REPORT FINALE REFERENTE PER LA VALUTAZIONE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "REPORT FINALE REFERENTE PER LA VALUTAZIONE"

Transcript

1 Unione Europea Fondo Sociale Europeo Con l Europa investiamo nel vostro futuro Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Direzione Didattica Statale, 1 Circolo, Nocera Superiore (SA) - Tel. e Fax 081/ e:mail - CODICE FISCALE Programmazione Fondi Strutturali 2007/ PON - FSE Competenze per lo sviluppo Avviso Autorizzazione : Prot. n AOODGAI del 27/09/2011 Obiettivo B azione 7- Obiettivo B azione 9 - Obiettivo C azione 1 Annualità 2011/2013 REPORT FINALE REFERENTE PER LA VALUTAZIONE Ins.te Rocco Sonia Anno scolastico 2012/2013

2 Nell annualità sono stati attivati n. 1 corsi Obiettivo B Azione 9 rivolti ai docenti, al personale ATA e al Dirigente Scolastico: CORSO DESTINATARI N. DESTINATARI Gestione archivio e protocollo informatico Dirigente Scolastico Docenti ATA N. ORE Nell annualità sono stati attivati n. 2 corsi Obiettivo C Azione 1 rivolti agli alunni delle classi terze e quarte del Circolo: CORSO DESTINATARI N. N. ORE DESTINATARI PC TI LEGGO 1 Alunni delle classi quarte del Circolo PC TI LEGGO 2 Alunni delle classi terze del Circolo Ogni modulo è stato supportato da un Tutor interno e da un Esperto esterno, entrambi selezionati dal GOP sulla base delle domande presentate e secondo i criteri delle tabelle di valutazione allegate ai vari bandi predisposti e pubblicati. Per quanto concerne gli alunni, essi sono stati selezionati attraverso un sorteggio e non tenendo conto del rendimento scolastico, per dare così l opportunità a tutti di consolidare e pontenziare capacità e competenze. Per quanto invece rigurada il personale docente e il personale ATA, le iscrizioni sono state dettate dall interesse per gli argomenti dei corsi attivati.

3 Obiettivo C Azione 1 PC TI LEGGO ORGANIZZAZIONE E TEMPI L intervento di formazione è stato suddiviso in 2 moduli: Il modulo 1 ha avuto inizio il 8/11/2012 e si è concluso i 13/12/2012. Esso era rivolto agli alunni delle classi quarte del Circolo. Il modulo 2 ha avuto inizio il 8/11/2012 e si è concluso il 13/12/2012. Esso era rivolto agli alunni delle classi terze del Circolo I tempi di attuazione delle attività formative sono stati in linea con quelli programmati. Le ore di attività svolte complessivamente sono state 50 per modulo. Gli incontri sono stati 16 della durata di 3 ore e 1 della durata di 1 ora. I corsi hanno visto impegnati i docenti esperti esterni e un docente tutor per ogni corso, i quali hanno svolto attività di accoglienza e di insegnamento apprendimento ai corsisti durante tutto l intero percorso formativo. Per ciascun modulo sono stati ben definiti gli obiettivi, le metodologie, i tempi e i criteri di valutazione. La programmazione è stata rispettata dai docenti esperti esterni, che hanno svolto le attività didattiche secondo la scansione temporale prevista dal progetto, facendo registrare un soddisfacente livello di gradimento e di efficacia sul piano didattico e organizzativo. FREQUENZA DEI CORSISTI Gli alunni che hanno partecipato ai suddetti corsi sono stati si sono ritirata a percorso già inoltrato per motivi di famiglia. Il corso è stato portato proficuamente a termine da tutti ai quali è stato rilasciato un attestato di partecipazione. CONOSCENZE, COMPETENZE E ABILITA ACQUISITE Le progettazioni sono state articolate in unità didattiche con percorsi formativi finalizzati all acquisizione di programmate competenze.

4 COMPORTAMENTO DELL ESPERTO E DEL TUTOR Le risorse professionali sono state congrue con le finalità dell azione progettuale ed adeguate ai bisogni dell utenza. I formatori hanno basato il loro intervento su un approccio comunicativo cognitivo dimostrando un atteggiamento positivo e stimolante. Obiettivo B Azione 9 Gestione archivio e protocollo informatico ORGANIZZAZIONE E TEMPI L intervento di formazione ha avuto inizio il 22/01/2013 e si è concluso i 26/03/2013. Esso era rivolto ai docenti, al personale ATA e al Dirigente Scolastico del Circolo. I tempi di attuazione delle attività formative sono stati in linea con quelli programmati. Le ore di attività svolte complessivamente sono state 30. Gli incontri sono stati 10 della durata di 3 ore. Il corso ha visto impegnato un docente esperto interno (D.S.G.A.) e un docente tutor, i quali hanno svolto rispettivamente attività di insegnamento apprendimento e di accoglienza ai corsisti durante tutto l intero percorso formativo. Per il suddetto corso sono stati ben definiti gli obiettivi, le metodologie, i tempi e i criteri di valutazione. La programmazione è stata rispettata dal docente esperto, che ha svolto le attività didattiche secondo la scansione temporale prevista dal progetto, facendo registrare un soddisfacente livello di gradimento e di efficacia sul piano didattico e organizzativo. FREQUENZA DEI CORSISTI I corsisti che hanno partecipato al corso sono stati 19. Il corso è stato portato proficuamente a termine da tutti ai quali è stato rilasciato un attestato di partecipazione.

5 CONOSCENZE, COMPETENZE E ABILITA ACQUISITE La progettazione è stata articolata in unità didattiche con percorsi formativi finalizzati all acquisizione di programmate competenze. COMPORTAMENTO DELL ESPERTO E DEL TUTOR Le risorse professionali sono state congrue con le finalità dell azione progettuale ed adeguate ai bisogni dell utenza. Il formatore ha basato il suo intervento su un approccio comunicativo cognitivo dimostrando un atteggiamento positivo e stimolante. VERIFICA, VALUTAZIONE E MONITORAGGIO Momento significativo è stato quello del monitoraggio, della verifica e della valutazione del Piano integrato nel suo complesso e dei singoli corsi attivati. Agendo secondo linee condivise dal Gop, di concerto con tutor ed esperti di ciascun percorso formativo, in un clima di dialogo rispettoso dei ruoli, costruttivo e aperto, come Referente alla valutazione, ho adottato le seguenti fasi procedurali: Lettura del progetto nella stesura iniziale e visione della struttura validata sulla piattaforma dell Agenzia Scuola con particolare attenzione agli obiettivi, ai contenuti e ai calendari dei corsi per la preparazione dei questionari iniziali e per l individuazione dei tempi più opportuni per la somministrazione dei questionari intermedi e finali. Elaborazione di questionari di monitoraggio ex ante in ordine ad aspettative e motivazioni dell utenza. Somministrazione dei questionari predisposti, da compilare in forma anonima, durante o a margine dell attività corsuale. Tabulazione dei dati raccolti e socializzazione con esperti e tutor.

6 Elaborazione di questionari di gradimento intermedio in ordine ad obiettivi prefissati, clima relazionale e aspetti organizzativi, per un analisi che faccia emergere i punti di forza e di debolezza dei vari interventi. L obiettivo di tali questionari è quello di monitorare lo stato di avanzamento dei vari progetti, sia sul piano didattico, sia sul piano organizzativo, e definire la necessità o meno di attuare interventi correttivi dell azione formativa. Somministrazione dei suddetti questionari, da compilare in forma anonima, durante o a margine dell attività corsuale, a metà del percorso formativo. Tabulazione dei dati raccolti e socializzazione con il GOP, con gli esperti e i tutor. Redazione di criteri valutativi degli apprendimenti, uguali e comparabili, per ogni corso. Essi saranno adottati dagli esperti dei corsi attivati per la verifica e la valutazione intermedia e finale delle competenze acquisite. Elaborazione di questionari di monitoraggio finale in merito al contesto di apprendimento, didattica e clima relazionale rivolto a tutti i corsisti; elaborazione di una scheda rivolta al tutor per valutare l efficienza dell intervento in merito all organizzazione, alla funzionalità e allo svolgimento delle attività didattiche; elaborazione di una scheda rivolta all esperto nella quale indicherà la situazione iniziale dei discenti, il grado di motivazione, partecipazione e interazione alle lezioni e il livello di competenze finali acquisite a livello globale. Somministrazione dei suddetti questionari alla fine delle attività corsuali. Tabulazione dei dati raccolti e socializzazione con il Gruppo Operativo di Piano per un consuntivo finale delle attività svolte. Elaborazione di un Report finale dell attività di monitoraggio e valutazione degli interventi attuati.

7 PRIMA FASE DEL MONITORAGGIO: PROVE D INGRESSO E QUESTIONARIO DI GRADIMENTO E ASPETTATIVE Nel corso del primo incontro dei 2 corsi PON FSE attivati in questo primo periodo dell anno, sono stati somministrati i questionari di aspettative e gradimento e i test d ingresso per verificare il livello di partenza dei discenti. In questa prima valutazione, ogni esperto ha seguito un suo criterio valutativo. Nella tabella di seguito sono riportati in sintesi i risultati emersi dai test. CORSO PC TI LEGGO 1 Esperto esterno: Gioiello Marisa Tutor interno: Trotta Rita SINTESI DEI RISULTATI I corsisti hanno effettuato il test d ingresso, di matrice mista, che andava ad indagare la conoscenza basilare del computer. Il test era composto da 10 domande, su alcuni concetti di base. Ogni risposta corretta ha avuto il valore di 1, mentre la risposta errata non è stata considerata ai fini del voto finale. Il test misto consente al corsista, soprattutto di tale fascia d'età, di spiegare una risposta con parole proprie, nel caso in cui non possiede il termine tecnico. Dalla correzione, effettuata in prima battuta al termine del tempo dedicato al test, è emerso che il gruppo dei corsisti può essere suddiviso in due fasce di livello: sufficiente e buono. Vi sono, infatti, alcuni bambini che non utilizzano a casa il computer e per questo meno avvezzi al suo uso, mentre altri hanno maggiori conoscenze pratiche. Inoltre, sotto il profilo meta cognitivo, dalla discussione collettiva è emersa un elevata motivazione di base alla frequenza del corso; quale punto critico vi è l'eccessiva aspettativa dei corsisti verso le esercitazioni pratiche, nell'erronea considerazione che la parte teorica possa essere trascurata. PC TI LEGGO 2 Esperto esterno: Massaro Carlo Rispoli Lorenzo I test d'ingresso e la comunicazione seguita, hanno permesso di analizzare le conoscenze dei corsisti e i loro interessi, così da adattare i contenuti delle lezioni. Sono stati svolti con impegno e attenzione e hanno fatto evincere che la maggior parte di loro possiede già qualche conoscenza sia pur minima, sugli argomenti del percorso. Da verificare poi negli altri incontri le ulteriori

8 Tutor interno: Sorrentino Maria competenze acquisite. Per quanto concerne, invece, i questionari somministrati per sondare il gradimento e le aspettative relative ai corsi, di seguito vengono riportate le tabulazioni dei dati raccolti (in allegato i questionari). TABULAZIONE RISULTATI QUESTIONARIO D INGRESSO Obiettivo C azione 1 Corso: PC E TI LEGGO 1 (alunni classi quarte del Circolo) 1. Sei interessato a frequentare questo corso? 2. Sei interessato all utilizzo del PC? 3. Ti aspetti di migliorare il tuo livello di conoscenza dell italiano?

9 4. Frequentando questo corso, ti aspetti di migliorare il tuo rendimento scolastico? 5. Saranno interessanti i contenuti del corso? 6. Secondo te, le lezioni saranno diverse da quelle che si svolgono in classe? 7. Pensi che l Esperto saprà catturare la tua attenzione?

10 TABULAZIONE RISULTATI QUESTIONARIO D INGRESSO Obiettivo C azione 1 Corso: PC E TI LEGGO 2 (alunni classi terze del Circolo) 1. Sei interessato a frequentare questo corso? 2. Sei interessato all utilizzo del PC? 3. Ti aspetti di migliorare il tuo livello di conoscenza dell italiano? 4. Frequentando questo corso, ti aspetti di migliorare il tuo rendimento scolastico?

11 5. Saranno interessanti i contenuti del corso? 6. Secondo te, le lezioni saranno diverse da quelle che si svolgono in classe? 7. Pensi che l Esperto saprà catturare la tua attenzione? Nel corso del primo incontro dell ultimo corso PON FSE: Gestione archivio e protocollo informatico, attivato in data 22 gennaio 2013, sono stati somministrati i questionari di aspettative e gradimento e i test d ingresso per verificare il livello di partenza dei discenti. In questa prima valutazione, l esperto ha seguito un suo criterio valutativo. Nella tabella di seguito sono riportati in sintesi i risultati emersi dai test.

12 CORSO CORSO PON FSE Gestione archivio e protocollo informatico Esperto: Frallicciardi Francesco VALUTAZIONE Per verificare il livello di partenza dei discenti del corso PON FSE Gestione archivio e protocollo informatico, sono stati somministrati dei test d ingresso a risposta multipla. Data l omogeneità del gruppo classe (Dirigente Scolastico, docenti, assistenti amministrativi e collaboratori scolastici) le domande sono state strutturate in maniera semplice in modo da facilitarne la comprensione anche a coloro che si approcciano per la prima volta alla materia. Dall analisi dei risultati è emerso che tutti i corsisti hanno basi adeguate per intraprendere il percorso formativo programmato. Per quanto concerne, invece, i questionari somministrati per sondare il gradimento e le aspettative relative al corso, di seguito vengono riportate le tabulazioni dei dati raccolti (in allegato il questionario). TABULAZIONE RISULTATI QUESTIONARIO D INGRESSO Obiettivo B azione 9 Corso: GESTIONE ARCHIVIO E PROTOCOLLO INFORMATICO 1. Hai frequentato altri corsi PON? SI 52,6% NO 47,3% 2. Perché hai scelto di frequentare questo corso? Interesse personale per argomento 57,8% Propedeutico per l applicazione futura 26,3% nell attività lavorativa. Curiosità per l esperienza di corsi PON 15,7%

13 3. Cosa ti aspetti dalla frequenza al corso? Contenuti interessanti 10,5% Ampliamento della preparazione di base 42,1% Acquisizione di tecniche nuove 21% Acquisizione di materiali utilizzabili 5,2% anche in altri contesti Miglioramento dei rapporti interpersonali 15,7% Non risposta 5,2% 4. Qual è il tuo livello di aspettative riguardo l esito finale del corso? ottimo 21% buono 57,8% sufficiente 21% insufficiente 0% 5. Come valuti le comunicazioni e le informazioni relative all avvio del corso? chiare ed esaustive 31,5% adeguate 68,4% poco adeguate 0% insoddisfacenti 0% 6. Come giudichi l accoglienza del docente esperto e del tutor? soddisfacente 63,1% buona 31,5% sufficiente 5,2% insufficiente 0%

14 7. Come giudichi il calendario e gli orari del corso? soddisfacente 15,7% buono 42,1% sufficiente 42,1% insufficiente 0% 8. Quanto ritieni oneroso l impegno per il corso con gli altri impegni scolastici? molto 21% abbastanza 68,4% poco 10,5% per niente 0% SECONDA FASE DEL MONITORAGGIO: PROVE DI VERIFICA INTERMEDIE E QUESTIONARIO DI GRADIMENTO INTERMEDIO Il giorno 11 novembre 2012 sono state somministrate le prove di verifica intermedie dagli esperti dei 2 corsi attivati dalla nostra Istituzione in questa prima parte dell anno (PC TI LEGGO 1 2), e i questionari di gradimento in merito a obiettivi prefissati, clima relazionale e aspetti organizzativi. Per la verifica didattica sono stati adottati i seguenti criteri di valutazione, redatti dal Referente per la Valutazione e approvati in sede di GOP: GIUDIZIO SINTETICO Insufficiente Sufficiente Buono Distinto Ottimo Eccellente DESCRITTORI Parziale o mancato raggiungimento degli obiettivi. Raggiungimento degli obiettivi in modo essenziale. Complessivo raggiungimento degli obiettivi, ma con qualche incertezza. Completo raggiungimento degli obiettivi. Completo e sicuro raggiungimento degli obiettivi. Pieno e approfondito raggiungimento degli obiettivi.

15 I risultati sono stati i seguenti: CORSO PC TI LEGGO 1 Gioiello Marisa RISULTATI 12% 24% 18% 28% 18% Eccellente Ottimo Distinto Buono Sufficiente PC TI LEGGO 2 Massaro Carlo 18% 18% 40% 24% Distinto Buono Sufficiente Insufficiente In merito ai questionari intermedi di gradimento somministrati, di seguito vengono riportate le tabulazioni dei dati raccolti (in allegato i questionari). TABULAZIONE DATI QUESTIONARIO INTERMEDIO CORSO PC TI LEGGO 1 (Rivolto agli alunni delle classi quarte del Circolo) 1. Mi trovo bene con i miei compagni:

16 2. Faccio con piacere le attività: 3. Mi sento bravo nelle attività che faccio: 4. Mi piace il modo in cui l esperto e il tutor mi coinvolgono nelle attività:

17 5. Le attività del PON sono diverse da quelle che faccio in classe: 6. Riesco a rendermi utile quando lavoro in gruppo: 7. Porto a termine il lavoro che mi viene assegnato:

18 8. Mi diverto: 9. Aiuto i compagni quando ne hanno bisogno: 10. Ho stretto amicizia con nuovi compagni:

19 11. Gli insegnanti del corso mi aiutano quando sono in difficoltà: 12. Racconto ai compagni della mia classe quello che faccio durante il corso PON: 13. Racconto ai genitori quello che faccio durante il corso PON:

20 14. Ciò che sto imparando durante il corso PON mi sta facendo diventare più bravo ad usare il PC: TABULAZIONE DATI QUESTIONARIO INTERMEDIO CORSO PC TI LEGGO 2 (Rivolto agli alunni delle classi terze del Circolo) 1. Mi trovo bene con i miei compagni: 2. Faccio con piacere le attività:

21 3. Mi sento bravo nelle attività che faccio: 4. Mi piace il modo in cui l esperto e il tutor mi coinvolgono nelle attività: 5. Le attività del PON sono diverse da quelle che faccio in classe: 6. Riesco a rendermi utile quando lavoro in gruppo:

22 7. Porto a termine il lavoro che mi viene assegnato: 8. Mi diverto: 9. Aiuto i compagni quando ne hanno bisogno: 10. Ho stretto amicizia con nuovi compagni:

23 11. Gli insegnanti del corso mi aiutano quando sono in difficoltà: 12. Racconto ai compagni della mia classe quello che faccio durante il corso PON: 13. Racconto ai genitori quello che faccio durante il corso PON:

24 14. Ciò che sto imparando durante il corso PON mi sta facendo diventare più bravo ad usare il PC: Il giorno 28 febbraio 2013 sono state somministrate le prove di verifica intermedie dall esperto del corso Gestione archivio e protocollo informatico, e i questionari di gradimento in merito a obiettivi prefissati, clima relazionale e aspetti organizzativi. I risultati sono stati i seguenti: CORSO VALUTAZIONE CORSO PON FSE Gestione archivio e protocollo informatico 16% 5% 16% sufficiente Esperto: Frallicciardi Francesco buono distinto ottimo 63% In merito ai questionari intermedi di gradimento somministrati, di seguito vengono riportate le tabulazioni dei dati raccolti (in allegato i questionari).

25 TABULAZIONE DATI QUESTIONARIO INTERMEDIO CORSO GESTIONE ARCHIVIO E PROTOCOLLO INFORMATICO Obiettivo B Azione 9 1. Il numero delle ore per incontro è: 2. L orario delle lezioni risulta essere: 3. Il giorno della settimana in cui si svolge il corso risulta essere:

26 4. Gli argomenti proposti sono: 5. Le lezioni si svolgono in un clima sereno e favorevole all apprendimento: 6. Si sono stabiliti rapporti di collaborazione all interno del gruppo di lavoro: 7. Il docente esperto è :

27 8. Il tutor del corso è: 9. Il linguaggio utilizzato dal docente è: 10. A questo punto del percorso ritieni che il corso sia: 11. Sei contento di come sta procedendo il corso:

28 TERZA FASE DEL MONITORAGGIO: PROVE DI VERIFICA FINALI E QUESTIONARIO DI GRADIMENTO FINALE Il 13 dicembre si sono svolte le prove di verifica finali e sono stati somministrati i questionari finali sia ai discenti che all esperto e al tutor dei corsi PC TI LEGGO 1 e 2. I questionari rivolti agli alunni hanno riguardato i seguenti aspetti: Contesto di apprendimento Didattica Clima relazionale. I questionari rivolti agli esperti hanno riguardato i seguenti aspetti: Situazione iniziale discenti Motivazione Partecipazione e interazione Livello di competenze raggiunto. I questionari rivolti ai tutor hanno riguardato i seguenti aspetti: Organizzazione Funzionalità e svolgimento Attività didattiche. Qui di seguito vengono riportate le tabulazioni dei dati ricavati dai questionari dei discenti e le risposte degli esperti e dei tutor dei 2 corsi PON FSE C1 attivati nella prima parte dell anno scolastico 2012/2013 (in allegato i questionari). TABULAZIONE RISULTATI QUESTIONARIO FINALE CORSO PC TI LEGGO 1 Rivolto agli alunni delle classi quarte del Circolo N. DOMANDA SI NO ABBASTANZA 1. Il luogo dove si è svolto il corso è 100% 0% 0% stato accogliente? 2. Durante il corso sono stati utilizzati 100% 0% 0% strumenti multimediali? 3. L insegnante è stato disponibile al 100% 0% 0% dialogo? 4. Ti sei trovato bene con il tutor? 94.1% 0% 5.8% 5. L insegnante è stato chiaro durante le 94.1% 0% 5.8%

29 lezioni? 6. L insegnante ha fornito materiale 100% 0% 0% didattico (schede, testi,cd )? 7. L'insegnante del corso mi ha fatto fare 100% 0% 0% attività nuove e divertenti? 8. Ciò che ho imparato durante il corso 88.2% 0% 11.7% PON mi ha fatto diventare più bravo in italiano e informatica? 9. Sono stato bene con i compagni del 94.1% 0% 5.8% corso? 10. Mi sono divertito? 100% 0% 0% 11. Mi piacerebbe fare un altro corso come questo? 100% 0% 0% TABULAZIONE RISULTATI QUESTIONARIO FINALE ESPERTO CORSO PC TI LEGGO 1 N. DOMANDA I S B D O 1. Puntualità dei corsisti X 2. Senso di responsabilità X 3. Impegno nello studio X 4. Relazione con gli altri corsisti X 5. Capacità di cooperare col gruppo X 6. Relazione con l esperto X 7. Disponibilità all ascolto e all apprendimento X 8. Grado di motivazione X 9. Capacità di analisi, di sintesi e di applicazione dei contenuti proprosti 10. Spirito d iniziativa X 11. Curiosità verso i contenuti del corso X 12. Disponibilità al confronto X 13. Autonomia operativa X 14. Metodo di studio e di lavoro X 15. Livello di conoscenze specifiche in ingresso X 16. Livello di conoscenze specifiche finali X 17. Livello di competenze specifiche in ingresso X 18. Livello di competenze specifiche finali X 19. Livello di raggiungimento degli obiettivi prefissati LEGENDA: I= insufficiente S= sufficiente B= buono D= distinto O= ottimo X X

30 TABULAZIONE RISULTATI QUESTIONARIO FINALE TUTOR CORSO PC TI LEGGO 1 N. DOMANDA I S B D O 1. Organizzazione del corso X 2. Organizzazione dell aula/laboratorio X 3. Rispetto dell'orario X 4. Competenza esperto esterno X 5. Disponibilità dell esperto a fornire spiegazioni X e chiarimenti 6. Capacità dell esperto di coinvolgimento e X motivazione all'interesse 7. Coinvolgimento dei corsisti nelle attività X 8. Rispetto del programma concordato X 9. Interazione e condivisione degli obiettivi con X l esperto esterno 10. Interesse, impegno e paetecipazione degli X alunni 11. Raggiungimento degli obiettivi prefissati X 12. Utilità del percorso formativo X LEGENDA: I= insufficiente S= sufficiente B= buono D= distinto O= ottimo TABULAZIONE RISULTATI QUESTIONARIO FINALE CORSO PC TI LEGGO 2 Rivolto agli alunni delle classi terze del Circolo N. DOMANDA SI NO ABBASTANZA 1. Il luogo dove si è svolto il corso è 86.6% 0% 13.3% stato accogliente? 2. Durante il corso sono stati utilizzati 86.6% 0% 13.3% strumenti multimediali? 3. L insegnante è stato disponibile al 100% 0% 0% dialogo? 4. Ti sei trovato bene con il tutor? 100% 0% 0% 5. L insegnante è stato chiaro durante le 86.6% 0% 13.3% lezioni? 6. L insegnante ha fornito materiale didattico (schede, testi,cd )? 100% 0% 0%

31 7. L'insegnante del corso mi ha fatto fare 100% 0% 0% attività nuove e divertenti? 8. Ciò che ho imparato durante il corso 86.6% 0% 13.3% PON mi ha fatto diventare più bravo in italiano e informatica? 9. Sono stato bene con i compagni del 73.3% 0% 26.6% corso? 10. Mi sono divertito? 100% 0% 0% 11. Mi piacerebbe fare un altro corso come questo? 80% 6.6% 13.3% TABULAZIONE RISULTATI QUESTIONARIO FINALE ESPERTO CORSO PC TI LEGGO 2 N. DOMANDA I S B D O 1. Puntualità dei corsisti X 2. Senso di responsabilità X 3. Impegno nello studio X 4. Relazione con gli altri corsisti X 5. Capacità di cooperare col gruppo X 6. Relazione con l esperto 7. Disponibilità all ascolto e all apprendimento X 8. Grado di motivazione X 9. Capacità di analisi, di sintesi e di applicazione dei contenuti proprosti 10. Spirito d iniziativa X 11. Curiosità verso i contenuti del corso X 12. Disponibilità al confronto X 13. Autonomia operativa X 14. Metodo di studio e di lavoro X 15. Livello di conoscenze specifiche in ingresso X 16. Livello di conoscenze specifiche finali X 17. Livello di competenze specifiche in ingresso X 18. Livello di competenze specifiche finali X 19. Livello di raggiungimento degli obiettivi prefissati LEGENDA: I= insufficiente S= sufficiente B= buono D= distinto O= ottimo X X

32 TABULAZIONE RISULTATI QUESTIONARIO FINALE TUTOR CORSO PC TI LEGGO 2 N. DOMANDA I S B D O 1. Organizzazione del corso X 2. Organizzazione dell aula/laboratorio X 3. Rispetto dell'orario X 4. Competenza esperto esterno X 5. Disponibilità dell esperto a fornire spiegazioni X e chiarimenti 6. Capacità dell esperto di coinvolgimento e X motivazione all'interesse 7. Coinvolgimento dei corsisti nelle attività X 8. Rispetto del programma concordato X 9. Interazione e condivisione degli obiettivi con X l esperto esterno 10. Interesse, impegno e paetecipazione degli X alunni 11. Raggiungimento degli obiettivi prefissati X 12. Utilità del percorso formativo X LEGENDA: I= insufficiente S= sufficiente B= buono D= distinto O= ottimo Le verifiche finali degli esperti, riguradanti le competenze acquisite a fine corso, hanno dato i seguenti risultati: CORSO PC TI LEGGO 1 Gioiello Marisa RISULTATI Ottimo Distinto Buono Suffciente Buono Distinto Ottimo 0 3 Suffciente

33 PC TI LEGGO 2 Rispoli Lorenzo Ottimo Distinto Buono Il giorno 26 marzo 2013 sono state somministrate le prove di verifica finali dall esperto del corso Gestione archivio e protocollo informatico, e i questionari di gradimento. I risultati sono stati i seguenti: CORSO VALUTAZIONE CORSO PON FSE Gestione archivio e protocollo informatico Suffciente Esperto: Frallicciardi Francesco Ottimo Distinto Buono Buono Distinto Ottimo 0 1 Suffciente In merito ai questionari intermedi di gradimento somministrati, di seguito vengono riportate le tabulazioni dei dati raccolti (in allegato i questionari).

34 QUESTIONARIO FINALE CORSO GESTIONE ARCHIVIO E PROTOCOLLO INFORMATICO N. DOMANDA I S B D O 1. Spazi in cui si sono svolte le lezioni 0% 15,7% 42,1% 21,05% 21,05% 2. Utilità e quantità dei materiali forniti dall esperto 0% 10,5% 47,3% 31,5% 10,5% 3. Strumenti tecnologici utilizzati 0% 10,5% 15,7% 42,1% 31,5% 4. Validità degli interventi dell esperto 0% 0% 15,7% 52,6% 31,5% 5. Validità del supporto del tutor 0% 5,2% 21,05% 42,1% 31,5% 6. Chiarezza delle spiegazioni 0% 5,2% 10,5% 52,6% 31,5% 7. Disponibilità dell esperto ad aiutarti 0% 5,2% 10,5% 26,3% 57,8% 8. Disponibilità del tutor ad aiutarti 0% 10,5% 15,7% 31,5% 42,1% 9. Collaborazione con gli altri corsisti 0% 5,2% 15,7% 47,3% 31,5% 10. Validità di ciò che ti è stato insegnato 0% 0% 36,8% 52,6% 10,5% 11. Adeguatezza della metodologia utilizzata 0% 0% 15,7% 63,1% 21,05% 12. Interesse suscitato dal percorso formativo 0% 5,2% 42,1% 42,1% 10,5% 13. Scelta dei tempi per la somministrazione delle 0% 0% 21,05% 47,3% 31,5% verifiche 14. Coerenza delle prove con gli argomenti trattati 0% 0% 15,7% 57,8% 26,3% LEGENDA: I= insufficiente S= sufficiente B= buono D= distinto O= ottimo QUESTIONARIO FINALE ESPERTO CORSO GESTIONE ARCHIVIO E PROTOCOLLO INFORMATICO N. DOMANDA I S B D O 1. Puntualità dei corsisti X 2. Senso di responsabilità X 3. Impegno mostrato X 4. Relazione con gli altri corsisti X 5. Capacità di cooperare col gruppo X 6. Relazione con l esperto X 7. Disponibilità all ascolto e all apprendimento X 8. Grado di motivazione X 9. Capacità di analisi, di sintesi e di applicazione dei contenuti proprosti 10. Spirito d iniziativa X 11. Curiosità verso i contenuti del corso X 12. Disponibilità al confronto X 13. Livello di conoscenze specifiche in ingresso X 14. Livello di conoscenze specifiche finali X X

35 LEGENDA: I= insufficiente S= sufficiente B= buono D= distinto O= ottimo QUESTIONARIO FINALE TUTOR CORSO GESTIONE ARCHIVIO E PROTOCOLLO INFORMATICO N. DOMANDA I S B D O 13. Organizzazione del corso X 14. Organizzazione dell aula/laboratorio X 15. Rispetto dell'orario X 16. Competenza esperto esterno X 17. Disponibilità dell esperto a fornire spiegazioni X e chiarimenti 18. Capacità dell esperto di coinvolgimento e X motivazione all'interesse 19. Coinvolgimento dei corsisti nelle attività X 20. Rispetto del programma concordato X 21. Interazione e condivisione degli obiettivi con X l esperto esterno 22. Interesse, impegno e partecipazione degli X alunni 23. Raggiungimento degli obiettivi prefissati X 24. Utilità del percorso formativo X LEGENDA: I= insufficiente S= sufficiente B= buono D= distinto O= ottimo Nocera Superiore, 23 aprile 2013 La Docente Referente per la Valutazione

36 ALLEGATI

37 QUESTIONARIO D INGRESSO Obiettivo C azione 1 Corso: PC TI EGGO 1 (alunni classi quarte del Circolo) 1. Sei interessato a frequentare questo corso? SI NO ABBASTANZA 2. Sei interessato all utilizzo del PC? SI NO ABBASTANZA 3. Ti aspetti di migliorare il tuo livello di conoscenza dell italiano? SI NO ABBASTANZA 4. Frequentando questo corso, ti aspetti di migliorare il tuo rendimento scolastico? SI NO ABBASTANZA 5. Saranno interessanti i contenuti del corso? SI NO ABBASTANZA

38 6. Secondo te, le lezioni saranno diverse da quelle che si svolgono in classe? SI NO ABBASTANZA 7. Pensi che l Esperto saprà catturare la tua attenzione? SI NO ABBASTANZA QUESTIONARIO D INGRESSO Obiettivo C azione 1 Corso: PC TI EGGO 2 (alunni classi terze del Circolo) 1. Sei interessato a frequentare questo corso? SI NO ABBASTANZA 2. Sei interessato all utilizzo del PC? SI NO ABBASTANZA 3. Ti aspetti di migliorare il tuo livello di conoscenza dell italiano?

39 SI NO ABBASTANZA 4. Frequentando questo corso, ti aspetti di migliorare il tuo rendimento scolastico? SI NO ABBASTANZA 5. Saranno interessanti i contenuti del corso? SI NO ABBASTANZA 6. Secondo te, le lezioni saranno diverse da quelle che si svolgono in classe? SI NO ABBASTANZA 7. Pensi che l Esperto saprà catturare la tua attenzione? SI NO ABBASTANZA

40 QUESTIONARIO INTERMEDIO CORSO PC TI LEGGO 1 Rivolto agli alunni delle classi quarte del Circolo N. DOMANDA SI NO ABBASTANZA 1. Mi trovo bene con i miei compagni. 2. Faccio con piacere le attività. 3. Mi sento bravo nelle attività che faccio. 4. Mi piace il modo in cui l esperto e il tutor mi coinvolgono nelle attività. 5. Le attività del PON sono diverse da quelle che faccio in classe. 6. Riesco a rendermi utile quando lavoro in gruppo. 7. Porto a termine il lavoro che mi viene assegnato. 8. Mi diverto. 9. Aiuto i compagni quando ne hanno bisogno. 10. Ho stretto amicizia con nuovi compagni. 11. Gli insegnanti del corso mi aiutano quando sono in difficoltà. 12. Racconto ai compagni della mia classe quello che faccio durante il corso PON. 13. Racconto ai genitori quello che faccio durante il corso PON. 14. Ciò che sto imparando durante il corso PON mi sta facendo diventare più bravo ad usare il PC.

Elaborazione grafica dei dati desunti dai questionari di valutazione -FASE FINALE-

Elaborazione grafica dei dati desunti dai questionari di valutazione -FASE FINALE- 13 ISTITUTO COMPRENSIVO "Albino LUCIANI" RIONE GAZZI FUCILE - 98147 MESSINA (ME) Codice Fiscale 80007440839 - Codice Meccanografico MEIC86100G Telefono 090687511 - Fax 090680598 - E-Mail: meic86100g@istruzione.it

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Moro Lamanna Mesoraca - Kr

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Moro Lamanna Mesoraca - Kr ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Moro Lamanna Mesoraca - Kr AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO Report Progetto ERGO VALUTO SUM PON Valutazione e miglioramento (Codice 1-3-FSE-2009-3) Anno Scolastico 2012-2013 Relatore

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO di Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I grado. SCHEDA DI MONITORAGGIO PROGETTO P.O.F. a.s.

ISTITUTO COMPRENSIVO di Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I grado. SCHEDA DI MONITORAGGIO PROGETTO P.O.F. a.s. ISTITUTO COMPRENSIVO di Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I grado Sede Centrale: Scuola Media Statale "San Francesco d'assisi" Via Jonghi, 3-28877 ORNAVASSO (VB) - cod. fiscale 84009240031

Dettagli

Come verifico l acquisizione dei contenuti essenziali della mia disciplina

Come verifico l acquisizione dei contenuti essenziali della mia disciplina Riflessione didattica e valutazione Il questionario è stato somministrato a 187 docenti di italiano e matematica delle classi prime e seconde e docenti di alcuni Consigli di Classe delle 37 scuole che

Dettagli

LICEO CLASSICO C. CAVOUR DISCIPLINA : FISICA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA

LICEO CLASSICO C. CAVOUR DISCIPLINA : FISICA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA 1. OBIETTIVI SPECIFICI DELLA DISCIPLINA PROGRAMMAZIONE PER COMPETENZE Le prime due/tre settimane sono state dedicate allo sviluppo di un modulo di allineamento per

Dettagli

Unione Europea Fondo Sociale Europeo

Unione Europea Fondo Sociale Europeo Unione Europea Fondo Sociale Europeo M.P.I. LICEO SCIENTIFICO STATALE G. D Alessandro Via S.Ignazio di Loyola - BAGHERIA www.lsdalessandro.it e-mail liceodalessandro@istruzione.it PEC paps09000v@postacertificata.org

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe ha dimostrato fin dal primo momento grande attenzione e interesse verso gli

Dettagli

MODULISTICA PER L ESECUZIONE DI PROGETTI. inseriti nel PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA TITOLO

MODULISTICA PER L ESECUZIONE DI PROGETTI. inseriti nel PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA TITOLO Liceo Ginnasio D. A. Azuni Via Rolando, 4 - Sassari Tel 079 235265 Fax 079 2012672 Mail: lcazuni@tin.it Web: http://www.liceoazuni.it MODULISTICA PER L ESECUZIONE DI PROGETTI inseriti nel PIANO DELL OFFERTA

Dettagli

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 CTI della provincia di Verona Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 Per non perdere nessuno La crisi economica e valoriale che stiamo vivendo entra dapprima nelle famiglie e poi nella scuola. Gli

Dettagli

Colloqui fiorentini 26 28 febbraio 2015. Indagine di autovalutazione svolta fra gli studenti partecipanti al convegno

Colloqui fiorentini 26 28 febbraio 2015. Indagine di autovalutazione svolta fra gli studenti partecipanti al convegno Liceo statale James Joyce (Linguistico e delle Scienze umane) Ariccia (Roma) Colloqui fiorentini 26 28 febbraio 2015 Indagine di autovalutazione svolta fra gli studenti partecipanti al convegno Questionari

Dettagli

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N.

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N. FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2 ULSS n.1 Belluno Autori: PERSONALE AZIENDA ULSS N. 1 BELLUNO: Dr.ssa Mel Rosanna Dirigente medico SISP (Dipartimento

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

RELAZIONE FINALE FUNZIONE STRUMENTALE AREA 1

RELAZIONE FINALE FUNZIONE STRUMENTALE AREA 1 UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE SICILIANA ISTITUTO COMPRENSIVO C. LEVI MANIACE RELAZIONE FINALE FUNZIONE STRUMENTALE AREA 1 AUTOANALISI D ISTITUTO Anno scolastico 2012/2013 RELAZIONE In data

Dettagli

capitolo 6 IL QUESTIONARIO PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE DEI CONTENUTI

capitolo 6 IL QUESTIONARIO PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE DEI CONTENUTI capitolo 6 IL QUESTIONARIO PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE DEI CONTENUTI 6.1 ISTRUZIONI PER IL VALUTATORE Il processo di valutazione si articola in quattro fasi. Il Valutatore deve: 1 leggere il questionario;

Dettagli

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali L Istituto Leopoldo Pirelli si propone di potenziare la cultura dell inclusione per rispondere in modo efficace alle necessità di

Dettagli

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI Pagina 1 di 5 PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER PREMESSA Il Protocollo di Accoglienza intende presentare procedure per promuovere l integrazione di alunni stranieri, rispondere ai loro bisogni formativi e rafforzare

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

AUTOVALUTAZIONE: RISULTATI DEI QUESTIONARI GENITORI-ALUNNI ALUNNI- DOCENTI. COMMISSIONE AUTOVALUTAZIONE Catalani-Ginesi

AUTOVALUTAZIONE: RISULTATI DEI QUESTIONARI GENITORI-ALUNNI ALUNNI- DOCENTI. COMMISSIONE AUTOVALUTAZIONE Catalani-Ginesi Ministero della Pubblica Istruzione Istituto Comprensivo Statale C. Carminati Via Dante, 4-2115 Lonate Pozzolo (Va) AUTOVALUTAZIONE: RISULTATI DEI QUESTIONARI GENITORI-ALUNNI ALUNNI- DOCENTI COMMISSIONE

Dettagli

Il tempo che dedico alla valutazione delle prove di apprendimento lo considero:

Il tempo che dedico alla valutazione delle prove di apprendimento lo considero: Progetto LLP-LDV-TOI-9-IT-8 8 ValeRIA Valutare la relazione tra insegnamenti e apprendimenti Autoriflessione del formatore sulla valutazione Il questionario è stato somministrato a 6 formatori di cui 98

Dettagli

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale.

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale. PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA NORME DI COMPORTAMENTO DOCENTI: I docenti si impegnano a: 1. Fornire con il comportamento in classe esempio di buona condotta ed esercizio di virtù. 2. Curare la chiarezza

Dettagli

Ufficio Scolastico Regionale per l Abruzzo. Rapporto dal Questionari Studenti

Ufficio Scolastico Regionale per l Abruzzo. Rapporto dal Questionari Studenti Rapporto dal Questionari Studenti SCUOLA xxxxxxxxx Anno Scolastico 2014/15 Le Aree Indagate Il questionario studenti ha lo scopo di indagare alcuni aspetti considerati rilevanti per assicurare il benessere

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA Via Albergati 30 40069 Zola Predosa (BO) Tel. 051/755355 755455 - Fax 051/753754 E-mail: BOIC86400N@istruzione.it - C.F. 80072450374 Pec : boic86400n@pec.istruzione.it

Dettagli

Presiede il Consiglio di Classe il Dirigente Scolastico, Prof. oppure per delega del Dirigente Scolastico, il Prof., funge da Segretario il Prof.

Presiede il Consiglio di Classe il Dirigente Scolastico, Prof. oppure per delega del Dirigente Scolastico, il Prof., funge da Segretario il Prof. ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE CESARE BECCARIA ISTITUTO TECNICO - SETTORE ECONOMICO - ISTITUTO PROFESSIONALE per l AGRICOLTURA e l AMBIENTE Sedi associate di - SANTADI e VILLAMASSARGIA VERBALE N. SCRUTINIO

Dettagli

RELAZIONE FINALE PROGETTO IDA VENUTI UN FORMATORE AID NELLA TUA SCUOLA

RELAZIONE FINALE PROGETTO IDA VENUTI UN FORMATORE AID NELLA TUA SCUOLA RELAZIONE FINALE PROGETTO IDA VENUTI UN FORMATORE AID NELLA TUA SCUOLA A CURA DELLA DOTT.SSA MARIANGELA BRUNO (LOGOPEDISTA E FORMATRICE AID) ANNO SCOLASTICO 2011-2012 1 INDICE 1. ARTICOLAZIONE DEL PROGETTO...

Dettagli

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di Sc. Materna Elementare e Media LENTINI 85045 LAURIA (PZ) Cod. Scuola: PZIC848008 Codice Fisc.: 91002150760 Via Roma, 102 - e FAX: 0973823292 I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

Manuale per l utilizzo del sistema di gestione degli interventi

Manuale per l utilizzo del sistema di gestione degli interventi Manuale per l utilizzo del sistema di gestione degli interventi Unione Europea P.O.N. - Competenze per lo Sviluppo (FSE) P.O.N. - Ambiente per l apprendimento (FESR) D.G. Occupazione, Affari Sociali e

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

Come faccio esercitare l acquisizione dei contenuti della mia disciplina

Come faccio esercitare l acquisizione dei contenuti della mia disciplina Riflessione didattica e valutazione Il questionario è stato somministrato a 6 formatori dei CFP di cui 47 del CIOFS FP e 6 del CNOS - FAP Dall analisi dei dati emerge che l 8 % dei formatori conosce abbastanza

Dettagli

D. Altre attività formative Stage, attività esterne, tesine (con file già formattato), idoneità, etc. ELENCO DELLE DOMANDE (versione stampabile)

D. Altre attività formative Stage, attività esterne, tesine (con file già formattato), idoneità, etc. ELENCO DELLE DOMANDE (versione stampabile) D. Altre attività formative Stage, attività esterne, tesine (con file già formattato), idoneità, etc. ELENCO DELLE DOMANDE (versione stampabile) D1. COSA SONO LE ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE? D2. COME SI OTTENGONO

Dettagli

ATTIVITA' DIDATTICA PER LE SCUOLE DELL'INFANZIA

ATTIVITA' DIDATTICA PER LE SCUOLE DELL'INFANZIA P9.07.1 attività didattica scuoleinfanzia.doc P9.07.1 Comune di Rimini p.za Cavour, 27 47921 Rimini http://qualità.comune.rimini.it Direzione e di Protezione Sociale via Ducale, 7 47900 Rimini tel. 0541/

Dettagli

Ri...valutando: azione e ricerca per il miglioramento

Ri...valutando: azione e ricerca per il miglioramento Il team di ricerca Mario Ambel (Responsabile) Anna Curci Emiliano Grimaldi Annamaria Palmieri 1. Progetto finalizzato alla elaborazione e validazione di un modellostandard - adattabile con opportune attenzioni

Dettagli

RAPPORTO FINALE Azione N. 2 - Corso on line divers@mente realizzato da: Voglio Vivere Onlus

RAPPORTO FINALE Azione N. 2 - Corso on line divers@mente realizzato da: Voglio Vivere Onlus ABC L alfabeto della solidarietà per educare alla pace e allo sviluppo nella nuova Europa Unita ONG-ED/2003/065-352/IT RAPPORTO FINALE Azione N. 2 - Corso on line divers@mente realizzato da: Voglio Vivere

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI Classi Prime - Seconde - Terze Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO

Dettagli

PERCORSO di SENSIBILIZZAZIONE ALLA LETTURA cl. seconda e terza a.s. 2007-2008. A cura delle Dott.sse nonché Maestre Giuditta Pina e Barzaghi Eliana

PERCORSO di SENSIBILIZZAZIONE ALLA LETTURA cl. seconda e terza a.s. 2007-2008. A cura delle Dott.sse nonché Maestre Giuditta Pina e Barzaghi Eliana PERCORSO di SENSIBILIZZAZIONE ALLA LETTURA cl. seconda e terza a.s. 2007-2008 A cura delle Dott.sse nonché Maestre Giuditta Pina e Barzaghi Eliana LA LETTURA COME BISOGNO CULTURALE PER CRESCERE Il desiderio

Dettagli

Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca II ISTITUTO COMPRENSIVO Monaco - Fermi Via Cavour - 72024 ORIA (BR) Tel.

Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca II ISTITUTO COMPRENSIVO Monaco - Fermi Via Cavour - 72024 ORIA (BR) Tel. Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca II ISTITUTO COMPRENSIVO Monaco - Fermi Via Cavour - 72024 ORIA (R) Tel. 0831/845057- Fax:0831/846007 bric826002@istruzione.it bric826002@pec.istruzione.it

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) Via Acquasantianni s.n. - (Tel. 0874-871770 - Fax 0874-871770) Sito web: http://digilander.libero.it/ictrivento/ - e-mail: cbmm185005@istruzione.it

Dettagli

l'?~/?: /;/UI,"lf/lr, r~# 't~l-l'ri.)//r--/,,;.,,;~4,-;{:.;r,,;.ir ";1

l'?~/?: /;/UI,lf/lr, r~# 't~l-l'ri.)//r--/,,;.,,;~4,-;{:.;r,,;.ir ;1 MIUR - Ministero dell'istruzione dell'untversùà e della Ricerca AOODGPER - Direzione Generale Personale della Scuola REGISTRO UFFICIALE Prot. n. 0006768-27/0212015 - USCITA g/~)/rir. (" J7rti///Nt4Ik0"i

Dettagli

Rapporto di Autovalutazione. GUIDA all autovalutazione

Rapporto di Autovalutazione. GUIDA all autovalutazione Rapporto di Autovalutazione GUIDA all autovalutazione Novembre 2014 INDICE Indicazioni per la compilazione del Rapporto di Autovalutazione... 3 Format del Rapporto di Autovalutazione... 5 Dati della scuola...

Dettagli

ATTIVITA DI RIELABORAZIONE TESTUALE MEDIANTE LA PIATTAFORMA MOODLE Progetto Cl@ssi 2.0

ATTIVITA DI RIELABORAZIONE TESTUALE MEDIANTE LA PIATTAFORMA MOODLE Progetto Cl@ssi 2.0 Congresso Nazionale SIREM Milano, 5-6 giugno 2012 ATTIVITA DI RIELABORAZIONE TESTUALE MEDIANTE LA PIATTAFORMA MOODLE Progetto Cl@ssi 2.0 Valentina Pennazio, Andrea Traverso, Davide Parmigiani Università

Dettagli

Istituto Comprensivo P.Carrera di Militello in Val di Catania

Istituto Comprensivo P.Carrera di Militello in Val di Catania Istituto Comprensivo P.Carrera di Militello in Val di Catania Programma Operativo Nazionale: Competenze per lo Sviluppo finanziato con il Fondo Sociale Europeo. Avviso Prot. Num. prot. AOODGAI/2373 DEL

Dettagli

PROTOCOLLO DIVERS-ABILITÀ

PROTOCOLLO DIVERS-ABILITÀ PROTOCOLLO DIVERS-ABILITÀ Amministrazione Comunale Amministrazione Scolastica Zanica I.C. Zanica Commissione Inter-istituzionale La Commissione Inter-istituzionale è una commissione mista tecnico-politica

Dettagli

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria Adriana Volpato P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria 19 Dicembre 2011 STRUMENTO didattico educativo individua gli strumenti fa emergere il vero alunno solo con DIAGNOSI consegnata si redige

Dettagli

Pro-seguire INSIEME! - La Valigia delle Rime -

Pro-seguire INSIEME! - La Valigia delle Rime - Pro-seguire INSIEME! - La Valigia delle Rime - Progetto Continuità" Scuola dell Infanzia - Scuola Primaria 2010-11 11 Anno Scolastico 2010 Funzioni Strumentali A. Rubino Scuola Infanzia P. Stramonio Scuola

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria SCHEDA PROGETTO (ex art. 9 CCNL 2006-2009) Dati identificativi dell'istituto Nome scuola/tipologia Scuola

Dettagli

Classe di abilitazione - A076 Trattamento Testi, Calcolo, Contabilità elettronica ed applicazioni industriali

Classe di abilitazione - A076 Trattamento Testi, Calcolo, Contabilità elettronica ed applicazioni industriali Classe di abilitazione - A076 Trattamento elettronica ed applicazioni industriali Calendario e modalità di delle prove Per lo degli esami sono previste più date in tre diversi periodi (maggio/giugno 2015,

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

GUIDA ALLA GESTIONE DEGLI ESAMI ONLINE STUDENTI

GUIDA ALLA GESTIONE DEGLI ESAMI ONLINE STUDENTI GUIDA ALLA GESTIONE DEGLI ESAMI ONLINE STUDENTI ESSE3 VERBALIZZAZIONE ONLINE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI URBINO CARLO BO SERVIZIO FRONT OFFICE GUIDA ALLA GESTIONE DEGLI ESAMI ONLINE STUDENTI ESSE3 VERBALIZZAZIONE

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

Il Ministro della Pubblica Istruzione

Il Ministro della Pubblica Istruzione Prot. n. 30/dip./segr. Roma, 15 marzo 2007 Ai Direttori Generali Regionali Loro Sedi Ai Dirigenti degli Uffici scolastici provinciali Loro Sedi Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia di Bolzano

Dettagli

I RAPPORTI TRA DIRIGENTE SCOLASTICO E DIRETTORE DEI SERVIZI GENERALI ED

I RAPPORTI TRA DIRIGENTE SCOLASTICO E DIRETTORE DEI SERVIZI GENERALI ED I RAPPORTI TRA DIRIGENTE SCOLASTICO E DIRETTORE DEI SERVIZI GENERALI ED AMMINISTRATIVI: QUALE CONVIVENZA PER LA MIGLIORE FUNZIONALITÀ DELL ISTITUZIONE SCOLASTICA 1 A cura di Maria Michela Settineri IL

Dettagli

Verifica e valutazione di apprendenti analfabeti

Verifica e valutazione di apprendenti analfabeti Progetto FEI Rete e Cittadinanza 2014-2015 Verifica e valutazione di apprendenti analfabeti Luana Cosenza, Università per Stranieri di Siena Marzo 2015 Piano di lavoro Principi della verifica e della valutazione

Dettagli

Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende

Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende Workshop n. 3 Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende Introducono il tema e coordinano i lavori - Irene Camolese, Confcooperative - Franca Marchesi, Istituto Comprensivo

Dettagli

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA PREMESSA A tutt oggi i documenti ufficiali a cui ogni docente di lingue straniere è chiamato a far riferimento nel suo lavoro quotidiano,

Dettagli

Monitoraggio dei processi formativi. Genova, 2 dicembre 2011

Monitoraggio dei processi formativi. Genova, 2 dicembre 2011 Monitoraggio dei processi formativi Genova, 2 dicembre 2011 Premessa: un patto!!! Nel Protocollo d Intesa le organizzazioni formative garantiscono un progressivo miglioramento e innalzamento della qualità

Dettagli

Profilo e compiti istituzionali dell insegnante della scuola ticinese

Profilo e compiti istituzionali dell insegnante della scuola ticinese Repubblica e Cantone Ticino Dipartimento dell educazione, della cultura e dello sport Profilo e compiti istituzionali Bellinzona, novembre 2014 Repubblica e Cantone Ticino Dipartimento dell educazione,

Dettagli

Prot. N. 3156/B33 Crema, 24 Novembre 2014

Prot. N. 3156/B33 Crema, 24 Novembre 2014 MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA Istituto Comprensivo Crema Uno Via Borgo S.Pietro 8-26013 Crema (CR) Tel. 0373-256238 Fax 0373-250556 E-mail ufficio: segreteriacircolo1@libero.it

Dettagli

BANDO DI SELEZIONE ESPERTI PON- FSE - 2007-IT 05 1 PO007 Competenze per lo sviluppo Annualità 2014 IL DIRIGENTE SCOLASTICO

BANDO DI SELEZIONE ESPERTI PON- FSE - 2007-IT 05 1 PO007 Competenze per lo sviluppo Annualità 2014 IL DIRIGENTE SCOLASTICO ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE LUIGI EINAUDI Distr. Sc. n 9 - Via V. Veneto 89822 SERRA SAN BRUNO (VV) FONDI STRUTTURALI 2007-2013 PEC: vvis003008@pec.istruzione.it PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE FONDO

Dettagli

Carnacina Bardolino. Indagine anno scolastico 2005-06 Genitori 1

Carnacina Bardolino. Indagine anno scolastico 2005-06 Genitori 1 Conosce il regolamento scolastico che suo figlio deve rispettare? Conosce il regolamento scolastico che suo figlio deve rispettare? 12% molto 29% 20% molto 34% abbastanz a 59% abbastanz a 46% Conosce il

Dettagli

CURSOS AVE CON TUTOR

CURSOS AVE CON TUTOR CURSOS AVE CON TUTOR DOMANDE PIÙ FREQUENTI (FAQ) A che ora ed in quali giorni sono fissate le lezioni? Dal momento in cui riceverai le password di accesso al corso sei libero di entrare quando (24/24)

Dettagli

Napoli. Riconosciuto dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M.I.U.R.

Napoli. Riconosciuto dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M.I.U.R. Napoli Centro Psicopedagogico Formazione Studi e Ricerche OIDA Scuola di Formazione riconosciuta dal M.I.U.R. Decreto 3 agosto 2011 Scuola di Formazione riconosciuta dalla P.ED.I.AS. Comunicazione Efficace

Dettagli

INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO

INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO INTRODUZIONE L Ordine degli Psicologi del Friuli Venezia Giulia e l Ufficio Scolastico Regionale, firmatari di un Protocollo d Intesa stipulato

Dettagli

10 parole chiave sul Rapporto di Autovalutazione

10 parole chiave sul Rapporto di Autovalutazione 10 parole chiave sul Rapporto di Autovalutazione LA MAPPA Il RAV non è solo prove Invalsi, ci sono molte altre cose da guardare in una scuola: i processi organizzativi, la didattica, le relazioni, ecc.

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

VALUTAZIONE DI RISULTATO E DI IMPATTO del progetto Diesis

VALUTAZIONE DI RISULTATO E DI IMPATTO del progetto Diesis Obiettivo Competitività Regionale e Occupazione Programma Operativo Nazionale Azioni di Sistema (FSE) 2007-2013 [IT052PO017] Obiettivo Convergenza Programma Operativo Nazionale Governance e Azioni di Sistema

Dettagli

Valutare gli apprendimenti degli alunni stranieri

Valutare gli apprendimenti degli alunni stranieri MPI - USP di Padova Comune di Padova Settore Servizi Scolastici Centro D.A.R.I. Una scuola per tutti Percorso di formazione per docenti Valutare gli apprendimenti degli alunni stranieri I parte a cura

Dettagli

SCUOLE SECONDARIE DI SECONDO GRADO

SCUOLE SECONDARIE DI SECONDO GRADO SCUOLE SECONDARIE DI SECONDO GRADO Giorni : GIOVEDI e VENERDI' Durata dell incontro : 9.30 12.30. 9.30-10.40 PARLIAMO DI GEOFISICA Il pianeta Terra e i fenomeni naturali: terremoti, vulcani, tsunami, magnetismo

Dettagli

5.6.4 Documentazione delle attività

5.6.4 Documentazione delle attività 5.6.4 Documentazione delle attività Gli operatori 1 che hanno il compito di programmare e attuare percorsi formativi hanno a disposizione un apposita area per la descrizione e la documentazione dell attività

Dettagli

QUALE SIGNIFICATO HA LA FIRMA DEL PDP DA PARTE DELLO STUDENTE / GENITORE E DEI DOCENTI?

QUALE SIGNIFICATO HA LA FIRMA DEL PDP DA PARTE DELLO STUDENTE / GENITORE E DEI DOCENTI? FAQ: AREA DELLA PROGRAMMAZIONE (PDP) QUAL È LA NORMATIVA DI RIFERIMENTO SUI DSA NELLA SCUOLA? Al momento è in vigore la Legge 170 che regola in modo generale i diritti delle persone con DSA non soltanto

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

Il monitoraggio dei progetti formativi (G. Capaldo)

Il monitoraggio dei progetti formativi (G. Capaldo) Il monitoraggio dei progetti formativi (G. Capaldo) Si intende per progetto l insieme di un numero, generalmente elevato, di attività che, pur connotate da diverse natura e da specifiche finalità, concorrono

Dettagli

Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti

Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti Relatore: Prof.ssa Chiara Frassineti, genitore e insegnante Il rapporto tra genitori e ragazzo (studente)

Dettagli

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione Art. 2 Principi normativi Art. 3 Finalità Art. 4 Destinatari degli interventi

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA Albert Sabin C.so Vercelli,157 10153 tel. 011\2426534 fax 011\ 2462435 Codice Fiscale 80093750018 e-mail TOEEO5600D@ istruzione.

DIREZIONE DIDATTICA Albert Sabin C.so Vercelli,157 10153 tel. 011\2426534 fax 011\ 2462435 Codice Fiscale 80093750018 e-mail TOEEO5600D@ istruzione. RELAZIONE DEL DIRIGENTE SCOLASTICO AL CONTO CONSUNTIVO 2013 La presente relazione illustra l andamento della gestione dell istituzione scolastica e i risultati conseguiti in relazione agli obiettivi programmati

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

CONVENZIONE. Tra. Istituto Comprensivo 22 Alberto Mario

CONVENZIONE. Tra. Istituto Comprensivo 22 Alberto Mario ISTITUTO COMPRENSIVO 22 ALBERTO MARIO Piazza Sant Eframo Vecchio, 130-80137 NAPOLITel. 0817519375FAX: 0817512716 C.M. NAIC8BT00NCodice fiscale 80022520631 e-mail: naic8bt00n@istruzione.it naic8bt00n@pec.istruzione.it

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

SERVIZI E ATTIVITA INTEGRATIVE

SERVIZI E ATTIVITA INTEGRATIVE SERVIZI E ATTIVITA INTEGRATIVE PREMESSA 1 SERVIZIO ORIENTAMENTO E RIORIENTAMENTO 2 C.I.C. (Centro di Informazione e Consulenza) 4 SERVIZIO PSICOLOGICO 7 LA BIBLIOTECA 8 ATTIVITA CULTURALI 8 ATTIVITÀ EXTRACURRICOLARI

Dettagli

SCHEMA PER LA STESURA DEL PIANO DI MIGLIORAMENTO

SCHEMA PER LA STESURA DEL PIANO DI MIGLIORAMENTO 1 INTRODUZIONE Per la predisposizione del piano, è necessario fare riferimento alle Linee Guida. Lo schema proposto di seguito è stato sviluppato nell ambito del progetto Miglioramento delle performance

Dettagli

Gli strumenti per una didattica inclusiva

Gli strumenti per una didattica inclusiva STRUMENTI PER UNA DIDATTICA INCLUSIVA Ottilia Gottardi CTI Monza Est Gli strumenti per una didattica inclusiva Ottilia Gottardi CTI Monza Est PRINCIPI della PEDAGOGIA INCLUSIVA Tutti possono imparare;

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

Carta dei Servizi. Dirigente Scolastico M.Augusta Mozzetti

Carta dei Servizi. Dirigente Scolastico M.Augusta Mozzetti M.I.U.R. - Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Istituto Comprensivo Via Casalotti n. 259-00166 Roma tel. 06 61560257 fax 06 61566568 - C.F. 97714450588 Cod. mecc. RMIC8GM00D Plesso scuola primaria:

Dettagli

IL CONTROLLO SULL ATTUAZIONE DELLE ATTIVITA DI APPRENDISTATO 2012-2014 A UCS

IL CONTROLLO SULL ATTUAZIONE DELLE ATTIVITA DI APPRENDISTATO 2012-2014 A UCS IL CONTROLLO SULL ATTUAZIONE DELLE ATTIVITA DI APPRENDISTATO 2012-2014 A UCS Le attività formative svolte sono riconoscibili e pertanto possono essere oggetto di domanda di rimborso a condizione che: -

Dettagli

Vademecum per il sostegno. Pratiche condivise di integrazione all interno del Consiglio di classe

Vademecum per il sostegno. Pratiche condivise di integrazione all interno del Consiglio di classe Vademecum per il sostegno Pratiche condivise di integrazione all interno del Consiglio di classe Gli strumenti della programmazione DIAGNOSI FUNZIONALE: descrive la situazione clinicofunzionale dello stato

Dettagli

Funzioni Strumentali a.s. 2008/09

Funzioni Strumentali a.s. 2008/09 Funzioni Strumentali a.s. 2008/09 Area 1 Gestione P.O.F. Prof.ssa Casertano Brigida Area 1 Monitoraggio e Valutazione del P.O.F. Prof. Spalice Giovanni Area 2 Sostegno alla funzione Docenti Prof. Rocco

Dettagli

Sviluppo sostenibile

Sviluppo sostenibile IL CANOCCHIALE DI GALILEO Sviluppo sostenibile Progetto asse scientifico tecnologico con il coinvolgimento del Consiglio di Classe 2 GLI STUDENTI - a.s. 2012-13 due classi prime: AMBIENTE-ENERGIA - a.s.

Dettagli

La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015

La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015 La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015 Gentile Famiglia, nel presente opuscolo trovate il Contratto di corresponsabilità educativa e formativa ed il Contratto di prestazione educativa e formativa.

Dettagli

Codice univoco Ufficio per fatturazione elettronica: UFNGS6

Codice univoco Ufficio per fatturazione elettronica: UFNGS6 54 Distretto Scolastico ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE AD INDIRIZZO MUSICALE De Amicis Baccelli di Sarno (Sa) Sede Legale: Corso G. Amendola, 82 - C.M.: SAIC8BB008 - C.F.:94065840657 E mail:saic8bb008@istruzione.it

Dettagli

RILEVAZIONE COMPETENZE LINGUISTICHE ITALIANO L2 ALUNNI STRANIERI I.C. Leonardo da Vinci

RILEVAZIONE COMPETENZE LINGUISTICHE ITALIANO L2 ALUNNI STRANIERI I.C. Leonardo da Vinci RILEVAZIONE COMPETENZE LINGUISTICHE ITALIANO L2 ALUNNI STRANIERI I.C. Leonardo da Vinci di Sorbolo-Mezzani a.s. 2013-2014 PREMESSA Essere alfabetizzati nella nostra lingua costituisce un buon indicatore,

Dettagli

qf/lf7/ca~/,1n,lib/f7/c E/;~jk//,1f7 é'~("c7a,i/o d'ej/)'e/%~owp,~n/,i(a/;,'/,i('

qf/lf7/ca~/,1n,lib/f7/c E/;~jk//,1f7 é'~(c7a,i/o d'ej/)'e/%~owp,~n/,i(a/;,'/,i(' qf/lf7/ca~/,1n,lib/f7/c E/;~jk//,1f7 é'~("c7a,i/o d'ej/)'e/%~owp,~n/,i(a/;,'/,i('!11~",fi:j:/lé'i7(?:/l(?/u~/(v,',f7t:{(jn~/lrt//lé':/iu kyjlf?jtf..ét:'é' h l/m f /tf7.. ~t:;'j/i'é' (~/;àk//lrt /IUXr(;/lrT~

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO Premessa L estate per i bambini è il tempo delle vacanze, il momento in cui è possibile esprimersi liberamente, lontano dalle scadenze, dagli impegni, dai compiti, dalle

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALEPER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ 2013 / 2014 / 2015

PROGRAMMA TRIENNALEPER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ 2013 / 2014 / 2015 Istituto Comprensivo Statale Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I Grado Piazzale della Civiltà Tel. 0828/941197 fax. 0828/941197 84069 ROCCADASPIDE (Salerno) C.M. SAIC8AH00L Email-dirdirocca@tiscali.it

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di BORGORICCO SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL P.D.P. PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di BORGORICCO SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL P.D.P. PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL P.D.P. PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO Il documento va compilato in forma digitale per poter ampliare gli spazi dello schema (ove necessario) e togliere

Dettagli