Dalla bancassicurazione all assurbanca Come cambia la distribuzione in Italia. Osservatorio I mercati azionari e obbligazionari

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Dalla bancassicurazione all assurbanca Come cambia la distribuzione in Italia. Osservatorio 2011-2012. I mercati azionari e obbligazionari"

Transcript

1 in collaborazione con: Cattedra di Economia e gestione delle imprese di assicurazione Facoltà di Economia Seconda Università degli Studi di Napoli Dalla bancassicurazione all assurbanca Come cambia la distribuzione in Italia Osservatorio I mercati azionari e obbligazionari Il risparmio delle famiglie in Italia Il risparmio gestito in Italia Le imprese assicurative in Italia Il ramo vita Il ramo danni La bancassicurazione vita e danni L assurbanca Fabrizio Morana Centro studi e ricerche AssicuraEconomia Direttore Generale I mercati azionari e obbligazionari L intensificarsi della crisi del debito sovrano, il peggioramento delle prospettive di crescita delle economie avanzate e l aumento dell avversione al rischio degli operatori hanno determinato nel corso del 2011 una forte contrazione dei valori delle azioni nei maggiori paesi avanzati. L impatto della crisi sui principali mercati si è manifestato con maggiore intensità a partire dal mese di luglio, allorché le tensioni sul debito si sono propagate dai paesi periferici a quelli più importanti, maggiormente verso Italia e Spagna. L incertezza ha penalizzato i corsi azionari, in particolar modo quelli del settore bancario, svantaggiato dalla significativa esposizione di molte grandi istituti europei nei confronti di titoli di Stato dei paesi periferici. L indice azionario S&P500, riferito alle maggiori società quotate in USA, ha ceduto nel corso del 2011 l 1% (contro un progresso del 13% nel 2010), il Dow Jones ha registrato

2 una crescita del 5% ed il Nasdaq un -2%. In Europa, nel medesimo periodo, l indice azionario Dow Jones EuroStoxx 50 che raccoglie le maggiori società quotate del continente ha perso il 18% (contro il 6% del precedente anno 2010). Passando, poi, ai singoli mercati il Ftse100 di Londra ha perduto il 5%, lo SMI di Zurigo l 8%, l AEX di Amsterdam il 12%, l Ibex35 di Madrid il 13%, il Dax 30 di Francoforte il 15%, il Cac40 di Parigi il 17%. Nel resto del mondo il Nikkei ha ceduto il 17%, il Bovespa di San Paolo il 18%, l Hang Seng di Hong Kong il 18%, l Rtsi di Mosca il 22% e, infine, il Sensex di Bombay il 25%. In Italia il FtseMib, riservato alle principali società quotate nazionali, è calato addirittura del 26% contro il -13% del 2010, segnando il maggior ribasso tra i mercati più importanti. La contrazione dei corsi azionari si è manifestata, soprattutto, nella seconda metà dell anno, periodo nel quale si è prodotto tutto il calo, sia per il nostro FtseMib che per il maggiormente rappresentativo Dow Jones EuroStoxx 50. Tornando alla situazione del debito sovrano, si è ricordato che nel corso dell anno le tensioni hanno investito parecchi mercati (tra i principali Italia e Spagna). Il brusco incremento dell avversione al rischio ha sospinto la domanda verso i titoli pubblici degli Stati ritenuti più affidabili, in testa la Germania. Per le nazioni a rischio si è prodotto un pericoloso aumento dei tassi ai quali potersi indebitare, con il contestuale innalzamento del costo del finanziamento del debito pubblico ed il crollo delle quotazioni sul mercato secondario. Ē stato in queste circostanze che gli Italiani hanno fatto la conoscenza del termine spread, ovvero di quel valore che misura il differenziale dei costi pagati dagli Stati tra loro per finanziarsi, per noi identificato da quello tra Germania ed Italia. Il risparmio delle famiglie in Italia In tema di geografia del risparmio e priorità nelle decisioni delle famiglie, nei primi mesi del 2012 il Centro Einaudi ed Intesa Sanpaolo (in precedenza il partner era BNL) hanno svolto un indagine conoscitiva presso il target rappresentato dai risparmiatori Rispetto al trascorso 2011 da esso emergono il calo della quota delle famiglie italiane che riescono a risparmiare (dal 47,2% al 38,7%) e la diminuzione del saldo tra chi ritiene sufficiente il proprio reddito e chi no (dal 53,4% al 45,7%). Inoltre, il 46% delle famiglie italiane ha cominciato ad erodere la quota di ricchezza finanziaria accumulata negli anni, mentre i bond si confermano il loro principale investimento: il 21,7% degli intervistati si è dichiarato possessore di obbligazioni (tuttavia in calo, la quota era del 24,6% nel 2011). Del resto, la crisi dei debiti sovrani ha lasciato altre tracce: scendono dal 23,7% al 17,8% coloro che giudicano le obbligazioni un investimento sempre sicuro e, viceversa, salgono al 28,5% coloro che lo giudicano molto rischioso. Gli investitori in azioni negli ultimi cinque anni sono stati il 12,5% del totale, lo stesso valore riscontrato nel Si tratta di esperti che amministrano personalmente e attivamente l esposizione al rischio, più numerosi della media fra laureati (32%), imprenditori e liberi professionisti (31,2%), individui con reddito superiore a euro mensili (30,8%). Gli investitori nel risparmio gestito sono il 10,9%, in lieve calo sul 2011: da sempre la dinamica del settore ha risentito delle oscillazioni dei mercati, e così è avvenuto anche in riferimento al In diminuzione l aliquota di coloro che hanno acquistato una casa: essa valeva il 25,7% nel 2004, il 16,2% nel 2007, il 12,7% nel 2011 e si è contratta fino ad appena il 5,5% ad inizio Aumentano, invece, le motivazioni ereditarie o di trasferimento di parte della ricchezza ai figli: il 19,5% risparmia per aiutarli, pagare loro gli studi o lasciare un eredità. Infine, si conferma in lenta crescita negli anni la motivazione a integrare la pensione (12,8% nel 2012 e 9,3% nel 2005); comunque è ancora bassa la quota di chi sottoscrive un prodotto previdenziale. Il tasso di

3 adesione è maggiore della media fra i trentenni (13,6%), i cinquantenni (14,3%), i residenti nel Nord-Ovest (15,1%) e i percettori di un reddito mensile superiore a euro (19,6%). Sono preferite (53,2%) le gestioni monetarie, miranti a salvaguardare il capitale. Metà dei dipendenti (50,2%) continua, però, a scegliere il Tfr, la cui destinazione attesa è in primo luogo sostenere i figli (38%) o investirlo per avere un reddito integrativo (19,2%). Il risparmio gestito Nel 2011 il patrimonio investito in Italia in risparmio gestito si è ridotto del 6,5%, passando da 974 a 911 miliardi di euro e portandosi a livelli inferiori anche rispetto al Il dato è causato principalmente dalla contrazione del patrimonio dei fondi comuni promossi da intermediari italiani (-14,5%). Anche i patrimoni riferiti a polizze assicurative vita dei rami III (fondi di investimento) e V (capitalizzazione) hanno subito una diminuzione (-12,5% e - 1,7%), viceversa quelli riguardanti i fondi commercializzati da intermediari esteri e i fondi pensione hanno registrato un aumento, del 7,2% e dell 8,2%. A livello di raccolta netta, nel 2011 abbiamo assistito ad un saldo globale negativo per 34 miliardi di euro. Il dato trae origine principalmente dalle richieste di rimborso rivolte a fondi comuni intermediati da soggetti italiani (38 miliardi) e alle polizze vita di ramo III e V (14 miliardi). La raccolta netta delle gestioni individuali è stata negativa per 5 miliardi, mentre i fondi comuni promossi da intermediari esteri ed i fondi pensione hanno registrato un saldo positivo per 5,2 e 11,4 miliardi di euro. Il numero dei fondi di diritto estero commercializzati in Italia è aumentato dai del 2010 ai del Si è ridotto il numero delle società autorizzate lussemburghesi mentre è aumentato quello riferito ad imprese con sede in altri Stati (massimamente regolamentate in Irlanda). Con particolare riferimento al patrimonio dei fondi comuni aperti promossi da intermediari italiani, è da segnalare la crescita della quota di quelli obbligazionari (dal 41,6% del 2010 al 43,7% del 2011) e di quelli flessibili (dal 16,1% al 17,2%). Quella dei fondi azionari, viceversa, è diminuita dal 19% al 18,3% così come per i prodotti di liquidità (da 14,4% a 12,6%). Infine, stabili i fondi hedge e i bilanciati. Nel 2011 i fondi hanno registrato un andamento negativo anche nel resto d Europa. In particolare, la raccolta dei fondi internazionali puri (ovvero quelli domiciliati in Irlanda ed in Lussemburgo, per i quali non può identificarsi un singolo Paese che concorra al patrimonio complessivo per almeno l 80%), ha subito un brusco calo rispetto al precedente In merito ai fondi immobiliari deve segnalarsi che nel corso del 2011, nonostante parallelamente alla crisi economica si sia aggravata anche la crisi immobiliare, il settore dei fondi di investimento dedicati ha presentato una sostanziale tenuta. In particolare, per i prodotti italiani si rileva come il Nav il Net Asset Value, che misura il patrimonio netto diviso il numero di quote emesse, calcolato su stime del valore degli immobili eseguiti da esperti indipendenti sia aumentato del 6,2% superando i 36 miliardi di euro, con un patrimonio stimato in 46,4 miliardi di euro. Le imprese assicurative in Italia In Italia le imprese assicurative in esercizio al 31 dicembre 2011 erano 239 (242 alla stessa data dell anno precedente), di cui 142 aventi sede legale in Italia (151 nel 2010) e 97 rappresentanze di imprese estere (91 un anno prima), per la maggior parte comunitarie. Alla stessa data erano 75 le imprese che esercitavano esclusivamente il ramo vita (di cui 18 rappresentanze) e 132 soltanto i rami danni (di cui 59 rappresentanze). Le imprese che esercitavano ambedue i rami vita e danni erano 24

4 (di cui 10 rappresentanze), disponendo di una quota di mercato del 40%. La sola riassicurazione era esercitata soltanto da 8 compagnie, tutte rappresentanze di imprese estere. Nel 2011 i premi complessivi del lavoro italiano ed estero, diretto ed indiretto ed al lordo della riassicurazione, raccolti dalle imprese aventi sede legale in Italia e dalle rappresentanze di imprese estere non comunitarie, sono stati pari a milioni di euro. Di questi, milioni sono stati raccolti nel ramo vita e nel ramo danni: il calo è stato dell 11,9% rispetto ai del 2010 (e al +8,4% del 2010 sul 2009). Il consuntivo è decisamente influenzato dal ramo vita che dopo due anni di significativi progressi nella raccolta è diminuito del 17,7% rispetto all anno precedente. Nei danni, viceversa, abbiamo assistito ad un nuovo progresso dopo quello dello scorso anno con un +2,5% sul I premi complessivi, al netto della quota dei premi ceduti, hanno raggiunto i milioni di euro (-12,3% rispetto all anno precedente): nel comparto vita e in quello danni. Il risultato del conto tecnico 1 (vita e danni complessivamente) è stato al netto della riassicurazione negativo per milioni di euro. Nel ramo danni il risultato è stato positivo per 103 milioni (era stato negativo per 375 milioni nel 2010) e nel ramo vita negativo per 3,4 miliardi. Il risultato dell attività ordinaria 2, danni e vita, è stato negativo per milioni di euro, mentre nel precedente 2010 era stato egualmente in perdita ma per la minore cifra di milioni. Il saldo dell attività straordinaria che si aggiunge a quella ordinaria è risultato positivo per 473 milioni (+614 milioni nel 2010). Complessivamente, quindi, il risultato prima delle imposte è stato negativo per milioni di euro. Considerando, infine, l effetto positivo della tassazione per milioni, il dato complessivo presenta una perdita di milioni. Le compagnie con sede in Italia, escludendosi quelle di riassicurazione, disponevano per il complesso delle loro attività (vita e danni) di un margine di solvibilità 3 di 45 miliardi di euro (-3% sul 2010). Tale margine, in ogni caso, era doppio rispetto al minimo di 22,1 miliardi richiesto dalla legge. Nel ramo vita il margine posseduto era di 26,8 miliardi di euro (1,75 volte in confronto a quello richiesto), nel ramo danni di 18,3 miliardi di euro (2,69 volte rispetto al minimo). Il ramo vita Le 70 compagnie operanti nel ramo vita hanno raccolto nel 2011 premi derivanti dal lavoro diretto italiano per milioni di euro, -18% sul 2010 allorché si era registrato un aumento dell 11,1% rispetto all anno precedente. Le principali cause del risultato sono state la ricordate turbolenza dei mercati finanziari, prodottasi nella seconda parte dell anno, e il perdurare del quadro congiunturale negativo dell economia. D altronde, nel precedente biennio , con la raccolta vita i risparmiatori avevano fortemente premiato l aspetto di sicurezza collegato alle polizze. In ogni caso, il volume di 1 Il conto tecnico dà il quadro dell attività economica svolta e dei risultati conseguiti in ciascuno dei rami esercitati dall impresa. Il conto non tecnico raccoglie, invece, le informazioni relative alla gestione patrimoniale e finanziaria. 2 L attività ordinaria indica i ricavi ed i costi legati all operatività aziendale, l attività straordinaria è costituita dai ricavi e dai costi collegati ad azioni che l impresa non svolge con continuità e che hanno, comunque, carattere straordinario. 3 Il margine di solvibilità corrisponde all aliquota del patrimonio dell impresa che eccede i mezzi necessari per far fronte a qualsiasi impegno prevedibile. La funzione del margine di solvibilità è una funzione di garanzia della solvibilità dell impresa, in quanto si risolve nell obbligo di mantenere un eccedenza delle attività rispetto alle passività proporzionata al volume di affari dell impresa stessa.

5 intermediato ha mantenuto, nello scorso anno, una quota del 20% in più rispetto al triennio Infine, i premi vita hanno rappresentato il 67% del totale (vita e danni). Deve, invece, segnalarsi che quelli raccolti dalle imprese in libera prestazione di servizi (LPS) massimamente nel ramo III linked sono risultati in aumento, 13 miliardi di euro (+10% rispetto al 2010). La raccolta netta complessiva, ovvero la differenza tra gli importi incassati e le somme pagate, è stata negativa per 104 milioni di euro (in ciascuno dei precedenti anni 2009 e 2010 aveva superato i +23 miliardi). Nel 2011 il risultato complessivo del conto tecnico del comparto vita è stato negativo per milioni di euro (era stato egualmente ma meno sensibilmente negativo nel 2010, con -314 milioni). Nel ramo I assicurazioni sulla vita umana i premi sono stati complessivamente milioni di euro (-16,4% rispetto al 2010). Si può legittimamente considerare che il calo della nuova produzione, rispetto a quella del 2010, sia correlato all aumento dei tassi sui titoli di Stato da 0,7% a inizio anno a 2% alla fine che ha finito con l attrarre, in confronto al passato, una più significativa quantità di risorse finanziarie. Gli oneri relativi ai sinistri hanno raggiunto i milioni di euro, in aumento del 23% rispetto al Tra essi vanno conteggiati anche i circa milioni dei riscatti ( milioni nel 2010). La raccolta netta si è confermata positiva per milioni (nel 2010 era stata quasi il triplo, con milioni). Infine, il risultato definitivo del conto tecnico è stato negativo per milioni di euro. Nel ramo III assicurazioni sulla vita connesse con fondi d investimento o indici - i premi del 2011 sono stati complessivamente milioni di euro, contro i del 2010 (il massimo storico si era raggiunto nel 2007 con milioni). Il calo del 19% è ascrivibile tanto alle unit-linked che alle index-linked. Gli oneri relativi ai sinistri hanno raggiunto i milioni di euro (-4,9% rispetto al 2010). I riscatti circa 12 miliardi sono diminuiti del 3%. La raccolta netta è stata negativa per il quarto anno consecutivo con milioni ( milioni nel 2010). Il risultato del conto tecnico è stato positivo per 228 milioni. Nel ramo IV assicurazioni long term care e malattia di lunga durata i premi raccolti nel 2011 sono stati 32 milioni di euro e la raccolta è risultata positiva per 24 milioni. Il risultato del conto tecnico è stato favorevole per 10 milioni. Nel ramo V operazioni di capitalizzazione i premi sono stati milioni (-40% nel rapporto con i milioni del 2010, e significativamente inferiori rispetto al massimo di del 2005). Gli oneri relativi ai sinistri sono stati milioni di euro, con un incremento del 4,3% rispetto ai del La raccolta netta ha presentato un saldo negativo di milioni, oltre 5 volte in più rispetto ai 655 milioni dell anno precedente. Infine, il risultato del conto tecnico è stato sfavorevole per 459 milioni. Nel ramo VI gestione di fondi pensione la raccolta è stata di milioni di euro, il 9.9% in meno a paragone con i milioni del Gli oneri relativi ai sinistri sono diminuiti a 413 milioni, dai 606 milioni del Come dato di sintesi, si segnala che le assicurazioni di ramo I collegate a gestioni separate dal patrimonio delle compagnie hanno rappresentato da sole quasi il 77% del totale intermediato, mentre le linked valevano circa il 17% del totale (94% la quota combinata dei due rami principali). Nel 2011 i risultati della raccolta vita nel lavoro diretto italiano, considerandosi come punto di riferimento i primi dieci Gruppi di Imprese secondo il principio del controllo esercitato da un unico soggetto, sono stati i seguenti (dati in migliaia di euro): Gruppo Generali : Gruppo Intesa San Paolo Gruppo Assicurativo Poste Vita Mediolanum

6 Gruppo Allianz Gruppo Aviva Gruppo BNP Paribas Gruppo Assicurativo Unipol Gruppo Cattolica Assicurazioni Gruppo AXA I primi dieci Gruppi hanno raccolto l 83% dei premi complessivi (84% nell anno precedente). Il Gruppo Generali Alleanza Toro, Assicurazioni Generali, Fata Vita, Genertel Life e INA Assitalia ha intermediato in valore assoluto l 8,4% in meno sul 2010, ma con una quota di mercato del 16,76%, in risalita dal precedente 15%. Mantiene il secondo posto il Gruppo Intesa San Paolo Fideuram Vita e Intesa San Paolo Vita che ha distribuito il 17,6% in meno con il 14,90% di quota di mercato, sostanzialmente stabile come incidenza percentuale sul totale. Il Gruppo Assicurativo Poste Vita compagnia Poste Vita è l unico tra i primi tre ad avere mantenuto la quantità di raccolta premi dell anno precedente, con una quota di pertinenza pari al 12,87%. In aumento per volumi Mediolanum (+3,4%), mentre è crollato il fatturato dei Gruppi Allianz Allianz, Antoniana Veneta Vita, Assicuratrice Italiana Vita, Creditras Vita e RB Vita e Aviva Avipop Vita, Aviva, Aviva Assicurazioni Vita, Aviva Life e Aviva Previdenza con -21,9% e -33,5%. In crescita del 6,2% il Gruppo BNP Paribas con Cardif Vita (unica new entry, al posto di Fondiaria-SAI) mentre in calo sono il Gruppo Unipol -9,5% con Arca Vita, Linear Life e Unipol Assicurazioni e, significativamente, il Gruppo Cattolica Assicurazioni BCC Vita, Berica Vita, Cattolica Previdenza, Lombarda Vita, Risparmio e Previdenza e Società Cattolica con -31% ed il Gruppo AXA AXA Assicurazioni, AXA Interlife e AXA MPS Assicurazioni Vita con addirittura -54,9%. In un contesto di quasi generale ripiegamento, deve segnalarsi, infine, la performance di Credemvita (sedicesimo posto) con una raccolta di miglialia di euro ed un incremento assoluto del 34,4%. Considerandosi le singole compagnie, la graduatoria (espressa in migliaia di euro) è stata la seguente: Intesa San Paolo Vita Poste Vita Mediolanum Vita Assicurazioni Generali Alleanza Toro Allianz Unipol Assicurazioni Fondiaria-SAI INA Assitalia Creditras Vita Da segnalare anche Cardif Vita (+12,9% sul fatturato 2010) e Fideuram Vita (+250%). I rami danni Nel corso del 2011 i premi raccolti dalle 100 compagnie operanti nel ramo danni sono stati pari a milioni di euro (33% del totale vita e danni, aliquota in aumento rispetto al 2010 a causa della segnalata diminuzione del vita), con un aumento del 2,6% rispetto all anno precedente. La crescita è stata influenzata dal progresso dei volumi intermediati

7 nel comparto auto: +4,6% r.c. auto e corpi veicoli terrestri, per un settore che da solo rappresenta ben oltre la metà (57%) della raccolta. D altra parte, deve anche segnalarsi che nel periodo il volume dell intermediato complessivo ha navigato in una ristretta fascia, andata dal minimo di milioni di euro (nel 2004) al massimo di milioni del Ancora modesta l incidenza sul Prodotto Interno Lordo, al 2,33% (2,29% nel 2010). Migliora il combined ratio 4, che scende sotto il 100% (97,9%, rispetto a 103,7% nel 2009 e 100,2% nel 2010). Nell anno la r.c. auto ha raccolto tramite 57 imprese milioni di euro (+5,2% in confronto ai del 2010). Su tale risultato ha influito la revisione delle tariffe praticate dalle compagnie con lo scopo di riequilibrare un andamento tecnico in continuo peggioramento. Il ramo corpi veicoli diversi ovvero le assicurazioni contro ogni danno subito dai veicoli terrestri con 63 imprese ha raccolto milioni di euro (-2% sui milioni del 2010) ed un peso del 7,9% sul totale complessivo del comparto danni. Nel settore è continuata la progressiva diminuzione dei premi incassati: dai milioni del 2007 si è assistito ad un costante calo del valore. Ē probabile che tale dato sia stato influenzato dal perdurare, anzi dell accentuarsi, della crisi economica, che può aver indotto una parte degli assicurati a cancellare coperture non obbligatorie. I premi raccolti dal lavoro diretto italiano nei rami danni diversi dal settore auto sono stati, nel 2011, pari milioni di euro ( milioni nel 2010). In ordine decrescente di volumi intermediati troviamo: infortuni con milioni di euro (-0,3% rispetto al 2010), r.c. generale con (-1,1%), altri danni ai beni con (+1,2%), incendio ed elementi naturali con (-0,2%), malattia con (+0,4%), perdite pecuniarie con 524 (+9%), cauzione con 464 (+1,7%), assistenza con 445 (+7,4%), credito con 315 (+2.8%), corpi veicoli marittimi con 301 (-2%), tutela legale con 219 (+4,1%), merci trasportate con 203 (+5,3%), corpi veicoli aerei con 42 (-15,6%), r.c. aeromobili con 24 (-9,1%) e corpi veicoli ferroviari con 7 (-1,7%). Nel 2011 i risultati in migliaia di euro della raccolta danni nel lavoro diretto italiano, considerandosi come punto di riferimento sempre i primi dieci Gruppi di Imprese secondo il principio del controllo esercitato da un unico soggetto, sono stati i seguenti: Gruppo Generali Gruppo Fondiaria-SAI Gruppo Assicurativo Unipol Gruppo Allianz Gruppo Reale Mutua Gruppo Cattolica Assicurazioni Gruppo AXA Groupama Assicurazioni Vittoria Assicurazioni Gruppo Sara Rappresenta l indice di qualità tecnica della gestione assicurativa. La differenza tra il combined ratio ed il 100% indica in percentuale i risultati della gestione assicurativa in senso stretto. Ad esempio, un combined ratio di 104% significa che la gestione caratteristica evidenzia una perdita pari al 4% del volume dei premi, che deve essere coperta con i proventi della gestione finanziaria. Viceversa, nel caso in cui esso sia il 90%, significa che c è un utile tecnico, al quale si somma il risultato della gestione finanziaria. Ē la somma del loss ratio (incidenza della sinistrosità) più l expense ratio (spese di acquisizione + spese di amministrazione).

8 I primi dieci Gruppi hanno raccolto l 85% dei premi complessivi, come nel Per volumi intermediati il Gruppo Generali Alleanza Toro, Assicurazioni Generali, Das, Europe Assistance Italia, Fata Assicurazioni Danni, Genertel e INA Assitalia ha nuovamente primeggiato, con una raccolta in marginale aumento rispetto a quella del 2010 e la conferma della quota di mercato del 21%. Si conferma al secondo posto il Gruppo Fondiaria-SAI Milano Assicurazioni, Dialogo Assicurazioni, Europa Tutela Giudiziaria, Fondiaria-SAI, Incontra Assicurazioni, Liguria, Pronto Assistance, SIAT, Systema Assicurazioni mentre non si verificano nuovi ingressi nella top ten. Considerandosi le singole Compagnie, la graduatoria in migliaia di euro è stata la seguente: Fondiaria-SAI Unipol Assicurazioni Allianz Assicurazioni Generali Milano Assicurazioni Alleanza Toro INA Assitalia Zurich Insurance AXA Assicurazioni Società Reale Mutua La bancassicurazione vita e danni Come indicato in precedenza, nel 2011 l assicurazione vita ha subito un brusco calo di raccolta rispetto ai due precedenti anni 2009 e 2010 ( milioni di euro contro e ). Pur nella pesantezza del dato osservato può, comunque, essere utile ricordare che nei non lontani anni 2007 e 2008 l intermediato del comparto era stato globalmente pari a soli e milioni di euro: se è vero, quindi che l anno appena trascorso ha presentato un significativo calo di incassi rispetto ai due che lo hanno immediatamente preceduto, è altrettanto vero, però, che nei confronti dei due anni ancora antecedenti proprio 2007 e 2008 il 2011 denota, comunque, un progresso quantitativo notevole: milioni di euro sul 2007 e milioni sul 2008, con un incremento rispettivamente del 20% e del 35% (a fronte del -9% e - 22% del 2011 rispetto a 2009 e 2010). Tali osservazioni conducono ad una considerazione abbastanza evidente: assodato il peso preponderante che ha la distribuzione tramite sportelli (bancari e postali), che nell ultimo quinquennio ha costantemente rappresentato ben oltre la metà dell intermediato vita, appare, senza alcun dubbio, che il volume totale di incassi è strettamente legato alla capacità/volontà commerciale degli stessi sportelli. Nel 2011 essi hanno pesato per il 54,7% del totale raccolto (in diminuzione sul 60,3% dell anno precedente). Il ramo più importante il ramo I, tre quarti del totale vita intermediato ha visto il canale attribuirsi più della metà degli incassi (anche se l ultimo 55,1% rappresenta un calo rispetto al precedente 60,7%). L altro ramo significativo il ramo III, 17% del totale ha egualmente visto ancora la supremazia degli sportelli, con un incidenza del 64,4% sul complessivo delle polizze linked (69,2% nel 2010). Negli altri rami per la verità poco significativi, avendo riguardo al loro volume e al margine di contribuzione le banche e Poste Italiane hanno lasciato il primo posto ai concorrenti: ai

9 broker nel ramo IV (malattia), alla vendita diretta nel ramo V (capitalizzazione) e nel ramo VI (fondi pensione). Considerandosi per valore, poi, le fasce di premi intermediate, gli sportelli detengono sempre la maggioranza: 36,8% per i premi fino euro (che rappresentano, però, soltanto l 1,2% del totale), 58,6% da a euro (incidenza del 3,1%), 50,7% da a (5,8%), 63,3% da a (8,8%) e, infine, 54,2% oltre di euro (fascia che da sola rappresenta l 81,1% degli incassi vita). In merito alle singole compagnie della bancassicurazione vita, quelle più attive nel 2011 sono state, nell ordine (dati in migliaia di euro): Intesa Sanpaolo Vita Poste Vita Creditras Vita Cardif Vita CNP Unicredit Vita Credi Agricole Vita AXA MPS Assicurazioni Vita Lombarda Vita Skandia Vita Credemvita Tra le imprese della bancassicurazione indicate, cinque di esse Intesa Sanpaolo Vita, Poste Vita, Creditras Vita, Cardif Vita e CNP Unicredit Vita figurano anche nella graduatoria delle prime dieci in assoluto. Si è visto che nel 2011 il ramo danni ha registrato un andamento della raccolta premi in modesto aumento. Gli sportelli hanno pesato per il 3,4% della torta (mentre con circa l 82% e l 8% si conferma l efficienza commerciale di agenti per altro molto spostati sulla r.c. auto e broker). L incremento nullo della quota di mercato di banche e sportelli postali +0,2% nel 2011 rispetto al 2010 tradisce le attese secondo le quali sembrava che essi fossero ormai sul punto di sferrare una potente offensiva commerciale, cominciando ad erodere il gigantesco vantaggio competitivo degli intermediari tradizionali del settore. Dai mediocri 677 milioni di euro del 2007 ai milioni del 2011 la crescita in valore assoluto appare veramente molto modesta: ci si interroga, ora, se anche nel ramo danni come accaduto nel vita, e confermandosi, comunque, l assoluta diversità delle loro dinamiche commerciali sarà sufficiente che le banche diano il via alle operazioni con l obiettivo di raggiungere almeno quella quota del 10-12% che detengono le loro consorelle francesi oppure sia ben più difficile del previsto indirizzare significativamente l attività di funzionari ed impiegati verso l ennesimo nuovo obiettivo strategico. Il loro maggior peso si registra negli infortuni e malattia (quota di mercato del 7,7%, in linea con il 2010) e nel settore property raggruppamento di incendio ed elementi naturali, altri danni ai beni, perdite pecuniarie, tutela legale ed assistenza con il 7,5%, dal 6,1%. La r.c. auto pesa per un insignificante 1,4%, come nell anno precedente. Lo scorso primo gennaio è nato il polo unico per le attività di bancassicurazione del Gruppo Intesa Sanpaolo, scaturito dalla fusione delle compagnie Eurizon Vita, Intesa Sanpaolo Vita (ex Intesa Vita), Sud Polo e Centro Vita. La nuova compagnia Intesa Sanpaolo Vita è leader in Italia con un patrimonio di circa 57 miliardi di euro (68 miliardi come Gruppo Assicurativo) e oltre 3,7 milioni di clienti. Nel 2010 la capogruppo ha raccolto

10 euro (dati in migliaia), dei quali l 88% nel ramo I. Il suo impegno verso i clienti è quello di offrire prodotti semplici, chiari e soprattutto capaci di costruire valore per i clienti stessi: con un elevato livello di servizio, sempre più efficiente lungo le varie fasi di vita del contratto, un assistenza più vicina alle esigenze dei sottoscrittori e una comunicazione più semplice e trasparente. La compagnia propone una gamma di offerta molto articolata, che copre le aree dell'investimento assicurativo, della tutela della famiglia e della previdenza complementare, avvalendosi di una struttura distributiva organizzata attraverso diversi canali. Intesa Sanpaolo, società di diritto italiano è, come ricordato, capofila del Gruppo Assicurativo Intesa Sanpaolo Vita formato dalla medesima Intesa Sanpaolo Vita, Intesa Sanpaolo Assicura (operativa nel ramo danni), Intesa Sanpaolo Life Ltd (società di diritto irlandese operante nel ramo vita in regime di libera prestazione di servizi) ed EurizonVita (Beijing) Business Advisory Co. Ltd, società di diritto cinese che svolge attività strumentali con riferimento alla partecipazione di minoranza detenuta dalla medesima Intesa Sanpaolo Vita nella società di diritto cinese Union Life Insurance Limited Company. Sterminato, infine, l elenco delle banche che ne distribuiscono i prodotti. Tra di esse, segnaliamo Banca CR Firenze, Banca dell Adriatico, Banca Fideuram, Banca IMI, Banca Intesa, Banco di Napoli, Cassa di Risparmio di Venezia e Cassa di Risparmio in Bologna. Il Gruppo Assicurativo Poste Vita appartiene al Gruppo Poste Italiane, opera tanto nel segmento vita che in quello danni e comprende Poste Vita e Poste Assicura. Nel 2000 l'isvap ha autorizzato la compagnia ad operare nel ramo III (linked) e nel settembre 2006 anche nella vendita di assicurazioni del ramo I (vita umana); recentemente, a giugno 2012, è stata consentita l intermediazione anche nel ramo IV (assicurazioni malattia a lungo termine). Poste Vita S.p.A. amministra 47,8 miliardi di euro di riserve tecniche (dati al 31/12/2011) a fronte di oltre quattro milioni di polizze collocate. Poste Assicura, la compagnia danni del gruppo, nel marzo 2010 è stata autorizzata all'esercizio delle assicurazioni danni per i rami infortuni, malattia, responsabilità civile generale, incendio, altri danni ai beni, assistenza, tutela legale e perdite pecuniarie. Nel 2010 la capogruppo ha raccolto l 86% dei premi (in totale migliaia di euro) in polizze tradizionali del ramo I. Come è noto, per l intermediazione ci si avvale dei circa sportelli postali presenti in Italia. Creditras Vita è contenuta nel Gruppo Allianz e distribuisce le proprie polizze tramite gli sportelli del Gruppo Unicredit (Unicredit Banca, Unicredit Banca di Roma, Banco di Sicilia) ed i promotori finanziari di Fineco Bank. Nel 2011 ha conquistato il primo posto nella graduatoria di distribuzione delle assicurazioni linked ( migliaia di euro, pari al 61% del totale). Cardif Vita è una compagnia di bancassicurazione che dal 2011 è interamente controllata da Cardif Assicurazioni S.p.A. (Gruppo BNP Paribas). Opera da più di venti anni nel mercato vita, attraverso una gamma differenziata di prodotti e servizi nel settore dell investimento, della previdenza e della protezione. Cardif Vita distribuisce i suoi prodotti attraverso la rete di BNL (Gruppo BNP Paribas) che conta oltre 850 sportelli dislocati su tutto il territorio italiano. CNP UniCredit Vita è la compagnia di bancassicurazione controllata dal Gruppo francese CNP Assurances S.A. La società è, inoltre, partecipata da UniCredit Group. CNP UniCredit Vita offre una gamma di prodotti ampia e diversificata, che si è evoluta nel tempo per soddisfare le attese dei clienti, in continua evoluzione. La distribuzione dei prodotti CNP UniCredit Vita è affidata agli sportelli bancari di Unicredit Banca di Roma, Banco di Sicilia e ai promotori finanziari di FinecoBank. Crédit Agricole Vita e Credit Agricole Assicurazioni sono compagnie di bancassicurazione soggette alla direzione e al coordinamento di Crédit Agricole Assurances S.A. (Gruppo Crédit Agricole). Offrono ai clienti di Cariparma, Banca Friuladria e Carispezia, reti collocatrici, un ampia gamma di prodotti vita e danni rivolti sia ai privati che alle aziende. La compagnia AXA MPS è nata nel 2007 da un accordo strategico tra il Gruppi Monte dei Paschi di Siena ed AXA nella bancassicurazione vita,

11 danni e previdenza. AXA MPS ha visto una rapida estensione della propria operatività, sia all interno che all esterno del perimetro del gruppo MPS. Sono stati conclusi importanti accordi distributivi con tutte le reti bancarie facenti capo al Gruppo toscano, includendo anche le filiali della ex Banca Antonveneta e toccando in totale quota sportelli. Inoltre, AXA MPS distribuisce tramite diversi istituti di credito esterni al gruppo MPS, proponendosi quale piattaforma di riferimento per la bancassicurazione in Italia. Lombarda Vita è una compagnia di bancassicurazione che ha alle spalle la solidità di due affermate realtà: il Gruppo Cattolica Assicurazioni e il Gruppo Ubi Banca. Da essi ha ereditato valori e tradizioni, e con impegno e trasparenza mira a stabilire un rapporto di fiducia con ogni singolo cliente: ciò perché conosce le sue esigenze e la sua necessità di risposte concrete. Per tale motivo è stata creata un ampia offerta commerciale rivolta a soddisfare le richieste del pubblico, proponendo un ventaglio di soluzioni in grado di rispondere concretamente ai bisogni della persona e dell azienda. Le banche distributrici sono Banco di Brescia, Banca Regionale Europea, Banco di San Giorgio, Banco di Valle Camonica e la rete di promotori finanziari UBI Banca Private Investment. Skandia Vita è specializzata in prodotti assicurativi del tipo unit-linked, caratterizzati da un elevato grado di personalizzazione e di flessibilità. Attualmente, i principali distributori sono Banca Fideuram, Banca Mediolanum, Barclays Bank, Credem, Fineco Bank. Credemvita, infine, è un impresa assicuratrice che opera nel ramo vita, facente parte del Gruppo Credem. I suoi prodotti sono commercializzati da Banca Euromobiliare e dalla banca Credem. L assurbanca L assurbanca consiste nell intermediazione di prodotti finanziari e bancari che le compagnie di assicurazioni effettuano tramite banche da esse stesse costituite. L attività sul campo è svolta da agenti e sub-agenti, nonché da promotori finanziari. In proposito, ricordiamo la nostra opinione che evidenzia come sul suo sviluppo possa influire la differente organizzazione dei due canali, banca ed assicurazione. La prima è costruita con filiali sul territorio, nelle quali sono operativi dipendenti diretti dell impresa: la circostanza consente, quindi, di indicare ai collaboratori in modo direttivo i comportamenti da tenere e gli obiettivi da raggiungere. Diversamente, come è noto, le compagnie di assicurazioni sono in larghissima misura articolate su agenzie in appalto, con un rapporto impresaazienda che nonostante l aumento della sua rigidità negli ultimi tempi ha conservato per l intermediario caratteristiche imprenditoriali, che difficilmente si sposano con indirizzi rigorosi provenienti dall alto (particolarmente, poi, in materia bancaria e finanziaria, che spesso strategicamente non è considerata un obiettivo meritevole di attenzione al pari del core business assicurativo). Unipol Banca è nata nel 1998 dall esperienza del Gruppo Unipol ed è la società capogruppo del Gruppo Bancario Unipol Banca (Unipol Merchant, Unipol Leasing, Unicard, Nettuno Fiduciaria e Unipol Fondi Ltd). E' presente sul territorio nazionale con una rete distributiva di circa 300 filiali bancarie presenti in 18 regioni e 78 province. Allianz Bank Financial Advisors del Gruppo Allianz consta di sedici filiali nelle principali città (tre a Roma) e numerosi centri di promozione finanziaria. Inoltre, opera come banca telefonica, mobile banking e online banking. Banca Generali fa parte del Gruppo Assicurazioni Generali. Ad essa fanno riferimento le due reti distributive dedicate alle differenti tipologie di clientela (Banca Generali Private Banking per la clientela private, Banca Generali per la clientela affluent). Sul territorio si trovano 35 tra filiali e succursali bancarie, alle quali si aggiunge una capillare presenza in tutta Italia, con agenzie riconosciute, uffici personali ed agenzie dirette private. A Banca Generali si collega

12 Simgenia, la Società di Intermediazione Mobiliare del Gruppo Generali creata per fornire ai clienti delle sue compagnie (Generali, Ina Assitalia, Alleanza Toro, Fata) tramite agentipromotori soluzioni finanziarie alle esigenze di investimento personale. Banca Reale (Gruppo Reale Mutua) è nata nel 2000 con l ambizioso obiettivo di unire i mondi assicurativo e finanziario, coniugando tradizione e innovazione all'insegna di una medesima filosofia: la qualità del servizio a beneficio dei clienti. Dispone di sei filiali bancarie (posizionate tutte nel nord Italia) e appoggia la propria operatività anche presso le agenzie assicurative di Reale Mutua. Banca SAI, nata nel 2001, è controllata al 100% da Fondiaria-Sai. Essa si propone di integrare offerta assicurativa, finanziaria e bancaria, coniugando i valori, la solidità e l'affidabilità del Gruppo Fondiaria-Sai con modalità innovative e strumenti tecnologici moderni ed efficienti. Ne fanno parte circa duecento promotori finanziari attivi nelle agenzie assicurative del Gruppo. Infine, Banca Network (tra i soci Aviva) è stata commissariata da Banca d Italia nel novembre 2011 e si attendono prossimamente ulteriori sviluppi della sua situazione. Siti web istituzionali di riferimento: ania.it bancaditalia.it consob.it covip.it isvap.it

Fact - pack mercato Vita. marzo 2013

Fact - pack mercato Vita. marzo 2013 Fact - pack mercato Vita marzo 2013 OBIETTIVI Fornire una visione sintetica dei numeri chiave del mercato vita in Italia attraverso analisi e rappresentazioni grafiche Dare un quadro riassuntivo e indicazioni,

Dettagli

L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia e alla società, mettendo a disposizione una vasta gamma di

L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia e alla società, mettendo a disposizione una vasta gamma di L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia e alla società, mettendo a disposizione una vasta gamma di servizi per la protezione dei rischi: dall assicurazione auto

Dettagli

COME CAMBIA IL MERCATO ASSICURATIVO

COME CAMBIA IL MERCATO ASSICURATIVO SPECIALE CLASSIFICA COME CAMBIA IL MERCATO ASSICURATIVO Quanto ha inciso la crisi finanziaria sui conti delle compagnie e sull andamento del settore assicurativo nel nostro Paese? Le classifiche delle

Dettagli

RISULTATO DI COMPETENZA DEGLI AZIONISTI DEL GRUPPO RISULTATO TECNICO

RISULTATO DI COMPETENZA DEGLI AZIONISTI DEL GRUPPO RISULTATO TECNICO DI INVESTIMENTI =^ ASSICURAZIONI GENERALI....................................... 1 ) 2010 68.435.400 1 62.865.500 47.295.500 3.692.500 1.701.900 364.243.300 372.585.200 52.430.800 323.851.000 72.758.600

Dettagli

LA RISCOSSA DEL VITA SPECIALE CLASSIFICA

LA RISCOSSA DEL VITA SPECIALE CLASSIFICA SPECIALE CLASSIFICA LA RISCOSSA DEL VITA Positivi il risultato complessivo d esercizio e la raccolta premi, ma sussistono diversità di performance tra rami danni e vita con un necessario ribilanciamento

Dettagli

l Assicurazione italiana in cifre luglio 2009

l Assicurazione italiana in cifre luglio 2009 l Assicurazione italiana in cifre luglio 29 L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia, mettendo a disposizione una vasta gamma di servizi per la protezione dei

Dettagli

L Assicurazione italiana in cifre

L Assicurazione italiana in cifre L Assicurazione italiana in cifre Luglio 2010 L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia, mettendo a disposizione una vasta gamma di servizi per la protezione dei

Dettagli

L ASSICURAZIONE ITALIANA IN CIFRE. Edizione 2014

L ASSICURAZIONE ITALIANA IN CIFRE. Edizione 2014 L ASSICURAZIONE ITALIANA IN CIFRE Edizione 2014 L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia e alla società, mettendo a disposizione una vasta gamma di servizi per

Dettagli

L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia e alla società, mettendo a disposizione una vasta gamma di

L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia e alla società, mettendo a disposizione una vasta gamma di L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia e alla società, mettendo a disposizione una vasta gamma di servizi per la protezione dei rischi: dall assicurazione auto

Dettagli

17 luglio 2015. Italia: premi raccolti nei settori vita e danni

17 luglio 2015. Italia: premi raccolti nei settori vita e danni Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 00187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/2002 del 9/4/2002 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della

Dettagli

L ASSICURAZIONE ITALIANA IN CIFRE. Edizione 2016

L ASSICURAZIONE ITALIANA IN CIFRE. Edizione 2016 L ASSICURAZIONE ITALIANA IN CIFRE Edizione 2016 L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia e alla società, mettendo a disposizione una vasta gamma di servizi per

Dettagli

ANIA. Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici

ANIA. Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici E D I Z I O N E 2 0 1 0 P r e m i d e l l a v o r o d i r e t t o i t a l i a n o 2 0 0 9 ANIA Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici EDIZIONE 2010 Premi del lavoro diretto italiano 2009 SEZIONE

Dettagli

ANIA Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici

ANIA Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici P r e m i d e l l a v o r o d i r e t t o i t a l i a n o 2 0 0 3 ANIA Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici Premi del lavoro diretto italiano 2003 INDICE PARTE I - Premi distinti per ramo

Dettagli

Compagnie TRA CONTRAZIONE DEI PREMI E RITORNO ALLA PROFITTABILITÀ

Compagnie TRA CONTRAZIONE DEI PREMI E RITORNO ALLA PROFITTABILITÀ SPECIALE CLASSIFICHE Compagnie TRA CONTRAZIONE DEI PREMI E RITORNO ALLA PROFITTABILITÀ L ANALISI DELLE PERFORMANCE E L EVOLUZIONE DEL SETTORE, SECONDO QUANTO EMERGE DALLE CLASSIFICHE DELLE PRIME 20 COMPAGNIE

Dettagli

Montepaschi Vita Annual F orum. Rome, October 12th - Grand Hotel Plaza, via del Corso, 126

Montepaschi Vita Annual F orum. Rome, October 12th - Grand Hotel Plaza, via del Corso, 126 Montepaschi Vita Annual F orum Rome, October 12th - Grand Hotel Plaza, via del Corso, 126 2007 I Paradigmi del Valore Assicurazioni e banche: complementarietà e competizione Come creare il massimo valore

Dettagli

ANIA Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici

ANIA Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici P r e m i d e l l a v o r o d i r e t t o i t a l i a n o 2 0 0 2 ANIA Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici Premi del lavoro diretto italiano 2002 INDICE PARTE I - Premi distinti per ramo

Dettagli

Nel primo trimestre balzo in avanti del mercato vita: falsa partenza o trend destinato a durare?

Nel primo trimestre balzo in avanti del mercato vita: falsa partenza o trend destinato a durare? www.iama.it - 2123 Milano Via Victor Hugo, 2 Telefono 2 72 25 31 r.a. Fax 2 86 46 38 9 Copyright di IAMA Consulting Srl, Milano (213) Tutti i diritti di traduzione, di riproduzione e di adattamento sono

Dettagli

Compagnie assicurative partner

Compagnie assicurative partner Compagnie assicurative partner Compagnie e intermediari presso le quali Agenzia Amica è accreditata. Ben Assicura Ben Assicura è il marchio di assicurazioni auto 100% online di Direct Line Insurance S.p.A.

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Focalizzazione su efficienza operativa del Gruppo» Costi amministrativi in calo dell 1,1% a termini omogenei

COMUNICATO STAMPA. Focalizzazione su efficienza operativa del Gruppo» Costi amministrativi in calo dell 1,1% a termini omogenei COMUNICATO STAMPA PRESS OFFICE Tel. +39.040.671180 - Tel. +39.040.671085 press@generali.com INVESTOR RELATIONS Tel. +39.040.671202 - Tel. +39.040.671347 - generali_ir@generali.com www.generali.com RISULTATI

Dettagli

La crisi frena la crescita

La crisi frena la crescita LE PRIME 100 COMPAGNIE ASSICURATIVE ITALIANE La crisi frena la crescita a cura di Fabio Bertozzi, Project Leader SCS Consulting Alfredo De Massis, Professore Università degli Studi di Bergamo e Manager

Dettagli

Dalla bancassicurazione all assurbanca. Come cambia la distribuzione in Italia. Osservatorio 2013-2014

Dalla bancassicurazione all assurbanca. Come cambia la distribuzione in Italia. Osservatorio 2013-2014 Dalla bancassicurazione all assurbanca Come cambia la distribuzione in Italia Osservatorio 2013-2014 Lo scenario economico ed i mercati finanziari. I mercati azionari e obbligazionari Il risparmio delle

Dettagli

Le famiglie e il risparmio gestito

Le famiglie e il risparmio gestito V 1 La ricchezza delle famiglie nei principali paesi avanzati Alla fine del 211 la ricchezza netta delle famiglie, ossia la somma delle attività reali e finanziarie al netto delle passività finanziarie,

Dettagli

1. CONTESTO NORMATIVO

1. CONTESTO NORMATIVO PARITÀ DI TRATTAMENTO TRA UOMINI E DONNE NEI SERVIZI ASSICURATIVI: INFORMATIVA PER L UTENZA E PER LE IMPRESE DI ASSICURAZIONE, AI SENSI DEL REGOLAMENTO ISVAP N. 30. 1. CONTESTO NORMATIVO La Direttiva 2004/113/CE,

Dettagli

FONDI PENSIONE APERTI - ELENCO DEI RENDIMENTI PER SINGOLO COMPARTO

FONDI PENSIONE APERTI - ELENCO DEI RENDIMENTI PER SINGOLO COMPARTO HELVETIA VITA - COMPAGNIA ITALO SVIZZERA D' SULLA VITA ALLIANZ ARCA SGR ALLIANZ BCC RIRMIO & SOCIETA' DI GESTIONE DEL RIRMIO DEL CREDITO COOPERATIVO (10) CREDITRAS VITA HDI ITAS VITA MEDIOLANUM GESTIONE

Dettagli

FONDI PENSIONE APERTI - ELENCO DEI RENDIMENTI PER SINGOLO COMPARTO

FONDI PENSIONE APERTI - ELENCO DEI RENDIMENTI PER SINGOLO COMPARTO HELVETIA VITA - COMPAGNIA ITALO SVIZZERA D' SULLA VITA ALLIANZ ARCA SGR ALLIANZ SOCIETA' FONDO PENSIONE FONDI PENSIONE APERTI - ELENCO DEI RENDIMENTI PER SINGOLO HELVETIA DOMANI - FONDO PENSIONE DI HELVETIA

Dettagli

FONDI PENSIONE APERTI - ELENCO DEI RENDIMENTI PER SINGOLO COMPARTO

FONDI PENSIONE APERTI - ELENCO DEI RENDIMENTI PER SINGOLO COMPARTO ARCA SGR SOCIETA' FONDO PENSIONE ALLIANZ AMUNDI SGR ANIMA SGR ASSIMOCO VITA - COMPAGNIA DI ASSICURAZIONI SULLA VITA ALMEGLIO FONDO PENSIONE ALLEANZA A CONTRIBUZIONE DEFINITA TORO - FONDO PENSIONE A CONTRIBUZIONE

Dettagli

PREMI DEL LAVORO DIRETTO ITALIANO EDIZIONE 2013

PREMI DEL LAVORO DIRETTO ITALIANO EDIZIONE 2013 EDIZIONE 2013 ANIA 2013 EDIZIONE 2013 INDICE 1 - Premi IAS/IFRS lavoro diretto italiano e lavoro complessivo delle imprese quotate Premi del lavoro COMPLESSIVO DIRETTO, INDI- RETTO ITALIANO ED ESTERO consolidati

Dettagli

Settore Assicurativo

Settore Assicurativo 28 Gruppo Unipol Bilancio Consolidato 2011 Relazione sulla gestione Settore Assicurativo Premi e prodotti di investimento La raccolta complessiva (premi diretti e indiretti e prodotti di investimento)

Dettagli

Insider. Osservatorio trimestrale sul mondo dei promotori finanziari

Insider. Osservatorio trimestrale sul mondo dei promotori finanziari Insider Osservatorio trimestrale sul mondo dei promotori finanziari Secondo trimestre 2014 Promotori stregati dagli emergenti Torna la voglia di emergenti tra i promotori finanziari in un contesto di magri

Dettagli

ASSEMBLEA ORDINARIA 3 MAGGIO 2006

ASSEMBLEA ORDINARIA 3 MAGGIO 2006 ASSEMBLEA ORDINARIA 3 MAGGIO 2006 Agenda 1 Risultati 2005 2005 consolidati del del Gruppo Gruppo Unipol Unipol 2 Risultati 2005 di Unipol Assicurazioni 2 Gruppo Unipol: principali eventi del 2005 Progetto

Dettagli

Le famiglie e il risparmio gestito

Le famiglie e il risparmio gestito V 1 La ricchezza delle famiglie nei principali paesi avanzati Nel 212 la ricchezza netta delle famiglie, pari alla somma delle attività reali e finanziarie al netto delle passività finanziarie, si è attestata

Dettagli

Il mercato assicurativo internazionale nel 2012. (quote % del mercato mondiale) Altro 36,0% Premi totali 4.612 mld Usd. Italia 3,1% Germania

Il mercato assicurativo internazionale nel 2012. (quote % del mercato mondiale) Altro 36,0% Premi totali 4.612 mld Usd. Italia 3,1% Germania Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 00187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/2002 del 9/4/2002 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della

Dettagli

COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE CONSOLIDATA AL 30 GIUGNO 2010

COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE CONSOLIDATA AL 30 GIUGNO 2010 COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE CONSOLIDATA AL 30 GIUGNO 2010 Combined Ratio a 103,5%, in miglioramento rispetto al 108% di fine 2009 ed al 105% del primo trimestre 2010 Raccolta Danni

Dettagli

Gruppi assicurativi quotati in borsa. Analisi delle cifre chiave Trimestrale 2014

Gruppi assicurativi quotati in borsa. Analisi delle cifre chiave Trimestrale 2014 Gruppi assicurativi quotati in borsa Analisi delle cifre chiave Trimestrale 2014 Elaborazioni dai comunicati stampa, dai bilanci consolidati, dalle presentazioni dei gruppi assicurativi quotati, da Borsa

Dettagli

Presentazione istituzionale

Presentazione istituzionale Presentazione istituzionale Risultati al 31 marzo 2014 Risultati consolidati Area assicurativa Area assicurativa danni Agenda Area assicurativa vita Area bancaria Gestione immobiliare e società diversificate

Dettagli

FONDI PENSIONE APERTI - ELENCO DEI RENDIMENTI PER SINGOLO COMPARTO

FONDI PENSIONE APERTI - ELENCO DEI RENDIMENTI PER SINGOLO COMPARTO SOCIETA' HELVETIA VITA - HELVETIA DOMANI - FONDO COMPAGNIA ITALO SVIZZERA DI HELVETIA D' SULLA VITA VITA (1) 91 LINEA AZIONARIO 100 11.81 14.11 12.24 8.07 4.28 ALLIANZ ARCA SGR AZIMUT CAPITAL MANAGEMENT

Dettagli

FONDI PENSIONE APERTI - INDICATORE SINTETICO DEI COSTI N. ALBO

FONDI PENSIONE APERTI - INDICATORE SINTETICO DEI COSTI N. ALBO Aggiornamento al 30/11/010 ALETTI GESTIELLE SGR SPA GESTIELLE PENSIONE E 8 PREVIDENZA ALICO ITALIA SPA ALLEANZA TORO SPA UNIONFONDO FONDO PENSIONE APERTO ALMEGLIO FONDO PENSIONE APERTO ALLEANZA A CONTRIBUZIONE

Dettagli

Gruppi assicurativi quotati in borsa. Analisi di alcune cifre chiave della novestrale 2013

Gruppi assicurativi quotati in borsa. Analisi di alcune cifre chiave della novestrale 2013 Gruppi assicurativi quotati in borsa Analisi di alcune cifre chiave della novestrale 2013 Elaborazioni dai resoconti intermedi dei gruppi assicurativi quotati, dai dati di Borsa Italiana e di quelli di

Dettagli

INTERNAZIONALE FONDO PENSIONE APERTO AUREO 53 AZIONARIO 90 18.49 12.42 6.62 8.75 3.64 COOPERATIVO SPA INTERNAZIONALE

INTERNAZIONALE FONDO PENSIONE APERTO AUREO 53 AZIONARIO 90 18.49 12.42 6.62 8.75 3.64 COOPERATIVO SPA INTERNAZIONALE FONDI PENSIONE APERTI - ELENCO DEI RENDIMENTI PER SINGOLO SOCIETA' FONDO PENSIONE NOTE HELVETIA VITA SPA - COMPAGNIA ITALO SVIZZERA D' SULLA VITA HELVETIA DOMANI - FONDO PENSIONE DI HELVETIA VITA (1) 91

Dettagli

Assemblea degli azionisti di UnipolSai

Assemblea degli azionisti di UnipolSai Assemblea degli azionisti di UnipolSai Carlo Cimbri Amministratore Delegato Bologna, 17 giugno 2015 Semplificazione, Solidità, Sostenibilità Il 2014 in sintesi 1 Semplificazione della struttura del gruppo

Dettagli

COMUNICATO STAMPA UNIPOL GRUPPO FINANZIARIO APPROVATI I RISULTATI CONSOLIDATI AL 30 SETTEMBRE 2008

COMUNICATO STAMPA UNIPOL GRUPPO FINANZIARIO APPROVATI I RISULTATI CONSOLIDATI AL 30 SETTEMBRE 2008 COMUNICATO STAMPA UNIPOL GRUPPO FINANZIARIO APPROVATI I RISULTATI CONSOLIDATI AL 30 SETTEMBRE 2008 Confermata la solida posizione di solvibilità del Gruppo, pari a 1,5 volte il capitale regolamentare;

Dettagli

FONDI PENSIONE APERTI - INDICATORE SINTETICO DEI COSTI

FONDI PENSIONE APERTI - INDICATORE SINTETICO DEI COSTI ALLEANZA TORO ALMEGLIO FONDO PENSIONE APERTO ALLEANZA A CONTRIBUZIONE DEFINITA TORO PREVIDENZA - FONDO A CONTRIBUZIONE DEFINITA 6 71 3 OBBLIGAZIONARIO (3) 3,60,1 1,66 1,4 BILANCIATO (3) 3,93,3 1,98 1,6

Dettagli

FONDI PENSIONE APERTI - ELENCO DEI RENDIMENTI PER SINGOLO COMPARTO

FONDI PENSIONE APERTI - ELENCO DEI RENDIMENTI PER SINGOLO COMPARTO ASSICURAZIONI (7) ALLIANZ AMUNDI SGR ANIMA SGR ARCA SGR SOCIETA' FONDO PENSIONE NOTE ASSIMOCO VITA - COMPAGNIA DI ASSICURAZIONI SULLA VITA AVIVA ASSICURAZIONI VITA ALMEGLIO FONDO PENSIONE A CONTRIBUZIONE

Dettagli

La ricchezza delle famiglie italiane (miliardi di euro)

La ricchezza delle famiglie italiane (miliardi di euro) Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/22 del 9/4/22 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della banca.

Dettagli

Indagine sul Risparmio e sulle scelte finanziarie degli italiani 2012

Indagine sul Risparmio e sulle scelte finanziarie degli italiani 2012 Indagine sul Risparmio e sulle scelte finanziarie degli italiani 2012 Sintesi della ricerca L Indagine sul Risparmio e sulle scelte finanziarie degli italiani 2012 è un progetto del Centro Einaudi e di

Dettagli

Servizio Studi e Gestione Dati Divisione Studi e Statistiche

Servizio Studi e Gestione Dati Divisione Studi e Statistiche Servizio Studi e Gestione Dati Divisione Studi e Statistiche Premi lordi contabilizzati a tutto il quarto trimestre 2013 dalle Imprese di assicurazione nazionali e dalle Rappresentanze per l Italia delle

Dettagli

Tav.1 - Distribuzione di prodotti finanziari e servizi di investimento delle imprese aderenti ad Assoreti (in milioni di euro)

Tav.1 - Distribuzione di prodotti finanziari e servizi di investimento delle imprese aderenti ad Assoreti (in milioni di euro) Tav.1 - Distribuzione di prodotti finanziari e servizi di investimento delle imprese aderenti ad Assoreti (in milioni di euro) RACCOLTA NETTA 3.137,8 2.781,7 7.555,9 Risparmio gestito 3.555,8 2.938,7 7.192,2

Dettagli

FONDI PENSIONE APERTI - INDICATORE SINTETICO DEI COSTI

FONDI PENSIONE APERTI - INDICATORE SINTETICO DEI COSTI Aggiornamento al 04/06/014 ALLEANZA ASSICURAZIONI ALMEGLIO FONDO PENSIONE APERTO ALLEANZA A CONTRIBUZIONE DEFINITA 6 3 OBBLIGAZIONARIO (3) 3.60.1 1.66 1.4 BILANCIATO (3) 3.93.3 1.98 1.6 AZIONARIO 4.8.8.30

Dettagli

Tabelle \ Assogestioni. La raccolta netta a aprile delle Sgr associate ad Assogestioni Elaborazione Invice su dati Assogestioni in milioni di euro

Tabelle \ Assogestioni. La raccolta netta a aprile delle Sgr associate ad Assogestioni Elaborazione Invice su dati Assogestioni in milioni di euro Tabelle \ Assogestioni 41 La raccolta netta a aprile delle Sgr associate ad Assogestioni Elaborazione Invice su dati Assogestioni in milioni di euro mln euro Patrimonio Gestito Patrimonio Gestito mln euro

Dettagli

FONDI PENSIONE APERTI - INDICATORE SINTETICO DEI COSTI

FONDI PENSIONE APERTI - INDICATORE SINTETICO DEI COSTI ALLIANZ SPA ALLEANZA ASSICURAZIONI SPA AIG VITA SPA UNIONFONDO 74 ALETTI GESTIELLE SGR GESTIELLE PENSIONE E PREVIDENZA 82 ALMEGLIO ALLEANZA A CONTRIBUZIONE DEFINITA BIPITALIA MULTIPREV - 85 INSIEME - A

Dettagli

Relazione Annuale. Presentata all'assemblea Ordinaria dei Partecipanti Roma, 31 maggio 2013. anno 2012 centodiciannovesimo esercizio.

Relazione Annuale. Presentata all'assemblea Ordinaria dei Partecipanti Roma, 31 maggio 2013. anno 2012 centodiciannovesimo esercizio. anno centodiciannovesimo esercizio Presentata all'assemblea Ordinaria dei Partecipanti Roma, 31 maggio 2013 esercizio CXIX 16. Il sistema finanziario Gli andamenti nell anno Nel il sistema finanziario

Dettagli

ASSOFIN LIBRARY C - CREDITO IMMOBILIARE EROGATO ALLE FAMIGLIE CONSUMATRICI

ASSOFIN LIBRARY C - CREDITO IMMOBILIARE EROGATO ALLE FAMIGLIE CONSUMATRICI ASSOFIN LIBRARY C - CREDITO IMMOBILIARE EROGATO ALLE FAMIGLIE CONSUMATRICI VOLUMI ATTIVITA' Volumi x 000 1.1 Consistenze (al lordo della cartolarizzazione) 1.2 Credito cartolarizzato credito in essere

Dettagli

INTERNAZIONALE FONDO PENSIONE APERTO AUREO 53 AZIONARIO 90 18.49 12.42 6.62 8.75 3.64 COOPERATIVO SPA INTERNAZIONALE

INTERNAZIONALE FONDO PENSIONE APERTO AUREO 53 AZIONARIO 90 18.49 12.42 6.62 8.75 3.64 COOPERATIVO SPA INTERNAZIONALE FONDI PENSIONE APERTI - ELENCO DEI RENDIMENTI PER SINGOLO SOCIETA' FONDO PENSIONE NOTE HELVETIA VITA SPA - COMPAGNIA ITALO SVIZZERA D' SULLA VITA HELVETIA DOMANI - FONDO PENSIONE DI HELVETIA VITA (1) 91

Dettagli

Tav.1 - Distribuzione di prodotti finanziari e servizi di investimento delle imprese aderenti ad Assoreti (in milioni di euro)

Tav.1 - Distribuzione di prodotti finanziari e servizi di investimento delle imprese aderenti ad Assoreti (in milioni di euro) Tav.1 - Distribuzione di prodotti finanziari e servizi di investimento delle imprese aderenti ad Assoreti (in milioni di euro) Gennaio 2012 Da inizio anno RACCOLTA NETTA 1.013,2 791,3 1.804,5 Risparmio

Dettagli

Assemblea degli azionisti di Unipol Gruppo Finanziario

Assemblea degli azionisti di Unipol Gruppo Finanziario Assemblea degli azionisti di Unipol Gruppo Finanziario Carlo Cimbri Amministratore Delegato Bologna, 18 giugno 2015 Semplificazione, Solidità, Sostenibilità Il 2014 in sintesi 1 Semplificazione della struttura

Dettagli

FONDI PENSIONE APERTI - INDICATORE SINTETICO DEI COSTI

FONDI PENSIONE APERTI - INDICATORE SINTETICO DEI COSTI Aggiornamento al 30/01/01 3 OBBLIGAZIONARIO (3) 3,0,1 1, 1,4 BILANCIATO (3) 3,93,3 1,98 1, AZIONARIO 4,8,8,30 1,88 LINEA 1 - OBBLIGAZIONARIA CON GARANZIA RENDIMENTO MINIMO (3), 1, 0,93 0,88 PREVIRAS FONDO

Dettagli

Tav.1 - Distribuzione di prodotti finanziari e servizi di investimento delle imprese aderenti ad Assoreti (in milioni di euro)

Tav.1 - Distribuzione di prodotti finanziari e servizi di investimento delle imprese aderenti ad Assoreti (in milioni di euro) Tav.1 - Distribuzione di prodotti finanziari e servizi di investimento delle imprese aderenti ad Assoreti (in milioni di euro) RACCOLTA NETTA 1.920,2 2.148,4 19.300,5 Risparmio gestito 1.359,5 1.944,2

Dettagli

Primi nove mesi 2014 positivi per il Gruppo Cattolica L UTILE CONSOLIDATO CRESCE DEL 27,7% A 83 MILIONI

Primi nove mesi 2014 positivi per il Gruppo Cattolica L UTILE CONSOLIDATO CRESCE DEL 27,7% A 83 MILIONI Società Cattolica di Assicurazione - Società Cooperativa Sede in Verona, Lungadige Cangrande n.16 C.F. 00320160237 Iscritta al Registro delle Imprese di Verona al n. 00320160237 Società iscritta all'albo

Dettagli

Primo semestre 2015 in crescita per il Gruppo Cattolica NEL PRIMO SEMESTRE RACCOLTA PREMI OLTRE I 3 MILIARDI E UTILE A 67 MILIONI (+19,6%)

Primo semestre 2015 in crescita per il Gruppo Cattolica NEL PRIMO SEMESTRE RACCOLTA PREMI OLTRE I 3 MILIARDI E UTILE A 67 MILIONI (+19,6%) Società Cattolica di Assicurazione - Società Cooperativa Sede in Verona, Lungadige Cangrande n.16 C.F. 00320160237 Iscritta al Registro delle Imprese di Verona al n. 00320160237 Società iscritta all'albo

Dettagli

FONDI PENSIONE APERTI - ELENCO DEI RENDIMENTI PER SINGOLO COMPARTO

FONDI PENSIONE APERTI - ELENCO DEI RENDIMENTI PER SINGOLO COMPARTO SOCIETA' FONDO ALLIANZ SPA AMUNDI SGR SPA ANIMA SGR SPA ARCA SGR SPA ASSIMOCO VITA - COMPAGNIA DI ASSICURAZIONI SULLA VITA SPA AVIVA ASSICURAZIONI VITA SPA APERTO A PREVIRAS FONDO PENSIONE APERTO A CONTRIBUZIONE

Dettagli

29 gennaio 2016. Italia: prestiti per settori

29 gennaio 2016. Italia: prestiti per settori Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 19/ del 9// Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della banca. Italia:

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. - In crescita significativa la massa amministrata, che supera i 94 miliardi di euro (+ 8% a/a)

COMUNICATO STAMPA. - In crescita significativa la massa amministrata, che supera i 94 miliardi di euro (+ 8% a/a) GRUPPO CARIPARMA CRÉDIT AGRICOLE: UTILE NETTO 2014 A 182 MILIONI (+21% A/A) TRAINATO DALLA GESTIONE OPERATIVA (+14% A/A); POSIZIONE PATRIMONIALE SOLIDA E LIVELLI PIÙ CHE ADEGUATI DI LIQUIDITÀ Il ha conseguito

Dettagli

Le società non finanziarie III. 1 La rilevanza del settore industriale nell economia

Le società non finanziarie III. 1 La rilevanza del settore industriale nell economia III 1 La rilevanza del settore industriale nell economia Il peso del settore industriale nell economia risulta eterogeneo nei principali paesi europei. In particolare, nell ultimo decennio la Germania

Dettagli

APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2013

APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2013 COMUNICATO STAMPA APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2013 UTILE NETTO CONSOLIDATO PARI A 171,5 MILIONI DI EURO (24,9 MILIONI AL 30 GIUGNO 2012) RACCOLTA DIRETTA COMPLESSIVA A 5.333 MILIONI DI EURO

Dettagli

Global Assicurazioni Garanzia di successo per i Partner

Global Assicurazioni Garanzia di successo per i Partner Global Assicurazioni Garanzia di successo per i Partner Global Assicurazioni è la Prima Agenzia Assicurativa italiana. La Società agisce su mandato di 17 compagnie leader nazionali ed internazionali e

Dettagli

gennaio SANZIONATO VIOLAZIONE IMPORTO

gennaio SANZIONATO VIOLAZIONE IMPORTO 40848 05/01/2011 Uniqa Protezione 40850 05/01/2011 Duomo Uni One Assicurazioni 40852 05/01/2011 Fata Assicurazioni Danni 40853 05/01/2011 Fata Assicurazioni Danni 40854 05/01/2011 Fata Assicurazioni Danni

Dettagli

PIANI INDIVIDUALI PENSIONISTICI DI TIPO ASSICURATIVO - ELENCO DEI RENDIMENTI PER SINGOLA LINEA

PIANI INDIVIDUALI PENSIONISTICI DI TIPO ASSICURATIVO - ELENCO DEI RENDIMENTI PER SINGOLA LINEA AVIVA AXA ASSICURAZIONI AXA ASSICURAZIONI FINECO SERENO - PIANO INDIVIDUALE AXA PROGETTO PENSIONE PIU' - PIANO AXA PROGETTO PENSIONE PIU' - PIANO 5027 AVIVA PIP AZIONARIO Ramo III 100 4,15 11,55-9,58 5069

Dettagli

Tav.1 - Distribuzione di prodotti finanziari e servizi di investimento delle imprese aderenti ad Assoreti (in milioni di euro)

Tav.1 - Distribuzione di prodotti finanziari e servizi di investimento delle imprese aderenti ad Assoreti (in milioni di euro) Tav.1 - Distribuzione di prodotti finanziari e servizi di investimento delle imprese aderenti ad Assoreti (in milioni di euro) RACCOLTA NETTA 1.327,1 260,8 13.002,0 Risparmio gestito 1.246,0 235,2 16.616,5

Dettagli

Fondi pensione aperti - Comunicazioni di adeguamento pervenute entro il 30/04/2007 (Informazioni aggiornate al 15/06/2007)

Fondi pensione aperti - Comunicazioni di adeguamento pervenute entro il 30/04/2007 (Informazioni aggiornate al 15/06/2007) Fondi pensione aperti - Comunicazioni di adeguamento pervenute entro il 30/04/2007 (Informazioni aggiornate al 15/06/2007) Numero Albo Denominazione Fondo Denominazione Società 4 PREVIRAS FONDO PENSIONE

Dettagli

1. ABC ASSICURA mediazione@pec.gruppocattolica.it. 2. ALA mediazione@ala-assicurazioni.telecompost.it

1. ABC ASSICURA mediazione@pec.gruppocattolica.it. 2. ALA mediazione@ala-assicurazioni.telecompost.it Elenco delle Imprese assicuratrici aderenti alle Linee Guida ANIA per la gestione della mediazione a fini conciliativi in materia assicurativa Aggiornato al 6 giugno 2012 N. IMPRESA CASELLA PEC A CUI INVIARE

Dettagli

PRESENTAZIONE. Dati al 30 settembre 2002

PRESENTAZIONE. Dati al 30 settembre 2002 PRESENTAZIONE Dati al 30 settembre 2002 1 2 PRESENTAZIONE DEL GRUPPO LA STRATEGIA DISTRIBUTIVA I RISULTATI LE SOCIETA DEL GRUPPO GLI OBIETTIVI IL GRUPPO UNIPOL AL 30/09/2002 UNIPOL ASSICURAZIONI (Compagnia

Dettagli

L EVOLUZIONE DEL MERCATO ITALIANO FLASH 2013/14 Research & Development Department

L EVOLUZIONE DEL MERCATO ITALIANO FLASH 2013/14 Research & Development Department Generali Group DOSSIER ASSICURAZIONI 2014 L EVOLUZIONE DEL MERCATO ITALIANO FLASH 2013/14 Research & Development Department generali.com A CURA DI: Raffaella Bagata Roberto Menegato Federica Tartara Paolo

Dettagli

APPROVATI I RISULTATI 2011 DEL GRUPPO CATTOLICA:

APPROVATI I RISULTATI 2011 DEL GRUPPO CATTOLICA: Società Cattolica di Assicurazione - Società Cooperativa Sede in Verona, Lungadige Cangrande n.16 C.F. 00320160237 Iscritta al Registro delle Imprese di Verona al n. 00320160237 Società iscritta all'albo

Dettagli

Fondi pensione aperti - Elenco aggiornato alle comunicazioni di adeguamento pervenute entro il 30/3/2007

Fondi pensione aperti - Elenco aggiornato alle comunicazioni di adeguamento pervenute entro il 30/3/2007 Fondi pensione aperti - Elenco aggiornato alle comunicazioni di adeguamento pervenute entro il 30/3/2007 Numero Albo Denominazione Fondo Denominazione Società 4 PREVIRAS FONDO PENSIONE APERTO A CONTRIBUZIONE

Dettagli

PIANI INDIVIDUALI PENSIONISTICI DI TIPO ASSICURATIVO - ELENCO DEI RENDIMENTI PER SINGOLA LINEA

PIANI INDIVIDUALI PENSIONISTICI DI TIPO ASSICURATIVO - ELENCO DEI RENDIMENTI PER SINGOLA LINEA PREVIDENZA - PIANO GARANTITA Ramo I (1) 3 3.53 3.62 3.52 3.61 BILANCIATA Ramo III 30 5.93 8.22 4.16 4.41 ASSICURATIVO - AZIONARIA Ramo III 65 13.85 12.70 5.82 6.81 FORMULA SICURA Ramo I (1) 1 2.52 2.38

Dettagli

Tav.1 - Distribuzione di prodotti finanziari e servizi di investimento delle imprese aderenti ad Assoreti (in milioni di euro)

Tav.1 - Distribuzione di prodotti finanziari e servizi di investimento delle imprese aderenti ad Assoreti (in milioni di euro) Tav.1 - Distribuzione di prodotti finanziari e servizi di investimento delle imprese aderenti ad Assoreti (in milioni di euro) RACCOLTA NETTA 2.028,3 2.823,8 15.231,9 Risparmio gestito 1.733,3 2.341,4

Dettagli

Servizio Rapporti Internazionali e Studi Sezione Studi e Statistica

Servizio Rapporti Internazionali e Studi Sezione Studi e Statistica Servizio Rapporti Internazionali e Studi Sezione Studi e Statistica Premi lordi contabilizzati al 1 trimestre 2013 dalle Imprese di assicurazione nazionali e dalle Rappresentanze per l Italia delle imprese

Dettagli

UNIPOLSAI: IL CDA HA ESAMINATO I RISULTATI PRECONSUNTIVI DEL 2014. Utile netto consolidato a 783 milioni di euro (+12,9% rispetto al 2013) 1

UNIPOLSAI: IL CDA HA ESAMINATO I RISULTATI PRECONSUNTIVI DEL 2014. Utile netto consolidato a 783 milioni di euro (+12,9% rispetto al 2013) 1 Bologna, 11 febbraio 2015 UNIPOLSAI: IL CDA HA ESAMINATO I RISULTATI PRECONSUNTIVI DEL 2014 Utile netto consolidato a 783 milioni di euro (+12,9% rispetto al 2013) 1 Raccolta assicurativa diretta a 16.008

Dettagli

PIANI INDIVIDUALI PENSIONISTICI DI TIPO ASSICURATIVO - ELENCO DEI RENDIMENTI PER SINGOLA LINEA RENDIMENTI MEDI ANNUI (%) N.

PIANI INDIVIDUALI PENSIONISTICI DI TIPO ASSICURATIVO - ELENCO DEI RENDIMENTI PER SINGOLA LINEA RENDIMENTI MEDI ANNUI (%) N. AVIVA PIANI INDIVIDUALI PENSIONISTICI DI TIPO ASSICURATIVO - ELENCO DEI RENDIMENTI PER SINGOLA LINEA AXA ASSICURAZIONI AXA ASSICURAZIONI BCC VITA BCC VITA BCC VITA AVIVA TOP PENSION - PIANO INDIVIDUALE

Dettagli

PIANI INDIVIDUALI PENSIONISTICI DI TIPO ASSICURATIVO - ELENCO DEI RENDIMENTI PER SINGOLA LINEA

PIANI INDIVIDUALI PENSIONISTICI DI TIPO ASSICURATIVO - ELENCO DEI RENDIMENTI PER SINGOLA LINEA ARCA VITA AVIVA VITA PIANI INDIVIDUALI PENSIONISTICI DI TIPO ASSICURATIVO - ELENCO DEI RENDIMENTI PER SINGOLA LINEA PREVIDENZA - PIANO GARANTITA Ramo I (1) 3 3,53 3,62 3,52 3,61 BILANCIATA Ramo III 30

Dettagli

18 settembre 2014. L industria del risparmio gestito in Italia

18 settembre 2014. L industria del risparmio gestito in Italia Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/ del 9/4/ Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della banca. L

Dettagli

9.583 6.006 7.463 +24% Premi Diretti. Quota di mercato. Ranking 2.228 6.979. Raccolta Diretta Raccolta Indiretta 15.928 11.461 29,4 +11 % 17,7

9.583 6.006 7.463 +24% Premi Diretti. Quota di mercato. Ranking 2.228 6.979. Raccolta Diretta Raccolta Indiretta 15.928 11.461 29,4 +11 % 17,7 GRUPPO UNIPOL Presentazione Aprile 2005 IL GRUPPO UNIPOL AL 31/12/2004 Eur/mln 2002 2003 2004 Comparto Assicurativo Premi Diretti 6.006 +23% 7.463 +24% 9.583 +28% dei quali Vita 3.717 +34% 4.650 +25 %

Dettagli

PIANI INDIVIDUALI PENSIONISTICI DI TIPO ASSICURATIVO - ELENCO DEI RENDIMENTI PER SINGOLA LINEA

PIANI INDIVIDUALI PENSIONISTICI DI TIPO ASSICURATIVO - ELENCO DEI RENDIMENTI PER SINGOLA LINEA AVIVA 5027 AVIVA PIP AZIONARIO Ramo III 100 18.16 17.00 9.07 10.05 UNICREDIT FUTURO PIP AVIVA - PIANO AVIVA (3) 5087 AVIVA PREVIDENZA EQUITY Ramo III 100 ASSICURATIVO - AXA PROGETTO PENSIONE PIU' - PIANO

Dettagli

Premi del Lavoro Diretto italiano 2010 Cenni e considerazioni 1

Premi del Lavoro Diretto italiano 2010 Cenni e considerazioni 1 Premi del Lavoro Diretto italiano 2010 Cenni e considerazioni 1 Premi del Lavoro Diretto italiano 2010 Cenni e considerazioni 2 Sul sito ANIA è liberamente consultabile il documento dal titolo Premi lavoro

Dettagli

1 Relazione sulla gestione

1 Relazione sulla gestione Settore Bancario Andamento della gestione del Gruppo Unipol Banca Il 2013 è stato un anno caratterizzato da profondi cambiamenti che hanno riguardato sia la struttura direzionale della banca che la composizione

Dettagli

ll boom del risparmio gestito: distribuzione e nuove regole S. Ambrosetti

ll boom del risparmio gestito: distribuzione e nuove regole S. Ambrosetti Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/22 del 9/4/22 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della banca.

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Il Roe consolidato a fine 2007 si attesta al 18,3% (17,5% nel 2006).

COMUNICATO STAMPA. Il Roe consolidato a fine 2007 si attesta al 18,3% (17,5% nel 2006). Capogruppo del Gruppo Bancario CREDITO EMILIANO CREDEM COMUNICATO STAMPA CREDEM, IL CDA APPROVA I RISULTATI DI BILANCIO CONSOLIDATO 2007(1): UTILE A 249,4 MILIONI DI EURO (+18,7%), ROE 18,3%, DIVIDENDO

Dettagli

PIANI INDIVIDUALI PENSIONISTICI DI TIPO ASSICURATIVO - ELENCO DEI RENDIMENTI PER SINGOLA LINEA

PIANI INDIVIDUALI PENSIONISTICI DI TIPO ASSICURATIVO - ELENCO DEI RENDIMENTI PER SINGOLA LINEA FINECO SERENO - PIANO INDIVIDUALE AVIVA 5027 AVIVA PIP AZIONARIO Ramo III 100 19,47-15,75 AXA ASSICURAZIONI AXA PROGETTO PENSIONE PIU' - PIANO 5069 AXA PREVIDENZA EUROPA Ramo III 100 19,80-9,30 AXA ASSICURAZIONI

Dettagli

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI COMUNICATO STAMPA ESAMINATI DAL CONSIGLIO I RISULTATI CONSOLIDATI DEL PRIMO TRIMESTRE GRUPPO ITALMOBILIARE: RICAVI: 1.386,4 MILIONI DI EURO (1.452,5 MILIONI NEL PRIMO TRIMESTRE

Dettagli

Tav.1a - Raccolta netta delle imprese aderenti ad Assoreti Risparmio gestito - in milioni di euro

Tav.1a - Raccolta netta delle imprese aderenti ad Assoreti Risparmio gestito - in milioni di euro Tav.1a - delle imprese aderenti ad Assoreti Risparmio gestito - in milioni di euro RACCOLTA NETTA Fondi comuni e Sicav di diritto italiano -231,0 Azionari -159,9 Bilanciati 88,6 Obbligazionari -198,7 di

Dettagli

COMUNICATO STAMPA GRUPPO CATTOLICA: ULTERIORE RIALZO DELL UTILE NETTO CONSOLIDATO A 66 MILIONI (+11,9%) E DEI PREMI A 2.768 MILIONI (+14,7%)

COMUNICATO STAMPA GRUPPO CATTOLICA: ULTERIORE RIALZO DELL UTILE NETTO CONSOLIDATO A 66 MILIONI (+11,9%) E DEI PREMI A 2.768 MILIONI (+14,7%) Società Cattolica di Assicurazione - Società Cooperativa Sede in Verona, Lungadige Cangrande n.16 C.F. 00320160237 Iscritta al Registro delle Imprese di Verona al n. 00320160237 COMUNICATO STAMPA GRUPPO

Dettagli

FONDI PENSIONE APERTI - INDICATORE SINTETICO DEI COSTI

FONDI PENSIONE APERTI - INDICATORE SINTETICO DEI COSTI Aggiornamento al 31/07/01 ALLIANZ AMUNDI SGR ALMEGLIO PREVIRAS A CONTRIBUZIONE DEFINITA L.A. PREVIDENZA 4 INSIEME - A CONTRIBUZIONE DEFINITA SECONDAPENSIONE FONDO PENSIONE 4 118 3 OBBLIGAZIONARIO (3) 4.0.48

Dettagli

Il Gruppo Cariparma FriulAdria consolida la crescita e il sostegno a famiglie e imprese, rafforzando i fondamentali

Il Gruppo Cariparma FriulAdria consolida la crescita e il sostegno a famiglie e imprese, rafforzando i fondamentali Comunicato stampa RISULTATI DEL 1 SEMESTRE DEL GRUPPO CARIPARMA FRIULADRIA Il Gruppo Cariparma FriulAdria consolida la crescita e il sostegno a famiglie e imprese, rafforzando i fondamentali Utile Netto

Dettagli

CREDEM, IL CDA HA APPROVATO I RISULTATI AL 30 SETTEMBRE 2013: UTILE +11,2% A/A, CORE TIER 1 AL 10%

CREDEM, IL CDA HA APPROVATO I RISULTATI AL 30 SETTEMBRE 2013: UTILE +11,2% A/A, CORE TIER 1 AL 10% CREDEM, IL CDA HA APPROVATO I RISULTATI AL 30 SETTEMBRE 2013: UTILE +11,2% A/A, CORE TIER 1 AL 10% Utile netto consolidato a 100,3 milioni di euro, +11,2% a/a; investimenti per lo sviluppo dei canali di

Dettagli

Informazioni e Tendenze Immobiliari

Informazioni e Tendenze Immobiliari LUGLIO/AGOSTO 2015 NUMERO 41 Informazioni e Tendenze Immobiliari In questo numero 1 Introduzione 2 L Indagine 5: le famiglie italiane e il mercato immobiliare nelle sei grandi città la sicurezza in casa

Dettagli

PREMI DEL LAVORO DIRETTO ITALIANO 2014. Edizione 2015

PREMI DEL LAVORO DIRETTO ITALIANO 2014. Edizione 2015 PREMI DEL LAVORO DIRETTO ITALIANO 2014 Edizione 2015 Indice 1. PREMI DISTINTI PER GRUPPO DI IMPRESE SECONDO IL PRINCIPIO DEL CONTROLLO ESERCITATO DA UN UNICO SOGGETTO Composizione dei gruppi 11 Totale

Dettagli

Overview del mercato assicurativo in Italia

Overview del mercato assicurativo in Italia Overview del mercato assicurativo in Italia Premi lordi contabilizzati ( mld) CAGR = +3,1% 118,8 99,1 33,7 33,7 33,7 37,7 37,7 37,7 85,1 61,4 61,4 85,1 85,1 61,4 2007 2007 2007 2013 2013 2013 Vita Vita

Dettagli