Le opportunita per le imprese italiane in Cina

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Le opportunita per le imprese italiane in Cina"

Transcript

1 Le opportunita per le imprese italiane in Cina

2 L assetto costituzionale della Cina La Cina è uno Stato socialista a Partito unico: il Partito Comunista cinese (PCC), fondato nel 1921 e al governo della Cina dal Articolo 1 della Costituzione La Repubblica Popolare Cinese e uno stato socialista diretto dalla classe lavoratrice e basato sull alleanza tra operai e contadini. Articolo 5 della Costituzione.Nessuna organizzazione o individuo puo godere del privilegio di essere al di sopra della Costituzione e della legge Articolo 6 della Costituzione. da ciascuno secondo la sua abilita, a ciascuno secondo il suo lavoro" Articolo 15 della Costituzione Lo Stato pratica l economia socialista di mercato. Lo Stato, in accordo con la legge, proibisce il disturbo dell ordine socio-economico da parte di organizzazioni o individui. 2

3 Le istituzioni più importanti della Cina sono: Le istituzioni della Cina L'Assemblea Nazionale del Popolo (ANP), costituita da 2970 membri (in carica per 5 anni), svolge funzioni legislative. L'ANP si riunisce due volte l'anno nella Grande Sala del Popolo in Piazza Tiananmen. All'ANP appartiene il Comitato Permanente (155 membri) che svolge le prerogative dell ANP quando questa non si riunisce. L'ANP elegge il Presidente della Repubblica: in carica per cinque anni (rinnovabili una sola volta) nomina a sua volta il Premier, i Ministri e gli ambasciatori all'estero. Svolge inoltre le funzioni di ministro degli Esteri. Il Consiglio degli Affari di Stato della Repubblica Popolare Cinese svolge le funzioni governative della nazione, ed è organo amministrativo ed esecutivo supremo. Il Primo Ministro e a capo del Consiglio degli Affari di Stato. Le Corti del potere giudiziario hanno come vertice la Corte Suprema del Popolo. La Comissione Militare Centrale della Repubblica (il cui capo è il Presidente della Repubblica) ha il comando dell'esercito Popolare di Liberazione. 3

4 Carta amministrativa della R.P. Cinese 33 unità amministrative: 23 Province 5 Regioni autonome 4 Municipalità 2 SAR 4

5 Il risveglio della Cina «Lasciate che la Cina dorma, perché quando si sveglierà, il mondo ne verrà scosso» Napoleone Bonaparte, 1812 Siamo di fronte all ascesa di una nuova potenza, ma con una storia e una tradizione millenaria È un paese aperto e integrato con l economia mondiale, anello essenziale della catena produttiva globale Obiettivo dei leader politici cinesi: quadruplicare il PIL del Paese entro 20 anni e portare il benessere anche nelle regioni interne favorendo una più equa distribuzione della ricchezza e la realizzazione di una società armoniosa. 5

6 La più lunga continuità nella storia del genere umano

7 Un passato di potenza economica che ritorna

8 Il nuovo ordine mondiale

9 La Cina nel 1992: La crescita cinese negli ultimi 20 anni Eta media dei lavoratori: 23 Crescita annualdel PIL: 13% Percentuale di lavoratori in imprese nazionali: >60% Posizione a livello mondiale per PIL: 11 La Cina nel 2013: Eta media dei lavoratori: 37 Crescita annua del PIL: 7.2% Percentuale di lavoratori in imprese nazionali : <20% Posizione a livello mondiale per PIL : 2 9

10 Gli investimenti diretti esteri Nel corso degli ultimi anni la Cina è diventata la maggiore area di destinazione di IDE (Investimenti diretti esteri). Le riforme, l entrata nel WTO e la disponibilità di manodopera a basso costo hanno favorito IDE per: 1. trarre vantaggio del basso costo del lavoro, ma anche per 2. realizzare attività di Ricerca e Sviluppo, nonché 3. trarre vantaggio da un grande mercato di consumatori finali. 10

11 Le differenze non durano all infinito Ma non va dimenticato che: Al procedere dello sviluppo economico cinese i salari necessariamente cresceranno. Al procedere dello sviluppo economico cinese le condizioni lavorative miglioreranno. Anche in Cina, nel lungo andare il costo unitario di produzione è destinato ad aumentare. 11

12 . e ora sono le imprese cinesi investono all estero 2004: Lenovo compra la divisione personal computer di IBM per 1,75 miliardi di euro. 2005: la China National Petroleum Corporation compra la Petrokazakhstan (oltre 5 miliardi di euro). 2007: la Linkglobal Logistics Co. compra per 130 milioni di euro l aeroporto di Parchim in Germania. 2007: la China State Investment Company investe circa 3 miliardi di euro per acquistare circa il 10% di Blackstone Group (fondo private equity USA: investimenti nel settore parchi di divertimento). In Italia, gli investimenti piu importanti sono quelli della Changan Automobile Group e Anhui Jinghuai Automobile Group, che hanno creato i propri centri di ricerca e sviluppo e design nel distretto automobilistico piemontese, e quelli della Haier, insediatasi nel distretto varesino degli elettrodomestici.

13 Cina nuova potenza mondiale nell export La Cina nel 2012 ha strappato agli Usa la leadership degli scambi commerciali mondiali. L anno scorso l import-export degli USA è stato di miliardi di dollari, secondo il Dipartimento del commercio. Le importazioni e le esportazioni della Cina, per la dogana cinese, sono state di miliardi di dollari. Pechino ha segnato un avanzo commerciale di 231,1 miliardi di dollari, Washington un deficit di 727,9 miliardi. Era dal 1945 che gli Usa dominavano il commercio mondiale. 13

14 Perché l Italia soffre la concorrenza cinese più di altri Paesi? L Italia è specializzata in settori maturi, tradizionali e ad alta intensità di lavoro: - Prodotti alimentari - Tessile, abbigliamento, calzature, accessori - Prodotti per la casa, idraulica, mobili - Meccanica L Italia soffre di costi di produzione più elevati di quelli cinesi: la conseguenza è la perdita di quote di mercato internazionale nei settori ad alta intensità di lavoro. Al tempo stesso, l Italia non guadagna quote nei settori più avanzati (a differenza della Cina sempre più orientata verso settori innovativi). 14

15 C è davvero un mercato per noi in Cina? Nei prossimi decenni si prevede: - un forte incremento della popolazione urbana - un aumento del reddito pro-capite - l affermazione della Cina come prima potenza economica mondiale - una notevole espansione del ceto medio La Cina diventa un mercato di sbocco potenzialmente molto rilevante per il Made in Italy. Tale scenario è tanto più importante quanto più nel corso dei prossimi anni si verranno a produrre: - riforme volte ad aumentare la crescita dei consumi - programmi di spesa pubblica volti a stimolare la domanda - rafforzamento della moneta cinese 15

16 Il forte incremento della classe media asiatica dal 2009 al

17 Un popolo di giovani ricchi 17

18 Le fortune dell altra meta del cielo Ms. Zhang Yin (Nine Dragon Paper) Le donne imprenditrici piu ricche nel mondo 18

19 Forte incremento del reddito individuale 19

20 Le principali fonti di ricchezza 20

21 La ricchezza si concentra nella zona orientale del Paese 21

22 Ma ora la crescita si sta spostando nelle regioni interne 22

23 I grandi marchi gia vanno alla conquista del West

24 Domanda crescente di beni di consumo Mercato cinese beni di consumo: 97 miliardi USD nel 2013 Posizione: secondo mercato mondiale più grande dopo gli USA Volume delle importazioni dei beni di consumo: tendenza al rialzo CATEGORIE MERCEOLOGICHE F&B: Food & Beverage CE: Elettronica di consumo T&S&G: Giocattoli, Cancelleria HD: Arredo casa FCG: Articoli moda C&B: Cosmetica & Estetica Unità/miliardi di USD

25 Canali diversificati di vendita: piccola e grande distribuzione GDO 35.90% Supermercati 6.92% Grandi magazzini 6.45% Minimarket 6.69% Negozi specializzati 19.73% B2C 22.77%

26 Qualiostacoliper le aziendeesterecheentranonel mercatocinese? Barriere culturali Lingua Marketing Distribuzione Licenze

27 Come ci vedono i cinesi Abbigliamento 39 Cibo e vini Calcio Luoghi ITA 19 paesaggi 13 Arte 5 Cultura Qualità di vita Mare, spiagge Musica Crimine organizz. Cinema Cosa le evoca, cosa le fa venire in mente l Italia? Dati in percentuale Ricerca Istituto Piepoli. 27

28 I prodotti italiani più noti ai cinesi abbigliamento 33 pelletteria 27 scarpe pasta/ salse pizza altro tipo di cibo 10 automobili arredamento accessori moda vino tecnologia arte/ design Quali sono i primi prodotti italiani che le vengono in mente? Dati in percentuale Ricerca Istituto Piepoli. 28

29 I prodotti italiani più desiderati dai cinesi abbigliamento pelletteria scarpe automobili arredamento altro cibo pizza arte/ design access. moda vino pasta/ salse Se non avesse alcun problema di denaro, quali prodotti italiani le piacerebbe acquistare? Dati in percentuale Ricerca Istituto Piepoli. 29

30 Le caratteristiche dei prodotti italiani per i cinesi Design 38 Accuratezza particolari 32 Qualità Durata Status symbol Bellezza 22 Alto prezzo Originalità Fantasia Tra le seguenti, secondo lei, quali sono le caratteristiche principali dei prodotti italiani? Sexy Dati in percentuale Ricerca Istituto Piepoli. 30

31 L opinione dei cinesi sui prodotti italiani Che percezione ha dei prodotti italiani complessivamente? Dati in percentuale Ricerca Istituto Piepoli. 31

32 La minaccia della contraffazione per i prodotti italiani abbigliamento 51 calzature 31 accessori moda 25 oggetti d'arte o design vini 4 4 altro tipo di cibo pasta arredamento Che tipi di prodotti italiani contraffatti le sono stati offerti? Dati in percentuale Ricerca Istituto Piepoli. 32

33 Situazione delle imprese italiane in Cina Investimenti diversificati ma significativi nel tessile e meccanica Presenza in tutto il territorio cinese, specie nelle aree costiere del centro e del sud della Cina Le imprese italiane investono in Cina per: Risparmiare sui costi di produzione Approvvigionarsi e fare controllo di qualità in loco Fornire assistenza e servizi post-vendita al mercato locale Avere una presenza diretta su mercato Riduzione barriere tariffarie 33

34 Beni di consumo Settori di interesse in Cina per le imprese italiane E importante consolidare gli ottimi risultati dei prodotti Made in Italy nelle principali metropoli Occorre anche considerare che ci sono forti potenzialità di mercato nelle città di seconda e terza fascia Beni di lusso Si prospetta nei prossimi anni una crescita intorno al 20-30% annui Cambiano i gusti del consumatore cinese: da marchio come status-symbol a ricerca incentrata su qualità del prodotto ed esclusività Ottime opportunità per il settore calzaturiero, pellettiera, occhialeria, tessile-abbigliamento, oreficeria e gioielleria Beni strumentali Interessanti possibilità di sviluppo per i segmenti a più elevato tasso tecnologico Domanda locale orientata verso macchine utensili, meccanica strumentale, meccanica di precisione, logistica interna e automazione 34

35 Settore energetico Settori di interesse in Cina per le imprese italiane Ingenti investimenti da parte delle autorità governative, data l importanza di approvvigionamento e distribuzione energetica Forte spinta verso le energie rinnovabili Componentistica elettromeccanica e ingegneria possono inserirsi in investimenti per l ammodernamento degli impianti di produzione e distribuzione di energia elettrica Settore tecnologie ambientali Sempre maggiore interesse a settori relativi all ambientale In particolare, depurazione acque, smaltimento rifiuti industriali e rifiuti urbani Attività di design e progettazione prodotti Attività di design e progettazione prodotti sono importanti settori per l Italia vista la sua expertise Opportunità in settori come automotive, tessile-abbigliamento, arredamento, urbanistica e progettazione di edifici 35

36 Settori di interesse in Cina: il settore sanitario La Riforma Sanitaria cinese lanciata nel 2009 sta portando ad importanti investimenti da parte dello Stato nel comparto sanitario Oltre all impegno finanziario si prospettano sforzi a livello di risorse umane e di capacita gestionali Per le aziende italiane questo settore rappresenta una importante possibilità di sviluppo per i segmenti a più elevato tasso tecnologico. Secondo un rapporto pubblicato a inizio 2013 dalla Health News - una pubblicazione affiliata al Ministero della Salute Cinese la grande richiesta di ammodernamento dei dispositivi medici negli ospedali cinesi stimolerà una rapida crescita nel mercato. Di tutti i dispositivi medici, il 60% sono stati installati nella prima metà degli anni 1980, e il 15% negli anni La Cina dovrebbe superare il Giappone come secondo mercato più grande del mondo per i dispositivi medici nei prossimi cinque - sette anni (gli Stati Uniti rimangono il più grande al mondo) e raggiungera il 25% del mercato mondiale entro il

37 Le opzioni per investire in Cina Le opzioni per effetture investimenti stranieri in Cina sono: Ufficio di rappresentanza: puo svolgere solo attivita di marketing, PR, liason per conto della societa straniera che vuole esplorare il mercato cinese Wholly Foreign Owned Entities (WFOE): si tratta di una societa totalmente investita con capitale straniero Joint Ventures: e possibile costituire una Equity (la forma piu diffusa) o una Cooperative joint venture con societa cinesi. Foreign-Invested Commercial Enterprises (FICE): si trattata della forma societaria utilizzata nel settore della distribuzione 37

38 Ufficio di Rappresentanza L Ufficio di Rappresentanza puo svolgere essenzialmente un attivita di liason tra la casa madre all estero e (potenziali) clienti o fornitori cinesi al fine di esplorare e sviluppare il mercato cinese. Si tratta di un rapido ed economico strumento per stabilire una propria presenza in Cina L Ufficio di Rappresentanza viene normalmente utilizzato adlle societa straniere per i seguenti obiettivi: Comprendere meglio il mercato cinese Promuovere i propri prodotti e servizi in Cina Sviluppare una rete di contatti con partner cinesi Esaminare sul campo la fattibilita di un progetto di investimento L Ufficio di Rappresentanza deve necessariamente avere un proprio ufficio in locazione, puo assumere personale locale o espatriato e deve avere un Chief Representative. 38

39 La societa interamente a capitale straniero Wholly Foreign Owned Enterprises (WFOE) e una societa a responsabilita limitata di diritto cinese ma interamente investita con capitale straniero. Vantaggi della WFOE: Gli azionisti possono essere al 100% soggetti stranieri. Gli azionisti possono decidere come utilizzare i profitti ed eventualmente possono reimpatriarli Non avendo soci locali, gli azionisti della WFOE hanno un maggiore controllo su: Informazioni riservate, segreti aziendali, know how tecnologico Diritti di proprieta intellettuale Maggiore flassibilita nel decidere la sede della societa : A differenza delle Joint Venture che spesso hanno la loro sede presso la stessa citta del partner cinese. 39

40 La costituzione di una WFOE Le fasi per la costituzione di una WFOE sono a grandi linee le seguenti: presentazione della domanda con indicazioni sull investitore, sul settore di attività, sul capitale, sull impatto ambientale ecc. predisposizione di documenti: studio di fattibilità, statuto e composizione di organi societari, contratto di locazione, ecc. il MOFCOM ha 90 giorni per esprimersi durante i 30 giorni successivi l autorizzazione del MOFCOM, è necessario fare domanda al SAIC per richiedere la business license il giorno di emissione di quest ultima risulta quello di costituzione della società 30 giorni dopo la costituzione della societa si devono completare tutte le registrazioni successive (ufficio tasse, statistiche, ecc.). 40

41 La Joint Venture La Joint Venture è una società cinese a responsabilità limitata nella quale un partner straniero (o più) detiene una quota del capitale, di norma, almeno il 25% del capitale sociale. Il capitale deve essere adeguato al volume d affari dichiarato, cioè in linea con il feasibility study. Le procedure di costituzione sono analoghe alla WFOE. I soci possono conferire il capitale sociale in contanti o in natura (diritti di proprietà industriale, beni immobili, attrezzature, ecc.). I profitti vengono ripartiti tra i soci secondo le quote di partecipazione al capitale sociale. La responsabilità della JV è limitata al proprio capitale sociale. 41

42 Le societa per operare nella distribuzione (FICE) Le Foreign-Invested Commercial Enterprise (FICE) sono societa a responsabilita limitata che possono svolgere in Cina attivita di distribuzione: - vendita al dettaglio: vendita diretta ai consumatori - vendita all'ingrosso: vendita alle imprese del settore - distribuzione sulla base di contratti di agenzie (commission agency, broker, vendita all'asta) - franchising: concessione ad altri, dietro corrispettivo, dell uso del proprio marchio e know-how. Per quanto riguarda l Import/Export, le FICE sono autorizzate automaticamente ad effettuare acquisti e vendite di beni al fuori della Cina, senza bisogno di richiedere la licenza di import-export

43 La tassazione delle imprese in Cina In Cina, le principali imposte e tasse che gravano sulle imprese straniere sono: - la Corporate Income Tax - CIT - la Value Added Tax VAT (corrispondente all IVA italiana) - la Business Tax L attuale regime fiscale e il risultato della riforma che ha unificato l aliquota delle imprese locali e delle Foreign Invested Enterprises (FIE) ovvero l Enterprise Income Tax Law del 2007 in vigore dal gennaio L Enterprise Income Tax Law ha introdotto un aliquota del 10% sui dividendi distribuiti dalle FIE agli investitori stranieri, salvo diversa previsione negli accordi bilaterali tra gli Stati 43

44 La Corporate Income Tax La Corporate Income Tax (con aliquota standard del 25%) e una imposta sui profitti di impresa ed e applicata sul reddito imponibile della societa ovvero il reddito lordo conseguito nell anno fiscale a cui viene detratto il reddito non imponibile, le altre detrazioni consentite e l ammontare delle perdite dei precedenti 5 anni. La Corporate Income Tax deve essere prepagata su base mensile o trimestrale, tramite presentazione alle autorita fiscali di una dichiarazione sull ammontare dovuto. Un conguaglio rispetto al totale della tassa prepagata su base annua deve essere effettuato entro il mese di maggio dell anno successivo. 44

45 Le agevolazioni fiscali Dall inizio del 2008 e stato abolito il trattamento preferenziale per le FIE; tuttavia, per attirare investitori stranieri in determinati settori strategici, ci sono incentivi fiscali per progetti nei settori della protezione ambientale, dello sviluppo dell'agricoltura, della conservazione delle risorse idriche e dell alta tecnologia. Le FIE nei settori dell'alta tecnologia possono beneficiare della riduzione al 15% dell aliquota della Corporate Income Tax: occorre presentare domanda alla Science and Technology Commission; se la richiesta viene accolta l impresa otterra il rimborso di tutte le tasse pagate in eccesso rispetto all aliquota ridotta. Altri incentivi fiscali sono inoltre riconosciuti in alcune Zone Economiche Speciali e nelle regioni meno sviluppate dell'ovest. 45

46 La VAT La Value Added Tax - VAT, ovvero l imposta sul valore aggiunto (IVA), e la tassa sui consumi calcolata sul valore aggiunto nel corso della produzione di merci, vendita e fornitura di servizi tassabili. In Cina, i contribuenti IVA sono divisi in due tipologie: 1) contribuenti di piccola dimensione sono quelli senza un complesso sistema di contabilità e di revisione contabile, il cui valore imponibile delle vendite è inferiore a RMB (in caso di produzione di beni o prestazione di servizi) oppure a RMB (per il commercio al dettaglio o all'ingrosso); 2) contribuenti generali sono le imprese con un valore imponibile delle vendite annuali superiore a quello dei contribuenti di piccola dimensione. 46

47 La VAT La VAT e del 3% per i contribuenti di piccola dimensione, del 13% per i contribuenti generali che vendono o importano cereali, gas, petrolio, giornali, libri e prodotti agricoli e del 17% per gli altri contribuenti generali. I contribuenti devono emettere fatture predisposte secondo modelli prestabiliti stampati acquistati. all autorita fiscale, dalla quale devono essere Il contribuente e tenuto a pagare la VAT, a cui però e possibile detrarre il cosiddetto Recover Input Tax, ovvero la VAT pagata sull acquisto di materie prime e su determinati costi fissi. La VAT sui prodotti in esportazione e rimborsabile in modo totale o parziale a seconda del tipo di prodotto e alle politiche economiche. 47

48 La Business Tax La Business Tax e una tassa indiretta complementare alla VAT: si applica a quei servizi esclusi dal pagamento della VAT, ai trasferimenti di proprietà immobiliare e alla vendita di immobilizzazioni immateriali. La Business Tax e calcolata sul fatturato d impresa con percentuali variabili in base al tipo di servizio: - trasporto, edilizia, poste e comunicazioni, cultura e sport: 3%; - assicurazione, finanza, servizi, trasferimento di proprietà immobiliare e vendita di immobilizzazioni immateriali, consulenza: 5%. Sono previste esenzioni particolari per i trasferimenti di tecnologia, per lo sviluppo tecnologico, per i servizi di consulenza tecnica. 48

49 La tutela dei Marchi In Cina, la registrazione dei marchi può essere ottenuta: - per via nazionale, con deposito della domanda presso il Trade Mark Office (presso SAIC); oppure - utilizzando il Sistema di Madrid (Accordo e Protocollo) per la registrazione dei Marchi Internazionali. Nel deposito delle domande, i prodotti / servizi devono essere indicati secondo la Classificazione di Nizza del 1957 (ma in Cina ogni Classe e suddivisa in ulteriori sottoclassi). La durata delle registrazioni è di 10 anni dalla data di registrazione ed è rinnovabile per periodi di 10 anni senza limiti. L'uso non deve essere interrotto per periodi superiori a 3 anni, pena decadenza. 49

50 Invenzioni, modelli d utilità e disegni industriali In Cina possono essere brevettate le invenzioni, i modelli d utilità e i disegni industriali: - la legge cinese definisce l invenzione come qualunque nuova soluzione tecnica che riguardi un prodotto o un processo (durata della registrazione: 20 anni) - un modello d utilità è qualunque nuova soluzione tecnica atta ad avere un uso pratico ed a migliorare il funzionamento o la struttura di un prodotto (durata della registrazione : 10 anni) - un disegno industriale riguarda una nuova forma, colore o schema/modello di un prodotto (durata della registrazione : 10 anni) 50

51 La comunicazione con i cinesi Meglio evitare un rifiuto diretto (considerato poco educato) ma argomentare eventuali risposte negative con adeguate giustificazioni. Se un cinese afferma non ci sono grossi problemi, in realta vuole sottolineare che ci sono ancora dei problemi da affrontare. Prima di iniziare una riunione di lavoro, meglio dedicare qualche minuto ad una conversazione informale che favorisca un clima disteso e amichevole. Nell effettuare le presentazioni, i cinesi utilizzano prima il cognome e poi la posizione ufficiale ricoperta all interno della società (per esempio, Wang Jing Li significa Manager Wang ). 51

52 Le presentazioni e i momenti conviviali E molto importante offrire il proprio bigliettino da visita e manifestare interesse per il bigliettino da visita offerto dall interlocutore. E sufficiente una stretta di mano, meglio evitare atteggiamenti troppo confidenziali (abbracci, pacche sulle spalle) durante il primo incontro. Le relazioni professionali comportano spesso momenti conviviali che favoriscano l instaurazione reciproca fiducia e stima. Non bisogna sottovalutare l importanza della cultura del bere in Cina e partecipare con entusiasmo ai numerosi brindisi (accompagnati dall invito ganbei, che letteralmente vuol dire lasciare asciutto il bicchiere ). 52

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI QUADRO MACROECONOMICO IMPORT-EXPORT PAESI BASSI Il positivo quadro macroeconomico dei Paesi Bassi é confermato dagli indicatori economici pubblicati per il 2007. Di fatto l economia dei Paesi Bassi sta

Dettagli

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA I DESTINATION CENTER I Destination Center COS è UN DESTINATION CENTER? SHOPPING SPORT DIVERTIMENTO Un Destination Center e una combinazione di aree tematiche,

Dettagli

LA CARTA DEGLI INVESTIMENTI

LA CARTA DEGLI INVESTIMENTI LA CARTA DEGLI INVESTIMENTI Articolo 1 Son fissati, conformemente alle disposizioni del secondo alinea dell art. 45 della Costituzione, gli obiettivi fondamentali dell azione delo Stato, per i prossimi

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

LOTTA A CONTRAFFAZIONE

LOTTA A CONTRAFFAZIONE LOTTA A CONTRAFFAZIONE ED ABUSIVISMO COMPRI FALSO? MA LO SAI CHE VADEMECUM2012 FEDERAZIONEMODAITALIA Via Durini, 14 20122 Milano www.federazionemodaitalia.it COMPRI FALSO? MA LO SAI CHE 1. Chi produce

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

IMPORTARE IN AUSTRALIA

IMPORTARE IN AUSTRALIA IMPORTARE IN AUSTRALIA Superficie Popolazione Densità di Popolaz. Lingua Ufficiale Religione Unità Monetaria Forma Istituzionale Capitale 7,617,930 kmq 23,530,708 (luglio 2014)) 2.9 ab/kmq Inglese Cristiani

Dettagli

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006 CIRCOLARE N. 37/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 29 dicembre 2006 OGGETTO: IVA Applicazione del sistema del reverse-charge nel settore dell edilizia. Articolo 1, comma 44, della legge

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

L IMPRESA: OBIETTIVI E CONTESTO

L IMPRESA: OBIETTIVI E CONTESTO DISPENSA 1 Economia ed Organizzazione Aziendale L IMPRESA: OBIETTIVI E CONTESTO - Parte I - Indice Impresa: definizioni e tipologie Proprietà e controllo Impresa: natura giuridica Sistema economico: consumatori,

Dettagli

Approccio al Mercato. - Brasile. A cura di Bruno Aloi Ufficio Brasile

Approccio al Mercato. - Brasile. A cura di Bruno Aloi Ufficio Brasile Approccio al Mercato - Brasile A cura di Bruno Aloi Ufficio Brasile 1 Brasile 6ª economia mondiale, previsione di 2,1% di crescita nel 2012. Mercato consumatore in crescita: 30 millioni sono entrati nella

Dettagli

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update MERCATO MONDIALE DEI BENI DI LUSSO: TERZO ANNO CONSECUTIVO DI CRESCITA A DUE CIFRE. SUPERATI I 200 MILIARDI DI EURO NEL 2012 Il mercato del

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna Cos è e come si costituisce una cooperativa Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna 1 Che cos è una cooperativa un'associazione autonoma di persone che si uniscono volontariamente per soddisfare i propri

Dettagli

L azienda e la sua gestione P R O F. S A R T I R A N A

L azienda e la sua gestione P R O F. S A R T I R A N A L azienda e la sua gestione P R O F. S A R T I R A N A L azienda può essere considerata come: Un insieme organizzato di beni e persone che svolgono attività economiche stabili e coordinate allo scopo di

Dettagli

Il REGIME FISCALE DEGLI STATI UNITI

Il REGIME FISCALE DEGLI STATI UNITI Il REGIME FISCALE DEGLI STATI UNITI Introduzione L imposta sul reddito delle persone fisiche Residenza Fiscale Aliquote 2004 L imposta sul reddito delle persone giuridiche (corporate tax) Aliquote 2004

Dettagli

I vantaggi dell efficienza energetica

I vantaggi dell efficienza energetica Introduzione Migliorare l efficienza energetica (EE) può produrre vantaggi a tutti i livelli dell economia e della società: individuale (persone fisiche, famiglie e imprese); settoriale (nei singoli settori

Dettagli

Acquisizione Palazzo cielo/terra, Lipsia (Germania)

Acquisizione Palazzo cielo/terra, Lipsia (Germania) Acquisizione Palazzo cielo/terra, Lipsia (Germania) Business Plan KIG RE - DIOMA Valore acquisizioni immobiliari, gestione, sviluppo e ricollocazione assets immobiliari della società veicolo di investimento

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

Nuova edizione della Guida all Import-Export del Tessile-Abbigliamento-Moda

Nuova edizione della Guida all Import-Export del Tessile-Abbigliamento-Moda COMUNICATO STAMPA Nuova edizione della Guida all Import-Export del Tessile-Abbigliamento-Moda Al convegno L Italian Style nei paesi emergenti: mito o realtà? - Russia, India e Cina - presentata la quarta

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 Nel 2013 ingresso in 11 startup, di cui 6 startup innovative, una cessione, una

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

IMU: analisi dei versamenti 2012

IMU: analisi dei versamenti 2012 IMU: analisi dei versamenti 2012 1. Analisi dei versamenti complessivi I versamenti IMU totali aggiornati alle deleghe del 25 gennaio 2013 ammontano a circa 23,7 miliardi di euro, di cui 9,9 miliardi di

Dettagli

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI Risorse energetiche e struttura del mercato L Italia produce piccoli volumi di gas naturale

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi Il nuovo regime forfettario previsto dalla legge di stabilità per il 2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con la

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 12 ottobre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Aumento dell aliquota IVA ordinaria dal 20 al 21 per cento - Articolo 2, commi da 2-bis a 2-quater, decreto legge 13 agosto

Dettagli

IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse

IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse CICLO DI SEMINARI febbraio/maggio 2008 IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse CICLO DI SEMINARI IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse 26 febbraio PRESUPPOSTI

Dettagli

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI Agevolazioni all acquisto L acquisto di un montascale a poltroncina, a piattaforma e di una piattaforma elevatrice per l utilizzo in abitazioni

Dettagli

CHECK UP 2012 La competitività dell agroalimentare italiano

CHECK UP 2012 La competitività dell agroalimentare italiano Rapporto annuale ISMEA Rapporto annuale 2012 5. La catena del valore IN SINTESI La catena del valore elaborata dall Ismea ha il fine di quantificare la suddivisione del valore dei beni prodotti dal settore

Dettagli

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto Gentile Cliente, il momento storico della fine del Conto Energia in Italia è arrivato lo scorso 6 luglio ed ha rappresentato un punto di svolta per tutti gli operatori del solare. La tanto discussa grid

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

L azienda e le funzioni aziendali

L azienda e le funzioni aziendali UDA 5 TEMA 3 L operatore impresa L azienda e le funzioni aziendali a cura di Lidia Sorrentino Il concetto di azienda. Per soddisfare i propri bisogni, fin dall antichità l uomo si è associato con altre

Dettagli

LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA. Silva Marzetti

LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA. Silva Marzetti L EUROPA E LE RISORSE AMBIENTALI, ENERGETICHE E ALIMENTARI BOLOGNA, 16 MARZO 2015 LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA Silva Marzetti Scuola di Economia, Management e Statistica Università

Dettagli

10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA

10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA 10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA 10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA L Italia è in crisi, una crisi profonda nonostante i timidi segnali di ripresa del Pil. Ma non è un paese senza futuro. Dobbiamo

Dettagli

S T U D I O L E G A L E M I S U R A C A - A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i L a w F i r m i n I t a l y

S T U D I O L E G A L E M I S U R A C A - A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i L a w F i r m i n I t a l y QATAR DISCIPLINA IMPORT EXPORT IN QATAR di Avv. Francesco Misuraca Regole dell import-export in Qatar Licenza d importazione, iscrizione nel Registro Importatori, altre regole La legge doganale del Qatar,

Dettagli

Caratteristiche del Fondo

Caratteristiche del Fondo Caratteristiche del Fondo EQUI MEDITERRANEO FUND e un fondo costituito sotto forma di SICAV SIF ed è un comparto dedicato della piattaforma EQUI SICAV - SIF, una Società a capitale Variabile Lussemburghese

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

Stima degli impatti sull economia italiana derivanti dall accordo di libero scambio USA-UE

Stima degli impatti sull economia italiana derivanti dall accordo di libero scambio USA-UE Stima degli impatti sull economia italiana derivanti dall accordo di libero scambio USA-UE giugno 2013 Il presente rapporto è stato elaborato con le informazioni disponibili al 14 giugno 2013 da: Giulia

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

Governance e performance nei servizi pubblici locali

Governance e performance nei servizi pubblici locali Governance e performance nei servizi pubblici locali Anna Menozzi Lecce, 26 aprile 2007 Università degli studi del Salento Master PIT 9.4 in Analisi dei mercati e sviluppo locale Modulo M7 Economia dei

Dettagli

ITALIA E GERMANIA DATI ECONOMICI A CONFRONTO

ITALIA E GERMANIA DATI ECONOMICI A CONFRONTO AMBASCIATA D ITALIA BERLINO ITALIA E GERMANIA DATI ECONOMICI A CONFRONTO PRINCIPALI DATI MACROECONOMICI (Fonti: Istat, Destatis, Ministero federale delle Finanze, Ministero Economia e Finanze, Ministero

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

Lezione Le Formule Gestionali delle Imprese Alberghiere a.a. 2008/09

Lezione Le Formule Gestionali delle Imprese Alberghiere a.a. 2008/09 Università degli Studi di Roma Tor Vergata Facoltà di Lettere e Filosofia Lezione Le Formule Gestionali delle Imprese Alberghiere a.a. 2008/09 Prof.ssa Claudia M. Golinelli Relazioni tra proprietà, gestione

Dettagli

LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI

LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI Tratto dalla rivista IPSOA Pratica Fiscale e Professionale n. 8 del 25 febbraio 2008 A cura di Marco Peirolo Gruppo di studio Eutekne L

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE VISTO l art. 1, comma 639 della Legge 27 dicembre 2013, n. 147, che ha istituito, a decorrere dal 1 gennaio 2014, l imposta

Dettagli

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI Si esamina il trattamento dei benefici concessi a dipendenti, collaboratori e amministratori - collaboratori. I fringe benefits costituiscono la parte della

Dettagli

La revisione dell accertamento doganale

La revisione dell accertamento doganale Adempimenti La revisione dell accertamento doganale di Marina Zanga L accertamento doganale delle merci L accertamento delle merci dichiarate in dogana nell ambito delle operazioni di import/ export da

Dettagli

L apertura di una economia ha 3 dimensioni

L apertura di una economia ha 3 dimensioni Lezione 19 (BAG cap. 6.1 e 6.3 e 18.1-18.4) Il mercato dei beni in economia aperta: moltiplicatore politica fiscale e deprezzamento Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Università di Pavia Economia

Dettagli

AGE.AGEDC001.REGISTRO UFFICIALE.0136693.19-11-2013-U

AGE.AGEDC001.REGISTRO UFFICIALE.0136693.19-11-2013-U COMUNICAZIONE POLIVALENTE (Comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini IVA (art. 21 decreto legge n. 78/2010) - Comunicazione delle operazioni legate al turismo effettuate in contanti in deroga all

Dettagli

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi Redditi diversi Redditi diversi - art. 67 Sono redditi diversi se non costituiscono redditi di capitale, ovvero se non sono conseguiti nell esercizio di arti e professioni o di imprese commerciali, o da

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate

Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Informativa ONB Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate INDICE 1 Premessa... 2 2 Soggetti beneficiari... 2 3 Ambito oggettivo

Dettagli

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL REGNO DEL MAROCCO SULLA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL REGNO DEL MAROCCO SULLA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL REGNO DEL MAROCCO SULLA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI Il Governo della Repubblica Italiana ed il Governo del Regno del Marocco (qui

Dettagli

CIRCOLARE N. 12/E. Roma, 19 febbraio 2008

CIRCOLARE N. 12/E. Roma, 19 febbraio 2008 CIRCOLARE N. 12/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 19 febbraio 2008 OGGETTO: Profili interpretativi emersi nel corso della manifestazione Telefisco 2008 del 29 Gennaio 2008 e risposte ad

Dettagli

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari INTERSCAMBIO USA - Mondo 2011 2012 Var. IMPORT USA dal Mondo 508.850 552.432 8,56% EXPORT USA verso il Mondo 351.109 381.471 8,65% Saldo Commerciale - 157.741-170.961 INTERSCAMBIO USA - Unione Europea

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 24.12.2013 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 352/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (UE) N. 1407/2013 DELLA COMMISSIONE del 18 dicembre 2013 relativo all applicazione degli articoli

Dettagli

La Normativa del Lavoro in Cina

La Normativa del Lavoro in Cina La Normativa del Lavoro in Cina di Giovanni Pisacane g.pisacane@greatwayadvisory.com www.greatwaylimited.com Corriere Asia Publishing Ltd. www.corriereasia.com quaderni e approfondimenti LA NORMATIVA DEL

Dettagli

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC?

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC? La PAC che verrà: Smart change or business as usual? La posizione ufficiale IFOAM EU sulla prossima riforma PAC 2014 2020 Alessandro Triantafyllidis, IFOAM EU Group Siamo a metà dell attuale periodo di

Dettagli

Il nuovo bilancio consolidato IFRS

Il nuovo bilancio consolidato IFRS S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Il nuovo bilancio consolidato IFRS La nuova informativa secondo IFRS 12 e le modifiche allo IAS 27 (Bilancio separato) e IAS 28 (Valutazione delle partecipazioni

Dettagli

= Circolare n. 9/2013

= Circolare n. 9/2013 = Scadenze + 27 dicembre + Invio degli elenchi INTRA- STAT mensili versamento acconto IVA mediante Mod. F24 + 30 dicembre + Stampa dei libri contabili dell'anno 2012 (libro giornale, registri IVA, libro

Dettagli

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli Le migliori condizioni per il suo patrimonio 2-3 Sommario 01 Il nostro modello dei prezzi 4 02 La nostra gestione patrimoniale 5 03 La

Dettagli

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA COMUNICAZIONE

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA COMUNICAZIONE MOD.COM 3 Al Comune di * ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA copia per il Comune COMUNICAZIONE Ai sensi del D.L.vo 114/1998 (artt.10 comma 5 e 26 comma 5), il sottoscritto

Dettagli

STUDIO DI SETTORE SM43U

STUDIO DI SETTORE SM43U ALLEGATO 3 NOTA TECNICA E METODOLOGICA STUDIO DI SETTORE SM43U NOTA TECNICA E METODOLOGICA CRITERI PER LA COSTRUZIONE DELLO STUDIO DI SETTORE Di seguito vengono esposti i criteri seguiti per la costruzione

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

Veneto. Interscambio commerciale con il Kazakhstan

Veneto. Interscambio commerciale con il Kazakhstan Veneto. Interscambio commerciale con il Kazakhstan Gian Angelo Bellati Segretario Generale Unioncamere Veneto Inaugurazione Consolato Onorario della Repubblica del Kazakhstan 29 gennaio 2013 Venezia www.unioncamereveneto.it

Dettagli

LA VALUTAZIONE ECONOMICA DEL PORTAFOGLIO BREVETTUALE

LA VALUTAZIONE ECONOMICA DEL PORTAFOGLIO BREVETTUALE LA VALUTAZIONE ECONOMICA DEL PORTAFOGLIO BREVETTUALE Prof. MARCO GIULIANI Docente di Economia Aziendale Università Politecnica delle Marche Socio LIVE m.giuliani@univpm.it Jesi, 11 ottobre 2013 1 Prime

Dettagli

Risk management come opportunità per un nuovo welfare

Risk management come opportunità per un nuovo welfare Risk management come opportunità per un nuovo welfare Il contesto economico e sociale in cui operano i comitati Uisp condiziona la loro attività mettendoli di fronte a criticità di natura organizzativa,

Dettagli

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti L incontro annuale su: Mercati dei Titoli di Stato e gestione del Debito Pubblico nei Paesi Emergenti è organizzato con il patrocinio del Gruppo di lavoro sulla gestione del debito pubblico dell OECD,

Dettagli

SOCIETA COOPERATIVE TRA PROFESSIONISTI: ASPETTI FISCALI. Bologna, 22 luglio 2014

SOCIETA COOPERATIVE TRA PROFESSIONISTI: ASPETTI FISCALI. Bologna, 22 luglio 2014 SOCIETA COOPERATIVE TRA PROFESSIONISTI: ASPETTI FISCALI Bologna, 22 luglio 2014 INQUADRAMENTO NORMATIVO FISCALE La nuova disciplina sulle società tra professionisti non contiene alcuna norma in merito

Dettagli

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%)

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%) Deloitte Italy Spa Via Tortona 25 20144 Milano Tel: +39 02 83326111 www.deloitte.it Contatti Barbara Tagliaferri Ufficio Stampa Deloitte Tel: +39 02 83326141 Email: btagliaferri@deloitte.it Marco Lastrico

Dettagli

SCIA-SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA

SCIA-SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA MOD. COM 3 SCIA-SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO: MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA Al SUAP Ai sensi del D. L.vo 114/98, D. L.vo 59/10 e L. 122/10 Il sottoscritto

Dettagli

BOLLO ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO - MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE

BOLLO ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO - MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE MOD.COM 2 BOLLO copia per il Comune ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO - MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE Al Comune di * Ai sensi del D.L.vo 114/1998 (artt. 8,9,10, comma 5),

Dettagli

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2.

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. aziende collettive, quando il soggetto giuridico è costituito

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica Alessandro Clerici Presidente FAST e Presidente Onorario WEC Italia Premessa La popolazione mondiale è ora di 6,7 miliardi

Dettagli

GAM. I nostri servizi di società di gestione

GAM. I nostri servizi di società di gestione GAM I nostri servizi di società di gestione Una partnership con GAM assicura i seguenti vantaggi: Forniamo sostanza e servizi di società di gestione in Lussemburgo Offriamo servizi di alta qualità abbinati

Dettagli

CREARE VALORE CONDIVISO PER FAR CRESCERE L'ITALIA

CREARE VALORE CONDIVISO PER FAR CRESCERE L'ITALIA CREARE VALORE CONDIVISO PER FAR CRESCERE L'ITALIA IL RUOLO STRATEGICO DELLE AZIENDE COME ACCELERATORI DEL SISTEMA ECONOMICO E DELL OCCUPAZIONE: IL CASO " LA CREAZIONE DI VALORE CONDIVISO SI FOCALIZZA SULL

Dettagli

Dov è andata a finire l inflazione?

Dov è andata a finire l inflazione? 24 novembre 2001 Dov è andata a finire l inflazione? Sono oramai parecchi anni (dai primi anni 90) che la massa monetaria mondiale cresce ininterrottamente dell 8% all anno nel mondo occidentale con punte

Dettagli

Autorità per l energia elettrica il gas e il sistema idrico

Autorità per l energia elettrica il gas e il sistema idrico Autorità per l energia elettrica il gas e il sistema idrico COMUNICATO Energia: da aprile ancora in calo la bolletta elettricità, -1,1%, e forte riduzione per il gas -4,0% sull anno risparmi per 75 euro

Dettagli

L applicazione dell IVA agevolata del 10% per le opere di MANUTENZIONE ORDINARIA E MANUTENZIONE STRAORDINARIA

L applicazione dell IVA agevolata del 10% per le opere di MANUTENZIONE ORDINARIA E MANUTENZIONE STRAORDINARIA Studio Tecnico Geometri SAPINO Giuseppe e PEDERZANI Fabio Via Pollano, 26 12033 MORETTA (CN) - tel. 0172.94169 fax 172.917563 mail: gsapino@geosaped.com fpederzani@geosaped.com P.E.C.: giuseppe.sapino@geopec.it

Dettagli

UMBRIA Import - Export. caratteri e dinamiche 2008-2014

UMBRIA Import - Export. caratteri e dinamiche 2008-2014 UMBRIA Import - Export caratteri e dinamiche 2008-2014 ROADSHOW PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE ITALIA PER LE IMPRESE Perugia, 18 dicembre 2014 1 Le imprese esportatrici umbre In questa sezione viene proposto

Dettagli

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego DECRETO 28 maggio 2001, n.295 Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego Capo I Art. 1 Definizioni 1. Nel presente regolamento l'espressione: a)

Dettagli

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP FIAMP FEDERAZIONE ITALIANA DELL ACCESSORIO MODA E PERSONA AIMPES ASSOCIAZIONE ITALIANA MANIFATTURIERI PELLI E SUCCEDANEI ANCI ASSOCIAZIONE NAZIONALE CALZATURIFICI ITALIANI ANFAO ASSOCIAZIONE NAZIONALE

Dettagli

1. non intraprendere trattative di affari con operatori senza prima aver raccolto informazioni sull esistenza e l affidabilita della controparte;

1. non intraprendere trattative di affari con operatori senza prima aver raccolto informazioni sull esistenza e l affidabilita della controparte; CAUTELE NELLE TRATTATIVE CON OPERATORI CINESI La Cina rappresenta in genere un partner commerciale ottimo ed affidabile come dimostrato dagli straordinari dati di interscambio di questo Paese con il resto

Dettagli

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE STATUTO L Associazione denominata CORILA - Consorzio per il coordinamento delle ricerche inerenti al sistema lagunare di Venezia, è costituita ai sensi degli artt. 14

Dettagli

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02 Impar a il tr ading da i m aestr i Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale Cos'è l'analisi Fondamentale? L'analisi fondamentale esamina gli eventi che potrebbero influenzare il valore

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

Lo scopo dell IFAD. Dove lavoriamo 1. Come lavoriamo

Lo scopo dell IFAD. Dove lavoriamo 1. Come lavoriamo L IFAD in breve Lo scopo dell IFAD La finalità del Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo (IFAD) è mettere le popolazioni rurali povere in condizione di raggiungere una maggiore sicurezza alimentare,

Dettagli

FINANZIAMENTI IMPORT IN EURO

FINANZIAMENTI IMPORT IN EURO Data release 1/07/2014 N release 0009 Pagina 1 di 6 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione Sede legale: BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini S.p.A. P.za Ferrari 15 47921 Rimini Nr. di iscriz. Albo

Dettagli

REGIME FORFETARIO 2015

REGIME FORFETARIO 2015 OGGETTO: Circolare 4.2015 Seregno, 19 gennaio 2015 REGIME FORFETARIO 2015 La Legge di Stabilità 2015, L. 190/2014 articolo 1 commi da 54 a 89, ha introdotto a partire dal 2015 un nuovo regime forfetario

Dettagli

Adempimenti fiscali nel fallimento

Adempimenti fiscali nel fallimento ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI DI LECCO Adempimenti fiscali nel fallimento A cura della Commissione di studio in materia fallimentare e concorsuale Febbraio 2011 INDICE 1. Apertura

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

FOCUS CINA SPEDIZIONI E SOLUZIONI LOGISTICHE PER IL MERCATO CINESE

FOCUS CINA SPEDIZIONI E SOLUZIONI LOGISTICHE PER IL MERCATO CINESE FOCUS CINA SPEDIZIONI E SOLUZIONI LOGISTICHE PER IL MERCATO CINESE TUVIA IN CINA Il Gruppo TUVIA è presente in Cina dal 2008 con uffici diretti a Shanghai, Pechino e Hong Kong. PECHINO Oltre alle filiali,

Dettagli

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI di Giulia Caminiti Sommario: 1. Premessa. 2. La politica di coesione. 3. Fondi a gestione diretta. 4. Fondi a gestione indiretta. 5. Conclusioni.

Dettagli