SCHEDA OPERATIVA SOGGETTI AMMISSIBILI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SCHEDA OPERATIVA SOGGETTI AMMISSIBILI"

Transcript

1 Avviso pubblico - Puglia Sviluppo - Regione Puglia in attuazione della DGR n del 06 Agosto Pagina 1 COMMISSIONE EUROPEA REGIONE PUGLIA Area Politiche per lo Sviluppo Economico, Lavoro e Innovazione Servizio Competitività FONDO TRANCHED COVER III AVVISO Regione Puglia in attuazione DGR n del 06/08/2014. CONVENZIONE COFIDI.IT SOC. COOP. e MONTE DEI PASCHI DI SIENA Avviso pubblico per la selezione di soggetti abilitati allo svolgimento dell attività creditizia per la realizzazione di portafogli di finanziamenti da erogare a piccole e medie imprese operanti nella Regione Puglia in attuazione della DGR n del 06/08/2014. SCHEDA OPERATIVA Beneficiarie le PMI con i seguenti requisiti: 1) aventi sede legale e/o operativa nella regione Puglia; 2) già costituite ed iscritte nel Registro delle imprese; 3) costituite in tutte le forme giuridiche anche in forma cooperativa; 4) attività nel settore industria, artigianato, commercio, turismo, servizi e le imprese operanti nel settore dell Agroindustria (Codice Ateco Industrie alimentari ); 5) essere nel pieno e libero esercizio dei propri pri diritti, non in liquidazione volontaria e sottoposti a procedure concorsuali; 6) valutate economicamente e finanziariamente sane; SOGGETTI AMMISSIBILI escluse le PMI che: 1) che hanno ricevuto e non rimborsato o depositato in un conto bloccato gli aiuti individuati quali illegali li o incompatibili dalla Commissione Europea; 2) che sono destinatarie, nei sei anni precedenti, di provvedimenti di revoca totale di agevolazioni concesse dalla Regione; ad eccezione di quelli derivanti da rinunce da parte delle imprese; 3) qualificabili come Imprese in difficoltà o che presentano una probabilità di default superiore a quella corrispondente alla sesta classe di qualità creditizia della tabella di cui al punto 3.3 della Comunicazione della Commissione sull applicazione degli articoli 107 e 108 del TFUE agli aiuti di Stato concessi sotto forma di garanzie (2008/C155/02); escluse le PMI aventi attività: 4) attive nel settore della pesca e dell acquacoltura che rientrano nel campo di applicazione del regolamento (CE) n. 104/2000 del Consiglio; 5) attive nel settore della produzione primaria dei prodotti agricoli di cui all allegato I del trattato; 6) come previsto dall articolo 1, comma 1del regolamento n. 800/08 per attività connesse all esportazione verso paesi terzi o Stati membri, ossia per programmi d impresa direttamente collegati ai quantitativi esportati, alla costituzione e gestione di una rete di distribuzione o ad altre spese correnti connesse con l attività d esportazione e per gli interventi subordinati all impiego preferenziale di prodotti interni rispetto ai prodotti di importazione; 7) attive nel settore carboniero.

2 Avviso pubblico - Puglia Sviluppo - Regione Puglia in attuazione della DGR n del 06 Agosto Pagina 2 Disciplina degli Aiuti e determinazione dell intensità di aiuto: a. La garanzia sottostante l intervento del Fondo per i finanziamenti è disciplinato dal regolamento UE n. 1407/2013 e dal Regolamento Regionale della Puglia n.15/2014, relativi alla concessione di aiuti di importanza minore (de minimis). Cumulo : RIFERIMENTI REGOLAMENTARI e CUMULO b. L importo complessivo degli aiuti concessi ai sensi dell art. 13 ( aiuti de minimis) possono essere cumulati con altri aiuti de minimis a valere sul Regolamento (UE) n. 1407/2013 ovvero a norma di altri regolamenti de minimis a condizione che non superi l importo di Gli aiuti di cui al presente Avviso, inoltre, possono essere cumulati con gli aiuti de minimis concessi a norma del Regolamento (UE) N. 360/2012 della commissione fino a concorrenza del massimale previsto in tale regolamento. c. Gli aiuti di cui al presente Avviso non sono cumulabili con aiuti di Stato concessi per gli stessi costi ammissibili o con aiuti di Stato relativi alla stessa misura di finanziamento del rischio se tale cumulo comporta il superamento dell intensità di aiuto o dell importo di aiuto più elevato fissati, per le specifiche circostanze di ogni caso, in un regolamento d esercizio per categoria o in una decisione adottata dalla commissione. TRACHED COVER Informazioni generali Strumento di ingegneria finanziaria Fondo Tranched Cover istituito dalla Regione Puglia con DGR n.1788 del 06/08/2014. Questo strumento di ingegneria finanziaria è una modalità operativa con cui la banca effettua copertura del rischio di credito in presenza di finanziamenti. Il rischio di credito è rappresentato dal 70% del finanziamento in quanto la Regione Puglia concede la dotazione finanziaria relativa al 30% del finanziamento, tale portafoglio, relativamente al rischio di credito viene suddiviso in tre parti, di cui il rischio della tranche junior esposto alle prime perdite è assunto dal Fondo pubblico messo a disposizione dalla Regione Puglia mentre i Confidi costituiscono contestualmente cash collateral a copertura della tranche mezzanine rispettivamente per il 7%.Tale strumento consente una copertura dell'80% dell'importo del finanziamento nel limite massimo delle due tranche, junior e mezzanine. La banca finanziatrice manterrebbe quindi la tranche senior e il 20% delle tranche junior e mezzanine (è la cosiddetta retention di rischio). Obiettivo di COFIDI e MPS è realizzare un portafoglio creditizio fino a entro la fase di ramp up di cui Puglia Sviluppo conferisce alla banca una dotazione finanziaria di partecipando al rischio di credito per una quota pari al 30%. SPESSORE DELLE TRANCHES JUNIOR E MEZZANINE: TIPOLOGIA DEL FONDO TRANCHED COVER A Mps sono stati assegnati dalla Regione corrispondenti all 80% della tranche junior avente spessore pari al 8% del valore del portafoglio di esposizioni creditizie di , con esclusione delle quote di dotazione finanziaria della Regione. I Confidi intervengono con corrispondenti all 80% delle tranche mezzanine avente spessore pari al 7% del valore del portafoglio di esposizioni creditizie di

3 Avviso pubblico - Puglia Sviluppo - Regione Puglia in attuazione della DGR n del 06 Agosto Pagina 3 FONDO MONETARIO CASH COLLATERAL: su portafoglio creditizio di Il portafoglio creditizio di dovrà essere destinato per: ,00 a PMI attive nei settori "Servizi", "Commercio" e "Turismo" ( cioè la sommatoria dei finanziamenti concessi non potrà essere superiore al 40% dell importo nominale complessivo dei finanziamenti che compongono il portafoglio). LIMITI DEL PORTAFOGLIO CREDITIZIO ,00 a PMI attive nel settore industria, artigianato, e le imprese operanti nel settore dell Agroindustria (Codice Ateco Industrie alimentari ); ed inoltre. la sommatoria dei finanziamenti concessi per il riequilibrio finanziario non può essere superiore al 10% dell importo nominale complessivo dei finanziamenti che compongono il portafoglio.. la sommatoria dei finanziamenti finalizzati all attivo circolante non può essere superiore al 50% dell importo nominale complessivo dei finanziamenti che compongono il portafoglio. Prestiti finalizzati a : a) INVESTIMENTI in attivi materiali ed immateriali localizzati in Puglia: FINALITA DEI FINANZIAMENTI CHE COMPONGONO IL PORTAFOGLIO - attività di innovazione (sviluppo tecnologico e acquisizione di licenze) di imprese innovative, operanti prioritariamente nei settori ICT, Energia e Ambiente, Biotecnologie e Farmaceutica (Life Sciences), Elettronica e Biomedicale, Edilizia sostenibile e Meccanica; - investimenti iniziali (immobilizzazioni materiali ed immateriali); b) ATTIVO CIRCOLANTE : scorte, materie prime e prodotti finiti e/o pagamento a fornitore; c) CAPITALIZZAIZONE AZIENDALE; d) RIEQUILIBRIO FINANZIARIO relativi all estinzione delle linee di credito a breve e medio termine e all adozione di un piano di rientro dall indebitamento.

4 Avviso pubblico - Puglia Sviluppo - Regione Puglia in attuazione della DGR n del 06 Agosto Pagina 4 COFIDI.IT garantisce finanziamenti alle imprese per FINALITA, IMPORTI E DURATA : IMPORTI E DURATA DEI FINANZIAMENTI DA CONCEDERE ALLE PMI Investimenti per importi min ,00 e max ,00 con durata max 7 anni (di cui 2 anni di preammortamento se previsto); Aumento di capitale per importi min ,00 e max ,00 con durata max 5 anni (di cui 1 anni ni di preammortamento se previsto); Attivo circolante per importi min ,00 e per importi max ,00 con durata max 5 anni (di cui 1 anni di preammortamento se previsto); Riequilibrio finanziario per importi min ,00 e max ,00 con durata max 5 anni (di cui 1 anni di preammortamento se previsto). CONTRIBUTO in C/INTERESSI Per IMPRESE in possesso di RATING di LEGALITA MODALITA OPERATIVE % GARANZIA PRESTATA DA COFIDI PUGLIA MODULISTICA DA UTILIZZARE DOCUMENTAZIONE RICHIESTA Per le imprese in possesso del rating di legalità beneficiano di un contributo in c/interessi. Il contributo è pari al 2% dell importo del finanziamento e, comunque, nei limiti degli interessi che l impresa beneficiaria avrà pagato alla banca. Erogazione del contributo: il contributo sarà erogato in un unica soluzione, direttamente all impresa beneficiaria, allo scadere del periodo di 6 mesi di ammortamento o preammortamento. Fase di costruzione del portafoglio (ramp up) di esposizione creditizia deve concludesti entro il termine del comprese le erogazioni oni dei finanziamenti. La garanzia non può superare l 80% del rischio banca all impresa dell istituto di credito Monte Paschi di Siena. Predisposta da Cofidi.it soc. coop. Come da Check List (in allegato alla presente Scheda Operativa). sul prestito concesso

5 Avviso pubblico - Puglia Sviluppo - Regione Puglia in attuazione della DGR n del 06 Agosto Pagina 5 CHECK LIST per SOCIETA FONDO TRANCHED COVER III AVVISO Regione Puglia in attuazione DGR n del 06/08/2014. CONVENZIONE COFIDI.IT e MONTE DEI PASCHI DI SIENA Il sottoscritto, in qualità di titolare dell impresa, a corredo del modulo di domanda di garanzia presentato provvederà a presentare la documentazione di seguito indicata, consapevole che in assenza di essa il Confidi non potrà procedere con la propria attività di istruttoria MODULISTICA COFIDI DEL FINANZIAMENTO RICHIESTO DA FIRMARE + ALLEGATI in originale ed COFIDI.IT o alla presenza di un rappresentante della COFIDI.IT); in duplice copia (in sede Se L impresa è CLIENTE BANCA MPS occorre sapere il RATING (classe di merito); SCHEDA INFORMATIVA compilata e firmata dal titolare (modulo scaricabile dal sito area modulistica -richiesta garanzia ) ovvero documento equipollente su carta intestata dell impresa ; CERTIFICATO CAMERALE con VIGENZA + DSAN ANTIMAFIA in originale; ATTO COSTITUTIVO e/o ULTIMA VARIAZIONE NOTARILE (ove si evincono i poteri di firma); COPIA DI UN DOCUMENTO DI RICONOSCIMENTO (in corso di validità) E CODICE FISCALE DEL LEGALE RAPPRESENTANTE ; COPIA DELL UNICO DEGLI ULTIMI DUE ANNI CONSOLIDATI DELL IMPRESE con ricevuta di trasmissione telematica; ULTIMI 2 BILANCI APPROVATI (se in contabilità ordinaria) ovvero copia del CONTO ECONOMICO (se in contabilità semplificata); SITUAZIONE PROVVISORIA AGGIORNATA (sottoscritta dal titolare con timbro società). NUMERO DI CELLULARE, TELEFONO, FAX E E PEC DELL IMPRESA; Copia DURC in corso di validità e autodichiarazione contenente i dati necessari per consentire a Puglia Sviluppo di avanzare richiesta del DURC; DOCUMENTAZIONE CHE CERTIFICHI LA DESTINAZIONE DEL PRESTITO : Investimenti in attivi materiali e immateriali in Puglia: occorre PREVENTIVI in ORIGINALE FIRMATO dal FORNITORE; Capitalizzazione aziendale: occorre copia del VERBALE D ASSEMBLEA con delibera di aumento del capitale indicando l importo e la modalità di apporto dei soci. Attivo Circolante scorte di materie prime e prodotti finiti e/o pagamento a fornitore: occorre PREVENTIVI IN ORIGINALI FIRMATI DAL FORNITORE (evidenziando la natura delle forniture da pagare), ovvero COPIE di FATTURE NON QUITANZATE; Riequilibrio finanziario finalizzato ( ad estinzione di linee di credito a breve e/o medio termine attraverso il ricorso e all indebitamento bancario a medio-lungo termine, e relativo all adozione di un piano di rientro dall indebitamento : occorre DOCUMENTAZIONE BANCARIA INERENTE E COERENTE ; VISURA CAMERALE, ove è indicato il CODICE ATECO 2007 ; GARANTI : COPIA DI UN DOCUMENTO DI RICONOSCIMENTO (non scaduto) E CODICE FISCALE + COPIA DELL UNICO DEGLI ULTIMI DUE ANNI CONSOLIDATI (completo di ricevuta di trasmissione) ) oppure MOD ULTIME DUE BUSTE PAGA; Copia dell atto di proprietà//visura catastale DELL IMPRESA E SOCI E DI EVENTUALI GARANTI; copia dell attestazione o domanda di attribuzione del rating di legalità dall autorità AGCM. N.B. In fase di istruttoria potrà essere richiesta documentazione integrativa (Località), lì / / Timbro e Firma/e

6 Avviso pubblico - Puglia Sviluppo - Regione Puglia in attuazione della DGR n del 06 Agosto Pagina 6 CHECK LIST per DITTE INDIVIDUALI FONDO TRANCHED COVER III AVVISO Regione Puglia in attuazione DGR n del 06/08/ CONVENZIONE COFIDI.IT e MONTE DEI PASCHI DI SIENA Il sottoscritto, in qualità di titolare dell impresa, a corredo del modulo di domanda di garanzia presentato provvederà a presentare la documentazione di seguito indicata, consapevole che in assenza di essa il Confidi non potrà procedere con la propria attività di istruttoria: MODULISTICA COFIDI DEL FINANZIAMENTO RICHIESTO DA FIRMARE + ALLEGATI in originale ed in duplice copia (in sede COFIDI.IT o alla presenza di un rappresentante del COFIDI.IT); Se L impresa è CLIENTE BANCA MPS occorre sapere il RATING (classe di merito); SCHEDA INFORMATIVA compilata e firmata dal titolare (modulo scaricabile dal sito area modulistica -richiesta garanzia ) ovvero documento equipollente su carta intestata dell impresa ; CERTIFICATO CAMERALE CON VIGENZA + DSAN ANTIMAFIA in originale; COPIA DI UN DOCUMENTO DI RICONOSCIMENTO (in corso di validità) E CODICE FISCALE DEL TITOLARE; COPIA DELL UNICO DEGLI ULTIMI DUE ANNI CONSOLIDATI DELL IMPRESA (completo di ricevuta di trasmissione) ; ULTIMI 2 BILANCI ANALITICI DEFINITIVI (se contabilità ordinaria) ovvero CONTO ECONOMICO ( se contabilità semplificata) firmati dal titolare; SITUAZIONE PROVVISORIA AGGIORNATA (sottoscritta dal titolare); NUMERO DI CELLULARE, E, TELEFONO, FAX E E PEC DELL IMPRESA ; Copia del DURC in corso di validità e autodichiarazione contenente i dati necessari per consentire a Puglia Sviluppo di avanzare richiesta del DURC; DOCUMENTAZIONE CHE CERTIFICHI LA DESTINAZIONE DEL PRESTITO : Investimenti: in attivi materiali e immateriali in Puglia occorre PREVENTIVI in ORIGINALE FIRMATO dal FORNITORE; Attivo Circolante acquisto scorte di materie prime e prodotti finiti e/o pagamento a fornitore: occorre PREVENTIVI IN ORIGINALI FIRMATI DAL FORNITORE ( evidenziando la natura delle forniture da pagare) ovvero COPIE di FATTURE NON QUITANZATE; Riequilibrio finanziario finalizzato ( ad estinzione di linee di credito a breve e/o medio termine attraverso il ricorso e all indebitamento bancario a medio-lungo termine, e relativo all adozione di un piano di rientro dall indebitamento : occorre DOCUMENTAZIONE BANCARIA INERENTE E COERENTE ; VISURA CAMERALE, ove si evince il CODICE ATECO 2007; GARANTI: COPIA DI UN DOCUMENTO DI RICONOSCIMENTO (non scaduto) E CODICE FISCALE + COPIA DELL UNICO DEGLI ULTIMI DUE ANNI CONSOLIDATI (completo di ricevuta di trasmissione ) oppure MOD ULTIME DUE BUSTE PAGA DI EVENTUALI GARANTI; Copia dell atto di proprietà/visura catastale DELL IMPRESA L IMPRESA E DI EVENTUALI GARANTI, e se ci sono VINCOLI IPOTECARI sull immobile; copia dell attestazione o domanda di attribuzione del rating di legalità dall autorità AGCM. N.B. In fase di istruttoria potrà essere richiesta documentazione integrativa (Località), lì / / Timbro e Firma/e

Avviso pubblico - Puglia Sviluppo - Regione Puglia in attuazione della DGR n. 1788 del 06 Agosto 2014. Pagina 1

Avviso pubblico - Puglia Sviluppo - Regione Puglia in attuazione della DGR n. 1788 del 06 Agosto 2014. Pagina 1 Avviso pubblico - Puglia Sviluppo - Regione Puglia in attuazione della DGR n. 1788 del 06 Agosto 2014. Pagina 1 COMMISSIONE EUROPEA REGIONE PUGLIA Area Politiche per lo Sviluppo Economico, Lavoro e Innovazione

Dettagli

ACCORDO Regione Puglia e Cofidi Puglia del 06 Dicembre 2012 misura 6.1.6.-Tranche seconda Pagina 1

ACCORDO Regione Puglia e Cofidi Puglia del 06 Dicembre 2012 misura 6.1.6.-Tranche seconda Pagina 1 ACCORDO Regione Puglia e Cofidi Puglia del 06 Dicembre 2012 misura 6.1.6.-Tranche seconda Pagina 1 COMMISSIONE EUROPEA REGIONE PUGLIA Area Politiche per lo Sviluppo Economico, Lavoro e Innovazione Servizio

Dettagli

ACCORDO Regione Puglia e Cofidi Puglia del 06 Dicembre 2012 misura 6.1.6.-Tranche seconda 1

ACCORDO Regione Puglia e Cofidi Puglia del 06 Dicembre 2012 misura 6.1.6.-Tranche seconda 1 ACCORDO Regione Puglia e Cofidi Puglia del 06 Dicembre 2012 misura 6.1.6.-Tranche seconda 1 Pagina COMMISSIONE EUROPEA REGIONE PUGLIA Area Politiche per lo Sviluppo Economico, Lavoro e Innovazione Servizio

Dettagli

Fondo Rotativo per lo sviluppo delle PMI Campane - Misura Tranched Cover

Fondo Rotativo per lo sviluppo delle PMI Campane - Misura Tranched Cover Fondo Rotativo per lo sviluppo delle PMI Campane - Misura Tranched Cover P.O. FESR Campania 2007-2013 Obiettivo Operativo 2.4 - Credito e Finanza Innovativa - Migliorare la capacità di accesso e alla finanza

Dettagli

TITOLO VI Aiuti per la tutela dell ambiente Avviso per la presentazione delle istanze di accesso ai sensi dell art.

TITOLO VI Aiuti per la tutela dell ambiente Avviso per la presentazione delle istanze di accesso ai sensi dell art. TITOLO VI Bollettino ufficiale della Regione Puglia n.77 del 04.06.2015 Pagina 1 UNIONE EUROPEA FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE. REGIONE PUGLIA AREA POLITICHE PER LO SVILUPPO IL LAVORO E L INNOVAZIONE

Dettagli

Avviso per lo sviluppo delle PMI Campane - Misura Tranched Cover attraverso finanziamenti erogati da Banca Popolare di Bari S.c.p.A.

Avviso per lo sviluppo delle PMI Campane - Misura Tranched Cover attraverso finanziamenti erogati da Banca Popolare di Bari S.c.p.A. Avviso per lo sviluppo delle PMI Campane - Misura Tranched Cover attraverso finanziamenti erogati da Banca Popolare di Bari S.c.p.A. P.O. FESR Campania 2007-2013 Obiettivo Operativo 2.4 Credito e Finanza

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministro dello Sviluppo Economico Il Ministro dello Sviluppo Economico Visto l articolo 1, comma 845, della legge 27 dicembre 2006, n. 296 (legge finanziaria 2007) e successive modificazioni e integrazioni, che prevede che il Ministro

Dettagli

Fondo di Garanzia denominato Tranched Cover. Procedura a Sportello INDICE

Fondo di Garanzia denominato Tranched Cover. Procedura a Sportello INDICE Avviso pubblico per la selezione di soggetti abilitati allo svolgimento dell'attività creditizia per la realizzazione di portafogli di finanziamenti da erogare a piccole e medie imprese operanti nella

Dettagli

AVVISO PER LA REALIZZAZIONE DI UNA TRANCHED COVER REGIONE PUGLIA (3 AVVISO)

AVVISO PER LA REALIZZAZIONE DI UNA TRANCHED COVER REGIONE PUGLIA (3 AVVISO) AVVISO PER LA REALIZZAZIONE DI UNA TRANCHED COVER REGIONE PUGLIA (3 AVVISO) Puglia Sviluppo S.p.a ha stipulato una convenzione con UniCredit SpA per la realizzazione di una Tranched Cover con: - costituzione

Dettagli

Fondo Rotativo per lo sviluppo delle PMI Campane - Misura Tranched Cover

Fondo Rotativo per lo sviluppo delle PMI Campane - Misura Tranched Cover Fondo Rotativo per lo sviluppo delle PMI Campane - Misura Tranched Cover P.O. FESR Campania 2007-2013 Obiettivo Operativo 2.4 - Credito e Finanza Innovativa - Migliorare la capacità di accesso e alla finanza

Dettagli

Avviso per lo sviluppo delle PMI Campane - Misura Tranched Cover attraverso finanziamenti erogati da Banca Popolare di Bari S.c.p.A.

Avviso per lo sviluppo delle PMI Campane - Misura Tranched Cover attraverso finanziamenti erogati da Banca Popolare di Bari S.c.p.A. Avviso per lo sviluppo delle PMI Campane - Misura Tranched Cover attraverso finanziamenti erogati da Banca Popolare di Bari S.c.p.A. P.O. FESR Campania 2007-2013 Obiettivo Operativo 2.4 Credito e Finanza

Dettagli

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 16 suppl. del 02-02-2012

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 16 suppl. del 02-02-2012 6 REGOLAMENTO REGIONALE 31 gennaio 2012, n. 2 Regolamento per la concessione di aiuti di importanza minore (de minimis) alle PMI e abrogazione dei Regolamenti Regionali n. 24 del 21 novembre 2008 e n.

