RIVISTA IN ABBONAMENTO ZOOM

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "RIVISTA IN ABBONAMENTO ZOOM"

Transcript

1 Fondato e diretto da Salvatore Gaziano IVISTA IN ABBONAMENTO n 05, luglio/agosto 2009 ISEVATA PESONALE Ma chi tutela i risparmiatori? Se ne stanno accorgendo anche giornali come Il Sole 24 Ore e la stessa Consob che l applicazione della direttiva Mifid invece che proteggere i risparmiatori rischia di danneggiarli. E non basta una direttiva di buona volontà per cancellare i cattivi comportamenti. Quando la direttiva Mifid fu approvata ed entrò in vigore qualcuno troppo ottimisticamente ne salutò l avvento come un passo importante verso la costruzione di un mercato finanziario integrato efficace e competitivo all interno dell Unione Europea (UE). Un mercato dove il risparmiatore tornava al centro di tutti i processi, diventandone il fulcro. Ma le cose (come avevo facilmente previsto) non sono andate in questa direzione. Il Sistema Bancario Nazionale ha utilizzato questo involucro per proteggere maggiormente i propri interessi, cercando di scaricare sul cliente qualsiasi responsabilità. Decine di fogli in più da firmare, scarico quasi totale delle responsabilità... Con il paradosso che alcune banche hanno adottato lo stesso codice etico di Ponzio Pilato. Può così accadere ai risparmiatori che venga preclusa la possibilità di negoziare titoli con scarso rischio (come obbligazioni emesse da Eni o altre società di primaria importanza) mentre invece è liberamente consentito piazzare alla stessa clientela i prodotti strutturati più iniqui e abominevoli della casa. Veri furti a cielo aperto. Nella recente relazione annuale del presidente della Commissione nazionale per le società e la borsa, Lamberto Cardia, è stato denunciato (meglio tardi che mai...) il comportamento ambivalente tenuto da molte banche. segue in ultima pagina CONSIGLI e STATEGIE per INVESTITOI combattivi ZOOM OBBLIGAZIONAIO TUTTO QUELLO CHE OA DOVETE SAPEE NEGLI ULTIMI MESI IL MECATO DEI BOND È STATO POTA- GONISTA DI UNA SPETTACOLAE ISALITA DOPO IL TONFO AUTUNNO/INVENO 2009 E UN NUMEO CESCENTE DI I- SPAMIATOI SI È AVVICINATO. QUALI SONO LE INSIDIE? CO- ME MUOVESI IN QUESTO MECATO E COSA OCCOE AS- SOLUTAMENTE SAPEE? INTEVISTA A MACO VINCIGUE- A, SOCIO FONDATOE DI TOKOS E FA I MASSIMI ESPETI INDIPENDENTI DEL SETTOE. I gentlemen preferiscono i bond diceva Andrew Mellon, una delle due o tre più eminenti figure finanziarie di fine 800, ministro del Tesoro Usa con i tre presidenti repubblicani che precedettero Franklin oosevelt. Bond è il termine inglese con cui si definiscono le obbligazioni. Un mercato enorme, pari a quello azionario e che anzi dal punto di vista storico è persino antecedente a quello delle azioni visto che il primo strumento finanziario negoziato al New York Stock Exchange nel lontano 1792 fu proprio il bond. E solo trent anni dopo cominciarono ad essere comprati e venduti i titoli di rischio. Un mercato, quello obbligazionario, che torna a essere battuto dai risparmiatori nei momenti di stanca o fuga dall azionario, quando si vuole privilegiare l uovo oggi alla gallina domani Il rendimento magari più basso, ma sicuro al 99%, alla teorica più elevata rivalutazione del capitale con le azioni. Sarà poi per effetto del crollo delle azioni degli ultimi anni ma un re- cente studio ha rivalutato (e non poco) l investimento obbligazionario e non solo per abbassare il rischio di un portafoglio di investimenti. obert Arnott, stratega della società di ricerca finanziaria esearch Affiliates, nel saggio «Bonds: Why Bothers» pubblicato nel Journal of Indexes, ha osato dimostrare che le obbligazioni, se usate bene, possono rendere più della Borsa e non sono proprio qualcosa di così noioso come pensano alcuni. Una tesi che ha provocato discussioni accese all interno della comunità degli investitori professionali, che re- 01

2 ZOOM OBBLIGAZIONAIO: TUTTO QUELLO CHE OA DOVETE SAPEE sta schierata in maggioranza per la tesi opposta di Jeremy Siegel, l autore del bestseller 2Stocks for the long run (edito in Italia per Il Mulino col titolo endimenti finanziari e strategie d investimento. Un saggio, quello di Arnott, che vuole sfatare il mito di Siegel che le azioni rendono il 5% all anno in più rispetto alle obbligazioni, il che rappresenterebbe il «premio per il rischio» di investire in Borsa. Una disfida che ricorda quella fra guelfi e ghibellini, milanisti contro interisti Eppure tutta questa contrapposizione fra azionario e obbligazionario non avrebbe ragione di esistere a ben vedere. E si tratta di due forme d investimento che possono ottimamente coesistere sia strategicamente che tatticamente. Non tutti i risparmiatori hanno, infatti, una propensione al rischio tale da sopportare anche discese del proprio patrimonio superiori al 50%, come è la volatilità tipica del mercato azionario. E non sempre i mercati azionari offrono opportunità interessanti o storie da cavalcare. Ci possono essere lunghi periodi (si veda il grafico 3) nei quali le Borse magari si incartano, muovendosi in laterale con poche azioni che escono dal mucchio. Chi possiede peraltro patrimoni importanti col crescere della propria età (anche anagrafica) diminuisce la propria propensione al rischio. L obiettivo prioritario non diventa più moltiplicare il proprio capitale ma difenderlo e farlo crescere senza strappi (soprattutto all ingiù). Per chi fa gestione attiva e flessibile come BorsaExpert e MoneyExpert, poi, la storia dell azionario come campo dei miracoli nel lungo periodo dove tutti potranno diventare ricchi solo pazientemente aspettando lo scorrere del tempo è una colossale bufala (come spiegato dettagliatamente nel libro Bella la Borsa, peccato scende ), nonostante sia propagandata con astuzia da banchieri, promotori e giornalisti organici solo per vendere la loro sbobba. Ci può essere certo il tempo delle azioni, e da inserire con percentuali anche elevate in portafoglio, ma non è sempre festa. Un buon consulente finanziario o gestore è colui che ha una strategia (redditizia) in grado di incrementare l esposizione nei momenti toro e di diminuirla nei momenti orso. GAFICO 1 Fonte: Standard & Poor s, Ibbotson Associated, Cowles Commission and Schwert QUANTO È LUNGO IL PEIODO? Le azioni nei confronti delle obbligazioni nelle performance storiche dal dicembre 1801 al febbraio anni (arco ) I bond battono le azioni Azioni verso rendimento relativo bond a 20 anni 20 anni (arco ) I bond battono le azioni 41 anni (arco ) I bond battono le azioni Massimi precedenti Per questo motivo la tesi di Arnott ha più di un fondamento se si guarda al confronto fra l investimento obbligazionario e quello azionario passivo, come peraltro dimostrano in modo inoppugnabile i grafici che ha prodotto dall inizio dell 800 in poi per dimostrare la bontà della propria tesi.sulla carta certo nel lunghissimo periodo (non secoli ma quasi) le azioni rendono di più ma il rischio di stare sott acqua per lunghissimo tempo è alto. Ci sono stati negli ultimi due secoli, infatti, lunghi periodi in cui i mercati azionari non hanno realizzato nuovi massimi. Con i risparmiatori passivi, entrati sul mercato nel momento più infelice, che hanno dovuto pazientare non poco. Addirittura 68 anni nel periodo ; 20 anni nel periodo ; 41 anni nel periodo ! Le statistiche aggiornate di obert Arnott ci dicono che al 30 giugno scorso le azioni hanno sottoperformato il rendimento dei titoli di Stato americani (Treasury Bond) negli ultimi 5, 10, 15, 20 e 25 anni. Una situazione veramente antipatica e se si guarda all andamento degli indici reali (ovvero quelli calcolati al netto dell inflazione) le fasi in cui l investitore azionario è stato superato come rendimenti dall investitore obbligazionario sono ancora più numerose come indica il grafico 2.Tutte 02 1,

3 ZOOM OBBLIGAZIONAIO: TUTTO QUELLO CHE OA DOVETE SAPEE cose che dovrebbero aver imparato sulla propria pelle molti risparmiatori italiani che in questi anni del boom di Borsa hanno preso sovente solo i crac per colpa anche di consigli spesso maldestri o gestioni fotocopia dell indice. Ma anche il reddito fisso non è esente da trappole. E tanto fisso non sempre può essere. Arnott ricorda, per esempio, il boom dei titoli obbligazionari argentini nel 2001 quando erano arrivati a rappresentare il 20% dell indice obbligazionario dei mercati emergenti: una bolla il cui scoppio ha causato molte vittime proprio in Italia. Arnott non affarma che Siegel, il sostenitore della supremazia delle azioni nel lungo periodo, dice una bufala. È vero, ammette Arnott, che se si parte dal 1802 e si arriva fino a oggi la Borsa ha reso nettamente più dei bond, ma se si calcola la differenza su base annua si vede che è solo di 2,5 punti percentuali, la metà del «premio per il rischio» considerato «normale». Ma in questi 207 anni le azioni hanno vissuto crolli spettacolari, come quello del dopo il quale le azioni hanno impiegato 20 anni per battere di nuovo le obbligazioni - e, più recentemente, quelli del 2000 e del «Dai massimi del 2000 alla fine del 2008 l investitore in azioni ha perso quasi tre quarti della sua ricchezza rispetto a un investitore obbligazionario di lungo termine», sostiene Arnott. E senza tener conto dell incasso dei dividendi, con la pura variazione dei prezzi le azioni fanno ancora più fatica a battere le obbligazioni. Un altro mito è che i bond servono a diversificare un portafoglio e a ridurne il rischio. «Ma la diversificazione è sopravvalutata e non funziona, soprattutto quando ne avremmo bisogno» avverte Arnott. In entrambi i mesi di settembre e ottobre 2008, quando si è scatenato il panico sui mercati finanziari, tutto è sceso: anche gli investimenti considerati più sicuri: i Titoli di Stato a 1-3 anni hanno perso lo 0,60% e quelli indicizzati all inflazione oltre il 12%. Ma il reddito fisso è molto vario e può offrire risultati molto diversi, come si vede dalle performance che il 2008 ha dato agli investitori. Con discese di oltre il 23-30% per molti fondi specializzati in titoli corporate ad alto rendimento (high yield) o in obbligazioni convertibili e con performance positive soprattutto per i titoli di Stato. Un mercato estremamente difficile, anche quello obbligazionario, dove i por- 32 anni arco nessun nuovo massimo LA IVALUTAZIONE DELLE AZIONI AL NETTO DELL INFLAZIONE Stock Price-Only return, growth of $ 100, dec feb anni arco nessun nuovo massimo Indice reale delle azioni 17 anni arco nessun nuovo massimo 22 anni arco nessun nuovo massimo Massimi precedenti 30 anni arco nessun nuovo massimo 28 anni arco nessun nuovo massimo Fonte: Standard & Poor s, Ibbotson Associated, Cowles Commission and Schwert 1, GAFICO 2 QUANTO STATE GUADAGNANDO SU UN BOND? NON CHIEDETELO ALLA VOSTA BANCA Per calcolare il rendimento di un titolo obbligazionario non è sufficiente aprire il proprio trading on line e vedere quanto segnano la colonna profitti e perdite e la colonna rendimento. Nessuna piattaforma bancaria (on line o tradizionale) calcola a oggi correttamente la performance dei titoli obbligazionari che detenete. Questo accade per quattro buchi dei sistemi informativi delle banche: 1. il prezzo di carico che vi indica la banca non è il prezzo a cui avete pagato il titolo ma è spesso un valore inferiore. Il prezzo di carico che indica la banca non tiene conto infatti del rateo di interessi maturato al momento dell acquisto del titolo. Questo valore fa aumentare il prezzo di acquisto del titolo rispetto a quanto vi indica la banca; 2. l ultimo prezzo del titolo non coincide con il prezzo a cui venderete il titolo ma sottostima questo dato in quanto non tiene conto che se vendete il titolo prima della sua scadenza il compratore vi riconoscerà la cedola maturata fino a quel momento; 3. nessuna piattaforma bancaria valorizza correttamente i plus e le minus che state avendo su un titolo obbligazionario (e per questo aspetto anche azionario) in quanto non tiene conto nella valorizzazione della posizione delle cedole (nel caso dei titoli obbligazionari) e dei dividendi (nel caso delle azioni) incassati; 4. non tutti i titoli rimborsano l intero capitale a scadenza. Ve ne sono alcuni che rimborsano il capitale a rate durante il corso della vita del titolo. L unica valorizzazione corretta di un titolo obbligazionario che una banca farà sarà relativa ai titoli zero coupon ovvero senza cedola e con il rimborso intero del capitale alla scadenza. In tutti gli altri casi quello che vedete calcolato come performance del vostro investimento obbligazionario è semplicemente sbagliato. Valorizzare un titolo obbligazionario è quindi tutt altro che semplice. E consapevoli di questo, nell ambito della consulenza personalizzata erogata dallo studio MoneyExpert.it è stato sviluppato un sistema di valorizzazione delle posizioni azionarie e obbligazionarie dei clienti che tiene conto di tutte le variabili che entrano in gioco nel calcolare correttamente il rendimento di un investimento. 03

4 ZOOM OBBLIGAZIONAIO: TUTTO QUELLO CHE OA DOVETE SAPEE Come gli incredibili successi che stanno avendo le operazioni di collocamento di bond emessi da molte società private (fra le ultime quella dell Eni) e il nervosismo affiorato sulle Borse internazionali nelle ultime settimane che ha avuto come effetto in Italia quello di far ripartire la corsa ai Bot, anche se i rendimenti sono ai minimi record e addirittura nel caso dei Buoni trimestrali sfiorano lo zero al netto di tasse e commissioni. Ma investire sull obbligazionario non è mai stato forse così difficile. Nei mesi scorsi una ventata di ottimismo (difficile giudicare se giustificata o meno) sulla situazione macroeconomica ha determinato uno spettacolare recupero del valore di molte obbligazioni societarie (corporate), facendo scendere ai minimi termini i rendimenti. Chi ha soldi da investire in questa fase si trova, infatti, nella difficile situazione di dover scovare rendimenti decenti ma anche emittenti affidabili. Nulla è più come nel passato (anche neltafogli lanciati lo scorso anno da BorsaExpert.it e MoneyExpert.it hanno dimostrato la loro ragion d essere sia per la tempestività con cui sono stati lanciati (nei mesi successivi l azionario è arrivato a perdere il 55%), sia per i risultati realizzati. Superiori agli indici di categoria (benchmark) sia nei portafogli standard (vedi box) che nella consulenza personalizzata svolta da MoneyExpert.it per quei Clienti con patrimoni elevati (da euro a decine di milioni di euro) che ricercano un servizio su misura, adeguato alle proprie specifiche richieste. Ma che sul mercato obbligazionario l attenzione si sia spostata in modo evidente lo dicono anche numerosi dati. Accade così che su molte nuove emissioni di obbligazioni si concentrino richieste ampiamente superiori alla disponibilità offerta, nonostante i rendimenti siano particolarmente modesti. OBBLIGAZIONI: SI POSSONO COMPAE TUTTE, CON QUALSIASI BANCA? No, purtroppo. Acquistare obbligazioni non è così facile come negoziare azioni. Ciascuna banca e piattaforma offrono, infatti, menù differenti. Cambiano la gamma di obbligazioni proposte come i costi commissionali per transazione. E tutto questo non dipende dalla importanza della banca o dal fatto di essere o meno clienti vip visto che abbiamo sperimentato come private banking di banche blasonate diano spesso accesso ai lori clienti a un numero striminzito di obbligazioni e per di più a condizioni per nulla competitive. Per avere idea di come è strutturato il mercato occorre evidenziare che esistono tre mercati principali su cui si negoziano le obbligazioni: il Mot, il Tlx e il circuito Otc (si veda l abecedario per capire la differenza fra questi mercati). Molte banche danno l accesso al Mot, alcune al Tlx (per quanto non sempre in forma totale, comprendendo sia Tlx che EuroTlx), poche danno l accesso all Otc. Se si vogliono negoziare delle obbligazioni è bene quindi informarsi sull accesso a tali mercati e quali condizioni. Sul Mot e sul Tlx le banche online più competitive sono IwBank e Fineco e da pochi giorni Banca Sella: fanno pagare poco meno dello 0,2% per transazione e un massimale di circa 20 euro per operazione, indipendentemente dal valore del transato. E proprio questo costo massimo dell operazione che abbatte i costi della compravendita soprattutto per patrimoni elevati. Queste sono le condizioni che occorrerebbe quindi pagare per non regalare dei soldi alla propria banca. Su queste banche è possibile negoziare praticamente tutti i bond dei circuiti Mot, Tlx ed EuroTlx. Se si passa alle piattaforme delle banche meno on the market tutto può accadere Come anche sentirsi vietare, con le scuse più fantasiose da parte del personale della banche, l acquisto di obbligazioni normalissime e non certo al limite dell azzardo (si pensi ai bond dell Eni). E vi sono certo delle precise ragioni oltre a un evidente e diffusa incompetenza e mancanza di correttezza da parte di molti operatori bancari. E la ragione non è certo una preoccupazione da parte di questi istituti bancari di voler tutelare maggiormente la loro clientela ma piuttosto loro stessi Visto che poi sono spesso gli stessi istituti che propongono agli stessi clienti di acquistare prodotti ben più rischiosi e magari remunerativi realizzati dalla casa. Fra le motivazioni di questa strana situazione vi è da ricordare come l insolvenza di alcuni emittenti negli ultimi anni (Parmalat, Cirio, Argentina..) abbia evidenziato il ruolo ambiguo di alcune banche chiamate perciò a rispondere in solido nel caso di fallimento della società da alcuni tribunali. Per tutelarsi maggiormente, quindi, alcune banche hanno spostato il problema sul risparmiatore, impedendogli tout court di negoziare alcune obbligazioni. Come quelle emesse, per esempio, da meno di un anno di qualsiasi emittente, bello o brutto Non tutte le banche si comportano nello stesso modo fortunatamente anche perché chi negozia obbligazioni non è necessariamente un minus habens e comunque è chiamato ad accettare i rischi che anche questo investimento comporta. Sul mercato Otc (si veda legenda a pagina 12) le cose si complicano ancora. Innanzitutto perché poche banche consentono l accesso. E comunque non è mai totale per i risparmiatori privati. Fra le banche che ne consentono l accesso (parziale) vi sono comunque da segnalare IwBank (solo telefonicamente e con commissioni diverse rispetto a quelle del Mot e Tlx) e da qualche tempo anche Bpm che ha lanciato un servizio online (Global Bond) per negoziare le obbligazioni Otc sulla propria piattaforma Webank. L universo di obbligazioni negoziabile è di 1800 titoli e non è certo da disprezzare ma occorre ricordare che i titoli quotati su questo circuito sono oltre quindi le possibilità di non poter negoziare proprio il titolo che si voleva comprare sono ancora elevate. Meglio, da questo punto di vista, la piattaforma di IwBank (al momento la più completa e competitiva) pur se occorre passare gli ordini per telefono e potrà capitare comunque che qualche titolo non sia negoziabile o il denaro/lettera proposto non sia lo stesso che si potrà verificare su una schermata Bloomberg e che è quella su cui si basano gli operatori istituzionali. La banca potrebbe, infatti, non avere accordi con tutte le banche presenti nel book e proporvi solo una selezione delle migliori proposte di acquisto e di vendita. E magari non le migliori. Ma è questo quello che passa il convento 04

5 ZOOM OBBLIGAZIONAIO: TUTTO QUELLO CHE OA DOVETE SAPEE l obbligazionario) e le possibilità di mettere in portafoglio qualche mela marcia (anche illustre) è sempre presente; un rischio che non può essere completamente scartato ma che può essere minimizzato. Investendo con strategia e giudizio il proprio patrimonio (anche nell obbligazionario) in base alla propria propensione al rischio e a cosa si ricerca (se si inseguono rendimenti annui a 2 cifre anche l obbligazionario può offrire delle chance ma a patto di conoscere e sopportare i rischi di tale approccio). Difendere il proprio capitale dall inflazione e farlo crescere è un ambizione lecita. E tutte le armi (lecite) sono permesse. Ma è importante cercare di commettere il minor numero di errori e non muoversi troppo a braccio. E per questo motivo affrontiamo l argomento dell investimento in obbligazioni, pubblicando in questa inchiesta di copertina di Moneyeport una lunga e articolata discussione che abbiamo condotto con un esperto del settore fra i più apprezzati in Italia per le sue doti di competenza e indipendenza. Merce spesso rara nel settore. Marco Vinciguerra è, infatti, da tempo primario collaboratore nella consulenza obbligazionaria del nostro network nonché socio fondatore della società Tokos. Precedentemente è stato dal 1996 al 1999 responsabile dei fondi obbligazionari italiani di Sogersel e consulente di banche e assicurazioni (eale Mutua, Sai investimenti, Effe gestioni sgr, Banca del Piemonte per citarne alcune) occupandosi principalmente di gestione di fondi obbligazionari, coperture assicurative per polizze vita (asset liability management), analisi e costruzioni di prodotti finanziari. Un esperto di cui da anni (insieme al suo team) abbiamo avuto modo di verificarne la competenza (non solo teorica) e che in questa maxi-intervista ci offre un punto di vista non convenzionale su questo mercato. POTAFOGLI OBBLIGAZIONAI: A CIASCUNO IL SUO Dal 2002 Borsa Expert, società che edita questo mensile, offre ai propri clienti strategie e portafogli modello per battere i mercati. Da oltre un anno, oltre ai tradizionali portafogli azionari e di fondi o Etf, Borsa Expert, grazie anche alla collaborazione con Tokos Sgr (vedi intervista a Marco Vinciguerra), si sono affiancati tre portafogli obbligazionari: il Cash Plus, il eddito Extra e l Alto endimento. Questi portafogli standard (ovvero panieri uguali per tutti da replicare) sono pensati per tre differenti esigenze finanziarie in termini sia di orizzonte temporale dell investimento sia di livello di rischio che si è disposti ad assumere. Il portafoglio CASH PLUS si rivolge agli investitori che ricercano un impiego del proprio capitale nel breve termine e con un livello di rischio contenuto: l orizzonte temporale dell investimento è di circa 12 mesi e l obiettivo di rendimento è guadagnare di più rispetto a un fondo di liquidità, a un Bot e a un pronti contro termine. Per il portafoglio Cash Plus vengono selezionati titoli corporate di emittenti soprattutto bancari o comunque con un rating elevato con l obiettivo di portare i titoli a scadenza visto anche il limitato obiettivo temporale che rende sconsigliabile effettuare il trading. Il portafoglio EDDITO EXTA è invece costruito per quanti hanno un orizzonte temporale lungo, 3-5 anni, e ricercano non un parcheggio del proprio capitale ma desiderano investirlo sui titoli più interessanti fra quelli a tasso fisso, variabile e ancorati all inflazione emessi da società con rating. Il portafoglio ALTO ENDIMENTO si rivolge invece agli investitori con un alta propensione al rischio e ricerca i titoli più interessanti come rapporto rendimento/rischio emessi da enti non governativi ma da società, anche a basso merito di credito, di emittenti europei ed extra europei (emergenti compresi) anche in valuta diversa dall euro. Spesso i titoli selezionati in questo portafoglio sono scambiati sul mercato cosiddetto OTC (over the counter). L accesso a questo mercato è fornito solo da alcune banche (tra quelle online soprattutto Iwbank). L obiettivo che crediamo realizzabile con questi portafogli obbligazionari è quello nel tempo di ottenere risultati superiori a quelli espressi dal mercato grazie a una gestione attiva a caccia soprattutto di special situation non solo fra i titoli italiani, monitorando fra migliaia di emissioni. Per maggiori informazioni sui portafogli obbligazionario modello di Borsa Expert è possibile contattare il numero verde gratuito o visitare il sito Per chi ricerca invece una consulenza maggiormente personalizzata e mirata con obiettivi di investimento specifici e su patrimoni anche di notevole entità con un rapporto diretto con i nostri esperti (come per esempio ottenere una rendita reale salvaguardando il valore del proprio patrimonio nel tempo o un portafoglio ad alto rendimento che spazi dai perpetual agli high yield) può rivolgersi a oberta ossi, consulente indipendente, contattando il numero verde gratuito o visitando il sito che in base alle esigenze della clientela può (grazie anche all ufficio studi di Borsa Expert e al network di esperti che collaborano con questo studio) fornire soluzioni e strategie ad hoc sia nell azionario che nell obbligazionario con un vero rapporto di consulenza personalizzata. 05

6 ZOOM L INTEVISTA FUOI DAL BANCO INTEVISTA A MACO VINCIGUEA, SOCIO FONDATOE DELLA TOKOS Salvatore Gaziano: Poco meno di un anno fa il ciclone Lehman ha fatto tremare i mercati finanziari incluso il settore obbligazionario. E sembrava che i default si sarebbero susseguiti quest anno, anche secondo le stime delle agenzie di rating e degli analisti. Invece si è assistito a un fenomeno quasi opposto con la riscossa del mercato dei bond e aziende che stanno collocando tutto il possibile. Cosa è successo? Il peggio è passato? Marco Vinciguerra: Speriamo che il peggio sia veramente passato! Certo è che alcuni meccanismi del credito che parevano sul punto di incepparsi pochi mesi fa e che hanno fatto temere insolvenze a macchia di leopardo nel sistema bancario sono stati ripristinati grazie all azione congiunta di banche centrali e governi dei paesi industrializzati. E così abbiamo assistito a un recupero serrato dei prezzi di molte obbligazioni bancarie; d altronde il prezzo delle obbligazioni si comporta in modo assai diverso da quello delle azioni; alla scadenza o c è il rimborso o l emittente è insolvente, terzium non datur! Nel caso delle azioni i prezzi possono languire per molti anni, in special modo quando si attraversa una congiuntura economica sfavorevole. Gaziano: I risparmiatori italiani, secondo tutte le statistiche, appaiono i più disponibili a sottoscrivere qualsiasi prodotto offerto dalla propria banca. E stato calcolato che il quantitativo di obbligazioni collocato dalle banche italiane ai risparmiatori italiani è doppio e addirittura triplo rispetto a quanto collocato dalle banche tedesche o francesi ai propri correntisti. Titoli spesso con rendimenti nettamente inferiori a quelli dei Titoli di Stato (Btp, Cct ), con minore o nessuna liquidità o complicatissimi (vedi obbligazioni strutturate) e stracarichi di spese. O forme di raccolta spurie come i pronti contro termine. Un affare soprattutto per chi li colloca? Potere dei collocatori o ignoranza dei risparmiatori? Nella tua esperienza quali obbligazioni consigliano le banche ai propri clienti? E quali obbligazioni comprano i risparmiatori con il fai da te? Vinciguerra: I prodotti finanziari e il credito in Italia sono mediamente molto cari; questo pesa sulle tasche dei risparmiatori, e molte aziende si finanziano con difficoltà e a condizioni spesso onerose. C è da dire che in questa fase avere banche torpide nella concessioni di fidi e voraci di commissioni di ogni genere verso i clienti è stato paradossalmente positivo, perché maggiori ricavi aumentano la solidità del sistema bancario! Gaziano: Il mercato obbligazionario non rende nulla, io seguo solo l azionario dicono alcuni. Per poi scoprire che magari che dopo 10 anni di fedeltà all azionario tramite fondi, gestioni o fai da te isterici sono sotto del 40%. Perché molti risparmiatori scartano a priori l idea di avere una parte del patrimonio investita in modo più tranquillo e rendimenti più certi? O la considerano qualcosa da sfigati? Eppure anche per chi vuole ricercare rendimenti a 2 cifre nell obbligazionario non mancano le opportunità se si possiede la giusta tempra, propensione e conoscenza e ci si avventura nel terreno (insidioso) degli high yield Insomma l obbligazionario è tranquillo o avventuroso? Vinciguerra: La tesi secondo cui nel lungo periodo le azioni rendono più delle obbligazioni è concettualmente falsa; è comunque ancora un forte argomento di vendita usato da bancari e promotori finanziari per vendere prodotti azionari, che hanno mediamente commissioni e costi più elevati. Il grafico che allego è interessante e depone a favore della mia (ovvia!) tesi, e cioè che se fosse vero che le azioni rendono più delle obbligazioni nessuno più comprerebbe bond, mentre se fosse vero il contrario non esisterebbero più le borse! E evidente che non si sa cosa sia meglio; in alcuni periodi storici è meglio avere bond, in altri sono meglio le azioni. In particolare, come dimostra la tesi di Arnott che tu correttamente citi in questa inchiesta, si vede che per lunghi periodi storici investire in azioni ha significato avere sempre gli stessi soldi anche a distanza di iproduzione riservata 06

7 ZOOM L INTEVISTA FUOI DAL BANCO INTEVISTA A MACO VINCIGUEA, SOCIO FONDATOE DELLA TOKOS lustri, che non è un buon affare in termini reali, perché salvo eccezioni nello stesso periodo l inflazione corre Gaziano: Fra i grandi successi del risparmio gestito c è da annoverare anche il successo dei fondi obbligazionari. Un successo economico soprattutto per le società di gestione visto che i risparmiatori non hanno certo fruito a vedere i risultati di grande valore aggiunto nell affidarsi agli esperti per comporre fondi a base di bond. L indice Fideuram obbligazionario dice che dal 1999 a oggi la rivalutazione dei fondi del settore è stata del 27% in termini nominali, ovvero senza considerare l inflazione. Come dire un rendimento reale del capitale intorno allo zero! E se si vanno a vedere i risultati dei fondi con obbligazioni anche espresse in valuta c è da mettersi le mani nei capelli Spesso il rapporto di cambio, infatti, ha stritolato tutti i rendimenti. E i super esperti non hanno coperto il rischio cambio Inoltre i costi reali di gestione con rendimenti calanti sono diventati sempre più voraci: ci sono sempre più fondi obbligazionari le cui commissioni di gestione annue erodono oltre il 50% dei rendimenti Eppure i fondi monetari e obbligazionari fanno la parte del leone nel risparmio gestito, coprendo quasi il 40% della raccolta totale. Come spiegare tutta questa fiducia non ripagata? Vinciguerra: I fondi obbligazionari, soprattutto quelli che investono in titoli di stato, hanno un successo immeritato. Infatti in questo caso fare da sé è facile, oltre che conveniente: basta comperare un po di titoli di stato (Btp, Cct, Bot per intenderci) e rinnovarli a scadenza per ottenere più della media di questi prodotti, che fanno la stessa cosa ma hanno costi che oscillano fra lo 0,8% e l 1% all anno. Gaziano: Da un numero indefinito di mesi senza ancora nulla di certo all orizzonte sui tempi è in procinto in Italia di decollare ufficialmente la consulenza finanziaria indipendente. Potrà essere un alternativa al risparmio gestito anche nell obbligazionario su larga scala? O resterà qualcosa per un èlite com è oggi? Come ti spieghi che per alcuni risparmiatori la consulenza finanziaria indipendente dovrebbe essere un attività quasi no profit? Ai gestori di patrimoni e fondi molti risparmiatori pagano senza battere ciglio l 1-1,5% effettivo mentre se per la stessa attività in modo più trasparente un consulente indipendente richiede meno della metà viene percepito come caro Così a prescindere, come diceva Totò. Come colmare questo gap? Vinciguerra: Credo che bisognerà aspettare almeno un paio di anni per avere un quadro chiaro e una offerta valida per il risparmiatore; infatti nella fase iniziale i consulenti indipendenti saranno dei singoli individui con molta buona volontà, ma senza una struttura alle spalle e che, nella stragrande maggioranza dei casi, provengono dalla promozione finanziaria e hanno una spiccata attitudine alla vendita ma una modesta competenza sui mercati finanziari. E impossibile pensare che singoli individui, anche bravissimi, possano offrire un servizio adeguato alle esigenze dei clienti senza una struttura; sarebbe come pensare di fare operare un chirurgo eccellente senza il supporto di uno staff, le attrezzature della sala operatoria, ecc. La forma vincente della consulenza sarà a mio avviso quella di società piccole ma sufficientemente strutturate, che possano davvero essere l alternativa al sistema bancario, soprattutto per le persone che vorranno consigli per gestire il proprio patrimonio. All inizio i servizi di qualità saranno pochi e per pochi; poche società per pochi clienti molto esigenti e con molti quattrini; in futuro si vedrà. Certo la nostra esperienza (operiamo da circa sei anni in forma societaria nella consulenza finanziaria) ci insegna che offriamo un vestito da sartoria (consulenza personalizzata su grossi patrimoni) a prezzi più bassi che i grandi magazzini (anonime gestioni in fondi o altri prodotti opachi fatti dalle banche); questo è giustificato dal target mediamente elevato della nostra clientela, soprattutto per quanto riguarda la consapevolezza finanziaria. Gaziano: Con quali criteri dovrebbe essere composto un portafoglio obbligazionario diversificato? Quanti titoli dovrebbero essere presenti? Vinciguerra: Per un portafoglio prudente non c è bisogno di diversificare molto; si deve però scegliere emittenti assai affidabili (Bei, Birs, ecc.) o titoli di Stato di paesi solidi (e anche l Italia secondo me è fra questi); certo in questo periodo i rendimenti sono modesti. Se si cerca qualcosa di più redditizio allora è assolutamente indispensabile diversificare molto il novero dei debitori ai quali prestiamo i nostri soldi; per le obbligazioni più rischiose (e più redditizie, naturalmente!) noi consigliamo sempre di non esporsi per più del 2% del proprio patrimonio. Gaziano: Quali sono le obbligazioni da evitare per un risparmiatore che non vuole correre troppi rischi? Vinciguerra: Mah, è una domanda un po difficile. Le delusioni sono venute un po dappertutto per gli obbligazionisti; dalle Parmalat, che avevano anche 07 iproduzione riservata

8 ZOOM L INTEVISTA FUOI DAL BANCO INTEVISTA A MACO VINCIGUEA, SOCIO FONDATOE DELLA TOKOS un rating elevato e rendimenti non poi così allettanti, alle Lehman che sembravano solidissime, alla recente vicenda Alitalia, dove uno stato sovrano ha rinunciato a un accordo con un solido partner estero (Air France, ricordate, fece una offerta definita irricevibile ) salvo poi rimborsare gli obbligazionisti facendogli subire un danno di oltre il 30% e dopo avere inizialmente legiferato proposte peggiori di quelle che hanno ricavato i risparmiatori coinvolti nel fallimento della Provincia di Buenos Aires! Insomma, se ne sono viste un po di tutti i colori; il consiglio è sempre quello: appena si esce dal novero degli emittenti sicurissimi è bene diversificare molto. Gaziano: Un risparmiatore comune può costruirsi una cultura obbligazionaria che gli consenta da solo di comporre un portafoglio obbligazionario o solo chi fa questo di mestiere è in grado di farlo? In altre parole investire in obbligazioni è alla portata di tutti? Vinciguerra: Investire in obbligazioni è noioso! Basta saper fare alcuni calcoli e spesso nemmeno troppo complicati; per destreggiarsi nel mercato azionario invece richiede un vero talento. E quanto insegniamo nei nostri corsi rivolti a tecnici del settore o a risparmiatori che intendono aumentare il loro grado di conoscenza finanziaria. Certo che è un po come fare gli elettricisti; fino a quando si tratta di cambiare una lampadina non vi è nulla di complicato, ma se si deve costruire un intero impianto elettrico (un buon portafoglio di bond solidi) se non si fa attenzione si può far saltare tutto! Gaziano: Cosa pensi dei fondi obbligazionari, degli etf che investono in obbligazioni e di quegli strumenti che offrono giardinetti di titoli già impacchettati? Vinciguerra: Quelli su titoli di Stato e roba super sicura, meno costano e meglio è. Per gli altri prodotti faccio un discorso generale. E non credo sia opportuno perdere il controllo dei propri investimenti. Per questo consigliamo ai nostri clienti solo strumenti finanziari di prima mano : azioni e obbligazioni. Negli altri casi bisogna fidarsi di quello che fanno (o dicono di fare) altri e cioè i gestori di questi prodotti. Nella stragrande maggioranza dei casi si hanno solo prodotti opachi e con molte commissioni, alla peggio si becca qualche hedge fund che polverizza i nostri risparmi. Gaziano: Quando c è bisogno di una consulenza obbligazionaria personalizzata? Vinciguerra: Assolutamente sempre, più volte al giorno e per molti anni (Ah, Ah...) Gaziano: Per quanto riguarda i titoli di stato ha senso detenere solo bond emessi dallo stato italiano? Vinciguerra: Sì. Gaziano: Quali sono le obbligazioni secondo te più rischiose in questo momento che il mercato prezza troppo generosamente? E quelle più interessanti? Vinciguerra: Il piano della Fiat è valido ma molto ambizioso. Certamente prima o poi richiederà ingenti impegni finanziari e il livello di indebitamento della società è già un po altino. Per questo motivo sulle scadenze successive al 2011 ci andrei un po cauto, le obbligazioni a più lunga scadenza rendono a mio parere troppo poco per il rischio che incorporano; questo non vuol dire assolutamente che la Fiat fallirà, ma potendo scegliere di prestare soldi a altri debitori con rendimenti analoghi le valuto con un certo scetticismo. Invece i titoli buoni non li dico a nessuno, gratis! Eh eh eh... Sicuramente interessanti sono le obbligazioni bancarie con durata fra i tre e i cinque anni; offrono ancora rendimenti molto elevati rispetto ai titoli di stato e il grado di solvibilità del sistema mi sembra buono. Gaziano: L opinione comune sugli investimenti dice che un portafoglio diversificato di azioni non è rischioso nel lungo periodo: L opinione comune è sbagliata! Ha causato molta sofferenza e dolore in milioni di investitori... Questa è la prima frase del libro Worry-Free Investing di Zvi Bodie e Ian Sykes, uscito in Gran Bretagna alla fine del Uno degli autori (Bodie) è un autorità in campo accademico, tra i massimi esperti mondiali di economia finanziaria delle pensioni e sostiene a spada tratta l importanza di detenere nel proprio portafoglio di investimenti un altissima quota di obbligazioni legata all inflazione. Un tipo di titoli che non ha riscosso grande successo in Italia e i cui rendimenti negli scorsi mesi sono pure crollati per effetto del timore della deflazione. Come consideri questi titoli e che peso gli assegni? Vinciguerra: Concordo assolutamente con l idea che sulla pensione non si scherza; consiglio di comperare molti titoli reali di emittenti solidi a fini previdenziali; in questo periodo rendono anche due punti più dell inflazione e non avrei nessuna remora nell inserirli in un portafoglio conservativo. Gaziano: A oggi investendo con un orizzonte temporale di un anno di può ottenere il 2% netto, a 3 anni il 08 iproduzione riservata

9 ZOOM L INTEVISTA FUOI DAL BANCO INTEVISTA A MACO VINCIGUEA, SOCIO FONDATOE DELLA SOCIETÀ TOKOS 3%. Per ottenere rendimenti superiori al 5% netto occorre puntare su scadenze molto lontane (tipo 2018) o su scadenze più brevi su emittenti un pochino chiacchierati. Che magari in autunno hanno avuto bisogno del sostegno statale per non finire a gambe all aria. Se si è bravi e si punta su titoli meno battuti dalla massa è possibile spuntare rendimenti del 30-50% superiori a quelli sopra indicati, scovando obbligazioni particolari che certo non ti consigliano in banca o nei giornali. E corretta questa fotografia sintetica sui rendimenti dell obbligazionario sullo stato dell arte? Vinciguerra: Sì, anche se scovare obbligazioni con rendimenti interessanti e rischio contenuto sta diventando più difficile negli ultimi mesi, mentre nei momenti più acuti della crisi abbiamo investito in bond ottimi a veri prezzi di saldo! Gaziano: Ha senso per un risparmiatore europeo investire in titoli non denominati in euro? E per quale tipo di risparmiatore? Vinciguerra: Non c è nessun motivo di ritenere che l euro si rivaluterà rispetto per esempio al dollaro, né naturalmente viceversa; noi cerchiamo di fare meno previsioni possibili e se è il caso inseriamo obbligazioni in altre valute nei portafogli dei nostri clienti che cercano rendimenti obbligazionari più elevati di quelli che si ottengono coi titoli di stato, sempre con le cautele descritte prima in con moderazione. Gaziano: Quali consideri in questo momento i settori più a rischio? Vinciguerra: Il settore auto, un po come tutti i settori industriali maturi, presenta delle criticità; comunque sottolineo che si tratta di obbligazioni e che quindi, perché i rischi si concretizzino, si deve arrivare all insolvenza dell emittente, che è un fatto piuttosto raro. Insisto sul fatto che un portafoglio di obbligazioni che si prefigga rendimenti elevati deve avere una parcellizzazione assai significativa; questo perché pensare di evitare tutti i default pur avendo un approccio aggressivo sul mercato obbligazionario è del tutto irrealistico. Gaziano: Come fanno alcuni conti di deposito a offrire rendimenti sistematicamente superiori al tasso euribor e superiori attualmente ai rendimenti a un anno offerti dalle società? Le banche che li offrono guadagnano comunque? Dov è il trucco? Vinciguerra: Nei momenti più acuti della crisi ho il sospetto che la carenza di liquidità del mercato monetario abbia spinto gli emittenti più chiacchierati a raccogliere denaro offrendo rendimenti molto allettanti anche sui depositi o sui conti correnti; di solito però l idea è quella di offrire dapprima tassi molto buoni sulla liquidità e poi proporre al cliente, che ha aperto il conto attratto dall offerta speciale, altri prodotti finanziari su cui è la banca invece a guadagnare parecchio! Gaziano: Qualche mese fa il mercato ha pesantemente punito molte obbligazioni subordinate o perpetual. Ora c è stato in questi mesi un netto recupero. estano comunque titoli ad alta volatilità. A chi consigli o sconsigli questo genere di titoli? Vinciguerra: Si tratta di obbligazioni quasi esclusivamente del settore bancario o assicurativo e orientarsi è complicato, a volte anche per il gestore più scafato. Detto ciò le obbligazioni con un modesto grado di subordinazione (lower tier 2, ad esempio) non mi paiono molto pericolose; però ripeto che fare dei distinguo in questo settore è veramente difficile per chi fa da sé. Gaziano: Tasso fisso o variabile, l inflazione andrà giù o su? Sono le domande che più sovente si fanno agli esperti del ramo. Cercare di prevedere queste dinamiche è un criterio che segui nel comporre un portafoglio, privilegiando il tasso fisso o variabile, oppure ci hai rinunciato, adeguandoti al Dio Mercato? Vinciguerra: Gestire un portafoglio obbligazionario facendo previsioni in continuazione è molto azzardato; di solito noi ci comportiamo così: costruiamo un portafoglio con un insieme di titoli che abbiano una durata finanziaria e un rendimento coerente con quello prospettatoci dal cliente e poi ottimizziamo il portafoglio cambiando via via i bond che rendono meno con altri di caratteristiche analoghe che sono più redditizi; il tutto sempre senza alterare la struttura del portafoglio. Gaziano: Cosa succede quando la società che emette una obbligazione va in default? Quanto si può recuperare del capitale mediamente? E un evento così frequente come talvolta sembra a leggere le lettere di alcuni risparmiatori o c è qualcuno più sfortunato di altri che sottoscrive tutte le obbligazioni peggiori (dai bond Argentina a quelli Cirio, da quelli Parmalat a quelli islandesi)? Vinciguerra: Mah, per me e anche per alcuni clienti con una elevata propensione al rischio mi è successo di avere in portafoglio le obbligazioni che citi e in qualche caso di averci pure guadagnato; è il 09 iproduzione riservata

10 ZOOM L INTEVISTA FUOI DAL BANCO INTEVISTA A MACO VINCIGUEA, SOCIO FONDATOE DELLA TOKOS caso dei bond argentini comperati prima della ristrutturazione proposta dal governo sudamericano.la percentuale di recupero varia da caso a caso; di solito un 30% si porta a casa, ma per esempio gli obbligazionisti Finpart hanno recuperato molto meno, mentre quelli di Telecom Argentina mediamente circa l 85%, a seconda della emissione sottoscritta. Gaziano: I rendimenti di molte obbligazioni quotate al Mot o Tlx sono arrivati a livelli veramente molto bassi visto che questi mercati si stanno dimostrando sempre più efficienti grazie a molti risparmiatori e trader che, complice la crisi azionaria, si sono buttati sull obbligazionario. E il nuovo terreno di setaccio sono diventati i mercati Otc che poche banche mettono a disposizione della loro clientela. Quali possono essere le trappole o le cose che un risparmiatore deve di questo mercato Otc assolutamente sapere? Vinciguerra: Essenzialmente per un operatore privato i prezzi delle obbligazioni cosiddette Otc (vedi abbecedario a pag. 12, ndr) sono del tutto opachi; in più non esiste l interesse da parte dell intermediario (la banca) a consentire al risparmiatore una operatività su queste obbligazioni; è senz altro meglio per una banca dire a un cliente che non può comprare una tale obbligazione e cercare di rifilargliene un altra, magari molto peggiore ma emessa da lei stessa o su cui ha un guadagno come collocatrice. Gaziano: Essere informati sulle obbligazioni non è facilissimo. Perché sull azionario è possibile trovare centomila fonti d informazione mentre sull obbligazionario si trova pochissimo e spesso di cattiva qualità. Le stesse piattaforme delle banche sui titoli obbligazionari nemmeno sono in grado di calcolare i rendimenti corretti. Come mai questa opacità e/o trascuratezza? Cosa consigli per chi vuole saperne di più? Vinciguerra: Il perché è presto detto: le informazioni sulle obbligazioni sono più preziose, perché sono molto più oggettive rispetto alle analisi sulle azioni. Infatti se consiglio una azione anziché un altra porto come argomentazioni l andamento societario, le vendite, la gamma prodotti, la solidità patrimoniale, ecc., tutte cose che si trovano sui report azionari; poi però spessissimo (direi una volta su due) l azione caldeggiata va peggio o nello stesso modo di quella che veniva sconsigliata. Invece se confronto due obbligazioni, magari dello stesso emittente e con caratteristiche analoghe e una rende più dell altra, non ci sono dubbi che comprerò solo la prima e non la seconda. Questo perché è possibile, nel mercato obbligazionario, costruire un ordine di preferenza stringente ex-ante per un insieme di obbligazioni omogenee (lo insegniamo al Dipartimento di matematica!), mentre non è possibile fare lo stesso per le azioni. (E, ca va sans dir, le obbligazioni buone non le diciamo a tutti, mentre l analista di una azione fa esattamente l opposto: compra l azione, fa uscire lo studio e se la rivende, e quindi tende a voler far sapere a tutti quanto è buona! E proprio un mondo diverso ). iproduzione riservata 010

11 ZOOM OBBLIGAZIONAIO: TUTTO QUELLO CHE OA DOVETE SAPEE L ABECEDAIO DELL OBBLIGAZIONAIO TUTTI I TEMINI, LE PAOLE E LO SLANG CHE OCCOE CONOSCEE PE OIENTASI E NON ESTAE COL CEINO IN MANO. ASSET BACKED SE- CUITIES (ABS): titoli di credito garantiti emessi da banche o finanziarie per conto di società che ne assicurano il pagamento con quote-parti dell attivo patrimoniale, ovvero attraverso il cash flow conseguente da crediti commerciali o prestiti di varia natura. La trasformazione dei crediti in titoli negoziabili viene detta securitization. BENCHMAK: strumento finanziario, o indice, o altro parametro finanziario, che, per le sue caratteristiche di rappresentatività (ad es.: maggior diffusione tra sottoscrittori), viene considerato dagli intermediari come riferimento per capire se un titolo dalle caratteristiche analoghe ha registrato, in un dato periodo, migliori o peggiori performance in termini di rendimento rispetto al benchmark stesso. BOND SWAP: BOND: obbligazione emessa da una società per azioni, da una società in accomandita per azioni, da un ente pubblico, o da una banca, per la raccolta di capitale di debito. E un titolo di credito con rendimento predeterminato e rimborso del capitale alla scadenza. letteralmente scambio di obbligazioni, consiste in un operazione di sostituzione di un titolo obbligazionario in portafoglio con un altro che viene acquistato sul mercato. BONDHOLDE: Bond sta per obbligazione e holder è detentore. Si usa anche ormai negli articoli e nel linguaggio societario corrente come alternativa ad obbligazionista, ossia possessore o detentore di obbligazioni, come azionista sta per possessore di azioni. Oltre ad avere il diritto a ricevere regolari dividendi e la restituzione dei capitali prestati alla società in cambio dei bond sottoscritti, il bondholder ha anche la precedenza sugli azionisti in caso di liquidazione degli asset della società emittente in una eventuale procedura fallimentare. BOT: il Buono Ordinario del Tesoro è un titolo emesso dal Ministero del Tesoro per provvedere al fabbisogno statale; ha durata variabile e non vengono pagate cedole periodiche ma solo il rimborso del capitale alla scadenza. BTP: il Buono del Tesoro Poliennale è un titolo a medio-lungo termine, emesso dal Tesoro, per finanziare il debito pubblico, che garantisce un rendimento a tasso fisso. BUND: in tedesco, nel gergo finanziario, significa bond, obbligazione, ed è il nome del titolo emesso dal governo federale tedesco. Possono essere considerati l equivalente dei Treasury Bills americani e dei Buoni poliennali del Tesoro italiani (BTP). Egualmente espressi in euro, rendono normalmente di meno dei titoli di Stato italiani sulle stesse scadenze poichè il rating del debito italiano (AA-) è inferiore al rating del debito tedesco (AAA). CCT: il Certificato di Credito del Tesoro è un titolo a mediolungo termine, emesso dal Tesoro, per finanziare il debito pubblico, che offre un rendimento a tasso variabile dotato di cedola indicizzata al rendimento dei Bot e maggiorata di un importo stabilito. CONTO DI DEPOSI- TO: è un conto corrente detenuto presso un istituto di credito che offre una remunerazione per i fondi depositati. DEBITO SUBODI- NATO, o SUBODI- NATED DEBT: si dice delle obbligazioni più rischiose per chi le sottoscrive, in quanto il debito subordinato, in caso di fallimento o di insolvenza dell impresa che lo ha emesso (di solito una banca), deve essere rimborsato in via subordinata rispetto ai debiti cosiddetti senior (per esempio i crediti dei fornitori, dei dipendenti, del fisco e i bond normali, non subordinati). DEFAULT: Il termine del gergo finanziario anglosassone è ormai entrato nell uso italiano, e significa fallimento. E la condizione di una società che non riesce a rimborsare i debiti secondo il calendario concordato con i creditori o in generale a soddisfare tutti i termini previsti in una obbligazione o in un accordo sottoscritto o pattuito. DEFLAZIONE: fenomeno economico in cui i prezzi dei beni e dei servizi hanno la tendenza a diminuire di livello. È il fenomeno inverso rispetto all inflazione. DUATION: costituisce un indicatore del rischio di tasso d interesse a cui è sottoposto un titolo o un portafoglio obbligazionario. La durata finanziaria è calcolata come media ponderata delle scadenze dei pagamenti per interessi e capitale associati a un titolo obbligazionario. EMISSIONE: insieme dei titoli azionari od obbligazionari relativi ad una singola operazione di finanziamento. EUIBO: l Euro Interbank Offered ate è un indice e rappresenta una delle due componenti del tasso di interesse di un mutuo a tasso variabile. E un valore che varia quotidianamente in relazione ai movimenti dei mercati finanziari. L Euribor è calcolato come media ponderata dei tassi di interesse a cui avvengono le transazioni finanziarie in euro tra le grandi banche europee. Viene diffuso giornalmente dalla Federazione Bancaria Europea con quotazioni a 1 mese, 3 mesi e 6 mesi. EUOBONDS: obbligazioni emesse da società o enti nazionali o esteri nonchè da Stati o enti sovranazionali, assoggettati ad una normativa diversa da quella cui è sottoposto l emittente, e collocati in due o più Stati. EUOMOT: mercato Telematico (Borsa Italiana) delle Euro- Obbligazioni, delle obbligazioni di emittenti esteri e Asset Backed Securities (ABS). HIGH YIELD: è l alto rendimento che si può ottenere con investimenti in prestiti obbligazionari emessi da società a basso rating statunitensi, europee ma soprattutto localizzate nei Paesi emergenti. I rischi sono soprattutto connessi alla solvibilità dell emittente, al suo settore di operatività; poi esistono i rischi di natura valutaria e quelli connessi agli indici presi come riferimento per la remunerazione dei prestiti, che spesso non sono emessi a tasso fisso. Questo tipo d investimento è adatto soprattutto per investitori esperti o con propensione al rischio elevata. E iper-consigliata un ampia diversificazione. INDICIZZATO: strumento finanziario il cui tas- 011

12 ZOOM OBBLIGAZIONAIO: TUTTO QUELLO CHE OA DOVETE SAPEE L ABECEDAIO DELL OBBLIGAZIONAIO so d interesse è direttamente legato a un altro parametro, come per esempio i Titoli di Stato a breve termine, e che risulta evidentemente più apprezzabile nei periodi di rialzo dei rendimenti di mercato. In Italia l esempio più classico è costituito dai Cct, indicizzati ai Bot. INFLAZIONE: fenomeno che consiste nella perdita graduale di valore della moneta a causa della crescita dei prezzi dei beni e dei servizi in un Paese. INFLATION LINKED BOND: con questa espressione si indicano le obbligazioni indicizzate al tasso di inflazione. Con la crescita dell inflazione si incrementa il valore della cedola staccata e viceversa. In questo modo l investitore ha la possibilità di percepire, per tutta la durata del titolo, delle cedole con un tasso di interesse reale pressoché costante. JUNK BOND: obbligazioni ad alto rischio emesse da società caratterizzate da un rating molto basso e che presentano pertanto un alto grado di rischio. I junk bonds hanno un rendimento superiore a quello di altri titoli a reddito fisso. LIQUIDITA : capacità di un investimento di trasformarsi in moneta velocemente e senza perdita di valore. L attività più liquida è la moneta; le altre attività che fanno parte del patrimonio (depositi bancari, BOT, obbligazioni, azioni, immobili, ecc.) sono caratterizzate da un differente e specifico grado di liquidità. MECATO INTE- BANCAIO: mercato del denaro residuale, offerto dalle banche con eccesso di liquidità e prelevato da altre banche che all opposto necessitano di risorse liquide. L avvento dell euro ha creato un unico, grande mercato interbancario europeo il cui tasso di riferimento è l Euribor. MECATO MONETA- IO: comprende tutte le operazioni aventi per oggetto capitali con un vincolo di durata inferiore ai 18 mesi. MECATO PIMA- IO: complesso delle operazioni di sottoscrizione o collocamento dei titoli fra il pubblico dei risparmiatori. MECATO SECONDA- IO: mercato nel quale si trattano titoli già in circolazione. MOT: è il mercato domestico obbligazionario telematico italiano, soggetto alla normativa italiana (Consob, Borsa Italiana, Banca D italia, Min.Tesoro..). E un comparto del mercato di Borsa dove vengono negoziati contratti di compravendita relativi a Titoli di Stato e obbligazioni emesse da società, banche, enti sovranazionali. Si tratta, inoltre, di un mercato order driven, ovvero aperto a tutti gli operatori, istituzionali o retail. Tutti gli ordini contribuiscono alla formazione del book e tutti gli operatori hanno la possibilità di verificare, con la più completa trasparenza, quale è il miglior prezzo in acquisto e in vendita. Borsa Italiana stabilisce i quantitativi minimi negoziabili contemperando esigenze di funzionalità del mercato, di agevole accesso al mercato da parte degli investitori istituzionali e di economicità nell esecuzione degli ordini. Per mercati meno liquidi, ad esempio Paesi Emergenti o Corporate, lo spread può essere anche del 4 o 5%. OBBLIGAZIONE CONVETIBILE: titolo che conferisce al proprietario la facoltà di scegliere, prima della sua scadenza, se continuare a essere creditore della società o diventarne azionista. Il prestito viene convertito in un numero predeterminato di azioni nei termini e con le modalità prefissate. OBBLIGAZIONE COPOATE: obbligazione emessa da una società privata come mezzo di raccolta di capitali. OBBLIGAZIONE IN- DEX LINKED: obbligazione che garantisce il capitale investito e in alcuni casi anche un rendimento minimo e che consente di guadagnare in base alla performance di uno o più indici di Borsa. In questo modo il risparmiatore può accostarsi all investimento azionario, ma senza rischiare di perdere il capitale, come può invece capitare acquistando azioni in modo diretto. OBBLIGAZIONE A TASSO FISSO: obbligazione di tipo tradizionale, caratterizzata dal pagamento degli interessi attraverso lo stacco, con cadenza semestrale o annuale, di una cedola fissa per tutta la durata del prestito. OBBLIGAZIONE A TASSO VAIABILE: obbligazione caratterizzata da interessi variabili al variare di un determinato parametro (livello generale dei prezzi, quotazioni di Borsa, ecc...). OBBLIGAZIONE IN VALUTA: obbligazione caratterizzata da cedole e rimborso del capitale denominati in una valuta diversa da quella del paese dell emittente. OBBLIGAZIONE SU- BODINATA: titolo obbligazionario che, in caso di default dell emittente, viene rimborsato solo dopo che sono stati rimborsati gli altri debiti non subordinati dell emittente. E importante tenere conto anche del livello di subordinazione. OTC: letteralmente significa: sopra il banco, dove il banco è quello dei mercati e si indicano con questo termine le negoziazioni che si svolgono al di fuori dei mercati regolamentati. Nelle operazioni over the counter (anche otc ) la trattativa avviene direttamente fra il titolare dell attività finanziaria o suo rappresentante e l acquirente. E la determinazione del prezzo rispecchia la legge della domanda e dell offerta. Il trading, tra intermediari ed investitori professionali, avviene in misura rilevante telefonicamente o tramite sistemi informatici. I prezzi sono esposti su circuiti di information providers generalmente accessibili solo ad operatori professionali (Bloomberg, euters, Telerate ) e hanno abitualmente una funzione indicativa. La maggior parte degli eurobonds viene anche quotata sulle borse di Lussemburgo, Londra o Francoforte, ma queste quotazioni sono virtuali: il grosso dei volumi viene scambiato, come detto, al di fuori di questi mercati. MAKET MAKE: intermediario obbligato a proporre pubblicamente prezzi di acquisto e di vendita ai quali altri intermediari possono, rispettivamente, vendergli o comprargli determinati quantitativi di titoli. PLAIN VANILLA: Nel gergo finanziario è la versione di base o standard di uno strumento finanziario, sia un bond, una opzione, un future, uno swap. Il suo opposto sono gli strumenti esotici, che alterano e rendono più complesso il loro funzionamento. Un bond plain vanilla è per esempio un bond a reddito fisso annuo con cedole predeterminate e non variabili. Un BTP è plain vanilla. PEPETUAL BOND: i perpetual bond (o titoli irredimibili) sono titoli obbligaziona- 012

13 ZOOM OBBLIGAZIONAIO: TUTTO QUELLO CHE OA DOVETE SAPEE L ABECEDAIO DELL OBBLIGAZIONAIO ri senza scadenza che attribuiscono al sottoscrittore solo il pagamento degli interessi e non anche la restituzione del capitale. Sono da considerarsi quasi un ibrido fra azioni e obbligazioni visto che questo tipo di prestiti sono spesso anche subordinati, ovvero in caso di liquidazione dell ente emittente il debito sarà rimborsato solo dopo che siano stati soddisfatti tutti gli altri creditori non ugualmente subordinati. Una subordinazione che può esistere anche nel pagamento delle cedole (dipende dalle condizioni descritte in ciascuna emissione nella nota informativa) che l emittente può sospendere nel caso in cui non abbia profitti operativi sufficienti ma anche come conseguenza di una decisione del tutto discrezionale, cioè qualora lo ritenga semplicemente opportuno. Facile quindi comprendere come il loro rendimento possa essere molto alto rispetto ai bond normali e che la volatilità dei prezzi di questi titoli sia molto più elevata visto anche che non sono titoli molto liquidi (solitamente scambiati sul mercato OTC) e quindi scambiati. Come caratteristiche di questi titoli (emessi anche da numerose banche italiane) vi è da segnalare che spesso prevedono un iniziale tasso fisso piuttosto elevato per poi diventare variabili (tipo Euribor + 3%) con l opzione dell emittente ( call ) di poterle sempre riacquistare sul mercato al valore nominale. PONTI CONTO TEMINE: strumento finanziario consistente, sostanzialmente, in accordi di prestito a seguito dei quali il portatore vende i titoli, ad una banca o ad un altra istituzione finanziaria, ad un determinato prezzo e con l impegno di riacquistare gli stessi o simili titoli ad una data futura. POSPETTO INFO- MATIVO: è un documento indirizzato al pubblico, contenente dettagliate notizie sulla società che effettua una sollecitazione al pubblico risparmio. PUNTO BASE (basis point): è la centesima parte di un punto percentuale. Di solito è l unità con cui si misurano le variazioni dei tassi di interesse, dei cambi, dei rendimenti di titoli di stato e dei prestiti obbligazionari. ATING: è l indicatore del grado di solvibilità di un soggetto debitore quale uno Stato o un impresa. I più importanti rating sono quelli elaborati dalle società statunitensi Moody s e Standard & Poor s. Essi esprimono il merito di credito degli emittenti di prestiti obbligazionari sui mercati internazionali. La tripla A (AAA) indica il massimo dell affidabilità del debitore: i voti scendono progressivamente su AA, A, BBB, BB, B. La tripla C (CCC) è il rating che si assegna ai debitori assai inaffidabili. ENDIMENTO ATTE- SO: il rendimento atteso di un titolo è il rendimento che ci si attende da un titolo in un periodo futuro. Essendo un valore atteso e non certo, il rendimento realizzato potrà essere più elevato o più contenuto. ENDIMENTO EF- FETTIVO: è il risultato, percentualizzato su base annua, dei redditi prodotti da uno strumento finanziario, calcolato a una determinata data. Esso è dato dalla differenza tra il capitale pagato al momento della sottoscrizione ed il capitale riscosso all atto del rimborso, cui bisogna sommare tutte le cedole incassate. ENDIMENTO EA- LE: è il ritorno di un investimento al netto dell inflazione. Nei periodi in cui l inflazione è particolarmente elevata, i rendimenti reali degli investimenti possono essere negativi: questo significa che il capitale non viene difeso dall erosione del potere d acquisto della moneta e si sta in realtà depauperando. Più che sul rendimento nominale, il risparmiatore dovrebbe porre la sua attenzione sul rendimento reale. ISCHIO EMITTEN- TE: acquistando il titolo si diviene finanziatori dell emittente, assumendosi il rischio che questi non sia in grado di onorare i propri obblighi relativamente al pagamento delle cedole e/o rimborso del capitale. ISCHIO DI CAM- BIO (per titoli denominati in valuta estera): in un titolo denominato in valuta estera, il controvalore in euro della cedola e del capitale possono variare in modo favorevole o sfavorevole al sottoscrittore a causa della variazione del tasso di cambio dell euro. ISCHIO DI LI- QUIDITÀ: qualora l investitore desiderasse procedere alla vendita del titolo prima della scadenza potrebbe incontrare difficoltà a trovare qualcuno disposto a comprare e conseguentemente potrebbe ottenere un prezzo inferiore al reale valore del titolo. ISCHIO DI ME- CATO: rischio in cui incorre chi ha investito in strumenti finanziari a seguito di variazioni dell andamento dei prezzi dei titoli dovute, ad esempio, al variare del tasso e/o del cambio. ISCHIO DI TAS- SO: rischio legato alla variazione dei tassi di interesse: un aumento dei tassi di mercato comporta una riduzione del valore di mercato di un titolo e viceversa. ISCHIO DI VA- IAZIONE DELLA VOLATILITA : il rischio di variazione della volatilità rappresenta il rischio di fluttuazioni del livello di volatilità dei mercati. ISCHIO 013 PAESE: quantificazione dell esposizione di un Paese straniero all inadempimento delle proprie obbligazioni finanziarie, a causa di una particolare instabilità politica o sociale, oppure di una situazione economica negativa. ISCHIO SISTEMA- TICO: rischio connesso al mercato nella sua globalità ed è legato all andamento di alcune variabili macroeconomiche nazionali ed internazionali. SENIO DEBT o DE- BITO PIVILEGIA- TO: è un debito che viene rimborsato in via prioritaria a certi creditori se la società diventa insolvente. In sostanza, sono i primi bond ad essere rimborsati, mentre i bond cosiddetti subordinati vengono dopo. Per questo motivo, i rating di questi ultimi debiti hanno normalmente un rating inferiore, e un rendimento superiore ai senior debt bonds. SPECULATIVE GA- DE: si dice di tipo speculativo o speculative grade il rating attribuito dalle agenzie (Standard&Poor s o S&P; Moody s; Fitch le 3 maggiori) a chi emette bond per dare al mercato un giudizio di scarsa affidabilità. Gli speculative-grade ratings della S&P sono, dal meno al più rischioso, i seguenti: BB+, BB,BB-, B+, B, B, CCC+, CCC, CCC-, CC,C,D. Tanto più il rating è verso la D (che indica Default, fallimento), tanto meno sicuro è l investimento. STEP UP/STEP DOWN: sono emissioni che prevedono un aumento della cedola (step up) o una riduzione (step down) dopo un determinato periodo di tempo o in oc-

14 ZOOM OBBLIGAZIONAIO: TUTTO QUELLO CHE OA DOVETE SAPEE L ABECEDAIO DELL OBBLIGAZIONAIO casione di variazioni del rating. TITOLO A BEVE TEMINE: titolo con durata non superiore ai 18 mesi. Sono titoli a breve termine i BOT e i BTE. TITOLO A MEDIO- LUNGO TEMINE: titolo con durata superiore ai 18 mesi come tutte le obbligazioni corporate o emesse dagli Stati o enti sovranazionali con scadenza superiore a questa data. TITOLO A EDDITO PEDETEMINATO: titolo le cui modalità di remunerazione sono fissate in sede di emissione e non variano nel corso della durata del titolo. Include i titoli a reddito fisso, caratterizzati da un tasso di interesse che rimane costante per tutta la vita del titolo e i titoli di puro sconto, con un rendimento pari alla differenza tra il valore di rimborso e il prezzo di sottoscrizione/acquisto. TITOLI STUTTU- ATI: titoli composti da una componente cosiddetta fissa, simile ad una normale obbligazione, ed una cosiddetta derivativa, simile ad un opzione. Diversamente dai titoli sintetici (definiti anche plain vanilla ), le due componenti di un titolo strutturato (obbligazionaria e derivata) sono fuse all interno di un unico strumento finanziario. Nei titoli strutturati a capitale garantito i flussi di pagamento per interessi sono indicizzati all andamento del parametro sottostante alla componente derivata (in tal caso giuridicamente il titolo è inquadrabile tra le obbligazioni). Nei titoli a capitale non garantito il valore di rimborso può risultare inferiore a quello di sottoscrizione. TLX: è l equivalente italiano delle ECN (Electronic Communication Network), cioè una borsa elettronica alternativa a quella tradizionale di Borsa SPA. Nel TLX è possibile trattare titoli anche di sera (come nel mercato After hours). Su questo mercato promosso da Unicredit e Intesa Sanpaolo gli investitori non professionali possono così negoziare migliaia di titoli con un buon grado di trasparenza. TEASUY BILL: titolo a breve termine emesso dal Tesoro degli Stati Uniti per esaudire le esigenze di finanziamento di breve periodo. Tali titoli sono simili ai BOT italiani. TEASUY BOND: Titolo di Stato a lungo termine emesso negli Stati Uniti con scadenze comprese tra i dieci e i trenta anni. Tali titoli sono simili ai BTP italiani. VITA ESIDUA: non tutti i titoli obbligazionari prevedono il rimborso del capitale in un unica soluzione a scadenza. Esistono infatti alcune emissioni in cui l emittente rimborsa il capitale in più soluzioni, secondo un piano di ammortamento definito al momento dell emissione del titolo e nel regolamento del prestito. La vita residua di un titolo obbligazionario è l intervallo di tempo che trascorre tra la data di acquisto e la data di rimborso. Se il titolo rimborsa in più soluzioni, sarà necessario calcolare una media delle date di rimborso per avere un indicazione della durata dell investimento. Tale media prende il nome di vita media residua. ZEO COUPON: obbligazione emessa con uno sconto sul suo valore nominale, che non dà diritto a cedole, ma solo al rimborso del capitale a scadenza. Si tratta quindi di un obbligazione a tasso fisso il cui rendimento è garantito dal fatto che è emessa a prezzi più bassi del valore nominale (sotto la pari). 014

15 IL BAOMETO SUI MECATI E SULLE AZIONI I VOLUMI DI INIZIO GIUGNO NON SONO BASTATI NELLE PAG. 16 E 17 IL BAOMETO CON TUTTE LE TABELLE L OSTICO MUO DEI DELL INDICE FTSE ALL SHAE E IMASTO INVALICATO A CAUSA DEGLI SCAM- BI CHE A INIZIO ESTATE ISULTANO STOICAMENTE MOLTO MODESTI. MA SU QUALCOSA SI PUO GIA COMINCIAE A PUNTAE E SU COSA CE LO DICE IL BAOMETO I mercati finanziari hanno provato e riprovato a dare il colpo di reni che avrebbe permesso la continuazione del trend rialzista seguito al discesone del periodo maggio 2007-marzo Non ci sono riusciti e l ostico muro dei del FTSE All Shares, che avevamo indicato nei precedenti Moneyeport, è rimasto invalicato. Questo non è il periodo migliore per dare delle dimostrazioni di forza perché (e qui ci viene in aiuto l analisi tecnica) qualsiasi livello importante, per poter essere superato, ha bisogno di una fase di espansione degli scambi. E all inizio dell estate, come la storia ci insegna, si pensa più a programmare le ferie di agosto che ad appesantire i propri portafogli azionari. Nelle ultime settimane i mercati hanno leggermente ritracciato ma è probabile che il boccone che è risultato finora indigesto possa essere lentamente masticato nel prossimo futuro. Importanti saranno anche i dati macroeconomici dai quali possiamo continuamente avere il polso della situazione della ripresa economica che, fino a questo momento, permane modesta e concentrata a poche aree geografiche e a pochissimi settori di attività. Infatti il Barometro (che è un indicatore di medio-lungo periodo) resta ancora rosso sulla maggior parte dei mercati poiché, vista la forte discesa dei mesi scorsi, prima di avere dei segnali positivi i titoli o gli indici devono mettere a segno recuperi consistenti affinchè cambi lo status. Un ritardo fisiologico visto che questo è un approccio trend followiong (che segue la tendenza) e tarato non sul breve periodo, con l obiettivo nel tempo di abbattere la volatilità cattiva e quindi ridurre e tagliare le perdite nelle fasi di forti e decisi ribassi. Un obiettivo che tale approccio, negli ultimi anni, ha centrato molto bene consentendo di fare decisamente meglio del mercato, come dimostrano i risultati dei Portafogli di Borsa Expert che lo utilizzano in maniera più evoluta e tempestiva. Le ultime tendenze di mercato ci hanno indicato che si può ricominciare a puntare su titoli o indici, ma non su tutto. Le tabelle della pagina successiva, infatti, ci dicono che tra i titoli a maggiore capitalizzazione presenti nel mercato italiano quelli attualmente più interessanti risultano essere Mediolanum e Parmalat, mentre l India, la Cina e il Brasile sembrano essere le aree geografiche in cui la ripresa risulta più vigorosa e convincente. Salvo eventuali segnali contrari, naturalmente. Sempre possibili se si opera con una logica flessibile. LEGGI LE TABELLE ALLE PAG. 16 E 17 IL FUNZIONAMENTO DEL BAOMETO: come leggere la tabella Il problema principe di ogni investitore è quello di scegliere quando è il momento più opportuno per entrare su un titolo azionario, su un indice o su un settore. Ma ancor più importante è sapere quando la fase rialzista del titolo, del settore o del mercato su cui ha investito si è invertita. A dire il vero ci sono coloro che affermano che la ricerca del timing è tempo perso e che occorrerebbe essere sempre investiti, accada quel che accada, poiché nel lungo periodo (una sorta di paradiso degli investitori passivi) si sarà premiati. Non è la nostra filosofia poiché se certo non crediamo che sia possibile entrare ai minimi o uscire ai massimi riteniamo che sia possibile (e più furbo) adottare comunque un approccio attivo e flessibile. Da molti anni (e i portafogli di BorsaExpert.it lo dimostrano) reputiamo, infatti, più saggio adeguarci noi ai mercati piuttosto che pensare che i mercati si adeguino ai nostri investimenti. eplicare totalmente i benchmark e mantenere ad ogni costo sempre e comunque le posizioni ci sembra una scelta perdente (e l andamento dei mercati di questi ultimi anni lo sta confermando più di ogni altra cosa) e distruttiva. Che fa solo l interesse di chi lo consiglia.. Il nostro obiettivo è fare meglio del mercato. Credendo di fare una cosa utile in questa pubblicazione ogni mese presentiamo questa versione semplificata di indicatore di tendenza che può dare una preziosa idea del mercato e dei titoli o settori forti e da privilegiare. Un indicatore che, sulla base dell andamento dei prezzi dei titoli e dei settori indicati in tabella, segnala i momenti in cui è più opportuno rimanere investiti (segnale verde) o neutrali (segnale rosso) sulle singole posizioni. Gli abbonati ai nostri portafogli di ricevono invece un Semaforo ad hoc con segnali giornalieri o settimanali la cui visualizzazione è ugualmente semplice e ancora più immediata (giornaliera o settimanale). Nulla comunque di estremamente complicato o richiede un trading continuo poiché non crediamo affatto che movimentare la propria posizione in continuazione accresca le possibilità di ricchezza (sicuramente quelle del proprio intermediario): al contrario! Per correttezza dobbiamo ricordare che questo indicatore (semplificato come quello che proponiamo in queste pagine o più avanzato come quello che rilasciamo ai nostri abbonati) non è infallibile. Il valore aggiunto di questo barometro è prima di tutto un contenimento della volatilità. I falsi segnali possono esserci (anche oltre il 50%) ma l esperienza empirica (e i risultati di tutti i nostri portafogli di questi anni lo dimostrano) ci dice che operare con strategia premia nettamente rispetto al non averla e affidarsi agli umori del mercato. Meglio chiudere tante operazioni in piccola perdita che mantenere sempre collezionando grandi perdite! iproduzione riservata 015

16 IL BAOMETO SUI MECATI E SULLE AZIONI QUALCHE SUGGEIMENTO DI ACQUISTO SI COMINCIA A VEDEE CON ALCUNI COLOI VEDI IMME- SI IN UN OSSO ANCOA GENEALIZZATO. IL BAOMETO CI CONSIGLIA PETANTO ANCOA MOLTA CAUTELA ANCHE SE SU MEDIOLANUM E PAMALAT NEL MECATO ITALIANO E SULLE AEE DI INDIA, CI- NA E BASILE QUALCHE PICCOLA SCOMMESSA PUO GIA ESSEE EFFETTUATA. AZIONI S&P MIB40 PEFOMANCE PEFOMANCE BAOMETO DATA IN CUI PEFOMANCE PEFOMANCE DAL GENNAIO 2000 DAL GENNAIO 2008 IL BAOMETO DAL GENNAIO 2000 DAL GENNAIO 2008 È SCATTATO SEGUENDO SEGUENDO IL BAOMETO IL BAOMETO A2A ALLEANZA ATLANTIA AUTOGILL BANCA MPS BANCA POP MI BANCO POPOLAE BULGAI BUZZI UNICEM ENEL ENI FASTWEB FIAT FINMECCANICA FONDIAIA-SAI GENEALI GEOX G. ED. L'ESPESSO IMPEGILO INTESA SANPAOLO ITALCEMENTI LOTTOMATICA LUXOTTICA MEDIASET MEDIOBANCA MEDIOLANUM MONDADOI PAMALAT PIELLI&C PYSMIAN SAIPEM SEAT PG SNAM ETE GAS STMICOELECTONICS TELECOM ITALIA TENAIS TENA UBI BANCA UNICEDIT UNIPOL -71,40% -63,88% 107,83% -55,12% -62,45% -53,38% -61,09% -62,12% -15,22% -56,65% 48,96% -92,20% -75,95% -59,59% -54,08% -54,98% %* -91,03% -91,08% -46,11% -32,94% 104,63% -18,00% -76,09% -20,74% -75,12% -84,11% -32,02% -73,74% %** 332,88% -99,14% 62.30%*** -90,35% -83,16% %**** 34.72%***** -44,92% -66,94% -68,28% -63,40% -49,07% -46,09% -52,64% -63,90% -59,48% -68,35% -64,40% -50,80% -60,06% -36,37% -36,79% -62,25% -52,09% -63,00% -55,12% -66,83% -66,04% -49,30% -59,56% -47,59% -46,57% -33,29% -44,24% -42,29% -37,70% -53,53% -36,65% -60,98% -40,44% -41,93% -93,15% -28,64% -49,11% -55,71% -41,33% -15,05% -54,62% -71,02% -63,47% V V ,47% -21,17% 69,34% 25,43% 45,22% 141,11% 59,75% 84,59% 142,76% 14,77% 44,52% 36,67% 85,47% 34,12% 106,91% 20,15% 27,98% 13,40% -67,18% 49,79% 89,96% 51,84% 66,00% -0,44% 56,85% -23,64% 14,30% -7,48% 21,33% -17,47% 138,61% -16,08% 1,58% -25,88% 2,32% 431,02% -2,26% 33,72% 23,93% -11,34% -23,25% -15,08% -9,09% -8,34% -11,54% -8,39% -12,80% -17,47% -11,92% -10,76% -14,33% -5,07% * primo giorno di quotazione 2 dicembre 2004 ** primo giorno di quotazione 3 maggio 2007 *** primo giorno di quotazione 7 dicembre 2001 **** primo giorno di quotazione 18 dicembre 2002 ***** primo giorno di quotazione 24 giugno

17 IL BAOMETO SUI MECATI E SULLE AZIONI INDICI AZIONAI PEFOMANCE PEFOMANCE BAOMETO DATA IN CUI PEFOMANCE PEFOMANCE DAL GENNAIO 2000 DAL GENNAIO 2008 IL BAOMETO DAL GENNAIO 2000 DAL GENNAIO 2008 È SCATTATO SEGUENDO SEGUENDO IL BAOMETO IL BAOMETO FTSE MIB EUOSTOXX50 S&P 500 USA NASDAQ USA NIKKEI GIAPPONE SENSEX INDIA SHENZEN CINA DAX GEMANIA BOVESPA BASILE TS USSIAN -51,83% -48,98% -40,16% -66,08% -50,96% 159,22% 490,48% -34,26% 187,62% 404,92% -51,59% -43,03% -40,11% -46,50% -38,72% -25,65% -35,63% -36,90% -16,31% -51,81% V V V ,71% 34,88% 8,22% 14,79% 22,35% 109,43% 157,34% 63,80% 108,02% 200,26% -14,25% -4,59% -11,77% -34,37% 2,07% -16,11% -17,97% -13,81% INDICI SETTOIALI PEFOMANCE PEFOMANCE BAOMETO DATA IN CUI PEFOMANCE PEFOMANCE DAL GENNAIO 2000 DAL GENNAIO 2008 IL BAOMETO DAL GENNAIO 2000 DAL GENNAIO 2008 È SCATTATO SEGUENDO SEGUENDO IL BAOMETO IL BAOMETO ESTOXX BANK ESTOXX OIL&GAS ESTOXX PHAMA ESTOXX INDUSTIAL ESTOXX TELECOM ESTOXX ETAIL ESTOXX TECH ESTOXX INSUANCE ESTOXX MEDIA ESTOXX CONSTUCTION ESTOXX AUTO ESTOXX FOOD&BEVIOU ESTOXX CHEMICAL GOLD BENT COMMODITIES -48,23% -14,76% -12,15% -49,79% -70,22% -49,30% -76,66% -68,73% -75,29% -13,81% -25,63% 7,52% -8,88% DATACENTE I DATI FINANZIAI PIÙ IMPOTANTI PE CAPIE L ANDAMENTO DEI MECATI 216,44% 134,92% 43,99% -55,86% -32,82% -29,36% -45,52% -37,17% -33,62% -47,39% -50,09% -41,20% -43,30% -36,61% -34,18% -34,33% MATEIE PIME PEFOMANCE PEFOMANCE DAL GENNAIO 2000 DAL GENNAIO 2008 EUO/DOLLAO USA EUO/FANCO SVIZZEO EUO/STELINA EUO/YEN 37,20% -6,02% 38,65% 25,35% 9,46% -39,64% -39,54% VALUTE PEFOMANCE PEFOMANCE DAL GENNAIO 2000 DAL GENNAIO ,46% -8,44% 17,05% -20,81% TASSI EONIA EUIBO 1 mese EUIBO 3 mesi EUIBO 6 mesi VALOE 0,571% 0,630% 0,810% 1,010% EONIA: l Euro OverNight Index Average è il tasso di interesse interbancario a 1 giorno per la zona di euro. EUIBO: l Euro Interbank Offered ate è il tasso medio a cui avvengono le transazioni finanziarie in Euro tra le grandi banche europee e viene sovente utilizzato come indicatore di riferimento per i mutui o i prestiti. IS: l Interest ate Swap è un contratto in cui le controparti si scambiano, a scadenze concordate, dei flussi di interessi (uno fisso e l altro variabile), calcolati sullo stesso capitale nominale che non viene mai scambiato. In base a tale contratto le due parti possono modificare la natura del proprio debito senza la necessità di estinguerlo per aprirne uno nuovo. 45,64% 24,05% 54,23% 57,35% -13,78% -18,39% -4,39% 73,68% 73,50% 79,21% 23,80% 21,19% 10,81% TASSI IS 2 anni IS 7 anni IS 10 anni IS 12 anni IS 20 anni TUS Zona euro USA Giappone Svizzera egno Unito -10,20% -9,55% -13,66% -6,26% -15,67% -10,73% -15,85% -22,43% VALOE 1,700% 3,190% 3,560% 3,750% 4,090% VALOE 1,00% 0,25% 0,10% 0,50% 0,50% TUS: il Tasso Ufficiale di Sconto è il tasso con cui la Banca centrale concede prestiti alle altre banche. MECATO OBBLIGAZIONAIO (curva dei tassi) 2 anni 5 anni 10 anni 30 anni ZONA EUO GEMANIA FANCIA ITALIA USA EGNO UNITO GIAPPONE 1,20% 1,20% 1,43% 1,75% 0,90% 1,12% 0,25% 2,34% 2,34% 2,67% 3,19% 2,22% 2,85% 0,67% 3,26% 3,26% 3,70% 4,45% 3,30% 3,74% 1,31% 4,08% 4,08% 4,21% 5,39% 4,20% 4,37% 2,15% TASSO DI INFLAZIONE * 2010* ZONA EUO GEMANIA FANCIA ITALIA USA EGNO UNITO GIAPPONE 3,30% 2,60% 2,80% 3,30% 3,80% 3,60% 1,40% 0,50% 0,50% 0,40% 1,00% -0,80% 1,80% -1,30% 1,20% 1,00% 1,10% 1,50% 1,50% 1,40% -0,60% * Tasso di inflazione previsto E' possibile con questa tabella avere un'idea di quanto rendono su base annua i titoli di Stato in base alla scadenza e al Paese Emittente. 017

18 LA PIATTAFOMA DEL MESE LE MIGLIOI COMMISSIONI SUL MECATO AZIONAIO ITALIANO. GAFICI E PIATTAFOME PESONALIZZABI- LI. TUTTI I NUMEI DELLA PIATTAFOMA DI TADING DEL GUPPO SELLA. SELLA.IT AI AGGI X La piattaforma di trading del Gruppo Sella, famiglia che si fregia di iniziative imprenditoriali fin dalla seconda metà del Cinquecento, offre un conto dedicato all operatività su internet (il conto Trading) e diverse piattaforme su cui operare (le principali sono SellaXtrading e SellaeXtreme). VESIONE BASE e POFESSIONAL SellaXtrading è una piattaforma gratuita di cui occorre fare richiesta. Per motivi tecnici al momento dell apertura del conto viene rilasciata una piattaforma meno evoluta. La piattaforma pensata per i trader è SellaeXtreme e costa 20 euro al mese (che si annullano nel caso in cui vengano effettuati 15 eseguiti in un mese). Offre grossomodo le stesse funzioni della piattaforma Powerdesk2 di Fineco. Il vantaggio della piattaforma a pagamento è di essere personalizzabile come interfaccia grafica. Inoltre vengono offerti il book a 10 livelli sui mercati italiani ed Eurex. E possibile visualizzare il book in versione orizzontale o verticale ed estesa per avere in evidenza i livelli di book sui quali non sono presenti proposte di negoziazione. Lo Scalperbook consente di operare sui titoli molto volatili. Vi è la possibilità di inserire ordini condizionati (stop order, trailing order ), multipli (ordini precompilabili per ogni titolo, con quantità predefinibili), iceberg order (per visualizzare solo una quantità parziale dell ordine immesso). Vi è a disposizione il book verticale per comprare, vendere e revocare gli ordini con un click sulla quantità del book. Inoltre è possibile visualizzare nella schermata Time&Sales l elenco di tutte le operazioni effettuate sul mercato. SEVIZI GATUITI Sono gratuite le quotazioni push e in tempo reale sul mercato azionario italiano e le notizie dell agenzia Mf Dow Jones su Piazza Affari. Sono gratuiti anche i grafici sempre in push e in tempo reale. Sella offre gratuitamente la versione per internet di MetaStock, il programma di analisi tecnica che consente di effettuare analisi grafiche avanzate, utilizzando strumenti di disegno (per tracciare trend lines, canali, ecc) e i principali indicatori di analisi tecnica. SEVIZI A PAGAMENTO Sono a pagamento le quotazioni sul mercato francese, tedesco, americano (2 euro al mese per ciascun mercato). Si pagano le quotazioni sui derivati esteri europei (11,95 senza book e 15,95 con il book), americani (80 dollari al mese). A pagamento la piattaforma Sella Advice Trading, l informativa finanziaria generalizzata che permette di ricevere segnali operativi sui principali titoli azionari e strumenti derivati italiani ed esteri. IL NOSTO GIUDIZIO Sella.it offre le più basse commissioni del mercato per operare sulle azioni italiane: lo 0,17% con un minimo di 2 euro per operazione e un massimo di 19,95 euro per operazione o a scelta 9 euro fissi per operazione (Fineco, Iwbank, Directa e Intesatrade applicano una commissione variabile più alta, dallo 0,19% allo 0,195% con minimi più elevati ad eccezione di Directa che non ha un costo minimo per operazione). Anche l operatività sul mercato obbligazionario è conveniente: lo 0,185% con un minimo di 4 euro per operazione e un massimo di 19,95 per chi opta per le commissioni variabili e di 12 euro per operazione per chi sceglie le commissioni fisse (Fineco, Iwbank e Intesatrade chiedono una commissione variabile dello 0,19% con una commissione minima per operazione di almeno 5 euro). Sugli strumenti derivati le commissioni sono di 7 euro per operazione sul FTSE MIB Future. Solo Directa ha commissioni più basse mentre Fineco, Intesatrade e Iwbank chiedono qualche euro in più per operare sul FTSE Mib Future. ispetto a Fineco e Iwbank, Sella offre un operatività più limitata solo sulle azioni europee avendo recentemente introdotto la possibilità di operare su tutte le obbligazioni quotate sul Mot e sul Tlx. Anche sui fondi l operatività è conveniente (non si pagano commissioni di ingresso) e sono trattate tutte le più importanti società di gestione ad eccezione di Merrill Lynch. Vi è un call center a disposizione dei clienti ma secondo la nostra esperienza appare meno preparato e commerciale di quello di Fineco e Iwbank. E anche dal punto di vista delle informazioni e analisi fornite il sito Sella.it appare meno comprensibile di Fineco e Iwbank per un nuovo cliente. Non è facile, infatti, orientarsi e comprendere la gamma di servizi offerti senza la guida di qualcuno. Tanto trading, a prezzi da discount. Basterà? iproduzione riservata 018

19 LA PIATTAFOMA DEL MESE Questo mese parliamo di Sito internet A chi appartiene QUANTO TI COSTA APIE IL CONTO E MANTENELO Quanto costa aprirlo Quanto costa mantenerlo aperto Quanto costa chiuderlo Serizi bancari QUANTO COSTA FAE TADING SU Azioni Italia Azioni America (Nyse, Nasdaq, Amex) Azioni America OTC Azioni Europee (Francia, Germania, Spagna, Olanda e Belgio) Azioni inglesi Obbligazioni quotate al Mot e Tlx Obbligazioni quotate sull'otc Future S&P/MIB e Dax Future Mini S&P/MIB Future CME Etf Piani commissionali per i trader più attivi Fondi e sicav accolta ordini da promotore finanziario Costo custodia titoli Possibilità di inserire stop loss e take profit Possibilità di inserire ordini condizionati Alert via sms Possibilità di inserire ordini dal telefonino SEVIZI INFOMATIVI PE INVESTIE Quotazioni in tempo reale Schede informative sui titoli QUANTO GUADAGNI SENZA FA NIENTE Quanto viene remunerata la liquidità lasciata sul conto Portafoglio emunerato Pronti contro termine SE HAI BISOGNO DI ASSISTENZA SELLA E la piattaforma di trading del Gruppo Sella Gratuito Le piattaforme Tol Investor Tol Plus e SellaXTrading sono gratuite la piattaforma SellaEXtreme costa 20,00 euro al mese Gratuito Nessuno 0,17% min. euro 2 max euro19,95 o euro 8 fissi ad operazione 0,16% min. 12 $ si può operare solo su Nyse e Nasdaq Non si può operare Francia 12 euro + 0,16% con un min. di 2 euro per operazione Germania 9 euro + 0,16% con un min. di 2 euro per operazione sugli altri mercati europei non si può operare Non si può operare 0,185% (min. euro 4 max euro 19,95) o 8 euro fissi ad operazione Non si può operare 7 euro FTSE MIB Futures 8 euro Fure su Dax, Bund, Bobl e Schatz 4 euro 7 $ 0,17 % min. euro 2 max euro 19,95 o 8 euro fissi ad operazione Sì all aumentare dell'operatività si riducono le commissioni e la piattaforma SellaExtreme4 con 15 eseguiti al mese è gratis Non si può operare No Gratuito Sì Sì Sì Sì Gratuite solo quelle sul mercato azionario italiano No solo news e grafici 0,365% netto per chi effettua almeno 10 operazioni a trimestre. Questo rendimento può aumentare al crescere dell'operatività fino ad arrivare allo 0,91% netto No No C'è un numero verde gratuito attivo dalle ore 8.00 alle ore

20 ATTENTI A QUEGLI ETF ED ETC E DAVVEO VASTA L OFFETA PE SCOMMETTEE AL IALZO E AL IBASSO SUL PETOLIO E SUI TITO- LI LEGATI AL BENT. MA TA I VAI STUMENTI OFFETI QUALE CONVIENE SCEGLIEE? L ETFS CUDE OIL PE SCOMMETTEE SUL IALZO DELLA COMMODITY. MENTE PE ANDAE SHOT DIECI POSSONO BASTAE PE SPECULAE SULL OO NEO Nel solo periodo gennaio - maggio 2009 dell Etfs Crude Oil (Codice Isin GB00B15KXV33) sono stati scambiati contratti per un controvalore totale di euro. L Etfs Crude Oil replica il prezzo dei future sul petrolio WTI negoziati presso il NYMEX, il principale mercato mondiale per i future e le opzioni sui prodotti energetici. Per scommettere sul rialzo del prezzo del petrolio vi sono altri strumenti ma sono tutti di gran lunga meno scambiati dell Etfs Crude Oil. Tra gli Etc più scambiati ( euro di scambi nei primi cinque mesi dell anno), l ETFS Brent 1mth Oil Securities (Codice Isin GB00B0CTWC01) consente di prendere posizione sul Future sul petrolio Brent negoziato sul Mercato ICE di Londra.Vi è poi l ETFS WTI 2mth Oil Securities (Codice Isin GB00B0CTWK84) che permette di prendere una posizione rialzista sul Future sul petrolio WTI negoziato sul NYMEX di New York. Gli scambi tra gennaio e maggio 2009 sono stati pari a un controvalore totale di ,00 euro. LASCIA O ADDOPPIA Il Leveraged Crude Oil (Codice Isin JE00B2NFTJ73) è un Etc che consente di ottenere una performance doppia rispetto a quella registrata dall indice Dow Jones-AIG Crude Oil sub-index. Lo spread denaro lettera che il market maker si impegna a mantenere su questo Etf è altissimo: il 4%. La quantità minima di ciascuna proposta deve essere pari a euro. Gli scambi tra gennaio e maggio 2009 sono stati pari a un controvalore di euro. SUGLI ETF SCENDONO GLI SCAMBI Decisamente più ridotti gli scambi sui quattro Etf che replicano l indice DOW JONES STOXX 600 OIL & GAS, e che quindi possono essere utilizzati per investire sui titoli della maggiori società europee che operano nel settore dell energia. In questi Etf le prime cinque società del settore come capitalizzazione borsistica corretta per il flottante pesano per oltre l 80% sul portafoglio titoli mentre le restanti 33 compagnie petrolifere detenute pesano circa mezzo punto percentuale. Primo titolo in portafoglio è British Petroleum, il terzo gruppo petrolifero mondiale dopo l americana Exxon Mobil e l olandese oyal Dutch Shell (che è il secondo titolo più importante come peso tra quelli contenuti in questo etf). Tra i primi cinque titoli in portafoglio seguono, in ordine di importanza, l inglese Bc Group, la norvegese StatoilHydro e la nostra Eni. Questi Etf non registrano scambi elevati. Il Lyxor Etf Dj Stoxx600 Oil&Gas (Codice Isin F ) ha avuto il volume di scambi maggiore tra gli etf che investono sulle compagnie petrolifere europee registrando scambi per un controvalore di euro. PE ANDAE SHOT Per puntare sul ribasso delle quotazioni delle compagnie petrolifere europee vi è il Db x-trackers Dj Stoxx 600 Oil & Gas Short Etf (Codice Isin LU ). Limitati da inizio anno gli scambi. Dall inizio dell anno a maggio 2009 erano stati scambiati 461 contratti per un controvalore totale di euro. Ancora più esigue le contrattazioni sull altro strumento che consente di scommettere sul ribasso del petrolio: l ETFS Short Crude Oil JE00B24DK975. Nei primi cinque mesi dell anno sono stati scambiati 27 contratti per un controvalore totale di euro. IL NOSTO GIUDIZIO Gli Etc consentono di prendere posizione sul prezzo del petrolio mentre con gli Etf si investe al rialzo o al ribasso sulle società petrolifere (europee nel caso degli Etf quotati sulla Borsa italiana). Gli Etc, che investono al rialzo sul prezzo del petrolio sono quelli che negli ultimi 12 mesi hanno perso di più: dal 62 al 68% con una volatilità di oltre il 70% mentre chi ha optato per gli Etf e l investimento sulle società petrolifere ha perso meno del 30% e ha dovuto sopportare una volatilità (oscillazione del valore del proprio investimento) del 48%. In pratica ha guadagnato solo chi ha scommesso sul ribasso dei titoli petroliferi con il Dj Stoxx 600 Oil & Gas Short Etf (Codice Isin LU ) che ha guadagnato il 12.74%. Per scommettere sul rialzo del prezzo del petrolio lo strumento più adatto sembra l Etfs Crude Oil (Codice Isin GB00B15KXV33) perché è il più scambiato. Un elemento non da poco se si pensa che per gli Etc, come per gli Etf, non si incrociano spesso le proposte di acquisto con le proposte di vendita ma esiste uno specialist (il market maker) che si pone da intermediario proponendo autonomamente il prezzo dello scambio (all interno del book) che può essere poi accettato o meno dal trader. iproduzione riservata 020

Le tipologie di rischio

Le tipologie di rischio Le tipologie di rischio In ambito fi nanziario il rischio assume diverse dimensioni, a diversi livelli. La distinzione principale da delineare è fra rischio generico e rischio specifi co, valida per tutti

Dettagli

ISSIS DON MILANI LICEO ECONOMICO SOCIALE Corso di DIRITTO ed ECONOMIA POLITICA. Liceo Don Milani classe I ECONOMICO SOCIALE Romano di Lombardia 1

ISSIS DON MILANI LICEO ECONOMICO SOCIALE Corso di DIRITTO ed ECONOMIA POLITICA. Liceo Don Milani classe I ECONOMICO SOCIALE Romano di Lombardia 1 ISSIS DON MILANI LICEO Corso di DIRITTO ed ECONOMIA POLITICA 1 NEL MERCATO FINANZIARIO SI NEGOZIANO TITOLI CON SCADENZA SUPERIORE A 18 MESI AZIONI OBBLIGAZIONI TITOLI DI STATO 2 VALORE DEI TITOLI VALORE

Dettagli

Investimenti finanziari a confronto

Investimenti finanziari a confronto Guida pratica Investimenti finanziari a confronto Capire e scegliere i prodotti finanziari INDICE 2 INVESTIMENTI FINANZIARI A CONFRONTO Caro Cliente... 3 1. Cosa offre questa iniziativa?... 4 2. A chi

Dettagli

OBBLIGAZIONI: AI CONFINI DELLA REALTÀ FINANZIARIA. Il 16% dei titoli di stato mondiali offre rendimenti negativi 46 BASICS

OBBLIGAZIONI: AI CONFINI DELLA REALTÀ FINANZIARIA. Il 16% dei titoli di stato mondiali offre rendimenti negativi 46 BASICS 46 BASICS INVESTORS supplemento Salone del Risparmio 2015 OBBLIGAZIONI: AI CONFINI DELLA REALTÀ FINANZIARIA Il 16% dei titoli di stato mondiali offre rendimenti negativi Il problema principale che abbiamo

Dettagli

Come ottimizzare il rapporto rischio/rendimento

Come ottimizzare il rapporto rischio/rendimento Come ottimizzare il rapporto rischio/rendimento Quando si decide di investire, e non semplicemente di parcheggiare la propria liquidità, bisogna tener presente che non esistono investimenti completamente

Dettagli

I titoli obbligazionari

I titoli obbligazionari I titoli obbligazionari 1 Tipologie di titoli La relazione di equivalenza consente di attribuire un valore oggi ad importi monetari disponibili ad una data futura. In particolare permettono di determinare

Dettagli

Cos è un Fondo Comune d Investimento/SICAV

Cos è un Fondo Comune d Investimento/SICAV Cos è un Fondo Comune d Investimento/SICAV Un Fondo Comune può essere paragonato ad una cassa collettiva dove confluiscono i risparmi di una pluralità di risparmiatori. Il denaro che confluisce in questa

Dettagli

Il futuro ha bisogno di più Anima.

Il futuro ha bisogno di più Anima. Il futuro ha bisogno di una nuova visione. Più attenta all essenza. Più responsabile e rigorosa. Più aperta e positiva. Per questo i migliori consulenti, le migliori banche e reti di promotori finanziari

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi ONDI OMUNI: AI A CELTA IUSTA Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi CONOSCERE I FONDI D INVESTIMENTO, PER FARE SCELTE CONSAPEVOLI I fondi comuni sono

Dettagli

Strumenti finanziari e scelte di investimento. Roma, 8 maggio 2009

Strumenti finanziari e scelte di investimento. Roma, 8 maggio 2009 Strumenti finanziari e scelte di investimento Roma, 8 maggio 2009 IL MERCATO DEI CAPITALI Il MERCATO DEI CAPITALI è il luogo ideale dove si incontrano domanda e offerta di strumenti finanziari. Lo scopo

Dettagli

DACCI OGGI IL NOSTRO BOND QUOTIDIANO(17/06/2010)

DACCI OGGI IL NOSTRO BOND QUOTIDIANO(17/06/2010) DACCI OGGI IL NOSTRO BOND QUOTIDIANO(17/06/2010) N onostante il termine reddito fisso il mondo dell obbligazionario può essere infido e pieno di incertezze. Sono molti gli elementi da valutare quando si

Dettagli

info Prodotto Eurizon Soluzione Cedola Più Ottobre 2020 A chi si rivolge

info Prodotto Eurizon Soluzione Cedola Più Ottobre 2020 A chi si rivolge Eurizon Soluzione Cedola Più Ottobre 2020 info Prodotto Eurizon Soluzione Cedola Più Ottobre 2020 è un Fondo comune di diritto italiano, gestito da Eurizon Capital SGR, che mira ad ottimizzare il rendimento

Dettagli

info Prodotto Eurizon Cedola Attiva Più Luglio 2019 A chi si rivolge

info Prodotto Eurizon Cedola Attiva Più Luglio 2019 A chi si rivolge Eurizon Cedola Attiva Più Luglio 2019 info Prodotto Eurizon Cedola Attiva Più Luglio 2019 è un Fondo comune di diritto italiano, gestito da Eurizon Capital SGR, che mira ad ottimizzare il rendimento del

Dettagli

info Prodotto Eurizon Soluzione Cedola Maggio 2020 A chi si rivolge

info Prodotto Eurizon Soluzione Cedola Maggio 2020 A chi si rivolge Eurizon Soluzione Cedola Maggio 2020 info Prodotto Eurizon Soluzione Cedola Maggio 2020 è un Fondo comune di diritto italiano, gestito da Eurizon Capital SGR, che mira ad ottimizzare il rendimento del

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO PER LA CLIENTELA

DOCUMENTO INFORMATIVO PER LA CLIENTELA DOCUMENTO INFORMATIVO PER LA CLIENTELA Edizione 05/2011 INDICE Informazioni su CheBanca! e sui servizi di investimento offerti 2 1. Dati che CheBanca! 2 2. Autorizzazione alla prestazione dei servizi di

Dettagli

www.bonoplus.it BONOplus Family PRESENTAZIONE ISTITUZIONALE

www.bonoplus.it BONOplus Family PRESENTAZIONE ISTITUZIONALE BONOplus Family Office PRESENTAZIONE ISTITUZIONALE 1 Il Family Office INDIPENDENTE LA VERA CONSULENZA FINANZIARIA PER LE FAMIGLIE ITALIANE 2 Cosa è un Family Office? 1. Nasce negli anni 90 come servizio

Dettagli

La sintesi di tutte le specialità del reddito fisso di casa Raiffeisen in un solo fondo: il Raiffeisen Fund Conservative

La sintesi di tutte le specialità del reddito fisso di casa Raiffeisen in un solo fondo: il Raiffeisen Fund Conservative La soluzione obbligazionaria flessibile di Raiffeisen Capital Management Pagina 1 di 6 La sintesi di tutte le specialità del reddito fisso di casa Raiffeisen in un solo fondo: il Raiffeisen Fund Conservative

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

COME INVESTIRE IL PROPRIO RISPARMIO

COME INVESTIRE IL PROPRIO RISPARMIO COME INVESTIRE IL PROPRIO RISPARMIO 1 Concetti introduttivi: il risparmio e l investimento 2 Concetti introduttivi: il risparmio e l investimento Cos e il risparmio? Differenza tra totale entrate e uscite

Dettagli

Ministero dell Economia e delle Finanze

Ministero dell Economia e delle Finanze Ministero dell Economia e delle Finanze Quale titolo di Stato per quale profilo di investitore? Forum della PA - 25 maggio 2007 Dott.ssa Maria Cannata Direttore Generale del Debito Pubblico -1- Introduzione

Dettagli

Come investire il patrimonio nell era. dell incertezza

Come investire il patrimonio nell era. dell incertezza 18 febbraio 2011 Come investire il patrimonio nell era 2 dell incertezza Roberta Rossi (www.moneyexpert.it) consulente finanziaria indipendente B O R S A R O M A N Z O UNA SINGOLARE EREDITA O tempora o

Dettagli

Capitolo 23. Mercati finanziari e flussi internazionali di capitali. Principi di economia (seconda edizione) Robert H. Frank, Ben S.

Capitolo 23. Mercati finanziari e flussi internazionali di capitali. Principi di economia (seconda edizione) Robert H. Frank, Ben S. Capitolo 23 Mercati finanziari e flussi internazionali di capitali In questa lezione Sistema finanziario e allocazione del risparmio a usi produttivi: sistema bancario obbligazioni e azioni Ruolo dei mercati

Dettagli

Banca Centropadana Zero Coupon 03.09.2012-16.12.2019 Serie 342 ISIN: IT0004846694

Banca Centropadana Zero Coupon 03.09.2012-16.12.2019 Serie 342 ISIN: IT0004846694 10. MODELLO DELLE CONDIZIONI DEFINITIVE OBBLIGAZIONI A ZERO COUPON Banca Centropadana Credito Cooperativo Società Cooperativa Sede sociale in Piazza IV Novembre 11 26862 Guardamiglio (LO) Iscritta all

Dettagli

ASSOCIAZIONE BANCARIA ITALIANA BTP DAY

ASSOCIAZIONE BANCARIA ITALIANA BTP DAY ASSOCIAZIONE BANCARIA ITALIANA BTP DAY 28 NOVEMBRE e 12 DICEMBRE DOMANDE E RISPOSTE DOMANDE GENERALI Che cos è il Btp day? Il BTP-day è una iniziativa che ha l obiettivo di agevolare temporaneamente i

Dettagli

I titoli obbligazionari. Giuseppe G. Santorsola EIF 1

I titoli obbligazionari. Giuseppe G. Santorsola EIF 1 I titoli obbligazionari Giuseppe G. Santorsola EIF 1 Titoli a reddito fisso Tutte le caratteristiche relative al profilo di rischio e rendimento (durata, diritto alla remunerazione e al rimborso del capitale)

Dettagli

STRUMENTI E PRODOTTI FINANZIARI (1)

STRUMENTI E PRODOTTI FINANZIARI (1) STRUMENTI E PRODOTTI FINANZIARI (1) Novembre 2011 Università della Terza Età 1 Il Mercato Finanziario Il mercato finanziario è il complesso delle emissioni e delle negoziazioni che hanno come oggetto strumenti

Dettagli

info Prodotto Eurizon Multiasset Reddito Aprile 2021 A chi si rivolge

info Prodotto Eurizon Multiasset Reddito Aprile 2021 A chi si rivolge info Prodotto Eurizon Multiasset Reddito è un Fondo comune di diritto italiano, gestito da Eurizon Capital SGR, che persegue l'obiettivo di ottimizzare il rendimento del Fondo in un orizzonte temporale

Dettagli

1. acquisire piena consapevolezza dei propri bisogni finanziari prioritari e delle risorse (presenti e future) disponibili per raggiungerle;

1. acquisire piena consapevolezza dei propri bisogni finanziari prioritari e delle risorse (presenti e future) disponibili per raggiungerle; Adotta un metodo Come già detto precedentemente ancor prima di valutare la validità di un investimento si rende necessaria maturare la chiarezza degli intenti che ci prefiggiamo e la modalità da adottare

Dettagli

Ministero dell Economia e delle Finanze

Ministero dell Economia e delle Finanze Ministero dell Economia e delle Finanze Quale titolo di Stato per quale profilo di investitore? Forum della PA - 25 maggio 2007 Dott.ssa Maria Cannata Direttore Generale del Debito Pubblico -1- Introduzione

Dettagli

FAUSTO SALDI GUIDA AGLI ETF

FAUSTO SALDI GUIDA AGLI ETF FAUSTO SALDI GUIDA AGLI ETF Come Acquistare, Vendere e Guadagnare con gli Strumenti Finanziari Efficaci 2 Titolo GUIDA AGLI ETF Autore Fausto Saldi Editore Bruno Editore Sito internet http://www.brunoeditore.it

Dettagli

INFORMAZIONI SUGLI STRUMENTI FINANZIARI AI SENSI DELL ART. 31 DEL REGOLAMENTO CONSOB 16190/2007

INFORMAZIONI SUGLI STRUMENTI FINANZIARI AI SENSI DELL ART. 31 DEL REGOLAMENTO CONSOB 16190/2007 INFORMAZIONI SUGLI STRUMENTI FINANZIARI AI SENSI DELL ART. 31 DEL REGOLAMENTO CONSOB 16190/2007 14. Obbligazioni strutturate 14.1 Caratteristiche dei Titoli di debito (obbligazioni) Acquistando titoli

Dettagli

Indice Banca IMI IMINext Reflex

Indice Banca IMI IMINext Reflex Indice Banca IMI Specialisti per la finanza... pag. 4 IMINext Una linea di prodotti di finanza personale... pag. 5 Reflex Un paniere ufficiale... pag. 6 I mercati a portata di mano... pag. 7 Una replica

Dettagli

Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario

Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario Scopri come i grandi investitori hanno posto le basi per il loro successo. Tutto quello che devi assolutamente conoscere prima

Dettagli

MODIFICA DI DENOMINAZIONE, POLITICA DI INVESTIMENTO E BENCHMARK DI TALUNI COMPARTI

MODIFICA DI DENOMINAZIONE, POLITICA DI INVESTIMENTO E BENCHMARK DI TALUNI COMPARTI IMPORTANTE: Il presente documento richiede attenzione immediata. In caso di dubbi sul contenuto del presente documento, richiedere la consulenza di un professionista indipendente. Tutti i termini utilizzati

Dettagli

info Prodotto Eurizon Multiasset Reddito Ottobre 2020 A chi si rivolge

info Prodotto Eurizon Multiasset Reddito Ottobre 2020 A chi si rivolge info Prodotto Eurizon Multiasset Reddito è un Fondo comune di diritto italiano, gestito da Eurizon Capital SGR, che persegue l'obiettivo di ottimizzare il rendimento del Fondo in un orizzonte temporale

Dettagli

I contratti finanziari. Corso di Economia degli Intermediari Finanziari

I contratti finanziari. Corso di Economia degli Intermediari Finanziari I contratti finanziari Corso di Economia degli Intermediari Finanziari Definizioni I contratti finanziari-detti anche attività finanziarie e strumenti finanziari-sono beni intangibili che costituiscono

Dettagli

Tipo Scadenza Periodicità cedola Rimborso BOT (Buoni Ordinari del Tesoro)

Tipo Scadenza Periodicità cedola Rimborso BOT (Buoni Ordinari del Tesoro) TABELLA 10.1 Titoli di Stato: le caratteristiche principali Tipo Scadenza Periodicità cedola Rimborso BOT (Buoni Ordinari del Tesoro) CTZ (Certificati del Tesoro Zerocoupon) CCT (Certificati di Credito

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA Banca di Anghiari e Stia Zero Coupon

CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA Banca di Anghiari e Stia Zero Coupon Banca di Anghiari e Stia Credito Cooperativo Società Cooperativa in qualità di Emittente CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA Banca di Anghiari e Stia Zero Coupon Banca di Anghiari

Dettagli

Alla ricerca del rendimento perduto

Alla ricerca del rendimento perduto Milano, 10 aprile 2012 Alla ricerca del rendimento perduto Dalle obbligazioni alle azioni. La ricerca del rendimento perduto passa attraverso un deciso cambio di passo nella composizione dei portafogli

Dettagli

Money Expert Diario di Bordo 27 settembre 2012

Money Expert Diario di Bordo 27 settembre 2012 Money Expert Diario di Bordo 27 settembre 2012 Le azioni non premiano più? A proposito dell equity premium Tutti a dieta (di asset) Con buona pace dell equity premium La parola ai guru L equity premium

Dettagli

ETF MONETARI CONTRO CONTI DEPOSITO. THE WINNER IS (17/12/2010)

ETF MONETARI CONTRO CONTI DEPOSITO. THE WINNER IS (17/12/2010) ETF MONETARI CONTRO CONTI DEPOSITO. THE WINNER IS (17/12/2010) D a quando ha visto la luce Money Report 21 mesi fa continuiamo a proporre i conti di deposito come strumento per parcheggiare la liquidità.

Dettagli

IL CAPITALE. 1) Domanda di capitale 2) Offerta di capitale

IL CAPITALE. 1) Domanda di capitale 2) Offerta di capitale IL CAPITALE 1) Domanda di capitale 2) Offerta di capitale CAPITALE FINANZIARIO E CAPITALE REALE Col termine capitale i si può riferire a due concetti differenti Il capitale finanziario è costituito dalla

Dettagli

OBBLIGAZIONI SUBORDINATE: COSA SONO E PERCHÉ SONO RISCHIOSE

OBBLIGAZIONI SUBORDINATE: COSA SONO E PERCHÉ SONO RISCHIOSE 1 OBBLIGAZIONI SUBORDINATE: COSA SONO E PERCHÉ SONO RISCHIOSE I bond subordinati sono una speciale categoria di obbligazioni il cui rimborso nel caso di problemi finanziari per l emittente - avviene successivamente

Dettagli

UBI PRAMERICA SGR S.p.A. appartenente al gruppo bancario UNIONE DI BANCHE ITALIANE

UBI PRAMERICA SGR S.p.A. appartenente al gruppo bancario UNIONE DI BANCHE ITALIANE UBI PRAMERICA SGR S.p.A. appartenente al gruppo bancario UNIONE DI BANCHE ITALIANE Offerta pubblica di quote dei Fondi comuni di investimento mobiliare di diritto italiano armonizzati e non armonizzati

Dettagli

È evidenziata la crescita (in euro e al lordo della tassazione anche per i fondi italiani) realizzata dal

È evidenziata la crescita (in euro e al lordo della tassazione anche per i fondi italiani) realizzata dal Lettura delle schede Giunta alla sua decima edizione, la Guida permette agli investitori di accedere ad analisi indipendenti e nuovi strumenti per la selezione dei fondi, compresi i Morningstar Analyst

Dettagli

DOMANDE PER LA PREPARAZIONE DELL ESAME DI STRUMENTI FINANZIARI

DOMANDE PER LA PREPARAZIONE DELL ESAME DI STRUMENTI FINANZIARI DOMANDE PER LA PREPARAZIONE DELL ESAME DI STRUMENTI FINANZIARI Cap. 1. La moneta e i bisogni di pagamento 1) Si illustrino i problemi che incontrano gli scambisti nel regolamento di uno scambio monetario.

Dettagli

Gli effetti dell aumento della curva dei tassi nel mercato del fixed income

Gli effetti dell aumento della curva dei tassi nel mercato del fixed income S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO La congiuntura economica Gli effetti dell aumento della curva dei tassi nel mercato del fixed income Angelo Drusiani Banca Albertini Syz & C. SpA - Milano

Dettagli

GUIDA ALLA LETTURA DELLE SCHEDE FONDI

GUIDA ALLA LETTURA DELLE SCHEDE FONDI GUIDA ALLA LETTURA DELLE SCHEDE FONDI Sintesi Descrizione delle caratteristiche qualitative con l indicazione di: categoria Morningstar, categoria Assogestioni, indice Fideuram. Commenti sulla gestione

Dettagli

Lezione 12 Risparmio privato e Debito Pubblico. Leonardo Bargigli

Lezione 12 Risparmio privato e Debito Pubblico. Leonardo Bargigli Lezione 12 Risparmio privato e Debito Pubblico Leonardo Bargigli Risparmio privato Gli individui desiderano risparmiare per poter trasferire potere d acquisto nel tempo e per poter coprire necessità impreviste

Dettagli

Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto. PRODOTTI FINANZIARI A MEDIO-LUNGO TERMINE BTP: Buoni del Tesoro Poliennali

Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto. PRODOTTI FINANZIARI A MEDIO-LUNGO TERMINE BTP: Buoni del Tesoro Poliennali AREA FINANZA DISPENSE FINANZA Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto PRODOTTI FINANZIARI A MEDIO-LUNGO TERMINE BTP: Buoni del Tesoro Poliennali ORGANISMO BILATERALE PER LA FORMAZIONE

Dettagli

Codice della proposta di investimento e del fondo interno: QS. Data di istituzione e inizio operatività del fondo interno: 15/03/2014

Codice della proposta di investimento e del fondo interno: QS. Data di istituzione e inizio operatività del fondo interno: 15/03/2014 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 7 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

Un buon affare: il corso giusto per le vostre divise

Un buon affare: il corso giusto per le vostre divise Imprese Valute estere Un buon affare: il corso giusto per le vostre divise Desiderate coprire i rischi di cambio o investire in divise? Un buon affare è poter fare affidamento su una banca che soddisfa

Dettagli

LE OBBLIGAZIONI NELLA STAMPA FINANZIARIA

LE OBBLIGAZIONI NELLA STAMPA FINANZIARIA LE OBBLIGAZIONI NELLA STAMPA FINANZIARIA 1 Tabella quantitativi trattati (prima pagina del Sole 24 Ore) 19.01 16.01 Azioni: numero 643.314.169 574.051.164 Azioni: valore 1.727.230.318 1.801.108.021 Titoli

Dettagli

CONOSCERE L ASSICURAZIONE

CONOSCERE L ASSICURAZIONE CONOSCERE L ASSICURAZIONE VIDEO N.8 Investire i propri risparmi RISPARMIARE CON LE RIVALUTABILI Sono le polizze vita più tradizionali, adatte a chi cerca un rendimento costante nel tempo, e non vuole correre

Dettagli

Info finanza. e previdenza. Anche nel 2013 interessante remunerazione complessiva

Info finanza. e previdenza. Anche nel 2013 interessante remunerazione complessiva Allianz Suisse Casella postale 8010 Zurigo www.allianz-suisse.ch Info finanza 01 YDPPR267I e previdenza Edizione 01 / Marzo 2013 ECCEDENZE LPP Anche nel 2013 interessante remunerazione complessiva Senza

Dettagli

Indagine sul Risparmio e sulle scelte finanziarie degli italiani 2012

Indagine sul Risparmio e sulle scelte finanziarie degli italiani 2012 Indagine sul Risparmio e sulle scelte finanziarie degli italiani 2012 Sintesi della ricerca L Indagine sul Risparmio e sulle scelte finanziarie degli italiani 2012 è un progetto del Centro Einaudi e di

Dettagli

TORNEREMO MILIONARI! IL RISPARMIO E UN VALORE SOCIALE: USIAMOLO BENE! Adriano Biasoli

TORNEREMO MILIONARI! IL RISPARMIO E UN VALORE SOCIALE: USIAMOLO BENE! Adriano Biasoli TORNEREMO MILIONARI! IL RISPARMIO E UN VALORE SOCIALE: USIAMOLO BENE! 1 DOVE METTIAMO I NOSTRI SOLDI? - Conti e depositi bancari e postali - Titoli 2 TITOLI: Azioni Obbligazioni Titoli di Stato Azioni:

Dettagli

VIVREMO SEMPRE DI PIU. SCOPRI QUANTO TI SERVE E COME DEVI INVESTIRE PER VIVERE DI RENDITA

VIVREMO SEMPRE DI PIU. SCOPRI QUANTO TI SERVE E COME DEVI INVESTIRE PER VIVERE DI RENDITA VIVREMO SEMPRE DI PIU. SCOPRI QUANTO TI SERVE E COME DEVI INVESTIRE PER VIVERE DI RENDITA Date : 28/04/2015 Vivere di rendita ovvero con i frutti del patrimonio accumulato? Un miraggio per i più giovani

Dettagli

ANNO NUOVO, VECCHIA SFIDA: SECONDO J.P. MORGAN ASSET MANAGEMENT BILANCIAMENTO E DIVERSIFICAZIONE RIMANGONO, COME SEMPRE, LE STRATEGIE VINCENTI

ANNO NUOVO, VECCHIA SFIDA: SECONDO J.P. MORGAN ASSET MANAGEMENT BILANCIAMENTO E DIVERSIFICAZIONE RIMANGONO, COME SEMPRE, LE STRATEGIE VINCENTI 60 Victoria Embankment London EC4Y 0JP ANNO NUOVO, VECCHIA SFIDA: SECONDO J.P. MORGAN ASSET MANAGEMENT BILANCIAMENTO E DIVERSIFICAZIONE RIMANGONO, COME SEMPRE, LE STRATEGIE VINCENTI Economie divergenti

Dettagli

info Prodotto Investment Solutions by Epsilon Equity Coupon 02/2014 A chi si rivolge

info Prodotto Investment Solutions by Epsilon Equity Coupon 02/2014 A chi si rivolge info Prodotto è il nuovo Comparto del fondo comune di diritto lussemburghese Investment Solutions by Epsilon, promosso da Eurizon Capital S.A. e gestito da Epsilon SGR. Il Comparto mira ad ottenere un

Dettagli

AZIONARIA FLESSIBILE

AZIONARIA FLESSIBILE SOFIA EXPERT2014 AZIONARIA FLESSIBILE 31 OTTOBRE advisor SCF LE GESTIONI PATRIMONIALI SOFIA EXPERT INSIEME PER RAGGIUNGERE LE VETTE PIÙ ALTE SOFIA EXPERT Un onda perfetta, scavata nella roccia, che solo

Dettagli

II sessione d esame per il conseguimento del Diploma uropean Financial Services D FS Venerdì 12 giugno 2009

II sessione d esame per il conseguimento del Diploma uropean Financial Services D FS Venerdì 12 giugno 2009 DEFS01 II sessione d esame per il conseguimento del Diploma uropean Financial Services D FS Venerdì 12 giugno 2009 Prova D FS 1 KNOWLEDGE 1 Il rischio specifico di un titolo azionario: 1. è quantificabile

Dettagli

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO La banca è un istituto che compie operazioni monetarie e finanziarie utilizzando il denaro proprio e quello dei clienti. In particolare la Banca effettua

Dettagli

BOND: CHE COSA STA ACCADENDO IN QUEL PAESE, CHIAMATO ITALIA? (03/08/2011)

BOND: CHE COSA STA ACCADENDO IN QUEL PAESE, CHIAMATO ITALIA? (03/08/2011) BOND: CHE COSA STA ACCADENDO IN QUEL PAESE, CHIAMATO ITALIA? (03/08/2011) C è chi guarda al Btp 1 febbraio 2017 per capire come va l obbligazionario e in particolare il governativo italiano. La duration

Dettagli

CORSO BASE DI EDUCAZIONE FINANZIARIA

CORSO BASE DI EDUCAZIONE FINANZIARIA 1 CORSO BASE DI EDUCAZIONE FINANZIARIA 2 CAPITOLO I Concetti introduttivi: il risparmio e l investimento 3 Concetti introduttivi: il risparmio e l investimento Cos e il risparmio? Differenza tra totale

Dettagli

GRUPPO CREDEM GLOSSARIO DEI TERMINI TECNICI UTILIZZATI NEL PROSPETTO

GRUPPO CREDEM GLOSSARIO DEI TERMINI TECNICI UTILIZZATI NEL PROSPETTO GRUPPO CREDEM GLOSSARIO DEI TERMINI TECNICI UTILIZZATI NEL PROSPETTO Agenzie di Rating: società indipendenti che esprimono giudizi (rating) relativi al merito creditizio degli strumenti finanziari di natura

Dettagli

Banca Veneta 1896 Credito Cooperativo delle province di Verona e Rovigo

Banca Veneta 1896 Credito Cooperativo delle province di Verona e Rovigo ALLEGATO 2C - MODELLO DELLE CONDIZIONI DEFINITIVE OBBLIGAZIONI STEP UP/STEP DOWN Banca Veneta 1896 Credito Cooperativo delle province di Verona e Rovigo Sede sociale: Largo Don Quirino Maestrello, 12 Carpi

Dettagli

FONDO PENSIONE APERTO CARIGE

FONDO PENSIONE APERTO CARIGE FONDO PENSIONE APERTO CARIGE INFORMAZIONI SULL ANDAMENTO DELLA GESTIONE I dati e le informazioni riportati sono aggiornati al 31 dicembre 2006. 1 di 8 La SGR è dotata di una funzione di Risk Management

Dettagli

UBI PRAMERICA SGR S.p.A. appartenente al gruppo bancario UNIONE DI BANCHE ITALIANE

UBI PRAMERICA SGR S.p.A. appartenente al gruppo bancario UNIONE DI BANCHE ITALIANE UBI PRAMERICA SGR S.p.A. appartenente al gruppo bancario UNIONE DI BANCHE ITALIANE Offerta pubblica di quote dei Fondi comuni di investimento mobiliare di diritto italiano armonizzati e non armonizzati

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Corso di Risk Management

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Corso di Risk Management UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Corso di Prof. Filippo Stefanini A.A. Corso 60012 Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Edile Tassi di interesse Per ciascuna divisa, sono regolarmente quotati diversi

Dettagli

IL MERCATO OBBLIGAZIONARIO

IL MERCATO OBBLIGAZIONARIO IL MERCATO OBBLIGAZIONARIO LE FUNZIONI, GLI STRUMENTI, I PARTECIPANTI, I SISTEMI DI SCAMBIO Capitolo 12 SAPRESTE RISPONDERE A QUESTA DOMANDA? La vostra azienda ha bisogno di un nuovo impianto per rispondere

Dettagli

Fondo pensione aperto ZURICH CONTRIBUTION

Fondo pensione aperto ZURICH CONTRIBUTION Zurich Investments Life S.p.A. Fondo pensione aperto ZURICH CONTRIBUTION INFORMAZIONI SULL ANDAMENTO DELLA GESTIONE (Dati aggiornati al 31.12.2009) Alla gestione delle risorse provvede la Zurich Investments

Dettagli

Data xx/xx/xxxx. Cliente: ESEMPIO/09/03/1. Piano di Intervento

Data xx/xx/xxxx. Cliente: ESEMPIO/09/03/1. Piano di Intervento Data xx/xx/xxxx Piano di Intervento Cliente: ESEMPIO/09/03/1 Gentile CLIENTE, Il presente elaborato è stato redatto sulla base di quanto emerso durante i nostri precedenti incontri e costituisce uno strumento

Dettagli

Slides per il corso di ECONOMIA DEI MERCATI FINANZIARI

Slides per il corso di ECONOMIA DEI MERCATI FINANZIARI Slides per il corso di ECONOMIA DEI MERCATI FINANZIARI Nicola Meccheri (meccheri@ec.unipi.it) Facoltà di Economia Università di Pisa A.A. 2011/2012 ECONOMIA DEI MERCATI FINANZIARI: ASPETTI INTRODUTTIVI

Dettagli

Azioni azioni ordinarie o privilegiate che rappresentano una quota di proprietà di una società.

Azioni azioni ordinarie o privilegiate che rappresentano una quota di proprietà di una società. Glossario Accettazioni bancarie strumenti a breve termine emessi dai debitori internazionali garantiti da banche di rilievo internazionale. Agency bonds Obbligazioni emesse (ma non garantite) da agenzie

Dettagli

Globalizzazione economica

Globalizzazione economica Globalizzazione economica Docente: Antonio Forte 1 Lezione 14 I processi di cartolarizzazione (cap 3) Lo shadow banking system (cap 3) Le agenzie di rating (cap 3) 2 I processi di cartolarizzazione - 1

Dettagli

La nostra indipendenza vi garantisce scelte di gestione perfettamente obiettive

La nostra indipendenza vi garantisce scelte di gestione perfettamente obiettive AL VOSTRO SERVIZO Forte di oltre 50 anni di esperienza, PKB ha acquisito una profonda conoscenza delle esigenze di privati e famiglie, imprenditori, liberi professionisti e dirigenti. È quindi in grado

Dettagli

Soluzioni Assicurativo/Finanziarie per Rispondere alle Esigenze di ALM degli Investitori Previdenziali

Soluzioni Assicurativo/Finanziarie per Rispondere alle Esigenze di ALM degli Investitori Previdenziali Soluzioni Assicurativo/Finanziarie per Rispondere alle Esigenze di ALM degli Investitori Previdenziali Contenuti 1. Tendenze nel Settore degli Investitori Previdenziali 2. Soluzioni Assicurativo/Finanziarie

Dettagli

Processo che consente di identificare la ripartizione ottimale di medio-lungo periodo delle risorse finanziarie tra le diverse classi di attività.

Processo che consente di identificare la ripartizione ottimale di medio-lungo periodo delle risorse finanziarie tra le diverse classi di attività. Glossario finanziario Asset Allocation Consiste nell'individuare classi di attività da inserire in portafoglio al fine di allocare in maniera ottimale le risorse finanziarie, dati l'orizzonte temporale

Dettagli

IL MERCATO FINANZIARIO

IL MERCATO FINANZIARIO IL MERCATO FINANZIARIO Prima della legge bancaria del 1936, in Italia, era molto diffusa la banca mista, ossia un tipo di banca che erogava sia prestiti a breve che a medio lungo termine. Ma nel 1936 il

Dettagli

REGOLAMENTO UNICO DI GESTIONE

REGOLAMENTO UNICO DI GESTIONE appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO UNICO DI GESTIONE dei Fondi Comuni d Investimento Mobiliare Aperti Armonizzati, denominati BancoPosta Obbligazionario Euro Breve Termine BancoPosta Obbligazionario

Dettagli

Q&A: Raiffeisen Fund Conservative

Q&A: Raiffeisen Fund Conservative La soluzione obbligazionaria flessibile di Raiffeisen Capital Management Pagina 1 di 5 Nel presente documento potrà trovare le risposte alle sue domande relative al nostro fondo obbligazionario flessibile

Dettagli

Fondo pensione aperto ZURICH CONTRIBUTION

Fondo pensione aperto ZURICH CONTRIBUTION Zurich Investments Life S.p.A. Fondo pensione aperto ZURICH CONTRIBUTION INFORMAZIONI SULL ANDAMENTO DELLA GESTIONE (Dati aggiornati al 31.12.2007) Alla gestione delle risorse provvede la Zurich Investments

Dettagli

FIDUCIARIA FINANZIARIA SVIZZERA

FIDUCIARIA FINANZIARIA SVIZZERA FIDUCIARIA FINANZIARIA SVIZZERA Company PROFILE Chi siamo Siamo una società indipendente di gestione patrimoniale con sede in Svizzera. Disponiamo di una licenza ufficiale per esercitare come intermediario

Dettagli

Base Target 04/2022 Scheda Sintetica - Informazioni specifiche 1 di 8

Base Target 04/2022 Scheda Sintetica - Informazioni specifiche 1 di 8 Scheda Sintetica - Informazioni specifiche 1 di 8 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

PROMOTORI & CONSULENTI

PROMOTORI & CONSULENTI art PROMOTORI & CONSULENTI FONDI&SICAV Dicembre 2010 Federico Sella di Banca patrimoni Sella &c.: «Trasparenti e prudenti» Reclutamento I soldi non sono tutto Concentrazione Un mondo sempre più di grandi

Dettagli

MOT ed ExtraMOT. Le Obbligazioni e i Titoli di Stato: rendimento e protezione

MOT ed ExtraMOT. Le Obbligazioni e i Titoli di Stato: rendimento e protezione MOT ed ExtraMOT Le Obbligazioni e i Titoli di Stato: rendimento e protezione Introduzione MOT ed ExtraMOT: i mercati Fixed Income per gli investitori retail e professionali. Negli ultimi anni, le Obbligazioni

Dettagli

STRUMENTI E PRODOTTI FINANZIARI (2)

STRUMENTI E PRODOTTI FINANZIARI (2) STRUMENTI E PRODOTTI FINANZIARI (2) Novembre 2011 Università della Terza Età 1 Le Obbligazioni Le obbligazioni sono titoli di credito autonomo, rappresentativi di prestiti contratti presso il pubblico

Dettagli

79 a Giornata Mondiale del Risparmio. Intervento di Maurizio Sella Presidente dell Associazione Bancaria Italiana

79 a Giornata Mondiale del Risparmio. Intervento di Maurizio Sella Presidente dell Associazione Bancaria Italiana 79 a Giornata Mondiale del Risparmio Intervento di Maurizio Sella Presidente dell Associazione Bancaria Italiana Roma, 31 ottobre 2003 Signor Ministro dell Economia, Signor Governatore della Banca d Italia,

Dettagli

BANCA DELLA MARCA. CREDITO COOPERATIVO SOCIETÀ COOPERATIVA in qualità di Emittente

BANCA DELLA MARCA. CREDITO COOPERATIVO SOCIETÀ COOPERATIVA in qualità di Emittente BANCA DELLA MARCA CREDITO COOPERATIVO SOCIETÀ COOPERATIVA in qualità di Emittente CONDIZIONI DEFINITIVE RELATIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA BANCA DELLA MARCA - TASSO VARIABILE BANCA DELLA MARCA

Dettagli

Banca di Credito Cooperativo di Alba, Langhe e Roero società cooperativa in qualità di Emittente

Banca di Credito Cooperativo di Alba, Langhe e Roero società cooperativa in qualità di Emittente Banca di Credito Cooperativo di Alba, Langhe e Roero società cooperativa in qualità di Emittente CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA BANCA D ALBA CREDITO COOPERATIVO TASSO VARIABILE

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO REDATTO AI SENSI DELLA DISCIPLINA IN MATERIA DI TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI

FOGLIO INFORMATIVO REDATTO AI SENSI DELLA DISCIPLINA IN MATERIA DI TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI BANCA CARIGE S.P.A. Cassa di Risparmio di Genova e Imperia 16123 Genova Via Cassa di Risparmio 15 FOGLIO INFORMATIVO REDATTO AI SENSI DELLA DISCIPLINA IN MATERIA DI TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI

Dettagli

Pago un mutuo a tasso fisso. Cosa posso fare quando scendono i tassi?

Pago un mutuo a tasso fisso. Cosa posso fare quando scendono i tassi? Data Pubblicazione 10/09/2014 Sito Web www.ilsole24ore.com_economia Pago un mutuo a tasso fisso. Cosa posso fare quando scendono i tassi? «Ho fatto il tasso fisso in modo tale da dormire sonni tranquilli.

Dettagli

EDUCAZIONE FINANZIARIA NELLE SCUOLE SUPERIORI

EDUCAZIONE FINANZIARIA NELLE SCUOLE SUPERIORI EDUCAZIONE FINANZIARIA NELLE SCUOLE SUPERIORI IL COMPARTO OBBLIGAZIONARIO DEI MERCATI FINANZIARI ANGELO DRUSIANI 1 OTTOBRE 2015 - La crescita a debito dell economia mondiale - Aziende e famiglie finanziate

Dettagli

i dossier TUTTO QUELLO CHE AVRESTE VOLUTO SAPERE SU SPREAD, ASTE, BTP E NESSUNO VI HA MAI DETTO www.freefoundation.com

i dossier TUTTO QUELLO CHE AVRESTE VOLUTO SAPERE SU SPREAD, ASTE, BTP E NESSUNO VI HA MAI DETTO www.freefoundation.com 41 i dossier www.freefoundation.com TUTTO QUELLO CHE AVRESTE VOLUTO SAPERE SU SPREAD, ASTE, BTP E NESSUNO VI HA MAI DETTO 27 febbraio 2012 a cura di Renato Brunetta EXECUTIVE SUMMARY 2 A leggere i dati

Dettagli

FONDI COMUNI REGOLAMENTO UNICO DEI FONDI COMUNI DI INVESTIMENTO MOBILIARE APERTI ARMONIZZATI GESTITI DA SELLA GESTIONI

FONDI COMUNI REGOLAMENTO UNICO DEI FONDI COMUNI DI INVESTIMENTO MOBILIARE APERTI ARMONIZZATI GESTITI DA SELLA GESTIONI REGOLAMENTO UNICO DEI FONDI COMUNI DI INVESTIMENTO MOBILIARE APERTI ARMONIZZATI GESTITI DA SELLA GESTIONI (in vigore dal 15 aprile 2015) FONDI COMUNI Il presente Regolamento è stato approvato dall organo

Dettagli

Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto. Prodotti finanziari a breve termine BOT: Buoni Ordinari del tesoro

Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto. Prodotti finanziari a breve termine BOT: Buoni Ordinari del tesoro AREA FINANZA DISPENSE FINANZA Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto Prodotti finanziari a breve termine BOT: Buoni Ordinari del tesoro ORGANISMO BILATERALE PER LA FORMAZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO DEI FONDI INTERNI. Art. 1. CARATTERISTICHE DEI FONDI INTERNI E RELATIVI DIRITTI DEL CONTRAENTE

REGOLAMENTO DEI FONDI INTERNI. Art. 1. CARATTERISTICHE DEI FONDI INTERNI E RELATIVI DIRITTI DEL CONTRAENTE REGOLAMENTO DEI FONDI INTERNI Art. 1. CARATTERISTICHE DEI FONDI INTERNI E RELATIVI DIRITTI DEL CONTRAENTE AIG Foundation Investments (di seguito Contratto ) è una polizza assicurativa di tipo Unit Linked

Dettagli