VII [2010] quaderni consip. L Esperienza Consip tra esigenze del Mercato delle forniture e aspettative della Pubblica Amministrazione: Il subappalto

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "VII [2010] quaderni consip. L Esperienza Consip tra esigenze del Mercato delle forniture e aspettative della Pubblica Amministrazione: Il subappalto"

Transcript

1 VI I [ 2010] L E s pe r i e nz acons i p r ae s i g e nz ede Me r c a ode ef or ni ur e ea s pe a i v ede ap ubb i c aammi ni s r a z i one : I s uba ppa o

2 quaderni consip ricerche, anaisi, prospeive VII [2010] L Esperienza Consip ra esigenze de Mercao dee forniure e aspeaive dea Pubbica Amminisrazione: I subappao

3 Index I Quaderni Consip sono una esaa regisraa presso i Tribunae Civie di Roma versione caracea iscr. n. 11 de 16 gennaio 2009 versione eeronica iscr. n. 14 de 16 gennaio 2009 Direore responsabie Aessandro Grii Redazione Consip S.p.A. Via Isonzo, 19/e Roma T I Quaderni Consip sono pubbicai a indirizzo: 1. Inroduzione 4 2. Nozione e cenni sorici su isiuo 5 3. I procedimeno auorizzaorio 8 4. La fase pos-auorizzaoria: i conroo conabie I subaffidameno L esperienza Consip: e spine organizzaive da 2003 ad oggi Gi indicaori degi oupu quai esimoni de evouzione organizzaiva dea Funzione Subappao 14 quaderni consip 3

4 1. Inroduzione 2. Nozione e cenni sorici su isiuo Scopo de presene eaborao è queo di iusrare i passi più significaivi de esperienza mauraa da Ufficio Tecnico di Gara (sruura dea Direzione Legae dea Consip) nea gesione de subappao, fornendo paricoare risao ai raguardi che da 2003 ad oggi hanno eevao a Funzione Subappao de UTG a ruoo di sruura cenrae dea Consip consenendone a coocazione ne deicao diaogo con i mercao dee forniure e a P.A.. Preiminarmene, si riiene opporuno prendere e mosse da acuni aspei nozionisici di base su isiuo i quae, come forse in nessun aro ordinameno giuridico in Europa, presena caraeri di srea coniguià con quea dea uea prevenzionisica dea criminaià organizzaa. Si ripercorrerà una breve ma aena disamina dea normaiva in maeria di subappao sino ad arrivare a ar. 118 de D.Lgs. 163/2006 i quae riproduce, sosanziamene, quano in precedenza previso da ar. 18 dea Legge 55/1990, con a rievane novià di ricomprendere anche a discipina de subappao di servizi e forniure: ciò in coerenza con o spirio di eso uniario per ui i compari di affidameno. Per comprendere i subappao occorre prendere e mosse daa definizione di appao che ci viene fornia da codice civie:...conrao con i quae una pare assume, con organizzazione dei mezzi necessari e con gesione a proprio rischio, i compimeno di un'opera o di un servizio verso i corrispeivo in denaro (ar c.c.). Da'anaisi di ae disposizione possiamo evidenziare come a causa de conrao di appao sia i compimeno,... verso i corrispeivo in denaro di: 1) un'opera; 2) un servizio. Quindi 'oggeo precipuo de conrao di appao può essere ricondoo, codicisicamene parando, ad un mero fare in enrambi i casi: un facere che (normamene) compora a produzione di una res (appai di avori/opere) oppure un mero facere (appai di servizi). Rimane quindi fuori da'aveo codicisico i c.d. appao di forniura che consise, invece, in un dare una res. Ueriore eemeno caraerizzane i conrao di appao (e anche queo di subappao) è assunzione de rischio da pare de'appaaore. Rischio consisene ne'evenuaià di non riuscire a reaizzare a presazione richiesa e, di conseguenza, non oenere i corrispeivo pauio, oppure di riuscirvi ma ad un coso superiore a queo prevenivao. È inore necessario, nea normaià dei casi, che sia 'appaaore ad organizzare i mezzi necessari per 'esecuzione de'appao, in quano imprendiore a ui gi effei. Se uavia i codice civie discipina ne deagio i conrao di appao, anaogamene non può dirsi per i conrao di subappao, nei riguardi de quae è soo sauio che: a) 'appaaore non può dare in subappao 'esecuzione de'opera o de servizio se non è sao auorizzao da commiene (ar c.c.); b) 'imprendiore, per agire in regresso nei confroni dei subappaaori, deve, a pena di decadenza, comunicare ad essi a denunzia enro sessana giorni da ricevimeno (ar c.c.). Aa uce dee scarne disposizioni codicisiche enuceae, da correare con quee discipinani i conrao di appao (ar c.c. e ss.), i subappao può essere definio come i conrao in forza de quae una pare 'appaaore (subcommiene) affida ad un erzo (subappaaore) 'esecuzione dei avori reaivi ad un'opera che egi, in virù de'aggiudicazione di una procedura di affidameno e successiva sipua de conrao, si è impegnao a reaizzare con organizzazione dei mezzi necessari e gesione a proprio rischio, nei confroni de commiene principae (sazione appaane). I subappao è, perano, un conrao derivao che si innesa nea fase di esecuzione de rapporo derivane da conrao di appao; esso consene a appaaore di avvaersi, ne adempimeno dea quaderni consip 4 quaderni consip 5

5 presazione di esecuzione dei avori, servizi, forniure, di aro soggeo senza che ne derivi nessuna incidenza sui dirii ed obbighi scaureni a suo carico da conrao principae. L appaaore coninua ad essere debiore dea presazione verso i commiene divenando a sua voa crediore de subappaaore per a pare de reaivo adempimeno ad esso rasferia. A seguio de subappao vengono, quindi, a coesisere due conrai, dei quai i secondo è accessorio rispeo a primo su piano ogico e cronoogico ne senso che i subappao presuppone i conrao di Si è così passai da'iniziae 40% come oae de'imporo dee avorazioni subappaabii (15% reaivamene aa caegoria prevaene), a'auae 30% imiao aa caegoria prevaene. Ferma a egisazione animafia, fruo de proprio empo, di caraere esremamene rigido e connoaa da numerose cauee, si è passai ad una sempre maggiore iberaizzazione de subappao a puno ae che auamene 'auorizzazione sembra aver perso i caraeri di discrezionaià che sin daa nascia 'avevano conraddisina. appao e ne è condizionao quano a esisenza, vaidià ed efficacia. A subappaaore spea, uavia, piena auonomia ne esecuzione dea sua presazione. Sane i suo caraere derivao, i subappao porebbe divenire o srumeno conrauae in forza de quae imprese emerarie che non risuerebbero ioae aa parecipazione a procedure di affidameno di un appao pubbico, in quano careni dei requisii richiesi e che perano verrebbero escuse in sede di gara daa sazione appaane, porebbero rienrare da ara finesra mediane isiuo de subappao. In ari ermini si vuoe evidenziare come i subappao non regoamenao possa cosiuire un agevoe srumeno di aggirameno dea discipina de'evidenza pubbica, in quano di fao consene 'ingresso di un soggeo diverso da queo risuao aggiudicaario in sede di gara ne'esecuzione dee diverse aivià. I subappao è sao sempre viso con un cero disfavore da egisaore nazionae che o ha considerao quae srumeno voo ad aerare e regoe de appao inroducendo un nuovo soggeo ne rapporo conrauae con a sazione appaane. Quesa è a raio dea necessaria auorizzazione preveniva per affidameno in subappao riasciaa da commiene, auorizzazione già previsa nea Legge n. 2248/1865 in ema di opere pubbiche; norma che prevedeva, in caso di subappao non auorizzao, a comminazione di sanzioni di caraere meramene civiisico. I disfavore egisaivo in chiave anche amminisraiva-penaisica iniziò ad emergere con a c.d. egisazione animafia de 1982 (egge Rognoni - La Torre) che discipinò i subappao conornandoo di numerose cauee e prevedendo, in caso di mancaa auorizzazione, dapprima sanzioni di caraere amminisraivo e successivamene penai. Con e eggi de 1982, a differenza di quano previso nea Legge n. 2248/1865 dove auorizzazione era oamene discrezionae, ques uima iniziò ad essere ancoraa a dei parameri vincoai: es. 'accerameno in capo a'appaaore dei requisii di idoneià ecnica nonché i possesso dei requisii per 'iscrizione a'abo nazionae dei cosruori senza uavia acuna previsione di imii quaniaivi a subappao che invece compariranno sin da'originaria formuazione de'ar. 18, L. n. 55/1990. Limii che, uavia, hanno subio muameni ne empo. quaderni consip 6 quaderni consip 7

6 3. I Procedimeno Auorizzaorio A fine di comprendere o svogimeno de procedimeno auorizzaorio, appare opporuno prendere e mosse da comma 2 de ar. 118 de D.Lgs. 163/2006 (che recepisce ar. 18 dea Legge 55/90 egge cardine in maeria di subappao), che reca e condizioni per procedere a auorizzazione a affidameno in Gesione Provvedimeni auorizzaori subappao subappao. Tai condizioni sono: a. indicazione da pare dei concorreni, a ao de offera, dei avori o dee pari di opere ovvero i servizi e e forniure o pari di esse che inendono subappaare. La sazione appaane, a frone di una Acquisizione documenazione e vauazione isanza di auorizzazione per presazioni non ricomprese ra e aivià che i concorrene/aggiudicaario ha precedenemene dichiarao in sede di offera di voere subappaare, respinge ae isanza ed emee un provvedimeno di diniego di auorizzazione a subappao. b. i deposio de conrao di subappao da pare de appaaore presso a sazione appaane ameno Provvedimeno di auorizzazione Comunicazione inegrazione documenazione Provvedimeno di diniego 20 giorni prima dea daa di effeivo inizio de esecuzione dee reaive presazioni. c. Tae conrao non può essere ceduo a pena di nuià e deve riferirsi ad un imporo compessivo a fine dee necessarie verifiche in maeria di animafia. Le presazioni affidae devono aresì riferirsi ad un definio inervao emporae e non possono essere a oro voa cedue in subappao (divieo di subappao Aggiornameno DB auorizzazioni Aggiornameno DB quoa pare subappaabie Repor semesrae a OdV a cascaa). d. a rasmissione (a momeno de deposio de conrao di subappao presso a sazione appaane), I formaismo sancio da egisaore reaivamene a procedimeno auorizzaorio non esaurisce i da pare de affidaario, dea cerificazione aesane i possesso in capo a subappaaore dei requisii di quaificazione prescrii da D.Lgs. 163/2006 in reazione aa presazione subappaaa nonchè a dichiarazione aesane i possesso dei requisii generai di cui a ar. 38 de D.Lgs. 163/2006; panorama dee cauee in maeria di subappao. Difai, sanzioni di caraere penae sono sae inrodoe con a egisazione animafia de 1982 per ipoesi di affidameno in subappao in assenza dea necessaria auorizzazione. e. acceraa insussisenza di enaivi di infirazione mafiosa in capo a soggeo subappaaore (ar. 10, Ne deagio, ar. 21 dea Legge n. 646/1982 sancisce che chiunque, avendo in appao opere riguardani Legge 575/1965 e ar. 10, D.P.R. 252/1998). a pubbica amminisrazione, concede anche di fao, in subappao o a coimo, in uo o in pare e opere sesse, senza 'auorizzazione de'auorià compeene, è punio con 'arreso da sei mesi ad un anno e La sazione appaane espea i conroo sua sussisenza dee condizioni sopra espose e riascia i provvedimeno di auorizzazione enro i ermine di 30 giorni decorrene daa daa di ricezione de isanza. Con riferimeno ai subappai di imporo inferiore a ,00 euro, i suddei ermini sono ridoi a 15 giorni. Tai imii emporai sono prorogabii una soa voa ove ricorrano giusificai moivi e, quaora decorrano senza adozione di acun provvedimeno, si perfeziona i sienzio assenso e auorizzazione a affidameno in subappao si inende concessa. con 'ammenda non inferiore ad un erzo de vaore de'opera concessa in subappao o a coimo e non superiore ad un erzo de vaore compessivo de'opera ricevua in appao. Nei confroni de subappaaore e de'affidaario de coimo si appica a pena de'arreso da sei mesi ad un anno e de'ammenda pari ad un erzo de vaore de'opera ricevua in subappao o in coimo. La norma sopra ciaa, aresì, conferisce aa sazione appaane a facoà di chiedere a risouzione, assimiabie aa risouzione per inadempimeno, de conrao principae d appao (aa uce dea roura de rapporo fiduciario) nonchè a sospensione dei pagameni in favore de appaaore in quano fao poenziamene produivo di danno. La decisione di chiedere a risouzione è aribuia aa discrezionaià dea sazione appaane a quae dovrà compiere una vauazione dei conrapposi ineressi. quaderni consip 8 quaderni consip 9

7 4. La fase pos-auorizzaoria: i conroo conabie 5. I subaffidameno La norma che discipina e aivià reaive a isiuo de subappao prevede, nea fase pos-auorizzaoria de conrao, espeameno di un conroo di ipo amminisraivo-conabie voo a garanire i rispeo de ribasso dei prezzi praicai daa socieà aggiudicaaria dea procedura di gara nei confroni dee imprese subappaarici - così come previso da ar. 118 comma 4 de D.Lgs 163/2006: affidaario deve praicare, per e presazioni affidae in subappao, gi sessi prezzi uniari risuani da aggiudicazione, con ribasso non superiore a 20%. Inore, in base a quano disposo da ar. 118 comma 3 D.Lgs 163/2006, i egisaore ha inrodoo obbigo di rasmeere, in capo aa socieà aggiudicaaria, enro 20 giorni daa daa di ciascun bonifico disposo a suo favore, a copia dee faure quieanzae reaive ai pagameni effeuai da aggiudicaaria sessa nei confroni dea socieà subappaarice nonché a copia di idonea documenazione conabie aesane a daa de bonifico disposo da aggiudicaaria a favore dea subappaarice sessa. Conroo conabie subappao I egisaore, ne normare a maeria de subappao, ha conempao anche isiuo de subaffidameno (o subforniura). La pecuarieà di ques uimo risiede ne assenza di un rapporo conrauae ra soggeo aggiudicaario e socieà subaffidaaria. L assenza di vincoi formai, voua da egisaore, risponde a ineno di concepire una faispecie più snea priva dee verifiche sui requisii generai di idoneià dee imprese finaizzae a riascio de provvedimeno auorizzaorio. Più specificaamene, i connoai de subaffidameno devono essere desuni daa eura de ar. 118, comma 11 de D.Lgs. 163/2006 che evidenzia i parameri dea sogia di vaore inferiore ai ,00 euro o inferiore a 2% de vaore dee presazioni affidae e con incidenza de coso dea manodopera e de personae inferiore a 50% de imporo de conrao da affidare. I progressivo crescene ricorso a subaffidameno da pare de mercao ha eevao a Funzione Subappao de UTG a ruoo di quaificao inerocuore con i mercao dee forniure e e PPAA imponendo, conesuamene, adozione di una specifica regoamenazione aziendae a fine di eviare eusione dea normaiva in maeria di subappao. Tuavia, a norma sopra ciaa prevede a carico de soggeo aggiudicaario obbigo di comunicare aa sazione appaane i nome de sub-conraene, 'imporo de subaffidameno, 'oggeo de servizio o dea Acquisizione documenazione e vauazione forniura subaffidaa. A di à di ae previsione normaiva, a Funzione Subappao de UTG ha rienuo opporuno esendere ae obbigo di comunicazione verso a sessa PA in quano soggeo fruiore dea presazione subaffidaa. Leera inegrazione documenazione Conroo ribasso prezzi e empisiche pagameno Come per isiuo de subappao, a fine di conrasare a endenza a eusione dea normaiva su subappao medesimo, ufficio si è doao di opporuni srumeni araverso i quai moniora effeivo ricorso dee aziende a isiuo de subaffidameno. Leera richiesa chiarimeni Gesione Subaffidameni Acquisizione comunicazioni subaffidameno Verifica conformià comunicazione Acquisizione e vauazione documenazione Chiusura conroo (Esio negaivo o provvedimeno Consip) Aggiornameno DB subaffidameni e reaivo monioraggio Conroo eusione normaiva subappao Repor semesrae a OdV Aggiornameno DB quaderni consip 10 quaderni consip 11

8 6. L Esperienza Consip: e spine organizzaive da 2003 ad oggi Con a gara Goba Service Uffici, (anno 2001), viene percepia a inerno dea Consip a necessià di isiuire una funzione specificaamene preposa aa gesione dee aivià amminisraive de subappao. L approccio verso i deicao comparo dea piccoa-media impresa (PMI) cosiuiva un esperienza nuova per a Consip, una reaà verso a quae ci si è resi cono di dover empesivamene presare una paricoare aenzione a fine di assumere un ruoo guida e di fornire una quaificaa e fruibie aivià Daa sua creazione ad oggi, accesso aa bacheca ha fao regisrare una cosane crescia di visiaori e conai, sia pubbici che privai ed ha offero un vaido e quaificao supporo consuenziae verso eserno. I processo auorizzaorio de subappao impone un diaogo amminisraivo con moepici Pubbiche Amminisrazioni chiamae a svogere una isruoria per verificare a veridicià dee dichiarazioni prodoe dae imprese ineressae, così come richieso da egisaore. di consuenza. Ne anno 2003 vengono infai acquisie due risorse (Riccardo Vassei - Abero Leonori) depuae a espeameno degi adempimeni reaivi aa gesione amminisraiva nonché a quea conabie de subappao (pos-auorizzaoria), dando via aa Funzione Subappao. L inadeguaa iniziae regoamenazione aziendae dea maeria viene foremene percepia, essendo operaivià ricondoa Verifiche ex D.p.r. 445/2000 ad una eura esuae dea norma ed aa sua mera inerpreazione. Inore, in quesa fase, a gesione conabie de subappao risua essere scissa da quea amminisraiva. L isiuzione dea Funzione Subappao e a sua aocazione ne Ufficio Tecnico di Gara (aprie 2004) compora una prima definizione de archieura procedurae per a gesione de subappao amminisraivo. Acquisizione documenazione La successiva eaborazione de processo organizzaivo de subappao conabie compea e definisce un primo asseo dea maeria, pur risuando gi aspei amminisraivi e conabii ancora soggei a separaa regoamenazione. Ne anno 2008 i due processi organizzaivi vengono finamene accorpai soo un'unica ed esausiva discipina. Predisposizione e rasmissione isanze di conroo ae PPAA compeeni Conroi via eemaica Ne corso degi anni, i ricorso da pare dea Pubbica Amminisrazione (desinaaria dee presazioni oggeo de subappao) aa consuenza fornia daa Funzione Subappao de UTG per acquisire ragguagi ed indicazioni ecniche è risuao essere sempre più frequene. L Ufficio ha forgiao i primi innovaivi Acquisizione risuanze srumeni per supporare e frequeni e compesse esigenze degi inerocuori pubbici e privai. A a scopo ne 2007 è saa reaizzaa a bacheca informaiva de subappao (presene sui sii e www. acquisinreepa.i) in seno aa quae sono preseni forma e inee guida che i mercao dee forniure è inviao ad osservare per conribuire aa reaizzazione di una univoca gesione dea maeria. Nea bacheca è aresì presene una bozza di conrao di subappao a fine di consenire una veicoazione univoca di schemi conrauai rispondeni a deao de egisaore. Aggiornameno DB e reaivo monioraggio Repor semesrae a OdV quaderni consip 12 quaderni consip 13

9 Procedimeni annuameno auorizzazione ex L. 241/90 Sempre a fine di verificare a sussisenza dei requisii di idoneià in capo ae imprese subappaarici, sono degni di riievo i rappori avviai con moe are amminisrazioni quai Inai, Inps, Ufficio de Caseario isiuio presso a Procura dea Repubbica di Roma, i Tribunae Faimenare, e Province, i Minisero de Inerno, AVCP, Agenzia dee Enrae. Ne anno 2004, UTG è sao abiiao a accesso eemaico de SIATEL (acronimo di Sisema Vauazione risuanza inerscambio anagrafe ribuarie eni ocai) ovvero i sisema di coegameno eemaico de Minisero Comunicazione avvio procedimeno Non avvio de procedimeno de'economia e dee Finanze che consene o scambio aivo di informazioni anagrafiche e ribuarie fra Amminisrazione pubbica cenrae e ocae. L eevaa quaià dei rappori insaurai ha inore consenio a UTG di parecipare, in rappresenanza aziendae, ae fasi sperimenai di progei ad evidenza nazionae. Neo specifico si segnaa impemenazione de sisema eemaico Sicean de Minisero de Inerno voo a rendere più efficiene i processo di riascio dee cerificazioni animafia da pare dee prefeure Ricezione e vauazione memorie ae imprese, ae persone fisiche, ae amminisrazioni ed eni che ne fanno richiesa. Le sazioni appaani ne prossimo fuuro dovranno ineroquire con ae nuovo sisema. L UTG ha ricevuo ne anno 2009 da Capo di Gabineo de Minisro de Inerno i priviegio di presare i proprio quaificao conribuo nea Chiusura de procedimeno (conferma efficacia o annuameno auorizzazione) Inegrazione documenae progeazione dea ogica operaiva di queso sraegico ed innovaivo srumeno di ineigence. Inore, si segnaa a coaborazione con Inai per impemenazione de sisema eemaico Durc, ovvero i cerificao che aesa conesuamene a regoarià previdenziae e conribuiva di un'impresa. Durane ae coaborazione UTG ha fornio frequeni suggerimeni ed indicazioni ao scopo di affinare efficacia dea ogica operaiva dea piaaforma eemaica de documeno unico. Aggiornameno DB Repor semesrae a OdV A a fine sono sai individuai inerocuori chiave presso e Amminisrazioni Pubbiche con i quai condividere ier amminisraivi preferenziai, anche per sneire i empi di aesa dee risuanze. Iniziamene sono sai avviai rappori con e principai Prefeure disocae su erriorio nazionae ao scopo di acquisire e informazioni prefeizie reaive ae imprese subappaarici desinaarie dei provvedimeni di auorizzazione. Reaivamene aa fase di rinnovo dee cerificazioni animafia, UTG ha oenuo ne anno 2002, da aora Vice Direore Generae dea Pubbica Sicurezza, ammissione a modaià burocraiche faciiae, poi recepie da ui gi Uffici Terrioriai de Governo. quaderni consip 14 quaderni consip 15

10 7. Gi indicaori degi oupu quai esimoni de evouzione organizzaiva dea Funzione Subappao Acune proiezioni risueranno uii a rappresenare 'andameno negi anni dee aivià sviuppae daa Auorizzazioni subappao ne 2006 Funzione Subbapao de'utg. I Subappao ne 2006 Più conenuo ricorso a isiuo de subappao Doppio binario per i riascio de auorizzazione (Amminisrazione commiene e Consip S.p.A.) Prevaenza subappao nea gara Goba Service Uffici 81 Auorizzazioni a affidameno in subappao 13 Procedimeni amminisraivi ex L. 241/90 73 Socieà conroae ex D.p.r. 445/2000 I subappao ne 2006 quaderni consip 16 quaderni consip 17

11 I Subappao ne 2007 Aurorizzazioni subappao ne 2007 Aivazione Convenzione Faciiy Managemen Uffici Per a gara FM non più doppio binario ma auorizzazioni riasciae soo da Consip S.p.A. Fore incremeno de ricorso a subappao nee gare DAPA e IT (Gara 626, Apparecchiaure Eeromedicai Monioraggio, Servizio Luce, Teefonia fissa, PdL IV Dip.) 158 Auorizzazioni a affidameno in subappao 22 Procedimeni amminisraivi ex L. 241/ Socieà conroae ex D.p.r. 445/2000 Aurorizzazioni subappao ne 2007 quaderni consip 18 quaderni consip 19

12 I Subappao ne Auorizzazioni a affidameno in subappao 306 Socieà conroae ex D.p.r. 445/2000 I Subappao ne Auorizzazioni a affidameno in subappao 310 Socieà conroae ex D.p.r. 445/2000 Auorizzazioni subappao ne 2008 Auorizzazioni subappao ne 2009 quaderni consip 20 quaderni consip 21

13 Design: Crea Ideniyi Sr

Lezione n.7. Variabili di stato

Lezione n.7. Variabili di stato Lezione n.7 Variabili di sao 1. Variabili di sao 2. Funzione impulsiva di Dirac 3. Generaori impulsivi per variabili di sao disconinue 3.1 ondizioni iniziali e generaori impulsivi In quesa lezione inrodurremo

Dettagli

Struttura dei tassi per scadenza

Struttura dei tassi per scadenza Sruura dei assi per scadenza /45-Unià 7. Definizione del modello ramie gli -coupon bonds preseni sul mercao Ipoesi di parenza Sul mercao sono preseni all isane ZCB che scadono fra,2,,n periodi Periodo:

Dettagli

CONSULTAZIONE PUBBLICA IN MATERIA DI REGOLAZIONE TARIFFARIA DEI

CONSULTAZIONE PUBBLICA IN MATERIA DI REGOLAZIONE TARIFFARIA DEI DOCUMENTO PER LA CONSULTAZIONE 356/2013/R/IDR CONSULTAZIONE PUBBLICA IN MATERIA DI REGOLAZIONE TARIFFARIA DEI SERVIZI IDRICI Documeno per la consulazione nell ambio del procedimeno avviao con la deliberazione

Dettagli

NOTA METODOLOGICA SUL MODELLO PREVISIVO EXCELSIOR PER GLI ANNI 2013-2017

NOTA METODOLOGICA SUL MODELLO PREVISIVO EXCELSIOR PER GLI ANNI 2013-2017 NOTA METODOLOGICA SUL MODELLO PREVISIVO EXCELSIOR PER GLI ANNI 2013-2017 1 SOMMARIO PREMESSA... 3 1. IL MODELLO ECONOMETRICO PER LA STIMA DEGLI STOCK SETTORIALI... 3 Foni... 3 Meodologia... 3 La formulazione

Dettagli

Lezione 11. Inflazione, produzione e crescita della moneta

Lezione 11. Inflazione, produzione e crescita della moneta Lezione 11 (BAG cap. 10) Inflazione, produzione e crescia della monea Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Universià di Pavia Tre relazioni ra produzione, disoccupazione e inflazione Legge di Okun

Dettagli

COMPORTAMENTO SISMICO DELLE STRUTTURE

COMPORTAMENTO SISMICO DELLE STRUTTURE COMPORTAMENTO SISMICO DELLE STRUTTURE Durane un erreoo, le oscillazioni del erreno di fondazione provocano nelle sovrasani sruure delle oscillazioni forzae. Quando il erreoo si arresa, i ovieni della sruura

Dettagli

7 I convertitori Analogico/Digitali.

7 I convertitori Analogico/Digitali. 7 I converiori Analogico/Digiali. 7 1. Generalià Un volmero numerico, come si evince dal nome, è uno srumeno che effeua misure di ensione mediane una conversione analogicodigiale della grandezza in ingresso

Dettagli

Le pensioni dal 1 gennaio 2014

Le pensioni dal 1 gennaio 2014 Argomento A cura deo Spi-Cgi de Emiia-Romagna n. 1 gennaio 2014 Le pensioni da 1 gennaio 2014 Perequazione automatica 2014 pensioni, assegni e indennità civii assistenziai importo aggiuntivo per anno 2013

Dettagli

Gestione della produzione MRP e MRPII

Gestione della produzione MRP e MRPII Sommario Gesione della produzione e Inroduzione Classificazione Misure di presazione La Disina Base Logica Lo Sizing in II Inroduzione Inroduzione Def: Gesire la produzione significa generare e sfruare

Dettagli

TEMPORIZZATORE CON Ic NE 555 ( a cura del prof A. GARRO ) SCHEMA A BLOCCHI : NE555 1 T. reset (4) VCC R6 10K. C5 10uF

TEMPORIZZATORE CON Ic NE 555 ( a cura del prof A. GARRO ) SCHEMA A BLOCCHI : NE555 1 T. reset (4) VCC R6 10K. C5 10uF TEMPOIZZATOE CON Ic NE 555 ( a cura del prof A GAO ) SCHEMA A BLOCCHI : M (8) NE555 00K C7 00uF STAT S 4 K C6 0uF (6) (5) () TH C T A B 0 0 Q S Q rese T DIS (7) OUT () 0 T T09*()*C7 (sec) GND () (4) 6

Dettagli

BANDO DI GARA D' APPALTO. 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitale Dipartimento

BANDO DI GARA D' APPALTO. 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitale Dipartimento , ROMA CAPTALE '21M~ BANDO D GARA D' APPALTO SEZONE ) AMMNSTRAZONE AGGUDCATRCE. N PUBBLCAZONE DAL~...1:Jj~jM.~ A L _.2 /~L-MZ: = 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitae Dipartimento

Dettagli

VALORE EFFICACE DEL VOLTAGGIO

VALORE EFFICACE DEL VOLTAGGIO Fisica generale, a.a. /4 TUTOATO 8: ALO EFFC &CCUT N A.C. ALOE EFFCE DEL OLTAGGO 8.. La leura con un mulimero digiale del volaggio ai morsei di un generaore fornisce + in coninua e 5.5 in alernaa. Tra

Dettagli

BANDO DI GARA D'APPALTO. 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitale Dipartimento

BANDO DI GARA D'APPALTO. 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitale Dipartimento Po) AA/AZ ft.'f ROMA CAPTALE BANDO D GARA D'APPALTO SEZONE ) AMMNSTRAZONE AGGUDCATRCE. 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitae Dipartimento Sviuppo nfrastrutture e Manutenzione

Dettagli

Roma, 18 settembre 2014. Claai

Roma, 18 settembre 2014. Claai .:.ontratto Coettivo Nazionae di Lavoro per i dipendenti dae imprese artigiane esercenti Servizi di puizia, Disinfezione, Disinfestazione, Derattizzazione e Sanificazione Roma, 18 settembre 2014 Caai Si

Dettagli

MODELLI PER LA STRUTTURA A TERMINE DEI TASSI

MODELLI PER LA STRUTTURA A TERMINE DEI TASSI Alma Maer Sudiorum Universià di Bologna FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI Corso di Laurea in Maemaica Maeria di Tesi: Maemaica per le applicazioni economiche e finanziarie MODELLI PER

Dettagli

J yy > Jxx. l o H A R A R B

J yy > Jxx. l o H A R A R B oitecnico di Torino I cedimento di una struttura soggetta a carichi statici può avvenire in acuni casi con un meccanismo diverso da queo di superamento dei imiti di resistena de materiae. Tae meccanismo

Dettagli

Il condensatore. Carica del condensatore: tempo caratteristico

Il condensatore. Carica del condensatore: tempo caratteristico Il condensaore IASSUNTO: apacia ondensaori a geomeria piana, cilindrica, sferica La cosane dielerica ε r ondensaore ceramico, a cara, eleroliico Il condensaore come elemeno di circuio: ondensaori in serie

Dettagli

Principi di ingegneria elettrica. Lezione 19 a. Conversione elettromeccanica dell'energia Trasmissione e distribuzione dell'energia elettrica

Principi di ingegneria elettrica. Lezione 19 a. Conversione elettromeccanica dell'energia Trasmissione e distribuzione dell'energia elettrica Principi di ingegneria elerica Lezione 19 a Conversione eleromeccanica dell'energia Trasmissione e disribuzione dell'energia elerica acchina elerica elemenare Una barra condurice di lunghezza l immersa

Dettagli

TELEGESTIONE E CONTROLLO DI QUALUNQUE TIPO DI CALDAIE E BRUCIATORI PER QUALUNQUE TIPO DI IMPIANTO

TELEGESTIONE E CONTROLLO DI QUALUNQUE TIPO DI CALDAIE E BRUCIATORI PER QUALUNQUE TIPO DI IMPIANTO NUMERO 2 del 23.04.08 COSER COSER IME Applicazioni Apparecchiature Numero 2 del 23-04-08 APPLICAZIONI APPARECCHIAURE E IMPIANI LE VARIE SOLUZIONI SARANNO ELENCAE NEL MODO PIÙ SINEICO POSSIBILE. ROVAA LA

Dettagli

5. Limiti di funzione.

5. Limiti di funzione. Istituzioni di Matematiche - Appunti per e ezioni - Anno Accademico / 6 5. Limiti di funzione. 5.. Funzioni imitate. Una funzione y = f(x) definita in un intervao [ a b] imitata superiormente in tae intervao

Dettagli

Problema 1: Una collisione tra meteoriti

Problema 1: Una collisione tra meteoriti Problema : Una colliione ra meeorii Problemi di imulazione della econda prova di maemaica Eami di ao liceo cienifico 5 febbraio 05 Lo udene deve volgere un olo problema a ua cela Tempo maimo aegnao alla

Dettagli

seguendo un trend di costante crescita, ciò grazie ad un assiduo impegno nella progettazione, nello sviluppo e nella produzione di motori elettrici

seguendo un trend di costante crescita, ciò grazie ad un assiduo impegno nella progettazione, nello sviluppo e nella produzione di motori elettrici OTORI A ORRENTE ONTINUA OTORIDUTTORI W W W.DAGU.IT cerificazioni Dagu s.r.l. è un azienda che si è sviluppaa negli anni con discrea rapidià, seguendo un rend di cosane crescia, ciò grazie ad un assiduo

Dettagli

BLOCCO TEMATICO DI ESTIMO. Standard Internazionali di Valutazione (IVS) Market Comparison Approach (MCA) calcolo dei prezzi marginali

BLOCCO TEMATICO DI ESTIMO. Standard Internazionali di Valutazione (IVS) Market Comparison Approach (MCA) calcolo dei prezzi marginali BLOCCO TEMATICO DI ESTIMO Standard Internazionai di Vautazione (IVS) Market Comparison Approach (MCA) cacoo dei prezzi marginai Docente: geom. Antonio Eero CORSO PRATICANTI 205 I PREZZI MARGINALI I prezzo

Dettagli

La Valutazione della Ricerca nelle Università Italiane: la SUA-RD e le prospettive future.

La Valutazione della Ricerca nelle Università Italiane: la SUA-RD e le prospettive future. La Valutazione della Ricerca nelle Università Italiane: la SUA-RD e le prospettive future. Massimo Castagnaro Coordinatore AVA - Consiglio Direttivo ANVUR massimo.castagnaro@anvur.org Roma, 11.11.2014

Dettagli

Devi fare una fattura elettronica alla PA? Tu fatturi, al resto ci pensiamo noi. Servizio Fatt PA Lextel

Devi fare una fattura elettronica alla PA? Tu fatturi, al resto ci pensiamo noi. Servizio Fatt PA Lextel Devi fare una fattura elettronica alla PA? Tu fatturi, al resto ci pensiamo noi. Servizio Fatt PA Lextel FATTURAZIONE ELETTRONICA Fa# PA è il servizio online di fa/urazione ele/ronica semplice e sicuro

Dettagli

Lezione 4. Risposte canoniche dei sistemi del primo e del secondo ordine

Lezione 4. Risposte canoniche dei sistemi del primo e del secondo ordine Lezione 4 Ripoe canoniche dei iemi del primo e del econdo ordine Parameri caraeriici della ripoa allo calino Per ripoe canoniche i inendono le ripoe dei iemi dinamici ai egnali coiddei canonici (impulo,

Dettagli

Lampade: MASTER SON-T PIA Plus

Lampade: MASTER SON-T PIA Plus 13, Seembre 10 Lampade: Plus Lampade ai vapori di sodio ad ala pressione di ala qualià realizzae con ecnologia PIA (Philips Inegraed Anenna). Vanaggi La ecnologia PIA aumena l'affidabilià e riduce il asso

Dettagli

API (FORMATO JSON) PER IMPORT DATI IN CONTABILITA' FACILE ONLINE

API (FORMATO JSON) PER IMPORT DATI IN CONTABILITA' FACILE ONLINE API (FORMAO JSON) PER IMPOR DAI IN CONABILIA' FACILE ONLINE Lo Staff della Geritec SRL mette a disposizione delle API per lo scambio DAI tra applicativi di terze parti e Contabilità facile online (di seguito

Dettagli

Esercizi svolti di teoria dei segnali

Esercizi svolti di teoria dei segnali Esercizi svoli di eoria dei segnali Alessia De Rosa Mauro Barni Novembre Indice Inroduzione ii Caraerisiche dei segnali deerminai Sviluppo in Serie di Fourier di segnali periodici Trasformaa di Fourier

Dettagli

Stefano Falorsi. di seconda e quinta elementare rispettivamente di numerosità e N. I test somministrati alle

Stefano Falorsi. di seconda e quinta elementare rispettivamente di numerosità e N. I test somministrati alle Nota metooogica sua strategia i campionamento e sistema nazionae i vautazione ee competenze per e cassi secona e quinta e primo cico ea scuoa primaria Stefano Faorsi. Obiettivi I Sistema Nazionae i Vautazione

Dettagli

REGOLAMENTO ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI ISTITUTO di ISRUZIONE SUPERIORE - Luigi Einaudi Sede Legale ed Amministrativa Porto Sant Elpidio (FM) - Via Legnano C. F. 81012440442 E-mail: apis00200g@istruzione.it Pec: apis00200g@pec.istruzione.it

Dettagli

OGGETTO: Mediazione tributaria Modifiche apportate dall articolo 1, comma 611, della legge 27 dicembre 2013, n. 147 Chiarimenti e istruzioni operative

OGGETTO: Mediazione tributaria Modifiche apportate dall articolo 1, comma 611, della legge 27 dicembre 2013, n. 147 Chiarimenti e istruzioni operative CIRCOLARE N. 1/E Direzione Centrale Affari Legali e Contenzioso Roma, 12 febbraio 2014 OGGETTO: Mediazione tributaria Modifiche apportate dall articolo 1, comma 611, della legge 27 dicembre 2013, n. 147

Dettagli

Nel procedimento per la sospensione dell esecuzione del provvedimento impugnato (art. 5, L. 742/1969).

Nel procedimento per la sospensione dell esecuzione del provvedimento impugnato (art. 5, L. 742/1969). Il commento 1. Premessa La sospensione feriale dei termini è prevista dall art. 1, co. 1, della L. 07/10/1969, n. 742 1, il quale dispone che: Il decorso dei termini processuali relativi alle giurisdizioni

Dettagli

STUDIO SULL' EVOLUZIONE DELLA CONCENTRAZIONE NELL' INDUSTRIA DELLA COSTRUZIONE DI MACCHINE NON ELETTRICHE IN ITALIA

STUDIO SULL' EVOLUZIONE DELLA CONCENTRAZIONE NELL' INDUSTRIA DELLA COSTRUZIONE DI MACCHINE NON ELETTRICHE IN ITALIA C0MMISSIOHE DELLE COMUNITÀ EUROPEE DIRE!ZIONE GENERALE DELLA CONCORRENZA IV/A._3 STUDIO SULL' EVOLUZIONE DELLA CONCENTRAZIONE NELL' INDUSTRIA DELLA COSTRUZIONE DI MACCHINE NON ELETTRICHE IN ITALIA - Costruzione

Dettagli

Raduno precampionato. 7/8 Se'embre 2013 Praca2nat. Il referto di gara. Indicazioni per la corre1a compilazione

Raduno precampionato. 7/8 Se'embre 2013 Praca2nat. Il referto di gara. Indicazioni per la corre1a compilazione Raduno precampionato 7/8 Se'embre 2013 Praca2nat Il referto di gara Indicazioni per la corre1a compilazione Il referto di gara Il referto di gara rappresenta il documento che completa l incarico arbitrale:

Dettagli

Circuiti del primo ordine

Circuiti del primo ordine Circuii del primo ordine Un circuio del primo ordine è caraerizzao da un equazione differenziale del primo ordine I circuii del primo ordine sono di due ipi: L o C Teoria dei Circuii Prof. Luca Perregrini

Dettagli

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV.

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV. All. 2) al Disciplinare di gara Spett.le Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE Via Pisa - P.zza Giovanni XXIII 95037 - San Giovanni La Punta Oggetto: GARA PER L AFFIDAMENTO DEI LAVORI RELATIVI

Dettagli

Laboratorio di Algoritmi e Strutture Dati

Laboratorio di Algoritmi e Strutture Dati Laboraorio di Algorimi e Sruure Dai Aniello Murano hp://people.na.infn.i people.na.infn.i/ ~murano/ 1 Algorimi per il calcolo di percori minimi u un grafo 1 Un emplice problema Pr oblema: Supponiamo che

Dettagli

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 (N.B. la presente dichiarazione deve essere prodotta unitamente a copia fotostatica non autenticata

Dettagli

Introduzione (1) Introduzione (2) Prodotti e servizi sono realizzati per mezzo di processi produttivi.

Introduzione (1) Introduzione (2) Prodotti e servizi sono realizzati per mezzo di processi produttivi. Iroduzioe () Ua defiizioe (geerale) del ermie qualià: qualià è l isieme delle caraerisiche di u eià (bee o servizio) che e deermiao la capacià di soddisfare le esigeze espresse ed implicie di chi la uilizza.

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

STUDIO SULL' EVOLUZIONE DELLA CONCENTRAZIONE NELL' INDUSTRIA ALIMENTARE IN ITALIA

STUDIO SULL' EVOLUZIONE DELLA CONCENTRAZIONE NELL' INDUSTRIA ALIMENTARE IN ITALIA COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE DIREZIONE GENERALE DELLA CONCORRENZA IV/ A-3 STUDIO SULL' EVOLUZIONE DELLA CONCENTRAZIONE NELL' INDUSTRIA ALIMENTARE IN ITALIA - Industria aimentare in compesso - Industria

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

Forme speciali di vendita al dettaglio SPACCI INTERNI COMUNICAZIONE

Forme speciali di vendita al dettaglio SPACCI INTERNI COMUNICAZIONE MOD.COM 4 SUROMA SPORTELLO UNICO DEL COMMERCIO MUNICIPIO.. Via - 00..Roma Forme speciali di vendita al dettaglio SPACCI INTERNI COMUNICAZIONE Al Comune di *... Ai sensi del D.L.vo 114/1998 (art 16 e 26

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

chiede l ammissione dell impresa medesima alla gara indetta per l affidamento del servizio in oggetto. Al proposito

chiede l ammissione dell impresa medesima alla gara indetta per l affidamento del servizio in oggetto. Al proposito ALLEGATO 1 Via A. Picco Oggetto: istanza di ammissione alla gara relativa servizio di manutenzione ordinaria e straordinaria delle macchine operatrici di ACAM Ambiente s.p.a.. Il sottoscritto...., nato

Dettagli

Esercizio 1 ( es 1 lez 11) La matrice è diagonalizzabile: verificare, trovando la matrice diagonalizzante, che A è simile a A.

Esercizio 1 ( es 1 lez 11) La matrice è diagonalizzabile: verificare, trovando la matrice diagonalizzante, che A è simile a A. Eserciio ( es le La marice è diagonaliabile: verificare, rovando la marice diagonaliane, che è simile a. Esisono re auovalori: mol.alg(- dim V - ; mol.alg( dim V ; mol.alg(- dim V -. Esise una marice simile

Dettagli

- La denuncia di inizio, di modifica e di cessazione dell attività delle società

- La denuncia di inizio, di modifica e di cessazione dell attività delle società Registro Imprese - La denuncia di inizio, di modifica e di cessazione dell attività delle società - I trasferimenti di sede da altra provincia Come descrivere l attività Sintetica, chiara e concreta SI

Dettagli

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O AUTODICHIARAZIONE Oggetto: Appalto n. FNN2012/0003

Dettagli

tramite della Segreteria della scuola), trasmissione dei verbali e degli atti al

tramite della Segreteria della scuola), trasmissione dei verbali e degli atti al L verbae n"..8j... Ogg, se marzo duemaqundc, ae ore 13.00, s è runta nea sede d questa sttuzone Scoastca a commssone Eettorae così composta RBEZZO ASSUNTA Presdente; VAL SABNA Segretaro, FATORELLO GAMPETRO

Dettagli

Pubblicata in G.U. n. 265 del 13.11.2012

Pubblicata in G.U. n. 265 del 13.11.2012 Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti DIPARTIMENTO PER LE INFRASTRUTTURE, GLI AFFARI GENERALI ED IL PERSONALE Direzione Generale per la regolazione e dei contratti pubblici Circolare prot. n.

Dettagli

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica . (FAC-SIMILE ISTANZA DI PARTEZIPAZIONE) AL COMUNE DI PIANA DEGLI ALBANESI DIREZIONE A.E.S. LAVORI PUBBLICI E PROGETTAZIONE VIA P. TOGLIATTI, 2 90037 PIANA DEGLI ALBANESI (PA) Il sottoscritto.... nato

Dettagli

fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara

fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara Oggetto: Procedura aperta per la fornitura di generatori di molibdeno tecnezio per l U.O.C. di Medicina Nucleare

Dettagli

DICHIARAZIONE DI CUI ALL'ART. 14.2 DELLA LETTERA D'INVITO

DICHIARAZIONE DI CUI ALL'ART. 14.2 DELLA LETTERA D'INVITO Modello B Comune di Saluzzo Via Macallè, 9 12037 SALUZZO PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO DELLA POLIZZA DI ASSICURAZIONE A FAVORE DEL COMUNE DI SALUZZO RELATIVA A INCENDIO E ALTRI EVENTI, FURTO E

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi

Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi terzi il cui soggiorno è irregolare Adozione con delibera

Dettagli

Il comune non può costituire una fondazione per ricerca di finanziamenti

Il comune non può costituire una fondazione per ricerca di finanziamenti ........ Reperimento risorse per interventi in ambito culturale e sociale Il comune non può costituire una fondazione per ricerca di finanziamenti di Federica Caponi Consulente di enti locali... Non è

Dettagli

LA CORRUZIONE TRA PRIVATI:

LA CORRUZIONE TRA PRIVATI: LA CORRUZIONE TRA PRIVATI: APPROFONDIMENTI In data 18 ottobre 2012, dopo un lungo iter parlamentare, il Senato ha approvato il maxi-emendamento al Disegno di Legge recante Disposizioni per la prevenzione

Dettagli

REGOLAMENTO SUL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO E SUL DIRITTO D'ACCESSO AGLI ATTI

REGOLAMENTO SUL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO E SUL DIRITTO D'ACCESSO AGLI ATTI COMUNE DI TREMEZZINA REGOLAMENTO SUL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO E SUL DIRITTO D'ACCESSO AGLI ATTI Approvato con deliberazione del Commissario prefettizio assunta con i poteri di Consiglio n. 19 del 02/04/2014

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

Il requisito del pubblico concorso per enti anche formalmente o solo sostanzialmente pubblici. Pubblicizzazione giurisprudenziale e legislativa

Il requisito del pubblico concorso per enti anche formalmente o solo sostanzialmente pubblici. Pubblicizzazione giurisprudenziale e legislativa Il requisito del pubblico concorso per enti anche formalmente o solo sostanzialmente pubblici. Pubblicizzazione giurisprudenziale e legislativa di Sandro de Gotzen (in corso di pubblicazione in le Regioni,

Dettagli

SCIA-SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA

SCIA-SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA MOD. COM 3 SCIA-SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO: MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA Al SUAP Ai sensi del D. L.vo 114/98, D. L.vo 59/10 e L. 122/10 Il sottoscritto

Dettagli

AL COMUNE DI CARPENEDOLO SERVIZI ALLA PERSONA PRESENTAZIONE DELL OFFERTA

AL COMUNE DI CARPENEDOLO SERVIZI ALLA PERSONA PRESENTAZIONE DELL OFFERTA AL COMUNE DI CARPENEDOLO SERVIZI ALLA PERSONA Mod. PRES 1. PRESENTAZIONE DELL OFFERTA Per la pubblica gara avente ad oggetto Procedura aperta per l affidamento del servizio di assistenza ad personam Periodo

Dettagli

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 (CIG ) (CPV ) Io sottoscritto... nato a... il...... nella mia

Dettagli

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI.

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. MODULO PER DICHIARAZIONI REQUISITI TECNICI/ECONOMICI E DI IDONEITÀ MORALE DA COMPILARSI DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. OGGETTO: Gara per l affidamento del servizio di pulizia delle sedi del Ministero

Dettagli

Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE COMUNICAZIONE

Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE COMUNICAZIONE MOD.COM. 6 copia per il Comune Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE COMUNICAZIONE Al Comune di *... Ai sensi del D.L.vo 31/3/1998

Dettagli

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 - Roma CIG 03506093B2

Dettagli

Federazione Lavoratori Pubblici e Funzioni Pubbliche. A.N.A.AM. Scuola. Associazione Nazionale Assistenti Amministrativi

Federazione Lavoratori Pubblici e Funzioni Pubbliche. A.N.A.AM. Scuola. Associazione Nazionale Assistenti Amministrativi A tutti i Colleghi Assistenti Amministrativi delle Segreterie Scolastiche Italiane RIVENDICHIAMO LA QUALIFICA DI VIDEOTERMINALISTA CON UNA PETIZIONE ON LINE AL MINISTERO. Lavoriamo con il computer ma non

Dettagli

MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA

MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA Spett.le ACSM-AGAM S.p.A. Via P. Stazzi n. 2 22100 COMO CO Oggetto: Dichiarazione sostitutiva in merito al possesso dei requisiti di ordine generale prescritti dall

Dettagli

TABELLA OBBLIGO-FACOLTÀ DAL 3 OTTOBRE 2013 Strumenti del Programma di razionalizzazione degli acquisti

TABELLA OBBLIGO-FACOLTÀ DAL 3 OTTOBRE 2013 Strumenti del Programma di razionalizzazione degli acquisti TABELLA OBBLIGO-FACOLTÀ DAL 3 OTTOBRE 2013 Strumenti del Programma di razionalizzazione degli acquisti Merceologia Importo Amministrazioni statali Amministrazioni regionali i Enti del servizio sanitario

Dettagli

RICERCA SULLE NUOVE AZIENDE SIDERURGICHE

RICERCA SULLE NUOVE AZIENDE SIDERURGICHE COMMISSIONE DELLE. COMUNITÀ EUROPEE COMUNITÀ EUROPEA DEL CARBONE E DELL'ACCIAIO RICERCA SULLE NUOVE AZIENDE SIDERURGICHE Le maestranze deo stabiimento tasider di Taranto Atteggiamenti operai e avoro siderurgico

Dettagli

L offerta economicamente più vantaggiosa. Alessandro Simonetta Consulenza per l Innovazione Tecnologica alessandro.simonetta@gmail.

L offerta economicamente più vantaggiosa. Alessandro Simonetta Consulenza per l Innovazione Tecnologica alessandro.simonetta@gmail. L offerta economicamente più vantaggiosa Alessandro Simonetta Consulenza per l Innovazione Tecnologica alessandro.simonetta@gmail.com 1 Quadro Legislativo D.P.R. n.544/99 D.Lgs n.163/06 e s.m.i. D. Lgs

Dettagli

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio 1989, n. 39, in attuazione degli articoli 73 e 80 del decreto

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

COSTRUTTIVA LA FESTA DELL EDILIZIA. Il controllo dei PART - TIME Perugia 08/09/2011

COSTRUTTIVA LA FESTA DELL EDILIZIA. Il controllo dei PART - TIME Perugia 08/09/2011 COSTRUTTIVA LA FESTA DELL EDILIZIA Il controllo dei PART - TIME Perugia 08/09/2011 Le novità del rinnovo CCNL industria Ieri Ieri L art. 78 del CCNL industria siglato il 18/06/2008 già prevedeva i limiti

Dettagli

NUOVE REGOLE IN MATERIA DI STATO DI DISOCCUPAZIONE DAL 1 GENNAIO 2014

NUOVE REGOLE IN MATERIA DI STATO DI DISOCCUPAZIONE DAL 1 GENNAIO 2014 NUOVE REGOLE IN MATERIA DI STATO DI DISOCCUPAZIONE DAL 1 GENNAIO 2014 COME ACQUISIRE LO STATO DI DISOCCUPAZIONE Lo stato di disoccupazione si compone di un elemento oggettivo (lo stato di privo di lavoro),

Dettagli

ISTANZA DI PARTECIPAZIONE DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA. All Università degli Studi di Bari ALDO MORO Piazza Umberto I n. 1 70121 Bari

ISTANZA DI PARTECIPAZIONE DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA. All Università degli Studi di Bari ALDO MORO Piazza Umberto I n. 1 70121 Bari ISTANZA DI PARTECIPAZIONE E DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA All Università degli Studi di Bari ALDO MORO Piazza Umberto I n. 1 70121 Bari CIG: 55637729E4 Procedura aperta per l affidamento del servizio di raccolta,

Dettagli

REGIONE PUGLIA AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI FOGGIA (Istituita con L.R. 28/12/2006, n. 39)

REGIONE PUGLIA AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI FOGGIA (Istituita con L.R. 28/12/2006, n. 39) DELIBERAZIONE n.806 del 01/07/2014 REGIONE PUGLIA AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI FOGGIA (Istituita con L.R. 28/12/2006, n. 39) DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE n.806 del 01/07/2014 Proposta

Dettagli

Linee guida per la predisposizione del rendiconto circa la destinazione delle quote del 5 per mille dell Irpef

Linee guida per la predisposizione del rendiconto circa la destinazione delle quote del 5 per mille dell Irpef Direzione Generale per il terzo settore e le formazioni sociali Linee guida per la predisposizione del rendiconto circa la destinazione delle quote del 5 per mille dell Irpef PREMESSA Fonti normative dell

Dettagli

DICHIARAZIONE REQUISITI DI AMMISSIONE IL SOTTOSCRITTO... NATO A... IL. IN QUALITA DI (carica sociale).

DICHIARAZIONE REQUISITI DI AMMISSIONE IL SOTTOSCRITTO... NATO A... IL. IN QUALITA DI (carica sociale). Allegato al MOD. PRES. Mod. DICH/14. DICHIARAZIONE REQUISITI DI AMMISSIONE IL SOTTOSCRITTO... NATO A... IL. IN QUALITA DI (carica sociale). DELLA IMPRESA (denominazione e ragione sociale). SEDE LEGALE

Dettagli

Oggetto: Offerta per l'acquisto dell'immobile sito in

Oggetto: Offerta per l'acquisto dell'immobile sito in MODELLO PER PERSONE FISICHE ACI SERVIZIO PATRIMONIO E APPROVVIGIONAMENTI Coordinamento e Controllo Gestione Immobili Via Marsala 8 00185 - Roma OFFERTA A TRATTATIVA PRIVATA Oggetto: Offerta per l'acquisto

Dettagli

ENTE DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA Largo Luigi Daga, 2 00164 ROMA Tel.06/665911 fax 06/66165233 C.F.

ENTE DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA Largo Luigi Daga, 2 00164 ROMA Tel.06/665911 fax 06/66165233 C.F. ENTE DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA Largo Luigi Daga, 2 00164 ROMA Tel.06/665911 fax 06/66165233 C.F. 96154220584 BANDO PER ISTITUZIONE ELENCO IMPRESE DA INVITARE ALLE

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

Il pagamento diretto ai subappaltatori: dalle risoluzioni dell Autorità alle disposizioni di legge

Il pagamento diretto ai subappaltatori: dalle risoluzioni dell Autorità alle disposizioni di legge Il pagamento diretto ai subappaltatori: dalle risoluzioni dell Autorità alle disposizioni di legge di Matteo Lariccia Sommario: 1. Premessa. La disciplina e i termini dell intervento legislativo, in funzione

Dettagli

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Lavoro Modena, 02 agosto 2014 JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Legge n. 78 del 16 maggio 2014 di conversione, con modificazioni, del DL n. 34/2014 Ministero del Lavoro, Circolare n. 18

Dettagli

BANDO PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE PER FAVORIRE LA REGISTRAZIONE DI MARCHI COMUNITARI E INTERNAZIONALI

BANDO PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE PER FAVORIRE LA REGISTRAZIONE DI MARCHI COMUNITARI E INTERNAZIONALI Dipartimento per l impresa e l internazionalizzazione Direzione Generale per la Lotta alla Contraffazione Ufficio Italiano Brevetti e Marchi BANDO PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE PER FAVORIRE

Dettagli

ALBO NAZIONALE GESTORI AMBIENTALI

ALBO NAZIONALE GESTORI AMBIENTALI ALBO NAZIONALE GESTORI AMBIENTALI Deliberazione 15 dicembre 2010 Criteri per l iscrizione all Albo nella categoria 8: intermediazione e commercio dei rifiuti. IL COMITATO NAZIONALE Visto il decreto legislativo

Dettagli

Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19, della Legge 240/2010

Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19, della Legge 240/2010 Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19, della Legge 240/2010 Art. 1 - Oggetto 1. Il presente regolamento disciplina i procedimenti di selezione,

Dettagli

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA COMUNICAZIONE

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA COMUNICAZIONE MOD.COM 3 Al Comune di * ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA copia per il Comune COMUNICAZIONE Ai sensi del D.L.vo 114/1998 (artt.10 comma 5 e 26 comma 5), il sottoscritto

Dettagli

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO DI VICINATO COMUNICAZIONE. Ai sensi del D.L.vo 114/1998 (art 7, 10 comma 5 e 26 comma 5), il sottoscritto

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO DI VICINATO COMUNICAZIONE. Ai sensi del D.L.vo 114/1998 (art 7, 10 comma 5 e 26 comma 5), il sottoscritto MOD.COM 1, copia per il Comune ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO DI VICINATO COMUNICAZIONE Al Comune di * Ai sensi del D.L.vo 114/1998 (art 7, 10 comma 5 e 26 comma 5), il sottoscritto Cognome Nome C.F.

Dettagli

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa CIRCOLARE N. 15/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 maggio 2013 OGGETTO: Imposta di bollo applicabile agli estratti di conto corrente, ai rendiconti dei libretti di risparmio ed alle comunicazioni

Dettagli

(1) Livello Inquadramento

(1) Livello Inquadramento di Mutualità ed Assistenza MACERATA Via Gramsci, 38 Tel. 0733 230243 Fax. 0733 232145 E mail: info@cassaedilemacerata.it www. cassaedilemacerata.it DATI ANAGRAFICI DEL LAVORATORE ( per i nuovi assunti

Dettagli

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA SCHEDA DI PRESENTAZIONE DELL IDEA IMPRENDITORIALE

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA SCHEDA DI PRESENTAZIONE DELL IDEA IMPRENDITORIALE V MOD2 FR GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA SCHEDA DI PRESENTAZIONE DELL IDEA IMPRENDITORIALE INIZIATIVE DI FRANCHISI NG DECRETO LEGISLATIVO 185/00 TITOLO II Introduzione Questa guida è stata realizzata per

Dettagli

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec...

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec... ALLEGATO A Istanza di inserimento nell Elenco operatori economici consultabile dall AGC 14 Trasporti e Viabilità Settore Demanio Marittimo Opere Marittime nelle procedure negoziate di cui all art. 125

Dettagli

1. Premessa. Il contesto generale.

1. Premessa. Il contesto generale. Linee di indirizzo del Comitato interministeriale (d.p.c.m. 16 gennaio 2013) per la predisposizione, da parte del Dipartimento della funzione pubblica, del PIANO NAZIONALE ANTICORRUZIONE di cui alla legge

Dettagli

1 - AREA INTERDIPARTIMENTALE PER IL COORDINAMENTO E GESTIONE DEI FONDI COMUNITARI E NAZIONALI

1 - AREA INTERDIPARTIMENTALE PER IL COORDINAMENTO E GESTIONE DEI FONDI COMUNITARI E NAZIONALI 1 - AREA INTERDIPARTIMENTALE PER IL COORDINAMENTO E GESTIONE DEI FONDI COMUNITARI E NAZIONALI Responsabile: Dott.ssa Anna Greco Tel.: 0917076283 E-mail: agri1.areagestionefondi@regione.sicilia.it - Assegnazione

Dettagli

MODELLO D - DICHIARAZIONI PROGETTISTI MANDANTI R.T.I. o di cui si AVVALE IL CONCORRENTE

MODELLO D - DICHIARAZIONI PROGETTISTI MANDANTI R.T.I. o di cui si AVVALE IL CONCORRENTE Al Comune di Lamporecchio Ufficio Tecnico Lavori Pubblici - Piazza Berni, 1-51035 Lamporecchio (PT) OGGETTO: CONCESSIONE DEI LAVORI DI COSTRUZIONE E GESTIONE DI UN IMPIANTO DI TELERISCALDAMENTO ALIMENTATO

Dettagli