VII [2010] quaderni consip. L Esperienza Consip tra esigenze del Mercato delle forniture e aspettative della Pubblica Amministrazione: Il subappalto

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "VII [2010] quaderni consip. L Esperienza Consip tra esigenze del Mercato delle forniture e aspettative della Pubblica Amministrazione: Il subappalto"

Transcript

1 VI I [ 2010] L E s pe r i e nz acons i p r ae s i g e nz ede Me r c a ode ef or ni ur e ea s pe a i v ede ap ubb i c aammi ni s r a z i one : I s uba ppa o

2 quaderni consip ricerche, anaisi, prospeive VII [2010] L Esperienza Consip ra esigenze de Mercao dee forniure e aspeaive dea Pubbica Amminisrazione: I subappao

3 Index I Quaderni Consip sono una esaa regisraa presso i Tribunae Civie di Roma versione caracea iscr. n. 11 de 16 gennaio 2009 versione eeronica iscr. n. 14 de 16 gennaio 2009 Direore responsabie Aessandro Grii Redazione Consip S.p.A. Via Isonzo, 19/e Roma T I Quaderni Consip sono pubbicai a indirizzo: 1. Inroduzione 4 2. Nozione e cenni sorici su isiuo 5 3. I procedimeno auorizzaorio 8 4. La fase pos-auorizzaoria: i conroo conabie I subaffidameno L esperienza Consip: e spine organizzaive da 2003 ad oggi Gi indicaori degi oupu quai esimoni de evouzione organizzaiva dea Funzione Subappao 14 quaderni consip 3

4 1. Inroduzione 2. Nozione e cenni sorici su isiuo Scopo de presene eaborao è queo di iusrare i passi più significaivi de esperienza mauraa da Ufficio Tecnico di Gara (sruura dea Direzione Legae dea Consip) nea gesione de subappao, fornendo paricoare risao ai raguardi che da 2003 ad oggi hanno eevao a Funzione Subappao de UTG a ruoo di sruura cenrae dea Consip consenendone a coocazione ne deicao diaogo con i mercao dee forniure e a P.A.. Preiminarmene, si riiene opporuno prendere e mosse da acuni aspei nozionisici di base su isiuo i quae, come forse in nessun aro ordinameno giuridico in Europa, presena caraeri di srea coniguià con quea dea uea prevenzionisica dea criminaià organizzaa. Si ripercorrerà una breve ma aena disamina dea normaiva in maeria di subappao sino ad arrivare a ar. 118 de D.Lgs. 163/2006 i quae riproduce, sosanziamene, quano in precedenza previso da ar. 18 dea Legge 55/1990, con a rievane novià di ricomprendere anche a discipina de subappao di servizi e forniure: ciò in coerenza con o spirio di eso uniario per ui i compari di affidameno. Per comprendere i subappao occorre prendere e mosse daa definizione di appao che ci viene fornia da codice civie:...conrao con i quae una pare assume, con organizzazione dei mezzi necessari e con gesione a proprio rischio, i compimeno di un'opera o di un servizio verso i corrispeivo in denaro (ar c.c.). Da'anaisi di ae disposizione possiamo evidenziare come a causa de conrao di appao sia i compimeno,... verso i corrispeivo in denaro di: 1) un'opera; 2) un servizio. Quindi 'oggeo precipuo de conrao di appao può essere ricondoo, codicisicamene parando, ad un mero fare in enrambi i casi: un facere che (normamene) compora a produzione di una res (appai di avori/opere) oppure un mero facere (appai di servizi). Rimane quindi fuori da'aveo codicisico i c.d. appao di forniura che consise, invece, in un dare una res. Ueriore eemeno caraerizzane i conrao di appao (e anche queo di subappao) è assunzione de rischio da pare de'appaaore. Rischio consisene ne'evenuaià di non riuscire a reaizzare a presazione richiesa e, di conseguenza, non oenere i corrispeivo pauio, oppure di riuscirvi ma ad un coso superiore a queo prevenivao. È inore necessario, nea normaià dei casi, che sia 'appaaore ad organizzare i mezzi necessari per 'esecuzione de'appao, in quano imprendiore a ui gi effei. Se uavia i codice civie discipina ne deagio i conrao di appao, anaogamene non può dirsi per i conrao di subappao, nei riguardi de quae è soo sauio che: a) 'appaaore non può dare in subappao 'esecuzione de'opera o de servizio se non è sao auorizzao da commiene (ar c.c.); b) 'imprendiore, per agire in regresso nei confroni dei subappaaori, deve, a pena di decadenza, comunicare ad essi a denunzia enro sessana giorni da ricevimeno (ar c.c.). Aa uce dee scarne disposizioni codicisiche enuceae, da correare con quee discipinani i conrao di appao (ar c.c. e ss.), i subappao può essere definio come i conrao in forza de quae una pare 'appaaore (subcommiene) affida ad un erzo (subappaaore) 'esecuzione dei avori reaivi ad un'opera che egi, in virù de'aggiudicazione di una procedura di affidameno e successiva sipua de conrao, si è impegnao a reaizzare con organizzazione dei mezzi necessari e gesione a proprio rischio, nei confroni de commiene principae (sazione appaane). I subappao è, perano, un conrao derivao che si innesa nea fase di esecuzione de rapporo derivane da conrao di appao; esso consene a appaaore di avvaersi, ne adempimeno dea quaderni consip 4 quaderni consip 5

5 presazione di esecuzione dei avori, servizi, forniure, di aro soggeo senza che ne derivi nessuna incidenza sui dirii ed obbighi scaureni a suo carico da conrao principae. L appaaore coninua ad essere debiore dea presazione verso i commiene divenando a sua voa crediore de subappaaore per a pare de reaivo adempimeno ad esso rasferia. A seguio de subappao vengono, quindi, a coesisere due conrai, dei quai i secondo è accessorio rispeo a primo su piano ogico e cronoogico ne senso che i subappao presuppone i conrao di Si è così passai da'iniziae 40% come oae de'imporo dee avorazioni subappaabii (15% reaivamene aa caegoria prevaene), a'auae 30% imiao aa caegoria prevaene. Ferma a egisazione animafia, fruo de proprio empo, di caraere esremamene rigido e connoaa da numerose cauee, si è passai ad una sempre maggiore iberaizzazione de subappao a puno ae che auamene 'auorizzazione sembra aver perso i caraeri di discrezionaià che sin daa nascia 'avevano conraddisina. appao e ne è condizionao quano a esisenza, vaidià ed efficacia. A subappaaore spea, uavia, piena auonomia ne esecuzione dea sua presazione. Sane i suo caraere derivao, i subappao porebbe divenire o srumeno conrauae in forza de quae imprese emerarie che non risuerebbero ioae aa parecipazione a procedure di affidameno di un appao pubbico, in quano careni dei requisii richiesi e che perano verrebbero escuse in sede di gara daa sazione appaane, porebbero rienrare da ara finesra mediane isiuo de subappao. In ari ermini si vuoe evidenziare come i subappao non regoamenao possa cosiuire un agevoe srumeno di aggirameno dea discipina de'evidenza pubbica, in quano di fao consene 'ingresso di un soggeo diverso da queo risuao aggiudicaario in sede di gara ne'esecuzione dee diverse aivià. I subappao è sao sempre viso con un cero disfavore da egisaore nazionae che o ha considerao quae srumeno voo ad aerare e regoe de appao inroducendo un nuovo soggeo ne rapporo conrauae con a sazione appaane. Quesa è a raio dea necessaria auorizzazione preveniva per affidameno in subappao riasciaa da commiene, auorizzazione già previsa nea Legge n. 2248/1865 in ema di opere pubbiche; norma che prevedeva, in caso di subappao non auorizzao, a comminazione di sanzioni di caraere meramene civiisico. I disfavore egisaivo in chiave anche amminisraiva-penaisica iniziò ad emergere con a c.d. egisazione animafia de 1982 (egge Rognoni - La Torre) che discipinò i subappao conornandoo di numerose cauee e prevedendo, in caso di mancaa auorizzazione, dapprima sanzioni di caraere amminisraivo e successivamene penai. Con e eggi de 1982, a differenza di quano previso nea Legge n. 2248/1865 dove auorizzazione era oamene discrezionae, ques uima iniziò ad essere ancoraa a dei parameri vincoai: es. 'accerameno in capo a'appaaore dei requisii di idoneià ecnica nonché i possesso dei requisii per 'iscrizione a'abo nazionae dei cosruori senza uavia acuna previsione di imii quaniaivi a subappao che invece compariranno sin da'originaria formuazione de'ar. 18, L. n. 55/1990. Limii che, uavia, hanno subio muameni ne empo. quaderni consip 6 quaderni consip 7

