Il trasferimento tecnologico e dell innovazione nel sistema agro-industriale italiano

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il trasferimento tecnologico e dell innovazione nel sistema agro-industriale italiano"

Transcript

1 Il trasferimento tecnologico e dell innovazione nel sistema agro-industriale italiano Marco Baccanti Presidente Commissione Innovazione Confindustria E-R Amm. Delegato Spark

2 Valorizzare il risultato di attivita di ricerca nel settore agroindustriale italiano Ricercare Trovare Applicare : Valorizzare : sviluppare le partnership per arrivare al mercato vendere di piu vendere con maggiore profitto produrre spendendo meno (in senso lato, anche inquinando o consumando meno) Remunerare la ricerca con una parte del valore generato

3 La strategia di valorizzazione del risultato di attivita di ricerca nel settore agroindustriale dipende dallo stadio della filiera

4 1) Produzione primaria Grande differenza nelle dimensioni tra fornitore di tecnologia e utilizzatore Mercato concentrato in pochi grandi player globali con grande massa critica Ricerca interna o affidata a pochi grandi centri (genetica, chimica industriale, meccanica agricola) Forti finanziamenti, ma anche vincoli contrattuali, di IP, relazioni long term chiuse Contratti right of first refusal o IP automaticamente in capo all industria, con schema royalty pre-negoziate, vincoli a pubblicazioni, etc. Difficile entrare per nuovi player, sindrome not invented here.

5 1) Produzione primaria Opportunità a livello locale Innovazione a livello organizzativo, diversificazione : Valorizzazioni dei brand, Produzioni DOP-IGP Filiera corta dei Gruppi di Acquisto Solidale Consorzi biologico Innovazione nela valorizzazione territoriale

6 2) Trasformazione industriale Sistema caratterizzato da numerose PMI specializzate in nicchie e da pochi player di grandi dimensioni Formulazione : scienza della nutrizione/medicina Trasformazione : meccanica, chimica, microbiologia, termodinamica, biotecnologia delle fermentazioni Produzione : elettronica, sensoristica, ottica, termodinamica, ICT, scienza dei materiali

7 Strategie e tattiche di trasferimento tecnologico nel settore della trasformazione industriale Contratti di ricerca spot e collaborazioni long term con centri di ricerca Trials clinici Monitoraggio brevettuale / brokeraggio tecnologico Rari episodi di acquisizioni o cessioni di licenze di IP Reti di imprese per risoluzione problemi interdisciplinari M&A, spin out, collaborazioni tra aziende consolidate e start up

8 3) Distribuzione Elevata cocentrazione e massa critica Strutture a forte centralizzazione, molto focalizzate sulla execution Innovazione introdotta generalmente da fornitori di nuove tecnologie. Scarsi i contratti con centri di ricerca o le collaborazioni in generale Esempi in soluzioni ICT, competenze in psicologia, marketing, logistica, architettura.

9 Valorizzare il risultato di attivita di ricerca nel settore agroindustriale italiano : cruciale l interfaccia. Ruolo dell interfaccia : Stimolare e provocare il contatto, mediare tra le culture, fornire gli strumenti, gestire l interazione fino alla creazione di valore, gestirne la ripartizione Gestire e mediare le differenti finalità : pubblicare vs brevettare, conoscenza vs fatturato, comunità scientifica vs mercato, scienziato libero pensatore vs manager con target e scadenze, mi pagano per insegnare, mi pagano per vendere Valorizzare la multidisciplinarietà : biologia, chimica, sc.nutrizione, medicina Sensoristica, elettronica, materiali, ottica, meccanica, termodinamica Marketing, psicologia, architettura, comunicazione

10 Valorizzare il risultato di attivita di ricerca nel settore agroindustriale italiano : cruciale l interfaccia. La cassetta degli attrezzi: Monitoraggio brevettuale, brokeraggio tecnologico Formazione e consulenza alle imprese, seminari tecnologici Stage, tirocinii di ricercatori in azienda Contratti di ricerca Prior art, due diligence, brevettazione, promozione attiva, opzione per ricerca, licenza, ROFR Reti di impresa, cluster, Incubazione di impresa nel centro di ricerca Genesi start up e successiva collaborazione con aziende consolidate o con VC Richiesta e gestione di finanziamenti di progetti comuni

11 Grazie per l attenzione! Marco Baccanti Presidente Commissione Innovazione Confindustria E-R Amm. Delegato Spark

MONITORING PMI capacità di innovazione e dinamiche di sviluppo, bisogni e aspettative delle PMI del Distretto

MONITORING PMI capacità di innovazione e dinamiche di sviluppo, bisogni e aspettative delle PMI del Distretto MONITORING PMI capacità di innovazione e dinamiche di sviluppo, bisogni e aspettative delle PMI del Distretto Marco Cantamessa Emilio Paolucci Politecnico di Torino e Istituto Superiore Mario Boella Torino,

Dettagli

ASPETTI LEGALI DELL INVESTIMENTO NELLE START - UP

ASPETTI LEGALI DELL INVESTIMENTO NELLE START - UP ASPETTI LEGALI DELL INVESTIMENTO NELLE START - UP START UP PHASES EARLY STAGE 1 2 3 FASE Seed Start up First Stage Bisogno di Capitale per: Ricerca / Prototipo Sviluppo prodotto + Approccio mercato Produzione

Dettagli

Start up & PMI Report 2013

Start up & PMI Report 2013 & PMI Report 2013 Introduzione alla terza edizione Start Up & PMI Report 2013 è la terza edizione dell analisi effettuata su un campione di 150.000 imprese iscritte a H2biz: 20.000 start up con meno di

Dettagli

ITS FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE. Nuovi saperi per l Agroalimentare CORSO 2012-2014. www.itsparma.it

ITS FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE. Nuovi saperi per l Agroalimentare CORSO 2012-2014. www.itsparma.it ITS CORSO 2012-2014 TECNICO RESPONSABILE DELLE PRODUZIONI E DELLE TRASFORMAZIONI AGRARIE, AGRO-ALIMENTARI E AGRO-INDUSTRIALI www.itsparma.it TECNICI DI ALTO PROFILO PER IL SETTORE AGROALIMENTARE il nuovo

Dettagli

Sei una PMI innovativa? Opportunità e vantaggi

Sei una PMI innovativa? Opportunità e vantaggi Sei una PMI innovativa? Opportunità e vantaggi Copertina Le PMI innovative e i servizi della Camera di commercio di Torino Guido Bolatto Segretario Generale Ivrea, Il Decreto Investment Compact Il Decreto

Dettagli

I servizi finanziari per gli investimenti in ricerca e innovazione:

I servizi finanziari per gli investimenti in ricerca e innovazione: I servizi finanziari per gli investimenti in ricerca e innovazione: Il modello Talent Lab di Calabria Innova Il Fondo Equity per le Imprese Innovative L acquisizione di servizi per l innovazione Luca Mannarino

Dettagli

Ruolo della formazione nella sicurezza degli alimenti Alessandro Mangia

Ruolo della formazione nella sicurezza degli alimenti Alessandro Mangia Università degli Studi di Parma Ruolo della formazione nella sicurezza degli alimenti Alessandro Mangia La Sicurezza degli alimenti tema prioritario per l opinione pubblica e nell agenda dei governi mondiali

Dettagli

ELENCO AZIENDE SETTORE TIPOLOGIA FATTURATO COSA RICHIEDONO 800.000 900.000

ELENCO AZIENDE SETTORE TIPOLOGIA FATTURATO COSA RICHIEDONO 800.000 900.000 ELENCO AZIENDE SETTORE TIPOLOGIA FATTURATO COSA RICHIEDONO Moto Produzione / 1.100.000 commerciale Assemblaggio moto e minimoto Abbigliamento Produzione e 120.000 Showroom sartoriale maschile Servizi alle

Dettagli

La ricerca del VALORE nelle aggregazioni tra farmacie

La ricerca del VALORE nelle aggregazioni tra farmacie La ricerca del VALORE nelle aggregazioni tra farmacie Dott. Gianluca Strata Napoli - 7 febbraio 2010 Evoluzione delle Teorie del Valore Teorie classiche Il valore intrinseco di una cosa è la misura della

Dettagli

LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE, TECNOLOGIE E GESTIONE DEL SISTEMA AGRO-ALIMENTARE

LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE, TECNOLOGIE E GESTIONE DEL SISTEMA AGRO-ALIMENTARE LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE, TECNOLOGIE E GESTIONE DEL SISTEMA AGRO-ALIMENTARE Classe 78/S - Scienze e Tecnologie agroalimentari Coordinatore: prof. Marco Gobbetti Tel. 0805442949; e-mail: gobbetti@ateneo.uniba.it

Dettagli

MANIFESTAZIONE D INTERESSE PER LA PARTECIPAZIONE AL MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN PROFUMERIA, ESSENZE ED AROMI ALIMENTARI

MANIFESTAZIONE D INTERESSE PER LA PARTECIPAZIONE AL MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN PROFUMERIA, ESSENZE ED AROMI ALIMENTARI MANIFESTAZIONE D INTERESSE PER LA PARTECIPAZIONE AL MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN PROFUMERIA, ESSENZE ED AROMI ALIMENTARI La Facoltà di Agraria dell Università degli Studi Mediterranea di Reggio

Dettagli

L apporto di una banca commerciale nella crescita dell impresa tramite capitale di rischio

L apporto di una banca commerciale nella crescita dell impresa tramite capitale di rischio 1 L apporto di una banca commerciale nella crescita dell impresa tramite capitale di rischio L esperienza del Gruppo Cariparma FriulAdria Roma, 5 Maggio 2010 Carlo PIANA Responsabile Direzione Centrale

Dettagli

Le politiche di ricerca e sviluppo della Regione Emilia-Romagna. Morena Diazzi Autorità di Gestione POR FESR

Le politiche di ricerca e sviluppo della Regione Emilia-Romagna. Morena Diazzi Autorità di Gestione POR FESR Le politiche di ricerca e sviluppo della Regione Emilia-Romagna Morena Diazzi Autorità di Gestione POR FESR Il POR FESR Emilia Romagna ASSE 1 Ricerca industriale e trasferimento tecnologico 115 milioni

Dettagli

1. IL PROGETTO VALORI IMPRENDITORIALI

1. IL PROGETTO VALORI IMPRENDITORIALI THE FIRST CORPORATE FINANCE PORTAL 1. IL PROGETTO VALORI IMPRENDITORIALI SINTESI Il progetto Valori Imprenditoriali è stato avviato in un gruppo di studio coordinato da Investment & Banking Group, composto

Dettagli

normative qualità turismo business sinergie manifatturiero servizi crescita metalmeccanici sviluppo sanità soluzioni editoria cultura

normative qualità turismo business sinergie manifatturiero servizi crescita metalmeccanici sviluppo sanità soluzioni editoria cultura formazione ricerca credito confronto network futuro rete qualità lavoro giovani pmi normative qualità turismo business sinergie manifatturiero servizi crescita metalmeccanici sviluppo sanità soluzioni

Dettagli

IL VENTURE CAPITAL NEL MEZZOGIORNO

IL VENTURE CAPITAL NEL MEZZOGIORNO IL VENTURE CAPITAL NEL MEZZOGIORNO intervento di AMEDEO GIURAZZA Amministratore Delegato - Vertis SGR SpA Roma, 8 giugno 2010 VERTIS SGR 1 I DUE FONDI DI VERTIS SGR Vertis nel 2009 ha terminato la raccolta

Dettagli

ILfONDO ROTATIVO PER LE NUOVE IMPRESE INNOVATIVE. L esperienza nel seed capital della Camera di Commercio di Pisa VI bando di attuazione

ILfONDO ROTATIVO PER LE NUOVE IMPRESE INNOVATIVE. L esperienza nel seed capital della Camera di Commercio di Pisa VI bando di attuazione fondo ROTATIVO PER LE NUOVE IMPRESE INNOVATIVE L esperienza nel seed capital della Camera di Commercio di Pisa VI bando di attuazione fondo ONDO ROTATIVO PER LE NUOVE IMPRESE INNOVATIVE: CONTESTO DI RIFERIMENTO

Dettagli

Il mercato italiano del Private Equity e Venture Capital

Il mercato italiano del Private Equity e Venture Capital Il mercato italiano del Private Equity e Venture Capital Focus sul settore high tech 5 Dicembre 2007 Indice Overview generale Il mercato italiano del Private equity e Venture capital Focus sul settore

Dettagli

Tunisia Le opportunità sono più vicine di quanto si pensi

Tunisia Le opportunità sono più vicine di quanto si pensi Company Profile Xpand your Business lmediterranean Global Services Sarl Tunisia Le opportunità sono più vicine di quanto si pensi dott. Massimo Bonfiglioli Resp.le Partnership MGS 1 Il Progetto Premessa

Dettagli

MUSY BIANCO e ASSOCIATI S T U D I O L E G A L E

MUSY BIANCO e ASSOCIATI S T U D I O L E G A L E Via Luigi Mercantini 5 10121 Torino Via San Pietro all Orto 10 20121 Milano centralino unico T +39 011.540876 F +39 011.5174194 segreteria@musybiancoassociati.it www.musybiancoassociati.it partita IVA

Dettagli

LE OPPORTUNITÀ DEI. Leonardo Pinna Delegazione di Confindustria Bruxelles Confindustria Emilia Romagna

LE OPPORTUNITÀ DEI. Leonardo Pinna Delegazione di Confindustria Bruxelles Confindustria Emilia Romagna LE OPPORTUNITÀ DEI FINANZIAMENTI EUROPEI Leonardo Pinna Delegazione di Confindustria Bruxelles Confindustria Emilia Romagna 26Settembre 2013 I temi Le principali i lifonti idi finanziamento i a livello

Dettagli

La valorizzazione dei risultati Il ruolo degli incubatori tecnologici Un Incubatore è uno strumento di sviluppo economico progettato allo scopo di accelerare la crescita ed il successo di iniziative i

Dettagli

Nuove prospettive nell impostazione della formazione per l impresa: L esperienza di ComoNExT

Nuove prospettive nell impostazione della formazione per l impresa: L esperienza di ComoNExT Nuove prospettive nell impostazione della formazione per l impresa: L esperienza di ComoNExT 26 novembre 2014 Come è cambiato il mondo del lavoro Mio padre ha iniziato a lavorare alla Roche nel 1948 ed

Dettagli

LA RICERCA TI CERCA. Come diventare ricercatore. E perché.

LA RICERCA TI CERCA. Come diventare ricercatore. E perché. LA RICERCA TI CERCA Come diventare ricercatore. E perché. INDICE CHE COS È LA RICERCA FARMACEUTICA? Una lunga storia, in breve 3 COME SI ENTRA NEL MONDO DELLA RICERCA? Un lavoro che guarda lontano, visto

Dettagli

MUSY BIANCO e ASSOCIATI S T U D I O L E G A L E

MUSY BIANCO e ASSOCIATI S T U D I O L E G A L E Via Luigi Mercantini 5 10121 Torino Via San Pietro all Orto 10 20121 Milano centralino unico T +39 011.540876 F +39 011.5174194 segreteria@musybiancoassociati.it www.musybiancoassociati.it partita IVA

Dettagli

Gli interventi di Regione Lombardia per le reti di impresa: Bando Ergon e Bando Reti POR FESR 2007-2013

Gli interventi di Regione Lombardia per le reti di impresa: Bando Ergon e Bando Reti POR FESR 2007-2013 Gli interventi di Regione Lombardia per le reti di impresa: Bando Ergon e Bando Reti POR FESR 2007-2013 Armando De Crinito Direttore Generale Vicario DG Attività produttive, Ricerca e Innovazione Regione

Dettagli

Polo di Innovazione ICT

Polo di Innovazione ICT Polo di Innovazione ICT Start up, linee di indirizzo e primo piano annuale Torino, 30 settembre 2009 Poli di innovazione: che cosa sono* I Poli di innovazione sono raggruppamenti di soggetti indipendenti

Dettagli

PROPOSTE DELLE PARTI SOCIALI SU CRESCITA E OCCUPAZIONE RICERCA E INNOVAZIONE

PROPOSTE DELLE PARTI SOCIALI SU CRESCITA E OCCUPAZIONE RICERCA E INNOVAZIONE PROPOSTE DELLE PARTI SOCIALI SU CRESCITA E OCCUPAZIONE RICERCA E INNOVAZIONE Ricerca e Innovazione: leve prioritarie per la crescita La nuova politica di Europa 2020 richiama il ruolo delle imprese e la

Dettagli

Scheda Progetto. Nome dell Impresa (o del Progetto) Indirizzo Sede Legale. Indirizzo Sede Amministrativa. Nome del Referente. Telefono del Referente

Scheda Progetto. Nome dell Impresa (o del Progetto) Indirizzo Sede Legale. Indirizzo Sede Amministrativa. Nome del Referente. Telefono del Referente Scheda Progetto Nome dell Impresa (o del Progetto) Indirizzo Sede Legale Indirizzo Sede Amministrativa Nome del Referente Telefono del Referente 1 1. In quale fase si colloca la Tua Impresa? (inserisci

Dettagli

Il trasferimento tecnologico. Dott. Irene Martini, Ph.D U.V.R.S.I La Sapienza

Il trasferimento tecnologico. Dott. Irene Martini, Ph.D U.V.R.S.I La Sapienza Il trasferimento tecnologico Dott. Irene Martini, Ph.D U.V.R.S.I La Sapienza Finanziamenti alla ricerca BREVETTO TRASFERIMENTO TECNOLOGICO Il percorso brevettuale presso La Sapienza Il percorso brevettuale

Dettagli

La tutela della proprietà intellettuale oltre al brevetto

La tutela della proprietà intellettuale oltre al brevetto IP Management @ Universities Istanbul, May 16 to 18, 2012 Albert Long Hall, BOGAZICI UNIVERSITY PROGETTO TARGET: START UP E PROPRIETÀ INTELLETTUALE TORINO, 14 MAGGIO 2014 La tutela della proprietà intellettuale

Dettagli

Philip Morris: lo Start Up di un Progetto di Facility Management

Philip Morris: lo Start Up di un Progetto di Facility Management Philip Morris: lo Start Up di un Progetto di Facility Management Luca Fiorucci, Direttore Divisione FM, Cofely Italia Piergiorgio Marini, Direttore Purchaising Italia, Philip Morris Il CLIENTE: Philip

Dettagli

Capitale di rischio VS Capitale di debito

Capitale di rischio VS Capitale di debito FINANZA DELL INNOVAZIONE Il capitale di rischio Capitale di rischio VS Capitale di debito Il Capitale di rischio Finanziamento a medio e lungo termine Non prevede scadenze di rimborso ed il disinvestimento

Dettagli

Favorire i processi di innovazione e sviluppo: l esperienza UN.I.VER.

