COMUNE DI ANZOLA Sabato, 23 novembre 2013

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI ANZOLA Sabato, 23 novembre 2013"

Transcript

1 COMUNE DI ANZOLA Sabato, 23 novembre 2013

2 Cronaca «Manca un centro ricreativo E la viabilità è a... 1 Da Il Resto del Carlino del T04:04:00 Webe software per le imprese, Nolimits apre i battenti «Allarghiamo... 3 Da Il Resto del Carlino del T04:04:00 Il ponte sul Lavino la unisce a Bologna 4 Da Il Resto del Carlino del T04:04:00 Una piazza per Enzo Biagi «Lavorò qui per il Carlino» 5 Da Il Resto del Carlino del T04:04:00 Politica locale Tutti sul palco a fianco delle donne 6 Da Il Resto del Carlino del T04:04:00 Ecco chi era Giancarlo Borghesani 8 Da Il Resto del Carlino del T04:04:00 Un premio per ricordare Gian Carlo Borghesani 9 Da Il Resto del Carlino del T04:04:00 Via Sverginesca, l antico percorso dei servi agresti 10 Da Il Resto del Carlino del T04:04:00 Al taglia tasse 667 mln Accise e bolli rincarano 11 Da Italia Oggi del T05:40:00 Governo, colpo di mano sui rifiuti 13 Da Italia Oggi del T05:40:00 L' avviso Inps lo porta il messo 15 Da Italia Oggi del T05:40:00 La legge di stabilità non si tocca 17 Da Italia Oggi del T05:39:00 Rete Imprese: dal governo incertezze su Ires e Imu 20 Da Italia Oggi del T05:40:00 Sindaci veneti contro la Regione 21 Da Italia Oggi del T05:40:00 Tributaristi assicurati 23 Da Italia Oggi del T05:40:00 «Più coraggio per uscire dallo stallo» 25 Da del T07:01:00 «Superato un test importante» 27 Da del T07:01:00 Aree post Expo, attesi investimenti da 1,2 miliardi 29 Da del T07:01:00 Bilancio frenato dal costo del lavoro 31 Da del T07:01:00 Giovannini, altolà sui tagli al welfare 33 Da del T07:01:00 La stabilità si dia una mossa 34 Da del T07:01:00 Olbia, la lettera senza risposta 36 Da del T07:01:00 Polo delle garanzie diviso in tre fondi 38 Da del T07:01:00 PrezzoPerf CatFondoData (1)Gior 8a+ Investimenti tel AAE8a Da del T07:01:00 Privatizzazioni e tagli di spesa, la battaglia del ministro a Bruxelles 51 Da del T07:01:00 Test a risposta multipla anonimi 53 Da del T07:01:00 Un ritardo che ora si può colmare 55 Da del T07:01:00 Welfare, Giovannini frena Cottarelli 57 Da del T07:01:00 Sabato, 23 novembre 2013

3 Pagina 124 Il Resto del Carlino Cronaca «Manca un centro ricreativo E la viabilità è a singhiozzo» Pier Luigi Trombetta PROBLEMI di viabilità interna in alcune vie e la mancanza di un centro ricreativo. Sono probabilmente queste le due questioni principali che si registrano a Lavino di Mezzo, frazione del comune di Anzola dell' Emilia, divisa appunto tra il territorio anzolese e quello di Bologna. Per quanto riguarda le strade si registra un fenomeno pericoloso su via De Rosa. Via a senso unico ma che per comodità non pochi automobilisti ne fanno qualche metro in contromano per immettersi sulla via Emilia. «Se ci fosse un vigile? sentenzia Gino Muzzarini, un residente del luogo? in questo punto si stancherebbe di fare le multe». Sempre sul tema viabilità è cambiata la segnaletica in via Matteotti. «UNA SITUAZIONE? spiega Alberto Magnani? che ha causato caos nel traffico interno. Tra parcheggi e sensi di marci si creano ingolfamenti di automobili. Poi sono stati ridotti i parcheggi sulla via Emilia. Quindi se uno va via la sera rischia poi di tornare a casa e non trovare un posto per la propria automobile vicino all' abitazione». Venendo al centro ricreativo il barbiere Antonio Francia intende sottolineare che: «Si potrerebbe nel centro civico creare un circolo ricreativo per gli anziani? che oggi non esiste? vicino ai giardini pubblici. In maniera tale da attirare i giovani che sono soliti sostare in quello spazio verde». SE SI PRENDE poi in considerazione il commercio i negozianti tutto sommato non si lamentano e cercano di adeguarsi alla vita che è cambiata. Come il barista Stefano Giangreco: «Volere o potere il bar si è adattato a quello che la clientela può spendere. E allora affrontiamo le giornate con un sorriso che non guasta mai». Sulla stesso tono la parrucchiera Marika Finelli: «Il lavoro procede abbastanza bene. Sono tanti anni che ho il negozio qui a Lavino e le signore mie clienti si sono affezionate a me e alla mia professionalità». Soddisfatta pure la fioraia Valentina De Bellis: «L' unica difficoltà? afferma la negoziante? è la sagomatura del ponte. Prima quando era tutto libero era più facile accedere ai negozi». INFINE una bella notizia, sempre riguardante il commercio, è l' apertura recente del negozio di alimentari a ridosso del ponte. «Stiamo ingranando? assicura a riguardo Raffaele Buldrini, che conduce l' attività con la moglie Gabriella?. Abbiamo molta concorrenza dalla grande distribuzione ma noi puntiamo alla qualità tenendo contenuti i prezzi. E i clienti sono molto contenti». Infine una nota di cronaca: sempre dal marzo del 2009, a Lavino di Mezzo, ha preso il via il mercatino Continua > 1

4 Pagina 124 < Segue Il Resto del Carlino Cronaca che si teneva la prima domenica mattina di ogni mese. Ora invece il mercatino si svolge il mercoledì. 2

5 Pagina 129 Il Resto del Carlino Cronaca Webe software per le imprese, Nolimits apre i battenti «Allarghiamo gli orizzonti» Marcello Carrabba e Giada Rimondi, i due titolari di Nolimits che hanno deciso di investire nel futuro: Carrabba ha anche lasciato un lavoro con un buono stipendio in una grande azienda. ANCHE se l' inaugurazione avverrà giovedì, la nuova attività che ha sede in via Emilia 130/a, ha già aperto i battenti. Si chiama Nolimits e si occupa di telefonia, internet e servizi. Ma per capire meglio di cosa si tratta e cosa ha spinto i titolari, Marcello Carrabba e Giada Rimondi, ad aprire un' azienda nuova in tempi di crisi come questo, siamo entrati direttamente in negozio. «Abbiamo deciso di buttarci in questa avventura? spiegano Carrabba e Rimondi? per tentare di aumentare il volume di affari e vendite, investendo e calcolando tutti i rischi possibili». Ma come mai proprio ad Anzola dell' Emilia? «Siamo arrivati qui? proseguono? in quanto a Crespellano (la zona da cui provengono i titolari, ndr ) non riuscivamo a trovare uno spazio giusto, adatto alle nostre esigenze, poi? sottolineano? Anzola, e la via Emilia, sono da sempre un grande punto di passaggio e hanno al loro fianco una realtà industriale di piccole e medie imprese. Insomma un bacino interessante che riguarda buona parte della Bologna ovest. Quindi avendo trovato tutte queste condizioni abbiamo deciso di partire impiantando qui la sede di Nolimits». Ma quest' attività non è che la figlia di un' azienda, che porta il nome più generale di Area Sonica, nata sei anni fa. All' inizio si occupava solo di internet e web, in seguito, Carrabba, ha deciso di allargare i propri orizzonti. Così è cresciuta anche la Area Sonica Records, un' etichetta discografica indipendente che prende in considerazione artisti emergenti. Infine, con l' apertura di Nolimits ad Anzola, la svolta. «L' etichetta discografica? specificano? vive di vita propria e continua nella sua attività, ma il lavoro sul web, i software gestionali dedicati alle imprese, l' attività di assistenza per personal computer e, da oggi, anche la telefonia mobile, oltre ai contratti per l' energia, sono andati a fondersi in questa nuova attività». La preparazione del personale di Nolimits, poi, è molto attenta a come si trattano i contratti e la clientela. «Stiamo svolgendo? spiega Giada Rimondi? corsi di formazioni specifici per la gestione dei contratti e su come seguire i clienti». Continuando a parlare di Rimondi, comunque, bisogna dire che la sua scelta di rientrare in questa avventura, che ribadiamo, parte da zero, è stata coraggiosa: «Prima di arrivare qui mi occupavo, per una grande azienda nazionale, di packaging. Poi ho deciso di cambiare, nonostante nel luogo in cui mi trovavo avessi uno stipendio sicuro. Nonostante il periodo negativo ci abbiamo provato... tentare, di sicuro, non nuoce». Luca Scarcelli. 3

6 Pagina 125 Il Resto del Carlino Cronaca Il ponte sul Lavino la unisce a Bologna LA STORIA di Lavino di Mezzo, frazione di confine tra i comuni di Bologna e Anzola, è certamente legata a quella del suo ponte sul torrente Lavino. Manufatto, simbolo di unione fra due territori, è anche uno dei luoghi storici e affettivi più importanti. Bello, ma fragile, è stato per secoli il passaggio di frontiera tra Anzola e Bologna. Il ponte, ristrutturato e rammodernato, rappresenta un pezzo importante della storia bolognese e si trova molto nelle cronache sia per gli avvenimenti storici e culturali, sia per i numerosi allagamenti. 4

7 Pagina 125 Il Resto del Carlino Cronaca Una piazza per Enzo Biagi «Lavorò qui per il Carlino» ERANO i primi di marzo del 2009 quando fu intitolata la piazza di Lavino di Mezzo al giornalista Enzo Biagi, scomparso nel novembre del Cerimonia che si svolse alla presenza del sindaco di Anzola Loris Ropa, dell' assessore alle attività produttive Mirna Cocchi e di Bice Biagi e Lucia Massarotti, rispettivamente figlia e nipote di Biagi. «Questo omaggio? disse nell' occasione Bice Biagi? che l' amministrazione comunale di Anzola ha voluto fare a mio padre, mi ha fatto molto piacere. Anche perché da queste parti papà, quando era al Resto del Carlino, era solito venire. Poiché c' era una tipografia che collaborava con il quotidiano bolognese». L' INTITOLAZIONE della piazza la propose Loris Marchesini, capogruppo di maggioranza nel consiglio comunale di Anzola che oggi ricorda: «Enzo Biagi è stato probabilmente il migliore dei giornalisti italiani. Un uomo che ha cominciato da ragazzo a fare le domande che tutti vorremmo fare ai potenti, alla gente comune, ma che pochissimi giornalisti ormai fanno. Domande semplici, senza che contengano le risposte, brucianti, antipatiche, non ammiccanti all' intervistato». E prosegue: «E a fine del 1944 i bombardamenti su Bologna causarono anche disagi al Resto del Carlino, quotidiano con cui collaborava Biagi. Un distaccamento del giornale fu spostato provvisoriamente a Lavino di Mezzo, probabilmente nei locali dell' attuale scuola primaria?arcobaleno'. Quindi Enzo Biagi veniva a lavorare a Lavino di Mezzo, in quel periodo. E per questi motivi l' amministrazione comunale ha voluto rendere omaggio alla memoria di Biagi ricordando anche quel periodo lavinese intitolando oltre quattro anni fa a lui la nuova piazzetta della frazione». E MARCHESINI aggiunge: «L' abc del giornalismo (le cinque domande?obbligatorie' del fare giornalismo all' inglese: when, where, who, what, why) Biagi ha cominciato a praticarlo mentre faceva la Resistenza sulle sue montagne durante la Seconda Guerra Mondiale. Un giornalista che da Pianaccio è andato in tutto il mondo, il giornalista più semplice, più caro a noi bolognesi. Ma che è diventato anche il giornalista?americano' della migliore tradizione della stampa degli States». Pier Luigi Trombetta. 5

8 Pagina 143 Il Resto del Carlino Politica locale Tutti sul palco a fianco delle donne?non DA SOLA' : così è intitolata la serie di appuntamenti promossi dalla sezione di San Giovanni di Amnesty International e patrocinata dal Comune in collaborazione con Udi (Unione Donne in Italia) sezione di Persiceto, Circolo Arci Accatà, Casa delle Donne, Federazione Italiana Go Ju Italia, Percorso di scultura Suria Chandra e Centro Porta Marcolfa, in occasione della?giornata Internazionale contro la violenza sulle donne' che ricorre il 25 novembre. La rassegna, che si svolgerà a Persiceto da oggi sino a mercoledì 4 dicembre, prende il via questo pomeriggio alle 16 nel centro commerciale Porta Marcolfa dove sarà inaugurata l' installazione artistica?nel vento', realizzata dagli allievi del percorso scultura Suria Chandra. Presenzierà Christine Weise, past president Sezione Italia di Amnesty International e il Centro Porta Marcolfa donerà alle donne presenti un fiore, simbolo di dignità e diritti. Lunedì alle 21 si terrà, al teatro comunale di Corso Italia, lo spettacolo?o me m' ama: mosaici di donna tra denuncia, consapevolezza, riscatto', realizzato dal Gruppo 260 di Amnesty International, Circolo Accatà, Udi e Cuciparole, per la regia di Andrea Cortesi. Lo spettacolo, indicato per un pubblico adulto, sarà preceduto dal saluto del sindaco Renato Mazzuca. L' INGRESSO è a offerta libera e il ricavato sarà devoluto alla?casa delle Donne per non subire violenza'. Sempre in occasione della?giornata contro la violenza sulle Donne', la Federazione Italiana Go Ju Italia terrà il?corso introduttivo di difesa personale' martedì alle 20 nella palestra di San Matteo della Decima e mercoledì, sempre alle 20, alla palestra di Persiceto in via Pio IX 5. Il corso, gratuito, affronterà vari temi: dagli aspetti psicologici a quelli fisici come, per esempio, reazione, difesa, come e dove colpire e come cadere. Giovedì alle 20.30, presso Palazzo SS. Salvatore, si parlerà di violenza domestica in tutti i suoi aspetti, da quelli psicologi a quelli fisici ma anche di come riconoscerla, del perché e di come chiedere aiuto, con la conferenza?violenza domestica: parliamone insieme'. Interverranno tra gli altri, Sonia Camprini, assessore alle Politiche sociali, Maria Luisa Viciani del consultorio, Barbara Varesani, operatore dei servizi sociali, Simonetta Corradini di Amnesty, che coordinerà l' incontro, e Sandro Bellassai di?maschile plurale'. Sabato prossimo si terrà in Municipio, alle 15, la tavola rotonda?non da sola: come si previene e contrasta la violenza contro le donne nel nostro territorio' mentre domenica 1 dicembre è in programma, alle 16 in piazza del Popolo, la manifestazione, tra tamburi, flas mob, balli e volo finale di lanterne,?in Continua > 6

9 Pagina 143 < Segue Il Resto del Carlino Politica locale piazza insieme alle donne' in collaborazione con Amnesty.?Non da sola' si concluderà il 4 dicembre al Circolo Arci Accatà con la serata di autoconsapevolezza?la colpa è solo nostra: parole libere per migliora re insieme'. Elisabetta Bacchi Lazzari. 7

10 Pagina 142 Il Resto del Carlino Politica locale Ecco chi era Giancarlo Borghesani GENTILE redazione, per motivi professionali frequento San Giovanni in Persiceto e questa cittadina mi attrae per le sue tradizioni e per la sua cultura. E ho sentito in diverse occasioni che sono state organizzate delle iniziative, mi pare una anche collegata alla scuola, a un personaggio persicetano: Giancarlo Borghesani. Visto che non lo conosco, sono a chiedere pertanto maggiori informazioni su di lui e come mai gli sono stati dedicati eventi culturali. Ringraziando per l' attenzione vi saluto cordialmente. Giorgio Dattilo, San Giovanni in Persiceto. 8

11 Pagina 127 Il Resto del Carlino Politica locale Un premio per ricordare Gian Carlo Borghesani GIAN CARLO Borghesani. Basta pronunciare questo nome a San Giovanni per fare tornare alla memoria un personaggio importante, che ha fatto qualcosa per Persiceto fino all' ultimo giorno della sua vita. Ed ecco che il Lions Club di Persiceto, l' Ainpe (Associazione italiana nella pediatria) e la signora Ivonne Borghesani, vedova del geometra Borghesani, hanno deciso, ogni anno, di attribuire una borsa di studio del valore di mille euro, a un ragazzo, o una ragazza, meritevoli. Quest' anno il premio se lo è aggiudicato l' alunno Federico Leonelli, diplomatosi con 100/100 all' Isis Archimede di San Giovanni, indirizzo geometra, nell' anno scolastico LA CERIMONIA di premiazione, per questa quinta edizione, è stata introdotta dai presidenti Italo Martini e Fabrizio Righi, rispettivamente in rappresentanza del Lions Club San Giovanni in Persiceto ed Ainpe (Associazione italiana nella pediatria). Il pomeriggio è poi proseguito con la consegna del premio?gian Carlo Borghesani', alla presenza del sindaco Renato Mazzuca, di Irene Priolo sindaco del Comune di Calderara, di Angelo Cioci, medico pediatra di fama internazionale all' interno di Ainpe. Alla cerimonia hanno inoltre partecipato il dirigente scolastico dell' Isis Archimede, Giuseppe Riccardo, e gli insegnanti, oltre agli studenti, dell' ultimo anno dell' indirizzo geometri, dal quale usciranno i potenziali futuri premiati. «L' obiettivo del Lions Club San Giovanni in Persiceto e di Ainpe? dichiarano gli organizzatori? è quello di potere coinvolgere direttamente nell' iniziativa i ragazzi premiati affinché siano di esempio agli studenti più giovani». «L' idea di questo riconoscimento? commenta Fabrizio Righi? è nata dopo la scomparsa di Gian Carlo Borghesani, con il fine di ricordare la sua figura». Riguardo invece Federico Leonelli, il vincitore della borsa di studio, si sa che è nato e risiede a Calderara e ha fatto un percorso brillante incassando così la valutazione più alta alla maturità. Il giovane e già bravissimo Federico, ha deciso di iniziare subito il praticantato per essere ammesso all' esame di Stato che gli consentirà l' entrata nell' Albo dei Geometri. Luca Scarcelli. 9

12 Pagina 143 Il Resto del Carlino Politica locale STRADA & STORIA di Gabriele Gallerani. Via Sverginesca, l antico percorso dei servi agresti VIA SVERGINESCA è una delle più antiche strade di Crevalcore. Ricostruendo la storia dell' abbazia di san Silvestro di Nonantola (1784), Girolamo Tiraboschi parla del castel vecchio di Fultignano, distrutto o abbandonato prima del E scrive che il castello di Crevalcore fu costruito verso il 1130 non lontano dalle rovine di Fultignano. Lo storico persicetano Giovanni Forni ( ) riteneva che quest' ultimo fosse collegato a Persiceto da una strada che proseguiva verso il monastero di Nonantola e Verona, congiungendosi ai percorsi che portavano alle Alpi e in Germania. Erano, probabilmente, i percorsi tracciati durante le invasioni barbariche tedesche dal V secolo in poi. Quell' antichissima strada fu detta Guercinesca o Sverginesca, e una parte del tracciato è l' attuale via Sverginesca che da Crevalcore porta al confine con Sant' Agata. Nel suo itinerario, in direzione di ponente, entra a Nonantola e l' attraversa con il toponimo di via Guercinesca, che è identico a quello riportato nei documenti crevalcoresi del XVI secolo. Il toponimo è probabilmente di origine longobarda e si presume sia collegato alla fondazione dell' abbazia di Nonantola. L' ipotesi più accredita è che derivi dal tedesco longobardo warcinii che significa?servi agresti' e? da qui? l' indicazione warcinisca. I warcinii erano i servi della gleba che lavoravano nei campi e nelle stalle. (Ha collaborato Roberto Tommasini) 10

