Progetto CCMDB. Change & Configuration Management Database Conoscere per agire al meglio e con valore. Antonio Colasanto.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Progetto CCMDB. Change & Configuration Management Database Conoscere per agire al meglio e con valore. Antonio Colasanto."

Transcript

1 Progetto CCMDB Change & Configuration Management Database Conoscere per agire al meglio e con valore Antonio Colasanto Progettazione Sistemi Dipartimentali Direzione Sistemi Informativi Progettazione e Sviluppo Infrastrutture Elaborative Marco Peca CCMDB Project Manager 1

2 Agenda Presentazione azienda: Intesa Sanpaolo Il progetto CCMDB Esigenze ed Obiettivi Configuration Management Configuration Item End-to-End Business Application Governance: Change and Release Piano di progetto e risorse coinvolte Prossimi passi Ampliamento perimetro e della prospettiva: verso il Catalogo dei Servizi o Demand Management Benefici e risultati 2

3 La storia di Intesa Sanpaolo 3

4 Agenda Presentazione azienda: Intesa Sanpaolo Il progetto CCMDB Esigenze ed Obiettivi Configuration Management Configuration Item End-to-End Business Application Governance: Change and Release Piano di progetto e risorse coinvolte Prossimi passi Ampliamento perimetro e della prospettiva: verso il Catalogo dei Servizi o Demand Management Benefici e risultati 4

5 Obiettivi Approccio bottom-up per migliorare l operatività in server farm Migliorare le performance della struttura; Industrializzare ed automatizzare i processi produttivi; Semplificare il modo di lavorare; Facilitare lo sviluppo e l adozione di soluzioni efficienti ed innovative. [...] La motivazione delle persone, la gestione della governance, i livelli di servizio e i costi sono alla mia attenzione, ricordando che il primo obiettivo rimane sempre la soddisfazione dei nostri clienti e dei nostri utenti [...] Conoscere peragire 5

6 Lo sviluppo in Azienda GOAL: Delivery; Costi esercizio; SLA; PROGETTO AZIENDALE Governance Tracciatura, History, Documentazione, KPI Incident Management Problem management. Pilota - Processi interni Sistemi Dipartimentali (IPAD) Assessment Difficoltà ITIL reperimento dati APPROCCIO Benchmark Impact analisys Infrastrutture dedicate Turn-over Eterogeneità Automazione Contratti manutenzione Layout Migliorare i processi quotidiani della struttura Workflow Matrici compatibilità 6

7 Processi DSI: Alcuni Esempi 7

8 ITIL v3 Pianifica e gestisce l introduzione in produzione di un nuovo servizio o il cambiamento di un servizio esistente; garantisce stabilità, flessibilità e minimizza i rischi, contiene i costi, migliora il time ot market. Release e Deployment Mgmt Change Mgmt Service Asset & Conf. Mgmt... Plan, do, check, act Allinea i servizi IT alle mutevoli esigenze aziendali identificando e realizzando continui miglioramenti all offerta dei servizi di business ed ai processi interni all organizzazione. Service Strategy Think about WHY, before HOW Specifica gli obiettivi da perseguire e la direzione in cui crescere dando la priorità agli investimenti : Demand Mgmt Portfolio Mgmt... 4Ps: people, products, partners, processes Progetta nuovi servizi IT o modifiche a servizi preesistenti in accordo con i requisiti di business. presidiando costi e investimenti, perseguendo innovazione. Capacity Mgmt Availability Mgmt Service Level Mgmt... Continual Service Improvement Service Reporting Mgmt Service Measurement Mgmt... Coordina e gestisce le attività day-byday al fine di garantire i livelli di servizio concordati con il business Incident Mgmt Problem Mgmt... 8

9 L assessment ITIL condotto da IBM: la metodologia 9

10 L assessment ITIL condotto da IBM: i deliverables 10

11 Identificazione delle priorità ed obiettivi di progetto Implementare un CMDB integrato con il processo di Configuration Management Tracciatura delle risorse e relazioni sottese al business Migliorare il processo di Change Management delle attività sistemistiche procedure di automazione sistemistica (system provisioning, system configuration change) in ambito Sistemi Distribuiti e Dipartimentali Adottare strumenti idonei al controllo e alla misurazione dei KPI in esecuzione Adottare strumenti idonei ad una maggiore automazione dell esecuzione dei processi interni al SIT Estendere l utilizzo degli strumenti agli altri Servizi/Direzioni Avvalersi di una piattaforma esecutiva abilitante alla dinamica evolutiva del business e dell organizzazione 11

12 Perimetro iniziale del progetto CCMDB 6 Business Application: Internet Banking, Trading On Line, PEF, Client Financial Planning, TOL. (Oggi tracciate 450 in Server Farm) Sistemi Sistemi Dipartimentali del Data Center: Immagini di sistema operativo delle seguenti tipologie: HP/UX Sun Solaris Windows Server 2000/2003 Linux OS400 AIX Sistemi di virtualizzazione e cluster delle seguenti tipologie: Vmware ESX Veritas Cluster Citrix Ambienti Host 20 zos LPARs Apparati di sottosistemi Storage/SAN Apparati di sottosistemi Storage/SAN appartenenti a reti locali dei Data Center centrali MOI: Sottosistemi Storage Apparati switch di reti SAN Librerie nastri NAS Apparati di rete Apparati di rete Switch Router Bilanciatori Firewall 12 SW Applicativo (middleware) Bea WebLogic Apache WebServer Apache Tomcat Microsoft IIS Oracle DB IBM DB2 Microsoft SQL Server Citrix MetaFrame WebSphere MQ distribuito Veritas Cluster e Storage Foundation DB2 mainframe MQ mainframe CICS IMS Applicazioni custom ITT/Spazio Corba Services Java Services Documentum MS Exchange

13 Fasi del progetto CCMDB Preparazione Analisi e Disegno Project Kick-off 04/2007 D E V Definizione Team congiunto Prepare incontri periodici Staffing delle risorse Implementazione Ottobre 2008 Modello Dati Identificazione sorgenti dati da federare Attivazione credenziali Discovery: Mainframe O D Configuration Management Workflow Infrastructure Change Management Integration 07/2008 R Novembre 2008 Open.Setup ambienti Politiche di Discovery P Integrazione Processi Configuration Management Change Management Processo IPAD Gestione delle richieste per Presidio in analisi 13 Estensione della soluzione

