Il rischio di cambio CAPIRE E GESTIRE I RISCHI FINANZIARI. Luisa Graziani. 25 ottobre Sala Convegni

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il rischio di cambio CAPIRE E GESTIRE I RISCHI FINANZIARI. Luisa Graziani. 25 ottobre 2011 - Sala Convegni"

Transcript

1 CAPIRE E GESTIRE I RISCHI FINANZIARI Il rischio di cambio Luisa Graziani 25 ottobre Sala Convegni S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO

2 Comprendere il mercato dei cambi per proteggersi dai rischi e per coglierne le opportunità Tipologie di rischio da coprire: rischi nelle attività commerciali e rischi negli investimenti finanziari Breve descrizione degli strumenti utilizzati nel mercato FX Esempi di strategie di copertura S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO

3 Il rischio di cambio nelle attività commerciali La variabile cambio in un economia globale è sempre più cruciale. Gli shock di mercato registrati in questi ultimi anni hanno ampiamente dimostrato come essa sia ormai tale da incidere significativamente sui risultati che si pianificano a budget. Per le aziende orientate ai mercati globali, gestire in maniera consapevole tale variabile, costituisce ormai un punto di forza imprescindibile: occorre evitare che un movimento inatteso del cambio neutralizzi gli sforzi di efficienza e di competitività che le aziende costantemente ricercano. Tale rischio può costituire anche un opportunità se, con gli strumenti giusti, ci si prepara a cogliere eventuali movimenti favorevoli. 3

4 Il rischio di cambio nelle attività commerciali -2- L azienda importatrice si trova nella posizione di dover effettuare periodici approvvigionamenti di valuta (acquisti), per regolare gli impegni nei confronti dei fornitori. Il cambio al quale avviene la provvista va ad incidere sui costi di prodotto. Viceversa l azienda esportatrice dovrà proteggere le proprie entrate in valuta da eventuali deprezzamenti, cercando di venderla ad un cambio tendenzialmente superiore a quello stimato al momento dell ordine. In entrambi i casi, il rischio di cambio va ad incidere sui margini. 4

5 Movimenti del cambio EURUSD nel 2011: oscillazioni trascurabili per il bilancio aziendale? 5

6 Il rischio di cambio negli investimenti finanziari Nel villaggio globale possiamo investire in un azione canadese o in un bond australiano, possiamo comprare un immobile a Londra o una partecipazione aziendale in California. In tutti questi casi l investitore dell Eurozona non può essere indifferente alle oscillazioni dei cambi dei paesi in cui è investito, quando ne valuta la redditività totale. La componente valutaria è una variabile sempre più importante nel total return atteso di un investimento nel nuovo disordine mondiale, e come tale è importante gestirlo. 6

7 Copertura ed hedging: differenze concettuali Coprire il rischio di cambio significa neutralizzarlo, rendendone il più possibile certi gli effetti economici. Se ho un esposizione in USD dovrò agire sul cambio EURUSD per coprirne il rischio, con un operazione di segno contrario. Hedgiare un rischio di cambio significa minimizzarne gli effetti attraverso l assunzione di un rischio negativamente correlato al primo. Se sono investito in un asset denominato in dollari USA, posso minimizzarne il rischio di deprezzamento acquistando oro (XAU) o futures su Brent, ovvero assets che naturalmente si apprezzano in situazioni di debolezza del dollaro. Quali strumenti abbiamo a disposizione per coprire o hedgiare un rischio di cambio? 7

8 Caratteristiche e strumenti del mercato FX (Foreign Exchange) Lo strumento trattato è sempre un rapporto tra due divise (cross) E il mercato dove: vige la concorrenza perfetta per definizione è principalmente O.T.C. (over the counter): in altri termini non viene regolato su specifiche piazze ma tramite operazioni bilaterali. è sempre attivo, 24h su 24 Gli strumenti che si utilizzano sul mercato FX sono: SPOT/FWD/SWAP (mercato CASH) Opzioni (mercato derivati OTC) Futures e opzioni su futures (mercato derivati QUOTATI) 8

9 Cambio SPOT Un tasso di cambio SPOT è il rapporto tra una coppia di divise, ed esprime l ammontare di seconda divisa pari ad una unità di prima divisa (certo per incerto) Esempio: $ = 1,3175 Un operazione spot consiste in un acquisto/vendita di un determinato ammontare di divisa a numeratore e contestuale vendita/acquisto della corrispondente ammontare di divisa a denominatore, secondo il rapporto definito in quell istante dal mercato. Nell esempio: di EUR contro USD Il regolamento di una operazione SPOT avviene con valuta t+2, ovvero dopo due giorni lavorativi rispetto alla data della trattazione. 9

10 Andamento del cambio spot EURUSD nel

11 Cambio FWD (Forward) Un tasso di cambio FWD è un cambio SPOT la cui valuta è superiore a t+2. Che cosa determina il cambio FWD? Il cambio SPOT La differenza di rendimento delle divise che compongono il rapporto di cambio Ogni divisa ha infatti una propria curva di tassi, che riflette l andamento dell economia del paese, le aspettative di mercato in termini di politica monetaria, di crescita futura, di inflazione, ecc.. In pratica il rendimento di ogni divisa lasciata in deposito, o il costo di ogni divisa presa a finanziamento, per un dato periodo di tempo, è diverso. 11

12 Il cambio FWD è in pratica: Il cambio SPOT aggiustato da un fattore che rappresenta il differenziale di tasso tra le divise che compongono il rapporto di cambio, capitalizzato per il periodo di tempo per cui viene postergato il regolamento dell operazione (ovvero la scadenza del FWD). Tale fattore è derivato dalla formula seguente: Cambio SPOT *(t2 t1)*gg Dove: t2 = tasso della divisa a denominatore per il periodo gg t1 = tasso della divisa a numeratore per il periodo gg gg = giorni lavorativi Esso rappresenta i cosiddetti punti SWAP da aggiungere algebricamente al cambio SPOT FWD = SPOT + PUNTI SWAP Il segno dei punti SWAP dipende dalle grandezze t2 e t1: se t2>t1 allora il segno sarà positivo, e viceversa: nel primo caso si dice che il cross fa premio, nel secondo che fa sconto. 12

13 Ne consegue che: Il cambio FWD NON incorpora previsioni di mercato circa l andamento del cross nel futuro. Esso è semplicemente la conseguenza di: Cambio SPOT Numero di giorni a scadenza Differenziale dei tassi tra le due divise In altri termini il cambio FWD è quel cambio che rende indifferente detenere un ammontare di divisa per un determinato periodo di tempo o il corrispondente ammontare in un altra divisa, convertito al cambio SPOT, per lo stesso periodo di tempo 13

14 e i derivati sui cambi? Come in ogni mercato finanziario evoluto, anche sull FX sono presenti svariate tipologie di derivati. Introduciamo dunque il concetto di OPZIONI su cambi. Un opzione rappresenta il DIRITTO (non l OBBLIGO) di acquistare/vendere una specifica quantità di un determinato asset ad una determinata scadenza futura o entro un determinato periodo futuro, ad un prezzo prestabilito. Se l opzione è esercitabile soltanto alla data di scadenza, essa si dice di tipo europeo, mentre se è esercitabile durante tutto il periodo di vita della stessa, si dice di tipo americano. Le opzioni di tipo europeo sono quelle maggiormente utilizzate sul mercato FX 14

15 Un po di terminologia Diritto di acquistare Diritto di vendere Specifica quantità Prezzo determinato Scadenza futura Consegna (EXP+2) Costo opzione CALL opzione PUT AMOUNT (AMT) STRIKE (K) EXPIRY (EXP) DELIVERY (DEL) PREMIUM 15

16 La specificità del mercato FX riguarda l asset di riferimento, che è appunto un rapporto tra due divise, ovvero un CROSS Ne consegue che un opzione in cambi è sempre contemporaneamente una CALL su di una divisa ed una PUT su di un altra. Esempio: se voglio acquistare un opzione sul CROSS $ Acquisterò una: CALL $ PUT se sono rialzista sull euro (o ribassista sul dollaro) PUT $ CALL se sono ribassista sull euro (o rialzista sul dollaro) Lo STRIKE sarà di conseguenza un livello di cambio, ad esempio

17 L acquirente di un opzione pagherà un premio per garantirsi un diritto, viceversa il venditore di un opzione incasserà un premio ma avrà l obbligo di subire l eventuale esercizio del diritto L acquirente avrà dunque un rischio limitato al premio pagato, mentre il venditore avrà un rischio illimitato, ammortizzato solo dal premio incassato Quali sono le variabili che determinano il premio di un opzione? IL CAMBIO SPOT IL DIFFERENZIALE TASSI LO STRIKE LA DURATA LA VOLATILITA DEL MERCATO PREMIO 17

18 Copertura da rischio di cambio per le aziende Il rischio di cambio è neutralizzabile nel momento in cui si conoscono le variabili che definiscono un flusso in entrata (per gli esportatori) o in uscita (per gli importatori), che sono: Ammontare Valuta Quanto più tali grandezze sono conoscibili in maniera precisa, tanto più sarà possibile coprire puntualmente i rischi connessi al movimento del cambio. Quando la periodicità non è perfetta, si deve necessariamente agire per stima. 18

19 Copertura da rischio di cambio per le aziende -2- L approccio alla gestione del rischio di cambio può essere: Passivo: l obiettivo della copertura è quello di eliminare l incertezza che deriva dal fattore cambio Attivo: l obiettivo è quello di limitare il rischio di cambio entro un perimetro definito, lasciando aperta la possibilità di sfruttare un eventuale movimento favorevole Nel primo caso la priorità aziendale è quella di dare certezza in euro ai flussi in valuta, dunque quanto prima si conoscono ammontare e valuta degli stessi, tanto prima si potrà fissarne il cambio e convertirli in euro, dando così certezza al conto economico. Nel secondo caso l azienda cerca di avvantaggiarsi da un movimento favorevole del cambio (deprezzamento per un importatore, apprezzamento per un esportatore), accettando una parziale perdita in caso contrario. 19

20 L approccio passivo Se l azienda adotta un approccio di tipo passivo, normalmente essa opera tramite contratti Forward, ovvero contratti di compravendita a termine di divisa: un esportatore che avrà entrate periodiche in dollari, li venderà a termine (per scadenza pari o vicina alla valuta attesa del flusso), un importatore li comprerà per valuta pari al pagamento delle fatture in scadenza. La compravendita a termine è una copertura rigida, che non ha costi per l azienda. 20

21 Esempio di copertura passiva : vendita oggi di usd con valuta 3 mesi al cambio di = Sono protetto da un movimento di rialzo in direzione 1.40 (deprezzamento del dollaro) a partire dal cambio FWD Perdo il potenziale apprezzamento al di sotto di

22 L approccio Attivo Se l azienda invece intende adottare un approccio attivo, essa sarà disposta a sostenere un costo per avere un opportunità, ovvero quella di lucrare un potenziale utile in cambi. Tale costo può essere di due tipi: Rischio di perdita massima in cambi (l azienda accetta una copertura parziale, che non annulli tutto il rischio) Premio che l azienda accetta di pagare In questo caso gli strumenti di copertura che si utilizzano sono le opzioni su cambi. 22

23 Che opzione/diritto l azienda deve comprare? Esportatore Diritto a vendere dollari ad un certo cambio per una scadenza futura Importatore Diritto a comprare dollari ad un certo cambio per una scadenza futura 23

24 In pratica l azienda comprerà un diritto a comprare/vendere una certa quantità di dollari ad un cambio concordato oggi, per una scadenza futura (il più possibile vicina al flusso atteso). Alla scadenza, l azienda eserciterà il proprio diritto soltanto se il cambio si sarà mosso in maniera sfavorevole per il flusso sottostante (ma favorevole rispetto al momento della copertura). Esempio: Se compriamo il diritto di vendere dollari a per scadenza 1 mese, a quella data avremo convenienza ad esercitare il nostro diritto solo se il cambio sarà superiore ad In caso contrario venderemo i dollari ad una cambio più favorevole sul mercato. 24

25 Esempio di esportatore che copre oggi usd per scadenza 1 mese tramite opzione usd put (diritto a vendere dollari), al cambio (detto strike ) di Se tra 1 mese il cambio sarà a 1.40, l esportatore venderà a i dollari che gli entrano (ottenendo un controvalore in euro maggiore) Usd /1.35= Eur Usd /1.40= Eur Se invece a scadenza il cambio sarà a , allora sarà più vantaggioso vendere i dollari sul mercato ed abbandonare il diritto, infatti: Usd /1.30= Eur

26 Il problema dell esportatore è: quanto ha senso pagare a priori questo diritto? Il costo del diritto è valutato dal mercato come la probabilità dell evento a scadenza, e tale costo dipende da diverse variabili, che in estrema sintesi sono: Il cambio del momento (cambio spot) La durata dell opzione Il cambio che si sceglie come strike (la soglia della copertura) La volatilità del mercato Il costo dell opzione è una formula che tiene conto di queste variabili e quantifica il valore attuale della probabilità dell evento che compriamo. Ogni azienda si trova dunque di fronte al dilemma: quanto sono disposto a pagare oggi per avere una chance di proteggere la posizione ad una scadenza futura, mantenendomi al contempo la possibilità di lucrare un utile su cambi? 26

27 Dal tipo di risposta che si dà alla domanda di cui sopra, dipende poi la scelta di moltissime possibili strategie, che sono dei mix di possibile utile/possibile perdita dato un costo iniziale. Normalmente le aziende sono poco propense ad accollarsi costi iniziali, dunque cercano strategie cosiddette zero cost, ove non si paga un premio iniziale, ma si accetta una perdita massima. Tali strategie sono costruite attraverso l associazione di una o più opzioni in acquisto ad una o più opzioni in vendita 27

28 Esempi di strategie zero cost per un esportatore Importo da coprire: Usd scadenza: 3 mesi cambio spot: massima perdita (dal cambio spot) eur Risk Reversal acquisto usd put vendita usd call FWD Extra acquisto usd put vendita usd call ki Buy vanilla sell ko acquisto usd put vendita usd call ko

29 Risk Reversal: acquisto usd put vendita usd call Siete completamente protetti se a scadenza il mercato è sopra , il massimo utile è a ; tra i due livelli il profitto è variabile Range di variabilità del risultato finale accettato Range di potenziale miglioramento rispetto al FWD Range di potenziale peggioramento rispetto al FWD Perdo il potenziale apprezzamento al di sotto di Sono protetto da un movimento di rialzo (deprezzament o del dollaro) a partire da

30 FWD Extra: acquisto usd put vendita usd call ki Siete completamente protetti se a scadenza il mercato è sopra , il massimo utile è a ; se durante il periodo viene toccato , allora il massimo utile è a Range di variabilità del risultato finale accettato (in buona parte a vantaggio del profitto) Range di potenziale miglioramento rispetto al FWD Range di potenziale peggioramento rispetto al FWD, se non viene mai toccato il livello di Range di potenziale peggioramento rispetto al FWD se viene toccato il livello di Perdo il potenziale apprezzamento del dollaro al di sotto di 1.34 SOLO SE VIENE TOCCATO IL LIVELLO DI Sono protetto da un movimento di rialzo (deprezzamento del dollaro) a partire da

31 Buy vanilla, sell KO: acquisto usd put vendita usd call ko Siete completamente protetti se a scadenza il mercato è sopra ; in caso di rialzo fino a toccare , il vincolo di vendere dollari a 1.34 scompare: a quel punto si potrà beneficiare di un eventuale ritracciamento (apprezzamento del dollaro) in modo illimitato. Range di variabilità del risultato finale accettato Range di variabilità del risultato finale accettato in caso di raggiungimento di Range di potenziale peggioramento rispetto al FWD se non viene toccato il livello di Perdo il potenziale apprezzamento del dollaro al di sotto di 1.34 SE NON VIENE TOCCATO IL LIVELLO DI Sono protetto da un movimento di rialzo (deprezzamento del dollaro) a partire da

32 Copertura/hedging di assets Obbligazioni Azioni Partecipazioni Immobili Per gli assets legati ad una curva di tasso (obbligazioni), la copertura da rischio di cambio effettuata nel momento di acquisto neutralizza il differenziale di tasso rispetto all euro. Se il titolo è supranational o governativo in pratica lo si riporta sinteticamente ad un bond europeo. La copertura avrà dunque senso solo se il titolo ha un rendimento maggiore, oppure se la copertura viene messa in piedi in un momento successivo, quando cioè il cambio si è già mosso in senso favorevole (apprezzamento della divisa di denominazione). 32

33 Coperture In tutti gli altri casi se vogliamo immunizzare l investimento dal rischio di cambio dovremo vendere a termine il nozionale iniziale ed i flussi futuri. Anche in questo caso l approccio può essere rigido, attraverso operazioni FWD, oppure flessibile, attraverso combinazioni di opzioni. Esempio 1: Per coprire un bond a 2Y con flussi cedolari semestrali in modo rigido, posso effettuare 3 vendite a termine con scadenza quella cedolare per l ammontare della cedola, ed una vendita a scadenza del titolo per il nozionale e l ultima cedola. Esempio 2: Per coprire una partecipazione aziendale in USA, posso comprare un opzione USD put a 5Y con valor nominale l ammontare pagato. 33

34 Hedging. Le assets class non sono mai completamente indipendenti tra loro, ma si muovono secondo rapporti di correlazione variabili, in taluni casi positive in altri casi negative. Individuare tali correlazioni permette di costruire delle strategie indirette di protezione da rischio di cambio, attraverso l assunzione di posizioni inversamente correlate a quelle dell asset originario. Esempio: Per buona parte dell anno in corso detenere ORO è stato un buon hedge ad una posizione in dollari USA, per un investitore europeo: il dollaro infatti ha subito un sensibile deprezzamento fino all estate 34

35 Andamento di EURUSD e ORO nel

36 Correlazione tra EURO e ORO nel

37 Conclusioni Gli esempi tratteggiati sono solo alcune semplici possibilità di gestione attiva di un rischio non più trascurabile nell economia globale e dopo gli shock finanziari degli ultimi anni. In un contesto estremamente più incerto e volatile, controllare il rischio di cambio insito nella propria attività commerciale o di investimento diviene un elemento determinante nel processo di capitalizzazione di efficienza e risultato. 37

38 Ad uso esclusivo di professionisti Non destinato alla distribuzione al pubblico Le opinioni espresse nella presente presentazione non devono essere considerate raccomandazioni all acquisto, detenzione o vendita di uno specifico investimento. Le informazioni contenute nella presentazione sono riservate a clienti professionali/controparti autorizzate e non sono destinate al pubblico generico. Queste informazioni sono destinate esclusivamente alle persone che hanno ricevuto il presente documento direttamente da Banca Intermobiliare SpA (BIM) e non devono essere utilizzate da persone che abbiano indirettamente ricevuto una copia del presente documento; pertanto non devono essere prese come riferimento. Nessuna parte del presente documento può essere riprodotta o duplicata in qualsiasi forma o su qualsiasi mezzo ovvero ridistribuita senza il consenso scritto di BIM. 38

4. Introduzione ai prodotti derivati. Stefano Di Colli

4. Introduzione ai prodotti derivati. Stefano Di Colli 4. Introduzione ai prodotti derivati Metodi Statistici per il Credito e la Finanza Stefano Di Colli Che cos è un derivato? I derivati sono strumenti il cui valore dipende dal valore di altre più fondamentali

Dettagli

i tassi di interesse per i prestiti sono gli stessi che per i depositi;

i tassi di interesse per i prestiti sono gli stessi che per i depositi; Capitolo 3 Prodotti derivati: forward, futures ed opzioni Per poter affrontare lo studio dei prodotti derivati occorre fare delle ipotesi sul mercato finanziario che permettono di semplificare dal punto

Dettagli

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici PREFAZIONE Il mercato italiano dei prodotti derivati 1. COSA SONO LE OPZIONI? Sottostante Strike

Dettagli

INDICE. Introduzione Cosa sono le Opzioni FX? Trading 101 ITM, ATM e OTM Opzioni e strategie di Trading Glossario Contatti e Informazioni

INDICE. Introduzione Cosa sono le Opzioni FX? Trading 101 ITM, ATM e OTM Opzioni e strategie di Trading Glossario Contatti e Informazioni OPZIONI FORMAZIONE INDICE Introduzione Cosa sono le Opzioni FX? Trading 101 ITM, ATM e OTM Opzioni e strategie di Trading Glossario Contatti e Informazioni 3 5 6 8 9 10 16 ATTENZIONE AI RISCHI: Prima di

Dettagli

Slide con esempi di prezzi di Futures e opzioni quotate su Borsa Italiana sulle azioni di Unicredit.

Slide con esempi di prezzi di Futures e opzioni quotate su Borsa Italiana sulle azioni di Unicredit. Slide con esempi di prezzi di Futures e opzioni quotate su Borsa Italiana sulle azioni di Unicredit. http://www.borsaitaliana.it/borsa/azioni/scheda.html?isin=it0004781412&lang=en http://www.borsaitaliana.it/borsa/derivati/idem-stock-futures/lista.html?underlyingid=ucg&lang=en

Dettagli

I Derivati. a.a. 2013/2014 mauro.aliano@unica.it

I Derivati. a.a. 2013/2014 mauro.aliano@unica.it I Derivati a.a. 2013/2014 mauro.aliano@unica.it 1 Definizione di derivati I derivati sono strumenti finanziari (art.1 TUF) Il valore dello strumento deriva da uno o più variabili sottostanti (underlying

Dettagli

I Futures: copertura del rischio finanziario e strumento speculativo

I Futures: copertura del rischio finanziario e strumento speculativo I Futures: copertura del rischio finanziario e strumento speculativo Luca Cappellina GRETA, Venezia Che cosa sono i futures. Il futures è un contratto che impegna ad acquistare o vendere, ad una data futura,

Dettagli

Le Opzioni. Caratteristiche delle opzioni. Sottostante

Le Opzioni. Caratteristiche delle opzioni. Sottostante Le Caratteristiche delle opzioni...1 I fattori che influenzano il prezzo di un opzione...4 Strategie di investimento con le opzioni...5 Scadenza delle opzioni...6 Future Style...7 Schede prodotto...8 Mercato

Dettagli

Politica economica in economia aperta

Politica economica in economia aperta Politica economica in economia aperta Economia aperta L economia di ciascun paese ha relazioni con il Resto del Mondo La bilancia dei pagamenti (BP) è il documento contabile che registra gli scambi commerciali

Dettagli

REGOLE DI ESECUZIONE DELLE ISTRUZIONI

REGOLE DI ESECUZIONE DELLE ISTRUZIONI REGOLE DI ESECUZIONE DELLE ISTRUZIONI I. Disposizioni generali 1. Le presenti Regole di esecuzione delle istruzioni dei clienti riguardanti i contratti di compensazione delle differenze (CFD) e gli strumenti

Dettagli

I principali prodotti derivati. Elementi informativi di base. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore

I principali prodotti derivati. Elementi informativi di base. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore I principali prodotti derivati Elementi informativi di base Ottobre 2012 Consob Divisione Tutela del Consumatore Indice I - Premessa 3 II - Cosa sono i prodotti derivati 4 III - I principali prodotti

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO

DOCUMENTO INFORMATIVO DOCUMENTO INFORMATIVO Il presente Documento Informativo (di seguito anche Documento ) rivolto ai Clienti o potenziali Clienti della Investire Immobiliare SGR S.p.A è redatto in conformità a quanto prescritto

Dettagli

GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE

GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE Titolo GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE Comprende strategie operative Autore Dove Investire Sito internet http://www.doveinvestire.com Broker consigliato http://www.anyoption.it ATTENZIONE: tutti i diritti sono

Dettagli

FORWARD RATE AGREEMENT

FORWARD RATE AGREEMENT FORWARD RATE AGREEMENT FLAVIO ANGELINI. Definizioni In generale, un contratto a termine o forward permette una compravendita di una certa quantità di un bene differita a una data futura a un prezzo fissato

Dettagli

GUIDA ALLE OPZIONI SU AZIONI SU T3

GUIDA ALLE OPZIONI SU AZIONI SU T3 GUIDA ALLE OPZIONI SU AZIONI SU T3 SERVIZIO SULLE OPZIONI SU AZIONI (ISOALPHA) 1. INTRODUZIONE Con la piattaforma T3 di Webank possono essere negoziate le Opzioni su Azioni (Isoalpha), contratti di opzione

Dettagli

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse?

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Your Global Investment Authority Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Gli

Dettagli

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1 I mercati I mercati primari e secondari Il mercato dei cambi Il mercato monetario I mercati obbligazionari e azionari Le società di gestione I mercati gestiti da MTS SpA I mercati gestiti da Borsa Italiana

Dettagli

DOCUMENTI INFORMATIVI

DOCUMENTI INFORMATIVI Sede sociale: Cortona, Via Guelfa, 4 Iscritta all albo delle Banche al n. matr. 506.6.0 Capitale sociale e riserve al 31/12/2013 32.044.372,37 i.v. Numero di iscrizione al Registro delle Imprese di AREZZO

Dettagli

Le reverse convertible. Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore

Le reverse convertible. Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore Le reverse convertible Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista Ottobre 2012 Consob Divisione Tutela del Consumatore Indice Introduzione 3 Le reverse convertible 4 Cos è una reverse convertible

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

Master Regolazione dell attività e dei mercati finanziari. Operativitàin derivati. Marialaura Napoli

Master Regolazione dell attività e dei mercati finanziari. Operativitàin derivati. Marialaura Napoli Master Regolazione dell attività e dei mercati finanziari Operativitàin derivati Marialaura Napoli 2 Agenda I contratti derivati nell attuale quadro normativo Novità introdotte dalla Dir. 2004/39 Le sedi

Dettagli

Parleremo di correlazione: che cos è, come calcolarla

Parleremo di correlazione: che cos è, come calcolarla IDEMDJD]LQH 1XPHUR 'LFHPEUH %52 (56 21/,1( 68//,'(0 nel 2002, il numero di brokers che offrono la negoziazione online sul minifib è raddoppiato, passando da 7 nel 2001 a 14. A novembre due nuovi brokers

Dettagli

POLITICHE PER LA BILANCIA DEI PAGAMENTI

POLITICHE PER LA BILANCIA DEI PAGAMENTI capitolo 15-1 POLITICHE PER LA BILANCIA DEI PAGAMENTI OBIETTIVO: EQUILIBRIO (ANCHE SE NEL LUNGO PERIODO) DISAVANZI: IMPLICANO PERDITE DI RISERVE VALUTARIE AVANZI: DANNEGGIANO ALTRI PAESI E CONDUCONO A

Dettagli

IL MERCATO FINANZIARIO

IL MERCATO FINANZIARIO IL MERCATO FINANZIARIO Prima della legge bancaria del 1936, in Italia, era molto diffusa la banca mista, ossia un tipo di banca che erogava sia prestiti a breve che a medio lungo termine. Ma nel 1936 il

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA NATURA E SUI RISCHI DEGLI STRUMENTI E DEI PRODOTTI FINANZIARI. 1.1. Le tipologie di prodotti e strumenti finanziari trattati

INFORMAZIONI SULLA NATURA E SUI RISCHI DEGLI STRUMENTI E DEI PRODOTTI FINANZIARI. 1.1. Le tipologie di prodotti e strumenti finanziari trattati INFORMAZIONI SULLA NATURA E SUI RISCHI DEGLI STRUMENTI E DEI PRODOTTI FINANZIARI 1.1. Le tipologie di prodotti e strumenti finanziari trattati 1.1.1. I titoli di capitale Acquistando titoli di capitale

Dettagli

Tipologie di strumenti finanziari

Tipologie di strumenti finanziari Tipologie di strumenti finanziari PRINCIPALI TIPOLOGIE DI STRUMENTI FINANZIARI: Azioni Obbligazioni ETF Opzioni 1 Azioni: definizione L azione è un titolo nominativo rappresentativo di una quota della

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA CREMASCA Credito Cooperativo Società Cooperativa Piazza Garibaldi 29 26013 Crema (CR) Tel.: 0373/8771 Fax: 0373/259562

Dettagli

Un ordine su misura per ogni taglia

Un ordine su misura per ogni taglia Un ordine su misura per ogni taglia Le funzionalità Cross Order e Block Trade Facilities sui mercati cash Cross Order e BTF Introduzione I Cross Order e la Block Trade Facilities (BTF) sono due nuove tipologie

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI 1 INTRODUZIONE Il Consiglio di Amministrazione di Kairos Julius Baer Sim (di seguito la KJBSIM ) ha approvato il presente documento al fine di formalizzare

Dettagli

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio.

