FOGLIO INFORMATIVO n 14

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "FOGLIO INFORMATIVO n 14"

Transcript

1 Foglio Informativo n 14 Conto corrente ipotecario decorrenza: 01/04/2009 NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI (D.Lgs. del 1/9/1993 Delibera CICR del 4/3/2003) FOGLIO INFORMATIVO n 14 Conto Corrente ipotecario (14) (Apertura di credito, garantita da ipoteca, regolata su c/c) Informazioni sulla banca Denominazione e forma giuridica: Banca A.G.C.I. S.p.A. Sede legale e amministrativa: Via Alessandrini 15, Bologna (BO) Indirizzo telematico (eventuale): Codice ABI: Albo Enti Creditizi: 5667 Numero di iscrizione al Registro delle Imprese: Aderente al Fondo Nazionale di Garanzia Capitale sociale e Riserve: (quali risultano dall'ultimo bilancio approvato) ,00 Caratteristiche e rischi tipici Struttura e funzione economica Con questa operazione la banca mette a disposizione del cliente per un periodo minimo di 18 mesi e un giorno, una somma di denaro (garantita da un ipoteca su immobile già di proprietà), concedendogli la facoltà di addebitare il conto corrente fino ad una cifra massima concordata, oltre la disponibilità. Salvo diverso accordo, il cliente può utilizzare (anche mediante l emissione di assegni bancari), in una o più volte, questa somma e può con successivi versamenti, nonché bonifici o altri accrediti, ripristinare la disponibilità di credito. Portabilità del mutuo Con la concessione di un mutuo per surrogazione ai sensi dell art. 8 D.L. 31 gennaio 2007, n.7, convertito in legge, con modifiche, dall art. 1 L. 2 aprile 2007, n.40, cosiddetta portabilità del mutuo la Banca (nuova Banca creditrice) eroga al Cliente un finanziamento necessario per l estinzione del credito presso la Banca originaria. La Banca originaria è tenuta, ricevendo la somma necessaria per l estinzione, a fornire quietanza di pagamento. Con tale operazione il Cliente può trasferire, mantenendo la stessa garanzia ipotecaria, un mutuo da una Banca ad un altra presso la quale può trattare condizioni (ad esempio condizioni di tasso e/o di durata) nuove rispetto a quelle del mutuo originario. Con tale operazione l ipoteca, con l assenso del Cliente, è trasferita senza formalità presso la nuova Banca. L art. 8, D.L. 31 gennaio 2007, n.7, convertito in legge, con modifiche, dall art. 1 L. 2 aprile 2007, n.40 stabilisce che:

2 - la non esigibilità del credito o la pattuizione di un termine a favore del creditore non preclude al debitore l esercizio della facoltà di surrogazione di cui all art cod. civ. Surrogazione per volontà del debitore (comma 1); - nel caso di surrogazione per volontà del debitore il mutuante surrogato subentra nelle garanzie accessorie, personali e reali, al credito surrogato (comma 2); - è nullo ogni patto, anche posteriore alla stipulazione del contratto, con il quale si impedisca o si renda oneroso per il debitore l esercizio della facoltà di surrogazione (comma 3); - la predetta surrogazione del mutuo non comporta il venir meno dei benefici fiscali (comma 4). I mutui per surrogazione: - sono concessi senza oneri per la parte mutuataria: sono infatti a carico della Banca le spese notarili per la stipula del contratto di mutuo e per la perizia relativa all immobile; - consentono di non perdere gli eventuali benefici fiscali legati alla detrazione degli interessi passivi, qualora spettanti in relazione al mutuo originario; - possono prevedere condizioni contrattuali, economiche e di durata diverse rispetto al mutuo originario; l importo del mutuo deve corrispondere al debito residuo del mutuo originario, inteso come somma di quota capitale, quota interessi e altri importi eventualmente dovuti (esclusa la penale di estinzione anticipata o altre spese legate all estinzione non più dovute nell ambito di operazioni di surrogazione); La Banca aderisce all Accordo ABI relativo alla portabilità dei mutui che prevede: - che la nuova banca sia l unico interlocutore nelle operazioni di trasferimento; - la definizione della procedura di trasferibilità dei dati del mutuo, attraverso la procedura Allineamento Elettronico Archivi (AEA) - la comunicazione, da parte della Banca presso la quale è accesso il finanziamento originario, del debito residuo come sopra descritto, alla Banca che subentra nel mutuo, entro 10 giorni dalla richiesta. Principali rischi (generici e specifici) Tra i principali rischi, vanno tenuti presenti: _ variazione in senso sfavorevole delle condizioni economiche (tassi di interesse ed altre commissioni e spese del servizio) ove contrattualmente previsto; _ variabilità del tasso di cambio, qualora l apertura di credito sia utilizzabile in valuta estera (ad esempio, dollari USA). Saldo contabile Saldo disponibile Tasso debitore per scoperti entro il limite di fido Tasso debitore per scoperti oltre il limite di fido Commissione massimo scoperto: -per utilizzi entro i limiti del fido -per utilizzi oltre i limiti del fido -per utilizzi senza fido Spese di liquidazione interessi debitori Tasso EURIBOR (European Interbank Offered rate) ISC/TAEG Legenda delle principali nozioni dell operazione Saldo risultante dalla mera somma algebrica delle scritture dare/avere in cui sono compresi importi non ancora giunti a maturazione Giacenza sul conto corrente che può essere effettivamente utilizzata Tasso applicato ai saldi debitori del conto corrente in presenza di affidamento Tasso applicato alla parte dei saldi debitori del conto corrente che superano l affidamento Commissione calcolata sul più alto saldo debitore del trimestre, per utilizzi entro i limiti del fido concesso Comprende le spese collegate al conteggio trimestrale, degli interessi debitori n.b. non cumulano con eventuali spese per il conteggio di interessi creditori Generalmente costituisce il parametro di indicizzazione. E il tasso lettera cioè offerto prevalentemente sul mercato dei depositi interbancari, con scadenza da 1 a 3 settimane e da 1 a 12 mesi, nell area Euro. E un indicatore sintetico del costo del credito, espresso in percentuale

3 sull'ammontare del prestito concesso. Nel calcolo dell'isc sono ricompresi: -il rimborso del capitale; -il pagamento degli interessi; -le spese di istruttoria; -di revisione del finanziamento; -di apertura e chiusura della pratica di credito; -le spese di riscossione dei rimborsi e di incasso delle rate(se stabilite dal creditore); -le spese di assicurazione o garanzia, imposte dal creditore (intese ad assicurare il rimborso totale o parziale del credito; -il costo dell'attività di mediazione svolta da un terzo (se necessaria per l'ottenimento del credito); -ogni altra spesa contrattualmente prevista connessa con l'operazione di finanziamento. TEGM Spread Tasso indicizzato Spese di Istruttoria Il Tasso effettivo globale medio indica il valore medio del tasso effettivamente applicato dal sistema bancario e finanziario a categorie omogenee di operazioni creditizie (ad esempio: aperture di credito in c/c, crediti personali, leasing, factoring, mutui, ecc.) nel secondo trimestre precedente. Ai sensi della legge il calcolo del tasso deve tener conto delle commissioni, remunerazioni a qualsiasi titolo edelle spese, escluse quelle per imposte e tasse, collegate all erogazione del credito. I tassi rilevati sono pubblicati trimestralmente in Gazzetta Ufficiale. Il tasso effettivo globale medio risultante dall ultima rilevazione e relativamente alla categoria di operazioni in cui il credito è compreso, aumentato della metà, determina la soglia oltre la quale gli interessi sono sempre usurari sulla base della legge n. 108/96. Maggiorazione applicata al parametro di riferimento E il risultato della somma del valore del parametro più lo spread. Costituisce la misura del tasso nominale annuo da applicare tempo per tempo al rapporto a seguito dell indicizzazione. Esame di concedibilità e/o di revisione di un fido Condizioni economiche dell'operazione o del servizio Spese e commissioni Conti correnti: Ipotecari valori espressi in euro spesa per singola scrittura/operazione 1.00 spesa per singola operazione tramite moneta elettronica spesa per singolo modulo di assegno commissione pagamento tardivo assegno commissione prelievo bancomat da sportelli di altri istituti commissione per pagamento bollette e utenze 1.50 commissione per pagamento alle PP.TT. su ordine clientela 1.00 commissione per pagamento imposte e tasse a ruolo commissione per pagamento contributi I.N.P.S. spesa per comunicazioni alla clientela si sensi di legge 2.50 spese fisse liquidazione trimestrale recupero spese spedizione e/c trimestrale 2.50 forfait spese - minimo trimestrale (in alternativa a spesa operaz.) spese fisse chiusura 0.00 spese per rilascio certificazione ad uso revisori imposta di bollo recuperata come da disposizioni di legge tutte le causali utilizzate dalla Banca (tranne quelle relative all'utilizzo carta bancomat/pos, spese e commissioni) danno origine ad una scritturazione per la quale viene addebitata al cliente una spesa pari a. 1,50 Valute sui versamenti contanti o valori assimilati assegni circolari stessa Banca assegni circolari altre Banche assegni bancari stessa Filiale della Banca titoli di credito bancari esigibili su piazza titoli di credito bancari esigibili fuori piazza valuta 1 giorno lavorativo valuta 3 giorni lavorativi valuta 7 giorni lavorativi

