ITALFORTUNE INTERNATIONAL FUND

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ITALFORTUNE INTERNATIONAL FUND"

Transcript

1 ITALFORTUNE INTERNATIONAL FUND Société d Investissement à Capital Variable à compartiments multiples, Luxembourg (SICAV) Relazione Semestrale non Certificata al 30 Giugno 2010 Non si accettano sottoscrizioni sulla base dei rendiconti finanziari. Le sottoscrizioni sono valide soltanto se effettuate in base al prospetto informativo di più recente pubblicazione accompagnato dall ultimo bilancio annuale e dalla più recente relazione semestrale, se pubblicata successivamente.

2 Indice Direzione e Amministrazione 3 Informazioni generali 4 Relazione del Consiglio di Amministrazione 5 Prospetto Combinato del Patrimonio Netto 6 Prospetto Combinato del Conto Economico e delle Variazioni del Patrimonio Netto 7 Variazioni del Numero di Azioni e Dati Statistici 8 Italfortune International Fund - Global Total Return (ex Global Equities) Prospetto degli Investimenti 9 Ripartizione degli Investimenti 11 Note Esplicative ai Rendiconti Finanziari 12 2

3 Direzione e Amministrazione CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE PRESIDENTE Dario SORINI Adviser della Banca Popolare di Lodi S.p.A., Italia Lodi VICE PRESIDENTE Francesco RIZZUTO (dal 28 aprile 2010) Aletti Gestielle SGR S.p.A., Italia Milano Damiano PARINI (fino al 27 aprile 2010) Adviser del Banco Popolare Soc. Coop., Italia Verona CONSIGLIERI Roberto RHO Banco Popolare Soc. Coop., Italia Lodi Luigi Angelo BOSSI Banco Popolare Soc. Coop., Italia Lodi Gianfranco BARP Banco Popolare Luxembourg S.A., Lussemburgo Lussemburgo Luigi BINDA Aletti Gestielle SGR S.p.A., Italia Milano Francesco RIZZUTO (fino al 27 aprile 2010) Aletti Gestielle SGR S.p.A., Italia Milano GESTORE DEGLI INVESTIMENTI ARCA SGR S.p.A, (fino al 14 gennaio 2010) Via Mosé Bianchi, 6 Italia Milano Aletti Gestielle SGR S.p.A. (dal 15 gennaio 2010) Gruppo Banco Popolare Via Roncaglia, 12 Italia Milano AGENTE AMMINISTRATIVO, AGENTE SOCIETARIO E DOMICILIATARIO RBC Dexia Investor Services Bank S.A. 14, Porte de France Lussemburgo Esch-sur-Alzette CONSERVATORE DEL REGISTRO E AGENTE DI TRASFERIMENTO RBC Dexia Investor Services Bank S.A. 14, Porte de France Lussemburgo Esch-sur-Alzette BANCA DEPOSITARIA E AGENTE PAGATORE RBC Dexia Investor Services Bank S.A. 14, Porte de France Lussemburgo Esch-sur-Alzette DISTRIBUTORE PRINCIPALE BANCA POPOLARE DI LODI S.p.A. Via Polenghi Lombardo, 13 Italia Lodi SOCIETA DI REVISIONE Deloitte S.A. 560, rue de Neudorf, Lussemburgo Lussemburgo Laurent ROQUES Banco Popolare Luxembourg S.A., Lussemburgo Lussemburgo AMMINISTRAZIONE SEDE LEGALE 69, route d Esch Lussemburgo Lussemburgo GESTORE MDO MANAGEMENT COMPANY S.A. 19, rue de Bitbourg Lussemburgo Lussemburgo CONSULENTE DEGLI INVESTIMENTI ITALFORTUNE INTERNATIONAL ADVISORS S.A. 69, route d Esch Lussemburgo Lussemburgo 3

4 Informazioni Generali L Assemblea Generale Annuale degli Azionisti della SICAV si svolge presso la sede legale della SICAV, oppure in altra sede in Lussemburgo come indicato nell avviso di convocazione, il quarto martedì di aprile di ogni anno alle ore oppure, qualora detto giorno non sia giorno lavorativo di banca in Lussemburgo, il giorno lavorativo di banca successivo in Lussemburgo. L anno finanziario della SICAV termina l ultimo giorno di dicembre di ogni anno. Le relazioni annuali di bilancio certificate e le relazioni semestrali non certificate sono spedite per posta ad ogni azionista registrato al suo indirizzo registrato e sono disponibili per la consultazione presso la sede legale della SICAV durante il normale orario di lavoro. Le convocazioni di tutte le assemblee generali sono pubblicate sul Mémorial, Recueil des Sociétés et Associations di Lussemburgo (il Mémorial) e almeno su un quotidiano lussemburghese (per quanto richiesto dalla legge lussemburghese) e sono inviate per posta agli azionisti registrati almeno 8 giorni prima dell assemblea ai rispettivi indirizzi annotati nel libro dei soci. Tali avvisi riportano l ordine del giorno, specificano l ora e il luogo dell assemblea nonché le condizioni di ammissione alla stessa, e fanno riferimento ai necessari requisiti previsti dalla legge lussemburghese in materia di quorum e di maggioranze richieste per l assemblea. La azioni di tutte le Classi e Comparti, al momento della loro emissione, non sono quotate alla Borsa Valori di Lussemburgo. Le autorità della Borsa Valori di Lussemburgo hanno approvato la cancellazione dal listino delle azioni di tutte le Classi con decorrenza 4 gennaio Il Valore Netto d Inventario e i prezzi di sottoscrizione e rimborso delle Azioni di ogni Comparto vengono calcolati quotidianamente in Euro e sono pubblicati su Il Sole 24 Ore. L elenco particolareggiato delle variazioni del portafoglio dei singoli Comparti è disponibile gratuitamente, a richiesta, presso la sede legale della SICAV. 4

5 Relazione del Consiglio di Amministrazione Analogamente al 2009, il primo semestre del 2010 ha evidenziato una performance a due facce delle piazze azionarie: fino alla prima metà di aprile le borse sono state improntate ad un moderato ottimismo, giustificato dalle favorevoli aspettative sulla crescita economica e da un consistente incremento degli utili. Successivamente, però, seppure in assenza di una sostanziale modifica dello scenario di base, è iniziata una lunga e persistente fase di contrazione, ancora in atto alla fine del semestre. Tale debolezza è dovuta al massiccio incremento dell avversione al rischio, in conseguenza della crisi nei paesi periferici europei. L indice MSCI Total Return World Equity Index espresso in dollari USA ha evidenziato un rendimento negativo pari a -10,05%; invece, sempre nel primo semestre, lo stesso indice espresso in Euro si è apprezzato del 5,01% grazie esclusivamente alla serie di deprezzamenti che hanno fatto arretrare l Euro del 17% rispetto al dollaro USA. Su scala geografica, va osservato che il rendimento in Euro delle borse statunitensi è decisamente più elevato del rendimento europeo dove il MSCI Europe ha perso il 2,15% a fronte del rendimento positivo di 7,57% dell indice STANDARD & POOR s 500 (il rendimento S&P 500 espresso in USD è sceso a 7,86%). A livello settoriale, più che un incremento dell avversione al rischio, questa dinamica riflette la performance dei flussi determinata dagli aggiustamenti delle posizioni; tra i settori con la migliore performance, si sono messi in evidenza i prodotti ciclici (prodotti industriali e consumi discrezionali) assieme al settore difensivo rappresentato dai consumi non discrezionali. Tra i settori peggiori si notano, assieme al settore energetico più strettamente legato al ciclo economico, i settori delle utilities e delle telecomunicazioni, tradizionalmente considerati prodotti difensivi. I prezzi delle materie prime sono diminuiti tra il 10% e il 15% per quanto riguarda i principali metalli industriali e il petrolio; l andamento ha ricalcato quello dei mercati azionari con una diminuzione dei prezzi più marcata nel secondo trimestre, tranne l oro che ha goduto dello status di bene rifugio; il metallo giallo ha toccato nuovi massimi storici in Euro, e ha quotato il massimo in dollari USA il 21 giugno, a 1.265,30 USD l oncia. Per quanto riguarda il mercato obbligazionario, dopo le turbolenze nel periodo dal 2008 agli inizi del 2009 determinate inizialmente dalla crisi finanziaria e successivamente dalla crisi economica, nel secondo semestre 2009 hanno prevalso i segnali positivi sull efficacia delle manovre di supporto e di rilancio, e il 2010 è sembrato essere l anno della composizione, della cancellazione e del riassorbimento degli eccessi dello straordinario periodo precedente. Tuttavia, dopo un avvio che aveva tutta l aria di voler confermare le premesse, si sono manifestati, con intensità talvolta inusitata, alcuni effetti collaterali negativi che hanno fatto seguito agli interventi eccezionali, in materia di politica fiscale e monetaria, adottati dai governi a scala globale per uscire dalla crisi. Se, da un lato, i mercati prevedono un accelerazione dell inflazione, dall altro ha preso corpo una forte volatilità conseguente ai rischi del trasferimento del carico del debito delle società e famiglie ai governi. Inoltre, questo parametro di stima non è stato utilizzato in modo omogeneo in tutti i Paesi, ma ha riguardato quasi esclusivamente i paesi dell eurozona. I forti i timori sulla sostenibilità dell indebitamento dei Paesi periferici dell eurozona hanno fatto sì che fosse richiesto un maggior premio di rischio sui titoli di stato di tali Paesi oppure un maggiore rendimento, mentre si è manifestato un forte interesse di investimento nelle obbligazioni dei Paesi considerati più sicuri (USA e Germania, ma per ragioni diverse), e una contestuale riduzione dei rendimenti tedeschi. I rendimenti delle obbligazioni tedesche con scadenza da 2 a 10 anni sono scesi da 1,40% a 0,70%, rispettivamente (toccando un minimo di 0,45%) e dal 3,40% al 2,60%. Per quanto riguarda i titoli di stato italiani, e questo esempio vale anche per altri Paesi periferici, i rendimenti delle obbligazioni con scadenza 2 anni sono aumentati da 1,53% a 2,10%, mentre sono rimasti invariati (ma con grande volatilità nel periodo) al 4,10% per le obbligazioni decennali. Le incertezze sulla situazione dell Europa e sulle reali prospettive di crescita interna hanno determinato drastiche riduzioni anche nei rendimenti degli Stati Uniti: prendendo come base i titoli a scadenza dieci anni, dopo un periodo iniziale di stabilizzazione su livelli intorno al 3,80%, i rendimenti sono scesi, chiudendo il semestre a 2,95%. Le incertezze sulle prospettive del debito europeo (e in primo luogo il debito della Grecia) e le ripercussioni di tale debito sul sistema euro hanno inciso parecchio sulla valuta unica, che ha fatto segnare una marcato calo rispetto a tutte le principali valute (in particolare, circa -17% sul dollaro USA, come menzionato più sopra, e quasi -22% sullo Yen). I suddetti timori, sebbene in misura inferiore a quelli dei movimenti sui titoli di stato, hanno dunque pesato sulle obbligazioni corporate e su quelle dei mercati dei Paesi emergenti. Con decorrenza 15 gennaio 2010, il comparto ha modificato la sua politica di investimento (da azionario a rendimento assoluto) e di conseguenza anche il nome (da Global Equities a Global Total Return). Dalla suddetta data è stato costruito un portafoglio che avesse un ottima diversificazione tra le classi di attivi da investire, con l obiettivo di tenere sotto controllo la volatilità della quota, senza ridurre peraltro il rendimento. Alla luce di quanto sopra, l esposizione sui mercati azionari è stata bilanciata con altre categorie di attivi scarsamente o anche negativamente correlate alle azioni, quali i titoli di stato, valute, e titoli legati all oro. Ciò ha permesso da un lato di partecipare alla ripresa dei mercati e, dall altro, a proteggere il portafoglio durante le fasi di contrazione delle borse. 5

6 Da inizio aprile in avanti, tenuto conto dei cambiamenti macroeconomici internazionali che avevano fatto temere il rallentamento della crescita, l esposizione azionaria è stata progressivamente ridotta fino a raggiungere il 5,4% alla fine del semestre. L incertezza della ripresa economica nei Paesi sviluppati potrebbe determinare conseguenze negative sugli investimenti delle imprese e, dunque, sulla crescita degli utili; d altro canto, tanto la valutazione dei titoli azionari, che appare contenuta entro i livelli correnti di mercato, quanto i tassi di interesse, che dovrebbero restare estremamente bassi, dovrebbero offrire un sostegno ai mercati azionari. Pertanto, si prevede una volatilità relativamente elevata all interno di un range di quotazioni relativamente ampio. Nella seconda metà dell anno sarà decisivo seguire l andamento delle principali banche europee al fine di costruire la migliore composizione del portafoglio obbligazionario. I singoli governi europei, sia nella zona euro che nel Regno Unito, hanno optato per un sistema di stretto consolidamento fiscale basato su un mix di politiche economiche; la politica monetaria dovrebbe restare espansionistica, soprattutto in assenza di tensioni sui prezzi, allo scopo di evitare l eccessiva riduzione del PIL. Pertanto, in tale scenario, la volatilità dei mercati obbligazionari dovrebbe restare invariata e altrettanto va detto per i premi pagati per i rischi dei valori mobiliari dei Paesi periferici. Qualora il mix di politiche economiche producesse esiti restrittivi dal punto di vista fiscale e monetario, dovrebbe materializzarsi un incremento della volatilità sui mercati quale conseguenza dei bassi livelli di crescita e anche una maggiore volatilità per le difficoltà incontrate dai governi nel finanziamento del debito in una situazione di scarsa liquidità, causando gravi ripercussioni anche sul sistema finanziario. 6

7 Prospetto Combinato del Patrimonio Netto al 30 giugno 2010 Global Total Return (ex Global Equities) TOTALE ATTIVO Nota EUR EUR Portafoglio investimenti al valore di (2) mercato Disponibilità presso banche Crediti per sottoscrizioni Interessi attivi e dividendi Utili non realizzati su contratti a termine per (8) valuta Utili netti non realizzati da contratti futures (9) Imposte in Italia (3) Altri attivi TOTALE ATTIVO PASSIVO Scoperti di conto Debiti per rimborsi Commissioni per consulenza da pagare (4) Tasse e spese da pagare (7) Imposte in Italia (3) TOTALE PASSIVO TOTALE PATRIMONIO NETTO Valore Netto di Inventario per Azione 18,11 Capitalizzazione Numero di azioni in circolazione ,52 Capitalizzazione Le note esplicative sono parte integrante dei presenti rendiconti finanziari. 7

8 Prospetto Combinato del Conto Economico e delle Variazioni del Patrimonio Netto per il Periodo chiuso il 30 giugno 2010 Global Total Return (ex Global Equities) Euro Bond* TOTALE Nota EUR EUR EUR PATRIMONIO NETTO A INIZIO PERIODO RICAVI Dividendi netti Interessi su obbligazioni, netti Interessi bancari, netti Ricavi diversi TOTALE RICAVI SPESE Compensi per consulenza (4) Commissioni di Gestione (5) Commissioni di distribuzione (6) Commissioni per la Banca Depositaria Commissioni per l agente di domiciliazione, amministrazione e trasferimento Spese per la certificazione dei bilanci, stampa e pubblicazione Spese di liquidazione Tassa di sottoscrizione (3) Imposte in Italia (3) Spese bancarie e commissioni per le banche corrispondenti Interessi bancari Oneri diversi TOTALE SPESE RICAVI/(PERDITE) NETTI DA ( ) ( ) INVESTIMENTI Guadagno/(Perdita) netto realizzato da vendita di investimenti Guadagno/(Perdita) netto realizzato su contratti a ( ) 0 ( ) termine su valuta Guadagno/(Perdita) netto realizzato su contratti futures Guadagno/(Perdita) netto realizzato su cambi di valuta UTILE/(PERDITA) NETTO REALIZZATO Variazione nell apprezzamento/(deprezzamento) netto realizzato su: - investimenti ( ) ( ) - contratti a termine su valuta contratti futures ( ) 0 ( ) INCREMENTO/(DECREMENTO) NETTO DEL PATRIMONIO NETTO A SEGUITO DELLE OPERAZIONI EVOLUZIONE DEL CAPITALE Sottoscrizione di azioni Rimborso di azioni ( ) ( ) ( ) PATRIMONIO NETTO A FINE PERIODO *Il Comparto Euro Bond si è fuso nel Comparto Global Equities in data 14 gennaio Le note esplicative sono parte integrante dei presenti rendiconti finanziari.

9 Variazione del Numero di Azioni per il Periodo chiuso il 30 giugno 2010 Global Total Return (ex Global Euro Bond* Equities) Numero di azioni in circolazione a inizio esercizio , ,17 Numero di azioni emesse ,49 205,37 Numero di azioni rimborsate ( ,81) ( ,54) Numero di azioni in circolazione a fine esercizio ,52 0 Dati Statistici Global Total Return (ex Global Equities) Euro Bond* Totale del Valore Netto di Inventario 30 giugno dicembre dicembre Valore Netto di Inventario per azione a fine periodo 30 giugno 2010 Capitalizzazione 18, dicembre 2009 Capitalizzazione 17,88 8,41 31 dicembre 2008 Capitalizzazione 15,40 8,17 *Il Comparto Euro Bond si è fuso nel Comparto Global Equities in data 14 gennaio Le note esplicative sono parte integrante dei presenti rendiconti finanziari. 9

10 Global Total Return (ex Global Equities) Prospetto degli Investimenti al 30 giugno 2010 (espresso in EUR) Descrizione Quantità / Valore Nominale Valuta Costo Valutazione % Patrimonio Netto Titoli trasferibili e strumenti del mercato monetario ammessi alla quotazione in una borsa valori ufficiale Obbligazioni Francia France 2.5% Btan EUR ,97 France 5% Oat EUR , ,67 Germania Germany 1.25% EUR ,02 Germany 2.5% EUR ,64 Germany 4% S EUR , ,90 Italia Italy 0% Bot EUR ,92 Italy 3% Btp EUR ,32 Italy 3.5% Btp EUR ,44 Italy 4.25% Btp EUR ,77 Italy 4.25% Btp EUR , ,13 Totale - Obbligazioni ,70 Obbligazioni Convertibili Isole Cayman Bes Fin 1.625% Cv/Banco USD , ,64 Francia Air France 4.97% Cv EUR ,87 Peugeot4.45% Cv(Eur25.1) EUR , ,40 Germania Kfw 3.25% Cv/Dt Tel EUR ,65 Sgl Carbon 0.75% Cv EUR , ,57 Gran Bretagna Cwln 5.75% Cv/Cw GBP ,05 Shire 2.75% Conv USD , ,15 Totale Obbligazioni Convertibili ,76 10 Le note esplicative sono parte integrante dei presenti rendiconti finanziari.

11 Global Total Return (ex Global Equities) Prospetto degli Investimenti al 30 giugno 2010 (continuazione) (espresso in EUR) Descrizione Quantità / Valore Nominale Valuta Costo Valutazione % Patrimonio Netto Azioni Canada Agnico Eagle Mines Ltd CAD , ,99 Francia France Telecom Sa EUR ,94 Gdf Suez EUR ,16 Total Sa EUR , ,59 Germania Deutsche Telekom /Nam EUR ,96 E.On - Namen Akt EUR ,62 Siemens Ag /Nam EUR , ,07 Italia Enel EUR , ,69 Olanda Koninklijke Kpn Nv /Eur EUR , ,49 Antille Olandesi Schlumberger Ltd USD , ,18 Portogallo Edp-Energias De Portugal Sa EUR , ,48 Stati Uniti d America At & T USD ,71 CenturyTel USD ,54 Citigp 7.5% /Pfd Conv USD ,13 Comcast Corp/-A- *Opr* USD ,56 Exxon Mobil Corp USD ,53 Ibm Corp USD ,40 Lilly (Eli) & Co USD ,22 Microsoft Corp USD ,17 Newmont Mining Corp USD ,67 Wal-Mart Stores Inc USD , ,34 Totale - Azioni ,83 Totale - Titoli trasferibili e strumenti del mercato monetario ammessi alla quotazione in una borsa valori ufficiale TOTALE INVESTIMENTI IN PORTAFOGLIO ,29 Le note esplicative sono parte integrante dei presenti rendiconti finanziari. 11

12 Global Total Return (ex Global Equities) Ripartizione degli Investimenti al 30 giugno 2010 (espresso come percentuale del patrimonio netto) Ripartizione per area geografica % Germania 25,54 Italia 22,82 Francia 13,66 Stati Uniti d America 4,34 Gran Bretagna 4,15 Canada 0,99 Isole Cayman 0,64 Olanda 0,49 Portogallo 0,48 Antille Olandesi 0,18 73,29 Ripartizione per settore economico % Stati, province e municipalità 52,70 Trasmissioni di notizie 5,69 Banche e Istituti finanziari 2,42 Varie 2,10 Servizi pubblici 1,95 Metalli preziosi 1,66 Industria automobilistica 1,53 Petrolio 1,20 Miniere, Industria pesante 0,92 Trasporti 0,87 Arti grafiche, Editoria 0,56 Beni di capitale vari 0,49 Vendita al consumo 0,41 Attrezzature per ufficio, computer 0,40 Industria farmaceutica e cosmesi 0,22 Software per Internet 0,17 73,29 Le note esplicative sono parte integrante dei presenti rendiconti finanziari. 12

13 Note esplicative ai Rendiconti Finanziari al 30 giugno 2010 NOTA 1. ATTIVITA Italfortune International Fund è una società di investimento costituita secondo le leggi del Lussemburgo come una Société Anonyme che si qualifica come Société d Investissement à Capital Variable ( SICAV ). La SICAV è autorizzata ai sensi della Parte I della legge lussemburghese 20 dicembre 2002 sugli Organismi di Investimento Collettivo in Valori Mobiliari (OICVM) ai sensi dell articolo 1(2) della Direttiva CE 85/611 del 20 dicembre 1985 e successive modificazioni. La SICAV è stata costituita in Lussemburgo in forma di società per azioni il 3 dicembre In virtù della risoluzione dell assemblea straordinaria del 22 aprile 1986, è stata trasformata in Società di Investimento a Capitale Variabile. Lo Statuto è stato pubblicato nel Mémorial C, Recueil des Sociétés et Associations (il "Mémorial"), il 29 dicembre Le più recenti modifiche allo Statuto risalgono al 27 novembre 2008 e sono state pubblicate nel Mémorial. La SICAV è registrata nel Registre de Commerce et des Sociétés del Lussemburgo al numero B La SICAV è distribuita esclusivamente in Italia. Al 30 giugno 2010 era offerto agli investitori il seguente Comparto: 1. Global Total Return (ex Global Equities) che investe principalmente in azioni di tutto il mondo. Il Comparto Euro Bond si è fuso nel Comparto Global Equities in base al NAV di entrambi i Comparti alla data del 14 gennaio E stato applicato il seguente rapporto: 1 azione di capitalizzazione del Comparto Euro Bond in cambio di 0, azioni di capitalizzazione del Comparto Global Equities. Con decorrenza 15 gennaio 2010 il Comparto Global Equities è stato ridenominato in Global Total Return ed è stata modificata la sua politica di investimento. NOTA 2. PRINCIPI CONTABILI RILEVANTI I rendiconti finanziari sono redatti in conformità ai principi contabili generalmente accettati e alle leggi e normative in vigore nel Granducato di Lussemburgo. Il valore netto di inventario per azione è espresso come un numero per azione in Euro e determinato in ogni Giorno di Valutazione dividendo il valore netto di inventario totale del relativo Comparto, ossia il valore degli attivi del Comparto al netto delle relative passività, per il numero di azioni del Comparto in circolazione in quel momento. a) Valutazione degli attivi Il valore delle disponibilità liquide o in deposito, delle cambiali e degli effetti pagabili a vista nonché dei conti esigibili, risconti attivi, dividendi in contanti e interessi dichiarati o maturati nel modo anzidetto, ma non ancora incassati, si intendono riferiti al rispettivo ammontare pieno, salvo ove risulti improbabile il loro pagamento o la riscossione a saldo. In tal caso, il loro valore sarà determinato dopo avere applicato lo sconto che il Consiglio di Amministrazione riterrà congruo a riflettere, in quel particolare caso, il valore effettivo. Il valore dei titoli quotati o scambiati in qualunque borsa corrisponde, per ciascun titolo, all ultimo prezzo di chiusura e, ove appropriato, al corso medio della borsa che rappresenta normalmente il mercato principale per quel titolo. I valori mobiliari scambiati su un altro mercato regolamentato sono valutati, per quanto possibile, secondo le modalità descritte nel precedente paragrafo. Qualora un qualsiasi titolo in portafoglio nel relativo Giorno di Valutazione non sia quotato o negoziato in una borsa valori o altro mercato regolamentato, oppure se per un qualsiasi titolo non fosse disponibile il corso quotato, oppure se il prezzo determinato ai sensi dei precedenti commi (2) e/o (3) non corrispondesse, a parere del rappresentante degli Amministratori, all equo valore di mercato (fair market value), il valore di detto titolo sarà determinato, con prudenza e in buona fede, in base al prezzo di vendita ragionevolmente prevedibile, anch esso determinato con prudenza e in buona fede. b) Valutazione dei contratti futures (contratti a termine) I contratti futures sono registrati fuori bilancio e sono valutati in base al più recente prezzo disponibile in vigore alla data di valutazione. I guadagni e le perdite realizzati e non realizzati sono annotati nel prospetto combinato delle variazioni del patrimonio netto. c) Valutazione dei contratti a termine su valuta I contratti a termine su valuta sono valutati in base ai tassi di cambio a termine prevalenti alla data del closing e applicabili al periodo residuale fino alla data di scadenza. I profitti o le perdite risultanti dai contratti a termine su valuta sono inclusi nel prospetto combinato delle variazioni del patrimonio netto. 13

14 Note esplicative ai Rendiconti Finanziari al 30 giugno 2010 (continuazione) NOTA 2. PRINCIPI CONTABILI RILEVANTI (continuazione) d) Introiti I dividendi sono contabilizzati alla data ex-dividendo. Il reddito da interessi è annotato secondo il principio della competenza. Gli sconti sulle obbligazioni zero coupon sono contabilizzati come aggiustamenti al reddito da interessi. e) Politica di distribuzione Al momento, vengono emesse soltanto Azioni a capitalizzazione. Qualora fossero emesse Azioni a distribuzione, il Consiglio di Amministrazione potrà proporre all assemblea generale degli azionisti la distribuzione di un dividendo in base al capitale minimo della SICAV. Il Consiglio di Amministrazione, qualora lo ritenesse necessario, potrà anche decidere in qualsiasi momento altre distribuzioni, sempre entro i limiti suddetti. In caso siano distribuite Azioni, il pagamento dei dividendi sulle Azioni nominative sarà eseguito con assegno bancario o assegno circolare spedito direttamente agli azionisti i cui nominativi e indirizzi sono registrati nel libro Soci della SICAV nel giorno in cui i dividendi sono pagabili. f) Conversione di Valute estere Il valore degli attivi denominati in una valuta diversa da quella di riferimento del Comparto in questione è convertito al tasso di cambio prevalente in Lussemburgo al momento della determinazione del corrispondente valore netto di inventario. g) Rendiconti finanziari combinati della Sicav Il valore netto di inventario totale della SICAV è uguale alla somma del patrimonio netto dei vari Comparti aperti convertito in euro (valuta di consolidamento della SICAV) ai tassi di cambio prevalenti in Lussemburgo nel relativo Giorno di Valutazione. g) Guadagni/Perdite netti realizzati sulla vendita di investimenti I guadagni o le perdite netti realizzati con la vendita di investimenti sono determinati in base al costo medio dell investimento venduto. NOTA 3. REGIME FISCALE Lussemburgo I Comparti della SICAV sono assoggettati in Lussemburgo all imposta annua di sottoscrizione pari allo 0,05% del rispettivo patrimonio netto (taxe d abonnement), da versare trimestralmente, calcolata in base al patrimonio netto di tutti i Comparti alla fine del trimestre pertinente. La tassa di sottoscrizione non è dovuta sulla parte di attivi dei Comparti investita in altri fondi di investimento lussemburghesi che già pagano detta imposta. Italia Secondo la legge italiana, la SICAV è soggetta in Italia all imposta del 12,5% sugli utili netti a decorrere dal 1 luglio La tassa è applicata collettivamente a interessi, dividendi e plusvalenze/minusvalenze. Questa tassa è a carico dei Comparti e i rispettivi ratei sono registrati. In caso di guadagno netto il Comparto iscrive un debito di imposta da versare all Agenzia delle Entrate italiana. In caso di perdita netta il Comparto iscrive un credito di imposta che potrà essere utilizzato per ridurre le imposte italiane in conto alle plusvalenze future. Il credito di imposta che si genera in un Comparto può essere utilizzato da un altro Comparto a copertura dei propri debiti fiscali. In data 30 giugno 2010: I crediti di imposta in euro sono pari a euro (15,64% del patrimonio netto totale) del Comparto Global Total Return (ex Global Equities). Il debito di imposta è pari a euro per il Comparto Global Total Return (ex Global Equities). A seguito della richiesta ufficiale del Distributore Principale, gli azionisti non residenti in Italia i quali hanno investito per il tramite del Sub-Distributore italiano e mantengono in deposito le loro azioni presso un istituto finanziario italiano, hanno la possibilità di ottenere dal fisco italiano il rimborso dell imposta. NOTA 4. COMMISSIONI DI CONSULENZA E DI PERFORMANCE La SICAV riceve consulenze e raccomandazioni sugli investimenti da Italfortune International Advisors S.A. (il Consulente degli Investimenti ), una società di diritto lussemburghese che ha lo status di holding, con sede legale a 69, route d Esch, Lussemburgo. 14

15 Note esplicative ai Rendiconti Finanziari al 30 giugno 2010 (continuazione) NOTA 4. COMMISSIONI DI CONSULENZA E DI PERFORMANCE (continuazione) Il Consulente degli Investimenti percepisce una commissione annua sul patrimonio netto totale medio del Comparto calcolato alla fine di ogni mese. La commissione di consulenza è addebitata ai Comparti e accreditata al Consulente degli Investimenti ogni trimestre. 1,8% annuo del patrimonio netto di Global Total Return (ex Global Equities) 0,8% annuo del patrimonio netto di Euro Bond (fino al 14 gennaio 2010) Il Consulente degli Investimenti ha diritto alla commissione di performance se il rendimento del Comparto, al lordo delle spese generali, è positivo e maggiore del benchmark, limitatamente al Comparto Global Total Return (ex Global Equities). Questa commissione è calcolata con la stessa frequenza con cui si procede al calcolo del Valore Netto di Inventario, misurando la differenza tra la performance del Comparto relativa al Giorno Lavorativo precedente, rettificata con i proventi delle sottoscrizioni o le somme pagate per il riscatto e le spese generali, e la performance del benchmark durante lo stesso periodo. La commissione sarà uguale al 20% della differenza tra la performance del Comparto, rettificata con i proventi di sottoscrizione o le somme pagate per il riscatto e le spese generali, e la performance del benchmark, e sarà applicata al valore netto di inventario del Comparto. L importo risultante sarà annotato in un conto di riserva il cui saldo potrà anche essere negativo. Ove il rendimento del Comparto, rettificato con i proventi delle sottoscrizioni o le somme pagate per i riscatti e le spese generali, fosse minore della performance fatta segnare dal benchmark, le commissioni applicabili saranno addebitate al conto di riserva fino al massimo del saldo disponibile, e accreditate al Comparto. In caso di rendimenti negativi non sarà calcolata la commissione di performance, anche nell eventualità che il rendimento del Comparto sia migliore di quello del benchmark. Il saldo del conto di riserva, sia positivo che negativo, sarà annotato quotidianamente in un conto commissioni che, se positivo, sarà iscritto a debito e azzerato a fine periodo in modo da potere remunerare il Consulente degli Investimenti. Se a fine periodo il saldo del conto commissioni sarà negativo o uguale a zero, non sarà iscritta a debito né sarà dovuta alcuna commissione di performance e il saldo sarà azzerato. Il benchmark del Comparto Global Total Return (ex Global Equities) è composto da: 90% indice MSCI WORLD FREE INDEX pubblicato in USD e convertito in Euro e da 10% indice MTS BOT gross. Al 30 giugno 2010 non erano state pagate commissioni di performance all Advisor NOTA 5. COMMISSIONI DI GESTIONE La SICAV ha nominato società di gestione MDO Management Company con sede legale in 19, rue de Bitburg, Lussemburgo con il compito di provvedere quotidianamente ai servizi amministrativi, di commercializzazione e di gestione degli investimenti di tutti i comparti. In cambio dei suddetti servizi, il Gestore ha ottenuto il diritto fino al 14 gennaio 2010 di percepire una commissione di gestione pari a 3,5 punti base (0,035%), soggetta ad un minimo di euro , sul totale medio degli attivi in gestione da pagare trimestralmente e posticipatamente. Dal 15 gennaio 2010 il Gestore ha il diritto di percepire una commissione di gestione basata sulla media degli attivi totali gestiti, calcolata in base agli attivi totali giornalieri nel trimestre, che sarà pagabile trimestralmente e posticipatamente come segue: - per gli attivi fino a 100 milioni di euro sarà applicata la remunerazione pari a 5 punti base per anno (0,05%) degli attivi netti di ogni comparto; - per gli attivi tra 100 milioni e 250 milioni di euro sarà applicata la remunerazione pari a 4 punti base per anno (0,04%) degli attivi netti di ogni comparto; - per gli attivi oltre 250 milioni di euro sarà applicata la remunerazione pari a 3.5 punti base per anno (0,035%) degli attivi netti di ogni comparto; La remunerazione annuale totale non dovrà essere inferiore a EUR

16 Note esplicative ai Rendiconti Finanziari al 30 giugno 2010 (continuazione) NOTA 6. COMMISSIONI DI DISTRIBUZIONE Il Distributore Principale riceve dall Advisor, a titolo di commissione di distribuzione, il 70% della Commissione di Consulenza (Advisory Fee) pagata dalla SICAV all Advisor sulla parte del Valore Netto di Inventario rappresentata dalle azioni che i clienti del Distributore Principale hanno sottoscritto attraverso la Banca Corrispondente. NOTA 7. TASSE E SPESE DA PAGARE Global Total Return (ex Global Equities) EUR Tassa di sottoscrizione Commissioni per la Banca depositaria, per l agente domiciliatario, amministrativo e di trasferimento Compensi per la certificazione dei bilanci, spese di stampa e pubblicazione Altre tasse e spese TOTALE NOTA 8. CONTRATTI A TERMINE SU VALUTA Al 30 giugno 2010 il Comparto Global Total Return (ex Global Equities) aveva in essere i seguenti contratti a termine su valuta: Guadagno/(perdita) Valuta del netto Valuta Acquisto Valuta Vendita Data di Scadenza Comparto non realizzato (in EUR) EUR 2,407,926 USD 2,880,000 29/09/2010 EUR EUR 975,904 GBP 810,000 29/09/2010 EUR (13.500) TOTALE NOTA 9. CONTRATTI FUTURES Al 30 giugno 2010 il Comparto Global Total Return (ex Global Equities)aveva in essere i seguenti contratti futures: Posizioni Impegno Guadagno/(perdita) di Mercato non realizzato Lunghe/ Valuta Data di Scadenza (corte) (in EUR) (in EUR) DOW JONES EURO STOXX 50/PR.IND (75) EUR 17/09/2010 ( ) 12,650 S&P 500 INDICES (10) USD 16/09/2010 ( ) 31,635 TOTALE

SELECTRA INVESTMENTS SICAV Società d investimento a capitale azionario variabile SICAV multi comparto

SELECTRA INVESTMENTS SICAV Società d investimento a capitale azionario variabile SICAV multi comparto Relazione semestrale SELECTRA INVESTMENTS SICAV Società d investimento a capitale azionario variabile SICAV multi comparto R.C.S. Luxembourg B 136 880 Non si accettano sottoscrizioni basate sul presente

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

D E X I A Q U A N T MODULO DI SOTTOSCRIZIONE

D E X I A Q U A N T MODULO DI SOTTOSCRIZIONE Il presente modulo è l unico valido ai fini della sottoscrizione in Italia delle classi di azioni dei comparti dell OICVM Dexia Quant, Società d investimento a capitale variabile di diritto Lussemburghese

Dettagli

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U)

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Il presente prodotto è distribuito dalle Agenzie Vittoria Assicurazioni

Dettagli

appartenente al Gruppo Poste Italiane

appartenente al Gruppo Poste Italiane appartenente al Gruppo Poste Italiane Offerta al pubblico di quote dei fondi comuni di investimento mobiliare aperti di diritto italiano armonizzati alla Direttiva 2009/65/CE, denominati: Bancoposta Obbligazionario

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A.

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A. Comunicato Stampa Methorios Capital S.p.A. Approvata la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2013 Acquistato un ulteriore 16,2% del capitale di Astrim S.p.A. Costituzione della controllata Methorios

Dettagli

Lettera agli azionisti

Lettera agli azionisti Lettera agli azionisti Esercizio 24 2 Messaggio dei dirigenti del gruppo Gentili signore e signori Rolf Dörig e Patrick Frost Il 24 è stato un anno molto positivo per Swiss Life. Anche quest anno la performance

Dettagli

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

Tassi a pronti ed a termine (bozza)

Tassi a pronti ed a termine (bozza) Tassi a pronti ed a termine (bozza) Mario A. Maggi a.a. 2006/2007 Indice 1 Introduzione 1 2 Valutazione dei titoli a reddito fisso 2 2.1 Titoli di puro sconto (zero coupon)................ 3 2.2 Obbligazioni

Dettagli

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI CODICE ISIN IT0003809826 SERIES : 16 Art. 1 - Importo e titoli Il Prestito

Dettagli

Comunicazione ai titolari di Azioni dei seguenti comparti di GO UCITS ETF Solutions Plc (già ETFX Fund Company Plc) (la "Società"):

Comunicazione ai titolari di Azioni dei seguenti comparti di GO UCITS ETF Solutions Plc (già ETFX Fund Company Plc) (la Società): 24 luglio 2014 Comunicazione ai titolari di Azioni dei seguenti comparti di GO UCITS ETF Solutions Plc (già ETFX Fund Company Plc) (la "Società"): ETFS WNA Global Nuclear Energy GO UCITS ETF (ISIN: IE00B3C94706)

Dettagli

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli Le migliori condizioni per il suo patrimonio 2-3 Sommario 01 Il nostro modello dei prezzi 4 02 La nostra gestione patrimoniale 5 03 La

Dettagli

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014)

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) 1. LA NORMATVA DI RIFERIMENTO. La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento europeo nel 2004

Dettagli

Mantenere la prospettiva con una soluzione multi-asset flessibile

Mantenere la prospettiva con una soluzione multi-asset flessibile Mantenere la prospettiva con una soluzione multi-asset flessibile UBS (Lux) KSS Global Allocation Fund Gennaio 2010 Informazione Pubblicitaria Disclaimer Il presente documento è consegnato unicamente a

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

POPOLARE VITA S.p.A.

POPOLARE VITA S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE SULLA VITA IN FORMA MISTA, A PREMIO UNICO CON RIVALUTAZIONE ANNUALE DEL CAPITALE (TARIFFA N. 560) Orizzonte Sicuro Il presente Fascicolo Informativo, contenente: la Scheda Sintetica;

Dettagli

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014 CIRCOLARE N. 21/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 luglio 2014 OGGETTO: Fondi di investimento alternativi. Articoli da 9 a 14 del decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 44 emanato in attuazione della

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il presente documento ha finalità meramente illustrative della tassazione degli interessi e degli altri redditi

Dettagli

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1 I mercati I mercati primari e secondari Il mercato dei cambi Il mercato monetario I mercati obbligazionari e azionari Le società di gestione I mercati gestiti da MTS SpA I mercati gestiti da Borsa Italiana

Dettagli

www.unicreditprivate.it 800.710.710

www.unicreditprivate.it 800.710.710 www.unicreditprivate.it 800.710.710 Portfolio Life TM è la nuova soluzione finanziario-assicurativa Unit Linked a vita intera, realizzata da CreditRas Vita S.p.A. in esclusiva per UniCredit Private Banking.

Dettagli

IL MERCATO FINANZIARIO

IL MERCATO FINANZIARIO IL MERCATO FINANZIARIO Prima della legge bancaria del 1936, in Italia, era molto diffusa la banca mista, ossia un tipo di banca che erogava sia prestiti a breve che a medio lungo termine. Ma nel 1936 il

Dettagli

Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio OUTLOOK

Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio OUTLOOK OUTLOOK Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio Non è facile assumersi rischi in modo intelligente e calcolato: la soluzione è Smart Risk AUTORE: STEFAN HOFRICHTER 16 Il 2013 è

Dettagli

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO I NUOVI PRINCIPI CONTABILI. LA DISCIPLINA GENERALE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO E CONSOLIDATO. OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO GABRIELE SANDRETTI MILANO, SALA

Dettagli

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio.

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. Provvedimento 20 settembre 1999 Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. IL GOVERNATORE DELLA BANCA D ITALIA Visto il decreto legislativo del 24 febbraio 1998, n. 58 (testo

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE

BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE BancoPostaFondi SGR BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE del Fondo Comune d Investimento Mobiliare Aperto Armonizzato denominato BancoPosta Obbligazionario

Dettagli

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO Edizione n. 26 del 03.07.2015 A. TASSO CREDITORE ANNUO NOMINALE GIACENZE FRUTTIFERE CONTO CORRENTE FREEDOM PIU... 1 B. TASSO

Dettagli

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni.

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni. GLOSSARIO ACCUMULAZIONE DEI PROVENTI Ammontare dei dividendi che sono stati accumulati a favore dei possessori dei titoli ma che non sono stati ancora distribuiti. ARBITRAGGIO Operazione finanziaria consistente

Dettagli

Rendiconto finanziario

Rendiconto finanziario OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Rendiconto finanziario Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO

PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO IL BILANCIO D ESERCIZIO E UN DOCUMENTO AZIENDALE DI SINTESI, DI DERIVAZIONE CONTABILE, RIVOLTO A VARI DESTINATARI, CHE RAPPRESENTA IN TERMINI CONSUNTIVI E

Dettagli

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank NOTA DI SINTESI relativa agli ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank di cui al Prospetto di Base ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES redatta

Dettagli

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014)

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 marzo 2015 GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) Il risultato beneficia del positivo contributo

Dettagli

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Il profilo della Banca Fondata nel 1871, è una della prime banche popolari italiane ispirate

Dettagli

ETF su indici daily short: investire nei mercati orso. db x-trackers su indici daily short

ETF su indici daily short: investire nei mercati orso. db x-trackers su indici daily short db x-trackers su indici daily short ETF su indici daily short: investire nei mercati orso L investimento in un ETF db x-trackers correlato ad indice daily short è destinato unicamente ad investitori sofisticati

Dettagli

SOLUZIONE UNIT Edizione 2011

SOLUZIONE UNIT Edizione 2011 YOUR Private Insurance SOLUZIONE UNIT Edizione 2011 Offerta pubblica di sottoscrizione di YOUR Private Insurance Soluzione Unit Edizione 2011 (Tariffa UB18), prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit

Dettagli

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse?

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Your Global Investment Authority Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Gli

Dettagli

Dov è andata a finire l inflazione?

Dov è andata a finire l inflazione? 24 novembre 2001 Dov è andata a finire l inflazione? Sono oramai parecchi anni (dai primi anni 90) che la massa monetaria mondiale cresce ininterrottamente dell 8% all anno nel mondo occidentale con punte

Dettagli

Capital Group. Intervista a Richard Carlyle, Investment Specialist

Capital Group. Intervista a Richard Carlyle, Investment Specialist Capital Group Intervista a Richard Carlyle, Investment Specialist Evento Citywire Montreux, maggio 2015 La tesi a favore delle azioni europee Richard Carlyle, Investment Specialist, Capital Group La ripresa

Dettagli

INDICE NOTA DI SINTESI...

INDICE NOTA DI SINTESI... INDICE NOTA DI SINTESI................................................................................ Caratteristiche del fondo................................................................................................

Dettagli

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli

Solo un leader della Gestione Alternativa può offrirvi una tale scelta. insieme fino all essenza

Solo un leader della Gestione Alternativa può offrirvi una tale scelta. insieme fino all essenza Solo un leader della Gestione Alternativa può offrirvi una tale scelta insieme fino all essenza Dexia Asset Management, un leader europeo nell ambito della Gestione Alternativa n Una presenza storica fin

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea straordinaria, recante: Attribuzione al Consiglio di Amministrazione

Dettagli

Bilancio della Banca Popolare di Milano Soc. Coop. a r.l.

Bilancio della Banca Popolare di Milano Soc. Coop. a r.l. Bilancio della Banca Popolare di Milano Soc. Coop. a r.l. Esercizio 2014 433 Dati di sintesi ed indicatori di bilancio della Banca Popolare di Milano 435 Schemi di bilancio riclassificati: aspetti generali

Dettagli

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi ONDI OMUNI: AI A CELTA IUSTA Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi CONOSCERE I FONDI D INVESTIMENTO, PER FARE SCELTE CONSAPEVOLI I fondi comuni sono

Dettagli

Informazioni importanti

Informazioni importanti 0515 Informazioni importanti Sul presente Prospetto - Il Prospetto fornisce informazioni sul Fondo e sui Comparti e contiene informazioni che i potenziali investitori devono conoscere prima di procedere

Dettagli

I contributi pubblici nello IAS 20

I contributi pubblici nello IAS 20 I contributi pubblici nello IAS 20 di Paolo Moretti Il principio contabile internazionale IAS 20 fornisce le indicazioni in merito alle modalità di contabilizzazione ed informativa dei contributi pubblici,

Dettagli

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A.

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A. Milano, 4 giugno 2014 Perché TIPO? 1. Esiste un mercato potenziale interessante 2. Le imprese italiane hanno bisogno di equity 3. Attuale disponibilità di liquidità UNA CHIUSURA PROATTIVA DEL CIRCUITO

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni é Tempo di BILANCI Gli Investitori Hanno Sentimenti Diversi Verso le Azioni In tutto il mondo c è ottimismo sul potenziale di lungo periodo delle azioni. In effetti, i risultati dell ultimo sondaggio di

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Fonti normative Il principale testo normativo che disciplina il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato è il decreto legislativo 1 aprile

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

Perché investire nel QUANT Bond? Logica di investimento innovativa

Perché investire nel QUANT Bond? Logica di investimento innovativa QUANT Bond Perché investire nel QUANT Bond? 1 Logica di investimento innovativa Partiamo da cose certe Nel mercato obbligazionario, una equazione è sempre vera: Rendimento = Rischio E possibile aumentare

Dettagli

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE In fase di formazione del bilancio di esercizio spesso accade che l effetto economico delle operazioni e degli altri eventi posti in essere dall impresa, non si manifesti

Dettagli

«Dexia Crediop Obbligazioni legate all Inflazione con floor 28.03.2012 di nominali massimi Euro 250.000.000»

«Dexia Crediop Obbligazioni legate all Inflazione con floor 28.03.2012 di nominali massimi Euro 250.000.000» Sede legale e amministrativa: Via Venti Settembre, 30 00187 Roma Tel. 06.4771.1 Fax 06. 4771.5952 Sito internet: www.dexia-crediop.it n iscrizione all Albo delle Banche: 5288 Capogruppo del Gruppo bancario

Dettagli

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO La banca è un istituto che compie operazioni monetarie e finanziarie utilizzando il denaro proprio e quello dei clienti. In particolare la Banca effettua

Dettagli

Il consolidamento negli anni successivi al primo

Il consolidamento negli anni successivi al primo Il consolidamento negli anni successivi al primo Il rispetto del principio della continuità dei valori richiede necessariamente che il bilancio consolidato degli esercizi successivi sia strettamente dipendente

Dettagli

La Parte III del Prospetto Completo, da consegnare su richiesta all investitore, è volta ad illustrare le informazioni di dettaglio sull offerta.

La Parte III del Prospetto Completo, da consegnare su richiesta all investitore, è volta ad illustrare le informazioni di dettaglio sull offerta. PARTE III DEL PROSPETTO COMPLETO ALTRE INFORMAZIONI SULL INVESTIMENTO La Parte III del Prospetto Completo, da consegnare su richiesta all investitore, è volta ad illustrare le informazioni di dettaglio

Dettagli

EAST CAPITAL (LUX) società di investimento a capitale variabile di diritto lussemburghese di tipo multicomparto e multiclasse (la SICAV )

EAST CAPITAL (LUX) società di investimento a capitale variabile di diritto lussemburghese di tipo multicomparto e multiclasse (la SICAV ) Pagina 1 di 10 EAST CAPITAL (LUX) società di investimento a capitale variabile di diritto lussemburghese di tipo multicomparto e multiclasse (la SICAV ) MODULO DI SOTTOSCRIZIONE Modalità di partecipazione:

Dettagli

ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE. Dott. Elbano De Nuccio

ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE. Dott. Elbano De Nuccio ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE Dott. Elbano De Nuccio L analisi di bilancio si propone di formulare un giudizio sull EQUILIBRIO ECONOMICO e FINANZIARIO/PATRIMONIALE della

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

MERCATI ASIA NUOVE ASSET CLASS NUOVI PAC NOVITÀ GAMMA FONDI. Andamento 2008. La linfa per ritornare a crescere. Opportunità di investimento

MERCATI ASIA NUOVE ASSET CLASS NUOVI PAC NOVITÀ GAMMA FONDI. Andamento 2008. La linfa per ritornare a crescere. Opportunità di investimento MERCATI Andamento 2008 ASIA La linfa per ritornare a crescere NUOVE ASSET CLASS Opportunità di investimento NUOVI PAC Risparmiare in modo semplice NOVITÀ GAMMA FONDI Supplemento al prospetto informativo

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

Maggio 2014. Guida dell Azionista

Maggio 2014. Guida dell Azionista Maggio 2014 Guida dell Azionista Con la presente Guida intendiamo offrire un utile supporto ai nostri azionisti, evidenziando i diritti connessi alle azioni possedute e consentendo loro di instaurare un

Dettagli

Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale

Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale www.bsp.lu Dicembre 2013 1 Con la Legge 22 marzo 2004, il Lussemburgo si è dotato, di uno strumento legislativo completo che ha

Dettagli

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione COMUNICATO STAMPA AMPLIFON S.p.A.: L Assemblea degli azionisti approva il Bilancio al 31.12.2005 e delibera la distribuzione di un dividendo pari a Euro 0,30 per azione (+25% rispetto al 2004) con pagamento

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

Perché esistono gli intermediari finanziari

Perché esistono gli intermediari finanziari Perché esistono gli intermediari finanziari Nella teoria economica, l esistenza degli intermediari finanziari è ricondotta alle seguenti principali ragioni: esigenza di conciliare le preferenze di portafoglio

Dettagli

NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI

NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI Valore aggiunto Valore della produzione - Consumi di materie - Spese generali + Accantonamenti Mol (Valore

Dettagli

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 La valutazione delle IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI Prima lezione di Alberto Bertoni 1 IMMOBILIZZAZIONI Definizione Cod. Civ. art. 2424-bis, 1 c. Le immobilizzazioni sono

Dettagli

Parleremo di correlazione: che cos è, come calcolarla

Parleremo di correlazione: che cos è, come calcolarla IDEMDJD]LQH 1XPHUR 'LFHPEUH %52 (56 21/,1( 68//,'(0 nel 2002, il numero di brokers che offrono la negoziazione online sul minifib è raddoppiato, passando da 7 nel 2001 a 14. A novembre due nuovi brokers

Dettagli

BANCO POPOLARE S.C. SERIE 356 TASSO MISTO CON CAP 31.10.2013 31.10.2018

BANCO POPOLARE S.C. SERIE 356 TASSO MISTO CON CAP 31.10.2013 31.10.2018 Banco Popolare Società Cooperativa - Sede legale in Verona, Piazza Nogara, n. 2 Società capogruppo del Gruppo bancario Banco Popolare Iscritta all albo delle banche al n. 5668 Capitale sociale, al 31 marzo

Dettagli

Il REGIME FISCALE DEGLI STATI UNITI

Il REGIME FISCALE DEGLI STATI UNITI Il REGIME FISCALE DEGLI STATI UNITI Introduzione L imposta sul reddito delle persone fisiche Residenza Fiscale Aliquote 2004 L imposta sul reddito delle persone giuridiche (corporate tax) Aliquote 2004

Dettagli

MODIFICHE AL REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL FONDO PATRIMONIO UNO

MODIFICHE AL REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL FONDO PATRIMONIO UNO MODIFICHE AL REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL FONDO PATRIMONIO UNO Regolamento del fondo comune di investimento immobiliare chiuso riservato ad investitori qualificati PATRIMONIO UNO promosso da Patrimonio

Dettagli

Le Opzioni. Caratteristiche delle opzioni. Sottostante

Le Opzioni. Caratteristiche delle opzioni. Sottostante Le Caratteristiche delle opzioni...1 I fattori che influenzano il prezzo di un opzione...4 Strategie di investimento con le opzioni...5 Scadenza delle opzioni...6 Future Style...7 Schede prodotto...8 Mercato

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life 3 Indice 1. Autorizzazione e valori depositati 4 2. Apertura di un deposito 4 3. Autorizzazione di iscrizione

Dettagli

FUSIONE PROGETTO DI. rispetto al 1Q 2012) ) investimenti in. finanziario. Indebitamento. riconosciuta. decremento milioni di euro.

FUSIONE PROGETTO DI. rispetto al 1Q 2012) ) investimenti in. finanziario. Indebitamento. riconosciuta. decremento milioni di euro. Torino, 10 maggio 2013 COMUNICATO STAMPA RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE DEL GRUPPO SIASS AL 31 MARZO 2013 PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE DELLA D SOCIETÀ INTERAMENTE CONTROLLATA HOLDING PIEMONTE

Dettagli

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni MTA Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni L accesso ai mercati dei capitali ha permesso a Campari di percorrere una strategia di successo per l espansione e lo sviluppo del proprio

Dettagli

In breve Febbraio 2015

In breve Febbraio 2015 In breve In breve Febbraio 2015 La nostra principale responsabilità è rappresentata dagli interessi dei nostri clienti. Il principio per tutti i soci è essere disponibili ad incontrare i clienti, e farlo

Dettagli

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932 Banca del Lavoro e del Piccolo Risparmio S.p.A. - Sede legale e amministrativa in Benevento, Contrada Roseto - 82100 Aderente al Fondo Interbancario di tutela dei depositi Capitale sociale e Riserve al

Dettagli

Adempimenti fiscali nel fallimento

Adempimenti fiscali nel fallimento ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI DI LECCO Adempimenti fiscali nel fallimento A cura della Commissione di studio in materia fallimentare e concorsuale Febbraio 2011 INDICE 1. Apertura

Dettagli

Aiuto alla crescita economica (ACE) e suo utilizzo

Aiuto alla crescita economica (ACE) e suo utilizzo Aiuto alla crescita economica (ACE) e suo utilizzo G ennaio 2015 L ACE L articolo 1 del decreto Salva Italia (D.L. n. 201 del 6 dicembre 2011, convertito con modificazioni nella L. n. 214 del 2011) ha

Dettagli

Le reverse convertible. Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore

Le reverse convertible. Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore Le reverse convertible Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista Ottobre 2012 Consob Divisione Tutela del Consumatore Indice Introduzione 3 Le reverse convertible 4 Cos è una reverse convertible

Dettagli

LO STATO PATRIMONIALE. A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni

LO STATO PATRIMONIALE. A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni LO STATO PATRIMONIALE A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni LE MODIFICHE ALLO SCHEMA STATO PATRIMONIALE ATTIVO C.II.4.BIS CREDITI TRIBUTARI C.II.4.TER IMPOSTE ANTICIPATE STATO PATRIMONIALE

Dettagli

Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale.

Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale. Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale. Questo il risultato di una ricerca di Natixis Global Asset Management, secondo cui di fronte a questo dilemma si

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Debiti. Agosto 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Debiti. Agosto 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Debiti Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di fondazione,

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO Novembre 2010 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è

Dettagli

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Versione 9.0 del 09/03/2015 Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 1 INDICE PREMESSA... 3 1. Significato di Best Execution... 3 2. I Fattori di

Dettagli

INTRODUZIONE ALLA BORSA

INTRODUZIONE ALLA BORSA INTRODUZIONE ALLA BORSA Informazioni guida per gli insegnanti delle scuole superiori CHE COSA È LA BORSA? Una piazza, dove avviene la compravvendita di titoli. La determinazione delle quotazioni è di solito

Dettagli

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici PREFAZIONE Il mercato italiano dei prodotti derivati 1. COSA SONO LE OPZIONI? Sottostante Strike

Dettagli

Corso di Valutazioni d Azienda

Corso di Valutazioni d Azienda Andrea Cardoni Università degli Studi di Perugia Facoltà di Economia Dipartimento di Discipline Giuridiche e Aziendali Corso di Laurea Magistrale in Economia e Management Aziendale Corso di Valutazioni

Dettagli

Fortune. Strategia per l esercizio dei diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti. Unifortune Asset Management SGR SpA

Fortune. Strategia per l esercizio dei diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti. Unifortune Asset Management SGR SpA Unifortune Asset Management SGR SpA diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti Approvata dal Consiglio di Amministrazione del 26 maggio 2009 1 Premessa In attuazione dell art. 40, comma

Dettagli

Aviva Top Valor Contratto di Assicurazione a Vita Intera a Premio Unico a Prestazioni Rivalutabili

Aviva Top Valor Contratto di Assicurazione a Vita Intera a Premio Unico a Prestazioni Rivalutabili Aviva Top Valor Contratto di Assicurazione a Vita Intera a Premio Unico a Prestazioni Rivalutabili IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO CONTENENTE: Scheda Sintetica; Nota Informativa; Condizioni di Assicurazione

Dettagli