Relazione e Bilancio al 31dicembre 2006

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Relazione e Bilancio al 31dicembre 2006"

Transcript

1 SICC S.P.A. Via Toscana n MONSANO (AN) Capitale Sociale interamente versato Telefono Fax Internet Registro Imprese di Ancona e Codice Fiscale R.E.A. di Ancona n Relazione e Bilancio al 31dicembre 2006

2 Organi sociali CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE Alfiero Latini Gianluca Latini Oriana Draghetti Costantino Branchesi Sergio Corbi Enrico Muzi Gianni Tombolesi Presidente e Amministratore Delegato Consigliere e Amministratore Delegato Consigliere e Amministratore Delegato Consigliere Consigliere Consigliere Consigliere Deleghe conferite: Al Presidente e Amministratore Delegato Alfiero Latini sono attribuiti i più ampi e illimitati poteri per la gestione della società esclusi quelli che per legge e/o statuto non sono delegabili in quanto riservati esclusivamente al Consiglio. Agli Amministratori Delegati Oriana Draghetti e Gianluca Latini sono attribuiti disgiuntamente tutti i poteri di ordinaria amministrazione e congiuntamente quelli di straordinaria amministrazione. COLLEGIO SINDACALE Paolo Massinissa Magini Massimo Albonetti Gaudenzio Beldomenico Claudio Beldomenico Leandro Tiranti Presidente Sindaco effettivo Sindaco effettivo Sindaco supplente Sindaco supplente SOCIETA DI REVISIONE PKF Italia S.p.A.

3 Convocazione assemblea CONVOCAZIONE ASSEMBLEA ORDINARIA E STRAORDINARIA I signori azionisti sono convocati in Assemblea presso la sede della Società in Monsano, Via Toscana n 32 per il giorno 30 aprile 2007 alle ore in prima convocazione ed, occorrendo, in seconda convocazione per il giorno 15 maggio 2007, stessi ora e luogo, per discutere e deliberare sul seguente ordine del giorno Parte ordinaria 1. Bilancio di esercizio al 31 dicembre 2006 e delibere relative; comunicazione del Bilancio consolidato al 31 dicembre 2006; 2. Integrazione della proposta per l attività di revisione relativa all adozione dei principi IAS/IFRS, in relazione ai prospetti di riconciliazione della capogruppo Sicc S.p.A. redatti in conformità all IFRS 1; Parte straordinaria 1. Adeguamento dello Statuto alla normativa di cui alla Legge n. 262 del 28/12/2005; conseguenti modifiche dei relativi articoli dello Statuto Sociale. Deliberazioni inerenti e conseguenti. La Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione con le relative proposte di deliberazioni, riguardanti le materie poste all ordine del giorno, sarà depositata, nei termini di legge, presso la sede della Società e presso la sede della Borsa Italiana S.p.A.; i soci hanno la facoltà di ottenerne copia a proprie spese. Per intervenire all Assemblea gli azionisti dovranno richiedere ai rispettivi intermediari il rilascio di apposita certificazione ai sensi di legge. All inizio dei lavori sarà proposto all Assemblea di permettere che esperti, analisti finanziari e giornalisti qualificati assistano alla riunione. Fatta salva l approvazione assembleare di cui sopra i predetti sono invitati ad assistere. Per il Consiglio di Amministrazione Il Presidente (Alfiero Latini) Avviso pubblicato sulla G.U. n. 35 del 24/03/2007 inserzione IG-97

4 Indice Relazione degli amministratori sulla gestione al 31 dicembre 2006 Introduzione 1 La struttura del gruppo 2 L attività del gruppo. 3 Adozione degli standard contabili IFRS... 3 Il Gruppo Sicc Analisi dell andamento economico del gruppo.. 4 Analisi della situazione patrimoniale e finanziaria del gruppo.. 6 La Capogruppo Sicc S.p.A. 9 Analisi dell andamento economico 9 Analisi della situazione patrimoniale e finanziaria.. 11 Andamento delle società controllate. 13 Attività di ricerca e sviluppo Azioni dell impresa controllante 14 Controllo interno Risk management.. 15 Informativa relativa al trattamento dei dati personali.. 15 Rapporti con investitori istituzionali ed altri soci.. 16 Operazioni con parti correlate Operazioni infragruppo Operazioni con amministratori e soci.. 17 Partecipazioni detenute da amministratori, sindaci e direttori generali 17 Azioni proprie e azioni o quote di controllanti 17 Fatti di rilievo emersi dopo la chiusura dell esercizio ed evoluzione prevedibile della gestione. 18 Proposta di destinazione dell utile d esercizio Bilancio consolidato al 31 dicembre 2006 Stato patrimoniale Conto economico Rendiconto finanziario. 23 Prospetto delle variazioni del patrimonio netto consolidato 24 Note esplicative. 25 Bilancio della società Sicc S.p.A. al 31 dicembre 2006 Stato patrimoniale. 61 Conto economico.. 63 Rendiconto finanziario. 64 Prospetto delle variazioni del patrimonio netto.. 65 Note esplicative Effetti della transizione ai principi IAS/IFRS Prospetti e note esplicative della Capogruppo Sicc S.p.A Relazioni della Società di Revisione Al bilancio consolidato Al bilancio di esercizio. 116 Relazione del Collegio Sindacale all Assemblea degli Azionisti Relazione al bilancio consolidato e di esercizio 118

5 Relazione sulla Gestione

6 Relazione sulla gestione al 31/12/2006 RELAZIONE DEGLI AMMINISTRATORI SULLA GESTIONE AL 31 DICEMBRE 2006 INTRODUZIONE Nel corso del 2006 l economia mondiale ha segnato favorevoli dinamiche. Gli impulsi maggiori sono arrivati soprattutto dalla eccezionale espansione di Cina e India. Di questa fase favorevole ha beneficiato anche l Unione Europea. Infatti le economie europee hanno registrato risultati migliori del previsto nel 2006, malgrado il livello elevato dei prezzi del petrolio, le condizioni monetarie più restrittive e un rallentamento dell economia degli Stati Uniti. Nel 2006 la crescita economica ha raggiunto il 2,7% nell area euro, a fronte del 1,4% nel Il contributo maggiore è arrivato dall economia tedesca che ha beneficiato, oltre che delle sempre dinamiche esportazioni, presumibilmente anche dell anticipo dei consumi privati in previsione delle nuove aliquote IVA (+ 3 punti percentuali) entrate in vigore lo scorso gennaio. L aumento dei prezzi del petrolio ha mantenuto l inflazione al 2,2% nel Nel dicembre 2006 il tasso di disoccupazione nell area euro era del 7,5%, il suo livello più basso da oltre un decennio, a seguito dell attività economica più vigorosa. In questo contesto, complessivamente favorevole, anche l economia italiana è tornata a crescere grazie alla molla trainante delle esportazioni. Nel 2006 il Pil è cresciuto dell 1,9% grazie soprattutto all accelerazione del quarto trimestre (+1,1% congiunturale). I consumi delle famiglie sono cresciuti dell 1,5% e gli investimenti fissi del 2,3%. Nel 2007 complessivamente la crescita economica è stimata al 2%. Nei dati resi noti dall Istat l indebitamento netto (deficit) delle amministrazioni pubbliche è calcolato a quota 2,4% del Pil. I conti pubblici 2006 hanno beneficiato di una ripresa congiunturale superiore al previsto, con un maggiore afflusso di entrate tributarie (imposte dirette e indirette), il 10% in più. La pressione fiscale a sua volta ha raggiunto il 42,3% contro il 40,6% di un anno prima, avvicinandosi così al livello record del 1997 (43,6%). Nel 2006 i prezzi al consumo salgono del 2,1%, dall 1,9% registrato nel 2005, e preannunciano un 2007 con qualche tensione. I prezzi alla produzione sono aumentati del 5,3% rispetto al Sui mercati valutari l Euro si mantiene stabile sul dollaro. A livello di settore cresce soprattutto il terziario, seguito dall industria. Le aziende italiane continuano a risentire sia delle conseguenze del livello del tasso di cambio rispetto al dollaro e della forte concorrenza su alcune fasce di mercato che di una domanda interna ancora molto debole. A livello di comparto del mobile, i primi dati provvisori al momento disponibili, indicano che nel 2006 il consumo interno di mobili ha registrato un aumento di circa l 1,4% a prezzi costanti, le esportazioni di circa il 2,4% sempre a prezzi costanti. Permangono difficoltà sul mercato statunitense, mentre crescono ad un ritmo vivace le vendite in Russia e Spagna. Si prevede che il 2007 segnerà solo un +2,2% delle vendite all estero, grazie soprattutto agli sforzi in termini di marketing e penetrazione commerciale compiuti dalle aziende medio-grandi. 1

7 Relazione sulla gestione al 31/12/2006 Sul fronte delle importazioni, per il 2007, si conferma il proseguimento del buon andamento delle importazioni di mobili che porterà ad una nuova diminuzione del saldo commerciale. Le materie prime hanno subito nel corso del 2006 nuovi aumenti in taluni casi anche piuttosto consistenti. In particolare vi sono state crescite particolarmente sostenute del costo dei prodotti chimici, dell energia e del legname nel secondo trimestre e un impennata dei metalli, in particolare dell alluminio, nel terzo trimestre. Nel quarto trimestre si è assistito ad un nuovo consistente rialzo del costo delle materie prime legnose. Questo forti aumenti hanno determinato per il 2006 un aumento medio dei costi operativi di circa il 5%. Anche le retribuzioni stanno registrando incrementi in linea con l inflazione. Le aziende assorbiranno solo parte dell aumento dei costi di produzione con conseguente erosione dei margini. Nel 2007 questa evoluzione dei costi delle aziende determinerà una nuova crescita dei prezzi del settore di circa l 1,6%. All interno del comparto i mobili per cucine indicano, per il 2006, una crescita del fatturato sul mercato nazionale di circa il 4%, anche per effetto delle dinamiche di prezzo che vedono aumenti di listino tra il 2% e il 5%. Tra i fattori che hanno reso possibile questo andamento c è sicuramente un tasso di crescita sostenuto delle esportazioni, che stanno cominciando a rappresentare una quota significativa del fatturato settoriale. Per il 2007 è atteso un tasso di crescita della domanda del 3,5% a fronte di un +5,3% per le esportazioni e di una tendenza leggermente espansiva della domanda interna (+3,0%) grazie anche alla forte tendenza delle aziende a spingere sulla leva promozionale. La grande distribuzione continuerà ad esercitare un azione trainante sulle importazioni di cucine di fascia bassa, a cui vanno affiancate anche le cucine tedesche di fascia alta che da sempre presidiano una nicchia del mercato italiano. Si prevede che questo andamento complessivamente determinerà una crescita dell import di circa il 9,00%. LA STRUTTURA DEL GRUPPO Il Gruppo SICC, attivo nella produzione di mobili per cucina sia nella fascia classica che in quella moderna, è formato da due società: la capogruppo SICC S.p.A., che ha sede in Monsano (An) ed è la maggiore unità produttrice; la controllata SICC France S.a.s. che ha sede in Francia, a Le Thillot, nel sud della Lorena. SICC è presente sul mercato con il marchio SICC e il marchio MARTIVAL Cuisines. Entrambi i marchi offrono un ampia gamma di prodotti, ciascuno caratterizzato da uno stile in linea con le tendenze della moda e del design. Le strategie di sviluppo del Gruppo, tra loro fortemente coerenti e con elevate sinergie produttive e commerciali, si fondano sulla forte posizione competitiva raggiunta in termini di qualità e di innovazione di prodotto attraverso l applicazione di continue soluzioni innovative fondamentali per il vantaggio competitivo, di espansione nei mercati internazionali grazie alla replicabilità del modello di business messo a punto in Italia. La vasta gamma di prodotti commercializzati, la qualità dei prodotti al centro di ogni attività e impegno quotidiano, il servizio al cliente e l ottimo rapporto qualità/prezzo dei prodotti nel segmento di mercato in cui l azienda è strategicamente posizionata sono tutti fattori fondamentali nella strategia di gruppo. 2

