Elenco dei procedimenti

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Elenco dei procedimenti"

Transcript

1 Unità organizzativa: AREA GIURIDICO AMMINISTRATIVA CONTABILE Responsabile: dr C.Capuano, dirigente Elenco dei procedimenti Tipologia Procedimento Oggetto del procedimento Rilascio concessione di beni e pertinenze patrimoniali demaniali marittime con atto formale (istanza di parte) Durata del procedimento 180 gg Normativa di riferimento Reg. Responsabile del procedimento ; Responsabile del provvedimento note In riferimento a concessioni di durata superiore a 4 anni o che comprendano impianti di difficile rimozione NUOVA CONCESSIONE Rilascio concessione di beni e pertinenze patrimoniali demaniali marittime con licenza (istanza di parte) Rilascio concessione di beni e pertinenze patrimoniali demaniali marittime con pubblica gara o licitazione privata 150 gg 180 gg Reg. n. Reg. n. ; ; In riferimento a concessioni di durata inferiore a 4 anni o che non comprendano impianti di difficile rimozione In riferimento a concessioni rilasciate previa procedura di gara pubblica o procedura ristretta alla quale partecipano solo i soggetti invitati da questa Amministrazione Rilascio concessione per l'estrazione e raccolta di arena e di altri materiali (istanza di parte) 120 gg n. ; Rilascio concessione per anticipata occupazione di beni e pertinenze patrimoniali demaniali marittime n. ; Procedura specifica nei casi accertati come urgenti RINNOVO CONCESSIONE Rinnovo concessione di beni e pertinenze patrimoniali demaniali marittime con atto formale (istanza di parte) Rinnovo concessione di beni e pertinenze patrimoniali demaniali marittime con licenza (istanza di parte) 120 gg n. n. In riferimento a concessioni di durata superiore a 4 anni o che comprendano impianti di difficile rimozione Relativa a concessioni di durata inferiore a 4 anni o che non comprendano impianti di difficile rimozione

2 VARIAZIONE AL CONTENUTO DELLA CONCESSIONE Rilascio di atto suppletivo per la variazione dei limiti di spazio, di tempo e per le opere, gli usi e le facoltà risultanti dall'atto o dalla licenza di concessione Autorizzazione per la variazione non sostanziale dei limiti di spazio, di tempo e per le opere, gli usi e le facoltà risultanti dall'atto o dalla licenza di concessione n. ; ; CONCESSIONE PROVVISORIA Rilascio concessione provvisoria in quanto valida per il periodo che intercorre fra la scadenza del relativo atto e la sua rinnovazione Reg. ; SUBINGRESSO Autorizzazione necessaria per la sostituzione del titolare della concessione Relativa ai casi di volontà del concessionario, vendita o in caso di morte del concessionario AFFIDAMENTO IN GESTIONE Autorizzazione per l'affidamento a terzi delle attività oggetto della concessione DECADENZA DELLA CONCESSIONE Decreto che dispone la decadenza del titolo concessorio La decadenza viene pronunciata nei casi in cui il concessionario venga meno agli obblighi e agli obiettivi prescritti nella concessione REVOCA DELLA CONCESSIONE Decreto che dispone la revoca del titolo concessorio La revoca viene pronunciata a seguito a motivazione di pubblico uso del mare o per altre ragioni di pubblico interesse INGIUNZIONI PER IL RIPRISTINO DI INNOVAZIONI ABUSIVE INGIUNZIONE DI SGOMBERO OCCUPAZIONI ABUSIVE ESCUSSIONE GARANZIE PRESTATE DA CONCESSIONARI E IMPRESE Provvedimento ingiunto al contravventore per l'esecuzione di innovazioni non autorizzate Provvedimento ingiunto al contravventore per occupazione di beni demaniali sine titulo Provvedimento emesso per il soddisfacimento dei crediti vantati da questa Amministrazione

3 RISCOSSIONE COATTIVA CREDITI IRROGAZIONE SANZIONI AMMINISTRATIVE- RICHIESTA INTERESSI PER TARDIVI PAGAMENTI - RECUPERO SPESE PER RIPRISTINI EFFETTUATI D'UFFICIO Procedura di Ingiunzione fiscale avviata per crediti vantati da questa Amministrazione divenuti certi, liquidi ed esigibili R.D. 639/10 Procedura di riscossione coattiva attivata a seguito della scadenza dei termini di pagamento dei canoni demaniali e degli altri proventi. AUTORIZZAZIONE EX ART.55 COD.NAV INTERVENTI DI MANUTENZIONE Autorizzazione per esecuzione di nuove opere in prossimità del demanio marittimo Autorizzazioni per interventi manutenzione straordinaria beni demaniali Nullaosta per interventi di manutenzione ordinaria beni demaniali Reg.Nav. DPR 380/2001 DPR 380/2001 AUTORIZZAZIONE PER OCCUPAZIONE TEMPORANEA DI BENI DEMANIALI E PERTINENZE PATRIMONIALI DEMANIALI MARITTIME NULLAOSTA/AUTORIZZAZIONE VARIE IN MATERIA DI DEMANIO MARITTIMO Autorizzazione relativa ad impianti di non difficile rimozione e per una durata fino a 60 (sessanta) giorni ART. 68 COD.NAV Iscrizione e/o Autorizzazione ex novo in apposito registro Rinnovo iscrizione e/o Autorizzazione delle attività di impresa 16/00s.m.i 16/00s.m.i. ART.16 LEGGE 84/1994 Rilascio autorizzazione di impresa portuale e di servizi portuali Sospensione o revoca dell'autorizzazione di impresa portuale e di servizi portuali DM 585/95 19/01s.m.i DM 585/95 19/01s.m.i

4 Autorizzazione per il carico, lo scarico e la AUTORIZZAZIONE OCCUPAZIONE EX sosta temporanea di merci nelle aree di ART.50 COD.NAV. stoccaggio individuate nel Porto di Piombino RILASCIO/RINNOVO/ VARIAZIONE CONTRASSEGNI DI SOSTA Rilascio del contrassegno per la sosta dei veicoli nelle zone di sosta specifiche individuate Ordinanza APP09/07 Delibera APP210/07 RILASCIO/RINNOVO/ VARIAZIONE PASS DI ACCESSO AL PORTO APPALTI PUBBLICI DI SERVIZI E FORNITURE FINO AD ,00 ESCLUSA IVA Rilascio del pass per l'accesso dai varchi e ad aree specifiche, riservato agli operatori portuali Acquisizione di beni e servizi per gli uffici dell'ente (Servizio Economato) mediante adesione a Convenzioni Consip, richieste di preventivi e successiva aggiudicazione, RdO sul MEPA e successiva aggiudicazione, OdA sul MEPA, cassa economale Ordinanza APP09/07 Delibera APP241/07 D. Lgs. 163/2006 e relativo Reg. di esecuzione e attuazione; 136/2010; Reg. dei servizi di economato, di cassa e del consegnatario; Reg. di Amministrazio ne e Contabilità; D.PR.03/2008; Decreto Pr. 09/2009 Il procedimento ha inizio quando si manifesta la necessità di acquisire il bene o il servizio, e si conclude con l'aggiudicazione della fornitura o del servizio mediante apposito provvedimento oppure mediante acquisto con cassa economale PAGAMENTI DERIVANTI DA ALTRI PROCEDIMENTI Pagamento di imposte, tasse e tributi vari, multe per violazione al Codice della Strada, anche mediante cassa economale / termini Reg. dei servizi di economato, di cassa e del consegnatario Il procedimento ha inizio al momento della notificazione dell'atto all'ente, e si conclude con l'adozione di un apposito provvedimento oppure con il pagamento mediante cassa economale STIPULA DELLE POLIZZE DI ASSICURAZIONE GESTIONE DELLE POLIZZE DI ASSICURAZIONE Individuazione delle compagnie di assicurazione e sottoscrizione delle polizze relative a Responsabilità Civile (verso Terzi, Patrimoniale, Auto), Infortuni, Invalidità, Malattie, Morte, Incendio fabbricati Pagamento dei premi delle polizze di assicurazione, delle eventuali regolazioni, delle franchigie relative ai sinistri / termini Il procedimento ha inizio quando si manifesta la necessità di rinnovare le polizze di assicurazione, e si conclude con la sottoscrizione della polizza Il procedimento ha inizio al momento del ricevimento della richiesta di pagamento premio/regolazione/franchigia e si conclude con l'adozione di un apposito provvedimento

5 APERTURA DI SINISTRO AL BROKER ASSICURATIVO RICHIESTA DI RISARCIMENTO DANNI PER SINISTRI CHE CAUSANO DANNI AL PATRIMONIO AMMINISTRATO DALL'ENTE Incasso delle somme relative al risarcimento dei danni Denuncia per sinistro causato dall'ente a terzi o di cui l'ente è, in qualche modo, responsabile Denuncia per sinistro causato da terzi all'ente Nomina dei rappresentanti designati delle categorie (armatori, industriali, imprenditori di cui agli articoli 16 e 18, spedizionieri, agenti e raccomandatari marittimi, autotrasportatori operanti nell'ambito portuale), con Decreto del 30 gg il procedimento ha inizio con il ricevimento della proposta della compagnia di assicurazione e si conclude con l'accettazione del risarcimento e l'incasso della somma pattuita Il procedimento ha inizio al momento del ricevimento della denuncia di sinistro da parte del danneggiato, e si conclude con la trasmissione della documentazione raccolta al Broker Assicurativo Il procedimento ha inizio con la comunicazione, da parte degli uffici dell'ente, dell'avvenuto evento sinistroso, e si conclude con la trasmissione della documentazione raccolta al Broker Assicurativo ORGANI ISTITUZIONALI - COMITATO PORTUALE Nomina dei rappresentanti dei lavoratori delle imprese e dei dipendenti dell'autorità Portuale eletti, con Decreto del Attività correlate (verifica dei requisiti dei candidati, preparazione del seggio elettorale, corrispondenza con il MIT, comunicazioni varie anche a mezzo stampa, ecc.) / termini Nomina dei rappresentanti designati delle categorie (armatori, industriali, imprenditori di cui agli articoli 16 e 18, spedizionieri, agenti e raccomandatari marittimi, autotrasportatori operanti nell'ambito portuale), con Decreto del ORGANI ISTITUZIONALI - COMMISSIONI CONSULTIVE LOCALI DI PIOMBINO E PORTOFERRAIO Nomina dei rappresentanti dei lavoratori delle imprese e dei dipendenti dell'autorità Portuale eletti, con Decreto del Attività correlate (verifica dei requisiti dei candidati, preparazione del seggio elettorale, corrispondenza con il MIT, comunicazioni varie anche a mezzo stampa, ecc.) / termini

6 ACCESSO AGLI ATTI Gestione delle istanze di accesso agli atti e ai documenti amministrativi. 30 gg / termini 241/90 DPR 184/ /02 05/06 ; Resp del procedimento amministrativo correlato ; Resp del procedimento amministrativo correlato Il procedimento ha inizio con la ricezione dell'istanza e si conclude visione e/o estrazione di copia dei documenti richiesti, ovvero con il diniego di accesso.

Allegato B SCHEMA CONCESSIONE

Allegato B SCHEMA CONCESSIONE Allegato B SCHEMA CONCESSIONE CITTA DI BARI (cod. fisc.: 80015010723) Ripartizione Sviluppo Economico N.. del registro in data.. Licenza di Concessione - Anno 20 I L D I R I G E N T E VISTA l esito della

Dettagli

Comune di Positano Monitoraggio tempi dei procedimenti 31 dicembre 2013. Settore Procedimento tipico Tempo previsto Tempo medio

Comune di Positano Monitoraggio tempi dei procedimenti 31 dicembre 2013. Settore Procedimento tipico Tempo previsto Tempo medio Comune di Positano Monitoraggio tempi dei procedimenti 31 dicembre 2013 Settore Procedimento tipico Tempo previsto Tempo medio Servizi Attestazione regolarità di soggiorno Giorni 30 Giorni 30 Demografici

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. periodo dal 01/03/2016 al 31/12/2018

CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. periodo dal 01/03/2016 al 31/12/2018 SEUS SICILIA EMERGENZA-URGENZA SANITARIA SCpA Sede Legale: Via Villagrazia, 46 Edificio B - 90124 Palermo Registro delle Imprese di Palermo Codice Fiscale e Partita Iva. 05871320825 CAPITOLATO D APPALTO

Dettagli

COMUNE DI CINETO ROMANO PROVINCIA DI ROMA

COMUNE DI CINETO ROMANO PROVINCIA DI ROMA COMUNE DI CINETO ROMANO PROVINCIA DI ROMA REGOLAMENTO GENERALE DELLE ENTRATE Approvato con Delibera del Consiglio Comunale n. 21 del 02.05.2007 Modificato con Delibera del Consiglio n. 52 del 20.12.2007

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL CANONE CONCESSORIO NON RICOGNITORIO

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL CANONE CONCESSORIO NON RICOGNITORIO REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL CANONE CONCESSORIO NON RICOGNITORIO Approvato con deliberazione del C.C. n. 45 del 24/03/2011 INDICE Art. 1 Canone di Concessione non ricognitorio Art. 2 - Superficie

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA RISCOSSIONE COATTIVA DELLE ENTRATE COMUNALI

REGOLAMENTO PER LA RISCOSSIONE COATTIVA DELLE ENTRATE COMUNALI COMUNE DI SCANDIANO Provincia di Reggio Emilia REGOLAMENTO PER LA RISCOSSIONE COATTIVA DELLE ENTRATE COMUNALI Il presente regolamento: 1. E stato adottato dal Consiglio Comunale nella seduta del 31/07/2014

Dettagli

Comune di Burolo Provincia di Torino CAPITOLATO D ONERI

Comune di Burolo Provincia di Torino CAPITOLATO D ONERI Comune di Burolo Provincia di Torino CAPITOLATO D ONERI PER LA GESTIONE IN CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI RISCOSSIONE COATTIVA DELLE ENTRATE CERTE, LIQUIDE ED ESIGIBILI IN SOFFERENZA ART. 1 OGGETTO DELLA

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL DEMANIO MARITTIMO DEL COMUNE DI NOLI

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL DEMANIO MARITTIMO DEL COMUNE DI NOLI UFFICIO DEMANIO MARITTIMO Piazza Milite Ignoto n 6-17026 Noli Tel/Fax 019/7499548 REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL DEMANIO MARITTIMO DEL COMUNE DI NOLI APPROVATO CON DELIBERA C.C. N 17 DEL 16.03.2006 Regolamento

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA RISCOSSIONE COATTIVA DELLE ENTRATE TRIBUTARIE ED EXTRATRIBUTARIE DEL COMUNE

CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA RISCOSSIONE COATTIVA DELLE ENTRATE TRIBUTARIE ED EXTRATRIBUTARIE DEL COMUNE C O M U N E D I L E N O (Provincia di Brescia) 25024 LENO - Via Dante n. 3 P.I.: 00727240988 - C.F. 88001410179 Tel. 030/9046250-251 - Fax 030/9046253 e-mail: tributi@comune.leno.bs.it CAPITOLATO SPECIALE

Dettagli

COMUNE DI VALLIO TERME Provincia di Brescia

COMUNE DI VALLIO TERME Provincia di Brescia COMUNE DI VALLIO TERME Provincia di Brescia Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 26 del 29.11.2010 PARTE I DISPOSIZIONI GENERALI ART. 1 Oggetto del Regolamento 1. Il presente Regolamento,

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE ENTRATE

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE ENTRATE COMUNE DI SAN STINO DI LIVENZA Provincia di Venezia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE ENTRATE INDICE Art. 1 Art. 2 Art. 3 Art. 4 Art. 5 Art. 6 Art. 7 Art. 8 Art. 9 Art. 9-bis Art. 10 Art. 11 Art. 12

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA GENERALE DELLE ENTRATE

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA GENERALE DELLE ENTRATE REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA GENERALE DELLE ENTRATE DELIBERA C.C. N. 89 DEL 21.11.2000 DELIBERA C.C. N. 15 DEL 30.03.2010 DELIBERA C.C. N. 22 DEL 14.04.2014 Regolamento per la disciplina generale delle

Dettagli

INDIRIZZI PER IL RILASCIO ED IL RINNOVO DI CONCESSIONI DI PERTINENZE IDRAULICHE DEMANIALI

INDIRIZZI PER IL RILASCIO ED IL RINNOVO DI CONCESSIONI DI PERTINENZE IDRAULICHE DEMANIALI INDIRIZZI PER IL RILASCIO ED IL RINNOVO DI CONCESSIONI DI PERTINENZE IDRAULICHE DEMANIALI Con le presenti direttive si forniscono indirizzi per il rilascio ed il rinnovo delle concessioni di pertinenze

Dettagli

COMUNE DI MELZO Provincia di Milano BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA

COMUNE DI MELZO Provincia di Milano BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA COMUNE DI MELZO Provincia di Milano BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA GESTIONE DEL SERVIZIO DI RISCOSSIONE COATTIVA DELLE ENTRATE TRIBUTARIE, EXTRATRIBUTARIE, PATRIMONIALI E ASSIMILATE NON RISCOSSE DIRETTAMENTE

Dettagli

APPROVATO CON DELIBERA DI C.C. N.76 DEL 28/12/01 COMUNE DI RIETI REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE ENTRATE

APPROVATO CON DELIBERA DI C.C. N.76 DEL 28/12/01 COMUNE DI RIETI REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE ENTRATE APPROVATO CON DELIBERA DI C.C. N.76 DEL 28/12/01 COMUNE DI RIETI REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE ENTRATE INDICE Art. 1 - Oggetto e finalità del regolamento Art. 2 - Definizione delle entrate Art. 3

Dettagli

CITTÀ DI BORGARO TORINESE PROVINCIA di TORINO C.A.P. 10071

CITTÀ DI BORGARO TORINESE PROVINCIA di TORINO C.A.P. 10071 CITTÀ DI BORGARO TORINESE PROVINCIA di TORINO C.A.P. 10071 www.comune.borgaro-torinese.to.it REGOLAMENTO GENERALE PER LA DISCIPLINA DELLE ENTRATE COMUNALI INDICE Articolo D E S C R I Z I O N E 1 2 3 4

Dettagli

Allegato A. TITOLO II Gestione, costo, tariffe. TITOLO II Gestione, costo, tariffe. ART. 3 Gestione e costo del servizio

Allegato A. TITOLO II Gestione, costo, tariffe. TITOLO II Gestione, costo, tariffe. ART. 3 Gestione e costo del servizio TITOLO II Gestione, costo, tariffe TITOLO II Gestione, costo, tariffe ART. 3 Gestione e costo del servizio 3. Il soggetto gestore è tenuto a comunicare alla Giunta Comunale, entro il mese di settembre

Dettagli

COMUNE DI URBINO SETTORE AFFARI INTERNI, CULTURA E TURISMO SERVIZIO FINANZIARIO UFFICIO TRIBUTI REGOLAMENTO GENERALE

COMUNE DI URBINO SETTORE AFFARI INTERNI, CULTURA E TURISMO SERVIZIO FINANZIARIO UFFICIO TRIBUTI REGOLAMENTO GENERALE COMUNE DI URBINO SETTORE AFFARI INTERNI, CULTURA E TURISMO SERVIZIO FINANZIARIO UFFICIO TRIBUTI REGOLAMENTO GENERALE PER LA GESTIONE DELLE ENTRATE COMUNALI APPROVATO con delibera di C.C. n. 19 del 28 Febbraio

Dettagli

CAPITOLATO PER LA CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI RISCOSSIONE COATTIVA DELLE ENTRATE TRIBUTARIE E ALTRE ENTRATE PATRIMONIALI

CAPITOLATO PER LA CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI RISCOSSIONE COATTIVA DELLE ENTRATE TRIBUTARIE E ALTRE ENTRATE PATRIMONIALI ALLEGATO A) CAPITOLATO PER LA CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI RISCOSSIONE COATTIVA DELLE ENTRATE TRIBUTARIE E ALTRE ENTRATE PATRIMONIALI Art. 1 OGGETTO DELLA CONCESSIONE La concessione prevede la gestione

Dettagli

L ESECUZIONE ESATTORIALE

L ESECUZIONE ESATTORIALE L ESECUZIONE ESATTORIALE CONVEGNO DEL 22 OTTOBRE 2010 PORDENONE Fabio Gallio - Avvocato e Dottore Commercialista in Padova e-mail: fgallio@terrineassociati.com Federico Terrin - Avvocato Tributarista in

Dettagli

CITTA DI CASTANO PRIMO Provincia di Milano Settore Finanziario - Tributi

CITTA DI CASTANO PRIMO Provincia di Milano Settore Finanziario - Tributi CITTA DI CASTANO PRIMO Provincia di Milano Settore Finanziario - Tributi CAPITOLATO D ONERI PROCEDURA APERTA PER LA CONCESSIONE D USO DI UN AREA PUBBLICA FINALIZZATA ALL INSTALLAZIONE DI UN CHIOSCO DA

Dettagli

COMUNE DI ROCCAVIONE

COMUNE DI ROCCAVIONE COPIA ALBO COMUNE DI ROCCAVIONE Provincia di Cuneo ATTO DI DETERMINAZIONE N 40 del 30/10/2015 SERVIZIO FINANZIARIO OGGETTO: INDIVIDUAZIONE DELLE PROCEDURE PER L'AFFIDAMENTO DELL'INCARICO DEL SERVIZIO DI

Dettagli

AREA AMMINISTRATIVA SERVIZIO AFFARI GENERALI ISTRUZIONE - CULTURA SPORT ASSISTENZA DEMOGRAFICI - CIMITERIALI - PERSONALE TRATTAMENTO GIURIDICO

AREA AMMINISTRATIVA SERVIZIO AFFARI GENERALI ISTRUZIONE - CULTURA SPORT ASSISTENZA DEMOGRAFICI - CIMITERIALI - PERSONALE TRATTAMENTO GIURIDICO AREA AMMINISTRATIVA SERVIZIO AFFARI GENERALI ISTRUZIONE - CULTURA SPORT ASSISTENZA DEMOGRAFICI - CIMITERIALI - PERSONALE TRATTAMENTO GIURIDICO UFFICIO SEGRETERIA Responsabile: Fabio Forlani - e.mail:sindaco@mondaino.com

Dettagli

Regolamento per la definizione agevolata delle entrate tributarie e patrimoniali del Comune

Regolamento per la definizione agevolata delle entrate tributarie e patrimoniali del Comune Regolamento per la definizione agevolata delle entrate tributarie e patrimoniali del Comune Art. 1 Oggetto 1. Il presente regolamento, in forza delle disposizioni contenute nell art. 13 L. 27 dicembre

Dettagli

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL'IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL'IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA Allegato A) COMUNE DI LIZZANO IN BELVEDERE ( Provincia di Bologna ) REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL'IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 25 dell 8 marzo

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L APPLICAZIONE DEL CANONE CONCESSORIO PATRIMONIALE NON RICOGNITORIO

REGOLAMENTO COMUNALE PER L APPLICAZIONE DEL CANONE CONCESSORIO PATRIMONIALE NON RICOGNITORIO REGOLAMENTO COMUNALE PER L APPLICAZIONE DEL CANONE CONCESSORIO PATRIMONIALE NON RICOGNITORIO Approvato dal Consiglio Comunale con atto n. 32 del 17.06.2013 Modificato dal Consiglio Comunale con atto n.

Dettagli

Servizio Messo Notificazione degli atti D Atena Antonio 3 gg. Tel. 035 6313011 protocollo@comune.paladina.bg.it

Servizio Messo Notificazione degli atti D Atena Antonio 3 gg. Tel. 035 6313011 protocollo@comune.paladina.bg.it Tempi massimi Servizio Messo Notificazione degli atti D Atena Antonio 3 gg. Tel. 035 6313011 protocollo@comune.paladina.bg.it Accesso agli atti Arsuffi Lorena 30 gg. Tel. 035 6313010 segreteria@comune.paladina.bg.it

Dettagli

Comune di Lecco. DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Numero 1061 Data: 18-12-2014

Comune di Lecco. DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Numero 1061 Data: 18-12-2014 Comune di Lecco Piazza Diaz, 1-23900 Lecco (LC) - Tel. 0341/ 481111 - Fax 286874 - C.F. 00623530136 N. 1061-2014 Reg. DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Numero 1061 Data: 18-12-2014 SETTORE : AFFARI GENERALI

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DELLE ENTRATE TRIBUTARIE E PATRIMONIALI

REGOLAMENTO COMUNALE DELLE ENTRATE TRIBUTARIE E PATRIMONIALI COMUNE DI FAETO (Prov. di Foggia) REGOLAMENTO COMUNALE DELLE ENTRATE TRIBUTARIE E PATRIMONIALI 1 TITOLO I NORME GENERALI Articolo 1 (Oggetto e finalità del regolamento) 1. Il presente Regolamento ha per

Dettagli

COMANDO POLIZIA MUNICIPALE Il Dirigente ---***---

COMANDO POLIZIA MUNICIPALE Il Dirigente ---***--- COMANDO POLIZIA MUNICIPALE Il Dirigente ---***--- P.zza del Popolo 83100 AVELLINO Tel.: 0825/200309 Fax: 0825/756547 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO DISCIPLINANTE IL SERVIZIO DI RIMOZIONE E CUSTODIA AUTOVEICOLI.

Dettagli

CITTA DI ISCHIA REGOLAMENTO GENERALE DELLE ENTRATE COMUNALI

CITTA DI ISCHIA REGOLAMENTO GENERALE DELLE ENTRATE COMUNALI CITTA DI ISCHIA REGOLAMENTO GENERALE DELLE ENTRATE COMUNALI Approvato con deliberazione Del Commissario Straordinario n.89 del 24/04/2007 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 - Oggetto e scopo

Dettagli

COMUNE DI FOLLO Provincia di La Spezia INDICE

COMUNE DI FOLLO Provincia di La Spezia INDICE COMUNE DI FOLLO Provincia di La Spezia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA CONCESSIONE DEI BENI IMMOBILI DI PROPRIETÀ DEL COMUNE DI FOLLO Approvato con Deliberazione del Consiglio comunale n 30 del 12.11.2008

Dettagli

I-L'Aquila: Servizi di assicurazione di responsabilità civile generale 2010/S 81-121542 BANDO DI GARA. Servizi

I-L'Aquila: Servizi di assicurazione di responsabilità civile generale 2010/S 81-121542 BANDO DI GARA. Servizi 1/5 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:121542-2010:text:it:html I-L'Aquila: Servizi di assicurazione di responsabilità civile generale 2010/S 81-121542 BANDO DI GARA Servizi

Dettagli

Oggetto: Indizione di una procedura aperta per l affidamento del servizio di brokeraggio e consulenza in campo assicurativo per la durata di 48 mesi.

Oggetto: Indizione di una procedura aperta per l affidamento del servizio di brokeraggio e consulenza in campo assicurativo per la durata di 48 mesi. 92 4.06.2012 Oggetto: Indizione di una procedura aperta per l affidamento del servizio di brokeraggio e consulenza in campo assicurativo per la durata di 48 mesi. Il Direttore del Servizio VISTA la deliberazione

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA CAREGGI V.LE PIERACCINI, 17 50139 - FIRENZE U.O. LOGISTICA

AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA CAREGGI V.LE PIERACCINI, 17 50139 - FIRENZE U.O. LOGISTICA AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA CAREGGI V.LE PIERACCINI, 17 50139 - FIRENZE U.O. LOGISTICA OGGETTO: Manutenzione, conduzione e gestione degli impianti di climatizzazione degli edifici dell Azienda Ospedaliero-Universitaria

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L APPLICAZIONE DEL CANONE PATRIMONIALE CONCESSORIO NON RICOGNITIVO

REGOLAMENTO COMUNALE PER L APPLICAZIONE DEL CANONE PATRIMONIALE CONCESSORIO NON RICOGNITIVO REGOLAMENTO COMUNALE PER L APPLICAZIONE DEL CANONE PATRIMONIALE CONCESSORIO NON RICOGNITIVO Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n 24 del 01.08.2013-1 - COMUNE DI USMATE VELATE (Provincia

Dettagli

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL'IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC)

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL'IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC) REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL'IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC) Approvato con Delibera del Consiglio Comunale n. 7 del 21/05/2014 SOMMARIO L IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC) Articolo 1 - OGGETTO DEL REGOLAMENTO,

Dettagli

COMUNE DI BERGEGGI REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA UNICA COMUNALE

COMUNE DI BERGEGGI REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA UNICA COMUNALE COMUNE DI BERGEGGI REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA UNICA COMUNALE 1. Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 23 del 29/07/2014 1. Indice Art. 1 Istituzione e composizione del

Dettagli

COMUNE DI PESCHIERA DEL GARDA CITTA TURISTICA E D ARTE REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L USO TEMPORANEO DEI LOCALI SCOLASTICI

COMUNE DI PESCHIERA DEL GARDA CITTA TURISTICA E D ARTE REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L USO TEMPORANEO DEI LOCALI SCOLASTICI COMUNE DI PESCHIERA DEL GARDA CITTA TURISTICA E D ARTE REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L USO TEMPORANEO DEI LOCALI SCOLASTICI approvato con deliberazione di C.S. n. 50 del 19/3/2004 1 Art. 1 Oggetto Il presente

Dettagli

COMUNE DI ROSSANO VENETO PROVINCIA DI VICENZA -------------------- Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale

COMUNE DI ROSSANO VENETO PROVINCIA DI VICENZA -------------------- Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale Comunicazione Prefettura ex art. 135 D.Lgs. 267/2000 COPIA WEB Deliberazione N. 145 in data 23/10/2015 Prot. N. 15612 COMUNE DI ROSSANO VENETO PROVINCIA DI VICENZA -------------------- Verbale di Deliberazione

Dettagli

COMUNE DI FAENZA Provincia di Ravenna ***** SETTORE RISORSE INTERNE E DEMOGRAFIA SERVIZIO INFORMATICA

COMUNE DI FAENZA Provincia di Ravenna ***** SETTORE RISORSE INTERNE E DEMOGRAFIA SERVIZIO INFORMATICA COMUNE DI FAENZA Provincia di Ravenna ***** SETTORE RISORSE INTERNE E DEMOGRAFIA SERVIZIO INFORMATICA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE n. 386 / 2014 OGGETTO: IMPEGNO DELLA SPESA DI EUR 488,00 PER LA RICERTIFICAZIONE

Dettagli

Allegato A alla D.G.C. n. 125 del 03.11.2010

Allegato A alla D.G.C. n. 125 del 03.11.2010 Allegato A alla D.G.C. n. 125 del 03.11.2010 Procedura di certificazione del credito finalizzata alla cessione pro-soluto (Art. 9, comma 3-bis del D.L. 29 novembre 2008, n. 185, art. 9, convertito con

Dettagli

LA NUOVA DISCIPLINA DELLE RATEAZIONI Confindustria Vicenza 29 gennaio 2014. Equitalia Nord SpA. Per un Paese più giusto.

LA NUOVA DISCIPLINA DELLE RATEAZIONI Confindustria Vicenza 29 gennaio 2014. Equitalia Nord SpA. Per un Paese più giusto. LA NUOVA DISCIPLINA DELLE RATEAZIONI Confindustria Vicenza 29 gennaio 2014 Equitalia Nord SpA Facilitazioni intervenute Dall entrata in vigore della nuova normativa (1/3/2008) - che ha attribuito agli

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA UNICA MUNICIPALE

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA UNICA MUNICIPALE COMUNE di TONARA (Provincia di Nuoro) Viale della Regione, 8 0784/63823 0784/63246 P.IVA 00162960918 Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. del.2014 REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA

Dettagli

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DEI CANONI NON RICOGNITORI

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DEI CANONI NON RICOGNITORI REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DEI CANONI NON RICOGNITORI I N D I C E Art. 1 - Finalità e contenuto Art. 2 Canone non ricognitorio Art. 3 - Pagamento, accertamento e interessi del canone di Concessione

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L'EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE LAMPADE VOTIVE NEL CIMITERO COMUNALE

REGOLAMENTO COMUNALE PER L'EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE LAMPADE VOTIVE NEL CIMITERO COMUNALE REGOLAMENTO COMUNALE PER L'EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE LAMPADE VOTIVE NEL CIMITERO COMUNALE Allegato alla deliberazione C.C. n 25 del 9 novembre 2009 Art.1 OGGETTO E FINALITA DEL REGOLAMENTO

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (IMU)

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (IMU) REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (IMU) Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 61 del 26/06/2012 Modificato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 17 del

Dettagli

Lotto 1 Infortuni - I.P. da Malattia Rimborso Spese Mediche per Esperti, Cooperanti- Volontari e relativi familiari a carico in qualità di:

Lotto 1 Infortuni - I.P. da Malattia Rimborso Spese Mediche per Esperti, Cooperanti- Volontari e relativi familiari a carico in qualità di: Allegato 2) Spettabile MINISTERO DEGLI AFFARI ESTERI Direzione Generale per la Cooperazione allo Sviluppo Piazzale della Farnesina 1 00194 ROMA OGGETTO: Procedura aperta per l'affidamento dei servizi assicurativi

Dettagli

LE SANZIONI E I PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI PREVISTI DAL D. LGS. N. 114 DEL 1998 IN MATERIA DI COMMERCIO

LE SANZIONI E I PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI PREVISTI DAL D. LGS. N. 114 DEL 1998 IN MATERIA DI COMMERCIO LE SANZIONI E I PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI PREVISTI DAL D. LGS. N. 114 DEL 1998 IN MATERIA DI COMMERCIO di Claudio Venturi Sommario: 1. Premessa. 2. Le sanzioni per il commercio all ingrosso e al dettaglio

Dettagli

COMUNE DI ALBISSOLA MARINA. Regolamento per l applicazione dell Imposta Unica Comunale

COMUNE DI ALBISSOLA MARINA. Regolamento per l applicazione dell Imposta Unica Comunale COMUNE DI ALBISSOLA MARINA Regolamento per l applicazione dell Imposta Unica Comunale Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 10 del 14/5/2014 Indice Art. 1 Istituzione e composizione del

Dettagli

ALLEGATO B) CAPITOLATO SPECIALE SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO

ALLEGATO B) CAPITOLATO SPECIALE SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO ALLEGATO B) CAPITOLATO SPECIALE SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO ART. 1. OGGETTO DELL INCARICO 1.1. Il presente capitolato disciplina l'incarico inerente il servizio professionale di brokeraggio assicurativo

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE DELLE ENTRATE COMUNALI

REGOLAMENTO GENERALE DELLE ENTRATE COMUNALI REGOLAMENTO GENERALE DELLE ENTRATE COMUNALI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 12 del 03/02/2000 Modificato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 8 del 31/01/2002 Modificato con

Dettagli

Prot. n. 1114/A6 Palagiano, 05/03/2014 CIG 563494253D

Prot. n. 1114/A6 Palagiano, 05/03/2014 CIG 563494253D ISTITUTO STATALE DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE G.M. SFORZA PALAGIANO (TA) con sede Aggregata di Palagianello Via Scotellaro, 34 74019 Palagiano (TA) tel. 099-8841504 fax 099-8889024 e-mail: tais017002@istruzione.it

Dettagli

IL RESPONSABILE AREA TECNICA

IL RESPONSABILE AREA TECNICA AREA lli^ - AREA TECNICA Partita IVA: 00648560282 Cod. Fisc.: 80009710288 Centralino: 049.9369450 / TeleFAX: 049.9366727 35017 PIOMBINO DESE PIAZZA A.PALLADIO N.1 DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE n 129

Dettagli

AUTOMOBILE CLUB PIACENZA Via Chiapponi n. 37 29100 Piacenza Tel. 0523.327114 Fax 0523.332802

AUTOMOBILE CLUB PIACENZA Via Chiapponi n. 37 29100 Piacenza Tel. 0523.327114 Fax 0523.332802 AUTOMOBILE CLUB PIACENZA Via Chiapponi n. 37 29100 Piacenza Tel. 0523.327114 Fax 0523.332802 Bando di gara per l affidamento del Servizio di Tesoreria e/o Cassa dell Ente per il periodo 01/07/2009 30/06/2013

Dettagli

Manuale creazione RDO

Manuale creazione RDO CONSIP Mercato Elettronico Manuale creazione RDO 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 In questa fase è possibile allegare ad esempio il disciplinare di gara 15 16 17 18 19 20 In questa fase è possibile richiedere

Dettagli

PREMESSA BANDO DI GARA

PREMESSA BANDO DI GARA Spett.le Oggetto: Invito alla partecipazione alla gara ristretta e privata relativa alla fornitura delle Coperture Assicurative dell A.C.S.I SETTORE CICLISMO- in conformità del DM 3 Novembre 2010 PREMESSA

Dettagli

COMUNE di GARLASCO Provincia di Pavia

COMUNE di GARLASCO Provincia di Pavia COMUNE di GARLASCO Provincia di Pavia AREA FINANZIARIA Regolamento generale delle entrate, dell autotutela e degli istituti deflattivi - Deliberazione di Consiglio Comunale n. 17 del 26 marzo 2001. 1 Indice

Dettagli

INDICE REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA

INDICE REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA INDICE Art. 1 - Oggetto Art. 2 Abitazione posseduta a titolo di proprietà o di usufrutto da anziani o disabili che acquisiscono la residenza in istituti di ricovero o sanitari Art. 3 Abitazioni concesse

Dettagli

CONCESSIONE DELLA GESTIONE DELL IMPIANTO SPORTIVO REPUBBLICA ITALIANA XX 2015. In Ancona, in Largo XXIV Maggio 1, nella Sede istituzionale del Comune

CONCESSIONE DELLA GESTIONE DELL IMPIANTO SPORTIVO REPUBBLICA ITALIANA XX 2015. In Ancona, in Largo XXIV Maggio 1, nella Sede istituzionale del Comune REP. CONCESSIONE DELLA GESTIONE DELL IMPIANTO SPORTIVO SALONE CARLO URBANI DI ANCONA. REPUBBLICA ITALIANA L anno duemilaquindici, il giorno del mese di XX 2015 In Ancona, in Largo XXIV Maggio 1, nella

Dettagli

COMUNE DI COSTIGLIOLE SALUZZO

COMUNE DI COSTIGLIOLE SALUZZO N. 266 DEL 24/09/2014 REG. GEN. OGGETTO: AFFIDAMENTO SERVIZIO DI ASSISTENZA HARDWARE E SOFTWARE E AMMINISTRATORE DI SISTEMA - DETERMINA A CONTRARRE IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO PREMESSO CHE: occorre assumere

Dettagli

Tempi medi di erogazione dei servizi delibera Civit 71/2013

Tempi medi di erogazione dei servizi delibera Civit 71/2013 Tempi medi di erogazione dei servizi delibera Civit 71/2013 Attività/servizio erogato Servizi finali Servizi intermedi Tempi medi di erogazione gestione protocollo Acquisizione di beni e servizi Accesso

Dettagli

Città di Casorate Primo

Città di Casorate Primo Città di Casorate Primo Via A. Dall Orto 15 27022 Casorate Primo (PV) Tel. 02/90519511 Fax 02/905195239 - C.F. 00468580188 www.comune.casorateprimo.pv.it Descrizione Procedimento SERVIZIO AMMINISTRATIVO

Dettagli

AUTOMOBILE CLUB VARESE Viale Milano 25 211100 VARESE http://www.varese.aci.it - Sezione Bandi di gara

AUTOMOBILE CLUB VARESE Viale Milano 25 211100 VARESE http://www.varese.aci.it - Sezione Bandi di gara AUTOMOBILE CLUB VARESE Viale Milano 25 211100 VARESE http://www.varese.aci.it - Sezione Bandi di gara BANDO DI GARA (scadenza presentazione offerte: 12 novembre 2012- ore 12,00) L Automobile Club Varese,

Dettagli

SCHEMA ISTANZA E AUTOCERTIFICAZIONE PER ASSOCIAZIONI

SCHEMA ISTANZA E AUTOCERTIFICAZIONE PER ASSOCIAZIONI Allegato C SCHEMA ISTANZA E AUTOCERTIFICAZIONE PER ASSOCIAZIONI MARCA DA BOLLO 16,00 SCHEMA DI ISTANZA E DICHIARAZIONE DA COMPILARE E SOTTOSCRIVERE DA PARTE DEL CANDIDATO ASSOCIAZIONE SECONDO QUANTO PREVISTO

Dettagli

MODELLO M CORIGLIANO C.

MODELLO M CORIGLIANO C. ALL'AUTORITÀ PORTUALE DI GIOIA TAURO Spazio riservato per SEDE PERIFERICA DI CORIGLIANO C. l'apposizione della marca da Contrada Torricella - Area Portuale bollo valore corrente 87064 CORIGLIANO CALABRO

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI LAVORI DA ESEGUIRSI IN ECONOMIA

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI LAVORI DA ESEGUIRSI IN ECONOMIA COMUNE DI BASTIA UMBRA SETTORE LAVORI PUBBLICI P.zza Cavour, 19 06083 Bastia Umbra PG P.IVA 00385230545 www.comune.bastia.pg.it vincenzo.tintori@comune.bastia.pg.it REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI LAVORI

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE PER LA GESTIONE DELLE ENTRATE COMUNALI INDICE

REGOLAMENTO GENERALE PER LA GESTIONE DELLE ENTRATE COMUNALI INDICE REGOLAMENTO GENERALE PER LA GESTIONE DELLE ENTRATE COMUNALI INDICE Art. 1 - Oggetto e finalità del regolamento Art. 2 - Definizione delle entrate Art. 3 - Regolamentazione e disciplina delle entrate Art.

Dettagli

Settore Risorse economiche, finanziarie e patrimoniali. P.O. ECONOMATO PROVVEDITORATO ********* DETERMINAZIONE

Settore Risorse economiche, finanziarie e patrimoniali. P.O. ECONOMATO PROVVEDITORATO ********* DETERMINAZIONE PROVINCIA DI PIACENZA FIN. Settore Risorse economiche, finanziarie e patrimoniali. P.O. ECONOMATO PROVVEDITORATO ********* DETERMINAZIONE Proposta n. STRISORS 793/2012 Determ. n. 621 del 30/03/2012 Oggetto:

Dettagli

DETERMINA N. 268 / 14 DEL 27/06/2014

DETERMINA N. 268 / 14 DEL 27/06/2014 COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D ARNO Via Francesco Guicciardini n 61-56020 - Montopoli in Val d'arno (PI) - ( 0571/44.98.11) SETTORE TRIBUTI (TOSAP) CODICE SERVIZIO TRIBUTI DETERMINA N. 268 / 14 DEL 27/06/2014

Dettagli

MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA

MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA Spett.le ACSM-AGAM S.p.A. Via P. Stazzi n. 2 22100 COMO CO Oggetto: Dichiarazione sostitutiva in merito al possesso dei requisiti di ordine generale prescritti dall

Dettagli

COMUNE DI VEGLIE (Provincia di Lecce)

COMUNE DI VEGLIE (Provincia di Lecce) COMUNE DI VEGLIE (Provincia di Lecce) ORIGINALE DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE MANUTENZIONE - ARREDO URBANO SERVIZIO SETTORE MANUTENZIONE - ARREDO URBANO Numero 10 del 11/03/2014 Numero 114

Dettagli

COMUNE DI PISTOIA CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO IN GESTIONE DELLE PALESTRE MASOTTI E MONTEOLIVETO

COMUNE DI PISTOIA CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO IN GESTIONE DELLE PALESTRE MASOTTI E MONTEOLIVETO COMUNE DI PISTOIA CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO IN GESTIONE DELLE PALESTRE MASOTTI E MONTEOLIVETO ART. 1 OGGETTO DELL AFFIDAMENTO Forma oggetto della concessione la gestione del complesso dei beni

Dettagli

SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) DENOMINAZIONE E INDIRIZZO UFFICIALE DELL AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE

SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) DENOMINAZIONE E INDIRIZZO UFFICIALE DELL AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE BANDO DI GARA PER PUBBLICO INCANTO PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA GESTIONE DELLA CASA ALBERGO COMUNALE PER UN PERIODO DI 4 ANNI DECORRENTI DALLA STIPULA DEL CONTRATTO SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE

Dettagli

CITTA DI CANELLI Provincia di Asti

CITTA DI CANELLI Provincia di Asti CITTA DI CANELLI Provincia di Asti ALLEGATO Si attesta che il presente documento, composto di 13 pagine, è allegato alla deliberazione del Consiglio Comunale numero 13 del 08/04/2002 quale parte integrante.

Dettagli

DI M A N F R E D O N I A (Provincia di Foggia)

DI M A N F R E D O N I A (Provincia di Foggia) C I T T A DI M A N F R E D O N I A (Provincia di Foggia) REGOLAMENTO GENERALE DELLE ENTRATE TRIBUTARIE E PATRIMONIALI DEL COMUNE DI MANFREDONIA Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale N. 10

Dettagli

AREA PATRIMONIALE E NEGOZIALE (AREA 5)

AREA PATRIMONIALE E NEGOZIALE (AREA 5) SEGRETERIA AFFARI GENERALI AREA (UOA 12) ASSISTENZA AMMINISTRATIVA PER I SERVIZI TECNICI (UOA 13) gestione PEC - gestione posta ordinaria - rilevazione presenze - gestione pagine web Area - gestione voci

Dettagli

Disposizioni per la determinazione dei canoni relativi a concessioni demaniali marittime (2) (3).

Disposizioni per la determinazione dei canoni relativi a concessioni demaniali marittime (2) (3). D.L. 5 ottobre 1993, n. 400 (1). Disposizioni per la determinazione dei canoni relativi a concessioni demaniali marittime (2) (3). (1) Pubblicato nella Gazz. Uff. 5 ottobre 1993, n. 234, e convertito,

Dettagli

Convenzione per la concessione di finanziamenti alle imprese con cessione di credito assistita da attestazione comunale

Convenzione per la concessione di finanziamenti alle imprese con cessione di credito assistita da attestazione comunale Convenzione per la concessione di finanziamenti alle imprese con cessione di credito assistita da attestazione comunale CONVENZIONE PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI SOTTO FORMA DI ANTICIPAZIONE FATTORIZZATA

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE delle ENTRATE COMUNALI (In vigore dal 1.1.2008)

REGOLAMENTO GENERALE delle ENTRATE COMUNALI (In vigore dal 1.1.2008) COMUNE DI ZIANO PIACENTINO ALLEGATO A DELIBERA DI C.C. N. 24 DEL 25/09/2007 REGOLAMENTO GENERALE delle ENTRATE COMUNALI (In vigore dal 1.1.2008) TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 - Oggetto e scopo

Dettagli

GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE PER IL PERIODO 01/01/2015 31/12/2019 CIG: 5928937995 Allegato A)

GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE PER IL PERIODO 01/01/2015 31/12/2019 CIG: 5928937995 Allegato A) in bollo Euro 16,00 GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE PER IL PERIODO 01/01/2015 31/12/2019 CIG: 5928937995 Allegato A) Fac-simile istanza / dichiarazione sostitutiva ai sensi degli

Dettagli

Il Direttore del Servizio. lo Statuto Speciale per la Sardegna e le relative norme di attuazione;

Il Direttore del Servizio. lo Statuto Speciale per la Sardegna e le relative norme di attuazione; 04.01.04 SERVIZIO PROVVEDITORATO DETERMINAZIONE PROT. N. 27187 - REP. N. 1490 DEL 24 LUGLIO 2012 Oggetto: Indizione di una procedura di gara aperta per l affidamento dei servizi assicurativi relativi ai

Dettagli

Comune di Bassano del Grappa

Comune di Bassano del Grappa Comune di Bassano del Grappa DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Registro Unico 1502 / 2013 Area A1 - Area Risorse, Sviluppo OGGETTO: DETERMINAZIONE A CONTRARRE AI SENSI DELL'ARTICOLO 192 DECRETO LEGISLATIVO 18

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE APPALTO DI SERVIZI DI CONFERIMENTO RIFIUTI CER 200108

CAPITOLATO SPECIALE APPALTO DI SERVIZI DI CONFERIMENTO RIFIUTI CER 200108 CAPITOLATO SPECIALE APPALTO DI SERVIZI DI CONFERIMENTO RIFIUTI CER 200108 CAPITOLO I Natura ed oggetto dell appalto Art. 1 - Oggetto dell appalto L appalto ha per oggetto il conferimento ad idonei impianti

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (REGOLAMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO COMUNALE IN DATA 30.10.2012 CON DELIBERAZIONE N. 60/121562) INDICE Art. 1 Oggetto..pag. 3 Art. 2 Abitazione

Dettagli

Art. 1) Oggetto del contratto. Il presente contratto disciplina la concessione del

Art. 1) Oggetto del contratto. Il presente contratto disciplina la concessione del COMUNE DI LECCO SETTORE LAVORI PUBBLICI SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DELLA CONCESSIONE DI SERVIZIO RELATIVA ALL AREA DI PARCHEGGIO PUBBLICO DI PIAZZA SASSI. Art. 1) Oggetto del contratto. Il presente

Dettagli

ART. 1 OGGETTO DELL INCARICO. Il presente capitolato ha per oggetto la disciplina del servizio di

ART. 1 OGGETTO DELL INCARICO. Il presente capitolato ha per oggetto la disciplina del servizio di CAPITOLATO AFFIDAMENTO INCARICO SERVZIO BROKERAGGIO ASSICURATIVO ART. 1 OGGETTO DELL INCARICO Il presente capitolato ha per oggetto la disciplina del servizio di Brokeraggio assicurativo, ai sensi della

Dettagli

CITTA DI ALZANO LOMBARDO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI SPAZI E AREE PUBBLICHE COSAP

CITTA DI ALZANO LOMBARDO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI SPAZI E AREE PUBBLICHE COSAP CITTA DI ALZANO LOMBARDO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI SPAZI E AREE PUBBLICHE COSAP Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 9 del 08/04/2011 TITOLO I PRINCIPI GENERALI Art. 1 Istituzione

Dettagli

Regolamento per l applicazione dell Imposta Unica Comunale (IUC)

Regolamento per l applicazione dell Imposta Unica Comunale (IUC) COMUNE DI SPOTORNO PROVINCIA DI SAVONA Regolamento per l applicazione dell Imposta Unica Comunale (IUC) ALLEGATO A) Deliberazione del Consiglio Comunale n. 16 del 12 GIUGNO 2014 word\regolamenti\c.c. n.

Dettagli

Il Direttore del Servizio

Il Direttore del Servizio Direzione generale Servizio Affari Generali e Legali DETERMINAZIO INAZIONE NE N. 8 DEL 15/02/2013 Oggetto: Esercizio finanziario 2013. Assicurazioni Generali S.p.A. codice fornitore 4259. - Polizza RCT/O

Dettagli

COMUNE CASTELFRANCO DI SOTTO Provincia di Pisa REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DELLA TASSA SMALTIMENTO RIFIUTI SOLIDI URBANI

COMUNE CASTELFRANCO DI SOTTO Provincia di Pisa REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DELLA TASSA SMALTIMENTO RIFIUTI SOLIDI URBANI COMUNE CASTELFRANCO DI SOTTO Provincia di Pisa REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DELLA TASSA SMALTIMENTO RIFIUTI SOLIDI URBANI APPROVATO CON DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N. 16 DEL 18.05.2011

Dettagli

Decreto Ministeriale del 22 maggio 2012

Decreto Ministeriale del 22 maggio 2012 Decreto Ministeriale del 22 maggio 2012 Modalità di certificazione del credito, anche in forma telematica, di somme dovute per somministrazione, forniture e appalti da parte delle amministrazioni dello

Dettagli

COMUNE DI MARANO LAGUNARE PROVINCIA DI UDINE DISCIPLINARE PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO

COMUNE DI MARANO LAGUNARE PROVINCIA DI UDINE DISCIPLINARE PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO DISCIPLINARE PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA E BROKERAGGIO ART. 1 - OGGETTO DEL SERVIZIO ASSICURATIVO Il servizio oggetto del presente disciplinare concerne lo svolgimento dell'attività di brokeraggio per

Dettagli

Agente intermediario che agisce in nome o per conto di una o più imprese di assicurazione

Agente intermediario che agisce in nome o per conto di una o più imprese di assicurazione GLOSSARIO DEI TERMINI ASSICURATIVI Agente intermediario che agisce in nome o per conto di una o più imprese di assicurazione Aspettativa periodo di tempo che intercorre tra la data di stipulazione della

Dettagli

Comune di Lecco. DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Numero 961 Data: 19-12-2013

Comune di Lecco. DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Numero 961 Data: 19-12-2013 Comune di Lecco Piazza Diaz, 1-23900 Lecco (LC) - Tel. 0341/ 481111 - Fax 286874 - C.F. 00623530136 N. 961-2013 Reg. DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Numero 961 Data: 19-12-2013 SETTORE : AFFARI GENERALI E

Dettagli

COMUNE DI PAGANI Provincia di Salerno

COMUNE DI PAGANI Provincia di Salerno COMUNE DI PAGANI Provincia di Salerno Copia Determinazione del responsabile del 1- Settore Affari Generali e Istituzionali Num. determina: 142 Proposta n. 984 del 25/10/2013 Determina generale num. 924

Dettagli

COMUNE DI RAMACCA * * * REGOLAMENTO APPROVATO. Provincia di Catania. con deliberazione del Consiglio Comunale n.!..ti del 7~-\q -2oJ'L

COMUNE DI RAMACCA * * * REGOLAMENTO APPROVATO. Provincia di Catania. con deliberazione del Consiglio Comunale n.!..ti del 7~-\q -2oJ'L COMUNE DI RAMACCA Provincia di Catania REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE LAMPADE VOTIVE NEL CIMITERO DEL COMUNE DI RAMACCA * * * APPROVATO con deliberazione del Consiglio Comunale n.!..ti del

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE DELLE ENTRATE TRIBUTARIE E PATRIMONIALI DEL COMUNE

REGOLAMENTO GENERALE DELLE ENTRATE TRIBUTARIE E PATRIMONIALI DEL COMUNE REGOLAMENTO GENERALE DELLE ENTRATE TRIBUTARIE E PATRIMONIALI DEL COMUNE Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 6 del 25/03/1999 Modificato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 11 del

Dettagli

Allegato 2 CONTRATTO DI COMODATO GRATUITO DI AUTOMEZZO A FAVORE DEL COMUNE DI BORDIGHERA. L'anno 2015, il giorno... del mese di..., presso...

Allegato 2 CONTRATTO DI COMODATO GRATUITO DI AUTOMEZZO A FAVORE DEL COMUNE DI BORDIGHERA. L'anno 2015, il giorno... del mese di..., presso... Allegato 2 CONTRATTO DI COMODATO GRATUITO DI AUTOMEZZO A FAVORE DEL COMUNE DI BORDIGHERA L'anno 2015, il giorno... del mese di..., presso..., TRA il Comune di Bordighera, con sede in Bordighera (IM), via

Dettagli

COMUNE DI ROMANO D EZZELINO Provincia di Vicenza REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DEL TRIBUTO SUI SERVIZI INDIVISIBILI (TASI)

COMUNE DI ROMANO D EZZELINO Provincia di Vicenza REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DEL TRIBUTO SUI SERVIZI INDIVISIBILI (TASI) COMUNE DI ROMANO D EZZELINO Provincia di Vicenza REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DEL TRIBUTO SUI SERVIZI INDIVISIBILI (TASI) Approvato con delibera di C.C. n. 8 del 10/04/2014 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli