Dal sito di YAHOO.Finanza, del 9 febbraio 2011

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Dal sito di YAHOO.Finanza, del 9 febbraio 2011"

Transcript

1 Dal sito di YAHOO.Finanza, del BCE: una poltrona per sei. Weber in ritirata, avanza Regling ( Asca ) Roma, 9 Chi siederà dal prossimo novembre sulla poltrona di Presidente della BCE, attualmente occupata da Jean- Claude Trichet, il cui mandato di otto anni scadrà a fine ottobre? La designazione, attesa tra marzo e giugno, spetta al Consiglio Europeo presieduto da Herman Van Rompuy, a cui dovrà seguire il parere del Parlamento Europeo e del Consiglio Direttivo della BCE. Le grandi manovre sono partite anche se ufficialmente l'argomento non rientra ancora in alcun vertice. Nella breve storia della BCE ( 1998 ) è la prima volta che il mandato giunge alla sua scadenza naturale. Il predecessore di Trichet, l'olandese Willem Frederik Duisenberg si dimise con due anni di anticipo ( 2003 ), in virtù di un patto non scritto tra francesi e tedeschi. Per i candidati si parla di '' falchi '', di '' uomini di mezzo '' e di '' colombe ''. I '' falchi '' sono tutti '' made in Germany ''. In realtà, il passaggio dal falco Duisenberg alla colomba Trichet non ha cambiato l'obiettivo di fondo della BCE: il mantenimento della stabilità dei prezzi nel medio termine, nessuna concessione a tentazioni keynesiane o scimmiottamenti della Federal Reserve. D'altra parte il mandato della BCE previsto nel Trattato parla chiaro. Al momento la corsa per la poltrona più importante dell'ultimo piano di Kaiserstrasse 29 ( Francoforte ) vede in pista almeno 6 candidati e un panchinaro. Tre sono '' made in Germany '', a conferma dei desiderata di Angela Merkel, che vedrebbe di buon occhio un passaggio del testimone finalmente a un tedesco. In ribasso Axel Weber, Presidente della Bundesbank, e da sempre osteggiato da Parigi. Oggi si era diffusa la voce, poi smentita dalla stessa Banca Centrale Tedesca, di un comunicato sul futuro della carriera del Superfalco Axel. Per la stampa tedesca potrebbe lasciare la Bundesbank per la Deutsche Bank. Weber si sarebbe '' bruciato '' per la sua scarsa diplomazia. In particolare la sua opposizione alla decisione dell'eurotower di comprare i titoli di Stato dei Paesi dell'eurozona sotto l'attacco della speculazione ( Grecia, Irlanda, Portogallo ). Una critica che avrebbe fatto infuriare le Cancellerie di mezza Europa. Al posto di Weber, Berlino dispone di due subordinate: Klaus Regling e Juergen Stark. Il primo, molto più diplomatico di Weber, è il numero uno del Fondo europeo salva - Stati, nel passato è stato D. G. della Commissione UE ( affari economici ) e in caso di successo rappresenterebbe una novità. Finora la poltrona di Presidente della BCE è sempre stata assegnata a un candidato con una precedente esperienza di Banchiere Centrale. Il secondo, Juergen Stark è membro del Consiglio Esecutivo della BCE, ma ha già fatto otto anni di mandato e quindi non potrebbe, secondo lo Statuto dell'eurotower, essere candidabile. Molti vedono Juergen Stark a capo della Bundesbank se Weber dovesse lasciare per nuovi incarichi. Poi c'è Mario Draghi, Governatore della Banca di Italia e Presidente del Financial Stability Board. Per gli osservatori '' un uomo di mezzo '', né falco, né colomba. Secondo la stampa tedesca, Berlino non sarebbe entusiasta di un candidato del Club Med, il Sud Europa, un'area che i luterani associano al lassismo sulla spesa pubblica. Bankitalia peraltro non ha mai avuto alcuna responsabilità nell'assecondare queste tendenze, fatta forse eccezione per il Governatorato di Guido Carli, campione delle svalutazioni competitive che considerava gli aumenti dei tassi di interesse quasi '' un'arma sediziosa ''. Peraltro la presenza tricolore nella BCE sembra smentire l'esistenza di un pregiudizio anti-italiano. Francesco Papadia e Daniela Russo sono rispettivamente i responsabili delle operazioni di politica monetaria e del sistema dei pagamenti, i due pilastri che giustificano l'esistenza di una Banca Centrale. Poi c'è Mauro Grande, Direttore Generale per la Stabilità Finanziaria. Un ultima nomina di prestigio nelle istituzione europee è arrivata per Enrico Enria, proveniente da Palazzo Koch, è diventato il numero uno della Autorità europea per la Vigilanza sulle Banche. Di certo gli italiani non mancano, chissà se sia un vantaggio.

2 Sembra acquistare spessore la candidatura di Yves Mersch, Governatore della Banca del Lussemburgo, che potrebbe godere dell'appoggio franco - tedesco. Se poi l'atmosfera tra i Premier europei dovesse scaldarsi, potrebbe prendere consistenza una candidatura '' cool '' ( tranquilla ) come quella di una '' colomba '' rigorosa quale Erkki Likkanen, Governatore della Banca di Finlandia con un passato da Commissario UE. In panchina, ma pronto alla fase di riscaldamento, c'è Ewald Nowotny, Governatore della Banca d'austria. UE: 6 Paesi chiedono linea dura su commercio estero. c'è anche Italia ( Asca-AFP ) Parigi, 9 Nel commercio estero l'europa deve essere '' meno ingenua '': lo chiedono 6 Paesi dell'unione: Francia, Germania, Italia, Spagna, Polonia e Portogallo. L'appello è stato pubblicato su alcuni quotidiani e trasmesso anche all'agenzia France-Presse. Si chiede '' una difesa più efficace e più strategica del commercio estero europeo, in gioco l'esistenza e lo sviluppo del modello economico e sociale europeo ''. In particolare Bruxelles dovrebbe far valere il concetto di reciprocità con i partner commerciali dell'unione. I sei Paesi lamentano asimmetrie nel commercio estero, l'unione Europea ha aperto dell'80 % il proprio mercato ai Paesi terzi, mentre le altre grandi economie sviluppate hanno aperto il loro mercato appena al 20 %. Inoltre, i Paesi emergenti non hanno preso alcun impegno su questa materia con l'europa ''. Insomma per i Ministri firmatari dell'appello, Mikolaj Dowgielewicz ( Polonia ), Werner Hoyer ( Germania ), Diego Lopez Garrido ( Spagna ), Pedro Lourtie ( Portigallo ), Paolo Romani ( Italia ) e Laurent Wauquiez ( Francia ), le richieste non nascondono una deriva '' protezionista '' dell'europa. Si tratta soli di difendere il diritto di accesso delle imprese europee ai mercati di Paesi terzi in condizioni equivalenti '' a quelle prevalenti in Europa, '' sia nel settore privato e sia in quello dominato dalla mano pubblica ''. Pmi: MEF, a fine dicembre accolte 190mila domande moratoria debiti ( Asca ) Roma, 9 Al 31 dicembre 2010 sono state accolte 190 mila domande relative alla moratoria sui debiti delle Pmi per un debito residuo di 56 miliardi di euro. Complessivamente sono pervenute 252 mila domande, da tenere conto che i tempi di istruttoria sono di circa 30 giorni. '' In queste settimane è tornato a riunirsi al Ministero dell'economia e delle Finanze ( MEF ) il tavolo tecnico in cui sono rappresentati tutti i firmatari dell'avviso Comune, che ha monitorato la moratoria sin dalla sua entrata in vigore. E' stato raggiunto un accordo su nuove iniziative per il credito alle Piccole e medie imprese, che verrà sottoscritto al Ministero dell'economia e delle Finanze alla presenza del Ministro mercoledì 16 alle ore 11 '', spiega la nota del MEF. Unioncamere: i Distretti Industriali superano la recessione ( Asca ) Roma, 9 Positiva reazione dei Distretti Industriali italiani alla recessione e per il 2011 le previsioni mostrano una crescita robusta del giro d'affari mentre indicazioni non positive arrivano dal fronte dell'occupazione. '' Gran parte dei Distretti Produttivi italiani nel 2010 ha tenuto alla congiuntura fortemente negativa, pur con trasformazioni strutturali e un ridimensionamento, in termini occupazionali oltre che di fatturato, importanti '' sottolinea Valter Taranzano, Presidente della Federazione dei Distretti Italiani, sintetizzando l'esito del 2 Rapporto dell'osservatorio Nazionale Distretti Italiani, presentato questa mattina a Roma, nella sede di Unioncamere. '' I segnali, come l'export che ha ripreso a salire dopo valori sistematicamente negativi, sembrano indicare l'uscita definitiva dalla recessione. Tuttavia, la strada per un recupero effettivo delle posizioni perse appare piuttosto impervia. Se molti Distretti mostrano grande vitalità, come nel caso dell'agroalimentare di San Daniele del Friuli, delle macchine tessili di Biella, dell'alimentare di Parma, dell'oreficeria di Arezzo, dell'abbigliamento di Rimini, della concia di Solofra, molti altri sono ancora in difficoltà, come il distretto delle macchine utensili di

3 Piacenza, l'abbigliamento Sud abruzzese, le cappe aspiranti e gli elettrodomestici di Fabriano, il tessile - abbigliamento di Treviso. I dati 2010 segnalano una forte reazione alla crisi, con una considerevole accelerazione, che ha coinvolto tutti i settori, da metà fino alla conclusione dell'anno. Per il 2011 le imprese distrettuali prevedono aumenti di produzione e di vendite, a fronte di investimenti in crescita. I segnali di una ripresa robusta, quindi, si scorgono, ma non hanno ancora un carattere definitivamente sistemico ''. Da CdM via a Piano Sviluppo, Tremonti guarda a UE ( Trend.online ), 9 di Paolo Biondi e Giuseppe Fonte Via libera in Consiglio dei Ministri alla modifica della Costituzione sulla libertà d'impresa e alla riforma degli incentivi, prima mossa di un Piano italiano per il rilancio dell'economia che prenderà corpo in aprile, al termine di un confronto con l'unione Europea. Il Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, parla in conferenza stampa a Palazzo Chigi di una " nuova fase del lavoro di Governo tutta tesa al sostegno dell'economia ", ma nessuno dei provvedimenti approvati oggi ha immediata efficacia. Il Ministro dell'economia, Giulio Tremonti, dice che l'agenda italiana per la crescita " è dettata e definita dall'europa in Europa ", con il supporto di organismi internazionali come FMI e OCSE. Tremonti si riferisce al Piano nazionale delle riforme che l'italia, al pari di tutti gli altri Paesi europei, dovrà pubblicare entro metà aprile, assieme al nuovo quadro macroeconomico e di finanza pubblica. " Oggi c'è stato un buon CdM, contiamo di continuare quel lavoro e di arrivare all'appuntamento europeo con le carte in regola. Questo è quello che conta, il resto sono solo polemiche ", ha aggiunto il titolare dell'economia in quella che sembra una allusione alle frizioni dentro il Governo sulla linea di politica economica. Subito dopo Tremonti ha lasciato Palazzo Chigi per andare a testare, in un viaggio fino a Reggio Calabria, la rete ferroviaria e stradale del Mezzogiorno. Con lui viaggiano i segretari di Cisl e Uil, Raffaele Bonanni e Luigi Angeletti. Berlusconi si è detto " assolutamente " tranquillo sul fatto di avere una maggioranza adeguata alla Camera. Il Capo del Governo ha quindi annunciato di voler porre la questione di fiducia sul Federalismo municipale, respinto venerdì scorso dal Quirinale perché il Governo non aveva presentato le dovute " comunicazioni " alle Camere. CAMBIA L'ARTICOLO 41: PERMESSO TUTTO CIÒ CHE NON È VIETATO " L'iniziativa e l'attività economica privata è libera ed è permesso tutto ciò che non è espressamente vietato ". Così recita il nuovo articolo 41 della Costituzione, secondo il Disegno di Legge Costituzionale approvato oggi. Un testo che deve tuttavia essere ancora " perfezionato ", ha detto Berlusconi. Poiché modifica la Costituzione, il DdL richiederà doppio esame di Camera e Senato con un intervallo di almeno sei mesi tra una lettura e l'altra. Avrà quindi un lungo percorso parlamentare, anche in caso di accordo con le opposizioni. Approvata anche la riforma degli incentivi fiscali, che dal 2012 promette di destinare metà dei fondi alle Piccole e medie imprese tramite procedure veloci o automatiche. Previsti tre strumenti: la categoria dei voucher, gli incentivi erogati in base a progetti su bandi di gara e, infine, una categoria di incentivi sulle procedure negoziali per gli investimenti al di sopra dei 20 milioni. Ritirata, invece, la legge sulla concorrenza. Sarà recuperata " nel tavolo di semplificazione del Ministro della Semplificazione, Roberto Calderoli ", dice una fonte governativa. A chi chiedeva quanto valesse l'effetto espansivo del pacchetto sulla crescita dell'economia, Berlusconi ha risposto: " L'abbiamo valutata dell'1,5 %. Pensiamo sia il minimo e speriamo di migliorarlo ". Le ultime stime del Governo danno il Pil in crescita dell'1,3 % nel PIANO SUD, ENTRO APRILE RICOGNIZIONE SU FONDI DISPONIBILI Raffaele Fitto, Ministro per gli Affari Regionali, ha esposto una relazione sul Piano Sud, indicando una tabella di marcia per arrivare a definire la mole di risorse disponibili tra finanziamenti nazionali ed europei.

