Assemblaggio settimanale di notizie prelevate dal web e dalla carta stampata numero 162/218

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Assemblaggio settimanale di notizie prelevate dal web e dalla carta stampata numero 162/218"

Transcript

1 Assemblaggio settimanale di notizie prelevate dal web e dalla carta stampata numero 162/218 IL NOSTRO SCOPO E..SOLO INFORMARE Da Sabato 2 a Sabato 9 Novembre TORRE DEL GRECO IL COMUNE APRE A WRITERS SUI MURI LEGALI URBAN STREET ART Il Comune apre ai writers: ecco i «muri legali» per i graffiti d'autore Mai più «scarabocchi» capaci solo di deturdeturpare gli arredi urbani e offendere il decoro cittadino, ma solo espressioni grafiche» in grado di esaltare i veri writers di Torre del Greco. È l obiettivo di «Muri Legali», l iniziativa promossa dall amministrazione comunale targata Gennaro Malinconico per regolarizzare l estro degli «artisti di strada» della quarta città della Campania: in pratica, un deciso altolà a chi imbratta i muri della città e un disciplinato» via libera a chi - al contrario - vuole mettere la propria creatività al servizio della città. «Abbiamo pensato a una simile iniziativa - spiega l assessore alla cultura, Antonio Boschetti - perché consapevoli che la Urban Street Art rappresenta una forma di espressione artistica che non deve rischiare di essere confusa con episodi di vandalismo grafico».di qui, l idea di destinare ai writers del Vesuvio appositi spazi su cui dare sfogo alla propria fantasia senza danneggiare l arredo urbano pubblico e privato: «È intenzione dell amministrazione comunale - prosegue l esponente di Sel nella giunta comunale guidata dal sindaco Gennaro Malinconico - avviare apposite campagne di sensibilizzazione nelle scuole, allo scopo di favorire il senso di appartenenza alla comunità cittadina degli artisti fino a oggi costretti a operare in assoluta clandestinità: l apertura a un costante dialogo sul tema tra l amministrazione comunale e il mondo giovanile consentirà sia di incrementare il livello di condivisione del quadro normativo sia di coniugare la Urban Street Art con alcune iniziative di riqualificazione urbana e di contrasto al degrado di alcune zone». I «Muri Legali» su cui i giovani si potranno sbizzarrire con spray e vernici saranno indicati da appositi uffici comunali - politiche giovanili e patrimonio - e affidati alle associazioni cittadine già attive sul territorio che si dichiarino rappresentative degli interessi degli artisti: «E' chiaro che le opere realizzate non dovranno essere in contrasto con le norme sull'ordine pubblico oppure offensive - sottolinea l'assessore Antonio Boschetti - né potranno contenere messaggi di carattere politico o pubblicitario. In caso di inosservanza delle regole, l'amministrazione comunale potrà chiedere agli autori del murales la sospensione o la cancellazione dell'opera». Il regolamento per disciplinare l'urban Street Art dovrebbe essere approvato dalla giunta comunale a stretto giro di posta, in modo da consentire le prime «esibizioni di talento» entro le festività natalizie: «L'obiettivo dell'amministrazione comunale è valorizzare tutte le nostre realtà artistico - giovanili - conclude l'esponente di Sinistra Ecologia e Libertà - esaltando le potenzialità espressive del territorio, ma sempre nel rispetto delle regole». Metropolis

2 TORRE DEL GRECO SVELATI I SEGRETI BANCARI DEGLI "ARMATORI VAMPIRI" Diciotto conti correnti:così Michele Iuliano «gestiva» il patrimonio dei risparmiatori Diciotto conti correnti, aperti in quattro distinti istituti bancari: Intesa San Paolo, Monte dei Paschi di Siena, Banca di Credito Popolare la storica «bancarella» di Torre del Greco e Unicredit. Tutti intestati al «capitano» Michele Iuliano che a dispetto della veneranda età gestiva il patrimonio personale e non solo attraverso una vorticosa serie di operazioni: in tutto, in sette anni dal 2005 al 2012, a una media di 25 movimentazioni al giorno compresi sabato e domenica. Sono i «numeri» rivelati davanti ai giudici della quarta sezione penale del tribunale di Roma da Antonio Cattaneo, il consulente della Deloitte incaricato di «fare le pulci» agli armatori-vampiri della Deiulemar compagnia di navigazione. Durante la nuova udienza a carico dei sette imputati Leonardo Lembo è già uscito dal processo, patteggiando una condanna a quattro anni e mezzo di carcere finiti alla sbarra con l accusa di bancarotta fraudolenta e raccolta abusiva del risparmio, il super-esperto finanziario ha ricostruito i flussi economici che dalle tasche dei risparmiatori di Torre del Greco finivano nelle casse dell ex colosso economico di via Tironi, prima di essere «smistati» in tutto il mondo attraverso investimenti in bond e derivati. In pratica, i risparmi degli obbligazionisti diventavano lo «strumento» per aumentare secondo i piani degli armatori- vampiri il patrimonio dell ex banca privata di Torre del Greco. «A partire dal 2005 e fino al 2012 i concetti espressi in aula da Antonio Cattaneo risultano movimentazioni bancarie tra accredito e addebito, di cui tra bonifici, assegni bancari e assegni circolari». Una valanga di operazioni in larga parte possibili grazie ai risparmi che gli obbligazionisti portavano allo «sportello» di traversa Vittorio Veneto, dove Paolo Palomba e Loredana Staiano i due addetti che saranno ascoltati nel corso della prossima udienza, dopo avere disertato l appuntamento del 30 ottobre rispettivamente per motivi di salute e impegni di lavoro raccoglievano gli «investimenti» per la Deiulemar compagnia di navigazione. A completare il quadro del vorticoso giro di denaro che ruotava intorno ai 18 conti correnti di Michele Iuliano, i circa movimenti di cui commissioni e spese varie, le 352 operazioni in dati di accredito in fiduciarie in proprio favore per 179 milioni di euro e compravendite di titoli. «Le restanti Deloitte sono accrediti riconducibili ai conti personali degli armatori». Numeri impressionanti che, tuttavia, rappresenterebbero secondo gli investigatori solo la punta dell iceberg del «sistema» messo in piedi dagli armatori-vampiri. In attesa dei nuovi appuntamenti davanti al collegio presieduto dal giudice Laura De Girolamo, proseguono le indagini per risalire ai tesori delle tre famiglie della Deiulemar compagnia di navigazione: i fari della procura di Roma e della guardia di finanza restano puntati sulla Svizzera e su Dubai, la «terra dell oro» dove Giovanna Iuliano avrebbe voluto trasferire la prima avanzata dalla procura di Torre Annunziata la residenza dei figli e i trust che aveva a Lugano. Un viaggio bloccato il 16 luglio 2012 dall ordinanza di custodia cautelare che trascinò l erede del «capitano» dietro le sbarre del carcere di Pozzuoli. A. D. Turris, tifosi a difesa e... pulizia della città: "I pirati della monnezza puniti secondo la legge ultras" «È severamente vietato buttare la spazzatura. I trasgressori saranno puniti secondo la legge degli ultras. Noi amiamo la nostra città». Può darsi che sia solo uno scherzo. O la promessa di un impegno sociale. O, ma si spera di no, un avvertimento. Fatto sta che da qualche giorno gli ultras della Turris hanno preso una posizione netta in materia di raccolta differenziata: aiuteranno Comune e vigili urbani nella lotta all abbandono abusivo dei rifiuti. Ovviamente, a modo loro. Ad annunciarlo sono stati gli stessi corallini con uno striscione al club di via Martiri d Africa: solito carattere di scrittura, solito colore rosso e nero, un vero marchio di fabbrica per gli ultras Torre del Greco. Che, in un momento di svolta ambientalista per la città grazie alle bonifiche ambientali volute da Palazzo Baronale, hanno deciso di scendere in campo per tutelare la natura, vigilare su

3 chi non rispetterà la riciclata e ammonire chi getterà spazzatura alla rinfusa. Tante e decisamente diverse le reazioni dei torresi che si domandano quale sarà la «punizione secondo la legge degli ultrà». C è chi come Domenico Colantuono del movimento green CleanTdg approva la scelta corallina: «Sono stato per lungo tempo contrario agli ultras perché, per ignoranza, li etichettavo male. Ma quando ho conosciuto i veri ultras Turris mi sono ricreduto spiega il giovane ecologista Certo, c è sempre il fanatico però per la maggior parte sono persone che amano la città e ne vanno fieri: sono forse tra i torresi più grandi e veraci».stessa linea di pensiero anche per Michele S., tifoso corallino: «Il mondo degli ultrà conserva ancora regole e ideali: che piaccia o no, è un modo di vivere. Tuttavia non è da confondere con il vandalismo o il teppismo». «Non è bastone e violenza - conferma Carla, vicina di casa del club Turris è rispetto e amore per la città. Il presidente del club è un ragazzo onesto, un padre di famiglia che ama Torre del Greco e la Turris. Non a caso, la settimana scorsa il gruppo ultras ha partecipato alla pulizia del parco Bottazzi».Fonte: Il Mattino (Francesca Raspavolo) Domenica 3 I GIOVANI DEMOCRATICI DÌ TORRE DEL GRECO SO- STERRANNO CIVATI I Giovani Democratici di Torre del Greco, durante la riunione di lunedì 21 ottobre, all unanimità dei presenti hanno deciso di sostenere la candidatura alla segreteria nazionale di Giuseppe Civati.Tale decisione è coerente con la posizione assunta circa 6 mesi fa dai GD di Torre del Greco, posizione resa esplicita con l adesione alla protesta lanciata dal movimento nazionale #OccupyPD e l occupazione effettiva della sede locale del PD. Il Partito Democratico fino a oggi ha faticato a comprendere i mutamenti della società, pensando più alle logiche di corrente che agli interessi della collettività. Crediamo che il Pd deve uscire dallo schema di autoreferenzialità e dimostrarsi capace di indagare le trasformazioni della società superando il concetto di corrente per dar vita a un partito realmente partecipato, coerente, trasparente e democratico che mette al centro delle decisioni politiche i militanti/iscritti al partito. Il PD grazie al patto con il centrodestra di Berlusconi si trova più a destra di quanto non sia mai successo, ed ha consegnato il Paese in mano al PDL, dimenticando quasi tutte le promesse elettorali. Il PD dovrebbe essere una moderna forza di sinistra, ma senza dimenticare alcuni valori storici che caratterizzano le forze di sinistra: giustizia sociale, trasparenza, moralità, libertà e diritti fondamentali. Sulla base di queste considerazione l unico esponente nazionale che incarna la posizione dei GD di Torre del Greco è Giuseppe Civati ed è per questo che avrà il nostro sostegno per la corsa alla segreteria nazionale del PD. Giovani Democratici di Torre del Greco Comunicato Stampa I GIOVANI DEMOCRATICI RIVENDICANO URBAN STREET ART Con un comunicato diffuso questa mattina su FB i Giovani Democratici hanno rivendicato di essere i promotori della iniziativa di disciplinare Urban Street Art."Apprendiamo da fonti giornalistiche che l'amministrazione comunale ha deciso di disciplinare Urban Street Art. - recita il comunicato - Dal mese di aprile i GD hanno chiesto all'amministrazione di intervenire in tal senso. Non ci piace mettere il cappello sulle iniziative ed è per questo che fino ad oggi non abbiamo pubblicato lettera con cui proponevamo l'iniziativa. Però crediamo in una politica MERITOCRATICA e non vogliamo regalare meriti ad altri. Il nostro silenzio aveva l'obiettivo di raggiungere lo scopo lavorando nelle sedi opportune e non tramite articoli di giornale. La politica dovrebbe recuperare l'onestà intellettuale ed è per questo che confidiamo in una rettifica, citando chi ha proposto tale iniziativa per Torre del Greco. Comunicato

4 COME SALVARE LA SHIPPING (A SCAPITO DEGLI OBBLIGAZIONISTI) L intervento di Ievoli, riguardo il salvataggio della Shipping è assolutamente fuori luogo e dannoso per gli obbligazionisti. Forse è il caso di ricordare a tutti che la priorità nelle esecuzioni fallimentari è rifondere i truffati, senza fare altre considerazioni o valutazioni di altra natura. Lo ricordiamo a Ievoli, lo ricordiamo a Europa Investimenti e lo ricordiamo anche alla Curatela. E il 19 luglio, l Ansa riporta la notizia della vendita all asta di due navi Deiulemar ( la Eleonora Lembo e Margherita Iuliano) alla società inglese Borealis Maritime a 12 mln di dollari l una (circa 9 mln di euro).precedentemente la Valeria Della Gatta era stata venduta alla Diana Shipping per 19,8 milioni di dollari (circa 15 mln di euro).l articolo è interessante anche perché sono citati altri contendenti dell asta: Vafias (StealthGas), Ievoli (Marnavi) e Pontecorvo (Lgr di Navigazione). Passano circa tre mesi e il 4 ottobre, Ievoli (uno dei contendenti uscito a mani vuote dalle prime aste, nonché vecchio conoscente di Lembo) presenta una richiesta di concordato per rilevare le restanti 12 navi della Shipping per 80 milioni di euro, ovvero per circa 6,67 milioni di euro l una, valore ben più basso delle cifre viste alle prime aste. L obiettivo dichiarato dell armatore napoletano è, sentimentalmente, salvare la flotta della Deiulemar Shipping.Quali i vantaggi dichiarati? Sostanzialmente due. Il primo: l armatore garantirebbe i lavoratori Il secondo: la flotta resterebbe italiana Per la verità, i dubbi riguardo questo intervento sono molto più numerosi delle certezze. Innanzitutto l occupazione non è affatto garantita. Infatti la Marnavi, non essendo presente nel mercato del trasporto delle merci secche alla rinfusa, settore meno specializzato, con minore valore aggiunto e con più concorrenti rispetto ai segmenti tradizionalmente presidiati dalla società, necessiterebbe, per potervi accedere in maniera competitiva, di un portafoglio clienti già consolidato, cosa che non ci risulta. Inoltre Ievoli, costituendo, per questa operazione, una società ad hoc, la SeaShipDry, metterebbe al riparo la Marnavi da eventuali perdite della nuova società, potendola successivamente cederla o riorganizzarla vendendone quota parte o diminuendone il personale. La domanda che nasce spontanea è la seguente: non sarebbe meglio vendere queste navi al miglior offerente chiedendo garanzie per l equipaggio? Di certo sarebbero più garantiti rispetto al salto nel buio prospettato da Ievoli.In secondo luogo, l italianità della flotta è decisamente un bel concetto. Preferirei dire che la flotta resterebbe ad un armatore italiano, e per fare in modo che ciò accada chi ci rimette sono gli obbligazionisti. Infatti se si stima una media pessimistica rispetto alle prime vendite, di 9 mln di euro a nave, gli obbligazionisti si vedrebbero decurtare di circa 28 milioni di euro l attivo fallimentare, mentre, se si esegue una semplice media aritmetica relativa alle prime tre vendite, ovvero circa 11 milioni di euro a nave, il minor incasso derivante dalla vendita della flotta ammonterebbe a circa 52 milioni di euro. Di certo agli obbligazionisti non conviene questa operazione. Questa nobile azione è estremamente vantaggiosa per Ievoli.Vantaggiosa perché il costo delle navi è ampiamente sottostimato. Vantaggiosa perché con la ripresa economica che si sta verificando a livello internazionale, non sarebbe difficile trovare compratori che presenterebbero offerte migliori di quella di Ievoli.Ievoli sa bene che con questa operazione può mettere le mani su navi che all asta perderebbe quasi certamente a meno di sborsare di più. Con questa operazione si sta chiedendo agli obbligazionisti di rinunciare ad una cospicua parte dell attivo fallimentare per una scelta che definire azzardata è poco. Vale appena il caso di ricordare a tutti gli attori di questo siparietto che i sequestri fallimentari hanno il prioritario obiettivo di restituire ai creditori i propri soldi, senza fare altre considerazioni di natura diversa. Lo ricordiamo a Ievoli, a Europa Investimenti e lo ricordiamo anche alla Curatela che dovrà decidere riguardo questa situazione: l interesse primario è quello degli obbligazionisti! A. Romano Lunedì 4 sport La radiazione del Nardò stravolge la classifica. In testa si fermano tutte, ne approfittano Brindisi e Taranto Ormai la cancellazione del Nardò è cosa certa. La squadra neretina non si è presentata a Grottaglie ed è stata radiata! Cosa cambia? Siccome la radiazione si è verificata entro il girone di andata allora avrà effetti retroattivi. Ciò significa che verranno tolti i punti (siano essi a tavolino che

5 sul campo) conquistati col Nardò. E come se la squadra granata non ci fosse mai stata, come se il girone fosse stato sin dall inizio di 17 squadre. Dunque in ottica Turris tre punti in meno ma già con un turno di riposo rispetto a Marcianise, Matera, Taranto e Monopoli (squadre che avrebbero sicuramente vinto col Nardò). Pertanto cambia poco o nulla se non il fastidio di un campionato con un numero dispari di squadre. Veniamo ai risultati della decima giornata. Le squadre di vetta rallentano tutte. Il Marcianise impatta a Pozzuoli: al "Conte" finisce zero a zero. Partita scoppiettante a Vallo della Lucania dove va in scena un'autentica altalena del gol tra Gelbison e Monopoli: vantaggio degli ospiti, i vallesi ribaltano il risultato, pareggio dei pugliesi, e gol finale su rigore per i padroni di casa. Gelbison batte Monopoli 3 a 2. Brutto capitombolo del Matera che perde con un secco due a zero il derby col Francavilla.La Turris non va oltre il pari contro un ostico Manfredonia:Pollidori e Perna i marcatori del "Liguori". Da segnalare l'errore dal dischetto dell'ex Lacarra per i sipontini. Accorciano Brindisi e Taranto: i bianco blu superano il Real Vico al fotofinish in dieci uomini; gli ionici espugnano Santa Maria Capua Vetere con bomber Molinari. Pari e patta al "Ventura" tra Bisceglie e Mariano Keller. Chiude la giornata la vittoria salvezza del San Severo sul Metapontino. ECCO LA NUOVA CLASSIFICA ALLA LUCE DELLA RADIAZIONE DEL NARDO' 20 MARCIANISE 19 MONOPOLI 18 MATERA 17 TURRIS* 16 BRINDISI (-1)* 16 TARANTO 13 GELBISON 11 REAL VICO* 11 GLADIATOR (-1) 11 MARIANO KELLER* 11 BISCEGLIE* 11 FRANCAVILLA 10 MANFREDONIA* 9 SAN SEVERO* 8 PUTEOLANA (-2)* 7 REAL METAPONTINO* 7 - GROTTAGLIE* *già osservato un turno di riposo L'ex Lacarra grazia la Turris: punto guadagnato! Turris - Manfredonia 1-1 Una Turris di nuovo in piena emergenza non va oltre il pari nel match casalingo contro il Manfredonia. Punto tuttavia guadagnato per i corallini, che rischiano in più occasioni anche di perderla contro i pugliesi, schierati con uno spregiudicato che tiene in apprensione la retroguardia biancorossa per gran parte del match, fallendo il gol partita nella ripresa con l'ex Lacarra, che dagli 11 metri sbaglia il rigore della vittoria. PARTENZA IN SALITA - Difficile chiedere di più ad una Turris costretta a scendere in campo con l'ennesima formazione inedita e piena di incognite a cominciare dalla retroguardia, dove il nuovo stop di Fissore e la squalifica di Mannone obbligano Castellucci a puntare sul duo Allocca- Iovinella, entrambi reduci da infortuni. Le assenze dei registi Sibilli e Gatta, oltre a quella di Bisogno, inducono il trainer ciociaro a puntare sui 3 mediani Lucchese, Manzo e Tarascio, passando così al In avanti Moxedano ed il rispolverato Falco agiscono a supporto di Perna. Si nota da subito che gli 11 in campo necessitano tempo per trovare le intese giuste, ma vengono subito colpiti dagli ospiti, che al 4' trovano il gol con colpo di testa di Pollidori, caparbio nello sfruttare una dormita della difesa corallina sugli sviluppi di un corner. IL COLPO DEL SINGOLO NON BASTA - I corallini provano a reagire, ma la manovra risente dei limiti in fase di costruzione dei 3 incontristi in mezzo al campo. Si fatica ad innescare le ali offensive e la Turris riesce a trovare il pari solo grazie al colpo del singolo, quando la traversa colpita da Moxedano su punizione dal limite permette a Perna di correggere in rete a porta vuota. Tuttavia si tratta solo di una fiammata, poiché i corallini faticano oltremodo a rendersi pericolosi. Gli uomini di Castellucci peccano spesso anche di precisione e molte volte il Manfredonia non ne approfitta, salvo guadagnarsi un rigore al 16' con Portosi su uscita errata di Liccardo, che l'ex Lacarra calcia incredibilmente fuori. Potrebbe essere l'episodio giusto per tentare di cambiare le sorti del match, ma il tecnico biancorosso lascia in panca Grezio e Longoni, puntando sugli ingressi degli under Scognamiglio, Mansour e Belfiore, passando al , dove è Moxedano ad agire da trequartista. Il cambio tattico e di uomini non sortisce gli effetti sperati ed il Manfredonia, pur calando vistosamente dopo l'errore di Lacarra, non rischia praticamente nulla sino alla fine.

6 CALCIO A 5:STELLA NASCENTE KO LA CAPOLISTA SAVIANO SI IMPONE NEL FINALE Seconda sconfitta stagionale per la Stella Nascente che perde in casa contro il Saviano, una delle squadre favorite per la vittoria finale del campionato. Una gara dura e intensa quelle tra le due compagini che l anno scorso si sono contese per tre quarti di campionato la promozione proprio in C2. Una partita il cui risultato più giusto, per quello che le squadre hanno fatto vedere in campo, sarebbe stato il pareggio, ma che il Saviano si è aggiudicata nei minuti finali. La Stella Nascente parte bene, forte anche delle due vittorie consecutive ottenute nelle ultime due partite e dei soli due gol subiti. In dieci minuti i padroni di casa sono già in vantaggio per 2 a 0. Il primo gol lo sigla Carpentieri che riceve palla su imbucata di Nastri, si smarca e insacca. Il secondo, invece, è dello stesso Nastri che realizza su una punizione causata da un tocco fuori area di mano del portiere A quel punto il Saviano decide di pressare più alto e la partita cambia. Attento Amoruso in un paio di occasioni, ma la partita si incattivisce. Intanto la Stella Nascente perde per infortunio due pedine importanti: Nastri e Onorato che si sommano all assenza in partenza di Prisco. Due tegole, per la squadra di mister Letizia che accusa il colpo e in pochi minuti incassa l uno due degli ospiti che riescono a pareggiare, accorciando prima con una bella azione e poi impattando con un tiro da fuori area nato da un calcio d angolo. Dopo qualche minuto di sbandamento, piano piano i corallini riprendono in mano il pallino del gioco e tornano in vantaggio grazie a Santangelo che sfrutta al meglio un ottima azione di Ciavolino. Il primo tempo si chiude sul 3 a 2. Il Saviano, ovviamente, parte molto forte nel secondo e cerca da subito il pareggio. È sempre il portiere torrese a sventare in un paio di occasioni ma nulla può sulla palla del 3 a 3. Il Saviano non si ferma e cerca il vantaggio a tutti i costi, ottenendolo con un po di fortuna. Il tiro da centrocampo, infatti, è deviato da De Rosa e inganna Amoruso. Il vantaggio calma gli ospiti e mette un po di fuoco nei padroni di casa che non ci stanno a perdere una partita giocata alla pari con una delle squadre favorite del campionato. È ancora il giovane Santangelo a trovare il pareggio, grazie a un azione combinata con Carpentieri. C è ancora qualche botta e risposta, ma il risultato pare star bene a entrambe le formazioni che non spingono più di tanto sull acceleratore, almeno finché un pasticcio difensivo dei corallini a due minuti dal termine regala il vantaggio agli ospiti. Sono solo 2 i minuti di recupero dati dall arbitro e in quelli la Stella Nascente riesce a rendersi pericolosa prima con Ciavolino (bella parata del portiere) e poi con Petrucci, fino al palo esterno colpito dal solito Santangelo che chiude la partita. Deluso dal risultato ma non dalla prestazione dei suoi ragazzi mister Letizia, che a fine partita dichiara: Il risultato più giusto era senza dubbio il pareggio, comunque ne siamo usciti a testa alta, pensando soprattutto che loro hanno costruito una squadra da alta classifica. La partita è stata combattuta e siamo riusciti a tenergli testa. Insomma sono molto contento della prestazione di tutti, anche perché, nonostante le assenze, i ragazzi hanno tenuto benissimo il campo, fisicamente e mentalmente. La forza di gruppo e la voglia di non perdere fino alla fine mi hanno veramente impressionato. Usciamo ancora più rafforzati, nonostante una sconfitta che ci serve per crescere e maturare, poi certo spiace sempre perdere e questo vuol dire che ci sono cose da migliorare ma siamo sulla buona strada RUGBY AMATORI PRIMO CONCENTRAMENTO FEM- MINILE E PRIMO POSTO PER LE NOSTRE LEONINE Primo Concentramento femminile Coppa Italia Seven disputato a S. Maria Capua Vetere L'Amatori Torre, capitanata da Flavia Esposito, conclude al primo posto il concentramento, conquistando i 12 punti messi in palio per la classifica generale. Le leonesse del coach Cillo hanno dato una dimostrazione di crescita e maturità, facendo vedere un gioco piacevole, accompagnato da azioni dove partecipava tutta la squadra. Infatti le mete messe a segno sono state frutto di azioni costruite dal collettivo e non dalla singola atleta. Brave a tutte, bravo al coach, che riesce a far amare questo sport a queste ragazze, ma soprattutto grazie perché riesce a farle diventare sempre più Leonesse. Nella mattinata esordio di una squadra femminile juniores under 16, che per la prima volta nella storia della nostra società, partecipa ad un concentramento. Un caloroso in bocca al lupo per il futuro alle nostre leonine capitanate da De Dilectis

7 RUGBY AMATORI U16 VITTORIA LARGA E TERZO POSTO AGGUANTATO ASD AMATORI RUGBY TORRE ASD SALERNO RUGBY 54-5 (10 a 1) Il silenzio è un momento d oro. Questo è stato chiesto dai coach corallini che hanno preteso un minuto di silenzio per assaporare l odore della vittoria ed imprimerlo nella mente. Oggi il Torre ha dimostrato di esserci, pur avendo un infermeria piena (Santangelo fermo per un incidente, Iorio fermo per una pubalgia, Fulgente a mezzo servizio per influenza, Trivelli fuori squadra per motivi personali, Palomba postumi di un versamento al polpaccio). Il Team scende in campo e preme subito l acceleratore al massimo, una prima meta al 1 ad opera di Vitelli Giovanni, le cui urla di giubilo le avranno sentite pure in paradiso, essendo la sua prima meta della carriera. Dopo 5 minuti Gallo riceve un ovale d oro da Caputo ed accelera in una maniera incredibile realizzando la prima meta della sua tripletta personale. All 11 fotocopia della seconda meta Gallo sorride e schiaccia in area, poco dopo realizzerà un'altra meta. Poi Meta spettacolo di Pulimeno che incrocia un passaggio di Caputo e riceve un ovale d oro e schiaccia anch esso in meta. Poi Caputo realizza due mete personali e ben due trasformazioni. Poi Palma Luigi che prende un buco abbatte un salernitano e schiaccia in meta. Palomba che entra per sostituire il febbricitante Fulgente, realizza la sua meta pur zoppicando. Il risultato del primo parziale 30 a 0. Il secondo parziale 54 a 5. Oggi a Torre si è visto un buon rugby, se il buongiorno si vede dal mattino. Il team coach Losciale - Vitelli - Gaudino ha dichiarato: I ragazzi hanno dato il massimo il primo tempo realizzando subito 6 mete, il secondo tempo, con ben 6 cambi, abbiamo realizzato altro 4 mete. Il Salerno comunque è una squadra nuova per cui abbassiamo il tono della vittoria, e comunque ben quattro titolari assenti fan ben sperare per i c.d. sostituti che si sono comportati egregiamente. Man of the match dei tre quarti Nocerino Alessandro e man of the match degli avanti Ascione Bernardo. Buona la prestazione di Aprea e Iodice. Formazione: Cascone Isaac, Vitelli Giovanni, D Orsi Alessandro, Ascione Bernardo, Ilardi Domenico, Bonsanto Alessio, Scognamiglio Ettore, Romagna Francesco Nocerino Alessandro, Caputo Andrea, Fulgente Vincenzo, Palma Luigi, Gallo Marco, Pulimeno Davide, Oliviero Gabriele,Panchina: Borrelli Vincenzo Palomba Pasquale, Santangelo Alfonso, Aprea Francesco Saverio, Iorio Luigi, Iodice Luigi. di addetto stampa CALCIO A 5:TURRIS OCTAVA CONQUISTA LA SALLE MA NON SENZA APPRENSIONE Turris Octava - Club Paradiso 4-2 Seconda vittoria consecutiva e prima casalinga per la Turris Octava che seppur con qualche apprensione di troppo supera il Club Paradiso Acerra.Partono bene i ragazzi di mister Volpe che subito vanno in vantaggio ma poi commettono l'errore di abbassare il ritmo e l'intensità di gioco tanto è vero che il protagonista in campo di questo scorcio di partita è proprio il baby portiere Linguella buttato nella mischia da mister Volpe vista l'indisponibilità di De Luca...provvidenziale a questo punto del match il time out del coach Volpe che striglia la squadra che torna in campo motivata per chiudere il primo tempo sul due a zero. Nella ripresa l'octava entra in campo determinata ma non riesce a concretizzare le molteplici occasioni sotto porta e a pensarci è un autogol avversario si va così sul tre a zero a questo punto quando la partita dovrebbe essere solo controllata il quintetto corallino si complica la vita, su una ripartenza gli ospiti accorciano le distanze e riaprono la gara ma a riportarla sui giusti binari è un'azione personale di Fierro che ristabilisce le distanze 4 a 1,il Paradiso non ci sta e fa la sua partita due legni e le parate di un super Linguella mantengono il risultato sul 4 a 1 che solo nel finale subisce la seconda rete per decretare il risultato finale di 4 a 2. Tre punti importanti ma tanta sofferenza ed il primo ad non esserne soddisfatto è mister Volpe "...abbiamo ancora una volta palesato i nostri difetti sul 3 a 0 abbiamo concesso ai nostri avversari la possibilità di rientrare in partita,non siamo per niente sereni e spesso facciamo confusione in campo dimenticandoci sopratutto di applicare i nostri schemi che proviamo in allenamento durante la settimana...complimenti a Linguella per la bella prestazione.sabato il match clou con LPG Group seconda forza del campionato alle spalle della capolista Saviano

8 BASKET: SC TORREDELGRECO UN AMARA SCON- FITTA SC TORREGRECO - LIONS QUARTO 68 a 74 Parziali (21-16 / / / 17-24) Prima partita in casa del SC TorredelGreco e prima amarezza per il roster di mister Monteleone almeno per come sono andate le cose un bicchiere decisamente mezzo vuoto che ha visto sfumare la possibilità di mettere altri punti in carniere per migliorare la propria posizione in classifica. A metà partita si era in questo ordine di cose,difatti guardando i parziali si capisce come si sia buttata al vento una ghiotta occasione pur dando il giusto valore al Quarto che ci ha creduto più del quintetto torrese. Il primo quarto di tempo si chiude con i torresi in vantaggio di 5 punti e nel secondo quarto il differenziale passa a +10 ma è nel terzo quarto dove spesso si capisce chi ha le carte in regola per aggiudicarsi il match che c'è stato il black out del roster torrese che si è visto raggiungere dalla veemente reazione degli ospiti che hanno annullato quasi totalmente il gap passando dal -10 al -1, nell'ultimo quarto tempo il Quarto sull'onda del sorpasso controlla e vince la partita con un +6 ripetiamo pur non togliendo nulla al valore del Quarto capolista in coabitazione con il Casapulla si è avuta la sensazione che la partita fosse alla portata del quintetto torrese e che l'intera posta in gioco potesse essere sua, merito comunque alla capolista che ci ha creduto e che non per nulla ricopre questa posizione,merito anche al quintetto torrese che ha nelle sue corde le capacità per disputare un buon campionato. Buona in casa torrese la prova di Di Donna,Olivieri e Paolillo tutti e tre in doppia cifra cosi come nel Quarto le prove di Astuto,Davini e Mele sopratutto di questi ultimi due e di un super Mele che messi insieme hanno totalizzato 58 punti CALCIO PRIMA CATEGORIA PIETRO ABBATE NON C'E' DUE SENZA TRE Pietro Abbate - Rovigliano 4-1 Terza vittoria consecutiva del Pietro Abbate non senza uno shock iniziale,calcio d'inizio Bitonnese con un lento retropassaggio,tammaro cicca la sfera e Caracciolo mette la palla in rete Rovigliano in vantaggio sul cronometro sono passati solo dieci secondi doccia fredda anzi freddissima per l'undici di Trulli che prova a ripartire ma la squadra è sotto shock e sbanda paurosamente rischiando il definitivo colpo del ko il Rovigliano è padrone del campo,passato il momentaccio i gialloverdi ritrovano serenità ed equilibrio e al quindicesimo su penalty il pareggio con Speranza adesso a soffrire ed a smarrirsi sono gli ospiti che pochi minuti dopo sono puniti ancora da Speranza con un bolide dalla trequarti che si insacca alle spalle dell'estremo difensore ospite. Il Pietro Abbate gira a mille e non concede soste Ilvettini si invola in area e viene steso calcio di rigore che Speranza realizza e tripletta per lui. Sul 3 a 1 si chiude il primo tempo. Nella ripresa il Pietro Abbate controlla la partita gestendo il risultato senza correre particolari rischi non mancano comunque ulteriori occasioni per arrotondare il risultato,la partita si incattivisce a causa degli ospiti che si lasciano andare ad entrate dure e proteste verbali ma gli uomini di Trulli non cadono nella trappola delle provocazioni e a farne le spese sono proprio gli ospiti che vengono decimati dalle decisioni dell'arbitro chiudendo la partita in nove. Chiude la partita Ilvettini che realizza con un tocco morbido la quarta rete risultato finale 4 a 1. Dopo tre giornate il Pietro Abbate è a punteggio pieno aveva ragione mister Trulli che in sede di presentazione ci aveva detto che il ruolo di mina vagante del campionato non gli dispiaceva perche sapeva di avere una squadra coriacea Martedì 5 TORRE DEL GRECO IL SUPER PENTITO INCHIODA IL BOSS CHE MASSACRO' SUO PADRE Faida di camorra a Torre del Greco: il super-pentito inchioda il boss che massacrò suo padre La sua vendetta non è arrivata a colpi di piombo - come progettato all indomani dell agguato costato la vita al padre - bensì a colpi d inchiostro. L inchiostro utilizzato dalla direzione distrettuale antimafia di Napoli per mettere nero su bianco le rivelazioni di Isidoro Di Gioia che «inchiodano» il capo degli scissionisti del rione Sangennariello. A Ciro Grieco - il ras della «piazzetta» noto come Cirotto a marchesa, mandante dell omicidio di Gaetano Di Gioia - sono dedicati due corposi capitoli dell interrogatorio fiume che il boss passato dalla parte dello Stato rese davanti al pubblico ministero Maria Di Mauro il 13 giugno 2013: un lungo faccia a faccia per tratteggiare ruoli e

9 incarichi di tutti gli imputati del processo nato dal blitz Goral che il 12 novembre 2012 smantellò i tre clan in guerra per il controllo del business-racket e dell affare-droga sotto il Vesuvio, con particolare attenzione ai vertici delle organizzazioni camorristiche di Torre del Greco. Una dettagliata ricostruzione in cui l erede del padrino di corso Garibaldi definisce il regista del massacro del 31 maggio 2009 come uno «storico luogotenente del clan Falanga», incapace di gestire lo spaccio di hascisc e incaricato di custodire le armi della cosca. «Ciro Grieco è stato detenuto per circa 10 anni - comincia il racconto del collaboratore di giustizia - e uscì di galera tra il 2005 e il 2006, quando al comando c era Luciano Loffredo». Un uomo di fiducia del clan Cavalieri-Gallo, a cui 'a marchesa si affiancò per la gestione della droga e delle estorsioni: un «noviziato» durato alcuni mesi, fino al raid in via Circumvallazione che costò la vita a Charlottiello, freddato da due killer mentre viaggiava a bordo della sua Smart. «Dopo l'uccisione di Luciano Loffredo - prosegue la gola profonda del clan del tatuaggio - lo stesso Ciro Grieco 'attendeva' il ritorno di mio padre per la riorganizzazione del clan. Infatti, a partire dal 2007 riavviammo il gruppo facendo riunioni a casa di Filippo Cuomo». Incontri a cui partecipavano regolarmente sia il ras di via Teatro sia Gaetano Magliulo - al secolo 'a mulignana - capaci di conquistare la fiducia del padrino di corso Garibaldi, pronto a concedere ai due la gestione del businessracket e del traffico di cocaina. «A me restavano il fumo e l'erba - spiega Isidoro Di Gioia nel verbale ora agli atti del processo -. Proprio nel 2007, avevo la disponibilità di 30/40 chili di hascisc e mio padre mi disse di passare la roba a Cirotto e Gaetano per dare un segnale del fatto che eravamo un solo gruppo». La consegna avvenne attraverso un insospettabile corriere - il cui nome è al momento secretato per consentire le indagini del caso da parte della Dda - a bordo di un Ape Car: «Ciro Grieco e Gaetano Magliulo, però, non erano esperti di fumo - sottolinea il pentito eccellente della camorra all'ombra del Vesuvio - e la gestione si rivelò fallimentare al punto che del fumo e dell'erba mi occupai solo io, mentre i due gestivano la cocaina che io portavo da Secondigliano».Un quadro cristallizzato dalla fiducia che Gaetano Di Gioia aveva nei confronti dei suoi due uomini di punta, ma destinato a cambiare con la scarcerazione di Antonio Mennella: 'o picciuotto di Sangennariello - insieme a Francesco Paolo Raiola, noto come 'o cecato - cominciò a incontrare regolarmente il ras di via Teatro per stravolgere gli equilibri all'interno dell'organizzazione camorristica. «Le loro reali intenzioni furono chiare quando ci incontrammo sulla pineta - ribadisce Isidoro Di Gioia nel verbale del 13 giugno Come già ho detto erano armati Vastiano (Sebastiano Tutti, ndr) e Picciuotto che posarono le armi a terra. Io e mio padre non eravamo armati, ma per conto nostro c'era Tonino Zinniata (Antonio Accardo, ndr) con una pistola calibro 38: io e Tonino Zinniata capimmo subito che Vastiano e Cirotto si guardavano in modo particolare con complicità, al punto che Tonino mi propose di usare l'arma - come ho detto Tonino era legato a noi e si affiliò agli scissionisti solo per paura - ma lo dissuasi perché non c'erano le condizioni idonee». Al termine dell'incontro, tuttavia, Gaetano Di Gioia e Ciro Grieco scesero insieme a piedi: un tentativo estremo di 'o tappo per evitare lo strappo delle nuove leve, miseramente naufragato a dispetto della 'mesata' che il figlio del padrino riconosceva ai suoi uomini. «Loro mi lasciavano fare il fumo - le parole messe nero su bianco dal collaboratore di giustizia - e io mettevo a fine mese a disposizione del clan o una cifra di quattro/cinquemila euro oppure delle armi che potevano servire, in particolare una pistola Tanfoglio e una Skorpion. Le armi sono sempre state custodite da Ciro Grieco: dopo l'omicidio di mio padre, mandai Filippo Cuomo dietro la 'piazzetta' a chiederne la restituzione ma 'a marchesa rispose che le armi erano del sistema».un sistema in cui Ciro Grieco - secondo la definizione del boss-pentito - era «una persona di grosso spessore criminale». Al punto da decidere, come ricostruito dalla direzione distrettuale antimafia di Napoli, la morte dell'indiscusso capoclan di corso Garibaldi: una morte «vendicata» dal figlio non con il sangue bensì con l'inchiostro. di ALBERTO DORTUCCI

10 GRAZIE AL M5S VIA EQUITALIA DAL COMUNE DÌ TORRE DEL GRECO Partita la riscossione diretta dei tributi locali. Ad un anno e mezzo dall inizio della battaglia per l eliminazione di Equitalia per la riscossione dei tributi locali, il Movimento 5 stelle Torre del Greco può finalmente annunciare i primi risultati positivi. Procediamo con ordine: poco tempo dopo l insediamento dell attuale giunta comunale, gli attivisti protocollarono una richiesta per incontrare il nuovo sindaco e chiedere chiarimenti sul suo programma presentato in campagna elettorale. Dopo l incontro fu appurato che nel programma la questione dell internalizzazione della riscossione dei tributi non era stata trattata in modo soddisfacente, così il M5S locale preparò una proposta che venne portata all attenzione dei cittadini sotto forma di petizione che riscosse un enorme successo. In poco tempo si raccolsero più di 600 firme. La richiesta presentata tramite petizione si riassume in tre punti salienti: 1) cessare i rapporti con Equitalia; 2) effettuare in proprio la riscossione dei tributi; 3) migliorare il rapporto con l utenza snellendo la burocrazia.da allora le cose sarebbero dovute cambiare in breve tempo, ma tra rinvii e proroghe la possibilità dell uscita di Equitalia venne rimandata di mese in mese. Il M5S cittadino, ha partecipato agli incontri della Commissione Consiliare preposta per discutere sulle metodologie di riscossione. Gli attivisti del M5S sono stati fermi sul mandato ricevuto dai firmatari della petizione: Internalizzare.L opposizione è stata forte, pochi erano i consiglieri favorevoli alla riscossione autonoma. Nell ultimo incontro con l assessore Boschetti, gli attivisti penta stellati hanno potuto verificare che la volontà dei cittadini è stata in larga parte attuata, infatti è già partito in via sperimentale un sistema di riscossione grazie al quale il comune sta risparmiando denaro, attualmente la riscossione viene effettuata in tre fasi distinte, prima tutte gestite da Equitalia.FASE 1 - Primo avviso di pagamento. In questa fase Equitalia riceveva un aggio pari all 1% più le spese di spedizione pari ad 1.00 euro. Grazie al M5S questa fase ora è eseguita direttamente dal personale del comune, l aggio non è più inserito in cartella e le spese di spedizione sono scese a 0.67 euro. FASE 2 - Cartella esattoriale con avviso di riscossione. In questo caso l aggio saliva al 4%, mentre le spese di spedizione a 5.20 euro. Anche questa fase è rientrata tra le mansioni del personale dell ufficio tributi con ulteriori notevoli risparmi per il cittadino. FASE 3 - Riscossione coatta con aggio del 9%. Questa fase rimane ancora di competenza Equitalia.Su tale problematica ed anche sul pericolo di un ulteriore proroga alla legge verterà la proposta che il M5S sta preparando affinché l operazione FUORI EQUITALIA DAL COMUNE sia completata. Marco Manna TORRE DEL GRECO LOTTA ALL'ABUSIVISMO RIVO- LUZIONE CHOC SMANTELLATO IL NUCLEO ANTI ABUSIVISMO V. U. Ufficialmente si tratta di una normale «rotazione» all interno del corpo di polizia municipale. In realtà, dietro la rivoluzione al nucleo anti-abusivismo dei vigili urbani, ci sarebbe una «punizione» per i protagonisti dell operazione che - a metà ottobre - portò all arresto di Michele Casciello, il centralinista del Comune sorpreso a realizzare opere fuorilegge durante le ore di servizio in municipio: una brillante attività d indagine - il dipendente comunale è stato successivamente condannato con rito direttissimo a un anno e quattro mesi di reclusione, con il beneficio della sospensione condizionale della pena - finita per diventare un boomerang per i caschi bianchi capaci di incastrare il responsabile dell ennesima colata di cemento sotto il Vesuvio. A due settimane dall arresto, infatti, sono scattati gli ordini di servizio che hanno - in pratica - smantellato il nucleo anti-abusivismo: il responsabile dell ufficio Gerardo Visciano e i quattro vigili urbani già «radicati» nel settore sono stati trasferiti d impero alla viabilità, rimpiazzati da quattro colleghi senza esperienza in materia di anti-abusivismo. Una pioggia di provvedimenti che ha scatenato malumori e sconcerto al comando di palazzo La Salle perché, al momento, il settore più «delicato» della poli-

11 zia municipale - basti pensare alla raffica di arresti che a ottobre del 2010 spalancò le porte del carcere alla cricca di caschi bianchi specializzata nell intascare regali e mazzette per chiudere un occhio sugli abusi edilizi realizzati in città - resta senza un responsabile: la guida del nucleo anti-abusivismo è stata, infatti, affidata ad interim al comandante Andrea Formisano già in odore di sostituzione - secondo le linee tracciate dall amministrazione comunale guidata dal sindaco Gennaro Malinconico - dalla carica di numero uno della polizia municipale. L ennesima bufera che rischia di allungare nuove ombre sulla lotta al mattone selvaggio nella città del corallo, proprio in un momento particolarmente «proficuo» sotto il profilo degli abusi edilizi, come dimostra la raffica di denunce presentate alle forze dell ordine che operano sul territorio. Denunce che adesso dovranno essere verificate dalle nuove leve del nucleo anti-abusivismo, chiamate a sostituire i «giustizieri» del dipendente comunale pizzicato - all indomani di un dettagliato esposto presentato proprio al comando dei vigili urbani - a realizzare un fabbricato senza alcuna autorizzazione da parte del Comune e durante le ore di lavoro. «Si tratta di una normale rotazione all interno del corpo di polizia municipale - fanno sapere da palazzo Baronale - senza nessuno scopo punitivo, anzi».ma il dubbio - alla luce delle reazioni provocate dall arresto e condanna di Michele Casciello, a cui carico è stato già aperto un procedimento disciplinare: il centralinista rischia il licenziamento, un ipotesi che ha già messo in moto i sindacati di categoria - resta. E a pagare le conseguenze del noviziato delle nuove leve potrebbe essere l opera di contrasto degli abusi edilizi in città. di ALBERTO DORTUCCI TORRE DEL GRECO VIA BARBACANE PERICOLO CROLLO La probabile causa sono le ingenti piogge. Da diverse settimane via Barbacane (strada che costeggia il Castello Baronale a Torre del Greco) è chiusa al traffico veicolare, per il pericolo di crollo di un muro adiacente a causa delle ingenti piogge di molti giorni fa. Si tratta di un muro di contenimento di un terreno privato, posto ad una quota più alta rispetto alla strada. L art. 887 del Codice Civile attribuisce l onere della riparazione dei muri di contenimento di fondi posti a dislivello nei centri abitati al proprietario di quello posto a quota più alta, per cui non spetterebbe al Comune tale obbligo. Tuttavia l Ente Comunale avrebbe dovuto ordinare la ristrutturazione ad horas ai proprietari del succitato manufatto, consentendo di ripristinare la viabilità di una strada che collega la zona centrale della città con quella portuale. Si tratta, in ogni caso, di un muro molto antico: sulla tavola del Morghen, fatta a seguito dell eruzione del 1794, via Barbacane era già presente, per cui è presumibile l esistenza di tale manufatto in quel periodo. Questa ipotesi è rafforzata dalla sua tipologia costruttiva caratterizzata dall utilizzo di pietrame lavico ed in particolare della Pietrarsa: lava ottenuta dalle cave dei paesi vesuviani, aperte dopo le colate laviche del 1631 e del Si tratta di un tipo di pietra molto sfruttato in Campania, in particolare sotto Carlo di Borbone (1734), quando si è avuto un incremento dello sviluppo edilizio. La muratura in pietrame lavico (realizzata con elementi di forma irregolare provenienti dalla frantumazione delle rocce laviche dette scheggioni o scardoni) è, infatti, diffusa negli edifici più antichi dei paesi Vesuviani ed in particolare a Torre del Greco, utilizzata per murature di grosso spessore e muri di contenimento. Roberto Pedone

12 TORRE DEL GRECO L'INCONTRO "UNO SGUARDO SULL'IMMIGRAZIONE" Abbiamo organizzato per mercoledì 13 novembre un incontro pubblico, a Palazzo Baronale, sul tema dell immigrazione nel nostro Paese. Abbiamo scelto questa tematica, innanzitutto, per la sua centralità nel futuro dell Italia.La nostra penisola è, infatti, collocata in una posizione strategica nel Mediterraneo, a poche bracciate dalla sponda a- fricana, e per questo rappresenta un ponte naturale verso l Europa. Da noi i migranti principalmente transitano e, in parte, si stabiliscono. Ogni migrante ha il suo bagaglio, personale e culturale, e arriva in Italia con un obiettivo: migliorare la propria vita. Che voglia semplicemente lavorare o sottrarsi agli orrori della guerra e della persecuzione politica, si aspetta di approdare in un Paese che saprà come accoglierlo. La nostra sensazione, anche alla luce dei recenti naufragi a Lampedusa, è che questo Paese non sia in grado di affrontare la sfida dell immigrazione perché, non conoscendone le dinamiche e i meccanismi, adotta provvedimenti e strategie inadeguate. Da qui l esigenza di approfondire la tematica, con l aiuto di due esperti come il professor Gianluca Gatta e la professoressa Caterina Miele, antropologi culturali dell Università L Orientale di Napoli, che ci guideranno nella comprensione dei fenomeni migratori, con particolare attenzione a quei popoli con cui più difficile appare la convivenza e l integrazione. I Rom, nella fattispecie, rappresentano un caso esemplare di fallimento delle politiche di integrazione: i luoghi in cui si stabiliscono e vivono, i cosiddetti campi, versano in condizioni igienico-sanitarie indegne di un Paese civile e contribuiscono a scavare una profonda trincea tra chi vi abita e il mondo esterno, con le evidenti derive razziste di cui ognuno di noi è stato, almeno una volta, testimone. Torre del Greco non fa eccezione: lontano, ma non troppo, dagli sguardi attenti dei cittadini del centro, esiste un campo Rom a ridosso dell autostrada Napoli Salerno. Con l auto di Lella Fuoco, presidentessa dell associazione Solo Donne Rosanna, che da tempo presta assistenza alle persone del campo, cercheremo di capire come vi si vive e quali sono i problemi più comuni di quella realtà, anche attraverso il racconto di una donna che vi abita. Entreremo, poi, nel vivo della gestione politicoamministrativa del tema, con il contributo dell assessore. alle politiche sociali Claudia Sacco e dell on. Luisa Bossa (Camera dei Deputati, PD). Infine, proveremo a cambiare completamente prospettiva con l esperienza di Lanfranco Ferrara, giovane torrese emigrato in Inghilterra con la prospettiva di migliorarsi e migliorare la propria vita. Poiché pensiamo che questo incontro sia una straordinaria occasione di approfondimento e di confronto, invitiamo, naturalmente, tutti voi a parteciparvi. Clicca qui per l evento face book. Pietro Medio Mercoledì 6 TORRE DEL GRECO CONFERMATO CUCINIELLO CO- ME SEGRETARIO PD CITTADINO II partito prova a dare una rinfrescata al partito: metà dei direttivo è di under 35 Prova a dare una mano di vernice fresca al proprio circolo territoriale il Partito Democratico. Una rinfrescata che renda più lucido e giovanile il gruppo torrese, seppur fatta una parete alla volta per non destabilizzare gli equilibri interni. La voglia di cambiamento, frutto di una spinta dal basso e che sta contagiando il partito in tutta Italia, è stata colta anche nella città del corallo. Ed il congresso svoltosi nel primo week end del mese è stata occasione da prendere al volo per dare una prima mano di vernice alle pareti del civico n.50 di via Circumvallazione.Occasione colta con la presentazione della lista candidata al direttivo. Lista unica e di madre vedova quella presentata nel dibattito congressuale, contenente venti nomi che sono la perfetta sintesi di trattative tra correnti di partito. Numero di componenti ridotto a venti, come da nuova disposizione del regolamento, e fascia d età media abbassata, la cui asticella è calata grazie all innesto di una decina di nomi under 35 (misti a vecchie guardie del partito). Questi le principale rivoluzioni apportate all interno, in una miscela che sembra aver convinto tutti, garantendo al direttivo la freschezza e

13 l esperienza giusta per poter lavorare sul territorio. Unico candidato a condurre il circolo: Vittorio Cuciniello, ancora per un ciclo a capo della segreteria torrese. Suo il volto attorno al quale ruoterà l attività del PD a Torre del Greco, ma anche uno di quelli che sfilerà ai prossimi congressi provinciali. E infatti, Cuciniello, il secondo dei cinque eletti tra i delegati provinciali nella lista che appoggiava Venanzio Carpentieri. Insieme a lui ci saranno Luigi Mennella, Loredana Raia, Velia Matarese e Massimo Meo. Gli altri due delegati provengono invece dalla lista Cimmino e saranno Luca Chiusel e Paola Mazza. Qui nessuna sintesi, almeno palese, né pennellate di fresco. A deciderlo sono stati gli iscritti al partito, quest anno saliti a circa 450, di cui 415 presentatisi domenica al voto nella sede torrese. Un ottima affluenza sia di tessere che di partecipazione alle urne, che però poco di nuovo poteva dare alla causa. Le pareti, in tal contesto, sono rimaste quelle di prima. La vernice, per ora, basta solo per una prima mano. Salvatore Formisano torre1905. TORRE DEL GRECO CUCINIELLO CONFERMATO SE- GRETARIO PD TRA DISASTRI E FLOP Si è visto «scippare» una candidatura a sindaco, quando la sua scelta - l avvocato Luigi Mennella - aveva già convocato la conferenza di presentazione della sfida a Ciro Borriello. Poi ha visto il Pd centrare uno dei suoi più deludenti risultati elettorali - eletti due soli consiglieri comunali, ridotti a uno dopo l addio di Vincenzo Castellano - e sottrarre la poltrona di vicesindaco (prima del rimpasto di maggio 2013) dall onorevole Nello Formisano. Un incredibile serie di disastri che, tuttavia, non è bastata per convincere il Pd di Torre del Greco a cambiare rotta. Il congresso del primo partito del centrosinistra - a Torre del Greco, esclusivamente in teoria - ha confermato Vittorio Cuciniello come segretario cittadino. Alla luce della sua fallimentare esperienza si aspettava una rielezione all unanimità alla guida del Pd della quarta città della Campania?Non era scontata, ma credo abbia pesato il fatto che - comunque - abbiamo vinto quelle elezioni e soprattutto il fatto che ho sempre cercato di svolgere il mio ruolo con equilibrio e rispetto delle varie sensibilità presenti nel nostro partito. Ringrazio davvero tutti i democratici e le democratiche di Torre del Greco che mi hanno ridato fiducia e come ho detto nel congresso spero che insieme a loro riuscirò a portare a compimento l azione di radicamento e rilancio del partito avviata in questi anni. Lorenzo Porzio e Massimo Meo, la Cgil di Luca Chiusel, Loredana Raia, Luigi Mennella, la componente della Uil, i Giovani Democratici e i vecchi «compagni» come Antonio Cutolo e Pina Orpello: non le pare che si troverà a guidare un partito con troppe correnti e pochi consensi?lei ha citato le personalità e le organizzazioni del Pd e vicine al Pd che ne rappresentano la ricchezza e non assolutamente un limite. Anzi, sfido chiunque a trovare un partito che può contare su tante energie e personalità qui a Torre del Greco. Riguardo ai consensi, credo che gli voti delle politiche 2013 dimostrano che il Pd è vivo. Altri partiti che hanno preso più voti alle amministrative 2012 si sono praticamente sciolti al sole: il Pd resta una delle poche forze politiche radicate nel territorio. Quale è la prima cosa che intende fare da segretario cittadino appena riconfermato e che non è riuscito - stranamente - a fare negli anni precedenti? Istituire i forum tematici e farli funzionare. La coalizione di centrosinistra attualmente guidata da Gennaro Malinconico sta facendo rimpiangere la discussa amministrazione targata Ciro Borriello: vi siete dati una scadenza entro la quale continuare a sostenere un sindaco incapace sinora di dare una reale svolta a una città in agonia? I sostegni alle amministrazioni comunali non possono essere a scadenza. Crediamo nel progetto messo in campo nel 2012, consapevoli che vanno registrate alcune cose e vada rilanciata l azione di governo cittadino. Sappiamo anche che i primi frutti del lavoro di questi mesi non tarderanno a essere raccolti. Il nostro congresso ha posto al centro il rilancio dell azione amministrativa e come Pd siamo pronti a fare la nostra parte. Faremo da cinghia di trasmissione in città per le cose buone che faremo e non rinunceremo a evidenziare le carenze e le criticità e proporre soluzioni. Alfonso Ascione, Ciro Borriello, Valerio Ciavolino: su una torre chi getterebbe giù e perché? Il gioco della torre non mi

14 ha mai appassionato anche perché credo che nella politica a decidere chi buttare giù dalle torri siano gli elettori e in alcuni casi lo hanno già fatto. Secondo Lei quanto fa bene al Pd e più in generale all intero centrosinistra restare stretti nella morsa tra l onorevole Nello Formisano e la componente Udc di Santa Maria la Bruna? Il Pd non si sente e non è stretto in nessuna morsa né tantomeno mi sembra lo sia il centrosinistra: l Udc di Santa Maria la Bruna insieme alla lista civica Insieme per la Città da un lato e l onorevole Nello Formisano rappresentano risorse e formazioni politiche che sono state determinanti per la vittoria del 2012 e lo sono tuttora per l amministrazione e per la vittoria della battaglia che abbiamo di fronte, quella cioè di cambiare volto a Torre del Greco. Dica la verità: pensa che il prossimo candidato a sindaco del centrosinistra toccherà al Pd? E se sì, su quale figura punterebbe?penso che il prossimo candidato sindaco debbano sceglierlo gli elettori del centrosinistra attraverso le primarie che andranno convocate almeno 90 giorni prima della scadenza e credo che di sicuro il Pd avrà personalità da proporre. È convinto che sin da adesso si possa lavorare per puntare all elezione di un consigliere regionale di Torre del Greco? è una sfida alla portata, ma come sa le liste e le regole per le Regionali non dipendono dalle scelte del circolo di Torre del Greco e le ricordo che alle ultime regionali il Pd ha mancato di poco il risultato. Nel corso dell ultimo mandato da segretario ritiene di avere compiuto degli errori? Se sì, quali sono stati? Tanti, certo non tutti dipendenti dalla mia azione. Uno su tutti, l ho riconosciuto sia nel congresso che parlando con gli amici in questi giorni, non avere fatto tutto il possibile per fare funzionare gli organismi dirigenti del partito. Avevo un direttivo composto da 50 persone, complicato anche da convocare. Oggi apriamo la fase 3 del Pd a Torre del Greco con un direttivo composto da 20 persone. Si tratta per lo più di gente nuova anche se abbiamo mantenuto personalità di esperienza che tanto hanno dato e hanno da dare. Quindi sono convinto che la nuova unità costruita intorno alla mia figura rappresenterà un valore per il PD per la maggioranza di governo e complessivamente per la città. di ALBERTO DORTUCCI TORRE DEL GRECO ASSASSINIO DIRETTRICE PO- STE GAGLIONE:LA UCCISI PER UN ATTO D' AVAN- GUARDIA OPERAIA Le aberranti confessioni dell assassino della direttrice delle poste, l oplontina Anna Iozzino Preparavo una lettera da dare ai miei colleghi prima di sparare alla direttrice: volevo capissero che non era un gesto sconsiderato, ma cui avevo pensato a lungo. Omicidio alle poste: mentre si attende la fissazione di un nuovo processo per Cristofaro Gaglione, emergono i dettagli del piano assassino che l uomo di Torre del Greco mise in atto il 30 luglio 2012 per togliere la vita alla sua direttrice, l oplontina Anna Iozzino. Le sparò quasi a bruciapelo numerosi colpi di pistola all interno dell ufficio postale di via Vittorio Veneto, a Torre del Greco. Dalle confessioni dell uomo, e dalle ricostruzioni investigative, confluite poi nelle motivazioni della sentenza con cui, lo scorso 22 luglio,il GUP Antonio Fiorentino lo condannò al carcere a vita, emerge il quadro della lucida e violenta determinazione con cui Gaglione premeditò per lungo tempo l assassinio della donna, arrivando addirittura a teorizzare una linea giustificativa per quell atto di barbarie, e dandosi come alibi morale il diritto ad agire in nome di una sorta di giustizia estremistico proletaria. Dire che farneticava sarebbe inesatto, considerato che, come lo stesso giudice ha spiegato nei motivi della condanna, Gaglione era ed è lucido e perfettamente in grado di intendere e di volere, né ha mai sofferto, secondo gli esperti, di alcuna patologia psichica (tesi che, invece, la difesa aveva cercato di propugnare per guadagnare sconti di pena, poi ovviamente non arrivati). E con lucida freddezza lo stesso Gaglione spiegò tutto al pm, dopo l arresto, avvenuto a poche ore dall omicidio:...ho lentamente maturato la sofferta decisione di affrontare la Iozzino e mettere fine a questa situazione per me divenuta ormai insostenibile raccontò l uomo, riferendosi alle presunte mortificazioni subite dalla sua direttrice. La accusava di avergli affidato mansioni mortificanti, perché,in una situazione di emergenza, era stato assegnato al controllo dell afflusso dell utenza e alla distribuzione dei ticket per le file. Sosteneva lei lo facesse per umiliarlo dall alto della sua carica direttiva. Dimenticava che la stessa direttrice si era accollata il ruolo di curare file e ticket quando era stato necessario, né si era tirata indietro quando c era stato, ad esempio, da tirarsi su le maniche e ripulire da sporcizia e rifiuti i depositi dell ufficio postale (vedi foto in pagina). Insom-

15 ma, come anche il giudice ha convenuto, la teoria della mortificazione proposta da Gaglione non sta in piedi, è solo un castello di carte costruito per darsi un alibi, peraltro ovviamente del tutto inaccettabile. Ancor più se come Gaglione ha tentato di fare si tenta di dare agli avvenimenti un alone di rivendicazione estremistica quasi al limite dell atto terroristico....avevo anche deciso di mettere per i- scritto le ragioni del gesto estremo che avevo deciso di compiere ha confessato l assassino perché non volevo che i miei colleghi pensassero che si trattasse di un gesto sconsiderato. Tuttavia durante tutto il fine settimana ha raccontato l uomo, confermando così un ampia e lucida premeditazione dell omicidio non ho avuto l opportunità di scrivere tutto ciò che volevo: infatti utilizzando il PC del comitato di quartiere S. Antonio, ho cominciato a scrivere una lettera che intendevo distribuire ai colleghi prima di sparare alla Iozzino, prima di compiere quello che secondo me sarebbe stato un atto di giustizia da avanguardia operaia, tuttavia ho scritto solo poche righe che ho salvato in un file. Proprio il fatto di non aver scritto tutto ciò che volevo mi ha fatto trascorrere la notte tra domenica e lunedì nell indecisione se compiere o meno questo atto di giustizia, in quanto temevo potesse essere interpretato dai miei colleghi come un atto di semplice prevaricazione. Lunedì mattina, però, mi sono deciso ad agire. Così, per un atto premeditato e lucido di presunta giustizia sociale basata su un aberrante teorema di giustizia fai da te con radici pseudo - estremistiche, Gaglione spezzò la vita di Anna Iozzino. Ora sconta un ergastolo, e si prepara ad affrontare un nuovo processo. GIOVANNI TARANTO Metropolis Lettera aperta di Moxedano alla piazza Premesso che questa società ha come unico scopo il bene della Fc Turris 1944, non esiste alcun caso Fissore ne tanto meno un caso Longoni. Questa società ha scelto i due calciatori per la propria qualità e non posso fare altro che ringraziarli per aver sposato questo progetto. Come del resto ringrazio tutti gli altri componenti della rosa e delle quali capacità siamo pienamente convinti. Non a caso questa squadra insieme all'allenatore, che gode della nostra piena fiducia, sta lottando in un girone così difficile e con squadre e piazze blasonate che possono contare sulla presenza domenicale di tre/quattromila persone e non come noi, dove al massimo gli spettatori arrivano a cinque/seicento, incluso un nutrito gruppo di contestatori e gufi. Nonostante ciò, mai ci siamo lamentati e mai abbiamo utilizzato come attenuanti o alibi i numerosi infortuni e squalifiche avute sin dall'inizio della stagione. Ci sembra assurdo di come un semplice risultato di parità o una giornata no di qualche calciatore, cosa che può accadere nel corso di un campionato, possa scatenare polemiche dimenticando così quanto di buono fatto sinora. Noi non siamo per il quando si vince,vincono i tifosi, e per quando si perde, perdono squadra, allenatore e società. Non è questo il nostro modo di fare calcio. Non abbiamo mai preteso ne grosse affluenze allo stadio, ne sponsor ma solo serenità. E se necessario, sempre in nome della Turris e di quei colori che orgogliosamente indossiamo, in nome della serenità e della tranquillità di calciatori, staff e società stessa, siamo anche disposti a cercare un altro campo sul quale disputare le partite casalinghe, portando con noi quei duecento tifosi che sempre ci sostengono, al di là dei risultati. I nostri tesserati, calciatori e allenatore, scendono in campo sempre per giocare e per vincere e non per dare sfogo a tifosi e giornalisti. Fonte: comunicato stampa

16 Giovedì 7 TORRE DEL GRECO DEIULEMAR CORTEO E POLEMI- CHE Deiulemar, corteo e polemiche: il comitato dei creditori prende le distanze dai risparmiatori Un appello all intera cittadinanza e non solo agli obbligazionisti della Deiulemar compagnia di navigazione a partecipare alla manifestazione promossa dalle vittime del crac da 800 milioni di euro per il prossimo 11 novembre. Ma - al tempo stesso - una netta presa di distanza dalle motivazioni che hanno convinto i risparmiatori a scendere nuovamente in strada e a marciare sul tribunale di Torre Annunziata con l obiettivo di incontrare il presidente Oscar Bobbio.Un «sostegno a metà»da parte del comitato dei creditori che ha provocato un vero e proprio strappo con i titolari dei bond cartastraccia che hanno inguaiato famiglie. Tutto nasce da una nota ufficiale del comitato dei creditori relativa alla manifestazione organizzata dai vari comitati spontanei degli obbligazionisti della Deiulemar compagnia di navigazione: «Ritenuto indispensabile tenere sempre alta l attenzione sulla vicenda - si legge nel comunicato numero 32 - e ritenuto di dovere sempre rappresentare le istanze legittime di tutti gli obbligazionisti, aderiremo al corteo e invitiamo tutti i risparmiatori a partecipare all iniziativa affinché la stessa abbia l eco che merita e faccia sì che il percorso iniziato per il recupero degli investimenti effettuati possa proseguire celermente verso un esito positivo».fino a qui, le «note positive» condivise da tutte le vittime del crac dell ex banca privata di Torre del Greco. Pronte, tuttavia, a puntare l indice contro le successive considerazioni del comitato dei creditori guidato dal presidente Giuseppe Colapietro che prendono le distanze dalle domande che gli obbligazionisti vorrebbero girare al presidente del tribunale di Torre Annunziata: in primis, le ragioni dello stralcio della posizione di Leonardo Lembo - condannato in primo grado, attraverso il patteggiamento della pena, a quattro anni e mezzo di reclusione - e i motivi dei ritardi nelle procedure relative alle rogatorie internazionali per porre sotto sequestro le risorse finanziarie individuate all estero. E poi il mancato coinvolgimento di tutti i professionisti e teste di legno che hanno collaborato con gli armatori-vampiri e i ritardi accumulati dalla curatela fallimentare nel depositare il rapporto riepilogativo delle attività svolte accompagnato dal conto della sua gestione. «Considerato che il comitato dei creditori è testimone diretto del lavoro incessante profuso da tutti gli organi coinvolti nelle varie procedure giudiziarie in corso - il passaggio che ha fatto infuriare i risparmiatori - prende le dovute distanze dai motivi posti alla base della manifestazione da parte degli organizzatori. Tali motivi, infatti, non possono essere oggetto di domande al presidente del tribunale di Torre Annunziata che per ovvi motivi non potrà fornire alcuna risposta». Infine, un assist destinato a infiammare lo scontro tra i più estremisti tra i risparmiatori e gli avvocati che dovrebbero difendere gli interessi degli obbligazionisti: «Il comitato dei creditori - conclude la nota - ritiene ingiusto e inopportuno, al momento, formulare accuse agli organi giudiziari, ivi compresi quelli fallimentari, considerato che i risultati ottenuti dopo soli 18 mesi (da non confondere con il recupero dei capitali investiti), sono di tutto rispetto».di ALBERTO DORTUCCI TORRE DEL GRECO BANDA SEQUESTRA PERSONE PER RAPINARE UN BAR Il colpo ieri sera al Cherry plum, in viale Europa. I 4 malviventi hanno minacciato con una pistola la cassiera, due clienti e il benzinaio della zona. Sottratti pacchetti di sigarette e contanti per quasi euro Non una semplice rapina. In quattro minacciano con una pistola la cassiera di un bar di Torre del Greco (Napoli), due clienti e il benzinaio della zona. Li sequestrano all'interno dell'esercizio commerciale e portano via diversi pacchetti di sigarette e contanti per quasi euro. La scena da arancia meccanica è accaduta ieri sera nel bar Cherry plum, in viale Europa, in periferia I quattro malviventi si sono presentati a volto coperto dai caschi. Sotto la minaccia di armi da fuoco hanno intimato ai quattro presenti di stare fermi nel bar mentre uno di loro portava

17 via velocemente contanti e sigarette. Gli altri facevano da palo. Messo a segno il colpo, i rapinatori sono scappati via in direzione Torre Annunziata. Indagano i carabinieri della stazione Capoluogo, guidati dal capitano Michele De Rosa e dal comandante Vincenzo Amitrano. L'USO DEI DIFIBRILLATORI NELLO SPORT CONVE- GNO A TORRE DEL GRECO Il decreto legge firmato dall ex ministro della Salute, Renato Balduzzi, nato sull onda emotiva delle morti sul campo del calciatore del Livorno Piermario Morosini e dell ex nazionale di pallavolo Vigor Bovolenta, impone alle associazioni sportive dilettantistiche di dotarsi di defibrillatori. Ma non tutte hanno ancora provveduto a dotarsi degli indispensabili salvavita, mettendo di fatto a rischio la salute di milioni di sportivi praticanti e occasionali. Su questo delicatissimo argomento giovedì 14 novembre a Torre del Greco, presso l hotel Poseidon, l associazione Pragma, in collaborazione con Ami Italia, fondazione Bartolo Longo III millennio e Givova, ha organizzato un seminario dal titolo «La giornata del cuore: se consideriamo un defibrillatore al pari di un cellulare!», al quale sono state invitate tutte le associazioni sportive del territorio per un importante aggiornamento. Previsti gli interventi dei medici Sergio Amitrano, Giovanni Paolillo, Giuseppe Satriano e Augusto D Aniello. Uno degli interventi più attesi è quello che riguarda direttamente le società sportive, affidato al tecnico dell Arzano volley, Antonio Piscopo fine conferenza vi sarà la dimostrazione pratica su manichini di defibrillatori semiautomatici e rianimazione cardiopolmonare. A PROCESSO L'EX SINDACO DÌ TORRE DEL GRECO E IL SUO ALLEATO Intervento estetico spacciato per appendicite: a processo l'ex sindaco di Torre del Greco e il suo ex alleato Sono stati a lungo alleati a palazzo Baronale, dove il primo ricopriva la carica di sindaco e il secondo il ruolo di capogruppo di Forza Italia. Poi l'interdizione decisa dal prefetto di Napoli per l'ex presidente del consiglio comunale spezzò l'idillio e aprì una «guerra» a colpi di querele finita con un doppio rinvio a giudizio: Ciro Borriello e Luigi Russo si ritroveranno direttamente nell'aula del tribunale di Torre del Greco per rispondere - davanti al giudice monocratico Maria Laura Ciollaro - di truffa e falso. Pesanti capi d'accusa innescati da una denuncia che l'ex esponente di Alleanza Nazionale - già condannato in primo grado a quattro anni di reclusione per la vicenda dell improprio utilizzo dell auto blu dell ente di largo Plebiscito - presentò a inizio 2012: un esposto alla procura di Torre Annunziata in cui Luigi Russo raccontò che l ex sindaco di Torre del Greco - già a processo per lo scandalo «abusivopoli» che coinvolse la cricca di vigili urbani specializzati nel chiudere un occhio sulle colate di cemento selvaggio in città - aveva «manomesso» i dati relativi all intervento chirurgico a cui era stato sottoposto nel 2007.Un operazione eseguita da Ciro Borriello presso la clinica «Due Torri» di via Nazionale e già finita al centro di un braccio di ferro in sede civile per gli inestetismi lamentati da Luigi Russo e provocati - secondo l ex presidente del consiglio comunale ai tempi di Valerio Ciavolino - proprio dal chirurgo plastico di via del Monte. Le accuse del capogruppo di Forza Italia in consiglio comunale portarono a una serie di accertamenti e verifiche su diverse cartelle cliniche - prelevate a campione tra gli interventi eseguiti tra il 2006 e il e non solo sul dossier medico relativo al paziente «eccellente» di Ciro Borriello.L'ex leader locale del Pdl si è sempre difeso con fermezza dalle accuse del rivale politico e non solo, respingendo al mittente le insinuazioni di Luigi Russo e provando a chiarire il funzionamento delle procedure adottate per le operazioni chirurgiche. Al pubblico ministero Emilio Prisco, inoltre, l ex primo cittadino spiegò le ragioni della «spregiudicata condotta di Luigi Russo» nei suoi confronti raccontando diversi episodi che avrebbero alimentato «forti motivi di risentimento» da parte dell alleato. In primis, proprio l episodio che contribuì alla condanna dell ex presidente del consiglio comunale per peculato, truffa e falso: chiamato sul banco dei testimoni per «giustificare» i viaggi a Roma di

18 Luigi Russo, l ex sindaco - ascoltato in aula dai giudici della prima sezione del tribunale di Torre Annunziata - non confermò la tesi difensiva del capogruppo di Forza Italia. Uno «sgarro» decisivo ai fini della sentenza di primo grado, mai dimenticato dal quarantunenne di Santa Maria la Bruna. Ulteriori motivi di risentimento, poi, furono evidenziati dalla stessa procura di Torre Annunziata nell ambito dell inchiesta abusivopoli-bis - portata avanti per quattro anni dal pubblico ministero Silvio Pavia, pronto a scoperchiare il calderone degli intrecci tra politici, imprenditori e dipendenti comunali per ottenere favori e protezioni volti alla realizzazione di un supermercato fuorilegge all angolo tra via Nazionale e via Lava Troia - all ombra del Vesuvio: diversi «capitoli» delle indagini, infatti, sono dedicati ai forti contrasti - evidenziati da una lunga serie di intercettazioni telefoniche registrate a cavallo delle elezioni provinciali del scoppiati tra Ciro Borriello e Luigi Russo non solo per questioni squisitamente politiche. Veleni e vendette che alla fine hanno convinto il GUP Emma Aufieri del tribunale di Torre Annunziata a disporre il rinvio a giudizio che trascinerà - a inizio dicembre - l'ex sindaco del Pdl e il suo rivale nuovamente a processo per rispondere della falsificazione di cartelle cliniche e truffa ai danni dello Stato. di A. D. Cassa marittima Torre del Greco...il mistero continua oggi giornata di protesta. Si infittisce il mistero della non riapertura della Cassa Marittima a Torre del Greco. Stamattina quasi duecento marittimi hanno inscenato una protesta presso la sede di Torre del Greco ormai chiusa da più di un anno. La manifestazione era stata organizzata dal referente Nazionale Fast Confsal Gaetano Vitiello e dal Movimento spontaneo per il futuro Vincenzo Accardo.Una Manifestazione che si è svolta in forma pacifica ma nello stesso tempo si notava negli sguardi dei marittimi la rabbia di chi sta perdendo tutto. Gaetano Vitiello e Vincenzo Accardo hanno gridato la loro rabbia e denunciato l'impotenza della politica locale che non riesce a risolvere i problemi di un comparto che rappresentava fino a poco tempo fa il fiore all'occhiello della città. Dopo la protesta una delegazione di marittimi è stata ricevuta dal Sindaco Malinconico il quale in forma pacata ha spiegato tutte le cose che sono state fatte per la riapertura della sede dell'ipsema a Torre del Greco. La prima sorpresa degli organizzatori è stata nello scoprire con documentazione alla mano che i lavori potevano essere avviati già dal mese di luglio in quanto il comune di Torre del Greco aveva rilasciato relativa documentazione per l'effettuazione Il Sindaco ha cercato di spiegare che lui e la sua Amministrazione ha fatto tutto il possibile per rendere meno disagevole il sacrificio dei marittimi dopo la chiusura della sede proponendo nel mese di settembre del 2012 alla sede centrale una struttura di 274 metri ma non fu ritenuta idonea in quanto dichiarata poco capiente. Malinconico ha promesso che l'indomani avrebbe scritto agli organi competenti per sapere il motivo del non inizio lavori, ma nello stesso tempo gli organizzatori della manifestazione dopo aver ottenuto i permessi del caso organizzeranno una manifestazione presso l'ipsema di Napoli per sapere effettivamente chi è che non vuole l'apertura della cassa marittima a Torre del Greco MOBBING PRESIDE CONDANNATO Caso di mobbing a Torre del Greco,in provincia di Napoli. Un preside di una scuola torrese, Carlo Ciavolino, è stato infatti condannato a pagare un risarcimento di oltre 50mila euro per mobbing ai danni di un professore, Antonio Borriello: l'uomo è stato costretto ad andare in pensione per evitare le vessazioni. Il capo d'istituto aveva già avuto problemi con la giustizia, in quanto era già stato trasferito ed era già stato condannato in primo grado per diffamazione aggravata nei confronti dello stesso docente di Italiano e Storia. Il giudice Stefania Basso del tribunale civile di Torre Annunziata lo ha condannato al risarcimento del danno per euro, più euro di patrimoniale e per le spese legali. Secondo quanto appreso, il mobbing sarebbe partito nel 2008 nell'istituto superiore Pantaleo per ragionieri e geometri, dove da poco si era insediato Ciavolino. Oltre a note "infamanti" per l'accusa, mai notificate e acquisite da Borriello solo presso la

19 Direzione scolastica per la Campania, una relazione negativa in occasione di una proposta di o- norificenza per Borriello dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e dal Miur, a Borriello venivano assegnati carichi di lavoro spropositati, addebitati permessi di uscite anticipate o posticipate mai chiesti, non rilasciato l'attestato di aggiornamento svolto, fino alla revoca dell'incarico di portavoce del sindaco di Torre del Greco per mancato nulla osta del preside. Stufo della situazione il Borriello ha preso provvedimenti e si è visto riconosciuti i suoi diritti attraverso il Tar Campania che ritenne "illegittimi i provvedimenti assunti dal preside", e la sentenza è passata in giudicato. Per questo ruolo il preside aveva scritto perfino al procuratore della Repubblica di Torre Annunziata, sostenendo che Borriello espletasse l' incarico illegittimamente, ed è stato nuovamente rinviato a giudizio per diffamazione aggravata in atti pubblici, il processo a marzo Ciavolino è imputato anche in un processo per diffamazione aggravata in atti pubblici ai danni di altri docenti del Pantaleo. Venerdì 8 TORRE DEL GRECO LA BANDA DEL BUCO NEL CEN- TRO CITTADINO Scavano nella parete e svaligiano negozio di elettrodomestici, si cercano i colpevoli Arrivato al negozio di primo mattino, il proprietario del negozio di elettrodomestici di via Antonio Luise ha trovato un amarabucoparete sorpresa ad attenderlo. Un grande foro scavato nella parete laterale del negozio, confinante con un palazzo di tre piani: la via d accesso e di fuga per un furto pianificato nel dettaglio. La notte precedente infatti si era messa all opera la banda del buco, portandosi via un bottino di cellulari, tablet e piccoli elettrodomestici per il valore di diverse migliaia di euro. Gli uomini del Commissariato di Polizia, guidato dal primo dirigente Paolo Esposito, ora indagano sull accaduto per provare a risalire ai colpevoli. Oltre al danno materiale è la preoccupazione di abitanti e commercianti del posto ad essere tangibile. Già lo scorso luglio tre rapinatori avevano svaligiato in pieno giorno la vicina gioielleria Turris immobilizzando il proprietario. A gran voce ora si chiede una risposta, poiché queste strade del centro cittadino che collegano piazza Santa Croce a piazza Luigi Palomba ritornino a fiorire ed essere un punto nevralgico del commercio cittadino. Si sa che i commerciati in questo periodo si trovano già a combattere con l assidua crisi che ci attanaglia, tanto è vero che il negozio di elettrodomestici del gruppo Euronics è tornato ad essere aperto sin da subito, poiché, come precisato da qualcuno di loro, chi si ferma è perduto. Luca Marino LA TORRE 1905 Sabato 9 RISORSE OCCUPAZIONALI PER TORRE I RISULTATI DEL'INCONTRO Resoconto della riunione in aula consiliare 1) Creazione di una "rete" tra musei, chiese e siti archeologici per rivalutare l' immenso patrimonio artistico- culturale di Torre del Greco con la valorizzazione di itinerari turistici riguardanti soprattutto la zona rossa, con la collaborazione di tutte le realtà presenti. 2) Collaborazione da parte di tutta la cittadinanza, per restituire un'immagine dignitosa della città. Ancora un invito alla cittadinanza tutta ad attivarsi per il bene comune perché il cambiamento siamo noi, un cambiamento vero e profondo può nascere ed essere una realtà solamente nel momento in cui ognuno di noi, nel proprio piccolo e nel proprio quotidiano, se ne farà portatore. 3) Rilanciare la Cultura della città tramite associazioni culturali dislocate nel territorio comunale. 4) Creazione di una "rete" no profit

20 5) Costituzione di percorsi Eno-Gastronomici per rivalutare i prodotti tipici locale, per rivalutare i prodotti della "Terra Dei Fuochi; 6) Costituzione di una "Cassa Delle Associazioni", di una Scuola Civica Musicale e di una "Scuola Civica Delle Arti"; 7) Rivalutazione degli spazi verdi della Villa Comunale e del Parco Bottazzi, e poi a seguire di tutti gli spazi verdi di Torre del Greco Collaborare tra associazioni per creare delle realtà più importanti che possono meglio impegnarsi ed offrire opportunità ai cittadini. 9) Rivalutare il turismo e la cultura nella città di Torre del Greco. 10) Aiutare le fasce disagiate per dare un'opportunità diversa. Il comune ha stanziato per gli spettacoli euro. Ebbene, perché non chiedere ora al cinema Corallo di permettere di martedì la proiezione di spettacoli gratuiti per i meno abbienti. 11) Creazione di "Orti Urbani". Oltre agli orti urbani gestiti dal comune, di cui si sta adattando il regolamento per poterlo poi presentare in consulta, si è parlato di un appezzamento di ben 3300 metri quadrati in via Chiumera dati in gestione a 10 attivisti. Appena possibile si andrà a visitare una serie di orti abbandonati in via Lava Troia suggeriti da don Pasqualino. 12) Mantenere una "Coerenza" 13) Creazione di un tavolo per alleggerire la burocrazia. Percorso da realizzare per colloquiare con le associazioni e svolgere attività di studio per decidere come usufruire degli spazi liberi da parte delle associazioni. Sarebbe anche necessario porre una grande attenzione alla destinazione dei fondi. 14) Rilanciare il cineteatro "Oriente" e darlo in gestione ai giovani con la speranza di dare lavoro ai giovani e rivalutare gli spettacoli. 15) Villa Macrina viene pulita solo una volta l' anno ed è risultata inadatta anche per una mostra fotografica. Si potrebbe pensare ad un progetto per Natale e per il seguito. E' necessario rendere disponibili dei locali per corsi dedicati ai ragazzi ed alle casalinghe di Domenico Paparone Traffico di droga Torre del Greco - Ibiza Colpo al clan Di Gioia. Arrestati quattro presunti trafficanti di droga vicini al clan Di Gioia di Torre del Greco. Vincenzo Basile, milanese di 38 anni, Aniello Bianco, 33 anni, Tullio Garofalo, 34 anni, e il 36enne Gennaro Zampini, questi ultimi tre di Torre del Greco, avevano messo in piedi uno scambio commerciale con la Spagna, in particolare concentrazione a Ibiza e a Milano.Alle prime luci del mattino di giovedì 7 novembre, con un operazione coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli, militari del nucleo investigativo del Gruppo Carabinieri di Torre Annunziata, con la collaborazione del nucleo investigativo di Milano e quello della Guardia Civil spagnola, hanno posto in esecuzione un ordinanza di custodia cautelare in carcere, a firma del giudice delle indagini preliminari, dottoressa Francesca Ferri; a carico di Basile Vincenzo (mediatore, fornitore e corriere di sostanze stupefacenti), Bianco Aniello (custode della sostanza stupefacente), Garofalo Tullio e Zampini Gennaro (mediatori e fornitori della droga), come presunti fiancheggiatori del clan Di Gioia di Torre del Greco, accusati di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, con l aggravante delle finalità mafiose. Grazie alle dichiarazioni dei collaboratori di giustizia, si è potuto ricostruire come si operava il traffico di droga tra il 2007 ed il 2010 nella città del corallo. Già chiaro il modus operandi, in particolare nel periodo di gestione di Isidoro Di Gioia (succeduto al padre Gaetano al vertice del clan Di Gioia, dopo che quest ultimo fu ucciso in un agguato a fine maggio del 2009), grazie alle rivelazioni dei primi collaboratori di giustizia, Filippo Cuomo e Maurizio Magliulo. Per un ulteriore chiarimento, a tempi più vicini a noi, per le ricostruzioni sui traffici di stupefacenti del clan Di Gioia, ci hanno pensato le recenti dichiarazioni dello stesso Isidoro Di Gioia e della compagna, all epoca dei fatti, Cira Ientile, oltre ad altri esponenti di rilievo nello smercio di sostanze stupefacenti, Aniello Pompeo e Marco Palomba. Non solo Milano da bere, ma anche da fumare per la camorra torrese. Vecchi e nuovi collaboratori di giustizia hanno raccontato la medesima storia, ovvero che il mercato della droga torrese si approvvigionava grazie a narcos interni e mediatori autonomi, e che si spostava anche in altri territori, in particolare a Milano. Grazie alle nuove rivelazioni dei pentiti, si è potuto ricostruire la trattativa per l acquisto di una partita di hashish, da 18 kilogrammi, da persone operanti sulla piazza di Milano, e cioè Vin-

campionato serie D FEMMINILE : GRUPPO FASSINA C5 - FENICE C5 7-1

campionato serie D FEMMINILE : GRUPPO FASSINA C5 - FENICE C5 7-1 Stagione 2013-2014 campionato serie D FEMMINILE : GRUPPO FASSINA C5 - FENICE C5 7-1 26-01-2014 13:46 - serie D Femminile - campionato FENICE C5 - COMPAGNIA MONTE DI MALO 0-1 19-01-2014 11:26 - serie D

Dettagli

5^ giornata campionato GIOVANISSIMI B: PETRARCA C5 - FENICE C5 B 1-9 (1-6 d.p.t.)

5^ giornata campionato GIOVANISSIMI B: PETRARCA C5 - FENICE C5 B 1-9 (1-6 d.p.t.) Stagione 2014-2015 5^ giornata campionato GIOVANISSIMI B: PETRARCA C5 - FENICE C5 B 1-9 (1-6 d.p.t.) 27-10-2014 18:25 - Campionato GIOVANISSIMI B Nella 5 gara di campionato i giovanissimi B incontrano

Dettagli

LE SQUADRE. A.C. SCOCCI87 (CARLO ALBERTO 328/3796681 stefanopanizzi@libero.it) A.C. SEVEN81 (ANTONIO CANNARILE 331/3608472- seven81.antonio@libero.

LE SQUADRE. A.C. SCOCCI87 (CARLO ALBERTO 328/3796681 stefanopanizzi@libero.it) A.C. SEVEN81 (ANTONIO CANNARILE 331/3608472- seven81.antonio@libero. 1 LE SQUADRE A.C. SCOCCI87 (CARLO ALBERTO 328/3796681 stefanopanizzi@libero.it) BAICO (PAOLO BIGI 333/6459529 baigo2002@virgilio.it) BRIGATA ROSSONERA (GIANLUCA MURRU 349/1294057 gianlu.murru@alice.it)

Dettagli

REGOLAMENTO FANTACALCIO

REGOLAMENTO FANTACALCIO REGOLAMENTO FANTACALCIO I DEFINIZIONE LEGA Art. 1. Scopo. Ogni giocatore è detto Fantallanatore ed ha lo scopo di guidare e gestire una fantasquadra, formata da veri calciatori delle squadre del campionato

Dettagli

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE Saluto tutti i presenti: iscritti, simpatizzanti rappresentanti dei partiti..

Dettagli

Inserto settimanale di scommesse sportive. il sito costantemente aggiornato sul Calcio Napoli. www.pianetazzurro.it QUOTE

Inserto settimanale di scommesse sportive. il sito costantemente aggiornato sul Calcio Napoli. www.pianetazzurro.it QUOTE Inserto settimanale di scommesse sportive www.pianetazzurro.it il sito costantemente aggiornato sul Calcio Napoli QUOTE IL PRONOSTICO L ex centrocampista azzurro si augura però che la squadra di Mazzarri

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

CASTELLO NEWS N 1 SUBITO AL LAVORO. Cari castellani,

CASTELLO NEWS N 1 SUBITO AL LAVORO. Cari castellani, CASTELLO NEWS N 1 SUBITO AL LAVORO Cari castellani, è la prima occasione utile per sentirci con un po' più di calma dopo queste due settimane, a parte qualche post su Facebook che ha tentato di dar conto

Dettagli

Anno 5 - N 7 - Sabato 29 ottobre 201 1. Settimanale di scommesse sportive QUOTE

Anno 5 - N 7 - Sabato 29 ottobre 201 1. Settimanale di scommesse sportive QUOTE Anno 5 - N 7 - Sabato 29 ottobre 201 1 Settimanale di scommesse sportive QUOTE 2 LA SCOMMESSA Puntiamo su Napoli, Milan, Cesena e Palermo. OVER in Genoa-Roma Prevalenza del fattore casalingo di Vincenzo

Dettagli

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza Dopo aver letto attentamente il seguente articolo giornalistico, Il delitto Custra e la fuga a Rio. Il latitante Mancini ora è libero, il candidato risponda ai seguenti quesiti tenento conto che la risposta

Dettagli

REGOLAMENTO FANTACALCIO NAPOLI LEAGUE

REGOLAMENTO FANTACALCIO NAPOLI LEAGUE REGOLAMENTO FANTACALCIO NAPOLI LEAGUE ASTA INIZIALE L'Asta iniziale è il momento più importante della stagione. Qui vengono assegnati i 25 calciatori che costituiranno la Rosa di ogni fantallenatore. La

Dettagli

Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani

Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani Autore: Alban Trungu Categoria : Mondo Migrante Data : 15 febbraio 2011 Intervista con Khalid Chaouki, responsabile immigrazione e seconde generazioni dei

Dettagli

Menzione speciale per i cucchiai di legno Bella Fica e Water Team, che nonostante un ottimo campionato, se so attaccati

Menzione speciale per i cucchiai di legno Bella Fica e Water Team, che nonostante un ottimo campionato, se so attaccati REGOLAMENTO FANTA PLAZET: Ciao a tutti ragazzi! Anche questa edizione è passata più o meno in maniera perfetta Le piccole cosa da sistemare sono state riviste, tipo qualche partecipante furbetto! Quindi

Dettagli

FANTACALCIO Bar La Posta Stagione 2010-2011

FANTACALCIO Bar La Posta Stagione 2010-2011 FANTACALCIO Bar La Posta Stagione 2010-2011 REGOLAMENTO UFFICIALE - Il Presidente di Lega I compiti del presidente di lega sono fondamentalmente i seguenti: 1. Gestione dell asta di calciomercato 2. Contabilità

Dettagli

PARTITE A TEMA. Introduzione

PARTITE A TEMA. Introduzione PARTITE A TEMA Introduzione Per partita a tema o anche gioco a tema s intende un confronto tra due o più squadre che, all interno di una sessione di allenamento, devono rispettare un vincolo, una restrizione

Dettagli

SETTORE TECNICO F.I.G.C.

SETTORE TECNICO F.I.G.C. SETTORE TECNICO F.I.G.C. CORSO MASTER 200-2005 TESI CARATTERISTICHE DEI TRE CENTROCAMPISTI IN UN CENTROCAMPO A TRE Relatore: Prof. Franco FERRARI Candidato: Massimiliano ALLEGRI Coverciano 7 luglio 2005

Dettagli

DISCORSO DI INSEDIAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE Sangano, 12 giugno 2014

DISCORSO DI INSEDIAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE Sangano, 12 giugno 2014 DISCORSO DI INSEDIAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE Sangano, 12 giugno 2014 Care e cari Sanganesi, egregi Assessori, egregi Consiglieri, caro Dott. Russo, carissima Flavia oggi si insedia il nuovo Consiglio

Dettagli

REGOLAMENTO FANTACALCIO 2015/2016

REGOLAMENTO FANTACALCIO 2015/2016 1. REGOLAMENTO GENERALE REGOLAMENTO FANTACALCIO 2015/2016 1.1. ISCRIZIONE E QUOTE L iscrizione è di 25,00 e deve essere versata al momento dell Asta iniziale. Sarà versata un ulteriore quota di 25,00 il

Dettagli

La tesi di fine corso di Mister Maurizio Viscidi.

La tesi di fine corso di Mister Maurizio Viscidi. N. FEBBRAIO 006 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N DEL /0/0 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: BONACINI ROBERTO SEDE VIA E.FRANCALANCI

Dettagli

Difesa Elastica e Difesa a Zona, due sistemi a confronto con tattiche difensive diverse.

Difesa Elastica e Difesa a Zona, due sistemi a confronto con tattiche difensive diverse. Difesa Elastica e Difesa a Zona, due sistemi a confronto con tattiche difensive diverse. Proseguendo la mia tesi sulla disamina della Difesa Elastica attuata con il controllo visivo attivo ho ritenuto

Dettagli

LA DIDATTICA DELLA DIFESA A TRE

LA DIDATTICA DELLA DIFESA A TRE Corso MSTER nno 2000 / 2001 L DIDTTIC DELL DIFES TRE di DVIDE BLLRDINI relatori : prof. prof. Roberto Clagluna Franco Ferrari 1 INDICE : PREMESS 4 LE CRTTERISTICHE DEI DIFENSORI 6 L DIDTTIC. 7 CONCLUSIONI.

Dettagli

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi Vi avevo anticipato l anno scorso che il Difensore Civico s interessa dei

Dettagli

METODOLOGIA DELL INSEGNAMENTO ALLENAMENTO DELLA TECNICA

METODOLOGIA DELL INSEGNAMENTO ALLENAMENTO DELLA TECNICA METODOLOGIA DELL INSEGNAMENTO ALLENAMENTO DELLA TECNICA Non possiamo parlare di un unica metodologia per allenare la pallavolo, in quanto essa cambia in rapporto al livello di gioco: non può essere la

Dettagli

REGOLAMENTO FANTANAVIGLI

REGOLAMENTO FANTANAVIGLI REGOLAMENTO FANTANAVIGLI 1. Creazione Squadra 1.1 Ogni presidente deve creare una rosa di 23 calciatori tra quelli che prendono parte al Campionato di Calcio di Serie A. 1.2 Il presidente ha a disposizione

Dettagli

Categoria Esordienti: il lavoro di campo dell Empoli Giovani FC.

Categoria Esordienti: il lavoro di campo dell Empoli Giovani FC. N.66 LUGLIO-AGOSTO 2009 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 SEDE VIA E.FRANCALANCI 418 55054 BOZZANO (LU) TEL. 0584 976585 - FAX 0584 977273

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un attimo assentarmi, ma è una questione di cinque minuti. Devo uscire,

Dettagli

La lealtà ed il puro divertimento sono alla base del nostro Fantacalcio

La lealtà ed il puro divertimento sono alla base del nostro Fantacalcio 1 La lealtà ed il puro divertimento sono alla base del nostro Fantacalcio 1. Composizione formazioni Le formazioni dovranno essere composte da 3 portieri 8 difensori 8 centrocampisti 6 attaccanti 2. Schieramenti

Dettagli

Giuseppe Iosa. Documento programmatico per la candidatura alla segreteria del Circolo Moro-Berlinguer di Peschiera Borromeo

Giuseppe Iosa. Documento programmatico per la candidatura alla segreteria del Circolo Moro-Berlinguer di Peschiera Borromeo Giuseppe Iosa Documento programmatico per la candidatura alla segreteria del Circolo Moro-Berlinguer di Peschiera Borromeo Domenica, 19 aprile 2015 Premessa Il Partito Democratico di Peschiera Borromeo,

Dettagli

ARTICOLO 1 Della Lega e del suo ordinamento

ARTICOLO 1 Della Lega e del suo ordinamento ARTICOLO 1 Della Lega e del suo ordinamento 1- La Lega è composta da otto Squadre 2- L Assemblea di Lega comprende tutti gli allenatori 3- La Lega è presieduta dal Presidente, eletto dall Assemblea 4-

Dettagli

FANTASCUDETTOZENA 2015 / 2016

FANTASCUDETTOZENA 2015 / 2016 FANTASCUDETTOZENA 2015 / 2016 Composizione della Lega Fantascudettozena 1)Il campionato è composto da 8 squadre che si affronteranno in scontri diretti per un totale di 3 andate e 2 ritorni. La squadra

Dettagli

VADEMECUM DELLA PALLAVOLO

VADEMECUM DELLA PALLAVOLO VADEMECUM DELLA PALLAVOLO A. Il campo Il campo della pallavolo misura 18x9 metri ed é diviso in due metá uguali dalla linea di metá campo sopra la quale corre le rete. La linea di metá campo appartiene

Dettagli

Descrizione e analisi tecnica dell attacco Esercizi d iniziazione e perfezionamento

Descrizione e analisi tecnica dell attacco Esercizi d iniziazione e perfezionamento Descrizione e analisi tecnica dell attacco Esercizi d iniziazione e perfezionamento Giuseppe BOSETTI Relazione al Corso di aggiornamento per allenatori di 1 grado e allievi allenatori CP Fipav Varese -

Dettagli

CALCETTO PALLAVOLO TIRO ALLA FUNE FRECCETTE STAFFETTA CORSA DEI MILLEPIEDI IL PUNGIGLIONE BASKET 3C3 CAPITAN DADO FLEBO IN CORSA

CALCETTO PALLAVOLO TIRO ALLA FUNE FRECCETTE STAFFETTA CORSA DEI MILLEPIEDI IL PUNGIGLIONE BASKET 3C3 CAPITAN DADO FLEBO IN CORSA CALCETTO PALLAVOLO TIRO ALLA FUNE FRECCETTE STAFFETTA CORSA DEI MILLEPIEDI IL PUNGIGLIONE BASKET 3C3 CAPITAN DADO FLEBO IN CORSA CALCETTO Dimensioni Gare Palio Dimensioni Lunghezza m. 38 Larghezza m. 18,40

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Lettera alle Mamme_Layout 1 11/09/2015 17:10 Pagina 1 Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia

Dettagli

Anno 4 - N 24 - Sabato 19 marzo 2011. Il sito costantemente aggiornato sullo sport partenopeo Settimanale di scommesse sportive QUOTE

Anno 4 - N 24 - Sabato 19 marzo 2011. Il sito costantemente aggiornato sullo sport partenopeo Settimanale di scommesse sportive QUOTE Anno 4 - N 24 - Sabato 19 marzo 2011 Il sito costantemente aggiornato sullo sport partenopeo Settimanale di scommesse sportive QUOTE IL PRONOSTICO DI... Per il doppio ex mister di Napoli e Cagliari, il

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Priority mom Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Cosa posso fare per interrompere subito la violenza? rivolgiti alle Forze dell Ordine o al Servizio Sociale più vicino chiedi aiuto al Centro

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia per conoscere l intervento della giustizia minorile Indice:

Dettagli

REGOLAMENTO DI GIOCO MISTER CALCIO CUP LEGHE DI AMICI

REGOLAMENTO DI GIOCO MISTER CALCIO CUP LEGHE DI AMICI REGOLAMENTO DI GIOCO MISTER CALCIO CUP LEGHE DI AMICI IL GIOCO Lo scopo del gioco Mister Calcio Cup - Leghe di Amici (di seguito chiamato Gioco ) è creare e gestire una squadra virtuale di calcio all'interno

Dettagli

REGOLAMENTO FANTABARMARIO 2014-2015*

REGOLAMENTO FANTABARMARIO 2014-2015* REGOLAMENTO FANTABARMARIO 2014-2015* * evidenziate in verde le modifiche apportate al Regolamento 201 3-201 4 * testo barrato arancione i paragrafi eliminati rispetto al Regolamento 201 3-201 4 INDICE:

Dettagli

1 Campionato Lega A HAPPINESS

1 Campionato Lega A HAPPINESS 1 Campionato Lega A HAPPINESS 2012-2013 Regolamento Il Centro sportivo HAPPINESS organizza una manifestazione a carattere amatoriale che si svolgerà a Nardò ( Le) in Via Penta 1 Campionato Lega A Calcio

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

I calciatori verranno scelti esclusivamente dalla serie A. Numero giocatori stranieri ed extracomunitari illimitato

I calciatori verranno scelti esclusivamente dalla serie A. Numero giocatori stranieri ed extracomunitari illimitato Regolamento 1) Giocatori per rosa 3 Portieri 8 Difensori 8 Centrocampisti 6 Attaccanti I calciatori verranno scelti esclusivamente dalla serie A. Numero giocatori stranieri ed extracomunitari illimitato

Dettagli

[update 04/01/2012] GENERALE

[update 04/01/2012] GENERALE [update 04/01/2012] GENERALE Il giornale che sarà utilizzato per i voti dei giocatori sarà sempre la Gazzetta dello sport. Il partecipante ha avuto a disposizione 650 fantamilioni per completare la rosa.

Dettagli

REGOLAMENTO UFFICIALE FANTACALCIO

REGOLAMENTO UFFICIALE FANTACALCIO REGOLAMENTO UFFICIALE FANTACALCIO 1. La squadra Con il termine squadra si intende l insieme di rosa e staff tecnico. 1.1. La rosa Con il termine rosa si comprendono tutti i giocatori acquistati durante

Dettagli

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/7

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/7 1/7 CAMERA DEI DEPUTATI SENATO DELLA REPUBBLICA COMMISSIONE PARLAMENTARE DI INCHIESTA SULLE ATTIVITÀ ILLECIRE CONNESSE AL CICLO DEI RIFIUTI RESOCONTO STENOGRAFICO MISSIONE MARTEDÌ 14 LUGLIO 2009 PRESIDENZA

Dettagli

1.INTRODUZIONE E SALVAGUARDIA

1.INTRODUZIONE E SALVAGUARDIA 1.INTRODUZIONE E SALVAGUARDIA Il Regolamento Ufficiale ha validità effettiva per 1 anno e dovrà essere firmato da tutte le squadre prima dell'inizio di ogni campionato. Se per qualsiasi motivo in questo

Dettagli

Regole Fantacalcio 2013/14 di Alberto Schiariti

Regole Fantacalcio 2013/14 di Alberto Schiariti Regole Fantacalcio 2013/14 di Alberto Schiariti Premessa Il nostro Fantacalcio segue quasi interamente le regole di un Fantacalcio classico, con qualche piccola modifica che verrà illustrata nei paragrafi

Dettagli

Fantacalciovv 2015-16

Fantacalciovv 2015-16 Fantacalciovv 2015-16 Sommario Fantacalcio... 2 Premi... 2 Pagamenti... 3 Penalità per ritardato pagamento... 3 Squadra... 3 Asta iniziale... 4 Mercato di riparazione... 4 Vincoli pluriennali dei giocatori...

Dettagli

per 3-5 giocatori da 12 anni in su

per 3-5 giocatori da 12 anni in su per 3-5 giocatori da 12 anni in su Traduzione e adattamento a cura di Gylas Versione 1.1 Maggio 2005 http:// e-mail: info@gamesbusters.com NOTA. Questa traduzione non sostituisce in alcun modo il regolamento

Dettagli

CONTENUTO: Autore: Massimo Gatto. Giocatori: 2-6 Età: 8+ Durata: 45-90 1 TABELLONE

CONTENUTO: Autore: Massimo Gatto. Giocatori: 2-6 Età: 8+ Durata: 45-90 1 TABELLONE Autore: Massimo Gatto Giocatori: 2-6 Età: 8+ Durata: 45-90 CONTENUTO: 1 TABELLONE 24 TESSERE SQUADRA SUDDIVISE NEI TRE RUOLI DI DIFESA, CENTROCAMPO E ATTACCO PER CIASCUNA DELLE 8 SQUADRE VINCITRICI DI

Dettagli

REGOLAMENTO MAGIC CAMPIONATO 2003-2004

REGOLAMENTO MAGIC CAMPIONATO 2003-2004 REGOLAMENTO MAGIC CAMPIONATO 2003-2004 È un fantasy game, una simulazione che permette a chiunque di costituire una squadra di calcio virtuale, di gestirla e di schierarla in campo in occasione di ogni

Dettagli

2011 REGOLAMENTO FANTASET

2011 REGOLAMENTO FANTASET 2011 REGOLAMENTO FANTASET SOMMARIO 1. INTRODUZIONE... 3 1.1 - Definizione e caratteristiche del torneo... 3 1.2 - La figura dell'onu... 3 1.3 - Il sito web... 3 2. MERCATO INIZIALE... 4 2.1 - Budget...

Dettagli

REGOLAMENTO DI GIOCO TUTTOSPORT LEAGUE LEGHE DI AMICI

REGOLAMENTO DI GIOCO TUTTOSPORT LEAGUE LEGHE DI AMICI REGOLAMENTO DI GIOCO TUTTOSPORT LEAGUE LEGHE DI AMICI IL GIOCO Lo scopo del gioco Tuttosport League - Leghe di Amici (di seguito chiamato Gioco ) è creare e gestire una "squadra virtuale" di calcio all'interno

Dettagli

Copertina: Gabriele Simili, Phasar, Firenze Immagine di copertina: Rita Altarocca Stampa: Global Print, Gorgonzola (Mi)

Copertina: Gabriele Simili, Phasar, Firenze Immagine di copertina: Rita Altarocca Stampa: Global Print, Gorgonzola (Mi) Elena Ana Boata Il viaggio di Anna Proprietà letteraria riservata. 2007 Elena Ana Boata 2007 Phasar Edizioni, Firenze. www.phasar.net I diritti di riproduzione e traduzione sono riservati. Nessuna parte

Dettagli

FANTACHEVANTON 2015/2016 http://fantachevanton.altervista.org/index.php

FANTACHEVANTON 2015/2016 http://fantachevanton.altervista.org/index.php FANTACHEVANTON 2015/2016 http://fantachevanton.altervista.org/index.php REGOLA 1: LA LEGA 1. La lega è costituita da quattordici società. 2. La Lega è governata dal Presidente di Lega, Giovanni Borraccino

Dettagli

L iscrizione al fantacalcio è di Euro 25 a squadra da consegnare al contabile prima dell inizio

L iscrizione al fantacalcio è di Euro 25 a squadra da consegnare al contabile prima dell inizio REGOLAMENTO FANTA PLAZET: ISCRIZIONE E SOLDI L iscrizione al fantacalcio è di Euro 25 a squadra da consegnare al contabile prima dell inizio del mercato. Oltre ai 25 Euro dovranno essere consegnati ulteriori

Dettagli

minimo cinque passaggi consecutivi e goal valido solo con colpo di testa sulla traversa oppure su una porticina.

minimo cinque passaggi consecutivi e goal valido solo con colpo di testa sulla traversa oppure su una porticina. PARTITA BOWLING si gioca una partita normale con due o più palloni. Chi abbatte il cono lascia il pallone agli avversari e corre verso la propria porta a sistemare il cono in linea con gli altri. Vince

Dettagli

Regolamento Fantalega Budineria 2012/13

Regolamento Fantalega Budineria 2012/13 Fantalega Budineria 1 Regolamento Fantalega Budineria 2012/13 La Federazione Fantacalcio Budineria 1. La Federazione Fantacalcio Budineria si compone di tutti i rappresentanti delle squadre partecipanti

Dettagli

REGOLAMENTO FANTA T.G.L. 2015-2016

REGOLAMENTO FANTA T.G.L. 2015-2016 SITO INTERNET: www.fantatgl.altervista.org EMAIL : manufoschi@gmail.com REGOLAMENTO FANTA T.G.L. 2015-2016 OGGETTO DEL GIOCO Oggetto del gioco è una simulazione del calcio attraverso fanta-squadre formate

Dettagli

REGOLAMENTO. L asta iniziale

REGOLAMENTO. L asta iniziale REGOLAMENTO Le competizioni Fantacalcio è un torneo che simula un campionato di calcio, la Serie A italiana. È nel formato con asta iniziale, Mercato Libero con offerte durante la stagione, recupero dei

Dettagli

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa 11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio raccolta integrato dei rifiuti solidi urbani. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa delibera di Consiglio,

Dettagli

Fantacampionato Trofeo Pizzaballa --- Regolamento ---

Fantacampionato Trofeo Pizzaballa --- Regolamento --- Fantacampionato Trofeo Pizzaballa --- Regolamento --- 1 - Rosa, crediti, date, ecc. : Gli accordi relativi alla rosa dei giocatori, ai crediti a disposizione all inizio del primo campionato, agli scambi

Dettagli

LAMBORGHINI CONTENUTO

LAMBORGHINI CONTENUTO LAMBORGHINI CONTENUTO 1 piano di gioco con due circuiti, 5 miniature Murcielago Lamborghini scala 1:87, 5 carte Automobili, 10 carte Piloti, 39 carte Tecnologia (13 di marca Rossa, 13 di marca Gialla e

Dettagli

2.Cos è il nuoto sincronizzato...4-3. Penalità... 7-8. 4.Conclusione... 9

2.Cos è il nuoto sincronizzato...4-3. Penalità... 7-8. 4.Conclusione... 9 1.Introduzione... 2.Cos è il nuoto sincronizzato...4-3. Penalità... 7-8 4.Conclusione... 9 Elisa Boffi 2009/2010 Opzione Storia 2 1) Introduzione In questo lavoro parlerò del mio sport, il nuoto sincronizzato.

Dettagli

REGOLAMENTO FANTA MANACORE LEAGUE. Stagione 2005-2006. (Versione BETA 1.1b)

REGOLAMENTO FANTA MANACORE LEAGUE. Stagione 2005-2006. (Versione BETA 1.1b) REGOLAMENTO FANTA MANACORE LEAGUE Stagione 2005-2006 (Versione BETA 1.1b) I N D I C E # REGOLA 01: OGGETTO DEL GIOCO # REGOLA 02: MODALITA DEL GIOCO # REGOLA 03: LA LEGA # REGOLA 04: LE SOCIETA # REGOLA

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Rappresentanza Sindacale Unitaria. RAPPRESENTANZA SINDACALE UNITARIA Università di Pisa VERBALE DELLA SEDUTA DEL 10 settembre 2015

Rappresentanza Sindacale Unitaria. RAPPRESENTANZA SINDACALE UNITARIA Università di Pisa VERBALE DELLA SEDUTA DEL 10 settembre 2015 RAPPRESENTANZA SINDACALE UNITARIA Università di Pisa VERBALE DELLA SEDUTA DEL 10 settembre 2015 Il giorno 10 settembre 2015 alle ore 09,00, nella sede RSU presso il Centro interdisciplinare di Scienze

Dettagli

REGOLAMENTO UFFICIALE

REGOLAMENTO UFFICIALE Edizione 9 REGOLAMENTO UFFICIALE STAGIONE 2012-13 STAGIONE 2012-13 DURATA Il campionato avrà svolgimento dalla seconda giornata fino giornata del campionato di Calcio di serie A. Saranno giocate un totale

Dettagli

ISCRIZIONE: Quota - Termini - Modalità

ISCRIZIONE: Quota - Termini - Modalità ISCRIZIONE: Quota - Termini - Modalità 1. Il Torneo avrà inizio domenica 13 marzo con la gara di apertura. 2. Si potranno iscrivere ragazzi nati dal 1992 al 1996. 3. Quota di iscrizione 15 euro a persona

Dettagli

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Giovedì, 16 giugno 2016

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Giovedì, 16 giugno 2016 COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Giovedì, 16 giugno 2016 COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Giovedì, 16 giugno 2016 16/06/2016 Pagina 21 PIER LUIGI TROMBETTA Dipendente in prova denuncia il titolare:

Dettagli

Ordine del Giorno. Comune di Agrigento. Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013

Ordine del Giorno. Comune di Agrigento. Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013 Comune di Agrigento Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013 Ordine del Giorno 1. Designazione scrutatori; 2. Relazione previsionale e programmatica 2013 2015. Bilancio di Previsione 2013. Bilancio

Dettagli

Esercizi di calcolo combinatorio e probabilità Svolgimento a cura di Mattia Puddu

Esercizi di calcolo combinatorio e probabilità Svolgimento a cura di Mattia Puddu Esercizi di calcolo combinatorio e probabilità Svolgimento a cura di Mattia Puddu 1. Gli interi da 1 a 9 sono scritti nelle 9 caselle di una scacchiera 3x3, ogni intero in ogni casella diversa, in modo

Dettagli

Se la nonna impenna la moto e cade La grande truffa dei falsi incidenti

Se la nonna impenna la moto e cade La grande truffa dei falsi incidenti Corriere della Sera http://www.corriere.it/cronache/11_settembre_29/fasano-nonna-moto-cade_b1ce4c46... Page 1 of 2 03/10/2011 stampa chiudi IL RECORD DI TARANTO, 321 INDAGATI. E LE FRODI FANNO SALIRE IL

Dettagli

Associazione Torino a 5 stelle Amici di Beppe Grillo. Verbale della riunione del 16 luglio 2009

Associazione Torino a 5 stelle Amici di Beppe Grillo. Verbale della riunione del 16 luglio 2009 Associazione Torino a 5 stelle Amici di Beppe Grillo Verbale della riunione del 16 luglio 2009 In data 16 Luglio 2009, presso la sede dell Asai, sita in Torino, via Sant Anselmo, si è tenuta l assemblea

Dettagli

MANIFESTAZIONE «CONTRO LE MAFIE»

MANIFESTAZIONE «CONTRO LE MAFIE» RASSEGNA STAMPA MANIFESTAZIONE «CONTRO LE MAFIE» A cura di Agenzia Comunicatio COMUNICATO STAMPA MAFIA CAPITALE: DALLE ACLI DI ROMA APPREZZAMENTO PER LA MANIFESTAZIONE DEL 3/9 "CONTRO LE MAFIE" AL TUSCOLANO

Dettagli

Touch down. Il gioco del football americano

Touch down. Il gioco del football americano Touch down Il gioco del football americano Riedizione di Superbowl (International Team) ad opera della Lu(ri)doteca Versione 1.2 di ottobre 2004 www.luridoteca.com info@luridoteca.com Annotazioni Pagina

Dettagli

REGOLAMENTO MONOPOLY QUALIFICAZIONI REGIONALI 2014

REGOLAMENTO MONOPOLY QUALIFICAZIONI REGIONALI 2014 REGOLAMENTO MONOPOLY QUALIFICAZIONI REGIONALI 2014 SCOPO DEL GIOCO Essere il giocatore più ricco al termine di una partita a tempo o l ultimo concorrente in gioco dopo che tutti gli altri sono finiti in

Dettagli

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Questo questionario viene usato per scopi scientifici. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Dopo aver letto attentamente

Dettagli

C O M U N E D I C A S T E L V E R D E

C O M U N E D I C A S T E L V E R D E C O M U N E D I C A S T E L V E R D E Provincia di Cremona ORIGINALE VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE N. 28 ADUNANZA DEL 21/07/2014 OGGETTO: PRESENTAZIONE DELLE LINEE PROGRAMMATICHE

Dettagli

Sopaf, chiusa indagine. Contestata anche la corruzione al presidente Inpgi, il giornalista Andrea Camporese

Sopaf, chiusa indagine. Contestata anche la corruzione al presidente Inpgi, il giornalista Andrea Camporese Sopaf, chiusa indagine. Contestata anche la corruzione al presidente Inpgi, il giornalista Andrea Camporese A quella di truffa è arrivata anche quella per corruzione a carico del presidente dell INPGI,

Dettagli

A seguire, l intero documento delle regole stabilite da LFSIC sul comportamento da tenere in pista.

A seguire, l intero documento delle regole stabilite da LFSIC sul comportamento da tenere in pista. A seguire, l intero documento delle regole stabilite da LFSIC sul comportamento da tenere in pista. É caldamente raccomandato che tutti I piloti di LFS aderiscano a queste regole, dato che hanno effetto,

Dettagli

I nostri mitici Under 10

I nostri mitici Under 10 Settimanale di informazione Sportiva N 11 Stagione 2015-2016 - 11 dicembre 2015 I nostri mitici Under 10 Calcio Allievi a 7 In questo numero: Festa di Natale Calcio Under 10 Calcio Under 13 Le partite

Dettagli

PROGRAMMA CORSO LND PER ALLENATORI DI PRIMA, SECONDA, TERZA CATEGORIA E JUNIORES REGIONALI TECNICA E TATTICA INDIVIDUALE

PROGRAMMA CORSO LND PER ALLENATORI DI PRIMA, SECONDA, TERZA CATEGORIA E JUNIORES REGIONALI TECNICA E TATTICA INDIVIDUALE PROGRAMMA CORSO LND PER ALLENATORI DI PRIMA, SECONDA, TERZA CATEGORIA E JUNIORES REGIONALI TECNICA E TATTICA INDIVIDUALE Recupero della palla ( anticipo, intercettamento, contrasto) Marcamento ( principi

Dettagli

Esito del voto elettorale nazionale: nel nuovo Parlamento sarà difficile garantire una stabilità di governo.

Esito del voto elettorale nazionale: nel nuovo Parlamento sarà difficile garantire una stabilità di governo. RINNOVO DEL PARLAMENTO ITALIANO RINNOVO DEL CONSIGLIO REGIONALE : Lombardia Lazio Molise Esito del voto elettorale nazionale: nel nuovo Parlamento sarà difficile garantire una stabilità di governo. La

Dettagli

ORGANIZZATO DAL COMITATO REGIONALE A.S.C. IN COLLABORAZIONE CON A.S.D. COMITATO CAAMSARDEGNA Muravera(Ca), 25-27 Settembre 2015.

ORGANIZZATO DAL COMITATO REGIONALE A.S.C. IN COLLABORAZIONE CON A.S.D. COMITATO CAAMSARDEGNA Muravera(Ca), 25-27 Settembre 2015. VOLLEY MISTA SPORT CAAM SARDEGNA 2015 TROFEO NAZIONALE/REGIONALE A.S.C. ORGANIZZATO DAL COMITATO REGIONALE A.S.C. IN COLLABORAZIONE CON A.S.D. COMITATO CAAMSARDEGNA Muravera(Ca), 25-27 Settembre 2015 Costi

Dettagli

Le novita del correttivo su formazione e organismi paritetici

Le novita del correttivo su formazione e organismi paritetici Le novita del correttivo su formazione e organismi paritetici Alcuni quesiti per chiarire dubbi interpretativi sulla formazione dei lavoratori prevista dal Testo Unico: cosa significa collaborare con gli

Dettagli

Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia

Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia Rischia di slittare la proclamazione degli eletti al Consiglio Regionale della Puglia a causa della scorretta trascrizione e conseguente

Dettagli

Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011

Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011 Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011 La relazione di Sergio Veneziani contiene tutta la struttura dell idea che noi abbiamo di Auser attraverso gli strumenti per qualificare e migliorare,

Dettagli

Minivolley: un età d oro per sviluppare, con i giochi, l entusiasmo di stare con gli amici in palestra

Minivolley: un età d oro per sviluppare, con i giochi, l entusiasmo di stare con gli amici in palestra 1 Minivolley: un età d oro per sviluppare, con i giochi, l entusiasmo di stare con gli amici in palestra Giochi di motricità generale con l utilizzo della palla. Dopo aver organizzato la palestra in tanti

Dettagli

REGOLE DEL GIOCO 2013-2014

REGOLE DEL GIOCO 2013-2014 1 - Iscrizione. REGOLE DEL GIOCO 2013-2014 Il gioco si svolge interamente sul sito www.fantacalcioparolise.com Il quota d iscrizione a Fantacalcio Parolise per l anno 2014/2015 è di 40,00euro (quaranta/00),

Dettagli

FIORENTINA - MILAN. Firenze - Stadio Artemio Franchi Domenica 23 agosto 2015 - ore 20:45. Copia Omaggio EFFETTO SOUSA

FIORENTINA - MILAN. Firenze - Stadio Artemio Franchi Domenica 23 agosto 2015 - ore 20:45. Copia Omaggio EFFETTO SOUSA FIORENTINA - MILAN Firenze - Stadio Artemio Franchi Domenica 23 agosto 2015 - ore 20:45 Copia Omaggio 191 2015 EFFETTO SOUSA 2 3 Editore: Publialpi sas Direttore Editoriale: Massimo Pieri Direttore responsabile:

Dettagli

REGOLAMENTO DI GIOCO MISTER CALCIO CUP - TORNEO A GIRONI FASE DI QUALIFICAZIONE

REGOLAMENTO DI GIOCO MISTER CALCIO CUP - TORNEO A GIRONI FASE DI QUALIFICAZIONE REGOLAMENTO DI GIOCO MISTER CALCIO CUP - TORNEO A GIRONI FASE DI QUALIFICAZIONE IL GIOCO Lo scopo del gioco Mister Calcio Cup - Torneo a Gironi (di seguito chiamato Gioco ) è creare e gestire una squadra

Dettagli

CS - CUS AD MAIORA RUGBY 1951: Lucas D'Angelo è il nuovo direttore tecnico del CUS Ad Maiora Rugby 1951.

CS - CUS AD MAIORA RUGBY 1951: Lucas D'Angelo è il nuovo direttore tecnico del CUS Ad Maiora Rugby 1951. CS - CUS AD MAIORA RUGBY 1951: Lucas D'Angelo è il nuovo direttore tecnico del CUS Ad Maiora Rugby 1951. Lucas D Angelo: Nato a: Rosario (Argentina) Età: 38 anni Carriera: ha giocato per 19 anni nel Jockey

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

COME VINCERE CON LE SCOMMESSE SPORTIVE

COME VINCERE CON LE SCOMMESSE SPORTIVE COME VINCERE CON LE SCOMMESSE SPORTIVE Capitolo Uno. Pronosticare il risultato di uno specifico evento e scommettere sull'esito di quello stesso evento è la struttura di base di tutte le scommesse, da

Dettagli

I PREREQUISITI MOTORI DELL APPRENDIMENTO DELLA TECNICA * * * * * *

I PREREQUISITI MOTORI DELL APPRENDIMENTO DELLA TECNICA * * * * * * 21 Lunedì 26 Agosto, ore 13,00 Prof. MARCO TAMANTINI Premessa I PREREQUISITI MOTORI DELL APPRENDIMENTO DELLA TECNICA * * * * * * Il messaggio che vorrei lanciare è di porre in risalto l obiettivo di migliorare

Dettagli

REGOLE DEL GIOCO v1.7.3

REGOLE DEL GIOCO v1.7.3 REGOLE DEL GIOCO v1.7.3 REGOLE GENERALI 1. Il presente regolamento si applica a tutti i partecipanti del Fantacalcio; la risoluzione di una qualsiasi situazione non prevista dal regolamento, o non chiarita

Dettagli

REGOLAMENTO ORGANICO DI PARTECIPAZIONE AL 1 CAMPIONATO INTERPROVINCIALE DI BILIARDO BOCCETTE A SQUADRE E.N.D.A.S.-A.B.I.S.

REGOLAMENTO ORGANICO DI PARTECIPAZIONE AL 1 CAMPIONATO INTERPROVINCIALE DI BILIARDO BOCCETTE A SQUADRE E.N.D.A.S.-A.B.I.S. A.B.I.S Ravenna ENDAS EMILIA ROMAGNA ASSOCIAZIONE BILIARDO ITALIANA SPORTIVA Sede - Via Salita, 2-48018 Faenza (RA) Sede operativa di Fusignano Tel.-Segr.-Fax 0545.288059 C.F. e P.IVA 02028560395 e-mail:

Dettagli

Giornata di studio su alcuni temi di interesse per i Comuni

Giornata di studio su alcuni temi di interesse per i Comuni LUIGI PEDRAZZINI Dipartimento delle istituzioni Giornata di studio su alcuni temi di interesse per i Comuni Rivera, 27. ottobre 2005 Attenzione: fa stato l intervento pronunciato in sala. A dipendenza

Dettagli