FERMIAMOCI E ORA DI CORRERE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "FERMIAMOCI E ORA DI CORRERE"

Transcript

1 il cazzibo ( Parola di origine araba indicante il cubetto di porfido, marmo o basalto utilizzato per lastricare strade e marciapiedi) Fondato nel 1999 quale organo ufficiale dell Associazione Nazionale Amici del Marciapiede - Nola Numero a circolazione interna e gratuita. Vietata la riproduzione anche parziale. Ott-Nov Anno VIII N. 47 Indirizzo di posta elettronica: Redazione: G. Grosso, F. Manganelli, R. Napolitano, F.Scotti Supervisore resp.le Luigi Conventi FERMIAMOCI E ORA DI CORRERE di Guido Grosso Spesso mi confidano di apparire forse troppo pessimista sulle prospettive che delineo per il futuro del nolano. Non smentisco, ma allo stesso momento faccio fatica a trovare segnali che inducano ad un robusto ottimismo. Ma di sicuro nelle riflessioni che esprimo c è anche una buona dose di velato umorismo che traspare spesso dal confronto fra le dichiarazioni che vengono fatte sugli argomenti che trattiamo e la lettura delle circostanze oggettive. Mi spiego con qualche esempio concreto ed illuminante. Partiamo dal Comune di Nola. Tre anni ed oltre di governo hanno prodotto risultati a dir poco deludenti, ovvero inesistenti sul piano urbano e socio-economico, con una città sempre più caotica nel traffico, imbrattata da una pubblicità che copre anche quei pochi monumenti che sopravvivono al degrado del tempo; le uniche novità nel settore delle opere pubbliche sono state il completamento della via Sarnella (messa in cantiere dalla precedente amministrazione Serpico), l apertura dei lavori della Cittadella della cartapesta (di matrice esterna ) e la ripresa del restauro della Caserma ex 48 (di competenza del Ministero della Giustizia). Non sono mancati, intanto, interventi compensativi di valorizzazione del patrimonio storico, come la integrale demolizione di Villa Dal Verme. Ed in tutto ciò, in un comunicato stampa del 10 ottobre, in occasione dell approvazione del riequilibrio di bilancio, leggiamo che il Sindaco, con grande soddisfazione per l operosità mostrata (in cosa?), si compiace della lucida programmazione della sua compagine, auspicando che nel prossimo periodo si possa continuare a lavorare per condurre al meglio questa ultima fase di governo cittadino che ci vede impegnati nella completa realizzazione del nostro programma politico di rilancio e sviluppo della città. E di dichiarazioni trionfali è piena tutta la sezione Comunicati stampa del Sindaco, che probabilmente, delle due una, o vive in un altra città o ha uno spiccato senso dell autoironia degno di andare in onda alle Iene. La Provincia dal canto suo, mentre le va attribuito il merito della rotatoria su via Saviano, continua a tenere sospesa la programmazione urbanistica, unica importante e strategica competenza istituzionale, parlando continuamente di una prossima pubblicazione del Piano Territoriale di Coordinamento, che è invece sempre più evanescente, assicurando in ogni dove, che con questo strumento sarà finalmente in grado di attuare la valorizzazione dello straordinario patrimonio che è il territorio della provincia di Napoli con le sue risorse naturali (così e scritto nella presentazione del PTC sul proprio sito web). A tali reiterati annunci, al momento fa unicamente riscontro, invece, la recente approvazione di un atto che va in tutt altra direzione rispetto alla valorizzazione delle straordinarie risorse naturali, come la Variante del piano ASI - peraltro, approvata con atti molto dubbi sul piano amministrativo che consentirà l occupazione di un altro milione e cinquecentomila metri quadri delle residue aree naturali rurali in località Boscofangone, con ulteriori capannoni per

2 - 2 - cianfrusaglie cinesi, saturando completamente le aree agricole del Comune di Nola in quella zona già ampiamente devastata negli ultimi anni. Da un lato, quindi, continua anch essa ad affermare il principio irrinunciabile della qualità ambientale e dello sviluppo ecocompatibile quali discriminanti delle scelte localizzative di tale dimensione, dall altro opera derogando ai suoi stessi principi, dimenticando anche l obbligo, stabilito per legge, di procedere in casi di tal genere alla reale verifica di sostenibilità, adottando le procedure della Valutazione Ambientale Strategica (Direttiva 42/2001/CE), obbligatoria per tutti i piani territoriali, compresa la Variante ASI, di cui, invece, in questi casi, manco a parlarne da lontano. La Regione, per non essere da meno in questa grande competizione al paradosso, all assurdo o sublime demenziale (che dir si voglia), mentre vanta l indiscusso primato del rilascio di autorizzazioni per un numero incredibile di grandi centri commerciali (e che sembrano destinati a continuare a crescere, anche nella nostra area, provocando una spietata desertificazione dei tessuti edilizi storici), annuncia che nella prossima spesa comunitaria (Programma Operativo Regionale FESR ), si investirà in modo massiccio in azioni di sostegno allo sviluppo dei Centri Commerciali Naturali. In pratica, mentre si continua a favorire la proliferazione della grande distribuzione, si riservano diversi milioni di Euro per rigenerare il tessuto oramai impoverito dei centri storici, per cercare di ricreare le piccole botteghe commerciali e tutta quella minuta trama di relazioni interpersonali presenti nei centri storici naturali, che contribuisce all arricchimento sociale e culturale delle comunità locali. Insomma una serie di piccole e grandi mistificazioni che assumono a volte il senso del ridicolo, del tragicomico, del farsesco, lasciando spazio, laddove sostenuti da una buona dose di umorismo, ad ilarità ed amenità di varia intensità. Annunci in un senso e comportamenti in un altro. Altro che roba da Striscia la notizia, o meglio da Gabibbo. Ma non finisce qui. Pochi sanno che già si sta lavorando da tempo per l assegnazione dei cospicui fondi comunitari del periodo Di ciò, naturalmente, la città non ne sa assolutamente nulla. Ma siamo sicuri che, come in passato, fra poco i nostri Enti (Regione, Provincia, Comune e, credo, l irriducibile Agenzia di Sviluppo ), stanno già elaborando i nuovi testi strategici, come sempre densi di scenari fantomatici ed immaginifici, della serie stiamo lavorando per voi. Vi ricordate la famosa formula dell Ecocomprensorio inventato sei anni fa dall Agenzia di Sviluppo per raccontare la rivoluzione sociale ed economica che avrebbe provocato la sua preziosa collaborazione? Bene, questa volta non perdiamo l occasione. Appena pronti i nuovi documenti, sicuramente sorprendenti per le nuove formule e gli slogan che conterranno, forse vale la pena diffonderli a piene mani nelle scuole della nostra città, perché almeno serviranno a stimolare la creatività e la fantasia dei nostri ragazzi. Allora credo che sia il caso di fermarsi un attimo. Per valutare con attenzione quello che realmente sta accadendo, per avviare una seria e attendibile riflessione sul nostro futuro, che, intanto, è solo minacciato da nuovi inquinamenti e da tossicità di varia natura, che già al momento stanno provocando danni incalcolabili alla salute. Per lavorare tutti insieme ad un progetto veramente condiviso e riconosciuto dalla nostra comunità, sul quale impegnarsi ognuno per la propria parte, sapendo poi che, una volta riconfigurato in modo serio e coerente, si dovrà poi correre per realizzarlo, recuperarando il tempo sciupato e le tante occasioni perdute. P.S.: Tornando verso Nola, vi confesso che quegli striscioni minacciosi sul Vulcano Buono, che annunciano la sua sicura apertura per il prossimo 7 dicembre, mi inquietano più che rassicurarmi. I centomila metri quadri di superfici commerciali e quant altro, che si apriranno scintillanti alla presenza dei soliti ossequiosi d occasione, accorsi per compiacersi dello sviluppo del nolano, sollecitano anche di accelerare senza ulteriori indugi la corsa da intraprendere

3 - 3 - Si annuncia, intanto, folta la lista dei tanti piccoli e medi negozi che probabilmente non faranno in tempo a sopravvivere alla clonazione del centro commerciale naturale delle nostre piccole città. Coerenza di Luigi Pappalardo Negli ultimi tempi, di fronte ai casi della vita ed alla lettura dei mezzi di informazione, continuo sempre più spesso a chiedermi cos è la coerenza. E una virtù o un difetto? Ho sentito la necessità di trovare una spiegazione ad un termine che mi è stato di guida in tutti gli anni della mia vita e che per me è stato un precetto ed un costo. Ho consultato il vocabolario nella speranza di capire se a tale termine davo il giusto significato o se mi ero fatto condizionare da un concetto che aveva un valore troppo personale ma per niente reale. Sfoglio il vocabolario della lingua italiana di Nicola Zingarelli e al termine coerenza leggo: stretta connessione logica, conformità tra principi e comportamento Purtroppo la definizione non mi aiuta molto in un mondo dove si è accettato come verità assoluta che soltanto gli imbecilli non cambiano mai idea. Credo a questo punto di essere un imbecille perché ho sempre cercato di essere coerente. Di fronte ad errori anche personali ho cambiato parere ed idea, ma ho sempre cercato di essere fedele alle mie convinzioni ed ai precetti che hanno conformato la mia vita, pagandone spesso il prezzo. Fatta tale premessa, chiedo umilmente scusa per le citazioni personali, vorrei cercare di analizzare e soprattutto spiegare a me stesso il comportamento e le parole che sempre più spesso notiamo e sentiamo. Partendo da episodi che recentemente hanno colpito la mia mente e che mi hanno portato a fare le osservazioni che seguono. L ultimo in ordine di tempo è stato un manifesto affisso a Nola e relativo alla prossima apertura del Vulcano Buono. Ci si chiede se essa è un evento positivo o negativo per la Città e si fanno delle osservazioni critiche al progetto, partendo da errori presunti o reali che hanno caratterizzato le opere più importanti e significative degli ultimi anni. La sorpresa non è nel manifesto, le preoccupazioni e le critiche sono reali e condivisibili, ciò che stupisce è chi firma tale manifesto. Possibile che chi gestisce la cosa pubblica a Nola, un partito che è alla guida della Città da anni e che ne ha tracciato le linee nel bene e nel male, un partito che le cose dette nel manifesto le può decidere con autorità ed autonomia, si rivolge alla Città denunciando ciò che esso stesso ha determinato e provocato? E questa la coerenza? I sensi di colpa non possono essere una giustificazione, possono eventualmente essere la molla che spinge alla reazione, la dietrologia non giova a nessuno, se si hanno i mezzi ed il coraggio per sanare le situazioni. In questi casi, per coerenza, si adottano comportamenti relativi perché ogni altro atteggiamento significa soltanto un prendere le distanze da errori che si è contribuito a realizzare e di cui non si vuole pagare il prezzo. Alcuni anni fa qualcuno, che amava molto questa Città, mi disse che Nola era la città delle occasioni perdute. Mi chiedo e chiedo se il CIS, l INTERPORTO ed ora il VULCANO BUONO sono delle occasioni afferrate, perché in caso contrario, questa classe dirigente che detiene da molti anni le redini della Città, per coerenza, sarebbe ora che lasciasse la gestione della cosa pubblica a chi è più orientato verso i reali interessi di questa collettività che malgrado tutto è viva e capace di notevoli risposte se giustamente chiamata. MISCELLANEA NOLANA I^ PARTE Nonostante il passaggio di Raffaele La Marca in maggioranza, la crisi amministrativa non accenna a placarsi, anzi gli animi sono più accesi, tanto che l ultimo Consiglio Comunale tenutosi lunedì 29 ottobre si è concluso con l abbandono dell aula consiliare della minoranza e la maggioranza rimasta in undici, prende atto delle dimissioni da vicepresidente del Consiglio Comunale di Raffaele La Marca e con cinque voti elegge il nuovo - 3 -

4 - 4 - vice-presidente nella persona del Consigliere comunale dell UDC Antonio Vassallo, il quale ha accettato con riserva. La confusione regna sovrana sia nella maggioranza che nella minoranza. La minoranza continua ad assottigliarsi, le primarie a Nola del PD del 14 ottobre, nonostante i elettori, non hanno fatto chiarezza all interno della sinistra nolana. All assemblea nazionale del Partito Democratico sono state elette due donne: la professoressa Carmela Scala (consigliere comunale) e l avvocato Lucia Sibilla, mentre ad oggi, nonostante la contestata elezione di Iannuzzi a Segretario Regionale, non si riesce a conoscere gli eletti. Quasi sicuramente non troveremo nessun nolano nell assemblea regionale. Con l azzeramento dei vertici dei DS e Margherita la situazione è in una fase di calma apparente, dove ognuno ha quasi timore di ammettere la propria sconfitta o la vittoria, intanto il contenitore non riesce a riempirsi di contenuti e questo è dovuto anche all indifferenza dei referenti politici che probabilmente hanno progetti diversi sul nostro territorio. La notevole partecipazione popolare alle votazioni delle primarie del 14 ottobre impone a chi ha rappresentato i DS e Margherita, prima delle primarie, a prendere iniziative tendenti a rilanciare l azione politica coinvolgendo realmente i cittadini sui cronici problemi dell area. NOLA non può aspettare, i cittadini che vogliono impegnarsi in politica devono camminare con le proprie gambe, avere idee e progetti chiari nell interesse della propria comunità. Nola non può essere il feudo di Tizio o Caio di destra, sinistra o centro. Le polemiche sulla nomina di Michele Cutolo a sub-commissario di Forza Italia non accenna a placarsi, infatti il Sindaco sempre più assente in Consiglio Comunale cerca di mantenere i fili della intrigata vicenda amministrativa anche sempre più convinto di dover cedere il passo alle prossime elezioni amministrative che si terranno nella primavera del Sono proprie le elezioni amministrative, qualcuno prevede che si voterà la prossima primavera, a tenere banco in questi ultimi giorni. I candidati Sindaci stanno affilando le armi, il battagliero Ambrosio sostiene di avere in tasca nomi per ben dieci liste civiche che appoggerebbero la sua candidatura, mentre il Presidente Ferone, anche lui sollecitato e con l occhio verso il nascente partito democratico cerca alleati per la sua candidatura a Sindaco. Il riflessivo Serpico vicino al senatore Tommaso Barbato sta lavorando per uno schieramento di centro appoggiato dall area diniana che fa capo al senatore Scalera che negli ultimi tempi dopo la non adesione al Partito Democratico cerca di riformare nella zona un suo autonomo gruppo per contrastare l ascesa del suo ex pupillo Pasquale Sommese. Sembra che molti ex politici del passato abbiano dato una adesione di massima al progetto del senatore Scalera. Con insistenza si vocifera anche il nome a Sindaco di qualche donna e la più accreditata, dopo il successo ottenuto alle primarie del PD, sembra essere l avvocato Lucia Sibilla, ma qualcuno ha qualche remora sulle sue simpatie politiche di destra. Nell UDC nolano il portavoce ufficiale è l assessore Rino Barone, il quale aspirerebbe in un eventuale rimescolamento di carte nella Casa delle Libertà ad essere candidato Sindaco alle prossime elezioni amministrative, sostenuto dall on. Alfano. Sempre nella Casa delle libertà una aspirazione la cova anche l attuale presidente del Consiglio Luciano Parisi, ma forze avverse all interno del suo stesso partito rendono difficile l operazione. L on. Paolo Russo cerca con cene ed aperitivi di calmare le acque in Forza Italia e sembra che in una delle ultime cene (non l ultima) abbia deciso di dirottare il Sindaco Napolitano al Consiglio Provinciale alle prossime elezioni 2008 o in alternativa affidargli un - 4 -

5 - 5 - remunerativo Consiglio di Amministrazione (cosa molto gradita a Napolitano e contentino ormai consuetudinario per gli ex sindaci) e candidato sindaco di NOLA dovrebbe essere Michele Cutolo. Questo ha fatto preoccupare molto suo fratello Arturo. Intanto chi nei fatti si è rafforzato notevolmente in Forza Italia è il consigliere Erasmo Caccavale, attuale capogruppo che riesce a piazzare sempre l uomo SUO al momento Giusto. Attualmente ha nel nucleo di valutazione e controllo di gestione suo nipote Erasmo Vecchione con un compenso di al mese, ha ottenuto lo scivolamento della graduatoria degli ultimi due vigili di origini savianesi idonei nel concorso Infine è riuscito a nominare dirigente extra-dotazione l arch. Giovanni De Sena da Saviano con uno stipendio annuo di circa ,00. Dimenticavamo Giovanni De Sena è stato già assessore all urbanistica nell amministrazione Napolitano. Bisogna proprio ammettere che la dinamicità del consigliere Caccavale da buoni frutti. Ce ne complimentiamo. Gli altri cinque consiglieri comunali appartenenti allo stesso gruppo del Caccavale in Forza Italia ( Franco Nappi, Paolino Cantalupo, Sommese, Giuseppe Esposito, Angelo Siano) hanno ottenuto un misero cambio di assessorato ai beni culturali con quello all ambiente. Infatti l assessore Manna, legato al Consigliere Nappi andrà all ambiente ed Arturo Cutolo ai beni culturali, mentre l assessore Franzese sarà assessore a termine al traffico e al commercio. Tutto questo ha fatto andare in bestia il Consigliere Cantalupo, il quale capito il tranello dei furbi ha lasciato lo schieramento di Caccavale per appoggiare quello dell onorevole Russo sempre di Forza Italia sperando di contare di più e soprattutto di avere alleati più leali. Chi vivrà vedrà!!! E stata depositata al Comune di Nola la sentenza del Consiglio di Stato per l annullamento dell ordinanza del TAR Campania-Napoli Sezione 1 n. 1649/2006 concernente l allargamento della zona a traffico limitato in Piazza G. Bruno, presentata dalla ditta PAD SERVICE DISTRIBUZIONE SAS di Antonio Piccolo, in quanto il ricorso presenta elementi di fondatezza quanto alle modalità fissate per lo scarico delle merci che appare penalizzante per gli esercizi commerciali presenti in zona. A tutt oggi il Comune non ha dato seguito a quanto stabilito dal Consiglio di Stato. Il senatore Tommaso Barbato ha presentato un emendamento approvato in commissione ed inserito nella legge finanziara 2008 con il quale anche il personale in attività di servizio iscritto all INPDAP può disdire la trattenuta dell 0,35% quale iscrizione obbligatoria al fondo Credito, che in precedenza potevano disdire solo i pensionati. UNIVERSITA PARTHENOPE Molti universitari che frequentano la facoltà della II^ Università di Napoli ospitata a Nola chiedono l ampliamento dei corsi per ottenere una più ampia scelta di studi omogenei, nonché l insediamento e l attivazione di corsi di specializzazione e master post-laurea onde evitare di seguirli in altre sedi, alterando, quindi, la politica didattica seguita durante il corso di laurea. A noi sembra che la richiesta sia senza dubbio condivisibile, anche per il richiamo che l insediamento della facoltà di giurisprudenza ed economia a Nola ha avuto in questi anni, e sia per il riferimento all approccio professionale che una città di servizi, sede di Tribunale e di uffici Finanziari può offrire alla numerosa platea studentesca

6 - 6 - CRONACA CITTADINA di Mario Palma Procede, sia pur lentamente, il restauro della ex Caserma del 48 Artiglieria, semidistrutta dai tedeschi nel E destinata a diventare sede del Tribunale di Nola. Lo storico edificio è stato ribattezzato cittadella giudiziaria perché ospiterà anche i Giudici di pace e forse pure i Carabinieri. Il nostro tribunale ha funzionato con notevole difficoltà fin dalla sua entrata in funzione. Il lunghissimo periodo di astensione dalle udienze degli avvocati è valso ben poco a superarle. I tempi dei processi civili e perfino dei provvedimenti urgenti continuano ad essere eccessivamente lunghi e i disagi per l utenza sono in continuo aumento. A conti fatti, l istituzione del tribunale è stato un cattivo affare per i cittadini dei Comuni compresi nella sua giurisdizione. Le disfunzioni infatti non derivano né dalla mancanza di una sede adatta né dal limitato organico dei magistrati e del personale amministrativo. La principale causa è invece l ampiezza del suo territorio sul quale risiedono più di cinquecentomila abitanti con città, come Pomigliano d Arco, Casalnuovo, Acerra nelle quali sono concentrate quasi tutte le attività economiche e industriali del napoletano e che, da sole, generano un grosso contenzioso civile e penale. E, per fortuna, non è andata in porto l iniziativa dell ex senatore Iervolino, la cui proposta di legge prevedeva l aggregazione al Tribunale di Nola anche dei Comuni del Vallo di Lauro, altrimenti sarebbe stata addirittura la sua paralisi. Il trasferimento della sede del tribunale nell ex caserma del 48 Artiglieria certamente non risolverà i problemi del suo superaffollamento. E? necessario perciò che i rappresentanti politici del territorio e in particolare quelli della città si adoperino per far ridurre il numero dei Comuni che costituiscono la sua circoscrizione e perché sia assegnato ad esso un numero di magistrati, per lo meno doppio. Comunque per il completamento dei lavori dell ex 48 se ne passeranno ancora diversi anni. Nel frattempo Nola deve inserirsi nei programmi di edilizia giudiziaria del Ministero della Giustizia affinché sia costruita una sede ex novo per il suo tribunale, così come è avvenuto nei comuni diventati sede di nuovi tribunali. La caserma ex 48 potrà successivamente ospitare Carabinieri, Polizia di Stato, Guardia di Finanza ed Uffici Finanziari, attualmente allogati in edifici privati, con dispendioso affitti pagati dallo Stato. Intanto, segnaliamo a chi di competenza lo stato di squallore in cui si trova la piazza antistante la caserma: sacchetti di rifiuti sparsi dappertutto, cumuli di materiali abbandonati che non vengono rimossi, erbacce e insopportabili cattivi odori lungo il suo perimetro e lungo il muro di cinta dell ex campo sportivo. Eppure si tratta di un luogo sotto gli occhi di tutti, nel cuore della città, che il Comune deve tenere pulito, per il decoro cittadino e perché i cittadini e gli automobilisti che vi parcheggiano le auto pagano (e come!) per l igiene e la pulizia di quest area. Ed è il caso di provvedere anche alla manutenzione dei marciapiedi che la costeggiano, anch essi in uno stato indecente e di totale abbandono. Un tempo era la più bella passeggiata di Nola. MISCELLANEA NOLANA II^ PARTE L ufficio passi del Comune di Nola, negli ultimi mesi, causa malattia del dipendente Leonardo Cioffi, è retto brillantemente e con efficienza dal Maresciallo di Polizia Municipale Carlo Fusco e dal dipendente Parente. Quasi tutti i giorni, per le commissioni consiliari pomeridiane,consigli Comunali, riunioni di Giunta, Ente Festa, Fondazione G. Bruno, Agenzia di Sviluppo, sono costretti a turni faticosi di oltre dodici ore giornaliere. A volte sono impegnati anche nei giorni festivi

7 - 7 - Ultimamente il maresciallo Fusco ha chiesto al Dirigente il potenziamento dell ufficio, al fine di potere permettere ad un settore strategico ed importante la possibilità di una turnazione per dare ai cittadini un servizio più efficiente,meno stressante e più ordinato. A tutt oggi nessuna risposta!!! Bentornati numeri civici. Dopo circa quaranta anni tornano a Nola i numeri civici. Infatti l Amministrazione Comunale ha affidato il servizio di revisione e rifacimento della numerazione civica esterna e della toponomastica comunale alla ditta GESTIONI TERRITORIALI SRL con sede in Napoli per ,40 + IVA, e le polemiche e gli scatti d ira dei dirigenti non mancano. Molti cittadini chiedono il controllo dell amministrazione comunale sul lavoro che sta svolgendo la ditta che in diversi casi risulta approssimativo e superficiale. I numeri civici vengono inseriti ad altezza non uniforme e incollati alle pareti esterne delle abitazioni con il silicone e non a norma, cioè con due viti a pressione. Molti numeri civici si trovano inseriti molto in basso lungo le strade cittadine perché il silicone non attacca sugli intonaci esterni delle abitazioni. Il caso è stato anche segnalato dal Segretario Generale al Dirigente preposto. Ci risulta che allo stato è stato liquidato alla ditta il 40% dell importo per il lavoro svolto. Alcuni cittadini, con stupore, lamentano oltre al cambiamento del numero civico (cosa possibile dovuto ai tempi lunghi del rifacimento della numerazione, oltre quarant anni), anche l intestazione della strada ( Es. Via A. De Gasperi ha avuto un prolungamento in via A. Marmoreo, molti cittadini che nel tempo sapevano di abitare in via A. Marmoreo, ora si trovano ad abitare nel prolungamento di via A. De Gasperi ). Perché l amministrazione comunale non ha fatto una presentazione ufficiale della nuova toponomastica? Infatti i portalettere, già rarissimi nella nostra Città e non conoscitori della sua struttura viaria, non consegnano la posta per la non rispondenza dei nuovi numeri civici con i vecchi. Quindi i problemi si sono ulteriormente aggravati!! Bisognerà infatti apportare la variazione ai propri siti web, variare l indirizzo sulla patente automobilistica, rettificare i dati al catasto, ecc. Altra cosa che si gradirebbe conoscere sono i tempi tecnici di abbinamento civico con l ufficio anagrafe del Comune. Complimenti all Amministrazione Comunale che finalmente dopo oltre un decennio sta procedendo alla pulitura del marmo alla base dell edificio comunale. Il Sindaco ci ha rassicurato che sarà ripulito anche quello della Cattedrale. In tempi brevi l Amministrazione ripulirà non solo il monumento a Morelli e Silvati, oggetto nel giorno dell Eccidio di Nola (11 settembre ) di una pesante provocazione da parte della nostra redazione, ma tutti i monumenti di Nola. Come si vede siamo anche capaci di complimentarci con l Amministrazione Comunale, quando questa si pone al servizio dei cittadini e cerca di rendere più vivibile la Città. I dirigenti della polisportiva pallacanestro di Nola ci segnalano lo stato di degrado in cui versa il Palazzetto dello Sport di via Seminario a meno di dieci anni dalla sua inaugurazione. Pareti sporche, servizi igienici in condizioni pietose, impianto di riscaldamento non funzionante dall installazione, quadro elettrico ed uscite di sicurezza non a norma, attrezzature sportive (come i cesti) obsoleti e pericolosi per l incolumità degli atleti. Attualmente la polisportiva partecipa a dieci campionati (dalla C2 al mini basket) ed ha tesserati circa centocinquanta atleti. Ci sentiamo solidali con la polisportiva e ci siamo fatti promotori di un incontro con l Amministrazione Comunale per programmare il rilancio delle attività sportive minori a Nola. Non è giusto che per l adeguamento del campo di calcio di via Seminario a Nola si spendono oltre ,00 euro, mentre gli altri settori sportivi vengono totalmente ignorati

8 - 8 - Il Nola calcio, attualmente, milita in Eccellenza, settore dilettantistico, mentre alcuni sport come la Pallavolo, Basket svolgono campionati professionistici, finanziati con sacrifici di pochi genitori che seguono i propri figli nell attività agonistica facendoli crescere sani e puliti. I pensieri del Gatto Silvestro Tutto previsto. I rincari del prezzo della pasta e del pane sono arrivati anche nella nostra Città. Infatti il prezzo del pane è passato da 1,30 a 1,80 al Kg. Con aumento medio del 38,00%, quello della pasta del 25%. Tali aumenti peseranno su una famiglia tipo di quattro persone per circa 20 euro al mese che in un anno sono 240,00 euro. Oltre ai beni di prima necessità come il pane e la pasta gli aumenti hanno interessato anche i prodotti ortofrutticoli i quali ultimamente sono diventati beni di lusso. Esempio significativo sono gli agrumi che pagavamo al massimo a 200 lire al kg. Oggi in una frutteria li troviamo, di media qualità, a 2,30 al Kg. (4.600 lire delle vecchie lire),cioè più di 20 volte rispetto al qualche anno fa. (2001). Se nel 2001 un reddito familiare di 3 milioni consentiva una vita dignitosa se non agiata, oggi un pari reddito di difficilmente consente di quadrare il bilancio a fine mese. Questa è la verità. Si disse all epoca che cento squadre di ispettori avrebbero girato in lungo ed in largo le nostre città per controllare che l adeguamento da lira ad euro non comportasse speculazioni sui prezzi. I controlli non sono stati effettuati, i cittadini comuni non si sono ribellati ma si sono solo lamentati ed oggi si vive con gli stipendi praticamente dimezzati e con prezzi naturalmente raddoppiati. Sembrerà strano ma il costo della vita si è parificato a quello della Francia, della Germania, dell Inghilterra dove però gli stipendi ed i salari sono molto più alti che in Italia, come ha affermato di recente il Governatore Draghi. Che soddisfazione! Gli aumenti dei prezzi giustificano le difficoltà di una famiglia che guadagna euro al mese di arrivare a fine mese, per non parlare di chi di euro ne riesce a guadagnare 600 o vive con una pensione di quattrocento o cinquecento euro al mese. Il classico esempio di come è diventato difficile vivere lo vediamo anche nella nostra Città ed il termometro ce lo da il mercato infra-settimanale del mercoledì. Infatti il mercoledì molte persone, professionisti, impiegati (comunali, ASL, Enti Pubblici non importa se in permesso, in ferie o in servizio) frequentano il mercato. Molto gettonati sono i banchi dell usato, dai quali si spera di trovare la camicia, il pantalone o le scarpe per se o per i propri figli al prezzo di 2 o 5 euro. Non bisogna vergognarsi, purtroppo la necessità cambia le abitudini dello shopping. Altri banchi frequentati del mercato sono quelli della frutta e del pesce i quali vengono presi d assalto dopo mezzogiorno, cioè quando i prezzi calano e quasi tutto (deperibile) costa la metà. Anch io sono un frequentatore del mercato e spesso mi chiedo se i controlli sanitari sugli alimentari vengono fatti!! I vigili sanitari dell ASL dove sono? Chi ha la fortuna di vederli? Ma quando alla fine del mercato vedi persone che raccolgono in buste di plastica i resti di frutta e verdura e spesso anche pesce abbandonati dai commercianti, allora ti viene lo sconforto e ti chiedi sto sognando o è realtà? Alla fine convieni che purtroppo questa è l amara realtà. Che economia è codesta? Mentre fuori del Palazzo succede questo, all interno la litigiosità, la crisi amministrativa endemica,le transumanze politiche, le consulenze, le nomine, gli incarichi, la mancanza di numero legale ai Consigli Comunali, l affollamento e la presenza quasi unanime dei Consiglieri comunali alle Commissioni Consiliari sono una costante che non offende e di cui nessuno si vergogna. Progetti e programmi per la Città sono lontani anni luce dall agenda politica locale

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa 11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio raccolta integrato dei rifiuti solidi urbani. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa delibera di Consiglio,

Dettagli

ASILI NIDO QUELLO CHE IL COMUNE NON DICE CONFERENZA STAMPA FP CGIL ROMA E LAZIO

ASILI NIDO QUELLO CHE IL COMUNE NON DICE CONFERENZA STAMPA FP CGIL ROMA E LAZIO ASILI NIDO QUELLO CHE IL COMUNE NON DICE CONFERENZA STAMPA FP CGIL ROMA E LAZIO 31 agosto 2010 Investire sui servizi all infanzia non è questione che riguarda le politiche familiari, e neppure èsolo questione

Dettagli

STATUTO ODV MIGRANTES SIENA

STATUTO ODV MIGRANTES SIENA STATUTO ODV MIGRANTES SIENA 1 ART. 1* (Denominazione e sede) L organizzazione di volontariato, denominata: MIGRANTES SIENA assume la forma giuridica di associazione. E apartitica e aconfessionale. L organizzazione

Dettagli

Le risorse vere del Comune,tra racconto e realtà

Le risorse vere del Comune,tra racconto e realtà Le risorse vere del Comune,tra racconto e realtà Conoscere in maniera attendibile il debito del Comune e quindi le risorse disponibili è la base per qualsiasi ripartenza. Sinora però tutti coloro che avevano

Dettagli

COMUNITA PASTORALE Beati Giovanni Mazzucconi e Luigi Monza San Giovanni - Rancio - Laorca FONDO SOLIDALE DELLA COMUNITA

COMUNITA PASTORALE Beati Giovanni Mazzucconi e Luigi Monza San Giovanni - Rancio - Laorca FONDO SOLIDALE DELLA COMUNITA COMUNITA PASTORALE Beati Giovanni Mazzucconi e Luigi Monza San Giovanni - Rancio - Laorca FONDO SOLIDALE DELLA COMUNITA R E G O L A M E N T O Premessa Facendo proprie le considerazioni dell arcivescovo

Dettagli

Scuola Michele Pironti : la decisione

Scuola Michele Pironti : la decisione Scuola Michele Pironti : la decisione La decisione di ricostruire la Scuola è stato un atto dovuto. La relazione finale sullo stato di sicurezza del vecchio edificio scolastico rilevò un elevato grado

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

Il comportamento economico delle famiglie straniere

Il comportamento economico delle famiglie straniere STUDI E RICERCHE SULL ECONOMIA DELL IMMIGRAZIONE Il comportamento economico delle straniere Redditi, consumi, risparmi e povertà delle straniere in Italia nel 2010 Elaborazioni su dati Banca d Italia Perché

Dettagli

I giovani del Medio Campidano

I giovani del Medio Campidano I giovani del Medio Campidano Indagine sulla condizione giovanile nella Provincia Ufficio Provinciale Giovani - Associazione Orientare Pagina 1 Il questionario è stato predisposto e realizzato dall Associazione

Dettagli

REGOLAMENTO TIPO PER L AUTOGESTIONE DEI SERVIZI ACCESSORI E DEGLI SPAZI COMUNI RELATIVI AGLI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA ART.

REGOLAMENTO TIPO PER L AUTOGESTIONE DEI SERVIZI ACCESSORI E DEGLI SPAZI COMUNI RELATIVI AGLI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA ART. REGOLAMENTO TIPO PER L AUTOGESTIONE DEI SERVIZI ACCESSORI E DEGLI SPAZI COMUNI RELATIVI AGLI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA ART.1 ( Oggetto dell autogestione ) Gli assegnatari in locazione semplice

Dettagli

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e Parlamento della Padania Sarego, 4 febbraio 2012 On. Maurizio Fugatti Grazie, buongiorno a tutti. Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e medie imprese

Dettagli

Caso Pratico Stili di Direzione

Caso Pratico Stili di Direzione In questo caso, vi proponiamo di analizzare anche 4 situazioni relative alla presa di decisioni. Questa documentazione, come sapete già, è centrata su modelli di stili di direzione e leadership, a seconda

Dettagli

DL 112 (legge 133) Una cronistoria

DL 112 (legge 133) Una cronistoria DL 112 (legge 133) Una cronistoria - Il 25 giugno 2008, su proposta del Ministro del Tesoro On. Tremonti, il Consiglio dei Ministri approva (all unanimità, Ministro dell Università On. Gelmini compresa!)

Dettagli

Vincono famiglie e studenti pendolari: fino a giugno si viaggia gratis

Vincono famiglie e studenti pendolari: fino a giugno si viaggia gratis Vincono famiglie e studenti pendolari: fino a giugno si viaggia gratis Un incontro dai toni piuttosto accesi è quello che si è svolto presso la sala consiliare del comune di Santa Croce. Da una parte genitori

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILE ADIBITO AD USO DIVERSO DA QUELLO DI ABITAZIONE POSTI AUTO SITI

CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILE ADIBITO AD USO DIVERSO DA QUELLO DI ABITAZIONE POSTI AUTO SITI CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILE ADIBITO AD USO DIVERSO DA QUELLO DI ABITAZIONE POSTI AUTO SITI IN REGISTRO SCRITTURE PRIVATE N REP. N. L anno duemila, il giorno del mese di, in Novate Milanese presso e

Dettagli

Come fare una scelta?

Come fare una scelta? Come fare una scelta? Don Alberto Abreu www.pietrscartata.com COME FARE UNA SCELTA? Osare scegliere Dio ha creato l uomo libero capace di decidere. In molti occasioni, senza renderci conto, effettuiamo

Dettagli

Obiettivo Operativo 2.4 del POR Campania FESR 2007 2013

Obiettivo Operativo 2.4 del POR Campania FESR 2007 2013 Lettera dei Costi relativa all Accordo di Finanziamento ( Accordo di Finanziamento ) stipulato tra la Regione Campania ( Regione ) e SVILUPPO CAMPANIA SpA 1. Premessa La presente Lettera dei Costi indica

Dettagli

Nota. Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. On. Stefania Giannini

Nota. Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. On. Stefania Giannini Nota Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca On. Stefania Giannini Roma, 28 maggio 2014 Premessa Come è noto le Province si occupano del funzionamento, della manutenzione

Dettagli

AVVISO COMUNE. Tutto quello che è utile sapere

AVVISO COMUNE. Tutto quello che è utile sapere AVVISO COMUNE Tutto quello che è utile sapere Per aiutare le piccole e medie imprese del paese a contrastare le difficoltà finanziarie collegate alla crisi, arrivando al momento della ripresa nelle migliori

Dettagli

Premessa. Articolo 1 - Impegni dell Amministrazione Comunale

Premessa. Articolo 1 - Impegni dell Amministrazione Comunale Premessa L Amministrazione Comunale di Mariglianella, riconosciuta l importanza: - del coinvolgimento dei giovani, quale presenza attiva e propositiva, nell ambito delle iniziative di carattere sociale

Dettagli

QUANTO COSTA LA MEDIAZIONE CIVILE PRESSO RES AEQUAE ADR SRL/IO CONCILIO.COM?

QUANTO COSTA LA MEDIAZIONE CIVILE PRESSO RES AEQUAE ADR SRL/IO CONCILIO.COM? QUANTO COSTA LA MEDIAZIONE CIVILE PRESSO RES AEQUAE ADR SRL/IO CONCILIO.COM? LA MEDIAZIONE CIVILE COSTA DI PIU O DI MENO DI UNA CAUSA NORMALE? Costa molto di meno. Per una mediazione relativa ad una lite

Dettagli

Contributo di Altroconsumo

Contributo di Altroconsumo Contributo di Altroconsumo Disegno di Legge 3221 di conversione del decreto-legge integrativo dei decreti liberalizzazioni e consolidamento conti pubblici X Commissione Senato Industria Commercio e turismo

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI. Art.1 Finalità. Art. 2 Competenze. 2. Il CCR svolge le proprie funzioni in modo libero ed autonomo.

REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI. Art.1 Finalità. Art. 2 Competenze. 2. Il CCR svolge le proprie funzioni in modo libero ed autonomo. REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI Art.1 Finalità 1. Allo scopo di promuovere i diritti, accrescere le opportunità e favorire una idonea crescita socio-culturale dei ragazzi, nella piena consapevolezza

Dettagli

Interventi urgenti a sostegno della crescita

Interventi urgenti a sostegno della crescita Interventi urgenti a sostegno della crescita Misure di accelerazione dell utilizzo delle risorse della politica di coesione (Fondo Sviluppo e Coesione, Piano Azione Coesione e Programmi dei Fondi Strutturali

Dettagli

Regolamento per l erogazione delle risorse finanziarie agli Istituti scolastici

Regolamento per l erogazione delle risorse finanziarie agli Istituti scolastici Comune di Taurianova PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA Regolamento per l erogazione delle risorse finanziarie agli Istituti scolastici Articolo 1 Principi, definizioni e norme generali 1. Il presente regolamento

Dettagli

COMUNE DI SOMMARIVA PERNO PROVINCIA DI CUNEO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 81

COMUNE DI SOMMARIVA PERNO PROVINCIA DI CUNEO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 81 COPIA COMUNE DI SOMMARIVA PERNO PROVINCIA DI CUNEO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 81 OGGETTO: CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI SOMMARIVA PERNO, LA ASSOCIAZIONE NAZIONALE CARABINIERI-SEZIONE

Dettagli

Statuto dell Organizzazione di Volontariato Associazione

Statuto dell Organizzazione di Volontariato Associazione ALLEGATO 2 (SCHEMA TIPO) Statuto dell Organizzazione di Volontariato Associazione Art. 1 Costituzione e Sede E costituita ai sensi dell art. 36 e seguenti del C.C., l Organizzazione di Volontariato denominata,

Dettagli

Regolamento Civica Scuola di Lingue

Regolamento Civica Scuola di Lingue Regolamento Civica Scuola di Lingue Approvato con deliberazione del Consiglio comunale n. xx del xx.xx.xxxx In vigore dal xxxxxxxxx I 20099 Sesto San Giovanni (MI), Piazza della Resistenza, 20 A cura del

Dettagli

STATUTO CONSULTA GIOVANILE COMUNALE COMUNE DI ORISTANO. Comuni de Aristanis

STATUTO CONSULTA GIOVANILE COMUNALE COMUNE DI ORISTANO. Comuni de Aristanis COMUNE DI ORISTANO Comuni de Aristanis STATUTO CONSULTA GIOVANILE COMUNALE (APPROVATO CON DELIBERA C.C. N. 21 DEL 06.03.2008) (MODIFICATO CON DELIBERA C.C. NR. 8 DEL 10.03.2009). I N D I C E CAPO I NORME

Dettagli

LEGGE GIOVANI: Provvedimenti per l inserimento lavorativo, la disponibilità abitativa, lo sviluppo culturale, la partecipazione attiva dei giovani

LEGGE GIOVANI: Provvedimenti per l inserimento lavorativo, la disponibilità abitativa, lo sviluppo culturale, la partecipazione attiva dei giovani Consigliere provinciale MAURO MINNITI Via Perathoner, 10 39100 BOLZANO Tel. 0471-946209 www.minnitimauro.it info@minnitimauro.it DISEGNO DI LEGGE PROVINCIALE LEGGE GIOVANI: Provvedimenti per l inserimento

Dettagli

PER L USO TEMPORANEO DELLE SALE COMUNALI

PER L USO TEMPORANEO DELLE SALE COMUNALI REGOLAMENTO COMUNALE PER L USO TEMPORANEO DELLE SALE COMUNALI (Approvato con deliberazione consiliare n. 71/28.11.2006) Art. 1 Oggetto 1. Il presente regolamento disciplina l uso temporaneo di tutte le

Dettagli

Convenzione bonifica, rimozione e smaltimento piccole quantità materiali contenenti amianto

Convenzione bonifica, rimozione e smaltimento piccole quantità materiali contenenti amianto Convenzione bonifica, rimozione e smaltimento piccole quantità materiali contenenti amianto SCHEMA di Contratto d'appalto tipo CONTRATTO D APPALTO TRA Il sig. nato a il e residente a C.F. in seguito denominato

Dettagli

STATUTO DELLA ASOCIACIÓN DE MADRES Y PADRES DE ALUMNOS DEL LICEO ESPAÑOL CERVANTES DE ROMA

STATUTO DELLA ASOCIACIÓN DE MADRES Y PADRES DE ALUMNOS DEL LICEO ESPAÑOL CERVANTES DE ROMA STATUTO DELLA ASOCIACIÓN DE MADRES Y PADRES DE ALUMNOS DEL LICEO ESPAÑOL CERVANTES DE ROMA Atto Constitutivo e Statuto del 1998, modificato nelle Assemblee del 09.06.10 e 11.06.12 ITALIANO STATUTO DELLA

Dettagli

LA CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA REGIONALE E IL TRATTAMENTO ECONOMICO ACCESSORIO DEI DIRIGENTI SCOLASTICI DELLA CAMPANIA: UN QUADRO DI INSIEME

LA CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA REGIONALE E IL TRATTAMENTO ECONOMICO ACCESSORIO DEI DIRIGENTI SCOLASTICI DELLA CAMPANIA: UN QUADRO DI INSIEME LA CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA REGIONALE E IL TRATTAMENTO ECONOMICO ACCESSORIO DEI DIRIGENTI SCOLASTICI DELLA CAMPANIA: UN QUADRO DI INSIEME Con la firma del CIR 2012/2013, avvenuta il giorno 15 maggio

Dettagli

STATUTO DEL FORUM DEI GIOVANI E DELLE AGGREGAZIONI GIOVANILI COMUNALE DI SANTA MARIA A VICO

STATUTO DEL FORUM DEI GIOVANI E DELLE AGGREGAZIONI GIOVANILI COMUNALE DI SANTA MARIA A VICO STATUTO DEL FORUM DEI GIOVANI E DELLE AGGREGAZIONI GIOVANILI COMUNALE DI SANTA MARIA A VICO Art. 1 Istituzione ed impegni dell Amministrazione Comunale Il Consiglio Comunale di Santa Maria a Vico, riconosciuta

Dettagli

STATUTO DELLA CONSULTA PER LE POLITICHE GIOVANILI TITOLO I COSTITUZIONE. CAPO I Istituzione e insediamento

STATUTO DELLA CONSULTA PER LE POLITICHE GIOVANILI TITOLO I COSTITUZIONE. CAPO I Istituzione e insediamento STATUTO DELLA CONSULTA PER LE POLITICHE GIOVANILI TITOLO I COSTITUZIONE Istituzione e insediamento Art. 1 Istituzione La Consulta per le politiche giovanili è istituita dal Comune di Floridia con deliberazione

Dettagli

SERVIZIO PRONTO INTERVENTO

SERVIZIO PRONTO INTERVENTO CITTÀ DI MONCALIERI Settore Servizi Tecnici e Ambientali REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO PRONTO INTERVENTO INDICE TITOLO I PRINCIPI GENERALI Art. 1 Art. 2 Art. 3 Oggetto del Regolamento Scopo del Regolamento

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 44 Seduta del 28 settembre 2006 IL CONSIGLIO COMUNALE VISTI i verbali delle sedute del 12.06.06 (deliberazioni n. 23, 24, 25, 26, 27), del 4.07.2006 (deliberazioni

Dettagli

Le banche tra tassi e risparmiatori Famiglie e banche: interessi più bassi e depositi in crescita

Le banche tra tassi e risparmiatori Famiglie e banche: interessi più bassi e depositi in crescita Economia > News > Italia - lunedì 13 gennaio 2014, 16:00 www.lindro.it Segnali positivi Le banche tra tassi e risparmiatori Famiglie e banche: interessi più bassi e depositi in crescita Antonio Forte La

Dettagli

Spett.le ISVAP Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni Private e Interesse Collettivo 00184 ROMA regolamentopolizzemutui@isvap.

Spett.le ISVAP Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni Private e Interesse Collettivo 00184 ROMA regolamentopolizzemutui@isvap. Spett.le ISVAP Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni Private e Interesse Collettivo 00184 ROMA regolamentopolizzemutui@isvap.it Milano, 16 aprile 2012 OGGETTO: Osservazioni Altroconsumo su: Documento

Dettagli

FAQ BUONO SCUOLA. 3) D _ Nella tabella in cui vengono elencati tutti i componenti la famiglia con quale ordine bisogna inserire i componenti?

FAQ BUONO SCUOLA. 3) D _ Nella tabella in cui vengono elencati tutti i componenti la famiglia con quale ordine bisogna inserire i componenti? FAQ BUONO SCUOLA DATI ANAGRAFICI 1) D Siamo genitori separati con residenze diverse, quale indirizzo indicare nella domanda? R _ Quello del genitore richiedente. COMPOSIZIONE DELLA FAMIGLIA 1) D _ Mio

Dettagli

L OSSERVATORIO. 29 Luglio 2013 CATEGORIA: ECONOMIA L INCIDENZA DEI PROBLEMI PSICOLOGICI E PSICOSOMATICI EVIDENZE PSICOLOGICHE 29% 23% 42%

L OSSERVATORIO. 29 Luglio 2013 CATEGORIA: ECONOMIA L INCIDENZA DEI PROBLEMI PSICOLOGICI E PSICOSOMATICI EVIDENZE PSICOLOGICHE 29% 23% 42% L OSSERVATORIO L INCIDENZA DEI PROBLEMI PSICOLOGICI E PSICOSOMATICI EVIDENZE PSICOLOGICHE Problemi di condotta Iperattivita' 42% 31% Problemi con i propri POVERI pari 24% CHE LAVORANO 17% Difficolta' diffuse

Dettagli

Approvato con delibera del Commissario Straordinario, adottata con i poteri del C.C. n. 229 del 30.12.2009

Approvato con delibera del Commissario Straordinario, adottata con i poteri del C.C. n. 229 del 30.12.2009 Allegato A) Approvato con delibera del Commissario Straordinario, adottata con i poteri del C.C. n. 229 del 30.12.2009 Modificato con delibera di C.C. n. 79 del 21.12.2010 REGOLAMENTO GENERALE FIERA CAMPIONARIA

Dettagli

IL PARTITO DEVE ESSERE UN LUOGO

IL PARTITO DEVE ESSERE UN LUOGO La vittoria della coalizione del centrosinistra alle elezioni Comunali di Milano di quest anno ha aperto uno scenario inedito che deve essere affrontato con lungimiranza e visione per riuscire a trovare

Dettagli

Presidente Ringrazio il Sindaco. Chiedo chi vuole fare l intervento?. Ha chiesto la parola la consigliera Bosso, ne ha facoltà:

Presidente Ringrazio il Sindaco. Chiedo chi vuole fare l intervento?. Ha chiesto la parola la consigliera Bosso, ne ha facoltà: CONSIGLIO COMUNALE DEL 18.12.2015 Interventi dei sigg. consiglieri Armonizzazione dei sistemi e degli schemi contabili di cui al D.Lgs. n.118/2011, rinvio al 2016 dell adozione del principio della contabilità

Dettagli

Una efficiente lotta agli sprechi nella Pubblica Amministrazione PER LA QUALIFICAZIONE DELLA SPESA E UN OCULATA SCELTA DEI TAGLI

Una efficiente lotta agli sprechi nella Pubblica Amministrazione PER LA QUALIFICAZIONE DELLA SPESA E UN OCULATA SCELTA DEI TAGLI Una efficiente lotta agli sprechi nella Pubblica Amministrazione A cura del Servizio Politiche Economiche e Finanziarie e del Pubblico Impiego PER LA QUALIFICAZIONE DELLA SPESA E UN OCULATA SCELTA DEI

Dettagli

COMUNE DI TREMESTIERI ETNEO PROVINCIA DI CATANIA

COMUNE DI TREMESTIERI ETNEO PROVINCIA DI CATANIA Testo definitivo del Regolamento approvato con delibera di C.C. n. 7 del 13/02/09 con le modifiche ed integrazioni apportate con gli emendamenti approvati. COMUNE DI TREMESTIERI ETNEO PROVINCIA DI CATANIA

Dettagli

REGOLAMENTO PROTEZIONE CIVILE

REGOLAMENTO PROTEZIONE CIVILE REGOLAMENTO PROTEZIONE CIVILE Art. 1. ISTITUZIONE DEL SERVIZIO È istituito il Servizio Comunale di Protezione Civile, con il compito di dare attuazione alle leggi nazionali e regionali in materia di Protezione

Dettagli

Appunti di contabilità del condominio approfondimento

Appunti di contabilità del condominio approfondimento Appunti di contabilità del condominio approfondimento I documenti contabili obbligatori ai sensi del codice civile sono il bilancio preventivo con relativo riparto ed il bilancio consuntivo. Necessari,

Dettagli

INSIEME PER LIMANA Gruppo d'acquisto Solidale

INSIEME PER LIMANA Gruppo d'acquisto Solidale Statuto INSIEME PER LIMANA Gruppo d'acquisto Solidale 1 E costituita una Associazione denominata GAS INSIEME PER LIMANA L Associazione è costituita in conformità al dettato della L. 383/2000, pertanto

Dettagli

Sulla disoccupazione, tuttavia, ci sarebbe qualcosa da aggiungere. In questi giorni sentiamo ripetere, dai giornali e dalle tv, che il tasso di

Sulla disoccupazione, tuttavia, ci sarebbe qualcosa da aggiungere. In questi giorni sentiamo ripetere, dai giornali e dalle tv, che il tasso di ECONOMIA Disoccupazione mai così alta nella storia d Italia La serie storica dell Istat si ferma al 1977, ma guardando i dati del collocamento e i vecchi censimenti si scopre che nella crisi del 1929 e

Dettagli

Nella legge di stabilità 2016 le misure a favore della famiglia e u... Carta dedicata. Sarà la svolta?

Nella legge di stabilità 2016 le misure a favore della famiglia e u... Carta dedicata. Sarà la svolta? Direttore Domenico Delle Foglie Servizio Informazione Religiosa MANOVRA ECONOMICA Nella legge di stabilità 2016 le misure a favore della famiglia e una Carta dedicata. Sarà la svolta? 23 dicembre 2015

Dettagli

STATUTO ASSOCIAZIONE

STATUTO ASSOCIAZIONE STATUTO ASSOCIAZIONE TITOLO 1: DISPOSIZIONI GENERALI Art 1 Denominazione e sede. Ai sensi della legge 7 dicembre 2000, n. 383, e delle norme del codice civile in tema di associazioni è costituita l Associazione

Dettagli

l intervista Mario GERMANI, una Vita per la Manutenzione m m

l intervista Mario GERMANI, una Vita per la Manutenzione m m Mario GERMANI, una Vita per la Manutenzione Mario Donato Germani, titolare della ditta di manutenzione, GERMAR srl, compie 70 anni di vita e 50 di attività. Lo abbiamo incontrato ed intervistato perché

Dettagli

Leggere la riforma Sostenere i diritti

Leggere la riforma Sostenere i diritti Leggere la riforma Sostenere i diritti La scheda di analisi dei provvedimenti del Governo a cura della Uil Scuola 1 Con l anno scolastico 2015/2016 entra in vigore per alcune parti importanti la legge

Dettagli

N. 110 Del 28/07/2015

N. 110 Del 28/07/2015 Piazza Duomo, 1 C.A.P. 80035 - C.F. 84003330630 - Partita I.V.A. : 01549321212 COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 110 Del 28/07/2015 OGGETTO: Determinazione retta mensile Mensa Scolastica Da

Dettagli

COMUNE DI SAN COLOMBANO AL LAMBRO REGOLAMENTO DELL ORARIO DI LAVORO E DI SERVIZIO DEI RELATIVI CONTROLLI E DEL LAVORO STRAORDINARIO

COMUNE DI SAN COLOMBANO AL LAMBRO REGOLAMENTO DELL ORARIO DI LAVORO E DI SERVIZIO DEI RELATIVI CONTROLLI E DEL LAVORO STRAORDINARIO COMUNE DI SAN COLOMBANO AL LAMBRO REGOLAMENTO DELL ORARIO DI LAVORO E DI SERVIZIO DEI RELATIVI CONTROLLI E DEL LAVORO STRAORDINARIO 1 INDICE Art. 1 L orario di lavoro ordinario Art. 2 L orario differenziato

Dettagli

PROVINCIA DI TARANTO

PROVINCIA DI TARANTO PROVINCIA DI TARANTO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DI LOCALI ED ATTREZZATURE SCOLASTICHE DI COMPETENZA DELLA PROVINCIA DI TARANTO Art. 1 I Consigli d istituto sono tenuti, per legge, alla programmazione

Dettagli

LA PIANIFICAZIONE FINANZIARIA flussi mensili

LA PIANIFICAZIONE FINANZIARIA flussi mensili LA PIANIFICAZIONE FINANZIARIA flussi mensili Non può mancare in una azienda, anche se di piccole dimensioni, una pianificazione finanziaria. La pianificazione finanziaria è indispensabile per tenere sotto

Dettagli

COMUNE DI ALA. Provincia di Trento REGOLAMENTO DELLE CONSULTE FRAZIONALI, RIONALI E DEI GIOVANI.

COMUNE DI ALA. Provincia di Trento REGOLAMENTO DELLE CONSULTE FRAZIONALI, RIONALI E DEI GIOVANI. COMUNE DI ALA Provincia di Trento REGOLAMENTO DELLE CONSULTE FRAZIONALI, RIONALI E DEI GIOVANI. 1 CAPO I PRINCIPI GENERALI Art. 1 Finalità e contenuti 1. Questo regolamento stabilisce le modalità per l

Dettagli

Regolamento nazionale ANPI (in attuazione dell art. 5 comma 2 lettera f dello Statuto associativo)

Regolamento nazionale ANPI (in attuazione dell art. 5 comma 2 lettera f dello Statuto associativo) Regolamento nazionale ANPI (in attuazione dell art. 5 comma 2 lettera f dello Statuto associativo) Art. 1 L iscrizione 1. Tutti possono chiedere l iscrizione all ANPI, alle condizioni previste dallo Statuto

Dettagli

Comune di Casaluce REGOLAMENTO FORUM COMUNALE DEI GIOVANI E DELLE AGGREGAZIONI GIOVANILI

Comune di Casaluce REGOLAMENTO FORUM COMUNALE DEI GIOVANI E DELLE AGGREGAZIONI GIOVANILI Comune di Casaluce REGOLAMENTO FORUM COMUNALE DEI GIOVANI E DELLE AGGREGAZIONI GIOVANILI Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 14 del 22/7/2009 1 REGOLAMENTO FORUM COMUNALE DEI GIOVANI E DELLE

Dettagli

Quale tipo di società scegliere per il proprio business

Quale tipo di società scegliere per il proprio business Quale tipo di società scegliere per il proprio business È possibile scegliere la forma giuridica più conveniente all interno di queste quattro categorie: 1) Impresa individuale 2) Società di persone 3)

Dettagli

1) ASSOCIAZIONE LA LUNA BANCO DI SOLIDARIETA DI BUSTO ARSIZIO

1) ASSOCIAZIONE LA LUNA BANCO DI SOLIDARIETA DI BUSTO ARSIZIO 1) ASSOCIAZIONE LA LUNA BANCO DI SOLIDARIETA DI BUSTO ARSIZIO L ASSOCIAZIONE L Associazione ONLUS La Luna Banco di Solidarietà di Busto Arsizio, è stata costituita da 8 soci fondatori all inizio dell anno

Dettagli

COMUNE DI SANT ILARIO D ENZA (Provincia di Reggio Emilia) REGOLAMENTO DEL SERVIZIO INTERCOMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE

COMUNE DI SANT ILARIO D ENZA (Provincia di Reggio Emilia) REGOLAMENTO DEL SERVIZIO INTERCOMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE COMUNE DI SANT ILARIO D ENZA (Provincia di Reggio Emilia) REGOLAMENTO DEL SERVIZIO INTERCOMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE Approvato con deliberazione del Consiglio comunale n 65 del 29 novembre 2004 pubblicata

Dettagli

Premessa. Gilberto Pichetto Presidente del gruppo regionale

Premessa. Gilberto Pichetto Presidente del gruppo regionale Settembre 2014 Premessa Se prima la difficoltà abitativa era un problema, ora è una vera e propria emergenza. Il perdurare della crisi economica rende le famiglie sempre più povere ed insostenibili i costi

Dettagli

ASSOCIAZIONE GENITORI ISTITUTO MONTESSORI BOLLATE STATUTO

ASSOCIAZIONE GENITORI ISTITUTO MONTESSORI BOLLATE STATUTO ASSOCIAZIONE GENITORI ISTITUTO MONTESSORI BOLLATE STATUTO ARTICOLO 1 Costituzione dell Associazione Genitori È costituita l Associazione Genitori Istituto Montessori. Ne fanno parte i genitori degli alunni

Dettagli

STATUTO ASSOCIAZIONE VOLONTARI LA REALTÀ

STATUTO ASSOCIAZIONE VOLONTARI LA REALTÀ ASSOCIAZIONE VOLONTARI LA REALTÀ Via Contea, 1 31055 QUINTO DI TREVISO Cod. Fisc. 94020520261 Iscritta al registro regionale delle Associazioni di Volontariato al n. TV/0130 ONLUS STATUTO ASSOCIAZIONE

Dettagli

LE FONTI DEL DIRITTO IN MATERIA POSTALE

LE FONTI DEL DIRITTO IN MATERIA POSTALE LE FONTI DEL DIRITTO IN MATERIA POSTALE PREMESSA Questo scritto non ha la velleità di ripercorrere la storia del servizio postale italiano, esso cerca, più modestamente, di delineare la sua attuale struttura,

Dettagli

La riforma forense: Il tirocinio professionale

La riforma forense: Il tirocinio professionale La riforma forense: Il tirocinio professionale A cura di Francesco Zigrino Premessa In data 2 febbraio 2013 è entrata ufficialmente in vigore la tanto attesa Legge 31 dicembre 2012 n. 247 rubricata: Nuova

Dettagli

Vivere il Sogno. Vivere è bello, vivere bene è meglio!!! Diventa fan su Facebook: Tutte le novità da subito

Vivere il Sogno. Vivere è bello, vivere bene è meglio!!! Diventa fan su Facebook: Tutte le novità da subito Vivere il Sogno Vivere è bello, vivere bene è meglio!!! Diventa fan su Facebook: Tutte le novità da subito VIVERE IL SOGNO!!! 4 semplici passi per la TUA indipendenza finanziaria (Il Network Marketing)

Dettagli

BANDO SPECIALE n. 2 BORSE LAVORO 2014

BANDO SPECIALE n. 2 BORSE LAVORO 2014 BANDO SPECIALE n. 2 BORSE LAVORO 2014 Premessa La Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia considera la mancanza di occasioni di lavoro per i giovani, in misura non più conosciuta da decenni,

Dettagli

SEZIONE ATTIVITA IN MATERIA DI TRASPARENZA

SEZIONE ATTIVITA IN MATERIA DI TRASPARENZA SEZIONE ATTIVITA IN MATERIA DI TRASPARENZA La disciplina sugli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle Pubbliche Amministrazioni è stata oggetto di un riordino complessivo

Dettagli

Statuto BSI SA BANCHIERI SVIZZERI DAL 1873. Indice. I. Ragione sociale, sede e scopo della società 1. II. Capitale azionario, azioni 1

Statuto BSI SA BANCHIERI SVIZZERI DAL 1873. Indice. I. Ragione sociale, sede e scopo della società 1. II. Capitale azionario, azioni 1 BANCHIERI SVIZZERI DAL 1873 Statuto BSI SA 19 aprile 2012 Indice I. Ragione sociale, sede e scopo della società 1 II. Capitale azionario, azioni 1 III. Organi della società 2 IV. Conti annuali, riserve

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

VENDITE GIUDIZIARIE DI IMMOBILI: A DOMANDA RISPOSTA

VENDITE GIUDIZIARIE DI IMMOBILI: A DOMANDA RISPOSTA VENDITE GIUDIZIARIE DI IMMOBILI: A DOMANDA RISPOSTA COME POSSO ESSERE COSTANTEMENTE INFORMATO SULLE VENDITE GIUDIZIARIE DI IMMOBILI? Ci sono essenzialmente tre canali informativi: 1. la stampa (quotidiani,

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE PER IMMOBILI AD USO DIVERSO DALL ABITAZIONE

CONTRATTO DI LOCAZIONE PER IMMOBILI AD USO DIVERSO DALL ABITAZIONE CONTRATTO DI LOCAZIONE PER IMMOBILI AD USO DIVERSO DALL ABITAZIONE Art. 1 Con la presente scrittura privata da valersi ad ogni effetto di legge tra le parti, la ditta individuale xxxx di xxxxx Claudia,

Dettagli

Regolamento finanziario del Partito Democratico Città di Roma

Regolamento finanziario del Partito Democratico Città di Roma 1 Regolamento finanziario del Partito Democratico Città di Roma Articolo 1 - Ambito di applicazione 1. Il presente Regolamento disciplina l attività economica, finanziaria e patrimoniale del Partito Democratico

Dettagli

La cenerentola di casa

La cenerentola di casa La cenerentola di casa Audrina Assamoi LA CENERENTOLA DI CASA CABLAN romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Audrina Assamoi Tutti i diritti riservati Questa storia è dedicata a tutti quelli che

Dettagli

1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità

1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità 1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità Roma, 21 Gennaio 2009 Palazzo Marini Sala delle Colonne Discorso di apertura, Luciano Baggiani Presidente ANEA Illustri ospiti,

Dettagli

Il Piano Finanziario Parte 2: Equilibrio e Investimento

Il Piano Finanziario Parte 2: Equilibrio e Investimento Il Piano Finanziario Parte 2: Equilibrio e Investimento Non aspettare, il tempo non potrà mai essere " quello giusto". Inizia da dove ti trovi, e lavora con qualsiasi strumento di cui disponi, troverai

Dettagli

ALTERNANZA SCUOLA LAVORO

ALTERNANZA SCUOLA LAVORO ALTERNANZA SCUOLA LAVORO Nel mese di Gennaio, noi studenti dell ITE di Ceccano abbandoniamo i banchi di scuola per catapultarci nel mondo del lavoro. La tanto amata ALTERNANZA SCUOLA LAVORO, che tutti

Dettagli

Disposizioni generali per l utilizzo delle palestre scolastiche

Disposizioni generali per l utilizzo delle palestre scolastiche Disposizioni generali per l utilizzo delle palestre scolastiche Il Comune di Giavera del Montello intende incentivare e facilitare un largo accesso alla pratica sportiva da parte dei cittadini, tanto in

Dettagli

COMUNE DI SAN BENEDETTO VAL DI SAMBRO

COMUNE DI SAN BENEDETTO VAL DI SAMBRO Repertorio n. 4318 / 2015 COMUNE DI SAN BENEDETTO VAL DI SAMBRO (Città Metropolitana di Bologna) CONVENZIONE FRA IL COMUNE DI SAN BENEDETTO VAL DI SAMBRO E L ASSOCIAZIONE FORNELLI 2000 PER LA CONCESSIONE

Dettagli

La storia di Victoria Lourdes

La storia di Victoria Lourdes Mauro Ferraro La storia di Victoria Lourdes Diario di un adozione internazionale La storia di Victoria Lourdes Diario di un adozione internazionale Dedicato a Monica e Victoria «La vuoi sentire la storia

Dettagli

Questionario Io, la mia chiesa e la mia contribuzione

Questionario Io, la mia chiesa e la mia contribuzione Chiesa Evangelica Valdese unione delle chiese metodiste e valdesi Questionario Io, la mia chiesa e la mia contribuzione 1) Mi presento inserisci in forma anonima i tuoi dati Sesso F M Professione Lavoratore

Dettagli

La parola agli addetti ai lavori.

La parola agli addetti ai lavori. La parola agli addetti ai lavori. Il parere degli Amministratori condominiali sulla riforma. Commenti, critiche e consigli degli amministratori. (a cura dell Avv. Nicola Nicodemo Damiano) Intervista all

Dettagli

Invecchiare con cura: tutelare la libertà di scelta dell anziano e dei familiari

Invecchiare con cura: tutelare la libertà di scelta dell anziano e dei familiari Nono Seminario regionale della Rete europea dei difensori civici Cardiff 22 24 giugno Seconda sessione: Promuovere i diritti di una popolazione che invecchia Invecchiare con cura: tutelare la libertà di

Dettagli

N. 01/2013. 13 Aprile 2013

N. 01/2013. 13 Aprile 2013 N. 01/2013 13 Aprile 2013 Il bilancio condominiale Innanzitutto cerchiamo di intenderci sul concetto di bilancio condominiale, termine non proprio del condominio ma delle società. In maniera estremamente

Dettagli

IL SINDACO PROPONE AL CONSIGLIO COMUNALE LA SEGUENTE DELIBERAZIONE

IL SINDACO PROPONE AL CONSIGLIO COMUNALE LA SEGUENTE DELIBERAZIONE IL SINDACO PROPONE AL CONSIGLIO COMUNALE LA SEGUENTE DELIBERAZIONE OGGETTO: ATTO DI INDIRIZZO PER LA RIORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI PUBBLICI COMUNALI E STRUMENTALI, DELLE SOCIETA PARTECIPATE E PER IL REGOLAMENTO

Dettagli

STATUTO APPROVATO NELLA SEDUTA CONGRESSUALE AICCRE DEL 14 FEBBRAIO 2011. A.I.C.C.R.E. Associazione dei Comuni e delle Regioni d Europa EMILIA-ROMAGNA

STATUTO APPROVATO NELLA SEDUTA CONGRESSUALE AICCRE DEL 14 FEBBRAIO 2011. A.I.C.C.R.E. Associazione dei Comuni e delle Regioni d Europa EMILIA-ROMAGNA Associazione Italiana del Consiglio dei Comuni e delle Regioni d Europa Federazione dell Emilia-Romagna STATUTO APPROVATO NELLA SEDUTA CONGRESSUALE AICCRE DEL 14 FEBBRAIO 2011 A.I.C.C.R.E. Associazione

Dettagli

STATUTO. Centro Siciliano di Studi sulla Giustizia. Art. 4) La fondazione si propone di promuovere studi ed analisi sui temi

STATUTO. Centro Siciliano di Studi sulla Giustizia. Art. 4) La fondazione si propone di promuovere studi ed analisi sui temi STATUTO Art. 1) E costituita una fondazione denominata Centro Siciliano di Studi sulla Giustizia Art. 2) La fondazione ha sede in Palermo, in Via Messina n. 15 Art. 3) La fondazione ha durata illimitata.

Dettagli

RASSEGNA STAMPA CREDITO SPORTIVO Domenica, 13 settembre 2015

RASSEGNA STAMPA CREDITO SPORTIVO Domenica, 13 settembre 2015 RASSEGNA STAMPA CREDITO SPORTIVO Domenica, 13 settembre 2015 RASSEGNA STAMPA CREDITO SPORTIVO Domenica, 13 settembre 2015 13/09/2015 Gazzetta del Sud (ed. Catanzaro) Pagina 43 Dopo sedici anni di stop

Dettagli

Scheda 4 «Mobilità sostenibile» LA SOSTENIBILITÀ ECONOMICA DELLA MOBILITÀ. GREEN JOBS Formazione e Orientamento

Scheda 4 «Mobilità sostenibile» LA SOSTENIBILITÀ ECONOMICA DELLA MOBILITÀ. GREEN JOBS Formazione e Orientamento Scheda 4 «Mobilità sostenibile» LA SOSTENIBILITÀ ECONOMICA DELLA MOBILITÀ GREEN JOBS Formazione e Orientamento Il tema della mobilità sostenibile può essere visto da un particolare punto di vista cioè

Dettagli

COMUNE DI SAN DONATO DI LECCE

COMUNE DI SAN DONATO DI LECCE INDICE INDICE...1 Articolo 1 - Denominazione e sede...2 Articolo 2 Durata...2 Articolo 3 Finalità ed attività...2 Articolo 4 Requisiti dei volontari...3 Articolo 5 Diritti dei volontari...3 Articolo 6

Dettagli

COMUNE DI MONTICELLI D ONGINA REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA

COMUNE DI MONTICELLI D ONGINA REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA COMUNE DI MONTICELLI D ONGINA REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 31 del 29/11/2013 Indice Art. 1. Oggetto e finalità del servizio

Dettagli

LE GRANDI RIFORME. Una giustizia più efficiente LA RIFORMA DEL DIRITTO CIVILE

LE GRANDI RIFORME. Una giustizia più efficiente LA RIFORMA DEL DIRITTO CIVILE LE GRANDI RIFORME Una giustizia più efficiente LA RIFORMA DEL DIRITTO CIVILE Il sistema giudiziario inefficiente penalizza fortemente cittadini e imprese I PUNTI PRINCIPALI DELLA RIFORMA Semplificazione

Dettagli

PROPOSTA ORGANIZZATIVA E INDICAZIONE DELLE COMPETENZE

PROPOSTA ORGANIZZATIVA E INDICAZIONE DELLE COMPETENZE Circolo 25 Aprile del Partito Democratico di Bareggio INDICE PROPOSTA ORGANIZZATIVA E INDICAZIONE DELLE COMPETENZE (approvato nella seduta del coordinamento del Giorno 14-11.2013) 1. Oggetto 2. Funzioni

Dettagli

Guida per i venditori

Guida per i venditori Guida per i venditori Vendere un azienda può essere complicato e impegnativo ed è generalmente un evento che si presenta una volta nella vita. Vi preghiamo di leggere con attenzione i seguenti paragrafi.

Dettagli

SCHEMA DI SINTESI SULLA NORMATIVA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE *

SCHEMA DI SINTESI SULLA NORMATIVA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE * SCHEMA DI SINTESI SULLA NORMATIVA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE * Chi è interessato dalla Riforma Sono interessati alla riforma della previdenza complementare attuata con il decreto legislativo n. 252/2005

Dettagli