Solidarietà e innovazione per lo sviluppo sociale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Solidarietà e innovazione per lo sviluppo sociale"

Transcript

1 Solidarietà e innovazione per lo sviluppo sociale Relazione e Bilancio dell Esercizio 2014

2 Solidarietà e innovazione per lo sviluppo sociale Relazione e Bilancio dell Esercizio 2014

3 Indice LETTERA DEL PRESIDENTE DATI DI SINTESI Relazione di Bilancio PROGETTI Imprenditorialità & Innovazione Sociale Advocacy & Inclusione Sociale Employee Community Involvement Cultura e Solidarietà Un Centro di competenza per il non profit

4 STATO PATRIMONIALE RENDICONTO DI GESTIONE NOTA INTEGRATIVA Principi e criteri di valutazione Informazioni sullo Stato Patrimoniale e sul Rendiconto di Gestione Bilancio di Esercizio ALLEGATI A) Composizione del Portafoglio Titoli presenti nella gestione patrimoniale al 31 dicembre 2014 B) Composizione del Portafoglio Fondi presenti nella gestione patrimoniale al 31 dicembre 2014 RELAZIONE DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI

5 ORGANI DELLA FONDAZIONE Consiglio di Amministrazione (al 31 dicembre 2014) Presidente Maurizio Carrara Vice presidenti Maria Cristina Molinari Paolo Cornetta Consiglieri Maurizio Beretta Alberto Fontana Enrico Gava Francesco Giacomin Elena Patrizia Goitini Klaus Priverschek Segretario del Consiglio Lorenzo Lampiano Collegio dei Revisori dei Conti Presidente Giorgio Loli Membri effettivi Elisabetta Magistretti Michele Paolillo Staff Presidente Maurizio Carrara Direttore Generale Anna Pace Ufficio Progetti Anna Cravero Linda Falsirolli Barbara Janukowicz Guido Luigi Roberto Munzi Comunicazione Luca Mantoan Consulenti Giuseppe Ambrosio Barbara Grzywacz Segreteria Organizzativa Annamaria Rizzi

6 Cara lettrice, caro lettore Con il 2014 si chiude un triennio di lavoro del Board di UniCredit Foundation. Un mandato che ha impostato le attività della Fondazione in base ad alcune linee guida e sfere di attenzione che hanno indirizzato il nostro impegno sociale. Maurizio Carrara Presidente UniCredit Foundation Tre le principali che voglio richiamare in questa sede, la prima è stata il sostegno alle persone anziane in condizioni economiche e sociali difficili. In questa area di intervento sono stati supportati 36 progetti, fra cui 14 Alzheimer Caffè in Italia. La seconda area di intervento si è sviluppata intorno al tema dell occupazione giovanile, dove abbiamo supportato 33 progetti sostenendo la creazione di oltre 300 posti di lavoro. Infine, abbiamo promosso l impegno delle persone di UniCredit in iniziative di solidarietà grazie a due programmi importanti e partecipati come il Gift Matching Program e Your Choice, Your Project. Rispetto al primo in questi anni sono stati i progetti sostenuti attraverso donazioni pari a 8,7 milioni di euro (oltre la metà donati direttamente dai colleghi di UniCredit). Sono stati invece 57mila i colleghi di 11 Paesi diversi coinvolti in Your Choice, Your Project. Come abbiamo raggiunto questi obiettivi? Sono stati due gli strumenti principali: il supporto all impresa sociale e lo sviluppo dell innovazione sociale. «Il mondo è sulla soglia di una rivoluzione che modificherà a lungo il modo in cui affrontiamo i problemi sociali Il nuovo approccio si fonda su alcune convinzioni ormai socialmente condivise: per combattere la povertà, per esempio, gli investimenti sono più efficaci delle donazioni; e ancora: affiancare a motivazioni sociali, motivazioni economiche rende l intervento più efficace». Questi sono alcuni dei passaggi più significativi dell intervento di Sir Ronald Cohen, chair della Taskforce sull impatto sociale istituita in ambito G8, che riprendiamo a pagina 9 di questo volume. L approccio con cui abbiamo sviluppato i nostri interventi si indirizza proprio nel solco indicato da Cohen. Da una parte attraverso il rafforzamento di imprese sociali (per intenderci:

7 organizzazioni non profit votate al sostegno solidale, ma capaci di operare sui mercati dei beni e servizi di welfare) già esistenti o in fase di start-up, ma con piani di sviluppo solidi a cui abbiamo trasferito risorse finanziare e know how. D altro canto ci siamo anche affidati a partner individuati sui territori selezionati in base alla loro capacità di sviluppare interventi innovativi rispetto ai nuovi bisogni emergenti e alla propensione a mettersi in rete con le istituzioni pubbliche, con i soggetti del settore profit e le altre organizzazioni del privato sociale attive nelle loro comunità. Alcune delle nostre iniziative sono state fra l altro segnalate nel rapporto A map of social enterprises and their eco-system in Europe della Commissione Europea. Un riconoscimento importate della capacità di UniCredit Foundation di compiere la propria mission in modo moderno ed efficace. Il fatto che questo genere di percorsi di solidarietà ad alto impatto sociale con risvolti esterni, ma anche interni alla Banca si generino nel perimetro di azione di una grande istituzione economica come UniCredit sono infatti il risultato della presa di coscienza ormai matura del fatto che la ricchezza prodotta deve avere una ricaduta il più possibile collettiva. Specie in una fase di recessione economica come quella che abbiamo vissuto in questi ultimi tre anni. Ma veniamo ai fatti. Nelle pagine seguenti potrete toccare con mano le iniziative che stiamo seguendo e conoscere i risultati che abbiamo raggiunto. I capitoli della relazione di bilancio, come ormai consuetudine, si sviluppano lungo cinque ambiti: Imprenditorialità & Innovazione Sociale; Advocacy & Inclusione Sociale; Employee Community Involvement; Centro di Competenza per il Non Profit. Vi invito dunque a leggere le prossime pagine, dove troverete le schede dei progetti che meglio di tante parole rappresentano il nostro modo di essere attori sociali consapevoli ed efficienti. Buona lettura,

8 Dati di sintesi Gli stanziamenti della Fondazione nell Esercizio 2014 vedono il 44% delle risorse destinate all ideazione, implementazione e gestione dei progetti che UniCredit Foundation realizza nei paesi dell Europa Centrale e Orientale, in Austria, Germania e Italia. Il 44% è invece destinato alle attività che la Fondazione propone ai dipendenti di UniCredit attraverso le iniziative di Employee Community Involvement (Gift Matching Program). Il 12% delle risorse, infine, viene impiegato per la copertura degli oneri di supporto generale. 12% Oneri di supporto generale 44% Attività per il personale di UniCredit (Gift Matching Program) 44% Progetti e studi di fattibilità Nota alla lettura Your Choice, Your Project: i progetti accompagnati da questo logo sono quelli sui quali, nell ambito delle attività di coinvolgimento del personale di UniCredit, è stato previsto il voto dei dipendenti finalizzato all assegnazione di un grant aggiuntivo.

9 Imprenditorialità & Innovazione Sociale Mai come in questi mesi lo strumento dell impresa sociale è stato nelle priorità dell agenda europea e italiana. A livello comunitario un segnale inequivocabile è arrivato dalla programmazione 2014/2020 in cui si è esplicitato come il Fondo Sociale Europeo debba sostenere attivamente la creazione di imprese sociali come fonti di occupazione, in particolare per quei gruppi di persone che per motivi di varia natura incontrano difficoltà nella ricerca di un lavoro (ad esempio, i giovani disoccupati di lunga durata, le persone con disabilità e le persone appartenenti alle comunità rurali). In questo quadro la Commissione di Bruxelles ha definito le imprese sociali come organizzazioni che si situano fra il settore pubblico e quello privato: sebbene operino su base commerciale, perseguono l obiettivo primario di servire le comunità in cui sono inserite. La stessa Commissione nel gennaio dello scorso anno aveva convocato oltre 2mila imprenditori sociali che avevano animato il Forum Social Entrepreneurs: have your say. Quel summit generò un documento condiviso (la cosiddetta Dichiarazione di Strasburgo ) che ha segnato l agenda europea del prossimo settennato. Vi si legge Il modello economico e sociale dell Europa ha bisogno di reinventarsi. Abbiamo bisogno di uno sviluppo che sia più giusto, più verde e ancorato nelle comunità locali. Un modello che valuti la coesione sociale come una fonte genuina di benessere collettivo. Le imprese sociali sono riconosciute come un veicolo per la coesione sociale ed economica in tutta l Europa dal momento che aiutano a costruire un economia sociale pluralista e resiliente». Sono poi diversi i documenti prodotti in questi mesi dalla stessa Commissione che da varie angolature analizzano l impresa sociale. Fra questi il più importante è forse il rapporto A map of social enterprises and their eco-systems in Europe pubblicato a fine 2014, in cui si dà conto dello stato dell impresa sociale in Europa (UE + Svizzera). Il dossier è stato condotto tra l aprile del 2013 e l agosto dello scorso anno e costituisce un vero e proprio follow-up della Social Business Initiative. Dall analisi si evince come su 29 Paesi presi in esame, 20 riconoscano (naturalmente con formulazioni diverse) l istituto dell impresa sociale. Per l Italia sono due le norme di riferimento: la legge sulle cooperative sociali, la 381 del 1991, e quella sulle imprese sociali, la 155 del Lo scorso agosto, però, il governo italiano ha presentato un disegno di legge delega sul Terzo settore, in discussione al Parlamento. L obiettivo dichiarato è quello di costruire un nuovo Welfare partecipativo, fondato su una governance sociale allargata alla partecipazione dei singoli, dei corpi intermedi e del Terzo settore al processo decisionale e attuativo delle politiche sociali, al fine di ammodernare le modalità di organizzazione ed erogazione dei servizi del welfare, rimuovere le sperequazioni e ricomporre il rapporto tra Stato e cittadini, tra pubblico e privato, secondo principi di equità, efficienza e solidarietà sociale. Il testo prevede la rivisitazione proprio della norma sull impresa sociale. La grande attenzione a livello normativo riflette una forse ancora più intensa tendenza sui territori a pensare l imprenditorialità e l innovazione sociale come i principali strumenti per rispondere ai bisogni emergenti. I segnali in questo senso sono molteplici. Nello stesso rapporto A map of social enterprises and their eco-systems in Europe vengono segnalati alcuni programmi di supporto a sostegno dell impresa sociale nei vari Paesi target. Fra questi i progetti della nostra Fondazione in Bulgaria, Croazia, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia e Ungheria, di cui trovate traccia nelle prossime pagine. Venendo all Italia, i cardini del paradigma europeo che vede nell impresa sociale lo strumento per coniugare sviluppo sociale e sviluppo economico si sono per esempio colti in occasione del convegno Fare impresa sociale e buona economia con i beni confiscati alle mafie: si può! organizzato da UniCredit Foundation. «I beni confiscati e destinati a uso sociale», ha spiegato il presidente nazionale di Libera don Luigi Ciotti, «sono stati una svolta nella lotta alle mafie e un occasione di rigenerazione sociale ed economica. Da quei beni sono nati infatti speranza, dignità e lavoro». In questo ambito UniCredit Foundation e UniCredit hanno investito 1,2 milioni di euro in dieci progetti in diverse regioni italiane. Il 2014 è stato infine anche l anno in cui si sono conclusi i lavori della Taskforce del G8 sull impatto sociale, a cui ha partecipato attivamente anche la nostra Fondazione (qui a lato un intervento del chair della Taskforce). Le conclusioni sono state consegnate sotto forma di raccomandazioni ai governi nazionali. Ai quali da quest anno toccherà trarre le conclusioni sul piano normativo nell ottica di costruire un ecosistema a misura di impresa sociale.

