INSEGNANTE PROF. ROSARIO BERARDI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "INSEGNANTE PROF. ROSARIO BERARDI"

Transcript

1 INSEGNANTE PROF. ROSARIO BERARDI

2 PREMESSA Mettere in att un insegnament della tecnlgia di significative valenze frmative, richiede un impstazine disciplinare in grad di prtare gli alunni, in rapprt alla lr età, a riflettere su cme gli esseri umani hann prdtt e prducn qutidianamente artefatti e sistemi per rispndere a bisgni cncreti utilizzand delle risrse, attravers un prcess di elabrazine prgettuale e prcessi di lavrazine che determinan impatti nell ambiente, sn cndizinati da scelte ecnmiche e plitiche, devn rispndere a valutazini di carattere etic in quant, a lr vlta, trasfrman gli attuali mdi di vivere e i rapprti tra le persne in vista di un futur sempre più a misura d um e cn frme di prduzine e di cnsum sempre più rispettse della salvaguardia ambientale. Le recenti indicazini per il curricl, emanate all inizi dell ann sclastic, rappresentan pertant un ccasine vers un cnslidament della dimensine frmativa della tecnlgica, attravers una rivisitazine sistemica dei cntenuti e degli epistemi. Nell'rganizzare e prprre i cntenuti delle tre classi e le varie attività si farà, cnseguentemente, cstante riferiment alle indicazini per il curricl che trvan sperimentazine a partire dal presente a.s.2007/2008 e sn imperniate su: Traguardi per l svilupp delle cmpetenze al termine della scula secndaria di prim grad L alunn è in grad di descrivere e classificare utensili e macchine cgliendne le diversità in relazine al funzinament e al tip di energia e di cntrll che richiedn per il funzinament. Cnsce le relazini frma/funzine/materiali attravers esperienze persnali, anche se mlt semplici, di prgettazine e realizzazine. È in grad di realizzare un semplice prgett per la cstruzine di un ggett crdinand risrse materiali e rganizzative per raggiungere un scp. Esegue la rappresentazine grafica in scala di pezzi meccanici di ggetti usand il disegn tecnic. Inizia a capire i prblemi legati alla prduzine di energia e ha sviluppat sensibilità per i prblemi ecnmici, eclgici e della salute legati alle varie frme e mdalità di prduzine. È in grad di usare le nuve tecnlgie e i linguaggi multimediali per supprtare il prpri lavr, avanzare iptesi e validarle, per aut -valutarsi e per presentare i risultati del lavr. Ricerca infrmazini e è in grad di selezinarle e di sintetizzarle, sviluppa le prprie idee utilizzand le TIC e è in grad di cndividerle cn gli altri. Obiettivi di apprendiment al termine della classe terza della scula secndaria di prim grad Riflettere sui cntesti e i prcessi di prduzine in cui trvan impieg utensili e macchine, cn particlare riferiment a quelli per la prduzine alimentare, l edilizia, la medicina, l agricltura. Cglierne l evluzine nel temp nnché i vantaggi e gli eventuali prblemi eclgici. Rilevare le prprietà fndamentali dei principali materiali e il cicl prduttiv cn cui sn ttenuti. 2

3 Partend dall sservazine, eseguire la rappresentazine grafica idnea di pezzi meccanici di ggetti, applicand anche le regle della scala di prprzine e di qutatura. Usand il disegn tecnic, seguire le regle dell assnmetria e successivamente quelle delle priezini rtgnali, nella prgettazine di ggetti semplici, da realizzare in labratri cn materiali di facile reperibilità. Iniziare a cmprendere i prblemi legati alla prduzine di energia utilizzand appsiti schemi e indagare sui benefici e sui prblemi ecnmici ed eclgici legati alle varie frme e mdalità di prduzine. Eseguire rilievi sull ambiente sclastic sulla prpria abitazine. In relazine alla prpria abitazine, a un uffici a un azienda prduttiva, rilevare cme viene distribuita, utilizzata e quali trasfrmazini subisce l energia elettrica. Utilizzare strumenti infrmatici e di cmunicazine per elabrare dati, testi e immagini e prdurre dcumenti in diverse situazini. Descrivere segnali, istruzini e brevi sequenze di istruzini da dare a un dispsitiv per ttenere un risultat vlut. Cmprendere alcune idee base, ad esempi feedback, nel cas di dispsitivi dtati di sensri/attuatri. Cnscere gli elementi basilari che cmpngn un cmputer e le relazini essenziali fra di essi. Cllegare le mdalità di funzinament dei dispsitivi elettrnici cn le cnscenze scientifiche e tecniche che ha acquisit. Cnscere l utilizz della rete sia per la ricerca che per l scambi delle infrmazini. Si precisa che la capacità di partecipare ad attività perative, nn può attuarsi nelle frme specializzate quali si presentan nelle varie prfessini; infatti, a tale prpsit, nell'esercizi dell'peratività il lavr ha valre frmativ se si escludn cmprtamenti esecutivi e ripetitivi e si favriscn attività di tip prblematic: appunt il saper fare e far fare lgic Metdi Metdi specifici della cultura tecnlgica sarann rappresentati da: analisi tecnica attività prgettuale attività sperimentale ricerca grafica ricerca infrmativa ricerche in internet Strumenti Tutti i dispnibili strumenti tecnlgici, educativi e lgici sarann utilizzati secnd le necessità. Gli allievi, in cnsiderazine del ristrett numer di re destinat alla disciplina, sarann impegnati in lavri di rivisitazine e cmpletament a casa del lavr impstat in classe, per fissare gli elementi fndamentali del tema affrntat. 3

4 Prgrammazine individualizzata I cntenuti spra definiti verrann perseguiti a livell individualmente accessibile da gni alliev, tenend cnt, per quant pssibile, di tutti i fattri che cndizinan il su persnale apprendiment, la capacità di cmprensine e attenzine e le sue specificità. VERIFICHE E CRITERI DI VALUTAZIONE Premess che la valutazine ha un carattere di frte centralità nel prcess di apprendiment - insegnament, due sn i mmenti in cui si articla un qualsivglia prcess valutativ: il prim mment attiene alla misurazine, ciè alla racclta e registrazine di quant prdtt dagli allievi e del lr cmprtament disciplinare; il secnd riguarda la lettura e l'interpretazine di tali misurazini e la cnseguente cmunicazine sia all'alliev, sia alle famiglie. La valutazine quand è ben cmpiuta sddisfa a tre esigenze: è diagnstica (quand è fatta prima dell'intervent didattic e all scp di acquisire una precisa cnscenza dei vari prerequisiti psseduti dagli allievi); è frmativa in itinere (quand accmpagna l'inter prcess didattic in tutte le sue fasi e cn l scp dichiarat di cnscere sia il grad di prgress, sia le difficltà incntrate dagli allievi, sia infine, di verificare l'efficacia e la validità delle prcedure didattiche adperate al fine di adattarle, mdificandle, alle esigenze degli allievi); è smmativa ( quand al termine dell'intervent didattic si verifica il grad di accuratezza della prestazine degli allievi). Ciò premess sarann adperati quali strumenti della valutazine: Test d'ingress sia sggettivi (brevi relazini, schede tecniche, rappresentazini grafiche, ecc.), sia ggettivi (rispste chiuse del tip si - n, ver fals, a scelta multipla, crrispndenze, a integrazini e cmpletament, ecc.); verifiche rali; verifiche scritt - grafiche; prgettazine e realizzazine di mdelli analgici (dal prgett alla realizzazine) ; l'sservazine del cmprtament Criteri di valutazine Osservazine ed analisi della realtà tecnlgica in relazine cn l um e l'ambiente. Capacità di sservare, analizzare e sintetizzare fenmeni e fatti Capacità di esprimere giudizi e frmulare iptesi di sluzini Eseguire regle e prcedimenti frmali Prgettazine, realizzazine e verifica di esperienze perative. Capacità di utilizzare strumenti e materiali Capacità di applicare nrme e prcedimenti Dcumentare adeguatamente il percrs didattic Cnscenze tecniche e tecnlgiche. Cnscenza di dati, termini, fatti e prcedimenti Capacità di descrivere elementi, tecniche e prcessi Cmprensine ed us dei linguaggi specifici. Capacità di cmunicare utilizzand termini tecnici crretti Capacità di riferire esperienze perative Disegnare rispettand nrme e regle la smministrazine di questinari cmputerizzati la valutazine degli elabrati grafici prdtti prgettazine e realizzazine di mdelli analgici (dal prgett alla realizzazine) ; cntrll tenuta quadern. la misurazine della qualità e quantità del lavr sclastic individuale, per gruppi e cllettiv La misurazine delle prestazini sugli elabrati di verifica sarà effettuata secnd la seguente cdifica. Sugli elabrati sarà riprtat sltant il numer 6 Pien e cmplet raggiungiment dell'biettiv (ttim) 5 Obiettiv cnseguit a bun livell (distint) 4 Cmplessiv raggiungiment dell'biettiv (bun) 3 Raggiungiment dell'biettiv in md essenziale (suff.) 2 Raggiungiment mlt parziale dell'biettiv (quasi suff.) 1 Mancat raggiungiment dell'biettiv (Nn Suff) 4

5 AREE DELLA TECNICA CONTENUTI OBIETTIVI RISULTATI ATTESI ATTIVITA PREVISTE VERIFICHE PRINCIPALI CONTENUTI OBIETTIVI OPERATIVI ESSERE CAPACE DI COSA SI FA MEDIANTE I LINGUAGGI DEL MONDO DELLA TECNICA (1 LIVELLO) LA RAPPRESENTAZIONE GRAFICA: IL SEGNO GRAFICO DISEGNO STRUMENTALE (D.S.) DISEGNO GEOMETRICO (D. G. ) ORGANIZZAZIONE DELLO SPAZIO COSTRUZIONI GEOMETRICHE CAPACITÀ DI ADOPERARE CORRETTAMENTE GLI STRUMENTI DA DISEGNO CONOSCENZA E COMPRENSIONE DEL LINGUAGGIO GRAFICO CAPACITA DI COMUNICARE CON IL LINGUAGGIO GRAFICO ADOPERARE MATITA, COMPASSO, SQUADRE, RIGA, GONIOMETRO, ECC. CONOSCERE ED USARE I PRINCIPALI ELEMENTI GEOMETRICI: PUNTO, LINEA, ANGOLI, ECC. ESEGUIRE LE COSTRUZIONI GEOMETRICHE FONDAMENTALI: PERPENDICOLARI, PARALLELE, DIVISIONE DI ANGOLI, POLIGONI E POLIGONI STELLARI ORGANIZZAZIONE E DOCUMENTAZIONE SUL DELLE DIVERSE ATTIVITÀ ESERCITAZIONI GRAFICHE DI D. S D.G. SIA SULLE SCHEDE STRUTTURATE DEL CHE SUI FOGLI DA DISEGNO OPPORTUNAMENTE SQUADRATI E DIVISI IN PARTI TEST INGRESSO CONTROLLO TENUTA INTERROGAZIONI CONTROLLO ELABORATI STRUTTURA DELLA TECNOLOGIA CHE COSA È LATECNOLOGIA A CHE COSA SERVE COME è ORGANIZZATA CONOSCERE : LE AREE IN CUI È ORGANIZZATA LATECNOLOGIA DEFINIRE IL CONCETTO DI: TECNICA TECNOLOGIA DISTINGUERE LE PRINCIPALI AREE DELLA TECNOLOGIA COMPILAZIONE ED ANALISI SCHEMA DI STRUTTURA DELLA DISCIPLINA RICERCA SUI PARADIGMI FONDANTI DELLA TECNOLOGIA CONTROLLO TENUTA PROVE OGGETTIVE DEL TIPO SI - NO SCELTE MULTIPLE, COMPLETAMENTI INTERROGAZIONI REALIZZAZIONE MAPPA DELLE AREE DELLA TECNOLOGIA LA PRODUZIONE DEGLI ARTEFATTI TIPOLOGIA DEI BISOGNI, DEI BENI E DEGLI ARTEFATTI DALLE RISORSE NATURALI AGLI ARTEFATTI LA PRODUZIONE I FATTORI DELLA PRODUZIONE IL PROCESSO PRODUTTIVO CONOSCENZA DEI TERMINI E DELLA TIPOLOGIA DEI BISOGNI, DEI BENI E DEGLI ARTEFATTI CONOSCENZA DEI CONCETTI DI RISORSA, MATERI PRIMA, MATERIALE, SEMILAVORATO, ARTEFATTO CONOSCERE IL CONCETTO DI PRODUZIONE E DI PROCESSO PRODUTTIVO E SAPERNE FARE UNA RAPPRESENTAZIONE SCHEMATICA DEFINIRE COSA SONO I BISOGNI, I BENI E GLI ARTEFATTI SPIEGARE ED ILLUSTRARE SCHEMATICAMENTE I PASSAGGI PRINCIPALI DEI PROCESSI DI TRASFORMAZIONE DELLE RISORSE IN ARTEFATTI DISTINGUERE UN SEMILAVORATO DA UN PRODOTTO FINITO SCHEMATIZZARE ESEMPI DI PROCESSI PRODUTTIVI ORGANIZZAZIONE E TENUTA DEL RICERCA SUI CONCETTI FONDAMENTALI LEGATI ALLA PRODUZIONE DEGLI ARTEFATTI COMPILAZIONE SCHEDE STRUTTURATE SCHEMATIZZAZIONE PROCESSI PRODUTTIVI CONTROLLO COMPITI INTERROGAZIONI CONTROLLO SCHEMI PROCESSI PRODUTTIVI VERIFICA FINALE AL COMPUTER 5

6 AREE DELLA TECNICA ECONOMIA PRODUZIONE LAVORO (1 LIVELLO) CONTENUTI OBIETTIVI RISULTATI ATTESI ATTIVITA PREVISTE VERIFICHE PRINCIPALI CONTENUTI I GRANDI SETTORI DELLA PRODUZIONE: PRIMARIO, SECONDARIO, TERZIARIO, QUATERNARIO LE ATTIVITÀ DEI DIVERSI SETTORI OBIETTIVI OPERATIVI CONOSCENZA DEI SETTORI DELLA PRODUZIONE SAPER COLLOCARE NEI DIVERSI SETTORI LE ATTIVITà SVOLTE DALL UOMO ESSERE CAPACE DI COSA SI FA MEDIANTE DISTINGUERE I DIVERSI SETTORI DELLA PRODUZIONE COLLOCARE LE ATTIVITà UMANE NEI DIVERSI SETTORI ORGANIZZAZIONE E TENUTA DEL RAPPRESENTARE SCHEMATICAMENTE I DIVERSI SETTORI DELLA PRODUZIONE CONTROLLO TENUTA INTERROGAZIONI VERIFICA AL COMPUTER PROPRIETÀ DEI MATERIALI CLASSIFICAZIONE DEI MATERIALI LE PROPRIETÀ DEI MATERIALI: FISICHE E CHIMICHE TECNOLOGICHE MECCANICHE IDENTIFICARE L ORIGINE DEI MATERIALI PIÙ COMUNI DEFINIRE LE DIVERSE PROPRIETÀ DEI MATERIALI CONOSCERE LE PRINCIPALI PROPRIETÀ DEI MATERIALI E LA FAMIGLIA DI APPARTENENZA INDICARE L ORIGINE DEI MATERIALI PIÙ COMUNI DISTINGUERE LE DIVERSE PROPRIETÀ DEI MATERIALI INDIVIDUARE NELLE STRUTTURE E NELLE MACCHINE LE SOLLECITAZIONI MECCANICHE PIÙ COMUNI ORGANIZZAZIONE E TENUTA DEL COMPILAZIONE TABELLE RELATIVE ALLE PROPRIETÀ SCHEMATIZZAZIONE DEL PRINCIPIO D AZIONE DELLE DIVERSE SOLLECITAZIONI MECCANICHE CONTROLLO TENUTA INTERROGAZIONI CONTROLLO cmpiti VERIFICA AL COMPUTER MATERIALI E PROCESSO PRODUTTIVO: LA CARTA LA CARTA EVOLUZIONE PROCESSI PER LA PRODUZIONE DELLA CARTA PROCESSO INDUSTRIALE PER LA PRODUZIONE DELLA CARTA MACCHINE E RELATIVE FUNZIONI, IMPIEGATE NEL PROCESSO PRODUTTIVO DELLA CARTA TIPI DI CARTA FORMATI DELLA CARTA PRODUZIONE ARTIGIANALE DELLA CARTA A SCUOLA CONOSCENZA DEI FATTORI PRODUTTIVI IMPIEGATI NELLA PRODUZIONE INDUSTRIALE DELLA CARTA DISTINGUERE TIPI E PROPRIETÀ DELLE DIVERSE CARTE SUL MERCATO IDENTIFICARE I FORMATI DELLA CARTA CONOSCERE IL METODO ED ATTUARE UN PROCESSO DI PRODUZIONE DI UN FOGLIO DI CARTA SCHEMATIZZARE IL PROCESSO PRODUTTIVO DELLA CARTA ELENCARE CARATTERISTICHE E FUNZIONI DELLE MACCHINE UTILIZZATE NEL PROCESSO PRODUTTIVO OTTENERE, PARTENDO DA UN FOGLIO FORMATO A3, I FORMATI PIÙ PICCOLI PRODURRE ARTIGIANALMENTE UN FOGLIO DI CARTA ORGANIZZAZIONE E TENUTA DEL COMPLETAMENTO SCHEMI RELATIVI AL PROCESSO PRODUTTIVO ED ALLE MACCHINE IMPIEGATE COLLABORAZIONE ALLA ORGANIZZAZIONE DEL PROCESSO DI PRODUZIONE A SCUOLA DELLA CARTA PRODUZIONE DI UN FOGLIO DI CARTA A5 CONTROLLO TENUTA INTERROGAZIONI PARTECIPAZIONE ALL ATTIVITÀ PRODUTTIVA ABILITÀ OPERATIVE MANIFESTATE MATERIALI, PROCESSI PRODUTTIVI, PROPRIETÀ ED USI I PRINCIPALI MATERIALI STRUTTURALI USATI DALL UOMO: LEGNO FERRO ACCIAIO GHISA VETRO MATERIE PLASTICHE MATERIALI COMPOSITI METALLI VARI CERAMICHE RICERCARE INFORMAZIONI TECNOLOGICHE SU UN MATERIALE ACQUISIRE LE CONOSCENZE FONDAMENTALI RELATIVE AL MATERIALE PRESO IN ESAME IDENTIFICARE GLI USI DEI MATERIALE IN RELAZIONE ALLE PROPRIETÀ COMPILA LA CARTA D IDENTITÀ DEL MATERIALE ELABORA UNA SERIE DI SCHEDE RELATIVE AL PROCESSO PRODUTTIVO DEL MATERIALE ILLUSTRA IL PROCESSO PRODUTTIVO DEL MATERIALE ESPONE ALLA CLASSE I RISULTATI DEL LAVORO RICERCA TECNOLOGICA IN GRUPPO RIELABORAZIONE DEI CONTENUTI TROVATI PRODUZIONE FASCICOLO DOCUMENTATIVI DEL LAVORO SVOLTO CONTROLLO FASCICOLO FINALE ESPOSIZIONE LAVORO SVOLTO 6

7 INFORMATICA Tra gli biettivi di apprendiment al termine della classe terza della scula secndaria di prim grad, indicati nelle indicazini per il curricl, trviam: Utilizzare strumenti infrmatici e di cmunicazine per elabrare dati, testi e immagini e prdurre dcumenti in diverse situazini. Descrivere segnali, istruzini e brevi sequenze di istruzini da dare a un dispsitiv per ttenere un risultat vlut. Cmprendere alcune idee base, ad esempi feedback, nel cas di dispsitivi dtati di sensri/attuatri. Cnscere gli elementi basilari che cmpngn un cmputer e le relazini essenziali fra di essi. Cllegare le mdalità di funzinament dei dispsitivi elettrnici cn le cnscenze scientifiche e tecniche che ha acquisit. Cnscere l utilizz della rete sia per la ricerca che per l scambi delle infrmazini. Avend cme riferiment gli biettivi spra riprtati, il prgett prevede per il prim ann l alfabetizzazine infrmatica dei ragazzi in entrata nella scula media attravers l acquisizine delle nzini di base dell Infrmatin Technlgy, la gestine di file e cartelle, la cnscenza ed us di un strument di elabrazine testi (Wrd) e l intrduzine all us di internet. Il cntenut numer di re previste (33 cmplessivamente 16 per gni grupp di 12/13 ragazzi) limita il raggiungiment di risultati di una certa rilevanza, anche per via delle numerse variabili cinvlte. Tuttavia, al termine del percrs i ragazzi dvrebber essere in grad di: descrivere le principali funzini di base di un persnal cmputer e del su sistema perativ rganizzare e gestire file e cartelle lavrare cn le icne e le finestre; definire le funzinalità di un sftware per l elabrazine di testi effettuare le perazini necessarie per creare, frmattare e rifinire un dcument utilizzare le funzini per creare e gestire tabelle inserire grafici ed immagini in un dcument usare cnsapevlmente internet per apprpriarsi delle relative risrse Si farà riferiment ai mduli 1-3 ECDL, che pprtunamente ridimensinati cme di seguit, rappresenterann la bussla per le esercitazini in labratri METODOLOGIA Lezini interattive e prettamente labratriali, sia in fase di apprendiment che in quelle di prduzine e verifica. Mdul Us del cmputer e gestine dei file Area dei Cntenuti Argmenti Rif. Obiettivi 1.1 Per iniziare Primi passi cl cmputer Avviare il cmputer Spegnere crrettamente il cmputer Riavviare il cmputer. 7

8 Verificare le caratteristiche di base del cmputer che si sta usand : sistema perativ, tip di prcessre, RAM dispnibile, ecc Verificare cme è impstat il desktp ("la scrivania"): data e ra, livell dell'audi, pzini dell scherm (sfnd, risluzine, salvascherm ecc.) Frmattare un dischett Us delle funzini di help. 2.2 Il desktp Lavrare cn le icne Selezinare e spstare le icne sul desktp. Ricnscere le icne fndamentali cme: hard disk, cartelle/directry e file, cestin dei rifiuti. Creare rimuvere cllegamenti sul desktp Lavrare cn le finestre Ricnscere le varie parti di una finestra sul desktp: barra dei titli, barra degli strumenti, barra dei menu, barra di stat, barra di scrriment ecc Sapere cme ridurre, ampliare, chiudere una finestra sul desktp Ricnscere le varie parti della finestra di una applicazine: barra dei titli, barra degli strumenti, barra dei menu, barra di stat, barra di scrriment ecc. Spstare le finestre sul desktp Sapere cme ridurre, ampliare, chiudere la finestra di una applicazine. Passare da una finestra aperta a un'altra. 2.3 Organizzare i file Cartelle/directry Capire il cncett e la struttura di base delle directry/cartelle in un cmputer Cpiare, spstare, cancellare Saper creare una directry/cartella e una sub-directry/sub-cartella Esaminare una directry/cartella. Verificare le sue prprietà: nme, tip, dimensine, data di creazine/aggirnament ecc Verificare le prprietà di un file: nme, tip, dimensine, data di creazine/aggirnament ecc Rinminare file e directry/cartelle Selezinare un file a sé stante cme parte di un grupp di file Cpiare e incllare file dentr directry/cartelle per fare dei duplicati Fare cpie di backup su dischett Usare le funzini "Taglia" e "Inclla" per spstare file dentr directry/cartelle Cancellare file da una più directry/cartelle Cancellare directry/cartelle. Mdul 3 - Elabrazine testi Area dei Cntenuti Argmenti Rif. Obiettivi 3.1 Per iniziare Primi passi cn un elabratre di testi Aprire un prgramma di elabrazine testi Mdificare le impstazini di base Aprire un dcument esistente, fare delle mdifiche e salvare Aprire dcumenti diversi Creare un nuv dcument e salvarl Salvare un dcument sull'hard disk su un dischett Chiudere il dcument Cambiare il md di visualizzazine di una pagina Usare gli strumenti di ingrandiment/zm della pagina. 3.2 Operazini di base Inserire i dati Inserire singli caratteri, parle, frasi un breve test.. 8

9 Usare il cmand "Annulla" Inserire nel test un nuv paragraf Inserire caratteri speciali/simbli Inserire una interruzine di pagina in un dcument Selezinare i dati Selezinare singli caratteri, parle, frasi, paragrafi un inter dcument Cpiare, spstare, cancellare Usare le funzini "Cpia" e "Inclla" per duplicare testi all'intern di un dcument. Usare le funzini "Taglia" e "Inclla" per spstare un test dentr un dcument Cpiare e spstare testi tra dcumenti attivi Cancellare un test. 3.3 Frmattazine Frmattare un test Cambiare il fnt e le dimensini dei caratteri Intestazini e piè di pagina Impstazine del dcument 3.5 Stampa Preparazine della stampa Usare crsiv, grassett, sttlineatura Inserire caratteri clrati in un test Usare i cmandi di allineament e di giustificazine del test Cpiare la frmattazine esistente in una parte del test Aggiungere brdi al dcument Usare gli elenchi (puntati, numerati) Inserire il numer di pagina Aggiungere al dcument intestazini e piè di pagina Inserire data, autre, numer di pagina ecc. nell'intestazine e nel piè di pagina Mdificare l'impstazine del dcument (rientament della pagina, dimensine della pagina ecc.) Mdificare i margini del dcument Visualizzare l'anteprima di un dcument Usare le pzini di base della stampa Stampare un dcument da una stampante predefinita. 3.6 Funzini avanzate Tabelle Creare tabelle standard Usare la frmattazine autmatica delle tabelle Disegni e immagini Aggiungere un'immagine un file grafic a un dcument. L insegnante Prf. Rsari Berardi 9

Progettare l ambiente di apprendimento. Valorizzare l esperienza e le conoscenze degli alunni

Progettare l ambiente di apprendimento. Valorizzare l esperienza e le conoscenze degli alunni Rendiam prduttive le riunini Per prgettare un mdell di scula: un apprcci culturale e filsfic un elabrazine pedaggica una prgettazine didattica frti cnscenze disciplinari L autnmia è: respnsabilità innvazine

Dettagli

Cos è il Master Essere HR Business Partner?

Cos è il Master Essere HR Business Partner? Cs è il Master Essere HR Business Partner? Un percrs che aiuta i prfessinisti HR ad andare ltre in termini di autrevlezza e fcalizzazine sul cliente e sui risultati. Quali biettivi permette di raggiungere?

Dettagli

Aggiornamento remoto della chiave hardware

Aggiornamento remoto della chiave hardware AMV S.r.l. Via San Lrenz, 106 34077 Rnchi dei Leginari (Grizia) Italy Ph. +39 0481.779.903 r.a. Fax +39 0481.777.125 E-mail: inf@amv.it www.amv.it Cap. Sc. 10.920,00 i.v. P.Iva: IT00382470318 C.F. e Iscriz.

Dettagli

Dati dai questionari. Report preliminare. Maggio 2015

Dati dai questionari. Report preliminare. Maggio 2015 Dati dai questinari Reprt preliminare Maggi 2015 Dati Scule Regine Abruzz 3,9% 16 Basilicata 0,5% 2 Calabria 2,4% 10 Campania 3,9% 16 Emilia Rmagna 4,6% 19 Friuli Venezia Giulia 3,4% 14 Lazi 4,1% 17 Liguria

Dettagli

Sconti e agevolazioni speciali in CONVENZIONE em.01 14

Sconti e agevolazioni speciali in CONVENZIONE em.01 14 Sigeim Energia srl Ftvltaic Veicli elettrici Batterie slari Scnti e agevlazini speciali in CONVENZIONE em.01 14 Negli ultimi 6 anni la Sigeim Energia si è dedicata alla prgettazine e installazine di impianti

Dettagli

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI FIRENZE FACOLTA' DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE CORSO DI LAUREA IN. Formatore Multimediale

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI FIRENZE FACOLTA' DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE CORSO DI LAUREA IN. Formatore Multimediale UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI FIRENZE FACOLTA' DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE CORSO DI LAUREA IN Frmatre Multimediale METODOLOGIA METACOGNITIVA DEI SISTEMI INTEGRATI PER LA GESTIONE DELL APPRENDIMENTO E DELLA

Dettagli

Abstract: una versione sintetica della tua relazione. Il lavoro di ricerca e progettazione svolto prima di cominciare gli esperimenti.

Abstract: una versione sintetica della tua relazione. Il lavoro di ricerca e progettazione svolto prima di cominciare gli esperimenti. COME SCRIVERE LA RELAZIONE DEL PROGETTO La tua relazine finale deve includere le seguenti sezini: Titl Abstract: una versine sintetica della tua relazine. Indice. Dmanda, variabili e iptesi. Il lavr di

Dettagli

Silk Enterprise Content Management Collaboration, content, people, innovation.

Silk Enterprise Content Management Collaboration, content, people, innovation. Cllabratin, cntent, peple, innvatin. The Need fr an Enterprise Cntent Management System In un mercat knwledge riented, estremamente cmpetitiv e dinamic, le Imprese di success sn quelle che gestiscn in

Dettagli

1. Microsoft Power Point: costruire una presentazione

1. Microsoft Power Point: costruire una presentazione Dtt. Pal Mnella Labratri di Infrmatica Specialistica per Lettere Mderne 2 semestre, A.A. 2009-2010 Dispensa n. 3: Presentazini Indice Dispensa n. 3: Presentazini...1 1. Micrsft Pwer Pint: cstruire una

Dettagli

LA FATTURAZIONE ELETTRONICA VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

LA FATTURAZIONE ELETTRONICA VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE DATALOG ITALIA SRL LA FATTURAZIONE ELETTRONICA VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE La Finanziaria 2008 ha stabilit che la fatturazine nei cnfrnti delle amministrazini dell stat debba avvenire esclusivamente

Dettagli

Università degli Studi di Messina Anno Accademico 2014/2015. Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Ambientali e Metodologie Quantitative

Università degli Studi di Messina Anno Accademico 2014/2015. Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Ambientali e Metodologie Quantitative Università degli Studi di Messina Ann Accademic 2014/2015 Dipartiment di Scienze Ecnmiche, Aziendali, Ambientali e Metdlgie Quantitative I MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO IN ECONOMIA BANCARIA E FINANZIARIA

Dettagli

D.P.G.R n in data Eventi eccezionali del/dal..al (gg/mese/anno). MODULO PER PRIVATI

D.P.G.R n in data Eventi eccezionali del/dal..al (gg/mese/anno). MODULO PER PRIVATI Md. 1 - Privati D.P.G.R n in data Eventi eccezinali del/dal..al (gg/mese/ann). MODULO PER PRIVATI Cn il presente mdul pssn essere segnalate anche vci di dann nn ricmprese nella LR 4/97 Da cnsegnare al

Dettagli

Alto Apprendistato 2011-2013

Alto Apprendistato 2011-2013 Alt Apprendistat 2011-2013 Dcente: 2010 - CEFRIEL The present riginal dcument was prduced by CEFRIEL fr the benefit and

Dettagli

IL TESTO ARGOMENTATIVO

IL TESTO ARGOMENTATIVO IL TESTO ARGOMENTATIVO 1. LA STRUTTURA DI UN TESTO ARGOMENTATIVO La struttura base del test argmentativ può essere csì schematizzata: PROBLEMA TEMATICA CONFUTAZIONE DELLE SIN CONCLUSIONE Questa struttura,

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Eurpass Infrmazini persnali Cgnme(i/)/Nme(i) Gentili Marc Cittadinanza italiana Sess Occupazine desiderata/settre prfessinale Maschile Espert Senir Esperienza prfessinale Date Lavr psizine

Dettagli

Manuale Amministratore. Edizione Ottobre 2008

Manuale Amministratore. Edizione Ottobre 2008 Manuale Amministratre Edizine Ottbre 2008 Manuale Amministratre PaschiInTesreria - Ottbre 2008 INDICE 1. Intrduzine 3 2. Access Amministratre 4 3. Funzini Amministrative 6 3.1. Gestine Azienda 6 3.2. Gestine

Dettagli

REGOLAMENTO del CONCORSO A PREMI denominato Scopri l'azerbaijan e vinci un biglietto per Expo2015.

REGOLAMENTO del CONCORSO A PREMI denominato Scopri l'azerbaijan e vinci un biglietto per Expo2015. REGOLAMENTO del CONCORSO A PREMI denminat Scpri l'azerbaijan e vinci un bigliett per Exp2015. 1. SOCIETA PROMOTRICE Simmetric SRL Via V. Frcella 13, 20144 Milan P.IVA 05682780969 (di seguit la Prmtrice

Dettagli

Non vuoi disegnare a mano libera? Preferisci usare il computer? Nessun problema! Puoi...