14 Fasi del progetto CCMDB: alcuni dettagli Fase 1: Discovery Base Livello Sistema Operativo Discovery, tramite funzionalità native del prodotto, dell infrastruttura IT tecnologica, composta dai server, sottosistemi storage e apparati di rete. Il dettaglio della discovery sarà implementato fino al livello delle configurazioni del Sistema Operativo ed identificazione dei moduli Middleware, senza entrare nel dettaglio delle configurazioni e relazioni del Middleware stesso e delle applicazioni. Lo scope di questa fase, comprenderà la discovery di tutti i sistemi Open di Server Farm e sistemi TLC. Fase 2: Discovery Avanzata livello di dettaglio dello stack applicativo e relazioni Discovery, tramite funzionalità native del prodotto, dell intera catena applicativa per almeno 6 servizi IT di diversa tipologia del catalogo servizi SPIMI. Tale discovery sarà implementata in modalità end-to-end su tutti i CIs che interagiranno per l erogazione del servizio (sui sistemi di competenza TLC, sistemi Dipartimentali/Distribuiti, sistemi Host). La discovery sarà mirata ad estrarre le configurazioni anche dello strato middleware e applicativo. Fase 3: estensione base dati (integrazione/federazione) Integrazione delle informazioni ottenute dalla discovery nativa di prodotto tramite la federazione di almeno 3 database aggiuntivi. Fase 4: Attuazione dei cambiamenti (in fase di rilascio) Realizzazione di almeno cinque workflow operativi tramite lo strumento di automazione delle modifiche alle configurazioni e system provisioning], che implementino I tasks di Change Sistemistico sui sistemi serventi Open descritti nel CMDB. Tali workflow dovranno includere programmi d automazione delle istruzioni che possano essere utilizzati come template generici, riusabili e parametrizzabili per le seguenti operazioni: Modifiche File, Modifiche Database, Modifiche a Configurazioni di Prodotto, Modifiche a Configurazioni di Sistema, Installazione/Rimozione Patch/Prodotti ed Esecuzione di Comandi generici 14

15 CMDB : Componenti Infrastrutturali Componenti attualmente tracciati (ad esclusione di alcune server farm es. Società Gruppo) Business Application Server (Unix/Windows/ESX) WebServers (Apache/IIS) Application Server (BEA/Tomcat) RDBMS (Oracle/MSSQL/DB2/MySQL) zos LPAR Subnets Router/Switch 15

16 CMDB : Business Application Esempio di Business Application (BA) e relativi componenti associati usando gli Application Descriptor 16

17 CMDB : Business Application Esempio di vista fisica di una Business Application 17

18 CMDB : Federazione Dati 18

19 CMDB : Business Services Esempio di Business Service (BS) contenitore di Business Application 19

20 CMDB : Impact Analysis Rappresentazione delle dipendenze da un apparato switch 20

21 CMDB : Virtualizzazione Esempio di rappresentazione di un Server ESX 21

22 CMDB : Change history 22

23 CMDB : Comparison 23

24 Utenti Console Unica per: I vari ruoli ricoperti Accesso ai dati Visione ed azione sulle attività assegnate o prese in carico. Controllo tempestivo chi fa che cosa, anche graficato Visione andamento globale processi autorizzati (KPIs) Console come: Strumento di comunicazione (bulletin board) Reporting istituzionale in aggiunta a quello fornito nativamente dal prodotto IBM 24

25 Utenti Vista di un Attuatore 25

26 Processi Gestione delle richieste di nuovi impianti e/o variazioni I changes richiesti sono già autorizzati, il change owner di SIT verifica la compliance e la fattibilità Ruoli definiti: Progettista, Attuatore, Change Owner di DSI-SIT E stata sfruttata la tecnica della classificazione che consente di definire, a fronte di modelli, azioni e flussi standard di ISP-SIT CMDB: tutte le richieste hanno come chiave di entrata la BA che scatena un omonimo Progetto attuativo (ITIL V3) Visione andamento (KPIs) definiti. per esempio num attività per Stato, num attività aperte per Area Console di amministrazione, tools (personalizzazione GUI e workflows) e servizi è comune a tutti i processi IT DSI=Direzione Sistemi Informativi SIT=Servizi Infrastrutture Tecnologiche 26

27 Processo di Change Le attività degli Attuatori 27

28 Processo di Change: Startcenter responsabile Lo Start Center del responsabile 28

29 Agenda Presentazione azienda: Intesa Sanpaolo Il progetto CCMDB Esigenze ed Obiettivi Configuration Management Configuration Item End-to-End Business Application Governance: Change and Release Piano di progetto e risorse coinvolte Prossimi passi Ampliamento perimetro e della prospettiva: verso il Catalogo dei Servizi o Demand Management Benefici e risultati 29

30 Prossimi passi nell immediato Ampliamento del CMDB per contemplare gli elementi localizzati negli altri Data Centers ed aggiunta dei componenti applicativi non ancora referenziati Disegno e realizzazione dell automazione di nuove procedure (gestione richieste di manutenzione, gestione della richiesta di service delivery) Automazione: implementazione di procedure di attuazione delle attività di attivazione/modifica sui componenti di infrastruttura (partendo dalle procedure standard di organizzazione) 30

31 Agenda Presentazione azienda: Intesa Sanpaolo Il progetto CCMDB Esigenze ed Obiettivi Configuration Management Configuration Item End-to-End Business Application Governance: Change and Release Piano di progetto e risorse coinvolte Prossimi passi Ampliamento perimetro e della prospettiva: verso il Catalogo dei Servizi o Demand Management Benefici e risultati 31

32 Benefici e risultati Disponibilità delle configurazioni online Situazione sempre aggiornata sui cambiamenti degli oggetti discoverati Impact analysis Censimento workflow operativi in server farm ed interazione degli stessi con i configuration item Soluzione abilitante per un corretto cost-accounting dei servizi erogati Soluzione abilitante per una gestione migliore dei processi di BusinessContinuity e Disaster recovery Integrazione altre base dati correlati con i servizi business 32

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

L iniziativa Cloud DT

L iniziativa Cloud DT L iniziativa Cloud DT Francesco Castanò Dipartimento del Tesoro Ufficio per il Coordinamento Informatico Dipartimentale (UCID) Roma, Luglio 2011 Il Cloud Computing Alcune definizioni Il Cloud Computing

Dettagli

Paolo Gandolfo Asset & Service Management per il governo dell'infrastruttura IT

Paolo Gandolfo Asset & Service Management per il governo dell'infrastruttura IT Paolo Gandolfo Asset & Service per il governo dell'infrastruttura IT La visione strategica IBM Tivoli si impegna a fornire una soluzione di Asset & Service management capace di indirizzare i business goal

Dettagli

ITSM Trasformation L iniziativa TelecomItalia. Ing. ConoFranco Miragliotta

ITSM Trasformation L iniziativa TelecomItalia. Ing. ConoFranco Miragliotta ITSM Trasformation L iniziativa TelecomItalia Ing. ConoFranco Miragliotta L azienda Gruppo Telecom Italia I numeri del Gruppo (al 31 dicembre 2007) 8 i Paesi in cui il Gruppo Telecom Italia è presente

