Elenco dei procedimenti

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Elenco dei procedimenti"

Transcript

1 Unità organizzativa: AREA GIURIDICO AMMINISTRATIVA CONTABILE Responsabile: dr C.Capuano, dirigente Elenco dei procedimenti Tipologia Procedimento Oggetto del procedimento Rilascio concessione di beni e pertinenze patrimoniali demaniali marittime con atto formale (istanza di parte) Durata del procedimento 180 gg Normativa di riferimento Reg. Responsabile del procedimento ; Responsabile del provvedimento note In riferimento a concessioni di durata superiore a 4 anni o che comprendano impianti di difficile rimozione NUOVA CONCESSIONE Rilascio concessione di beni e pertinenze patrimoniali demaniali marittime con licenza (istanza di parte) Rilascio concessione di beni e pertinenze patrimoniali demaniali marittime con pubblica gara o licitazione privata 150 gg 180 gg Reg. n. Reg. n. ; ; In riferimento a concessioni di durata inferiore a 4 anni o che non comprendano impianti di difficile rimozione In riferimento a concessioni rilasciate previa procedura di gara pubblica o procedura ristretta alla quale partecipano solo i soggetti invitati da questa Amministrazione Rilascio concessione per l'estrazione e raccolta di arena e di altri materiali (istanza di parte) 120 gg n. ; Rilascio concessione per anticipata occupazione di beni e pertinenze patrimoniali demaniali marittime n. ; Procedura specifica nei casi accertati come urgenti RINNOVO CONCESSIONE Rinnovo concessione di beni e pertinenze patrimoniali demaniali marittime con atto formale (istanza di parte) Rinnovo concessione di beni e pertinenze patrimoniali demaniali marittime con licenza (istanza di parte) 120 gg n. n. In riferimento a concessioni di durata superiore a 4 anni o che comprendano impianti di difficile rimozione Relativa a concessioni di durata inferiore a 4 anni o che non comprendano impianti di difficile rimozione

2 VARIAZIONE AL CONTENUTO DELLA CONCESSIONE Rilascio di atto suppletivo per la variazione dei limiti di spazio, di tempo e per le opere, gli usi e le facoltà risultanti dall'atto o dalla licenza di concessione Autorizzazione per la variazione non sostanziale dei limiti di spazio, di tempo e per le opere, gli usi e le facoltà risultanti dall'atto o dalla licenza di concessione n. ; ; CONCESSIONE PROVVISORIA Rilascio concessione provvisoria in quanto valida per il periodo che intercorre fra la scadenza del relativo atto e la sua rinnovazione Reg. ; SUBINGRESSO Autorizzazione necessaria per la sostituzione del titolare della concessione Relativa ai casi di volontà del concessionario, vendita o in caso di morte del concessionario AFFIDAMENTO IN GESTIONE Autorizzazione per l'affidamento a terzi delle attività oggetto della concessione DECADENZA DELLA CONCESSIONE Decreto che dispone la decadenza del titolo concessorio La decadenza viene pronunciata nei casi in cui il concessionario venga meno agli obblighi e agli obiettivi prescritti nella concessione REVOCA DELLA CONCESSIONE Decreto che dispone la revoca del titolo concessorio La revoca viene pronunciata a seguito a motivazione di pubblico uso del mare o per altre ragioni di pubblico interesse INGIUNZIONI PER IL RIPRISTINO DI INNOVAZIONI ABUSIVE INGIUNZIONE DI SGOMBERO OCCUPAZIONI ABUSIVE ESCUSSIONE GARANZIE PRESTATE DA CONCESSIONARI E IMPRESE Provvedimento ingiunto al contravventore per l'esecuzione di innovazioni non autorizzate Provvedimento ingiunto al contravventore per occupazione di beni demaniali sine titulo Provvedimento emesso per il soddisfacimento dei crediti vantati da questa Amministrazione

3 RISCOSSIONE COATTIVA CREDITI IRROGAZIONE SANZIONI AMMINISTRATIVE- RICHIESTA INTERESSI PER TARDIVI PAGAMENTI - RECUPERO SPESE PER RIPRISTINI EFFETTUATI D'UFFICIO Procedura di Ingiunzione fiscale avviata per crediti vantati da questa Amministrazione divenuti certi, liquidi ed esigibili R.D. 639/10 Procedura di riscossione coattiva attivata a seguito della scadenza dei termini di pagamento dei canoni demaniali e degli altri proventi. AUTORIZZAZIONE EX ART.55 COD.NAV INTERVENTI DI MANUTENZIONE Autorizzazione per esecuzione di nuove opere in prossimità del demanio marittimo Autorizzazioni per interventi manutenzione straordinaria beni demaniali Nullaosta per interventi di manutenzione ordinaria beni demaniali Reg.Nav. DPR 380/2001 DPR 380/2001 AUTORIZZAZIONE PER OCCUPAZIONE TEMPORANEA DI BENI DEMANIALI E PERTINENZE PATRIMONIALI DEMANIALI MARITTIME NULLAOSTA/AUTORIZZAZIONE VARIE IN MATERIA DI DEMANIO MARITTIMO Autorizzazione relativa ad impianti di non difficile rimozione e per una durata fino a 60 (sessanta) giorni ART. 68 COD.NAV Iscrizione e/o Autorizzazione ex novo in apposito registro Rinnovo iscrizione e/o Autorizzazione delle attività di impresa 16/00s.m.i 16/00s.m.i. ART.16 LEGGE 84/1994 Rilascio autorizzazione di impresa portuale e di servizi portuali Sospensione o revoca dell'autorizzazione di impresa portuale e di servizi portuali DM 585/95 19/01s.m.i DM 585/95 19/01s.m.i

4 Autorizzazione per il carico, lo scarico e la AUTORIZZAZIONE OCCUPAZIONE EX sosta temporanea di merci nelle aree di ART.50 COD.NAV. stoccaggio individuate nel Porto di Piombino RILASCIO/RINNOVO/ VARIAZIONE CONTRASSEGNI DI SOSTA Rilascio del contrassegno per la sosta dei veicoli nelle zone di sosta specifiche individuate Ordinanza APP09/07 Delibera APP210/07 RILASCIO/RINNOVO/ VARIAZIONE PASS DI ACCESSO AL PORTO APPALTI PUBBLICI DI SERVIZI E FORNITURE FINO AD ,00 ESCLUSA IVA Rilascio del pass per l'accesso dai varchi e ad aree specifiche, riservato agli operatori portuali Acquisizione di beni e servizi per gli uffici dell'ente (Servizio Economato) mediante adesione a Convenzioni Consip, richieste di preventivi e successiva aggiudicazione, RdO sul MEPA e successiva aggiudicazione, OdA sul MEPA, cassa economale Ordinanza APP09/07 Delibera APP241/07 D. Lgs. 163/2006 e relativo Reg. di esecuzione e attuazione; 136/2010; Reg. dei servizi di economato, di cassa e del consegnatario; Reg. di Amministrazio ne e Contabilità; D.PR.03/2008; Decreto Pr. 09/2009 Il procedimento ha inizio quando si manifesta la necessità di acquisire il bene o il servizio, e si conclude con l'aggiudicazione della fornitura o del servizio mediante apposito provvedimento oppure mediante acquisto con cassa economale PAGAMENTI DERIVANTI DA ALTRI PROCEDIMENTI Pagamento di imposte, tasse e tributi vari, multe per violazione al Codice della Strada, anche mediante cassa economale / termini Reg. dei servizi di economato, di cassa e del consegnatario Il procedimento ha inizio al momento della notificazione dell'atto all'ente, e si conclude con l'adozione di un apposito provvedimento oppure con il pagamento mediante cassa economale STIPULA DELLE POLIZZE DI ASSICURAZIONE GESTIONE DELLE POLIZZE DI ASSICURAZIONE Individuazione delle compagnie di assicurazione e sottoscrizione delle polizze relative a Responsabilità Civile (verso Terzi, Patrimoniale, Auto), Infortuni, Invalidità, Malattie, Morte, Incendio fabbricati Pagamento dei premi delle polizze di assicurazione, delle eventuali regolazioni, delle franchigie relative ai sinistri / termini Il procedimento ha inizio quando si manifesta la necessità di rinnovare le polizze di assicurazione, e si conclude con la sottoscrizione della polizza Il procedimento ha inizio al momento del ricevimento della richiesta di pagamento premio/regolazione/franchigia e si conclude con l'adozione di un apposito provvedimento

5 APERTURA DI SINISTRO AL BROKER ASSICURATIVO RICHIESTA DI RISARCIMENTO DANNI PER SINISTRI CHE CAUSANO DANNI AL PATRIMONIO AMMINISTRATO DALL'ENTE Incasso delle somme relative al risarcimento dei danni Denuncia per sinistro causato dall'ente a terzi o di cui l'ente è, in qualche modo, responsabile Denuncia per sinistro causato da terzi all'ente Nomina dei rappresentanti designati delle categorie (armatori, industriali, imprenditori di cui agli articoli 16 e 18, spedizionieri, agenti e raccomandatari marittimi, autotrasportatori operanti nell'ambito portuale), con Decreto del 30 gg il procedimento ha inizio con il ricevimento della proposta della compagnia di assicurazione e si conclude con l'accettazione del risarcimento e l'incasso della somma pattuita Il procedimento ha inizio al momento del ricevimento della denuncia di sinistro da parte del danneggiato, e si conclude con la trasmissione della documentazione raccolta al Broker Assicurativo Il procedimento ha inizio con la comunicazione, da parte degli uffici dell'ente, dell'avvenuto evento sinistroso, e si conclude con la trasmissione della documentazione raccolta al Broker Assicurativo ORGANI ISTITUZIONALI - COMITATO PORTUALE Nomina dei rappresentanti dei lavoratori delle imprese e dei dipendenti dell'autorità Portuale eletti, con Decreto del Attività correlate (verifica dei requisiti dei candidati, preparazione del seggio elettorale, corrispondenza con il MIT, comunicazioni varie anche a mezzo stampa, ecc.) / termini Nomina dei rappresentanti designati delle categorie (armatori, industriali, imprenditori di cui agli articoli 16 e 18, spedizionieri, agenti e raccomandatari marittimi, autotrasportatori operanti nell'ambito portuale), con Decreto del ORGANI ISTITUZIONALI - COMMISSIONI CONSULTIVE LOCALI DI PIOMBINO E PORTOFERRAIO Nomina dei rappresentanti dei lavoratori delle imprese e dei dipendenti dell'autorità Portuale eletti, con Decreto del Attività correlate (verifica dei requisiti dei candidati, preparazione del seggio elettorale, corrispondenza con il MIT, comunicazioni varie anche a mezzo stampa, ecc.) / termini

6 ACCESSO AGLI ATTI Gestione delle istanze di accesso agli atti e ai documenti amministrativi. 30 gg / termini 241/90 DPR 184/ /02 05/06 ; Resp del procedimento amministrativo correlato ; Resp del procedimento amministrativo correlato Il procedimento ha inizio con la ricezione dell'istanza e si conclude visione e/o estrazione di copia dei documenti richiesti, ovvero con il diniego di accesso.

Allegato B SCHEMA CONCESSIONE

Allegato B SCHEMA CONCESSIONE Allegato B SCHEMA CONCESSIONE CITTA DI BARI (cod. fisc.: 80015010723) Ripartizione Sviluppo Economico N.. del registro in data.. Licenza di Concessione - Anno 20 I L D I R I G E N T E VISTA l esito della

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. periodo dal 01/03/2016 al 31/12/2018

CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. periodo dal 01/03/2016 al 31/12/2018 SEUS SICILIA EMERGENZA-URGENZA SANITARIA SCpA Sede Legale: Via Villagrazia, 46 Edificio B - 90124 Palermo Registro delle Imprese di Palermo Codice Fiscale e Partita Iva. 05871320825 CAPITOLATO D APPALTO

Dettagli

COMUNE DI BITONTO Provincia di Bari. 3 Settore FINANZIARIO

COMUNE DI BITONTO Provincia di Bari. 3 Settore FINANZIARIO COMUNE DI BITONTO Provincia di Bari 3 Settore FINANZIARIO Dirigente ad interim: Responsabile del potere sostitutivo: Dirigente extra dotazione organica art. 110, c.2, DLGS 267/2000 - Responsabile Ufficio

Dettagli

Allegato A. COMUNE DI SANT AGOSTINO (Provincia di Ferrara) Regolamento per la riscossione coattiva delle entrate

Allegato A. COMUNE DI SANT AGOSTINO (Provincia di Ferrara) Regolamento per la riscossione coattiva delle entrate Allegato A COMUNE DI SANT AGOSTINO (Provincia di Ferrara) Regolamento per la riscossione coattiva delle entrate Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 5 del 9.4.2014 INDICE Titolo I DISPOSIZIONI

Dettagli

COMUNE DI CINETO ROMANO PROVINCIA DI ROMA

COMUNE DI CINETO ROMANO PROVINCIA DI ROMA COMUNE DI CINETO ROMANO PROVINCIA DI ROMA REGOLAMENTO GENERALE DELLE ENTRATE Approvato con Delibera del Consiglio Comunale n. 21 del 02.05.2007 Modificato con Delibera del Consiglio n. 52 del 20.12.2007

Dettagli

Comune di Positano Monitoraggio tempi dei procedimenti 31 dicembre 2013. Settore Procedimento tipico Tempo previsto Tempo medio

Comune di Positano Monitoraggio tempi dei procedimenti 31 dicembre 2013. Settore Procedimento tipico Tempo previsto Tempo medio Comune di Positano Monitoraggio tempi dei procedimenti 31 dicembre 2013 Settore Procedimento tipico Tempo previsto Tempo medio Servizi Attestazione regolarità di soggiorno Giorni 30 Giorni 30 Demografici

Dettagli

AUTORITA PORTUALE REGIONALE Porti di: Viareggio, Porto Santo Stefano, Marina di Campo, Giglio porto ORDINANZA DEL SEGRETARIO GENERALE

AUTORITA PORTUALE REGIONALE Porti di: Viareggio, Porto Santo Stefano, Marina di Campo, Giglio porto ORDINANZA DEL SEGRETARIO GENERALE AUTORITA PORTUALE REGIONALE Porti di: Viareggio, Porto Santo Stefano, Marina di Campo, Giglio porto ORDINANZA DEL SEGRETARIO GENERALE n. 7 del 17 novembre 2015 Oggetto: art. 68 Codice della Navigazione

Dettagli

SETTORE 2 DIPENDENTE CATEGORIA SERVIZIO/UFFICIO FARRIS GIANCARLO C ISTRUTTORE CONTABILE RAGIONERIA RAGIONERIA CONTABILE

SETTORE 2 DIPENDENTE CATEGORIA SERVIZIO/UFFICIO FARRIS GIANCARLO C ISTRUTTORE CONTABILE RAGIONERIA RAGIONERIA CONTABILE SETTORE 2 RESPONSABILE LINDIRI DANIELA DIPENDENTE CATEGORIA SERVIZIO/UFFICIO FARRIS GIANCARLO C ISTRUTTORE CONTABILE RAGIONERIA NONNIS GINO D ISTRUTTORE DIRETTIVO CONTABILE RAGIONERIA GRAMAI ANNARELLA

Dettagli

L ESECUZIONE ESATTORIALE

L ESECUZIONE ESATTORIALE L ESECUZIONE ESATTORIALE CONVEGNO DEL 22 OTTOBRE 2010 PORDENONE Fabio Gallio - Avvocato e Dottore Commercialista in Padova e-mail: fgallio@terrineassociati.com Federico Terrin - Avvocato Tributarista in

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL CANONE CONCESSORIO NON RICOGNITORIO

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL CANONE CONCESSORIO NON RICOGNITORIO REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL CANONE CONCESSORIO NON RICOGNITORIO Approvato con deliberazione del C.C. n. 45 del 24/03/2011 INDICE Art. 1 Canone di Concessione non ricognitorio Art. 2 - Superficie

Dettagli

Città di Montalto Uffugo (Provincia di Cosenza)

Città di Montalto Uffugo (Provincia di Cosenza) Città di Montalto Uffugo (Provincia di Cosenza) REGOLAMENTO PER L'APPLICAZIONE DEI CANONI NON RICOGNITORI Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 11 del 13 aprile 2016 Articolo 1 Oggetto del regolamento

Dettagli

I-L'Aquila: Servizi di assicurazione di responsabilità civile generale 2010/S 81-121542 BANDO DI GARA. Servizi

I-L'Aquila: Servizi di assicurazione di responsabilità civile generale 2010/S 81-121542 BANDO DI GARA. Servizi 1/5 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:121542-2010:text:it:html I-L'Aquila: Servizi di assicurazione di responsabilità civile generale 2010/S 81-121542 BANDO DI GARA Servizi

Dettagli

Numero di procedimenti conclusi entro il target previsto del P.E.G. Verifica di cassa economale 1 1 1 0

Numero di procedimenti conclusi entro il target previsto del P.E.G. Verifica di cassa economale 1 1 1 0 Comune di Albignasego 2 Settore 2015 MONITORAGGIO DEI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI REPORT I E II QUADRIMESTRE 2015 Descrizione Procedimento mediante Mercato elettronico Rdo 2 2 2 0 mediante Mercato elettronico

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA RISCOSSIONE COATTIVA DELLE ENTRATE COMUNALI

REGOLAMENTO PER LA RISCOSSIONE COATTIVA DELLE ENTRATE COMUNALI COMUNE DI SCANDIANO Provincia di Reggio Emilia REGOLAMENTO PER LA RISCOSSIONE COATTIVA DELLE ENTRATE COMUNALI Il presente regolamento: 1. E stato adottato dal Consiglio Comunale nella seduta del 31/07/2014

Dettagli

COMUNE DI VALLIO TERME Provincia di Brescia

COMUNE DI VALLIO TERME Provincia di Brescia COMUNE DI VALLIO TERME Provincia di Brescia Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 26 del 29.11.2010 PARTE I DISPOSIZIONI GENERALI ART. 1 Oggetto del Regolamento 1. Il presente Regolamento,

Dettagli

TABELLA 1 Allegato al regolamento per il procedimento amministrativo Legge n. 241 del 07 agosto 1990 Delibera Consiglio Comunale n 29 del 14.11.

TABELLA 1 Allegato al regolamento per il procedimento amministrativo Legge n. 241 del 07 agosto 1990 Delibera Consiglio Comunale n 29 del 14.11. N. PROCEDIMENTO UNITA' ORGANIZZATIVA RESPONSABILE TERMINE PER LA CONCLUSIONE DEL PROCEDIMENTO 1 Archiviazione atti Servizi Amministrativi 120 2 Archivio comunale - Atti di particolare rilievo storico e

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE ENTRATE COMUNALI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE ENTRATE COMUNALI COMUNE DI GORLA MAGGIORE Provincia di Varese SERVIZIO FINANZIARIO UFFICIO TRIBUTI REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE ENTRATE COMUNALI Approvato con deliberazione C.C. n. 56 del 30/11/1998 Modificato con

Dettagli

INDIRIZZI PER IL RILASCIO ED IL RINNOVO DI CONCESSIONI DI PERTINENZE IDRAULICHE DEMANIALI

INDIRIZZI PER IL RILASCIO ED IL RINNOVO DI CONCESSIONI DI PERTINENZE IDRAULICHE DEMANIALI INDIRIZZI PER IL RILASCIO ED IL RINNOVO DI CONCESSIONI DI PERTINENZE IDRAULICHE DEMANIALI Con le presenti direttive si forniscono indirizzi per il rilascio ed il rinnovo delle concessioni di pertinenze

Dettagli

Servizio Messo Notificazione degli atti D Atena Antonio 3 gg. Tel. 035 6313011 protocollo@comune.paladina.bg.it

Servizio Messo Notificazione degli atti D Atena Antonio 3 gg. Tel. 035 6313011 protocollo@comune.paladina.bg.it Tempi massimi Servizio Messo Notificazione degli atti D Atena Antonio 3 gg. Tel. 035 6313011 protocollo@comune.paladina.bg.it Accesso agli atti Arsuffi Lorena 30 gg. Tel. 035 6313010 segreteria@comune.paladina.bg.it

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL DEMANIO MARITTIMO DEL COMUNE DI NOLI

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL DEMANIO MARITTIMO DEL COMUNE DI NOLI UFFICIO DEMANIO MARITTIMO Piazza Milite Ignoto n 6-17026 Noli Tel/Fax 019/7499548 REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL DEMANIO MARITTIMO DEL COMUNE DI NOLI APPROVATO CON DELIBERA C.C. N 17 DEL 16.03.2006 Regolamento

Dettagli

AREA AMMINISTRATIVA SERVIZIO AFFARI GENERALI ISTRUZIONE - CULTURA SPORT ASSISTENZA DEMOGRAFICI - CIMITERIALI - PERSONALE TRATTAMENTO GIURIDICO

AREA AMMINISTRATIVA SERVIZIO AFFARI GENERALI ISTRUZIONE - CULTURA SPORT ASSISTENZA DEMOGRAFICI - CIMITERIALI - PERSONALE TRATTAMENTO GIURIDICO AREA AMMINISTRATIVA SERVIZIO AFFARI GENERALI ISTRUZIONE - CULTURA SPORT ASSISTENZA DEMOGRAFICI - CIMITERIALI - PERSONALE TRATTAMENTO GIURIDICO UFFICIO SEGRETERIA Responsabile: Fabio Forlani - e.mail:sindaco@mondaino.com

Dettagli

Comune di POGGIO CATINO Provincia di RIETI CAPITOLATO D ONERI

Comune di POGGIO CATINO Provincia di RIETI CAPITOLATO D ONERI Comune di POGGIO CATINO Provincia di RIETI CAPITOLATO D ONERI PER LA GESTIONE IN CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI RISCOSSIONE COATTIVA DELLE ENTRATE CERTE, LIQUIDE ED ESIGIBILI IN SOFFERENZA Art. 1 OGGETTO

Dettagli

2^ AREA SETTORE FINANZIARIO

2^ AREA SETTORE FINANZIARIO PROCEDIMENTI COMUNI A TUTTI I SERVIZI DEL SETTORE Accesso agli atti e documenti amministrativi da parte dei cittadini ex L. 4/90. Regolamento comunale per l'accesso agli atti ai sensi della L. 4/90 - art.

Dettagli

COMUNE DI URBINO SETTORE AFFARI INTERNI, CULTURA E TURISMO SERVIZIO FINANZIARIO UFFICIO TRIBUTI REGOLAMENTO GENERALE

COMUNE DI URBINO SETTORE AFFARI INTERNI, CULTURA E TURISMO SERVIZIO FINANZIARIO UFFICIO TRIBUTI REGOLAMENTO GENERALE COMUNE DI URBINO SETTORE AFFARI INTERNI, CULTURA E TURISMO SERVIZIO FINANZIARIO UFFICIO TRIBUTI REGOLAMENTO GENERALE PER LA GESTIONE DELLE ENTRATE COMUNALI APPROVATO con delibera di C.C. n. 19 del 28 Febbraio

Dettagli

COMUNE DI CASTIGLIONE DEL LAGO PROVINCIA DI PERUGIA

COMUNE DI CASTIGLIONE DEL LAGO PROVINCIA DI PERUGIA COMUNE DI CASTIGLIONE DEL LAGO PROVINCIA DI PERUGIA TABELLA "A" Allegata al REGOLAMENTO COMUNALE SUL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO Approvato con delib. c.c. n. 105 del 28.10.2010 Sono esclusi i procedimenti

Dettagli

COMUNE DI LAZZATE Provincia di Milano

COMUNE DI LAZZATE Provincia di Milano COMUNE DI LAZZATE Provincia di Milano Regolamento generale delle entrate comunali Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n 8 del 25.01.1999 Modificato con deliberazioni del Consiglio Comunale

Dettagli

Allegato A. TITOLO II Gestione, costo, tariffe. TITOLO II Gestione, costo, tariffe. ART. 3 Gestione e costo del servizio

Allegato A. TITOLO II Gestione, costo, tariffe. TITOLO II Gestione, costo, tariffe. ART. 3 Gestione e costo del servizio TITOLO II Gestione, costo, tariffe TITOLO II Gestione, costo, tariffe ART. 3 Gestione e costo del servizio 3. Il soggetto gestore è tenuto a comunicare alla Giunta Comunale, entro il mese di settembre

Dettagli

Oggetto: Indizione di una procedura aperta per l affidamento del servizio di brokeraggio e consulenza in campo assicurativo per la durata di 48 mesi.

Oggetto: Indizione di una procedura aperta per l affidamento del servizio di brokeraggio e consulenza in campo assicurativo per la durata di 48 mesi. 92 4.06.2012 Oggetto: Indizione di una procedura aperta per l affidamento del servizio di brokeraggio e consulenza in campo assicurativo per la durata di 48 mesi. Il Direttore del Servizio VISTA la deliberazione

Dettagli

DETERMINAZIONE N. 146 DEL 12.05.2015

DETERMINAZIONE N. 146 DEL 12.05.2015 DETERMINAZIONE N. 146 DEL 12.05.2015 OGGETTO: Servizio di assistenza impianto telefonico Affidamento servizio a seguito di procedura R.D.O. tramite M.E.P.A. alla Ditta IPM Service di Oristano. IL SEGRETARIO

Dettagli

Comune di Rosate (Provincia di Milano)

Comune di Rosate (Provincia di Milano) Comune di Rosate (Provincia di Milano) APPROVATO CON DELIBERAZIONE C.C. N 47 DEL 18 DICEMBRE 2010 MODIFICATO ( ART. 25) CON DELIBERAZIONE C.C. N 34 DEL 27/11/2012 INDICE TITOLO PRIMO DISPOSIZIONI GENERALI

Dettagli

COMUNE DI COLOGNO AL SERIO Provincia di Bergamo. Via Rocca, 2/a - CAP 24055 - C.F./P.I. 00281170167 REGOLAMENTO GENERALE DELLE ENTRATE COMUNALI

COMUNE DI COLOGNO AL SERIO Provincia di Bergamo. Via Rocca, 2/a - CAP 24055 - C.F./P.I. 00281170167 REGOLAMENTO GENERALE DELLE ENTRATE COMUNALI COMUNE DI COLOGNO AL SERIO Provincia di Bergamo Via Rocca, 2/a - CAP 24055 - C.F./P.I. 00281170167 Allegato A) REGOLAMENTO GENERALE DELLE ENTRATE COMUNALI 1 I N D I C E TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Art.

Dettagli

COMUNE DI MARANO LAGUNARE PROVINCIA DI UDINE DISCIPLINARE PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO

COMUNE DI MARANO LAGUNARE PROVINCIA DI UDINE DISCIPLINARE PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO DISCIPLINARE PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA E BROKERAGGIO ART. 1 - OGGETTO DEL SERVIZIO ASSICURATIVO Il servizio oggetto del presente disciplinare concerne lo svolgimento dell'attività di brokeraggio per

Dettagli

CAPITOLATO PER LA CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI RISCOSSIONE COATTIVA DELLE ENTRATE TRIBUTARIE E ALTRE ENTRATE PATRIMONIALI

CAPITOLATO PER LA CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI RISCOSSIONE COATTIVA DELLE ENTRATE TRIBUTARIE E ALTRE ENTRATE PATRIMONIALI ALLEGATO A) CAPITOLATO PER LA CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI RISCOSSIONE COATTIVA DELLE ENTRATE TRIBUTARIE E ALTRE ENTRATE PATRIMONIALI Art. 1 OGGETTO DELLA CONCESSIONE La concessione prevede la gestione

Dettagli

Allegato A alla D.G.C. n. 125 del 03.11.2010

Allegato A alla D.G.C. n. 125 del 03.11.2010 Allegato A alla D.G.C. n. 125 del 03.11.2010 Procedura di certificazione del credito finalizzata alla cessione pro-soluto (Art. 9, comma 3-bis del D.L. 29 novembre 2008, n. 185, art. 9, convertito con

Dettagli

PREMESSA BANDO DI GARA

PREMESSA BANDO DI GARA Spett.le Oggetto: Invito alla partecipazione alla gara ristretta e privata relativa alla fornitura delle Coperture Assicurative dell A.C.S.I SETTORE CICLISMO- in conformità del DM 3 Novembre 2010 PREMESSA

Dettagli

Lotto 1 Infortuni - I.P. da Malattia Rimborso Spese Mediche per Esperti, Cooperanti- Volontari e relativi familiari a carico in qualità di:

Lotto 1 Infortuni - I.P. da Malattia Rimborso Spese Mediche per Esperti, Cooperanti- Volontari e relativi familiari a carico in qualità di: Allegato 2) Spettabile MINISTERO DEGLI AFFARI ESTERI Direzione Generale per la Cooperazione allo Sviluppo Piazzale della Farnesina 1 00194 ROMA OGGETTO: Procedura aperta per l'affidamento dei servizi assicurativi

Dettagli

COMUNE DI MELZO Provincia di Milano BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA

COMUNE DI MELZO Provincia di Milano BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA COMUNE DI MELZO Provincia di Milano BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA GESTIONE DEL SERVIZIO DI RISCOSSIONE COATTIVA DELLE ENTRATE TRIBUTARIE, EXTRATRIBUTARIE, PATRIMONIALI E ASSIMILATE NON RISCOSSE DIRETTAMENTE

Dettagli

COMUNE DI ROCCAVIONE

COMUNE DI ROCCAVIONE COPIA ALBO COMUNE DI ROCCAVIONE Provincia di Cuneo ATTO DI DETERMINAZIONE N 40 del 30/10/2015 SERVIZIO FINANZIARIO OGGETTO: INDIVIDUAZIONE DELLE PROCEDURE PER L'AFFIDAMENTO DELL'INCARICO DEL SERVIZIO DI

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L APPLICAZIONE DEL CANONE CONCESSORIO PATRIMONIALE NON RICOGNITORIO

REGOLAMENTO COMUNALE PER L APPLICAZIONE DEL CANONE CONCESSORIO PATRIMONIALE NON RICOGNITORIO REGOLAMENTO COMUNALE PER L APPLICAZIONE DEL CANONE CONCESSORIO PATRIMONIALE NON RICOGNITORIO Approvato dal Consiglio Comunale con atto n. 32 del 17.06.2013 Modificato dal Consiglio Comunale con atto n.

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA RISCOSSIONE COATTIVA DELLE ENTRATE TRIBUTARIE ED EXTRATRIBUTARIE DEL COMUNE

CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA RISCOSSIONE COATTIVA DELLE ENTRATE TRIBUTARIE ED EXTRATRIBUTARIE DEL COMUNE C O M U N E D I L E N O (Provincia di Brescia) 25024 LENO - Via Dante n. 3 P.I.: 00727240988 - C.F. 88001410179 Tel. 030/9046250-251 - Fax 030/9046253 e-mail: tributi@comune.leno.bs.it CAPITOLATO SPECIALE

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DELLE ENTRATE TRIBUTARIE E PATRIMONIALI

REGOLAMENTO COMUNALE DELLE ENTRATE TRIBUTARIE E PATRIMONIALI COMUNE DI FAETO (Prov. di Foggia) REGOLAMENTO COMUNALE DELLE ENTRATE TRIBUTARIE E PATRIMONIALI 1 TITOLO I NORME GENERALI Articolo 1 (Oggetto e finalità del regolamento) 1. Il presente Regolamento ha per

Dettagli

TABELLE DEI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI DEL COMUNE DI TERMINI IMERESE PROCEDIMENTI DEGLI UFFICI DEL 1 SETTORE AFFARI ISTITUZIONALI, GENERALI E SOCIALI

TABELLE DEI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI DEL COMUNE DI TERMINI IMERESE PROCEDIMENTI DEGLI UFFICI DEL 1 SETTORE AFFARI ISTITUZIONALI, GENERALI E SOCIALI Allegato B TABELLE DEI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI DEL COMUNE DI TERMINI IMERESE PROCEDIMENTI DEGLI UFFICI DEL 1 SETTORE AFFARI ISTITUZIONALI, GENERALI E SOCIALI SERVIZIO AFFARI GENERALI ED ISTITUZIONALI

Dettagli

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL'IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL'IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA Allegato A) COMUNE DI LIZZANO IN BELVEDERE ( Provincia di Bologna ) REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL'IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 25 dell 8 marzo

Dettagli

CONCESSIONE DELLA GESTIONE DELL IMPIANTO SPORTIVO REPUBBLICA ITALIANA XX 2015. In Ancona, in Largo XXIV Maggio 1, nella Sede istituzionale del Comune

CONCESSIONE DELLA GESTIONE DELL IMPIANTO SPORTIVO REPUBBLICA ITALIANA XX 2015. In Ancona, in Largo XXIV Maggio 1, nella Sede istituzionale del Comune REP. CONCESSIONE DELLA GESTIONE DELL IMPIANTO SPORTIVO SALONE CARLO URBANI DI ANCONA. REPUBBLICA ITALIANA L anno duemilaquindici, il giorno del mese di XX 2015 In Ancona, in Largo XXIV Maggio 1, nella

Dettagli

C.C.I.A.A. DI GORIZIA AZIENDA SPECIALE PER IL PORTO DI MONFALCONE ATTO DI CONCESSIONE DI SERVIZI EX ART. 30 DEL D. LGS. 163/2006 E S.M.I.

C.C.I.A.A. DI GORIZIA AZIENDA SPECIALE PER IL PORTO DI MONFALCONE ATTO DI CONCESSIONE DI SERVIZI EX ART. 30 DEL D. LGS. 163/2006 E S.M.I. ALLEGATO 2 C.C.I.A.A. DI GORIZIA AZIENDA SPECIALE PER IL PORTO DI MONFALCONE ATTO DI CONCESSIONE DI SERVIZI EX ART. 30 DEL D. LGS. 163/2006 E S.M.I. DI UN AREA PORTUALE ATTREZZATA Il giorno xxxx del mese

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA GENERALE DELLE ENTRATE

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA GENERALE DELLE ENTRATE REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA GENERALE DELLE ENTRATE DELIBERA C.C. N. 89 DEL 21.11.2000 DELIBERA C.C. N. 15 DEL 30.03.2010 DELIBERA C.C. N. 22 DEL 14.04.2014 Regolamento per la disciplina generale delle

Dettagli

COMUNE DI TREMESTIERI ETNEO BANDO DI GARA PUBBLICO INCANTO. Città: Tremestieri Etneo (CT) Codice postale: 95030 Paese: Italia

COMUNE DI TREMESTIERI ETNEO BANDO DI GARA PUBBLICO INCANTO. Città: Tremestieri Etneo (CT) Codice postale: 95030 Paese: Italia COMUNE DI TREMESTIERI ETNEO BANDO DI GARA PUBBLICO INCANTO CODICE C.I.G.: H62G10000030007 SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale:

Dettagli

TABELLE DEI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI DEL COMUNE DI CASLINO D ERBA

TABELLE DEI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI DEL COMUNE DI CASLINO D ERBA TABELLE DEI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI DEL COMUNE DI CASLINO D ERBA Pag. 1 di 11 PROCEDURE DELL UFFICIO AFFARI GENERALI SCADENZA TEMPO MAX Esecuzione deliberazioni 45 Designazione Rappresentanti del Comune

Dettagli

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL'IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC)

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL'IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC) REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL'IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC) Approvato con Delibera del Consiglio Comunale n. 7 del 21/05/2014 SOMMARIO L IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC) Articolo 1 - OGGETTO DEL REGOLAMENTO,

Dettagli

Il Direttore del Servizio. lo Statuto Speciale per la Sardegna e le relative norme di attuazione;

Il Direttore del Servizio. lo Statuto Speciale per la Sardegna e le relative norme di attuazione; 04.01.04 SERVIZIO PROVVEDITORATO DETERMINAZIONE PROT. N. 27187 - REP. N. 1490 DEL 24 LUGLIO 2012 Oggetto: Indizione di una procedura di gara aperta per l affidamento dei servizi assicurativi relativi ai

Dettagli

CONCLUSIONE DEL PROCEDIMENTO. Segreteria Tecnica Dirigente Programma triennale. Proposta di decreto caso di

CONCLUSIONE DEL PROCEDIMENTO. Segreteria Tecnica Dirigente Programma triennale. Proposta di decreto caso di Segreteria Tecnica Art. 128 D. Lgs. Proposta Art. 128 D. Lgs. Programmazione e 163/2006 s.m.i. D.M. Programma triennale Pubblicazione Piano Programmazione dei 163/2006 s.m.i. Sviluppo Ufficio Ministero

Dettagli

Agente intermediario che agisce in nome o per conto di una o più imprese di assicurazione

Agente intermediario che agisce in nome o per conto di una o più imprese di assicurazione GLOSSARIO DEI TERMINI ASSICURATIVI Agente intermediario che agisce in nome o per conto di una o più imprese di assicurazione Aspettativa periodo di tempo che intercorre tra la data di stipulazione della

Dettagli

Comune di Lecco. DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Numero 1061 Data: 18-12-2014

Comune di Lecco. DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Numero 1061 Data: 18-12-2014 Comune di Lecco Piazza Diaz, 1-23900 Lecco (LC) - Tel. 0341/ 481111 - Fax 286874 - C.F. 00623530136 N. 1061-2014 Reg. DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Numero 1061 Data: 18-12-2014 SETTORE : AFFARI GENERALI

Dettagli

Città di Bitetto Medaglia d Oro al Merito Civile

Città di Bitetto Medaglia d Oro al Merito Civile Città di Bitetto Medaglia d Oro al Merito Civile Provincia di Bari SETTORE TRIBUTI CAPITOLATO D ONERI PER AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI SUPPORTO ALLA RISCOSSIONE, VOLONTARIA E COATTIVA, ALLE ATTIVITA DI ACCERTAMENTO

Dettagli

COMUNE DI SANREMO DISCIPLINARE DI GARA PER LA CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL PERIODO 01.01.2016-31.12.

COMUNE DI SANREMO DISCIPLINARE DI GARA PER LA CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL PERIODO 01.01.2016-31.12. COMUNE DI SANREMO DISCIPLINARE DI GARA PER LA CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL PERIODO 01.01.2016-31.12.2020 (CINQUE ANNI) Art. 1 OGGETTO E VALORE DEL SERVIZIO Il Servizio di Tesoreria comprendente

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA UNICA MUNICIPALE

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA UNICA MUNICIPALE COMUNE di TONARA (Provincia di Nuoro) Viale della Regione, 8 0784/63823 0784/63246 P.IVA 00162960918 Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. del.2014 REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA

Dettagli

COMUNE DI PESCHIERA DEL GARDA CITTA TURISTICA E D ARTE REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L USO TEMPORANEO DEI LOCALI SCOLASTICI

COMUNE DI PESCHIERA DEL GARDA CITTA TURISTICA E D ARTE REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L USO TEMPORANEO DEI LOCALI SCOLASTICI COMUNE DI PESCHIERA DEL GARDA CITTA TURISTICA E D ARTE REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L USO TEMPORANEO DEI LOCALI SCOLASTICI approvato con deliberazione di C.S. n. 50 del 19/3/2004 1 Art. 1 Oggetto Il presente

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA CAREGGI V.LE PIERACCINI, 17 50139 - FIRENZE U.O. LOGISTICA

AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA CAREGGI V.LE PIERACCINI, 17 50139 - FIRENZE U.O. LOGISTICA AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA CAREGGI V.LE PIERACCINI, 17 50139 - FIRENZE U.O. LOGISTICA OGGETTO: Manutenzione, conduzione e gestione degli impianti di climatizzazione degli edifici dell Azienda Ospedaliero-Universitaria

Dettagli

COMUNE DI MONTECALVO IN FOGLIA Provincia di Pesaro e Urbino

COMUNE DI MONTECALVO IN FOGLIA Provincia di Pesaro e Urbino COMUNE DI MONTECALVO IN FOGLIA Provincia di Pesaro e Urbino REGOLAMENTO GENERALE PER LA GESTIONE DELLE ENTRATE COMUNALI Approvato con delibera del C.C. n. 14 del 30/03/2007 INDICE FINALITA Articolo 1 DISCIPLINA

Dettagli

AUTOMOBILE CLUB PIACENZA Via Chiapponi n. 37 29100 Piacenza Tel. 0523.327114 Fax 0523.332802

AUTOMOBILE CLUB PIACENZA Via Chiapponi n. 37 29100 Piacenza Tel. 0523.327114 Fax 0523.332802 AUTOMOBILE CLUB PIACENZA Via Chiapponi n. 37 29100 Piacenza Tel. 0523.327114 Fax 0523.332802 Bando di gara per l affidamento del Servizio di Tesoreria e/o Cassa dell Ente per il periodo 01/07/2009 30/06/2013

Dettagli

AREA RISORSE FINANZIARIE DIREZIONE SERVIZI A RETE E PATRIMONIO Servizio Patrimonio P.zza Matteotti n. 3-24121 Bergamo Tel. 035.399412 / fax 035.

AREA RISORSE FINANZIARIE DIREZIONE SERVIZI A RETE E PATRIMONIO Servizio Patrimonio P.zza Matteotti n. 3-24121 Bergamo Tel. 035.399412 / fax 035. AREA RISORSE FINANZIARIE DIREZIONE SERVIZI A RETE E PATRIMONIO Servizio Patrimonio P.zza Matteotti n. 3-24121 Bergamo Tel. 035.399412 / fax 035.399050 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI GESTIONE

Dettagli

ALLEGATO B) CAPITOLATO SPECIALE SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO

ALLEGATO B) CAPITOLATO SPECIALE SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO ALLEGATO B) CAPITOLATO SPECIALE SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO ART. 1. OGGETTO DELL INCARICO 1.1. Il presente capitolato disciplina l'incarico inerente il servizio professionale di brokeraggio assicurativo

Dettagli

DETERMINAZIONE DEL FUNZIONARIO RESPONSABILE REG. GEN. 562 N. 106 DEL 15 OTTOBRE 2014

DETERMINAZIONE DEL FUNZIONARIO RESPONSABILE REG. GEN. 562 N. 106 DEL 15 OTTOBRE 2014 COMUNE DI CALOLZIOCORTE Provincia di Lecco Settore Servizi Economico-Finanziari Servizio GESTIONE ECONOMICA DETERMINAZIONE DEL FUNZIONARIO RESPONSABILE REG. GEN. 562 N. 106 DEL 15 OTTOBRE 2014 OGGETTO:

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L'EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE LAMPADE VOTIVE NEL CIMITERO COMUNALE

REGOLAMENTO COMUNALE PER L'EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE LAMPADE VOTIVE NEL CIMITERO COMUNALE REGOLAMENTO COMUNALE PER L'EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE LAMPADE VOTIVE NEL CIMITERO COMUNALE Allegato alla deliberazione C.C. n 25 del 9 novembre 2009 Art.1 OGGETTO E FINALITA DEL REGOLAMENTO

Dettagli

www.ildirittoamministrativo.it

www.ildirittoamministrativo.it www.ildirittoamministrativo.it Rivista giuridica Registrata presso il Tribunale di Catania ISSN 2039-6937 OSSERVATORIO SULLA GIURISPRUDENZA IN MATERIA DI DIRITTO DELLA NAVIGAZIONE DICEMBRE 2013 A cura

Dettagli

COMUNE DI GONZAGA. Provincia di Mantova REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI

COMUNE DI GONZAGA. Provincia di Mantova REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI COMUNE DI GONZAGA Provincia di Mantova REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI Testo coordinato con delibere del Consiglio Comunale: n. 26 del 26/04/2007 n.5 del 12/02/2008 n.

Dettagli

LA NUOVA DISCIPLINA DELLE RATEAZIONI Confindustria Vicenza 29 gennaio 2014. Equitalia Nord SpA. Per un Paese più giusto.

LA NUOVA DISCIPLINA DELLE RATEAZIONI Confindustria Vicenza 29 gennaio 2014. Equitalia Nord SpA. Per un Paese più giusto. LA NUOVA DISCIPLINA DELLE RATEAZIONI Confindustria Vicenza 29 gennaio 2014 Equitalia Nord SpA Facilitazioni intervenute Dall entrata in vigore della nuova normativa (1/3/2008) - che ha attribuito agli

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL'IMPOSTA DI SOGGIORNO NEL COMUNE DI ISCHIA

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL'IMPOSTA DI SOGGIORNO NEL COMUNE DI ISCHIA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL'IMPOSTA DI SOGGIORNO NEL COMUNE DI ISCHIA Art. 1 - Oggetto del Regolamento Art. 2 - Presupposto dell'imposta Art. 3 - Soggetto attivo Art. 4 - Soggetto passivo Art. 5

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L APPLICAZIONE DEL CANONE PATRIMONALE NON RICOGNITORIO

REGOLAMENTO COMUNALE PER L APPLICAZIONE DEL CANONE PATRIMONALE NON RICOGNITORIO REGOLAMENTO COMUNALE PER L APPLICAZIONE DEL CANONE PATRIMONALE NON RICOGNITORIO Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 20 del 26.03.2015 1 INDICE Articolo 1 Oggetto del regolamento pagina

Dettagli

Il/La sottoscritto/a. Assegnatario/a dell alloggio di e.r.p. sito in comune di.,

Il/La sottoscritto/a. Assegnatario/a dell alloggio di e.r.p. sito in comune di., Azienda Territoriale per l Edilizia Residenziale dell Alto Friuli All Azienda Territoriale per l Edilizia Residenziale dell Alto Friuli Via Matteotti 7 33028 TOLMEZZO UD Oggetto: concessione ospitalità

Dettagli

COMUNE DI FOLLO Provincia di La Spezia INDICE

COMUNE DI FOLLO Provincia di La Spezia INDICE COMUNE DI FOLLO Provincia di La Spezia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA CONCESSIONE DEI BENI IMMOBILI DI PROPRIETÀ DEL COMUNE DI FOLLO Approvato con Deliberazione del Consiglio comunale n 30 del 12.11.2008

Dettagli

Convenzione per la concessione di finanziamenti alle imprese con cessione di credito assistita da attestazione comunale

Convenzione per la concessione di finanziamenti alle imprese con cessione di credito assistita da attestazione comunale Convenzione per la concessione di finanziamenti alle imprese con cessione di credito assistita da attestazione comunale CONVENZIONE PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI SOTTO FORMA DI ANTICIPAZIONE FATTORIZZATA

Dettagli

Regione Toscana - Giunta Regionale. Direzione Generale Organizzazione. Settore Patrimonio e Logistica

Regione Toscana - Giunta Regionale. Direzione Generale Organizzazione. Settore Patrimonio e Logistica Regione Toscana - Giunta Regionale Direzione Generale Organizzazione Settore Patrimonio e Logistica SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO A FAVORE DELLA REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE CAPITOLATO DESCRITTIVO

Dettagli

SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) DENOMINAZIONE E INDIRIZZO UFFICIALE DELL AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE

SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) DENOMINAZIONE E INDIRIZZO UFFICIALE DELL AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE BANDO DI GARA PER PUBBLICO INCANTO PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA GESTIONE DELLA CASA ALBERGO COMUNALE PER UN PERIODO DI 4 ANNI DECORRENTI DALLA STIPULA DEL CONTRATTO SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE

Dettagli

OSPEDALE DEI COLLI. A.O.R.N. A. O. Ospedale dei Colli OSPEDALE COTUGNO

OSPEDALE DEI COLLI. A.O.R.N. A. O. Ospedale dei Colli OSPEDALE COTUGNO OSPEDALE DEI COLLI BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO A COOPERATIVE SOCIALI DI DISABILI DEL SERVIZIO DI GESTIONE DELLE AREE ESTERNE DELL OSPEDALE COTUGNO DA DESTINARE A PARCHEGGIO A PAGAMENTO EX ART.1 COMM213

Dettagli

COMANDO POLIZIA MUNICIPALE Il Dirigente ---***---

COMANDO POLIZIA MUNICIPALE Il Dirigente ---***--- COMANDO POLIZIA MUNICIPALE Il Dirigente ---***--- P.zza del Popolo 83100 AVELLINO Tel.: 0825/200309 Fax: 0825/756547 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO DISCIPLINANTE IL SERVIZIO DI RIMOZIONE E CUSTODIA AUTOVEICOLI.

Dettagli

COMUNE DI BERGEGGI REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA UNICA COMUNALE

COMUNE DI BERGEGGI REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA UNICA COMUNALE COMUNE DI BERGEGGI REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA UNICA COMUNALE 1. Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 23 del 29/07/2014 1. Indice Art. 1 Istituzione e composizione del

Dettagli

APPROVATO CON DELIBERA DI C.C. N.76 DEL 28/12/01 COMUNE DI RIETI REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE ENTRATE

APPROVATO CON DELIBERA DI C.C. N.76 DEL 28/12/01 COMUNE DI RIETI REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE ENTRATE APPROVATO CON DELIBERA DI C.C. N.76 DEL 28/12/01 COMUNE DI RIETI REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE ENTRATE INDICE Art. 1 - Oggetto e finalità del regolamento Art. 2 - Definizione delle entrate Art. 3

Dettagli

SCHEMA DI CONTATTO CONTRATTO APPALTO AFFIDAMENTO DELLE COPERTURE PREMESSO CHE. Con determinazione dirigenziale n.. in data..

SCHEMA DI CONTATTO CONTRATTO APPALTO AFFIDAMENTO DELLE COPERTURE PREMESSO CHE. Con determinazione dirigenziale n.. in data.. ALLEGATO B) SCHEMA DI CONTATTO CONTRATTO APPALTO AFFIDAMENTO DELLE COPERTURE ASSICURATIVE COMUNALI LOTTO.. PREMESSO CHE Con determinazione dirigenziale n.. in data.. sono stati approvati lo Schema del

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO

CAPITOLATO D APPALTO CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO A FAVORE DELL'OPERA NAZIONALE DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DEL CORPO NAZIONALE DEI VIGILI DEL FUOCO CIG 6201196CD0

Dettagli

Regolamento per la definizione agevolata delle entrate tributarie e patrimoniali del Comune

Regolamento per la definizione agevolata delle entrate tributarie e patrimoniali del Comune Regolamento per la definizione agevolata delle entrate tributarie e patrimoniali del Comune Art. 1 Oggetto 1. Il presente regolamento, in forza delle disposizioni contenute nell art. 13 L. 27 dicembre

Dettagli

TRIBUTI. cimini.loredana@comune.albaadriatica.te.it

TRIBUTI. cimini.loredana@comune.albaadriatica.te.it TRIBUTI n. PROVVEDIMENTO- DENOMINAZIONE 1 Richiesta chiarimenti sull applicazione dei tributi comunali 30 2 Liquidazione e accertamento dei tributi dal giorno della denuncia del cittadino o della segnalazione

Dettagli

CITTÀ DI BORGARO TORINESE PROVINCIA di TORINO C.A.P. 10071

CITTÀ DI BORGARO TORINESE PROVINCIA di TORINO C.A.P. 10071 CITTÀ DI BORGARO TORINESE PROVINCIA di TORINO C.A.P. 10071 www.comune.borgaro-torinese.to.it REGOLAMENTO GENERALE PER LA DISCIPLINA DELLE ENTRATE COMUNALI INDICE Articolo D E S C R I Z I O N E 1 2 3 4

Dettagli

COMUNE DI FIUMICINO (Provincia di Roma) DISCIPLINARE DELL ESERCIZIO DEGLI AGENTI CONTABILI INTERNI DEL COMUNE

COMUNE DI FIUMICINO (Provincia di Roma) DISCIPLINARE DELL ESERCIZIO DEGLI AGENTI CONTABILI INTERNI DEL COMUNE COMUNE DI FIUMICINO (Provincia di Roma) DISCIPLINARE DELL ESERCIZIO DEGLI AGENTI CONTABILI INTERNI DEL COMUNE Approvato con deliberazione consiliare n. 48 del 10 maggio 2000 INDICE Art. 1 Attribuzione

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE DELLE ENTRATE, DELL AUTOTUTELA E DEGLI ISTITUTI DEFLATIVI.

REGOLAMENTO GENERALE DELLE ENTRATE, DELL AUTOTUTELA E DEGLI ISTITUTI DEFLATIVI. REGOLAMENTO GENERALE DELLE ENTRATE, DELL AUTOTUTELA E DEGLI ISTITUTI DEFLATIVI. CAPO I DISPOSIZIONI IN MATERIA DI STATUTO DEI DIRITTI DEL CONTRIBUENTE ART. 1 ADEGUAMENTO DEGLI ATTI E COMPORTAMENTI DELL

Dettagli

Regolamento per l applicazione dell Imposta Unica Comunale (IUC)

Regolamento per l applicazione dell Imposta Unica Comunale (IUC) COMUNE DI SPOTORNO PROVINCIA DI SAVONA Regolamento per l applicazione dell Imposta Unica Comunale (IUC) ALLEGATO A) Deliberazione del Consiglio Comunale n. 16 del 12 GIUGNO 2014 word\regolamenti\c.c. n.

Dettagli

SCUOLA FORENSE DI CATANIA FONDAZIONE VINCENZO GERACI

SCUOLA FORENSE DI CATANIA FONDAZIONE VINCENZO GERACI SCUOLA FORENSE DI CATANIA FONDAZIONE VINCENZO GERACI Il Ruolo e la cartella di pagamento: le impugnazioni degli avvisi di accertamento Catania, 8.02.2011 Ruolo Art. 17 D.Lgs. n. 46/1999: si effettua mediante

Dettagli

PROGRAMMA PER LA GESTIONE DEI RISCHI DI RESPONSABILITA CIVILE SANITARIA DELLE AZIENDE SANITARIE ED ENTI OSPEDALIERI DELLA REGIONE LIGURIA

PROGRAMMA PER LA GESTIONE DEI RISCHI DI RESPONSABILITA CIVILE SANITARIA DELLE AZIENDE SANITARIE ED ENTI OSPEDALIERI DELLA REGIONE LIGURIA Allegato B) al Disciplinare di Gara PROGRAMMA PER LA GESTIONE DEI RISCHI DI RESPONSABILITA CIVILE SANITARIA DELLE AZIENDE SANITARIE ED ENTI OSPEDALIERI DELLA REGIONE LIGURIA CAPITOLATO SPECIALE SERVIZI

Dettagli

Comune di Castagneto Carducci Provincia di Livorno

Comune di Castagneto Carducci Provincia di Livorno Comune di Castagneto Carducci Provincia di Livorno REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL TRIBUTO PER I SERVIZI INDIVISIBILI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 51 del 29/07/2014, in vigore

Dettagli

COMUNE CASTELFRANCO DI SOTTO Provincia di Pisa REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DELLA TASSA SMALTIMENTO RIFIUTI SOLIDI URBANI

COMUNE CASTELFRANCO DI SOTTO Provincia di Pisa REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DELLA TASSA SMALTIMENTO RIFIUTI SOLIDI URBANI COMUNE CASTELFRANCO DI SOTTO Provincia di Pisa REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DELLA TASSA SMALTIMENTO RIFIUTI SOLIDI URBANI APPROVATO CON DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N. 16 DEL 18.05.2011

Dettagli

CAPITOLATO RISCOSSIONE COATTIVA SANZIONI AL CODICE DELLA STRADA, DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE E SERVIZIO DI ASSISTENZA LEGALE

CAPITOLATO RISCOSSIONE COATTIVA SANZIONI AL CODICE DELLA STRADA, DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE E SERVIZIO DI ASSISTENZA LEGALE COMUNE DI FORIO PROVINCIA DI NAPOLI STAZIONE DI CURA, SOGGIORNO E TURISMO ESTIVA ED INVERNALE CAPITOLATO RISCOSSIONE COATTIVA SANZIONI AL CODICE DELLA STRADA, DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE E SERVIZIO DI

Dettagli

LE SANZIONI E I PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI PREVISTI DAL D. LGS. N. 114 DEL 1998 IN MATERIA DI COMMERCIO

LE SANZIONI E I PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI PREVISTI DAL D. LGS. N. 114 DEL 1998 IN MATERIA DI COMMERCIO LE SANZIONI E I PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI PREVISTI DAL D. LGS. N. 114 DEL 1998 IN MATERIA DI COMMERCIO di Claudio Venturi Sommario: 1. Premessa. 2. Le sanzioni per il commercio all ingrosso e al dettaglio

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA RISCOSSIONE COATTIVA DELLE ENTRATE

REGOLAMENTO PER LA RISCOSSIONE COATTIVA DELLE ENTRATE REGOLAMENTO PER LA RISCOSSIONE COATTIVA DELLE ENTRATE (Approvato con delibera del Consiglio dell'unione n. 7 del 18/03/2016) INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI... ART. 1 DEFINIZIONI ED ABBREVIAZIONI

Dettagli

COMUNE DI MESE Provincia di Sondrio

COMUNE DI MESE Provincia di Sondrio COPIA COMUNE DI MESE Provincia di Sondrio N di prot. n 9 registro delibere DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE OGGETTO: Approvazione del nuovo capitolato relativo all affidamento in affitto d azienda

Dettagli

Art. 1 - Oggetto del disciplinare di servizio

Art. 1 - Oggetto del disciplinare di servizio DISCIPLINARE PER L ESECUZIONE DEI SERVIZI DI ANALISI DELLA BANCA DATI IMU, FINALIZZATA ALL ATTIVITÀ DI EMISSIONE AVVISI DI ACCERTAMENTO E RISCOSSIONE DA PARTE DELL ENTE DELLE VIOLAZIONI IMU. Art. 1 - Oggetto

Dettagli

Alla cortese attenzione del Liquidatore di Artianum S.r.l. Dott. Michele Scognamiglio Via e-mail: miscog@libero.it

Alla cortese attenzione del Liquidatore di Artianum S.r.l. Dott. Michele Scognamiglio Via e-mail: miscog@libero.it Corso A. Lucci, 137, 80142 - Napoli T + 39 081 200302 F + 39 081 19574742 Napoli, 10 marzo 2015 Spettabile Artianum S.r.l. Piazza R. Cimmino, 1 80022 Arzano (NA) Alla cortese attenzione del Liquidatore

Dettagli

AREA PATRIMONIALE E NEGOZIALE (AREA 5)

AREA PATRIMONIALE E NEGOZIALE (AREA 5) SEGRETERIA AFFARI GENERALI AREA (UOA 12) ASSISTENZA AMMINISTRATIVA PER I SERVIZI TECNICI (UOA 13) gestione PEC - gestione posta ordinaria - rilevazione presenze - gestione pagine web Area - gestione voci

Dettagli