Municipio Roma X Parco Regionale dell Appia Antica GLI ACQUEDOTTI NELL ANTICA ROMA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Municipio Roma X Parco Regionale dell Appia Antica GLI ACQUEDOTTI NELL ANTICA ROMA"

Transcript

1 Municipio Roma X Parco Regionale dell Appia Antica GLI ACQUEDOTTI NELL ANTICA ROMA Come si può leggere nell introduzione del trattato sugli acquedotti di Frontino, il noto curator aquarum (magistrato preposto all amministrazione pubblica delle acque) della fine del I sec. d.c., per oltre quattrocento anni i Romani si accontentarono di attingere l acqua dal Tevere e da una semplice rete di fonti e di pozzi (Frontino, 4). E a partire dal 312 a.c., con la costruzione dell acquedotto del censore Appio Claudio Cieco, che prese le mosse la realizzazione di quel complesso e capillare sistema di approvvigionamento idrico (urbano e Fig. 1 Frontespizio del Commentario frontiniano del Poleni. suburbano), unico nel mondo antico per monumentalità e funzionalità, alimentato da ben undici acquedotti principali, l ultimo dei quali edificato dall imperatore Severo Alessandro, alla metà degli anni 20 del III sec. d.c.

2 E stato calcolato che a Roma la quantità di acqua pro capite, già nella prima età imperiale corrispondesse a diverse centinaia di litri al giorno: con una bella immagine Strabone, geografo di lingua greca dell età augustea, associa l acqua degli acquedotti a veri e propri fiumi che attraversano la città in lungo e in largo in condotti sopraelevati e sotterranei (Strabone, V, 3, 8). Fig. 2 L acquedotto Claudio, I. Caffi, I primi passi da compiere per la progettazione e cantierizzazione di un acquedotto erano innanzitutto la scelta delle sorgenti, fatta sempre con criteri di massima accuratezza, e lo studio analitico dei percorsi con la previsione e la soluzione dei problemi tecnici che la morfologia del territorio imponeva; da ultimo si procedeva all acquisizione da parte dello Stato dei terreni che dovevano essere attraversati dalle opere di canalizzazione.

3 Fig. 3 Gli antichi acquedotti presso Roma (R.Fabretti, De aquis et aquaeductibus veteris Romae, Roma 1680, 137, t. II)

4 Effettuate le operazioni preliminari e passando alla fase operativa, di fondamentale importanza era la captazione delle acque, che di norma veniva realizzata convogliando in un grande bacino di raccolta il corso di una fonte principale e quello di sorgenti minori. Dal bacino di captazione, attraverso un imbocco (incile), l acqua veniva Fig. 4 Esempi di sezioni di specus. imbrigliata nel canale dell acquedotto (specus), entrambi foderati al proprio interno da uno speciale rivestimento impermeabile, il c.d. cocciopesto, impasto costituito da malta, con pozzolana e frammenti di laterizi e talvolta di ceramica triturati. Lo specus poteva scorrere sotterraneo oppure in elevato, sostenuto da muri o da arcate costruite in blocchi di pietra o nelle altre diverse tecniche edilizie: in quest ultimo caso imponenti e grandiose attraversavano ampie fasce di campagna romana e in alcuni tratti anche aree interne alla città. Il canale era in genere a sezione rettangolare, con una copertura a volta in muratura oppure realizzata con tegole o mattoni bipedali o sesquipedali (vedi scheda di approfondimento sulle tecniche edilizie) posti in piano o

5 alla cappuccina (cioè a doppio spiovente). Precisi calcoli di ingegneria idraulica assicuravano all acqua che scorreva all interno del canale una pendenza costante, in media del due per mille, che le consentiva di scendere dal punto di captazione ai serbatoi terminali di raccolta e distribuzione. Ad opportuni intervalli nel percorso venivano collocati dei bacini di decantazione (piscinae limariae), costituiti da un ampliamento del canale o da una vasca posta ad uno dei suoi lati, con una duplice funzione: attenuare la velocità dell acqua e favorire la sua depurazione. Ogni actus (35 m. ), secondo Vitruvio, o ogni due actus (70 m.), secondo Plinio il Vecchio, erano costruiti dei pozzi verticali in muratura (lumina), che consentivano l areazione e l asportazione dei detriti del canale. Giunta nel centro abitato, l acqua dallo specus veniva convogliata in grandi serbatoi (castella aquae) e da qui raggiungeva le diverse destinazioni e utenze sia pubbliche che private, attraverso Fig. 5 Sezione di un castellum aquae di Pompei. tubi di terracotta o più spesso di piombo (fistulae aquariae), nonostante fosse già nota ai Romani la nocività di tale metallo per la popolazione, come ben sappiamo da Vitruvio. In genere, sulle fistulae relative ad abitazioni di clienti dell alta società o connesse ad edifici pubblici, venivano stampati a rilievo il nome del proprietario e del concessionario e altre informazioni pertinenti alla messa in opera delle tubazioni: questa consuetudine ha permesso, in alcuni casi fortunati, di risalire ai proprietari di case e ville, grazie al

6 ritrovamento nell area di antichi complessi edilizi di fistulae iscritte, come è accaduto nel corso di scavi del 1828, per la ben nota villa dei Quintili, al V miglio della via Appia Antica. L amministrazione dell approvvigionamento idrico a partire dall 11 a.c. fu affidata da Augusto ad un curator aquarum, personaggio di rango senatorio che aveva già ricoperto la massima magistratura dello Stato (consolato). Ad esso spettava il compito di bandire gli appalti dei lavori, di organizzare e regolare il funzionamento e la manutenzione degli acquedotti: per le sue funzioni egli poteva contare su una squadra di 240 aquarii (schiavi-operai con diverse specializzazioni tecniche), personale che dal 52 d.c., sotto l imperatore Claudio, fu aumentato di ulteriori 460 unità, raggiungendo così il numero complessivo di 700 operai, che dà il senso della complessità e dell importanza attribuita dallo stato romano al settore della gestione delle acque. Fig. 6 L Acquedotto Claudio nel Parco degli Acquedotti.

