DELIBERE 2006 NUMERO E DATA DELIBERA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DELIBERE 2006 NUMERO E DATA DELIBERA"

Transcript

1 DELIBERE 2006 NUMERO E DATA DELIBERA OGGETTO DELIBERA N. 4 DEL 09/01/06 REG. CE N 1257/99 PIANO DI SVILUPPO RURALE - ANNUALITÀ PRESA D`ATTO DELLE PREVISIONI FINANZIARIE DI PROVINCE E COMUNITÀ MONTANE E APPROVAZIONE NUOVA DOTAZIONE MISURE REGIONALI DELIBERA N. 80 DEL 13/02/06 REG. CE N 1257/99 - PIANO DI SVILUPPO RURALE PREVISIONI FINANZIARIE ANNUALITÀ MODIFICHE ALLA DGR N 4/2006 DELIBERA N. 361DEL 22/05/06 REG. CE 1257/99 - PIANO DI SVILUPPO RURALE DELLA REGIONE TOSCANA - TERMINE ULTIMO PER CHIUSURA PROGETTI DELIBERA N. 402 DEL 29/05/06 REG. CE 1257/99 - PSR DELLA REGIONE TOSCANA - ULTERIORI DISPOSIZIONI PER LA VELOCIZZAZIONE DELLA SPESA DELIBERA N. 434 DEL 19/06/06 REG. (CE) 1257/99. PIANO DI SVILUPPO RURALE - MODIFICA DELLA DOTAZIONE RELATIVA ALLA MISURA REGIONALE 9.8. DELIBERA N. 716 DEL 09/10/06 REG. (CE) 1257/99. PIANO DI SVILUPPO RURALE -DISPOSIZIONI PER LA CHIUSURA DELLA PROGRAMMAZIONE DELIBERA N. 951 DEL 18/12/06 INDIRIZZI AD ARTEA PER LA CHIUSURA DEI PAGAMENTI RELATIVI AL PSR

2 DELIBERE 2005 DATA DELIBERA DELIBERA N. 98 DEL 24/01/05 DELIBERA N. 108 DEL 31/01/05 DELIBERA N. 245 DEL 07/02/05 DELIBERA N. 314 DEL 28/02/05 DELIBERA N. 421 DEL 21/03/05 DELIBERA N. 420 DEL 21/03/05 DELIBERA N. 562 DEL 23/05/05 DELIBERA N. 758 DEL 25/07/05 DELIBERA N. 854 DEL 29/08/05 DELIBERA N. 958 DEL 26/09/05 DELIBERA N. 987 DEL 10/10/05 OGGETTO REG.CE N 1257/99 - PIANO DI SVILUPPO RURALE - PROROGA DEL TERMINE DELL`ISTRUTTORIA DELLE DOMANDE E PER L`EMANAZIONE DEGLI ATTI DI ASSEGNAZIONE REG. CE N PIANO DI SVILUPPO RURALE - PROPOSTA DI MODIFICA AL TESTO DEL PIANO DA SOTTOPORRE ALL`APPROVAZIONE DELLA COMMISSIONE EUROPEA REG. (CE) N 1257/99- PIANO DI SVILUPPO RURALE - MODIFICA DELLE DOTAZIONI RELATIVE ALLE MISURE REGIONALI, INCREMENTO DELLE DOTAZIONI RELATIVE ALLE MISURE GESTITE DAGLI ENTI DELEGATI (PROVINCE E COMUNITÀ MONTANE) E PRESA D`ATTO DELLE MODIFICHE DELLE RIPARTIZIONI FINANZIARIE PER MISURA DA PARTE DI ALCUNI ENTI DELEGATI. REG. (CE) N 1257/99 - PIANO DI SVILUPPO RURALE APPROVAZIONE DELLA COMUNICAZIONE DEI DATI RIEPILOGATIVI E PREVISIONALI DI SPESA AI SENSI DELL`ART.48 DEL REG. CE N 817/04. REG.(CE) N 1257/99 -PIANO DI SVILUPPO RURALE - ANNUALITÀ 2005/06 - DOMANDE RELATIVE A INVESTIMENTI DICHIARATE AMMISSIBILI MA NON FINANZIATE - DISPOSIZIONI A PROVINCE E COMUNITÀ MONTANE. MODIFICA DELIBERA DI G.R. N. 345 DEL 19/04/ APPROVAZIONE LINEE GUIDA SULL`AMMISSIBILITÀ E SULLA DEFINIZIONE DELLE SPESE NELLE MISURE AD INVESTIMENTO DEL PIANO DI SVILUPPO RURALE. REG. (CE) N. 1257/ PIANO DI SVILUPPO RURALE DELLA TOSCANA - MODIFICA DEI MASSIMALI MISURA 1. REG.CE N 1257/99 - PIANO DI SVILUPPO RURALE - RECEPIMENTO MODIFICHE AL TESTO DEL PIANO APPROVATE DALLA COMMISSIONE EUROPEA PIANO DI SVILUPPO RURALE DELLA REGIONE TOSCANA 2000/ REG. (CE) N. 1257/99. NUOVA PROGRAMMAZIONE FINANZIARIA DEGLI ENTI DELEGATI - MODIFICA ALLA D.G.R. N. 245/05. REG.(CE) N 1257/99 - PIANO DI SVILUPPO RURALE - RIEPILOGO SPESE ANNUALITÀ 2005 E PREVISIONI FINANZIARIE AGGIORNAMENTO D.G.R. N 927/04 e 314/05 REG. CE N 1257/99 - PIANO DI SVILUPPO RURALE MISURA ALTRE MISURE FORESTALI - ELEVAZIONE MASSIMALE PER SOGGETTO BENEFICIARIO. COMUNICAZIONE ALLA COMMISSIONE EUROPEA.

3 DELIBERA N DEL 31/10/05 DELIBERA N DEL 19/12/05 DELIBERA N DEL 31/10/05 REG. CE 1257/99 - PIANO DI SVILUPPO RURALE - ULTERIORE DISPONIBILITA' DI FONDI A PROVINCE E COMUNITA' MONTANE PER NUOVE ASSEGNAZIONI DI CONTRIBUTI PER MISURE DI INVESTIMENTO REGOLAMENTO CE 1257/99 - PSR MISURE AGROAMBIENTALI - PROROGA DEGLI IMPEGNI QUINQUENNALI ASSUNTI NELLA CAMPAGNA AGRARIA REGOLAMENTO CE 1257/99 - MISURE AGROAMBIENTALI - INDIVIDUAZIONE DEGLI IMPEGNI ESSENZIALI ED ACCESSORI E RELATIVA GRADUAZIONE DELLE INADEMPIENZE. DELIBERE 2004 NUMERO E DATA DELIBERA DELIBERA N. 16 DEL 19/01/04 DELIBERA N. 27 DEL 26/01/04 DELIBERA N. 28 DEL 26/01/04 DELIBERA N. 169 DEL 01/03/04 DELIBERA N. 300 DEL 29/03/04 DELIBERA N. 345 DEL 19/04/04 DELIBERA N. 387 DEL 26/04/04 DELIBERA N. 603 DEL 28/06/04 OGGETTO REG. CE N 1257/99 -PIANO DI SVILUPPO RURALE - REVISIONE COMPLESSIVA DELLE SCADENZE PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE. REG. CE N 1257/99 - PIANO DI SVILUPPO RURALE - MODIFICA DELLE PREVISIONI FINANZIARIE DELLE COMUNITÀ MONTANE "MONTAGNA FIORENTINA" E "VALDICECINA" A SEGUITO DI ERRORI MATERIALI. REG. CE N 1257/99 - PIANO DI SVILUPPO RURALE - MODIFICA A SEGUITO DI ERRORE MATERIALE DEL PIANO LOCALE DI SVILUPPO RURALE DELLA COMUNITÀ MONTANA "PRATOMAGNO". REG. (CE) 1257/ PIANO DI SVILUPPO RURALE - RECEPIMENTO NUOVO PIANO FINANZIARIO. REG.CE N_1257/99 - PIANO DI SVILUPPO RURALE - PROROGA DEI TERMINI PER L`ISTRUTTORIA DELLE DOMANDE DA PARTE DEGLI ENTI DELEGATI APPROVAZIONE DELLE LINEE GUIDA SULL`AMMISSIBILITÀ E SULLA DEFINIZIONE DELLE SPESE NELLE MISURE AD INVESTIMENTO DEL PIANO DI SVILUPPO RURALE. REG. CE N_1257/99 - PIANO DI SVILUPPO RURALE - RICOLLOCAZIONE ECONOMIE ANNUALITÀ E MODIFICHE ALLE MODALITÀ DI PROGRAMMAZIONE DELLE MISURE GESTITE DAGLI ENTI DELEGATI. MODIFICA DELIBERA 345 DEL 19/04/2004 "APPROVAZIONE DELLE LINEE GUIDA SULL`AMMISSIBILITÀ E SULLA DEFINIZIONE DELLE SPESE NELLE MISURE AD INVESTIMENTO DEL PIANO DI SVILUPPO RURALE"

4 DELIBERA N. 740 DEL 02/08/04 DELIBERA N. 742 DEL 02/08/04 DELIBERA N. 743 DEL 02/08/04 DELIBERA N. 787 DEL 02/08/04 DELIBERA N. 793 DEL 02/08/04 DELIBERA N. 812 DEL 27/08/04 DELIBERA N. 813 DEL 27/08/04 DELIBERA N. 927 DEL 20/09/04 DELIBERA N DEL 15/11/04 DELIBERA N DEL 15/11/04 DELIBERA N DEL 15/11/04 DELIBERA N DEL 06/12/04 APPROVAZIONE DIRETTIVE PER L`UTILIZZO DELLA BANCA DATI REGIONALE DE MINIMIS AI FINI DELLE MISURE 8.2, 9.5, 9.8 DEL PSR E DELLA MISURA 1 DEL DOCUP LEADER PLUS. REG. (CE) N 1257/99 - PIANO DI SVILUPPO RURALE - PIANI LOCALI DI SVILUPPO RURALE - MODIFICHE DEI PIANI DELLE PROVINCE DI AREZZO E SIENA E DELLE COMUNITÀ MONTANE "MONTAGNA FIORENTINA" E "AMIATA GROSSETANO" REG. (CE) N 1257/99 - PIANO DI SVILUPPO RURALE - PIANO LOCALE DI SVILUPPO RURALE DELLA COMUNITÀ MONTANA "COLLINE METALLIFERE" - PRESA D`ATTO REG. (CE) - N 1257/99 - PIANO DI SVILUPPO RURALE - PROPOSTE DI MODIFICA AL TESTO DEL PIANO DA SOTTOPORRE ALL`APPROVAZIONE DELLA COMMISSIONE EUROPEA REG. (CE) N 1257/99 - PIANO DI SVILUPPO RURALE - AGGIORNAMENTO DELLE PREVISIONI FINANZIARIE PER LE ANNUALITÀ 2004,2005 E 2006 REG.CE N 1257/99 - PIANO DI SVILUPPO RURALE - PROPOSTE DI MODIFICA DEL TESTO DEL PIANO ALLA COMMISSIONE EUROPEA - MODIFICHE ALLA DGR N 787/04 REG. CE N 1257/99 - PIANO DI SVILUPPO RURALE - AGGIORNAMENTO DELLE PREVISIONI FINANZIARIE PER LE MISURE GESTITE DALLE PROVINCE/COMUNITÀ MONTANE - MODIFICA DGR N 793/04 REG.(CE) N 1257/99 - PIANO DI SVILUPPO RURALE - RIEPILOGO SPESE ANNUALITÀ 2004 E PREVISIONI FINANZIARIE AGGIORNAMENTO D.G.R. N 972/03. REG. CE 1257/99 - PIANO DI SVILUPPO RURALE - INTEGRAZIONE ALLA DELIBERA DI G.R. N. 16/04. P.S.R MISURA 6 - MODIFICA D.G.R. N. 221/2001: APPROVAZIONE DELLE SCHEDE TECNICHE DEL DISCIPLINARE DI PRODUZIONE INTEGRATA, DEI REGISTRI AZIENDALI E DELLE NOTE ESPLICATIVE PER LA LORO APPLICAZIONE NELL`AMBITO DELL`AZIONE DEL P.S.R. E DELLA L.R. 25/99". P.S.R. MIS. 9.8 "INCENTIVAZIONE ATTIVITÀ ARTIGIANALI E TURISTICHE" - RIPARTIZIONE RISORSE. REG. (CE) N 1257/99 - PIANO DI SVILUPPO RURALE APPROVAZIONE COMUNICAZIONE ALLA COMMISSIONE EUROPEA PER LA MODIFICA DEL TESTO DEL PIANO - MISURA 1 "INVESTIMENTI NELLE AZIENDE AGRICOLE" - AUMENTO DEI MASSIMALI DI CONTRIBUZIONE PER LE AZIENDE PARTECIPANTI AI "CONTRATTI DI PROGRAMMA".

5 DELIBERE 2003 NUMERO E DATA DELIBERA DELIBERA N. 169 DEL 24/02/03 DELIBERA N. 255 DEL 24/03/03 DELIBERA N. 287 DEL 31/03/03 DELIBERA N. 307 DEL 31/03/03 DELIBERA N. 452 DEL 12/05/03 DELIBERA N. 558 DEL 03/06/03 DELIBERA N. 612 DEL 23/06/03 DELIBERA N. 775 del 04/08/03 DELIBERA N. 776 del 04/08/03 DELIBERA N. 840 del 01/09/03 OGGETTO REG. CE 1257/99 PIANO DI SVILUPPO RURALE PRESA D'ATTO DELLA PROGRAMMAZIONE FINANZIARIA DEGLI ENTI DELEGATI PER IL PERIODO E MODIFICA DELLA DOTAZIONE DI ALCUNE MISURE DI COMPETENZA REGIONALE (DELIBERE G.R. N. 812/02 E 1472/02) REG. (CE) N 1257/99 - PIANO DI SVILUPPO RURALE - D.G.R. 547/02 - PROROGA DI ALCUNI TERMINI PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE E PER LA RELATIVA ISTRUTTORIA REG. (CE) N 1257/99 - PIANO DI SVILUPPO RURALE - QUADRO ATTUATIVO GENERALE E DISPOSIZIONI PER LA REDAZIONE DI ELENCHI DI CONTROLLO SUI REQUISITI MINIMI IN MATERIA DI AMBIENTE, IGIENE E BENESSERE DEGLI ANIMALI REG. (CE) N 1257/99 - PIANO DI SVILUPPO RURALE - PROROGA DEI TERMINI PER L'ISTRUTTORIA DELLE DOMANDE E L'EMISSIONE DEGLI ATTI DI ASSEGNAZIONE RELATIVAMENTE ALLE MISURE 9.3 "COMMERCIALIZZAZIONE DEI PRODOTTI DI QUALITÀ - AZIONE II" E 9.8 "INCENTIVAZIONE DI ATTIVITÀ ARTIGIANALI E TURISTICHE". REG. (CE) N 1257/99 - PIANO DI SVILUPPO RURALE - DISPOSIZIONI AGLI ENTI DELEGATI E AD ARTEA PER L'OTTIMIZZAZIONE DELLA SPESA REG. (CE) N 1257/99 - PIANO DI SVILUPPO RURALE - ESTENSIONE DELLA POSSIBILITA' DI PRESENTAZIONE DI PIANI LOCALI DI SVILUPPO RURALE (PLRS) A TUTTE LE COMUNITA' MONTANE PIANO DI SVILUPPO RURALE DELLA TOSCANA - REG. CE N. 1257/99 - AGGIORNAMENTO TABELLA DI PIANIFICAZIONE FINANZIARIA FORMULATA A LIVELLO DI STATO MEMBRO - RICHIESTA DEL MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI REG. (CE) N 1257/99 - PIANO DI SVILUPPO RURALE - PRESA D'ATTO DELL'AGGIORNAMENTO DELLA PROGRAMMAZIONE FINANZIARIA DEGLI ENTI DELEGATI PER IL PERIODO REG. (CE) N 1257/99 - PIANO DI SVILUPPO RURALE - REVISIONE DEL TESTO DEL PIANO RELATIVAMENTE ALLE MISURE 8.1, 8.2 E 9.3 E MODIFICA DELLA DOTAZIONE FINANZIARIA DELLE MISURE 2 E 3. PSR MISURA 9.3 I. MODIFICA DEL MASSIMALE DI CONTRIBUZIONE E DEI CRITERI DI PRIORITÀ.

6 DELIBERA N. 863 del 01/09/03 DELIBERA N. 972 del 29/09/03 DELIBERA N del 06/10/03 DELIBERA N. 980 del 06/10/03 DELIBERA N. 981 del 06/10/03 DELIBERA N. 982 del 06/10/03 DELIBERA N del 20/10/03 DELIBERA N del 20/10/03 DELIBERA N del 20/10/03 DELIBERA N del 17/11/03 REG.(CE) N 1257/99 - PIANO DI SVILUPPO RURALE SOSTITUZIONE ALLEGATO "A" ALLA D.G.R. N 775/03 - PREVISIONI FINANZIARIE ENTI DELEGATI REG. (CE) 1257/99. PIANO DI SVILUPPO RURALE DELLA TOSCANA RIEPILOGO SPESE ANNUALITÀ 2003 E PREVISIONI FINANZIARIE SINO A FINE PERIODO DI PROGRAMMAZIONE. AGGIORNAMENTO DELIBERAZIONE G.R. 1076/2002. REG. (CE) N_1257/99 - PIANO DI SVILUPPO RURALE - AGGIORNAMENTO DEL PIANO LOCALE DI SVILUPPO RURALE (PLSR) DELLA PROVINCIA DI AREZZO E PRESA D`ATTO DEL PLSR DELLA COMUNITÀ MONTANA "PRATOMAGNO". REG (CE) N_1257/99 - PIANO DI SVILUPPO RURALE - PRESA D`ATTO DEL PIANO LOCALE DI SVILUPPO RURALE DELLA COMUNITÀ MONTANA "COLLINE DEL FIORA" REG. (CE) N_1257/99 - PIANO DI SVILUPPO RURALE - AGGIORNAMENTO DEL PIANO LOCALE DI SVILUPPO RURALE DELLA PROVINCIA DI PRATO. REG.(CE) N_1257/99 - PIANO DI SVILUPPO RURALE - AGGIORNAMENTO DEL PIANO LOCALE (PLSR) DELLA PROVINCIA DI SIENA E DEL PLSR DELLA COMUNITÀ MONTANA "AMIATA SENESE". REG.CE N 1257/99 - PIANO DI SVILUPPO RURALE - AGGIORNAMENTO DEI PIANI LOCALI DI SVILUPPO RURALE (PLSR) DELLA PROVINCIA DI LUCCA E DELLE COMUNITÀ MONTANE "GARFAGNANA" E "MEDIA VALLE DEL SERCHIO" E PRESA D'ATTO DEL NUOVO PLSR DELLA COMUNITÀ MONTANA "ALTA VERSILIA". REG.CE N 1257/99 - PIANO DI SVILUPPO RURALE - AGGIORNAMENTO DEI PIANI LOCALI DI SVILUPPO RURALE (PLSR) DELLE COMUNITÀ MONTANE "MUGELLO" E "MONTAGNA FIORENTINA". REG.CE N 1257/99 - PIANO DI SVILUPPO RURALE - PROPOSTE DI MODIFICA AL TESTO E ALLA TABELLA FINANZIARIA DA INVIARE ALLA COMMISSIONE EUROPEA. REG. (CE) N. 1257/1999 PIANO DI SVILUPPO RURALE PARTE III RISORSE FINANZIARIE - TABELLA DI PIANIFICAZIONE FINANZIARIA. AGGIORNAMENTO DEL. G.R DEL 4/11/2002

7 DELIBERE 2002 NUMERO E DATA DELIBERA DELIBERA N. 15 DEL 07/01/02 DELIBERA N. 74 DEL 28/01/02 DELIBERA N. 121 DEL 11/02/02 DELIBERA N. 254 DEL 18/03/02 DELIBERA N. 362 DEL 15/04/02 DELIBERA N. 547 DEL 03/06/02 DELIBERA N. 597 DEL 10/06/02 DELIBERA N. 783 DEL 29/07/02 DELIBERA N. 784 DEL 29/07/02 DELIBERA N. 786 DEL 29/07/02 DELIBERA N. 787 DEL 29/07/02 DELIBERA N. 812 DEL 29/07/02 OGGETTO PIANO DI SVILUPPO RURALE MISURA AZIONE INCENTIVAZIONE ATTIVITA' TURISTICHE. APPROVAZIONE REQUISITI DI AMMISSIBILITA', PRIORIRITA' DI VALUTAZIONE FINANZIARIA. CRITERI DI ESECUTIVITA'. PIANO DI SVILUPPO RURALE SOSTITUZIONE ALLEGATO 1 ALLA DELIBERAZIONE G.R. 1184/2000 PIANO DI SVILUPPO RURALE MISURE AGROAMBIENTALI - AGGIORNAMENTI ED INTEGRAZIONI ALLE NORME TECNICHE APPLICATIVE RELATIVE ALLA MISURA A.1. PIANO DI SVILUPPO RURALE APPROVAZIONE PROGRAMMA DEGLI INTERVENTI E RELATIVE PROCEDURE DI ATTUAZIONE DELLE AZIONI III E IV - LIMITATAMENTE AGLI INTERVENTI DI COMPETENZA REGIONALE PIANO DI SVILUPPO RURALE MODIFICA DELLA DELIBERAZIONE DI G.R. 149/01 RELATIVA A "PIANI LOCALI " PIANO DI SVILUPPO RURALE MODIFICA DELLA TEMPISTICA DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE PREVISTA DAL D.G.R. N. 74/02 PIANO DI SVILUPPO RURALE MISURE AGROAMBIENTALI (EX REG. CEE 2078/92). APERTURA TERMINI PER LA PRESENTAZIONE DEI RINNOVI ANNUALI (AGGIORNAMENTI E CONFERME) REG. CE 1257/99. PIANO DI SVILUPPO RURALE. INTEGRAZIONI E MODIFICHE AL PIANO LOCALE DI SVILUPPO RURALE DELLA PROVINCIA DI AREZZO E DELLA C.M. ZONA H VALTIBERINA. REG. CE 1257/99. PIANO DI SVILUPPO RURALE. APPROVAZIONE DEL PIANO LOCALE DI SVILUPPO RURALE DELLA C.M. ZONA F VAL DI CECINA. REG. CE 1257/99. PIANO DI SVILUPPO RURALE. INTEGRAZIONI AL PIANO LOCALE DI SVILUPPO RURALE DELLA PROVINCIA DI SIENA REG. CE 1257/99. PIANO DI SVILUPPO RURALE. INTEGRAZIONI E MODIFICHE AL PIANO LOCALE DI SVILUPPO RURALE DELLA C.M. A LUNIGIANA E DELLLA PROVINCIA DI MASSA CARRARA. PIANO DI SVILUPPO RURALE NUOVA PRESA D'ATTO DELLE PREVISIONI FINANZIARIE DEGLI ENTI DELEGATI PROVINCE E C.M.

8 DELIBERA N. 813 DEL 29/07/02 DELIBERA N DEL 07/10/02 DELIBERA N DEL 07/10/02 DELIBERA N DEL 07/10/02 DELIBERA N DEL 14/10/02 DELIBERA N DEL 04/11/02 DELIBERA N DEL 04/11/02 DELIBERA N DEL 04/11/02 DELIBERA N DEL 18/11/02 DELIBERA N DEL 25/11/02 DELIBERA N DEL 25/11/02 DELIBERA N DEL 23/12/02 PIANO DI SVILUPPO RURALE REVISIONE DEL TESTO DEL PIANO E DELLA RELATIVA PARTE FINANZIARIA PIANO DI SVILUPPO RURALE PROROGA DEL TERMINE PER L'INVIO DEGLI ELNCHI DI LIQUIDAZIONE ALL'ORGANISMO PAGATORE -ARTEA E MODIFICA DEL TERMINE PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE RELATIVE ALLA MISURA 8.2 "ALTRE MISURE FORESTALI" DA PARTE DEGLI ENTI PUBBLICI PIANO DI SVILUPPO RURALE RIEPILOGO SPESE ANNUALITA' 2002 E PREVISIONI FINANZIARIE SINO A FINE PERIODO DI PROGRAMMAZIONE. AGGIORNAMENTO DELIBERAZIONE GIUNTA REGIONALE 1139/01 PIANO DI SVILUPPO RURALE APPROVAZIONE DELLE SCHEDE TECNICHE DI "BUONA PRATICA AGRICOLA" E DEL REGISTRO DEGLI INTERVENTI AGRICOLI PIANO DI SVILUPPO RURALE MISURA INCENTIVAZIONE DI ATTIVITA' ARTIGIANALI. APPROVAZIONE PRIORITA', CRITERI DI VALUTAZIONE FINANZIARIA E DI RICONOSCIMENTO ESECUTIVITA' DEI PROGETTI. PIANO DI SVILUPPO RURALE MODIFICHE APPROVATE DALLA COMMISSIONE EUROPEA E PUBBLICAZIONE DEL TESTO COORDINATO (PARTI III, IV E VI DEL PIANO) MISURE AGROAMBIENTALI - AGGIORNAMENTO DELLE NORME TECNICHE RELATIVE ALLA MISURA A.1 DEL REG. 2078/92 PER L'INOLTRO AL COMITATO TECNICO SCIENTIFICO PRESSO IL MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI. PIANO DI SVILUPPO RURALE SOSPENSIONE E NON ATTUAZIONE DI ALCUNE MISURE DEL PIANO E CONSEGUENTI INDICAZIONI AGLI ENTI DELEGATI IN AGRICOLTURA PSR MISURE AGROAMBIENTALI (EX REG. CEE 2078/92). NOTE ESPLICATIVE DI ATTUAZIONE PER LA CAMPAGNA AGRARIA MISURE AGROAMBIENTALI REG. CE 2078/92. PROGRAMMI DI ASSISTENZA TECNICA VOLTI ALLA RAZIONALIZZAZIONE E RIDUZIONE DELL'IMPIEGO DI PRODOTTI CHIMICI IN AGRICOLTURA. REG. CE N. 1257/99. PIANO DI SVILUPPO RURALE. SOSPENSIONE DELLA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE PER LE MISURE DI COMPETENZA DEGLI ENTI DELEGATI E DIRETTIVE PER LA SELEZIONE DELLE DOMANDE RELATIVE ALLA MISURA 6 "MISURE AGROAMBIENTALI". REG. CE N. 1257/99. PIANO DI SVILUPPO RURALE. NUOVA RIPARTIZIONE AGLI ENTI DELEGATI IN AGRICOLTURA DELLE RISORSE FINANZIARIE PER IL PERIODO

9 DELIBERE 2001 NUMERO E DATA DELIBERA DELIBERA N. 149 DEL 12/02/01 DELIBERA N. 158 DEL 19/02/01 DELIBERA N. 160 DEL 19/02/01 DELIBERA N. 176 DEL 19/02/01 DELIBERA N. 179 DEL 05/03/01 DELIBERA N. 210 DEL 05/03/01 DELIBERA N. 211 DEL 05/03/01 DELIBERA N. 221 DEL 12/03/01 DELIBERA N. 223 DEL 12/03/01 DELIBERA N. 317 DEL 26/03/01 DELIBERA N. 325 DEL 02/04/01 OGGETTO PIANO DI SVILUPPO RURALE PIANI LOCALI DI SVILUPPO RURALE PER IL PERIODO 2001/2006. MISURE AGROAMBIENTALI - APERTURA TERMINI PER LA PRESENTAZIONE DEI RINNOVI ANNUALI E DELLE CONFERME ANNUALITA' REG. CE 1257/99 - PIANO DI SVILUPPO RURALE DELLA REGIONE TOSCANA - INTEGRAZIONE ALLA DELIBERAZIONE N DEL 06/11/2000. "PROCEDURE DI ATTUAZIONE E PRIORITA' PER LA SELEZIONE DELLE DOMANDE". PIANO DI SVILUPPO RURALE INTEGRAZIONE ALLA D.G. 1184/00 "PROCEDURE GENERALI DI ATTUAZIONE E PRIORITA' PER LA SELEZIONE DELLE DOMANDE". AGGIORNAMENTO DEL PREZZARIO REGIONALE ANALITICO E SINTETICO PER OPERE DI MIGLIORAMENTO FONDIARIO DI COMPETENZA PRIVATA IN AGRICOLTURA E FORESTAZIONE. MISURE AGROAMBIENTALI - MODIFICHE ED INTEGRAZIONI ALLE NORME TECNICHE E APPLICATIVE RELATIVE ALLA MISURA A.1 PIANO DI SVILUPPO RURALE REG. CE 2075/00 - ART. 1 - DEROGA APPLICAZIONE DELLA CONDIZIONE DI RISPETTO DELL'AMBIENTE E DELL'IGIENE E BENESSERE DEGLI ANIMALI. APPROVAZIONE DELLE SCHEDE TECNICHE DEL DISCIPLINARE DI PRODUZIONE INTEGRATA, DEI REGISTRI AZIENDALI E DELLE NOTE ESPLICATIVE PER LA LORO APPLICAZIONE NELL'AMBITO DELL'AZIONE 6.2 DEL PSR E DELLA L.R. 25/99. REGOLAMENTO CEE N.2080/92 "AIUTI ALLE MISURE FORESTALI NEL SETTORE AGRICOLO. PROROGA DEGLI INTERVENTI DI IMBOSCHIMENTO AL SPECIFICHE TECNICHE RELATIVE AI CONTROLLI PREVISTI DAL D.M. N.494/98 E DALLA CIRCOLARE MINISTERIALE N.4373 DEL PIANO DI SVILUPPO RURALE REG. CE 2075/00 - ART. 1 - INTEGRAZIONI ALLA DELIBERA DI GIUNTA N. 211/01 PER LA DEFINIZIONE DELLA DIMENSIONE ECONOMICA DELLE AZIENDE AGRICOLE. MISURE AGROAMBIENTALI APERTURA TERMINI DI PRESENTAZIONE DEI RINNOVI ANNUALI E DELLE CONFERME PER L'ANNUALITA' MODIFICA DELIBERA , N. 158.

10 DELIBERA N. 396 DEL 13/04/01 DELIBERA N. 424 DEL 23/04/01 DELIBERA N. 551 del 28/05/01 DELIBERA N. 578 DEL 04/06/01 DELIBERA N. 669 del 26/06/01 DELIBERA N. 740 del 11/07/01 DELIBERA N. 763 DEL 16/07/01 DELIBERA N. 764 DEL 16/07/01 DELIBERA N. 768 del 16/07/01 DELIBERA N. 842 DEL 30/07/01 DELIBERA N. 843 DEL 30/07/01 DELIBERA N. 844 DEL 30/07/01 DELIBERA N. 889 del 02/08/01 MISURE AGROAMBIENTALI. TERMINE PER LA PREDISPOSIZIONE DEGLI ELENCHI DI LIQUIDAZIONE DA PARTE DEGLI ENTI DELEGATI. PIANO DI SVILUPPO RURALE MISURA 6 "MISURE AGROAMBIENTALI". AZIONI 6.3 "ALLEVAMENTO DI RAZZE LOCALI A RISCHIO DI ESTINZIONE" RIAPERTURA TEMPORANEA DEI TERMINI PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE PER ALCUNE RAZZE A RISCHIO DI ESTINZIONE. REG. CE N.1257/99 - PIANO DI SVILUPPO RURALE - DELIBERA N.1184/00. MISURA 6 "MISURE AGROAMBIENTALI". PROROGA TERMINI. PIANO DI SVILUPPO RURALE MISURA 6 "MISURE AGROAMBIENTALI". CRITERI PER L'ESTRAZIONE DELLE DOMANDE DA SOTTOPORRE A CONTROLLO OGGETTIVO. REG. CE 1257/99 - PIANO DI SVILUPPO RURALE DELLA REGIONE TOSCANA DELIBERA DI G.R. N.1184/00 E N. 396/01. PROROGA TERMINI PER L`INVIO DEGLI ELENCHI DI LIQUIDAZIONE. REG. CE 2078/92 - MISURE AGROAMBIENTALI - AMMISSIBILITA' LIQUIDAZIONE DEGLI AUMENTI DI PREMIO (DELIBERA N. 158/01 E N. 325/01). SVILUPPO RURALE DELLA PROVINCIA DI LUCCA E NUOVA PRESA D'ATTO DELLE PREVISIONI FINANZIARIE PER IL PERIODO 2001/2006. SVILUPPO RURALE DELLA PROVINCIA DI PRATO. REG. CE 1257/99 - PIANO DI SVILUPPO RURALE DELLA REGIONE TOSCANA DELIBERA DI G.R. N. 669/01. PROROGA TERMINI PER L`INVIO DEGLI ELENCHI DI LIQUIDAZIONE SVILUPPO RURALE DELLA C.M. "L" ELBA E CAPRAIA E NUOVA PRESA D'ATTO DELLE PREVISIONI FINANZIARIE PER IL PERIODO 2001/2006. SVILUPPO RURALE DELLA C.M. "C" GARFAGNANA E NUOVA PRESA D'ATTO DELLE PREVISIONI FINANZIARIE PER IL PERIODO 2001/2006. PIANO DI SVILUPPO RURALE APPROVAZIONE DELLA MODIFICA DEL DOCUMENTO DI PROGRAMMAZIONE RIGUARDANTE IL PIANO FINANZIARIO AI SENSI DELL'ART. 35 COMMA 2, REG. CE 1750/99 E SUCCESSIVE MODIFICHE. REG. CE 1257/99 - PIANO DI SVILUPPO RURALE DELLA REGIONE TOSCANA DELIBERA DI G.R: N.768/01. PROROGA TERMINI PER L`INVIO DEGLI ELENCHI DI LIQUIDAZIONE.

11 DELIBERA N. 902 DEL 06/08/01 DELIBERA N. 904 DEL 06/08/01 DELIBERA N. 956 DEL 27/08/01 DELIBERA N. 957 DEL 27/08/01 DELIBERA N. 959 DEL 27/08/01 DELIBERA N. 972 DEL 27/08/01 DELIBERA N. 973 DEL 27/08/01 DELIBERA N DEL 24/09/01 DELIBERA N DEL 01/10/01 DELIBERA N DEL 01/10/01 DELIBERA N DEL 01/10/01 SVILUPPO RURALE DELLA C.M. ZONA "D" MEDIA VALLE DEL SERCHIO E NUOVA PRESA D'ATTO DELLE PREVISIONI FINANZIARIE PER IL PERIODO 2001/2006. SVILUPPO RURALE DELLA C.M. ZONA "A" LUNIGIANA E DELLA PROVINCIA DI MASSA CARRARA E NUOVA PRESA D'ATTO DELLE PREVISIONI FINANZIARIE PER IL PERIODO 2001/2006. SVILUPPO RURALE DELLA PROVINCIA DI LIVORNO E NUOVA PRESA D'ATTO DELLE PREVISIONI FINANZIARIE PER IL PERIODO 2001/2006. SVILUPPO RURALE DELLA PROVINCIA DI GROSSETO E NUOVA PRESA D'ATTO DELLE PREVISIONI FINANZIARIE PER IL PERIODO 2001/2006. SVILUPPO RURALE DELLA PROVINCIA DI SIENA E DELLA C.M. "AMIATA SENESE" E NUOVA PRESA D'ATTO DELLE PREVISIONI FINANZIARIE PER IL PERIODO 2001/2006. SVILUPPO RURALE DELLA C.M. ZONA I1 "AMIATA GROSSETANA" E NUOVA PRESA D'ATTO DELLE PREVISIONI FINANZIARIE PER IL PERIODO 2001/2006. SVILUPPO RURALE DELLA PROVINCIA DI PISA E NUOVA PRESA D'ATTO DELLE PREVISIONI FINANZIARIE PER IL PERIODO 2001/2006. SVILUPPO RURALE DELLA PROVINCIA DI AREZZO E DELLE C.M. ZONA G -CASENTINO- E H -VALTIBERINA- E NUOVA PRESA D'ATTO DELLE PREVISIONI FINANZIARIE PER IL PERIODO 2001/2006. SVILUPPO RURALE DELLA PROVINCIA DI FIRENZE E DELLE C.M. E1 MUGELLO E E2 MONTAGNA FIORENTINA E PRESA D'ATTO DELLE PREVISIONI FINANZIARIE PER IL PERIODO 2001/2006. MODIFICHE ED INTEGRAZIONI ALLA D.G. N. 959 DEL 27/08/01, RELATIVA AL PIANO LOCALE DI SVILUPP RURALE DELLA PROVINCIA DI SIENA E DELLA C.M. "AMIATA SENESE". SVILUPPO RURALE DELLA PROVINCIA DI PISTOIA E PRESA D'ATTO DELLE PREVISIONI FINANZIARIE PER IL PERIODO 2001/2006.

12 DELIBERA N DEL 22/10/01 DELIBERA N DEL 26/11/01 DELIBERA N DEL 03/12/01 DELIBERA N DEL 10/12/01 DELIBERA N DEL 10/12/01 DELIBERA N DEL 28/12/01 DELIBERA N DEL 28/12/01 PROPOSTA DI DELIBERAZIONE AL CONSIGLIO REGIONALE N. 3 19/11/01 PIANO DI SVILUPPO RURALE RIEPILOGO SPESE ANNUALITA' 2001 E PREVISIONI FINANZIARIE SINO A FINE PERIODO DI PROGRAMMAZIONE. AGGIORNAMENTO DELIBERAZIONE G.R. 1098/00 PIANO DI SVILUPPO RURALE PRIORITA' PER LA SELEZIONE DELLE DOMANDE DELLA MISURA 9.4 "SERVIZI ESSENZIALI PER L'ECONOMIA E LE POPOLAZIONI RURALI". MISURE AGROAMBIENTALI - AGGIORNAMENTO DELLE NORME TECNICHE RELATIVE ALLA MISURA A.1 PIANO DI SVILUPPO RURALE TESTO DEFINITIVO DEL PIANO LOCALE DELLA PROVINCIA DI SIENA E DELLA C.M. "AMIATA SENESE". PIANO DI SVILUPPO RURALE MISURA 8.1 IMBOSCHIMENTO DELLE SUPERFICI AGRICOLE PRIORITA' PER LA SELEZIONE DELLE DOMANDE. PIANO DI SVILUPPO RURALE MODIFICA DELLE SPECIFICHE PROCEDURALI MISURA 8.1 IMBOSCHIMENTO DELLE SUPERFICI AGRICOLE PRIORITA' PER LA SELEZIONE DELLE DOMANDE. PIANO DI SVILUPPO RURALE MODIFICA DELLE SPECIFICHE PROCEDURALI MISURA 8.1 IMBOSCHIMENTO DELLE SUPERFICI AGRICOLE PRIORITA' PER LA SELEZIONE DELLE DOMANDE. ULTERIORE PRIORITA' A PARITA' DI PUNTEGGIO CONSEGUITO. REG. CEE 2078/92 MISURE AGROAMBIENTALI. DELIBERE C.R. N. 314/98 E N. 202/99. INTEGRAZIONI.

13 DELIBERE 2000 NUMERO E DATA DELIBERA DELIBERA N. 39 DEL 17/01/00 DELIBERA N. 171 DEL 21/02/00 DELIBERA N. 222 DEL 29/02/00 DELIBERA N. 506 DEL 17/04/00 DELIBERA N. 552 DEL 29/05/00 DELIBERA N. 648 DEL 20/06/00 DELIBERA N. 666 del 20/06/00 DELIBERA N. 818 del 25/07/00 DELIBERA N. 857 del 01/08/00 DELIBERA N. 892 DEL 07/08/00 DELIBERA N. 960 DEL 19/09/00 DELIBERA N del 03/10/00 OGGETTO PIANO DI SVILUPPO RURALE APPROVAZIONI INTEGRAZIONI DA INVIARE ALLA COMMISSIONE EUROPEA. REG. CEE 2078/92. MISURE AGROAMBIENTALI. APERTURA TERMINI PER LA PRESENTAZIONE DEI RINNOVI ANNUALI E DELLE CONFERME ANNUALITA' REG. CE 2078/92 MISURE AGROAMBIENTALI. INTEGRAZIONI ALLE NORME TECNICHE, PER L'ATTUAZIONE DELLA MISURA A.1, CONTENUTE NELL'ALLEGATO "A" ALLA DELIBERA G.R. N. 1169/99. REG. CE 2078/92 MISURE AGROAMBIENTALI. MODIFICA DELIBERA G.R. N. 171/00 APERTURA TERMINI PER LA PRESENTAZIONE DEI RINNOVI ANNUALI E DELLE CONFERME ANNUALITA' REG. CEE 2078/92. MISURE AGROAMBIENTALI. DELIBERA DI G.R. N. 506/00. PROROGA, A SANTORIA, DEL TERMINE PER LA PRESENTAZIONE DEI RINNOVI ANNUALI E DELLE CONFERME DI IMPEGNO, ANNUALITA' PIANO DI SVILUPPO RURALE APPROVAZIONI MODIFICHE ED INTEGRAZIONI CRITERI E REQUISITI PER L'ACCESSO AGLI AIUTI DI INSEDIAMENTO GIOVANI AGRICOLTORI. D.G.R.T. N. 666 DEL "CRITERI E REQUISITI PER L'ACCESSO AGLI AIUTI DI INSEDIAMENTO GIOVANI AGRICOLTORI". MODIFICAZIONI. REG. CE 1257/99 - MIS. 2 - PREMIO PRIMO INSEDIAMENTO GIOVANI - DIRETTIVE ALL'ORGANISMO PAGATORE PER LA LIQUIDAZIONE DEI PREMI IN CASO DI INSUFFICIENZA DELLE RISORSE DISPONIBILI. DELIBERA G.R. 666 DEL CRITERI E REQUISITI PER L'ACCESSO AGLI AIUTI DI INSEDIAMENTO GIOVANI AGRICOLTORI - MODIFICHE ALLA SCADENZA DI PRESENTAZIONE ELENCHI DA PARTE DEGLI ENTI DELEGATI ALLA REGIONE DELIBERA G.R. N. 1483/96 REVOCA ED INCARICO ALL'ARSIA, DI STIPULARE CON L'ARPAT LA CONVENZIONE IN MATERIA DI EFFETTUAZIONI DI ANALISI CHIMICHE. REG. CE 1257/99 - TESTO DEFINITIVO DEL "PIANO DI SVILUPPO RURALE DELLA TOSCANA

14 DELIBERA N DEL 10/10/00 DELIBERA N DEL 24/10/00 DELIBERA N DEL 06/11/00 DELIBERA N DEL 14/11/00 DELIBERA N DEL 27/11/00 DELIBERA N DEL 12/12/00 DELIBERA G.R. N. 699/97: "REG. CEE 2078/92 - MISURE AGROAMBIENTALI. MODALITA' DI CONTROLLO SULLE AZIENDE ADERENTI AL REGOLAMENTO". MODIFICA PIANO DI SVILUPPO RURALE RIEPILOGO DELLE SPESE ANNUALITA' 2000 E PREVISIONI FINANZIARIE SINO ALLA FINE DEL PERIODO DI PROGRAMMAZIONE. PIANO DI SVILUPPO RURALE PROCEDURE GENERALI DI ATTUAZIONE E PRIORITA' PER LA SELEZIONE DELLE DOMANDE. MISURE AGROAMBIENTALI. INTEGRAZIONE ALLE NORME TECNICHE PER LA DIFESA FITOSANITARIA ED IL CONTROLLO DELLE INFESTANTI. MISURA A1 PIANO DI SVILUPPO RURALE APPROVAZIONE CRITERI E MODALITA' DI ASSEGNAZIONE DELLE RISORSE DISPONIBILI DEL PIANO E RIPARTIZIONE FINANZIARIA AGLI ENTI DELEGATI ALLA GESTIONE DELLE MISURE. PIANO DI SVILUPPO RURALE PRESA D'ATTO DELLE PREVISIONI FINANZIARIE DEGLI ENTI DELEGATI PER IL PERIODO 2001/2006.

AVVISO PUBBLICO P R O G R A M M A D I S V I L U P P O R U R A L E D E L L A R E G I O N E C A L A B R I A 2 0 0 7-2 0 1 3

AVVISO PUBBLICO P R O G R A M M A D I S V I L U P P O R U R A L E D E L L A R E G I O N E C A L A B R I A 2 0 0 7-2 0 1 3 AVVISO PUBBLICO P R O G R A M M A D I S V I L U P P O R U R A L E D E L L A R E G I O N E C A L A B R I A 2 0 0 7-2 0 1 3 A S S E 2 : M I G L I O R A M E N T O D E L L A M B I E N T E E D E L L O S P A

Dettagli

PROGRAMMA DI SILUPPO RURALE 2007-2013

PROGRAMMA DI SILUPPO RURALE 2007-2013 ASSESSORADU DE S AGRICULTURA E REFORMA AGROPASTORALE PROGRAMMA DI SILUPPO RURALE 2007-2013 REG. (CE) N. 1698/2005 MISURA 214 - PAGAMENTI AGROAMBIENTALI AZIONE 3 - TUTELA DEGLI HABITAT NATURALI E SEMINATURALI

Dettagli

Direttive per l azione amministrativa e la gestione della misura 133 Attività. di informazione e promozione del PSR 2007/2013.

Direttive per l azione amministrativa e la gestione della misura 133 Attività. di informazione e promozione del PSR 2007/2013. REGIONE AUTONOMA DELLA LA SARDEGNA L Assessore Direttive per l azione amministrativa e la gestione della misura 133 Attività di informazione e promozione del PSR 2007/2013. Dotazione finanziaria Il fabbisogno

Dettagli

Testo Consolidato del Decreto n 30125 del 22 dicembre 2009 (come modificato dal DM 10346 del 13 maggio 2011)

Testo Consolidato del Decreto n 30125 del 22 dicembre 2009 (come modificato dal DM 10346 del 13 maggio 2011) Testo Consolidato del Decreto n 30125 del 22 dicembre 2009 (come modificato dal DM 10346 del 13 maggio 2011) L AGRICOLTURA A BENEFICIO DI TUTTI Documento prodotto nell ambito della Rete Rurale Nazionale

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA SU ARPAT

SCHEDA INFORMATIVA SU ARPAT SCHEDA INFORMATIVA SU ARPAT ARPAT: cos è ARPAT, l Agenzia regionale per la protezione ambientale della Toscana, è attiva dal 1996. Attraverso una rete di Dipartimenti provinciali presenti sul territorio

Dettagli

All Organismo Pagatore AGEA Via Palestro, 81 00185 ROMA. Via N. Tommaseo, 63-69 35131 PADOVA. Largo Caduti del Lavoro, 6 40122 BOLOGNA

All Organismo Pagatore AGEA Via Palestro, 81 00185 ROMA. Via N. Tommaseo, 63-69 35131 PADOVA. Largo Caduti del Lavoro, 6 40122 BOLOGNA AREA COORDINAMENTO Ufficio Rapporti Finanziari Via Salandra, 13 00187 Roma Tel. 06.49499.1 Fax 06.49499.770 Prot. N. ACIU.2015.140 (CITARE NELLA RISPOSTA) Roma li. 20 marzo 2015 Organismo Pagatore AGEA

Dettagli

Sintesi modifiche apportate alle Disposizioni Attuative Specifiche della Mis. 123 - Accrescimento del valore aggiunto del settore agricolo e forestale

Sintesi modifiche apportate alle Disposizioni Attuative Specifiche della Mis. 123 - Accrescimento del valore aggiunto del settore agricolo e forestale REPUBBLICA ITALIANA Regione Siciliana ASSESSORATO REGIONALE DELLE RISORSE AGRICOLE E ALIMENTARI DIPARTIMENTO REGIONALE INTERVENTI STRUTTURALI Programma di Sviluppo Rurale Regione Sicilia 2007-2013 Reg.

Dettagli

naturale Premesso che: 2007-2013; la Strategia approvata Integrata di misura 3233 a) del PSR sottomisura dell Ambiente) nell Allegato 1.

naturale Premesso che: 2007-2013; la Strategia approvata Integrata di misura 3233 a) del PSR sottomisura dell Ambiente) nell Allegato 1. GAL Consorzio Lunigiana Avviso pubblico per la presentazione di manifestazione d interesse per la Misura 3233 Tutela e riqualificazione del patrimonio rurale r sottomisura a) Tutela e riqualificazione

Dettagli

Burc n. 23 del 26 Maggio 2014

Burc n. 23 del 26 Maggio 2014 Burc n. 23 del 26 Maggio 2014 REGIONE CALABRIA GIUNTA REGIONALE DIPARTIMENTO N. 6 AGRICOLTURA - FORESTE FORESTAZIONE SETTORE 4 Servizi di sviluppo agricolo fitosanitario e valorizzazione patrimonio ittico

Dettagli

02/05/2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 35. Regione Lazio

02/05/2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 35. Regione Lazio Regione Lazio DIREZIONE SVILUPPO ECONOMICO E ATTIVITA PRODUTTIVE Atti dirigenziali di Gestione Determinazione 23 aprile 2014, n. G06045 POR FESR LAZIO 2007-2013 ASSE I - Attività I.1 "Potenziamento e messa

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

VÉÇá zä É exz ÉÇtÄx wxäät câzä t

VÉÇá zä É exz ÉÇtÄx wxäät câzä t LEGGE REGIONALE 20 MAGGIO 2014, N. 26 Disposizioni per favorire l accesso dei giovani all agricoltura e contrastare l abbandono e il consumo dei suoli agricoli 2 LEGGE REGIONALE Disposizioni per favorire

Dettagli

L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres.

L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres. L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres. Regolamento attuativo dell articolo 9, commi da 26 a 34 della

Dettagli

CURRICULUM VITAE. Dr. BRUNO DEI nato a Scandicci il 16 novembre 1946 e residente in Via Pietro Dazzi n. 9 Firenze.

CURRICULUM VITAE. Dr. BRUNO DEI nato a Scandicci il 16 novembre 1946 e residente in Via Pietro Dazzi n. 9 Firenze. CURRICULUM VITAE Dr. BRUNO DEI nato a Scandicci il 16 novembre 1946 e residente in Via Pietro Dazzi n. 9 Firenze. Titolo di Studio: Laurea Economia e Commercio conseguita il 17.04.1973 presso l Università

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AREA DI COORDINAMENTO VISTO. lo Statuto dell Agenzia, approvato in via definitiva con Delibera della Giunta Regionale n.

IL DIRETTORE DELL AREA DI COORDINAMENTO VISTO. lo Statuto dell Agenzia, approvato in via definitiva con Delibera della Giunta Regionale n. Oggetto: Programma di sviluppo rurale 2007-2013 Re. (CE) 1698/2005. Misura 121 - Ammodernamento delle aziende agricole. Secondo bando pubblico per l ammissione ai finanziamenti. Approvazione integrazione,

Dettagli

Decreto del Commissario Straordinario

Decreto del Commissario Straordinario Decreto del Commissario Straordinario N. 8 del Reg. Data 30/07/2014 OGGETTO: PROGETTO ESECUTIVO PER INTERVENTI DI PREVENZIONE ANTICENDIO NELLA FORESTA DEMANIALE REGIONALE DEL MONTE CARPEGNA - PSR MARCHE

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE INDICE Art. 1 - Oggetto e finalità del regolamento Art. 2 - Requisiti di ammissibilità al contributo Art. 3 - Tipologie di spese ammissibili

Dettagli

5.3.2.1.6 Sostegno agli investimenti non produttivi

5.3.2.1.6 Sostegno agli investimenti non produttivi 5.3.2.1.6 Sostegno agli investimenti non produttivi Riferimenti normativi Codice di Misura Articolo 36 (a) (vi) e 41 del Reg. (CE) N 1698/2005 e punto 5.3.2.1.6. dell Allegato II del Reg. (CE) 1974/06

Dettagli

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE TITOLO RELAZIONE I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità A partire dal 3 gennaio 2013 è entrato in vigore il regolamento (UE)

Dettagli

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE REGIONE VENETO 2007-2013 PROGETTI INTEGRATI DI FILIERA PIF

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE REGIONE VENETO 2007-2013 PROGETTI INTEGRATI DI FILIERA PIF PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE REGIONE VENETO 2007-2013 PROGETTI INTEGRATI DI FILIERA PIF www.progettoverde.info - pv@ progettover de.i nfo 1 COS E IL PROGETTO INTEGRATO DI FILIERA (PIF) Il progetto integrato

Dettagli

Tabella di sintesi elaborata dagli uffici senza alcun valore normativo. COOPERATIVE SOCIALI iscritte alla sezione A dell Albo.

Tabella di sintesi elaborata dagli uffici senza alcun valore normativo. COOPERATIVE SOCIALI iscritte alla sezione A dell Albo. CAPO II INVESTIMENTI Acquisto, costruzione, ristrutturazione, ammodernamento ed ampliamento di immobili aziendali Art. 9 comma 1 200.000,00) 200.000,00) Fino al 50% 200.000,00) se LEASING: fino al 40%

Dettagli

AREA Pianificazione e Progettazione RELAZIONE

AREA Pianificazione e Progettazione RELAZIONE PROVINCIA DI FIRENZE AREA Pianificazione e Progettazione RELAZIONE Variante normativa al Regolamento Urbanistico vigente di adeguamento al "regolamento di attuazione dell'articolo 144 della L.R. n. 1/2005

Dettagli

/#( 0-1( (2 (2-./-#-#

/#( 0-1( (2 (2-./-#-# !!" #$ %&$%' (,,,##( # -(./-##( # (&%)*)+#$ Protocollo M1.2015.0007586 del 15/01/2015 Firmato digitalmente da FIORELLA FERRARIO /#( 0-1( (2 -./-#-# 011( (23./-#-1# 0!1( (2!./-#!# 01( (2--/.(( (# 41( (2-41(./-#

Dettagli

Programma di Sviluppo Rurale per il Veneto 2007-2013 Asse 4 LEADER. 2. GAL Prealpi e Dolomiti

Programma di Sviluppo Rurale per il Veneto 2007-2013 Asse 4 LEADER. 2. GAL Prealpi e Dolomiti FEASR REGIONE DEL VENETO Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale: l Europa investe nelle zone rurali SCHEDA INTERVENTO A REGIA GAL Approvata con Deliberazione del Consiglio Direttivo del GAL n. 16

Dettagli

II - COMPETENZE DELLA REGIONE E DEGLI ENTI LOCALI IN MATERIA DI TUTELA DELL'AMBIENTE DALL'INQUINAMENTO ACUSTICO

II - COMPETENZE DELLA REGIONE E DEGLI ENTI LOCALI IN MATERIA DI TUTELA DELL'AMBIENTE DALL'INQUINAMENTO ACUSTICO Legge Regionale n 12 del 20/03/1998 Disposizioni in materia di inquinamento acustico emanata da: Regione Liguria e pubblicata su: Bollettino. Uff. Regione n 6 del 15/04/1998

Dettagli

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA 4 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 162 suppl. del 15-10-2009 PARTE PRIMA Corte Costituzionale LEGGE REGIONALE 7 ottobre 2009, n. 20 Norme per la pianificazione paesaggistica. La seguente

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE n.

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE n. 9^ legislatura Struttura amministrativa competente: Direzione Competitivita Sistemi Agroalimentari Presidente Luca Zaia Vicepresidente Marino Zorzato Assessori Renato Chisso Roberto Ciambetti Luca Coletto

Dettagli

ACCORDO DI PARTENARIATO 2014 2020 ITALIA

ACCORDO DI PARTENARIATO 2014 2020 ITALIA ITALIA ALLEGATO III ELEMENTI SALIENTI DELLA PROPOSTA DI SI.GE.CO 2014 2020 SOMMARIO 1. Principi generali dei sistemi di gestione e controllo (FESR, FSE, FEAMP)... 3 1.1 Autorità di gestione... 3 1.1.1

Dettagli

ACCREDIA L Ente Italiano di Accreditamento. Accreditation process for abilitation/notification: experiences and criticalities

ACCREDIA L Ente Italiano di Accreditamento. Accreditation process for abilitation/notification: experiences and criticalities ACCREDIA L Ente Italiano di Accreditamento Accreditation process for abilitation/notification: experiences and criticalities 1-32 28 giugno 2013 IL QUADRO DI RIFERIMENTO Cambiano gli scenari europei Regolamento

Dettagli

Strategia dell UE per la biodiversità fino al 2020

Strategia dell UE per la biodiversità fino al 2020 Dicembre 2011 IT Strategia dell UE per la biodiversità fino al 2020 Biodiversità In Europa quasi un quarto delle specie selvatiche è attualmente minacciato di estinzione. La biodiversità, ossia la straordinaria

Dettagli

GAL VALLI GESSO VERMENAGNA PESIO S.C. a R.L. sede legale: Piazza Regina Margherita, 27 ROBILANTE (CN) sede operativa: Via Piave, 25 PEVERAGNO (CN)

GAL VALLI GESSO VERMENAGNA PESIO S.C. a R.L. sede legale: Piazza Regina Margherita, 27 ROBILANTE (CN) sede operativa: Via Piave, 25 PEVERAGNO (CN) GAL VALLI GESSO VERMENAGNA PESIO S.C. a R.L. sede legale: Piazza Regina Margherita, 27 ROBILANTE (CN) sede operativa: Via Piave, 25 PEVERAGNO (CN) PSR 2007-2013 ASSE IV LEADER Programma di Sviluppo Locale

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

Indice degli elaborati del PdG PIANO DI GESTIONE. Ambito territoriale dei Monti di Trapani. versione conforme al DDG ARTA n 588 del 25/06/09

Indice degli elaborati del PdG PIANO DI GESTIONE. Ambito territoriale dei Monti di Trapani. versione conforme al DDG ARTA n 588 del 25/06/09 Unione Europea Regione Siciliana Dipartimento Regionale Azienda Foreste Demaniali Codice POR: 1999.IT.16.1.PO.011/1.11/11.2.9/0334 Ambito territoriale dei Monti di Trapani PIANO DI GESTIONE versione conforme

Dettagli

Regione Siciliana ASSESSORATO REGIONALE DELLE RISORSE AGRICOLE E ALIMENTARI

Regione Siciliana ASSESSORATO REGIONALE DELLE RISORSE AGRICOLE E ALIMENTARI REPUBBLICA ITALIANA Regione Siciliana ASSESSORATO REGIONALE DELLE RISORSE AGRICOLE E ALIMENTARI DIPARTIMENTO REGIONALE INTERVENTI INFRASTRUTTURALI PER L AGRICOLTURA Servizio IV Interventi di Sviluppo rurale

Dettagli

1 - AREA INTERDIPARTIMENTALE PER IL COORDINAMENTO E GESTIONE DEI FONDI COMUNITARI E NAZIONALI

1 - AREA INTERDIPARTIMENTALE PER IL COORDINAMENTO E GESTIONE DEI FONDI COMUNITARI E NAZIONALI 1 - AREA INTERDIPARTIMENTALE PER IL COORDINAMENTO E GESTIONE DEI FONDI COMUNITARI E NAZIONALI Responsabile: Dott.ssa Anna Greco Tel.: 0917076283 E-mail: agri1.areagestionefondi@regione.sicilia.it - Assegnazione

Dettagli

Chi può presentare la domanda

Chi può presentare la domanda BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER FAVORIRE LA CRESCITA DELLE IMPRESE SUI MERCATI INTERNAZIONALI II QUADRIMESTRE 2014 AFRQ2/14 La Camera di Commercio di Frosinone, attraverso ASPIN, Azienda Speciale

Dettagli

I PAGAMENTI DIRETTI NELLA NUOVA PAC. CAMBIAMENTI E IMPATTI

I PAGAMENTI DIRETTI NELLA NUOVA PAC. CAMBIAMENTI E IMPATTI I PAGAMENTI DIRETTI NELLA NUOVA PAC. CAMBIAMENTI E IMPATTI SENATO DELLA REPUBBLICA Commissione Agricoltura e Produzione Agroalimentare Prof. Felice ADINOLFI Università degli Studi di Bologna Roma 22 Gennaio

Dettagli

Comune di Grado Provincia di Gorizia

Comune di Grado Provincia di Gorizia Comune di Grado Provincia di Gorizia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCENTIVI PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI LAVORI PUBBLICI, AI SENSI DELL ART.11 DELLA LEGGE REGIONALE 31 MAGGIO 2002,

Dettagli

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione COMUNE DI ALBIATE Provincia di Monza e della Brianza REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RIPARTIZIONE TRA IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO E GLI INCARICATI DELLA REDAZIONE DEL PROGETTO, DEL COORDINAMENTO PER LA

Dettagli

Lotta biologica per la difesa fitosanitaria del castagneto

Lotta biologica per la difesa fitosanitaria del castagneto GAL L ALTRA ROMAGNA S. CONS. A R.L. Via Roma, 24 47027 Sarsina (FC) Tel. 0547.698301 Fax 0547.698345 altrarom@tin.it COD. FISC. e P. IVA 02223700408 www.altraromagna.it PSR ASSE 4 Leader MISURA 412 Azione

Dettagli

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA UNICA DI PAGAMENTO RACCOLTO 2014

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA UNICA DI PAGAMENTO RACCOLTO 2014 GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA UNICA DI PAGAMENTO RACCOLTO 2014 Per la compilazione della domanda unica 2014 è necessario conoscere la normativa comunitaria e nazionale di riferimento ed in particolare

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER GLI INCENTIVI ALLE IMPRESE IL DIRETTORE GENERALE Visto il decreto del Ministro dello sviluppo economico 8 marzo 2013, pubblicato nella Gazzetta

Dettagli

PRINCIPALI INTERVENTI NORMATIVI AGLI STRUMENTI NAZIONALI DI INCENTIVAZIONE ALLE IMPRESE

PRINCIPALI INTERVENTI NORMATIVI AGLI STRUMENTI NAZIONALI DI INCENTIVAZIONE ALLE IMPRESE CONFERENZA DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME PRINCIPALI INTERVENTI NORMATIVI AGLI STRUMENTI NAZIONALI DI INCENTIVAZIONE ALLE IMPRESE Guida ragionata delle disposizioni normative Commissione Attività

Dettagli

Avviso Pubblico Giovani Attivi

Avviso Pubblico Giovani Attivi All. A Avviso Pubblico Giovani Attivi P.O.R. Campania FSE 2007-2013 Asse III Obiettivo Specifico: g) Sviluppare percorsi di integrazione e migliorare il (re)inserimento lavorativo dei soggetti svantaggiati

Dettagli

DECRETO N. 1921 Del 12/03/2015

DECRETO N. 1921 Del 12/03/2015 DECRETO N. 1921 Del 12/03/2015 Identificativo Atto n. 191 DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO Oggetto APPROVAZIONE DELL AVVISO FORMAZIONE CONTINUA COMPETITIVITA EXPO E L'atto si compone

Dettagli

EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS

EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS Legge Regionale 28 giugno 2013 n. 15 - Disposizioni transitorie in materia di riordino delle province Legge Regionale 12 marzo 2015 n. 7 - Disposizioni urgenti in materia

Dettagli

FAQ: Condizionalità. Cosa si intende per condizionalità?

FAQ: Condizionalità. Cosa si intende per condizionalità? FAQ: Condizionalità Cosa si intende per condizionalità? La condizionalità è una delle maggiori novità introdotte dalla Politica Agricola Comune (PAC) approvata nel 2003. Rappresenta l insieme delle norme

Dettagli

Gestione delle avversità in agricoltura biologica

Gestione delle avversità in agricoltura biologica Gestione delle avversità in agricoltura biologica Anna La Torre Consiglio per la ricerca in agricoltura e l analisi dell economia agraria Centro di ricerca per la patologia vegetale «Noi ereditiamo la

Dettagli

REGIONE CALABRIA. n. 66 del 7 Maggio 2012

REGIONE CALABRIA. n. 66 del 7 Maggio 2012 REGIONE CALABRIA DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE (nella qualita di Commissario ad acta per l'attuazione del piano di rientro dal disavanzo del settore sanitario della Regione Calabria nominato

Dettagli

LINEE GUIDA SULL AMMISSIBILITÀ DELLE SPESE RELATIVE ALLO SVILUPPO RURALE E A INTERVENTI ANALOGHI

LINEE GUIDA SULL AMMISSIBILITÀ DELLE SPESE RELATIVE ALLO SVILUPPO RURALE E A INTERVENTI ANALOGHI RETE RURALE NAZIONALE Commissione Europea 2 0 0 7-2 0 1 3 LINEE GUIDA SULL AMMISSIBILITÀ DELLE SPESE RELATIVE ALLO SVILUPPO RURALE E A INTERVENTI ANALOGHI DIPARTIMENTO DELLE POLITICHE DI SVILUPPO Direzione

Dettagli

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Ferrara, giovedì 27 Settembre 2012 Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Giacomo Zanni (Dipartimento di Ingegneria ENDIF, Università di Ferrara) giacomo.zanni@unife.it SOMMARIO

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Art. 1 - Area delle posizione organizzative 1. Nel rispetto dei criteri generali contenuti nelle disposizioni

Dettagli

Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni

Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni! Statuto del Politecnico di Torino TITOLO 2 - ORGANI DI GOVERNO DEL POLITECNICO Art. 2.3 - Senato Accademico 1. Il Senato Accademico è

Dettagli

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U.

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. DISCIPLINA DEI LIMITI E DEI RAPPORTI RELATIVI ALLA FORMAZIONE DI NUOVI STRUMENTI URBANISTICI

Dettagli

Relatore: per.agr. Roberto Nataloni Dlgs 150/2012 Art. 1 Oggetto Il presente decreto definisce le misure per un uso sostenibile dei pesticidi, che sono prodotti fitosanitari come definiti all articolo

Dettagli

delle qualifiche professionali in favore dei soggetti provenienti da fuori Regione Piemonte che se

delle qualifiche professionali in favore dei soggetti provenienti da fuori Regione Piemonte che se FAQ REQUISITI PER IL COMMERCIO D: La pratica svolta per 2 anni negli ultimi 5, in qualità di coadiuvante in un attività di commercio al dettaglio di alimentari, può essere riconosciuta valida, ai fini

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 24.12.2013 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 352/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (UE) N. 1407/2013 DELLA COMMISSIONE del 18 dicembre 2013 relativo all applicazione degli articoli

Dettagli

ENTE BILATERALE TURISMO TOSCANO ANALISI DEI FABBISOGNI FORMATIVI E PROFESSIONALI IN TOSCANA 2010

ENTE BILATERALE TURISMO TOSCANO ANALISI DEI FABBISOGNI FORMATIVI E PROFESSIONALI IN TOSCANA 2010 ANALISI DEI FABBISOGNI FORMATIVI E PROFESSIONALI IN TOSCANA 2010 INDICE Introduzione pag. 3 Il campione di indagine. pag. 4 L'indagine: ANALISI DEI FABBISOGNI FORMATIVI E PROFESSIONALI IN TOSCANA. EVOLUZIONE,

Dettagli

Il modello di sviluppo rurale definito dall UE dalla teoria all attuazione: una sfida ancora aperta

Il modello di sviluppo rurale definito dall UE dalla teoria all attuazione: una sfida ancora aperta ILARIA LEONARDI MARIA SASSI Il modello di sviluppo rurale definito dall UE dalla teoria all attuazione: una sfida ancora aperta Quaderno di ricerca n.6 COMITATO SCIENTIFICO Prof. Paolo AUTERI Prof. Carlo

Dettagli

Misure per la tutela dell ambiente e degli ecosistemi

Misure per la tutela dell ambiente e degli ecosistemi Misure per la tutela dell ambiente e degli ecosistemi Carlo Zaghi Dirigente Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Direzione Generale per le Valutazioni e le Autorizzazioni Ambientali

Dettagli

COMUNITA' DELLA VALLE DI CEMBRA

COMUNITA' DELLA VALLE DI CEMBRA COMUNITA' DELLA VALLE DI CEMBRA REGOLAMENTO PER LA EROGAZIONE DI CONTRIBUTI, SOVVENZIONI ED ALTRE AGEVOLAZIONI ART. 1 FINALITA 1. Con il presente Regolamento la Comunità della Valle di Cembra, nell esercizio

Dettagli

BANDO FAS SALUTE 2014

BANDO FAS SALUTE 2014 ALLEGATO 1 ACCORDO DI PROGRAMMA QUADRO MIUR-MISE-REGIONE TOSCANA DGRT 758/2013 PAR FAS 2007-2013 Linea d'azione 1.1 - Azione 1.1.2 Sostegno alla realizzazione di progetti di ricerca in materia di qualità

Dettagli

2001 - Aggiornamento CI0703ur15 VOCE I 7.3 LRG/XV,1. ASSETTO ISTITUZIONALE ENTI LOCALI L.R. 29 giugno 1998, n. 10

2001 - Aggiornamento CI0703ur15 VOCE I 7.3 LRG/XV,1. ASSETTO ISTITUZIONALE ENTI LOCALI L.R. 29 giugno 1998, n. 10 LEGGE REGIONALE 29 giugno 1998, n. 10 «Disposizioni per la valorizzazione, lo sviluppo e la tutela del territorio montano in attuazione della legge 97/1994». (B.U. 29 giugno 1998, n. 26, 1º suppl. ord.)

Dettagli

PRODOTTO UVA DA VINO E PER TUTTI GLI ALTRI PRODOTTI,

PRODOTTO UVA DA VINO E PER TUTTI GLI ALTRI PRODOTTI, Strada dei mercati, 17 43126 Parma Tel.0521984996 Fax 0521950084 info@codiparma.it www.codiparma.it Oggetto: Campagna assicurativa 2015 Spett.le Socio, da quest anno le risorse finanziare sono reperite

Dettagli

Introduzione alla Relazione del convegno

Introduzione alla Relazione del convegno PIANO D AZIONE NAZIONALE PER L USO SOSTENIBIL E DEI PRODOTTI FITOSANIT ARI E PROPOSTE DI STRUMENT I APPLICAT IV I 19 novembre 2012 Environmental Park Centro Congressi Sala Kyoto Via Livorno, 60 Torino

Dettagli

Norme del Documento di Piano

Norme del Documento di Piano Norme del Documento di Piano SOMMARIO: ART. 1. DISPOSIZIONI GENERALI... 3 ART. 2. CONTENUTO DEL DOCUMENTO DI PIANO... 4 ART. 3. RINVIO AD ALTRE DISPOSIZIONI DIFFORMITÀ E CONTRASTI TRA DISPOSIZIONI, DEROGHE...

Dettagli

Indice. Parte Prima. Premessa... pag. 2. Contenuti e limiti previsti dal Piano Casa 2 3. Parte Seconda. A) Definizioni. pag. 9

Indice. Parte Prima. Premessa... pag. 2. Contenuti e limiti previsti dal Piano Casa 2 3. Parte Seconda. A) Definizioni. pag. 9 Indice Parte Prima Premessa... pag. 2 Contenuti e limiti previsti dal Piano Casa 2 3 Parte Seconda A) Definizioni. pag. 9 B) Disposizioni riguardanti aspetti generali. 10 C) Disposizioni in materia di

Dettagli

Guida al PIANO CASA della Regione TOSCANA

Guida al PIANO CASA della Regione TOSCANA Guida al PIANO CASA della Regione TOSCANA (aggiornata a gennaio 2014) 1 SOMMARIO INTRODUZIONE... pag. 3 IL PIANO CASA IN TOSCANA... pag. 4 INTERVENTI DI AMPLIAMENTO....pag. 5 INTERVENTI DI DEMOLIZIONE

Dettagli

LEGGE 28 Gennaio 1977, N. 10 - (Bucalossi) (G.U. 29-1-1977, N. 27) NORME PER LA EDIFICABILITA' DEI SUOLI

LEGGE 28 Gennaio 1977, N. 10 - (Bucalossi) (G.U. 29-1-1977, N. 27) NORME PER LA EDIFICABILITA' DEI SUOLI LEGGE 28 Gennaio 1977, N. 10 - (Bucalossi) (G.U. 29-1-1977, N. 27) NORME PER LA EDIFICABILITA' DEI SUOLI Art. 1. (trasformazione urbanistica del territorio e concessione di edificare) Ogni attività comportante

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER GLI INCENTIVI ALLE IMPRESE Circolare 10 febbraio 2014, n. 4567 Termini e modalità di presentazione delle domande per la concessione e l erogazione

Dettagli

La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020

La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020 La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020 Giuseppe Gargano Rete Rurale Nazionale - INEA Varzi, 18 giugno 2014 Priorità dell'unione in materia

Dettagli

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC?

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC? La PAC che verrà: Smart change or business as usual? La posizione ufficiale IFOAM EU sulla prossima riforma PAC 2014 2020 Alessandro Triantafyllidis, IFOAM EU Group Siamo a metà dell attuale periodo di

Dettagli

SCHEDA OPERATIVA SOGGETTI AMMISSIBILI

SCHEDA OPERATIVA SOGGETTI AMMISSIBILI Avviso pubblico - Puglia Sviluppo - Regione Puglia in attuazione della DGR n. 1788 del 06 Agosto 2014. Pagina 1 COMMISSIONE EUROPEA REGIONE PUGLIA Area Politiche per lo Sviluppo Economico, Lavoro e Innovazione

Dettagli

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI PRATO, PISTOIA, LUCCA, E DELLE APUANE, AI SENSI DELL

Dettagli

Testo non ufficiale. La sola stampa del bollettino ufficiale ha carattere legale

Testo non ufficiale. La sola stampa del bollettino ufficiale ha carattere legale 1 1 LEGGE REGIONALE 24 giugno 2002, n. 12 #LR-ER-2002-12# INTERVENTI REGIONALI PER LA COOPERAZIONE CON I PAESI IN VIA DI SVILUPPO E I PAESI IN VIA DI TRANSIZIONE, LA SOLIDARIETÀ INTERNAZIONALE E LA PROMOZIONE

Dettagli

IL COMPARTO DEL TABACCO IN ITALIA ALLA LUCE DELLA NUOVA OCM

IL COMPARTO DEL TABACCO IN ITALIA ALLA LUCE DELLA NUOVA OCM Istituto Nazionale di Economia Agraria IL COMPARTO DEL TABACCO IN ITALIA ALLA LUCE DELLA NUOVA OCM a cura di Roberta Sardone Edizioni Scientifiche Italiane ISTITUTO NAZIONALE DI ECONOMIA AGRARIA IL COMPARTO

Dettagli

B.U. 13 novembre 1998, n. 45, III Suppl. Straord. d.g.r. 2 novembre 1998, n. VI/39305. Adeguamento della V.I.A. Regionale alle Direttive Comunitarie

B.U. 13 novembre 1998, n. 45, III Suppl. Straord. d.g.r. 2 novembre 1998, n. VI/39305. Adeguamento della V.I.A. Regionale alle Direttive Comunitarie B.U. 13 novembre 1998, n. 45, III Suppl. Straord. d.g.r. 2 novembre 1998, n. VI/39305 Adeguamento della V.I.A. Regionale alle Direttive Comunitarie LA GIUNTA REGIONALE Premesso: che con D.P.R. 12 aprile

Dettagli

Valori Rimborsi Animali Riferimenti Normativi DECRETO 20 LUGLIO 1989, N. 298

Valori Rimborsi Animali Riferimenti Normativi DECRETO 20 LUGLIO 1989, N. 298 Valori Rimborsi Animali Riferimenti Normativi MINISTERO DELLA SANITÀ DECRETO 20 LUGLIO 1989, N. 298 Regolamento per la determinazione dei criteri per il calcolo del valore di mercato degli animali abbattuti

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 20.6.2014 IT Gazzetta ufficiale dell'unione europea L 181/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. 639/2014 DELLA COMMISSIONE dell 11 marzo 2014 che integra il regolamento (UE)

Dettagli

COMUNE DI FORLI' AREA PIANIFICAZIONE E SVILUPPO DEL TERRITORIO

COMUNE DI FORLI' AREA PIANIFICAZIONE E SVILUPPO DEL TERRITORIO 6 Allegato 1 COMUNE DI FORLI' AREA PIANIFICAZIONE E SVILUPPO DEL TERRITORIO Servizio Pianificazione e Programmazione del Territorio Via delle Torri n. 13 47100 Forlì Unità Segreteria mariateresa.babacci@comune.forli.fo.it

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 15 DEL 30 OTTOBRE 2013

LEGGE REGIONALE N. 15 DEL 30 OTTOBRE 2013 LEGGE REGIONALE N. 15 DEL 30 OTTOBRE 2013 DISPOSIZIONI IN MATERIA DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SOCIETA PARTECIPATE DALLA REGIONE CAMPANIA DEL POLO SVILUPPO, RICERCA E I.C.T. IL CONSIGLIO REGIONALE ha approvato

Dettagli

IL DIRIGENTE. Premesso che:

IL DIRIGENTE. Premesso che: REGIONE PIEMONTE BU49 04/12/2014 Codice DB1614 D.D. 26 novembre 2014, n. 814 D.G.R. n. 20-587 del 18/11/2014. Programmazione 2014-15. Misura 5: sostegno ai Comuni per la realizzazione di "Programmi di

Dettagli

Istituto Tecnico Agrario Giuseppe Vivarelli Azienda Agraria Didattica VALUTAZIONE TECNICO AGRONOMICA DELLA SEMINA SU SODO DI GRANO DURO

Istituto Tecnico Agrario Giuseppe Vivarelli Azienda Agraria Didattica VALUTAZIONE TECNICO AGRONOMICA DELLA SEMINA SU SODO DI GRANO DURO Istituto Tecnico Agrario Giuseppe Vivarelli Azienda Agraria Didattica VALUTAZIONE TECNICO AGRONOMICA DELLA SEMINA SU SODO DI GRANO DURO FABRIANO 06 MAGGIO 2014 1 Fig 1 Intervento di semina su sodo con

Dettagli

Raccordo tra VAS-VIA-VIC (Valutazione ambientale, Valutazione di impatto ambientale, Valutazione di incidenza)

Raccordo tra VAS-VIA-VIC (Valutazione ambientale, Valutazione di impatto ambientale, Valutazione di incidenza) Allegato 2 Raccordo tra VAS-VIA-VIC (Valutazione ambientale, Valutazione di impatto ambientale, Valutazione di incidenza) Sono molto frequenti le situazioni in cui l obbligo di effettuare valutazioni ambientali

Dettagli

Il Fondo di Garanzia per le PMI L. 662/96

Il Fondo di Garanzia per le PMI L. 662/96 Il Fondo di Garanzia per le PMI L. 662/96 Incontro formativo con gli operatori del territorio Lo stato dell arte del Fondo di Garanzia per le PMI Le attività di informazione e formazione operativa per

Dettagli

OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA SEGGIANO D.O.P. (EX CONSORZIO OLIVASTA SEGGIANESE)

OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA SEGGIANO D.O.P. (EX CONSORZIO OLIVASTA SEGGIANESE) STATUTO DI CONSORZIO DI TUTELA VOLONTARIO OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA SEGGIANO D.O.P. (EX CONSORZIO OLIVASTA SEGGIANESE) ART. 1 (Denominazione e Sede) E costituito il Consorzio tra produttori di Olio extravergine

Dettagli

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI INDICE CAPO I - NORME GENERALI ART: 1 - FINALITA ART.

Dettagli

COMUNE DI PERTICA BASSA PROVINCIA DI BRESCIA CAP 25078 TEL. (0365) 821131 FAX (0365) 821195

COMUNE DI PERTICA BASSA PROVINCIA DI BRESCIA CAP 25078 TEL. (0365) 821131 FAX (0365) 821195 COMUNE DI PERTICA BASSA PROVINCIA DI BRESCIA CAP 25078 TEL. (0365) 821131 FAX (0365) 821195 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 26 DEL 27.10.2014 VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 26 DELLA GIUNTA COMUNALE

Dettagli

Conto Termico (DM 28/12/12) Regole applicative

Conto Termico (DM 28/12/12) Regole applicative Conto Termico (DM 28/12/12) Regole applicative Roma, aprile 2013 INDICE Conto Termico (DM 28/12/12) Regole applicative Esempi di interventi incentivabili -2- Il Conto Termico: DM 28 12 12 Il Conto Termico

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TERMINE E DI RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TERMINE E DI RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO REGOLAMENTO IN MATERIA DI TERMINE E DI RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO Approvato con deliberazione del Consiglio provinciale n. 161 del 28 ottobre 1997, così come integrata dalla deliberazione del Consiglio

Dettagli

DECRETO 27 Marzo 1998 del Ministero dell'ambiente

DECRETO 27 Marzo 1998 del Ministero dell'ambiente DECRETO 27 Marzo 1998 del Ministero dell'ambiente Mobilita' sostenibile nelle aree urbane (GU n. 179 del 3-8-1998) Registrato alla Corte dei conti il 9 luglio 1998 Registro n. 1 Ambiente, foglio n. 212

Dettagli

LEGGE REGIONALE 12 febbraio 2014, n. 4

LEGGE REGIONALE 12 febbraio 2014, n. 4 6232 LEGGE REGIONALE 12 febbraio 2014, n. 4 Semplificazioni del procedimento amministrativo. Modifiche e integrazioni alla legge regionale 12 aprile 2001, n. 11 (Norme sulla valutazione dell impatto ambientale),

Dettagli

REGOLAMENTO (CE) N. 834/2007 DEL CONSIGLIO

REGOLAMENTO (CE) N. 834/2007 DEL CONSIGLIO REGOLAMENTO (CE) N. 834/2007 DEL CONSIGLIO del 28 giugno 2007 RELATIVO ALLA PRODUZIONE BIOLOGICA E ALL ETICHETTATURA DEI PRODOTTI BIOLOGICI E CHE ABROGA IL REGOLAMENTO (CEE) N. 2092/91 TESTO COORDINATO

Dettagli

La modifica al Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 viene presentata ai sensi dell articolo 6.1.(c) del Reg. (CE) n. 1974/2006.

La modifica al Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 viene presentata ai sensi dell articolo 6.1.(c) del Reg. (CE) n. 1974/2006. 1 PARTE GENERALE: Stato membro: ITALIA Regione: Provincia Autonoma di Bolzano Programma: Programma di Sviluppo Rurale 20072013 ai sensi del Reg. (CE) n. 1698/2005, approvato con Decisione CE C (2007) 4153

Dettagli

Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego

Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego Il decreto spiega tutte le possibilità e i limiti dell'eventuale cumulo Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego (Dm Funzione pubblica 331 del 29.7.1997) da CittadinoLex del 12/9/2002

Dettagli

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali DECRETO prot. 6513 del 18 novembre 2014 Disposizioni nazionali di applicazione del regolamento (UE) n. 1307/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 17 dicembre 2013 VISTO il regolamento (CE) n.

Dettagli

Istruzioni per l'applicazione delle normative connesse ai D.lgs nn.99/04 e 101/05.

Istruzioni per l'applicazione delle normative connesse ai D.lgs nn.99/04 e 101/05. DOCUMENTI 11 Guida all'accertamento del possesso dei requisiti delle figure professionali operanti in agricoltura ed alla applicazione delle normative riguardanti la conservazione dell'integrità fondiaria

Dettagli

Art. 11 Studio di Impatto Ambientale (S.I.A.) Art. 12 Definizione dei contenuti del S.I.A. (scoping)

Art. 11 Studio di Impatto Ambientale (S.I.A.) Art. 12 Definizione dei contenuti del S.I.A. (scoping) LEGGE REGIONALE 18 maggio 1999, n. 9 DISCIPLINA DELLA PROCEDURA DI VALUTAZIONE DELL'IMPATTO AMBIENTALE Testo coordinato con le modifiche apportate da: L.R. 16 novembre 2000 n. 35 Titolo III PROCEDURA DI

Dettagli