Dettagli

ZeroUno Executive Dinner

ZeroUno Executive Dinner L ICT per il business nelle aziende italiane: mito o realtà? 30 settembre 2008 Milano, 30 settembre 2008 Slide 0 I principali obiettivi strategici delle aziende Quali sono i primi 3 obiettivi di business

Dettagli

Allegato 2: Prospetto informativo generale

Allegato 2: Prospetto informativo generale Gara a procedura ristretta accelerata per l affidamento, mediante l utilizzo dell Accordo Quadro di cui all art. 59 del D.Lgs. n. 163/2006, di Servizi di Supporto in ambito ICT a InnovaPuglia S.p.A. Allegato

Dettagli

L importanza di ITIL V3

L importanza di ITIL V3 6HUYLFH'HOLYHU\DQG3URFHVV$XWRPDWLRQ L importanza di ITIL V3 IBM - IT Strategy & Architecture Claudio Valant Le Migliori Prassi (Best Practice) ITIL ƒ ƒ ƒ ƒ,7,/ VWDSHU,QIRUPDWLRQ7HFKQRORJ\,QIUDVWUXFWXUH

Dettagli

IT Service e Asset Management

IT Service e Asset Management IT Service e Asset Management la soluzione Guella Barbara Tivoli Technical Sales 2007 IBM Corporation IBM ISM & Maximo Una soluzione unica per l esecuzione dei processi Incident & Problem Mgmt Knowledge

Dettagli

Qualifiche professionali per ITIL PRACTICES FOR SERVICE MANAGEMENT. Certificato ITIL Foundation in IT Service Management SYLLABUS

Qualifiche professionali per ITIL PRACTICES FOR SERVICE MANAGEMENT. Certificato ITIL Foundation in IT Service Management SYLLABUS Qualifiche professionali per ITIL PRACTICES FOR SERVICE MANAGEMENT Certificato ITIL Foundation in IT Service Management SYLLABUS Page 1 of 11 IL CERTIFICATO ITIL FOUNDATION IN IT SERVICE MANAGEMENT La

Dettagli

CMDBuilDAY. La Governance dei Sistemi Informativi nelle aziende italiane. Rossella Macinante Practice Leader

CMDBuilDAY. La Governance dei Sistemi Informativi nelle aziende italiane. Rossella Macinante Practice Leader CMDBuilDAY La Governance dei Sistemi Informativi nelle aziende italiane Rossella Macinante Practice Leader 15 Aprile 2010 La ripresa nelle economie dei Paesi avanzati Valori % del PIL Mondo USA Giappone

Dettagli

ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM. Andrea Mannara Business Unit Manager

ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM. Andrea Mannara Business Unit Manager ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM Andrea Mannara Business Unit Manager ManageEngine Portfolio Network Data Center Desktop & MDM ServiceDesk & Asset Active Directory Log &

Dettagli

The ITIL Foundation Examination

The ITIL Foundation Examination The ITIL Foundation Examination Esempio di Prova Scritta A, versione 5.1 Risposte Multiple Istruzioni 1. Tutte le 40 domande dovrebbero essere tentate. 2. Le risposte devono essere fornite negli spazi

Dettagli

LA RETE INTEGRATA DEI DATA CENTER

LA RETE INTEGRATA DEI DATA CENTER MANAGED OPERATIONS LA RETE INTEGRATA DEI DATA CENTER I Data Center di Engineering, grazie alle migliori infrastrutture e tecnologie, garantiscono i più elevati standard di sicurezza, affidabilità ed efficienza.

Dettagli

La governance dei Sistemi Informativi nelle aziende italiane. Rossella Macinante Practice Leader

La governance dei Sistemi Informativi nelle aziende italiane. Rossella Macinante Practice Leader La governance dei Sistemi Informativi nelle aziende italiane Rossella Macinante Practice Leader Firenze, 30 Giugno 2010 Previsioni sull andamento del PIL nei principali Paesi nel 2010-2011 Variazioni %

Dettagli

use ready 2 La soluzione open source enterprise preconfigurata per l'it Asset Management www.cmdbuild.org Tecnoteca Srl

use ready 2 La soluzione open source enterprise preconfigurata per l'it Asset Management www.cmdbuild.org Tecnoteca Srl 1 ready 2 use La soluzione open source enterprise preconfigurata per l'it Asset Management www.cmdbuild.org Tecnoteca Srl tecnoteca@tecnoteca.com www.tecnoteca.com CMDBuild ready2use 2 CMDBuild ready2use

Dettagli

ISO20000: il percorso di Poste Italiane verso la certificazione

ISO20000: il percorso di Poste Italiane verso la certificazione ISO20000: il percorso di Poste Italiane verso la certificazione Cristina Imperi Torino, 3 Luglio 2008 Il Profilo del Gruppo Poste Italiane 1 Poste Italiane è una delle realtà di servizi al cittadino e

Dettagli

Catalogo Corsi. Aggiornato il 16/09/2013

Catalogo Corsi. Aggiornato il 16/09/2013 Catalogo Corsi Aggiornato il 16/09/2013 KINETIKON SRL Via Virle, n.1 10138 TORINO info@kinetikon.com http://www.kinetikon.com TEL: +39 011 4337062 FAX: +39 011 4349225 Sommario ITIL Awareness/Overview...

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

1.350 SPECIALISTI 15.000 SERVER GESTITI 330 CLIENTI MANAGED OPERATIONS

1.350 SPECIALISTI 15.000 SERVER GESTITI 330 CLIENTI MANAGED OPERATIONS MANAGED OPERATIONS MANAGED OPERATIONS La Direzione Managed Operations offre servizi tecnologici ed infrastrutturali per tutti i settori di mercato del Gruppo Engineering, con un ampio spettro di soluzioni,

Dettagli

Gara n. 4066. Fornitura di un sistema per il consolidamento della Piattaforma di Service Management SINTESI DELL APPALTO

Gara n. 4066. Fornitura di un sistema per il consolidamento della Piattaforma di Service Management SINTESI DELL APPALTO Gara n. 4066 Fornitura di un sistema per il consolidamento della Piattaforma di Service Management SINTESI DELL APPALTO Pagina 1 di 5 INDICE 1. CARATTERISTICHE DEL SISTEMA INFORMATICO DEL GSE... 3 2. PROGETTO

Dettagli

Seminari Eucip, Esercizio e Supporto di Sistemi Informativi

Seminari Eucip, Esercizio e Supporto di Sistemi Informativi Seminari Eucip, Esercizio di Sistemi Informativi Service Delivery and Support Dipartimento di Informtica e Sistemistica Università di Roma La Sapienza ITIL.1 Relazioni con il.2 Pianificazione.3 Gestione

Dettagli

Certificazione ISO 20000:2005 e Integrazione con ISO 9001:2000 e ISO 27001:2005. Certification Europe Italia

Certificazione ISO 20000:2005 e Integrazione con ISO 9001:2000 e ISO 27001:2005. Certification Europe Italia Certificazione ISO 20000:2005 e Integrazione con ISO 9001:2000 e ISO 27001:2005 Certification Europe Italia 1 IT Service Management & ITIL Ä La IT Infrastructure Library (ITIL) definisce le best practice

Dettagli

L ESPERIENZA ITCAM IN UBI BANCA. Raffaele Vaccari Coordinatore Monitoraggio Sistemi Distribuiti Area IT Operations

L ESPERIENZA ITCAM IN UBI BANCA. Raffaele Vaccari Coordinatore Monitoraggio Sistemi Distribuiti Area IT Operations L ESPERIENZA ITCAM IN UBI BANCA Raffaele Vaccari Coordinatore Monitoraggio Sistemi Distribuiti Area IT Operations Milano - 26/05/2009 Indice Il gruppo UBI Banca L I.T. in UBI Banca Monitoraggio dei sistemi

Dettagli

C U R R I C U L U M V I T A E

C U R R I C U L U M V I T A E C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Cognome e Nome D ALESSANDRO MICHELE Data di nascita 11/01/1980 Qualifica Incarico attuale Dirigente Direttore dell Ufficio Tecnico Musicale Telefono

Dettagli

Ottimizzate i processi IT, massimizzate il ROA (return on assets) e migliorate il livello dei servizi

Ottimizzate i processi IT, massimizzate il ROA (return on assets) e migliorate il livello dei servizi Soluzioni per la gestione di risorse e servizi A supporto dei vostri obiettivi di business Ottimizzate i processi IT, massimizzate il ROA (return on assets) e migliorate il livello dei servizi Utilizzate

Dettagli

Dal Monitoraggio dell infrastruttura IT al Business Service Management. Stefano Arduini Senior Product Specialist

Dal Monitoraggio dell infrastruttura IT al Business Service Management. Stefano Arduini Senior Product Specialist Dal Monitoraggio dell infrastruttura IT al Business Service Management Stefano Arduini Senior Product Specialist ManageEngine: IT Management a 360 Network Data Center Desktop & MDM ServiceDesk & Asset

Dettagli

Marco Salvato, KPMG. AIEA Verona 25.11.2005

Marco Salvato, KPMG. AIEA Verona 25.11.2005 Information Systems Governance e analisi dei rischi con ITIL e COBIT Marco Salvato, KPMG Sessione di studio AIEA, Verona 25 Novembre 2005 1 Information Systems Governance L'Information Systems Governance

Dettagli

Dallo sviluppo all'esercizio: application lifecycle management a 360

Dallo sviluppo all'esercizio: application lifecycle management a 360 Dallo sviluppo all'esercizio: application lifecycle management a 360 Laura Venturini IBM Rational software email: laura_venturini@it.ibm.com Umberto Fogagnolo IBM Tivoli software email: umberto_fogagnolo@it.ibm.com

Dettagli

Il Gruppo Arvedi sceglie tecnologie Microsoft per la virtualizzazione dei sistemi server

Il Gruppo Arvedi sceglie tecnologie Microsoft per la virtualizzazione dei sistemi server Caso di successo Microsoft Virtualizzazione Gruppo Arvedi Il Gruppo Arvedi sceglie tecnologie Microsoft per la virtualizzazione dei sistemi server Informazioni generali Settore Education Il Cliente Le

Dettagli

Direzione Centrale Sistemi Informativi

Direzione Centrale Sistemi Informativi Direzione Centrale Sistemi Informativi Missione Contribuire, in coerenza con le strategie e gli obiettivi aziendali, alla definizione della strategia ICT del Gruppo, con proposta al Chief Operating Officer

Dettagli

SNAM Private Cloud: Progetto FAST (Fornitura Ambienti di Sviluppo e Test)

SNAM Private Cloud: Progetto FAST (Fornitura Ambienti di Sviluppo e Test) SNAM Private Cloud: Progetto FAST (Fornitura Ambienti di Sviluppo e Test) Marzo 2013 Agenda Perimetro Cloud Il progetto Business case 2 2 Perimetro Cloud Key Point All interno dell IT Strategy quadriennale

Dettagli

Risorsa N 003129. Access (Exp. 2 anni) Oracle (Exp. 1 anno) Sql Server (Exp. 1 anno) MySql (Exp. 1 anno) DB2 (Exp. 1 anno)

Risorsa N 003129. Access (Exp. 2 anni) Oracle (Exp. 1 anno) Sql Server (Exp. 1 anno) MySql (Exp. 1 anno) DB2 (Exp. 1 anno) DATI ANAGRAFICI: Nato nel : 1978 Nato e Residente a : Milano Risorsa N 003129 FORMAZIONE E CORSI: Nel 10/2012: Corso IBM SPSS Clementine Nel 06/2008: Corso Business Objects Dal 01/2003 al 07/2003: Corso

Dettagli

ATLAS Reply. Modello, metodologia e servizi offerti

ATLAS Reply. Modello, metodologia e servizi offerti ATLAS Reply Modello, metodologia e servizi offerti Mission Atlas Reply nasce nel 2001 con questa mission: Allineare l IT alle necessità del business operando sull automazione dei processi, l efficacia

Dettagli

CMDB. Table of Contents. Open Source Tool Selection

CMDB. Table of Contents. Open Source Tool Selection CMDB Open Source Tool Selection Table of Contents BPM Space 3 itop 5 One CMDB 6 i-doit 7 CMDBuild 8 Rapid OSS 10 ECDB 11 Page 2 Tutti i marchi riportati sono marchi registrati e appartengono ai loro rispettivi

Dettagli

Il porting da piattaforme Sun SPARC a RHEL su x86. Michelangelo Uberti Babel - Sales Engineer

Il porting da piattaforme Sun SPARC a RHEL su x86. Michelangelo Uberti Babel - Sales Engineer Il porting da piattaforme Sun SPARC a RHEL su x86 Michelangelo Uberti Babel - Sales Engineer AGENDA La nostra storia Le conseguenze dell acquisizione di Sun L opportunità offerta dai sistemi Intel x86

Dettagli

Innovazione. Tecnologia. Know How

Innovazione. Tecnologia. Know How > Presentazione FLAG Consulting S.r.L. Innovazione. Tecnologia. Know How SOMMARIO 01. Profilo aziendale 02. Gestione Documentale 03. Enterprise Document Platform 01. Profilo aziendale Il partner ideale

Dettagli

DigitPA egovernment e Cloud computing

DigitPA egovernment e Cloud computing DigitPA egovernment e Cloud computing Esigenze ed esperienze dal punto di vista della domanda RELATORE: Francesco GERBINO 5 ottobre 2010 Agenda Presentazione della Società Le infrastrutture elaborative

Dettagli

Risorsa N 034914. Business Object (Exp. 5 anni) Datastage (Exp. 5 anni) ETL (Exp. 5 anni) Oracle ODI (Exp. 4 anni) Oracle OBIEE (Exp.