7 Sei degli undici acquedotti di Roma antica, nel loro percorso dalle sorgenti al centro dell abitato, attraversavano quel tratto a sud-est della Fig. 7 Porta Maggiore, gli spechi dell Acquedotto Claudio e dell Anio Novus. città, attualmente corrispondente al territorio del X Municipio: Anio Vetus, Aqua Marcia, Aqua Tepula, Aqua Iulia, Aqua Claudia, Anio Novus, a cui va aggiunto un settimo acquedotto, il Felice, costruito in età tardo-rinascimentale (cfr. schede itinerario A). Fig. 8 Gli spechi della Marcia, della Tepula e della Iulia a Porta Maggiore

8 Per saperne di più R. Lanciani, I commentari di Frontino intorno le acque e gli acquedotti di Roma antica, (ristampa), Roma AA.VV., Il Trionfo dell Acqua. Acque e Acquedotti a Roma, IV sec. a.c. XX sec., (catalogo della Mostra), Roma Th. Ashby, Gli Acquedotti dell Antica Roma, (traduzione e ristampa della prima edizione in inglese, del 1935), Roma A. Trevor Hodge, Roman Aqueducts and water supply, Londra J.P. Adam, L arte di costruire presso i romani, Milano 1998, (in part. le pp ). Roma Archeologica, Quattordicesimo Itinerario, Aquae il sistema delle acque a Roma, n. XIV, aprile L. Lombardi, G. Lena, G. Pazzagli (a cura di), Tecnica di idraulica antica, Roma Fonti delle illustrazioni Fig. 1 Il Trionfo dell Acqua 1986, p. 178, fig. 1. Fig. 2 Il Trionfo dell Acqua 1986, Tav. II. Fig. 3 Il Trionfo dell Acqua 1986, p. 3, fig. 2. Fig. 4 Tecnica di idraulica antica 2006, p. 42, fig. 17. Fig. 5 Adam 1998, p. 274, fig Fig. 6 I. Della Portella (a cura di), Via Appia Antica, Verona 2003, p. 76. Figg. 7 8 F. Tella.

Gli acquedotti di Roma: XXIII secoli di storia. (Pierluigi Martini, V. Presidente della Associazione Idrotecnica Italiana)

Gli acquedotti di Roma: XXIII secoli di storia. (Pierluigi Martini, V. Presidente della Associazione Idrotecnica Italiana) Gli acquedotti di Roma: XXIII secoli di storia (Pierluigi Martini, V. Presidente della Associazione Idrotecnica Italiana) 1 Introduzione La storia degli acquedotti di Roma inizia 2320 anni fa. Nei primi

Dettagli

AQUE URBIS ROMAE Musealizzazione degli acquedotti romani

AQUE URBIS ROMAE Musealizzazione degli acquedotti romani POLITECNICO DI MILANO Facoltà di Architettura e Società Corso di Laurea in Architettura degli Interni AQUE URBIS ROMAE Musealizzazione degli acquedotti romani Relatore Prof. Pier Federico Caliari Correlatore

Dettagli

IROMANI POSERO OGNI ATTENZIONE SU TRE COSE CHE DAI

IROMANI POSERO OGNI ATTENZIONE SU TRE COSE CHE DAI Gli acquedotti di Roma antica Un tuffo nel passato dei lavori pubblici 8 di Nicola Grifone IROMANI POSERO OGNI ATTENZIONE SU TRE COSE CHE DAI GRECI FURONO TRASCURATE, CIOÈ NELL APRIRE STRADE, NEL CONDURRE

Dettagli

Gli acquedotti di Roma: XXIII secoli di storia. Pierluigi Martini 1. Introduzione 2

Gli acquedotti di Roma: XXIII secoli di storia. Pierluigi Martini 1. Introduzione 2 Gli acquedotti di Roma: XXIII secoli di storia Pierluigi Martini 1 Introduzione 2 La eccezionale, e ben nota, capacità tecnica dei Romani nel settore acquedottistico fu all inizio ereditata, oltre che

Dettagli

Municipio Roma X Parco Regionale dell Appia Antica LE VILLE SUBURBANE IN ETA ROMANA

Municipio Roma X Parco Regionale dell Appia Antica LE VILLE SUBURBANE IN ETA ROMANA Municipio Roma X Parco Regionale dell Appia Antica LE VILLE SUBURBANE IN ETA ROMANA Dalla tarda età repubblicana le ampie aree verdi che si affacciavano lungo le vie consolari, al di fuori dell antica

Dettagli

Municipio Roma X Parco Regionale dell Appia Antica I MODI DI COSTRUIRE DEGLI ANTICHI ROMANI

Municipio Roma X Parco Regionale dell Appia Antica I MODI DI COSTRUIRE DEGLI ANTICHI ROMANI Municipio Roma X Parco Regionale dell Appia Antica I MODI DI COSTRUIRE DEGLI ANTICHI ROMANI La visione diretta delle innumerevoli testimonianze archeologiche che popolano i nostri territori, unita alla

Dettagli

Sistema idraulico di Bologna

Sistema idraulico di Bologna Sistema idraulico di Bologna Il territorio di Bologna si presenta in pendenza (da sud a nord) e con differenti altitudini. Dentro lo spazio urbano scorrono i corsi d acqua naturali e artificiali distribuendo

Dettagli

Alla Soprintendenza per i Beni Archeologici del Lazio Via Pompeo Magno, 2 00192 Roma

Alla Soprintendenza per i Beni Archeologici del Lazio Via Pompeo Magno, 2 00192 Roma Al Sindaco del Comune di Ciampino All Assessore all Assetto del Territorio All Assessore al Patrimonio All Assessore all Ambiente All Assessore alle Infrastrutture All Assessore alla Cultura All Assessore

Dettagli

L evoluzione delle fontane pubbliche: dall antichità ai giorni nostri

L evoluzione delle fontane pubbliche: dall antichità ai giorni nostri L evoluzione delle fontane pubbliche: dall antichità ai giorni nostri Fontana Tritone XVII sec. (Roma) Dott. Giorgio Temporelli - coordinatore scientifico Fondazione AMGA - acque.italiane@fondazioneamga.org

Dettagli

GLI ACQUEDOTTI DI ROMA, OPERE ANTICHE IMPORTANTI ANCHE AI GIORNI NOSTRI

GLI ACQUEDOTTI DI ROMA, OPERE ANTICHE IMPORTANTI ANCHE AI GIORNI NOSTRI 1 Gli acquedotti di Roma, opere antiche importanti anche ai giorni nostri GLI ACQUEDOTTI DI ROMA, OPERE ANTICHE IMPORTANTI ANCHE AI GIORNI NOSTRI LA MERAVIGLIA DEGLI ACQUEDOTTI Già gli antichi (Strabone,

Dettagli

TEORIE E TECNICHE COSTRUTTIVE NEL LORO SVILUPPO STORICO ARCHITETTURA ROMANA. Architettura romana UTILIZZO DELL ARCO NELL ARCHITETTURA ROMANA

TEORIE E TECNICHE COSTRUTTIVE NEL LORO SVILUPPO STORICO ARCHITETTURA ROMANA. Architettura romana UTILIZZO DELL ARCO NELL ARCHITETTURA ROMANA TEORIE E TECNICHE COSTRUTTIVE NEL LORO SVILUPPO STORICO ARCHITETTURA ROMANA Strade e ponti Viadotti Acquedotti Pont du Gard (20-16 a.c): Ltot = 270m Luci campate: 25 m Chi vorrà paragonare le inattive