6 3. I Procedimeno Auorizzaorio A fine di comprendere o svogimeno de procedimeno auorizzaorio, appare opporuno prendere e mosse da comma 2 de ar. 118 de D.Lgs. 163/2006 (che recepisce ar. 18 dea Legge 55/90 egge cardine in maeria di subappao), che reca e condizioni per procedere a auorizzazione a affidameno in Gesione Provvedimeni auorizzaori subappao subappao. Tai condizioni sono: a. indicazione da pare dei concorreni, a ao de offera, dei avori o dee pari di opere ovvero i servizi e e forniure o pari di esse che inendono subappaare. La sazione appaane, a frone di una Acquisizione documenazione e vauazione isanza di auorizzazione per presazioni non ricomprese ra e aivià che i concorrene/aggiudicaario ha precedenemene dichiarao in sede di offera di voere subappaare, respinge ae isanza ed emee un provvedimeno di diniego di auorizzazione a subappao. b. i deposio de conrao di subappao da pare de appaaore presso a sazione appaane ameno Provvedimeno di auorizzazione Comunicazione inegrazione documenazione Provvedimeno di diniego 20 giorni prima dea daa di effeivo inizio de esecuzione dee reaive presazioni. c. Tae conrao non può essere ceduo a pena di nuià e deve riferirsi ad un imporo compessivo a fine dee necessarie verifiche in maeria di animafia. Le presazioni affidae devono aresì riferirsi ad un definio inervao emporae e non possono essere a oro voa cedue in subappao (divieo di subappao Aggiornameno DB auorizzazioni Aggiornameno DB quoa pare subappaabie Repor semesrae a OdV a cascaa). d. a rasmissione (a momeno de deposio de conrao di subappao presso a sazione appaane), I formaismo sancio da egisaore reaivamene a procedimeno auorizzaorio non esaurisce i da pare de affidaario, dea cerificazione aesane i possesso in capo a subappaaore dei requisii di quaificazione prescrii da D.Lgs. 163/2006 in reazione aa presazione subappaaa nonchè a dichiarazione aesane i possesso dei requisii generai di cui a ar. 38 de D.Lgs. 163/2006; panorama dee cauee in maeria di subappao. Difai, sanzioni di caraere penae sono sae inrodoe con a egisazione animafia de 1982 per ipoesi di affidameno in subappao in assenza dea necessaria auorizzazione. e. acceraa insussisenza di enaivi di infirazione mafiosa in capo a soggeo subappaaore (ar. 10, Ne deagio, ar. 21 dea Legge n. 646/1982 sancisce che chiunque, avendo in appao opere riguardani Legge 575/1965 e ar. 10, D.P.R. 252/1998). a pubbica amminisrazione, concede anche di fao, in subappao o a coimo, in uo o in pare e opere sesse, senza 'auorizzazione de'auorià compeene, è punio con 'arreso da sei mesi ad un anno e La sazione appaane espea i conroo sua sussisenza dee condizioni sopra espose e riascia i provvedimeno di auorizzazione enro i ermine di 30 giorni decorrene daa daa di ricezione de isanza. Con riferimeno ai subappai di imporo inferiore a ,00 euro, i suddei ermini sono ridoi a 15 giorni. Tai imii emporai sono prorogabii una soa voa ove ricorrano giusificai moivi e, quaora decorrano senza adozione di acun provvedimeno, si perfeziona i sienzio assenso e auorizzazione a affidameno in subappao si inende concessa. con 'ammenda non inferiore ad un erzo de vaore de'opera concessa in subappao o a coimo e non superiore ad un erzo de vaore compessivo de'opera ricevua in appao. Nei confroni de subappaaore e de'affidaario de coimo si appica a pena de'arreso da sei mesi ad un anno e de'ammenda pari ad un erzo de vaore de'opera ricevua in subappao o in coimo. La norma sopra ciaa, aresì, conferisce aa sazione appaane a facoà di chiedere a risouzione, assimiabie aa risouzione per inadempimeno, de conrao principae d appao (aa uce dea roura de rapporo fiduciario) nonchè a sospensione dei pagameni in favore de appaaore in quano fao poenziamene produivo di danno. La decisione di chiedere a risouzione è aribuia aa discrezionaià dea sazione appaane a quae dovrà compiere una vauazione dei conrapposi ineressi. quaderni consip 8 quaderni consip 9

7 4. La fase pos-auorizzaoria: i conroo conabie 5. I subaffidameno La norma che discipina e aivià reaive a isiuo de subappao prevede, nea fase pos-auorizzaoria de conrao, espeameno di un conroo di ipo amminisraivo-conabie voo a garanire i rispeo de ribasso dei prezzi praicai daa socieà aggiudicaaria dea procedura di gara nei confroni dee imprese subappaarici - così come previso da ar. 118 comma 4 de D.Lgs 163/2006: affidaario deve praicare, per e presazioni affidae in subappao, gi sessi prezzi uniari risuani da aggiudicazione, con ribasso non superiore a 20%. Inore, in base a quano disposo da ar. 118 comma 3 D.Lgs 163/2006, i egisaore ha inrodoo obbigo di rasmeere, in capo aa socieà aggiudicaaria, enro 20 giorni daa daa di ciascun bonifico disposo a suo favore, a copia dee faure quieanzae reaive ai pagameni effeuai da aggiudicaaria sessa nei confroni dea socieà subappaarice nonché a copia di idonea documenazione conabie aesane a daa de bonifico disposo da aggiudicaaria a favore dea subappaarice sessa. Conroo conabie subappao I egisaore, ne normare a maeria de subappao, ha conempao anche isiuo de subaffidameno (o subforniura). La pecuarieà di ques uimo risiede ne assenza di un rapporo conrauae ra soggeo aggiudicaario e socieà subaffidaaria. L assenza di vincoi formai, voua da egisaore, risponde a ineno di concepire una faispecie più snea priva dee verifiche sui requisii generai di idoneià dee imprese finaizzae a riascio de provvedimeno auorizzaorio. Più specificaamene, i connoai de subaffidameno devono essere desuni daa eura de ar. 118, comma 11 de D.Lgs. 163/2006 che evidenzia i parameri dea sogia di vaore inferiore ai ,00 euro o inferiore a 2% de vaore dee presazioni affidae e con incidenza de coso dea manodopera e de personae inferiore a 50% de imporo de conrao da affidare. I progressivo crescene ricorso a subaffidameno da pare de mercao ha eevao a Funzione Subappao de UTG a ruoo di quaificao inerocuore con i mercao dee forniure e e PPAA imponendo, conesuamene, adozione di una specifica regoamenazione aziendae a fine di eviare eusione dea normaiva in maeria di subappao. Tuavia, a norma sopra ciaa prevede a carico de soggeo aggiudicaario obbigo di comunicare aa sazione appaane i nome de sub-conraene, 'imporo de subaffidameno, 'oggeo de servizio o dea Acquisizione documenazione e vauazione forniura subaffidaa. A di à di ae previsione normaiva, a Funzione Subappao de UTG ha rienuo opporuno esendere ae obbigo di comunicazione verso a sessa PA in quano soggeo fruiore dea presazione subaffidaa. Leera inegrazione documenazione Conroo ribasso prezzi e empisiche pagameno Come per isiuo de subappao, a fine di conrasare a endenza a eusione dea normaiva su subappao medesimo, ufficio si è doao di opporuni srumeni araverso i quai moniora effeivo ricorso dee aziende a isiuo de subaffidameno. Leera richiesa chiarimeni Gesione Subaffidameni Acquisizione comunicazioni subaffidameno Verifica conformià comunicazione Acquisizione e vauazione documenazione Chiusura conroo (Esio negaivo o provvedimeno Consip) Aggiornameno DB subaffidameni e reaivo monioraggio Conroo eusione normaiva subappao Repor semesrae a OdV Aggiornameno DB quaderni consip 10 quaderni consip 11

8 6. L Esperienza Consip: e spine organizzaive da 2003 ad oggi Con a gara Goba Service Uffici, (anno 2001), viene percepia a inerno dea Consip a necessià di isiuire una funzione specificaamene preposa aa gesione dee aivià amminisraive de subappao. L approccio verso i deicao comparo dea piccoa-media impresa (PMI) cosiuiva un esperienza nuova per a Consip, una reaà verso a quae ci si è resi cono di dover empesivamene presare una paricoare aenzione a fine di assumere un ruoo guida e di fornire una quaificaa e fruibie aivià Daa sua creazione ad oggi, accesso aa bacheca ha fao regisrare una cosane crescia di visiaori e conai, sia pubbici che privai ed ha offero un vaido e quaificao supporo consuenziae verso eserno. I processo auorizzaorio de subappao impone un diaogo amminisraivo con moepici Pubbiche Amminisrazioni chiamae a svogere una isruoria per verificare a veridicià dee dichiarazioni prodoe dae imprese ineressae, così come richieso da egisaore. di consuenza. Ne anno 2003 vengono infai acquisie due risorse (Riccardo Vassei - Abero Leonori) depuae a espeameno degi adempimeni reaivi aa gesione amminisraiva nonché a quea conabie de subappao (pos-auorizzaoria), dando via aa Funzione Subappao. L inadeguaa iniziae regoamenazione aziendae dea maeria viene foremene percepia, essendo operaivià ricondoa Verifiche ex D.p.r. 445/2000 ad una eura esuae dea norma ed aa sua mera inerpreazione. Inore, in quesa fase, a gesione conabie de subappao risua essere scissa da quea amminisraiva. L isiuzione dea Funzione Subappao e a sua aocazione ne Ufficio Tecnico di Gara (aprie 2004) compora una prima definizione de archieura procedurae per a gesione de subappao amminisraivo. Acquisizione documenazione La successiva eaborazione de processo organizzaivo de subappao conabie compea e definisce un primo asseo dea maeria, pur risuando gi aspei amminisraivi e conabii ancora soggei a separaa regoamenazione. Ne anno 2008 i due processi organizzaivi vengono finamene accorpai soo un'unica ed esausiva discipina. Predisposizione e rasmissione isanze di conroo ae PPAA compeeni Conroi via eemaica Ne corso degi anni, i ricorso da pare dea Pubbica Amminisrazione (desinaaria dee presazioni oggeo de subappao) aa consuenza fornia daa Funzione Subappao de UTG per acquisire ragguagi ed indicazioni ecniche è risuao essere sempre più frequene. L Ufficio ha forgiao i primi innovaivi Acquisizione risuanze srumeni per supporare e frequeni e compesse esigenze degi inerocuori pubbici e privai. A a scopo ne 2007 è saa reaizzaa a bacheca informaiva de subappao (presene sui sii e www. acquisinreepa.i) in seno aa quae sono preseni forma e inee guida che i mercao dee forniure è inviao ad osservare per conribuire aa reaizzazione di una univoca gesione dea maeria. Nea bacheca è aresì presene una bozza di conrao di subappao a fine di consenire una veicoazione univoca di schemi conrauai rispondeni a deao de egisaore. Aggiornameno DB e reaivo monioraggio Repor semesrae a OdV quaderni consip 12 quaderni consip 13

9 Procedimeni annuameno auorizzazione ex L. 241/90 Sempre a fine di verificare a sussisenza dei requisii di idoneià in capo ae imprese subappaarici, sono degni di riievo i rappori avviai con moe are amminisrazioni quai Inai, Inps, Ufficio de Caseario isiuio presso a Procura dea Repubbica di Roma, i Tribunae Faimenare, e Province, i Minisero de Inerno, AVCP, Agenzia dee Enrae. Ne anno 2004, UTG è sao abiiao a accesso eemaico de SIATEL (acronimo di Sisema Vauazione risuanza inerscambio anagrafe ribuarie eni ocai) ovvero i sisema di coegameno eemaico de Minisero Comunicazione avvio procedimeno Non avvio de procedimeno de'economia e dee Finanze che consene o scambio aivo di informazioni anagrafiche e ribuarie fra Amminisrazione pubbica cenrae e ocae. L eevaa quaià dei rappori insaurai ha inore consenio a UTG di parecipare, in rappresenanza aziendae, ae fasi sperimenai di progei ad evidenza nazionae. Neo specifico si segnaa impemenazione de sisema eemaico Sicean de Minisero de Inerno voo a rendere più efficiene i processo di riascio dee cerificazioni animafia da pare dee prefeure Ricezione e vauazione memorie ae imprese, ae persone fisiche, ae amminisrazioni ed eni che ne fanno richiesa. Le sazioni appaani ne prossimo fuuro dovranno ineroquire con ae nuovo sisema. L UTG ha ricevuo ne anno 2009 da Capo di Gabineo de Minisro de Inerno i priviegio di presare i proprio quaificao conribuo nea Chiusura de procedimeno (conferma efficacia o annuameno auorizzazione) Inegrazione documenae progeazione dea ogica operaiva di queso sraegico ed innovaivo srumeno di ineigence. Inore, si segnaa a coaborazione con Inai per impemenazione de sisema eemaico Durc, ovvero i cerificao che aesa conesuamene a regoarià previdenziae e conribuiva di un'impresa. Durane ae coaborazione UTG ha fornio frequeni suggerimeni ed indicazioni ao scopo di affinare efficacia dea ogica operaiva dea piaaforma eemaica de documeno unico. Aggiornameno DB Repor semesrae a OdV A a fine sono sai individuai inerocuori chiave presso e Amminisrazioni Pubbiche con i quai condividere ier amminisraivi preferenziai, anche per sneire i empi di aesa dee risuanze. Iniziamene sono sai avviai rappori con e principai Prefeure disocae su erriorio nazionae ao scopo di acquisire e informazioni prefeizie reaive ae imprese subappaarici desinaarie dei provvedimeni di auorizzazione. Reaivamene aa fase di rinnovo dee cerificazioni animafia, UTG ha oenuo ne anno 2002, da aora Vice Direore Generae dea Pubbica Sicurezza, ammissione a modaià burocraiche faciiae, poi recepie da ui gi Uffici Terrioriai de Governo. quaderni consip 14 quaderni consip 15

10 7. Gi indicaori degi oupu quai esimoni de evouzione organizzaiva dea Funzione Subappao Acune proiezioni risueranno uii a rappresenare 'andameno negi anni dee aivià sviuppae daa Auorizzazioni subappao ne 2006 Funzione Subbapao de'utg. I Subappao ne 2006 Più conenuo ricorso a isiuo de subappao Doppio binario per i riascio de auorizzazione (Amminisrazione commiene e Consip S.p.A.) Prevaenza subappao nea gara Goba Service Uffici 81 Auorizzazioni a affidameno in subappao 13 Procedimeni amminisraivi ex L. 241/90 73 Socieà conroae ex D.p.r. 445/2000 I subappao ne 2006 quaderni consip 16 quaderni consip 17

11 I Subappao ne 2007 Aurorizzazioni subappao ne 2007 Aivazione Convenzione Faciiy Managemen Uffici Per a gara FM non più doppio binario ma auorizzazioni riasciae soo da Consip S.p.A. Fore incremeno de ricorso a subappao nee gare DAPA e IT (Gara 626, Apparecchiaure Eeromedicai Monioraggio, Servizio Luce, Teefonia fissa, PdL IV Dip.) 158 Auorizzazioni a affidameno in subappao 22 Procedimeni amminisraivi ex L. 241/ Socieà conroae ex D.p.r. 445/2000 Aurorizzazioni subappao ne 2007 quaderni consip 18 quaderni consip 19

12 I Subappao ne Auorizzazioni a affidameno in subappao 306 Socieà conroae ex D.p.r. 445/2000 I Subappao ne Auorizzazioni a affidameno in subappao 310 Socieà conroae ex D.p.r. 445/2000 Auorizzazioni subappao ne 2008 Auorizzazioni subappao ne 2009 quaderni consip 20 quaderni consip 21

13 Design: Crea Ideniyi Sr

Provincia di Treviso

Provincia di Treviso Treviso, 21 dicembre 2004 OGGETTO: Gesione rifiui urbani e assimilai Servizio pubblico inegraivo di gesione rifiui speciali Adempimeni relaivi alla compilazione di formulari di idenificazione, regisri

Dettagli

CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE estratto del processo verbale

CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE estratto del processo verbale DELIBERAZIONE N 94 CONSIGLIO N 9 DI DATA 00 CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE esrao de processo verbae ='i, i J ~ ~ OGGETTO: PIANO DELLE PERFORMANCE 0-04 REVISIONE DEGLI OBIETTIVI 0 Aveni dirio di voo: prof

Dettagli

A.A. 2013/14 Esercitazione - IRPEF TESTO E SOLUZIONI

A.A. 2013/14 Esercitazione - IRPEF TESTO E SOLUZIONI A.A. 2013/14 Eserciazione - IRPEF TESTO E SOLUZIONI Esercizio 1 - IRPEF Il signor X, che vive solo e non ha figli, ha percepio, nel corso dell anno correne, i segueni reddii: - Reddii da lavoro dipendene

Dettagli

SERVIZIO SEGRETERIA E AFFARI GENERALI

SERVIZIO SEGRETERIA E AFFARI GENERALI COMUNE DI ORISTANO Comuni de Arisanis SETTORE AFFARI GENERALI SERVIZIO SEGRETERIA E AFFARI GENERALI Procedime Accesso documeni amminisraivi Decrei e ordinanze sindacali Unià organizzaiva responsabile dell