4 Il timing prevede un confronto con la Commissione Europea e con le Regioni da chiudere entro. Da marzo, il Governo approverà via via le delibere CIPE " con i grandi programmi nazionali e gli interventi regionali. Tutto questo entro il 30 di aprile ", ha detto Fitto. Nessuna novità sul Piano casa, che avrebbe dovuto assumere la forma di un Decreto Legge ma si è bloccato dopo il terremoto abruzzese del 6 aprile " Vorrei ricordare che il Piano casa che avevo immaginato l'altro anno prevedeva una immissione di 70 miliardi di euro nell'economia. Alcune Regioni non hanno fatto nulla, altre hanno approvato il Piano ", ha ricordato Berlusconi, annunciando un futuro provvedimento legislativo per ridurre gli " adempimenti burocratici " che gravano sull'edilizia residenziale. Sviluppo: allo studio Piano Casa per linee guida a Regioni ( Asca ) Roma, 9 Il ' Piano casa bis ' per facilitare gli ampiamenti degli immobili è allo studio del Governo che oggi ha iniziato a parlarne in Consiglio dei Ministri. L'obiettivo è quello di dare alle Regioni linee guida per introdurre nei loro territori norme efficaci. Nessuna approvazione nella seduta odierna, quindi, di nuove misure sul Piano casa ma, a quanto si apprende, l'avvio di una discussione che dovrà coinvolgere più strettamente, oltre al Ministero delle Infrastrutture, anche l'economia e le Regioni. '' Il Piano casa merita un provvedimento legislativo perchè - ha spiegato il responsabile delle Infrastrutture, Altero Matteoli in conferenza stampa - le Regioni, in tante parti d'italia, hanno fatto provvedimenti che non consentono a circa il 60 % delle case, che potrebbero essere ampliate, di poterlo fare. Con il provvedimento si allargherà questa possibilità e si consente di far partire sia 'il Piano casa uno' che 'il Piano casa due' ''. Crisi: Marcegaglia, CdM bene su crescita. Aspettiamo semplificazione ( Asca ) Roma, 9 Bene che si parli di crescita, ma il giudizio resta sospeso sulla semplificazione perchè il pacchetto non è stato approvato. La Presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia lascia '' in sospeso '' il proprio giudizio sugli ''impegni'' presi oggi dal Consiglio dei Ministri. '' E' positivo che il Consiglio dei Ministri si concentri sul tema della crescita - sottolinea Marcegaglia nel corso di una conferenza stampa - e auspichiamo che questo continui perchè la bassa crescita nel Paese è forte. La parte più interessante, però, è il pacchetto semplificazione che abbiamo chiesto e voluto, su appalti, urbanistica, paesaggistica, ma che non è stato approvato. E' stato creato un tavolo di coordinamento tra i Ministri Calderoli e Brunetta. Se venisse approvato entro la settimana allora sarebbe positivo, un fatto importante ''. Crisi: Confapi, ora attendiamo fase operativa Piano economia ( Asca ) Roma, 9 '' Accogliamo favorevolmente gli esiti del Consiglio dei Ministri di oggi, poichè sono state messe in cantiere una serie di misure che se portate avanti fino in fondo daranno nuova forza motrice ad una ripresa economica che stenta a decollare. Ora non ci resta che attendere la fase propriamente operativa ''. Queste le parole di Paolo Galassi, Presidente di Confapi, dopo il CdM di oggi che ha approvato le misure per il rilancio dell'economia. '' Siamo ad un punto cruciale per la Legislatura, in cui i meri annunci non possono più trovare spazio - conclude Galassi -. Per questo, siamo fiduciosi sull'avvio di una svolta riformatrice che preveda misure specifiche a sostegno della Piccola e media industria, a partire dall'introduzione di un sistema fiscale che non rappresenti più uno strumento di oppressione ''. Sviluppo: Confcommercio, giusto liberare le energie delle imprese (Asca) Roma, 9

5 Liberare le energie dell'attività d'impresa per imprimere una robusta spinta all'economia è un giusto principio. Così come lo è far leva sull'edilizia; perseguire una maggiore crescita del Mezzogiorno come occasione di maggiore crescita per l'intero Paese; accelerare i processi di liberalizzazione; riordinare il sistema degli incentivi alle imprese e semplificarne l'accesso, prevedendo un'adeguata riserva di risorse per le Piccole e medie imprese: questo il commento di Confcommercio al pacchetto di misure per il rilancio dell'economia varato oggi dal Consiglio dei Ministri. Occorre, però, che principi, disegni di legge, decreti e regolamenti si traducano con urgenza in fatti concreti, consentendo, ad esempio, lo sblocco operativo di investimenti infrastrutturali pubblici e privati ed una reale velocizzazione dei tempi di pagamento delle Pubbliche Amministrazioni. Ed occorre ancora - conclude Confcommercio - che procedano celermente i lavori per un incrocio virtuoso tra costruzione del federalismo fiscale e riforma del sistema fiscale. Salvaguardando il bene prezioso della stabilità dei conti pubblici, ma anche mirando alla riduzione della pressione fiscale complessiva, attraverso il controllo, la riqualificazione e la riduzione della spesa pubblica ed il contrasto e recupero di evasione ed elusione. Imprese: intesa Gelmini - Marcegaglia, pronti 1,4 Mld per innovazione ( Asca ) Roma, 9 Il Governo erogherà 1,4 miliardi di euro alle imprese per ricerca e innovazione. E' questo il frutto dell'accordo tra il Ministro dell'istruzione, Mariastella Gelmini e la Presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia siglato ieri nel corso di un incontro. '' Ho visto ieri il Ministro Gelmini a lungo - ha spiegato nel pomeriggio Marcegaglia nel corso di una conferenza stampa -. Sulla ricerca ci sono delle cose che possono partire: ci sono 500 milioni di euro dal programma operativo nazionale quindi fondi strutturali europei. Questo progetto - ha sottolineato la leader degli industriali - è partito e già ci sono 533 progetti presentati da reti di imprese e centri di ricerca pubblici che coinvolgono imprese e 200 centri di ricerca e università per grandi progetti strategici Sud / Nord come proposto da Confindustria. Queste imprese hanno risposto e hanno terminato le selezioni e tra metà marzo e aprile potrebbe partire l'erogazione dei fondi ''. Marcegaglia ha annunciato poi che '' ci sono altri 915 milioni per l'avviso dei distretti tecnologici e laboratori misti fermi al CIPE attivati sul Pon ''. Milleproroghe: esame a rilento, forse slitta approdo in aula ( Asca ) Roma, 9 Procedono a rilento i lavori delle Commissioni Bilancio e Affari Costituzionali del Senato sul Decreto Milleproroghe. Non è escluso che possa slittare l'approdo del provvedimento in Aula, previsto per domani alle 10. L'opposizione chiede infatti di avere a disposizione anche tutta la mattinata per completare l'esame del provvedimento. Non è neanche escluso che il Decreto venga trasmesso in Aula senza mandato al relatore. Governo e maggioranza stanno lavorando ad una sintesi delle diverse proposte. Possibile un aumento delle risorse per l'editoria, ma è difficile il reintegro dei 50 milioni precedentemente tagliati. Unicredit in attesa del CdA ( Trend.online ), 9 Unicredit ha convocato per dopodomani, giovedì 10, il CdA. La riunione servirà per nominare Jean-Pierre Moustier a capo del Corporate & Investment Banking. Questa mattina di buon'ora, tra le 8 e le 9, sono arrivati in Unicredit prima il Vice Presidente Vicario, Luigi Castelletti, quindi l'amministratore Delegato, Federico Ghizzoni e il Presidente, Dieter Rampl. Poco dopo le 9.20 ha fatto il suo ingresso il Vice Presidente, Vincenzo Calandra Buonaura.

6 Del Comitato Governance e nomine fanno parte anche l'altro Vice Presidente, Fabrizio Palenzona e i Consiglieri Francesco Giacomin e Luigi Maramotti. Il nome di Moustier dovrà essere ora portato al CdA e non è da escludersi che possa essere anticipato il Board già in calendario fra due settimane. Unicredit: Ghizzoni conferma target Italia ( AGI ) Roma, 9 Confermo il target per l'italia per il 2011, sono risultati ambiziosi, ma per me è solamente il primo anno di svolta, solamente l'inizio, per il 2012 saranno ancora più ambiziosi ". Queste le dichiarazioni dell'a. D. di Unicredit, Federico Ghizzoni, a margine della commemorazione dell'economista Tommaso Padoa Schioppa a Roma, rispondendo ai giornalisti che gli chiedevano conto delle notizie della perdita di 50 milioni di euro da parte di Unicredit per quanto riguarda l'italia. Ghizzoni ha poi aggiunto che per quanto riguarda l'intero Gruppo Unicredit, i risultati " sono in linea con le aspettative ". Bankitalia: spettro commissariamento su B. P. Spoleto ( MF - DJ ) Milano, 9 Lo scontro tra la Banca d'italia e il Presidente della B. P. Spoleto rischia di risolversi nel peggiore dei modi con l'autorità di Vigilanza che potrebbe essere costretta a forzare la mano e procedere con il commissariamento dell'istituto umbro. Un'ipotesi ancora tutta da valutare ma che, secondo quanto appreso da MF - Milano Finanza, viene prospettata da più fonti finanziarie e politiche. Perchè la misura è davvero colma e neppure l'incontro di ieri tra gli emissari di Mario Draghi e il vertice della Banca, il Presidente Giovannino Antonini e il Vice Presidente Vicario Marco Bellingacci, ha sanato la situazione. Anzi Antonini, tornato a parlare con i giornalisti, ha specificato che la Pop Spoleto " gode di ottima salute " e che il management " deve combattere contro qualcuno che pensa di accaparrarsi l'ultima realtà bancaria indipendente dell'umbria ". Parole che non sono piaciute agli uomini di Bankitalia che vogliono garantire l'attività dell'istituto ma che pressano per una totale revisione della governance societaria a partire proprio dalla Presidenza, dopo le dimissioni dal CdA dell'esponente del socio Coop Centro Italia London Stock Exchange si fonde con Borsa Toronto, Scaroni Vice Presidente ( Reuters ), 9 Il London Stock Exchange Group, cui fa capo anche Borsa Italiana, ha confermato di aver raggiunto un accordo per l'acquisizione di Tmx, la società che controlla il Toronto Stock Exchange. Lo afferma un comunicato congiunto delle due società che parla di " fusione tra eguali " e spiega come l'operazione, tutta in azioni, darà vita alla prima piazza internazionale per numero di società trattate - oltre per una capitalizzazione complessiva di circa miliardi di sterline, oltre miliardi di euro - e per il trading dei titoli minerari energetici e delle materie prime. Gli azionisti Tmx riceveranno 2,9963 azioni Lse per ogni titolo detenuto. Al termine della fusione, che ha ricevuto l'approvazione dei CdA di entrambe le società, gli azionisti LSE avranno in mano il 55 % del nuovo Gruppo, che verrà nominato LSEG - TMX. La società sarà guidata dall'attuale A. D. di LSE Javier Rolet, a capo di un CdA di 15 membri: otto individuati da LSE ( di cui tre da Borsa italiana ) sette da parte canadese. A Paolo Scaroni, A. D. di Eni, andrà una delle due Vice Presidenze.

7 Il Comitato Esecutivo sarà formato da quattro persone, tra cui il numero uno di Borsa italiana Raffaele Jerusalmi che affiancherà lo stesso Rolet, il Presidente Thomas Kloet ( attuale A. D. di TMX ) e il direttore finanziario Michael Ptasznik ( CFO di TMX ). Rolet ha affermato di puntare all'autunno di quest'anno per il completamento della fusione, su cui gravano ancora resistenze politiche in Canada. Deutsche Beorse, NYSE Euronext in colloqui avanzati merger ( Reuters ), 9 Deutsche Boerse e NYSE Euronext, hanno in corso " colloqui avanzati per una fusione ". Lo dicono le parti interessate confermando quanto riferito in precedenza da fonti vicine alla vicenda. Gli azionisti di Nyse Euronext dovrebbero, secondo il Progetto di merger, avere circa il % del capitale della nuova società frutto dell'operazione, mentre i soci della società mercato tedesca il restante %. Nessun Accordo tuttavia è stato siglato. Stamane LSE ha annunciato una fusione con la Borsa di Toronto. L'operazione dovrebbe essere interamente carta contro carta e dovrebbe portare, nelle attese delle due società, sinergie di costi per 300 milioni di euro. Il nuovo Gruppo dovrebbe avere due quartieri generali a New York e a Francoforte, Reto Francioni dovrebbe essere il presidente e Duncan Niederauer l'a. D. Le contrattazioni dei titoli della società mercato tedesca e di NYSE sono state sospese dopo le voci di merger. A New York Nyse Euronext è rientrato alle negoziazioni rapidamente per poi essere nuovamente sospeso. Alle 17,55 il titolo segna un teorico più 18,2 % a 39,52 dollari. Deutsche Boerse segna una chiusura teorica di 58,42 euro, in progresso dell'1,69 %. A Parma risarciti bond argentini acquistati tra il 1999 e il 2001 ( Trend.online ) di Pierpaolo Molinengo Ancora una vittoria di Confconsumatori a tutela dei risparmiatori. Questa volta è stato il Tribunale di Parma con sentenza n. 1599/10 a condannare una Banca al risarcimento dei danni ( ,79 oltre interessi ) patiti da un risparmiatore per avere acquistato in diverse occasioni ( , , e ) titoli argentini. Secondo il Tribunale, sebbene il cliente avesse, nei fatti, dimostrato di avere una certa conoscenza di quelle forme d investimento, il medesimo avrebbe dovuto essere qualificato come investitore con minima profilatura, in quanto non era stato assunto il profilo di rischio a norma dell art. 28 Reg. Consob n /98 e, di conseguenza, avrebbero dovuto ritenersi per lui inadeguate quelle operazioni. Di qui, sempre per il Tribunale, la necessità a norma dell art. 29 Reg. Consob n /98 di un informazione scritta dell inadeguatezza e della ragione della medesima, nonché di una sua dichiarazione, sempre scritta, del cliente di volervi comunque procedere. Informazioni e dichiarazioni, queste, mancanti nella specie, difettando la barratura con il segno x in una delle caselle elencanti le ragioni dell inadeguatezza. " Trattasi - per l avv. Giovanni Franchi legale Confconsumatori che ha tutelato in giudizio il risparmiatore - di una sentenza importantissima, perché dimostra come per la giurisprudenza, oltre che doversi tenere conto della prossimità o meno dell investimento al default e del rating, si debba esaminare con cura il comportamento tenuto dall Istituto, per accertare se lo stesso abbia adempiuto o meno ai doveri informativi su di lui gravanti. La sentenza - continua l avv. Franchi - è una delle prime a chiarire che non basta che via sia una generica informazione circa l inadeguatezza dell investimento, occorrendo invece che sia specificata la ragione con almeno

8 una croce precisa su una delle caselle del documento dove sono indicati i motivi dell inadeguatezza. Inoltre - sempre per l avv. Franchi - è una delle prime volte che un Tribunale riconosce la pericolosità dell investimento in titoli argentini nel 1999, quando si era ancora lontani dalla crisi di quel debitore ". B. P. Milano si difende tra i bancari. Rumors su fusione tra Selma / Bipiemme e Alba Leasing ( Trend.online ) di Alberto Susic La flessione odierna di Piazza Affari è da ascrivere in buona parte ai titoli del settore bancario, tra i quali si difende meglio degli altri Banca Popolare di Milano. Il titolo viene scambiato a 3,09 euro, con un calo dello 0,32 % e circa 3 milioni di azioni passate di mano fino ad ora. Secondo indiscrezioni riportate da Milano Finanza, sarebbe allo studio una fusione fra Selma - Bipiemme e Alba Leasing. La prima fa capo per il 40 % a B. P. Milano e per il 60 % a Mediobanca, mentre la seconda fa capo al mondo delle Popolari, tra le quali troviamo Banca Popolare dell Emilia Romagna con i 36 % del capitale e Banca Popolare di Milano con il 10 %. Per gli analisti di Equita SIM l operazione avrebbe senso dal punto di vista industriale e permetterebbe a B. P. Milano di realizzare una plusvalenza inattesa a sostegno del Core Tier 1 Ratio. Gli esperti però ritengono che si tratta di un processo di non facile realizzazione, come dimostrato dalla fase di stallo in questi anni del dossier Arca. Nel frattempo non cambia la view di Equita SIM sul titolo per il quale viene confermata la raccomandazione hold, con un prezzo obiettivo a 3,5 euro. Visa, acquistata PlaySpan per 190 milioni di dollari ( Finanza.com ), 9 Visa ha raggiunto un accordo per acquistare PlaySpan, società specializzata nell'ecommerce. L'operazione prevede il pagamento di 190 milioni di dollari in cash, a cui si aggiungerà un ulteriore ammontare nel caso in cui venissero raggiunti precisi obiettivi. L'acquisizione dovrebbe perfezionarsi nel secondo trimestre dell'esercizio fiscale di Visa. Credit Suisse: utili 2010 scendono del 24 % ( AGI ) Zurigo, 9 Gli utili del Gruppo bancario svizzero Credit Suisse scendono del 24 % a 5,1 miliardi di franchi ( 3,4 miliardi di euro ), a causa delle cattive prestazioni dell'unità di Investment Bank. I profitti dell'investment Bank arretrano a 3,5 miliardi di franchi, sulla scia del calo di un quinto del fatturato. Anche i guadagni del Private Banking calano del 6 %. Gb: Accordo Governo / Banche su prestiti a imprese e bonus ( AGI ) Londra, 9 Il Governo britannico e le principali Banche del Regno Unito hanno stretto un Accordo sulle retribuzioni e i bonus dei manager degli Istituti di credito e sull'ammontare dei prestiti che devono essere garantiti alle imprese. Lo ha annunciato il Cancelliere dello Scacchiere, George Osborne. I bonus pagati ai dirigenti delle quattro maggiori Banche albioniche, ha spiegato Osborne, saranno più bassi di quelli versati l'anno scorso.

