Italia: nuove norme ridisegnano il sistema penale-tributario

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Italia: nuove norme ridisegnano il sistema penale-tributario"

Transcript

1 N.7 Sabato 1 aprile LETTERA PERIODICO SOCIETARIO E FISCALE LEGALE Aut. Tribunale di Roma 4 agosto 1999, n Sped. in abb. post. - 45% - Art. 2, comma 20/b, Legge n. 662/1996 Roma IN QUESTO NUMERO Unione europea: 2 rapporto euroshore sui sistemi finanziari Bermuda: 5 nasce un nuovo mercato on-line per gli hedge fund Unione europea: 8 approvata la zona especial per lo sviluppo delle Canarie Paraguay: 9 stipulato trattato di estradizione con l Italia Italia: 15 la Cassazione si pronuncia sul leverage buy out Unione europea: vertice per il coordinamento fiscale a livello comunitario Nuovo vertice dei Ministri delle finanze degli Stati membri della Unione europea riunitisi per discutere su uno dei capitoli più delicati affrontati a livello comunitario: il coordinamento fiscale. La questione sulla quale i rappresentanti dei Paesi facenti parte della Ue non sono finora riusciti a raggiungere un accordo è rappresentata dalla tassazione delle rendite finanziarie dei soggetti residenti in ambito comunitario derivanti da investimenti di capitali effettuati in uno Stato membro diverso da quello di appartenenza. La Gran Bretagna, temendo ripercussioni negative sul proprio fiorente mercato degli eurobond, ha fin dall inizio posto il veto rispetto alla proposta di direttiva rivolta ad introdurre una eurotassa che, secondo il Governo, scoraggerebbe gli Italia: nuove norme ridisegnano il sistema penale-tributario ULTIMA ORA investitori internazionali, inducendoli ad indirizzare i propri investimenti verso mercati finanziari più convenienti. In un primo momento il Governo britannico, spalleggiato da quello lussemburghese, si è anche opposto alla idea di un compromesso consistente nella Continua a pag.3 Giunge al traguardo la riforma del diritto penale-tributario italiano. Il Consiglio dei ministri ha varato, definitivamente, il decreto legislativo che innova la materia e segna il superamento della legge nota come manette agli evasori. La nuova normativa semplifica notevolmente la disciplina dei reati tributari ponendo fine al regime che ha comportato l accumulo, nei tribunali italiani, di procedimenti che, nella maggior parte dei casi, avevano per oggetto illeciti di scarsa gravità. Il decreto approvato, se da un lato, intende colpire più efficacemente i grandi evasori, vale a dire coloro che commettono reati fiscali particolarmente gravi per i quali è prevista la reclusione, dall altro, tende a favorire il vasto processo di depenalizzazione in atto in Italia collegato alla normativa che ha introdotto nell ordinamento giuridico la figura del giudice unico. Non saranno più penalmente rilevanti gli illeciti puramente formali, mentre maggiore attenzione sarà riservata nei confronti dei comportamenti che ledono direttamente gli interessi del Fisco. Il testo approvato ha subito una serie di rilevanti emendamenti rispetto al disegno di legge proposto: è stata cancellata la norma sul regime transitorio e sono state modificate le soglie di punibilità, stabilite sulla base di elementi oggettivi, al fine di contenere l intervento penale, riservandolo solo ai reati significativi dal punto di vista economico.

2 2 PRIMO PIANO LL Francia: avvertimento del Cob sul brokeraggio on-line A Parigi la Cob (Commissione degli operatori di Borsa) ha avvertito, per mezzo di un comunicato, i risparmiatori francesi sui pericoli che corrono, usufruendo dei servizi offerti tramite internet da società di investimento e di intermediazione. In effetti la Cob non ha evidenziato i rischi specifici, ma ha, comunque, raccomandato particolare accortezza nella assunzione di impegni finanziari on-line, anche tramite la consultazione di siti internet della Cob, della Banca di Francia, del Cmf (Conseil des marchés financiers) e del Cecei (Comités des établissements de crédit et entreprises d investissement), al fine di accertare che le società di intermediazione siano munite di regolare licenza di esercizio della attività rilasciata dalle autorità competenti. Infatti in Francia, oltre ad una ventina di broker ufficiali, opera un cospicuo numero di intermediari che offrono una ampia gamma di servizi on-line ai risparmiatori, senza fornire adeguate garanzie. Francia: sorprendente donazione da parte di una catena francese di ipermercati Una catena di ipermercati francesi ha deciso di premiare i propri dipendenti in un modo piuttosto singolare vale a dire donando a ciascuno di loro un ettaro di Luna. L acquisto, effettuato tramite internet al prezzo esiguo di 0,2 euro per ettaro, riguarda titoli di proprietà sul suolo lunare, venduti da una società americana iscritta al registro di commercio da 16 anni, che conta su un cospicuo numero di clienti (circa ), tra i quali numerose stars di Hollywood ed ex Presidenti americani. Mentre si attendono reazioni sindacali, si constata che l operazione sembra assumere i connotati di una truffa; in base ad un Trattato sullo spazio, nessuno può, infatti, acquistare diritti di proprietà su corpi celesti. Finlandia, Svezia 0,99 Italia 0,98 Francia, Irlanda 0,96 Danimarca 0,95 Lettonia 0,94 Belgio 0,93 Germania, Olanda, Portogallo 0,92 Barbados, Regno Unito 0,91 Cipro, Guernsey, Jersey 0,89 Bulgaria, Gibilterra, Grecia, Isola di Man, Polonia, Slovenia 0,88 Lussemburgo 0,87 Spagna 0,86 Estonia 0,85 Principato di Monaco 0,84 Ungheria, Lituania 0,83 Austria, Bahamas, Romania 0,82 San Marino 0,81 Andorra, Isole Vergini Britan., Hong Kong 0,80 Macao, Svizzera 0,77 Unione europea: rapporto euroshore sui sistemi finanziari Classifica dei Paesi secondo il livello di trasparenza Secondo il rapporto euroshore, riguardante il grado di trasparenza che caratterizza i sistemi normativi vigenti nei vari Stati, è possibile distinguere tre categorie di centri finanziari e giurisdizioni offshore tenendo in considerazione la distanza dal punto di vista geografico, politico ed economico che intercorre tra i suddetti Paesi e quelli facenti parte della Unione europea. Nel rapporto euroshore ciascun raggruppamento è stato esa- (dal migliore al peggiore) Antille Olandesi, Seychelles 0,76 Liechtenstein 0,71 Repubblica Ceca 0,70 Bermuda 0,69 Aruba, Isole Turks & Caicos 0,68 Ucraina 0,67 Singapore, Repubblica Slovacca 0,66 Giamaica, Malta 0,65 Isole Cayman 0,64 Montserrat 0,63 Russia 0,62 Vanuatu 0,50 Albania, Moldavia 0,42 Anguilla 0,30 Filippine 0,29 Malesia 0,23 Isole Cook 0,22 Niue 0,15 Nauru 0,04 Nota: la tabella illustra il grado di trasparenza degli ordinamenti giuridici dei singoli Stati. I Paesi dell Unione europea sono in neretto.

3 LL PRIMO PIANO 3 minato con l intento di accertare lo svolgimento nei vari Stati di attività di riciclaggio di denaro da parte della criminalità organizzata, la vigenza di disposizioni normative in materia amministrativa, commerciale, bancaria, societaria e di procedura penale nonché la esistenza di forme di cooperazione internazionale. I risultati della analisi sono poi stati confrontati con i modelli vigenti nell ambito della Unione europea. Il primo gruppo annovera i Paesi situati territorialmente in Europa che, però, non sono Stati membri della Unione europea pur intrattenendo con la stessa relazioni economiche e commerciali. Tali Nazioni stanno mettendo a punto disposizioni per la riforma dei propri ordinamenti legislativi penali, migliorando la trasparenza della regolamentazione dei servizi finanziari e la cooperazione internazionale. Nel secondo gruppo sono ricompresi gli Stati del Nord-Est i quali hanno adottato una politica di progressivo avvicinamento ai sistemi giuridici vigenti nei Paesi comunitari, potenziando le proprie legislazioni penali ed affinando le normative riguardanti i servizi finanziari. Il terzo gruppo raccoglie i cc.dd. paradisi fiscali, vale a dire le giurisdizioni offshore proposta di imporre ai vari Stati membri l obbligo di trasmettere le generalità degli investitori alle autorità delle Nazioni di appartenenza di tali soggetti. Tuttavia, dinanzi alle pressioni esercitate dagli altri Paesi della Ue, la Gran Bretagna si è caratterizzate da una relativa mancanza di trasparenza delle legislazioni e dalla asserita assenza di ogni tipo di collegamento con i regimi giuridici degli Stati membri della Ue. Per quanto riguarda la Unione europea, i Paesi che ne fanno parte, riuniti in un quarto gruppo, risultano dotati nel complesso di sistemi di regolamentazione amministrativa e bancaria trasparenti, con la unica eccezione rappresentata dal diritto societario che è ancora connotato da elementi di opacità. Unione europea: intensa l attività dell Antitrust Ue Continua la intensa attività della Commissione europea diretta a garantire la libera concorrenza. Di particolare rilevanza risulta il provvedimento con cui l Antitrust Ue ha dato il via libera alla statunitense Celestica Inc - società controllata dal gruppo canadese Onex Corporation, di primaria importanza negli Stati Uniti ed a livello mondiale, nel ramo dei servizi di produzione elettronica - per l acquisizione del controllo esclusivo e per l acquisto di taluni impianti di produzione della Ibm Italia spa, società che DALLA PRIMA PAGINA dimostrata propensa ad acconsentire solo alla soluzione che prevede lo scambio di informazioni tra gli Stati ponendosi in contrasto, questa volta, con il Lussemburgo il cui ordinamento giuridico garantisce il segreto bancario, salvo i casi di reato. produce e commercializza sistemi ed attrezzature informatiche in tutto il mondo. Secondo la Commissione, la operazione, che riguarda l acquisizione di impianti di produzione di carte elettroniche per sistemi informatici, di circuiti integrati e servers della Ibm, non pone questioni dal punto di vista della concorrenza, in quanto il suo impatto sul mercato, essendo limitato ad uno specifico settore, sarà marginale. Pertanto non vi è pericolo di intravedere, nell accordo indicato, la creazione di una posizione dominante idonea ad alterare la libera concorrenza nel mercato dei servers. Unione europea: al vaglio dell Antitrust la concorrenza tra compagnie aeree Il Commissario europeo, Prof. Mario Monti, sta analizzando la controversia insorta tra la Go, compagnia aerea del gruppo British Airways e la tedesca Lufthansa, per valutare se siano state poste in essere, da parte di questa ultima, pratiche incompatibili con la normativa comunitaria sulla concorrenza. Infatti, secondo una denuncia presentata all Antitrust Ue dalla Go, in prossimità dell annuncio, effettuato dalla compagnia britannica, di un volo a tariffe agevolate con destinazione Monaco, la Lufthansa si sarebbe attivata per lanciare, qualche giorno prima della Go, un servizio nuovo, analogo. La Commissione dovrà valutare se la Lufthansa abbia abusato, sul mercato tedesco, della propria posizione dominante.

4 4 PRIMO PIANO LL Unione europea: si rafforza la cooperazione giudiziaria in materia civile e commerciale Il Comitato economico e sociale della Unione europea ha espresso parere favorevole sulla proposta di regolamento della Commissione relativa ai procedimenti di riconoscimento ed alla esecuzione delle decisioni giudiziarie in campo civile e commerciale, disciplinati, attualmente, dalla Convenzione di Bruxelles del La Convenzione, tuttavia, non regola l intero settore, contemplando numerose eccezioni, tra le quali l arbitrato, la materia fiscale, doganale, amministrativa e fallimentare. La sostituzione della indicata Convenzione con un regolamento direttamente applicabile negli ordinamenti giuridici degli Stati membri rappresenterà, pertanto, un passo rilevante nella evoluzione della disciplina comunitaria della materia civile e commerciale e dei meccanismi di efficacia delle sentenze straniere. Unione europea: proposta la condanna della golden share italiana Secondo l Avvocato generale della Corte di giustizia europea, Jean Mischio, le azioni privilegiate con cui il Ministero del tesoro italiano controlla una società, pur non avendone la maggioranza, rappresenta una circostanza contraria a tutti i trattati comunitari. Infatti, è all esame della Corte di Lussemburgo la normativa vigente in Italia riguardante la golden share utilizzata dal Ministero del tesoro nei processi di privatizzazione di Eni e di Telecom. A parere dell Avvocato della Corte, l Italia risulta inadempiente sia con riferimento ai tempi di emanazione della normativa concernente le privatizzazioni delle suddette società, che relativamente al contenuto della stessa. Pertanto è stato richiesto ai giudici comunitari l accoglimento del ricorso proposto dalla Commissione europea avverso lo Stato italiano per violazione della normativa Ue statuente: la libertà di stabilimento dei cittadini europei in ambito comunitario, la illegittimità delle norme nazionali che frappongono ostacoli sia alla libera prestazione di servizi all interno della Ue che alla circolazione dei capitali tra i Paesi Ue e tra questi e gli Stati extracomunitari. Usa: Sotheby sotto accusa per violazione delle leggi antitrust Il nuovo Presidente della Sotheby, una delle società leader a livello mondiale nel settore delle vendite all asta, ha annunciato che sono in atto profondi cambiamenti dell apparato organizzativo. La società è sospettata di aver violato le leggi antitrust. Secondo il Dipartimento della giustizia americano, la Sotheby si sarebbe accordata con la concorrente Christie in merito alla fissazione delle commissioni da imporre ai commercianti delle opere messe all asta. La situazione della Sotheby risulta particolarmente grave a seguito della decisione della Christie di collaborare con le Autorità statunitensi offrendosi come testimone a favore del Governo degli Stati Uniti, in cambio della immunità. Qualora la inchiesta dovesse accertare la effettiva attuazione, da parte della Sotheby, di pratiche non conformi alla normativa antitrust, la società sarebbe costretta a pagare una pesante sanzione pecuniaria che potrebbe determinarne il crollo finanziario. Italia: importanti società di auditing sanzionate dall Antitrust Si è conclusa con la condanna al pagamento di una sanzione pecuniaria di circa quattro miliardi e mezzo la istruttoria condotta dall Antitrust nei confronti di cinque importanti nomi nel settore della revisione contabile. Secondo l Antitrust le cinque società di revisione avrebbero costituito un cartello accordandosi in merito alla fissazione delle tariffe da praticare alla propria clientela. L Associazione di categoria dei revisori (Assirevi) ha difeso il comportamento tenuto dalle cinque società in quanto conforme alla legge antitrust, considerato che la misura dei compensi richiesti dai revisori aveva ottenuto il benestare della Commissione nazionale per le società e la borsa (Consob) la cui politica è da tempo rivolta ad evitare che la concorrenza nella fissazione dei prezzi si risolva a scapito della qualità dei servizi. Al tempo stesso, l Assirevi ha diplomaticamente offerto la propria collaborazione nello svolgimento della istruttoria che, probabilmente, ha determinato, in favore delle proprie associate, una mitigazione della sanzione inflitta nei loro confronti.

5 LL NEWS DI FINANZA 5 Bermuda: nasce un nuovo mercato on-line per gli hedge fund Mentre risulta in aumento l interesse degli investitori istituzionali nei confronti degli hedge fund, cioè i fondi di investimento offshore, nasce una nuova borsa on-line, denominata Htx, per la compravendita di detti fondi, collegata ad un mercato regolamentato. La iniziativa è stata attuata da una società delle Bermuda, la Hedge world, congiuntamente alla Borsa valori delle Bermuda. La nuova borsa sarà collocata su un sito internet protetto, al quale gli investitori potranno accedere per effettuare le negoziazioni degli hedge fund anche non quotati alla Borsa delle Bermuda, purché consti il consenso dei gestori dei fondi. Francia: il gruppo Bouygues finanzia attività legate ad internet Il gruppo Bouygues ha annunciato un aumento di capitale pari a 1,5 miliardi di euro, con lo scopo principale di finanziare attività legate ad internet. Tale operazione è finalizzata anche a fornire alla Bouygues Telecom le risorse utili per perseguire il progresso nel settore della nuova telefonia mobile. Gran Bretagna: anche Hsbc punta su internet Il colosso bancario britannico Hsbc ha raggiunto un accordo con la società italiana Ibm, operante nel settore della informatica, per investire 2 miliardi di dollari nella nuova tecnologia, indispensabile per la gestione del numero imponente di transazioni, tra le quali sono da registrare quelle effettuate on-line, da 400mila clienti che prediligono internet. Il piano strategico elaborato da Hsbc consiste in un ampliamento dei servizi offerti tramite internet, senza abbandonare i canali tradizionali degli sportelli e del telefono. Olanda: la World Online entra in Borsa La società World Online, con sede in Olanda, che offre servizi internet, entra nella Borsa di Amsterdam. L operazione principale consiste nella collocazione, sul mercato, di quasi 47 milioni di nuove azioni, che rappresentano, all incirca, il 20% del capitale della società. Unione europea: la Consors si allea con il Bpci e OnBanca La Consors, società tedesca di trading on-line, che ha registrato, in Europa, il record nel dinamismo di sviluppo, contando attualmente su 300mila clienti, ha raggiunto una intesa con il gruppo Banca popolare commercio e industria (Bpci) ed OnBanca. La intesa è finalizzata alla creazione di una sim (società di intermediazione mobiliare) operante nel settore del trading online. La Consors, già attiva in Francia, Svizzera e Spagna, dovrebbe acquisire una partecipazione del 20% di OnBanca - banca virtuale la cui maggioranza è posseduta da Bpci - sviluppando, così, la propria attività anche in Italia. Usa: Chase Manhattan Bank in Italia con hedge funds La Chase Manhattan Bank ha annunciato il suo ingresso, in Italia, tramite Chase Capital Partners, nel ramo degli investimenti alternativi. Intanto la Banca d Italia mostra cautela, al fine di tutelare i risparmiatori, circoscrivendo tali tipi di operazioni entro ambiti rigidamente determinati. Tra gli hedges funds proposti, sono da segnalare Chase multistrategy fund e Chase new century fund, che operano nella information tecnology, internet, in altri settori tecnologici, tra i quali: biotecnologie, farmaceutica e telecomunicazioni. Italia: alleanza strategica tra Telecom Italia e Banca di Roma Una intesa che creerà una rilevante correlazione, anche in Italia, tra mondo delle telecomunicazioni e quello del credito, è stata sottoscritta da Telecom Italia e dalla Banca di Roma. La finalità dell accordo consiste nella offerta, tramite internet, di un ampio ventaglio di servizi bancari e finanziari. A tale scopo sarà creata una banca virtuale, controllata in prevalenza (85%) dalla Banca di Roma, mentre Telecom e Tim, per mezzo di una holding, assumeranno il controllo del 15%.

6 6 COSA SI PREPARA LL Belgio: esame della Camera dell accordo con Marocco per protezione investimenti È stato da poco approvato, dal Senato belga, il progetto di legge che recepisce l accordo tra la Uebl (Unione economica tra Belgio e Lussemburgo) ed il Regno del Marocco per la incentivazione e la protezione reciproca degli investimenti, siglato a Rabat il 13 aprile Il Governo del Marocco considera la promozione degli investimenti asse portante della politica in materia di sviluppo; nel corso degli anni l ingresso di capitali stranieri è stato facilitato dalla evoluzione della disciplina legislativa del settore, che, nel 1995, ha raggiunto un traguardo rilevante con la emanazione della Carta degli investimenti, contenuta nella legge n. 18 del Il Marocco, che è membro della Amgi (Agenzia multilaterale di garanzia degli investimenti), istituzione della Banca mondiale, rappresenta, pertanto, un panorama attraente per gli investitori esteri. Il recepimento, in Belgio, dell accordo, che consente, tra l altro, il ricorso all arbitrato internazionale per eventuali controversie insorte, è attualmente all esame della Camera. Corea del Sud: accordo commerciale con l Italia I Ministri del commercio estero italiano e coreano, Piero Fassino e Han Duck Soo, hanno discusso per individuare le basi su cui costruire un accordo di cooperazione tra l Istituto del commercio con l estero italiano (Ice) e l organismo coreano corrispondente (Kotra) per agevolare i reciproci scambi commerciali tra i due Paesi, riconducendoli ai buoni livelli rilevati prima della insorgenza della crisi asiatica. L intesa, che identificherà anche gli strumenti per incentivare azioni congiunte in Paesi terzi e workshop che agevolino i contatti tra la Corea e l Italia, dovrebbe essere sottoscritta a maggio a Seul. Il Governo coreano punta ad un potenziamento del proprio apparato produttivo, costruendolo sul modello italiano, il cui sistema è basato sulle piccole e medie imprese, che costituiscono il perno su cui ruota la economia. In particolare, Fassino e Han Duck Soo hanno trattato le questioni inerenti alla industria cantieristica navale, con peculiare riferimento alle politiche dei prezzi e alla esigenza di osservare la normativa internazionale sulla concorrenza. Costa Rica: modifica dei diritti di proprietà intellettuali In Costa Rica la scarsa regolamentazione e la inesistenza di meccanismi di osservanza per la protezione dei diritti intellettuali ha generato una industria clandestina di falsificazione dei prodotti, con perdite ingenti da parte di numerose imprese e conseguente mancanza di incentivi per investire nel Paese. Per far fronte a tale situazione, dovrebbe essere approvato, dalla Assemblea legislativa, il progetto di legge relativo ai procedimenti di osservanza dei diritti di proprietà intellettuale, che stabilisce, in caso di violazione della normativa, l esercizio di azioni amministrative e giudiziarie. Il progetto prevede, a tal fine, la creazione del Tribunale amministrativo regionale, con sede a San José e con competenza in tutto il territorio nazionale. Costa Rica: accordo con la Cina per la promozione degli investimenti L accordo siglato nel marzo scorso, tra la Costa Rica e la Cina sulla promozione e protezione reciproca degli investimenti è all esame della Assemblea legislativa della Costa Rica. Il panorama attuale della Costa Rica si sta trasformando, con incisivi aumenti nel volume relativo al commercio internazionale e notevole dinamismo nel settore degli investimenti esteri, in base alla forte corrente di globalizzazione che caratterizza il commercio mondiale. La intesa indicata stabilisce i principi fondamentali per garantire investimenti esteri stabili, sicuri e trasparenti e contempla la possibilità di ricorrere all arbitrato internazionale per eventuali controversie insorte nel settore. L accordo è di notevole importanza per la Costa Rica, in quanto le imprese cinesi hanno investito in tale Paese, nel periodo 1990/1998, cifre rilevanti, principalmente nei settori della agroindustria e dei servizi. Francia: ancora manovre fiscali L Esecutivo francese sta esaminando una manovra fiscale che prevede la riduzione della imposta di bollo e di quella sulle successioni e donazioni.

7 LL COSA SI PREPARA 7 La riforma fiscale dovrebbe attuarsi senza ripercussioni negative sui conti pubblici fiscali. Olanda: riforme per il rilancio della economia Con l intento di favorire lo sviluppo economico, il Governo olandese ha messo a punto un pacchetto di misure finalizzato ad incentivare la creazione di nuove imprese. Il piano prevede un alleggerimento del sistema burocratico che attualmente ostacola pesantemente l avvio di nuove attività; al tempo stesso, il progetto favorisce lo sviluppo del settore della informatica considerato determinante per la creazione di nuove società. In tale contesto, si colloca il twinning, un piano realizzato dal Governo olandese in collaborazione con i privati che prevede la assegnazione di azioni e la emissione di obbligazioni convertibili nonché finanziamenti alle società di informatica che costituiscono joint venture. La proposta di legge dispone anche una riduzione di cinque punti percentuali della aliquota della imposta sul reddito delle società ed una riforma della normativa che disciplina il fallimento delle imprese tendente ad aumentare le possibilità di risanamento delle stesse. Per vincere la diffidenza delle banche nella concessione di finanziamenti ed aumentare il capitale di rischio a disposizione delle nuove attività, il progetto del Governo olandese dispone l esonero da tassazione degli interessi realizzati dai risparmiatori che depositano denaro da investire per la costituzione di nuove imprese. Unione europea: direttiva riguardante internet È all esame della Commissione europea una proposta di direttiva che regolamenterà i vari aspetti inerenti il commercio elettronico con l intento di favorire la rimozione delle barriere che hanno finora ostacolato la diffusione di internet. I punti salienti della nuova normativa, messa a punto a livello comunitario, riguardano gli aspetti fiscali connessi ad internet relativamente ai quali si prevede un adattamento delle normative nazionali vigenti nei vari Stati membri della Unione europea. È disposto, altresì, l assolvimento della iva a mezzo internet. Altra questione oggetto di regolamentazione è quella concernente la responsabilità dei fornitori di servizi internet (internet service provider), i quali non sono tenuti ad effettuare alcun controllo sul contenuto delle informazioni che trasmettono, salva la eccezione in cui siano al corrente dello svolgimento di attività contrarie alla legge relativamente alle quali tali operatori hanno, invece, il dovere di compiere quanto è necessario per evitare che gli illeciti si perpetuino. La nuova direttiva disciplina la contrattualistica elettronica non ammessa solo nei casi di atti che riguardano beni immobili, per i quali è necessario il rilascio di una autorizzazione pubblica, ovvero quelli riguardanti i rapporti di diritto di famiglia. Di monito alle imprese è la osservanza della disposizione contenuta nella proposta di direttiva concernente i registri cc.dd. di opt out in cui risultano elencati tutti gli utenti di internet che non desiderano ricevere pubblicità commerciali. La direttiva considera anche la possibilità di risoluzione delle controversie attraverso collegi arbitrali che evitino ai provider di dover affrontare distinti processi nei diversi Stati membri della Unione europea. Unione europea: nuova direttiva a tutela del copyright La Commissione europea sta esaminando un progetto di direttiva a tutela del diritto d autore (copyright). Le questioni riguardanti il copyright sono da qualche tempo al centro di una vivace polemica tra gli organismi comunitari e le lobby del settore. Con la diffusione di internet una regolamentazione che garantisca il copyright contro gli atti di pirateria rappresenta una delle priorità che le istituzioni esistenti a livello comunitario devono affrontare cercando una soluzione che contemperi gli interessi contrapposti dei produttori degli strumenti elettronici di riproduzione digitale, sempre più sofisticati dal punto di vista della tecnologia, e quelli delle aziende che producono film, dischi e software. In particolare, la proposta di direttiva prevede sia la corresponsione di un indennizzo in favore dei titolari dei diritti d autore nei casi di effettuazione di copie da parte dei privati mediante l uso di un sistema digitale, che il c.d. diritto al criptaggio che consente ai titolari del diritto d autore di tutelare la diffusione delle proprie opere, a mezzo internet, dagli atti di pirateria.

8 8 DAI PARLAMENTI LL Germania: approvata la manovra fiscale Il Governo tedesco ha approvato la nuova manovra fiscale finalizzata a potenziare gli investimenti ed a favorire la mobilità dei capitali. La riforma, che si basa fondamentalmente sulla detassazione delle plusvalenze derivanti dalla cessione a titolo oneroso delle azioni delle società di capitali, comporterà un radicale rinnovamento della struttura societaria tedesca. La nuova legge prevede, altresì, una diminuzione progressiva della aliquota della imposta sul reddito delle persone fisiche, un innalzamento della soglia del reddito esente stabilita a favore di tali soggetti ed una riduzione della aliquota della imposta gravante sugli utili di impresa. Portogallo: nuovo codice delle imposte sui consumi Il Governo portoghese, con l intento di armonizzare la propria normativa in materia di imposte sui consumi, ha messo a punto un nuovo codice (código dos impostos especiais de consumo). Le nuove norme disciplinano le imposte sui consumi di alcol etilico, di bevande alcoliche e di tabacco e si applicano a partire dal 1 febbraio del Romania: abrogate alcune esenzioni fiscali ed approvata una legge antievasione Il Governo rumeno ha approvato un pacchetto di misure normative mediante le quali ha abrogato le esenzioni fiscali e doganali finora vigenti, con l obiettivo di realizzare un aumento delle entrate dello Stato e risollevare i conti pubblici fiscali. È stata anche introdotta una imposta sul reddito globale ed è stata fissata una sola aliquota per l iva, sostituendo le due prima esistenti. Tuttavia, a fronte di queste maggiorazioni del carico fiscale, l Esecutivo rumeno ha disposto una riduzione della imposta sugli utili delle imprese, che passerà dal 38% al 25%, ed ha abrogato la sovrimposta doganale mantenendo fede agli accordi intercorsi con la Unione europea. Inoltre, con l intento di combattere i fenomeni di evasione fiscale, l Esecutivo rumeno ha messo a punto una nuova legge in virtù della quale il versamento del corrispettivo in denaro dell acquisto di beni o di servizi non può superare al giorno l importo di 10 milioni di lei (555,5 euro), in quanto la parte restante va corrisposta attraverso transazioni bancarie. Unione europea: approvata la zona especial per lo sviluppo delle Canarie La Commissione europea ha dato il via libera alla costituzione della zona speciale (zec) nelle isole Canarie, con l obiettivo di favorire lo sviluppo economico e sociale del territorio e diversificarne l apparato produttivo. La nuova normativa prevede il riconoscimento di particolari benefici fiscali in favore delle imprese di nuova costituzione nelle Canarie, che abbiano almeno un socio ed un rappresentante residente nell Arcipelago. È necessario, altresì, che tali imprese svolgano attività commerciali ed industriali ovvero operino nel settore del terziario, con esclusione di quelle esercenti attività finanziarie. Le agevolazioni consisteranno nella applicazione di aliquote ridotte, che oscilleranno dall 1% al 5%, per la tassazione degli utili realizzati dalle imprese aventi i requisiti richiesti; il carico fiscale varierà a seconda dell ammontare dell investimento dalle stesse effettuato che non potrà essere inferiore a 100 mila euro e dovrà garantire la creazione di almeno cinque nuovi posti di lavoro entro sei mesi dalla acquisizione della autorizzazione. Le imprese che stabiliranno la propria sede nel territorio delle Canarie saranno comunque assoggettate alle disposizioni contenute nei diversi trattati fiscali contro le doppie imposizioni stipulati dalla Spagna, del cui territorio fa parte l Arcipelago, con gli altri Stati membri della Ue. La zec, che scadrà il 31 dicembre del 2008, non esclude il regime di zona franca goduto dalle Canarie né tantomeno la possibilità per le Isole di beneficiare dei finanziamenti riconosciuti dalla Unione europea. Italia: nuove disposizioni su assicurazione crediti all esportazione Il Consiglio dei ministri italiano ha approvato il decreto legislativo di attuazione della direttiva Ce 98/29, riguardante l armonizzazione, a livello comunitario, delle disposizioni relative all assicurazione dei crediti all esportazione. La direttiva stabilisce i principi basilari cui il Sace (Istituto per i servizi assicurativi del commercio estero) dovrà attenersi per le operazioni di assicurazione dei crediti.

9 LL ACCORDI INTERNAZIONALI 9 Arabia Saudita: si intensificano i collegamenti con le pmi In seguito agli accordi raggiunti recentemente tra Italia e Arabia sulla intensificazione dei rapporti commerciali tra i due Stati, sta per nascere un progetto-pilota finalizzato alla costituzione di joint-venture con investimenti italiani e sauditi. A maggio sarà attivato un sito internet che creerà un collegamento tra le piccole e medie imprese operanti nei due Paesi, mentre per giugno è in programma un incontro conclusivo tra gli imprenditori, preceduto da diversi meeting, in Italia, previsti per la presentazione di progetti di impresa. Il piano di cooperazione è gestito dalla Camera di Commercio italo-araba, con la partecipazione del Saudi Council (la struttura delle Camere di commercio saudite) nonché dei vari organismi territoriali e di categoria del mondo imprenditoriale italiano. LETTERA PERIODICO SOCIETARIO E FISCALE LEGALE direttore responsabile: Dr. Antonio Acampora redazione: a cura di professionisti italiani ed esteri di A&A Group editore: Acampora & associati S.r.l. sede: via Pompeo Magno, Roma (Italia) Tel Fax collaborazioni: sono gradite segnalazioni di eventi da partecipare tramite la Lettera legale distribuzione: gratuita stampa: Lito Sud S.r.l. Paraguay: stipulato trattato di estradizione con l Italia Il Paraguay e l Italia hanno sottoscritto un accordo con l obiettivo di potenziare la cooperazione in materia penale. In generale, la convenzione prevede l obbligo a carico di ciascuno dei Paesi sottoscriventi di estradare le persone presenti sul proprio territorio, qualora le stesse siano ricercate per lo svolgimento di un procedimento penale pendente nei loro confronti o perché devono espiare una pena restrittiva della libertà personale. L accordo disciplina i reati che danno luogo alla estradizione, le ipotesi in cui il provvedimento non va concesso ovvero i casi in cui la relativa decisione è rimessa alla scelta discrezionale dello Stato destinatario della richiesta del provvedimento. Uno specifico articolo dell accordo è riservato al divieto di estradizione qualora la legge della Nazione richiedente disponga la pena di morte. Il trattato individua, altresì, nel Ministero di giustizia italiano e nel Ministero della giustizia e del lavoro paraguaiano le Autorità competenti alla trasmissione delle comunicazioni riguardanti la estradizione. Siria: accordi con la Italia I Ministri del commercio estero della Italia e della Siria, Piero Fassino e Mohammad Al Imadi hanno esaminato, nel corso di un incontro avvenuto in Siria, le basi su cui concludere i negoziati relativi agli Accordi per la protezione degli investimenti e per il superamento della doppia imposizione fiscale. Italia: modifica della convenzione con il Kenya in materia fiscale In Italia, è entrata in vigore la legge che ratifica il protocollo di modifica della convenzione di Nairobi del 15 ottobre 1979, stipulata dai Governi dell Italia e del Kenya, per evitare le doppie imposizioni e per prevenire le evasioni fiscali in materia di imposte sui redditi. Gli emendamenti riguardano la imponibilità degli utili provenienti dall esercizio della navigazione marittima internazionale: tali proventi sono assoggettati ad imposizione solo nello Stato stipulante dove ha sede la direzione effettiva della impresa. Nel caso in cui la suddetta sede sia situata a bordo di una nave, rileva lo Stato contraente cui appartiene il porto di immatricolazione della nave, ovvero, in mancanza, il Paese sottoscrivente in cui risiede l imprenditore. In seguito agli emendamenti introdotti, per la imposizione dei dividendi e delle royalties distribuiti da una società avente sede in una delle due Nazioni stipulanti ad un soggetto residente nell altra, rileveranno, rispettivamente, lo Stato in cui ha sede la società e quello di residenza del percipiente. È stata fissata al 12,50% la aliquota della imposta applicata sugli interessi realizzati da un soggetto residente in un Paese diverso rispetto a quello dal quale detti proventi provengono.

10 10 LL DAL MONDO BANCARIO Austria: abolito il segreto sui libretti di risparmio Il Ministro delle finanze austriaco ha abrogato la norma, vigente in materia bancaria, che consentiva agli istituti di credito di effettuare operazioni di apertura di libretti di risparmio al portatore garantendo l anonimato agli intestatari degli stessi. La nuova disposizione avrà efficacia a partire dal 1 luglio del 2000, giorno in cui tutti i libretti di risparmio anonimi, esistenti presso le banche austriache, saranno trasformati in nominativi; la accensione dei depositi a risparmio, dopo tale data, verrà effettuata solo previa presentazione di un documento di identità da parte del soggetto richiedente. Il nuovo Governo austriaco ha così ceduto alle pressioni di Organismi internazionali, quali la Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (Ocse) e la Unità operativa per la lotta contro il riciclaggio del denaro proveniente da attività illecite (Financial action task force on money laundering) che ormai da tempo insistevano affinché fosse attuata una riforma della legislazione bancaria vigente in Austria. Tuttavia, le modifiche approvate non avranno alcuna ripercussione sulla normativa che disciplina il segreto bancario, fortemente garantito nell ordinamento giuridico austriaco, sulla cui tutela può prevalere solo la indagine della magistratura nei confronti di clienti di banche che siano imputati in procedimenti penali. Germania: piano europeo per banche cooperative La Dg Bank, istituto di credito tedesco che costituisce la principale struttura centrale delle banche cooperative e di credito artigiano, ha annunciato una alleanza con il colosso cooperativo olandese Rabobank. La intesa è finalizzata alla creazione di un nuovo istituto congiunto, con sede legale a Francoforte: la Dg-Rabo international, con azionariato diviso pariteticamente al 50%, dove convergeranno le attività internazionali di Rabo e l investment banking della Dg-bank. Il Presidente della Dg-bank intende estendere la intesa alla italiana Iccrea holding, che parteciperà presto al capitale della Dg-Rabo. Germania: forum per informazioni finanziarie È stata creata a Francoforte l Investor relations forum, formato da esperti di financial communications. La finalità della iniziativa consiste nel fornire, a società da poco quotate in borsa, informazioni finanziarie e borsistiche, tramite la realizzazione di convegni, corsi e tavole rotonde. Giappone: riforma del sistema bancario In Giappone è in atto la riforma del sistema bancario tendente sia al rinnovamento della legislazione che regolamenta il settore creditizio che alla ristrutturazione degli istituti di credito, promuovendo la attuazione di operazioni di fusione e di acquisizione. Il Ministro incaricato di sovrintendere alla riforma ha annunciato la propria intenzione di attribuire anche a società diverse dalle banche la licenza per lo svolgimento di attività di intermediazione creditizia. Germania: fusione tra la Deutsche Bank e la Dresdner Bank La Deutsche Bank e la Dresdner Bank hanno annunciato la loro fusione, che darà vita al maggiore colosso bancario a livello mondiale, denominato Deutsche Bank, con un bilancio di 2500 miliardi di marchi, i cui titoli saranno attribuiti, per una quota del 60-64% agli azionisti della Deutsche e, per il 36-40% a quelli della Dresdner. Quanto ai tempi tecnici, l avvio della fusione è fissata per il 1 luglio, a novembre le assemblee dei soci saranno convocate per la votazione, mentre la registrazione commerciale è prevista per il 2001; nel 2002 dovrebbero essere completate le operazioni finanziarie connesse. Slovenia: la Banca centrale riduce i vincoli sugli investimenti di portafoglio La Banca centrale slovena ha disposto la riduzione dei vincoli imposti agli istituti di credito sugli investimenti di portafoglio. La decisione rappresenta un passo avanti, seppur limitato, nella attuazione del processo di adeguamento della Slovenia agli standard fissati a livello comunitario che dovrebbe compiersi nel-

11 LL 11 DAL MONDO BANCARIO l arco di quattro anni. Improntato alla eccessiva cautela risulta essere il processo di convergenza che si sta svolgendo in Slovenia per l ingresso nella Unione europea. La conferma di ciò si evince anche dalla lentezza che sta connotando le privatizzazioni delle due principali banche commerciali pubbliche nonché la permanenza nell ordinamento giuridico sloveno della norma che vieta agli operatori stranieri, a pena del pagamento di una sanzione pecuniaria, di rivendere i titoli ai residenti prima che sia decorso un anno dall acquisto. Spagna: Bbva lancia una banca su internet Il Banco Bilbao Vizcaya Argentaria (Bbva) sta creando, unitamente a Terra Networks e a First-e Group, una banca on-line. Gli investimenti iniziali previsti dai soci ammontano a 510 milioni di euro, tra i quali 362 saranno costituiti da aumenti di capitale della Bbva e Terra. La First-e fornisce servizi finanziari, tramite internet, nel Regno Unito e conta, fin dalla sua costituzione, avvenuta nel novembre 1999, su un numero cospicuo di clienti (circa 50mila). Usa: alleanza tra la casa d aste telematica ebay e la banca Wells Fargo La casa d aste telematica ebay ha concluso un accordo con la Banca californiana Wells Fargo, al fine di consentire ad acquirenti e venditori di concludere transazioni via internet, tramite carta di credito. Il Presidente della ebay ritiene che i risultati della operazione saranno favorevoli e che, probabilmente, entro 12 mesi dall avvio del servizio, più di metà delle transazioni effettuate sul sito web della case d aste sarà compiuta tramite il nuovo sistema, che risulta, peraltro, più conveniente e celere rispetto alle altre modalità di pagamento. Un servizio analogo è stato introdotto recentemente anche dalla Amazon.com, che ha consentito al settore adibito alle vendite all asta di ricevere pagamenti tramite carte di credito. Usa: il Governo federale attacca il riciclaggio di denaro sporco A seguito dello scandalo che ha coinvolto la Banca di New York per la scoperta della esistenza di alcuni conti sui quali sembra siano transitati capitali riciclati dalla mafia russa, il Dipartimento del tesoro americano ha preparato una proposta di legge, denominata counter-money laundering act, diretta a rafforzare la normativa contro il riciclaggio di denaro da parte della criminalità organizzata. Il disegno di legge antiriciclaggio, che dovrà essere esaminato dal Congresso, amplia i poteri di indagine dell Amministrazione, al tempo stesso, aumenta le possibilità di intervento di tale Istituzione al fine di inibire operazioni di transito di denaro che potrebbero avvenire tra banche statunitensi e istituzioni finanziarie offshore in Stati nei quali si svolgono attività ritenute proibite dalla legge in quanto connesse ad operazioni di riciclaggio. Italia: cambiano i regolamenti dei mercati organizzati e gestiti dalla Borsa La Commissione nazionale per le società e la Borsa (Consob) ha approvato alcuni emendamenti da apportare al Regolamento dei mercati organizzati e gestiti dalla Borsa, introducendo un nuovo comparto per i covered warrants. La Commissione ha anche disposto modifiche al regolamento del Nuovo mercato organizzato e gestito dalla Borsa italiana s.p.a. riguardanti la esplicita deroga all obbligo di effettuare una offerta pubblica in caso di scorporo di società quotate in Borsa. Alcuni emendamenti si riferiscono ad entrambi i regolamenti, quali: la introduzione di un circuito telematico denominato network information system, per la divulgazione di notizie riguardanti le società alla Borsa italiana, alla Consob stessa ed al pubblico e la riduzione del termine di liquidazione dei contratti da cinque a tre giorni di borsa aperta successivi alla stipula dei contratti stessi. Italia: gratuita la quotazione sul nuovo Mercato È gratuita la quotazione sul nuovo Mercato per le società che vi abbiano proceduto nel 1999 o che intendano farlo nel corso del 2000: la Borsa italiana ha, infatti, disposto che, in tal caso, le società saranno tenute a corrispondere solo il prezzo di ammissione che oscillerà tra un minimo di euro ed un massimo di euro, a seconda dei livelli di capitalizzazione delle aziende stesse.

12 12 COMMERCIO INTERNAZIONALE LL Albania: fondo per piccole e medie imprese creato dalla Banca europea di ricostituzione e sviluppo e dal Governo italiano È stato attivato un nuovo strumento utile alle piccole e medie imprese che intendono esercitare la loro attività in Albania: si tratta di un fondo di capitale di rischio creato dal Governo italiano e dalla Bers (Banca europea di ricostruzione e sviluppo), denominato Albania reconstruction equity fund. La modalità operativa del finanziamento consiste in partecipazione al capitale, tramite acquisizione di azioni di piccole e medie imprese, albanesi o straniere, operanti nel settore della industria o dei servizi. La liquidazione delle quote azionarie avviene in un lasso di tempo che può variare dai 3 ai 5 anni. I progetti finanziabili sono quelli concernenti la espansione o la modernizzazione di iniziative, nuove o già esistenti, che prevedano il 75% di capitale privato. I finanziamenti possono essere utilizzati per la realizzazione di sistemi di protezione ambientale o di risparmio energetico, per il compimento di opere civili, per l acquisto di macchinari, di marchi e brevetti. India: semplificato l iter per investimenti stranieri In India, è in atto un importante processo di liberalizzazione in campo economico che semplificherà notevolmente la procedura di autorizzazione degli investimenti stranieri favorendo l afflusso di capitale dall estero in settori finora protetti gelosamente dalle interferenze esterne. La nuova politica, adottata dal Governo indiano che sarà messa a punto da un comitato interministeriale, cambia rotta rispetto al passato, prevedendo la concessione di un nulla osta automatico in favore di operatori economici stranieri che intendano effettuare nuovi investimenti in determinati settori della economia, come quelli della produzione cinematografica e della pubblicità. Tuttavia, la nuova procedura non sarà estesa alle operazioni di acquisizione di imprese indiane da parte di società straniere la cui attuazione continuerà a dover essere autorizzata dagli organismi competenti nazionali. Singapore e Malesia: risveglio della economia Dopo la crisi che ha coinvolto il Sud-est asiatico, evidenti segnali di ripresa economica sono stati registrati nella cittàstato di Singapore e nella penisola malese. Nei due Paesi è stato riscontrato un sensibile incremento del prodotto interno lordo, determinato dalla crescita dei consumi e dalla generale ripresa delle attività produttive. A Singapore, particolarmente fiorente si presenta la industria manifatturiera con peculiare riguardo ai settori della elettronica e della chimica il cui sviluppo ha controbilanciato la crisi registrata invece nel campo edilizio. Il Governo di Singapore ha favorito la ondata positiva attraversata dalla economia del Paese sostenendo le ristrutturazioni aziendali ed incoraggiando le iniziativa imprenditoriali verso settori come la informatica, le telecomunicazioni e la chimica. In Malesia, un segnale inconfutabile di risveglio della economica è rappresentato dalla ripresa degli investimenti stranieri dopo la battuta di arresto registrata al primo impatto con la politica restrittiva riguardante il controllo dei capitali adottata dal Governo. Rappresenta un evidente segnale positivo la attuazione del piano di ristrutturazione delle banche e delle aziende malesi in crisi anche se in parte mitigato dalla permanenza della vecchia classe dirigente alla guida di tali imprese. Slovenia: scambi commerciali più liberi Il Segretario di Stato per il commercio estero della Slovenia, Vojka Ravbar, ha dichiarato, nel contesto di una iniziativa promossa dalla Associazione delle Camere di Commercio per l Europa centrale, che, per una piena integrazione della Slovenia con la Unione europea, sarà attribuita agli imprenditori ampia libertà negli scambi commerciali, puntando sulla libera concorrenza per agevolare la imprenditorialità. È interessante rilevare che la Slovenia, nel 1999, ha registrato il più elevato tasso di crescita economica del Centro Europa.

13 LL COMMERCIO INTERNAZIONALE 13 Tokio: la Banca mondiale e la Softbank investono per diffondere internet nei Paesi emergenti Un investimento di 200 milioni di dollari è stato annunciato dalla Softbank (che sottoscriverà il 75% della operazione) e dalla Banca mondiale per la diffusione di internet nei Paesi emergenti. È in atto la creazione di una joint venture, la Softbank emerging markets (Sbem), con la funzione di creare nuove tecnologie da trasmettere ai Paesi dove la cosiddetta new economy, legata al web, non è ancora diffusa. Il trasferimento sarà eseguito tramite la costituzione, sul territorio, di nuove società specializzate, che commercializzeranno i prodotti. Il business della Softbank si coniugherà con la esigenza di colmare il gap esistente tra i Paesi industrializzati e quelli in via di sviluppo, indispensabile nella attuale era della globalizzazione, soprattutto dopo il fallimento della conferenza mondiale sul commercio tenutasi a Seattle, dove hanno pesato soprattutto le differenze tra gli indicati Paesi. Ungheria: buon livello di investimenti stranieri Il trend relativo agli investimenti stranieri registrato nel 1999 dalla Borsa valori di Budapest è positivo. Una percentuale che sfiora l 80% delle azioni ungheresi è risultata in possesso degli stranieri. Tale andamento costituisce una dato favorevole per l impulso della economia del Paese. Unione europea: in arrivo i finanziamenti per i Paesi del Mediterraneo Sono state stanziate ingenti risorse finanziarie per la attuazione del progetto Meda messo a punto dalla Unione europea al fine di favorire lo sviluppo economico degli Stati extracomunitari che si affacciano sul Mediterraneo, realizzando così i principi fondamentali fissati nell ambito della intesa intercorsa tra le due aree rivolta alla cooperazione politica, economica e culturale in vista della costituzione di una zona caratterizzata dalla libertà degli scambi commerciali. Le misure contenute nel piano della Ue dovrebbero condurre, nel giro di un decennio, all ammodernamento delle strutture sanitarie e delle infrastrutture nonché allo sviluppo rurale ed al miglioramento ambientale dei Paesi destinatari dei finanziamenti. Usa: mutamento della normativa commerciale Il Segretario al commercio del Governo Usa, William Daley, ha manifestato la intenzione di modificare la normativa commerciale, al fine di garantire maggiore tutela dei prodotti della industria manifatturiera statunitense sui mercati mondiali e, in particolare, sui mercati giapponese, cinese e di Taiwan. Il piano elaborato da William Daley stabilisce l ampliamento delle risorse umane addette ai mercati esteri con il compito di verificare la corretta attuazione degli accordi commerciali sottoscritti dalle imprese nordamericane. Peculiare vigilanza sarà approntata per controllare eventuali operazioni di dumping (vendita di merce sottocosto) internazionale. Secondo il Segretario al commercio, la revisione della normativa indicata ed un più incisivo controllo nella applicazione degli accordi favorirà le esportazioni Usa, che potranno registrare una crescita pari a 3 miliardi di dollari. Wto: stallo per l accesso della Cina alla Organizzazione Tra conferme e smentite, l accordo tra la Unione europea e la Cina per l ingresso di questa ultima nella Organizzazione mondiale per il commercio (World trade organization, Wto) sembra non si sia ancora concluso. Nonostante siano stati registrati notevoli passi avanti nei negoziati commerciali, le trattative finora intercorse tra la Ue e la Cina non sembrano ancora sufficienti ad assicurare l attuazione del processo di convergenza che permetterà alla Repubblica popolare cinese di entrare a far parte della Wto. Dunque, è in una fase di stallo il negoziato che si sarebbe dovuto concludere con la risoluzione di tutti i contenziosi pendenti tra la Cina ed i vari Stati membri della Ue. Non è stata raggiunta, altresì, alcuna intesa riguardo alla proposta avanzata dai negoziatori comunitari consistente nell aumento al 51% della misura massima della partecipazione, consentita alle imprese europee, nelle joint venture con società cinesi operanti nei settori della telefonia e delle assicurazioni.

14 14 DALLE AULE DI GIUSTIZIA LL Unione europea: decisione su libera concorrenza La lite esaminata dal Tribunale di primo grado delle comunità europee sorgeva quando l attività della società Micro Leader Business, che esercitava, in Francia, il commercio all ingrosso di prodotti informatici in lingua francese, della Microsoft, importati dal Canada, subiva un pregiudizio a seguito del divieto di importazione in Francia degli stessi prodotti. Tale divieto, diffuso dalla Microsoft France, che vendeva prodotti identici a quelli della Micro Leader, riguardava la commercializzazione di prodotti canadesi al di fuori del Canada, praticata, secondo il bollettino informativo riguardante il suddetto divieto, a prezzi inferiori a quelli imposti dalla rete di distribuzione della Microsoft e tali da penalizzare gli stessi distributori. La società Micro Leader Business decideva, pertanto, di presentare una denuncia alla Commissione europea, rilevando che la condotta della Microsoft France e della Microsoft Corporation ostacolava, tramite accordi con i distributori francesi e canadesi, la libera fissazione dei prezzi, violando, altresì, il regime di concorrenza e creando una posizione dominante sul mercato. La Commissione rigettava, in via definitiva, la denuncia della società francese, rilevando, tra l altro, che accordi ritenuti contrari al regime di libera concorrenza non potevano essere contestati alla Microsoft France ed alla Microsoft Corporation, in quanto facenti parte di una unica entità economica. Il divieto di importazione - secondo la Commissione - costituiva semplicemente espressione dell esercizio, da parte della Microsoft Corporation, dei diritti d autore sui prodotti commercializzati in Canada. Il Tribunale di primo grado delle comunità europee, cui la Micro Leader Business presentava ricorso, ha annullato la decisione della Commissione, considerando, in linea con quanto stabilito dalla giurisprudenza comunitaria, che, se l esercizio dei diritti d autore da parte del titolare - come il divieto di importare taluni prodotti da un territorio non comunitario verso uno Stato membro della Comunità - non integra, in linea di principio, una violazione dell art. 86 del Trattato Ce (che vieta lo sfruttamento abusivo di una posizione dominante), può comunque costituire, seppur in casi eccezionali, un comportamento abusivo. Il Tribunale ha ritenuto che la Commissione non avesse approfondito l esame della denuncia, né valutato se il comportamento della Microsoft potesse integrare tale comportamento abusivo. Unione europea: inammissibile blocco in dogana di merci importate Il Consiglio di Stato ellenico ha sottoposto all esame della Corte di Lussemburgo alcune questioni pregiudiziali vertenti sulla interpretazione degli artt. 28 e 90 del Trattato Ue e delle disposizioni del regolamento del Consiglio europeo riguardante la determinazione del valore delle merci in dogana. Tali questioni sono state sollevate nel corso di un procedimento instaurato in seguito alla proposizione di un ricorso per risarcimento danni avverso la Repubblica ellenica mediante il quale il ricorrente asseriva di aver subito un danno, in violazione della normativa comunitaria, a causa della fissazione, da parte delle competenti autorità greche, del valore di mercato di alcune merci importate superiore al prezzo risultante dalle fatture. In proposito, la Corte di giustizia si è pronunciata accogliendo le ragioni addotte dal ricorrente e affermando la incompatibilità con la normativa comunitaria delle disposizioni contenute negli ordinamenti giuridici nazionali che stabiliscono un metodo di calcolo della base imponibile, ai fini della determinazione delle imposte, diverso a seconda che si tratti di prodotti nazionali o di merci importate, in modo da assoggettare queste ultime ad un carico fiscale più gravoso rispetto ai primi. La Corte ha, altresì, sostenuto la inammissibilità delle normative nazionali che impongono alle autorità doganali di trattenere le merci importate in caso di contestazione sull ammontare dei tributi da versare, salva la ipotesi in cui l importatore versi il relativo ammontare, qualora il procedimento adottato in detta fattispecie risulti meno favorevole di quello concernente ricorsi analoghi di natura interna o renda praticamente impossibile o eccessivamente difficile la importazione di prodotti provenienti da altri Stati membri. Secondo la Corte, la vigenza di simili disposizioni attuerebbe una ingiustificata discriminazione tra merci nazionali e beni importati.

15 LL DALLE AULE DI GIUSTIZIA 15 Unione europea: le restrizioni sui prodotti importati e sostituzioni di marchi La controversia esaminata dalla Corte di giustizia coinvolge questioni inerenti alle restrizioni quantitative alle importazioni ed alle misure di effetto equivalente, vietate, ai sensi dell art. 30 del Trattato Ce, in quanto suscettibili di limitare la applicazione di uno dei principi fondamentali cui si ispira l ordinamento comunitario, consistente nella libera circolazione delle merci fra gli Stati membri. La lite sorgeva quando una società acquistava prodotti in uno Stato membro (la Francia), li riconfezionava e provvedeva ad immetterli sul mercato di un altro Paese Ue (la Danimarca) con un marchio diverso. Il titolare del marchio presentava una istanza di provvedimenti urgenti per vietare alla società la immissione sul mercato e la vendita dei prodotti con marchio differente; mentre la autorità giurisdizionale danese di primo grado rigettava l istanza, in appello tale decisione veniva ribaltata, in quanto il comportamento della società convenuta risultava contrario alla legge danese sui marchi, integrando una violazione di diritti del titolare del marchio stesso. La Corte di giustizia Ue, investita della questione, stabiliva che, al fine di decidere se un importatore di prodotti possa sostituire il marchio utilizzato nello Stato membro di esportazione con un altro, il giudice nazionale dovrà analizzare le circostanze prevalenti al momento della commercializzazione del prodotto e stabilire se le stesse rendevano oggettivamente necessaria la sostituzione del marchio. Se tale necessità sussiste, il divieto di sostituzione del marchio ostacola il libero accesso ad uno dei mercati degli Stati membri ed è, pertanto, incompatibile con la normativa comunitaria. Wto: cessano i sussidi alle esportazioni statunitensi Una Commissione d appello della Organizzazione del commercio mondiale (Wto) ha accolto il ricorso proposto dalla Unione europea avverso gli Usa riguardante gli sgravi fiscali sui profitti derivanti dalle esportazioni, previsti dal Foreign sales corporation plan in favore delle grandi multinazionali statunitensi che esportano i propri prodotti avvalendosi di filiali stabilite negli Stati dotati di regimi fiscali privilegiati. Secondo la Wto, tali pratiche vanno abolite entro ottobre del 2000 in quanto costituiscono sussidi all export che avvantaggiano i colossi statunitensi attribuendo loro una forma di assistenza finanziaria pubblica incompatibile con i principi cui si ispira la Organizzazione del commercio mondiale. La decisione è stata accolta polemicamente dagli Usa come una forma di interferenza nella politica fiscale statunitense in spregio ad un accordo intercorso con la Ue, risalente al Se da un lato, la decisione della Wto accentua i contrasti già esistenti tra gli Usa e la Ue a causa della c.d. guerra delle banane e del commercio di carni trattate con ormoni, dall altro potrebbe offrire un utile spunto all avvio di negoziati finalizzati al raggiungimento di una intesa che risolva contemporaneamente le tre controversie in materia commerciale pendenti tra i due continenti. Italia: la Cassazione si pronuncia sul leverage buy out La Corte di Cassazione italiana ha affermato la illiceità del leverage buy out. Questo istituto, importato dagli Usa, consiste in una operazione di acquisizione che coinvolge tre società: una delle quali procede all acquisto dell altra, denominata società-bersaglio (target company), contraendo un prestito con una terza società a garanzia del quale offre le azioni della società-bersaglio. Secondo la Cassazione il leverage buy out violerebbe la norma del codice civile italiano statuente il divieto imposto alle società di concedere prestiti e di garantire l acquisto o la sottoscrizione di azioni proprie, ovvero di accettare le stesse in garanzia. Tuttavia, è da rilevare che la Cassazione non ha esaminato specificamente gli aspetti concernenti la legittimità dei finanziamenti effettuati nell ambito delle holding, limitandosi a considerare la questione della illiceità del leverage buy out nel contesto specifico della ipotesi di bancarotta fraudolenta riscontrata, nel caso di specie, nella operazione di acquisizione di società avvenuta mediante distrazione dei beni di proprietà delle due contraenti.

16 16 DOVE SI RIUNISCONO LL Cipro: congresso sul diritto internazionale Dal 10 al 14 aprile del 2000 si terrà a Cipro un congresso sul diritto internazionale, organizzato dal Cyprus Bar Association, in collaborazione con la International Bar Association. L obiettivo primario del Congresso è permettere agli avvocati e gli altri professionisti di acquisire conoscenze fondamentali di diritto internazionale, anche in base alla evoluzione dei crescenti rapporti tra Unione europea, Medio Oriente, Africa ed Est-Europa. Il programma è articolato in nove maggiori sezioni, tra le quali telecomunicazioni, servizi finanziari e bancari, diritto marittimo, comunitario e diritti umani. Particolare attenzione sarà attribuita anche al tema della privacy, con riferimento alle nuove esigenze emerse con la diffusione di internet, del commercio elettronico. Di centrale rilevanza l analisi dell arbitrato e delle questioni legali connesse ai servizi bancari e finanziari internazionali. Inghilterra: conferenza in materia di securitizzazione Organizzato dalla Ibc Global conferences, si terrà a Londra, il 14 aprile del 2000, una conferenza che si prefigge di fornire le lineeguida sulla securitizzazione, dal titolo A practical guide to securitisation. Negli ultimi dieci anni la securitizzazione ha acquisito una importanza preminente nello scenario della finanza internazionale. Il simposio riguarderà, in particolare, i benefici ed i rischi nell uso della securitizzazione, i relativi metodi di trasferimento e di tassazione. La conferenza includerà anche una analisi di casi pratici. Inghilterra: conferenza annuale sulla politica dei prezzi in Europa Si svolgerà a Londra il 6 aprile del 2000 la conferenza annuale sulla politica dei prezzi praticata in Europa. Il meeting, organizzato dalla Ibc global conferences limited, approfondirà le implicazioni SERVIZIO ON-LINE Questo numero e gli arretrati della Lettera legale sono consultabili su internet all indirizzo: Professionisti specializzati in materia societaria, fiscale, contabile e finanziaria possono rispondere a specifici quesiti ed a richieste di approfondimento sulle notizie contenute nella Lettera legale ed anche su altri argomenti, da indirizzare a: A&A Group - via Pompeo Magno, Roma (via La Lettera legale è realizzata con l apporto dei professionisti di A&A group nelle sedi operative di Ginevra, Hong Kong, Lussemburgo, Nassau (Bahamas), Roma, Tortola (B.v.i.), Varsavia; nelle sedi di rappresentanza di Londra, Lugano, Madrid, Milano, Montrèal, New York, Parigi; nelle sedi di corrispondenza di: Amsterdam, Assunçion, Atene, Barcellona, Brema, Budapest, Buenos Aires, Chicago, Copenaghen, Dublino, Francoforte, Funchal (Madeira-Portogallo), George Town, Malta, Monaco, Montecarlo, Montevideo, Praga, Singapore, Vienna, Zurigo. derivanti alla politica dei prezzi, messa a punto dalle società, dalla legge che regola la concorrenza. Stimolanti spunti di riflessione saranno offerti dalle problematiche specificamente trattate nel corso del convegno che riguarderanno: i vincoli imposti alla libertà di determinazione dei prezzi da parte delle società che occupano una posizione dominante sul mercato e le possibilità per le stesse di offrire sconti e di praticare, nell ambito della Unione europea, diversi prezzi di offerta dello stesso prodotto. Italia: convegno sulla evoluzione della normativa riguardante i contratti bancari Si svolgerà a Milano, il 18 e 19 aprile del 2000, organizzato dalla Ita - convegni e formazione dal 1973, una conferenza intitolata I contratti bancari sono da riscrivere?. Il meeting sarà rivolto ad una approfondita analisi della sentenza emessa dal Tribunale di Roma, sezione civile, in data 21 gennaio del Saranno, altresì, esaminate le problematiche concernenti la evoluzione della normativa e della giurisprudenza comunitaria ed interna in tema di contratti bancari, i profili sostanziali e probatori delle clausole vessatorie, la tutela collettiva dei consumatori ed il ruolo delle Associazioni nella definizione delle norme contrattuali, lo jus variandi e le clausole sul recesso della banca, l anatocismo bancario, le clausole sulle garanzie patrimoniali della banca sui beni personali dei coniugi e su quelle che consentono le compensazioni e la clausola del foro competente.

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Fonti normative Il principale testo normativo che disciplina il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato è il decreto legislativo 1 aprile

Dettagli

Le nuove fonti di energia

Le nuove fonti di energia Le nuove fonti di energia Da questo numero della Newsletter verranno proposti alcuni approfondimenti sui temi dell energia e dell ambiente e sul loro impatto sul commercio mondiale osservandone, in particolare,

Dettagli

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL REGNO DEL MAROCCO SULLA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL REGNO DEL MAROCCO SULLA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL REGNO DEL MAROCCO SULLA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI Il Governo della Repubblica Italiana ed il Governo del Regno del Marocco (qui

Dettagli

OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE

OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica Cassa di

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

ACCORDO TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL PRINCIPATO DI MONACO SULLO SCAMBIO DI INFORMAZIONI IN MATERIA FISCALE

ACCORDO TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL PRINCIPATO DI MONACO SULLO SCAMBIO DI INFORMAZIONI IN MATERIA FISCALE ACCORDO TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL PRINCIPATO DI MONACO SULLO SCAMBIO DI INFORMAZIONI IN MATERIA FISCALE Articolo 1 Oggetto e Ambito di applicazione dell Accordo Le autorità

Dettagli

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP FIAMP FEDERAZIONE ITALIANA DELL ACCESSORIO MODA E PERSONA AIMPES ASSOCIAZIONE ITALIANA MANIFATTURIERI PELLI E SUCCEDANEI ANCI ASSOCIAZIONE NAZIONALE CALZATURIFICI ITALIANI ANFAO ASSOCIAZIONE NAZIONALE

Dettagli

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA ED IL REGNO DELL'ARABIA SAUDITA SULLA RECIPROCA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA ED IL REGNO DELL'ARABIA SAUDITA SULLA RECIPROCA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA ED IL REGNO DELL'ARABIA SAUDITA SULLA RECIPROCA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI La Repubblica Italiana ed il Regno dell Arabia Saudita desiderando intensificare

Dettagli

GLI ATTI E DOCUMENTI STRANIERI Procedure per la legalizzazione di documenti e di firme.

GLI ATTI E DOCUMENTI STRANIERI Procedure per la legalizzazione di documenti e di firme. GLI ATTI E DOCUMENTI STRANIERI Procedure per la legalizzazione di documenti e di firme. 1. Normativa di riferimento Legge 20 dicembre 1966, n. 1253 Ratifica ed esecuzione della Convenzione firmata a l

Dettagli

Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine

Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine Informazioni su CheBanca! Denominazione Legale: CheBanca! S.p.A. Capitale Sociale: Euro 220.000.000 i.v. Sede Legale: Via Aldo Manuzio, 7-20124 MILANO

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1. Definizioni La vendita dei prodotti offerti sul nostro sito web www.prada.com (di seguito indicato come il Sito") è disciplinata dalle seguenti Condizioni Generali di

Dettagli

FISCALI. con il cd. decreto «salva Italia» (D.L. 6

FISCALI. con il cd. decreto «salva Italia» (D.L. 6 Guida ai NOVITÀ CIRCOLAZIONE del CONTANTE: LIMITAZIONI NAZIONALI e COMUNITARIE Analisi della circolazione del contante alla luce degli interventi chiarificatori offerti dal Mef, dall Agenzia delle Entrate,

Dettagli

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI Il presente documento (di seguito Policy ) descrive le modalità con le quali vengono trattati gli ordini, aventi ad oggetto strumenti finanziari,

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 24.12.2013 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 352/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (UE) N. 1407/2013 DELLA COMMISSIONE del 18 dicembre 2013 relativo all applicazione degli articoli

Dettagli

PROTOCOLLO RELATIVO ALLA CONVENZIONE PER LA PROTEZIONE DELLE ALPI (CONVENZIONE DELLE ALPI) SULLA COMPOSIZIONE DELLE CONTROVERSIE

PROTOCOLLO RELATIVO ALLA CONVENZIONE PER LA PROTEZIONE DELLE ALPI (CONVENZIONE DELLE ALPI) SULLA COMPOSIZIONE DELLE CONTROVERSIE PROTOCOLLO RELATIVO ALLA CONVENZIONE PER LA PROTEZIONE DELLE ALPI (CONVENZIONE DELLE ALPI) SULLA COMPOSIZIONE DELLE CONTROVERSIE La Repubblica d Austria, la Repubblica Francese, la Repubblica Federale

Dettagli

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE La Santa Sede ed il Governo della Repubblica Italiana, qui di seguito denominati anche Parti contraenti; tenuto conto

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

La cittadinanza in Europa. Deborah Erminio

La cittadinanza in Europa. Deborah Erminio La cittadinanza in Europa Deborah Erminio Dicembre 2012 La normativa per l acquisizione della cittadinanza nei diversi Paesi dell Unione europea varia considerevolmente da paese a paese e richiama diversi

Dettagli

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti L UNIONE EUROPEA Prima di iniziare è importante capire la differenza tra Europa e Unione europea. L Europa è uno dei cinque continenti, insieme all Africa, all America, all Asia e all Oceania. Esso si

Dettagli

Aiuto alle vittime in caso di reati all estero. secondo la legge federale del 23 marzo 2007 concernente l aiuto alle vittime di reati

Aiuto alle vittime in caso di reati all estero. secondo la legge federale del 23 marzo 2007 concernente l aiuto alle vittime di reati Dipartimento federale di giustizia e polizia DFGP Ufficio federale di giustizia UFG Ambito direzionale Diritto pubblico Settore di competenza Progetti e metodologia legislativi 1 gennaio 2015 Aiuto alle

Dettagli

Execution & transmission policy

Execution & transmission policy Banca Popolare dell Alto Adige società cooperativa per azioni Sede Legale in Bolzano, Via Siemens 18 Codice Fiscale - Partita IVA e numero di iscrizione al Registro delle Imprese di Bolzano 00129730214

Dettagli

COMMERCIO ELETTRONICO: ANALISI DELLA DISCIPLINA

COMMERCIO ELETTRONICO: ANALISI DELLA DISCIPLINA Periodico quindicinale FE n. 02 7 marzo 2012 COMMERCIO ELETTRONICO: ANALISI DELLA DISCIPLINA ABSTRACT Il crescente utilizzo del web ha contribuito alla diffusione dell e-commerce quale mezzo alternativo

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE INDICE Art. 1 - Oggetto e finalità del regolamento Art. 2 - Requisiti di ammissibilità al contributo Art. 3 - Tipologie di spese ammissibili

Dettagli

I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI.

I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI. I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI. BancoPosta www.bancoposta.it numero gratuito: 800 00 33 22 COME CAMBIANO INCASSI E PAGAMENTI CON LA SEPA PER I TITOLARI DI CONTI CORRENTI BANCOPOSTA DEDICATI

Dettagli

Quadro di valutazione "L'Unione dell'innovazione" 2014

Quadro di valutazione L'Unione dell'innovazione 2014 Quadro di valutazione "L'Unione dell'innovazione" 2014 Quadro di valutazione dei risultati dell'unione dell'innovazione per la ricerca e l'innovazione Sintesi Versione IT Imprese e industria Sintesi Quadro

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco?

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Le elezioni per il prossimo Parlamento europeo sono state fissate per il 22-25 maggio 2014. Fra pochi mesi quindi i popoli europei

Dettagli

Prot. n. 505 Verona, 11/02/2015 LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA

Prot. n. 505 Verona, 11/02/2015 LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA procede alla raccolta di domande al fine di effettuare selezioni per eventuali assunzioni con contratto subordinato, a tempo determinato, relativamente al Festival Areniano

Dettagli

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA Noi, i Ministri dell Energia di Canada, Francia, Germania, Italia,

Dettagli

Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI"

Documento di sintesi STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI" Documento del 1 aprile 2011 1 1 INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Fornite ai sensi degli

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

Bonifico e RID lasciano il posto ai nuovi strumenti di pagamento SEPA. Informati, ti riguarda!

Bonifico e RID lasciano il posto ai nuovi strumenti di pagamento SEPA. Informati, ti riguarda! Bonifico e RID lasciano il posto ai nuovi strumenti di pagamento SEPA Informati, ti riguarda! 3 La SEPA (Single Euro Payments Area, l Area unica dei pagamenti in euro) include 33 Paesi: 18 Paesi della

Dettagli

Finanziarizzazione delle risorse naturali.

Finanziarizzazione delle risorse naturali. La finanziarizzazione dell acqua. Scheda preparata da CRBM in occasione dell incontro Europeo For the construction of the European Network of Water Commons Napoli, 10-11 dicembre 2011 a cura di Antonio

Dettagli

Senato della Repubblica

Senato della Repubblica Senato della Repubblica Commissioni riunite 10 a (Industria, commercio, turismo) e 13 a (Territorio, ambiente, beni ambientali) Audizione nell'ambito dell'esame congiunto degli Atti comunitari nn. 60,

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

I dati pubblicati possono essere riprodotti purché ne venga citata la fonte

I dati pubblicati possono essere riprodotti purché ne venga citata la fonte IMPORT & EXPORT DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA 1 semestre 2013 A cura di: Vania Corazza Ufficio Statistica e Studi Piazza Mercanzia, 4 40125 - Bologna Tel. 051/6093421 Fax 051/6093467 E-mail: statistica@bo.camcom.it

Dettagli

Regolamento sulla disciplina del diritto di accesso agli atti ai sensi della legge 241/1990 e successive modifiche e integrazioni.

Regolamento sulla disciplina del diritto di accesso agli atti ai sensi della legge 241/1990 e successive modifiche e integrazioni. Regolamento sulla disciplina del diritto di accesso agli atti ai sensi della legge 241/1990 e successive modifiche e integrazioni. Il DIRETTORE DELL AGENZIA DEL DEMANIO Vista la legge 7 agosto 1990, n.

Dettagli

Artoni Europe: ampliata la copertura geografica del servizio di import/export in Europa

Artoni Europe: ampliata la copertura geografica del servizio di import/export in Europa 03 NOV 2014 Artoni Europe: ampliata la copertura geografica del servizio di import/export in Europa Da oggi Artoni Europe, servizio internazionale di Artoni Trasporti, raggiunge ben 32 paesi Europei con

Dettagli

LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI

LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI Tratto dalla rivista IPSOA Pratica Fiscale e Professionale n. 8 del 25 febbraio 2008 A cura di Marco Peirolo Gruppo di studio Eutekne L

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

Bonifici provenienti dall estero. Il servizio consente di incassare i propri crediti attraverso bonifici provenienti da banca estere.

Bonifici provenienti dall estero. Il servizio consente di incassare i propri crediti attraverso bonifici provenienti da banca estere. 18/05/2009 FOGLIO INFORMATIVO ai sensi della delibera CICR 4.3.2003 e istruzioni di vigilanza di Banca d Italia in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari Bonifici provenienti dall

Dettagli

ECC-Net: Travel App2.0

ECC-Net: Travel App2.0 ECC-Net: Travel App2.0 In occasione del 10 anniversario dell ECC- Net, la rete dei centri europei per i consumatori lancia la nuova versione dell ECC- Net Travel App. Quando utilizzare questa applicazione?

Dettagli

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Aggiornamento del luglio 2013 1 PREMESSA La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano (Ultimo aggiornamento:10.04.2013) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO 150 BONIFICI ITALIA ED ESTERO (import/export) Aggiornamento al 03 novembre 2014

FOGLIO INFORMATIVO 150 BONIFICI ITALIA ED ESTERO (import/export) Aggiornamento al 03 novembre 2014 INFORMAZIONI SU CREDIVENETO Denominazione e forma giuridica CREDITO COOPERATIVO INTERPROVINCIALE VENETO Società Cooperativa Società Cooperativa per Azioni a Resp. Limitata Sede Legale e amministrativa:

Dettagli

8 ottobre 2013 LA PONTIFICIA COMMISSIONE PER LO STATO DELLA CITTA DEL VATICANO

8 ottobre 2013 LA PONTIFICIA COMMISSIONE PER LO STATO DELLA CITTA DEL VATICANO N. XVIII LEGGE DI CONFERMA DEL DECRETO N. XI DEL PRESIDENTE DEL GOVERNATORATO, RECANTE NORME IN MATERIA DI TRASPARENZA, VIGILANZA ED INFORMAZIONE FINANZIARIA, DELL 8 AGOSTO 2013 8 ottobre 2013 LA PONTIFICIA

Dettagli

Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi

Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi terzi il cui soggiorno è irregolare Adozione con delibera

Dettagli

Proposta di adesione al servizio Telemaco per l accesso alla consultazione ed alla trasmissione di pratiche

Proposta di adesione al servizio Telemaco per l accesso alla consultazione ed alla trasmissione di pratiche Proposta di adesione al servizio Telemaco per l accesso alla consultazione ed alla trasmissione di pratiche Il/la sottoscritto/a Cognome e Nome Codice Fiscale Partita IVA Data di nascita Comune di nascita

Dettagli

GUIDA PER L UTENTE. Direttiva 2005/36/CE. Tutto quello che vorreste sapere sul riconoscimento delle qualifiche professionali 66 DOMANDE 66 RISPOSTE

GUIDA PER L UTENTE. Direttiva 2005/36/CE. Tutto quello che vorreste sapere sul riconoscimento delle qualifiche professionali 66 DOMANDE 66 RISPOSTE GUIDA PER L UTENTE Direttiva 2005/36/CE Tutto quello che vorreste sapere sul riconoscimento delle qualifiche professionali 66 DOMANDE 66 RISPOSTE Il presente documento è stato elaborato a fini informativi.

Dettagli

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014 CIRCOLARE N. 21/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 luglio 2014 OGGETTO: Fondi di investimento alternativi. Articoli da 9 a 14 del decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 44 emanato in attuazione della

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI Risorse energetiche e struttura del mercato L Italia produce piccoli volumi di gas naturale

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

PROMUOVERE LO SPIRITO IMPRENDITORIALE IN EUROPA: PRIORITÀ PER IL FUTURO

PROMUOVERE LO SPIRITO IMPRENDITORIALE IN EUROPA: PRIORITÀ PER IL FUTURO COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 07.04.1998 COM (98) 222 PROMUOVERE LO SPIRITO IMPRENDITORIALE IN EUROPA: PRIORITÀ PER IL FUTURO COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE AL CONSIGLIO I. LO SPIRITO IMPRENDITORIALE:

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi ISTITUTO COMPRENSIVO DANTE ALIGHIERI 20027 RESCALDINA (Milano) Via Matteotti, 2 - (0331) 57.61.34 - Fax (0331) 57.91.63 - E-MAIL ic.alighieri@libero.it - Sito Web : www.alighierirescaldina.it Regolamento

Dettagli

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea straordinaria, recante: Attribuzione al Consiglio di Amministrazione

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

CERTIFICATO RIGUARDANTE L AGGREGAZIONE DEI PERIODI DI ASSICURAZIONE, OCCUPAZIONE O RESIDENZA. Malattia maternità decesso (assegno) invalidità

CERTIFICATO RIGUARDANTE L AGGREGAZIONE DEI PERIODI DI ASSICURAZIONE, OCCUPAZIONE O RESIDENZA. Malattia maternità decesso (assegno) invalidità COMMISSIONE AMMINISTRATIVA PER LA SICUREZZA SOCIALE DEI LAVORATORI MIGRANTI E 104 CH (1) CERTIFICATO RIGUARDANTE L AGGREGAZIONE DEI PERIODI DI ASSICURAZIONE, OCCUPAZIONE O RESIDENZA Malattia maternità

Dettagli

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini ********** Banca del Valdarno Credito Cooperativo 1 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID)

Dettagli

1. Premessa. Il contesto generale.

1. Premessa. Il contesto generale. Linee di indirizzo del Comitato interministeriale (d.p.c.m. 16 gennaio 2013) per la predisposizione, da parte del Dipartimento della funzione pubblica, del PIANO NAZIONALE ANTICORRUZIONE di cui alla legge

Dettagli

Tali premesse costituiscono parte integrante delle presenti condizioni generali di contratto

Tali premesse costituiscono parte integrante delle presenti condizioni generali di contratto CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO RELATIVE ALL ACQUISTO DI DIRITTI DI UTILIZZAZIONE DELLE IMMAGINI DELL ARCHIVIO FOTOGRAFICO ON-LINE DEL SISTEMA MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE Premesso che La Sovrintendenza

Dettagli

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Codice di Comportamento Genesi Uno Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Caro Collaboratore, vorrei sollecitare la tua attenzione sulle linee guida ed i valori di integrità e trasparenza che

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna Cos è e come si costituisce una cooperativa Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna 1 Che cos è una cooperativa un'associazione autonoma di persone che si uniscono volontariamente per soddisfare i propri

Dettagli

Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari. Documento di Sintesi

Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari. Documento di Sintesi Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari Documento di Sintesi Documento redatto ai sensi dell art. 48, comma 3, del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

Concluso il 10 settembre 1998 Approvato dall Assemblea federale il 20 aprile 1999 1 Entrato in vigore mediante scambio di note il 1 maggio 2000

Concluso il 10 settembre 1998 Approvato dall Assemblea federale il 20 aprile 1999 1 Entrato in vigore mediante scambio di note il 1 maggio 2000 Testo originale 0.360.454.1 Accordo tra la Confederazione Svizzera e la Repubblica italiana relativo alla cooperazione tra le autorità di polizia e doganali Concluso il 10 settembre 1998 Approvato dall

Dettagli

Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria. Società bancarie di comodo ed entità puramente contabili

Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria. Società bancarie di comodo ed entità puramente contabili Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria Società bancarie di comodo ed entità puramente contabili Gennaio 2003 Membri del Gruppo di lavoro sull attività bancaria transfrontaliera Copresidenti: Charles

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI TRENTO (Approvato con delibera del Consiglio in data 12 gennaio

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di Sintesi - Documento adottato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 07/07/ 2009 Ai sensi degli artt, 45-46-47-48 del Regolamento

Dettagli

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Versione 9.0 del 09/03/2015 Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 1 INDICE PREMESSA... 3 1. Significato di Best Execution... 3 2. I Fattori di

Dettagli

IL MERCATO FINANZIARIO

IL MERCATO FINANZIARIO IL MERCATO FINANZIARIO Prima della legge bancaria del 1936, in Italia, era molto diffusa la banca mista, ossia un tipo di banca che erogava sia prestiti a breve che a medio lungo termine. Ma nel 1936 il

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER GLI INCENTIVI ALLE IMPRESE Circolare 10 febbraio 2014, n. 4567 Termini e modalità di presentazione delle domande per la concessione e l erogazione

Dettagli

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Ricerca comunitaria idee cooperazione persone euratom capacità IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Guida tascabile per i nuovi partecipanti Europe Direct è un servizio

Dettagli

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006 CIRCOLARE N. 37/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 29 dicembre 2006 OGGETTO: IVA Applicazione del sistema del reverse-charge nel settore dell edilizia. Articolo 1, comma 44, della legge

Dettagli

REGOLAMENTO (CE) N. 1998/2006 DELLA COMMISSIONE

REGOLAMENTO (CE) N. 1998/2006 DELLA COMMISSIONE 28.12.2006 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 379/5 REGOLAMENTO (CE) N. 1998/2006 DELLA COMMISSIONE del 15 dicembre 2006 relativo all applicazione degli articoli 87 e 88 del trattato agli aiuti d

Dettagli

TRATTATO SULLA STABILITÀ, SUL COORDINAMENTO E SULLA GOVERNANCE NELL'UNIONE ECONOMICA E MONETARIA TRA IL REGNO DEL BELGIO, LA REPUBBLICA DI BULGARIA,

TRATTATO SULLA STABILITÀ, SUL COORDINAMENTO E SULLA GOVERNANCE NELL'UNIONE ECONOMICA E MONETARIA TRA IL REGNO DEL BELGIO, LA REPUBBLICA DI BULGARIA, TRATTATO SULLA STABILITÀ, SUL COORDINAMENTO E SULLA GOVERNANCE NELL'UNIONE ECONOMICA E MONETARIA TRA IL REGNO DEL BELGIO, LA REPUBBLICA DI BULGARIA, IL REGNO DI DANIMARCA, LA REPUBBLICA FEDERALE DI GERMANIA,

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone: Prot. n. 2013/87896 Imposta sulle transazioni finanziarie di cui all articolo 1, comma 491, 492 e 495 della legge 24 dicembre 2012, n. 228. Definizione degli adempimenti dichiarativi, delle modalità di

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo.

DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo. DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo. Consiglio dei Ministri: 05/04/2007 Proponenti: Esteri ART. 1 (Finalità

Dettagli

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa CIRCOLARE N. 15/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 maggio 2013 OGGETTO: Imposta di bollo applicabile agli estratti di conto corrente, ai rendiconti dei libretti di risparmio ed alle comunicazioni

Dettagli

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti L incontro annuale su: Mercati dei Titoli di Stato e gestione del Debito Pubblico nei Paesi Emergenti è organizzato con il patrocinio del Gruppo di lavoro sulla gestione del debito pubblico dell OECD,

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il presente documento ha finalità meramente illustrative della tassazione degli interessi e degli altri redditi

Dettagli

POLITICA ANTI-CORRUZIONE DI DANAHER CORPORATION

POLITICA ANTI-CORRUZIONE DI DANAHER CORPORATION I. SCOPO POLITICA ANTI-CORRUZIONE DI DANAHER CORPORATION La corruzione è proibita dalle leggi di quasi tutte le giurisdizioni al mondo. Danaher Corporation ( Danaher ) si impegna a rispettare le leggi

Dettagli

Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale

Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale www.bsp.lu Dicembre 2013 1 Con la Legge 22 marzo 2004, il Lussemburgo si è dotato, di uno strumento legislativo completo che ha

Dettagli

SCHEMA DI DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC del Carso

SCHEMA DI DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC del Carso SCHEMA DI DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC del Carso LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

Circolare N.175 del 27 Novembre 2013

Circolare N.175 del 27 Novembre 2013 Circolare N.175 del 27 Novembre 2013 PMI. Tutte le informazioni per la quotazione in borsa online Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che ABI, AIFI, ASSIREVI, ASSOGESTIONI, ASSOSIM,

Dettagli

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A.

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A. Comunicato Stampa Methorios Capital S.p.A. Approvata la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2013 Acquistato un ulteriore 16,2% del capitale di Astrim S.p.A. Costituzione della controllata Methorios

Dettagli

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010 PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010 approvate dal Consiglio di Amministrazione di Davide Campari-Milano S.p.A. l 11 novembre 2010 e in

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI CASSA RURALE RURALE DI TRENTO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI CASSA RURALE RURALE DI TRENTO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID CASSA RURALE RURALE DI TRENTO Marzo 2014 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

I dati Import-Export. 1 semestre 2014

I dati Import-Export. 1 semestre 2014 I dati Import-Export 1 semestre 2014 Import, Export e bilancia commerciale (valori in euro) Provincia di Mantova, Lombardia e Italia, 1 semestre 2014 (dati provvisori) import 2014 provvisorio export saldo

Dettagli

17 Campionato di Borsa con Denaro Reale Investiment & Trading Cup Edizione 2015

17 Campionato di Borsa con Denaro Reale Investiment & Trading Cup Edizione 2015 17 Campionato di Borsa con Denaro Reale Investiment & Trading Cup Edizione 2015 Il Campionato di Borsa con Denaro Reale, organizzato in collaborazione con Directa Sim, Binck Bank, Finanza on Line Brown

Dettagli

SINTESI DELLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE della Bcc di Flumeri soc. coop.

SINTESI DELLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE della Bcc di Flumeri soc. coop. SINTESI DELLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE della Bcc di Flumeri soc. coop. Revisione del 15/02/11 a seguito circolare ICCREA 62/2010 (Execution Policy di Iccrea Banca aggiornamento della Strategia di trasmissione

Dettagli

Prof. Avv. Giuseppe Cataldi Parere sull incidenza, nell ordinamento italiano, della

Prof. Avv. Giuseppe Cataldi Parere sull incidenza, nell ordinamento italiano, della 1 Parere sull incidenza, nell ordinamento italiano, della sentenza della Corte europea dei diritti dell uomo con la quale la Francia è stata condannata per il divieto legislativo di costituire associazioni

Dettagli

Rapporto esplicativo

Rapporto esplicativo Rapporto esplicativo concernente l approvazione del Protocollo n. 15 recante emendamento alla Convenzione per la salvaguardia dei diritti dell uomo e delle libertà fondamentali 13 agosto 2014 Compendio

Dettagli