OBIETTIVI E METODO RISULTATI DELL INDAGINE POST-OPERAM CONCLUSIONI ALLEGATI. J-CALS-2-EL-01_Azione 5

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "OBIETTIVI E METODO RISULTATI DELL INDAGINE POST-OPERAM CONCLUSIONI ALLEGATI. J-CALS-2-EL-01_Azione 5"

Transcript

1 OBIETTIVI E METODO RISULTATI DELL INDAGINE POST-OPERAM CONCLUSIONI Ö 39

2 CONSIDERAZIONI FINALI Dalle interviste ex post, focalizzandosi sul campione dei turisti, ovvero la parte di popolazione maggiormente coinvolta dal Progetto TASMAC, emergono le seguenti considerazioni: rispetto al 2011, prevale il turista di provenienza ligure su quello originario dalle tradizionali località piemontesi e lombarde e di più bassa fascia d età, con possibile identificazione di tale fenomeno nella crisi economica e nell aumento dei prezzi del carburante (confermato anche dal lieve incremento dei turisti giornalieri * a scapito dei soggiorni più lunghi); si evidenzia un fenomeno di arretramento della sosta, con conseguente riduzione del tempo di ricerca del posto auto, fenomeno coerente con la recente eliminazione di posti auto realizzata specialmente lungo l Aurelia e che determina minori percorrenze sul territorio e quindi minor impatto ambientale * aumenta la quota di chi raggiunge Albisola in treno (da località in Regione) quasi il 70% di chi si reca in auto ricerca posti auto non a pagamento CONCLUSIONI i turisti che si recano giornalmente ad Albisola dichiarano di non essere particolarmente informati riguardo l iniziativa del parcheggio + navetta, nonché della possibilità di prenotazione, se non attraverso il passaparola oppure i manifesti reperibili in loco *** * TARGET DEL PROGETTO TASMAC ** ANCORCHÈ DIFFICILMENTE REGISTRABILE DA STRUMENTAZIONI SPECIFICHE DATA LA RIDOTTA ENTITÀ DEI FLUSSI COINVOLTI E LA LORO LIMITATEZZA NEL TEMPO *** L ATTIVAZIONE DELLA PRENOTAZIONE ON LINE E DEI PANNELLI A MESSAGGIO VARIABILE SONO AVVENUTE NEL CORSO DELLA SPERIMENTAZIONE,QUINDI GLI EFFETTI NON POSSONO ESSERE STATI INTERAMENTE COLTI 40

3 SEGUE - CONSIDERAZIONI FINALI CONCLUSIONI la percezione da parte dei turisti sulla accessibilità all area di sosta del parcheggio di Luceto in termini di segnaletica di accesso, pannelli informativi, etc. non è totalmente sufficiente * ; l elevato gradimento in relazione alla disponibilità di posti auto fa emergere come a fronte di capienze sovradimensionate (il parcheggio al massimo veniva riempito per un quarto) non può scaturire l esigenza di prenotare in anticipo il posto auto; pur nell ambito di un generale apprezzamento da parte del turista per soluzioni che prevedano parcheggi esterni con collegamenti verso il mare, il giudizio appena sufficiente sul servizio del trenino sconta due difficoltà principali: ü l eccessiva distanza dal mare da cui dipendono gli elevati tempi di percorrenza e la bassa frequenza del servizio (che, a conferma di questo, ha ricevuto un giudizio non sufficiente); ü un informazione e pubblicizzazione dell iniziativa che non ha raggiunto totalmente i potenziali destinatari del servizio; si rileva infine come l elevato numero di infrazioni elevato dalla Polizia Municipale durante i week end estivi sembri non scoraggiare l utenza a parcheggiare in modo non regolare quasi come se i costi della multa costituiscano ormai parte integrante del budget messo a disposizione dai turisti. * L ATTIVAZIONE DEI PANNELLI A MESSAGGIO VARIABILE È AVVENUTA DURANTE LA SPERIMENTAZIONE,QUINDI GLI EFFETTI NON POSSONO ESSERE STATI INTERAMENTE COLTI 41

4 OBIETTIVI E METODO RISULTATI DELL INDAGINE POST-OPERAM CONCLUSIONI Ö 42

5 ALLEGATO 1 È allegato al presente Report il file in formato Excel J-CALS-2-EL-01_Questionari, che riporta i dati e le informazioni raccolte nei 393 questionari pervenuti da residenti e da turisti. Il database è articolato nei seguenti campi principali: ü identificativo turista/residente (T/R); ü numero progressivo; ü risposte alle singole voci del questionari, suddivise in categoria così come riportato nei questionari stessi, con: nd, ove non indicata la risposta; cella vuota, ove non è prevista una risposta. 43

6 ALLEGATO 2 Si allega al presente Report l analisi, effettuata in collaborazione della Polizia Municipale, relativamente ai verbali emessi durante il periodo di sperimentazione del TASMAC. L analisi riguarda: numero di verbali emessi per singolo week end; confronto tra verbali emessi e ticket venduti del parcheggio di Luceto; numero medio di verbali emessi quotidianamente; la distribuzione territoriale dei verbali emessi; la distribuzione dei verbali per tipologia di infrazione; la tipologia di infrazione per singolo asse stradale. 44

7 EVOLUZIONE DEI VERBALI EMESSI PER WEEK-END I picchi di emissione di verbali coincidono con il mese di luglio dove è più elevata l affluenza turistica ad Albisola Superiore, fatta eccezione per il periodo di Ferragosto. La presenza turistica dipende fortemente dalle condizioni atmosferiche che, nell estate 2012, sono state generalmente buone, specie durante il mese di Agosto n. Verbali emessi Periodo 45

8 CONFRONTO VERBALI EMESSI E TICKET VENDUTI NEL PARK DI LUCETO Tra il numero di presenze registrate nel parcheggio di Luceto in un mese e le auto sanzionate nello stesso periodo esiste un fattore superiore a N. Verbali emessi Ticket Giugno Luglio Agosto Settembre

9 NUMERO MEDIO VERBALI/GIORNO EMESSI Considerati sabati, domeniche e giorni di Ferragosto, il picco di verbali emessi/giorno si è registrato nel mese di luglio N. Verbali Giugno Luglio Agosto Settembre

10 DISTRIBUZIONE TERRITORIALE DEI VERBALI EMESSI % sul totale dei verbali emessi 30% 25% 20% 15% 10% 5% 0% 26% 16% 14% 8% 5% 5% 5% 3% 1% 1% L area di gran lunga maggiormente soggetta ad infrazione è quella più vicino al mare, ovvero presso il Piazzale della ex stazione ferroviaria (Piazzale Marinetti). Seguono l arteria parallela al fiume Sansobbia (Via Casarino), l Aurelia (Corso Ferrari) e altre zone prevalentemente litoranee. Indirizzi dei verbali 48

11 DISTRIBUZIONE DEI VERBALI EMESSI PER TIPOLOGIA DI INFRAZIONE % sul totale dei verbali emessi 35% 32% 30% 25% 20% 15% 10% 5% 0% 23% 20% 9% 5% 4% 4% 2% 1% L infrazione più comune è quella rilevata in corrispondenza di aree soggette a pagamento della sosta, seguite da aree in divieto di sosta e aree con regolamentazione a disco orario. Tipologia di infrazioni 49

12 DISTRIBUZIONE DEI VERBALI EMESSI TIPOLOGIA PER SINGOLO ASSE STRADALE CORSO FERRARI PIAZZALE MARINETTI modo difforme da segnaletica 3% area a pagamento 6% Riservato autovetture 3% Altro 4% modo difforme da segnaletica 3% divieto sosta 4% Altro 1% Disco orario 84% area a pagamento 92% 50

13 SEGUE - DISTRIBUZIONE DEI VERBALI EMESSI TIPOLOGIA PER SINGOLO ASSE STRADALE VIA CASARINO VIA DEI GERVASIO divieto sosta 19% area/passag gio pedonale 6% Altro 5% divieto fermata 46% Modo differente da segnaletica 1% riservato moto 24% Divieto di Sosta 99% 51

14 SEGUE - DISTRIBUZIONE DEI VERBALI EMESSI TIPOLOGIA PER SINGOLO ASSE STRADALE CORSO POGGI VIA DEI CONRADI Disco orario 17% Altro 7% area a pagamento 27% altro 7% Disco orario 66% divieto sosta 76% 52

15 SEGUE - DISTRIBUZIONE DEI VERBALI EMESSI TIPOLOGIA PER SINGOLO ASSE STRADALE VIA GIOVANNI XXIII VIA LANFRANCO VIA PAOLO VI area/pass aggio pedonale 18% altro 15% Disco orario 47% divieto fermata 10% area/pa ssaggio pedonal e 1% Area a pagamento 100% modo difforme da segnaletic a 20% divieto sosta 89% 53

16 TIPOLOGIA DI INFRAZIONI NELLE ALTRE VIE n.ro verbali 25% 23% 20% 15% 10% 5% 19% 18% 17% 12% 7% 2% 1% 0% precedenza e prendendo in considerazione i verbali emessi negli altri assi l infrazione sulle aree a disco orario rappresenti Escludendo le vie rappresentate in stradali, emerge come quella maggiormente sanzionata dalla PM. 0% Tipo infrazioni 54

In allegato sono riportate 4 schede che rendono conto dei rilievi fonometrici eseguiti durante la campagna di misure.

In allegato sono riportate 4 schede che rendono conto dei rilievi fonometrici eseguiti durante la campagna di misure. 2..2 Schede di rilevamento In allegato sono riportate 4 schede che rendono conto dei rilievi fonometrici eseguiti durante la campagna di misure. Ciascuna scheda settimanale riporta le seguenti informazioni:

Dettagli

LA CITY LOGISTICS MILANESE: MOVE TO EXPO 2015 (E OLTRE )

LA CITY LOGISTICS MILANESE: MOVE TO EXPO 2015 (E OLTRE ) MOBILITY CONFERENCE 2014 LA CITY LOGISTICS MILANESE: MOVE TO EXPO 2015 (E OLTRE ) Maria Berrini AU di AMAT, Agenzia Mobilità Ambiente Territorio, Comune di Milano Accessibilità EXPO Domanda e Ripartizione

Dettagli

Problematiche emergenti ed evoluzione dei fenomeni

Problematiche emergenti ed evoluzione dei fenomeni Piano della Mobilità Comune di Bergamo ATB Mobilità SpA Capitolo 3 Problematiche emergenti ed evoluzione dei fenomeni Si analizzano le problematiche emergenti e l evoluzione dei fenomeni, riprendendo i

Dettagli

ervizi erogati da atc MP

ervizi erogati da atc MP atc Mobilità e Parcheggi SpA (nel seguito della Carta MP ) è una società per azioni fondata nel mese di dicembre del 2004 alla Spezia, che ha iniziato ad operare dal 4 aprile 2005. La società, costituita

Dettagli

SOSTE A PAGAMENTO NEL COMUNE DI SAN BONIFACIO.

SOSTE A PAGAMENTO NEL COMUNE DI SAN BONIFACIO. MULTISERVIZI S.B. S.R.L. Sede legale: Piazza Costituzione, 4 37047 SAN BONIFACIO (VR) Sede amministrativa: Via Camporosolo, 119 37047 SAN BONIFACIO (VR) Iscritta al R. I. VR C.F. e n. iscrizione 03457850232

Dettagli

AEROPORTO DI LAMEZIA TERME

AEROPORTO DI LAMEZIA TERME Direzione Aeroportuale Lamezia e Reggio Calabria gs Ordinanza n. 1 / 2012 - LMT DISCIPLINA DELLA CIRCOLAZIONE AUTOVEICOLARE SULLE AREE DELL AEROPORTO DI LAMEZIA TERME APERTE ALL USO PUBBLICO. AEROPORTO

Dettagli

Flussi Visitatori Stime flussi visitatori semestre espositivo. Novembre 2014

Flussi Visitatori Stime flussi visitatori semestre espositivo. Novembre 2014 Flussi Visitatori Stime flussi visitatori semestre espositivo Novembre 014 Il profilo di flussi attesi è stato definito tenendo conto di tre elementi di analisi principali 1 ELEMENTI DESCRIZIONE ESEMPIO

Dettagli

COMANDO POLIZIA MUNICIPALE. Staff Comandante Ufficio Informazioni Istituzionali. Campagna di sensibilizzazione al Codice della Strada

COMANDO POLIZIA MUNICIPALE. Staff Comandante Ufficio Informazioni Istituzionali. Campagna di sensibilizzazione al Codice della Strada COMANDO POLIZIA MUNICIPALE Staff Comandante Ufficio Informazioni Istituzionali Campagna di sensibilizzazione al Codice della Strada Un ripasso al Codice della Strada. Aria condizionata e motore accesso.

Dettagli

I Sessione Fruizione turistica del Piemonte. Escursionismo in Piemonte: stime e valore

I Sessione Fruizione turistica del Piemonte. Escursionismo in Piemonte: stime e valore I Sessione Fruizione turistica del Piemonte Escursionismo in Piemonte: stime e valore Carlo Alberto Dondona Ricercatore IRES Piemonte Piemonte e Turismo Il turismo: risorsa economica anticrisi? L escursionismo

Dettagli

CITTA' di GARDONE VAL TROMPIA (Provincia di Brescia) REGOLAMENTO COMUNALE PER L'USO DEI PARCHEGGI NON CUSTODITI

CITTA' di GARDONE VAL TROMPIA (Provincia di Brescia) REGOLAMENTO COMUNALE PER L'USO DEI PARCHEGGI NON CUSTODITI CITTA' di GARDONE VAL TROMPIA (Provincia di Brescia) REGOLAMENTO COMUNALE PER L'USO DEI PARCHEGGI NON CUSTODITI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 28 del 27/06/2013 esecutiva il 05/08/2013

Dettagli

Indagine sul gradimento dei servizi del Corpo di Polizia Municipale

Indagine sul gradimento dei servizi del Corpo di Polizia Municipale Indagine sul gradimento dei servizi del Corpo di Polizia Municipale Premessa La qualità delle relazioni tra i cittadini e la Polizia Municipale rappresenta un elemento di centrale interesse per il Corpo,

Dettagli

PIANO DELLA MOBILITÀ 2015. 6 febbraio 2015

PIANO DELLA MOBILITÀ 2015. 6 febbraio 2015 PIANO DELLA MOBILITÀ 2015 6 febbraio 2015 TARGET MILIONI DI VISITATORI PER I NUMEROSI EVENTI DEL 2015: OSTENSIONE SACRA SINDONE, VISITA DEL SANTO PADRE, BICENTENARIO NASCITA DON BOSCO, TORINO CAPITALE

Dettagli

RIPRENDERE IL PROGRAMMA

RIPRENDERE IL PROGRAMMA RIPRENDERE IL PROGRAMMA Il percorso di valorizzazione del Centro Storico, che ha visto così importanti e qualificanti risultati, non si può ritenere mai ultimato. Il nostro centro necessita di continue

Dettagli

INDAGINE SU MEZZI DI TRASPORTO E MOBILITÀ MOTORIZZATA PER IL PERSONALE DEL POLITECNICO DI TORINO

INDAGINE SU MEZZI DI TRASPORTO E MOBILITÀ MOTORIZZATA PER IL PERSONALE DEL POLITECNICO DI TORINO INDAGINE SU MEZZI DI TRASPORTO E MOBILITÀ MOTORIZZATA PER IL PERSONALE DEL POLITECNICO DI TORINO (ottobre 2012- febbraio 2013) Oggetto: indagine finalizzata alla conoscenza dell'uso dei mezzi di trasporto

Dettagli

INDAGINE SULLA MOBILITÀ NELLA PROVINCIA DI ANCONA

INDAGINE SULLA MOBILITÀ NELLA PROVINCIA DI ANCONA INDAGINE SULLA MOBILITÀ NELLA PROVINCIA DI ANCONA 1 2011 OBIETTIVI DELL INDAGINE Fornire un un contributo conoscitivo sugli attuali comportamenti di mobilità in sei principali comuni della provincia di

Dettagli

Piano della Sosta 2012-2014

Piano della Sosta 2012-2014 Comune di Cogoleto Piano della Sosta 2012-2014 Allegato alla Deliberazione di Giunta Comunale n.38 del 27/02/2012 e n.99 del 8/6/2012. SOMMARIO 1 INTRODUZIONE... 3 2 QUADRO DELLA SITUAZIONE ATTUALE...

Dettagli

LA PAROLA AI TURISTI. Dipartimento di Scienze Aziendali INDAGINE SULLA DESTINAZIONE TURISTICA: MONSUMMANO TERME INTERVISTE. Comune di Monsummano Terme

LA PAROLA AI TURISTI. Dipartimento di Scienze Aziendali INDAGINE SULLA DESTINAZIONE TURISTICA: MONSUMMANO TERME INTERVISTE. Comune di Monsummano Terme Dipartimento di Scienze Aziendali Comune di Monsummano Terme LA PAROLA AI TURISTI INDAGINE SULLA DESTINAZIONE TURISTICA: MONSUMMANO TERME INTERVISTE Marzo 2012 dott.ssa Ilaria Ferrati dott.ssa Eva Accardo

Dettagli

SCHEDATURA DEL PERCORSO PARTECIPATO PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI NELLE AREE LIMITROFE AI PLESSI SCOLASTICI

SCHEDATURA DEL PERCORSO PARTECIPATO PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI NELLE AREE LIMITROFE AI PLESSI SCOLASTICI PROVINCIA DI TORINO TAVOLO AGENDA 21 Qualità della vita e mobilità sostenibile intorno ai plessi scolastici SCHEDATURA DEL PERCORSO PARTECIPATO PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI NELLE

Dettagli

Risk Assessment di flotte veicolari aziendali

Risk Assessment di flotte veicolari aziendali L approfondimento Risk Assessment di flotte veicolari aziendali Il Risk Assessment è un metodo di valutazione dei rischi che consente ad un azienda o ad un organizzazione di sondare i propri rischi in

Dettagli

Città di Novi Ligure. ORDINANZA DIRIGENZIALE N. 104 del 15/10/2010

Città di Novi Ligure. ORDINANZA DIRIGENZIALE N. 104 del 15/10/2010 Sett. 7 - Polizia Municipale Ufficio proponente: Viabilità Proposta n. 153 del 15/10/2010 Città di Novi Ligure ORDINANZA DIRIGENZIALE N. 104 del 15/10/2010 Oggetto: CENTRO STORICO NORME VIABILI SPERIMENTALI

Dettagli

Programma ELISA - Proposta progettuale

Programma ELISA - Proposta progettuale MACRO DESCRIZIONE DEL PROGETTO In Italia l utilizzo integrato di tecnologie informatiche e telematiche nel mondo dei trasporti ha consentito, nel corso degli ultimi anni, di sviluppare sistemi per il monitoraggio

Dettagli

DELIMITAZIONE DELLA ZONA A TRAFFICO LIMITATO DELL AREA PEDONALE E DELLE ZONE A RILEVANZA URBANISTICA E LORO DISCIPLINA DI FUNZIONAMENTO

DELIMITAZIONE DELLA ZONA A TRAFFICO LIMITATO DELL AREA PEDONALE E DELLE ZONE A RILEVANZA URBANISTICA E LORO DISCIPLINA DI FUNZIONAMENTO DELIMITAZIONE DELLA ZONA A TRAFFICO LIMITATO DELL AREA PEDONALE E DELLE ZONE A RILEVANZA URBANISTICA E LORO DISCIPLINA DI FUNZIONAMENTO Allegato alla Delibera di Giunta Comunale n. 111 del 13.10.2005 (Art.

Dettagli

Deliverable 3.2.1 Report on parking management re-organization in Bologna. Riorganizzazione della gestione delle aree di sosta a Bologna.

Deliverable 3.2.1 Report on parking management re-organization in Bologna. Riorganizzazione della gestione delle aree di sosta a Bologna. Deliverable 3.2.1 Report on parking management re-organization in Bologna Riorganizzazione della gestione delle aree di sosta a Bologna. INTRODUZIONE Ad Atc è affidata la realizzazione e la gestione delle

Dettagli

COMUNE DI NETTUNO PROVINCIA DI ROMA REGOLAMENTO DEI PARCHEGGI PUBBLICI A PAGAMENTO. DELIBERA DI ADOZIONE n.12 C.C. del 24 aprile 2011

COMUNE DI NETTUNO PROVINCIA DI ROMA REGOLAMENTO DEI PARCHEGGI PUBBLICI A PAGAMENTO. DELIBERA DI ADOZIONE n.12 C.C. del 24 aprile 2011 COMUNE DI NETTUNO PROVINCIA DI ROMA REGOLAMENTO DEI PARCHEGGI PUBBLICI A PAGAMENTO DELIBERA DI ADOZIONE n.12 C.C. del 24 aprile 2011 AGGIORNAMENTO Delibera n.9 C.C. del 12 marzo 2012 RACCOLTA STATUTI E

Dettagli

CITY PARKING IN EUROPE - BOLOGNA CONFERENCE

CITY PARKING IN EUROPE - BOLOGNA CONFERENCE CITY PARKING IN EUROPE - BOLOGNA CONFERENCE 28 February 2006 - Sala del Silenzio, Sede Quartiere San Vitale, Bologna PARKING MANAGEMENT AND MOBILITY IN BOLOGNA: THE NEW URBAN TRAFFIC PLAN Mr. Paolo Ferrecchi

Dettagli

Indagine sulla mobilità ciclabile nell Area Metropolitana di Cagliari Dipendenti della Regione Sardegna. Rapporto di sintesi

Indagine sulla mobilità ciclabile nell Area Metropolitana di Cagliari Dipendenti della Regione Sardegna. Rapporto di sintesi Indagine sulla mobilità ciclabile nell Area Metropolitana di Cagliari Dipendenti della Regione Sardegna Rapporto di sintesi L indagine e l analisi dei risultati, di cui questo report rappresenta una sintesi,

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEI MEZZI DI SISTEMI TERRITORIALI SPA

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEI MEZZI DI SISTEMI TERRITORIALI SPA REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEI MEZZI DI SISTEMI TERRITORIALI SPA Art.1 Oggetto Il presente regolamento disciplina l utilizzo dei mezzi di servizio a disposizione di Sistemi Territoriali Spa in adesione

Dettagli

Polizia Municipale Cervia P.zza Garibaldi n 21 - e mail:pm@comunecervia.it Tel. 0544/979251 - Fax. 0544 970476

Polizia Municipale Cervia P.zza Garibaldi n 21 - e mail:pm@comunecervia.it Tel. 0544/979251 - Fax. 0544 970476 DISCIPLINA PER L ACCESSO E LA CIRCOLAZIONE DEI VEICOLI NELLE ZONE A TRAFFICO LIMITATO E NELLE AREE PEDONALI URBANE PERMANENTI e RILASCIO CONTRASSEGNI (approvato con D.G. nr.95 del 19/06/2012) ART. 1 OGGETTO

Dettagli

L ESPERIENZA ELETTRICA DI REGGIO EMILIA: UN MODELLO DI MOBILITÁ SOSTENIBILE

L ESPERIENZA ELETTRICA DI REGGIO EMILIA: UN MODELLO DI MOBILITÁ SOSTENIBILE L ESPERIENZA ELETTRICA DI REGGIO EMILIA: UN MODELLO DI MILANO, 23 Maggio 2012 PAOLO GANDOLFI ASSESSORE MOBILITA e INFRASTRUTTURE COMUNE DI REGGIO EMILIA IL CONTESTO TERRITORIALE CITTA di REGGIO EMILIA

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE di Pesaro COPIA N. di Documento 859272 N. della deliberazione 72 Data della deliberazione 18/03/2008 Allegati n. VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: RIORGANIZZAZIONE E AGGIORNAMENTO

Dettagli

Linee guida. per la stesura dei Piani di. Azione e dei Piani di. Risanamento

Linee guida. per la stesura dei Piani di. Azione e dei Piani di. Risanamento Linee guida per la stesura dei Piani di Azione e dei Piani di Risanamento 1 Il Piano Regionale di Tutela e Risanamento dell'atmosfera, approvato dal Consiglio Regionale con deliberazione n. 57 dell'11

Dettagli

Ai Consiglieri Federali Roma 26 luglio 2013 Ai Revisori dei Conti Ai Comitati Regionali Alle Delegazioni Regionali

Ai Consiglieri Federali Roma 26 luglio 2013 Ai Revisori dei Conti Ai Comitati Regionali Alle Delegazioni Regionali Circolare n.21 Ai Consiglieri Federali Roma 26 luglio 2013 Ai Revisori dei Conti Ai Comitati Regionali Alle Delegazioni Regionali Oggetto : Accordo Federazione Italiana Golf - Hertz La Hertz torna ad essere

Dettagli

2015-2016 IL NUOVO PIANO DELLA SOSTA E DELLA MOBILITÀ IN CENTRO STORICO

2015-2016 IL NUOVO PIANO DELLA SOSTA E DELLA MOBILITÀ IN CENTRO STORICO 2015-2016 IL NUOVO PIANO IN CENTRO STORICO Una scelta, una nuova vivibilità Obiettivi maggiore vivibilità del centro storico, recuperare e riorganizzare gli spazi del centro, rigenerazione urbana e ampliamento

Dettagli

INDAGINE SUL CICLOTURISMO IN TRENTINO. - estate 2009 -

INDAGINE SUL CICLOTURISMO IN TRENTINO. - estate 2009 - Osservatorio Provinciale per il Turismo Servizio Turismo - Provincia Autonoma Trento www.turismo.provincia.tn.it/osservatorio/ Ufficio Piste ciclopedonali Servizio Conservazione della natura e valorizzazione

Dettagli

Mobilità sostenibile: quali vantaggi per le aziende e i dipendenti. 24 Settembre 2015

Mobilità sostenibile: quali vantaggi per le aziende e i dipendenti. 24 Settembre 2015 Mobilità sostenibile: quali vantaggi per le aziende e i dipendenti 24 Settembre 2015 Steer Davies Gleave Mobilità sostenibile: quali vantaggi per le aziende e i dipendenti 24 Settembre 2015 2 Aree di attività

Dettagli

REGOLAMENTO ATTIVITA E INIZIATIVE SULL AREA NAVIGLI

REGOLAMENTO ATTIVITA E INIZIATIVE SULL AREA NAVIGLI Milano, 15/2/2008 REGOLAMENTO ATTIVITA E INIZIATIVE SULL AREA NAVIGLI 1. Premesse... 2 2. Intenti dei sottoscrittori... 3 3. Richiedente... 4 4. Rapporti Richiedente Utilizzatore... 4 5. Costi per il plateatico...

Dettagli

PANORAMA TURISMO MARE ITALIA OSSERVATORIO ITALIANO DELLE DESTINAZIONI BALNEARI

PANORAMA TURISMO MARE ITALIA OSSERVATORIO ITALIANO DELLE DESTINAZIONI BALNEARI PANORAMA TURISMO MARE ITALIA OSSERVATORIO ITALIANO DELLE DESTINAZIONI BALNEARI L ESTATE 2013 DEI TEDESCHI Panorama Turismo Mare Italia è il centro ricerca specializzato sul turismo balneare di JFC INDICE

Dettagli

BANDO PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI GESTIONE DELLE AREE DI PARCHEGGIO A PAGAMENTO. Comune di Desio febbraio 2013

BANDO PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI GESTIONE DELLE AREE DI PARCHEGGIO A PAGAMENTO. Comune di Desio febbraio 2013 BANDO PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI GESTIONE DELLE AREE DI PARCHEGGIO A PAGAMENTO. Comune di Desio febbraio 2013 CONTENUTI DEL NUOVO BANDO La regolamentazione della sosta a pagamento

Dettagli

MONITORAGGIO DELL ATTUAZIONE DEL PIANO PARTICOLAREGGIATO DEL TRAFFICO E SOSTA DELL AREA CENTRALE

MONITORAGGIO DELL ATTUAZIONE DEL PIANO PARTICOLAREGGIATO DEL TRAFFICO E SOSTA DELL AREA CENTRALE COMUNEDINOVARA ASSESSORATOALLAMOBILITA URBANA MONITORAGGIO DELL ATTUAZIONE DEL PIANO PARTICOLAREGGIATO DEL TRAFFICO E SOSTA DELL AREA CENTRALE MAGGIO 2012 / MAGGIO 2015 SINTESIDELLEINDAGINIEDEIRISULTATI

Dettagli

ELENCO AREE DI SOSTA A PAGAMENTO NEL CENTRO DELLA CITTA DI RIMINI

ELENCO AREE DI SOSTA A PAGAMENTO NEL CENTRO DELLA CITTA DI RIMINI ELENCO AREE DI SOSTA A PAGAMENTO NEL CENTRO DELLA CITTA DI RIMINI P1 P.zza Malatesta Tariffa: 1.30 all ora Posti auto: N. 276 posti auto a pagamento e N. 6 posti auto per diversamente abili Parcometro:

Dettagli

Indicatori: A seconda delle caratteristiche di ogni singolo obiettivo si possono individuare

Indicatori: A seconda delle caratteristiche di ogni singolo obiettivo si possono individuare SCHEDA N 16 CENTRO DI RESPONSABILITA SETTORE POLIZIA MUNICIPALE RESPONSABILE GIAN LUIGI BERNARDI PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE Centro di costo e ricavo SERVIZIO POLIZIA MUNICIPALE ESERCIZIO FINANZIARIO 2013

Dettagli

CITTÀ di SAVONA REGOLAMENTO DI GESTIONE DEI POSTEGGI COMUNALI

CITTÀ di SAVONA REGOLAMENTO DI GESTIONE DEI POSTEGGI COMUNALI CITTÀ di SAVONA REGOLAMENTO DI GESTIONE DEI POSTEGGI COMUNALI ADOTTATO DAL CONSIGLIO COMUNALE CON DELIBERAZIONE N. 7 DEL 27 FEBBRAIO 2007 1 INDICE CAPO I OGGETTO DEL REGOLAMENTO Art. 1 Oggetto del regolamento

Dettagli

Per una città più sostenibile SEMINARIO NAZIONALE PROGETTO EUROPEO TIDE

Per una città più sostenibile SEMINARIO NAZIONALE PROGETTO EUROPEO TIDE Per una città più sostenibile NUMERI E CRITICITA Congestione: 135 milioni di ore perse = - 1,5 miliardi di euro/anno Sicurezza stradale: 15.782 incidenti 20.670 feriti 154 morti circa 1,3 miliardi di euro/anno

Dettagli

COMUNE DI SAN GIOVANNI VALDARNO

COMUNE DI SAN GIOVANNI VALDARNO COMUNE DI SAN GIOVANNI VALDARNO Provincia di Arezzo Registro degli Atti del Sindaco N. 22 del 01/09/2014 OGGETTO: REGOLAMENTAZIONE DEL DIVIETO DI SOSTA PER CONSENTIRE LO SPAZZAMENTO MECCANIZZATO DELLE

Dettagli

REGOLAMENTO SULL USO E LA GESTIONE DEI PARCHEGGI COMUNALI A PAGAMENTO IN CONCESSIONE A TERZI

REGOLAMENTO SULL USO E LA GESTIONE DEI PARCHEGGI COMUNALI A PAGAMENTO IN CONCESSIONE A TERZI REGOLAMENTO SULL USO E LA GESTIONE DEI PARCHEGGI COMUNALI A PAGAMENTO IN CONCESSIONE A TERZI Settore Finanziario Dr.ssa Stefania Cufaro Approvato con D.C.C. n. 21 del 26/02/2009 Modificato con D.C.C. n.

Dettagli

parcheggio d interscambio presso la stazione ferroviaria Carnate-Usmate

parcheggio d interscambio presso la stazione ferroviaria Carnate-Usmate Pag. 0 di 10 Comune di Usmate Velate Comune di Carnate parcheggio d interscambio presso la stazione ferroviaria Carnate-Usmate Usmate Velate, 18 luglio 2008 Pag. 1 di 10 Premesse Premesse (1) In relazione

Dettagli

Comune di Perugia. Al Presidente del Consiglio Comunale. Sede ORDINE DEL GIORNO

Comune di Perugia. Al Presidente del Consiglio Comunale. Sede ORDINE DEL GIORNO ORDINE DEL GIORNO Al Presidente del Consiglio Comunale Oggetto: Progetto Mobilità-parcheggi di scambio-un nuovo modo di vivere Perugia. PREMESSO - La necessità imprescindibile di una riorganizzazione complessiva

Dettagli

Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario della Toscana DISCIPLINARE DEI VEICOLI DI SERVIZIO

Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario della Toscana DISCIPLINARE DEI VEICOLI DI SERVIZIO Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario della Toscana DISCIPLINARE DEI VEICOLI DI SERVIZIO DISCIPLINARE DEI VEICOLI DI SERVIZIO Indice Parte Prima - Regole generali Articolo 1 - Oggetto

Dettagli

Seminario: Mobilità sostenibile - buone pratiche a cura della Pubblica Amministrazione

Seminario: Mobilità sostenibile - buone pratiche a cura della Pubblica Amministrazione Seminario: Mobilità sostenibile - buone pratiche a cura della Pubblica Amministrazione Piano Spostamenti Casa Lavoro ed altre buone pratiche di mobilità sostenibile Massimo Boasso responsabile mobilità

Dettagli

MARKETING E TRASPORTO PUBBLICO PROFILI DI UTENZA E POTENZIALITA DEL CAR SHARING ALL INTERNO DEI SERVIZI DI TRASPORTO URBANO

MARKETING E TRASPORTO PUBBLICO PROFILI DI UTENZA E POTENZIALITA DEL CAR SHARING ALL INTERNO DEI SERVIZI DI TRASPORTO URBANO ICS CAR SHARING Service Satisfaction Job 04- MARKETING E TRASPORTO PUBBLICO PROFILI DI UTENZA E POTENZIALITA DEL CAR SHARING ALL INTERNO DEI SERVIZI DI TRASPORTO URBANO Job 04- Relatore: Andrea Cimenti

Dettagli

Il Piano di mobilità per Poli Industriali della Provincia di Treviso

Il Piano di mobilità per Poli Industriali della Provincia di Treviso Il Piano di mobilità per Poli Industriali della Provincia di Treviso Poli coinvolti Polo industriale di Villorba Polo industriale di Conegliano Veneto - Vittorio Veneto collocati entrambi a nord del Comune

Dettagli

Indagine sugli spostamenti casa lavoro dei dipendenti della Cgil di Rimini effettuata nel periodo maggio giugno 2012

Indagine sugli spostamenti casa lavoro dei dipendenti della Cgil di Rimini effettuata nel periodo maggio giugno 2012 effettuata nel periodo maggio giugno 2012 Una prima valutazione su quanto emerso dalle risposte al questionario. L iniziativa,vuole mettere la CGIL di Rimini nella condizione di dare l esempio (pensata,

Dettagli

RILEVAZIONE DELLA CUSTOMER SATISFACTION UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO

RILEVAZIONE DELLA CUSTOMER SATISFACTION UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO REPORT INDAGINE Provincia di Lecce RILEVAZIONE DELLA CUSTOMER SATISFACTION UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO Dicembre 2013 REPORT: UFFICIO DI STATISICA FONTE DATI: UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO INDICE

Dettagli

SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE ED ENERGETICA DEL MINIMETRÒ DI PERUGIA

SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE ED ENERGETICA DEL MINIMETRÒ DI PERUGIA 8 Congresso Nazionale CIRIAF Atti (Perugia 4/5 aprile 2008) SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE ED ENERGETICA DEL MINIMETRÒ DI PERUGIA Fabio Maria Ciuffini 1, Michele Goretti 2, Leonardo Naldini 3 1 Studio Ciuffini

Dettagli

CANONIZZAZIONE DEI PAPI IL PIANO SPECIALE DEI SERVIZI

CANONIZZAZIONE DEI PAPI IL PIANO SPECIALE DEI SERVIZI CANONIZZAZIONE DEI PAPI IL PIANO SPECIALE DEI SERVIZI La canonizzazione dei Papi Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II è un appuntamento importante per la città di Roma, l evento culmine di un mese ricco

Dettagli

CAPITOLO 11: Mobilità

CAPITOLO 11: Mobilità CAPITOLO 11: Mobilità 197 11.1: Tecnologia ed efficienza Presentazione: I trasporti ormai da tempo rappresentano un settore dolente delle politiche ambientali dell Unione Europea ed un elemento di criticità

Dettagli

PROCEDURA PER LA GESTIONE DELLA CASSA ECONOMALE E PER L UTILIZZO DELLE CARTE DI CREDITO E DI DEBITO.

PROCEDURA PER LA GESTIONE DELLA CASSA ECONOMALE E PER L UTILIZZO DELLE CARTE DI CREDITO E DI DEBITO. Pagina 1 di 8 3 31.01.2014 2 08.05.2012 Revisione par.6 e par.8 Introduzione Parte II Ufficio Acquisti/Appalti Dott.sa Federica Mandorino Ufficio Acquisti/Appalti Il Responsabile Dott. Samuele Marchioro

Dettagli

ORDINANZA DEL SINDACO

ORDINANZA DEL SINDACO COMUNE DI SIENA ORDINANZA DEL SINDACO Numero: 163 Del : 28 FEBBRAIO 2006 Esecutiva da: 1 OTTOBRE 2006 proponenti : DIREZIONE POLIZIA MUNICIPALE - Posizioni Organizzative Polizia Amministrativa - Politiche

Dettagli

MOVICENTRO DI MONDOVI

MOVICENTRO DI MONDOVI PREMESSA I problemi dell accessibilità sono stati, a Mondovì come altrove, causa principale del declino del centro storico, e l invasività dei veicoli privati ha prodotto modifiche consistenti nel paesaggio

Dettagli

Osservatorio Le vacanze degli italiani a Natale 2013 A cura del Centro Studi TCI Dicembre 2013

Osservatorio Le vacanze degli italiani a Natale 2013 A cura del Centro Studi TCI Dicembre 2013 Osservatorio Le vacanze degli italiani a Natale 2013 A cura del Centro Studi TCI Dicembre 2013 Per comprendere cosa succederà in queste imminenti festività natalizie, in particolare nel periodo tra metà

Dettagli

Mobilità Sostenibile MOBILITY MANAGMENT

Mobilità Sostenibile MOBILITY MANAGMENT 1 Piano d Azione per l Energia Sostenibile Mobilità Sostenibile MOBILITY MANAGMENT Mobility Managment La Commissione mondiale sull ambiente e lo sviluppo (Rapporto Brundtland, 1987), ha definito lo sviluppo

Dettagli

7 ACCESSI E DIRAMAZIONI

7 ACCESSI E DIRAMAZIONI 7 ACCESSI E DIRAMAZIONI 7.1 - ACCESSI E DIRAMAZIONI. DEFINIZIONI E TIPOLOGIA Tra i diversi fattori che possono influire sulle prestazioni, in termini di sicurezza e di funzionalità, di una strada, occupano

Dettagli

Torino: servizio trasporti

Torino: servizio trasporti Torino: servizio trasporti Cruscotto di indicatori A cura di: Giovanni Azzone, Politecnico di Milano Tommaso Palermo, Politecnico di Milano Indice Cruscotto di sintesi pag. 3 Indicatori di efficienza pag.

Dettagli

COMUNE DI CAMPIONE D ITALIA. Regolamento Piano Urbano parcheggi Parcheggio a pagamento non custodito strisce blu

COMUNE DI CAMPIONE D ITALIA. Regolamento Piano Urbano parcheggi Parcheggio a pagamento non custodito strisce blu COMUNE DI CAMPIONE D ITALIA Regolamento Piano Urbano parcheggi Parcheggio a pagamento non custodito strisce blu 1 REGOLAMENTO PIANO URBANO PARCHEGGI PARCHEGGIO A PAGAMENTO NON CUSTODITO - STRISCE BLU INDICE

Dettagli

TREVISOCULTURECITY TREVISOBUSINESSCITY TREVISOGREENCITY PROGRAMMA INTEGRATO DI COMPETITIVITÀ TERRITORIALE PEDONALIZZAZIONE DEL CENTRO STORICO

TREVISOCULTURECITY TREVISOBUSINESSCITY TREVISOGREENCITY PROGRAMMA INTEGRATO DI COMPETITIVITÀ TERRITORIALE PEDONALIZZAZIONE DEL CENTRO STORICO Città di MOBILITÀ SICUREZZA AMBIENTE CULTURA TURISMO SPETTACOLO TERRITORIO ATTIVITÀ PRODUTTIVE PROGRAMMA INTEGRATO DI COMPETITIVITÀ TERRITORIALE DEL CENTRO STORICO PROCESSO PARTECIPATO TREVISO COMMUNITY

Dettagli

Mercoledì 3 giugno 2015

Mercoledì 3 giugno 2015 Comunicato stampa 15 Barometro Vacanze Ipsos / Europ Assistance Crisi alle spalle? Il 60% degli Europei (+6 punti rispetto al 2014) dichiara che andrà in vacanza quest estate. Italiani su di 8 punti percentuali

Dettagli

Il Progetto Estate 2007

Il Progetto Estate 2007 Estate 2007 1 Il Progetto Estate 2007 I partner Il Progetto In Treno gratis da Riccione è un iniziativa di co-marketing che coinvolge Trenitalia e l Associazione Albergatori di Riccione. Nel 2006 hanno

Dettagli

Il progetto Movicentro: l esperienza del Comune di Cuneo. Città di Cuneo Assessorato alla mobilità e ai trasporti

Il progetto Movicentro: l esperienza del Comune di Cuneo. Città di Cuneo Assessorato alla mobilità e ai trasporti Negli ultimi anni i livelli di traffico e di inquinamento atmosferico registrati a Cuneo hanno indotto istituzioni e cittadini all adozione di nuove e più sostenibili modalità di spostamento. Il Comune

Dettagli

il mare d inverno Il mare d'inverno in Liguria ha il suo fascino... STAGIONE INVERNALE 2014/2015 DAL 27 DICEMBRE AL 1 MARZO IN COLLABORAZIONE CON

il mare d inverno Il mare d'inverno in Liguria ha il suo fascino... STAGIONE INVERNALE 2014/2015 DAL 27 DICEMBRE AL 1 MARZO IN COLLABORAZIONE CON il mare d inverno Il mare d'inverno in Liguria ha il suo fascino... STAGIONE INVERNALE 2014/2015 DAL 27 DICEMBRE AL 1 MARZO IN COLLABORAZIONE CON RIVIERA LIGURE Promozioni 2014/2015 Autolinea Gran Turismo

Dettagli

ADF006-0814-EP rev. 1. Analisi dei dati di sosta per la Città di Faenza Periodo 22/07/2013 21/07/2014 (primo rendiconto annuale)

ADF006-0814-EP rev. 1. Analisi dei dati di sosta per la Città di Faenza Periodo 22/07/2013 21/07/2014 (primo rendiconto annuale) ADF006-0814-EP rev. 1 Analisi dei dati di sosta per la Città di Faenza Periodo 22/07/2013 21/07/2014 (primo rendiconto annuale) Riepilogo delle attività e degli elementi di contratto Dicembre 2012: il

Dettagli

Report Monitoraggio Traffico

Report Monitoraggio Traffico 14 Campagna di Monitoraggio presso il Comune di Corzano nel periodo da 1/7/14 al 3/7/14 Reperimento dati Geom. Giovanni Santoro Analisi scientifica Prof. Ing. Maurizio Tira Sommario Premessa... 3 Obiettivo

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO, IL PARCHEGGIO, LA CIRCOLAZIONE ED IL CONTROLLO DELLE AREE DI PERTINENZA DELL OSPEDALE S. BASSIANO DI BASSANO DEL GRAPPA

REGOLAMENTO PER L ACCESSO, IL PARCHEGGIO, LA CIRCOLAZIONE ED IL CONTROLLO DELLE AREE DI PERTINENZA DELL OSPEDALE S. BASSIANO DI BASSANO DEL GRAPPA REGIONE VENETO AZIENDA SANITARIA ULSS n. 3 REGOLAMENTO PER L ACCESSO, IL PARCHEGGIO, LA CIRCOLAZIONE ED IL CONTROLLO DELLE AREE DI PERTINENZA DELL OSPEDALE S. BASSIANO DI BASSANO DEL GRAPPA (Atto Deliberativo

Dettagli

STUDENTI DELL UNIVERSITA DI PAVIA: LE RISPOSTE APERTE AL QUESTIONARIO SPOSTAMENTI CASA-UNIVERSITA 1

STUDENTI DELL UNIVERSITA DI PAVIA: LE RISPOSTE APERTE AL QUESTIONARIO SPOSTAMENTI CASA-UNIVERSITA 1 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali STUDENTI DELL UNIVERSITA DI PAVIA: LE RISPOSTE APERTE AL QUESTIONARIO SPOSTAMENTI CASA-UNIVERSITA 1 Sabrina Spaghi Università

Dettagli

«FOCUS» ANIA: R.C. AUTO

«FOCUS» ANIA: R.C. AUTO «FOCUS» ANIA: R.C. AUTO -- Numero 2 -- Marzo 2004 STATISTICA TRIMESTRALE R.C. AUTO () EXECUTIVE SUMMARY Con la disponibilità dei dati per l intero 2003 relativi ad un campione di imprese esercitanti il

Dettagli

MONITORAGGIO DEL SERVIZIO DI GESTIONE DELLA SOSTA A PAGAMENTO (STRISCE BLU) Secondo rapporto al Comune di Roma

MONITORAGGIO DEL SERVIZIO DI GESTIONE DELLA SOSTA A PAGAMENTO (STRISCE BLU) Secondo rapporto al Comune di Roma MONITORAGGIO DEL SERVIZIO DI GESTIONE DELLA SOSTA A PAGAMENTO (STRISCE BLU) Secondo rapporto al Comune di Roma Novembre 2003 L AGENZIA PER IL CONTROLLO E LA QUALITÀ DEI SERVIZI PUBBLICI LOCALI DEL COMUNE

Dettagli

Restringimenti di carreggiata sulla strada Rivoltana per lavori di potenziamento

Restringimenti di carreggiata sulla strada Rivoltana per lavori di potenziamento Restringimenti di carreggiata sulla strada Rivoltana per lavori di potenziamento Provvedimenti per la gestione dei flussi di traffico e nuove soluzioni per il Trasporto Pubblico Locale 20 giugno 2013 Il

Dettagli

Materiali didattici «Mobilità sostenibile» GLOSSARIO. GREEN JOBS Formazione e Orientamento

Materiali didattici «Mobilità sostenibile» GLOSSARIO. GREEN JOBS Formazione e Orientamento Materiali didattici «Mobilità sostenibile» GLOSSARIO GREEN JOBS Formazione e Orientamento A Autostrada del mare Si tratta di vie marittime usate per il trasporto delle merci all interno di una rete trans-europea.

Dettagli

Affidamento in concessione del servizio di gestione dei parcheggi a pagamento nel comune di Pozzallo. CIG 50633253F8

Affidamento in concessione del servizio di gestione dei parcheggi a pagamento nel comune di Pozzallo. CIG 50633253F8 VERBALE N.2 COMUNE DI POZZALLO Provincia di Ragusa Affidamento in concessione del servizio di gestione dei parcheggi a pagamento nel comune di Pozzallo. CIG 50633253F8 ESAME E VALUTAZIONE PROPOSTA PROGETTUALE

Dettagli

Regolamento. aree di sosta a pagamento. Allegato alla deliberazione di C.C. n. 10 del 26/03/2013. Esecutivo dal 30/03/2013. Il Segretario Generale

Regolamento. aree di sosta a pagamento. Allegato alla deliberazione di C.C. n. 10 del 26/03/2013. Esecutivo dal 30/03/2013. Il Segretario Generale Documento Sistema di Gestione Qualità ISO 9001:2008 norma 7.3.3 Certificato CSQ N. 9159.CMPD del 27/05/2010 T P51 MD01 Rev. 3 www.comune.paderno-dugnano.mi.it Processo trasversale a tutti i settori Regolamento

Dettagli

COMUNE DI PISA DIREZIONE 22 - MOBILITÀ. ORDINANZA n 82 Direz. 22 del 27 settembre 2010 - Identificativo n 663894

COMUNE DI PISA DIREZIONE 22 - MOBILITÀ. ORDINANZA n 82 Direz. 22 del 27 settembre 2010 - Identificativo n 663894 COMUNE DI PISA DIREZIONE 22 - MOBILITÀ ORDINANZA n 82 Direz. 22 del 27 settembre 2010 - Identificativo n 663894 Oggetto: Nuove limitazioni alla circolazione di particolari categorie di mezzi IL DIRIGENTE

Dettagli

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE PIEMONTE LIGURIA E VALLE D AOSTA. Via Bologna 148-10154 TORINO REGOLAMENTO DEL TRATTAMENTO DI MISSIONE

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE PIEMONTE LIGURIA E VALLE D AOSTA. Via Bologna 148-10154 TORINO REGOLAMENTO DEL TRATTAMENTO DI MISSIONE ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE PIEMONTE LIGURIA E VALLE D AOSTA Via Bologna 148-10154 TORINO REGOLAMENTO DEL TRATTAMENTO DI MISSIONE Art. 1 OGGETTO Il presente regolamento si applica ai dipendenti

Dettagli

CARTA SERVIZI DEI. S.I.P.A. S.p.A. SOCIETÀ IMMOBILIARE PARCHEGGI AUTO

CARTA SERVIZI DEI. S.I.P.A. S.p.A. SOCIETÀ IMMOBILIARE PARCHEGGI AUTO CARTA SERVIZI DEI S.I.P.A. S.p.A. SOCIETÀ IMMOBILIARE PARCHEGGI AUTO PROFILO AZIENDALE Pag. 3 PRINCIPI FONDAMENTALI Pag. 5 Qualità e ambiente Pag. 7 STANDARD DI QUALITÀ DEL SERVIZIO Pag. 9 STANDARD SPECIFICI

Dettagli

I dossier del Centro di Monitoraggio della Sicurezza Stradale di Regione Lombardia. L incidentalità sulle strade della provincia di Brescia

I dossier del Centro di Monitoraggio della Sicurezza Stradale di Regione Lombardia. L incidentalità sulle strade della provincia di Brescia I dossier del Centro di Monitoraggio della Sicurezza Stradale di Regione Lombardia L incidentalità sulle strade della provincia di Brescia Novembre 2014 Per accedere al data-base dell incidentalità stradale

Dettagli

Osservatorio Touring sul turismo scolastico Principali risultati dell a.s. 2012/2013 A cura del Centro Studi TCI

Osservatorio Touring sul turismo scolastico Principali risultati dell a.s. 2012/2013 A cura del Centro Studi TCI Osservatorio Touring sul turismo scolastico Principali risultati dell a.s. 2012/2013 A cura del Centro Studi TCI Perché un Osservatorio sul turismo scolastico? L Osservatorio Touring sul turismo scolastico

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEGLI AUTOMEZZI DI SERVIZIO ASL 4 LANUSEI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEGLI AUTOMEZZI DI SERVIZIO ASL 4 LANUSEI REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEGLI AUTOMEZZI DI SERVIZIO ASL 4 LANUSEI ART 1 Gli automezzi Aziendali sono di proprietà o in affitto. L uso dell'automezzo è riservato esclusivamente ai dipendenti dell Azienda

Dettagli

Prof. Pietro Rostirolla Università degli Studi di Napoli "L'Orientale"

Prof. Pietro Rostirolla Università degli Studi di Napoli L'Orientale 10.000 ore della nostra vita perse nel traffico : gli Ingegneri avanzano proposte Il servizio di Taxi quale elemento di offerta di trasporto pubblico : problemi ed esperienze di soluzione applicate nel

Dettagli

CUSTOMER SATISFACTION PIAZZAGRANDE UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO DEL COMUNE DI MODENA

CUSTOMER SATISFACTION PIAZZAGRANDE UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO DEL COMUNE DI MODENA CUSTOMER SATISFACTION 2013 PIAZZAGRANDE UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO DEL COMUNE DI MODENA 1 I N T R O D U Z I O N E CUSTOMER SATISFACTION PG 2013 Obiettivi ricerca & Risultati attesi Il gestore del

Dettagli

Comune di Domus De Maria

Comune di Domus De Maria Comune di Domus De Maria REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI CRITERI E DELLE MODALITA DI ORGANIZZAZIONE E DI GESTIONE DEL SERVIZIO PUBBLICO DEI PARCHEGGI E ANNESSI SERVIZI A PAGAMENTO LUNGO LA FASCIA COSTIERA

Dettagli

Oggetto: TRASPORTI FUNEBRI DEL COMUNE DI MANTOVA - CRITERI DI ESECUZIONE IL DIRIGENTE

Oggetto: TRASPORTI FUNEBRI DEL COMUNE DI MANTOVA - CRITERI DI ESECUZIONE IL DIRIGENTE P07.72 M1 00 Settore: Servizi Educativi e Sociali Protocollo: 2383/2013 Determinazione n. 110 del 17 gennaio 2013 Oggetto: TRASPORTI FUNEBRI DEL COMUNE DI MANTOVA - CRITERI DI ESECUZIONE IL DIRIGENTE -

Dettagli

Servizi di mobilità sostenibile per le pubbliche amministrazioni

Servizi di mobilità sostenibile per le pubbliche amministrazioni a r e a a z z u r r a e l e t t r i c a Portale dedicato al mondo dei veicoli elettrici e della mobilità sostenibile I veicoli elettrici sono il presente ed il futuro Servizi di mobilità sostenibile per

Dettagli

PRONTUARIO PER MINI CORSO

PRONTUARIO PER MINI CORSO PRONTUARIO PER MINI CORSO TEMPI DI GUIDA E DI RIPOSO CON ALLEGATA RELATIVA TABELLA SIA PER TEMPI CHE PER INFRAZIONI Art. 174 del Codice della Strada modificato dalla Legge 120 del 29/07/2010 in vigore

Dettagli

COMUNE DI VALEGGIO SUL MINCIO. Verbale di deliberazione della Giunta Comunale

COMUNE DI VALEGGIO SUL MINCIO. Verbale di deliberazione della Giunta Comunale C O P I A Verbale di deliberazione della Giunta Comunale OGGETTO: MODIFICHE ALLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE N. 198 DEL 03/12/2009 E N. 207 DEL 14/12/2009 RELATIVE ALLA NUOVA DELIMITAZIONE DELLA

Dettagli

ucb.gialdiniworld.com

ucb.gialdiniworld.com NOTIZIARIO INFORMATIVO, stampato in proprio e distribuito gratuitamente ai propri soci, simpatizzanti, amici, alle Associazioni, Federazioni, Confederazioni campeggistiche italiane ed estere, agli Enti

Dettagli

I p ri r n i ci c p i alil iri r f i l f e l s e si idel e llib i ro r bia i nco c o sullla l mob o iliilt i à re r g e io i n o ale l, e,

I p ri r n i ci c p i alil iri r f i l f e l s e si idel e llib i ro r bia i nco c o sullla l mob o iliilt i à re r g e io i n o ale l, e, I principali riflessi del Libro bianco sulla mobilità regionale, locale e urbana in Italia Carlo Carminucci, Isfort Roma, 17 giugno 2011 Dove eravamo rimasti: la mobilità locale nella programmazione europea.

Dettagli

PIANO DEGLI SPOSTAMENTI CASA SCUOLA LICEO SCIENTIFICO E ARTISTICO A. SERPIERI ISTITUTO PROFESSIONALE L.EINAUDI

PIANO DEGLI SPOSTAMENTI CASA SCUOLA LICEO SCIENTIFICO E ARTISTICO A. SERPIERI ISTITUTO PROFESSIONALE L.EINAUDI Il Progetto Il progetto nasce dalla necessità di riflettere e stimolare la coscienza dei ragazzi più giovani, sulle problematiche ambientali: l ambiente naturale e materiale (cioè modificato dai bisogni

Dettagli

NUOVA DISCIPLINA DEI PARCHEGGI PUBBLICI A PAGAMENTO REGOLAMENTO PER L USO DEI PARCHEGGI PUBBLICI NON CUSTODITI

NUOVA DISCIPLINA DEI PARCHEGGI PUBBLICI A PAGAMENTO REGOLAMENTO PER L USO DEI PARCHEGGI PUBBLICI NON CUSTODITI NUOVA DISCIPLINA DEI PARCHEGGI PUBBLICI A PAGAMENTO REGOLAMENTO PER L USO DEI PARCHEGGI PUBBLICI NON CUSTODITI approvato con deliberazione del Consiglio comunale n 35 del 06.05.2009 INDICE ART. 1. Oggetto

Dettagli

Cagliari e la pedonalizzazione dei quartieri storici

Cagliari e la pedonalizzazione dei quartieri storici 1 Cagliari e la pedonalizzazione dei quartieri storici Le opinioni dei cagliaritani e gli effetti della pedonalizzazione di Marina e Villanova in una prospettiva multitarget Modulo popolazione Cagliari,

Dettagli

MODALITA E FASI DELLA GESTIONE DELLE RISCOSSIONI

MODALITA E FASI DELLA GESTIONE DELLE RISCOSSIONI ALLEGATO H MODALITA E FASI DELLA GESTIONE DELLE RISCOSSIONI Allegato H Modalità e fasi della gestione delle riscossioni 1 GENNAIO-GIUGNO 2009 GESTIONE MEDIANTE BUONI-PASTO VENDUTI DALLE CARTOLERIE Il pagamento

Dettagli

ORDINANZA DEL SINDACO

ORDINANZA DEL SINDACO COMUNE DI SIENA ORDINANZA DEL SINDACO Numero: 956 Del : 28 SETTEMBRE 2006 Esecutiva da: 15 novembre 2006 proponenti : DIREZIONE POLIZIA MUNICIPALE - Politiche della Mobilità OGGETTO: Ordinanza sindacale

Dettagli

COME ARRIVARE AD EXPO E COME RAGGIUNGERE IL PADIGLIONE WAA CONAF

COME ARRIVARE AD EXPO E COME RAGGIUNGERE IL PADIGLIONE WAA CONAF COME ARRIVARE AD EXPO E COME RAGGIUNGERE IL PADIGLIONE WAA CONAF http://www.expo2015.org/it/esplora/sito-espositivo/come-raggiungere-il-sito-espositivo Di seguito trovate le istruzioni per raggiungere

Dettagli