Dettagli

Per ciascuna tipologia di procedimento d'ufficio e procedimento ad istanza di parte trattato dalla Unità Organizzativa

Per ciascuna tipologia di procedimento d'ufficio e procedimento ad istanza di parte trattato dalla Unità Organizzativa Predisposizione ed approvazione programma riennale OO.PP. Ed elenco annuale dei lavori pubblici Procedure di pubblicazione bandi di gara per appali di lavori e manuenzione Procedimeno di aggiudicazione

Dettagli

COMUNE DI BOSA AREA AFFARI GENERALI E ISTITUZIONALI

COMUNE DI BOSA AREA AFFARI GENERALI E ISTITUZIONALI COMUNE DI BOSA AREA AFFARI GENERALI E ISTITUZIONALI Ufficio Affari Generali Procedimeno/iniziaiva Accesso documeni amminisraivi di compeenza Traameno della corrispondenza in ingresso e uscia Pubblicazione

Dettagli

Ottobre 2009. ING ClearFuture

Ottobre 2009. ING ClearFuture Oobre 2009 ING ClearFuure Una crescia cosane. Con una solida proezione nel empo. ING ClearFuure è la soluzione assicuraiva Uni Linked di dirio lussemburghese, realizzaa apposiamene da ING Life Luxembourg

Dettagli

BANDO PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA GESTIONE DI IMPIANTI SPORTIVI DELLA PROVINCIA DI PISA IN ORARIO EXTRA SCOLASTICO

BANDO PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA GESTIONE DI IMPIANTI SPORTIVI DELLA PROVINCIA DI PISA IN ORARIO EXTRA SCOLASTICO BANDO PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA GESTIONE DI IMPIANTI SPORTIVI DELLA PROVINCIA DI PISA IN ORARIO EXTRA SCOLASTICO Aricolo 1 Scela del conraene La Provincia di Pisa inende procedere all espleameno

Dettagli

Economia e gestione delle imprese - 01

Economia e gestione delle imprese - 01 Economia e gesione delle imprese - 01 L impresa come organizzazione che crea valore Leve di creazione di ricchezza e responsabilià sociale Prima pare : L impresa che crea valore 1. L impresa 2. L evoluzione

Dettagli

TECNOLOGIE E SISTEMI DI LAVORAZIONE

TECNOLOGIE E SISTEMI DI LAVORAZIONE DOTTORATO DI RICERCA IN TECNOLOGIE E SISTEI DI LAVORAZIONE XIV CICLO OLITECNICO DI ILANO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI AVIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI LECCE IL CONTROLLO DI

Dettagli

COMUNE DI ORISTANO Comuni de Aristanis SETTORE SVILUPPO DEL TERRITORIO

COMUNE DI ORISTANO Comuni de Aristanis SETTORE SVILUPPO DEL TERRITORIO COMUNE DI ORISTA Comuni de Arisanis SETTORE SVILUPPO DEL TERRITORIO Ambiene Procedime ------------ Unià organizzaiva dell isruoria procedime provvedime Elenco ai e documeni a dell isanza di pare procedime

Dettagli

OGGETTO. CIRCOSCRIZIONE 1 Autorimesse - Gestione Automezzi - Via Perrone, 3 e 5 Magazzini - Gestione Verde - Via Valfrè, 8

OGGETTO. CIRCOSCRIZIONE 1 Autorimesse - Gestione Automezzi - Via Perrone, 3 e 5 Magazzini - Gestione Verde - Via Valfrè, 8 OGGETTO Cosiuiscono oggeo della presene relazione descriiva i lavori di manuenzione ordinaria da eseguirsi negli edifici di compeenza del Seore Gesione Auomezzi - Magazzini ed Auorimesse. Gli immobili

Dettagli

Un mondo di vantaggi. Un offerta personalizzata. Là dove i Papi vanno in vacanza CREVALMAGAZINE SOCIOINCREVAL TECNOLOGIA PER IL CLIENTE

Un mondo di vantaggi. Un offerta personalizzata. Là dove i Papi vanno in vacanza CREVALMAGAZINE SOCIOINCREVAL TECNOLOGIA PER IL CLIENTE ECONOMIA CULTURA SOLIDARIETÀ TERRITORIO SPORT PLEIADI N 62 - Semestrae - Aprie 2013 CREVALMAGAZINE SOCIOINCREVAL Un mondo di vantaggi TECNOLOGIA PER IL CLIENTE Un offerta personaizzata CASTELLI ROMANI

Dettagli

Economia e gestione delle imprese - 07. Sommario. Liquidità e solvibilità

Economia e gestione delle imprese - 07. Sommario. Liquidità e solvibilità Economia e gesione delle imprese - 07 Obieivi: Descrivere i processi operaivi della gesione finanziaria nel coneso aziendale. Analizzare le decisioni di invesimeno. Analizzare le decisioni di finanziameno.

Dettagli

Lezione n.7. Variabili di stato

Lezione n.7. Variabili di stato Lezione n.7 Variabili di sao 1. Variabili di sao 2. Funzione impulsiva di Dirac 3. Generaori impulsivi per variabili di sao disconinue 3.1 ondizioni iniziali e generaori impulsivi In quesa lezione inrodurremo

Dettagli

FEARS Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013

FEARS Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 FEARS Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 Programma di Sviluppo Rurale della Regione Lombardia 2007-2013 in applicazione del Regolameno Comunià Europea n. 1698 del 2005, aricolo 43 1. DEFINIZIONE 2.

Dettagli

4 La riserva matematica

4 La riserva matematica 4 La riserva maemaica 4.1 Inroduzione La polizza, come si è viso, viene cosruia in modo da essere in equilibrio auariale alla daa di sipula = 0 e rispeo alla base ecnica del I ordine: se X è il flusso

Dettagli

In questo caso entrambi i gruppi chiedono copertura completa: q = d = 100.

In questo caso entrambi i gruppi chiedono copertura completa: q = d = 100. Soluzione dell Esercizio 1: Assicurazioni a) In un mercao perfeamene concorrenziale, deve valere la condizione di profii aesi nulli: E(P)=0. E possibile mosrare che ale condizione implica che l impresa

Dettagli

La programmazione aggregata nella supply chain. La programmazione aggregata nella supply chain 1

La programmazione aggregata nella supply chain. La programmazione aggregata nella supply chain 1 La programmazione aggregaa nella supply chain La programmazione aggregaa nella supply chain 1 Linea guida Il ruolo della programmazione aggregaa nella supply chain Il problema della programmazione aggregaa

Dettagli

CRESCERE NELLA REGIONE PIEMONTE

CRESCERE NELLA REGIONE PIEMONTE CRESCERE NELLA REGIONE PIEMONTE Caraerisiche ecniche dell iniziaiva iniziaiva Sede legale e operaiva Inizio aivià Forma ecnica Finalià Plafond Imporo Duraa Tipologia garanzia Piemone Micro, piccole e medie

Dettagli

Università di Napoli Parthenope Facoltà di Ingegneria

Università di Napoli Parthenope Facoltà di Ingegneria Universià di Napoi Parhenope Facoà di Ingegneria Corso di Comunicazioni Eeriche docene: Pro. Vio Pascazio 14 a Lezione: 8/5/3 Sommario Fasori Segnai passabanda Trasmissione di segnai passabanda in sisemi

Dettagli

INTERBANCA Codice ISIN IT0004041478

INTERBANCA Codice ISIN IT0004041478 REGOLAMENTO DEL PRESTITO OBBLIGAZNAR INTERBANCA 2006/2011 Discoun Dynamic Index 24 fino a EUR 250.000.000 Ar. 1 - TITOLI Il presio obbligazionario Inerbanca 2006/2011 Discoun Dynamic Index 24 fino a EUR

Dettagli

DIREZIONE TERRITORIALE DEL LAVORO DI

DIREZIONE TERRITORIALE DEL LAVORO DI TIPOLOGIA (AD O D'UFFICIO) TERMINE DI CONCLUSIONE DEL PROCEDIMENTO Tempi medi di definizione del procedimeno (con riferimeno al 1 semesre 2012. Si considerano i procedimeni conclusi nel periodo dal 1 gennaio

Dettagli

Un po di teoria. cos è un condensatore?

Un po di teoria. cos è un condensatore? Sudio sperimenale del processo di carica e scarica di un condensaore cos è un condensaore? Un po di eoria Un condensaore è un sisema di due conduori affacciai, dei armaure, separai da un isolane. Esso

Dettagli

Apertura nei Mercati Finanziari

Apertura nei Mercati Finanziari Lezione 20 (BAG cap. 6.2, 6.4-6.5 e 18.5-18.6) La poliica economica in economia apera Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Universià di Pavia Aperura nei Mercai Finanziari 1) Gli invesiori possono

Dettagli

SCELTE INTERTEMPORALI E DEBITO PUBBLICO

SCELTE INTERTEMPORALI E DEBITO PUBBLICO SCELTE INTERTEMPORALI E DEBITO PUBBLICO Lo sudio delle poliiche economiche con il modello IS-LM permee di analizzare gli effei di breve periodo delle decisioni di poliica fiscale e monearia del governo.

Dettagli

1.7. Il modello completo e le sue proprietà

1.7. Il modello completo e le sue proprietà La Teoria Generale 1 1.7. Il modello compleo e le sue proprieà Il ragionameno svolo fino a queso puno è valido per un livello dao del salario nominale e dei prezzi. Le grandezze preseni nel modello, per

Dettagli

LEZIONE 3 INDICATORI DELLE PRINCIPALI VARIABILI MACROECONOMICHE. Argomenti trattati: definizione e misurazione delle seguenti variabili macroecomiche

LEZIONE 3 INDICATORI DELLE PRINCIPALI VARIABILI MACROECONOMICHE. Argomenti trattati: definizione e misurazione delle seguenti variabili macroecomiche LEZIONE 3 INDICATORI DELLE RINCIALI VARIABILI MACROECONOMICHE Argomeni raai: definizione e misurazione delle segueni variabili macroecomiche Livello generale dei prezzi, Tasso d inflazione, π IL nominale,

Dettagli

Struttura dei tassi per scadenza

Struttura dei tassi per scadenza Sruura dei assi per scadenza /45-Unià 7. Definizione del modello ramie gli -coupon bonds preseni sul mercao Ipoesi di parenza Sul mercao sono preseni all isane ZCB che scadono fra,2,,n periodi Periodo:

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI INGEGNERI

CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI INGEGNERI CONSGLO NAZONALE DEGL NGEGNER PRESSO L MNSTERO DELLA GUSTZA - 00186 ROMA - VA ARENULA, 71 PRESDENZA E SEGRETERA 00187 ROMA - VA V NOVEMBRE, 114 TEL. 06.6976701 r.a. - FAX 06.69767048 U-MC/ 13 CONSGLO NAZONALE

Dettagli

La valutazione d azienda: conciliazione tra metodo diretto ed indiretto

La valutazione d azienda: conciliazione tra metodo diretto ed indiretto Valuazione d azienda La valuazione d azienda: conciliazione ra meodo direo ed indireo di Maeo Versiglioni (*) e Filippo Riccardi (**) La meodologia maggiormene uilizzaa per la valuazione d azienda, è quella

Dettagli

LA MODELLAZIONE DEGLI IMPIANTI DI CONVERSIONE DELL ENERGIA NEL MERCATO LIBERO. Sergio Rech

LA MODELLAZIONE DEGLI IMPIANTI DI CONVERSIONE DELL ENERGIA NEL MERCATO LIBERO. Sergio Rech LA MODELLAZIONE DEGLI IMPIANTI DI CONVERSIONE DELL ENERGIA NEL MERCATO LIBERO Sergio Rech Diparimeno di Ingegneria Indusriale Universià di Padova Mercai energeici e meodi quaniaivi: un pone ra Universià

Dettagli

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO SIMULAZIONE DELLA II PROVA A.S. 014-15 Indirizzo: SCIENTIFICO Tema di: MATEMATICA 1 Nome del candidao Classe Il candidao risolva uno dei due problemi; il problema da

Dettagli

La vischiosità dei depositi a vista durante la recente crisi finanziaria: implicazioni in una prospettiva di risk management

La vischiosità dei depositi a vista durante la recente crisi finanziaria: implicazioni in una prospettiva di risk management La vischiosià dei deposii a visa durane la recene crisi finanziaria: implicazioni in una prospeiva di risk managemen Igor Gianfrancesco Camillo Gilibero 31/01/1999 31/07/1999 31/01/2000 31/07/2000 31/01/2001

Dettagli

INQUADRAMENTO GENERALE DEL PROCEDIMENTO E CRITERI PER LA DETERMINAZIONE

INQUADRAMENTO GENERALE DEL PROCEDIMENTO E CRITERI PER LA DETERMINAZIONE DCO 29/11 CRITERI PER LA DEFINIZIONE DELLE TARIFFE PER L EROGAZIONE DEI SERVIZI DI TRASMISSIONE, DISTRIBUZIONE E MISURA DELL ENERGIA ELETTRICA PER IL PERIODO 20 2015 INQUADRAMENTO GENERALE DEL PROCEDIMENTO

Dettagli

Politica fiscale: l insieme delle misure messe in atto dal policy-maker concernenti le entrate e le spese del settore pubblico.

Politica fiscale: l insieme delle misure messe in atto dal policy-maker concernenti le entrate e le spese del settore pubblico. LA POLITICA FISCALE Poliica fiscale: l insieme delle misure messe in ao dal policy-maker concerneni le enrae e le spese del seore pubblico. Sruura: - alcune definizioni isiuzionali; - il modus operandi

Dettagli

flusso in uscita (FU) Impresa flusso in entrata (FE)

flusso in uscita (FU) Impresa flusso in entrata (FE) Analisi degli invesimeni Il bilancio è una sinesi a poseriori della siuazione di un'azienda. La valuazione degli invesimeni è un enaivo di valuare a priori la validià delle scele dell'azienda. L'invesimeno

Dettagli

Lezione 10. (BAG cap. 9) Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Università di Pavia

Lezione 10. (BAG cap. 9) Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Università di Pavia Lezione 10 (BAG cap. 9) Il asso naurale di disoccupazione e la curva di Phillips Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Universià di Pavia In queso capiolo Inrodurremo uno degli oggei più conosciui

Dettagli

La Finanza di Progetto per la realizzazione e gestione di un parco Eolico

La Finanza di Progetto per la realizzazione e gestione di un parco Eolico SUSTAINABLE ENERGY FORUM - Le nuove froniere della produzione di energia pulia La Finanza di Progeo per la realizzazione e gesione di un parco Eolico Roma, 6 Giugno 2007 Gabriele FERRANTE Unià ecnica Finanza

Dettagli

Anche sugli impianti in esercizio è possibile intervenire attuando una serie di soluzioni in grado di ridurre sensibilmente il consumo di energia.

Anche sugli impianti in esercizio è possibile intervenire attuando una serie di soluzioni in grado di ridurre sensibilmente il consumo di energia. Risparmio Energeico Risparmio Energeico per Scale e Tappei Mobili La riduzione dei consumi di energia proveniene dalle foni fossili non rinnovabili (perolio, carbone) è una delle priorià assolue, insieme

Dettagli

tp = 0 P + t r a 0 P Il modello di crescita aritmetico deriva dalla logica del tasso di interesse semplice

tp = 0 P + t r a 0 P Il modello di crescita aritmetico deriva dalla logica del tasso di interesse semplice Eserciazione 7: Modelli di crescia: arimeica, geomerica, esponenziale. Calcolo del asso di crescia e del empo di raddoppio. Popolazione sabile e sazionaria. Viviana Amai 03/06/200 Modelli di crescia Nella

Dettagli

La volatilità delle attività finanziarie

La volatilità delle attività finanziarie 4.30 4.5 4.0 4.5 4.0 4.05 4.00 3.95 3.90 3.85 3.80 3.75 3.70 3.65 3.60 3.55 3.50 3.45 3.40 3.35 3.30 3.5 3.0 3.5 3.0 3.05 3.00.95.70.65.60.55.50.45.40.35.30.5.0.5.0.05.00.95.90.85.80.75.70.65.60.55.50.45.40.35.30.5.0.5.0.05.00

Dettagli

Lezione n.12. Gerarchia di memoria

Lezione n.12. Gerarchia di memoria Lezione n.2 Gerarchia di memoria Sommario: Conceo di gerarchia Principio di localià Definizione di hi raio e miss raio La gerarchia di memoria Il sisema di memoria è molo criico per le presazioni del calcolaore.

Dettagli

I possibili schemi di Partenariato Pubblico Privato

I possibili schemi di Partenariato Pubblico Privato OSSERVATORIO collegameno ferroviario Torino-Lione Collegameno ferroviario Torino-Lione I possibili schemi di Parenariao Pubblico Privao Torino, 30 Oobre 2007 Unià Tecnica Finanza di Progeo 1 PPP: analisi

Dettagli

velocità angolare o pulsazione (gradi /s oppure rad/s) (angolo percorso da V in un intervallo di tempo)

velocità angolare o pulsazione (gradi /s oppure rad/s) (angolo percorso da V in un intervallo di tempo) V A = AMPIEZZA = lunghezza di V A ALTERNATA Proiezione di V X ISTANTE = velocià angolare o pulsazione (gradi /s oppure rad/s) (angolo percorso da V in un inervallo di empo) DEVE ESSERE COSTANTE Angolo

Dettagli

ESEMPI DI ESERCIZI SU IRPEF ED IRES

ESEMPI DI ESERCIZI SU IRPEF ED IRES ESEMPI DI ESERCIZI SU IRPEF ED IRES 1. Irpef 1) Dopo avere definio il conceo di progressivià delle impose, si indichino le modalià per la realizzazione di un sisema di impose progressivo. 2) Il signor

Dettagli

Bilancio dello Stato e Debito pubblico. Corso di Scienza delle Finanze Cleam, classe 3 Università Bocconi a.a. 2012-2013 Dott.ssa Simona Scabrosetti

Bilancio dello Stato e Debito pubblico. Corso di Scienza delle Finanze Cleam, classe 3 Università Bocconi a.a. 2012-2013 Dott.ssa Simona Scabrosetti Bilancio dello Sao e Debio pubblico Corso di Scienza delle Finanze Cleam, classe 3 Universià Bocconi a.a. 2012-2013 Do.ssa Simona Scabrosei Il bilancio dello Sao Due versioni alernaive: - bilancio di previsione:

Dettagli

Prodotti extra prenotabili e pagabili in anticipo

Prodotti extra prenotabili e pagabili in anticipo gu da ag ex r a ho dayau os Anche prodo prenoab n ancpo sono commssonab. Ques prodo sono: 1. Rmborso dea Franchga STANDARD 2. Rmborso dea Franchga TOTALE 3. Proezone dea Canceazone Qu d seguo speghamo

Dettagli

Università di Napoli Parthenope Facoltà di Ingegneria

Università di Napoli Parthenope Facoltà di Ingegneria Universià di Napoli Parenope Facolà di Ingegneria Corso di Comunicazioni Elerice docene: Prof. Vio Pascazio a Lezione: 7/04/003 Sommario Caraerizzazione energeica di processi aleaori Processi aleaori nel

Dettagli

L ipotesi di rendimenti costanti di scala permette di scrivere la (1) in forma intensiva. Ponendo infatti c = 1/L, possiamo scrivere

L ipotesi di rendimenti costanti di scala permette di scrivere la (1) in forma intensiva. Ponendo infatti c = 1/L, possiamo scrivere DIPRTIMENTO DI SCIENZE POLITICHE Modello di Solow (1) 1 a. a. 2015-2016 ppuni dalle lezioni. Uso riservao Maurizio Zenezini Consideriamo un economia (chiusa e senza inerveno dello sao) in cui viene prodoo

Dettagli

Il valore delle. Argomenti. Domande chiave. Teoria della Finanza Aziendale Prof. Arturo Capasso A.A. 2005-2006

Il valore delle. Argomenti. Domande chiave. Teoria della Finanza Aziendale Prof. Arturo Capasso A.A. 2005-2006 - 4 Teoria della Finanza Aziendale rof. Aruro Capasso A.A. 5-6 Il valore delle A. azioni ordinarie - Argomeni Rendimeni richiesi rezzi delle azioni e ES Cash Flows e valore economico d impresa - 3 Domande

Dettagli

Il Project Financing - Aspet t i finanziari

Il Project Financing - Aspet t i finanziari Parenariao Pubblico Privao Le modalià di coinvolgimeno dei capiali privai nel seore pubblico e gli srumeni finanziari di invesimeno Il Projec Financing - Aspe i finanziari Roma, 21 Febbraio 2006 Gabriele

Dettagli

Fabio Grasso LA PREVIDENZA COMPLEMENTARE: I PROFILI TECNICI

Fabio Grasso LA PREVIDENZA COMPLEMENTARE: I PROFILI TECNICI Fabio Grasso Direore Diparimeno di Scienze Saisiche Presidene Area Didaica delle Scienze Saisiche, Auariali e Finanziarie Universià degli Sudi di Roma La Sapienza LA PREVIDENZA COMPLEMENTARE: I PROFILI

Dettagli

Argomenti trattati. Rischio e Valutazione degli investimenti. Teoria della Finanza Aziendale. Costo del capitale

Argomenti trattati. Rischio e Valutazione degli investimenti. Teoria della Finanza Aziendale. Costo del capitale Teoria della Finanza Aziendale Rischio e Valuazione degli invesimeni 9 1-2 Argomeni raai Coso del capiale aziendale e di progeo Misura del bea Coso del capiale e imprese diversificae Rischio e flusso di

Dettagli

/- :t. w i".í. fd-,,-h. f-&lil;;.*i;,'' , :.:.:::::*.,È,Ìl?iE?ìilì.Ìì:ì:::; qtr# he Equ;talia

/- :t. w i.í. fd-,,-h. f-&lil;;.*i;,'' , :.:.:::::*.,È,Ìl?iE?ìilì.Ìì:ì:::; qtr# he Equ;talia /- : q# qr# fd-,,-h w i".í am # f-&lil;;.*i;,'' 4 J.., :.:.:::::*.,È,Ìl?iE?ìilì.Ìì:ì:::; [q*r*$is 5ud SpÉ he Equ;alia : ', : = : :z;2io Colobrio Procuro dello Repubblico Agenzio delle Enlrole Equilolio

Dettagli

SICUREZZA ELETTRICA: LE NOVITÀ PER IL DATORE DI LAVORO SUGLI IMPIANTI E SULLE APPARECCHIATURE

SICUREZZA ELETTRICA: LE NOVITÀ PER IL DATORE DI LAVORO SUGLI IMPIANTI E SULLE APPARECCHIATURE Focus TU Articoo SICUREZZA ELETTRICA: LE NOVITÀ PER IL DATORE DI LAVORO SUGLI IMPIANTI E SULLE APPARECCHIATURE di Fausto Di Tosto, primo tecnoogo, Sezione Impianti e apparecchiature eettriche - ISPESL

Dettagli

Buono Fruttifero Postale P70

Buono Fruttifero Postale P70 Foglio Informaivo delle principali caraerisiche dei Buoni Fruiferi Posali e Regolameno del presio Pare I - Informazioni sull'emiene e sul Collocaore Emiene: Cassa deposii e presii socieà per azioni (di

Dettagli

TEMPUS PECUNIA EST COLLANA DI MATEMATICA PER LE SCIENZE ECONOMICHE FINANZIARIE E AZIENDALI

TEMPUS PECUNIA EST COLLANA DI MATEMATICA PER LE SCIENZE ECONOMICHE FINANZIARIE E AZIENDALI TEPUS PECUNIA EST COLLANA DI ATEATICA PER LE SCIENZE ECONOICHE FINANZIARIE E AZIENDALI 3 Direore Bearice VENTURI Universià degli Sudi di Cagliari Comiao scienifico Umbero NERI Universiy of aryland Russel

Dettagli

L'UTILIZZO DI TRADING RULES IN MODELLI A CAMBIAMENTO DI REGIME (SWITCHING REGIMES)

L'UTILIZZO DI TRADING RULES IN MODELLI A CAMBIAMENTO DI REGIME (SWITCHING REGIMES) L'UTILIZZO DI TRADING RULES IN MODELLI A CAMBIAMENTO DI REGIME (SWITCHING REGIMES) Monica Billio Universià Ca Foscari e GRETA, Venezia Michele Paron GRETA, Venezia Inroduzione. Moli meodi di analisi ecnica

Dettagli

La previsione della domanda nella supply chain

La previsione della domanda nella supply chain La previsione della domanda nella supply chain La previsione della domanda 1 Linea guida Il ruolo della prerevisione nella supply chain Le caraerisiche della previsione Le componeni della previsione ed

Dettagli

Operazioni finanziarie. Operazioni finanziarie

Operazioni finanziarie. Operazioni finanziarie Operazioni finanziarie Una operazione finanziaria è uno scambio di flussi finanziari disponibili in isani di empo differeni. Disinguiamo ra: operazioni finanziarie in condizioni di cerezza, quando ui gli

Dettagli

CONTO DI BILANCIO GESTIONE DELLE SPESE - Anno 2014 Analitico

CONTO DI BILANCIO GESTIONE DELLE SPESE - Anno 2014 Analitico COMUNE DI PECEO DI VALENZA Prov. (AL) CONO DI BILANCIO GESIONE DELLE SPESE - Anno 2014 Analitico COMUNE DI PECEO DI VALENZA Prov. (AL) Residui (A) allo Residui (B) Residui (C) Residui (D=B+C) (E=A-D) Competenza

Dettagli

Atto costitutivo dell'associazione di volontariato

Atto costitutivo dell'associazione di volontariato Esente da imposte di boo e registro ex artt. 6-8 Legge 266/1991. Atto costitutivo de'associazione di voontariato ART. 1 - È costituita fra i suddetti comparenti 'associazione di voontariato costituita