Risorsa N 034914. Business Object (Exp. 5 anni) Datastage (Exp. 5 anni) ETL (Exp. 5 anni) Oracle ODI (Exp. 4 anni) Oracle OBIEE (Exp. Risorsa N 034914 DATI ANAGRAFICI: Nato nel : 1980 Residente a : Roma ISTRUZIONE E CERTIFICAZIONI: Diploma di Maturità Scientifica Certificazione di Linux LPIC1 Certificazione di Linux Novell CLA Certificazione

Dettagli

Craig E. Johnson IBM ^ i5 Product Marketing Manager per Linux

Craig E. Johnson IBM ^ i5 Product Marketing Manager per Linux Linux per IBM ^ i5 Craig E. Johnson IBM ^ i5 Product Marketing Manager per Linux Pagina 2 Indice 2 IBM ^ 4 Distribuzioni Linux 6 Perché IBM ^ i5 per Linux 8 Linux e il Logical Partitioning 12 Flessibilità

Dettagli

Un esperienza ASP di successo in un ambito fortemente problematico a livello di compliance e qualità dei servizi

Un esperienza ASP di successo in un ambito fortemente problematico a livello di compliance e qualità dei servizi Servizi ASP Un esperienza ASP di successo in un ambito fortemente problematico a livello di compliance e qualità dei servizi Milano, 8 ottobre 2009 AIEA Sessione di Studio presso UGIS Contenuti I SERVIZI

Dettagli

Presentazione. Gennaio 2013. Corylus S.p.A. (Gruppo IVU S.p.A.)

Presentazione. Gennaio 2013. Corylus S.p.A. (Gruppo IVU S.p.A.) Presentazione Gennaio 2013 Corylus S.p.A. (Gruppo IVU S.p.A.) Sede Legale: Via La Spezia, 6 00182 Roma Sede Operativa: Via Tre Cannelle, 5 00040 Pomezia (RM) - Tel. +39.06.91997.1 - Fax +39.06.91997.241

Dettagli

Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking

Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking Seminario associazioni: Seminario a cura di itsmf Italia Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking Andrea Praitano Agenda Struttura dei processi ITIL v3; Il Problem

Dettagli

Di seguito vengono riepilogati i servizi di consulenza che siamo in grado di offrire ai nostri clienti.

Di seguito vengono riepilogati i servizi di consulenza che siamo in grado di offrire ai nostri clienti. Azienda COSA FACCIAMO CHI SIAMO Arxis opera in Italia dal 2003, offrendo servizi di consulenza IT e supporto tecnico-specialistico, con capacità distintive sui prodotti SAP. Collabora con i suoi clienti,

Dettagli

Services Portfolio per gli Istituti Finanziari

Services Portfolio per gli Istituti Finanziari Services Portfolio per gli Istituti Finanziari Servizi di consulenza direzionale e sviluppo sulle tematiche di Security, Compliance e Business Continuity 2015 Summary Chi siamo Il modello operativo di

Dettagli

Qualification Program in IT Service Management according to ISO/IEC 20000. Cesare Gallotti Milano, 23 gennaio 2009

Qualification Program in IT Service Management according to ISO/IEC 20000. Cesare Gallotti Milano, 23 gennaio 2009 Qualification Program in IT Service Management according to ISO/IEC 20000 Cesare Gallotti Milano, 23 gennaio 2009 1 Agenda Presentazione Le norme della serie ISO/IEC 20000 L IT Service Management secondo

Dettagli

Introduzione ad ITIL. Information Technolgy Infrastructure Library. Che cos è ITIL. Una situazione critica. La sfida GOVERNO ICT GOVERNO ICT

Introduzione ad ITIL. Information Technolgy Infrastructure Library. Che cos è ITIL. Una situazione critica. La sfida GOVERNO ICT GOVERNO ICT Che cos è ITIL Sessione didattica su ITIL per Studenti di Ingegneria Informatica Politecnico di Torino Introduzione ad ITIL 17 Ottobre 2006 Information Technolgy Infrastructure Library COGITEK s.r.l. Via

Dettagli

Workflow Infrastructure Services

Workflow Infrastructure Services Workflow Infrastructure Services Power & Control Solutions Paolo Fulli Senior Consultant IT IBM venerdì 26 ottobre 2007 Perché i Workflow Infrastructure Services? I Workflow Infrastructure Services (WIS)

Dettagli

Risorsa N 033109 DATI ANAGRAFICI: FORMAZIONE E CORSI: ISTRUZIONE E CERTIFICAZIONI: LINGUE STRANIERE: Nato nel : 1983 Residente a :

Risorsa N 033109 DATI ANAGRAFICI: FORMAZIONE E CORSI: ISTRUZIONE E CERTIFICAZIONI: LINGUE STRANIERE: Nato nel : 1983 Residente a : Risorsa N 033109 DATI ANAGRAFICI: Nato nel : 1983 Residente a : Roma FORMAZIONE E CORSI: Nel 2012: Oracle VDI, BMC Cloud Lifecycle Management, VMware vsphere: Install, Configure, Manage [V5.0] Nel 2010:

Dettagli

Il ruolo di ITIL nell ICT Governance per il Comune di Milano

Il ruolo di ITIL nell ICT Governance per il Comune di Milano DSSI, Direzione Specialistica Sistemi Informativi Il ruolo di ITIL nell ICT Governance per il Comune di Milano 21 maggio 2007 Forum PA - ROMA Alessandro Musumeci Direttore Centrale Sistemi Informativi

Dettagli

L ambiente operativo integrato leader del settore. Sistema operativo IBM i elaborazione aziendale efficiente e resiliente

L ambiente operativo integrato leader del settore. Sistema operativo IBM i elaborazione aziendale efficiente e resiliente L ambiente operativo integrato leader del settore Sistema operativo IBM i elaborazione aziendale efficiente e resiliente Punti di forza Middleware integrato per un elaborazione aziendale efficiente Virtualizzazione

Dettagli

Nell'era della Business Technology: il business e la tecnologia allineati per migliorare i risultati dell'azienda

Nell'era della Business Technology: il business e la tecnologia allineati per migliorare i risultati dell'azienda Nell'era della Business Technology: il business e la tecnologia allineati per migliorare i risultati dell'azienda Giovanni Vecchio Marketing Program Manager - Hewlett Packard Italiana S.r.l. Treviso, 13

