La Ruota Notiziario mensile del Rotary Club Latina - Distretto 2080 Italia

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La Ruota Notiziario mensile del Rotary Club Latina - Distretto 2080 Italia"

Transcript

1 Pier Giorgio Poddighe Governatore Distretto 2080 Fotografie di Bianca Lupacchini Comitato di Redazione Franco BORRETTI (Direttore Responsabile) Angelo NICOTRA (Coordinatore Editoriale) Pasquale BOSSA Galileo COSTANZO Alessia FREDA Fabrizio GIONA Domenico GRANDE Giorgio LODDO Domenico PILORUSSO Registrazione Tribunale di Latina n. 364 del Editore: Rotary Club Latina Redazione: Via Pontinia, Latina Poste Italiane S.p.A. Spedizione Abbonamento postale 70% Tassa pagata - DCB Latina Impaginazione e stampa: CIPES Via Sabaudia, 63 Latina Tel. e Fax 0773/ La Ruota Notiziario mensile del Rotary Club Latina - Distretto 2080 Italia Rotary Club Latina Consiglio Direttivo 2012/2013 Sommario del n. 1/4 - luglio/ottobre Dal Presidente 5 Un nuovo giornale o... un giornale nuovo? di Comitato di Redazione 6 Il Rotary e la città: il saluto del Sindaco Giovanni Di Giorgi 6 Tu chiamale se vuoi... emozioni di Domenico Grande 7 Angelo Galatà: "Il mondo visto sulle quattro ruote" di A. G. 8 "L'italiano nel mondo" 9 Conviviale sulla legge 231 di Franco Borretti 10 Rotaract on surf di Angela Galatà 11 Intervista al Business Manager di Quinary Emanuele Sciarra 11 Il Rotary scommette sulle scuole 12 La festa di fine estate di Angelo Nicotra Visti... da lontano 13 La conviviale di Pasquale Bossa 14 Programma del mese di Ottobre 14 Programma gita ai Campi Flegrei e Napoli Presidente Domenico GRANDE Vice Presidente Giorgio LODDO Past President Innocenzo D'ERME Presidente Eletto Gianluca CASSONI Segretario Ivan SIMEONE Tesoriere Attilio V. GISOTTI Prefetto Giuseppe GISOTTI Consiglieri Edy GOVETTO Federico BIZZARRI Renzo CALZATI Giuseppe TITONE Addetta Stampa Alessia FREDA Addetto Informatico Attilio V. GISOTTI Sito intemet: Posta elettronica: In copertina, un profilo di Latina "sognato" in un acquerello da Galileo Presidenti delle Commissioni Effettivo Francesco ACUTO Progetti Pasquale TARRICONE Fondazione Rotary Susanna BUSCO Formazione e Leadership Domenico PILORUSSO Pubbliche relazioni Gianluca CARFAGNA Amministrazione del Club Giovanni LUNGARELLA Nuove Generazioni Roberto MICOLITTI Delegato per il Rotaract Franco BORRETTI Incarichi: Domenico GRANDE (Supporto informatico) * * * Club Contatto: ALMADA (Portogallo) - SASSARI NORD Riunioni Rotariane: Hotel Europa - Via E. Filiberto Latina Ogni Giovedì alle ore Segreteria: Cas. Postale Latina Tel. 0773/697062

2 4 - La Ruota dal Presidente Care Amiche e cari Amici nel Rotary, Agosto è terminato e con esso per tutti noi stanno terminando le tanto agognate ferie, spero che ognuno di Voi possa avere tratto giovamento da esse, sia fisico che mentale. Agosto è stata anche l occasione per due simpatiche tavole rotariane che hanno visto la partecipazione di un buon numero di soci e di nuovi amici che, sono certo, ritroveremo nel nostro cammino: colgo l occasione per ringraziare Peppino Gisotti e Pino Titone per gli ottimi consigli in merito alle locations. Tuffiamoci - sempre per rimanere in clima estivo - con rinnovata lena nelle attività rotariane ed in particolare, visto che il mese di Settembre è rivolto alle Nuove Generazioni (che, lo ricordo, è una delle 5 Vie D azione del Rotary International), rivolgiamo i nostri sforzi verso i giovani e le fasce di età under 35. Partiamo dal Rotaract: è in pratica una sorta di vivaio del Rotary International ed è per questo nostro compito, mio in primis come Presidente, supportare il nostro Rotaract nelle sue iniziative, spronando a non avere paura nell esplorare nuove strade, nel tentare nuove avventure, senza paura dell errore ma anzi, certi che è dall errore che inizia l apprendimento. Non è forse vero che quelli che adesso sono o sono stati celebrati come eroi della Silicon Valley hanno cominciato da errori di progettazione? Certo se l errore porta poi a dar vita a Microsoft o ad Apple, ben vengano! Il nostro Rotaract si è distinto negli anni per la sua proattività e per il suo dinamismo, con un occhio sempre attento al sociale, sono certo che la Presidente Angela Galatà continuerà ed anzi porterà nuovi contributi. Un tassello rimane scoperto per quel che riguarda le Nuove Generazioni, mi riferisco all Interact. Non è certo semplice dare vita ad un Interact e seguirlo in tutti i suoi passi, garantendone la crescita in maniera armoniosa con quelle che sono le aspettative, le speranze ed i sogni di ragazzi con un età compresa fra i 12 ed i 18 anni. Per questo motivo è intenzione di questa Presidenza dare vita ad un Interact scolastico, che veda quindi coinvolti i ragazzi di una classe di scuola media superiore che, con il supporto del nostro club ma soprattutto del corpo docente (Preside e un professore), possa conoscere e mettere in pratica i principi ed i valori rotariani, alla base della nostra adesione al Rotary International. È quindi importante non mancare ed anzi assicurare un ampia partecipazione al Seminario sulle Nuove Generazioni che si terrà a Sperlonga il 14 Settembre, proprio per condividere le nostre esperienze con gli altri clubs, con il distretto, facendo tesoro di esperienze e best practices riusabili anche nel nostro territorio e nelle nostre attività. Di questo sicuramente si parlerà nel caminetto del 19 Settembre che sarà focalizzato su questo tema, con la presenza del Delegato del Distretto, dott. Giovanbattista Mollicone, socio del Rotary Club Tivoli, che illustrerà in maniera impareggiabile - ne sono certo avendo già assistito al SIPE ad una Sua relazione - quelle che sono le linee guida da considerare. A Settembre avremo anche un importante conviviale, avente come tema La Responsabilità sociale dell impresa, legge 231/2001 ed applicabilità al Rotary Club nel corso della quale il relatore, Ing. Rodolfo Maria Cieri, oltre ad illustrarci gli elementi salienti della legge, ci descriverà anche il modus operandi che verrà seguito per certificare il nostro Club secondo tale legge. Un passo in avanti notevole per una gestione efficiente di un Club, che possa mantenersi a prescindere da chi nel corso dell anno è nominato Presidente, in virtù della standardizzazione dei processi di gestione. Chiudo con una nota sulla nostra comunicazione, ed in particolare sul nostro bollettino, La Ruota e sul sito. Questo mese il nuovo comitato di redazione si insedierà ufficialmente per portare alla pubblicazione del primo numero in tempi brevi. Ringrazio gli amici che hanno accettato, con spirito di servizio, questa importante responsabilità, a partire da Angelo Nicotra - Coordinatore - per passare (in ordine alfabetico per non fare torto a nessuno) a Pasquale Bossa, Alessia Freda, Fabrizio Giona, Attilio Gisotti, Giorgio Loddo e Domenico Pilorusso (oltre al Presidente in carica). Passando al sito, è in corso una migrazione ad una nuova versione di strumento di pubblicazione, si spera più semplice per consentire una maggiore partecipazione dei Soci: Vi invito caldamente a visitare il sito per suggerirci aggiustamenti, miglioramenti ed eventuali sviste a cui porre rimedio. Anzi, ringrazio Leo, Angelo ed Innocenzo (in ordine di arrivo dei contributi) che hanno partecipato a questa azione di miglioramento. Ringrazio ovviamente l addetto informatico, Attilio Gisotti, che in queste settimane si sta prodigando per terminare la messa on line e l entrata a regime del sito al più presto. Un caro saluto a tutti, BUON ROTARY! Domenico

3 LA RUOTA - 5 Un nuovo giornale o un giornale nuovo? Abbiamo tanto discusso e riflettuto su questa frase che oggi, a distanza di quasi due mesi dalla formalizzazione del nuovo Comitato di Redazione, ci sembra non rappresenti più una priorità. Non è che il nuovo non sia per se stesso indice di cambiamento, tuttavia i ribaltamenti troppo spesso hanno prodotto danni seri e mai, io credo, ad un ribaltamento è seguita una fase di tranquilla, completa assuefazione. Dunque, eliminata la pretesa di fare a tutti i costi un nuovo giornale, ci siamo detti che, stante la prestigiosa tradizione che la nostra testata vanta, forse è meglio pensare ad un giornale, che abbia qualcosa di nuovo, che mostri sulle sue pagine la voglia di essere al passo con in tempi che corrono ormai vertiginosamente, ma che conservi tuttavia quella immagine speciale di bollettino periodico che lo ha contraddistinto sin ora. Abbiamo pensato di arricchire La Ruota con nuovi argomenti sempre gravitanti nell orbita delle attività rotariane facendo partecipi e dunque protagonisti scrittori o volenterosi che non sono proprio all interno della nostra compagine, ma che ci conoscono (forse non abbastanza) e che vogliono esprimersi sulle pagine della nostra rivista in maniera assolutamente autonoma e libera, per dare voce alle loro personali esperienze, ai loro pensieri, alle opinioni che siano evidentemente coerenti con lo spirito del servire rotariano insomma che vogliano entrare a far parte del coro. Devo dire che le esperienze che ho personalmente vissuto all interno della rivista, mi hanno fatto molto riflettere sulla bontà della proposta. In passato sappiamo tutti che il Comitato di Redazione, si è molto dato da fare per reperire presso i soci qualche anima pietosa che buttasse giù due righe di commento ad una manifestazione o che redigesse la cronachetta di una gita, di un interclub, ma spesso le ricerche erano infruttuose e le proposte ancora più rare. Si sopperiva con la buona volontà dei soliti noti e con le colonne portanti che, devo dire, mai hanno fatto mancare il loro apporto. Abbiamo valutato con attenzione ogni aspetto e ci siamo resi conto che la rivista non poteva ancora continuare a vivere solo per l encomiabile disponibilità di Leo o di Pasquale o di quei pochi che si sobbarcavano l onere del reportage. Abbiamo cercato di pensare un po più in maniera razionale, professionale ; ed abbiamo concluso che, fermo restando il canovaccio ormai storico della nostra rivista, era forse il caso di razionalizzare un pò la gestione, individuando un Comitato di Redazione che si occupi veramente della composizione di ciascun numero della rivista senza dover elemosinare mi scuso del termine eccessivamente crudo qualche riga di commento o un articoletto. Il Comitato deve, autonomamente, predisporre il materiale per la composizione di ciascun numero della rivista, reperendo i manoscritti nel modo che più ritiene opportuno e deve quindi predisporre ciascun numero con riguardo ai tempi tecnici che consentano a La Ruota di essere disponibile alla fine di ciascun mese o bimestre (anche della frequenza si è discusso, ma questo argomento è fortemente condizionato dall aspetto economico che mai come ora appare di una pesante gravità). Certo, l ideale sarebbe poter amministrare l aspetto pubblicistico della rivista senza dover fare i conti con costi e sponsor, ma dobbiamo ammettere che il vile denaro ancora è in grado di condizionare e dunque l argomento non può essere taciuto. Si diceva di un giornale nuovo, in che senso?, Nel senso che, il giornale deve essere condiviso da tutti. Mi spiego, non è tanto la partecipazione diretta dei soci alla stesura degli articoli, che ci preme; quanto piuttosto una maggiore consapevolezza degli amici rotariani che La Ruota è la nostra rivista, il nostro pulpito dal quale fare sentire la nostra voce anche se esce fuori dal coro e non si adegua. Sappiamo che il Rotary è opinione; dunque, facciamola conoscere questa opinione, sui fatti che più ci riguardano, sulle nostra comunità, sulle attività, sul Rotary, perché anche questo può essere un mezzo di diffusione dell idea rotariana. Vogliamo che la nostra rivista sia letta, non soltanto che venga utilizzata per riempire le buste bianche con le quali viene spedita a chissà chi, solo perché lo si è fatto da sempre e lo si deve ancora fare. Vogliamo accogliere sulle sue pagine pareri, opinioni, notizie, critiche se del caso di chi ci sta intorno; Vogliamo avere la possibilità di esprimerci su argomenti e questioni che interessano la nostra comunità e, se possibile, rintuzzare le critiche e difendere le nostre posizioni se legittime. Vogliamo in sostanza che la rivista divenga una cassa di risonanza del Rotary Club Latina, non per roboanti proclami, ma per concrete proposte, per far sapere cosa facciamo. Vogliamo riportare notizie su coloro che fanno parte del nostro Club e che rappresentano figure di primo piano all interno della realtà economica e sociale della nostra comunità. Perciò, il Comitato, si occuperà della composizione della rivista suddividendola per argomenti ed ogni componente dovrà reperire nei modi e nei tempi che più gli aggradano, il materiale da pubblicare. Speriamo ancora di incrementare le copie la tiratura, come si dice perché vogliamo che la diffusione diventi più capillare sul territorio nostro; che poi è quello nel quale maggiore è la nostra influenza, perché vogliamo che, piano piano, la rivista esca dalle anticamere degli studi medici e divenga argomento di discussione. Sogni utopie chi lo sa. Noi ci proviamo. Prima di chiudere, mi pare doveroso ringraziare sin da ora tutti quelli che in oltre quarant anni di rivista, ne hanno condiviso gioie e preoccupazioni consentendo comunque che rappresentasse un cardine del nostro Club. A loro va il nostro pensiero perché ci stiano sempre vicini, oggi come allora, perpetuando una piacevole parentesi che non si è ancora chiusa. Il Comitato di Redazione

4 6 - La Ruota Il Rotary e la città: il saluto del Sindaco Giovanni Di Giorgi È con grande piacere che rivolgo un affettuoso e caloroso saluto di augurio agli amici impegnati in questa bellissima iniziativa di carattere editoriale. È l occasione per far conoscere il lavoro, le qualità, l impegno che il Rotary, a cui mi legano rapporti di grande stima ed amicizia, riesce ad esprimere attraverso una serie di iniziative di carattere sociale volte a soddisfare le esigenze della nostra comunità. Al Rotary e alle sue varie articolazioni va il mio ringraziamento per l intensa attività messa in campo ogni giorno e che rappresenta prezioso riferimento di qualità per una civile convivenza, sicuro punto di riferimento per un comune percorso di crescita e che oggi rappresenta un modello, un esempio soprattutto per le giovani generazioni. Per la nostra comunità è un onore poter vantare un sodalizio così radicato ed attivo, rafforzato ogni giorno dalla intensa attività messa in campo dal Club di Latina, ai cui dirigenti e membri, passati e presenti, va il mio particolare ringraziamento per la passione, l impegno, la generosità con cui svolgono la loro opera al servizio della comunità. Latina è città giovane ma dal cuore antico, capace di dare forza ai grandi valori che ci consentono di rafforzare quel senso di identità di cui siamo alla continua ricerca, un percorso che passa anche attraverso rapporti di collaborazione con il tessuto sociale cittadino. Fin dall inizio della mia esperienza alla guida della città ho avuto il piacere di collaborare proficuamente con il Rotary attraverso una serie di importanti iniziative, tra cui mi piace segnalare il Concorso nazionale di idee per la riqualificazione e l arredo urbano di via Don Morosini, nato dalla volontà di riqualificare un importante area del centro cittadino, idea che il Comune di Latina ha immediatamente abbracciato con grande entusiasmo. Il mio ringraziamento va dunque al Rotary; saluto il presidente Domenico Grande augurandogli buon lavoro, confermando la mia disponibilità e quella dell amministrazione comunale per future forme di collaborazione. Avv. Giovanni Di Giorgi Sindaco di Latina Tu chiamale se vuoi... emozioni! Tu chiamale se vuoi... emozioni! Sembra ieri che mi incontravo con Franco Borretti al bar di fronte all ACI per parlare di Rotary International e di cosa fa il Rotary Club Latina. Mi resi conto di rappresentare quasi un alieno: una sorta di auto-candidatura, la mia, per giunta ricevuta in maniera tortuosa via , che inviai al contatto indicato nella pagina apposita del sito web del Distretto. Comunque il colloquio conoscitivo andò bene e come da prassi cominciai a frequentare il Club nelle sue conviviali. Pensate un po, alla prima conviviale Franco mi affidò alle manine di un tal Galileo Costanzo, pregandolo di spiegarmi meglio il Rotary, i valori, l etica e la storia del Club... una sorta di lectio magistralis. Dopo due settimane, altra conviviale, questa volta affidato al Presidente Incoming, Giorgio Loddo, che mi colpì per la sua simpatia e la sua passione per la vita, caratteristiche che non finirò mai di apprezzare. Ultimo passaggio, partecipazione alla gita a Castel Gandolfo, alla specola vaticana... non nascondo che mi sentivo un po sotto osservazione, come è giusto che fosse; per fortuna c erano le domande argute di Leo (il Galileo di cui sopra) che incalzava la nostra guida sulle stelle e sul quesito: ma Dio dov è? E poi arriva la serata dell ammissione, un pizzico di emozione anche in questo caso, la lettura del mio curriculum (ahia, troppo inglese...), l applauso di rito dopo la spilla e da lì... tante avventure, tanti progetti, ma soprattutto tanti amici, tante opportunità di crescita umana e professionale. Non nascondo quindi sempre l emozione che provai quando cominciò a circolare il mio nome come Presidente, gli interrogativi legati alla possibilità di dare il meglio di me al Club e anche il desiderio di non causare tensioni con chi era in aspettativa da un po. Si va alla votazione, il quorum si raggiunge e... adesso? Adesso via a pedalare, a fissare incontri, pensare alle conviviali ed ai relatori, pensare a progetti che possano proseguire la linea dei Presidenti precedenti e non perdere quanto di buono fatto, ma allo stesso tempo cercando di proporre qualcosa di diverso, che potesse stimolare le energie di tutti i soci. Vedremo, a fine anno tireremo le somme. Per il momento, non nascondo l emozione per i prossimi soci in via di entrata, che magari andrò a presentare anche io e che nel corso dell apprendistato, durante una conviviale, accompagnerò magari da Leo o da Giorgio chiedendogli, come fu fatto con me, di spiegare loro un po' di Rotary. Permettetemi di chiudere con un pensiero agli amici che ho avuto di conoscere e che adesso sono a seguirci dal Cielo: grazie a Giancarlo (poche parole, molti fatti, where s the beef?), Igino (il suo motto: se non hai una soluzione da proporre, sei parte del problema), Geppi (e quel sigaro e la sua ironia partenopea che mi faceva sentire a casa) ed a tutti gli amici che hanno sempre avuto per me il tempo di fermarsi un minuto per chiedermi come stavo, per darmi dei consigli, insomma per donarmi la loro attenzione ed amicizia. Ciao a tutti. Domenico Grande

5 A Tu x Tu LA RUOTA - 7 Angelo Galatà: "Il mondo visto sulle quattro ruote" Sono socio del Rotary club da oltre trenta anni ed ho sempre servito gli ideali del Club con trasporto e convinzione, impiegando le mie conoscenze e possibilità in ambito professionale per servire un ideale superiore. Provengo da un epoca in cui dopo la scuola si era soliti imparare un mestiere. Personalmente sono sempre stato affascinato dai motori ed ho avuto una inclinazione naturale verso la tecnica e la meccanica. Fin da giovanissimo, una volta imparata l arte, come si suole dire, ho sentito la spinta per avviare una attività in proprio acquisendo già a sedici anni, un primo piccolo locale dove svolgevo l attività di riparazione vetture e vendita ricambi. Latina era ancora una piccola cittadina e le strade che conosciamo oggi e lo sviluppo urbano era all epoca inesistente. Per chi ricorda come me la città, il verde e le campagne circondavano i pochi palazzi del centro ed erano i tempi in cui, a Latina, sono nate le prime ditte per così dire storiche del settore auto. Nel 1960 il mio cammino con l automobile proseguiva ed era rappresentato all epoca dalla vendita e assistenza Citroen e sola assistenza Mercedes Benz, due ottimi prodotti, in un locale in affitto. Poco dopo entrambe le case fecero le gelose ed io a quel punto scelsi di restare con la sola assistenza e ricambi Mercedes - Benz. Nel 1961 ho dovuto adempiere al servizio militare. Di ritorno nel 1963, mi viene offerto nuovamente il servizio di assistenza e ricambi Mercedes - Benz, diventando poi nel 1967 concessionario di vendita e assistenza per la provincia di Latina. Da subito si è notato un forte sviluppo del giro di affari, dovuto sia al periodo di grande capacità economica che si attraversava all epoca, ma anche all eccellenza e prestigio del marchio, che proprio allora uscì dai suoi canoni di austerità con la nascita di un modello di grande successo, il 190 E e 190 D nelle varie versioni, oltre a vetture di primissimo livello. Sono stati anni d oro per chi, munito di lungimiranza e voglia di lavorare, voleva arrivare lontano. Oggi mi rendo conto che la corretta gestione del personale, nonché la grande attenzione rivolta al cliente, sono stati sempre il nostro pezzo forte e sui quali si è realizzato il nostro successo. Il piacere del contatto con il pubblico e la mia naturale vocazione verso la vendita del prodotto, hanno fatto sì che, forte delle conoscenze tecniche raggiunte, potessi dare alla clientela un servizio di consulenza su assistenza e vendita, su misura per ciascuna esigenza. L Automar, da ditta individuale, si è trasformata nel 1993 in società di capitali, a responsabilità limitata, ingrandendosi geograficamente con punti vendita a Fondi e nel 1997, ad Aprilia, diventando negli anni una realtà di primo livello nell area vendita e assistenza vetture del marchio rappresentato e raggiungendo un fatturato di tutto rispetto, come si addice alle grandi ditte. Nel 2004, per propria scelta, l Automar rimane una entità di sola assistenza e vendita ricambi Mercedes - Benz a cui si aggiunge nel 2010 il marchio Smart per la provincia di Latina, con l intento di offrire alla clientela un servizio a tutto tondo. Durante tutti questi anni ho assistito al mutare del mondo del lavoro e di intendere l azienda. L avvento della globalizzazione, dell Euro e l influenza della politica hanno cambiato tutto. Questi mutamenti, non hanno impedito all Automar S.r.l. di diventare una realtà moderna e competitiva, impegnata nella tutela dell occupazione, e con un occhio sempre attendo al sociale. L Automar ha l onore e il piacere di sponsorizzare da anni, il Premio per Giovani Pianisti intitolato a Lia Tortora, organizzato dal Rotary Club Latina, ospitando presso il salone di Latina la serata del Concerto dei Vincitori. Il premio rappresenta un omaggio ad una pioniera dell educazione musicale a Latina, ed ha dato visibilità negli anni a grandi artisti e promesse, dando luogo sempre a concerti di spessore. Un felice connubio tra il territorio e la raccolta fondi portata avanti dal Rotary Club Latina, per il quale l Automar ha anche il piacere di sponsorizzare da sempre il periodico La Ruota. Oltre al concorso Giacomo Lauri Volpi, per giovani promesse della lirica e ad altre attività di beneficenza, abbiamo il piacere di impegnarci in prima persona nel sociale. Mia figlia Angela, che lavora in azienda da tre anni, ha il piacere di ricoprire nuovamente il ruolo di Presidente del Rotaract Latina, portando così avanti le tradizioni di famiglia. A.G.

6 8 - La Ruota La conviviale presso l'hotel Europa "L'italiano nel mondo" Relatrice Patrizia Bertini Malgarini, professore ordinario di Linguistica alla Lumsa «L'italiano nel mondo»: questo il titolo dell incontro promosso presso l hotel Europa, che ha avuto come relatrice d eccezione Patrizia Bertini Malgarini, professore ordinario di Linguistica italiana presso l Università Lumsa di Roma. «L incontro si è incentrato su alcune delle linee guida principali per il Rotary International, in particolare l Azione per le Nuove Generazioni e la relativa formazione delle stesse ha affermato il presidente del Rotary Club Latina, Domenico Grande La tutela della nostra lingua e la quasi riscoperta della sua bellezza sono elementi essenziali nel processo di crescita personale prima e professionale poi dei giovani e direi dell intera nazione. La stessa risposta entusiasta dei partecipanti all incontro, sia per la qualità e la quantità delle domande, sia per la proposta di patrocinare un forum che veda coinvolti i licei e le organizzazioni di tutela della lingua italiana, sono una dimostrazione del successo della manifestazione». «Qualunque lingua, parlata in un determinato periodo storico da una comunità d individui legati da vincoli sociali e politici e insediata in un determinato territorio, può raggiungere comunità insediate altrove; può cioè essere esportata ha affermato Malgarini - Tra i fattori di diffusione di una lingua al di fuori dai confini nazionali il fenomeno migratorio propone interessanti specificità, sia perché comporta necessariamente lo spostamento di ingenti masse di individui, sia perché il contatto linguistico avviene a livello di lingua d uso, legata quindi primariamente all oralità». La professoressa Malgarini ha lavorato alla ricostruzione della storia della letteratura dialettale sia fra Sei e Ottocento (specialmente in relazione alla situazione romana), sia, più in generale, riguardo al rapporto tra lingua e dialetto nella storia letteraria italiana (Dialetti e letteratura, UTET, Torino). Da ultimo ha approfondito vari aspetti delle problematiche legate al ruolo svolto dalla Chiesa e dalla pietas cattolica nella storia linguistica italiana con contributi che si muovono dalla lingua delle scrittrici mistiche (con riferimento anche a un volgarizzamento umbro del Liber specialis gratiae di Matilde di Hackerborn), alle traduzioni letterarie dei Vangeli (quelle di Alvaro e Quasimodo), alle traduzioni dei salmi davidici nel periodo della Controriforma e nella modernità novecentesca (in partic. Guido Ceronetti). In parallelo si collocano gli studi sull utilizzo di fonti bibliche nel Vocabolario degli Accademici della Crusca nelle sue diverse impressioni (Convegno ASLI Padova- Venezia 2012).

7 LA RUOTA - 9 Conviviale sulla legge 231 Recentemente nella sala riunioni dell'hotel Europa di Latina, si è tenuta una conferenza molto interessante sotto tutti i punti di vista. Il tema era mirato alla sottolineatura del Decreto Legge n. 231 del 2001 in tema di responsabilità delle persone giuridiche e lo stesso in riferimento alla dinamica del nostro Club. A tenere la relazione è stato l'ing. Rodolfo Maria Cieri South Europe Quality Coordinator della Nalco An Ecolab Company. Dopo una breve panoramica sulle motivazioni che hanno indotto in passato e possono indurre in futuro le più diverse persone giuridiche a commettere reati, abbiamo visto quale è stata l'evoluzione internazionale sin dall'atto del World Trade Organization del 1990 e come sia stata poi recepita in Italia. Con questo decreto, il legislatore ha voluto rendere le persone giudiridiche sanzionabili e punibili esattamente come le persone giuridiche. Prima di questo decreto, infatti, le persone giuridiche restavano libere di continuare ad operare, anche contro legge, semplicemente rinnovando gli organi rappresentativi. In altri termini, chi pagava, ante 231, era l'ammnistratore e non l'azienda ora, entrambi. Infine, abbiamo visto cosa sia e come vada ingegnerizzato, prima, e gestito, poi, il così detto "Modello di Gestione, Organizzazione e Controllo ex D.L.gs. 231/01 ", ovverosia quel modello di Governance che è funzionale alla prevenzione dei "reati presupposti" (cioè di quei reati per i quali la legge prevede anche la responsabilità dell'ente ) e che permette di conseguire la "Esimente Speciale" (limitazione della responsabilità a colui che ha commesso il reato salvaguardando la persona giuridica). Al termine della relazione dell'ing. Cieri, il presidente del Rotary Club di Latina Domenico Grande ha sollecitato gli astanti a rivolgere domande esplicative sull'argomento. Domande che hanno permesso di approfondire alcuni aspetti, tra i quali: 1 Le aziende quotate in borsa e che operano con la P.A. hanno necessità assoluta di questo modello di gestione. 2 L' integrazione del modello con i sistemi gestionali ISO 9001:2008 (cd. Qualità), ISO 14001:2004 (cd. Ambiente) e BS OHSAS 1800:2007 (cd. Sicurezza), permette sia economie di scala nei costi di progettazione, impianto e gestione, che risparmi interni correlati a processi aziendali resi più efficienti ed efficaci. 3 I costi d'implementazione e gestione del modello (dell'ordine di poche decine di migliaia di euro) permettono nell' immediato, risparmi sufficienti a ripagare l'investimento e nel medio lungo periodo possono essere motivo di sopravvivenza dell'azienda. 4 Il cambio di cultura e mentalità coinvolge tutti i così detti "stakeholders" (dipendenti, consulenti, fornitori, clienti, partner, ecc.) Franco Borretti Curriculum dell' ing. Rodolfo Maria Cieri È nato a Roma nel 1949, sposato con una figlia e nonno di un nipote, si è laureato in Ingegneria Chimica nel Autore di numerose pubblicazioni scientifiche, collabora con il prof. C. Mustacchi, ordinario di Impianti chimici I. Terminata l'esperienza univesitaria, opera nel campo dei prodotti chimici per l' industria ed approfondisce la conoscenza di tutti i maggiori settori industriali (acciaio, carta, chimico, petrolifero, petrolchimico e produzione energetica). Attualmente, dopo numerose esperienze di lavoro, opera per il Gruppo Ecolab (multinazionale con sede a St. Paul - Minnesota - Usa ) ricoprendo il ruolo di Quality Coordinator di Nalco Italiana per il sud Europa. Per le società italiane del gruppo, in particolare, ha guidato la progettazione del Modello di Gestione, Organizzazione e Controllo e ne ha poi curato negli anni, la gestione in qualità di membro interno dei vari Organismi di Vigilanza. Durante questi anni di lavoro è stato anche: Membro del gruppo Confindustria per lo sviluppo della Piccola e Media Industria prima in Russia e poi in Messico; Rappresentante dell'unione Industriali della Provincia di Rieti presso la Commissione Ambiente della Confindustria; Insegnante alla Scuola Interregionale di Tecnologia per Tecnici Cartari - Istituto di S. Zeno - Verona nel Corso di Tecnologia per Tecnici Cartari per un decennio: Istruttore certificato da Wilson Learning per l'erogazione di corsi di formazione. FOTO OTTICA FABIO TONAZZI Via Cesare Augusto snc (Angolo via V. Alfieri) LATINA - Tel Servizi matrimoniali Filmati video Sviluppo e stampa in giornata Stampe digitali Esame della vista Centro lenti a contatto

8 10 - La Ruota Rotaract on surf Prima attività per il Rotaract Latina che inizia l anno all insegna dell amicizia e dello sport. Nella splendida cornice di Torre Caldara, o Torre Caldana, sul lungomare di Anzio, il club ha dato la possibilità di usufruire di una lezione di surf da onda, organizzata da Emanuele Amato, un ragazzo che si sta avvicinando al club e che per lavoro e passione pratica questo sport, collaborando tra l altro con la scuola Anzio Surf del luogo. Il connubio sport e location è stato particolarmente felice. La Tor Caldara, eretta da Marcantonio Colonna su autorizzazione di Papa Pio IV, fa parte, insieme alla Torre Paola di Sabaudia che tutti conosciamo e alla Torre Fogliano, ormai distrutta, delle torri costiere del litorale pontino. Tutte di costruzione Cinquecentesca, erano utili all avvistamento dei pirati Saraceni, che all epoca imperversavano nella zona. La Torre in questione, in particolare, era utilizzata anche per la difesa delle miniere di zolfo retrostanti. La particolarità del luogo oltre che per motivi storici, è data anche da tesori naturalistici. In pochi conosceranno forse la Riserva Naturale di Tor Caldara, gestita dal WWF, istituita nel 1988, dalla Regione Lazio, che si estende per circa 44 ettari sul litorale a sud di Roma nel comune di Anzio. Sito di importanza a livello europeo, è un una testimonianza ormai rara delle antiche foreste litoranee che occupavano l intero settore costiero del Lazio meridionale. All'interno il territorio è caratterizzato da numerose piccole sorgenti sulfuree, un residuo termale di un'attività vulcanica molto più intensa legata al distretto vulcanico dei Colli Albani (Vulcano Laziale), che qui ne rappresenta l'estrema propaggine a mare. I bagnanti della zona sono soliti usarle per cure di bellezza della pelle naturali e gratuite! Ma non finisce qui. La particolarità della zona non è solo riferita alla terra ma anche alle acque. Chi conosce le coste laziali dal Circeo, fino a Nettuno, sa che il surf o il wind surf sono praticabili solo in giornate particolarmente ventose e di mare mosso, in verità non frequenti nella zona. Le coste di Anzio e Lavinio invece sorprendono per la presenza costante di onde, che ben si presta per il surf da tavola. La scuola Surf Anzio, nata nel 2006, con il suo motto, LESS FIRE, MORE WATER è dedita a diffondere e sensibilizzare gli appassionati a questo sport, dai bambini agli esperti, insegnando il rispetto della natura e della condivisione dello spazio con i bagnanti. In ricordo di un ambiente familiare, un team di professionisti, e degli amici uniti dalla passione per lo sport e lo stare isieme, ci diamo appuntamento alla prossima lezione! Angela Galatà

9 Intervista al Business Manager di Quinary Emanuele Sciarra In Ottobre il Rotary Club Latina organizza in collaborazione con l'stituto Tecnico Industriale "Galilei Sani" una settimana della formazione, con una serie di seminari e workshop in cui i ragazzi delle classi quinte avranno modo di confrontarsi con aziende leader nel settore della formazione e comunicazione, con una serie di micro-progetti legati a situazioni concrete. Main sponsor dell'evento è Quinary S.p.A., (www. quinary.it), azienda leader nel campo dell'information and Communication Technology. Di seguito riportiamo l'intervista ad Emanuele Sciarra, Business Unit Manager della divisione Outsourcing Services, nella quale il dott. Sciarra illustra come è venuto a conoscenza del Rotary e del perché ha appoggiato l'iniziativa del nostro club. > Come è entrato in contatto col Rotary Club di Latina? Ho incontrato Domenico Grande a distanza di un paio di anni dall'ultima volta che ci eravamo visti, dopo aver condiviso una importante esperienza di lavoro su un cliente che avevamo in comune e, parlando di "cosa stiamo facendo da grandi", è emerso il suo impegno presso il Rotary Club di Latina. > Di cosa si occupa nel suo lavoro? Oggi sono a capo della struttura "Outsourcing Services" in qualità di "Business Unit Manager" presso Quinary S.p.A., un Azienda attiva e dinamica che opera, a livello Europeo, come System Integrator nel settore dell ICT, principalmente sui mercati Telco, Media & Enterprice, PA e Pharma. > Quali, secondo Lei, i punti in comune tra Quinary e Rotary? Quinary pone molta attenzione sia alla Ricerca&Sviluppo, per la quale ha un area dedicata, che alla formazione e crescita del personale, in particolare nei confronti dei giovani elementi. Durante i vari incontri con Domenico e nel corso degli Eventi a cui ho avuto l occasione di partecipare, ho constatato con piacere che gli obiettivi di una Associazione come il Rotary sposano appieno la filosofia di un azienda come Quinary. A tal proposito permettetemi di fare questa citazione "Il Rotary è un'organizzazione composta da individui orientati al servizio e impegnati a rendere il mondo un posto migliore attraverso sviluppo economico e comunitario ". > Quali obiettivi pensate di perseguire? Stiamo lavorando insieme per cercare di mettere a frutto la nostra esperienza e capacità, con l ausilio dell impegno sociale del Rotary. A tal proposito saremo presto impegnati in una iniziativa volta principalmente a far conoscere ai giovani studenti il mondo del lavoro e non solo DAL QUOTIDIANO "LATINA OGGI" LA RUOTA - 11 come semplice sponsor. > Quale la Vostra proposta? L obiettivo principale è riuscire a condividere la nostra esperienza tecnologica, maturata sul campo della Formazione Distance & Virtual (elearning), fornendo una overview completa sull argomento, con approfondimenti su tecnologie ed infrastrutture, piattaforme e tecniche di sviluppo. Credo che sarà una esperienza interessante.

10 12 - La Ruota La festa di fine estate Chiacchiere, salsicce e gazebo Una splendida giornata di sole ha accompagnato l allegra kermesse di chiacchiere, manicaretti e Rotary che il nostro Club ha trascorso presso la location messa a disposizione dal nostro amato Presidente e dalla sua gentile consorte. E tutto perché sentiamo di dover fare ROTARY, dover creare concrete premesse per il bene che ROTARY fa nel mondo e, certo, anche qui da noi! Partecipiamo numerosi! Era stato lo sprone che Domenico ci aveva inviato con ogni mezzo per far sì che la manifestazione avesse il giusto e meritato successo; ed aveva ragione! se è vero che ci si è ritrovati in un centinaio ad invadere bonariamente il giardino di casa Grande. Numerosi gazebo erano stati predisposti per offrire riparo dal sole ancora fortemente estivo ed una magnifica postazione operativa nella quale sin da subito, succulente salsicce ed invitanti costatine di maiale si offrivano volontari e al sacrificale rogo di un barbecue magistralmente guidato ed accudito da Pino Titone ed Innocenzo D Erme. Alle tredici, orario al quale era stato rinviato l inizio delle danze, cominciano ad arrivare gli ospiti, quasi alla chetichella, recando cesti, pentole, tegami e contenitori stracolmi di ogni leccornia. All ingresso, un aperitivo, tanto per gradire e come se cene fosse stato bisogno aprire lo stomaco; ma che, ma gli stomaci erano già di sicuro bell e aperti! Tanto che la preparazione degli antipasti (torte rustiche per la maggiore e delizioso patè al tonno) era seguita passo passo da chi era più interessato a dare inizio alle danze, piuttosto che dare una mano. Qualcuno azzardava anche una giustificazione invero assai ingenua sostenendo che avesse provveduto ad eliminare i pezzetti di pizza rustica non perfettamente regolari, geometricamente, tanto per rendere impeccabile la presentazione, ma nessuno aveva intenzione di credergli, anzi, qualcuno approfittava di queste scuse accampate per accaparrarsi sostanziose porzioni. Forse ci si aspettava un annuncio ufficiale da parte di qualcuno; i più, presa in mano la situazione, conquistavano i tavoli e si apprestavano ad assaporare le decine di pietanze che sapienti mani avevano approntato per la bisogna. Intanto nella cucina le pentole di legumi pippiavano sommessamente e si poteva assistere ad una simpatica danza che le cozze, maritate ai fagioli, per l occasione, eseguivano nel tegame venendo ogni tanto a galla, quasi a voler prendere una boccata d aria prima di immergersi ancora una volta negli umori sapidi di una minestra che sposa il mare alla montagna in un connubio intrigante e pregno di promesse. Le portate erano talmente numerose che una inseguiva l altra in un tourbillon di odori e di sapori che si spandevano nell aria tersa e tiepida del primo meriggio. I cibi, tutti di ottima qualità e fattura, si spandevano per i tavoli senza un apparente ordine precostituito così, un ottimo risotto al radicchio cucinato in diretta dal buon Roberto Micolitti giunge agli onori delle cronache quando ormai più di qualcuno ha rivolto la propria COOPERATIVA SOCIALE "SAN BENEDETTO" COOPERATIVA A MUTUALITÀ PRVALENTE DI DIRITTO A Via Tucci, Latina - Fax C.F P. IVA Manutenzione del verde pubblico e privato Realizzazione di parchi o giardini Potature Piccoli traslochi Pulizie in genere Cell:

11 LA RUOTA - 13 attenzione alle crostate che, intanto, hanno fatto il loro ingresso sul tavolo del buffet. Insomma, un simpatico quanto gustoso disordine nel quale ogni partecipante deve essersi trovato a suo agio, tanto da rimanere ad assaggiare o a gustare senza preoccuparsi troppo del fatto che, magari, la minestra di fagioli e cozze arriva dopo la caponata o assieme alla frutta. Perché, infine, ciò che conta è stare insieme in amicizia, magari senza troppo osservare l etichetta, anche soltanto per condividere con gli amici una battuta, un complimento ai cuochi, un grazie ai padroni di casa. Numerosi si diceva i partecipanti; naturalmente i soci del Club hanno fatto la parte del leone, ma non possiamo dimenticare l apporto delle socie dell Inner Weel né quello dei ragazzi del Rotaract, così come ci ha fatto immenso piacere ospitare soci dei Club di Aprilia Cisterna, Golfo d Anzio, Velletri, Roma Casal Palocco, Pomezia Lavinium e dulcis in fundo, Silvio Piccioni e Pina. Si sa che dietro ogni iniziativa del Club c è sempre una ragione concreta legata al servire rotariano e anche in questa occasione, si è cercato di legare la manifestazione alla Rotary Foundation. Il contributo che è stato chiesto ad ogni partecipante è stato destinato, infatti, ai programmi della Rotary Foundation. Anche per questo, verso la fine della giornata è stata organizzata una lotteria ed un asta per la vendita di oggetti il cui ricavato è andato a impinguare il gruzzolo che la generosità dei soci aveva già consentito di raggranellare. Insomma, è stato messo insieme un buon contributo per la nostra doverosa partecipazione alla ROTARY FOUNDATION. Un ultima annotazione devo fare per ricordare che la giornata è stata allietata dalle note di un complessino Coffee break e dalla bella voce di Chiara Alfiero che ci ha deliziato con un sound molto particolare, piacevole e di classe. E poi, come non ringraziare la famiglia che ci ha ospitato? Grazie Domenico!, Grazie Alessandra! Siete davvero grandi. A. Nicotra Visti... da lontano Con la rotazione annuale della presidenza e la massima trasparenza delle sue attività, la conviviale è la caratteristica costitutiva di un club rotariano. Non di rado ne è anche uno dei motivi ricorrenti di sarcasmo, che tanti spiriti ameni e disinformati rivolgono al Rotary. Non ultimo, un esponente della maggiore formazione della sinistra marxista, che ha fatto, inconsapevolmente, come in genere gli succede, un complimento importante al Rotary, definendolo un associazione di vecchi buontemponi, la cui occupazione maggiore è quella di organizzare conviviali. Gratissimi, non possiamo che convenire, aiutandolo anzi a confermare e illustrare meglio il concetto. Conviviale, infatti, è un termine importante della più moderna sistematica della scienza o teoria della comunicazione. Secondo essa, la comunicazione è la funzione che distingue i viventi tutti dal mondo inanimato, sin dal più piccolo essere unicellulare e li mette in condizione di interreagire con l ambiente. Il linguaggio, poi, ne è la sua parte più elevata ed è propria dei viventi superiori, come già in un piccolo insetto. Ma è solo del suo esponente massimo, l uomo, il linguaggio articolato e cioè una emissione di suoni riccamente modulata, che lo mette in grado di collegarsi con l ambiente e di adattarvisi al meglio. In sintesi, secondo le ultime sistematizzazioni della scienza della comunicazione la storia di essa si articola in cinque periodi: dopo il buio della preistoria, di cui restano solo testimonianze ridotte, ma molto significative, come alcuni graffiti, la comunicazione ha attraversato un lunghissimo periodo di oralità, detto anche omerico, dal suo più noto rappresentante, che fu, appunto, quell Omero che ha permesso di tramandare millenni della storia umana e la conviviale, a cui si dedicarono i monaci dei conventi. In questa prima Rubrica di "opinioni" su avvenimenti e personaggi del nostro tempo di PASQUALE BOSSA LA CONVIVIALE fase della oralità, i frati si occuparono di tramandare la storia, servendosi della scrittura a mano e della recitazione conviviale. La scrittura, nelle sue varie forme, come la cuneiforme, la geroglifica, e, soprattutto, quella amanuense dei conventi cristiani, conservò e tramandò il sapere ai posteri. Sono poi classificate tre epoche successive: quella della stampa o di Gutenberg, che inventando i "caratteri mobili", fece letteralmente esplodere la trasmissione del sapere, consentendo di diffondere un testo sacro, quale la Bibbia, fino allora privilegio di pochi eletti, a milioni di persone; quella elettrica o di Marconi, con la radio, latv e la trasmissione a distanza di parole e immagini; quella mediatica o di Bill Gates con la utilizzazione del linguaggio binario, o dei bit, in cui siamo ora immersi. Ma a noi, in questa sede, interessa specificatamente la fase della oralità conviviale. Fu con questo sistema che i monaci moltiplicarono il numero di soggetti a cui passavano il messaggio, recitandolo durante il momento della giornata, in cui necessariamente la gente si riuniva e cioè durante il pasto. La conviviale non è dunque un fine edonistico, ma il mezzo più efficace per assolvere ad un compito culturale e civile ben più alto, anzi essenziale per la società. Eccoci, dunque, al dunque! Dovremmo far capire a persone mediocremente colte e ancor meno informate, che la conviviale rotariana, non è un lusso di capitalisti goderecci, ma un ritorno cosciente alla più antica sapienza e alla più sapiente delle antichità, tradizionali della civiltà dell uomo. Può essere una fatica anche in parte sprecata, considerando le radici culturali della nostra intellighenzia al momento dominante, ma è necessario farlo, e con convinzione, perché è scritto che costoro non prevalebunt. Fortunatamente!

12 14 - La Ruota Programma Ottobre Giovedì Gita a Roma per mostra pittore futurista Balla. Partenza da Latina ore piazzale Obi 10 Giovedì Ore Consiglio Direttivo c/o Hotel Europa 17 Giovedì Ore Assemblea per soli soci dedicata all'elezione della commissione per la designazione del Presidente Relazione dedicata al tema del mese - Azione Professionale. 24 Giovedì Riunione non conviviale. 31 Giovedì Ore Conviviale c/o Hotel Europa. Relatore dott. Guido Carlevaro, responsabile Atos Worldgrid per progetti di Media Management and Web Tv. Relazione sul tema "Web TV - Stato dell'arte della rivoluzione continua". Si prega di confermare la propria adesione alla sig.ra Bianca al n entro il lunedì precedente la riunione Buon compleanno a: Carmelo ZACCURI 9 ottobre Donato SCATTARELLI 19 ottobre Luciano LEPORE 21 ottobre Gian Carlo LAZZAROTTO 27 ottobre Cosa serve per cambiare il mondo? Secondo oltre un milione di Rotariani, si comincia con l impegno per servire al di sopra di ogni interesse personale! PROGRAMMA GITA AI CAMPI FLEGREI E NAPOLI: DAL 25 AL 27 OTTOBRE Giorno: Ritrovo dei Sig.ri Partecipanti davanti la Viamondo Viaggi alle ore Partenza alla volta di Pozzuoli. Sistemazione nell hotel riservato. In serata visita panoramica libera al TEMPIO ROMANO DI SERAPIDE nei pressi del porto, l ANFITEATRO FLAVIO ed il pittoresco rione TER- RA dove sorgeva l ANTICA ACROPOLI. Cena in ristorante tipico a Pozzuoli. Incontro con i soci ROTARIANI del posto. Pernottamento in hotel. 2 Giorno: Dopo la prima colazione partenza alla volta di Baia (BACOLI). Arrivo nel porto di Baia. Imbarco sul Battello dal fondo trasparente CYMBA (Questo è un battello dall ampio fondo finestrato che consente a 48 passeggeri di navigare osservando le ville, i mosaici policromi ed i reperti sormmersi comodamente seduti sotto il livello del mare). PRANZO TIPICO IN RISTORANTE. Nel pomeriggio visita guidata alla volta della passeggiata nel PARCO ARCHEOLOGICO di CUMA, antica città grecoromana, dove è tangibile il conubbio tra i monumenti riecheggianti storia e mito e l incanto del paesaggio costiero.oltre al Tempio di Apollo e al Tempio di Giove, la principale attrazione è sempre stata l ANTRO DELLA SIBILLA, una galleria di sezione trapeizoidale scavata nel tufo e uno dei più importanti santuari dell antichità. Si prosegue con giro panoramico in pullman costeggiando il LAGO D AVERNO, sino a Baia con il suo Parco Archeologico. Cena tipica in agriturismo. Pernottamento in hotel. 3 Giorno: Dopo la prima colazione, partenza alla volta della visita panoramica di mezza giornata di Napoli. Inizierete a visitare la collina di POSILLIPO, il VOMERO, MARECHIA- RO, fino al LUNGOMARE DI VIA CARACCIOLO, Mergellina, S. LUCIA E CASTEL DELL OVO, da lì poi si raggiunge a piedi per un altro tour guidato al centro monumentale con la splendida GALLERIA UMBERTO, il TEATRO S. CARLO, il PALAZZO REALE e la PIAZZA del PLEBISCITO. Pranzo in Ristorante. Consiglio una sosta per un caffè ed una sfogliatella al famoso bar GAMBRINUS. Rientro in serata a Latina. BUON VIAGGIO!!! La quota comprende: Pullman G.T. dotato di tutte le concessioni, ass.ne viaggio Hotel 3 /4 stelle Tratt. di pensione completa visita guidata di Baia del 2 gg. escursione in Battello il 2 gg. escursione a Napoli il 3. La quota non comprende: Quanto non espressamente descritto nella quota comprende. QUOTA PRO-CAPITE EURO 299,00

13 LA RUOTA - 15 ROTARY INTERNATIONAL Distretti: 2031, 2032, 2041, 2042, 2050, 2080, 2100, 2110 e 2120 ETIC Etica e Tecnologie dell Informazione e della Comunicazione 10 PREMI 1 premio nazionale dell importo di premi distrettuali dell importo di AICA e ROTARY INTERNATIONAL per tesi di laurea o di dottorato su argomenti concernenti l area dell ETIC Possono partecipare al concorso laureati che abbiamo conseguito il titolo presso una Università italiana o dottori di ricerca che abbiano consegnato formalmente la tesi o superato l esame finale di dottorato nel periodo: LA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE DOVRA ESSERE PRESENTATA ENTRO IL 7 MARZO 2014 PER VIA TELEMATICA, ACCEDENDO AL SITO DI AICA: con il patrocinio di messi in palio da: Etica e Tecnologie dell Informazione e della Comunicazione 1 aprile febbraio 2014 Segreteria del premio: AICA - P.le R. Morandi Milano

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Introduzione all Azione professionale

Introduzione all Azione professionale Introduzione all Azione professionale Introduzione all Azione professionale L affiliazione al Rotary si basa sulle capacità professionali dei suoi soci, ed ogni club si sforza di creare un microcosmo del

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

E quindi un emorragia di cervelli

E quindi un emorragia di cervelli Intervistato: Angelo Colaiacovo, Sindaco di Aliano Soggetto: prospettive per i giovani, Parco Letterario Carlo Levi, vivibilità di Aliano Luogo e data dell intervista: Aliano, agosto 2007 Audio file: Colaiacovo_2

Dettagli

Giornale degli Alunni della Scuola Media "Virgilio" Via Trebbia - CREMONA. Sono in terza media Che cosa provo? Preoccupazione, gioia, speranza,

Giornale degli Alunni della Scuola Media Virgilio Via Trebbia - CREMONA. Sono in terza media Che cosa provo? Preoccupazione, gioia, speranza, Noi in poche pagine Giornale degli Alunni della Scuola Media "Virgilio" Via Trebbia - CREMONA XVI EDIZIONE ~ ANNO 2014-2015 9 ottobre 2014 SOMMARIO SPECIALE CLASSE 3^B Ø RIFLESSIONI DEI PRIMI GIORNI DI

Dettagli

FORUM DISTRETTUALE SULLA LEADERSHIP

FORUM DISTRETTUALE SULLA LEADERSHIP FORUM DISTRETTUALE SULLA LEADERSHIP Treviso, 6 Settembre 2014 Nota: trovate in questa sezione del sito anche una dettagliata descrizione della metodologia utilizzata, che si chiama World Cafè. Dopo i saluti

Dettagli

Scopri con noi cosa abbiamo in Comune

Scopri con noi cosa abbiamo in Comune Scopri con noi cosa abbiamo in Comune Piccoli cittadini crescono Lidia Tonelli, Scuola Primaria Calvisano INPUT: L Assessorato alla Pubblica Istruzione propone alle classi quinte un percorso di educazione

Dettagli

Parrocchia di San Paolo

Parrocchia di San Paolo Parrocchia di San Paolo Consiglio pastorale 27 Novembre 2011 Questa speciale edizione del Consiglio Pastorale prende vita in una soleggiata domenica novembrina: presenti 45 persone che, dopo aver celebrato

Dettagli

Distretto 2072 Rotaract Club Lugo Rotary Club Padrino: Rotary Club Lugo A.R. 2014/2015 www.rotaractlugo.org

Distretto 2072 Rotaract Club Lugo Rotary Club Padrino: Rotary Club Lugo A.R. 2014/2015 www.rotaractlugo.org Presidente Jonni Sangiorgi Segreteria Simone Facchini (facchini.sim@gmail.com) Via Medici 10, Lugo (Ra) Sara Savioli (sarinasavio89@yahoo.it) Viale Oriani 30, Lugo (Ra) Email Club: rotaractclublugo@libero.it

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Dettato. DEVI SCRIVERE IL TESTO NEL FOGLIO DELL ASCOLTO PROVA N.1 - DETTATO. 2 Ascolto Prova n. 2 Ascolta il testo: è un dialogo tra due ragazzi

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Commencement Speech Master SPRINT Progetto PONa3_00370. Innanzitutto, a nome di tutti i formandi del Master SPRINT, porgo i saluti al Magnifico

Commencement Speech Master SPRINT Progetto PONa3_00370. Innanzitutto, a nome di tutti i formandi del Master SPRINT, porgo i saluti al Magnifico Commencement Speech Master SPRINT Progetto PONa3_00370 Buongiorno a tutti. Innanzitutto, a nome di tutti i formandi del Master SPRINT, porgo i saluti al Magnifico Rettore che questa mattina ci ha onorato

Dettagli

Il Club. Direttivo A.R. 2014/2015. Presidente: Riccardo Lasagni Manghi. Vice Presidente: Guglielmo Del Sante. Segretario: Veronica Volpi

Il Club. Direttivo A.R. 2014/2015. Presidente: Riccardo Lasagni Manghi. Vice Presidente: Guglielmo Del Sante. Segretario: Veronica Volpi Club News Bollettino del mese di giugno 2014 Ai soci e aspiranti del Rotaract Club Reggio Emilia Al Presidente del Rotary Club Reggio Emilia Al Presidente della Commissione Progetti per i Giovani del Rotary

Dettagli

Tanti doni bellissimi!

Tanti doni bellissimi! Tanti doni bellissimi! Io sono dono di Dio e sono chiamato per nome. Progetto Educativo Didattico Religioso Anno Scolastico 2015 2016 Premessa Il titolo scelto per la programmazione religiosa 2015 2016

Dettagli

-------------------------------------------------------------------------------------------------------

------------------------------------------------------------------------------------------------------- pelle su pelle Testo tratto dalle interviste realizzate in occasione della festa del volontariato - Casalecchio di Reno 22 aprile 2013 a cura dell associazione di promozione sociale Gruppo Elettrogeno

Dettagli

ROTARACT CLUB CESENA Distretto 2072 - Italia Bollettino Dicembre 2013

ROTARACT CLUB CESENA Distretto 2072 - Italia Bollettino Dicembre 2013 ROTARACT CLUB CESENA Distretto 2072 - Italia Bollettino Dicembre 2013 A tutti i Soci ed Amici del Rotaract Club Cesena al Governatore Rotary Distretto 2072, Giuseppe Castagnoli al Presidente della Commissione

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un attimo assentarmi, ma è una questione di cinque minuti. Devo uscire,

Dettagli

PROGETTO PON MATEMATICAMENTE

PROGETTO PON MATEMATICAMENTE PROGETTO PON MATEMATICAMENTE In quest anno scolastico nel nostro Circolo Didattico per la prima volta si è realizzato il Progetto PON: Obiettivo C Migliorare i livelli di conoscenza e competenza dei giovani

Dettagli

RELAZIONE PROGRAMMATICA

RELAZIONE PROGRAMMATICA RELAZIONE PROGRAMMATICA Autorità rotariane, Autorità civili, Soci, gentili ospiti, come da protocollo siamo qui stasera per la mia relazione programmatica dell anno rotariano 2015 2016. Prima di tutto

Dettagli

Possa tu costruire la scala che conduce alle stelle e percorrerne ogni gradino (Bob Dylan)

Possa tu costruire la scala che conduce alle stelle e percorrerne ogni gradino (Bob Dylan) PROGETTO: Una vita, tante storie Possa tu costruire la scala che conduce alle stelle e percorrerne ogni gradino (Bob Dylan) Introduzione: Il racconto della propria vita è il racconto di ciò che si pensa

Dettagli

ECCOCI. Sommario. Ottobre 2014 - n. 7. Alle famiglie 1. Pronti...partenza...via... 2. Tempo di nuove conoscenze. Una vacanza speciale 4

ECCOCI. Sommario. Ottobre 2014 - n. 7. Alle famiglie 1. Pronti...partenza...via... 2. Tempo di nuove conoscenze. Una vacanza speciale 4 ECCOCI Sommario Alle famiglie 1 Pronti...partenza...via... 2 Tempo di nuove conoscenze al CSE Una vacanza speciale 4 Sempre più creativi... insieme Tappi e non solo 6 Prossimi appuntamenti 7 Recapiti 8

Dettagli

Distretto 2072 Rotaract Club Lugo Rotary Club Padrino: Rotary Club Lugo A.R. 2014/2015 www.rotaractlugo.org

Distretto 2072 Rotaract Club Lugo Rotary Club Padrino: Rotary Club Lugo A.R. 2014/2015 www.rotaractlugo.org Presidente Jonni Sangiorgi Segreteria Simone Facchini (facchini.sim@gmail.com) Via Medici 10, Lugo (Ra) Sara Savioli (sarinasavio89@yahoo.it) Viale Oriani 30, Lugo (Ra) Email Club: rotaractclublugo@libero.it

Dettagli

RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 118 DEL 25.11.2015

RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 118 DEL 25.11.2015 RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 118 DEL 25.11.2015 Ottavo punto all O.d.G. O.d.G. del Consigliere Musa sulle celebrazioni matrimoniali in luoghi diversi della casa comunale Illustra il Consigliere

Dettagli

ROTARY CLUB MONTEBELLUNA DISTRETTO 2060 ANNO ROTARIANO 2008-2009 PRESIDENZA: ROBERTO CONTENTO

ROTARY CLUB MONTEBELLUNA DISTRETTO 2060 ANNO ROTARIANO 2008-2009 PRESIDENZA: ROBERTO CONTENTO ROTARY CLUB MONTEBELLUNA DISTRETTO 2060 ANNO ROTARIANO 2008-2009 PRESIDENZA: ROBERTO CONTENTO P R O G R A M M A : LUGLIO MERCOLEDì 02 Presentazione del direttivo, Presidenti di commissione. 01 Linee generali

Dettagli

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 Μάθημα: Ιταλικά Δπίπεδο: 2 Γιάρκεια: 2 ώρες Ημερομηνία: 23 Μαΐοσ

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI

DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI 1 Caro educatore, quest'anno, come ben sai, Il richiamo al Concilio Vaticano II ha rappresentato il filo conduttore del cammino di tutti i ragazzi, i giovani e gli adulti di

Dettagli

ROTARACT CLUB PALERMO MEDITERRANEA Distretto 20110 Rotary International e-mail: racpalermomediterranea@gmail.com. Presidente : Pasquale Pillitteri

ROTARACT CLUB PALERMO MEDITERRANEA Distretto 20110 Rotary International e-mail: racpalermomediterranea@gmail.com. Presidente : Pasquale Pillitteri ROTARACT CLUB PALERMO MEDITERRANEA Distretto 20110 Rotary International Presidente : Circolare n 2 anno sociale 2015/2016 Palermo, 06 Agosto 2015 Ai Signori Soci del Rotaract Club Palermo Mediterranea

Dettagli

Fondamenti del Rotary

Fondamenti del Rotary Fondamenti del Rotary www.rotary.org/it/rotarybasics Come farsi coinvolgere nel Rotary Benvenuto al Rotary! Adesso fai parte di una rete globale di imprenditori, professionisti e volontari della comunità.

Dettagli

Alcuni studenti raccontano.

Alcuni studenti raccontano. Alcuni studenti raccontano. Soggiorno a Londra di Valentina Tornesi III B Il giorno 19 settembre 2010 noi, alcuni alunni della mia Scuola Media di San Francesco, e quattro nostri professori siamo partiti

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Livello CILS A1. Test di ascolto

Livello CILS A1. Test di ascolto Livello CILS A1 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

I rapporti fra i Segretari di Club ed il sito web distrettuale L Area riservata del Club nel sito Distrettuale

I rapporti fra i Segretari di Club ed il sito web distrettuale L Area riservata del Club nel sito Distrettuale I rapporti fra i Segretari di Club ed il sito web distrettuale L Area riservata del Club nel sito Distrettuale Tutti voi conoscete il sito Distrettuale. Oggi esaminiamolo in maniera organica per capire

Dettagli

Newsletter dell associazione La Casa sull Albero, anno VI, mese di maggio 2016. ..il musical

Newsletter dell associazione La Casa sull Albero, anno VI, mese di maggio 2016. ..il musical Newsletter dell associazione La Casa sull Albero, anno VI, mese di maggio 2016 Ci vuole tutta una città per.....il musical Cari tutti, piccoli e grandi. Questa lettura e questo invito sono per ciascuno

Dettagli

LA VOCE DEGLI ANTA. Autunno

LA VOCE DEGLI ANTA. Autunno È lieta di presentarvi LA VOCE DEGLI ANTA Numero 10, Ottobre 2015 Autunno La terra si veste del giallo delle foglie in autunno. Il vento raccoglie i sussurri dei trepidi uccelli e gioca coi rami avvizziti

Dettagli

Io sono dono di Dio. Progetto educativo Di Religione Cattolica. Servizio Educativo San Michele Arcangelo Villanova del Ghebbo

Io sono dono di Dio. Progetto educativo Di Religione Cattolica. Servizio Educativo San Michele Arcangelo Villanova del Ghebbo Io sono dono di Dio Progetto educativo Di Religione Cattolica Servizio Educativo San Michele Arcangelo Villanova del Ghebbo Anno scolastico 2014 2015 PREMESSA L insegnamento della Religione Cattolica nella

Dettagli

FESTA DEI DIPLOMATI 2007

FESTA DEI DIPLOMATI 2007 FESTA DEI DIPLOMATI 2007 15 Luglio 2007 Nella villa Arconati di Castellazzo di Bollate si è tenuta la terza edizione della festa dei diplomati degli Istituti Primo Levi e Erasmo da Rotterdam 296 Studenti

Dettagli

23 24 25 26 27 settembre 2016

23 24 25 26 27 settembre 2016 Associazione culturale Bareggese Via Don Biella 2 Bareggio (MI) P. IVA : 07178300963 www.numtuccinsema.it Castelli Romani e Speciale Roma TOUR DI CINQUE GIORNI 23 24 25 26 27 settembre 2016 Venerdì 23

Dettagli

Verso Nuovi Standards di Assistenza Sociale e Sanitaria: il ruolo del volontariato e delle associazioni private

Verso Nuovi Standards di Assistenza Sociale e Sanitaria: il ruolo del volontariato e delle associazioni private con il Patrocinio di Regione Lazio Assessorato alle Politiche Sociali e Promozione della Salute Presenta Atti del Convegno Verso Nuovi Standards di Assistenza Sociale e Sanitaria: il ruolo del volontariato

Dettagli

- 1 reference coded [3,14% Coverage]

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [3,14% Coverage] - 1 reference coded [3,14% Coverage] Reference 1-3,14% Coverage quindi ti informi sulle cose che ti interessano? sì, sui blog dei miei amici ah, i tuoi amici hanno dei

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA

SCUOLA DELL INFANZIA IL SE E L ALTRO IL CORPO IN MOVIMENTO Prendere coscienza della propria identità Scoprire le diversità Apprendere le prime regole di vita sociale Osservare l ambiente che lo circonda Ascoltare le narrazioni

Dettagli

Numero 3 Maggio 2008. A cura di Giuseppe Prencipe

Numero 3 Maggio 2008. A cura di Giuseppe Prencipe Numero 3 Maggio 2008 A cura di Giuseppe Prencipe Il nostro campione Meggiorini Riccardo nazionalità: Italia nato a: Isola Della Scala (VR) il: 4 Settembre 1985 altezza: 183 cm peso: 75 kg Società di appartenenza:

Dettagli

RELAZIONE PROGRAMMA YOUTH IN ACTION

RELAZIONE PROGRAMMA YOUTH IN ACTION PROGETTO N. 360714-4.6-DE-2011-R1 PERIODO APRILE 2012 A MAGGIO 2013 RELAZIONE PROGRAMMA YOUTH IN ACTION AMU - ASSOCIAZIONE AZIONE PER UN MONDO UNITO A SCUOLA DI CITTADINANZA GLOBALE Questa attività ha

Dettagli

Bollettino N. 2 - Settembre-Ottobre 2014

Bollettino N. 2 - Settembre-Ottobre 2014 Bollettino N. 2 - Settembre-Ottobre 2014 Presidente: Andreina Angiello Anno Rotariano: 2014/2015 Gary C.K. HUANG Ferdinando DEL SANTE Presidente Rotary International Governatore Distretto 2072 Bollettino

Dettagli

CAPPELLA della Sapienza Università di Roma Città Universitaria La Cappella della Sapienza è una comunità cristiana presente ed operante nella realtà universitaria dell Ateneo di Roma. Si propone di essere

Dettagli

Cari saluti a tutti. Carlo Salsa

Cari saluti a tutti. Carlo Salsa Ormai nel lontano 2004, l allora parroco di Trissino Don Giuseppe Nicolin mi chiese di entrare nel CDA del nuovo Ente, Fondazione Casa della Gioventù. Successivamente, i componenti dello stesso organo

Dettagli

GUIDA ALLA PIANIFICAZIONE DI CLUB EFFICIENTI

GUIDA ALLA PIANIFICAZIONE DI CLUB EFFICIENTI GUIDA ALLA PIANIFICAZIONE DI CLUB EFFICIENTI La Guida alla pianificazione di club efficienti è uno strumento per aiutare i club a valutare la propria attuale situazione e determinare gli obiettivi per

Dettagli

Bloggiornalismo. Dal web publishing alle comunità di blog per la classe in rete

Bloggiornalismo. Dal web publishing alle comunità di blog per la classe in rete Bloggiornalismo. Dal web publishing alle comunità di blog per la classe in rete Giulia Caminada Professoressa di Materie Letterarie Scuola Media G. Segantini di Asso giulia.caminada@tiscali.it - www.bloggiornalismo.it

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Giugno 2013 Livello: A2

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Giugno 2013 Livello: A2 per Stranieri di Siena Centro CILS : Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi. Sono brevi dialoghi o annunci. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo adolescenti

Livello CILS A2 Modulo adolescenti Livello CILS A2 Modulo adolescenti MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

DIÖZESANSYNODE SINODO DIOCESANO SINODA DIOZEJANA

DIÖZESANSYNODE SINODO DIOCESANO SINODA DIOZEJANA DIÖZESANSYNODE SINODO DIOCESANO SINODA DIOZEJANA Preparazione biblica al Sinodo Diocesano Elaborata da Michele Tomasi Il sinodo diocesano è un percorso comune di tutta la comunità cristiana della diocesi.

Dettagli

La radio a scuola: l esperienza lombarda della trasmissione La porta accanto Marie Pierre Bartesaghi, Atelier Radio

La radio a scuola: l esperienza lombarda della trasmissione La porta accanto Marie Pierre Bartesaghi, Atelier Radio La radio a scuola: l esperienza lombarda della trasmissione La porta accanto Marie Pierre Bartesaghi, Atelier Radio La storia di questo tipo d esperimento risale all inizio degli anni 80 quando, in Francia,

Dettagli

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci Pensieri. Perché? Cara dottoressa, credo di avere un problema. O forse sono io il problema... La mia storia? Stavo con un ragazzo che due settimane fa mi ha lasciata per la terza volta, solo pochi mesi

Dettagli

Convegno Prospettive future per il volontariato 9 novembre 2012 Bari - Hotel Mercure Villa Romanazzi Carducci - Via Capruzzi, 326

Convegno Prospettive future per il volontariato 9 novembre 2012 Bari - Hotel Mercure Villa Romanazzi Carducci - Via Capruzzi, 326 Convegno Prospettive future per il volontariato 9 novembre 2012 Bari - Hotel Mercure Villa Romanazzi Carducci - Via Capruzzi, 326 Intervento di Stefano Tabò Condivido molto, quasi tutto di quello che è

Dettagli

DIOCESI DI RIETI Ufficio per la Pastorale della Salute IL DIRETTORE

DIOCESI DI RIETI Ufficio per la Pastorale della Salute IL DIRETTORE Grazie a voi ragazzi, ai vostri Professori, ai vostri Presidi che vi hanno dato il permesso di partecipare al nostro incontro. Il nostro incontro formativo di oggi ha un titolo particolare: Facebook: Dalla

Dettagli

DISCORSO DI INSEDIAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE Sangano, 12 giugno 2014

DISCORSO DI INSEDIAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE Sangano, 12 giugno 2014 DISCORSO DI INSEDIAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE Sangano, 12 giugno 2014 Care e cari Sanganesi, egregi Assessori, egregi Consiglieri, caro Dott. Russo, carissima Flavia oggi si insedia il nuovo Consiglio

Dettagli

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato)

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato) Conclusione dell anno catechistico Elementari e Medie Venerdì 30 maggio 2014 FESTA DEL GRAZIE Saluto e accoglienza (don Giancarlo) Canto: Alleluia, la nostra festa Presentazione dell incontro (Roberta)

Dettagli

IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE POLO LICEALE

IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE POLO LICEALE IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE POLO LICEALE LICEO SCIENTIFICO DOMANDA 1 Che cosa ti ha portato a scegliere la

Dettagli

St. Nicholas College. Boys Secondary Naxxar Half-Yearly Examinations February 2014. FORM 3 (First Year) ITALIAN Time: 1 h 30 mins

St. Nicholas College. Boys Secondary Naxxar Half-Yearly Examinations February 2014. FORM 3 (First Year) ITALIAN Time: 1 h 30 mins St. Nicholas College Boys Secondary Naxxar Half-Yearly Examinations February 2014 BS Naxxar FORM 3 (First Year) ITALIAN Time: 1 h 30 mins Name Class A. Grammatica / Funzioni / Lessico: 15 punti 1. Metti

Dettagli

CARTA DI CLAN Clan Sand Creek AGESCI Genova 50

CARTA DI CLAN Clan Sand Creek AGESCI Genova 50 CARTA DI CLAN Clan Sand Creek AGESCI Genova 50 COS'È IL CLAN Il Clan è una comunità dove si possono imparare nuove cose in un clima disteso che offre un opportunità che solo esso ci può dare. E importante

Dettagli

SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE PER LE PROFESSIONI LEGALI

SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE PER LE PROFESSIONI LEGALI SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE PER LE PROFESSIONI LEGALI LA SCUOLA La Scuola di specializzazione per le professioni legali nasce nel 2001 su iniziativa dell Università degli Studi di Pavia e dell Università

Dettagli

Scegli il lavoro che ami e non lavorerai neppure un giorno in tutta la tua vita. Confucio. Club Palermo Ovest fondato nel 1972

Scegli il lavoro che ami e non lavorerai neppure un giorno in tutta la tua vita. Confucio. Club Palermo Ovest fondato nel 1972 Club Palermo Ovest fondato nel 1972 Distretto 2110 anno rotariano 2014-2015 Presidente Lorenzo Spataro Oggetto: Circolare n. 10 Maggio 2015 Palermo, 30.04.2015 Ai sigg.ri Soci del Rotary Club Palermo Ovest

Dettagli

La Notizia GIORNALE. La notizia è un'informazione su un fatto o un avvenimento (in corso o concluso) avvenuto in Italia

La Notizia GIORNALE. La notizia è un'informazione su un fatto o un avvenimento (in corso o concluso) avvenuto in Italia La notizia è un'informazione su un fatto o un avvenimento (in corso o concluso) avvenuto in Italia o nel mondo data da un giornalista per mezzo CARTACEOLa dei giornali (stampa, trasmissione televisiva,

Dettagli

Dello stesso autore presso Rizzoli e BUR. Aprite la mente al vostro cuore. Siate forti nella tenerezza. Lo sguardo semplice e profondo dell amore

Dello stesso autore presso Rizzoli e BUR. Aprite la mente al vostro cuore. Siate forti nella tenerezza. Lo sguardo semplice e profondo dell amore JORGE MARIO BERGOGLIO (Buenos Aires, 1936), laureato in flosofa, è stato ordinato sacerdote nel 1969, vescovo di Auca nel 1992, arcivescovo di Buenos Aires nel 1998, creato cardinale nel 2001 ed eletto

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding)

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) 2010 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text [Ring, ring] SIGNORA ROSSI: Pronto casa Rossi. CARLO: Buonasera signora

Dettagli

Corri per il FAI e proteggi un patrimonio unico al mondo!

Corri per il FAI e proteggi un patrimonio unico al mondo! Monza, 30 maggio 2016 Comunicato stampa Corri per il FAI e proteggi un patrimonio unico al mondo! Parco e Autodromo - Sport e Cultura Domenica 12 giugno 2016 FAIrun nasce dalla volontà di unire cultura

Dettagli

CULTO DELLA SCUOLA DOMENICALE: FACCIAMO FESTA!

CULTO DELLA SCUOLA DOMENICALE: FACCIAMO FESTA! CULTO DELLA SCUOLA DOMENICALE: FACCIAMO FESTA! PREPARATIVI - Preparare un grande cerchio di cartoncino marrone (la torta ) e tanti spicchi di diversi colori vivaci (le fette ), in modo che ci sia uno spicchio

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Lavorare dove inizia il futuro.

Lavorare dove inizia il futuro. Lavorare dove inizia il futuro. Volete una carriera con un futuro? Allora unitevi al team di Swiss Life. 2 Lavorare dove inizia il futuro. Swiss Life investe nel futuro dei suoi collaboratori. E voi? Chi

Dettagli

Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito

Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito che la globalizzazione ha degli effetti positivi per il

Dettagli

Intervista a Stefan Di Kun_Tiqi Surfboards

Intervista a Stefan Di Kun_Tiqi Surfboards Intervista a Stefan Di Kun_Tiqi Surfboards Abbiamo fatto due chiacchiere con Stefan, shaper tedesco trasferitosi da qualche anno in Cantabria, dove ha aperto il primo laboratorio-negozio europeo che produce

Dettagli

Istituto Maria Consolatrice

Istituto Maria Consolatrice ISTITUTO PARITARIO MARIA CONSOLATRICE Via Melchiorre Gioia, 51 20 124 MILANO Tel. 02/66.98.16.48 - Fax 02/66.98.43.64 - Cod.Fiscale: 01798650154 e-mail:direzioneprimaria@ismc.it sito internet: www.consolatricemilano.it

Dettagli

SEDUTA DEL 15.02.2011: ti racconto la mia esperienza al CCR.

SEDUTA DEL 15.02.2011: ti racconto la mia esperienza al CCR. Se ascolto dimentico, se vedo ricordo, se faccio capisco. (Confucio) Numero 3 SEDUTA DEL 15.02.2011: ti racconto la mia esperienza al CCR. Nell ultima seduta del Consiglio sono state graditissime ospiti

Dettagli

Oleggio, 11/5/2014 OMELIA. Lode! Lode! Lode! Amen! Alleluia! Gloria al Signore, sempre!

Oleggio, 11/5/2014 OMELIA. Lode! Lode! Lode! Amen! Alleluia! Gloria al Signore, sempre! 1 Oleggio, 11/5/2014 IV DOMENICA DI PASQUA - ANNO A Letture: Atti 2, 14.36-41 Salmo 23 (22) 1 Pietro 2, 20-25 Vangelo: Giovanni 10, 1-10 Il Pastore Bello NEL NOME DEL PADRE, DEL FIGLIO E DELLO SPIRITO

Dettagli

Il Quotidiano in Classe

Il Quotidiano in Classe Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati dagli studenti sul HYPERLINK "../Downloads/ ilquotidiano.it"ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Laura Torelli Supervisione

Dettagli

attività Camminare insieme Il ruolo dei genitori nel momento della scelta formativa dei propri figli

attività Camminare insieme Il ruolo dei genitori nel momento della scelta formativa dei propri figli QUADERNO DI LAVORO PER I GENITORI attività Camminare insieme Il ruolo dei genitori nel momento della scelta formativa dei propri figli Percorso per genitori di studenti/studentesse in uscita dalla scuola

Dettagli

PENSIERI IN ORDINE SPARSO. - Il diario di un seminarista - di Davide Corini

PENSIERI IN ORDINE SPARSO. - Il diario di un seminarista - di Davide Corini PENSIERI IN ORDINE SPARSO - Il diario di un seminarista - di Davide Corini Come al solito ho bisogno di qualche giorno, dopo un esperienza importante, per rimettere in ordine le cose e cercare di fare

Dettagli

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript 2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: Ciao, Flavia. Mi sono

Dettagli

BENESSERE SUL LAVORO E QUALITA DELLE RELAZIONI Intervista a Christian Boiron. Di Enrico Cheli

BENESSERE SUL LAVORO E QUALITA DELLE RELAZIONI Intervista a Christian Boiron. Di Enrico Cheli BENESSERE SUL LAVORO E QUALITA DELLE RELAZIONI Intervista a Christian Boiron Di Enrico Cheli Cheli: Dott. Boiron, lei è presidente del gruppo Boiron, leader mondiale nel campo dell omeopatia, e da anni

Dettagli

UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere. FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) IL TESTO, I TESTI

UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere. FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) IL TESTO, I TESTI UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) PER COMINCIARE: IL TESTO, I TESTI Es, Misto (Verbale/Non verbale) Fumetto Verbale Non verbale (Visivo/Acustico)

Dettagli

COMENIUS PROJECT CREARE UNA COSCIENZA ECOLOGICA. Liceo Regina Margherita Salerno. 30 marzo 5 aprile 2014. Our future lies in Europe!

COMENIUS PROJECT CREARE UNA COSCIENZA ECOLOGICA. Liceo Regina Margherita Salerno. 30 marzo 5 aprile 2014. Our future lies in Europe! COMENIUS PROJECT Our future lies in Europe! Young people meeting European challenges in the 21 st century CREARE UNA COSCIENZA ECOLOGICA Liceo Regina Margherita Salerno 30 marzo 5 aprile 2014 Il 30 marzo,

Dettagli

5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 1

5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 1 5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 1 Giugno 2010 5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 2 5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010

Dettagli

QUANTE EMOZIONI GESU

QUANTE EMOZIONI GESU SCUOLA DELL INFANZIA SACRA FAMIGLIA La Spezia PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA A.S. 2014-2015 QUANTE EMOZIONI GESU Al centro di qualsiasi programmazione nella scuola dell Infanzia ci deve

Dettagli

Istituto Paritario S. Giuseppe Via Bazzini 10 20131 Milano Anno 21 giugno 2014

Istituto Paritario S. Giuseppe Via Bazzini 10 20131 Milano Anno 21 giugno 2014 Istituto Paritario S. Giuseppe Via Bazzini 10 20131 Milano Anno 21 giugno 2014 Al Papa il 10 maggio ho portato la mia gratitudine per i 35 anni di insegnamento all Istituto San Giuseppe Andare dal Papa

Dettagli

S.I.N.S. Seminario Istruzione Nuovi Soci Anno 2013-2014

S.I.N.S. Seminario Istruzione Nuovi Soci Anno 2013-2014 S.I.N.S. Seminario Istruzione Nuovi Soci Anno 2013-2014 * * * Roberto ARIANI Presidente Commissione Supporto e Sviluppo Informatico I Siti in cui dobbiamo navigare per crescere Cari Amici, il titolo del

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO LECTIO DOCTORALIS. Maria Luisa Cosso. Aula Magna del Rettorato 24 luglio 2007. Via G.

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO LECTIO DOCTORALIS. Maria Luisa Cosso. Aula Magna del Rettorato 24 luglio 2007. Via G. UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO LECTIO DOCTORALIS Maria Luisa Cosso Aula Magna del Rettorato 24 luglio 2007 Via G. Verdi, 8 - Torino Magnifico Rettore, Signor Preside, Professor Conti, Signore e Signori,

Dettagli

LE PAROLE CHE AIUTANO A RITROVARSI

LE PAROLE CHE AIUTANO A RITROVARSI LE PAROLE CHE AIUTANO A RITROVARSI Fare un giornale di strada a cura di Giorgio Bombieri LADRI DI BICICLETTE Ladri di Biciclette (LdB) nasce a Venezia come newsletter per persone tossicodipendenti, nel

Dettagli

Silvio Trivelloni, maratoneta: la testa è il vero motore del nostro corpo

Silvio Trivelloni, maratoneta: la testa è il vero motore del nostro corpo Silvio Trivelloni, maratoneta: la testa è il vero motore del nostro corpo Matteo SIMONE Silvio Trivelloni sceglie l Atletica Leggera alla scuola media con il Concorso Esercito Scuola e poi diventa un Atleta

Dettagli

Ciao Musica! di Riccardo Nardozzi

Ciao Musica! di Riccardo Nardozzi Ciao Musica! di Riccardo Nardozzi Sono nell aula, vuota, silenziosa, e li aspetto. Ogni volta con una grande emozione, perché con i bambini ogni volta è diverso. Li sento arrivare, da lontano, poi sempre

Dettagli

Bollettino di Club Ottobre 2015

Bollettino di Club Ottobre 2015 Bollettino di Club Ottobre 2015 Al Governatore Distretto Rotary 2071 - A.R. 2015-16 - Dott. Mauro Lubrani All Assistente del Governatore per l Area Tirrenica 2 - Avv. Pietro Pescatore Al R.D. Distretto

Dettagli

2 OTTOBRE LA CRISI DELL ETICA PROFESSIONALE E IL MERITO

2 OTTOBRE LA CRISI DELL ETICA PROFESSIONALE E IL MERITO AIMC PIEMONTE S. DAMIANO ( convegno UCIIM) 2 OTTOBRE LA CRISI DELL ETICA PROFESSIONALE E IL MERITO Sentiamo ormai da qualche anno parlare di emergenza educativa ma io amo di più l espressione Sfida educativa

Dettagli

Coimbra, Portogallo DIARIO DI VIAGGIO

Coimbra, Portogallo DIARIO DI VIAGGIO Coimbra, Portogallo DIARIO DI VIAGGIO SETTEMBRE: Quando sono arrivata a Coimbra la prima sistemazione che ho trovato è stato un Ostello molto simpatico in pieno centro, vicino a Piazza della Repubblica.(http://www.grandehostelcoimbra.com/).

Dettagli

FORUM DI APERTURA SANREMO 21 SETTEMBRE

FORUM DI APERTURA SANREMO 21 SETTEMBRE SANREMO 21 SETTEMBRE Ai Presidenti dei Rotaract Club Distretti 2031 e 2032 A tutti i Soci dei Rotaract Club Distretti 2031 e 2032 E, p.c.: Ai Rappresentanti Distrettuali Rotaract dei Distretti d Italia

Dettagli

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi.

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Nome studente Data TEST DI AMMISSIONE AL LIVELLO B1.1 (Medio 1) 1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Es. Ieri sera non ti (noi-chiamare) abbiamo chiamato

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 1 programmazionescinfdonmandirc14.15 ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 2 GIORNATA SCOLASTICA

Dettagli

CASTELLO NEWS N 1 SUBITO AL LAVORO. Cari castellani,

CASTELLO NEWS N 1 SUBITO AL LAVORO. Cari castellani, CASTELLO NEWS N 1 SUBITO AL LAVORO Cari castellani, è la prima occasione utile per sentirci con un po' più di calma dopo queste due settimane, a parte qualche post su Facebook che ha tentato di dar conto

Dettagli

Il cyberspace: nuovi luoghi per formare, condividere e conoscere - INTRODUZIONE

Il cyberspace: nuovi luoghi per formare, condividere e conoscere - INTRODUZIONE INTRODUZIONE Internet è inevitabilmente parte delle nostre vite. Facebook, MySpace, Filckr, Wikipedia, Google tutti strumenti che la maggior parte di noi utilizza, padroneggia, critica o apprezza. Sono

Dettagli

Viaggio di istruzione a NAPOLI 17-20 marzo 2015 Classi terze

Viaggio di istruzione a NAPOLI 17-20 marzo 2015 Classi terze Viaggio di istruzione a NAPOLI 17-20 marzo 2015 Classi terze Il mezzo di trasporto utilizzato è stato il pullman. Martedì 17 marzo 2015 Le classi 3A (periti meccanici), 3E (geometri) e 3L (liceo scientifico)

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

Comunicazione Musicale

Comunicazione Musicale ALTA SCUOLA IN MEDIA COMUNICAZIONE E SPETTACOLO Facoltà di Lettere e Filosofia Master Universitario di primo livello Comunicazione Musicale XV edizione Milano, novembre 2015 - ottobre 2016 Master 2015-2016

Dettagli