RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK"

Transcript

1 RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap città: BARI provincia: BA tel.: fax: Titolo del progetto : THE ANIMATED E-BOOK Materie : Lingua Inglese Lettere Dirigente Scolastico : prof. Giacomo Antonio Mondelli Referente/i del progetto : prof.ssa Anna Papapicco - prof. Vincenzo Modugno- prof. Romei Settimio Antonio 1. Descrizione dell idea progettuale Il progetto in questione, denominato The Animated e-book è stato finanziato con il Fondo di Istituto della scuola per le annualità e Il progetto è nato all interno delle riunioni dipartimentali relative all asse dei linguaggi con precise finalità: coinvolgere gli insegnanti di lingua straniera e di Italiano nel lavoro di equipe e nell esperienza di progettazione e conduzione di progetti, nel principio applicativo della co-progettazione finalizzata allo sviluppo della didattica per competenze. Gli alunni coinvolti, sin dall'inizio nel progetto, hanno deciso di lavorare su un formato e-book per tablet. Gli studenti hanno deciso di utilizzare un formato specifico per I-Pad perché permetteva di avere un prodotto multimediale interessantissimo: non solo un e-book fatto di testi e immagini ma composto da filmati, indice interattivo, vocabolario ed esercizi interattivi. La scelta è stata resa possibile dal fatto che fossero disponibili alcuni I-pad sia da parte di docenti sia da parte di parecchi studenti coinvolti nel progetto. I ragazzi hanno scelto le tematiche da trattare nei singoli gruppi e hanno lavorato a scuola nei laboratori e poi a casa interagendo tra i gruppi nella piattaforma Go-animate. In questo contesto gli alunni partecipanti hanno realizzato un prodotto finale che attesta praticamente lo sviluppo delle loro competenze linguistiche e tecnologiche. 2. Analisi dei bisogni, individuazione del problema L obiettivo principale di tale iniziativa era soprattutto permettere agli studenti di

2 migliorare le competenze linguistiche generali e metterli in grado di muoversi con più facilità nell uso didattico delle tecnologie e non solo nell uso passivo e ricettivo delle stesse. Altro obiettivo fondamentale del progetto è stato di introdurre gli studenti alla metodologia di lavoro comunemente denominato Project Work, che mira a stimolare le competenze dei componenti di un gruppo di lavoro e convogliarle verso un obiettivo preciso (realizzazione di un prodotto) attraverso un approccio sistemico di ricerca-azione. 3. Destinatari Gli studenti che hanno partecipato al progetto sono alunni delle classi 2F 2 B dell indirizzo tecnico economico e della 2B del liceo linguistico dell Istituto. 4. Finalità e obiettivi in termini di risultati attesi I risultati attesi sono stati i seguenti: destinatari del progetto: mettere gli alunni in condizione di acquisire nuove metodologie di lavoro contesto: rendere i docenti partecipi di progettare in team e sperimentare la didattica per competenze organizzazione: offrire a genitori, agli studenti e alla scuola, un immagine più completa dell istituto e più attenta alle esigenze della nuova didattica. Il Progetto ha consentito agli studenti di: appropriarsi di tecniche di lavoro cooperativo (riunioni di programmazione, attività di brainstorming, riunioni di feedback) realizzare con le proprie forze e le proprie competenze un prodotto multimediale che può testimoniare il lavoro di gruppo al quale hanno partecipato: ricerca documenti e informazioni, strutturazione del lavoro e del prodotto, cura della parte linguistica ecc. acquisire competenze e sicurezza nel presentare, anche in lingua straniera, ad altri, i risultati del lavoro svolto 5. Durata del progetto (data di inizio e data di conclusione) Il progetto si è svolto per trenta pomeridiane, durante il secondo quadrimestre dell a.s e il primo trimestre dell a.s Obiettivi trasversali del progetto 1) sviluppare le capacità di progettazione attraverso la modalità del learning by doing che dovrebbero portare ad un radicale cambiamento di metodologia dell apprendimento in quanto, il coinvolgimento in tutte le fasi operative e la partecipazione nei momenti di decision-making, porterà necessariamente a modificare gli schemi cognitivi precedentemente utilizzati. 2) abituare gli alunni al cooperative learning cambiare gli schemi anche per quanto riguarda i rapporti interpersonali e i ruoli ai quali gli alunni sono abituati durante lo

3 svolgimento normale delle attività didattiche a scuola; 3) creare opportunità per attuare attività di cross-curricular teaching - per superare le barriere che solitamente dividono le varie discipline scolastiche e fare capire agli alunni che la lingua inglese è ormai diventata strumento necessario per l apprendimento in generale e non solo disciplina a sé stante. 4) creare le basi, la motivazione e le abilità necessarie per l e-learning - si cercherà, di diffondere questa modalità di costruzione di e-book per scopi didattici al fine di incentivare l apprendimento tra pari in modalità e-learning sulle tematiche di studio previste dai curricoli scolastici. 5) confrontarsi con nuove metodologie di apprendimento, che impongono l assunzione di precise responsabilità lungo tutto il percorso, potrà rendere gli alunni consapevoli delle loro responsabilità future e dell impegno che sarà richiesto in qualsiasi ambito lavorativo. 7. Articolazione e descrizione delle attività L articolazione del progetto ha seguito le seguenti fasi: 1. Fase di orientamento presentazione piano progettuale presa di coscienza dell impegno necessario 2. fase di sviluppo del progetto formazione degli alunni nelle tecniche di progettazione e di documentazione individuazione lavoro progettuale raccolta di informazioni attraverso canali tradizionali e navigazione in rete e uso di posta elettronica analisi e selezione delle informazioni attraverso attività di skimming e scanning 3. fase di elaborazione e realizzazione del prodotto elaborazione del progetto personale/cooperativo individuazione dei temi di interesse Definizione del prodotto finale del progetto Preparazione dei materiali da inserire 4. fase di reporting presentazione del progetto 5. follow-up valutazione dell esperienza da parte degli studenti condivisione dell esperienza fatta dagli allievi, all interno della scuola o con alunni di altre scuole 8. Materiali, sussidi didattici, laboratori utilizzati per il progetto

4 Sono stati forniti dai docenti coinvolti alcuni testi in italiano e in inglese che sono stati esaminati e consultati durante la preparazione del materiale per la scelta degli argomenti da trattare. Fonte principale del materiale, tuttavia, sono stati i siti Internet visitati dagli alunni alla ricerca di informazioni utili, immagini, testi descrittivi in inglese che sono stati esaminati ed usati come modelli. Infine, la piattaforma utilizzata per la realizzazione dei video-cartoons, che sono inseriti nell e-book è la piattaforma Go-animate, piattaforma che fornisce tutti i tools di base per la realizzazione dei video realizzati dai ragazzi. Importante nota è la rielaborazione grafica di immagini fotografiche degli studenti attraverso l utilizzo del programma Photoshop, con il quale gli alunni hanno rielaborato i loro volti trasformandoli in immagini cartoon. Hanno anche registrato le loro voci in alcuni dialoghi dei video contenuto nell e-book. I partecipanti hanno fatto uso costante del laboratorio multimediale, che ha permesso la ricerca di materiali e contemporaneamente ha attivato negli studenti una idonea capacità critica che li ha guidati nella selezione dell enorme quantità di materiale presente in rete. 9. Caratteristiche innovative o qualificanti del progetto. L e-book presenta testi in lingua inglese e lingua italiana interamente elaborati dagli studenti del biennio che sono stati supervisionati dai docenti nella loro aderenza al tema ma sono assolutamente originali nella stesura in lingua, pertanto, possono contenere qualche imprecisione, volutamente lasciata presente per evidenziare l autenticità dell elaborazione del prodotto da parte di studenti del biennio. La modalità operativa di lavoro, sia in laboratorio multimediale in gruppo sia autonomamente nel lavoro domestico, ha notevolmente stimolato la creatività dei discenti e favorito la maturazione di competenze trasversali grazie al peer working e team working. Il valore aggiunto del progetto e del prodotto realizzato consiste nell aver favorito l'uso delle tecnologie nel campo della didattica, un uso creativo e attivo e non soltanto passivo e ricettivo come avviene di solito nell uso dei social networks. 10. Feed-back Sono state somministrate delle schede di monitoraggio relative al gradimento durante e verso la fine il corso. Come si evince dai questionari riassuntivi, i giudizi sugli interventi sono stati decisamente positivi. Il giudizio complessivo espresso dagli alunni sul progetto è estremamente positivo. 11. Prodotto realizzato Il prodotto è stato concepito come un libro interattivo, e-book, animato da immagini e video oltre che da testi e dialoghi interamente realizzati dagli studenti. L e-book è strutturato intorno a 4 tematiche di attualità scelte dagli studenti : Ecologia, Essere o Apparire, Internet, Sport. Gli studenti hanno sviluppato le tematiche attraverso interviste in italiano e in inglese,

5 costruzione di articoli, riflessioni diaristiche, rielaborazione di immagini, quali i loro volti, registrazione delle voci di alcuni cartoni, realizzazione di alcuni esercizi interattivi relativi alle tematiche proposte. La piattaforma e-book scelta dagli studenti nella realizzazione del prodotto didattico è risultata la più idonea e fruibile poiché permette al prodotto di essere sfogliato proprio come se fosse un libro. L e-book può essere visionato sull I-pad e su tablet nella sua forma completa e interattiva: 1. Nel formato File Word si possono visionare i cartoni animati dal PC: una volta aperto il word, si clicca sull'immagine statica dei cartoni e si aspetta il caricamento degli stessi. Qualora non funzioni si può accedere direttamente dalla cartella allegata per visionare i filmati. 2. Il prodotto può anche essere visionato in formato PDF ma questo offre una visione statica dei contenuti dell' e-book. 3. Il file con estensione e-pub permette di caricare il libro su un tablet; è possibile visualizzare il prodotto sul PC scaricando un' applicazione gratuita chiamata calibre : 4. La versione che permette di visionare il prodotto nella sua veste definitiva, ossia per ipad, è denominata Animated Cartoon last edition per ipad.ibooks. (Per visionarla è necessario caricarla nella libreria I-tunes e poi sincronizzare l I-pad ) 12. Attività di diffusione e sviluppi previsti E stata organizzata la presentazione finale del progetto nel mese di dicembre All evento sono stati invitati alunni e i docenti dell istituto, i genitori degli alunni partecipanti al progetto e alcune scuole secondarie di primo grado della città. Un prodotto non definitivo e una bozza del progetto sono stati anche presentati nel mese di maggio 2012 durante la manifestazione Proponiamo la Puglia nella sezione dedicata alla presentazione di iniziative innovative delle scuole, diretta dal Dirigente Scolastico Prof. Tommaso Montefusco. Gli alunni hanno parlato della loro esperienza progettuale e delle fasi della stessa ed hanno illustrato il prodotto da loro realizzato in tutti i suoi dettagli. Hanno anche coinvolto gli intervenuti nella risoluzione di alcuni esercizi interrativi presenti nell e-book. Si cercherà di ripetere l esperienza dal carattere altamente formativo e culturale attraverso eventuali altre forme di finanziamento. L accorgimento sarà quello di impegnarsi a coinvolgere un maggior numero di studenti nell uso didattico e costruttivo delle tecnologie. Bari, 10 aprile 2013 Il Dirigente Scolastico f.to Giacomo Antonio Mondelli

Il progetto elaborato dall ISTITUTO PERTINI DI AFRAGOLA

Il progetto elaborato dall ISTITUTO PERTINI DI AFRAGOLA SCHEDA INFORMATIVA Il progetto elaborato dall ISTITUTO PERTINI DI AFRAGOLA Per l iniziativa ministeriale nazionale PON C3 LE(G)ALI AL SUD. UN PROGETTO PER LA LEGALITA IN OGNI SCUOLA moduli didattici: Ambientiamoci

Dettagli

Fasi. Relazione finale della Progettazione Learning English through podcasting Docente Roberta Pizzullo Classe E12- Progettazione I anno Corso DOL-

Fasi. Relazione finale della Progettazione Learning English through podcasting Docente Roberta Pizzullo Classe E12- Progettazione I anno Corso DOL- Relazione finale della Progettazione Learning English through podcasting Docente Roberta Pizzullo Classe E12- Progettazione I anno Corso DOL- Contenuti I contenuti del progetto sono stati discussi e poi

Dettagli

LABORATORIO INFORMATICO/ PROGETTO GIORNALINO

LABORATORIO INFORMATICO/ PROGETTO GIORNALINO PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A. S. 2013/14 ATTIVITA EXTRACURRICULARE LABORATORIO INFORMATICO/ PROGETTO GIORNALINO Denominazione del progetto/laboratorio A PORTATA DI MOUSE Responsabile di progetto Analisi

Dettagli

UNITA DI APPRENDIMENTO. Brochure per un viaggio di istruzione di un giorno

UNITA DI APPRENDIMENTO. Brochure per un viaggio di istruzione di un giorno UNITA DI APPRENDIMENTO DENOMINAZIONE IL VIAGGIO: UNIRE L UTILE AL DILETTEVOLE COMPITO E PRODOTTO FINALE Il prodotto finale dell UDA è una brochure realizzata al computer per un viaggio di istruzione di

Dettagli

Progetto Manipolare e creare l arte Linguaggi, creatività, espressione

Progetto Manipolare e creare l arte Linguaggi, creatività, espressione LOGOS Didattica della Comunicazione Didattica Comunicazione e comunità hanno la stessa radice linguistica: le comunità esistono attraverso la condivisione di significati comuni e di forme comuni di comunicazione(j.

Dettagli

PROGETTO ALTERNANZA SCUOLA LAVORO. 9^ edizione. a.s. 2012-2013

PROGETTO ALTERNANZA SCUOLA LAVORO. 9^ edizione. a.s. 2012-2013 Promozione percorsi sperimentali di Alternanza scuola-lavoro (art.4, Legge 28 marzo 2003, n.53) D.D.G. n. 640 del 30/01/2012 PROGETTO ALTERNANZA SCUOLA LAVORO 9^ edizione a.s. 2012-2013 Istituto: I.I.S.S.

Dettagli

Corso di formazione CORSO DI FORMAZIONE. Prof. Marco Scancarello Prof.ssa Carolina Biscossi Email: didatticaelim@gmail.com

Corso di formazione CORSO DI FORMAZIONE. Prof. Marco Scancarello Prof.ssa Carolina Biscossi Email: didatticaelim@gmail.com Corso di formazione CORSO DI FORMAZIONE Prof. Marco Scancarello Prof.ssa Carolina Biscossi Email: didatticaelim@gmail.com IL CORSO L utilizzo sempre più frequente delle nuove tecnologie nella vita quotidiana

Dettagli

Scheda descrittiva del Laboratorio Didattico

Scheda descrittiva del Laboratorio Didattico Scheda descrittiva del Laboratorio Didattico Tipologia: Recupero e consolidamento delle capacità linguistiche Recupero e consolidamento delle capacità logiche Recupero e consolidamento delle capacità matematiche

Dettagli

PIANO DI MIGLIORAMENTO

PIANO DI MIGLIORAMENTO IC SAN SPERATO CARDETO ISTITUTO COMPRENSIVO San Sperato - Cardeto Via Riparo Cannavò, 24-89133 Reggio Calabria Telefono 0965/672052-683088 - 673553 - Fax 0965/673650 COD. MEC. RCIC875006- Cod. Fisc. 92081250802

Dettagli

DIDATEC Corso base e corso avanzato

DIDATEC Corso base e corso avanzato PROGETTI DI FORMAZIONE PER DOCENTI DIDATEC Corso base e corso avanzato PER I TUTTI DOCENTI I DOCENTI DI ITALIANO Scuola Primaria e Secondaria di I Grado e Biennio Secondaria di II Grado D-5-FSE-2010-1

Dettagli

Anno scolastico 2013-2014 PROGETTO

Anno scolastico 2013-2014 PROGETTO SCUOLA PRIMARIA DI FOEN Anno scolastico 2013-2014 PROGETTO SCUOLA PRIMARIA DI FOEN Denominazione scuola Scuola Primaria Gino Allegri Foen di Feltre Anno scolastico di attuazione del progetto Anno scolastico

Dettagli

tel. -095/7252431 - Fax 095/7254848 PIANO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL'ANIMATORE DIGITALE PER IL PNSD

tel. -095/7252431 - Fax 095/7254848 PIANO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL'ANIMATORE DIGITALE PER IL PNSD Ministero dell' Istruzione, dell'università e della Ricerca CIRCOLO DIDATTICO STATALE "TERESA DI CALCUTTA" VIA GUGLIELMINO 49. 95030 TREMESTIERI ETNEO Codice meccanografico: ctee081004 - Mail ctee081004@istruzione.it

Dettagli

Scuola digitale inclusiva dal dire al fare: esperienze e modelli operativi dalle scuole italiane

Scuola digitale inclusiva dal dire al fare: esperienze e modelli operativi dalle scuole italiane Scuola digitale inclusiva dal dire al fare: esperienze e modelli operativi dalle scuole italiane Prof.ssa Monica Fanizzi Organizzazione della scuola - Usi didattici del tutorial Prof.ssa Maria Bertoldini

Dettagli

LABORIAMO INSIEME 2013-14

LABORIAMO INSIEME 2013-14 ISTITUTO PROFESSIONALE PER I SERVIZI A. OLIVETTI Progetto di laboratori per la continuità e l orientamento formativo Scheda descrittiva LABORIAMO INSIEME 203-4 Presentazione Il progetto si propone di realizzare

Dettagli

Gli studenti sono immersi nelle tecnologie ma sono carenti nel loro utilizzo dal punta di vista metodologico. Tocca agli insegnanti avviare un

Gli studenti sono immersi nelle tecnologie ma sono carenti nel loro utilizzo dal punta di vista metodologico. Tocca agli insegnanti avviare un AULA 2.0 La sperimentazione aula 2.0, basata sulla didattica in rete o e_learning o FAD di III generazione, implica inevitabilmente la trasformazione della didattica che passa da una tipologia comunicativa

Dettagli

ISTITUTO PROFESSIONALE PER I SERVIZI A. OLIVETTI - RIPOSTO. Progetto per la continuità e l orientamento formativo Scheda descrittiva

ISTITUTO PROFESSIONALE PER I SERVIZI A. OLIVETTI - RIPOSTO. Progetto per la continuità e l orientamento formativo Scheda descrittiva ISTITUTO PROFESSIONALE PER I SERVIZI A. OLIVETTI - RIPOSTO Progetto per la continuità e l orientamento formativo Scheda descrittiva LA REGIONE JONICO-ETNEA IN UN CLICK Presentazione Il progetto si propone

Dettagli

PRESENTAZIONE DELL ASSOCIAZIONE

PRESENTAZIONE DELL ASSOCIAZIONE PRESENTAZIONE DELL ASSOCIAZIONE L Associazione culturale Alice in Città nasce nel 2005 per dare forma istituzionale ad un esperienza lavorativa sviluppata fin dal 99 nell organizzazione di campi estivi.

Dettagli

Istituto Tecnico Commerciale Statale Padre A.M. TANNOIA

Istituto Tecnico Commerciale Statale Padre A.M. TANNOIA Istituto Tecnico Commerciale Statale Padre A.M. TANNOIA Codice Meccanografico: BATD09000L tel. 080/8721097 fax 080/3580035 e-mail: batd09000l@istruzione.it Via XXIV Maggio, 62 70033 CORATO (BA) Codice

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE DOCENTE: MATERIA: CLASSE: Anno scolastico

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE DOCENTE: MATERIA: CLASSE: Anno scolastico ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO PER I SERVIZI ENOGASTRONOMICI E L OSPITALITA ALBERGHIERA MICHELANGELO BUONARROTI FIUGGI (Fr) CODICE MECCANOGRAFICO: FRRH03008 C.F.: 92070770604 Via Garibaldi s.n.c. 03014

Dettagli

Il mio futuro lo scelgo oggi

Il mio futuro lo scelgo oggi CARATTERISTICHE DEL PROGETTO TITOLO Il mio futuro lo scelgo oggi OBIETTIVI : sperimentare percorsi educativi didattici e metodologici comuni innovativi che permettano ai giovani di autogestire efficacemente

Dettagli

4. PROGETTI FORMATIVI IN ATTO NELL ISTITUTO

4. PROGETTI FORMATIVI IN ATTO NELL ISTITUTO 4. PROGETTI FORMATIVI IN ATTO NELL ISTITUTO Il sistema scolastico deve essere efficace ed efficiente affinché l alunno raggiunga il successo formativo e sia in grado di decodificare ed interagire in modo

Dettagli

2012 Le Nuove Indicazioni

2012 Le Nuove Indicazioni REPORT CONCLUSIVO DELL ATTIVITA DI RICERCA-AZIONE: 2012-Le Nuove Indicazioni ISTITUTO COMPRENSIVO DI VERNOLE (LE) 2012 Le Nuove Indicazioni RESTITUZIONE FINALE CONDIVISIONE DEI PERCORSI DIDATTICI EFFETTUATI

Dettagli

Dall analisi del monitoraggio d Istituto effettuato nel maggio 2015 attraverso questionari somministrati agli alunni e ai genitori è emerso che sia

Dall analisi del monitoraggio d Istituto effettuato nel maggio 2015 attraverso questionari somministrati agli alunni e ai genitori è emerso che sia Dall analisi del monitoraggio d Istituto effettuato nel maggio 2015 attraverso questionari somministrati agli alunni e ai genitori è emerso che sia gli alunni che i genitori apprezzano: - competenze e

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A. S. 2014-15 ATTIVITA EXTRACURRICULARI PROGETTO INFORMATICA/GIORNALINO SCUOLA PRIMARIA

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A. S. 2014-15 ATTIVITA EXTRACURRICULARI PROGETTO INFORMATICA/GIORNALINO SCUOLA PRIMARIA PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A. S. 2014-15 ATTIVITA EXTRACURRICULARI PROGETTO INFORMATICA/GIORNALINO Denominazione del progetto/laboratorio CLICCA E IMPARA SCUOLA PRIMARIA Responsabile di progetto Analisi

Dettagli

L attività progettuale, è rivolta ai docenti come azione formativa e agli alunni con attività differenziate per segmenti scolastici.

L attività progettuale, è rivolta ai docenti come azione formativa e agli alunni con attività differenziate per segmenti scolastici. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Alessandro Faedo Via Fante d Italia, 31-36072 - CHIAMPO (VI) Tel. 0444/475810 Fax 0444/475825 email viic87800x@istruzione.it

Dettagli

Polo Formativo ISIS Ponti Gallarate

Polo Formativo ISIS Ponti Gallarate Polo Formativo ISIS Ponti Gallarate e ATS Varese ISIS Newton ATS Gallarate ISIS Ponti ATS Saronno IC Da Vinci Polo Formativo Isis Ponti e Reti ATS Presentazione corsi Febbraio-Marzo 2014 Le opportunità

Dettagli

Progetto in attesa di conferma dall'ust. Format Progettazione Alternanza Scuola Lavoro

Progetto in attesa di conferma dall'ust. Format Progettazione Alternanza Scuola Lavoro 1 di 5 Progetto in attesa di conferma dall'ust Format Progettazione Alternanza Scuola Lavoro Denominazione Istituto Codice Meccanografico Indirizzo Scolastico LICEO LINGUISTICO PARITARIO "PIAMARTA" BSPL095008

Dettagli

Concorso di idee #La Mia scuola sicura# Progetto: Promozione della cultura della sicurezza

Concorso di idee #La Mia scuola sicura# Progetto: Promozione della cultura della sicurezza Liceo Scientifico Statale Ernesto Basile Via San Ciro, 23-90124 Palermo Tel: 0916302800 - Fax: - 0916302180 Codice Fiscale: 80017840820 Internet : htpp://www.liceobasile.it email: paps060003@istruzione.it

Dettagli

PRESENTAZIONE INS. GRILLO TERESA

PRESENTAZIONE INS. GRILLO TERESA SEMINARIO NAZIONALE PER L ACCOMPAGNAMENTO DELLE INDICAZIONI NAZIONALI PER IL CURRICOLO DELLE SCUOLE DELL INFANZIA E DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE ABANO TERME 29-30 MAGGIO 2014 PRESENTAZIONE INS. GRILLO

Dettagli

Relazione finale. Fasi I fase: attività di brainstorming problematizzazione, formulazione di ipotesi, ricerca di soluzioni

Relazione finale. Fasi I fase: attività di brainstorming problematizzazione, formulazione di ipotesi, ricerca di soluzioni Russi Grazia Classe F1 a.s. 2008/09 Tutor: Silvia Rossi Titolo: Ambiente e territorio Relazione finale Contenuti Il progetto ha lo scopo di sviluppare nei ragazzi il senso di appartenenza nei confronti

Dettagli

Relazione finale progetto Learning by Blogging and Podcasting - II Corsista Maria Anna Di Gioia classe E11 Gennaio 2009-giugno 2009

Relazione finale progetto Learning by Blogging and Podcasting - II Corsista Maria Anna Di Gioia classe E11 Gennaio 2009-giugno 2009 Relazione finale progetto Learning by Blogging and Podcasting - II Corsista Maria Anna Di Gioia classe E11 Gennaio 2009-giugno 2009 1. Descrizione di contenuti, tempi, luoghi, fasi, modalità, strumenti

Dettagli

Direzione Didattica Statale G. MAZZINI

Direzione Didattica Statale G. MAZZINI Direzione Didattica Statale G. MAZZINI Progetto A.M.I.C.O. Azioni Metodologiche ed Iniziative per la Cooperazione aa.ss. 2014/2015 Sede/i di realizzazione del progetto: Plessi di scuola primaria della

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO PADRE PIO AIROLA

ISTITUTO COMPRENSIVO PADRE PIO AIROLA ISTITUTO COMPRENSIVO PADRE PIO AIROLA PROGETTO INFORMATICA: UNPLUGGED ANNO SCOLASTICO 2014-2015 PREMESSA Come è noto, l insegnamento della tecnologia/informatica è entrata a far parte del normale curricolo

Dettagli

PIANO NAZIONALE SCUOLA DIGITALE 2016 / 2019. Team per l Innovazione dell ISC Nardi

PIANO NAZIONALE SCUOLA DIGITALE 2016 / 2019. Team per l Innovazione dell ISC Nardi PIANO NAZIONALE SCUOLA DIGITALE 2016 / 2019 Team per l Innovazione dell ISC Nardi PREMESSA L animatore digitale individuato in ogni scuola sarà formato in modo specifico affinché possa (rif. Prot. N 17791

Dettagli

Macroarea: Denominazione: GIORNALE SCOLASTICO. Responsabile del Progetto: Prof.ssa IMMACOLATA ANZEVINO. Docente Collaboratore. Prof.

Macroarea: Denominazione: GIORNALE SCOLASTICO. Responsabile del Progetto: Prof.ssa IMMACOLATA ANZEVINO. Docente Collaboratore. Prof. Denominazione: GIORNALE SCOLASTICO Macroarea: A Responsabile del Progetto: Prof.ssa IMMACOLATA ANZEVINO Docente Collaboratore Prof.ssa SERENA PANTI 2. Finalità: Contribuire alla formazione di cittadini

Dettagli

Il PNSD nel PTOF d Istituto A cura dell A.D. / F.S. Prof.ssa Gemma Vernoia

Il PNSD nel PTOF d Istituto A cura dell A.D. / F.S. Prof.ssa Gemma Vernoia ISTITUTO COMPRENSIVO G. CALÒ V.le M. D UNGHERIA, 86 74013 GINOSA TA tel. 099/8290470 Email: TAIC82600L@istruzione.it - www.scuolacalo.gov..it Il PNSD nel PTOF d Istituto A cura dell A.D. / F.S. Prof.ssa

Dettagli

Ragazzi nella Rete 1. ANALISI DEI BISOGNI

Ragazzi nella Rete 1. ANALISI DEI BISOGNI Istituto Comprensivo di Chiari Classe 1 A Ragazzi nella Rete 1. ANALISI DEI BISOGNI Definizione del bisogno Parole chiave: Ragazzi nella rete Socialità cognitiva. Descrizione del bisogno: Condividere lo

Dettagli

PIANO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE PER IL PNSD

PIANO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE PER IL PNSD PIANO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE PER IL PNSD Premessa Il presente piano è frutto della rielaborazione di un documento collaborativo condiviso mediante un gruppo pubblico di Animatori

Dettagli

PROMUOVIAMO LA LETTUR! ANNO SCOLASTICO 2015/2016 DIREZIONE DIDATTICA IS MIRRIONIS - CAGLIARI

PROMUOVIAMO LA LETTUR! ANNO SCOLASTICO 2015/2016 DIREZIONE DIDATTICA IS MIRRIONIS - CAGLIARI P R O G E T T O D I C I R C O L O NOI A SCUOLA DI RACCONTERIA PROMUOVIAMO LA LETTUR! ANNO SCOLASTICO 2015/2016 DIREZIONE DIDATTICA IS MIRRIONIS - CAGLIARI PREMESSA Com è possibile riuscire a far sì che

Dettagli

Alla riuscita del progetto educativo generale di integrazione concorrono collegialmente una molteplicità di risorse:

Alla riuscita del progetto educativo generale di integrazione concorrono collegialmente una molteplicità di risorse: Il MATTEI PER L INTEGRAZIONE DEI DIVERSAMENTE ABILI L Istituto opera da diversi anni sul nostro territorio con particolare attenzione per l integrazione degli alunni disabili, favorendo la socializzazione,

Dettagli

a. A.S. 2012-2013 I.T.I.S. DE PRETTO Schio (VI) - Protocollo d accoglienza alunni stranieri

a. A.S. 2012-2013 I.T.I.S. DE PRETTO Schio (VI) - Protocollo d accoglienza alunni stranieri PROTOCOLLO D ACCOGLIENZA ALUNNI STRANIERI L iscrizione di alunni immigrati non è più un dato eccezionale ed occasionale, ma costituisce una realtà consolidata, per quanto variabile nelle sue dimensioni

Dettagli

Scheda attività Progetto Ambiente PRATICHE E MODELLI PER UNO SVILUPPO SOSTENIBILE. Rifiuti: le cinque erre. Acqua: in viaggio sul Seveso

Scheda attività Progetto Ambiente PRATICHE E MODELLI PER UNO SVILUPPO SOSTENIBILE. Rifiuti: le cinque erre. Acqua: in viaggio sul Seveso Scheda attività Progetto Ambiente PRATICHE E MODELLI PER UNO SVILUPPO SOSTENIBILE Rifiuti: le cinque erre Acqua: in viaggio sul Seveso Energia in gioco INFORMAZIONI GENERALI PROGETTO Tipo di scuola - Scuola

Dettagli

Commissione Informatica/Multimedialità

Commissione Informatica/Multimedialità Quando un uomo siede un'ora in compagnia di una bella ragazza, sembra sia passato un minuto. Ma fatelo sedere su una stufa per un minuto e gli sembrerà più lungo di qualsiasi ora. Questa è la relatività.

Dettagli

ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO Giacomo Chilesotti. minimi Telefono 0445-361773 - Email: itt@chilesotti.it - Internet: www.chilesotti.gov.

ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO Giacomo Chilesotti. minimi Telefono 0445-361773 - Email: itt@chilesotti.it - Internet: www.chilesotti.gov. PIANO DI MATERIA 1. Dati generali Indirizzo logistica Materia Logistica Classe quinta Anno scolastico: 2015/2016 2. : Conoscenza (titolo) 1 Processo di approvvigionamento Conoscenze/Contenuti 2 Tempistica

Dettagli

IMPARIAMO A CONOSCERCI

IMPARIAMO A CONOSCERCI Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria I grado ISTITUTO COMPRENSIVO CESARE CANTÙ Via Dei Braschi 12 Milano 0288448318 026468664 Codice fiscale 80124430150 Codice meccanografico MIIC8CF006

Dettagli

DIDATEC Corso base e corso avanzato

DIDATEC Corso base e corso avanzato PROGETTI DI FORMAZIONE PER DOCENTI 2012/2013 DIDATEC Corso base e corso avanzato PER I TUTTI DOCENTI I DOCENTI DI ITALIANO Fotografia di Giuseppe Moscato Scuola primaria e secondaria di primo grado e biennio

Dettagli

ISTITUTO STATALE AUGUSTO MONTI - ASTI PIANO DI MIGLIORAMENTO

ISTITUTO STATALE AUGUSTO MONTI - ASTI PIANO DI MIGLIORAMENTO ISTITUTO STATALE AUGUSTO MONTI - ASTI PIANO DI MIGLIORAMENTO ISTITUTO STATALE AUGUSTO MONTI ASTI - PIANO DI MIGLIORAMENTO 2015/18 2 INDICE SEZIONE 1 Scegliere gli obiettivi di processo più utili e necessari

Dettagli

PREMESSA. Piano Animatore Digitale per PTOF 2016/2019

PREMESSA. Piano Animatore Digitale per PTOF 2016/2019 La Scuola che cambia Proposta progettuale dell Animatore Digitale Ins. Francesca Cocchi Dirigente Scolastico Rosella Puzzuoli Allegato al POF TRIENNALE 2016/2019 PREMESSA Il Piano Nazionale per la Scuola

Dettagli

INIZIATIVE di FORMAZIONE DOCENTI di Scuole Secondarie di 2 Grado (Programmi sintetici)

INIZIATIVE di FORMAZIONE DOCENTI di Scuole Secondarie di 2 Grado (Programmi sintetici) INIZIATIVE di FORMAZIONE DOCENTI di Scuole Secondarie di 2 Grado (Programmi sintetici) B) Area: METODOLOGIE DIDATTICHE INNOVATIVE PER L INSEGNAMENTO DISCIPLINARE (learning by doing) B1) METODOLOGIA DIDATTICA

Dettagli

PNSD PER IL PTOF. A cura dell AD Prof.ssa Rosanna Leone

PNSD PER IL PTOF. A cura dell AD Prof.ssa Rosanna Leone Liceo Scientifico ad opzione IGCSE Via S. Colomba, 52 BENEVENTO 0824.362718 0824.360947- mail:bnps010006@istruzione.it sito: www.liceorummo.gov.it pec: bnps010006@pec.istruzione.it CF:80002060624 Codice

Dettagli

PROGETTO DI INTERVENTO DIDATTICO/FORMATIVO PER L INTEGRAZIONE DI ALUNNI CON DISABILITÀ

PROGETTO DI INTERVENTO DIDATTICO/FORMATIVO PER L INTEGRAZIONE DI ALUNNI CON DISABILITÀ PROGETTO DI INTERVENTO DIDATTICO/FORMATIVO PER L INTEGRAZIONE DI ALUNNI CON DISABILITÀ QUANDO LE SCUOLE SI INCONTRANO CON IL TERRITORIO VITA QUOTIDIANA E STRATEGIE D INTERVENTO PER GLI ALUNNI DISABILI

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE ISTITUTO ANNO SCOLASTICO INDIRIZZO CLASSE PRIMA SEZIONE DISCIPLINA DOCENTE QUADRO ORARIO (N. ore settimanali nella classe) 1. FINALITA DELLA DISCIPLINA L asse

Dettagli

Nella crescita sociale l Istituto vuole aiutare lo studente ad aprirsi:

Nella crescita sociale l Istituto vuole aiutare lo studente ad aprirsi: OFFERTA FORMATIVA FINALITÁ EDUCATIVE GENERALI Nel corso dei cinque anni d articolazione dei corsi, l Istituto intende garantire agli studenti una formazione integrata che armonizzi la crescita personale,

Dettagli

ISTITUTO STATALE DI ISTRUZIONE SUPERIORE Archimede Via Cento, 38/A 40017 San Giovanni in Persiceto

ISTITUTO STATALE DI ISTRUZIONE SUPERIORE Archimede Via Cento, 38/A 40017 San Giovanni in Persiceto ISTITUTO STATALE DI ISTRUZIONE SUPERIORE Archimede Via Cento, 38/A 40017 San Giovanni in Persiceto PROGRAMMAZIONE DEL CONSIGLIO DI CLASSE A.S. 2012/2013 CLASSE 2^ SEZ. G Indirizzo LICEO SCIENTIFICO Coordinatore

Dettagli

PNSD PARTE INTEGRANTE DEL PTOF Scuola Secondaria di I grado Solimena-De Lorenzo Nocera Inferiore (SA)

PNSD PARTE INTEGRANTE DEL PTOF Scuola Secondaria di I grado Solimena-De Lorenzo Nocera Inferiore (SA) PNSD PARTE INTEGRANTE DEL PTOF Scuola Secondaria di I grado Solimena-De Lorenzo Nocera Inferiore (SA) a cura della docente: Annamaria Bove Premessa La legge 107 prevede che dal 2016 tutte le scuole inseriscano

Dettagli

1. Rendere visibili agli occhi degli allievi i loro avanzamenti rispetto all obiettivo prestabilito attraverso un feedback progressivo

1. Rendere visibili agli occhi degli allievi i loro avanzamenti rispetto all obiettivo prestabilito attraverso un feedback progressivo Esempio 1 Docente che ha bisogno di acquisire nuove competenze Area delle competenze relative all INSEGNAMENTO (DIDATTICA): Organizzazione delle situazioni di apprendimento: 1. (PRIMARIA, SECONDARIA, compreso

Dettagli

QUALI COMPETENZE SI INTENDONO PROMUOVERE? IN QUALE SITUAZIONE PROBLEMA?

QUALI COMPETENZE SI INTENDONO PROMUOVERE? IN QUALE SITUAZIONE PROBLEMA? CLASSE 4 SEZ.B TITOLO FINALITA / SENSO DEL PERCORSO PRESENTAZIONE DELLA UDA TRASVERSALE SIMULAZIONE AZIENDALE Elaborare e realizzare progetti riguardanti lo sviluppo delle proprie attività di studio e

Dettagli

DALLE FINALITÀ AL CURRICOLO

DALLE FINALITÀ AL CURRICOLO Anno Scolastico 2011-2012 DALLE FINALITÀ AL CURRICOLO I rapidi cambiamenti sociali, culturali, economico-politici della società odierna impongono alla scuola un radicale mutamento della mentalità e della

Dettagli

Il PNSD. Cosa è stato attuato nel nostro Istituto ad oggi per quanto riguarda il digitale:

Il PNSD. Cosa è stato attuato nel nostro Istituto ad oggi per quanto riguarda il digitale: Il PNSD Il Piano Nazionale per la Scuola Digitale (PNSD) è un documento pensato per guidare le scuole in un percorso di innovazione e digitalizzazione, come previsto nella riforma della Scuola (legge 107/

Dettagli

Sarà cura dei Coordinatori di classe coordinare l attività di accoglienza delle loro classi sino alle 12.00.

Sarà cura dei Coordinatori di classe coordinare l attività di accoglienza delle loro classi sino alle 12.00. COMUNICATO n. 05 /DIR AI COORDINATORI AI DOCENTI DELLE CLASSI PRIME Oggetto: ACCOGLIENZA CLASSI PRIME I docenti dei Consigli delle classi prime sono convocati venerdì 11 settembre alle ore 8.00 per l attività

Dettagli

OBIETTIVI EDUCATIVI TRASVERSALI SCUOLA DELL INFANZIA SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

OBIETTIVI EDUCATIVI TRASVERSALI SCUOLA DELL INFANZIA SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO OBIETTIVI EDUCATIVI TRASVERSALI SCUOLA DELL INFANZIA SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO 10 OBIETTIVI EDUCATIVI TRASVERSALI AUTOCONTROLLO ATTENZIONE E PARTECIPAZIONE ATTEGGIAMENTO E COMPORTAMENTO

Dettagli

Via G. Carducci, 28 San Nicolò di Celle 06053 Deruta (PG) Italy Tel. & Fax : + 39 075 974998 E-mail: keyandkey@keyandkey.it

Via G. Carducci, 28 San Nicolò di Celle 06053 Deruta (PG) Italy Tel. & Fax : + 39 075 974998 E-mail: keyandkey@keyandkey.it Via G. Carducci, 28 San Nicolò di Celle 06053 Deruta (PG) Italy Tel. & Fax : + 39 075 974998 E-mail: keyandkey@keyandkey.it w w w. k e y a n d k e y. i t CHI SIAMO? 0 1 DUE CHIAVI PER COMUNICARE: CODIFICARE

Dettagli

Classe 2a Scuola secondaria di I grado - "ICS Anna Frank" - Montecalvo in Foglia (PU)

Classe 2a Scuola secondaria di I grado - ICS Anna Frank - Montecalvo in Foglia (PU) Scheda Progetto Dati generali Nome progetto Flipped e-maths Ordine scolastico Secondaria I Grado Proponenti Monia Grilli Data Inizio 02/10/2014 Data Fine 16/03/2015 Destinatari Classe 2a Scuola secondaria

Dettagli

UNITA DI APPRENDIMENTO. - Docenti coordinatori del progetto - Docenti di Italiano, Inglese, Disegno e Storia dell Arte, Matematica -Informatica

UNITA DI APPRENDIMENTO. - Docenti coordinatori del progetto - Docenti di Italiano, Inglese, Disegno e Storia dell Arte, Matematica -Informatica UNITA DI APPRENDIMENTO Denominazione IFS in Fiera Compito prodotto - Organizzazione evento (compiti, ruoli, mezzi) - Materiali pubblicitari (sito web, logo dell azienda, video, pieghevole, biglietti da

Dettagli

Classe G6 Piero Pelosi Relazione finale Esperienza Didattica Avanzata II Anno Moodle in Classe M.I.C.

Classe G6 Piero Pelosi Relazione finale Esperienza Didattica Avanzata II Anno Moodle in Classe M.I.C. Classe G6 Piero Pelosi Relazione finale Esperienza Didattica Avanzata II Anno Moodle in Classe M.I.C. Descrizione di contenuti, tempi, luoghi, fasi, modalità, strumenti e protagonisti http://moodlevarrone.netsons.org/moodle/

Dettagli

ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO PER I SERVIZI COMMERCIALI E TURISTICI "L. EINAUDI"

ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO PER I SERVIZI COMMERCIALI E TURISTICI L. EINAUDI PROPOSTA ATTIVITA A.S. 2008-09 M1/PA08 CURRICOLARE EXTRACURRICOLARE ALTRO Titolo del Progetto Accoglienza- Alfabetizzazione,- Educazione interculturale Responsabile del Progetto Prof. ssa Colombo Lidia

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2014/2015

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2014/2015 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2014/2015 DOCENTE PROF. LUCCHI ENEA MATERIA DI INSEGNAMENTO TECNOLOGIE DELL INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE CLASSE 1 A - 1 B - 1 C Competenze di base

Dettagli

Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi)

Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi) Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi) Via Firenze, 51 - Tel. 0587/213400 - Fax 0587/52742 http://www.itcgfermi.it E-mail: mail@itcgfermi.it PIANO DI LAVORO Prof. ANTONELLA

Dettagli

Il blended learning nel Master Part Time di formazione imprenditoriale in agricoltura: impianto metodologico, buone pratiche, prospettive di sviluppo

Il blended learning nel Master Part Time di formazione imprenditoriale in agricoltura: impianto metodologico, buone pratiche, prospettive di sviluppo Il blended learning nel Master Part Time di formazione imprenditoriale in agricoltura: impianto metodologico, buone pratiche, prospettive di sviluppo 1. Elementi generali Le attività didattiche del Master

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2010/2011 - PROGETTO CL@SSE 2.0 1D LICEO SCIENTIFICO SCIENZE APPLICATE. e-l@boriamo

ANNO SCOLASTICO 2010/2011 - PROGETTO CL@SSE 2.0 1D LICEO SCIENTIFICO SCIENZE APPLICATE. e-l@boriamo ANNO SCOLASTICO 2010/2011 - PROGETTO CL@SSE 2.0 1D LICEO SCIENTIFICO SCIENZE APPLICATE e-l@boriamo Pag 2 - PROGETTO Pag 3 - OBIETTIVI/ TECNOLOGIE/METODOLOGIE DI LAVORO Pag 4 - PIANO DI LAVORO ANNO SCOLASTICO

Dettagli

Diploma On Line per Esperti di didattica assistita dalle Nuove Tecnologie. Politecnico di Milano Polo di Como RELAZIONE FINALE

Diploma On Line per Esperti di didattica assistita dalle Nuove Tecnologie. Politecnico di Milano Polo di Como RELAZIONE FINALE Diploma On Line per Esperti di didattica assistita dalle Nuove Tecnologie Politecnico di Milano Polo di Como RELAZIONE FINALE Modulo di Progettazione Intervento formativo attuato nell anno scolastico 2006-2007

Dettagli

ISTITUTO STATALE COMPRENSIVO Magistri Intelvesi San Fedele Intelvi (Como) Anno Scolastico 2012-2013 PROGETTO TEATRO

ISTITUTO STATALE COMPRENSIVO Magistri Intelvesi San Fedele Intelvi (Como) Anno Scolastico 2012-2013 PROGETTO TEATRO ISTITUTO STATALE COMPRENSIVO Magistri Intelvesi San Fedele Intelvi (Como) Anno Scolastico 2012-2013 PROGETTO TEATRO Il progetto teatro nasce dalla necessità di avvicinare gli alunni al mondo teatrale perché

Dettagli

IN COLLABORAZIONE CON UNIVERSITÀ DI MACERATA

IN COLLABORAZIONE CON UNIVERSITÀ DI MACERATA I P S I A SAN BENEDETTO DEL TRONTO 20 settembre 2014 PROJECT WORK IN COLLABORAZIONE CON UNIVERSITÀ DI MACERATA Progettare l inclusione con le tecnologie 2 Dall aprile 2014, l IPSIA di San Benedetto del

Dettagli

LA PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA DELLA SCUOLA PRIMARIA

LA PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA DELLA SCUOLA PRIMARIA LA PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA DELLA SCUOLA PRIMARIA Obiettivi generali del processo formativo Costituiscono la base progettuale degli aspetti pedagogico didattici ed organizzativi dell attività didattica.

Dettagli

ITET E. FERMI LANCIANO CURRICOLO E VALUTAZIONE

ITET E. FERMI LANCIANO CURRICOLO E VALUTAZIONE ITET E. FERMI LANCIANO RELAZIONE FINALE FUNZIONE STRUMENTALE CURRICOLO E VALUTAZIONE Prof.ssa Mariella DI LALLO a.s. 2014-2015 Durante l anno scolastico 2014-2015 le principali attività svolte come funzione

Dettagli

Corso di giornalismo pomeridiano

Corso di giornalismo pomeridiano Corso di giornalismo pomeridiano TRACCIA 2 Progetto collaborativo finalizzato alla costruzione di un giornalino scolastico in una classe di scuola secondaria di I grado con possibile raccordo con una classe

Dettagli

RELAZIONE FINALE DEL DIRIGENTE SCOLASTICO AA.SS. 2011/2012 2012/2013. C-1 Qualificandomi anno 3

RELAZIONE FINALE DEL DIRIGENTE SCOLASTICO AA.SS. 2011/2012 2012/2013. C-1 Qualificandomi anno 3 ISTITUTO COMPRENSIVO GIOVANNI XXIII Via M.Gabriele Asaro - 91027 PACECO (TP) 0923/881297-0923/526796 0923/309946 C.F.: 80005560810 - C.M.:TPIC83300L E-MAIL: tpic83300l@istruzione.it PEC: tpic83300@pec.istruzione.it

Dettagli

FAC SIMILE FORMULARIO COMPILAZIONE E CONSEGNA SOLO ON LINE http://www.indire.it/indicazioni/monitoraggio/ Monitoraggio dei documenti programmatici

FAC SIMILE FORMULARIO COMPILAZIONE E CONSEGNA SOLO ON LINE http://www.indire.it/indicazioni/monitoraggio/ Monitoraggio dei documenti programmatici A che punto siamo... indicazioni per il curricolo e indicazioni nazionali Monitoraggio dei documenti programmatici Formulario A PARTE GENERALE Formulario A - PARTE GENERALE - Pagina n 1 /11 Il piano dell

Dettagli

IL DOCENTE DI CONVERSAZIONE IN LINGUA STRANIERA

IL DOCENTE DI CONVERSAZIONE IN LINGUA STRANIERA IL DOCENTE DI CONVERSAZIONE IN LINGUA STRANIERA Il ruolo del docente di conversazione in lingua straniera non è quello di dare modelli fonologicamente o formalmente corretti in lingua, ma è quello di contribuire

Dettagli

LICEO ECONOMICO SOCIALE CLASSE 5 a ES 1 PROGETTO DI ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO LAVORO a. s. 2015/2016

LICEO ECONOMICO SOCIALE CLASSE 5 a ES 1 PROGETTO DI ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO LAVORO a. s. 2015/2016 LICEO ECONOMICO SOCIALE CLASSE 5 a ES 1 PROGETTO DI ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO LAVORO a. s. 2015/2016 LA DIMENSIONE DEL BISOGNO: COMUNICAZIONE E DIVERSITÀ Motivazione dell idea progettuale Il nostro Istituto

Dettagli

PROGETTO AULA DIGITALE

PROGETTO AULA DIGITALE ) PROGETTO AULA DIGITALE Egregio Sig. Preside, La scuola italiana vive oggi un momento di grande trasformazione. Molte sono le voci che si levano e che ne chiedono un profondo ammodernamento, una ridefinizione

Dettagli

PROGETTO INTERCULTURALE DI RETE ACCOGLIENZA E ALFABETIZZAZIONE ALUNNI STRANIERI LABORATORI L2. Istituto Comprensivo C.

PROGETTO INTERCULTURALE DI RETE ACCOGLIENZA E ALFABETIZZAZIONE ALUNNI STRANIERI LABORATORI L2. Istituto Comprensivo C. PROGETTO INTERCULTURALE DI RETE ACCOGLIENZA E ALFABETIZZAZIONE ALUNNI STRANIERI LABORATORI L2 Istituto Comprensivo C. Angiolieri Siena Centro di Alfabetizzazione Italiano L2 C. Angiolieri Scuola Secondaria

Dettagli

RELAZIONE SUL PROCESSO DI AUTOANALISI E AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO

RELAZIONE SUL PROCESSO DI AUTOANALISI E AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO ISTITUTO OMNICOMPRENSIVO SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA, SECONDARIA DI 1 GRADO E LICEO SCIENTIFICO Via Cupello n.2-86047 Santa Croce di Magliano (CB) Tel 0874728014 Fax 0874729822 C.F. 91040770702 E-mail

Dettagli

FINESTRE SUL MONDO DEL LAVORO A cura della Fondazione Giacomo Rumor Centro Produttività Veneto

FINESTRE SUL MONDO DEL LAVORO A cura della Fondazione Giacomo Rumor Centro Produttività Veneto FINESTRE SUL MONDO DEL LAVORO A cura della Fondazione Giacomo Rumor Centro Produttività Veneto Finestre sul mondo del lavoro: I Partner di Progetto 1. Lavoro & Società Scarl 2. Randstad Italia Srl 3. Fondazione

Dettagli

PROGETTO SCIENZE E LINGUE Percorsi di apprendimento integrato nelle scuole italiane, francesi e tedesche

PROGETTO SCIENZE E LINGUE Percorsi di apprendimento integrato nelle scuole italiane, francesi e tedesche PROGETTO SCIENZE E LINGUE Percorsi di apprendimento integrato nelle scuole italiane, francesi e tedesche ISTITUTO (NOME, COORDINATE, SITO WEB) Via Monte Zovetto, 8 tel. 0171 692906 - fax 0171 435200 Via

Dettagli

L orientamento e il ruolo del tutor. La peer education. Progetto PEER EDUCATION RAFAELLA TONFI 1

L orientamento e il ruolo del tutor. La peer education. Progetto PEER EDUCATION RAFAELLA TONFI 1 L orientamento e il ruolo del tutor La peer education RAFAELLA TONFI 1 La peer education Per lo studente tutor: Partecipazione attiva alla vita della scuola Conoscenza delle dinamiche organizzative della

Dettagli

Inviati speciali nei luoghi del possibile

Inviati speciali nei luoghi del possibile Sperimentazione di esperienze di studio finalizzate all orientamento professionale post diploma rivolte agli studenti dell ultimo biennio delle scuole secondarie statali di secondo grado della Regione

Dettagli

PIANO SCUOLA DIGITALE PTOF. Istituto Comprensivo Statale R. Guttuso

PIANO SCUOLA DIGITALE PTOF. Istituto Comprensivo Statale R. Guttuso PIANO SCUOLA DIGITALE PTOF Istituto Comprensivo Statale R. Guttuso Premessa La legge 107 prevede che dall anno 2016 tutte le scuole inseriscano nei Piani Triennali dell Offerta Formativa azioni coerenti

Dettagli

Using languages to learn, learning to use languages Utilizzo delle lingue per imparare, imparando l utilizzo delle lingue

Using languages to learn, learning to use languages Utilizzo delle lingue per imparare, imparando l utilizzo delle lingue Using languages to learn, learning to use languages Utilizzo delle lingue per imparare, imparando l utilizzo delle lingue Premessa Il Collegio Arcivescovile A. Volta intende potenziare l insegnamento della

Dettagli

PNSD PER IL PTOF Istituto Comprensivo Ardea II A cura della docente Marina Nassuato PREMESSA

PNSD PER IL PTOF Istituto Comprensivo Ardea II A cura della docente Marina Nassuato PREMESSA PNSD PER IL PTOF Istituto Comprensivo Ardea II A cura della docente Marina Nassuato PREMESSA L Animatore Digitale individuato in ogni scuola sarà formato in modo specifico affinché possa (rif.prot. n 17791

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI QUILIANO VIA VALLEGGIA SUPERIORE 17047 QUILIANO (SV) TEL. 019/880169 FAX 019/2165283 E-MAIL SVIC809005@PEC.ISTRUZIONE.

ISTITUTO COMPRENSIVO DI QUILIANO VIA VALLEGGIA SUPERIORE 17047 QUILIANO (SV) TEL. 019/880169 FAX 019/2165283 E-MAIL SVIC809005@PEC.ISTRUZIONE. ARTI IN.. MOVIMENTO Il progetto Ragnatele sonore viene attivato all interno della Scuola materna dell Istituto comprensivo e interesserà tutti gli allievi del plesso e punterà a facilitare uno sviluppo

Dettagli

PROGETTO DI MIGLIORAMENTO DEL LIVELLO DELLE COMPETENZE ISTITUTO COMPRENSIVO MACOMER 1- G. CARIA ANNI SCOLASTICI 2015/2016/2017/2018

PROGETTO DI MIGLIORAMENTO DEL LIVELLO DELLE COMPETENZE ISTITUTO COMPRENSIVO MACOMER 1- G. CARIA ANNI SCOLASTICI 2015/2016/2017/2018 PROGETTO DI MIGLIORAMENTO DEL LIVELLO DELLE COMPETENZE ISTITUTO COMPRENSIVO MACOMER 1- G. CARIA ANNI SCOLASTICI 2015/2016/2017/2018 Premessa Alla luce dei risultati delle prove Invalsi, tenuto conto dell

Dettagli

PROGETTO 2: AMBIENTE DI APPRENDIMENTO E INCLUSIONE FASE DI PIANIFICAZIONE (PLAN)

PROGETTO 2: AMBIENTE DI APPRENDIMENTO E INCLUSIONE FASE DI PIANIFICAZIONE (PLAN) COSTO TOTALE PROGETTO 17.850 PROGETTO 2: AMBIENTE DI APPRENDIMENTO E INCLUSIONE FASE DI PIANIFICAZIONE (PLAN) Definizione aree di intervento, obiettivi, azioni e priorità (tabella 2a) Area di intervento

Dettagli

Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi)

Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi) Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi) Via Firenze, 51 - Tel. 0587/213400 - Fax 0587/52742 http://www.itcgfermi.it E-mail: mail@itcgfermi.it PIANO DI LAVORO Prof. SIMONETTA

Dettagli

Meravigliarsi di tutto. è il primo passo della ragione verso la scoperta

Meravigliarsi di tutto. è il primo passo della ragione verso la scoperta Meravigliarsi di tutto è il primo passo della ragione verso la scoperta L. P a s t e u r L I C E O S C I E N T I F I C O TA L I S I O T I R I N N A N Z I O r i g i n e Il liceo scientifico è nato nell

Dettagli

BREVE STORIA DEL PROGETTO VULCANOLOGIA

BREVE STORIA DEL PROGETTO VULCANOLOGIA BREVE STORIA DEL PROGETTO VULCANOLOGIA UNA STORIA LUNGA DODICI ANNI DIPARTIMENTO DI SCIENZE NATURALI DEL CANNIZZARO e ASSOCIAZIONE CULTURALE VULCANI E AMBIENTE DI PALERMO NATURA DELL INTERVENTO Nello specifico,

Dettagli

S.I.P.P. Per chi avesse già frequentato corsi organizzati dalla nostra agenzia formativa è prevista una riduzione sul costo complessivo del corso.

S.I.P.P. Per chi avesse già frequentato corsi organizzati dalla nostra agenzia formativa è prevista una riduzione sul costo complessivo del corso. S.I.P.P. Società Italiana di Psicologia e Pedagogia Via Sandro Pertini,16 56035 Perignano (Pi) Tel. e fax 0587-616910 - www.sipponline.org Agenzia formativa accreditata dal Ministero dell'istruzione, dell'università

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA ANNO SCOLASTICO 2009-2010. Piano integrato Annualità 2009

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA ANNO SCOLASTICO 2009-2010. Piano integrato Annualità 2009 Istituto Tecnico Industriale Statale Sen. Onofrio Jannuzzi Viale Antonio Gramsci n. 40-70031 ANDRIA (BA) Distretto Scolastico n. 3 - Codice Fiscale: 81006150726 Tel. Centr. 0883/599941 - Tel. Presidenza/Fax

Dettagli

Apertura pomeridiana della scuola e potenziamento del tempo scolastico

Apertura pomeridiana della scuola e potenziamento del tempo scolastico SCUOLA SECONDARIA Titolo progetto Obiettivi Azione Area Competenze Anni di riferimento Ore previste Docente Responsabile Laboratorio Uomo- Ambiente la classe del xxi secolo Migliorare metodi e strumenti

Dettagli