Dettagli

Società di consulenza organizzativa e tecnologica

Società di consulenza organizzativa e tecnologica Società di consulenza organizzativa e tecnologica Le nostre Aree di Competenza Compliance Process & Organization Review Assessment dei processi, della struttura organizzativa ed applicativa (AS-IS) Progettazione

Dettagli

SOC le ragioni che determinano la scelta di una struttura esterna

SOC le ragioni che determinano la scelta di una struttura esterna SOC le ragioni che determinano la scelta di una struttura esterna Indice Scopo Servizi SOC Descrizione Servizi Modello di Erogazione Risorse / Organizzazione Sinergia con altri servizi Conclusioni 2 Scopo

Dettagli

APM: come e perchè. Un approccio strutturato ed efficace. Maurizio Rossini, Consoft Sistemi

APM: come e perchè. Un approccio strutturato ed efficace. Maurizio Rossini, Consoft Sistemi APM: come e perchè Un approccio strutturato ed efficace. Maurizio Rossini, Consoft Sistemi APM: il contesto BACK END SAP PSFT MAINFRAME USER NETWORK FRONT END Siebel IMS DB CTG MIDDLEWARE DB2 CICS WAN/

Dettagli

Un nuovo modo di misurare il successo dei Progetti ICT

Un nuovo modo di misurare il successo dei Progetti ICT Con il patrocinio di: Sponsorizzato da: Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 Un nuovo modo di misurare il successo dei Progetti ICT Ing. Stefano

Dettagli

L ultima versione di ITIL: V3 Elementi salienti

L ultima versione di ITIL: V3 Elementi salienti L ultima versione di ITIL: V3 Elementi salienti Federico Corradi Workshop SIAM Cogitek Milano, 17/2/2009 COGITEK s.r.l. Via Montecuccoli 9 10121 TORINO Tel. 0115660912 Fax. 0115132623Cod. Fisc.. E Part.

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

Stefano Bucci Technology Director Sales Consulting. Roma, 23 Maggio 2007

Stefano Bucci Technology Director Sales Consulting. Roma, 23 Maggio 2007 L Information Technology a supporto delle ALI: Come coniugare un modello di crescita sostenibile con le irrinuciabili caratteristiche di integrazione, sicurezza ed elevata disponibilità di un Centro Servizi

Dettagli

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras 2 Introduzione Le architetture basate sui servizi (SOA) stanno rapidamente diventando lo standard de facto per lo sviluppo delle applicazioni aziendali.

Dettagli

LOTTO 2 4.2.15 Profili professionali PROJECT MANAGER Esperienze Conoscenza Competenze

LOTTO 2 4.2.15 Profili professionali PROJECT MANAGER Esperienze Conoscenza Competenze 4.2.15 Profili professionali Tutte le risorse professionali definite in fase di offerta, dovranno essere illustrate con il proprio curriculum vitae (CV) allegato all offerta tecnica. I curricula professionali

Dettagli

Giovanni Belluzzo. Riepilogo. Esperienza. Head of Project & Portfolio Management Office giovanni.belluzzo@infocert.it

Giovanni Belluzzo. Riepilogo. Esperienza. Head of Project & Portfolio Management Office giovanni.belluzzo@infocert.it Giovanni Belluzzo Head of Project & Portfolio Management Office giovanni.belluzzo@infocert.it Riepilogo Ingegnere Elettronico, da circa 25 anni opero nel mondo ICT. Nel corso della mia carriera ho condotto

Dettagli

+39 039 795553 +39 320 1717389. claudio@tancini.it. www.tancini.it. Skype id : claudio.tancini. Data di nascita: 26/11/1959. Stato civile: Sposato

+39 039 795553 +39 320 1717389. claudio@tancini.it. www.tancini.it. Skype id : claudio.tancini. Data di nascita: 26/11/1959. Stato civile: Sposato Informazioni personali CV Claudio Tancini Via Sondrio 16-20835, Muggio' (MB) - Italia +39 039 795553 +39 320 1717389 claudio@tancini.it www.tancini.it Skype id : claudio.tancini Data di nascita: 26/11/1959

Dettagli

Dataveneta4U. Cloud Computing per le aziende e gli enti pubblici

Dataveneta4U. Cloud Computing per le aziende e gli enti pubblici Dataveneta4U Cloud Computing per le aziende e gli enti pubblici Una soluzione integrata per piattaforme in Private Cloud distribuite in modalità Infrastructure as a Service (IaaS) in formato Internal,

Dettagli

SACE BT realizza su tecnologia Microsoft la piattaforma di gestione delle polizze

SACE BT realizza su tecnologia Microsoft la piattaforma di gestione delle polizze Caso di successo Microsoft Integration SACE BT SACE BT realizza su tecnologia Microsoft la piattaforma di gestione delle polizze Informazioni generali Settore Istituzioni finanziarie Il Cliente Il Gruppo

Dettagli

CA Server Automation. Panoramica. I vantaggi. agility made possible

CA Server Automation. Panoramica. I vantaggi. agility made possible PRODUCT SHEET: CA Server Automation CA Server Automation agility made possible CA Server Automation è una soluzione integrata che automatizza il provisioning, l'applicazione di patch e la configurazione

Dettagli

Aldo Serraglio Infracom Italia S.p.A. Business Unit ICT Outsourcing. Infracom case studies per la gestione tecnologica del rischio operativo

Aldo Serraglio Infracom Italia S.p.A. Business Unit ICT Outsourcing. Infracom case studies per la gestione tecnologica del rischio operativo Aldo Serraglio Infracom Italia S.p.A. Business Unit ICT Outsourcing Infracom case studies per la gestione tecnologica del rischio operativo 1 Il Gruppo Infracom Competenze, Metodologie, Servizi ed Infrastrutture

Dettagli

Blue Bay Tech Srl. www.bluebaytech.it info@bluebaytech.it COMPANY OVERVIEW

Blue Bay Tech Srl. www.bluebaytech.it info@bluebaytech.it COMPANY OVERVIEW Blue Bay Tech Srl www.bluebaytech.it info@bluebaytech.it COMPANY OVERVIEW La società L'azienda BLUE BAY TECH Srl nasce nel 2011 dall incontro di professionisti da anni impegnati nel mondo ICT dei servizi

Dettagli

Zerouno IBM IT Maintenance

Zerouno IBM IT Maintenance Zerouno IBM IT Maintenance Affidabilità e flessibilità dei servizi per supportare l innovazione d impresa Riccardo Zanchi Partner NetConsulting Roma, 30 novembre 2010 Il mercato dell ICT in Italia (2008-2010P)

Dettagli

Risorsa N 031179 DATI ANAGRAFICI: FORMAZIONE E CORSI: ISTRUZIONE E CERTIFICAZIONI: Nato nel : 1963 Nato e Residente a : Roma

Risorsa N 031179 DATI ANAGRAFICI: FORMAZIONE E CORSI: ISTRUZIONE E CERTIFICAZIONI: Nato nel : 1963 Nato e Residente a : Roma Risorsa N 031179 DATI ANAGRAFICI: Nato nel : 1963 Nato e Residente a : Roma FORMAZIONE E CORSI: Nel 2009: Corso BW611: TIBCO BusinessWorks 5.x Integration Boot Camp Nel 2008: Corso ORACLE Database 10g

Dettagli

Soluzioni innovative per la semplificazione dell infrastruttura IT. Virtualizzazione con il sistema operativo IBM i, PowerVM e Power Systems

Soluzioni innovative per la semplificazione dell infrastruttura IT. Virtualizzazione con il sistema operativo IBM i, PowerVM e Power Systems Soluzioni innovative per la semplificazione dell infrastruttura IT Virtualizzazione con il sistema operativo IBM i, PowerVM e Power Systems Caratteristiche principali La flessibilità e la scalabilità della

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

A"raverso) Neal) puoi) avere) il) controllo,) in) totale) sicurezza,) di) tu"e)le)enterprise)siebel)che)compongono)il)tuo)business.

Araverso) Neal) puoi) avere) il) controllo,) in) totale) sicurezza,) di) tue)le)enterprise)siebel)che)compongono)il)tuo)business. N e a l 2.0! A"raverso) Neal) puoi) avere) il) controllo,) in) totale) sicurezza,) di) tu"e)le)enterprise)siebel)che)compongono)il)tuo)business.)se)si) presenta) un) potenziale) problema) tu) puoi,) usando)

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 2

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 2 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 2 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici IT

Dettagli

Chi è Adiuto. Cultura e tecnologia nella gestione documentale

Chi è Adiuto. Cultura e tecnologia nella gestione documentale Cultura e tecnologia nella gestione documentale Chi è Adiuto Attiva dal 2001, Adiuto affronta e risolve le problematiche di gestione elettronica documentale. Grazie alla sua innovativa suite documentale

Dettagli

Monitoraggio dei Servizi Business Oriented

Monitoraggio dei Servizi Business Oriented Monitoraggio dei Servizi Business Oriented Paolo DI MARTINO Poste Italiane /Esercizio Roma, 4 Dicembre 2014 Agenda Il contesto Poste Italiane Il ruolo dell ICT e linee evolutive L evoluzione del modello

Dettagli

IS Governance. Francesco Clabot Consulenza di processo. francesco.clabot@netcom-srl.it

IS Governance. Francesco Clabot Consulenza di processo. francesco.clabot@netcom-srl.it IS Governance Francesco Clabot Consulenza di processo francesco.clabot@netcom-srl.it 1 Fondamenti di ISO 20000 per la Gestione dei Servizi Informatici - La Norma - 2 Introduzione Che cosa è una norma?

Dettagli

Il Community Cloud per il Sistema Pubblico Trentino. Roma, 27 marzo 2014

Il Community Cloud per il Sistema Pubblico Trentino. Roma, 27 marzo 2014 Il Community Cloud per il Sistema Pubblico Trentino Roma, 27 marzo 2014 Informatica Trentina: società di sistema Società a capitale interamente pubblico per la diffusione di servizi ICT al comparto pubblico

Dettagli

IBM Cloud Computing - esperienze e servizi

IBM Cloud Computing - esperienze e servizi IBM Cloud Computing - esperienze e servizi Mariano Ammirabile Cloud Computing Sales Leader - marzo 2011 2011 IBM Corporation Cosa si intende per Cloud Computing Cloud è un nuovo modo di utilizzare e di

Dettagli

OGGETTO DELLA FORNITURA...4

OGGETTO DELLA FORNITURA...4 Gara d appalto per la fornitura di licenze software e servizi per la realizzazione del progetto di Identity and Access Management in Cassa Depositi e Prestiti S.p.A. CAPITOLATO TECNICO Indice 1 GENERALITÀ...3

Dettagli

Allegato. Servizio Hosting Virtual DataCenter di Regione Lombardia. per l ENTE UCL Asta del Serio

Allegato. Servizio Hosting Virtual DataCenter di Regione Lombardia. per l ENTE UCL Asta del Serio Allegato Servizio Hosting Virtual DataCenter di Regione Lombardia per l ENTE UCL Asta del Serio Contesto Il percorso condotto da Regione Lombardia (RL) per la razionalizzazione dei CED degli ENTI si inserisce

Dettagli

soluzioni e servizi per fare grande una media impresa Soluzioni di Cloud Computing per imprese con i piedi per terra.

soluzioni e servizi per fare grande una media impresa Soluzioni di Cloud Computing per imprese con i piedi per terra. soluzioni e servizi per fare grande una media impresa Soluzioni di Cloud Computing per imprese con i piedi per terra. FASTCLOUD È un dato di fatto che le soluzioni IT tradizionali richiedono investimenti

Dettagli

Paolo Gandolfo Efficienza IT e controllo costi

Paolo Gandolfo Efficienza IT e controllo costi Paolo Gandolfo Efficienza IT e controllo costi Agenda della sessione La piattaforma IBM per l Asset & Service management Aree e voci di impatto sulle rendiconto economico Soluzioni TIVOLI a supporto Quali

Dettagli

Realizzazione di un Network Operations Center (NOC) secondo best practices ITIL. Roberto Raguseo Roberto.raguseo@necs-servizi.it

Realizzazione di un Network Operations Center (NOC) secondo best practices ITIL. Roberto Raguseo Roberto.raguseo@necs-servizi.it Realizzazione di un Network Operations Center (NOC) secondo best practices ITIL Roberto Raguseo Roberto.raguseo@necs-servizi.it 1 Agenda Il Cliente oggetto dello studio La rete elettrica come Servizio

Dettagli

4.0. 04/03/2015 Information & Communication Technology Group

4.0. 04/03/2015 Information & Communication Technology Group 4.0 04/03/2015 What s AlmaToolBox? Middleware OS & CI Jenkins: motore di automazione delle Build Jfrog Artifactory: repository manager Selenium: automazione test web SonarQube: strumenti di analisi statica

Dettagli

Abstract. Reply e il Cloud Computing: la potenza di internet e un modello di costi a consumo. Il Cloud Computing per Reply

Abstract. Reply e il Cloud Computing: la potenza di internet e un modello di costi a consumo. Il Cloud Computing per Reply Abstract Nei nuovi scenari aperti dal Cloud Computing, Reply si pone come provider di servizi e tecnologie, nonché come abilitatore di soluzioni e servizi di integrazione, volti a supportare le aziende

