ISTITUTO NAZIONALE PER IL COHMERCIO ESTERO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ISTITUTO NAZIONALE PER IL COHMERCIO ESTERO"

Transcript

1 TABELLA N. 16 Stato di previsione della spesa del Ministero del commercio con l estero per l'anno finanziario 1974 ANNESSO N. 1 CONTO CONSUNTIVO ISTITUTO NAZIONALE PER IL COHMERCIO ESTERO ESERCIZIO FINANZIARIO 1972 TABELLA 16 - Annesso 1

2

3 RELAZIONE AL BILANCIO CONSUNTIVO PER L'ANNO FINANZIARIO 1972 Il bilancio consuntivo per l anno finanziario 1972 presenta in sintesi i seguenti risultati: 1) nella gestione di competenza: entrate effettive L spese e ffe ttiv e... L ) nella gestione dei residui: Differenza passiva L variazione nei residui attivi.. L variazione nei residui p assiv i.. + L Differenza passiva. L Disavanzo economico L La situazione patrimoniale come risulta dal prospetto di evidenza, presenta, al 31 dicembre 1972, un saldo passivo di Lit corrispondente alla somma del saldo passivo al 31 dicembre 1971 di Lit più il disavanzo economico dell'esercizio 1972 di Lit Il disavanzo economico risultante dalla gestione e l ammontare dei residui attivi vigenti alla fine dell esercizio hanno comportato un magigore indebitamento per anticipazioni bancarie che sono passate da Lit del 31 dicembre 1971 a Lit al 31 dicembre Per quanto riguarda il risultato economico conseguito nell'esercizio in esame, va subito rilevato che il maggior disavanzo di Lit , rispètto a quello contenuto nel bilancio di previsione, deliberato dal Consiglio Generale dell'istituto per lo stesso anno, di Lit. 468 milioni, è dovuto alle maggiori spese sostenute nella gestione di competenza e in quella dei residui per la realizzazione di fiere e mostre e per il funzionamento degli Uffici ICE all'estero relative agli anni 1972 e 1971; spese che solo in parte sono state compensate dai maggiori incassi che si sono avuti nelle entrate effettive e dalle economie realizzate in altri capitoli di spesa.

4 4 In particolare nella gestione di competenza, rispetto al preventivo si sono verificate maggiori spese nel: Cap. 6 - Contributo per il trattamento di previdenza (C/A) - per Lit : Cap. 9 - Quota annua al fondo per il trattamento di quiescenza - per Lit ; quali maggiori oneri sostenuti per i benefici di cui alla Legge del 24 maggio 1970 n. 336 e per il riscatto dei servizi in applicazione delle delibere del Consiglio Generale dell'istituto del 21 febbraio 1963 e 15 dicembre 1967, riconosciuti al personale che ha chiesto di essere collocato a riposo alla fine dell esercizio di cui trattasi e pertanto non prevedibili al momento della formulazione della proposta di assestamento del bilancio di previsione. Cap Diritti di esazione spettanti al Tesoro per la riscossione dei diritti sull esportazione - per Lit La spesa è in diretta relazione ai maggiori introiti di cui ai Cap. 1, 2, 3 e 4 delle entrate; Cap Spese per l organizzazione e il funzionamento degli Uffici dell'ice all estero - per Lit Il supero netto dela spesa di tale capitolo è di Lit. 300 milioni circa, in quanto sono da considerare in diminuzione gli storni per differenza cambio e rimborsi di terzi per spese sostenute per loro conto e i cui correlativi incassi figurano nel capitolo 13 delle entrate effettive. In particolare tale maggiore spesa di Lit. 300 milioni è dovuta per Lit. 215 milioni ai trasferimenti di personale effettuati tra le varie sedi estere, e tra le sedi estere e la Sede di Roma e per la differenza a maggiori spese di gestione connesse con l aumento vertiginoso subito dal costo della vita nei vari Paesi del Mondo, alle spese di impianto dell Ufficio di Montreal (aperto sul finire del 1971) e al trasferimento e allestimento dei nuovi locali dell Ufficio di Londra. La mancata inclusione degli importi di cui sopra nel provvedimento di assestamento del bilancio del 1972 è derivata dal ritardo nell acquisizione dei relativi elementi da parte dei dipendenti Uffici, in epoca, cioè, tale da non consentirne la considerazione nel ricordato provvedimento. La somma tiene conto deh ammontare di Lit. 425 milioni occorrente per il pagamento degli arretrati per il 1972 dei miglioramenti economici a favore del personale dell ICE all estero; Cap Spese per fiere e mostre all estero - per Lit La maggiore spesa sostenuta rispetto al preventivo e al relativo stanziamento ministeriale è da attribuirsi, come anche per il supero risultante nella gestione dei residui relativa allo stesso capitolo di uscita in massima parte alle maggiori spese incontrate per le assicurazioni relative al trasporto e al deposito dei materiali e campionari utilizzati nelle manifestazioni fieristiche, nonché nelle spese per la Mostra Italiana a Pechino che non hanno potuto essere definite in tempo per essere incluse nel provvedimento di assestamento del bilancio;

5 ** D alle ricorrenti difficoltà nei porti e nelle stazioni di imbarco ed in quelle di arrivo che hanno richiesto in molti casi il ricorso a costose misure di emergenza (spedizioni via aerea, operazioni speciali di carico e di scarico, impiego usualmente non necessario di attrezature speciali, interruzioni, sbarchi e rispedizioni con mezzi più celeri, ecc.); ad imprevedibili lievitazioni di costi di materiali e di mano d opera; ai cambi sfavorevoli per quei Paesi nei quali si è registrata la rivalutazione delle monete; all aumento non previsto di alcune superfici espositive con conseguenti maggiori oneri di trasporto e di allestimento. In particolare, il supero di spesa del preventivo per la mostra autonoma di Pechino va posto in relazione alla eccezionalità della manifestazione ed alla affluenza di operatori economici partecipanti superiore ad ogni aspettativa. Tale ammontare tiene conto delle economie realizzate su talune manifestazioni dello stesso anno ammontanti a Lit , considerandone la compensazione con le maggiori spese, compensazione prevista nell'autorizzazione del Ministero Commercio Èstero n dèi 7 febbraio 1972 con la quale si affidava all'ice la realizzazione delle manifestazioni fieristiche per l'esercizio in esame e che pertanto l'istituto ha ritenuto come concesso nella realizzazione delle manifestazioni. A tale proposito giova considerare che nel Cap. 11 delle entrate effettive, sono stati accertati maggiori incassi per Lit dovuti ai rimborsi spese di terzi partecipanti a fiere, correlativi cioè alle maggiori spese di cui sopra. Infine va sottolineato che al momento della presentazione del provvedimento di assestamento del bilancio al Consiglio Generale del 20 dicembre 1972, era già in atto una attenta rilevazione della situazione dei superi di cui trattasi e ciò pur avendo l'istituto un margine di rendicontazione assai lungo. Cap Spese per la realizzazione di iniziative varie a favore dell'esportazione italiana - per Lit L'eccedenza di spesa è dovuta per Lit ai maggiori incarichi affidati ah'istituto dal Ministero Commercio Estero con provedimenti emanati successivamente alla delibera della variazione del bilancio di previsione, e per Lit ai maggiori costi sostenuti nella realizzazione delle iniziative stesse; Cap Spese per pubblicazioni tecniche dell'istituto per lire italiane ; Cap Pagamenti al personale per trattamento di previdenza per Lit Le maggiori uscite sono dovute a pagamenti fatti al personale cessato dal servizio; Cap Anticipazioni al personale per Lit Le maggiori uscite riguardano gli anticipi al personale concessi alla fine dell'eser- 2. TABELLA 16 - Annesso 1

6 cizio per missioni e trasferimenti. Data la sua natura, detta spesa trova eccedenza equivalente nella corrispondente vóce dell'entrata (Cap. 25). Nel sottoporre alla ratifica del Consiglio Generale tali eccedenze, l amministrazione assicura di aver messo in atto ogni iniziativa e tutti i possibili accorgimenti intesi ad evitare che possano verificarsi, nell'anno in corso e nei prossimi esercizi, assunzioni di impegni in misura superiore ai limiti che, con l'approvazione del bilancio di previsione, vengono posti all'azione degli Organi Esecutivi per ogni singolo capitolo di spesa. L Amministrazione, nel presentare il consuntivo in esame, pone ancora una volta in evidenza la indifferibile necessità che da parte dei Ministeri competenti vengano perfezionati gli strumenti legislativi per l'assegnazione all'istituto dei mezzi necessari sia a sanare i deficit pregressi sia ad adeguare il contributo ordinario alle inderogabili esigenze di funzionamento. La situazione nei residui in confronto all'eserciziò precedente è la seguente: quelli attivi passano da Lit (colonna 8 - Entrata) del 1971 a Lit (colonna 12 - Entrata) e rappresentano il 32,05% delie entrate di competenza; quelli passivi passano da Lit (colonna 8 - Spesa) del 1971 a Lit (colonna 12 - Spesa), pari al 18,6% delle spese di competenza. Ciò premesso, può risultare interessante per quanto riguarda la gestione di competenza, esaminare in dettaglio i dati della gestione stessa secondo la natura delle poste, distinguendo cioè le entrate e le spese di diretta pertinenza dell Istituto da quelle costituite dai contributi concessi dal Ministero Commercio Estero e dalla Regione Siciliana per ogni singola iniziativa da realizzare e per i quali l Istituto deve presentare agli Enti stessi specifico rendiconto. Le entrate risultano così composte : Entrate di g e stio n e Lit Entrate a rendiconto.... Lit Totale e n tr a te... Lit A tali entrate fanno riscontro le seguenti spese: Spese per il p e rso n a le... Lit Spese generali di g e s tio n e... Lit Spese,per i servizi assistenza e sviluppo del commercio estero: ; a) a carico ICE... Lit b) con contributo specifico dello Stato.. Lit Totale spese... Lit da cui la richiamata differenza passiva di Lit

7 Le entrate di gestione sono formate dai diritti ICE sulla esportazione dei prodotti ortofrutticoli ed agrumari (Cap. 1), del vino (Cap. 2), del riso (Cap. 3) e dei formaggi «Pecorino romano e Pecorino Siciliano» (Cap. 4), dal contributo statale alle spese di funzionamento (Cap. 5), degli introiti per pubblicazioni tecniche dell Istituto (Cap. 10), dai rimborsi per servizi speciali (Capitolo 11), dagli interessi attivi sui titoli (Cap. 12) e da entrate varie (Cap. 13). Le stesse rappresentano il 37% delle entrate effettive. Le entrate a rendiconto sono passate da Lit dell esercizio 1971 rappresentanti il 61,70% delle entrate effetive, a Lit pari al 63,01%. Le spese relative passano da Lit , pari al 63,08% dell'anno 1971 a Lit dell esercizio in esame e rappresentano il 63,95% delle spese effettive. Le spese per il personale (dal Cap. 1 al Cap. 11) ammontano a lire italiane che rappresentano il 26,7% di quelle effettive contro il 26,54% accertato nell'anno Le spese generali di gestione ammontano a Lit pari al 6% del totale delle spese effettive. Le spese per i servizi di assistenza e sviluppo del Commercio Estero sostenute direttamente dall'istituto sono rappresentate dalle spese per pubblicazioni tecniche dell'ice (Lit ), dalle spese di viaggio e indennità di missione in Italia e all'estero (Lit ), dai compensi per speciali incarichi (Lit ), dalle spese del servizio campionamento riso, dalle spese per la custodia assicurazione e spedizione documentari cinematografici, dalle spese per acquisto sementi per miglioramento della produzione delle singole varietà, dalle spese per informazioni riservate su ditte, dàlie spese per segnalazione dei carri dei prodotti ortofrutticoli in uscita dai transiti di confine e varie. L'ammontare di tali spese è di Lit e rappresenta il 30,3% delle spese effettive. Il totale delle spese di diretta gestione dell'ice è di Lit pari cioè al 36% delle spese effettive. L'attività per lo sviluppo degli scambi con l'estero svolta dall'istituto nell'anno in parola si può desumere dalle notizie qui appresso riferite: sono state organizzate n. 91 mostre in 47 Paesi esteri; sono state organizzate n. 50 missioni di operatori economici italiani in 41 Paesi esteri; sono state effettuate n. 47 missioni da 37 Paesi esteri di operatori economici stranieri in Italia; sono state effettuate n. 12 missioni di studio in 18 Paesi esteri; sono state elaborate e pubblicate n. 31 tra monografie, guide per gli esportatori ed altre pubblicazioni tecniche riguardanti 33 Paesi; sono state realizzate in 6 Paesi esteri n. 9 settimane in favore del prodotto italiano; sono state effettuate n. 31 manifestazioni in favore dei prodotti italiani presso GG.MM. in 17 Paesi esteri; 7

8 8 sono state realizzate n. 176 iniziative varie di propaganda merceologica (degustazione di vini ed altri prodotti alimentari, inserzioni pubblicitarie, sfilate di moda ecc.) in 32 Paesi esteri; sono stati pubblicati n. 6 numeri della Rivista «Italy-Presents» in inglese, francese e spagnolo e n. 12 fascicolo di «Quality» per la propaganda di prodotti italiani all estero. Premesso quanto precede si danno alcuni chiarimenti sulle entrate e sulle spese che si sono verificate nell anno finanziario in parola. Le entrate effettive di competenza dal Cap. 1 al Cap. 13 sono state accertate in complessive Lit di cui: Lit per diritti sull'esportazione dei prodotti ortofrutticoli ed agrumari e proventi accessori (Cap. 1); Lit per diritti sull esportazione del vino e proventi accessori (Cap. 2); Lit per diritti sull'esportazione del riso e proventi accessori (Cap. 3); Lit per diritti sull'esportazione dei formaggi «Pecorino Romano» e «Pecorino Siciliano» e proventi accessori (Cap. 4); Lit quale contributo statale alle spese di funzionamento dell'istituto (Cap. 5) di cui alla legge 24 dicembre 1969, n. 976; Lit quale contributo statale per l'organizzazione e il funzionamento degli Uffici ICE all'estero (Cap. 6); Lit quale contributo statale alle spese per la partecipazione a fiere e mostre all'estere (Cap. 7); Lit quale contributo statale alle spese per la redazione, la stampa e la distribuzione di pubblicazioni tecniche e di pubblicazioni per la propaganda di prodotti italiani all'estero (Cap. 8); j Lit quale contributo statale alle spese per la realizzazione di iniziative varie a favore dell'esportazione italiana (Cap. 9); Lit introiti pubblicazioni tecniche dell'istituto (Cap. 10); Lit per rimborso spese per servizi speciali (Cap. 11). Queste ultime entrate si riferiscono ai rimborsi per il servizio di segreteria del Comitato di Gestione della Legge sull'assicurazione dei crediti alla esportazione, per il servizio del campionamento del riso all'esportazione e per alcuni altri servizi svolti dall'istituto per conto di terzi partecipanti a Fiere e Mostre; Lit per interessi attivi su titoli e su conti correnti (Cap. 12). L'importo è formato dagli interessi maturati sui titoli di proprietà dell'istituto nonché sui conti correnti bancari intrattenuti dall'ente per la esigenza di Cassa dei singoli Uffici; Lit per entrate diverse ed eventuali (Cap. 13). L'importo è costituito dai recuperi vari dal personale, dagli Uffici in Italia e all'estero, dalla differenza sui titoli obbligazionari estratti, da rimborsi spese da terzi e da ristorni di spese.

9 9 Le variazioni avvenute nella gestione dei residui attivi e passivi riguardano principalmente la gestione a contributo relativa all anno Nei residui attivi è stata registrata nel complesso una riduzione degli s tessi di Lit così composta: Lit in meno sul Cap. 7 - Contributo statale alle spese per la partecipazione a fiere e mostre all estero; Lit in meno nel Cap. 8 - Contributo statale alle spese per la redazione, la stampa e la distribuzione di pubblicazioni tecniche e di pubblicazioni per la propaganda di prodotti italiani all estero; Lit in meno nel Cap. 9 - Contributo statale per la realizzazione di iniziative varie a favore dell esportazione italiana; Lit in meno nel Cap Rimborso di spese per servizi speciali; Lit in meno nel Cap Diverse ed eventuali. Si sono inoltre verificate variazioni in più: Lit nel Cap. 1 - Diritti sull esportazione dei prodotti ortofrutticoli ed agrumari e proventi accessori ;; Lit sul Cap Introiti per pubblicazioni tecniche dell Istituto; Lit nel Cap Interessi attivi su titoli e conti correnti. Le spese effettive di competenza sono state accertate in Lit e sono così ripartite: Lit per spese per il personale (dal Cap. 1 al Cap. 11); Lit per spese generali di gestione (dal Cap. 12 al Cap. 24); Lit per spese per i servizi di assistenza e sviluppo del commercio estero italiano con contributo specifico dello Stato (dal Capitolo 25 al Cap. 28); Lit per spese per i servizi di assistenza e sviluppo del commercio estero italiano a carico ICE (dal Cap. 29 al Cap. 32). Le spese per il personale comprendono quelle per stipendi, lavoro straordinario, compensi speciali, interventi assistenziali a favore del personale e i contributi per il trattamento di previdenza (C/A), per le assicurazioni sociali, per la Cassa Pensioni Dipendenti Enti Locali, per l assistenza sanitaria, per il fondo per il trattamento di quiescenza e per la gestione case per lavoratori. Le spese generali di gestione si riferiscono sia alle spese della Sede che a quelle degli Uffici operanti in Italia principalmente per il controllo dei prodotti ortofrutticoli ed agrumari, del vino e del riso. In particolare dette spese così si suddividono: Lit per il Cap Locali (fitti, illuminazione, riscaldamento, manutenzione ordinaria, portiere e varie della Sede e degli Uffici in Italia);

10 10 Lit per il Cap postali, telegrafiche e telefoniche; Lit per il Cap Indennità e rimborso spese alla Presidenza, ai Membri del Consiglio Generale, del Comitato Esecutivo e del Collegio dei Revisori; Lit per il Cap Commissioni consultive e tecniche; Lit per il Cap Acquisto pubblicazioni; Lit per il Cap Spese d'ufficio varie (mobilio, arredamento, meccanografico, stampati, cancelleria, assicurazioni, trasporti, rappresentanza, rimborso pasti per servizio, uniformi e varie); Lit per il Cap Diritti di esazione spettanti al Tesoro per la riscossione dei diritti sull'esportazione dei prodotti ortofrutticoli ed agrumari, del vino, del riso e del formaggio pecorino; Lit per il Cap Interessi passivi sul fondo per il trattamento di previdenza del personale; Lit per il Cap Imposte e tasse; Lit per il Cap Interessi passivi su mutuo INAIL per la costruzione della Sede dell'ice; Lit per il Cap Interessi passivi su anticipazioni bancarie per esigenze di Cassa; Lit per il Cap Diverse ed eventuali; Lit per il Cap Ammortamento mobili ed impianti. Le spese per i servizi di assistenza e sviluppo del commercio estero italiano con contributo specifico dello Stato sono ammontate complessivamente a Lit e si riferiscono a: Lit per il Cap spese per l'organizzazione e il funzionamento degli Uffici dell'ice all'estero; Lit per il Cap Spese per l'organizzazione, la pubblicità e l'allestimento di fiere e m ostre all'estero; Lit per il Cap Spese per la redazione, la stampa e la distribuzione di pubblicazioni tecniche e di pubblicazioni per la propaganda di prodotti italiani all'estero; Lit per il Cap Spese per la realizzazione di iniziative varie a favore dell'esportazione italiana. Le spese per i servizi di assistenza e sviluppo del commercio estero italiano a carico ICE sono ammontate complessivamente a Lit e si riferiscono a: Lit per il Cap Spese per pubblicazioni tecniche dell'istituto; Lit per il Cap Spese di trasferimento, viaggi e indennità missione in Italia e all'estero;

11 11 Lit per il Cap Compensi per ricerche, incontri e speciali incarichi; Lit L867 per il Cap Spese per i servizi vari di assistenza e di informazione commerciale. Nella gestione dei residui passivi si sono avute le seguenti variazioni: Lit in meno nelle spese per il personale; Lit in meno nelle spese generali di gestione; Lit in più nelle spese di assistenza e sviluppo del commercio estero italiano con contributo specifico dello Stato; Lit in più nelle spese 'di assistenza e sviluppo del commercio estero italiano a carico ICE. Nella categoria II - movimento di capitali si sono registrate, nella gestione di competenza, entrate per Lit di cui: Lit al Cap Alienazioni diverse relative al rimborso dei titoli estratti durante l'anno Il reinvestimento del ricavato degli stessi figura al Cap. 37 di spesa della medesima categoria; Lit al Cap Riscossioni annualità per cessioni alloggi; Lit al Cap Quote al fondo per il trattamento di previdenza del personale: conto B, contributo ICE (C/A) e interessi relativi; Lit al Cap Quota annua ICE al fondo per il trattamento di quiescenza del personale; Lit al Cap Ammortamento mobili e impianti. Si sono inoltre verificate spese p er Lit al Cap Quota estinzione mutuo Case-ICE; per Lit al Cap Quota estinzione mutuo INAIL per la costruzione della Sede dell'ice; Lit al Cap investimenti patrimoniali; Lit al Cap Pagamenti al personale per trattam ento di previdenza; l it al Cap Pagamenti al personale per trattam ento di quiescenza. Le partite di giro, data la loro natura, si pareggiano e non abbisognano di particolari considerazioni. Conto d i cassa Nel prospetto sono riportati i movimenti registrati nei cotni di Cassa e la consistenza della stessa (c/c postali, bancari e fondi di Cassa) al 31 dicembre 1972 che risulta di Lit R en d ite e s p e se In questo conto, che trova rispondenza nele cifre del rendiconto finanziario emerge il risultato complessivo della gestione, la quale chiude con una differenza passiva di Lit

12 12 S ituazione patrim oniale In tale prospetto sono evidenziate le poste attive e passive che compongono là situazione patrimoniale dell'istituto che ài 31 dicembre 1972 presenta un disavanzo di amministrazione di Lit Concludendo questa presentazione sui punti principali della gestione amministrativa e tecnica dell'istituto dell anno finanziario 1972, questa Amministrazione sente il dovere di ringraziare il Collegio dei Revisori per la fattiva e solerte collaborazione prestata per assicurare la funzionalità dell'ente nel pieno rispetto delle norme disciplinanti il controllo della Corte dei Conti. I l D irettore Generale A. Giaroli I l Presidente D. Graziosi

13 REPLICA DEL PRESIDENTE ALLA RELAZIONE DEL COLLEGIO DEI REVISORI Prendo atto e faccio mia la relazione del Collegio dei Revisori e, come ho già detto, confermo l assicurazione che sono state impartite tassative disposizioni perché non vengano superati i limiti del bilancio di previsione senza preliminare autorizzazione degli Organi delibéranti. Comunico, altresì, al Consiglio che è stato predisposto e già inoltrato al Ministero Commercio Estero un piano triennale di risanamento finanziario con il quale si tende ad ottenere la copertura dei disavanzi precedenti e ad aggiornare il contributo annuale, restando ferma l'azione di contenimento della spesa per il quale non sarà tralasciato alcuno sforzo. Porto pure a conoscenza del Consiglio che nel quadro della situazione si inseriscono iniziative già prese peri'emanazione dello Statuto e del Regolamento di contabilità. Su tutta questa materia ho preso contatto con il Ministro Matteotti del quale ho potuto apprezzare la disponibilità per la soluzione dei problemi dell Istituto. I l Presidente D. Graziosi TABELLA 16 - Annesso 1

14 RELAZIONE DEL COLLEGIO DEI REVISORI AL BILANCIO CONSUNTIVO DELL'ESERCIZIO 1972 Le risultanze complessive del bilancio consuntivo dell'istituto Nazionale per il Commercio Estero al 31 dicembre 1972 si presentano come segue: a) conto finanziario di competenza:. (accertamenti e impegni) ENTRATE Lire SPESE effettive movimento di c a p ita li partite di giro Lire disavanzo im a n z ia rio b) conto economico: rendite spese disavanzo eco n o m ico c) conto patrimoniale: a t t i v i t à passività saldo passivo al 31 dicembre saldo passivo al 31 dicembre peggioramento patrimoniale (disavanzo economico)

15 15 Relativamente ai singoli elementi del consuntivo, si osserva quanto segue: CONTO FINANZIARIO Rispetto al consuntivo del precedente esercizio, il conto finanziario presenta maggiori entrate per Lit e maggiori spese per lire italiane con un peggioramento del risultato finanziario di lire italiane ENTRATE EFFETTIVE Il totale delle entrate effettive ha subito rispetto al 1971, un aumento di Lit (+7,5% ) dovuto principalmente all incremento del «contributo statale per l organizzazione ed il funzionamento degli Uffici ICE all'estero (Cap. 6) di Lit. 625,0 milioni, del «contributo statale alle spese per la partecipazione a fiere e mostre all estero» (Cap. 7) di Lit. 490,4 milioni e del «rimborso di spese per servizi speciali» (Cap. 11) di Lit. 191,6 milioni. ENTRATE PER MOVIMENTI DI CAPITALI Sono complessivamente aumentate di Lit. 243,6 milioni particolarmente per effetto dell'aumento della «quota annua dell Istituto al fondo per il trattamento di quiescenza del personale» (Cap. 19), per Lit. 251,6 milioni. ENTRATE PER PARTITE DI GIRO Sono aumentate nel complesso di Lit. 237,7 milioni in relazione all incremento delle ritenute sul trattam ento economico del personale ed ai maggiori «reintroiti per anticipazioni e riscossioni varie». SPESE EFFETTIVE Rispetto all'esercizio precedente, presentano un incremento di lire italiane 2.596,4 milioni ( + 14,8%) di cui Lit. 724,9 milioni ( + 15,6%) nelle spese per il personale, Lit. 334 milioni (+2,7% ) nelle spese di gestione e Lit ,5 milioni ( + 10,6%) nelle spese per i servizi di assistenza e sviluppo del commercio estero italiano, nonché nella spesa di Lit. 609,6 milioni portati alla nuova sezione dedicata alle «Spese per i servizi di assistenza e sviluppo del commercio estero italiano a carico ICE», non esistente nei bilanci dei precedenti esercizi. In particolare, nelle spese per il personale i più rilevanti incrementi si individuano negli stipendi, assegni e indennità al personale di ruolo (+ lire italiane 215,6 milioni), nei compensi speciali ( + Lit. 63,4 milioni), nella quota

16 16 annua al fondo per il trattamento di quiescenza (+ Lit. 249,0 milioni) e nel contributo per l'assistenza sanitaria ( + Lit. 65,6 milioni). Tra le spese di sviluppo del commercio estero, consistenti incrementi si rilevano nelle spese per gli uffici ICE all estero (+ Lit. 984,2 milioni) e nelle spese per le manifestazioni di fiere e mostre all'estero (+ Lit. 820,9 milioni). Le spese di pubblicazioni presentano invece una contrazione peraltro compensata sostanzialmente dall importo imputato al nuovo capitolo per le pubblicazioni tecniche dell'istituto, inserito nella nuova sezione, dianzi accennata. In quest'ultima sono state anche trasferite le spese di trasferimento, viaggi e indennità di missione in Italia e all'estero ( + Lit. 30,2 milioni rispetto all'anno precedente). In tale capitolo non sono tuttavia comprese le indennità ed i rimborsi spese per trasferim enti e per viaggi relative agli spostamenti del personale tra gli Uffici ICE all'estero (che sono incluse tra le spese degli stessi uffici) e quelle connesse alle manifestazioni di «promotion». Nella nuova sezione figura altresì il capitolo, di nuova istituzione, concernente spese per i servizi vàri di assistenza e di informazione commerciale (Cap. 32) nel quale risultano spese per Lit. 76,4 milioni. SPESE PER MOVIMENTO DI CAPITALI Le spese per movimento di capitali sono aumentate di Lit. 392,8 rispetto all'esercizio precedente particolarmente per effetto di maggiori pagamenti per trattam ento di previdenza e di quiescenza al personale. SPESE PER PARTITE DI GIRO L'aumento di Lit. 237,7 milioni, coincide con l'incremento delle corrispondenti voci dell'entrata. Rispetto alle previsioni aggiornate con il provvedimento di variazione al bilancio, si osserva che l originario disavanzo economico ascendeva a Lit. 468 milioni; esso era rimasto immutato anche a seguito del primo ed unico provvedimento di variazioni di bilancio approvato dal Consiglio Generale il 20 dicembre 1972 il quale recava assestamenti nell entrata e nella spesa che si compensavano tra di loro. Rispetto alle iniziali previsioni ed agli assestamenti di bilancio approvati nello scorso dicembre, la situazione si presenza ora notevolmente deteriorata: registra infatti un maggior deficit di circa Lit. 588,7 milioni. Nella parte di competenza, l aumento degli oneri è posto in relazione, essenzialmente, con tre ordini di spese e cioè di quelle: a) per gli Uffici ICE all estero (Cap. 25): rispetto ad una previsione di Lit milioni, si sono assunti impegni per Lit ,2 circa milioni (tenuto conto di Lit. 425 milioni per miglioramenti in corso di definizione per il personale) con un aumento, quindi, di circa 359 milioni, che viene riferito principalmente a due componenti, vale a dire ai trasferimenti di personale (Lit. 215 milioni) ed alle spese di gestione;

17 17 b) per le fiere e mostre all estero (Cap. 26): ad una previsione di lire italiane milioni fa riscontro un complesso di accertamenti per circa 4.699,5 milioni, con un aumento quindi di Lit. 323,5 milioni, motivato dalle maggiori spese di trasporto e per le superfici espositive; tale ammontare tiene conto delle economie realizzate per talune fiere per circa Lit. 176,5 milioni, considerate in compensazione di maggiori oneri sostenuti per altre fiere; c) per le iniziative varie (Cap. 28): gli acertamenti per circa Lit ,9 milioni presentano rispetto alle previsioni per Lit ,5 milioni una eccedenza di circa 71,4 milioni, che è posta in relazione ai maggiori incarichi ricevuti dal Mincomes per Lit. 46,6 milioni e con l'aumento di costi per lire italiane 24,9 milioni. In relazione alle sopra menzionate eccedenze nei capìtoli 25, 26 e 28, nonché a quelle intervenute in altri capitoli (6, 9, 18, 29, 39 e 45) il Collegio ricorda che nei riguardi delle medesime occorre un'espressa e specifica pronuncia del Consiglio Generale. Al riguardo il Collegio richiama l'esigenza che le variazioni di bilancio avvengano prima dello svolgimento della gestione e, quindi, riportino la preventiva approvazione degli organi deliberanti. CONTO ECONOMICO Anche il conto economico presenta un peggioramento di Lit rispetto all'anno precedente essendo il relativo saldo passato da un avanzo di Lit ad un disavanzo di Lit Quest ultimo è costituito per Lit dal disavanzo della parte effettiva del Conto finanziario e per Lit dal peggioramento del conto dei residui. CONTO PATRIMONIALE La situazione patrimoniale presenta, al 31 dicembre 1972, un saldo passivo di Lit con un peggioramento, rispetto alla chiusura dell esercizio precedente, di Lit , corrispondente al disavanzo economico dell esercizio. Nell ambito dei valori patrimoniali, tale peggioramento si collega ad un aumento di passività in misura più rilevante dell aumento delle attività. In particolare tra gli elementi dell attivo le più sensibili differenze si riscontrano nei «conti correnti bancari e fondi di cassa» (+L it. 308,6 milioni) e nei «crediti diversi» che presentano un aumento di Lit ,2 milioni corrispondente in sostanza all'incremento dei residui attivi. Tra gli elementi del passivo, le variazioni più consistenti si individuano ndl'ammontare del mutuo per la costruzione della nuova sede ( Lit. 119,96 milioni), nel fondo per il trattamento di previdenza del personale ( lire italiane 73,6 milioni), nel fondo per il trattam ento di quiescenza ( + Lit. 374

18 18 milioni) e nell esposizione debitoria verso le banche + Lit. 2,168,4 milioni). Inoltre, i debiti vari hanno subito un aumento di Lit ,96 milioni, pressoché corrispondente all aumento dei residui passivi. I fondi pubblici e privati sono valutati al prezzo di acquisto. I mobili e l'arredam ento della sede sono stati completamente ammortizzati. La consistenza dei residui attivi, rispetto all'esercizio precedente, ha subito un aumento di Lit ,1 milioni pari al 32,7% mentre nel 1971 si era avuta una riduzione rispetto al 1970 di Lit ,5 milioni pari al 14%. Lo aumento nei residui passivi è stato, alla fine del 1972, di Lit ,2 milioni pari al 24,6% mentre nel 1971 si era verificata una diminuzione, rispetto all esercizio precedente, di Lit. 876,5 milioni pari al 26,5%. Nel formulare le considerazioni che precedono, il Collegio sottolinea la necessità che venga dedicato ogni impegno per il riequilibrio della gestione e per assicurare la massima produttività delle spese. Infine, il Collegio assicura che i dati riportati nel consuntivo in esame sono conformi a quelli risultanti nelle scritture contabili dell'istituto. I REVISORI DEI CO NTI R. Onofri M. P u g l ie si M. Calabresi

19 CONTO CONSUNTIVO

20 20 RENDICONTO CONSUNTIVI - INTESTAZIONE DEI CAPITOLI COMPETENZA DELL ANNO FINA! 1fc D E N O M IN A Z IO N E S ta n z ia m e n ti d e fin itiv i a p p ro v a ti p e r l esercizio A c ce rta m e n to d ell esercizio R iscossioni f a tte n e ll esercizio S om m e rim a s te d a riscuoter! a lla c h iu su ra deu esercizio e (col. 4 5) ENTRATA C a t e g o r i a I ENTRATE EFFETTIVE 1 Diritti sull esportazione dei pro-. dotti ortofrutticoli e agrumari e proventi accessori (Legge 9 novembre 1950, n )...L Diritti sull esportazione del vino e proventi accessori (D. L. C. P. S. 16 settembre 1946, n )......» Diritti sull esportazione del riso e proventi accessori (D. L. C. P. S. 16 settembre 1946, n )...» Diritti sulle esportazioni dei formaggi «Pecorino romano» e «Pecorino siciliano» verso gli Stati Uniti d America e il Canada (legge 10 marzo 1969, n. 117).» Contributo statale alle spese di funzionamento dell Istituto (Legge 24 dicembre 1969, n. 976)..» _ 6 Contributo statale alle spese per l organizzazione e il funzionamento degli Uffici dell ICE all estero...» Contributo statale alle spese per la partecipazione a fiere e mostre all estero » Contributo statale alle spese per la redazione, la stampa e la distribuzione di pubblicazioni tecniche e di pubblicazioni per la propaganda di prodotti italiani all estero...» Contributo statale per la realizzazione di iniziative varie a favore dell esportazione italiana.» Introiti per pubblicazioni tecniche dell Istituto.....» A riportare... L

ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DA ENTI DI DIRITTO PUBBLICO

ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DA ENTI DI DIRITTO PUBBLICO ANNESSO N. 5 allo stato di previsione della spesa del Ministero del lavoro e della previdenza sociale per l'anno finanziario 1979 CONTO CONSUNTIVO ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DA ENTI

Dettagli

ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI BOLOGNA

ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI BOLOGNA ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI BOLOGNA RENDICONTO GENERALE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31/12/2008 - Rendiconto Finanziario al 31/12/2008 - Conto Economico Consuntivo al 31/12/2008

Dettagli

PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE - ENTRATE

PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE - ENTRATE ANNO 2015 PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE - ENTRATE Residui presunti finali dell'anno Previsioni iniziali dell'anno Variazioni Previsioni di competenza per l'anno 2015 Previsioni di cassa per l'anno

Dettagli

ORDINE FARMACISTI DELLA PROVINCIA DI PAVIA

ORDINE FARMACISTI DELLA PROVINCIA DI PAVIA ORDINE FARMACISTI DELLA PROVINCIA DI PAVIA PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE - ENTRATE 2015 PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE - ENTRATE Prev. Iniz. Variaz. prev. Prev. finale Preventivo 2015 Quote Iscritti

Dettagli

COMUNE DI PARABIAGO. Provincia di Milano RELAZIONE TECNICA AL CONTO DEL BILANCIO ANNO 2013

COMUNE DI PARABIAGO. Provincia di Milano RELAZIONE TECNICA AL CONTO DEL BILANCIO ANNO 2013 COMUNE DI PARABIAGO Provincia di Milano RELAZIONE TECNICA AL CONTO DEL BILANCIO ANNO 2013 Relazione al Rendiconto della Gestione - anno 2013 Pagina 137 di 195 Relazione Tecnica al Conto del Bilancio -

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA SENATO DELLA REPUBBLICA Vili LEGISLATURA - DISEGNO DI LEGGE approvato dalla Camera dei deputati nella seduta del 30 marzo 1983 con le modificazioni derivanti dalle Note di variazioni presentate dal Ministro

Dettagli

CONTO FINANZIARIO ANNO 2014

CONTO FINANZIARIO ANNO 2014 CONTO FINANZIARIO ANNO 2014 Cap Art Oggetto dell'entrata PARTE I - ENTRATA - ANNO 2014 2014 Assestato delle riscossioni Rimaste da Rimasti da Riscossioni Riscossi riscuotere accertam. riscuotere 1 2 3

Dettagli

Attività promozionali Ospitalità Italiana 2014

Attività promozionali Ospitalità Italiana 2014 Attività promozionali Ospitalità Italiana 2014 Presentazione Diritti riservati - IS.NA.R.T Il network Ospitalità Italiana è un network di aziende selezionate su criteri qualitativi e conta oltre 8.000

Dettagli

OFFERTE SPECIALI PER DESTINAZIONI IN ITALIA E NEL MONDO

OFFERTE SPECIALI PER DESTINAZIONI IN ITALIA E NEL MONDO OFFERTE SPECIALI DESTINAZIONI IN ITALIA E NEL MONDO Condizioni generali dell'offerta Le offerte sono acquistabili fino al 4 marzo 2015 ad esclusione della tratta indiretta nazionale - Genova, con scalo

Dettagli

LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE)

LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE) Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione Locale LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE) ELEMENTI DI CONTABILITA RIFERITI ALLA FASE DELLA SPESA

Dettagli

ORDINE ASSISTENTI SOCIALI Consiglio Regionale del Lazio Roma, 31 marzo 2009 NOTA INTEGRATIVA E RELAZIONE SULLA GESTIONE ESERCIZIO FINANZIARIO 2008

ORDINE ASSISTENTI SOCIALI Consiglio Regionale del Lazio Roma, 31 marzo 2009 NOTA INTEGRATIVA E RELAZIONE SULLA GESTIONE ESERCIZIO FINANZIARIO 2008 Roma, 31 marzo 2009 NOTA INTEGRATIVA E RELAZIONE SULLA GESTIONE ESERCIZIO FINANZIARIO 2008 PREMESSA Il Rendiconto Generale che viene presentato al dell Ordine degli Assistenti Sociali per l esercizio finanziario

Dettagli

REGOLAMENTO DI AMMINISTRAZIONE E CONTABILITÀ

REGOLAMENTO DI AMMINISTRAZIONE E CONTABILITÀ REGOLAMENTO DI AMMINISTRAZIONE E CONTABILITÀ (adottato ai sensi dell articolo 16, comma 4, della legge 24 dicembre 2012, n. 243, Disposizioni per l attuazione del principio del pareggio di bilancio ai

Dettagli

Automobile Club Enna NOTA INTEGRATIVA

Automobile Club Enna NOTA INTEGRATIVA Automobile Club Enna NOTA INTEGRATIVA al bilancio d esercizio anno 2011 1 INDICE PREMESSA... 3 1. QUADRO DI SINTESI DEL BILANCIO D ESERCIZIO... 3 1.1 PRINCIPI DI REDAZIONE E CRITERI DI VALUTAZIONE... 3

Dettagli

RENDICONTO GENERALE DELL ESERCIZIO FINANZIARIO 2009

RENDICONTO GENERALE DELL ESERCIZIO FINANZIARIO 2009 RENDICONTO GENERALE DELL ESERCIZIO FINANZIARIO 2009 Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 CASSA - NETTI FONDO INIZIALE DI CASSA '09 20.348.398,39

Dettagli

I.Ri.Fo.R. - ONLUS. Regolamento per la Gestione Finanziaria vers. 1

I.Ri.Fo.R. - ONLUS. Regolamento per la Gestione Finanziaria vers. 1 I.Ri.Fo.R. - ONLUS Regolamento per la Gestione Finanziaria vers. 1 CAPO I - BILANCIO DI PREVISIONE Articolo 1 - Principi generali 1. La gestione finanziaria della struttura nazionale e delle strutture

Dettagli

CONTO CONSUNTIVO PER L ESERCIZIO FINANZIARIO 2014 Relazione illustrativa del Dirigente Scolastico

CONTO CONSUNTIVO PER L ESERCIZIO FINANZIARIO 2014 Relazione illustrativa del Dirigente Scolastico CONTO CONSUNTIVO PER L ESERCIZIO FINANZIARIO 2014 Relazione illustrativa del Dirigente Scolastico Il conto consuntivo per l anno finanziario 2014 è stato elaborato conformemente a quanto disposto dal D.I.

Dettagli

UNIONE DI COMUNI TERRE DI CASTELLI RELAZIONE DEL REVISORE UNICO SUL RENDICONTO PER L ESERCIZIO 2012

UNIONE DI COMUNI TERRE DI CASTELLI RELAZIONE DEL REVISORE UNICO SUL RENDICONTO PER L ESERCIZIO 2012 UNIONE DI COMUNI TERRE DI CASTELLI Verbale n. 04 Sig. Presidente, Sigg. Consiglieri, RELAZIONE DEL REVISORE UNICO SUL RENDICONTO PER L ESERCIZIO 2012 Il Revisore ha esaminato nel giorno 02 aprile 2013,

Dettagli

CONTO CONSUNTIVO PER L ESERCIZIO FINANZIARIO 2013 Relazione illustrativa del Dirigente Scolastico

CONTO CONSUNTIVO PER L ESERCIZIO FINANZIARIO 2013 Relazione illustrativa del Dirigente Scolastico CONTO CONSUNTIVO PER L ESERCIZIO FINANZIARIO 2013 Relazione illustrativa del Dirigente Scolastico Il conto consuntivo per l anno finanziario 2013 è stato elaborato conformemente a quanto disposto dal D.I.

Dettagli

PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE - ENTRATE Residui presunti finali dell'anno 2013

PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE - ENTRATE Residui presunti finali dell'anno 2013 - ORDINE PROVINCIALE DEI CHIMICI DI MODENA ANNO PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE - ENTRATE dell'anno l'anno Avanzo iniziale di amministrazione presunto 16.753,61 18.406,69 01 Contributi Iscritti all'albo

Dettagli

Copyright Esselibri S.p.A.

Copyright Esselibri S.p.A. CAPITOLO QUARTO LA GESTIONE E IL PATRIMONIO DELLE AZIENDE DI EROGAZIONE Sommario: 1. Introduzione. - 2. La gestione nelle aziende di erogazione. - 3. L aspetto finanziario della gestione. - 4. L aspetto

Dettagli

BILANCIO PREVENTIVO ANNO 2015

BILANCIO PREVENTIVO ANNO 2015 BILANCIO PREVENTIVO ANNO 2015 ENTRATE PREVENTIVO 2015 Previsioni di cassa 2015 CONSUNTIVO 2014 (competenza 2015) +/ residui Fondo Cassa iniziale 28822,82 8674,68 01 001 0010 Contributi iscritti all'albo

Dettagli

CON UN MESE DI AFFITTO A TOKIO, A MILANO SI ALLOGGIA PER TRE MESI E MEZZO

CON UN MESE DI AFFITTO A TOKIO, A MILANO SI ALLOGGIA PER TRE MESI E MEZZO AZIENDA SPECIALE DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI MILANO - ORGANIZZAZIONE DI SERVIZI PER IL MERCATO IMMOBILIARE CON UN MESE DI AFFITTO A TOKIO, A MILANO SI ALLOGGIA PER TRE MESI E MEZZO mentre a Tunisi si

Dettagli

PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE

PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE Parte I - ENTRATA Pagina 1 di 3 10.0 20.0 30.0 Avanzo di amministrazione presunto Fondo iniziale di cassa presunto Residui attivi 103.353,18 7.487,04 110.840,22 151.607,79 1 - TITOLO 1 - ENTRATE CONTRIBUTIVE

Dettagli

REGOLAMENTO SULL ORDINAMENTO FINANZIARIO, CONTABILE E PATRIMONIALE DEL CONSORZIO DI BONIFICA ACQUE RISORGIVE

REGOLAMENTO SULL ORDINAMENTO FINANZIARIO, CONTABILE E PATRIMONIALE DEL CONSORZIO DI BONIFICA ACQUE RISORGIVE REGOLAMENTO SULL ORDINAMENTO FINANZIARIO, CONTABILE E PATRIMONIALE DEL CONSORZIO DI BONIFICA ACQUE RISORGIVE Adottato con delibera dell Assemblea consorziale n. 33/10 in data 11/12/2010, resa esecutiva

Dettagli

BILANCIO CONSUNTIVO ANNO 2014

BILANCIO CONSUNTIVO ANNO 2014 BILANCIO CONSUNTIVO ANNO 2014 DOCUMENTI ALLEGATI: Allegato 1 CONTO DEL BILANCIO COMPRENDENTE IL RENDICONTO FINANZIARIO DECISIONALE Allegato 1/A CONTO DEL BILANCIO COMPRENDENTE IL RENDICONTO FINANZIARIO

Dettagli

COMUNE DI ROVIGO Settore Attività Economico Finanziarie Sezione Ragioneria. (All. I)

COMUNE DI ROVIGO Settore Attività Economico Finanziarie Sezione Ragioneria. (All. I) COMUNE DI ROVIGO Settore Attività Economico Finanziarie Sezione Ragioneria (All. I) INCASSI PER CODICI GESTIONALI SIOPE Pagina 1 Ente Codice 000033453 Ente Descrizione COMUNE DI ROVIGO Categoria Province

Dettagli

Quote albo 2012 5.236.825,00

Quote albo 2012 5.236.825,00 RELAZIONE TECNICA AL BILANCIO PREVENTIVO 2012 ENTRATE CORRENTI Quote albo 2012 5.236.825,00 La previsione per il 2012 è calcolata sui dati forniti dagli Ordini regionali e sull importo dovuto per le quote

Dettagli

ri - Cassa di Risparmio di Savona - /2001 -

ri - Cassa di Risparmio di Savona - /2001 - ri - Cassa di Risparmio di Savona - /2001 - STATO PATRIMONIALE ATTIVO 31/12/2001 31/12/2000 1 Immobilizzazioni materiali ed immateriali 48.372.772 39.519.419 a) beni immobili - - - beni immobili strumentali

Dettagli

Variazione delle rimanenze del prodotti In corso di lavorazione, e finiti (Euro 2.956.15)

Variazione delle rimanenze del prodotti In corso di lavorazione, e finiti (Euro 2.956.15) Senato della Repubblica - 545 - Camera dei deputati Variazione delle rimanenze del prodotti In corso di lavorazione, e finiti (Euro 2.956.15) semilavorati L'importo si riferisce per la sua totalità alla

Dettagli

ACONTO CONSUNTIVO 2013. Lecco, 15 gennaio 2014 1

ACONTO CONSUNTIVO 2013. Lecco, 15 gennaio 2014 1 EL ACONTO CONSUNTIVO 2013 Approvato dal Consiglio Direttivo con delibera n. 6/2014 Approvato dall Assemblea Annuale con delibera n. 3/2014 Lecco, 15 gennaio 2014 1 RELAZIONE DEL TESORIERE E NOTA INFORMATIVA

Dettagli

Schema di bilancio e Piano dei Conti dei Consorzi di Bonifica Contabilità finanziaria

Schema di bilancio e Piano dei Conti dei Consorzi di Bonifica Contabilità finanziaria Allegato A alla Delib.G.R. n. 3/31 del 31.1.2014 Schema di bilancio e Piano dei Conti dei Consorzi di Bonifica Contabilità finanziaria 1/15 Sommario 1. Premessa... 3 2. Schema di bilancio... 3 3. Piano

Dettagli

PROSPETTI DATI CONSUNTIVI SIOPE

PROSPETTI DATI CONSUNTIVI SIOPE P R O V I N C I A D I Settore Risorse Finanziarie S A S S A R I Allegato alla deliberazione del Consiglio Provinciale n. 15 del 30.04.2014 PROSPETTI DATI CONSUNTIVI SIOPE ESERCIZIO FINANZIARIO 2013 (ART.

Dettagli

PROSPETTO DI SINTESI DEGLI INVENTARI

PROSPETTO DI SINTESI DEGLI INVENTARI Atti Parlamentari 51 Camera dei Deputati ALLEGATO N. 1 PROSPETTO DI SINTESI DEGLI INVENTARI Atti Parlamentari 52 Camera dei Deputati L articolo 8, comma 4, del Regolamento di Amministrazione e Contabilità

Dettagli

COLLEGIO IPASVI MODENA VIALE AMENDOLA 264 41125 MODENA

COLLEGIO IPASVI MODENA VIALE AMENDOLA 264 41125 MODENA COLLEGIO IPASVI MODENA VIALE AMENDOLA 264 41125 MODENA RELAZIONE DI GESTIONE E NOTA INTEGRATIVA AL RENDICONTO 2014 Relazione sulla gestione Il rendiconto generale dell anno 2014 si compone delle seguenti

Dettagli

RENDICONTO FINANZIARIO - RESIDUI ATTIVI

RENDICONTO FINANZIARIO - RESIDUI ATTIVI Dal 01/01/2014 al /12/2014 RENDICONTO FINANZIARIO - RESIDUI ATTIVI RISCOSSE DA RISCUOTERE 0 Contributi iscritti all'albo 90.787,13-8.116,77 57.084,84 25.585,52 41.687,02 67.272,54 0 Contributi iscritti

Dettagli

NORME CHE REGOLAMENTANO IL BILANCIO E LA CONTABILITA DELL ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI LATINA

NORME CHE REGOLAMENTANO IL BILANCIO E LA CONTABILITA DELL ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI LATINA NORME CHE REGOLAMENTANO IL BILANCIO E LA CONTABILITA DELL ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI LATINA 1 Il presente regolamento è finalizzato a disciplinare l amministrazione e la contabilità dell

Dettagli

BILANCIO ARMONIZZATO CON ALLEGATI 2015-2017 PROVINCIA DI VICENZA

BILANCIO ARMONIZZATO CON ALLEGATI 2015-2017 PROVINCIA DI VICENZA BILANCIO ARMONIZZATO CON ALLEGATI - PROVINCIA DI VICENZA Provincia di Vicenza - ESERCIZIO PARTE I - ENTRATA Pag.1 Titolo, Tipologia Fondo pluriennale vincolato per spese correnti Fondo pluriennale vincolato

Dettagli

Pasian di Prato, 23 Gennaio 2015

Pasian di Prato, 23 Gennaio 2015 Pasian di Prato, 23 Gennaio 2015 1 Una volta accadeva: Fondo Pluriennale Vincolato nell'esercizio X l'ente registrava in bilancio un entrata destinata ad investimenti (contributo regionale, contributo

Dettagli

ARMONIZZAZIONE DEI SISTEMI CONTABILI

ARMONIZZAZIONE DEI SISTEMI CONTABILI ARMONIZZAZIONE DEI SISTEMI CONTABILI D. Lgs. 118/2011 Settembre 2013 Le origini: il federalismo fiscale Legge 5/5/2009 n. 42 Delega al Governo in materia di FEDERALISMO FISCALE in attuazione dell art.

Dettagli

ISTITUTO NAZIONALE PER L'ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO

ISTITUTO NAZIONALE PER L'ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO ANNESSO N. 9 allo stato di previsione della spesa del Ministero del lavoro e della previdenza sociale per l'anno finanziario 1977 CONTO CONSUNTIVO ISTITUTO NAZIONALE PER L'ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI

Dettagli

VERIFICHE PRELIMINARI

VERIFICHE PRELIMINARI COMUNE DI TAGGIA PROVINCIA DI IMPERIA **** PARERE DEL REVISORE SULLA PROPOSTA DI BILANCIO DI PREVISIONE 2013 E DOCUMENTI ALLEGATI **** REVISORE UNICO Marco Rossi Commercialista Revisore Contabile Pubblicista

Dettagli

AMREF ITALIA ONLUS. Nota integrativa al bilancio chiuso al 31/12/2010

AMREF ITALIA ONLUS. Nota integrativa al bilancio chiuso al 31/12/2010 AMREF ITALIA ONLUS Sede in ROMA, VIA BOEZIO 17 Cod.Fiscale 97056980580 Partita IVA 05471171008 Nota integrativa al bilancio chiuso al 31/12/2010 AMREF ITALIA ONLUS Sede in ROMA Via Boezio 17 Cod. Fiscale

Dettagli

Regolamento di Contabilità

Regolamento di Contabilità Regolamento di Contabilità Delibera del Consiglio di Amministrazione n. 28 del 06.06.2012 AZIENDA PUBBLICA DI SERVIZI ALLA PERSONA PAOLO RICCI Sede amministrativa: 62012 Civitanova Marche (MC) Via Einaudi,

Dettagli

REGOLAMENTO DI AMMINISTRAZIONE E CONTABILITA' DEL CONSORZIO INSTM

REGOLAMENTO DI AMMINISTRAZIONE E CONTABILITA' DEL CONSORZIO INSTM Approvato dalla Giunta il 18.07.12 REGOLAMENTO DI AMMINISTRAZIONE E CONTABILITA' DEL CONSORZIO INSTM INDICE PREMESSE CAPITOLO 1 GESTIONE FINANZIARIA CAPITOLO 2 GESTIONE PATRIMONIALE CAPITOLO 3 GESTIONE

Dettagli

REGOLAMENTO DI CONTABILITA CON ALLEGATO SCHEMA DEI CONTI DELL AUTORITA PER L ENERGIA ELETTRICA, IL GAS ED IL SISTEMA IDRICO

REGOLAMENTO DI CONTABILITA CON ALLEGATO SCHEMA DEI CONTI DELL AUTORITA PER L ENERGIA ELETTRICA, IL GAS ED IL SISTEMA IDRICO REGOLAMENTO DI CONTABILITA CON ALLEGATO SCHEMA DEI CONTI DELL AUTORITA PER L ENERGIA ELETTRICA, IL GAS ED IL SISTEMA IDRICO Regolamento di contabilità approvato con deliberazione 31 gennaio 2013, 27/2013/A

Dettagli

Nota integrativa al bilancio al 31/12/2012. Determina del Direttore Generale f.f. n. 49 del 29/03/2013 Sede Centrale

Nota integrativa al bilancio al 31/12/2012. Determina del Direttore Generale f.f. n. 49 del 29/03/2013 Sede Centrale Nota integrativa al bilancio al 31/12/2012 Determina del Direttore Generale f.f. n. 49 del 29/03/2013 Sede Centrale Premessa Considerazioni Preliminari La presente relazione, così come previsto dal D.P.R.

Dettagli

PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE - ENTRATE Residui presunti finali dell'anno 2014

PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE - ENTRATE Residui presunti finali dell'anno 2014 - ORDINE DEGLI AVVOCATI DI RIMINI ANNO PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE - ENTRATE l'anno Avanzo iniziale di amministrazione presunto 329.953,34 357.849,48 Contributi iscritti all'albo 79.853,16 338.440,00

Dettagli

Nota integrativa e Relazione sulla Gestione al bilancio chiuso il 31/12/2014 (Art. 33 del Regolamento di Amministrazione e Contabilità dell Ente)

Nota integrativa e Relazione sulla Gestione al bilancio chiuso il 31/12/2014 (Art. 33 del Regolamento di Amministrazione e Contabilità dell Ente) ORDINE DEGLI AVVOCATI DI RIMINI Palazzo di Giustizia Via Carlo Alberto dalla Chiesa, n. 11 47923 RIMINI RN Tel. 0541.389924 Fax 0541.395029 C.F.: 82012430409 E-mail: info@avvocati.rimini.it Sito Internet:

Dettagli

REGOLAMENTO DI GESTIONE E CONTABILITÀ

REGOLAMENTO DI GESTIONE E CONTABILITÀ Istituto nazionale di statistica REGOLAMENTO DI GESTIONE E CONTABILITÀ Approvato con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 11 novembre 2002, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 95 del 24

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA SENATO DELLA REPUBBLICA X LEGISLATURA N. 471/21 ANNESSO 6 DISEGNO DI LEGGE presentato dal Ministro del Tesoro (AMATO) di concerto col Ministro del Bilancio e della Programmazione Economica (COLOMBO) Bilancio

Dettagli

Rendiconto generale dell esercizio finanziario 2013

Rendiconto generale dell esercizio finanziario 2013 Monografie istituzionali INGV \ Volume XXIX \ 2014 Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia Rendiconto generale dell esercizio finanziario 2013 COORDINAMENTO EDITORIALE Massimo Ghilardi e Gianluca

Dettagli

87083 -Amministrazione e controllo delle aziende pubbliche

87083 -Amministrazione e controllo delle aziende pubbliche 87083 -Amministrazione e controllo delle aziende pubbliche Sistema di bilancio delle Regioni Bilancio delle Regioni D.lgs. 28 marzo 2000, n.76: Stabilisce il concorso della finanza regionale al perseguimento

Dettagli

RELAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE AL RENDICONTO DI GESTIONE

RELAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE AL RENDICONTO DI GESTIONE COMUNE DI VIGNOLA FALESINA (Provincia di Trento) Fraz. Vignola 12 38050 VIGNOLA FALESINA Tel. 0461/533445 Fax 0461/510518 RELAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE AL RENDICONTO DI GESTIONE 2012 Allegata alla delibera

Dettagli

Bilancio al 31 dicembre 2012

Bilancio al 31 dicembre 2012 Associazione Nazionale dei Musei Scientifici Sede legale, Presidenza e Segreteria esecutiva in Firenze Via La Pira, 4 Bilancio al 31 dicembre 2012 Starola Cantino Battaglia Sandri DOTTORI COMMERCIALISTI

Dettagli

COMUNE DI ACQUAVIVA DELLE FONTI (PROVINCIA DI BARI)

COMUNE DI ACQUAVIVA DELLE FONTI (PROVINCIA DI BARI) COMUNE DI ACQUAVIVA DELLE FONTI (PROVINCIA DI BARI) GLOSSARIO DEI TERMINI MAGGIORMENTE USATI NEL BILANCIO DI PREVISIONE Il bilancio degli enti locali è tradizionalmente suddiviso tra parte corrente e parte

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA AL CONTO CONSUNTIVO Esercizio finanziario 2013

RELAZIONE ILLUSTRATIVA AL CONTO CONSUNTIVO Esercizio finanziario 2013 MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE VIA DELLE BETULLE PIEVE EMANUELE (MI)20090 C.M. MIIC8D600R sito web:www.icbetulle.gov.it segreteria@icbetulle.gov.it

Dettagli

FONDAZIONE DELL'ORDINE DEGLI INGEGNERI. Relazione sulla gestione alla relazione economico patrimoniale al 31/12/2014

FONDAZIONE DELL'ORDINE DEGLI INGEGNERI. Relazione sulla gestione alla relazione economico patrimoniale al 31/12/2014 FONDAZIONE DELL'ORDINE DEGLI INGEGNERI Sede in VIA CEFALONIA 70-25100 BRESCIA (BS) Fondo di Dotazione dell Ordine degli Ingegneri di Brescia Euro 51.661,00 I.V. Relazione sulla gestione alla relazione

Dettagli

Ragioneria generale ed applicata Prof. Salvatore Madonna pag. 1

Ragioneria generale ed applicata Prof. Salvatore Madonna pag. 1 Ragioneria generale ed applicata Prof. Salvatore Madonna pag. 1 Esercizio n. 1 (Finanziamento) Si effettui, per le operazioni di gestione sotto riportate, l'analisi della natura delle variazioni di valore.

Dettagli

COMUNE DI SALUGGIA RELAZIONE AL RENDICONTO DI GESTIONE ESERCIZIO FINANZIARIO

COMUNE DI SALUGGIA RELAZIONE AL RENDICONTO DI GESTIONE ESERCIZIO FINANZIARIO 1 REGIONE PIEMONTE PROVINCIA DI VERCELLI COMUNE DI SALUGGIA RELAZIONE AL RENDICONTO DI GESTIONE ESERCIZIO FINANZIARIO 2011 2 Introduzione all analisi dei dati del Rendiconto della Gestione La presentazione

Dettagli

BILANCIO PREVENTIVO E CONSUNTIVO

BILANCIO PREVENTIVO E CONSUNTIVO BILANCIO PREVENTIVO E CONSUNTIVO (Documento di sintesi del bilancio di previsione del Consiglio regionale per l'esercizio 2014 e bilancio pluriennale per il triennio 2014 2016 approvato con delibera Consiliare

Dettagli

Raffronto esercizi 2000-2001 della gestione finanziaria centralizzata

Raffronto esercizi 2000-2001 della gestione finanziaria centralizzata Raffronto esercizi 2000-2001 della gestione finanziaria centralizzata Livelli ENTRATE Gestione finanziaria centralizzata Accertamenti Riscossioni 0 0 0 0 AVANZO 44.066 23.736-46,1% 1 0 0 0 ENTRATE PROPRIE

Dettagli

2012. GESTIONE DEL BILANCIO

2012. GESTIONE DEL BILANCIO Legge regionale 08 novembre 2013, n. 15 Rendiconto generale della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia per l'esercizio finanziario 2012. GESTIONE DEL BILANCIO ENTRATE E SPESE DI COMPETENZA DELL'ESERCIZIO

Dettagli

Rendiconto generale dell esercizio finanziario 2014

Rendiconto generale dell esercizio finanziario 2014 Monografie istituzionali INGV \ Volume XXX \ 2015 Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia Rendiconto generale dell esercizio finanziario 2014 COORDINAMENTO EDITORIALE Massimo Ghilardi e Gianluca

Dettagli

Riaccertamento residui. di Elisabetta Civetta. 11 novembre Sala Convegni ODCEC Milano

Riaccertamento residui. di Elisabetta Civetta. 11 novembre Sala Convegni ODCEC Milano Riaccertamento residui di Elisabetta Civetta 11 novembre Sala Convegni ODCEC Milano Residui attivi e passivi Ai fini della formazione del rendiconto dell esercizio n-1, possono essere conservati: - tra

Dettagli

CONSORZIO DI BONIFICA VENETO ORIENTALE

CONSORZIO DI BONIFICA VENETO ORIENTALE CONSORZIO DI BONIFICA VENETO ORIENTALE Portogruaro - San Donà di Piave CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA E DI INCASSO DELLA CONTRIBUENZA CONSORZIALE PARTE 1^ : SERVIZIO DI

Dettagli

Provincia di Foggia. Relazione dell Assessore al Bilancio al Rendiconto di Gestione 2011

Provincia di Foggia. Relazione dell Assessore al Bilancio al Rendiconto di Gestione 2011 Provincia di Foggia Relazione dell Assessore al Bilancio al Rendiconto di Gestione 2011 Il documento contabile che si sottopone alla discussione ed all approvazione del Consiglio Provinciale concernente

Dettagli

STATO PATRIMONIALE - ATTIVITA`

STATO PATRIMONIALE - ATTIVITA` STATO PATRIMONIALE - ATTIVITA` 2 IMMOBILIZZAZIONI 2.1 IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI 2.1.2 Software 23.536,26 23.536,26 2.1.3 Sito Internet 6.019,35 6.019,35 2.1.7 Mobili e arredi 52.561,68 52.561,68 2.1.8

Dettagli

Dati significativi di gestione

Dati significativi di gestione 36 37 38 Dati significativi di gestione In questa sezione relativa al Rendiconto economico sono evidenziati ed analizzati i risultati economici raggiunti da ISA nel corso dell esercizio. L analisi si focalizza

Dettagli

PROGRAMMA ANNUALE ESERCIZIO FINANZIARIO 2015 Relazione Illustrativa

PROGRAMMA ANNUALE ESERCIZIO FINANZIARIO 2015 Relazione Illustrativa Via Piccinini s.n. 97100 RAGUSA Codice Meccanografico RGEE009005 Codice Fiscale. 92020930886 Codice univoco d Ufficio UF9VXW Direzione 0932 252060 Segreteria 0932 604022 Fax 0932 604022 P.E.O. rgee009005@istruzione.it

Dettagli

COMUNE DI REGGIOLO. Provincia di REGGIO EMILIA

COMUNE DI REGGIOLO. Provincia di REGGIO EMILIA COMUNE DI REGGIOLO Provincia di REGGIO EMILIA PARERE DELL ORGANO DI REVISIONE SULLO SCHEMA DI RENDICONTO PER L ESERCIZIO FINANZIARIO 2010 E DOCUMENTI ALLEGATI IL REVISORE Dott. Valerio Fantini Comune di

Dettagli

Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Catania RELAZIONE DEL COLLEGIO DEI REVISORI

Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Catania RELAZIONE DEL COLLEGIO DEI REVISORI RELAZIONE DEL COLLEGIO DEI REVISORI RELAZIONE del COLLEGIO DEI REVISORI al rendiconto consuntivo ed alla situazione patrimoniale dell esercizio chiuso al 31/12/2011 dell Ordine dei Dottori Commercialisti

Dettagli

COMUNE DI ANZOLA DELL'EMILIA

COMUNE DI ANZOLA DELL'EMILIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI ANZOLA DELL'EMILIA PROVINCIA DI BOLOGNA C O P I A Comunicata ai Capigruppo Consiliari il 28/03/2012Nr. Prot. 5121 ART. 151, COMMA 6, E ART. 231 D.LGS. 18 AGOSTO

Dettagli

PROSPETTO GENERALE DEI LIMITI DI DELEGA Allegato 2 DELEGATI CAPITOLI

PROSPETTO GENERALE DEI LIMITI DI DELEGA Allegato 2 DELEGATI CAPITOLI Cap. 110 - Compensi al Presidente ed ai Nei limiti previsti dalla legge. Membri dell'autorità Cap. 111 - Oneri previdenziali ed assistenziali a carico dell'autorità Cap. 112 - Rimborso spese di missione

Dettagli

RENDICONTO FINANZIARIO - ENTRATE Differenze INIZIALI VARIAZIONI DEFINITIVE RISCOSSE DA RISCUOTERE TOTALE sulle previsioni

RENDICONTO FINANZIARIO - ENTRATE Differenze INIZIALI VARIAZIONI DEFINITIVE RISCOSSE DA RISCUOTERE TOTALE sulle previsioni RENDICONTO FINANZIARIO - ENTRATE SOMME ACCERTATE INIZIALI VARIAZIONI DEFINITIVE RISCOSSE DA RISCUOTERE TOTALE sulle previsioni 01 001 0010 Contributi iscritti all'albo 482.600,00 482.600,00 410.960,00

Dettagli

Incentivi finanziari alle imprese

Incentivi finanziari alle imprese Incentivi finanziari alle imprese Delibera della Giunta regionale n. 208 del 2 aprile 2012 Programma Attuativo Regionale (PAR) a valere sul Fondo per lo Sviluppo e la Coesione (FSC) 2007-2013 Asse I Linea

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA STATALE DI I GRADO Gen. E. BALDASSARRE. Piazza Dante - 76125 TRANI tel.0883/582627 fax 0883/508433

SCUOLA SECONDARIA STATALE DI I GRADO Gen. E. BALDASSARRE. Piazza Dante - 76125 TRANI tel.0883/582627 fax 0883/508433 SCUOLA SECONDARIA STATALE DI I GRADO Gen. E. BALDASSARRE Piazza Dante - 76125 TRANI tel.0883/582627 fax 0883/508433 Codice meccanografico: BAMM209001 - Cod. Fisc.:83002390728 Prot. n. 1749/D2c del 28/05/2015

Dettagli

Grafico 1: Distribuzione % premi del lavoro diretto italiano 2011

Grafico 1: Distribuzione % premi del lavoro diretto italiano 2011 GRAFICI STATISTICI Grafico 1: Distribuzione % premi del lavoro diretto italiano 211 RAMI VITA - Premi lordi contabilizzati per ramo di attività e per tipologia di premio: 73.869 milioni di euro Malattia,

Dettagli

CONSORZIO DI GESTIONE DELL AREA MARINA PROTETTA DEL PROMONTORIO DI PORTOFINO. Rendiconto per l'esercizio finanziario 2012

CONSORZIO DI GESTIONE DELL AREA MARINA PROTETTA DEL PROMONTORIO DI PORTOFINO. Rendiconto per l'esercizio finanziario 2012 CONSORZIO DI GESTIONE DELL AREA MARINA PROTETTA DEL PROMONTORIO DI PORTOFINO Rendiconto per l'esercizio finanziario 2012 Relazione al rendiconto dell'organo esecutivo Art. 231 D.Lgs.vo 267/2000 Il Consiglio

Dettagli

Rendiconto O.U.A. 2013. Il rendiconto OUA 2013 presenta un risultato di sostanziale pareggio, sia in termini economici che

Rendiconto O.U.A. 2013. Il rendiconto OUA 2013 presenta un risultato di sostanziale pareggio, sia in termini economici che Rendiconto O.U.A. 2013 Premessa Il rendiconto OUA 2013 presenta un risultato di sostanziale pareggio, sia in termini economici che finanziari. È opportuno precisare che tale risultato, dipeso anche dall

Dettagli

ANALISI CONTO CONSUNTIVO

ANALISI CONTO CONSUNTIVO ANALISI CONTO CONSUNTIVO VERBALE N. 2015/003 Presso l'istituto IS LEVI di MONTEBELLUNA, l'anno 2015 il giorno 21, del mese di aprile, alle ore 09:00, si sono riuniti i Revisori dei Conti dell'ambito ATS

Dettagli

Compensazione dei crediti nei confronti della Pubblica Amministrazione con debiti tributari definiti in fase contenziosa o precontenziosa

Compensazione dei crediti nei confronti della Pubblica Amministrazione con debiti tributari definiti in fase contenziosa o precontenziosa CMS_LawTax_CMYK_28-100.eps Newsletter Compensazione dei crediti nei confronti della Pubblica Amministrazione con debiti tributari definiti in fase contenziosa o precontenziosa 3 aprile 2014 INDICE Premessa

Dettagli

LA GESTIONE DEI RESIDUI

LA GESTIONE DEI RESIDUI LA GESTIONE DEI RESIDUI I residui passivi sono somme impegnate ma non ancora pagate entro il termine dell esercizio: costituiscono un debito del Dipartimento. I residui attivi sono somme accertate ma non

Dettagli

RELAZIONE TECNICO-AMMINISTRATIVA BILANCIO DI PREVISIONE ANNO 2015

RELAZIONE TECNICO-AMMINISTRATIVA BILANCIO DI PREVISIONE ANNO 2015 RELAZIONE TECNICO-AMMINISTRATIVA BILANCIO DI PREVISIONE ANNO 2015 Il Bilancio di Previsione dell esercizio 2015 (All.A), è stato redatto in conformità alle norme contenute nel regolamento di cui al D.M.

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO PER L AMMINISTRAZIONE, LA FINANZA E LA CONTABILITA

REGOLAMENTO DI ATENEO PER L AMMINISTRAZIONE, LA FINANZA E LA CONTABILITA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA REGOLAMENTO DI ATENEO PER L AMMINISTRAZIONE, LA FINANZA E LA CONTABILITA DI CUI ALL ART. 7 LEGGE 9 MAGGIO 1989 N. 168, EMANATO CON DECRETO RETTORALE 31 AGOSTO 1992 MODENA

Dettagli

INCASSI PER CODICI GESTIONALI SIOPE Pagina 1

INCASSI PER CODICI GESTIONALI SIOPE Pagina 1 INCASSI PER CODICI GESTIONALI SIOPE Pagina 1 Ente Codice 011138360 Ente Descrizione COMUNE DI CAMPI BISENZIO Categoria Province - Comuni - Citta' metropolitane - Unioni di Comuni Sotto Categoria COMUNI

Dettagli

DOSSIER. PL n. 389/9 di iniziativa del Consigliere G. CAPUTO recante: "Fiera storica della Ronza a Campana" relatore: C.

DOSSIER. PL n. 389/9 di iniziativa del Consigliere G. CAPUTO recante: Fiera storica della Ronza a Campana relatore: C. DOSSIER PL n. 389/9 di iniziativa del Consigliere G. CAPUTO recante: "Fiera storica della Ronza a Campana" relatore: C. IMBALZANO; DATI DELL'ITER NUMERO DEL REGISTRO DEI PROVVEDIMENTI DATA DI PRESENTAZIONE

Dettagli

II - RENDICONTI PATRIMONIALI DELLE AZIENDE AUTONOME

II - RENDICONTI PATRIMONIALI DELLE AZIENDE AUTONOME II - RENDICONTI PATRIMONIALI DELLE AZIENDE AUTONOME RENDICONTO PATRIMONIALE DELL'AMMINISTRAZIONE AUTONOMA DEI MONOPOLI DI STATO per l'esercizio finanziario 2012 RENDICONTO PATRIMONIALE DELL'AMMINISTRAZIONE

Dettagli

RELAZIONE DEL TESORIERE

RELAZIONE DEL TESORIERE RELAZIONE DEL TESORIERE Carissimi colleghi, il bilancio consuntivo 2013 che vi sottoponiamo oggi all approvazione rappresenta anche il primo bilancio del nuovo Consiglio Regionale insediatosi dopo le elezioni

Dettagli

Sezione Seconda Il nuovo ordinamento contabile

Sezione Seconda Il nuovo ordinamento contabile Capitolo 3: La programmazione 111 soggiace ai limiti degli stanziamenti indicati nell ultimo bilancio approvato, ove esistano. L ultimo comma dell art. 163 disciplina l ipotesi in cui la scadenza del termine

Dettagli

Corte dei Conti Sezione Regionale di Controllo per l Abruzzo

Corte dei Conti Sezione Regionale di Controllo per l Abruzzo Corte dei Conti Sezione Regionale di Controllo per l Abruzzo Referto sulla verifica della sana gestione finanziaria del Comune di Civitaluparella (CH) ai sensi dell art.7, comma 7, della legge 5 giugno

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE PER L ANNO 2015 ED ADOZIONE DEL BILANCIO PLURIENNALE PER IL TRIENNIO 2015/2017

BILANCIO DI PREVISIONE PER L ANNO 2015 ED ADOZIONE DEL BILANCIO PLURIENNALE PER IL TRIENNIO 2015/2017 REGIONE MARCHE 1 ASSEMBLEA LEGISLATIVA IX LEGISLATURA DELIBERAZIONE LEGISLATIVA APPROVATA DALL ASSEMBLEA LEGISLATIVA REGIONALE NELLA SEDUTA DEL 27 DICEMBRE, N. 181 BILANCIO DI PREVISIONE PER L ANNO 2015

Dettagli

Legge regionale 24 dicembre 2008, n. 32

Legge regionale 24 dicembre 2008, n. 32 Legge regionale 24 dicembre 2008, n. 32 Bilancio di Previsione 2009 e Pluriennale Triennio 2009 2011 (B. U. Regione Basilicata N. 60 del 29 dicembre 2008) Articolo 1 Stato di Previsione dell Entrata 1.

Dettagli

FONDAZIONE PIERO E LUCILLE CORTI - ONLUS SITUAZIONE PATRIMONIALE ED ECONOMICA AL 30/06/2013. - Programmi software 355,05 710,00 355,05 710,00

FONDAZIONE PIERO E LUCILLE CORTI - ONLUS SITUAZIONE PATRIMONIALE ED ECONOMICA AL 30/06/2013. - Programmi software 355,05 710,00 355,05 710,00 FONDAZIONE PIERO E LUCILLE CORTI - ONLUS SITUAZIONE PATRIMONIALE ED ECONOMICA AL 30/06/2013 STATO PATRIMONIALE 30/06/2013 30/06/2012 ATTIVITA' Immobilizzazioni immateriali - Programmi software 355,05 710,00

Dettagli

Rendiconto Economico e Patrimoniale d Esercizio

Rendiconto Economico e Patrimoniale d Esercizio Associazione europea per la solidarietà e la cooperazione internazionale con il Sud del mondo Viale Restelli 9-20124 Milano - tel. 02.69900210 - fax. 02.69900203 - info@fratellidelluomo.org - Via Citolo

Dettagli

Prospetto dimostrativo del margine di solvibilità e allegati - Rami Vita 7 Prospetto dimostrativo del margine di solvibilità e allegati - Rami Danni

Prospetto dimostrativo del margine di solvibilità e allegati - Rami Vita 7 Prospetto dimostrativo del margine di solvibilità e allegati - Rami Danni SOCIETÀ PER AZIONI SEDE VIA IGNAZIO GARDELLA, 2-2149 MILANO - ITALIA CAPITALE SOCIALE EURO 67.378.924 INTERAMENTE VERSATO CODICE FISCALE E NUMERO D'ISCRIZIONE DEL REGISTRO IMPRESE DI MILANO 132951158 -

Dettagli

Parte I LEGGI, DECRETI E REGOLAMENTI DELLA REGIONE

Parte I LEGGI, DECRETI E REGOLAMENTI DELLA REGIONE Parte I N. 14 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 30-4-2014 2399 Parte I LEGGI, DECRETI E REGOLAMENTI DELLA REGIONE Legge Regionale 30 aprile 2014, n. 9 BILANCIO DI PREVISIONE PER L ESERCIZIO

Dettagli

REGOLAMENTO CONCERNENTE LA DISCIPLINA DELLA GESTIONE PATRIMONIALE E FINANZIARIA DEL CONSORZIO DI BONIFICA

REGOLAMENTO CONCERNENTE LA DISCIPLINA DELLA GESTIONE PATRIMONIALE E FINANZIARIA DEL CONSORZIO DI BONIFICA REGOLAMENTO CONCERNENTE LA DISCIPLINA DELLA GESTIONE PATRIMONIALE E FINANZIARIA DEL CONSORZIO DI BONIFICA \\Nt1\dati\utenti\silvia\regol_disciplina_patrimon_finanz.doc 1 Art. 1 Principi Generali 1 La gestione

Dettagli

Camera dei Deputati - 4 0 1 - Senato della Repubblica

Camera dei Deputati - 4 0 1 - Senato della Repubblica Camera dei Deputati - 4 0 1 - Senato della Repubblica 70 B )-10) Ammortamenti e svalutazioni Gli ammortamenti sono di seguito riportati: DESCRIZIONE 2013 2012 IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI SOFTWARE 254

Dettagli

CONTO CONSUNTIVO DELL'ESERCIZIO FINANZIARIO 2014

CONTO CONSUNTIVO DELL'ESERCIZIO FINANZIARIO 2014 UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI MILANO CONTO CONSUNTIVO DELL'ESERCIZIO FINANZIARIO 2014. IL O DIV.CONTABILITA' GENERALE IL DIRETTORE GENERALE. ENTRATE STANZIAMENTO Variazioni successive Bilancio previsione

Dettagli

2.4. I CONTI CONSOLIDATI SETTORIALI

2.4. I CONTI CONSOLIDATI SETTORIALI 73 2.4. I CONTI CONSOLIDATI SETTORIALI INPS INPDAP 2.4.1. Gli Enti previdenziali Il conto degli Enti previdenziali (Tavola 11) per il 2006 evidenzia introiti per trasferimenti dal settore statale per milioni

Dettagli