8 Relazione sulla gestione al 31/12/2006 La strategia commerciale in atto comporta il potenziamento delle strutture commerciali su mercati strategici come la Francia, la Spagna, la Grecia, Paesi dell Est Europa, Emirati Arabi, Cina e Stati Uniti d America. Per le aziende del Gruppo continuano gli investimenti al fine di potenziare la conoscenza del marchio e del prodotto commercializzato. SICC da sempre concentra i suoi sforzi sull innovazione e l efficienza dei processi produttivi. Per questi motivi gli investimenti nella qualità dei processi e nel loro miglioramento resta un fatto strategico che, negli ultimi anni, ha portato la società a realizzare investimenti consistenti. Il sistema produttivo di SICC è organizzato in modo da garantire il perseguimento di obiettivi strategici quali il mantenimento degli elevati standard qualitativi, l aumento della produttività, il contenimento dei costi e il miglioramento continuo della flessibilità. La flessibilità del modello di business è in grado di gestire in modo efficiente il ciclo produttivo e logistico, mantenendo in capo alla capogruppo il presidio delle fasi critiche della catena del valore, al fine di controllare la qualità del prodotto e i tempi di consegna. Gran parte della produzione avviene presso il principale complesso industriale in Italia dove viene prodotto circa l 80% del totale, mentre il restante 20% viene prodotto in Francia nel sito produttivo della controllata SICC France S.a.s.. Nel 2006 sono proseguiti gli investimenti nel miglioramento tecnologico e nel potenziamento della capacità produttiva delle strutture in Italia e in Francia. La Capogruppo ha conseguito la certificazione del sistema di gestione per la qualità secondo la norma ISO 9001 nell aprile Il modello proposto dalla norma ISO 9001 promuove il continuo miglioramento dei processi e dei prodotti, al fine di accrescere il livello di soddisfazione dei clienti. L ATTIVITA DEL GRUPPO I programmi di investimento del Gruppo Sicc sono focalizzati sull obiettivo di crescita nei mercati esteri, caratterizzati da maggiori tassi di crescita dei consumi. Particolarmente importanti si sono rivelati i mercati dei Paesi europei, il cui continuo aumento del fatturato e degli ordinativi fa ben sperare per il futuro. Il Gruppo nell esercizio 2006 ha continuato a dare attuazione ai propri programmi di investimento per lo sviluppo strategico e competitivo. Importanti sono stati gli investimenti in termini di aumento e aggiornamento della gamma dei prodotti offerti. Si sono realizzati n. 4 nuovi modelli di cucina con n. 9 varianti di colore. ADOZIONE DEGLI STANDARD CONTABILI IFRS Il Regolamento comunitario (CE) 1606/2002, recepito dal legislatore italiano con la Legge 306/2003, impone alle società quotate nei mercati regolamentati europei l adozione dei Principi Contabili Internazionali (IAS/IFRS) nella redazione dei bilanci consolidati a partire dal 1 gennaio Il Governo italiano ha successivamente approvato, in data 28 febbraio 2005, il Decreto Legislativo n. 38 di attuazione delle opzioni previste dall articolo 5 del Regolamento (CE) 1606/2002, con il quale è resa facoltativa l applicazione degli IAS/IFRS ai bilanci individuali delle società quotate per l esercizio 2005 e obbligatoria a partire dall esercizio

9 Relazione sulla gestione al 31/12/2006 IL GRUPPO SICC Tutti i valori sono espressi in Euro per mille (=k/euro), se non diversamente indicato. I rapporti percentuali sono calcolati con riferimento a valori espressi in migliaia di Euro. ANALISI DELL ANDAMENTO ECONOMICO DEL GRUPPO Qui di seguito viene riportato a raffronto il conto economico consolidato redatto secondo i principi IAS/IFRS per gli esercizi 2005 e Descrizione 31/12/2006 % 31/12/2005 % Fatturato Altri ricavi e proventi Incrementi per lavori interni Valore della produzione , ,00 Consumi dell'esercizio (20.160) (53,48) (22.440) (56,90) Costi per servizi (7.719) (20,48) (8.157) (20,68) Altri costi operativi (764) (2,03) (916) (2,32) Valore aggiunto , ,10 Costo del lavoro (5.367) (14,24) (5.282) (13,39) Margine operativo lordo , ,71 Ammortamenti (1.292) (3,43) (1.243) (3,15) Svalutazioni (414) (1,10) (242) (0,61) Risultato operativo netto , ,95 Proventi finanziari 15 0, ,02 Costi finanziari (1.102) (2.92) (1.017) (2,58) Differenze di cambio (11) (0,03) 11 0,03 Risultato ante imposte 882 2, ,42 Imposte (745) (1,98) (412) (1,04) Risultato dell esercizio derivante dall attività di funzionamento 137 0,35 (247) (0,62) Utile e perdita derivante da attività destinate alla dismissione 0 0,00 0 0,00 Risultato netto 137 0,35 (247) (0,62) L analisi per aree geografiche del fatturato del Gruppo è illustrata nella seguente tabella: Descrizione 31/12/2006 % 31/12/2005 % Variaz. % Ricavi per area geografica Italia , ,45 (10,62) Cee , ,92 (9,69) Extracee , ,62 (5,33) TOTALE , ,00 (10,08) Non viene effettuato alcun tipo di stratificazione per tipologia di prodotti in quanto le vendite sono riferite ad un unico comparto (cucine). Il Gruppo come l intero comparto del mobile continua a risentire sia delle conseguenze del livello del tasso di cambio rispetto al dollaro che di un contesto penalizzante per i consumi in particolare nell area interna. 4

10 Relazione sulla gestione al 31/12/2006 Nell esercizio 2006 i ricavi delle vendite conseguiti sono stati per k/euro , registrando una flessione in termini percentuali del 10,08% (k/euro del 2005). Il mercato interno ha continuato, anche nell esercizio 2006, a rappresentare la maggiore area di business; infatti le vendite nazionali risultano essere pari a k/euro e rappresentano il 64,07% del fatturato totale del Il calo di fatturato registrato nell esercizio è stato determinato da una flessione degli ordinativi particolarmente accentuata nel corso del terzo trimestre 2006 a causa delle persistenti difficoltà del mercato interno. Già dal quarto trimestre 2006 si è assistito ad una ripresa degli ordinativi che ha riportato il volume delle vendite ai livelli del 1 semestre. Le minori vendite del 2006 nell area UE sono riconducibili al fermo produttivo nei primi due mesi dell anno della controllata francese SICC France, necessario per l istallazione e il riposizionamento degli impianti produttivi all interno del nuovo stabilimento inaugurato nel febbraio La SICC France alla fine dell esercizio 2006 registra una contrazione del fatturato del 16,06% rispetto a quello registrato nello stesso periodo dell esercizio precedente (k/euro al 31/12/2005, k/euro al 31/12/2006). Gli oneri esterni ammontato a k/euro , il valore del 2005 era di k/euro I minori oneri sono principalmente riconducibili alle minori vendite del Gruppo. Il valore aggiunto è in aumento del 14,19% (k/euro del 2006 contro k/euro del 2005). Al 31 dicembre 2006 i dipendenti del Gruppo erano 184 così suddivisi: Gruppo Sicc 31/12/ /12/2005 Dirigenti 4 3 Quadri Impiegati Operai TOTALE La formazione delle risorse umane costituisce un investimento fondamentale per lo sviluppo dell attività del Gruppo che è ben focalizzato su quei principi organizzativi che ne hanno determinato il successo. Il Gruppo nel 2006 ha rafforzato, in termini di risorse umane, le funzioni aziendali strategiche. Per tali motivi i costi del personale incidono per il 14,24% sui ricavi consolidati e rispetto al 2005 sono aumentati del 1,61%. All incremento dell incidenza contribuisce anche la crescita globale dei salari. La redditività del Gruppo a livello di Ebitda, negli esercizi di riferimento, passa da k/euro del 2005 a k/euro del 2006 (+39,30%). Il margine Ebitda, inoltre, migliora dal 6,71% del 2005, al 9,78% sul valore della produzione. La maggiore influenza del descritto andamento reddituale si lega all effetto positivo della rideterminazione del fair value degli investimenti immobiliari, per k/euro 1.518, e alle strategie messe in atto dal Gruppo per il contenimenti dei costi. 5

11 Relazione sulla gestione al 31/12/2006 L Ebit è pari a k/euro 1.980, per un incidenza sul valore della produzione pari al 5,24%. Nello stesso periodo dell esercizio precedente, lo stesso dato aveva registrato un valore di k/euro 1.161, e rappresentava il 2,95% del valore della produzione. Sotto il profilo finanziario la posizione finanziaria netta negativa del Gruppo continua a risentire degli ingenti investimenti effettuati negli ultimi anni. La gestione finanziaria per k/euro risulta essere il 2,91% dei ricavi; l incidenza registrata nell esercizio precedente era del 2,53%. Dopo imposte sul reddito di competenza dell esercizio per complessivi k/euro 745 il risultato netto consolidato dell esercizio 2006 è risultato positivo di k/euro 137. ANALISI DELLA SITUAZIONE PATRIMONIALE E FINANZIARIA DEL GRUPPO Qui di seguito viene riportato a raffronto lo stato patrimoniale consolidato redatto secondo i principi IAS/IFRS per gli esercizi 2005 e Descrizione 31/12/2006 % 31/12/2005 % Variaz. Disponibilità e crediti finanziari breve , , Rimanenze di magazzino , ,03 82 Crediti commerciali netti , ,21 (1.140) Attività finanziarie , ,05 (11) Altre attività a breve , ,86 13 Attività correnti (A) , ,81 (575) Attività materiali , , Attività immateriali 764 1, ,56 (8) Attività finanziarie 190 0, ,50 (57) Altre attività a medio lungo termine 875 1, ,79 (10) Attivo immobilizzato (B) , , Totale attività (A)+(B) , , Debiti finanziari a breve termine , ,84 (257) Debiti commerciali , ,14 (1.067) Altri debiti a breve termine , ,33 (311) Passività a breve (C) , ,30 (1.635) Capitale circolante netto (D)=(A)-(C) , , TFR , ,92 97 Fondi per rischi e oneri 388 0, ,61 85 Fondo imposte differite , , Altri debiti a medio lungo termine 9 0, ,53 (254) Debiti finanziari a medio lungo termine , , Passività a medio lungo termine (E) , , Totale passività (F)=(C)+(E) , , Capitale sociale , ,92 (79) Riserve , ,31 (275) Risultato d esercizio - Utile (Perdita) 137 0,27 (247) (0,50) 384 Patrimonio netto (G) , ,73 30 Totale passività e Patrimonio netto (H)=(F)+(G) , ,

12 Relazione sulla gestione al 31/12/2006 Diminuiscono le attività correnti di k/euro 575 soprattutto per effetto dei minori crediti commerciali conseguenti i minori volumi delle vendite e dalle maggiori disponibilità finanziarie di fine periodo per k/euro 481. Aumenta l attivo immobilizzato di k/euro essenzialmente per effetto della rideterminazione del fair value degli investimenti immobiliari. Le passività a breve diminuiscono di k/euro passando da k/euro del 2005 a k/euro del 2006 per effetto dei minori debiti commerciali conseguenti i minori acquisti di merci necessarie per la produzione. L indebitamento a breve verso banche al 31/12/2006 passa da k/euro del 31/12/2005 a k/euro ed è principalmente connesso al momentaneo impiego di risorse necessarie al finanziamento del capitale circolante netto (CCN). Le passività a medio/lungo termine aumentano di k/euro passando da k/euro del 2005 a k/euro del 2006 essenzialmente per effetto dei prestiti chirografari concessi da primarie banche alla Capogruppo, assunti per temporanee necessità di tesoreria. Il patrimonio netto rimane sostanzialmente invariato passando da k/euro del 2005 a k/euro del Prospetto di raccordo fra il risultato di periodo della Capogruppo ed il patrimonio netto del Gruppo PN 31/12/05 Variazioni Risultato di periodo PN 31/12/06 Saldi risultanti dal bilancio della capogruppo secondo i principi IAS/IFRS (108) Eliminazione del valore di carico delle partecipazioni consolidate: Differenza tra valore di carico e valore, pro-quota, del patrimonio netto contabile delle partecipazioni (5.311) (5.311) Risultati pro-quota conseguite dalle partecipate (94) (94) Maggior valori attribuiti alle attività fisse nette delle partecipate al netto dell effetto imposte 103 (103) Differenza di consolidamento Eliminazione degli effetti di operazioni compiute tra società consolidate al netto dell effetto fiscale: Utili infragruppo inclusi nelle rimanenze finali (2) (25) (27) Utili infragruppo su cessione marchio (593) 93 (500) Utili infragruppo su cessione immob materiali (12) 1 (11) Altre variazioni (690) (11) (701) Saldi risultanti dal consolidato di gruppo (108) La composizione della posizione finanziaria netta del Gruppo viene illustrata nella tabella che segue: 7

13 Relazione sulla gestione al 31/12/ /12/ /12/2005 Variazione Indebitamento a medio lungo termine Debiti bancari Debiti verso altri finanziatori Strumenti finanziari cash flow hedge (254) Altre attività finanziarie (135) (129) (6) Totale Indebitamento a breve termine Debiti bancari (283) Debiti verso altri finanziatori Disponibiltà liquide (1.801) (1.320) (481) Strumenti finanziari cash flow hedge (3) (3) Altre attività finanziarie (1.001) (1.015) 14 Totale (727) Indebitamento finanziario netto La posizione finanziaria netta consolidata passa da k/euro al 31/12/2005 a k/euro al 31/12/2006. Sempre importante, anche in questo esercizio, l impegno delle risorse profuso per l ammodernamento e l aggiornamento del complesso delle strutture aziendali, così come l attività di finanziamento del processo d espansione della rete commerciale. Il cash flow passa da k/euro del 2005 a k/euro 877 del Il rendiconto finanziario viene illustrato nella tabella che segue: Descrizione 31/12/ /12/2005 Utile (perdita) d esercizio 137 (247) Ammortamenti, rivalutazioni e svalutazioni Variazione netta dei benefici ai dipendenti Variazione imposte differite/anticipate 85 (7) Variazione netta altri fondi rischi e oneri 382 (28) Cash Flow (a) Incremento/decremento delle attività correnti 631 (4.702) Incremento/decremento delle passività correnti (1.378) Variazione CCN operativo (b) (747) (3.596) Cash flow operativo (c)=(a) + (b) 130 (2.317) Incremento/decremento attività immateriali e materiali (1.209) (1.968) Incremento/ decremento nelle partecipazioni e altre attività finanz. 104 (1.001) Cash Flow ottenuto/impiegato nell attività d investimento (d) (1.105) (2.969) Incremento/decremento netto debiti finanziari a lungo termine Incremento/decremento netto debiti finanziari a breve termine (257) Dividendi distribuiti (247) (247) Acquisto azioni proprie (134) (118) Cash Flow ottenuto/impiegato nell attività di finanziamento (e) Cash Flow ottenuto/impiegato (f) = (c) + (d) + ( e) 481 (101) Disponibilità liquide all inizio dell esercizio Disponibilità liquide alla fine dell esercizio Variazione posizione finanziaria netta a breve 481 (101) 8

14 Relazione sulla gestione al 31/12/2006 LA CAPOGRUPPO SICC S.p.A. Tutti i valori sono espressi in Euro per mille (=k/euro), se non diversamente indicato. I rapporti percentuali sono calcolati con riferimento a valori espressi in migliaia di Euro. ANALISI DELL ANDAMENTO ECONOMICO L andamento della Società si riassume nei dati di sintesi di Conto Economico di seguito riportati. Descrizione 31/12/2006 % 31/12/2005 % Fatturato Altri ricavi e proventi Incrementi per lavori interni 2 0 Valore della produzione , ,00 Consumi dell'esercizio (18.193) (56,66) (19.941) (60,46) Costi per servizi (6.018) (18,74) (6.346) (19,24) Altri costi operativi (523) (1,63) (531) (1,61) Valore aggiunto , ,70 Costo del lavoro (3.841) (11,96) (3.771) (11,43) Margine operativo lordo , ,26 Ammortamenti (1.183) (3,68) (1.177) (3,57) Svalutazioni (343) (1,07) (121) (0,36) Risultato operativo netto , ,33 Proventi finanziari 23 0, ,06 Costi finanziari (1.015) (3,16) (838) (2,54) Differenze di cambio (11) (0,03) 10 0,03 Risultato ante imposte , ,87 Imposte (731) (2,28) (311) (0,94) Risultato netto 276 0,86 (23) (0,07) Nell esercizio 2006 la Società ha conseguito ricavi dalle vendite per k/euro , registrando una flessione delle vendite in termini percentuali del 6,85% (k/euro del 2005). L analisi per aree geografiche del fatturato di SICC è illustrata nella seguente tabella: Descrizione 31/12/2006 % 31/12/2005 % Variaz. % Ricavi per area geografica Italia , ,79 (10,62) Francia , ,05 10,26 Altri paesi europei , ,58 10,30 USA 660 2, ,65 215,79 Paesi extraeuropei , ,93 (34,71) TOTALE , ,00 (6,85) L andamento delle vendite è così distribuito: sul mercato interno la contrazione registrata è del 10,62%, sui mercati esteri le vendite hanno raggiunto un fatturato di k/euro e il tasso di crescita, rispetto al dato 2005, risulta essere del 6,36%. 9

15 Relazione sulla gestione al 31/12/2006 Il mercato interno ha continuato, anche nell esercizio 2006, a rappresentare la maggiore area di business, infatti le vendite nazionali risultano essere pari a k/euro e rappresentano il 74,64% del fatturato totale del Il totale degli altri ricavi e proventi è incrementato da k/euro 1.055, al 31/12/2005, a k/euro al 31/12/2006 in massima parte per effetto dell adeguamento del fair value degli investimenti immobiliari. Gli oneri esterni ammontano complessivamente a k/euro , in diminuzione rispetto al 2005 che erano stati di k/euro A determinare questo andamento reddituale è stato in massima parte l andamento delle vendite dell esercizio. In crescita il valore aggiunto rispetto al dato 2005 (+ k/euro 1.210), varia la sua incidenza sul valore della produzione (per l esercizio 2006 pari al 22,97%, contro il 18,70% dello scorso anno 2005). I costi del personale sono passati da k/euro del 2005 a k/euro del A determinare questo andamento ha contribuito la normale dinamica retributiva. Il numero dei dipendenti in forza, al 31 dicembre, è decrementato di 2 unità rispetto al dato di inizio anno. Nel corso del 2006 è continuato lo svolgimento di un articolato programma formativo teso a sviluppare e rafforzare il patrimonio di competenze e conoscenze tecniche e manageriali. L esercizio 2006 si è chiuso con un margine operativo, prima degli ammortamenti e degli accantonamenti (Ebitda), pari a k/euro 3.536, per un incidenza sul valore della produzione del 11,01%. Nell esercizio precedente, lo stesso dato si era attestato a k/euro 2.396, per una redditività del 7,26%. I costi di ricerca e sviluppo per la messa a punto della gamma di nuove cucine nonché i costi per l introduzione commerciale dei nuovi prodotti gravano sul margine operativo lordo in quanto sono stati interamente spesati a carico dell esercizio. Gli ammortamenti e gli accantonamenti hanno rettificato l Ebitda per k/euro 1.526, facendo attestare il risultato operativo netto (Ebit) a k/euro 2.010, per un incidenza sui ricavi del 6,26%. Il valore al 31/12/2005 era stato di k/euro 1.098, per un incidenza sui ricavi del 3,33%. Gli accantonamenti al fondo svalutazione crediti, in essere alla fine dell esercizio, fronteggiano in modo adeguato le perdite potenziali, calcolate tenendo conto dell andamento delle pratiche in sofferenza. La gestione finanziaria ha avuto un incidenza sul risultato del periodo per k/euro 1.003, principalmente per effetto degli interessi passivi derivanti dall indebitamento conseguente gli ingenti investimenti effettuati negli ultimi anni ed alle operazioni sui tassi a mezzo contratti di Irs per il cui contenuto si rimanda alle Note Esplicative. Il risultato ante imposte si attesta a k/euro con un incidenza sul valore della produzione del 3,14%. Dopo imposte sul reddito di competenza dell esercizio per k/euro 731, con un incidenza sui ricavi del 2,28%, il risultato netto risulta essere di k/euro 276, contro i k/euro -23 dello scorso anno. 10

16 Relazione sulla gestione al 31/12/2006 ANALISI DELLA SITUAZIONE PATRIMONIALE E FINANZIARIA La struttura patrimoniale e finanziaria è analizzata nella tabella che segue: Descrizione 31/12/2006 % 31/12/2005 % Variaz. Disponibilità e crediti finanziari breve , , Rimanenze di magazzino , Crediti commerciali netti , ,97 (1.992) Attività finanziarie , ,96 (12) Altre attività a breve termine , , Attività correnti (A) , ,13 (536) Attività materiali , , Attività immateriali 782 1, ,75 (127) Attività finanziarie , ,99 (60) Crediti commerciali netti 399 0, Altre attività a medio lungo termine 375 0, ,59 68 Attivo immobilizzato (B) , , Totale attività (A)+(B) , , Debiti finanziari a breve termine , ,43 (783) Debiti commerciali , ,75 (974) Altri debiti a breve termine , ,76 (211) Passività a breve (C) , ,94 (1.968) Capitale circolante netto (D)=(A)-(C) , , TFR 986 1, ,75 80 Fondi per rischi e oneri 239 0, ,41 27 Fondo imposte differite , , Altri debiti a medio lungo termine 9 0, ,51 (254) Debiti finanziari a medio lungo termine , , Passività a medio lungo termine (E) , , Totale passività (F)=(C)+(E) , , Capitale sociale , ,33 (79) Riserve , ,16 (51) Risultato d esercizio - Utile (Perdita) 276 0,53 (23) (0,04) 299 Patrimonio netto (G) , , Totale passività e Patrimonio netto (H)=(F)+(G) , , La struttura finanziaria della Società evidenzia le variazioni intervenute rispetto al 31 dicembre 2005, in merito alle quali si segnala: Le attività correnti decrementano complessivamente di k/euro 536 in massima parte per effetto: dell aumento delle disponibilità e crediti finanziari a breve per k/euro 1.054; dell aumento delle scorte per k/euro 157 a seguito della messa in produzione dei nuovi modelli di cucina; della diminuzione dei crediti commerciali per k/euro per effetto dell andamento delle vendite nell esercizio; delle maggiori altre attività a breve per k/euro 245. La variazione delle attività immobilizzate, che aumentano complessivamente di k/euro 1.148, è riconducibile essenzialmente: alle acquisizioni dell esercizio per k/euro 773; 11

17 Relazione sulla gestione al 31/12/2006 all adeguamento al fair value degli investimenti immobiliari per k/euro 1.518; ai disinvestimenti netti per k/euro 57; agli ammortamenti dell esercizio per k/euro 976. Le passività a breve risultano in diminuzione per k/euro in massima parte per effetto dei minori debiti finanziari a breve termine per k/euro 783 e dei minori debiti commerciali di k/euro 974. Le passività a medio/lungo termine aumentano di k/euro principalmente per effetto dell aumento dell esposizione nei confronti del sistema bancario riconducibile a prestiti chirografari a medio/lungo termine regolati a tasso variabile concessi da primarie banche. Sotto il profilo del rischio tassi, il debito a medio/lungo termine è in parte regolato a tasso fisso, in quanto coperto dal rischio di variazione tassi attraverso strumenti finanziari derivati per il cui contenuto si rimanda alle Note Esplicative. Il patrimonio netto aumenta di k/euro 169; per un ulteriore dettaglio si rinvia al prospetto delle variazioni del patrimonio netto. La composizione della posizione finanziaria netta della Società viene illustrata nella tabella che segue: 31/12/ /12/2005 Variazione Indebitamento a medio e lungo termine Debiti bancari Debiti verso altri finanziatori (21) Strumenti finanziari cash flow hedge (255) Altre attività finanziarie (115) (112) (3) Totale Indebitamento a breve termine Debiti bancari (782) Debiti verso altri finanziatori Disponibiltà liquide (1.774) (719) (1.055) Strumenti finanziari cash flow hedge (2) (2) Altre attività finananziarie (1.009) (1.014) 5 Totale (1.834) Indebitamento finanziario netto (7) Sempre importante, anche in questo esercizio, l impegno delle risorse profuso per l ammodernamento e l aggiornamento del complesso delle strutture aziendali (produttive, logistiche ed amministrative), così come l attività di finanziamento del processo d espansione della rete commerciale. 12

18 Relazione sulla gestione al 31/12/2006 Il rendiconto finanziario viene illustrato nella tabella che segue: 31/12/ /12/2005 Utile (perdita) d esercizio 276 (23) Ammortamenti, rivalutazioni e svalutazioni Variazione netta dei benefici ai dipendenti Variazione imposte differite/anticipate 400 (175) Variazione netta altri fondi rischi e oneri 28 (36) Cash Flow (a) Incremento/decremento delle attività correnti (4.918) Incremento/decremento delle passività correnti (1.186) Variazione CCN operativo (b) 49 (3.328) Cash flow operativo (c)=(a) + (b) 828 (2.193) Incrementi/decrementi delle attività immateriali e materiali (805) (278) Incremento/ decremento nelle partecipazioni e altre attività finanziarie 107 (2.001) Cash Flow ottenuto/impiegato nell attività d investimento (d) (698) (2.279) Incremento/decremento netto debiti finanziari a lungo termine Incremento/decremento netto debiti finanziari a breve termine (781) Dividendi distribuiti (247) (247) Acquisto azioni proprie (134) (118) Cash Flow ottenuto/impiegato nell attività di finanziamento (e) Cash Flow ottenuto/impiegato (f) = (c) + (d) + ( e) (600) Disponibilità liquide all inizio dell esercizio Disponibilità liquide alla fine dell esercizio Variazione posizione finanziaria netta a breve (600) ANDAMENTO DELLE SOCIETA CONTROLLATE La SICC S.p.A. possiede una partecipazione totalitaria (100%) nella controllata francese SICC France S.a.s.. Le vendite della società alla controllata francese nell intero anno 2006 sono risultate in incremento del 9,60% e rappresentano circa il 8,25% del fatturato totale di SICC S.p.A.. La SICC France alla fine dell esercizio 2006 registra una contrazione del fatturato del 16,06% rispetto a quello registrato nello stesso periodo dell esercizio precedente (k/euro al 31/12/2005, k/euro al 31/12/2006). Le minori vendite dell anno 2006 sono riconducibili al fermo produttivo nei primi due mesi dell anno, necessario per l istallazione e il riposizionamento degli impianti produttivi all interno del nuovo stabilimento inaugurato nel febbraio La strategia di sviluppo attraverso l apertura di punti vendita a marchio Martival sta ottenendo un consenso crescente e sta lanciando oltre al marchio, l intera gamma di prodotti sul mercato francese. Alla fine dell esercizio 2006 la controllata può contare su 52 negozi a insegna Martival Cuisines sparsi in tutto il territorio francese e le aspettative per l intero 2007 è di raggiungere i 70 negozi a insegna Martival. Il bilancio relativo all esercizio 2006 (in base ai principi IAS/IFRS) chiude con una perdita di k/euro

19 Relazione sulla gestione al 31/12/2006 Per il patrimonio netto della società controllata si rinvia alle Note Esplicative al bilancio della capogruppo, paragrafo Attività finanziarie. Nel dicembre 2006 la SICC France ha ceduto il vecchio capannone produttivo alla società Ambienti & Ambienti S.r.l.. Per una maggiore informativa si rinvia alle Note Esplicative al bilancio consolidato, paragrafo Operazioni con parti correlate. ATTIVITA DI RICERCA E SVILUPPO L attività di ricerca, sviluppata prevalentemente all interno della struttura operativa sotto la direzione del management della Società, svolge un ruolo di assoluto rilievo per perseguire gli obiettivi e per mantenere la competitività in un contesto fortemente concorrenziale. La nostra Società, nel corso dell esercizio 2006, ha svolto attività di ricerca e sviluppo ed ha indirizzato i propri sforzi in particolare su progetti che si ritengono particolarmente innovativi, svolti nello stabilimento di Monsano, denominati Progetto 1 Progetto di innovazione continua rivolta al settore delle cucine componibili, sia di gusto moderno che classico, attraverso percorsi di ricerca di soluzioni sempre più customizzate, con implementazioni di metodologie gestionali a favore della qualità del prodotto e del servizio al cliente. I relativi costi sono interamente spesati nel conto economico dell esercizio in cui sono sostenuti, e quindi iscritti tra i normali costi di produzione; per lo sviluppo di questi progetti, la Società ha sostenuto, nel corso del passato esercizio, costi per personale addetto alla ricerca e sviluppo per Euro I costi per la ricerca e sviluppo hanno assunto una rilevante importanza, in seguito al continuo avvio di progetti legati alla realizzazione di nuove tipologie merceologiche, complementari a quelle esistenti, destinate ad ampliare la gamma dell offerta dei prodotti ed incrementare le motivazioni di acquisto dei clienti finali. L attività del 2006 ha consentito di ampliare con successo la gamma di cucine prodotte. Si confida che l esito positivo di tali innovazioni possa generare buoni risultati in termini di fatturato con ricadute favorevoli sull economia dell azienda. Altri nuovi modelli di cucina verranno commercializzati a breve e permetteranno di estendere l offerta a nuovi mercati con un ulteriore evoluzione dell identità visiva. Le attività di ricerca e sviluppo, all interno del Gruppo, sono svolte esclusivamente in seno alla Capogruppo. AZIONI DELL IMPRESA CONTROLLANTE Al 31/12/2006 nessuna società del Gruppo possiede azioni della Capogruppo. CONTROLLO INTERNO Il sistema di controllo interno di SICC S.p.A., inteso come un processo che coinvolge tutte le funzioni aziendali, è strutturato per assicurare una corretta informazione ed una adeguata copertura di controllo su tutte le attività e, in particolare, nelle aree di maggior rischio aziendale quali la tutela dell efficacia ed efficienza nella conduzione delle operazioni aziendali, l affidabilità dell informazione finanziaria, il rispetto della normativa applicabile e la salvaguardia dei beni aziendali. Il sistema mensilmente produce un dettagliato rapporto affinché il management disponga di un utile strumento per sovrintendere alle attività specifiche. 14

20 Relazione sulla gestione al 31/12/2006 La SICC S.p.A. è molto ben presente ed assidua nella società controllata, della quale indirizza e controlla costantemente la gestione. I monitoraggi effettuati nel corso del 2006 non hanno fatto emergere particolari criticità. Il D.Lgs. 231/2001 ha introdotto nel ns. ordinamento la disciplina della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni anche prive di personalità giuridica. Il citato Decreto ha definito che presupposto per tale responsabilità è il non aver predisposto misure idonee ad evitare illeciti inerenti la vita dell azienda commessi a vantaggio e nell interesse della società. SICC S.p.A. ha avviato le attività per adeguarsi a tale normativa e il progetto è condotto in collaborazione con altre strutture interne e con consulenti legali esterni. SICC è particolarmente attenta, infatti, al comportamento di tutti i soggetti che a vario titolo entrano in contatto con le realtà aziendali della capogruppo e di tutte le società controllate e correlate. Verranno definite le norme di condotta cui tutti i dipendenti e collaboratori dovranno adeguarsi e le misure disciplinari che saranno adottate nei confronti dei dipendenti, dei dirigenti, dei collaboratori, del management aziendale e verso lo stesso Collegio Sindacale in caso di violazioni del modello organizzativo. Per le informazioni riguardanti la Corporate Governance si rimanda alla relazione predisposta ai sensi della sezione IA.2.6 delle Istruzioni al Regolamento dei mercati organizzati e gestiti dalla Borsa Italiana che riporta una completa informativa sulle modalità di attuazione del sistema di Corporate Governance e sull adesione al Codice di Autodisciplina delle Società quotate predisposto dal Comitato per la Corporate Governance delle Società Quotate, rivisitato nel luglio Tale relazione sarà depositata nei termini di legge presso la Borsa Italiana. RISK MANAGEMENT Rischio di credito Per quanto riguarda l analisi del rischio di credito, l esposizione verso i clienti è sottoposta a costante monitoraggio. I principali clienti sono entità di provata solidità. Il fair value dei crediti verso clienti esposto in bilancio coincide con il valore nominale. Rischio di liquidità La struttura del debito evidenzia un esposizione a breve verso il sistema creditizio fronteggiata in parte da anticipazioni di Ri.ba. al salvo buon fine. L esposizione a medio lungo termine presenta un piano di ammortamento con rimborsi graduali a scadenze previste fino al Gli attuali livelli di generazione di cassa consentono il rimborso della posizione finanziaria netta con tempistica in linea con il piano di ammortamento dei mutui in essere. Rischio sui tassi di interesse L attuale struttura della posizione finanziaria è esposta al rischio di fluttuazione dei tassi di mercato. La società valuta e tiene costantemente monitorato l andamento dei tassi al fine di porre in essere, se necessario, operazioni di copertura del rischio di oscillazione dei tassi, con strumenti finanziari idonei. La società utilizza strumenti finanziari derivati al solo scopo di copertura. Per un maggior dettaglio sugli strumenti derivati utilizzati dalla Capogruppo si rimanda al relativo commento nelle Note esplicative. INFORMATIVA RELATIVA AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI La Società, in conformità alla nuova normativa (D.Lgs 196/03), si è adeguata alle disposizioni legislative in materia di protezione dei dati personali. 15

COMUNICATO STAMPA MID INDUSTRY CAPITAL APPROVA IL BILANCIO CONSOLIDATO 2013 CON UN UTILE DI 4,2 MILIONI (PERDITA DI 11,8 MILIONI NEL 2012)

COMUNICATO STAMPA MID INDUSTRY CAPITAL APPROVA IL BILANCIO CONSOLIDATO 2013 CON UN UTILE DI 4,2 MILIONI (PERDITA DI 11,8 MILIONI NEL 2012) COMUNICATO STAMPA MID INDUSTRY CAPITAL APPROVA IL BILANCIO CONSOLIDATO 2013 CON UN UTILE DI 4,2 MILIONI (PERDITA DI 11,8 MILIONI NEL 2012) La Holding chiude il 2013 con un utile di 0,5 milioni (perdita

Dettagli

TRANSIZIONE AI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI 30 giugno 2006. Marcolin S.p.A.

TRANSIZIONE AI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI 30 giugno 2006. Marcolin S.p.A. TRANSIZIONE AI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI 30 giugno 2006 Marcolin S.p.A. Transizione ai Principi Contabili Internazionali (IAS/IFRS) Premessa In ottemperanza al Regolamento Europeo n. 1606 del 19

Dettagli

Milano, 30 marzo 2004

Milano, 30 marzo 2004 Milano, 30 marzo 2004 Gruppo TOD S: crescita del fatturato (+8.1% a cambi costanti). Continua la politica di forte sviluppo degli investimenti. 24 nuovi punti vendita nel 2003. TOD S Il Consiglio di Amministrazione

Dettagli

COMUNICATO STAMPA RICAVI IN CRESCITA (+15%) NEL PRIMO SEMESTRE RISULTATO OPERATIVO ED EBITDA IN AUMENTO SOLIDA POSIZIONE FINANZIARIA

COMUNICATO STAMPA RICAVI IN CRESCITA (+15%) NEL PRIMO SEMESTRE RISULTATO OPERATIVO ED EBITDA IN AUMENTO SOLIDA POSIZIONE FINANZIARIA COMUNICATO STAMPA GRUPPO RATTI IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI RATTI S.P.A. HA APPROVATO LA RELAZIONE FINANZIARIA SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2012 RICAVI IN CRESCITA (+15%) NEL PRIMO SEMESTRE RISULTATO

Dettagli

Interpump Group: il CdA approva i risultati dell esercizio 2001

Interpump Group: il CdA approva i risultati dell esercizio 2001 COMUNICATO STAMPA Interpump Group: il CdA approva i risultati dell esercizio 2001 PROPOSTO DIVIDENDO DI 0,10 EURO, + 15% RISPETTO AL 2000 UTILE NETTO: +12,7% A 21,4 MILIONI DI EURO RICAVI NETTI: +3,5%

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Consiglio di Amministrazione di Enervit S.p.A.:

COMUNICATO STAMPA. Consiglio di Amministrazione di Enervit S.p.A.: COMUNICATO STAMPA Consiglio di Amministrazione di Enervit S.p.A.: - Approvato il Progetto di Bilancio d esercizio e il Bilancio consolidato al 31 dicembre 2012 Principali Risultati del Gruppo Enervit al

Dettagli

TOD S S.p.A. Crescita dei ricavi e miglioramento della redditività nel secondo trimestre 2013 (ricavi: +8,4%, EBITDA: +15,9%)

TOD S S.p.A. Crescita dei ricavi e miglioramento della redditività nel secondo trimestre 2013 (ricavi: +8,4%, EBITDA: +15,9%) Sant Elpidio a Mare, 7 agosto 2013 TOD S S.p.A. Crescita dei ricavi e miglioramento della redditività nel secondo trimestre 2013 (ricavi: +8,4%, EBITDA: +15,9%) Approvata dal Consiglio di Amministrazione

Dettagli

Gruppo Benetton TRANSIZIONE AGLI IFRS. 8 settembre 2005

Gruppo Benetton TRANSIZIONE AGLI IFRS. 8 settembre 2005 1 Gruppo Benetton TRANSIZIONE AGLI IFRS 8 settembre 2005 Indice 2 N Slide Introduzione 3 Totale impatti 4 IFRS con influenza sul Gruppo 5 CE: riconciliazione Anno 2004-1 6 Descrizione dei principali IFRS

Dettagli

Bilancio al 31/12/2014

Bilancio al 31/12/2014 Informazioni generali sull impresa Denominazione: Dati anagrafici Sede: Capitale sociale: 10.400,00 Capitale sociale interamente versato: Codice CCIAA: C.E.A.M. CULTURA E ATTIVITA' MISSIONARIA SRL VIA

Dettagli

FATTURATO 2015 A 212,3 MILIONI e PRIMO TRIMESTRE 2016 A +12,6%

FATTURATO 2015 A 212,3 MILIONI e PRIMO TRIMESTRE 2016 A +12,6% COMUNICATO STAMPA FATTURATO 2015 A 212,3 MILIONI e PRIMO TRIMESTRE 2016 A +12,6 Il Presidente Dott. Iginio Liberali ha dichiarato: Nel 2015, abbiamo conseguito un risultato importante, nonostante un quadro

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO AL 31.12.2005

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO AL 31.12.2005 COMUNICATO STAMPA PREMUDA: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO AL 31.12.2005 RISULTATI CONSOLIDATI DI GRUPPO AL NETTO QUOTE DI TERZI Utile /mil 25,4 ( /mil 24,8 nel 2004) Cash

Dettagli

AUTOSTRADE MERIDIONALI S.p.A.

AUTOSTRADE MERIDIONALI S.p.A. AUTOSTRADE MERIDIONALI S.p.A. SOCIETÀ SOGGETTA ALL ATTIVITÀ DI DIREZIONE E DI COORDINAMENTO DI AUTOSTRADE PER L ITALIA S.P.A Comunicato Stampa APPROVATO IL PROGETTO DI RELAZIONE FINANZIARIA ANNUALE AL

Dettagli

FANCY PIXEL SRL. Bilancio al 31-12-2014 Gli importi presenti sono espressi in Euro

FANCY PIXEL SRL. Bilancio al 31-12-2014 Gli importi presenti sono espressi in Euro FANCY PIXEL SRL Sede in VIA SARAGAT N.1 FERRARA FE Codice Fiscale 01910420387 - Numero Rea P.I.: 01910420387 Capitale Sociale Euro 20.000 Forma giuridica: SOCIETA' A RESPONSABILITA' LIMITATA Settore di

Dettagli

Bilancio al 31/12/2014

Bilancio al 31/12/2014 Informazioni generali sull impresa Denominazione: Dati anagrafici Sede: ATM Spa Capitale sociale: 696.800,00 Capitale sociale interamente versato: Codice CCIAA: Via Leonardo da Vinci 13 PIOMBINO LI sì

Dettagli

Ricavi consolidati 2015 pari a 268,8 milioni di Euro, rispetto ai 251,5 milioni di Euro dell esercizio 2014 (+7% a cambi correnti)

Ricavi consolidati 2015 pari a 268,8 milioni di Euro, rispetto ai 251,5 milioni di Euro dell esercizio 2014 (+7% a cambi correnti) COMUNICATO STAMPA AEFFE: Approvati I Risultati Dell 2015 San Giovanni in Marignano, 10 Marzo 2016 Il Consiglio di Amministrazione di Aeffe Spa - società del lusso, quotata al segmento STAR di Borsa Italiana,

Dettagli

Contenuto tabellare della nota integrativa al bilancio d'esercizio

Contenuto tabellare della nota integrativa al bilancio d'esercizio Tassonomia XBRL Principi Contabili Italiani Contenuto tabellare della nota integrativa al bilancio d'esercizio DICEMBRE 2015 Tavolo di lavoro società non quotate XBRL Italia Note Note Le tabelle con le

Dettagli

Bilancio al 31/12/2014

Bilancio al 31/12/2014 Informazioni generali sull impresa Dati anagrafici Denominazione: ENOTECA REGIONALE DEL ROERO SO C.CONS.A.R.L. Sede: Capitale sociale: 11.352,00 Capitale sociale interamente versato: Codice CCIAA: VIA

Dettagli

ALFA SPA. Bilancio al 2014 Gli importi presenti sono espressi in Euro

ALFA SPA. Bilancio al 2014 Gli importi presenti sono espressi in Euro ALFA SPA Sede in Via Medicei 123 - MILANO (MI) 20100 Codice Fiscale 01234567890 - Rea CCIAA 211471 P.I.: 01234567890 Capitale Sociale Euro 101.400 i.v. Forma giuridica: Soc.a responsabilita' limitata A

Dettagli

Poligrafica S. Faustino S.p.A.: approvato il progetto di bilancio 2012

Poligrafica S. Faustino S.p.A.: approvato il progetto di bilancio 2012 Poligrafica S. Faustino S.p.A.: approvato il progetto di bilancio 2012 Vendite pari a Euro 40,7 milioni (Euro 41,4 milioni al 31 dicembre 2011) EBITDA negativo per Euro 0,66 milioni (negativo per Euro

Dettagli

Fatturato e Cash flow in crescita

Fatturato e Cash flow in crescita GRUPPO SOL COMUNICATO STAMPA RISULTATI DI BILANCIO CONSOLIDATO AL 31-12- 2005 Fatturato e Cash flow in crescita Fatturato consolidato: Euro 346 milioni (+7,5%) Cash Flow: Euro 56,3 milioni (+4 %) Utile

Dettagli

C o s t r u z i o n i E l e t t r o m e c c a n i c h e B r e s c i a n e R E S O C O N T O I N T E R M E D I O D I G E S T I O N E

C o s t r u z i o n i E l e t t r o m e c c a n i c h e B r e s c i a n e R E S O C O N T O I N T E R M E D I O D I G E S T I O N E C o s t r u z i o n i E l e t t r o m e c c a n i c h e B r e s c i a n e R E S O C O N T O I N T E R M E D I O D I G E S T I O N E AL 31 MARZO 2015 Cembre S.p.A. Sede in Brescia - via Serenissima, 9 Capitale

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL BILANCIO CONSOLIDATO DELL ESERCIZIO 2013 PROPOSTE ALL ASSEMBLEA:

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL BILANCIO CONSOLIDATO DELL ESERCIZIO 2013 PROPOSTE ALL ASSEMBLEA: COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL BILANCIO CONSOLIDATO DELL ESERCIZIO 2013 PROPOSTE ALL ASSEMBLEA: - DIVIDENDO DI 0,17 EURO (INVARIATO RISPETTO AL 2013) - AUTORIZZAZIONE ALL

Dettagli

RISULTATI CONSOLIDATI DEI PRIMI NOVE MESI DEL 2015

RISULTATI CONSOLIDATI DEI PRIMI NOVE MESI DEL 2015 COMUNICATO STAMPA RISULTATI CONSOLIDATI DEI PRIMI NOVE MESI DEL 2015 VENDITE NETTE: 681,9 milioni (+33,7%) - 510,1 milioni nei primi nove mesi del 2014 EBITDA: 141,3 milioni (+33,7%) pari al 20,7% delle

Dettagli

Obblighi informativi verso il pubblico previsti dalla delibera Consob n. 11971 del 14.05.1999 e successive modifiche www.gewiss.

Obblighi informativi verso il pubblico previsti dalla delibera Consob n. 11971 del 14.05.1999 e successive modifiche www.gewiss. COMUNICATO STAMPA del 09 maggio 2007 - Cenate Sotto (BG) Obblighi informativi verso il pubblico previsti dalla delibera Consob n. 11971 del 14.05.1999 e successive modifiche www.gewiss.com L Assemblea

Dettagli

Contenuto tabellare della nota integrativa al bilancio d'esercizio

Contenuto tabellare della nota integrativa al bilancio d'esercizio Tassonomia XBRL Principi Contabili Italiani Contenuto tabellare della nota integrativa al bilancio d'esercizio VERSIONE OTTOBRE 2014 Tavolo di lavoro società non quotate XBRL Italia Versione: 20141024-1

Dettagli

valori in milioni di Euro esercizio 2005 esercizio 2004 var. %

valori in milioni di Euro esercizio 2005 esercizio 2004 var. % Milano, 30 marzo 2006 TOD S S.p.A.: eccellenti risultati nell esercizio 2005 (Ricavi: +19,5%, EBITDA: +27%, EBIT: +34%, utile netto: +39%). Dividendo 2005: 1 Euro per azione, più che raddoppiato rispetto

Dettagli

CONSORZIO ENERGIA LIGURIA Bilancio al 31/12/2014 CONSORZIO ENERGIA LIGURIA

CONSORZIO ENERGIA LIGURIA Bilancio al 31/12/2014 CONSORZIO ENERGIA LIGURIA CONSORZIO ENERGIA LIGURIA Sede legale: VIA PESCHIERA 16 GENOVA (GE) Iscritta al Registro Imprese di GENOVA C.F. e numero iscrizione 01323550994 Iscritta al R.E.A. di Genova n. 400879 Capitale Sociale sottoscritto

Dettagli

Nota integrativa al Bilancio chiuso al 31-12-2014

Nota integrativa al Bilancio chiuso al 31-12-2014 Nota integrativa al Bilancio chiuso al 31-12-2014 Nota Integrativa parte iniziale Ai sensi delle disposizioni del codice civile in tema di bilancio si forniscono le informazioni seguenti ad integrazione

Dettagli

TEMI SPECIALI DI BILANCIO. Il rendiconto finanziario OIC 10

TEMI SPECIALI DI BILANCIO. Il rendiconto finanziario OIC 10 TEMI SPECIALI DI BILANCIO Il rendiconto finanziario OIC 10 Parma, 1 Ottobre 2014 1 Indice 1. Finalità del principio 3 2. Ambito di applicazione 4 3. Definizioni 5 4. Contenuto e struttura 6 5. Classificazione

Dettagli

RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2009

RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2009 RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2009 Filatura di Pollone S.p.A. Sede in Pollone (BI), Via A. Botto n. 29 Capitale sociale: Euro 5.538.000,00 i.v. N.ro Reg. Imprese e Codice Fiscale 81020000022

Dettagli

Riclassificazione del bilancio d esercizio

Riclassificazione del bilancio d esercizio Esercitazioni svolte 2014 Scuola Duemila 1 Esercitazione n. 9 Riclassificazione del bilancio d esercizio Marcella Givone COMPETENZE ABILITÀ CONOSCENZE Individuare e accedere alla normativa pubblicistica,

Dettagli

Proposta la distribuzione di un dividendo pari a 0,04 Euro per azione.

Proposta la distribuzione di un dividendo pari a 0,04 Euro per azione. Il CDA approva il progetto di bilancio al 31/12/2008. Proposta la distribuzione di un dividendo pari a 0,04 Euro per azione. Ricavi della produzione consolidati pari a 95,9 milioni di Euro (+ 45,7 % vs

Dettagli

Comunicato stampa Progetto di bilancio al 31 dicembre 2013

Comunicato stampa Progetto di bilancio al 31 dicembre 2013 Comunicato stampa Progetto di bilancio al 31 dicembre 2013 Approvati dal Consiglio i risultati 2013: Il bilancio consolidato 2013 conferma i risultati già riportati nel resoconto intermedio di gestione

Dettagli

RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL

RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 Marzo 2011 Approvata dal Consiglio di Amministrazione del 13 Maggio 2011 Poligrafica S. Faustino S.p.A. 25030 CASTREZZATO (BS) ITALY - Via Valenca, 15 Tel. (030)

Dettagli

OPERA DELLA PROVVIDENZA SANT ANTONIO

OPERA DELLA PROVVIDENZA SANT ANTONIO OPERADELLAPROVVIDENZASANT ANTONIO ViadellaProvvidenzan.6835030Rubano BILANCIOESERCIZIO2015 (RAMOATTIVITÀONLUS) Opera della Provvidenza Sant'Antonio Sede legale Via della Provvidenza n. 68 35030 Rubano

Dettagli

Informazione Regolamentata n. 1039-13-2015

Informazione Regolamentata n. 1039-13-2015 Informazione Regolamentata n. 1039-13-2015 Data/Ora Ricezione 28 Agosto 2015 14:19:15 MTA Societa' : ENERVIT Identificativo Informazione Regolamentata : 62597 Nome utilizzatore : ENERVITN03 - Raciti Tipologia

Dettagli

Il fascicolo di bilancio secondo i principi contabili internazionali (Ias/Ifrs) (con richiamo del fascicolo di bilancio ex D.

Il fascicolo di bilancio secondo i principi contabili internazionali (Ias/Ifrs) (con richiamo del fascicolo di bilancio ex D. Il fascicolo di bilancio secondo i principi contabili internazionali (Ias/Ifrs) (con richiamo del fascicolo di bilancio ex D. Lgs 127/91) Il fascicolo di Bilancio ex D. Lgs 127/91 Relazione sulla gestione

Dettagli

LUMI INDUSTRIES S.R.L.

LUMI INDUSTRIES S.R.L. LUMI INDUSTRIES S.R.L. Sede in RONCADE (TV) - VIA SILE 41 Codice Fiscale 04684500269 - Rea TV TV - 370113 P.I.: 04684500269 Capitale Sociale Euro 116 i.v. Forma giuridica: SRL Bilancio al 31-12-2014 Gli

Dettagli

TRANSIZIONE AI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI (IAS/IFRS)

TRANSIZIONE AI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI (IAS/IFRS) TRANSIZIONE AI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI (IAS/IFRS) Pag. 1 1 INDICE Premessa... 3 PRIMA APPLICAZIONE DEI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI (IFRS1)... 4 RICONCILIAZIONI RICHIESTE DALL IFRS 1...

Dettagli

EUROTECH: IL CDA APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO D ESERCIZIO E CONSOLIDATO 2014

EUROTECH: IL CDA APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO D ESERCIZIO E CONSOLIDATO 2014 EUROTECH: IL CDA APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO D ESERCIZIO E CONSOLIDATO 2014 Convocata l Assemblea ordinaria della società per il prossimo 24 aprile in unica convocazione Valutati i requisiti di indipendenza

Dettagli

SOGEFI: RISULTATI SEMESTRALI IN CALO PER LA MINORE PRODUZIONE DI AUTO, RICAVI E MARGINI IN RIPRESA NEL SECONDO TRIMESTRE

SOGEFI: RISULTATI SEMESTRALI IN CALO PER LA MINORE PRODUZIONE DI AUTO, RICAVI E MARGINI IN RIPRESA NEL SECONDO TRIMESTRE COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva la relazione al 30 giugno 2009 SOGEFI: RISULTATI SEMESTRALI IN CALO PER LA MINORE PRODUZIONE DI AUTO, RICAVI E MARGINI IN RIPRESA NEL SECONDO TRIMESTRE

Dettagli

NOTE ESPLICATIVE ALLA SITUAZIONE PATRIMONIALE ED ECONOMICA AL 31 MARZO 2005

NOTE ESPLICATIVE ALLA SITUAZIONE PATRIMONIALE ED ECONOMICA AL 31 MARZO 2005 EMAN SOFTWARE S.P.A. SEDE LEGALE: MILANO Viale Monza 265 CAPITALE SOCIALE: Euro 120.000.= i.v. CODICE FISCALE: 04441590967 CCIAA di Milano nº 1747663 REA REGISTRO IMPRESE di Milano nº 04441590967 Società

Dettagli

Esercitazione n. 24. Lidia Sorrentino

Esercitazione n. 24. Lidia Sorrentino Esercitazioni svolte 2010 Scuola Duemila 1 Esercitazione n. 24 Analisi per flussi: il rendiconto finanziario Conoscenza: componenti di reddito monetari e componenti di reddito non monetari; flussi corrispondenti

Dettagli

COMUNICATO STAMPA *********

COMUNICATO STAMPA ********* COMUNICATO STAMPA Comunicato ai sensi dell art. 2446 del Codice Civile Ad integrazione del comunicato stampa diffuso il 20 gennaio 2009, a seguito del Consiglio di Amministrazione della, si rende noto

Dettagli

Informazione Regolamentata n. 0246-44-2015

Informazione Regolamentata n. 0246-44-2015 Informazione Regolamentata n. 0246-44-2015 Data/Ora Ricezione 23 Ottobre 2015 14:23:44 MTA - Star Societa' : SOGEFI Identificativo Informazione Regolamentata : 64513 Nome utilizzatore : SOGEFIN01 - ALBRAND

Dettagli

Esame di Stato Sessione ordinaria 2009 Indirizzo Igea

Esame di Stato Sessione ordinaria 2009 Indirizzo Igea tema 14 Controllo di gestione; costi di produzione per commessa. Bilancio con dati a scelta, budget e Nota integrativa. Analisi di bilancio per indici. Esame di Stato Sessione ordinaria 2009 Indirizzo

Dettagli

(Valori in milioni di Euro) 1 SEM. 2015 1 SEM. 2014 BILANCIO 31/12/2014

(Valori in milioni di Euro) 1 SEM. 2015 1 SEM. 2014 BILANCIO 31/12/2014 Semestrale Gruppo Pininfarina Fatti di rilievo intervenuti dopo la chiusura del semestre Valutazione sulla continuità aziendale, evoluzione prevedibile della gestione Cambiano, 30 luglio 2015 Il Consiglio

Dettagli

Il Bilancio e i Principi Internazionali IAS-IFRS: Il Conto Economico e il Rendiconto finanziario. anno accademico 2007-2008 Valentina Lazzarotti

Il Bilancio e i Principi Internazionali IAS-IFRS: Il Conto Economico e il Rendiconto finanziario. anno accademico 2007-2008 Valentina Lazzarotti Il Bilancio e i Principi Internazionali IAS-IFRS: Il Conto Economico e il Rendiconto finanziario anno accademico 2007-2008 Valentina Lazzarotti 1 Il Conto Economico Il prospetto di CE può essere redatto:

Dettagli

Alerion Industries S.p.A. Relazione trimestrale al 31 marzo 2003

Alerion Industries S.p.A. Relazione trimestrale al 31 marzo 2003 Alerion Industries S.p.A. Relazione trimestrale al 31 marzo 2003 Indice pag. Premessa 3 Valore e costi della produzione consolidati 4 Posizione finanziaria netta consolidata 5 Note di commento 6 Stato

Dettagli

Alerion Clean Power S.p.A.: Il Consiglio di Amministrazione approva il bilancio consolidato e il progetto di bilancio al 31 dicembre 2014

Alerion Clean Power S.p.A.: Il Consiglio di Amministrazione approva il bilancio consolidato e il progetto di bilancio al 31 dicembre 2014 COMUNICATO STAMPA (an informal translation in English of the press release is available on Alerion website) Milano, 18 marzo 2015 Alerion Clean Power S.p.A.: Il Consiglio di Amministrazione approva il

Dettagli

ETICA SERVIZI S.R.L. SOC. UNIPERSONALE. Bilancio al 31/12/2010

ETICA SERVIZI S.R.L. SOC. UNIPERSONALE. Bilancio al 31/12/2010 Società soggetta a direzione e coordinamento di BANCA POPOLARE ETICA S.C. Sede in VIA NAZARIO SAURO N. 15-35100 PADOVA (PD) Capitale sociale Euro 150.000,00 i.v. Bilancio al 31/12/2010 Reg. Imp. 04464490285

Dettagli

Cembre SpA. Relazione trimestrale consolidata al 30 settembre 2002. Prospetti contabili

Cembre SpA. Relazione trimestrale consolidata al 30 settembre 2002. Prospetti contabili Cembre SpA Sede in Brescia - via Serenissima, 9 Capitale sociale euro 8.840.000 interamente versato Iscritta al Registro delle Imprese di Brescia al n.00541390175 Relazione trimestrale consolidata al 30

Dettagli

EEMSItaliaS.P.A. _ProspetiContabilidiEEMSItaliaS.P.A.al30giugno2006 _TransizioneaiPrincipiContabiliInternazionali(IFRSs)

EEMSItaliaS.P.A. _ProspetiContabilidiEEMSItaliaS.P.A.al30giugno2006 _TransizioneaiPrincipiContabiliInternazionali(IFRSs) EEMSItaliaS.P.A. _ProspetiContabilidiEEMSItaliaS.P.A.al30giugno2006 _TransizioneaiPrincipiContabiliInternazionali(s) EEMS Italia S.p.A PROSPETTI CONTABILI DI EEMS ITALIA S.P.A AL 30 GIUGNO 2006 Premessa

Dettagli

RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2003

RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2003 Corso Matteotti, 9 Milano Tel. 02.780611 Partita Iva 03650800158 RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2003 CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 15 MAGGIO 2003 INDICE Organi societari Gabetti Holding S.p.A....

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. De Longhi S.p.A.: RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2015

COMUNICATO STAMPA. De Longhi S.p.A.: RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2015 Treviso, 31 luglio 2015 COMUNICATO STAMPA De Longhi S.p.A.: RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2015 Il Consiglio di Amministrazione di De Longhi S.p.A. ha approvato i risultati consolidati del primo semestre

Dettagli

API - AZIENDA PER IL PATRIMONIO IMMOBILIARE ROZZANO S.R.L. IN LIQUIDAZIONE

API - AZIENDA PER IL PATRIMONIO IMMOBILIARE ROZZANO S.R.L. IN LIQUIDAZIONE API - AZIENDA PER IL PATRIMONIO Società con Socio Unico Società soggetta ad attività di direzione e coordinamento da parte del Comune di Rozzano Sede in Piazza Foglia 1-20089 Rozzano ( Mi) Capitale sociale

Dettagli

SOCIOSANITARIA SONNINESE S.R.L. Nota integrativa al bilancio chiuso il 31/12/2009

SOCIOSANITARIA SONNINESE S.R.L. Nota integrativa al bilancio chiuso il 31/12/2009 SOCIOSANITARIA SONNINESE S.R.L. Reg. Imp. 02329330597 Rea 162878 Sede in PIAZZA GARIBALDI SNC - 04010 SONNINO (LT) Capitale sociale Euro 10.000,00 i.v. Nota integrativa al bilancio chiuso il 31/12/2009

Dettagli

COMUNICATO STAMPA Rozzano (MI), 27 Marzo 2012, h.17.20

COMUNICATO STAMPA Rozzano (MI), 27 Marzo 2012, h.17.20 COMUNICATO STAMPA Rozzano (MI), 27 Marzo 2012, h.17.20 Il Consiglio di Amministrazione di Biancamano Spa, riunitosi in data odierna, comunica che, a seguito di rettifiche e riclassifiche intervenute successivamente

Dettagli

Esame di Stato anno scolastico 2011/2012 Svolgimento Tema di Economia aziendale

Esame di Stato anno scolastico 2011/2012 Svolgimento Tema di Economia aziendale Esame di Stato anno scolastico 2011/2012 Svolgimento Tema di Economia aziendale Il tema assegnato per la seconda prova di Economia aziendale nell'indirizzo I.G.E.A. è incentrato sulla differenza tra reddito

Dettagli

De Longhi S.p.A. Resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2010

De Longhi S.p.A. Resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2010 De Longhi S.p.A. Organi societari * Consiglio di amministrazione GIUSEPPE DE'LONGHI FABIO DE'LONGHI ALBERTO CLÒ ** RENATO CORRADA ** SILVIA DE'LONGHI CARLO GARAVAGLIA DARIO MELO GIORGIO SANDRI SILVIO SARTORI

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Bilancio d esercizio Consolidato al 31 dicembre 2005 redatto secondo i principi contabili internazionali IAS/IFRS

COMUNICATO STAMPA. Bilancio d esercizio Consolidato al 31 dicembre 2005 redatto secondo i principi contabili internazionali IAS/IFRS BANCO DI SARDEGNA S.p.A. Sede Legale Cagliari - Viale Bonaria 33 Sede Amministrativa e Direzione Generale Sassari - Viale Umberto 36 Capitale Sociale Euro 147.420.075,00 i.v. Codice fiscale e numero di

Dettagli

EUROLEADER Soc.Cons. r.l. Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2011

EUROLEADER Soc.Cons. r.l. Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2011 EUROLEADER Soc.Cons. r.l. Codice fiscale 02225450309 Partita iva 02225450309 VIA CARNIA LIBERA 1944, 15-33028 TOLMEZZO UD Numero R.E.A. 244558 Registro Imprese di UDINE n. 02225450309 Capitale Sociale

Dettagli

Rafforzamento patrimoniale, elevato presidio del rischio, crescita dei ricavi complessivi e della redditività ordinaria

Rafforzamento patrimoniale, elevato presidio del rischio, crescita dei ricavi complessivi e della redditività ordinaria Comunicato Stampa Risultati consolidati al 30 settembre 2006 Rafforzamento patrimoniale, elevato presidio del rischio, crescita dei ricavi complessivi e della redditività ordinaria Ricavi in crescita -

Dettagli

Esercizio 2014. Numero dipendenti 3.053 3.170

Esercizio 2014. Numero dipendenti 3.053 3.170 Cementir Holding: il Consiglio di Amministrazione approva i risultati 2014 Il Gruppo ha chiuso il 2014 superando gli obiettivi di margine operativo lordo e indebitamento finanziario netto Ricavi a 948,0

Dettagli

Il Consiglio di Amministrazione di GEWISS SPA approva la relazione finanziaria semestrale 2008

Il Consiglio di Amministrazione di GEWISS SPA approva la relazione finanziaria semestrale 2008 COMUNICATO STAMPA del 27 agosto 2008 - Cenate Sotto (BG) OBBLIGHI INFORMATIVI VERSO IL PUBBLICO PREVISTI DALLA DELIBERA CONSOB N. 11971 DEL 14.05.1999 E SUCCESSIVE MODIFICHE www.gewiss.com Il Consiglio

Dettagli

LIBERE PROFESSIONI INTELLETTUALI MB SRL

LIBERE PROFESSIONI INTELLETTUALI MB SRL LIBERE PROFESSIONI INTELLETTUALI MB SRL CON UNICO SOCIO 20900 MONZA (MI) VIA LARIO, 15 Capitale sociale:. 50.000,00 interamente versato Codice fiscale: 06660880961 Partita IVA: 06660880961 Iscritta presso

Dettagli

TRANSIZIONE AI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI (IFRS)

TRANSIZIONE AI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI (IFRS) TRANSIZIONE AI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI (IFRS) (DOCUMENTO SOGGETTO A VERIFICA, IN CORSO, DA PARTE DELLA SOCIETA DI REVISIONE) Nel 2002 l Unione europea ha adottato il regolamento n. 1606 in base

Dettagli

Analisi per flussi. 1. Considerazioni generali

Analisi per flussi. 1. Considerazioni generali Capitolo 8 Analisi per flussi 1. Considerazioni generali Il rendiconto finanziario è un prospetto che raggruppa, in relazione a determinati scopi di formazione, le variazioni (flussi) intervenute nella

Dettagli

Gefran, il CdA approva il progetto di bilancio al 31 dicembre 2014

Gefran, il CdA approva il progetto di bilancio al 31 dicembre 2014 Gefran, il CdA approva il progetto di bilancio al 31 dicembre 2014 Fatturato in crescita del 2,9% rispetto all anno precedente. EBITDA a 12,9 milioni di Euro, in aumento del 17% rispetto al 2013. EBIT

Dettagli

Eni: Bilancio Consolidato e Progetto di Bilancio di Esercizio 2014

Eni: Bilancio Consolidato e Progetto di Bilancio di Esercizio 2014 Eni: Bilancio Consolidato e Progetto di Bilancio di Esercizio 2014 Convocazione dell Assemblea degli Azionisti Bilancio consolidato: utile netto di 1,29 miliardi; Bilancio di esercizio: utile netto di

Dettagli

SILA SVILUPPO AGENZIA PERMANENTE PER L'O

SILA SVILUPPO AGENZIA PERMANENTE PER L'O SILA SVILUPPO AGENZIA PERMANENTE PER L'O Sede in SPEZZANO DELLA SILA Codice Fiscale 02328170788 - Numero Rea COSENZA 157898 P.I.: 02328170788 Capitale Sociale Euro 42.400 i.v. Forma giuridica: SOCIETA'

Dettagli

RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2003

RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2003 RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2003 RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2003 RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DEL PRIMO TRIMESTRE 2003 Scenario economico La crescita dell economia

Dettagli

Relazione Finanziaria Semestrale al 30 Giugno. (ai sensi dell art. 154-ter del D.lgs 58/98)

Relazione Finanziaria Semestrale al 30 Giugno. (ai sensi dell art. 154-ter del D.lgs 58/98) Relazione Finanziaria Semestrale al 30 Giugno 2015 (ai sensi dell art. 154-ter del D.lgs 58/98) INDICE PREMESSA... 4 RELAZIONE FINANZIARIA SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2015... 5 HIGHLIGHTS DEL PERIODO... 6

Dettagli

In particolare nel 2009 sono stati distribuiti dividendi alla Capogruppo per 51,4 /mln.

In particolare nel 2009 sono stati distribuiti dividendi alla Capogruppo per 51,4 /mln. Risultati ed andamento della gestione L esercizio in esame rileva un risultato economico positivo che conferma l equilibrio economico della Capogruppo nel compimento della propria attività di holding.

Dettagli

Nota integrativa al bilancio al 31/12/2013

Nota integrativa al bilancio al 31/12/2013 Azienda Territoriale Energia e Servizi A.T.E.S. SRL Via Padre Benigno Calvi n.3, Trezzo sull Adda (MI) Capitale sociale 73.450 i.v. Registro delle imprese di Milano n.05064840969 REA 1793521 Nota integrativa

Dettagli

Risultati ed andamento della gestione

Risultati ed andamento della gestione Risultati ed andamento della gestione L esercizio 2011 si chiude con un risultato economico positivo, in quanto la distribuzione dei dividendi di Equitalia Nord ha consentito - insieme ai benefici fiscali

Dettagli

TAS: APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO TRIMESTRE 2011

TAS: APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO TRIMESTRE 2011 Milano, 10 maggio 2011 COMUNICATO STAMPA ex artt. 114 D.Lgs. 24 febbraio 1998 n. 58 e 66 del Regolamento Consob 11971/99 TAS: APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO TRIMESTRE 2011 Ricavi consolidati: 10,3 milioni

Dettagli

Enervit: crescono gli utili e i ricavi

Enervit: crescono gli utili e i ricavi COMUNICATO STAMPA Enervit: crescono gli utili e i ricavi Il Consiglio di Amministrazione di Enervit S.p.A. ha approvato la Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2014 Principali risultati consolidati

Dettagli

Comunicato Stampa. Il consiglio di amministrazione di Investimenti e Sviluppo S.p.A. approva il resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2009

Comunicato Stampa. Il consiglio di amministrazione di Investimenti e Sviluppo S.p.A. approva il resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2009 Comunicato Stampa Il consiglio di amministrazione di Investimenti e Sviluppo S.p.A. approva il resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2009 Risultati consolidati al 31 marzo 2009: Ricavi netti pari

Dettagli

Milano, 12 novembre 2015 COMUNICATO STAMPA ex artt. 114 D.Lgs. 24 febbraio 1998 n. 58 e 66 del Regolamento Consob 11971/99

Milano, 12 novembre 2015 COMUNICATO STAMPA ex artt. 114 D.Lgs. 24 febbraio 1998 n. 58 e 66 del Regolamento Consob 11971/99 Milano, 12 novembre 2015 COMUNICATO STAMPA ex artt. 114 D.Lgs. 24 febbraio 1998 n. 58 e 66 del Regolamento Consob 11971/99 APPROVATI I RISULTATI DEL TERZO TRIMESTRE 2015 Ricavi consolidati totali: 36,1

Dettagli

AGENZIA PER L'ENERGIA E L'AMBIENTE S.R.L. Sede in VIA CORCIANESE 218-06132 PERUGIA (PG) Capitale sociale Euro 45.198,00 i.v. Bilancio al 30/06/2013

AGENZIA PER L'ENERGIA E L'AMBIENTE S.R.L. Sede in VIA CORCIANESE 218-06132 PERUGIA (PG) Capitale sociale Euro 45.198,00 i.v. Bilancio al 30/06/2013 AGENZIA PER L'ENERGIA E L'AMBIENTE S.R.L. Sede in VIA CORCIANESE 218-06132 PERUGIA (PG) Capitale sociale Euro 45.198,00 i.v. Bilancio al 30/06/2013 Reg. Imp. 02227380546 Rea 202246 Stato patrimoniale attivo

Dettagli

EUROTECH: RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE CONSOLIDATO AL 30 SETTEMBRE 2015

EUROTECH: RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE CONSOLIDATO AL 30 SETTEMBRE 2015 EUROTECH: RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE CONSOLIDATO AL 30 SETTEMBRE 2015 Amaro (UD), 13 novembre 2015 Ricavi consolidati: da 45,95 milioni a 47,26 milioni Primo margine consolidato: da 22,15 milioni

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. ROSSS: il CdA approva bilancio consolidato e il progetto di bilancio al 31 dicembre 2014

COMUNICATO STAMPA. ROSSS: il CdA approva bilancio consolidato e il progetto di bilancio al 31 dicembre 2014 COMUNICATO STAMPA Scarperia (FI), 30 marzo 2015 ROSSS: il CdA approva bilancio consolidato e il progetto di bilancio al 31 dicembre 2014 Dati relativi al bilancio consolidato al 31 dicembre 2014 Ricavi

Dettagli

Poste Italiane: Crescono i Ricavi Risultato operativo e Utile netto in calo In corso la trasformazione del Gruppo verso la privatizzazione

Poste Italiane: Crescono i Ricavi Risultato operativo e Utile netto in calo In corso la trasformazione del Gruppo verso la privatizzazione Poste Italiane: Crescono i Ricavi Risultato operativo e Utile netto in calo In corso la trasformazione del Gruppo verso la privatizzazione Il Gruppo conferma positivi risultati nella raccolta del risparmio

Dettagli

Comunicato Stampa. SMI Società Metallurgica Italiana S.p.A cod.abi 107683 www.smi.it BILANCIO DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2002

Comunicato Stampa. SMI Società Metallurgica Italiana S.p.A cod.abi 107683 www.smi.it BILANCIO DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2002 Comunicato Stampa SMI Società Metallurgica Italiana S.p.A cod.abi 107683 www.smi.it BILANCIO DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2002 Il Gruppo: il fatturato consolidato, pari a Euro 2.054,4 milioni,

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012 STUDIARE SVILUPPO SRL Sede legale: Via Vitorchiano, 123-00189 - Roma Capitale sociale 750.000 interamente versato Registro delle Imprese di Roma e Codice fiscale 07444831007 Partita IVA 07444831007 - R.E.A.

Dettagli

L ordine del giorno, pubblicato nei termini e modi di legge, in data 6 luglio 2015, è il seguente:

L ordine del giorno, pubblicato nei termini e modi di legge, in data 6 luglio 2015, è il seguente: SINTESI SOCIETA DI INVESTIMENTI E PARTECIPAZIONI S.p.A. Sede in Milano, Via Carlo Porta n. 1 Capitale sociale sottoscritto e versato Euro 721.060,67 Registro delle Imprese di Milano n. 00849720156 Sito

Dettagli

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Sessione ordinaria 2009 Seconda prova scritta Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca M730 - ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE CORSO DI ORDINAMENTO Indirizzo: GIURIDICO ECONOMICO

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Nova Re: il CdA approva la Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2009

COMUNICATO STAMPA. Nova Re: il CdA approva la Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2009 COMUNICATO STAMPA Nova Re: il CdA approva la Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2009 Milano, 6 agosto 2009 Il Consiglio di Amministrazione di Nova Re S.p.A., riunitosi in data odierna, ha approvato

Dettagli

Salvatore Ferragamo S.p.A.

Salvatore Ferragamo S.p.A. COMUNICATO STAMPA Salvatore Ferragamo S.p.A. Il Consiglio di Amministrazione approva il Resoconto Intermedio Consolidato di Gestione al 30 settembre 2014 Continua la crescita del Gruppo Salvatore Ferragamo:

Dettagli

TOD S S.p.A.: Ricavi del Gruppo pari a 965,5 milioni nell esercizio 2014; margine EBITDA del 20%. Dividendo a 2 Euro (con pay-out del 63%).

TOD S S.p.A.: Ricavi del Gruppo pari a 965,5 milioni nell esercizio 2014; margine EBITDA del 20%. Dividendo a 2 Euro (con pay-out del 63%). Milano, 12 marzo 2015 TOD S S.p.A.: Ricavi del Gruppo pari a 965,5 milioni nell esercizio 2014; margine EBITDA del 20%. Dividendo a 2 Euro (con pay-out del 63%). Approvato dal Consiglio di Amministrazione

Dettagli

Comunicato stampa SEMESTRE RECORD PER INTERPUMP GROUP: RICAVI NETTI +35% A 434 MILIARDI L UTILE OPERATIVO CONSOLIDATO CRESCE DEL 29% A 78,1 MILIARDI

Comunicato stampa SEMESTRE RECORD PER INTERPUMP GROUP: RICAVI NETTI +35% A 434 MILIARDI L UTILE OPERATIVO CONSOLIDATO CRESCE DEL 29% A 78,1 MILIARDI Comunicato stampa SEMESTRE RECORD PER INTERPUMP GROUP: RICAVI NETTI +35% A 434 MILIARDI L UTILE OPERATIVO CONSOLIDATO CRESCE DEL 29% A 78,1 MILIARDI FORTE CRESCITA DEL CASH FLOW OPERATIVO (+87%) A 74,3

Dettagli

SOSTE NIBILITÀ ECO NOMICA

SOSTE NIBILITÀ ECO NOMICA SOSTE NIBILITÀ ECO NOMICA Invio Codice di Condotta ai fornitori Ricaduta sul territorio: il 62% dei fornitori ha sede nel distretto della Concia di Arzignano 54% Circa il 54% dei fornitori è dotato di

Dettagli

Comunicato Stampa 28 agosto 2014

Comunicato Stampa 28 agosto 2014 Landi Renzo: marginalità e flussi finanziari di cassa in miglioramento al 30 giugno 2014; secondo trimestre 2014 caratterizzato da significativa crescita di fatturato e ritorno all utile Fatturato al 30

Dettagli

Bilancio al 31/12/2014

Bilancio al 31/12/2014 Informazioni generali sull impresa Denominazione: Dati anagrafici Sede: Capitale sociale: 0,00 Capitale sociale interamente versato: Codice CCIAA: FONDAZIONE OAGE PIAZZA SAN MATTEO 18 GENOVA GE sì Partita

Dettagli

Comunicato Stampa 12 novembre 2015

Comunicato Stampa 12 novembre 2015 Landi Renzo: il CDA approva i risultati al 30 settembre 2015 Fatturato pari a Euro 145,6 mln (Euro 173,9 mln al 30 settembre 2014) EBITDA pari a Euro 1,9 mln (Euro 14,1 mln al 30 settembre 2014) EBIT pari

Dettagli

31 dicembre 2015. Cash flow operativo 7.285 (826) Investimenti 4.733 5.462

31 dicembre 2015. Cash flow operativo 7.285 (826) Investimenti 4.733 5.462 Gefran, il CdA approva il progetto di bilancio al 31 dicembre 2015 Fatturato in diminuzione dell 11% rispetto al 2014. EBITDA a 5,8 milioni di Euro. EBIT negativo di 630 mila Euro. Posizione finanziaria

Dettagli

COLLEGIO DEI GEOMETRI DELLA PROVINCIA DI MODENA. Bilancio al 31/12/2014

COLLEGIO DEI GEOMETRI DELLA PROVINCIA DI MODENA. Bilancio al 31/12/2014 COLLEGIO DEI GEOMETRI DELLA PROVINCIA DI MODENA Sede in VIA SCAGLIA EST 144-41100 MODENA (MO) Bilancio al 31/12/2014 Stato patrimoniale attivo 31/12/2014 31/12/2013 A) Crediti verso soci per versamenti

Dettagli

COMUNICATO STAMPA ASCOPIAVE:

COMUNICATO STAMPA ASCOPIAVE: COMUNICATO STAMPA ASCOPIAVE: Approvati dal Consiglio di Amministrazione i risultati dei primi nove mesi del 2010. Utile e margini operativi in forte crescita. Ricavi Consolidati: Euro 620,9 milioni (+11,3%

Dettagli

PIAGGIO: APPROVATO IL PROGETTO DI BILANCIO 2006

PIAGGIO: APPROVATO IL PROGETTO DI BILANCIO 2006 COMUNICATO STAMPA Riunito il Consiglio di Amministrazione PIAGGIO: APPROVATO IL PROGETTO DI BILANCIO 2006 RICAVI 1.607,4 MLN (+10,7% SU 2005) EBITDA 204 MLN, PARI AL 12,7% DEL FATTURATO (+10,4% SU 2005)

Dettagli