Non vuoi disegnare a mano libera? Preferisci usare il computer? Nessun problema! Puoi... Idee per nn far fatica Nn vui disegnare a man libera? Preferisci usare il cmputer? Nessun prblema! Pui... Utilizzare gli emticn In quest blg ci sn numersi emticn a tua dispsizine. Clicca semplicemente

Dettagli

MODELLO RI2 DOMANDA DI RILASCIO/RINNOVO AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO IN CORPO IDRICO SUPERFICIALE PER IMPIANTI A SCAMBIO TERMICO

MODELLO RI2 DOMANDA DI RILASCIO/RINNOVO AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO IN CORPO IDRICO SUPERFICIALE PER IMPIANTI A SCAMBIO TERMICO MODELLO RI2 DOMANDA DI RILASCIO/RINNOVO AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO IN CORPO IDRICO SUPERFICIALE PER IMPIANTI A SCAMBIO TERMICO Riepilg dcumentazine 1 2 Istanza di autrizzazine all scaric in crp idric

Dettagli

PROPOSTA DI LEGGE N. 4091. D iniziativa dei deputati

PROPOSTA DI LEGGE N. 4091. D iniziativa dei deputati PROPOSTA DI LEGGE N. 4091 D iniziativa dei deputati SANTULLI, ARACU, BIANCHI CLERICI, CARLUCCI, GALVAGNO, GARAGNANI, LICASTRO SCARDINO, ORSINI, PACINI, PALMIERI, RANIERI Statut dei diritti degli insegnanti

Dettagli

A chi si rivolge: a coloro che già svolgono o svolgeranno mansioni di amministratore di sistemi o ingegnere di sistemi in strutture medio-grandi

A chi si rivolge: a coloro che già svolgono o svolgeranno mansioni di amministratore di sistemi o ingegnere di sistemi in strutture medio-grandi Via Renat Cesarini, 58/60 00144 Rma Via Scrate 26-20128 - Milan P. IVA: 01508940663 CCIAA: 11380/00/AQ Cisc, Juniper and Micrsft authrized Trainers Esame 70 291: (Btcamp Crs MS-2276 e crs MS-2277 ) Crs

Dettagli

SOAP qwerty Manuale Utente. Ver.1.0.20101105. Contenuti

SOAP qwerty Manuale Utente. Ver.1.0.20101105. Contenuti Ver.1.0.20101105 Cntenuti SOAP QWERTY 1. Per la Vstra Sicurezza... 4 2. Prfil del telefn... 7 3. Prim utilizz... 9 Installare la SIM Card... 9 Installare la Memry card... 11 Installare la Batteria... 12

Dettagli

I SERVIZI DI CUI AVETE BISOGNO OVUNQUE VOI SIATE

I SERVIZI DI CUI AVETE BISOGNO OVUNQUE VOI SIATE I SERVIZI DI CUI AVETE BISOGNO OVUNQUE VOI SIATE La direttiva Servizi mira a ffrire ai cnsumatri più scelta, più qualità e un access più facile ai servizi in tutt il territri dell UE PERCHÉ LE NUOVE NORME

Dettagli

MARTINA ZIPOLI. Curriculum Vitae Martina Zipoli INFORMAZIONI PERSONALI. Sesso Femmina Data di nascita 14/12/1986 Nazionalità Italiana

MARTINA ZIPOLI. Curriculum Vitae Martina Zipoli INFORMAZIONI PERSONALI. Sesso Femmina Data di nascita 14/12/1986 Nazionalità Italiana INFORMAZIONI PERSONALI MARTINA ZIPOLI Sess Femmina Data di nascita 14/12/1986 Nazinalità Italiana ESPERIENZA PROFESSIONALE Archelga press cantieri di scav prgrammat ed emergenza, cn ruli di respnsabile

Dettagli

CONTENUTO INTRODUZIONE. Descrizione della piattaforma Servizio di ricezione di dati Servizio di trading Materiale di supporto.

CONTENUTO INTRODUZIONE. Descrizione della piattaforma Servizio di ricezione di dati Servizio di trading Materiale di supporto. CONTENUTO INTRODUZIONE Descrizine della piattafrma Servizi di ricezine di dati Servizi di trading Materiale di supprt INIZIARE A LAVORARE CON VISUAL CHART V Requisiti del sistema Cme ttenere i dati di

Dettagli

Understanding VMware HA. Le meccaniche di ridondanza dei cluster VMware vsphere (v5.x)

Understanding VMware HA. Le meccaniche di ridondanza dei cluster VMware vsphere (v5.x) Understanding VMware HA Le meccaniche di ridndanza dei cluster VMware vsphere (v5.x) 1 «Chi sn?» Rcc Sicilia, IT Manager e Virtualizatin Architect. Attualmente sn respnsabile del team di Design di un System

Dettagli

Nota tecnica riferita alla nota M.I.U.R. prot. n. 8409 del 30 luglio 2010

Nota tecnica riferita alla nota M.I.U.R. prot. n. 8409 del 30 luglio 2010 Nta tecnica riferita alla nta M.I.U.R. prt. n. 8409 del 30 lugli 2010 Oggett: Istruzini amministrativ-cntabili per le istituzini ggett di dimensinament. Le Istituzini sclastiche, per quant attiene all

Dettagli

Università degli Studi di Lecce Facoltà di Ingegneria Informatica N.O. A.A. 2003/2004. Tesina Esame di Elettronica Analogica II

Università degli Studi di Lecce Facoltà di Ingegneria Informatica N.O. A.A. 2003/2004. Tesina Esame di Elettronica Analogica II Università degli Studi di Lecce Facltà di Ingegneria Infrmatica N.O. A.A. /4 esina Esame di Elettrnica Analgica II Studentessa: Laura Crchia Dcente: Dtt. Marc Panare INDICE Presentazine del prgett del

Dettagli

3) MECCANISMI DI RILASSAMENTO

3) MECCANISMI DI RILASSAMENTO 3) MECCANSM D RLASSAMENTO nuclei eccitati tendn a cedere l'energia acquisita ed a ritrnare nella "psizine" di equilibri. meccanismi del rilassament sn mlt cmplessi (sprattutt nei slidi) e pssn essere classificati

Dettagli

(Fonte: Vademecum Nextville 2013, Efficienza energetica, gli incentivi per il risparmio energetico, le rinnovabili termiche e la cogenerazione )

(Fonte: Vademecum Nextville 2013, Efficienza energetica, gli incentivi per il risparmio energetico, le rinnovabili termiche e la cogenerazione ) CERTIFICATI BIANCHI (TITOLI DI EFFICIENZA ENERGETICA TEE) (Fnte: Vademecum Nextville 2013, Efficienza energetica, gli incentivi per il risparmi energetic, le rinnvabili termiche e la cgenerazine ) 1) MECCANISMO

Dettagli

Scheda di sintesi Armenia

Scheda di sintesi Armenia VI. Prgramma prmzinale 2006: ARMENIA SCHEDA DI SINTESI ATTIVITA ne altri 1. EVENTI DI PROMOZIONE TURISTICA 1.1 Manifestazini fieristiche diffusine di ntizie tramite e-mail e Sit Internet dell Ambasciata

Dettagli

Guida alla Convenzione TELEFONIA MOBILE 5

Guida alla Convenzione TELEFONIA MOBILE 5 TELEFONIA MOBILE 5 Realizzat da azienda cn sistema di gestine per la qualità certificat ISO 9001:2008 Smmari 1. PREMESSA... 4 1.1 CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE SIM IN CONVENZIONE AI DIPENDENTI DELLE AMMINISTRAZIONI...

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO Breve descrizione del problema trattato

RELAZIONE PROGETTO Breve descrizione del problema trattato RELAZIONE PROGETTO Irene Maria Girnacci Fndamenti di prgrammazine I ann laurea triennale Breve descrizine del prblema trattat Il prblema assegnat cnsiste nell svilupp di una agenda elettrnica, cmpsta da

Dettagli

Carta dei Servizi CARTA DEI SERVIZI

Carta dei Servizi CARTA DEI SERVIZI CARTA DEI SERVIZI SERVIZIO RELATIVA AL TRASPORTO PUBBLICO LOCALE INDICE 1. Elenc mduli richiamati... 4 2. Riferimenti... 4 3. Scp e generalità... 5 4. Camp di applicazine... 5 5. Standard specifici...

Dettagli

MINISTERO DELLA DIFESA UFFICIO CENTRALE DEL BILANCIO E DEGLI AFFARI FINANZIARI

MINISTERO DELLA DIFESA UFFICIO CENTRALE DEL BILANCIO E DEGLI AFFARI FINANZIARI MINISTERO DELLA DIFESA UFFICIO CENTRALE DEL BILANCIO E DEGLI AFFARI FINANZIARI II REPARTO- COOPERAZIONE INTERNAZIONALE 2 Uffici- Trattamenti ecnmici del persnale all'ester All.8 Indirizz Pstale: Via XX

Dettagli

Condizioni Generali sito SOSartigiani.it

Condizioni Generali sito SOSartigiani.it Cndizini Generali sit SOSartigiani.it 1. Premesse 1.1 Il presente accrd è stipulat in Italia tra il Dtt. Lrenz Caprini, via Garibaldi 2, Trezzan Rsa 20060 Milan, ideatre di SOSartigiani.it di seguit denminat

Dettagli

PREMESSA PREMESSA PREMESSA PRE

PREMESSA PREMESSA PREMESSA PRE PREMESSA PREMESSA I Servizi via internet, cellulare e telefn le permettn di perare in md semplice e dirett cn la Banca, dvunque lei sia, a qualsiasi ra del girn, scegliend di vlta in vlta il canale che

Dettagli

Dopo 30 giugno. Totale. TASSA D ISCRIZIONE 30 giugno RICHIESTE E CONDIZIONI DI PRENOTAZIONE SPAZI. DOPO QUANTITÀ 30 GIUGNO x mq

Dopo 30 giugno. Totale. TASSA D ISCRIZIONE 30 giugno RICHIESTE E CONDIZIONI DI PRENOTAZIONE SPAZI. DOPO QUANTITÀ 30 GIUGNO x mq Rma, 29-30-31 ttbre 2003, EUR, Palazz dei Cngressi DOMANDA DI AMMISSIONE A BIBLIOCOM BIBLIOTEXPO 2003 cmpilare in gni sua parte Dati aziendali DATI DELL AZIENDA TITOLARE DELLO STAND DATI PER LA FATTURAZIONE

Dettagli

1. Lessicologia vs terminologia... 4 2. Lessico comune e lessico specialistico... 4 3. I linguaggi speciali... 6 4. Cenni storici... 6 5.

1. Lessicologia vs terminologia... 4 2. Lessico comune e lessico specialistico... 4 3. I linguaggi speciali... 6 4. Cenni storici... 6 5. 1. Lessiclgia vs terminlgia... 4 2. Lessic cmune e lessic specialistic... 4 3. I linguaggi speciali... 6 4. Cenni strici... 6 5. La nrmazine terminlgica... 7 6. Dalla lessicgrafia alla termingrafia, dai

Dettagli

Soci. Posteggio barche/canoa. Categoria Socio Tassa base Uso barche Uso natante Uso tutto. Socio attivo 150 350 550 800

Soci. Posteggio barche/canoa. Categoria Socio Tassa base Uso barche Uso natante Uso tutto. Socio attivo 150 350 550 800 TARIFFARIO 2015 Valid dal 01.02.2015 Sci Categria Sci Tassa base Us barche Us natante Us tutt Psteggi barche/cana Sci attiv 150 350 550 800 Sci attiv famiglia 160 400 600 800 Sci attiv Junir 50 *1) 100

Dettagli

Chi è il soggetto che procede ad erogare il servizio di scambio sul posto? Quali sono i vantaggi di aderire al regime di scambio sul posto?

Chi è il soggetto che procede ad erogare il servizio di scambio sul posto? Quali sono i vantaggi di aderire al regime di scambio sul posto? Mdalità di access alla cnvenzine (13) Csa si intende per servizi di scambi sul pst? L scambi sul pst [Deliberazine ARG/elt 74/08, Allegat A Test integrat dell scambi sul pst (TISP)], è un meccanism che

Dettagli

Manuale d uso. Manuale d uso EPIC 10 codice articolo 5400321-03 Rev. H

Manuale d uso. Manuale d uso EPIC 10 codice articolo 5400321-03 Rev. H Manuale d us Manuale d us EPIC 10 cdice articl 5400321-03 Rev. H INDICE Indice... 1 Intrduzine... 4 1. Cnfezine... 5 1.1 Elenc dei cmpnenti del sistema... 5 1.2 Dati Tecnici... 5 2. Descrizine dell apparecchiatura...

Dettagli

MINIGUIDA SULLA CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI ORDINARIA NELL'INDUSTRIA (ESCLUSO SETTORE EDILE)

MINIGUIDA SULLA CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI ORDINARIA NELL'INDUSTRIA (ESCLUSO SETTORE EDILE) MINIGUIDA SULLA CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI ORDINARIA NELL'INDUSTRIA (ESCLUSO SETTORE EDILE) "per la nzine di "industria" ai fini del trattament di cig ccrre fare riferiment alla legge 9 marz 1989 n. 88

Dettagli

Per risolvere le equazioni alle differenze si può utilizzare il metodo della Z-trasformata.

Per risolvere le equazioni alle differenze si può utilizzare il metodo della Z-trasformata. 8.. STRUMENTI MATEMATICI 8. Equazini alle differenze. Sn legami statici che legan i valri attuali (all istante k) e passati (negli istanti k, k, ecc.) dell ingress e k e dell uscita u k : u k = f(e 0,

Dettagli

rigenerazione urbana volti a promuovere la riqualificazione Pulsano, viale dei Micenei n.70. PREMESSA

rigenerazione urbana volti a promuovere la riqualificazione Pulsano, viale dei Micenei n.70. PREMESSA RELAZIONE TECNICA OGGETTO: Prgett di un intervent sit in Pulsan, lc. La Fntana, viale dei Micenei n.70 inserit nei prgrammi integrati di rigenerazine urbana vlti a prmuvere la riqualificazine di città

Dettagli

VERBALE DELLA COMMISSIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA E DISINFEZIONE DEI LOCALI CAMERALI CIG N. 1310739808

VERBALE DELLA COMMISSIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA E DISINFEZIONE DEI LOCALI CAMERALI CIG N. 1310739808 VERBALE DELLA COMMISSIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA E DISINFEZIONE DEI LOCALI CAMERALI CIG N. 1310739808 L ann duemilaundici il girn 11 del mese di Aprile alle re 10:00, press la sede della

Dettagli

1. CORRENTE CONTINUA

1. CORRENTE CONTINUA . ONT ONTNUA.. arica elettrica e crrente elettrica e e e e P N NP e e arica elementare carica dell elettrne,6 0-9 Massa dell elettrne m 9, 0 - Kg L atm è neutr. Le cariche che pssn essere spstate nei slidi

Dettagli

Ingegneria, Qualità e Servizi Engineering Process Owner

Ingegneria, Qualità e Servizi Engineering Process Owner Engineering Prcess Owner ING. FABIO GIANOLA Dati Anagrafici Nat a Milan il 25/11/1968. Nazinalità: Italiana Residenza: Milan Prfessine: Da Nvembre 2013 Amministratre Unic di I.Q.S. Ingegneria Qualità e

Dettagli

Allegato all'articolo Taglialeggi

Allegato all'articolo Taglialeggi Allegat all'articl Taglialeggi Tip att Titl dispsizi ni da abrgare 1 R.D. 773 18/06/1931 Apprvazine del test unic delle leggi di Le persne che hann l'bblig di prvvedere all'istruzine art. 12, elementare

Dettagli

Approcci quantitativi per l Energy Trading & Risk Management: Gestione rischio asset rinnovabili

Approcci quantitativi per l Energy Trading & Risk Management: Gestione rischio asset rinnovabili Mercati energetici e metdi quantitativi: un pnte tra Università e Aziende 22-23 Maggi, Padva Apprcci quantitativi per l Energy Trading & Risk Management: Gestine rischi asset rinnvabili Manuele Mnti, Ph.D.

Dettagli

PREVENZIONE DEL TROMBOEMBOLISMO VENOSO NEL PAZIENTE NEUROLOGICO ALLETTATO

PREVENZIONE DEL TROMBOEMBOLISMO VENOSO NEL PAZIENTE NEUROLOGICO ALLETTATO PREVENZIONE EL TROMBOEMBOLISMO VENOSO NEL PAZIENTE NEUROLOGIO ALLETTATO 1. Intrduzine ed biettivi 3 2 Sinssi delle raccmandazini 4 3. Ictus cerebri ischemic acut 10 3.1 Prfilassi meccanica 10 3.2 Prfilassi

Dettagli

La retta è il luogo geometrico dei punti che soddisfano la seguente relazione

La retta è il luogo geometrico dei punti che soddisfano la seguente relazione RETTE Definizine intuitiva La retta linea retta è un dei tre enti gemetrici fndamentali della gemetria euclidea. Viene definita da Euclide nei sui Elementi cme un cncett primitiv. Un fil di ctne di spag

Dettagli

Strategia Energetica Nazionale: per un energia più competitiva e sostenibile

Strategia Energetica Nazionale: per un energia più competitiva e sostenibile Strategia Energetica Nazinale: per un energia più cmpetitiva e sstenibile Marz 2013 Premessa Il cntest nazinale e internazinale di questi anni è difficile ed incert. La crisi ecnmica ha investit tutte

Dettagli

referente e-mail PEC referente identificatore titolo descrizione

referente e-mail PEC referente identificatore titolo descrizione referente e-mail PEC referente identificatre titl descrizi Avv. Pal Brgia - resp. cmu.mnterdibisacciacb@legalmail.it Settre Affari Gerali Avv. Pal Brgia - resp. cmu.mnterdibisacciacb@legalmail.it Settre

Dettagli

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5 Competenza: partecipare e interagire con gli altri in diverse situazioni comunicative Scuola Infanzia : 3 anni Obiettivi di *Esprime e comunica agli altri emozioni, sentimenti, pensieri attraverso il linguaggio

Dettagli

La nuova Strategia Energetica Nazionale per un energia più competitiva e sostenibile DOCUMENTO PER CONSULTAZIONE PUBBLICA

La nuova Strategia Energetica Nazionale per un energia più competitiva e sostenibile DOCUMENTO PER CONSULTAZIONE PUBBLICA La nuva Strategia Energetica Nazinale per un energia più cmpetitiva e sstenibile DOCUMENTO PER CONSULTAZIONE PUBBLICA Settembre 2012 La Nuva Strategia Energetica Nazinale Premessa Il cntest nazinale e

Dettagli

Annual General Meeting AGM 3-6 Aprile 2014

Annual General Meeting AGM 3-6 Aprile 2014 Annual General Meeting AGM 36 Aprile 2014 Erasmus Student Netwrk Annual General Meeting 2014 Milan Italia COS'E' ESN? Erasmus Student Netwrk (ESN) è una delle più grandi assciazini studentesche in Eurpa.

Dettagli

GLI AMMORTIZZATORI SOCIALI

GLI AMMORTIZZATORI SOCIALI GLI AMMORTIZZATORI SOCIALI Ringraziamenti Diverse persne hann cntribuit a quest lavr. Tra queste ringrazi l Avv. Rsari Salnia, che nel nstr ambiente, è cnsiderat il miglir giuslavrista di Rma ed il su

Dettagli

SPINE PER GLI IMPIANTI ELETTRICI

SPINE PER GLI IMPIANTI ELETTRICI SPINE PER GLI IMPIANTI ELETTRICI Una spina elettrica è un cnnettre elettric che può essere inserit in una presa di crrente cmplementare. Per mtivi di sicurezza, il lat cstantemente stt tensine è sempre

Dettagli

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati.

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. La prima colonna indica il tasto da premere singolarmente e poi rilasciare. La seconda e terza colonna rappresenta la combinazione dei i tasti da premere

Dettagli

TURISMO MARITTIMO E COSTIERO SOSTENIBILE,

TURISMO MARITTIMO E COSTIERO SOSTENIBILE, TURISMO MARITTIMO E COSTIERO SOSTENIBILE, CHIAVE PER LA CRESCITA BLU COM & CAP MARINA-MED #5 SEMINARIO DI CAPITALIZZAZIONE 12 &13 Maggi, 2015 Firenze (Regines Tscana- Italia) Luca Girdan Hall, Palazz Medici

Dettagli

EMERGENZA MEDITERRANEO E MIGRAZIONI: COME PUÒ RISPONDERE L EUROPA?

EMERGENZA MEDITERRANEO E MIGRAZIONI: COME PUÒ RISPONDERE L EUROPA? Analysis N. 284, Aprile 2015 EMERGENZA MEDITERRANEO E MIGRAZIONI: COME PUÒ RISPONDERE L EUROPA? Stefan M. Trelli La tragedia avvenuta nel Canale di Sicilia, cn circa 700 persne che si teme abbian pers

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di BORGORICCO SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL P.D.P. PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di BORGORICCO SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL P.D.P. PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL P.D.P. PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO Il documento va compilato in forma digitale per poter ampliare gli spazi dello schema (ove necessario) e togliere

Dettagli

anno scolastico/school YEAR 2015/2016

anno scolastico/school YEAR 2015/2016 MODULO D ISCRIZIONESERVIZIO TRASPORTO ALUNNI PER LE FAMIGLIE DELLA CANADIAN SCHOOL OF MILAN SCHOOL BUS APPLICATION FORM FOR THE STUDENTS OF CANADIAN SCHOOL OF MILAN ann sclastic/school YEAR 2015/2016 SCRIVERE

Dettagli

Grilamid Poliammide 12 Tecnopolimero per le massime prestazioni

Grilamid Poliammide 12 Tecnopolimero per le massime prestazioni Grilamid Pliammide 12 Tecnplimer per le massime prestazini Indice 3 Intrduzine 4 Cnfrnt cn altre pliammidi 5 Nmenclatura Grilamid 6 Esempi di impieghi 8 Caratteristiche tipi Grilamid 10 Prprietà 20 Dati

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO N 1 LANCIANO - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CURRICOLO VERTICALE - Classe Prima MATEMATICA a.s. 2014/2015

ISTITUTO COMPRENSIVO N 1 LANCIANO - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CURRICOLO VERTICALE - Classe Prima MATEMATICA a.s. 2014/2015 NUMERI. SPAZIO E FIGURE. RELAZIONI, FUNZIONI, MISURE, DATI E PREVISIONI Le sociali e ISTITUTO COMPRENSIVO N 1 LANCIANO - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CURRICOLO VERTICALE - Classe Prima MATEMATICA procedure

Dettagli

Quadri fissi con interruttore automatico tipo NXPLUS C fino a 24 kv, isolati in gas

Quadri fissi con interruttore automatico tipo NXPLUS C fino a 24 kv, isolati in gas www.siemens.cm/medium-vltage-switchgear Quadri fissi cn interruttre autmatic tip NXPLUS C fin a kv, islati in gas Quadri di media tensine Catalg HA 5. 0 Answers fr infrastructure and cities. R-HA5-6.tif

Dettagli

Istituto Tecnico Industriale Statale Luigi di Savoia Chieti. Contratto Formativo. Disciplina TECNOLOGIA e TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE GRAFICA

Istituto Tecnico Industriale Statale Luigi di Savoia Chieti. Contratto Formativo. Disciplina TECNOLOGIA e TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE GRAFICA Istituto Tecnico Industriale Statale Luigi di Savoia Chieti Contratto Formativo Corso I.T.I.S. Classe I sez.a CH Disciplina TECNOLOGIA e TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE GRAFICA Docenti : DITURI LUIGI e INGELIDO

Dettagli

Gli acciai inossidabili resistenti all'urto alle basse temperature, impiegati nella costruzione di caldareria saldata

Gli acciai inossidabili resistenti all'urto alle basse temperature, impiegati nella costruzione di caldareria saldata Gli acciai inssidabili resistenti all'urt alle basse temperature, impiegati nella cstruzine di caldareria saldata dr. ing- Gabriele DI CAPRIO dirìgente del servizi tecnic del Centr Inx O Le applicazini

Dettagli

Se il corso non si avvia

Se il corso non si avvia Se il corso non si avvia Ci sono quattro possibili motivi per cui questo corso potrebbe non avviarsi correttamente. 1. I popup Il corso parte all'interno di una finestra di popup attivata da questa finestra

Dettagli

TRASFORMAZIONI: DALL UVA AL VINO

TRASFORMAZIONI: DALL UVA AL VINO Scuola elementare istituto comprensivo Adro Classi seconde a.s. 2003 2004 TRASFRMAZINI: DALL UVA AL VIN BIETTIV: sservare, porre domande, fare ipotesi e verificarle. Riconoscere e descrivere fenomeni del

Dettagli

ESERCITAZIONI DI STATISTICA BIOMEDICA

ESERCITAZIONI DI STATISTICA BIOMEDICA ESERCITAZIONI DI STATISTICA BIOMEDICA ALCUNE NOTE SU R Matte Dell Omdarme agst 2012 Cpyright c 2012 Matte Dell Omdarme versin 1.3.3 mattdell@fastmail.fm Permissin is granted t cpy, distribute and/r mdify

Dettagli

Germano Pettarin E-book per la preparazione all ECDL ECDL Modulo 2 Sistema Operativo Windows Argomenti del Syllabus 5.0

Germano Pettarin E-book per la preparazione all ECDL ECDL Modulo 2 Sistema Operativo Windows Argomenti del Syllabus 5.0 Germano Pettarin E-book per la preparazione all ECDL ECDL Modulo 2 Sistema Operativo Windows Argomenti del Syllabus 5.0 G. Pettarin ECDL Modulo 2: Sistema Operativo 2 Modulo 2 Il sistema operativo Windows

Dettagli

PROGETTO AIR-CAMPANIA: SCHEDA SVAFRA

PROGETTO AIR-CAMPANIA: SCHEDA SVAFRA PROGETTO AIR-CAMPANIA: SCHEDA SVAFRA La Scheda Valutazione Anziano FRAgile al momento dell inserimento è abbinata al paziente. E possibile modificarla o inserirne una nuova per quest ultimo. Verrà considerata

Dettagli

Requisiti per la firma di un'iniziativa dei cittadini europei

Requisiti per la firma di un'iniziativa dei cittadini europei Requisiti per la firma di un'iniziativa dei cittadini eurpei REQUISITI GENERALI Per pter sstenere un'iniziativa dei cittadini eurpei ccrre essere cittadini dell'ue (cittadini di un Stat membr) e aver raggiunt

Dettagli

DIREZIONE REGIONALE FORMAZIONE, RICERCA E INNOVAZIONE, SCUOLA E UNIVERSITA', DIRITTO ALLO STUDIO

DIREZIONE REGIONALE FORMAZIONE, RICERCA E INNOVAZIONE, SCUOLA E UNIVERSITA', DIRITTO ALLO STUDIO Avvis pubblic per la cncessine di cntributi ecnmici a sstegn di prgetti da attuare nelle Scule del Lazi - Presentazine n demand delle prpste prgettuali ALLEGATO A - Prgetti Esclusi - Scadenza 27 febbrai

Dettagli

Lezione su Informatica di Base

Lezione su Informatica di Base Lezione su Informatica di Base Esplora Risorse, Gestione Cartelle, Alcuni tasti di scelta Rapida Domenico Capano D.C. Viterbo: Lunedì 21 Novembre 2005 Indice Una nota su questa lezione...4 Introduzione:

Dettagli

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale InterWrite SchoolBoard è un software per lavagna elettronica di facile utilizzo. Può essere adoperata anche da studenti diversamente

Dettagli

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL This project funded by Leonardo da Vinci has been carried out with the support of the European Community. The content of this project does not necessarily reflect the position of the European Community

Dettagli

WORD (livello avanzato): Struttura di un Documento Complesso. Struttura di un Documento Complesso

WORD (livello avanzato): Struttura di un Documento Complesso. Struttura di un Documento Complesso Parte 5 Adv WORD (livello avanzato): Struttura di un Documento Complesso 1 di 30 Struttura di un Documento Complesso La realizzazione di un libro, di un documento tecnico o scientifico complesso, presenta

Dettagli

IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE

IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE Access permette di specificare una maschera che deve essere visualizzata automaticamente all'apertura di un file. Vediamo come creare una maschera di

Dettagli

Denuncia di Malattia Professionale telematica

Denuncia di Malattia Professionale telematica Denuncia di Malattia Professionale telematica Manuale utente Versione 1.5 COME ACCEDERE ALLA DENUNCIA DI MALATTIA PROFESSIONALE ONLINE... 3 SITO INAIL... 3 LOGIN... 4 UTILIZZA LE TUE APPLICAZIONI... 5

Dettagli

Dipartimento del Tesoro

Dipartimento del Tesoro Dipartimento del Tesoro POWER POINT AVANZATO Indice 1 PROGETTAZIONE DELL ASPETTO...3 1.2 VISUALIZZARE GLI SCHEMI...4 1.3 CONTROLLARE L ASPETTO DELLE DIAPOSITIVE CON GLI SCHEMI...5 1.4 SALVARE UN MODELLO...6

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe ha dimostrato fin dal primo momento grande attenzione e interesse verso gli

Dettagli

Guida pratica di base

Guida pratica di base Adolfo Catelli Guida pratica di base Windows XP Professional Dicembre 2008 Sommario Accedere a Windows XP 4 Avviare Windows XP 4 Uscire da Windows XP 5 L interfaccia utente di Windows XP 6 Il desktop di

Dettagli

Corso di Alfabetizzazione Informatica

Corso di Alfabetizzazione Informatica Corso di Alfabetizzazione Informatica Scopo di questo corso, vuole essere quello di fornire ad ognuno dei partecipanti, indipendentemente dalle loro precedenti conoscenze informatiche, l apprendimento

Dettagli

Becomingossola.com. Politica della riservatezza

Becomingossola.com. Politica della riservatezza Becmingssla.cm Plitica della riservatezza Infrmativa per prentazini Aurive scietà cperatva sciale, sede legale Crs Cavallt 26/B Nvara, P.IVA 02101050033 Numer REA: NO 215498, e-mail inf@becmingssla.cm,

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli

Background (sfondo): Finestra: Una finestra serve a mostrare il contenuto di un disco o di una cartella -, chiamata anche directory.

Background (sfondo): Finestra: Una finestra serve a mostrare il contenuto di un disco o di una cartella -, chiamata anche directory. @ PC (Personal computer): Questa sigla identificò il primo personal IBM del 1981 a cura di R.Mangini Archiviazione: Il sistema operativo si occupa di archiviare i file. Background (sfondo): Cursore: Nei

Dettagli

Programmazione educativo-didattica didattica anno scolastico 2014-2015 TECNOLOGIA CLASSE PRIMA PRIMARIA

Programmazione educativo-didattica didattica anno scolastico 2014-2015 TECNOLOGIA CLASSE PRIMA PRIMARIA Istituto Maddalena di Canossa Corso Garibaldi 60-27100 Pavia Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria di 1 grado Programmazione educativo-didattica didattica anno scolastico 2014-2015 TECNOLOGIA

Dettagli

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8 Creare e ripristinare immagine di con Windows 8 La versione Pro di Windows 8 offre un interessante strumento per il backup del computer: la possibilità di creare un immagine completa del, ovvero la copia

Dettagli

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali di I.Stat 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della lingua 7 Individuazione

Dettagli

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 Installazione GEST-L 4 Versione per Mac - Download da www.system-i.it 4 Versione per Mac - Download da Mac App Store 4 Versione per Windows 4 Prima apertura del programma

Dettagli

SIMULAZIONE DI PROVA D ESAME CORSO DI ORDINAMENTO

SIMULAZIONE DI PROVA D ESAME CORSO DI ORDINAMENTO SIMULAZINE DI PRVA D ESAME CRS DI RDINAMENT Risolvi uno dei due problemi e 5 dei quesiti del questionario. PRBLEMA Considera la famiglia di funzioni k ln f k () se k se e la funzione g() ln se. se. Determina

Dettagli

MANUALE DOS INTRODUZIONE

MANUALE DOS INTRODUZIONE MANUALE DOS INTRODUZIONE Il DOS è il vecchio sistema operativo, che fino a qualche anno fa era il più diffuso sui PC, prima dell avvento di Windows 95 e successori. Le caratteristiche principali di questo

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO WORD

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO WORD WORD SOMMARIO 1. Muoversi nel testo... 1 2. Taglia, copia e incolla... 2 3. Aprire, salvare e chiudere... 3 4. Trovare e sostituire... 4 5. Visualizzare in modi diversi... 6 6. Formattare e incolonnare...

Dettagli

Uso del computer e gestione dei file

Uso del computer e gestione dei file 1 di 1 Uso del computer e gestione dei file Argomenti trattati: Sistema operativo Microsoft Windows: interfaccia grafica e suoi elementi di base Avvio e chiusura di Windows Le FINESTRE e la loro gestione:

Dettagli

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Le funzionalità di X-Cross La sofisticata tecnologia di CrossModel, oltre a permettere di lavorare in Internet come nel proprio ufficio e ad avere una

Dettagli

PROGETTO EM.MA PRESIDIO

PROGETTO EM.MA PRESIDIO PROGETTO EM.MA PRESIDIO di PIACENZA Bentornati Il quadro di riferimento di matematica : INVALSI e TIMSS A CONFRONTO LE PROVE INVALSI Quadro di riferimento per la valutazione Quadro di riferimento per i

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli