Le opportunita per le imprese italiane in Cina

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Le opportunita per le imprese italiane in Cina"

Transcript

1 Le opportunita per le imprese italiane in Cina

2 L assetto costituzionale della Cina La Cina è uno Stato socialista a Partito unico: il Partito Comunista cinese (PCC), fondato nel 1921 e al governo della Cina dal Articolo 1 della Costituzione La Repubblica Popolare Cinese e uno stato socialista diretto dalla classe lavoratrice e basato sull alleanza tra operai e contadini. Articolo 5 della Costituzione.Nessuna organizzazione o individuo puo godere del privilegio di essere al di sopra della Costituzione e della legge Articolo 6 della Costituzione. da ciascuno secondo la sua abilita, a ciascuno secondo il suo lavoro" Articolo 15 della Costituzione Lo Stato pratica l economia socialista di mercato. Lo Stato, in accordo con la legge, proibisce il disturbo dell ordine socio-economico da parte di organizzazioni o individui. 2

3 Le istituzioni più importanti della Cina sono: Le istituzioni della Cina L'Assemblea Nazionale del Popolo (ANP), costituita da 2970 membri (in carica per 5 anni), svolge funzioni legislative. L'ANP si riunisce due volte l'anno nella Grande Sala del Popolo in Piazza Tiananmen. All'ANP appartiene il Comitato Permanente (155 membri) che svolge le prerogative dell ANP quando questa non si riunisce. L'ANP elegge il Presidente della Repubblica: in carica per cinque anni (rinnovabili una sola volta) nomina a sua volta il Premier, i Ministri e gli ambasciatori all'estero. Svolge inoltre le funzioni di ministro degli Esteri. Il Consiglio degli Affari di Stato della Repubblica Popolare Cinese svolge le funzioni governative della nazione, ed è organo amministrativo ed esecutivo supremo. Il Primo Ministro e a capo del Consiglio degli Affari di Stato. Le Corti del potere giudiziario hanno come vertice la Corte Suprema del Popolo. La Comissione Militare Centrale della Repubblica (il cui capo è il Presidente della Repubblica) ha il comando dell'esercito Popolare di Liberazione. 3

4 Carta amministrativa della R.P. Cinese 33 unità amministrative: 23 Province 5 Regioni autonome 4 Municipalità 2 SAR 4

5 Il risveglio della Cina «Lasciate che la Cina dorma, perché quando si sveglierà, il mondo ne verrà scosso» Napoleone Bonaparte, 1812 Siamo di fronte all ascesa di una nuova potenza, ma con una storia e una tradizione millenaria È un paese aperto e integrato con l economia mondiale, anello essenziale della catena produttiva globale Obiettivo dei leader politici cinesi: quadruplicare il PIL del Paese entro 20 anni e portare il benessere anche nelle regioni interne favorendo una più equa distribuzione della ricchezza e la realizzazione di una società armoniosa. 5

6 La più lunga continuità nella storia del genere umano

7 Un passato di potenza economica che ritorna

8 Il nuovo ordine mondiale

9 La Cina nel 1992: La crescita cinese negli ultimi 20 anni Eta media dei lavoratori: 23 Crescita annualdel PIL: 13% Percentuale di lavoratori in imprese nazionali: >60% Posizione a livello mondiale per PIL: 11 La Cina nel 2013: Eta media dei lavoratori: 37 Crescita annua del PIL: 7.2% Percentuale di lavoratori in imprese nazionali : <20% Posizione a livello mondiale per PIL : 2 9

10 Gli investimenti diretti esteri Nel corso degli ultimi anni la Cina è diventata la maggiore area di destinazione di IDE (Investimenti diretti esteri). Le riforme, l entrata nel WTO e la disponibilità di manodopera a basso costo hanno favorito IDE per: 1. trarre vantaggio del basso costo del lavoro, ma anche per 2. realizzare attività di Ricerca e Sviluppo, nonché 3. trarre vantaggio da un grande mercato di consumatori finali. 10

11 Le differenze non durano all infinito Ma non va dimenticato che: Al procedere dello sviluppo economico cinese i salari necessariamente cresceranno. Al procedere dello sviluppo economico cinese le condizioni lavorative miglioreranno. Anche in Cina, nel lungo andare il costo unitario di produzione è destinato ad aumentare. 11

12 . e ora sono le imprese cinesi investono all estero 2004: Lenovo compra la divisione personal computer di IBM per 1,75 miliardi di euro. 2005: la China National Petroleum Corporation compra la Petrokazakhstan (oltre 5 miliardi di euro). 2007: la Linkglobal Logistics Co. compra per 130 milioni di euro l aeroporto di Parchim in Germania. 2007: la China State Investment Company investe circa 3 miliardi di euro per acquistare circa il 10% di Blackstone Group (fondo private equity USA: investimenti nel settore parchi di divertimento). In Italia, gli investimenti piu importanti sono quelli della Changan Automobile Group e Anhui Jinghuai Automobile Group, che hanno creato i propri centri di ricerca e sviluppo e design nel distretto automobilistico piemontese, e quelli della Haier, insediatasi nel distretto varesino degli elettrodomestici.

13 Cina nuova potenza mondiale nell export La Cina nel 2012 ha strappato agli Usa la leadership degli scambi commerciali mondiali. L anno scorso l import-export degli USA è stato di miliardi di dollari, secondo il Dipartimento del commercio. Le importazioni e le esportazioni della Cina, per la dogana cinese, sono state di miliardi di dollari. Pechino ha segnato un avanzo commerciale di 231,1 miliardi di dollari, Washington un deficit di 727,9 miliardi. Era dal 1945 che gli Usa dominavano il commercio mondiale. 13

14 Perché l Italia soffre la concorrenza cinese più di altri Paesi? L Italia è specializzata in settori maturi, tradizionali e ad alta intensità di lavoro: - Prodotti alimentari - Tessile, abbigliamento, calzature, accessori - Prodotti per la casa, idraulica, mobili - Meccanica L Italia soffre di costi di produzione più elevati di quelli cinesi: la conseguenza è la perdita di quote di mercato internazionale nei settori ad alta intensità di lavoro. Al tempo stesso, l Italia non guadagna quote nei settori più avanzati (a differenza della Cina sempre più orientata verso settori innovativi). 14

15 C è davvero un mercato per noi in Cina? Nei prossimi decenni si prevede: - un forte incremento della popolazione urbana - un aumento del reddito pro-capite - l affermazione della Cina come prima potenza economica mondiale - una notevole espansione del ceto medio La Cina diventa un mercato di sbocco potenzialmente molto rilevante per il Made in Italy. Tale scenario è tanto più importante quanto più nel corso dei prossimi anni si verranno a produrre: - riforme volte ad aumentare la crescita dei consumi - programmi di spesa pubblica volti a stimolare la domanda - rafforzamento della moneta cinese 15

16 Il forte incremento della classe media asiatica dal 2009 al

17 Un popolo di giovani ricchi 17

18 Le fortune dell altra meta del cielo Ms. Zhang Yin (Nine Dragon Paper) Le donne imprenditrici piu ricche nel mondo 18

19 Forte incremento del reddito individuale 19

20 Le principali fonti di ricchezza 20

21 La ricchezza si concentra nella zona orientale del Paese 21

22 Ma ora la crescita si sta spostando nelle regioni interne 22

23 I grandi marchi gia vanno alla conquista del West

24 Domanda crescente di beni di consumo Mercato cinese beni di consumo: 97 miliardi USD nel 2013 Posizione: secondo mercato mondiale più grande dopo gli USA Volume delle importazioni dei beni di consumo: tendenza al rialzo CATEGORIE MERCEOLOGICHE F&B: Food & Beverage CE: Elettronica di consumo T&S&G: Giocattoli, Cancelleria HD: Arredo casa FCG: Articoli moda C&B: Cosmetica & Estetica Unità/miliardi di USD

25 Canali diversificati di vendita: piccola e grande distribuzione GDO 35.90% Supermercati 6.92% Grandi magazzini 6.45% Minimarket 6.69% Negozi specializzati 19.73% B2C 22.77%

26 Qualiostacoliper le aziendeesterecheentranonel mercatocinese? Barriere culturali Lingua Marketing Distribuzione Licenze

27 Come ci vedono i cinesi Abbigliamento 39 Cibo e vini Calcio Luoghi ITA 19 paesaggi 13 Arte 5 Cultura Qualità di vita Mare, spiagge Musica Crimine organizz. Cinema Cosa le evoca, cosa le fa venire in mente l Italia? Dati in percentuale Ricerca Istituto Piepoli. 27

