Il progetto è finanziato con contribuzioni di privati e enti privati e pubblici. Aggiornamento al a fondo scheda.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il progetto è finanziato con contribuzioni di privati e enti privati e pubblici. Aggiornamento al 31.05.2012 a fondo scheda."

Transcript

1 Aggiornamento al a fondo scheda. A.S.V.I. Onlus Via G.B. Carta, Milano 06.6 PROGETTO SCUOLA SPECIALE MENTALE Tel/Fax Progettato Attivato Stato Responsabile Febbraio 2004 Maggio 2004 Realizzato Marinella Dal Passo Durata Finalità Finanziamento Rinnovato di anno in anno, previa Sostegno alle attività della scuola, verifica di obiettivi e risultati condividendone finalità e obiettivi Progetto generale: su segnalazione di Jelena, la nostra interprete d etnia serba, abbiamo incontrato la direttrice della scuola speciale bambini dementi, ci scusiamo per la crudezza, ma cosi l hanno chiamata! La scuola si trova subito di là dal ponte, in zona serba, segue trentaquattro ragazzi tra i 6 e i 25 anni, qui sono inviati tutti quei bambini in età scolare che hanno problematiche, iniziano un percorso che dura circa 20 anni, nel corso del quale sono seguiti e assistiti nelle varie fasi della crescita, sino all età adulta, infine sono inseriti in laboratori e officine della città dove svolgono attività lavorative, quelle apprese nel percorso scolastico, quali falegname, piccola meccanica, informatica. La scuola si presenta bene, piccola ma in ordine e pulita, ovviamente i problemi e le difficoltà sono immense, la direttrice, per altro a noi gia nota, ci ha fatto un ottima impressione, capace e molto coinvolta, ci ha spiegato che la scuola in realtà riceve studenti con problematiche diverse e che in effetti è lo scarico sociale del problema collettivo, insomma se c è un problema me ne libero mandandolo in quella scuola, cosicché possiamo trovare bambini affetti da handicap mentali, piuttosto che da epilessia, sordità e autismo, è evidente che avrebbero bisogno di capacità e competenze diverse, in ogni caso almeno qui trovano attenzione e affetto. La scuola ha come bacino d utenza tutto il Kosovo nord, quello di etnia serba, coprendo un territorio di oltre 30km, da Mitrovica a Leposavic. Gli studenti più lontani vengono seguiti nei propri villaggi dagli insegnanti che si recano in trasferta più volte la settimana, abbiamo quindi un gruppo di studenti non frequentanti pari a otto persone, mentre 26 alunni frequentano quotidianamente la scuola di Mitrovica. Visto la grande diversità di età tra i vari studenti, le lezioni sono state organizzate su due turni, uno al mattino e l altro al pomeriggio, al mattino frequentano i bambini che rientrano in una fascia di età compresa tra i 6 e 14 anni, mentre il secondo turno vede la presenza a scuola dei ragazzi da 15 a 25 anni. Le due fasce di età si ripartiscono quasi a metà il numero degli studenti, e in particolare per quanto riguarda i ragazzi più grandi l età va dai 15 ai 20 anni, con un'unica presenza di un giovane di 25. Come sempre in Kosovo, la scuola si fa carico anche dei problemi non strettamente didattici dei bambini, e anche in questo caso, la direttrice si è preoccupata moltissimo di chiedere aiuto materiale per i propri ragazzi, segno evidente che la situazione economica e sociale è attualmente persino peggiore di quella didattica. Essendo questa una struttura particolare, è evidente che anche la programmazione si svolga in maniera molto flessibile e adeguata all utenza, infatti pur disponendo di una linea guida ministeriale, dettata da Belgrado e tra l altro a dir poco antica, lo svolgimento delle lezioni è cadenzato da uscite all aperto, attività ludiche e di laboratorio, questo spiega la necessità di un pulmino e di materiali per i laboratori. Gli ambienti della scuola sono come detto in ordine e puliti, ma veramente angusti e inadeguati, ribadendo la presenza di almeno 13 studenti per turno più i docenti, l ambiente non è esagerato definirlo un grande bilocale, entrando si trova un piccolo atrio, facente funzione da segreteria, reception e quanto altro si voglia, sullo sfondo il piccolo e unico bagno e l ufficio della direttrice, infine due piccole stanze, una per i più grandi, l altra per i più piccoli, tutto questo coprirà grosso modo 80 metri quadri! La direttrice ci ha detto di quanto hanno bisogno, principalmente di un pulmino per trasporto degli studenti, poi materiale didattico e materiale idoneo a tutte le varie attività della scuola, sino al chiederci sconsolata tutto! Abbiamo bisogno di tutto, abiti, cibo, pannolini, ci ha raccontato di bambini in condizioni pessime. Oltre che dalla direttrice, gli studenti sono seguiti da 13 educatori specializzati, il loro stipendio è erogato dal Il progetto è finanziato con contribuzioni di privati e enti privati e pubblici.

2 ministero serbo della pubblica istruzione, il quale paga anche tutte le spese di gestione, ma non eroga alcun finanziamento per le attività, lasciando alle scarse capacità economiche dei docenti e delle famiglie, l onere di tutto quanto non sia inerente al funzionamento dell edificio. Asvi s impegna a seguire in maniera stabile questa scuola cosi importante e cosi sola, la direttrice ci ha informato che non ricevono aiuti da nessuno. Il nostro aiuto consiste in un contributo mensile di 50,00 Euro idoneo alle piccole spese, erogato però solo nei mesi scolastici, cioè da settembre a maggio, pari a nove mensilità. Inoltre in occasione dei viaggi con il camion, sarà prioritario consegnare: materiale didattico, abiti e scarpe, pannolini, cibo, materiale igienico sanitario, unitamente alle richieste che di volta in volta emergeranno e alle quali risponderemo in base alle nostre disponibilità. La verifica e il consolidamento del progetto avviene durante ogni viaggio. Ogni qualvolta ci rechiamo in Kosovo, facciamo visita alla scuola, chiedendo conto della gestione dei materiali e dei denari consegnati. Modalità: il sostegno a questo progetto avviene tramite il consorzio di più persone o famiglie, che si impegnano a versare minimo mensilmente 100,00 euro, pari a 1200,00 euro annui versabili in più soluzioni, ma al passo con le nostre erogazioni. Con i contributi raccolti si finanzierà il costo dei trasporti e dei viaggi per portare gli aiuti reperiti principalmente da Asvi e da tutti i sostenitori dell Associazione. Indipendentemente dai contributi, Asvi consegnerà cibo, abiti, materiale didattico e fornirà quanto ulteriormente possibile per il supporto della scuola e dei suoi bambini. Quanto più ampia sarà l adesione al Progetto, tanto maggiore sarà l aiuto che potremo offrire agli studenti diversamente abili della scuola speciale. Chi aderirà al progetto riceverà una scheda dettagliata dell adozione della scuola dopo ogni visita effettuata dai volontari Asvi e, se veramente interessato, potrà partecipare ad un viaggio, vivendo in prima persona questa esperienza. Aggiornamento anno 2004: dal mese di settembre abbiamo consegnato il contributo economico di 50 euro. Abbiamo verificato le necessità che sono state riconfermate in blocco, con un tono e uno sguardo del tipo chi vuoi che ci abbia portato quel che ci serve? Con un affettuosa stretta di mano ci siamo dati appuntamento ad ottobre con l impegno di portare quanto più possibile del materiale richiesto. Nell allontanarci riecheggiava in noi il ringraziamento della direttrice, ancora incredula del fatto che qualcuno si interessasse alla sua scuola e che le avesse anche dato dei soldi. Nel corso delle visite, abbiamo fatto lunghe chiacchierate con la direttrice alla presenza di alcuni suoi insegnanti. Ci hanno parlato dei loro problemi e delle enormi difficoltà che ogni giorno devono affrontare per garantire un minimo d efficienza alla piccola scuola. L arrivo della brutta stagione, certamente li rende ancora più preoccupati, infatti ai soliti problemi si sommano le difficoltà del riscaldamento e del trasporto degli alunni. Unica nota positiva, la nostra presenza, hanno più volte ringraziato e fatto nuovamente presente che il nostro è l unico aiuto che ricevono. Tra lo stupore e la soddisfazione d insegnanti e bambini, siamo riusciti a consegnare una quantità importante di cibo, vestiti, scarpe e materiale per l igiene personale. Tutta la comunità ha collaborato o assistito alla consegna, e in un crescendo d entusiasmo, ritmata quasi da degli ole, ha visto consegnare oltre ai materiali utili alla sopravvivenza, anche materiali per la scuola, quaderni, cancelleria, giochi, attrezzature varie, con il raggiungimento dell apoteosi alla vista della fotocopiatrice e di una lavagna luminosa. Aggiornamento anno 2005: la piccola scuola offre un supporto e sostegno insostituibile a molti bambini, oltre alla didattica, s impegna perché possano avere alcuni minimi standard qualitativi di vita. Ad ogni nostro arrivo abbiamo trovato la direttrice e alcuni insegnanti ad accoglierci. Dopo il caloroso benvenuto ci siamo intrattenuti con la dirigente la quale ci ha nuovamente mostrato la scuola e illustrato la situazione. Questa scuola non riceve nessun tipo d aiuto e sopravvive grazie all impegno e alla tenacia di tutto il suo organico, 1 Preside e 16 insegnanti. La preside

3 ha confermato lo stato di necessità in cui gravano gli studenti, noi abbiamo ribadito il nostro impegno a sostenerli. In aprile ci hanno consegnato un ringraziamento scritto, una sorta di pergamena realizzata da loro. Abbiamo apprezzato molto, ma molto di più abbiamo apprezzato il giustificativo del denaro sin qui da noi donato. Con una modalità molto corretta, la Dirigente, aveva approntato delle foto, una relazione e la copia di una fattura, tutto questo per testimoniarci che nel mese di gennaio l intera scolaresca si è recata in gita utilizzando i 250,00 euro consegnati nel corso dei mesi scorsi. Hanno infatti effettuato una gita di qualche giorno alla quale hanno partecipato tutti gli studenti. Il vitto e l alloggio sono stati offerti da famiglie ospitanti della Serbia meridionale, i denari donati da noi sono serviti per le spese vive quali, per esempio, i trasporti. Certamente il contesto esterno non aiuta, ma con i pochi mezzi che hanno, unitamente al nostro aiuto, riescono ad andare avanti. La buona novità è quella che l edificio è sottoposto a manutenzione; i costi sono stati ripartiti tra il ministero dell educazione serbo, l Unmik e la proprietà. Non è molto ma almeno l ambiente sarà risanato e non vi pioverà più dentro. Aggiornamento anno 2006: la prima novità dell anno è la bella rinfrescata che la struttura ha ricevuto esternamente, ora, nel suo scintillante colore giallino, sembra accogliere con calore i visitatori, inoltre la dirigente ci informa orgogliosa che poco distante stà sorgendo la nuova scuola. Alcuni mesi fa ci aveva parlato di un progetto per la costruzione di un nuovo e più accogliente edificio, ma ovviamente non pensavamo diventasse realtà in così poco tempo, ci ha mostrato i progetti esecutivi e i disegni, spiegandoci che il finanziamento è stato reso disponibile dal Ministero della Cultura della Serbia. Abbiamo offerto la nostra collaborazione per riempire e arredare i locali in quanto eravamo certi che il progetto riguardasse la sola costruzione delle opere murarie. La nostra proposta d aiuto è stata accolta con grande sollievo e soddisfazione. In aprile abbiamo visitato il cantiere, non ci potevamo credere: un edificio di due piani già a buon punto. Il nuovo edificio sorge in una zona diciamo scolastica in quanto, su un lato, c è la scuola di musica, che potranno frequentare anche i ragazzi della Scuola Speciale, e dall altro una scuola per ragazzi normali. La nuova costruzione darà la possibilità a questi ragazzi di avere contatti e scambi con i coetanei che frequentano le scuole vicine. La Direttrice ci ha spiegato che il governo centrale si fa carico esclusivamente della costruzione, invece per gli arredi e le attrezzature ci vorrà l impegno e la buona volontà di associazioni e privati. Già da questo viaggio abbiamo portato materiale che servirà per la nuova scuola, dalla moquette alla cucina ecc. In ottobre si è svolta l ormai consueta gita (18-25 ottobre) a Novi Sad. La direttrice ha più volte sottolineato che questo progetto è stato possibile solo grazie al Comune di Mitrovica Nord che ha fornito il pullman e al contributo economico di Asvi che era stato accantonato per questo scopo. Alla gita hanno partecipato 15 professori, 1 genitore e 32 bambini. Durante la settimana hanno visitato il famoso Museo del Pane, un centro di ippoterapia, il castello di Novi Sad e alcuni monasteri della zona. Nella scuola speciale che li ospitava hanno potuto frequentare dei laboratori appositamente strutturati per diverse attività manuali (radio, musica, tessitura, ecc). In dicembre constatiamo che dopo un breve arresto dovuto alla mancanza di fondi, sono ripresi e procedono speditamente i lavori di costruzione della nuova sede. Ovviamente tutti aspettano con entusiasmo il giorno del trasloco perchè la nuova struttura offrirà nuove e migliori possibilità. Aggiornamento anno 2007: il nuovo edificio è finito e la scuola ha già traslocato. La commozione è d'obbligo perchè il ricordo torna a sette anni fa quando abbiamo portato le stufe a legna per le due misere stanzette che costituivano la scuola allora e che è sempre rimasta la stessa solo fino a pochi mesi fa. Al nostro arrivo in febbraio, la Direttrice ci accompagna in palestra dove incontriamo i bambini che fanno attività psicomotoria in un luogo accogliente e sicuro; ci mostra i materiali, consegnati nel tempo, che risultavano invisibili nella vecchia scuola per mancanza di spazio; e poi la cucina, sempre portata da noi, che sembra fatta su misura per il

4 locale a cui è stata destinata; e l'aula computer, i laboratori, le aule tutte corredate da banchi, sedie e lavagne nuove di pacca. I bagni, suona strano solo scriverlo quando si pensa che fino a poco tempo prima questi bimbi-ragazzi avevano a disposizione una cosa che chiamare latrina è un eufemismo. "Prima" ci dice la direttrice "non volevano venire a scuola, adesso non vogliono più andare a casa". I progetti sono tanti: allestire un laboratorio di falegnameria e uno per parrucchieri con l intento di creare anche opportunità di lavoro ai più grandi; attrezzare la cucina per permettere ai ragazzi di imparare a cucinare e quindi rendersi autosufficienti. A fine visita, la Direttrice ci fa accomodare nella sala riunioni, anche questa nuova di pacca, e mentre ci offre il caffè ci consegna anche una pergamena che riporta, rigorosamente scritta in cirillico, i ringraziamenti ad Asvi. Altra cosa importante è che la scuola ha un nuovo nome, non si chiama più Scuola Speciale Mentale ma Kosovsici Bozur che è il nome di un fiore tipico del Kosovo "perchè" ci dice " i nostri ragazzi sono dei fiori". In aprile, grazie a donazioni e acquisti, siamo riusciti a consegnare un tavolo da lavoro, una morsa, una saldatrice e numerosi utensili. La scuola, oltre al doveroso compito di insegnare, si occupa anche di fisioterapia sia per i più piccini che per i più grandi e grazie al nostro contributo è stato possibile allestire una sala per il rilassamento e un ambiente idoneo alla psicomotricità. La visita in cucina e al refettorio è stata d obbligo: infatti tutti gli arredi e le attrezzature sono state portate da noi dall Italia e la dirigente ci ha mostrato orgogliosa come l ambiente sia ora in ordine e ben tenuto. Un particolare ringraziamento ci è stato rivolto per la donazione delle uova pasquali di cioccolato che hanno reso molto felici tutti gli studenti. Nel viaggio d agosto c informano che l anno scolastico inizierà i primi di settembre, ci sono 54 iscritti. Nei primi giorni di scuola i ragazzi parteciperanno ad una gita di una settimana a Novi Sad, accompagnati dai loro insegnanti. La scuola non è nuova a questo genere d iniziative, che sono molto apprezzate dai ragazzi e ben organizzate grazie alla collaborazione con altre strutture simili. alla loro Aggiornamento anno 2008: questo è stato un anno di consolidamento, la scuola ha rafforzato le proprie capacità anche grazie al nostro costante aiuto, sia economico che materiale. Nel corso della missione di agosto siamo stati accolti dall intero corpo docente, e seppur impegnati nella programmazione delle attività ci chiedono di fare una fotografia di gruppo. Veniamo accolti in aula docenti e notiamo dei lavoretti che ci spiegano sono stati realizzati con i materiali da noi portati e ci viene ribadita l importanza e la necessità di tutto quello che può servire per la costruzione manuale di piccoli oggetti. In ottobre constatiamo che stanno sistemando i vialetti di accesso e la rampa per disabili dell'ingresso. Come sempre siamo accolti molto calorosamente, questa volta ci pare anche di più è tutta abbracci e baci e ci sembra molto eccitata e non capiamo se è solo la nostra presenza che le procura questo stato di euforia o altro. Scopriamo che si tratta anche di altro quando ci fa accomodare nella sala riunioni, al piano superiore, perchè troviamo il tavolo completamente ingombro di manufatti di vario genere: copri cuscini, centrini, bambole confezionate con lana, tovagliette ecc. Troviamo anche altre due persone che la direttrice ci presenta spiegandoci che sono insegnanti in pensione che danno una mano nei laboratori della scuola. Ci spiega infatti che a breve, i primi di novembre, ci sarà la festa della città e in quella occasione loro allestiscono dei banchetti mettendo in vendita, come autofinanziamento, tutti i lavori fatti dai/lle ragazzi/e che frequentano la scuola. Aggiornamento maggio La preside ed alcuni alunni sono stati a Belgrado per partecipare ad un incontro con altri rappresentanti di scuole della stessa tipologia. In questa occasione hanno presentato i lavori degli studenti e i migliori sono stati premiati. Inoltre tre ragazzi rom della scuola speciale prenderanno a breve la patente benché due siano muti e il terzo abbia lievi problemi motori. Questo è per loro un traguardo importante, che gli consentirà di avere una maggiore autonomia.

5 Aggiornamento febbraio 2010: al nostro arrivo notiamo subito del materiale per parrucchiera e la Direttrice ci dice che si tratta di un dono di un importante parrucchiere di Belgrado per il laboratorio che hanno intenzione di attivare nella scuola. Vediamo anche un forno per la cottura della ceramica, ancora imballato, di dimensioni medio-grandi. La Direttrice è molto contenta di quanto ricevuto e, come al solito, elogia tutti quelli che aiutano e che hanno aiutato la scuola, specialmente noi che li seguiamo ormai da dieci anni e non abbiamo mai mancato di sostenerli. Ci riferisce anche che nel giro di un paio d anni vorrebbe andare in pensione perché, a suo dire, lei è una di quelle che sostiene l avvicendamento e vorrebbe che fossero i giovani a portare avanti questo lavoro, naturalmente affiancandoli per metter a loro disposizione l esperienza che ha acquisito nei suoi 36 anni di insegnamento e direzione della scuola. Ha sicuramente un grosso bagaglio di esperienza e di memoria storica, ma tende ad accentrare tutto su di sé. Infatti buona parte dei materiali che in passato abbiamo consegnato sono chiusi in uno stanzino e sembra che solo lei ne disponga e tutti i docenti e operatori della scuola non vengono mai a sapere che cosa noi portiamo e quindi su cosa possono contare per l organizzazione delle loro attività. Inoltre, nella maggior parte dei casi, questi materiali rinchiusi sono ancora imballati e lei stessa non sa di cosa si tratti, anche nel caso di materiali importanti per la psicomotricità o la fisioterapia. In seguito a ciò decidiamo che d ora in poi porteremo solo generi alimentari e materiale di consumo per le attività didattiche e per l igiene. Aggiornamento al : abbiamo un incontro con la direttrice nel viaggio di maggio ma per mancanza di interprete non riusciamo ad approfondire gli argomenti. Nel successivo incontro di ottobre, avvenuto in un giorno lavorativo, possiamo constatare che il personale impiegato è molto consistente. Verifichiamo inoltre che il laboratorio per parrucchiera, molto ben fornito e arredato, è partito. Ci dispiace invece dover constatare che il tavolo da lavoro e il forno per la cottura della ceramica, precedentemente portati da noi, sono riposti nel sottoscala ancora imballati. Nel corso dell anno doniamo comunque una consistente quantità di materiale, in particolare biancheria, prodotti per l igiene personale e per la pulizia della scuola. Aggiornamento al : incontriamo la direttrice solo nel viaggio di febbraio e di maggio. In queste occasioni ci accompagna in giro per la scuola mostrandoci il laboratorio per parrucchieri e il laboratorio di informatica. Nei 4 viaggi successivi non riusciamo più a visitare la scuola e ad avere contatti con il personale per motivi diversi: prima la chiusura per le vacanze estive, poi l impraticabilità della zona nord per ragioni di sicurezza e infine per la mancanza di interprete. Alla fine dell anno rimangono da consegnare i contributi di 5 mesi che ammontano complessivamente a 250,00. Il progetto sembra comunque essere arrivato ad un punto morto senza possibilità di sviluppo per cui il direttivo Asvi dovrà valutare e decidere se continuare a sostenere la scuola o chiudere il progetto. Aggiornamento maggio 2012: sia nella missione di febbraio che in quella di aprile/maggio non riusciamo neppure a contattare la direttrice per consegnare il contributo arretrato e per comunicare la chiusura del progetto al Visto che da ormai un anno non riusciamo ad avere contatti con la scuola, il direttivo Asvi presente a Mitrovica decide di impiegare la somma in altri progetti concludendo in maniera definitiva il progetto Scuola Speciale Mentale che è durato 8 anni e che possiamo considerare realizzato.

Il progetto è finanziato principalmente con il contributo di Eukos S.p.a. e piccole donazioni di enti e privati.

Il progetto è finanziato principalmente con il contributo di Eukos S.p.a. e piccole donazioni di enti e privati. A.S.V.I. Onlus Via G.B. Carta, 36 20128 Milano 06.1 PROGETTO ORFANOTROFIO KOTLINA Tel/Fax 02.2593971 e-mail asviitalia@hotmail.com Progettato Attivato Stato Responsabile Febbraio 2002 Aprile 2002 Concluso

Dettagli

Il progetto è finanziato con i contributi dei donatori adottanti e con eventuali contribuzioni di enti privati e pubblici.

Il progetto è finanziato con i contributi dei donatori adottanti e con eventuali contribuzioni di enti privati e pubblici. Aggiornamento a fondo scheda al 31.12.2014 A.S.V.I. Onlus Via G.B. Carta, 36 20128 Milano 03 PROGETTO SUPPORTO SCOLASTICO Tel/Fax 02.2593971 e-mail asviitalia@gmail.com Progettato Attivato Stato Responsabile

Dettagli

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA G. PASCOLI - SCUOLA PRIMARIA L. DA VINCI

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA G. PASCOLI - SCUOLA PRIMARIA L. DA VINCI PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA G. PASCOLI - SCUOLA PRIMARIA L. DA VINCI INSEGNANTI DELLA SEZIONE 5 ANNI G. PASCOLI INSEGNANTI DELLE CLASSI 1ª E 5ª DELLA SCUOLA PRIMARIA L. DA VINCI ANNO SCOLASTICO

Dettagli

Congregazione Suore Ministre degli Infermi. Progetto INDIA

Congregazione Suore Ministre degli Infermi. Progetto INDIA Congregazione Suore Ministre degli Infermi Progetto INDIA INTRODUZIONE GENERALE Noi siamo le Suore Ministre degli Infermi di San Camillo; la nostra è una congregazione missionaria che vive la missione

Dettagli

C ERA UNA VOLTA LA SCUOLA ELEMENTARE. Classe 3^ Scuola Primaria Passatempo

C ERA UNA VOLTA LA SCUOLA ELEMENTARE. Classe 3^ Scuola Primaria Passatempo C ERA UNA VOLTA LA SCUOLA ELEMENTARE Classe 3^ Scuola Primaria Passatempo Il 16 ottobre siamo andati a visitare il museo itinerante o meglio il museo è venuto da noi!! Infatti era un pullman doppio parcheggiato

Dettagli

ATTIVITÀ 1 INTERAZIONE SCHEDA Nº 1

ATTIVITÀ 1 INTERAZIONE SCHEDA Nº 1 ATTIVITÀ 1 INTERAZIONE SCHEDA Nº 1 Tempo per la preparazione: 1 minuto Durata dell intervento tra di due candidati: minimo 4 minuti - massimo 5 minuti CANDIDATO/A A VACANZE IN EUROPA Ha deciso di visitare

Dettagli

4 Consigli per una gita in fattoria. La guida per organizzare al meglio la visita alla fattoria didattica. Una guida a cura della Redazione di:

4 Consigli per una gita in fattoria. La guida per organizzare al meglio la visita alla fattoria didattica. Una guida a cura della Redazione di: 4 Consigli per una gita in fattoria La guida per organizzare al meglio la visita alla fattoria didattica Una guida a cura della Redazione di: PERCHÉ UNA GITA IN FATTORIA? I motivi per fare una gita in

Dettagli

I CONTI DELLA NOSTRA SCUOLA: UN BILANCIO SOCIALE

I CONTI DELLA NOSTRA SCUOLA: UN BILANCIO SOCIALE I CONTI DELLA NOSTRA SCUOLA: UN BILANCIO SOCIALE Vorremmo provare a spiegare come funziona il bilancio della nostra scuola, quali servizi vengono offerti e come sono finanziati. Per chiarezza e trasparenza.

Dettagli

frutto della collaborazione fra Volontari della Caritas Parrocchiale, Alunni e Alunne, Insegnanti e Comitato dei Genitori

frutto della collaborazione fra Volontari della Caritas Parrocchiale, Alunni e Alunne, Insegnanti e Comitato dei Genitori La Scuola Primaria PAOLO NEGLIA di Vanzago, nell ambito delle manifestazioni organizzate per la Festa di fine anno scolastico, ha promosso la seguente iniziativa frutto della collaborazione fra Volontari

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO GIUSEPPE GARIBALDI

ISTITUTO COMPRENSIVO GIUSEPPE GARIBALDI ISTITUTO COMPRENSIVO GIUSEPPE GARIBALDI VIA ABRUZZI 41, FRAZ. SCALO 81059 VAIRANO PATENORA (CE) SISTEMA QUALITA AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO 1 QUESTIONARIO ALUNNI anno scolastico 2010/2011 2 Da considerare

Dettagli

I bambini di A.S.V.I. calendario 2015

I bambini di A.S.V.I. calendario 2015 I bambini di A.S.V.I. calendario 2015 Alcune foto degli 80 bimbi che abbiamo potuto curare e restituire alla vita. I volti di questi bambini sono un messaggio di speranza e ci ricordano che guarirli è

Dettagli

Fondazione AVSI. Sostegno a distanza Adozioni a distanza Cooperazione allo sviluppo

Fondazione AVSI. Sostegno a distanza Adozioni a distanza Cooperazione allo sviluppo 1 Fondazione AVSI Sostegno a distanza Adozioni a distanza Cooperazione allo sviluppo Domande frequenti (FAQ) Domande frequenti (FAQ) 1. Chi può fare un sostegno a distanza? Tutti: persone singole, famiglie,

Dettagli

Sostegno a distanza SOSTEGNO A DISTANZA: IN COSA CONSISTE

Sostegno a distanza SOSTEGNO A DISTANZA: IN COSA CONSISTE SOSTEGNO A DISTANZA: IN COSA CONSISTE Sostegno a distanza Si é consolidata ed è in continua espansione una forma di solidarietà che è definita in diversi modi: adozione a distanza, sostegno a distanza,

Dettagli

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Breve saluto con tre slides. Chi siamo: fondamentalmente siamo genitori per genitori

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Anno scolastico 2012 / 2013 Scuola Comunale dell infanzia Pollicinia Via Roma Potenza Tel. 0971 / 273041 DOVE SIAMO CHI SIAMO Potenza, capoluogo di regione, è la città della

Dettagli

Progetto DopoScuola Escuelita. Comunitá Papa Giovanni XXIII

Progetto DopoScuola Escuelita. Comunitá Papa Giovanni XXIII Progetto DopoScuola Escuelita Comunitá Papa Giovanni XXIII Progetto Escuelita 2 Problematica e attori locali L'idea del doposcuola é nata per offrire un'alternativa di vita valida a bambini e adolescenti

Dettagli

Fundatia Bucurestii Noi

Fundatia Bucurestii Noi RAPPORTO DI ATTIVITÀ Fundatia Bucurestii Noi Una casa, una famiglia, tanti progetti! 2 [RAPPORTO DI ATTIVITÀ - FUNDATIA BUCURESTII NOI] INDICE FUNDATIA BUCURESTII NOI:... 4 Chi siamo:... 4 Mission:...

Dettagli

QUESTIONARIO PER LA RILEVAZIONE DELLE OPINIONI DEI GENITORI DEI BAMBINI CHE HANNO PARTECIPATO AL CENTRO ESTIVO A. ANALISI DI SFONDO: STRUTTURA FAMILIARE a) Da quante persone è composta la sua famiglia?

Dettagli

RELAZIONE ALLEGATA AL BILANCIO 2010

RELAZIONE ALLEGATA AL BILANCIO 2010 RELAZIONE ALLEGATA AL BILANCIO 2010 L Associazione Cuore d Africa nasce nel settembre 2008. Si occupa di fornire sostegno ed istruzione a bambini e ragazzi con gravi problemi economici e familiari, attraverso

Dettagli

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 Μάθημα: Ιταλικά Δπίπεδο: 2 Γιάρκεια: 2 ώρες Ημερομηνία: 23 Μαΐοσ

Dettagli

PROGETTO L APPRENDIMENTO DEL SOGGETTO DISABILE: MOTIVAZIONE, STIMOLAZIONE SENSORIALE E NEUROMOTORIA

PROGETTO L APPRENDIMENTO DEL SOGGETTO DISABILE: MOTIVAZIONE, STIMOLAZIONE SENSORIALE E NEUROMOTORIA DIREZIONEDIDATTICASTATALE"MarieCurie" PlessidiviaBodio22 e viaguicciardi1 ViaGuicciardi,1 20158MILANO 02/39310265 02/39320412(fax) E-Mail:el.guicciardi@libero.it Cod.Mecc.MIEE00600C C.F.97093410153 PROGETTO

Dettagli

VADEMECUM 2012-2013. Pagina 1 di 19

VADEMECUM 2012-2013. Pagina 1 di 19 VADEMECUM 2012-2013 Pagina 1 di 19 Da compilare e inviare alla Federazione BDS (Annuali) Iscrizione federazione BDS nuovo / rinnovo ( validità anno solare); Modulo adesione Donacibo (Convenzione) Modulo

Dettagli

P.A.U. Education / Col.legi Miró, Barcelona

P.A.U. Education / Col.legi Miró, Barcelona 3 È possibile ricreare dei rapporti intergenerazionali reali attraverso attività in cui bambini e anziani, in uno stesso spazio, imparino gli uni dagli altri in uno scambio di esperienze. Un incontro di

Dettagli

Diana Dimonte. L affido: dall infanzia all adolescenza, un percorso alternativo. Un aiuto per capire, crescere, ritrovarsi

Diana Dimonte. L affido: dall infanzia all adolescenza, un percorso alternativo. Un aiuto per capire, crescere, ritrovarsi L affido: dall infanzia all adolescenza, un percorso alternativo Un aiuto per capire, crescere, ritrovarsi In occasione del Convegno sull affido Genitori di scorta si nasce o si diventa? - Strade e percorsi

Dettagli

Gli alunni delle classi IV e V, il dieci marzo duemilaotto, hanno ospitato nella palestra dell edificio scolastico, il direttore della banca Popolare di Ancona, ente che ha finanziato il progetto Ragazzi

Dettagli

Possa tu costruire la scala che conduce alle stelle e percorrerne ogni gradino (Bob Dylan)

Possa tu costruire la scala che conduce alle stelle e percorrerne ogni gradino (Bob Dylan) PROGETTO: Una vita, tante storie Possa tu costruire la scala che conduce alle stelle e percorrerne ogni gradino (Bob Dylan) Introduzione: Il racconto della propria vita è il racconto di ciò che si pensa

Dettagli

ASSESSORATO ALL ISTRUZIONE RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE DELL ESERCIZIO 2011 E BILANCIO PLURIENNALE 2011-2013.

ASSESSORATO ALL ISTRUZIONE RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE DELL ESERCIZIO 2011 E BILANCIO PLURIENNALE 2011-2013. ASSESSORATO ALL ISTRUZIONE RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE DELL ESERCIZIO 2011 E BILANCIO PLURIENNALE 2011-2013. La scuola rappresenta un campo privilegiato per la formazione dei cittadini di domani.

Dettagli

Eccoci qua a raccontarvi la prima tappa del nostro viaggio di crescita, di scoperte e di conquiste!!! CONIGLIETTI SCOIATTOLI VOLPI TOPINI

Eccoci qua a raccontarvi la prima tappa del nostro viaggio di crescita, di scoperte e di conquiste!!! CONIGLIETTI SCOIATTOLI VOLPI TOPINI Eccoci qua a raccontarvi la prima tappa del nostro viaggio di crescita, di scoperte e di conquiste!!! CONIGLIETTI Siamo il gruppo più numeroso della scuola e assieme alle maestre Meri e Silvia siamo diventati

Dettagli

Istituto Comprensivo Paolo Borsellino di Montecompatri PROGETTO ACCOGLIENZA FELICI DI STARE INSIEME

Istituto Comprensivo Paolo Borsellino di Montecompatri PROGETTO ACCOGLIENZA FELICI DI STARE INSIEME Istituto Comprensivo Paolo Borsellino di Montecompatri PROGETTO ACCOGLIENZA FELICI DI STARE INSIEME Il progetto accoglienza è condotto all'interno di tutto l'istituto con le stesse finalità, diversificandosi,

Dettagli

Progetto Scuole Catalogo proposte 2012/2013

Progetto Scuole Catalogo proposte 2012/2013 Progetto Scuole Catalogo proposte 2012/2013 DC.DP.00.42 Fondazione aiutare i bambini Onlus Via Ronchi, 17-20134 Milano - Tel. 02 70.60.35.30 Email: info@aiutareibambini.it - www.aiutareibambini.it Fondazione

Dettagli

Fa.Ce. associazione di famiglie. Fa.Ce. - Associazione Famiglie Cerebrolesi

Fa.Ce. associazione di famiglie. Fa.Ce. - Associazione Famiglie Cerebrolesi Fa.Ce. associazione di famiglie L'albero simbolo della Fa.Ce. ci dice che anche se una parte di esso è secca e senza vita, ve ne è sempre un'altra piena di fiori. Dobbiamo tutti noi imparare a guardare

Dettagli

Gita alla scoperta di un impianto di raccolta e smistamento Rifiuti

Gita alla scoperta di un impianto di raccolta e smistamento Rifiuti Gita alla scoperta di un impianto di raccolta e smistamento Rifiuti Consorzio Cerea S.p.a. in collaborazione con CEA Legambiente Verona Il 31 Marzo 2014, i bambini della scuola dell'infanzia "Agazzi" ed

Dettagli

Se io fossi nei vostri panni quale sarebbe la cosa che più mi urgerebbe? Che cosa resta di tutti i vostri tentativi, di tutti i vostri

Se io fossi nei vostri panni quale sarebbe la cosa che più mi urgerebbe? Che cosa resta di tutti i vostri tentativi, di tutti i vostri Se io fossi nei vostri panni quale sarebbe la cosa che più mi urgerebbe? Che cosa resta di tutti i vostri tentativi, di tutti i vostri sforzi?...abbiamo il coraggio di verificare quello che stiamo facendo

Dettagli

Vacanze studio, tutto quello che c è da sapere

Vacanze studio, tutto quello che c è da sapere RASSEGNA WEB giornalettismo.com Data Pubblicazione: 07/06/2013 giornalettismo.com http://www.giornalettismo.com/archives/967721/vacanze-studio-tutto-quello-che-ce-da-sapere/comment-page1/#comment-972985

Dettagli

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione?

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? Nasce nel 1997 per volontà di cittadini stranieri e italiani, come associazione

Dettagli

FONDAZIONE PANGEA ONLUS

FONDAZIONE PANGEA ONLUS FONDAZIONE PANGEA ONLUS Le donne rappresentano il più vasto numero di persone soggette a discriminazioni, violenze, povertà e processi di impoverimento nel mondo, semplicemente perché appartenenti al genere

Dettagli

Scuola Paritaria LAURA SANVITALE

Scuola Paritaria LAURA SANVITALE Scuola Paritaria LAURA SANVITALE N.B. A VOLTE TRA PARENTESI SONO INDICATE LE CLASSI O I SETTORI SPECIFICATAMENTE INTERESSATI, ALTRIMENTI RIGUARDANO TUTTI. 1 VALUTAZIONE DELLE DISCIPLINE ( nella secondaria

Dettagli

SAAT SCHOOL STEP AHEAD ALL TOGETHER. Un passo avanti tutti insieme! ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO O.N.L.U.S. www.unagocciaperilmondo.

SAAT SCHOOL STEP AHEAD ALL TOGETHER. Un passo avanti tutti insieme! ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO O.N.L.U.S. www.unagocciaperilmondo. SAAT SCHOOL STEP AHEAD ALL TOGETHER Un passo avanti tutti insieme! ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO O.N.L.U.S. www.unagocciaperilmondo.org LA NOSTRA STORIA 2002 Prende vita l associazione UNA GOCCIA PER IL

Dettagli

La scuola si presenta

La scuola si presenta La scuola si presenta La Scuola Infanzia Peter Pan si trova in via Sertoli a Molassana,( bus n.12-13-14-capolinea n 48) in un ampio complesso di edilizia popolare recentemente ristrutturato(2010). Davanti

Dettagli

Con Lola è più facile

Con Lola è più facile Direzione Didattica 3 Circolo di Carpi A.S. 2008/2009 Scuola dell infanzia Albertario Scuola dell Infanzia Peter Pan Scuola Primaria Collodi Con Lola è più facile Esperienza di continuità tra scuola dell

Dettagli

CITTA-DIAMOCI. Descrizione progetti 1. La Casa dell accoglienza per senza dimora Archè a Merano

CITTA-DIAMOCI. Descrizione progetti 1. La Casa dell accoglienza per senza dimora Archè a Merano CITTA-DIAMOCI La Caritas di Bolzano-Bressanone offre ai giovani interessati al Servizio Civile Nazionale tre posti all interno di strutture che lavorano con persone senza dimora. Descrizione progetti 1.

Dettagli

COLLOQUIO DI SELEZIONE ESERCIZIO PER L ACQUISIZIONE DEI DATI

COLLOQUIO DI SELEZIONE ESERCIZIO PER L ACQUISIZIONE DEI DATI COLLOQUIO DI SELEZIONE ESERCIZIO PER L ACQUISIZIONE DEI DATI 1. Qual è lo scopo del colloquio di selezione? Lo scopo del colloquio di selezione è: CAPIRE L INVESTIMENTO CHE DOVREMO FARE SULLA PERSONA IN

Dettagli

Gli orari e i servizi

Gli orari e i servizi INfanzia IN fiore Le Scuole dell infanzia di Attraverso esperienze reali impariamo le norme e i comportamenti da adottare in caso di pericolo I progetti Gli esperti Sportello psicologico una psicologa

Dettagli

Sostegno a Distanza. Scuola San José Honduras

Sostegno a Distanza. Scuola San José Honduras Sostegno a Distanza Scuola San José Honduras COMUNICAZIONE GENERALE 2010 222 I.- INTRODUZIONE- Cari amici, con la presente comunicazione desideriamo raccontarvi le attività realizzate grazie al sostegno

Dettagli

Missione in Kosovo Febbraio 2015 Capitolo 1: il viaggio e i partecipanti

Missione in Kosovo Febbraio 2015 Capitolo 1: il viaggio e i partecipanti Missione in Kosovo Febbraio 2015 Capitolo 1: il viaggio e i partecipanti La missione in Kosovo si è svolta dal 4 al 9 febbraio e vi hanno preso parte due volontari Asvi, Marinella e Danilo. Entrambi i

Dettagli

CAMPAGNA RACCOGLI 3 4 ADOZIONI

CAMPAGNA RACCOGLI 3 4 ADOZIONI COMUNITÀ DI VITA CRISTIANA ITALIANA (CVX ITALIA) L E G A M I S S I O N A R I A S T U D E NT I (L M S) Via di San Saba, 17-00153 Roma Tel. 06.64.58.01.47 - Fax 06.64.58.01.48 cvxit@gesuiti.it Roma, 22 novembre

Dettagli

*** SASHA per SEMPRE ***

*** SASHA per SEMPRE *** *** SASHA per SEMPRE *** Siamo una coppia di portoghesi che abita in Italia da più di 10 anni. Abbiamo un figlio piccolo e nel 2010 abbiamo deciso di avventurarci in un progetto di solidarietà e di Amore:

Dettagli

Progetto Pasqua in Siria

Progetto Pasqua in Siria Progetto Pasqua in Siria L idea Il progetto Pasqua in Siria nasce da un idea di Lorenzo Locati, professore di educazione fisica presso il Liceo Artistico di Monza che, rimasto umanamente colpito dal conflitto

Dettagli

Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno. 5 marzo 2002

Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno. 5 marzo 2002 . Associazione di insegnanti e ricercatori sulla didattica della storia Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno 5 marzo 2002 Ho comunicato ai bambini che avremo

Dettagli

SOGGIORNO STUDIO A DUBLINO IRLANDA

SOGGIORNO STUDIO A DUBLINO IRLANDA SOGGIORNO STUDIO A DUBLINO IRLANDA 26 agosto 2 settembre 2013 N. 30 ALUNNI DELLE CLASSI SECONDE E TERZE DELL ISTITUTO COMPRENSIVO DI PREDAZZO-TESERO-PANCHIA -ZIANO ACCOMPAGNATI DA Liliana Amort & Emilia

Dettagli

OGGETTO: INSERIMENTO NEL P.O.F. DELLE PROPOSTE EDUCATIVE TELETHON.

OGGETTO: INSERIMENTO NEL P.O.F. DELLE PROPOSTE EDUCATIVE TELETHON. Alla c.a. del Dirigente Scolastico OGGETTO: INSERIMENTO NEL P.O.F. DELLE PROPOSTE EDUCATIVE TELETHON. Gentile Dirigente, come forse saprà da 25 anni la Fondazione Telethon si occupa di finanziare i migliori

Dettagli

Esame lingua d interpretariato

Esame lingua d interpretariato Certificato INTERPRET d interprete interculturale: Test modello Gennaio 2014 Esame lingua d interpretariato Contenuto Introduzione pagina 2 Composizione dell esame pagina 3 Parte 1 dell esame: colloquio

Dettagli

Istituto Comprensivo Cardarelli-Massaua

Istituto Comprensivo Cardarelli-Massaua Istituto Comprensivo Cardarelli-Massaua Organizzazione oraria delle classi prime 8,25 Ingresso 8,30 10,15 Attività didattica 10,15 10,30 Pausa merenda e ricreazione 10,30-12,00 Attività didattica 12,00

Dettagli

GUIDA PER GENITORI STRANIERI

GUIDA PER GENITORI STRANIERI GUIDA PER GENITORI STRANIERI SUL FUNZIONAMENTO DELLA SCUOLA IN ITALIA Prime informazioni per l'accoglienza dei vostri figli e delle vostre figlie a scuola pag. 2 BENVENUTI, BENVENUTE A E NELLE SUE SCUOLE

Dettagli

Relazione progetto Comenius ( FASE di accoglienza a Salerno)

Relazione progetto Comenius ( FASE di accoglienza a Salerno) Relazione progetto Comenius ( FASE di accoglienza a Salerno) La terza mobilità, svoltasi dal 5 al 9 Maggio 2014, ha rispettato il programma stabilito dal nostro Istituto e inviato prontamente alle scuole

Dettagli

CINQUE PASSI: per organizzare Compassion Sunday 1. Prega. 5. Aiuta a compilare le schede di sostegno

CINQUE PASSI: per organizzare Compassion Sunday 1. Prega. 5. Aiuta a compilare le schede di sostegno CINQUE PASSI: per organizzare Compassion Sunday 1. Prega Chiedi a Dio di guidarti in ogni aspetto della preparazione di Compassion Sunday. 2. Condividi il tuo cuore Raccontare la tua esperienza di sostenitore

Dettagli

Uno sguardo sul nostro Paese

Uno sguardo sul nostro Paese Uno sguardo sul nostro Paese Lunedì 12 gennaio l'argomento della lezione di Arte è: vedute caratteristiche o scorci interessanti del nostro Paese. Durante le vacanze di Natale infatti ognuno di noi ha

Dettagli

Consiglio Comunale Montelupo F.no del 30/03/2015 Intervento insediamento CCR Anno Scolastico 2014/2015

Consiglio Comunale Montelupo F.no del 30/03/2015 Intervento insediamento CCR Anno Scolastico 2014/2015 Consiglio Comunale Montelupo F.no del 30/03/2015 Intervento insediamento CCR Anno Scolastico 2014/2015 Buonasera a tutti, in particolare a tutti i componenti della Giunta comunale, ai professori presenti,

Dettagli

A SCUOLA CON JUMPC. Report sintetico dei risultati del progetto, dal punto di vista degli insegnanti e degli. studenti che hanno partecipato

A SCUOLA CON JUMPC. Report sintetico dei risultati del progetto, dal punto di vista degli insegnanti e degli. studenti che hanno partecipato A SCUOLA CON JUMPC Report sintetico dei risultati del progetto, dal punto di vista degli insegnanti e degli studenti che hanno partecipato Roma, 20 aprile 2009 Indice dei contenuti Gli esiti del sondaggio

Dettagli

REGOLAMENTO SPAZIO GIOCO DI AGRATE

REGOLAMENTO SPAZIO GIOCO DI AGRATE 1 REGOLAMENTO SPAZIO GIOCO DI AGRATE Presentazione e finalità Lo Spazio Gioco offre un luogo sicuro e stimolante in cui far giocare i propri bambini, occasioni di incontro con altri genitori, di confronti

Dettagli

2 SETTIMANE DEDICATE AGLI ALTRI FANNO BENE ANCHE A TE!

2 SETTIMANE DEDICATE AGLI ALTRI FANNO BENE ANCHE A TE! CAMPUS DI VOLONTARIATO INTERNAZIONALE DIAMOCI UNA MANO PRENDENDOCI PER MANO 2 SETTIMANE DEDICATE AGLI ALTRI FANNO BENE ANCHE A TE! CAMPUS DI VOLONTARIATO DI 2 SETTIMANE È una forma di volontariato che

Dettagli

Prefazione... 1. Presentazione... 2 1. INTRODUZIONE... 2. 1.1. Che cos è la Carta dei Servizi... 2. 1.2. I principi generali... 2

Prefazione... 1. Presentazione... 2 1. INTRODUZIONE... 2. 1.1. Che cos è la Carta dei Servizi... 2. 1.2. I principi generali... 2 Edizione del Novembre 2015 Responsabile del servizio Dott.ssa Caterina PREVER LOIRI Prefazione... 1 Presentazione... 2 1. INTRODUZIONE... 2 1.1. Che cos è la... 2 1.2. I principi generali... 2 2. POLITICA

Dettagli

XVI Congresso AIV, 10-11 Aprile2014, Napoli. Relazione allegata al bilancio consuntivo 2013 e note sul bilancio preventivo 2014

XVI Congresso AIV, 10-11 Aprile2014, Napoli. Relazione allegata al bilancio consuntivo 2013 e note sul bilancio preventivo 2014 XVI Congresso AIV, 10-11 Aprile2014, Napoli Relazione allegata al bilancio consuntivo 2013 e note sul bilancio preventivo 2014 Nel bilancio di previsione 2013, il precedente direttivo aveva previsto un

Dettagli

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo Intervista a Rosita Marchese, Rappresentante Legale dell asilo il Giardino di Madre Teresa di Palermo, un associazione di promozione sociale. L asilo offre una serie di servizi che rappresentano una risorsa

Dettagli

KOLON KANDYA ITALIA ONLUS RELAZIONE MISSIONE

KOLON KANDYA ITALIA ONLUS RELAZIONE MISSIONE KOLON KANDYA ITALIA ONLUS Via Milani 6/a - 20133 Milano kolonkandya@kolonkandya.com www.kkitaliaonlus.org KOLON KANDYA ITALIA ONLUS RELAZIONE MISSIONE BURKINA FASO, 18 OTTOBRE 15 DICEMBRE 2012 KK ITALIA

Dettagli

1. Come è nata l esperienza

1. Come è nata l esperienza Storia di una collaborazione di Maurizio Cattaneo, docente di sostegno pedagogico e Antonella Frezza, docente di matematica Rivista del Servizio di sostegno pedagogico della Scuola media, no. 12, marzo

Dettagli

L ESERCITO DEI BISCOTTI

L ESERCITO DEI BISCOTTI L ESERCITO DEI BISCOTTI Siamo gli alunni del Convitto Nazionale Paolo Diacono, un Istituzione Educativa dello Stato, presente a Cividale del Friuli dal 1876. L offerta formativa del Convitto comprende:

Dettagli

Brasile chiama Italia

Brasile chiama Italia Brasile chiama Italia Brasile, Rio de Janeiro Nova Iguaçu favela Miguel Couto: noi siamo qui! Prima... durante... e dopo! Espaço Progredir Espaço Progredir (Spazio della crescita, del progresso) è stato

Dettagli

Relazione finale del progetto

Relazione finale del progetto Relazione finale del progetto Un percorso nella Cappella Palatina DOL 2009 classe E_13 tutor Domenico Franzetti Corsista: Vincenza Saia Il progetto Un percorso nella cappella Palatina nasce dall esperienza

Dettagli

NOTIZIARIO NR. 4 / 2013

NOTIZIARIO NR. 4 / 2013 ASSOCIAZIONE ZASTAVA BRESCIA PER LA SOLIDARIETA INTERNAZIONALE ONLUS Via F.lli Folonari, 20 25126 BRESCIA (c/o Camera del Lavoro ) TEL. 347.3224436-347.2259942 http://digilander.iol.it/zastavabrescia/

Dettagli

Mani Unite Onlus. Sintesi attività 2014

Mani Unite Onlus. Sintesi attività 2014 Mani Unite Onlus Nel 2014 le attività svolte in Mozambico, oltre ad essere state realizzate come negli anni precedenti nell ambito degli obiettivi istituzionali (sostegno scolastico e nutrizionale), si

Dettagli

Ciao, siamo Ma e Tita due bambini che frequentano la scuola primaria di Ranco. Vieni con noi a scoprire le meraviglie della nostra scuola

Ciao, siamo Ma e Tita due bambini che frequentano la scuola primaria di Ranco. Vieni con noi a scoprire le meraviglie della nostra scuola Ciao, siamo Ma e Tita due bambini che frequentano la scuola primaria di Ranco. Vieni con noi a scoprire le meraviglie della nostra scuola La scuola inizia alle 7.50. Noi bambini ci ritroviamo nel cortile

Dettagli

I disabili (di età superiore a 18 anni)

I disabili (di età superiore a 18 anni) 3.9 3.8 I disabili (di età superiore a 18 anni) ambiti bisogni SERVIZI C.I.S.S. DOMICILIARITà POVERTà LAVORO RESIDENZIALITà Continuare a vivere nel proprio ambiente di vita Avere un sostegno quando la

Dettagli

La ricetta del campione

La ricetta del campione La ricetta del campione INGREDIENTI Passione Coraggio Forza di volontà Grinta Onestà Impegno Costanza Sacrificio Umiltà Tenacia Gioia Temperamento Unione Sportività Sicurezza Astuzia Amicizia Rispetto

Dettagli

RELAZIONE DI ACCOMPAGNAMENTO AL PROGRAMMA ANNUALE ANNO 2015 PROPOSTA ALLA DELIBERA DEL CONSIGLIO D ISTITUTO DALLA GIUNTA ESECUTIVA

RELAZIONE DI ACCOMPAGNAMENTO AL PROGRAMMA ANNUALE ANNO 2015 PROPOSTA ALLA DELIBERA DEL CONSIGLIO D ISTITUTO DALLA GIUNTA ESECUTIVA RELAZIONE DI ACCOMPAGNAMENTO AL PROGRAMMA ANNUALE ANNO 2015 PROPOSTA ALLA DELIBERA DEL CONSIGLIO D ISTITUTO DALLA GIUNTA ESECUTIVA (come da D.I. n. 44 art. 2 del 1 Febbraio 2001) IL DIRIGENTE SCOLASTICO

Dettagli

Relazione finale del Progetto Food & Education sostenuto da 4Life.

Relazione finale del Progetto Food & Education sostenuto da 4Life. Relazione finale del Progetto Food & Education sostenuto da 4Life. Anno 2014 La collaborazione tra 4life e SOS Villaggi dei Bambini SOS Villaggi dei Bambini è una Onlus impegnata nell'accoglienza di bambini

Dettagli

Newsletter di marzo 2014

Newsletter di marzo 2014 Newsletter di marzo 2014 Una visita a Dakar! Lavoro come educatrice al Villaggio SOS di Saronno da ormai 10 anni e, cogliendo l'occasione della mia vacanza in Senegal lo scorso Gennaio, avevo il desiderio

Dettagli

` Ç áàxüé wxääë\áàüâé ÉÇx? wxääëhç äxüá àõ x wxäät e vxüvt

` Ç áàxüé wxääë\áàüâé ÉÇx? wxääëhç äxüá àõ x wxäät e vxüvt ` Ç áàxüé wxääë\áàüâé ÉÇx? wxääëhç äxüá àõ x wxäät e vxüvt SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO D ALESSANDRO VOCINO VIA DEI SANNITI, 12 TEL./FAX 0882/473974 71015 SAN NICANDRO GARGANICO (FG) COD. MECC. FGMM141008;

Dettagli

ASPETTI GENETICI, FISICI, MOTORI, MEDICI.

ASPETTI GENETICI, FISICI, MOTORI, MEDICI. LEZIONE: LA SINDROME DI DOWN (PRIMA PARTE) PROF. RENZO VIANELLO Indice 1 UN PO DI STORIA ----------------------------------------------------------------------------------------------------------- 3 2

Dettagli

Il sostegno a distanza: il porticciolo cui attraccare

Il sostegno a distanza: il porticciolo cui attraccare Il sostegno a distanza: il porticciolo cui attraccare I bambini che sosteniamo a distanza hanno un punto comune: sono creature con un valore infinito che per qualche ragione contingente si trovano in balia

Dettagli

Circolo Culturale Giovanile di Porta Romana Onlus

Circolo Culturale Giovanile di Porta Romana Onlus Circolo Culturale Giovanile di Porta Romana Onlus OSTELLO INTEGRATO VITA AUTONOMA CURATA PER PERSONE CON SINDROME DI DOWN L OSTELLO Totale 380 mq I NOSTRI tot. 8 camere PARTNER da letto tot. 22-24 posti

Dettagli

GINETTA COLOMBO CENTRO POLIFUNZIONALE PER ANZIANI. Accoglienza temporanea di sollievo Alloggi protetti per anziani Centro Diurno Integrato

GINETTA COLOMBO CENTRO POLIFUNZIONALE PER ANZIANI. Accoglienza temporanea di sollievo Alloggi protetti per anziani Centro Diurno Integrato GINETTA COLOMBO CENTRO POLIFUNZIONALE PER ANZIANI Comune di Cerro Maggiore Accoglienza temporanea di sollievo Alloggi protetti per anziani Centro Diurno Integrato Piazza Concordia 1 - Cerro Maggiore Un

Dettagli

Fraternità Francescana Missionaria. Scuola Regina della Pace. Progetto «Madame A» Vilaj Italyen Waf Jeremie Port au Prince

Fraternità Francescana Missionaria. Scuola Regina della Pace. Progetto «Madame A» Vilaj Italyen Waf Jeremie Port au Prince Fraternità Francescana Missionaria Scuola Regina della Pace Progetto «Madame A» Vilaj Italyen Waf Jeremie Port au Prince Haïti, maggio 2011 WAF JEREMIE 70.000 abitanti, centinaia e centinaia di baracche

Dettagli

RELAZIONE FINALE PROGETTO: LA STORIA OLTRE LA STORIA

RELAZIONE FINALE PROGETTO: LA STORIA OLTRE LA STORIA 1 INS. BORTOLATO GIUSEPPINA CLASSE E7 RELAZIONE FINALE PROGETTO: LA STORIA OLTRE LA STORIA Il progetto LA STORIA OLTRE LA STORIA è stato realizzato per far comprendere al bambino, che quando, ci sono modifiche

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO GENTILI - CARRARA

ISTITUTO COMPRENSIVO GENTILI - CARRARA ISTITUTO COMPRENSIVO GENTILI - CARRARA MANSIONARIO SCUOLA DELL INFANZIA IL SEGUENTE MANSIONARIO RIPORTA LE PRASSI CONDIVISE E GLI AMBITI ORGANIZZATIVI INTERNI UTILI A GARANTIRE LA MIGLIORE SINTONIA D'INTENTI

Dettagli

Ancora una storia dentro la festa del Natale del Malawi e' la festa del Natale degli orfani che ormai raggiunge tutti i villaggi e le missioni di

Ancora una storia dentro la festa del Natale del Malawi e' la festa del Natale degli orfani che ormai raggiunge tutti i villaggi e le missioni di Ancora una storia dentro la festa del Natale del Malawi e' la festa del Natale degli orfani che ormai raggiunge tutti i villaggi e le missioni di Phalula e Utale I. E vi raccontiamo di uno di questi momenti

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI LENO SCUOLE DELL INFANZIA DI LENO, CASTELLETTO E PORZANO

ISTITUTO COMPRENSIVO DI LENO SCUOLE DELL INFANZIA DI LENO, CASTELLETTO E PORZANO ISTITUTO COMPRENSIVO DI LENO SCUOLE DELL INFANZIA DI LENO, CASTELLETTO E PORZANO ANNO SCOLASTICO 2012/2013 AREA DEL BISOGNO RAGIONI DELLA SCELTA Anche quest anno le scuole dell infanzia di Leno proseguono

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA anno scolastico 2004/2005

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA anno scolastico 2004/2005 PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA anno scolastico 2004/2005 Sommario 1. Storia del liceo Nomescuola... 1 2. Struttura del liceo... 2 3. Piano di studi del corso diurno... 4 Corso tradizionale... 5 Corso integrativo...

Dettagli

QUESTIONARIO DI PERCEZIONE DEL SERVIZIO SCOLASTICO

QUESTIONARIO DI PERCEZIONE DEL SERVIZIO SCOLASTICO Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo A. Da Rosciate via Codussi, 7 24124 Bergamo C.F. 95118530161 Tel 035243373 Fax: 035270323 e-mail: segreteria@darosciate.it

Dettagli

LE TEMPISTICHE DEL PROGETTO

LE TEMPISTICHE DEL PROGETTO Il progetto BiciScuola, l iniziativa correlata al Giro d Italia è rivolta in esclusiva alle scuole Primarie di tutta Italia. Il progetto, giunto alla quindicesima edizione, promosso da RCS Sport-La Gazzetta

Dettagli

A. S. 2014/2015 A U T O V A L U T A Z I O N E

A. S. 2014/2015 A U T O V A L U T A Z I O N E A. S. 2014/2015 A U T O V A L U T A Z I O N E Con il DPR 28 marzo 2013, n. 80 è stato emanato il regolamento sul Sistema Nazionale di Valutazione (SNV) in materia di istruzione e formazione. Le istituzioni

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO OLCESE

ISTITUTO COMPRENSIVO OLCESE MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO OLCESE Distretto XV - Via V. Olcese, 16-00155 ROMA - Tel. (06) 2301748-23296321

Dettagli

Cucaramacara, titere fue...

Cucaramacara, titere fue... Cucaramacara, titere fue... Tin marin de do pingue Cucaramacara, titere fue Yo no fui, fue Jose Saca la mano y pegale el pie! (strofa di una filastrocca colombiana) Newsletter di aggiornamento sui progetti

Dettagli

So quello che voglio! Compro quello che voglio!

So quello che voglio! Compro quello che voglio! So quello che voglio! Compro quello che voglio! Le persone con disturbi dell apprendimento hanno la capacità di scegliere i loro servizi di assistenza. Questo libricino è scritto in modo che sia facile

Dettagli

ASSOCIAZIONE DE MAOS DADAS Onlus RELAZIONE MORALE ANNO 2013. ASSOCIAZIONE DE MAOS DADAS Onlus Via Veneto 11 24035 CURNO (BG) - Cod.fisc.

ASSOCIAZIONE DE MAOS DADAS Onlus RELAZIONE MORALE ANNO 2013. ASSOCIAZIONE DE MAOS DADAS Onlus Via Veneto 11 24035 CURNO (BG) - Cod.fisc. ASSOCIAZIONE DE MAOS DADAS Onlus RELAZIONE MORALE ANNO 2013 La presente relazione, predisposta ai sensi dell art. 8 dello Statuto ha lo scopo di informare gli aderenti delle attività poste in essere dall

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO L. NICCOLINI PROGETTO EDUCATIVO DI PLESSO. a.s. 2014-15 SCUOLA PRIMARIA LE MELORIE

ISTITUTO COMPRENSIVO L. NICCOLINI PROGETTO EDUCATIVO DI PLESSO. a.s. 2014-15 SCUOLA PRIMARIA LE MELORIE ISTITUTO COMPRENSIVO L. NICCOLINI PONSACCO PROGETTO EDUCATIVO DI PLESSO a.s. 2014-15 SCUOLA PRIMARIA LE MELORIE Docenti a.s. 2014/2015 Classe 1 Classe 2 Classe 3 Classe 4 Classe 5 Macchi Elena Brandolini

Dettagli

Piano dell Offerta Formativa Anno scolastico 2012/2013

Piano dell Offerta Formativa Anno scolastico 2012/2013 Scuola Primaria Statale Don G. Bosco Aiello del Friuli Piano dell Offerta Formativa Anno scolastico 2012/2013 CI PRESENTIAMO La nostra scuola è costituita da un edificio principale e da un locale-mensa

Dettagli

con il Chiosco equo e solidale

con il Chiosco equo e solidale con il Chiosco equo e solidale Cooperativa Karibù Cooperativa Il Ponte Comune di Villa Carcina Villa Glisenti ed il suo parco Villa Glisenti è stata edificata, su progetto del costruttore Cassa di Cogozzo,

Dettagli

CENTRI DI PROMOZIONE GIOVANILE AUTOGESTITI

CENTRI DI PROMOZIONE GIOVANILE AUTOGESTITI All. B10 REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO SICUREZZA E SOLIDARIETA SOCIALE R.Gio/CPA AMBITO ZONALE ALTO AGRI CENTRI DI PROMOZIONE GIOVANILE AUTOGESTITI Art.1 Definizione Il centro di aggregazione giovanile

Dettagli

Referente gruppo di lavoro PER LA CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE NELLA LINGUA INGLESE

Referente gruppo di lavoro PER LA CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE NELLA LINGUA INGLESE SCHEDA RELAZIONE ATTIVITÁ SVOLTE DALLE COMMISSIONI GRUPPI DI LAVORO (art. 37 CCNI 31/8/99) DOCENTE: BECCARI SARA Referente gruppo di lavoro PER LA CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE NELLA LINGUA INGLESE Finalità

Dettagli