Dettagli

Acquedotti: Le fonti di approvvigionamento e le relative opere

Acquedotti: Le fonti di approvvigionamento e le relative opere Corso di Laurea in Ingegneria per l Ambiente ed il Territorio Corso di Costruzioni Idrauliche A.A. 2004-05 www.dica.unict.it/users/costruzioni Acquedotti: Le fonti di approvvigionamento e le relative opere

Dettagli

Classe 2 N Ha adottato il Colombario Costantiniano Con il progetto: Adotta un monumento I professori: Susanna Arganelli Alessandra Primicieli Michele

Classe 2 N Ha adottato il Colombario Costantiniano Con il progetto: Adotta un monumento I professori: Susanna Arganelli Alessandra Primicieli Michele Classe 2 N Ha adottato il Colombario Costantiniano Con il progetto: Adotta un monumento I professori: Susanna Arganelli Alessandra Primicieli Michele Marinaccio Il Colombario Costantiniano è situato nel

Dettagli

Roma, loc. Settebagni via Salaria km 14. Impianto idraulico. Intervento 2005

Roma, loc. Settebagni via Salaria km 14. Impianto idraulico. Intervento 2005 The Journal of Fasti Online Published by the Associazione Internazionale di Archeologia Classica Piazza San Marco, 49 I-00186 Roma Tel. / Fax: ++39.06.67.98.798 http://www.aiac.org; http://www.fastionline.org

Dettagli

C H I E D E. di allacciare lo scarico delle acque reflue provenienti dal suddetto insediamento. nella fognatura pubblica di Via n.

C H I E D E. di allacciare lo scarico delle acque reflue provenienti dal suddetto insediamento. nella fognatura pubblica di Via n. MARCA DA BOLLO DA 14,62 SPETT. LE COMUNE DI CALUSCO D ADDA (BG) - Settore Tecnico OGGETTO: Richiesta di Autorizzazione all allacciamento alla fognatura pubblica D.Lgs n. 152 del 03.04.2006 e s.m.i. Regolamenti

Dettagli

ROMA SEGRETA DALLA A ALLA Z UN NUOVO ITINERARIO CON VISITE GUIDATE E ATTIVITA CULTURALI NEI TESORI ARCHEOLOGICI INFO 060608

ROMA SEGRETA DALLA A ALLA Z UN NUOVO ITINERARIO CON VISITE GUIDATE E ATTIVITA CULTURALI NEI TESORI ARCHEOLOGICI INFO 060608 ROMA SEGRETA DALLA A ALLA Z UN NUOVO ITINERARIO CON VISITE GUIDATE E ATTIVITA CULTURALI NEI TESORI ARCHEOLOGICI INFO 060608 Sabato 3 marzo MONTE TESTACCIO Via Zabaglia, 24 / angolo Via Galvani È una collina

Dettagli

Subiaco 2012 Idrogeologia! L'Idrogeologia da idro "acqua e geo-logos "discorso relativo alla Terra" è una parte dell idrologia che si occupa della distruzione e dei movimenti delle acque sotterranee. Il

Dettagli

AQUIDOTTO CALARITANUM ( Acquedotto Cagliaritano- II secolo d.c.)

AQUIDOTTO CALARITANUM ( Acquedotto Cagliaritano- II secolo d.c.) 1 AQUIDOTTO CALARITANUM ( Acquedotto Cagliaritano- II secolo d.c.) Non era facile trovare in città dell acqua di buona qualità, i pozzi erano salmastri e con portate variabili secondo la stagione. Solino,

Dettagli

OSTIA ANTICA DAL CASTRUM ALLA CITTA IMPERIALE. Un viaggio nel tempo tra Storia e curiosità.

OSTIA ANTICA DAL CASTRUM ALLA CITTA IMPERIALE. Un viaggio nel tempo tra Storia e curiosità. OSTIA ANTICA DAL CASTRUM ALLA CITTA IMPERIALE Un viaggio nel tempo tra Storia e curiosità. Prof.sse Cinque Caterina, Martani Rita, Rossi Francesca V., Sabatini Francesca, Tarsi Stefania Ficana e il re

Dettagli

Urbanistica etrusca. Urbanistica etrusca

Urbanistica etrusca. Urbanistica etrusca Urbanistica etrusca Cittàdi Misa (presso attuale Marzabotto BO) e di Spina (presso Comacchio) Misa Misa Urbanistica etrusca Cittàdi Misa (presso attuale Marzabotto BO) e di Spina (presso Comacchio) Misasedime

Dettagli

Il teatro a Roma e nel mondo romano

Il teatro a Roma e nel mondo romano Il teatro a Roma e nel mondo romano Nel corso della loro espansione verso il sud dell Italia, tra IV e III secolo a. C., i Romani incontrarono molte città greche che avevano una intensa vita teatrale ed

Dettagli

La posizione dei nostri monumenti

La posizione dei nostri monumenti Foro romano Autori: Luca Gray Beltrano, Irene Bielli, Luca Borgia, Alessandra Caldani e Martina Capitani Anno: 2013, classe: 1 N Professoressa: Francesca Giani La posizione dei nostri monumenti Tempio

Dettagli

La domus di via Goito a Roma

La domus di via Goito a Roma The Journal of Fasti Online Published by the Associazione Internazionale di Archeologia Classica Piazza San Marco, 49 I-00186 Roma Tel. / Fax: ++39.06.67.98.798 http://www.aiac.org; http://www.fastionline.org

Dettagli

Piccola Storia dell Idraulica

Piccola Storia dell Idraulica Stefano Giovanni Loffi Piccola Storia dell Idraulica libera traduzione, ridotta ma integrata, di History of Hydraulics di Hunter Rose e Simon Ince dell Istituto di Ricerca Idraulica dell Università Statale

Dettagli

Cinque occasioni da non perdere. Nazionale.

Cinque occasioni da non perdere. Nazionale. Cinque occasioni da non perdere 1 Il Museo 2 I Templi 3 L anfiteatro. Nazionale. Paestum Una città antica. 4 Il Comune di 5 Il Parco Nazionale del Cilento e Valle di Capaccio, una meraviglia ed una scoperta

Dettagli

I lavori per la realizzazione di un parcheggio nel centro storico, nei pressi di Palazzo de Curtis e

I lavori per la realizzazione di un parcheggio nel centro storico, nei pressi di Palazzo de Curtis e Pannello 1 I lavori per la realizzazione di un parcheggio nel centro storico, nei pressi di Palazzo de Curtis e nelle vicinanze della strada basolata di età imperiale messa in luce negli anni 60 del secolo

Dettagli

Gianmarco Margaritora. Il Tevere Urbano

Gianmarco Margaritora. Il Tevere Urbano Presidenza Gianmarco Margaritora Il Tevere Urbano Lo studio del corso del Tevere da Roma al mare costituisce per un ingegnere idraulico un argomento affascinante. E' un tratto di fiume di cui si possono

Dettagli

Dalla mia città al sistema-mondo. Come insegnare la città a scuola

Dalla mia città al sistema-mondo. Come insegnare la città a scuola Dalla mia città al sistema-mondo Come insegnare la città a scuola Le città di una città... Città = insediamento Città = struttura urbanistica Città = amministrazione e sistema politico Città = centro di

Dettagli

CAPITOLO 3 LINEE GUIDA PER UN QUARTIERE ECOSOSTENIBILE 3.1 LINEE GUIDA

CAPITOLO 3 LINEE GUIDA PER UN QUARTIERE ECOSOSTENIBILE 3.1 LINEE GUIDA CAPITOLO 3 LINEE GUIDA PER UN QUARTIERE ECOSOSTENIBILE 3.1 LINEE GUIDA Dopo lo studio dei vari quartieri ecosostenibili, europei ed italiani, ho notato diversità sia normative che di progettazione spostandosi

Dettagli

GLI ACQUEDOTTI ROMANI

GLI ACQUEDOTTI ROMANI GLI ACQUEDOTTI ROMANI G. Temporelli Abstract: i Romani realizzarono i più complessi ed imponenti sistemi acquedottistici che la storia ricordi. Grazie ad un ampia scelta di tecnologie e materiali gli architetti

Dettagli

STATO DI AVANZAMENTO DEI LAVORI DEL PROGETTO RIABILITAZIONE / RICOSTRUZIONE DELL OSPEDALE DI LUI: SUD SUDAN SUPPORTO ALLA MATERNITÀ E ALLA SALA PARTO

STATO DI AVANZAMENTO DEI LAVORI DEL PROGETTO RIABILITAZIONE / RICOSTRUZIONE DELL OSPEDALE DI LUI: SUD SUDAN SUPPORTO ALLA MATERNITÀ E ALLA SALA PARTO STATO DI AVANZAMENTO DEI LAVORI DEL PROGETTO RIABILITAZIONE / RICOSTRUZIONE DELL OSPEDALE DI LUI: SUPPORTO ALLA MATERNITÀ E ALLA SALA PARTO SUD SUDAN Agosto 2011 Attività di riabilitazione e costruzione

Dettagli

Progettazione Costruzioni ed Impianti IMPIANTI TECNOLOGICI CAP. II IMPIANTO IDRICO : IMPIANTO DI DISTRIBUZIONE INTERNA E FOGNATURA

Progettazione Costruzioni ed Impianti IMPIANTI TECNOLOGICI CAP. II IMPIANTO IDRICO : IMPIANTO DI DISTRIBUZIONE INTERNA E FOGNATURA Progettazione Costruzioni ed Impianti IMPIANTI TECNOLOGICI CAP. II IMPIANTO IDRICO : IMPIANTO DI DISTRIBUZIONE INTERNA E FOGNATURA Rete di distribuzione interna - Schemi Colonne verticali di grossa sezione

Dettagli

Consorzio della bonifica Reno Palata - Bologna

Consorzio della bonifica Reno Palata - Bologna Progetto di realizzazione di un impianto di sollevamento d acqua da fiume per la distribuzione igienico-potabile al contesto abitativo e all ospedale del villaggio rurale di Matadi Babusongo (Provincia

Dettagli

ACQUEDOTTO VERGINE. (min 10 / max 20 persone a visita) Visite guidate a cura dell associazione culturale M ARTE Info e prenotazioni 392.

ACQUEDOTTO VERGINE. (min 10 / max 20 persone a visita) Visite guidate a cura dell associazione culturale M ARTE Info e prenotazioni 392. ACQUEDOTTO VERGINE Via del Nazareno, 9/a Unico acquedotto antico tuttora in funzione, fu realizzato nel 19 a.c. per rifornire le terme di Agrippa nel Campo Marzio. Il percorso consiste nell illustrazione

Dettagli

A.R.P.A. Regione Piemonte

A.R.P.A. Regione Piemonte Al Signor Sindaco del Comune di Corio Pagina 1/5 Domanda di autorizzazione allo scarico di acque reflue domestiche o ad esse assimilabili in ricettore diverso dalla pubblica fognatura (ai sensi del D.Lgs.

Dettagli

Strade dell antica Roma. Lavoro realizzato da Kevin Panetto Classe 2M CAT ISIS Mossa-Brunelleschi Oristano A.S. 2012/2013

Strade dell antica Roma. Lavoro realizzato da Kevin Panetto Classe 2M CAT ISIS Mossa-Brunelleschi Oristano A.S. 2012/2013 Strade dell antica Roma Lavoro realizzato da Kevin Panetto Classe 2M CAT ISIS Mossa-Brunelleschi Oristano A.S. 2012/2013 Vie e strade di Roma I Romani, per scopi militari, politici e commerciali, iniziarono

Dettagli

LA GIORNATA DELL ACQUA. Scuola Media Tartini Classe II C

LA GIORNATA DELL ACQUA. Scuola Media Tartini Classe II C LA GIORNATA DELL ACQUA Scuola Media Tartini Classe II C 6 Marzo 2014 Volume totale di acqua sulla terra 1,4 miliardi di km3 La superficie della terra è ricoperta dal 71% da acqua. Questa superficie si

Dettagli

COMUNE DI CASALBUTTANO Provincia di Cremona. STUDIO GEOLOGICO DEL TERRITORIO COMUNALE (L.R. 24.11.97 N. 41, art. 2)

COMUNE DI CASALBUTTANO Provincia di Cremona. STUDIO GEOLOGICO DEL TERRITORIO COMUNALE (L.R. 24.11.97 N. 41, art. 2) COMUNE DI CASALBUTTANO Provincia di Cremona STUDIO GEOLOGICO DEL TERRITORIO COMUNALE (L.R. 24.11.97 N. 41, art. 2) NORME GEOLOGICHE DI ATTUAZIONE (N.G.T.) IL GEOLOGO Dr Giovanni Bassi Settembre 2004 RIC-40-04

Dettagli

Il riassetto organizzativo-gestionale dei servizi idrici

Il riassetto organizzativo-gestionale dei servizi idrici Filippa Bellante Il riassetto organizzativo-gestionale dei servizi idrici ARACNE Copyright MMV ARACNE EDITRICE S.r.l. www.aracneeditrice.it info@aracneeditrice.it 00173 Roma via Raffaele Garofalo, 133

Dettagli

FOGNATURE: DEFINIZIONI, NORMATIVA DI RIFERIMENTO E ORGANIZZAZIONE

FOGNATURE: DEFINIZIONI, NORMATIVA DI RIFERIMENTO E ORGANIZZAZIONE Corso di Costruzioni idrauliche (E.A.) A.A. 2010/2011 FOGNATURE: DEFINIZIONI, NORMATIVA DI RIFERIMENTO E ORGANIZZAZIONE (Appunti tratti dalla lezione del 8/45/2011, non rivisti dal docente) Riferimenti

Dettagli

2. IL SISTEMA DEI CANALI GESTITI DAL CONSORZIO DI BONIFICA EST TICINO VILLORESI

2. IL SISTEMA DEI CANALI GESTITI DAL CONSORZIO DI BONIFICA EST TICINO VILLORESI 2. IL SISTEMA DEI CANALI GESTITI DAL CONSORZIO DI BONIFICA EST TICINO VILLORESI Il Consorzio di Bonifica Est Ticino Villoresi, un tempo chiamato Consorzio di Bonifica Eugenio Villoresi, è nato nel 1918

Dettagli

QUESTIONARIO PER L AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO IN RETE FOGNARIA DI ACQUE REFLUE INDUSTRIALI

QUESTIONARIO PER L AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO IN RETE FOGNARIA DI ACQUE REFLUE INDUSTRIALI 1. NOTIZIE GENERALI SULL INSEDIAMENTO Ditta Insediamento sito in. via Titolare dell attività codice ISTAT Numero addetti. Impiegati. Operai.. Insediamento in : corpo di fabbrica isolato stabile con altre

Dettagli

L area archeologica di via Aldini (Roma - X Municipio): la necropoli romana

L area archeologica di via Aldini (Roma - X Municipio): la necropoli romana The Journal of Fasti Online Published by the Associazione Internazionale di Archeologia Classica Piazza San Marco, 49 I-00186 Roma Tel. / Fax: ++39.06.67.98.798 http://www.aiac.org; http://www.fastionline.org

Dettagli

Massarosa (LU). Massaciuccoli romana : ricerca e valorizzazione nell area archeologica

Massarosa (LU). Massaciuccoli romana : ricerca e valorizzazione nell area archeologica Massarosa (LU). Massaciuccoli romana : ricerca e valorizzazione nell area archeologica 1 Ufficio Lavori Pubblici. 2 Società per lo sviluppo dell arte, della cultura e dello spettacolo. 3 A supporto e promozione

Dettagli

ARES COMUNE DI MOSSA. Agenzia Regionale per. l Edilizia Sostenibile INCENTIVI FISCALI. Martedì 19 novembre 2013 Mossa. Relatore ing.

ARES COMUNE DI MOSSA. Agenzia Regionale per. l Edilizia Sostenibile INCENTIVI FISCALI. Martedì 19 novembre 2013 Mossa. Relatore ing. ARES Agenzia Regionale per l Edilizia Sostenibile COMUNE DI MOSSA INCENTIVI FISCALI Martedì 19 novembre 2013 Mossa Relatore ing. Claudio Degano LE ALIQUOTE IVA IN EDILIZIA GLI INTERVENTI EDILIZI SOGGIACIONO

Dettagli

RELAZIONE TECNICA. Elaborato Tipo / S tipo Sistema / Edificio / Argomento. Deposito D2 e Nuova Cabina Elettrica (NCE) Descrizione opere per bando

RELAZIONE TECNICA. Elaborato Tipo / S tipo Sistema / Edificio / Argomento. Deposito D2 e Nuova Cabina Elettrica (NCE) Descrizione opere per bando RELAZIONE TECNICA Elaborato Tipo / S tipo Sistema / Edificio / Argomento RT RFR Centrale / Impianto Rev. Titolo elaborato Sito di Saluggia (NCE) Descrizione opere per bando Descrizione delle revisioni

Dettagli

Impianti tecnici. Distribuzione acqua per uso sanitario

Impianti tecnici. Distribuzione acqua per uso sanitario Impianti tecnici Distribuzione acqua per uso sanitario Impianti idrici Requisiti - Coibentazione: riferimento ai requisiti di legge per le tubazioni di acqua calda; - Protezione dalla condensa; - Protezione

Dettagli

I LATERIZI prima parte

I LATERIZI prima parte Materiali per l architettura (6CFU) prof. Alberto De Capua Dipartimento di Architettura e Territorio darte Corso di Studio in Architettura quinquennale Classe LM-4 I LATERIZI prima parte Informazioni storiche

Dettagli

Municipio Roma X Parco Regionale dell Appia Antica

Municipio Roma X Parco Regionale dell Appia Antica Municipio Roma X Parco Regionale dell Appia Antica Architettura e urbanistica oltre Porta Furba tra gli anni 30 e la fine degli anni 50. Secondo gli indirizzi del Piano Regolatore del 1931, il vasto territorio

Dettagli

Roma. Nuovi ritrovamenti in Via Ariosto sull Esquilino

Roma. Nuovi ritrovamenti in Via Ariosto sull Esquilino The Journal of Fasti Online Published by the Associazione Internazionale di Archeologia Classica Piazza San Marco, 49 I-00186 Roma Tel. / Fax: ++39.06.67.98.798 http://www.aiac.org; http://www.fastionline.org

Dettagli

Livia SORDINI. La villa di Livia Drusilla a Prima Porta, nell Agro Veiente

Livia SORDINI. La villa di Livia Drusilla a Prima Porta, nell Agro Veiente La villa di Livia Drusilla a Prima Porta, nell Agro Veiente CULTURA Introduzione A Prima Porta, località distante pochi chilometri dalla Scuola, a pochi passi dalla piazza Saxa Rubra, su Via della Villa

Dettagli

IMPIANTO di DEPURAZIONE (Vasca Imhoff, pozzo assorbente)

IMPIANTO di DEPURAZIONE (Vasca Imhoff, pozzo assorbente) IMPIANTO di DEPURAZIONE (Vasca Imhoff, pozzo assorbente) oggetto Descrizione tecnica dell impianto di smaltimento delle acque nere tramite fossa tipo Imhoff, previo trattamento di Grigliaggio (facoltativo),

Dettagli

IMPIANTO IDRICO-SANITARIO. Immagine tratta dal libro TECNOLOGIA del prof. Gianni Arduino

IMPIANTO IDRICO-SANITARIO. Immagine tratta dal libro TECNOLOGIA del prof. Gianni Arduino IMPIANTO IDRICO-SANITARIO Per la serie impianti indispensabili per le abitazioni, parliamo di impianto idrico-sanitario, ossia di quell impianto che rifornisce le abitazioni di acqua potabile. Purtroppo

Dettagli

del Comune di VARAZZE Viale Nazioni Unite, 5 17019 VARAZZE

del Comune di VARAZZE Viale Nazioni Unite, 5 17019 VARAZZE FAC SIMILE Marca da bollo (1). 14,62 Ill.mo Sig. SINDACO del Comune di VARAZZE Viale Nazioni Unite, 5 17019 VARAZZE Spett.le ARPAL Dipartimento provinciale di Savona Settore Qualità delle Acque superficiali

Dettagli

VESTIGIA ROMANE NEL TERRITORIO ALESSANDRINO

VESTIGIA ROMANE NEL TERRITORIO ALESSANDRINO 42 VESTIGIA ROMANE NEL TERRITORIO ALESSANDRINO 44 VESTIGIA ROMANE NEL TERRITORIO ALESSANDRINO»» colonia romana fondata intorno al 123-118.a.C.»» nel 89 a.c. riceve la piena cittadinanza romana»» tra il

Dettagli

BOZZA DI LINEE GUIDA PER I CONTROLLI RADIOMETRICI SULLE ACQUE POTABILI

BOZZA DI LINEE GUIDA PER I CONTROLLI RADIOMETRICI SULLE ACQUE POTABILI BOZZA DI LINEE GUIDA PER I CONTROLLI RADIOMETRICI SULLE ACQUE POTABILI Maria Teresa Cazzaniga ARPA Lombardia Dipartimento Provinciale di Milano U.O. Agenti Fisici Il Decreto Legislativo 31/2001, recepimento

Dettagli

Oggetto : Domanda di autorizzazione all allacciamento in pubblica fognatura

Oggetto : Domanda di autorizzazione all allacciamento in pubblica fognatura Spett.le A.M.A.G. Via Damiano Chiesa n.18 15100 Alessandria Oggetto : Domanda di autorizzazione all allacciamento in pubblica fognatura Il/la sottoscritto/a C.F. nato/a il residente in Via N Tel: nella

Dettagli

Il Sistema di approvvigionamento idrico dell ATO 2 Lazio Centrale Roma. Giorgio Martino ACEA ATO2 Spa

Il Sistema di approvvigionamento idrico dell ATO 2 Lazio Centrale Roma. Giorgio Martino ACEA ATO2 Spa Il Sistema di approvvigionamento idrico dell ATO 2 Lazio Centrale Roma Giorgio Martino ACEA ATO2 Spa Il Sistema di Approvvigionamento Idrico come parte integrante del Servizio Idrico Integrato 2 Titolo

Dettagli

Integrazione del telecontrollo con un sistema di supporto alle decisioni: l esperienza gestionale di Gaia S.p.A.

Integrazione del telecontrollo con un sistema di supporto alle decisioni: l esperienza gestionale di Gaia S.p.A. Integrazione del telecontrollo con un sistema di supporto alle decisioni: l esperienza gestionale di Gaia S.p.A. Francesco Di Martino, Claudia D Eliso, Michele Bini, Gianni Fucci Francesco Di Martino:

Dettagli

ACQUEDOTTI. Luigi Da Deppo, Claudio Dolei, Virgilio FioroHo e Paolo Salandin. LIBRERIA l NTERNAZI ONALE CORTINA PADOVA TERZA EDIZIONE

ACQUEDOTTI. Luigi Da Deppo, Claudio Dolei, Virgilio FioroHo e Paolo Salandin. LIBRERIA l NTERNAZI ONALE CORTINA PADOVA TERZA EDIZIONE UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PADOVA DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA IDRAULICA, MARITI! MA, AMBIENTALE E GEOTECNICA Luigi Da Deppo, Claudio Dolei, Virgilio FioroHo e Paolo Salandin ACQUEDOTTI LIBRERIA l NTERNAZI

Dettagli

Le opere di difesa. Le opere di derivazione delle acque superficiali. Le opere di immissione nelle acque superficiali

Le opere di difesa. Le opere di derivazione delle acque superficiali. Le opere di immissione nelle acque superficiali Le opere di difesa Le opere di derivazione delle acque superficiali Le opere di immissione nelle acque superficiali I corsi d acqua ricevono svariati apporti liquidi derivanti dalle attività antropiche,

Dettagli

P.R.G. Comune di Vigo di Fassa Norme Tecniche di Attuazione TETTO

P.R.G. Comune di Vigo di Fassa Norme Tecniche di Attuazione TETTO TETTO DESCRIZIONE Negli edifici montani la copertura è l elemento costruttivo che più di altri segna e caratterizza il paesaggio. La struttura portante del tetto è in legno con schema a trave di colmo,

Dettagli

DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO DI ACQUE REFLUE DOMESTICHE PROVENIENTI DA INSEDIAMENTI DI TIPO RESIDENZIALE CON NUMERO DI ABITANTI FINO A 50 1

DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO DI ACQUE REFLUE DOMESTICHE PROVENIENTI DA INSEDIAMENTI DI TIPO RESIDENZIALE CON NUMERO DI ABITANTI FINO A 50 1 DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO DI ACQUE REFLUE DOMESTICHE PROVENIENTI DA INSEDIAMENTI DI TIPO RESIDENZIALE CON NUMERO DI ABITANTI FINO A 50 1 Contrassegno telematico Imposta di bollo pari ad 16,00

Dettagli

Itinerario storico-naturalistico

Itinerario storico-naturalistico Itinerario storico-naturalistico La mappa del percorso Baluardi di Ponente: il camminamento che segue il sito degli antichi baluardi, che delimitavano la città sul lato nord-ovest, permette di osservare

Dettagli

Roma sotterranea e sconosciuta

Roma sotterranea e sconosciuta Roma sotterranea e sconosciuta Enormi edifici pubblici e privati, santuari e templi, sepolcri, case e ville, terme, strade sono le testimonianze dell antica metropoli nascosta sotto il manto d asfalto

Dettagli

IL MUSEO AQUARIA SI PRESENTA

IL MUSEO AQUARIA SI PRESENTA IL MUSEO AQUARIA SI PRESENTA Il Museo Archeologico Aquaria è molto giovane ed è nato per l intraprendenza di un gruppo di appassionati di archeologia di Gallignano, piccola frazione di Soncino. Anche i

Dettagli

RITROVAMENTI ARCHEOLOGICI DI EPOCA PROTOSTORICA,

RITROVAMENTI ARCHEOLOGICI DI EPOCA PROTOSTORICA, SILVANO PIROTTA RITROVAMENTI ARCHEOLOGICI DI EPOCA PROTOSTORICA, ROMANA E LONGOBARDA LUNGO I CANTIERI AUTOSTRADALI E DELL ALTA VELOCITÀ 2012 I RITROVAMENTI ARCHEOLOGICI NEL TERRITORIO DELLA MARTESANA I

Dettagli

Le pompe (Febbraio 2009)

Le pompe (Febbraio 2009) Le pompe (Febbraio 2009) Sommario Premessa 2 Classificazione e campi d impiego delle pompe 3 Prevalenza della pompa 4 Portata della pompa 6 Potenza della pompa 6 Cavitazione 6 Perdite di carico 6 Curve

Dettagli

INDAGINE ARCHEOLOGICA IN LOCALITA PODERE FONTE RINALDI PECCIOLI (PI)

INDAGINE ARCHEOLOGICA IN LOCALITA PODERE FONTE RINALDI PECCIOLI (PI) INDAGINE ARCHEOLOGICA IN LOCALITA PODERE FONTE RINALDI PECCIOLI (PI) Nei primi mesi del 2004 la sezione pecciolese del Gruppo Archeologico Tectiana, fino a qual momento presente come realtà locale ma ancora

Dettagli

Due tombe d età imperiale rinvenute in via dell Acqua Bullicante a Roma

Due tombe d età imperiale rinvenute in via dell Acqua Bullicante a Roma The Journal of Fasti Online Published by the Associazione Internazionale di Archeologia Classica Piazza San Marco, 49 I-00186 Roma Tel. / Fax: ++39.06.67.98.798 / 06.69.78.91.19 http://www.aiac.org; http://www.fastionline.org

Dettagli

1. RELAZIONE ILLUSTRATIVA 1.1. DESCRIZIONE DELL INTERVENTO

1. RELAZIONE ILLUSTRATIVA 1.1. DESCRIZIONE DELL INTERVENTO 1. RELAZIONE ILLUSTRATIVA 1.1. DESCRIZIONE DELL INTERVENTO 1.1.1. PREMESSA La presente relazione illustra il progetto dei lavori di ristrutturazione e messa a norma di parte dei locali del vivaio situato

Dettagli

IL PARCO ARCHEOLOGICO DELLA VIA LATINA RADDOPPIA

IL PARCO ARCHEOLOGICO DELLA VIA LATINA RADDOPPIA IL PARCO ARCHEOLOGICO DELLA VIA LATINA RADDOPPIA 500 METRI DI PERCORSI CON PANNELLI DIDATTICI E NUOVA ILLUMINAZIONE PER I SEPOLCRI IPOGEI Da domani il Parco archeologico della via Latina raddoppia. Sulla

Dettagli

Sistemi di Fognature o Sistemi di Drenaggio Urbano

Sistemi di Fognature o Sistemi di Drenaggio Urbano Sistemi di Fognature o Sistemi di Drenaggio Urbano Insieme integrato di opere idrauliche atte a raccogliere, convogliare e allontanare dalle zone urbanizzate le acque reflue domestiche ed industriali,

Dettagli

ANNALI DELLA FONDAZIONE PER IL MUSEO CLAUDIO FAINA - PUBBLICAZIONI CATALOGO 2014

ANNALI DELLA FONDAZIONE PER IL MUSEO CLAUDIO FAINA - PUBBLICAZIONI CATALOGO 2014 LA FONDAZIONE PER IL MUSEO CLAUDIO FAINA ORVIETO Un po di storia La collezione Faina si formò nel 1864, ad opera di due esponenti importanti della famiglia: i conti Mauro ed Eugenio. Secondo una tradizione

Dettagli

6 Piano degli interventi

6 Piano degli interventi 6 Piano degli interventi 6.1 Metodologia per l individuazione degli interventi Nel Piano degli interventi si tende ad individuare gli investimenti, intesi come nuove opere o azioni di ripristino di opere

Dettagli

Potenziamento acquedotto con captazione sorgente presso Alpe sulla Selva e vasca di carico Alpe Coste 10.03.2008 12.06.2013 DATA 30.01.

Potenziamento acquedotto con captazione sorgente presso Alpe sulla Selva e vasca di carico Alpe Coste 10.03.2008 12.06.2013 DATA 30.01. Regione Piemonte Provincia di Vercelli Committente Comune di Carcoforo Oggetto Potenziamento acquedotto con captazione sorgente presso Alpe sulla Selva e vasca di carico Alpe Coste L.R. n. 13/97 - art.

Dettagli

ATLANTIS SYSTEM GESTIONE ACQUE METEORICHE

ATLANTIS SYSTEM GESTIONE ACQUE METEORICHE ATLANTIS SYSTEM GESTIONE ACQUE METEORICHE Atlantis produce una serie di prodotti geosintetici in polipropilene (PP) pressofuso ad alta resistenza, anche rivestiti con geotessile, che trovano applicazione

Dettagli

Gianmarco Margaritora - Alessandro Zanobini relazione

Gianmarco Margaritora - Alessandro Zanobini relazione Acea Ato 2 S.p.A. Una grande opera idraulica prima dell idraulica il caso de «La Cloaca Massima» Gianmarco Margaritora - Alessandro Zanobini relazione L Aquila 08/10/2013 Fossa Traiana Foce naturale 0,36

Dettagli

L ARCHITETTURA ROMANA

L ARCHITETTURA ROMANA L ARCHITETTURA ROMANA L eredità etrusca La civiltà etrusca si sviluppa in Italia tra la fine del IXe l inizio dell VIII sec a.c. occupando un area che arrivò ad estendersi tra la pianura Padana e la Campania;

Dettagli

Criteri progettuali Acquedotti e Fognature

Criteri progettuali Acquedotti e Fognature Esame di Stato per l abilitazione alla professione di Ingegnere Criteri progettuali Acquedotti e Fognature Relatore Prof. Ing. Francesco De Paola Dipartimento di Ingegneria Idraulica,Geotecnica e Ambientale

Dettagli

Saggio di scavo nell area settentrionale delle Terme di Diocleziano a Roma

Saggio di scavo nell area settentrionale delle Terme di Diocleziano a Roma The Journal of Fasti Online (ISSN 1828-3179) Published by the Associazione Internazionale di Archeologia Classica Piazza San Marco, 49 I-00186 Roma Tel. / Fax: ++39.06.67.98.798 http://www.aiac.org; http://www.fastionline.org

Dettagli

Regolamento per gli scarichi di acque in fognatura di tipo bianca e di acque reflue domestiche non in fognatura. Allegato 2 Norme Tecniche

Regolamento per gli scarichi di acque in fognatura di tipo bianca e di acque reflue domestiche non in fognatura. Allegato 2 Norme Tecniche Regolamento per gli scarichi di acque in fognatura di tipo bianca e di acque reflue domestiche non in fognatura Allegato 2 Norme Tecniche 1 1. Allacciamenti 3 1.1. Modalità di esecuzione 3 2. Impianti

Dettagli

Ferdinando Milanetti Impianti idroelettrici di Tivoli Gli impianti che hanno permesso il primo trasporto, a lunga distanza, dell energia elettica nel

Ferdinando Milanetti Impianti idroelettrici di Tivoli Gli impianti che hanno permesso il primo trasporto, a lunga distanza, dell energia elettica nel A09 161 Ferdinando Milanetti Impianti idroelettrici di Tivoli Gli impianti che hanno permesso il primo trasporto, a lunga distanza, dell energia elettica nel mondo (4 luglio 1892 4 luglio 2012) Copyright

Dettagli

Allegato 1 Moduli richiesta allacciamento ed esonero da pagamento degli oneri di fognatura e depurazione

Allegato 1 Moduli richiesta allacciamento ed esonero da pagamento degli oneri di fognatura e depurazione REGOLAMENTO DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO SEZIONE C SERVIZI FOGNATURA E DEPURAZIONE Allegato 1 Moduli richiesta allacciamento ed esonero da pagamento degli oneri di fognatura e depurazione Approvato dall'assemblea

Dettagli

COMUNE DI AURONZO DI CADORE Provincia di Belluno. COSTRUZIONI ACCESSORIE: tipologie e normativa

COMUNE DI AURONZO DI CADORE Provincia di Belluno. COSTRUZIONI ACCESSORIE: tipologie e normativa COMUNE DI AURONZO DI CADORE Provincia di Belluno versione gennaio 2006 1 VOLUMI ACCESSORI Sono considerati volumi accessori le strutture di modeste dimensioni, a carattere precario, non adibite a residenza,

Dettagli

Cinque occasioni da non perdere. Villa dei Misteri a. dagli scavi dell antica Pompei. Era sede dei giochi circensi e gladiatorii.

Cinque occasioni da non perdere. Villa dei Misteri a. dagli scavi dell antica Pompei. Era sede dei giochi circensi e gladiatorii. Cinque occasioni da non perdere 1 Godere delle meraviglie riemerse di affreschi della sud-est della città. 2 L incredibile ciclo 3 L anfiteatro nell area dagli scavi dell antica Pompei. Villa dei Misteri

Dettagli

SETTORE LAVORI PUBBLICI - AMBIENTE

SETTORE LAVORI PUBBLICI - AMBIENTE COMUNE DI COGOLETO PROVINCIA DI GENOVA Via Rati 66 Tel. 010/91701 Fax 010/9170225 C.F. 80007570106 P.I. 00845470103 SETTORE LAVORI PUBBLICI - AMBIENTE Istanze di autorizzazione per scarichi derivanti da

Dettagli

COMUNE DI INCISA IN VAL D'ARNO Provincia di Firenze

COMUNE DI INCISA IN VAL D'ARNO Provincia di Firenze COMUNE DI INCISA IN VAL D'ARNO Provincia di Firenze Marca da bollo Є 16, 00 Protocollo Comune copia per il Comune AL Responsabile del Settore c copia per il Denunciante Assetto e Gestione del Territorio

Dettagli

LE ANFORE ARCAICHE DI KAMARINA

LE ANFORE ARCAICHE DI KAMARINA PARCO ARCHEOLOGICO TERRACQUEO DI KAMARINA LE ANFORE ARCAICHE DI KAMARINA SCHEDE DIDATTICHE REGIONE SICILIANA Assessorato dei beni culturali e dell identità siciliana 1 A Il PADIGLIONE DELLE ANFORE Il Padiglione

Dettagli

Comune di Paesana Sportello per l edilizia Via Barge n. 6 12034 Paesana

Comune di Paesana Sportello per l edilizia Via Barge n. 6 12034 Paesana PROTOCOLLO Comune di Paesana Sportello per l edilizia Via Barge n. 6 12034 Paesana e-mail: servizitecnici.comune@legalmail.it MARCA DA BOLLO DOMANDA PER IL RILASCIO DI AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO DI ACQUE

Dettagli

IL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO

IL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO IL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO Chi sono? Marco Rusconi Ingegnere, responsabile del settore contratti di Idrolario Srl (project manager per l esecuzione degli interventi di piano d ambito e delle manutenzioni

Dettagli

La valorizzazione dei beni culturali Il futuro della valorizzazione e il caso dei Fori Imperiali

La valorizzazione dei beni culturali Il futuro della valorizzazione e il caso dei Fori Imperiali Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori di Roma e Provincia Dipartimento dei Beni Culturali Convegno internazionale Roma, Casa dell architettura 27 maggio 2014 La valorizzazione

Dettagli

Ci hanno impressionato le grandi fosse rotondeggianti dove i romani facevano la calce: le calcare.

Ci hanno impressionato le grandi fosse rotondeggianti dove i romani facevano la calce: le calcare. Secondo noi le cose significative della zona archeologica di Villa Clelia sono molte: innanzitutto la cappella di San Cassiano, di cui oggi restano solo le fondamenta in sassi arrotondati, di forma quadrata.

Dettagli

Allegato 1 Moduli richiesta allacciamento ed esonero da pagamento degli oneri di fognatura e depurazione

Allegato 1 Moduli richiesta allacciamento ed esonero da pagamento degli oneri di fognatura e depurazione REGOLAMENTO DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO SEZIONE C SERVIZI FOGNATURA E DEPURAZIONE Allegato 1 Moduli richiesta allacciamento ed esonero da pagamento degli oneri di fognatura e depurazione Approvato dall'assemblea

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO. Intercomunale XXXXXXXXXXXX Comune capofila XXXXXXXXXXXXXXXXXXX FIA. Elenco acquedotti intercomunali

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO. Intercomunale XXXXXXXXXXXX Comune capofila XXXXXXXXXXXXXXXXXXX FIA. Elenco acquedotti intercomunali PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Intercomunale XXXXXXXXXXXX Comune capofila XXXXXXXXXXXXXXXXXXX FIA FASCICOLO INTEGRATO DI ACQUEDOTTO PIANO DI ADEGUAMENTO DELL UTILIZZAZIONE (PAU) 1 Elenco acquedotti intercomunali

Dettagli

RISPARMIO IDRICO SISTEMI PER LO STOCCAGGIO E IL RIUTILIZZO DELL ACQUA PIOVANA

RISPARMIO IDRICO SISTEMI PER LO STOCCAGGIO E IL RIUTILIZZO DELL ACQUA PIOVANA RISPARMIO IDRICO SISTEMI PER LO STOCCAGGIO E IL RIUTILIZZO DELL ACQUA PIOVANA Pozzoli depurazione s.r.l. via M.Quadrio 11, 23022 Chiavenna SO P.IVA: 01263260133, REA: 61186, Telefono 0343 37475 (3 linee

Dettagli

Relatore: Tesista : Dott. Fabio Mantovani. Giulia Ricciardi

Relatore: Tesista : Dott. Fabio Mantovani. Giulia Ricciardi Misure di resistività finalizzate allo studio ed alla modellazione della villa romana rinvenuta in località Torraccia di Chiusi (comune di San Gimignano) Relatore: Tesista : Dott. Fabio Mantovani Giulia

Dettagli

Normativa nazionale e regionale sulle gestione e trattamento delle acque. Bari 30.01.15

Normativa nazionale e regionale sulle gestione e trattamento delle acque. Bari 30.01.15 Normativa nazionale e regionale sulle gestione e trattamento delle acque Bari 30.01.15 Le acque nel Testo Unico Ambientale. Le definizioni (art. 74). ff) scarico: qualsiasi immissione effettuata esclusivamente

Dettagli