28 I prodotti italiani più noti ai cinesi abbigliamento 33 pelletteria 27 scarpe pasta/ salse pizza altro tipo di cibo 10 automobili arredamento accessori moda vino tecnologia arte/ design Quali sono i primi prodotti italiani che le vengono in mente? Dati in percentuale Ricerca Istituto Piepoli. 28

29 I prodotti italiani più desiderati dai cinesi abbigliamento pelletteria scarpe automobili arredamento altro cibo pizza arte/ design access. moda vino pasta/ salse Se non avesse alcun problema di denaro, quali prodotti italiani le piacerebbe acquistare? Dati in percentuale Ricerca Istituto Piepoli. 29

30 Le caratteristiche dei prodotti italiani per i cinesi Design 38 Accuratezza particolari 32 Qualità Durata Status symbol Bellezza 22 Alto prezzo Originalità Fantasia Tra le seguenti, secondo lei, quali sono le caratteristiche principali dei prodotti italiani? Sexy Dati in percentuale Ricerca Istituto Piepoli. 30

31 L opinione dei cinesi sui prodotti italiani Che percezione ha dei prodotti italiani complessivamente? Dati in percentuale Ricerca Istituto Piepoli. 31

32 La minaccia della contraffazione per i prodotti italiani abbigliamento 51 calzature 31 accessori moda 25 oggetti d'arte o design vini 4 4 altro tipo di cibo pasta arredamento Che tipi di prodotti italiani contraffatti le sono stati offerti? Dati in percentuale Ricerca Istituto Piepoli. 32

33 Situazione delle imprese italiane in Cina Investimenti diversificati ma significativi nel tessile e meccanica Presenza in tutto il territorio cinese, specie nelle aree costiere del centro e del sud della Cina Le imprese italiane investono in Cina per: Risparmiare sui costi di produzione Approvvigionarsi e fare controllo di qualità in loco Fornire assistenza e servizi post-vendita al mercato locale Avere una presenza diretta su mercato Riduzione barriere tariffarie 33

34 Beni di consumo Settori di interesse in Cina per le imprese italiane E importante consolidare gli ottimi risultati dei prodotti Made in Italy nelle principali metropoli Occorre anche considerare che ci sono forti potenzialità di mercato nelle città di seconda e terza fascia Beni di lusso Si prospetta nei prossimi anni una crescita intorno al 20-30% annui Cambiano i gusti del consumatore cinese: da marchio come status-symbol a ricerca incentrata su qualità del prodotto ed esclusività Ottime opportunità per il settore calzaturiero, pellettiera, occhialeria, tessile-abbigliamento, oreficeria e gioielleria Beni strumentali Interessanti possibilità di sviluppo per i segmenti a più elevato tasso tecnologico Domanda locale orientata verso macchine utensili, meccanica strumentale, meccanica di precisione, logistica interna e automazione 34

35 Settore energetico Settori di interesse in Cina per le imprese italiane Ingenti investimenti da parte delle autorità governative, data l importanza di approvvigionamento e distribuzione energetica Forte spinta verso le energie rinnovabili Componentistica elettromeccanica e ingegneria possono inserirsi in investimenti per l ammodernamento degli impianti di produzione e distribuzione di energia elettrica Settore tecnologie ambientali Sempre maggiore interesse a settori relativi all ambientale In particolare, depurazione acque, smaltimento rifiuti industriali e rifiuti urbani Attività di design e progettazione prodotti Attività di design e progettazione prodotti sono importanti settori per l Italia vista la sua expertise Opportunità in settori come automotive, tessile-abbigliamento, arredamento, urbanistica e progettazione di edifici 35

36 Settori di interesse in Cina: il settore sanitario La Riforma Sanitaria cinese lanciata nel 2009 sta portando ad importanti investimenti da parte dello Stato nel comparto sanitario Oltre all impegno finanziario si prospettano sforzi a livello di risorse umane e di capacita gestionali Per le aziende italiane questo settore rappresenta una importante possibilità di sviluppo per i segmenti a più elevato tasso tecnologico. Secondo un rapporto pubblicato a inizio 2013 dalla Health News - una pubblicazione affiliata al Ministero della Salute Cinese la grande richiesta di ammodernamento dei dispositivi medici negli ospedali cinesi stimolerà una rapida crescita nel mercato. Di tutti i dispositivi medici, il 60% sono stati installati nella prima metà degli anni 1980, e il 15% negli anni La Cina dovrebbe superare il Giappone come secondo mercato più grande del mondo per i dispositivi medici nei prossimi cinque - sette anni (gli Stati Uniti rimangono il più grande al mondo) e raggiungera il 25% del mercato mondiale entro il

37 Le opzioni per investire in Cina Le opzioni per effetture investimenti stranieri in Cina sono: Ufficio di rappresentanza: puo svolgere solo attivita di marketing, PR, liason per conto della societa straniera che vuole esplorare il mercato cinese Wholly Foreign Owned Entities (WFOE): si tratta di una societa totalmente investita con capitale straniero Joint Ventures: e possibile costituire una Equity (la forma piu diffusa) o una Cooperative joint venture con societa cinesi. Foreign-Invested Commercial Enterprises (FICE): si trattata della forma societaria utilizzata nel settore della distribuzione 37

38 Ufficio di Rappresentanza L Ufficio di Rappresentanza puo svolgere essenzialmente un attivita di liason tra la casa madre all estero e (potenziali) clienti o fornitori cinesi al fine di esplorare e sviluppare il mercato cinese. Si tratta di un rapido ed economico strumento per stabilire una propria presenza in Cina L Ufficio di Rappresentanza viene normalmente utilizzato adlle societa straniere per i seguenti obiettivi: Comprendere meglio il mercato cinese Promuovere i propri prodotti e servizi in Cina Sviluppare una rete di contatti con partner cinesi Esaminare sul campo la fattibilita di un progetto di investimento L Ufficio di Rappresentanza deve necessariamente avere un proprio ufficio in locazione, puo assumere personale locale o espatriato e deve avere un Chief Representative. 38

39 La societa interamente a capitale straniero Wholly Foreign Owned Enterprises (WFOE) e una societa a responsabilita limitata di diritto cinese ma interamente investita con capitale straniero. Vantaggi della WFOE: Gli azionisti possono essere al 100% soggetti stranieri. Gli azionisti possono decidere come utilizzare i profitti ed eventualmente possono reimpatriarli Non avendo soci locali, gli azionisti della WFOE hanno un maggiore controllo su: Informazioni riservate, segreti aziendali, know how tecnologico Diritti di proprieta intellettuale Maggiore flassibilita nel decidere la sede della societa : A differenza delle Joint Venture che spesso hanno la loro sede presso la stessa citta del partner cinese. 39

40 La costituzione di una WFOE Le fasi per la costituzione di una WFOE sono a grandi linee le seguenti: presentazione della domanda con indicazioni sull investitore, sul settore di attività, sul capitale, sull impatto ambientale ecc. predisposizione di documenti: studio di fattibilità, statuto e composizione di organi societari, contratto di locazione, ecc. il MOFCOM ha 90 giorni per esprimersi durante i 30 giorni successivi l autorizzazione del MOFCOM, è necessario fare domanda al SAIC per richiedere la business license il giorno di emissione di quest ultima risulta quello di costituzione della società 30 giorni dopo la costituzione della societa si devono completare tutte le registrazioni successive (ufficio tasse, statistiche, ecc.). 40

41 La Joint Venture La Joint Venture è una società cinese a responsabilità limitata nella quale un partner straniero (o più) detiene una quota del capitale, di norma, almeno il 25% del capitale sociale. Il capitale deve essere adeguato al volume d affari dichiarato, cioè in linea con il feasibility study. Le procedure di costituzione sono analoghe alla WFOE. I soci possono conferire il capitale sociale in contanti o in natura (diritti di proprietà industriale, beni immobili, attrezzature, ecc.). I profitti vengono ripartiti tra i soci secondo le quote di partecipazione al capitale sociale. La responsabilità della JV è limitata al proprio capitale sociale. 41

42 Le societa per operare nella distribuzione (FICE) Le Foreign-Invested Commercial Enterprise (FICE) sono societa a responsabilita limitata che possono svolgere in Cina attivita di distribuzione: - vendita al dettaglio: vendita diretta ai consumatori - vendita all'ingrosso: vendita alle imprese del settore - distribuzione sulla base di contratti di agenzie (commission agency, broker, vendita all'asta) - franchising: concessione ad altri, dietro corrispettivo, dell uso del proprio marchio e know-how. Per quanto riguarda l Import/Export, le FICE sono autorizzate automaticamente ad effettuare acquisti e vendite di beni al fuori della Cina, senza bisogno di richiedere la licenza di import-export

43 La tassazione delle imprese in Cina In Cina, le principali imposte e tasse che gravano sulle imprese straniere sono: - la Corporate Income Tax - CIT - la Value Added Tax VAT (corrispondente all IVA italiana) - la Business Tax L attuale regime fiscale e il risultato della riforma che ha unificato l aliquota delle imprese locali e delle Foreign Invested Enterprises (FIE) ovvero l Enterprise Income Tax Law del 2007 in vigore dal gennaio L Enterprise Income Tax Law ha introdotto un aliquota del 10% sui dividendi distribuiti dalle FIE agli investitori stranieri, salvo diversa previsione negli accordi bilaterali tra gli Stati 43

44 La Corporate Income Tax La Corporate Income Tax (con aliquota standard del 25%) e una imposta sui profitti di impresa ed e applicata sul reddito imponibile della societa ovvero il reddito lordo conseguito nell anno fiscale a cui viene detratto il reddito non imponibile, le altre detrazioni consentite e l ammontare delle perdite dei precedenti 5 anni. La Corporate Income Tax deve essere prepagata su base mensile o trimestrale, tramite presentazione alle autorita fiscali di una dichiarazione sull ammontare dovuto. Un conguaglio rispetto al totale della tassa prepagata su base annua deve essere effettuato entro il mese di maggio dell anno successivo. 44

45 Le agevolazioni fiscali Dall inizio del 2008 e stato abolito il trattamento preferenziale per le FIE; tuttavia, per attirare investitori stranieri in determinati settori strategici, ci sono incentivi fiscali per progetti nei settori della protezione ambientale, dello sviluppo dell'agricoltura, della conservazione delle risorse idriche e dell alta tecnologia. Le FIE nei settori dell'alta tecnologia possono beneficiare della riduzione al 15% dell aliquota della Corporate Income Tax: occorre presentare domanda alla Science and Technology Commission; se la richiesta viene accolta l impresa otterra il rimborso di tutte le tasse pagate in eccesso rispetto all aliquota ridotta. Altri incentivi fiscali sono inoltre riconosciuti in alcune Zone Economiche Speciali e nelle regioni meno sviluppate dell'ovest. 45

46 La VAT La Value Added Tax - VAT, ovvero l imposta sul valore aggiunto (IVA), e la tassa sui consumi calcolata sul valore aggiunto nel corso della produzione di merci, vendita e fornitura di servizi tassabili. In Cina, i contribuenti IVA sono divisi in due tipologie: 1) contribuenti di piccola dimensione sono quelli senza un complesso sistema di contabilità e di revisione contabile, il cui valore imponibile delle vendite è inferiore a RMB (in caso di produzione di beni o prestazione di servizi) oppure a RMB (per il commercio al dettaglio o all'ingrosso); 2) contribuenti generali sono le imprese con un valore imponibile delle vendite annuali superiore a quello dei contribuenti di piccola dimensione. 46

47 La VAT La VAT e del 3% per i contribuenti di piccola dimensione, del 13% per i contribuenti generali che vendono o importano cereali, gas, petrolio, giornali, libri e prodotti agricoli e del 17% per gli altri contribuenti generali. I contribuenti devono emettere fatture predisposte secondo modelli prestabiliti stampati acquistati. all autorita fiscale, dalla quale devono essere Il contribuente e tenuto a pagare la VAT, a cui però e possibile detrarre il cosiddetto Recover Input Tax, ovvero la VAT pagata sull acquisto di materie prime e su determinati costi fissi. La VAT sui prodotti in esportazione e rimborsabile in modo totale o parziale a seconda del tipo di prodotto e alle politiche economiche. 47

48 La Business Tax La Business Tax e una tassa indiretta complementare alla VAT: si applica a quei servizi esclusi dal pagamento della VAT, ai trasferimenti di proprietà immobiliare e alla vendita di immobilizzazioni immateriali. La Business Tax e calcolata sul fatturato d impresa con percentuali variabili in base al tipo di servizio: - trasporto, edilizia, poste e comunicazioni, cultura e sport: 3%; - assicurazione, finanza, servizi, trasferimento di proprietà immobiliare e vendita di immobilizzazioni immateriali, consulenza: 5%. Sono previste esenzioni particolari per i trasferimenti di tecnologia, per lo sviluppo tecnologico, per i servizi di consulenza tecnica. 48

49 La tutela dei Marchi In Cina, la registrazione dei marchi può essere ottenuta: - per via nazionale, con deposito della domanda presso il Trade Mark Office (presso SAIC); oppure - utilizzando il Sistema di Madrid (Accordo e Protocollo) per la registrazione dei Marchi Internazionali. Nel deposito delle domande, i prodotti / servizi devono essere indicati secondo la Classificazione di Nizza del 1957 (ma in Cina ogni Classe e suddivisa in ulteriori sottoclassi). La durata delle registrazioni è di 10 anni dalla data di registrazione ed è rinnovabile per periodi di 10 anni senza limiti. L'uso non deve essere interrotto per periodi superiori a 3 anni, pena decadenza. 49

50 Invenzioni, modelli d utilità e disegni industriali In Cina possono essere brevettate le invenzioni, i modelli d utilità e i disegni industriali: - la legge cinese definisce l invenzione come qualunque nuova soluzione tecnica che riguardi un prodotto o un processo (durata della registrazione: 20 anni) - un modello d utilità è qualunque nuova soluzione tecnica atta ad avere un uso pratico ed a migliorare il funzionamento o la struttura di un prodotto (durata della registrazione : 10 anni) - un disegno industriale riguarda una nuova forma, colore o schema/modello di un prodotto (durata della registrazione : 10 anni) 50

51 La comunicazione con i cinesi Meglio evitare un rifiuto diretto (considerato poco educato) ma argomentare eventuali risposte negative con adeguate giustificazioni. Se un cinese afferma non ci sono grossi problemi, in realta vuole sottolineare che ci sono ancora dei problemi da affrontare. Prima di iniziare una riunione di lavoro, meglio dedicare qualche minuto ad una conversazione informale che favorisca un clima disteso e amichevole. Nell effettuare le presentazioni, i cinesi utilizzano prima il cognome e poi la posizione ufficiale ricoperta all interno della società (per esempio, Wang Jing Li significa Manager Wang ). 51

52 Le presentazioni e i momenti conviviali E molto importante offrire il proprio bigliettino da visita e manifestare interesse per il bigliettino da visita offerto dall interlocutore. E sufficiente una stretta di mano, meglio evitare atteggiamenti troppo confidenziali (abbracci, pacche sulle spalle) durante il primo incontro. Le relazioni professionali comportano spesso momenti conviviali che favoriscano l instaurazione reciproca fiducia e stima. Non bisogna sottovalutare l importanza della cultura del bere in Cina e partecipare con entusiasmo ai numerosi brindisi (accompagnati dall invito ganbei, che letteralmente vuol dire lasciare asciutto il bicchiere ). 52

LA TASSAZIONE DELLE IMPRESE STRANIERE

LA TASSAZIONE DELLE IMPRESE STRANIERE LA TASSAZIONE DELLE IMPRESE STRANIERE Le principali imposte e tasse che gravano sulle imprese straniere sono: La Corporate Income Tax - CIT; La Value Added Tax - VAT, corrispondente all IVA italiana);

Dettagli

Gli investimenti esteri in Cina A V V. G I O V A N N I P I S A C A N E M A N A G I N G P A R T N E R - G W A

Gli investimenti esteri in Cina A V V. G I O V A N N I P I S A C A N E M A N A G I N G P A R T N E R - G W A Gli investimenti esteri in Cina CHIETI, 7 OTTOBRE 2013 FROSINONE, 10 OTTOBRE 2013 A V V. G I O V A N N I P I S A C A N E M A N A G I N G P A R T N E R - G W A Contenuti - CINA 1. Gli Uffici di Rappresentanza

Dettagli

LA SCELTA DELLA FORMA DELL INVESTIMENTO

LA SCELTA DELLA FORMA DELL INVESTIMENTO LA SCELTA DELLA FORMA DELL INVESTIMENTO Le forme di investimento in Cina La normativa cinese sugli investimenti stranieri consente agli investitori stranieri di realizzare diversi tipi di societa. Una

Dettagli

L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE CINA

L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE CINA L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE CINA Panoramica Mercato Cinese Attività commerciale Storicamente, il diritto di commerciare con aziende straniere in Cina era limitato ad un ristretto numero di associazioni

Dettagli

Agenda. > Tutela dei diritti di proprietà individuale. > Joint Venture/WOFE. > Comprare e vendere in Cina

Agenda. > Tutela dei diritti di proprietà individuale. > Joint Venture/WOFE. > Comprare e vendere in Cina 1 Agenda > Tutela dei diritti di proprietà individuale > Joint Venture/WOFE > Comprare e vendere in Cina > Servizi offerti dall Ufficio di Rappresentanza 2 3 Tutela dei diritti di proprietà individuale

Dettagli

LA SOCIETA A TOTALE CAPITALE STRANIERO (WFOE)

LA SOCIETA A TOTALE CAPITALE STRANIERO (WFOE) LA SOCIETA A TOTALE CAPITALE STRANIERO (WFOE) Informazioni generali sulla WFOE Gli investimenti diretti esteri in Cina dal punto di vista della proprieta del capitale possono essere effettuati in collaborazione

Dettagli

LE IMPRESE ITALIANE IN RUSSIA: TRA CRISI E NUOVE OPPORTUNITÀ Manuela Marianera, Centro Studi Confindustria, dicembre 2009

LE IMPRESE ITALIANE IN RUSSIA: TRA CRISI E NUOVE OPPORTUNITÀ Manuela Marianera, Centro Studi Confindustria, dicembre 2009 LE IMPRESE ITALIANE IN RUSSIA: TRA CRISI E NUOVE OPPORTUNITÀ Manuela Marianera, Centro Studi Confindustria, dicembre 9 "Non importa quante volte cadi. Quello che conta è la velocità con cui ti rimetti

Dettagli

LE DIVERSE STRATEGIE DI PENETRAZIONE NEI MERCATI ESTERI PER IL SETTORE ORAFO

LE DIVERSE STRATEGIE DI PENETRAZIONE NEI MERCATI ESTERI PER IL SETTORE ORAFO LE DIVERSE STRATEGIE DI PENETRAZIONE NEI MERCATI ESTERI PER IL SETTORE ORAFO a cura degli Avv.ti Eleonora Cerin e Silvia Dalle Nogare e del Dott. Bellin del Settore Promozione e Consulenza Estero CCIAA-VI

Dettagli

Aspetti fiscali e commerciali in Cina

Aspetti fiscali e commerciali in Cina Aspetti fiscali e commerciali in Cina Lorenzo Riccardi Dottore Commercialista Studio di Consulenza RSA Seminario di Orientamento per le aziende italiane Pechino, 19 Marzo 2015 Lorenzo Riccardi LR@RSA-TAX.COM

Dettagli

L UFFICIO DI RAPPRESENTANZA

L UFFICIO DI RAPPRESENTANZA L UFFICIO DI RAPPRESENTANZA Natura giuridica e attivita dell Ufficio di Rappresentanza L ufficio di rappresentanza (Representative Office, RO) e la forma piu semplice di presenza in Cina per le imprese

Dettagli

I CONTRATTI DI DISTRIBUZIONE COMMERCIALE E LE FORME DI PRESENZA DIRETTA IN CINA. Bergamo Luglio 17, 2014 Avv. Mattia Nannini

I CONTRATTI DI DISTRIBUZIONE COMMERCIALE E LE FORME DI PRESENZA DIRETTA IN CINA. Bergamo Luglio 17, 2014 Avv. Mattia Nannini I CONTRATTI DI DISTRIBUZIONE COMMERCIALE E LE FORME DI PRESENZA DIRETTA IN CINA Bergamo Luglio 17, 2014 Avv. Mattia Nannini Investimenti stranieri in Cina 1966/1976 Rivoluzione culturale sotto il governo

Dettagli

Il sistema fiscale austriaco

Il sistema fiscale austriaco Il sistema fiscale austriaco 1. Introduzione 2. Imposte sul reddito delle società 3. Imposte sul reddito delle persone 4. Imposte sul reddito dei non residenti 5. Altre imposte di rilievo 6. Calcolo della

Dettagli

www.sviluppoeconomico.gov.it PrideandPrejudice #laforzadellexport quello che non si dice del made in italy

www.sviluppoeconomico.gov.it PrideandPrejudice #laforzadellexport quello che non si dice del made in italy PrideandPrejudice #laforzadellexport quello che non si dice del made in italy INTRODUZIONE Un economia sempre più internazionalizzata: l export è il principale volano per la crescita dell economia italiana,

Dettagli

La delocalizzazione. Corso di Finanza internazionale Doriana Cucinelli 19-marzo-2013

La delocalizzazione. Corso di Finanza internazionale Doriana Cucinelli 19-marzo-2013 La delocalizzazione Corso di Finanza internazionale Doriana Cucinelli 19-marzo-2013 Agenda Cosa si intende per delocalizzazione Internazionalizzazione vs delocalizzazione Le forme di internazionalizzazione

Dettagli

LA JOINT VENTURE. Informazioni generali sulla Joint Venture

LA JOINT VENTURE. Informazioni generali sulla Joint Venture LA JOINT VENTURE Informazioni generali sulla Joint Venture La Joint Venture (JV) e una società giuridica cinese frutto di un investimento congiunto da parte di società, imprese e altri enti economici stranieri

Dettagli

JOINT VENTURE USA - ITALIA

JOINT VENTURE USA - ITALIA JOINT VENTURE USA - ITALIA AZIENDA ITALIANA Sul mercato da 50 anni Progetta e produce prodotti metalmeccanici Leader in Europa nel suo settore AZIENDA AMERICANA Distribuisce merci e fornisce servizi Progetta,

Dettagli

S t ud io M a rt el li Ulissi & Partners

S t ud io M a rt el li Ulissi & Partners Studio Martelli Ulissi & Partners Il Kazakhstan conseguita l indipendenza dall'unione Sovietica e terminato il periodo di transizione con la ristrutturazione organizzativa, economica e legislativa ha dato

Dettagli

SINTESI E PRINCIPALI CONCLUSIONI

SINTESI E PRINCIPALI CONCLUSIONI SINTESI E PRINCIPALI CONCLUSIONI IL CONTESTO GLOBALE Negli anni recenti, la crescita economica globale si è mantenuta elevata. La principale economia mondiale, cioè gli Stati Uniti, è cresciuta mediamente

Dettagli

Analisi delle esportazioni settoriali e degli investimenti diretti italiani in Cina

Analisi delle esportazioni settoriali e degli investimenti diretti italiani in Cina Analisi delle esportazioni settoriali e degli investimenti diretti italiani in Cina novembre 2012 INDICE 1. ANALISI SETTORIALE DELLE ESPORTAZIONI ITALIANE 3 1.1 Meccanica e componenti 4 1.2 Semilavorati

Dettagli

Il Made in Italy in India PROGRAMMA STRAORDINARIO DI PROMOZIONE

Il Made in Italy in India PROGRAMMA STRAORDINARIO DI PROMOZIONE Il Made in Italy in India PROGRAMMA STRAORDINARIO DI PROMOZIONE promosso e finanziato dal IL MERCATO Il sistema economico indiano sta progressivamente cambiando forma: da economia rigidamente pianificata,

Dettagli

Perché la COREA? La Corea del Terzo millennio: Negli anni 60 il reddito pro-capite coreano era di 79 $. Nel 2008 è stato di 19.231$.

Perché la COREA? La Corea del Terzo millennio: Negli anni 60 il reddito pro-capite coreano era di 79 $. Nel 2008 è stato di 19.231$. Perché la COREA? La Corea del Terzo millennio: Negli anni 60 il reddito pro-capite coreano era di 79 $. Nel 2008 è stato di 19.231$. La Corea è oggi la quattordicesima economia mondiale per prodotto interno

Dettagli

IMPOSTA SUI REDDITI SOCIETARI

IMPOSTA SUI REDDITI SOCIETARI IMPOSTA SUI REDDITI SOCIETARI Con questa imposta viene tassato l utile contabile dopo la sua trasformazione ai fini fiscali. La percentuale fiscale per l Esercizio 2014 è pari al 10%. Riporto della perdita

Dettagli

Cina: nuove misure di legge in materia di investimenti esteri nel settore immobiliare

Cina: nuove misure di legge in materia di investimenti esteri nel settore immobiliare Cina: nuove misure di legge in materia di investimenti esteri nel settore immobiliare with the support of a company participated by Corriere Asia Publishing Ltd. www.corriereasia.com quaderni e approfondimenti

Dettagli

Business Retail Turchia

Business Retail Turchia Business Retail Turchia Overview Macro-Economica Milano, 28 marzo 2014 Turchia: i momenti chiave della storia di una nazione Fin dal 2500 a.c. l Anatolia è territorio diviso fra popolazioni di origini

Dettagli

IL PROGETTO BIELORUSSIA

IL PROGETTO BIELORUSSIA IL PROGETTO BIELORUSSIA PRESENTAZIONE Lanza & Thompson nasce dall esperienza maturata da alcuni professionisti in società internazionali specializzate in assistenza alle imprese per servizi globali (fiscali,

Dettagli

Registrazione di una Joint Venture

Registrazione di una Joint Venture Registrazione di una Joint Venture Novità! RMB 100.000 ~ 500.000 RMB è il capitale di investimento minimo per la registrazione, Consulenza, Servizi, Hi-TechJoint Venture. Se avete intenzione di creare

Dettagli

MODELLO PER LA CREAZIONE DI UN BUSINESS PLAN

MODELLO PER LA CREAZIONE DI UN BUSINESS PLAN MODELLO PER LA CREAZIONE DI UN BUSINESS PLAN RICHIEDENTE Azienda, ragione sociale Indirizzo Persona di contatto Numero di telefono E-mail Luogo e data Firma e qualifica della persona autorizzata Business

Dettagli

AL LAVORO! HO UN IDEA E AVVIO UN IMPRESA: COMPETENZE E STRUMENTI PER AVVIARE UN IMPRESA. - Pietro Petrecca -

AL LAVORO! HO UN IDEA E AVVIO UN IMPRESA: COMPETENZE E STRUMENTI PER AVVIARE UN IMPRESA. - Pietro Petrecca - AL LAVORO HO UN IDEA E AVVIO UN IMPRESA: COMPETENZE E STRUMENTI PER AVVIARE UN IMPRESA. - Pietro Petrecca - 1 Azienda E il complesso dei beni organizzati dall imprenditore per l esercizio dell impresa.

Dettagli

Thai-Italian Chamber of Commerce

Thai-Italian Chamber of Commerce Thai-Italian Chamber of Commerce Overview IL SETTORE AUTOMOBILISTICO IN THAILANDIA Il settore automobilistico è uno dei più sviluppati in Thailandia. Nato inizialmente intorno al semplice assemblaggio

Dettagli

FARE AFFARI IN CINA Guida alle normative cinesi sugli affari Maggio 2011

FARE AFFARI IN CINA Guida alle normative cinesi sugli affari Maggio 2011 FARE AFFARI IN CINA Guida alle normative cinesi sugli affari Maggio 2011 A cura di ICE Shanghai INDICE Perche investire in Cina: consigli utili 3 La scelta della forma dell investimento 7 Il Catalogo settoriale

Dettagli

Seminario. Focus Ungheria

Seminario. Focus Ungheria Seminario Focus Bulgaria, Croazia, Romania, Slovenia e Ungheria Ancona, 4 Febbraio 2016 Focus Ungheria Ungheria: Punti principali della presentazione I. Aspetti generali, focus macroeconomico, dati di

Dettagli

Perche investire in Cina: consigli utili 3

Perche investire in Cina: consigli utili 3 INDICE Perche investire in Cina: consigli utili 3 La scelta della forma dell investimento 7 Il Catalogo settoriale degli investimenti stranieri 12 L Ufficio di Rappresentanza 15 La societa a totale capitale

Dettagli

Il Mercato dei prodotti Agroalimentari Biologici in CINA INCOMING OPERATORI ESTERI AL SANA

Il Mercato dei prodotti Agroalimentari Biologici in CINA INCOMING OPERATORI ESTERI AL SANA Il Mercato dei prodotti Agroalimentari Biologici in CINA INCOMING OPERATORI ESTERI AL SANA Bologna 12 15 settembre 2015 MERCATO DEI PRODOTTI BIOLOGICI Introduzione Il mercato dei prodotti biologici in

Dettagli

indice 06. Aspetti generali 07. Imposte dirette 10. Imposte indirette 14. Ritenute alla fonte 15. Accordi bilaterali

indice 06. Aspetti generali 07. Imposte dirette 10. Imposte indirette 14. Ritenute alla fonte 15. Accordi bilaterali CINA CENNI FISCALI I dati contenuti nel presente documento sono a puro titolo informativo e potrebbero variare a seconda della specificità dei casi. Per ottenere informazioni più dettagliate si prega di

Dettagli

Hong Kong e Cina Mercati di forte interesse per la moda Made in Italy Opportunità e analisi dei fattori di rischio per l export italiano

Hong Kong e Cina Mercati di forte interesse per la moda Made in Italy Opportunità e analisi dei fattori di rischio per l export italiano Hong Kong e Cina Mercati di forte interesse per la moda Made in Italy Opportunità e analisi dei fattori di rischio per l export italiano Milano 16 marzo 2012 Stefano de Paoli Strategie di inserimento nel

Dettagli

IL SOSTEGNO FINANZIARIO ALLE IMPRESE ITALIANE IN CINA

IL SOSTEGNO FINANZIARIO ALLE IMPRESE ITALIANE IN CINA IL SOSTEGNO FINANZIARIO ALLE IMPRESE ITALIANE IN CINA Gian Carlo Bertoni Responsabile Dipartimento Promozione e Marketing Roma, 25 settembre 2007 Cina: punti di di forza sesta grande potenza economica

Dettagli

Vietnam: Un mercato pieno di Opportunità

Vietnam: Un mercato pieno di Opportunità Vietnam: Un mercato pieno di Opportunità Vietnam: la vostra porta d ingresso per l Asean Vietnam: Opportunita Hanoi Da Nang Giovane Dinamico Potenziale Opportunità Forza lavoro Crescita Ho Chi Minh Vietnam:

Dettagli

MODA ITALIANA IN CINA. Presentazione a cura di Giulia Ziggiotti Segretario Generale Camera di Commercio italiana in Cina

MODA ITALIANA IN CINA. Presentazione a cura di Giulia Ziggiotti Segretario Generale Camera di Commercio italiana in Cina MODA ITALIANA IN CINA Presentazione a cura di Giulia Ziggiotti Segretario Generale Camera di Commercio italiana in Cina 1 INDICE CONTESTO SEGMENTO MODA DISTRIBUZIONE MADE IN ITALY E CERTIFICAZIONE TFashion

Dettagli

Agenda. > Focus Paese. > Le zone economiche speciali. > Il ruolo dell Ufficio di Rappresentanza

Agenda. > Focus Paese. > Le zone economiche speciali. > Il ruolo dell Ufficio di Rappresentanza 1 Agenda > Focus Paese > Le zone economiche speciali > Il ruolo dell Ufficio di Rappresentanza 2 Perché investire in India? Crescita economica > 7,4% nell anno fiscale 09-10; 6,7% nel 08-09; previsioni

Dettagli

LA FISCALITÀ DELL E - COMMERCE

LA FISCALITÀ DELL E - COMMERCE LA FISCALITÀ DELL E - COMMERCE LA FISCALITÀ DELL E-COMMERCE Cosa tratteremo: Intendiamoci sui termini Imposte dirette IVA INTENDIAMOCI SUI TERMINI Il commercio elettronico è un attività commerciale che

Dettagli

Gli aspetti fiscali e societari nelle varie strategie di internazionalizzazione sul mercato turco

Gli aspetti fiscali e societari nelle varie strategie di internazionalizzazione sul mercato turco di internazionalizzazione sul mercato turco International Accounting and Tax Consultancy FORUM UNICREDIT INTERNATIONAL TURCHIA 20 Giugno 2014 Palazzo Ciacchi Via Cattaneo, 34 PESARO Giacomo Luccisano g.luccisano@diacron.eu

Dettagli

COMPANY PROFILE SETTORE: INTERNAZIONALIZZAZIONE D IMPRESA

COMPANY PROFILE SETTORE: INTERNAZIONALIZZAZIONE D IMPRESA COMPANY PROFILE SETTORE: INTERNAZIONALIZZAZIONE D IMPRESA Premesse: SA Soluzioni Aziendali srl nasce dalla ventennale esperienza dei Soci fondatori nel management di impresa e nella consulenza aziendale.

Dettagli

IL SISTEMA FISCALE TRIBUTARIO IN ALBANIA

IL SISTEMA FISCALE TRIBUTARIO IN ALBANIA Ufficio di Tirana IL SISTEMA FISCALE TRIBUTARIO IN ALBANIA Fiscalita albanese Quadro normativo il Sistema Tributario albanese Dal 1995, con l avvio del processo di apertura e di liberalizzazione del mercato,

Dettagli

Un patto per promuovere l export Accordo Sistema Moda Italia Intesa Sanpaolo

Un patto per promuovere l export Accordo Sistema Moda Italia Intesa Sanpaolo Un patto per promuovere l export Accordo Sistema Moda Italia Intesa Sanpaolo Maggio 2012 I punti chiave dell Accordo Creare valore e competitività per le imprese del settore tessile e moda attraverso un

Dettagli

YUYAO. Economic Development Zone. Finitaly & Partners

YUYAO. Economic Development Zone. Finitaly & Partners YUYAO Economic Development Zone Finitaly & Partners Yuyao Yuyao è una città della provincia dello Zhejiang situata a 120 km ad est di Hangzhou e a 80 km da Ningbo, sotto la giurisdizione della città di

Dettagli

47.89.09 - Commercio al dettaglio ambulante di altri prodotti nca

47.89.09 - Commercio al dettaglio ambulante di altri prodotti nca 04 47.89.0 - Commercio al dettaglio ambulante di macchine, attrezzature e prodotti per l'agricoltura; attrezzature per il giardinaggio 47.89.03 - Commercio al dettaglio ambulante di profumi e cosmetici;

Dettagli

Le agevolazioni fiscali per la tua casa

Le agevolazioni fiscali per la tua casa In questo primo video ti spiegherò i primi cinque punti del beneficio fiscale 50% 1 50% che è esattamente la percentuale che puoi recuperare dall imposta sul reddito della spesa che andrai a sostenere

Dettagli

S T U D I O L E G A L E M I S U R A C A - A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i L a w F i r m i n I t a l y

S T U D I O L E G A L E M I S U R A C A - A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i L a w F i r m i n I t a l y SINGAPORE NORMATIVA FISCALE A SINGAPORE di Avv. Francesco Misuraca Tassazione delle società a Singapore Le società registrate a Singapore (Private Limited Companies, Sole Proprietorships e Partnerships)

Dettagli

LE PROSPETTIVE NEL SETTORE DEL LUSSO

LE PROSPETTIVE NEL SETTORE DEL LUSSO http://www.sinedi.com ARTICOLO 19 GENNAIO 2008 LE PROSPETTIVE NEL SETTORE DEL LUSSO Anche per il 2007 Altagamma, l associazione che riunisce le aziende del lusso, in collaborazione con Bain & Company,

Dettagli

INDICE INTRODUZIONE 6 1. IL QUADRO LEGISLATIVO GENERALE: CONSIDERAZIONI 7 2. LE PRIME ATTIVITÀ DI PENETRAZIONE COMMERCIALE 9

INDICE INTRODUZIONE 6 1. IL QUADRO LEGISLATIVO GENERALE: CONSIDERAZIONI 7 2. LE PRIME ATTIVITÀ DI PENETRAZIONE COMMERCIALE 9 INDICE INTRODUZIONE 6 1. IL QUADRO LEGISLATIVO GENERALE: CONSIDERAZIONI 7 2. LE PRIME ATTIVITÀ DI PENETRAZIONE COMMERCIALE 9 2.1 Il commercio internazionale (import-export) 9 2.1.1 La disciplina doganale

Dettagli

Esportare la Dolce Vita 2014 il bello e ben fatto italiano nei nuovi mercati alessandra lanza

Esportare la Dolce Vita 2014 il bello e ben fatto italiano nei nuovi mercati alessandra lanza Esportare la Dolce Vita 2014 il bello e ben fatto italiano nei nuovi mercati alessandra lanza riservato e confidenziale 5 maggio 2014 esportare la dolce vita 1 Esportare la Dolce Vita il progetto cos è

Dettagli

Intervento del Prof. Beniamino Quintieri

Intervento del Prof. Beniamino Quintieri XVI Assemblea Plenaria dell Italy-Japan Business Group Intervento del Prof. Beniamino Quintieri Le relazioni economiche e commerciali tra Italia e Giappone si collocano oggi in un quadro congiunturale

Dettagli

PROGETTO MILANESE DI PROMOZIONE E TUTELA DELLA PROPRIETÀ INTELLETTUALE E LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE IL CONSIGLIO MILANESE ANTICONTRAFFAZIONE (CMA)

PROGETTO MILANESE DI PROMOZIONE E TUTELA DELLA PROPRIETÀ INTELLETTUALE E LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE IL CONSIGLIO MILANESE ANTICONTRAFFAZIONE (CMA) PROGETTO MILANESE DI PROMOZIONE E TUTELA DELLA PROPRIETÀ INTELLETTUALE E LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE IL CONSIGLIO MILANESE ANTICONTRAFFAZIONE (CMA) Progetto Milano INDICE 1.1 Premessa p. 3 1.2 Modelli di

Dettagli

Costa Rica Congiuntura Economica

Costa Rica Congiuntura Economica Costa Rica Congiuntura Economica Il PIL del Costa Rica è cresciuto del 3.8% durante il 2011, dato inferiore alla crescita del 4.2% registrato tra il 2009 ed il 2010. Per quanto riguarda il 2012 si prevede

Dettagli

STATI UNITI D'AMERICA

STATI UNITI D'AMERICA STATI UNITI D'AMERICA Negli Stati Uniti d America, la potestà impositiva fiscale si articola su tre livelli: federale, statale, e municipale Principali trattati sottoscritti con l Italia Convenzione contro

Dettagli

TOD S S.p.A. Solida crescita del Gruppo nei primi nove mesi del 2012 ricavi: +7,3% (Tod s: +16,9%); il margine Ebitda sale al 26,6%

TOD S S.p.A. Solida crescita del Gruppo nei primi nove mesi del 2012 ricavi: +7,3% (Tod s: +16,9%); il margine Ebitda sale al 26,6% Milano, 13 novembre TOD S S.p.A. Solida crescita del Gruppo nei primi nove mesi del ricavi: +7,3% (Tod s: +16,9%); il margine Ebitda sale al 26,6% Approvato dal Consiglio di Amministrazione il Resoconto

Dettagli

TOD S S.p.A. continua lo sviluppo internazionale del Gruppo. Rafforzata la posizione finanziaria.

TOD S S.p.A. continua lo sviluppo internazionale del Gruppo. Rafforzata la posizione finanziaria. Milano, 14 maggio TOD S S.p.A. continua lo sviluppo internazionale del Gruppo. Rafforzata la posizione finanziaria. Approvato dal Consiglio di Amministrazione il Resoconto intermedio sulla gestione del

Dettagli

GLI INVESTIMENTI STRANIERI IN CINA TRAMITE LA JOINT-VENTURE SOCIETARIA E CONTRATTUALE

GLI INVESTIMENTI STRANIERI IN CINA TRAMITE LA JOINT-VENTURE SOCIETARIA E CONTRATTUALE GLI INVESTIMENTI STRANIERI IN CINA TRAMITE LA JOINT-VENTURE SOCIETARIA E CONTRATTUALE Studio Legale Albicini Via Marconi, 3 40122 BOLOGNA Tel. 051/228222 227552 Fax 051/273323 e-mail: info@studioalbicini.it

Dettagli

Hong Kong e Cina: Un Paese, due Sistemi Stefano De Paoli, Presidente, Sviluppo Cina

Hong Kong e Cina: Un Paese, due Sistemi Stefano De Paoli, Presidente, Sviluppo Cina www.confapiexport.org Hong Kong e Cina: Un Paese, due Sistemi Stefano De Paoli, Presidente, Sviluppo Cina E-mail: info@umbriaproduce.com Un Paese due Sistemi: Hong Kong Tradizionale Modello di Consumo

Dettagli

Competere nei mercati internazionali

Competere nei mercati internazionali Corso di Strategie d impresa A.A. 2009/2010 Prof. Tonino Pencarelli - Dott. Simone Splendiani Competere nei mercati internazionali A cura di: Martina Fiordigigli Silvia Gardini Cap. 7, Thompson A., Strickland

Dettagli

INDUSTRIA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA

INDUSTRIA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA INDUSTRIA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA Hannover Messe 2014 Walking Press Conference, 8 Aprile 2014 L industria Elettrotecnica ed Elettronica in Italia ANIE rappresenta da sessant anni l industria

Dettagli

LA PROPRIETA INTELLETTUALE QUALE STRUMENTO CHIAVE NELLE STRATEGIE COMMERCIALI DEL MERCATO GLOBALE

LA PROPRIETA INTELLETTUALE QUALE STRUMENTO CHIAVE NELLE STRATEGIE COMMERCIALI DEL MERCATO GLOBALE LA PROPRIETA INTELLETTUALE QUALE STRUMENTO CHIAVE NELLE STRATEGIE COMMERCIALI DEL MERCATO GLOBALE di Avv. Elena Marangoni e-mail info@elenamarangoni.com Le aziende devono guardare alla Proprietà Intellettuale

Dettagli

1. LA COMUNICAZIONE DELLE OPERAZIONI IVA (SPESOMETRO)... 2. >> Chi deve fare la comunicazione... 2. >> Cosa comunicare... 2

1. LA COMUNICAZIONE DELLE OPERAZIONI IVA (SPESOMETRO)... 2. >> Chi deve fare la comunicazione... 2. >> Cosa comunicare... 2 novembre 2013 ultimo aggiornamento PARTE V > SPESOMETRO, REDDITOMETRO E ALTRI STRUMENTI DI CONTROLLO 1. LA COMUNICAZIONE DELLE OPERAZIONI IVA (SPESOMETRO)... 2 >> Chi deve fare la comunicazione... 2 >>

Dettagli

INVESTIMENTI DIRETTI ESTERI IN VIETNAM CONTESTO LEGALE

INVESTIMENTI DIRETTI ESTERI IN VIETNAM CONTESTO LEGALE Nota informativa Negri-Clementi Studio Legale Associato Milano, 3 febbraio 2012 INVESTIMENTI DIRETTI ESTERI IN VIETNAM CONTESTO LEGALE (a cura di Federico Vasoli, avvocato iscritto all albo di Milano e

Dettagli

Zadir. Sezione Export Servizi per le Aziende. Paese di riferimento: Cina

Zadir. Sezione Export Servizi per le Aziende. Paese di riferimento: Cina Zadir Sezione Export Servizi per le Aziende Paese di riferimento: Cina La Zadir srl è una società di import-export che opera da molti anni in diversi paesi esteri con propri partner e collaboratori. La

Dettagli

Soluzioni. per le Imprese CHINA

Soluzioni. per le Imprese CHINA Soluzioni per le Imprese CHINA Il nostro team Fondazione Italia Cina e Camera di Commercio Italo Cinese hanno raggiunto un accordo di integrazione e hanno dato vita ad un unica sezione per l erogazione

Dettagli

del bacino del Mediterraneo

del bacino del Mediterraneo Centro Studi Anticontraffazione Proprietà Intellettuale e Competitività delle piccole e medie imprese nel settore tessile e dell abbigliamento dei Paesi del bacino del Mediterraneo Prato, Teatro Politeama

Dettagli

Approvato dal Consiglio di Amministrazione il Resoconto intermedio sulla gestione del Gruppo Tod s relativo ai primi tre mesi del 2013

Approvato dal Consiglio di Amministrazione il Resoconto intermedio sulla gestione del Gruppo Tod s relativo ai primi tre mesi del 2013 Sant Elpidio a Mare, 14 maggio TOD S S.p.A. Forte crescita dei ricavi all estero (Cina: +55,4%, Americhe: +31%). Italia: -26,7%. Solida crescita nei DOS (+16,8%). Confermata l ottima redditività del Gruppo,

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato CAPEZZONE

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato CAPEZZONE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 2397 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato CAPEZZONE Riforma della disciplina delle tasse automobilistiche e altre disposizioni concernenti

Dettagli

L INCENTIVAZIONE DEGLI INVESTIMENTI IN BULGARIA

L INCENTIVAZIONE DEGLI INVESTIMENTI IN BULGARIA L INCENTIVAZIONE DEGLI INVESTIMENTI IN BULGARIA La disciplina degli investimenti in Bulgaria è regolata dalla Legge sulla promozione degli investimenti. Agevolazioni agli investimenti sono disponibili

Dettagli

TOYOTA. Strategia e politica aziendale A.A. 2012/2013 LAURA CORRIAS

TOYOTA. Strategia e politica aziendale A.A. 2012/2013 LAURA CORRIAS TOYOTA Strategia e politica aziendale A.A. 2012/2013 LAURA CORRIAS 1 1. ANALISI DEL SETTORE 2. TOYOTA 3. LANCIO AYGO 4. CONCLUSIONI 2 INDUSTRIA Più IMPORTANTE PER FATTURATO La rilevanza del settore si

Dettagli

STUDIO DOTT. ANDREA VOLPE & PARTNERS L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE CINA

STUDIO DOTT. ANDREA VOLPE & PARTNERS L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE CINA AV STUDIO DOTT. ANDREA VOLPE & PARTNERS L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE CINA Introduzione Chi siamo Lo Studio è composto da più professionisti e collaboratori con esperienza nel campo contabile,

Dettagli

Pesaro, 01 Luglio 2014

Pesaro, 01 Luglio 2014 Programma Congiunto UNIDO SMEDA Italia per l istituzione di una Investment Promotion Unit (IPU) in Lahore, con focus sugli investimenti italiani in Pakistan Pesaro, 01 Luglio 2014 1 Obiettivo: Supportare

Dettagli

CHINA BUSINESS LAB. 6-12 Giugno 2013 Ningbo/Shanghai. Promosso da

CHINA BUSINESS LAB. 6-12 Giugno 2013 Ningbo/Shanghai. Promosso da CHINA BUSINESS LAB 6-12 Giugno 2013 Ningbo/Shanghai Promosso da China Business Lab un evento unico ed esclusivo per iniziare a fare business in China Partner CHINA BUSINESS LAB Shanghai Chamber of Commerce

Dettagli

LE OPPORTUNITÀ DI BUSINESS NEL SETTORE DELL ABBIGLIAMENTO INDIANO

LE OPPORTUNITÀ DI BUSINESS NEL SETTORE DELL ABBIGLIAMENTO INDIANO LE OPPORTUNITÀ DI BUSINESS NEL SETTORE DELL ABBIGLIAMENTO INDIANO 1 Introduzione La nuova legge sugli Investimenti Diretti Esteri nel multi-brand retail apre nuovi scenari e nuove opportunità all interno

Dettagli

Casi concreti di fiscalità internazionale: La delocalizzazione di imprese italiane in Cina e Hong Kong. Avv. Nunzio Dario Latrofa

Casi concreti di fiscalità internazionale: La delocalizzazione di imprese italiane in Cina e Hong Kong. Avv. Nunzio Dario Latrofa Casi concreti di fiscalità internazionale: La delocalizzazione di imprese italiane in Cina e Hong Kong. (Scuola Superiore dell Economia e delle Finanze Bari, 05 ottobre 2006) Avv. Nunzio Dario Latrofa

Dettagli

Quadro legislativo, normativa societaria e free zones

Quadro legislativo, normativa societaria e free zones Quadro legislativo, normativa societaria e free zones SEZIONE I. Normativa Societaria Le forme societarie riconosciute negli EAU Le filiali e gli uffici di rappresentanza Le licenze necessarie SEZIONE

Dettagli

Approvato dal Consiglio di Amministrazione il Resoconto intermedio sulla gestione del Gruppo Tod s relativo ai primi nove mesi del 2013

Approvato dal Consiglio di Amministrazione il Resoconto intermedio sulla gestione del Gruppo Tod s relativo ai primi nove mesi del 2013 Milano, 13 novembre 2013 TOD S S.p.A. Solida crescita dei ricavi all estero (Greater China: +28%, Americhe: +14%). Confermata l ottima redditività del Gruppo (margine Ebitda: 26,5%). Aumentate le disponibilità

Dettagli

CINA E OLTRE. Piccola e media impresa tra innovazione e internazionalizzazione. Convegno di Studi. Interscambio commerciale e Programmi ICE in Cina

CINA E OLTRE. Piccola e media impresa tra innovazione e internazionalizzazione. Convegno di Studi. Interscambio commerciale e Programmi ICE in Cina Istituto nazionale per il Commercio Estero CINA E OLTRE. Piccola e media impresa tra innovazione e internazionalizzazione Convegno di Studi * * * * * Interscambio commerciale e Programmi ICE in Cina Marco

Dettagli

MUSY BIANCO e ASSOCIATI S T U D I O L E G A L E

MUSY BIANCO e ASSOCIATI S T U D I O L E G A L E Via Luigi Mercantini 5 10121 Torino Via San Pietro all Orto 10 20121 Milano centralino unico T +39 011.540876 F +39 011.5174194 segreteria@musybiancoassociati.it www.musybiancoassociati.it partita IVA