10 IL NUOVO PARADIGMA DELL INVESTIMENTO SOCIALE Sintesi dall introduzione di Impact Investment: the invisible heart of market, il report finale della Social Impact Investment Taskforce istituita nell ambito del G8. Il documento firmato da Sir Ronald Cohen, chair della Taskforce, è stato presentato lo scorso ottobre. Il mondo è sulla soglia di una rivoluzione che modificherà a lungo il modo in cui affrontiamo i problemi sociali. La forza che guiderà questa rivoluzione si chiama investimento a impatto sociale. Una modalità innovativa che ha la capacità di sfruttare in modo coerente e coordinato il potenziale dell imprenditorialità, dell innovazione e del capitale. I primi segnali di questo cambiamento sono già visibili in alcuni settori come quelli della riduzione della recidiva dei carcerati, della cura di anziani e minori in difficoltà, dell inclusione finanziaria e dell housing sociale. L impact investment sta crescendo in fretta. Si può valutare in miliardi di dollari lo stock impegnato almeno in parte dai Fondi internazionali in investimenti che comprendono anche fattori ambientali e sociali. Pensate a quali conseguenze potrebbe avere se solo una piccola frazione di questo denaro fosse impiegato con la logica dell impatto sociale. Per investimenti a impatto sociale vanno intesi quegli investimenti che colpiscono target sociali specifici e individuati e i cui risultati possono essere misurati. La crisi finanziaria impone una convergenza degli strumenti finanziari verso obiettivi sociali. Ciò naturalmente richiede una modifica dei paradigmi che regolano i mercati dei capitali. Bisogna introdurre una nuova dimensione. Di fianco a quella del rischio e dell investimento, tipiche del 20esimo secolo, ora c è quella dell impatto. Nel mondo assistiamo a una domanda crescente di persone che desiderano lavorare in realtà impegnate a migliorare il mondo in cui vivono. A questo corrisponde l aumento del numero di imprenditori che vogliono trovare strumenti innovativi per incidere sui problemi della società in cui vivono e operano. Questa duplice tendenza sta generando un cambiamento anche nel modo in cui concepiamo la filantropia. Si passa dal focus sul quanto si dona, al focus sull impatto che si riesce a realizzare. Questo nuovo approccio si fonda su alcune convinzioni ormai socialmente condivise: per combattere la povertà, per esempio, gli investimenti sono più efficaci delle donazioni; e ancora: affiancare a motivazioni sociali, motivazioni economiche rende l intervento più efficace. Per concludere: i problemi delle società del 21esimo secolo sono troppo vasti e complessi per pensare che possano essere risolti esclusivamente da un governo e dal Terzo settore. Un nuovo paradigma non è solo un ipotesi di scuola, è una necessità che non ha alternative. Ronald Cohen Chair della Taskforce del G8 sull'impatto sociale 9

11 Intro IMPRENDITORIALITÀ & INNOVAZIONE SOCIALE Advocacy & Inclusione Sociale Employee Community Involvement Cultura e Società Un centro di competenza per il non profit Bilancio di Esercizio 2014 Relazione Collegio dei Revisori dei Conti SOCIAL INNOVATION AWARD 2014 PAESE AUSTRIA REGIONE BASSA AUSTRIA DURATA OTTOBRE 2014/ MARZO 2015 La call relativa al Social Innovation Award 2014 si è proposta di individuare la migliore idea per rendere la città di St. Pölten (capitale della Bassa Austria) un luogo migliore dove vivere puntando sulla valorizzazione del concetto di comunità (in tedesco: Wir-Gefühl, il feeling nello stare insieme). Ad aggiudicarsi il premio è stata l idea Rete di fiducia ( Das Netzwerk des Vertrauen ). Nessuno, più degli abitanti stessi, conosce la modalità più efficace per migliorare St. Pölten. Questo il principio di partenza. L idea prevede anche la creazione di una rete virtuale composta dai siti dei soggetti aderenti (cittadini, negozianti, scuole ) dove condividere gli spunti. La costruzione di questa rete di comunità sarà rappresentata simbolicamente attraverso una manifestazione di strada con una corda che terrà fisicamente uniti tutti i nodi della rete. SOCIAL ENTREPRENEUR- SHIP TENDER PAESE BOSNIA ED ERZEGOVINA REGIONE NAZIONALE DURATA NOVEMBRE 2014/ MAGGIO 2016 PARTNER MOZAIK FOUNDATION Il Social business fund 2014 è uno strumento a disposizione di imprese sociali che intendono sviluppare le loro attività su una scala più ampia o di riorientare il proprio social business in modo che sia maggiormente redditizio. L obiettivo è quello di sostenere realtà in grado di ottenere nel medio termine autonomia e sostenibilità economica. Per poter partecipare al bando è necessario essere un organizzazione non profit che destina il 100% degli utili alla propria missione sociale. Il fondo impegna investimenti solo in imprese già esistenti e consolidate. Dalla gara sono quindi escluse le start-up. Rientrano nei criteri di selezione anche la specializzazione in produzioni ecologiche ed organiche, la capacità di raccogliere fondi e di coinvolgere la comunità locale, la capacita di mettersi in rete con istituzioni pubbliche, imprese for profit, singoli individui e altre realtà del privato sociale. A gennaio 2015 erano state 57 le domande di partecipazione pervenute. Quattro i finalisti candidati al sostegno finanziario. Partner del progetto è Mozaik, ente leader nello sviluppo dell impresa sociale in Bosnia ed Erzegovina, dove dal 2011 ad oggi ha sostenuto lo sviluppo di oltre mille realtà formali ed informali. Con Mozaik, oltre che UniCredit Foundation collabora anche la Banca Mondiale. SOCIAL ENTREPRENEUR- SHIP PROGRAM FOR NGOS PAESE BULGARIA REGIONE NAZIONALE DURATA SETTEMBRE 2013/ FEBBRAIO 2016 PARTNER BULGARIAN CENTER FOR NOT-FOR-PROFIT LAW (BCNL) All interno del progetto, cofinanziato e realizzato in partnership con Bulgarian Center for not - for - profit Law sono stati previsti tre bandi (rispettivamente nel 2013/ / /16) a favore dello sviluppo dell imprenditorialità sociale. Per ogni annualità vengono selezionate 20/25 organizzazioni non profit, che possono usufruire di corsi di formazione al fine di ottimizzare l efficacia del business plan e la capacità di presentarlo a eventuali partner. Una volta terminato il periodo di training la giuria seleziona le organizzazioni che si suddividono un premio di 15mila euro. I dipendenti di UniCredit Bulbank possono inoltre destinare un grant aggiuntivo, votando per uno dei vincitori. Nella prima edizione i business plan ammessi alla gara sono stati 20 (su 24 partecipanti): otto di loro hanno avuto accesso alla fase finale. I tre vincitori sono stati l associazione Transformers (primo posto) e le ong Hold Me Association and Protection e Love and Trust Association che si sono invece aggiudicate il secondo posto a pari merito. Nel corso della seconda edizione, su 25 partecipanti 18 organizzazioni hanno elaborato il proprio business plan, di queste 7 finalisti presenteranno la loro idea imprenditoriale alla giuria che decreterà 3 vincitori. 10 UniCredit Foundation Relazione e Bilancio dell Esercizio 2014

12 Social Business Award Croazia PAESE CROAZIA REGIONE NAZIONALE DURATA GENNAIO 2015/LUGLIO 2015 PARTNER IMPACT HUB ZAGREB Il progetto implementato dall Impact Hub di Zagabria e da UniCredit Foundation in collaborazione con Zagrebačka Banka si sviluppa attraverso due iniziative distinte. UniCredit Foundation Awards (febbraio 2015 luglio 2015) Il premio sarà assegnato a tre imprese che impegnano i proventi del loro business per rispondere a bisogni sociali. Due di loro devono provenire dal programma Inkubator 2014, una invece sarà esterna. Quest ultima sarà selezionata attraverso una open call a cui sono state ammesse le realtà che aderiscono ai medesimi criteri di Inkubator Il programma provvede alla copertura dei costi amministrativi relativi all apertura dell impresa sociale, inclusa la registrazione del brand. ZaBa Start 2014 (gennaio 2015 marzo 2015) L Impact Hub di Zagabria, come key-partner del progetto Zaba Start, ha coordinato uno spazio per la formazione e il training dedicato a 20 partecipanti a cui è stato accordato uno sconto del 20% rispetto ai prezzi di listino. Le lezioni sono state tenute da un pool di professionisti che con l Impact Lab collaborano sui temi dell impatto sociale e della produzione di cambiamento rispetto alle necessità che emergono a livello locale. UniCredit Foundation Relazione e Bilancio dell Esercizio

13 Intro IMPRENDITORIALITÀ & INNOVAZIONE SOCIALE Advocacy & Inclusione Sociale Employee Community Involvement Cultura e Società Un centro di competenza per il non profit Bilancio di Esercizio 2014 Relazione Collegio dei Revisori dei Conti BUNTKICKTGUT GOES FRANCHISE - FROM SOCIAL PROJECT TO SOCIAL BUSINESS PAESE GERMANIA REGIONE NAZIONALE DURATA MARZO 2015/ FEBBRAIO 2016 PARTNER ASSOCIAZIONE BUNTKICKTGUT Questo è uno dei progetti storici supportato dalla Fondazione fin dal Per molti bambini e adolescenti, specialmente nelle aree urbane caratterizzate da contesti sociali problematici e da forte presenza di immigrati, i gruppi di strada sono spesso il più importante, e talvolta l unico, punto di riferimento. Parte da questa considerazione il metodo di intervento promosso dall associazione Buntkicktgut che ha scelto di utilizzare il calcio come strumento attraverso il quale bambini e adolescenti possano integrarsi in modo positivo nella loro comunità di riferimento. A partire dal 2013, su sollecitazione della Fondazione, l associazione Buntkicktgut ha intrapreso un percorso di auto-sostenibilità economica, attraverso una strategia di franchising, mirata a replicare il modello in altre città tedesche oltre a Monaco di Baviera. In questo quadro è stato avviato un partenariato con la Social Entrepreneurship Akademie (Sea). Nel 2014, oltre a un significativo aumento delle attività e del conseguente impatto sociale che ha permesso al metodo di strutturarsi in un vero e proprio franchising sociale ormai riconosciuto in Germania quale modello per la crescita e sviluppo dei ragazzi, è nata la prima rete internazionale Buntkicktgut. Gli obiettivi previsti per l anno in corso sono in piena continuità e mirano da un lato a garantire una sempre maggiore sostenibilità economica e dall altro a estendere la presenza dell associazione ad altre città, rafforzandone il sistema di social business. Nel 2016 invece l esportazione del modello al di fuori dei confini tedeschi prevede l approdo in Austria, Polonia, Serbia, Ungheria. 12 UniCredit Foundation Relazione e Bilancio dell Esercizio 2014

14 BANDO UNICREDIT CARTA E 2014: STRATEGIE DI COESIONE SOCIALE A FAVORE DEI GIOVANI PAESE ITALIA REGIONE NAZIONALE DURATA 24/36 MESI Ha preso il via il 15 dicembre 2014 la quarta edizione del Bando UniCredit Carta E per lo sviluppo di Strategie di coesione sociale a favore dei giovani, rivolto a organizzazioni non profit italiane per contribuire allo sviluppo di progetti di inclusione lavorativa di giovani in situazioni di disagio. UniCredit Foundation, con questo bando, ha inteso incentivare l elaborazione di progetti che contribuiscano alla coesione sociale giovanile, facilitando la capacità individuale di inserirsi positivamente nel circuito socio-economico. L obiettivo del bando è stato quello di sostenere progetti in linea con i principi della Fondazione, finalizzati all occupazione di giovani di età compresa tra i 15 e i 29 anni, che vivono particolari situazioni di difficoltà. Il periodo per la presentazione delle candidature si è chiuso il 26 gennaio Per partecipare al Bando le organizzazioni non profit hanno dovuto qualificarsi come ONLUS (Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale ai sensi del Decreto Legislativo n. 460 del 4 dicembre 1997), ed essere costituite da almeno 3 anni. Sono state ammesse le proposte con una progettualità di durata compresa tra 24 e 36 mesi. I progetti verranno poi selezionati dal Comitato Carta Etica, interno a UniCredit, in collaborazione con il Cergas dell Università Bocconi di Milano. A ognuna delle sette organizzazioni assegnatarie del premio sarà riconosciuto un importo di euro, provenienti da un fondo ad hoc costituito grazie ai contributi raccolti con UniCreditCard Flexia Classic E. La carta di credito, senza alcun costo aggiuntivo per il titolare, raccoglie il 2 per mille di ogni spesa effettuata alimentando un fondo destinato a iniziative e progetti di solidarietà e supporto a favore di persone in difficoltà. In una seconda fase, nell ambito dell iniziativa interna Your Choice, Your Project, gli oltre dipendenti italiani di UniCredit potranno votare il proprio progetto preferito tra i sette selezionati. In base ai voti ricevuti, ciascun progetto concorrerà ad aggiudicarsi una quota parte, proporzionale ai voti ricevuti, di euro. UniCredit Foundation Relazione e Bilancio dell Esercizio

15 Intro IMPRENDITORIALITÀ & INNOVAZIONE SOCIALE Advocacy & Inclusione Sociale Employee Community Involvement Cultura e Società Un centro di competenza per il non profit Bilancio di Esercizio 2014 Relazione Collegio dei Revisori dei Conti BANDO OCCUPIAMOCI! PAESE ITALIA REGIONE NAZIONALE DURATA OTTOBRE 2013/ MARZO 2014 PARTNER FONDAZIONE AIUTARE I BAMBINI ; FONDAZIONE SAN ZENO; FONDAZIONE UMANA MENTE In tutta Italia 106 giovani hanno avuto un opportunità di lavoro grazie a questo bando, promosso da quattro Fondazioni private italiane (Fondazione aiutare i bambini, Fondazione San Zeno, Fondazione UMANA MENTE e UniCredit Foundation) unite per contrastare la disoccupazione giovanile nel nostro Paese. Lo stanziamento complessivo dell iniziativa partita nell ottobre del 2013 è pari a euro da destinare a favore di progetti realizzati da organizzazioni senza scopo di lucro. In particolare le linee di finanziamento saranno due. Nel dettaglio, grazie al Bando Occupiamoci! sono stati finanziati: 8 progetti nell area tirocini formativi (3 al Nord, 2 al Centro e 3 al Sud), per un totale di euro e 67 beneficiari; 6 progetti nell area imprenditorialità sociale (2 al Nord, 2 al Centro e 2 al Sud), per un totale di euro e 39 beneficiari. I progetti vincitori hanno ricevuto un finanziamento a fondo perduto: massimo euro per progetto in caso di tirocini formativi e massimo euro in caso di attività di imprenditorialità sociale. I progetti selezionati coinvolgono giovani tra i 16 e i 29 anni di età, che vivono in condizione di svantaggio sociale. Nello specifico giovani che hanno abbandonato gli studi in carico ai servizi sociali, in uscita da percorsi di recupero dalla dipendenza da sostanze, ex detenuti, minori stranieri non accompagnati, donne sole con figli. Giovani che, in un contesto come quello italiano, dove la disoccupazione giovanile è in costante aumento e ha ormai superato l allarmante soglia del 40%, hanno ancora meno possibilità e per i quali un lavoro può rappresentare un occasione decisiva di riscatto. Questi dunque i sei progetti premiati dell area imprenditorialità sociale: Trattoria Bar...Beta (Bussolengo - VR) formazione professionale per giovani con problemi di dipendenza da sostanze. l Farmer s Market di Torino 2.0 (Torino) sviluppo di un impresa sociale sostenibile dal punto di vista economico fondata su relazioni commerciali dirette tra produttori agricoli e consumatori. Dalla tazzina al piatto (Forlì) commercializzazione di funghi ostrica prodotti utilizzando un substrato costituito da fondi di caffè riciclato. Pump Street (San Benedetto del Tronto - AP) stampa e commercio on line di capi d abbigliamento con stampe personalizzate. Diritti e Sviluppo (Latiano - BR) costituzione di un impresa sociale fondata sulla raccolta di abiti usati e di altri materiali di riciclo da riparare e commercializzare. GOEL Bio (Gioiosa Jonica - RC) realizzazione di un laboratorio di produzione di prodotti cosmetici naturali e biologici al fine di commercializzare una linea di bioecocosmesi. 14 UniCredit Foundation Relazione e Bilancio dell Esercizio 2014

16 CHIKÙ PAESE ITALIA REGIONE CAMPANIA DURATA 24 MESI PARTNER LA KUMPANIA IMPRESA SOCIALE, FONDAZIONE CON IL SUD Un ristorante italo-romanì o un laboratorio permanente dedicato ai bambini, alle famiglie, ai giovani di Scampia? Tutte e due le cose, in una parola Chikù. Ovvero il nome del progetto innovativo che la Fondazione ha promosso in uno dei quartieri più complicati di Napoli. Chikù, anche grazie alla sua particolare collocazione, al di sopra dell Auditorium di Scampia con vista panoramica sulla villa comunale, vuole essere uno spazio aperto, conviviale, innovativo per la proposta e la sua vitalità, per la capacità di coniugare linguaggi e stili diversi, un luogo in cui potersi incontrare, riflettere, costruire, fare città a partire dai percorsi di partecipazione attiva e di advocacy. I menù si ispirano alle tradizioni italiana e romanì e sono aperti a ogni tipo di contaminazione e di rivisitazione di ricette, ingredienti e sapori. Ma il piatto segreto dell iniziativa è la prospettiva di diventare autosostenibile in breve tempo. La Kumpania, nata da un progetto di Chi rom e... chi no, è dal 2013 la prima impresa sociale nel campo della gastronomia interculturale formata da rom e italiani che prova a dare risposte concrete in termini di emancipazione economica e sociale e lotta alle discriminazioni, a partire da un territorio complesso come quello di Scampia. Una realtà importante che ha già vinto due premi per l innovazione sociale - Naples 2.0 e UNAOC -, e ha ottenuto il sostegno per lo start-up d impresa da UniCredit Foundation e Fondazione CON IL SUD. Dal 2014 si avvale del sostegno della Fondazione Peppino Vismara. UniCredit Foundation Relazione e Bilancio dell Esercizio

17 Intro IMPRENDITORIALITÀ & INNOVAZIONE SOCIALE Advocacy & Inclusione Sociale Employee Community Involvement Cultura e Società Un centro di competenza per il non profit Bilancio di Esercizio 2014 Relazione Collegio dei Revisori dei Conti SUPPORT TO SOCIAL ENTREPRENEUR- SHIP PAESE POLONIA REGIONE NAZIONALE DURATA FEBBRAIO 2015/ GENNAIO 2016 PARTNER ASHOKA POLAND L intervento promosso da UniCredit Foundation, in collaborazione con Ashoka Poland si propone di ricercare e sostenere progetti d impresa innovativi, nell ambito dell economia sociale, offrendo ai soggetti imprenditoriali strumenti di supporto e know how. Creata nel 1980, Ashoka è il più grande network di imprenditori sociali a livello mondiale. Ashoka è presente in Polonia dal Il progetto ha l obiettivo di identificare un gruppo di imprese sociali in fase di avvio o accelerazione (massimo 10), che potranno beneficiare di un programma articolato che combina sostegno finanziario, mentoring, consulenza e networking nell ambito della rete nazionale e internazionale di Ashoka. Le organizzazioni saranno individuate attraverso una competition che avrà l obiettivo di identificare e valorizzare le soluzioni più impattanti nell ambito delle aree principali d intervento di Ashoka (sviluppo economico, welfare, educazione, ambiente). Infine, verrà organizzata una nuova edizione dell iniziativa Your Choice, Your Project (per l assegnazione di un extra-grant al progetto più votato dai colleghi), che sarà anche l occasione per presentare a tutti i dipendenti di Bank Pekao un approfondimento sulle imprese sociali sostenute. 16 UniCredit Foundation Relazione e Bilancio dell Esercizio 2014

18 Support to social entrepreneurship Repubblica Ceca e Slovacchia Il programma è realizzato da VIA Foundation in Repubblica Ceca e da Provida Foundation in Slovacchia. In entrambi i casi l obiettivo è quello di rafforzare la capacità imprenditoriale delle realtà sociali dei due Paesi attraverso la valorizzazione di business innovativi con impatto sociale misurabile, supportandoli con grant, attività di consulenza e training. L idea che ispira questa iniziativa è che la creazione di valore sociale di un impresa di questo tipo non deve impattare solo su se stessa o sui suoi stakeholder, ma anche sulla comunità in cui opera. Better Business PAESE REPUBBLICA CECA REGIONE NAZIONALE DURATA SETTEMBRE 2013/MARZO 2015 PARTNER VIA FOUNDATION L obiettivo del programma è stato il sostegno a imprese sociali che hanno messo in campo modelli innovativi di intervento e che al tempo stesso hanno dimostrato di possedere un elevato potenziale nell ottica di diventare finanziariamente sostenibili, scalabili e replicabili. Il target però non è stato confinato a organizzazioni o imprese con mission specificatamente sociali (come l inclusione sociale di soggetti fragili o la creazione di lavoro): l iniziativa infatti è stata aperta in senso lato a tutte quelle organizzazioni a elevato (e misurabile) impatto sociale. Il programma si è sviluppato in due fasi. La prima, durata 4 mesi, è coincisa con la selezione di 12 organizzazioni che hanno goduto del supporto di esperti sotto varie modalità (workshop, consulenze personalizzate ) al fine di verificare o ricalibrare l idea di business. Nella seconda invece sono stati selezionati 8 progetti a cui è stato assegnato anche un supporto economico (fino ad un massimo di euro). L associazione Naruc, titolare dell impresa sociale Pastafidli, nell ambito del programma Your Choice, Your Project si è vista assegnare un contribito aggiuntivo di euro Can fish fly? PAESE SLOVACCHIA REGIONE NAZIONALE DURATA SETTEMBRE 2013/MARZO 2015 PARTNER PROVIDA FOUNDATION Due i target principali del progetto. Primo: sostenere le migliori attività imprenditoriali impegnate nel sociale in base ai criteri dell autonomia economica, della scalabilità e della replicabilità. Secondo: assistere nella fase di progettazione le idee e gli imprenditori più innovativi nell individuare soluzioni nell ambito del Welfare. Le domande di accesso al progetto sono state 97. Di queste 10 sono state selezionate per partecipare alla fase Investment grant program che ha alla fine individuato 4 proposte vincitrici destinatarie ciascuna di un sostegno finanziario di euro. Una di esse, la Centrum Svetielko, ha ricevuto anche un grant aggiuntivo di euro, in quanto vincitrice del programma Your Choice, Your Project. Inoltre, complessivamente 8 organizzazioni hanno partecipato alla seconda fase del programma, denominata Incubator, grazie alla quale i candidati hanno potuto acquisire gli strumenti professionali necessari alla definizione del business plan. Un grant finale è stato assegnato all organizzazione con la proposta imprenditoriale più convincente. UniCredit Foundation Relazione e Bilancio dell Esercizio

19 Intro IMPRENDITORIALITÀ & INNOVAZIONE SOCIALE Advocacy & Inclusione Sociale Employee Community Involvement Cultura e Società Un centro di competenza per il non profit Bilancio di Esercizio 2014 Relazione Collegio dei Revisori dei Conti COMPETITION AND CAPACITY BUILDING SUPPORT TO SOCIAL ENTERPRISES IN ROMANIA PAESE ROMANIA REGIONE NAZIONALE DURATA DICEMBRE 2014/ NOVEMBRE 2015 PARTNER NESsT ROMANIA La Fondazione prosegue l impegno a supporto dell imprenditorialità sociale in Romania, iniziato nel 2012 a fianco di NESsT, ente non profit specializzato nello sviluppo dell impresa sociale, attivo dal 1997 nei paesi emergenti, in Europa Centrale e Orientale e America Latina. Grazie al sostegno di UniCredit Foundation, in questi anni sono state organizzate due competition a livello nazionale e due bandi su invito in collaborazione con UniCredit Tiriac e UniCredit Business Integrated Solutions in Romania, oltre a essere state rafforzate le attività di incubazione per accrescere la sostenibilità finanziaria e l impatto sociale delle imprese assistite. In totale, il supporto della Fondazione si è tradotto in 12 venture grant per altrettante imprese sociali insieme ad azioni di capacity building per un numero maggiore di organizzazioni. I target di queste azioni sono stati in particolare i soggetti più vulnerabili, tra cui le persone affette da disabilità, le donne escluse dal mercato del lavoro, i gruppi appartenenti a minoranze etniche, e le comunità che vivono con economie di sussistenza. Nel corso del 2015, con il nuovo progetto Competition and Capacity Building Support to Social Enterprises in Romania, sarà avviata una nuova edizione della competition per l impresa sociale e rafforzate le attività dell incubatore. L intervento riguarda le diverse regioni del paese, in particolare le aree meno sviluppate. L iniziativa si propone dunque, da una parte, di individuare nuove imprese/imprenditori sociali (tra 7 e 10) sul territorio capaci di generare reddito e occupazione attraverso un idea di business sostenibile con ricaduta sociale; dall altra, di sostenere ulteriormente le imprese sociali che fanno parte dell attuale portfolio di NESsT, al momento nove, nel processo di consolidamento ed espansione della propria attività. Infine, è prevista una nuova edizione di Your Choice, Your Project aperta al voto dei colleghi in Romania (UniCredit Tiriac e UniCredit Business Integrated Solutions) al fine di assegnare extra-grant ad un numero di imprese sociali tra quelle selezionate attraverso la competition. 18 UniCredit Foundation Relazione e Bilancio dell Esercizio 2014

20 IDEA FOR A BETTER TOMORROW PAESE SERBIA REGIONE NAZIONALE DURATA NOVEMBRE 2014/ OTTOBRE 2015 PARTNER ANA & VLADE DIVAC FOUNDATION; SMART KOLEKTIV Ana e Vlade Divac Foundation insieme con UniCredit Bank e UniCredit Foundation ha lanciato il secondo bando per lo sviluppo delle imprese sociali in Serbia nell ambito del progetto Idea for a better tomorrow. La prima edizione si è chiusa con il seguente bilancio: 3 imprese sociali (Company Strawberry Energy for mini solar power plant, Association Serbia Film Commission for developing base of locations for filming in Serbia, Company Stap&Kanap for production of Hot & Sweet jam) e 4 gruppi informali impegnati nell avvio di business ad impatto sociale, hanno ricevuto un sostegno finanziario. In questa seconda edizione saranno supportate esclusivamente le imprese sociali esistenti e non quelle in fase di start up. Il progetto in particolare intende sviluppare la capacità delle imprese sociali di accedere ai mercati nell ottica dell autonomia finanziaria. Questo obiettivo sarà raggiunto attraverso uno specifico programma di accompagnamento e monitoraggio a cura di Smart Kolektiv che prevede una serie di interventi: formazione allo sviluppo dell idea di business, consulenza aziendale, business mentoring, focus group, meeting con potenziali investitori privati, conoscenza reciproca e condivisione delle risorse, oltre naturalmente al sostegno economico sotto forma di grant. THINGS : SOCIAL BUSINESS IN TURCHIA PAESE TURCHIA REGIONE NAZIONALE DURATA GIUGNO 2014/ MAGGIO 2015 PARTNER: TECHSOUP EUROPE; NETSQUARED ISTANBUL (NET 2 IST); TOG (TOPLUM GÖNÜLLÜLERI VAKFI COMMUNITY VOLUNTEERS FOUNDATION) Il principale obiettivo del progetto Things è quello di offrire un esperienza pratica e innovativa di apprendimento in grado di ispirare, attivare e promuovere strumenti tecnologici per il cambiamento sociale attraverso iniziative economiche responsabili rivolte alle fasce più giovani delle popolazione. Sulla base dell esperienza di NetSquared Istanbul (Net 2 Ist), il progetto fornirà, tramite strumenti diretti e online, un supporto per quei giovani intenzionati ad avviare una start-up sociale. Fra gli strumenti messi in campo vanno senz altro segnalati una importante campagna di comunicazione sui social media, l organizzazione di workshop (a cui hanno già aderito 25 associazioni fra le oltre 40 che hanno fatto domanda) e il lancio di un bando ( Challenge ) per individuare le migliori idee che possano offrire soluzioni efficaci e alto impatto sociale. I progetti selezionati, oltre al sostegno, finanziario riceveranno un accompagnamento e tutoraggio mirato a supportare lo sviluppo del proprio business plan. UniCredit Foundation Relazione e Bilancio dell Esercizio

Ridurre i divari tra il Nord e il Sud del mondo

Ridurre i divari tra il Nord e il Sud del mondo Ridurre i divari Il problema Fino alla fine degli anni sessanta, la cooperazione allo sviluppo si identificava esclusivamente con la cooperazione economica o con l aiuto umanitario di emergenza. Questa

Dettagli

Social Innovation AROUND Award

Social Innovation AROUND Award Social Innovation AROUND Award Social Innovation Around Award APPuntamento e Premio dell Innovazione Sociale, quest anno alla sua prima edizione, è una iniziativa di SIS Social Innovation Society che con

Dettagli

POLITICA DI COESIONE 2014-2020

POLITICA DI COESIONE 2014-2020 SVILUPPO LOCALE DI TIPO PARTECIPATIVO POLITICA DI COESIONE 2014-2020 A dicembre 2013, il Consiglio dell Unione europea ha formalmente adottato le nuove normative e le leggi che regolano il ciclo successivo

Dettagli

Liberare il potenziale dell Economia Sociale per la crescita in Europa: la Strategia di Roma

Liberare il potenziale dell Economia Sociale per la crescita in Europa: la Strategia di Roma Liberare il potenziale dell Economia Sociale per la crescita in Europa: la Strategia di Roma Documento basato sui risultati della Conferenza di Roma, 17 e 18 novembre 2014 In occasione della Presidenza

Dettagli

PROGRAMMA OPERATIVO NELL'AMBITO DELL'OBIETTIVO "INVESTIMENTI IN FAVORE DELLA CRESCITA E DELL'OCCUPAZIONE"

PROGRAMMA OPERATIVO NELL'AMBITO DELL'OBIETTIVO INVESTIMENTI IN FAVORE DELLA CRESCITA E DELL'OCCUPAZIONE Questo documento offre una sintesi del PON Inclusione 2014-2020 con particolare riferimento agli interventi previsti a favore degli immigrati. PROGRAMMA OPERATIVO NELL'AMBITO DELL'OBIETTIVO "INVESTIMENTI

Dettagli

Aiutare le popolazioni povere delle aree rurali a sconfiggere la povertà L IFAD IN BREVE

Aiutare le popolazioni povere delle aree rurali a sconfiggere la povertà L IFAD IN BREVE Aiutare le popolazioni povere delle aree rurali a sconfiggere la povertà L IFAD IN BREVE Lo scopo dell IFAD La finalità del Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo (IFAD) è mettere le popolazioni

Dettagli

Aiutare le persone a trovare lavoro. Il Fondo sociale europeo al lavoro. L Europa sociale

Aiutare le persone a trovare lavoro. Il Fondo sociale europeo al lavoro. L Europa sociale Il Fondo sociale europeo al lavoro Aiutare le persone a trovare lavoro Il Fondo sociale europeo (FSE) finanzia progetti in tutta l UE per consentire a più persone di trovare posti di lavoro migliori, attraverso

Dettagli

SMART PEOPLE 31 GENNAIO 2014 h. 17.O0 CASA DEI DIRITTI REPORT DEL TAVOLO

SMART PEOPLE 31 GENNAIO 2014 h. 17.O0 CASA DEI DIRITTI REPORT DEL TAVOLO SMART PEOPLE 31 GENNAIO 2014 h. 17.O0 CASA DEI DIRITTI REPORT DEL TAVOLO L attività del Tavolo PEOPLE si è svolta il giorno 31 gennaio 2014 dalle 17.00 alle 19.30. I lavori sono stati aperti da Renato

Dettagli

IL LABORATORIO SULLA RSI PER LA VAL D AGRI: IL CONTESTO, GLI OBIETTIVI, I TEMPI

IL LABORATORIO SULLA RSI PER LA VAL D AGRI: IL CONTESTO, GLI OBIETTIVI, I TEMPI LA RESPONSABILITÀ SOCIALE UN VOLANO PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE DEL TERRITORIO IL LABORATORIO SULLA RSI PER LA VAL D AGRI: IL CONTESTO, GLI OBIETTIVI, I TEMPI Lucia Briamonte M. Assunta D Oronzio Villa

Dettagli

POLITICA DI COESIONE 2014-2020

POLITICA DI COESIONE 2014-2020 SVILUPPO URBANO SOSTENIBILE INTEGRATO POLITICA DI COESIONE 2014-2020 A dicembre 2013, il Consiglio dell Unione europea ha formalmente adottato le nuove normative e le leggi che regolano il ciclo successivo

Dettagli

Economia sociale e impresa sociale

Economia sociale e impresa sociale Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali DG Terzo settore e formazioni sociali Economia sociale e impresa sociale Intervento di Anna Chiara Giorio 9 gennaio 2014 Indice dell intervento Terzo settore,

Dettagli

progredire con gli strumenti finanziari ESIF Il Fondo Sociale Europeo Strumenti finanziari

progredire con gli strumenti finanziari ESIF Il Fondo Sociale Europeo Strumenti finanziari progredire con gli strumenti finanziari ESIF Il Fondo Sociale Europeo Gli strumenti finanziari co-finanziati dal Fondo Sociale Europeo permettono di investire, in modo sostenibile ed efficiente, per rafforzare

Dettagli

CERCARE NUOVI PARADIGMI PER RILANCIARE LO SVILUPPO ECONOMICO & SOCIALE

CERCARE NUOVI PARADIGMI PER RILANCIARE LO SVILUPPO ECONOMICO & SOCIALE CERCARE NUOVI PARADIGMI PER RILANCIARE LO SVILUPPO ECONOMICO & SOCIALE OBIETTIVI Obiettivo della Città di Torino è attivare una misura di accompagnamento e sostegno alla realizzazione di progetti imprenditoriali

Dettagli

Ricomincio da t(r)e. Bando per la promozione di startup cooperative

Ricomincio da t(r)e. Bando per la promozione di startup cooperative Ricomincio da t(r)e Bando per la promozione di startup cooperative 1. DESCRIZIONE SINTETICA Coopstartup Calabria Ricomincio da t(r)e è un iniziativa nata allo scopo di accompagnare lo sviluppo di idee

Dettagli

STUDIO ORAZI Dottori Commercialisti Revisori Contabili

STUDIO ORAZI Dottori Commercialisti Revisori Contabili STUDIO ORAZI Dottori Commercialisti Revisori Contabili Dott. Marco Orazi Dott. Michele Archetti Dott.ssa Paola Porcellana Dott.ssa Mara Zanatta Dott.ssa Francesca Lodrini Dott. Massimo Colombo Dott.ssa

Dettagli

POLITICA DI COESIONE 2014-2020

POLITICA DI COESIONE 2014-2020 SVILUPPO LOCALE DI TIPO PARTECIPATIVO POLITICA DI COESIONE 2014-2020 A ottobre 2011, la Commissione europea ha adottato alcune proposte legislative per la politica di coesione 2014-2020 La presente scheda

Dettagli

La programmazione europea. per lo sviluppo della filiera turistica nel Mezzogiorno

La programmazione europea. per lo sviluppo della filiera turistica nel Mezzogiorno La programmazione europea 2014 2020 per lo sviluppo della filiera turistica nel Mezzogiorno POIn (FESR) 2007-2013 - Attrattori culturali, naturali e turismo Asse II - Linea di intervento II.2.1 Intervento:

Dettagli

Coopstartup FarmAbility

Coopstartup FarmAbility Coopstartup FarmAbility Bando per la selezione di idee di impresa cooperativa innovativa nell agroalimentare Art. 1 Contesto e obiettivi Coopstartup FarmAbility è un progetto sperimentale per favorire

Dettagli

CREDITO AL FUTURO. Osservare, ascoltare e animare per un credito a misura di persona. Incontri formativi per operatori dei Centri di Ascolto

CREDITO AL FUTURO. Osservare, ascoltare e animare per un credito a misura di persona. Incontri formativi per operatori dei Centri di Ascolto CREDITO AL FUTURO Osservare, ascoltare e animare per un credito a misura di persona 1 Incontri formativi per operatori dei Centri di Ascolto Andria, 26 e 27 Aprile, 3 Maggio 2012 Clara Marrone clara.marrone@gmail.com

Dettagli

Lo scopo dell IFAD. Dove lavoriamo 1. Come lavoriamo

Lo scopo dell IFAD. Dove lavoriamo 1. Come lavoriamo L IFAD in breve Lo scopo dell IFAD La finalità del Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo (IFAD) è mettere le popolazioni rurali povere in condizione di raggiungere una maggiore sicurezza alimentare,

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE CONCORSO ANNUALE Il più bel lavoro del mondo

REGOLAMENTO GENERALE CONCORSO ANNUALE Il più bel lavoro del mondo REGOLAMENTO GENERALE CONCORSO ANNUALE Il più bel lavoro del mondo ART 1 Definizione Il concorso "Il più bel lavoro del mondo" (di seguito indicato come "Concorso") è una competizione promossa annualmente

Dettagli

ACCORDO DI PROGRAMMA PER L ATTIVAZIONE DI UNA RETE DI COMUNI AMICI DELLA FAMIGLIA

ACCORDO DI PROGRAMMA PER L ATTIVAZIONE DI UNA RETE DI COMUNI AMICI DELLA FAMIGLIA Forum Lombardo delle Lombardia FeLCeAF Associazioni familiari ACCORDO DI PROGRAMMA PER L ATTIVAZIONE DI UNA RETE DI COMUNI AMICI DELLA FAMIGLIA La crisi in atto ormai da alcuni anni porta al contenimento

Dettagli

PROGETTO LAVORO E FORMAZIONE

PROGETTO LAVORO E FORMAZIONE PROGETTO LAVORO E FORMAZIONE OBIETTIVO GENERALE Il Progetto Lavoro e Formazione interviene specificamente sulla formazione e l inserimento lavorativo di persone in situazione di disagio economico e/o esistenziale.

Dettagli

Modello sperimentale di sistema di inclusione lavorativa dei minori inseriti nel circuito penale

Modello sperimentale di sistema di inclusione lavorativa dei minori inseriti nel circuito penale Modello sperimentale di sistema di inclusione lavorativa dei minori inseriti nel circuito penale 1 1 1. Premessa La seguente proposta di modello nasce dopo un attività di confronto tra i rappresentanti

Dettagli

Incubatore di Innovazione Sociale di Quarto Oggiaro

Incubatore di Innovazione Sociale di Quarto Oggiaro Incubatore di Innovazione Sociale di Quarto Oggiaro Fondazione Giacomo Brodolini Chi siamo Gli ambi2 Le a+vità Nasce nel 1971 come centro di ricerca economico e sociale ed Istituto Culturale su temi legati

Dettagli

Servizi di - Informazione e orientamento. sul mettersi in proprio e sullo sviluppo delle imprese. - Formazione - Credito

Servizi di - Informazione e orientamento. sul mettersi in proprio e sullo sviluppo delle imprese. - Formazione - Credito 2009 per immigrati di Milano e provincia Servizi di - Informazione e orientamento sul mettersi in proprio e sullo sviluppo delle imprese - Formazione - Credito ASIIM - Associazione per lo Sviluppo dell

Dettagli

L UE PER LE PMI Notizie da Bruxelles

L UE PER LE PMI Notizie da Bruxelles L UE PER LE PMI Notizie da Bruxelles n 4 Marzo/Aprile 2014 in collaborazione con S O M M A R I O A C C E S S O A I F I N A N Z I A M E N T I Horizon 2020 Operativo lo strumento PMI N E W S D A L L E I

Dettagli

Ufficio di Servizio Sociale BANDO PUBBLICO PER LA PARTECIPAZIONE AL PROGETTO. Accompagnamento e integrazione sociale di persone con disabilità

Ufficio di Servizio Sociale BANDO PUBBLICO PER LA PARTECIPAZIONE AL PROGETTO. Accompagnamento e integrazione sociale di persone con disabilità Prot. nr. 1617 BANDO PUBBLICO PER LA PARTECIPAZIONE AL PROGETTO Accompagnamento e integrazione sociale di persone con disabilità In esecuzione della Determinazione del Responsabile dell Area Amministrativa

Dettagli

Il più bel lavoro del mondo

Il più bel lavoro del mondo REGOLAMENTO CONCORSO ANNUALE Il più bel lavoro del mondo 3 edizione 2012-2013 ART 1 Definizione Il concorso "Il più bel lavoro del mondo" (di seguito indicato come "Concorso") è una competizione promossa

Dettagli

Create new Connections, Improve, Grow

Create new Connections, Improve, Grow Consulting Strategy Business Requirement Investment MILANO VENTURE COMPANY Group Create new Connections, Improve, Grow We are Milano Venture Company Agenda Chi siamo I nostri servizi Servizio di Funding

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE DEGLI INTERVENTI DI COOPERAZIONE DECENTRATA ALLO SVILUPPO E SOLIDARIETÁ INTERNAZIONALE

PROGRAMMA TRIENNALE DEGLI INTERVENTI DI COOPERAZIONE DECENTRATA ALLO SVILUPPO E SOLIDARIETÁ INTERNAZIONALE CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO (SETTIMA LEGISLATURA) PROGRAMMA TRIENNALE DEGLI INTERVENTI DI COOPERAZIONE DECENTRATA ALLO SVILUPPO E SOLIDARIETÁ INTERNAZIONALE PERIODO 2004-2006 * Allegato alla deliberazione

Dettagli

STRUMENTI DI WELFARE COOPERATIVO

STRUMENTI DI WELFARE COOPERATIVO Avviso 26 del 4 marzo 2015 Piani formativi aziendali concordati Standard - Fondo di Rotazione SCHEDA DI PRE ADESIONE entro il 13 maggio 2015 STRUMENTI DI WELFARE COOPERATIVO PREMESSA Venerdì 30 Gennaio

Dettagli

Il più bel lavoro del mondo

Il più bel lavoro del mondo REGOLAMENTO CONCORSO ANNUALE Il più bel lavoro del mondo 1 edizione 2009-2010 ART 1 Definizione Il concorso "Il più bel lavoro del mondo" (di seguito indicato come "Concorso") è una competizione promossa

Dettagli

CreArt RETE DI CITTÀ PER LA CREATIVITÀ ARTISTICA DESCRIZIONE DEL PROGETTO

CreArt RETE DI CITTÀ PER LA CREATIVITÀ ARTISTICA DESCRIZIONE DEL PROGETTO CreArt RETE DI CITTÀ PER LA CREATIVITÀ ARTISTICA DESCRIZIONE DEL PROGETTO MOTIVAZIONE... 3 OBIETTIVI DEL PROGETTO... 5 METODOLOGIA... 6 PIANO DI LAVORO... 8 GRUPPI DI RIFERIMENTO.IMPATTO... 9 2 MOTIVAZIONE

Dettagli

Policy La sostenibilità

Policy La sostenibilità Policy La sostenibilità Approvato dal Consiglio di Amministrazione di eni spa il 27 aprile 2011. 1. Il modello di sostenibilità di eni 3 2. La relazione con gli Stakeholder 4 3. I Diritti Umani 5 4. La

Dettagli

Corso di formazione Finanziamenti per lo sviluppo della produzione nel settore pesca

Corso di formazione Finanziamenti per lo sviluppo della produzione nel settore pesca 2FISH: Inclusione delle professioni di servizio alla Pesca nel sistema dell Istruzione e Formazione Grant Contract 517846-LLP-1-2011-1-DK- LEONARDO-LMP Corso di formazione Finanziamenti per lo sviluppo

Dettagli

Favorire l inserimento lavorativo di persone svantaggiate

Favorire l inserimento lavorativo di persone svantaggiate 12. Favorire l inserimento lavorativo di persone svantaggiate Favorire l inserimento lavorativo di persone svantaggiate Il problema Uno degli aspetti più preoccupanti del fenomeno della disoccupazione

Dettagli

BRUXELLES 6 GIUGNO 2012

BRUXELLES 6 GIUGNO 2012 BRUXELLES 6 GIUGNO 2012 Chi siamo Il Forum nasce con l assemblea di Firenze il 21 maggio 2011. Il Forum sta raccogliendo le idealità, il lavoro, le esperienze, maturate in tutta Italia negli ultimi 10

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PREMESSO CHE

PROTOCOLLO D INTESA PREMESSO CHE REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA AGENZIA NAZIONALE PER I GIOVANI PROTOCOLLO D INTESA Tra la Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e l Agenzia Nazionale per i Giovani in relazione alle attività e

Dettagli

CONCLUSIONI CONFERENZA LIBERARE IL POTENZIALE DELL ECONOMIA SOCIALE PER LA CRESCITA EUROPEA: LA STRATEGIA DI ROMA.

CONCLUSIONI CONFERENZA LIBERARE IL POTENZIALE DELL ECONOMIA SOCIALE PER LA CRESCITA EUROPEA: LA STRATEGIA DI ROMA. CONCLUSIONI CONFERENZA LIBERARE IL POTENZIALE DELL ECONOMIA SOCIALE PER LA CRESCITA EUROPEA: LA STRATEGIA DI ROMA 18 Novembre, 2014 In occasione della Presidenza di turno del Consiglio dell Unione Europea,

Dettagli

Lo scopo dell IFAD. Dove lavoriamo 1. Come lavoriamo

Lo scopo dell IFAD. Dove lavoriamo 1. Come lavoriamo L IFAD in breve Lo scopo dell IFAD La finalità del Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo (IFAD) è mettere gli uomini e le donne poveri che vivono nelle aree rurali in condizione di raggiungere

Dettagli

Prove Esame di Stato

Prove Esame di Stato Prove Esame di Stato 2012 SEZ. A 1 Prova L Assistente Sociale specialista responsabile di un servizio sociale riceve dal proprio riferimento politico (Assessore alle politiche sociali) l incarico di redigere

Dettagli

Comunità della Paganella

Comunità della Paganella COMUNITÀ della PAGANELLA PROGETTO Sportello Donna Comunità della Paganella Gennaio 2013 PREMESSE Nel 2011 la Comunità della Paganella ha elaborato il progetto intitolato La conoscenza delle donne, nell

Dettagli

IL WORK-LIFE BALANCE E LE INIZIATIVE INNOVATIVE DI CONCILIAZIONE

IL WORK-LIFE BALANCE E LE INIZIATIVE INNOVATIVE DI CONCILIAZIONE IL WORK-LIFE BALANCE E LE INIZIATIVE INNOVATIVE DI CONCILIAZIONE Il progetto In Pratica Idee alla pari e alcuni esempi di pratiche realizzate e di esperienze regionali di successo IRS Istituto per la Ricerca

Dettagli

Sito web: www.fidapa.com; e-mail: fidapa@tin.it BANDO STARTUP

Sito web: www.fidapa.com; e-mail: fidapa@tin.it BANDO STARTUP All.5 BPW Italy FEDERAZIONE ITALIANA DONNE ARTI PROFESSIONI AFFARI FIDAPA - BPW ITALY INTERNATIONAL FEDERATION OF BUSINESS AND PROFESSIONAL WOMEN Via Piemonte, 32 00187 Roma Tel 06 4817459 Fax 06 4817385

Dettagli

Obiettivo: EQUITY! Programma di assistenza per l accesso ai capitali di rischio da parte delle neo, piccole e medie imprese

Obiettivo: EQUITY! Programma di assistenza per l accesso ai capitali di rischio da parte delle neo, piccole e medie imprese Obiettivo: EQUITY! 0 Programma di assistenza per l accesso ai capitali di rischio da parte delle neo, piccole e medie imprese Settembre 2012 IL PROGRAMMA Il Consorzio Camerale per il credito e la finanza

Dettagli

da una parte dall altra

da una parte dall altra Area Generale di Coordinamento 17 - Istruzione, Educazione, Formazione Professionale, Osservatorio Regionale Settore 03 - Politiche Giovanili e del Forum Regionale della Gioventù Agenzia Nazionale per

Dettagli

Programma di sviluppo della partecipazione comunitaria alla definizione del PlUS 2016/2018

Programma di sviluppo della partecipazione comunitaria alla definizione del PlUS 2016/2018 Tavoli TemaTiCi 2015 Programma di sviluppo della partecipazione comunitaria alla definizione del PlUS 2016/2018 Comunità solidale, welfare di tutti: costruiamo insieme il piano dei servizi alla persona

Dettagli

DIRITTO AL FUTURO. Bamboccioni a chi?

DIRITTO AL FUTURO. Bamboccioni a chi? DIRITTO AL FUTURO Bamboccioni a chi? Diritto al futuro è un insieme di azioni del Ministero della Gioventù rivolte alle nuove generazioni, sui temi del lavoro, della casa, della formazione e dell autoimpiego.

Dettagli

RESTARTAPP. Missione. Obiettivo. Destinatari. Formula e contenuti

RESTARTAPP. Missione. Obiettivo. Destinatari. Formula e contenuti RESTARTAPP ReStartApp è il primo campus per le nuove imprese dell Appennino: un progetto dedicato ai giovani in possesso di idee d impresa o start up originali e innovative, che vedono nel territorio appenninico

Dettagli

UNIONE EUROPEA REGIONE CALABRIA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO PROGRAMMAZIONE NAZIONALE E COMUNITARIA

UNIONE EUROPEA REGIONE CALABRIA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO PROGRAMMAZIONE NAZIONALE E COMUNITARIA UNIONE EUROPEA REGIONE CALABRIA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO PROGRAMMAZIONE NAZIONALE E COMUNITARIA PROGRAMMAZIONE REGIONALE UNITARIA 2007 2013 PROGRAMMAZIONE TERRITORIALE E PROGETTAZIONE

Dettagli

Città metropolitane e PON Metro

Città metropolitane e PON Metro Città metropolitane e PON Metro Corso di Pubblica Amministrazione e Sviluppo Locale Massimo La Nave 1 L area delle operazioni del PON Il pilastro del PON Metro è l identificazione dei Comuni capoluogo

Dettagli

Giunta Regionale del a Campania - Ufficio Stampa

Giunta Regionale del a Campania - Ufficio Stampa Promozione dei percorsi inerenti l educazione alla legalità, alla democrazia, alla cittadinanza responsabile, al contrasto della criminalità organizzata per il triennio 2013-2015 PREMESSO CHE: La Regione

Dettagli

126.000 aziende hanno in corso una procedura concorsuale 12 regioni su 20 hanno subito una pesante dinamica recessiva

126.000 aziende hanno in corso una procedura concorsuale 12 regioni su 20 hanno subito una pesante dinamica recessiva È POSSIBILE TROVARE UN ORIZZONTE ALTERNATIVO Nonostante alcuni segnali di ripresa registrati negli ultimi mesi, la situazione macroeconomica del Paese stenta a migliorare e le imprese italiane hanno difficoltà

Dettagli

Elementi di progettazione europea Le diverse tipologie di finanziamento europeo e le loro caratteristiche

Elementi di progettazione europea Le diverse tipologie di finanziamento europeo e le loro caratteristiche Elementi di progettazione europea Le diverse tipologie di finanziamento europeo e le loro caratteristiche Antonella Buja Coordinatrice Progetto Europa - Europe Direct - Comune di Modena Le diverse tipologie

Dettagli

Incubatore d impresa. Per sostenere le nuove idee imprenditoriali

Incubatore d impresa. Per sostenere le nuove idee imprenditoriali Incubatore d impresa Per sostenere le nuove idee imprenditoriali PRESENTAZIONE DELLA BUONA PRATICA L alta mortalità delle imprese nei primi anni di vita è spesso dovuta a una scarsa programmazione prospettica

Dettagli

Facciamo emergere i vostri valori.

Facciamo emergere i vostri valori. Facciamo emergere i vostri valori. www.arnerbank.ch BANCA ARNER SA Piazza Manzoni 8 6901 Lugano Switzerland P. +41 (0)91 912 62 22 F. +41 (0)91 912 61 20 www.arnerbank.ch Indice Banca: gli obiettivi Clienti:

Dettagli

Reti di sostegno a distanza costruiscono comunità solidali che rigenerano welfare

Reti di sostegno a distanza costruiscono comunità solidali che rigenerano welfare Reti di sostegno a distanza costruiscono comunità solidali che rigenerano welfare Primo incontro dei partner di progetto 17-18 ottobre 2014 Borgo Pio, 10, Roma Illustrazione del progetto: motivazioni,

Dettagli

Servizi per il turismo e la cultura

Servizi per il turismo e la cultura Servizi per il turismo e la cultura Servizi per il turismo e la cultura Il meglio dell Italia cresce ogni giorno insieme a noi. Marketing del territorio Siamo un network di professionisti che integrano

Dettagli

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO + DIREZIONE GENERALE PER LA COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO Coordinamento Cooperazione Universitaria LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO Criteri di orientamento e linee prioritarie per la cooperazione allo sviluppo

Dettagli

Il fare impresa dei migranti in Italia

Il fare impresa dei migranti in Italia Il fare impresa dei migranti in Italia Natale Forlani direttore generale immigrazione ministero del Lavoro, Salute e Politiche Sociali L Italia è stata per quasi un secolo e mezzo un Paese a forte emigrazione.

Dettagli

Le opportunità della politica di sviluppo rurale

Le opportunità della politica di sviluppo rurale Le opportunità della politica di sviluppo rurale Fonte Inea Forme innovative di integrazione in agricoltura per favorire l insediamento dei giovani nel settore primario ) La politica di sviluppo rurale

Dettagli

"FONDAZIONE DOPO DI NOI ONLUS"

FONDAZIONE DOPO DI NOI ONLUS 1. Titolo del progetto La Fondazione Dopo di noi 2. Informazioni generali La Fondazione ONLUS Dopo di noi, con sede in via dei cappuccini a Empoli, ha iniziato ad operare concretamente nel giugno del 2009.

Dettagli

100 GIORNI, 100 PROPOSTE Call per l organizzazione di iniziative culturali in Cascina Triulza

100 GIORNI, 100 PROPOSTE Call per l organizzazione di iniziative culturali in Cascina Triulza 100 GIORNI, 100 PROPOSTE Call per l organizzazione di iniziative culturali in Cascina Triulza 1. PREMESSA Per la prima volta nella storia delle Esposizioni Universali, Milano ha ospitato un padiglione

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento Pari Opportunità

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento Pari Opportunità Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento Pari Opportunità Regione Calabria Le politiche conciliative nel Por Calabria FSE 2007/2013: la strategia del dual approach per garantire il gender mainstreaming

Dettagli

Bando per sette borse di studio: 5 per un anno di studio negli U.S.A 1 per un anno di studio in Cina 1 per un anno di studio in India

Bando per sette borse di studio: 5 per un anno di studio negli U.S.A 1 per un anno di studio in Cina 1 per un anno di studio in India Sito: www.fondazionevarrone.it Bando per sette borse di studio: 5 per un anno di studio negli U.S.A 1 per un anno di studio in Cina 1 per un anno di studio in India In collaborazione con 1 SETTE BORSE

Dettagli

Famiglie e welfare comunitario. Stefania Mazza 11 febbraio 2015

Famiglie e welfare comunitario. Stefania Mazza 11 febbraio 2015 Famiglie e welfare comunitario Stefania Mazza 11 febbraio 2015 LE COMPETENZE A) Analizzare I bisogni B) Creare C) Progettare D) Realizzare E) Valutare IL FARE QUALE SENSO DELLA PROGETTAZIONE Che cosa ci

Dettagli

Palazzo Frizzoni Conferenza Stampa 12 marzo 2012

Palazzo Frizzoni Conferenza Stampa 12 marzo 2012 Palazzo Frizzoni Conferenza Stampa 12 marzo 2012 Capitale Europea della storia - il titolo di Capitale Europea della Cultura è stato ideato nel 1985 allo scopo di favorire il senso di appartenenza dei

Dettagli

RUOLO E FINALITA DELLE ASSOCIAZIONI FEMMINILI IN UNA SOCIETA IN RAPIDA E CONTINUA EVOLUZIONE

RUOLO E FINALITA DELLE ASSOCIAZIONI FEMMINILI IN UNA SOCIETA IN RAPIDA E CONTINUA EVOLUZIONE Carissime amiche, nel ringraziare ancora per avermi eletta nel ruolo di vice Presidente del Distretto Sud Est, vi saluto augurandovi un Anno Sociale all insegna dell impegno e dell amicizia vera. Il mio

Dettagli

18 febbraio 2015 Xkè? il laboratorio della curiosità Torino, Via Gaudenzio Ferrari 1

18 febbraio 2015 Xkè? il laboratorio della curiosità Torino, Via Gaudenzio Ferrari 1 Comune di Beinasco Comune di Bruino 18 febbraio 2015 Xkè? il laboratorio della curiosità Torino, Via Gaudenzio Ferrari 1 Oltre i campi 0/6 CIdiS 1 Premessa Allo scopo di fornire un contributo, che auspichiamo

Dettagli

MASTER IN MANAGEMENT DEI BENI MUSEALI

MASTER IN MANAGEMENT DEI BENI MUSEALI MASTER IN MANAGEMENT DEI BENI MUSEALI E SUCCESSIVA GESTIONE DEL MUSEO DI ARTE CONTEMPORANEA DI VILLA CROCE Un innovativo progetto di alta formazione manageriale dedicato ai giovani per l ideazione di nuovi

Dettagli

PIANO STRAORDINARIO PER IL LAVORO IN SICILIA OPPORTUNITÀ GIOVANI

PIANO STRAORDINARIO PER IL LAVORO IN SICILIA OPPORTUNITÀ GIOVANI PIANO STRAORDINARIO PER IL LAVORO IN SICILIA OPPORTUNITÀ GIOVANI Una via innovativa per lo sviluppo nella Sicilia dei giovani La realtà siciliana vive gli effetti più gravi della crisi che continua a colpire

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. ABI: al via la Fondazione per l Educazione Finanziaria e al Risparmio

COMUNICATO STAMPA. ABI: al via la Fondazione per l Educazione Finanziaria e al Risparmio COMUNICATO STAMPA ABI: al via la Fondazione per l Educazione Finanziaria e al Risparmio Il nuovo organismo creato per sviluppare la cultura al risparmio e alla legalità economica in Italia è stato presentato

Dettagli

1. Qual è l'idea e il progetto che si intende realizzare (il servizio o l'attività e le sue caratteristiche)?

1. Qual è l'idea e il progetto che si intende realizzare (il servizio o l'attività e le sue caratteristiche)? Il Progetto Caratteristiche del progetto 1. Qual è l'idea e il progetto che si intende realizzare (il servizio o l'attività e le sue caratteristiche)? L idea è di creare un centro giovani in Parrocchia

Dettagli

Corso di formazione gratuito. ASSOCIAZIONI DI MIGRANTI PER IL CO-SVILUPPO A.MI.CO. Milano 2015

Corso di formazione gratuito. ASSOCIAZIONI DI MIGRANTI PER IL CO-SVILUPPO A.MI.CO. Milano 2015 Corso di formazione gratuito ASSOCIAZIONI DI MIGRANTI PER IL CO-SVILUPPO A.MI.CO. Milano 2015 Il corso di formazione Associazioni Migranti per il Co-sviluppo, promosso dall Organizzazione Internazionale

Dettagli

DIPARTIMENTO PER LO SVILUPPO NEL TERRITORIO SCUOLA E VOLONTARIATO

DIPARTIMENTO PER LO SVILUPPO NEL TERRITORIO SCUOLA E VOLONTARIATO DIPARTIMENTO PER LO SVILUPPO NEL TERRITORIO D I R E Z I O N E G E N E R L E P E R L O S T A T U S D E L L O S T U D E N T E, L E P O L I T I C H E G I O V A N I L I E L E A T T I V I T A M O T O R I E

Dettagli

LA RETE NAZIONALE DI CONFINDUSTRIA TRA GIOVANI, SCUOLA E IMPRENDITORI

LA RETE NAZIONALE DI CONFINDUSTRIA TRA GIOVANI, SCUOLA E IMPRENDITORI LA RETE NAZIONALE DI CONFINDUSTRIA TRA GIOVANI, SCUOLA E IMPRENDITORI IDEE DI IMPRESA IN GARA UN RACCONTO DI COSA SIGNIFICA FARE IMPRESA ATTRAVERSO UNA PIATTAFORMA WEB DEDICATA E UN VERO E PROPRIO CONTEST

Dettagli

YEPP International Resource Centre (YEPP IRC)

YEPP International Resource Centre (YEPP IRC) YEPP International Resource Centre (YEPP IRC) Introduzione Il termine YEPP si riferisce all approccio e al metodo, riguardanti l empowerment dei giovani e lo sviluppo di comunità, che sono stati sviluppati

Dettagli

31 dicembre 2010. 14 marzo 2010. Non è stabilita alcuna scadenza per la presentazione delle richieste

31 dicembre 2010. 14 marzo 2010. Non è stabilita alcuna scadenza per la presentazione delle richieste Soggetti finanziatori Progetto Scadenza ALLEANZA ASSICURAZIONI Iniziative che hanno come scopo: 1. progetti di formazione e/o inserimento professionale dei giovani finalizzati all'uscita da situazioni

Dettagli

RIFUGIATO A CASA MIA 2015/2016. Ufficio Immigrazione Caritas Italiana

RIFUGIATO A CASA MIA 2015/2016. Ufficio Immigrazione Caritas Italiana RIFUGIATO A CASA MIA 2015/2016 Ufficio Immigrazione Caritas Italiana Promotore Caritas Italiana Soggetti coinvolti Caritas italiana promuove il progetto nazionale coordinando il monitoraggio delle attività

Dettagli

Piano di azione Sostenere i disabili e le loro famiglie nella costruzione di prospettive di vita autonoma Bando senza scadenza

Piano di azione Sostenere i disabili e le loro famiglie nella costruzione di prospettive di vita autonoma Bando senza scadenza Piano di azione Sostenere i disabili e le loro famiglie nella costruzione di prospettive di vita autonoma Bando senza scadenza SOSTENERE IL DOPO DI NOI DURANTE NOI IL PROBLEMA La famiglia non riesce a

Dettagli

CARTA DI INTENTI DELLA RETE ITALIANA DEI SISTEMI TERRITORIALI PER LO SVILUPPO UMANO ~ LA COOPERAZIONE

CARTA DI INTENTI DELLA RETE ITALIANA DEI SISTEMI TERRITORIALI PER LO SVILUPPO UMANO ~ LA COOPERAZIONE CARTA DI INTENTI DELLA RETE ITALIANA DEI SISTEMI TERRITORIALI PER LO SVILUPPO UMANO ~ LA COOPERAZIONE Nell'ambito dei lavori del 3 Forum "Territori in rete per lo sviluppo umano", che si è svolto a Sassari

Dettagli

REGIONE PIEMONTE BU2 15/01/2015

REGIONE PIEMONTE BU2 15/01/2015 REGIONE PIEMONTE BU2 15/01/2015 Codice DB1906 D.D. 24 ottobre 2014, n. 234 Approvazione Protocollo d'intesa tra la Direzione Politiche Sociali e politiche per la famiglia e l'organizzazione Federazione

Dettagli

LAVORARE IN EUROPA: la rete EURES, il servizio europeo per l impiego. Laura Robustini EURES Adviser. 04 Marzo 2015

LAVORARE IN EUROPA: la rete EURES, il servizio europeo per l impiego. Laura Robustini EURES Adviser. 04 Marzo 2015 LAVORARE IN EUROPA: la rete EURES, il servizio europeo per l impiego Laura Robustini EURES Adviser 04 Marzo 2015 IL LAVORO IN EUROPA EURES promuove la mobilità geografica ed occupazionale sostenendo i

Dettagli

Aggiornamento: maggio 2015

Aggiornamento: maggio 2015 BOLOGNA CONSUMI RESPONSABILI Aggiornamento: maggio 2015 Descrizione del progetto Diffusione di orientamenti e pratiche di consumerismo socialmente responsabile per promuovere il capitale sociale del territorio,

Dettagli

2.5. Educazione alla Cittadinanza Democratica

2.5. Educazione alla Cittadinanza Democratica 2.5. Educazione alla Cittadinanza Democratica L educazione alla cittadinanza democratica (EDC) è il risultato di un dibattito che nasce da diverse problematiche: il basso livello di partecipazione alle

Dettagli

law firm of the year Chambers Europe Awards

law firm of the year Chambers Europe Awards Oltre 360 avvocati 4 volte Law Firm of the Year agli IFLR Awards nell ultimo decennio (2011, 2010, 2006, 2004) 9 sedi, 5 in Italia e 4 all estero law firm of the year Chambers Europe Awards for excellence

Dettagli

È finanziato con risorse del Fondo sociale europeo pari a 74 milioni di euro. Ha avvio il I maggio 2014.

È finanziato con risorse del Fondo sociale europeo pari a 74 milioni di euro. Ha avvio il I maggio 2014. La Garanzia Giovani è un progetto che intende assicurare ai ragazzi e alle ragazze tra i 15 e i 29 anni che non studiano e non lavorano opportunità per acquisire nuove competenze e per entrare nel mercato

Dettagli

PROPOSTA DI LEGGE D iniziativa dei Deputati PEZZOTTA, BARETTA, BERNINI. Misure per favorire la promozione e la diffusione del microcredito

PROPOSTA DI LEGGE D iniziativa dei Deputati PEZZOTTA, BARETTA, BERNINI. Misure per favorire la promozione e la diffusione del microcredito PROPOSTA DI LEGGE D iniziativa dei Deputati PEZZOTTA, BARETTA, BERNINI Misure per favorire la promozione e la diffusione del microcredito Onorevoli Colleghi! - Negli ultimi anni il settore della microfinanza

Dettagli

Per valorizzare e dare visibilità alle iniziative di responsabilità sociale, stimolando l innovazione e contribuendo allo sviluppo della CSR

Per valorizzare e dare visibilità alle iniziative di responsabilità sociale, stimolando l innovazione e contribuendo allo sviluppo della CSR Per valorizzare e dare visibilità alle iniziative di responsabilità sociale, stimolando l innovazione e contribuendo allo sviluppo della CSR Il Sodalitas Social Award acquista respiro europeo Promuovere

Dettagli

BSC Brescia Smart City

BSC Brescia Smart City BSC Brescia Smart City Ruolo, programma, obiettivi 2014 > 2020 Smart City : di cosa parliamo Con il termine Smart City/Community (SC) si intende quel luogo e/o contesto territoriale ove l'utilizzo pianificato

Dettagli

Artability. Tlab - 1 interim report

Artability. Tlab - 1 interim report Artability Tlab - 1 interim report Introduzione Il progetto Artability è un progetto biennale per lo scambio di buone pratiche che possono motivare le persone con disabilità di partecipare al processo

Dettagli

I NUOVI PROGRAMMI EUROPEI NELLE POLITICHE DI WELFARE. Milano, 11 Febbraio 2014

I NUOVI PROGRAMMI EUROPEI NELLE POLITICHE DI WELFARE. Milano, 11 Febbraio 2014 I NUOVI EUROPEI NELLE POLITICHE DI WELFARE Milano, 11 Febbraio 2014 CONTESTO DI RIFERIMENTO Nel marzo 2010 la Commissione Europea (CE) lancia la strategia EUROPA 2020 per una crescita intelligente, sostenibile

Dettagli

ASSOCIAZIONE 100 CASCINE

ASSOCIAZIONE 100 CASCINE ASSOCIAZIONE 100 CASCINE RIQUALIFICAZIONE E MESSA A SISTEMA DELLE CASCINE LOMBARDE ACCOGLIENZA PER EXPO 2015 V. 20110926 IL PATRIMONIO: LA RETE 320 Cascine hanno manifestato il loro interesse 106 Cascine

Dettagli

Excursus. Spazio di formazione partecipata LET S GOPP! Metodo e strumenti per un etica dell europrogettazione.

Excursus. Spazio di formazione partecipata LET S GOPP! Metodo e strumenti per un etica dell europrogettazione. Credits foto: Nikolas Kallmorgen Excursus. Spazio di formazione partecipata LET S GOPP! Metodo e strumenti per un etica dell europrogettazione. Corso di formazione di alto livello per professionisti della

Dettagli

Research & Strategy Projects & Fund Raising Marketing Technology Education

Research & Strategy Projects & Fund Raising Marketing Technology Education Research & Strategy Projects & Fund Raising Marketing Technology Education Territoria è una società di consulenza specializzata in marketing territoriale e sviluppo locale. Elaboriamo e applichiamo metodologie

Dettagli

SMARTcup Liguria 2015 Regolamento

SMARTcup Liguria 2015 Regolamento SMARTcup Liguria 2015 Regolamento Art. 1 - Oggetto e Finalità dell'iniziativa SMARTcup Liguria, edizione 2015, è promossa dalla Regione Liguria e gestita da FI.L.S.E. S.p.a.. L iniziativa intende favorire

Dettagli

Il Piano di Azione e Coesione: quali azioni, quali prospettive

Il Piano di Azione e Coesione: quali azioni, quali prospettive Il Piano di Azione e Coesione: quali azioni, quali prospettive Luciana Saccone Dipartimento per le politiche della famiglia Piano di Azione per la Coesione Nel corso del 2011, l azione del Governo nazionale

Dettagli