Dettagli

Fondo Rotativo per lo sviluppo delle PMI Campane - Misura Tranched Cover

Fondo Rotativo per lo sviluppo delle PMI Campane - Misura Tranched Cover Fondo Rotativo per lo sviluppo delle PMI Campane - Misura Tranched Cover P.O. FESR Campania 2007-2013 Obiettivo Operativo 2.4 - Credito e Finanza Innovativa - Migliorare la capacità di accesso e alla finanza

Dettagli

Valorizzazione economica dei risultati della proprietà industriale

Valorizzazione economica dei risultati della proprietà industriale Valorizzazione economica dei risultati della proprietà industriale Mutuo disegni e Modelli Mutuo brevetti UniCredit spa Soft Loans, Contributions And Subsidies Agenda Fondo Nazionale per l Innovazione

Dettagli

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE IMPRESE PER LA REALIZZAZIONE DEL PRIMO SITO INTERNET

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE IMPRESE PER LA REALIZZAZIONE DEL PRIMO SITO INTERNET PAG. 1 1 trimestre 2012 BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE IMPRESE PER LA REALIZZAZIONE DEL PRIMO SITO INTERNET Il presente bando è adottato con determinazione del Segretario Generale n. 355 del

Dettagli

FONDO DI ROTAZIONE PER L INNOVAZIONE TECNOLOGICA POR Veneto 2007-2013

FONDO DI ROTAZIONE PER L INNOVAZIONE TECNOLOGICA POR Veneto 2007-2013 FONDO DI ROTAZIONE PER L INNOVAZIONE TECNOLOGICA POR Veneto 2007-2013 Disciplina di riferimento POR Veneto 2007-2013, parte FESR. Asse 1 Linea d intervento 1.2 Ingegneria Finanziaria Azione 1.2.3. DGR

Dettagli

ALLEGATO 10 FONDO DI GARANZIA REGIONALE PO FESR BASILICATA 2007 2013

ALLEGATO 10 FONDO DI GARANZIA REGIONALE PO FESR BASILICATA 2007 2013 ALLEGATO 10 CIRCOLANTE - Pag. 1 di 16 ALLEGATO 10 FONDO DI GARANZIA REGIONALE PO FESR BASILICATA 2007 2013 DGR Basilicata n. 2124 del 15.12.2009 DGR Basilicata n. 353 del 04.04.2013 DGR Basilicata n. 965

Dettagli

1 agricoltura e prima trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli (quando l importo dell aiuto è fissato in base al

1 agricoltura e prima trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli (quando l importo dell aiuto è fissato in base al BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI A SOSTEGNO DI PROGRAMMI DI INVESTIMENTO MEDIANTE ABBATTIMENTO DEGLI INTERESSI MATURATI SUI FINANZIAMENTI ACCESI DALLE IMPRESE DELLA PROVINCIA DI PESARO E URBINO CON

Dettagli

STRUMENTI AGEVOLATIVI IN FAVORE DELL IMPRENDITORIA GIOVANILE Legge Regionale n. 57/1999

STRUMENTI AGEVOLATIVI IN FAVORE DELL IMPRENDITORIA GIOVANILE Legge Regionale n. 57/1999 STRUMENTI AGEVOLATIVI IN FAVORE DELL IMPRENDITORIA GIOVANILE Legge Regionale n. 57/1999 Disciplina di riferimento DGR 3929 del 4 dicembre 2007 (BUR n. 1 del 1 gennaio 2008) DGR 2096 del 7 luglio 2009 (BUR

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministro dello Sviluppo Economico Il Ministro dello Sviluppo Economico Visto l articolo 1, comma 845 della legge 27 dicembre 2006, n. 296, che prevede che il Ministro dello Sviluppo economico con proprio decreto istituisca appositi regimi

Dettagli

ELENCO DELLA DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE ALLA RICHIESTA DI FINANZIAMENTO.

ELENCO DELLA DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE ALLA RICHIESTA DI FINANZIAMENTO. ELENCO DELLA DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE ALLA RICHIESTA DI FINANZIAMENTO. FOTOCOPIA DEL DOCUMENTO DI RICONOSCIMENTO IN CORSO DI VALIDITA E DEL CODICE FISCALE DEL LEGALE RAPPRESENTANTE E DEI SOCI DELLA SOCIETA.

Dettagli

CONCORSO DI INTERESSI SU PRESTITI CONCESSI ALLE PMI ADERENTI AI CONSORZI DI GARANZIA COLLETTIVI FIDI ART. 1 OGGETTO E FINALITA DEGLI AIUTI

CONCORSO DI INTERESSI SU PRESTITI CONCESSI ALLE PMI ADERENTI AI CONSORZI DI GARANZIA COLLETTIVI FIDI ART. 1 OGGETTO E FINALITA DEGLI AIUTI Allegato alla Delib.G.R. n. 50/27 del 10.11.2009 CONCORSO DI INTERESSI SU PRESTITI CONCESSI ALLE PMI ADERENTI AI CONSORZI DI GARANZIA COLLETTIVI FIDI L.R.10 gennaio 2001 n.. 2 Titolo T II DIRETTIVE DI

Dettagli

Fondo di garanzia a sostegno delle imprese danneggiate dalle nevicate straordinarie del febbraio 2012

Fondo di garanzia a sostegno delle imprese danneggiate dalle nevicate straordinarie del febbraio 2012 Fondo di garanzia a sostegno delle imprese danneggiate dalle nevicate straordinarie del febbraio 2012 Nell ambito del Fondo per il sostegno all accesso al credito delle imprese del Lazio (art. 20 LR 9/2005)

Dettagli

Allegato B BANDO 2015 PER L ABBATTIMENTO DEL COSTO DELLE COMMISSIONI SULLE GARANZIE RILASCIATE DAGLI ORGANISMI DI GARANZIA COLLETTIVA FIDI

Allegato B BANDO 2015 PER L ABBATTIMENTO DEL COSTO DELLE COMMISSIONI SULLE GARANZIE RILASCIATE DAGLI ORGANISMI DI GARANZIA COLLETTIVA FIDI Allegato B BANDO 2015 PER L ABBATTIMENTO DEL COSTO DELLE COMMISSIONI SULLE GARANZIE RILASCIATE DAGLI ORGANISMI DI GARANZIA COLLETTIVA FIDI Approvato con deliberazione della Giunta camerale n. 83 del 24

Dettagli

Tranched Coverd e nuovi strumenti finanziari della U.E. Venerdì 25 settembre 2015

Tranched Coverd e nuovi strumenti finanziari della U.E. Venerdì 25 settembre 2015 Tranched Coverd e nuovi strumenti finanziari della U.E. Venerdì 25 settembre 2015 Agenda Premessa L esperienza della Regione Puglia 2007-2013 in materia di SF La Programmazione 2014-2020 2 Agenda Premessa

Dettagli

ALLEGATO 4 FONDO DI GARANZIA REGIONALE PO FESR BASILICATA 2007 2013. DGR Basilicata n. 2124 del 15.12.2009 e DGR Basilicata n. del.07.

ALLEGATO 4 FONDO DI GARANZIA REGIONALE PO FESR BASILICATA 2007 2013. DGR Basilicata n. 2124 del 15.12.2009 e DGR Basilicata n. del.07. ALLEGATO 4 - Pag. 1 di 13 ALLEGATO 4 FONDO DI GARANZIA REGIONALE PO FESR BASILICATA 2007 2013 DGR Basilicata n. 2124 del 15.12.2009 e DGR Basilicata n. del.07.2011 RICHIESTA DI AMMISSIONE ALLA CONTROGARANZIA

Dettagli

GARANZIA DEL FONDO SU PORTAFOGLI DI FINANZIAMENTI MODALITÀ OPERATIVE

GARANZIA DEL FONDO SU PORTAFOGLI DI FINANZIAMENTI MODALITÀ OPERATIVE ALLEGATO GARANZIA DEL FONDO SU PORTAFOGLI DI FINANZIAMENTI MODALITÀ OPERATIVE RIFERIMENTI NORMATIVI E DEFINIZIONI RIFERIMENTI NORMATIVI Legge 23 dicembre 1996 n. 662 (art. 2, comma 100, lettera a): Misure

Dettagli

ALLEGATOA alla Dgr n. 3985 del 16 dicembre 2008 pag. 1/7

ALLEGATOA alla Dgr n. 3985 del 16 dicembre 2008 pag. 1/7 giunta regionale 8^ legislatura ALLEGATOA alla Dgr n. 3985 del 16 dicembre 2008 pag. 1/7 Fondo di rotazione per la concessione di finanziamenti agevolati alle imprese artigiane (art. 21 L.R. 17 gennaio

Dettagli

FONDO DI ROTAZIONE PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI AGEVOLATI ALLE PMI ARTIGIANE Legge Regionale n. 2/2002

FONDO DI ROTAZIONE PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI AGEVOLATI ALLE PMI ARTIGIANE Legge Regionale n. 2/2002 FONDO DI ROTAZIONE PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI AGEVOLATI ALLE PMI ARTIGIANE Legge Regionale n. 2/2002 Disciplina di riferimento DGR n. 3985 del 16 dicembre 2008 (BUR n. 106 del 26 dicembre 2008)

Dettagli

ALLEGATO 4 FONDO DI GARANZIA PER IL CIRCOLANTE DELLE IMPRESE

ALLEGATO 4 FONDO DI GARANZIA PER IL CIRCOLANTE DELLE IMPRESE ALLEGATO 4 - Pag. 1 di 21 ALLEGATO 4 FONDO DI GARANZIA PER IL CIRCOLANTE DELLE IMPRESE Art. 15 Legge Regionale n. 33 del 30.12.2010 DGR Basilicata n. 606 del 29/04/2011 (Regolamento) DGR Basilicata n.

Dettagli

FONDO NAZIONALE INNOVAZIONE

FONDO NAZIONALE INNOVAZIONE DIPERTIMENTO PER L IMPRESA E L INTERNALIZZAZIONE DIREZIONE GENERALE PER LA LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE UFFICIO ITALIANO BREVETTI E MARCHI FONDO NAZIONALE INNOVAZIONE Direzione Generale Lotta alla Contraffazione

Dettagli

pugliasviluppo Regione Puglia

pugliasviluppo Regione Puglia pugliasviluppo Regione Puglia Avviso pubblico per la selezione di soggetti abilitati allo svolgimento dell'attività creditizia per la realizzazione di portafogli di finanziamenti da erogare a piccole e

Dettagli

REGIONE CAMPANIA CONTRATTO DI PROGRAMMA REGIONALE

REGIONE CAMPANIA CONTRATTO DI PROGRAMMA REGIONALE REGIONE CAMPANIA CONTRATTO DI PROGRAMMA REGIONALE FONTI LEGISLATIVE 1. Decreto Legislativo 31 marzo 1998, n. 123: "Disposizioni per la razionalizzazione degli interventi di sostegno pubblico alle imprese,

Dettagli

FONDO UNICO ANTICRISI

FONDO UNICO ANTICRISI Unione Europea Regione Molise Finmolise SpA FONDO UNICO ANTICRISI Regolamento di attuazione del Fondo di Garanzia per il Consolidamento dei debiti a lungo termine (oltre 5 anni), di cui alla D.G.R. n.

Dettagli

D I S C I P L I N A R E

D I S C I P L I N A R E D I S C I P L I N A R E per la concessione di contributi in abbattimento del tasso di interesse, a fondo perduto e in abbattimento dei costi di commissione alle piccole/medie imprese, operanti in provincia

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico Direzione Generale per gli incentivi alle imprese

Ministero dello Sviluppo Economico Direzione Generale per gli incentivi alle imprese ALLEGATO N. 1 Ministero dello Sviluppo Economico Direzione Generale per gli incentivi alle imprese DM 4 DICEMBRE 2014 Regime di aiuto finalizzato a promuovere la nascita e lo sviluppo di società cooperative

Dettagli

DOMANDA PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE PER LA VALORIZZAZIONE DEI DISEGNI E MODELLI

DOMANDA PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE PER LA VALORIZZAZIONE DEI DISEGNI E MODELLI ALLEGATO 1 - DOMANDA (I dati riportati nella domanda devono corrispondere a quelli inseriti nel form on line per l assegnazione del numero di protocollo) PROT. N.. DEL.. (Inserire numero e data del protocollo

Dettagli

Circolare N. 13 del 27 Gennaio 2016

Circolare N. 13 del 27 Gennaio 2016 Circolare N. 13 del 27 Gennaio 2016 Bando disegni+3: via alle domande dal 12.03.2016 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che in data 03.12.2015 è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale

Dettagli

FONDO UNICO ANTICRISI

FONDO UNICO ANTICRISI Unione Europea Regione Molise Finmolise SpA FONDO UNICO ANTICRISI Regolamento di attuazione del Fondo per la concessione di garanzie dirette e cogaranzie su finanziamenti alle PMI finalizzati al sostegno

Dettagli

Modalità Attuative Fondo Prestiti Rimborsabili

Modalità Attuative Fondo Prestiti Rimborsabili OBIETTIVO COMPETITIVITÀ REGIONALE E OCCUPAZIONE PROGRAMMA OPERATIVO 2007-2013 REGIONE LIGURIA Parte Competitività COFINANZIATO DAL F.E.S.R. - FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE ASSE 1 INNOVAZIONE E COMPETITIVITA

Dettagli

PACCHETTO RIEQUILIBRIO FINANZIARIO

PACCHETTO RIEQUILIBRIO FINANZIARIO AGGIORNATO AL 16 NOVEMBRE 2010 PACCHETTO RIEQUILIBRIO FINANZIARIO Prodotti e servizi per il consolidamento delle passività a breve Pag. 1. Credimpresa BNL per associati Assolombarda Finanziamento per aziende

Dettagli

8. Aiuti concessi a imprese in difficoltà.

8. Aiuti concessi a imprese in difficoltà. Fondo di Rotazione BANDO PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI AGEVOLATI A SOSTEGNO DELLE P.M.I. DELLA PROVINCIA DI FERRARA Docup Obiettivo 2 1997/1999 misura 2.1 1. premessa SIPRO Agenzia Provinciale per

Dettagli

Fiscal News N. 221. La circolare di aggiornamento professionale. 23.05.2012 Marchi comunitari e internazionali: agevolazioni per la registrazione

Fiscal News N. 221. La circolare di aggiornamento professionale. 23.05.2012 Marchi comunitari e internazionali: agevolazioni per la registrazione Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 221 23.05.2012 Marchi comunitari e internazionali: agevolazioni per la registrazione A cura di Carlo De Luca Categoria: Agevolazioni Sottocategoria:

Dettagli

VENETO SVILUPPO NUOVO FONDO UNICO

VENETO SVILUPPO NUOVO FONDO UNICO CIRCOLARE NR. 5/FEBBRAIO 2014 VENETO SVILUPPO NUOVO FONDO UNICO Egregi Signori, Vi informiamo che con D.G.R. n. 2216 del 03.12.2013 (pubblicata nel BUR n.113 del 24/12/2013) la Regione Veneto ha approvato

Dettagli

FONDO UNICO ANTICRISI

FONDO UNICO ANTICRISI Unione Europea Regione Molise Finmolise SpA FONDO UNICO ANTICRISI Regolamento di attuazione del Fondo per la concessione di garanzie dirette e cogaranzie su finanziamenti alle PMI finalizzati al sostegno

Dettagli

AIUTI ALLA FILIERA CORTA

AIUTI ALLA FILIERA CORTA ALLEGATO ASSESSORATO AGRICOLTURA DIREZIONE AGRICOLTURA AIUTI ALLA FILIERA CORTA BANDO PER IMPRENDITORI AGRICOLI ASSOCIATI PER LA VENDITA DIRETTA MEDIANTE CONSEGNA A DOMICILIO INDICE. 1. Premessa 2. Disposizioni

Dettagli

AVVISO. REGIONE CAMPANIA ART. 6 LEGGE REGIONALE n. 12/2007 INCENTIVI PER IL CONSOLIDAMENTO DELLE PASSIVITA A BREVE

AVVISO. REGIONE CAMPANIA ART. 6 LEGGE REGIONALE n. 12/2007 INCENTIVI PER IL CONSOLIDAMENTO DELLE PASSIVITA A BREVE Decreto Dirigenziale n. 181 del 14 aprile 2008 Area Generale di Coordinamento: Sviluppo Economico n. 12 - L.R. n. 12 del 28.11.2007 - Art. 6 - Incentivi per il Consolidamento delle Passivita' a Breve -

Dettagli

Programmi di investimento per innovazione, miglioramento competitivo e tutela dell ambiente nelle regioni Calabria, Campania, Puglia e Sicilia

Programmi di investimento per innovazione, miglioramento competitivo e tutela dell ambiente nelle regioni Calabria, Campania, Puglia e Sicilia CIRCOLARE A.F. N. 157 del 18 Ottobre 2013 Ai gentili clienti Loro sedi Programmi di investimento per innovazione, miglioramento competitivo e tutela dell ambiente nelle regioni Calabria, Campania, Puglia

Dettagli

REGIONE PUGLIA Area Politiche per lo Sviluppo, il Lavoro e l Innovazione Servizio Artigianato Pmi e Internazionalizzazione

REGIONE PUGLIA Area Politiche per lo Sviluppo, il Lavoro e l Innovazione Servizio Artigianato Pmi e Internazionalizzazione 8689 REGIONE PUGLIA Area Politiche per lo Sviluppo, il Lavoro e l Innovazione Servizio Artigianato Pmi e Internazionalizzazione PO 2007-2013 Asse VI - Linea 6.1 Avviso per l erogazione di Aiuti ai programmi

Dettagli

Art. 2 Soggetti beneficiari

Art. 2 Soggetti beneficiari BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SU FINANZIAMENTI CONCESSI DA BANCHE CONVENZIONATE ALLE IMPRESE COLPITE DALL ESONDAZIONE DEL FIUME SERCHIO NELLA PROVINCIA DI PISA Art. 1 Finalità

Dettagli

La legge 598/94. Piano di Investimento per i Settori Costruzioni, Commercio e Servizi

La legge 598/94. Piano di Investimento per i Settori Costruzioni, Commercio e Servizi La legge 598/94 La legge 598/94 è rivolta alle micro, piccole e medie imprese, costituite anche in forma di società cooperativa, comprese le imprese artigiane limitatamente al settore D Manifatturiero,

Dettagli

Art. 1 Finalità. Art. 2 Requisiti di ammissibilità al contributo

Art. 1 Finalità. Art. 2 Requisiti di ammissibilità al contributo Il presente bando vige in regime de minimis (ex Reg.CE 1998/2006, Reg. CE 15353/2007 ereg. CE 75/2007 ) 1 Art. 1 Finalità 1. La Camera di Commercio di Pistoia, anche al fine di sostenere il mantenimento

Dettagli

AVVISO VOUCHER RETI DI IMPRESA 2014

AVVISO VOUCHER RETI DI IMPRESA 2014 AVVISO VOUCHER RETI DI IMPRESA 2014 ART. 1 FINALITA' DELL'INIZIATIVA Il Sistema camerale del Nord Sardegna, in linea con le attività realizzate fino ad oggi, intende continuare a favorire lo sviluppo e

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DELLA RICHIESTA DI AGEVOLAZIONI L.R. 51/93 PROCEDURA A SPORTELLO ANNUALITA 2009

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DELLA RICHIESTA DI AGEVOLAZIONI L.R. 51/93 PROCEDURA A SPORTELLO ANNUALITA 2009 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DELLA RICHIESTA DI AGEVOLAZIONI L.R. 51/93 PROCEDURA A SPORTELLO ANNUALITA 2009 Normativa di riferimento. - Legge 8 agosto 1985, n. 443; - Legge regionale 19.10.1993, n.

Dettagli

BANDO QUADRO 2014 - EROGAZIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE PER LO SVILUPPO E L INNOVAZIONE DELLE IMPRESE DELLA PROVINCIA DI VENEZIA.

BANDO QUADRO 2014 - EROGAZIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE PER LO SVILUPPO E L INNOVAZIONE DELLE IMPRESE DELLA PROVINCIA DI VENEZIA. BANDO QUADRO 2014 - EROGAZIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE PER LO SVILUPPO E L INNOVAZIONE DELLE IMPRESE DELLA PROVINCIA DI VENEZIA. (approvato con delibera di Giunta n. 19 del 20 febbraio 2014) Art.

Dettagli

RICHIESTA DI AMMISSIONE ALLA CONTROGARANZIA

RICHIESTA DI AMMISSIONE ALLA CONTROGARANZIA ALLEGATO 4 - Pag. 1 di 10 FONDO DI GARANZIA REGIONALE PO FESR BASILICATA 2007 2013 DGR Basilicata n. 2124 del 15.12.2009 e DGR Basilicata n. 1813 del 29.10.2010 RICHIESTA DI AMMISSIONE ALLA CONTROGARANZIA

Dettagli

COMUNE DI CORATO Provincia di Bari

COMUNE DI CORATO Provincia di Bari COMUNE DI CORATO Provincia di Bari REGOLAMENTO PER L ACCESSO AI CONTRIBUTI A FAVORE DI COOPERATIVE DI GARANZIA E CONSORZI FIDI PER LA DOTAZIONE DI FONDI RISCHI DIRETTI ALLA CONCESSIONE DI GARANZIE A FAVORE

Dettagli

C i r c o l a r e d e l 1 7 s e t t e m b r e 2 0 1 4 P a g. 1 di 10. Il Fondo Unico di Veneto Sviluppo per le PMI

C i r c o l a r e d e l 1 7 s e t t e m b r e 2 0 1 4 P a g. 1 di 10. Il Fondo Unico di Veneto Sviluppo per le PMI C i r c o l a r e d e l 1 7 s e t t e m b r e 2 0 1 4 P a g. 1 di 10 Circolare Numero 31/2014 Oggetto Il Fondo Unico di Veneto Sviluppo per le PMI Sommario La Regione Veneto ha semplificato e razionalizzato

Dettagli

Regione Puglia Assessorato Sviluppo Economico POR PUGLIA 2007-2013. Regolamento generale dei regimi di aiuto in esenzione

Regione Puglia Assessorato Sviluppo Economico POR PUGLIA 2007-2013. Regolamento generale dei regimi di aiuto in esenzione Regione Puglia Assessorato Sviluppo Economico POR PUGLIA 2007-2013 Regolamento generale dei regimi di aiuto in esenzione Giugno 2008 1 Titolo I Disposizioni Generali 2 Titolo I Disposizioni Generali Regimi

Dettagli

DIPARTIMENTO ATTIVITA PRODUTTIVE

DIPARTIMENTO ATTIVITA PRODUTTIVE UNIONE EUROPEA REGIONE CALABRIA REPUBBLICA ITALIANA DIPARTIMENTO ATTIVITA PRODUTTIVE PIANO DI AZIONE E COESIONE 2007CL001OC008 INCENTIVI ALLE PMI, MICROIMPRESE ED IMPRESE ARTIGIANE REGIONALI A SOSTEGNO

Dettagli

RICHIESTA DI AMMISSIONE ALLA CONTROGARANZIA

RICHIESTA DI AMMISSIONE ALLA CONTROGARANZIA ALLEGATO 3 - Pag. 1 di 18 FONDO DI GARANZIA REGIONALE PO FESR BASILICATA 2007 2013 DGR Basilicata n. 2124 del 15.12.2009 e DGR Basilicata n. 1813 del 29.10.2010 RICHIESTA DI AMMISSIONE ALLA CONTROGARANZIA

Dettagli

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SU MICROFINANZIAMENTI CONCESSI DA BANCHE

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SU MICROFINANZIAMENTI CONCESSI DA BANCHE BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SU MICROFINANZIAMENTI CONCESSI DA BANCHE 1 BANDO DI CONCORSO Art. 1- Premessa la Camera di Commercio I.A.A. di Cosenza, nell ambito delle iniziative

Dettagli

FONDO DI ROTAZIONE PER IL POLESINE - Sezione PMI Artigiane - DGR n. 362 del 20 febbraio 2007 (ex Misura 5.2 Obiettivo 2 1997-1999)

FONDO DI ROTAZIONE PER IL POLESINE - Sezione PMI Artigiane - DGR n. 362 del 20 febbraio 2007 (ex Misura 5.2 Obiettivo 2 1997-1999) FONDO DI ROTAZIONE PER IL POLESINE - Sezione PMI Artigiane - DGR n. 362 del 20 febbraio 2007 (ex Misura 5.2 Obiettivo 2 1997-1999) Disciplina di riferimento DGR 3985 del 16 dicembre 2008 (BUR n. 106 del

Dettagli

Di seguito riportiamo le pec di ogni ente.

Di seguito riportiamo le pec di ogni ente. FONDO DI ROTAZIONE E operativo il nuovo fondo di rotazione istituito con Delibera della Giunta Provinciale n. 2168 del 11/10/20013 (ex art. 34 ter 1 della Legge Provinciale 13 dicembre 1999, n. 6). Il

Dettagli

Allegato alla Delib. G.R. n. 25/6 del 2.7.2013 1/6

Allegato alla Delib. G.R. n. 25/6 del 2.7.2013 1/6 DIRETTIVE DI ATTUAZIONE Linea di Attività 4.2.4.a Incentivi per la realizzazione di postazioni per la promozione di prodotti espressione dell identità locale ART. 1 OGGETTO E FINALITA DEGLI AIUTI Le presenti

Dettagli

Disciplina di riferimento

Disciplina di riferimento AGEVOLAZIONI IN FAVORE DELLE PMI DEL SETTORE COMMERCIO EX LR 1/1999, DEL SETTORE SECONDARIO E TERZIARIO EX LR 5/2001 E DEL SETTORE ARTIGIANO EX LR 2/2002 Disciplina di riferimento DGR n. 2216 del 3 dicembre

Dettagli

Disciplina di riferimento

Disciplina di riferimento AGEVOLAZIONI IN FAVORE DELLE PMI DEL SETTORE COMMERCIO EX LR 1/1999, DEL SETTORE SECONDARIO E TERZIARIO EX LR 5/2001 E DEL SETTORE ARTIGIANO EX LR 2/2002 Disciplina di riferimento DGR n. 2216 del 3 dicembre

Dettagli

Veneto: L. R. 5/2001 Fondo di Rotazione per i finanziamenti agevolati alle piccole e medie imprese (PMI) Sezione A, Sezione B

Veneto: L. R. 5/2001 Fondo di Rotazione per i finanziamenti agevolati alle piccole e medie imprese (PMI) Sezione A, Sezione B Veneto: L. R. 5/2001 Fondo di Rotazione per i finanziamenti agevolati alle piccole e medie imprese (PMI) Sezione A, Sezione B Scadenze Fino ad esaurimento fondi. In breve La SEZIONE A del Fondo di rotazione

Dettagli

FONDO UNICO ANTICRISI

FONDO UNICO ANTICRISI . Unione Europea Regione Molise Finmolise SpA FONDO UNICO ANTICRISI Regolamento di attuazione del Fondo per la concessione di garanzie dirette e cogaranzie su finanziamenti alle PMI finalizzati al sostegno

Dettagli

Nuova Sabatini, Fondo Centrale di Garanzia per le PMI e CoopUp

Nuova Sabatini, Fondo Centrale di Garanzia per le PMI e CoopUp DIPARTIMENTO POLITICHE PER LO SVILUPPO Nuova Sabatini, Fondo Centrale di Garanzia per le PMI e CoopUp La normativa nazionale di supporto agli investimenti delle imprese cooperative ed altre opportunità

Dettagli

Veneto: L. R. 2/2002 Fondo di Rotazione per la concessione di finanziamenti agevolati alle imprese artigiane

Veneto: L. R. 2/2002 Fondo di Rotazione per la concessione di finanziamenti agevolati alle imprese artigiane Veneto: L. R. 2/2002 Fondo di Rotazione per la concessione di finanziamenti agevolati alle imprese artigiane Scadenze Fino ad esaurimento fondi. In breve Il Fondo di Rotazione regionale per il settore

Dettagli

Portale Sistema Puglia - www.sistema.puglia.it

Portale Sistema Puglia - www.sistema.puglia.it Portale Sistema Puglia - www.sistema.puglia.it FAQ su: Fondo Tranched Cover Documento generato dal Centro Servizi Sistema Puglia: 04/05/2016 18:05:48 Contiene: 45 FAQ 04/05/2016 18:05:48 FAQ su: Fondo

Dettagli

AVVISO PER LA SELEZIONE DI PROGETTI DA AMMETTERE AL FINANZIAMENTO DEL FONDO ROTATIVO PER LO SVILUPPO DELLE PMI CAMPANE Misura Start up

AVVISO PER LA SELEZIONE DI PROGETTI DA AMMETTERE AL FINANZIAMENTO DEL FONDO ROTATIVO PER LO SVILUPPO DELLE PMI CAMPANE Misura Start up Mario Porcaro Claudio Zollo Michele Grosso Andrea Porcaro Francesco Porcaro Laura Paglia Nicola Intorcia Marco De Iapinis Fabio Cassero Claudia Castaldo Francesca Chiappa revisore legale 1 Fabrizia De

Dettagli

pugliasviluppo Azionista Unico Regione Puglia

pugliasviluppo Azionista Unico Regione Puglia 38599 pugliasviluppo Azionista Unico Regione Puglia PO PUGLIA FSE 2007-2013 Asse II - Occupabilità Fondo Microcredito d Impresa della Regione Puglia Allegato 2 Spett.le Puglia Sviluppo S.p.A. Via delle

Dettagli

REGOLAMENTO PER LE INIZIATIVE DI CREDITO AGEVOLATO PROMOSSE DALL ENTE CAMERALE A FAVORE DELLE IMPRESE AGRICOLE

REGOLAMENTO PER LE INIZIATIVE DI CREDITO AGEVOLATO PROMOSSE DALL ENTE CAMERALE A FAVORE DELLE IMPRESE AGRICOLE REGOLAMENTO PER LE INIZIATIVE DI CREDITO AGEVOLATO PROMOSSE DALL ENTE CAMERALE A FAVORE DELLE IMPRESE AGRICOLE ART. 1 Oggetto La Camera di Commercio di Mantova, nel quadro delle proprie iniziative istituzionali,

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA ASSESSORATO DEL TURISMO, ARTIGIANATO E COMMERCIO

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA ASSESSORATO DEL TURISMO, ARTIGIANATO E COMMERCIO REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA ASSESSORATO DEL TURISMO, ARTIGIANATO E COMMERCIO ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DELLA RICHIESTA DI AGEVOLAZIONI L.R. 51/93 PROCEDURA A SPORTELLO ANNUALITA 2008 Normativa

Dettagli

Alla Banca DATA TIMBRO E FIRMA BANCA PRESENTATRICE TIMBRO E FIRMA DEL LEGALE RAPPR.TE DELL IMPRESA RICHIEDENTE

Alla Banca DATA TIMBRO E FIRMA BANCA PRESENTATRICE TIMBRO E FIRMA DEL LEGALE RAPPR.TE DELL IMPRESA RICHIEDENTE FONDO REGIONALE COMMERCIO Mod. n. 60.02 DOMANDA DI FINANZIAMENTO ai sensi della L.R. 23/12/2000 n. 32 art. 60 comma 1 punto 2 e succ. m. e i. AIUTI ALL INVESTIMENTO CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI (DA PRODURRE

Dettagli

DOMANDA BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER IMPRESE CREATE NEGLI ULTIMI TRE ANNI

DOMANDA BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER IMPRESE CREATE NEGLI ULTIMI TRE ANNI ALLA CAMERA DI COMMERCIO DI VIBO VALENTIA Piazza San Leoluca 89900 VIBO VALENTIA Il/la sottoscritto/a (cognome e nome) codice Fiscale in qualità di titolare/legale rappresentante della ditta/società con

Dettagli

PO FESR Campania 2007/2013, Obiettivo Operativo 2.4 DOMANDA DI ACCESSO ALLE AGEVOLAZIONI

PO FESR Campania 2007/2013, Obiettivo Operativo 2.4 DOMANDA DI ACCESSO ALLE AGEVOLAZIONI Avviso per la selezione di progetti da ammettere al finanziamento del Fondo Regionale per lo sviluppo delle PMI campane misura Intervento straordinario per la competitività PO FESR Campania 2007/2013,

Dettagli

Contratto di Sviluppo Turistico per la Provincia di Foggia SCHEDA RACCOLTA DATI. Scheda anagrafica impresa proponente

Contratto di Sviluppo Turistico per la Provincia di Foggia SCHEDA RACCOLTA DATI. Scheda anagrafica impresa proponente Scheda anagrafica impresa proponente N.B. Se la Società proponente è neo costituita le informazioni seguenti dovranno essere fornite anche dalla Società controllante e dalle eventuali altre società azioniste/socie.

Dettagli

LOCONTE & PARTNERS. Studio Legale e Tributario. Member of. www.loconteandpartners.it START UP INNOVATIVE: ANALISI DEL BANDO SMART & START

LOCONTE & PARTNERS. Studio Legale e Tributario. Member of. www.loconteandpartners.it START UP INNOVATIVE: ANALISI DEL BANDO SMART & START LOCONTE & PARTNERS Studio Legale e Tributario Member of www.loconteandpartners.it START UP INNOVATIVE: ANALISI DEL BANDO SMART & START BENEFICIARI SPESE AMMISSIBILI BANDO SMART & START AGEVOLAZIONI PRESENTAZIONE

Dettagli

MODULO PER LA DOMANDA DELLE AGEVOLAZIONI A VALERE SULLE RISORSE PREVISTE DAL DECRETO DEL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO 24 APRILE 2015

MODULO PER LA DOMANDA DELLE AGEVOLAZIONI A VALERE SULLE RISORSE PREVISTE DAL DECRETO DEL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO 24 APRILE 2015 Allegato 1 MODULO PER LA DOMANDA DELLE AGEVOLAZIONI A VALERE SULLE RISORSE PREVISTE DAL DECRETO DEL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO 24 APRILE 2015 1. DATI IDENTIFICATIVI DELL IMPRESA RICHIEDENTE C.F

Dettagli

AIUTI AGLI INVESTIMENTI INIZIALI ALLE MICROIMPRESE E ALLE PICCOLE IMPRESE - TITOLO II REGION Martedì 11 Febbraio 2014 15:27

AIUTI AGLI INVESTIMENTI INIZIALI ALLE MICROIMPRESE E ALLE PICCOLE IMPRESE - TITOLO II REGION Martedì 11 Febbraio 2014 15:27 CHE COSA E E un bando che rientra nella nuova programmazione regionale per l accesso alle agevolazioni e che finanzia attività nel settore ARTIGIANATO, COMMERCIO, INDUSTRIA, COMPRESA LA RISTORAZIONE. A

Dettagli

BANDO DI CONTRIBUTI PER INTERVENTI INNOVATIVI SULLE TEMATICHE SICUREZZA SUL LAVORO, ENERGIA ED AMBIENTE

BANDO DI CONTRIBUTI PER INTERVENTI INNOVATIVI SULLE TEMATICHE SICUREZZA SUL LAVORO, ENERGIA ED AMBIENTE BANDO DI CONTRIBUTI PER INTERVENTI INNOVATIVI SULLE TEMATICHE SICUREZZA SUL LAVORO, ENERGIA ED AMBIENTE Art. 1- DESCRIZIONE E FINALITA DELL INIZIATIVA La Camera di Commercio di Avellino con il presente

Dettagli

pugliasviluppo Azionista Unico Regione Puglia

pugliasviluppo Azionista Unico Regione Puglia MicroPrestito d Impresa della Regione Puglia Scheda informativa sullo strumento di ingegneria finanziaria della Regione Puglia COSA TROVI IN QUESTA SCHEDA Questa scheda contiene alcune informazioni sul

Dettagli

FONDO UNICO ANTICRISI

FONDO UNICO ANTICRISI ALLEGATO D Unione Europea Regione Molise Finmolise SpA FONDO UNICO ANTICRISI Regolamento di attuazione del Fondo per la concessione di garanzie dirette e cogaranzie su finanziamenti alle PMI finalizzati

Dettagli

BNL GRUPPO BNP PARIBAS

BNL GRUPPO BNP PARIBAS BNL GRUPPO BNP PARIBAS Condizioni valide fino al 31 dicembre 2014 SEGMENTO RETAIL (PMI con fatturato < 5 mln e/o aziende prospect di nuova acquisizione BNL fino a 7,5 mln) Linee di credito di breve termine

Dettagli

AVVISO BANDI NUOVA IMPRENDITORIALITA'

AVVISO BANDI NUOVA IMPRENDITORIALITA' AVVISO BANDI NUOVA IMPRENDITORIALITA' Il CO.P.E. assiste la formazione d'impresa e l'accompagna nello sviluppo e nell'internalizzazione. Rif.ti Presso gli Enti aderenti ai contratti di fiume e di costa

Dettagli

FONDO GARANZIA PO FESR 2007 2013

FONDO GARANZIA PO FESR 2007 2013 PREMESSA DESTINATARI SETTORI FONDO GARANZIA PO FESR 2007 2013 NATURA E MISURA DELLA GARANZIA COSTO DELLA GARANZIA / CONTROGARANZIA DOTAZIONE FINANZIARIA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA AMMISSIONE DELLE DOMANDE

Dettagli

Microcredito d Impresa della Regione Puglia Scheda informativa sullo strumento di ingegneria finanziaria della Regione Puglia

Microcredito d Impresa della Regione Puglia Scheda informativa sullo strumento di ingegneria finanziaria della Regione Puglia Microcredito d Impresa della Regione Puglia Scheda informativa sullo strumento di ingegneria finanziaria della Regione Puglia COSA TROVI IN QUESTA SCHEDA Questa scheda contiene alcune informazioni sul

Dettagli

Giunta Regionale della Campania

Giunta Regionale della Campania Decreto Dirigenziale n. 198 del 15 aprile 2008 Area Generale di Coordinamento: Sviluppo Economico n. 12 - L.R. n. 12 del 28.11.2007 - Art. 5 - Incentivi per l'innovazione e lo Sviluppo - Approvazione dell'avviso

Dettagli

La dotazione finanziaria prevista dal Fondo PMI Misura Intervento straordinario per la competitività è pari a 120.000.000 di Euro.

La dotazione finanziaria prevista dal Fondo PMI Misura Intervento straordinario per la competitività è pari a 120.000.000 di Euro. AVVISO per la selezione di progetti da ammettere al finanziamento del Fondo Regionale per lo sviluppo delle PMI campane misura Intervento straordinario per la competitività Sul BURC del 2 novembre 2015

Dettagli