usserese dibattito Lavori pubblici: ci vuole pianificazione 15 Censimento generale della popolazione e delle abitazioni SETTEMBRE 2011 LAVORI IN CORSO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "usserese dibattito Lavori pubblici: ci vuole pianificazione 15 Censimento generale della popolazione e delle abitazioni SETTEMBRE 2011 LAVORI IN CORSO"

Transcript

1 dibattito usserese Periodico di informazione e dibattito dell Amministrazione Comunale di Bussero, aperto al contributo di tutti i Cittadini LAVORI IN CORSO Lavori pubblici: ci vuole pianificazione SETTEMBRE 2011 COMUNICAZIONI 15 Censimento generale della popolazione e delle abitazioni CULTURA & SOCIALE Inserto speciale: Bussero in Festa 2011

2 la parola del Sindaco Realizziamo insieme i nostri progetti Si dice che i sogni finiscono all alba come pure non c è vita senza sogni. Due frasi apparentemente in contraddizione, ma in realtà complementari. Infatti, se è vero che all alba si esce dal mondo dei sogni, è pur vero che dall alba inizia il lavoro concreto per realizzare i sogni, partendo dalla verifica e predisponendo la loro fattibilità. Dopo due anni di mandato posso dire che il sogno, il nostro programma, è perfettamente presente: la fase di verifica e predisposizione è praticamente terminata, andiamo in ferie soddisfatti sapendo che quando leggeremo queste due righe sarà ormai iniziata la fase di realizzazione del sogno. Saremo nella fase di: adozione del PGT, avendo verificato l impegno degli operatori sulle operazioni ereditate dal PRG; definizione dei valori di riscatto del diritto di superficie; programmazione delle opere pubbliche; realizzazione del programma di manutenzione (già iniziato); intervenire a favore dei giovani con il programma Anci - Dote Comune; definire un piano di intervento nel campo delle energie rinnovabili che coinvolga le Aziende Agricole. Tutte queste operazioni hanno un fattore comune, la costruzione del sogno che avete votato: mantenere e consolidare la vocazione verde del paese, vivicizzarne la vita quotidiana e trovare le forme di salvaguardia del bilancio corrente nonostante i tagli governativi, ovvero individuare e far emergere l anima del paese che ne permetta un equilibrio economico e sociale. In questi primi due anni mi sento di ringraziare tutto lo staff amministrativo, che mi ha aiutato a comprendere il funzionamento della macchina e nel contempo si è reso disponibile a cambiare quello che per i primi mesi definivano consuetudine. Mi rendo perfettamente conto che mettersi in discussione non è sempre agevole, anche se il più delle volte comporta un ringiovanimento ed un nuovo entusiasmo, a loro va il mio grazie. Dopo aver sostenuto col vostro voto il sogno che proponevamo, adesso, sosteneteci nel volerlo realizzare, non facciamo svanire all alba quello che ci ha rasserenato il sonno. Sperando che abbiate trascorso un ottimo periodo feriale, auguro buon lavoro a tutti. Un saluto Quasi tutto il paese era presente, i sentimenti che si sentivano erano tanti, dal dolore più viscerale di chi aveva perso un amico, un compagno di avventure, a chi doveva elaborare lutti personali ancora e perennemente presenti, ma tutti provavamo una sensazione protettiva come a voler difendere un nostro ragazzo che ci veniva strappato. Nessuno è pronto nel momento del distacco, è naturale che con l età si è più attenti e sensibili, ma quando viene interrotta una giovane vita, allora diventa un momento di riflessione per tutti, anche per i più giovani e la commozione ci attanaglia e ci inebetisce. Il giorno dopo, però, abbiamo il dovere di reagire e di interrogarci su cosa possiamo fare perché alcune cose capitino sempre di meno, come le catastrofi così dette naturali hanno molte volte origine dai nostri comportamenti quotidiani, anche molte malattie hanno origine da un uso, magari inconsapevole ma sicuramente sbagliato, delle tecnologie e dai consumi non corretti. Allora invito tutti affinché si sappia orientare la forza del dolore, dolore che rimane incancellabile nel cuore di tutti, verso una consapevole capacità di collaborazione per trovare una nuova sensibilità collettiva che ci sappia orientare positivamente. Ciao Luca, da tutti i Tuoi concittadini.

3 Lavori in corso Notizie dalla Giunta Comunale Un altra estate di lacrime e sangue... ma non per i soliti! Assessore alla Programmazione finanziaria e Attività Economiche Santolo Castellano Alla fine ha dovuto gettare la maschera. Parlo di Giulio, Ministro di questo povero Stato! Per tre anni ci ha raccontato che la crisi era passata, che i conti dell Italia erano in ordine, che le banche nazionali erano molto più in salute di quelle americane o inglesi. Poi un giorno - un mesetto fa - si è svegliato, ha aperto gli occhi e si è accorto (ovvero gli hanno fatto notare da Bruxelles e Francoforte) che le cose erano un po diverse: - il debito pubblico continua a crescere; - il PIL cresce ma con percentuali da zero virgola qualcosa; - il differenziale del rendimento tra i BTP nostrani e i Bund tedeschi, si allarga sempre più. Allora è corso ai ripari, si è chiuso in una stanza - con i compari Silvio e Umberto - ed insieme hanno dapprima deciso un cambio della strategia di comunicazione e poi partorito la manovra! La sintesi (non in ordine di importanza) è questa: 1. Aboliscono il famoso assioma questo Governo non metterà mai le mani nella tasca degli Italiani, vedi aumento ticket sanitari e imposta di bollo sui depositi bancari. Quest ultima non in proporzione al valore del deposito ma in misura pressoché uguale per tutti. Cioè lo stesso aumento per Berlusconi con redditi e patrimoni a tanti zeri e i pensionati con redditi e patrimoni con pochi zeri. 2. Promettono ai mercati e all Europa di pareggiare il Bilancio dello Stato, ma dal La maggior parte dei tagli e dei sacrifici sono scaricati sugli anni 2013 e 2014, quando Loro non ci saranno più (di questo sono sicuro, e non sono il solo!). È come se questi Signori avessero firmato delle cambiali col proprio nome, ma indicando un altro debitore. Vogliono scaricare sul prossimo Governo e sulla prossima Legislatura il peso del loro fallimento, dei loro sprechi, dei loro intrallazzi, delle loro politiche da incantatori di serpenti fin qui sempre attuate. 3. Il federalismo fiscale diventa l ennesima riforma solo annunciata ma svuotata di contenuti. E allora ecco la Lega tornare ad agitare lo spauracchio della secessione, i governatori leghisti del Nord minacciare di non applicare quanto loro imposto dal proprio condottiero Umberto. Bene questa era la manovra farsa di luglio, che il Parlamento ha tramutato in Legge con approvazione lampo, senza discussioni e senza approfondimenti. Ma sarebbe bastato? Bastava questo a placare le Borse, la Banca Europea, il Dio Mercato? Purtroppo no! Il diluvio doveva ancora venire e infatti a Ferragosto i nostri Governanti approvano, con Decreto Legge, la manovra correttiva della manovra appena approvata. Già, perché dall Europa gli hanno scritto (in maniera riservata ) che è ora di smetterla di giocare che la barca Italia sta affondando ora e che ora va salvata, non nel 2014! I conti devono essere raddrizzati adesso se vogliamo l aiuto ed il sostegno dei nostri partner. Quindi ci hanno regalato (con il cuore di Silvio che gronda sangue ): Ulteriori pesanti tagli ai trasferimenti verso i Comuni (3,7 miliardi di nel biennio , oltre a quelli già previsti nella manovra di luglio) Soppressione comuni e province ed enti pubblici minori Contributo solidarietà del 5 o 10 % per redditi medio alti Aumento addizionale regionale e comunale IRPEF Riduzione esenzioni e agevolazioni fiscali Abolizione festività civili (25 aprile, 1 maggio, 2 giugno) Differimento pagamento TFR per dipendenti pubblici Innalzamento aliquote su rendite finanziarie da 12,5 a 20% Taglio organici pubblici dipendenti Differimento di 1 anno per la pensione degli insegnanti Dismissione incentivata di società municipalizzate Introduzione nuovi giochi e lotterie Ecc. ecc. ecc. In sintesi hanno previsto che a pagare siano sempre gli stessi di sempre! Avrebbero potuto invece adottare una terapia d urto contro l evasione fiscale (stimata in più di 100 miliardi di euro). Si sarebbero dovuti scomodare i grandi patrimoni immobiliari e non, far dimagrire l amministrazione centrale, fare dismissioni ragionevoli, incidere sui veri costi della politica, a cominciare dal dimezzamento dei Parlamentari e dal taglio dei troppi consulenti (assunti senza alcun concorso) presso la Presidenza del Consiglio. Si poteva far pagare il contributo di solidarietà a coloro che hanno utilizzato lo scudo fiscale per il rientro dei capitali illecitamente esportati, usufruendo di aliquote irrisorie (ancora grazie al superministro Tremonti). Si trattava cioè di non buttare più la croce addosso ai dipendenti, ai pensionati (quelli delle pensioni minime e medie, non certamente quelli d oro beneficiari di lauti assegni), ai cittadini che le tasse le hanno sempre pagate, né tartassare ulteriormente i Comuni, che irrimediabilmente scaricano sulle fasce più deboli aumentando le imposte, le tariffe e/o tagliando i servizi. settembre 2011 pag. 2

