C o n s u l e n z e & S e r v i z i S t u d i o M i d o l o

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "C o n s u l e n z e & S e r v i z i S t u d i o M i d o l o"

Transcript

1 C o n s u l e n z e & S e r v i z i S t u d i o M i d o l o Largo dell'assunta Cassino Tel.: Fax: Geom. Sebastiano Midolo Geom. Carmelo Midolo Disegnatore Adelaide Midolo

2 Cosa sono le prove non distruttive? Attraverso l'utilizzo di una termocamera, si eseguono controlli non distruttivi e non invasivi (ovvero non vi è contatto tra attrezzatura e oggetto da esaminare). Questo strumento è cioè in grado di rilevare la temperatura di un corpo attraverso la misurazione dell'intensità di calore da esso emessa, non dovendo quindi entrare in contatto fisico con esso. Permettendo l'individuazione di anomalie termiche nel contesto dello scenario inquadrato dalla termocamera. La tecnica termografica è sicuramente il metodo più adatto per effettuare qualsiasi intervento di tipo manutentivo, consentendo notevoli risparmi economici, dati dalla precisione con cui viene rilevata l'anomalia e dall'identificazione del problema in breve tempo. Questo tipo di indagine sta diventando uno dei sistemi di ispezione non distruttiva più apprezzato ed ambito nel mondo industriale, civile e della ricerca. La quantità di dati, la semplicità di ispezione e l'immediatezza dell'informazione fanno della termografia uno strumento ormai indispensabile in qualunque ambito professionale. Le attuali termocamere permettono di concepire e sviluppare continuamente nuove applicazioni e rappresentano uno strumento efficace ed economico di diagnostica. I VANTAGGI DELLA TERMOGRAFIA La termografia permettendo, tramite una termocamera a infrarossi, la visualizzazione del calore emanato da qualsiasi corpo, consente di eseguire: controlli non distruttivi (non si altera il corpo esaminato); controlli non invasivi (non vi è contatto con il corpo esaminato); controlli durante il normale utilizzo (senza spegnere le parti in esame); controlli nella massima sicurezza (perché eseguiti a distanza). L'immagine termografica consente di individuare anomalie nella distribuzione del calore, evidenzia le problematiche in atto permettendo di adottare delle efficaci e precise contromisure correttive Ulteriori vantaggi sono: Riduzione dei tempi necessari per effettuare una analisi. Precisione nel definire le parti con anomalie. Possibilità di predire in anticipo una anomalia. Memorizzazione digitale dei dati raccolti per futuri confronti. Utilizzando particolari tecniche ispettive denominate (termografia attiva), si va a provocare artificiosamente un evento per registrarlo e analizzarlo in modo da verificarne il corretto svolgimento. La termografia se utilizzata in modo intelligente, da personale tecnico con adeguate conoscenze specifiche, risulta nelle sue applicazioni non solo l'unico metodo per visualizzare e analizzare molteplici situazioni termiche ma anche il modo più economico e preciso per definire la forma più adeguata per intervenire.

3 Analisi fenomeni fessurativi e trama della struttura Individuazione termografica della trama della struttura portante muraria e localizzazione della presenza di un distacco della muratura (colorazione rossa). La visione a occhio nudo, senza strumentazione termografica, non permette di rilevare nè la trama muraria nè il distacco della muratura. Nel caso di cedimenti di murature la termografia permette quindi di individuare le posizioni delle murature dove intervenire con consolidamenti mirati (ad esempio mediante betoncini armati). La termografia viene utilizzata per individuare, sotto intonaco e senza demolizioni, la posizione di strutture portanti in: - cemento armato: pilastri, travi, travetti di solai,...; - acciaio: pilastri, putrelle, travi di solai,... Si possono quindi realizzare delle indagini non distruttive, utili nei casi di: -ristrutturazioni e consolidamenti di strutture; - necessità di realizzare forature delle murature o dei solai, senza indebolire o compromettere la stabilità delle strutture portanti. Basta un gradiente termico per analizzare qualsiasi problema

4 Le cause di distacco di un intonaco sono molteplici e possono essere suddivise in naturali e antropiche. Fra quelle naturali, oltre ai terremoti, alle alluvioni e gli assestamenti strutturali il fattore di degrado principale è l umidità e quindi l acqua nelle sue diverse forme. La pioggia picchiando sulla superficie provoca un abrasione meccanica che, inizialmente superficiale, penetra sempre più velocemente nella porosità della malta comportandone la distruzione. Inoltre, combinandosi con l inquinamento atmosferico si trasforma in acqua acida provocando la corrosione del carbonato di calcio di cui è costituito l intonaco e scatenando delle reazioni chimiche che trasformano il carbonato in solfato di calcio (gesso) con disgregazione del manufatto. Distacco di intonaco Nel periodo invernale l acqua ghiacciando all interno dei pori subisce dei movimenti dimensionali che provocano la disgregazione della malta, ma il danno maggiore è quello provocato da umidità di risalita in quanto, inquinata da sali solubili, sale per capillarità lungo i muri andando ad evaporare sulla superficie dell edificio provocando una cristallizzazione dei sali contenuti in essa con conseguente distacco. Altra causa è l erosione del vento oppure il pulviscolo atmosferico che si cementa nelle cavità della superficie formando croste nere. Fra i danni antropici, i più frequenti sono graffi, iscrizioni, incisioni della superficie e, soprattutto, una mancata manutenzione dell edificio. Per non parlare dello smog, delle vibrazioni prodotte dal traffico urbano o di una non corretta tecnica di esecuzione. Per quanto riguarda i danni provocati da un distacco di intonaco, il risarcimento spetta al proprietario dell'immobile se il distacco dell'intonaco è stato causato da una sua incuranza, come ad esempio, che l'innaffiatura delle piante generi infiltrazioni d'acqua che causano, a loro volta, il distacco di parte dell'intonaco, in questo caso il danno provocato a cose e persone dalla caduta dell'intonaco è sotto la responsabilità diretta del proprietario dell'immobile. Prendiamo in tempo le necessarie misure di conservazione del vostro fabbricato

5 Infiltrazione dalla copertura Alcune applicazioni pratiche.. La tecnologia utilizzata permette la localizzazione di perdite e infiltrazioni di acqua piovana nelle impermeabilizzazioni di: tetto piano; lastrico solare; giardino pensile; garage interrato; terrazzo pavimentato; fondamenta controterra; impermeabilizzazioni guaine pvc; impermeabilizzazioni guaine bituminose; impermeabilizzazioni guaine liquide; impermeabilizzazioni poliuretaniche a spruzzo; impermeabilizzazioni zavorrate con ghiaia; impermeabililizzazioni zavorrate con terra; impermeabilizzazioni pavimento galleggiante. La strumentazione e le tecniche sono particolarmente adatte per ricercare perdite e infiltrazioni di acqua piovana che contribuiscono a creare e mantenere gli ambienti bagnati, umidi, o che provocano muffe, scostamenti delle pitture e distacco di intonaci. L indagine termografica permette prima di tutto di pre-localizzare la zona di infiltrazione e verificare l'estensione dell'area interessata alla bagnatura anche per valutare e quantificarne eventuali interventi di risanamento con deumidificazione intensiva e avviare le pratiche per eventuali risarcimenti assicurativi. La tecnica viene impiegata inoltre per ispezionare i soffitti e i muri perimetrali sottostanti ai solai di copertura, al fine di valutare la presenza di eventuali ristagni di acqua all'interno del solaio o intonaci in fase di distacco. Questo lavoro è di fondamentale importanza per conoscere la distribuzione e l entità delle infiltrazioni d acqua causate da pioggia o da allagamenti artificiali (come ad esempio l'irrigazione di giardini pensili), e per individuare i percorsi e le zone di provenienza dell acqua. La determinazione del punto di infiltrazione consente di ridurre drasticamente i costi di riparazione.

6 Umidità di risalita Il problema del controllo e della eliminazione delle infiltrazioni e di conseguenza dell'umidità dalle murature è stato fin dall'antichità, uno dei maggiori problemi della manutenzione degli edifici, il degrado causato dall'umidità evidenzia due aspetti importanti, di natura estetica e igienico-sanitaria, che hanno attivato intorno alla questione di infiltrazioni e umidità nelle murature, notevoli sforzi per il controllo del fenomeno e la ricerca di nuovi procedimenti per il risanamento. Ad oggi il problema dell'umidità nelle murature non è stata oggetto di una seria sperimentazione, tanto da non consentire una risolutiva soluzione al problema, quindi nella manutenzione edilizia continua a rimanere un tema di attualità. L'umidità può essere presente nelle costruzioni per svariate cause e le più comuni sono: umidità di risalita capillare è l'umidità derivante dal sottosuolo, attratta dalle murature per capillarità o da forze elettro-osmotiche. Umidità di costruzione è presente solo negli edifici di recente costruzione e a volte anche in quelli antichi in disuso relativamente a consistenti spessori delle murature. Umidità di condensazione è l'umidità che può condensare all'interno dei materiali o sulle superfici. umidità di infiltrazione è causata dalla pioggia e non adeguatamente trattenuta dalla copertura che penetra in diversa misura nelle murature. Umidità accidentale è l'umidità derivante da cause impreviste come la rottura di fognature, tubazioni idriche, impianti di adduzione e di scarico. In ognuno dei casi precedenti, con la termografia è possibile rilevare le infiltrazioni di acqua o umidità nelle abitazioni anche se non sono visibili ad occhio nudo, quindi riusciamo ad identificare il problema e la causa, e cosa da non sottovalutare, approntare le metodologie di intervento relativamente all'area selezionata evitando ulteriori sprechi di denaro per sondaggi "distruttivi". Una altro vantaggio considerevole, consiste nel fatto che con la termografia, tramite una perizia termografica certificata, si può richiedere i risarcimenti alle assicurazioni competenti se esistono i presupposti per responsabilità di terzi soggetti o addirittura del condominio dove si abita, in quanto una perizia termografica rende visibile il danno nascosto ed è difficilmente contestabile da chiunque. Eliminare l umidità per trovare il benessere in casa

7 Localizzazione perdite di acqua Con la Termografia, è possibile effettuare la ricerca delle perdite di impianto di riscaldamento a pavimento e dell'impianto tradizionale sanitario, l'immagine termografica rivela il passaggio delle tubazioni di riscaldamento per differenza di temperatura, oltre la ricerca di perdite di impianto, è possibile realizzare una esatta mappatura dell'impianto di riscaldamento dell'abitazione, utile in fase di lavori e/o ristrutturazioni per evitare danni successivi. Le perdite d acqua, vengono rilevate sia sotto i pavimenti (legno, ceramica, ecc.) che nelle murature, indicando perfettamente la zona dove intervenire in caso di effettiva perdita, ed evitando allo stesso tempo inutili e dispendiosi lavori e sprechi di tempo per "sondaggi di prova", che significa demolire una buona parte di pavimento o di parete prima di riuscire a rintracciare l'infiltrazione, senza contare che a volte non si sa neanche da dove cominciare. Con la termografia, è possibile inoltre rilevare anche le perdite dell'impianto dell'acqua fredda e degli scarichi dei sanitari, riuscendo ad intervenire tempestivamente con la riparazione esclusivamente sulla zona interessata. Nei bagni, riusciamo ad individuare quale sia il sanitario difettoso escludendo tutti gli altri, per quanto riguarda le infiltrazioni dall'esterno o da altre proprietà confinanti, si identifica il problema riuscendo a trovare il punto di ingresso dell'acqua e attribuire le relative responsabilità del danno subito a causa dell'infiltrazione. Tale metodo è utile sia per poter intervenire in modo localizzato sulle zone da riparare per ridurre i costi, che per poter individuare i diretti responsabili del danno causato, fornendo dati e indicazioni incontestabili per poter richiedere allo stesso tempo un risarcimento danni. Interveniamo solo dove serve senza spreco di tempo e denaro

8 Verifiche impianti elettrici Una verifica termografica di un impianto elettrico o di una apparecchiatura elettronica permette di evitare il rischio di INCENDIO, di distruzione di attrezzature e di FERMO delle macchine. Secondo recenti statistiche, una preventiva verifica termografica degli impianti elettrici ed elettronici permette una riduzione del 90% del rischio INCEN- DIO delle macchine e dei fabbricati, del 70% del FERMO macchine, del 40% degli interventi manutentivi urgenti a seguito di fermo macchine. Inoltre è stato stimato un incremento della produzione pari, mediamente, al 15%. Alcune compagnie assicurative praticano SCONTI sulle polizze di responsabilità civile a coloro che effettuano verifiche termografiche delle apparecchiature e degli impianti elettrici ed elettronici. I COMPONENTI che possiamo esaminare, mediante la termografia, sono: i quadri elettrici, le linee elettriche, le blindo sbarre, i cavi elettrici, i trasformatori di corrente, i dispositivi di apertura dei circuiti, i relè, gli interruttori, i fusibili, i motori, le macchine, le pompe, i controllori a logica programmabile (PLC), le schede elettroniche, le apparecchiature elettroniche,..., ecc,... Con questa applicazione della termografia, siamo in grado di: individuare la presenza di PUNTI CALDI irregolari dell'impianto elettrico o elettronico, non visibili ad occhio nudo, che possono provocare malfunzionamenti ed incendi; fornire le immagini termografiche digitali e le fotografie digitali delle anomalie riscontrate; redigere una RELAZIONE tecnica, a firma di professionista abilitato iscritto all'ordine degli ingegneri, con la segnalazione esatta di tutte le anomalie e le problematiche riscontate. Un componente che si riscalda in maniera anomala può causare incendi

9 Restauro Discontinuità strutturali L'individuazione delle discontinuità strutturali rappresenta un problema nelle fasi di pianificazione degli interventi. Mediante un'analisi termografica eseguita in condizioni specifiche è possibile fornire una mappa dettagliata visibile/ir nella quale localizzare - strutture nascoste e trame murarie. - Analisi delle trame murarie - Identificazione di strutture interne - Mappatura dei tamponamenti - Individuazione di iniezioni di malte e cementi - Creazione di mappa visibile/ir di facile lettura Verifica degli intonaci e di rivestimenti Valutare lo stato d'avanzamento del distacco d'intonaco su aree estese, richiede costi elevati per impalcature e interventi invasivi. Con un'analisi termografica eseguita in condizioni opportune possiamo fornire una mappa visibile/ir con evidenziate le aree interessate. Il restauratore potrà così meglio indirizzare i suoi interventi. Localizzazione umidità da risalita Le risalite d'umidità sono uno dei fattori che accelerano il degrado delle opere. Individuare l'origine di tali fenomeni costituisce un valido supporto all'identificazione del problema. Grazie all'analisi Termografica eseguita in idonee condizioni ambientali è possibile visualizzare l'area interessata dal fenomeno e risalire alle cause prima che sia visibile. Individuazioni di lesioni e fessurazioni L'individuazione di fessurazioni richiede grossi investimenti di capitale per l'installazione di ponteggi in aree spesso non interessate dal fenomeno. Con l'ispezione termografica eseguita in condizioni opportune è possibile fornire una mappa che evidenzi tali fenomeni evitando il montaggio di piattaforme dove non strettamente necessario. Analisi pre-intervento Prima di avviare dei lavori di restauro o manutenzione è fondamentale avere una chiara visione sullo stato del bene oggetto dell'intervento. La termografia, eseguita in specifiche condizioni, può dare un notevole contributo all'identificazione di problemi spesso non percepibili visivamente. Restaurare per conservare vivi i ricordi del passato!

10 Condensa e muffe Nella stagione invernale potrebbe accadere, di vedere negli angoli dei muri o dietro gli armadi, formazioni di muffa che oltre ad essere antiestetica, può causare attacchi d asma e allergie particolarmente nei bambini. La muffa, per attecchire ha bisogno di condizioni ambientali specifiche: la presenza di umidità sulla superficie di colonizzazione, alcuni substrati organici che a volte, sono contenuti nelle pitture che vengono impiegate all'interno. Altre condizioni necessarie sono la presenza di una sufficiente quantità di acqua e una temperatura relativamente mite. In primis la presenza di umidità è la più importante; escluse le infiltrazioni di acqua, il fenomeno più significativo è quello legato alla condensa dovuta alla presenza di abbassamenti di temperatura all'interno dei locali e dalla presenza di una elevata umidità relativa. Tali condizioni si creano all interno di abitazioni non correttamente progettate,costruite senza troppe "attenzioni" o nelle quali siano state adottate delle modifiche, come per esempio la sostituzione delle finestre senza preoccuparsi di verificare la situazione globale dell immobile e quindi può accadere che in vecchi edifici che mai hanno presentato problemi di condensa o di muffa, in seguito alla sostituzione delle vecchie finestre, compare della muffa. Questo avviene perché il nuovo serramento, più efficiente termicamente e limita le dispersioni. Una buona parte di responsabilità, a volte ricade anche nella pessima conduzione degli ambienti da parte di chi vi abita, una scarsa ventilazione produce forti carichi di umidità all interno dei locali, come la cucina, elevata presenza di piante o animali, i vapori della doccia ecc. Và detto che con un buon isolamento e risolti i problemi dei ponti termici, difficilmente si potrà presentare della condensa interna in un'abitazione. L impiego della termografia permette di evidenziare la correlazione tra la presenza della muffa e della temperatura superficiale interna della stessa, ma consente anche di individuare zone dove in futuro potrebbero farsi presenti colonie di muffa. Abbinando la termografia al rilievo delle condizioni termoigrometriche ( temperatura ed umidità relativa) interne ad una stanza è possibile determinare se in una parete vi siano zone che presentano una temperatura superficiale inferiore al punto di rugiada. Tali zone fredde sono dovute ai ponti termici o ad una generalizzata carenza di isolamento. Nelle pareti con temperatura inferiore al punto di rugiada si può creare condensa e quindi è favorita la proliferazione di muffa, con degrado delle finiture e potenziale sviluppo di patologie per gli occupanti. A seguito di tali rilievi, vengono eseguite contestazioni che a volte sfociano in cause legali in quanto molte volte sono state omesse delle operazioni prescritte nelle normative. L umidità e la condensa sono la causa di gravi problemi allergici

11 Dispersioni termiche degli edifici Con gergo "Ponte Termico" si intende una via preferenziale per il flusso di calore in dispersione. Le conseguenze dei ponti termici non significano solamente incremento dei costi di gestione, ma anche zone fredde in inverno e calde in estate. I ponti termici sono presenti in corrispondenza di travi, pilastri, davanzali, balconi, in un edificio possiamo quindi avere Ponti Termici nei punti male isolati, in presenza di materiali diversi nella sezione dell edificio (es. muratura di tamponamento in mattoni con struttura in cemento armato), nella discontinuità geometrica nella forma della struttura (es. angoli), nelle interruzioni dello strato di isolamento termico (es. pilastri, travi marcapiano, serramenti, ecc.). Le perdite di calore derivanti incidono in modo notevole sulle dispersioni energetiche dell intero edificio. I ponti termici possono anche triplicare la trasmissione di calore in una sezione dell edificio, pur rappresentando solo una minima parte della superficie stessa. Alla bassa temperatura superficiale è spesso associato il fenomeno di condensa, accompagnata dalla comparsa di muffa, di conseguenza evitare i Ponti Termici non è quindi esclusivamente una questione di risparmio energetico, ma anche un modo per garantire situazioni di benessere e salvaguardare la salute. Una scadente prestazione di isolamento termico porta ad un incremento delle perdite di calore e può provocare la diminuzione di temperatura della superficie interna dell edificio tale da causare rischi di condensazione superficiale. La tecnica fotografica agli infrarossi permette di rilevare la presenza di ponti termici e questi possono rappresentare fino al 30% del calore totale disperso. Per ponti termici geometrici si intendono quei punti in cui, per la conformazione geometrica, la struttura favorisce, indipendentemente dai materiali o dagli isolanti utilizzati per la costruzione, un flusso preferenziale dispersivo per il calore, negli edifici sono Ponti Termici Geometrici tutti gli spigoli e tutti i vertici, con ulteriore aggravio se si possono anche riscontrare elementi strutturali come ad esempio travi e pilastri in cemento armato. Perché disperdere all esterno tutta questa energia?

12 Impianti fotovoltaici La termografia ad infrarossi è estremamente importante per la corretta manutenzione dei pannelli fotovoltaici. La termografia non solo è in grado di fornire rapporti per la verifica e riparazione dei moduli interessati ma può fornire una visione storica dell'evoluzione dei difetti localizzati. Uno dei problemi di questi moduli sono i punti caldi, vale a dire celle difettose che si surriscaldano. Come sappiamo il surriscaldamento della temperatura dei moduli da dei risultati pessimi con un calo della produzione di energia elettrica della cella difettosa e di quelle adiacenti. Tutto questo è riscontrabile tramite una misurazione termografica che all'istante può individuare le celle difettose e valutarne il surriscaldamento. In queste foto effettuate con una delle nostre termocamere si vedono immediatamente le celle difettose, che sono di colore rosso vivo. Con qualsiasi altro tipo di strumentazione non potrebbero essere rilevate. La termocamera ci aiuta ad individuare sia il pannello difettoso che, nel dettaglio, la cella difettosa. Proprio per questo è estremamente importante curare e mantenere monitorato nel tempo ogni singolo impianto fotovoltaico. La certezza dell' investimento e del suo ritorno sono effettivi solo se l'impianto produce quanto preventivato nei calcoli progettuali. Un aiuto sostanziale giunge dalla termografia a infrarossi. Grazie a questa tecnologia non invasiva è possibile monitorare velocemente ed in modo assolutamente preciso lo stato di ogni singolo pannello o di ogni singola cella. Si può così creare una mappa all' infrarosso di tutto l'impianto. Questo si concretizza nella possibilità di individuare connettori, celle o intere porzioni di pannelli fotovoltaici mal funzionanti che pregiudicano il funzionamento e la resa di tutto l'impianto. La termografia è quindi in grado di trovare ed evidenziare le celle surriscaldate o in corto, dalle analisi condotte è emerso che la maggior parte di impianti integrati soffrono di notevole surriscaldamento con conseguente calo di resa e deterioramento precoce delle celle. Un analisi termografica permette quindi di scovare l'anomalia anche anticipatamente prima che il pannello fotovoltaico si deteriori completamente permettendo un immediata manutenzione all' impianto che permetterà di massimizzarne la produzione. Ogni impianto fotovoltaico dovrebbe essere monitorato almeno una volta all' anno con il sistema della termografia a infrarossi al fine di mantenerne la perfetta efficienza. Solo due celle difettose riducono al 50% il normale rendimento di tutto il pannello

13 A chi si rivolge la termografia? Agli amministratori di condominio e proprietari di immobili Perché permette di monitorare numerosi aspetti e consente di prevenire per tempo intervenendo tempestivamente e non facendo aggravare il problema Agli installatori e manutentori di pannelli fotovoltaici Perché consente di monitorare l efficienza dell impianto e di individuare anche piccoli difetti dovuti ad usura. Le ispezioni possono essere effettuate sotto normali condizioni operative e non richiedono la disattivazione del sistema. Agli installatori di cappotti per edifici Perché consente di individuare, oltre eventuali ponti termici, l uniformità della protezione sulle facciate ed inoltre l isolamento degli infissi Alla Soprintendenza, alla Curia, alle associazioni Perché consente di monitorare l integrità del materiale esaminato, ad esempio controllo delle fessurazioni su statua o controllo dell integrità dell intonaco sul quale vi è un dipinto Agli installatori e manutentori di impianti elettrici Le termo camere possono essere utilizzate per effettuare scansioni di quadri elettrici, fusibili, collegamenti e molto altro ancora. I problemi elettrici così rilevati, invisibili all occhio umano ma individuabili rapidamente con una termo camera, possono essere facilmente riparati. Se non sistemati, i problemi elettrici possono causare temperature elevate, possono generare scintille, in grado di scatenare incendi. Ai fornitori di materiali edili soggetti a processi di asciugatura Perché consente di monitorare l intera superficie che si sta asciugando Agli installatori e manutentori di impianti idraulici Perché la termo camera è lo strumento ideale per rilevare tubi anche ostruiti o rotti ed altre problematiche relative agli impianti idraulici. Anche se le tubazioni passano sotto il pavimento o all interno di una parete è possibile identificare precisamente la posizione del guasto facendo scorrere acqua calda nei tubi. Ai periti delle assicurazioni, del Tribunale e delle banche Nei contenziosi può dare un utile contributo nell identificare scientificamente la causa di infiltrazioni, perdite di calore, integrità ed efficienza degli impianti idraulici ed elettrici, degrado del materiale, integrità strutturale. Agli installatori e manutentori di impianti di riscaldamento a pavimento Perché consente una indiscussa certificazione all atto del collaudo dell impianto e, per l aspetto manutentivo, consente di individuare puntualmente eventuali perdite localizzandole con precisione. Alle figure che intervengono nelle ristrutturazioni edili Le strutture nascoste sotto l intonaco diventano chiaramente visibili in un immagine ad infrarossi ed è così possibile decidere se è utile esporle. Inoltre è possibile individuare il distacco di intonaco.

14 Certificazione energetica degli edifici Il Decreto stabilisce quindi che, a partire dal 1 gennaio 2012, tutti gli annunci commerciali di vendita, dall editoria, alla tabellonistica fino ai portali web e tutti gli altri mezzi di comunicazione dovranno riportare l indice di prestazione energetica dell edificio o della singola unità immobiliare oggetto di compravendita; sarà quindi necessario far redigere l attestato di certificazione energetica da un certificatore accreditato e poi riportare i dati in esso contenuti negli annunci pubblicati. Questo nuovo obbligo, che ha l obiettivo di far scegliere consapevolmente la propria casa ai futuri acquirenti, sapendo fin dal momento della prima selezione i potenziali consumi energetici dell abitazione, ha però diversi dubbi interpretativi soprattutto per le agenzie immobiliari e per tutti coloro che si accingono a pubblicare un annuncio. Indice di prestazione energetica di un edificio. L allegato A del D. Lgs. 192/05 riporta la definizione di indice di prestazione energetica EP : esprime il consumo di energia primaria totale riferito all unità di superficie utile o di volume lordo, espresso rispettivamente in KWh/mq anno o KWh/mc anno. E quindi il fabbisogno di energia primaria per gli usi energetici di riscaldamento e di acqua calda sanitaria (mancano ancora i contributi per la climatizzazione estiva e per l illuminazione in quanto mancano le norme tecniche per calcolarli) ripartito o sulla superficie netta calpestabile se si tratta di edifici o singole unità immobiliari adibite a residenza o sul volume lordo riscaldato se si tratta di edifici con altra destinazione d uso. Sulla base del valore calcolato dell indice di prestazione e- nergetica, il legislatore ha definito la classificazione di merito degli edifici. Classe energetica di un edificio. La classe energetica globale dell edificio è l etichetta di efficienza energetica attribuita all edificio sulla base di un intervallo convenzionale di riferimento all interno del quale si colloca la sua prestazione energetica complessiva. La classe energetica è contrassegnata da una lettera. Attestato di certificazione energetica (ACE) degli edifici. L attestato di certificazione energetica degli edifici, con l attribuzione di specifiche classi prestazionali, è lo strumento di orientamento del mercato verso gli edifici a migliore rendimento energetico, permette ai cittadini di valutare la prestazione energetica dell edificio di interesse e di confrontarla con i valori tecnicamente raggiungibili, in un bilancio costi/ benefici.

15 Tariffario Utilizzo di termo camera FLIR EBX40 all infrarosso, con visualizzazione delle temperature a seguito di sollecitazione termica naturale legata all irraggiamento solare o sfruttando il gradiente termico spontaneo tra giorno e notte. L indagine consta nell acquisizione dei dati a seguito di taratura e installazione ad hoc della strumentazione, post elaborazione dei dati, restituzione di report cartaceo. Per condizioni diverse da quelle normali saranno concordati prezzi specifici. Le spese di trasferta sono considerate fino ad una distanza chilometrica pari a 50 km (A/R) INDAGINE SU INTERNO O ESTERNO PER I SEGUENTI CAMPI DI APPLICAZIONE: Mappature strutture portanti e tessitura muraria Verifica orditura solai Individuazione lesioni strutturali Individuazione elementi metallici Individuazione dei distacchi di intonaci o rivestimento Verifica presenza umidità di risalita Verifica formazione condense Verifica stato delle coibentazioni a pareti Per superfici fino a 10 mq Per superfici fino 100 mq.. Oltre i 100 mq.. Rimborso spese trasferta oltre i 50 km. Fino a 100 km (A/R) Fino a 300 km. (A/R).. Per ulteriori tariffe è necessario richiedere un preventivo specifico Una spesa ben fatta oggi per un risparmio assicurato domani

16 Assistenza e Direzione Lavori Riserve Appalti Lavori Pubblici Prevenzione Incendio Consulenze Tecnico Legali Pratiche Catastali Termografia Applicata all edilizia: Dispersioni Termiche degli Edifici Analisi Fenomeni Fessurativi Localizzazione Tubazioni Localizzazione Infiltrazioni Verifiche Impianti Elettrici Attestato Certificazione Energetica Contabilità Lavori Pubblici Rilievi Topografici C o n s u l e n z e S e r v i z i NOI GUARDIAMO AL FUTURO!

OGRA R FIA I I N AMBI B TO ED E I D LE E E

OGRA R FIA I I N AMBI B TO ED E I D LE E E LA TERMOGRAFIA TERMOGRAFIA IN AMBITO EDILE E ARCHITETTONICO LA TERMOGRAFIA IN ABITO EDILE ED ARCHITETTONICO INDICE: LA TEORIA DELL INFRAROSSO LA TERMOGRAFIA PASSIVA LA TERMOGRAFIA ATTIVA ESEMPI DI INDAGINI

Dettagli

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICIO PER CIVILE ABITAZIONE ANNI '50

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICIO PER CIVILE ABITAZIONE ANNI '50 RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICIO PER CIVILE ABITAZIONE ANNI '50 L'edificio oggetto dell'intervento, si trova a Bolzano in via Dalmazia ai numeri 60, 60A e 62 E' stato costruito nei primi anni '50

Dettagli

5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF

5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF 5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF Ecco un elenco esemplificativo di interventi ammissibili a fruire della detrazione Irpef. In ogni caso, deve essere verificata la conformità

Dettagli

Alle nostre latitudini la domanda di

Alle nostre latitudini la domanda di minergie Protezioni solari con lamelle, in parte fisse, e gronde Benessere ter edifici ed effi Nella società contemporanea trascorriamo la maggior parte del nostro tempo in spazi confinati, in particolare

Dettagli

PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri PRODOTTI DA COSTRUZIONE

PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri Acciai per la realizzazione di strutture metalliche e di strutture composte (laminati, tubi senza saldatura, tubi

Dettagli

CERTIFICATO ACUSTICO DI PROGETTO (D.P.C.M. 5 dicembre 1997)

CERTIFICATO ACUSTICO DI PROGETTO (D.P.C.M. 5 dicembre 1997) CERTIFICATO ACUSTICO DI PROGETTO (D.P.C.M. 5 dicembre 1997) Progetto per la realizzazione di: Edificio residenziale Località: Ancona Indirizzo: via Menicucci, 3 Il tecnico competente Ancona, 20/09/2011

Dettagli

Progettista(i) degli impianti termici e dell isolamento termico dell'edificio

Progettista(i) degli impianti termici e dell isolamento termico dell'edificio ALLEGATO E (Allegato I, comma 15) RELAZIONE TECNICA DI CUI ALL'ARTICOLO 28 DELLA LEGGE 9 GENNAIO 1991, N. 10, ATTESTANTE LA RISPONDENZA ALLE PRESCRIZIONI IN MATERIA DI CONTENIMENTO DEL CONSUMO ENERGETICO

Dettagli

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro.

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro. C Caldaia L'unità centrale scambiatore termico-bruciatore destinata a trasmettere all'acqua il calore prodotto dalla combustione. v. Camera di combustione, Centrali termiche, Efficienza di un impianto

Dettagli

Oggetto: Autorizzazione per l esecuzione di opere e lavori di qualunque genere sui beni culturali (articolo 21, comma 4, d.lgs. n.

Oggetto: Autorizzazione per l esecuzione di opere e lavori di qualunque genere sui beni culturali (articolo 21, comma 4, d.lgs. n. PROTOCOLLO Responsabile del procedimento 14,62 Al Ministero per i beni e le attività culturali Soprintendenza..... Oggetto: Autorizzazione per l esecuzione di opere e lavori di qualunque genere sui beni

Dettagli

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Marco Citterio, Gaetano Fasano Report RSE/2009/165 Ente per le Nuove tecnologie,

Dettagli

...LEGGETE I DATI TECNICI E CAPIRETE... intonaco idrofobizzato colorato IL MASSETTO CALDO. per restauro, ristrutturazioni e nuova edilizia civile

...LEGGETE I DATI TECNICI E CAPIRETE... intonaco idrofobizzato colorato IL MASSETTO CALDO. per restauro, ristrutturazioni e nuova edilizia civile MATERIALI A BASE DI CALCE NATURALE PER IL RESTAURO E IL RISANAMENTO scheda tecnica per restauro, ristrutturazioni e nuova edilizia civile intonaco idrofobizzato colorato IL MASSETTO CALDO PRODOTTO PER

Dettagli

ECOPITTURE E GUAINE DI FINITURA TERMO-RIFLETTENTI A BASE DI LATTE ED ACETO.

ECOPITTURE E GUAINE DI FINITURA TERMO-RIFLETTENTI A BASE DI LATTE ED ACETO. ECOPITTURE E GUAINE DI FINITURA TERMO-RIFLETTENTI A BASE DI LATTE ED ACETO. L efficacia dell ecopitture e guaine a base di latte e aceto si basa su l intelligente impiego dell elettroidrogenesi generata

Dettagli

CONSIGLI UTILI PER UNA CORRETTA ESECUZIONE DELLE MURATURE

CONSIGLI UTILI PER UNA CORRETTA ESECUZIONE DELLE MURATURE CONSIGLI UTILI PER UNA CORRETTA ESECUZIONE DELLE MURATURE a cura del Consorzio POROTON Italia VERSIONE ASPETTI GENERALI E TIPOLOGIE MURARIE Le murature si dividono in tre principali categorie: murature

Dettagli

FAQ (FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE PIU FREQUENTI)

FAQ (FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE PIU FREQUENTI) FAQ (FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE PIU FREQUENTI) Domande frequenti inerenti la Relazione Energetico - Ambientale e la conformità delle pratiche edilizie alla normativa di settore. Aggiornamento al

Dettagli

Isolamento termico ad alta efficienza energetica Un investimento per il futuro che rende da subito. Costruire con coscienza.

Isolamento termico ad alta efficienza energetica Un investimento per il futuro che rende da subito. Costruire con coscienza. Tema Isolamento termico ad alta efficienza energetica Isolamento termico ad alta efficienza energetica Un investimento per il futuro che rende da subito. Costruire con coscienza. Le informazioni, le immagini,

Dettagli

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI Gli aggiornamenti più recenti Proroga dell agevolazione al 31 dicembre 2015 I quesiti più frequenti aggiornamento aprile 2015 ACQUISTI AGEVOLATI IMPORTO DETRAIBILE MODALITA

Dettagli

4 - Dati generali e climatici

4 - Dati generali e climatici 4 - Dati generali e climatici 88 Sommario 4.1 Dati catasto energetico... 91 4.1.1 Edificio... 91 4.1.2 Proprietario e responsabile dell impianto... 92 4.2 Dati generali... 96 4.2.1 Richiesta... 96 4.2.2

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI Introduzione Le dimensioni delle cabine degli ascensori debbono rispettare valori minimi stabiliti dalle normative vigenti,

Dettagli

Il trattamento dell acqua per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici

Il trattamento dell acqua per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici Il trattamento dell acqua per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici 12 Giugno 2014 Stefano Bonfanti Product Manager - Cillichemie Italiana S.r.l. L azienda n.2 Sedi n.47 Agenti

Dettagli

POWERED BY SUN LEAF ROOF

POWERED BY SUN LEAF ROOF POWERED BY SUN LEAF ROOF DALLA COPERTURA COME PROTEZIONE... [...] essendo sorto dopo la scoperta del fuoco un principio di comunità fra uomini [...] cominciarono in tale assembramento alcuni a far tetti

Dettagli

Opere di ristrutturazione edilizia e risanamento conservativo - variante essenziale relative all'immobile sito in via Millelire n 10/c - Milano

Opere di ristrutturazione edilizia e risanamento conservativo - variante essenziale relative all'immobile sito in via Millelire n 10/c - Milano Comune di MILANO Provincia di MILANO Regione LOMBARDIA RELAZIONE TECNICA Rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico Deliberazione Giunta Regionale 22 dicembre 2008

Dettagli

MONDIALE NELLE SOLUZIONI PER L ISOLAMENTO

MONDIALE NELLE SOLUZIONI PER L ISOLAMENTO L innovativo sistema per la ristrutturazione delle pareti dall interno LEADER MONDIALE NELLE SOLUZIONI PER L ISOLAMENTO Costi energetici elevati e livello di comfort basso: un problema in crescita La maggior

Dettagli

RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA

RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA Comune della Spezia MARIO NIRO 5S a.s. 2013/2014 RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA RELATIVA AL PROGETTO DI ABITAZIONE UNIFAMILIARE DA EDIFICARE PRESSO IL COMUNE DELLA SPEZIA, VIA MONTALBANO CT FOGLIO 60, MAPPALE

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI

IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI LINEE D INDIRIZZO PER LA VALUTAZIONE DEI RISCHI CORRELATI ALL INSTALLAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOTAICI SU EDIFICI DESTINATI

Dettagli

S.p.a. 24050 ZANICA (BG) Italia Via Stezzano, 16 tel +39 035 671 013 fax +39 035 672 265 www.styl-comp.it infostylcomp@styl-comp.

S.p.a. 24050 ZANICA (BG) Italia Via Stezzano, 16 tel +39 035 671 013 fax +39 035 672 265 www.styl-comp.it infostylcomp@styl-comp. CATTANEO & Co. - BG SC_I 01/2005 S.p.a. 24050 ZANICA (BG) Italia Via Stezzano, 16 tel +39 035 671 013 fax +39 035 672 265 www.styl-comp.it infostylcomp@styl-comp.it Realizzare un connubio perfetto fra

Dettagli

ELEMENTII DII TECNIICA DEL CONTROLLO AMBIIENTALE. ISTITUTO UNIVERSITARIO DI ARCHITETTURA DI VENEZIA Laboratori di Progettazione Architettonica

ELEMENTII DII TECNIICA DEL CONTROLLO AMBIIENTALE. ISTITUTO UNIVERSITARIO DI ARCHITETTURA DI VENEZIA Laboratori di Progettazione Architettonica ISTITUTO UNIVERSITARIO DI ARCHITETTURA DI VENEZIA Laboratori di Progettazione Architettonica ELEMENTII DII TECNIICA DEL CONTROLLO AMBIIENTALE PROF.. GIIANCARLO ROSSII PARTE SECONDA 1 INTRODUZIONE TIPOLOGIE

Dettagli

Pannelli Solari Termici. Parete esterna verticale. Tipologia di. inserimento. I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale

Pannelli Solari Termici. Parete esterna verticale. Tipologia di. inserimento. I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale Pannelli Solari Termici Parete esterna verticale I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale dell edificio. Pannelli Solari Termici Parete esterna verticale e parapetti Legenda

Dettagli

Il presente decreto sara' pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana.

Il presente decreto sara' pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana. DM 13/12/93 APPROVAZIONE DEI MODELLI TIPO PER LA COMPILAZIONE DELLA RELAZIONE TECNICA DI CUI ALL'ART. 28 DELLA LEGGE 9 GENNAIO 1991 N. 10, ATTESTANTE LA RISPONDENZA ALLE PRESCRIZIONI IN MATERIA DI CONTENIMENTO

Dettagli

L esperienza del Green Energy Audit

L esperienza del Green Energy Audit L esperienza del Green Energy Audit Arch. Ph.D. Annalisa Galante Adjunct Professor Research Associate - Dipartimento ABC - Politecnico di Milano Coordinamento corsi di formazione - Comunicazione e Marketing

Dettagli

COMUNE DI TROPEA (Provincia di Catanzaro)

COMUNE DI TROPEA (Provincia di Catanzaro) COMUNE DI TROPEA (Provincia di Catanzaro) PROGETTO DEFINITIVO-ESECUTIVO Comune di TROPEA Interventi manutentivi alla rete idrica comunale per fronteggiare l emergenza idrica sul territorio di Tropea Completamento,

Dettagli

Guida. alla detrazione fiscale del. 65% per la. riqualificazione energetica e l adeguamento antisismico degli edifici

Guida. alla detrazione fiscale del. 65% per la. riqualificazione energetica e l adeguamento antisismico degli edifici Guida alla detrazione fiscale del 65% per la riqualificazione energetica e l adeguamento antisismico degli edifici Aggiornata al 20 dicembre 2013 Sommario 1. IL QUADRO NORMATIVO.... pag. 3 2. EDIFICI INTERESSATI.....

Dettagli

LA TRASMITTANZA TERMICA DEGLI INFISSI: COS'E' E COME SI CALCOLA

LA TRASMITTANZA TERMICA DEGLI INFISSI: COS'E' E COME SI CALCOLA LA TRASMITTANZA TERMICA DEGLI INFISSI: COS'E' E COME SI CALCOLA 1. La trasmittanza termica U COS'E? La trasmittanza termica U è il flusso di calore medio che passa, per metro quadrato di superficie, attraverso

Dettagli

OPERE INTERNE (art. 9 L.R. 37/85)

OPERE INTERNE (art. 9 L.R. 37/85) timbro protocollo AL RESPONSABILE Area delle Politiche Infrastrutturali e del Territorio DEL COMUNE DI SPADAFORA (ME) OPERE INTERNE (art. 9 L.R. 37/85) OGGETTO: Comunicazione opere interne ai sensi dell

Dettagli

IL TRATTAMENTO DELL ACQUA per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici. Cillichemie Italiana Srl Stefano Bonfanti

IL TRATTAMENTO DELL ACQUA per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici. Cillichemie Italiana Srl Stefano Bonfanti IL TRATTAMENTO DELL ACQUA per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici Cillichemie Italiana Srl Stefano Bonfanti gli utilizzi tecnici dell acqua in un edificio ACQUA FREDDA SANITARIA

Dettagli

DEMOLIZIONE EDIFICI RAFFORZAMENTI E PUNTELLAMENTI (RISANAMENTI) DISTACCO OPERE ADIACENTI

DEMOLIZIONE EDIFICI RAFFORZAMENTI E PUNTELLAMENTI (RISANAMENTI) DISTACCO OPERE ADIACENTI DEMOLIZIONE EDIFICI 1. DEMOLIZIONI MANUALI E1 DEMOLIZIONI STRUTTURE RAFFORZAMENTI E UNTELLAMENTI (RISANAMENTI) DISTACCO OERE ADIACENTI DEMOLIZIONE VOLTE; DEMOLIZIONE SOLAI IN LEGNO; DEMOLIZIONE SOLAI LATERO-

Dettagli

L AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERGETICO

L AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERGETICO COMUNE DI CANZO COMUNE DI CASTELMARTE COMUNE DI EUPILIO COMUNE DI LONONE AL SERINO COMUNE DI PROSERPIO COMUNE DI PUSIANO L AUDIT ENERETICO DELI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERETICO Una politica energetica

Dettagli

Isolamento termico dall interno senza barriera al vapore

Isolamento termico dall interno senza barriera al vapore Versione 1 settembre 2013 Isolamento termico dall interno senza barriera al vapore via Savona 1/B, 20144 Milano - tel 02 89415126 - fax 02 58104378 - info@anit.it Tutti i diritti sono riservati. Nessuna

Dettagli

Che cos'è il radon? Il gas radon è rilevabile con i sensi?

Che cos'è il radon? Il gas radon è rilevabile con i sensi? Che cos'è il radon? Il Radon è un gas inodore e incolore presente in natura. Il suo isotopo (atomo di uno stesso elemento chimico con numero di protoni fisso e numero di neutroni variabile) 222Rn è radioattivo

Dettagli

dai vita alla tua casa

dai vita alla tua casa dai vita alla tua casa SEMPLICE MENTE ENERGIA bioedilizia Una STRUTTURA INNOVATIVA PARETE MEGA PLUS N 10 01 struttura in legno 60/60 mm - 60/40 mm 02 tubazione impianto elettrico ø 21 mm 03 struttura portante

Dettagli

Book IL FENOMENO DELLE MUFFE E ALGHE

Book IL FENOMENO DELLE MUFFE E ALGHE IL FENOMENO DELLE MUFFE E ALGHE CAP Arreghini. Cultura della qualità. Un costante processo di evoluzione e di innovazione abbraccia da sempre tutte le attività di CAP Arreghini. L azienda gode infatti

Dettagli

Relazione specialistica

Relazione specialistica Relazione specialistica Dipl.-Ing. Hardy Ernst Dipl.-Wirtschaftsing. (FH), Dipl.-Informationswirt (FH) Markus Tuffner, Bosch Industriekessel GmbH Basi di progettazione per una generazione ottimale di vapore

Dettagli

RILEVAZIONE STATISTICA DEI PERMESSI DI COSTRUIRE, DIA,EDILIZIA PUBBLICA (DPR 380/2001, art. 7) SISTEMA STATISTICO NAZIONALE

RILEVAZIONE STATISTICA DEI PERMESSI DI COSTRUIRE, DIA,EDILIZIA PUBBLICA (DPR 380/2001, art. 7) SISTEMA STATISTICO NAZIONALE RILEVAZIONE STATISTICA DEI PERMESSI DI COSTRUIRE, DIA,EDILIZIA PUBBLICA (DPR 380/2001, art. 7) SISTEMA STATISTICO NAZIONALE ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL MODELLO ISTAT/PDC/NRE

Dettagli

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01. Ecoenergia. I d e e d a i n s t a l l a r e

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01. Ecoenergia. I d e e d a i n s t a l l a r e ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01 Ecoenergia I d e e d a i n s t a l l a r e Lo sviluppo sostenibile Per uno sviluppo energetico sostenibile, compatibile

Dettagli

L'ATTESTAZIONE DELLA CONFORMITA' DELL'OPERA AL PROGETTO PRESENTATO E SUA AGIBILITA' ( Ai sensi dell'art.10 del D.P.R. 07/09/2010 n.

L'ATTESTAZIONE DELLA CONFORMITA' DELL'OPERA AL PROGETTO PRESENTATO E SUA AGIBILITA' ( Ai sensi dell'art.10 del D.P.R. 07/09/2010 n. Spazio riservato al Servizio Urbanistica AGIBILITA' n del L'ATTESTAZIONE DELLA CONFORMITA' DELL'OPERA AL PROGETTO PRESENTATO E SUA AGIBILITA' ( Ai sensi dell'art.10 del D.P.R. 07/09/2010 n.160 ) l sottoscritt...

Dettagli

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la Sistema scaldante resistivo per la protezione antighiaccio ed antineve di superfici esterne Il sistema scaldante ha lo scopo di evitare la formazione di ghiaccio e l accumulo di neve su superfici esterne

Dettagli

Il Ministro dell Economia e delle Finanze. Il Ministro dello Sviluppo Economico. di concerto con

Il Ministro dell Economia e delle Finanze. Il Ministro dello Sviluppo Economico. di concerto con Il Ministro dell Economia e delle Finanze di concerto con Il Ministro dello Sviluppo Economico Visto l articolo 1 della legge 27 dicembre 2006, n. 296, recante legge finanziaria per il 2007 (di seguito:

Dettagli

POWER BANK CON TORCIA LED. Batteria di Emergenza Slim con Torcia LED. mah

POWER BANK CON TORCIA LED. Batteria di Emergenza Slim con Torcia LED. mah POWER BANK Batteria di Emergenza Slim con Torcia LED mah 2800 CON TORCIA LED Batteria Supplementare Universale per ricaricare tutti i dispositivi portatili di utlima generazione Manuale d uso SPE006-MCAL

Dettagli

Innovazione nella posa dei serramenti La sigillatura delle finestre. Come e perché?

Innovazione nella posa dei serramenti La sigillatura delle finestre. Come e perché? Innovazione nella posa dei serramenti La sigillatura delle finestre. Come e perché? Klaus Pfitscher Relazione 09/11/2013 Marchio CE UNI EN 14351-1 Per finestre e porte pedonali Marchio CE UNI EN 14351-1

Dettagli

Cos è una. pompa di calore?

Cos è una. pompa di calore? Cos è una pompa di calore? !? La pompa di calore aria/acqua La pompa di calore (PDC) aria-acqua è una macchina in grado di trasferire energia termica (calore) dall aria esterna all acqua dell impianto

Dettagli

Isolamento termico dall interno. Pannelli RP e soluzioni in cartongesso

Isolamento termico dall interno. Pannelli RP e soluzioni in cartongesso QUANDO ISOLARE DALL INTERNO L isolamento dall interno delle pareti perimetrali e dei soffitti rappresenta, in alcuni contesti edilizi e soprattutto nel caso di ristrutturazioni, l unica soluzione perseguibile

Dettagli

RELAZIONE SEMINARIO 17 NOVEMBRE 2011 (Manuela Sammarco) ARTICOLO 1125 C.C. MANUTENZIONE E RICOSTRUZIONE DEI SOFFITTI, DELLE VOLTE E DEI SOLAI

RELAZIONE SEMINARIO 17 NOVEMBRE 2011 (Manuela Sammarco) ARTICOLO 1125 C.C. MANUTENZIONE E RICOSTRUZIONE DEI SOFFITTI, DELLE VOLTE E DEI SOLAI RELAZIONE SEMINARIO 17 NOVEMBRE 2011 (Manuela Sammarco) ARTICOLO 1125 C.C. MANUTENZIONE E RICOSTRUZIONE DEI SOFFITTI, DELLE VOLTE E DEI SOLAI I soffitti, le volte e i solai sono le strutture murarie che

Dettagli

Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro

Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro Saint-Gobain, attraverso i suoi marchi, sviluppa e produce nuove generazioni di materiali con un approccio moderno e completo al mercato delle costruzioni:

Dettagli

GSE Gestore Servizi Energetici. Guida all utilizzo dell applicazione web Portaltermico

GSE Gestore Servizi Energetici. Guida all utilizzo dell applicazione web Portaltermico GSE Gestore Servizi Energetici Guida all utilizzo dell applicazione web Portaltermico D.M. 28 dicembre 2012 Indice dei contenuti 1. Generalità... 4 Finalità del documento... 4 Requisiti minimi per l utilizzo

Dettagli

Analisi termografica su celle litio-ione sottoposte ad esperienze di "second life" Francesco D'Annibale, Francesco Vellucci. Report RdS/PAR2013/191

Analisi termografica su celle litio-ione sottoposte ad esperienze di second life Francesco D'Annibale, Francesco Vellucci. Report RdS/PAR2013/191 Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l energia e lo sviluppo economico sostenibile MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Analisi termografica su celle litio-ione sottoposte ad esperienze di "second

Dettagli

Realizzazione di un. Disposizioni per la prevenzione dei rischi da caduta dall alto!!" "

Realizzazione di un. Disposizioni per la prevenzione dei rischi da caduta dall alto!! Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Mantova Procedure di sicurezza per l installazione e la manutenzione di pannelli fotovoltaici Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Mantova Realizzazione

Dettagli

Legionella pneumophila: impianti e punti a maggior rischio di colonizzazione e tecniche di prevenzione

Legionella pneumophila: impianti e punti a maggior rischio di colonizzazione e tecniche di prevenzione «Ispezione tecnica: l analisi degli impianti aeraulici» Legionella pneumophila: impianti e punti a maggior rischio di colonizzazione e tecniche di prevenzione Cillichemie Italiana Dott. Marco D Ambrosio

Dettagli

Sistemi Mapei per la realizzazione di pavimentazioni radianti ad alto rendimento termico

Sistemi Mapei per la realizzazione di pavimentazioni radianti ad alto rendimento termico Sistemi Mapei per la realizzazione di pavimentazioni radianti ad alto rendimento termico La riparazione dell asfalto ha fatto strada. Sistemi MAPEI per la realizzazione di pavime I pannelli radianti sono

Dettagli

NOVITÀ FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 9O. Qualità dell'abitare per le esigenze più moderne

NOVITÀ FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 9O. Qualità dell'abitare per le esigenze più moderne NOVITÀ FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 9O Qualità dell'abitare per le esigenze più moderne 3 Sintesi perfetta fra isolamento termico, tecnica e design Le finestre e le porte di oggi non solo devono

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA

IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA Un impianto solare fotovoltaico consente di trasformare l energia solare in energia elettrica. Non va confuso con un impianto solare termico, che è sostanzialmente

Dettagli

Aiuto alla compilazione del modulo Caratteristiche dell edificio

Aiuto alla compilazione del modulo Caratteristiche dell edificio Aiuto alla compilazione del modulo Caratteristiche dell edificio Edificio Ai sensi dell art. 3 del ordinanza sul Registro federale degli edifici e delle abitazioni, l edificio è definito come segue: per

Dettagli

IL MINISTRO DELL INTERNO

IL MINISTRO DELL INTERNO D.M. 16 maggio 1987, n. 246 (G.U. n. 148 del 27 giugno 1987) NORME DI SICUREZZA ANTINCENDI PER GLI EDIFICI DI CIVILE ABITAZIONE IL MINISTRO DELL INTERNO Vista la legge 27 dicembre 1941, n. 1570: Vista

Dettagli

Università di Roma Tor Vergata

Università di Roma Tor Vergata Università di Roma Tor Vergata Facoltà di Ingegneria Dipartimento di Ingegneria Industriale Corso di: TERMOTECNICA 1 IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE Ing. G. Bovesecchi gianluigi.bovesecchi@gmail.com 06-7259-7127

Dettagli

Per le tue segnalazioni su edifici scrivi a: energia@legambiente.it. Le Città monitorate dal Legambiente

Per le tue segnalazioni su edifici scrivi a: energia@legambiente.it. Le Città monitorate dal Legambiente PREMESSA "Tutti in classe A" e' una nuova campagna di Legambiente che ha un obiettivo preciso: sensibilizzare sull'importanza dell'efficienza energetica in edilizia. Vogliamo farlo attraverso uno strumento

Dettagli

QUESTIONARIO SULLE RISORSE ENERGETICHE : ALTERNATIVE E SUGGERIMENTI. Isitip Verrés sede Pont-Saint-Martin AS 2006/07

QUESTIONARIO SULLE RISORSE ENERGETICHE : ALTERNATIVE E SUGGERIMENTI. Isitip Verrés sede Pont-Saint-Martin AS 2006/07 QUESTIONARIO SULLE RISORSE ENERGETICHE : ALTERNATIVE E SUGGERIMENTI Isitip Verrés sede Pont-Saint-Martin AS 2006/07 Sezione A: Che cosa sappiamo delle risorse energetiche? Sono risorse energetiche non

Dettagli

QUALITÀ E TRATTAMENTO DELL ACQUA DEL CIRCUITO CHIUSO

QUALITÀ E TRATTAMENTO DELL ACQUA DEL CIRCUITO CHIUSO QUALITÀ E TRATTAMENTO DELL ACQUA DEL CIRCUITO CHIUSO (PARTE 1) FOCUS TECNICO Gli impianti di riscaldamento sono spesso soggetti a inconvenienti quali depositi e incrostazioni, perdita di efficienza nello

Dettagli

L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere ossidante.

L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere ossidante. Ozono (O 3 ) Che cos è Danni causati Evoluzione Metodo di misura Che cos è L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere

Dettagli

PROGETTO PAIKULI - IRAQ

PROGETTO PAIKULI - IRAQ Dario Federico Marletto PROGETTO PAIKULI - IRAQ RAPPORTO TECNICO SUI LAVORI PER IL CORSO DI FORMAZIONE PRESSO LA SOPRINTENDENZA ARCHEOLOGICA DI OSTIA ANTICA Intervento sul mosaico pavimentale del Cortile

Dettagli

Vetro e risparmio energetico Controllo solare. Bollettino tecnico

Vetro e risparmio energetico Controllo solare. Bollettino tecnico Vetro e risparmio energetico Controllo solare Bollettino tecnico Introduzione Oltre a consentire l ingresso di luce e a permettere la visione verso l esterno, le finestre lasciano entrare anche la radiazione

Dettagli

Prevenzione dell allergia ad inalanti

Prevenzione dell allergia ad inalanti Prevenzione dell allergia ad inalanti La patologia allergica respiratoria è molto frequente nella popolazione generale: la sua prevalenza si aggira in media intorno al 10-15%. Inoltre, negli ultimi 20

Dettagli

NUOVO! Sempre più semplice da utilizzare

NUOVO! Sempre più semplice da utilizzare NUOVO! NUOVO AF/ARMAFLEX MIGLIORE EFFICIENZA DELL ISOLAMENTO Sempre più semplice da utilizzare L flessibile professionale Nuove prestazioni certificate. Risparmio energetico: miglioramento di oltre il

Dettagli

La riqualificazione energetica delle scuole: prospettive e criticità. I principali interventi tecnici e gli esperti da coinvolgere.

La riqualificazione energetica delle scuole: prospettive e criticità. I principali interventi tecnici e gli esperti da coinvolgere. La riqualificazione energetica delle scuole: prospettive e criticità I principali interventi tecnici e gli esperti da coinvolgere I principali interventi tecnici e gli esperti da coinvolgere Obiettivi

Dettagli

ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico

ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico ALLEGATO A ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico A) SOPRALLUOGHI, VISITE TECNICHE, VERIFICHE DI IMPIANTI A.1) Sopralluogo ed esame

Dettagli

L applicazione dell IVA agevolata del 10% per le opere di MANUTENZIONE ORDINARIA E MANUTENZIONE STRAORDINARIA

L applicazione dell IVA agevolata del 10% per le opere di MANUTENZIONE ORDINARIA E MANUTENZIONE STRAORDINARIA Studio Tecnico Geometri SAPINO Giuseppe e PEDERZANI Fabio Via Pollano, 26 12033 MORETTA (CN) - tel. 0172.94169 fax 172.917563 mail: gsapino@geosaped.com fpederzani@geosaped.com P.E.C.: giuseppe.sapino@geopec.it

Dettagli

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Buone prassi di conservazione del patrimonio. www.fondazionecariplo.it

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Buone prassi di conservazione del patrimonio. www.fondazionecariplo.it Bandi 2015 ARTE E CULTURA Buone prassi di conservazione del patrimonio BENESSERE GIOVANI COMUNITÀ www.fondazionecariplo.it BANDI 2015 1 Bando con scadenza 9 aprile 2015 Buone prassi di conservazione del

Dettagli

Risanamento delle tubazioni dall interno

Risanamento delle tubazioni dall interno La soluzione di oggi per le tubazioni di ieri: Risanamento delle tubazioni dall interno Costi inferiori fino al 50% niente demolizioni, niente sporco, niente macerie nessuna interruzione nella gestione

Dettagli

SCHEDA RIEPILOGATIVA INTERVENTO OPCM n. 3779 e 3790

SCHEDA RIEPILOGATIVA INTERVENTO OPCM n. 3779 e 3790 SCHEDARIEPILOGATIVAINTERVENTO OPCMn.3779e3790 A)Caratteristicheedificio Esitodiagibilità: B-C (OPCM 3779) E (OPCM 3790) Superficielordacomplessivacoperta( 1 ) mqnum.dipiani Num.UnitàImmobiliaritotali B)Contributorichiestoaisensidi

Dettagli

CIRCOLAZIONE NATURALE. NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale

CIRCOLAZIONE NATURALE. NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale CIRCOLAZIONE NATURALE NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale 1964 2014 Immergas. Una lunga storia alle spalle, insegna a guardare in avanti. Il 5 febbraio del 1964, Immergas nasceva dal

Dettagli

DIA N ANNO Allo Sportello Unico per le Attività Produttive del Comune di GALLARATE DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA EDILIZIA

DIA N ANNO Allo Sportello Unico per le Attività Produttive del Comune di GALLARATE DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA EDILIZIA DIA N ANNO Allo Sportello Unico per le Attività Produttive del Comune di GALLARATE DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA EDILIZIA ai sensi degli articoli 41 e 42 L.R. 11.03.2005 n.12 e successive modifiche ed integrazioni

Dettagli

loro sedi OGGETTO: Risposta a quesiti su questioni antincendio.

loro sedi OGGETTO: Risposta a quesiti su questioni antincendio. Milano lì Ns. Rif.: 13 novembre 2013 820038.309 Agli Ordini e Collegi aderenti al C.I.P.I. loro sedi K:\Ufficio\07 Documenti\CIPI\820038 Comitato interpr. prevenzione incendi\820038 corrispondenza dal

Dettagli

PERSIANE FINSTRAL. Estetica e funzionalità nel rispetto della tradizione

PERSIANE FINSTRAL. Estetica e funzionalità nel rispetto della tradizione PERSIANE FINSTRAL Estetica e funzionalità nel rispetto della tradizione PERSIANE 2 Oscuramento e protezione visiva nel rispetto della tradizione Le persiane, oltre al loro ruolo principale di elemento

Dettagli

APPROFONDIMENTI SUGLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO

APPROFONDIMENTI SUGLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO APPENDICE 2 APPROFONDIMENTI SUGLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO ( a cura Ing. Emiliano Bronzino) CALCOLO DEI CARICHI TERMICI A titolo di esempio verrà presentato il calcolo automatico dei carichi termici

Dettagli

Costi della Qualità. La Qualità costa! Ma quanto costa la non Qualità? La Qualità fa risparmiare denaro. La non Qualità fa perdere denaro.

Costi della Qualità. La Qualità costa! Ma quanto costa la non Qualità? La Qualità fa risparmiare denaro. La non Qualità fa perdere denaro. Costi della Qualità La Qualità costa! Ma quanto costa la non Qualità? La Qualità fa risparmiare denaro. La non Qualità fa perdere denaro. Per anni le aziende, in particolare quelle di produzione, hanno

Dettagli

LIBRETTO DI CENTRALE

LIBRETTO DI CENTRALE 1 LIBRETTO DI CENTRALE OBBLIGATORIO PER GLI IMPIANTI TERMICI CON POTENZA TERMICA DEL FOCOLARE NOMINALE SUPERIORE O UGUALE A 35 kw (ART. 11, COMMA 9, DPR 26 AGOSTO 1993, N 412) Conforme al modello pubblicato

Dettagli

Impianti di climatizzazione

Impianti di climatizzazione Corso di IPIANTI TECNICI per l EDILIZIAl Impianti di climatizzazione Prof. Paolo ZAZZINI Dipartimento INGEO Università G. D Annunzio Pescara www.lft.unich.it IPIANTI DI CLIATIZZAZIONE Impianti di climatizzazione

Dettagli

I testi sono così divisi: HOME. PRODUZIONE DI ENERGIA VERDE o Energia eolica o Energia fotovoltaica o Energia a biomassa

I testi sono così divisi: HOME. PRODUZIONE DI ENERGIA VERDE o Energia eolica o Energia fotovoltaica o Energia a biomassa Testi informativi sugli interventi e gli incentivi statali in materia di eco-efficienza industriale per la pubblicazione sul sito web di Unioncamere Campania. I testi sono così divisi: HOME EFFICIENTAMENTO

Dettagli

Guida tecnica alla progettazione dell IMPERMEABILIZZAZIONE

Guida tecnica alla progettazione dell IMPERMEABILIZZAZIONE Guida tecnica alla progettazione dell IMPERMEABILIZZAZIONE 8 1 4 6 7 8 7 1 4 2 Guida tecnica alla progettazione dell IMPERMEABILIZZAZIONE INTRODUZIONE MAPEI, azienda leader mondiale nella produzione di

Dettagli

Aquaflex Roof. Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista

Aquaflex Roof. Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista CAMPI DI APPLICAZIONE Impermeabilizzazione di: coperture piane; balconi e terrazzi;

Dettagli

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo.

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo. 17875 LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27 Disposizioni urgenti in materia di prevenzione del rischio e sicurezza delle costruzioni Istituzione del fascicolo del fabbricato. IL CONSIGLIO REGIONALE HA

Dettagli

FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 72. Benessere da vivere. Su misura.

FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 72. Benessere da vivere. Su misura. FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 72 Benessere da vivere. Su misura. 2 Qualità e varietà per la vostra casa Maggior comfort abitativo costi energetici ridotti cura e manutenzione minime FINSTRAL produce

Dettagli

Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate

Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Informativa ONB Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate INDICE 1 Premessa... 2 2 Soggetti beneficiari... 2 3 Ambito oggettivo

Dettagli

Corso di Impianti Tecnici per l'edilizia - E. Moretti. Condizionamento CLASSIFICAZIONE DEGLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO

Corso di Impianti Tecnici per l'edilizia - E. Moretti. Condizionamento CLASSIFICAZIONE DEGLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO 1 Impianti di Climatizzazione e Condizionamento CLASSIFICAZIONE DEGLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO Premessa Gli impianti sono realizzati con lo scopo di mantenere all interno degli ambienti confinati condizioni

Dettagli

NOVITA! Sono in via di pubblicazione la nuova norma sulle reti idranti UNI 10779 e la specifica tecnica TS sulle reti idranti a secco

NOVITA! Sono in via di pubblicazione la nuova norma sulle reti idranti UNI 10779 e la specifica tecnica TS sulle reti idranti a secco NOVITA! Sono in via di pubblicazione la nuova norma sulle reti idranti UNI 10779 e la specifica tecnica TS sulle reti idranti a secco Ing. Marco Patruno Forum Prevenzione Incendi Milano : 1 ottobre 2014

Dettagli

DECRETO LEGISLATIVO 19 agosto 2005, n. 192: "Attuazione della direttiva 2002/91/CE relativa al rendimento energetico nell edilizia"

DECRETO LEGISLATIVO 19 agosto 2005, n. 192: Attuazione della direttiva 2002/91/CE relativa al rendimento energetico nell edilizia DECRETO LEGISLATIVO 19 agosto 2005, n. 192: "Attuazione della direttiva 2002/91/CE relativa al rendimento energetico nell edilizia" coordinato con il D.Lgs. 311/2006, con il D.M. 26/6/09, con la L. 99/2009

Dettagli

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO A l l e g a t o A COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO (ERRATA CORRIGE AL C.M.E. ALLEGATO ALLA GARA ED INSERITO SUL WEB) PROPRIETA ANCONAMBIENTE S.P.A. VIA DEL COMMERCIO 27, 60127 ANCONA OGGETTO OPERE

Dettagli

European Energy Manager

European Energy Manager Diventare Energy Manager in Europa oggi EUREM NET V: programma di formazione e specializzazione per European Energy Manager Durata del corso: 110 ore in 14 giorni, di cui 38 ore di workshop ed esame di

Dettagli

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE UNIVERSITA' DEGLI STUDI SASSARI UFFICIO TECNICO LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE, RESTAURO CONSERVATIVO E ADEGUAMENTO NORMATIVO DELL EDIFICIO SITO IN SASSARI IN LARGO PORTA NUOVA DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

Dettagli

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale 1 Maria Giovanna Piva * * Presidente del Magistrato alle Acque di Venezia Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale Da moltissimi anni il Magistrato alle Acque opera per

Dettagli

CIRCOLARE N. 12/E. Roma, 19 febbraio 2008

CIRCOLARE N. 12/E. Roma, 19 febbraio 2008 CIRCOLARE N. 12/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 19 febbraio 2008 OGGETTO: Profili interpretativi emersi nel corso della manifestazione Telefisco 2008 del 29 Gennaio 2008 e risposte ad

Dettagli

Il lavoro effettuato dalla pompa di calore non produce calore, ma lo muove

Il lavoro effettuato dalla pompa di calore non produce calore, ma lo muove La pompa di calore Definizioni La pompa di calore è una macchina in grado di trasferire energia da una sorgente a temperatura più bassa ad un utilizzatore a temperatura più alta, tramite la fornitura di

Dettagli