Dettagli

Città di Palermo SETTORE BILANCIO E TRIBUTI

Città di Palermo SETTORE BILANCIO E TRIBUTI ALLEGAO B ESO EMENDAO Città di Palermo SEORE BILANCIO E RIBUI BILANCIO DI PREVISIONE PLURIENNALE 201-2016 Elaborato dalla SISPI S.p.a. - Sistema Palermo informatica BILANCIO PLURIENNALE 201-2016 PAGINA

Dettagli

ITI GALILEO FERRARIS S. GIOVANNI LA PUNTA APPUNTI DI TELECOMUNICAZIONI PER IL 5 ANNO IND. ELETTRONICA E TELECOMUNICAZIONI

ITI GALILEO FERRARIS S. GIOVANNI LA PUNTA APPUNTI DI TELECOMUNICAZIONI PER IL 5 ANNO IND. ELETTRONICA E TELECOMUNICAZIONI ITI GALILEO FERRARIS S. GIOVANNI LA PUNTA APPUNTI DI TELECOMUNICAZIONI PER IL 5 ANNO IND. ELETTRONICA E TELECOMUNICAZIONI Prof. Ing. R. M. Poro A cura della TELECOMUNICAZIONI Con il ermine elecomunicazioni

Dettagli

PIOVE DI SACCO (Padova)

PIOVE DI SACCO (Padova) Regoameno È * E or1g1ne ==UMBERTo ENRO RESDENZEPERNZN rmi n 3028 POE D SO (Padova) N 119 de 12/04/2013i Segreario Direore di cueso siuo Perin Dossa Emanuea ai sensi de Dgs; n 16/2001 dee successive disosizioni

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA

CONDIZIONI DEFINITIVE NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA Dexia Crediop S.p.A. CONDIZIONI DEFINITIVE alla NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA «DEXIA CREDIOP S.P.A. OBBLIGAZIONI CONSTANT PROPORTION PORTFOLIO INSURANCE (CPPI)» Presio Obbligazionario «Dexia Crediop Callable

Dettagli

MANIAGO 9 APRILE 2014 IDEA PROGETTU ALE E RISULTATI Affitta?sì

MANIAGO 9 APRILE 2014 IDEA PROGETTU ALE E RISULTATI Affitta?sì hp://www.affiasi-dolomii.i/ MANIAGO 9 APRILE 2014 IDEA PROGETTU ALE E RISULTATI Affia?sì Comunià Monana del FRIULI OCCIDENTALE 1 hp://www.affiasi-dolomii.i/ o «Affi a?sì! ENTI FINANZIATORI Regione Friuli

Dettagli

VERSO STANDARD CONTABILI INTERNAZIONALI PER LE ASSICURAZIONI VITA. ASPETTI ATTUARIALI

VERSO STANDARD CONTABILI INTERNAZIONALI PER LE ASSICURAZIONI VITA. ASPETTI ATTUARIALI UNIVERSIA DEGLI SUDI DI RIESE FACOLA DI ECONOMIA CORSO DI LAUREA IN SCIENZE SAISICHE ED AUARIALI ESI DI LAUREA IN MAEMAICA AUARIALE VERSO SANDARD CONABILI INERNAZIONALI PER LE ASSICURAZIONI VIA. ASPEI

Dettagli

Provincia di Pistoia Economato, Provveditorato e Patrimonio Mobiliare

Provincia di Pistoia Economato, Provveditorato e Patrimonio Mobiliare Provincia di Pistoia Economato, Provveditorato e Patrimonio Mobiiare Convenzione fra 'Amministrazione provinciae di Pistoia e a PROD. 84 di Pistoia (PT) ai sensi de'art. 5 Legge 381191 e S. di puizia dei

Dettagli

RICOGNIZIONE PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI (art.35,d.lgs.33/2013)

RICOGNIZIONE PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI (art.35,d.lgs.33/2013) MACROSTRUTTURA/STRUTTURA DI RIFERIMENTO:U.O. GESTIONE DEL PERSONALE DIRETTORE : EMANUELE GIUSTI ASSENTE MAIL DI U.O. PEC ASSENTE PEC DI U.O. RICOGNIZIONE PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI (ar.35,d.lgs.33/2013)

Dettagli

Media Mobile di ampiezza k (k pari) Esempio: Vendite mensili di shampoo

Media Mobile di ampiezza k (k pari) Esempio: Vendite mensili di shampoo Media Mobile di ampiezza k (k pari) Esempio: Vendie mensili di shampoo Mese y 1 266,0 2 145,9 3 183,1 4 119,3 5 180,3 6 168,5 7 231,8 8 224,5 9 192,8 10 122,9 11 336,5 12 185,9 1 194,3 2 149,5 3 210,1

Dettagli

Agricoltura Biologica. IL BIOLOGICO IN ITALIA Come funzionano i controlli e la coversione

Agricoltura Biologica. IL BIOLOGICO IN ITALIA Come funzionano i controlli e la coversione Agricolura Biologica IL BIOLOGICO IN ITALIA Come funzionano i conrolli e la coversione IL SISTEMA DEI CONTROLLI Reg. CE 834/2007 D.Lgs.220/95 Organismi di Conrollo (auorizzai dal MiPAF) Minisero Regioni

Dettagli

TECNICA DELLE ASSICURAZIONI

TECNICA DELLE ASSICURAZIONI TECNICA DELLE ASSICURAZIONI E DELLE FORME PENSIONISTICHE Prof. Annamaria Olivieri a.a. 25/26 Esercizi: eso. Una socieà di calcio si impegna a risarcire con 5 euro il proprio allenaore, in caso di licenziameno

Dettagli

Finanza pubblica in Italia

Finanza pubblica in Italia Finanza pubblica in Ialia Aggregazioni di eni pubblici Nelle saisiche e nei documeni ufficiali di poliica economica si fa riferimeno a deerminae aggregazioni di eni pubblici. Tali aggregazioni possono

Dettagli

Università di Pisa - Polo della Logistica di Livorno Corso di Laurea in Economia e Legislazione dei Sistemi Logistici. Anno Accademico: 2013/14

Università di Pisa - Polo della Logistica di Livorno Corso di Laurea in Economia e Legislazione dei Sistemi Logistici. Anno Accademico: 2013/14 Universià di isa - olo della Logisica di Livorno Corso di Laurea in Economia e Legislazione dei Sisemi Logisici Anno Accademico: 03/4 CORSO DI SISTEMI DI MOVIMENTAZIONE E STOCCAGGIO Docene: Marino Lupi

Dettagli

Corso di. Economia Politica

Corso di. Economia Politica Prof.ssa Blanchard, Maria Laura Macroeconomia Parisi, PhD; Una parisi@eco.unibs.i; prospeiva europea, DEM Universià Il Mulino di 2011 Brescia Capiolo I. Un Viaggio inorno al mondo Corso di Economia Poliica

Dettagli

Le polizze rivalutabili

Le polizze rivalutabili Capiolo 6 Le polizze rivaluabili 6.1 Inroduzione Le polizze via rivaluabili sono sae inrodoe nel mercao ialiano negli anni di ala inflazione e oggi, con l eccezione delle polizze TCM, hanno compleamene

Dettagli

SCHEMA DI D.LGS SULLE TIPOLOGIE CONTRATTUALI L APPRENDISTATO

SCHEMA DI D.LGS SULLE TIPOLOGIE CONTRATTUALI L APPRENDISTATO SCHEMA DI D.LGS SULLE TIPOLOGIE CONTRATTUALI L APPRENDISTATO A cura deo studio egae Aberto Guariso Livio Neri Aggiornamento a 04.03.2015 Art 39: Definizione I contra*o di apprendistato è definito secondo

Dettagli

= 1,4 (rischiosità sistematica)

= 1,4 (rischiosità sistematica) Analisi degli invesimeni n.b.: ui i valori moneari sono in euro Nel corso del 4 al managemen della socieà MPRESA vengono proposi due invesimeni alernaivi. Nel seguio vengono fornie informazioni in merio

Dettagli

CONSULTAZIONE PUBBLICA IN MATERIA DI REGOLAZIONE TARIFFARIA DEI

CONSULTAZIONE PUBBLICA IN MATERIA DI REGOLAZIONE TARIFFARIA DEI DOCUMENTO PER LA CONSULTAZIONE 356/2013/R/IDR CONSULTAZIONE PUBBLICA IN MATERIA DI REGOLAZIONE TARIFFARIA DEI SERVIZI IDRICI Documeno per la consulazione nell ambio del procedimeno avviao con la deliberazione

Dettagli

A. Quantità edificatorie e densità territoriale...1

A. Quantità edificatorie e densità territoriale...1 Cara di Urbanisica I Pro.ssa Arch. Fabiola Fraini Cara di Urbanisica I --- a.a. 2003/2004 PROGETTO PER UN AMBITO URBANO NEL QUARTIERE DI CENTOCELLE Laboraorio progeuale annuale INDICAZIONI RIGUARDO LE

Dettagli

Determinazione nr. 3 -i del 21 APR. 20!4

Determinazione nr. 3 -i del 21 APR. 20!4 CITTA' DI CASTELLAMMARE DI STABIA AMBITO 27 egge 328/00 Determinazione nr. 3 -i de 21 APR. 20!4 N 3't L; de Registro Generae de 2 3 APR. 2014 Oggetto: Tirocinante Di Maio Serena : autorizzazione ad effettuare

Dettagli

AZIENDA USL BAT/T _ BARLETTA ANDRIA TRANI Via Fornaci. 201-7O03l ANDRIA

AZIENDA USL BAT/T _ BARLETTA ANDRIA TRANI Via Fornaci. 201-7O03l ANDRIA AZENDA USL BAT/T _ BARLETTA ANDRA TRAN Via Fornaci. 201-7O03l ANDRA TARFFE RCERCA VSURA ERPRODUZONE A) Coso ricerca e visura - ai formai negli ulimi cinque anni anecedeni 1a richiesa Euro 1,00 - ai formai

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO PROVINCIALE N. 8258

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO PROVINCIALE N. 8258 PROVINCIA DI ASTI VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO PROVINCIALE N. 8258 OGGETTO APPROVAZIONE REGOLAMENTO PROVINCIALE DEL VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE 20/62 L anno duemiasei i giorno trenta de

Dettagli

Il ricorso alla Finanza di Progetto nei progetti di generazione da fonti rinnovabili

Il ricorso alla Finanza di Progetto nei progetti di generazione da fonti rinnovabili I disrei produivi ialiani : Energia e sicurezza Il ricorso alla Finanza di Progeo nei progei di generazione da foni rinnovabili Pisa, 21-22 22 Novembre 2007 Gabriele FERRANTE Unià Tecnica Finanza di Progeo

Dettagli

PIANO DI LAVORO. docente: Lancellotti Canio. classe: 5^ A IGEA. disciplina: ECONOMIA AZIENDALE. consegnato in data: 11 dicembre 2012

PIANO DI LAVORO. docente: Lancellotti Canio. classe: 5^ A IGEA. disciplina: ECONOMIA AZIENDALE. consegnato in data: 11 dicembre 2012 ISTITUTO OMNICOMPRENSIVO STATALE DI SAN DANIELE DEL FRIULI Istituto Statae d Istruzione Superiore Vincenzo Manzini di San Daniee de Friui Piazza IV Novembre 33038 SAN DANIELE DEL FRIULI (prov. di Udine)

Dettagli

Differenziazione di prodotto e qualità in monopolio

Differenziazione di prodotto e qualità in monopolio Economia Indusriale Capiolo 7 Differenziazione di prodoo e qualià in monopolio Beoni Michela Gallizioli Giorgio Gaverina Alessandra Rai Nicola Signori Andrea AGENDA Concei di differenziazione vericale

Dettagli

IL GESTORE UNICO IN HOUSE DEL S.I.I. NELL ATO DI VARESE Distinzione fra societa in house e azienda speciale

IL GESTORE UNICO IN HOUSE DEL S.I.I. NELL ATO DI VARESE Distinzione fra societa in house e azienda speciale IL GESORE UNICO IN HOUSE DEL S.I.I. NELL AO DI VARESE Distinzione fra societa in house e azienda speciale 1 L ESIO DEL REFERENDUM ABROGAIVO DELL AR. 23-BIS L esito del referendum non comporta l obbligo

Dettagli

Analisi e valutazione degli investimenti

Analisi e valutazione degli investimenti Analisi e valuazione degli invesimeni Indice del modulo L analisi degli invesimeni e conceo di invesimeno Il valore finanziario del empo e aualizzazione Capializzazione e aualizzazione Il coso opporunià

Dettagli

METODI DECISIONALI PER L'AZIENDA. www.lvproject.com. Dott. Lotti Nevio

METODI DECISIONALI PER L'AZIENDA. www.lvproject.com. Dott. Lotti Nevio METODI DECISIONALI PER L'AZIENDA www.lvprojec.com Do. Loi Nevio Generalià sui sisemi dinamici. Variabili di sao, di ingresso, di uscia. Sisemi discrei. Sisemi lineari. Paper: Dynamic Modelling Do. Loi

Dettagli

6.1 VALUTAZIONI GENERALI

6.1 VALUTAZIONI GENERALI Piano di risanameno e uela della qualià dell aria e per la riduzione dei gas serra 6 SCENARI DI PIANO 6.1 VALUTAZIONI GENERALI Le azioni di risanameno dovranno garanire il rispeo dei limii in ue le zone

Dettagli

Telecontrollo via internet del processo SBR con tecniche di intelligenza artificiale

Telecontrollo via internet del processo SBR con tecniche di intelligenza artificiale Universià degli Sudi di Firenze Facolà di Ingegneria Tesi di laurea magisrale in Ingegneria per l'ambiene e il Terriorio 20 Aprile 2006 Teleconrollo via inerne del processo SBR con ecniche di inelligenza

Dettagli

INFORMATIVA TITOLO. Salvo diversa indicazione, tutti i dati riportati sono aggiornati al 18.10.2010. Pag. 1/3 OBBLIGAZIONE FUND LINKED

INFORMATIVA TITOLO. Salvo diversa indicazione, tutti i dati riportati sono aggiornati al 18.10.2010. Pag. 1/3 OBBLIGAZIONE FUND LINKED INFORMATIVA TITOLO Salvo diversa indicazione, ui i dai riporai sono aggiornai al 18.10.2010 OBBLIGAZIONE FUND LINKED DEXIA CREDIOP - DYNAMIC INDEX 30 CALLABLE 30.10.2011 EUR Caraerisiche principali dello

Dettagli

INDICATORI PER IL MERCATO AZIONARIO (aggiornato il 2-2-2007)

INDICATORI PER IL MERCATO AZIONARIO (aggiornato il 2-2-2007) INDICATORI PER IL MERCATO AZIONARIO (aggiornao il 2-2-2007). Obievi della rilevazione Negli anni 60 Mediobanca avviò la rilevazione sisemaca dei corsi delle azioni quoae in Borsa, ideando un indice con

Dettagli

La Riassicurazione. Prof. Cerchiara Rocco Roberto. email: rocco.cerchiara@unical.it. Materiale e Riferimenti

La Riassicurazione. Prof. Cerchiara Rocco Roberto. email: rocco.cerchiara@unical.it. Materiale e Riferimenti Prof. R.R. Cerciara La Riassicurazione Prof. Cerciara Rocco Robero email: rocco.cerciara@unical.i Maeriale e Riferimeni 1. Lucidi disribuii in aula. Daboni, pagg. 13-17 e 137-148 (Leggere Riassicurazione

Dettagli

DEFICIT E DEBITO PUBBLICO

DEFICIT E DEBITO PUBBLICO DEFICIT E DEITO PULICO Defici e debio pubblico Se il governo di uno Sao spende più di quano incassa, si genera un defici pubblico. Viceversa, si parla di surplus. Il defici è finanziao dallo Sao ricorrendo

Dettagli

NOTA METODOLOGICA SUL MODELLO PREVISIVO EXCELSIOR PER GLI ANNI 2013-2017

NOTA METODOLOGICA SUL MODELLO PREVISIVO EXCELSIOR PER GLI ANNI 2013-2017 NOTA METODOLOGICA SUL MODELLO PREVISIVO EXCELSIOR PER GLI ANNI 2013-2017 1 SOMMARIO PREMESSA... 3 1. IL MODELLO ECONOMETRICO PER LA STIMA DEGLI STOCK SETTORIALI... 3 Foni... 3 Meodologia... 3 La formulazione

Dettagli

9 Verso la terza generazione

9 Verso la terza generazione 9 Verso la erza generazione Il GPRS rappresena un primo imporane passo verso i sisemi di elecomunicazione mobile di erza generazione, cosiuendo un prerequisio per la loro inroduzione. Tale sandard permee

Dettagli

ALLEGATO SUB B) ALLA DELIBERAZIONE G.C. N. 64 DEL 11.07.20ll SCHEDE DI VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE INDIVIDUALE

ALLEGATO SUB B) ALLA DELIBERAZIONE G.C. N. 64 DEL 11.07.20ll SCHEDE DI VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE INDIVIDUALE ALLEGATO SUB B) ALLA DELIBERAZIONE G.C. N. 64 DEL 11.07.20 SCHEDE DI VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE INDIVIDUALE COMUNE DI SANTA LUCIA DI PIAVE VALUTAZIONE ANNO DIPENDENTE: CATEGORIA: B (amministrativo)

Dettagli