Azioni del PAES del Comune di Bologna: CONDOMINI- Riqualificazione energetica

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Azioni del PAES del Comune di Bologna: CONDOMINI- Riqualificazione energetica"

Transcript

1 Azioni del PAES del Comune di Bologna: CONDOMINI- Riqualificazione energetica Bologna, 4 marzo 2015 In collaborazione con:

2 Nell ambito del Piano d Azione per l Energia Sostenibile (PAES) del Comune di Bologna il patrimonio degli edifici residenziali esistenti rappresenta la voce di maggiore consumo, ove anche risultano elevate potenzialità di intervento, ma dove sussistono comprensibili difficoltà all esecuzione di lavori rilevanti.

3 Oltre i condomini con impianti centralizzati sul territorio di Bologna, di cui molti realizzati tra gli anni Consumi specifici: kwh/m2 anno (Classe G ) Bolletta energetica per famiglia di /anno

4 L'ATTUAZIONE DEL PAES Per attuare il PAES il Comune di Bologna sta attivando gli strumenti che l Amministrazione può mettere in campo: - comunicazione - sportelli informativi, (punto informazione energia - protocolli di intesa con le associazioni di categoria, - tavoli di lavoro sull edilizia, - strumenti specifici per la promozione della riqualificazione energetica degli edifici (per es. è già stato attivato un progetto con CNA e le banche per finanziare interventi nelle singole abitazioni).

5 L'ATTUAZIONE DEL PAES ed IL PROGETTO CONDOMINI Tra gli altri strumenti, il Comune ha ritenuto utile predisporre gli strumenti tecnici e gestionali per la riqualificazione energetica dei condomini, promuovendo un progetto sperimentale di supporto di alcuni condomini del territorio bolognese dotati di caldaie centralizzate, insieme a cui effettuare: - una diagnosi energetica del condominio, - lo studio di interventi di riqualificazione energetica, - la ricerca di strumenti di finanziamento ed eventuali operatori ESCO (Energy Service Company) - e l affiancamento dell amministratore nelle operazioni di decisione dell assemblea condominiale. Considerati gli obblighi regionali di adozione di valvole termostatiche e di contabilizzazione del calore, il progetto è uno strumento utile per ragionare sulla razionalizzazione dei consumi del sistema edificio-impianto.

6 IL PROGETTO CHE E STATO AVVIATO DAL COMUNE A GENNAIO 2015 Individuazione di 4 condomini rappresentativi delle principali tipologie edilizie, degli anni con impianti centralizzati di 1 a gasolio, composti da: appartamenti appartamenti > 100 appartamenti Esecuzione di diagnosi energetiche di dettaglio (norma UNI CEI/TR 11428:2011) per valutare i possibili interventi di efficientamento energetico, i mix ottimali, i relativi costi d investimento, i risparmi economici conseguibili e i tempi di ritorno. Tool-kit per fornire un adeguata correlazione tra mix d intervento, incentivi (detrazioni fiscali, TEE) e modalità contrattuali (EPC) con società ESCO, in modalità FTT o forme miste di copertura degli investimenti.

7 FINALITA DEL PROGETTO : - Individuare edifici su cui siano tecnicamente ed economicamente attuabili interventi su involucro e impianti. Interventi facilmente replicabile per creare una casistica -L intervento di una Esco è motivato dall idea di intervento a «costo zero» per Ia famiglia; sarà dunque la Esco ad accollarsi i costi dell intervento e ripagarsi tramite il risparmio; i tempi di ritorno degli investimenti dovranno però risultare sufficientemente appetibili (tendenzialmente di 8-10 anni) -In ogni caso si confronterà la soluzione «ESCO» con soluzioni/canali di finanziamento alternativi (detrazioni fiscali, fondi europei, fondi rotativi regionali, ), aiutando il condominio ad adottare la formula che verrà ritenuta più idonea da parte dei condomini stessi -Grazie al lavoro sperimentale sui 4 condomini (a cui potranno aggiungersi eventuali altri casistiche, in autonomia), il tool-kit fornirà elementi derivati dal lavoro sul campo e conterrà indicazioni di ordine pratico su interventi e modalità contrattuali per la loro esecuzione, giungendo auspicabilmente a quantificare le risorse necessarie a un attuazione di misure su ampia scala

8 Obblighi Obblighi Valvole Valvole termostatiche termostatiche vincoli vincoli costruttivi costruttivi Certif. Certif. Energetica Energetica PROFESSIONISTI PROFESSIONISTI diagnosi diagnosi energetica, energetica, studi studi fattibilità, fattibilità, progettazione progettazione 44 condomini condomini anni anni con con impianti impianti centralizzati centralizzati appartamenti appartamenti Soggetto Soggetto Facilitatore Facilitatore Comune Comune di di Bologna Bologna in in rete rete con con altri altri soggetti soggetti del del territorio territorio IMPRESE/ESCO IMPRESE/ESCO edilizia, edilizia, impianti, impianti, servizi servizi energia, energia, rete rete CNA. CNA. ecc. ecc. Attività Attività offerte, offerte, professionalità, professionalità, certificazioni, certificazioni, prezziario prezziario Opportunità Opportunità detrazioni detrazioni fiscali, fiscali, tariffe tariffe Incentivanti Incentivanti,TEE,TEE ACCESSO ACCESSO CREDITO CREDITO Plafond Plafond casa casa Tassi Tassi agevolati agevolati Garanzie Garanzie fideiussorie fideiussorie

9 CHIARIMENTO SUL RUOLO DE LA ESCO DEL SOLE NEL PROGETTO La ESCO del Sole ha vinto la gara bandita dal Comune a fine 2014, pertanto è il consulente tecnico che affianca il Comune nella realizzazione delle diagnosi energetiche, degli incontri con i referenti di condominio, nella ricerca di soluzioni di finanziamento e nella ricerca degli operatori che eseguono i lavori. Pertanto La ESCO del Sole NON REALIZZERA GLI INTERVENTI, per evidenti ragioni di conflitto di interesse. La ESCO del Sole è soggetto neutrale, insieme al Comune, per la consulenza tecnicofinanziaria e affiancherà il condominio nella ricerca delle soluzioni più adatte alle situazioni in essere, pur dovendo ovviamente relazionarsi e dovendo attuare una politica di mediazione anche con gli operatori economici (banche, ESCO), necessari affinché il progetto trovi una successiva attuazione.

10 PERCHÉ L INVITO ALL INCONTRO DI OGGI AD ALCUNI AMMINISTRATORI DI CONDOMINIO? Il Comune (sempre con la collaborazione de La ESCO del Sole) aveva già redatto un documento sui condomini di medie e grandi dimensioni nel 2012, individuando alcuni dei condomini con elevati consumi di gas (spesa superiore ai /anno), selezionando circa un centinaio di utenze. Sulla scorta di quel lavoro si è deciso di procedere all invito di tutti gli amministratori che risultano attualmente essere referenti per i condomini individuati, per ragionare se sia possibile selezionarne uno utile al progetto in corso. In ogni caso è sembrato utile invitare voi, in quanto siete comunque referenti anche di altri condomini e quindi potreste aiutare nella selezione anche dei condomini nelle altre taglie, inferiori alle 100 abitazioni. Anche se il progetto dovrà selezionare solo alcuni condomini, qualora emergano diverse realtà interessate, risulterà estremamente utile che queste affianchino il lavoro con forme che si potranno studiare insieme.

11 RICOGNIZIONE TECNICA PER LA SELEZIONE DEI CONDOMINI Nel tempo di attesa dell incontro odierno, è stata comunque attivata una ricognizione di tipo tecnico sui 100 condomini precedentemente individuati (seguendo una metodologia già sperimentata nel corso del progetto europeo Energycity del 2013, che ha visto partner il Comune di Bologna), per iniziare a definire quali potrebbero essere quelli adatti al progetto. I criteri adottati sono stati: -non abbiano eseguito interventi recenti (dal 2005 ad oggi) su caldaie e/o involucri (anche di eventuale ritinteggiatura dei muri esterni) -Risultino in uno stato di conservazione che richieda interventi sull involucro -Risultino avere consumi specifici elevati (a metro quadro, sulla base di una prima stima delle superfici delle abitazioni), ovvero superiori ai 150 kwh/mq A seguito di una prima ricognizione dagli strumenti cartografici del SIT e dai database delle pratiche edilizie, che hanno indotto a scartare buona parte dei condomini che erano stati individuati, si è proceduto ad un sopralluogo, per verificare se effettivamente gli involucri risultino interessanti, eseguendo un indagine termografica.

12

13 CONDOMINIO VIA LONGHENA 1-17 NON CONGENIALE PER IL PROGETTO Sostituzione caldaia eseguita recentemente, sebbene l involucro richieda manutenzione (difficile però pensare che un soggetto terzo si accolli la spesa di un intervento con un lungo periodo di rientro)

14 CONDOMINIO VIA MISA 2-16 NON CONGENIALE PER IL PROGETTO Già eseguiti rifacimento coperture e tinteggiature (difficile pensare che i condomini intendano eseguire anche cappottatura o isolamento portici, seppur siano opportuni)

15 CONDOMINIO VIA BONAFEDE 32 TECNICAMENTE ADATTO AL PROGETTO Non risultano interventi recenti sull involucro o sull impianto termico. L involucro ha necessità di riqualificazione e mostra buone opportunità di isolamento termico.

16 CONDOMINIO VIE ARNO-BELLARIA-CALANCO TECNICAMENTE ADATTO AL PROGETTO Non risultano interventi recenti sull involucro o sull impianto termico. L involucro mostra buone opportunità di isolamento termico.

17 I PASSI CHE PROPONIAMO AGLI AMMINISTRATORI IN QUESTA FASE Indicare alcuni condomini sulla base di: - Necessità di intervento sugli impianti: sostituzione della caldaia, distribuzione, pompe, bilanciamento, valvole termostatiche/contabilizzazione individuale - Necessità di interventi sugli involucri edilizi: intonaci da rifare, tetti in cattive condizioni, infissi ammalorati (unire l isolamento termico a questi interventi già di per sé necessari, dà valore aggiunto all intervento e migliora la classe energetica dell immobile) -Interesse già espresso dai condomini per interventi di efficientamento -Scarsa morosità del condominio -Assenza di servizio di gestione calore già in essere -Disponibilità di planimetrie dell edificio e di dati di consumo e degli impianti

18 LE FASI SUCCESSIVE DEL LAVORO L auspicio è di riuscire a realizzare le diagnosi entro marzo o al massimo la prima metà di aprile (entro la stagione termica). Si procederà alla ricostruzione dei modelli numerici degli edifici e alle simulazioni al computer degli interventi eseguendo anche un analisi di fattibilità tecnico-economica (quindi studiando gli strumenti di finanziamento, gli eventuali incentivi) e si presenteranno ai condomini le analisi effettuate (entro giugno/luglio). Si attiverà quindi una fase di consultazione con i condomini e con gli operatori finanziari e le ESCO (estate). Si definiranno le formulazioni contrattuali entro settembre/ottobre, per poter procedere ai lavori nella primavera del 2016 (ovviamente se tutto dovesse accelerarsi, si potrebbe già avere un caso che si realizzi entro il 2015).

19 UN ESEMPIO DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA CONDOMINIALE Caso dimostrativo su Condominio, anni 60, di 100 appartamenti, ad uso prevalente residenziale, con impianto centralizzato Studio commissionato a La ESCo del Sole srl da CESTEC - Regione Lombardia, nel contesto del Progetto LIFE 08- Factor 20 del Patto dei Sindaci e del PAES del Comune di Lodi- 2012

20 OBIETTIVI DELLA RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEL CONDOMINIO DI LODI - migliorare l efficienza del sistema edificio-impianto (sostituzione caldaia, coibentazione dei muri o della copertura, sostituzione infissi, termoregolazione e contabilizzazione individuale (DGR 2601/2011 s.m.i); - ridurre la bolletta condominiale e famigliare dei consumi annuali termici ed elettrici - intervenire a costo zero per le famiglie: ripagando la riqualificazione con il risparmio energetico - eseguire diagnosi di dettaglio (UNI CEI/TR 11428:2011), finalizzate all individuazione di singoli interventi di risparmio energetico e dei mix d intervento ottimali, con relativi piani economico-finanziari, (investimenti complessivi, risparmi ottenibili, tempi di ritorno) -predisporre un contratto di rendimento energetico con garanzia di risultato o EPC, in cui è coinvolto un soggetto terzo (ESCo-Energy Service Company) che investe e si ripaga con i risparmi ottenuti annualmente, in un arco di tempo congruo (max 10 anni).

21 FASE 1. - Raccolta dati, sopralluoghi, interviste ai Condomini Rilievo degli elementi costitutivi dell edificio Rilievo sugli impianti termici Sondaggio sul comfort termico percepito Questionario per verificare la quota di infissi sostituiti Scheda involucro Scheda impianto

22 Fase 2- Analisi dispersioni termiche involucro

23 FASE 3. Proposte di interventi di riqualificazione energetica per gli usi termici ed analisi costi-benefici 1/2

24 FASE 3. - Proposte di interventi di riqualificazione energetica per gli usi termici ed analisi costi-benefici 2/2

25 FASE 3. - Riduzione percentuale dei consumi e analisi economica interventi

26 SCELTA DEL MIX OTTIMALE Da queste analisi, in accordo con CESTEC, il Comune di Lodi e l Amministrazione di Condominio,e i Consiglieri rappresentanti delle famiglie è stato scelto il mix più efficace (il n 12), che, a parità di risultato di risparmio (oltre il 30%), presenta un minor investimento (al di sotto dei ovvero euro a famiglia), e quindi tempi di ritorno brevi (non oltre i 10 anni) da inserire nel contratto di rendimento energetico : - sostituzione del generatore di calore con una nuova caldaia a condensazione con installazione di valvole termostatiche sui singoli corpi scaldanti e contabilizzazione per ogni unità abitativa. - pompe inverter - coibentazione della copertura (sottotetto orizzontale) A fronte di un investimento complessivo di , si otterrà un risparmio del 32-34%, con tempi di ritorno di 5-6 anni (dipendendo dall acquisizione o meno dei TEE)

27 CONTRATTO DI RENDIMENTO ENERGETICO PER IL CONDOMINIO DI LODI. Investimento per il mix ottimale: a carico della Esco (o FTT) - Risparmio garantito: 30% sull anno base - Tempi di ritorno: min 7 max 10 anni (alla fine dell ultimo anno tutti i benefici del risparmio passano al Condominio). - Risparmio condiviso: 80% ESCo - 20%, fin dal primo anno, al Condominio - Recupero dei TEE: condivisi come risparmio - Ulteriori risparmi oltre il 30% dell anno base: 50% ESCo-50%Condominio - Fatturazione dei costi: su base millesimale la quota fissa derivante dai servizi di conduzione, manutenzione ordinaria, interventi straordinari, su base di unità abitativa la contabilizzazione dei consumi misurata ai contatori - Flussi di cassa certi, verificati anno per anno, in fase di conguaglio secondo la tabella allegata

28

29

30 IL CONTRATTO A RENDIMENTO ENERGETICO NELLA LEGISLAZIONE ITALIANA I Contratti Servizio Energia, sono stati introdotti in Italia, con D.lgs. 115/2008, attuativo della direttiva 2006/32/CE relativa all'efficienza degli usi finali dell'energia e i servizi energetici. Nell allegato II, paragrafi 4, 5 e 6, inoltre, s introduce il contratto servizio energia PLUS o contratto di rendimento energetico definito (art. 2, comma 1, lettera l).come: accordo contrattuale tra beneficiario e il fornitore riguardante la misura di miglioramento dell efficienza energetica, in cui i pagamenti, a fronte degli investimenti in siffatta misura, sono effettuati in funzione del livello di miglioramento dell efficienza stabilito contrattualmente Requisiti del Contratto di Rendimento energetico sono descritti all'allegato VIII del D Lgs 4 luglio 2014 n. 102, Attuativo della direttiva UE 27/2012/UE sull'efficienza energetica Il Contratto di Rendimento Energetico (CRE) è il modello contrattuale che caratterizza le attività di una Società di servizi energetici, detta anche Energy Service Company (ESCo)

Azioni del PAES del Comune di Bologna: CONDOMINI- Riqualificazione energetica

Azioni del PAES del Comune di Bologna: CONDOMINI- Riqualificazione energetica Azioni del PAES del Comune di Bologna: CONDOMINI- Riqualificazione energetica Francesco Tutino, Comune di Bologna Seminario Rigenerazione Urbana e Riqualificazione Energetica Sala Biagi - Quartire Santo

Dettagli

Workshop Risparmiare energia e ridurre i costi di esercizio A cura di CNA Urban Center, Sala Atelier 18 ottobre 2013

Workshop Risparmiare energia e ridurre i costi di esercizio A cura di CNA Urban Center, Sala Atelier 18 ottobre 2013 Conosciamo meglio i contratti di Servizio Energia, una soluzione per efficientare un immobile a basso impatto economico Workshop Risparmiare energia e ridurre i costi di esercizio A cura di CNA Urban Center,

Dettagli

IL PROGETTO EDIFICI VIRTUOSI PER LA RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEL PATRIMONIO EDILIZIO PUBBLICO

IL PROGETTO EDIFICI VIRTUOSI PER LA RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEL PATRIMONIO EDILIZIO PUBBLICO IL PROGETTO EDIFICI VIRTUOSI PER LA RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEL PATRIMONIO EDILIZIO PUBBLICO GLOBAL POWER SERVICE Il Consorzio Cev per l attuazione del Progetto EDIFICI VIRTUOSI si avvale del supporto

Dettagli

I vantaggi della riqualificazione energetica

I vantaggi della riqualificazione energetica www.arcoservizi.it I vantaggi della riqualificazione energetica Nel 2010, le famiglie europee hanno consumato quasi il 13% in più di energia rispetto al 1990, generando il 25% delle emissioni di gas a

Dettagli

Campagna di Diagnosi Energetica Gratuita dei condomìni con impianto centralizzato nei Comuni della Provincia Di Milano.

Campagna di Diagnosi Energetica Gratuita dei condomìni con impianto centralizzato nei Comuni della Provincia Di Milano. Campagna di Diagnosi Energetica Gratuita dei condomìni con impianto centralizzato nei Comuni della Provincia Di Milano 7 Novembre 2014 - Ecomondo 2014 Rimini Giuseppe Bono Perché questo progetto Esigenza

Dettagli

Efficientamento Energetico

Efficientamento Energetico Efficientamento Energetico L efficientamento energetico consiste nell insieme delle azioni volte a consumare meno, in modo migliore, ottenendo gli stessi risultati avuti con i normali comportamenti abituali.

Dettagli

Nota: 3% sono i consumi energetici in Agricultura, Pesca, e altri usi Fonte: DG Energy 2012

Nota: 3% sono i consumi energetici in Agricultura, Pesca, e altri usi Fonte: DG Energy 2012 Arch. Rovena Xhaferi 16 ottobre 2015 Grosseto Comune di Grosseto La sfida energetica e Il parco immobiliare nazionale Trasporto Industria Edifici Nota: 3% sono i consumi energetici in Agricultura, Pesca,

Dettagli

Un modello di contratto per la garanzia di prestazione. Responsabile Servizio Energia

Un modello di contratto per la garanzia di prestazione. Responsabile Servizio Energia PROGETTO FRESH Un modello di contratto per la garanzia di prestazione energetica (EPC) Ing. Luigi Guerra Responsabile Servizio Energia Progetto Europeo Fresh PROBLEMI GENERALI: Crescita dei costi dell

Dettagli

Convegno: Efficienza Energetica: opportunità e casi di eccellenza IL CONTRATTO SERVIZIO ENERGIA UN OPPORTUNITA PER IMPRESE E CLIENTI

Convegno: Efficienza Energetica: opportunità e casi di eccellenza IL CONTRATTO SERVIZIO ENERGIA UN OPPORTUNITA PER IMPRESE E CLIENTI Convegno: Efficienza Energetica: opportunità e casi di eccellenza Venerdì 23 marzo 2012 IL CONTRATTO SERVIZIO ENERGIA UN OPPORTUNITA PER IMPRESE E CLIENTI Relatore: Ing. Maurizio Landolfi Consumi energetici

Dettagli

ENEA-UTEE-ERT e Tavolo EPBD2

ENEA-UTEE-ERT e Tavolo EPBD2 ENEA-UTEE-ERT e Tavolo EPBD2 Conto Termico:finanziabilità bancabilità degli interventi di qualificazione energetica in edilizia il contributo ai «10 cantieri» per il conto termico Strumenti e metodologie

Dettagli

Aura Energy Srl Energy Service Company. Torino, 29 Ottobre 2013

Aura Energy Srl Energy Service Company. Torino, 29 Ottobre 2013 Aura Energy Srl Energy Service Company Torino, 29 Ottobre 2013 1 INDICE 1. CORE BUSINESS DI AURA ENERGY a. Attività principali b. Nuova Mission c. Ruolo della E.S.Co. 2. PROGETTI a. Principali voci di

Dettagli

EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DEL PATRIMONIO EDILIZIO COMUNALE: UN PROMEMORIA IN 10 STEP Giugno 2013

EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DEL PATRIMONIO EDILIZIO COMUNALE: UN PROMEMORIA IN 10 STEP Giugno 2013 EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DEL PATRIMONIO EDILIZIO COMUNALE: UN PROMEMORIA IN 10 STEP Giugno 2013 Queste note si rivolgono al Comune che, in assenza di risorse economiche, intende diminuire i costi delle

Dettagli

IL PROGETTO EUROPEO FRESH

IL PROGETTO EUROPEO FRESH PROGETTO FRESH PREMIO BEST PRACTICE PATRIMONI PUBBLICI 2015 IL PROGETTO EUROPEO FRESH Strumenti per la riqualificazione energetica del patrimonio di edilizia residenziale sociale esistente EDIFICIO RESIDENZIALE

Dettagli

Comune di Bologna Regione Emilia Romagna

Comune di Bologna Regione Emilia Romagna Comune di Bologna Regione Emilia Romagna Risultati delle diagnosi energetiche sul condominio di via Mercadante 2 e 4 Versione definitiva- Ottobre 2015 Redazione a cura di La ESCo del Sole srl Documento

Dettagli

PALAZZINE - CONDOMINI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA

PALAZZINE - CONDOMINI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA PALAZZINE - CONDOMINI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA Gent.le Amministratore, l attenzione verso il risparmio energetico e il comfort domestico sono diventati prioritari per tutti noi e sono una presa di coscienza

Dettagli

Il risparmio energetico: priorità economica ed ambientale

Il risparmio energetico: priorità economica ed ambientale Il risparmio energetico: priorità economica ed ambientale Ing Alessandro Fatini del Grande 20 febbraio 2007 Il risparmio energetico è diventata un esigenza importante sia a livello ambientale (riduzione

Dettagli

COPIA IN VISIONE LA NUOVA SOLUZIONE ENERGETICA PER IL CONDOMINIO: L INVESTIMENTO REDDITIZIO

COPIA IN VISIONE LA NUOVA SOLUZIONE ENERGETICA PER IL CONDOMINIO: L INVESTIMENTO REDDITIZIO linea CONDOMINI LA NUOVA SOLUZIONE ENERGETICA PER IL CONDOMINIO: L INVESTIMENTO REDDITIZIO RISCALDAMENTO CLIMATIZZAZIONE ENERGIE ALTERNATIVE LO STATO SOSTIENE IL 55% DEI COSTI. L IMPORTO RESTANTE SI RIPAGA

Dettagli

Gli Investimenti ESCo in ambito residenziale Un modello per la ricostruzione/ristrutturazione energeticamente efficiente. Antonio Ciccarelli

Gli Investimenti ESCo in ambito residenziale Un modello per la ricostruzione/ristrutturazione energeticamente efficiente. Antonio Ciccarelli Gli Investimenti ESCo in ambito residenziale Un modello per la ricostruzione/ristrutturazione energeticamente efficiente Antonio Ciccarelli Chi siamo SEA Servizi Energia Ambiente S.r.l. E.S.Co. Energy

Dettagli

Comune di Bologna Regione Emilia Romagna

Comune di Bologna Regione Emilia Romagna Comune di Bologna Regione Emilia Romagna Risultati delle diagnosi energetiche dei supercondominio di via Cividali/via Pasubio Versione definitiva- Ottobre 2015 Redazione a cura di La ESCo del Sole srl

Dettagli

Dimezzare i consumi negli edifici condominiali

Dimezzare i consumi negli edifici condominiali Dimezzare i consumi negli edifici condominiali Un incentivo per muovere interventi di riqualificazione edilizia e energetica nei complessi edilizi attraverso lo strumento delle Esco. PREMESSA Circa 24

Dettagli

LA RIQUALIFICAZIONE IMPIANTISTICA

LA RIQUALIFICAZIONE IMPIANTISTICA San Giovanni in Persiceto, 11 giugno 2014 Studio Tecnico Co.Pro.Ri LA RIQUALIFICAZIONE IMPIANTISTICA RIQUALIFICAZIONE IMPIANTISTICA RIFERIMENTI NORMATIVI DETRAZIONI FISCALI 65% Legge 296/2006 e ss.mm.

Dettagli

mo sarà pur meglio che ci pensino loro.

mo sarà pur meglio che ci pensino loro. mo sarà pur meglio che ci pensino loro. GESTIONE CALORE Comfort, autonomia e risparmio energetico. Ideazione e progettazione grafica: Ufficio Comunicazione SGR Essential Foto campagna: Chico De Luigi Servizio

Dettagli

Soluzione Energetica Domotecnica

Soluzione Energetica Domotecnica Soluzione Energetica Domotecnica QUALE SOLUZIONE PER I CONDOMINI CON IMPIANTO CENTRALIZZATO? Il risparmio energetico e il contenimento dei consumi negli impianti centralizzati sono determinati dal miglioramento

Dettagli

Certificatori CENED di Edifici, 16 ore

Certificatori CENED di Edifici, 16 ore Corso di aggiornamento-perfezionamento per Certificatori CENED di Edifici, 16 ore Direttore del Corso: Attilio Carotti 1 Andrea Alessi - Quadro normativo di riferimento : ultimi aggiornamenti - Fasi operative

Dettagli

Condomini Efficienti. Tavolo Tecnico del Protocollo d Intesa per il Patto dei Sindaci. Genova, 10 giugno 2015

Condomini Efficienti. Tavolo Tecnico del Protocollo d Intesa per il Patto dei Sindaci. Genova, 10 giugno 2015 Condomini Efficienti Tavolo Tecnico del Protocollo d Intesa per il Patto dei Sindaci Genova, 10 giugno 2015 Condomini Efficienti In Italia il 40% circa dei consumi energetici totali è attribuibile all

Dettagli

Comune di Bologna Regione Emilia Romagna

Comune di Bologna Regione Emilia Romagna Comune di Bologna Regione Emilia Romagna Risultati delle diagnosi energetiche sul condominio di via Saffi n 2, 4 e 6 Versione definitiva- Ottobre 2015 Redazione a cura di La ESCo del Sole srl Documento

Dettagli

Efficientamento energetico in edifici pubblici. Bologna, 20 giugno 2013

Efficientamento energetico in edifici pubblici. Bologna, 20 giugno 2013 Efficientamento energetico in edifici pubblici Bologna, 20 giugno 2013 ESEMPI CONCRETI P.R.U. QUARTIERE COMPAGNONI FENULLI: IL PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL V-VI Il processo di riqualificazione, la

Dettagli

LE AGEVOLAZIONI FISCALI CONNESSE AL RISPARMIO ENERGETICO DI EDIFICI ESISTENTI

LE AGEVOLAZIONI FISCALI CONNESSE AL RISPARMIO ENERGETICO DI EDIFICI ESISTENTI LE AGEVOLAZIONI FISCALI CONNESSE AL RISPARMIO ENERGETICO DI EDIFICI ESISTENTI a) Premessa L incentivo fiscale per il risparmio energetico introdotto con la Finanziaria 2007 è paragonabile per grandi linee

Dettagli

Azioni tecniche e strumenti finanziari per la ristrutturazione energetica degli edifici

Azioni tecniche e strumenti finanziari per la ristrutturazione energetica degli edifici Azioni tecniche e strumenti finanziari per la ristrutturazione energetica degli edifici Produzione e consumo Fonti rinnovabili Efficienza energetica e/o Fonti rinnovabili Efficienza energetica Produzione

Dettagli

Ascor International srl. Assicurare i rendimenti degli interventi di Efficienza Energetica Firenze 16 Luglio 2015

Ascor International srl. Assicurare i rendimenti degli interventi di Efficienza Energetica Firenze 16 Luglio 2015 Ascor International srl Assicurare i rendimenti degli interventi di Efficienza Energetica Firenze 16 Luglio 2015 Ascor International > Ascor International è una società di intermediazione e consulenza

Dettagli

AZIENDA CASA EMILIA ROMAGNA di REGGIO EMILIA

AZIENDA CASA EMILIA ROMAGNA di REGGIO EMILIA AZIENDA CASA EMILIA ROMAGNA di REGGIO EMILIA MODELLO DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA Quadro di riferimento regionale Piano Energetico Regionale Ai consumi

Dettagli

Politiche e strumenti finanziari per il recupero energetico del patrimonio edilizio pubblico IL PUNTO DI VISTA DELLE ESCO

Politiche e strumenti finanziari per il recupero energetico del patrimonio edilizio pubblico IL PUNTO DI VISTA DELLE ESCO Politiche e strumenti finanziari per il recupero energetico del patrimonio edilizio pubblico IL PUNTO DI VISTA DELLE ESCO 2 Il Gruppo Sernet Il Gruppo Sernet nasce come evoluzione di Sernet SpA Management

Dettagli

DISPOSIZIONI PER L EFFICIENZA ENERGETICA IN EDILIZIA IN LOMBARDIA

DISPOSIZIONI PER L EFFICIENZA ENERGETICA IN EDILIZIA IN LOMBARDIA DISPOSIZIONI PER L EFFICIENZA ENERGETICA IN EDILIZIA IN LOMBARDIA Deliberazione di Giunta Regionale 22 dicembre 2008 N. VIII/8745 Valentina Sachero REGIONE LOMBARDIA DG Reti, Servizi di Pubblica Utilità

Dettagli

Incentivi e fondi per l'efficientamento energetico della PA: ESCO, FTT ed energy manager

Incentivi e fondi per l'efficientamento energetico della PA: ESCO, FTT ed energy manager Incentivi e fondi per l'efficientamento energetico della PA: ESCO, FTT ed energy manager Enrico Biele, FIRE Procedure per realizzare progetti di efficientamento nella Pubblica Amministrazione: FTT, EPC

Dettagli

Maintenance & Energy Efficiency

Maintenance & Energy Efficiency Industrial Management School Maintenance & Conoscenze, metodi e strumenti per operare nel campo della gestione dell energia - Integrare le politiche di manutenzione con quelle legate all energia - Ottimizzare

Dettagli

CONTO ENERGIA TERMICO

CONTO ENERGIA TERMICO TITOLO INTESTAZIONE PROGETTO (IN MAIUSCOLO) 1 CONTO ENERGIA TERMICO Dal 8 dicembre 01 è possibile usufruire di una serie di incentivi legati ad interventi di miglioramento dell'efficienza energetica di

Dettagli

Diagnosi Energetica negli edifici scolastici

Diagnosi Energetica negli edifici scolastici Diagnosi Energetica negli edifici scolastici ing. Piergabriele Andreoli Perché una Diagnosi Energetica L Analisi Energetica risulta il primo passo per: l attuazione di politiche di riduzione dei costi

Dettagli

Decreto Efficienza Energetica (102/14) Implicazioni e nuove prospettive per le imprese

Decreto Efficienza Energetica (102/14) Implicazioni e nuove prospettive per le imprese Decreto Efficienza Energetica (102/14) Implicazioni e nuove prospettive per le imprese Gianluca Riu, Direttore Impianti Energia Gruppo Egea Energie a servizio del territorio 22-24 maggio 2015 mercoledì

Dettagli

RIQUALIFICARE FA RISPARMIARE

RIQUALIFICARE FA RISPARMIARE RIQUALIFICARE FA RISPARMIARE Riqualificare il patrimonio, contenere e ottimizzare la spesa Federico Della Puppa Università IUAV di Venezia Theorema sas Bergamo, 13 dicembre 2013 Imparare a farsi le giuste

Dettagli

DIAGNOSI ENERGETICA QUARTIER SAN PAOLO QUARTIER SAN PAOLO ANNI 60

DIAGNOSI ENERGETICA QUARTIER SAN PAOLO QUARTIER SAN PAOLO ANNI 60 DIAGNOSI ENERGETICA QUARTIER SAN PAOLO QUARTIER SAN PAOLO ANNI 60 ATTESTATO DI PRESTAZIONE ENERGETICA (APE) ASSEGNA UNA CLASSE ENERGETICA ALL EDIFICIO E SERVE PER LOCARE/VENDERE UNA PORZIONE O UN EDIFICIO

Dettagli

Le ESCO, l energy performance contracting e il finanziamento tramite terzi

Le ESCO, l energy performance contracting e il finanziamento tramite terzi Le ESCO, l energy performance contracting e il finanziamento tramite terzi Milano, 22 novembre 2005 Napoli, 30 novembre 2005 Dario Di Santo, FIRE Premessa La Federazione Italiana per l uso Razionale dell

Dettagli

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA SCUOLE ED UNIVERSITA. Torino, 21 ottobre 2013

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA SCUOLE ED UNIVERSITA. Torino, 21 ottobre 2013 RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA SCUOLE ED UNIVERSITA Torino, 21 ottobre 2013 1 INDICE Disposizioni urgenti Direttiva 2010/31/UE Mutui per edilizia scolastica Conto Termico Certificati Bianchi 2 DECRETO-LEGGE

Dettagli

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA Recuperare e riqualificare il patrimonio edilizio GUIDA A CURA DELLA IQT CONSULTING AZIENDA CERTIFICATA UNI EN ISO 9001:2008 PERCHÉ RIQUALIFICARE IL PROPRIO PATRIMONIO EDILIZIO

Dettagli

Contabilizzazione e ripartizione del calore Efficienza e sostenibilità economica

Contabilizzazione e ripartizione del calore Efficienza e sostenibilità economica Contabilizzazione e ripartizione del calore Efficienza e sostenibilità economica Rimini li 30 Marzo 2015 Perché contabilizzare i consumi termici? Perché oggi, sulla spinta delle mutate esigenze ambientali,

Dettagli

ENERGY EFFICIENCY ENERGY SERVICE COMPANY ENERGY EFFICIENCY ENERGY SERVICE COMPANY ENERGY + EFFICIENCY

ENERGY EFFICIENCY ENERGY SERVICE COMPANY ENERGY EFFICIENCY ENERGY SERVICE COMPANY ENERGY + EFFICIENCY ENERGY + EFFICIENCY 1 2esco.it Il punto di riferimento per le imprese che puntano ad ottimizzare i propri consumi, attraverso il risparmio energetico. 2E Energy Efficiency è nata con lo scopo di assistere

Dettagli

Green Communities nelle Regioni Obiettivo Convergenza

Green Communities nelle Regioni Obiettivo Convergenza Programma Operativo Interregionale Energie rinnovabili e risparmio energetico 2007 2013 Green Communities nelle Regioni Obiettivo Convergenza Metodologia/procedura attività Linea 1 Premessa Le attività

Dettagli

CHI SIAMO. per aiutarvi a consumare meno ed a consumare meglio.

CHI SIAMO. per aiutarvi a consumare meno ed a consumare meglio. L ENERGIA A 360 CHI SIAMO Prima di introdurre i temi trattati dalla presente brochure desideriamo presentare la nostra Azienda e la nostra attività. Il Gruppo SOMET è una realtà presente sul territorio

Dettagli

Settore Sviluppo Energetico Sostenibile

Settore Sviluppo Energetico Sostenibile ENERGY MANAGEMENT NEL SETTORE PUBBLICO Lo schema di Energy Performance Contracting della Regione Piemonte Torino, 26 novembre 2013 Sala Stemmi Provincia di Torino Regione Piemonte - Filippo BARETTI I CONTRATTI

Dettagli

di Melkus Elisabeth CONTO TERMICO

di Melkus Elisabeth CONTO TERMICO CONTO TERMICO DECRETO del MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO 28/12/2012 e PUBBLICATO sulla GAZZETTA UFFICIALE n. 1 del 02/01/2013 Regole Attuative elaborate e pubblicate dal GSE Gestore Servizi Energetici

Dettagli

Efficienza energetica e condomini Una visione di insieme. Ing. Emanuele Bulgherini Project Manager EfficiencyKNow srl

Efficienza energetica e condomini Una visione di insieme. Ing. Emanuele Bulgherini Project Manager EfficiencyKNow srl Efficienza energetica e condomini Una visione di insieme Ing. Emanuele Bulgherini Project Manager EfficiencyKNow srl Direttiva 2012/27/UE Stabilisce un quadro comune di misure per la promozione dell efficienza

Dettagli

Regione Piemonte Settore Sviluppo Energetico Sostenibile - Filippo BARETTI

Regione Piemonte Settore Sviluppo Energetico Sostenibile - Filippo BARETTI Workshop E.S.Co. ed efficientamento energetico degli edifici: un opportunità per gli operatori pubblici e privati Trieste, 13 febbraio 2014 AREA Science Park Campus di Padriciano Centro Congressi I contratti

Dettagli

1. Nuovi e già vecchi 2. In classe A si vive meglio 3. L edilizia da riqualificare 4. I vantaggi dei cappotti termici 5. Anche le archistar devono

1. Nuovi e già vecchi 2. In classe A si vive meglio 3. L edilizia da riqualificare 4. I vantaggi dei cappotti termici 5. Anche le archistar devono 1. Nuovi e già vecchi 2. In classe A si vive meglio 3. L edilizia da riqualificare 4. I vantaggi dei cappotti termici 5. Anche le archistar devono studiare 6. Ecoquartieri? «Tutti in classe A» è una campagna

Dettagli

Villa Contarini, Piazzola sul Brenta 21 giugno 2013. Laura Bano, Galileia srl. Slide 1

Villa Contarini, Piazzola sul Brenta 21 giugno 2013. Laura Bano, Galileia srl. Slide 1 Normativa, vincoli e strategie per l efficienza energetica: la diagnosi energetica/audit energetico, strumento strategico per conseguire il potenziale di efficienza energetica Villa Contarini, Piazzola

Dettagli

IL NUOVO CONTO TERMICO

IL NUOVO CONTO TERMICO IL NUOVO CONTO TERMICO Secondo il Decreto Ministeriale del 28/12/2012 G.U. n 1 del 2 gennaio 2013 Incentivazione della produzione di energia termica da fonti rinnovabili ed interventi di efficienza energetica

Dettagli

MODULI TECHEM PER LA CONTABILIZZAZIONE DEI CONSUMI NEGLI IMPIANTI IDROTERMOSANITARI CENTRALIZZATI

MODULI TECHEM PER LA CONTABILIZZAZIONE DEI CONSUMI NEGLI IMPIANTI IDROTERMOSANITARI CENTRALIZZATI MODULI TECHEM PER LA CONTABILIZZAZIONE DEI CONSUMI NEGLI IMPIANTI IDROTERMOSANITARI CENTRALIZZATI Premessa: il riscaldamento nei condomini Negli ultimi decenni, anche grazie alla diffusione del gas metano,

Dettagli

TECNOLOGIE ED APPLICAZIONI

TECNOLOGIE ED APPLICAZIONI IL RISPARMIO ENERGETICO NELL EDILIZIA TECNOLOGIE ED APPLICAZIONI AGIRE Agenzia Veneziana per l Energia ing. Michele Chieregato L AGENZIA VENEZIANA PER L ENERGIA FONTI RINNOVABILI EFFICIENZA ENERGETICA

Dettagli

PRINCIPALI INTERVENTI DI EFFICIENTAMENTO: TECNOLOGIE EFFICIENTI SETTORE INDUSTIALE E CIVILE

PRINCIPALI INTERVENTI DI EFFICIENTAMENTO: TECNOLOGIE EFFICIENTI SETTORE INDUSTIALE E CIVILE PROGETTO STEEEP WORKSHOP: COME GESTIRE I CONSUMI ENERGETICI IN MODO EFFICIENTE: LO STRUMENTO DELLA CONTABILITA ENERGETICA PRINCIPALI INTERVENTI DI EFFICIENTAMENTO: TECNOLOGIE EFFICIENTI SETTORE INDUSTIALE

Dettagli

COMMISSIONE IMPIANTI TECNOLOGICI CORSO DI TERMOREGOLAZIONE E CONTABILIZZAZIONE DEL CALORE NEGLI IMPIANTI TERMICI ESISTENTI

COMMISSIONE IMPIANTI TECNOLOGICI CORSO DI TERMOREGOLAZIONE E CONTABILIZZAZIONE DEL CALORE NEGLI IMPIANTI TERMICI ESISTENTI COMMISSIONE IMPIANTI TECNOLOGICI CORSO DI TERMOREGOLAZIONE E CONTABILIZZAZIONE DEL CALORE NEGLI IMPIANTI TERMICI ESISTENTI Relatore Per. Ind. Angelo Parma 1 LA NORMA UNI 10200/2005 TITOLO 2 LA NORMA UNI

Dettagli

I PRESUPPOSTI GIURIDICI DELL INIZIATIVA CON RIFERIMENTO AL CONDOMINIO. Marinella Baldi - A.E.R.E.

I PRESUPPOSTI GIURIDICI DELL INIZIATIVA CON RIFERIMENTO AL CONDOMINIO. Marinella Baldi - A.E.R.E. I PRESUPPOSTI GIURIDICI DELL INIZIATIVA CON RIFERIMENTO AL CONDOMINIO Marinella Baldi - A.E.R.E. 1 CONDOMINI INTELLIGENTI: LE QUESTIONI GIURIDICHE Le principali questioni giuridiche inerenti al progetto

Dettagli

La certificazione energetica degli edifici. Guida per il cittadino. http://energia.regione.emilia-romagna.it/

La certificazione energetica degli edifici. Guida per il cittadino. http://energia.regione.emilia-romagna.it/ La certificazione energetica degli edifici Guida per il cittadino http://energia.regione.emilia-romagna.it/ Testo redatto a cura di: Mariangela Giorgini, Kristian Fabbri Filippo Padoan Ottobre 2014 SOMMARIO

Dettagli

Casi studio: Tipologie Contrattuali e Valutazioni Economiche. Marco Ficorilli

Casi studio: Tipologie Contrattuali e Valutazioni Economiche. Marco Ficorilli Casi studio: Tipologie Contrattuali e Valutazioni Economiche Marco Ficorilli Tipologie contrattuali Contratto Gestione Calore Conduzione, manutenzione impianto, acquisto combustibile da parte della ESCo

Dettagli

Normativa LEGGI, DELIBERE E REGOLAMENTI REGIONALI. DIRETTIVA 2012/27/UE del 25 ottobre 2012 sull efficienza energetica nell Unione Europea

Normativa LEGGI, DELIBERE E REGOLAMENTI REGIONALI. DIRETTIVA 2012/27/UE del 25 ottobre 2012 sull efficienza energetica nell Unione Europea NORMATIVA Release 01/03/2015 LEGGI, DELIBERE E REGOLAMENTI REGIONALI Il D.P.R. 59, la Direttiva 2012/27/UE e i regolamenti regionali attualmente in vigore, dove esistenti, prevedono che l installazione

Dettagli

ROMAENERGIA Agenzia per l Energia e lo Sviluppo Sostenibile del Comune di Roma

ROMAENERGIA Agenzia per l Energia e lo Sviluppo Sostenibile del Comune di Roma RomaEnergia REGIONE LAZIO Dipartimento territorio Direzione regionale Ambiente e Cooperazione tra i popoli Area Pianificazione in Materia di Uso Razionale dell Energia e di Utilizzo delle Fonti Rinnovabili

Dettagli

Presentazione progetto

Presentazione progetto Presentazione progetto Il tema della rigenerazione del patrimonio edilizio esistente si inserisce in un contesto globale di interesse alle tematiche ambientali ed alla qualità della vita, che affianca

Dettagli

dal C.E.C. - Catasto Energetico dei Consumi agli impianti centralizzati intelligenti www.onleco.com

dal C.E.C. - Catasto Energetico dei Consumi agli impianti centralizzati intelligenti www.onleco.com Strumenti per la Smart City dal C.E.C. - Catasto Energetico dei Consumi agli impianti centralizzati intelligenti Smart City Sviluppo Sostenibile La Smart City è migliorare la qualità della vita dei propri

Dettagli

AMIANTO Contributi a supporto degli interventi di bonifica

AMIANTO Contributi a supporto degli interventi di bonifica San Giovanni in Persiceto, 11 febbraio 2015 AMIANTO Contributi a supporto degli interventi di bonifica RIMOZIONE AMIANTO E RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI Incontro tematico per le aziende di

Dettagli

E LE INSIEME PER UN RISPARMIO GLOBALE

E LE INSIEME PER UN RISPARMIO GLOBALE LA RETE D IMPRESA con E LE AZIENDE PARTNER INSIEME PER UN RISPARMIO GLOBALE E LE AZIENDE PARTNER Operano con un esperienza trentennale su specifici campi del proprio settore di competenza. Dall installazione

Dettagli

Un modello per la riqualificazione energetica dell edilizia pubblica: opportunità, applicazioni e risultati attesi

Un modello per la riqualificazione energetica dell edilizia pubblica: opportunità, applicazioni e risultati attesi Un modello per la riqualificazione energetica dell edilizia pubblica: opportunità, applicazioni e risultati attesi Marco Corradi Presidente ACER(Azienda Casa Emilia Romagna) di Reggio Emilia MISSION LA

Dettagli

Campagna di Diagnosi Energetica dei Condomini

Campagna di Diagnosi Energetica dei Condomini LO SCENARIO 1. L EFFICIENZA ENERGETICA MEDIA DEI CONDOMINI con impianto centralizzato, costruiti prima del 1990 è del 50%; ogni 100 spesi in riscaldamento, almeno 50 vengono sprecati a causa di impianti

Dettagli

IL PIANO DI AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE. Patrimonio edilizio, reti e impianti tecnologici 1 sessione del Tavolo di lavoro 15_07_2015

IL PIANO DI AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE. Patrimonio edilizio, reti e impianti tecnologici 1 sessione del Tavolo di lavoro 15_07_2015 IL PIANO DI AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE Patrimonio edilizio, reti e impianti tecnologici 1 sessione del Tavolo di lavoro 15_07_2015 COS È IL PAES Impegno volontario e unilaterale per contribuire al

Dettagli

Indice. Prefazione 13

Indice. Prefazione 13 Indice Prefazione 13 1 Energia e sostenibilità: il ruolo chiave dell Energy 15 management 1.1 Sviluppo sostenibile e sistemi energetici 16 1.2 Il contesto delle politiche energetiche: competitività, energia

Dettagli

Convegno Robbiate 24 Gen 2014

Convegno Robbiate 24 Gen 2014 Convegno Robbiate 24 Gen 2014 Termoregolazione e Contabilizzazione del calore (aspetti tecnici) Relatore Bianca Grazioli TERMOREGOLAZIONE E CONTABILIZZAZIONE DEL CALORE PERCHÉ? Europa: Direttiva 2002/91/CE

Dettagli

La casa evoluta. Detrazione IRPEF del 55% per interventi di risparmio energetico sugli edifici. Ministero dello Sviluppo Economico

La casa evoluta. Detrazione IRPEF del 55% per interventi di risparmio energetico sugli edifici. Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico 1 La casa evoluta Detrazione IRPEF del 55% per interventi di risparmio energetico sugli edifici ENTE PER LE NUOVE TECNOLOGIE, L ENERGIA E L AMBIENTE La casa evoluta

Dettagli

Casi studio: Tipologie di intervento e valutazioni tecniche. Paolo Rosa

Casi studio: Tipologie di intervento e valutazioni tecniche. Paolo Rosa Casi studio: Tipologie di intervento e valutazioni tecniche Paolo Rosa Adeguamenti normativi Termoregolazione e contabilizzazione (D. Lgs. 102/2014) Obbligo di installazione di dispositivi di termoregolazione

Dettagli

IL PATTO DEI SINDACI:

IL PATTO DEI SINDACI: IL PATTO DEI SINDACI: LE CITTÀ E I TERRITORI COME PROTAGONISTI DELLA GREEN ECONOMY E DELLA POLITICA ENERGETICA NAZIONALE 06 novembre 2013 KeyEnergy - Sala Mimosa 1 - Padiglione B6 - Rimini Opportunità

Dettagli

ENERGIA CHECK-UP. energetico CASA. I love my. house. Contatta l Energy Manager Girasole per fissare un sopralluogo presso la Tua casa

ENERGIA CHECK-UP. energetico CASA. I love my. house. Contatta l Energy Manager Girasole per fissare un sopralluogo presso la Tua casa CHECK-UP energetico CASA I love my house Contatta l Energy Manager Girasole per fissare un sopralluogo presso la Tua casa Livello globale di efficienza energetica Esistono diverse soluzioni tecniche per

Dettagli

L analisi dei dati energetici come nuova declinazione dell approccio BigData. Piergabriele Andreoli, Modena 24/03/2015

L analisi dei dati energetici come nuova declinazione dell approccio BigData. Piergabriele Andreoli, Modena 24/03/2015 L analisi dei dati energetici come nuova declinazione dell approccio BigData. Piergabriele Andreoli, Modena 24/03/2015 31/03/2015 è una associazione no profit per lo sviluppo energetico sostenibile del

Dettagli

DETRAZIONI IRPEF PER SPESE DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI

DETRAZIONI IRPEF PER SPESE DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI - EFFICIENZA ENERGETICA - DETRAZIONI IRPEF PER SPESE DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI BOZZA Marzo 2007 Detrazione IRPEF per spese di riqualificazione energetica degli edifici Dm Ministero Sviluppo

Dettagli

Valutazione di un piano per la riqualificazione del patrimonio edilizio residenziale pubblico della regione Emilia- Romagna

Valutazione di un piano per la riqualificazione del patrimonio edilizio residenziale pubblico della regione Emilia- Romagna Valutazione di un piano per la riqualificazione del patrimonio edilizio residenziale pubblico della regione Emilia- Romagna Autori: Francesco Madonna Marco Borgarello Ricerca sul Sistema Energetico RSE

Dettagli

Le Esco e il Finanziamento Tramite Terzi: strumenti strategici per lo sviluppo del settore dell'efficienza energetica

Le Esco e il Finanziamento Tramite Terzi: strumenti strategici per lo sviluppo del settore dell'efficienza energetica : strumenti strategici per lo sviluppo del settore dell'efficienza energetica Claudio G. Ferrari Presidente Esco Italia Erba, 04 dicembre 2009 FINANZIA ENERGIA 3-4 dicembre 2009 Lariofiere, Erba AGENDA

Dettagli

LEGGE FINANZIARIA 2007 AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO

LEGGE FINANZIARIA 2007 AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO LEGGE FINANZIARIA 2007 AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO Soggetti beneficiari Per gli interventi di cui all art. 1, commi da 2 a 5 del Decreto 19 febbraio 2007, la detrazione dall imposta

Dettagli

I condomini intelligenti in provincia di Genova. Marco Castagna Direttore Fondazione Muvita

I condomini intelligenti in provincia di Genova. Marco Castagna Direttore Fondazione Muvita I condomini intelligenti in provincia di Genova. Marco Castagna Direttore Fondazione Muvita Il patrimonio edilizio in Italia Gli edifici del nostro paese sono stati costruiti prevalentemente con criteri

Dettagli

soggetto titolo corso data inizio data fine APITFORMA CORSO PER CERTIFICATORI ENERGETICI 16.03.2010 01.06.2010

soggetto titolo corso data inizio data fine APITFORMA CORSO PER CERTIFICATORI ENERGETICI 16.03.2010 01.06.2010 APITFORMA CORSO PER CERTIFICATORI ENERGETICI (PARAGRAFO 4.2 DELL ALLEGATO ALLA D.G.R. N. 43-11965) SEDE CORSO : ORARIO 18,00 22,00 soggetto titolo corso data inizio data fine APITFORMA CORSO PER CERTIFICATORI

Dettagli

Audizione del. Direttore del Consorzio CEV. Gaetano Zoccatelli

Audizione del. Direttore del Consorzio CEV. Gaetano Zoccatelli Disegno di Legge n. 1541 conversione in legge del Decreto Legge 24 giugno 2014, n.91 Disposizioni urgenti per il settore agricolo, la tutela ambientale e l efficientamento energetico dell edilizia scolastica

Dettagli

I PROMOTORI I DESTINATARI OBIETTIVI I SETTORI. Società di servizi energetici accreditate presso l Autorità Energia Elettrica e Gas AEGG

I PROMOTORI I DESTINATARI OBIETTIVI I SETTORI. Società di servizi energetici accreditate presso l Autorità Energia Elettrica e Gas AEGG 3 I PROMOTORI Società di servizi energetici accreditate presso l Autorità Energia Elettrica e Gas AEGG I DESTINATARI - Sistema Produttivo - Pubblica Amministrazione - Cittadini OBIETTIVI Incentivare il

Dettagli

ENERGIA E AMBIENTE UN OFFERTA COMPLETA DI PRODOTTI E SERVIZI INNOVATIVI

ENERGIA E AMBIENTE UN OFFERTA COMPLETA DI PRODOTTI E SERVIZI INNOVATIVI Energia e Ambiente UN OFFERTA COMPLETA DI PRODOTTI E SERVIZI INNOVATIVI uroshunt propone soluzioni avanzate nel campo della produzione di energia, del riscaldamento e del raffreddamento. uroshunt, in partnership

Dettagli

Meccanismi di finanziamento pubblico per l efficientamentol energetico: il caso BEI

Meccanismi di finanziamento pubblico per l efficientamentol energetico: il caso BEI Meccanismi di finanziamento pubblico per l efficientamentol energetico: il caso BEI Sergio Zabot Dirigente del Settore Energia, Provincia di Milano Sponsor Con il patrocinio di Comune di Casella Il Patto

Dettagli

Programma Culturale Experimentdays Milano 2015 #xdaysmi15

Programma Culturale Experimentdays Milano 2015 #xdaysmi15 Programma Culturale Experimentdays Milano 2015 #xdaysmi15 Risparmiare energia collaborando A cura di Legambiente Risparmiare energia collaborando Le nuove offerte di riqualificazione energetica integrata

Dettagli

Marco Masoero Dipartimento di Energetica Politecnico di Torino

Marco Masoero Dipartimento di Energetica Politecnico di Torino La contabilizzazione dell energia termica negli impianti di riscaldamento: aspetti tecnici e gestionali Marco Masoero Dipartimento di Energetica Politecnico di Torino 1 Premessa (1) I tradizionali impianti

Dettagli

LA LA CONTABILIZZAZIONE DEL CALORE: NORMATIVE E E SCADENZE

LA LA CONTABILIZZAZIONE DEL CALORE: NORMATIVE E E SCADENZE Leggi, Delibere e Regolamenti regionali Leggi, Delibere e Regolamenti regionali FOCUS FOCUS TECNICO TECNICO LA LA CONTABILIZZAZIONE DEL CALORE: NORMATIVE E E SCADENZE Direttiva europea 2012/27/UE Direttiva

Dettagli

ENERGE S.r.l via Caduti 56 24020 Cene (BG) Tel 035719287 Fax 035 719390 www.energe.it info@energe.it

ENERGE S.r.l via Caduti 56 24020 Cene (BG) Tel 035719287 Fax 035 719390 www.energe.it info@energe.it ENERGE Frutto della sinergia di professionisti, ingegneri e tecnici, costantemente impegnati nella ricerca e valutazione dell efficienza energetica degli edifici e degli impianti e nella promozione di

Dettagli

AZIENDA CASA EMILIA ROMAGNA REGGIO EMILIA

AZIENDA CASA EMILIA ROMAGNA REGGIO EMILIA AZIENDA CASA EMILIA ROMAGNA REGGIO EMILIA Un modello integrato per l efficienza energetica degli edifici Roma 25 gennaio 2011 Azienda Casa Emilia-Romagna di Reggio Emilia IL CONTESTO: SISTEMA ABITATIVO

Dettagli

Relazione Energetica preliminare Palazzine Borghetto dei Pescatori

Relazione Energetica preliminare Palazzine Borghetto dei Pescatori Agenzia per l Energia e lo Sviluppo Sostenibile del Comune di Roma Relazione Energetica preliminare Palazzine Borghetto dei Pescatori Abitazioni energeticamente efficienti Buona parte delle abitazioni

Dettagli

Finanziare il risparmio energetico e la qualità abitativa: una chiave per il futuro.

Finanziare il risparmio energetico e la qualità abitativa: una chiave per il futuro. Finanziare il risparmio energetico e la qualità abitativa: una chiave per il futuro. A.E.S.S. di Modena Nonantola, 13 maggio 2011 Gian Luca Cazzola Responsabile Servizio Imprese Perché aumentare l efficienza

Dettagli

programma condominio verde CHECK-UP GRATUITO EMMETI PER UN CALDO RISPARMIO Idee da installare

programma condominio verde CHECK-UP GRATUITO EMMETI PER UN CALDO RISPARMIO Idee da installare programma condominio verde CHECK-UP GRATUITO EMMETI PER UN CALDO RISPARMIO Idee da installare La forza di un gruppo Ricerca, innovazione, tecnologia e rispetto per l ambiente sono i capisaldi che da più

Dettagli

Bando pubblico per i Cittadini

Bando pubblico per i Cittadini Bando pubblico per i Cittadini 1. - Oggetto Condizioni tecniche, finanziarie e amministrative di attuazione dei prestiti co-finanziati dalla Provincia e dalle Banche di Credito Cooperativo di Carugate

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI PER L EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DEGLI EDIFICI PRIVATI

AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI PER L EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DEGLI EDIFICI PRIVATI REGIONE LAZIO AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI PER L EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DEGLI EDIFICI PRIVATI Art. 1 (Finalità e dotazione finanziaria) La Regione

Dettagli

Corso di Formazione CTI Modulo (A)

Corso di Formazione CTI Modulo (A) Corso di Formazione CTI Modulo (A) LA UNI 10200: I CRITERI DI RIPARTIZIONE DELLE SPESE DI CLIMATIZZAZIONE INVERNALE E DI ACQUA CALDA SANITARIA IN EDIFICI CONDOMINIALI Coordinatore del corso: dott. Mattia

Dettagli

AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI DEI COMUNI DELL OGLIO PO

AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI DEI COMUNI DELL OGLIO PO AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI DEI COMUNI DELL OGLIO PO Comune di Rivarolo del Re ed Uniti (CR) RELAZIONE FINALE - Audit leggeri - Audit di dettaglio - Certificazione energetica - Installazione del sistema

Dettagli