9 BCE: Germania, sì a candidato forte, no comment su Weber ( AGI ) Francoforte, 9 Nessun commento dal Governo tedesco alla notizia che Weber non correrà più per la Presidenza della BCE. Un portavoce di Berlino ha fatto sapere che la Germania vorrebbe comunque un successore di Trichet "forte" alla guida dell'eurotower. Il cancelliere tedesco Angela Merkel si sarebbe " sorpresa " per la decisione di Weber. Fiat: Ok in Regione alla CIGS di Mirafiori. Fiom non firma ( Asca ) Torino, 9 Raggiunto questa mattina, alla Regione Piemonte, l'accordo sulla Cassa Integrazione Straordinaria alle Carrozzerie di Mirafiori. Il provvedimento, al via dal 14, per un anno coinvolgerà oltre 5 mila Dipendenti. L'intesa è stata sottoscritta da Fim, Uilm, Fismic, Ugl e Associazione Quadri, ma non dalla Fiom. '' L'intesa - spiega il segretario torinese della Fiom Federico Bellono - è strettamente collegata all'accordo del 23 dicembre su Mirafiori che noi abbiamo fortemente contestato ''. Secondo Claudio Chiarle segretario torinese della Fim-Cisl '' l'accordo di oggi sancisce il primo passo verso la partenza dell'investimento. Ora però - sostiene Chiarle - dalla Fiat attendiamo un segnale preciso e concreto: l'avvio dei lavori di ristrutturazione degli impianti produttivi per installare le nuove linee ''. Fiat sotto inchiesta per gli aiuti in Polonia ( Trend.online) di Pierpaolo Molinengo E' stata aperta un'inchiesta formale nei confronti della Fiat. Nell'occhio del ciclone ci sono gli aiuti che il Lingotto ha ricevuto in Polonia. Il sospetto dell'antitrust UE è che questi aiuti possano essere contrari alle regole europee sugli aiuti di Stato, dunque dannosi per la concorrenza. Secondo l'antitrust UE, gli aiuti a questo progetto di investimento di Fiat Powertrain, previsti in 49 milioni sotto forma di sgravi fiscali, potrebbero non essere conformi alle norme UE sugli aiuti per i grandi progetti di investimento. Secondo il trattato UE, la regione Slesia, nel sud ovest della Polonia, può beneficiare di aiuti regionali in quanto caratterizzata da un tenore di vita particolarmente basso e da forte disoccupazione. Gli orientamenti della Commissione prevedono che però gli aiuti ai grandi progetti di investimento, quelli i cui costi superino i 50 milioni, siano inferiori. In questo caso, il costo dell'investimento di cui tener conto per calcolare gli aiuti è pari a 180 milioni. Il Vice Presidente della Commissione Europea e Commissario Responsabile della Concorrenza, Joaquin Almunia, ha dichiarato che " la Commissione è a favore degli aiuti a progetti di investimento nelle regioni meno sviluppate o maggiormente colpite dalla disoccupazione. Dobbiamo però stare attenti che le distorsioni della concorrenza che ne derivano non siano superiori ai benefici degli aiuti, specie nei settori caratterizzati da sovra capacità o da altri problemi ". Gli investitori stranieri abbandonano l'india ( Italia Oggi.online ), 9 di Elisabetta Iovine Gli investimenti stranieri stanno voltando le spalle all'india. Nel 2010 c'è stata una caduta brusca del 32 % a 24 miliardi di dollari ( 17,5 mld euro ) rispetto all'anno precedente. Nello stesso periodo gli altri Paesi emergenti, soprattutto asiatici, hanno invece registrato un incremento, secondo quanto reso noto dalla Conferenza delle Nazioni Unite sul commercio e lo sviluppo. La Cina è cresciuta del 5 % e Singapore ha più che raddoppiato la sua quota. Un brusco risveglio per l'economia di New Delhi, la cui performance negativa non va quindi attribuita al contesto internazionale. Le stime, anzi, parlavano di un + 8,6 % nel e questo avrebbe fatto entrare l'india nel consesso delle prime dieci economie del pianeta.

10 Il motivo del dietrofront delle imprese straniere è legato alle mille complicazioni burocratiche, che riguardano in particolare i settori delle costruzioni e dell'estrazione mineraria. La Banca Centrale Indiana, per motivare tale andamento, riporta diverse cause: persistenti ritardi nelle procedure, problemi legati all'acquisizione dei terreni, una politica ambientale restrittiva. Proprio in nome della tutela del territorio, numerosi progetti industriali sono stati ritardati o sospesi. La Corte Suprema ha ordinato la chiusura momentanea di una miniera di calcare sfruttata dalla società francese Français Lafarge e dalla spagnola Meghalaya, in attesa di migliori garanzie sulla protezione della biodiversità del sito. Ma tale provvedimento costa ai diretti interessati 2,3 milioni di euro al mese. Inoltre l'azienda siderurgica sudcoreana Posco ha dovuto aspettare cinque anni prima di ottenere, il mese scorso, il via libera del Governo per costruire una fabbrica e un porto nell'est dell'india. A rallentare le procedure è l'analisi dell'impatto ambientale, di cui prima non si teneva conto. Come se non bastasse, la corruzione è in aumento. Pochi giorni fa è stato arrestato l'ex ministro delle telecomunicazioni, Andimuthu Raja, sospettato di aver fatto perdere al Paese 40 miliardi di dollari ( 29,1 mld euro ) per la vendita fraudolenta delle licenze telefoniche di seconda generazione. L'India ha bisogno di investimenti diretti, in grado di portare competenze e tecnologia in settori come le assicurazioni e la grande distribuzione. Non è soltanto questione di soldi. Cura Marchionne per l'italia ( Italia Oggi.online ), 9 di Massimo Galli In un panorama piatto per l'economia italiana non ci sono molte alternative. Svalutare la moneta è impossibile. Dunque, non resta altro da fare, nel breve periodo, che aumentare la produttività del lavoro applicando la ricetta del numero uno della Fiat, Sergio Marchionne. A sostenerlo è l'economista Andrea Boltho, docente al Magdalen College di Oxford, intervenuto ieri a Milano, nella sede di Borsa Italiana, per inaugurare il ciclo di incontri dell'osservatorio della società di revisione Baker Tilly Consulaudit. I dati in mano a Boltho, elaborati dall'istituto Oxford Economics, confermano tutte le recenti stime sulla marcia a velocità ridotta dell'italia: quest'anno il Pil si fermerà a + 1 % per portarsi a + 1,1 % nel 2012 e a + 1,2 % nel Troppo poco rispetto ai due punti percentuali della Germania e ad almeno il 3 % degli Stati Uniti. Perfino la Spagna dovrebbe far meglio dell'italia. Nella migliore delle ipotesi l'italia tornerà ai livelli pre - crisi soltanto nel «Il problema è il divario di competitività che si è aperto da quando esiste l'euro», ha spiegato Boltho. «In dieci anni questo divario si è portato al %». Come uscirne? «La soluzione ideale è quella di una forte produttività nei paesi deboli. Ma in Italia è impossibile, a meno di grandi ristrutturazioni nel mondo del lavoro, che avrebbero costi sociali enormi». Se si esclude la svalutazione monetaria, possibile soltanto abbandonando l'euro ( soluzione ritenuta improbabile ), non resta che il taglio del costo del lavoro. «Io ho simpatia per il modello Marchionne», ha proseguito l'economista. Si tratterebbe di far lavorare di più le persone, a condizione che si investa e si creino le condizioni per ottenere profitti. Questi, a loro volta, permetterebbero di assumere altro Personale. «Per far scendere il costo del lavoro la strada obbligata è quella di abbassare i salari o di tagliare i contributi sociali», ha aggiunto Boltho, ricordando che inizialmente la Germania, locomotiva d'europa, aveva accettato stipendi contenuti e più ore lavorate, con risultati soddisfacenti. Nel contempo, però, occorre investire in tecnologia e ricerca perché il mercato non accetta prodotti di basso profilo.

11 In generale, Boltho non è pessimista: l'economia sta andando forte in Germania e negli Stati Uniti, con effetti positivi nel resto dell'occidente. Restano le ombre della fiammata dei prezzi delle materie prime, che si ripercuote negativamente sulla spesa delle famiglie, e della pressione fiscale ancora troppo elevata. Per quanto riguarda il futuro dell'euro, è vero che ultimamente anche nei Paesi del Vecchio continente si parla di un'eventuale fallimento del progetto, ma l'economista ritiene improbabile che ciò avvenga. «Penso che si riesca a tenere insieme la baracca: i Paesi deboli faranno sforzi enormi nel risanamento e la Germania accetterà di finanziare ancora per un po' il debito altrui, perchè il suo sistema industriale non ha alcuna convenienza ad abbandonare la moneta unica». Infine, sul versante del credito, Maurizio Godoli, Presidente di Baker Tilly Consulaudit, chiede alle Banche di essere più generose con le imprese nel concedere finanziamenti. Gli istituti, nell'assegnare il rating a un'azienda, dovrebbero concentrarsi più sulla scommessa per il futuro che sui bilanci Spagna, sì dei Sindacati: in pensione a 67 anni ( Italia Oggi.online ), 9 In Spagna si andrà in pensione a 67 anni, invece degli attuali 65. Complice la crisi e dopo un anno di intensi negoziati sulla riforma previdenziale, il Premier spagnolo José Zapatero è riuscito a conquistare il sostegno dei Sindacati. Per beneficiare a 65 anni della pensione completa occorrerà cumulare 38,5 anni di contribuzione contro gli attuali 35. Tutti gli altri lavoratori dovranno invece attendere i 67 anni. Gli spagnoli dovranno lavorare più a lungo per percepire una pensione più bassa: il calcolo infatti sarà effettuato non più in base agli ultimi quindici anni di stipendio, ma in base agli ultimi 25 anni. Attualmente la pensione media nel Paese raggiunge a malapena i 900 euro al mese. Inflessibile sul limite dei 67 anni, l'esecutivo ha però dovuto fare qualche concessione ai Sindacati. Come quella sugli stage, che saranno contabilizzati nel calcolo dei contributi. Inoltre le donne che hanno interrotto la propria carriera alla nascita di un figlio potranno fare valere fino a due annualità nel calcolo della propria pensione. Infine si dovrà tenere conto dei lavori usuranti. La riforma sarà avviata progressivamente. A partire dal 2013 l'età legale sarà aumentata ogni anno di qualche settimana. A questo ritmo sarà intorno al 2027 che la pensione a 67 anni sarà una realtà. La Spagna si trova a fare i conti con un tasso di fecondità di 1,4 figli a donna. Entro il 2050 gli spagnoli ultrasessantacinquenni passeranno dall'attuale 17 al 31 %. E nello stesso tempo la popolazione lavorativa crollerà dal 68 % al 55 %. L'Accordo è stato un successo insperato per il Premier Zapatero, ormai a livelli record di impopolarità. Inoltre l'intesa garantisce una sorta di pax sociale in attesa delle prossime elezioni, previste nel marzo Dal sito di YAHOO.Finanza, del Banche: Barnier, stop eccessi; pronti a nuova stretta sui bonus ( Ansa ) Bruxelles, 10 Il Commissario UE ai Servizi Finanziari, Michel Barnier, torna a sferzare i vertici del settore bancario europeo sul fronte dei bonus, invitandoli a non tornare alla stagione degli eccessi. Annuncia quindi la possibilità di una nuova stretta

12 sulle remunerazioni, attraverso regole più dure di quelle già adottate dall'esecutivo europeo dopo la crisi finanziaria del 2008 ed entrate in vigore all'inizio dell'anno. " Esamineremo le attuali misure sulle remunerazioni e vedremo se sono sufficienti o meno ", ha detto Barnier intervenendo nel corso di un convegno, sottolineando come, nonostante la crisi, " l'entità delle remunerazioni e dei bonus bancari continua a scioccare la gente che spesso di questi tempi a fatica ad arrivare alla fine del mese. Le Banche - ha aggiunto il Commissario UE - sono parte della società europea, e dovrebbero tenerne conto ". Già sulle pagine del Wall Street Journal di oggi Barnier aveva accusato molti banchieri di avere " la memoria corta ", perché si torna alle pratiche in voga prima della crisi e si invita a riprendere col 'business and usual'. " Stiamo guardando a come la legislazione europea viene applicata, e nei prossimi mesi faremo una valutazione per vedere se bisogna fare di più ", ha detto il Commissario. BCE: Wellink, "evidenti" rischi al rialzo per l'inflazione ( AGI ) Francoforte, 10 Nell'eurozona stanno emergendo degli " evidenti " rischi al rialzo per l'inflazione: lo dice Nout Wellink, il membro olandese del Consiglio Direttivo della BCE. Wellink, considerato insieme ad Axel Weber uno dei " falchi " dell'eurotower, sembra quindi contraddire in parte le costanti rassicurazioni della BCE sul fatto che i prezzi restino sotto controllo. Il mese scorso, però, l'inflazione nell'area euro è salita al 2,4 %, al di sopra dell'obiettivo del 2 % fissato da Francoforte. BCE: senza Weber aumentano candidati per il dopo Trichet ( Asca ) Roma, 10 La partita per la successione di Jean-Claude Trichet è ufficialmente iniziata. Il nuovo Presidente dell'eurotower non è più argomento da colloqui informali. Il ritiro dalla corsa del candidato forte Axel Weber ha infiammato il dibattito sulla nomina del guardiano dell'euro alimentando diversi scenari. Anche tra i potenziali candidati alla successione di Trichet si parla pubblicamente. E' il caso dell'austriaco Edwald Nowotny, Governatore della Banca Centrale Austriaca, che oggi ha escluso una sua candidatura per la presidenza. Ma i riflettori sono ancora puntati su Berlino con l'imbarazzo della Cancelleria per l'autoesclusione del numero uno della Bundesbank Axel Weber. Il falco dell'euro che ha guardato con fastidio al fondo salva Stati ha parlato con Angela Merkel e oggi, assalito dai cronisti, si è limitato a osservare che '' non c'è più niente da dire fino a quando non ci incontreremo nuovamente e raggiungeremo un Accordo ''. A breve la Merkel parlerà ancora con Weber e userà tutta la pressione di cui dispone per mantenere la candidatura di Weber al comando della BCE. Anche perchè la Germania non potrebbe presentare un nuovo candidato. '' La Merkel non può cambiare cavallo quando la corsa è già partita '' scrive la Frankfurter Allgemeine citando fonti governative di Berlino. '' C'è un solo candidato tedesco che rispetta i criteri per diventare Presidente della BCE ed è Axel Weber '' scrive la Sueddeutsche Zeitung. Secondo alcune indiscrezioni di stampa, la Merkel sarebbe riuscita a convincere Weber a non ufficializzare il suo ritiro, dando tempo al Governo di preparare una nuova strategia. La Bild ha scritto che Weber si sarebbe lamentato per non avere un chiaro sostegno dal Governo. Da mesi la candidatura di Weber e' fortemente osteggiata dalla Francia. '' Un ritiro di Weber rappresenterebbe uno schiaffo al Governo Merkel '' osservano gli analisti di Ing. Il ritiro di Weber, anche se ancora non ufficiale, apre tuttavia uno scenario inatteso. Con la pressione dei mercati sull'area euro a causa del debito dei Paesi periferici, la successione di Trichet obbliga i Capi di Stato e di Governo a trovare rapidamente una soluzione. Con il ritiro di Weber, '' il prossimo Presidente della BCE '' potrebbe essere Mario Draghi, secondo il Financial Times sottolineando che '' Draghi non è meno falco di Weber ma è certamente meno abrasivo e politicamente più astuto ''. Ma per il Financial Times il ritiro di Weber '' potrebbe creare l'opportunità per ampliare il numero dei candidati ''.

13 Per Nomura è difficile una Presidenza BCE a Draghi che vanta '' preparazione solida e grande diplomazia ''. Secondo Nomura l'antagonismo tra Draghi e Tremonti potrebbe diminuire la volontà del Governo italiano di sostenere l'attuale Presidente del Financial Stability Board. Senza dubbio Draghi rappresenterebbe una delle candidature più forti per la BCE. Difficile trovare argomenti contro dopo gli unanimi riconoscimenti ( da quello pubblico della Casa Bianca alle Cancellerie europee ) sul ruolo svolto da Draghi al FSB nell'ambito della nuova architettura normativa del sistema bancario a seguito della crisi finanziaria. Paradossalmente contro Draghi gioca la nutrita schiera italiana in posizioni di vertice nella BCE e nel sistema di controllo finanziario. Andrea Enria da Bankitalia è il nuovo capo della Autorità europea di controllo sulle Banche. Dentro la BCE la pattuglia italiana ricopre ruoli strategici. Francesco Papadia e Daniela Russo sono rispettivamente i responsabili delle operazioni di politica monetaria e del sistema dei pagamenti, i due pilastri che giustificano l'esistenza di una Banca Centrale. Poi c'è Mauro Grande, Direttore Generale per la Stabilità Finanziaria. Nel Board della BCE siede poi Lorenzo Bini Smaghi che rimarrà in carica fino al maggio del Dei componenti del Board Gertrude Tumpel-Gugerell scade il prossimo maggio, nel 2012 lo spagnolo Paramo e i rappresentanti dei Paesi latini contano anche sul Vice Presidente Vitor Constancio, portoghese, che scadrà nel Un altro papabile candidato tedesco è Juergen Stark, che fa parte del Board dal 2006 e in caso venisse nominato Presidente resterebbe in carica meno di tre anni ( scade a maggio 2014 ) in quanto lo Statuto della BCE fissa un mandato di 8 anni non rinnovabile. Un altro tedesco potrebbe essere Klaus Regling, capo del Fondo salva Stati ma il diretto interessato ha smentito una sua candidatura per l'eurotower. Ma senza Weber in corsa la platea dei candidati potrebbe ampliarsi ulteriormente. Francia e Germania potrebbero spingere su un compromesso per un Presidente espressione di un '' Paese minore '' in cambio del sostegno al Piano di Parigi e Berlino per la competitività. E allora, secondo Nomura, candidature forti potrebbero diventare quella di Erkki Liikanen, Governatore della Banca Centrale finlandese con un passato di Commissario Europeo e Athanasios Orphanides, Governatore della Banca di Cipro e in passato Consigliere per gli Affari Monetari della FED. Molti analisti concordano comunque su un punto. Se la Merkel non convincerà Weber a fare marcia indietro la soluzione per il dopo Trichet andrà individuata molto rapidamente. Bankitalia: Draghi, crescita limitata. Prudenti su distribuzione utili Asca ) Roma, 10 '' La crescita è ancora limitata rispetto agli altri Paesi europei ''. Il Governatore della Banca d'italia Mario Draghi ha sottolineato questa mattina ai banchieri riuniti a Palazzo Koch le preoccupazioni della Banca d'italia rispetto all'andamento della congiuntura economica. Al consueto incontro hanno partecipato il Direttorio e i rappresentanti dei maggiori Gruppi bancari italiani. Il vertice ha confermato che, '' nel quadro di una modesta ripresa congiunturale, ancora differenziata per settori e per imprese, la domanda di credito ha mostrato qualche segnale di ripresa, sia nel Centro Nord sia nel Mezzogiorno ''. Tuttavia, '' le conseguenze ritardate della recessione del 2009 continuano a pesare sulla qualità degli attivi bancari '', come afferma un comunicato. C'è anche un allarme sofferenze sul tavolo dei banchieri: '' i crediti deteriorati sono cresciuti anche nel 2010, anche se a ritmi meno rapidi dell'anno precedente '', si legge nel comunicato. La discussione del vertice odierno '' si è poi focalizzata sui rischi del sistema bancario italiano e sulle sue prospettive reddituali e patrimoniali '. Dall'incontro è emerso che se '' le Banche italiane, che hanno dimostrato grande solidità durante l'acuta crisi finanziaria internazionale '', è anche vero che '' continuano a essere condizionate dall'andamento dei mercati finanziari.

14 In particolare la scarsa propensione degli investitori istituzionali globali a sottoscrivere titoli dell'area dell'euro e l'emergere di forti differenziali di tasso tra Paese e Paese all'interno della stessa Europa rendono particolarmente onerosa la raccolta di fondi sui mercati da parte delle Banche italiane ''. Ancora qualche preoccupazione è emersa per i conti delle Banche nel '' In presenza di una domanda di credito appena positiva, i margini delle Banche sono molto compressi. La redditività delle Banche nel 2010 è ancora in flessione ''. Inoltre, '' molte Banche - conclude il documento di Palazzo Koch - hanno avviato Piano di incremento dell'efficienza e riduzione dei costi. L'azione dovrà continuare e intensificarsi, tenendo conto che la riduzione dei margini e l'aumento nel costo della raccolta hanno probabilmente natura strutturale ''. Anche se, '' sono stati fatti ulteriori progressi dal punto di vista della dotazione patrimoniale, il processo dovrà continuare, anche alla luce della nuova regolamentazione internazionale del sistema bancario ''. E' indispensabile che le Banche continuino ad assicurare la propria capacità di resistere a eventuali shock macroeconomici, misurati con stress test severi. In questa prospettiva - viene sottolineato - le Banche sono state invitate ad adottare una politica prudente di distribuzione degli utili ''. ABI: lancia premio per l'innovazione ( Asca ) Roma, 10 Un premio per le migliori idee e soluzioni tecnologiche e innovative applicate dalle Banche a prodotti, servizi e più in generale all'interazioni con i clienti. A lanciarlo è l'abi che ha istituito il ''Premio ABI per l'innovazione nei servizi bancari''. Al premio potranno concorrere tutte le Banche associate con i progetti innovativi realizzati negli ultimi due anni che hanno determinato miglioramenti significativi nei servizi, nei modelli di gestione e nelle nuove e più moderne modalità di '' dialogo '' e interazione con i clienti. Il premio prevede tre categorie, relative alle tre direttrici fondamentali lungo cui si muove l'attività e quindi anche l'innovazione in Banca: la collettività, le famiglie e le imprese. Il riconoscimento '' Innovazione per la collettività: la Banca di oggi per il mondo di domani '' premia i servizi che hanno portato benefici all'intera comunità, come le iniziative ecologiche e attente all'ambiente o quelle umanitarie e solidali. Il ''Premio Innovazione per i clienti: la Banca su misura'' è dedicato ai progetti innovativi che hanno sviluppato nuove modalità di relazione con i clienti per esempio attraverso interfacce fisiche e virtuali o nuovi strumenti e servizi offerti sui diversi canali. Il ''Premio Innovazione per le imprese: la Banca per valorizzare il territorio'' è riservato ai servizi innovativi utili a consolidare nuove modalità di relazione con le imprese locali e a comprenderne specificità ed eccellenze valorizzandone le potenzialità di crescita e sviluppo. Le domande di ammissione vanno presentate entro e non oltre il 4 marzo I progetti ''in gara'' saranno vagliati da un Comitato Tecnico Scientifico di esperti e da una Giuria di rappresentanti del mondo imprenditoriale, istituzionale ed accademico, che sceglierà il vincitore per ciascuna delle tre categorie. La cerimonia di premiazione si svolgerà a Milano il 24 e 25 marzo 2011 nel corso del Forum ABI Lab. BPER: perfezionata la cessione di Meliorbanca Private a Santander Private Banking ( Trend.online ), 10 di Alberto Susic Facendo seguito al comunicato stampa diffuso in data 23 settembre 2010, Banca Popolare dell Emilia Romagna comunica che in data odierna, intervenute le necessarie autorizzazioni delle Autorità competenti, la propria controllata Meliorbanca ha perfezionato la cessione del 100 % del capitale sociale di Meliorbanca Private a Santander Private Banking. Si fa presente che, in considerazione della consistenza del patrimonio netto contabile di Meliorbanca Private da ultimo rilevata e delle masse attualmente dalla stessa gestite ed amministrate, il corrispettivo della cessione è allo stato stimabile in ca. Euro 27 milioni, di cui una prima tranche di circa Euro 19 milioni è stata versata da Santander a Meliorbanca in data odierna. Il corrispettivo sarà soggetto a parziale aggiustamento post - closing in relazione al valore delle masse gestite ed amministrate da Meliorbanca Private.

15 L operazione in oggetto, che si inserisce nell ambito del processo di semplificazione e razionalizzazione delle strutture del Gruppo, è coerente con l intento di BPER di focalizzare il proprio modello di servizio nel settore del Private Banking & Wealth Management sulle reti territoriali delle Banche commerciali del Gruppo, attraverso un Offerta di servizi sempre più ampia, articolata e professionale. BPER è stata assistita nell operazione, in qualità di advisor legale, dallo Studio Legale Lombardi Molinari e Associati di Milano. Unicredit: Jean Pierre Mustier nuovo responsabile della Divisione CIB ( Trend.online ), 10 di Pierpaolo Molinengo Il Consiglio di Amministrazione di UniCredit ha deliberato oggi all unanimità la nomina di Jean Pierre Mustier a Vice Direttore Generale e Responsabile della Divisione Corporate & Investment Banking ( CIB ) di UniCredit, con decorrenza dal 14 marzo Jean Pierre Mustier sarà a diretto riporto dell Amministratore Delegato, Federico Ghizzoni, e farà parte dell Executive Management Committee. Dieter Rampl, Presidente di UniCredit, ha dichiarato: " Sono molto contento che Jean Pierre sia dei nostri. Ho avuto modo di apprezzare le sue eccezionali qualità di banchiere e di leader. Con l'arrivo di Mustier la nostra forte Divisione Corporate & Investment Banking sarà in grado di riflettere pienamente il profilo di UniCredit come Gruppo bancario leader in Europa. La nostra squadra di vertice ora è completa. Sono convinto che si tratti di una squadra molto forte: la Banca è ora estremamente ben attrezzata e ben posizionata per conseguire obiettivi molto ambiziosi nel Retail, nel Private e nel Corporate e Investment Banking ". Federico Ghizzoni, A. D. di UniCredit, ha aggiunto: Jean Pierre rappresenta la scelta ideale per UniCredit, grazie alla sua conoscenza approfondita del settore, all esperienza internazionale e all ottimo track record. La nostra Divisione Corporate & Investment Banking beneficerà delle sue eccellenti qualità di leader e capacità di servire i clienti a tutti i livelli. Jean Pierre possiede infatti una riconosciuta conoscenza sia dei mercati finanziari sia del Corporate Banking che riunisce in una combinazione estremamente efficace. Jean Pierre Mustier è stato Responsabile della Divisione Corporate e Investment Banking di Société Générale dal 2003 al 2008, e anche un esponente del Comitato Esecutivo del Gruppo. Nel settembre 2008, prende la responsabilità delle attività dell Asset Management, Private Banking and Securities Services di Société Générale. Nell agosto 2009 ha lasciato il Gruppo - nel quale aveva iniziato la sua carriera nel ed è stato Advisor di varie Istituzioni finanziarie oltre a sostenere diverse Istituzioni non profit nella raccolta fondi. Unicredit: lancia la prima apps italiana per controllare i propri investimenti ( Reuters ), 10 Unicredit lancia la prima applicazione che permette di essere sempre aggiornati sul mondo della finanza e sul proprio portafoglio di investimenti. Questa apps gratuita si chiama proprio Investimenti ed è utilizzabile su iphone e ipad. Con pochi click è possibile trovare le quotazioni dei certificati e covered warrant di Unicredit, dei Titoli di Stato, delle obbligazioni corporate e sovra-nazionali. Inoltre è possibile monitorare le quotazioni dei titoli azionari e dei principali indici di Borsa nazionali ed internazionali, fino alle materie prime. La apps permette anche di essere sempre aggiornati con le news quotidiane sui principali avvenimenti dei mercati internazionali grazie ai flash trasmessi dai trader del team Unicredit. Unicredit: emette bond per 1,25 Mld euro ( AGI ) Milano, 10

16 UniCredit ha lanciato oggi una nuova emissione benchmark senior a 2 anni e mezzo per un importo pari a 1,25 miliardi di Euro con una cedola di 3,625 % e un prezzo di emissione pari a %, equivalente a uno spread di 148 punti base sopra il tasso swap di pari scadenza. L'emissione - informa una nota - ha riscontrato un'elevata domanda, con un ammontare di ordini superiore a 1,6 miliardi, che ha consentito di restringere lo spread rispetto all'indicazione iniziale che era in area 150 bps. Unipol: esaminati risultati preliminari su raccolta premi e attività bancaria 2010 ( Trend.online ), 10 di Alberto Susic Il Consiglio di Amministrazione di Unipol Gruppo Finanziario, riunitosi oggi a Bologna, ha esaminato i primi risultati della raccolta assicurativa e dell attività bancaria nel Nel corso dell esercizio appena conclusosi, il Gruppo UGF si è focalizzato sulla implementazione delle azioni previste nel Piano Industriale e sul perseguimento degli importanti obiettivi economici in esso contenuti, anche attraverso azioni di selezione e riqualificazione del portafoglio. Si è registrato, quindi, un calo della raccolta assicurativa consolidata diretta, che nel 2010 è stata pari a milioni di euro ( - 5,5 % rispetto al 2009 ). Occorre ricordare, però, che il perimetro delle attività del Gruppo si è modificato nell arco del 2010 con l acquisizione ed il successivo consolidamento del Gruppo Arca a partire da luglio scorso. Ulteriori modifiche sono previste entro la fine del 2011, con la programmata uscita dal Gruppo di BNL Vita. Tenuto conto, quindi, del futuro nuovo perimetro, la raccolta di premi diretti 2010 registra un incremento dello 0,8 %, attestandosi a milioni di euro contro i milioni del Le azioni di riqualificazione del portafoglio Danni hanno avuto come conseguenza una prevista contrazione della Raccolta, che si è attestata a milioni di euro ( - 0,4 %, di cui milioni Auto e Non Auto ). La raccolta è pari a milioni di euro ( - 2,9 % ) se non si considera l apporto del Gruppo Arca, consolidato a partire dal 1 luglio Di particolare rilievo è stata la crescita delle compagnie Unisalute ( 177 milioni, + 14,1 % ) e Linear ( 171 milioni di euro, + 6,6 % ), specializzate rispettivamente nel settore Salute ed in quello dell assicurazione Auto diretta ( telefono / internet ). Nel business Vita il Gruppo ha perseguito l obiettivo di aumentare la marginalità dei prodotti piuttosto che quello di inseguire crescite di quote di mercato. Nel complesso la raccolta è risultata essere pari a milioni di euro ( - 6 % non considerando il contributo straordinario di una polizza non ricorrente da circa 200 milioni di euro verificatosi nel terzo trimestre 2009 ). La flessione registrata nella raccolta di BNL Vita, attestatasi a milioni di euro ( - 18,9 % ), è stata parzialmente compensata dagli ottimi risultati di Arca Vita e Arca Vita International, che hanno contribuito alla raccolta del Gruppo per 350 milioni di euro. Gli APE ( Annual Premium Equivalent ) del Gruppo UGF sono risultati essere pari a 365 milioni di euro, in crescita del 3,22 %, grazie alla politica di ricomposizione di portafoglio a favore dei premi annui e ricorrenti. Nel comparto bancario, il Gruppo UGF Banca ha registrato una raccolta diretta, al netto delle cartolarizzazioni, pari a circa 8,6 miliardi di euro, in linea con i dati 2009, ma con all interno una crescita superiore al 6 % della raccolta da clientela terza ( pari ad oltre 7 miliardi di euro ). Gli impieghi a loro volta, sempre al netto delle cartolarizzazioni, si sono attestati a circa 7,8 miliardi di euro rispetto ai 6,9 miliardi di euro al 2009 con un incremento di circa 900 milioni di euro, costituito per oltre l 80 % da clientela retail (con prevalenza di mutui ipotecari) e small business. La posizione di solvibilità consolidata al 31 dicembre 2010 è prevista ampiamente superiore ai requisiti regolamentari, confermando l attenzione del Gruppo alla propria solidità patrimoniale.

17 Bnl / Bnp Paribas: lancia 'One Bank for Corporates' in Europa ( Asca ) Roma, 10 Con il lancio di ''One Bank for Corporates in Europe'', BNP Paribas compie oggi un nuovo passo avanti nel servizio che fornisce alle aziende. Questa iniziativa riflette, infatti, la volontà e la capacità di BNP Paribas di accompagnare le imprese e le loro filiali, ovunque siano nel mondo, nel loro sviluppo sul mercato europeo. Lo rende noto un comunicato. Questo è stato reso possibile dalla nuova dimensione derivante dall'integrazione della rete di business centre di BNP Paribas e quella, assai complementare, di Fortis Bank e BGL, entrate a far parte del Gruppo nel Ciò fa di BNP Paribas l'unica Banca in Europa a riunire una rete di 150Business Centre in 23 Paesi con un'offerta completa e innovativa di prodotti e servizi bancari. BNP Paribas è la Banca dell'economia reale con un modello di business stabile ed equilibrato ( 50 % Retail Banking, 33 % Corporate e Investment Banking, 17 % Investment Solutions ), focalizzato sulle esigenze del cliente. Negli ultimi anni, BNP Paribas ha raccolto i frutti di questa strategia di vicinanza ai clienti, conquistato quote di mercato, potenziato la performance delle proprie piattaforme di prodotti e servizi e migliorato le proprie posizioni in Europa e nel mondo in numerose attività. Usa: Obama, piano da 18 Mld per portare Internet Wi / Fi a tutti ( Asca-AFP ) Marquettte ( Michigan ), 10 Il Presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, ha varato un Piano ambizioso che punta a portare internet a banda larga wireless al 98 % degli americani nel giro di 5 anni. '' Non possiamo pensare che l'economia di domani possa sorgere utilizzando le infrastrutture di ieri '' ha detto Obama, '' dobbiamo immaginare quale sarà il prossimo sviluppo ed assicurarci di essere in prima fila, proprio come lo siamo stati nel secolo scorso ''. Il Piano da 18 miliardi di dollari sarà svelato nei dettagli lunedì in occasione della presentazione del budget e prevede un investimento di 5 miliardi per lo sviluppo della rete 4G, 3 miliardi per la ricerca sulle reti senza fili e 10 miliardi per la realizzazione di una rete Wi-Fi nazionale per i servizi di emergenza. Le risorse saranno reperite con le vendite di frequenze libere dalle quali Washington pensa di ricavare circa 27 miliardi di dollari. Di questi, 9,6 miliardi saranno usati per ripianare il deficit. Crisi: Sacconi, pacchetto semplificazione sarà ampliato ( Asca ) Roma, 10 '' Confindustria mette molta importanza al pacchetto semplificazione, come noi. Ieri se non si è concluso un primo pacchetto è perchè lo si vuole ulteriormente ampliare affinchè arrivi in porto corposo davvero ''. Lo spiega il Ministro del lavoro, Maurizio Sacconi, replicando alle affermazioni di ieri della Presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia che sulle misure adottate dal Consiglio dei Ministri aveva dato un giudizio '' sospeso '' a causa della manca approvazione proprio del pacchetto semplificazione. Per Sacconi, in ogni caso, '' c'è condivisione tra Governo e Confindustria circa l'importanza della semplificazione ''. Sviluppo: Confindustria, bene accelerazione su pacchetto semplificazioni ( Asca ) Roma, 10

18 Confindustria '' prende atto con estrema soddisfazione delle dichiarazioni di autorevoli esponenti del Governo, secondo cui il pacchetto di semplificazioni proposto dal Ministro Roberto Calderoli, che riprende alcune misure del Disegno di Legge Brunetta - Calderoli, verrà varato in tempi brevissimi e ampliato nella sua efficacia ''. Viale dell'astronomia in una nota ribadisce poi che '' si tratta di interventi necessari: semplificare gli iter per settori importanti come gli appalti, l'edilizia, l'urbanistica e ridurre gli adempimenti a carico delle imprese sono atti fondamentali per ridare slancio alla crescita economica ''. Tremonti, aver visto ci fa capire di più ( Ansa ) Salerno, 10 Si è concluso il viaggio tra le carenze infrastrutturali del Mezzogiorno del Ministro dell'economia Giulio Tremonti e dei leader sindacali di Cisl e Uil, Raffaele Bonanni e Luigi Angeletti. All'arrivo a Salerno, Tremonti ha sottolineato come il futuro del Paese dipenda dal Mezzogiorno. ' Per capire cosa bisogna fare - ha sottolineato - bisogna vedere e credo che quello che abbiamo fatto ci ha aiutato a capire di più '. D'accordo con Tremonti i due leader sindacali. SA - RC: Tremonti, finire cantieri il prima possibile ( Asca ) Roma, 10 '' Prima è, meglio è ''. Così il Ministro dell'economia, Giulio Tremonti, risponde sulla necessità di chiudere al più presto i cantieri sulla Salerno - Reggio Calabria. Arrivato a Roma, dopo il viaggio iniziato ieri fino a Reggio Calabria in treno, e rientrato fino a Napoli in pullman, per poi riprendere il treno fino a Roma, Tremonti sottolinea che '' siamo venuti in pullman e abbiamo visto che anche lì ( sulla Salerno - Reggio Calabria, ndr ) ci sono molti cantieri, quindi, vuol dire che qualcosa è in atto però serve l'autostrada ''. Ai giornalisti che lo incalzavano chiedendogli se allora si devono finire velocemente i cantieri, il Ministro risponde: '' Infatti, prima è meglio è ''. Mentre sulla possibilità di chiuderli entro il 2013 risponde: '' Vediamo, vediamo ''. Il Ministro ha comunque voluto sottolineare che per rendersi conto della situazione dei trasporti al Sud bisognava fare questo viaggio. Sud: Angeletti, Cgil parla sempre di ciò che fanno gli altri ( Asca ) Roma, 10 '' La Cgil parla sempre di quello che fanno gli altri. Ogni tanto mi piacerebbe parlare di quello che fa la Cgil ''. Il Segretario Generale della Uil, Luigi Angeletti, risponde così al leader della Cgil, Susanna Camusso, che ieri aveva criticato il viaggio effettuato insieme al Ministro dell'economia, Giulio Tremonti, e al segretario generale della Cisl, Raffaele Bonanni, verso Reggio Calabria. Sud: Angeletti, spesi solo 18 % fondi. Con 90 % più posti lavoro ( Asca ) Roma, 10 '' Per le infrastrutture del Sud sono stati spesi il 18 % dei fondi. Se ne spendessero il 90 % avrebbero più posti di lavoro ''. Il Segretario Generale della Uil, Luigi Angeletti, critica la gestione dei fondi per le infrastrutture nel Mezzogiorno. Rientrando a Roma dopo il viaggio con il Ministro dell'economia, Giulio Tremonti, e il segretario generale della Cisl, Raffaele Bonanni, fino a Reggio Calabria in treno e in pullman, Angeletti sottolinea che '' per lo sviluppo del Sud occorrono infrastrutture e per realizzarle è necessaria anche una maggiore collaborazione tra le Regioni. Le risorse non mancano - aggiunge -, occorre spenderle e spenderle bene ''. In merito al significato del viaggio Angeletti sottolinea che è stato '' un viaggio utile per far vedere i problemi comuni che abbiamo '' e, sulla possibilità di impegni presi con il Ministro, Angeletti risponde: '' Non dovevamo fare una trattativa ''.

19 Milleproroghe: emendamento su Banco Posta, a Poste anche controllo Banche ( Asca ) Roma, 10 Un emendamento al Decreto Milleproroghe che prevede lo scorporo del Banco Posta dalle Poste italiane al fine di creare una Banca autonoma. Non solo, nella proposta di modifica si prevede anche la possibilità che Poste Italiane SpA possa acquisire partecipazioni, '' anche di controllo '' nel capitale di Banche. E' quanto è stato presentato dalla maggioranza ( firmatario il senatore Pdl, Giuseppe Esposito ) ed è all'esame delle Commissione Affari Costituzionali e Bilancio riunite. Il relatore per la Commissione Bilancio, Gilberto Picchetto Fratin ( Pdl ), ricordando come la proposta di modifica sia tra quelle accantonate e quindi ancora da esaminare, non ha nascosto il suo orientamento in linea di principio favorevole ad una tale ipotesi, anche se, ha ammesso, è necessario un approfondimento anche nel senso della pertinenza di tale operazione con il provvedimento in discussione. '' Ci sono resistenza da superare e forse sarebbe più opportuno collocare una tale ipotesi in altro provvedimento '' ha chiosato Picchetto Fratin. Tlc: Poste, criminalità informatica punta su transazioni online ( Asca ) Roma, 10 La criminalità informatica agisce in modo estremamente articolato e differenziato per modalità e tempistiche, con obiettivi sempre più spiccatamente economici e per questo è indispensabile il più rapido scambio di informazioni tra tutti gli operatori della sicurezza sul web per studiare adeguate misure di prevenzione e contrasto. E' quanto emerge dal primo Survey sulle frodi informatiche realizzato dalla European Electronic Crime Task Force ( EECTF ), istituita nel 2009 a Roma tra Poste Italiane, Polizia di Stato e United States Secret Service, e illustrato in occasione del Summit dell'eectf. Lo studio, presentato oggi nella sala conferenze della sede centrale di Poste Italiane in occasione della sessione di lavori sul tema ''Gli scenari del Cyber crime e della minaccia informatica: Europa e Usa'', sottolinea quanto sia importante la formazione per affinare le capacità di indagine e prevenzione contro il cyber crime, mettendo inoltre in evidenza la sempre maggiore fiducia di imprese e organismi istituzionali nelle forze di polizia che combattono il fenomeno, visto che sono in aumento le denunce sia dei privati sia delle aziende. '' L'incontro odierno - ha commentato l'a. D. di Poste Italiane, Massimo Sarmi, durante il saluto all'apertura dei lavori - ci ha permesso di aumentare considerevolmente le nostre conoscenze sul fenomeno e sarà molto utile per affinare le nostre strategie di Cyber security e offrire, insieme con gli altri soggetti impegnati in questa missione, tutela sempre più ampia a chi lavora, comunica e compie transazioni finanziarie sul web. La ricerca dimostra inoltre il credito scientifico che - ha aggiunto Sarmi - cittadini, imprese, istituzioni, specialisti e forze investigative attribuiscono a organismi come la Eectf per il suo ruolo di sede di condivisione di informazioni e di elaborazione di strategie per la sicurezza delle comunicazioni digitali ''. Fisco: Cgia Mestre, restituire recupero evasione a contribuenti onesti ( Asca ) Roma, 10 '' Non possiamo che complimentarci con gli 007 del fisco e dell'inps per i risultati ottenuti, ma ricordo che l'evasione fiscale in Italia è stimata attorno ai 100 mld di euro. Se vogliono debellare questo cancro che attanaglia la nostra economia devono quadruplicare i risultati. Tuttavia, una cosa è certa: questi soldi incassati dalla lotta all'evasione devono essere restituiti ai contribuenti onesti ''. Lo ha detto il segretario della CGIA di Mestre, Giuseppe Bortolussi, dopo aver letto che, nel 2010, l'agenzia delle Entrate, l'inps ed Equitalia hanno incassato 25,4 mld di euro dalla lotta all'evasione fiscale e contributiva. '' Noi siamo convinti - prosegue Bortolussi - che l'evasione fiscale non si può combattere solo con una efficace azione di contrasto. Per far emergere le gravi sacche di evasione fiscale e contributiva presenti soprattutto in alcune realtà territoriali del nostro Paese, oltre ad una seria lotta alla criminalità organizzata, bisogna alleggerire il peso delle tasse e dei contributi previdenziali ''.

20 Evasione, incassi ,4 Mld, 6,6 da compensazioni ( Reuters ) 10 di Giuseppe Fonte ) Agenzia delle Entrate, Inps ed Equitalia hanno recuperato nel ,4 miliardi tra tasse e contributi non versati, registrando un incremento del 54,8 % dai 16,4 miliardi del 2009, grazie però anche alla stretta da 6,6 miliardi sulle minori compensazioni di crediti di imposta. Al netto di questa voce, che rappresenta un risparmio di spesa e non maggiori incassi, il confronto su base omogenea mostra una crescita del 14,6 %. Secondo quanto si legge in una nota congiunta, l'agenzia delle Entrate ha incassato 10,5 miliardi, il 15,3 % in più rispetto ai 9,1 miliardi del Dalle iscrizioni a ruolo ( le somme dovute dal contribuente al termine del contenzioso fiscale ) sono arrivati 3,9 miliardi, 6,6 dai versamenti diretti. L'Inps ha recuperato 6,4 miliardi di contributi non versati ( 5,7 nel 2009 ), 2,9 dai ruoli e 3,5 come incassi diretti. Equitalia ha riscosso altri 1,9 miliardi come somme iscritte a ruolo per altri Enti ( Agenzia dogane, comuni, consorzi e ordini professionali convenzionati ). " Abbiamo ottenuto migliori risultati a parità di controlli, il che significa che ogni controllo ha reso di più in termini di incasso ", ha detto nel corso di una conferenza stampa il Direttore Attilio Befera. " Il recupero che abbiamo fatto quest'anno lo riteniamo strutturale e i primi dati del 2011 ce lo confermano ", ha aggiunto Befera spiegando che l'agenzia conta quest'anno di incassare " di più ". Discorso analogo per il Presidente dell'inps, Antonio Mastrapasqua, che prevede di " raccogliere cifre sempre più consistenti ". Befera si mostra ottimista sul fatto che ai maggiori incassi non corrisponda una crescita dell'evasione, come ha stimato ad esempio Confindustria a fine settembre, quando ha indicato l'importo delle tasse non versate " su valori molto superiori a 125 miliardi. L'indice di compliance [ la propensione a pagare per intero le tasse ] per l'iva è aumentato dell'11 % nel 2010, questo significa che l'evasione si sta riducendo, seppure lentamente ", ha detto Befera. Il fisco italiano conta di attivare a breve il redditometro, il nuovo strumento di accertamento fiscale che si basa sul controllo incrociato tra dichiarazioni dei redditi e acquisto di beni e servizi, soprattutto di lusso. " Non lo abbiamo ancora attivato perché vogliamo sia quasi perfetto. Il redditometro può essere molto incisivo se fatto bene, deleterio nel rapporto con il cittadino se fatto male ", ha aggiunto il direttore dell'agenzia delle Entrate. Inps: nel 2010 scoperti 70mila Lavoratori in nero ( AGI ) Roma, 10 " Chiudiamo il 2010 con circa Lavoratori in nero scoperti ". E' la cifra indicata dal Presidente dell'inps, Antonio Mastrapasqua, nel corso della conferenza stampa di presentazione dei risultati della lotta all'evasione. " Per il 2011 non vogliamo solo confermare i dati ha osservato Mastrapasqua commentando i dati del recupero dell'evasione - ma darci anche l'obiettivo di consolidare la capacità dell'inps di recuperare sempre cifre così consistenti ". Equitalia: Fabi, Contratto calpestato pronti a mobilitazione ( Asca ) Roma, 10 '' Siamo pronti a bloccare, attraverso una grande mobilitazione nazionale dei Lvoratori, l'attività delle Società di riscossione su tutto il territorio e a intentare un'azione legale contro Equitalia ''. E' quanto minaccia di fare il Coordinamento esattoriali della Fabi, il primo sindacato del credito, a seguito dell'applicazione della legge 122/2010 anche nelle società di riscossione, il provvedimento che, al fine di

MISURE DELL'UE PER IL SOSTEGNO FINANZIARIO ALLA GRECIA E LA STABILIZZAZIONE DELL AREA EURO

MISURE DELL'UE PER IL SOSTEGNO FINANZIARIO ALLA GRECIA E LA STABILIZZAZIONE DELL AREA EURO Camera dei deputati - XVI Legislatura - Dossier di documentazione (Versione per stampa) Autore: Titolo: Ufficio Rapporti con l'unione Europea Misure dell'ue per il sostegno finanziario alla Grecia e la

Dettagli

COSA HA VERAMENTE DETTO IL FONDO MONETARIO INTERNAZIONALE (2) Concluding Statement of the IMF Mission

COSA HA VERAMENTE DETTO IL FONDO MONETARIO INTERNAZIONALE (2) Concluding Statement of the IMF Mission 234 COSA HA VERAMENTE DETTO IL FONDO MONETARIO INTERNAZIONALE (2) Concluding Statement of the IMF Mission 10 luglio 2013 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Il Popolo della Libertà

Dettagli

Emergenza credito anche per le libere professioni

Emergenza credito anche per le libere professioni Lunedì 18 marzo 2013 Emergenza credito anche per le libere professioni È allarmante il quadro economico delle professioni che è emerso nel corso del consiglio di amministrazione di Fidiprof Nord e di Fidiprof

Dettagli

Ottobre 2014. Nota congiunturale sintetica, aggiornamento al 26.09.2014

Ottobre 2014. Nota congiunturale sintetica, aggiornamento al 26.09.2014 Ottobre 2014 Nota congiunturale sintetica, aggiornamento al 26.09.2014 Eurozona Previsioni "La ripresa nella zona euro sta perdendo impulso, la crescita del PIL si è fermata nel secondo trimestre, le informazioni

Dettagli

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza Dopo aver letto attentamente il seguente articolo giornalistico, Il rischio debito affonda le Borse, il candidato risponda ai seguenti quesiti tenento conto che la risposta corretta è una soltanto. FRANCOFORTE.

Dettagli

Convocata l Assemblea dei Soci per venerdì 25 e sabato 26 aprile, rispettivamente in prima e seconda convocazione.

Convocata l Assemblea dei Soci per venerdì 25 e sabato 26 aprile, rispettivamente in prima e seconda convocazione. Veneto Banca rafforza il patrimonio promuovendo un operazione di aumento di capitale in opzione ai soci fino ad un massimo di 500 milioni di euro e la conversione del prestito obbligazionario convertibile

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE. Aprile 2015. 3. Mercati finanziari. - Sommario. - Analisi del mese

NOTA CONGIUNTURALE. Aprile 2015. 3. Mercati finanziari. - Sommario. - Analisi del mese NOTA CONGIUNTURALE Aprile 2015 3. Mercati finanziari - Sommario - Analisi del mese 1 3.Mercati finanziari Sommario FED. Abbandonato l impegno ad essere pazienti, nell attendere i tempi e le condizioni

Dettagli

TUTTI I DECRETI DI RENZI

TUTTI I DECRETI DI RENZI 067 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com TUTTI I DECRETI DI RENZI SULLE BANCHE POPOLARI E IL CONFLITTO DI INTERESSI 17 dicembre 2015 a cura di Renato Brunetta EXECUTIVE SUMMARY 2 Il Governo

Dettagli

LA GRANDE CRISI DEL SISTEMA

LA GRANDE CRISI DEL SISTEMA 593 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com LA GRANDE CRISI DEL SISTEMA BANCARIO ITALIANO 18 settembre 2013 a cura di Renato Brunetta EXECUTIVE SUMMARY 2 Nell ultima riunione Ecofin del

Dettagli

ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI SECONDO TRIMESTRE 2012

ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI SECONDO TRIMESTRE 2012 ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI SECONDO TRIMESTRE 2012 1. EVOLUZIONE DELLA CRISI ECONOMICA INTERNAZIONALE Nel secondo trimestre del 2012 le incertezze sull evoluzione della crisi greca e le difficoltà del

Dettagli

Stella (Confprofessioni): bene incentivi Mise ma partita su fondi Ue

Stella (Confprofessioni): bene incentivi Mise ma partita su fondi Ue 16 aprile 2015 Stella (Confprofessioni): bene incentivi Mise ma partita su fondi Ue Articolo pubblicato il: 16/04/2015 "Benissimo gli incentivi e gli strumenti per la crescita, ma lo strumento principe

Dettagli

Agganciare la ripresa, ma con quali capitali? 10 Annual Economia & Finanza Il Sole 24 Ore

Agganciare la ripresa, ma con quali capitali? 10 Annual Economia & Finanza Il Sole 24 Ore Agganciare la ripresa, ma con quali capitali? 10 Annual Economia & Finanza Il Sole 24 Ore Milano, 28 novembre 2013 Euro mld Il fardello dell economia italiana Debito pubblico dello Stato italiano 2.068.564.740.090

Dettagli

Informativa urgente del Ministro dell Economia e delle Finanze Prof. Pier Carlo Padoan sugli sviluppi della situazione del debito della Grecia

Informativa urgente del Ministro dell Economia e delle Finanze Prof. Pier Carlo Padoan sugli sviluppi della situazione del debito della Grecia Camera dei deputati Informativa urgente del Ministro dell Economia e delle Finanze Prof. Pier Carlo Padoan sugli sviluppi della situazione del debito della Grecia Roma, 1 luglio 2015 www.mef.gov.it 1 Il

Dettagli

Economia debole, profitti deboli. -Il 2012 si prospetta ancora più duro-

Economia debole, profitti deboli. -Il 2012 si prospetta ancora più duro- NOTIZIE n 42 Economia debole, profitti deboli -Il 2012 si prospetta ancora più duro- 20 settembre 2011 (Singapore) - La IATA (l Associazione internazionale del trasporto aereo) ha annunciato un aggiornamento

Dettagli

ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI PRIMO TRIMESTRE 2013

ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI PRIMO TRIMESTRE 2013 ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI PRIMO TRIMESTRE 2013 1. IL QUADRO MACROECONOMICO I primi dati delle indagini congiunturali indicano una ripresa della crescita economica mondiale ancora modesta e disomogenea

Dettagli

Consob - Auditorium Presentazione del Risk Outlook

Consob - Auditorium Presentazione del Risk Outlook Consob - Auditorium Presentazione del Risk Outlook Gregorio De Felice Chief Economist Intesa Sanpaolo Roma, 24 febbraio 2014 Agenda 1 Le prospettive macro nel 2014-15 2 Credito ed economia reale nell area

Dettagli

Globalizzazione economica

Globalizzazione economica Globalizzazione economica Docente: Antonio Forte Lezione 06 La crisi dello SME-Sistema Monetario Europeo (capitolo 2) La crisi messicana (capitolo 2) La crisi dello SME - 1 La caduta degli accordi di Bretton

Dettagli

Tassi di crescita reale, su base congiunturale e tendenziale, del PIL e delle sue voci nel secondo trimestre 2015 (variazioni percentuali) 0,3

Tassi di crescita reale, su base congiunturale e tendenziale, del PIL e delle sue voci nel secondo trimestre 2015 (variazioni percentuali) 0,3 IL QUADRO AGGREGATO Come già avvenuto nel primo trimestre dell anno, anche nel secondo il prodotto interno lordo ha conosciuto una accelerazione sia congiunturale che tendenziale. Tra aprile e giugno dell

Dettagli

Aprile 2014. Nota congiunturale sintetica

Aprile 2014. Nota congiunturale sintetica Aprile 2014 Nota congiunturale sintetica Eurozona La dinamica degli indicatori di fiducia basati sulle indagini congiunturali fino a marzo è coerente con il perdurare di una crescita moderata anche nel

Dettagli

I temi caldi di inizio 2014: la parola ai gestori alternativi

I temi caldi di inizio 2014: la parola ai gestori alternativi I temi caldi di inizio 2014: la parola ai gestori alternativi No. No. 6 7 - - Dicembre Febbraio 2013 2014 No. 7 - Febbraio 2014 N. 67 Dicembre Febbraio 2014 2013 2 Il presente documento sintetizza la visione

Dettagli

Strasburgo, 12 gennaio 2015. Sono grato per l occasione di partecipare nuovamente ai lavori di questa Commissione.

Strasburgo, 12 gennaio 2015. Sono grato per l occasione di partecipare nuovamente ai lavori di questa Commissione. Intervento del Ministro Padoan alla Commissione Affari Economici e Monetari (ECON) del Parlamento Europeo al termine del semestre di presidenza italiana della Ue Presidente, Onorevoli Membri, Strasburgo,

Dettagli

Presentazione del Rapporto L economia del Molise

Presentazione del Rapporto L economia del Molise Presentazione del Rapporto L economia del Molise Francesco Zollino Servizio di Congiuntura e politica monetaria Banca d Italia Università degli Sudi del Molise, Campobasso 18 giugno 215 Il contesto internazionale

Dettagli

La Cultura della Previdenza Riformare il Patto di stabilità per la crescita interna

La Cultura della Previdenza Riformare il Patto di stabilità per la crescita interna Università LUM Jean Monnet - Trani European Week 9-10-11 maggio 2013 Cassa Nazionale di Previdenza e Assistenza La Cultura della Previdenza Riformare il Patto di stabilità per la crescita interna Intervento

Dettagli

QUADERNO DI LAVORO: GLI SCENARI ECONOMICI (gennaio 2007)

QUADERNO DI LAVORO: GLI SCENARI ECONOMICI (gennaio 2007) QUADERNO DI LAVORO: GLI SCENARI ECONOMICI (gennaio 2007) CRS PO-MDL 1 GLI SCENARI ECONOMICI Prima di affrontare una qualsiasi analisi del mercato del lavoro giovanile, è opportuno soffermarsi sulle caratteristiche

Dettagli

Fondo Monetario Internazionale e Italia

Fondo Monetario Internazionale e Italia Fondo Monetario Internazionale e Italia (analisi della Public Information Notice del 13/11/2003) Antonio Forte Tutti i diritti sono riservati INTRODUZIONE Nell ambito della funzione di sorveglianza svolta

Dettagli

Notiziario. Il Messaggero La minaccia da Londra: italiani fuori da Erasmus

Notiziario. Il Messaggero La minaccia da Londra: italiani fuori da Erasmus Notiziario Luglio 2013 Università Il Messaggero La minaccia da Londra: italiani fuori da Erasmus La Repubblica Promossa in chimica, rimandata in economia ecco la prima pagella della ricerca italiana Il

Dettagli

BANCHE: SELLA ENTRA NEL MERCATO FINANZIARIO HI MTF (ANSA) - TORINO, 6 MAG - Il Gruppo Banca Sella ha acquisito il 20% di Hi Mtf Sim, societa'

BANCHE: SELLA ENTRA NEL MERCATO FINANZIARIO HI MTF (ANSA) - TORINO, 6 MAG - Il Gruppo Banca Sella ha acquisito il 20% di Hi Mtf Sim, societa' BANCHE: SELLA ENTRA NEL MERCATO FINANZIARIO HI MTF (ANSA) - TORINO, 6 MAG - Il Gruppo Banca Sella ha acquisito il 20% di Hi Mtf Sim, societa' specializzata nella gestione del mercato Hi Mtf, il Multilateral

Dettagli

IL I L R EAL A L EST S A T T A E T RESI S D I E D NZIA I L A E Paola Dezza

IL I L R EAL A L EST S A T T A E T RESI S D I E D NZIA I L A E Paola Dezza IL REAL ESTATE RESIDENZIALE Paola Dezza Immobiliare, asset class vincente Le ricerche sull impiego del capitale nel lungo periodo mostrano quasi sempre l ottima prestazione del mattone rispetto ad altre

Dettagli

SETTE DOMANDE A MATTEO RENZI. ATTENDIAMO RISPOSTE PUNTUALI, MAGARI SEGUITE DA FATTI

SETTE DOMANDE A MATTEO RENZI. ATTENDIAMO RISPOSTE PUNTUALI, MAGARI SEGUITE DA FATTI a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 856 SETTE DOMANDE A MATTEO RENZI. ATTENDIAMO RISPOSTE PUNTUALI, MAGARI SEGUITE DA

Dettagli

Professor Claudio Cacciamani Dottoressa Sonia Peron - Università di Parma -

Professor Claudio Cacciamani Dottoressa Sonia Peron - Università di Parma - Il Sentiment del mercato immobiliare e l Indice Fiups II Quadrimestre 2014 Milano, novembre 2014 I risultati del questionario per la rilevazione del Sentiment del mercato immobiliare Secondo Quadrimestre

Dettagli

SONO ORMAI PASSATE parecchie settimane dall insediamento

SONO ORMAI PASSATE parecchie settimane dall insediamento LE NUOVE MISURE FISCALI Taglio del cuneo fiscale, riduzione dell Irap e maggiore tassazione delle rendite finanziarie. Questi i tre maggiori interventi del nuovo premier, ma quale effettivo impatto avranno

Dettagli

LE IMPRESE ITALIANE IN RUSSIA: TRA CRISI E NUOVE OPPORTUNITÀ Manuela Marianera, Centro Studi Confindustria, dicembre 2009

LE IMPRESE ITALIANE IN RUSSIA: TRA CRISI E NUOVE OPPORTUNITÀ Manuela Marianera, Centro Studi Confindustria, dicembre 2009 LE IMPRESE ITALIANE IN RUSSIA: TRA CRISI E NUOVE OPPORTUNITÀ Manuela Marianera, Centro Studi Confindustria, dicembre 9 "Non importa quante volte cadi. Quello che conta è la velocità con cui ti rimetti

Dettagli

Gli spread rispetto alla Germania dei titoli di stato decennali alla chiusura dell 11 giugno 2012

Gli spread rispetto alla Germania dei titoli di stato decennali alla chiusura dell 11 giugno 2012 Gli spread rispetto alla Germania dei titoli di stato decennali alla chiusura dell 11 giugno 2012 Perché il debito sia sostenibile nel lungo periodo occorrerebbe un costo del finanziamento dell ordine

Dettagli

LA CRISI DELLE COSTRUZIONI DEI PRIMI ANNI NOVANTA E LA CRISI ATTUALE

LA CRISI DELLE COSTRUZIONI DEI PRIMI ANNI NOVANTA E LA CRISI ATTUALE DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI LA CRISI DELLE COSTRUZIONI DEI PRIMI ANNI NOVANTA E LA CRISI ATTUALE ESTRATTO DALL OSSERVATORIO CONGIUNTURALE SULL INDUSTRIA DELLE COSTRUZIONI GIUGNO 2012 LA CRISI

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE. Marzo 2015. 3. Mercati finanziari. - Sommario. - Analisi del mese

NOTA CONGIUNTURALE. Marzo 2015. 3. Mercati finanziari. - Sommario. - Analisi del mese NOTA CONGIUNTURALE Marzo 2015 3. Mercati finanziari - Sommario - Analisi del mese 1 3.Mercati finanziari Sommario FED. L'appuntamento con il rialzo dei tassi si avvicina. Lo ha detto la presidente della

Dettagli

Aiuti di Stato - Commissione Ue, ok finanziamenti a Poste Italiane

Aiuti di Stato - Commissione Ue, ok finanziamenti a Poste Italiane Aiuti di Stato - Commissione Ue, ok finanziamenti a Poste Italiane Marta Bonucci 04 Dicembre 2015 Notizie La Commissione europea approva le compensazioni riconosciute a Poste Italiane per l'adempimento

Dettagli

Il Sole 24 Ore Radiocor, 2 febbraio 2015

Il Sole 24 Ore Radiocor, 2 febbraio 2015 Il Sole 24 Ore Radiocor, 2 febbraio 2015 (ECO) ###Crisi: Cfa, a febbraio piu' ottimismo, +39,4 pt Italy Sentiment Index (Il Sole 24 Ore Radiocor) - Milano, 02 feb - Cresce l'ottimismo per il futuro dell'economia

Dettagli

Il Gruppo Cariparma Crédit Agricole conferma redditività, liquidità e sostegno all economia reale anche nel primo semestre 2012

Il Gruppo Cariparma Crédit Agricole conferma redditività, liquidità e sostegno all economia reale anche nel primo semestre 2012 Il Gruppo Cariparma Crédit Agricole conferma redditività, liquidità e sostegno all economia reale anche nel primo semestre 2012 Il Gruppo Cariparma Crédit Agricole continua a generare redditività malgrado

Dettagli

CRONOLOGIA MPS PER ARGOMENTI

CRONOLOGIA MPS PER ARGOMENTI 308 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com CRONOLOGIA MPS PER ARGOMENTI 28 gennaio 2013 a cura di Renato Brunetta CRONOLOGIA MPS 2 1990. Mps acquisita il controllo del Mediocredito Toscano

Dettagli

MoneyExpert.it Diario di Bordo 25 ottobre 2012

MoneyExpert.it Diario di Bordo 25 ottobre 2012 MoneyExpert.it Diario di Bordo 25 ottobre 2012 - Piigs sotto la lente: il Portogallo - Il dividendo dell euro - Sul ponte sventolo la Bandiera Bianca - Il salvataggio - La cura uccide il malato - Un esercito

Dettagli

Opening Statement for the ECOFIN President attending the ECON meeting on 22 July 2014

Opening Statement for the ECOFIN President attending the ECON meeting on 22 July 2014 !1 COUNCIL OF THE EUROPEAN UNION Brussels, 22 July 2014 Opening Statement for the ECOFIN President attending the ECON meeting on 22 July 2014 Onorevole Presidente, Onorevoli Membri della Commissione, Sono

Dettagli

Il futuro delle banche Martedì 23 Novembre 2010 00:00. di Ilvio Pannullo

Il futuro delle banche Martedì 23 Novembre 2010 00:00. di Ilvio Pannullo di Ilvio Pannullo Ci sono forse dei problemi nel sistema bancario italiano? Se si, quali problemi? A sentire gli stessi uomini che erano in sella quando la macchina della finanza rischiava di travolgere

Dettagli

Aggiornamento sui mercati obbligazionari

Aggiornamento sui mercati obbligazionari Aggiornamento sui mercati obbligazionari A cura di: Pietro Calati 20 Marzo 2015 Il quadro d insieme rimane ancora costruttivo Nello scorso aggiornamento di metà novembre dell anno passato i segnali per

Dettagli

Informativa urgente del Ministro dell Economia e delle Finanze Prof. Pier Carlo Padoan sulla crisi economica e finanziaria in Grecia

Informativa urgente del Ministro dell Economia e delle Finanze Prof. Pier Carlo Padoan sulla crisi economica e finanziaria in Grecia Senato della Repubblica Informativa urgente del Ministro dell Economia e delle Finanze Prof. Pier Carlo Padoan sulla crisi economica e finanziaria in Grecia Roma 9 luglio2015 www.mef.gov. Signor Presidente,

Dettagli

Investire nella crescita. Questa è oggi la priorità di chi governa l Europa, e di chi governa i singoli Stati europei.

Investire nella crescita. Questa è oggi la priorità di chi governa l Europa, e di chi governa i singoli Stati europei. Rome Investment Forum 2015: Financing Long-Term Europe Roma - Centro Congressi Palazzo Rospigliosi, Via XXIV Maggio 43 Antonio Tajani Primo Vicepresidente del Parlamento Europeo ***** (Saluti) Investire

Dettagli

SE LA BCE FOSSE LA FED

SE LA BCE FOSSE LA FED 38 i dossier www.freefoundation.com SE LA BCE FOSSE LA FED (seconda puntata) quantitative easing in salsa europea? 15 febbraio 2012 a cura di Renato Brunetta Indice 2 Le mosse della Bce Grazie Draghi!

Dettagli

Il Gruppo Cariparma FriulAdria consolida la crescita e il sostegno a famiglie e imprese, rafforzando i fondamentali

Il Gruppo Cariparma FriulAdria consolida la crescita e il sostegno a famiglie e imprese, rafforzando i fondamentali Comunicato stampa RISULTATI DEL 1 SEMESTRE DEL GRUPPO CARIPARMA FRIULADRIA Il Gruppo Cariparma FriulAdria consolida la crescita e il sostegno a famiglie e imprese, rafforzando i fondamentali Utile Netto

Dettagli

Le news settimanali del Consorzio Camerale

Le news settimanali del Consorzio Camerale N.15 Anno I Nuova Edizione Le news del Consorzio Camerale Le news settimanali del Consorzio Camerale SOMMARIO News Commissione europea: proroga per orientamenti in materia di aiuti di Stato Pagamenti PA:

Dettagli

Indagine sulle micro, piccole e medie imprese: sintesi dei principali risultati

Indagine sulle micro, piccole e medie imprese: sintesi dei principali risultati Ministero dello Sviluppo Economico Direzione Generale per la Politica Industriale, la Competitività e le Piccole e Medie Imprese ex Div. VIII PMI e artigianato Indagine sulle micro, piccole e medie imprese:

Dettagli

PRESENTATO OGGI REPORTCALCIO 2015 : IL CALCIO TRA LE PRIME 10 INDUSTRIE ITALIANE

PRESENTATO OGGI REPORTCALCIO 2015 : IL CALCIO TRA LE PRIME 10 INDUSTRIE ITALIANE PRESENTATO OGGI REPORTCALCIO 2015 : IL CALCIO TRA LE PRIME 10 INDUSTRIE ITALIANE Il volume, edito dalla FIGC con la collaborazione di AREL e PwC, rappresenta la fotografia più aggiornata sullo stato del

Dettagli

CROLLO BORSA/ 1. Sapelli: l Europa ha fallito il salvataggio dell Italia Il Sussidiario.it INT. Giulio Sapelli

CROLLO BORSA/ 1. Sapelli: l Europa ha fallito il salvataggio dell Italia Il Sussidiario.it INT. Giulio Sapelli CROLLO BORSA/ 1. Sapelli: l Europa ha fallito il salvataggio dell Italia Il Sussidiario.it INT. Giulio Sapelli Già si erano visti alcuni segnali preoccupanti prima di Pasqua, con la Borsa di Milano tornata

Dettagli

QUANTITATIVE EASING I principali commenti delle testate internazionali e nazionali

QUANTITATIVE EASING I principali commenti delle testate internazionali e nazionali a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia Berlusconi Presidente Il Popolo della Libertà 864 QUANTITATIVE EASING I principali commenti delle testate internazionali e nazionali

Dettagli

People First Affrontare insieme la dimensione umana della crisi

People First Affrontare insieme la dimensione umana della crisi G8 Social Summit People First Affrontare insieme la dimensione umana della crisi Conclusioni della Riunione del G8 sul Lavoro e l Occupazione 1. I Ministri del Lavoro e dell Occupazione dei paesi del G8

Dettagli

La finanza internazionale e le banche

La finanza internazionale e le banche ACI - The Financial Market Association Assemblea Generale La finanza internazionale e le banche Intervento di Antonio Fazio Governatore della Banca d Italia Milano, 1º luglio 1999 Sono lieto di darvi il

Dettagli

La crisi del settore bancario in Europa

La crisi del settore bancario in Europa La crisi del settore bancario in Europa 26 ottobre 2011 Christine Lagarde, direttrice del Fondo Monetario Internazionale, già ad agosto aveva dichiarato che occorrevano circa 200 miliardi di Euro per ricapitalizzare

Dettagli

IV Forum Confcommercio sul Fisco

IV Forum Confcommercio sul Fisco IV Forum Confcommercio sul Fisco Intervento del Ministro dell Economia e delle Finanze Prof. Pier Carlo Padoan al IV Forum Confcommercio sul Fisco Meno tasse, meno spesa Binomio per la ripresa Roma, 22

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014 6 maggio 2013 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014 Nel 2013 si prevede una riduzione del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari all 1,4% in termini reali, mentre per il 2014, il recupero

Dettagli

Risoluzione n. 1/2015

Risoluzione n. 1/2015 X Legislatura Risoluzione n. 1/2015 Proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio relativo al Fondo europeo per gli investimenti strategici e che modifica i regolamenti (UE) nn. 1291/2013

Dettagli

POLITICHE MONETARIE E GUERRA DELLE VALUTE Nel merito.it. di Andrea Fracasso

POLITICHE MONETARIE E GUERRA DELLE VALUTE Nel merito.it. di Andrea Fracasso POLITICHE MONETARIE E GUERRA DELLE VALUTE Nel merito.it di Andrea Fracasso All interno dell Unione Europea l attenzione degli operatori è stata in queste settimane principalmente concentrata sulla complessa

Dettagli

Politiche monetarie e nuove opportunità: le mosse dei gestori alternativi

Politiche monetarie e nuove opportunità: le mosse dei gestori alternativi Politiche monetarie e nuove opportunità: le mosse dei gestori alternativi No. 8 - Luglio 2014 N. 86 Luglio Dicembre 2014 2013 2 Come negli scorsi anni, anche nel 2014 le politiche monetarie delle principali

Dettagli

7 ANNO DI ATTIVITA DELL OSSERVATORIO MATERIALI ABSTRACT - LEGNO

7 ANNO DI ATTIVITA DELL OSSERVATORIO MATERIALI ABSTRACT - LEGNO Centro Studi OSSERVATORIO FILLEA GRANDI IMPRESE E LAVORO le prime 300 aziende del legno in Italia 7 ANNO DI ATTIVITA DELL OSSERVATORIO MATERIALI ABSTRACT - LEGNO a cura di Alessandra Graziani ROMA, luglio

Dettagli

26 gennaio 2014 Roberto Russo

26 gennaio 2014 Roberto Russo Nota sull aumento di capitale del gruppo Banco Popolare 26 gennaio 2014 Roberto Russo www.assitecasim.it Lo scorso 24 gennaio si è riunito il Consiglio di Amministrazione del Gruppo Banco Popolare per

Dettagli

DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014

DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014 DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014 15/06/2014 Gazzetta di Modena Pagina 11 15/06/2014 Il Resto del Carlino (ed. Modena) Pagina 5 15/06/2014 Gazzetta di Modena Pagina 9 DOSSIER CONFCOMMERCIO

Dettagli

SCENARI IMMOBILIARI ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE

SCENARI IMMOBILIARI ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE SCENARI IMMOBILIARI ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE SINTESI PER LA STAMPA I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO AGGIORNAMENTO 2012 Si tratta di un Rapporto riservato. Nessuna parte di esso

Dettagli

INCONTRO ANNUALE CONSOB CON IL MERCATO FINANZIARIO MILANO, 9 MAGGIO 2011

INCONTRO ANNUALE CONSOB CON IL MERCATO FINANZIARIO MILANO, 9 MAGGIO 2011 INCONTRO ANNUALE CONSOB CON IL MERCATO FINANZIARIO MILANO, 9 MAGGIO 2011 RINGRAZIO IL PRESIDENTE VEGAS PER AVERMI INVITATO IN OCCASIONE DELLA SUA PRIMA RELAZIONE ANNUALE. IL FATTO CHE SIAMO QUI OGGI TESTIMONIA

Dettagli

L economia italiana nella Relazione della Banca d Italia

L economia italiana nella Relazione della Banca d Italia L economia italiana nella Relazione della Banca d Italia Paolo Sestito Servizio struttura Economica, Banca d Italia Modena, 4 giugno 215 Il contesto internazionale e l area dell euro 2 Nei paesi emergenti,

Dettagli

i dossier USA, GIAPPONE E EUROPA: POLITICHE ECONOMICHE A CONFRONTO www.freefoundation.com www.freenewsonline.it 6 marzo 2013 a cura di Renato Brunetta

i dossier USA, GIAPPONE E EUROPA: POLITICHE ECONOMICHE A CONFRONTO www.freefoundation.com www.freenewsonline.it 6 marzo 2013 a cura di Renato Brunetta 357 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com USA, GIAPPONE E EUROPA: POLITICHE ECONOMICHE A CONFRONTO 6 marzo 2013 a cura di Renato Brunetta INDICE 2 Usa: il «sequestro» Cosa è successo negli

Dettagli

In memoria di Guido Martinotti II FORUM DELL AGENDA URBANA ITALIANA

In memoria di Guido Martinotti II FORUM DELL AGENDA URBANA ITALIANA Consiglio italiano per le Scienze Sociali Italiadecide Intergruppo parlamentare per l Agenda urbana presentano In memoria di Guido Martinotti II FORUM DELL AGENDA URBANA ITALIANA Seminario 23 gennaio 2013

Dettagli

L ACCESSO AL CREDITO PER LE PMI Lo scenario attuale e gli strumenti a disposizione per imprenditori e consulenti di impresa

L ACCESSO AL CREDITO PER LE PMI Lo scenario attuale e gli strumenti a disposizione per imprenditori e consulenti di impresa L ACCESSO AL CREDITO PER LE PMI Lo scenario attuale e gli strumenti a disposizione per imprenditori e consulenti di impresa La situazione dell accesso al credito per le piccole e medie imprese che costituiscono

Dettagli

La Grecia strozzata Lunedì 20 Giugno 2011 23:00. di Ilvio Pannullo

La Grecia strozzata Lunedì 20 Giugno 2011 23:00. di Ilvio Pannullo di Ilvio Pannullo Sembra quasi si nascondano. Le decisioni da prendere sono molto importanti e invece di condividere la responsabilità delle scelte con le popolazioni interessate, i governanti europei

Dettagli

SOMMARIO DEL 5 SETTEMBRE 2013. Investimenti a Mirafiori frutto degli accordi. In Piemonte nascerà polo delle auto di lusso

SOMMARIO DEL 5 SETTEMBRE 2013. Investimenti a Mirafiori frutto degli accordi. In Piemonte nascerà polo delle auto di lusso SOMMARIO DEL 5 SETTEMBRE 2013 La Stampa Uff.Stampa Fismic Il Messaggero Il Mattino Il Sole 24 Ore Il Giornale La Stampa CronacaQui Asca Corriere della Sera La Repubblica Avvenire Il Sole 24 Ore Il Messaggero

Dettagli

Global Asset Allocation

Global Asset Allocation Global Asset Allocation L impatto dell incremento dei rendimenti obbligazionari sul ciclo economico e sulla nostra view Aprile 0 Punti chiave PROSPETTIVE Giordano Lombardo Group CIO, Pioneer Investments

Dettagli

Consiglio dei Ministri, via libera a Ddl riforma Università

Consiglio dei Ministri, via libera a Ddl riforma Università Miur Consiglio dei Ministri, via libera a Ddl riforma Università In allegato il testo del ddl 28 ottobre 2009 CDM, VIA LIBERA A DDL RIFORMA UNIVERSITA' 2009-10-28 11:11 * * * In allegato, il comunicato

Dettagli

Relazione Semestrale al 25 giugno 2013

Relazione Semestrale al 25 giugno 2013 Relazione Semestrale al 25 giugno 2013 Fondo comune di investimento mobiliare aperto di diritto italiano armonizzato alla Direttiva 2009/65/CE INDICE Considerazioni Generali - Commento Macroeconomico...

Dettagli

Maggio 2015. Nota congiunturale sintetica

Maggio 2015. Nota congiunturale sintetica Maggio 2015 Nota congiunturale sintetica Eurozona Previsioni Nel primo trimestre del 2015, il Pil dell'eurozona è atteso in crescita a un ritmo dello 0,4%, che dovrebbe ripetersi anche nel secondo trimestre

Dettagli

RAPPORTO BANCHE 1/2 0 1 5

RAPPORTO BANCHE 1/2 0 1 5 RAPPORTO BANCHE 1/2015 N. 1-2015 Il Rapporto Cer-Banche è frutto della ricerca in campo bancario svolta in questi anni dall'istituto. Il programma di attività ha condotto alla costruzione di un modello

Dettagli

Corso di Economia Internazionale 2015-16 Prof. Gianfranco Viesti

Corso di Economia Internazionale 2015-16 Prof. Gianfranco Viesti 11-1 Dipartimento di Scienze Politiche Università di Bari Corso di Economia Internazionale 2015-16 Prof. Gianfranco Viesti Modulo 18 Le crisi valutarie Hill, cap. 11, molto integrato C.W.L. Hill, International

Dettagli

I MOLTIPLICATORI FISCALI SONO EFFICACI CONTRO LA CRISI?

I MOLTIPLICATORI FISCALI SONO EFFICACI CONTRO LA CRISI? I MOLTIPLICATORI FISCALI SONO EFFICACI CONTRO LA CRISI? Il testo riprende Cozzi T. (2013), La crisi e i moltiplicatori fiscali, in Moneta e credito, n. 262, i dati sono invece aggiornati e resi disponibili

Dettagli

Gli effetti dell aumento della curva dei tassi nel mercato del fixed income

Gli effetti dell aumento della curva dei tassi nel mercato del fixed income S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO La congiuntura economica Gli effetti dell aumento della curva dei tassi nel mercato del fixed income Angelo Drusiani Banca Albertini Syz & C. SpA - Milano

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LE POLITICHE DI INTERNAZIONALIZZAZIONE

Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LE POLITICHE DI INTERNAZIONALIZZAZIONE LA CONGIUNTURA ITALIANA 1 (aggiornata al 3 giugno 2015) IIL PRODOTTO IINTERNO LORDO IIL COMMERCIIO ESTERO DII BENII LA PRODUZIIONE IINDUSTRIIALE L IINFLAZIIONE IIL MERCATO DEL LAVORO 1 Il presente documento

Dettagli

Fattori critici di successo delle PMI italiane e rafforzamento del capitale proprio

Fattori critici di successo delle PMI italiane e rafforzamento del capitale proprio In collaborazione con Fattori critici di successo delle PMI italiane e rafforzamento del capitale proprio Sebastiano Di Diego e Fabrizio Micozzi Corporate finance advisory and strategy consulting. 1. Il

Dettagli

U.D.A.I. - Unione Degli Avvocati d Italia Aderente alla Consulta per la Giustizia Europea dei diritti dell Uomo Sezione di Barletta Andria Trani

U.D.A.I. - Unione Degli Avvocati d Italia Aderente alla Consulta per la Giustizia Europea dei diritti dell Uomo Sezione di Barletta Andria Trani U.D.A.I. - Unione Degli Avvocati d Italia Aderente alla Consulta per la Giustizia Europea dei diritti dell Uomo Sezione di Barletta Andria Trani CONVEGNO NAZIONALE Crisi economica e mercato del credito:

Dettagli

APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2013. Dati Consolidati: Margine d Interesse 119,3 mln di euro (+6,7%)

APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2013. Dati Consolidati: Margine d Interesse 119,3 mln di euro (+6,7%) COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2013 Dati Consolidati: Margine d Interesse 119,3 mln di euro (+6,7%) Commissioni nette 41,1 mln di euro (-5,6%1*) Margine di intermediazione

Dettagli

SARA CRISI PER SPORT E SPETTACOLO?

SARA CRISI PER SPORT E SPETTACOLO? SARA CRISI PER SPORT E SPETTACOLO? Giovanni Palazzi Presidente e Ad di StageUp Giornata degli Studi e delle Ricerche Parma, 28 marzo 2009 Chi è StageUp Descrizione StageUp opera nel mercato del leisure

Dettagli

Gli investimenti pubblici in Italia, Germania e Francia. (valori concatenati; 2007=100) 70 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013 Italia Germania Francia

Gli investimenti pubblici in Italia, Germania e Francia. (valori concatenati; 2007=100) 70 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013 Italia Germania Francia Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 00187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/2002 del 9/4/2002 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della

Dettagli

SOMMARIO DEL 19 LUGLIO 2012. Cassa a Pomigliano, colpa del mercato. Alla Fiat di Pomigliano due settimane di stop

SOMMARIO DEL 19 LUGLIO 2012. Cassa a Pomigliano, colpa del mercato. Alla Fiat di Pomigliano due settimane di stop SOMMARIO DEL 19 LUGLIO 2012 Corriere della Sera Uff.Stampa Fismic La Stampa Agi Asca Gr1/TM News Prima Pagina Cassa a Pomigliano, colpa del mercato Alla Fiat di Pomigliano due settimane di stop Fismic,

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Focalizzazione su efficienza operativa del Gruppo» Costi amministrativi in calo dell 1,1% a termini omogenei

COMUNICATO STAMPA. Focalizzazione su efficienza operativa del Gruppo» Costi amministrativi in calo dell 1,1% a termini omogenei COMUNICATO STAMPA PRESS OFFICE Tel. +39.040.671180 - Tel. +39.040.671085 press@generali.com INVESTOR RELATIONS Tel. +39.040.671202 - Tel. +39.040.671347 - generali_ir@generali.com www.generali.com RISULTATI

Dettagli

------ Tuttavia, la previdenza complementare si sta sviluppando lentamente e, a dieci anni dall avvio, necessita di ulteriori impulsi.

------ Tuttavia, la previdenza complementare si sta sviluppando lentamente e, a dieci anni dall avvio, necessita di ulteriori impulsi. COMUNICATO STAMPA COVIP: la crisi dei mercati finanziari ha sottoposto i fondi pensione a una prova severa, ma il sistema della previdenza complementare ha tenuto. A marzo 2009 sono 4,9 milioni gli iscritti

Dettagli

1 PARTE CARATTERISTICHE DEL SOGGETTO CONSULTATO

1 PARTE CARATTERISTICHE DEL SOGGETTO CONSULTATO 1 PARTE CARATTERISTICHE DEL SOGGETTO CONSULTATO 1. Sesso maschile femminile 2. Età anni 14-17 18-25 26-35 36-60 più di 60 3. In quale settore/i svolgi prioritariamente la tua attività? Ricerca Pubblica

Dettagli

MADE IN ITALY SENZA ITALY I nuovi scenari della Moda e del Lusso

MADE IN ITALY SENZA ITALY I nuovi scenari della Moda e del Lusso MADE IN ITALY SENZA ITALY I nuovi scenari della Moda e del Lusso Moda e lusso nell attuale contesto macroeconomico Intervento di Gregorio De Felice Chief Economist, Intesa Sanpaolo 8 Novembre 2013 (Sintesi)

Dettagli

A tre anni dalla crisi dell euro: un austerità fallimentare?

A tre anni dalla crisi dell euro: un austerità fallimentare? A tre anni dalla crisi dell euro: un austerità fallimentare? di Antonio Misiani Il 19 ottobre 2009 il primo ministro greco, George Papandreou, annunciò che i conti pubblici ellenici erano drammaticamente

Dettagli

Senato della Repubblica XVII Legislatura. Fascicolo Iter DDL S. 1228

Senato della Repubblica XVII Legislatura. Fascicolo Iter DDL S. 1228 Senato della Repubblica Fascicolo Iter DDL S. 1228 Delega al Governo per la riforma dell'ordinamento bancario mediante la separazione tra banche commerciali e banche d'affari 28/09/2015-11:23 Indice 1.

Dettagli

Le società non finanziarie III. 1 La rilevanza del settore industriale nell economia

Le società non finanziarie III. 1 La rilevanza del settore industriale nell economia III 1 La rilevanza del settore industriale nell economia Il peso del settore industriale nell economia risulta eterogeneo nei principali paesi europei. In particolare, nell ultimo decennio la Germania

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. - In crescita significativa la massa amministrata, che supera i 94 miliardi di euro (+ 8% a/a)

COMUNICATO STAMPA. - In crescita significativa la massa amministrata, che supera i 94 miliardi di euro (+ 8% a/a) GRUPPO CARIPARMA CRÉDIT AGRICOLE: UTILE NETTO 2014 A 182 MILIONI (+21% A/A) TRAINATO DALLA GESTIONE OPERATIVA (+14% A/A); POSIZIONE PATRIMONIALE SOLIDA E LIVELLI PIÙ CHE ADEGUATI DI LIQUIDITÀ Il ha conseguito

Dettagli

Rapporto sul mondo del lavoro 2014

Rapporto sul mondo del lavoro 2014 Rapporto sul mondo del lavoro 2014 L occupazione al centro dello sviluppo Sintesi del rapporto ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL LAVORO DIPARTIMENTO DELLA RICERCA I paesi in via di sviluppo colmano il

Dettagli

PIANO JUNCKER: ECCO COSA PENSA LA STAMPA ESTERA

PIANO JUNCKER: ECCO COSA PENSA LA STAMPA ESTERA a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia Berlusconi Presidente Il Popolo della Libertà 839 PIANO JUNCKER: ECCO COSA PENSA LA STAMPA ESTERA 28 novembre 2014 EXECUTIVE SUMMARY

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

Dopo il crollo nella crisi, gli investimenti ripartono. Cruciale sostenerli per avere una crescita più robusta

Dopo il crollo nella crisi, gli investimenti ripartono. Cruciale sostenerli per avere una crescita più robusta 1-08-2015 Numero 15-11 NOTA DAL CSC Dopo il crollo nella crisi, gli investimenti ripartono. Cruciale sostenerli per avere una crescita più robusta Tra il e il gli investimenti fissi lordi si sono contratti

Dettagli

SOMMARIO DEL 30 GENNAIO 2013. Maserati Grugliasco, sfida di alta gamma. Grugliasco conferma l impegno di Fiat in Italia

SOMMARIO DEL 30 GENNAIO 2013. Maserati Grugliasco, sfida di alta gamma. Grugliasco conferma l impegno di Fiat in Italia SOMMARIO DEL 30 GENNAIO 2013 Il Sole 24 Ore Uff.Stampa Fismic La Stampa Adnkronos Asca MF-Dow Jones Il Sole 24 Ore Il Messaggero Corriere della Sera Prima Pagina Maserati Grugliasco, sfida di alta gamma

Dettagli

i dossier ECCO COME RENDERE LA TASSA E SALVARE I CONTI DELLO STATO www.freenewsonline.it www.freefoundation.com a cura di Renato Brunetta

i dossier ECCO COME RENDERE LA TASSA E SALVARE I CONTI DELLO STATO www.freenewsonline.it www.freefoundation.com a cura di Renato Brunetta 315 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com ECCO COME RENDERE LA TASSA E SALVARE I CONTI Editoriale de Il Giornale, 4 febbraio 2013 4 febbraio 2013 a cura di Renato Brunetta 2 Dopo l impegno

Dettagli