Stop False Cooperative, oltre 5mila firme durante la prima settimana

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Stop False Cooperative, oltre 5mila firme durante la prima settimana"

Transcript

1 Visita il sito Anno XXVI - N Maggio 2015 Primo piano Stop False Cooperative, oltre 5mila firme durante la prima settimana E la pagina Facebook raccoglie Mi piace e coinvolge nel confronto oltre 12mila persone a pagina 2-4 Alleanza Comunicazione, successo al Salone del Libro Un successo la presenza dell Alleanza delle Cooperative Italiane Comunicazione al Salone Internazionale del Libro che si è chiuso oggi a Torino. Per la prima volta le tre centrali cooperative - AGCI, Confcooperative e Legacoop - si sono infatti presentate insieme al pubblico del Salone: un unico stand per dodici case editrici e un calendario di appuntamenti davvero ricco, con oltre 30 iniziative e attività... Territori Bologna Conclusa la quarta edizione del concorso Coopyright Junior Con la cerimonia di premiazione svolta il 19 maggio, si è conclusa la quarta edizione del concorso Coopyright Junior, riservato agli studenti delle scuole secondarie di primo grado di Bologna e provincia. Si tratta di un concorso di ricerca, promosso da Legacoop Bologna e dal Centro di Documentazione sulla Cooperazione e l Economia Sociale, che finora ha coinvolto 22 classi di 17 istituti del territorio e oltre Imprese Sacmi Un 2014 tra i migliori nella storia Siamo convinti che la manifattura in Italia rappresenti un valore, crediamo che sia possibile e che sia un dovere per tutte le imprese del nostro Paese. Così il presidente di Sacmi Imola, Paolo Mongardi, commentando il bilancio 2014 della cooperativa, tra i migliori della sua storia e superiore allo scorso anno sia dal punto di vista economico sia finanziario. Con un fatturato consolidato stabilmente sopra... leggi Sondaggio Osservatorio SWG Agli italiani non piacciono le lobby imprenditoriali Due terzi degli italiani (66%) vede nelle lobby di imprese qualcosa di negativo: un modo poco trasparente di difendere interessi particolari. L attività di lobbying, ovvero l azione di gruppi di pressione sul sistema politico e sui decisori pubblici per la difesa/promozione di interessi particolari, è guardata con sospetto non solo dagli elettori pentastellati (+23%), ma anche da quelli del Partito Democratico (+9%)... Nota della redazione Questo numero è stato chiuso il 21 maggio 2015 alle ore 14,30 Segreteria di Redazione: Anna Colomberotto Tel Fax Organo ufficiale della Lega Nazionale delle Cooperative e Mutue Settimanale di notizie a cura dell Ufficio Stampa di Legacoop Direttore Responsabile: Dora Iacobelli Registrazione al Tribunale di Roma n /90 del

2 Primo piano 2 Stop False Cooperative, oltre 5mila firme durante la prima settimana E la pagina Facebook raccoglie Mi piace e coinvolge nel confronto oltre 12mila persone Emilia-Romagna, Trentino, Lombardia, Marche, Puglia, Friuli Venezia Giulia. Arrivano da queste sei regioni le prime firme per una legge d iniziativa popolare contro il fenomeno delle false cooperative. Un risultato incoraggiante, ottenuto nella prima settimana di attività, al quale dovranno aggiungersi i risultati di altre regioni, ad esempio Umbria e Liguria, dove la raccolta è partita in questi ultimi giorni ma per le quali non sono ancora pervenuti i dati. Facilmente si sarà così raggiunta la cifra di 5mila firme. Una partenza incoraggiante, ma tantissimo resta ancora da fare per superare il traguardo minimo fissato a quota firme. In tutta Italia sono già 163 le cooperative che hanno scelto nelle prossime settimane di aprire un tavolo per raccogliere le firme a margine della propria assemblea di bilancio. Per unirsi a loro e fare altrettanto le cooperative possono contattare i referenti regionali della campagna sul sito Stop alle false cooperative oppure scrivere direttamente a E il grande interesse che l iniziativa sta suscitando per ora all interno del movimento cooperativo è testimoniata anche dai riscontri della pagina Facebook che ha superato di slancio i Mi piace coinvolgendo in una settimana oltre 12mila persone. Anche STOP FALSE COOPERATIVE Iniziata la raccolta anche nelle Marche L Alleanza delle Cooperative delle Marche ha lanciato la campagna di raccolta di firme per una legge di iniziativa popolare contro le false cooperative, appena partita a livello nazionale, con cui l Aci chiede al Parlamento di approvare una norma con misure più severe e incisive per contrastare il fenomeno delle false cooperative, imprese che utilizzano strumentalmente la forma giuridica della cooperazione perseguendo finalità estranee a quelle mutualistiche. L iniziativa è stata presentata al Ridotto delle Muse di Ancona durante il confronto con i candidati governatori alla Regione Marche. I primi a firmare sono stati Gianfranco Alleruzzo, presidente di Legacoop Marche, Stefano Burattini, presidente Agci Marche, Massimo Stronati, presidente Confcooperative Marche, i cooperatori presenti e la struttura di Legacoop Marche.

3 Primo piano 3 on line, insomma, la campagna Stop alle false cooperative sta ricevendo un riscontro che testimonia il desiderio dei cooperatori di riappropriarsi del tema della legalità e di prendere l iniziativa pubblicamente. Sulla pagina Facebook potrete trovare le segnalazioni delle raccolte in corso in giro per la penisola, con foto e testimonianze. Per scaricare invece i materiali utili alla raccolta, trovare i referenti del comitato più vicini a sé, leggere la rassegna stampa e scorrere l elenco dei sostenitori della campagna potete invece andare sul sito che l Alleanza della Cooperative Italiane ha deciso di dedicare alla campagna che in sei mesi dovrà raccogliere oltre 50mila firme. STOP FALSE COOPERATIVE In Romagna si firma per la legge Ha preso il via anche in Romagna la raccolta di firme promossa dall'alleanza delle Cooperative Italiane per la legge di iniziativa popolare contro le false cooperative. Si tratta di imprese solo formalmente mutualistiche, ma che in realtà inquinano il mercato usurpando la reputazione delle cooperative vere. I rappresentanti delle associazioni che costituiscono l'alleanza delle Cooperative in Romagna (AGCI Forlì-Cesena-Rimini, AGCI Ravenna-Ferrara, Confcooperative Forlì-Cesena, Confcooperative Ravenna, Confcooperative Rimini e Legacoop Romagna,) si sono incontrati per definire in modo congiunto un programma di iniziative nei territori. L'obiettivo a livello nazionale è di raccogliere almeno firme entro i prossimi sei mesi da depositare in Cassazione. A quel punto il Parlamento sarà chiamato a discutere e votare la proposta. STOP FALSE COOPERATIVE Soluzioni Futura, i giovani ci sono A Reggio Emilia dopo l adesione di CairePro anche i giovani della cooperativa di informatica Soluzioni Futura hanno aderito alla proposta di legge che vuole mettere al bando quelle realtà che utilizzano la forma giuridica della cooperativa ma non perseguono vere finalità mutualistiche. In particolare la proposta di legge vuole ottenere una revisione immediata per le cooperative non controllate da tempo o attive nei settori più a rischio. Abbiamo scelto di fondare una cooperativa perché coniuga la nostra esigenza di essere un azienda aperta, con un modello di governance democratico, e contemporaneamente di crearci un posto di lavoro stabile e gratificante - dice Valerio Versace, socio fondatore di Soluzioni Futura In quest ottica, la cooperativa è un modello di impresa che consiglio caldamente. Di contro, ad oggi mancano strumenti legislativi adeguati per impedire che questo modello d impresa possa essere distorto e usato per motivi impropri. Soluzioni Futura è una cooperative vera, per questo in assemblea dei soci abbiamo discusso e votato l adesione alla campagna. Ci impegneremo nella raccolta firme per fare pulizia rispetto a chi usa la cooperazione in modo improprio. Ha dichiarato il presidente Giovanni Bruno.

4 Primo piano 4 STOP FALSE COOPERATIVE La Liguria scalda i motori Oggi, 22 maggio, alle ore 12 presso la sede regionale di Legacoop (via Brigata Liguria 105 r Genova) l Associazione delle Cooperative della Liguria presenterà i contenuti e gli obiettivi della campagna Stop alle false cooperative. Ma prima ancora della presentazione ufficiale è partita la raccolta delle firme: l occasione è stata l assemblea parziale dei soci di Coop Liguria svoltasi il 19 maggio ad Albissola Superiore (SV), ed il primo firmatario è stato il Presidente dell ACI Liguria, Gianluigi Granero. Mercoledì 20 maggio la proposta di legge è stata illustrata a Savona nell ambito di una iniziativa dell ACI Liguria organizzata presso la Camera di Commercio. Le Centrali cooperative liguri, infatti, in collaborazione con la stessa CCIAA di Savona, Tra i primi a partire anche il Trentino il Comune di Savona, CGIL CISL e UIL di Savona e la Regione Liguria, stanno varando un Protocollo sulla valorizzazione della responsabilità sociale delle cooperative nell ambito della gestione e dell affidamento di servizi da parte delle Pubbliche Amministrazioni. Tra le iniziative in programma ci sono alcune assemblee dei soci di cooperative: giovedì 21 maggio h 16,30 Coop sociale SABA (Genova) sabato 23 maggio h15.30 a Torriglia (GE) presso la sede del parco dell Antola in via della Provvidenza Coop di consumo La Torrigliese sabato 30 maggio cooperativa COSEVA presso l Hotel City di Cairo Montenotte (SV). STOP FALSE COOPERATIVE All Aurora le prime 110 firme dalla Lombardia Al via anche in Trentino la raccolta firme per la legge d iniziativa popolare contro le false cooperative promossa dall Alleanza delle Cooperative Italiane. A margine dell Assemblea della Cassa Rurale di Trento, convocate nella serata di giovedì 14 maggio al Palatrento, sono state raccolte infatti 512 firme tra i soci che hanno partecipato all appuntamento annuale. La Cassa Rurale di Trento è stata fondata nel 1898 e conta attualmente oltre 12mila soci. Il bilancio di esercizio, approvato all unanimità, conta su 920 milioni di prestiti e una raccolta di 1 miliardo e 842 milioni di euro. Gli sportelli della Cassa Rurale di Trento sono 23, i collaboratori 226. Per legalizzare la sottoscrizione erano presenti i consiglieri provinciali Walter Kaswalder del Partito Autonomista Trentino Tirolese e Mattia Civico del Partito Democratico. Anche la Lombardia ha inaugurato la sua corsa alla raccolta delle firme in favore della petizione Stop False Cooperative, avente come obiettivo quota entro sei mesi per una legge di iniziativa popolare volta a smascherare le false cooperative in Italia. Durante l assemblea annuale dei soci della Cooperativa L Aurora Edificatrice di Bresso, tenutasi giovedì 14 maggio, sono state raccolte le prime 110 firme. L obiettivo, però, come spiega Barbara Farina, direttore di Legacoop Lombardia, presente durante l azione di raccolta delle firme, è quello di coinvolgere anche e soprattutto i singoli cittadini su tutto il territorio regionale. Se questa petizione riscuotesse grande successo anche tra di loro, non solo tra i soci delle cooperative, raggiungeremmo un obiettivo la cui importanza sarebbe di duplice valore ha detto. L entusiasmo con il quale è stata accolta la campagna Stop False Cooperative durante una delle prime giornate di raccolta delle firme ci fa sperare per il meglio. Perché è evidente che si tratti di una iniziativa necessaria, partecipata, voluta e richiesta da tutti. La cooperativa sociale L Aurora Edificatrice di Bresso è stata costituita nel 1909 allo scopo di acquistare terreni per costruire case per i soci a costi contenuti e ad aprire un negozio sociale di derrate alimentari e di tutto ciò che è necessario per il benessere della classe lavoratrice. Mutualità, solidarietà, rigore e trasparenza, rispetto per l ambiente, democrazia e partecipazione: queste le parole chiave di una cooperativa che ambisce a operare in un mercato sempre più libero da fenomeni di illegalità. Per questo, ha scelto di firmare e sostenere la campagna Stop False Cooperative.

5 5 >> Alleanza Cooperative Comunicazione ALLEANZA COOPERATIVE COMUNICAZIONE Successo al Salone del Libro Un successo la presenza dell Alleanza delle Cooperative Italiane Comunicazione al Salone Internazionale del Libro che si è chiuso oggi a Torino. Per la prima volta le tre centrali cooperative - AGCI, Confcooperative e Legacoop - si sono infatti presentate insieme al pubblico del Salone: un unico stand per dodici case editrici e un calendario di appuntamenti davvero ricco, con oltre 30 iniziative e attività proposte dalle cooperative. La scelta di presentarsi insieme è stata premiata -dichiara Roberto Calari, presidente Alleanza delle Cooperative Italiane Comunicazione-. Abbiamo unito le forze e abbiamo avuto ottimi riscontri in termini di visibilità e di pubblico. Le nostre cooperative hanno anche potuto approfondire la conoscenza reciproca e sono nate belle occasioni di collaborazione, nel pieno spirito cooperativo. Da segnalare l ottimo riscontro per i due appuntamenti istituzionali promossi da Alleanza delle Cooperative Italiane Comunicazione. Venerdì 15 maggio si è parlato di Le Regioni, il pluralismo dell editoria e il sostegno ai piccoli editori indipendenti: Forum di approfondimento nazionale, alla presenza del presidente nazionale dell Alleanza delle Cooperative Italiane, Rosario Altieri: Importante la presenza unitaria dell Alleanza al Salone anche per portare l attenzione su temi sui quali ci stiamo concentrando in questi mesi. Su tutti, la riforma dell editoria. La nostra campagna meno giornali, meno liberi mette al centro il nostro obiettivo: preservare la pluralità delle voci nell editoria. La cooperazione esprime molte di queste esperienze che hanno un contatto diretto con il territorio, dobbiamo salvare questa ricchezza editoriale e culturale. Altro appuntamento istituzionale sabato 16 maggio Cultura Impresa Festival: gli editori indipendenti in un mercato in evoluzione, alla presenza di Paolo Verri, Matera Abbiamo voluto sentire la voce di diverse esperienze di editoria cooperativa -spiega Andrea Ferraris, co-presidente dell Alleanza delle Cooperative Italiane Cultura-. L apertura di Paolo Verri ha sostenuto il modello cooperativo come esempio di scelta sociale che guarda al sapere. La cooperazione può e deve avere un ruolo centrale per la diffusione della cultura nel nostro Paese. Nel corso dei quattro giorni di kermesse si sono poi susseguiti oltre 30 appuntamenti promossi dalle case editrici cooperative. A questi vanno anche aggiunti i vari momenti di intervista e approfondimento. Sei speciali realizzati da Prima Radio, media partner del Salone, che hanno dato voce a editori ed autori delle case editrici cooperative. Circa 35 le interviste realizzate nello stand dell Alleanza da Radio Jeans, della cooperativa Mandragola Editrice che ha dato voce a personaggi autorevoli del mondo della cultura e non solo. La cooperativa Bluedit ha invece interpretato con la grafica e il disegno molte proposte editoriali. Un ringraziamento va a tutte le cooperative presenti nello stand dell Alleanza delle Cooperative: Altreconomia, Arca Edizioni, Casa Editrice Vicolo del Pavone, Celid, Cooperativa L Arca, ECRA, Edizioni Clut, Edizioni Officine Gutenberg, Edizioni Unicopli, Iuppiter Edizioni, Liberlab Servizi Editoriali e Comunicazione, Trenta e Lode Distribuzione - Pagine Di. Non c è dubbio: la formula di presentarsi insieme, come Alleanza delle Cooperative, funziona e va ulteriormente valorizzata - conclude Calari -. E stata un esperienza positiva per le nostre associate e la voce della cooperazione è stata unitaria e ricca di proposte e di attività. Un esempio da migliorare ancora in vista della prossima edizione del Salone del Libro di Torino: la cooperazione sarà sempre più protagonista.

6 Territori 6 >> Veneto >> Emilia Romagna >> Marche >> Puglia >> Savona >> Bologna >> Ferrara >> Reggio Emilia VENETO Successo degli sportelli pesca del progetto Fep 2007/2013 Si è chiuso con successo il Programma operativo Fep 2007/2013, che ha istituito quattro nuovi Centri Servizi per la pesca - due a Caorle, uno a Burano e uno a Cavallino Treporti a sostegno di pescatori e imprenditori del settore, costretti a confrontarsi quotidianamente con un sistema dominato da tecnicismi e burocrazia. ll progetto durato 13 mesi e realizzato con contributi europei del Fondo europeo per la Pesca (Fep) 2007/2013 attraverso il bando promosso da VeGAL a supporto delle attività del Gruppo di Azione costiera veneziano (VeGAC) - è stato promosso da LegacoopVeneto, Confcooperative unione regionale del Veneto e Agci Agrital Pesca. Per tutta la sua durata agli Sportelli pesca, istituiti presso le sedi di ciascuna associazione di categoria, personale qualificato ha fornito supporto in merito alla pesca marittima e lagunare, spaziando tra licenze e autorizzazioni, per un totale di oltre pratiche. «L iniziativa ha portato ottimi risultati rispetto alla tipologia e alla qualità dei servizi offerti, un traguardo raggiunto grazie al dialogo e allo scambio di esperienze e informazioni tra le associazioni di categoria» commenta soddisfatto Antonio Gottardo, responsabile del Settore pesca di Legacoop Veneto, che aggiunge: «Per il futuro, si spera che il rinnovo dei bandi possa finanziare nuove progettualità, al fine di migliorare i servizi e potenziare la rete di supporto costituita in questo periodo di crisi e di così grave difficoltà per il settore ittico e per i suoi operatori». EMILIA ROMAGNA Emilia Romagna: cooperatori sociali a San Paolo in Brasile Si è svolta dal 9 al 16 maggio 2015 una missione della Regione Emilia Romagna con Cooperatori sociali della regione Emilia Romagna e del Friuli Venezia Giulia a San Paolo in Brasile nell ambito del progetto Brasil Proximo. L obiettivo principale della missione era il confronto delle diverse pratiche per favorire il reinserimento sociale di persone con problemi di salute mentale o di tossicodipendenza in particolare attraverso percorsi occupazionalilavorativi. Si sono quindi visitate diverse realtà e attraverso confronti e il seminario del maggio 2015 si è cercato di comprendere come sostenere-sviluppare l affermazione delle Cooperative sociali in Brasile anche attraverso un adeguato quadro legislativo partendo dal risultati dello studio comparato sui sistemi Italiano/Europei-Brasiliano realizzato nei mesi precedenti all interno del progetto Brasil Proximo. La missione ha evidenziato l esistenza di obiettivi comuni volti a sviluppare l economia sociale-solidaria come eccellente strumento per favorire percorsi occupazionali o di inserimento lavorativo in alternativa anche a risposte esclusivamente sanitarie o repressive molte volte inadeguate nel rispondere a bisogni individuali e sociali. Si prevede quindi di continuare lo scambio di buone pratiche e di legislazioni per identificare strumenti e azioni che possano affermare sempre più il ruolo della cooperazione sociali. Alla missione hanno partecipato Alberto Alberani di Legacoop Emilia Romagna, Rita Alberti della Coop Il Martin Pescatore di Monte san Pietro (Bologna) della Cooperazione sociale triestina erano presenti Giancarlo Carena, (Cooperativa agricola Monte San Pantaleone), Stefania Grimaldi (Cooperativa La Collina), Alessandro Martellos (Cooperativa Lavoratori Uniti Franco Basaglia). Per la Regione Emilia Romagna erano presenti Rasanna Preus, Alessia Benizzi e Giuseppe Silvestris per Ervet MARCHE Credito Confidicoop, le imprese tornano timidamente ad investire Le aziende marchigiane tornano timidamente ad investire. E il segnale positivo che emerge dall assemblea di bilancio di Con-

7 Territori 7 fidicoop Marche, il Confidi intersettoriale che opera per facilitare l accesso al credito bancario a imprese e cooperative, che si è svolta il 15 maggio ad Ancona. Confidicoop chiude il 2014 con un volume di rilascio garanzie di 77,7 milioni, con una crescita del 18% sull anno precedente a cui corrisponde un valore di investimenti complessivi di 170 milioni da parte delle aziende interessate. Dai dati di bilancio, emerge che Confidicoop continua a crescere nonostante la stretta creditizia avvenuta nello scenario nazionale. Un risultato ottenuto ha commentato il presidente Graziano Mariani grazie al consolidato rapporto con le banche convenzionate, al nostro rafforzamento sul territorio marchigiano e all espansione delle attività nelle regioni vicine e a settori economici diversi da quelli in cui è tradizionalmente presente Confidicoop Marche. Una politica di maggiore diversificazione settoriale nel rilascio di garanzie che ha interessato per il 56% l agricoltura, in particolare i comparti di allevamento, coltivazioni di seminativi, produttori di vino, ortaggio, frutta, per il 22% il settore industriale, specie energie rinnovabili, costruzioni, alimentare, tessile, i servizi per il 13%, commercio il 7% e il settore dei trasporti per il 2%. L attività 2014 di Confidicoop Marche, riconosciuto Intermediario finanziario vigilato da Banca d Italia dal 2012, si è chiusa con un utile di oltre 59 mila euro e un patrimonio netto di 24,2 milioni di euro. Malgrado il perdurare, anche nel 2014, della crisi economica nazionale e regionale, sottolinea il direttore di Confidicoop Marche, Lanfranco Marsigliani, le imprese socie sono tornate timidamente ad investire. Nel corso del 2014 sono state deliberate nuove garanzie per 34,7 milioni di euro suddivise tra 11,7 milioni a breve termine e 23,1 milioni a medio termine, in parte destinate a ristrutturazioni di debiti persistenti, in parte a nuovi investimenti specie nel settore delle energie rinnovabili. Un fattore positivo anche per l obiettivo di crescita di Confidicoop Marche che punta a raggiungere, nei prossimi cinque anni, un volume di attività finanziaria pari a 150 milioni di euro, ad oggi ammonta a 115,7 milioni, elemento necessario per ottenere l iscrizione nel nuovo Albo unico ex art. 106 TUB-Testo Unico Bancario secondo le disposizioni attuative sulla riforma del Titolo V del TUB emanate da Banca d Italia, un ulteriore certificazione a favore delle piccole e medie imprese che accedono al credito tramite Confidicoop Marche. Oltre all incremento del volume di affari, il Piano triennale industriale di attività di attività di Confidicoop prevede l incremento delle tipologie di linee di prodotto sulla base delle esigenze delle pmi, l emissione di strumenti finanziari di partecipazione, l avvio di un percorso di collaborazione fra le strutture dei Confidi e all espansione delle attività in Abruzzo, Molise, Romagna e Umbria. L assemblea ha approvato all unanimità il bilancio 2014 e il Piano industriale PUGLIA Experince è la prima cooperativa di Coopstartup Legacoop Puglia e Coopfond (il Fondo mutualistico della Lega delle cooperative) hanno presentato il 13 maggio i primi risultati dell unico acceleratore d impresa cooperativa in Puglia, Coopstartup Puglia. E un incubatore diffuso d impresa cooperativa che sta accompagnando dieci gruppi informali, ovvero 42 giovani ragazze e ragazzi (provenienti dalle province di Bari e Lecce e con una media d età di 30 anni), verso la costituzione di un impresa, che sarà seguita per i successivi 36 mesi dalla nascita. Ad oggi si è già costituita la prima cooperativa, ovvero Experience composta da tre giovani e nata per offrire servizi e condurre il processo di locazione temporanea di immobili per la comunità universitaria e i giovani professionisti. Ogni gruppo informale sta seguendo percorsi di accompagnamento Accompagnamento allo startup e coaching personalizzati sia nei contenuti sia nei tempi, anche rispetto al livello di maturazione dell idea imprenditoriale e del team. I dieci gruppi sono stati scelti tra oltre 100 gruppi candidati, per un totale di circa 300 ragazze e ragazzi provenienti da tutte le province pugliesi. A presentare i primi risultati, a Bari, nella sede della Legacoop pugliese, c erano il presidente Legacoop Puglia, Carmelo Rollo, il direttore Promozione Attiva di Coopfond Alfredo Morabito, e coordinatrice di Coopstartup Puglia e vice presidente Legacoop Puglia, Annamaria Ricci. SAVONA Presentato il nuovo logo del brand Qualità cooperativa Mercoledì 20 maggio, presso la Camera di Commercio di Savona, si è svolta la presentazione del progetto Brand Qualità Cooperativa e del logo vincitore del concorso crea il logo che diventerà il simbolo del progetto e dello sportello cooperativo di Savona. Il logo vincitore diventerà il logo ufficiale del Brand Cooperativo e sarà utilizzato dal 20 maggio in tutte le comunicazioni delle attività del progetto, comprese quelle inerenti lo Sportello Cooperativo di Savona. Anche i soggetti coinvolti nel progetto potranno utilizzarlo per le comunicazioni interne e de esterne. Tra i 25 loghi in gara è stato scelto quello presentato dagli studenti Cristian Cosenza, Janira Alienda e Alessandro Falletti dell istituto IPSIA di Finale Ligure che ha convinto la giuria sia per le sue caratteristiche visive sia per la capacità di rappresentare al meglio il progetto. «Noi siamo stati coinvolti a portare il contributo istituzionale e politico della Pubblica Amministrazione in questo progetto e nel Protocollo d Intesa -ha spiegato Paolo Apicella, assessore allo Sviluppo Economico del Comune di Savona- e crediamo in questo grande sforzo di condivisione e collaborazione».

8 Territori 8 «Le cooperative false, che non sono normate nel giusto modo e non seguono i principi mutualistici -ha detto Mattia Rossi, di Alleanza delle Cooperative Italiane- rappresentano una concorrenza sleale e un virus per l economia, ed è fondamentale rendersene conto. La disciplina degli appalti e il tema del lavoro nella società sono elementi cardine per noi. Tutti questi contenuti vengono racchiusi in un brand che vuole dare un valore aggiunto al lavoro». «Quando vengono meno le risorse è necessario puntare sull efficienza cooperativistica - ha spiegato Paolo Valvo, della Regione Liguria- e il fatto di affidarsi a cooperative di qualità permette alle istituzioni di garantire sempre e comunque i servizi fondamentali». «Il logo di Qualità Cooperativa nasce con lo scopo di comunicare in modo univoco e facilmente riconoscibile un Servizio e, soprattutto, lo spirito che ne è la Mission -ha spiegato Sergio Olivotti, docente Ipsia di Finale Ligure- quindi i concetti utilizzati nella progettazione del logo sono quelli del gruppo di persone, della stretta di mano, del puzzle e dell ingranaggio come metafora visiva del sistema, dove ognuno è necessario e indispensabile. Il marchio raffigura quindi tre uomini, un team cooperativo che si aiuta reciprocamente e solidarmente tenendosi per mano. Tutti i giovani partecipanti sono stati comunque premiati con una giornata di visita e conoscenza in un bene confiscato alla mafia (Chivasso), presso Cascina Caccia per parlare di cooperazione e riutilizzo dei beni confiscati. BOLOGNA Conclusa la quarta edizione del concorso Coopyright Junior Con la cerimonia di premiazione svolta il 19 maggio, si è conclusa la quarta edizione del concorso Coopyright Junior, riservato agli studenti delle scuole secondarie di primo grado di Bologna e provincia. Si tratta di un concorso di ricerca, promosso da Legacoop Bologna e dal Centro di Documentazione sulla Cooperazione e l Economia Sociale, che finora ha coinvolto 22 classi di 17 istituti del territorio e oltre 480 studenti. Coopyright Junior si svolge grazie ai contributi della Camera di Commercio di Bologna e della Fondazione del Monte e alla collaborazione di: Istituto Storico Parri Emilia-Romagna, Open Group, Coop Adriatica e Librerie.coop. Alla cerimonia di premiazione, che si è tenuta questa mattina alla Cappella Farnese di Palazzo d Accursio, sono intervenuti per un saluto ai ragazzi: il sindaco di Bologna Virginio Merola, la presidente del consiglio comunale, Simona Lembi, la presidente di Legacoop Bologna Rita Ghedini, il direttore di Legacoop Bologna, Simone Gamberini. Coopyright Junior ha il patrocinio dell Ufficio Scolastico regionale per la sua valenza educativa. Hanno partecipato a Coopyright Junior le classi: 3 C Scuola Media Donini Pelagalli di Castel Maggiore, con una ricerca sulla Coop Reno Cantina di Argelato; 3 D Scuola media Marco Polo di Crevalcore, con una ricerca sulla coop Sociale La Piccola Carovana di Crevalcore; 3 B Scuola media Dante Alighieri di Castello di Serravalle Valsamoggia, con una ricerca sulla coop sociale Cadiai; la 2 C Scuola media Guido Reni Bologna, con una ricerca sulla Coop Sociale La Baracca Teatro Testoni ragazzi; le classi 3 A e 3 B Scuola media SAFFI di Bologna, con una ricerca storica sulla coop edificatrice a proprietà indivisa Dozza di Bologna; la 2 A Scuola media di Irnerio Bologna, con una ricerca sulla Coop Open Group. Ai ragazzi è stato chiesto di presentare una ricerca storico/sociale sul pensiero e sulle pratiche della solidarietà economica e cooperativa del territorio bolognese. Tutte le ricerche presentate hanno rispettato i requisiti richiesti dal concorso, la giuria ha deciso pertanto di assegnare a tutte le classi il premio di partecipazione di 500 euro. Il primo premio di mille euro è andato alla 3 D Scuola media Marco Polo di Crevalcore con la ricerca sulla Coop La Piccola Carovana di Crevalcore; il secondo premio di 500 euro è andato alle Classi 3 A e 3 B della Scuola media SAFFI di Bologna con la ricerca sulla coop edificatrice Dozza. Complessivamente sono stati assegnati premi per euro. I fondi saranno consegnati agli istituti per l acquisto di materiale didattico. I promotori del concorso hanno deciso di assegnare anche un riconoscimento individuale, sotto forma di buono per l acquisto di libri alle Librerie.coop, ai ragazzi e agli insegnanti che si sono cimentati nel concorso. Coopyright Junior, è un progetto che ha l obiettivo di avvicinare i giovanissimi ai valori della cooperazione, e intende diffondere i valori e la cultura cooperativa tra le nuove generazioni. Coopyright junior è parte del progetto regionale Bellacoopia Info e materiali, anche delle precedenti edizioni, su: FERRARA riattiva la storica Schiavona che diventa birrificio riattiva la storica Schiavona di Bondeno e la nuova cooperativa di birrai lo ha fatto ieri presentando, con Legacoop Ferrara e Arci Ferrara al circolo Arci Barakko di Bondeno il documentario Case rosse, girato da Stefania Andreotti nelle Case del Popolo della provincia di Ferrara durante la Notte Rossa è nata a Bondeno nella della Casa del Popolo La Schiavona oggi sede del Circolo Arci Barakko, in seguito a un progetto di riattivazione delle Case del Popolo che Legacoop ha realizzato nel 2014 con le coop sociali Camelot e Le Pagine e ad Arci Ferrara. Le prime Case del Popolo risalgono agli inizi del XX secolo, costruite dai lavoratori sono state luoghi di ritrovo, formazione, mutuo soccorso che hanno contribuito al riscatto di gruppi di persone spesso escluse dalla possibilità di partecipare alla vita sociale e culturale. In provincia di Ferrara, negli anni 70 si contavano 108 Case del Popolo: oggi ne è rimasta una cinquantina. «Presupposto del progetto di riattivazione delle Case del Popolo e della nascita di - sostiene Chiara Bertelli, che ha promosso l iniziativa

Pur in presenza della crisi economica Nordiconad continua a crescere ed a investire

Pur in presenza della crisi economica Nordiconad continua a crescere ed a investire Comunicato stampa Pur in presenza della crisi economica Nordiconad continua a crescere ed a investire Il bilancio consuntivo 2013 Nordiconad è una delle otto cooperative associate a Conad ed è presente

Dettagli

progetto impresa ISTRUZIONI PER LA REDAZIONE EDIZIONE 2014/2015

progetto impresa ISTRUZIONI PER LA REDAZIONE EDIZIONE 2014/2015 progetto impresa ISTRUZIONI PER LA REDAZIONE 08 EDIZIONE 2014/2015 Per presentare il vostro progetto d impresa cooperativa dovete compilare una scheda di partecipazione. 6 Si tratta di una griglia standard,

Dettagli

progetto impresa ISTRUZIONI PER LA REDAZIONE

progetto impresa ISTRUZIONI PER LA REDAZIONE progetto impresa ISTRUZIONI PER LA REDAZIONE 07 EDIZIONE 2013/2014 Per presentare il vostro progetto d impresa cooperativa dovete compilare una scheda di partecipazione. 6 Si tratta di una griglia standard,

Dettagli

EUROFIDI ED EUROCONS RISULTATI 2007 NEL SEGNO DELLA REDDITIVITÀ

EUROFIDI ED EUROCONS RISULTATI 2007 NEL SEGNO DELLA REDDITIVITÀ Comunicato stampa EUROFIDI ED EUROCONS RISULTATI 2007 NEL SEGNO DELLA REDDITIVITÀ Le imprese associate a Eurogroup sono quasi 37 mila (+8,6% rispetto al 2006) L avanzo di gestione ante imposte è di 6,3

Dettagli

L A C A R T A D E I S E R V I Z I L I G U R I A

L A C A R T A D E I S E R V I Z I L I G U R I A L A C A R T A D E I S E R V I Z I L I G U R I A Legacoop Liguria è l associazione regionale di rappresentanza delle società cooperative che aderiscono alla Lega Nazionale delle Cooperative e Mutue. LA

Dettagli

Osservatorio sulla Finanza. per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT

Osservatorio sulla Finanza. per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Osservatorio sulla Finanza per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Volume 14 DICEMBRE 2009 INDICE 1. Overview...6 1.1 La propensione all investimento dei POE...6 1.2 Analisi territoriale...13 1.3 Analisi

Dettagli

OSSERVATORIO COOPERAZIONE AGRICOLA ITALIANA

OSSERVATORIO COOPERAZIONE AGRICOLA ITALIANA OSSERVATORIO COOPERAZIONE AGRICOLA ITALIANA 2015 Cooperazione agroalimentare La cooperativa è un associazione autonoma di persone unite volontariamente per soddisfare le loro aspirazioni e bisogni economici,

Dettagli

9 RAPPORTO SOCIALE DI CONAD CENTRO NORD

9 RAPPORTO SOCIALE DI CONAD CENTRO NORD 9 RAPPORTO SOCIALE DI CENTRO NORD Il Rapporto Sociale è la sintesi del Bilancio Sociale di Conad Centro Nord Società cooperativa. Sono entrambi strumenti che vogliono documentare la Responsabilità Sociale

Dettagli

Il Gruppo Cariparma FriulAdria consolida la crescita e il sostegno a famiglie e imprese, rafforzando i fondamentali

Il Gruppo Cariparma FriulAdria consolida la crescita e il sostegno a famiglie e imprese, rafforzando i fondamentali Comunicato stampa RISULTATI DEL 1 SEMESTRE DEL GRUPPO CARIPARMA FRIULADRIA Il Gruppo Cariparma FriulAdria consolida la crescita e il sostegno a famiglie e imprese, rafforzando i fondamentali Utile Netto

Dettagli

Linee generali dell'attività di Coopfond

Linee generali dell'attività di Coopfond INCONTRO CON I PARTECIPANTI AL MASTER DI 2 LIVELLO SULL'IMPRESA COOPERATIVA Linee generali dell'attività di Coopfond Aldo Soldi Direttore Generale Roma, 30 ottobre 2013 0 AGENDA 1 Cos è Coopfond 2 La rendicontazione

Dettagli

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna Cos è e come si costituisce una cooperativa Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna 1 Che cos è una cooperativa un'associazione autonoma di persone che si uniscono volontariamente per soddisfare i propri

Dettagli

La figura del socio lavoratore nella cooperazione di servizi. Bellacoopia Impresa University Reggio Emilia, 10 febbraio 2014

La figura del socio lavoratore nella cooperazione di servizi. Bellacoopia Impresa University Reggio Emilia, 10 febbraio 2014 La figura del socio lavoratore nella cooperazione di servizi Bellacoopia Impresa University Reggio Emilia, 10 febbraio 2014 1 CHI SIAMO Coopservice nasce nel 1991 dalla fusione di due cooperative reggiane

Dettagli

CONFESERCENTI Giovedì, 24 dicembre 2015

CONFESERCENTI Giovedì, 24 dicembre 2015 CONFESERCENTI Giovedì, 24 dicembre 2015 CONFESERCENTI Giovedì, 24 dicembre 2015 24/12/2015 Gazzetta di Modena Pagina 4 L' industria riparte ad ottobre 1 24/12/2015 Gazzetta di Modena Pagina 10 «Conad cresce,

Dettagli

Banca Popolare Etica. Roberto Guerra direttore filiale di Bari Banca popolare Etica. L interesse più alto è quello di tutti. Venerdì 1 giugno 2012

Banca Popolare Etica. Roberto Guerra direttore filiale di Bari Banca popolare Etica. L interesse più alto è quello di tutti. Venerdì 1 giugno 2012 Banca Popolare Etica L interesse più alto è quello di tutti Roberto Guerra direttore filiale di Bari Banca popolare Etica Venerdì 1 giugno 2012 Banca popolare Etica È punto di incontro tra: risparmiatori

Dettagli

COOPERFIDI ITALIA. Strumento di facilitazione nell accesso al credito. c/o AUDITORIMU BCC AGROBRESCIANO

COOPERFIDI ITALIA. Strumento di facilitazione nell accesso al credito. c/o AUDITORIMU BCC AGROBRESCIANO COOPERFIDI ITALIA Strumento di facilitazione nell accesso al credito giovedì 2 ottobre 2014 c/o AUDITORIMU BCC AGROBRESCIANO A cura di Francesco Maccione Resp. Area Mercato Cooperfidi Italia Profilo Aziendale

Dettagli

Il Gruppo Cariparma Crédit Agricole conferma redditività, liquidità e sostegno all economia reale anche nel primo semestre 2012

Il Gruppo Cariparma Crédit Agricole conferma redditività, liquidità e sostegno all economia reale anche nel primo semestre 2012 Il Gruppo Cariparma Crédit Agricole conferma redditività, liquidità e sostegno all economia reale anche nel primo semestre 2012 Il Gruppo Cariparma Crédit Agricole continua a generare redditività malgrado

Dettagli

CONTEST START UP FOOD, PREMIATE LE PRIME TRE MIGLIORI IDEE IMPRENDITORIALI CON UN PREMIO DA

CONTEST START UP FOOD, PREMIATE LE PRIME TRE MIGLIORI IDEE IMPRENDITORIALI CON UN PREMIO DA Roma, 9 Ottobre 2015 I giovani presi in carico sono 485.327. A più di 181 mila è stata proposta almeno una misura. Prosegue il successo di Crescere in Digitale: oltre 31.500 gli iscritti a quattro settimane

Dettagli

Primi bilanci delle misure di contrasto alla crisi

Primi bilanci delle misure di contrasto alla crisi Primi bilanci delle misure di contrasto alla crisi G. Benedetto Responsabile Direzione Attività Produttive Autorità di Gestione del POR Regione Piemonte L azione di Governo in risposta alla crisi: Interventi

Dettagli

Convocata l Assemblea dei Soci per venerdì 25 e sabato 26 aprile, rispettivamente in prima e seconda convocazione.

Convocata l Assemblea dei Soci per venerdì 25 e sabato 26 aprile, rispettivamente in prima e seconda convocazione. Veneto Banca rafforza il patrimonio promuovendo un operazione di aumento di capitale in opzione ai soci fino ad un massimo di 500 milioni di euro e la conversione del prestito obbligazionario convertibile

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Tabella 1. Registrazioni ai portali Grafico 1. Registrazioni ai portali - Valori % 41%

COMUNICATO STAMPA. Tabella 1. Registrazioni ai portali Grafico 1. Registrazioni ai portali - Valori % 41% COMUNICATO STAMPA Garanzia Giovani entra nel vivo: sono 110.333 i giovani che si sono registrati, 10.241 sono stati già chiamati dai servizi per il lavoro per il primo colloquio e profilazione; 2.743 le

Dettagli

21 Giugno 2011 Estratto pag. 13 Sezione Salerno Il tema di quest anno è L innovazione tra rischio e opportunità e l evento è promosso dal Gruppo Servizi Innovativi e Tecnologici di Confindustria Salerno,

Dettagli

CONTINUA LA STRETTA DEL CREDITO PER LE IMPRESE DI COSTRUZIONI

CONTINUA LA STRETTA DEL CREDITO PER LE IMPRESE DI COSTRUZIONI Direzione Affari Economici e centro studi CONTINUA LA STRETTA DEL CREDITO PER LE IMPRESE DI COSTRUZIONI Dopo sei anni di continui cali nelle erogazioni per finanziamenti per investimenti in edilizia, anche

Dettagli

progetto impresa ISTRUZIONI PER LA REDAZIONE

progetto impresa ISTRUZIONI PER LA REDAZIONE progetto impresa ISTRUZIONI PER LA REDAZIONE 02 EDIZIONE 2008/2009 Per presentare il vostro progetto d impresa cooperativa dovete compilare una scheda di partecipazione. 6 Si tratta di una griglia standard,

Dettagli

C O M U N E D I S A S S O M A R C O N I PROVINCIA DI BOLOGNA ESTRATTO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 51 DEL 02/09/2015

C O M U N E D I S A S S O M A R C O N I PROVINCIA DI BOLOGNA ESTRATTO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 51 DEL 02/09/2015 C O M U N E D I S A S S O M A R C O N I PROVINCIA DI BOLOGNA ESTRATTO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 51 DEL 02/09/2015 OGGETTO: CENTRO EUROPEO PER LE POLITICHE AMBIENTALI E "CHARTA DI

Dettagli

Fondo Paritetico Interprofessionale Nazionale per la Formazione Continua nelle imprese cooperative costituito da AGCI, Confcooperative, Legacoop e

Fondo Paritetico Interprofessionale Nazionale per la Formazione Continua nelle imprese cooperative costituito da AGCI, Confcooperative, Legacoop e 2014 Fondo Paritetico Interprofessionale Nazionale per la Formazione Continua nelle imprese cooperative costituito da AGCI, Confcooperative, Legacoop e CGIL, CISL, UIL Siamo il Fondo della formazione delle

Dettagli

Industria: I risultati dell indagine congiunturale sul 1 trimestre 2012

Industria: I risultati dell indagine congiunturale sul 1 trimestre 2012 34indicatori Industria: stabile la produzione I risultati dell indagine congiunturale sul 1 trimestre 2012 E. S. Produzione sugli stessi livelli dello scorso anno, debole la domanda interna, ma rimane

Dettagli

Il Fondo di garanzia per le PMI. (Legge 662/1996, art. 2 comma 100, lett. a)

Il Fondo di garanzia per le PMI. (Legge 662/1996, art. 2 comma 100, lett. a) Il Fondo di garanzia per le PMI (Legge 662/1996, art. 2 comma 1, lett. a) Report mensile I risultati al 3 aprile 215 1 Indice 1. Le domande presentate... 3 1.1 Le domande presentate nel periodo 1 gennaio-3

Dettagli

TrendRA RAPPORTO CONGIUNTURALE ED ECONOMICO DELLA PROVINCIA DI RAVENNA Anno 2014 e prime tendenze 2015.

TrendRA RAPPORTO CONGIUNTURALE ED ECONOMICO DELLA PROVINCIA DI RAVENNA Anno 2014 e prime tendenze 2015. TrendRA RAPPORTO CONGIUNTURALE ED ECONOMICO DELLA PROVINCIA DI RAVENNA Anno 2014 e prime tendenze 2015. Questa mattina, nel corso di una conferenza stampa a cui hanno partecipato il direttore, Massimo

Dettagli

Aprile 2006: Numero 7

Aprile 2006: Numero 7 Aprile 2006: Numero 7 NEWSLETTER FINANZIARIA POLIGRAFICA SAN FAUSTINO La Newsletter è disponibile online all indirizzo www.psf.it Alberto Frigoli In questo numero: - Lettera del Presidente - Evoluzione

Dettagli

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande 1. Quali sono le caratteristiche distintive dell impresa cooperativa? L impresa cooperativa è un impresa costituita da almeno 3 soci e può avere la forma della

Dettagli

La rete nazionale di Confindustria tra Giovani, Scuola e Imprenditori

La rete nazionale di Confindustria tra Giovani, Scuola e Imprenditori La rete nazionale di Confindustria tra Giovani, Scuola e Imprenditori CHI SIAMO LATUAIDEADIMPRESA è una community costituita da migliaia di studenti italiani, professori, imprenditori. E un progetto finalizzato

Dettagli

legacoop.coop martedì 23 maggio 2014

legacoop.coop martedì 23 maggio 2014 legacoop.coop martedì 23 maggio 2014 Dallo scarto alla moda, Quid vince per innovazione e valore sociale Bruxelles, 23 maggio 2014 From waste to wow! Quid project, è tra i vincitori del concorso europeo

Dettagli

GLI ACQUISTI DI OROLOGI DA POLSO IN ITALIA NEL 2013

GLI ACQUISTI DI OROLOGI DA POLSO IN ITALIA NEL 2013 24 a cura del Gruppo GfK Italia GLI ACQUISTI DI OROLOGI DA POLSO IN ITALIA NEL 2013 La consueta indagine annuale sugli acquisti di orologi da polso in Italia, è stata realizzata da GfK Italia, su incarico

Dettagli

Progetto Rilancio: il caso Costruzioni SpA

Progetto Rilancio: il caso Costruzioni SpA Progetto Rilancio: il caso Costruzioni SpA di Massimo Lazzari, Davide Mondaini e Violante Battistella (*) In questo contributo verrà illustrato il caso di un impresa che, aderendo al Progetto Ri-Lancio,

Dettagli

Osservatorio sulla Finanza per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT

Osservatorio sulla Finanza per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Osservatorio sulla Finanza per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Volume 6 DICEMBRE 2005 CRIF DECISION SOLUTIONS - NOMISMA OVERVIEW CAPITOLO 1 FATTI E TENDENZE INDICE 1.1 L economia internazionale

Dettagli

Regolamento del Concorso INTRAPRENDERE A MODENA L IDEA SI FA IMPRESA VII a EDIZIONE 2013-2014

Regolamento del Concorso INTRAPRENDERE A MODENA L IDEA SI FA IMPRESA VII a EDIZIONE 2013-2014 Regolamento del Concorso INTRAPRENDERE A MODENA L IDEA SI FA IMPRESA VII a EDIZIONE 2013-2014 ARTICOLO 1 Definizione iniziativa Il Concorso Intraprendere a Modena, ha l obiettivo di premiare e sostenere

Dettagli

Il confidi nazionale della cooperazione italiana. Sosteniamo lo sviluppo delle imprese cooperative

Il confidi nazionale della cooperazione italiana. Sosteniamo lo sviluppo delle imprese cooperative Il confidi nazionale della cooperazione italiana Sosteniamo lo sviluppo delle imprese cooperative chi siamo Cooperfidi Italia è il confidi nazionale della cooperazione italiana ed è sostenuto da Agci,

Dettagli

Il ruolo delle Banche di Credito Cooperativo nei mercati locali del credito durante la crisi. Convegno REGIONI E SISTEMA CREDITIZIO

Il ruolo delle Banche di Credito Cooperativo nei mercati locali del credito durante la crisi. Convegno REGIONI E SISTEMA CREDITIZIO Il ruolo delle Banche di Credito Cooperativo nei mercati locali del credito durante la crisi Convegno REGIONI E SISTEMA CREDITIZIO Roma 2 dicembre 2014 AGENDA 1. INTRODUZIONE: IL CONTESTO 2. LE CARATTERISTICHE

Dettagli

Fondo Paritetico Interprofessionale Nazionale per la Formazione Continua nelle imprese cooperative costituito da AGCI, Confcooperative, Legacoop e

Fondo Paritetico Interprofessionale Nazionale per la Formazione Continua nelle imprese cooperative costituito da AGCI, Confcooperative, Legacoop e 2013 Fondo Paritetico Interprofessionale Nazionale per la Formazione Continua nelle imprese cooperative costituito da AGCI, Confcooperative, Legacoop e CGIL, CISL, UIL Siamo il Fondo della formazione delle

Dettagli

Executive summary. Indagine sui fabbisogni finanziari della cooperazione sociale in Italia. Febbraio 2013

Executive summary. Indagine sui fabbisogni finanziari della cooperazione sociale in Italia. Febbraio 2013 Indagine sui fabbisogni finanziari della cooperazione sociale in Italia Executive summary Febbraio 2013 1 Finalità dell Osservatorio 3 Contenuto e metodologia dell indagine 3 Composizione del campione

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Le attività delle Regioni per implementare il progetto nel territorio

COMUNICATO STAMPA. Le attività delle Regioni per implementare il progetto nel territorio COMUNICATO STAMPA Garanzia Giovani, i nuovi dati: sono 169.076 i giovani che si sono registrati, 36.566 sono stati già convocati dai servizi per il lavoro e 23.469 hanno già ricevuto il primo colloquio

Dettagli

COMUNICATO STAMPA DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE PER LA CRESCITA

COMUNICATO STAMPA DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE PER LA CRESCITA COMUNICATO STAMPA Siglato il quinto accordo tra il Gruppo bancario e Piccola Industria Confindustria DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE

Dettagli

CREDITO E SULLA RICCHEZZA FINANZIARIA DELLE IMPRESE ARTIGIANE

CREDITO E SULLA RICCHEZZA FINANZIARIA DELLE IMPRESE ARTIGIANE CREDITO E SULLA RICCHEZZA FINANZIARIA DELLE IMPRESE ARTIGIANE Edizione 2002 in collaborazione con RAPPORTO SUL CREDITO E SULLA RICCHEZZA FINANZIARIA DELLE IMPRESE ARTIGIANE - Edizione 2002 RAPPORTO SUL

Dettagli

ELITE. Thinking long term

ELITE. Thinking long term ELITE Thinking long term ELITE Thinking long term ELITE valorizza il presente e prepara al futuro. Per aiutare le imprese a realizzare i loro progetti abbiamo creato ELITE, una piattaforma unica di servizi

Dettagli

L ANDAMENTO DELLA SPESA FARMACEUTICA TERRITORIALE NEL 2013

L ANDAMENTO DELLA SPESA FARMACEUTICA TERRITORIALE NEL 2013 CONVEGNO LABORATORIO FARMACIA LA GESTIONE DELLA CRISI D IMPRESA NEL SETTORE DELLA DISTRIBUZIONE DEL FARMACO: STRATEGIE E STRUMENTI DI RISANAMENTO Pisa, 9 ottobre 2014 L ANDAMENTO DELLA SPESA FARMACEUTICA

Dettagli

Agevolazioni. Informativa agevolazioni del 25 gennaio 2013 BANDI NAZIONALI E REGIONALI NAZIONALI ABRUZZO

Agevolazioni. Informativa agevolazioni del 25 gennaio 2013 BANDI NAZIONALI E REGIONALI NAZIONALI ABRUZZO Informativa agevolazioni del 25 gennaio 2013 Agevolazioni NAZIONALI ABRUZZO BANDI NAZIONALI E REGIONALI Bando per l internazionalizzazione, dal 25 ottobre 2012 è diventato operativo il Fondo Startup, nuovo

Dettagli

Servizi per lo sviluppo di aggregazioni di imprese: cluster, distretti, reti

Servizi per lo sviluppo di aggregazioni di imprese: cluster, distretti, reti competenze integrazione competitività Servizi per lo sviluppo di aggregazioni di imprese: cluster, distretti, reti Il futuro è una invenzione del presente. Facendo sempre le stesse cose ottieni gli stessi

Dettagli

comunicato stampa Bologna, 24 marzo 2015

comunicato stampa Bologna, 24 marzo 2015 comunicato stampa Bologna, 24 marzo 2015 Il Gruppo Hera approva i risultati al 31/12/2014 L anno si chiude con tutti i principali valori in crescita, migliorando la performance positiva dei trimestri precedenti.

Dettagli

IMPRENDITORIALITÀ SOCIALE: POTENZIALITÀ E PROMOZIONE IN RETE

IMPRENDITORIALITÀ SOCIALE: POTENZIALITÀ E PROMOZIONE IN RETE NOTA ISRIL ON LINE N 2-2013 IMPRENDITORIALITÀ SOCIALE: POTENZIALITÀ E PROMOZIONE IN RETE Presidente prof. Giuseppe Bianchi Via Piemonte, 101 00187 Roma gbianchi.isril@tiscali.it www.isril.it IMPRENDITORIALITÀ

Dettagli

Arianna. Attivazione Rete nazionale antiviolenza

Arianna. Attivazione Rete nazionale antiviolenza Arianna Attivazione Rete nazionale antiviolenza Il progetto sperimentale Arianna Si propone come azione di sistema volta a fornire un servizio nazionale di accoglienza telefonica alle donne vittime di

Dettagli

Relazione. Autorità, signore, signori, amici artigiani, Vi ringrazio di. essere qui stasera, malgrado il caldo di questa serata di luglio.

Relazione. Autorità, signore, signori, amici artigiani, Vi ringrazio di. essere qui stasera, malgrado il caldo di questa serata di luglio. Relazione Autorità, signore, signori, amici artigiani, Vi ringrazio di essere qui stasera, malgrado il caldo di questa serata di luglio. L assemblea odierna non è solo un momento di verifica e di approvazione

Dettagli

Regolamento IMPRENDOCOOP - IDEE COOPERATIVE DI NUOVA GENERAZIONE

Regolamento IMPRENDOCOOP - IDEE COOPERATIVE DI NUOVA GENERAZIONE Regolamento IMPRENDOCOOP - IDEE COOPERATIVE DI NUOVA GENERAZIONE ARTICOLO 1 - Il progetto Imprendocoop IMPRENDOCOOP Idee cooperative di nuova generazione è un progetto che nasce dalla collaborazione tra

Dettagli

Cari associati, Cari colleghi del Consiglio Direttivo,

Cari associati, Cari colleghi del Consiglio Direttivo, Cari associati, Cari colleghi del Consiglio Direttivo, ho il piacere di aprire questa quarta Assemblea Generale di Confindustria Serbia con un incontro che va a suggellare tre anni di attività intensi,

Dettagli

RACCOMANDAZIONE RELATIVA ALLA PROMOZIONE DELLE COOPERATIVE, 2002 1

RACCOMANDAZIONE RELATIVA ALLA PROMOZIONE DELLE COOPERATIVE, 2002 1 Raccomandazione 193 RACCOMANDAZIONE RELATIVA ALLA PROMOZIONE DELLE COOPERATIVE, 2002 1 La Conferenza generale dell Organizzazione internazionale del Lavoro, Convocata a Ginevra dal Consiglio di amministrazione

Dettagli

Note Brevi LE COOPERATIVE NELL AMBITO DELLA STRUTTURA PRODUTTIVA ITALIANA NEL PERIODO 2007-2008. a cura di Francesco Linguiti

Note Brevi LE COOPERATIVE NELL AMBITO DELLA STRUTTURA PRODUTTIVA ITALIANA NEL PERIODO 2007-2008. a cura di Francesco Linguiti Note Brevi LE COOPERATIVE NELL AMBITO DELLA STRUTTURA PRODUTTIVA ITALIANA NEL PERIODO 2007-2008 a cura di Francesco Linguiti Luglio 2011 Premessa* In questa nota vengono analizzati i dati sulla struttura

Dettagli

L ECONOMIA REGGIANA alle soglie del 2015

L ECONOMIA REGGIANA alle soglie del 2015 Osservatorio economico, coesione sociale, legalità L ECONOMIA REGGIANA alle soglie del 2015 i principali indicatori A cura dell Ufficio Studi della Camera di Commercio di Il contesto internazionale Stime

Dettagli

CHI SIAMO Lega Regionale Toscana Cooperative e Mutue Lega Nazionale Cooperative e Mutue Legacoop Toscana OBIETTIVI sistema economico democratico

CHI SIAMO Lega Regionale Toscana Cooperative e Mutue Lega Nazionale Cooperative e Mutue Legacoop Toscana OBIETTIVI sistema economico democratico Vademecum CHI SIAMO La Lega Regionale Toscana Cooperative e Mutue è un associazione di rappresentanza che cura gli interessi delle cooperative toscane da più di quarant anni. Costituita nel 1974, quale

Dettagli

Coordinamento Centro Studi Ance Salerno - Area Informatica

Coordinamento Centro Studi Ance Salerno - Area Informatica Centro Studi Il Report IL SENTIMENT DELLE IMPRESE ASSOCIATE RIFERITO ALLE DINAMICHE DEL CREDITO NEL TERRITORIO PROVINCIALE ANCE SALERNO: RISCHIO USURA SEMPRE ELEVATO Sebbene il trend risulti in diminuzione

Dettagli

AGRICOLA ESPOSIZIONE EVENTI POLO CITTÀ E CAMPAGNA

AGRICOLA ESPOSIZIONE EVENTI POLO CITTÀ E CAMPAGNA AGRICOLA ESPOSIZIONE EVENTI POLO CITTÀ E CAMPAGNA AGRICOLA L OBIETTIVO È CREARE UN POLO AGRICOLO, L OCCASIONE PER RIUNIRE I DIVERSI SETTORI DELL AGRICOLTURA E COLLEGARLI CON UN PUBBLICO ETEROGENEO, CREANDO

Dettagli

Veneto cantiere cultura energia creativa

Veneto cantiere cultura energia creativa Veneto cantiere cultura energia creativa Atlante Veneto della Cultura FEDERCULTURE statistiche e analisi sulle dinamiche del settore cultura in Veneto Roberto Grossi, Presidente Federculture L ATLANTE

Dettagli

L attuazione della GARANZIA GIOVANI in Italia

L attuazione della GARANZIA GIOVANI in Italia L attuazione della GARANZIA GIOVANI in Italia 2 ottobre 2015 1. Programmazione attuativa (dati al 1 ottobre 2015) Le risorse finanziarie del Programma Operativo Nazionale Iniziativa Occupazione Giovani

Dettagli

COMUNICATO STAMPA 10 Aprile 2015

COMUNICATO STAMPA 10 Aprile 2015 COMUNICATO STAMPA 10 Aprile 2015 Il Consiglio di Amministrazione ha esaminato e approvato il Piano Strategico 2015-2019 del Gruppo A2A *** Importante rilancio degli investimenti 2,1 miliardi di euro di

Dettagli

FONDAZIONE PATRIMONIO COMUNE. ROMA maggio 2012

FONDAZIONE PATRIMONIO COMUNE. ROMA maggio 2012 FONDAZIONE PATRIMONIO COMUNE ROMA maggio 2012 mercoledì 30 maggio 2012 COS E Soggetto giuridico -ENTE- con Fondatore unico(anci), costituito con atto del 17 aprile scorso, il cui statuto prevede all art.

Dettagli

Le imprese a Bologna nel 2014. Marzo 2015

Le imprese a Bologna nel 2014. Marzo 2015 Le imprese a Bologna nel 2014 Marzo 2015 Capo Dipartimento Programmazione: Gianluigi Bovini Direttore Settore Statistica: Franco Chiarini Redazione: Stefano Venuti e Paola Ventura Le elaborazioni sono

Dettagli

FINANZIAMENTO AGEVOLATO

FINANZIAMENTO AGEVOLATO FINANZIAMENTO AGEVOLATO MICROCREDITO CONTRIBUTO 40 MLN Il Microcredito è un fondo di garanzia istituito dal Ministero dello sviluppo economico ( MISE ), finanziato, per una cifra di 10 milioni di Euro,

Dettagli

PROVINCIA DI UDINE OGGETTO: ADESIONE IN QUALITA DI PARTNER AL PROGETTO CTA - DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE SEDUTA DEL GIORNO 06 NOVEMBRE 2014

PROVINCIA DI UDINE OGGETTO: ADESIONE IN QUALITA DI PARTNER AL PROGETTO CTA - DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE SEDUTA DEL GIORNO 06 NOVEMBRE 2014 PROVINCIA DI UDINE DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE SEDUTA DEL GIORNO 06 NOVEMBRE 2014 Presente Assente FONTANINI PIETRO Presidente X MATTIUSSI FRANCO Vicepresidente X BARBERIO LEONARDO Assessore

Dettagli

Il rapporto strutturale sul sistema economico produttivo della provincia di Bologna

Il rapporto strutturale sul sistema economico produttivo della provincia di Bologna Il rapporto strutturale sul sistema economico produttivo della provincia di Bologna Gian Carlo Sangalli Presidente Camera di Commercio di Bologna IL SISTEMA ECONOMICO PRODUTTIVO BOLOGNESE E E IN UNA FASE

Dettagli

LE RETI D'IMPRESE: esperienze a confronto _

LE RETI D'IMPRESE: esperienze a confronto _ LE RETI D'IMPRESE: esperienze a confronto _ 10 Novembre 2015 Verona Dott.ssa Margherita Marin Dott. Giuseppe Guido Stefenello DI COSA PARLIAMO: 1. COS È IL CONTRATTO DI RETE: PRINCIPALI CARATTERISTICHE

Dettagli

Il REPORT SONO OLTRE 888 MILA I GIOVANI REGISTRATI AL PROGRAMMA, QUASI 772 MILA AL NETTO DELLE CANCELLAZIONI. Roma, 4 Dicembre 2015

Il REPORT SONO OLTRE 888 MILA I GIOVANI REGISTRATI AL PROGRAMMA, QUASI 772 MILA AL NETTO DELLE CANCELLAZIONI. Roma, 4 Dicembre 2015 Roma, 4 Dicembre 2015 I giovani presi in carico sono 553.507. A più di 239 mila è stata proposta almeno una misura. Crescere in Digitale: oltre 38.000 gli iscritti a dodici settimane dal lancio. A partire

Dettagli

su Finanza e Terzo Settore Indagine sui fabbisogni finanziari della cooperazione sociale in Italia Executive Summary Fare banca per bene.

su Finanza e Terzo Settore Indagine sui fabbisogni finanziari della cooperazione sociale in Italia Executive Summary Fare banca per bene. EDIZIONE osservatorio UBI Banca su Finanza e Terzo Settore Indagine sui fabbisogni finanziari della cooperazione sociale in Italia Executive Summary Gennaio 2012 con il contributo scientifico di Fare banca

Dettagli

Agenda. Gli accordi Intesa Sanpaolo Confindustria Piccola Industria. Consulenza globale. Ambiti d intervento. Conferma e arricchimento soluzioni

Agenda. Gli accordi Intesa Sanpaolo Confindustria Piccola Industria. Consulenza globale. Ambiti d intervento. Conferma e arricchimento soluzioni Agenda Gli accordi Intesa Sanpaolo Confindustria Piccola Industria Consulenza globale Ambiti d intervento Conferma e arricchimento soluzioni 1 Intesa Sanpaolo - Confindustria Piccola Industria Un impegno

Dettagli

INTEGRAZIONE. Tante diversità. Uguali diritti. Interventi a favore degli alunni stranieri e per l educazione interculturale

INTEGRAZIONE. Tante diversità. Uguali diritti. Interventi a favore degli alunni stranieri e per l educazione interculturale Tante diversità. Uguali diritti INTEGRAZIONE Interventi a favore degli alunni stranieri e per l educazione interculturale MIUR MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO

Dettagli

SPACE S.P.A. - POLITICA DI INVESTIMENTO AI SENSI DEL REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.P.A.

SPACE S.P.A. - POLITICA DI INVESTIMENTO AI SENSI DEL REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.P.A. SPACE S.P.A. - POLITICA DI INVESTIMENTO AI SENSI DEL REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.P.A. 1. PREMESSE La presente politica di investimento è stata approvata dall assemblea

Dettagli

TrendRa, l'indagine di CNA sull andamento economico e occupazionale dell artigianato a Ravenna

TrendRa, l'indagine di CNA sull andamento economico e occupazionale dell artigianato a Ravenna TrendRa, l'indagine di CNA sull andamento economico e occupazionale dell artigianato a Ravenna Venerdì 9 Ottobre 2015 Si intravede qualche segnale di ripresa, ma i principali indicatori economici rimangono

Dettagli

I fondi europei per la coesione. passodopopasso

I fondi europei per la coesione. passodopopasso I fondi europei per la coesione >> passodopopasso FONDI EUROPEI 2014-2020 All Italia spettano 44 miliardi di Euro (22.2 miliardi alle Regioni del Sud) Sviluppo regionale Fondo Europeo di Sviluppo Regionale

Dettagli

Coopstartup FarmAbility

Coopstartup FarmAbility Coopstartup FarmAbility Bando per la selezione di idee di impresa cooperativa innovativa nell agroalimentare Art. 1 Contesto e obiettivi Coopstartup FarmAbility è un progetto sperimentale per favorire

Dettagli

Regolamento IMPRENDOCOOP IDEE COOPERATIVE DI NUOVA GENERAZIONE

Regolamento IMPRENDOCOOP IDEE COOPERATIVE DI NUOVA GENERAZIONE Regolamento IMPRENDOCOOP IDEE COOPERATIVE DI NUOVA GENERAZIONE ARTICOLO 1 - Il progetto Imprendocoop IMPRENDOCOOP Idee cooperative di nuova generazione è un progetto che nasce dalla collaborazione tra

Dettagli

Regolamento ALL START GAME 2015

Regolamento ALL START GAME 2015 Regolamento ALL START GAME 2015 ART 1 - Definizione La ALL START GAME 2015 (di seguito la competizione") è una competizione tra start-up innovative basata sulla raccolta on-line di capitale di rischio

Dettagli

Acquisti sostenibili di una multiutility: l inclusione delle persone svantaggiate

Acquisti sostenibili di una multiutility: l inclusione delle persone svantaggiate AMBIENTE e INNOVAZIONE: le buone pratiche della sostenibilità in Emilia-Romagna 17 aprile 2008 Aula Magna Pietro Manodori - Università di Modena e Reggio Emilia Ex Caserma Zucchi Viale Allegri, 9 REGGIO

Dettagli

Portale Regionale del Prodotto Tipico e Biologico

Portale Regionale del Prodotto Tipico e Biologico Portale Regionale del Prodotto Tipico e Biologico Legge Regione Umbria n. 21 del 20/08/2001 Disposizioni in materia di coltivazione, allevamento, sperimentazione, commercializzazione e consumo di organismi

Dettagli

ARTIGIANATO E PICCOLA IMPRESA NEL VENETO

ARTIGIANATO E PICCOLA IMPRESA NEL VENETO Ufficio Comunicazione&Studi Confartigianato del Veneto ARTIGIANATO E PICCOLA IMPRESA NEL VENETO INDAGINE CONGIUNTURALE ANDAMENTO 2 SEMESTRE 2010 PREVISIONE 1 SEMESTRE 2011 In collaborazione con INDAGINE

Dettagli

La Biennale 2015. A Genova, dal 5 al 7 giugno 2015. Cos è la Biennale della Prossimità. Chi partecipa alla Biennale della Prossimità

La Biennale 2015. A Genova, dal 5 al 7 giugno 2015. Cos è la Biennale della Prossimità. Chi partecipa alla Biennale della Prossimità La Biennale 2015 Cos è la Biennale della Prossimità La Biennale della Prossimità si svolgerà a Genova dal 5 al 7 giugno 2015. È un appuntamento nazionale dedicato interamente alle comunità locali, alle

Dettagli

Comunicato stampa CONTINUA LA CRESCITA SOSTENIBILE E LA CREAZIONE DI VALORE

Comunicato stampa CONTINUA LA CRESCITA SOSTENIBILE E LA CREAZIONE DI VALORE Comunicato stampa GRUPPO CARIPARMA FRIULADRIA: I RISULTATI DI BILANCIO 2008 CONTINUA LA CRESCITA SOSTENIBILE E LA CREAZIONE DI VALORE Dati economici consolidati riclassificati Proventi Operativi Netti

Dettagli

Non profit e cultura: stato dell arte. Alcuni dati di scenario. Daria Broglio Istituto per la ricerca sociale

Non profit e cultura: stato dell arte. Alcuni dati di scenario. Daria Broglio Istituto per la ricerca sociale Non profit e cultura: stato dell arte. Alcuni dati di scenario Daria Broglio Istituto per la ricerca sociale Primi dati di scenario: Il valore aggiunto del Sistema Produttivo Culturale Il perimetro del

Dettagli

rassegna stampa quotidiani

rassegna stampa quotidiani 21 febbraio 2015 rassegna stampa quotidiani coldiretti news coldiretti Inflazione, Coldiretti, fiammata prezzi verdure con +6,8%; Milleproroghe, Coldiretti, bene proroga patenti agricole provincia e regione

Dettagli

OOPYRIGHT. inventa una cooperativa IL CONCORSO E LE ISTRUZIONI PER PARTECIPARE 09 EDIZIONE 2015/2016

OOPYRIGHT. inventa una cooperativa IL CONCORSO E LE ISTRUZIONI PER PARTECIPARE 09 EDIZIONE 2015/2016 OOPYRIGHT b inventa una cooperativa IL CONCORSO E LE ISTRUZIONI PER PARTECIPARE 09 EDIZIONE 2015/2016 INTRO La cooperazione è un elemento importante della storia della nostra città e molte delle maggiori

Dettagli

L attuazione della GARANZIA GIOVANI in Italia

L attuazione della GARANZIA GIOVANI in Italia L attuazione della GARANZIA GIOVANI in Italia 30 ottobre 2015 1. Programmazione attuativa (dati al 29 ottobre 2015) Le risorse finanziarie del Programma Operativo Nazionale Iniziativa Occupazione Giovani

Dettagli

La Cassa Depositi e Prestiti viene da lontano ed il suo lungo percorso storico è caratterizzato da tre

La Cassa Depositi e Prestiti viene da lontano ed il suo lungo percorso storico è caratterizzato da tre (bozza non corretta) Accesso al credito: il ruolo di Cassa depositi e prestiti. Gli strumenti di sostegno alle PMI ed alle Pubbliche Amministrazioni" GIOVEDI' 14 GIUGNO 2012 FERMO (Sala dei Ritratti -

Dettagli

IL LAVORO RIPARTE DAL LAVORO

IL LAVORO RIPARTE DAL LAVORO IL LAVORO RIPARTE DAL LAVORO Assemblea di Bilancio 25.06.2015 CFI- - Cooperazione Finanza Finanza Impresa Impresa Via Giovanni Amendola, 5 Roma info@cfi.it - www.cfi.it Agenda CFI: mission, tipologie e

Dettagli

Il Consiglio di Amministrazione approva il Resoconto intermedio di gestione consolidato al 31 marzo. Ricavi a 20,03 milioni di euro

Il Consiglio di Amministrazione approva il Resoconto intermedio di gestione consolidato al 31 marzo. Ricavi a 20,03 milioni di euro Il Consiglio di Amministrazione approva il Resoconto intermedio di gestione consolidato al 31 marzo. Ricavi a 20,03 milioni di euro Milano 14 Maggio 2014 Il Consiglio di Amministrazione di Class Editori

Dettagli

Il Fondo Mutualistico di Legacoop

Il Fondo Mutualistico di Legacoop LA FINANZA E IL CREDITO IN COOPERAZIONE Il Fondo Mutualistico di Legacoop Aldo Soldi Direttore Generale Coopfond Parma, 6 marzo 2014 1 1 - Coopfond Coopfond è il Fondo mutualistico di Legacoop. E una S.p.A.

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIPARTIMENTO PER L IMPRESA E L INTERNAZIONALIZZAZIONE DIREZIONE GENERALE PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE E GLI ENTI COOPERATIVI OSSERVATORIO MPMI REGIONI LE MICRO, PICCOLE

Dettagli

Alfredo Bertelli. Sottosegretario alla Presidenza della Giunta Regione Emilia-Romagna

Alfredo Bertelli. Sottosegretario alla Presidenza della Giunta Regione Emilia-Romagna Alfredo Bertelli Sottosegretario alla Presidenza della Giunta Regione Emilia-Romagna Il convegno organizzato oggi dalla Prefettura di Bologna rappresenta un occasione importante di confronto. Proprio per

Dettagli

MERCATO IMMOBILIARE E IMPRESE ITALIANE 2013

MERCATO IMMOBILIARE E IMPRESE ITALIANE 2013 MERCATO IMMOBILIARE E IMPRESE ITALIANE 2013 Sono 383.883 le imprese nate nel 2012 (il valore più basso degli ultimi otto anni e 7.427 in meno rispetto al 2011), a fronte delle quali 364.972 - mille ogni

Dettagli

MOVIMPRESE NATALITA E MORTALITA DELLE IMPRESE ITALIANE REGISTRATE PRESSO LA CAMERA DI COMMERCIO DI BOLOGNA - 2 TRIMESTRE 2015 -

MOVIMPRESE NATALITA E MORTALITA DELLE IMPRESE ITALIANE REGISTRATE PRESSO LA CAMERA DI COMMERCIO DI BOLOGNA - 2 TRIMESTRE 2015 - MOVIMPRESE NATALITA E MORTALITA DELLE IMPRESE ITALIANE REGISTRATE PRESSO LA CAMERA DI COMMERCIO DI BOLOGNA - 2 TRIMESTRE 2015 - Sono 96.369 le imprese registrate alla Camera di commercio al 30 giugno 2015,

Dettagli

È TEMPO DI PIANIFICARE NON BASTA PIÙ INVESTIRE INVESTIRE 500.000? ECCO GLI ULTIMI PORTI SICURI COSTRUIRSI UNA RENDITA CON GLI AFFITTI

È TEMPO DI PIANIFICARE NON BASTA PIÙ INVESTIRE INVESTIRE 500.000? ECCO GLI ULTIMI PORTI SICURI COSTRUIRSI UNA RENDITA CON GLI AFFITTI www.effemagazine.it NOVEMBRE 2014 MENSILE - ANNO 4 - NUMERO 11 - NOVEMBRE 2014 POSTE ITALIANE SPA - SPEDIZIONE IN ABBONAMENTO POSTALE - 70% - LO/MI 5,00 EURO 4,00 EURO TORNA L AVVERSIONE AL RISCHIO ECCO

Dettagli

126.000 aziende hanno in corso una procedura concorsuale 12 regioni su 20 hanno subito una pesante dinamica recessiva

126.000 aziende hanno in corso una procedura concorsuale 12 regioni su 20 hanno subito una pesante dinamica recessiva È POSSIBILE TROVARE UN ORIZZONTE ALTERNATIVO Nonostante alcuni segnali di ripresa registrati negli ultimi mesi, la situazione macroeconomica del Paese stenta a migliorare e le imprese italiane hanno difficoltà

Dettagli

ASSOCIAZIONE GENERALE COOPERATIVE ITALIANE UNITA' DI PROMOZIONE PROGETTUALE (UPP)

ASSOCIAZIONE GENERALE COOPERATIVE ITALIANE UNITA' DI PROMOZIONE PROGETTUALE (UPP) ASSOCIAZIONE GENERALE COOPERATIVE ITALIANE UNITA' DI PROMOZIONE PROGETTUALE (UPP) spedizione via mail: 2 novembre 2009 TOTALE OPPORTUNITA' 8 suddivise in REGIONALE, PROVINCIALE E COMUNALE 1 Ente titolare

Dettagli