Dettagli

Allegato 1 Specifiche tecniche ambiente CNPADC. Giugno 2013

Allegato 1 Specifiche tecniche ambiente CNPADC. Giugno 2013 Allegato 1 Specifiche tecniche ambiente CNPADC Giugno 2013 Sommario 1 PREMESSA... 3 2 COMPONENTE TECNOLOGICA DEL SERVIZIO... 3 3 COMPONENTE APPLICATIVA DEL SERVIZIO... 5 3.1 Infrastruttura tecnologica,

Dettagli

Risorsa N 011116. Diploma di Ragioniere Perito Commerciale e Programmatore. Inglese Buono Francese Scolastico

Risorsa N 011116. Diploma di Ragioniere Perito Commerciale e Programmatore. Inglese Buono Francese Scolastico Risorsa N 011116 DATI ANAGRAFICI: Nato nel : 1965 Nato e Residente a : Milano FORMAZIONE E CORSI: Corso su Unix: Base- Administrator SO- shell Corso su C linguaggio base e C su Unix Corso su Uniplex: Base-

Dettagli

EMC Ionix: gestione ottimizzata per la fornitura di servizi in infrastrutture virtualizzate

EMC Ionix: gestione ottimizzata per la fornitura di servizi in infrastrutture virtualizzate EMC Ionix: gestione ottimizzata per la fornitura di servizi in infrastrutture virtualizzate White Paper ENTERPRISE MANAGEMENT ASSOCIATES (EMA ) Preparato per EMC Luglio 2009 IT MANAGEMENT RESEARCH, Sommario

Dettagli

ITIL Best Practices: dall Operation al Service Management L esperienza TIM

ITIL Best Practices: dall Operation al Service Management L esperienza TIM ITIL Best Practices: dall Operation al Service Management L esperienza TIM 30 Novembre 2005 Sandra Foglia, Francesco Muscuso 1 d i gi t a l IBM d i g i t a l Data General Il contesto: IT Operations Area

Dettagli

30 ANNI DI INNOVAZIONE AL SERVIZIO DELLA MODA

30 ANNI DI INNOVAZIONE AL SERVIZIO DELLA MODA Firenze, 3 aprile 2014 30 ANNI DI INNOVAZIONE AL SERVIZIO DELLA MODA Luca Tonello Sales Executive & Channel Manager - DDway 2 Dedagroup Titolo della presentazione 3 DDway Fashion Business Unit 200 Professionisti

Dettagli

Misura delle performance dei processi con le metriche suggerite da COBIT e ITIL

Misura delle performance dei processi con le metriche suggerite da COBIT e ITIL Al servizio dei professionisti dell IT Governance Capitolo di Milano Misura delle performance dei processi con le metriche suggerite da COBIT e ITIL Valter Tozzini - ItSMF Italia Paola Belforte - ItSMF

Dettagli

Risorsa N 022563. Firewall (Exp. 2 anni) Remedy (Exp. 1 anno) VmWare (Exp. 1 anno)

Risorsa N 022563. Firewall (Exp. 2 anni) Remedy (Exp. 1 anno) VmWare (Exp. 1 anno) Risorsa N 022563 DATI ANAGRAFICI: Nato nel : 1957 Residente a : Milano ISTRUZIONE E CERTIFICAZIONI: Laurea in Ingegneria Meccanica con specializzazione motoristica Diploma di Maturità Scientifica LINGUE

Dettagli

IL GRUPPO INNOVAWAY PERCHÉ SCEGLIERE INNOVAWAY

IL GRUPPO INNOVAWAY PERCHÉ SCEGLIERE INNOVAWAY IL GRUPPO INNOVAWAY Il Gruppo Innovaway nasce nel 2014 per iniziativa della Cesaweb S.p.A., azienda che opera da oltre 13 anni nell ambito dei servizi in outsourcing per le imprese (BPO), grazie all acquisizione

Dettagli

IBM & i3p: l IBM Innovation Center Torino, 6 aprile 2011

IBM & i3p: l IBM Innovation Center Torino, 6 aprile 2011 IBM & i3p: l IBM Innovation Center Torino, 6 aprile 2011 IBM Innovation Center: cos è E un centro (FISICO) attraverso il quale mette a disposizione hardware IBM, middleware (non solo IBM) e le competenze

Dettagli

La ISA nasce nel 1994. Servizi DIGITAL SOLUTION

La ISA nasce nel 1994. Servizi DIGITAL SOLUTION ISA ICT Value Consulting La ISA nasce nel 1994 Si pone sul mercato come network indipendente di servizi di consulenza ICT alle organizzazioni nell'ottica di migliorare la qualità e il valore dei servizi

Dettagli

stefano.stracuzzi@stracca.net http://www.stracca.net http://www.linkedin.com/in/stracca Ecole & Co s.r.l., viale Virgilio 40/B, Modena.

stefano.stracuzzi@stracca.net http://www.stracca.net http://www.linkedin.com/in/stracca Ecole & Co s.r.l., viale Virgilio 40/B, Modena. F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo STRACUZZI STEFANO VIA ARCHIROLA 33, 41124 MODENA, ITALY Telefono +39 347 8393346 +39 059 9782091

Dettagli

Var Group Approccio concreto e duraturo Vicinanza al Cliente Professionalità e metodologie certificate In anticipo sui tempi Soluzioni flessibili

Var Group Approccio concreto e duraturo Vicinanza al Cliente Professionalità e metodologie certificate In anticipo sui tempi Soluzioni flessibili Var Group, attraverso la sua società di servizi, fornisce supporto alle Aziende con le sue risorse e competenze nelle aree: Consulenza, Sistemi informativi, Soluzioni applicative, Servizi per le Infrastrutture,

Dettagli

UNA RELEASE ROBUSTA E COLLAUDATA IN CONTESTI NAZIONALI ED INTERNAZIONALI EVOLUZIONE DELLA PIATTAFORMA ASSICURATIVA ALL IN ONE

UNA RELEASE ROBUSTA E COLLAUDATA IN CONTESTI NAZIONALI ED INTERNAZIONALI EVOLUZIONE DELLA PIATTAFORMA ASSICURATIVA ALL IN ONE L offerta di Value+, in origine focalizzata sulla gestione dei Rami Vita e dei Fondi Pensione attraverso il sistema invita, diffuso in Italia e all estero, si è arricchita nel corso degli anni estendendosi

Dettagli

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy IT Service Management: il Framework ITIL Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy Quint Wellington Redwood 2007 Agenda Quint Wellington Redwood Italia IT Service Management

Dettagli

ITIL: best practice per l IT

ITIL: best practice per l IT Slide 0.1 ITIL: best practice per l IT I processi e l approccio ( a cura di Stefania Renna CA) 24 Novembre 2005 Pag. 1 Slide 1.0 INDICE DELLA PRESENTAZIONE : 1. ITIL: Lo standard de facto 2. Il framework

Dettagli