Dettagli

ELENCO AZIENDE SETTORE TIPOLOGIA FATTURATO COSA RICHIEDONO 800.000 900.000

ELENCO AZIENDE SETTORE TIPOLOGIA FATTURATO COSA RICHIEDONO 800.000 900.000 ELENCO AZIENDE SETTORE TIPOLOGIA FATTURATO COSA RICHIEDONO Moto Produzione / 1.100.000 commerciale Assemblaggio moto e minimoto Abbigliamento Produzione e 120.000 Showroom sartoriale maschile Servizi alle

Dettagli

Uno dei fenomeni più recenti dell integrazione

Uno dei fenomeni più recenti dell integrazione Il primo obiettivo è acquisire risorse materiali e immateriali non disponibili sul mercato interno. Il secondo è garantirsi l accesso a forniture stabili di energia e materie prime. Il terzo obiettivo

Dettagli

MUSY BIANCO e ASSOCIATI S T U D I O L E G A L E

MUSY BIANCO e ASSOCIATI S T U D I O L E G A L E Via Luigi Mercantini 5 10121 Torino Via San Pietro all Orto 10 20121 Milano centralino unico T +39 011.540876 F +39 011.5174194 segreteria@musybiancoassociati.it www.musybiancoassociati.it partita IVA

Dettagli

S T U D I O L E G A L E M I S U R A C A - A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i L a w F i r m i n I t a l y

S T U D I O L E G A L E M I S U R A C A - A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i L a w F i r m i n I t a l y CINA TASSAZIONE DEI LAVORATORI STRANIERI PRESENTI IN CINA di Avv. Francesco Misuraca Criteri di tassazione dei lavoratori stranieri presenti in Cina La normativa generale cinese, che va comparata con le

Dettagli

Panoramica sulle modalità d ingresso nel mercato cinese. Angelo Arcuri

Panoramica sulle modalità d ingresso nel mercato cinese. Angelo Arcuri Panoramica sulle modalità d ingresso nel mercato cinese Angelo Arcuri Forme di accesso ai mercati esteri 2 Forme di accesso ai mercati esteri Investimento ridotto Investimento elevato Global Sourcing Intermediazione

Dettagli

Regime Tributario. I redditi sono suddivisi in categorie che sono determinate in base alle fonti di ricchezza corrispondenti.

Regime Tributario. I redditi sono suddivisi in categorie che sono determinate in base alle fonti di ricchezza corrispondenti. Regime Tributario I redditi sono suddivisi in categorie che sono determinate in base alle fonti di ricchezza corrispondenti. L'ordinamento tributario prevede un imposta unica sui redditi per individui

Dettagli

Fare Affari in Russia

Fare Affari in Russia Federazione Russa Fare Affari in Russia Mo e Accessori Settembre 17 MODA E ACCESSORI Nel 2013 l Italia ha esportato in Russia mo e accessori per 935 milioni di Euro, in crescita del +2,7% rispetto al 2012,

Dettagli

Innovazioni tecnologiche di processo e di prodotto

Innovazioni tecnologiche di processo e di prodotto www.unifg.it Innovazioni tecnologiche di processo e di prodotto Valeria Spada Dipartimento di Scienze Economico-Aziendali, Giuridiche, Merceologiche e Geografiche Università degli Studi di Foggia v.spada@unifg.it

Dettagli

> misure. parte v. contro L evasione. 1. LA comunicazione delle operazioni iva (spesometro) 2. ALtre disposizioni. 3. il nuovo redditometro

> misure. parte v. contro L evasione. 1. LA comunicazione delle operazioni iva (spesometro) 2. ALtre disposizioni. 3. il nuovo redditometro parte v > misure contro L evasione 1. LA comunicazione delle operazioni iva (spesometro) Cosa comunicare Quando e come trasmettere i dati 2. ALtre disposizioni Limiti all uso del denaro contante La comunicazione

Dettagli

Quadro giuridico per investire

Quadro giuridico per investire LIBIA Investimenti Quadro giuridico per investire La legge sugli investimenti, l. n. 9 del 2010 si caratterizza per gli aspetti di spiccata innovazione e attenzione rispetto all attrattività dei capitali

Dettagli

Klako Group. Incorporazione, Contabilità E Consulenza Fiscale. Ottimizzazione e Controllo di Qualità

Klako Group. Incorporazione, Contabilità E Consulenza Fiscale. Ottimizzazione e Controllo di Qualità Klako Group Incorporazione, Contabilità E Consulenza Fiscale Ottimizzazione e Controllo di Qualità Beijing Hong Kong Shanghai Shenzhen Visitate il nostro sito http://www.klakogroup.com La nostra Società

Dettagli

DISTRIBUZIONE E VENDITA AL DETTAGLIO: ASPETTI FISCALI

DISTRIBUZIONE E VENDITA AL DETTAGLIO: ASPETTI FISCALI Palazzo Giureconsulti Sala Parlamentino Piazza Mercanti No. 2 Milano DISTRIBUZIONE E VENDITA AL DETTAGLIO: ASPETTI FISCALI International Accounting and Tax Consultancy Lorenzo Torquati, Tax Manager l.torquati@diacron.cn

Dettagli

Dizionario economico dalla A alla Z

Dizionario economico dalla A alla Z A Dizionario economico dalla A alla Z Aliquota ( rate ): percentuale dell'imponibile proprio da pagare. Varia a seconda della tassa: fissa o aumenta con l' aumentare dell'imponibile. Ammortamento ( ammortization

Dettagli

Il Consorzio Qatar-Italia.

Il Consorzio Qatar-Italia. Il Consorzio Qatar-Italia. Strumento privilegiato per cogliere le opportunità di investimento in Qatar. Preparato da: ABC International SpA Aprile/Maggio 2007 1 Il Qatar: una realtà in via di formazione

Dettagli

Agevolazioni fiscali per le aziende che localizzano le proprie attività nello stato di New York

Agevolazioni fiscali per le aziende che localizzano le proprie attività nello stato di New York Agevolazioni fiscali per le aziende che localizzano le proprie attività nello stato di New York Gli Stati Uniti d America, da sempre, si contraddistinguono per una politica tendenzialmente favorevole ad

Dettagli

L Italia. in Russia. I numeri della presenza italiana in Russia. Esportazioni (2008): 10,5 miliardi (3% del totale export Italia)

L Italia. in Russia. I numeri della presenza italiana in Russia. Esportazioni (2008): 10,5 miliardi (3% del totale export Italia) L Italia in Russia I numeri della presenza italiana in Russia Esportazioni (2008): 10, miliardi (3% del totale export Italia) La Russia è il 7 paese cliente dell Italia (dopo Germania, Francia, Spagna,

Dettagli

IL Mercato Statunitense

IL Mercato Statunitense IL Mercato Statunitense Aggiornamento giugno 2013 Avv. Charles Bernardini Ungaretti & Harris LLP Chicago, Illinois cbernardini@uhlaw.com 312.977.4377 1 A.T. Kearney 2013 Foreign Direct Investment Confidence

Dettagli

La Shanghai Free Trade Zone, un anno dopo

La Shanghai Free Trade Zone, un anno dopo La Shanghai Free Trade Zone, un anno dopo Il progetto pilota della Shanghai Free Trade Zone (SHFTZ) è stato lanciato a settembre 2013 con il sostegno del Primo Ministro della Repubblica Popolare Cinese.

Dettagli

Studio Professionale di Consulenza Societaria Tributaria Legale

Studio Professionale di Consulenza Societaria Tributaria Legale Ai Gentili Clienti Loro sedi Milano, 13 luglio 2012 Oggetto: TAX NEWSLETTER N. 8/2012 NOVITA FISCALI SUGLI IMMOBILI DETENUTI DA IMPRESE: LE NUOVE REGOLE PER IL BONUS SUL RISPARMIO ENERGETICO E LA NUOVA

Dettagli

LA REVOCA DELLA FIRMA DIGITALE PER LE PERSONE NON FISICHE

LA REVOCA DELLA FIRMA DIGITALE PER LE PERSONE NON FISICHE INDICE: Convegno Top Legal Milano 27 Giugno 2013 h 16,30 : LUSSEMBURGO OLTRE IL SEGRETO BANCARIO 2 Ultimi sviluppi sulla procedura del Brevetto Unitario Europeo 3 La revoca della firma digitale per le

Dettagli