Non ti curar di loro ma guarda e passa. In questo numero. Editoriale Elezioni RSA Fiscale Sicurezza Donne Economia Libri, film e ricetta

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Non ti curar di loro ma guarda e passa. In questo numero. Editoriale Elezioni RSA Fiscale Sicurezza Donne Economia Libri, film e ricetta"

Transcript

1 Mentre nel nostro Paese prosegue, a piccoli passi, ma sempre più decisamente la spinta dovuta al basso tasso di cambio dell euro sul dollaro, alle misure della BCE volte ad allargare il credito delle banche verso i cittadini e le imprese ed anche ai recenti provvedimenti del Governo a favore dell occupazione (di cui i 1500 nuovi assunti di Melfi rappresentano quella che speriamo sia solo la punta di un iceberg ben più consistente), in Grecia la contraddittoria vittoria di Tsipras rischia di rimettere in discussione dei nuovi equilibri del Vecchio Continente, emersi dal tenace lavoro del duo Renzi-Hollande di contrasto alla sola politica di austerità del precedente governo europeo e che hanno trovato nella recentissima decisione di Mario Draghi di lanciare una importantissima politica di investimenti grazie all acquisto di quote di credito sovrano nei prossimi anni. Il risultato è sotto gli occhi di tutto il mondo: un peso eccessivo di dipendenti pubblici alimenta una spirale che alimenta la spesa pubblica, troppo spesso inefficiente, in modo vorticoso ed insopportabile per quel Paese a cui rimangono solo i proventi del turismo per permettere delle entrate ed una tenuta del PIL; turismo che da solo non può essere leva di sviluppo in un Paese complesso e moderno. Senza infrastrutture moderne e, soprattutto, senza un settore manifatturiero ed agricolo in grado di essere colonna di uno sviluppo equilibrato non basterà certo Tsipras a risollevare le sorti di un Paese destinato ad albergare in modo stabile nella serie B del mondo globalizzato. Negare l importanza economica e politica dell Europa non risolve certo la crisi economica di un Paese e non saranno certo le terapie demagogiche e populiste alla Tsipras o alla Salvini, o peggio ancora alla Vendola, a far risalire l occupazione e il reddito delle famiglie. Anche perché negli ultimi mesi la guida economica della UE sta mutando decisamente rotta, non c è più la politica monetarista di Barroso Merkel a farla da padrone: gli interventi di Draghi, tesi a portare i tassi di interesse sempre più vicini allo zero favoriscono il basso costo dei mutui immobiliari per le famiglie che ormai oscillano tra il 2 e il 3% di interesse reali, e favoriscono anche i possessori di Titoli di Stato (che rappresentano una buona parte della popolazione italiana), dando una notevole spinta all economia reale, prevista in una crescita dell inflazione e del PIL. Un altro effetto del Quantitative Easing (chiamato il bazooka finanziario per gli effetti che produrrà) è il deprezzamento della valuta che favorirà la concorrenzialità delle merci prodotte in Europa rivolte verso i mercati esteri, dato che il forte afflusso di moneta stampata dalla Banca Centrale Europea produrrà effetti importanti sulle e- sportazioni e quindi sui fatturati della nostra industria manifatturiera e, quindi dell occupazione. Anche per questa via passano le precondizioni che hanno reso possibile le 1500 assunzioni di Melfi, oltre i buoni contratti e le innovative relazioni industriali: senza condizioni favorevoli sarebbe stato impossibile pensare che la Renegade prima, la 500X poi e prima ancora le Maserati o la Alfa 4C potessero essere esportate in così grande numero: certo conta la qualità del prodotto e la sagacia dei lavoratori italiani, ma senza la nuova politica economica dell Europa, imposta dal nuovo ritmo del duo Hollande Renzi e supportata dalle linee di politica finanziaria della BCE guidata da. Draghi tutto questo sarebbe stato molto più difficoltoso. E ora la vittoria del fronte demagogico greco e l avanzare dei populismi rischia di far prevalere di nuovo la politica monetarista guidata dalla Merkel e dalle economie forti del Nord Europa e di mandare in bancarotta le economie deboli dell Europa del Sud, a cominciare dalla Grecia stessa, che è l anello più debole della catena, e trascinando Spagna, Portogallo, Italia e Francia verso un baratro da cui si stava, forse, finalmente per uscire fuori. Di Roberto Di Maulo In questo numero Editoriale Elezioni RSA Fiscale Sicurezza Donne Economia Libri, film e ricetta Non ti curar di loro ma guarda e passa. DIRETTORE RESPONSABILE VINCENZO BACARANI PROGETTO GRAFICO E REDAZIONE MARTINA ROMANO FEDERICA CICCARELLI SARA RINAUDO CONTATTI

2 Lavoratori e Lavoratrici nel mese di febbraio2015 ci saranno le elezioni per il rinnovo dalla RSA. Il voto libero dei lavoratori è la massima espressione di democrazia nei luoghi di lavoro. La Fismic non nomina i delegati a prescindere, ma attribuisce gli incarichi in base al consenso che essi ricevono dai lavoratori.

3 Per garantire l uscita dalla recessione il governo italiano sta puntando su innovazione, agevolazioni alle a- ziende, sponsorizzazione dei nuovi contratti a tempo indeterminato, aggiungendo inoltre un piano straordinario per il rilancio del Made in Italy. Con la legge di Stabilità, tra il 2015 e il 2017, saranno stanziati complessivamente circa 260 milioni che verranno investiti sul Made in Italy. La cifra è più di quanto sia mai stato riservato negli ultimi 5 anni, a conferma del fatto che il governo sta adottando una reale politica industriale basata sul rilancio del settore manifatturiero italiano. Una vera svolta, dopo troppi anni di sottovalutazione di un settore che spinge in alto il Pil, procura un business magnifico con l'export, testimonia la cultura e l'eccellenza del prodotto italiano. Il governo ital i a n o ha iniz i a t o f i n a l - mente a parlare di crescita e non più di rigore, un cambiamento di verso veramente importante per l economia e la stabilità del Paese. Ovviamente questo è anche in previsione e la convinzione che l'euro debole e il petrolio in calo daranno ossigeno all'export delle aziende italiane, nello specifico nel settore moda. Per l appunto nella moda sono di 36 milioni di euro in totale gli stanziamenti, otto volte tanto la media degli anni precedenti, che verranno poi in primo luogo concentrati sugli eventi italiani. Un altro grande passo in avanti che l Italia sta compiendo per garantire l uscita dalla recessione e la ripresa dell economia, Non si è fatto attendere l effetto nei mercati internazionali dovuto al cambio dei prodotti petroliferi, che come prevedibile ha riportato un rialzo del prezzo del carburante: benzina, diesel e gpl. Dopo diverse settimane di cali, si sono registrati rincari fino a 1,5 cent. Il rincaro è dovuto alla brusca fiammata delle quotazioni in euro seguito dal deciso indebolimento della moneta unica europea. Rimangono mediamente più bassi i prezzi nei distributori no logo. G r a z i e all applicazione della direttiva europea sulla portabilità dei conti correnti sarà finalmente più facile e veloce, anche in Italia, cambiare banca. La normativa verrà attuata tramite la riforma che prende il nome di investment compact che prevede dei grandi cambiamenti a livello di credito e agevolazioni bancarie. Nel decreto entra con certezza l applicazione al nostro Paese della direttiva europea sulla portabilità dei conti correnti. Lo stop a qualsiasi tipo di spesa e di onere per la portabilità dei conti correnti (e del trasferimento di strumenti finanziari, degli ordini di pagamento e di tutti gli ulteriori servizi e strumenti associati al conto) è stato accolto favorevolmente dalle associazioni dei consumatori che da decenni hanno ingaggiato una lotta contro il sistema bancario per il caro conto corrente. La norma stabilisce un termine obbligatorio di 15 giorni entro il quale le banche devono assicurare il trasferimento di un conto corrente da un istituto all altro gratuitamente. Per chi non adempie scatta l obbligo di risarcire il cliente. i benefici economici nel cambiare il conto corrente, soprattutto ora che non ci sono più le spese di portabilità, sono evidenti: si potrebbero risparmiare anche fino a 150 euro all anno!

4 La sorveglianza sanitaria è solo uno dei ruoli del medico competente, gli obblighi e le responsabilità di cui deve farsi carico dopo essere stato nominato dal datore di lavoro vengono disciplinati sempre dal D Lgs 81/08. L articolo 25 del D Lgs 81/08 elenca ruoli e responsabilità del medico competente che riassumiamo per vostra informazione. Innanzitutto il primo obbligo del medico competente è quello della collaborazione con il datore di lavoro e con il servizio di prevenzione e protezione alla valutazione dei rischi. Questa responsabilità o ruolo del medico competente è fondamentale. Solo dalla collaborazione tra il medico competente e queste altre figure professionali può scaturire una puntuale attività di programmazione della sorveglianza sanitaria e di prevenzione, così, infatti: Tra i ruoli del medico competente: Programma la sorveglianza sanitaria in funzione di specifici rischi; Realizza cartelle sanitarie dei lavoratori (nelle aziende o unità produttive con più di 15 lavoratori il medico competente concorda con il datore di lavoro il luogo di custodia); invia agli Enti preposti, per via telematica, delle cartelle sanitarie e di rischio nei casi previsti; informazioni ai lavoratori e ai rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza; ogni lavoratore interessato dei risultati della sorveglianza sanitaria; Comunica per iscritto al datore di lavoro, al responsabile del servizio di prevenzione protezione dai rischi, ai rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza, i risultati anonimi collettivi della sorveglianza sanitaria; programmazion e d e l c o n t r o l l o dell esposizione dei lavoratori; Visita gli ambienti di lavoro almeno una volta all anno o a cadenza diversa stabilita in fase di valutazione dei rischi. Il medico competente non ha solo dei ruoli durante lo svolgimento della sua attività lavorativa ma anche precisi ruoli e obblighi in seguito alla cessazione dell incarico. Nei confronti del datore di lavoro: il medico competente deve consegnare al datore di lavoro la documentazione sanitaria in suo possesso, nel rispetto delle disposizioni di cui al decreto legislativo del 30 giugno 2003 n.196, e con salvaguardia del segreto professionale; Nei confronti del lavoratore: deve consegnare la documentazione sanitaria in suo possesso e gli fornisce le informazioni riguardo la necessità di conservazione. Le visite mediche pre assunzione non presuppongono un rapporto di lavoro tra il dipendente visitato e l'azienda. Piuttosto, è possibile effettuare delle visite mediche pre assunzione prima che si instauri tale rapporto, nei casi in cui la valutazione del rischio impone una idoneità fisica del lavoratore a svolgere la specifica mansione alla quale si intende destinarlo. Il Medico competente esegue visite mediche pre assunzione per verificare l'idoneità del futuro assunto nei casi di alcuni contratti collettivi (CCNL) o per apprendisti minori esposti a rischio (D.Lgs. 262/2000). In questi casi il medico valuta l'idoneità ed è poi esonerato dal ripetere la visita preventiva dopo l'assunzione del lavoratore. In alcune professionalità dove la valutazione del rischio per il lavoratore necessita di una certificazione valida, la visita medica pre assunzione è spesso effettuata anche quando non sia previsto dai contratti o dalla legge. Secondo le modifiche del D.Lg.s. 106/2009 la visita medic a e f f e t t u a t a p r i m a dell assunzione del lavoratore deve essere a carico del Servizio Sanitario Nazionale oppure effettuabile anche da parte del Medico competente dell'azienda soggetta all'obbligo di sorveglianza sanitaria.

5 Con il termine prostituzione si indica l'attività di chi offre prestazioni sessuali, dietro pagamento di un corrispettivo in denaro. L'attività, fornita da persone di qualsiasi genere e orientamento sessuale, può avere carattere autonomo, professionale, abituale o saltuario. Questa è la definizione della parola prostituzione che si può trovare su Internet o anche più semplicemente sul caro vecchio vocabolario. Come la realtà ci insegna, la vita non è fatta da soli termini e significati, ma è fatta di varianti, di persone, di realtà e soprattutto di dolore. La prostituzione e tutto il giro di soldi e di schiavitù ad esso legato non fa accezione anzi è il vero e- sempio di come dietro un termine in realtà si nasconda una storia. Non cadrò sullo scontato raccontando del giro di ragazze che vengono dall Est Europa che in cerca di un futuro migliore vengono nel nostro paese o dello scandalo avvenuto nella capitale delle Baby Squillo che si concedevano ad uomini molto più grandi di loro in cambio di un capi firmati. La storia che vi voglio raccontare parla di un piccolo gesto di solidarietà. Perché dove c è anche un piccolo gesto di sensibilizzazione a mio avviso c è possibilità di cambiamento. l arteria tra le più pericolose d'italia. Sono due consigliere comunali del Comune di Castel Volturno che prendono parte a un particolare progetto ideato dall amministra-zione c o m u n a l e p e r d e n u n c i a r e l abbandono del territorio da parte delle istituzioni. Le due consigliere comunali, Anastasia Petrella e Stefania Sangermano, sono diventate "esche" per una trappola che scatta ogni qualvolta si ferma un automobilista per contrattare eventualmente la prestazione sessuale. Al segnale delle due esponenti del consiglio, infatti, da un angolo vicino spunta il primo cittadino del Comune di Castel Volturno, Dimitri Russo, con tanta di fascia tricolore addosso, che si avvicina all auto e invita l automobilista di turno a effettuare una regolare raccolta differenziata anche dopo una eventuale prestazione sessuale. Molti di questi automobilisti, duecento metri più avanti, sono stati poi multati dalla Polizia Locale di Castel Volturno, in violazione della ordinanza anti-prostituzione emessa due mesi fa dal sindaco Russo. Il messaggio è stato sicuramente d impatto per sensibilizzare un intero territorio e il mio voler riportare questa iniziativa è per sensibilizzare quante più persone possibili, su un problema radicato nel tempo. Preso atto delle dimissioni dell incarico di Responsabile Nazionale del dipartimento pari opportunità ricevuto lo scorso 25 Gennaio. L a Segreteria Generale Ringrazia Carmen Fraraccio per l impegno e la dedizione messa a disposizione dell Organizzazione. Carmen continuerà ad operare sul territorio di Temoli anche come referente locale del coordinamento. Viene incaricata di svolgere il ruolo di Responsabile Nazionale delle varie opportunità Martina Romano che opera presso la sede Nazionale di Roma e che avrà l incarico di organizzare le attività della Fismic in questo campo. A Martina vanno i migliori auguri di buon lavoro, certo che grazie la sua giovane età saprà svolgere al meglio il ruolo assegnatole. A tutti i territori Fismic chiedo che diano la massima collaborazione a Martina Romano a finchè si possa registrare una importante crescita. FIRMA ROBERTO DI MAULO Passeggiano su un marciapiede della via Domiziana, a Castel Volturno, facendo ondeggiare le borsette. Indossano minigonna e camicetta scollata. Ai piedi portano scarpe coi tacchi alti. Ma non sono due delle numerose vittime della "tratta delle "schiave" che si prostituiscono abitualmente lungo Articolo a cura di : Romano Martina

6 Per il governatore della Bce Mario Draghi il Quantitative Easing (QE) è l arma finale contro l inflazione e per rilanciare la crescita europea. I mercati lo aspettavano e, puntualissimo, eccolo far capolino all inizio di questo 2015 dopo la riunione del 22 gennaio della Banca Centrale Europea (Bce). Le Borse gioiscono, lo spread cala, le banche potrebbero presto aumentare le erogazioni di mutui a vantaggio di imprese e famiglie. Con Quantitative Easing si traduce quella procedura semplicissima con cui la Banca centrale europea stampa moneta e con i soldi nuovi compra sul mercato finanziario titoli di Stato (o di altro tipo). Il primo effetto di questa manovra è sul cambio: più si stampa moneta, infatti, più la valuta si deprezza. La svalutazione offre un indubbio sostegno all'export Ue. Anche per un Paese come l'italia, il cui Pil è prodotto per il 30% proprio dalle esportazioni e che ha un importante settore turistico, come riportato dal Sole24Ore. Se la Bce compra titoli di Stato, è ovvio che questi possono pagare interessi sempre più bassi. Se si ridimensionano i titoli di Stato, l'effetto è di far calare sui mercati finanziari anche i rendimenti delle altre obbligazioni: quelle bancarie e aziendali. Il beneficio, dunque, arriva anche a loro. E, insieme a tutto questo, si riducono altri tassi d'interesse: qualche giorno fa l'euribor a un mese è addirittura sceso sotto zero e quello trimestrale (su cui sono indicizzati i mutui di molte persone) è intorno allo zero. Questo dà una mano a chi ha le rate del mutuo da pagare ogni mese e, dunque, all'economia. Principalmente, al Quantitative Easing si associano due effetti: 1) L aumento dell attività economica: promosso dalla maggiore circolazione di liquidità. 2) L abbassamento del costo dei prestiti: l acquisto da parte della banca dovrebbe far aumentare la domanda dei titoli e, allo stesso tempo, ridurne i costi. Teoricamente, l allentamento monetario dovrebbe avere l effetto di facilitare l accesso al credito e, per conseguenza, stimolare la crescita economica. La Green Economy e le imprese del settore sono sicuramente innovative: il loro modo di operare ha portato diversi cambiamenti, in Italia soprattutto dove la Green Economy finalmente non sembra più essere un miraggio. Innovazione sostenibile è il denominatore comune delle storie di successo nell economia verde. Tra Italia ed Europa, è una bella sfida, se viene affrontata come si deve: per esempio, seguendo la normativa europea come una guida nella crescita green. i dati sulle domande di brevetto green presentate da aziende italiane all Ufficio europeo dei brevetti nel periodo (dato previsionale sulla base dell andamento dei primi tre trimestri dell anno) sono state 2.210, pari a circa il 9,5% del totale delle domande italiane presentate nello stesso periodo. Il dato assume particolare rilevanza se si considera che nel periodo in questione si è registrato un rallentamento del totale delle domande di brevetto a fronte di un trend di crescita di quelle green. Prendiamo per esempio ad oggi il mercato fotovoltaico italiano mostra segnali di forte fermento. La regolamentazione europea, con le sue norme e gli obiettivi, sta favorendo lo sviluppo del settore. Il quadro regolamentare europeo è necessario per coordinare le azioni di tutti i Paesi dell Unione indirizzandoli verso la riduzione delle emissioni inquinanti e la conversione ad un economia più rispettosa dell ambiente e sostenibile. Spetta poi agli Stati membri recepire le direttive europee e attuarle nella regolamentazione nazionale. Per favorire gli investimenti nella Green Economy italiana, soprattutto da parte di operatori esteri, è fondamentale la certezza del diritto e la non retroattività dei nuovi interventi normativi, principi che nel nostro Paese non sempre sono rispettati dai vari governi.

7 VARSAVIA - Il 27 gennaio 1945 i soldati dell'armata Rossa sovietica liberarono il campo di concentramento tedesco di Auschwitz, ad o- vest di Cracovia, nel sud della Polonia. Mentre si avvicinavano, le SS iniziarono l'evacuazione. Circa 60 mila prigionieri furono costretti a marciare verso ovest, la maggior parte, per lo più ebrei, verso la città di Wodzislaw nella parte occidentale dell'alta Slesia. morte le SS spararono a quelli che, stremati, non potevano continuare a camminare. Morirono in più di 15 mila. Quando entrò, settant'anni fa, l'esercito sovietico trovò e liberò oltre 7 mila sopravvissuti, malati e moribondi. Si stima che circa 1,3 milioni di persone siano state deportate ad Auschwitz tra il 1940 e il Di queste, almeno 1,1 milioni sono state assassinate. La chiamano Juno. E' la più grande tempesta di neve che si ricordi sul nordest degli Stati Uniti. Cinquantotto milioni di cittadini americani sono a rischio. Il 26 Gennaio, per le strade di New York erano ammesse solo ambulanze, personale della città, spazzaneve, polizia e pompieri. Tutti i parchi e le scuole sono rimasti chiusi. "La tempesta sarà molto veloce e molto intensa", ha detto il sindaco Bill de Blasio. ll governatore di New York Andrew Cuomo ha dichiarato lo stato di emergenza, così come il governatore del New Jersey, Chris Christie. Migliaia di persone furono uccise in fretta nei giorni precedenti. Gennaio, gelo, fame. Durante la marcia della Tragedia nella base Nato di Llanos, ad Albacete in Spagna: un F-16 greco è precipitato durante la fase di decollo e si è schiantato su un hangar e su alcuni aerei parcheggiati, pronti al decollo e carichi di carburante, provocando quattro esplosioni. Ed un bilancio, ancora provvisorio, che conta almeno 10 morti e 19 feriti. Coinvolti anche 12 militari italiani, uno è in gravi condizioni per le ustioni riportate. L'F-16 greco partecipava al Tactical Leadership Programm della Nato, e secondo una prima ricostruzione, il caccia biposto "ha perduto potenza" nella manovra di decollo e si è schiantato su un hangar e su altri aerei fermi in parking, innescando una serie di esplosioni. Nell'impatto al suolo e nel successivo incendio si è sprigionata una densa colonna di fumo visibile a chilometri dalla base aerea. Il caccia è precipitato nella zona di addestramento della scuola di perfezionamento di piloti della Nato, dove al momento dell'impatto erano numerosi i piloti e i meccanici all'interno dell'hangar. La pista della base è stata chiusa e due aerei francesi, che partecipavano all'addestramento ed erano decollati poco prima, sono stati costretti ad atterrare nella base aerea di San Javier, a Murcia. Otto dei 12 feriti italiani sono stati dimessi - Le vittime sono i due piloti greci ai comandi del caccia e altri 8 militari francesi, ha fatto sapere il ministero della Difesa di Madrid precisando che tra i diciannove feriti, cinque sono stati trasferiti all'unità Grandi Ustionati dell'ospedale La Paz a Madrid, mentre gli altri sono ricoverati al Complesso ospedaliero universitario di Albacete. Dei 12 feriti italiani, otto sono già stati dimessi. "Incidente colpisce tutta la famiglia Nato" -"Questo è un incidente che colpisce tutta la famiglia Nato". Lo afferma il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg, esprimendo le sue condoglianze per lo schianto dell'f-16, in Spagna.

8 Autore Green John Sam Taylor-Johnson Hazel ha sedici anni, ma ha già alle spalle un vero miracolo: grazie a un farmaco sperimentale, la malattia che anni prima le hanno diagnosticato è ora in regressione. Ha però anche imparato che i miracoli si pagano: mentre lei rimbalzava tra corse in ospedale e lunghe degenze, il mondo correva veloce, lasciandola indietro, sola e fuori sincrono rispetto alle sue coetanee, con una vita in frantumi in cui i pezzi non si incastrano più. Un giorno però il destino le fa incontrare Augustus, affascinante compagno di sventure che la travolge con la sua fame di vita, di passioni, di risate, e le dimostra che il mondo non si è fermato, insieme possono riacciuffarlo. Ma come un peccato originale, come una colpa scritta nelle stelle avverse sotto cui Hazel e Augustus sono nati, il tempo che hanno a disposizione è un miracolo, e in quanto tale andrà pagato. 370 g di farina 80 g di zucchero 3 uova 60 g di burro 1 cucchiaino da caffè di lievito vanigliato 1 limone grattugiato zucchero a velo sale olio per frittura Quando Anastasia Steele, graziosa e ingenua studentessa americana di ventun anni incontra Christian Grey, giovane imprenditore miliardario, si accorge di essere attratta irresistibilmente da quest'uomo bellissimo e misterioso. Convinta però che il loro incontro non avrà mai un futuro, prova in tutti i modi a smettere di pensarci, fino al giorno in cui Grey non compare improvvisamente nel negozio dove lei lavora e la invita a uscire con lui. Anastasia capisce di volere quest'uomo a tutti i costi. Anche lui è incapace di resisterle e deve ammettere con se stesso di desiderarla, ma alle sue condizioni. Travolta dalla passione, presto Anastasia scoprirà che Grey è un uomo tormentato dai suoi demoni e consumato dall'ossessivo bisogno di controllo, ma soprattutto ha gusti erotici decisamente singolari e predilige pratiche sessuali insospettabili. Nello scoprire l'animo enigmatico di Grey, Ana conoscerà per la prima volta i suoi più segreti desideri. In una terrina ammorbidite il burro, incorporate lo zucchero e poi le uova, una alla volta. Aspettate che si amalgami bene l uovo prima di passare al successivo. Mescolate e unite anche la buccia grattugiata del limone, un pizzico di sale e tanta farina quanto basta ad ottenere un impasto morbido e omogeneo. Alla fine aggiungete il lievito setacciato. Staccate con le mani dall impasto dei piccoli pezzetti e formateci delle palline. Friggete le castagnole in abbondante olio bollente fino a che non assumono un bel colore dorato. Toglietele dall olio con l aiuto di una schiumarola e mettetele ad a- sciugare su carta assorbente. Prima di servirle, spolveratele con zucchero a velo o con quello semolato. In molte regioni è comune accompagnarle con uno squaglio di cioccolato fondente nel quale intingerle mano mano che si mangiano.

TRA ASPETTATIVE DI RECUPERO ED INCERTEZZE

TRA ASPETTATIVE DI RECUPERO ED INCERTEZZE TRA ASPETTATIVE DI RECUPERO ED INCERTEZZE (febbraio 2015) Il ciclo internazionale, l area euro ed i riflessi sul mercato interno Il ciclo economico internazionale presenta segnali favorevoli che si accompagnano

Dettagli

DICEMBRE 2009. Ufficio Studi PROSPETTIVE E DETERMINANTI DEL PREZZO DEL PETROLIO

DICEMBRE 2009. Ufficio Studi PROSPETTIVE E DETERMINANTI DEL PREZZO DEL PETROLIO DICEMBRE 2009 Ufficio Studi PROSPETTIVE E DETERMINANTI DEL PREZZO DEL PETROLIO Prospettive e Determinanti del Prezzo del Petrolio Bruno Chiarini Recessione e petrolio Occorre ricordare che l economia italiana

Dettagli

SETTE DOMANDE A MATTEO RENZI. ATTENDIAMO RISPOSTE PUNTUALI, MAGARI SEGUITE DA FATTI

SETTE DOMANDE A MATTEO RENZI. ATTENDIAMO RISPOSTE PUNTUALI, MAGARI SEGUITE DA FATTI a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 856 SETTE DOMANDE A MATTEO RENZI. ATTENDIAMO RISPOSTE PUNTUALI, MAGARI SEGUITE DA

Dettagli

I CAMBIAMENTI DELLO SCENARIO MACROECONOMICO

I CAMBIAMENTI DELLO SCENARIO MACROECONOMICO Incontro Annuale con gli Investitori del Fondo Sator I CAMBIAMENTI DELLO SCENARIO MACROECONOMICO di Stefano Fantacone (direttore del CER) Nell arco di pochi mesi, lo scenario macroeconomico è profondamente

Dettagli

Gli effetti dell aumento della curva dei tassi nel mercato del fixed income

Gli effetti dell aumento della curva dei tassi nel mercato del fixed income S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO La congiuntura economica Gli effetti dell aumento della curva dei tassi nel mercato del fixed income Angelo Drusiani Banca Albertini Syz & C. SpA - Milano

Dettagli

Strategia d investimento obbligazionaria

Strategia d investimento obbligazionaria Strategia d investimento obbligazionaria Valutazione del mercato Analisi delle variabili del reddito fisso Strategia d investimento per gli asset obbligazionari Bollettino mensile no. 7 luglio A cura dell

Dettagli

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza Dopo aver letto attentamente il seguente articolo giornalistico, Il rischio debito affonda le Borse, il candidato risponda ai seguenti quesiti tenento conto che la risposta corretta è una soltanto. FRANCOFORTE.

Dettagli

Ottobre 2014. Nota congiunturale sintetica, aggiornamento al 26.09.2014

Ottobre 2014. Nota congiunturale sintetica, aggiornamento al 26.09.2014 Ottobre 2014 Nota congiunturale sintetica, aggiornamento al 26.09.2014 Eurozona Previsioni "La ripresa nella zona euro sta perdendo impulso, la crescita del PIL si è fermata nel secondo trimestre, le informazioni

Dettagli

Presentazione... 3. In sintesi... 4. Confronto con l Europa...5. Le tariffe dei servizi dentistici...7. I prezzi più caldi e più freddi...

Presentazione... 3. In sintesi... 4. Confronto con l Europa...5. Le tariffe dei servizi dentistici...7. I prezzi più caldi e più freddi... Indice Presentazione............................................................. 3 In sintesi................................................................. 4 Confronto con l Europa......................................................5

Dettagli

PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE

PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE I dati utilizzati per le elaborazioni sono aggiornati al 31/03/201 Pagina 1 Questa

Dettagli

Politica Monetaria, Politica Fiscale e prospettive per la crescita in Italia. Marco Lossani (Università Cattolica di Milano)

Politica Monetaria, Politica Fiscale e prospettive per la crescita in Italia. Marco Lossani (Università Cattolica di Milano) Politica Monetaria, Politica Fiscale e prospettive per la crescita in Italia Marco Lossani (Università Cattolica di Milano) Scenario internazionale Economia globale sconta ancora l eredità della crisi

Dettagli

PASSIONE IN CUCINA. presenta. dolci DI CARNEVALE

PASSIONE IN CUCINA. presenta. dolci DI CARNEVALE PASSIONE IN CUCINA presenta dolci DI CARNEVALE Krapfen 250g. di farina 00 250g. di farina manitoba 60g. di burro 1 uovo 35g. di zucchero 10g. di lievito di birra secco, oppure 40g. di quello fresco vanillina

Dettagli

Scheda didattica GLI ACCORDI DI BRETTON WOODS

Scheda didattica GLI ACCORDI DI BRETTON WOODS Scheda didattica GLI ACCORDI DI BRETTON WOODS La fine della Seconda Guerra Mondiale aprì un periodo di gravi problemi economici, politici e sociali. Gli unici che uscirono economicamente rafforzati dalla

Dettagli

I MOLTIPLICATORI FISCALI SONO EFFICACI CONTRO LA CRISI?

I MOLTIPLICATORI FISCALI SONO EFFICACI CONTRO LA CRISI? I MOLTIPLICATORI FISCALI SONO EFFICACI CONTRO LA CRISI? Il testo riprende Cozzi T. (2013), La crisi e i moltiplicatori fiscali, in Moneta e credito, n. 262, i dati sono invece aggiornati e resi disponibili

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LE POLITICHE DI INTERNAZIONALIZZAZIONE

Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LE POLITICHE DI INTERNAZIONALIZZAZIONE LA CONGIUNTURA ITALIANA 1 (aggiornata al 3 giugno 2015) IIL PRODOTTO IINTERNO LORDO IIL COMMERCIIO ESTERO DII BENII LA PRODUZIIONE IINDUSTRIIALE L IINFLAZIIONE IIL MERCATO DEL LAVORO 1 Il presente documento

Dettagli

PIL e tasso di crescita.

PIL e tasso di crescita. PIL e tasso di crescita. 1.1 Il lungo periodo PIL è una sigla molto usata per indicare il livello di attività di un sistema economico. Il Prodotto Interno Lordo, misura l insieme dei beni e servizi finali,

Dettagli

Alla ricerca del rendimento perduto

Alla ricerca del rendimento perduto Milano, 10 aprile 2012 Alla ricerca del rendimento perduto Dalle obbligazioni alle azioni. La ricerca del rendimento perduto passa attraverso un deciso cambio di passo nella composizione dei portafogli

Dettagli

Economia debole, profitti deboli. -Il 2012 si prospetta ancora più duro-

Economia debole, profitti deboli. -Il 2012 si prospetta ancora più duro- NOTIZIE n 42 Economia debole, profitti deboli -Il 2012 si prospetta ancora più duro- 20 settembre 2011 (Singapore) - La IATA (l Associazione internazionale del trasporto aereo) ha annunciato un aggiornamento

Dettagli

23 gennaio 2015 Roberto Russo. www.assitecasim.it

23 gennaio 2015 Roberto Russo. www.assitecasim.it 2015: l anno della svolta 23 gennaio 2015 Roberto Russo www.assitecasim.it La borsa italiana, dopo avere perso i due terzi del suo valore dal 2007 al 2011, ha chiuso gli ultimi tre anni con una performance

Dettagli

IL QUADRO MACROECONOMICO

IL QUADRO MACROECONOMICO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO LA CONGIUNTURA ECONOMICA - PUNTI DI VISTA E SUGGERIMENTI DI ASSET ALLOCATION IL QUADRO MACROECONOMICO DOTT. ALBERTO BALESTRERI Milano, 21 marzo 2013 S.A.F.

Dettagli

Globalizzazione economica

Globalizzazione economica Globalizzazione economica Docente: Antonio Forte Lezione 08 La crisi argentina (cap. 2) La crisi giapponese (cap. 2) La crisi argentina - 1 L Argentina negli ultimi decenni ha attraversato diversi periodi

Dettagli

Consob - Auditorium Presentazione del Risk Outlook

Consob - Auditorium Presentazione del Risk Outlook Consob - Auditorium Presentazione del Risk Outlook Gregorio De Felice Chief Economist Intesa Sanpaolo Roma, 24 febbraio 2014 Agenda 1 Le prospettive macro nel 2014-15 2 Credito ed economia reale nell area

Dettagli

ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI PRIMO TRIMESTRE 2013

ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI PRIMO TRIMESTRE 2013 ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI PRIMO TRIMESTRE 2013 1. IL QUADRO MACROECONOMICO I primi dati delle indagini congiunturali indicano una ripresa della crescita economica mondiale ancora modesta e disomogenea

Dettagli

Andamento della congiuntura economica in Germania

Andamento della congiuntura economica in Germania Andamento della congiuntura economica in Germania La flessione dell economia tedesca si è drasticamente rafforzata nel primo trimestre 2009 durante il quale il PIL ha subito un calo del 3,5% rispetto all

Dettagli

View. Scenario macroeconomico. Mercati Obbligazionari

View. Scenario macroeconomico. Mercati Obbligazionari 10 febbraio 2015 View Fideuram Investimenti Indice Sintesi scenario 1 Macroeconomia 2 Mercati Azionari 3 Mercati Obbligazionari 4 Scenario macroeconomico Il programma di Quantitative Easing finalmente

Dettagli

SONO ORMAI PASSATE parecchie settimane dall insediamento

SONO ORMAI PASSATE parecchie settimane dall insediamento LE NUOVE MISURE FISCALI Taglio del cuneo fiscale, riduzione dell Irap e maggiore tassazione delle rendite finanziarie. Questi i tre maggiori interventi del nuovo premier, ma quale effettivo impatto avranno

Dettagli

Presentazione del Rapporto L economia del Molise

Presentazione del Rapporto L economia del Molise Presentazione del Rapporto L economia del Molise Francesco Zollino Servizio di Congiuntura e politica monetaria Banca d Italia Università degli Sudi del Molise, Campobasso 18 giugno 215 Il contesto internazionale

Dettagli

Mercati e Valute, 10 aprile 2015. Euro/Dollaro USA L Euro a sconto sostiene le quotazioni europee

Mercati e Valute, 10 aprile 2015. Euro/Dollaro USA L Euro a sconto sostiene le quotazioni europee Mercati e Valute, 10 aprile 2015 Euro/Dollaro USA L Euro a sconto sostiene le quotazioni europee Nel primo trimestre dell anno, il forte calo dell Euro nei confronti del Dollaro USA ha reso più attraenti

Dettagli

Medico competente specialista in medicina del lavoro. Chi è il medico competente?

Medico competente specialista in medicina del lavoro. Chi è il medico competente? MEDICINA DEL LAVORO IL NOSTRO IMPEGNO Siamo un azienda leader nel campo della medicina del lavoro e da anni eroghiamo servizi su tutto il territorio nazionale, forti di un esperienza maturata nelle molteplici

Dettagli

Le imprese in questo nuovo scenario.

Le imprese in questo nuovo scenario. Banche credito tassi - imprese: un nuovo scenario Le imprese in questo nuovo scenario. 1 Mercoledì 26 ottobre 2011, ore 16.00 Palazzo Bonin - Corso Palladio 13 Vicenza Aspetti fondamentali del nuovo scenario:

Dettagli

LETTERA APERTA A MARIO DRAGHI: O LA GERMANIA LA SMETTE CON LE SUE OSSESSIONI O FINISCE IL SOGNO EUROPEO di Renato Brunetta

LETTERA APERTA A MARIO DRAGHI: O LA GERMANIA LA SMETTE CON LE SUE OSSESSIONI O FINISCE IL SOGNO EUROPEO di Renato Brunetta 833 LETTERA APERTA A MARIO DRAGHI: O LA GERMANIA LA SMETTE CON LE SUE OSSESSIONI O FINISCE IL SOGNO EUROPEO di Renato Brunetta 20 novembre 2014 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati

Dettagli

Il futuro delle banche Martedì 23 Novembre 2010 00:00. di Ilvio Pannullo

Il futuro delle banche Martedì 23 Novembre 2010 00:00. di Ilvio Pannullo di Ilvio Pannullo Ci sono forse dei problemi nel sistema bancario italiano? Se si, quali problemi? A sentire gli stessi uomini che erano in sella quando la macchina della finanza rischiava di travolgere

Dettagli

L industria italiana del Tessile-Moda: pre-consuntivi 2015 e previsioni primo semestre 2016

L industria italiana del Tessile-Moda: pre-consuntivi 2015 e previsioni primo semestre 2016 L industria italiana del Tessile-Moda: pre-consuntivi 2015 e previsioni primo semestre 2016 Milano, 1 dicembre 2015 L industria italiana del Tessile-Moda: pre-consuntivi 2015 Sistema Moda Italia, grazie

Dettagli

Non ci sono traduzioni disponibili. SOLUZIONE ALLA CRISI DOPO TANTE PROMESSE:

Non ci sono traduzioni disponibili. SOLUZIONE ALLA CRISI DOPO TANTE PROMESSE: Non ci sono traduzioni disponibili. SOLUZIONE ALLA CRISI DOPO TANTE PROMESSE: Dopo tanti anni e innumerevoli annunci e promesse, la BCE (Banca Centrale Europea) ha finalmente lanciato le operazioni di

Dettagli

La Germania rende zoppa la correzione dei conti esteri dentro l Area euro

La Germania rende zoppa la correzione dei conti esteri dentro l Area euro 17-01-2015 Numero 15-3 NOTA DAL CSC La Germania rende zoppa la correzione dei conti esteri dentro l Area euro Nella crisi tutti i paesi euro in deficit hanno aggiustato i conti con l estero. Il saldo dell

Dettagli

Analisi Settimanale 31.10.2015. sabato 31 ottobre 2015-1 -

Analisi Settimanale 31.10.2015. sabato 31 ottobre 2015-1 - Analisi Settimanale 31.10.2015 sabato 31 ottobre 2015-1 - Le pagelle delle banche centrali In questa settimanale vogliamo fare un analisi delle banche centrali, alla luce del loro operato e dei loro target.

Dettagli

Germania: il modello da seguire?

Germania: il modello da seguire? Daniel Gros Germania: il modello da seguire? Negli ultimi dieci anni l economia europea ha visto svariati rovesciamenti di fronte: la Germania, ad esempio, da malato d Europa ne è diventato il modello.

Dettagli

Lo stato della finanza pubblica in Italia

Lo stato della finanza pubblica in Italia di Angelo Giubileo. Lo stato della finanza pubblica in Italia Crisi produttiva e aumento del debito pubblico In ambito europeo, la situazione di crisi internazionale ha avuto forti ripercussioni sul rapporto

Dettagli

Il mercato italiano dell auto è stato caratterizzato negli ultimi35annida3profondecrisi.nel1983,acausadella stagnazione economica e di un alto tasso

Il mercato italiano dell auto è stato caratterizzato negli ultimi35annida3profondecrisi.nel1983,acausadella stagnazione economica e di un alto tasso Il mercato italiano dell auto è stato caratterizzato negli ultimi35annida3profondecrisi.nel1983,acausadella stagnazione economica e di un alto tasso di inflazione, il mercato ha avuto un calo improvviso

Dettagli

Aggiornamento sui mercati obbligazionari

Aggiornamento sui mercati obbligazionari Aggiornamento sui mercati obbligazionari A cura di: Pietro Calati 20 Marzo 2015 Il quadro d insieme rimane ancora costruttivo Nello scorso aggiornamento di metà novembre dell anno passato i segnali per

Dettagli

Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015)

Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015) La Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015) 1 ECONOMIA IN ITALIA In Italia, dopo tre cali annuali consecutivi (2012-2,8%, 2013-1,7%, 2014-0,4%), il CSC prevede una crescita del PIL dell 1%. quest

Dettagli

IL QUADRO MACROECONOMICO

IL QUADRO MACROECONOMICO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO LA CONGIUNTURA ECONOMICA - PUNTI DI VISTA E SUGGERIMENTI DI ASSET ALLOCATION IL QUADRO MACROECONOMICO DOTT. ALBERTO BALESTRERI Milano, 22 novembre 2013 S.A.F.

Dettagli

di prossima pubblicazione:

di prossima pubblicazione: di prossima pubblicazione: 1 (la sintesi) Fare cessare l artificiale scarsità di moneta in Italia L economia italiana sta asfissiando a causa della scarsità di moneta. Gli altri problemi di sprechi e inefficienze

Dettagli

Relazione Presidente Carlo Paolo Beltrami. Assemblea Annuale di venerdì 9 ottobre ore 18.00

Relazione Presidente Carlo Paolo Beltrami. Assemblea Annuale di venerdì 9 ottobre ore 18.00 Relazione Presidente Carlo Paolo Beltrami Assemblea Annuale di venerdì 9 ottobre ore 18.00 Gentili ospiti Signore e Signori, Autorità e colleghi Costruttori, vi ringrazio della vostra presenza oggi alla

Dettagli

Documento Nota informativa / Riferimento Legislativo Datore di Lavoro / Quando. Conservazione

Documento Nota informativa / Riferimento Legislativo Datore di Lavoro / Quando. Conservazione Il decreto 81/08 si applica a tutti i lavoratori e lavoratrici, subordinati e autonomi, nonché ai soggetti ad essi equiparati. Per esempio sono equiparati ai dipendenti gli stagisti, i lavoratori a progetto,

Dettagli

UNA BOLLA SPECULATIVA SUI TITOLI DI STATO?

UNA BOLLA SPECULATIVA SUI TITOLI DI STATO? 478 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com UNA BOLLA SPECULATIVA SUI TITOLI DI STATO? 24 giugno 2013 a cura di Renato Brunetta INDICE 2 Una bolla pronta a scoppiare? Le parole di un esperto

Dettagli

BOLLETTA ELETTRICA: UN 2015 FAVOREVOLE ALLE IMPRESE

BOLLETTA ELETTRICA: UN 2015 FAVOREVOLE ALLE IMPRESE BOLLETTA ELETTRICA: UN 2015 FAVOREVOLE ALLE IMPRESE I trimestre 2015: forte contrazione dei prezzi dell energia Milano, marzo 2015 I primi mesi del 2015 restituiscono un quadro di timida ripresa dell attività

Dettagli

SE LA BCE FOSSE LA FED

SE LA BCE FOSSE LA FED 38 i dossier www.freefoundation.com SE LA BCE FOSSE LA FED (seconda puntata) quantitative easing in salsa europea? 15 febbraio 2012 a cura di Renato Brunetta Indice 2 Le mosse della Bce Grazie Draghi!

Dettagli

29 Il Sistema Monetario

29 Il Sistema Monetario 29 Il Sistema Monetario LA MONETA Si definisce moneta l insieme dei valori utilizzati in un sistema economico dagli individui (famiglie, imprese) per acquistare beni e servizi. La moneta ha tre funzioni

Dettagli

PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE

PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE I dati utilizzati per le elaborazioni sono aggiornati al 30/04/201 Pagina 1 Questa

Dettagli

Previsioni di Mercato Raiffeisen

Previsioni di Mercato Raiffeisen Previsioni di Mercato Raiffeisen di Raiffeisen Capital Management per Cassa Raiffeisen di Brunico Marzo 2015 Rischio? Quale rischio? Le prime settimane dell anno nuovo sono state caratterizzate dai temi

Dettagli

Desenzano del Garda, 10 dicembre 2012. Introduzione del redattore

Desenzano del Garda, 10 dicembre 2012. Introduzione del redattore 1 Desenzano del Garda, 10 dicembre 2012 Introduzione del redattore Borsaritrade non vuole proporsi come un servizio di analisi finanziaria e di segnali operativi (chi cerca questo dovrebbe rivolgersi alle

Dettagli

Relazione Semestrale al 25 giugno 2013

Relazione Semestrale al 25 giugno 2013 Relazione Semestrale al 25 giugno 2013 Fondo comune di investimento mobiliare aperto di diritto italiano armonizzato alla Direttiva 2009/65/CE INDICE Considerazioni Generali - Commento Macroeconomico...

Dettagli

BANCA D ITALIA E U R O S I S T E M A

BANCA D ITALIA E U R O S I S T E M A BANCA D ITALIA E U R O S I S T E M A L economia del Veneto Venezia, 17 giugno 2014 Le imprese L'eredità della crisi Indice del PIL (2007=100) Nel Nord Est la riduzione cumulata del PIL è di 8 punti percentuali.

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

QUANTITATIVE EASING I principali commenti delle testate internazionali e nazionali

QUANTITATIVE EASING I principali commenti delle testate internazionali e nazionali a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia Berlusconi Presidente Il Popolo della Libertà 864 QUANTITATIVE EASING I principali commenti delle testate internazionali e nazionali

Dettagli

Random Note 1/2015. Qui di seguito le nostre principali assunzioni relativamente agli scenari macroeconomici:

Random Note 1/2015. Qui di seguito le nostre principali assunzioni relativamente agli scenari macroeconomici: Random Note 1/2015 OUTLOOK 2015 : VERSO LA NORMALIZZAZIONE? La domanda a cui, con la nostra analisi di inizio anno, cerchiamo di dare una risposta è se nel 2015 assisteremo ad un ritorno alla normalizzazione

Dettagli

Situazione e prospettive per l industria chimica

Situazione e prospettive per l industria chimica Situazione e prospettive per l industria Luglio 21 Sintesi Per informazioni: Direzione Centrale Analisi Economiche-Internazionalizzazione Tel. 2/346.337 - Mail aei@feder.it Chimica europea in moderata

Dettagli

I temi caldi di inizio 2014: la parola ai gestori alternativi

I temi caldi di inizio 2014: la parola ai gestori alternativi I temi caldi di inizio 2014: la parola ai gestori alternativi No. No. 6 7 - - Dicembre Febbraio 2013 2014 No. 7 - Febbraio 2014 N. 67 Dicembre Febbraio 2014 2013 2 Il presente documento sintetizza la visione

Dettagli

NOVEMBRE 2015. Area MACRODATI ECONOMICI TITOLO CONGIUNTURA FLASH. Anno 2015. N. Doc A-9 Pagine 5

NOVEMBRE 2015. Area MACRODATI ECONOMICI TITOLO CONGIUNTURA FLASH. Anno 2015. N. Doc A-9 Pagine 5 5 NOVEMBRE 2015 Fonte Elaborazioni ANES MONITOR su ANALISI MENSILE DEL CENTRO STUDI CONFINDUSTRIA 2 5 Lo scenario economico globale non è più contrassegnato solo da fattori favorevoli. La frenata degli

Dettagli

Zadir. Sezione Export Servizi per le Aziende. Paese di riferimento: Cina

Zadir. Sezione Export Servizi per le Aziende. Paese di riferimento: Cina Zadir Sezione Export Servizi per le Aziende Paese di riferimento: Cina La Zadir srl è una società di import-export che opera da molti anni in diversi paesi esteri con propri partner e collaboratori. La

Dettagli

ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI SECONDO TRIMESTRE 2012

ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI SECONDO TRIMESTRE 2012 ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI SECONDO TRIMESTRE 2012 1. EVOLUZIONE DELLA CRISI ECONOMICA INTERNAZIONALE Nel secondo trimestre del 2012 le incertezze sull evoluzione della crisi greca e le difficoltà del

Dettagli

Preventivo 2016. In milliardi

Preventivo 2016. In milliardi Panoramica Preventivo 2016 In milliardi Deficit Uscite Per il 2016 è atteso un deficit del bilancio ordinario di 0,4 miliardi. Le direttive del freno all indebitamento potranno pertanto essere rispettate

Dettagli

EUROPA Il mercato delle autovetture. Aprile 2012. AREA Studi e statistiche

EUROPA Il mercato delle autovetture. Aprile 2012. AREA Studi e statistiche EUROPA Il mercato delle autovetture Aprile 2012 Nell Europa27+EFTA 1 sono state registrate complessivamente 1,06 milioni di vetture nel mese di aprile 2012, con una flessione del 6,5 % rispetto allo stesso

Dettagli

DIRETTORE RESPONSABILE

DIRETTORE RESPONSABILE Nei prossimi giorni, gli oltre 430.000 lavoratori che si sono iscritti negli anni al fondo di previdenza integrativa COMETA, saranno chiamati ad esprimere il loro voto per il rinnovo degli organi statutari

Dettagli

Prospettive in breve

Prospettive in breve OECD-FAO Agricultural Outlook 2009 Summary in Italian Prospettive OCSE-FAO sull agricoltura 2009 Sintesi in italiano Prospettive in breve Il contesto macroeconomico che fa da sfondo alle presenti prospettive

Dettagli

Il mercato italiano dell auto è stato caratterizzato negli ultimi 36 anni da 3 profonde crisi. La prima nel 1983, a causa della stagnazione economica

Il mercato italiano dell auto è stato caratterizzato negli ultimi 36 anni da 3 profonde crisi. La prima nel 1983, a causa della stagnazione economica 1 Il mercato italiano dell auto è stato caratterizzato negli ultimi 36 anni da 3 profonde crisi. La prima nel 1983, a causa della stagnazione economica e di un alto tasso di inflazione. Dieci anni dopo,

Dettagli

Bilancia dei pagamenti e tasso di cambio

Bilancia dei pagamenti e tasso di cambio Bilancia dei pagamenti e tasso di cambio La definizione e le componenti della bilancia dei pagamenti Il tasso di cambio e la sua determinazione sul mercato delle valute. Un confronto tra regime di cambi

Dettagli

COME FARE IMPRESA IN REPUBBLICA CECA

COME FARE IMPRESA IN REPUBBLICA CECA COME FARE IMPRESA IN REPUBBLICA CECA OPPORTUNITA DI INVESTIMENTO Nel corso dell ultimo anno, il sistema economico ceco ha dimostrato, nonostante il rallentamento economico globale ed europeo, di poter

Dettagli

IL SALVAGENTE BCE È SGONFIO: LE BANCHE NON FANNO PRESTITI

IL SALVAGENTE BCE È SGONFIO: LE BANCHE NON FANNO PRESTITI 54 ALLEGATO i dossier www.freefoundation.com IL SALVAGENTE BCE È SGONFIO: LE BANCHE NON FANNO PRESTITI Editoriale de Il Giornale, 16 aprile 2012 16 aprile 2012 a cura di Renato Brunetta 2 Ora è ufficiale.

Dettagli

Discorso dell Ambasciatore Straordinario e Plenipotenziario della Repubblica del Kazakhstan nella Repubblica Italiana S.E. Andrian Yelemessov

Discorso dell Ambasciatore Straordinario e Plenipotenziario della Repubblica del Kazakhstan nella Repubblica Italiana S.E. Andrian Yelemessov Discorso dell Ambasciatore Straordinario e Plenipotenziario della Repubblica del Kazakhstan nella Repubblica Italiana S.E. Andrian Yelemessov Egregi partecipanti! Cari amici! (29 gennaio 2013, Venezia)

Dettagli

La ricchezza delle famiglie italiane (miliardi di euro)

La ricchezza delle famiglie italiane (miliardi di euro) Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/22 del 9/4/22 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della banca.

Dettagli

Analisi del mercato delle auto

Analisi del mercato delle auto Analisi del mercato delle auto Le immatricolazioni ripartono grazie alla necessità di sostituire il vecchio parco di auto non catalizzate. La scomparsa imminente della benzina super fa crescere le vendite,

Dettagli

L economia italiana nella Relazione della Banca d Italia

L economia italiana nella Relazione della Banca d Italia L economia italiana nella Relazione della Banca d Italia Paolo Sestito Servizio struttura Economica, Banca d Italia Modena, 4 giugno 215 Il contesto internazionale e l area dell euro 2 Nei paesi emergenti,

Dettagli

L ENIGMA DI BERNANKE (E DELLA FED)

L ENIGMA DI BERNANKE (E DELLA FED) 609 i dossier www.freefoundation.com L ENIGMA DI BERNANKE (E DELLA FED) 23 settembre 2013 a cura di Renato Brunetta EXECUTIVE SUMMARY 2 Nella giornata del 18 settembre la Federal Reserve, andando contro

Dettagli

Documentazione I PIIGS Chi controlla Eurolandia? Strumenti e prospettive dopo il caso Grecia

Documentazione I PIIGS Chi controlla Eurolandia? Strumenti e prospettive dopo il caso Grecia Documentazione I PIIGS Chi controlla Eurolandia? Strumenti e prospettive dopo il caso Grecia SCENARI E POLITICHE DI STABILITÀ E CONVERGENZA La tabella 2.1 mostra come l anno da poco concluso sia stato

Dettagli

II L EVOLUZIONE DELL ECONOMIA ITALIANA

II L EVOLUZIONE DELL ECONOMIA ITALIANA II L EVOLUZIONE DELL ECONOMIA ITALIANA II.1 L Economia Italiana nel 2004 Gli Sviluppi Recenti Dopo la battuta d arresto avvenuta alla fine dell anno scorso, l economia italiana è tornata a crescere nel

Dettagli

Saluto di Vincenzo Consoli Amministratore Delegato di Veneto Banca Holding. Assemblea Unindustria Treviso Villa Spineda Gasparini Loredan

Saluto di Vincenzo Consoli Amministratore Delegato di Veneto Banca Holding. Assemblea Unindustria Treviso Villa Spineda Gasparini Loredan Saluto di Vincenzo Consoli Amministratore Delegato di Veneto Banca Holding Assemblea Unindustria Treviso Villa Spineda Gasparini Loredan venerdì 25 giugno 2010 Buon pomeriggio. Un cordiale saluto al Ministro

Dettagli

Psoprattutto nella fase di informazione,

Psoprattutto nella fase di informazione, UNA VISIONE DALLA PARTE DELL UTENZA DEBOLE, CICLISTI E PEDONI Marco Passigato FIAB, Federazione Italiana Amici della Bicicletta rima di iniziare vorrei ringraziare le associazioni che hanno collaborato,

Dettagli

IL QUADRO MACROECONOMICO

IL QUADRO MACROECONOMICO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO LA CONGIUNTURA ECONOMICA - PUNTI DI VISTA E SUGGERIMENTI DI ASSET ALLOCATION IL QUADRO MACROECONOMICO DOTT. ALBERTO BALESTRERI Milano, 16 marzo 2015 S.A.F.

Dettagli

Tassi di crescita reale, su base congiunturale e tendenziale, del PIL e delle sue voci nel secondo trimestre 2015 (variazioni percentuali) 0,3

Tassi di crescita reale, su base congiunturale e tendenziale, del PIL e delle sue voci nel secondo trimestre 2015 (variazioni percentuali) 0,3 IL QUADRO AGGREGATO Come già avvenuto nel primo trimestre dell anno, anche nel secondo il prodotto interno lordo ha conosciuto una accelerazione sia congiunturale che tendenziale. Tra aprile e giugno dell

Dettagli

CROLLO BORSA/ 1. Sapelli: l Europa ha fallito il salvataggio dell Italia Il Sussidiario.it INT. Giulio Sapelli

CROLLO BORSA/ 1. Sapelli: l Europa ha fallito il salvataggio dell Italia Il Sussidiario.it INT. Giulio Sapelli CROLLO BORSA/ 1. Sapelli: l Europa ha fallito il salvataggio dell Italia Il Sussidiario.it INT. Giulio Sapelli Già si erano visti alcuni segnali preoccupanti prima di Pasqua, con la Borsa di Milano tornata

Dettagli

La Grecia, l Europa, l euro e i mercati

La Grecia, l Europa, l euro e i mercati La Grecia, l Europa, l euro e i mercati Domenica prossima 17 giugno, la Grecia torna a votare, dopo un mese circa dalle precedenti elezioni, che non hanno espresso una maggioranza in grado di governare.

Dettagli

INDAGINE CONOSCITIVA SULLA DINAMICA DEI

INDAGINE CONOSCITIVA SULLA DINAMICA DEI INDAGINE CONOSCITIVA SULLA DINAMICA DEI PREZZI DELLA FILIERA DEI PRODOTTI PETROLIFERI, NONCHE SULLE RICADUTE DEI COSTI DELL ENERGIA ELETTRICA E DEL GAS SUI REDDITI DELLE FAMIGLIE E SULLA COMPETITIVITÀ

Dettagli

Gardoni Finanza Consulenza finanziaria indipendente

Gardoni Finanza Consulenza finanziaria indipendente Cosa ci dobbiamo aspettare dai mercati obbligazionari nel 2015? Intervista a Paul Read (Co-Head di Invesco Fixed Interest Henley Gestore di Invesco Euro Corporate Bond, Invesco Pan European High Income

Dettagli

Benefici, costi e aspettative della certificazione ISO 14001 per le organizzazioni italiane

Benefici, costi e aspettative della certificazione ISO 14001 per le organizzazioni italiane Università degli Studi di Padova Dipartimento Ingegneria Industriale Centro Studi Qualità Ambiente In collaborazione con ACCREDIA Ente Italiano di Accreditamento Benefici, costi e aspettative della certificazione

Dettagli

Si fa presto a dire Germania 1. Giuseppe Ciccarone ed Enrico Saltari

Si fa presto a dire Germania 1. Giuseppe Ciccarone ed Enrico Saltari Si fa presto a dire Germania 1 Giuseppe Ciccarone ed Enrico Saltari La produttività del lavoro è la parola chiave attorno a cui ruotano i destini dell economia italiana. Per appezzarne la centralità, basta

Dettagli

Consiglio Nazionale dell Economia e del Lavoro

Consiglio Nazionale dell Economia e del Lavoro Consiglio Nazionale dell Economia e del Lavoro L AGROALIMENTARE ITALIANO: PROSPETTIVE DI SVILUPPO E CRITICITÀ. Forum Internazionale dell Agricoltura e dell Alimentazione. Coldiretti Antonio MARZANO Presidente

Dettagli

CONGIUNTURA FLASH APRILE 2014

CONGIUNTURA FLASH APRILE 2014 5 APRILE 2014 Fonte Elaborazioni ANES MONITOR su ANALISI MENSILE DEL CENTRO STUDI CONFINDUSTRIA 2 5 Le economie avanzate accelerano, le emergenti frenano ancora. Per la crescita globale la somma è positiva,

Dettagli

COUNTRY PAYMENT REPORT 2015

COUNTRY PAYMENT REPORT 2015 COUNTRY PAYMENT REPORT 2015 Il Country Payment Report è uno studio di Intrum Justitia Intrum Justitia raccoglie dati da migliaia di aziende in Europa per acquisire conoscenze sulle abitudini di pagamento

Dettagli

Club Finanza d Impresa 10 dicembre 2013 Relatore : Michael Palatiello

Club Finanza d Impresa 10 dicembre 2013 Relatore : Michael Palatiello Club Finanza d Impresa 10 dicembre 2013 Relatore : Michael Palatiello Chi siamo Wings Partners è una società attiva nell'analisi finanziaria dei rischi di cambio delle valute e delle oscillazioni dei prezzi

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER IL FUNZIONAMENTO DEL GRUPPO VOLONTARI DI PROTEZIONE CIVILE DI GAZZADA SCHIANNO

REGOLAMENTO COMUNALE PER IL FUNZIONAMENTO DEL GRUPPO VOLONTARI DI PROTEZIONE CIVILE DI GAZZADA SCHIANNO REGOLAMENTO COMUNALE PER IL FUNZIONAMENTO DEL GRUPPO VOLONTARI DI PROTEZIONE CIVILE DI GAZZADA SCHIANNO Approvato con deliberazione consiliare n. 28 del 31.07.2014 Art. 1 Oggetto Il presente regolamento

Dettagli

La Banca Centrale Europea motore dell'unificazione politica

La Banca Centrale Europea motore dell'unificazione politica 1 1 F E B B R A I O 2 0 1 5 La Banca Centrale Europea motore dell'unificazione politica di Umberto Triulzi Professore ordinario di Politica economica Sapienza Università di Roma La Banca Centrale Europea

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 9 settembre 2012 A cura dell Ufficio Ricerca

Dettagli

BANCHE CENTRALI: LA RISPOSTA ALLA CRISI. BCE E FED A CONFRONTO

BANCHE CENTRALI: LA RISPOSTA ALLA CRISI. BCE E FED A CONFRONTO 866 BANCHE CENTRALI: LA RISPOSTA ALLA CRISI. BCE E FED A CONFRONTO a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Il Popolo della Libertà Berlusconi Presidente Forza Italia EXECUTIVE SUMMARY

Dettagli

Le attuali sfide della politica economica e monetaria nell area dell euro

Le attuali sfide della politica economica e monetaria nell area dell euro TEMA DEL MESE * Le attuali sfide della politica economica e monetaria nell area dell euro Introduzione Hans Tietmeyer ** Innanzitutto desidero ringraziarvi per avermi assegnato il Premio Euro d Oro. Sono

Dettagli

DOVE VANNO LE CITTÀ DEL MONDO?

DOVE VANNO LE CITTÀ DEL MONDO? DOVE VANNO LE CITTÀ DEL MONDO? COS È GLOBAL CITY REPORT Global City Report è il primo Rapporto internazionale sul futuro delle città nei nuovi scenari economici, sociali e territoriali. Annualmente presenta

Dettagli

Volo TWA n 891/26 26 giugno 1959

Volo TWA n 891/26 26 giugno 1959 Volo TWA n 891/26 26 giugno 1959 Atene (Grecia) Chicago, Illinois (USA) Ricostruzione del volo fino al momento del disastro aereo Resoconto delle testimonianze Estratti dal verbale del Civil Aeronautics

Dettagli

View. Mercati Obbligazionari

View. Mercati Obbligazionari 4 settembre 2015 View Fideuram Investimenti Autori: Enrico Boaretto Flavio Rovida Patrizia Bussoli Ilaria Spinelli Francesca Pini Cristian Gambino Indice Sintesi scenario 1 Macroeconomia 2 Mercati Azionari

Dettagli