precedenti erano avvolti dal fumo dell incendio. La notizia che per metà marzo ci sarà il trasloco nella nuova scuola elementare Arturo Toscanini in via Amburgo riesce a riportare la serenità. Foto di G. Compagno e Akram Oueslati macchine rubate, parcheggiate proprio dove è avvenuto l incendio. L ipotesi più plausibile è che l incendio sia stato causato da qualche corto circuito dovuto ad una serie di allacci abusivi all energia elettrica condominiale, ma c è anche il sospetto di incendio doloso. Un comportamento scorretto che ha rischiato di procurare danni seri; per fortuna non ci sono stati feriti nell incendio. Ad andare a fuoco sono stati rifiuti, mobili, suppellettili ammassati nei box. Nell incendio sono stati danneggiati lo scarico di due scale e il sistema elettrico di una scala. Ad intervenire subito i vigili del fuoco, l ambulanza del 118, volontari della protezione civile, agenti della

19 27 Febbraio - 13 Marzo 2014 IL GIORNALE DEL LAZIO pagina 19 QUARTIERE TOSCANINI: EMERGENZA SOCIALE, AMMINISTRAZIONE ASSENTE di Edoardo Baldo* Ieri (martedì ) abbiamo assistito purtroppo al secondo incendio in due giorni nei garage al di sotto dei palazzi che ospitano la scuola del quartiere, commenta il Coordinatore di FDI Edoardo Baldo, fortunatamente se così possiamo dire, l incendio è scoppiato nelle ore serali quando la scuola era chiusa, ma naturalmente si è creato il panico fra i residenti ed alcuni addirittura si sono sentiti male ed hanno avuto bisogno dell intervento del 118. Quando sento parlare della Zona Toscanini, in cui anche io vivo, sembra che parlino di un quartiere americano degli anni 30, ma chi poi vive la realtà sa bene che non è così. Ci sono certo problematiche, strutturali e sociali forse più di altri quartieri, ma non ci sto a vederlo dipinto come il peggiore dei mali.e un quartiere pieno di persone con tanta voglia di fare, di associazioni piene di vita, ma di certo siamo abbandonati per primi dall amministrazione.abbiamo sentito mille e una promessa nella scorsa campagna elettorale, ma appunto era campagna elettorale. L amministrazione dovrebbe con forza far sentire la sua presenza sul territorio, ma la percezione che se ne ha è veramente lacunosa. Non servono interventi tamponi ma strutturali sia sulla sicurezza che nel sociali. Mi chiedo se la polizia locale, a cui va il mio plauso per il servizio che svolgono, sia stata adottata da Piazza Roma visto che vedere una volante nel quartiere Toscanini è veramente un evento.il primo intervento che andrebbe fatto a mio avviso è la chiusura coatta di quel garage dato alle fiamme visto che spesso è stato non solo oggetto di incendi dolosi ma anche è stato anche usato come deposito per carcasse di auto di dubbia provenienza. Bisogna innanzitutto mettere in sicurezza la scuola e le persone che abitano la struttura. La politica si fa per strada fra la gente ascoltando problematiche e difficoltà non solo seduti dietro la scrivania di un ufficio. FDI chiede un intervento strutturale per il quartiere coinvolgendo tutti gli attori che vivono il territorio. Aprilia lì, 13/02/2014 *Coordinatore comunale di Fratelli d Italia DOPO L INCENDIO SCOPRIAMO UNA BELLA REALTÀ IN UN BOX Un gruppo di anziani e amici ha creato un centro sociale fai da te Dopo l incendio avvenuto nei garage di via Inghilterra e di via Parigi, in quella che doveva essere piazza della Comunità Europea scopriamo una bella realtà. In uno dei box è stato creato un centro sociale fai da te. Il proprietario del box paga l affitto da dieci anni in cui lui con i suoi amici si riuniscono tutti i giorni dalle 16 per giocare a carte e stare insieme. Sono una decina di anziani. Si incontrano per stare in compagnia e passare il tempo insieme. Ognuno porta qualcosa che sia da bere o di altro tipo. Alla domanda su come funzioni per pagare la risposta è unanime: Qua si fa alla romana!. N.R. SCACCHI, CHIARA BARTALINI CAMPIONESSA ITALIANA PER CORRISPONDENZA Si aggiudica l edizione numero 32 come da pronostico Chiara Bartalini, 53 anni di Aprilia, è la nuova Campionessa d Italia di scacchi per corrispondenza. Ha vinto il Campionato italiano femminile, iniziato il 31 marzo 2013 e disputatosi in rete sul server della federazione internazionale. Nel torneo a girone semplice, 7 giocatrici ai nastri di partenza, ha totalizzato 5 punti sui 6 disponibili. La Bartalini viene da una serie di buoni piazzamenti e, con questa vittoria, conferma il titolo già vinto nel 2011.Il torneo, giunto alla 32ª edizione, è stato organizzato dall Associazione Scacchistica Italiana Giocatori per Corrispondenza (ASIGC). A solo mezzo punto (4.5), la piazza d onore è stata conquistata da Carmela Piscopia di Angri (SA); buon terzo posto (p. 4) per Secondi Carlotta, solo 11 anni, di Triginto di Mediglia (MI); al quarto posto (p. 3.5), deludendo le aspettative della vigilia, la Campionessa uscente Katia Grossi, 23 anni, di Pianico (BG). Bartalini, al momento impiegata presso la Camera dei deputati, ha partecipato, con la nazionale italiana, agli incontri internazionali contro Stati Uniti, Svezia e Germania. Nelle due partite disputate per ogni match ha ottenuto bottino pieno, riportando la bellezza di 6 vittorie. Attualmente, fa parte della squadra nazionale impegnata contro la Norvegia e della rappresentativa europea che si sta confrontando con la Germania.

20 pagina 20 IL GIORNALE DEL LAZIO Pietro Cucciardi, 63 anni, continua a volare con il suo deltaplano L APRILIANO VOLANTE Da qualche tempo fa volare il suo drone per fotografare il territorio pilotandolo comodamente da terra di Veronica Alessandrini L Apriliano volante, così era stato definito giornalisticamente, oltre 20 anni fa, il soprannome è già di per sé tutto un programma. Stiamo parlando di Pietro Cucciardi, che da decenni sorvola i cieli dell Agro Pontino (e non solo) a bordo del suo deltaplano. Molte delle più belle fotografie aeree di Aprilia e della Provincia di Latina, sono opera, durante le sue imprese in solitaria e fanno parte del suo archivio che, di volo in volo, si è andato arricchendo sempre di più. Classe 1951, Pietro (Pierino per gli amici) è da sempre appassionato di sport estremi: ha corso in moto la Parigi Dakar in solitaria, si è arruolato nella Folgore e successivamente è diventato istruttore di paracadutismo. Dal paracadutismo è poi passato al deltaplano, dapprima senza motore per poi passare a quello a motore. Abbiamo rincontrato questo personaggio singolare di Aprilia non molto tempo fa, presso il suo hangar di via Selciatella e per l occasione abbiamo rispolverato un paio di articoli tratti da Il Corrispondente, un settimanale apriliano nato nel 1989, datati 1991 (archivio G.Compagno). Il primo, firmato da Marzia Vettoretti si intitola L apriliano volante, per l appunto, e consiste in una bella intervista a Pietro in cui si descrivono le sensazioni da lui provate durante il volo in deltaplano, ripercorrendo anche gli inizi, negli anni in cui questo mezzo aereo era tutto fuorché sicuro e le persone, quando ne vedevano passare uno in cielo, si fermavano a guardarlo stupite a faccia in su. L altro è stato scritto da Pietro stesso e racconta la meravigliosa esperienza vissuta assieme alla figlia Gioia: un volo in deltaplano accompagnati da una cornacchia allevata in famiglia e chiamata Rudy. A distanza di tanti anni la passione per il volo è rimasta una costante, che però si è andata evolvendo fino ad inglobare anche le ultime novità in fatto di tecnologia: da poco l apriliano volante ha acquistato un drone con il quale può realizzare meravigliose riprese dall alto. Qualche simpatico aneddoto che Pietro ci ha raccontato, inerente a quando mostrava le sue foto aeree alle persone: «La maggior parte delle volte le persone a cui facevo vedere le mie foto si preoccupavano, pensavano a foto del catasto collegate all abusivismo e mi rispondevano siamo in regola col piano regolatore. Le industrie invece erano contente di avere foto dall alto a prezzi competitivi, perché a quell epoca non era affatto facile ottenerle, non era come oggi». Il drone da lui acquistato Aprilia: foto aerea di P. Cucciardi è guidato con un telecomando e dotato di gps su cui impostare le coordinate: è uno strumento dalle grandi potenzialità e Pietro è disposto, per chi fosse interessato, a realizzare riprese su richiesta (ovviamente dietro contributo). L amore per il volo e la fotografia ha spinto Pietro a girare in lungo e in largo la provincia di Latina, portandolo poi in altre zone d Italia e all estero: 27 Febbraio - 13 Marzo 2014 Cambogia, Vietnam e Tunisia sono solo alcune tra le mete raggiunte. Ha inoltre collaborato con scavi archeologici e l associazione Alfa, con cui ha fatto esercitazioni in mare aperto. E i rischi? «Oggi c è un buon livello di sicurezza, dipende tutto dal pilota» ci ha risposto con tranquillità l apriliano volante. Foto di Archivio G.Compagno

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un attimo assentarmi, ma è una questione di cinque minuti. Devo uscire,

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Locarno, 10 agosto 2015. Al Consiglio Comunale. L o c a r n o. Egregi Signori Presidente e Consiglieri, Premesse

Locarno, 10 agosto 2015. Al Consiglio Comunale. L o c a r n o. Egregi Signori Presidente e Consiglieri, Premesse M.M. no. 78 Concernente la richiesta di un credito di fr. 100'000. per l organizzazione di un concorso d architettura relativo al nuovo autosilo del quartiere di Locarno Monti Locarno, 10 agosto 2015 Al

Dettagli

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi Vi avevo anticipato l anno scorso che il Difensore Civico s interessa dei

Dettagli

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE Saluto tutti i presenti: iscritti, simpatizzanti rappresentanti dei partiti..

Dettagli

LA NORMATIVA ITALIANA PER L EDILIZIA SOCIALE a cura degli architetti Roberta Prampolini Daniela Rimondi

LA NORMATIVA ITALIANA PER L EDILIZIA SOCIALE a cura degli architetti Roberta Prampolini Daniela Rimondi LA NORMATIVA ITALIANA PER L EDILIZIA SOCIALE a cura degli architetti Roberta Prampolini Daniela Rimondi Protocollo di intervista semi- strutturata Dati intervista Intervista n. 2 Data intervista: 16 maggio

Dettagli

Le proposte e i progetti per la nuova casa sul mare

Le proposte e i progetti per la nuova casa sul mare Le proposte e i progetti per la nuova casa sul mare 10 giugno 2011 Introduzione Nel corso dell ultima fase del processo partecipato i partecipanti, con il supporto di un plastico della colonia messo a

Dettagli

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa 11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio raccolta integrato dei rifiuti solidi urbani. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa delibera di Consiglio,

Dettagli

COMUNE DI ROCCASTRADA (Provincia di Grosseto) CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE N. 6 DEL 12/03/2015

COMUNE DI ROCCASTRADA (Provincia di Grosseto) CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE N. 6 DEL 12/03/2015 COPIA COMUNE DI ROCCASTRADA (Provincia di Grosseto) CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE N. 6 DEL 12/03/2015 OGGETTO: APPROVAZIONE REGOLAMENTO COMUNALE PER L'ADOZIONE DI CANI RANDAGI RITROVATI SUL TERRITORIO

Dettagli

Giuseppe Iosa. Documento programmatico per la candidatura alla segreteria del Circolo Moro-Berlinguer di Peschiera Borromeo

Giuseppe Iosa. Documento programmatico per la candidatura alla segreteria del Circolo Moro-Berlinguer di Peschiera Borromeo Giuseppe Iosa Documento programmatico per la candidatura alla segreteria del Circolo Moro-Berlinguer di Peschiera Borromeo Domenica, 19 aprile 2015 Premessa Il Partito Democratico di Peschiera Borromeo,

Dettagli

Venite tutti a casa mia. Ragazzi, perché non ascoltiamo un po di musica? Quanti CD hai?

Venite tutti a casa mia. Ragazzi, perché non ascoltiamo un po di musica? Quanti CD hai? TEMPO LIBERO Venite tutti a casa mia Ragazzi, perché non ascoltiamo un po di musica? Ho molti CD di musica ska; tanti di musica punk-rock, pochi invece di altri generi. Per me la musica ska è la più divertente

Dettagli

progetto di riqualificazione urbana dei Lidi di Comacchio sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli

progetto di riqualificazione urbana dei Lidi di Comacchio sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli Allegato 1 PUNTO N. 6 all'o.d.g.: Progetto di Riqualificazione urbana Lidi di Comacchio in sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli Scacchi Prestito obbligazionario "Comune di Comacchio

Dettagli

DEL CONSIGLIO COMUNALE

DEL CONSIGLIO COMUNALE COPIA COMUNE DI MONTECATINI VAL DI CECINA PROVINCIA DI PISA -------------- DELIBERAZIONE N. 71 in data: 27.11.2008 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: COMUNICAZIONI DEL SINDACO L anno

Dettagli

AI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALE DI RHO. Anzitutto voglio ringraziarvi per il documento che avete redatto (che ho

AI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALE DI RHO. Anzitutto voglio ringraziarvi per il documento che avete redatto (che ho AI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALE DI RHO Anzitutto voglio ringraziarvi per il documento che avete redatto (che ho trovato molto interessante) e per aver organizzato un confronto tra i Candidati Sindaci indispensabile

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO PROVINCIALE. Seduta del 27 GENNAIO 2009

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO PROVINCIALE. Seduta del 27 GENNAIO 2009 PROVINCIA DI PISTOIA ORIGINALE VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO PROVINCIALE Atto N. 28 Seduta del 27 GENNAIO 2009 OGGETTO: INTERROGAZIONE ORALE DEL CONSIGLIERE CARDELLI SU SPAZI PUBBLICITARI SULLE

Dettagli

SATRICUM E IL LATIUM VETUS PROSPETTIVE ECONOMICO-CULTURALI DEL LAZIO MERIDIONALE

SATRICUM E IL LATIUM VETUS PROSPETTIVE ECONOMICO-CULTURALI DEL LAZIO MERIDIONALE - SATRICUM E IL LATIUM VETUS PROSPETTIVE ECONOMICO-CULTURALI DEL LAZIO MERIDIONALE Giornata di Studio: Testimonianze Riflessioni Proposte E s p o s i z i o n e c a r t o g r a f i c a a cura di: Assinarch

Dettagli

IN QUEL TEMPO ERA IN CORSO LA GUERRA DI SUCCESSIONE DELLA NOBILE FAMIGLIA DEI GONZAGA. ALLA MORTE DI VINCENZO GONZAGA, CARLO GONZAGA ERA

IN QUEL TEMPO ERA IN CORSO LA GUERRA DI SUCCESSIONE DELLA NOBILE FAMIGLIA DEI GONZAGA. ALLA MORTE DI VINCENZO GONZAGA, CARLO GONZAGA ERA CAPITOLO XXVII IN QUEL TEMPO ERA IN CORSO LA GUERRA DI SUCCESSIONE DELLA NOBILE FAMIGLIA DEI GONZAGA. ALLA MORTE DI VINCENZO GONZAGA, CARLO GONZAGA ERA ENTRATO IN POSSESSO DI MANTOVA E DEL MONFERRATO,

Dettagli

Innanzitutto un grande saluto a tutti coloro che avranno la pazienza di leggere queste pagine a me dedicate.

Innanzitutto un grande saluto a tutti coloro che avranno la pazienza di leggere queste pagine a me dedicate. Architetto Patrizia Braghiroli Nata a Terni (TR) il 19 Aprile 1970 Domiciliata in Terni - Quartiere Campitello Contatto : patriziabraghirolim5stelle@gmail.com Innanzitutto un grande saluto a tutti coloro

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Punto n. 6 all O.d.G.: Interpellanza, a. firma dei Consiglieri comunali di minoranza, su seggi elettorali a

Sindaco BERGAGNA Stefano Punto n. 6 all O.d.G.: Interpellanza, a. firma dei Consiglieri comunali di minoranza, su seggi elettorali a 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Punto n. 6 all O.d.G.: Interpellanza, a firma dei Consiglieri comunali di minoranza, su seggi elettorali a Buja. Prego. Cons. FASIOLO Rudi (senza microfono) Un altra interrogazione

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Dicembre 2009 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi o messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo.

Dettagli

COMUNE DI PONSACCO PROVINCIA DI PISA REGOLAMENTO URBANISTICO ADOZIONE

COMUNE DI PONSACCO PROVINCIA DI PISA REGOLAMENTO URBANISTICO ADOZIONE COMUNE DI PONSACCO PROVINCIA DI PISA REGOLAMENTO URBANISTICO ADOZIONE Programma di intervento per l'abbattimento delle Barriere Architettoniche ed Urbanistiche (P.A.B.A.) (L.R. 1/2006 art.55 comma 4, lettera

Dettagli

ISTITUTO ITALIANO STATALE COMPRENSIVO DI BARCELLONA

ISTITUTO ITALIANO STATALE COMPRENSIVO DI BARCELLONA VERBALE DEL CONSIGLIO DELLA CASSA SCOLASTICA SEDUTA DELL 11.11.2015 In data 11 novembre 2015, alle ore 18.00, su convocazione ordinaria, si sono riuniti i componenti della Cassa Scolastica per discutere

Dettagli

INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE DI FORZA ITALIA GIANNI MONTALI SULL ACQUISTO DA PARTE DEL COMUNE DEL PALAZZETTO DELLA SCHERMA

INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE DI FORZA ITALIA GIANNI MONTALI SULL ACQUISTO DA PARTE DEL COMUNE DEL PALAZZETTO DELLA SCHERMA INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE DI FORZA ITALIA GIANNI MONTALI SULL ACQUISTO DA PARTE DEL COMUNE DEL PALAZZETTO DELLA SCHERMA Il sottoscritto Gianni Montali consigliere comunale di Forza Italia,

Dettagli

(Durante la discussione esce dall aula il consigliere Amati; sono presenti n. 35 consiglieri).

(Durante la discussione esce dall aula il consigliere Amati; sono presenti n. 35 consiglieri). Il Presidente propone la trattazione dell ordine del giorno n. 53 avente per oggetto: Approvazione del progetto comportante variante agli strumenti urbanistici, relativo alla riqualificazione e potenziamento

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

Maschere a Venezia VERO O FALSO

Maschere a Venezia VERO O FALSO 45 VERO O FALSO CAP I 1) Altiero Ranelli è il direttore de Il Gazzettino di Venezia 2) Altiero Ranelli ha trovato delle lettere su MONDO-NET 3) Colombina è la sorella di Pantalone 4) La sera di carnevale,

Dettagli

55 del 10 GIUGNO 2003 PROT. N. 13419 1

55 del 10 GIUGNO 2003 PROT. N. 13419 1 55 del 10 GIUGNO 2003 PROT. N. 13419 1 OGGETTO: MOZIONE PRESENTATA DAI CONSIGLIERI MENGHI E MUNAFO DEL COMITATO ANNA MENGHI IN MERITO AL PROGETTO DEL PERCORSO PEDONALE MECCANIZZATO NELLA GALLERIA DEL COMMERCIO.

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DNO COMUNE DI ARIANO IRPINO DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 32 OGGETTO: del Reg. Legge 730/86 e s.m.i. Riparto fondi anticipati per ricostruzione Rione Valle in corso di recupero. ADUNANZA DEL

Dettagli

SCM soggetto consortile multidisciplinare - Professional Service VERBALE DI ASSEMBLEA STRAORDINARIA

SCM soggetto consortile multidisciplinare - Professional Service VERBALE DI ASSEMBLEA STRAORDINARIA VERBALE DI ASSEMBLEA STRAORDINARIA L anno 2014 il giorno 10 del mese di luglio alle ore 15.00, presso la presso la sala conferenze dell Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Firenze,

Dettagli

TEST DI GRAMMATICA 1 NOME e COGNOME INIZIO CORSO. COMPLETARE CON GLI ARTICOLI DETERMINATIVI O INDETERMINATIVI Esempio: Il mio amico è un architetto.

TEST DI GRAMMATICA 1 NOME e COGNOME INIZIO CORSO. COMPLETARE CON GLI ARTICOLI DETERMINATIVI O INDETERMINATIVI Esempio: Il mio amico è un architetto. TEST DI GRAMMATICA 1 NOME e COGNOME INIZIO CORSO COMPLETARE CON GLI ARTICOLI DETERMINATIVI O INDETERMINATIVI Esempio: Il mio amico è un architetto. 1) studente abita a Firenze. 3) Io conosco città italiane.

Dettagli

consiglio Regionale della Campania

consiglio Regionale della Campania consiglio Regionale della Campania IV Commissione Consiiare Permanente (Trasporti, Urbanistica, Lavori Pubblici) RESOCONTO INTEGRALE N. 62 SEDUTA IV COMMISSIONE CONSILIARE PERMANENTE DEL 21 DICEMBRE 2011

Dettagli

n. 175 29 settembre/6 ottobre 2015 Periodico iscritto al R.O.C. n.6552

n. 175 29 settembre/6 ottobre 2015 Periodico iscritto al R.O.C. n.6552 n. 175 29 settembre/6 ottobre 2015 Periodico iscritto al R.O.C. n.6552 Inaugurazione dell anno scolastico 2015-2016 a Napoli Qualche attento lettore di ANPInews (in particolare del n. 174 della scorsa

Dettagli

OGGETTO: INTERROGAZIONE PROT. 14821/2010 A FIRMA DEL CONSIGLIERE COMUNALE FORTUNATO MARCIANÒ, AVENTE AD OGGETTO; RISTRUTTURAZIONE CASA COMUNALE.

OGGETTO: INTERROGAZIONE PROT. 14821/2010 A FIRMA DEL CONSIGLIERE COMUNALE FORTUNATO MARCIANÒ, AVENTE AD OGGETTO; RISTRUTTURAZIONE CASA COMUNALE. Comune di Rometta Provincia di Messina DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE ORIGINALE N.37 del 15/11/2010 OGGETTO: INTERROGAZIONE PROT. 14821/2010 A FIRMA DEL CONSIGLIERE COMUNALE FORTUNATO MARCIANÒ, AVENTE

Dettagli

DELIBERAZIONE ORIGINALE DEL CONSIGLIO COMUNALE

DELIBERAZIONE ORIGINALE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE ORIGINALE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. del Reg. : 66/08 OGGETTO: ACQUISTO DELL IMMOBILE EX SCUOLA ELEMENTARE DI TAVERNA DI MONTE COLOMBO DALL AGENZIA DEL DEMANIO CONSEGUENTE CESSAZIONE DEL CONTENZIOSO

Dettagli

INTERVENTO DEL CONSIGLIERE SEGRETARIO. (Diario della cerimonia)

INTERVENTO DEL CONSIGLIERE SEGRETARIO. (Diario della cerimonia) INTERVENTO DEL CONSIGLIERE SEGRETARIO (Diario della cerimonia) Inizio con il ringraziare le autorità ed i gentili ospiti che con la loro presenza impreziosiscono questa bella manifestazione. Un saluto

Dettagli

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano?

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano? Per cominciare... 1 Osservate le foto e spiegate, nella vostra lingua, quale inizio è più importante per voi. Perché? una nuova casa un nuovo corso un nuovo lavoro 2 Quali di queste parole conoscete o

Dettagli

Guida all acquisto della casa

Guida all acquisto della casa Comprare casa senza sorprese Guida all acquisto della casa Gli aspetti fiscali I documenti da controllare I passi da compiere A cura di Roberto Spalti Introduzione Prima di acquistare Il contratto preliminare

Dettagli

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché?

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? unità 8: una casa nuova lezione 15: cercare casa 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? palazzo attico 1. Guarda la fotografia e leggi la descrizione. Questa è

Dettagli

Christian, Riccardo, Camilla, Andrea

Christian, Riccardo, Camilla, Andrea Giovedì pomeriggio ci siamo recati in biblioteca per fare una ricerca sull'illuminismo. Cercavamo un libro abbastanza antico, non trovandolo la bibliotecaria ci ha portati nell'archivio e ci ha dato un

Dettagli

Notizie dal Consiglio Comunale A cura del Gruppo Consiliare Uniti Per Burago Anno 0 Numero 0

Notizie dal Consiglio Comunale A cura del Gruppo Consiliare Uniti Per Burago Anno 0 Numero 0 Notizie dal Consiglio Comunale A cura del Gruppo Consiliare Uniti Per Burago Anno 0 Numero 0 Siamo qui... Ad un anno di distanza dalle elezioni comunali usciamo con questo nuova pubblicazione il cui obbiettivo

Dettagli

introduzione Baracca nel quartiere di Annunziata Fonte: www.corriere.it

introduzione Baracca nel quartiere di Annunziata Fonte: www.corriere.it Baracca nel quartiere di Annunziata Fonte: www.corriere.it Siamo venuti a conoscenza del problema baracche a Messina nel dicembre 2008: decorreva il centenario del terremoto che colpì l area dello Stretto

Dettagli

Via Mazzini n. 7 90018 Termini Imerese (Pa) Ter

Via Mazzini n. 7 90018 Termini Imerese (Pa) Ter Via Mazzini n. 7 90018 Termini Imerese (Pa) Tel.: 091 5540599 Email: michelangelo@lopresti.it P.E.C.: ing.m.lopresti@pec.it Ter PREMESSA Con la presente nota, il sottoscritto Ing. Michelangelo Lo Presti,

Dettagli

Psoprattutto nella fase di informazione,

Psoprattutto nella fase di informazione, UNA VISIONE DALLA PARTE DELL UTENZA DEBOLE, CICLISTI E PEDONI Marco Passigato FIAB, Federazione Italiana Amici della Bicicletta rima di iniziare vorrei ringraziare le associazioni che hanno collaborato,

Dettagli

---------------------------------------------- ! " # $ % & $ ' (# # )$ * !"#$#% &#% ' (&!#) % '#% (!% (!#

---------------------------------------------- !  # $ % & $ ' (# # )$ * !#$#% &#% ' (&!#) % '#% (!% (!# ----------------------------------------------! " # $ % & $ ' (# # )$ *!"#$#% &#% ' (&!#) % '#% (!% (!# I N D I C E Art. 1 L Autogestione dei servizi accessori e degli spazi comuni Art. 2 Costituzione

Dettagli

COMUNE DI REZZATO CONSIGLIO COMUNALE DEL 31 AGOSTO 2015 PUNTO NUMERO 2 ALL ORDINE DEL GIORNO IL SINDACO

COMUNE DI REZZATO CONSIGLIO COMUNALE DEL 31 AGOSTO 2015 PUNTO NUMERO 2 ALL ORDINE DEL GIORNO IL SINDACO COMUNE DI REZZATO CONSIGLIO COMUNALE DEL 31 AGOSTO 2015 PUNTO NUMERO 2 ALL ORDINE DEL GIORNO IL SINDACO Invita il Consesso a voler discutere del seguente argomento: RICHIESTA DI APPROVAZIONE DELLA PROCEDURA

Dettagli

apre lavora parti parla chiude prende torno vive

apre lavora parti parla chiude prende torno vive 1. Completa con la desinenza della 1 a (io) e della 2 a (tu) persona singolare dei verbi. 1. - Cosa guard...? - Guardo un film di Fellini. 2. - Dove abiti? - Abit... a Milano. 3. - Cosa ascolt...? - Ascolto

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO DEL CONSIGLIO DELL' ORDINE DEGLI ARCHITETTI PIANIFICATORI PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI VERCELLI

REGOLAMENTO INTERNO DEL CONSIGLIO DELL' ORDINE DEGLI ARCHITETTI PIANIFICATORI PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI VERCELLI REGOLAMENTO INTERNO DEL CONSIGLIO DELL' ORDINE DEGLI ARCHITETTI PIANIFICATORI PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI VERCELLI Articolo 1 - Attività del Consiglio L attività del Consiglio dell Ordine

Dettagli

Obbiettivo: accompagnare i bambini verso la comprensione del senso del peccato.

Obbiettivo: accompagnare i bambini verso la comprensione del senso del peccato. Traccia Obbiettivo: accompagnare i bambini verso la comprensione del senso del peccato. Per la preghiera: impariamo il canto per la celebrazione del perdono recitiamo insieme il Confesso e l Atto di dolore

Dettagli

ITALIANO: corso multimediale d'italiano Per stranieri. Percorso

ITALIANO: corso multimediale d'italiano Per stranieri. Percorso unità 7 - quattro chiacchiere con gli amici lezione 13: un tè in compagnia 64-66 lezione 14: al telefono 67-69 vita italiana 70 approfondimenti 71 unità 8 - una casa nuova lezione 15: cercare casa 72-74

Dettagli

DEL REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI (C.C.R.)

DEL REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI (C.C.R.) DEL REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI (C.C.R.) (Approvato con deliberazione consiliare n. 30 del 24.06.2010 e successiva modifica con deliberazione consiliare n. 50 del 25.09.2012) PREMESSA

Dettagli

Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia

Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia Rischia di slittare la proclamazione degli eletti al Consiglio Regionale della Puglia a causa della scorretta trascrizione e conseguente

Dettagli

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Sapevate che sia le donne single che quelle in coppia hanno gli incubi pensando alla Festa

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA SEDUTA: PUBBLICA

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA SEDUTA: PUBBLICA Comune di Morciano di Romagna Provincia di Rimini DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA SEDUTA: PUBBLICA NON PUBBLICA N. 159 IN DATA 20/12/2007 O G G E T T O CANONI DI LOCAZIONE INPS - INAIL E CENTRO

Dettagli

RASSEGNA STAMPA OLTRE IL DIRITTO Lunedì, 26 gennaio 2015

RASSEGNA STAMPA OLTRE IL DIRITTO Lunedì, 26 gennaio 2015 RASSEGNA STAMPA OLTRE IL DIRITTO Lunedì, 26 gennaio 2015 26/01/2015 L'Adige Pagina 12 Bruno occupato, conto da 467 mila euro 1 25/01/2015 ladige.it Il Centro Sociale Bruno deve pagare l' occupazione La

Dettagli

VERBALE N. 94 del 22.12.2014

VERBALE N. 94 del 22.12.2014 VERBALE N. 94 del 22.12.2014 . Prego Assessore Mauro Scroccaro. Ancora grazie. Anche questo

Dettagli

COMUNE DI BORGIO VEREZZI Provincia di Savona

COMUNE DI BORGIO VEREZZI Provincia di Savona COMUNE DI BORGIO VEREZZI Provincia di Savona ESTRATTO DAL REGISTRO DELLE DELIBERAZIONI DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 11 del Registro delle Deliberazioni Data 28/02/2015 OGGETTO: VALUTAZIONE AMBIENTALE STRATEGICA

Dettagli

Ordine del Giorno. Comune di Agrigento. Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013

Ordine del Giorno. Comune di Agrigento. Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013 Comune di Agrigento Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013 Ordine del Giorno 1. Designazione scrutatori; 2. Relazione previsionale e programmatica 2013 2015. Bilancio di Previsione 2013. Bilancio

Dettagli

LE SFIDE SULLE SPALLE!

LE SFIDE SULLE SPALLE! LE SFIDE Questo quarto incontro vuole aiutare a riflettere sulle sfide che l animatore si trova a vivere, sia in rapporto all educazione dei ragazzi, sia in riferimento alla propria crescita. Le attività

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Dettato. DEVI SCRIVERE IL TESTO NEL FOGLIO DELL ASCOLTO PROVA N.1 - DETTATO. 2 Ascolto Prova n. 2 Ascolta il testo: è un dialogo tra due ragazzi

Dettagli

Trento, novembre 2015. Alessandro Franceschini

Trento, novembre 2015. Alessandro Franceschini La storia delle città è molto spesso una storia di lente stratificazioni e l immagine che oggi abbiamo di esse non è altro che l ultima, provvisoria, tappa di un lungo lavoro di costruzione e ricostruzione.

Dettagli

COMUNE DI PISOGNE. Consiglio Comunale

COMUNE DI PISOGNE. Consiglio Comunale COMUNE DI PISOGNE PROVINCIA DI BRESCIA Verbale di deliberazione del Consiglio Comunale n. 34 OGGETTO: ADOZIONE PIANO REGOLATORE ILLUMINAZIONE COMUNALE (P.R.I.C.) ai sensi della LR 27/3/2000 n.17 - Adunanza

Dettagli

1 di 5 11/01/2012 0.30

1 di 5 11/01/2012 0.30 1 di 5 11/01/2012 0.30 HOME S.O.S. CORRIERE S.O.S. AVVOCATO GALLERIA NUMERI UTILI JOB CONTATTI PUBBLICITÀ ATTUALITÀ CONCORSI COMMERCIO ANIMALI VINO SCUOLA INCHIESTE SANITÀ ITALIA SALUTE SOCIALE EVENTI

Dettagli

L espulsione di una Scuola a Monteverde per consentire la demolizione dell edificio per costruire nuovi appartamenti.

L espulsione di una Scuola a Monteverde per consentire la demolizione dell edificio per costruire nuovi appartamenti. L espulsione di una Scuola a Monteverde per consentire la demolizione dell edificio per costruire nuovi appartamenti. Premessa La scuola Arcobaleno (www.scuolaarcobaleno.org) si trova dal 1994 nel quartiere

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2013/14

ANNO SCOLASTICO 2013/14 ANNO SCOLASTICO 2013/14 LA LETTERA AL SINDACO L INVITO DEL SINDACO Palermo, 6 Novembre 2013 Caro Sindaco, siamo gli alunni della classe 4^ C della scuola Francesco Orestano che si trova a Brancaccio, in

Dettagli

Nessuno però ha chiesto : come mai?...piuttosto in molti han preferito fare tutto da soli, sia la domanda che le risposte.

Nessuno però ha chiesto : come mai?...piuttosto in molti han preferito fare tutto da soli, sia la domanda che le risposte. Mino Costabile un semplice appassionato con un ruolo istituzionale di Grandi Responsabilità. Amici del motocross Puglia, doverosamente penso di dover fornire delle spiegazioni in merito alle posizioni

Dettagli

69 del 15 luglio 2002 PROT. N. 18171 1

69 del 15 luglio 2002 PROT. N. 18171 1 69 del 15 luglio 2002 PROT. N. 18171 1 OGGETTO: Mozione presentata dai consiglieri Munafò e Menghi del Comitato Anna Menghi in merito all aumento dei prezzi dopo l entrata in vigore dell Euro. RITIRATA.

Dettagli

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/7

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/7 1/7 CAMERA DEI DEPUTATI SENATO DELLA REPUBBLICA COMMISSIONE PARLAMENTARE DI INCHIESTA SULLE ATTIVITÀ ILLECIRE CONNESSE AL CICLO DEI RIFIUTI RESOCONTO STENOGRAFICO MISSIONE MARTEDÌ 14 LUGLIO 2009 PRESIDENZA

Dettagli

VERBALE della Riunione del Tavolo delle AREE OMOGENEE del giorno 16 Settembre 2014 Fossa, USRC

VERBALE della Riunione del Tavolo delle AREE OMOGENEE del giorno 16 Settembre 2014 Fossa, USRC VERBALE della Riunione del Tavolo delle AREE OMOGENEE del giorno 16 Settembre 2014 Fossa, USRC Il giorno martedì 16 settembre 2014, alle ore 15,30, presso la sala delle aree omogenee dell USRC di Fossa,

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Margherita impiegata

Dettagli

Esercizi pronomi indiretti

Esercizi pronomi indiretti Esercizi pronomi indiretti 1. Completate il dialogo con i pronomi dati: Bella la parita ieri, eh? Ma quale partita! Ho litigato con mia moglie e... alla fine non l ho vista! Ma che cosa ha fatto? Niente...

Dettagli

ASSOCIAZIONE SCIENTIFICA ITALIANA DI CONIGLICOLTURA

ASSOCIAZIONE SCIENTIFICA ITALIANA DI CONIGLICOLTURA ASSOCIAZIONE SCIENTIFICA ITALIANA DI CONIGLICOLTURA STATUTO DENOMINAZIONE SEDE - SCOPO Art. 1 Denominazione È costituita, senza scopo di lucro o finalità politiche, l Associazione denominata: "ASSOCIAZIONE

Dettagli

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N. 19 del 15/03/2012 OGGETTO: Risoluzione consensuale del contratto d affitto d azienda per la gestione del ristorante

Dettagli

BASKET: UNA SCUOLA DI VITA

BASKET: UNA SCUOLA DI VITA BASKET: UNA SCUOLA DI VITA Un incontro speciale con il mondo della pallacanestro Lunedì 7 aprile 2014, le classi terze hanno incontrato il giocatore Jacopo Balanzoni della squadra della pallacanestro Cimberio

Dettagli

COSÌ ANGELO NERI, ARCHITETTO VIAREGGINO, CONSIDERA LA NAUTI- CA. DI CRISTINA GIUNTOLI FOTO A&B PHOTODESIGN

COSÌ ANGELO NERI, ARCHITETTO VIAREGGINO, CONSIDERA LA NAUTI- CA. DI CRISTINA GIUNTOLI FOTO A&B PHOTODESIGN COSÌ ANGELO NERI, ARCHITETTO VIAREGGINO, CONSIDERA LA NAUTI- CA. NON È CERTO UN NEOFITA DEL MESTIERE, MA UN PROFESSIONISTA AFFERMATO, DALLA CREATIVITÀ FRESCA E POLIEDRICA. NE SVELIA- MO L ASPETTO IRONICO,

Dettagli

5CHIACCIERE5. Quartiere, dove è?

5CHIACCIERE5. Quartiere, dove è? 5CHIACCIERE5 Anno 2014 2015 Quartiere, dove è? Non è sparito, c è e lavora, anche se avrebbe bisogno di più persone che diano il loro contributo. Partiamo da qua per affermare che spesso confondiamo un

Dettagli

La scelta del giusto candidato

La scelta del giusto candidato efacile Come fare... La scelta del giusto candidato di Michela Merighi e Gabriele Garbucelli Forma del Tempo srl Chi cerco Dove lo trovo Come lo valuto Come lo inserisco QUESTO EBOOK È UN'ANTEPRIMA GRATUITA

Dettagli

vera e propria rigenerazione urbana.

vera e propria rigenerazione urbana. Elisabetta Meucci, Consigliera Regionale Toscana ed ex Assessore Urbanistica Comune di Firenze (intervento non rivisto dall autrice) L esperienza del Piano Strutturale e del Regolamento Urbanistico della

Dettagli

dialoghi d Ark Nardo Goffi Architetto presenta: dialoghi d Ark 7 giugno 2011 N a r d o G o f f i a r c h i t e t t o

dialoghi d Ark Nardo Goffi Architetto presenta: dialoghi d Ark 7 giugno 2011 N a r d o G o f f i a r c h i t e t t o dialoghi d Ark Nardo Goffi Architetto presenta: dialoghi d Ark 7 giugno 2011 N a r d o G o f f i a r c h i t e t t o 1 di: Lorenzo Piscopiello Nardo Goffi, classe 1966, dopo una rocambolesca esperienza

Dettagli

2.Cos è il nuoto sincronizzato...4-3. Penalità... 7-8. 4.Conclusione... 9

2.Cos è il nuoto sincronizzato...4-3. Penalità... 7-8. 4.Conclusione... 9 1.Introduzione... 2.Cos è il nuoto sincronizzato...4-3. Penalità... 7-8 4.Conclusione... 9 Elisa Boffi 2009/2010 Opzione Storia 2 1) Introduzione In questo lavoro parlerò del mio sport, il nuoto sincronizzato.

Dettagli

RISPOSTE A DOMANDE FREQUENTI. 1 = Sono un vecchio pensionato: devo comunicarvi la mia PEC (Posta Elettronica Certificata)?

RISPOSTE A DOMANDE FREQUENTI. 1 = Sono un vecchio pensionato: devo comunicarvi la mia PEC (Posta Elettronica Certificata)? RISPOSTE A DOMANDE FREQUENTI 1 = Sono un vecchio pensionato: devo comunicarvi la mia PEC (Posta Elettronica Certificata)? Secondo il testo recentemente aggiornato dell art.207 Legge Fall. richiamato dall

Dettagli

COMUNE DI VILLARICCA PROVINCIA DI NAPOLI

COMUNE DI VILLARICCA PROVINCIA DI NAPOLI COMUNE DI VILLARICCA PROVINCIA DI NAPOLI ORIGINALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 28 DEL 30.04.2013 OGGETTO: Mozione prot. 3448 del 16.04.2013 ai sensi dell art. 58 del vigente Regolamento

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi.

MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi. LA CENTRALE RISCHI Di Emanuele Bellano MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi. Noi volevamo avere qualche informazione per un mutuo. Allora

Dettagli

Consiglio di Istituto. Verbale n 2. Seduta del 08 febbr. 2006

Consiglio di Istituto. Verbale n 2. Seduta del 08 febbr. 2006 1 ISTITUTO COMPRENSIVO "G. RODARI" - ROSSANO VENETO Consiglio di Istituto Verbale n 2 Seduta del 08 febbr. 2006 Ordine del giorno: 1) Lettura e approvazione verbale seduta precedente; 2) Saluto dell Assessore

Dettagli

(Durante la discussione entrano in aula il sindaco e i consiglieri Bonomo, Cagnoni, Cattaneo, Ferraro; sono presenti n. 33 consiglieri).

(Durante la discussione entrano in aula il sindaco e i consiglieri Bonomo, Cagnoni, Cattaneo, Ferraro; sono presenti n. 33 consiglieri). Il presidente propone la trattazione dell ordine del giorno n. 16 avente per oggetto: Sostegno al disegno di legge per il finanziamento statale della manutenzione delle Mura Venete e trasferimento della

Dettagli

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace!

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! LA NOSTRA Parrocchia S.Maria di Lourdes VOCE MILANO - via Induno,12 - via Monviso 25 DICEMBRE 2OO5 Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! Vi lascio in pace, vi

Dettagli

6248 R1 27 ottobre 2009 ISTITUZIONI / FINANZE E ECONOMIA

6248 R1 27 ottobre 2009 ISTITUZIONI / FINANZE E ECONOMIA 6248 R1 27 ottobre 2009 ISTITUZIONI / FINANZE E ECONOMIA della Commissione della gestione e delle finanze sul messaggio 8 luglio 2009 concernente la richiesta di un credito di fr. 2.90 milioni per la progettazione

Dettagli

Comune di Capannoli. Provincia di Pisa REGISTRO DELLE DELIBERAZIONI DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE N.34 DEL 24/04/2002

Comune di Capannoli. Provincia di Pisa REGISTRO DELLE DELIBERAZIONI DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE N.34 DEL 24/04/2002 Comune di Capannoli Provincia di Pisa Prot.n. del REGISTRO DELLE DELIBERAZIONI DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE N.34 DEL 24/04/2002 OGGETTO: URBANISTICA ED ASSETTO DEL TERRITORIO.P.d.R. DI INIZIATIVA

Dettagli

La guerra e la bambina 1938-1948

La guerra e la bambina 1938-1948 La guerra e la bambina 1938-1948 Tea Vietti LA GUERRA E LA BAMBINA 1938-1948 racconto Dedico questi appunti di guerra ai miei figli: Antonella e Alberto e ai miei nipoti: Fabio, Luca, e Alessia, perché

Dettagli

COMUNE DI CARMIANO CONSIGLIO COMUNALE DEL 30 GENNAIO 2012 PUNTO 6 O.D.G.

COMUNE DI CARMIANO CONSIGLIO COMUNALE DEL 30 GENNAIO 2012 PUNTO 6 O.D.G. COMUNE DI CARMIANO CONSIGLIO COMUNALE DEL 30 GENNAIO 2012 PUNTO 6 O.D.G. Realizzazione di una bretella stradale di collegamento tra la SP 13 Carmiano- Novoli e la SP 121 Carmiano-Villa Convento. Approvazione

Dettagli

Vocabolario Scelte corrette.../20 Data...

Vocabolario Scelte corrette.../20 Data... UNITÀ Vocabolario Scelte corrette.../0 Data... Completa il dialogo con le parole: dimmi, ci vediamo, ciao, pronto, ti ringrazio..., Pronto parlo con casa Marini? Sì Marco, sono Andrea che cosa vuoi?...,

Dettagli

COMUNE DI POLLUTRI Provincia di Chieti

COMUNE DI POLLUTRI Provincia di Chieti COMUNE DI POLLUTRI Provincia di Chieti V E R B A L E D I D E L I B E R A Z I O N E D E L L A G I U N T A C O M U N A L E NUMERO 65 DATA 04/10/2011 OGGETTO: Risarcimento danni DI MARTINO GIAMMARCO e DI

Dettagli

STATUTO. Costituzione - Denominazione Sede. Finalità e attività

STATUTO. Costituzione - Denominazione Sede. Finalità e attività STATUTO Costituzione - Denominazione Sede Art. 1. E' costituita con sede in Sondrio, Via Romegialli n. 27, l Associazione culturale senza scopo di lucro, apolitica e apartitica, denominata Amici del Teatro

Dettagli

Presidente Ringrazio il Sindaco. Chiedo chi vuole intervenire? Ha chiesto la parola il consigliere Vinciguerra, ne ha facoltà.

Presidente Ringrazio il Sindaco. Chiedo chi vuole intervenire? Ha chiesto la parola il consigliere Vinciguerra, ne ha facoltà. CONSIGLIO COMUNALE DEL 18.12.2014 Interventi dei Sigg. consiglieri Nuovo regolamento per la disciplina dell attività e spettacolo viaggiante, circhi e simili. Abbiamo il quarto punto che è: Nuovo regolamento

Dettagli

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio.

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Siccome il cancro è una malattia incurabile, Gesù vuole spiegare

Dettagli

ESPOSTO AVANTI ALLA PROCURA DELLA REPUBBLICA PRESSO IL TRIBUNALE DI BERGAMO

ESPOSTO AVANTI ALLA PROCURA DELLA REPUBBLICA PRESSO IL TRIBUNALE DI BERGAMO STUDIO LEGALE AVV. ALESSANDRO BRESMES Viale Vittorio Emanuele II n. 23 24121 BERGAMO Tel. 035/215593 Fax 035/4133657 avvbresmes@bergamo.pecavvocati.it ESPOSTO AVANTI ALLA PROCURA DELLA REPUBBLICA PRESSO

Dettagli

UN ALBO, ALCUNI INDIZI, TANTE INTERPRETAZIONI: ma un interpretazione può essere più corretta delle altre? di Roberta Casali (agosto 2015)

UN ALBO, ALCUNI INDIZI, TANTE INTERPRETAZIONI: ma un interpretazione può essere più corretta delle altre? di Roberta Casali (agosto 2015) UN ALBO, ALCUNI INDIZI, TANTE INTERPRETAZIONI: ma un interpretazione può essere più corretta delle altre? di Roberta Casali (agosto 2015) Da circa otto mesi sto svolgendo un percorso di letture ad alta

Dettagli

COMUNE DI GAVORRANO PROVINCIA DI GROSSETO. COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 64 del 12/05/2010

COMUNE DI GAVORRANO PROVINCIA DI GROSSETO. COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 64 del 12/05/2010 COMUNE DI GAVORRANO PROVINCIA DI GROSSETO COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 64 del 12/05/2010 ================================================================= OGGETTO: INDIRIZZI SULLA VERIFICA

Dettagli