4 Valute sui prelevamenti in contanti o valori assimilati con assegno bancario valuta pari alla data emissione assegno a mezzo sportello automatico valuta pari a: - della Banca data prelievo - di altre Banche data prelievo - tramite pagobancomat (Pos) data operazione Indisponibilità assegni bancari assegni bancari tratti su altre Banche - gg. lavorativi 8 Tassi e commissione su scoperto transitorio tasso annuo creditore Euribor 3 mesi/365-1,25% min. 0,15% tasso annuo debitore su fido di c/c Euribor 3 mesi/ ,00% max 12,50% tasso annuo debitore su eventuali sconfini Euribor 3 mesi/ ,00% max 12,50% commissione massimo scoperto trimestrale entro fido 0,50% commissione massimo scoperto trimestrale oltre fido ritenuta fiscale sugli interessi creditori 27% Per quanto riguarda le condizioni relative al servizio bonifici si rimanda allo specifico documento di sintesi incassi e pagamenti Capitalizzazione e calcolo degli interessi Capitalizzazione trimestrale sia a credito che a debito Calcolo degli interessi riferito all'anno civile CLAUSOLE CONTRATTUALI Il conto corrente ipotecario è regolato, oltre che dalle Condizioni Generali relative al rapporto Banca Cliente e dal contratto di conto corrente anche dalle seguenti norme contrattuali: ART. 1 La Banca, concede al Sig. ****************, che accetta con vincolo di solidarietà con i propri aventi causa a qualsiasi titolo, un finanziamento ai sensi dell'art. 38 e seguenti del D.Lgs. 385/93 (Testo Unico delle Leggi in materia bancaria e creditizia) sotto forma di apertura di credito in conto corrente per la complessiva somma di Euro ************* ( / ) da regolarsi sul conto corrente numero ************* acceso presso la filiale di ************** della Banca, finalizzata alla costruzione di due complessi immobilia ri ed utilizzabile in misura proporzionale in dipendenza della costruzione dei ridetti complessi immobiliari. Il conto corrente sarà amministrato presso la Filiale di ************** della Banca e sarà regolato dalle clausole e condizioni di cui appresso e da quelle che disciplinano i rapporti di conto corrente tra la Banca ed i suoi clienti correntisti. La parte utilizzatrice dichiara di essere a perfetta conoscenza di dette norme, per averne avuto testuale ed esatta comunicazione prima di oggi e di accettarle integralmente anche ai fini del pr contratto. La parte finanziata dichiara inoltre di aver precedentemente ricevuto dalla Banca adeguata informativa precontrattuale costituita dalla minuta del contratto e relativi allegati nonché il documento di sintesi previsto dalle norme vigenti in materia di trasparenza delle condizioni contrattuali delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari che si allega al pr atto sotto lettera A. Eventuali ulteriori modalità tecniche di utilizzo dell'affidamento bancario potranno essere definite concordemente fra le parti previa richiesta scritta della parte utilizzatrice alla banca. Il conto corrente avrà durata pari a quella dell'apertura di credito della quale, come detto, costituisce forma tecnica di utilizzo. Oltre al pagamento per il rimborso del debito in linea capitale la parte utilizzatrice sarà tenuta al pagamento degli interessi nella misura di cui appresso, calcolati alle scadenze trimestrali indicate al penultimo comma del pr articolo, entro dieci giorni dalla comunicazione trimestrale di addebitamento sul conto corrente degli interessi stessi. Il tasso di interesse è determinato inizialmente nella misura del *****% nominale annuo con capitalizzazione trimestrale. Tale misura del tasso, rapportata su base annua per effetto della capitalizzazione, corrisponde al *********%. Successivamente il tasso di interesse sarà determinato trimestralmente in misura pari al tasso EURIBOR 3 mesi, divisore 365, rilevato per valuta primo giorno lavorativo di ogni mese con arrotondamento allo 0,25 superiore, maggiorato di ***** (*************) punti percentuali. Il tasso così determinato verrà applicato per tutto il mese di riferimento. Il tasso Euribor da prendere a riferimento sarà quello pubblicato sul quotidiano IL SOLE 24ORE o in mancanza, su altro quotidiano a diffusione nazionale. Il valore dell ultima rilevazione del parametro di indicizzazione è pari a ********%. Qualora il tasso come sopra determinato non venisse più calcolato o pubblicato, la Banca è fin d ora autorizzata a rilevare il tasso, fra quelli calcolati e pubblicati dai quotidiani specializzati, più vicino per le proprie caratteristiche (compreso il valore) a quello non più esistente e con riferimento alla data di cessazione. La Banca darà quindi comunicazione scritta alla parte finanziata della sostituzione del tasso cessato con quello come sopra rilevato. Il tasso come sopra determinato comunque non potrà scendere al di sotto del ******% nominale annuo (********** su base annua per effetto della capitalizzazione) La parte utilizzatrice si obbliga inoltre a pagare una commissione dello ******% (****************) sul massimo scoperto verificatosi sul conto corrente. Ogni somma non pagata alla scadenza produrrà interessi di mora nella misura indicata al comma successivo a decorrere dalla relativa data di scadenza. Eventuali interessi moratori saranno calcolati con una maggiorazione di 3 (tre) punti in più del tasso che in quel momento regola il finanziamento. I registri della Banca faranno piena fede fra le parti di tutto quanto essi contengono. Ogni reclamo contro gli estratti conto che trimestralmente, cioè al 31 marzo, 30 giugno, 30 settembre e 31 dicembre di ogni anno saranno rimessi alla parte utilizzatrice, dovrà proporsi entro sessanta giorni dal ricevimento dell'estratto medesimo. Nessuna azione giudiziale relativa al conto potrà proporsi contro la Banca, se prima questa non sia completamente pagata.