13 Pagina 23 Italia Oggi Al taglia tasse 667 mln Accise e bolli rincarano Oltre 600 milioni per tagliare le tasse, aumento delle accise alle viste, così come per il bollo sui depositi esteri, election day e una manciata di finanziamenti ai policlinici privati, Equitalia ed enti locali a braccetto fino a tutto il 2014, spending review per Bankitalia, Antitrust e authority varie. Sono solo alcune delle misure contenute in un pacchetto di emendamenti al ddl Stabilità presentato ieri sera dal governo nelle commissioni bilancio finanze al Senato, che puntano a chiudere entro domani i lavori per passare il testo all' aula. Per altre misure, invece, si preannuncia qualche dietrofront. Depositi all' estero Sale dall' 1,5 per mille al 2 per mille la patrimoniale sui risparmi depositati all' estero. Stadi Marcia indietro del governo sulla questione stadi (si veda ItaliaOggi del 21 novembre 2013). Nel corso dei lavori nelle commissioni l' esecutivo, tramite il sottosegretario alla presidenza del consiglio Giovanni Legnini (Pd), ha fatto sapere che «dopo le polemiche sulla possibilità che si aprisse la strada a speculazioni immobiliari il governo ha deciso di ritirare l' emendamento presentato lasciando, però, aperta la possibilità di una sua riformulazione da parte dei relatori». Riduzione dell' imposizione fiscale Il fondo per gli interventi strutturali di politica economica, che è destinato anche ad interventi per la riduzione fiscale, è incrementato di 312,3 mln di euro per il 2014, di 290 mln per il 2015 e di 65 mln dal Cartelle esattoriali e spiagge Di nuovo in ballo la questione rottamazione cartelle esattoriali che potrebbe riuscire a trovare spazio all' interno del ddl Stabilità e non più nella delega fiscale. Quest' ultima, però, potrebbe dare asilo al problema del demanio marittimo se il nodo non riuscisse ad essere sciolto nemmeno alla Camera. Fondi Aumentato di 25 mln di euro il fondo per le non autosufficienze che riguarda anche i malati di Sla. In totale vengono, quindi, destinati 275 mln di euro. A favore dei policlinici universitari gestiti direttamente da università non statali arriveranno 50 mln di euro per il 2014 e 35 mln annui per ciascun anno dal 2015 al Per l' ospedale Bambino Gesù stanziati 30 mln di euro nel Stanziati 110 mln di euro nel 2014 per i lavoratori socialmente utili calabresi, napoletani e palermitani. Ridotto da 107 a 27 mln il fondo per le esigenze indifferibili, cioè destinato a una serie di finalità (misure antitratta, Comitato italiano paralimpico, Unione italiana ciechi, policlinici universitari e strutture ospedaliere, Fiera di Verona, vittime del terrorismo). Continua > 11

14 Pagina 23 < Segue Italia Oggi Accise Dal 2017 alla fine del 2018 prevista la possibilità di aumentare l' aliquota delle accise sulla benzina sul gasolio usato come carburante. L' obiettivo è quello di avere un gettito di 220 mln di euro per il 2017 e di 199 mln per Altre misure Tra emendamenti da parte del governo e modifiche proposte dai relatori, Antonio D' Ali (Ncd) e Giorgio Santini (Pd), si profilano ulteriori interventi aventi ad oggetto la proroga della riscossione a Equitalia, nuovi finanziamenti per Lampedusa e per le fondazioni liriche, oltre a 326 mln di euro per l' autotrasporto e una norma fiscale sui leasing. Fumata nera, invece, sulle questione casa. Il nodo, però, dovrà essere sciolto entro domani al fine di rispettare il programma in base al quale, come detto, le votazioni in aula al Senato dovrebbero iniziare il pomeriggio di lunedì Riproduzione riservata. BEATRICE MIGLIORINI 12

15 Pagina 11 Italia Oggi Poche righe nella legge di stabilità toglierebbero alle Regioni i poteri sull' immondizia. Governo, colpo di mano sui rifiuti Gli enti locali sono in rivolta e dicono: «Non passerà» Allarme rifiuti. Per poche righe inserite nella legge di stabilità che non avevano dato nell' occhio. Ad accorgersene sono stati i sindaci dell' Emilia Romagna, che hanno deciso la rivolta. Primo passo: una lettera indirizzata al presidente del consiglio e ai ministri allo Sviluppo economico e all' Ambiente. Secondo passo: la sollecitazione a Vasco Errani, presidente della Regione Emilia Romagna ma anche a capo della Conferenza Stato Regioni, affinchè affronti il problema con l' urgenza imposta dalla discussione in parlamento, già avviata, della legge di stabilità. Ancora: la chiamata alle armi degli altri sindaci italiani. Infine, se non si otterranno attenzione e risultati, una marcia sul parlamento perché «quel provvedimento non deve passare», affermano i sindaci, i quali aggiungono che si tratta di una rivoluzione della monnezza, quindi qualcosa di assai rilevante che non può essere approvata sottobanco e senza coinvolgimento di Regioni e Comuni. In pratica oggi ogni Regione, raccordandosi coi Comuni, emana le direttive sullo smaltimento dei rifiuti nel proprio territorio, ovvero decide sulle discariche, sugli inceneritori, sulla raccolta differenziata ma anche, come spesso avviene, delibera di trattare solo i rifiuti prodotti entro i propri confini. L' articolo 20 del collegato ambientale alla legge di stabilità, approvato dal consiglio dei ministri e all' esame del parlamento cancella tutto questo, toglie il potere decisionale alle Regioni per centralizzarlo in capo allo Stato e consente la libera circolazione dei rifiuti. Ovvero una multiutility o un imprenditore privato potrà accogliere (e bruciare) tutti i rifiuti che vuole, provenienti da qualsiasi regione e magari anche dall' estero, senza che la Regione e il Comune in cui l' impianto si trova possano intervenire. Spiega il sindaco di Misano Adriatico, Stefano Giannini: «in questo modo chi è virtuoso nella raccolta differenziata e ha realizzato impianti di smaltimento diversi dalle discariche, come nella maggior parte dei Comuni della nostra zona, dovrà farsi carico, pro quota, del rifiuto di chi virtuoso non è». Giannini è uno dei firmatari della lettera al veleno inviata ai ministri ma anche al presidente del consiglio. Insieme ai suoi colleghi assicura che impedirà che passi questo strappo sull' immondizia. E ha un diavolo per capello perché la sottrazione della sovranità locale è impacchettata in un concetto Continua > 13

16 Pagina 11 < Segue Italia Oggi altisonante: «la realizzazione di una rete integrata di inceneritori». «Questa rete scrivono i sindaci che prevede flussi di rifiuti sovraregionali appare improponibile, se non la si riferisce a situazioni di emergenza o a fasi transitorie, non per protezionismo o mancanza di solidarietà nazionale, ma perché romperebbero il delicato equilibrio tra responsabilità e premialità, che sostiene i risultati e i comportamenti dei cittadini». Continua la lettera denuncia: «Una programmazione nazionale degli inceneritori richiederebbe una gestione pubblica degli impianti (mentre ora sono per lo più delle multiutility, ndr) per evitare che gli utili derivanti da investimenti pubblici siano a beneficio di capitali privati». I primi cittadini propongono l' alternativa di un piano nazionale di finanziamento di impianti di recupero, in grado di rappresentare anche un business per l' economia. «Un caso emblematico è quello della carta sottolinea la lettera. Le aziende italiane acquistano 1.3 milioni di tonnellate di carta riciclata dall' estero, inoltre 1.6 milioni di tonnellate di carta raccolta in forma differenziata, su un totale di 6.2 milioni, vengono inviate all' estero per trattamento e recupero». Un primo risultato i sindaci l' hanno ottenuto. Alcuni parlamentari si stanno muovendo, per esempio il deputato Pd (stesso partito del ministro all' Ambiente) riminese Tiziano Arlotti: «le preoccupazioni espresse dai sindaci richiedono una risposta adeguata da parte del governo. Il piano nazionale non potrà prescindere dal riconoscere ambiti regionali di politiche dei rifiuti e del loro trattamento e dall' incentivare e sostenere i territori virtuosi affinché abbiano un adeguato riconoscimento dei risultati raggiunti, diversamente dalle realtà territoriali e regioni che non rispettano i tempi e le norme». L' iniziativa dei sindaci sta mobilitando le associazioni ambientaliste e stanno sorgendo pure comitati antispazzatura. «Una montagna di rifiuti proveniente da ogni parte d' Italia», dice Liana Barbati, presidente del gruppo Idv alla Regione Emilia Romagna, «è in partenza per gli inceneritori emiliani, pronta a riempire le tasche delle multiutility Hera e Iren. In pratica il ministro all' Ambiente dice: usiamo e potenziamo gli impianti di incenerimento esistenti. Ancora una volta chi ha fatto il proprio dovere viene punito, in questo caso diossinificato» La querelle cementa a livello locale le larghe intese. Concorda Marco Lombardi, consigliere regionale Pdl: «la norma prevede un nuovo e più ampio utilizzo degli inceneritori presenti sul territorio nazionale, penalizzando la virtuosità dei cittadini dei comuni vicini agli inceneritori i quali, anziché incentivati verrebbero ripagati con maggiori rifiuti provenienti da altre parti d' Italia senza alcun vantaggio tariffario o ambientale». L' affaire immondizia fa passare, per un attimo, in secondo piano il caos delle tariffe dei rifiuti, coi Comuni che non sanno che pesci pigliare tra Tarsu, Tares, Tasi, Tari, Tuc. Ognuno va per la sua strada, Roma ha deciso per la Tares, così come Milano che però chiede il conguaglio rispetto alla vecchia tassa, al Sud invece prevale la Tarsu. In ogni caso il Codacons stima che, indipendentemente dal nome, ogni famiglia dovrà pagare 77 euro in più. Davvero un rebus. Se poi si aggiungerà la guerriglia tra Stato e Comuni sulle norme per lo smaltimento, apriti cielo, la monnezza diventerà un' emergenza nazionale. Conclude Gabriele Folli, assessore grillino all' Ambiente del Comune di Parma: «per il nostro territorio quanto previsto nella legge di stabilità sarebbe deleterio perché porterebbe ad ingessare gli impianti di incenerimento ancora per decine di anni proprio mentre si sta avviando una proficua discussione che va verso il progressivo spegnimento. Le pare sia possibile accettare una cosa del genere?». Riproduzione riservata. GIORGIO PONZIANO 14

17 Pagina 29 Italia Oggi Le indicazioni dell' Istituto sulle modalità alternative di comunicazione degli addebiti. L' avviso Inps lo porta il messo Comuni in campo se la raccomandata non va a buon fine. L' Inps arruola i comuni per notificare gli avvisi di addebito. In caso di mancata consegna tramite Postel, infatti, l' istituto previdenziale tenterà la notifica tramite Pec e, se non risulta disponibile un indirizzo di posta elettronica certificata, si rivolgerà agli enti locali affinché procedano alla notifica tramite messo comunale. Lo stabilisce l' Istituto nel msg. n di ieri, disciplinando modalità alternative di notifica degli avvisi di addebito che finora sono stati inviati esclusivamente tramite il canale postale (raccomandata a/r). L' avviso di addebito. L' avviso di addebito è utilizzato dall' Inps per richiedere il pagamento sia di somme dovute a titolo di contributi non versati alla scadenza mensile o periodica (omissione), sia di quelle accertate come dovute da uffici od organi di vigilanza anche di altri enti (evasione). L' avviso dà tempo 60 giorni dalla notifica per pagare, trascorsi i quali l' agente della riscossione può avviare le procedure di espropriazione forzata, con i poteri, le facoltà e le modalità che disciplinano la riscossione a mezzo ruolo. La notifica. Quali strumenti per la notifica degli avvisi la normativa (art. 30 del dl n. 78/2010) individua «in via prioritaria» la posta elettronica certificata, Pec, all' indirizzo risultante dagli elenchi previsti dalla legge; ovvero «messi comunali o agenti della polizia municipale», senza escludere la raccomandata con avviso di ricevimento. In attesa del completamento del sistema di notificazione tramite Pec, l' Inps ha scelto la modalità dell' invio di raccomandata a/r procedendo alla postalizzazione massiva degli avvisi di addebito. In caso di mancata notifica postale generalmente l' Inps verifica gli indirizzi dei destinatari sulle diverse banche dati cui ha accesso (tributarie, fiscali ecc. ), quindi procede ad annullare l' avviso per emetterne uno nuovo con le informazioni aggiornate. Alcune sedi dell' Inps, tuttavia, hanno sollevato la questione circa la possibilità di utilizzare modalità di notifica alternative a quella postale, qualora uno o più tentativi di invio a mezzo raccomandata a/r non siano risultati a buon fine o qualora, già dopo il primo inesito, risulti impossibile reperire un indirizzo utile per una seconda emissione dell' avviso, diverso da quello indicato in anagrafe tributaria. L' Inps risponde affermativamente e detta le nuove istruzioni operative che, peraltro, consentono di non procedere all' annullamento all' avviso risultato inesitato. Le nuove modalità. Per le imprese individuali o costituite in forma societaria che non siano cessate e Continua > 15

18 Pagina 29 < Segue Italia Oggi che, ai sensi delle vigenti norme (art. 16 dl n. 185/2008 e art. 5 dl n. 179/2012) abbiano assolto l' obbligo di dotarsi di una casella di Pec, l' Inps ammette, a fronte di un avviso di addebito inesitato, di re inviare l' avviso originario tramite Pec e, dunque, senza procedere al previo annullamento per inesito. L' indirizzo Pec, spiega l' Inps, va ricercato su «anagrafica unica» Inps oppure sulle banche dati della Cciaa o sul sito Nei casi in cui non è possibile utilizzare la Pec, invece, diventa possibile far ricorso alla notifica per il tramite del messo comunale, previa specifica richiesta (modello allegato al messaggio) da inoltrarsi all' ufficio messi del comune interessato (quello di residenza dei contribuenti destinatari degli avvisi). DANIELE CIRIOLI 16

19 Pagina 3 Italia Oggi Letta e Saccomanni a muso duro con l' Europa. Il premier: no agli ayatollah del rigore. La legge di stabilità non si tocca Decadenza Berlusconi, si vota il 27. Ligresti inguaia La Russa. Italia a muso duro con l' Europa. La legga di stabilità non si tocca. L' Italia dice stop al rigore. Ed è pronta a dare battaglia in Europa per ottenere gli spazi e i margini di manovra necessari per dedicare risorse non soltanto alla riduzione del debito, ma anche alla crescita. La presa di posizione del ministro dell' Economia Fabrizio Saccomanni, a Bruxelles per la riunione straordinaria dell' Eurogruppo, è netta. Enrico Letta, aveva già espresso un no deciso «agli ayatollah del rigore». La legge di stabilità non è stata bocciata e non cambierà. Il ministro dell' Economia ha spiegato che i rilievi del commissario Ue per gli affari economici e monetari Olli Rehn erano basati su «un testo del 15 ottobre scorso, da allora è passato un mese e ci sono state nuove cose: le misure sulle privatizzazioni, la spending review, il progetto per le quote della Banca d' Italia e altre cose che secondo noi rispondono ai rilievi della Commissione». Saccomanni ha poi fatto riferimento a una dichiarazione del presidente dell' Eurogruppo Jeroen Dijsselbloem, che aveva puntualizzato come la commissione non abbia «rispedito indietro» nessuna delle bozze di bilancio presentate dagli stati membri. «A nessun paese è stato richiesto di presentare un piano di bilancio alternativo a quello presentato, come ha detto Dijsselbloem, quindi», ha puntualizzato il ministro, «si tratta di capire bene le misure già prese. Mi dispiace per il 'partito della bocciatura'». Il ministro ha poi aggiunto che, con il piano di privatizzazioni, per un incasso previsto di 12 miliardi, «si apre una nuova stagione in cui l' Italia diventa di nuovo aperta per gli investimenti internazionali» e quindi si tratta di «una misura che ha, anche questa, una sua caratteristica strutturale, dopo un periodo in cui sembrava che fossimo nuovamente chiusi o emarginati dal flusso dei grandi investitori internazionali». L' impegno del ministro è tutto per la riduzione dello «stock del debito e tutto è utile perché una volta che scende, se le politiche sono virtuose, non sale». Per quanto riguarda le disposizioni per il rientro dei capitali all' estero, Saccomanni ribadisce che non rappresentano «un condono e neppure uno scudo» spiegando che si tratta di un intervento strutturale perché incide nelle relazioni dello Stato con il contribuente «distinguendo tra il contribuente onesto e collaborativo e quello che non collabora». «Sul fronte europeo siamo tirati da alcuni ayatollah del rigore per i quali non sembra mai abbastanza, e sul fronte italiano Continua > 17

20 Pagina 3 < Segue Italia Oggi siamo tirati dai troppi che pensano che basta semplicemente mettersi a fare debito e deficit, e dare soldi, pensando così che il nostro debito ce la farà», ha detto Letta. «La stagione del solo rigore va lasciata alle spalle, ma la crescita deve essere basata su conti in ordine, sulla solidità dei conti.dobbiamo rifuggire dalla logica del debito», ha ripetuto Letta. «Siamo stati scolari discoli sul terreno del debito pubblico, ma molto accorti sul terreno del debito privato, ora proprio su questo dobbiamo cercare il rilancio», conclude Letta. Il premier ha detto che entro il 2013 sarà necessario completare l' unione bancaria e ha osservato che strumento decisivo per la crescita sarà la Banca europea per gli investimenti. È sbagliato, secondo Letta, «dare tutto il peso a un unico strumento, la Bce, anche se grazie alla guida autorevole di un italiano, Mario Draghi, ha consentito di calmare la crisi», ha detto, spiegando come la Bce non può fare sviluppo e bisogna «rafforzare la Bei che può favorire le imprese con la possibilità di lavorare insieme alle tre grosse casse deposito e prestito, italiana, francese e tedesca che possono essere strumenti di garanzia per le Pmi. Se non riusciamo a fare questa battaglia a livello europeo possiamo fare piccole battaglie nazionali, ma è tutto più difficile». Fra le coperture per la cancellazione della seconda rata Imu c' è l' aumento al 128% per il 2013 (al 127% nel 2014) dell' acconto Ires per banche e assicurazioni, oltre all' aumento delle accise su carburanti a partire dal Tornando alle beghe interne, la politica deve ancora una volta occuparsi di Silvio Berlusconi. Il presidente del Senato, Piero Grasso, ha ribadito che il voto in Senato sulla decadenza di Berlusconi resta fissato per il 27 novembre. Dunque, il presidente Grasso dice no ad una nuova convocazione dell' ufficio di presidenza sulle pregiudiziali del centrodestra: «Questione formalmente chiusa il 6 novembre, non risulta che componenti della Giunta abbiano rivelato elementi riferibili alla Camera di consiglio». «Non si ravvisano gli estremi per una nuova convocazione del Consiglio di Presidenza», scrive Grasso in risposta ai senatori ex Pdl che avevano chiesto una nuova riunione e un rinvio del voto sulla decadenza di Berlusconi. Scontato l' attacco di Sandro Bondi a Grasso: partigiano, non ha mai smesso le vesti di magistrato. La replica: «Ai posteri l' ardua sentenza». La decisione di Grasso ricompatta Forza Italia e Ncd di Angelino Alfano che, all' ipotesi del governo di blindare il voto alla legge di stabilità con la fiducia per poi «sfogarsi» votando la decadenza di berlusconi, regisce. Ci vuole il tempo che ci vuole, la legge di stabilità riguarda milioni di italiani e non si può mettere la fiducia e votarla in due giorni perché mercoledì il Pd vuole far decadere Berlusconi da senatore. È questa la linea che il vicepremier avrebbe dettato ad alcuni senatori del Nuovo centrodestra in un incontro che si è svolto proprio a Palazzo Madama. Fonsai ha versato quasi 452mila euro a Ignazio La Russa a titolo di «parcelle spese sinistri» e «altre prestazioni di servizi» nel 2009 e nel È quanto emerge dagli atti depositati con la chiusura delle indagini a carico dell' ex numero uno dell' Isvap Giancarlo Giannini e di Salvatore Ligresti. È il servizio ispettorato dell' Isvap nel 2011 a chiedere chiarimenti a Fondiaria su una serie di «operazioni significative e di operazioni con parti correlate». Tra queste, ci sono le operazioni con Ignazio La Russa, Vincenzo La Russa (consigliere di Fonsai) e Antonino Geronimo La Russa. In particolare, dai documenti agli atti dell' inchiesta milanese risulta che Milano Assicurazioni ha corrisposto all' ex Ministro e attuale parlamentare di Fratelli d' Italia nel 2009 circa 199mila euro per «altre prestazioni di servizi»; nello stesso anno Fondiaria Sai gli ha versato 98mila euro per «parcelle di spese e sinistri»; nel 2010 Fondiaria Sai ha versato circa 76mila euro per «parcelle spese sinistri» e Milano Assicurazioni 77mila euro per altre prestazioni di servizi. «Eventuali parcelle incassate nel 2009 e 2010 e comunque mentre ero ministro», replica l' ex ministro della Difesa, «si riferiscono a pratiche acquisite e svolte negli anni precedenti. Si tratta in ogni caso di parcelle relative al legittimo lavoro professionale». Matteo Renzi, sindaco di Firenze e aspirante segretario del Pd pensa in grande. «Pensavo di avere un po' meno consensi tra gli iscritti, l' 8 dicembre punto almeno al 50 per cento» del partito. Ma chi teme uno sgambetto al governo, invece, deve appuntarsi queste parole: «Io non sono contro Letta, sono per l' Continua > 18