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. Provvedimento 20 settembre 1999 Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. IL GOVERNATORE DELLA BANCA D ITALIA Visto il decreto legislativo del 24 febbraio 1998, n. 58 (testo

Dettagli

ETF su indici daily short: investire nei mercati orso. db x-trackers su indici daily short

ETF su indici daily short: investire nei mercati orso. db x-trackers su indici daily short db x-trackers su indici daily short ETF su indici daily short: investire nei mercati orso L investimento in un ETF db x-trackers correlato ad indice daily short è destinato unicamente ad investitori sofisticati

Dettagli

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE (STRUMENTI DERIVATI ED ALTRI VALORI MOBILIARI) Ove non espressamente specificato i riferimenti normativi si intendono fatti al decreto del Ministro dell economia e

Dettagli

www.unicreditprivate.it 800.710.710

www.unicreditprivate.it 800.710.710 www.unicreditprivate.it 800.710.710 Portfolio Life TM è la nuova soluzione finanziario-assicurativa Unit Linked a vita intera, realizzata da CreditRas Vita S.p.A. in esclusiva per UniCredit Private Banking.

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FACOLTÀ DI SCIENZE STATISTICHE CORSO DI LAUREA IN STATISTICA ECONOMIA E FINANZA IL TRADING DI STRUMENTI DERIVATI. RELAZIONE DI STAGE PRESSO LA T4T. RELATORE: CH.MO PROF.

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

L analisi economico finanziaria dei progetti

L analisi economico finanziaria dei progetti PROVINCIA di FROSINONE CIOCIARIA SVILUPPO S.c.p.a. LABORATORI PER LO SVILUPPO LOCALE L analisi economico finanziaria dei progetti Azione n. 2 Progetti per lo sviluppo locale LA FINANZA DI PROGETTO Frosinone,

Dettagli

Aggiornato al 19/12/2014 1

Aggiornato al 19/12/2014 1 SERVIZI Estero Foglio Informativo n. 041108 Finanziamenti Import TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI Titolo VI (artt. 115-128) Testo Unico Bancario FOGLI INFORMATIVI INFORMAZIONI SULLA BANCA

Dettagli

2) una strategia di portafoglio che prevede la selezione di titoli (solitamente in base a una metodologia di

2) una strategia di portafoglio che prevede la selezione di titoli (solitamente in base a una metodologia di pag. 0 1 In un piano di rimborso di un mutuo a tasso fisso, basato su uno schema di ammortamento alla francese: la rata è costante la quota capitale è costante la quota interessi è costante la rata è decrescente

Dettagli

Perché investire nel QUANT Bond? Logica di investimento innovativa

Perché investire nel QUANT Bond? Logica di investimento innovativa QUANT Bond Perché investire nel QUANT Bond? 1 Logica di investimento innovativa Partiamo da cose certe Nel mercato obbligazionario, una equazione è sempre vera: Rendimento = Rischio E possibile aumentare

Dettagli

IMPARA IL MERCATO IN 10 MINUTI

IMPARA IL MERCATO IN 10 MINUTI IMPARA IL MERCATO IN 10 MINUTI AVVERTENZA SUGLI INVESTIMENTI AD ALTO RISCHIO: Il Trading sulle valute estere (Forex) ed i Contratti per Differenza (CFD) sono altamente speculativi, comportano un alto livello

Dettagli

Modelli Binomiali per la valutazione di opzioni

Modelli Binomiali per la valutazione di opzioni Modelli Binomiali per la valutazione di opzioni Rosa Maria Mininni a.a. 2014-2015 1 Introduzione ai modelli binomiali La valutazione degli strumenti finanziari derivati e, in particolare, la valutazione

Dettagli

Benvenuti al libro elettronico sul FOREX

Benvenuti al libro elettronico sul FOREX Benvenuti al libro elettronico sul FOREX Indice 1. Riguardo al MARCHIO... 2 2. Piattaforme di Trading... 3 3. Su cosa si Opera nel Mercato Forex?... 4 4. Cos è il Forex?... 4 5. Vantaggi del Mercato Forex...

Dettagli

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti L incontro annuale su: Mercati dei Titoli di Stato e gestione del Debito Pubblico nei Paesi Emergenti è organizzato con il patrocinio del Gruppo di lavoro sulla gestione del debito pubblico dell OECD,

Dettagli

Capitale raccomandato

Capitale raccomandato Aggiornato in data 1/9/212 Advanced 1-212 Capitale raccomandato da 43.8 a 6.298 Descrizioni e specifiche: 1. E' una combinazione composta da 3 Trading System automatici 2. Viene consigliata per diversificare

Dettagli

ANALISI TECNICA GIORNALIERA

ANALISI TECNICA GIORNALIERA RESEARCH TEAM ANALISI TECNICA GIORNALIERA TERMINI & CONDIZIONI Termini e Condizioni del servizio in fondo al report DIREZIONE TIMEFRAME STRATEGIA / POSIZIONE LIVELLI ENTRATA EUR / USD S-TERM GBP / USD

Dettagli

Tassi a pronti ed a termine (bozza)

Tassi a pronti ed a termine (bozza) Tassi a pronti ed a termine (bozza) Mario A. Maggi a.a. 2006/2007 Indice 1 Introduzione 1 2 Valutazione dei titoli a reddito fisso 2 2.1 Titoli di puro sconto (zero coupon)................ 3 2.2 Obbligazioni

Dettagli

L apertura di una economia ha 3 dimensioni

L apertura di una economia ha 3 dimensioni Lezione 19 (BAG cap. 6.1 e 6.3 e 18.1-18.4) Il mercato dei beni in economia aperta: moltiplicatore politica fiscale e deprezzamento Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Università di Pavia Economia

Dettagli

TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO Settimana del 31 agosto 2009

TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO Settimana del 31 agosto 2009 1 Trend e Strategie di Investimento http://www.educazionefinanziaria.com/ TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO Mercato Azionario Semaforo Verde Situazione Fondamentale: Neutrale (basata sul differenziale

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

GUARDIAN asset management software. Solutions. The safe partner for your business

GUARDIAN asset management software. Solutions. The safe partner for your business Portfolio Management GUARDIAN Solutions The safe partner for your business Swiss-Rev si pone come società con un alto grado di specializzazione e flessibilità nell ambito di soluzioni software per il settore

Dettagli

FINANZIAMENTI IMPORT

FINANZIAMENTI IMPORT Aggiornato al 01/01/2015 N release 0004 Pagina 1 di 8 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica: BANCA INTERPROVINCIALE S.p.A. Forma giuridica: Società per Azioni Sede legale e amministrativa:

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

10 ESEMPIO DI VALUTAZIONE IN BILANCIO DI UN OPZIONE

10 ESEMPIO DI VALUTAZIONE IN BILANCIO DI UN OPZIONE SOMMARIO 1 INTRODUZIONE ALLE OPZIONI 1.1 Teoria delle opzioni 1.2 Specifiche contrattuali delle opzioni su azioni 2 FORMALIZZAZIONI 3 PROPRIETA FONDAMENTALI DELLE OPZIONI SU AZIONI 3.1 Put-Call Parity

Dettagli

Capitolo 5. Il mercato della moneta

Capitolo 5. Il mercato della moneta Capitolo 5 Il mercato della moneta 5.1 Che cosa è moneta In un economia di mercato i beni non si scambiano fra loro, ma si scambiano con moneta: a fronte di un flusso reale di prodotti e di servizi sta

Dettagli

1 IL RISCHIO: INTRODUZIONE.2 2 LA VOLATILITA.4

1 IL RISCHIO: INTRODUZIONE.2 2 LA VOLATILITA.4 IL RISCHIO 1 IL RISCHIO: INTRODUZIONE.2 2 LA VOLATILITA.4 2.1 La volatilità storica... 4 2.2 Altri metodi di calcolo... 5 3 LA CORRELAZIONE..6 4 IL VALUE AT RISK....8 4.1 I metodi analitici... 9 4.2 La

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO Novembre 2010 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è

Dettagli

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Luglio 2007 Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Indice Preambolo... 3 1. Campo

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo Agrobresciano Soc. Coop. Piazza Roma, 17-25016 - GHEDI (BS) Tel. : 03090441 - Fax: 0309058501 Email:

Dettagli

Focus. BTP Italia: settimana emissione. 20 ottobre 2014. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche

Focus. BTP Italia: settimana emissione. 20 ottobre 2014. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche BTP Italia: settimana emissione Dal 20 al 23 ottobre 2014 si tiene il collocamento del settimo BTP Italia, titolo di stato indicizzato all inflazione italiana (ex tabacco) e pensato prevalentemente per

Dettagli

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione 8.2.4 La gestione finanziaria La gestione finanziaria non dev essere confusa con la contabilità: quest ultima, infatti, ha come contenuto proprio le rilevazioni contabili e il reperimento dei dati finanziari,

Dettagli

Corso di Matematica finanziaria

Corso di Matematica finanziaria Corso di Matematica finanziaria modulo "Fondamenti della valutazione finanziaria" Eserciziario di Matematica finanziaria Università degli studi Roma Tre 2 Esercizi dal corso di Matematica finanziaria,

Dettagli

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Introduzione al corso. Mario Parisi. Università di Macerata Facoltà di Economia

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Introduzione al corso. Mario Parisi. Università di Macerata Facoltà di Economia Economia e Finanza delle Assicurazioni Università di Macerata Facoltà di Economia Mario Parisi Introduzione al corso 1 Inquadramento del corso 1996: Gruppo di ricerca sulle metodologie di analisi, sugli

Dettagli

Dov è andata a finire l inflazione?

Dov è andata a finire l inflazione? 24 novembre 2001 Dov è andata a finire l inflazione? Sono oramai parecchi anni (dai primi anni 90) che la massa monetaria mondiale cresce ininterrottamente dell 8% all anno nel mondo occidentale con punte

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

DailyFX Strategies. Breakout e medie mobili. How to Analyze and Trade Ranges with Price Action (Title) Davide Marone, Analyst DailyFX

DailyFX Strategies. Breakout e medie mobili. How to Analyze and Trade Ranges with Price Action (Title) Davide Marone, Analyst DailyFX DailyFX Strategies Breakout e medie mobili Davide Marone, Analyst DailyFX How to Analyze and Trade Ranges with Price Action (Title) Breakout e medie mobili Davide Marone INTRO Prima di costruire una qualsiasi

Dettagli

IL Forex facile si fa per dire

IL Forex facile si fa per dire IL Forex facile si fa per dire Guida Introduttiva al Mercato Spot delle Valute Tecniche, strategie e idee per il trading delle valute QUALSIASI IMPRESA SI COSTRUISCE CON UNA SAGGIA GESTIONE, DIVIENE FORTE

Dettagli

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011 STRATEGIA SINTETICA Versione n. 4 del 24/05/2011 Revisione del 24/05/2011 a seguito circolare ICCREA 62/2010 (Execution Policy di Iccrea Banca aggiornamento della Strategia di esecuzione e trasmissione

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio

Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO La Congiuntura Economica Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio Luca Martina Private Banker Banca

Dettagli

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI)

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) - 1 - LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

GUIDA OPZIONI BINARIE

GUIDA OPZIONI BINARIE GUIDA OPZIONI BINARIE Cosa sono le opzioni binarie e come funziona il trading binario. Breve guida pratica: conviene fare trading online con le opzioni binarie o è una truffa? Quali sono i guadagni e quali

Dettagli

Rischio impresa. Rischio di revisione

Rischio impresa. Rischio di revisione Guida alla revisione legale PIANIFICAZIONE del LAVORO di REVISIONE LEGALE dei CONTI Formalizzazione delle attività da svolgere nelle carte di lavoro: determinazione del rischio di revisione, calcolo della

Dettagli

con il patrocinio di in collaborazione con

con il patrocinio di in collaborazione con con il patrocinio di in collaborazione con La Traders Cup, organizzata dalla rivista TRADERS Magazine Italia punto di riferimento per il mondo del trading e dell investimento professionale, è l unica competizione

Dettagli

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 La valutazione delle IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI Prima lezione di Alberto Bertoni 1 IMMOBILIZZAZIONI Definizione Cod. Civ. art. 2424-bis, 1 c. Le immobilizzazioni sono

Dettagli

Lettera agli azionisti

Lettera agli azionisti Lettera agli azionisti Esercizio 24 2 Messaggio dei dirigenti del gruppo Gentili signore e signori Rolf Dörig e Patrick Frost Il 24 è stato un anno molto positivo per Swiss Life. Anche quest anno la performance

Dettagli

La valutazione implicita dei titoli azionari

La valutazione implicita dei titoli azionari La valutazione implicita dei titoli azionari Ma quanto vale un azione??? La domanda per chi si occupa di mercati finanziari è un interrogativo consueto, a cui cercano di rispondere i vari reports degli

Dettagli

Capital Group. Intervista a Richard Carlyle, Investment Specialist

Capital Group. Intervista a Richard Carlyle, Investment Specialist Capital Group Intervista a Richard Carlyle, Investment Specialist Evento Citywire Montreux, maggio 2015 La tesi a favore delle azioni europee Richard Carlyle, Investment Specialist, Capital Group La ripresa

Dettagli

Gli indici per l analisi di bilancio. Relazione di

Gli indici per l analisi di bilancio. Relazione di Gli indici per l analisi di bilancio Relazione di Giorgio Caprioli Gli indici di solidità Gli indici di solidità studiano il rapporto tra le parti alte dello Stato Patrimoniale, ossia tra Capitale proprio

Dettagli

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932 Banca del Lavoro e del Piccolo Risparmio S.p.A. - Sede legale e amministrativa in Benevento, Contrada Roseto - 82100 Aderente al Fondo Interbancario di tutela dei depositi Capitale sociale e Riserve al

Dettagli

Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione

Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione BNPP L1 Equity Best Selection Euro/Europe: il tuo passaporto per il mondo 2 EUROPEAN LARGE CAP EQUITY SELECT - UNA

Dettagli

3. Operazioni di compravendita effettuate dai manager (Internal dealing) Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto

3. Operazioni di compravendita effettuate dai manager (Internal dealing) Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto Regolamento emittenti TITOLO II CAPO II SEZIONE IV Art. 87 (Comunicazioni dei capigruppo Comunicazioni delle operazioni di compravendita

Dettagli

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U)

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Il presente prodotto è distribuito dalle Agenzie Vittoria Assicurazioni

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

Il Project Financing. Introduzione

Il Project Financing. Introduzione Il Project Financing Introduzione Il Project Financing nasce nei paesi anglosassoni come tecnica finanziaria innovativa volta a rendere possibile il finanziamento di iniziative economiche sulla base della

Dettagli

RIALZO E AL RIBASSO CON FUTURE, ETF E CFD

RIALZO E AL RIBASSO CON FUTURE, ETF E CFD Salvatore Gaziano & Francesco Pilotti I 3 PASSI PER GUADAGNARE AL RIALZO E AL RIBASSO CON FUTURE, ETF E CFD Le basi, le strategie e la psicologia giusta per affrontare con successo il trading online sui

Dettagli

I mercati finanziari: classificazione e realtà italiana. Il mercato monetario

I mercati finanziari: classificazione e realtà italiana. Il mercato monetario I mercati finanziari: classificazione e realtà italiana. Il mercato monetario 13 maggio 2009 Agenda Criteri di classificazione dei mercati Efficienza dei mercati finanziari Assetto dei mercati mobiliari

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA DI PESCIA-CREDITO COOPERATIVO SOC.COOP. Via Alberghi n. 26-51012 - PESCIA (PT) Tel. : 0572-45941 - Fax: 0572-451621 Email:

Dettagli

NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI

NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI Valore aggiunto Valore della produzione - Consumi di materie - Spese generali + Accantonamenti Mol (Valore

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il presente documento ha finalità meramente illustrative della tassazione degli interessi e degli altri redditi

Dettagli

Fondazione Culturale Responsabilità Etica Onlus CAPIRE LA FINANZA. I Derivati

Fondazione Culturale Responsabilità Etica Onlus CAPIRE LA FINANZA. I Derivati CAPIRE LA FINANZA I Derivati Indice Introduzione 1. Cosa sono i derivati 1.1 Tipi di strumenti derivati 2. Il mercato dei derivati 2.1 Le dimensioni e i trend internazionali 2.2 I derivati scambiati nei

Dettagli

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI Il presente documento (di seguito Policy ) descrive le modalità con le quali vengono trattati gli ordini, aventi ad oggetto strumenti finanziari,

Dettagli

ANTICIPI IMPORT EXPORT IN EURO E/O VALUTA ESTERA FINANZIAMENTI IN VALUTA ESTERA SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE

ANTICIPI IMPORT EXPORT IN EURO E/O VALUTA ESTERA FINANZIAMENTI IN VALUTA ESTERA SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE Pag. 1 / 5 Anticipi import export ANTICIPI IMPORT EXPORT IN EURO E/O VALUTA ESTERA FINANZIAMENTI IN VALUTA ESTERA SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Monte dei Paschi di Siena

Dettagli