5 La parte utilizzatrice resterà obbligata, come già detto, ad uniformarsi a tutte le norme regolamentari della Banca relative ai conti correnti, nonché a tutte quelle che la Banca stessa crederà di adottare in seguito per l'amministrazione e gestione di simili rapporti. ART. 2 La durata dell'apertura di credito è fissata in ******* da oggi, alla scadenza dovrà essere rimborsata. La parte utilizzatrice ha facoltà di richiedere eventuali rinnovi per ulteriori 3 (tre) mesi. Tali rinnovi possono essere sempre richiesti tempo per tempo dalla parte utilizzatrice. Spetta comunque alla Banca a suo insindacabile giudizio concederli o meno. Infine la parte utilizzatrice ha facoltà di recedere dal contratto mediante preavviso da comunicarsi alla Banca a mezzo lettera raccomandata, corrispondendo alla banca unicamente il compenso onnicomprensivo dello *****%. Il ricevimento della comunicazione di recesso determina la sospensione immediata dell'utilizzazione del credito e l'obbligo, per la parte utilizzatrice, di restituire alla Banca le somme utilizzate, i relativi accessori e quanto altro dovuto in dipendenza della legge e del pr contratto entro e non oltre quindici giorni dalla data di invio della comunicazione relativa. ART. 3 La parte utilizzatrice dovrà inoltre corrispondere alla Banca, una tantum, a titolo di commissione, la somma di ******. ART. 4 A garanzia della puntuale restituzione di quanto mutuato e affidato dalla Banca in conseguenza del pr finanziamento, per capitale, interessi convenuti, interessi moratori, commissioni, scarti di cambio ed in genere di tutti i patti stipulati col pr atto, la Parte Finanziata/terzo datore d ipoteca concede a favore della Banca, che accetta, ipoteca di... grado, successivamente rinnovabile, per la complessiva somma di... di cui... per capitale e... per 3 (tre) annate di interessi, per il caso dell'aumento degli interessi stessi, per le eventuali differenze di cambio, per gli eventuali rimborsi, per le spese legali, di giudizio e collocazione (incluse quelle di cui al primo comma dell art c.c.), nonché le spese stragiudiziali e per l'osservanza di tutti gli altri patti, sopra i seguenti beni:... La somma iscritta si intende automaticamente aumentata a norma dell'articolo 39 terzo comma del D.Lgs. 385/93 per effetto della clausola di indicizzazione prevista all'articolo 1.- L'ipoteca, per patto espresso, deve intendersi estesa a tutti i miglioramenti, incluse le sopraelevazioni ed accessioni, nonché alle parti condominiali degli immobili ipotecati; l'eventuale erronea ed incompleta descrizione dei beni sottoposti ad ipoteca, non dovrà costituire motivo d'eccezione per la validità dell'ipoteca medesima: quanto sopra con esonero per il Signor Conservatore dei Registri Immobiliari competente da qualsiasi personale responsabilità. La parte costituente l'ipoteca dichiara che detti beni sono di sua esclusiva e piena proprietà, liberi da ipoteche, vincoli, pesi a favore di terzi, privilegi fiscali, nonché da trascrizioni pregiudizievoli, e liti pendenti. ART. 5 Fino a quando il rapporto di apertura di credito non sia stato definitivamente chiuso con l integrale restituzione di quanto dovuto, la società concedente l'ipoteca resterà obbligata: a) a conservare inalterato per tutta la durata del pr contratto lo stato di fatto e di diritto dei beni costituiti in ipoteca, salvo diverso consenso scritto della Banca; b) a non concedere in locazione gli immobili ipotecati per durata superiore a quella prevista dalle vigenti disposizioni di legge in materia; c) a non ricevere dai conduttori dei beni stessi anticipazioni di canoni di locazione per un periodo superiore a quello minimo previsto dalle vigenti disposizioni di legge in materia, per la durata della locazione; d) a non costituire servitù, anticresi o cessioni di rendita sui beni medesimi; e) a non modificare la struttura sostanziale e la consistenza dei fabbricati ipotecati nonché la loro destinazione senza il consenso scritto della Banca e ciò anche in riferimento a quanto previsto dall'art del Codice Civile; f) a consentire, in qualsiasi momento, alla Banca di ispezionare lo stato di consistenza dei beni ipotecati; g) a mantenere i beni stessi con la diligenza del buon padre di famiglia ed a non permettere che altri vi porti innovazioni pregiudizievoli; h) a comunicare immediatamente alla Banca qualsiasi evento dannoso che, comunque, possa incidere sulla consistenza e valore dei beni ipotecati. Resta comunque inteso che la parte utilizzatrice decadrà dal beneficio del termine qualora si verifichino le ipotesi previste dall'art.1186 del Codice Civile. ART. 6 La parte utilizzatrice si obbliga ad assicurare contro i danni dell'incendio, lo scoppio del gas e la caduta del fulmine, l'immobile ipotecato presso una Compagnia di gradimento della Banca per la somma non inferiore a Euro*************** con polizza vincolata a favore della Banca stessa per tutta la durata del pr contratto. Resta comunque convenuto che alla Banca è riconosciuto il diritto di richiedere, a suo insindacabile giudizio, l'adeguamento della somma assicurata, in caso di aumento di valore degli immobili ipotecati. Copia autentica del contratto assicurativo e di ogni altra variazione dovrà essere consegnata alla Banca che avrà facoltà, in caso di inadempienza della parte utilizzatrice, di sostituirsi alla stessa in tutti gli obblighi che ad essa derivano dal pr contratto, senza limitazione alcuna. In caso di sinistro, la parte utilizzatrice e/o l'eventuale concedente la garanzia ipotecaria dovrà darne avviso alla Banca entro tre giorni successivi invitando la Banca ad intervenire all'accertamento dei danni, alla liquidazione ed all'incasso dell'indennità relativa, anche senza il concorso del proprietario, e cioè con riferimento e richiamo a quanto previsto attualmente dall'articolo 2742 del Codice Civile. Le somme pagate per detto titolo dalla Compagnia Assicuratrice dovranno, a scelta della Banca, essere impiegate nella rimessa in pristino dell'immobile danneggiato oppure imputate a diminuzione del debito nascente dall'apertura di credito, con riferimento e richiamo a quanto previsto attualmente dall'articolo 2743 del Codice Civile. La Banca avrà facoltà, finche l'apertura di credito non sia definitivamente chiusa, di pagare i premi di assicurazione rimasti insoluti, di rinnovare il contratto assicurativo alla scadenza, anche con compagnia diversa da quella originaria, e tutto ciò a spese della parte accreditata, cui le somme pagate saranno addebitate allo stesso tasso annuo fissato per il caso di utilizzazione in conto corrente e con l'obbligo di liquidarle rispettivamente alla scadenza di ogni trimestre. ART. 7 La Banca avrà diritto: a) di recedere dal pr contratto, anche prima del decorso del periodo di diciotto mesi ed un giorno di cui al precedente articolo 2, quando la parte utilizzatrice sia divenuta insolvente, o abbia diminuito, per fatto proprio, la garanzia prestata, ovvero, non abbia dato le garanzie promesse, ovvero, ancora, ricorra, a mente dell'articolo 1845 del Codice Civile, una giusta causa; b) di ritenere risolto il pr contratto, a mente dell'art del Codice Civile, nel caso di mancato puntuale ed integrale pagamento, alle scadenze convenute in sede di singole forme di utilizzo dell'apertura di credito, di quanto dovuto, nonché al verificarsi anche di una sola delle seguenti circostanze: - che la parte utilizzatrice non provveda al puntuale pagamento delle tasse, imposte, tributi e contributi di qualsiasi genere da essa dovuti a qualunque ente, ovvero non provveda al rimborso alla Banca di quanto dovuto a norma dell'articolo 10 di cui appresso; - che la parte utilizzatrice subisca protesti, procedimenti conservativi od esecutivi, o compia qualsiasi atto, che diminuisca o pregiudichi la sua consistenza patrimoniale od economica;

6 - che la parte utilizzatrice non adempia agli obblighi relativi alla assicurazione dell'immobile offerto in garanzia e di cui al precedente articolo 6; c) di sospendere in qualsiasi momento l'utilizzo dell'apertura di credito, qualunque sia la forma tecnica di uso all'epoca in corso, quando venga a conoscenza della interdizione, della inabilitazione, comunque accertata, della parte utilizzatrice, nonché quando siano emersi, a carico della parte utilizzatrice stessa e/o comunque della parte concedente la garanzia ipotecaria, e/o dei loro danti causa nel biennio, protesti, morosità nel pagamento di imposte, tasse, tributi e contributi di qualsiasi genere, procedimenti esecutivi ed ingiuntivi, pignoramenti, sequestri, ed atti o fatti che, comunque, diminuiscano la consistenza patrimoniale della parte utilizzatrice ed, in genere, tutte quelle circostanze che ad insindacabile giudizio della Banca, possano pregiudicare le garanzie a presidio della pr apertura di credito, quali, a titolo meramente esemplificativo, il verificarsi di utilizzi oltre il credito concesso; d) di chiedere al Tribunale la nomina di un sequestratario del bene oggetto di ipoteca, quando la parte utilizzatrice sia morosa o non risulti più in condizione di far fronte agli impegni contrattuali; e) di far nominare un custode giudiziale dell'immobile offerto in garanzia, nel caso che, sullo stesso, venisse trascritto un pignoramento da parte di chiunque. In tutti i casi di decadenza o di risoluzione del contratto la Banca avrà il diritto di esigere l immediato rimborso del credito per capitale, interessi, anche di mora, nella misura indicata all art. 1 e accessori tutti nella misura prevista dal documento di sintesi di cui all art. 1, nonché di agire, senza bisogno di alcuna preventiva formalità, sia nei confronti della Parte utilizzatrice che del Garante, nel modo e con la procedura che riterrà più opportuni. Sull importo relativo a tale credito non è consentita la capitalizzazione periodica. Restano ferme in ogni caso tutte le garanzie prestate dalla Parte utilizzatrice e dal Garante, sia se costituite con pr atto, sia se successivamente acquisite. ART. 8 E' patto espresso tra le parti che l'utilizzazione della pr apertura di credito sarà possibile dalla data odierna anche senza che sia stata iscritta ipoteca alla Conservatoria dei Registri Immobiliari di Bologna. ART. 9 Per ogni eventuale vertenza che possa insorgere tra le parti in dipendenza del pr contratto sarà competente il Foro di Pisa. A tutti gli effetti del pr contratto, anche giudiziali ed esecutivi ed anche ai fini dell'iscrizione ipotecaria, la parte utilizzatrice e la parte datrice di ipoteca eleggono domicilio come in costituzione, e la Banca A.G.C.I. S.p.a., presso la propria Sede (art.39 del D.Lgs.385/93). ART. 10 Le spese del pr contratto e consequenziali, in qualunque tempo ed a qualsiasi titolo accertate, comprese quelle fiscali, sono a carico della parte utilizzatrice, come pure saranno a suo carico le spese consequenziali di ogni specie, ancorché non ripetibili, ivi comprese quelle per atti esecutivi che la Banca dovesse sostenere per la tutela delle proprie ragioni di credito. La parte utilizzatrice medesima riconosce che saranno a suo carico le commissioni e le spese per ogni servizio accessorio richiesto durante la vita dell'operazione, secondo le tariffe indicate nel documento di sintesi e con le relative variazioni, tempo per tempo comunicate, ai sensi del D.Lgs. n. 385 del 1/9/93 artt. 115 e seguenti. La parte utilizzatrice dichiara di accettare ed approvare espressamente quanto sopra anche ai sensi e per gli effetti del citato D.Lgs.1/9/93 n La Banca inoltre è espressamente esonerata dall'instaurare procedimenti, sia in via amministrativa che giudiziaria, qualora dovessero sorgere vertenze, in dipendenza del contratto di apertura di credito di cui trattasi e delle relative garanzie. Quanto dovuto dalla parte utilizzatrice in forza del pr articolo sarà ad essa addebitato e maturerà interessi allo stesso tasso annuo fissato per il caso di utilizzazione in conto corrente e con l'obbligo di liquidarlo dietro semplice richiesta della Banca. Il pr atto relativo ad un Credito Fondiario a medio termine è soggetto al trattamento tributario di cui al D.P.R. 29 settembre 1973 n. 601 e successive modifiche del quale si chiede l'applicazione. ART. 11 Le obbligazioni tutte assunte dalla parte utilizzatrice con il pr atto si intendono con vincolo solidale ed indivisibile anche per i propri aventi causa e successori ancorché a titolo particolare. ART. 12 La parte utilizzatrice autorizza espressamente la Banca, in deroga all'art c.c., a pignorare anche beni diversi da quelli concessi in ipoteca, indipendentemente da pignoramento del bene immobile ipotecato. La parte utilizzatrice autorizza altresì espressamente la Banca, in deroga all'art. 190 c.c. in quanto applicabile, ad agire in via principale e non secondaria e per l'intero ammontare del credito, sui suoi beni personali. ART. 13 Si chiede che al pr atto ed alla garanzia connessa sia applicato il trattamento tributario di cui al D.P.R. 29 settembre 1973 n. 601, successive modifiche e integrazioni. L'imposta sostitutiva è a carico della parte utilizzatrice che se la assume. La parte utilizzatrice espressamente dichiara di accettare agli effetti dell'art. 1341, 2 comma del Codice Civile le condizioni e le clausole tutte contenute nel pr contratto ed in particolare a titolo di esemplificazione le seguenti: art. 1- condizioni di concessione e di utilizzo del finanziamento, termini e modalità di rimborso; - condizioni di tasso, convenzionali e di mora; - variazioni del saggio di interesse; - tasso minimo - improponibilità di azione giudiziale nei confronti della Banca, prima che questa sia completamente pagata; - obbligo per la parte utilizzatrice, nel caso di utilizzo in conto corrente, di uniformarsi a tutte le norme regolamentari della Banca relative ai conti correnti, nonché a tutte quelle che la Banca stessa crederà di adottare in seguito per la gestione e l'amministrazione di simili rapporti; art. 2- compenso omnicomprensivo in caso di rimborso anticipato; art. 4- garanzie; art. 5- conservazione delle stesse, art. 6- assicurazione di quanto costituito in garanzia; art. 7- casi di recesso e risoluzione; art. 8- condizioni per l'utilizzazione dell'apertura di credito; art. 9- foro competente, domicilio; art. 10- spese, trattamento tributario; art. 11- solidarietà e indivisibilità; art. 12- deroga all'art c.c., facoltà di pignorare beni diversi dal bene concesso in ipoteca; deroga all'art. 190 c.c. escussione in via principale dei beni personali.

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati Pagina 1/8 FOGLIO INFORMATIVO 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048 Volterra (PI) Tel.:

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTI IMPORT, ANTICIPI E PREFINANZIAMENTI EXPORT, FINANZIAMENTI SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE (questi ultimi se non rientranti nel credito ai consumatori)

Dettagli

Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG)

Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG) INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI LOCOROTONDO Cassa Rurale ed Artigiana - Società Cooperativa Piazza Marconi, 28-70010 Locorotondo (BA) Tel.: 0804351311 - Fax:

Dettagli

Aggiornato al 19/12/2014 1

Aggiornato al 19/12/2014 1 SERVIZI Estero Foglio Informativo n. 041108 Finanziamenti Import TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI Titolo VI (artt. 115-128) Testo Unico Bancario FOGLI INFORMATIVI INFORMAZIONI SULLA BANCA

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA CREMASCA Credito Cooperativo Società Cooperativa Piazza Garibaldi 29 26013 Crema (CR) Tel.: 0373/8771 Fax: 0373/259562

Dettagli

ANTICIPO IMPORT / EXPORT FINANZIAMENTI IN DIVISA

ANTICIPO IMPORT / EXPORT FINANZIAMENTI IN DIVISA INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare Etica Società Cooperativa per Azioni Via Niccolò Tommaseo, 7 35131 Padova Tel. 049 8771111 Fax 049 7399799 E-mail: posta@bancaetica.it Sito Web: www.bancaetica.it

Dettagli

FINANZIAMENTI IMPORT

FINANZIAMENTI IMPORT Aggiornato al 01/01/2015 N release 0004 Pagina 1 di 8 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica: BANCA INTERPROVINCIALE S.p.A. Forma giuridica: Società per Azioni Sede legale e amministrativa:

Dettagli

Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me.

Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me. Informazioni sulla banca. Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me. Intesa Sanpaolo S.p.A. Sede legale e amministrativa: Piazza San Carlo 156-10121 Torino. Tel.: 800.303.306 (Privati),

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA DI PESCIA-CREDITO COOPERATIVO SOC.COOP. Via Alberghi n. 26-51012 - PESCIA (PT) Tel. : 0572-45941 - Fax: 0572-451621 Email:

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4va - Pagamento di documenti all importazione (documenti import)

FOGLIO INFORMATIVO. 4va - Pagamento di documenti all importazione (documenti import) Pagina 1/7 FOGLIO INFORMATIVO 4va - Pagamento di documenti all importazione (documenti import) INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA PRODOTTO: DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RETRIBUZIONE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI

SCHEDA INFORMATIVA PRODOTTO: DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RETRIBUZIONE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI : DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RETRIBUZIONE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI INFORMAZIONE SULL INTERMEDIARIO INFORMAZIONI SUL FINANZIATORE ISTITUTO BANCARIO DEL

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. Redatto ai sensi del Testo Unico Bancario - Decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385 MUTUO CHIROGRAFARIO VOLT MUTUO

FOGLIO INFORMATIVO. Redatto ai sensi del Testo Unico Bancario - Decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385 MUTUO CHIROGRAFARIO VOLT MUTUO FOGLIO INFORMATIVO Redatto ai sensi del Testo Unico Bancario - Decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385 MUTUO CHIROGRAFARIO VOLT MUTUO INFORMAZIONI SULLA BANCA CREDITO TREVIGIANO Banca di Credito Cooperativo

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTO IMPORT IN EURO O DIVISA

FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTO IMPORT IN EURO O DIVISA NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI Redatto ai sensi del decreto legislativo 1 settembre 1993, titolo VI del Testo Unico ed ai sensi delle Istruzioni di Vigilanza

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO Apertura di credito per finanziamenti a fronte di certificati/dichiarazioni di conformità di autoveicoli

FOGLIO INFORMATIVO Apertura di credito per finanziamenti a fronte di certificati/dichiarazioni di conformità di autoveicoli FOGLIO INFORMATIVO Apertura di credito per finanziamenti a fronte di certificati/dichiarazioni di conformità di autoveicoli INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione Credito Emiliano SpA Iscrizione in albi

Dettagli

AFFIDAMENTI PER ANTICIPI SU FATTURE E CONTRATTI

AFFIDAMENTI PER ANTICIPI SU FATTURE E CONTRATTI DISCIPLINA DELLA TRASPARENZA DELLE CONDIZIONI CONTRATTUALI DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI - (Titolo VI Testo Unico Bancario - D. Lgs. 385/1993) FOGLIO INFORMATIVO Il presente Foglio

Dettagli

5b Fido per anticipazione di documenti sull Italia

5b Fido per anticipazione di documenti sull Italia Normativa sulla Trasparenza Bancaria Foglio informativo sulle operazioni e servizi offerti alla clientela 5b Fido per anticipazione di documenti sull Italia INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare Valconca

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo Agrobresciano Soc. Coop. Piazza Roma, 17-25016 - GHEDI (BS) Tel. : 03090441 - Fax: 0309058501 Email:

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO IMPRESA BPER FINANZIAMENTO TURISMO MT

MUTUO CHIROGRAFARIO IMPRESA BPER FINANZIAMENTO TURISMO MT MUTUO CHIROGRAFARIO IMPRESA BPER FINANZIAMENTO TURISMO MT INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Emilia Romagna società cooperativa Sede legale e amministrativa in Via San Carlo 8/20 41121 Modena

Dettagli

ANTICIPI IMPORT EXPORT IN EURO E/O VALUTA ESTERA FINANZIAMENTI IN VALUTA ESTERA SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE

ANTICIPI IMPORT EXPORT IN EURO E/O VALUTA ESTERA FINANZIAMENTI IN VALUTA ESTERA SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE Pag. 1 / 5 Anticipi import export ANTICIPI IMPORT EXPORT IN EURO E/O VALUTA ESTERA FINANZIAMENTI IN VALUTA ESTERA SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Monte dei Paschi di Siena

Dettagli

Il mutuo per la casa in parole semplici

Il mutuo per la casa in parole semplici LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il mutuo per la casa in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il mutuo dalla A alla Z ISSN 2384-8871 (stampa) ISSN 2283-5989 (online)

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO Finanziamenti import, anticipi export, finanziamenti liberi (con e senza garanzia ipotecaria)

FOGLIO INFORMATIVO Finanziamenti import, anticipi export, finanziamenti liberi (con e senza garanzia ipotecaria) FOGLIO INFORMATIVO Finanziamenti import, anticipi export, finanziamenti liberi (con e senza garanzia ipotecaria) INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Alto Adige Società cooperativa per azioni Via

Dettagli

FONDAZIONE FORENSE DI PESARO

FONDAZIONE FORENSE DI PESARO FONDAZIONE FORENSE DI PESARO Palazzo di Giustizia, Piazzale Carducci n. 12 GUIDA PRATICA ALL ACQUISTO DI IMMOBILI ALL ASTA Perché acquistare un immobile all asta? Acquistare all asta è spesso più conveniente.

Dettagli

TUTTO CIO PREMESSO, si conviene e si stipula quanto segue:

TUTTO CIO PREMESSO, si conviene e si stipula quanto segue: CONTRATTO DI GARANZIA CONDIZIONI GENERALI 1 Sviluppo Artigiano Società Consortile Cooperativa di Garanzia Collettiva Fidi, (d ora in avanti Confidi), con sede in 30175 Marghera Venezia - Via della Pila,

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO Edizione 2 del 23/12/08

FOGLIO INFORMATIVO Edizione 2 del 23/12/08 FOGLIO INFORMATIVO Edizione 2 del 23/12/08 CONTO CORRENTE di CORRISPONDENZA Sez. I Informazioni sulla Banca Denominazione e forma giuridica: BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE Soc. Coop. per azioni Sede legate:

Dettagli

0,00 EUR Canone mensile. 0,00 EUR Canone/forfait/spese trimestrali. 0,00 EUR Spese annue per conteggio interessi e competenze (*)

0,00 EUR Canone mensile. 0,00 EUR Canone/forfait/spese trimestrali. 0,00 EUR Spese annue per conteggio interessi e competenze (*) CONTO CORRENTE WEBANK L offerta commerciale della Banca contempla prodotti, servizi e attività differenti che si contraddistinguono per specifiche caratteristiche (es. i prodotti contraddistinti dal marchio

Dettagli

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale Tra le parti (per le persone fisiche, riportare: nome e cognome; luogo e data di nascita; domicilio e codice fiscale. Per le persone

Dettagli

FINANZIAMENTI ALTRI ESTERO

FINANZIAMENTI ALTRI ESTERO Data release 01/07/2014 N release 0009 Pagina 1 di 6 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione Sede legale: BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini S.p.A. P.za Ferrari 15 47921 Rimini Nr. di iscriz. Albo

Dettagli

FINANZIAMENTI IMPORT IN EURO

FINANZIAMENTI IMPORT IN EURO Data release 1/07/2014 N release 0009 Pagina 1 di 6 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione Sede legale: BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini S.p.A. P.za Ferrari 15 47921 Rimini Nr. di iscriz. Albo

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo a SCONTO DI PORTAFOGLIO

FOGLIO INFORMATIVO relativo a SCONTO DI PORTAFOGLIO INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO relativo a SCONTO DI PORTAFOGLIO BANCA DEGLI ERNICI di Credito Cooperativo SCpA VIA ROMANA SELVA, SNC - 03039 - SORA (FR) Tel. : 07768520 - Fax: 0776852030 Email:info@bancadegliernici.it

Dettagli

SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA

SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA LE CONDIZIONI DI SEGUITO PUBBLICIZZATE NON COSTITUISCONO OFFERTA AL PUBBLICO SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione: Iccrea BancaImpresa S.p.A. Sede Legale: Via Lucrezia Romana nn. 41/47-00178

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 e degli artt. 1571 e seguenti del codice civile. CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA la CAMERA

Dettagli

Il Credito. in parole semplici. La SCELTA e i COSTI. I DIRITTI del cliente. I CONTATTI utili. Il credito ai consumatori dalla A alla Z

Il Credito. in parole semplici. La SCELTA e i COSTI. I DIRITTI del cliente. I CONTATTI utili. Il credito ai consumatori dalla A alla Z LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il Credito ai consumatori in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il credito ai consumatori dalla A alla Z ISSN 2384-8871 (stampa) ISSN

Dettagli

Mutui Altre Esigenze a Tasso Fisso o Variabile

Mutui Altre Esigenze a Tasso Fisso o Variabile Pag. 1/13 INFORMAZIONI SULLA BANCA Mutui Altre Esigenze a Tasso Fisso o Variabile Banca di Credito Popolare Società Cooperativa per Azioni Gruppo Bancario Banca di Credito Popolare Corso Vittorio Emanuele

Dettagli

Foglio informativo MUTUO MEDIOLANUM FREEDOM Sez. I - INFORMAZIONI SULLA BANCA

Foglio informativo MUTUO MEDIOLANUM FREEDOM Sez. I - INFORMAZIONI SULLA BANCA Mod. B-109/MUTUO MEDIOLANUM FREEDOM aggiornamento n. 29 del 01/01/2014 Foglio informativo MUTUO MEDIOLANUM FREEDOM Sez. I - INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA MEDIOLANUM S.p.A. Sede legale e Direzione Generale:

Dettagli

tra Artigiancassa S.p.A

tra Artigiancassa S.p.A Contratto "tipo" di finanziamento di quota di capitale di rischio di impresa italiana in impresa mista in paese in via di sviluppo, ai sensi dell'articolo 7 della legge 26.2.1987, n. 49 INDICE tra Artigiancassa

Dettagli

Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine

Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine Informazioni su CheBanca! Denominazione Legale: CheBanca! S.p.A. Capitale Sociale: Euro 220.000.000 i.v. Sede Legale: Via Aldo Manuzio, 7-20124 MILANO

Dettagli

QUANTO PUÒ COSTARE IL FIDO. Servizio non commercializzato unitamente al conto corrente, si rinvia al foglio informativo del relativo contratto

QUANTO PUÒ COSTARE IL FIDO. Servizio non commercializzato unitamente al conto corrente, si rinvia al foglio informativo del relativo contratto INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Barlassina Società Cooperativa Via C. Colombo, 1/3 20825 BARLASSINA (MB) Tel.: 036257711 - Fax: 0362564276 Email: info@bccbarlassina.it - Sito internet:

Dettagli

SEZIONE I - DISPOSIZIONI GENERALI. 1 di 5

SEZIONE I - DISPOSIZIONI GENERALI. 1 di 5 CONTRATTO QUADRO PER LO SVOLGIMENTO DEI SERVIZI DI PAGAMENTO A VALERE SUL CONTO CORRENTE (Contratto per persone fisiche che agiscono per scopi estranei all attività imprenditoriale o professionale) Mod.

Dettagli

293,10 Non previsto. Servizio non commercializzato unitamente al conto corrente, si rinvia al foglio informativo del relativo contratto

293,10 Non previsto. Servizio non commercializzato unitamente al conto corrente, si rinvia al foglio informativo del relativo contratto Questo conto è particolarmente adatto per chi al momento dell apertura del conto pensa di svolgere un numero bassissimo di operazioni o non può stabilire, nemmeno orientativamente, il tipo o il numero

Dettagli

LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.)

LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.) LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.) COSTITUZIONE DELLA SOCIETA INVALIDITA DELLA SOCIETA L ORDINAMENTO PATRIMONIALE Mastrangelo dott. Laura NOZIONE (ART. 2291 C.C) Nella società in

Dettagli

SERVIZIO DI OPERATIVITÀ TRAMITE FILIALI DI ALTRE BANCHE DEL GRUPPO UNIONE DI BANCHE ITALIANE

SERVIZIO DI OPERATIVITÀ TRAMITE FILIALI DI ALTRE BANCHE DEL GRUPPO UNIONE DI BANCHE ITALIANE DISCIPLINA DELLA TRASPARENZA DELLE CONDIZIONI CONTRATTUALI DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI - (Titolo VI Testo Unico Bancario - D. Lgs. 385/1993) FOGLIO INFORMATIVO Il presente Foglio

Dettagli

LOCAZIONE ABITATIVA PER STUDENTI UNIVERSITARI TIPO DI CONTRATTO (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 5, comma 2)

LOCAZIONE ABITATIVA PER STUDENTI UNIVERSITARI TIPO DI CONTRATTO (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 5, comma 2) LOCAZIONE ABITATIVA PER STUDENTI UNIVERSITARI TIPO DI CONTRATTO (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 5, comma 2) Il/La sig./soc. (1) di seguito denominato/a locatore (assistito/a da (2) in persona

Dettagli

E ALTRI FINANZIAMENTI

E ALTRI FINANZIAMENTI Normativa sulla Trasparenza Bancaria (T. U. Leggi Bancarie D. Lvo 385/93 e norme di attuazione) E ALTRI FINANZIAMENTI FOGLIO INFORMATIVO SULLE OPERAZIONI E SERVIZI OFFERTI ALLA CLIENTELA Foglio Informativo

Dettagli

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 11 marzo 2011 OGGETTO : Attività di controllo in relazione al divieto di compensazione, in presenza di ruoli scaduti, di cui all articolo 31, comma

Dettagli

TRIBUNALE DI ROMA IV SEZIONE CIVILE

TRIBUNALE DI ROMA IV SEZIONE CIVILE ALLEGATO AL VERBALE DELL UDIENZA DEL TRIBUNALE DI ROMA IV SEZIONE CIVILE PROCEDURA N R.G.E. PROCEDIMENTO DI DIVISIONE N. I L G I U D I C E Visto il provvedimento reso all udienza del nella procedura esecutiva

Dettagli

Nome e cognome/ragione sociale Sede (indirizzo) Telefono e e-mail

Nome e cognome/ragione sociale Sede (indirizzo) Telefono e e-mail INFORMAZIONI SULLA BANCA Cassa di Risparmio di Cento S.p.A. Sede Legale e Direzione generale: Via Matteotti 8/B - 44042 CENTO (FE) Tel. 051 6833111 - Fax 051 6833237 CODICE FISCALE, PARTITA IVA e Numero

Dettagli

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa CIRCOLARE N. 15/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 maggio 2013 OGGETTO: Imposta di bollo applicabile agli estratti di conto corrente, ai rendiconti dei libretti di risparmio ed alle comunicazioni

Dettagli

Il conto corrente in parole semplici

Il conto corrente in parole semplici LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il conto corrente in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il conto corrente dalla A alla Z conto corrente Il conto corrente bancario

Dettagli

TRIBUNALE CIVILE DI SASSARI

TRIBUNALE CIVILE DI SASSARI TRIBUNALE CIVILE DI SASSARI UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI Disposizioni generali in materia di espropriazione immobiliare Modalità di presentazione delle offerte e di svolgimento delle procedure di VENDITA

Dettagli

OPERATIVA LA COMPENSAZIONE DEI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO

OPERATIVA LA COMPENSAZIONE DEI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO Numero circolare 3 Data 16/03/2011 Abstract: OPERATIVA LA COMPENSAZIONE DEI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO Entrano a regime le modalità per la compensazione delle somme iscritte a ruolo per debiti erariali,

Dettagli

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego DECRETO 28 maggio 2001, n.295 Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego Capo I Art. 1 Definizioni 1. Nel presente regolamento l'espressione: a)

Dettagli

REGISTRO DELLE IMPRESE

REGISTRO DELLE IMPRESE REGISTRO DELLE IMPRESE SCIOGLIMENTO, LIQUIDAZIONE e CANCELLAZIONE 1/2005 maggio 2005 www.an.camcom.it 1 PREMESSA... 3 SOCIETÀ DI CAPITALI... 3 DELIBERA DI SCIOGLIMENTO E NOMINA DEL LIQUIDATORE... 3 SCIOGLIMENTO

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (CANALE CONCERTATO) Tra i signori, nato a, il, residente in., alla Via, C.F. (di seguito locatore) (assistito

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (CANALE CONCERTATO) Tra i signori, nato a, il, residente in., alla Via, C.F. (di seguito locatore) (assistito CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (CANALE CONCERTATO) Tra i signori, nato a, il, residente in, alla Via, C.F. (di seguito locatore) (assistito da in persona di ), e, nato a, il, residente in, alla

Dettagli

WEB INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

WEB INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI WEB INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. Identità e contatti del finanziatore/ intermediario del credito Finanziatore Indirizzo Telefono Email Fax Sito web Creditis Servizi Finanziari

Dettagli

ICCREA BANCA Spa - Istituto Centrale del Credito Cooperativo. Sede legale e amministrativa Via Lucrezia Romana, 41/47 00178 Roma

ICCREA BANCA Spa - Istituto Centrale del Credito Cooperativo. Sede legale e amministrativa Via Lucrezia Romana, 41/47 00178 Roma PRODOTTO BASE UTENTE INFORMAZIONI SULL EMITTENTE ICCREA BANCA Spa - Istituto Centrale del Credito Cooperativo Sede legale e amministrativa Numero telefonico: 800.991.341 Numero fax: 06.87.41.74.25 E-mail

Dettagli

Linee guida per le ESECUZIONI IMMOBILIARI

Linee guida per le ESECUZIONI IMMOBILIARI ORDINE DEGLI AVVOCATI DI TRENTO TRIBUNALE CIVILE DI TRENTO Linee guida per le ESECUZIONI IMMOBILIARI FORMA DEL PIGNORAMENTO L atto di pignoramento deve contenere l avvertimento al debitore che, se intende

Dettagli

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA L'Università degli Studi di Parma con sede in Parma, via Università n. 12 codice fiscale n. 00308780345 rappresentata dal

Dettagli

Repertorio n. CONVENZIONE PER LA CESSIONE IN PROPRIETA DI AREA P.E.E.P. GIA CONCESSA IN DIRITTO DI SUPERFICIE REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI ROCCASTRADA (Provincia di Grosseto) L anno duemila il giorno

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE DESTINATO AD USO DIVERSO DALL'ABITAZIONE TRA:

CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE DESTINATO AD USO DIVERSO DALL'ABITAZIONE TRA: CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE DESTINATO AD USO DIVERSO DALL'ABITAZIONE TRA: il Sig. nato a il residente a, codice fiscale, di seguito denominato parte locatrice E: il Sig. nato a il residente a, codice

Dettagli

GUIDA ALL ESTRATTO DI CONTO CORRENTE

GUIDA ALL ESTRATTO DI CONTO CORRENTE GUIDA ALL ESTRATTO DI CONTO CORRENTE Tutto quello che c è da sapere per comprendere meglio l estratto di conto corrente. In collaborazione con la Banca MPS e le Associazioni dei Consumatori: Acu Adiconsum

Dettagli

Distinti saluti Il responsabile

Distinti saluti Il responsabile ENTI PUBBLICI Roma, 15/05/2013 Spett.le COMUNE DI MONTAGNAREALE Posizione 000000000000001686 Rif. 2166 del 30/04/2013 Oggetto: Anticipazione di liquidità, ai sensi dell'art. 1, comma 13 del D. L. 8 aprile

Dettagli

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002)

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) Legge federale sul credito al consumo (LCC) 221.214.1 del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visti gli articoli 97 e 122 della Costituzione federale

Dettagli

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE VISTO l art. 1, comma 639 della Legge 27 dicembre 2013, n. 147, che ha istituito, a decorrere dal 1 gennaio 2014, l imposta

Dettagli

Servizio POS - contratto esercenti

Servizio POS - contratto esercenti 18/05/2009 FOGLIO INFORMATIVO ai sensi della delibera CICR 4.3.2003 e istruzioni di vigilanza di Banca d Italia in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari Servizio POS - contratto

Dettagli

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI eprice s.r.l. con Socio Unico (di seguito denominata "SITONLINE") con sede legale in Milano, via degli Olivetani 10/12, 20123 - Italia, Codice Fiscale e Partita I.V.A

Dettagli

La CANCELLAZIONE di: dal REGISTRO delle IMPRESE e dall ALBO delle IMPRESE ARTIGIANE

La CANCELLAZIONE di: dal REGISTRO delle IMPRESE e dall ALBO delle IMPRESE ARTIGIANE Registro Imprese La CANCELLAZIONE di: Imprese Individuali Società di Persone Società di Capitale dal REGISTRO delle IMPRESE e dall ALBO delle IMPRESE ARTIGIANE Indice Introduzione pag. 3 Cancellazione

Dettagli

Ordini di pagamento a favore di terzi Italia (Bonifici Assegni di traenza Assegni circolari)

Ordini di pagamento a favore di terzi Italia (Bonifici Assegni di traenza Assegni circolari) FOGLIO INFORMATIVO ai sensi della delibera CICR 4.3.2003 e istruzioni di vigilanza di Banca d Italia in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari Informazioni sulla Banca Ordini di

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO A IMPRESE CON FONDI C.D.P. FIN. SABATINI INFORMAZIONI SULLA BANCA

MUTUO CHIROGRAFARIO A IMPRESE CON FONDI C.D.P. FIN. SABATINI INFORMAZIONI SULLA BANCA MUTUO CHIROGRAFARIO A IMPRESE CON FONDI C.D.P. FIN. SABATINI INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA DI SASSARI S.p.A. (codice ABI 5676.2) Società per azioni con sede legale ed amministrativa in viale Mancini,

Dettagli

TRA. REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato alla sottoscrizione del presente atto a seguito di deliberazione della Giunta regionale n.

TRA. REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato alla sottoscrizione del presente atto a seguito di deliberazione della Giunta regionale n. PROTOCOLLO D INTESA PER LO SMOBILIZZO DEI CREDITI DEI SOGGETTI DEL TERZO SETTORE NEI CONFRONTI DEGLI ENTI LOCALI E DEL SERVIZIO SANITARIO DELLA TOSCANA TRA REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato

Dettagli

Regolamento Generale Carte di Credito ad Opzione Carta Platinum Credit, Carta Gold Credit, Carta Explora e Blu American Express.

Regolamento Generale Carte di Credito ad Opzione Carta Platinum Credit, Carta Gold Credit, Carta Explora e Blu American Express. Regolamento Generale Carte di Credito ad Opzione Carta Platinum Credit, Carta Gold Credit, Carta Explora e Blu American Express. Regolamento Generale delle Carte di Credito ad Opzione Carta Platinum Credit,

Dettagli

POPOLARE VITA S.p.A.

POPOLARE VITA S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE SULLA VITA IN FORMA MISTA, A PREMIO UNICO CON RIVALUTAZIONE ANNUALE DEL CAPITALE (TARIFFA N. 560) Orizzonte Sicuro Il presente Fascicolo Informativo, contenente: la Scheda Sintetica;

Dettagli

Testi di: Simona Pigini Disegni di: Mario Dalbon

Testi di: Simona Pigini Disegni di: Mario Dalbon UNIONE NAZIONALE CONSUMATORI COMITATO REGIONALE E PROVINCIALE DI MILANO CONIACUT GUIDA PRATICA ALLA COMPRAVENDITA DELLA CASA Progetto cofinanziato dal Ministero delle Attività Produttive RegioneLombardia

Dettagli

OPERATIVITA' ESTERO E ORDINARI IN DIVISA

OPERATIVITA' ESTERO E ORDINARI IN DIVISA Foglio N. 6.07.0 informativo Codice Prodotto Redatto in ottemperanza al D.Lgs. 385 del 1 settembre 1993 Testo Unico delle leggi in materia bancarie creditizia (e successive modifiche ed integrazioni) e

Dettagli

Ufficio Tecnico REGOLAMENTO

Ufficio Tecnico REGOLAMENTO Comune di Cabras Provincia di Oristano Comuni de Crabas Provìncia de Aristanis Ufficio Tecnico S e r v i z i o l l. p p. - U r b a n i s t i c a - P a t r i m o n i o REGOLAMENTO PER LA VENDITA DA PARTE

Dettagli

Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo

Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo DECRETO N. 12 (Disposizioni regolamentari per la costituzione dei consorzi obbligatori ai sensi dell art. 7 dell ordinanza

Dettagli

LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP.

LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP. Seminario IF COMMISSIONE INGEGNERIA FORENSE LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP. Milano, 9 giugno 2011 1 Riserve: generalità Riserva come preannuncio di disaccordo (=firma con riserva) Riserva come domanda

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

Comitato Interministenale per il Credito ed il Risparmio Il Ministro dell'economia e delle Finanze - Presidente RR

Comitato Interministenale per il Credito ed il Risparmio Il Ministro dell'economia e delle Finanze - Presidente RR Segreteria del Comitato lntenninisteriale per il Credito ed il Rispar7lJi01t' ~be~ ~. Comitato nterministenale per il Credito ed il Risparmio l Ministro dell'economia e delle Finanze - Presidente RR VSTO

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER GLI INCENTIVI ALLE IMPRESE Circolare 10 febbraio 2014, n. 4567 Termini e modalità di presentazione delle domande per la concessione e l erogazione

Dettagli

DIREZIONE PROVINCIALE INPS DI TERAMO PRESTAZIONI CREDITIZIE INPS GESTIONE DIPENDENTI PUBBLICI

DIREZIONE PROVINCIALE INPS DI TERAMO PRESTAZIONI CREDITIZIE INPS GESTIONE DIPENDENTI PUBBLICI DIREZIONE PROVINCIALE INPS DI TERAMO PRESTAZIONI CREDITIZIE INPS GESTIONE DIPENDENTI PUBBLICI Marzo 2014 Con il presente riepilogo si forniscono indicazioni di dettaglio sulle prestazioni creditizie erogate

Dettagli

Con la presente scrittura tra

Con la presente scrittura tra Accordo per assicurare la liquidità alle imprese creditrici dei Comuni e delle Province della Regione Emilia-Romagna attraverso la cessione pro-soluto dei crediti a favore di banche od intermediari finanziari

Dettagli

SERVIZIO P.O.S. Sezione I: Informazioni sulla banca. Sezione II: Caratteristiche e rischi tipici

SERVIZIO P.O.S. Sezione I: Informazioni sulla banca. Sezione II: Caratteristiche e rischi tipici FOGLIO INFORMATIVO SERVIZIO P.O.S. Sezione I: Informazioni sulla banca Denominazione e forma giuridica: Banca Centro Emilia-Credito Cooperativo Società Cooperativa Sede legale e amministrativa: Via Statale.

Dettagli

OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE

OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica Cassa di

Dettagli

IMMOBILI. Art.1. Art.2

IMMOBILI. Art.1. Art.2 Comune di Marta Provincia di Viterbo Piazza Umberto I n.1 010100 Marta (VT) Tel. 0769187381 Fax 0761873828 Sito web www..comune.marta.vt.it REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA Approvato il 3 agosto 2011 Indice Disposizioni generali Art. 1 Oggetto del Regolamento Art. 2 Requisiti, obbligatorietà e modalità di iscrizione Art. 3 Casi particolari di prosecuzione

Dettagli

CONTO BANCOPOSTA CLICK CONDIZIONI CONTRATTUALI

CONTO BANCOPOSTA CLICK CONDIZIONI CONTRATTUALI CONTO BANCOPOSTA CLICK CONDIZIONI CONTRATTUALI (Conto corrente di corrispondenza per persone fisiche che agiscono per scopi estranei all attività imprenditoriale, commerciale, artigianale o professionale)

Dettagli

CASSETTE DI SICUREZZA, DEPOSITI CHIUSI, CUSTODIA PELLICCE INFORMAZIONI SULLA BANCA

CASSETTE DI SICUREZZA, DEPOSITI CHIUSI, CUSTODIA PELLICCE INFORMAZIONI SULLA BANCA Conforme alle disposizioni di vigilanza sulla trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari e degli artt. 115 e segg. T.U.B aggiornamento 21-apr-2015 CASSETTE DI SICUREZZA, DEPOSITI CHIUSI,

Dettagli

n 1 documenti di sintesi appositamente stampati, composti di n 5 pagine complessive, che costituiscono il frontespizio;

n 1 documenti di sintesi appositamente stampati, composti di n 5 pagine complessive, che costituiscono il frontespizio; Il/I sottoscritto/i NDC XXXXXXX Numero pratica XXXXXXXX COGNOME NOME INDIRIZZO CAP CITTÀ SIGLA dichiara/dichiarano di ricevere copia del contratto relativo a: - Condizioni generali relative al rapporto

Dettagli

Cancellazione semplificata delle ipoteche

Cancellazione semplificata delle ipoteche Aggiornato al 13 luglio 2011!!"#$$#%&!!"$#$! '()*+, - )+)..///* + 0%1"%$2$ #! 3$! Cancellazione semplificata delle ipoteche 1. Fonte normativa....2 2. L attuale ambito di applicazione della cancellazione

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO SERVIZIO DOPO INCASSO EFF/RIBA/RID INFORMAZIONI SULLA BANCA CARATTERISTICHE E RISCHI TIPICI DEL SERVIZIO CONDIZIONI ECONOMICHE

FOGLIO INFORMATIVO SERVIZIO DOPO INCASSO EFF/RIBA/RID INFORMAZIONI SULLA BANCA CARATTERISTICHE E RISCHI TIPICI DEL SERVIZIO CONDIZIONI ECONOMICHE INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA ALTO VICENTINO CREDITO COOPERATIVO SCPA - SCHIO Sede Legale, Amministrativa e Direzione Generale Via Pista dei Veneti, 14 36015 Schio (VI) Tel.: 0445/674000 - Fax: 0445/674500

Dettagli

RICHIESTA DI ABBONAMENTO AL SERVIZIO DI CAR SHARING Genova Car Sharing. (Enti e Aziende)

RICHIESTA DI ABBONAMENTO AL SERVIZIO DI CAR SHARING Genova Car Sharing. (Enti e Aziende) RICHIESTA DI ABBONAMENTO AL SERVIZIO DI CAR SHARING Genova Car Sharing (Enti e Aziende) Richiesta di abbonamento del Il/La sottoscritta Nome Cognome Legale Rappresentante dell Azienda Attività Sede Legale

Dettagli

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA Allegato n.3 Schema di contratto per il comodato d uso gratuito di n. 3 autoveicoli appositamente attrezzati per il trasporto di persone con disabilità e n. 2 autoveicoli per le attività istituzionali

Dettagli

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI AVVISO PUBBLICO PER L USO TEMPORANEO E SUPERFICIARIO DI UN AREA PUBBLICA SITA NEL PZ9 POLIGONO DEL GENIO Vista: IL DIRIGENTE la presenza

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297)

REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297) REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297) 1) Beneficiari Hanno titolo a richiedere l anticipazione i lavoratori che abbiano maturato almeno

Dettagli

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO AVVERTENZE PER LA REDAZIONE 1. La bozza di contratto proposta è da utilizzare come linea guida, potrà essere integrata e/o ridotta in funzione alle specifiche necessità.

Dettagli

SERVIZIO P.O.S. POINT OF SALE

SERVIZIO P.O.S. POINT OF SALE Pag. 1 / 6 SERVIZIO P.O.S. POINT OF SALE Foglio Informativo INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A. Piazza Salimbeni 3-53100 - Siena Numero verde. 800.41.41.41 (e-mail info@banca.mps.it

Dettagli

Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi

Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi Le principali novità in materia di tassazione dei redditi fondiari Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi

Dettagli