MENO TASSE, SUD E INVESTIMENTI: LA MANOVRA CHE NON VEDRETE MAI

MENO TASSE, SUD E INVESTIMENTI: LA MANOVRA CHE NON VEDRETE MAI 1057 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com MENO TASSE, SUD E INVESTIMENTI: Editoriale de Il Giornale, 1 novembre 2015 1 novembre 2015 a cura di Renato Brunetta 2 Era fine agosto e la confusione

Dettagli

DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Venerdì, 27 giugno 2014

DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Venerdì, 27 giugno 2014 DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Venerdì, 27 giugno 2014 26/06/2014 Emilianet 27/06/2014 Gazzetta di Modena Pagina 17 27/06/2014 Il Resto del Carlino (ed. Modena) Pagina 13 27/06/2014 La Nuova Prima Pagina

Dettagli

CONFESERCENTI Martedì, 10 marzo 2015

CONFESERCENTI Martedì, 10 marzo 2015 CONFESERCENTI Martedì, 10 marzo 2015 CONFESERCENTI Martedì, 10 marzo 2015 10/03/2015 Gazzetta di Modena Pagina 10 «Rifiuti, leggi scoordinate» 1 10/03/2015 Il Resto del Carlino (ed. Modena) Pagina 5 «Siamo

Dettagli

LA LEGGE DI STABILITA 2014-2016: IL MAXIEMENDAMENTO DEL GOVERNO

LA LEGGE DI STABILITA 2014-2016: IL MAXIEMENDAMENTO DEL GOVERNO 478 LA LEGGE DI STABILITA 2014-2016: IL MAXIEMENDAMENTO DEL GOVERNO 29 novembre 2013 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente

Dettagli

COSTRUIRE PREVIDENZA. Diamo Dignità alla Nostra Pensione. -Programma elettorale-

COSTRUIRE PREVIDENZA. Diamo Dignità alla Nostra Pensione. -Programma elettorale- COSTRUIRE PREVIDENZA Diamo Dignità alla Nostra Pensione -Programma elettorale- Una risposta alla crisi Negli ultimi anni il calo dei redditi dei professionisti è stato di significativo. Il risultato è

Dettagli

CONFESERCENTI Giovedì, 01 ottobre 2015

CONFESERCENTI Giovedì, 01 ottobre 2015 CONFESERCENTI Giovedì, 01 ottobre 2015 CONFESERCENTI Giovedì, 01 ottobre 2015 01/10/2015 Gazzetta di Modena Pagina 15 Da oggi fermi anche gli Euro 3 E i vigili fanno i "dissuasori" 1 01/10/2015 Il Resto

Dettagli

Seminario Fiom-Cgil: Riprendere il cammino dello sviluppo si può: serve una. vera Europa sociale ed un altra politica industriale

Seminario Fiom-Cgil: Riprendere il cammino dello sviluppo si può: serve una. vera Europa sociale ed un altra politica industriale Seminario Fiom-Cgil: Riprendere il cammino dello sviluppo si può: serve una vera Europa sociale ed un altra politica industriale Roma Camera dei Deputati 14 Gennaio 2015 Maurizio LANDINI segretario generale

Dettagli

COMUNE DI ANZOLA Venerdì, 23 gennaio 2015

COMUNE DI ANZOLA Venerdì, 23 gennaio 2015 COMUNE DI ANZOLA Venerdì, 23 gennaio 2015 COMUNE DI ANZOLA Venerdì, 23 gennaio 2015 Politica locale 23/01/2015 La Repubblica (ed. Bologna) Pagina 7 SILVIA BIGNAMI Riforme, i renziani ai dissidenti Pd:

Dettagli

i dossier ECCO COME RENDERE LA TASSA E SALVARE I CONTI DELLO STATO www.freenewsonline.it www.freefoundation.com a cura di Renato Brunetta

i dossier ECCO COME RENDERE LA TASSA E SALVARE I CONTI DELLO STATO www.freenewsonline.it www.freefoundation.com a cura di Renato Brunetta 315 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com ECCO COME RENDERE LA TASSA E SALVARE I CONTI Editoriale de Il Giornale, 4 febbraio 2013 4 febbraio 2013 a cura di Renato Brunetta 2 Dopo l impegno

Dettagli

D.L. 30 dicembre 2013, n. 151

D.L. 30 dicembre 2013, n. 151 D.L. 30 dicembre 2013, n. 151 Disposizioni di carattere finanziario indifferibili, finalizzate a garantire la funzionalità di enti locali, la realizzazione di misure in tema di infrastrutture, trasporti

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. Giovedì, 26.03.2015. Il Sole 24 Ore 1 Stretta sulle stazioni appaltanti

RASSEGNA STAMPA. Giovedì, 26.03.2015. Il Sole 24 Ore 1 Stretta sulle stazioni appaltanti RASSEGNA STAMPA Giovedì, 26.03.2015 Il Sole 24 Ore 1 Stretta sulle stazioni appaltanti Il Secolo XIX - Ed. Levante 1 Statali via libera ai licenziamenti. Cambiano i concorsi 2 La sforbiciata delle partecipate

Dettagli

MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi.

MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi. LA CENTRALE RISCHI Di Emanuele Bellano MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi. Noi volevamo avere qualche informazione per un mutuo. Allora

Dettagli

Sulle prospettive del servizio idrico in Italia. Intervista del Gruppo 183 all Onorevole Mariani

Sulle prospettive del servizio idrico in Italia. Intervista del Gruppo 183 all Onorevole Mariani Sulle prospettive del servizio idrico in Italia. Intervista del Gruppo 183 all Onorevole Mariani 11 novembre 2011 Gruppo 183: onorevole Mariani, come giudica la fase che attraversa l organizzazione dei

Dettagli

QUANTITATIVE EASING I principali commenti delle testate internazionali e nazionali

QUANTITATIVE EASING I principali commenti delle testate internazionali e nazionali a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia Berlusconi Presidente Il Popolo della Libertà 864 QUANTITATIVE EASING I principali commenti delle testate internazionali e nazionali

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Margherita impiegata

Dettagli

a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia Berlusconi Presidente Il Popolo della Libertà NO TAX DAY 29-30 novembre 2014

a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia Berlusconi Presidente Il Popolo della Libertà NO TAX DAY 29-30 novembre 2014 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia Berlusconi Presidente Il Popolo della Libertà 838 NO TAX DAY 29-30 novembre 2014 GETTITO DA TASSAZIONE IMMOBILI 2011 (governo Berlusconi:

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. Sabato, 10.01.2015. Il Sole 24 Ore

RASSEGNA STAMPA. Sabato, 10.01.2015. Il Sole 24 Ore RASSEGNA STAMPA Sabato, 10.01.2015 Il Sole 24 Ore 1 «Pa, con altri tagli indistinti servizi a rischio» 2 Silenzio-assenso per tutte le Pa 3 «Split payment» sulle fatture 2015 4 Doppio binario in contabilità

Dettagli

CATEGORIA DATA ARTICOLO TITOLO PAGINA

CATEGORIA DATA ARTICOLO TITOLO PAGINA INDICE CATEGORIA DATA ARTICOLO TITOLO PAGINA Il Messaggero Terni Il Messaggero Terni 08/01/2015 Il dicembre nero del commercio «Mai così male» Il Messaggero Terni 29/12/2014 Acqua e rifiuti Confesercenti

Dettagli

Pensioni: correggere le gravi criticità della riforma Futuro a rischio per 350 mila lavoratori. La questione non è chiusa

Pensioni: correggere le gravi criticità della riforma Futuro a rischio per 350 mila lavoratori. La questione non è chiusa Pensioni: correggere le gravi criticità della riforma Futuro a rischio per 350 mila lavoratori. La questione non è chiusa Secondo le stime più attendibili, di 350 mila lavoratori che si trovano a dover

Dettagli

OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE.

OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE. PUNTO N. 6 DEL 27/06/2011 OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE. PRESIDENTE: Prima di passare al punto successivo, volevo dire che probabilmente per quanto

Dettagli

BONUS IRPEF: CHI CI GUADAGNA E CHI CI PERDE

BONUS IRPEF: CHI CI GUADAGNA E CHI CI PERDE a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 664 BONUS IRPEF: CHI CI GUADAGNA E CHI CI PERDE 28 aprile 2014 INDICE 2 10 milioni

Dettagli

L O.S.Po.L. pur recependo le buone intenzioni dei rappresentanti del Sindaco ha richiesto un incontro formale con il Sindaco Marino entro 15 giorni.

L O.S.Po.L. pur recependo le buone intenzioni dei rappresentanti del Sindaco ha richiesto un incontro formale con il Sindaco Marino entro 15 giorni. Lo Sciopero della Polizia Locale di Roma Capitale Oltre 1.000 vigili hanno sfilato per la città Il Deputato Europeo Roberta Angelilli inoltra al Parlamento Europeo interrogazione A testa alta gli uomini

Dettagli

progetto di riqualificazione urbana dei Lidi di Comacchio sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli

progetto di riqualificazione urbana dei Lidi di Comacchio sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli Allegato 1 PUNTO N. 6 all'o.d.g.: Progetto di Riqualificazione urbana Lidi di Comacchio in sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli Scacchi Prestito obbligazionario "Comune di Comacchio

Dettagli

PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ENRICO LETTA IN CONFERENZA STAMPA

PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ENRICO LETTA IN CONFERENZA STAMPA DEBITI P.A. decreto del fare Di Emanuele Bellano PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ENRICO LETTA IN CONFERENZA STAMPA L impegno che il Ministero dell Economia in particolare sta attuando con grande determinazione

Dettagli

IL CONSIGLIO REGIONALE TAGLIA DEL 50 PER CENTO I COSTI DELLA POLITICA: LA LOMBARDIA E LA REGIONE PIU VIRTUOSA

IL CONSIGLIO REGIONALE TAGLIA DEL 50 PER CENTO I COSTI DELLA POLITICA: LA LOMBARDIA E LA REGIONE PIU VIRTUOSA Lombardia Libera Bollettino a cura del Gruppo Lega Nord in Regione Lombardia (Fonti utilizzate: agenzia di stampa Lombardia Notizie e sito web Regione Lombardia) IL CONSIGLIO REGIONALE TAGLIA DEL 50 PER

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 931

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 931 Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 931 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa dei senatori LANNUTTI, BELISARIO, ASTORE, BUGNANO, CAFORIO, CARLINO, DE TONI, DI NARDO, GIAMBRONE, LI GOTTI, MASCITELLI, PARDI,

Dettagli

Emergenza rifugiati dalla Libia: ecco cosa (non) ha funzionato in questi due anni

Emergenza rifugiati dalla Libia: ecco cosa (non) ha funzionato in questi due anni 1) Emergenza rifugiati dalla Libia. Ecco cosa (non) ha funzionato in questi due anni di Matteo Colombo http://www.campusmultimedia.net/2013/03/27/emergenza-rifugiati-dalla-libia-ecco-cosa-non-hafunzionato-in-questi-due-anni/

Dettagli

Via Milano 4 26100 CREMONA Tel. 0372-22178 Fax 0372-460764 RELAZIONE DEL PRESIDENTE

Via Milano 4 26100 CREMONA Tel. 0372-22178 Fax 0372-460764 RELAZIONE DEL PRESIDENTE ASSOCIAZIONE PROV.LE IMPRESE DI MECCANIZZAZIONE AGRICOLA Via Milano 4 26100 CREMONA Tel. 0372-22178 Fax 0372-460764 RELAZIONE DEL PRESIDENTE 18 febbraio 2015 1 Autorità, amici Soci, cortesi Ospiti, nel

Dettagli

a cura del Rag. Daniele LAURENTI, commercialista e revisore contabile

a cura del Rag. Daniele LAURENTI, commercialista e revisore contabile Carlin Laurenti & associati STUDIO COMMERCIALISTI e REVISORI 45014 PORTO VIRO (RO) Via Mantovana n. 86 tel 0426.321062 fax 0426.323497 per informazioni su questa circolare: evacarlin@studiocla.it Circolare

Dettagli

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/7

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/7 1/7 CAMERA DEI DEPUTATI SENATO DELLA REPUBBLICA COMMISSIONE PARLAMENTARE DI INCHIESTA SULLE ATTIVITÀ ILLECIRE CONNESSE AL CICLO DEI RIFIUTI RESOCONTO STENOGRAFICO MISSIONE MARTEDÌ 14 LUGLIO 2009 PRESIDENZA

Dettagli

LA MANOVRA SALVA ITALIA

LA MANOVRA SALVA ITALIA Circolare n. 1 del 10/01/2012 LA MANOVRA SALVA ITALIA Il Governo Monti con il decreto 06/12/2011 n. 201, convertito in legge n. 214 del 28/12/2011 ha adottato una serie di provvedimenti a largo raggio

Dettagli

La manovra del governo Monti

La manovra del governo Monti 1 La manovra del governo Monti La manovra del governo Monti realizza un intervento di dimensioni sostanzialmente costanti, tra i 20 e i 21 miliardi, in ciascuno degli anni del triennio 2012-2014 (20,185

Dettagli

IV Forum Confcommercio sul Fisco

IV Forum Confcommercio sul Fisco IV Forum Confcommercio sul Fisco Intervento del Ministro dell Economia e delle Finanze Prof. Pier Carlo Padoan al IV Forum Confcommercio sul Fisco Meno tasse, meno spesa Binomio per la ripresa Roma, 22

Dettagli

COMUNE DI MALALBERGO PROVINCIA DI BOLOGNA

COMUNE DI MALALBERGO PROVINCIA DI BOLOGNA Signore Consigliere e Signori Consiglieri, Mai, dal dopoguerra ad oggi, ci siamo trovati ad affrontare una crisi economica e sociale delle dimensioni e della durata pari a quella che stiamo vivendo. Negli

Dettagli

INTERVENTO del card. Giuseppe BETORI

INTERVENTO del card. Giuseppe BETORI Convegno Regionale FISM Toscana 2014 LE SCUOLE PARITARIE E IL MODELLO TOSCANO. LAVORI IN CORSO! Novità, impegni e progetti per un sistema scolastico realmente integrato e paritario Firenze, Convitto della

Dettagli

Convegno Indicam Contraffazione, abusivismo e amministrazioni locali Milano, 31 gennaio 2001

Convegno Indicam Contraffazione, abusivismo e amministrazioni locali Milano, 31 gennaio 2001 Convegno Indicam Contraffazione, abusivismo e amministrazioni locali Milano, 31 gennaio 2001 Quali strade per il futuro? Il ruolo della regione nell ottica della devolution (*) Guido Della Frera Assessore

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 998 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato ANGELA NAPOLI Disposizioni per la tutela dei risparmiatori e istituzione del Fondo di garanzia

Dettagli

CIRCOLARE DEL 14 MARZO 2011. Ai gentili Clienti Loro sedi IL MILLEPROROGHE È LEGGE SINTESI DEI CONTENUTI

CIRCOLARE DEL 14 MARZO 2011. Ai gentili Clienti Loro sedi IL MILLEPROROGHE È LEGGE SINTESI DEI CONTENUTI CIRCOLARE DEL 14 MARZO 2011 Ai gentili Clienti Loro sedi IL MILLEPROROGHE È LEGGE SINTESI DEI CONTENUTI Il c.d. Decreto Milleproroghe - D.L. n.225 del 29 dicembre 2010 - è stato convertito con la legge

Dettagli

La cultura manageriale per il rilancio del Paese Roma, 18 novembre 2013

La cultura manageriale per il rilancio del Paese Roma, 18 novembre 2013 Relazione dei Presidente CIDA, Silvestre Bertolini La cultura manageriale per il rilancio del Paese Roma, 18 novembre 2013 Prima di iniziare, vorrei ringraziare le autorità presenti in sala, che è sempre

Dettagli

COMUNE DI TERRALBA. (Provincia di Oristano) n. 12 Del 08/07/2014

COMUNE DI TERRALBA. (Provincia di Oristano) n. 12 Del 08/07/2014 COMUNE DI TERRALBA (Provincia di Oristano) DELIBERAZIONE del Consiglio Comunale n. 12 Del 08/07/2014 OGGETTO: APPROVAZIONE DEI REGOLAMENTI DI DISCIPLINA DELL IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC) - APPROVAZIONE

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. Martedì, 24.02.2015. Il Sole 24 Ore. Il Secolo XIX - Ed. Levante. 1 Split payment, rimborsi semplificati

RASSEGNA STAMPA. Martedì, 24.02.2015. Il Sole 24 Ore. Il Secolo XIX - Ed. Levante. 1 Split payment, rimborsi semplificati RASSEGNA STAMPA Martedì, 24.02.2015 Il Sole 24 Ore 1 Split payment, rimborsi semplificati 2 Precompilata, deleghe dettagliate 3 Statali, pronte le tabelle per la mobilità Il Secolo XIX - Ed. Levante 1

Dettagli

COMUNE DI S AN G I O V AN N I I N P E R S I C E T O CONSULTA DI FRAZIONE BUDRIE-CASTAGNOLO-TIVOLI

COMUNE DI S AN G I O V AN N I I N P E R S I C E T O CONSULTA DI FRAZIONE BUDRIE-CASTAGNOLO-TIVOLI COMUNE DI S AN G I O V AN N I I N P E R S I C E T O CONSULTA DI FRAZIONE BUDRIE-CASTAGNOLO-TIVOLI Segreteria della Consulta tel 051/6812708 - fax 051/6812759 - e mail: rmanganelli@comunepersiceto.it sito

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DELL IMPOSTA UNICA COMUNALE

REGOLAMENTO COMUNALE DELL IMPOSTA UNICA COMUNALE REGOLAMENTO COMUNALE DELL IMPOSTA UNICA COMUNALE Allegato alla Deliberazione Consiliare.., n. TITOLO I Art. 1 Oggetto del Regolamento Finalità ed Ambito di applicazione Il presente regolamento, adottato

Dettagli

IMPOSTA UNICA COMUNALE (I.U.C.) REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DEL TRIBUTO PER I SERVIZI INDIVISIBILI (TASI)

IMPOSTA UNICA COMUNALE (I.U.C.) REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DEL TRIBUTO PER I SERVIZI INDIVISIBILI (TASI) ALLEGATO B IMPOSTA UNICA COMUNALE (I.U.C.) REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DEL TRIBUTO PER I SERVIZI INDIVISIBILI (TASI) Indice Art. 1 - Oggetto e scopo del regolamento Art. 2 Decorrenza del tributo e soggetto

Dettagli

Cristina Tajani, ricercatrice, Università Statale di Milano

Cristina Tajani, ricercatrice, Università Statale di Milano Cristina Tajani, ricercatrice, Università Statale di Milano A me dispiace non poter portare un contributo concreto come quelli interessantissimi che sono stati presentati. Io penso che soprattutto i dati

Dettagli

LA LEGGE DI STABILITÀ. www.governo.it

LA LEGGE DI STABILITÀ. www.governo.it LA LEGGE DI STABILITÀ INTERVENTI PER PERSONE, FAMIGLIE, SOCIETÀ INTERVENTI PER LE IMPRESE INVESTIMENTI LA SERVICE TAX IL COFINANZIAMENTO DEI FONDI STRUTTURALI EUROPEI 2014-2020 INTERVENTI PER PERSONE,

Dettagli

CASA E LAVORO: LE PRIORITÀ CONDIVISE

CASA E LAVORO: LE PRIORITÀ CONDIVISE La trasparenza nelle Istituzioni: FACCIAMO IL PUNTO SULL ATTIVITÀ DI GOVERNO Aggiornato al 28 agosto 2013 IL GOVERNO LETTA E LA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO: CASA E LAVORO: LE PRIORITÀ CONDIVISE Nelle pagine

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA N. 201 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa della senatrice BURANI PROCACCINI COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 4 MAGGIO 2006 (*) Modifica all articolo 110 del testo unico delle

Dettagli

COMUNE DI PARABITA CONSIGLIO COMUNALE DEL 9 MAGGIO 2011. PUNTO 2 O.D.G. aggiuntivo

COMUNE DI PARABITA CONSIGLIO COMUNALE DEL 9 MAGGIO 2011. PUNTO 2 O.D.G. aggiuntivo COMUNE DI PARABITA CONSIGLIO COMUNALE DEL 9 MAGGIO 2011 PUNTO 2 O.D.G. aggiuntivo Sistemazione attrezzature sportive all interno dell area di proprietà comunale in Via Gorizia. Modifica deliberazione C.C.

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

Chi manovra? La calura di questa seconda metà d'agosto non ferma l'attività del SAP che sta seguendo e monitorando. La vera battaglia si combatte

Chi manovra? La calura di questa seconda metà d'agosto non ferma l'attività del SAP che sta seguendo e monitorando. La vera battaglia si combatte 34 Notiziario della Segreteria Generale del Sindacato Autonomo di Polizia Direttore Politico: NICOLA TANZI Direttore Responsabile: MASSIMO MONTEBOVE Registrazione Tribunale Roma n. 98 del 21 febbraio 2000

Dettagli

Relazione del Presidente dell ABI Antonio Patuelli

Relazione del Presidente dell ABI Antonio Patuelli ACRI 91ª GIORNATA MONDIALE DEL RISPARMIO Risparmio e ripresa in una nuova Europa Relazione del Presidente dell ABI Antonio Patuelli Roma, Palazzo della Cancelleria 28 ottobre 2015. INTERVENTI ABI 2015

Dettagli

MARONI TOGLIE IL BOLLO AI MOTORINI La proposta della Lega Nord ora è realtà

MARONI TOGLIE IL BOLLO AI MOTORINI La proposta della Lega Nord ora è realtà Lombardia Libera Bollettino a cura del Gruppo Lega Nord in Regione Lombardia (Fonti utilizzate: agenzia di stampa Lombardia Notizie e siti web Regione Lombardia) MARONI TOGLIE IL BOLLO AI MOTORINI La proposta

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

Rassegna Stampa del 23-09-2010

Rassegna Stampa del 23-09-2010 Roma 23 settembre 2010 Rassegna Stampa del 23-09-2010 PRIME PAGINE 23/09/2010 Corriere della Sera Prima pagina... 1 23/09/2010 Sole 24 Ore Prima pagina... 2 23/09/2010 Repubblica Prima pagina... 3 23/09/2010

Dettagli

PRIMA PAGINA Edilizia e Territorio - 2013-01-19 - Pag. 1 Vedi ritaglio giornale» RIFORMA FORNERO «Fine lavori» più cara dal 2016

PRIMA PAGINA Edilizia e Territorio - 2013-01-19 - Pag. 1 Vedi ritaglio giornale» RIFORMA FORNERO «Fine lavori» più cara dal 2016 PRIMA PAGINA Edilizia e Territorio - 2013-01-19 - Pag. 1 Vedi ritaglio giornale» RIFORMA FORNERO «Fine lavori» più cara dal 2016 Contributi di licenziamento, nuova Aspi, «decantierizzazione». La macchina

Dettagli

RASSEGNA STAMPA OLTRE IL DIRITTO Lunedì, 26 gennaio 2015

RASSEGNA STAMPA OLTRE IL DIRITTO Lunedì, 26 gennaio 2015 RASSEGNA STAMPA OLTRE IL DIRITTO Lunedì, 26 gennaio 2015 26/01/2015 L'Adige Pagina 12 Bruno occupato, conto da 467 mila euro 1 25/01/2015 ladige.it Il Centro Sociale Bruno deve pagare l' occupazione La

Dettagli

Livello CILS A1. Test di ascolto

Livello CILS A1. Test di ascolto Livello CILS A1 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

DOCUMENTO DI LEGAUTONOMIE

DOCUMENTO DI LEGAUTONOMIE Convegno nazionale Senato delle autonomie/federalismo e riforma dell'ordinamento locale Roma, 14 Ottobre 2013 Tempio di Adriano Sala Convegni Piazza di Pietra Ore 9.30/14.00 DOCUMENTO DI LEGAUTONOMIE 2

Dettagli

Intervento del Presidente Vasco Errani

Intervento del Presidente Vasco Errani Intervento del Presidente Vasco Errani Ci sono aspetti del confronto tra Governo e Regioni sui temi della crisi, dell utilizzo dei fondi comunitari e degli ammortizzatori sociali che vanno chiariti. La

Dettagli

Tutto quello che avreste voluto sapere su Banca d Italia

Tutto quello che avreste voluto sapere su Banca d Italia Tutto quello che avreste voluto sapere su Banca d Italia Ma non avete mai osato chiedere Un vademecum alla riforma dell assetto proprietario di Banca d Italia A cura di Marco Causi Capogruppo PD in Commissione

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una modifica dell ordine del giorno? (Voci confuse). Io direi che per logica

Dettagli

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e Parlamento della Padania Sarego, 4 febbraio 2012 On. Maurizio Fugatti Grazie, buongiorno a tutti. Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e medie imprese

Dettagli

PROVINCIA DI RAVENNA: I COSTI DELLA POLITICA E LA SPESA DI PROVINCIA E COMUNI

PROVINCIA DI RAVENNA: I COSTI DELLA POLITICA E LA SPESA DI PROVINCIA E COMUNI PROVINCIA DI RAVENNA: I POLITICA E LA SPESA DI PROVINCIA E PREMESSA Il tema dei costi della politica e della qualità della spesa pubblica assume una importanza strategica, in momento come quello attuale

Dettagli

Nel prossimo esercizio se non vi sarà l introduzione di nuovi tributi come tutti auspicano la previsione di incasso potrà essere ovviamente più

Nel prossimo esercizio se non vi sarà l introduzione di nuovi tributi come tutti auspicano la previsione di incasso potrà essere ovviamente più Interventi dei Sigg. consiglieri Bilancio 2014 Ricognizione dello stato di attuazione dei programmi e salvaguardia degli equilibri (art. 193 d.lgs n. 267/00 e degli art. 82 del regolamento di contabilità.

Dettagli

IL CONSIGLIO COMUNALE

IL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE N 23 COMUNE DI VILLACIDRO PROVINCIA DEL MEDIO CAMPIDANO VERBALE ADUNANZA DEL CONSIGLIO COMUNALE ADUNANZA ORDINARIA - SEDUTA PUBBLICA OGGETTO: Imposta Unica Comunale IUC - componenti TARI

Dettagli

SINDACATO NAZIONALE AUTONOMO BENI CULTURALI E AMBIENTALI

SINDACATO NAZIONALE AUTONOMO BENI CULTURALI E AMBIENTALI C.O.N.F.SAL UNIONE NAZIONALE SINDACATI AUTONOMI S.N.A.B.C.A SINDACATO NAZIONALE AUTONOMO BENI CULTURALI E AMBIENTALI Ufficio Sindacale: c/o Ministero per i Beni e le Attività Culturali Via del Collegio

Dettagli

Rilevazione 25 Novembre 2013. OSSERVATORIO SOCIO-POLITICO Le due arene: lo stadio della società contro il ring della politica

Rilevazione 25 Novembre 2013. OSSERVATORIO SOCIO-POLITICO Le due arene: lo stadio della società contro il ring della politica Rilevazione 25 Novembre 2013 OSSERVATORIO SOCIO-POLITICO Le due arene: lo stadio della società contro il ring della politica Le notizie della settimana: la Sardegna concentra tutta l attenzione L alluvione

Dettagli

RAI EXPO DEVE RESTARE A MILANO

RAI EXPO DEVE RESTARE A MILANO Lombardia Libera Bollettino a cura del Gruppo Lega Nord in Regione Lombardia (Fonti utilizzate: agenzia di stampa Lombardia Notizie e siti web Regione Lombardia) RAI EXPO DEVE RESTARE A MILANO Maroni:

Dettagli

N. 49/2015 Seduta del 15.06.2015 OGGETTO MODIFICA REGOLAMENTO COMUNALE PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC).

N. 49/2015 Seduta del 15.06.2015 OGGETTO MODIFICA REGOLAMENTO COMUNALE PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC). DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 49/2015 Seduta del 15.06.2015 OGGETTO MODIFICA REGOLAMENTO COMUNALE PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC). L anno 2015 addì 15 del mese di giugno

Dettagli

- RADIO RADICALE 7 milioni nel 2012 per l emittente per la trasmissione delle sedute del Parlamento.

- RADIO RADICALE 7 milioni nel 2012 per l emittente per la trasmissione delle sedute del Parlamento. Via libera al Milleproroghe Ecco le misure del decreto Roma Il governo ottiene alla Camera la fiducia sul decreto Milleproroghe, conservando sostanzialmente i numeri incassati dalla manovra di dicembre.

Dettagli

RASSEGNA STAMPA SPECIALE CONSIGLIO GENERALE FISASCAT CISL 12-13 MAGGIO 2010 PORTO CERVO

RASSEGNA STAMPA SPECIALE CONSIGLIO GENERALE FISASCAT CISL 12-13 MAGGIO 2010 PORTO CERVO RASSEGNA STAMPA SPECIALE CONSIGLIO GENERALE FISASCAT CISL 12-13 MAGGIO 2010 PORTO CERVO Strumento rapido ed efficace per rimanere informati sui fatti del giorno, la "Rassegna Stampa", che raccoglie articoli

Dettagli

AGENDA DIGITALE: DECRETO DEL FARE

AGENDA DIGITALE: DECRETO DEL FARE AGENDA DIGITALE: DECRETO DEL FARE di Emanuele Bellano CONFERENZA STAMPA PALAZZO CHIGI 15/06/2013 ENRICO LETTA PRESIDENTE DEL CONSIGLIO Buonasera, questo decreto rilancia l'agenda Digitale. È un intervento

Dettagli

Ecco chi incasserà il bonus pensioni maggiore

Ecco chi incasserà il bonus pensioni maggiore Ecco chi incasserà il bonus pensioni maggiore di Gianni Trovati19 maggio 2015 il sole 24 ore Un rimborso quasi integrale per le più basse fra le pensioni coinvolte dal blocco-monti appena bocciato dalla

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL TRIBUTO SUI SERVIZI INDIVISIBILI (TASI)

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL TRIBUTO SUI SERVIZI INDIVISIBILI (TASI) REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL TRIBUTO SUI SERVIZI INDIVISIBILI (TASI) Art. 1 - Oggetto 1. Il presente Regolamento, adottato nell'ambito della potestà prevista dall articolo 52 del D.Lgs. del 15 dicembre

Dettagli

Informativa n. 2/2014

Informativa n. 2/2014 Informativa n. 2/2014 Sommario Premessa 2 Rinviato al 16 maggio 2014 il pagamento dei premi INAIL 2 Via libera alla voluntary disclosure 2 Slitta al 30 giugno l obbligo di POS per i professionisti 3 Deducibilità

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE DELLE ENTRATE COMUNALI

REGOLAMENTO GENERALE DELLE ENTRATE COMUNALI REGOLAMENTO GENERALE DELLE ENTRATE COMUNALI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 12 del 03/02/2000 Modificato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 8 del 31/01/2002 Modificato con

Dettagli

Le novita del correttivo su formazione e organismi paritetici

Le novita del correttivo su formazione e organismi paritetici Le novita del correttivo su formazione e organismi paritetici Alcuni quesiti per chiarire dubbi interpretativi sulla formazione dei lavoratori prevista dal Testo Unico: cosa significa collaborare con gli

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un attimo assentarmi, ma è una questione di cinque minuti. Devo uscire,

Dettagli

Disposizioni urgenti in materia di finanza locale, nonché misure volte a garantire la funzionalità di enti locali decreto legge

Disposizioni urgenti in materia di finanza locale, nonché misure volte a garantire la funzionalità di enti locali decreto legge Disposizioni urgenti in materia di finanza locale, nonché misure volte a garantire la funzionalità di enti locali decreto legge Il Consiglio dei Ministri ha approvato, su proposta del Presidente, Matteo

Dettagli

Camera dei Deputati 17 Audizione 8

Camera dei Deputati 17 Audizione 8 Camera dei Deputati 17 Audizione 8 XVI LEGISLATURA COMMISSIONI RIUNITE V-XIV SEDUTA DEL 27 SETTEMBRE 2011 a partire dal 2018 andrà avanti il nuovo sistema di finanziamento al bilancio comunitario, con

Dettagli

Prot. n. 310/07/NDM Roma, 19 luglio 2007. Ai Segretari Regionali e Territoriali CISL FP. Ai Coordinatori Generali SAS di Ministero - LORO SEDI -

Prot. n. 310/07/NDM Roma, 19 luglio 2007. Ai Segretari Regionali e Territoriali CISL FP. Ai Coordinatori Generali SAS di Ministero - LORO SEDI - Prot. n. 310/07/NDM Roma, 19 luglio 2007 Ai Segretari Regionali e Territoriali CISL FP Ai Coordinatori Generali SAS di Ministero - LORO SEDI - Cari Amici, come a tutti voi noto, presso la nostra sede nazionale

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. DIRITTO E IMPRESA Antincendio negli hotel con regola Italia Oggi pag. 33 del 23/07/2015

RASSEGNA STAMPA. DIRITTO E IMPRESA Antincendio negli hotel con regola Italia Oggi pag. 33 del 23/07/2015 giovedì 23 luglio 205 RASSEGNA STAMPA DIRITTO E IMPRESA Antincendio negli hotel con regola Italia Oggi pag. 33 del 23/07/205 EDILIZIA Edilizia privata: basta ritardi L Unione Sarda pag.8 del 23/07/205

Dettagli

Comune di Padova. Servizio Notifiche Atti. Albo Pretorio on line. Casa Comunale. Settore SS.II. e AA.GG.

Comune di Padova. Servizio Notifiche Atti. Albo Pretorio on line. Casa Comunale. Settore SS.II. e AA.GG. Comune di Padova Settore SS.II. e AA.GG. Servizio Notifiche Atti Albo Pretorio on line Casa Comunale Settore Servizi Istituzionali e Affari Generali Ufficio Addetti alle Notifiche Capo Settore: Dr. Guerra

Dettagli

IL CONSIGLIO COMUNALE PREMESSO CHE

IL CONSIGLIO COMUNALE PREMESSO CHE IL CONSIGLIO COMUNALE PREMESSO CHE - questo Consiglio ha votato in data 01/10/2008 un ordine del giorno in merito a Finanziaria 2008 e successivamente in data 31/3/2009 un ordine del giorno in merito a

Dettagli

COMUNE DI CONCORDIA SULLA SECCHIA (Provincia di Modena)

COMUNE DI CONCORDIA SULLA SECCHIA (Provincia di Modena) COMUNE DI CONCORDIA SULLA SECCHIA (Provincia di Modena) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DEL TRIBUTO PER I SERVIZI INDIVISIBILI (TASI) Approvato con delibera di C.C. n. 17 del 20/03/2014 Modificato

Dettagli

FAQ IMU/TASI PROBLEMI APPLICATIVI DI CARATTERE GENERALE

FAQ IMU/TASI PROBLEMI APPLICATIVI DI CARATTERE GENERALE FAQ IMU/TASI Di seguito vengono messe a disposizione le risposte ad alcune domande frequentemente poste all amministrazione finanziaria da contribuenti, operatori professionali e dai soggetti che realizzano

Dettagli

NOVITA LEGISLATIVE. Settembre 2014. 9. Pubblica amministrazione (PA) e fattura in formato digitale

NOVITA LEGISLATIVE. Settembre 2014. 9. Pubblica amministrazione (PA) e fattura in formato digitale NOVITA LEGISLATIVE Settembre 2014 1. Tremonti quater bonus macchinari 2. F24 online dal 01.10.2014 3. Tasi: scadenza del 16.10.2014 4. Modello 770: proroga pag. 2 pag. 3 pag. 4 pag. 4 sommario 5. Riduzione

Dettagli

Allegato A. (ai sensi dell articolo 4, comma 3 del CCNL Regioni enti locali del 5 ottobre 2001)

Allegato A. (ai sensi dell articolo 4, comma 3 del CCNL Regioni enti locali del 5 ottobre 2001) Allegato A REGOLAMENTO RECUPERO EVASIONE ICI DEL PERIODO 1998/2001 RELATIVO A OMESSI E PARZIALI VERSAMENTI, RETTIFICHE D UFFICIO ED OMESSE DICHIARAZIONI PER AREE FABBRICABILI. (ai sensi dell articolo 4,

Dettagli

Oggetto: La cedolare secca sugli affitti, chiarimenti sull uso del denaro contante, la

Oggetto: La cedolare secca sugli affitti, chiarimenti sull uso del denaro contante, la CIRCOLARE N. 7/T Olbia, 30 Agosto 2010 Alla Spett.le Clientela Oggetto: La cedolare secca sugli affitti, chiarimenti sull uso del denaro contante, la rivalutazione dei terreni e delle partecipazioni. LA

Dettagli

UN SISTEMA PREVIDENZIALE PIÙ FLESSIBILE

UN SISTEMA PREVIDENZIALE PIÙ FLESSIBILE UN SISTEMA PREVIDENZIALE PIÙ FLESSIBILE ALDO SMOLIZZA* Qualche anno fa svolgevo un attività internazionale e a seguito di quell attività conoscevo molto bene le indicazioni del Fondo Monetario Internazionale.

Dettagli

DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014

DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014 DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014 15/06/2014 Gazzetta di Modena Pagina 11 15/06/2014 Il Resto del Carlino (ed. Modena) Pagina 5 15/06/2014 Gazzetta di Modena Pagina 9 DOSSIER CONFCOMMERCIO

Dettagli

"Macerie dentro e fuori", il libro di Umberto Braccili

Macerie dentro e fuori, il libro di Umberto Braccili La presentazione venerdì 14 alle 11 "Macerie dentro e fuori", il libro di Umberto Braccili "Macerie dentro e fuori" è il libro scritto dal giornalista Umberto Braccili, inviato della Rai Abruzzo, insieme

Dettagli

TUTTI CONTRO LA LEGGE DI STABILITÀ DI RENZI E PADOAN

TUTTI CONTRO LA LEGGE DI STABILITÀ DI RENZI E PADOAN 976 TUTTI CONTRO LA LEGGE DI STABILITÀ DI RENZI E PADOAN 4 novembre2015 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia Berlusconi Presidente Il Popolo della Libertà EXECUTIVE SUMMARY

Dettagli

Rassegna Stampa. Giovedì 23 Gennaio 2014

Rassegna Stampa. Giovedì 23 Gennaio 2014 Rassegna Stampa 23 Gennaio 2014 Sommario Testata Data Pag. Titolo p. 1. Fondi pensione MF mercati finanziari 1 Dalla sanità un assist al mattone (Messia Anna) 1 2. Previdenza Sole 24 Ore (Il) 23 Le cartelle

Dettagli

Giovedi 3 ottobre 2013 CONI LAZIO

Giovedi 3 ottobre 2013 CONI LAZIO Giovedi 3 ottobre 2013 CONI LAZIO Quotidiano Milano 03-OTT-2013 Diffusione: 477.910 Lettori: 2.765.000 Direttore: Ferruccio de Bortoli da pag. 59 Quotidiano Milano 03-OTT-2013 Diffusione: 621.004 Lettori:

Dettagli

Il decreto legge è finalmente arrivato a chiarire chi deve pagare e chi non per l Imu sui terreni montani 2014 e 2015.

Il decreto legge è finalmente arrivato a chiarire chi deve pagare e chi non per l Imu sui terreni montani 2014 e 2015. fonte: : Il sole 24 Ore, sabato 24 gennaio 2015 _ Imu terreni, si paga il 10 febbraio : Il decreto legge è finalmente arrivato a chiarire chi deve pagare e chi non per l Imu sui terreni montani 2014 e

Dettagli