Favorire i processi di innovazione e sviluppo: l esperienza UN.I.VER. Favorire i processi di innovazione e sviluppo: l esperienza UN.I.VER. ing. Davide Vidotto Direttore Consorzio UNIVER, Soggetto Gestore del Polo ENERMHY Domodossola, 17 Gennaio 2014 CONSORZIO UN.I.VER.

Dettagli

Rilancimpresa FVG convergenza e sinergia di misure legislative con le misure nazionali per le PMI. Convegno

Rilancimpresa FVG convergenza e sinergia di misure legislative con le misure nazionali per le PMI. Convegno Rilancimpresa FVG convergenza e sinergia di misure legislative con le misure nazionali per le PMI Convegno «LE PMI INNOVATIVE - LEGGE SULLE AGEVOLAZIONI» Pordenone, 28 aprile 2015 1 Obiettivi della Riforma

Dettagli

FINANZIAMENTI PER LE GREEN START UP I vantaggi dell Investimento in Start Up

FINANZIAMENTI PER LE GREEN START UP I vantaggi dell Investimento in Start Up FINANZIAMENTI PER LE GREEN START UP I vantaggi dell Investimento in Start Up 22 Maggio 2013 STARTUP INNOVATIVA LE AGEVOLAZIONI PER LE STARTUP SUMMARY DL CRESCITA 2.0 NOVITÀ PER LE STARTUP FONDO PER START

Dettagli

1) IDEA PROGETTUALE (max. 4 pagine).

1) IDEA PROGETTUALE (max. 4 pagine). Proposta preliminare di sviluppo di un Progetto Integrato di Frontiera (PIF FORMULARIO Nome del PIF: Area Tematica ( a scelta fra quelle indicate nell appendice 1 dell Avviso Pubblico Abstract (1 pagina

Dettagli

GESTIONE RICERCA & SVILUPPO LEZIONE 5. Angelo BONOMI

GESTIONE RICERCA & SVILUPPO LEZIONE 5. Angelo BONOMI GESTIONE RICERCA & SVILUPPO LEZIONE 5 Angelo BONOMI INDUSTRIALIZZAZIONE DELL INNOVAZIONE TECNOLOGICA RAPPRESENTA LA FASE DI TRANSIZIONE TRA R&S E PRODUZIONE ED E CARATTERIZZATA DAL LAVORO DI LbyD PER LO

Dettagli

InVerso... COS È UN AIUTO CONCRETO A CHI VUOLE AVVIARE O AMPLIARE UN ATTIVITA NELL ALTRA ECONOMIA

InVerso... COS È UN AIUTO CONCRETO A CHI VUOLE AVVIARE O AMPLIARE UN ATTIVITA NELL ALTRA ECONOMIA COS È InVerso... UN PROGETTO DEL COMUNE DI ROMA, XIX DIPARTIMENTO U.O. AUTOPROMOZIONE SOCIALE REALIZZATO NELL AMBITO DEL PROGRAMMA DI INTERVENTI PER LO SVILUPPO IMPRENDITORIALE (art.14 legge 266/97) IL

Dettagli

IL TRADE MARKETING. Prof. Giancarlo Ferrero - Università di Urbino

IL TRADE MARKETING. Prof. Giancarlo Ferrero - Università di Urbino IL TRADE MARKETING 1 DEFINIZIONE Il trade marketing è l insieme delle attività che puntano a conoscere, pianificare, organizzare e gestire il processo distributivo in modo da massimizzare la redditività

Dettagli

Il modello di business delle biotecnologie

Il modello di business delle biotecnologie Il modello di business delle biotecnologie Luigi Orsenigo IUSS, Pavia Horizon 2020 Napoli, 1 febbraio 2013 Il modello di business delle biotecnologie Silicon Valley Consensus: mutuato da ICT Scienza imprenditoriale:

Dettagli

Programma integrato creazione d'impresa Linea 8 FRIM «Start up e Re Start» Report progetto

Programma integrato creazione d'impresa Linea 8 FRIM «Start up e Re Start» Report progetto Programma integrato creazione d'impresa Linea 8 FRIM «Start up e Re Start» Regione Lombardia Direzione Generale Attività Produttive, Ricerca e Innovazione Report progetto 27 Gennaio 2014 Start Up e Re-Start:

Dettagli

LA GESTIONE DELL INNOVAZIONE TECNOLOGICA NELLA PICCOLA E MEDIA IMPRESA

LA GESTIONE DELL INNOVAZIONE TECNOLOGICA NELLA PICCOLA E MEDIA IMPRESA LA GESTIONE DELL INNOVAZIONE TECNOLOGICA NELLA PICCOLA E MEDIA IMPRESA Parte III : R&S nella piccola e media impresa Angelo Bonomi PICCOLE E MEDIE IMPRESE E R&S Esistono varie definizioni di piccole e

Dettagli

Obiettivo: EQUITY! Programma di assistenza per l accesso ai capitali di rischio da parte delle neo, piccole e medie imprese

Obiettivo: EQUITY! Programma di assistenza per l accesso ai capitali di rischio da parte delle neo, piccole e medie imprese Obiettivo: EQUITY! 0 Programma di assistenza per l accesso ai capitali di rischio da parte delle neo, piccole e medie imprese Settembre 2012 IL PROGRAMMA Il Consorzio Camerale per il credito e la finanza

Dettagli

Sviluppo e Gestione di Progetti. Primo modulo: Introduzione al PM. Filippo Ghiraldo - Sviluppo e Gestione di Progetti per Informatici

Sviluppo e Gestione di Progetti. Primo modulo: Introduzione al PM. Filippo Ghiraldo - Sviluppo e Gestione di Progetti per Informatici Università di Padova - e Gestione di Progetti Primo modulo: Introduzione al PM docente: Filippo Ghiraldo filippo.ghiraldo@unipd.it Progetti e loro ciclo di vita Esempi Materiale didattico sottoposto a

Dettagli

RICERCA E INNOVAZIONE: NUOVE OPPORTUNITA PER LA COMPETITIVITA DEL SISTEMA PRODUTTIVO

RICERCA E INNOVAZIONE: NUOVE OPPORTUNITA PER LA COMPETITIVITA DEL SISTEMA PRODUTTIVO RICERCA E INNOVAZIONE: NUOVE OPPORTUNITA PER LA COMPETITIVITA DEL SISTEMA PRODUTTIVO REGIONE MARCHE, P.F. Innovazione, Ricerca e competitività dei settori produttivi POR MARCHE FESR 2014-2020 ASSE 1 AZIONE

Dettagli

Lezione XIV: Gestire le invenzioni

Lezione XIV: Gestire le invenzioni PROGETTO GEN HORT Lezione XIV: Gestire le invenzioni Stefano Borrini Società Italiana Brevetti Società Italiana Breve0 Aprile Maggio 2014 Art. 65 CPI [ ] 5. Le disposizioni del presente articolo non si

Dettagli

Obiettivi della Riforma

Obiettivi della Riforma Rilancimpresa FVG 1 Obiettivi della Riforma Introdurre misure per l attrazione di nuovi investimenti, per attrarre investimenti nazionali e internazionali per l insediamento di nuove iniziative imprenditoriali;

Dettagli

LAUREA MAGISTRALE IN IN BIOTECNOLOGIE SANITARIE,MEDICHE E VETERINARIE (LM-9) A.A. 2014/2015

LAUREA MAGISTRALE IN IN BIOTECNOLOGIE SANITARIE,MEDICHE E VETERINARIE (LM-9) A.A. 2014/2015 LAUREA MAGISTRALE IN IN BIOTECNOLOGIE SANITARIE,MEDICHE E VETERINARIE (LM-9) A.A. 2014/2015 GENERALITA Classe di laurea di appartenenza LM-9, Biotecnologie sanitarie mediche e veterinarie Durata del corso

Dettagli

Roldresearch: design strategico, materiali polimerici e di nuova generazione, comunicazioni e sensoristica per l industria. La ricerca continua!

Roldresearch: design strategico, materiali polimerici e di nuova generazione, comunicazioni e sensoristica per l industria. La ricerca continua! Roldresearch: design strategico, materiali polimerici e di nuova generazione, comunicazioni e sensoristica per l industria. La ricerca continua! Riunitosi il Comitato Roldresearch per valutare le prime

Dettagli

Giuseppe Lombardo IPCF-CNR, CNR, UOS di Cosenza. Progetto Crescita Programma di Formazione dei Formatori 2011

Giuseppe Lombardo IPCF-CNR, CNR, UOS di Cosenza. Progetto Crescita Programma di Formazione dei Formatori 2011 La valorizzazione dei risultati all interno della ricerca pubblica: il caso del CNR Giuseppe Lombardo IPCF-CNR, CNR, UOS di Cosenza Progetto Crescita Programma di Formazione dei Formatori 2011 IL CONTESTO:

Dettagli

Private equity tra investitori istituzionali e capitali privati

Private equity tra investitori istituzionali e capitali privati FINANZA PER LA CRESCITA GLI STRUMENTI A SOSTEGNO DELLE IMPRESE Private equity tra investitori istituzionali e capitali privati Alessandra Bechi Direttore Ufficio Tax & Legal e Affari Istituzionali Perugia,

Dettagli

Le imprese di piccole e medie dimensioni (PMI)

Le imprese di piccole e medie dimensioni (PMI) Le imprese di piccole e medie dimensioni (PMI) Corso di E-mail: andrea.calabro@uniroma2.it DEFINIZIONE DI PMI Per riuscire ad individuare una PMI occorre prendere in considerazione: PARAMETRI QUALITATIVI

Dettagli

La tutela della proprietà industriale per i prodotti vitivinicoli e le tecnologie enoalimentari

La tutela della proprietà industriale per i prodotti vitivinicoli e le tecnologie enoalimentari La tutela della proprietà industriale per i prodotti vitivinicoli e le tecnologie enoalimentari Relais San Maurizio Santo Stefano Belbo (Cn) Relatore: Paolo G. Rambelli 18 giugno 2015 Il Finanziamento

Dettagli

Imprenditorialità e Venture Capital: Prove Tecniche di Successo per il Mercato Italiano

Imprenditorialità e Venture Capital: Prove Tecniche di Successo per il Mercato Italiano Imprenditorialità e Venture Capital: Prove Tecniche di Successo per il Mercato Italiano Marco Giorgino Ordinario di Finanza, Politecnico di Milano e MIP Agenda Premessa Alcuni dati sul mercato italiano

Dettagli

Innovazione di Prodotto e Processo. Progetto PROMETEO

Innovazione di Prodotto e Processo. Progetto PROMETEO Innovazione di Prodotto e Processo Contesto È sempre più condiviso il concetto che l innovazione è uno degli strumenti chiave per il mantenimento e la crescita della competitività delle imprese, ma poche

Dettagli

AIFI Associazione Italiana del Private Equity e Venture Capital

AIFI Associazione Italiana del Private Equity e Venture Capital Associazione Italiana del Private Equity e Venture Capital MONTEFELTRO START-UP Finanziare l impresa innovativa Il ruolo del venture capital nel supporto alle imprese innovative Giovanni Fusaro Ufficio

Dettagli

PHD Plus Edizione 2012

PHD Plus Edizione 2012 PHD Plus Edizione 2012 Come si valuta una Start up: gli aspetti operativi della selezione dei progetti di investimento 24 Aprile 2012 Università di Pisa Executive Summary 1.SICI sgr e il Fondo Toscana

Dettagli

Società per la Gestione dell Incubatore di Imprese e per il Trasferimento Tecnologico dell Università degli Studi di Torino Scarl 2i3T

Società per la Gestione dell Incubatore di Imprese e per il Trasferimento Tecnologico dell Università degli Studi di Torino Scarl 2i3T Società per la Gestione dell Incubatore di Imprese e per il Trasferimento Tecnologico dell Università degli Studi di Torino Scarl 2i3T 1. L Incubatore 2i3T SOCIETÀ PER LA GESTIONE DELL INCUBATORE DI IMPRESE

Dettagli

Tornare a crescere con il digitale

Tornare a crescere con il digitale Tornare a crescere con il digitale Trasformazione digitale a portata di PMI Cosa dicono le aziende modenesi? Giancarlo Capitani Il mercato ICT e digitale nel 2014-2015 Le anticipazioni del rapporto Assinform

Dettagli

IL PRIVATE EQUITY E IL VENTURE CAPITAL NEL MEZZOGIORNO

IL PRIVATE EQUITY E IL VENTURE CAPITAL NEL MEZZOGIORNO IL PRIVATE EQUITY E IL VENTURE CAPITAL NEL MEZZOGIORNO intervento di AMEDEO GIURAZZA Amministratore Delegato - Vertis SGR SpA Cagliari, 5 marzo 2008 1 VENTURE CAPITAL E PRIVATE EQUITY Tali termini vengono

Dettagli

La valorizzazione della ricerca e la costituzione di imprese innovative

La valorizzazione della ricerca e la costituzione di imprese innovative La valorizzazione della ricerca e la costituzione di imprese innovative Agenda Approccio al processo innovativo Spin Off della ricerca e Start Up innovative Il Business Plan (analisi critica di un idea

Dettagli

L ICT IN EMILIA-ROMAGNA Uno sguardo sulle imprese. Carlo Lombardi Responsabile Relazioni istituzionali e Lobby

L ICT IN EMILIA-ROMAGNA Uno sguardo sulle imprese. Carlo Lombardi Responsabile Relazioni istituzionali e Lobby L ICT IN EMILIA-ROMAGNA Uno sguardo sulle imprese Carlo Lombardi Responsabile Relazioni istituzionali e Lobby Seminario CINECA Bologna 28 maggio 2009 Alcuni dati generali sull Emilia-Romagna 475.000 imprese

Dettagli

Stefano Perboni. CEO Gruppo Opengate. Road Show Nuovo Mercato. Palazzo Mezzanotte. 20 Novembre 2002

Stefano Perboni. CEO Gruppo Opengate. Road Show Nuovo Mercato. Palazzo Mezzanotte. 20 Novembre 2002 Road Show Nuovo Mercato Stefano Perboni CEO Gruppo Opengate Palazzo Mezzanotte 20 Novembre 2002 1 Crescita e consolidamento 3 anni di quotazione Presenza in piu settori 3 anni di quotazione 989 (+92%)

Dettagli

SIMEST. finanziaria di sviluppo pubblico-privata. privata che ha lo scopo di promuovere l internazionalizzazione delle imprese italiane.

SIMEST. finanziaria di sviluppo pubblico-privata. privata che ha lo scopo di promuovere l internazionalizzazione delle imprese italiane. FEDERCHIMICA 2a Conferenza Nazionale N.I.C. Nanotecnologie nell Industria Chimica Gian Carlo Bertoni Responsabile Dipartimento Promozione e Marketing Le attività di Venture Capital di SIMEST Milano 2 dicembre

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA. Facoltà di Medicina e Chirurgia. LAUREA MAGISTRALE IN Biotecnologie mediche

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA. Facoltà di Medicina e Chirurgia. LAUREA MAGISTRALE IN Biotecnologie mediche UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA Facoltà di Medicina e Chirurgia LAUREA MAGISTRALE IN Biotecnologie mediche REGOLAMENTO DIDATTICO - ANNO ACCADEMICO 2007-2008 DESCRIZIONE Il Corso di Laurea Magistrale

Dettagli

Programma Regionale per la Ricerca Industriale, l Innovazione e il Trasferimento Tecnologico

Programma Regionale per la Ricerca Industriale, l Innovazione e il Trasferimento Tecnologico Programma Regionale per la Ricerca Industriale, l Innovazione e il Trasferimento Tecnologico Elisabetta Toschi Obiettivo Nuova politica industriale, per un nuovo sistema produttivo basato sulla conoscenza,

Dettagli

AIUTI A SOSTEGNO DEI CLUSTER TECNOLOGICI REGIONALI

AIUTI A SOSTEGNO DEI CLUSTER TECNOLOGICI REGIONALI Scheda di Presentazione della bozza dell Avviso AIUTI A SOSTEGNO DEI CLUSTER TECNOLOGICI REGIONALI SmartPuglia 2020 è un percorso promosso dalla Regione Puglia, avviato in vista del prossimo ciclo di programmazione

Dettagli

Progetto Crescita e Sviluppo

Progetto Crescita e Sviluppo Progetto Crescita e Sviluppo Presentazione Progetto O&M / Gennaio 2015 CONERGY.COM CONERGY.IT Conergy Services Conergy è una multinazionale americana con sede ad Amburgo (Germania) 20 anni di esperienza

Dettagli

L AVVIO DELL E START UP IN ITALIA PROBLEMI E SOLUZIONI

L AVVIO DELL E START UP IN ITALIA PROBLEMI E SOLUZIONI L AVVIO DELL E START UP IN ITALIA PROBLEMI E SOLUZIONI 10 marzo 2014 UNIVERSITA NICCOLO CUSANO La strumentalità del business plan nella valutazione dei progetti Dott. Thomas Kraicsovits Studio De Vito

Dettagli

IL DSFTM E L INDUSTRIA

IL DSFTM E L INDUSTRIA IL DSFTM E L INDUSTRIA Il punto di vista del broker Roma, 15 aprile 2015 Paolo Foà N&G Consulting p.foa@ngpatent.it 1 Perché un Centro di Ricerca brevetta le sue invenzioni? 2 Un costo o una straordinaria

Dettagli

Logo Università. Progetto Individuale. Azione 8 Sperimentazione dottori di ricerca 1

Logo Università. Progetto Individuale. Azione 8 Sperimentazione dottori di ricerca 1 Progetto Individuale Azione 8 Sperimentazione dottori di ricerca 1 INDICE SEZ.1 VALUTAZIONE PERSONALIZZATA... 3 1.1 Analisi esperienze formative e professionali... 3 1.2 Le competenze acquisite... 6 1.3

Dettagli

Quarrata 10 maggio 2014

Quarrata 10 maggio 2014 Quarrata 10 maggio 2014 Il Sito espositivo per 6 mesi ospiterà in 1 milione di mq i Padiglioni Paese, spazi tematici, clusters e spazi all aperto per eventi e attività culturali 2 2 Lavori -Giugno 2014:

Dettagli

LA FUNZIONE APPROVVIGIONAMENTI E IL RUOLO IN AZIENDA DEGLI APPROVVIGIONATORI

LA FUNZIONE APPROVVIGIONAMENTI E IL RUOLO IN AZIENDA DEGLI APPROVVIGIONATORI Edizione fuori commercio - Vietata la riproduzione anche parziale www.adaci adaci.itit A JOB RIGHT NOW! Anno accademico 2008-2009 2009 LA FUNZIONE APPROVVIGIONAMENTI E IL RUOLO IN AZIENDA DEGLI APPROVVIGIONATORI

Dettagli

Venture Capitalist: chi sono, cosa fanno e a cosa servono

Venture Capitalist: chi sono, cosa fanno e a cosa servono Venture Capitalist: chi sono, cosa fanno e a cosa servono Ing. Stefano Molino Investment Manager Innogest SGR SpA Torino, 31 Marzo 2011 Venture Capital: che cos è? L attività di investimento istituzionale

Dettagli

CAP 2 Le fonti dell innovazione. Gestione dell innovazione

CAP 2 Le fonti dell innovazione. Gestione dell innovazione CAP 2 Le fonti dell innovazione Gestione dell innovazione 1 La creatività L innovazione può scaturire da molte fonti diverse: Mente degli individui Ricerca universitaria, EPR, incubatori di imprese, fondazioni

Dettagli

I FONDI CHIUSI: STRUMENTI DI CRESCITA PER LE AZIENDE

I FONDI CHIUSI: STRUMENTI DI CRESCITA PER LE AZIENDE Confindustria Palermo I FONDI CHIUSI: STRUMENTI DI CRESCITA PER LE AZIENDE intervento di AMEDEO GIURAZZA Amministratore Delegato - Vertis SGR SpA Palermo, 6 febbraio 2008 1 I FONDI CHIUSI: CARATTERISTICHE,

Dettagli

Le azioni dell ARTI per il TT in Puglia

Le azioni dell ARTI per il TT in Puglia Le azioni dell ARTI per il TT in Puglia Dott.ssa Adriana Agrimi Coordinatore Tecnico ARTI Bari, 18 Febbraio 2009 - Expolavoro ARTI È l Agenzia Regionale per la Tecnologia e l Innovazione l della Puglia

Dettagli

Consip S.p.A. Obiettivi e prospettive per la razionalizzazione degli acquisti della PA. Dott. Domenico Casalino, Amministratore Delegato

Consip S.p.A. Obiettivi e prospettive per la razionalizzazione degli acquisti della PA. Dott. Domenico Casalino, Amministratore Delegato Consip S.p.A. Obiettivi e prospettive per la razionalizzazione degli acquisti della PA Dott. Domenico Casalino, Amministratore Delegato Roma, 30 gennaio 2012 1 Macro Trend in atto nella PA In un momento

Dettagli

ATTIVITÀ E SERVIZI DELLA RICERCA. Giuseppe Serra VRT 5 novembre 2008

ATTIVITÀ E SERVIZI DELLA RICERCA. Giuseppe Serra VRT 5 novembre 2008 ATTIVITÀ E SERVIZI PER LA VALORIZZAZIONE DEI RISULTATI DELLA RICERCA Giuseppe Serra VRT 5 novembre 2008 Valorizzazione dei risultati della R&S e assistenza allo start up di imprese innovative Servizio

Dettagli

ACTION FOR INNOVATION AWARDS 2012. The future belongs to those who see possibilities before they become obvious

ACTION FOR INNOVATION AWARDS 2012. The future belongs to those who see possibilities before they become obvious ACTION FOR INNOVATION AWARDS 2012 The future belongs to those who see possibilities before they become obvious PRESENTAZIONE DELL INIZIATIVA L azione di Fast a sostegno dell innovazione e dell internazionalizzazione

Dettagli

Progetto INTEP Innovazione tecnologica e di processo per il Settore Manifatturiero

Progetto INTEP Innovazione tecnologica e di processo per il Settore Manifatturiero Bando Start Intep PER LA SELEZIONE DI IDEE IMPRENDITORIALI PER LA FRUIZIONE DI SERVIZI DI ASSISTENZA TECNICA FINALIZZATI ALLA COSTITUZIONE DI IMPRESE START UP Descrizione della business idea (Allegato

Dettagli

CENTRO RICERCA, INNOVAZIONE E CERTIFICAZIONE DELLA FILIERA DEL LEGNO

CENTRO RICERCA, INNOVAZIONE E CERTIFICAZIONE DELLA FILIERA DEL LEGNO Sila Crotonese PROGETTO INTEGRATO TERRITORIALE POR 2000-2006 - Regione Calabria Provincia di Crotone CENTRO RICERCA, INNOVAZIONE E CERTIFICAZIONE DELLA FILIERA DEL LEGNO Piano di Azione A cura del Dr.

Dettagli

Servizi di pre incubazione

Servizi di pre incubazione La Regione Lazio - Assessorato all Agricoltura, attraverso BIC Lazio, ha in fase di avanzata realizzazione un Incubatore di Imprese finalizzato ad assistere la nascita e lo sviluppo di attività imprenditoriali

Dettagli

Avv. Marco De Paolis Brevetto: quali opportunità? Dagli accordi di circolazione delle invenzioni e delle ricerche alla costituzione di startup

Avv. Marco De Paolis Brevetto: quali opportunità? Dagli accordi di circolazione delle invenzioni e delle ricerche alla costituzione di startup Giornata di formazione sui brevetti Brescia, 29 febbraio 2012 Università degli Studi di Brescia Avv. Marco De Paolis Brevetto: quali opportunità? Dagli accordi di circolazione delle invenzioni e delle

Dettagli

innovazione PER del business IL business 15 e 16/06/2012 6 e 7/07/2012 20 e 21/07/2012 Polo Tecnologico di Pordenone Andrea Galvani Via Roveredo, 20/b

innovazione PER del business IL business 15 e 16/06/2012 6 e 7/07/2012 20 e 21/07/2012 Polo Tecnologico di Pordenone Andrea Galvani Via Roveredo, 20/b PER Polo Tecnologico di Andrea Galvani Via Roveredo, 0/b Innovazione, Innovazione per il business è un ciclo di incontri di formazione breve indirizzati ai decisori aziendali per stimolare le capacità

Dettagli

COMUNICATO STAMPA DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE PER LA CRESCITA

COMUNICATO STAMPA DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE PER LA CRESCITA COMUNICATO STAMPA Siglato il quinto accordo tra il Gruppo bancario e Piccola Industria Confindustria DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE

Dettagli

Excellence Consulting. Company Profile

Excellence Consulting. Company Profile Excellence Consulting Company Profile Chi siamo L ECCELLENZA, l elemento principale della nostra value proposition non è solo il nostro brand ma fa parte anche del nostro DNA. Noi proponiamo eccellenza

Dettagli

Reti d impresa La nuova dimensione delle Imprese che vogliono crescere. Il supporto del Gruppo Intesa Sanpaolo

Reti d impresa La nuova dimensione delle Imprese che vogliono crescere. Il supporto del Gruppo Intesa Sanpaolo Reti d impresa La nuova dimensione delle Imprese che vogliono crescere. Il supporto del Gruppo Intesa Sanpaolo Guidizzolo, 25 novembre Contratto di Rete Descrizione Caratteristiche Obiettivi strategici

Dettagli

Nuove misure di finanza agevolata a favore delle imprese calabresi

Nuove misure di finanza agevolata a favore delle imprese calabresi Nuove misure di finanza agevolata a favore delle imprese calabresi di Enrico Mazza Il 29 novembre scorso sono stati pubblicati sul BURC (n. 48 parte III) i Decreti che riguardano l approvazione degli Avvisi

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso ORANGE TIRES

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso ORANGE TIRES Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica Il caso ORANGE TIRES Innovare e competere con le ICT - PARTE I Cap.1 L innovazione nella gestione

Dettagli

Programma di sviluppo rurale 2014-2020: 2020: l innovazione l agricoltura

Programma di sviluppo rurale 2014-2020: 2020: l innovazione l agricoltura WS Progetto Adria Footouring. Programma di sviluppo rurale 2014-2020: 2020: l innovazione l in agricoltura Mestre 26 febbraio 2014 Sala Europa Unioncamere Giorgio Trentin Regione del Veneto Sezione Agroambiente

Dettagli

Talent Management Survey. Risultati

Talent Management Survey. Risultati Risultati Luglio 2012 Nell attuale scenario, per HR si pone la sfida di garantire un collegamento costante tra le strategie di business e le iniziative di gestione del Talento. I cambiamenti legati a globalizzazione

Dettagli

Le nuove sfide e prospettive della formazione in ambito economico

Le nuove sfide e prospettive della formazione in ambito economico Le nuove sfide e prospettive della formazione in ambito economico Tavola rotonda del convegno del giorno 11 ottobre 2013 presso l Università di Bergamo via dei Caniana - ore 14,30 17 Domande traccia per

Dettagli

Uffici di Trasferimento Tecnologico nelle università italiane ed europee: un confronto dei modelli organizzativi

Uffici di Trasferimento Tecnologico nelle università italiane ed europee: un confronto dei modelli organizzativi Uffici di Trasferimento Tecnologico nelle università italiane ed europee: un confronto dei modelli organizzativi Giuseppe Conti Seminario SISB Milano - 13 giugno 2006 Dicono di noi No soluzioni predefinite

Dettagli

Lezioni di economia degli intermediari finanziari II semestre

Lezioni di economia degli intermediari finanziari II semestre Lezioni di economia degli intermediari finanziari II semestre Prof. Alessandro Berti Istituto di studi aziendali Facoltà di Economia Università di Urbino Carlo Bo alessandro.berti@uniurb.it Urbino, a.a.

Dettagli

POLITICA DI INVESTIMENTO

POLITICA DI INVESTIMENTO POLITICA DI INVESTIMENTO Il presente documento è stato predisposto in osservanza al disposto di cui all'art. 8 del Regolamento Emittenti AIM / Mercato Alternativo del Capitale approvato da Borsa Italiana

Dettagli

Presentazione della Società. Maggio 2014

Presentazione della Società. Maggio 2014 Presentazione della Società Maggio 2014 La Società La Struttura Produttiva Il Sistema di Competenze Il Posizionamento I Dati Economico - Finanziari 2 La Società La Storia 2004 Costituzione della StraDe

Dettagli

Dall idea all impresa: il ruolo degli incubatori. Anna Gervasoni Aosta, 11 Marzo 2005

Dall idea all impresa: il ruolo degli incubatori. Anna Gervasoni Aosta, 11 Marzo 2005 Dall idea all impresa: il ruolo degli incubatori Anna Gervasoni Aosta, 11 Marzo 2005 1 I servizi offerti dagli incubatori 97% 100% 93% 90% 91% 84% 86% 87% 88% 80% 60% 40% 20% 64% 0% 26% 2 Spazi logistici

Dettagli

JOINT VENTURE USA - ITALIA

JOINT VENTURE USA - ITALIA JOINT VENTURE USA - ITALIA AZIENDA ITALIANA Sul mercato da 50 anni Progetta e produce prodotti metalmeccanici Leader in Europa nel suo settore AZIENDA AMERICANA Distribuisce merci e fornisce servizi Progetta,

Dettagli