4 Lavori in corso Notizie dalla Giunta Comunale Credere nelle Istituzioni Servizi Istituzionali - Organizzazione Sicurezza Francesco Poma L Italia è il più giovane Stato d Europa con i suoi 150 anni dalla proclamazione; essa nasce in prima istanza dai Comuni, e non dalle nazioni e dalle grandi monarchie europee. I giovani del periodo romantico danno forza a grandi ideali condivisi dal popolo, che si rispecchiano nella lingua, nella letteratura, nella musica. I giovani del diciannovesimo secolo danno vita a un lungo percorso storico denominato Risorgimento, che porterà alla nascita di un nuovo Paese. L Italia viene unita prima dalla lingua, dall opera di Dante Alighieri, che innalza alle più alte sfere spirituali le passioni, i sentimenti, gli ideali di questo popolo, attraverso la Divina Commedia. Questa premessa introduttiva vuole essere una considerazione di impulso e una sollecitazione al nostro impegno in sostegno del lavoro che stiamo compiendo nell Istituzione comune in cui operiamo, e non semplicemente un elogio a quello che è stato. Il Comune è il primo tassello della democrazia di questo paese. Cosa possiamo fare affinché possa funzionare al meglio? Ritengo che l Istituzione Comune possa essere considerata a tutti gli effetti come la struttura di base attraverso la quale agisce la comunità, e in quanto tale deve essere in grado di garantire a tutti i cittadini che si vogliono impegnare per la stessa di poterlo fare, partecipando alla vita politica, siano essi giovani, anziani, donne, uomini, poveri o benestanti. Mettere a disposizione della comunità il proprio talento e lavorare per la stessa con onestà e spirito di servizio deve essere giustamente compensato con un equo corrispettivo, anche economico. Nel nostro caso è necessario investire risorse finanziarie, anche a questo scopo, per evitare che solo un oligarchia o un consiglio degli anziani, che evocano altre strutture politiche, lontane dalla visione moderna di società occidentale, restino gli unici soggetti in campo. Destinare risorse per la formazione e il merito, affinché gli organi politici siano affiancati da personale e funzionari con adeguato profilo professionale, oltre a strutturare servizi condivisi con altri Comuni per aumentare efficienza e diminuzione di costi determinati da conseguenti economie di scala, devono essere obiettivi da porre in agenda e perseguire con forza. Assessore alla Pubblica Istruzione - Cultura - Sport Valentino Zullo Bussero in festa edizione, come ogni anno la tradizione e i momenti di aggregazione e di allegria non mancheranno in questa incredibile manifestazione e vorrei dapprima augurare a tutti Voi di poter festeggiare con noi e con i vostri cari. Il calendario degli eventi è comunque ricco e vario, e mi preme l obbligo di ringraziare tutti coloro che hanno permesso di realizzare gli eventi e di completare il programma. Gli amici di Cascina Nuova come sempre ci accoglieranno la prima domenica per una giornata in allegria e giochi per i nostri bambini, tocca a loro iniziare i festeggiamenti di Bussero. A tutti un sentito grazie per il loro impegno e la loro collaborazione. Alle aziende agricole di cascina San Pietro come ogni anno il compito di intrattenerci tra campi e gli animali da fattoria, per scoprire il fantastico mondo Agricolo e Rurale. Sicuramente non poteva mancare l apporto dell Associazione Anziani che con numerose iniziative,dal teatro, alla musica in compagnia e alla buona cucina riuscirà ad accogliere tutti nella fantastica Villa Radaelli per serate di sicuro divertimento e buona cucina. Per questo ancora una volta grazie a tutti i volontari dell associazione Anziani e al suo Presidente che, come ogni anno, mi ha aiutato nella realizzazione e nel coordinamento delle attività. Un grazie sentito va senz altro a tutte le associazioni che con la loro presenza allieteranno e completeranno il programma della festa. Un grazie particolare al CAG e ai ragazzi dell oratorio, per la loro disponibilità, alla protezione civile che quest anno festeggia con noi i suoi 10 anni di attività sul territorio. Un grazie finale a tutte le associazioni che hanno aderito, Libriamoci, Arcieri, Motoclub, Il Sole La Torre, Martesana Scacchi, Polivolley, Judo,Basket.. e tutti coloro menzionati nel programma. Nel programma in inserto troverete l elenco delle iniziative,ma potrete aggiornarvi consultando anche il sito voi cosa ne pensate? settembre 2011 pag. 3

5 Lavori in corso Notizie dalla Giunta Comunale Lavori Pubblici: ci vuole pianificazione Assessore ai Lavori Pubblici - Edilizia Pubblica Manutenzioni Lorenzo Scipione Come avevo già preannunciato nei precedenti interventi, il grande lavoro che ho portato avanti nei miei primi mesi di assessorato è stato quello di mettere in fila e riordinare tutte le attività che fanno riferimento all area dei lavori pubblici del comune di Bussero. Alla fine di maggio il lavoro di riorganizzazione è sfociato in un importante documento di road map che ha reso evidente il grande lavoro che ci attende nei prossimi anni. Ho diviso le attività prettamente progettuali da quelle prettamente operative e, d accordo con gli uffici tecnici, ho impostato una scaletta di priorità e di temporalità per ognuna delle attività individuate. Tra progetti e lavori sono stati messi a punto 44 attività. In autunno queste saranno destinate ad aumentare. Poiché sarebbe troppo complesso ed oneroso, se non impossibile, riferire in questa pubblicazione tutta la mole di attività; l appuntamento a cui rinvio i cittadini è alla prossima festa del paese di ottobre Bussero in festa dove potrò presentare organicamente gli impegni e lo sforzo dell assessorato ai Lavori Pubblici. Piccoli lavori, grande utilità Come si è potuto notare in paese, abbiamo cominciato a mettere le mani sulle cose più urgenti e per certi versi più semplici. Avevo già segnalato in passato infatti il grande ritardo nelle manutenzioni del patrimonio pubblico lasciatoci tristemente in eredità dalle precedenti amministrazioni. E così abbiamo cominciato con rappezzare le buche più evidenti che c erano nelle nostre strade, abbiamo sostituito tutti i giochi per bambini che ci sono nei parchi pubblici, che peraltro erano diventati pericolosi, abbiamo sostituito tutte le panchine, molte delle quali erano praticamente inutilizzabili, abbiamo avviato la rimessa a posto della segnaletica stradale che in molti punti era addirittura inesistente, in collaborazione con le richieste pervenute dagli organi scolastici abbiamo effettuato importanti manutenzioni nelle scuole e soprattutto alla materna di viale Europa, stiamo predisponendo il chiosco ristoro da posizionare presso il campo di calcio di viale Europa. E così tante altri piccoli lavori di piccola manutenzione presso gli edifici comunali e le ville. Ovviamente questi piccoli lavori, che però hanno un grande impatto nella vita quotidiana dei cittadini, sono a latere rispetto alla importante progettualità di opere pubbliche che stiamo predisponendo per rendere più servizi e maggiore qualità di vita ai nostri concittadini. settembre 2011 pag. 4

6 Centro polifunzionale: i problemi permangono Per il costruendo centro polifunzionale di via Carabinieri Caduti (auditorium e palazzetto dello sport) voluto dalla precedente amministrazione, i problemi segnalati dal mio gruppo politico, Progetto Bussero, e da me personalmente, riguardo in particolare al costo di realizzazione e, ancor di più, al costo di gestione, adesso cominciano brutalmente a manifestarsi. Ancor prima di me il sindaco Franco Colombo e poi io personalmente, abbiamo potuto verificare interpellando numerosi operatori di settore che le opere in costruzione e soprattutto l auditorium presentano soluzioni progettuali tali da impedire lo svolgimento di adeguate stagioni teatrali o sportive. In pratica sono notevolmente insufficienti per svolgere attività degne del loro nome e degli investimenti effettuati. Ciò implica che saranno sotto utilizzate o addirittura ignorate dalle compagnie teatrali o dai gruppi sportivi per lo svolgimento delle loro attività funzionali o per i loro training. Il costo delle manutenzioni di queste strutture ricade inesorabilmente sul bilancio comunale ovverosia sulle spalle dei busseresi. Non solo. Allo stato attuale abbiamo preso in eredità l appalto per la realizzazione dei soli due edifici auditorium e palazzetto. E tutte le opere esterne e gli arredi per rendere le opere finite e funzionali? Questi appalti non ci sono e si prevedono altri 2 milioni di euro (che non ci sono!) di spese per completare opere che rischiano addirittura di non essere utilizzate. Come si può evincere, la situazione è tutt altro che rosea e, con appalti già firmati ed opere già ampiamente avviate, è difficile se non impossibile trovare soluzioni magiche per risolvere problemi generati da una pessima amministrazione della cosa pubblica. Nei prossimi mesi dovremo concentrare tutti gli sforzi dei busseresi di buona volontà e nostri per cercare di metterci una pezza. E non è detto che ci si riuscirà. settembre 2011 pag. 5

7 Comunicazioni dagli Uffici Comunali Nuovi arredi per Bussero (con un occhio all ambiente) Durante l estate che ci stiamo lasciando alle spalle sono stati avviati e conclusi numerosi interventi di arredo urbano. In alcuni casi si è trattato di interventi non più rinviabili, perché l usura delle attrezzature era tale da porre problemi anche per la sicurezza. Sono stati così sostituiti o sottoposti a manutenzione i giochi presso Piazza Donatori del Sangue, Parco di Via A. Negri, Parco di Via Garibaldi, Parco di Villa Casnati, Parco di Via Piero della Francesca, Parco di Via Carabinieri Caduti, area sportiva di Via Dalla Chiesa. Analogo intervento è stato effettuato per i giochi della Scuola Materna. Si è provveduto inoltre alla posa di pavimentazioni antitrauma alla base dei giochi che presentano rischi di caduta. Un altro intervento importante sul versante dell arredo urbano ha riguardato le panchine. Sono state sostituite o posizionate ex novo 41 panchine, nelle seguenti aree: Piazza Donatori del Sangue, Viale Europa, Parco Villa Casnati, Parco Cascina Galassa, Via P. Neruda, Via A. Bossi, Parco A. Negri, Parco Via Pertini, Parchetto Via Volta, Piazza M. Curie, area sportiva Via Dalla Chiesa, Via Don Minzoni. Oltre a migliorare la qualità ed efficienza delle attrezzature, si è cercato di avere un occhio di riguardo alle tematiche ambientali: i nuovi giochi sono quasi tutti in legno, e per le panchine è stato scelto un modello in pvc con materiale riciclato. Il responsabile del servizio Lavori Pubblici Andrea Calvi Estate 2011: lavori in corso! Oltre agli interventi sull arredo urbano, nell estate 2011 sono stati avviati altri lavori per migliorare complessivamente la qualità e vivibilità di Bussero. È stata effettuata la manutenzione di tutta la segnaletica stradale orizzontale sulla rete viaria comunale, che prevede anche il ripristino e in alcuni casi l integrazione dei dossi rallentatori del traffico. Sono stati effettuati interventi di riparazione in alcuni tratti stradali: Via Monza (chiusura buche), Via P. Neruda, Via Carabinieri Caduti, Via Torino intersezione Viale Europa (attraversamento ciclopedonale), Via Caravaggio (marciapiede), Via Turoldo (marciapiede), Via Grandi, Via Firenze (chiusino sfondato), Via Barlassina (marciapiede), Via Deledda, Via Volta angolo Via Grandi, Via Don Carugo, Via Quasimodo, Via Repubblica dell Ossola, Piazza Donatori del Sangue, Via Milano (in prossimità ciclabile di Cassina dè Pecchi). Presso il cimitero comunale è stata ripristinata la lattoneria in lamiera verniciata, e si procederà al rifacimento dei bagni per il pubblico come da progetto che si allega. Nelle scuole sono stati effettuati molti interventi di manutenzione, e si è proceduto alla tinteggiatura di tutta l ala nuova delle Scuole Elementari e di due aule della Scuola Materna. Infine è stato posizionato un chiosco prefabbricato presso il Centro Sportivo di Viale Europa che servirà come piccolo punto-ristoro e biglietteria. Il responsabile del servizio Lavori Pubblici Andrea Calvi settembre 2011 pag. 6

8 Comunicazioni dagli Uffici Comunali Ecco gli ultimi ragguagli su: 9 Ottobre Censimento generale della popolazione e delle abitazioni L Istat sta organizzando il censimento con modalità innovative. Lo scopo è di diminuire il carico per le imprese e i cittadini, chiamati a compilare i questionari, oltre a limitare l onere operativo sugli enti locali, da sempre coinvolti nella rilevazione sul campo, nonché il miglioramento dei tempi nella diffusione dei risultati e scattare una fotografia della popolazione alla data del 9 ottobre Nel periodo dal 12 settembre al 22 ottobre, l Istat, attraverso Poste Italiane, consegnerà alle famiglie i plichi contenenti: il questionario con le credenziali per la compilazione via web, le istruzioni per la compilazione, la busta per la restituzione e la lettera informativa. I questionari, compilati rispecchiando la situazione familiare al 9 ottobre, dovranno essere resi nel periodo dal 9 al 20 ottobre 2011, mediante restituzione spontanea nelle seguenti forme: via web, consegna presso l Ufficio Comunale di Censimento, o al rilevatore, consegna presso l ufficio postale. Dell avvenuta restituzione sarà rilasciata ricevuta. Si raccomanda di non compilare nè consegnare i questionari prima del 9 ottobre Per quanti non riceveranno il plico attraverso l Istat, si provvederà alla consegna tramite i rilevatori statistici appositamente incaricati dal comune e muniti di tesserino di riconoscimento. Vi informiamo che presso il Comune è stato costituito l Ufficio Comunale di Censimento che si occuperà di tutta l organizzazione e delle problematiche inerenti oltre che dell eventuale assistenza nella compilazione on-line dei questionari. Qualora l indirizzo sul questionario non corrisponda a quello di effettiva residenza della famiglia, vi invitiamo a contattare l Ufficio Comunale di Censimento. Albo Pretorio on-line Con l entrata in vigore della legge 18/6/2009, art. 32, tutte le amministrazioni pubbliche hanno l obbligo di pubblicare sul proprio sito tutte le notizie e gli atti amministrativi che necessitano di pubblicità legale, non avendo più tale valore le pubblicazioni su carta, vi invitiamo pertanto a consultare gli atti all albo pretorio on-line sul sito comunale all indirizzo - sezione albo pretorio. Aggiornamento albi: Scrutatori - aggiornamento annuale: la domanda di iscrizione all Albo, ai sensi dell art. 1 della legge 8/3/1989, n. 95 e s.m.i., deve essere presentata, all ufficio protocollo, entro il mese di novembre di ogni anno. Il modulo di domanda prestampato è reperibile sul sito comunale (sezione download - modulistica - uffici demografici) o presso l ufficio elettorale del comune. Presidenti di seggio - aggiornamento annuale: la domanda di iscrizione all Albo, ai sensi dell art. 1, comma 7, della legge 21/3/1990, n. 53 e s.m.i., deve essere presentata, all ufficio protocollo, entro il mese di ottobre di ogni anno. Il modulo di domanda prestampato è reperibile sul sito comunale (sezione download - modulistica - uffici demografici) o presso l ufficio elettorale del comune. Giudici Popolari corti d Assise e d Appello - aggiornamento biennale: la domanda di iscrizione all albo, ai sensi dell art. 21, della legge 10/4/1951, n. 287 e s.m.i., deve essere presentata, all ufficio protocollo, entro il mese di luglio di ogni biennio (ultimo aggiornamento effettuato agosto 2011). Ulteriori informazioni possono essere richieste all ufficio elettorale del comune. inviate anche voi il vostro contributo settembre 2011 pag. 7

9 Io dico che... diaologo fra Cittadini e Amministrazione Saranno parole vuote? Un camion si aggira per Bussero, accatastate nel cassone ci sono le panchine, sorpresa: finalmente dopo anni mi dice qualcuno che interpello per curiosità vista la scarsa conoscenza che ho di questo paese. Chiedo informazioni più dettagliate ad alcuni attempati cittadini che spesso vedo passeggiare in lungo e in largo per il paese. Non solo le panchine ma anche i giochi per i bambini dovrebbero sostituire, sono tutti rotti da tempo immemorabile e nessuno pensa a questi poveri bambini che si arrabattano su giochi rovinati e pericolosi mi dice un vecchio signore che sembra saperla lunga. Incuriosito seguo le evoluzioni del camion attraverso il paese e mi accorgo con sorpresa che tutti i giochi per i bambini nei parchi e quasi tutte le panchine sono nuovi e di materiali particolarmente idonei all uso esterno. E non è finita qui, con una rapida indagine presso i competenti uffici scopro anche che sono stati rinnovati tutti i giochi nel giardino della scuola materna. Vado in piazza del mercato che scopro chiamarsi Piazza Donatori di Sangue: i giochi sono tutti nuovi così pure la panchine. Vado in Viale Europa nel prato dietro il distributore di benzina: tutti i giochi sono nuovi. Vado nel piccolo parco che si affaccia in Via Kennedy e Via Garibaldi: tutti i giochi sono nuovi. Vado in Via Carabinieri Caduti nello spazio ricreativo tra campo di calcio e pallacanestro: i giochi sono nuovi. Vado nel parco di Villa Casnati: i giochi sono nuovi. Sono passati alcuni giorni e sto passeggiando sulla scena del delitto ovvero nel parchetto di Via Kennedy perché anch io sono un anziano che spende il proprio tempo passeggiando e ricordando, e capito dove alcuni piccoli bambini stanno giocando molto felici con i nuovi giochi e: orrore! qualche buontempone ha già avuto il cattivo gusto di sfregiarli. Con tutto il tempo che ho da vecchio a disposizione vado a controllare i nuovi giochi nel prato in Viale Europa dietro il distributore ed anche lì qualcuno si è divertito a compiere un atto vandalico. È così difficile avere rispetto di ciò che appartiene a tutti? Saranno parole vuote di questi tempi e di questi costumi il chiederlo? Tommaso settembre 2011 pag. 8

10 COMUNE DI BUSSERO Settore Istruzione, Cultura e Sport 16 a Bussero in Festa 24 settembre - 9 ottobre 2011 feste nelle palco ai animazioni tributo a comicita' cascine giovani per bambini Ligabue e cabaret Il programma completo nel sito

11 sabato 24 ore Piazza Diritti dei bambini MARTESANA IN PIAZZA 8 festival internazionale artisti di strada. domenica 25 sabato 1 ore Cascina S. Pietro 8a SAGRA DELLA MAIOCA Banchetti gastronomici della Coldiretti con prodotti tipici. ore Animazione di Ludobus con giochi della tradizione. ore Serata con polenta e animazione musicale in collaborazione con la Coldiretti. ore Cascina Nuova ore Piazza Diritti dei bambini POMERIGGIO IN ALLEGRIA Spettacoli degli artisti di strada di Martesana in Piazza e merenda in compagnia. FESTA ANNI 60 Balli, canti, auto e coreografia degli anni 60 con il gruppo musicale Chrysler. ore ore 8.00 Piazza Diritti dei bambini GRUPPO DE DANZA FOLKLORISTICA Nueva Juventud Imbonati. mercoledi' 28 Viale Europa PEDIBUS: ANDIAMO A SCUOLA A PIEDI I bambini verranno accolti in gruppo e accompagnati a scuola. L iniziativa Pedibus in collaborazione con i Volontari della Protezione Civile, ha tra gli obiettivi quello di abituare i ragazzi a praticare forme di mobilità sostenibile e di educazione stradale. venerdi' 30 domenica 2 ore 9.00 Piazza Diritti dei bambini CORSA CAMPESTRE: CASCINE IN CORSA Corsa non competitiva per grandi e piccini in collaborazione con Atletica Carugate. Iscrizioni presso Cag dal martedì al sabato dalle ore alle ore presso la sede in p.zzetta del Mulino. ore Cascina San Pietro 8a SAGRA DELLA MAIOCA Banchetti gastronomici della Coldiretti con prodotti tipici. ore Pomeriggio con i bambini e l angolo di Lettura e manipolazione in collaborazione con l Associazione Libriamoci. ore ore ore Piazza Diritti dei bambini STREET VOLLEY APERITIVO: KARAOKE (SING STAR) PALCO AI GIOVANI Esibizione di band giovanili emergenti. Per partecipare contattare Il centro Giovanile Il Geko, piazzetta del Mulino 3, Bussero.

12 ore ore ore ore ore ore ore Circolo A. Barzago TORNEO DI SCACCHI Quadrangolare a squadre in collaborazione con l Ass.ne Martesana Scacchi. Piazza Diritti dei bambini STREET VOLLEY APERITIVO: KARAOKE (SING STAR) PALCO AI GIOVANI Esibizione di band giovanili emergenti. Per partecipare contattare Il centro Giovanile Il Geko, piazzetta del Mulino 3, Bussero. mercoledi 5 Auditorium Biblioteca SUTA AI CAMPAN GHE SEMPER DE FA Spettacolo di teatro dialettale. Compagnia dialettale Al Cestin di ricordi di Bussero. In collaborazione con l Associazione Anziani. I biglietti sono in distribuzione gratuita a partire dalle 9 di lunedì 3/10 sino ad esaurimento, presso l Ass.ne Anziani in Villa Radaelli Via Aldo Moro, 2. giovedi 6 Palazzo Comunale NOZZE D ORO 50 ANNI DI MATRIMONIO Saluto del Sindaco, intrattenimento musicale e consegna Pergamena. Segue rinfresco in collaborazione con l Associazione Anziani. Auditorium Biblioteca SUTA AI CAMPAN GHE SEMPER DE FA Spettacolo di teatro dialettale. Compagnia dialettale Al Cestin di ricordi di Bussero. In collaborazione con l Associazione Anziani. I biglietti sono in distribuzione gratuita a partire dalle 9 di lunedì 3/10 sino ad esaurimento, presso l Ass.ne Anziani in Villa Radaelli Via Aldo Moro, 2. venerdi 7 ore ore ore ore ore ore ore Villa Radaelli SERATA IN COMPAGNIA Trippa e grigliata mista con l Associazione Anziani di Bussero. Intrattenimento musicale del gruppo CIUINGAM. Tombolata. Mostra pittura del gruppo Acqua e Colore. Piazza Diritti dei bambini EFFETTOLIGA Concerto: un tributo a Ligabue. sabato 8 Piazza Diritti dei Bambini MANIFESTAZIONE SCACCHISTICA PER RAGAZZI In collaborazione con l Ass.ne Martesana Scacchi. Villa Radaelli SERATA IN COMPAGNIA Polenta, cotechino e lenticchie, grigliata mista con l Associazione Anziani di Bussero. Intrattenimento musicale. Piazza Diritti dei Bambini GUIDO CORRIERA TOUR Spettacolo di cabaret presenta Cesare Gallarini (Area Zelig). ore Piazza Diritti dei bambini BLACK CAT BONE Concerto di musica Blues.

13 domenica 9 ore 9.00 Viale Europa ESPOSIZIONE DI BANCARELLE Curiosità, hobbisti, artigiani e stand delle associazioni di volontariato. Animazioni di strada su e giù per il viale. ore ore ore ore PREMIAZIONE DECENNALE DELLA PROTEZIONE CIVILE DI BUSSERO SBANDIERATORI TORRE DEI GERMANI Piazza Diritti dei bambini CONCERTO DEL CORO MUSIRE Suoni e voci del mondo. Concerto di muisca Spiritual, Gospel e Etnica. IL VOLO DELLE LANTERNE Piccole lanterne volanti saranno accese dalle persone presenti in piazza. ROLLERBLADE Esibizioni e circuito a cura della Scuola Roller Cassina. C A R U G A T E V I A M O N Z A P.ZZA MERCATO V I A R O M A P.ZZA DIRITTI DEI BAMBINI V I A P I A V E V I A U M B E R T O I V I A C R O C E V I A V I A S. P E R T I N I P E S S A N O C O N B O R N A G O ESIBIZIONI ARCIERI J. F. K E N N E D Y PICCOLO RANCH Ranch Cupone di Pessano metterà a disposizione dei bambini e dei ragazzi due pony che li accompagneranno nel loro BATTESIMO DELLA SELLA. MERCATINO DEI BAMBINI Bancarelle gestite dai più piccoli. M I L A N O V I A M I L A N O V I A L E E U R O P A V I A T O R I N O P.ZZA MARIE CURIE S T R A D A P E R C A S C I N A G O G N A V I A G. D I V I T T O R I O PITTORI IN STRADA Mostra mercato. P.ZZA A. DE GASPERI M V I A C C A S S I N A D E P E C C H I ore ESPOSIZIONE DI MOTO Moto d epoca, e non solo, in bella vista in collaborazione con il Moto Club Bussero. ANIMAZIONE PER BAMBINI A cura del circolo famigliare A. Barzago. Nel giardino per tutto il giorno festa e musica con gli amici del circolo. 2 TROFEO BUSSERO IN FESTA Qualifiche e finali Gran Premio Minicar valevole per il campionato provinciale off Road 2011 in collaborazione con il Gruppo Automodellisti Fuoristrada di Bergamo. PALESTRA DI ROCCIA Piazza Diritti dei Bambini PREMIO PERIT D OR Consegna del premio Perit d or. Onorificenza del Comune ai cittadini di Bussero che si sono prodigati in attività meritorie di solidarietà. Barzago Diritti dei bambini Radaelli De Gasperi Scuola dell infanzia XXV aprile Marie Curie C A R U G A T E Europa P.ZZA Cascina Nuova MERCATO Maioca Di Vittorio Palazzo Comunale Ristoro Parcheggio V I A M O N Z A Nei giorni: venerdì 30 settembre, sabato 1, domenica 2 ottobre e venerdì 7, sabato 8, domenica 9 ottobre, saranno presenti in Piazza Diritti dei Bambini i gazebo gastronomici e non che partecipano alla buona riuscita della festa. M I L A N O Sabato 1 e sabato 8 ottobre le attività commerciali saranno aperte e le vetrine illuminate fino alle ore V I A R O M A V I A M I L A N O P.ZZA DIRI DEI BAMBI V I A P I A V E agwnzia: - milano V I A T O R C A S S D E

14 Cultura & Sociale news da Scuola, Associazioni e Centri di Aggregazione Errata corrige Ripubblichiamo nella versione corretta, l articolo inserito nel numero di luglio 2011 a pag 8 e ci scusiamo per l errore Manutenzione edifici scuola dell infanzia Europa Spettabile Amministrazione, con la presente, i sottoscritti, in qualità di rappresentati dei genitori di tutte le sezioni della scuola dell infanzia Europa, intendono portare alla Vostra attenzione le problematiche emerse in sede di riunione di intersezione, tenutasi in data 11 Aprile Trattasi di situazioni a Voi già segnalate dalle insegnanti di plesso, ma che corre l obbligo di ribadire, attesa la rilevanza che le medesime rivestono, soprattutto in considerazione della categoria di utenti: bambini dai 3 anni. Diverse sono le criticità che coinvolgono la scuola, sia sul piano del godimento dell edificio, sia sul piano della sicurezza dello stesso. A mero titolo esemplificativo, si potrebbe partire dalla considerazione dello stato in cui versano i giardini di entrambi i padiglioni: manca l ordinaria manutenzione (dalla sistematica cura del verde alla rimozione di materiale eterogeneo presente sul terreno, che, ovviamente, è di ostacolo al normale calpestio): attualmente l area risulta priva di strutture ludiche che, rimosse ormai da diverso tempo, non sono più state ripristinate, le zone interessate presentano quindi un terreno dissestato, con buche che risultano potenzialmente pericolose per i bambini. La porta antipatico del padiglione B è costantemente inutilizzata in ingresso, a causa della presenza, al mattino, di una sola operatrice scolastica: l utenza, pertanto, è obbligata ad attraversare la sala mensa per poter accedere alle sezioni Delfini, Leprotti e Scoiattoli con risvolti a dir poco negativi sotto il profilo igienico. I caloriferi sia nelle zone comuni che nelle singole classi, risultano sicuramente non consoni ad un ambiente scolastico poiché non solo sono dotati di spigoli vivi ma presentano listini che si prestano (ed è già accaduto) ad intrappolare le dita sottili dei bambini. In alcune sezioni, sono evidenti estese infiltrazioni di acqua dal soffitto, con conseguente potenziale caduta di calcinacci: è di sicuro improponibile dover impedire ai bambini l utilizzo di tali zone per scongiurare il pericolo di essere colpiti da materiale che cade dall alto. Ma non è tutto: i bambini, per dissetarsi al di fuori dell orario di pranzo, devono attingere l acqua dai rubinetti dei bagni: non si vuole mettere in dubbio la potabilità dell acqua, che viene sicuramente sottoposta a controlli sanitari, ma viene rilevato il rilascio di materiale ferruginoso dalle tubature dei lavandini, in particolar modo durante il passaggio dall acqua Agenzia Est Milano: aperte le iscrizioni ai corsi di formazione professionale L Agenzia per la Formazione l Orientamento e il Lavoro Est Milano - ente strumentale della Provincia di Milano e di 24 comuni dell est milanese (tra cui Bussero) - progetta ed eroga corsi di formazione civici, di qualifica e abilitanti, finalizzati all ingresso nel mondo del lavoro e all aggiornamento di competenze professionali. Informatica (Office base e avanzato, preparazione all ECDL), lingue (Inglese, Spagnolo, Francese, Tedesco, Italiano per stranieri), commercio (somministrazione e vendita al pubblico di alimenti e bevande), area sociosanitaria (Ausiliario Socio Assistenziale - ASA, Operatore Socio Sanitario - OSS, Riqualifica da ASA in OSS): i corsi proposti dall Agenzia sono numerosi e differenziati per contenuti, durata e finalità. Tutte le lezioni si svolgono in giorni feriali - in orari diurni o serali - presso la sede formativa di Cernusco s/n, Strada Padana Superiore 2/b, accreditata presso Regione Lombardia e dotata di aule spaziose, laboratori attrezzati, strumenti all avanguardia. Per informazioni e iscrizioni: rivolgersi alla segreteria organizzativa, da lunedì a venerdì dalle 9.00 alle T , consultare il sito AFOL Est Milano calda all acqua fredda oppure dopo un fermo dell impianto idraulico. I bambini vengono costantemente sollecitati a far scorrere a lungo l acqua prima di prelevarla e berla, ma a nostro parere, il problema dovrebbe essere risolto all origine, evitando che dai rubinetti esca questa qualità di acqua. L elencazione potrebbe continuare ma non pare opportuno in questa sede dilungarsi: ciò che ci preme maggiormente, in qualità di rappresentanti dei genitori di tutte le sezioni della scuola dell infanzia Europa, è sollecitare Codesta Spettabile Amministrazione ad un incisivo intervento, atto a garantire la risoluzione di tutte le criticità di cui si è detto, già evidenziate nelle richieste delle insegnanti del plesso e da noi segnalate in questo scritto, il cui procrastinarsi potrebbe compromettere il benessere e la sicurezza dei bambini che frequentano la scuola. Richiediamo, a tal fine, di essere tempestivamente informati in merito ai tempi e modi con cui l Amministrazione intende procedere, offrendo, al contempo, tutta la necessaria collaborazione. In attesa di riscontro porgiamo distinti saluti. settembre 2011 pag. 13

15 Comunicazioni dagli Uffici Comunali Dalla Polizia Locale a cura del Comandante Dr. Claudio Castellano Come migliorare la sicurezza stradale? Non si tratta di farsi suggestionare dai fenomeni di pirateria, che sono allarmanti e in aumento, ma il problema della Sicurezza Stradale è sempre di più all attenzione dell opinione pubblica. Sono rassicuranti i dati di polizia stradale e carabinieri relativi al bimestre luglio/agosto 2011, che rilevano una diminuzione del 7,1% del totale degli incidenti se paragonati allo stesso periodo del 2010, nel quale si era già registrata una diminuzione del 6% rispetto al Ciononostante le istituzioni preposte alla decisioni in merito alle normative stradali mostrano le loro preoccupazioni, sia per le conseguenze in termini di vite umane (si è stimato che le automobili abbiano ucciso più persone dalla loro invenzione ad oggi che tutte le guerre combattute nello stesso periodo), sia per i costi sociali degli incidenti (malattie e disabilità). Il problema è talmente vasto che coinvolge ormai tutti i paesi del mondo. È legato senz altro al continuo incremento della motorizzazione, ma per una analisi attenta del fenomeno è necessaria una valutazione di tipo multidisciplinare in quanto sono coinvolte diverse tematiche tecnico-scientifiche. Ci limitiamo ad alcuni esempi. I fattori di rischio per la sicurezza sulle strade sono strettamente legati: a) alle caratteristiche e all usura del veicolo (scocche, cinture di sicurezza, revisioni...); b) alla progettazione e allo stato delle strade (autostrade, strade urbane e extraurbane, illuminazione, attraversamenti pedonali, piste ciclabili...); c) all addestramento dei guidatori, al loro atteggiamento di guida e al rispetto delle regole (sono sempre più comuni fenomeni di guida in stato di ebbrezza o sotto l effetto di sostanze stupefacenti); d) alle normative dei vari paesi. In Italia le normative più importanti in vigore sono le seguenti: : istituzione del Piano Nazionale della Sicurezza Stradale; : istituzione della patente a punti; : legge 160 del 2 ottobre 2007 Disposizioni urgenti modificative del codice della strada per incrementare i livelli di sicurezza nella circolazione. Sono inoltre in vigore: - assicurazione obbligatoria verso terzi (responsabilità civile) per compensare le vittime innocenti di incidenti di traffico; - restrizioni sul trasporto commerciale per strada, sia contando e limitando le ore di guida del conduttore (adoperando i cronotachigrafi), sia proibendo alcune strade ai camion in giorni oppure ore particolari. Vista la vastità dell argomento approfondiamo in questo articolo del giornale tre importanti aspetti riguardanti: 1) documenti di circolazione e di guida; 2) revisione del veicolo; 3) comportamento in caso di incidente. 1) Possesso dei documenti di circolazione e di guida Decreto legislativo 30/4/1992 n. 285 Nuovo codice della strada Articolo 180 Per poter circolare con i veicoli a motore il conducente deve avere con sé i seguenti documenti: a) la carta di circolazione (o il certificato di idoneità tecnica alla circolazione per veicoli per il ciclomotore); b) la patente di guida valida per la corrispondente categoria del veicolo (patentino per il ciclomotore); c) l autorizzazione per l esercitazione alla guida per la corrispondente categoria del veicolo in luogo della patente di guida di cui alla lettera b), nonché un documento personale di riconoscimento; d) il certificato di assicurazione obbligatoria. Qualora il conducente fosse sprovvisto dei suddetti documenti in caso di richiesta della polizia (cioè li possiede ma li abbia dimenticati) la sanzione è di 39 euro a documento con l ulteriore obbligo di portarli in visione presso un comando di polizia entro 20 giorni (o altro termine stabilito dagli accertatori). Qualora non si ottemperi all obbligo di cui sopra scatta un ulteriore sanzione di 398 euro a documento. 2) Revisioni Decreto legislativo 30/4/1992 n. 285 Nuovo codice della strada Articolo 80 Il Ministero dei trasporti stabilisce i criteri, i tempi e le modalità per l effettuazione della revisione generale o parziale delle categorie di veicoli a motore e dei loro rimorchi, al fine di accertare che sussistano in essi le condizioni di sicurezza per la circolazione e di silenziosità e che i veicoli stessi non producano emanazioni inquinanti superiori ai limiti prescritti. Nel regolamento sono stabiliti gli elementi su cui deve essere effettuato il controllo tecnico dei dispositivi che costituiscono l equipaggiamento dei veicoli e che hanno rilevanza ai fini della sicurezza stessa. Sostanzialmente le revisioni vanno effettuate dopo 4 anni dalla prima immatricolazione, per la prima revisione, e due anni le successive (salvo esplicito invito della motorizzazione ad es. in caso di grave sinistro con ingenti danni al veicolo). Per calcolare l effettiva scadenza della revisione si guarda al mese della precedente o immatricolazione (ad settembre 2011 pag. 14

16 esempio ultima revisione effettuata il 10/01/2011 scadenza il 31/01/2013 se circola 01/02/2013 senza la revisione è sanzionabile); la sanzione è di euro 159 oltre alla sospensione dalla circolazione del veicolo sino ad avvenuta revisione. 3) Comportamento in caso di incidente Decreto legislativo 30/4/1992 n. 285 Nuovo codice della strada Articolo 189 L utente della strada, in caso di incidente comunque ricollegabile al suo comportamento, ha l obbligo di fermarsi e di prestare l assistenza occorrente a coloro che, eventualmente, abbiano subito danno alla persona. Le persone coinvolte in un incidente devono porre in atto ogni misura idonea a salvaguardare la sicurezza della circolazione e, compatibilmente con tale esigenza, adoperarsi affinché non venga modificato lo stato dei luoghi e disperse le tracce utili per l accertamento delle responsabilità. Ove dall incidente siano derivati danni alle sole cose, i conducenti e ogni altro utente della strada coinvolto devono, inoltre, ove possibile, evitare intralcio alla circolazione. Tipografia Libri Cataloghi Riviste Re l arti lego asas Manifesti Stampa digitale Volantini Consulenza editoriale Web design Distribuzione Real Arti Lego - Il Guado Corbetta (MI) Tel Fax La Corte dei Sapori Trattoria & Pizzeria Via San Marco, Bussero (MI) Tel Chiuso martedì sera e mercoledì sera ISTITUTO T. CAMPANELLA (corsi regolari e bienni) CERNUSCO S/N DIURNO E SERALE Scuola di preparazione agli esami di idoneità e maturità RAGIONIERI - GEOMETRI - PERITI INFORMATICI LICEO SCIENTIFICO E LINGUISTICO DIRIGENTI DI COMUNITÀ Gli agenti in servizio di polizia stradale, in tali casi, dispongono l immediata rimozione di ogni intralcio alla circolazione, salva soltanto l esecuzione, con assoluta urgenza degli eventuali rilievi necessari per appurare le modalità dell incidente. In ogni caso i conducenti devono altresì fornire le proprie generalità, nonché le altre informazioni utili anche ai fini risarcitori, alle persone danneggiate o, se queste non sono presenti,comunicare loro nei modi possibili gli elementi sopraindicati. In caso di sinistro stradale (tralasciando le ipotesi di rilevanza penale) le parti coinvolte hanno fondamentalmente due obblighi: il primo consiste nello scambio delle generalità (a prescindere dall intervento o meno della polizia); il secondo riguarda i sinistri senza feriti e concerne l obbligo al ripristino delle condizioni di sicurezza stradale (i veicoli vanno spostati dalla sede stradale anche prima dell arrivo della polizia). Diamo appuntamento al prossimo numero di Dibattito Busserese dove continueremo a trattare temi relativi alla sicurezza stradale. m.t. In tutte le case tutti lo leggono Scegli questo giornale per la tua pubblicità Re al arti lego ilguado industria grafica Grafica Comunicazione Stampa Libri, Cataloghi, Riviste, Manifesti, Stampa digitale, Stampati commerciali, Consulenza editoriale, Web design Telefona a Real Arti Lego - Il Guado Corbetta (MI) Tel Fax Marian Service di Gujuc Costin Marian Si effettuano trasporti giornalieri da e per Milano, Provincia e Lombardia CERTIFICAZIONE SISTEMI DI QUALITÀ UNI EN ISO 9001:2000 Viale Assunta, 83 - Cernusco Sul Naviglio (MI) Tel Fax Società Multiservizi Trasporti Nazionali (35 q.li) Traslochi e Deposito Via Mameli, Limbiate (MI) Cell Tel + Fax settembre 2011 pag. 15

17 Dai Gruppi consiliari Città vicina/2 Bilancio Con l approvazione del bilancio consuntivo nel Consiglio Comunale del 15/7/2011 abbiamo completato due cicli di bilancio quello del 2009 ereditato dall amministrazione precedente, quello del 2010 e stiamo gestendo il bilancio In questi due anni, come è stato scritto in molte occasioni, ma è sempre meglio ricordare, i trasferimenti dallo stato e il patto di stabilità hanno sempre impoverito le risorse dei bilanci comunali. Per esempio nei trasferimenti del 2011 il taglio è stato di euro. Servizi L obiettivo prioritario è stato il mantenimento di tutti i servizi ed il contenimento dei costi dei servizi stessi. Per fare qualche esempio: 1) il piano del diritto allo studio ha mantenuto gli stessi fondi con un incremento del 20% di fondi trasferiti alla scuola per piccoli interventi o acquisti per altri progetti. 2) il buono mensa rimane ancora tra i più bassi della zona. Manutenzioni È stato posto fine al letargo manutentivo che ha accompagnato gli ultimi anni dell amministrazione precedente. È stato avviato un processo di interventi con l obiettivo di rendere accettabile lo stato di manutenzione di questo paese, avendo comunque sempre l attenzione alle compatibilità di bilancio e alle priorità di intervento. La sistemazione dell area del cimitero, il rifacimento della segnaletica stradale con la sistemazione di alcune strade, il rifacimento dei giochi della scuola materna e di tutti i giochi nei parchi del paese sono alcuni esempi dell attività che si sta svolgendo Urbanistica Siamo in fase di presentazione del Piano di governo del territorio, nuovo ed essenziale elemento di gestione urbanistica della città e specchio di un programma che è l architrave del nostro progetto di legislatura. Nel frattempo le realizzazioni determinate dal prg vigente stanno avendo il loro Corso. 167 Un numero ormai ricorrente nei discorsi e ben conosciuto da molti cittadini busseresi. I primi passi che vanno nell ottica di affrontare questa questione che è elemento importante del nostro programma elettorale, sono stati fatti. Ad aprile di quest anno è stata commissionata l attività di indagine e di perizia sui valori delle aree di 167. Sarà poi compito dell amministrazione la definizione di tutti i passaggi necessari con i tempi e la prudenza che servono ad un operazione così importante per la Città. Non ritengo né accettabili né credibili estemporanee riunioni non gestite dall amministrazione che sono state organizzate in paese e che hanno creato inutili attese e confusione. Palazzetto/auditorium Siamo giunti alla fase conclusiva della realizzazione strutturale. Intorno ai costi ed ai finanziamenti molto è già stato scritto e detto; un principio per noi è certo: il costo della gestione non dovrà pesare sul bilancio comunale Vigilanza/sicurezza La convenzione con Pessano con Bornago che era stata revocata dalla precedente amministrazione è stata riproposta riveduta ed aggiornata. È stato ripristinato il servizio di vigilanza di terzo turno fino alle ore 24 da giugno a dicembre. L istituzione della vigilanza notturna, anche se osteggiata dalle minoranze, ha avuto un riscontro positivo per quanto attiene il controllo del territorio ed in particolare degli edifici e spazi pubblici Per l analisi dettagliata di quanto detto rimando ai testi assolutamente più esaustivi del sindaco e degli assessori. In questi due anni il giudizio delle minoranze nei nostri confronti è stato spesso privo di razionalità ed oggettività. Forse illuse dalla convinzione di una nostra debolezza politica e strutturale? Eppure noi siamo ancora qui convinti di portare a conclusione il nostro mandato elettorale nel rispetto del programma e nella convinzione che le nostre idee sono giuste per la città Ċapogruppo di ViviBussero Carlo Guido Zerbini settembre 2011 pag. 16

18 Dai Gruppi consiliari I costi della politica sono un freno allo sviluppo e contro i più deboli Negli ultimi mesi caldi di luglio ed agosto la crisi finanziaria ed economica che ha investito l intero mondo occidentale, iniziata nell autunno del 2008 e di fatto mai conclusa, ha avuto nuovi e pesanti rigurgiti nei mercati finanziari. L economia non va bene, le aziende continuano ad essere in difficoltà e non si intravede il fondo del tunnel. I paesi europei e gli Stati Uniti d America sembra facciano fatica a comprendere un dato essenziale: stiamo vivendo al di sopra delle nostre possibilità. La modalità con cui stiamo supportando questo elevato e spropositato benessere è la distribuzione di una ricchezza che non c è in queste proporzioni, ricorrendo alla leva del debito degli Stati sovrani che, come sappiamo tutti, sta diventando talmente insostenibile da generare tensioni, preoccupazioni e, speriamo, non molto di più. Ma purtroppo i conti, prima o poi, bisogna pagarli e, forse, per noi occidentali quel momento sta inesorabilmente arrivando. A tutto questo bisogna aggiungere un altro fattore ancora più inquietante: in Europa non si fanno più figli. Riportare la situazione del debito pubblico (in Italia la situazione è decisamente patologica in quanto il debito è superiore all intera ricchezza che il Paese produce, il 120%, ma anche in altri Stati la situazione non è soddisfacente) in un ambito fisiologico e sostenibile, occorrono due azioni: 1) incrementare la ricchezza prodotta (il famoso PIL) per avere maggiori risorse da destinare all estinzione progressiva del debito; 2) diminuire la spesa pubblica, sempre per abbattere progressivamente il debito. Concentrando l attenzione sull Italia, anche se il ragionamento è lo stesso per gli altri Paesi, è opportuno porsi alcune domande: a) Senza figli, cioè senza futuro, come possiamo pensare di incrementare la nostra ricchezza? b) Con un sistema pubblico-burocratico così opprimente, complesso e corporativo, come è possibile pensare di valorizzare idee ed intrapresa? c) Se il sistema bancario che tanto doveva riformarsi dopo la scoppola del 2008, nulla ha fatto per ammodernare il suo apparato per meglio supportare l economia (danno i soldi solo a chi li ha già), come si può pensare che le imprese abbiamo ossigeno sufficiente per sviluppare le loro attività? d) Se il sistema della giustizia non dà certezze sui tempi della sua amministrazione, come si può pensare che i cittadini e le imprese possano muoversi in un contesto nel quale non siano salvaguardati i propri diritti? Si palesa in maniera chiara come oggi tutto concorra esattamente a perseguire l opposto di ciò che è di interesse generale. Considerato il contesto nel quale si inserisce questo nostro contributo, non si intende approfondire le tematiche della natalità, del sistema bancario, della giustizia. Si intende fare solo qualche riflessione sulla pubblica amministrazione. L apparato burocratico pubblico, secondo tutte le varie articolazioni, Stato centrale, amministrazioni intermedie e locali, enti di settore, enti di scopo, sanità, società a controllo pubblico, comunità montane, soprintendenze, ecc. ecc., allo stato delle cose sembra presentare soprattutto vizi e raramente virtù: 1) innanzitutto la macchina della pubblica amministrazione costa in maniera esagerata, sopra ogni logico e sensato livello di decenza, frutto di clientele ed utilizzato come vero ammortizzatore sociale (la vacca grassa da mungere); 2) oltre a costare in maniera spropositata, la pubblica amministrazione è scarsamente produttiva; 3) oltre ad essere improduttiva, ostacola in maniera indicibile lo sviluppo e l intrapresa di chi vorrebbe lavorare e darsi seriamente da fare. La pubblica amministrazione così com è con l arma della burocrazia sembra dunque essere la più grande corporazione il cui obiettivo è quello di salvaguardare i propri diritti acquisiti. La inutile burocrazia serve unicamente a giustificare la propria esistenza e le proprie improduttive e costose rendite. La pubblica amministrazione, soprattutto in Italia, in troppe occasioni ha valicato il compito assegnatole dalla Costituzione di entità finalizzata alla regolamentazione e al controllo. Troppe volte è entrato nel campo della gestione diretta anche quando non ce ne sarebbe stato bisogno. Troppe volte è diventato competitor economico nell erogazione diretta dei servizi, autoreferenziandosi come la sola capace di erogarli buoni ed imparziali per il bene comune. Troppe volte, anzi sempre, ha violato il principio di sussidiarietà avvilendo e mortificando l iniziativa dei singoli cittadini o dei corpi intermedi. In sintesi, la pubblica amministrazione, così com è, da un lato è un freno allo sviluppo, dall altro contribuisce a realizzare una società illiberale e mortificante per i cittadini. Se da un lato quindi occorre rafforzare il suo ruolo di regolamentazione e controllo, è necessario che faccia un deciso passo indietro nella gestione e nella burocratizzazione. Prevenendo possibili obiezioni, non si vuole qui appoggiare anacronistiche idee anarchiche o liberiste. Pragmaticamente bisogna dire che sono necessari sacrifici. Solo con i sacrifici si può contribuire alla diminuzione del debito pubblico e a liberare risorse per la crescita economica e per i servizi sociali. Se i soldi continuano ad essere drenati per il mantenimento di corporazioni improduttive, i più deboli nella nostra società rimarranno sempre più indietro. Gruppo consiliare Progetto Bussero settembre 2011 pag. 17

19 Dai Gruppi consiliari SINISTRA per BUSSERO La concretezza del fare/3 Vendita magazzino comunale: il tempo è galantuomo e le bugie hanno le gambe corte. È proprio così. L insensata, pretestuosa e strumentale accusa di irresponsabilità a noi rivolta per la mancata vendita del magazzino comunale di Strada per S. Pietro si è sciolta come neve al sole, visto che l immobile è stato venduto al giusto prezzo ( ) senza sconti. È da tale vicenda che è scaturita l estromissione di Sinistra per Bussero dalla maggioranza di Vivi Bussero perché si era fermamente opposta - nel Consiglio comunale dell con dimissioni verbali del Sindaco - giacché le agevolazioni nelle forme di pagamento allora proposte non rispondevano alla tutela e salvaguardia dell interesse generale della collettività. La vendita veniva, per converso, enfatizzata dal resto della maggioranza e ripresentata nel Consi- SINISTRA glio comunale del dopo: a) il ritiro delle dimissioni del Sindaco; per b) una sua lettera alla cittadinanza dove citava il commento dell organo di revisione sulla necessità della vendita del magazzino BUSSERO per rispettare il patto; c) un altra ancora dello stesso tenore - a firma congiunta con l assessore al bilancio indirizzata ai consiglieri ed agli assessori. In ogni caso, il magazzino non è stato allora venduto, il patto di stabilità rispettato e la nostra presunta irresponsabilità destituita di ogni fondamento. La vendita del magazzino formalizzata in questi giorni - alle condizioni pattuite quando Sinistra per Bussero faceva ancora parte della maggioranza di Vivi Bussero - ne costituisce la prova. Bilancio consuntivo 2010 Il nostro Gruppo consiliare ha espresso un giudizio negativo sull attività 2010, giacché molti degli obiettivi previsti nel bilancio di previsione del corrispondente anno non sono stati realizzati. Non ci ha certo ammaliato l avanzo di della gestione finanziaria (al : ) che rappresenta l insieme delle risorse finanziarie che non si sono volute, potute o sapute utilizzare nel periodo considerato e che è un indice negativo del grado di efficacia ed efficienza gestionale. Lo stesso dicasi per il Fondo di cassa, passato da (2008) ad (2010), con tutte le attenuanti derivanti dai freni del patto di stabilità, ma in assenza di operazioni straordinarie. Abbiamo avuto la sensazione, dalla striminzita relazione svolta del Sindaco, che il nostro primo cittadino abbia letto il bilancio di qualche altro Comune. Intanto, è stata da noi smontata la sua affermazione relativa alla pulizia fatta sul versante dei residui, sottolineando che, nell anno di competenza 2010, sono stati generati residui attivi (entrate accertate e non riscosse) per circa , che vanno ad ingrossare quelli accumulati negli anni precedenti. I residui passivi (spese impegnate e non pagate) creati nel 2010 sono ammontati ad che si aggiungono a quelli degli anni trascorsi.. Va da sé che non per tutti i residui si può invocare il pesante vincolo del patto di stabilità, proprio perché si possono - se si è in grado - anche spendere, a prescindere dal Patto di stabilità. È chiaro che l aumento dei residui produce un effetto di trascinamento sul ricordato avanzo della gestione finanziaria. Lo stesso organo di revisione raccomanda l Ente di monitorare con attenzione l evoluzione dei residui al fine di ottenere l incasso o il pagamento o la definizione dei vari procedimenti. Inoltre, un oculato controllo di gestione, di cui il Sindaco e l assessore parlano vacuamente da anni, avrebbe permesso di capire in anticipo un positivo equilibrio economico finanziario, destinando risorse agli investimenti anziché alla spesa corrente. La maggioranza non ha voluto - o saputo? - rispondere nel merito. Continua a parlare di noti errori della passata amministrazione, con riferimento alle somme vincolate per il patto di stabilità. Sappiano, allora, anche i cittadini che: 1) la scelta di vendere il vecchio comune e di iscrivere nel bilancio 2008 l entrata rispondeva alla priorità che l Amministrazione si era data di appaltare prima della fine del mandato l auditorium e il palazzetto dello sport. Non di errori si tratta ma di scelte ponderate, avendo valutato i pro e i contro compresi i riflessi sul patto di stabilità, condivise pienamente dai dirigenti provinciali e locali dell allora partito DS poi PD, tra i quali l attuale sindaco Colombo e il coordinatore e capogruppo del PD Zerbini, solo per citare chi oggi svolge incarichi pubblici. 2) tutti gli amministratori dovrebbero sapere che, per appaltare lavori pubblici, occorre avere la preventiva copertura finanziaria e che le risorse impegnate sono indisponibili per altre spese. 3) i lavori dell auditorium e del palazzetto sono stati aggiudicati con un ribasso di oltre il 30% equivalente a circa un milione quattrocentomila euro, che sono disponibili per il completamento dell opera. Continua la collezione......dei Segretari comunali a Bussero. Abbiamo chiesto al Sindaco se il Dott. Napoli segretario pro tempore in comunione con il Comune di Cernusco sul Naviglio sia stato stabilmente confermato o meno nell importante ruolo. Incredibile, ma vera, la risposta: Ringraziamo il dott. Napoli per l aiuto fornitoci, ma si è dichiarato indisponibile ad assumere l incarico anche a Bussero. Siamo in contatto con l Agenzia Autonoma per la Gestione dell Albo dei Segretari comunali per la ricerca di un altro... Sarà il sesto della serie. Il tutto senza alcuna autocritica sull imbarazzante argomento. Tutela e valorizzazione spazi agricoli E stato ratificato, con il voto favorevole anche del nostro Gruppo consiliare, il protocollo d intesa con il Comune di Cernusco S/ Naviglio relativo alla partecipazione al bando Cariplo sulla qualificazione di spazi aperti. Si tratta di un progetto finalizzato alla realizzazione di un censimento degli spazi aperti sostanzialmente agricoli, ma non solo a rischio di futura edificazione o in stato di degrado e utilizzabili per processi di valorizzazione del territorio. Sinistra per Bussero ha insistito affinché sia coinvolta la cittadinanza nelle sue varie forme di rappresentanza, non limitando la partecipazione alle sole aziende agricole del paese, ma estendendola a tutte quelle associazioni, o semplici cittadini, che sul nostro territorio svolgono attenta e meritoria opera nel campo della salvaguardia ambientale e del territorio. Giudicheremo dai fatti quando, quanto e se questa nostra sottolineatura sarà concretamente attuata. Capogruppo di Sinistra per Bussero Michele Sala settembre 2011 pag. 18

20 Dai Gruppi consiliari La sinistra delle tasse La Banda Bassotti colpisce ancora applicando il retroattivo sui parametri delle aree residenziali Avevamo già denunciato nel nostro articolo apparso sul Dibattito Busserese del mese di Aprile che con un colpo di mano in Consiglio Comunale era passata una delibera che aumentava i valori delle tariffe ICI dei terreni, adducendo che questa manovra era per noi da ritenersi vessatoria nei confronti dei cittadini che regolarmente avevano sempre pagato la loro tassa. In Consiglio Comunale, con il nostro voto contrario al provvedimento, al fine di far capire all amministrazione che stavano commettendo un grosso errore applicare le nuove tariffe con retroattività, abbiamo cercato di tutelare i busseresi da questa nuova ingiustizia ma ora, al rientro dalle vacanze, molti cittadini trovano la cartella esattoriale con una sgradita e molto onerosa sorpresa. Vediamo di riepilogare cosa è successo. L attuale amministrazione ha applicato un incremento del valore dell ICI sulle aree residenziali più del 100%, passando da un valore di 121,50 euro (delibera del 2003) ad un valore di circa 280 euro (delibera del 2011) Inoltre nell emissione della cartella esattoriale non si è tenuto conto dei vincoli che le aree possono avere, come per l area di maggior intervento urbanistico ( mc - area interramento elettrodotti), previsto dal piano regolatore in vigore. Non è stato preso in considerazione l abbattimento del 30% del valore dell imposta, in quanto il terreno è fortemente vincolato da attraversamento di metanodotto ed elettrodotto. Sostanzialmente questa amministrazione applica ciò che gli pare nei modi più disparati, non rispettando neppure ciò che la stessa amministrazione delibera in consiglio comunale. Il comune impone con delibera del 2011 nuovi parametri alquanto elevati, senza spiegare bene come sono stati calcolati e quindi già di per sé discutibili; inoltre questi valori vengono applicati in modo retroattivo, cioè non applicandoli dall entrata in vigore della delibera 2011 (anni a seguire), bensì con una retroattività che fa scattare i controlli partendo dall anno La cosa ridicola inoltre è che in questa lottizzazione i proprietari stanno continuando a pagare l ICI dal 2003 senza aver avuto un garanzia sui tempi, certi di una stipula di una convenzione; i ritardi non sono causati da problematiche di proprietari o imprenditori, bensì dall inefficienza dell amministrazione comunale. Secondo la delibera n 4 del Consiglio Comunale del 18/03/2004 all art. 65 si evince che il processo di pianificazione doveva essere diretto dall amministrazione comunale, la quale avrebbe dovuto stipulare la convenzione entro un anno dalla delibera, precisamente entro il Nel 2009, con l ultimo consiglio utile della amministrazione Galbiati, era stato trovato un accordo tra comune e imprenditori ma, non si capisce come mai non sia mai stato applicato. Alla luce di tali fatti e avendo visto il prolungarsi di questa stipula, se la lottizzazione non dovesse concludersi positivamente, i proprietari stessi dovrebbero richiedere al comune 6 anni di ICI pagati (calcolati sul valore residenziale), in quanto l area rimarrebbe prettamente agricola. In conclusione, per questa Amministrazione ogni pretesto è buono per far cassa, ma è doveroso da parte nostra denunciare tali fatti occulti. Sarà ancora colpa di Tremonti? O del patto di stabilità imposto dal Trattato di Maastricht?? Oppure questa maggioranza che sopravvivere a stento, grazie ai soli due voti della lista di Progetto Bussero che ora siede bellamente in giunta, sta scontentando tutti, applicando le massime tariffe su tutte le tasse come da buona prassi dai governanti di sinistra! Giudicate voi se questo è il modo di operare di una buona amministrazione... Certo che in questo periodo di grande crisi vedersi arrivare delle cartelle esattoriali con molti zeri riferiti a anni passati, fa fare un attenta riflessione e analisi prima di pagare. Sentiamo dire che già molte persone stanno valutando la possibilità di fare ricorso contro questa ingiusta stangata. Gruppo Consigliare Popolo della Libertà Lega Nord Padania Luigi Guzzi Samuele Colombo Dario Landolfi settembre 2011 pag. 19

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE BRATTI, BRAGA, TINO IANNUZZI, MARIANI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE BRATTI, BRAGA, TINO IANNUZZI, MARIANI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 111 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI BRATTI, BRAGA, TINO IANNUZZI, MARIANI Modifiche al codice della strada, di cui al decreto

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007)

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) COMUNE DI NORMA Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) Articolo 1 SCOPI DEL REGOLAMENTO 1. L Amministrazione Comunale, in

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

PRESENTAZIONE PROGETTO

PRESENTAZIONE PROGETTO PRESENTAZIONE PROGETTO Serie di attività svolte per sollecitare : Un maggior impegno sociale, Coinvolgimento attivo nella vita cittadina, Crescita della cultura della solidarietà, Dedicazione di parte

Dettagli

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Anche quest anno il tema di E state insieme si pone in continuità con gli anni precedenti! Vi ricordate come si chiamavano e qual era il tema? Velocemente li

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO Premessa Il Centro Servizi Culturali Santa Chiara propone annualmente una Stagione di Teatro che si compone di differenti

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI Art. 1 Oggetto. Il Comune di Varedo, nell ottica di garantire una sempre maggiore attenzione alle politiche sportive e ricordando i principi ispiratori del

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus Carta dei Servizi Famiglie Anziani Infanzia Indice di revisione n. 1 del 1/3/2014 3 INDICE CHI SIAMO IDENTITA E VALORI 4 5 COSA FACCIAMO

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

Opere di urbanizzazione

Opere di urbanizzazione Opere di urbanizzazione di Catia Carosi Con il termine opere di urbanizzazione si indica l insieme delle attrezzature necessarie a rendere una porzione di territorio idonea all uso insediativo previsto

Dettagli

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI INDICE CAPO I - NORME GENERALI ART: 1 - FINALITA ART.

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

Censimento Programma di intervento per l abbattimento delle barriere architettoniche e urbanistiche

Censimento Programma di intervento per l abbattimento delle barriere architettoniche e urbanistiche Censimento Programma di intervento per l abbattimento delle barriere architettoniche e urbanistiche Schede rilievo SCHEDA RILIEVO BARRIERE ARCHITETTONICHE SPAZI - strade Vinci Toiano CENTRO ABITATO Sant

Dettagli

Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini

Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Servizio Attività del Tempo Libero 1 REALIZZATA A CURA DI: Servizio Attività del Tempo Libero Comune di Bolzano Michela Voltani Elena Bettini Anita Migl COORDINAMENTO PROGETTO Cristina

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE Art. 1 - ISTITUZIONE E istituito presso il Comune di Golfo Aranci, un Centro di Aggregazione

Dettagli

COMUNE DI ROVELLASCA

COMUNE DI ROVELLASCA COMUNE DI ROVELLASCA Provincia di COMO REGOLAMENTO SERVIZIO DI VOLONTARIATO CIVICO COMUNALE Approvato con deliberazione C.C. n. 5 del 13.04.2015 Ripubblicato all Albo pretorio dal 13.05.2015 al 28.05.2015

Dettagli

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 SEZIONE I 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI LEGGE REGIONALE 3 aprile 2006, n. 12 Norme in materia di polizia comunale. IL CONSIGLIO REGIONALE

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

Comune di San Giustino. STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI

Comune di San Giustino. STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI Comune di San Giustino STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI Presentazione pubblica del 19.02.2015 IPOTESI PROGETTUALI CONSIDERAZIONI PRELIMINARI TUTELARE L ACCESSIBILITÀ AI

Dettagli

LINEE DI RIFORMA DELL ORDINE DEI GIORNALISTI

LINEE DI RIFORMA DELL ORDINE DEI GIORNALISTI LINEE DI RIFORMA DELL ORDINE DEI GIORNALISTI Deliberazione del Consiglio nazionale dell Ordine dei giornalisti 9 luglio 2014 1. Canale unico di accesso alla professione Per esercitare l attività professionale

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE = = = = = = REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE Adottato con deliberazioni consiliari n. 56 dell 08.11.95 e n. 6 del 24.01.96 INDICE Art. 1 Oggetto e finalità

Dettagli

L Operatore Locale di Progetto OLP

L Operatore Locale di Progetto OLP L Operatore Locale di Progetto OLP L Operatore Locale di Progetto CHI E? Qualcuno piu esperto del volontario, con il quale stabilisce un rapporto da apprendista a maestro, dal quale imparera, sara seguito,

Dettagli

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE Riva di Biasio Santa Croce, 1299-30135 VENEZIA Ufficio III Personale della Scuola

Dettagli

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di:

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di: Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014 Sede di Torino RUGGIERI Nicoletta Maria Mobility Manager Elaborazione e Cura di: CAGGIANIELLO Giorgio SAPIO Michele VENTURA Lorella Amministrazione

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, TEATRO LA DIDATTICA DEL FARE 1 BISOGNI Sulla scorta delle numerose riflessioni che da parecchi anni aleggiano sulla realtà

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELL ATTIVITA DI ALLIETAMENTO, DI TRATTENIMENTO E DI PUBBLICO SPETTACOLO

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELL ATTIVITA DI ALLIETAMENTO, DI TRATTENIMENTO E DI PUBBLICO SPETTACOLO COMUNE DI SOCCHIEVE Prov. Udine REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELL ATTIVITA DI ALLIETAMENTO, DI TRATTENIMENTO E DI PUBBLICO SPETTACOLO Approvato con deliberazione Del C.C. n 29 del 24/8/2007 REGOLAMENTO

Dettagli

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo Valutazione Crediti e proposte Progetti Area Turismo a cura di Bruno Turra Questo documento intende affrontare l analisi delle priorità di valutazione nell area turismo individuandone le principali componenti

Dettagli

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017.

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017. Prot. n. 0000 /2013 Torrebelvicino, 07 febbraio 2013 SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO RACCOMANDATA A.R. Spett.le OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA

Dettagli

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO C O M U N E D I R O V E R B E L L A Via Solferino e San Martino, 1 46048 Roverbella Tel. 0376/6918220 Fax 0376/694515 PEC PROTOCOLLO : roverbella.mn@legalmail.it RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI

Dettagli

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 C 1 I V I T A S E M P L I T Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 SCUOLA CIVICA DI MUSICA DI TEMPIO PAUSANIA In collaborazione con i comuni

Dettagli

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati VISTO DAI BAMBINI E DAI RAGAZZI ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati in questa sezione riguardano progetti e proposte in aree di verde pubblico. Se il primo lavoro è finalizzato all arredo

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

REGOLAMENTO MODALITA PER L UTILIZZO E LA CONCESSIONE IN USO DI SPAZI DEL COMPLESSO MONUMENTALE DI PALAZZO MARCHESALE

REGOLAMENTO MODALITA PER L UTILIZZO E LA CONCESSIONE IN USO DI SPAZI DEL COMPLESSO MONUMENTALE DI PALAZZO MARCHESALE REGOLAMENTO MODALITA PER L UTILIZZO E LA CONCESSIONE IN USO DI SPAZI DEL COMPLESSO MONUMENTALE DI PALAZZO MARCHESALE REGOLAMENTO MODALITA PER L UTILIZZO E LA CONCESSIONE IN USO DI SPAZI DEL COMPLESSO MONUMENTALE

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

ALLEGATO A) ALLA DELIBERAZIONE DI G.C. DEL COMUNE DI BRESCIA IN DATA 23.11.2005 N. 1178/45828 P.G.

ALLEGATO A) ALLA DELIBERAZIONE DI G.C. DEL COMUNE DI BRESCIA IN DATA 23.11.2005 N. 1178/45828 P.G. ALLEGATO A) ALLA DELIBERAZIONE DI G.C. DEL COMUNE DI BRESCIA IN DATA 23.11.2005 N. 1178/45828 P.G. CRITERI E PROCEDURA PER IL RILASCIO DI CONCESSIONI DI OCCUPAZIONE SUOLO PUBBLICO PER L INSTALLAZIONE DI

Dettagli

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA?

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? La scuola è obbligatoria dai 6 ai 16 anni e comprende: 5 anni di scuola primaria (chiamata anche elementare), che accoglie i bambini da 6 a 10 anni 3 anni di scuola secondaria

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro

OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro A Sua Eccellenza il Signor Prefetto di Roma OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro Signor Prefetto, come abbiamo concordato nei nostri precedenti incontri, Le scrivo

Dettagli

SCIA valida anche ai fini dell art. 86 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, approvato con R.D. 18/6/1931, n. 773.

SCIA valida anche ai fini dell art. 86 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, approvato con R.D. 18/6/1931, n. 773. Modulo di segnalazione certificata di inizio attività per la somministrazione di alimenti e bevande all' interno dei circoli privati da presentare in carta libera Spazio per apporre il timbro di protocollo

Dettagli

SETTORE LAVORI PUBBLICI e PATRIMONIO Lecco, 20 marzo 2012 Servizio Viabilità N 71 R.O. SR.gf

SETTORE LAVORI PUBBLICI e PATRIMONIO Lecco, 20 marzo 2012 Servizio Viabilità N 71 R.O. SR.gf SETTORE LAVORI PUBBLICI e PATRIMONIO Lecco, 20 marzo 2012 Servizio Viabilità N 71 R.O. SR.gf OGGETTO: Organizzazione Zona a Traffico Limitato Centro storico IL SINDACO Premesso che, per fronteggiare le

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum La prima operazione da fare, una volta ricevuti i moduli per la raccolta, è quella della Vidimazione. La vidimazione. Viene effettuata dal

Dettagli

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE)

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) 71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) di TIZIANA LANG * Finalmente è partita: dal 1 maggio i giovani italiani possono iscriversi on line al programma della Garanzia

Dettagli

LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI

LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI Luca Menini, ARPAV Dipartimento di Vicenza via Spalato, 14-36100 VICENZA e-mail: fisica.arpav.vi@altavista.net 1. INTRODUZIONE La legge 447 del 26/10/95 Legge

Dettagli

Che cos è un focus-group?

Che cos è un focus-group? Che cos è un focus-group? Si tratta di interviste di tipo qualitativo condotte su un ristretto numero di persone, accuratamente selezionate, che vengono riunite per discutere degli argomenti più svariati,

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: ANNO RICCO MI CI FICCO SETTORE e Area di Intervento: Settore A: Assistenza Aree: A02 Minori voce 5 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO OBIETTIVI DEL PROGETTO OBIETTIVI GENERALI

Dettagli

per la durata di seguito indicata: nel periodo dal al nella/e giornata/e:

per la durata di seguito indicata: nel periodo dal al nella/e giornata/e: Marca da bollo 14,62 AL SIGNOR SINDACO DEL COMUNE DI BERTINORO OGGETTO: Richiesta licenza di spettacolo o trattenimento pubblici di cui all art. 68/ 69 del regio decreto 18 giugno 1931, n. 773, a carattere

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A.

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. 01 Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010 Soci Fondatori - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. - Associazione Partners di Palazzo Strozzi Promossa da 02 MISSION Volontariato

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA Città di Medicina Via Libertà 103 40059 Medicina (BO) Partita I.V.A. 00508891207 Cod. Fisc.00421580374 Tel 0516979111 Fax 0516979222 personale@comune.medicina.bo.it DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO

Dettagli

L ATTUAZIONE DELLA LEGGE 56/14: IL RIORDINO DELLE FUNZIONI DELLE PROVINCE E DELLE CITTA METROPOLITANE L ACCORDO IN CONFERENZA UNIFICATA

L ATTUAZIONE DELLA LEGGE 56/14: IL RIORDINO DELLE FUNZIONI DELLE PROVINCE E DELLE CITTA METROPOLITANE L ACCORDO IN CONFERENZA UNIFICATA L ATTUAZIONE DELLA LEGGE 56/14: IL RIORDINO DELLE FUNZIONI DELLE PROVINCE E DELLE CITTA METROPOLITANE E L ACCORDO IN CONFERENZA UNIFICATA Roma 3 luglio 2014 PREMESSA La legge 7 aprile 2014, n. 56, Disposizioni

Dettagli

PRIORITY. Precedenza

PRIORITY. Precedenza www.italy-ontheroad.it PRIORITY Precedenza Informazioni generali e consigli. Ciao, sono Namauel Sono una voce amica che prova ad aiutarti, con qualche consiglio, nella circolazione stradale. Mi rivolgo

Dettagli

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore ATTIVITA FERROVIARIE RFI:Informativa e invio documentazione ACI GLOBALE Verbale di accordo e comunicato unitario AUTONOLEGGIO Comunicato unitario di proclamazione sciopero TRASPORTO MERCI LOGISTICA AUTOSTRADE

Dettagli

TITOLO I Ambito di applicazione. TITOLO II Disposizioni generali.

TITOLO I Ambito di applicazione. TITOLO II Disposizioni generali. Regolamento d uso del verde Adottato dal Consiglio Comunale nella seduta del 17.7.1995 con deliberazione n. 173 di Reg. Esecutiva dal 26.10.1995. Sanzioni approvate dalla Giunta Comunale nella seduta del

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

LEGGE 27 LUGLIO, N.212. "Disposizioni in materia di statuto dei diritti del contribuente"

LEGGE 27 LUGLIO, N.212. Disposizioni in materia di statuto dei diritti del contribuente LEGGE 27 LUGLIO, N.212 "Disposizioni in materia di statuto dei diritti del contribuente" pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 177 del 31 luglio 2000 Art. 1. (Princìpi generali) 1. Le disposizioni della

Dettagli

REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI

REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI COMUNE DI ALA REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI VIGILI DEL FUOCO VOLONTARI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 dd. 19.06.2003 Modificato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 dd.

Dettagli

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO PART-TIME INDICE Art. 1 Finalità Art. 2 Campo di applicazione Art. 3 Contingente che può essere destinato al tempo

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

REGOLAMENTO Autorizzazione al funzionamento e Accreditamento delle strutture, Accreditamento Soggetti erogatori Servizi Sociali

REGOLAMENTO Autorizzazione al funzionamento e Accreditamento delle strutture, Accreditamento Soggetti erogatori Servizi Sociali AMBITO TERRITORIALE DI AGNONE AGNONE BELMONTE DEL SANNIO CAPRACOTTA CAROVILLI CASTEL DEL GIUDICE CASTELVERRINO PESCOPENNATARO PIETRABBONDANTE POGGIO SANNITA SAN PIETRO AVELLANA SANT ANGELO DEL PESCO VASTOGIRARDI

Dettagli

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Protagonismo culturale dei cittadini. www.fondazionecariplo.it

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Protagonismo culturale dei cittadini. www.fondazionecariplo.it Bandi 2015 ARTE E CULTURA Protagonismo culturale dei cittadini BENESSERE COMUNITÀ www.fondazionecariplo.it BANDI 2015 1 Bando senza scadenza Protagonismo culturale dei cittadini Il problema La partecipazione

Dettagli

TRIBUTO AL GRAN PREMIO PARCO VALENTINO

TRIBUTO AL GRAN PREMIO PARCO VALENTINO TRIBUTO AL Fai sfilare la tua passione tra le strade di Torino. Iscrivi la tua vettura al DOMENICA, 14 GIUGNO 2015 la parata celebrativa delle automobili più importanti di sempre PARCO VALENTINO - SALONE

Dettagli

TERZO SETTORE TERZO SETTORE O SETTORE NON PROFIT

TERZO SETTORE TERZO SETTORE O SETTORE NON PROFIT TERZO SETTORE TERZO SETTORE O SETTORE NON PROFIT E quell insieme di organizzazioni che producono beni/servizi e gestiscono attività fuori dal mercato o, se operano nel mercato, agiscono con finalità non

Dettagli

SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE

SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE DATI ASSISTITO Cognome Nome Data di nascita Cod. fiscale INDICATORE ADEGUATEZZA CONDIZIONE AMBIENTALE (Valutazione rete assistenziale + valutazione economica di base + valutazione

Dettagli

Editoriale. XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente

Editoriale. XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente Cari Associati, abbiamo da poco celebrato a Napoli il ventennale del Congresso Fismad, appuntamento scientifico riconosciuto

Dettagli

ATTIVITA 2012 L ORMA. Educazione e Promozione Sociale. Presentazione servizi e attività Anno 2012

ATTIVITA 2012 L ORMA. Educazione e Promozione Sociale. Presentazione servizi e attività Anno 2012 ATTIVITA 2012 L ORMA Educazione e Promozione Sociale Presentazione servizi e attività Anno 2012 L Orma è una realtà che opera da più di 10 anni nel settore dell Educazione e della Promozione Sociale. Tutte

Dettagli

procedura conforme all art. 34 del D.I. n.44 del 01/02/01

procedura conforme all art. 34 del D.I. n.44 del 01/02/01 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE 3 SAN BERNARDINO BORGO TRENTO Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria di Primo Grado Centro Territoriale Permanente Via G. Camozzini, 5 37126 Verona (VR) Tel.

Dettagli

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria Il luogo: la storia Castello Sforzesco Accademia Brera Montenapoleone Il complesso dei Chiostri dell Umanitaria nasce insieme all adiacente Chiesa di Santa Maria della Pace, voluta da Bianca di Visconti

Dettagli

VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE)

VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE) Normativa VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE) a cura di Libero Tassella da Scuola&Scuola, 8/9/2003 Riferimenti normativi: artt. 7,8 legge 29.12.1988, N. 554; artt. 7,8 Dpcm 17.3.1989,

Dettagli

Anagrafe, Stato Civile, Elettorale. n. 5 monitor n. 3 stampanti laser di rete n. 3 stampanti ad aghi n. 1 calcolatrice n. 3 apparecchi telefonici

Anagrafe, Stato Civile, Elettorale. n. 5 monitor n. 3 stampanti laser di rete n. 3 stampanti ad aghi n. 1 calcolatrice n. 3 apparecchi telefonici Indicazione delle dotazioni strumentali, anche informatiche, che corredano le stazioni di lavoro nell automazione dell ufficio Segreteria SS.DD. - Affari Generali Anagrafe, Stato Civile, Elettorale Segreteria,

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori?

Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori? Le proposte emerse dai gruppi di RLS 1 Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori? Il RLS consulta il documento di valutazione dei rischi e verifica se il rischio

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

alberi PER I GIARDINI DEL FILARETE Atelier Castello

alberi PER I GIARDINI DEL FILARETE Atelier Castello alberi PER I GIARDINI DEL FILARETE novantanove Atelier Castello o- vata- ove alberi ABBIAMO RIDOTTO L AREA PEDONALE DELIMITANDO I BRACCI A FILO DELLE TORRI DEL CASTELLO. IN QUESTO MODO LA PIAZZA CON I

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare 1 COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione guida introduttiva alla previdenza complementare www.covip.it 3 Questa Guida è stata realizzata dalla COVIP Indice grafica e illustrazioni Studio Marabotto

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli