Novembre 2012 CURRICULUM VITAE. DATI GENERALI Alessandra Simonelli

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Novembre 2012 CURRICULUM VITAE. DATI GENERALI Alessandra Simonelli"

Transcript

1 Novembre 2012 CURRICULUM VITAE DATI GENERALI Alessandra Simonelli Università di Padova Dipartimento di Psicologia dello Sviluppo e della Socializzazione. Sede LIRIPAC TITOLI 21 Febbraio 1994, Laurea in Psicologia. Facoltà di Psicologia. Università di Padova; votazione di 110/110 con menzione di Lode. Tesi: La colpa e i suoi derivati attraverso le storie narrate dal bambino. Relatore: Prof. Graziella Fava Vizziello. 1994, Idoneità Borsa di Studio Psicologo Junior. Fondazione "Stella Maris". Progetto di ricerca finanziato dal C.N.R.: La valutazione ed il trattamento dei disturbi dei pattern interattivi nella prima infanzia , Tirocinio post lauream presso il Dipartimento di Psicologia dello Sviluppo e della Socializzazione. Università di Padova (Tutor: Prof. Graziella Fava Vizziello). 9 Luglio 1998, Dottore di Ricerca in Psicologia. Università di Bologna (Tutor: Prof. Francesca Emiliani). Tesi: Adult Attachment Interview: nel ciclo della vita lo studio dell'attaccamento , attività di ricerca Post-Dottorato. Dipartimento di Psicologia dello Sviluppo e della Socializzazione. Università di Padova. Ottobre 2002, Ricercatore Universitario in Psicologia Dinamica (M-PSI/07). Università di Bologna. Facoltà di Psicologia. Dicembre 2004, Specializzazione in Psicologia Clinica presso la Scuola di Specializzazione in Psicologia Clinica dell'università di Padova (votazione 70/70). 1 Novembre 2005 Ricercatore confermato in Psicologia Dinamica (M-PSI/07) trasferito presso la Facoltà di Psicologia dell Università di Padova. Formazione personale Corso di Formazione: Introduzione all'adult Attachment Interview (Prof. Patricia Crittenden). Bologna, Ottobre 1994.

2 Seminario: L'Attaccamento e l'adult Attachment Interview (Prof. Patricia Crittenden). Università di Padova, Marzo Corso di Formazione: Teorie dell'attaccamento, Metodi di Valutazione e Implicazioni Cliniche (Prof. Massimo Ammaniti e Sergio Muscetta). ASTERIA. Firenze, Novembre 1994-Giugno 1995 (Totale 60 ore). Corso di Formazione: Valutazione e Codifica dell'adult Attachment Interview (Prof. Patricia Crittenden). Firenze, Ottobre 1994-Giugno 1995 (Totale 120 ore). Corso di Formazione: I disturbi di apprendimento (Prof. Juan Manzano). Università di Padova. Dipartimento di Psicologia dello Sviluppo e della Socializzazione. Padova, Ottobre 1996 (Totale 11 ore). Corso di Formazione: Preschool Assessment of Attachment (Prof. Patricia Crittenden). Firenze, 30 Aprile- 4 Maggio 1997 e Ottobre 1997 (Totale 80 ore). Corso di Formazione: Infant Strange Situation (Prof. Patricia Crittenden). Università di Padova. Padova, Ottobre 1997 (Totale 40 ore). Seminari: Psicopatologia dello Sviluppo (Prof. Ferrari, Lasa, Rufo, Brun). Università di Padova. Dipartimento di Psicologia dello Sviluppo e della Socializzazione. Padova, 16 Aprile Training alla Codifica della Strange Situation Procedure (Prof. Crittenden; reliability 92%). Università di Padova. Dipartimento di Psicologia dello Sviluppo e della Socializzazione. Padova, Luglio Scuola Estiva di Metodologia (AIP): - Metodi qualitativi per lo studio automatico dei testi (Prof. Sergio Bolasco e Adolfo Morrone); - La meta-analisi come strategia di ricerca (Prof. Santo Di Nuovo e Stefano Boca); Direttore del corso Prof. Santo di Nuovo. Bertinoro, Luglio Official Training on Adult Attachment Interview (Prof. Deborah Jacobvitz e Nino Dazzi). Roma 1-12 Febbraio Training sul Test di Rorschach valutato con il metodo Exner (Prof. Adriana Lis e Dott.ssa Sara Prina). Università di Padova. Dipartimento di Psicologia dello Sviluppo e della Socializzazione. Padova, 9-10 Luglio e Luglio 1999 (Totale 36 ore). Training sul Test di Rorschach valutato con il metodo Exner (Prof.ssa Anne Sanglade). Università di Padova. Dipartimento di Psicologia dello Sviluppo e della Socializzazione. Padova, Settembre 1999 (Totale 40 ore). Training sul Test di Rorschach valutato con il metodo Exner. Livello III- Indicatori per la Psicoterapia e la Programmazione del Trattamento al Test di Rorchach (Prof.ssa Anne Sanglade). Università di Padova. Dipartimento di Psicologia dello Sviluppo e della Socializzazione. Padova, Marzo 2000 (Totale 20 ore). 2

3 Training sul metodo di valutazione dell interazione madre-bambino Global Rating Scale of Mother-Infant Interaction (Prof. Daniele Severi). Departement of Psychology, University of Reading. Dipartimento di Scienze Neurologiche e Psichiatriche, Università degli Studi di Firenze. Firenze, Luglio Training sul metodo di valutazione del Lausanne Triadic Play svolto dalla Prof. Fivaz Depeursinge presso il Centre d Etude sur la Famille di Lausanne. Lausanne 4-6 Settembre Training The Family Alliance assessment scales training workshop. Centre d Etude de la Famille. Lausanne, maggio Training all utilizzo e alla codifica dell Emotional Availability Scales (EAS). Prof. Biringen. Università di Chieti. Giugno ATTIVITA UNIVERSITARIA Attività Didattica docente Corso di Perfezionamento Genitorialità ed Età Evolutiva (Direttore: Prof. Fava Vizziello). Università di Padova. Insegnamento: Aspetti clinici e prospettive terapeutiche della teoria dell'attaccamento (10 ore per ogni a.a., per un totale di 30 ore). A.A. 1997/98 docente Corso di Perfezionamento Psicopatologia dell'età Evolutiva (Direttore: Prof. Olga Codispoti). Università di Bologna. A.A. 1998/99 docente Laboratorio di Psicologia: L'osservazione del bambino tra fattori di rischio e protettivi: metodi e applicazione alla comprensione del maltrattamento. Corso di Laurea di Scienze della Formazione Primaria. Facoltà di Scienze della Formazione. Università di Bologna (15 ore). A.A. 1999/2000 docente Laboratorio di Psicologia: Tecniche di osservazione del comportamento infantile. Corso di Laurea di Scienze della Formazione Primaria. Facoltà di Scienze della Formazione. Università di Bologna (due Laboratori per un totale di 32 ore). A.A. 2000/2001 docente Laboratorio di Psicologia: L'osservazione del comportamento infantile: metodi, strumenti e applicazioni allo studio di fattori evolutivi e di rischio in età prescolare. Corso di Laurea di Scienze della Formazione Primaria. Facoltà di Scienze della Formazione. Università di Bologna (16 ore). A.A. 2000/2001 docente Laboratorio di Psicologia: Metodi indiretti di osservazione del comportamento infantile: il disegno, la costruzione di storie ed il colloquio con lui o con gli adulti dei suoi diversi contesti di crescita. Corso di Laurea di Scienze della Formazione Primaria. Facoltà di Scienze della Formazione dell'università di Bologna (16 ore). A.A professore a contratto presso il Corso di Laurea di Scienze della Formazione Primaria. Facoltà di Scienze della Formazione. Università di Bologna. Insegnamento: Psicodinamica dello Sviluppo e della Relazioni Familiari (M-PSI/07). 3

4 A.A professore a contratto presso il Corso di Laurea in Scienze dell Educazione. Facoltà di Scienze della Formazione. Università di Ferrara. Insegnamento: Psicologia Clinica (M-PSI/08, 24 ore). A.A insegnamento di Teorie e tecniche del colloquio psicologico (M-PSI/07, 60 ore) presso la Facoltà di Psicologia dell Università di Bologna. A.A professore a contratto presso il Corso di Laurea in Psicologia (vecchio ordinamento). Facoltà di Psicologia. Università di Padova. Insegnamento: Psicopatologia dello Sviluppo (M-PSI/07, 60 ore). Dal 2002 docente del Master Genitorialità: interventi preventivi, diagnostici e psicoterapeutici (Direttore Prof. Graziella Fava Vizziello). Facoltà di Psicologia. Università di Padova. Insegnamento: Metodi di valutazione del bambino e delle sue relazioni (M-PSI/07, 50 ore). A.A docente presso il Master Pedagogista in ambito sociale, penale e di prevenzione della devianza (direttore Prof. Giuseppe Milan). Facoltà di Scienze della Formazione. Università di Padova. Insegnamento: Psicologia delle relazioni familiari (M-PSI/07, 15 ore). A.A docente presso la Scuola di Specializzazione in Psicologia della Salute (direttore Prof. Pio Ricci Bitti). Facoltà di Psicologia. Università di Bologna. Insegnamento: La valutazione in psicopatologia dello sviluppo (M-PSI/07, 15 ore). A.A insegnamento di Teorie e tecniche dei tests di personalità (M-PSI/07, 60 ore) presso la Facoltà di Psicologia dell Università di Bologna. A.A insegnamento di Elementi di Psicologia della Famiglia (M-PSI/07, 21 ore) presso la Facoltà di Psicologia dell Università di Bologna. A.A professore a contratto presso la Facoltà di Psicologia dell Università di Padova, insegnamento di Psicologia delle relazioni familiari (M-PSI/07, 30 ore). A.A insegnamento di Psicopatologia dello sviluppo (M-PSI/07, 42 ore) presso la Facoltà di Psicologia dell Università di Bologna. A.A docente presso la Scuola di Specializzazione in Psicologia del Ciclo di Vita (direttore Prof.ssa Carli) della Facoltà di Psicologia dell Università di Milano Bicocca. Insegnamento Valutazione delle interazioni precoci (20 ore). Dal 2005 docente di Psicopatologia dello Sviluppo (M-PSI/07, 30 ore) presso la Facoltà di Psicologia dell Università di Padova, Corso di laurea triennale in Scienze Psicologiche della Personalità e delle Relazioni interpersonali (4PS). Dal 2005 docente di Psicopatologia psicodinamica generale e dello sviluppo (M-PSI/07, 60 ore), presso la Facoltà di Psicologia dell Università di Padova, Corso di Laurea Specialistica in Psicologia Clinica Dinamica. 4

5 Dal 2005 docente di Psicopatologia dello Sviluppo (M-PSI/07, 30 ore), presso la Facoltà di Psicologia dell Univeristà di Padova, Corso di Laurea Specialistica di Psicologia dello Sviluppo e dell Intervento nella Scuola. Dal 2006 docente di Psicologia della devianza: tecniche di intervento (M-PSI/07, 30 ore), presso la Scuola di Specializzazione in Psicologia Clinica dell Università di Padova. Dal 2009 docente di Psicopatologia psicodinamica generale e dello sviluppo (M-PSI/07, 60 ore), presso la Facoltà di Psicologia dell Università di Padova, Corso di Laurea Specialistica in Psicologia Clinica Dinamica (Corso integrato di Psicopatologia Psicodinamica). Dal 2010 Docente di Valutazione delle interazioni precoci genitori-figli presso il Master di insegnamento a distanza Tutela, diritti e protezione dei minori (Direttore Prof.ssa Bastianoni). Università di Ferrara. A.A Docente di Il ruolo dell interazione nello sviluppo del bambino e la triade nella famiglia presso il Corso di Formazione continua degli operatori della sanità (Direttore prof.ssa Venuti). Università di Trento. Dal 2011 docente di Psicopatologia dello Sviluppo (M-PSI/07, 42 ore) presso la Facoltà di Psicologia dell Università di Padova, Corso di Laurea Magistrale in Psicologia dello Sviluppo e dell Educazione (M2). Dal 2011 docente di Psicopatologia dello Sviluppo (M-PSI/07, 42 ore) presso la Facoltà di Psicologia dell Università di Padova, Corso di Laurea Magistrale in Psicologia Clinico-Dinamica (M4A). Dal 2011 docente di Psicologia Dinamica (M-PSI/07, 42 ore) presso la Facoltà di Psicologia dell Università di Padova, Corso di Laurea Triennale in teledidattica in Sicenze e Tecniche Psicologiche (L5). Dal 2011 Docente presso la Scuola di Specializzazione in Psicologia Clinica dell Unviersità di Trieste (Direttore Prof.ssa Pelamatti). Insegnamento di Metodi di osservazione del bambino e delle relazioni familiari (30 ore). Dal 2011 Docente presso il Corso di Perfezionamento per insegnanti di Scuola Materna. Facoltà di Psicologia, Università di Trieste (Direttore Prof.ssa Pelamatti). A.A Docente presso il Master di Primo Livello L intervento nelle famiglie a rischio psicosociale (Direttore Prof.ssa Venuti). Facoltà di Scienze Cognitive, Università di Trento. A.A Docente presso le Département de Psychologies et Cliniques des Systémes Humains de l Université de Liège nell ambito del programma Teaching Mobility Staff dell Università di Padova. 5

6 Progetti di ricerca finanziati con procedimento di peer review 1. Come ricercatore: 1995 Collaboratore alla ricerca finanziata con fondi Ex 40% (Responsabile: Prof. Graziella Fava Vizziello). Titolo: La relazione madre-bambino nell'infanzia alla luce della teoria dell'attaccamento: applicazioni cliniche Collaboratore alla ricerca finanziata con fondi CNR 1995 (Responsabile dell'unità di ricerca: Prof. Graziella Fava Vizziello). Titolo: Valutazione degli interventi nel primo anno di vita con bambini prematuri ricoverati alla nascita Collaboratore alla ricerca finanziata con fondi COFIN 1999 (Responsabile dell'unità di ricerca: Prof. Graziella Fava Vizziello). Titolo: Studio delle correlazioni tra le manifestazioni del linguaggio psicologico nel bambino e nell'adulto e le esperienze di attaccamento Collaboratore al Progetto di Ricerca Giovani Ricercatori finanziato dall Università di Padova. Responsabile: Dott.ssa Nicoletta Salerni. Titolo: Aspetti di validazione di metodi di valutazione dell'attaccamento in età scolare Collaboratore al progetto di ricerca Finanziato dal Ministero della Salute Il Lausanne Trilogue Play usato come strumento psicodiagnostico e terapeutico nell Unita di Neuropsichiatria: un innovativa esperienza clinica con bambini e adolescenti psichiatrici (Responsabile Scientifico dott.ssa Michela Gatta. Università di Padova). Finanziamento triennale (euro ). 2. Come responsabile: 2000 Responsabile Scientifico del progetto di Ricerca Giovani Ricercatori finanziato dall Università di Padova. Titolo: Analisi lessico-testuale delle rappresentazioni di attaccamento Responsabile Scientifico del Progetto di Ateneo Traiettorie evolutive delle competenze interattive diadiche e triadiche precoci in bambini con sviluppo tipico e a rischio: caratteristiche comportamentali e correlati fisiologici (Developmental trajectories of early dyadic and triadic interactive competences in typical development infants and in infants at risk: behavioural characteristics and physiological correlates). Finanziamento euro. Dipartimento di Psicologia dello Sviluppo e della Socializzazione. Università di Padova. 3. Come ricercatore a contratto: 2000 Ricercatore a contratto nel progetto di ricerca finanziato con fondi COFIN 2000 (Coordinatore Scientifico: Prof. Giancarlo Trombini). Unità di Ricerca dell'università di Bologna (Responsabile Scientifico: Prof. Giancarlo Trombini; gruppo di ricerca Prof. Olga Codispoti). Titolo: Studio della relazione tra le manifestazioni del disagio psicologico nel bambino e nell'adulto e le esperienze di attaccamento. Progetti di ricerca finanziati da enti esterni Dicembre Dicembre 2010 Responsabile Scientifico dell attività di formazione e supervisione degli operatori nel campo del sostegno alla genitorialità relativamente ai servizi Famiglia-nido e Spazi-incontro del Comune Della Spezia Dipartimento Servizi alla Persona C.d.R. Servizi Sociali, in 6

7 convenzione con il Dipartimento di Psicologia dello Sviluppo e della Socializzazione dell Università di Padova. Finanziamento di euro per ognuno degli anni di durata del progetto. Ottobre maggio 2012 Responsabile Scientifico del progetto di ricerca finanziato Le dipendenze patologiche e la relazione madre tossicodipendente-bambino in convenzione tra la Comunità San Francesco di Monselice e il Dipartimento di Psicologia dello Sviluppo e della Socializzazione (DPSS) dell Università di Padova. Il progetto generale ha previsto lo svolgimento dei seguenti tre progetti specifici: a) fattori di rischio e protezione nello sviluppo delle dipendenze da sostanze e interventi di prevenzione e di sostegno (Borsa di per attività di ricerca di euro per ciscuno degli anni di durata del progetto); b) fattori di rischio e protezione nella genitorialità in soggetti con dipendenza da sostanze (Borsa di per attività di ricerca di euro per ciscuno degli anni di durata del progetto); c) osservazione e intervento clinico sullo sviluppo dei bambini figli di genitori residenti in comunità terapeutica (Borsa di per attività di ricerca di euro per ciscuno degli anni di durata del progetto). Il finanziamento ottenuto di euro per ciascuno degli anni di durata del progetto ha consentito l attivazione di 3 borse di studio per attività di ricerca presso il DPSS della durata del progetto. Inoltre il finanziamento ha previsto lo stanziamento di euro per ciascuno degli anni di durata del progetto per l attività di coordinamento e di supervisione del progetto nel suo compesso Responsabile del progetto di ricerca Gli interventi in materia di tossicodipendenza in convenzione tra la Comunità Nuova Vita di Vicenza e il Dipartimento di Psicologia dello Sviluppo e della Socializzazione (DPSS) dell Università di Padova. Il progetto ha previsto il finanziamento di una borsa di studio per attività di ricerca della durata di 4 mesi. Aprile 2010 Aprile 2011 Responsabile scientifico del progetto in convenzione tra Area soc. coop. soc. Onlus - Cooperativa al servizio dei minori (Responsabile legale Dr. Andrea Pasini) e il Dipartimento di Psicologia dello Sviluppo e della Socializzazione dell Università di Padova per lo svolgimento dell attività di formazione, supervisione e ricerca tramite la procedura del Lausanne Trilogue Play rivolta al personale psicologico, educativo e pedagogico che costituisce l equipe stabile del consultorio familiare di Gavardo, del consultorio familiare di Villanuova sul Clisi e del consultorio familiare di Vestone in provincia di Brescia. Il progetto ha previsto un finanziamento di euro destinati ad una Borsa annuale per attività di ricerca Responsabile scientifico della ricerca La valutazione delle interazioni diadiche e triadiche nei primi anni di vita presso il Dipartimento di Psicologia dello Sviluppo e della Socializzazione (DPSS) dell Università di Padova. Il progetto ha previsto il finanziamento di 1 borsa di studio per attività di ricerca della durata di 12 mesi. Ottobre 2009 Ottobre 2010 Responsabile Scientifico del progetto di ricerca La relazione madre tossicodipendente-bambino in convenzione tra VILLA RENATA S.C.S., con riferimento alla Comunità Terapeutica Casaurora (Venezia), e il Dipartimento di Psicologia dello Sviluppo e della Socializzazione (DPSS) dell Università di Padova. Il progetto ha previsto un finanziamento di euro destinati ad una Borsa annuale per attività di ricerca. Inoltre il finanziamento ha previsto lo stanziamento di euro per l attività di coordinamento e di supervisione del progetto nel suo compesso. Dicembre 2010 Dicembre 2012 Responsabile Scientifico del progetto di ricerca La relazione madre tossicodipendente-bambino in convenzione tra VILLA RENATA S.C.S., con riferimento alla Comunità 7

8 Terapeutica Casaurora (Venezia), e il Dipartimento di Psicologia dello Sviluppo e della Socializzazione (DPSS) dell Università di Padova. Il progetto ha previsto un finanziamento di euro destinati ad ad un Assegno di Ricerca Grant biennale per lo svolgimento dell attività di ricerca previsto dal progetto. Dicembre dicembre 2011 Collaboratore al progetto di ricerca Lo sviluppo delle interazioni precoci e del sé in bambini non vedenti congeniti o con visione luce, in convenzione tra la Fondazione Hollmann (Padova) e il Dipartimento di Psicologia dello Sviluppo e della Socializzazione dell Università di Padova (Responsabile Scientifico prof.ssa Emilia Ferruzza). Il progetto ha previsto il finanziamento di euro destinati ad una Borsa annuale per attività di ricerca. Incarichi istituzionali Membro del Comitato ordinatore del Master Genitorialità: interventi preventivi, diagnostici e psicoterapeutici (Direttore Prof. Graziella Fava Vizziello). Facoltà di Psicologia. Università di Padova Responsabile Clinico presso il Servizio per la Genitorialità e lo Sviluppo dei Figli (Responsabile prof.ssa Fava Vizziello). Dipartimento di Psicologia dello Sviluppo e della Socializzazione. Università di Padova. Da Luglio 2006 rappresentante dei Ricercatori nella Commissione Scientifica del Dipartimento di Psicologia dello Sviluppo e della Socializzaizone (DPSS) dell Università di Padova. Da Ottobre 2007 Responsabile Clinico presso il Servizio di Ateneo di Assistenza Psicologia per i Dipendenti (APAD, coordinatore prof.ssa Fava Vizziello fino al 30 settembre Dal 1 ottobre 2012 coordinatore prof.ssa Ferruzza). Dipartimento di Psicologia dello Sviluppo e della Socializzazione. Università di Padova. Novembre 2008 Dicembre 2011: Coordinatore I anno della Scuola di Specializzazione in Psicologia Clinica dell Università di Padova. Gennaio 2010 Membro della Commissione esaminatrice- esame finale per il conseguimento del titolo di Dottore di ricerca in Psicologia. Dipartimento di Psicologia. Università di Milano-Bicocca. Luglio 2010 rappresentante del DPSS nella Commissione Dipartimentazione della Facoltà di Psicologia dell Università di Padova. Dicembre 2010 Membro della Commissione esaminatrice- esame finale per il conseguimento del titolo di Dottore di ricerca in Scienze della cognizione e della formazione e in Scienze psicologiche e della formazione. Dipartimento di Scienze della Cognizione e Formazione. Università di Trento. Gennaio 2012 rappresentante del Settore Scientifico Disciplinare M-PSI/07 (Psicologia Dinamica) presso la Commissione Scientifica del Dipartimento di Psicologia dello Sviluppo e della Socializzazione. Università di Padova. Luglio 2012 rappresentante dei Ricercatori presso la Giunta del Dipartimento di Psicologia dello Sviluppo e della Socializzazione. Università di Padova. 8

9 Ottobre-Dicembre 2012 membro della Commissione dipartimentale di valutazione dei Progetti per il finanziamento di Assegni di Ricerca Junior. Università di Padova. Da Novembre 2012 Coordinatore del Servizio Diagnosi e Interventi per la salute mentale infantile nella prima infanzia: Zero-to-three. Dipartimento di Psicologia dello Sviluppo e della Socializzazione, Università di Padova. Attività di revisione per Riviste e Congressi: - Psicologia Clinica dello Sviluppo - Giornale Italiano di Psicologia - Età Evolutiva - Ricerche di Psicologia - Rivista di studi familiari - European Journal of Psychotraumatology - Journal of Child and Family Studies - Bollettino di Psicologia Applicata - Giornale di Psicologia dello Sviluppo. Journal of Developmental Psychology. - Revisore per i contributi dei seguenti congressi: 1. Congresso dell Associazione Italiana Psicologi (AIP) th World Congress of the World Association of Infant Mental Healt (WAIMH). Lipsia, Luglio Membro delle società e associazioni: - AIP (Associazione Italiana di Psicologia) sezioni Psicologia Clinico-Dinamica, Psicologia dello Sviluppo - Società Italiana per lo Studio dello Stress Traumatico (SISST) - Maggio 2010, World Association of Infant Mental Healt (WAIMH) - Association Europeenne de Psychopathologie de l Enfant et de l Adolescent (AEPEA) - Socio fondatore dell Istituto di Ricerca Europeo sui Fattori di Rischio nell'infanzia e nell'adolescenza (IREFREA-Italia) - European Society od Family Relations (ESFR) - Membro della Società per la Ricerca in Psicoterapia (SPR)-Sezione Italia. Collaborazioni nazionali e internazionali - Università di Roma La Sapienza : Prof. Ammaniti, Prof.ssa Malagoli Togliatti, Prof.ssa Mazzoni. - Università di Ferrara: Prof.ssa Bastianoni. - Università di Cagliari: Prof. Lucarelli. - Unità di Neuropsichiatria Infantile, Università di Roma La Sapienza : Prof.ssa Fabrizi - Unità di Neuropsichiatria Infantile, Università di Padova: Prof. Battistella, dott.ssa Gatta - Centre d Etude de la Famille. University of Lausanne: Prof. Fivaz-Depeursinge, Prof. Favez (Direttore), Prof. Frascarolo (Co-direttore). - Faculty of Arts and Social Sciences, Unviersity of Kingston: Prof. Antonia Bifulto, Director of the Lifespan Research Group at the Centre for Abuse and Trauma Studies (CATS), Department of Criminology/Sociology. - London School of Economics and Political Science. Personal Social Services Research Unit. London: Prof. Ardino. 9

10 - Département de Psychologies et Cliniques des Systèmes Humains. Université de Liège: Prof. D Amore. Titolare di Flussi ERASMUS per studenti e docenti con le università europee: Dal 2010, Responsabile del Flusso erasmus con il Département de Psychologies et Cliniques des Systèmes Humains. Université de Liège. Liegi (Responsabile locale: Prof. Salvatore D Amore) Dal 2010, Responsabile del Flusso erasmus con University S. George, London (Responsabile locale: Prof. Bifulco) Attività e aree di ricerca Metodi di valutazione dell attaccamento nel ciclo di vita: prima infanzia (Strange Situation Procedure); età prescolare (Attachment Story Completion Test); adolescenza ed età adulta (Adult Attachment Interview e questionari di valutazione). Ricerche con gruppi di soggetti appartenenti alla popolazione generale o a popolazioni cliniche; Attaccamento e psicopatologia: ricerche su gruppi clinici o a rischio (soggetti tossicodipendenti, con disturbi del comportamento alimentare, con patologia da accumulo compulsivo); Modelli di studio, classificazione e programmi di intervento in psocipatologia dello sviluppo: studi longitudinali, sistemi diagnostici (ICD-10; DSM-IV; Sistema 0-3), modelli terapeutici per il bambino e la famiglia; Metodi osservativi per lo studio delle interazioni genitori-bambino: Losanna Triadic Play, Care Index, Emotional Availability Scales (EAS); Fattori di rischio e protezione nello sviluppo: rischio evolutivo, maltrattamento e abuso; Psicologia e psicopatologia della gravidanza e della maternità: qualità ed evoluzione delle rappresentazioni materne in gravidanza e nel post-partum; Psicodinamica dello sviluppo e delle relazioni familiari: la psicologia della famiglia, il suo ciclo evolutivo, le fasi di crisi e di crescita; Definizione e validazione dei seguenti strumenti e metodi: Child Attachment self-report (Bifulco, Casiraghi, Petech, Simonelli, in preparation) e Child Attachment Style Interview (Bifulco, Casiraghi, Petech, Simonelli, in preparation) in collaborazione con il Lifespan Research Group (Chief: Prof. A. Bifulco), Royal Holloway College, University of London, London; (2) Attachment Story Completion Task versione Multimediale (Simonelli, Casiraghi, manuale in preparation) 2. ATTIVITA EXTRA-UNIVERSITARIA Attività di docenza e corsi accreditati ECM docente presso il corso finanziato dal Ministero del Lavoro e dal Fondo Sociale Europeo: Imprenditoria femminile nei servizi alla famiglia-gestione ed animazione di centri gioco infantili. Materie di Insegnamento: 1) Apprendimento e socializzazione nel bambino tra 1 e 5 anni (63 ore) 2) La comunicazione con la famiglia (14 ore) 10

11 docente presso il Corso di Aggiornamento in Psicologia Scolastica. Ordine degli Psicologi dell Emilia Romagna (3 ore) docente presso il Corso di Formazione dell Associazione Educatrice Italiana (Titolo dell'intervento: I diversi stili della relazione adulto-bambino-la teoria dell'attaccamento. Totale di 5 ore) docente di Teorie e tecniche del colloquio con l adolescente presso la Scuola di Psicoterapia CIPSPSIA (direttore Prof. Crocetta) formatore per la Provincia Autonoma di Trento, settore Scuola Materna, nell ambito del progetto quadriennale di formazione per le insegnanti di Scuola Materna La relazione con il bambino e con la famiglia incarico di docenza per Azienda Unità Sanitaria Locale di Rimini, Corso di Laurea in Infermieristica (Direttore: Dott. Massimo Ferrari). Titolo: Relazioni parentali e interventi in età evolutiva (16 ore) attività di Formazione sul tema La procedura del Lausanne Trilogue Play in ambito diagnosticoclinico. Associazione per la ricerca in Psicoterapia (ARP). Milano attività di Formazione sul tema La procedura del Lausanne Trilogue Play in ambito diagnosticoclinico. Associazione ARGO. Cosenza. Dal 2011 Docente di Psicologia dello Sviluppo presso l Institute of Constructivist Psychologi S.r.l. (ICP), Scuola di Psicoterapia Costruttivista (Direttore dott. Giliberto), Padova. Dal 2011 Formatore degli Psicologi dell ULSS 6 di Vicenza. Corso L attaccamento nell adolescente e nell adulto. Dal 2011 Docente di Psicopatologia dello Sviluppo presso la Scuola di Psicoterapia delle Relazioni Oggettuali (Direttore dott. Gianoli), Mestre-Venezia. Attività clinica Abilitazione all'esercizio della professione di Psicologo ottenuta con superamento dell'esame di Stato nella seconda sessione dell'anno Iscrizione all'albo degli Psicologi della Liguria dal (n. 838) attività clinica sulla relazione genitore-bambino nell'ambito del "Progetto Aurora" della Comunità Terapeutica "Villa Renata" (Direttore Dott. Paolo Stocco) con madri tossicodipendenti e bambini. Attività di Ricerca, supervisione e consulenza 11

12 ricercatore a contratto per IREFREA-Italia (Istituto di Ricerca Europeo sui Fattori di Rischio nell'infanzia e nell'adolescenza), per lo svolgimento della ricerca: Donne e tossicodipendenza (Coordinatore: Dr. Paolo Stocco) consulente per l Assessorato ai Servizi Sociali del Comune di Parma, per attività valutazioneintervento di strutture residenziali per minori allontanati dalle famiglie di origine psicologo a contratto presso l Assessorato ai Servizi Sociali e alla Persona del Comune di La Spezia (Settore Minori) con funzione di supervisore dell equipe multidisciplinare nell'ambito del progetto finanziato (legge 285): Famiglia-Nido, per la valutazione e l'intervento sulla genitorialità in famiglie multiproblematiche con minori consulente per il Comune di Marcon (Venezia) nell ambito di un progetto finanziato (legge 285) per la vautazione e l intervento con minori e famiglie a rischio psico-sociale attività di supervisione presso l Assessorato ai Servizi Sociali e alla Persona del Comune di La Spezia (Settore Minori) con funzione di supervisore dell equipe multidisciplinare Servizio per la Genitorialità per la valutazione e l'intervento sulla genitorialità in famiglie multiproblematiche con minori consulente per la Provincia Autonoma di Trento relativamente agli aspetti metodologici e di elaborazione statistica dei dati nell ambito della ricerca Alcool e giovani, per la valutazione delle condotte a rischio degli adolescenti Attività di supervisione degli operatori dell equipe Madre-bambino della Comunità San Francesco di Monselice Attività di supervisione degli operatori dell equipe Adolescenti e Minori tossicodipendenti della Comunità San Francesco di Monselice Attività di supervisione e formazione degli operatori delle Comunità Madre-bambino Casa Aurora e Villa Emma della Cooperativa Villa Renata di Venezia Attività di supervisione e formazione degli psicologi e psicoterapeuti dei Consultori Familiari Progetto Nodi (Brescia) in convenzione con il Dipartimento di Psicologia dello Sviluppo e della Socializzazione (DPSS). 3. PUBBLICAZIONI Articoli su Riviste Italiane 1. Simonelli, A., Fava Vizziello, G. (1994). Regole ed elaborazione della colpa. Il Quadrante Scolastico, 62, Stocco, P., Cristofalo, P., Battistel, N., Simonelli, A. (1996). I Genitori tossicodipendenti ed i loro figli. Bollettino Nazionale per le Farmacodipendenze e l'alcoolismo, 3, Anno XIX,

13 3. Fava Vizziello, G., De Rocco, G., Simonelli, A. (1996). Guarigione e prematurità. IMAGO, 3(2), Fava Vizziello, G., Maestro, P., Simonelli, A. (1996). Implicazioni cliniche nella valutazione dell'attaccamento. IMAGO, 3(4), Emiliani, F., Simonelli, A. (1997). Psicopatologia dello sviluppo e maltrattamento infantile. Psicologia clinica dello sviluppo, 1(3), Fava Vizziello, G.M., Simonelli, A. (1999). Genitori tossicodipendenti e bambini figli di tossicodipendenti. Personalità e Dipendenze, 5(1), Fava Vizziello, G., Boccanegra, T., Simonelli, A., Calvo, V., Penzavalli A., Petenà, I. (1999). Adozione e attaccamento: studio dei modelli di attaccamento in adolescenti adottati. Psichiatria dell'infanzia e dell'adolescenza, 66(6), Simonelli, A. (2000). Problematiche teoriche e metodologiche nello studio dell'attaccamento: gli Internal Working Models e la loro valutazione attraverso l'adult Attachment Interview. Psicologia Clinica dello sviluppo, 4(1), Fava Vizziello, G.M., Simonelli, A., Petenà, I. (2000). Attaccamento e psicopatologia tra clinica e ricerca. Applicazione dell'adult Attachment Interview ad un gruppo di donne tossicodipendenti. Personalità e Dipendenze, 6(1), Simonelli, A., Bastianoni, P. (2001). Attaccamento e rapporto di coppia. Due strumenti a confronto. Rassegna di Psicologia, 1, Simonelli, A., Fava Vizziello, G.M. (2002). La qualità delle rappresentazioni di attaccamento in madri tossicodipendenti come fattore di rischio per lo sviluppo affettivo del bambino. Età Evolutiva, 72, Fava Vizziello, G.M., Simonelli, A., Calvo, V., Pagotto, S., Petenà, I., Casari, S. (2002). Rappresentazioni di attaccamento in adolescenza: continuità o cambiamento? Rassegna di Psicologia, 3(XIX), Fava Vizziello, G.M., Calvo, V., Simonelli, A. (2003). Sicurezza e insicurezza dell attaccamento nella prima infanzia in una prospetiva interculturale. Età Evolutiva, 75, Fava Vizziello, G.M., Burba, C., Calvo, V., Simonelli, A. (2003). Fattori di rischio psicosociale: sfidare le premesse. Psichiatria dell Infanzia e dell Adolescenza, 70, Simonelli, A., Monti, F., Magalotti, D. (2005). Il complesso fenomeno del Failure to Thrive: aspetti medici, psicologici e sociali. Una rassegna. Psicologia Clinica dello Sviluppo, 2, Simonelli A., Fava Vizziello G.M., Bighin M., Petech (2006). La coppia nella transizione alla genitorialità tra adattamento e attaccamento. Terapia Familiare, 82, Simonelli A., Fava Vizziello G.M., Bighin M., De Palo F., Petech E. (2007). La transizione alla triade fra assunzione della genitorialità e riorganizzazione della coppia. Età evolutiva, 86,

14 18. Simonelli A., Fava Vizziello G.M., (2007). Qualità dell attaccamento trasmissione tra generazioni. Famiglia Oggi, n. 4, aprile Fava Vizziello G.M., Simonelli A., Petech E., Piffer S. (2008). La qualità dell interazione madre bambino come indice di cambiamento nell ambito di una psicoterapia breve genitore-bambino, Ricerca in psicoterapia, 11(1), Simonelli, A., Fava Vizziello, G., Petech, E., Finotti, S. (2008). La genitorialità tra crisi della coppia e riorganizzazione dell attaccamento. Rivista di Studi Familiari, 13(1), Simonelli A., Driussi E., Caprara G. (2008). Dalla gravidanza alla maternità. Indagine esplorativa sui fattori di influenza sulla qualità dell interazione madre-bambino nei primi mesi di vita. Psicologia Clinica dello Sviluppo, 12(2), Simonelli A., Fava Vizziello G.M., Petech E., Bettega V. (2008). Relazione di coppia, ruolo paterno e genitorialità. Esistono predittori della qualità della relazione triadica padre-padre-bambino? Psicologia Sociale, 3, Simonelli A., Versi C., Simonelli V., Pistelli S. (2008). Famiglie multiproblematiche: teoria e operatività di un servizio per la genitorialità realizzato nel Comune della Spezia. Psicologia Clinica dello Sviluppo, XII(3), Simonelli A., Fava Vizziello G.M., Bighin M., De Palo F. (2009). Analisi preliminari di validazione del Lausanne Triadic Play pre-natale per lo studio delle competenze genitoriali in gravidanza. Età Evolutiva, 92, Simonelli A., Fava Vizziello G.M., Petech E., Ballabio M., Bisoni E. (2009). Il Lausanne Trilogue Play: potenzialità diagnostiche e prospettive di intervento nella valutazione delle competenze interattive familiari. Infanzia e Adolescenza, 8(1), Simonelli A., Fava Vizziello G.M. (2009). Ri-costruire gli attaccamenti dopo l adozione. La qualità delle rappresentazioni delle relazioni nelle famiglie adottive. Psicologia clinica dello sviluppo, 13(3), Petech E., Simonelli A., Altoè G. (2009). Interazioni triadiche, benessere della coppia e ruolo del padre nelle famiglie con bambini in età prescolare. Ricerche di psicologia, 1, Simonelli A., Fava Vizziello G.M., Bighin M., Petech E. (2010). Qualita dei processi di co-regolazione e sviluppo delle competenze triadiche familiari nel primo anno di vita. Psicologia Clinica dello Sviluppo, XIV (3), Simonelli A. (2010). La valutazione in età evolutiva: cosa, quando e perché. Psicologia clinica dello Sviluppo, XIV (1), Simonelli, A., Casiraghi, M., Semper, L. (2011). L attaccamento in età pre-scolare e scolare: proposta di un metodo di valutazione a partire dall ASCT. Giornale Italiano di Psicologia, 1,

15 31. De Paolo F., Simonelli A. (2011). L analisi sequenziale come metodo di studio dei processi interattivi nell intervento di gruppo a impostazione psicodinamica in età evolutiva. Quaderno report CSR Coirag, 16, Bighin M., De Paolo F., Simonelli A. (2011). Lo sviluppo delle interazioni madre-padre-bambino dalla gravidanza al nono mese attraverso il Lausanne Trilogue Play. Una replicazione in ambito italiano. Infanzia e adolescenza, 10(3), Simonelli A., Moretti M., Penta P., Maffeis E. (2012) Quarant anni di Strange Situation. Comportamenti interattivi e pattern di attaccamento: una verifica del modello di Ainsworth. Giornale Italiano di Psicologia, XXXIX, 3, Moretti M., Simonalli A., Melloni M., Ronconi L. (2012). Interpersonal Support Evaluation List (ISEL): un contributo alla validazione e all applicazione nel contesto italiano. Psicologia Sociale, 3, Simonelli A., Bighin M. (in press). il Lausanne Trilogue Play pre-natale: aspetti metodologici ed interculturali della valutazione delle competenze co-genitoriali. Psicologia Clinica dello Sviluppo. 36. Simonelli A., Bighin M. (under review). La valutazione delle interazioni madre-padre-bambino nel primo anno: studio preliminare di validazione della procedura del Lausanne Trilogue Play. Giornale Italiano di Psicologia. 37. D Amore S., Simonelli A., Miscioscia M. (under review). La qualità delle interazioni madre-madrebambino nelle famiglie lesbo-genitoriali: uno studio pilota con la procedura del lausanne trilogue Play. Infanzia e Adolescenza. 38. Sudati L., Petech E., Simonelli A. (under review). Traiettorie evolutive del legame di attaccamento madre-bambino nel primo anno di vita: verso un approccio integrato. Psicologia Clinica dello Sviluppo. Articoli su riviste internazionali 1. Fava Vizziello, G.M., Simonelli, A. (1999). Experiencia clinica y de investigaciòn con madres toxicòmanes y sus hijos. Adicciones, 11(2), Fava Vizziello, G.M., Simonelli, A., Petenà, I. (2000). Representaciones maternas y transmisión de los factores de riesgo y protección en hijos de madres drogodependientes. Adicciones, 12(3), Fava Vizziello, G.M., Simonelli, A., Petenà, I. (2000). Indicateurs montrant la nécessité de prise en charge, selon l'étude d'une population non clinique de très jeunes enfants. Prisme, 33, Simonelli, A., Calvo, V. (2003). Comunitades terapeuticas para madres drogadictas con hijos. Adicciones, 15(2), Simonelli A., Casiraghi M. (2011). Multimedia Story Stems: Development of a multimedia based narrative procedure for the assessment of early attachment representations. Family Science. 15

16 6. Simonelli A., Bighin M., De Palo F. (2012). Coparenting interactions observed by the prenatal Lausanne Trilogue Play: an Italian replication study. Infant mental health Journal, View this article online at wileyonlinelibrary.com., DOI: /imhj, Simonelli A., Bighin M. (under review). Difference and similarities in the functioning of marital adjustment and coparenting in pregnancy. Family Process. 8. Simonelli A., Moretti M. (under review) The Strange Situation Procedure. Fourty years after interactive behaviours and attachment patterns: a validation of Mary Ainsworth model. Psychological Reports. 9. De Palo F., Bonalume L., Simonelli A. (under review). The Therapeutic Cycle Model (TCM): an adaptation for research on child psychotherapy. RIPPPO - Research in Psychotherapy: Psychopathology, Process and Outcome. 10. Simonelli A., Bighin M. (under review). The development of early interactions from pregnancy to the 9 month of child by the Lausanne Trilogue Play. Clinical Child and Family Psychology Review. Proceeding 1. Fava-Vizziello G., Calvo V., Simonelli A., et al. (2000). Intercultural considerations on infant attachment in the Italian culture: A strange situation study. Infant Mental Health Journal, 21, Fava-Vizziello G., Calvo V., Simonelli A. (2000). The effects of preterm birth on parental representations and child development. Infant Mental Health Journal, 21, Fava-Vizziello G., Calvo V., Simonelli A. (2000). Indications for therapy in non-clinical population. Infant Mental Health Journal, 21, Bighin M., De Palo F., Simonelli A. (2010). The development of triadic interactive competence during the first year of the baby. I. Zukauskiene (Ed.). Proceedings of the XIV European Conference on Developmental Psychology (pp ). Bologna: Medimond. 5. Petech E., Simonelli A., Poletto E., Sparacino P., D Arpa D. (2010). Post-partum depression: effects on the construction of the bond of attachment and triadic relations. I. Zukauskiene (Ed.). Proceedings of the XIV European Conference on Developmental Psychology (pp ). Bologna: Medimond. 6. Simonelli A., Moretti M., Bisoni E., Maffeis E. Penta P. (2010). Thirty years of Strange Situation Procedure: observation and evaluation of mother-child interactive behaviors. I. Zukauskiene (Ed.). Proceedings of the XIV European Conference on Developmental Psychology (pp ). Bologna: Medimond. 7. Bighin M., Simonelli A., De Palo F., Miniaci R., Vianello S. (2010). The development of triadic interactive competences during the first year. I. Zukauskiene (Ed.). Proceedings of the XIV European Conference on Developmental Psychology (pp. 75). Bologna: Medimond. 16

17 8. Petech E., Simonelli A., Moretti M., Poletto E. (2010). A triadic and contextual perspective on parenting development from pregnancy to the child s preschool age. In H.E. Fitzgerald, R. McGreal- Miller, D.K. Fitzgerald (Eds.), Infancy in times of transition. Infant Mental Health Journal, Supl. Vol. 2, issue 3, Simonelli A., Bighin M., Franci M. (2010). Do prenatal coparenting predict post-natal family interactions? An Italian replication study. In H.E. Fitzgerald, R. McGreal-Miller, D.K. Fitzgerald (Eds.), Infancy in times of transition. Infant Mental Health Journal, Supl. Vol. 2, issue 3, Bighin M., De Palo F., Simonelli A. (2010). The development of triadic interactive competences during the first 18 months of baby s life. In H.E. Fitzgerald, R. McGreal-Miller, D.K. Fitzgerald (Eds.), Infancy in times of transition. Infant Mental Health Journal, Supl. Vol. 2, issue 3, De Palo F., Moretti M., Simonelli A. (2010). Dyadic and triadic interactions during the infant s first year. In H.E. Fitzgerald, R. McGreal-Miller, D.K. Fitzgerald (Eds.), Infancy in times of transition. Infant Mental Health Journal, Supl. Vol. 2, issue 3, Simonelli A., Bighin M., De Palo F. (2012). Using the Lausanne trilogue Play to assess the development of father-mother-infant interactions from pregnancy till the baby 9th month. In M.D. Kaija Puura, M. Tomlinson, W. Neil, M.D. Boris, M. Sorsa (Eds.), Babies in mind the mind of babies: a view from Africa. Infant Mental Health Journal, Supl. Vol. 33, issue 3, Bighin M., Menozzi F., Lucarelli L., Simonelli A. (2012). Dyadic and triadic interactions with children with Infantile Anorexia: a pilot study. In M.D. Kaija Puura, M. Tomlinson, W. Neil, M.D. Boris, M. Sorsa (Eds.), Babies in mind the mind of babies: a view from Africa. Infant Mental Health Journal, Supl. Vol. 33, issue 3, Simonelli A., Bighin M., Ferruzza E., Mercuriali E. (2012). Early relationship between parents and blind child: risk and protective factors for development. In M.D. Kaija Puura, M. Tomlinson, W. Neil, M.D. Boris, M. Sorsa (Eds.), Babies in mind the mind of babies: a view from Africa. Infant Mental Health Journal, Supl. Vol. 33, issue 3, 216. Capitoli di Libri nazionali 1. Fava Vizziello, G., Simonelli, A. (1997). La valutazione dell'attaccamento nell'adulto. In G.M. Fava Vizziello, P. Stocco (a cura di). Tra genitori e figli: la tossicodipendenza. (pp ). Milano: Masson Italia. 2. Fava Vizziello, G., Bullo, P., Simonelli, A. (1997). Genitori tossicodipendenti e figli. In G.M. Fava Vizziello, P. Stocco (a cura di). Tra genitori e figli: la tossicodipendenza (pp ). Milano: Masson Italia. 3. Fava Vizziello, G., Leo, M.G., Simonelli, A. (1997). Il destino delle madri, la tossicodipendenza dei figli. In G.M. Fava Vizziello e P. Stocco (a cura di). Tra genitori e figli: la tossicodipendenza (pp ). Milano: Masson Italia. 17

18 4. Fava Vizziello, G., Pullini, F., Simonelli, A. (1997). Metodologie di valutazione dell'attaccamento nell'infanzia: la Strange Situation ed il Test di Completamento di Storie. In G.M. Fava Vizziello, P. Stocco (a cura di). Tra genitori e figli: la tossicodipendenza (pp ). Milano: Masson Italia. 5. Fava Vizziello, G., Babando, R., Simonelli, A. (1997). Dalla gravidanza difficle al rischio di una maternità impossibile. In G.M. Fava Vizziello, P. Stocco (a cura di). Tra genitori e figli: la tossicodipendenza (pp ). Milano: Masson Italia. 6. Fava Vizziello, G.M., Leo, M.G., Simonelli, A. (1997). E poi divennero genitori. In G.M. Fava Vizziello, P. Stocco (a cura di). Tra genitori e figli: la tossicodipendenza (pp ). Milano: Masson Italia. 7. Calvo, V., Simonelli, A. (2000). Adult Attachment Interview. Uno strumento di valutazione dell'attaccamento in adolescenza e nell'età adulta. In G. Axia, S. Bonichini (a cura di). La valutazione del bambino (pp ). Roma: Carocci Editore. 8. Simonelli, A., Calvo, V., Zancato, P. (2000). I Livelli della maternalità. In P.L. Rigetti, L. Sette (a cura di), Non c è due senza tre (pp ). Torino: Bollati Boringhieri. 9. Calvo, V., Simonelli, A. (2000). La teoria dell'attaccamento: un contributo allo studio dell'interazione. In P. Bastianoni, Interazioni in comunità: vita quotidiana e interventi educativi (pp ). Roma: Carocci Editore. 10. Simonelli, A. (2002). Principali modelli teorici in psicologia clinica. In O. Codispoti, P. Bastianoni, (a cura di). Che cos è la psicologia clinica (pp ). Roma: Carocci. 11. Simonelli, A., Bastianoni, P. (2002). Strumenti diagnostici in psicopatologia. In O. Codispoti, P. Bastianoni (a cura di). La diagnosi psicologica in età evolutiva (pp ). Roma: Carocci. 12. Simonelli, A., Bastianoni, P., Codispoti, O., Golfarini, G., Cherardini, R. (2002). Modelli terapeutici per il bambino e il suo contesto. In O. Codispoti, P. Bastianoni (a cura di). La diagnosi psicologica in età evolutiva (pp ). Roma: Carocci. 13. Simonelli, A. (2003). Glossario. In G.M. Fava Vizziello, Psicopatologia dello Sviluppo (pp ). Bologna: Il Mulino. 14. Fava Vizziello, G.M., Simonelli, A. (2004). La tossicodipendenza tra genitori e bambini. In U. Zizzoli, M. Pissacroia (Eds). Trattato completo degli abusi e delle dipendenze (pp ). Padova: Piccin. 15. Fava Vizziello, G.M., Simonelli, A., Petenà, I. (2004). L esperienza delle comunità per madri tossicodipendenti e bambini: prospettive cliniche e di ricerca. In U. Zizzoli, M. Pissacroia (Eds). Trattato completo degli abusi e delle dipendenze (pp ). Padova: Piccin. 16. Simonelli, A., Casari, S., De Noni, S. (2004). L osservazione del bambino, dei genitori e dell interazione. In G.M Fava Vizziello, A. Simonelli (Eds.). Adozione e cambiamento (pp ). Torino: Bollati Boringhieri. 18

19 17. Simonelli, A. (2004). Metodi osservativi per la valutazione dell attaccamento nell infanzia. In G.M Fava Vizziello, A. Simonelli (Eds.). Adozione e cambiamento (pp ). Torino: Bollati Boringhieri. 18. Simonelli, A., Sironi, A. (2004). L attaccamento come narrazione. In G.M Fava Vizziello, A. Simonelli (Eds.). Adozione e cambiamento (pp ). Torino: Bollati Boringhieri. 19. Casari, S., Simonelli, A. (2004). Metodi grafici per la comprensione delle interazioni familiari. In G.M Fava Vizziello, A. Simonelli (Eds.). Adozione e cambiamento (pp ). Torino: Bollati Boringhieri. 20. Simonelli A. (2006). La prospettiva rappresentativo-narrativa dell attaccamento. In O. Codispoti, A. Simonelli (Eds.). Attaccamento e narrazione nelle patologie alimentari (pp ). Milano: Raffaello Cortina. 21. Simonelli A. (2006). Attaccamento e psicopatologia. In O. Codispoti, A. Simonelli (Eds.). Attaccamento e narrazione nelle patologie alimentari (pp ). Milano: Raffaello Cortina. 22. Simonelli A., Golfarini G. (2006). Metodi narrativi per lo studio dell attaccamento. In O. Codispoti, A. Simonelli (Eds.). Attaccamento e narrazione nelle patologie alimentari (pp ). Milano: Raffaello Cortina 23. Simonelli A., Golfarini G. (2006). Narrazioni e attaccamento in un gruppo di pazienti con disturbi alimentari: quali indicazioni per la clinica. In O. Codispoti, A. Simonelli (Eds.). Attaccamento e narrazione nelle patologie alimentari (pp ). Milano: Raffaello Cortina 24. Simonelli A., Casari S., Casiraghi M. (2007). Una definizione rappresentazionale delle relazioni: teoria e valutazione dell attaccamento come modello mentale. In D. Rollo (Ed.). Narrazione e sviluppo psicologico (93-114). Roma: Carocci. 25. Simonelli A., Bastianoni P. (2007). Quale attaccamento? Parentele ed estraneità tra Adult Attachment Interview (AAI) e Adult Attachment Styles (AAS). A cura di: L. Barone, F. Del Corno La valutazione dell attaccamento adulto- I questionari autosomministrati- ( ). Milano: Raffaello Cortina. 26. Simonelli, A., Petech, E., Bighin, M. (2008). La transizione normale alla paternita e i percorsi famigliari: tutto perfetto, tutto bene?. In G.M. Fava Vizziello (a cura di), Paternità. In cerca d autore (pp ). Milano: Masson. 27. Simonelli A., Piffer S. (2008). L approccio interattivo-dinamico allo sviluppo e alla clinica delle relazioni. In O. Codispoti, P. Bastianoni, A. Taurino (Eds.). Dinamiche relazionali e interventi clinici (pp ). Roma: Carocci. 28. Simonelli A., Bastianoni P. (2008). I disturbi delle relazioni come nuova entità clinica nella diagnosi e nell intervento. In O. Codispoti, P. Bastianoni, A. Taurino (Eds.). Dinamiche relazionali e interventi clinici (pp ). Roma: Carocci. 19

20 29. Simonelli A., Bastianoni P. (2008). Metodi narrativi nello studio delle rappresentazioni dell attaccamento. In O. Codispoti, P. Bastianoni, A. Taurino (Eds.). Dinamiche relazionali e interventi clinici (pp ). Roma: Carocci. 30. Simonelli A. (2008). La valutazione dell attaccamento nella prima infanzia. In S. Bonichini, G. Axia (Eds.). L assessment psicologico nella prima infanzia ). Roma: Carocci. 31. Simonelli A., Fava Vizziello G. (2008). La fragilità delle famiglie normali nella transizione alla genitorialità. In Taurino A., Bestianoni P., De Donatis S. Scenari familiari in trasformazione. (pp ). Roma: Aracne. 32. Fava Vizziello, G.M., Simonelli, A., Petech, E., Ballabio, M., Bisoni, E. (2008). Potenzialità diagnostiche e prospettive di intervento della procedura del Lausanne Trilogue Play. In P. Chianura, L. Schepisi, A.C. Dellarosa, M. Menafro, P. Peruzzi (a cura di), Le relazioni e la cura. Viaggio nel mondo della psicoterapia relazionale ( ). Franco Angeli Editore, Milano. 33. Simonelli A. (2009). Il colloquio con la genitorialità. In Nicolini C. Il colloquio psicologico nel ciclo di vita. (pp ). Roma: Carocci. 34. Simonelli A., Fava Vizziello G. (2009). La valutazione delle interazioni triadiche familiari: dalla ricerca alla valutazione e all intervento clinico. In Del Corno F., Lang M. (Eds.), La diagnosi testo logica. (pp ). Milano: Franco Angeli. 35. Simonelli A., Bighin M. (2010). La valutazione delle interazioni familgiari e la prognosi rispetto all intervento. In G.B. Camerini, E. Sechi (Eds.). Rischio psicosociale in età evolutiva e principi di intervento (pp ). Sant Arcangelo di Romagna (RM): Maggioli Editore. 36. Simonelli A., Calvo V. (2010). Strumenti per la valutazione del legame di attaccamento. In S. Bonichini, U. Moscardino (Eds.). La valutazione del bambino (pp ). Roma: Carocci. 37. Moretti M., Fava Vizziello G.M., Simonelli A. (2010). Aiutare i bambini a superare lutti e perdite: un progetto per il Coordinamento Regionale Trapianti nel Veneto (pp ). In G.M. Fava Vizziello A. Feltrin (Eds.). Quando il legame si spezza. I servizi sociosanitari di fronte alla more. Padova: Cleup. 38. De Palo F., Beghelli F., Simonelli A. (2010). Intervento di gruppo in età evolutiva: proposta di un metodo di valutazione del cambiamento. In G. Falgares, L. Lorito (Eds.). Gruppi (pp ). Milano: Franco Angeli. 39. Petech E., Simonelli A., Fava Vizziello G.M. (2010). Caratteristiche e precursori delle competenze interattive triadiche in famiglie con bambini in età prescolare. In E. Baumgartner (a cura di), Gli esordi della competenza emotiva. Strumenti di studio e di valutazione. Collana Psicologicamente, Roma: LED. 40. Simonelli A., Bighin M. (in press). Lausanne Trilogue Play: un metodo osservativo per lo studio dello sviluppo delle competenze triadiche nel primo anno di vita. In S. Bonichini, U. Moscardino (Eds.). Metodi di osservazione e valutazione in psicologia dello sviluppo. 20

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile INFORMAZIONI PERSONALI Nome Attilio Vercelloni Data di nascita 28/01/1960 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio dirigente medico ASL DI VERCELLI Staff - S.C. Neuropsichiatria

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI REGGIO CALABRIA

Dettagli

PROGETTO PER LA PREVENZIONE DEL MALTRATTAMENTO E ABUSO. UNA STRATEGIA BASATA SULLA TEORIA DELL ATTACCAMENTO. UONPIA Varese, Busto A.

PROGETTO PER LA PREVENZIONE DEL MALTRATTAMENTO E ABUSO. UNA STRATEGIA BASATA SULLA TEORIA DELL ATTACCAMENTO. UONPIA Varese, Busto A. PROGETTO PER LA PREVENZIONE DEL MALTRATTAMENTO E ABUSO. UNA STRATEGIA BASATA SULLA TEORIA DELL ATTACCAMENTO UONPIA Varese, Busto A., Gallarate Mancanza di un sistema di monitoraggio nazionale Nel 201110.985

Dettagli

Psicopatologia della DI, QdC, QdV

Psicopatologia della DI, QdC, QdV La psicopatologia nella disabilità intellettiva Dr. Luigi Croce psichiatra, docente all Università Cattolica di Brescia Ravenna 09/03/2012 Luigi Croce Università Cattolica Brescia croce.luigi@tin.it Disabilità,

Dettagli

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME PATROCINI E COLLABORAZIONI MINISTERO DELLA SALUTE MINISTERO DELLA SOLIDARIETA SOCIALE NOP NATIONAL O J E C T OUTCOME P R Assessorato alle Politiche Sociali Assessore Stefano Valdegamberi O sservatorio

Dettagli

Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Programma di CORSO. Con il patrocinio di

Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Programma di CORSO. Con il patrocinio di Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Con il patrocinio di Corso di formazione ECM con metodo Problem Based Learning LE MALFORMAZIONI VASCOLARI CONGENITE: IL SOSPETTO DIAGNOSTICO E LA COMUNICAZIONE

Dettagli

che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C.

che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C. laformazione che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C.M Premessa Di recente i disturbi specifici dell

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO

INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO INTRODUZIONE L Ordine degli Psicologi del Friuli Venezia Giulia e l Ufficio Scolastico Regionale, firmatari di un Protocollo d Intesa stipulato

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT PER FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE SEDE DI TRENTO A.A. 2012/13 Livello I Durata Annuale CFU 60 (1 anno) ANAGRAFICA DEL CORSO - A Lingua Italiano

Dettagli

UNO SGUARDO DA QUALE MENTE? LA PROSPETTIVA NEUROETICA Incontri su Neuroscienze e Società, VI Edizione

UNO SGUARDO DA QUALE MENTE? LA PROSPETTIVA NEUROETICA Incontri su Neuroscienze e Società, VI Edizione Convegno Scientifico Internazionale di Neuroetica e I Congresso della Società Italiana di Neuroetica - SINe UNO SGUARDO DA QUALE MENTE? LA PROSPETTIVA NEUROETICA Incontri su Neuroscienze e Società, VI

Dettagli

Funzione paterna e attaccamento di coppia: l importanza di una base sicura

Funzione paterna e attaccamento di coppia: l importanza di una base sicura Funzione paterna e attaccamento di coppia: l importanza di una base sicura Franco Baldoni Facoltà di Psicologia- Università di Bologna In: Bertozzi N., Hamon C. (a cura di): Padri & paternità. Edizioni

Dettagli

Disturbi dell Apprendimento

Disturbi dell Apprendimento Master in Disturbi dell Apprendimento in collaborazione con IPS nelle sedi di MILANO ROMA PADOVA BARI CAGLIARI CATANIA RAGUSA Questo modulo d iscrizione, unitamente alla fotocopia della ricevuta del versamento

Dettagli

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI PREMESSO CHE Nel 2001 è stata adottata in Italia la prima Carta dei diritti dei bambini in ospedale. Tale Carta era già ispirata alle norme

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

I Centri per le Famiglie dell Emilia-Romagna

I Centri per le Famiglie dell Emilia-Romagna I Centri per le Famiglie dell Emilia-Romagna Sono 33. Obiettivo: un CpF per ogni distretto sanitario. 10 sono in Romagna Aree di attività dei CpF: Informazione (risorse e servizi per bambini e genitori,

Dettagli

LA GENITORIALITA. affettiva regolativa, normativa, predittiva, rappresentativa significante fantasmatica. differenziale triadica transgenerazionale.

LA GENITORIALITA. affettiva regolativa, normativa, predittiva, rappresentativa significante fantasmatica. differenziale triadica transgenerazionale. LA GENITORIALITA La genitorialità rappresenta una funzione assai complessa che incorpora in sé, sia aspetti individuali, relativi quindi alla nostra idea (in parte conscia e in parte inconscia) di come

Dettagli

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità Introduzione AIAS Bologna onlus, in collaborazione con altre organizzazioni europee, sta realizzando un progetto che intende favorire lo sviluppo di un ambiente positivo nelle famiglie dei bambini con

Dettagli

L'Associazione Psionlus di Roma, provider formativo Ministero Salute per l'educazione Continua in Medicina (ECM), Ente formativo non profit già

L'Associazione Psionlus di Roma, provider formativo Ministero Salute per l'educazione Continua in Medicina (ECM), Ente formativo non profit già MASTER BIENNALE ECM NEUROSCIENZE PER LA CLINICA ESPERTA DELLE DISABILITA' COGNITIVE ASSOCIAZIONE PSIONLUS ROMA ANNO 2012-2014 L'Associazione Psionlus di Roma, provider formativo Ministero Salute per l'educazione

Dettagli

p e r i l c u r r i c u l u m

p e r i l c u r r i c u l u m F o r m a t o e u r o p e o p e r i l c u r r i c u l u m v i t a e Informazioni personali Nome Indirizzo Ferraina Caterina Rosaria Località Feudotto compl. AZUR Vibo Valentia Telefono 0963.94428 328/2888930

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

Depressione e adolescenza di S. Di Salvo, S. Cavalitto e A. Martinetto

Depressione e adolescenza di S. Di Salvo, S. Cavalitto e A. Martinetto Associazione per la Ricerca sulla Depressione C.so G. Marconi 2 10125 Torino Tel. 011-6699584 Sito: www.depressione-ansia.it Depressione e adolescenza di S. Di Salvo, S. Cavalitto e A. Martinetto Nella

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome SCALA UMBERTO Nazionalità Italiana Data di nascita 28/02/1956 ESPERIENZA LAVORATIVA ATTUALE Dal 01-05-2003 a tutt oggi Indirizzo sede

Dettagli

Excellence Programs executive. Renaissance management

Excellence Programs executive. Renaissance management Excellence Programs executive Renaissance management Renaissance Management: Positive leaders in action! toscana 24.25.26 maggio 2012 Renaissance Management: positive leaders in action! Il mondo delle

Dettagli

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 - MAGGIO 2010 - DOC 05/10 Il NdV ha esaminato le caratteristiche dei corsi di studio istituiti sulla base

Dettagli

L ADOZIONE NELLA PROVINCIA DI TRENTO: LE PROBLEMATICHE DELLE FAMIGLIE E LE RISPOSTE DEI SERVIZI NEL PERIODO SUCCESSIVO AL PRIMO ANNO POST- ADOTTIVO.

L ADOZIONE NELLA PROVINCIA DI TRENTO: LE PROBLEMATICHE DELLE FAMIGLIE E LE RISPOSTE DEI SERVIZI NEL PERIODO SUCCESSIVO AL PRIMO ANNO POST- ADOTTIVO. L ADOZIONE NELLA PROVINCIA DI TRENTO: LE PROBLEMATICHE DELLE FAMIGLIE E LE RISPOSTE DEI SERVIZI NEL PERIODO SUCCESSIVO AL PRIMO ANNO POST- ADOTTIVO. Ricercatrice: Serena Bezzi Trento, gennaio 2009 - giugno

Dettagli

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE L EVENTO ASSEGNERÀ CREDITI ECM Sabato 16 giugno 2012 ore 8,30 UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE SEDE DEL CORSO Via Masaccio, 19 MILANO PER ISCRIZIONI www.chirurgiavascolaremilano.it Il Convegno

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI (Versione Abbreviata) Ultimo Aggiornamento: 24 Febbraio 2011 1 Posizioni Enrico Nardelli si è laureato nel 1983 in Ingegneria Elettronica (110/110 con lode) presso l

Dettagli

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza Commissione Nazionale dei Corsi di Laurea in Infermieristica La valutazione dei risultati dell apprendimento e qualità formativa dei Corsi di laurea in Infermieristica Milano, 10 giugno 2011 Realtà e problematiche

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: ANNO RICCO MI CI FICCO SETTORE e Area di Intervento: Settore A: Assistenza Aree: A02 Minori voce 5 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO OBIETTIVI DEL PROGETTO OBIETTIVI GENERALI

Dettagli

CURRICULUM VITAE. ROBERTA FADDA Ricercatrice in Psicologia dello Sviluppo Facoltà di Scienze della Formazione Università degli Studi di Cagliari

CURRICULUM VITAE. ROBERTA FADDA Ricercatrice in Psicologia dello Sviluppo Facoltà di Scienze della Formazione Università degli Studi di Cagliari CURRICULUM VITAE ROBERTA FADDA Ricercatrice in Psicologia dello Sviluppo Facoltà di Scienze della Formazione Università degli Studi di Cagliari Nazionalità Italiana Data di nascita 21 Gennaio 1975 Indirizzo

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

CORSO ANTINCENDIO BASE

CORSO ANTINCENDIO BASE Evento formativo Corso di addestramento CORSO ANTINCENDIO BASE 1. Premessa Il D.Lgs. 81/2008 e D.M. 10.03.98 stabiliscono, tra l altro, i criteri per la valutazione dei rischi incendio nei luoghi di lavoro

Dettagli

Comparazione dello stress dei caregiver di pazienti affetti da Malattia di Alzheimer o Demenza Vascolare

Comparazione dello stress dei caregiver di pazienti affetti da Malattia di Alzheimer o Demenza Vascolare Comparazione dello stress dei caregiver di pazienti affetti da Malattia di Alzheimer o Demenza Vascolare Grazia D Onofrio 1, Daniele Sancarlo 1, Francesco Paris 1, Leandro Cascavilla 1, Giulia Paroni 1,

Dettagli

nel mondo delle professioni e della salute

nel mondo delle professioni e della salute Una Aggiornamento storia che e si formazione rinnova nel mondo delle professioni e della salute una rete di professionisti, la forza dell esperienza, l impegno nell educazione, tecnologie che comunicano.

Dettagli

EDUCATRICE ed EDUCATORE PROFESSIONALE

EDUCATRICE ed EDUCATORE PROFESSIONALE EDUCATRICE ed EDUCATORE PROFESSIONALE 1. CARTA D IDENTITÀ...2 2. CHE COSA FA...4 3. DOVE LAVORA...5 4. CONDIZIONI DI LAVORO...6 5. COMPETENZE...7 CHE COSA DEVE ESSERE IN GRADO DI FARE...7 CONOSCENZE...10

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Scuola Politecnica, Dipartimento di Scienze per l Architettura Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività Corso di Laurea TRIENNALE IN DISEGNO

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di Sc. Materna Elementare e Media LENTINI 85045 LAURIA (PZ) Cod. Scuola: PZIC848008 Codice Fisc.: 91002150760 Via Roma, 102 - e FAX: 0973823292 I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

In questo servizio si svolgeranno le seguenti attività:

In questo servizio si svolgeranno le seguenti attività: Insieme si può Arcigay Pistoia La Fenice dopo le varie attività svolte sul territorio pistoiese e zone limitrofe, ha valutato l opportunità di realizzare un progetto con la collaborazione di personale

Dettagli

Articolazione aziendale del Progetto Strategie per ridurre il rischio di depressione post partum e proposta di un percorso formativo

Articolazione aziendale del Progetto Strategie per ridurre il rischio di depressione post partum e proposta di un percorso formativo Articolazione aziendale del Progetto Strategie per ridurre il rischio di depressione post partum e proposta di un percorso formativo Dott.ssa Lorenza Donati Convegno Agli albori della salute: prevenzione

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Alessandra Aste Indirizzo VIA IS MIRRIONIS 92, 09121 CAGLIARI Telefono 070 6095934 3346152648 Fax 0706096059

Dettagli

L analisi dei villi coriali

L analisi dei villi coriali 12 L analisi dei villi coriali Testo modificato dagli opuscoli prodotti dal Royal College of Obstetricians and Gynaecologists dell Ospedale Guy s and St Thomas di Londra. www.rcog.org.uk/index.asp?pageid=625

Dettagli

Attività 2015 Agenzia Formativa Formarsi agli Innocenti

Attività 2015 Agenzia Formativa Formarsi agli Innocenti Attività 2015 Agenzia Formativa Formarsi agli Innocenti L offerta formativa dell Istituto degli Innocenti nasce da un esperienza consolidata di gestione di servizi e attività di ricerca e formazione a

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E 1 F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome TELATTIN PIERLUIGI Indirizzo V.le Stadio 24/a 23100- SONDRIO (Italy) Telefono 0039/0342/201666; 0039/338/6421337

Dettagli

Carcere & Scuola: ne vale la Pena

Carcere & Scuola: ne vale la Pena PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA LEGALITA E CIVILTA Carcere & Scuola: ne vale la Pena Scuola di Alta Formazione in Scienze Criminologiche, Istituto FDE, Mantova Associazione LIBRA Rete per lo Studio e lo Sviluppo

Dettagli

«Questo matrimonio s ha da fare»

«Questo matrimonio s ha da fare» «Questo matrimonio s ha da fare» Italiano e matematica nella scuola del terzo millennio Convegno 25 giugno 2015 Teatro di Locarno e Dipartimento formazione e apprendimento Contro i luoghi comuni Simone

Dettagli

ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli

ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli (Gustav Klimt, 1905) CONSULTORIO FAMILIARE RIETI Responsabile: Dr. Attilio Mozzetti ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli (Immagini tratte dal web e utilizzate per finalità istituzionali)

Dettagli

VIOLENZA TRA GENITORI: UN TRAUMA PER L INFANZIA ANCORA SOTTOVALUTATO

VIOLENZA TRA GENITORI: UN TRAUMA PER L INFANZIA ANCORA SOTTOVALUTATO VIOLENZA TRA GENITORI: UN TRAUMA PER L INFANZIA ANCORA SOTTOVALUTATO Silvia Mazzoni 1, Brunella De Stefano 2 Introduzione Gli studi dei ricercatori e dei clinici sugli effetti della conflittualità dei

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 DATI ANAGRAFICI Cavarretta Giuseppe Alfredo Nato a CROTONE (KR) il 16/02/1954 Residente a 87036 RENDE (CS) Via R.

Dettagli

I laureati magistrali in Scienze Statistiche

I laureati magistrali in Scienze Statistiche http://www.safs.unifi.it I laureati magistrali in Scienze Statistiche I nostri testimonial Nota: la Laurea Magistrale in Statistica, Scienze Attuariali e Finanziarie è stata attivata nell a.a. 2012/2013

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con:

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: V E NIDO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE R ENTI LOCALI T QUARTIERE I C SCUOLA DELL INFANZIA FAMIGLIA

Dettagli

Migliorare la gestione del paziente con BPCO in Medicina Generale.

Migliorare la gestione del paziente con BPCO in Medicina Generale. Progetto di audit clinico. Migliorare la gestione del paziente con BPCO in. Razionale. Numerose esperienze hanno dimostrato che la gestione del paziente con BPCO è subottimale. La diagnosi spesso non è

Dettagli

Gestione dei problemi della persona anziana nei contesti di cura

Gestione dei problemi della persona anziana nei contesti di cura Dip.to di Continuità Assistenziale - U.O.C. di Geriatria Gestione dei problemi della persona anziana nei contesti di cura 1^ ed. 6 maggio 2014 Centro Servizi alla Persona Fondazione Zanetti di Oppeano

Dettagli

VERBALE DELLA RIUNIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Verbale n. 1/2012

VERBALE DELLA RIUNIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Verbale n. 1/2012 VERBALE DELLA RIUNIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Verbale n. 1/2012 Il giorno 20 marzo 2012 alle ore 15.00 presso la sede universitaria di Via dei Caniana n. 2, si

Dettagli

AGREE nella valutazione della qualità delle LG per la diagnosi e terapia delle cefalee in età pediatrica

AGREE nella valutazione della qualità delle LG per la diagnosi e terapia delle cefalee in età pediatrica AGREE nella valutazione della qualità delle LG per la diagnosi e terapia delle cefalee in età pediatrica Pasquale Parisi, MD PhD et. al. Outpatience Service of Paediatric Neurology Child Neurology, Chair

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

IRCCS ASSOCIAZIONE OASI MARIA SS TROINA

IRCCS ASSOCIAZIONE OASI MARIA SS TROINA UFFICIO FORMAZIONE E ECM IRCCS ASSOCIAZIONE OASI MARIA SS TROINA Mod. -0701-08 a Rev. 02 Del 10/07/2011 LA COMUNICAZIONE AUMENTATIVA E ALTERNATIVA: STRATEGIE E STRUMENTI LOW ED HIGH TECH PER LA COMUNICAZIONE,

Dettagli

LA PATOLOGIA DEL SE NEI DISTURBI DI PERSONALITA. Dr.ssa Anita Casadei Ph.D

LA PATOLOGIA DEL SE NEI DISTURBI DI PERSONALITA. Dr.ssa Anita Casadei Ph.D LA PATOLOGIA DEL SE NEI DISTURBI DI PERSONALITA Dr.ssa Anita Casadei Ph.D L istanza psichica del Sé è il cardine centrale della teoria di Kohut, u Quale totalità psichica che si sviluppa e si consolida

Dettagli

FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA

FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA LAUREE QUADRIENNALI: FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA o ECONOMIA E COMMERCIO media aritmetica dei voti degli esami di profitto con esclusione dei voti delle Teologie e di quelli riguardanti

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

Cos è un analisi genetica (test genetico)?

Cos è un analisi genetica (test genetico)? 12 Cos è un analisi genetica (test genetico)? Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra Luglio 2008 Questo lavoro è sponsorizzato dal Consorzio EU-FP6 EuroGentest,

Dettagli

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011 Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale Spediz. abb. post. 45% - art. - 1, art. comma 2, comma 1 20/b Legge 27-02-2004, 23-12-1996, n. n. 46-662 Filiale

Dettagli

Ereditarietà legata al cromosoma X

Ereditarietà legata al cromosoma X 16 Ereditarietà legata al cromosoma X Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra e dal Parco tecnologico di Londra IDEAS Genetic Knowledge Park in accordo alle

Dettagli

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA Articolo 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA 1. Il presente Regolamento disciplina le modalità di nomina dei Cultori della materia e le loro attività. Articolo 2 Funzioni 1.

Dettagli

Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia

Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia Introduzione I percorsi di Arte Terapia e Pet Therapy, trattati ampiamente negli altri contributi, sono stati oggetto di monitoraggio clinico, allo

Dettagli

Presentazione ai Dirigenti Scolastici

Presentazione ai Dirigenti Scolastici Il Progetto Adolescenza del Lions Quest International Presentazione ai Dirigenti Scolastici La scuola sta vivendo, da alcuni anni, un periodo molto complesso Potersi dotare di strumenti che facilitino

Dettagli

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE La sottoscritta Dr.ssa Franca CRINÒ, nata a Casignana (RC) il 04/03/1959, residente in Via Zittoro 19/4, 89030 - Casignana (RC) Tel.: 0964.956090, cell.:

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME, Nome NAGAR BERNARDO Data di nascita 12/03/1955 Posto di lavoro e indirizzo ASP PALERMO U.O.C.Coordinamento Staff Strategico U.O.S.Coordinamento Screening

Dettagli

Articolazione didattica on-line

Articolazione didattica on-line L organizzazione della didattica per lo studente L impegno di tempo che lo studente deve dedicare alle attività didattiche offerte per ogni singolo insegnamento è così ripartito: - l auto-apprendimento

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

L emancipazione dei genitori dai figli: l adolescenza.

L emancipazione dei genitori dai figli: l adolescenza. L emancipazione dei genitori dai figli: l adolescenza. Stefania Alfano* Rosa Miniaci** * Psicologa-Specialista in Psicoterapia Familiare ** Psicologa- Psicoterapeuta sistemico-relazionale in formazione

Dettagli

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Qualifica Professionale MARZIALI GIUSEPPE Medico Chirurgo, Specialista in Malattie dell Apparato Cardiovascolare,

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Europass I Informazioni personali Cognome(i/)/Nome(i) Rouame Abdelaziz Indirizzo(i) 7, via S. Andrea, 48022, Lugo di Romagna, Italia Telefono(i) 051 6597766/ 0545 24698 Mobile: 3282119380

Dettagli

Lo Psicologo del lavoro, dell organizzazione e delle risorse umane

Lo Psicologo del lavoro, dell organizzazione e delle risorse umane Area di pratica professionale PSICOLOGIA PSICOLOGIA DEL LAVORO, DELL ORGANIZZAZIONE E DELLE RISORSE UMANE Lo Psicologo del lavoro, dell organizzazione e delle risorse umane Classificazione EUROPSY Work

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

GRUPPO DI LAVORO PER L INCLUSIONE DSA/BES/HANDICAP

GRUPPO DI LAVORO PER L INCLUSIONE DSA/BES/HANDICAP SCUOLA PRIMARIA PARITARIA SCUOLA PRIMARIA PARITARIA via Camillo de Lellis, 4 35128 Padova tel. 049/8021667 fax 049/850617 e-mail: primaria@donboscopadova.it website: www.donboscopadova.it GRUPPO DI LAVORO

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO.

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. ALLEGATO A PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. TITOLI ACCADEMICI VOTO DI LAUREA Medici Specialisti ambulatoriali, Odontoiatri,

Dettagli

Progetto di collaborazione Scuola Elementare di Piangipane con JAJO Sport Associazione Dilettantistica 2014-2015

Progetto di collaborazione Scuola Elementare di Piangipane con JAJO Sport Associazione Dilettantistica 2014-2015 Con la collaborazione di: EDUCAZIONE ATTRAVERSO IL MOVIMENTO Le abilità di movimento sono conquiste tangibili che contribuiscono alla formazione di un immagine di sé positiva. Progetto di collaborazione

Dettagli

RELAZIONE FINALE PROGETTO IDA VENUTI UN FORMATORE AID NELLA TUA SCUOLA

RELAZIONE FINALE PROGETTO IDA VENUTI UN FORMATORE AID NELLA TUA SCUOLA RELAZIONE FINALE PROGETTO IDA VENUTI UN FORMATORE AID NELLA TUA SCUOLA A CURA DELLA DOTT.SSA MARIANGELA BRUNO (LOGOPEDISTA E FORMATRICE AID) ANNO SCOLASTICO 2011-2012 1 INDICE 1. ARTICOLAZIONE DEL PROGETTO...

Dettagli

Università Vita~Salute San Raffaele

Università Vita~Salute San Raffaele Università Vita~Salute San Raffaele DECRETO RETTORALE N. 4185 IL RETTORE Visto lo Statuto dell'università Vita-Salute San Raffaele approvato con Decreto del Ministero dell'università e della Ricerca Scientifica

Dettagli

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Sede: Dipartimento di Scienze Ambientali, sez. Botanica ed Ecologia - Via Pontoni, 5

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

UNA BASE SICURA John Bowlby

UNA BASE SICURA John Bowlby UNA BASE SICURA John Bowlby 1. AVER CURA DEI BAMBINI L'approccio di Bowlby all'analisi del legame tra il bambino e i suoi caregiver primari è di tipo Etologico, nel senso che l'attaccamento viene visto

Dettagli

Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE. v. 1.6. 16 giugno 2014

Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE. v. 1.6. 16 giugno 2014 Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE v. 1.6 16 giugno 2014 Indice Indice...2 1. Introduzione...3 1.1 Il debito informativo del Co.Ge.A.P.S....3 1.2 Il debito informativo regionale...3

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

Iscrizione Albo Regione Sardegna n. 259

Iscrizione Albo Regione Sardegna n. 259 CURRICULUM VITAE EUROPEO INFORMAZIONI PERSONALI Nome Cognome Data e luogo di nascita ESPERIENZE LAVORATIVE ANTONELLO CATOGNO 13/06/1974 - Alghero (SS) Indirizzo Via Degli Orti, 68 Cap, Città 07041 Alghero

Dettagli

Studio del manuale. Applicazioni internazionali del case management integrato: principi e pratica Conoscenza di base ed evoluzione futura Bibliografia

Studio del manuale. Applicazioni internazionali del case management integrato: principi e pratica Conoscenza di base ed evoluzione futura Bibliografia Indice Presentazione dell edizione originale Presentazione dell edizione italiana Prefazione Ringraziamenti Panoramica sulla diffusione del Metodo INTERMED La griglia INTERMED pediatrica per la valutazione

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

Neuropsicologia: Valutazione, Diagnosi e Riabilitazione V edizione

Neuropsicologia: Valutazione, Diagnosi e Riabilitazione V edizione ALTA SCUOLA DI PSICOLOGIA AGOSTINO GEMELLI Facoltà di Psicologia Master Universitario di secondo livello Neuropsicologia: Valutazione, Diagnosi e Riabilitazione V edizione Sedi di Milano e Brescia Master

Dettagli

DIETE E PIANI ALIMENTARI: ELABORAZIONE E GESTIONE Roma, 19-22 novembre 2015

DIETE E PIANI ALIMENTARI: ELABORAZIONE E GESTIONE Roma, 19-22 novembre 2015 BRAIN HEALTH CENTRE CENTRO STUDI E RICERCHE CLINICHE NEUROPSICOFISIOLOGICHE Anagrafe Nazionale delle Ricerche (D.P.R. 11/7/1980 n.382-artt.63 e 64) n.55643fru Organizzatore di Attività Formativa Sede legale:

Dettagli

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l università, l alta formazione artistica, musicale e coreutica e per la ricerca ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework

Dettagli